LA RIVOLUZIONE URBANA

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LA RIVOLUZIONE URBANA"

Transcript

1 L ORIGINE DELLA CITTA PROF. ALESSANDRO BIANCHI

2 Indice 1 LA RIVOLUZIONE URBANA URUK, LA PRIMA CITTÀ LE CITTÀ-STATO RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI di 14

3 1 La rivoluzione urbana La città come nuova formazione insediativa si afferma, a partire dalla metà del quarto millennio a.c., nella bassa Mesopotamia, in mezzo a due grandi fiumi, il Tigri e l'eufrate. Vediamo quali sono i fattori che hanno determinato i cambiamenti che stanno alla base della cosiddetta rivoluzione urbana. La presenza di un ambiente naturale particolarmente favorevole Lo sviluppo di tecniche colturali avanzate Il conseguente aumento vertiginoso della capacità produttiva dei suoli agricoli La formazione di un eccedenza di prodotti alimentari. Tutto ciò innesca un meccanismo di completo cambiamento della struttura economica e sociale fino ad allora caratterizzata dai connotati della comunità neolitica. Dice Mario Liverani: Il concetto chiave è quello della cosiddetta accumulazione primaria (o primitiva, o originaria) del capitale. Perchè si dia luogo ad un salto (quantitativo e qualitativo) tale da configurare una rivoluzione nel modo di produzione, occorre che la società sia anzitutto in grado di produrre e accumulare una sostanziosa eccedenza e, secondariamente, che essa decida di utilizzare tale eccedenza non per maggiori consumi familiari, ma invece per costituire le infrastrutture e per mantenere gli specialisti e i dirigenti artefici della rivoluzione stessa. 1 Su questo punto occorre soffermarsi, perchè è essenziale per capire la genesi e lo sviluppo degli impianti urbani in Mesopotamia. L'eccedenza di produzione agricola fu resa possibile da due fattori concomitanti. 1 M.Liverani, Uruk la prima città, Laterza, di 14

4 Il primo è rappresentato dalle condizioni dell'ambiente naturale, che in quel periodo devono essere state particolarmente favorevoli, al punto da determinare una straordinaria fertilità dei suoli. Questa è la descrizione che Childe fa dell ambiente come doveva essere a quei tempi. La Sumeria era una terra nuova, soltanto recentemente sollevata sopra le acque del Golfo Persico dai sedimenti trasportati dai due fiumi. Era ancora coperta di vaste paludi, piene di canne rigogliose (...) Per tortuosi canali (...) le acque fangose fluivano pigramente nel mare: ma le acque pullulavano di pesci, i boschetti di canne erano pieni di volatili selvatici, di cinghiali e di altra selvaggina, e su ogni terreno emerso crescevano le palme da dattero (...) Dato il contrasto con il deserto su ogni fianco, questa giungla deve essere stata un paradiso (...) Il terreno era così fertile che (...) documenti che datano dal 2500 a.c. indicano che la media del prodotto di un campo di orzo era di ottantasei volte la semente. Qui i contadini potevano facilmente produrre un'eccedenza rispetto ai loro bisogni domestici. 2 Dunque una straordinaria fertilità del suolo, alla quale si affiancò l'opera dell'uomo sotto forma di affinamento delle tecniche colturali: il sistema dei campi lunghi con irrigazione a solco anziché per allagamento la costruzione di strumenti come l'aratro-seminatore, la slitta-trebbiatrice a trazione animale, il carro a quattro ruote e i falcetti di terracotta. Questa vera e propria rivoluzione delle tecniche agricole ha comportato che, a parità di lavoro umano impegnato, si è avuto un aumento di produttività in un ordine di grandezza stimabile tra il cinque a uno e il dieci a uno. 2 V.G.Childe, Il progresso nel mondo antico, Einaudi, di 14

5 Probabilmente in un primo tempo questa eccedenza va ad accrescere i consumi delle famiglie, il che implica un aumento demografico, ma successivamente introduce una vera e propria mutazione nella comunità neolitica che fino ad allora era una comunità di equiproduttori e di equiconsumatori. Infatti se il l aumento della produttività consente di mantenere i medesimi livelli di produzione impegnando un numero di persone minore, accade che si comincia a formare un'eccedenza sociale abbastanza grande da sostentare un numero di specialisti residenti che erano, in quanto tali, esentati dal compito di produrre cibo. 3 Questo circostanza da luogo ad una completa mutazione della struttura della comunità neolitica, a partire dalla divisione sociale del lavoro. Non più tutti agricoltori e artigiani produttori di beni e servizi in proprio, ma molti ancora agricoltori, altri artigiani, altri commercianti, altri soldati, altri sacerdoti, altri amministratori e così via, sicchè la comunità egualitaria neolitica si trasforma via via in una comunità differenziata socialmente e stratificata economicamente. E' facile ipotizzare che una siffatta società si sia rapidamente data forme di organizzazione di tipo fortemente gerarchizzato, al cui vertice sta un capo che si pone allo snodo con la divinità, in nome della quale comanda. Anche questo è un aspetto al quale prestare particolare attenzione, perchè costituisce uno degli elementi più importanti per spiegare la forma che assume l'organizzazione della società protourbana. Il prelievo di risorse - sotto forma di lavoro reso o di prodotto ceduto, entrambi gratuitamente - è una condizione essenziale per il formarsi di un economia centralizzata. Ma è anche una condizione dolorosa per chi la subisce, che è la stragrande parte della popolazione, così come non naturalmente accettabili sono le sperequazioni economiche e, più in generale, dei livelli di vita tra strati diversi della popolazione. 3 V.G. Childe, The Urban Revolution, cit.. 5 di 14

6 Occorre, allora, che il prelievo e le sperequazioni siano motivate con ragioni di ordine superiore, affinchè entrambi divengano più accettabili. La strada che si sceglie nella bassa Mesopotamia del IV millennio a.c., è quella della sublimazione di questi atti motivandoli con le esigenze e le richieste di una qualche divinità, della quale è indispensabile ottenere i favori. Ciò assicura alla Comunità offerente alcuni requisiti essenziali di sopravvivenza: buone condizioni atmosferiche abbondanza dei raccolti protezione dalle malattie capacità riproduttiva In sostanza il prelievo è meno doloroso se effettuato a beneficio di una entità super-umana dotata di poteri superiori e di funzioni essenziali per la vita della comunità, anzichè essere effettuata a beneficio diretto di un "capo" che tutti vedono essere un uomo come tutti gli altri. 4 Attorno a questo capo garante dei favori divini, si radunano i gruppi gerarchici che assicurano il governo delle attività religiose e militari e sovraintendono all'amministrazione dell'economia. società: A partire da questo nucleo di vertice si formano progressivamente le varie componenti della gli scriba, figura essenziali per le nuove forme di gestione economica; i mercanti, fondamentali per una società fortemente tributaria dall'esterno per le materie prime; 4 M.Liverani, Uruk la prima città, cit., pg di 14

7 gli artigiani, addetti alla fabbricazione di armi, arnesi da lavoro e suppellettili; i militari; i servitori domestici; i sacerdoti, che officiano i riti del culto; gli operai edili; gli schiavi, di cui una economia siffatta non può fare a meno. Come vediamo si tratta di una società complessa con una organizzazione del lavoro altrettanto complessa, che ha il suo cuore in attività concentrate all'interno di una struttura che chiameremo genericamente palazzo, che va vista come una sorta di centro direzionale che programma e controlla il lavoro che viene svolta a favore dell'amministrazione centrale, che possiamo cominciare a chiamare Stato. Rimane la possibilità che accanto al lavoro gestito dal Palazzo/Stato venga svolto un lavoro individuale o familiare in proprio, il che consente di integrare il proprio reddito e di migliorare le proprie condizioni di vita. 7 di 14

