COMUNE DI EMPOLI (PROVINCIA DI FIRENZE) CONSIGLIO COMUNALE DEL 20 GENNAIO 2014 INIZIO ORE 20,00

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI EMPOLI (PROVINCIA DI FIRENZE) CONSIGLIO COMUNALE DEL 20 GENNAIO 2014 INIZIO ORE 20,00"

Transcript

1 COMUNE DI EMPOLI (PROVINCIA DI FIRENZE) CONSIGLIO COMUNALE DEL 20 GENNAIO 2014 INIZIO ORE 20,00 APPELLO ORE 20,30 Sindaco Luciana Cappelli assente Consiglieri: 1. Brenda Barnini assente 2. Schauer presente 3. Pampaloni Alessandro assente 4. Torrini Valentina presente 5. Cavallini Virgilio presente 6. Piccini Sandro presente 7. Mostardini Lucia presente 8. Cappelli Beatrice presente 9. Bartalucci Piero presente 10. Bagnoli Roberto presente 11. Bacchi Francesco assente 12. Tempestini Silvana presente 13. Arzilli Alessio assente 14. Lenzi Diana assente 15. Del Rosso presente 16. Galli Letizia presente 17. Biuzzi Fabrizio presente 18. Dimoulas Aaron assente 19. Gracci Francesco presente 20. Lavoratorini Lorenzo assente 21. Baroncelli Paolo assente 22. Borgherini Alessandro assente 23. Bianchi Fabio presente 24. Fruet Roberto assente 25. Cioni Emilio presente 26. Gaccione Paolo presente 27. Morini Riccardo assente 28. Petrillo Sandro assente 29. Bini Gabriele assente 30. Sani Gabriele assente 31. Neaoui Hassan assente APPELLO ORE 20,30 Sono presenti n. 16 Consiglieri: Schauer, Torrini, Cavallini, Piccini, Mostardini, Cappelli B., Bartalucci, Bagnoli, Tempestini, Del Rosso, Galli, Biuzzi, Gracci, Bianchi, Cioni, Gaccione. Sono assenti n. 15 Consiglieri: Sindaco, Barnini, Pampaloni, Bacchi, Arzilli, Lenzi, Dimoulas, Lavoratorini, Baroncelli, Borgherini, Fruet, Morini, Petrillo, Bini, Sani. E ASSENTE il Consigliere Aggiunto Sig. Hassan Neaoui. Presiede il Sig. Sandro Piccini, Presidente del Consiglio Comunale. Segretario Verbalizzante: Dott.ssa Rita Ciardelli, Segretario Generale. Scrutatori: Cioni, Bartalucci, Bacchi. Bene, possiamo iniziare. Prego.

2 PUNTO N. 1 COMUNICAZIONI DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO E DEL SINDACO * Entrano Pampaloni e Barnini presenti 18 (magg.14 min. 4) Intervento Gaccione: Presidente io chiederei, lo so che le decisioni vengono prese in Conferenza dei Capigruppo, ma chiederei che si esaurissero i punti all ordine del giorno in questa seduta, non mi sembrano tanti, però a volte si può io faccio questa richiesta e anche perché siamo anche abbastanza, voglio dire, non siamo neanche poi tantissimi, sicché non credo che gli interventi siano tanti, la maggioranza forse è occupata su altre cose, giustamente, dato il momento e le questioni che ci sono sul tavolo in merito alle prossime amministrative, io chiederei, se è possibile, l esaurimento dei punti. Vediamo poi nel proseguo. Punto Due, non c è il consigliere, quindi come da regolamento è trasformata in risposta scritta. Punto tre. PUNTO N. 3 INTERROGAZIONE U.D.C. RELATIVA AD ALCUNI SERVIZI AI CITTADINI. * Entrano Bacchi e Sani presenti 20 (magg. 15 min. 5). Parla il Consigliere Cioni: Questa richiesta diciamo più che interrogazione, vuole essere proprio una richiesta dei cittadini che nel momento in cui alcuni uffici del nostro comune *** hanno chiuso ci sono delle grosse difficoltà per i cittadini per fare perizie giurate e fare firme autenticate. Ora io credo, siccome sono stato respinto dall Urp di Empoli per autenticarmi una firma, io sinceramente mi sto domandando e mi sono domandato, lì per lì, se doveva entrare nel merito di quello che c era scritto sopra a dove si autenticava la firma o meno. Io ho pensato di no e sinceramente ho avuto anche dei riscontri per che mi dicevano, praticamente, che poteva essere fatto. Ecco, io chiedo al comune di Empoli, nel momento in cui alcuni uffici sono spariti, per esempio il Tribunale e poi ora sparirà anche l ufficio del giudice di pace, se il comune, almeno questa cosa, la può fare, come se può fare le perizie giurate, perché andare, anche il giuramento di una perizia è praticamente la convalida di una firma. E andare a Firenze, in Tribunale, per giurare una firma, io voglio vedere quanto gli costa ai cittadini. Ecco, queste sono l esposizione della nostra interrogazione. Parla il Vicesindaco Pasquinucci: Grazie Presidente. Allora brevemente, perché la abbiamo seguita bene questa cosa, noi abbiamo fatto vari incontri, anche con l associazione con l ordine degli Avvocati, con i rappresentanti dell ordine degli Avvocati, perché questo è un problema che riguarda anche e soprattutto i cittadini per questi servizi che dicevi, ma anche la celerità di alcune Di alcune pratiche legali che vengono.. che hanno a che vedere con gli sfratti, che obbligano lo sfrattato piuttosto che lo sfrattante a andare in Tribunale. Tra l altro dietro la nostra richiesta, ma evidentemente anche diffusa con altri territori dove il Tribunale è stato chiuso, il Presidente del Tribunale di Firenze ha convocato il nostro comune, nel caso specifico ci è andato Franco Mori, proprio per le funzioni della volontaria giurisdizione e avrebbe proposto, se il comune era d accordo, di aprire uno sportello del Tribunale nel comune per fare questo tipo di attività. E ovviamente il comune si è reso assolutamente disponibile, visto che anche noi avevamo richiesto questa cosa. Va seguita, c è da verificare che cosa c è da fare, e questo va a vantaggio anche della Amministrazione comunale, che faccio per dire i TSO che vengono firmati dal sindaco e dalla struttura sanitaria, devono essere portati in Tribunale entro le 48 ore, e questo comporta che tutte le volte che c è un TSO bisogna che un messo comunale parta e vada non è una cosa non è una cosa banale. Quindi c è bisogno di fare questa cosa, evidentemente è una necessità che gli stessi tribunali hanno sollevato e non percepito, e quindi questa cosa che te caldeggi verrà fatta, mi immagino, comunque noi la stiamo seguendo assiduamente, vediamo appena sappiamo qualche cosa di certo vi diciamo che cosa allo stato del fatto non c è, ma brevemente ci auguriamo che ci sarà uno sportello. * Esce Barnini presenti 19 (magg.14 min. 5) Parla il Consigliere Cioni: Sì, sono contento che sia stato sollevato il problema e la amministrazione tenti di risolverlo in qualche modo.

3 Io sinceramente vi dico a parte il discorso di dovere andare in Tribunale, penso che le possa fare, alcune cose, anche il funzionario comunale, come accetta che si faccia la firma su alcune cioè di autenticare la firma su alcune cose, non credo che sulle altre ci siano delle differenze notevoli. (intervento fuori microfono) Parla il Consigliere Cioni: Ho mandato anche una specie di convegno che avevano fatto gli Avvocati per fare vedere che non è tanto il discorso di quello che c è scritto sopra, quanto la.. poi in fondo la autenticità di una firma vuole dire andare a firmare un foglio davanti a qualcuno e quello lì dice che quella lì è la mia firma. Va beh comunque se lo fa il Tribunale a me non mi interessa, facevo per semplificare le cose per tutti. Lo stesso la perizia giurata, perché capisco che si possa fare dal notaio, il notaio naturalmente prende i soldi e costa, però per esempio c è il sabato un notaio che mi io i due sabati consecutivi ho provato a vedere se i notai c erano nei loro studi, nel contorno di Empoli, Vinci, etc., i notai non erano disponibili, avevano tutti la segreteria telefonica che diceva di rivolgersi io lavoro, scusami, perché non devono lavorare i professionisti, ognuno lavora quando gli pare! Mica per nulla! I notai sicuramente potrebbero fare come le farmacie, fanno uno a disposizione a rotazione e lo fa. Sennò qui si fa il.. le cose difficili quando non sono. Ecco Anche te sei per non fare lavorare il sabato (intervento fuori microfono) Parla il Consigliere Cioni: Va beh, io dico sinceramente l altro giorno per due o tre sabati io ho fatto il giro di telefonate a tutti i notai per vedere se c erano. E vi dico sinceramente che non c era nessuno. Per cui il sabato ci sono Come? (intervento fuori microfono) no, non avete capito che cosa vuole dire servizio ai cittadini, mi dispiace che venga da questi banchi questa ripresa! Scusatemi, servizio ai cittadini vuole dire che si fa un servizio ai cittadini! Insomma, non c è verso, forse, non vanno molto bene le cose perché non riuscite a arrivare fino in fondo a quello che è la richiesta di un cittadino di servizio ai cittadini, che cosa vuole dire servizio ai cittadini. Mi piacerebbe, se il pronto soccorso dicesse non si lavora più il sabato! Ma è uguale, alcuni servizi sono uguali, non dico come pronto soccorso, ma in qualche modo servono! E si può perdere qualche cosa se non si fanno in determinati momenti e in determinati tempi. Per cui mi dispiace per voi, ma l assessore mi ha risposto in modo esauriente, io spero che si arrivi pesto a avere questo ufficio, ricordiamoci di starci dietro per farlo, perché al cittadino una perizia giurata, per esempio, fatta a Firenze, andare a Firenze e uno perde una mattinata! Quindi se fate conto di quanto costa un professionista poi vedete quello che viene fuori, come servizio al cittadino. Che è una cosa che si può fare risparmiare. PUNTO N. 4 INTERROGAZIONE U.D.C. SU INQUINAMENTO ARIA E INSTALLAZIONE DI DUE CENTRALINE DI RILEVAMENTO. Parla il Consigliere Gracci: Sì, grazie Presidente, brevemente anche questa qui, perché Avevamo una centralina piazzata qui nella zona di Via ***, dietro al vecchio ospedale di Via ***, non c è più, e appunto visto ora anche l incremento del traffico nel raddoppio del ponte sull Arno, con la ristrettezza della strada, con la pista ciclabile e quindi con una affluenza e un conseguente ristagno di macchine maggiore nella zona che viene verso il centro di Empoli, chiedevamo appunto attraverso questa interrogazione la possibilità di installare un paio di centraline, una in Piazza Guido Guerra, e anche lì nella nuova rotatoria che deve essere ancora sistemata, e un altra nel polo scolastico, perché anche quella è una zona a alta densità di traffico, visto che c è anche il centro commerciale e dove è frequentata anche da tanti studenti e quindi ci sembrava giusto che anche lì fosse sistemata una centralina per il rilevamento delle polveri, grazie. Parla l Assessore Balducci: Sì, grazie Presidente. Leggo la nota dell ufficio e poi faccio anche una considerazione personale diciamo. Allora con il recepimento della direttiva delle normative europee, con il decreto legislativo 155 del 2010, in materia di rilevamento valutazione della qualità dell area sono state introdotte sostanziali novità in merito al numero, tipologia e stazioni di misurazioni, gestite non più su base provinciale, come erano prima e come era stata installata la vecchia centralina che avevamo, ma su scala regionale, e legate alla ripartizione del territorio in zone omogenee dal punto di vista delle fonti di inquinamento, delle caratteristiche meteo climatiche e del grado di ubicazione.

4 Quindi in tutto la regione, diciamo, dalle iniziali 97 centraline che c erano, poi ridotte a 80, adesso la rete regionale ne comprende soltanto 32 e questo per una rimodellazione generale e sicuramente anche per una questione di costi nel mantenimento. Quindi il comune di Empoli è stato inserito nella zona del Valdarno Pisano e della Piana Lucchese, per la quale sono state individuate 4 centraline di rilevamento, tra cui appunto quella di Capannori, quella di Santa Croce, anzi due a Santa Croce, escludendo però quella appunto nostra di Via Ridolfi. Poi l ufficio dice inoltre va precisato che la centralina di Via Ridolfi era una stazione *** locata a bordo strada per la definizione dei livelli *** di inquinamento atmosferico, utili a definire l esposizione di particolari categorie di persone al traffico per una buona parte della giornata, ma non rappresentativa dell esposizione di una persona media, che può lavorare *** in un edificio lontano dalla strada. Quindi quello che ci dice sostanzialmente è che le centraline avevano il difetto di andare a fare misurazione puntuali chiaramente in quella zona della città, ma che non erano chiaramente esaustive, ma facevano media con le altre centraline che erano ubicate in provincia. Per la precisazione appunto la disponibilità di centraline permanenti, dunque non sempre garantisce una adeguata valutazione della qualità dell area del proprio territorio comunale, la nuova normativa ha quindi disciplinato anche l uso di laboratori mobili che possono sostare in punti specifici del territorio. Nell arco di alcune settimane, per avere un quadro più dettagliato della situazione, infatti diverse amministrazioni provinciali collaborando con Arpat, che è quella che più naturalmente dovrebbe gestire questo tipo di impianti, possono dare risposte più puntuali anche ai cittadini. Cioè diciamo la valutazione, e vengo alla parte più, diciamo, dell idea che mi sono fatto, è che effettivamente una centralina, quella lì era fuori dalla rete delle centraline regionali, quindi aveva poco senso, se *** carico del comune, che quella venisse mantenuta, queste centraline hanno dei costi abbastanza importanti e adesso sono anche un pochino superate dalla tecnologia e infatti appunto come anche l ufficio suggerisce forse sarebbe meglio pensare strumentalmente più mobili e quindi non tanto a andare a ubicare in alcune parti della città, come giustamente sottolineava anche il gruppo consiliare che ha presentato l interrogazione, che hanno più magari intensità di traffico, ma forse sarebbe più opportuno andare a misurare in modo più mobile varie parti della città. Su questo diciamo ci siamo, abbiamo interrogato anche Arpat, che poi sarebbero loro effettivamente che dovrebbero gestire questa operazione, diciamo non posso prendere un impegno preciso, perché poi anche con loro questo avrà sicuramente, ci sarà sicuramente un accollo di spese da parte del comune e quindi si dovrà verificare, effettivamente, quanto sia oneroso anche da parte nostra e appunto quali siano le condizioni per cui Arpat mette a disposizione i propri servizi, per dirne per esempio una ancora non siamo certi che le che un eventuale furgone mobile per la rilevazione della qualità dell aria sia, per esempio debba essere a carico del comune o possa essere fornito dalle strutture che già la provincia, per esempio, ha a disposizione, l Arpat provinciale ha a disposizione o meno. Quindi più che andare a ubicare centraline fisse la soluzione potrebbe essere quella di fare centraline mobili a disposizione che possono girare un pochino di più. Questa operazione chiaramente ha dei costi che ancora mi riservo di valutare, perché anche le restrizioni economiche di questo periodo non è bene non fare promesse prima di sapere se poi effettivamente questi soldi ci sono insomma. Parra il Consigliere Cioni: Il.. fatto è che i cittadini fino a poco tempo fa avevano la possibilità di leggere alcuni parametri che riguardavano la qualità dell aria a Empoli, ora non si leggeranno più! Quindi io credo che si alle centraline mobili, a parte che se poi non un posto non è buono si possono andare a portare in un altro posto, quindi a me dice sinceramente mi va bene il mobile, per avere dei valori istantanei in alcuni punti, specialmente quando c è bisogno di valutarli, però permettetemi di dire anche che quelle fisse, specialmente in alcuni particolari, bisognerebbe che ci fossero. E specialmente nelle zone scolastiche. Scusate, ma noi abbiamo una rappresentanza di scuole che riguardano tutto il territorio, e anche oltre al territorio dell unione dei comuni, che vengono a scuola a Empoli, è possibile che noi non si garantisca a queste persone una qualità dell aria che in qualche modo dovrebbe essere giusta e valida? Rispetto a una qualità di cui non si sa bene quello che succede! Io capisco che si possa viaggiare con il furgone da una parte all altra del territorio comunale, posso andare a cercare posti più o meno inquinati, ma anche e questo mi può servire in certi momenti per valutare o avere riscontri su determinati tipi di emissioni, ma quella fissa, che è in punto, e che in qualche modo mi preserva le persone che stanno intorno, da eventuali problemi, io credo che sia una cosa giusta e non vada bene il fatto di metterle tutte trasportabili. Seconda cosa non ho più dei parametri vicini al luogo dove io voglio, perché non li posso leggere più, mentre prima si leggevano e trovavano parametri di inquinamento, PM10, polveri sottili, tutti quelli che noi volevamo, attualmente non si possono, o si leggono malissimo, si leggono per dei punti dove forse noi non abbiamo bisogno di leggerli ecco. Quindi come? No, c era, non lo so se c è sempre, la legge prescrive che quando superano per tot periodi dell anno un certo valore voglio vedere come fanno a valutare questi periodi dell anno dove superano un certo valore! Ecco, quindi si fanno le leggi però poi si sgarra dicendo che non conviene, perché si mettono trasportabili e in questo modo si va a valutare qualche parametro che sicuramente non è valido per quel luogo lì. Ce ne erano due a Montelupo, mi ricordo, oltretutto dopo parleremo del discorso della valutazione anche a Montelupo, e non capisco perché Empoli, dove naturalmente ci sono tutte le scuole, non ci sia la possibilità di installare una centralina per valutare quanto sia l inquinamento in questa zona.

