I NUOVI SISTEMI DI CONTROLLO NELLE SPA E NELLE S.r.l.

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "I NUOVI SISTEMI DI CONTROLLO NELLE SPA E NELLE S.r.l."

Transcript

1 I NUOVI SISTEMI DI CONTROLLO NELLE SPA E NELLE S.r.l. DOTT. LUCIANO DE ANGELIS FONDAZIONE LUCA PACIOLI ROMA, SETTEMBRE 2004

2 Codice civile art (Composizione del collegio) [ ] 2. Almeno un membro effettivo ed uno supplente devono essere scelti tra gli iscritti nel registro dei revisori contabili istituito presso il Ministero della giustizia. I restanti membri, se non iscritti in tale registro, devono essere scelti fra gli iscritti negli albi professionali individuati con decreto del Ministero della giustizia, o fra i professori universitari di ruolo, in materie economiche o giuridiche.

3 I professionisti abilitati secondo l emanando DM dottori commercialisti ragionieri economisti d impresa avvocati consulenti del lavoro

4 Codice civile art (Cause d ineleggibilità e di decadenza) [ ] 1. Il coniuge, i parenti e gli affini entro il quarto grado degli amministratori della società, gli amministratori, il coniuge, i parenti e gli affini entro il quarto grado degli amministratori delle società da questa controllate, delle società che la controllano e di quelle sottoposte a comune controllo

5 Codice civile art (Cause d ineleggibilità e di decadenza) [ ] c) Coloro che sono legati alla società o alle società da questa controllate o alle società che la controllano o a quelle sottoposte a comune controllo da un rapporto di lavoro o da un rapporto continuativo di consulenza o di prestazione d opera retribuita, ovvero da altri rapporti di natura patrimoniale che ne compromettano l indipendenza.

6 Codice civile art (Cause d ineleggibilità e di decadenza) [2] La cancellazione o la sospensione dal registro dei revisori contabili e la perdita dei requisiti previsti dall ultimo comma dell art sono causa di decadenza dall ufficio di sindaco. [3] Lo statuto può prevedere altre cause di ineleggibilità o decadenza, nonché cause di incompatibilità e limiti e criteri per il cumulo degli incarichi.

7 Le nuove incompatibilità (1) Incompatibilità legate a comminazione di pene e sanzioni (art. 2382) Incompatibilità legate a rapporti di parentela ed affinità (art. 2399, c. 1, l. b) Incompatibilità legate a rapporti di lavoro o d opera retribuita e consulenze continuative (art. 2399, c. 1, l. c) Incompatibilità legate ad altri rapporti patrimoniali che ne compromettano l indipendenza (art. 2399, c. 1, l. c)

8 Le nuove incompatibilità (2) Cancellazione o sospensione dal registro dei revisori o perdita degli altri requisiti di eleggibilità (art. 2399, c. 2) Altre cause di ineleggibilità e decadenza previste dallo statuto (art. 2399, c3) Svolgimento dell incarico di revisore presso la stessa società o società del gruppo (art quinquies)

9 LE COMPATIBILITA NEGLI STUDI ASSOCIATI: I CHIARIMENTI DEL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA CON NOTA N. 5725/2004 Situazioni compatibili: E compatibile per il sindaco essere socio di studio del consulente abituale della stessa società o di società appartenenti allo stesso gruppo o di società sottoposte al comune controllo, se la società fra professionisti si limiti alla ripartizione delle spese legate alla comune organizzazione di cui essi fruiscono per l attività professionale. Situazioni incompatibili: E incompatibile per il sindaco essere socio del consulente abituale della stessa società o di società appartenenti allo stesso gruppo di società sottoposte a comune controllo, se membri di uno stesso studio associato, attraverso cui vengono fatturati tutti i compensi dei professionisti.

10 Codice civile art (Nomina e cessazione dall ufficio) [ ] 1. I sindaci sono nominati per la prima volta nell atto costitutivo e successivamente dall assemblea. Essi restano in carica per tre esercizi, e scadono alla data dell assemblea convocata per l approvazione del bilancio relativo al terzo esercizio della carica. La cessazione dei sindaci per scadenza del termine ha effetto dal momento in cui il collegio è stato ricostituito.

11 CLAUSOLA DEGLI STATUTI 1)L assemblea nomina i sindaci effettivi e i supplenti determinando la loro retribuzione secondo la tariffa dei dottori commercialisti e dei ragionieri. Essi restano in carica per un triennio e scadono con l assemblea, che approva il bilancio relativo al terzo esercizio sociale. 2) Oltre che nel registro dei revisori contabili sia i sindaci effettivi sia i supplenti devono essere scelti fra gli iscritti da almeno un decennio negli albi dei dottori commercialisti o dei ragionieri. Non possono essere eletti professionisti che all atto di nomina abbiano compiuto il 70 anno di età. Non possono altresì essere eletti soggetti che all atto della nomina rivestano la carica di sindaco in ulteriori dieci società di capitali.

12 CLAUSOLA DEGLI STATUTI 3) Il collegio sindacale, oltre che le funzioni previste dal comma 1 dell articolo 2403 c.c., esercita anche le funzioni di controllo contabile ai sensi dell articolo 2409-ter c.c. Tale funzione sarà affidata a un revisore o a una società di revisione, iscritta nel registro dei revisori contabili, qualora la società sia tenuta alla redazione del bilancio consolidato. 4) Il collegio sindacale è convocato dal presidente (anche via fax o posta elettronica) con avviso da inviarsi almeno cinque giorni prima della riunione. Tale termine potrà essere ridotto a due giorni in caso di urgenza. Il collegio è comunque validamente costituito in assenza di tali formalità ove risultino presenti tutti i membri del collegio stesso.

13 CLAUSOLA DEGLI STATUTI 5) La presenza dei sindaci alle riunioni del collegio può avvenire anche con mezzi di telecomunicazione, a condizione che ciascuno dei partecipanti possa essere identificato da tutti gli altri e sia in grado di intervenire in tempo reale durante la trattazione degli argomenti esaminati, nonché di ricevere, trasmettere e visionare documenti. Sussistendo queste condizioni, la riunione si considera tenuta nel luogo in cui si trova il presidente.

14 Il controllo dei conti nelle SRL

15 Codice civile - art (Controllo legale dei conti) 1. L atto costitutivo può prevedere, determinandone le competenze e poteri, la nomina di un collegio sindacale o di un revisore. 2. La nomina del collegio sindacale è obbligatoria se il capitale sociale non è inferiore a quello minimo stabilito per le società per azioni.

16 Codice civile - art (Controllo legale dei conti) 3. La nomina del collegio sindacale è altresì obbligatoria se per due esercizi consecutivi siano stati superati due dei limiti indicati dal primo comma dell art bis. L obbligo cessa se, per due esercizi cnsecutivi, due dei predetti limiti non vengono superati. 4. Nei casi previsti dal secondo e terzo comma si applicano le disposizioni in tema di società per azioni; se l atto costitutivo non dispone diversamente, il controllo contabile è esercitato dal collegio sindacale.

17 I CONTROLLI NELLE SRL (2) Srl con: 1. capitale sociale pari o superiore a ; 2. che superi per due esercizi consecutivi due dei tre parametri di cui all art bis c.c. ll controllo è obbligatoriamente demandato ad un collegio sindacale. All organo di controllo si applicano le disposizioni in tema di società per azioni. L atto costitutivo può essere modificato affiancando al collegio sindacale un revisore esterno.