8 2 Uruk, la prima città Come è facile capire da quanto abbiamo detto finora, ad una simile società non è congeniale una forma insediativa come il Villaggio. Occorre un insediamento del tutto diverso, che per dimensione, tipologia degli edifici, caratteristiche costruttive, morfologia, si attagli alle caratteristiche strutturali della nuova societàstato. E' quella che chiamiamo Città, che compare per la prima volta nella storia nella bassa Mesopotamia e da lì si diffonderà dapprima nell'immediato intorno, poi nel Mediterraneo, poi nel continente europeo e africano, fino a diventare il luogo di vita prevalente dell'uomo. Vediamo, allora, come è fatta questa prima città e quali sono le quattro caratteristiche peculiari, quello che lo distinguono da ogni altra forma insediativa, precedente. A) In primo luogo ha una consistenza di popolazione mai vista nella storia. La popolazione media di un villaggio neolitico era dell ordine di abitanti, perché oltre questa soglia si superava il rapporto persone/superficie agricola in grado di assicurare la cosiddetta carryng capacity, ossia la capacità di raccogliere dalla terra il cibo occorrente per tutti gli abitanti. Questo limite non esisteva per le prime città sumeriche, la cui popolazione è stata calcolata dai 7000 ai abitanti. Ad Uruk ne sono stati attribuiti 20000, ad Ur Dunque la popolazione delle prime Città è da 50 a 100 volte maggiore di quella di qualsiasi Villaggio 8 di 14

9 B) In secondo luogo presenta la caratteristica della palazialità, ovvero possiede uno o più edifici pubblici di carattere monumentale, che per ubicazione, mole, tecniche costruttive, ricchezza degli apparati decorativi, imponenza degli apparati difensivi, spiccano da tutto il resto del contesto urbano. Dice in proposito Childe: Ogni città sumerica era sin dall'inizio dominata da uno o più templi statali, che erano collocati centralmente su una piattaforma di mattoni che si ergeva sulle costruzioni circostanti, e che generalmente erano connessi con una montagna artificiale, la torre a gradoni o ziqqurat. Ma annessi ai templi vi erano botteghe e magazzini, nonchè un grande granaio che è un accessorio fondamentale di ogni tempio. 5 Dunque il palazzo era al contempo il centro e il simbolo del potere religioso e militare, ma anche la sede dell'amministrazione e punto di raccolta, lavorazione e immagazzinamento della produzione agricola destinata allo Stato. Un complesso edilizio siffatto è presente in tutte le città mesopotamiche sia nell'area di primo insediamento della bassa Mesopotamia, ad Uruk, che possiamo considerare la prima città, sia in quelle successive come ad Ur e a Babilonia. C) In terzo luogo, in questa città si pratica correntemente una tecnica di comunicazione del tutto nuova che compare per la prima volta nella storia dell'umanità e che la segnerà fino ai nostri giorni: la scrittura. Il tema della genesi della scrittura è talmente ampio e complesso, che non possiamo pensare neppure di sfiorarlo. Possiamo dire in estrema sintesi che è ormai appurato sul piano scientifico: che la prima forma di scrittura comparsa è quella cuneiforme 5 Childe, The Urban Revolution, cit. 9 di 14

10 urbano. che questa comparsa è databile tra il 3200 e il 3000 a.c. che il luogo in cui questa comparsa avviene è nella Sumeria e in ambiente Dunque nell'epoca delle documentate attività che si svolgevano nel Palazzo di Uruk attorno a 5000 anni fa, la scrittura era una tecnica corrente di comunicazione. La grandissima parte dei primi testi scritti è costituita da annotazioni commerciali: computi di derrate alimentari, animali, oggetti, denari e così via, segno di una società nella quale la gestione del Tempio-Magazzino era fondamentale per la sua ordinata sopravvivenza. Quella che vedete è una delle più antiche tracce di scrittura cuneiforme: una tavoletta proveniente da Uruk, databile al IV millennio a.c., che è un atto di proprietà in cui sono elencati i beni del proprietario di cui compare una mano. Siamo ancora ai pittogrammi, ovvero alla corrispondenza di segni con significati. La scrittura vera e propria arriverà attorno alla metà del III millennio a.c. e sarà in grado di rendere sia la lingua accadica, ormai dominante, che quella sumerica che viene usata come lingua sacra, alla stregua di quanto accadrà poi per il latino. La padronanza della scrittura determina un controllo sulla comunicazione e, dunque, un privilegio per chi la detiene, sicchè la figura dello scriba, che con il suo calamo in canna o legno formava dei cunei nelle tavolette di argilla fresca, assume un ruolo rilevantissimo nella società urbana mesopotamica. D) In quarto luogo, questa prima città presenta una morfologia urbana che per estensione superficiale, presenza di cinte murarie, canali artificiali e approdi, disposizione delle trame viarie, caratteristiche dell'edilizia sia palaziale che corrente, mostra una qualità così innovativa ed avanzata, da creare una netta discontinuità con ogni altra forma insediativa precedente e tale da porsi all'altezza di morfologie urbane assai più tarde, come quelle delle città classiche, greca e romana. 10 di 14

11 Riepilogando, questa città delle origini è caratterizzata da: una elevata consistenza di popolazione; una organizzazione economica, sociale e religiosa di tipo palaziale; l'uso corrente della scrittura come strumento di comunicazione; un impianto urbano innovativo ed avanzato dal punto di vista costruttivo, tipologico e della morfologia urbana. 11 di 14

12 3 Le Città-Stato Città di questo tipo prendono piede in tempi successivi in tutta l'immensa piana alluvionale tra il Tigri e L'Eufrate, a partire da sud, in prossimità del Golfo Persico (area del Sumer), poi lungo la parte centrale (area dell'akkad) e a nord fino ai Monti del Tauro (area dell'assur), a formare nel tempo una costellazione urbana di straordinarie dimensioni e qualità. In questa costellazione, le città che maggiormente rifulgono sono: Uruk, la prima città e centro principale di riferimento del periodo delle origini ( a.c.) Ur, centro urbano egemonico nella regione del Sumer nel periodo delle città rivali ( a.c.) Babilonia, città-capitale di un grandissimo regno nel periodo dei primi stati territoriali ( a:c.). Uruk è ormai riconosciuta dagli studiosi come la prima città, la città originaria, cuore della civiltà che da lei prende il nome, dominante la Mesopotamia tra il 3200 e il 2800 a.c. La città copre un agglomerato di tell che si estende per circa 400 ettari, ed è circondata da una cinta muraria mistilinea di circa 9,5 chilometri di lunghezza, con 900 torrioni semicircolari, che il mito vuole costruita da Gilgames, re di Uruk attorno al 2700 a.c. -16 Il principale complesso monumentale è quello della Ziqqurat, realizzato tra il 3200 e il 2900 a.c., sulla cui sommità è collocato un edificio in pietra, il Tempio Bianco, luogo di culto per eccellenza. Ur, le cui origini risalgono alla seconda metà del III millennio a.c., diventa la nuova città capitale della Mesopotamia ( ). Era ubicata su un ansa dell'eufrate (il cui corso dista ora circa dieci chilometri) su una superficie di 60 ettari e aveva una popolazione stimata di abitanti. 12 di 14

