ALLEGATO 4 INDICATORI DI PROGETTO PER CIASCUNA MISURA

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ALLEGATO 4 INDICATORI DI PROGETTO PER CIASCUNA MISURA"

Transcript

1 E. INDICATORI ALLEGATO 4 INDICATORI DI PROGETTO PER CIASCUNA MISURA L istante dovrà compilare la sola tabella relativa all iniziativa che intende realizzare. I dati riportati saranno quelli previsionali. E.1 MISURA: 1.3 INVESTIMENTI A BORDO DEI PESCHERECCI E SELETTIVITÀ Tipologia 1: Investimenti volti a migliorare gli standard di sicurezza a bordo, le condizioni di lavoro, l igiene, la qualità dei prodotti, l efficienza energetica e la selettività senza incrementare le capacità di cattura del peschereccio N pescherecci interessati Valore in Euro % sul costo totale del progetto miglioramento della sicurezza a bordo miglioramento delle condizioni di lavoro miglioramento delle condizioni igieniche miglioramento della qualità dei prodotti Miglioramento dell efficienza energetica Miglioramento della selettività Tipologia 2: Investimenti volti alla sostituzione del motore dell imbarcazione Sostituzione del motore N pescherecci interessati potenza del motore (prima l ammodernamento) (KW) potenza del motore (dopo l ammodernamento) (kw) riduzione della potenza legata ai motori sostituiti (kw) Tipologia 3: Investimenti di armamento e dei lavori di ammodernamento volti a: - ridurre i rigetti in mare; - a ridurre l impatto della pesca su specie non commerciali; - a ridurre l impatto della pesca sugli ecosistemi e sui fondali marini; - a proteggere le catture e gli attrezzi dai predatori selvatici, anche attraverso modifiche del materiale di parte degli attrezzi da pesca, purchè non comportino un aumento dello sforzo di pesca o una riduzione della selettività degli attrezzi da pesca e siano introdotte tutte le misure appropriate per evitare danni fisici ai predatori; N pescherecci interessati N di attrezzi da pesca sostituiti Sostituzione degli attrezzi Tipologia 4: Investimenti volti alla selettività degli attrezzi da pesca, compresa la sostituzione degli attrezzi da pesca verso l uso di altre tecniche di pesca più selettive di cui ai sistemi non trainati elencati nella tabella 3 del reg. CE 1799/2006 N pescherecci interessati N di attrezzi da pesca sostituiti Altri investimenti a bordo dei pescherecci e selettività 1

2 E.2 MISURA 1.4: PICCOLA PESCA COSTIERA Tipologia Tipo di premio numero di pescatori/proprietari di pescherecci che hanno ricevuto il premio Tipologia 1 Premio per migliorare la gestione e il controllo delle condizioni di accesso ad alcune zone di pesca Premio inteso a incoraggiare iniziative volontarie di riduzione dello sforzo di pesca ai fini della conservazione delle risorse Tipologia 2 Premio per promuovere l organizzazione della catena di produzione, trasformazione e commercializzazione dei prodotti della pesca Tipologia 3 premio per migliorare la formazione in materia di sicurezza premio per migliorare la competenza Professionale numero di donne pescatrici /proprietarie di pescherecci che hanno ricevuto il premio Totale E.3 MISURA: 1.5: AIUTI IN MATERIA DI COMPENSAZIONI SOCIO ECONOMICHE Tipologia numero di pescatori/proprietari di pescherecci che hanno ricevuto il premio Tipologia 1 Tipologia 2 Tipologia 3 Tipologia 4 Tipologia 5 Premio per diversificare le attività Premio per aggiornamento delle competenze professionali premio per riconversione professionale in ambiti diversi dalla pesca Premio per compensazione una tantum Premio per acquisto imbarcazione Numero di giorni di formazione impartita (solo per tipologia 2) numero di donne pescatrici /proprietarie di pescherecci che hanno ricevuto il premio Numero di giorni di formazione impartita (solo per tipologia 2) 2

3 E.4 MISURA 2.1: INVESTIMENTI PRODUTTIVI NEL SETTORE DELL ACQUACOLTURA E.4.1 SOTTOMISURA 2.1.1: Costruzione ex novo e/o ampliamento, armamento e ammodernamento di impianti di produzione in mare, In terra ferma, avannotterie Nuovi impianti Aumento della capacità di produzione a seguito della costruzione di nuovi impianti Mitili Vongole Ostriche Spigole Orate Rombo Salmone Trote allevate in mare Trote allevate in acqua dolce Anguille Carpe Tonno altre specie (indicare) Tonnellate/anno Micro impresa Piccola impresa Media impresa Grande impresa Ammodernamento impianti esistenti Variazione della produzione a seguito dell ampliamento o dell ammodernamento di impianti esistenti Mitili Vongole Ostriche Spigole Orate Rombo Salmone Trote allevate in mare Trote allevate in acqua dolce Anguille Carpe Tonno altre specie (indicare) Tonnellate/anno Micro impresa Piccola impresa Media impresa Grande impresa 3

4 Avannotteria Aumento del numero di avannotti prodotti in avannotteria Mitili Vongole Ostriche Spigole Orate Rombo Salmone Trote allevate in mare Trote allevate in acqua dolce Anguille Carpe Tonno altre specie (indicare) Tonnellate/anno Micro impresa Piccola impresa Media impresa Grande impresa E.4.2 SOTTOMISURA Concessione di indennità compensative per l uso in acquicoltura di metodi di produzione che contribuiscono a tutelare e a migliorare l ambiente e preservare la natura Misure idro-ambientali misure idro-ambientali Unità che ha attuato le misure idroambientali previste dall art. 30, paragrafo 2, lettera a), del regolamento (CE) n. 1198/2006 Unità che ha aderito al sistema comunitario di ecogestione e audit (EMAS) Unità che ha realizzato la conversione alla produzione biologica Numero di unità E.4.3 SOTTOMISURA Indennità compensative ai molluschicoltori per l arresto temporaneo della raccolta di molluschi allevati Misure Sanitarie misure sanitarie Mitilicoltore che ha beneficiato di compensazioni Numero di mitilicoltori E.4.4 SOTTOMISURA Contribuire a finanziare il controllo e l eliminazione delle malattie in acquicoltura ai sensi della decisione 90/424/CE del consiglio, del 26 giugno 1990, relativa a talune spese nel settore veterinario Misure Veterinarie misure Veterinarie Numero di operatori (tranne mitilicoltori) che hanno usufruito del programma di eradicazione Numero di operatori (mitilicoltori) che hanno usufruito del programma di eradicazione Numero di operatori 4