18 I LIMITI PARAMETRICI IN EURO LIMITI ATTUALI 1) TOTALE ATTIVO STATO PATRIMONIALE 2) RICAVI DELLE VENDITE E DELLE PRESTAZIONI 3) DIPENDENTI MEDI LIMITI FUTURI 1) ) ) 50

19 Clausola nei nuovi atti costitutivi Clausola - collegio sindacale 1) Al superamento delle condizioni poste dai commi 2 e 3 dell art c.c. verrà nominato il collegio sindacale attraverso decisioni dei soci; 2) Al collegio sindacale, costituito da 3 membri effettivi e 2 supplenti si applicano tutte le disposizioni in tema di Spa; al collegio sindacale si applicheranno quindi le disposizioni di tutti gli artt. che vanno dal 2398 c.c. al 2408 c.c.; 3) Il collegio sindacale svolge le funzioni di controllo contabile di cui all art ter e deve quindi essere integralmente costituito da soggetti iscritti nel registro dei revisori contabili; (segue)

20 Clausola nei nuovi atti costitutivi 3-bis) (alternativa) Il collegio sindacale svolge i controlli di cui al primo comma dell articolo 2403 c.c., mentre il controllo contabile di cui all articolo 2409 c.c. è esercitato da un revisore unico scelto fra gli iscritti nel registro del revisore contabile 4) La retribuzione annuale dei sindaci sarà definita dai soci nell atto di nomina per l intero periodo di durata del loro ufficio, facendo riferimento, per quanto è possibile alle vigenti tariffe professionali; 5) (Clausola eventuale) A ricoprire la carica di sindaco potranno essere chiamati esclusivamente professionisti iscritti negli albi dei dottori commercialisti o dei ragionieri.

21 QUANDO POTREBBE ESSERE NOMINATO IL REVISORE UNICO NELLA SRL 1) Su richiesta di un istituto di credito finanziatore della società 2) Su richiesta dei soci non amministratori per effettuare con continuità i controlli di cui all art c.c. comma 2 3) Su richiesta degli investitori professionali ex art c.c. per le società che emettono titoli di debito

22 Clausola nei nuovi atti costitutivi Clausola - revisore unico 1) Nei casi in cui non si renda obbligatoria la nomina del collegio sindacale, attraverso decisioni assunte ai sensi dell art c.c., la società potrà provvedere alla nomina di un revisore unico. 2) Il revisore, nominato per un triennio dovrà essere scelto fra gli iscritti nel Registro istituito presso il ministero della Giustizia e non dovrà versare nelle situazioni di ineleggibilità e decadenza di cui all art c.c. (segue)

23 Clausola nei nuovi atti costitutivi 3) Il revisore ha i poteri e i doveri di cui agli artt e 2403-bis c.c. ed esercita altresì il controllo contabile di cui all art.2409-ter. 4) La nomina e la cessazione del revisore unico devono essere iscritti al R.I. ai sensi del 3 comma dell art c.c. (In alternativa) Il revisore svolge le funzioni di cui all art.2409-ter c.c.; si applicano inoltre le disposizioni di cui all art sexies c.c.

24 Clausola nei nuovi atti costitutivi ( ) 4) L incarico potrà essere revocato solo in presenza di giusta causa, attraverso decisioni dei soci. La deliberazione di delega deve essere approvata con decreto del tribunale sentito l interessato, ai sensi del 2400 c.c., comma 2. 5) Il corrispettivo del revisore è determinato dai soci all atto della nomina per l intero triennio, tenendo conto, ove possibile, delle vigenti tariffe professionali.

25 L ASSEMBLEA TOTALITARIA E VALIDA QUANDO VI SIA: La partecipazione di soci che rappresentino l intero capitale sociale La partecipazione o l informazione di tutti gli amministratori La partecipazione o l informazione di tutti i sindaci La mancata opposizione, da parte di chiunque, alla trattazione dell argomento in discussione

26 Clausola nei nuovi atti costitutivi Clausola: Assemblea totalitaria In mancanza di formale convocazione l'assemblea si reputa regolarmente costituita quando ad essa partecipa l'intero capitale sociale e tutti gli Amministratori e Sindaci, se nominati, sono presenti o informati e nessuno si oppone alla trattazione dell'argomento. Se gli amministratori o i sindaci, se nominati, non partecipano personalmente all'assemblea, dovranno rilasciare apposita dichiarazione scritta, da produrre al Presidente dell assemblea e da conservarsi agli atti della società, nella quale dichiarano di essere informati su tutti gli argomenti posti all'ordine del giorno e di non opporsi alla trattazione degli stessi.

PREMESSA IL SISTEMA TRADIZIONALE IL SISTEMA MONISTICO IL SISTEMA DUALISTICO

PREMESSA IL SISTEMA TRADIZIONALE IL SISTEMA MONISTICO IL SISTEMA DUALISTICO PREMESSA IL SISTEMA TRADIZIONALE Principali innovazioni Il Consiglio di Amministrazione Il Collegio Sindacale IL SISTEMA DUALISTICO Principali caratteristiche Il Consiglio di Gestione Il Consiglio di Sorveglianza

Dettagli

I LIMITI DEL BILANCIO IN FORMA ABBREVIATA. LA NOMINA DEL COLLEGIO SINDACALE NELLE S.R.L. Avv. Marianna GALLUCCI

I LIMITI DEL BILANCIO IN FORMA ABBREVIATA. LA NOMINA DEL COLLEGIO SINDACALE NELLE S.R.L. Avv. Marianna GALLUCCI I LIMITI DEL BILANCIO IN FORMA ABBREVIATA. LA MINA DEL COLLEGIO NDACALE NELLE S.R.L. Avv. Marianna GALLUCCI Diretta 23 febbraio 2009 BILANCIO IN FORMA ABBREVIATA BILANCIO ABBREVIATO Direttiva 1978/660/Cee

Dettagli

Riferimenti normativi

Riferimenti normativi 1 Riferimenti normativi Codice civile: - articoli 2397 (spa), 2477 (srl), 2543 e 2519 (coop) Legge 12 novembre 2011, n. 183 Legge di stabilità - art. 14, comma 13 e 14: INTRODUZIONE SINDACO UNICO - art.

Dettagli

Codice civile. Art bis AGGIORNAMENTO ON-LINE

Codice civile. Art bis AGGIORNAMENTO ON-LINE 1 AGGIORNAMENTO ON-LINE Art. 2463-bis 2397. Composizione del collegio. Il collegio sindacale si compone di tre o cinque membri effettivi, soci o non soci. Devono inoltre essere nominati due sindaci supplenti

Dettagli

Senato della Repubblica XVII Legislatura. Fascicolo Iter DDL S. 567

Senato della Repubblica XVII Legislatura. Fascicolo Iter DDL S. 567 Senato della Repubblica Fascicolo Iter DDL S. 567 Modifica degli articoli 2397 e 2477 del codice civile, concernenti gli organi di controllo delle società di capitali 17/09/2017-18:46 Indice 1. DDL S.

Dettagli

* * * Ogni candidato può presentarsi in una sola lista a pena di ineleggibilità.