13 L'impianto urbano è di forma mistilinea, con una cinta muraria lunga ca 3 Km. Al centro una imponente Ziqqurat. Babilonia viene fondata nella seconda metà del III millennio a.c., ma acquista importanza sotto il grande Hammurabi, a.c., autore del famoso codice. La città ha un impianto di grande imponenza e di grandissima eleganza formale, un quadrilatero di circa 2500x1500 m. disposto a cavallo delle due sponde dell'eufrate collegate da un ponte che poggiava su pilastri di mattoni cotti e lastre di pietra, tenute insieme con malta di bitume. Era protetta da una cinta muraria esterna lunga18 chilometri con una fortezza a presidio, la Torre del Babil alta, ancora oggi, 22 metri. Le mura interne - a doppio ordine, un muro da 6,5 m e un secondo da 3,0 m - sono circondate da un fossato e hanno un perimetro di 8 chilometri, lungo il quale si aprono 8 porte di cui la principale è la Porta di Ishtar, dea dell'amore e della guerra, resa spettacolare da Nabucodonosor II, re di Babilonia tra il 605 e il 562 a.c. (una ricostruzione della Porta, si trova al Museo Pergamon di Berlino). 13 di 14

14 Riferimenti bibliografici Bianchi, A., Liverani, M. (a cura di), La rivoluzione urbana, Rubbettino, Jean, G., La scrittura memoria degli uomini, Electa/Gallimard, 1992 Liverani, M., Uruk, la prima città, Laterza, di 14

Le prime civiltà La Mezzaluna fertile

Le prime civiltà La Mezzaluna fertile Le prime civiltà La Mezzaluna fertile Le prime civiltà si svilupparono lungo i fiumi Individuiamo dov è la Mezzaluna fertile - 1 Individuiamo dov è la Mezzaluna fertile - 2 Individuiamo dov è la Mezzaluna

Dettagli

Dal Neolitico all Età del Bronzo - Tavola sinottica

Dal Neolitico all Età del Bronzo - Tavola sinottica Dal Neolitico all Età del Bronzo - Tavola sinottica Età Neolitica (IX-IV/III millennio a.c.) Nascita dell agricoltura e dei primi villaggi stanziali (IX- VIII millennio a. C.) Nascita della civiltà urbana

Dettagli

Certo chi si avventurava per le vie delle grandi città-stato

Certo chi si avventurava per le vie delle grandi città-stato I palazzi e i templi nelle città stato mesopotamiche Certo chi si avventurava per le vie delle grandi città-stato di Lagash o di Uruk non poteva godere di un grande spettacolo. La mancanza di pietra da

Dettagli

I SUMERI - ALLEVAMENTO: ALLEVAVANO PECORE, CAPRE, MAIALI, ASINI E BUOI. - ARTIGIANATO: COSTRUIVANO OGGETTI PER LA VITA DI TUTTI I GIORNI, COME VASI.

I SUMERI - ALLEVAMENTO: ALLEVAVANO PECORE, CAPRE, MAIALI, ASINI E BUOI. - ARTIGIANATO: COSTRUIVANO OGGETTI PER LA VITA DI TUTTI I GIORNI, COME VASI. I SUMERI CIRCA 6000 ANNI FA UNA POPOLAZIONE CHE VIVEVA SULLE MONTAGNE A NORD DELLA MESOPOTAMIA SI SPOSTÒ VERSO SUD, DOVE SI TROVAVANO LE PIANURE. IN QUESTI NUOVI TERRITORI, QUESTE PERSONE COSTRUIRONO CANALI

Dettagli

DAL VILLAGGIO ALLA CITTÀ TESTO SEMPLIFICATO dal brano pag sussidiario Biribò classe III Elmedi

DAL VILLAGGIO ALLA CITTÀ TESTO SEMPLIFICATO dal brano pag sussidiario Biribò classe III Elmedi DAL VILLAGGIO ALLA CITTÀ TESTO SEMPLIFICATO dal brano pag. 44-45 sussidiario Biribò classe III Elmedi Per alunni di scuola primaria ad un livello A2 di competenza linguistica. Riesce a comprendere frasi

Dettagli

I Babilonesi. amorrei. Babilonia. Marduk. 1146 a.c. 2000 a.c. Hammurabi. codice di Hammurabi. cultura tecnico scientifica dei sumeri

I Babilonesi. amorrei. Babilonia. Marduk. 1146 a.c. 2000 a.c. Hammurabi. codice di Hammurabi. cultura tecnico scientifica dei sumeri I Babilonesi amorrei Babilonia 2000 a.c. Hammurabi Marduk assiri 1146 a.c. cultura tecnico scientifica dei sumeri codice di Hammurabi prosperità economica ingegneria idraulica classi liberi semiliberi

Dettagli

scaricato da www.risorsedidattiche.net

scaricato da www.risorsedidattiche.net Nel terzo millennio a.c. gli Amorrei, pastori nomadi della Siria, giunsero in Mesopotamia e occuparono Babilonia. In un primo tempo si integrarono con le popolazioni locali, poi, quando i Sumeri si indebolirono,

Dettagli

I Babilonesi, gli Ittiti e gli Assiri

I Babilonesi, gli Ittiti e gli Assiri I Babilonesi, gli Ittiti e gli Assiri Alla fine del terzo millennio a.c., il popolo nomade dei Babilonesi iniziò a occupare la Mesopotamia per poi conquistarla interamente. Fondarono un unico grande regno

Dettagli

LA TIPICA CITTÀ SUMERA

LA TIPICA CITTÀ SUMERA LA TIPICA CITTÀ SUMERA OSSERVA BENE QUESTA IMMAGINE, POI LEGGI/ASCOLTA IL TESTO. ALLA FINE RISPONDI ALLE DOMANDE DI COMPRENSIONE (Fonte: maestramary.altervista.org/storia/una-citta-sumera.pdf) LE CITTÀ

Dettagli

CIVILTA MESOPOTAMICHE

CIVILTA MESOPOTAMICHE CIVILTA MESOPOTAMICHE MESOPOTAMIA 3000-400 a.c. i regni dell antico Oriente 3200-2350 2350 a.c. città-stato dei Sumeri 2200-1700 a.c. regno dei Babilonesi 900-600 a.c. Assiro-babilonesi e Assiri X-V V

Dettagli

NEOLITICO. Progressiva scoperta e diffusione dell agricoltura e dell addomesticazione. Processo di sovrapproduzione

NEOLITICO. Progressiva scoperta e diffusione dell agricoltura e dell addomesticazione. Processo di sovrapproduzione IL NEOLITICO L aspetto tecnologico a cui la definizione rinvia (età della pietra nuova) è secondario rispetto all importanza del fenomeno che caratterizza questo periodo: l invenzione dell agricoltura

Dettagli

L uomo e il territorio. Antropizzazione e demografia

L uomo e il territorio. Antropizzazione e demografia L uomo e il territorio Antropizzazione e demografia Che cos è l'antropizzazione? dal Greco ánthrōpos = uomo E il processo mediante il quale l'uomo modifica l'ambiente naturale per renderlo più consono

Dettagli

Un riassunto del primo incontro, con qualche domanda (facile )

Un riassunto del primo incontro, con qualche domanda (facile ) L età del Bronzo oltre le terramare percorso per le classi quarte della scuola primaria Un riassunto del primo incontro, con qualche domanda (facile ) il mio nome classe Quando? Quando che cosa? Beh, quando

Dettagli

Le tre forme di reddito

Le tre forme di reddito Università Iuav di Venezia Facoltà di Pianificazione del territorio Il mestiere dell urbanista / Legislazione urbanistica comparata prof. Edoardo Salzano La rendita Le tre forme di reddito L economia classica

Dettagli

IL NILO FONTE DI VITA

IL NILO FONTE DI VITA Storia Classe quarta Scheda 1 Leggi i seguenti testi. IL NILO FONTE DI VITA a. La terra senza pioggia dipendeva completamente dal Nilo. Negli anni normali l inondazione saliva da giugno a ottobre per poi

Dettagli

ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO PER I SERVIZI PER L ENOGASTRONOMIA E L OSPITALITA ALBERGHIERA AURELIO SAFFI

ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO PER I SERVIZI PER L ENOGASTRONOMIA E L OSPITALITA ALBERGHIERA AURELIO SAFFI ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO PER I SERVIZI PER L ENOGASTRONOMIA E L OSPITALITA ALBERGHIERA AURELIO SAFFI Via del Mezzetta, 15-50135 FIRENZE - tel. 055-666383 - 677142 - fax 055-670597 email: istitutoalberghierosaffi@virgilio.it

Dettagli

La preistoria. La preistoria

La preistoria. La preistoria 1 Definizione e periodi Preistoria 2,5 milioni di anni: comparsa dell uomo 3 000 a.c.: invenzione della scrittura in Mesopotamia Storiografia ottocentesca senza documenti scritti non c è storia senza scrittura

Dettagli

L'invenzione della scrittura

L'invenzione della scrittura L'invenzione della scrittura a Luigi Fumanelli Prima Grafica 2013-2014!1 L'invenzione della scrittura a Luigi Fumanelli L'alfabeto L'alfabeto è fatto di lettere e simboli che rappresentano suoni (e non

Dettagli

La struttura della città

La struttura della città La struttura della città Quasi tutte le città fondate dai Romani avevano uno schema ben preciso, utilizzato costantemente nella costruzione degli accampamenti romani. Anche Verona fu progettata con la

Dettagli

RELAZIONE FILOLOGICA

RELAZIONE FILOLOGICA RELAZIONE FILOLOGICA Il Piano di Recupero proposto ha per oggetto la ristrutturazione edilizia con cambio di destinazione d uso di un fabbricato sito in località Fornello ed inserito all interno del Bene

Dettagli

A R T E E G I Z I A a C. ARTE MONUMENTALE E CELEBRATIVA : architettura, scultura, pittura

A R T E E G I Z I A a C. ARTE MONUMENTALE E CELEBRATIVA : architettura, scultura, pittura A R T E E G I Z I A ANTICO REGNO - MEDIO REGNO NUOVO REGNO 3000 31 a C. circa ARTE MONUMENTALE E CELEBRATIVA : architettura, scultura, pittura Conquista romana dovevano celebrare la grandezza e l immortalità

Dettagli

Camargue. Il delta del Rodano nella regione della Camargue

Camargue. Il delta del Rodano nella regione della Camargue Camargue Il delta del Rodano nella regione della Camargue La Camargue è la zona umida a sud di Arles, in Francia, fra il Mar Mediterraneo e i due bracci del delta del Rodano. Il braccio orientale si chiama

Dettagli

Verifica Storia 1. RICOSTRUISCI LA FRASE USANDO LE PAROLE DATE: SCRITTE - MATERIALI STORICO - LE FONTI - ORALI

Verifica Storia 1. RICOSTRUISCI LA FRASE USANDO LE PAROLE DATE: SCRITTE - MATERIALI STORICO - LE FONTI - ORALI Verifica Storia 1. RICOSTRUISCI LA FRASE USANDO LE PAROLE DATE: SCRITTE - MATERIALI STORICO - LE FONTI - ORALI Lo è lo studioso del passato dei gruppi umani e li atudia attraverso., cioè le tracce del

Dettagli

LE PRIME CIVILTA. A cura di ANNA CARMELITANO SI SVILUPPARONO. Vicino ai FIUMI TIGRI, EUFRATE NILO INDO GIALLO VISSERO VISSERO VISSERO VISSERO

LE PRIME CIVILTA. A cura di ANNA CARMELITANO SI SVILUPPARONO. Vicino ai FIUMI TIGRI, EUFRATE NILO INDO GIALLO VISSERO VISSERO VISSERO VISSERO A cura di ANNA CARMELITANO LE PRIME CIVILTA SI SVILUPPARONO Vicino ai FIUMI TIGRI, EUFRATE NILO INDO GIALLO VISSERO VISSERO VISSERO VISSERO I SUMERI, GLI EGIZI GLI INDIANI I CINESI I BABILONESI GLI ASSIRI

Dettagli

LA SCRITTURA EGIZIA. Liceo scientifico L. Da Vinci I I A.S. 2013/2014

LA SCRITTURA EGIZIA. Liceo scientifico L. Da Vinci I I A.S. 2013/2014 LA SCRITTURA EGIZIA Liceo scientifico L. Da Vinci I I A.S. 2013/2014 1. Scrittura Geroglifica Diffusione Descrizione Indice 2. Scrittura Ieratica Diffusione Descrizione 3. Scrittura Demotica Diffusione

Dettagli

ISTITUTO: Liceo Classico CLASSE: I MATERIA: Geostoria

ISTITUTO: Liceo Classico CLASSE: I MATERIA: Geostoria ISTITUTO: Liceo Classico CLASSE: I MATERIA: Geostoria Modulo n 1 Dalla Preistoria alla storia delle prime civiltà U.D. 1 Introduzione alla storia - La scansione cronologica del tempo: millenni, secoli

Dettagli

REGIONE BASILICATA - ALSIA UFFICIO FITOSANITARIO NOVITA FITOIATRICHE I DISCIPLINARI DI PRODUZIONE INTEGRATA DELLA REGIONE BASILICATA: LE NOVITA

REGIONE BASILICATA - ALSIA UFFICIO FITOSANITARIO NOVITA FITOIATRICHE I DISCIPLINARI DI PRODUZIONE INTEGRATA DELLA REGIONE BASILICATA: LE NOVITA REGIONE BASILICATA - ALSIA UFFICIO FITOSANITARIO NOVITA FITOIATRICHE I DISCIPLINARI DI PRODUZIONE INTEGRATA DELLA REGIONE BASILICATA: LE NOVITA Ermanno Pennacchio Vitantonio Fornarelli L agricoltura si

Dettagli

Tavolo tecnico dei Comuni: Piana di Lucca, Versilia, Valle del Serchio

Tavolo tecnico dei Comuni: Piana di Lucca, Versilia, Valle del Serchio Tavolo tecnico dei Comuni: Piana di Lucca, Versilia, Valle del Serchio 19 luglio 2012 E PAESAGGIO Il quadro conoscitivo dell avvio Il quadro conoscitivo post -avvio Il quadro conoscitivo post -avvio 1850*

Dettagli

Proposta di lavoro elaborata da:

Proposta di lavoro elaborata da: Proposta di lavoro elaborata da: STRAFFALACI ANGELA MARIA TITOLO : Il riso, grano dell Estremo Oriente. I. Il riso è stato per millenni il cibo principale delle popolazioni indiane e cinesi; poi si è diffuso

Dettagli

I BABILONESI I BABILONESI ARRIVANO A BABILONIA

I BABILONESI I BABILONESI ARRIVANO A BABILONIA I BABILONESI I BABILONESI ARRIVANO A BABILONIA IN MESOPOTAMIA C'ERANO I SUMERI. IL SUO TERRITORIO ERA FERTILE E PER QUESTO ATTIRAVA I POPOLI VICINI. VERSO IL 2000 A.C. ARRIVO IN MESOPOTAMIA UN NUOVO POPOLO

Dettagli

Classe IV materiali di lavoro Storia vita nel Medioevo I PROGRESSI NELL' AGRICOLTURA DURANTE IL SECONDO MEDIOEVO

Classe IV materiali di lavoro Storia vita nel Medioevo I PROGRESSI NELL' AGRICOLTURA DURANTE IL SECONDO MEDIOEVO Scheda 14 I PROGRESSI NELL' AGRICOLTURA DURANTE IL SECONDO MEDIOEVO Nei secoli dopo il 1000 si ebbero molti progressi per quanto riguarda le tecniche di coltivazione della terra. In particolare: - si ebbe