5 Ecco, questo sinceramente è una cosa che non che mi dia noia, ma che ritengo che una città come Empoli dovrebbe avere, dovrebbe metterlo in rete, siccome le centraline costano, capisco, però attualmente possono essere tarate per Via Ratio con wi fi o roba del genere per avere risultati addirittura all ufficio tecnico, o in casa dei cittadini se si mette sul portale del comune, io credo che a questo punto si potrebbe tranquillamente dire ai cittadini guardate, siamo attrezzati e vi si dà la possibilità di leggere quanto è l inquinamento dell aria oggi. Ecco, io credo che molto probabilmente qualche persona che potrebbe avere problemi di asma, bronchi, di varie cose, in questo momento leggendo il resoconto sulla sul portale del comune potrebbe avere anche dei vantaggi. Bene, grazie. Allora scrutatori Cioni, Bartalucci, Bacchi. Bene, allora iniziamo con i punti. * Alle ore 20,50 entra Fruet presenti 20 (magg.14 min. 6) * Rientra Barnini presenti 21 (15/6) * Esce Bacchi presenti 20 (14/6) * Alle 20,55 entra Bini presenti 21 (14/7) * Rientra Bacchi presenti 22 (15/7) * Alle ore 20,00 entra Petrillo presenti 23 (15/8) PUNTO N. 5 APPROVAZIONE VERBALE CONSIGLIO N. 18 DEL * VOTAZIONE * Presenti 23 * Favorevoli n. 19 * Contrari n. 0 * Astenuti n. 4 (Gaccione, Bini, Petrillo, Sani) PUNTO N. 6 APPROVAZIONE VERBALE CONSIGLIO N. 19 DEL * VOTAZIONE * Presenti 23 * Favorevoli n. 17 * Contrari n. 0 * Astenuti n. 6 (Bianchi, Fruet, Gaccione, Bini, Petrillo, Sani) PUNTO N. 7 APPROVAZIONE VERBALE CONSIGLIO N. 20 DEL * VOTAZIONE * Presenti 23 * Favorevoli n. 17 * Contrari n. 0 * Astenuti n. 6 (Bianchi, Fruet, Gaccione, Bini, Petrillo, Sani) PUNTO N. 8 APPROVAZIONE VERBALE CONSIGLIO N. 21 DEL * VOTAZIONE * Presenti 23 * Favorevoli n. 18 * Contrari n. 0 * Astenuti n. 5 (Bianchi, Gaccione, Bini, Petrillo, Sani) PUNTO N. 9 APPROVAZIONE VERBALE CONSIGLIO N. 22 DEL * VOTAZIONE * Presenti 23 * Favorevoli n. 18 * Contrari n. 0 * Astenuti n. 5 (Bianchi, Gaccione, Bini, Petrillo, Sani) PUNTO N. 10 APPROVAZIONE VERBALE CONSIGLIO N. 23 DEL * VOTAZIONE

6 * Presenti 23 * Favorevoli n. 18 * Contrari n. 0 * Astenuti n. 5 (Bianchi, Gaccione, Bini, Petrillo, Sani) PUNTO N. 11 MOZIONE DEI GRUPPI: I.D.V., M5S, CITTADINI PER MARCONCINI SINDACO, P.D.L., RIFONDAZIONE-COMUNISTI ITALIANI, RELATIVA A PROPOSTA DI PROGETTO SPOSTAMENTO UFFICI COMUNALI IN ALTRO IMMOBILE DI PROPRIETA COMUNALE. Parla il Consigliere Petrillo: Illustrazione veloce, visto che questa è la stessa identica mozione che abbiamo discusso non più tardi di un mese fa e come dicemmo in quella seduta Presidente c è un Brusio che non si riesce a no dicevo una illustrazione brevissima, perché questa è la stessa identica mozione che abbiamo discusso non più tardi di un mesetto fa e come abbiamo annunciato in quella occasione abbiamo ripresentato per un semplice motivo, questa è una mozione che come c è scritto anche nel testo riprende una idea che sia il gruppo cittadini Marconcini, movimento 5 Stelle, Italia dei Valori, PDL e Rifondazione Comunista, io in questo caso parlo per me no, nei firmatari il PDL non così no, scusa, c è anche il PDL sì, però in questo caso parlo per il sottoscritto, è una idea che abbiamo sempre avuto, da almeno 10 anni, cioè quello di liberarsi del costo dell affitto di quella parte di sede che non è di nostra proprietà. Quindi facemmo questa mozione proprio sulle ali di quello che la Cons. Barnini, si può fare nome e cognome, più che altro perché no, non è un reato, soprattutto nelle vesti di candidata alle primarie del Partito Democratico per la carica di sindaco rilanciava sui giornali, quindi noi abbiamo fatto questa mozione, che fu bocciata, stranamente, visto anche la posizione di Barnini in merito, e quindi decidemmo di ripresentarla proprio per trovare una sponda in questi banchi, affinché questa mozione possa trovare un voto favorevole, quello lo annunciammo in fase di discussione che la avremmo ripresentata, perché Barnini in quella occasione era assente per altri impegni politici, mi pare, quindi la abbiamo ripresentata sperando in sorti migliori per quanto riguarda il voto in Consiglio Comunale. Grazie, ci sono ah, subito? Barnini, prego. * Alle 21,10 entra Dimoulas presenti 24 (magg. 15 min. 9) * Alle 21,15 entra Lavoratorini presenti 25 (15/10) * Alle 21,30 entra Borgherini presenti 26 (15/11) Parla il Consigliere Barnini: Intervengo subito perché (interruzione di registrazione) mi sentite? Si sente? Sì, dicevo correggetemi se sbaglio, ma mi risulta che in quella seduta di Consiglio Comunale, a cui io purtroppo non potevo rimanere, ma il Consiglio Comunale abbia comunque discusso questa mozione, o mi sbaglio? Ah, ecco, quindi no, nel senso che io credo che.. mi fa molto piacere se si ridiscute a beneficio del fatto che io possa ascoltare di viva voce, diciamo così, gli interventi e le opinioni di tutti i gruppi consiliari su questo argomento, ma io lo avevo fatto l intervento prima di andare via, è questa la differenza! Io l intervento prima di andare via lo avevo fatto, quindi o no? Bene, ah, allora si sbobina, non so se era tra i verbali già arrivati, ma si sbobina l intervento dell altra volta e si riascolta, se invece è per ascoltare i vostri a me avete fatto un grandissimo piacere per ripresentarla, così li posso ascoltare. Quindi la sintesi del mio intervento dell altra volta la rifaccio anche questa sera, che io sono una dei candidati, per ora l unica che si è fatta avanti, ma insomma, alle primarie, il PD ha scelto come strumento per selezionare il prossimo candidato sindaco le primarie, quindi io non sono, come dire, il verbo incarnato, esprimo delle opinioni, che al momento sono opinioni che ovviamente trovano un seguito, del consenso, dentro al partito, fuori dal partito, trovano anche dissenso, come è normale che avvenga in democrazia, per cui trovo difficile che questo Consiglio Comunale da qui alle elezioni amministrative, che si terranno se non sbaglio il 25 maggio, possa discutere tutte le proposte che emergeranno sulla stampa nei prossimi mesi, mi sembrerebbe alquanto complicato. Mi sembra che il voto che aveva espresso il mio gruppo fosse abbastanza chiaro, su questa mozione, per cui se vogliamo si rifà da capo io vi ascolto d'avvero attentamente, perché ma interessa, sennò il voto c è già stato l altra volta e ci si può anche fermare qui. Bene, ci sono altri? Altri interventi? Fruet, prego. Parla il Consigliere Fruet: Bah, io non mi ricordo quello che è stato detto l altra volta né se eravate favorevoli o meno, sennò dovevate darmi il verbale. Io è per dire questo, oggi quando tutto, con una legge anche del governo attuale, dicono di riguardare i parametri dell affitto e di pagare meno, credo che sia più che giusto, però non riesco a capire una cosa, in base alla legge viene fatto,

7 quanto vale l affitto, allora tanto, ma quanto vale? C è la domanda e l offerta, e non si vede perché nelle pubbliche amministrazioni non debba valere la domanda e l offerta. Vi spiego un caso specifico. Un mio amico ha uno stabilimento, uno stabile, viene affittato dalla Telecom, otto anni fa, buon prezzo di affitto, i tempi viaggiavano, oggi che dove ci andava un armadio ci va una cassettina cosa, *** dice va bene, hanno disdetto parecchi affitti, non ci vanno più, a questo mio amico hanno detto senti, o ci fai una riduzione di affitto o andiamo via. Tratta un pochino, accetta il 50, poi addirittura la Telecom gli dice se vuoi ti si dà il 60% dell affitto, sennò togliamo tutto e andiamo via. Ora io non vedo perché non si possa fare uguale con il proprietario di qua, siccome l affitto per noi, per quanto si è visto, è troppo caro, non gli si possa dire, senti amico, se vuoi riduciamo l affitto del 40, 50 per cento, andiamo a vedere i momenti, se vuoi è così, sennò gli uffici noi li mettiamo in un altro posto, in edifici di proprietà comunale. Non vedo perché non si possa fare. Già gli uffici sono mezzi staccati, l occasione è stata persa anni fa, quando si propose, era il primo anno che c era il sindaco ***, perché *** comprava lì dove c era la Vetreria in Via Ricasoli e Via Curtatone e Montanara in modo da farci il nuovo comune, la stazione dei Carabinieri, farci delle belle proprietà private, le villette da vendere e guadagnare, non è stato fatto, non si sa perché, i misteri sono sempre molti, ma qui in questo caso non c è da fare sì che tutti quelli, e quindi tutti noi che abbiamo fatto e quindi sentire la candidata forse futura sindaco Barnini, che è d accordo, allora non vedo però perché bisogna stare a certe regole. Noi bisogna dire, come fanno già i privati ora, o mi *** o ti do tanto io chiudo, qui ancora più facile, se se ne va il comune di questo palazzo vecchio che cosa se non fanno gli altri, o ti si dà tanto o ti arrangi, tanto i lavori li ha fatti il comune, tutte le cose diciamo la responsabilità *** impianti elettrici sono del comune, il riscaldamento è del comune, anche se non è giusto, se gli si dà quello che ci pare se lo prende bene, sennò ce ne andiamo, sarebbe da fare lo stesso anche per poco, ma per non smobilitare, bisogna vedere quanto ci costa smobilitare, facciamo un calcolo e diciamo noi ti diamo il 60% meno, come fanno tanti privati ora, c è chi chiede addirittura la riduzione dell affitto, poi dopo smette anche di pagarlo perché le cose purtroppo non vanno come vanno, non vedo perché lo debba fare il comune ancora maggiore che se si propone il comune di dire ti do il 60% dell affitto di prima e te lo accetti almeno quello sa che non lo perde, come succede purtroppo nel privato, quindi mi pare una proposta molto sensata, firmata da tutti i consigli dell opposizione, ma a quanto pare d accordo anche il PD, che non si debba andare che non debba essere una futura, proprio, una diciamo che non faccia parte del programma anche del futuro sindaco PD, anche di fare sì di ridurre notevolmente gli affitti a favore di socialità, etc. Comunque noi apprezziamo molto questa mozione presentata. Parla il Consigliere Cioni: Io sapete come la penso, dalla mozione dell altro giorno sicuramente dico che il comune deve rimanere qui, nel centro di Empoli, anche perché aleggiano delle proposte, diciamo, io le chiamo proposte, non so se siano vere, però vengono dette, di un altra zona, e il Piano regolatore generale glielo permetterebbe, di un altra zona commerciale piuttosto grossa dalla parte est, dove era prevista in effetti anche prima. Ma ci pensate Empoli che ha già dei problemi nel suo essere riconosciuta come giro d Empoli, se gli si porta via anche la sede comunale come rimane? Questa è una domanda che bisognerebbe che tutti si facessero e guardate non è tanto di portarlo anche in Piazza 24 Luglio o nell ospedale vecchio, è proprio una questione di tenere la nostra sede all interno del Giro d Empoli e naturalmente in questo palazzo è sempre stato poi qualche cosa di civico, nel senso del comune o di altre mansioni che noi bisognerebbe incrementare e valutare bene prima di poterlo lasciare. Io riguardo a quello che dicevo prima già abbiamo avuto, con la perdita della Coop a Empoli e con la apertura del grosso.. della grossa struttura là a Santa Maria, un decremento di quello che era il giro d Empoli, una perdita commerciale nei negozi di valore, perché sicuramente i negozi che ci sono attualmente non hanno la struttura di quelli che c erano prima e che in qualche modo rendevano Empoli con una certa attrattiva, anche dai comuni limitrofi, io credo che il portarlo via, e poi con le voci che corrono di fare un nuovo centro anche da quell altra parte, sinceramente il nostro centro storico diventerebbe qualche cosa di non bello da vedere. Ho saputo anche che per esempio il fondo della farmacia Castellani verrà diviso in tre, quindi abbiamo un altro negozio che non avrà più la sua struttura qualificata che aveva prima la farmacia, ma avremo altri tre negozietti che in qualche modo renderanno ancora meno bello il la nostra città. Quindi e specialmente il centro storico. Quindi il fatto stesso di andare in uno stabile comunale può servire per qualche parte degli uffici che non stanno all interno di questa di questo fabbricato, però sinceramente io ritengo che l andare via da questo punto voglia dire perdere un qualche cosa che Empoli ha e che deve mantenere per restare e vedere di fare in modo di aumentare quello che è la attrattiva della città. Grazie, ci sono altri? Consiglieri? Chiudiamo? Sani prego. Parla il Consigliere Sani: Grazie Presidente.

8 In questo Consiglio Comunale ci sono interventi ciclici, quello del Cioni è uno di questi, e probabilmente anche io se volessi ne potrei fare un altro ciclico che feci dopo il suo. Poi si presentò un emendamento e si disse teniamolo in centro comunque, visto che mi pare un errore di logica, sia toglierlo dal centro, ma anche un errore di conoscenza degli edifici che abbiamo, se come il Cons. Cioni ci dice andiamo a creare un altro polo, ora Palazzo di esposizione credo che sia in centro, ma se vogliamo fare ancora più centro c è l ospedale, C è Palazzo Ghibellino, Palazzo Pretorio, ci sono gli uffici dell ex Sert, tutto il centro Trova Amici, gli ex bagni pubblici, cioè se c è una cosa che la biblioteca, il magazzino del sale, se c è una cosa che non ci manca sono gli edifici in centro, credo che sia l unica cosa che non ci manca. Mi verrebbe da metterci un anzi, però se si sapessero valorizzare sarebbe anche importante averli. Allora io ho rifirmato questa mozione perché credo che sia un punto fondamentale per capire quello che si vuole fare, quello degli affitti è un problema che non è solo nostro, è un problema che è su tutta Italia, tanto più che chi un pochino più svincolato ha provato a metterci un attimo le mani ora c è insomma, anzi c è stato, diciamo così, perché tra mille proroghe in cui era stato inserita una norma per la recessione rapida, trenta giorni addirittura, cioè era ipotizzabile che noi si dicesse al proprietario di questo stabile, guarda c è questa nuova cosa, ce ne andiamo e ti diamo trenta giorni di preavviso. Poi cosa che viene è stata probabilmente non era neanche stata pubblicata in gazzetta, arriva il Decreto Salva Roma, dove il Partito Democratico infila un emendamento che nega quello che avevamo detto prima, segno evidente che probabilmente gli affitti piacciono a una parte politica, piace pagarli, probabilmente perché con quelli si organizza, diciamo così, il territorio, mettiamola così. Noi questa cosa non ce la abbiamo, quindi quello che dobbiamo organizzare sono le proprietà del comune, le nostre proprietà, e come ho detto prima non ci mancano sicuramente, in una riorganizzazione che io ho sempre sostenuto quando facevamo anche gli incontri con l ordine degli architetti e via dicendo, bisogna riorganizzarli vedendoli nel loro complesso, in maniera globale, quelli incontri sono finiti, di che cosa si farà dell ex palazzo del Sert se ne parlerà tra 4 anni e mezzo, di qui a 4 anni e mezzo, e tra 4 anni e mezzo il palazzo del comune sarà qui se la maggioranza resterà questa, e questo è abbastanza sicuro, sono ho trovato interessante anche.. no, che la maggioranza, se la maggioranza resta questa che tra 4 anni si sia a rifare questa discussione, la città sia a rifare questa discussione, io sono abbastanza convinto di non sbagliarmi. Però trovo abbastanza interessante anche la chiave di lettura per cui quella era una intervista, beh, insomma, ci troviamo in un momento in cui siamo qui a fare la politica, a commentarla dallo spioncino della porta, si commentano di aggiornamenti facebook, io per primo, non mi tiro indietro a questo, però poi c è un momento in cui le cose si fanno negli organi appositi, il Parlamento per parlare, per esempio, della legge elettorale e il Consiglio Comunale per parlare degli affitti del comune. Quindi per questo credo che una presa di posizione del Consiglio Comunale, su questo particolare argomento, metta gli uffici e la giunta, che per ora è anche espressione, ovviamente, della maggioranza del Consiglio Comunale, gli strumenti in mano per poter andare a trattare veramente con quelli che sono i proprietari di questo stabile, perché se noi ci rifugiamo nella logica per cui sarebbe tanto bello andare via, però noi di qui non ci muoviamo, facci un pochino di sconto, che poi è anche aumentato nel frattempo l affitto, ovviamente si torna lì, non verremo mai via, per avere un potere contrattuale con l attuale proprietà bisogna che il Consiglio Comunale prenda una posizione, e che la posizione è di andare a cercare e di andare a avere la possibilità di dare mandato alla giunta di uscire da questo edificio, è l unico modo che abbiamo per poterlo poi per poter poi dire abbiamo qualche cosa in mano, un potere contrattuale, attenzione, anche per fare tutte le fantasie che diceva Cioni. Per questo la mozione secondo me resta interessante anche se c è un errore, che nel frattempo abbiamo cambiato anno, ma resta comunque sia interessante, non è un problema a questo punto di un mese più o un mese meno, è un problema di dare alla giunta un carico in mano, se veramente la volontà fosse quella di andare o a trattare, per questo affitto, che come sapete sono diminuiti un pochino in tutta Italia, o appunto andare, se non si trovano le condizioni economiche, a sfruttare quello che nella legge, comunque sia, è rimasto un qualche cosa che ci consente di snellire le procedure, anche a dire no, questi soldi che sono soldi pesanti, stiamo parlando di 312 mila e 500 Euro l anno, sono un milione di Euro in tre anni, li vado a investire su un edificio di proprietà mia e come ho detto li abbiamo, per andare a fare una organizzazione differente di quella che è la mia macchina comunale, perché peraltro, così divisa su tre sedi io dubito anche che riesca a funzionare al meglio. Quindi qui non c è scritto di dire andiamo via entro tre mesi, però questa, una presa di volontà forte del Consiglio Comunale è una arma, che noi possiamo giocare, vediamo. Grazie, noi voteremo a favore. Parla il Consigliere Bini: Grazie Presidente. Inizio con una battuta, collegandomi a quello che diceva Sani, se questa amministrazione non funziona con tre sedi ora il modello della amministrazione che mi pare sia portato come esempio da tutta Italia è quello di Firenze, credo che ne abbia un centinaio di sedi, quindi evidentemente o non funziona anche quella amministrazione, e io purtroppo penso che sia così o evidentemente c è qualche errore di altra valutazione. Ma al di là delle battute questa mozione noi la abbiamo sottoscritta perché pone il consiglio davanti a una riflessione che non si può fuggire, perché non si può dire delle cose in campagna elettorale e poi sostanzialmente in Consiglio Comunale trincerarsi dietro al fatto che le mozioni le presenta l opposizione, siccome l opposizione è sporca e cattiva, una volta nei