* * * Ogni candidato può presentarsi in una sola lista a pena di ineleggibilità. PIERREL S.p.A. Sede legale a Capua, S.S. Appia 7bis 46/48 Capitale sociale Euro 11.352.692,80, i.v Codice fiscale e numero di iscrizione al Registro delle Imprese di Caserta n. 04920860964 RELAZIONE DEGLI

Dettagli

CORSO DI REVISIONE CONTABILE IL QUADRO GIURIDICO DI RIFERIMENTO

CORSO DI REVISIONE CONTABILE IL QUADRO GIURIDICO DI RIFERIMENTO CORSO DI REVISIONE CONTABILE IL QUADRO GIURIDICO DI RIFERIMENTO ALESSIO SILVESTRI Università di Pisa -Legge n. 1966, 1939 - D.P.R. n. 136, 1975 - D. Lgs. n. 88, 1992 - D. Lgs. n. 58, 1998 (Legge Draghi)

Dettagli

VERBALE DI ASSEMBLEA ORDINARIA PER APPROVAZIONE DEL BILANCIO DI ESERCIZIO E IL RINNOVO DELLE CARICHE

VERBALE DI ASSEMBLEA ORDINARIA PER APPROVAZIONE DEL BILANCIO DI ESERCIZIO E IL RINNOVO DELLE CARICHE VERBALE DI ASSEMBLEA ORDINARIA PER APPROVAZIONE DEL BILANCIO DI ESERCIZIO E IL RINNOVO DELLE CARICHE Società... S.r.l. sede sociale... capitale sociale... interamente versato iscritta al Registro delle

Dettagli

COMUNE DI COTIGNOLA PROVINCIA DI RAVENNA

COMUNE DI COTIGNOLA PROVINCIA DI RAVENNA COMUNE DI COTIGNOLA PROVINCIA DI RAVENNA Piazza Vittorio Emanuele II n.31-48010 Cotignola (RA) Telefono: 0545/908811 - Telefax: 0545/41282 P.IVA 00148580392 e-mail: comunecotignola@racine.ra.it SETTORE

Dettagli

Quadro normativo: la governance nelle società per azioni

Quadro normativo: la governance nelle società per azioni Quadro normativo: la governance nelle società per azioni Modello ordinario Amministrazione Consiglio di Amministrazione Compiti degli amministratori Art.2380 bis, comma 1 Art.2364, comma 1, n.5 la gestione

Dettagli

IL NUOVO ASSETTO DEI CONTROLLI NELLE S.P.A. E NELLE S.R.L. ALLA LUCE DEL DECRETO SEMPLIFICAZIONI

IL NUOVO ASSETTO DEI CONTROLLI NELLE S.P.A. E NELLE S.R.L. ALLA LUCE DEL DECRETO SEMPLIFICAZIONI IL NUOVO ASSETTO DEI CONTROLLI NELLE S.P.A. E NELLE S.R.L. ALLA LUCE DEL DECRETO SEMPLIFICAZIONI NOTA INTERPRETATIVA APRILE 2012 IL NUOVO ASSETTO DEI CONTROLLI NELLE S.P.A. E NELLE S.R.L. ALLA LUCE DEL

Dettagli

La riforma dei controlli nelle società di capitali: costi e benefici del sistema dei controlli, l organo monocratico nelle s.r.l.

La riforma dei controlli nelle società di capitali: costi e benefici del sistema dei controlli, l organo monocratico nelle s.r.l. S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO XIII FORUM SAF La riforma dei controlli nelle società di capitali: costi e benefici del sistema dei controlli, l organo monocratico nelle s.r.l. Fabio Mischi

Dettagli

Vigilanza e controlli nelle s.r.l.

Vigilanza e controlli nelle s.r.l. Angelo Busani Vigilanza e controlli nelle s.r.l. I meccanismi di controllo nelle società di capitali Die Kontrollmechanismen in den Kapitalgesellschaften 5.-6.11.2010 Freie Universität Bozen Libera Università

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL COMITATO DI INDIRIZZO STRATEGICO

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL COMITATO DI INDIRIZZO STRATEGICO REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL COMITATO DI INDIRIZZO STRATEGICO Approvato con deliberazione dell Assemblea dei Soci del 18 giugno 2013. INDICE TITOLO I Disposizioni generali Articolo 1 Finalità e

Dettagli

Genova, 20 gennaio 2015

Genova, 20 gennaio 2015 Genova, 20 gennaio 205 Approfondimenti sulle società di capitali: modelli di governance, sistemi di controllo, quote e azioni, diritti particolari, operazioni su azioni proprie Sede di svolgimento Ordine

Dettagli

REGISTRO DELLE IMPRESE DI TORINO. Nota informativa n. 19

REGISTRO DELLE IMPRESE DI TORINO. Nota informativa n. 19 REGISTRO DELLE IMPRESE DI TORINO Nota informativa n. 19 Oggetto: Norme di riordino della vigilanza sugli enti cooperativi, ai sensi dell 7, comma 1, della legge 3 aprile 2001, n. 142, recante: "Revisione

Dettagli

PRYSMIAN S.P.A. COMITATO CONTROLLO E RISCHI. Regolamento. Regolamento del Comitato Controllo e Rischi

PRYSMIAN S.P.A. COMITATO CONTROLLO E RISCHI. Regolamento. Regolamento del Comitato Controllo e Rischi PRYSMIAN S.P.A. COMITATO CONTROLLO E RISCHI Regolamento Data approvazione: 16/01/2007 Ultima modifica: 28/07/2016 1 È costituito all interno del Consiglio di Amministrazione di Prysmian S.p.A. (la Società

Dettagli

INDICE SOMMARIO. 8. Il compenso... 34

INDICE SOMMARIO. 8. Il compenso... 34 SOMMARIO CAPITOLO 1 I SISTEMI ALTERNATIVI DI GOVERNANCE E CONTROLLO NELLE SPA NON QUOTATE 1. I nuovi sistemi di governance e controllo. Generalità... 1 2. Il sistema dualistico... 2 2.1. Le possibili applicazioni

Dettagli

SPOLTORE SERVIZI S.r.l.

SPOLTORE SERVIZI S.r.l. SPOLTORE SERVIZI S.r.l. AVVISA che ai sensi dell art.1 del Regolamento per la disciplina per il conferimento di incarichi professionali a soggetti esterni alla società intende procedere ad un indagine

Dettagli

BIOERA S.P.A. Assemblea Ordinaria del 10 maggio 2016 in unica convocazione

BIOERA S.P.A. Assemblea Ordinaria del 10 maggio 2016 in unica convocazione BIOERA S.P.A. Assemblea Ordinaria del 10 maggio 2016 in unica convocazione Relazione illustrativa degli Amministratori sulle proposte concernenti le materie poste all Ordine del Giorno, redatta ai sensi

Dettagli

SEMBLEE DEI SOCI NELLE S.P.A.