Dettagli

I BABILONESI GLI ITTITI GLI ASSIRI

I BABILONESI GLI ITTITI GLI ASSIRI I POPOLI DEI FIUMI I BABILONESI GLI ITTITI GLI ASSIRI Istituto Comprensivo di Buddusò - Scuola Primaria - Ins. Dore Nella Mesopotamia vissero non solo i Sumeri, ma anche altre popolazioni. Verso il II

Dettagli

EBLA. Nuovi orizzonti della storia

EBLA. Nuovi orizzonti della storia EBLA Nuovi orizzonti della storia Istituto Universitario Architettura Venezia STUR AS SY 2 Servizio Blbllograflco Audiovisivo e di Documentazione C..f I 2~9 2. ~ Giovanni Pettinato EBLA NUOVI ORIZZONTI

Dettagli

Cesare de Seta. La città. Da Babilonia alla smart city

Cesare de Seta. La città. Da Babilonia alla smart city Cesare de Seta La città Da Babilonia alla smart city Proprietà letteraria riservata 2017 Rizzoli Libri S.p.A. / Rizzoli, Milano ISBN 978-88-17-09472-6 Prima edizione: aprile 2017 Realizzazione editoriale:

Dettagli

LA PARETE DELLE TALATAT AL MUSEO DI LUXOR

LA PARETE DELLE TALATAT AL MUSEO DI LUXOR LA PARETE DELLE TALATAT AL MUSEO DI LUXOR La parete è lunga 18m e alta 3m. La composizione si riallaccia al tema dei riti compiuti nel tempio. La taglia dei personaggi aumenta da destra a sinistra. La

Dettagli

La nascita di Verona romana

La nascita di Verona romana La nascita di Verona romana Verona nacque per una concentrazione di elementi destinati a facilitare la vita dell uomo. Prima di tutto la presenza del fiume Adige, da poco giunto in pianura e perciò dal

Dettagli

Tour in Umbria 6 notti/7 giorni nel Ternano

Tour in Umbria 6 notti/7 giorni nel Ternano Tour in Umbria 6 notti/7 giorni nel Ternano 1 / 8 2 / 8 3 / 8 4 / 8 TOUR IN UMBRIA 6 notti / 7 giorni Giove, Arrone, San Gemini, Acquasparta, Lugnano In Teverina Giorno 1 Arrivo all'aeroporto di Roma Trasferimento

Dettagli

L organizzazione sociale egizia. La piramide sociale Il Faraone I Faraoni più importanti Il grande impero

L organizzazione sociale egizia. La piramide sociale Il Faraone I Faraoni più importanti Il grande impero L organizzazione sociale egizia La piramide sociale Il Faraone I Faraoni più importanti Il grande impero La piramide sociale egiziana La piramide sociale egizia era molto grande perché comprendeva molte

Dettagli

Con il termine preistoria si intende quel grande periodo che precede l invenzione della scrittura, la cui prima comparsa è databile al a.c.

Con il termine preistoria si intende quel grande periodo che precede l invenzione della scrittura, la cui prima comparsa è databile al a.c. Con il termine preistoria si intende quel grande periodo che precede l invenzione della scrittura, la cui prima comparsa è databile al 4.000 a.c. È un periodo lunghissimo che inizia qualche milione di

Dettagli

Presso la nuova civiltà così delineatasi, l arte assunse significati e finalità prima sconosciuti configurandosi come LIBERA ESPRESSIONE DELL

Presso la nuova civiltà così delineatasi, l arte assunse significati e finalità prima sconosciuti configurandosi come LIBERA ESPRESSIONE DELL Quadro di sintesi L origine della civiltà greca si fa risalire ai fenomeni migratori dell XI secolo a.c., quando la popolazione dei Dori calò sulle civiltà già insediatesi nel territorio greco La popolazione

Dettagli

L Opera si trova attualmente conservata presso il British Museum, di Londra.

L Opera si trova attualmente conservata presso il British Museum, di Londra. Lo Stendardo di Ur Lo Stendardo di UR è un mosaico che ci racconta di un antichissima civiltà nata in Mesopotamia, l odierno Iraq, circa 6000 anni fa. L opera originale, risalente a circa 5000-400 anni

Dettagli

Perché partire dalla popolazione? La crescita economica deriva dall energia. E per molti secoli l uomo è rimasto la macchina principale in grado di

Perché partire dalla popolazione? La crescita economica deriva dall energia. E per molti secoli l uomo è rimasto la macchina principale in grado di 2. La popolazione Perché partire dalla popolazione? La crescita economica deriva dall energia. E per molti secoli l uomo è rimasto la macchina principale in grado di trasformare il cibo in lavoro. Data

Dettagli

SULLE ORME DI SUMERI E BABILONESI progetto condiviso Ciclo storia mania

SULLE ORME DI SUMERI E BABILONESI progetto condiviso Ciclo storia mania Consigliato per la classe: 4 ª. Durata: progetto interclasse per 3 sezioni, tot. 6 ore, (1 incontro da 2 ore per classe ) con 2 esperti presenti. Descrizione breve: L esperto propone ai bambini un viaggio

Dettagli

Sull argilla nasce la scrittura

Sull argilla nasce la scrittura Sull argilla nasce la scrittura 5 10 15 20 25 Tra il 5000 e il 4000 a.c., mentre l Egitto si attardava in una fase preistorica, nella regione corrispondente all attuale Iraq meridionale tra i fiumi Tigri

Dettagli

Fino alla III dinastia (2700 circa a.c.) la sepoltura

Fino alla III dinastia (2700 circa a.c.) la sepoltura La piramide, un luogo dove si è fatta la storia Senza dubbio le piramidi egizie hanno sempre affascinato gli studiosi di tutti i tempi. Oggi ormai non abbiamo più dubbi sulla loro funzione: sono senz altro

Dettagli

Roberto Pretolani Dipartimento di Economia e Politica Agraria, Agroalimentare e Ambientale Università degli Studi di Milano

Roberto Pretolani Dipartimento di Economia e Politica Agraria, Agroalimentare e Ambientale Università degli Studi di Milano Roberto Pretolani Dipartimento di Economia e Politica Agraria, Agroalimentare e Ambientale Università degli Studi di Milano Prima parte La situazione dell agricoltura e dell alimentazione Terra = 510

Dettagli

LA CHIESA IN EUROPA TRA IL 400 E IL E' l'insieme di tutte le persone che credono in Gesù Cristo. Capi dei Sacerdoti di un grande territorio

LA CHIESA IN EUROPA TRA IL 400 E IL E' l'insieme di tutte le persone che credono in Gesù Cristo. Capi dei Sacerdoti di un grande territorio LA CHIESA IN EUROPA TRA IL 400 E IL 1000 In questi anni la vita delle persone è difficile nelle terre che sono state dell'impero Romano. Perché la vita è difficile? C'è la guerra, perché i barbari entrano

Dettagli

Crociera nel Mediterraneo con MSC Musica. 25 maggio giorni tra le perle del Mediterraneo

Crociera nel Mediterraneo con MSC Musica. 25 maggio giorni tra le perle del Mediterraneo Crociera nel Mediterraneo con MSC Musica 25 maggio 2014 8 giorni tra le perle del Mediterraneo DATA PORTO ARRIVO PARTENZA 25 MAGGIO CIVITAVECCHIA - 17.00 26 MAGGIO PALERMO 13.00 19.00 27 MAGGIO LA GOULETTE

Dettagli

Il Disegno dell'architettura

Il Disegno dell'architettura Il Disegno dell'architettura Il Laboratorio nasce (nel 1996) da un accordo (tra Università di Pisa, Provincia di Pisa e Comune di Volterra) come organico centro di formazione e sperimentazione per studenti

Dettagli

GLI ETRUSCHI L ETRURIA AVEVA:

GLI ETRUSCHI L ETRURIA AVEVA: GLI ETRUSCHI LA CIVILTÀ ETRUSCA SI SVILUPPÒ VERSO L 800 A.C. IN ETRURIA. L ETRURIA ERA UNA ZONA TRA IL FIUME ARNO E IL FIUME TEVERE UNA CITTÀ IMPORTANTE DELL ETRURIA ERA POPULONIA GLI ETRUSCHI OCCUPAVANO

Dettagli

L Impronta Ecologica Corso di Pianificazione Ecologica del Territorio Forestale Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Trento

L Impronta Ecologica Corso di Pianificazione Ecologica del Territorio Forestale Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Trento L Impronta Ecologica Corso di Pianificazione Ecologica del Territorio Forestale Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Trento Docente: Marco Ciolli Considerazioni sull impronta ecologica 10.000

Dettagli

VERIFICA FINALE ITALIANO A.S. 2016/2017 ALUNNO... CL.IV PUNTEGGIO.