9 film western c erano i messicani, qui c è l opposizione sia essa di qualunque tipo, che chiaramente presenta le mozioni, anche se siamo d accordo per principio queste vengono respinte. Io credo che questa questo modus operandi sia come dire un atteggiamento che non fa, non dà ragione a questo Consiglio Comunale io credo anche per la responsabilità stessa con cui l opposizione di diverso tipo, ognuno chiaramente rende conto per se, però io mi sento di affermare a prescindere anche dalla propria collocazione, ha affrontato una discussione così difficile e complessa come quella del regolamento urbanistico, dove nessuno si è sottratto alla volontà di discutere nel merito, anzi, io credo che ci siano stati interventi il più possibile qualificati, ma contemporaneamente non si è neanche fatto ostruzionismo in questa aula, perché altrimenti invece che metterci otto, nove Consigli Comunali, quanto ci si ne è messi, ci si poteva stare anche venti Consigli Comunali a discutere il regolamento urbanistico, proprio perché era interesse di tutti fare una discussione nel merito di alcune cose principali che diciamo avevano un peso più politico all interno di quella discussione. Quindi mentre da un lato tra l altro sbandierandolo anche nei comunicati stampa, si paventava un presunto ostruzionismo da parte delle opposizioni, dall altro non appena le opposizioni presentano una cosa che è condivisa invece dalla stessa maggioranza si dice no, va beh, niente, tanto non si può approvare perché la presenta l opposizione. Cioè mentre da un lato si chiede la responsabilità dell opposizione, che appunto sono opposizione e non il governo della città, dall altro lato quando le opposizione presentano una cosa che non dico ragionevole, perché è evidente che io la ritengo tale, altrimenti non la avrei sottoscritta, ma che si condivide, si dice non si vota, perché tanto la presenta l opposizione, perché tanto il presupposto è o si fa uguale o si cambia una virgola, come stesso è successo e ho visto fare in questi 9 anni di consiliatura, la precedente e questa, o si cambia una virgola e quindi si dà un contentino e sostanzialmente si dice che si è fatta una cosa diversa, ma in realtà si è dato pieno mandato a quello che diceva una mozione presentata dall opposizione e così via. Io credo che questo sia un modo di ragionare e di operare all interno di questo Consiglio Comunale che è profondamente sbagliato, perché questa mozione ovviamente sicuramente non è la panacea di tutti i mali, però pone un quesito a cui mi pare palese che non solo giustamente il candidato Barnini del Partito Democratico abbia detto di essere d accordo pubblicamente, in una iniziativa pubblica, ma mi pare di buonsenso pensare al fatto, tra l altro questa discussione si è fatta anche a margine del recente bilancio 2014 che abbiamo approvato, mi pare di buonsenso pensare che in una situazione di difficoltà finanziaria come questa, per le amministrazioni locali su cui è inutile ritornare in questa fase di chi sono le responsabilità, dei patti europei e di chi la interpreta in modo come sappiamo, e quindi evidentemente dei governi nazionali che ci sono, in primis Monti e l attuale governo Letta, che sono governi nefasti per questo paese, ma aperta e chiusa la parentesi, chiaramente c è una situazione di oggettiva difficoltà finanziaria per le nostre amministrazioni, abbiamo degli immobili di proprietà pubblica che sono sostanzialmente non utilizzati, io si citava quelli.. i contenitori all interno del centro, io ridico una cosa che ho già detto quando si discuteva del bilancio, che cosa ne facciamo noi del vecchio Tribunale in Via Raffaello Sanzio, quell immobile lì che finalità ha all interno della valorizzazione del patrimonio immobiliare dell ente? Perché noi quando abbiamo discusso il bilancio della amministrazione 2014 abbiamo discusso di tutta una serie di opere pubbliche, di piani di alienazioni, di valorizzazione del patrimonio immobiliare, peccato nella relazione previsionale e programmatica mancasse, per esempio, che cosa si fa noi con un contenitore importante come quello, non c è critto da nessuna parte. Io capisco che le primizie si debbano lasciare alla campagna elettorale, così che il candidato sindaco poi le possa dire in campagna elettorale, però è altresì evidente che non si può girare intorno a un dito, perché non si può lanciare il sasso sulla stampa, poi presentarsi qui e un pochino trincerandosi dietro al fatto che siano presentate dall opposizione e un pochino perché nelle pieghe del bilancio si pensa che nessuno vada a vedere che appunto nulla si è detto a riguardo di questi contenitori, poi alla fine nessuno si accorge, passa tutto in cavalleria e poi si fa la campagna elettorale sulla stampa. È evidente che questo non può essere, perché ripeto ci sono dei contenitori che la amministrazione ha non utilizzati a fianco del fatto che la nostra amministrazione spende per l appunto 312 mila e 500 ero l anno per questa sede del comune. Quindi è evidente che questa, una situazione come la presente, non è accettabile, ma è una cosa di buonsenso, che io credo prescinda dal fatto che appunto ci si sieda nei banchi di maggioranza e di opposizione, più cui è una cosa peraltro condivisa anche dai banchi della maggioranza, su cui io non capisco quale sia l ostilità a volere continuare a preservare una sorta di purezza nei confronti dell opposizione per dire noi siamo pregiudizialmente contrari. Dopo farò quindi una proposta a riguardo. Mi permetto di dire anche un altra cosa, io condividevo anche quello che diceva Cioni a margine del bilancio, ovvero al fatto, e in questo caso io per esempio la penso in modo parzialmente diverso da quello che diceva Sani, penso per esempio che l idea della permuta fosse una idea del tutto sensata, perché è evidente che qui dentro la amministrazione è radicata, c è una bella sala consiliare, ci sono gli uffici, sono state fatte opere di ammodernamento infrastrutturale dell edificio, è stata messa l aria condizionata dopo anche come dire annose questioni sindacali, immagino da parte degli operatori che si trovavano al terzo piano, 35 gradi di estate, quindi io credo che questa situazione noi non è che si possa fare finta che noi si è ristrutturato l immobile poi si va via e arrivederci e grazie. Io credo che questa potrebbe essere una ipotesi da prendere in considerazione, cioè verificare se con la proprietà, che ricordo fa sempre parte di una di quelle proprietà note ai a chi frequenta queste sale consiliari, evidentemente si possa verificare la possibilità di permutare l edificio della amministrazione comunale, che è uno dove noi abbiamo sede, dove hanno sede gli uffici, e che non avrebbe senso traslocare in un altro edificio pubblico, in cambio di un altro contenitore a oggi vuoto, che la amministrazione possiede, evidentemente con un conguaglio economico, a favore, contro, a credito, a debito, io questo non lo so, però mi parrebbe anche questa una operazione di buonsenso, e ripeto, tra l altro aveva anche proposto Cioni, quindi non è che ne rivendico la paternità, però mi sembrava una cosa, come dire, di buonsenso.

10 Quindi facendo seguito a questa riflessione io poi lo posso anche formalizzare per scritto, però l invito che faccio non so se gli altri firmatari della mozione sono d accordo, è a modificare il dispositivo, tra l altro fallace là dove si dice 2013, perché lo ricordava Sani la mozione è stata scritta appunto a fine dello scorso esercizio, a modificarla nel senso di dire che noi ci impegniamo a fare sì che la amministrazione, diamoci un tempo, non è che lo voglio fare in modo blando per non dare una scadenza, entro la fine del mandato presenta un piano, all interno di cui prevede il superamento e l attuale pagamento del canone di affitto all attuale proprietario di 312 mila e 500 Euro, in modo tale che noi si arrivi alla fine esercizio, a fine, scusate, del mandato elettorale, e ci si presenta agli elettori in modo tranquillo, cioè si è detto se siamo d accordo o se siamo contrari, io non voglio mettere scadenze, un mese, due mesi, diciamo da qui a fine mandato, da qui a fine mandato siamo d accordo a dire si supera il fatto, cioè ci si impegna a fare sì che la amministrazione questo affitto non lo paghi più, la forma stabiliamola insieme, io non voglio dicevo quella della permuta, ce ne possono anche essere altre, si può anche andare via di qui, a me sembra più sensata la permuta, e concludo Presidente, però se siamo d accordo io vorrei uscire da qui votando questa mozione, perché mi parrebbe, come dire, una cosa a parte di buonsenso per la città, però se siamo d accordo sulla mozioni, e sono d accordo tutti qui dentro, io non capisco perché si debba continuare con il solito teatro per cui siccome la presenta l opposizione si vota contro! Grazie Presidente. Parla il Consigliere Gracci: Sì, grazie Presidente. Ho apprezzato molto l intervento di Gabriele, perché ha un pochino rispecchiato quello che è l esigenza che aveva manifestato anche prima il Cons. Cioni, dicendo che per noi è fondamentale che il comune di Empoli resti nel centro di Empoli, faccio un esempio, già il fatto che il comando dei vigili urbani si sia spostato nella zona lì vicino a Terrasanta, guarda non sembra, ma se il comando dei vigili urbani fosse qui molto probabilmente tutte quelle cose che stanno accadendo ora attualmente in Empoli forse ne succederebbe molte meno, cioè il fatto di avere una presenza continua della nostra amministrazione nel centro di Empoli, secondo noi, è fondamentale, poi ci potremo anche sbagliare. E siamo disponibili a votare una mozione di questo maggiore rispettando quello che ha detto ora Gabriele, cioè che si possa, da qui a fine di questa amministrazione, consiliatura, dare una risposta concreta alla cittadinanza, tutti d accordo, però è fondamentale, per noi, il fatto che si resti in centro. E la proposta che aveva ribadito Cioni l altra volta la ribadiamo con forza anche ora, se non ci sono altre possibilità, e questa ci sembra la sede giusta per rimanere nel comune di Empoli, cerchiamo in tutti i modi, attraverso la proprietà, di fare il discorso di una permuta. Magari dando qualche cosa in più, perché logicamente anche per fare una permuta i proprietari vorranno, diciamo, qualche cosa in più di riconoscimento, diamogli qualche cosa in più di valutazione per quanto riguarda altre sedi di proprietà del comune, ma che sono per noi, magari, meno indispensabili, e cerchiamo di trovare una soluzione definitiva. Noi voteremo sì a questa mozione se sarà inclusa la proposta che ha fatto ora il collega Bini. Bene, grazie *** un emendamento? Ok, perfetto, no, non è a richiesta, non è che lo posso fare io. Ah, ok, non avevo capito, seguivo quello che diceva Gracci. Ci sono altri? Borgherini, prego. Parla il Consigliere Borgherini: Grazie Presidente. No, io intervengo per cambiare verso.. no, scherzo. Intervengo per riprendere un attimo quello che ha proposto, poi ovviamente mi riservo di leggere il testo dell emendamento, ma nel nel merito non possiamo che essere d accordo e in qualche modo credo che questa proposta di Bini, ufficialmente, per l ennesima volta, rimetta la palla nel campo delle della maggioranza e in qualche modo ponga una necessità di una riflessione più approfondita su un testo che pure presentato da tutte le opposizioni, già questo dovrebbe dare un messaggio o credo abbastanza oggettivo nel merito e nel metodo, quanto meno una riflessione la debba imporre in qualche modo. Nel merito credo che vada detto e ribadito ancora una volta, e ho avuto modo di dirlo nel precedente intervento, però credo che visto niente è cambiato rispetto all ultimo intervento, non è sbagliato ribadirlo, che personalmente affrontando questa questione ho richiesto agli uffici del comune, in particolare modo al ragioniere capo ***, la determinazione e la valutazione di quanto ci costa la gestione e l organizzazione, comunque l insieme di forniture e servizi, che riguardano direttamente la gestione di tutti quelli immobili che in qualche modo vanno dal museo anzi, dagli attuali ex bagni pubblici fino a arrivare al vecchio ospedale di Via Paladini. Questa riflessione ovviamente, o credo che sia 6 mesi che ho richiesto questi dati, ancora, nonostante alcune sollecitazioni, non si sono visti né in qualche modo, nonostante le specifiche numerose mail di richiesta e numerose sollecitazioni, non è dato di sapere quanto il comune in qualche modo spende per il mantenimento di queste sedi sia di canoni di locazione che di costi di servizi, in qualche modo io credo che soltanto la struttura dell ospedale vecchio, per non essere utilizzata, non vorrei dire un anzi, sono certo di non dire una bischerata, ma per tenere aperta la struttura del vecchio ospedale di Via Paladini, il comune spende, qualche cosa come 10 mila Euro di utenze al mese, circa 120 mila Euro l anno, cosa che oggettivamente se queste strutture fossero utilizzate al 100%, ottimizzate nei loro spazi, se effettivamente ci fosse una logica nella determinazione di che cosa si va a fare in certe strutture, piuttosto che moltiplicare

11 ancora una volta, sempre di più, le sedi comunali, ovviamente potrebbe avere un senso tenerle in piedi, ma tutta questa logica, senza avere una riflessione che guardi al futuro su queste strutture, senza avere neanche chiarezza, perché io mi auguro che il ragioniere capo abbia delle difficoltà a fare queste ragionamento, cioè a mettere insieme tutti i costi, ma che in realtà non lo sappia neanche lei quanto è il costo di tutte queste strutture, perché sennò dovei capire come mai un membro di opposizione, che chiede ufficialmente da 6 mesi certi dati non li ha, questo è una cosa ancora più grave. Poi oggettivamente valuteremo come fare o meno, io questo lo ridico un altra volta, anche in presenza del Presidente del consiglio, che ovviamente dovrebbe anche farsi carico di queste responsabilità, credo anche che questi dati siano un patrimonio necessario, di tutti i Consiglieri comunali, se si vuole fare un ragionamento sensato e non di parte su queste tematiche, in cui rientra anche, ovviamente, il sostentamento, il perdurare del pagamento di un canone di locazione di 312 mila Euro l anno, pure avendo la proprietà diretta e la gestione diretta e la assunzione di costi di canone di locazione e di forniture, che soltanto per quanto riguarda l ospedale di Via Paladini è di circa 120 mila Euro l anno, soltanto di consumi, di utenze. Con tutto questo dove voglio andare a parare? Sicuramente va da se che il nostro gruppo si è sempre impegnato e ha sempre preso posizione su questo, se si vuole rilanciare il centro storico la prima cosa da non fare è portare fuori da queste 4 strade il comune, cosa che invece è stato fatto scientemente con scientemente o meno, se non è stato fatto scientemente ancora peggio, con la camera del lavoro, con altre realtà importanti, con alcuni studi medici, con tutte quelle realtà che in qualche modo in modo scientifico e irresponsabile sono state portate nel nuovo centro commerciale. Credo ovviamente che portarci pure il comune sarebbe la dimostrazione del fatto di una logica che scientemente è andata contro gli interessi di chi in qualche modo vuole vedere rinascere il centro, mi auguro che questo ovviamente non sia mai verificabile o verificato, però in tutto questo e in fondo a questo ragionamento, ancora oggi, mi auguro che ci sia una piccola assunzione di responsabilità di fronte a una riflessione che nasce in termini propositivi su questa mozione, che pone agli occhi della maggioranza un problema innegabile, che oggi non è più sostenibile il mantenimento di costi così elevati per una sede comunale che peraltro è la sede principe comunale, è la sede su cui si organizza e si concentrano tutte le direzioni dell organizzazione comunale, che quindi in qualche modo su questo tema debba essere presa una posizione, che peraltro era già un impegno di questa Amministrazione comunale una volta che si è candidata di fronte alla città, non soltanto nel programma di 5 anni fa, ma ancora di 10 anni fa, e su questo credo che anche chi innegabilmente si candida in qualche modo a guidare in futuro la città debba avere la responsabilità di assumersi le sue responsabilità di fronte a un comportamento che la giunta può assumere, semplicemente, dando seguito a un progetto, mettendo insieme tutto quello che è un atto di logica responsabilità. Niente di più né di meno, una riflessione approfondita sui costi che oggi la amministrazione sostiene e un progetto per ottimizzarle e liberare delle risorse che in qualche modo possano essere messe a disposizione della città. Se è un lavoro, come si dice, che è già stato fatto, non vedo perché non debba essere reso patrimonio della collettività, se è un lavoro che non è stato fatto, cosa che purtroppo temo, questo è effettivamente il momento di assumersi questa responsabilità nei confronti della città e dei cittadini, perché è troppo facile venire qui in Consiglio Comunale e nelle commissioni e dire che c è un progetto, che c è qualche cosa, che la giunta ovviamente si è già mossa, nascondersi dietro a altre mille scuse, quando in realtà su questo punto, probabilmente, non si è fatto semplicemente niente. Parla il Consigliere Petrillo: Grazie Presidente. Io colgo che in una fase in cui in maniera anche un pochino bizzarra molti candidati sindaci di questa zona alle primarie del Partito Democratico si candidano in discontinuità con le giunte precedenti, come se i sindaci che amministrano oggi fossero scesi da Marte *** questo comune unica candidata alla guida della città, quanto meno è in continuità nei modi di questa e delle altre giunte e nei modi con cui vengono effettuati i lavori in Consiglio Comunale. Ma mi spiegate che c è di male a approvare una mozione che chiede una cosa su cui siamo tutti d accordo?! Firmata da 5 sesti dei gruppi consiliari e su cui manca il voto del partito di maggioranza perché sia approvata, cioè non c è neanche il rischio che qualcuno si prenda la primogenitura di questa mozione! Quindi questo è il tipico esempio di una mozione presentata dall opposizione, siccome è presentata dall opposizione la maggioranza pure condividendola arrampicandosi sugli specchi con le mani anche unte d olio, come sempre è successo in questa aula, almeno da quando lo frequento io, quindi da 10 anni, è sempre successo, quindi questa è la testimonianza e il sintomo, preoccupante, dal mio punto di vista anche deludente che se la candidatura Barnini dovesse andare avanti e dovesse avere successo, non cambierà nulla in questo comune, perché si farà esattamente come si è fatto fino a ora! Ma che c è di male a approvare una mozione su una tematica su cui siamo tutti d accordo, che chiede semplicemente di presentare in Consiglio Comunale non, come diceva Gaccione prima, a 4 occhi di fare il rogito dal notaio, ma di presentare, se c è la possibilità, una relazione secondo cui si possa risparmiare l affitto di questi soldi per destinarli anche alla scuola, come diceva sul giornale Barnini, o altrove, ma un piano, si chiede un piano, la stesura di un piano, poi si viene in Consiglio Comunale e si dice non ci si riesce, tutti d accordo! Ma non mi sembra che sia una mozione così vincolante da dire se si approva domani bisogna andare dal notaio e trovare una nuova soluzione subito, immediatamente. Quindi è lo stesso giochino della maggioranza che per rintuzzare una proposta intelligente dell opposizione, ritenuta intelligente anche dalla maggioranza stessa, si arrampica sugli specchi per bocciare, quindi esattamente tutto come è sempre stato in questi 10 anni. Io lo trovo, ripeto, deludente anche, perché che c è di nuoto? In chi si candida come nuovo alla guida di questa città, mi spiegate che c è di nuovo? Quello che d'avvero si sta candidando alla guida del paese di nuovo, condivisibile o meno, in 15 giorni ha fatto un accordo per una legge elettorale, qui siamo ancora a discutere, rintuzzare, siccome è una proposta dell opposizione non si può approvare, perché sennò io mi sembra che siano due modi di fare politica e di pensare