SEMBLEE DEI SOCI NELLE S.P.A. SOMMARIO SCHEMA DI SINTESI PARTICOLARITÀ IN TEMA DI AS- SEMBLEE DEI SOCI NELLE S.P.A. SCHEMA RIASSUNTIVO DELLE MO- DIFICHE ASSEMBLEE DEI SOCI NELLA S.P.A. Artt. 2363-2369 Codice Civile - D. Lgs. 17.01.2003,

Dettagli

Regolamento per l elezione del Collegio Sindacale

Regolamento per l elezione del Collegio Sindacale Regolamento per l elezione del Collegio Sindacale Deliberato dall Assemblea ordinaria del 27 giugno 2016 In attuazione dell art. 46 dello Statuto, l assemblea ordinaria dei soci procede alla elezione dei

Dettagli

RELAZIONE DEGLI AMMINISTRATORI, REDATTA AI SENSI DELL ART. 72, COMMA PRIMO, REGOLAMENTO CONSOB N

RELAZIONE DEGLI AMMINISTRATORI, REDATTA AI SENSI DELL ART. 72, COMMA PRIMO, REGOLAMENTO CONSOB N RELAZIONE DEGLI AMMINISTRATORI, REDATTA AI SENSI DELL ART. 72, COMMA PRIMO, REGOLAMENTO CONSOB N. 11971/1999, SULLE MODIFICHE STATUTARIE AL PUNTO 4 DELL ORDINE DEL GIORNO DELL ASSEMBLEA ORDINARIA E STRAORDINARIA

Dettagli

PARERE LEGALE. Avv. Sandro Mento

PARERE LEGALE. Avv. Sandro Mento PARERE LEGALE Avv. Sandro Mento Sommario NOVITÀ NORMATIVE DI INTERESSE PER LE COOPERATIVE 1. La riforma in materia di controlli... 1 2. Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici affidamenti a cooperative

Dettagli

BANCA POPOLARE DI SONDRIO. Società cooperativa per azioni Fondata nel Iscritta all'albo delle Banche al n. 842, all Albo

BANCA POPOLARE DI SONDRIO. Società cooperativa per azioni Fondata nel Iscritta all'albo delle Banche al n. 842, all Albo BANCA POPOLARE DI SONDRIO Società cooperativa per azioni Fondata nel 1871 Iscritta all'albo delle Banche al n. 842, all Albo delle Società Cooperative al n. A160536, all'albo dei Gruppi bancari al n. 5696.0,

Dettagli

SOCIETA' COOPERATIVE

SOCIETA' COOPERATIVE SOCIETA' COOPERATIVE Sommario: 1. Iscrizione dell atto costitutivo e statuto 2. Iscrizione degli atti modificativi dello statuto PARTE PRIMA 3. Nomina o riconferma delle cariche sociali 3.1. Nomina degli

Dettagli

Art. 3 - Oggetto. Art. 3 - Oggetto. Art. 4 - Durata. Art. 4 - Durata. Art. 5 - Capitale sociale. Art. 5 - Capitale sociale

Art. 3 - Oggetto. Art. 3 - Oggetto. Art. 4 - Durata. Art. 4 - Durata. Art. 5 - Capitale sociale. Art. 5 - Capitale sociale Testo aggiornato Art. 3 - Oggetto 1. La società ha per oggetto la produzione del servizio di interesse generale costituito dal trattamento, il recupero e lo smaltimento dei rifiuti solidi sia urbani che

Dettagli

BANDO PER LA NOMINA DEL REVISORE DEI CONTI PER IL TRIENNIO 2012/2015 IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO FINANZIARIO

BANDO PER LA NOMINA DEL REVISORE DEI CONTI PER IL TRIENNIO 2012/2015 IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO FINANZIARIO COMUNE DI MENAGGIO Provincia di Como UFFICIO RAGIONERIA Via Lusardi 24 22017 Menaggio (CO) TEL. 0344/364307 FAX 0344/32097 E-MAIL ragioneria@menaggio.com Prot. Nr. 1402/II.XI BANDO PER LA NOMINA DEL REVISORE

Dettagli

I Signori Azionisti sono convocati in Assemblea Ordinaria presso la Sala Cerimoniale dell Aeroporto Marco

I Signori Azionisti sono convocati in Assemblea Ordinaria presso la Sala Cerimoniale dell Aeroporto Marco SAVE S.p.A. Sede legale: Venezia Tessera, v.le G. Galilei n. 30/1 Capitale Sociale Euro 35.971.000,00 int. vers. Registro Imprese Venezia, C.F. e P.IVA 02193960271 R.E.A. Venezia n. 201102 ********************************************************************

Dettagli

STATUTO DELLA SOCIETA L.IN.F.A. SRL

STATUTO DELLA SOCIETA L.IN.F.A. SRL STATUTO DELLA SOCIETA L.IN.F.A. SRL TITOLO I COSTITUZIONE DELLA SOCIETA E CAPITALE SOCIALE PARTE PRIMA Costituzione, sede, oggetto sociale e durata Art. 1 (Costituzione) 1. È costituita una Società a responsabilità

Dettagli

Sistemi di governo societario

Sistemi di governo societario Sistemi di governo societario Le società di capitali possono scegliere tra tre diversi sistemi di governo: ordinario, tipico della tradizione italiana si applica in assenza di diversa scelta statutaria;

Dettagli

CURRICULUM VITAE. Diplomata all'istituto Tecnico Commerciale Bramante di Pesaro anno scolastico 1985/1986.

CURRICULUM VITAE. Diplomata all'istituto Tecnico Commerciale Bramante di Pesaro anno scolastico 1985/1986. AMADORICRISTINARagioniera Commercialista Revisore Contabile CURRICULUM VITAE AMADORI CRISTINA Nato a Pesaro (PS) il 27/03/1967 Svolge la propria attività in Pesaro, Viale F.11i Rosselli n. 46. Diplomata

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE PER IL CONTROLLO ANALOGO DI COMO ACQUA

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE PER IL CONTROLLO ANALOGO DI COMO ACQUA REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE PER IL CONTROLLO ANALOGO DI COMO ACQUA INDICE TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 Finalità e ambito di applicazione TITOLO II - COMITATO Articolo

Dettagli

SPA: Società per azioni

SPA: Società per azioni SPA: Società per azioni E una società di capitali: (art. 2325 c.c., 1 comma)per le obbligazioni sociali risponde solo la società con il suo patrimonio (art. 2346 c.c., 1 comma) la partecipazione sociale

Dettagli

LA REVISIONE LEGALE DEI CONTI Normativa di riferimento

LA REVISIONE LEGALE DEI CONTI Normativa di riferimento LA REVISIONE LEGALE DEI CONTI Normativa di riferimento Settembre 2016 Università degli Studi di Bari Facoltà di Economia Esame di Revisione Aziendale CPA Anno Accademico 2016-2017 Materiale a supporto

Dettagli

REGOLAMENTO ORGANIZZATIVO DEL COMITATO CONTROLLO E RISCHI. DI ENEL S.p.A.

REGOLAMENTO ORGANIZZATIVO DEL COMITATO CONTROLLO E RISCHI. DI ENEL S.p.A. REGOLAMENTO ORGANIZZATIVO DEL COMITATO CONTROLLO E RISCHI DI ENEL S.p.A. Documento approvato dal Consiglio di Amministrazione di Enel S.p.A. nella riunione del 19 dicembre 2006 e successivamente modificato

Dettagli

ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI CLABO SPA

ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI CLABO SPA ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI CLABO SPA Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione sulle proposte concernenti le materie poste all ordine del giorno ai sensi dell art. 125-ter del Decreto Legislativo

Dettagli

Piazza Cavour, Rimini tel ; fax

Piazza Cavour, Rimini tel ; fax Comune di Rimini Piazza Cavour, 27 47921 Rimini tel. 0541 704307; fax 0541 704338 www.comune.rimini.it/ sindaco@comune.rimini.it Decreto di designazione dei componenti dell organo amministrativo e dell

Dettagli

NOMINA DEL COLLEGIO SINDACALE

NOMINA DEL COLLEGIO SINDACALE RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI BANZAI S.P.A. SUL QUARTO PUNTO ALL ORDINE DEL GIORNO DELL ASSEMBLEA ORDINARIA CONVOCATA PER IL 14 APRILE 2016 IN UNICA CONVOCAZIONE NOMINA DEL