5 E.5 MISURA 2.3: COSTRUZIONE E ADEGUAMENTO DELLE STRUTTURE DI COMMERCIALIZZAZIONE ALL INGROSSO E DEGLI IMPIANTI DI TRASFORMAZIONE DEI PRODOTTI ITTICI Tipologia 1: Costruzione ex novo, ampliamento, equipaggiamento e l ammodernamento degli impianti di trasformazione Aumento della capacità di trasformazione (costruzione di nuove unità e/o ampliamento di quelle esistenti) Valore prodotti freschi o refrigerati prodotti in conserva o semi conserva prodotti surgelati o congelati altri prodotti trasformati (pasti preparati, prodotti affumicati, salati o essiccati) Micro impresa Piccola impresa Media impresa Grande impresa Costruzione, ampliamento, attrezzatura e ammodernamento di unità di trasformazione N di Unità Costo totale progetto (Euro) delle condizioni igieniche/di lavoro delle condizioni ambientali Unità che hanno attuato sistemi di miglioramento della produzione (qualità innovazioni tecnologiche) % di costo riferito al miglioramento Micro impresa Piccola impresa Media impresa Grande impresa Tipologia 2: Costruzione ex novo, ampliamento, equipaggiamento e l ammodernamento degli impianti di Commercializzazione Costruzione nuovi impianti superficie utile alla commercializzazione valore mq Micro impresa Piccola impresa Media impresa Grande impresa Ammodernamento di impianti di commercializzazione esistenti N unità Costo totale progetto delle condizioni igieniche/di lavoro delle condizioni ambientali Unità che hanno attuato sistemi di miglioramento della produzione (qualità innovazioni tecnologiche) Unità che hanno attuato sistemi di trattamento, trasformazione e commercializzazione degli scarti dei prodotti della pesca e dell acquacoltura (Euro) % di costo riferito al miglioramento Micro impresa Piccola impresa Media impresa Grande impresa azione ripartite per dimensioni 5

6 E.6 MISURA 3.3: PORTI, LUOGHI DI SBARCO E RIPARI DI PESCA Tipologia 1: Ammodernamento e/o adeguamento dei porti di pesca Valore Spesa complessiva dell intervento depositi frigoriferi realizzati m 3 depositi non frigoriferi m 3 impianti di movimentazione numero di impianti macchine per ghiaccio numero di macchine per il ghiaccio rifornimento di impianti (elettricità, acqua, Numero di impianti carburante) altri impianti Altri impianti banchine ristrutturate m 2 banchine ristrutturate Metri lineari superficie utilizzabile per la prima vendita m 2 Incidenza percentuale della spesa Tipologia 2: costruzione ex novo o ammodernamento di piccoli ripari di pesca, non inseriti in porti, finalizzati a migliorare le condizioni di sicurezza sul lavoro degli addetti investimenti nella ristrutturazione e miglioramento dei luoghi di sbarco Investimenti connessi alla sicurezza e finalizzati all ammodernamento di piccoli ripari di pesca Investimenti connessi alla sicurezza e finalizzati alla costruzione di piccoli ripari di pesca Valore numero numero numero 6

ALLEGATO 2 RELAZIONE TECNICO-DESCRITTIVA DEL PIANO DI INVESTIMENTO

ALLEGATO 2 RELAZIONE TECNICO-DESCRITTIVA DEL PIANO DI INVESTIMENTO ALLEGATO 2 RELAZIONE TECNICO-DESCRITTIVA DEL PIANO DI INVESTIMENTO L allegato 2 fotografa la situazione attuale dell impresa già esistente. Nel caso di aziende di nuova costituzione le sezioni A.4, A.5

Dettagli

FEAMP Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca 2014/2020

FEAMP Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca 2014/2020 FEAMP Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca 2014/2020 1. Il quadro normativo di riferimento Il Regolamento (UE) del Parlamento europeo e del Consiglio del 15 maggio 2014, istituisce il Fondo

Dettagli

/PP/20 /LI DOMANDA DI LIQUIDAZIONE FINALE. ASSE 3 MISURE DI INTERESSE COLLETIVO Misura 3.3: Porti, luoghi di sbarco e ripari di pesca

/PP/20 /LI DOMANDA DI LIQUIDAZIONE FINALE. ASSE 3 MISURE DI INTERESSE COLLETIVO Misura 3.3: Porti, luoghi di sbarco e ripari di pesca REGIONE LIGURIA REG. (CE) n. 1198 del 27 luglio 2006 /PP/20 /LI DOMANDA DI LIQUIDAZIONE FINALE AI SENSI DELL ARTICOLO 16 DEL BANDO DGR ASSE 3 MISURE DI INTERESSE COLLETIVO Misura 3.3: Porti, luoghi di

Dettagli

CCIAA Reggio Calabria. 3 novembre 2015

CCIAA Reggio Calabria. 3 novembre 2015 Reg. Ce 1198/2006 Asse Prioritario 3 - Misure di interesse comune Misura 3.1 Azioni Collettive Azioni volte alla realizzazione di progetti di interesse comune nel settore della pesca e acquacoltura CCIAA

Dettagli

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali FONDO EUROPEO PER LA PESCA FEP 2007/2013 Operazioni finanziabili nel quadro Natura 2000 Il Fondo Europeo per la Pesca (FEP) per il periodo 2007-2013, costituisce un aiuto finanziario per agevolare l'applicazione

Dettagli

FEP 2007/2013 CRITERI DI AMMISSIBILITA PER LA CONCESSIONE DEGLI AIUTI

FEP 2007/2013 CRITERI DI AMMISSIBILITA PER LA CONCESSIONE DEGLI AIUTI FEP 2007/2013 PER LA CONCESSIONE DEGLI AIUTI 1. Introduzione Il presente documento stabilisce i criteri di ammissibilità per le misure cofinanziate dal Fondo Europeo per la pesca - FEP, cioè quei criteri

Dettagli

PROGRAMMA OPERATIVO FEAMP ITALIA 2014-2020. Allegato XIII Ripartizione contributo FEAMP per Misura

PROGRAMMA OPERATIVO FEAMP ITALIA 2014-2020. Allegato XIII Ripartizione contributo FEAMP per Misura Allegato XIII Ripartizione contributo FEAMP per Misura Capo 1 Sviluppo sostenibile della pesca 173.055.785,00 Articolo 26 Art.26-Innovazione (nel settore della pesca) 1 3 6.000.000,00 Articolo 27 Art.27-Servizi

Dettagli

ALLEGATO 1 MODELLO DI ISTANZA DI PARTECIPAZIONE ALL AVVISO PUBBLICO - DICHIARAZIONI DEL CANDIDATO

ALLEGATO 1 MODELLO DI ISTANZA DI PARTECIPAZIONE ALL AVVISO PUBBLICO - DICHIARAZIONI DEL CANDIDATO F.E.P. CAMPANIA 2007/2013 AVVISO PUBBLICO PER LA SELEZIONE DI PROGETTI RETROSPETTIVI MISURE 2.1 Acquacoltura E 2.3 Trasformazione e commercializzazione UOD Pesca, acquacoltura e caccia ALLEGATO 1 MODELLO

Dettagli

Il comparto dell acquacoltura in Sardegna alla luce dei risultati dell indagine conoscitiva

Il comparto dell acquacoltura in Sardegna alla luce dei risultati dell indagine conoscitiva Il comparto dell acquacoltura in Sardegna alla luce dei risultati dell indagine conoscitiva Iolanda Viale Dipartimento per le Produzioni Zootecniche Servizio Risorse Ittiche 2 ottobre 2009 Siamaggiore

Dettagli

GAC TERRE DI MARE s.c.ar.l.