12 completamente diversi, tra quel nuovo lì, per chi lo recepisce come nuovo e per questo nuovo qui, e chi si presenta come nuovo in questa città qui. Io rimango allibito. Non rientro nel merito, perché l intervento lo feci l altra volta, quindi il discorso dei costi, la proposta che ci fu fatta dalla cassa di risparmio della acquisizione di questi immobili a qualche anno fa, che se fosse stata accettata ci avrebbe consentito di risparmiare diversi soldi, non ci ritorno su quell aspetto, per chi lo vorrà rileggere ci sono i verbali, le registrazioni, etc., però resto allibito di un modo di fare, soprattutto in questa aula, che è esattamente quello che si è visto e che almeno io ho visto e udito con i miei orecchi, in questi ultimi 10 anni, e mi sembra che vada, la direzione sia comunque quella lì. Parla il Consigliere Dimoulas: *** quando trovo spesso quando trovo qualche amico o persona che conosco mi domanda come è la vita politica, come funziona il Consiglio Comunale a Empoli, che ti sembra della politica, io a quelle persone che mi chiedono questo vorrei fare leggere questa mozione e fargli capire come si sviluppa la discussione in un Consiglio Comunale, nell arco dei 5 anni, non da oggi, cioè nell arco di 5 anni il concetto è questo: c è una proposta che penso con qualsiasi persona uno parli, se ci si trova giù nella strada e si fermano venti persone 19 sono d accordo sul non pagare un affitto e spostarsi dove ai immobili di proprietà, è una cosa di buonsenso, non è che ci voglia un grande genio e grande imprenditorialità per pensare a un argomento del genere, quindi si parla di buonsenso, è un po come dire fare le ceste per la raccolta della carta bucate, cioè è una cosa che ci vuole proprio una genialità estrema per pensare una cosa del genere. Quindi quando mi chiederanno come funziona la politica? Funziona che quando c è una idea su quel che cosa da fare che sia proprio normale, proprio l ABC, una cosa che tutti penserebbero, di risparmiare sugli affitti per andare in edifici di proprietà, e qualcuno la propone all inizio della consiliatura, viene regolarmente snobbato per vari anni, tranquillamente, senza nessun tipo di problema, con vari rinvii e vinte prese di posizione e cose varie, poi quando si arriva in prossimità della campagna elettorale si dice, si tira fuori dal cilindro questa grandissima idea di spostare gli edifici del comune dalle sedi in affitto alle sedi di proprietà, tacciandolo come uno spreco questo affitto, il che mi fa pensare che in questi 5 anni ci sono stati qualche milione di Euro di sprechi, perché in 5 anni a 312 mila Euro l anno fate il conto voi quanto si è speso, senza muovere un dito su questo argomento e senza che dal gruppo di maggioranza del Partito Democratico fosse presentata una mozione, qualsiasi cosa, che andasse nella direzione di cambiare questa cosa qui. Quindi questo è il punto. Ripeto, comunque, quando si arriva in prossimità della fine del mandato improvvisamente succedono due cose, inaugurazioni a iosa, si inaugura qualsiasi cosa e poi si tira fuori queste proposte, che ripeto, erano in discussione, *** e erano presenti in Consiglio Comunale da tempo, ma un po da tutti, non c è qualcuno che ha la primogenitura, come diceva giustamente Sandro, al che appena si legge questa intervista si dice va bene, a questo punto si presenta una mozione in Consiglio Comunale in cui si chiede di fare quello che è scritto nell intervista, a questo punto non potranno andare contro a quello che hanno netto nell intervista, no, possono andare contro anche benissimo a quello che hanno detto in intervista un mese e mezzo fa, con delle motivazioni che io francamente sarà per limiti miei, ma francamente non ho capito le motivazioni, perché con una mozione che chiede semplicemente di portare un progetto, che come dissi l altra volta il comune avrà già fatto progetti, spero, su come spostare e dove spostare il comune, perché in caso di finanziamenti, regionali, europei, spesso è successo anche qui in zona di perdere i finanziamenti perché si arriva in ritardo, perché il progetto va fatto da capo e te non hai neanche una base su cui lavorare, arrivi in ritardo e ti perdi un bel milione di Euro per togliere l amianto nelle scuole, tanto per dirne una, quindi ci sarà già un progetto, si chiede semplicemente portatela in Consiglio Comunale, si discute e si trova il verso di migliorarlo, perché la funzione di un Consiglio Comunale, probabilmente, dovrebbe essere quella di trovare delle idee, lavorarci sopra e cercare di fare il bene di tutti, che ripeto, in questo caso è palese che il bene di tutti è cercare una sistemazione alternativa o con la permuta, su cui io sono dubbioso, però se i proprietari accettassero una permuta di un edificio in cambio di altro, per me tanto di cappello, o comunque una soluzione che ci faccia risparmiare questo affitto e ci risolva questa spesa inutile che ripeto, denominata spreco dagli stessi consiglieri del Partito Democratico. Ecco, se a oggi si arriverà a una votazione negativa anche su questo punto qui sarà proprio la chiusura del cerchio di come funziona, di come non funziona un Consiglio Comunale, di come in Consiglio Comunale si discuta solo in base a chi presenta che cosa e fondamentalmente inteso a questo modo il Consiglio Comunale ha una funzione veramente minima e limitata per i cittadini, perché non verranno mi fuori, non c è un dibattito, c è una parte che dice una cosa, una parte un altra, e non c è nessun tipo di discussione. Spesso in Consiglio Comunale non ci sono neanche interventi da parte dei consiglieri di maggioranza, o sono limitati a uno proprio per dovere, diciamo, istituzionale. Non c è un confrontarsi reciproco. Io almeno l ho visto così in questi 5 anni e questa secondo me è la più grossa carenza che ha questa città, la mancanza di confronto sui temi, perché qui bisognerebbe fare questo fondamentalmente, confrontarsi su ciò che è meglio fare per la città. Parla il Consigliere Gaccione: Sì, dato per scontato che la maggioranza è giusto che si prenda le proprie responsabilità e è quella che ha il dovere di governare, però cioè non toglie che ci siano delle questioni e dei momenti dove il Consiglio Comunale deve e può svolgere un ruolo.

13 Certamente qui mi verrebbe da dire quello che succede nel panorama nazionale mi viene da dire purtroppo non abbiamo il carico di decidere le leggi elettorali, meno che meno le cosiddette riforme costituzionali, per noi sono stravolgimenti, la costituzione non si dovrebbe toccare, quindi non sono certi argomento da Consiglio Comunale, allora quali possono essere argomenti e temi in cui il Consiglio Comunale nella sua interezza possa svolgere un ruolo? Certamente come dicevo prima la maggioranza ha il dovere di governare, non certo sul bilancio, quello la maggioranza lo fa, se la confeziona, lo propone alla città, fa i suoi confronti, incontri, poi decide, e la minoranza, l opposizione, può, come dire, cercare di portare delle modifiche, proposte, ma è evidente che è tutto a carico della maggioranza il bilancio. E così come gli strumenti urbanistici. Allora quali sono le cose su cui ci può essere un coinvolgimento totale del Consiglio Comunale? Quale, se non quella che riguarda i costi dell amministrare, della amministrazione e anche della gestione del Consiglio Comunale stesso. Per quanto riguarda il Consiglio Comunale si è tolto in massimo che si poteva togliere, un pochino per obblighi di legge e un pochino anche, molto, posso dire, per una conduzione del Presidente che cerca di fare gravare il meno possibile sui cittadini il costo, a volte mi viene da dire anche un pochino troppo, ma insomma questo è un dibattito che è sempre stato diciamo piuttosto frequente con il Presidente del consiglio, però giustamente anche lui si rende le sue responsabilità e apporta, e ha la sua conduzione del consiglio. Allora se non arriviamo neanche su questo a un coinvolgimento totale del consiglio e a cercare di portare un beneficio alla città, tutti insieme, allora veramente il ruolo è inesistente e quindi si potrebbe anche chiudere il Consiglio Comunale, sennò diventa soltanto un pur parlè, un parlare che non ha nessun senso. Ora poi all indomani della riabilitazione, insomma, del grande condannato, con questo incontro nella vostra sede di Roma, che non si riesca a trovare neanche un punticino, un ni, per poi riservarselo, magari, soltanto per fare campagna elettorale, mi sembra che questo sia veramente troppo. Poi evidentemente non si poteva votare una mozione dove c era scritto entro il 2013, oggi è il venti gennaio 2014, però troviamo un altro modo! Noi abbiamo cercato di fare una proposta, ci auguriamo che dalla parte della maggioranza, che ancora naturalmente immersa non a riflessione sul tema non è intervenuta, ci auguriamo che intervenga e faccia una controproposta e ci dica che cosa vuole fare. Noi per quanto riguarda noi non pensiamo di lasciarvi, come dire, questa carta in mano esclusivamente a voi, anche insieme a altre cose che pensiamo che si possano fare per diminuire i costi, non parlo di sprechi, poi ci sono anche gli sprechi e delle incapacità a nostro giudizio, ma in questo momento non parliamo di sprechi, perché molte volte si sente parlare con faciloneria, da parte di chi ha governato negli ultimi trenta anni di sprechi, cioè se si parla di sprechi e oggi si riduce perché ci sono gli sprechi, allora questi prima andavano bene? E chi li faceva se non ci governava? Quindi cerchiamo di ridurre i costi, gli sprechi sono un altra cosa, e si vedranno anche quelli, e molto probabilmente anche questa sera stessa, se ci sarà tempo. Bene, grazie, altri? Chiudiamo? Allora è stato presentato un emendamento, tutti voi lo avete, lo illustri? Prego Parla il Consigliere Bini: Grazie Presidente, l emendamento è molto semplice, e appunto già lo descriveva il Cons. Gaccione, ma già anche prima nel mio intervento, evidentemente rimuove quello che era un limite, un refuso della vecchia mozione presentata lo scorso anno, cioè il riferimento all anno solare, all esercizio finanziario 2013, e poi oltre a quello aggiunge la possibilità, oltre all eventualità di poter trasferire gli uffici comunali in altra sede vendendo il presente palazzo, anche come dicevo nell intervento e come ora citava anche Gaccione e come mi sembrava di trovare la condivisione che tra l altro veniva da quei banchi, dell UDC, di Gracci e Cioni, la possibilità di prevedere una eventuale permuta dell edificio comunale con altri edifici sempre di proprietà pubblica all interno del centro. Cioè a dire semplicemente la amministrazione è proprietaria di edifici che sono contenitori vuoti, facciamo la permuta con la proprietà di questo immobile, che noi abbiamo contribuito a valorizzare nel tempo, che è la sede storica del comune, dove da sempre hanno sede gli uffici comunali e l aula consiliare del comune di Empoli e facciamo questo scambio, salvo conguaglio, eventualmente questa può essere una proposta che senza sconvolgere e tirare in ballo grandi traslochi di uffici e anche mettere, come dire, la memoria storica del cuore politico della città, potrebbe consentire agevolmente di dare una soluzione al problema di fondo, cioè fare sì che la amministrazione non paghi più questi 312 mila Euro l anno, che credo, come ho detto in intervento, non siano più oggettivamente più tollerabili. Quindi l emendamento è un emendamento di apertura rispetto a una possibile soluzione, prima c era una unica soluzione tratteggiata dal testo originario, con l emendamento si apre una pluralità di soluzioni tra l altro queste due sono, ho scritto a titolo esemplificativo, per cui se la maggioranza, che ha come diceva giustamente Gaccione l onere di governare, ha altre proposte le faccia, l importante è che siano fatte e formalizzate a questo consiglio prima della scadenza della consiliatura. Cioè se la maggioranza è realmente convinta, come ci diceva la Cons. Barnini, che questo affitto non si debba più corrispondere, venga in Consiglio Comunale entro la scadenza e ci dica chiaramente sulla base di quelle che sono le valutazioni della maggioranza, quali sono le possibilità e le progettualità da mettere in campo per evitare che la amministrazione paghi, a fronte di una serie di edifici di proprietà vuoti, paghi questo canone di affitto enorme per un edificio appunto in cui ha sede da sempre non solo l aula consiliare ma numerosi edifici tra cui appunto l urbanistica, che citavo prima e che è stato oggetto di una recente ristrutturazione con appunto l inserimento anche di tutta una serie di migliorie tecnologiche, come appunto tecnologico era nel 2014 l aria condizionata, però pare strano, ma è così, perché

14 fino a oggi non c era, prima c erano anche problemi di difficoltà lavorativa di quelli operatori che stavano lì a 35 gradi l estate, ma al di là di questo noi chiediamo semplicemente, è una formula come ricordava Borgherini di apertura, cioè diteci quale è la vostra soluzione, noi siamo qui pronti per ascoltare e chiaramente discuterla nel momento in cui ce la formalizzate. Però è evidente che l obiettivo deve essere non rimandare sine die o dire è colpa dell opposizione e quindi è tutto pretestuoso, diteci voi quale è la vostra proposta della maggioranza per fare sì che la amministrazione entro la scadenza del mandato non paghi più questi 312 mila Euro. Parla il Consigliere Sani: Presidente scusi, posso fare una domanda sull emendamento, perché mi serve per capire. Cioè ma questa ipotetica permuta significa anche che servirà un accordo scritto con la proprietà, comunque sia, per ah Scusate, ma ho fatto un errore, non ho chiesto se veniva accettato l emendamento, quindi se ci sono delle domande prego. Parla il Consigliere Bini: Semplicemente, ora io non sono un Avvocato, quindi non è che ho la risposta formale, probabilmente ho visto Mostardini giustamente rispondeva dagli altri banchi, ne sa più di me, però la permuta è semplicemente, al di là del giuridichese, il fatto che abbiamo due proprietà, in questo caso la amministrazione è in possesso, utilizza, è il conduttore di un immobile di cui non è proprietario, e è questo, ma ha qui vicino a poche centinaia di metri, altre proprietà che sono adibite a altri usi o totalmente in disuso, quindi noi si chiede solo di fare uno scambio, cioè a quella proprietà, che è proprietaria di questo immobile gli si dà un nostro contenitore vuoto e si prende da quella proprietà la piena proprietà di questo immobile, che già oggi abbiamo in uso, quindi senza traslare, né spostare gli uffici comunali né recare danno a quello che è il cuore politico della città, come ho detto nell intervento. A questo punto c è da capire se è parte integrante o meno, quindi Parla il Consigliere Sani: Presidente allora per quanto riguarda il mio gruppo no, preferisco discuterli entrambi, perché io come ho detto in intervento ritengo che per dare un margine di trattativa alla giunta su questo edificio bisogna che il Consiglio Comunale si esprima con la netta volontà anche di poter andare via, è questo il punto non mi torna la permuta ragazzi, sennò io ve la spiego anche, non mi torna la permuta, ma secondo voi uno che prende 320 mila Euro l anno di affitto ti prende un coso che non si sa che farci neanche noi?! Comunque la cosa è chiaro che essendo 5 gruppi anche se uno solo dice di no non è accettato quindi no, c è dibattito e poi si vota. Prego Barnini. Parla il Consigliere Barnini: Bene, io ringrazio molto il gruppo consiliare di Rifondazione e Comunisti Italiani per avere presentato questo emendamento, senza avere accordi di nessun tipo, perché qui bisogna dire tutto a microfono, perché mi pare che abbiano svelato la debolezza di tutta questa discussione. Voi è tutta la sera che continuate a dire c è una proposta, come mai non votate questa proposta, c è una domanda, non c è una domanda! C è una domanda, non una proposta! Perché non c è una proposta? Perché la somma delle opposizioni non fa un pensiero unico alternativo a quello della maggioranza, oggi come non lo farà domani! Anche a parti invertite! Ecco, allora partendo da questo assunto, non è difficile da capire Gabriele, vedo che smusi, ma mi pare nel momento in cui il gruppo di Rifondazione Comunisti Italiani ti dice una cosa che per quanto riguarda me come dire è votabile, perché dice guardate l obiettivo è smettere di pagare l affitto, se l obiettivo è questo capiamo quelli sono gli strumenti per raggiungerlo, trattando con la proprietà, valutando le opzioni possibili, per me questa è una cosa votabile, perché mette nero su bianco un percorso, indica qualche cosa, che dico io mi immagino, ma credo che sia stato riferito anche in questa aula consiliare, la giunta probabilmente, in questi anni avrà anche provato, o iniziato, a discutere, bene, quindi questo per me è del tutto votabile, perché si dice insistiamo, perché questa è diventata una questione insostenibile, e lo è sempre di più. Quindi per farla molto breve io lo capisco che da qui in avanti tutto sarà campagna elettorale, lo capisco che siccome, chiudo subito Presidente, scusi ma ho sfruttato l intervento sull emendamento, capisco che sarà sempre più campagna elettorale, che le mie simpatie per Matteo Renzi diventano argomento di discussione e di paragone, va tutto bene e fa tutto parte della discussione politica e ognuno di noi si mette in gioco con lo spirito diciamo di accettare tutto di buon grado, però segnalo, soprattutto ai naviganti che immaginano di poter condurre vascelli multiformi, l importante è essere qualche cosa di diverso dal Partito Democratico e mettersi insieme, che poi trovare posizioni univoche che diventano proposte di governo, non è così immediato, ci può essere alternativa, ma non è detto che sia alternativa di proposta di governo.