Dettagli

REGOLAMENTO NOMINE. nelle PARTECIPATE dalla FONDAZIONE

REGOLAMENTO NOMINE. nelle PARTECIPATE dalla FONDAZIONE REGOLAMENTO NOMINE nelle PARTECIPATE dalla FONDAZIONE Approvato dal Consiglio Generale nella seduta del 7 luglio 2014 e modificato dal Consiglio Generale nella seduta del 13 luglio 2015 Pagina 1 di 5 TITOLO

Dettagli

CREDICO FINANCE 7 S.R.L. Largo Chigi Roma. Codice Fiscale e numero d iscrizione nel. Registro delle Imprese di Roma:

CREDICO FINANCE 7 S.R.L. Largo Chigi Roma. Codice Fiscale e numero d iscrizione nel. Registro delle Imprese di Roma: CREDICO FINANCE 7 S.R.L. Largo Chigi 5-00187 Roma Codice Fiscale e numero d iscrizione nel Registro delle Imprese di Roma: 09144701001 R.E.A. di Roma: 1142806 VERBALE DI ASSEMBLEA DEI SOCI DEL 29 APRILE

Dettagli

Albo dell'odcec di Tivoli: ricerca Commercialista o Esperto contabile

Albo dell'odcec di Tivoli: ricerca Commercialista o Esperto contabile Albo dell'odcec di Tivoli: ricerca Commercialista o Esperto contabile Albo dell'odcec di Tivoli: ricerca Studio Associato o Società tra Professionisti Albo nazionale Cndcec Ricerca Revisore Legale Registro

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE ALL ASSEMBLEA ORDINARIA DEGLI AZIONISTI DEL 26 APRILE 2005

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE ALL ASSEMBLEA ORDINARIA DEGLI AZIONISTI DEL 26 APRILE 2005 RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE ALL ASSEMBLEA ORDINARIA DEGLI AZIONISTI DEL 26 APRILE 2005 Mediolanum S.p.A. Relazione del Consiglio di Amministrazione all Assemblea Ordinaria degli Azionisti

Dettagli

REGOLAMENTO DEL COMITATO NOMINE DI POSTE ITALIANE S.p.A.

REGOLAMENTO DEL COMITATO NOMINE DI POSTE ITALIANE S.p.A. REGOLAMENTO DEL COMITATO NOMINE DI POSTEE ITALIANE S.p.A. Documento approvato dal Consiglio di Amministrazionee di Poste Italiane S.p.A. nella riunione del 22 settembre 2015 2 ART. 1 Composizione 1.1 Il

Dettagli

Deposito per l iscrizione dell atto costitutivo di società cooperativa (2523 c.c.)

Deposito per l iscrizione dell atto costitutivo di società cooperativa (2523 c.c.) Deposito per l iscrizione dell atto costitutivo di società cooperativa (2523 c.c.) SOGGETTI OBBLIGATI: il notaio che ha ricevuto l atto costitutivo (atto pubblico) 20 giorni. Se il notaio o gli amministratori

Dettagli

CALTAGIRONE S.P.A. SEDE SOCIALE IN ROMA-VIA BARBERINI N. 28 CAPITALE SOCIALE EURO 120.120.000. ASSEMBLE ORDINARIA DEL 28 Aprile 2011 9 maggio 2011

CALTAGIRONE S.P.A. SEDE SOCIALE IN ROMA-VIA BARBERINI N. 28 CAPITALE SOCIALE EURO 120.120.000. ASSEMBLE ORDINARIA DEL 28 Aprile 2011 9 maggio 2011 CALTAGIRONE S.P.A. SEDE SOCIALE IN ROMA-VIA BARBERINI N. 28 CAPITALE SOCIALE EURO 120.120.000 ASSEMBLE ORDINARIA DEL 28 Aprile 2011 9 maggio 2011 RELAZIONI ILLUSTRATIVE E PROPOSTE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

Dettagli

CODICE CIVILE. di quanto disposto dall'art. 154, D.Lgs. 24 febbraio 1998, n. 58 come sostituito dall'art.9.84, D.Lgs. 17 gennaio 2003, n.

CODICE CIVILE. di quanto disposto dall'art. 154, D.Lgs. 24 febbraio 1998, n. 58 come sostituito dall'art.9.84, D.Lgs. 17 gennaio 2003, n. DISPOSIZIONI DI LEGGE E DEL COMUNE DI RIMINI RELATIVE AI REQUISITI PER L ASSUNZIONE E IL MANTENIMENTO DELLA CARICA DI MEMBRO DEGLI ORGANI DI CONTROLLO DEGLI ENTI ESTERNI AL COMUNE DI RIMINI (AGGIORNATO

Dettagli

Dipartimento Consiglio Comunale Servizio Segreteria del Consiglio Comunale e Gruppi Consiliari

Dipartimento Consiglio Comunale Servizio Segreteria del Consiglio Comunale e Gruppi Consiliari Dipartimento Consiglio Comunale Servizio Segreteria del Consiglio Comunale e Gruppi Consiliari REGOLAMENTO NOMINE, DESIGNAZIONI E REVOCHE DI RAPPRESENTANTI DEL COMUNE PRESSO ENTI, AZIENDE, SOCIETÀ ANCORCHE

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA (artt. 46 e 47 del d.p.r. 28 dicembre 2000, n. 445)

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA (artt. 46 e 47 del d.p.r. 28 dicembre 2000, n. 445) Spett. le Banca di Credito Cooperativo di MASSAFRA Soc. Coop. DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA (artt. 46 e 47 del d.p.r. 28 dicembre 2000, n. 445) Il/La sottoscritt, nat_ a, provincia di il, consapevole che,

Dettagli

Technogym S.p.A. Regolamento del comitato controllo e rischi

Technogym S.p.A. Regolamento del comitato controllo e rischi Technogym S.p.A. Regolamento del comitato controllo e rischi 1 CAPO I DISPOSIZIONI PRELIMINARI Art. 1 Ambito di applicazione Il presente regolamento (di seguito il Regolamento ) disciplina i compiti e

Dettagli

La competente Commissione Consiliare in sede legislativa, ai sensi degli articoli 30 e 46 dello Statuto, ha approvato.

La competente Commissione Consiliare in sede legislativa, ai sensi degli articoli 30 e 46 dello Statuto, ha approvato. REGIONE PIEMONTE BU4329/10/2015 Legge regionale 26 ottobre 2015, n. 22. Modifica alla legge regionale 24 gennaio 1995, n. 10 (Ordinamento, organizzazione e funzionamento delle Aziende Sanitarie Regionali).