GAC TERRE DI MARE s.c.ar.l. GAC TERRE DI MARE s.c.ar.l. Asse IV FEP PUGLIA 2007/2013 Piano di Sviluppo Costiero 2012/2015 - Terre di Mare Misura 1 - Azione 1.1.c «Investimenti in attrezzature e infrastrutture per la produzione, la

Dettagli

Progetto n /PP/13 I T. Reg. CE 1198/ art. 39 Porti, luoghi di sbarco e ripari di pesca (marittima) MISURA 3.3

Progetto n /PP/13 I T. Reg. CE 1198/ art. 39 Porti, luoghi di sbarco e ripari di pesca (marittima) MISURA 3.3 Reg. CE 1198/2006 - art. 39 Porti, luoghi di sbarco e ripari di pesca (marittima) MISURA 3.3 Progetto n /PP/13 Costruzione, ammodernamento e ampliamento banchine Costruzione, ammodernamento e ampliamento

Dettagli

Iolanda Viale Servizio Sviluppo delle Filiere Animali

Iolanda Viale Servizio Sviluppo delle Filiere Animali Acquacoltura in Sardegna tradizioni, innovazione, sapori e ambiente Iolanda Viale Servizio Sviluppo delle Filiere Animali Cagliari, 27 maggio 2016 2. Perchè l acquacoltura Il consumo mondiale di prodotti

Dettagli

Fondo Europeo della Pesca (FEP) Programma Operativo Nazionale per il settore pesca

Fondo Europeo della Pesca (FEP) Programma Operativo Nazionale per il settore pesca ASSESSORATO DELL AGRICOLTURA E RIFORMA AGRO-PASTORALE Servizio pesca Fondo Europeo della Pesca (FEP) Programma Operativo Nazionale per il settore pesca Misura 3.1 Azioni collettive (art. 37 lettera m del

Dettagli

P R O G E T TO P. E. S. C. A. Pesca Europea Servizi Cooperazione Ambiente VEDEMECUM ATTIVITA CENTRI SERVIZI PESCA DI LEGACOOP CAMPANIA

P R O G E T TO P. E. S. C. A. Pesca Europea Servizi Cooperazione Ambiente VEDEMECUM ATTIVITA CENTRI SERVIZI PESCA DI LEGACOOP CAMPANIA P R O G E T TO P. E. S. C. A. Pesca Europea Servizi Cooperazione Ambiente VEDEMECUM ATTIVITA CENTRI SERVIZI PESCA DI LEGACOOP CAMPANIA VI Piano Triennale della Pesca e dell Acquacoltura Accordi di Programma

Dettagli

Fondo Europeo Pesca. Unione Europea MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI

Fondo Europeo Pesca. Unione Europea MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI Unione Europea Referente di Misura: dr.ssa Linda Toderico Rif. Giur. Artt. 29,30,31, 32 del Reg. CE 1198/2006) Dotazione finanziaria 31,324 milioni di euro di Spesa Pubblica Area territoriale di attuazione

Dettagli

V parte - assi prioritari d'intervento e misure

V parte - assi prioritari d'intervento e misure V parte - assi prioritari d'intervento e misure Assi prioritari di intervento e misure Descrizione delle misure prescelte (3.1, 3.2, 3.3, 3.4, 4.1, 4.3, 4.4, 4.6, 5.1) La U.E. ha fornito al Ministero l'elenco

Dettagli

Di un impianto di acquacoltura sito in (specificare anche cod. NUTS III): Il sottoscritto (C.F.: ), in qualità di. Telefax: Coordinate bancarie:

Di un impianto di acquacoltura sito in (specificare anche cod. NUTS III): Il sottoscritto (C.F.: ), in qualità di. Telefax: Coordinate bancarie: Reg. CE 1198/2006 - artt. 28 e 29 Investimenti produttivi nel settore dell acquacoltura MISURA 2.1 - Sottomisura 1 Progetto n /AC/11 Costruzione Ampliamento Ammodernamento Di un impianto di acquacoltura

Dettagli

Di un impianto di acquacoltura sito in (specificare anche cod. NUTS III): Telefax: Matricola INAIL: Coordinate bancarie:

Di un impianto di acquacoltura sito in (specificare anche cod. NUTS III): Telefax: Matricola INAIL: Coordinate bancarie: Reg. CE 1198/2006 - artt. 28 e 29 Investimenti produttivi nel settore dell acquacoltura MISURA 2.1 Progetto n /AC/13 Costruzione Ampliamento Ammodernamento Di un impianto di acquacoltura sito in (specificare

Dettagli

FEAMP. Fondo Europeo Affari Marittimi e Pesca presentazione di sintesi

FEAMP. Fondo Europeo Affari Marittimi e Pesca presentazione di sintesi Progetto finanziato dalla Regione Autonoma Sardegna Assessorato dell Agricoltura FEAMP Fondo Europeo Affari Marittimi e Pesca 2014-2020 presentazione di sintesi COSA SONO I CAP I CAP sono i Centri Assistenza

Dettagli

1 d) l acquisto di nuovi macchinari, impianti tecnologici o attrezzature da impiegare nel ciclo di lavorazione,

1 d) l acquisto di nuovi macchinari, impianti tecnologici o attrezzature da impiegare nel ciclo di lavorazione, Mis. 4 Descrizione Investimenti immobilizzanti materiali Reg. 1305/2013 Art. 17 4.2 Sostegno agli investimenti nel settore della Sottomisura trasformazione/commercializzazione e/o lo sviluppo di prodotti

Dettagli

Opportunità di Sviluppo Tutela dell Ambiente, Futuro per Giovani e Donne

Opportunità di Sviluppo Tutela dell Ambiente, Futuro per Giovani e Donne Opportunità di Sviluppo Tutela dell Ambiente, Futuro per Giovani e Donne RAGUSA 14-01-17 In un contesto di difficoltà e crisi come quello attuale, il PSR diventa uno strumento importante per lo sviluppo

Dettagli

di cui contributo Fep (quota Ue): ,11 euro Progetto (indicare il nome del progetto e inserire una breve descrizione dell intervento)

di cui contributo Fep (quota Ue): ,11 euro Progetto (indicare il nome del progetto e inserire una breve descrizione dell intervento) Best practices Interventi più significativi (o che hanno permesso di ottenere i risultati migliori) tra quelli realizzati nell ambito del Po Fep 2007-2013 dall inizio della programmazione ad oggi. Territorio

Dettagli

LA POLITICA COMUNE DELLA PESCA

LA POLITICA COMUNE DELLA PESCA POLITICHE INTERNE DELL UE: PESCA, TRASPORTI E RETI TRANSEUROPEE PROF.SSA MARIATERESA STILE Indice 1 LA POLITICA COMUNE DELLA PESCA ------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

Maurizio Martina Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali

Maurizio Martina Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali PIANO DI AZIONI PER LA PESCA IL PIANO PER LA PESCA La tutela delle nostre risorse marine passa anche attraverso una politica strategica per la pesca e l acquacoltura. Parliamo di un settore che impiega

Dettagli

PCP NUOVA POLITICA COMUNE DELLA PESCA (Reg. UE 1380/2013)

PCP NUOVA POLITICA COMUNE DELLA PESCA (Reg. UE 1380/2013) PCP NUOVA POLITICA COMUNE DELLA PESCA (Reg. UE 1380/2013) Obiettivi Ha l'obiettivo di garantire la sostenibilità ambientale, economica, sociale ed occupazionale delle attività di pesca ed acquacoltura