15 Per quanto riguarda me l emendamento presentato da Rifondazione comunisti italiani è votabile. Parla il Consigliere Gracci: Grazie, per rispondere a una battuta a Brenda noi il nostro la nostra parte la manteniamo sempre, quindi noi ci riconosciamo sempre come partito dell UDC, in questo Consiglio Comunale e non ci vogliamo non dico mescolare con gli altri, non abbiamo firmato proprio perché in questo emendamento non c era queste parole di questo emendamento e per noi è fondamentale il discorso che avevo detto prima che resti in centro e che quindi si cerchi anche da parte della amministrazione la soluzione di una permuta. *** nostra identità, la rivendichiamo volentieri, però se c è qualche cosa, come proposta da parte di tutte le opposizioni, non disdegniamo anche di accoglierla ecco, l importante è che d'avvero tutti, come hai detto te, si cerchi una soluzione, perché questa cosa diventa insostenibile, ora buttarla poi sul discorso della campagna elettorale mi sembra un pochino infantile, non da parte tua, però ecco, cioè che si cavalchi questa cosa come un discorso da campagna elettorale mi sembra che di fronte ai cittadini, che sono intelligenti, io credo che siano altri i temi, sono temi di fondo, su come si gestisce l urbanistica della città, la creazione dei posti di lavoro, credo che ma questo è un discorso che non è che ex novo, è un discorso vecchio che questa amministrazione deve cercare di risolvere, questa o quella che verrà messa in campo tra qualche mese. Bene, altri? Sull emendamento chiudiamo? Stiamo parlando dell emendamento. Borgherini. Parla il Consigliere Borgherini: In merito all emendamento il gruppo ovviamente voterà a favore, perché si ritrovano delle specificazioni che peraltro sono palesi anche nello spirito con cui è stata presentata la stessa mozione. Ora poi alcune specifiche che sono venute fuori dal dibattito credo che facciano parte del patrimonio di un incontro e di una valutazione di punti di vista diversi e di specificazioni di diverse sensibilità che in teoria per il bene della città su tante altre questioni avrebbe dovuto trovare teatro in questo Consiglio Comunale e molto spesso non l ha trovato. Vedi Brenta, se su questo ci fosse stata la volontà di fare della mera campagna elettorale non avremmo posto un problema che non riguarda la città, non avremmo posto un problema che in qualche modo riguarda la quotidianità di tutti i cittadini, perché sottrarre centinaia e centinaia di migliaia di Euro, non solo in questo caso, ma anche nel caso delle utenze, di una spesa in qualche modo storica, che non ha avuta una riflessione e che non è stata oggetto di una valutazione anche in questo Consiglio Comunale in questi 5 anni, di un problema che non si è posto per primo né l opposizione né il partito che rappresento in questo Consiglio Comunale, ma è il tuo partito che per primo si è posto questa questione 10 anni fa e che non ha saputo risolverlo, neanche portando queste fantomatiche risposte e questi fantomatici approfondimenti, di cui noi vorremmo essere fatti partecipi, perché non siamo qui a rappresentare noi stessi, ma a rappresentare dei cittadini che hanno diritto di avere queste informazioni, se noi vogliamo confrontarci non sulla campagna elettorale, ma sugli interessi dei cittadini, questa risposta che poi hai dato tu in fondo a un percorso che è durato due mozioni presentate nello stesso modo, avrebbe dovuto arrivare nel primo confronto, se effettivamente ci fosse stata sempre questa chiarezza nell intento principe, cioè quello di fare l interesse dei cittadini, che è poi quello che manca a questa città e che manca soprattutto in questa volontà di fare mancare il dialogo tra le forze che vorrebbero il bene di questa città. Qui manca il passo di cambio di cui qualcuno si vorrebbe fare interprete. Parla il Consigliere Petrillo: Grazie Presidente. No, se il percorso elettorale di Rifondazione e Partito Democratico non fosse distinto sembrerebbe quasi che questo emendamento fosse un assist e l intervento tuo precedente fosse una sorta di escusatio non petita, però siccome i due percorsi sono differenti, credo che non sia questo il caso, ma io l emendamento, e lo dico soprattutto a Sani, che forse in prima battuta si è mostrato in disaccordo sull accoglimento dell emendamento stesso, io sarei anche per accoglierlo, anche perché quella soluzione che viene prospettata viene prospettata a titolo esemplificativo, io la penso come Sani, anche a me non è che quagli molto questo tipo di soluzione, però siccome è un esempio, quindi non è detto che si vada in quella direzione, e io auspico che non si vada in quella direzione, poi sostanzialmente l emendamento riprende grossomodo il dispositivo della mozione originaria, cambia l orizzonte temporale, la mozione era vecchia, parlava di fine anno, quindi chiaramente si parla di fine della consiliatura, quindi tra tre mesi, perché più o meno i tempi sono questi, quindi se l accoglimento di questo emendamento ci porta a votare tutti insieme la mozione e ci porta tra tre mesi a vedere un progetto della giunta, poi in quella fase si discuterà il progetto migliore quale è, se ci sono più ipotesi, però io sarei per accoglierlo, quindi faccio appello anche a Sani, che mi pareva tra tutti quello più titubante nell accoglimento dell emendamento stesso. Parla il Consigliere Gaccione: Sì, prendiamo atto, con soddisfazione, di quello che sta accadendo questa sera, però voglio ricordare a questo Consiglio Comunale che non è la prima volta che vengono fatte proposte da un gruppo consiliare di opposizione e vengono accolte

16 anche all unanimità, quindi non ci vedo niente di strano, però una battuta alla consiglierà probabile candidata a sindaco bisogna che la faccia, quando parli di accozzaglie lo so bene che non ti riferivi a noi, però sai bene che la accozzaglia non è sempre sinonimo di cose diverse che cercano di stare insieme, ma anche di cose che già sono insieme e si stanno un pochino.. e rischiano di sgretolarsi, quindi quando si parla di accozzaglia partiamo prima da casa nostra! Parla il Consigliere Sani: No Presidente, dico una cosa sull emendamento, io rivendico il fatto della prima parte, però a quanto mi pare di avere capito questo nuovo dispositivo viene votato all unanimità e quindi preferisco in nome di avere trovato un accordo che dovrebbe essere pregnante in questa aula, di per me si può accogliere, poi non sono l unico firmatario, ma mi pare di avere capito che manca solo Dimoulas tra i firmatari insomma Quindi si considera accettato e diventa parte integrante della mozione, ok? Quindi non va a votazione. Dichiarazioni di voto sulla mozione, così come integrata. Parla il Consigliere Gracci: Noi siamo favorevoli, grazie. Parla il Consigliere Bianchi: Intervengo sulla mozione e l integrazione dell emendamento presentato, riteniamo che questa sia un percorso da portare avanti nell ottica dell efficientamento della spesa e anche per dare un nuovo corso alle buone intenzioni del futuro, perché è stato detto tanto, ma credo che questa sia buona cosa e pertanto il nostro gruppo voterà a favore. Parla il Consigliere Dimoulas: Accolgo con favore il fatto che tutti siano stati sulle posizioni previste dalla mozione, anche se francamente ancora devo capire la differenza tra emendamento e la mozione, se non il tempo, che qui era fine 2013 e ora è fine del mandato consiliare, ma questa è stata presentata prima e viene discussa dopo due mesi dalla presentazione, poi mi sembra che sia esattamente la stessa cosa. Al che non capisco anche come mai nella prima discussione il Partito Democratico ha votato contro e non ha fatto emendamento che vada nella direzione di quello proposto da Rifondazione, questi sono i dubbi amletici che resteranno sempre e non si riuscirà mai a *** quale è la motivazione e i percorsi che portano poi a cambiare opinione al fotofinish, però ben venga il fatto che si riesca a avere portato tutto il Consiglio Comunale sulla posizione che ritenevamo di buonsenso e che ora chiaramente staremo all occhio sul fatto che prima della fine della consiliatura ci venga presentato un qualche cosa in questo Consiglio Comunale. Quindi vediamo poi che cosa verrà fuori dalla giunta via. Grazie, altri? Bagnoli, prego. Parla il Consigliere Bagnoli: Grazie Presidente, come già anticipato dagli interventi di Barnini e ampiamente esaustivi di quella che è la posizione del gruppo, sulla mozione che è emendata, quindi in pratica è la mozione che se non ho capito male è sostituita da questo emendamento, siamo tutti siamo d accordo e quindi voteremo a favore della mozione. Parla il Consigliere Sani: Brevemente, mi sfuggono anche a me le motivazioni diciamo di fondo, pregnanti, mi preme sottolineare alla cosa, questo gruppo voterà a favore, così come emendato, però la mozione, per lo meno l impianto, parte da una intervista che abbiamo ricordato più di una volta qui questa sera, e questa intervista, oltre a consigliarci tutti di fare colazione al bar la mattina io ho un pochino iniziato dopo quella cosa lì, e si vede, perché la mattina bisogna andare più piano, però ci dice il comune è proprietario di tantissimi immobili alcuni dei quelli vuoti. Cioè è chiaro che l intento era un movimento moto in luogo e non una cosa stanziale. Detto questo, come dire, nella mozione, così come emendata, c è questo è quello, l interessante a questo punto diventa le tempistiche e anche che la cosa sia, come dire, fattibile e non astratta ecco. Quindi.. e non elettorale, forse è questa la parola giusta, sia concreta e non elettorale. Quindi diciamo voto e voto anche a questo punto convintamente favorevole, perché sono vorrei che comunque sia si arrivasse alla concretizzazione di questa cosa anche nel caso secondo me abbastanza astratto da un punto di vista della fattibilità della permuta. Parla il Consigliere Petrillo: Anche io voterò a favore della mozione così come mendata, però a unanimità raggiunta, come mi sembra che succeda, almeno un sassolino dalla scarpa me lo veglio levare, le leggo tutte e due, perché restano agli atti così, cioè non viene votata una mozione che così recita nella parte di impegnativa per il sindaco e la giunta.

17 Il Consigliere dà lettura della mozione originaria. Ecco, questa non la viene approvata, perché il Partito Democratico non la avrebbe votata e quindi essendo la maggioranza la mozione sarebbe stata bocciata. Lo stesso Partito Democratico invece approva una mozione che dice questo. Il Consigliere dà lettura della mozione emendata. Cioè mi dite dove sta tutta questa grossa differenza?! È bizzarra! Comunque detto questo a me va bene anche questa come è stata emendata, quindi la voterà convintamente come avrei votato convintamente anche la precedente, perché sostanzialmente sono uguali, quindi però ecco, sottolineo questa bizzarria, ancora una volta, che in questa aula consiliare siamo costretti a assistere. Bene, ci sono altri? Credo di no Votiamo allora. * VOTAZIONE * Presenti 26 * Favorevoli 26 all unanimità PUNTO N. 12 MOZIONE DEL GRUPPO M5S RELATIVA ALLA RICHIESTA DI COLOROBBIA PER LA REALIZZAZIONE DI UN IMPIANTO DI TRATTAMENTO SOTTOPRODOTTI DI ORIGINE ANIMALE (SOA CATEGORIE 2 E 3) E TRATTAMENTO SCARTI VEGETALI. Parla il Consigliere Sani: Sì, grazie Presidente, un secondo le porto un autoemendamento e così la illustro ovviamente insieme. La illustro già emendata, ovviamente, essendo anche un autoemendamento lo accetto. Allora la mozione dice questo, premesso che nel *** del 4 dicembre è stato presentato l impianto di cui ormai tutti sono a conoscenza, un impianto di trattamento sottoprodotti di origine animale, Soa, categorie due e tre, e anche di scarti vegetali, però in un secondo tempo, da realizzare a Montelupo Fiorentino. Ecco, la mozione parte da questo punto, ora a parte che c è anche una esplicativa di legge, che per legge stando la legge regionale che regola Via e Vas questi materiali, insomma, il materiale deve essere consegnato anche a Empoli, che per ora io non ne conosco l esistenza, diciamo. Considerato praticamente lo studio preliminare fatto dalla stessa azienda come trattamento *** 22 mila e 500 tonnellate di Soa e sette mila tonnellate di scarti vegetali. La mozione parte dal fatto che l area, purtroppo, o per fortuna, non lo so, confini non ne ha, e l impianto da un punto di vista di distanze è più vicino, forse, al centro di Empoli, o per lo meno sicuramente alle parte abitate di Empoli che di Montelupo. Comunque da dati di progetto questo impianto andrebbe a produrre 11 tonnellate di polveri sottili, 35 tonnellate di ossido di azoto, trenta di monossido di carbonio, 15 di diossido di zolfo, oltre a altre cose. Per dare un parametro tutti questi dati che ho appena letto sono dalle 5 alle 50 volte superiori a tutto l altro comparto industriale della stessa Montelupo. Allora praticamente niente, ricordo che in base alla legge regionale 10 del 2010 in materia di Vas e di Via gli incartamenti diciamo devono essere presentati e disponibili anche presso questo ente, e qui viene la parte diciamo di autoemendamento, perché lo leggo, recita così. Il Consigliere dà lettura dell emendamento. Ora le osservazioni ancora sono aperte fino devono esserlo fino al venti, quindi fino a oggi, ma sono riaperte fino a febbraio, al 15 febbraio. Inoltre chiediamo di intervenire presso cioè chiediamo una impegnativa al sindaco a adottare tutti gli atti necessari per la tutela del territorio e della qualità della vita in relazione alle emissioni inquinanti previste dal progetto. Sostanzialmente si chiede questo, siccome qualsiasi macchina viene prodotta, a parte che ci viene sempre spacciata come la grande novità, ma a parte questo, ovviamente sta nei termini di legge, e questo è chiaro, quello che è interessante delle valutazioni di impatto ambientale è che comunque sia l inquinamento viene valutato su impatto complessivo, cioè se io ho una auto, la meno inquinante di questo mondo è sicuramente una macchina che sta nei termini di legge, in quanto emissioni inquinanti, se poi di queste macchine metto un milione nello stesso posto è logico che quello che sta nei termini di legge sfasa, diciamo così, un impianto generale. La valutazione di impatto ambientale, e sostanzialmente questa richiesta dice facciamo anche noi come comune di Empoli una osservazione in modo che questo oggetto vada a valutazione di impatto ambientale, dove solo in quel modo si può valutare l impatto complessivo che questo.. oggetto ha sul comparto produttivo, inquinamento dell aria, abitazioni e via dicendo. Questa sostanzialmente è la mozione. Bene, grazie.