Dettagli

AMBROMOBILIARE S.P.A. RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE ALL ASSEMBLEA ORDINARIA. 30 aprile 2014

AMBROMOBILIARE S.P.A. RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE ALL ASSEMBLEA ORDINARIA. 30 aprile 2014 AMBROMOBILIARE S.P.A. RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE ALL ASSEMBLEA ORDINARIA 30 aprile 2014 1 Relazione sui punti 1,2 e 3 dell Ordine del Giorno Relazione illustrativa redatta

Dettagli

Avviso di Convocazione di Assemblea ordinaria e straordinaria

Avviso di Convocazione di Assemblea ordinaria e straordinaria BIESSE S.p.A. Capitale sociale Euro 27.393.042 i.v. Sede Legale in Pesaro Via Della Meccanica 16 Codice fiscale/p.iva e Iscrizione nel Registro delle Imprese di Pesaro-Urbino n. 00113220412 Avviso di Convocazione

Dettagli

Regolamento del COMITATO PER IL CONTROLLO INTERNO

Regolamento del COMITATO PER IL CONTROLLO INTERNO Regolamento del COMITATO PER IL CONTROLLO INTERNO ARTICOLO 1 FUNZIONI DEL COMITATO 1.1 Il Comitato per il Controllo Interno (nel prosieguo anche il Comitato ), costituito nell ambito del Consiglio di Amministrazione

Dettagli

CODICE CIVILE. di quanto disposto dall'art. 154, D.Lgs. 24 febbraio 1998, n. 58 come sostituito dall'art.9.84, D.Lgs. 17 gennaio 2003, n.

CODICE CIVILE. di quanto disposto dall'art. 154, D.Lgs. 24 febbraio 1998, n. 58 come sostituito dall'art.9.84, D.Lgs. 17 gennaio 2003, n. DISPOSIZIONI DI LEGGE E DEL COMUNE DI RIMINI RELATIVE AI REQUISITI PER L ASSUNZIONE E IL MANTENIMENTO DELLA CARICA DI SINDACO REVISORE DEGLI ORGANISMI PARTECIPATI DAL COMUNE DI RIMINI (AGGIORNATO AL D.LGS.235/2012,

Dettagli

Comune di Pula Provincia di Cagliari Corso Vittorio Emanuele n.28 CAP 09010

Comune di Pula Provincia di Cagliari Corso Vittorio Emanuele n.28 CAP 09010 ALLEGATO ALLA DETERMINAZIONE N. 745 DEL 17/09/2013 Comune di Pula Provincia di Cagliari Corso Vittorio Emanuele n.28 CAP 09010 S E T T O R E ECONOMICO FINANZIARIO, RISORSE LOCALI, TRIBUTARIE ED UMANE S

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L ISTITUZIONE ED IL FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE LOCALE PER IL PAESAGGIO

REGOLAMENTO COMUNALE PER L ISTITUZIONE ED IL FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE LOCALE PER IL PAESAGGIO CITTA di ALBA (Provincia di Cuneo) REGOLAMENTO COMUNALE PER L ISTITUZIONE ED IL FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE LOCALE PER IL PAESAGGIO (L.R. 01 Dicembre 2008 n.32) Approvato con deliberazione di C.C.

Dettagli

IL CONTROLLO NELLE NUOVE SOCIETA DI CAPITALI

IL CONTROLLO NELLE NUOVE SOCIETA DI CAPITALI IL CONTROLLO NELLE NUOVE SOCIETA DI CAPITALI Analisi della nuova normativa Angelo Busani Notaio studio notarile Busani & Canali Reggio nell Emilia, 9 novembre 2004 1 Il principio corporativo E uno degli

Dettagli

deontologia L art. 8 del DPR 7 agosto 2012, n Riforma delle professioni - è dedicato alla riforma del sistema disciplinare.

deontologia L art. 8 del DPR 7 agosto 2012, n Riforma delle professioni - è dedicato alla riforma del sistema disciplinare. DEONTOLOGIA L art. 8 del DPR 7 agosto 2012, n 137 - Riforma delle professioni - è dedicato alla riforma del sistema disciplinare. Vengono istituiti i Consigli di disciplina territoriali presso i Consigli

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA CONSULTA DEL LAVORO

REGOLAMENTO DELLA CONSULTA DEL LAVORO REGOLAMENTO DELLA CONSULTA DEL LAVORO Art. 1 - Competenze La Consulta Comunale del Lavoro è un organo con funzioni propositive e consultive nei confronti della Amministrazione Comunale in materia di politiche

Dettagli

STATUTO DELLA SOCIETA MARANELLO PATRIMONIO Srl

STATUTO DELLA SOCIETA MARANELLO PATRIMONIO Srl STATUTO DELLA SOCIETA MARANELLO PATRIMONIO Srl TITOLO I COSTITUZIONE OGGETTO -SEDE - DURATA CAPITALE SOCIALE Articolo 1 1. La società è denominata MARANELLO PATRIMONIO S.R.L. ed è costituita ai sensi dell

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE MATERIE ALL ORDINE DEL GIORNO AI SENSI DELL ARTICOLO

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE MATERIE ALL ORDINE DEL GIORNO AI SENSI DELL ARTICOLO RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE MATERIE ALL ORDINE DEL GIORNO AI SENSI DELL ARTICOLO 125-ter DEL DECRETO LEGISLATIVO 24 FEBBRAIO 1998, N. 58-1 - Signori Azionisti, con avviso di convocazione

Dettagli

LA REVISIONE LEGALE DEI CONTI Normativa di riferimento Ottobre 2013

LA REVISIONE LEGALE DEI CONTI Normativa di riferimento Ottobre 2013 LA REVISIONE LEGALE DEI CONTI Normativa di riferimento Ottobre 2013 Indice 1. Norme applicabili 2. Abrogazione / entrata in vigore 3. La revisione legale dei conti 4. Registro dei revisori legali 5. Gli

Dettagli

per complessivi euro ,00. e quindi del 80,6 % del complessivo capitale sociale;

per complessivi euro ,00. e quindi del 80,6 % del complessivo capitale sociale; F.I.L. S.P.A. Formazione Innovazione Lavoro spa SEDE: PRATO Via Galcianese n. 20/f CAPITALE SOCIALE: 260.000,00 Interamente versato PARTITA I.V.A. e CODICE FISCALE: 01698270970 C.C.I.A.A. DI PRATO: R.E.A.

Dettagli

RIDUZIONE DEL CAPITALE DELLA S.P.A. E NOMINA DEI SINDACI DELLA S.R.L.

RIDUZIONE DEL CAPITALE DELLA S.P.A. E NOMINA DEI SINDACI DELLA S.R.L. RIDUZIONE DEL CAPITALE DELLA S.P.A. E NOMINA DEI SINDACI DELLA S.R.L. Con il D.L. 91/2014 è stata disposta la riduzione del capitale sociale minimo delle S.p.A., provocando vari effetti, con particolare

Dettagli

STATUTO DELLA CONSULTA GIOVANILE DEL COMUNE DI BRA

STATUTO DELLA CONSULTA GIOVANILE DEL COMUNE DI BRA STATUTO DELLA CONSULTA GIOVANILE DEL COMUNE DI BRA CAPO I NORME ISTITUTIVE E ATTRIBUZIONI Art. 1 Istituzione E istituita dal Comune di BRA, con Deliberazione del Consiglio Comunale n 63 in data 28-09-

Dettagli

Assemblea ordinaria e straordinaria di ISAGRO S.p.A.