Dettagli

L acquacoltura, nel mondo del Bio

L acquacoltura, nel mondo del Bio L acquacoltura, nel mondo del Bio Embedded PowerPoint Video By PresenterMedia.com Il Regolamento CE 834/07, il Regolamento CE 710/2009 Il Regolamento CE 834/07 fornisce la base normativa per lo sviluppo

Dettagli

DIREZIONE GENERALE COMPETITIVITA' DEL SISTEMA REGIONALE E SVILUPPO DELLE COMPETENZE AREA DI COORDINAMENTO SVILUPPO RURALE

DIREZIONE GENERALE COMPETITIVITA' DEL SISTEMA REGIONALE E SVILUPPO DELLE COMPETENZE AREA DI COORDINAMENTO SVILUPPO RURALE REGIONE TOSCANA DIREZIONE GENERALE COMPETITIVITA' DEL SISTEMA REGIONALE E SVILUPPO DELLE COMPETENZE AREA DI COORDINAMENTO SVILUPPO RURALE SETTORE INTERVENTI COMUNITARI PER LA PESCA.FORMAZIONE, AGGIORNAMENTO

Dettagli

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA SETTORE ECONOMICO PROFESSIONALE 1 Agricoltura, silvicoltura e pesca Processo Acquacoltura e pesca Sequenza di processo Progettazione

Dettagli

BEST PRACTICE FEP

BEST PRACTICE FEP BEST PRACTICE FEP 2007-2013-0213 MISURA 2.1 - Sottomisura 1 - Investimenti produttivi nel settore dell acquacoltura La misura si propone di migliorare le condizioni di lavoro, l igiene, la salute dell

Dettagli

Interventi di contesto ed a sostegno dell adeguamento infrastrutturale del settore della pesca (artt. 11,12,14, 15, 16, 17. Reg.

Interventi di contesto ed a sostegno dell adeguamento infrastrutturale del settore della pesca (artt. 11,12,14, 15, 16, 17. Reg. POR Campania 2000-2006 Complemento di programmazione Capitolo 3 Misura 4.23 Interventi di contesto ed a sostegno dell adeguamento infrastrutturale del settore della pesca (artt. 11,12,14, 15, 16, 17. Reg.

Dettagli

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI IT 8.5.2010 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 115/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (UE) N. 395/2010 DELLA COMMISSIONE del 7 maggio 2010 recante modifica del regolamento (CE) n.

Dettagli

IL CONTROLLO NELLA FILIERA ITTICA. (Reg. CE 1224/09)

IL CONTROLLO NELLA FILIERA ITTICA. (Reg. CE 1224/09) IL CONTROLLO NELLA FILIERA ITTICA (Reg. CE 1224/09) Partita il quantitativo di prodotti della pesca e dell acquacoltura di una determinata specie della stessa presentazione proveniente dalla stessa pertinente

Dettagli

IL PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE DELLA LOMBARDIA MILANO 1 APRILE 2014

IL PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE DELLA LOMBARDIA MILANO 1 APRILE 2014 IL PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2014 2020 DELLA LOMBARDIA MILANO 1 APRILE 2014 LA STRATEGIA E stata costruita in base a: gli orientamenti per le politiche di sviluppo rurale della Commissione gli strumenti

Dettagli

BANDO FEAMP 2014/2020 MISURA 1.26 INNOVAZIONE Assessorato dell Agricoltura e riforma agro-pastorale Servizio pesca e acquacoltura SCHEDA SINTETICA

BANDO FEAMP 2014/2020 MISURA 1.26 INNOVAZIONE Assessorato dell Agricoltura e riforma agro-pastorale Servizio pesca e acquacoltura SCHEDA SINTETICA BANDO FEAMP 2014/2020 MISURA 1.26 INNOVAZIONE Assessorato dell Agricoltura e riforma agro-pastorale Servizio pesca e acquacoltura OGGETTO SOGGETTI PROGETTI FINANZIABILI SCHEDA SINTETICA Sostegno a valere

Dettagli

L acquacoltura, nel mondo del Bio

L acquacoltura, nel mondo del Bio L acquacoltura, nel mondo del Bio Embedded PowerPoint Video By PresenterMedia.com Il regolamento CE 834/07 Il Regolamento fornisce la base normativa per lo sviluppo sostenibile dell agricoltura biologica.

Dettagli

Dott. Mario Ferretti Dott. Gian Ludovico Ceccaroni. Le opportunità del FEAMP: un nuovo fondo per gli affari marittimi e la pesca

Dott. Mario Ferretti Dott. Gian Ludovico Ceccaroni. Le opportunità del FEAMP: un nuovo fondo per gli affari marittimi e la pesca Dott. Mario Ferretti Dott. Gian Ludovico Ceccaroni Le opportunità del FEAMP: un nuovo fondo per gli affari marittimi e la pesca San Benedetto del Tronto 31 gennaio 2013 Il FEAMP Presentazione della proposta

Dettagli

Azione 1 Euro

Azione 1 Euro Azione 1 Euro 137.847 Funzionalizzazione di strutture esistenti di proprietà pubblica (Comune di Imperia), disponibili per i fini espressi dal GAC allo scopo di promuovere uno spazio mercatale nell area

Dettagli

Studi di settore. Gli scambi con l estero dei prodotti ittici nel 2008. 1. La bilancia commerciale ittica. Pesca e Acquacoltura.

Studi di settore. Gli scambi con l estero dei prodotti ittici nel 2008. 1. La bilancia commerciale ittica. Pesca e Acquacoltura. Studi di settore Pesca e Acquacoltura Anno Gli scambi con l estero dei prodotti ittici nel 1. La bilancia commerciale ittica Dopo tre anni di crescita, nel il deficit della bilancia commerciale ittica

Dettagli

REGIONE TOSCANA-GIUNTA REGIONALE DIPARTIMENTO DELLO SVILUPPO ECONOMICO SERVIZIO SVILUPPO AGRICOLO E RURALE CACCIA E PESCA

REGIONE TOSCANA-GIUNTA REGIONALE DIPARTIMENTO DELLO SVILUPPO ECONOMICO SERVIZIO SVILUPPO AGRICOLO E RURALE CACCIA E PESCA REGIONE TOSCANA-GIUNTA REGIONALE DIPARTIMENTO DELLO SVILUPPO ECONOMICO SERVIZIO SVILUPPO AGRICOLO E RURALE CACCIA E PESCA. Dirigente Responsabile: Paolo Baroncini Decreto N 2103 del 20 Aprile 2001 Pubblicità/Pubblicazione:

Dettagli

Il FEAMP : obiettivi e opportunità

Il FEAMP : obiettivi e opportunità Convegno Il Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca 2014-2020: il rilancio del territorio attraverso la pesca Il FEAMP 2014-2020: obiettivi e opportunità Gianluca Nardone Direttore del Dipartimento

Dettagli

MISURA 4.22 INTERVENTI A SOSTEGNO DELL ACQUACOLTURA, DELLA MARICOLTURA E ADEGUAMENTO DELLE STRUTTURE PORTUALI

MISURA 4.22 INTERVENTI A SOSTEGNO DELL ACQUACOLTURA, DELLA MARICOLTURA E ADEGUAMENTO DELLE STRUTTURE PORTUALI MISURA 4.22 INTERVENTI A SOSTEGNO DELL ACQUACOLTURA, DELLA MARICOLTURA E ADEGUAMENTO DELLE STRUTTURE PORTUALI 1. Finalità e tipologia degli interventi La misura assume come finalità la qualificazione produttiva