18 Ci sono interventi? Gracci. * Escono Bini e Dimoulas presenti 24 (15/9) * Alle ore 22,30 entra Morini presenti 25 (15/10) * Escono Bacchi e Pampaloni presenti 23 (13/10) Parla il Consigliere Gracci: Sì, siccome non sono esperto in materia li limito a leggere. Niente da eccepire sul progetto ***, sono parole di Alba Giorgio, la dirigente dell A.S.L., che dice non ho nulla da temere e i cittadini di Montelupo non hanno nulla da temere, rassicura la dirigente dell A.S.L., non ci sono controindicazioni, svolgo il controllo della regolarità di un tipo di trattamento, e quello riportato da *** non presenta niente di illecito, rientra perfettamente nelle norme previste dal regolamento comunitario. Ancora: non stiamo parlando di un inceneritore, ma di un impianto di trasformazione che utilizza scarti di lavorazione e sottoprodotti di origine animale vegetale, cosa bene distinta dai rifiuti, materiali riutilizzabili nell ottica di una economia non monetaria, ma ambientale. E conclude il suo intervento dicendo l eventuale abbandono del progetto da parte di ***, una occasione occupazionale andata in fumo, conclude la Dott.ssa Giorgio, io dopo una sana revisione del progetto suggerirei di andare avanti con la realizzazione dell impianto. Da parte degli industriali la verità, tuona Campinoti, che sarebbe il Presidente degli industriali di Empolesi, della Confindustria Empolese Valdelsa, è che nel circondario è difficile fare tutto, noi a questo punto non possiamo che domandare alla politica locale una Enterprise Active, un piano che chiarisca una volta per tutte se questo è un territorio dove vale la pena fare impresa. Vogliamo un rapporto più sincero ancora con i comuni, perché non è possibile incontrare tutte queste difficoltà per colpa di politicucci che pensano soltanto alla campagna elettorale. Ripeto, il caso *** è emblematico, ma non è il solo esempio di difficoltà che le aziende incontrano che è proibito leggere?! Ah, io voglio rendere edotto il Consiglio Comunale di quelle che sono te sei esperto, io non lo sono, io leggo! E poi c è un altra cosa, da parte dei politici, che dicono bisogna conoscere, non siamo abituati a abituarci in modo emotivo o a fare dietrologia, dicono i politici del comune di Montelupo, e quindi sarebbe bene che prima ci fosse un chiarimento, e cioè che la gente si chiarisse bene le idee perché quello che emerge da questa mozione mi sembra non sia la verità, ma siano delle pure illazioni. Per cui noi saremo contro a questa mozione. Parla il Consigliere Bianchi: Grazie Presidente. Io devo dire che dalla rassegna stampa ho capito che quella sera a Montelupo è successo un grande marasma e credo che sia stata una posizione irrispettosa nei confronti di chi voleva in qualche modo illustrare le intenzioni di un imprenditore. Io devo dire che in questo momento si cerca di motivare gli imprenditori a investire e poi troviamo tutti gli spauracchi per farli scappare, è questo il punto. Io non sono oggi in condizioni di poter dare un una posizione corretta su quegli che sono gli impatti ambientali, perché non credo neanche che quella sera lì la gente abbia capito quello che è successo. Questa è la realtà, giustamente ognuno fa il suo mestiere, si è cercato di fare baruffa perché qualcuno prenda qualche voto, beh ben venga, uno lo può anche fare, ma che i cittadini da quella serata lì abbiano capito qualche cosa io non ci credo! Se si vuole fare luce sulle cose probabilmente non è stata affrontata bene, è vero che comunque in qualche maniera va a coinvolgere anche i comuni limitrofi, e che probabilmente se ne dovrà parlare anche nell unione dei comuni o in quei comuni confinanti, in questo caso noi, ma arrivare al punto di stancare un imprenditore e buttare via tutto mi sembra veramente una esagerazione, e quando in Italia si dice non si riesce a fare niente questo è un esempio, cioè basta buttare a monte tutto. In questo momento che veramente le imprese fanno fatica e ci sono ancora imprenditori che investono, secondo me quello non è l approccio ideare, perché portare una cosa così delicata in una commissione per me qualcuno ha fallito nella gestione del processo, però non si può dire, come qualcuno afferma, che è tutto sbagliato, che è inquinante e tutto quello che è stato detto. Io ritengo, se si vuole fare un discorso serio, ne dobbiamo parlare in modo serio e aperto, perché ci sono state anche delle prese di posizione dell A.S.L., come qui il dirigente che è intervenuto pubblicamente, ha detto che non ci sono controindicazioni, quindi già le cose cambiano. Quindi ecco, il Movimento 5 Stelle ha portato una mozione, benissimo, perché fa bene e se ne parla, se ne sa qualche cosa di più, però è troppo poco questo, allora se si affronta in modo serio, veramente, senza fare grandi casini, perché poi so che questo imprenditore, in questo caso il gruppo Bitossi, che a Empoli e nel circondario dà tanta occupazione, questo se poi la gente va via questi fanno bene! Anzi si dice, ci sono dei rumors che dicono che vada a farla a Palaia. O nella zona di Palaia. Quindi come vedete ci sono subito sindaci intelligenti che raccolgono le istanze degli imprenditori. Però prima di arrivare a buttare via tutto, così, per una seratina, mi sembra che sia stato esagerato. Riparliamone, ma non buttiamo via.. e in qualche modo si va sul giornale contro il gruppo ***, perché questo gruppo sul territorio ha fatto tanto bene, non ha sbagliato, ha dato tanta occupazione, ecco, questo mi sembra un atteggiamento

19 esagerato, che ritengo, secondo me, se si vuole veramente fare un ragionamento serio, va discusso in modo più approfondito e capire evidentemente dove stanno i problemi. Perché se poi è diventata una serata perché fa comodo a qualcuno per vedere se riesce a avere più consenso, io ritengo che questo non sia il modo di affrontare un problema, che tra parentesi ci sono ricadute occupazionali. C è un emendamento del Partito Democratico, che ora vi viene dato, così capiamo Lo puoi illustrare? Prego. Intervento Bagnoli: Sì, lascio il foglio No, l originale no. Allora grazie però se tu Allora grazie Presidente. L emendamento che presentiamo prevede di togliere il paragrafo da considerato che dallo studio preliminare ambientale, pagina fino a ***, c è tutta questa parte, tutta la parte che prevede tutte queste nozioni puramente tecniche, per un paio di motivi. Scusa, io capisco che a voi non piaccia sentire gli altri parlare, ma un pochino di garbo! Sono prese dal progetto, lo so, però per chiarezza informativa sarebbe opportuno anche precisare, e questo è il motivo per cui vengono tolte, che queste non sono in realtà le tonnellate o quantità che verranno effettivamente emesse, in quanto questi limiti di emissione che sono descritti riguardano i limiti massimi di legge moltiplicate per le ore di lavoro annue dell impianto. Risulta che il valore reale dell emissione del progetto dell impianto, e si parla di valore reale di progetto, sia almeno 5 volte inferiore a quello previsto e imposto, soprattutto, dalla legge, e che si tratta comunque di limiti progettuali massimi, per cui l emissione effettiva dovrà essere dal progetto mantenuta sotto a questo limite. Questo è il motivo per cui Questa nozione, questa informazione, sono tra l altro evidentemente avallate dal parere tecnico della azienda A.S.L., che è uno degli enti competenti, e che è anche stato precedentemente citato dal Cons. Gracci. L altro paragrafo, l altro punto, che valutiamo di togliere è quello, che viene.. io avevo presente la prima mozione, poi c è stato l autoemendamento, per cui è il paragrafo che va dal Chiede al sindaco e alla Giunta, fino a osservazioni. Questo soprattutto perché per quanto riguarda l effettivo ritiro del progetto annunciato *** mezzo stampa, è stato annunciato a mezzo stampa ma il ritiro del progetto c è stato, perché sennò non credo che una azienda come quella avesse annunciato di ritirare il progetto quando in realtà il progetto fosse ancora in essere. Per quanto riguarda invece il discorso del deposito della documentazione si fa riferimento Facevo riferimento proprio alla legge regionale, alla 10 del 2010, e dove all articolo 46 dice che è la amministrazione che è la.. autorità competente, in questo caso, dell unione dei comuni, che valuta, decide e interessa le altre amministrazioni, le amministrazioni che sono interessate. Tra l altro tutto il procedimento, poi, era stato iniziato, ma non è stato portato a termine, perché tra l altro risulta anche che sia stato, che ci sia il comune di Montelupo stesso che aveva chiesto di invitare alla conferenza di servizi anche il comune di Empoli, in quanto amministrazione interessata. Per questi motivi ho detto ci riteniamo che sia inutile queste precisazioni e l emendamento prevede di toglierlo. Parla il Consigliere Sani: Allora Presidente io cioè a me gli emendamento tendenzialmente piacciono, perché quando si può arrivare a un punto di unione, però bisogna anche ristabilire una cosa, quello che ha detto Gracci con questa mozione non c entra assolutamente nulla! Non si sta mica cercando di valutare l impianto un organo politico, ma ci mancherebbe altro, si sta dicendo che il nostro dovrebbe, siccome è interessato almeno quanto alla quantità dell aria di quello di Montelupo, debba fare una osservazione per vedere se questo impianto va o meno a valutazione di impatto per cercare di mandare questo impianto a valutazione di impatto ambientale, per dare a chi deve decidere, il responsabile unico del procedimento, motivazioni per poter fare una valutazione di impatto ambientale. Detto questo oggi pomeriggio ho chiamato ufficio ambiente e l unione dei comuni, il progetto non è stato ritirato, da qui l emendamento. Quindi la mozione a oggi ha tutto diciamo così la caratteristica di stare in piedi, sulla tabella più che leggere emissioni totali dall impianto Soa e recupero energetico, tabella a pagina 84 e 85, cioè non c è scritto emissioni che sarebbero c è scritto così, e da queste si parte! Cioè eliminare dei dati che ci dicono loro di progetto! Si potrà anche fare, ma non ci vedo il senso di tutta la cosa, si prende dal progetto e si rimettono. Cioè è la comodità qui che sono state fatte delle somme che in questa tabella non sono state fatte. Punto, perché anche le polveri sottili vengono date e poi vengono messe insieme, ma non è che, ripeto, emissioni totali dell impianto Soa recupero energetico. Quindi si sta per ora parlando di una mozione che io non ho presentato, perché non ho detto che questo impianto è fatto così, così e cosà, ho detto siccome l area non ha il muro, e quella che va a Montelupo viene anche da noi e forse siamo interessati anche noi, proviamo a vedere se questa macchinetta che inquini tanto, poco, che la A.S.L. abbia competenze che non ha scritte in quell articolo, facciamolo valutare facendo una valutazione di impatto ambientale, punto.

20 L emendamento così come è non ha senso di essere accettato! Perché dice quello che c è scritto, che sono i dati di progetti, ci dice, peraltro l emendamento.. cioè sennò io l emendamento dice di intervenire presso l organo per verificare l effettivo. Ora si potrà per verificare l effettivo ritiro del progetto, perché per ora non è stato ritirato, quindi che il capogruppo di maggioranza ci dica ci hanno detto a mezzo stampa, e si ritorna lì, le cose si fanno nei posti addetti! La stampa, come avrà detto la stessa cosa il Gracci, non è un posto addetto a fare quello. Ci sono gli uffici, le aule, etc. Parra il Presidente Piccini: Quindi continuiamo la discussione sulla mozione. Petrillo e poi Gaccione. Parla il Consigliere Petrillo: Anche io sentendo i primi due interventi, ora non mi riferisco a quello di Bagnoli, però i primi due mi chiedevo dove sta scritto in questa mozione, la stessa cosa che diceva Sani prima, dove sta scritto in questa mozione che si chiede la bocciatura di quel progetto? Sostanzialmente mi pare di avere capito che la mozione chiede il rispetto della legge, punto, cioè che anche il comune di Empoli in qualche modo si interessi della questione, perché così dice la legge di fare! Punto, quindi non capisco la lettura di articoli, forse a volte si leggono anche troppi giornali e ci si fa trasportare anche nella discussione del Consiglio Comunale, forse è meglio se ci si attenesse a quello che dicono gli atti. Però io colgo l occasione perché questa mozione dà la possibilità di esprimere la propria opinione su una questione che ha avuto una certa rilevanza sulla stampa, che è stata una questione piuttosto sentita, io lo dico subito tout court, io se la mozione fosse stata contro la avrei votata, perché io sono contro quel tipo di progetto, punto, poi cercherò di spiegare il perché. Io penso che questi tipi di impianti, quando si parla di rifiuti o di i scarti animali, etc., e altro ogni varia area e zona dovrebbe eventualmente, l unica concessione che può essere fatta è che vengano costruiti impianti che servano allo smaltimento dei rifiuti o di scarti fatti da quell area, quindi se ogni area al livello nazionale facesse in questo modo probabilmente ci sarebbe anche meno possibilità per tanti, soprattutto mi riferisco alla malavita, di fare affari anche con i rifiuti. Quindi ogni zona, chi recupera il 90% avrà bisogno di smaltire il 10%, quindi si fa il suo inceneritorino per smaltire il 10, chi smaltisce meno, chi recupera meno e quindi deve smaltire di più se lo farà più grosso, e sarà responsabilità della politica di relazionarsi con i cittadini. E quindi siccome non mi pare che questa zona ci sia la necessità imprenditoriale di avere un impianto di combustione dei resti animali, perché non mi ammissibilità sia una zona dove siano fioriti allevamenti di bestiame o impianti di macellazione di carne, è evidente secondo me in questa zona non c è bisogno di un impianto del genere. Poi i dati che vengono citati in mozione, che l ho letta anche io, sono gli stessi.. Anche io trovo bizzarro l emendamento del Partito Democratico, e sono dati che sono sullo studio che è stato presentato a quel progetto, quindi sembra quasi un tentativo di nasconderli, lo studio dice che questi sono i dati, ma al di là di questo, che a me interessano, perché comunque in una area come quella solo le PM10, per fare un esempio, io non sono un esperto, però una area come quella, che ne produce, mi pare, a oggi 10 tonnellate l anno, grazie a quell impianto raddoppia, quindi non mi sembra una cosa di poco conto. Vogliamo fare finta che non esista questo problema? Almeno le male odoranze, per quei cittadini che vivono in prossimità dell impianto? E anche le difficoltà a livello economico, perché poi sappiamo tutti che quando vengono fatti impianti di quel tipo e nell aria si inizia a respirare magari cose non nocive, però comunque si inizia a respirare cose che profumo non lo hanno, anche la perdita di valore degli immobili, per esempio, è un altra questione, l aumento del traffico sulle strade interessate, perché immagino che ci saranno dei camion, che faranno avanti e indietro, a portare gli animali e a riportare via gli scarti. Quindi questo è un altro problema. Quindi io, se questo impianto fosse stato presentato al comune di Empoli, è stato presentato a Montelupo, io avrei senza indugio votato contro. Poi il fatto che ci sia stata una sorta di sollevazione popolare e qualcuno ho visto, cioè qualcuno non di poco conto, il Presidente degli industriali, mi sembra anche che abbia avuto reazioni anche abbastanza scomposte, si chiama democrazia, se c è una riunione, una commissione, così partecipata dalla cittadinanza, dove la gente, che io non credo che siano perché voi fate anche l errore di caricarvi di responsabilità e di dare dei meriti che Sani alla fine lo fate passare per il salvatore della patria, perché sembra che sia stato il capopopolo di tutta Montelupo che è riuscito a bloccare il progetto, io glielo auguro che sia così, non lo so, ma non mi pare che sia stato questo il *** del discorso, il discorso è che ci sono stati i cittadini di Montelupo che si sono preoccupati, sicuramente si saranno anche informati sul progetto e su ciò che ne derivava da quel progetto, e hanno deciso di partecipare a una riunione e dire la loro opinione. Poi il fatto che la *** abbia fatto marcia indietro, se l ha fatto perché sulla reazione di quei cittadini ha fatto un gesto di democrazia, vuole dire che probabilmente la maggiore parte dei cittadini di Mentelupo quell impianto non lo vogliono, punto. Perché poi è bizzarra anche un altra cosa, cioè che una Amministrazione comunale presenti un progetto del genere a tre mesi dalle elezioni!

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un attimo assentarmi, ma è una questione di cinque minuti. Devo uscire,

Dettagli

INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE COMUNALE DI FORZA ITALIA GIANNI MONTALI SULL ACQUISTO DA PARTE DEL COMUNE DEL PALAZZETTO DELLA SCHERMA

INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE COMUNALE DI FORZA ITALIA GIANNI MONTALI SULL ACQUISTO DA PARTE DEL COMUNE DEL PALAZZETTO DELLA SCHERMA INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE COMUNALE DI FORZA ITALIA GIANNI MONTALI SULL ACQUISTO DA PARTE DEL COMUNE DEL PALAZZETTO DELLA SCHERMA Il sottoscritto Gianni Montali consigliere comunale di Forza Italia,

Dettagli

Ordine del Giorno. Comune di Agrigento. Seduta del Consiglio Comunale del 27 Dicembre 2013

Ordine del Giorno. Comune di Agrigento. Seduta del Consiglio Comunale del 27 Dicembre 2013 Comune di Agrigento Seduta del Consiglio Comunale del 27 Dicembre 2013 Ordine del Giorno 1. Designazione scrutatori; 2. Relazione previsionale e programmatica 2013 2015. Bilancio di Previsione 2013. Bilancio

Dettagli

RESOCONTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. N. 118 DEL 25.11.2015

RESOCONTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. N. 118 DEL 25.11.2015 RESOCONTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. N. 118 DEL 25.11.2015 Ottavo punto all O.d.G. O.d.G. del Consigliere Musa sulle celebrazioni matrimoniali in luoghi diversi della casa comunale Illustra il Consigliere

Dettagli

VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 28 NOVEMBRE 2013

VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 28 NOVEMBRE 2013 VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 28 NOVEMBRE 2013 Oggetto: Quarto Punto all OdG: Modifica Elenco Annuale LL.PP. Anno 2013 e Piano Triennale OO.PP. 2013-2015. PRESIDENTE: Quarto Punto all OdG: Modifica

Dettagli

IL CONSIGLIO COMUNALE

IL CONSIGLIO COMUNALE N. 64 in data 28/09/2010 Proposta n. 65 Oggetto: ORDINE DEL GIORNO PRESENTATO DAL GRUPPO CAVRIAGO COMUNE RIGUARDO LA MODIFICA DEL REGOLAMENTO DI APPLICAZIONE DELLA TARIFFA PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI SOLIDI

Dettagli

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum La prima operazione da fare, una volta ricevuti i moduli per la raccolta, è quella della Vidimazione. La vidimazione. Viene effettuata dal

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una modifica dell ordine del giorno? (Voci confuse). Io direi che per logica

Dettagli

- 1 reference coded [3,14% Coverage]

<Documents\bo_min_11_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [3,14% Coverage] - 1 reference coded [3,14% Coverage] Reference 1-3,14% Coverage quindi ti informi sulle cose che ti interessano? sì, sui blog dei miei amici ah, i tuoi amici hanno dei

Dettagli

RESOCONTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. N. 20 DEL 2.3.2015

RESOCONTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. N. 20 DEL 2.3.2015 RESOCONTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. N. 20 DEL 2.3.2015 Quarto punto all O.d.G. Proposta del Consigliere Cieri di modifiche al Regolamento IUC (regolamento TARI) Illustra il Consigliere Cieri. Grazie

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Punto n. 6 all O.d.G.: Interpellanza, a. firma dei Consiglieri comunali di minoranza, su seggi elettorali a

Sindaco BERGAGNA Stefano Punto n. 6 all O.d.G.: Interpellanza, a. firma dei Consiglieri comunali di minoranza, su seggi elettorali a 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Punto n. 6 all O.d.G.: Interpellanza, a firma dei Consiglieri comunali di minoranza, su seggi elettorali a Buja. Prego. Cons. FASIOLO Rudi (senza microfono) Un altra interrogazione

Dettagli

L EMENDAMENTO Di Giorgio Mottola

L EMENDAMENTO Di Giorgio Mottola L EMENDAMENTO Di Giorgio Mottola MILENA GABANELLI IN STUDIO Buonasera, l inchiesta di oggi è dedicata al centro unico di spesa di tutti gli uffici pubblici: se invece di comprare una sedia ne compro mille

Dettagli

PROVINCIA DI BERGAMO SEDUTA DEL 25 MAGGIO 2015 R E S O C O N T O D E L L A S E D U T A

PROVINCIA DI BERGAMO SEDUTA DEL 25 MAGGIO 2015 R E S O C O N T O D E L L A S E D U T A PROVINCIA DI BERGAMO C O N S I G L I O P R O V I N C I A L E R E S O C O N T O D E L L A S E D U T A CONSIGLIO PROVINCIALE RESOCONTO L'anno DUEMILAQUINDICI, il giorno 25 del mese di MAGGIO alle ore 9:00,

Dettagli

DISCUSSIONE. Principi - Città Viva - per la illustrazione

DISCUSSIONE. Principi - Città Viva - per la illustrazione PAG. 1 OGGETTO: ORDINE DEL GIORNO PRESENTATO DA ALCUNI CONSIGLIERI DI MAGGIORANZA E MINORANZA IN MERITO ALL INSERIMENTO NEL BILANCIO 2010 DI CONTRIBUTO STRAORDINARIO ALLE ATTIVITA SPORTIVE. Principi -

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 44 Seduta del 28 settembre 2006 IL CONSIGLIO COMUNALE VISTI i verbali delle sedute del 12.06.06 (deliberazioni n. 23, 24, 25, 26, 27), del 4.07.2006 (deliberazioni

Dettagli

69 del 15 luglio 2002 PROT. N. 18171 1

69 del 15 luglio 2002 PROT. N. 18171 1 69 del 15 luglio 2002 PROT. N. 18171 1 OGGETTO: Mozione presentata dai consiglieri Munafò e Menghi del Comitato Anna Menghi in merito all aumento dei prezzi dopo l entrata in vigore dell Euro. RITIRATA.