Assemblea ordinaria e straordinaria di ISAGRO S.p.A. Assemblea ordinaria e straordinaria di ISAGRO S.p.A. Relazione illustrativa sulle materie all ordine del giorno dell Assemblea, parte ordinaria ex art. 125-ter del D. Lgs. n. 58/1998 24 aprile 2015 (unica

Dettagli

Pirelli & C. S.p.A. Relazioni all Assemblea del 10 maggio Nomina Collegio Sindacale

Pirelli & C. S.p.A. Relazioni all Assemblea del 10 maggio Nomina Collegio Sindacale Pirelli & C. S.p.A. Relazioni all Assemblea del 10 maggio 2012 Nomina Collegio Sindacale Collegio Sindacale nomina dei componenti effettivi e supplenti; nomina del Presidente; determinazione dei compensi

Dettagli

CORSO DI RAGIONERIA A.A. 2013/2014

CORSO DI RAGIONERIA A.A. 2013/2014 CORSO DI RAGIONERIA A.A. 2013/2014 MODULO A LEZIONE N. 1 INTRODUZIONE AL BILANCIO DI ESERCIZIO LA REALTA AZIENDALE L azienda può essere considerata un insieme di elementi: Organismo personale; Assetto

Dettagli

Sindaci & revisori: comunicazioni al M.E.F R.G.S

Sindaci & revisori: comunicazioni al M.E.F R.G.S Sindaci & revisori: comunicazioni al M.E.F R.G.S SINDACI-REVISORI: OBBLIGO DI COMUNICARE AL M.E.F.-R.G.S. Anche nel caso di dimissioni o revoca di sindaci incaricati della revisione legale (nel seguito

Dettagli

Definizioni e doveri del revisore legale. Indipendenza e corrispettivi

Definizioni e doveri del revisore legale. Indipendenza e corrispettivi Definizioni e doveri del revisore legale. Indipendenza e corrispettivi Il decreto contiene una parte di disciplina dell attività di revisione legale (artt. 1-15) applicabile trasversalmente a tutte le

Dettagli

COMUNE DI VILLANOVA MONDOVI

COMUNE DI VILLANOVA MONDOVI COMUNE DI VILLANOVA MONDOVI Provincia di Cuneo Allegato alla deliberazione della Giunta Municipale n. 57 in data 16/03/1999 1 ART. 1 DESIGNAZIONE DEI RAPPRESENTANTI DEL COMUNE 1. I dieci rappresentanti

Dettagli

RISOLUZIONE n. 4 del Approvazione del modello di dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà relativa al triennio

RISOLUZIONE n. 4 del Approvazione del modello di dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà relativa al triennio RISOLUZIONE n. 4 del 7.5.2013 Approvazione del modello di dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà relativa al triennio 2012 2013-2014 Il Consiglio nella seduta del 07.05.2013, composto come da verbale

Dettagli

DIRITTO DI RECESSO NELLA S.P.A.

DIRITTO DI RECESSO NELLA S.P.A. SOMMARIO SCHEMA DI SINTESI PARTICOLARITÀ SUL DIRITTO DI RECESSO NELLE S.P.A. SCHEMA RIASSUNTIVO DELLE MO- DIFICHE DIRITTO DI RECESSO NELLA S.P.A. Artt. 2437-2437-sexies - D. Lgs. 17.01.2003, n. 6 - D.

Dettagli

Casi e modalita' di revoca, dimissioni e risoluzione consensuale dell'incarico di revis...

Casi e modalita' di revoca, dimissioni e risoluzione consensuale dell'incarico di revis... Pagina 1 di 6 Fisco e contabilita' Casi e modalita' di revoca, dimissioni e risoluzione consensuale dell'incarico di revisione legale by Luisa Polignano e Simona Cremonesi 22 Apr 2013 In anteprima da Il

Dettagli

REGOLAMENTO DEL COMITATO RISCHI

REGOLAMENTO DEL COMITATO RISCHI REGOLAMENTO DEL COMITATO RISCHI Marzo 2016 1 COMITATO RISCHI ARTICOLO1 (Funzioni) 1.1. Il Comitato Rischi è istituito con delibera del Consiglio di Amministrazione e lo supporta con funzioni consultive,

Dettagli

REGIONE TRENTINO ALTOADIGE LEGGE REGIONALE 5 FEBBRAIO 2013, N. 1

REGIONE TRENTINO ALTOADIGE LEGGE REGIONALE 5 FEBBRAIO 2013, N. 1 REGIONE TRENTINO ALTOADIGE LEGGE REGIONALE 5 FEBBRAIO 2013, N. 1 Modifiche alle disposizioni regionali in materia di ordinamento ed elezione degli organi dei comuni 1 CAPO I ULTERIORI MODIFICHE ALLE LEGGI

Dettagli

Dott. Marco PIEMONTE

Dott. Marco PIEMONTE OBIETTIVITÀ,, INDIPENDENZA, CAUSE DI INELEGGIBILITÀ E DECADENZA Dott. Marco PIEMONTE Diretta 31 gennaio 2011 PRINCIPI Condizione indispensabile ai fini di un corretto esercizio della funzione di vigilanza

Dettagli

Problematiche in tema di compatibilità ed eleggibilità dell organo di revisione economico-finanziaria negli enti locali

Problematiche in tema di compatibilità ed eleggibilità dell organo di revisione economico-finanziaria negli enti locali Problematiche in tema di compatibilità ed eleggibilità dell organo di revisione economico-finanziaria negli enti locali Di M. Cristina Colombo e Viviana Cavarra Avvocati in Milano Il tema della compatibilità

Dettagli

LE OPERAZIONI STRAORDINARIE. La liquidazione volontaria d azienda

LE OPERAZIONI STRAORDINARIE. La liquidazione volontaria d azienda LE OPERAZIONI STRAORDINARIE La liquidazione volontaria d azienda CONTESTO AZIENDALE Il Fatto Si ha liquidazione d azienda quando, per scelta dei soci o per altri motivi, la società si trova ad essere impossibilitata

Dettagli

DIRITTO SOCIETARIO SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE DELL ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI ROMA

DIRITTO SOCIETARIO SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE DELL ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI ROMA DIRITTO SOCIETARIO SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE DELL ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI ROMA STRUTTURA GENERALE CORSO SULLE SOCIETA DI PERSONE (115 ore) 1 MODULO ordinamento sociale

Dettagli

Il sistema di amministrazione e di controllo nelle societa per azioni (non quotate) e la tutela del risparmio

Il sistema di amministrazione e di controllo nelle societa per azioni (non quotate) e la tutela del risparmio Stampa Il sistema di amministrazione e di controllo nelle societa per azioni (non quotate) e la tutela del risparmio Vincenzo D'Andò in Premessa Di recente la disciplina delle società per azioni, già oggetto

Dettagli

previsto dallo statuto [digitare luogo] ], si è tenuta l'assemblea generale dei soci, per

previsto dallo statuto [digitare luogo] ], si è tenuta l'assemblea generale dei soci, per Verbale di assemblea di Srl per assegnazione beni ai soci (a cura di Studio Meli Srl) [digitare la ragione sociale] Srl Sede in [digitare la sede] Capitale sociale Euro [digitare il capitale sociale]i.v.

Dettagli

Il Collegio Sindacale di Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. premesso che

Il Collegio Sindacale di Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. premesso che PROPOSTA MOTIVATA DEL COLLEGIO SINDACALE DI ARNOLDO MONDADORI EDITORE S.P.A. RELATIVA AL CONFERIMENTO DELL INCARICO DI REVISIONE DEI BILANCI PER GLI ESERCIZI 2010-2018 AI SENSI DELL ART. 13, COMMA 1, D.