Dettagli

Progetto n /AI/2011. Reg. (CE) n. 1198/ art. 33 Domanda di contributo per la Pesca nelle acque interne MISURA 2.2

Progetto n /AI/2011. Reg. (CE) n. 1198/ art. 33 Domanda di contributo per la Pesca nelle acque interne MISURA 2.2 Progetto n /AI/2011 Reg. (CE) n. 1198/2006 - art. 33 Domanda di contributo per la Pesca nelle acque interne MISURA 2.2 Da realizzarsi nell ambito della Pesca nelle acque interne attrezzature per la pesca

Dettagli

Forum sulle disposizioni normative comunitarie e nazionali

Forum sulle disposizioni normative comunitarie e nazionali Forum sulle disposizioni normative comunitarie e nazionali Centro Congressi Torino Incontra, 17 giugno 2013 1 M.llo Luogotenente Renato BROSCO Capo Sezione Polizia Marittima e Difesa Costiera Normativa

Dettagli

MODIFICHE AL DOCUMENTO DI ATTUAZIONE FINANZIARIA (DAF) DEL PSR approvato con DGR n.314/2014 e s.m.i.

MODIFICHE AL DOCUMENTO DI ATTUAZIONE FINANZIARIA (DAF) DEL PSR approvato con DGR n.314/2014 e s.m.i. ALLEGATO A MODIFICHE AL DOCUMENTO DI ATTUAZIONE FINANZIARIA (DAF) DEL PSR 2007-2013 approvato con DGR n.314/2014 e s.m.i. 1. Paragrafo 2.2 Ripartizione della spesa pubblica per asse e per anno la tabella

Dettagli

Reg. (CE) n. 1421/2004 del 19 luglio 2004 (1).

Reg. (CE) n. 1421/2004 del 19 luglio 2004 (1). Reg. (CE) n. 1421/2004 del 19 luglio 2004 (1). Regolamento del Consiglio recante modifica del regolamento (CE) n. 2792/1999 che definisce modalità e condizioni delle azioni strutturali comunitarie nel

Dettagli

L 57/10 Gazzetta ufficiale dell Unione europea

L 57/10 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 57/10 Gazzetta ufficiale dell Unione europea 2.3.2011 REGOLAMENTO (UE) N. 202/2011 DELLA COMMISSIONE del 1 o marzo 2011 recante modifica dell allegato I del regolamento (CE) n. 1005/2008 del Consiglio

Dettagli

CONTRATTI DI SVILUPPO

CONTRATTI DI SVILUPPO Finalità Realizzazione, su iniziativa di una o più, di uno dei seguenti programmi di sviluppo, che prevedono eventuali progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale Programma di sviluppo industriale,

Dettagli

All interno dei Progetti Integrati di Filiera (PIF)

All interno dei Progetti Integrati di Filiera (PIF) Programma di Sviluppo Rurale 2014/2020 Reg. (UE) 1305/2015 Regione Toscana Bando Sottomisura 4.2 Investimenti nella trasformazione, commercializzazione e/o sviluppo dei prodotti agricoli All interno dei

Dettagli

MISURA 124. Cooperazione per lo sviluppo di nuovi prodotti, processi e tecnologie nei settori agricolo e alimentare e in quello forestale

MISURA 124. Cooperazione per lo sviluppo di nuovi prodotti, processi e tecnologie nei settori agricolo e alimentare e in quello forestale 1. Titolo della Misura MISURA 124 Cooperazione per lo sviluppo di nuovi prodotti, processi e tecnologie nei settori agricolo e alimentare e in quello forestale 2. Articoli di riferimento Titolo IV, Capo

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 9 DEL REGIONE LIGURIA INTERVENTI STRUTTURALI A FAVORE DELLE COOPERATIVE AGRICOLE

LEGGE REGIONALE N. 9 DEL REGIONE LIGURIA INTERVENTI STRUTTURALI A FAVORE DELLE COOPERATIVE AGRICOLE LEGGE REGIONALE N. 9 DEL 19-04-2006 REGIONE LIGURIA INTERVENTI STRUTTURALI A FAVORE DELLE COOPERATIVE AGRICOLE Fonte: BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA N. 5 del 26 aprile 2006 Il Consiglio regionale

Dettagli

FEARS Programma di Sviluppo Rurale

FEARS Programma di Sviluppo Rurale Servizio Aziende Agricole e territorio rurale FEARS Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 PSR della Provincia Autonoma di Trento Misura 121 Ammodernamento delle aziende agricole SCHEMA DI PIANO DI MIGLIORAMENTO

Dettagli

SPAZIO RISERVATO ALL UFFICIO RICEVENTE. Data di spedizione Data ricezione N. protocollo Codice identificativo regionale

SPAZIO RISERVATO ALL UFFICIO RICEVENTE. Data di spedizione Data ricezione N. protocollo Codice identificativo regionale DOMANDA DI CONTRIBUTO PROGRAMMAZIONE FEP 2007-2013 Asse Prioritario 1 - Misure per l adeguamento della flotta comunitaria Articolo 25 Reg. (CE) n. 1198/2006 Misura 1.3 Investimenti a bordo dei pescherecci

Dettagli

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE DELLA REGIONE FVG: LE MISURE A FAVORE DELL AGRICOLTURA SOCIALE

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE DELLA REGIONE FVG: LE MISURE A FAVORE DELL AGRICOLTURA SOCIALE PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2014-2020 DELLA REGIONE FVG: LE MISURE A FAVORE DELL AGRICOLTURA SOCIALE Adottato con decisione della Commissione C(2015) 6589 final del 24 settembre 2015 Convegno Lo sviluppo

Dettagli

Distretto di pesca Nord Adriatico: proposte di sviluppo sostenibile

Distretto di pesca Nord Adriatico: proposte di sviluppo sostenibile Distretto di pesca Nord Adriatico: proposte di sviluppo sostenibile Strategie nazionali per lo sviluppo locale dell acquacoltura in Alto Adriatico Prioli Giuseppe M.A.R.E. Soc. Coop. a r.l. Expo Milano

Dettagli

1. BANDO DI ATTUAZIONE DELLA MISURA 1.3 INVESTIMENTI A BORDO DEI PESCHERECCI E SELETTIVITÀ (ART. 25, REG. CE N.

1. BANDO DI ATTUAZIONE DELLA MISURA 1.3 INVESTIMENTI A BORDO DEI PESCHERECCI E SELETTIVITÀ (ART. 25, REG. CE N. Sono stati pubblicati in G.U.R.S. n 23 del 22/05/2009, i bandi relativi alle Misure 1.3 E 2.3 del F.E.P. 2007/2013 e sui quali si evidenziano le cose ritenute più importanti per capire se si ha modo di

Dettagli

PO FEAMP. CRITERI DI AMMISSIBILITA DELLE OPERAZIONI ARTICOLI 30, 31, 33, 34, 43 (commi 1 e 3) e 69 DEL REG. (UE) N. 508/2014 ITALIA

PO FEAMP. CRITERI DI AMMISSIBILITA DELLE OPERAZIONI ARTICOLI 30, 31, 33, 34, 43 (commi 1 e 3) e 69 DEL REG. (UE) N. 508/2014 ITALIA UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA CRITERI DI AMMISSIBILITA DELLE OPERAZIONI ARTICOLI 30, 31, 33, 34, 43 (commi 1 e 3) e 69 DEL REG. (UE) N. 508/2014 PO FEAMP ITALIA 2014 2020 Documento Criteri di ammissibilità

Dettagli

Europe Direct è un servizio a vostra disposizione per aiutarvi a trovare le risposte ai vostri interrogativi sull Unione europea.