VERIFICA FINALE ITALIANO A.S. 2016/2017 ALUNNO... CL.IV PUNTEGGIO. VERIFICA FINALE ITALIANO A.S. 2016/2017 ALUNNO... CL.IV PUNTEGGIO. LA VITA DEI POPOLI 1 LA GRANDE MURAGLIA DELLA CINA È ALTA DAI CINQUE AI DIECI METRI ED È LUNGA 2 6000 CHILOMETRI, QUASI DIECI VOLTE IL

Dettagli

Comune di Crespina Lorenzana (PI) PIANO DI RECUPERO n.17 RELAZIONE STORICO - DESCRITTIVA

Comune di Crespina Lorenzana (PI) PIANO DI RECUPERO n.17 RELAZIONE STORICO - DESCRITTIVA STUDIO TECNICO M A S S IM ILIA N O CIA M PI ARCHITETTO Comune di Crespina Lorenzana (PI) PIANO DI RECUPERO n.17 RELAZIONE STORICO - DESCRITTIVA Committente: Sig.ra Bacci Trada-Sig. Massimiliano Ciampi

Dettagli

Sezione 4. Ambito n 1 LUNIGIANA Province: Massa. BENI PAESAGGISTICI SOGGETTI A TUTELA AI SENSI DELL' ART.136 DEL D.Lgs.

Sezione 4. Ambito n 1 LUNIGIANA Province: Massa. BENI PAESAGGISTICI SOGGETTI A TUTELA AI SENSI DELL' ART.136 DEL D.Lgs. Ambito n 1 LUNIGIANA Province: Massa Territori appartenenti ai Comuni: Aulla, Bagnone, Casola in Lunigiana, Comano, Filattiera, Fivizzano, Licciana Nardi, Mulazzo, Podenzana, Pontremoli, Tresana, Villafranca

Dettagli

acqua il monitoraggio in Campania

acqua il monitoraggio in Campania acqua il monitoraggio in Campania 2002-2006 L acqua è probabilmente l unica risorsa naturale che interessa tutti gli aspetti della civiltà umana, dallo sviluppo agricolo e industriale ai valori culturali

Dettagli

Mappe per capire. Capire per mappe, di Mario Gineprini e Marco Guastavigna Scuolafacendo-Carocci editore, 2004 T5.3

Mappe per capire. Capire per mappe, di Mario Gineprini e Marco Guastavigna Scuolafacendo-Carocci editore, 2004 T5.3 Mappe per capire. Capire per mappe, di Mario Gineprini e Marco Guastavigna Scuolafacendo-Carocci editore, 2004 T5.3 1 Questo fascicolo contiene i materiali da stampare come esemplificazione degli errori

Dettagli

Verifica Oggettiva FINALE ITALIANO a.s. 2016/2017. Alunno cl.iv Punteggio./.. LA VITA DEI POPOLI

Verifica Oggettiva FINALE ITALIANO a.s. 2016/2017. Alunno cl.iv Punteggio./.. LA VITA DEI POPOLI Verifica Oggettiva FINALE ITALIANO a.s. 2016/2017 Alunno cl.iv Punteggio./.. LA VITA DEI POPOLI 1 La Grande Muraglia della Cina è alta dai cinque ai dieci metri ed è lunga 6000 chilometri, 2 quasi dieci

Dettagli

QUANDO NASCE IL PRIMO RACCONTO DELLA CREAZIONE?

QUANDO NASCE IL PRIMO RACCONTO DELLA CREAZIONE? QUANDO NASCE IL PRIMO RACCONTO DELLA CREAZIONE? Nel racconto del primo capitolo della Genesi (Gen 1-2,4a) il creatore del mondo non è una divinità pagana ma il Dio d Israele. Egli è il Dio di Abramo, di

Dettagli

La presenza delle donne nelle società controllate dalle Pubbliche Amministrazioni

La presenza delle donne nelle società controllate dalle Pubbliche Amministrazioni La presenza delle donne nelle società controllate dalle Pubbliche Amministrazioni Dati elaborati da Maggio 2014 Sintesi dei risultati Dal 12 Febbraio del 2013 è entrata in vigore per le società controllate

Dettagli

A partire da testi. Montecatini 29 agosto Materiali a cura di Daniela Bertocchi 1

A partire da testi. Montecatini 29 agosto Materiali a cura di Daniela Bertocchi 1 A partire da testi Daniela Bertocchi 1 Le fasi del processo di valutazione Definire l obiettivo/oggetto della valutazione Raccogliere i dati attraverso strumenti adeguati e affidabili Interpretare i dati

Dettagli

Elettra Gambardella - IIS Tassara

Elettra Gambardella - IIS Tassara 1 Di cosa si tratta? 1000-1200: fase grande espansione l Europa occidentale Non una vera e propria rivoluzione, ma diffusione dei progressi avvenuti durante la fase matura dell alto medioevo. 2 Perché

Dettagli

L età del Bronzo oltre le terramare percorso per le classi quarte della scuola primaria

L età del Bronzo oltre le terramare percorso per le classi quarte della scuola primaria L età del Bronzo oltre le terramare percorso per le classi quarte della scuola primaria SINTESI DEL PRIMO INCONTRO L Età del Bronzo, analizzata l anno scorso nella sua espressione più caratteristica del

Dettagli

Attività orticolturali

Attività orticolturali Attività orticolturali HORTI DELLA MARCIGLIANA (ROMA) Lineamenti insoliti dell agricoltura urbana Nuovo concept abitativo con Orti urbani privati a supporto dei nuovi appartamenti in costruzione Luogo

Dettagli

GLI INSEDIAMENTI TURISTICI DI MARILLEVA: ANALISI DELLA

GLI INSEDIAMENTI TURISTICI DI MARILLEVA: ANALISI DELLA GLI INSEDIAMENTI TURISTICI DI MARILLEVA: ANALISI DELLA RICETTIVITÀ TURISTICA E DELLA SITUAZIONE PROPRIETARIA LA RICETTIVITÀ TURISTICA NEL COMUNE DI MEZZANA Gli insediamenti turistici di Marilleva 1400

Dettagli

Il nuovo Piano di Gestione del Centro Storico di Firenze: verso un documento condiviso. Comune di Firenze Direzione Cultura e Turismo Ufficio UNESCO

Il nuovo Piano di Gestione del Centro Storico di Firenze: verso un documento condiviso. Comune di Firenze Direzione Cultura e Turismo Ufficio UNESCO Il nuovo Piano di Gestione del Centro Storico di Firenze: verso un documento condiviso Comune di Firenze Direzione Cultura e Turismo Ufficio UNESCO Cos è il Piano di Gestione Obbligo principale di un sito