Dettagli

Bonifiche Ferraresi S.p.A. Assemblea Ordinaria e Straordinaria del 17 Aprile 2012 MODULO DI DELEGA AL RAPPRESENTANTE DESIGNATO DALLA SOCIETA

Bonifiche Ferraresi S.p.A. Assemblea Ordinaria e Straordinaria del 17 Aprile 2012 MODULO DI DELEGA AL RAPPRESENTANTE DESIGNATO DALLA SOCIETA Bonifiche Ferraresi S.p.A. Assemblea Ordinaria e Straordinaria del 17 Aprile 2012 MODULO DI DELEGA AL RAPPRESENTANTE DESIGNATO DALLA SOCIETA Il Sig. Riccardo Capucci, nato a Ferrara il 22 maggio 1959 e

Dettagli

Banca IFIS S.p.A. Sede legale in Venezia - Mestre, Via Terraglio 63. Capitale sociale euro i.v.

Banca IFIS S.p.A. Sede legale in Venezia - Mestre, Via Terraglio 63. Capitale sociale euro i.v. Banca IFIS S.p.A. Sede legale in Venezia - Mestre, Via Terraglio 63 Capitale sociale euro 53.811.095 i.v. C.F. e n. di iscriz. al Reg. Imprese di Venezia 02505630109 Partita IVA 02992620274 Iscritta all

Dettagli

IL COLLEGIO SINDACALE L ASSEMBLEA DEI SOCI L ORGANO DI CONTROLLO

IL COLLEGIO SINDACALE L ASSEMBLEA DEI SOCI L ORGANO DI CONTROLLO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PAVIA FACOLTA DI ECONOMIA CORSO DI LAUREA BIENNALE PERCORSO AMMINISTRAZIONE E CONTROLLO CORSO CORPORATE GOVERNANCE E CONTROLLO INTERNO ANNO ACCADEMICO 2008/2009 PERIODO: II TRIMESTRE

Dettagli

CHIEDE. di essere iscritto all elenco dei candidati alla nomina a revisore dei conti della Regione Piemonte.

CHIEDE. di essere iscritto all elenco dei candidati alla nomina a revisore dei conti della Regione Piemonte. Allegato n. 1 MODELLO di DOMANDA (munita di marca da bollo di euro 14,62) Al Presidente del Consiglio regionale del Piemonte Via Alfieri 15-10121 TORINO Oggetto: domanda di iscrizione nell elenco dei candidati

Dettagli

REGOLAMENTO DEL COMITATO CONTROLLO E RISCHI

REGOLAMENTO DEL COMITATO CONTROLLO E RISCHI REGOLAMENTO DEL COMITATO CONTROLLO E RISCHI settembre 2015 Il presente Regolamento disciplina la composizione, la nomina, le modalità di funzionamento, i compiti, i poteri ed i mezzi del Comitato Controllo

Dettagli

Ordine dei Dottori commercialisti e degli Esperti Contabili di Rieti

Ordine dei Dottori commercialisti e degli Esperti Contabili di Rieti Ordine dei Dottori commercialisti e degli Esperti Contabili di Rieti Il Consiglio dell Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Rieti VISTA la legge 24 febbraio 2005 n. 34, VISTO

Dettagli

Il professionista attestatore nel concordato preventivo. norme, tecniche e responsabilità

Il professionista attestatore nel concordato preventivo. norme, tecniche e responsabilità Il professionista attestatore nel concordato preventivo norme, tecniche e responsabilità Articolo 161 comma 3 L.F. Il piano e la documentazione di cui ai commi precedenti devono essere accompagnati dalla

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI Casa di Riposo ed Opere Pie Riunite Vidor (TV) REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI (approvato con deliberazione del Consiglio di Amministrazione n. 21 del 07.11.2014, esecutiva)

Dettagli

CITTÀ DI TORREMAGGIORE Provincia di Foggia NUOVO REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEL CONSIGLIO TRIBUTARIO

CITTÀ DI TORREMAGGIORE Provincia di Foggia NUOVO REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEL CONSIGLIO TRIBUTARIO CITTÀ DI TORREMAGGIORE Provincia di Foggia NUOVO REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEL CONSIGLIO TRIBUTARIO Approvato con Delibera del Commissario Straordinario n.60 del 20.10.2011 1 Art.

Dettagli

Il/La sottoscritto/a codice fiscale nato/a a il residente in via/piazza n. tel. pec

Il/La sottoscritto/a codice fiscale nato/a a il residente in via/piazza n. tel.  pec Schema di domanda per la partecipazione alla manifestazione d interesse finalizzata a presentare la propria candidatura per la nomina del Collegio Sindacale della costituenda Livenza Tagliamento Acque

Dettagli

Signori Azionisti, 4) Nomina del Collegio Sindacale e del relativo Presidente 5) Determinazione dei compensi dei Sindaci

Signori Azionisti, 4) Nomina del Collegio Sindacale e del relativo Presidente 5) Determinazione dei compensi dei Sindaci Relazione del Consiglio di Amministrazione all Assemblea in sede ordinaria convocata per il giorno 30 aprile 2014 in merito ai punti 4) e 5) dell ordine del giorno, concernenti la nomina del Collegio Sindacale

Dettagli

5. Le riunioni dei Consigli di disciplina territoriali hanno luogo separatamente da quelle dei Consigli territoriali.

5. Le riunioni dei Consigli di disciplina territoriali hanno luogo separatamente da quelle dei Consigli territoriali. Consiglio Nazionale dei Chimici Regolamento per la designazione dei componenti i Consigli di disciplina territoriali dell Ordine dei Chimici, a norma dell articolo 8, comma 3, del D. P. R. 7 ago-sto 2012,

Dettagli

IL NUOVO DIRITTO SOCIETARIO

IL NUOVO DIRITTO SOCIETARIO TRATTATO DI DIRITTO COMMERCIALE E DI DIRITTO PUBBLICO DELL'ECONOMIA VOLUME VENTINOVESIMO FRANCESCO GALGANO - RICCARDO GENGHINI IL NUOVO DIRITTO SOCIETARIO Terza edizione TOMO II GLI STATUTI DELLE NUOVE

Dettagli

ASTALDI Società per Azioni. Sede Sociale in Roma - Via Giulio Vincenzo Bona n. 65. Capitale Sociale Euro 196.849.800,00 - int. vers.

ASTALDI Società per Azioni. Sede Sociale in Roma - Via Giulio Vincenzo Bona n. 65. Capitale Sociale Euro 196.849.800,00 - int. vers. ASTALDI Società per Azioni Sede Sociale in Roma - Via Giulio Vincenzo Bona n. 65 Capitale Sociale Euro 196.849.800,00 - int. vers. Iscritta nel Registro delle Imprese di Roma al numero di Codice Fiscale

Dettagli

SISTEMI DI AMMINISTRAZIONE E CONTROLLO NELLE SOCIATA' QUOTATE

SISTEMI DI AMMINISTRAZIONE E CONTROLLO NELLE SOCIATA' QUOTATE SISTEMI DI AMMINISTRAZIONE E CONTROLLO NELLE SOCIATA' QUOTATE SISTEMA TRADIZIONALE Nel modello tradizionale, la gestione della societa` e` sempre affidata ad un organo amministrativo (che puo` essere formato

Dettagli

Un candidato può essere presente in una sola lista, a pena di ineleggibilità.

Un candidato può essere presente in una sola lista, a pena di ineleggibilità. MONCLER S.p.A. Sede sociale in Milano, Via Stendhal, n. 47 - capitale sociale euro 50.000.000,00 i.v. Registro delle Imprese di Milano, codice fiscale e partita IVA 04642290961 - REA n 1763158 Relazione

Dettagli