Europe Direct è un servizio a vostra disposizione per aiutarvi a trovare le risposte ai vostri interrogativi sull Unione europea. Fondo europeo per la pesca Istruzioni per l uso 2007-2013 Pubblicazioni sul Fondo europeo per la pesca: Fondo europeo per la pesca 2007-2013 Regolamenti ISBN 978-92-79-08638-0 Fondo europeo per la pesca

Dettagli

Circolare informativa 20/2014. ( a cura di Sara Razzi)

Circolare informativa 20/2014. ( a cura di Sara Razzi) Roma, 13 ottobre 2014 Circolare informativa 20/2014 ( a cura di Sara Razzi) CREDITO D IMPOSTA ALBERGHI Con la legge conversione del DL 83/2014, L. 29 luglio 2014 n. 106, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale

Dettagli

FEAMP 2014/2020 MISURA 1.29 Promozione del capitale umano, creazione di posti di lavoro e del dialogo sociale

FEAMP 2014/2020 MISURA 1.29 Promozione del capitale umano, creazione di posti di lavoro e del dialogo sociale FEAMP 2014/2020 MISURA 1.29 Promozione del capitale umano, creazione di posti di lavoro e del dialogo sociale Macrosettore Agricoltura Spese ammissibili Investimenti produttivi (IP) Servizi (S) Formazione

Dettagli

DIREZIONE GENERALE COMPETITIVITA' DEL SISTEMA REGIONALE E SVILUPPO DELLE COMPETENZE AREA DI COORDINAMENTO SVILUPPO RURALE

DIREZIONE GENERALE COMPETITIVITA' DEL SISTEMA REGIONALE E SVILUPPO DELLE COMPETENZE AREA DI COORDINAMENTO SVILUPPO RURALE REGIONE TOSCANA DIREZIONE GENERALE COMPETITIVITA' DEL SISTEMA REGIONALE E SVILUPPO DELLE COMPETENZE AREA DI COORDINAMENTO SVILUPPO RURALE SETTORE INTERVENTI COMUNITARI PER LA PESCA.FORMAZIONE, AGGIORNAMENTO

Dettagli

RIASSUNTO DELLE ISTANZE PROGETTUALI PERVENUTE DALLA COMUNITÀ LOCALE. Allegato al Piano d Azione

RIASSUNTO DELLE ISTANZE PROGETTUALI PERVENUTE DALLA COMUNITÀ LOCALE. Allegato al Piano d Azione REGOLAMENTO (CE) N. 508/2014 Ricostituzione FLAG/GAC di Chioggia e Delta del Po Capo 3 Sviluppo sostenibile delle zone di pesca e di acquacoltura Dgr 1142 del 12/07/2016 RIASSUNTO DELLE ISTANZE PROGETTUALI

Dettagli

COMUNE DI SAN GIORGIO DELLE PERTICHE REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE IMPRESE

COMUNE DI SAN GIORGIO DELLE PERTICHE REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE IMPRESE COMUNE DI SAN GIORGIO DELLE PERTICHE REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE IMPRESE Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n.6 del 5 maggio 2015 1 Art. 1 FINALITA Finalità

Dettagli

,00 (articolo 18) M06 - Sviluppo delle aziende agricole e delle imprese (art. 19)

,00 (articolo 18) M06 - Sviluppo delle aziende agricole e delle imprese (art. 19) 498 Giuseppe Lorizzo PSR Regione Lazio 2014-2020 Le risorse finanziarie derivanti dai fondi SIE (al netto del cofinanziamento nazionale e regionale) e destinate allo sviluppo della Regione Lazio ammontano

Dettagli

AREA PROFESSIONALE DI RIFERIMENTO AGRO - ALIMENTARE OPERATORE DEL MARE E DELLE ACQUE INTERNE. Nomenclatura delle Unità Professionali (NUP/ISTAT):

AREA PROFESSIONALE DI RIFERIMENTO AGRO - ALIMENTARE OPERATORE DEL MARE E DELLE ACQUE INTERNE. Nomenclatura delle Unità Professionali (NUP/ISTAT): ALLEGATO 2 AREA PROFESSIONALE DI RIFERIMENTO AGRO - ALIMENTARE Denominazione della figura OPERATORE DEL MARE E DELLE ACQUE INTERNE Referenziazioni della figura Nomenclatura delle Unità Professionali (NUP/ISTAT):

Dettagli

PO FEAMP ITALIA 2014/2020 DISPOSIZIONI ATTUATIVE DI MISURA. Parte B - SPECIFICHE

PO FEAMP ITALIA 2014/2020 DISPOSIZIONI ATTUATIVE DI MISURA. Parte B - SPECIFICHE UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA PO FEAMP ITALIA 2014/2020 DISPOSIZIONI ATTUATIVE DI MISURA Parte B - SPECIFICHE Priorità n. 1 - Promuovere la pesca sostenibile sotto il profilo ambientale, efficiente

Dettagli

PO FEAMP ITALIA 2014/2020 DISPOSIZIONI ATTUATIVE DI MISURA. Parte B - SPECIFICHE

PO FEAMP ITALIA 2014/2020 DISPOSIZIONI ATTUATIVE DI MISURA. Parte B - SPECIFICHE UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA PO FEAMP ITALIA 2014/2020 DISPOSIZIONI ATTUATIVE DI MISURA Parte B - SPECIFICHE Priorità n. 1 - Promuovere la pesca sostenibile sotto il profilo ambientale, efficiente

Dettagli

PO FEAMP AVVISO PUBBLICO SI INVITANO

PO FEAMP AVVISO PUBBLICO SI INVITANO AVVISO PUBBLICO SI INVITANO Partenariato promotore del FLAG "Molise Costiero" Questionario e Scheda per la raccolta della manifestazione di interesse a partecipare al partenariato pubblico-privato del

Dettagli

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI 30.1.2010 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 26/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (UE) N. 86/2010 DELLA COMMISSIONE del 29 gennaio 2010 recante modifica dell'allegato I del regolamento

Dettagli

DLgs. N. 194/2008. del 19/11/2008 MODALITA DI FINANZIAMENTO DEI CONTROLLI SANITARI UFFICIALI AI SENSI DEL REG. CE/882/2004. Circolare ministeriale

DLgs. N. 194/2008. del 19/11/2008 MODALITA DI FINANZIAMENTO DEI CONTROLLI SANITARI UFFICIALI AI SENSI DEL REG. CE/882/2004. Circolare ministeriale DLgs. N. 194/2008 del 19/11/2008 MODALITA DI FINANZIAMENTO DEI CONTROLLI SANITARI UFFICIALI AI SENSI DEL REG. CE/882/2004 Circolare ministeriale del 17/04/2009 PRIME INDICAZIONI APPLICATIVE Art 26 Regolamento