Dettagli

I.S.I.I. ISTITUTO SUPERIORE D ISTRUZIONE INDUSTRIALE G. Marconi - Piacenza PROGRAMMA DI STORIA

I.S.I.I. ISTITUTO SUPERIORE D ISTRUZIONE INDUSTRIALE G. Marconi - Piacenza PROGRAMMA DI STORIA I.S.I.I. ISTITUTO SUPERIORE D ISTRUZIONE INDUSTRIALE G. Marconi - Piacenza ANNO SCOLASTICO 2016-2017 CLASSE: 1ª N Meccanica DOCENTE: Prof. Giuseppe Proiti PROGRAMMA DI STORIA - Testo in uso: G. Gentile

Dettagli

Il lavoro dello storico

Il lavoro dello storico Il lavoro dello storico Le fonti storiche Consolidare il concetto di fonte. Saper riconoscere diversi tipi di fonte. Formulare domande e ipotesi di spiegazione a partire da dati e informazioni. pp. 10-11

Dettagli

LA REGIONE FUNZIONALE DEL BELLINZONESE

LA REGIONE FUNZIONALE DEL BELLINZONESE LA REGIONE FUNZIONALE DEL BELLINZONESE Alcuni dati di sintesi*: Popolazione: 49 489 (14% Ti) Superficie: 161 Km/q (5.8% Ti) Pil procapite: +4% rispetto al Pil pc ticinese Pil: 15% del Pil ticinese Occupazione:

Dettagli

Classe V Alunno/a n PROVA DI VERIFICA

Classe V Alunno/a n PROVA DI VERIFICA Scuola Classe V Alunno/a n Data PROVA DI VERIFICA La scuola vuole organizzare per la tua classe un uscita didattica a Pavia. Il tuo compito sarà quello di preparare un avviso per i genitori. Tieni presente

Dettagli

IL CARPOOLING IN ITALIA: ANALISI DELL OFFERTA

IL CARPOOLING IN ITALIA: ANALISI DELL OFFERTA TRASPOL REPORT 2/16 IL CARPOOLING IN ITALIA: ANALISI DELL OFFERTA SINTESI DEI RISULTATI Le pratiche di mobilità innovativa (carsharing, carpooling, mobilità elettrica, etc.) mostrano una sempre maggiore

Dettagli

CASTELLO MEDIEVALE IN VENDITA NEL MONFERRATO PIEMONTE

CASTELLO MEDIEVALE IN VENDITA NEL MONFERRATO PIEMONTE Rif 553 - CASTELLO MONFERRATO Trattative Riservate CASTELLO MEDIEVALE IN VENDITA NEL MONFERRATO PIEMONTE Alessandria - Alessandria - Piemonte www.romolini.com/it/553 Superficie: 5962 mq Terreno: 19 ettari

Dettagli

UNA LETTURA DEL 15 CENSIMENTO GENERALE DELLA POPOLAZIONE E DELLE ABITAZIONI

UNA LETTURA DEL 15 CENSIMENTO GENERALE DELLA POPOLAZIONE E DELLE ABITAZIONI UNA LETTURA DEL 15 CENSIMENTO GENERALE DELLA POPOLAZIONE E DELLE ABITAZIONI a cura del Centro Studi sull Economia Immobiliare - CSEI Tecnoborsa Tecnoborsa torna ad affrontare i temi dell ultimo Censimento

Dettagli

Valle d Itria. Allegato alla delibera del PROGETTO FARMERS MARKET BOZZA IN LAVORAZIONE

Valle d Itria. Allegato alla delibera del PROGETTO FARMERS MARKET BOZZA IN LAVORAZIONE Cisternino (BR), lì Allegato alla delibera del PROGETTO FARMERS MARKET BOZZA IN LAVORAZIONE PREMESSA In un mercato agricolo sempre più aperto la capacità di commerciare al meglio le produzioni ha assunto

Dettagli

Corso di Sociologia Politica e Relazioni Internazionali. La struttura sociale. Stefania Fragapane A.A

Corso di Sociologia Politica e Relazioni Internazionali. La struttura sociale. Stefania Fragapane A.A Corso di Sociologia Politica e Relazioni Internazionali La struttura sociale Stefania Fragapane A.A. 2012-2013 La struttura sociale è l ambiente in cui i soggetti interagiscono Livelli di una struttura

Dettagli

Il significato etimologico, sottolinea come i problemi oggetto della scienza economica riguardino tutti gli uomini,

Il significato etimologico, sottolinea come i problemi oggetto della scienza economica riguardino tutti gli uomini, CONCETTI DI ECONOMIA E PRINCIPI ECONOMICI Il termine economia politica deriva da tre parole greche: oikos (casa), nomos (legge) e polis (Stato). Il significato etimologico, sottolinea come i problemi oggetto

Dettagli

Liberi Tutti dal vizio del fumo

Liberi Tutti dal vizio del fumo Liberi Tutti dal vizio del fumo Francesco Cetta Liberi Tutti dal vizio del fumo www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Francesco Cetta Tutti i diritti riservati Prefazione Dire addio per sempre alle

Dettagli

Istituto Professionale di Stato per i Servizi Alberghieri e della Ristorazione: «Angelo Berti»

Istituto Professionale di Stato per i Servizi Alberghieri e della Ristorazione: «Angelo Berti» Istituto Professionale di Stato per i Servizi Alberghieri e della Ristorazione: «Angelo Berti» I prodotti alimentari: i prodotti tipici tradizionali. I PRODOTTI STG Specialità tradizionale garantita. Verso

Dettagli

3 a storia. ATTIVITÀ n. 1. Attività aggiuntive Nuovo Gulliver News n Aprile Edizioni Didattiche Gulliver

3 a storia. ATTIVITÀ n. 1. Attività aggiuntive Nuovo Gulliver News n Aprile Edizioni Didattiche Gulliver ATTIVITÀ n. 1 ATTIVITÀ n. 2 Disegna le parti sottolineate. La lavorazione dell argilla Gli uomini capirono che l argilla, impastata con l acqua, poteva essere lavorata per realizzare ciotole e contenitori.

Dettagli

QUARTIERE GRATOSOGLIO MILANO. foto di Cino Zucchi

QUARTIERE GRATOSOGLIO MILANO. foto di Cino Zucchi QUARTIERE GRATOSOGLIO MILANO foto di Cino Zucchi Riqualificazione degli spazi pubblici al quartiere Gratosoglio, Milano (Italia) 2000-2003 Cino Zucchi Architetti Immagine Terraitaly - Blom CGR A sud di

Dettagli

Lungo le antiche mura passeggiata lungo il tracciato delle mura di selenite: la prima cinta muraria di Bologna

Lungo le antiche mura passeggiata lungo il tracciato delle mura di selenite: la prima cinta muraria di Bologna Giornate europee del patrimonio 2016 Lungo le antiche mura passeggiata lungo il tracciato delle mura di selenite: la prima cinta muraria di Bologna Bologna 24 settembre 2016 SOPRINTENDENZA ARCHEOLOGIA,

Dettagli

Etruschi. I pavoni della Dea Era

Etruschi. I pavoni della Dea Era Etruschi I pavoni della Dea Era Placido Aurilio ETRUSCHI I pavoni della Dea Era Saggio www. booksprintedizioni.it Copyright 2015 Placido Aurilio Tutti i diritti riservati Alla mia nipotina EMMA MARIA,

Dettagli

Marchio / logo / A. molly&partners per CONAF. processo creativo

Marchio / logo / A. molly&partners per CONAF. processo creativo 1 processo creativo Marchio Il marchio trae origine da una ricerca storico-antropologica sull attività del dottore Agronomo e del dottore Forestale. In origine, le professioni di perito agrimensore, agronomo,

Dettagli

Religiosità nella preistoria

Religiosità nella preistoria Religiosità nella preistoria Ipotesi sull origine della religione L uomo della preistoria era religioso? Definiamo Religione Concetto di religione: dobbiamo probabilmente chiederci cosa intendiamo con

Dettagli

ALLEGATI AL DOCUMENTO DI PIANO

ALLEGATI AL DOCUMENTO DI PIANO ALLEGATI AL DOCUMENTO DI PIANO Sono riportate di seguito gli estratti catastali storici, le mappe dell Istituto Geografico Militare relative al territorio del Comune di Salerano sul Lambro, la pianificazione

Dettagli

HEREDIA. Proposte didattiche. Per la scuola primaria. da svolgere in classe

HEREDIA. Proposte didattiche. Per la scuola primaria. da svolgere in classe ASSOCIAZIONE CULTURALE HEREDIA Viale Europa 12 35010 Borgoricco (PD) Tel. 345-4418830 E-mail: info@heredia.it Proposte didattiche Per la scuola primaria da svolgere in classe Anno scolastico 2016-2017

Dettagli

FORMAZIONE DEL PIANO REGOLATORE GENERALE SCHEDA QUANTITATIVA DEI DATI URBANI (art. 14. C.1. punto 2, L.R. 56/77) VAIE (TO)

FORMAZIONE DEL PIANO REGOLATORE GENERALE SCHEDA QUANTITATIVA DEI DATI URBANI (art. 14. C.1. punto 2, L.R. 56/77) VAIE (TO) FORMAZIONE DEL PIANO REGOLATORE GENERALE SCHEDA QUANTITATIVA DEI DATI URBANI (art. 14. C.1. punto 2, L.R. 56/77) COMUNE DI LOCALIZZAZIONE AMMINISTRATIVA VAIE (TO) LOCALIZZAZIONE GEOGRAFICA provincia di

Dettagli

Scritture sillabiche scritture alfabetiche

Scritture sillabiche scritture alfabetiche LA SCRITTURA I 1. Sistema di segni grafici (grafemi) che trasmette attraverso il canale visivo dei significati convenzionali. 2. La scrittura nasce molto dopo la comparsa del linguaggio verbale ( che ha

Dettagli

LOCALITÀ TALIENTO F. 13 p PROPRIETÀ CENTOLA RELAZIONE ARCHEOLOGICA

LOCALITÀ TALIENTO F. 13 p PROPRIETÀ CENTOLA RELAZIONE ARCHEOLOGICA FORMIA LOCALITÀ TALIENTO F. 13 p. 1459 PROPRIETÀ CENTOLA RELAZIONE ARCHEOLOGICA L appezzamento di terreno, circa 5.000 mq., di proprietà Centola (F. 13, p. 1459) è situato in località Taliento e rimane

Dettagli

GLI ASSIRI AL LOUVRE

GLI ASSIRI AL LOUVRE GLI ASSIRI AL LOUVRE La fortezza di Sargon II nei bassorilievi del Louvre Il re Sargon II decise di far costruire una città prestigiosa che portasse il suo nome, Dur Sharrukin, "Fortezza di Sargon" (ora

Dettagli

Immigrazione, Accoglienza, Integrazione IL RUOLO E L IMPEGNO DEI TERRITORI MONTANI

Immigrazione, Accoglienza, Integrazione IL RUOLO E L IMPEGNO DEI TERRITORI MONTANI accoglienza integrazione immigrazione integrazione accoglienza immigrazione integrazione Immigrazione, Accoglienza, Integrazione IL RUOLO E L IMPEGNO DEI TERRITORI MONTANI accoglienza CONFERENZA STAMPA

Dettagli

USO ATTUALE. Part. 391 restaurata, studio di progettazione. La part. 506 con la primitiva calcara, di proprietà del Comune di Solagna, è in rovina.

USO ATTUALE. Part. 391 restaurata, studio di progettazione. La part. 506 con la primitiva calcara, di proprietà del Comune di Solagna, è in rovina. 4.2 - Comune di Solagna, Solagna. Calcara. LUOGO. Comune di Solagna, Solagna, località Fossà. OGGETTO. Calcara, poi ex Fornace da calce. CATASTO. F. XII (1929), part. 506,391, 491. CRONOLOGIA. Part. 506

Dettagli

Gli Egizi: dove Colora la cartina della civiltà egizia e poi rispondi alle domande.

Gli Egizi: dove Colora la cartina della civiltà egizia e poi rispondi alle domande. Gli Egizi: dove Colora la cartina della civiltà egizia e poi rispondi alle domande. In quale zona geografica sorse la civiltà egizia?... Da quale fiume era attraversata?... Perchè questo fiume è stato

Dettagli

Mario Catania. Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali

Mario Catania. Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Mario Catania Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Perdita di terreni agricoli SAU: - 28% tra 1971 e 2010 (pari a Lombardia, Liguria ed Emilia Romagna) Ogni giorno si cementificano

Dettagli

Salone Internazionale del Gusto Terra Madre Torino 24 ottobre 2014 Seminario sul tema : Iniziative per la sostenibilità delle filiere agroindustriali

Salone Internazionale del Gusto Terra Madre Torino 24 ottobre 2014 Seminario sul tema : Iniziative per la sostenibilità delle filiere agroindustriali Salone Internazionale del Gusto Terra Madre Torino 24 ottobre 2014 Seminario sul tema : Iniziative per la sostenibilità delle filiere agroindustriali Sostenibilità delle filiere agroindustriali e le iniziative

Dettagli

Pisa com'era: archeologia, urbanistica e strutture materiali (secoli V - XIV)

Pisa com'era: archeologia, urbanistica e strutture materiali (secoli V - XIV) EUROPAMEDITERRANEA QUADERNI 7 Fabio Redi Pisa com'era: archeologia, urbanistica e strutture materiali (secoli V - XIV) presentazione di Gabriella Rossetti?zlO GISEM LIGUORI EDITORE Ricostruzione dell'ambiente

Dettagli

VIAGGIO D ISTRUZIONE IN TRENO, BARCA E BICICLETTA

VIAGGIO D ISTRUZIONE IN TRENO, BARCA E BICICLETTA VIAGGIO D ISTRUZIONE IN TRENO, BARCA E BICICLETTA Portogruaro - Cervignano - Terzo di Aquileia - Aquileia - Grado - Marano Lagunare - Lignano - Concordia Sagittaria. PORTOGRUARO (Ve) La città è sorta

Dettagli

LABORATORIO LA POSTAZIONE: UNA QUESTIONE PERSONALE - Attività facoltativa: costruzione di strumenti di valutazione -

LABORATORIO LA POSTAZIONE: UNA QUESTIONE PERSONALE - Attività facoltativa: costruzione di strumenti di valutazione - LABORATORIO LA POSTAZIONE: UNA QUESTIONE PERSONALE - Attività facoltativa: costruzione di strumenti di valutazione - Perchè La possibilità di personalizzare gli strumenti per l apprendimento rappresenta

Dettagli

La civiltà romana Roma e la repubblica

La civiltà romana Roma e la repubblica La civiltà romana Roma e la repubblica La civiltà romana prese origine dal popolo dei Latini, i quali riunirono alcuni villaggi costruiti sui colli lungo il fiume Tevere, in prossimità dell isola Tiberina,

Dettagli

8.8 Area Sardegna. Di seguito si riporta la lista degli interventi previsti nell Area Sardegna per i quali sono state sviluppate le schede intervento:

8.8 Area Sardegna. Di seguito si riporta la lista degli interventi previsti nell Area Sardegna per i quali sono state sviluppate le schede intervento: 8.8 Area Sardegna Di seguito si riporta la lista degli interventi previsti nell Area Sardegna per i quali sono state sviluppate le schede intervento: - Rete AT provincia Carbonia-Iglesias. Sezione I -

Dettagli