Dettagli

I.S.P. Istituto Stenodattilo Professional, società a responsabilità limitata Via G. Galilei, 206 - Giulianova Teramo

I.S.P. Istituto Stenodattilo Professional, società a responsabilità limitata Via G. Galilei, 206 - Giulianova Teramo CONSIGLIO COMUNALE DEL 01 OTTOBRE 2015 APERTURA LAVORI APERTURA LAVORI QUINDI COSI PROSEGUE: Buona sera a tutti. Signor Segretario, Iniziamo facendo l appello nominale, per favore. Sono presenti n 11 Consiglieri:

Dettagli

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa 11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio raccolta integrato dei rifiuti solidi urbani. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa delibera di Consiglio,

Dettagli

OGGETTO: INTERROGAZIONE PROT. 14821/2010 A FIRMA DEL CONSIGLIERE COMUNALE FORTUNATO MARCIANÒ, AVENTE AD OGGETTO; RISTRUTTURAZIONE CASA COMUNALE.

OGGETTO: INTERROGAZIONE PROT. 14821/2010 A FIRMA DEL CONSIGLIERE COMUNALE FORTUNATO MARCIANÒ, AVENTE AD OGGETTO; RISTRUTTURAZIONE CASA COMUNALE. Comune di Rometta Provincia di Messina DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE ORIGINALE N.37 del 15/11/2010 OGGETTO: INTERROGAZIONE PROT. 14821/2010 A FIRMA DEL CONSIGLIERE COMUNALE FORTUNATO MARCIANÒ, AVENTE

Dettagli

progetto di riqualificazione urbana dei Lidi di Comacchio sostituzione del progetto di Riqualificazione Lido degli

progetto di riqualificazione urbana dei Lidi di Comacchio sostituzione del progetto di Riqualificazione Lido degli Allegato 1 PUNTO N. 6 all'o.d.g.: Progetto di Riqualificazione urbana Lidi di Comacchio in sostituzione del progetto di Riqualificazione Lido degli Scacchi Prestito obbligazionario "Comune di Comacchio

Dettagli

COMUNE DI SAN GIOVANNI LUPATOTO

COMUNE DI SAN GIOVANNI LUPATOTO !!"#!!$$! &$ #'$ $(! '! #) $ *+),+ $ # -$)-'!! "'$. )!/ #! '#$!#$ -'$ $0 1 1 2 1 3 1 1 1!45!!6!!!&$#$0$&"$! $$!! $ #' #)! $!!#' $ -!0$ 7$$$-$$!#$-$$$0&!-$ $ -!$*8,5 IL CONSIGLIO COMUNALE Ricbiamata la

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 29 DEL 1 LUGLIO 2015 APPROVAZIONE NUOVO REGOLAMENTO PER IL CONSIGLIO COMUNALE - RINVIO. L anno duemilaquindici il giorno uno del mese di luglio, alle

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO PROVINCIALE. Seduta del 27 GENNAIO 2009

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO PROVINCIALE. Seduta del 27 GENNAIO 2009 PROVINCIA DI PISTOIA ORIGINALE VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO PROVINCIALE Atto N. 28 Seduta del 27 GENNAIO 2009 OGGETTO: INTERROGAZIONE ORALE DEL CONSIGLIERE CARDELLI SU SPAZI PUBBLICITARI SULLE

Dettagli

consiglio Regionale della Campania

consiglio Regionale della Campania consiglio Regionale della Campania IV Commissione Consiiare Permanente (Trasporti, Urbanistica, Lavori Pubblici) RESOCONTO INTEGRALE N. 62 SEDUTA IV COMMISSIONE CONSILIARE PERMANENTE DEL 21 DICEMBRE 2011

Dettagli

COMUNE DI CARMIANO VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 25 NOVEMBRE 2013

COMUNE DI CARMIANO VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 25 NOVEMBRE 2013 COMUNE DI CARMIANO VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 25 NOVEMBRE 2013 Sesto Punto all OdG: Indennità di carica per il Presidente del Consiglio Comunale - Gettone di presenza per i Consiglieri Comunali -

Dettagli

Come Lavorare in Rugbystories.it

Come Lavorare in Rugbystories.it Come Lavorare in Rugbystories.it Una guida per i nuovi arrivati IL PUNTO DI PARTENZA PER I NUOVI ARRIVATI E UN PUNTO DI RITORNO PER CHI NON RICORDA DA DOVE E ARRIVATO. 1 Come Lavorare in Rugbystories.it

Dettagli

CERCHI Antonella Consigliere C.G. (Il centrosinistra di Rapallo P.D.)

CERCHI Antonella Consigliere C.G. (Il centrosinistra di Rapallo P.D.) Estratto del verbale del Consiglio Comunale del 20 dicembre 2012 con relativa approvazione all unanimità sulla mozione CREAZIONE DI UN FONDO PER LE BORSE DI STUDIO DEGLI STUDENTI MERITEVOLI E MENO ABBIENTI

Dettagli

COMUNE DI EMPOLI (PROVINCIA DI FIRENZE) CONSIGLIO COMUNALE DEL 21 OTTOBRE 2013 ore 17:00

COMUNE DI EMPOLI (PROVINCIA DI FIRENZE) CONSIGLIO COMUNALE DEL 21 OTTOBRE 2013 ore 17:00 COMUNE DI EMPOLI (PROVINCIA DI FIRENZE) CONSIGLIO COMUNALE DEL 21 OTTOBRE 2013 ore 17:00 APPELLO ORE 17:30 Sindaco Luciana Cappelli presente Consiglieri: 1. Brenda Barnini assente 2. Schauer Luca presente

Dettagli

PRESIDENTE: Punto 15 all ordine del giorno, contributo Regione Marche in conto capitale per

PRESIDENTE: Punto 15 all ordine del giorno, contributo Regione Marche in conto capitale per PRESIDENTE: Punto 15 all ordine del giorno, contributo Regione Marche in conto capitale per finanziamento lavori realizzazione sezione asilo nido rione Borgo, chi illustra? Romani, assessore Romani per

Dettagli

C O M U N E D I C A S T E L V E R D E

C O M U N E D I C A S T E L V E R D E C O M U N E D I C A S T E L V E R D E Provincia di Cremona ORIGINALE VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE N. 28 ADUNANZA DEL 21/07/2014 OGGETTO: PRESENTAZIONE DELLE LINEE PROGRAMMATICHE

Dettagli

B- Si, infatti lui non avrebbe mai pensato che avrei potuto mettere un attività di questo tipo

B- Si, infatti lui non avrebbe mai pensato che avrei potuto mettere un attività di questo tipo INTERVISTA 9 I- Prima di svolgere questa attività, svolgeva un altro lavoro B- Io ho sempre lavorato in proprio, finito il liceo ho deciso di non andare all università, prima ho avuto un giornale di annunci

Dettagli

COMUNE DI EMPOLI (PROVINCIA DI FIRENZE) CONSIGLIO COMUNALE DEL 25 MARZO 2013 INIZIO ORE 20,00

COMUNE DI EMPOLI (PROVINCIA DI FIRENZE) CONSIGLIO COMUNALE DEL 25 MARZO 2013 INIZIO ORE 20,00 COMUNE DI EMPOLI (PROVINCIA DI FIRENZE) CONSIGLIO COMUNALE DEL 25 MARZO 2013 INIZIO ORE 20,00 Sindaco Luciana Cappelli presente Consiglieri: 1. Brenda Barnini assente 2. Alderighi Maurizio presente 3.

Dettagli

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo.

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo. Riflessioni sulla felicità.. Non so se sto raggiungendo la felicità, di certo stanno accadendo cose che mi rendono molto più felice degli anni passati. Per me la felicità consiste nel stare bene con se

Dettagli

CASTELLO NEWS N 1 SUBITO AL LAVORO. Cari castellani,

CASTELLO NEWS N 1 SUBITO AL LAVORO. Cari castellani, CASTELLO NEWS N 1 SUBITO AL LAVORO Cari castellani, è la prima occasione utile per sentirci con un po' più di calma dopo queste due settimane, a parte qualche post su Facebook che ha tentato di dar conto

Dettagli

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi Vi avevo anticipato l anno scorso che il Difensore Civico s interessa dei

Dettagli

COMUNE DI EMPOLI (PROVINCIA DI FIRENZE) CONSIGLIO COMUNALE DEL 08 OTTOBRE 2012 ORE 18-21 APPELLO ORE 18:40

COMUNE DI EMPOLI (PROVINCIA DI FIRENZE) CONSIGLIO COMUNALE DEL 08 OTTOBRE 2012 ORE 18-21 APPELLO ORE 18:40 1 COMUNE DI EMPOLI (PROVINCIA DI FIRENZE) CONSIGLIO COMUNALE DEL 08 OTTOBRE 2012 ORE 18-21 APPELLO ORE 18:40 Sindaco Luciana Cappelli presente Consiglieri: 1. Brenda Barnini presente 2. Alderighi Maurizio

Dettagli

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE Saluto tutti i presenti: iscritti, simpatizzanti rappresentanti dei partiti..

Dettagli

Pratica Sportello Unico n. 293/2009 - TECNO CAR. s.n.c. di Ronconi Gianni - Ampliamento officina. ROBERT BELLOTTI Presidente del Consiglio:

Pratica Sportello Unico n. 293/2009 - TECNO CAR. s.n.c. di Ronconi Gianni - Ampliamento officina. ROBERT BELLOTTI Presidente del Consiglio: allegato 1) PUNTO N. 3 all O.d.G.: Pratica Sportello Unico n. 293/2009 - TECNO CAR s.n.c. di Ronconi Gianni - Ampliamento officina meccanica. Cedo la parola al Sindaco. MARCO FABBRI Sindaco: Sì, grazie

Dettagli

COMUNE DI CARMIANO CONSIGLIO COMUNALE DEL 30 GENNAIO 2012 PUNTO 6 O.D.G.

COMUNE DI CARMIANO CONSIGLIO COMUNALE DEL 30 GENNAIO 2012 PUNTO 6 O.D.G. COMUNE DI CARMIANO CONSIGLIO COMUNALE DEL 30 GENNAIO 2012 PUNTO 6 O.D.G. Realizzazione di una bretella stradale di collegamento tra la SP 13 Carmiano- Novoli e la SP 121 Carmiano-Villa Convento. Approvazione

Dettagli

Luisa Mattia Sibilla nel cappello

Luisa Mattia Sibilla nel cappello Luisa Mattia Sibilla nel cappello Prima edizione settembre 2015 Copyright 2015 biancoenero edizioni srl www.biancoeneroedizioni.com Testo di Luisa Mattia Illustrazioni di Andrea Mongia Font biancoenero

Dettagli

Cina pubblicizzare il nostro territorio è troppo difficile perché quel territorio è troppo vasto, io, facendo una battuta, senza volerla prendere per

Cina pubblicizzare il nostro territorio è troppo difficile perché quel territorio è troppo vasto, io, facendo una battuta, senza volerla prendere per Verbale di Consiglio del 25 gennaio 2012 INTERPELLANZA DEI CONSIGLIERI PERNIGOTTI E OLIVERI IN MERITO AGLI STRUMENTI DA ADOTTARE PER COMUNICARE CON I PAESI EMERGENTI ED ECONOMICAMENTE FORTI COME LA CINA

Dettagli

COMUNE DI REZZATO CONSIGLIO COMUNALE DEL 31 AGOSTO 2015 PUNTO NUMERO 2 ALL ORDINE DEL GIORNO IL SINDACO

COMUNE DI REZZATO CONSIGLIO COMUNALE DEL 31 AGOSTO 2015 PUNTO NUMERO 2 ALL ORDINE DEL GIORNO IL SINDACO COMUNE DI REZZATO CONSIGLIO COMUNALE DEL 31 AGOSTO 2015 PUNTO NUMERO 2 ALL ORDINE DEL GIORNO IL SINDACO Invita il Consesso a voler discutere del seguente argomento: RICHIESTA DI APPROVAZIONE DELLA PROCEDURA

Dettagli

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/7

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/7 1/7 CAMERA DEI DEPUTATI SENATO DELLA REPUBBLICA COMMISSIONE PARLAMENTARE DI INCHIESTA SULLE ATTIVITÀ ILLECIRE CONNESSE AL CICLO DEI RIFIUTI RESOCONTO STENOGRAFICO MISSIONE MARTEDÌ 14 LUGLIO 2009 PRESIDENZA

Dettagli

STEFANIA SACCARDI (Assessore al Welfare del Comune di Firenze)

STEFANIA SACCARDI (Assessore al Welfare del Comune di Firenze) STEFANIA SACCARDI (Assessore al Welfare del Comune di Firenze) È un piacere per il Comune di Firenze ospitare questo bellissimo incontro ricco di contenuti. Ho partecipato anche ai lavori di stamani. È

Dettagli

MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi.

MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi. LA CENTRALE RISCHI Di Emanuele Bellano MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi. Noi volevamo avere qualche informazione per un mutuo. Allora

Dettagli

Terzo punto all O.d.G.: Approvazione Regolamento Premio Internazionale d Arte e Cascella. Città di Ortona per le arti figurative, visive e digitali

Terzo punto all O.d.G.: Approvazione Regolamento Premio Internazionale d Arte e Cascella. Città di Ortona per le arti figurative, visive e digitali RESOCONTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. N. 33 DEL 12.06.2014 Terzo punto all O.d.G.: Approvazione Regolamento Premio Internazionale d Arte e Cascella. Città di Ortona per le arti figurative, visive e

Dettagli

PUNTO 2 ALL ORDINE DEL GIORNO: Gianfranco Bartoloni per l esposizione del punto. tantissimi anni quali sono catastalmente i confini

PUNTO 2 ALL ORDINE DEL GIORNO: Gianfranco Bartoloni per l esposizione del punto. tantissimi anni quali sono catastalmente i confini Prego Assessore. Gianfranco Bartoloni per l esposizione del punto. PRESIDENTE: Passo la parola all Assessore DI CIAMPINO - APPARTENENZA TRA IL COMUNE DI MARINO E IL COMUNE - PIANO DI VARIAZIONE AMBITO

Dettagli

Sono nato in Marocco. Ho un esperienza di lavoro di 14 anni nel mio paese. Ho fatto anche ruolo di sindacato anche nel mio paese. Sono venuto qua in

Sono nato in Marocco. Ho un esperienza di lavoro di 14 anni nel mio paese. Ho fatto anche ruolo di sindacato anche nel mio paese. Sono venuto qua in Sono nato in Marocco. Ho un esperienza di lavoro di 14 anni nel mio paese. Ho fatto anche ruolo di sindacato anche nel mio paese. Sono venuto qua in Italia non solo per motivi di lavoro, ma per motivi

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

(Durante la discussione entra in aula l assessore Tentorio ed esce il consigliere Personeni; sono presenti n. 34 consiglieri).

(Durante la discussione entra in aula l assessore Tentorio ed esce il consigliere Personeni; sono presenti n. 34 consiglieri). Il Presidente propone la trattazione dell ordine del giorno urgente presentato dal gruppo consiliare Lega Nord Lega Lombarda avente per oggetto: Accesso al contributo regionale per l installazione di pannelli

Dettagli

OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2011-2013 APPROVAZIONE.

OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2011-2013 APPROVAZIONE. PUNTO N. 6 DEL 27/06/2011 OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2011-2013 APPROVAZIONE. PRESIDENTE: Prima di passare al punto successivo, volevo dire che probabilmente per quanto

Dettagli

SERVIZIO RESOCONTI. MISSIONE IN CASERTA 13 maggio 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle 12.35.