Dettagli

SOMMARIO. Art. 1 (Oggetto e finalità)

SOMMARIO. Art. 1 (Oggetto e finalità) L.R. 19 Marzo 2008, n. 4 Disposizioni per lo sviluppo sostenibile e la valorizzazione delle attività professionali della pesca e dell'acquacoltura (1) SOMMARIO Art. 1 Oggetto e finalità Art. 2 Interventi

Dettagli

Il Programma di sviluppo rurale (PSR 14-20) Fondo europeo agricolo di sviluppo rurale (FEASR)

Il Programma di sviluppo rurale (PSR 14-20) Fondo europeo agricolo di sviluppo rurale (FEASR) Il Programma di sviluppo rurale 2014-2020 (PSR 14-20) Fondo europeo agricolo di sviluppo rurale (FEASR) Aosta, 21 novembre 2016 Il Programma di sviluppo rurale 14-20 (PSR 14-20): Il Programma di Sviluppo

Dettagli

RELAZIONE TECNICA (Allegato a NOTIFICA ai sensi dell art. 6 del Reg. CE n. 852/2004)

RELAZIONE TECNICA (Allegato a NOTIFICA ai sensi dell art. 6 del Reg. CE n. 852/2004) RELAZIONE TECNICA (Allegato a NOTIFICA ai sensi dell art. 6 del Reg. CE n. 852/2004) Denominazione della Ditta Sede legale Indirizzo dell attività Descrizione dettagliata dell attività svolta: Numero addetti:

Dettagli

Quali opportunità per l agriturismo e la vendita diretta. 15 luglio 2010 d.ssa Agr..Valeria Sonvico Area Ambiente e Territorio - Coldiretti Lombardia

Quali opportunità per l agriturismo e la vendita diretta. 15 luglio 2010 d.ssa Agr..Valeria Sonvico Area Ambiente e Territorio - Coldiretti Lombardia Quali opportunità per l agriturismo e la vendita diretta 15 luglio 2010 d.ssa Agr..Valeria Sonvico Area Ambiente e Territorio - Coldiretti Lombardia Le richieste della Commissione Europea Tutelare e garantire

Dettagli

Figure 1 Localizzazione e dissomiglianza degli uffici di iscrizione delle provincia di Salerno. Acciaroli. Marina di Pisciotta

Figure 1 Localizzazione e dissomiglianza degli uffici di iscrizione delle provincia di Salerno. Acciaroli. Marina di Pisciotta CARATTERISTICHE PRINCIPALI DELLA FLOTTA DI PESCA SALERNITANA La flotta di pesca della provincia di Salerno è caratterizzata da una struttura fortemente artigianale. La gran parte delle imbarcazioni, infatti,

Dettagli

OPERATORE DEL MARE E DELLE ACQUE INTERNE

OPERATORE DEL MARE E DELLE ACQUE INTERNE Denominazione Figura / Profilo / Obiettivo Professioni NUP/ISTAT correlate OPERATORE DEL MARE E DELLE ACQUE INTERNE 6.4.5.1 - Acquacoltori e assimilati 6.4.5.2 - Pescatori della pesca costiera ed in acque

Dettagli

MISURA 4.14 SUPPORTO ALLA COMPETITIVITA, ALL INNOVAZIONE DELLE IMPRESE E DEI SISTEMI DI IMPRESE TURISTICHE.

MISURA 4.14 SUPPORTO ALLA COMPETITIVITA, ALL INNOVAZIONE DELLE IMPRESE E DEI SISTEMI DI IMPRESE TURISTICHE. MISURA 4.14 SUPPORTO ALLA COMPETITIVITA, ALL INNOVAZIONE DELLE IMPRESE E DEI SISTEMI DI IMPRESE TURISTICHE. Programma di riferimento: POR Puglia 2000-2006 area obiettivo 1. Ambito di intervento: Sviluppo

Dettagli

Pubblicazioni Ismea LE STRUTTURE PRODUTTIVE E COMMERCIALI DEL SETTORE ITTICO

Pubblicazioni Ismea LE STRUTTURE PRODUTTIVE E COMMERCIALI DEL SETTORE ITTICO Pubblicazioni Ismea LE STRUTTURE PRODUTTIVE E COMMERCIALI DEL SETTORE ITTICO I risultati dell indagine strutturale condotta presso gli operatori della filiera pesca e acquacoltura Dicembre- 2003 Pubblicazione

Dettagli

Le Organizzazioni Interprofessionali nella riforma della PAC. Cesena - 23 settembre 2014

Le Organizzazioni Interprofessionali nella riforma della PAC. Cesena - 23 settembre 2014 Le Organizzazioni Interprofessionali nella riforma della PAC Cesena - 23 settembre 2014 Reg.(UE) n. 1308/2013 sull organizzazione comune dei mercati dei prodotti agricoli - Le OI sono previste per tutti

Dettagli

FEAMP Misura: 1.43 SCHEDA DI SINTESI. Porti, luoghi di sbarco, sale per la vendita all asta e ripari di pesca

FEAMP Misura: 1.43 SCHEDA DI SINTESI. Porti, luoghi di sbarco, sale per la vendita all asta e ripari di pesca FEAMP 2014-2020 Misura: 1.43 SCHEDA DI SINTESI Porti, luoghi di sbarco, sale per la vendita all asta e ripari di pesca Avviso approvato con Determinazione n. G04831 del 14/04/2017 Struttura Responsabile:

Dettagli

PIANO PER L ARRESTO DEFINITIVO E LA RICONVERSIONE DELLE IMBARCAZIONI ABILITATE ALL ESERCIZIO DELLA PESCA COSTIERA LOCALE

PIANO PER L ARRESTO DEFINITIVO E LA RICONVERSIONE DELLE IMBARCAZIONI ABILITATE ALL ESERCIZIO DELLA PESCA COSTIERA LOCALE PIANO PER L ARRESTO DEFINITIVO E LA RICONVERSIONE DELLE IMBARCAZIONI ABILITATE ALL ESERCIZIO DELLA PESCA COSTIERA LOCALE E CHE UTILIZZANO IL SISTEMA DI PESCA A STRASCICO ( L.R. 5 MARZO 2008 N. 3 ART. 7

Dettagli

I nuovi bandi per il consolidamento dell attività d impresa

I nuovi bandi per il consolidamento dell attività d impresa AL VIA IL POR FESR 2014-2020: VIENI A CONOSCERLO! Roberto Marcato Assessorato allo Sviluppo Economico ed Energia Direzione Industria Artigianato Commercio e Servizi I nuovi bandi per il consolidamento

Dettagli

L.N.215/92 Imprenditoria femminile

L.N.215/92 Imprenditoria femminile Imprenditoria femm L.N.215/92 Imprenditoria femminile [ Presentazione a bando ] SOGGETTI BENEFICIARI Piccole imprese aventi una delle seguenti forme giuridiche: - società cooperative, costituite per non

Dettagli

SETTORE COMMERCIO (all art. 4 comma 3-ter della l.r. 13/2000)

SETTORE COMMERCIO (all art. 4 comma 3-ter della l.r. 13/2000) Bando Convenzione Regione Lombardia - Comunità Montane SETTORE COMMERCIO (all art. 4 comma 3-ter della l.r. 13/2000) Imprese commerciali Anno 2007 1 Scenario 2 In attuazione della Convenzione Regione Lombardia

Dettagli

AVVISI PUBBLICI FEAMP

AVVISI PUBBLICI FEAMP AVVISI PUBBLICI FEAMP approvati con determinazione n. 5063/Det/78 del 09.03.2017 e determinazione n. 7388/Det/131 del 04.04.2017 FAQ AGGIORNATE AL 15 MAGGIO 2017 GENERALI Quesito n. 1 Cosa si intende per

Dettagli

GAC TERRE DI MARE s.c.ar.l.

GAC TERRE DI MARE s.c.ar.l. GAC TERRE DI MARE s.c.ar.l. Asse IV FEP PUGLIA 2007/2013 Piano di Sviluppo Costiero 2012/2015 - Terre di Mare Misura 2 - Azione 2.1.a «Promozione dell ecoturismo marino e costiero» 29/07/2013 1 Cosa finanzia?

Dettagli

art. 3: Instaurazione di una politica comune in campo agricolo art. 39: finalità e obiettivi della politica agricola comune

art. 3: Instaurazione di una politica comune in campo agricolo art. 39: finalità e obiettivi della politica agricola comune Obiettivi della PAC Trattato di Roma (1957) art. 3: Instaurazione di una politica comune in campo agricolo art. 39: finalità e obiettivi della politica agricola comune Accrescere la produttività agricola

Dettagli

SCENARI RURALI E PAESAGGIO VIVENTE : un nuovo modello di organizzazione e sviluppo per un territorio di qualità

SCENARI RURALI E PAESAGGIO VIVENTE : un nuovo modello di organizzazione e sviluppo per un territorio di qualità PROGRAMMA DI SVILUPPO LOCALE SCENARI RURALI E PAESAGGIO VIVENTE : un nuovo modello di organizzazione e sviluppo per un territorio di qualità FEASR FONDO EUROPEO AGRICOLO PER LO SVILUPPO RURALE PROGRAMMA

Dettagli

ELENCO DELLE ATTIVITÀ ECONOMICHE ESCLUSE O AMMESSE CON LIMITAZIONI ATECO 2007

ELENCO DELLE ATTIVITÀ ECONOMICHE ESCLUSE O AMMESSE CON LIMITAZIONI ATECO 2007 ALLEGATO 3 al bando Agevolazione alla diffusione, sul territorio piemontese, di sistemi di valorizzazione dell energia termica prodotta da impianti alimentati da biomasse provenienti dalla filiera forestale

Dettagli

Segretario: Avv. Maria Carmela SANTORO

Segretario: Avv. Maria Carmela SANTORO AGRICOLTURA, SVILUPPO RURALE, ECONOMIA MONTANA. Interventi nel settore della pesca e dell'acquacoltura cofinanziati dal Fondo Europeo per la Pesca - FEP ai sensi del Reg. (CE) n. 1198/2006. Approvazione

Dettagli

1

1 OGGETTO BANDO FEAMP 2014/2020 - MISURA 1.31: SOSTEGNO ALL'AVVIAMENTO PER I GIOVANI PESCATORI Assessorato dell Agricoltura e riforma agro-pastorale SCHEDA SINTETICA Sostegno a valere sulle risorse previste

Dettagli

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2014-2020 1 Regolamento FEASR (2) Gli Assi della Programmazione 2007-2013 sono sostituiti da PRIORITA e FOCUS AREA L impianto 2007-2013 risultava troppo rigido perché spesso

Dettagli

LINEE D AZIONE REGIONALI PER LO SVILUPPO DELLA PESCA E DELL ACQUACOLTURA

LINEE D AZIONE REGIONALI PER LO SVILUPPO DELLA PESCA E DELL ACQUACOLTURA LINEE D AZIONE REGIONALI PER LO SVILUPPO DELLA PESCA E DELL ACQUACOLTURA Dicembre 2007 Premesse Premesse Le linee d azione regionali per lo sviluppo della pesca e dell acquacoltura campana sono finalizzate,

Dettagli

Incentivi innovazione e sviluppo, attivato il bando martedì 22 aprile 2008

Incentivi innovazione e sviluppo, attivato il bando martedì 22 aprile 2008 Incentivi innovazione e sviluppo, attivato il bando martedì 22 aprile 2008 I contributi alle PMI per innovazione e sviluppo sono stati attivati lunedi 28 aprile 2008 con la pubblicazione del bando attuativo

Dettagli

GAC TERRE DI MARE s.c.ar.l.

GAC TERRE DI MARE s.c.ar.l. GAC TERRE DI MARE s.c.ar.l. Asse IV FEP PUGLIA 2007/2013 Piano di Sviluppo Costiero 2012/2015 - Terre di Mare Misura 6 - Azione 6.1.a «Conservare l attrattiva, rivitalizzare e sviluppare le località e

Dettagli

Lecce, Castello Carlo V 19 gennaio

Lecce, Castello Carlo V 19 gennaio Lecce, Castello Carlo V 19 gennaio 2016 DEFINIZIONE DELLA PROGRAMMAZIONE 2014-2020 analisi territoriale e analisi SWOT esperienze delle precedenti programmazioni coinvolgimento degli stakeholder Strategia:

Dettagli

La nuova disciplina dell obbligo di sbarco

La nuova disciplina dell obbligo di sbarco La nuova disciplina dell obbligo di sbarco Focal Point MEDAC Italia WG1 Barcellona, 4 marzo 2014 La situazione attuale in Italia D.LGS.4/2012 Art.7, comma 1 VIETATO detenere, sbarcare e trasbordare esemplari

Dettagli

ALLEGATO II. Denominazione. Indirizzo postale. Indirizzo internet. Regime. Aiuti ad hoc.

ALLEGATO II. Denominazione. Indirizzo postale. Indirizzo internet.  Regime. Aiuti ad hoc. ALLEGATO II INFORMAZIONI RELATIVE AGLI AIUTI DI STATO ESENTATI ALLE CONDIZIONI PREVISTE NEL PRESENTE REGOLAMENTO come previsto dall articolo 9, paragrafo 1 (Testo rilevante ai fini del SEE 1 ) PARTE I

Dettagli

MISURA 4.23 Interventi di contesto ed a sostegno dell adeguamento infrastrutturale del settore della pesca

MISURA 4.23 Interventi di contesto ed a sostegno dell adeguamento infrastrutturale del settore della pesca MISURA 4.23 Interventi di contesto ed a sostegno dell adeguamento infrastrutturale del settore della pesca 1. Finalità e tipologia degli interventi La finalità della misura è di incidere sul carattere

Dettagli

DECRETO N. 2763/DecA/117 DEL

DECRETO N. 2763/DecA/117 DEL L Assessore DECRETO N. 2763/DecA/117 DEL 29.10.2009 ---------------------------- Oggetto: Calendario della pesca del riccio di mare (Paracentrotus lividus) per la stagione 2009/2010. lo Statuto Speciale

Dettagli

PILASTRI DELLA POLITICA

PILASTRI DELLA POLITICA PILASTRI DELLA POLITICA DI SOSTEGNO EUROPEA STRATEGIA DI LISBONA 13.12.2007 firma del Trattato di Lisbona 1.12.2009 entrata in vigore del Trattato che modifica il Trattato sull UE e del Trattato che istituisce

Dettagli