SERVIZIO RESOCONTI. MISSIONE IN CASERTA 13 maggio 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle 12.35. 1/7 MISSIONE IN CASERTA 13 maggio 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle 12.35. PRESIDENTE. Buongiorno, avvocato. Lei è stato Presidente del Consorzio CE/3. FRANCESCO CUNDARI,

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript 2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: Ciao, Flavia. Mi sono

Dettagli

MILENA GABANELLI IN STUDIO

MILENA GABANELLI IN STUDIO COME VA A FINIRE? Contanti saluti al nero aggiornamento del 15/4/2012 Di Stefania Rimini MILENA GABANELLI IN STUDIO Il 15 aprile scorso abbiamo proposto di ridurre drasticamente l uso del contante. Perché

Dettagli

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati Dagli studenti sul HYPERLINK "iloquotidiano.it" Ilquotidianoinclasse.it Allestimento di Lorenzo Testa Supervisione di Chiara Marra

Dettagli

COPIA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

COPIA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE COPIA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Cod. ISTAT COM 42011 DELIBERAZIONE NUMERO 53 DEL 27-10-14 OGGETTO: MODIFICA REGOLAMENTO PER CONFERIMENTO BORSE DI STUDIO AL MERITO ALLA MEMORIA DEL PROF. ANTONIO

Dettagli

COMUNE DI PARABITA CONSIGLIO COMUNALE DEL 9 MAGGIO 2011. PUNTO 2 O.D.G. aggiuntivo

COMUNE DI PARABITA CONSIGLIO COMUNALE DEL 9 MAGGIO 2011. PUNTO 2 O.D.G. aggiuntivo COMUNE DI PARABITA CONSIGLIO COMUNALE DEL 9 MAGGIO 2011 PUNTO 2 O.D.G. aggiuntivo Sistemazione attrezzature sportive all interno dell area di proprietà comunale in Via Gorizia. Modifica deliberazione C.C.

Dettagli

8. Credi che le materie scolastiche che ti vengono insegnate ti preparino per questo lavoro? No.

8. Credi che le materie scolastiche che ti vengono insegnate ti preparino per questo lavoro? No. Intervista 1 Studente 1 Nome: Dimitri Età: 17 anni (classe III Liceo) Luogo di residenza: città (Patrasso) 1. Quali fattori ti hanno convinto ad abbandonare la scuola? Io volevo andare a lavorare ed essere

Dettagli

COMUNE DI EMPOLI (PROVINCIA DI FIRENZE) CONSIGLIO COMUNALE DEL 19 DICEMBRE 2012 ore 18,00

COMUNE DI EMPOLI (PROVINCIA DI FIRENZE) CONSIGLIO COMUNALE DEL 19 DICEMBRE 2012 ore 18,00 COMUNE DI EMPOLI (PROVINCIA DI FIRENZE) CONSIGLIO COMUNALE DEL 19 DICEMBRE 2012 ore 18,00 APPELLO ORE 18,50 Sindaco Luciana Cappelli presente Consiglieri: 1. Brenda Barnini presente 2. Alderighi Maurizio

Dettagli

L economia: i mercati e lo Stato

L economia: i mercati e lo Stato Economia: una lezione per le scuole elementari * L economia: i mercati e lo Stato * L autore ringrazia le cavie, gli alunni della classe V B delle scuole Don Milanidi Bologna e le insegnati 1 Un breve

Dettagli

COMUNE DI EMPOLI (PROVINCIA DI FIRENZE) CONSIGLIO COMUNALE DEL 30 OTTOBRE 2013 ore 17,00

COMUNE DI EMPOLI (PROVINCIA DI FIRENZE) CONSIGLIO COMUNALE DEL 30 OTTOBRE 2013 ore 17,00 COMUNE DI EMPOLI (PROVINCIA DI FIRENZE) CONSIGLIO COMUNALE DEL 30 OTTOBRE 2013 ore 17,00 APPELLO ORE 17.30 Sono presenti n. 17 Consiglieri: Barnini, Schauer, Cavallini, Piccini, Mostardini, Cappelli B.,

Dettagli

COMUNE DI CIAMPINO PROVINCIA DI ROMA

COMUNE DI CIAMPINO PROVINCIA DI ROMA COMUNE DI CIAMPINO PROVINCIA DI ROMA CONSIGLIO COMUNALE DEL 31 LUGLIO 2014 Consiglio comunale del 31.07.2014 Pag. 1 PRESIDENTE: Buongiorno a tutti, iniziamo i lavori del Consiglio, invito i Consiglieri

Dettagli

N. 10/2013 Seduta del 20.11.2013

N. 10/2013 Seduta del 20.11.2013 VERBALE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 10/2013 Seduta del 20.11.2013 L anno 2013 addì 20 del mese di novembre alle ore 20.10 nella Residenza Municipale, previa convocazione con avvisi scritti, tempestivamente

Dettagli

COMUNE DI MALNATE Provincia di Varese

COMUNE DI MALNATE Provincia di Varese COMUNE DI MALNATE Provincia di Varese DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE C O P I A N. 35 Reg. Deliberazioni OGGETTO: MOZIONE PRESENTATA DAL GRUPPO CONSILIARE PDL IN DATA 07/10/2013, PROT. N.21312 AVENTE

Dettagli

Seminario Fiom-Cgil: Riprendere il cammino dello sviluppo si può: serve una. vera Europa sociale ed un altra politica industriale

Seminario Fiom-Cgil: Riprendere il cammino dello sviluppo si può: serve una. vera Europa sociale ed un altra politica industriale Seminario Fiom-Cgil: Riprendere il cammino dello sviluppo si può: serve una vera Europa sociale ed un altra politica industriale Roma Camera dei Deputati 14 Gennaio 2015 Maurizio LANDINI segretario generale

Dettagli

SEDUTA DEL 15.02.2011: ti racconto la mia esperienza al CCR.

SEDUTA DEL 15.02.2011: ti racconto la mia esperienza al CCR. Se ascolto dimentico, se vedo ricordo, se faccio capisco. (Confucio) Numero 3 SEDUTA DEL 15.02.2011: ti racconto la mia esperienza al CCR. Nell ultima seduta del Consiglio sono state graditissime ospiti

Dettagli

Data Intervista 07 marzo 2012 Luogo Intervista Bologna Progetto Unioncamere - Giustizia Alternativa

Data Intervista 07 marzo 2012 Luogo Intervista Bologna Progetto Unioncamere - Giustizia Alternativa Consorzio Aaster S.r.l. Intervista Data Intervista 07 marzo 2012 Luogo Intervista Bologna Progetto Unioncamere - Giustizia Alternativa Intervistato Giovanni Prati Alessandro Martini Monica Morelli Ruolo

Dettagli

COPIA DI ATTO DI CONSIGLIO COMUNALE. Seduta del 15/06/2010 n. 31

COPIA DI ATTO DI CONSIGLIO COMUNALE. Seduta del 15/06/2010 n. 31 COPIA DI ATTO DI CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: INTERPELLANZA presentata dal gruppo consiliare Progetto Filottrano con oggetto: "funzionamento ufficio postale e ADSL". L'Anno Duemiladieci il giorno Quindici

Dettagli

COMUNE DI GALATINA CONSIGLIO COMUNALE DEL 28 NOVEMBRE 2008

COMUNE DI GALATINA CONSIGLIO COMUNALE DEL 28 NOVEMBRE 2008 COMUNE DI GALATINA CONSIGLIO COMUNALE DEL 28 NOVEMBRE 2008 PUNTO 1 O.D.G. aggiuntivo Art. 11 del vigente regolamento di Consiglio comunale. Seconda commissione consiliare permanente Sostituzione componente

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

DEL CONSIGLIO COMUNALE

DEL CONSIGLIO COMUNALE COPIA COMUNE DI MONTECATINI VAL DI CECINA PROVINCIA DI PISA -------------- DELIBERAZIONE N. 71 in data: 27.11.2008 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: COMUNICAZIONI DEL SINDACO L anno

Dettagli

55 del 10 GIUGNO 2003 PROT. N. 13419 1

55 del 10 GIUGNO 2003 PROT. N. 13419 1 55 del 10 GIUGNO 2003 PROT. N. 13419 1 OGGETTO: MOZIONE PRESENTATA DAI CONSIGLIERI MENGHI E MUNAFO DEL COMITATO ANNA MENGHI IN MERITO AL PROGETTO DEL PERCORSO PEDONALE MECCANIZZATO NELLA GALLERIA DEL COMMERCIO.

Dettagli

UN DECRETO DA DIPORTO Di Giuliano Marrucci

UN DECRETO DA DIPORTO Di Giuliano Marrucci UN DECRETO DA DIPORTO Di Giuliano Marrucci MILENA IN STUDIO Per far ripartire la cantieristica da Agosto è stato tolta la tassa di possesso sulle barche fino a 14 metri e dimezzata quella fino a 20, proposta

Dettagli

Non ho idea se è la prima volta che vedi un mio prodotto oppure se in passato le nostre strade si sono già incrociate, poco importa

Non ho idea se è la prima volta che vedi un mio prodotto oppure se in passato le nostre strade si sono già incrociate, poco importa Benvenuto/a o bentornato/a Non ho idea se è la prima volta che vedi un mio prodotto oppure se in passato le nostre strade si sono già incrociate, poco importa Non pensare di trovare 250 pagine da leggere,

Dettagli

OPERARE IN BORSA UTILIZZANDO LE MEDIE MOBILI, I CICLI E I CANALI

OPERARE IN BORSA UTILIZZANDO LE MEDIE MOBILI, I CICLI E I CANALI OPERARE IN BORSA UTILIZZANDO LE MEDIE MOBILI, I CICLI E I CANALI www.previsioniborsa.net di Simone Fanton (trader indipendente) Disclaimer LE PAGINE DI QUESTO REPORT NON COSTITUISCONO SOLLECITAZIONE AL

Dettagli

www.iluss.it - Italiano online Scheda grammaticale

www.iluss.it - Italiano online Scheda grammaticale Discorso indiretto - o n 1 Trasformare il discorso diretto in indiretto 1. "Che cosa fai?". Mi chiese che cosa. 2. "Sono venuto a saperlo per caso". Disse a saperlo per caso. 3. "Per favore, telefoni a

Dettagli

Giornale degli Alunni della Scuola Media "Virgilio" Via Trebbia - CREMONA. Sono in terza media Che cosa provo? Preoccupazione, gioia, speranza,

Giornale degli Alunni della Scuola Media Virgilio Via Trebbia - CREMONA. Sono in terza media Che cosa provo? Preoccupazione, gioia, speranza, Noi in poche pagine Giornale degli Alunni della Scuola Media "Virgilio" Via Trebbia - CREMONA XVI EDIZIONE ~ ANNO 2014-2015 9 ottobre 2014 SOMMARIO SPECIALE CLASSE 3^B Ø RIFLESSIONI DEI PRIMI GIORNI DI

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano Margherita impiegata

Dettagli

- 1 reference coded [1,02% Coverage]

<Documents\bo_min_2_M_17_ita_stu> - 1 reference coded [1,02% Coverage] - 1 reference coded [1,02% Coverage] Reference 1-1,02% Coverage Sì, adesso puoi fare i filmati, quindi alla fine se non hai niente da fare passi anche un ora al cellulare

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO I GNAZIOM ARI NO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO I GNAZIOM ARI NO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO I GNAZIOM ARI NO.IT Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma. La nostra città mi piace molto, ma negli ultimi

Dettagli

E quindi un emorragia di cervelli

E quindi un emorragia di cervelli Intervistato: Angelo Colaiacovo, Sindaco di Aliano Soggetto: prospettive per i giovani, Parco Letterario Carlo Levi, vivibilità di Aliano Luogo e data dell intervista: Aliano, agosto 2007 Audio file: Colaiacovo_2

Dettagli

COMUNE DI ASOLO Provincia di Treviso DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

COMUNE DI ASOLO Provincia di Treviso DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 11 Reg. Del. COMUNE DI ASOLO Provincia di Treviso DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Sessione ordinaria seduta pubblica in prima convocazione del giorno 25/05/2006 OGGETTO: D.L. n. 444 del 27.10.1995,

Dettagli

SEGRETO N.2 Come usare l'effetto leva per ritorni del 100%

SEGRETO N.2 Come usare l'effetto leva per ritorni del 100% SEGRETO N.2 Come usare l'effetto leva per ritorni del 100% Risparmiare in acquisto è sicuramente una regola fondamentale da rispettare in tutti i casi e ci consente di ottenere un ritorno del 22,1% all

Dettagli

BOZZA NON CORRETTA RESOCONTO STENOGRAFICO MISSIONE IN SICILIA SEDUTA DI GIOVEDÌ 16 APRILE 2015 PRESIDENZA DEL VICEPRESIDENTE STEFANO VIGNAROLI

BOZZA NON CORRETTA RESOCONTO STENOGRAFICO MISSIONE IN SICILIA SEDUTA DI GIOVEDÌ 16 APRILE 2015 PRESIDENZA DEL VICEPRESIDENTE STEFANO VIGNAROLI CAMERA DEI DEPUTATI 1/8 SENATO DELLA REPUBBLICA COMMISSIONE PARLAMENTARE DI INCHIESTA SULLE ATTIVITÀ ILLECITE CONNESSE AL CICLO DEI RIFIUTI E SU ILLECITI AMBIENTALI AD ESSE CORRELATI RESOCONTO STENOGRAFICO

Dettagli

CONSIGLIO COMUNALE DEL 27.03.2015 Interventi Sigg. consiglieri Mozione in ordine alla istituzione di un registro dei tumori nel nostro territorio.

CONSIGLIO COMUNALE DEL 27.03.2015 Interventi Sigg. consiglieri Mozione in ordine alla istituzione di un registro dei tumori nel nostro territorio. CONSIGLIO COMUNALE DEL 27.03.2015 Interventi Sigg. consiglieri Mozione in ordine alla istituzione di un registro dei tumori nel nostro territorio. Ultimo punto: Mozione in ordine alla istituzione dei tumori

Dettagli

GAMBA: Noi abbiamo ritenuto opportuno e doveroso depositare questa. interrogazione alla luce del fatto che il giorno stesso del

GAMBA: Noi abbiamo ritenuto opportuno e doveroso depositare questa. interrogazione alla luce del fatto che il giorno stesso del GAMBA: Noi abbiamo ritenuto opportuno e doveroso depositare questa interrogazione alla luce del fatto che il giorno stesso del deposito dell interrogazione è apparsa sui giornali locali la notizia che

Dettagli

Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani

Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani Autore: Alban Trungu Categoria : Mondo Migrante Data : 15 febbraio 2011 Intervista con Khalid Chaouki, responsabile immigrazione e seconde generazioni dei

Dettagli

COMUNE DI TERMINI IMERESE. Seduta del Consiglio Comunale del 10 febbraio 2015

COMUNE DI TERMINI IMERESE. Seduta del Consiglio Comunale del 10 febbraio 2015 COMUNE DI TERMINI IMERESE Seduta del Consiglio Comunale del 10 febbraio 2015 IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO CAMPAGNA: Per favore, sedetevi che iniziamo l adunanza. Ricordo che si tratta di una seduta di prosecuzione;

Dettagli

1 maggio, festa del lavoro sfruttato a Carrefour. Intervista a una lavoratrice.

1 maggio, festa del lavoro sfruttato a Carrefour. Intervista a una lavoratrice. Primo maggio, festa dei lavoratori, il Carrefour di Lucca rimane aperto. Abbiamo colto l occasione per intervistare una lavoratrice del supermercato e approfondire altri argomenti, tra cui la recente decisione

Dettagli

IL COUNSELLING NEL CONTESTO SANITARIO

IL COUNSELLING NEL CONTESTO SANITARIO IL COUNSELLING NEL CONTESTO SANITARIO Danilo Toneguzzi Psichiatra, psicoterapeuta direttore dell Istituto Gestalt di Pordenone "INformazione Psicologia Psicoterapia Psichiatria", n 41-42, settembre - dicembre

Dettagli

7 punto all ordine del giorno: Cessione volontaria strada privata Giovanni. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE - Consigliere De Lucia.

7 punto all ordine del giorno: Cessione volontaria strada privata Giovanni. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE - Consigliere De Lucia. 7 punto all ordine del giorno: Cessione volontaria strada privata Giovanni Giolitti. Atto di indirizzo. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE - Consigliere De Lucia. CONSIGLIERE DE LUCIA C. - Nulla, è giunto

Dettagli

Opuscolo esplicativo delle regole essenziali per raccogliere le firme per i comitati (aggiornato al 12/2/2002)

Opuscolo esplicativo delle regole essenziali per raccogliere le firme per i comitati (aggiornato al 12/2/2002) Opuscolo esplicativo delle regole essenziali per raccogliere le firme per i comitati (aggiornato al 12/2/2002) Cos è la vidimazione. E l operazione che viene effettuata dal cancelliere della Corte di Appello

Dettagli

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci CAPITOLO 1 La donna della mia vita Oggi a un matrimonio ho conosciuto una donna fantastica, speciale. Vive a Palermo, ma appena se ne sente la cadenza, adora gli animali, cani e cavalli soprattutto, ma

Dettagli

COMUNE DI VILLARICCA PROVINCIA DI NAPOLI

COMUNE DI VILLARICCA PROVINCIA DI NAPOLI COMUNE DI VILLARICCA PROVINCIA DI NAPOLI ORIGINALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 54 DEL 25.09.2014 OGGETTO: Approvazione verbali seduta precedente svoltasi in data 29 Luglio 2014 dal verbale

Dettagli

- 1 reference coded [0,86% Coverage]

<Documents\bo_min_9_M_18_ita_stu> - 1 reference coded [0,86% Coverage] - 1 reference coded [0,86% Coverage] Reference 1-0,86% Coverage E le altre funzioni, le fotografie, o, non so le altre cose che può offrire il cellulare sono cose che

Dettagli

TRATTATIVA AZIENDALE 20.09.2012

TRATTATIVA AZIENDALE 20.09.2012 TRATTATIVA AZIENDALE 20.09.2012 Odg Fondi contrattuali, varie ed eventuali. Per l'azienda sono presenti: dott.ssa Valori, dott.ssa Biancheri, dott.ssa Battistoni, dott.ssa Pellegrini, dott. Orlando Valori

Dettagli

VERBALE N. 94 del 22.12.2014

VERBALE N. 94 del 22.12.2014 VERBALE N. 94 del 22.12.2014 . Prego Assessore Mauro Scroccaro. Ancora grazie. Anche questo

Dettagli

Individuare le proprie competenze Questionario sulle situazioni della vita quotidiana

Individuare le proprie competenze Questionario sulle situazioni della vita quotidiana Individuare le proprie competenze Questionario sulle situazioni della vita quotidiana Cognome : Nome : Data : Istruzioni Non si tratta di una valutazione. Si tratta di individuare le proprie competenze

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli