I STEP: La superficie di riferimento

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "I STEP: La superficie di riferimento"

Transcript

1 Tarsu/Tia Tia I STEP: La superficie di riferimento

2 La bolletta

3 La visura

4 Bolletta e visura: quale superficie ai fini Tarsu? Spesso vi è coincidenza tra superficie catastale e superficie dichiarata ai fini Tarsu. LA SUPERFICIE CATASTALE, TUTTAVIA, NON E QUELLA IMPONIBILE!

5 La superficie imponibile La superficie imponibile ai fini tarsu non è la superficie catastale (quella cioè ricavabile dalla planimetria) ma quella calpestabile, espressa in metri quadrati ed arrotondata al metro quadrato superiore. La differenza tra superficie catastale e superficie calpestabile (quindi imponibile) è costituita prevalentemente dallo spessore dei muri e dai c.d. coefficienti di ragguaglio previsti dal D.P.R. 138/98, utilizzati per i locali accessori e pertinenziali diversi dalle aree scoperte. (Ad esempio per le utenze terziarie, la superficie dei locali accessori a servizio indiretto dei locali principali è computata nella misura del 50% - coefficiente di ragguaglio se comunicanti con i locali principali e del 25% - coefficiente di ragguaglio se non comunicanti). La differenza tra superficie catastale e superficie imponibile è nell ordine del 15%.

6 La superficie imponibile Il fondamento giuridico dal quale si desume il concetto di superficie calpestabile, e quindi imponibile, discende dal combinato disposto tra l articolo 62 del D.Lgs 507/93 (nella parte in cui esclude dal tributo le superfici che non possono produrre rifiuti per l uso cui sono destinate per loro natura o per condizioni obiettive di inutilizzabilità, nonché le superfici produttive di rifiuti speciali) e i Regolamenti comunali nei quali è stabilito, nella loro quasi generalità, che per superficie oggetto del tributo si intende quella al netto del calpestio.

7 Perché esiste l equivoco? Perché la possibilità di corrispondere la Tarsu sulla superficie calpestabile è contenuta nelle pieghe di regolamenti comunali corposi e difficilmente reperibili. Perché i Comuni non diffondono la conoscenza di queste opportunità. Perché la modulistica utilizzata dai Comuni è spesso generica e fuorviante. UN ESEMPIO

8 Come chiedere la rettifica? E sufficiente richiedere al Comune di correggere la precedente dichiarazione. La pratica non è soggetta a verifica discrezionale da parte dell Ente locale. Il Comune deve solo prenderne atto, salvo svolgere le eventuali verifiche sulla veridicità dell autocertificazione. Non si avvia alcun contenzioso con il Comune. UN ESEMPIO

9 L art. 1, comma 340, legge 311/2004 Il comma 340 della legge finanziaria per il 2005 stabilisce che, a decorrere dal 1 gennaio 2005, per le unità immobiliari di proprietà privata a destinazione ordinaria censite nel catasto edilizio urbano, la superficie di riferimento su cui calcolare la TARSU non può essere inferiore all 80% della superficie catastale. Si considerano a destinazione ordinaria le seguenti unità immobiliari: Negozi e locali assimilati (T/1) Magazzini, locali da deposito e laboratori artigianali (T/2) Fabbricati e locali per esercizi sportivi (T/3) Pensioni (T/4) Autosilos, autorimesse e parcheggi (T/5) Stalle, scuderie e simili (T/6) Uffici, studi e laboratori professionali (T/7)

10 L art. 1, comma 340, legge 311/2004 Ai fini dell applicazione del comma 340, non sono prese in considerazione: la superficie G, che identifica le superfici residue non riconducibili ai vani principali, ad accessori, ed aree scoperte ad uso esclusivo la superficie dei locali e degli accessori, o loro porzioni, aventi altezza utile inferiore a 1,5 mt. Concorrono alla determinazione della superficie soggetta alla TARSU (nel senso che rientrano nel limite del 20%) anche le agevolazioni eventualmente previste dalla legislazione nazionale e locale. Tali agevolazioni sono esclusivamente, tuttavia, quelle attinenti alla superficie (esclusione per vani ascensore, celle frigorifere, locali di essiccazione o stagionatura ecc.) ma non quelle relative all attività (rifiuti effettivamente ed oggettivamente avviati al recupero, adozione di interventi tecnico organizzativi comportanti una accertata minore produzione di rifiuti, interventi di pretrattamento volumetrico, ecc).

11 L art. 1, comma 340, legge 311/2004 Il limite del 20 % previsto dal comma 340 non si applica per le unità immobiliari a destinazione speciale. Sono a destinazione speciali, tra l altro, le seguenti unità immobiliari: Stabilimenti balneari e di acque curative (V/2) Fiere permanenti, recinti chiusi per mercati (V/3) Unità immobiliari per funzioni terziario-commerciali (Z/3) Unità immobiliari per funzioni terziario-direzionali (Z/4) Unità immobiliari per funzioni ricettive (Z/5) Stazioni di servizio e per la distribuzione di carburanti (Z/7)

12 Tarsu/Tia Tia II STEP: Le agevolazioni

13 Le agevolazioni nazionali L art 62 del Dlgs. 507/93 individua i locali o le aree non tassabili: locali e le aree che non possono produrre rifiuti o per la loro natura o per il particolare uso cui sono stabilmente destinati o perché risultino in obiettive condizioni di non utilizzabilità nel corso dell'anno, qualora tali circostanze siano indicate nella denuncia originaria o di variazione e debitamente riscontrate in base ad elementi obiettivi direttamente rilevabili o ad idonea documentazione. quella parte di superficie tassabile ove, per specifiche caratteristiche strutturali e per destinazione, si formano, di regola, rifiuti speciali, tossici o nocivi, allo smaltimento dei quali sono tenuti a provvedere a proprie spese i produttori stessi in base alle norme vigenti. i locali e le aree scoperte per i quali non sussiste l'obbligo dell'ordinario conferimento dei rifiuti.

14 Ulteriori ipotesi di agevolazioni nazionali L art 67 del Dlgs. 507/93 prevede inoltre riduzioni nel caso di attività produttive, commerciali e di servizi per le quali gli utenti dimostrino di aver sostenuto spese per interventi tecnico-organizzativi comportanti un accertata minore produzione di rifiuti o un pretrattamento volumetrico. Inoltre, l art. 66 del Dlgs. 507/93 specifica che, pur rimanendo facoltà dei comuni assoggettare a tassazione le aree scoperte adibite a verde, esse devono comunque essere computate nel limite del 25%.

15 Agevolazioni comunali Le agevolazioni generalmente previste nei regolamenti comunali sono le seguenti: tutti i locali e le aree inutilizzate, nonchè quelli che risultino in obiettive condizioni di inutilizzabilità; i locali caldaia; i locali accessori come garages, cantine e solai utilizzati solo saltuariamente; le centrali termiche; i locali riservati ad impianti tecnologici, quali cabine elettriche, vani ascensori; i locali di essiccazione e stagionatura (senza lavorazione), silos e simili; le celle frigorifere; i balconi, le terrazze, i cortili e i giardini; le soffitte, i ripostigli, gli stenditoi, le lavanderie, le legnaie e simili, limitatamente alla parte del locale con altezza inferiore o uguale a mt. 1,50 nel quale non sia possibile la permanenza; i locali e le aree scoperte adibite al culto; la parte di superficie degli impianti sportivi riservata, di norma, alla sola pratica delle attività sportive.

16 La rideterminazione della superficie Unità immobiliari a destinazione speciale S = 120 mq (superficie catastale al lordo delle agevolazioni) 10 mq (spessore muri) = 110 mq (superficie calpestabile) ESCLUSIONI 10 mq (cantina) 10 mq (balconi) = 90 mq 90 mq x 15,9 (coeff. prod. rifiuti) = RIDUZIONI % (avvio recupero) = AGEVOLAZIONI % (lavori pubb.utilità) = 1.224

17 La bolletta rideterminata (Unità speciali) SPECIALE ORDINARIA - 35 % dell importo iniziale SPECIALE

18 La rideterminazione della superficie Unità immobiliari a destinazione ordinaria S = 120 mq (superficie catastale al lordo delle agevolazioni) 10 mq (spessore muri) = 110 mq (superficie calpestabile) ESCLUSIONI 10 mq (cantina) 10 mq (balconi) = 90 mq Tetto 20% = 100 mq 100 mq x 15,9 (coeff produzione) = RIDUZIONI % (avvio recupero) = AGEVOLAZIONI % (lavori pubb.utilità) = 1.360

19 La bolletta rideterminata (Unità ordinarie) ORDINARIA - 28 % dell importo iniziale ORDINARIA

20 Il Data-Base

21 Utilizzo del Software per il PIEMONTE

CALCOLO SUPERFICIE CATASTALE AI FINI TARSU e TRIBUTO COMUNALE SUI RIFIUTI E SUI SERVIZI

CALCOLO SUPERFICIE CATASTALE AI FINI TARSU e TRIBUTO COMUNALE SUI RIFIUTI E SUI SERVIZI CALCOLO SUPERFICIE CATASTALE AI FINI TARSU e TRIBUTO COMUNALE SUI RIFIUTI E SUI SERVIZI La superficie catastale ai fini tarsu non è altro che una superficie fittizia, determinata secondo precisi parametri

Dettagli

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TARIFFA PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI E ASSIMILATI AGLI URBANI

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TARIFFA PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI E ASSIMILATI AGLI URBANI REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TARIFFA PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI E ASSIMILATI AGLI URBANI ( - D. Lgs 22/97 art. 49 e successive modifiche ed integrazioni e - DPR 158/99 e successive modifiche

Dettagli

TASSA SMALTIMENTO RIFIUTI SOLIDI URBANI (Ta.R.S.U.)

TASSA SMALTIMENTO RIFIUTI SOLIDI URBANI (Ta.R.S.U.) TASSA SMALTIMENTO RIFIUTI SOLIDI URBANI (Ta.R.S.U.) D.Lgs. n. 507/93 (da art. n. 58 ad art. n. 80) entrato in vigore l 1.01.1994; Regolamento comunale adottato con deliberazione commissariale n. 123 del

Dettagli

COMUNE DI SANGIANO PROVINCIA DI VARESE REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI

COMUNE DI SANGIANO PROVINCIA DI VARESE REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI COMUNE DI SANGIANO PROVINCIA DI VARESE REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI Art. 1 ISTITUZIONE DELLA TASSA 1. Per il servizio relativo allo smaltimento dei rifiuti solidi

Dettagli

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TASSA RIFIUTI SOLIDI URBANI

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TASSA RIFIUTI SOLIDI URBANI COMUNE DI BARASSO Provincia di Varese REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TASSA RIFIUTI SOLIDI URBANI ENTRATA IN VIGORE: 27 OTTOBRE 1995 AGGIORNAMENTI: DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 35 DEL 27.09.1999

Dettagli

COMUNE DI CAMPOLONGO MAGGIORE (VE)

COMUNE DI CAMPOLONGO MAGGIORE (VE) COMUNE DI CAMPOLONGO MAGGIORE (VE) Tributo Comunale sui Rifiuti e sui Servizi Art.14 del Decreto Legge 6 dicembre 2011, n. 201 (convertito con Legge 22 dicembre 2011, n. 214) ANNO 2013 1 PREMESSA Dal 1

Dettagli

COMUNE DI MASSA MARITTIMA Provincia di Grosseto. Regolamento per. l applicazione della. tassa per lo smaltimento. dei rifiuti solidi urbani.

COMUNE DI MASSA MARITTIMA Provincia di Grosseto. Regolamento per. l applicazione della. tassa per lo smaltimento. dei rifiuti solidi urbani. Regolamento per l applicazione della tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani interni INDICE Art. 1 Istituzione della tassa pag. 1 Art. 2 Servizio di nettezza urbana pag. 1 Art. 3 Contenuto del

Dettagli

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TASSA PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI INTERNI

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TASSA PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI INTERNI REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TASSA PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI INTERNI Art.1 ISTITUZIONE DELLA TASSA 1. Per il servizio relativo allo smaltimento dei rifiuti solidi urbani interni

Dettagli

La tassazione sui rifiuti delle utenze industriali: la TARI

La tassazione sui rifiuti delle utenze industriali: la TARI La tassazione sui rifiuti delle utenze industriali: la TARI La TARI: La tassa sui rifiuti è destinata a finanziare i costi del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti ed è posta a carico dell utilizzatore.

Dettagli

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TASSA PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI INTERNI

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TASSA PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI INTERNI COMUNE DI VILLA COLLEMANDINA Provincia di LUCCA REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TASSA PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI INTERNI INDICE SISTEMATICO ART 1- Istituzione della tassa ART. 2-

Dettagli

Ufficio Provinciale di Milano

Ufficio Provinciale di Milano Il sistema di calcolo del valore normale e sue applicazioni Martino Brambilla Agenzia del Territorio Ufficio Provinciale di Milano Valore normale Valore normale Calcolo delle consistenze Calcolo delle

Dettagli

COMUNE DI LUSEVERA REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TASSA PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI URBANI

COMUNE DI LUSEVERA REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TASSA PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI URBANI COMUNE DI LUSEVERA Associazione intercomunale servizi associati Comuni di Nimis Lusevera - Taipana Provincia di Udine Sede presso Comune di Nimis P.zza XXIX Settembre Tel. nr. 0432/790045 33045 Nimis (Ud)

Dettagli

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TARIFFA D IGIENE AMBIENTALE (TARIFFA RIFIUTI)

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TARIFFA D IGIENE AMBIENTALE (TARIFFA RIFIUTI) COMUNE DI CERRO AL LAMBRO (Provincia di Milano) UFFICIO DELLA RAGIONERIA E DELLE ENTRATE REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TARIFFA D IGIENE AMBIENTALE (TARIFFA RIFIUTI) Approvato con delibera di C.C.

Dettagli

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TASSA RIFIUTI SOLIDI URBANI

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TASSA RIFIUTI SOLIDI URBANI Comune di Cassano All Ionio Provincia di Cosenza REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TASSA RIFIUTI SOLIDI URBANI Il presente Regolamento è stato recepito: dal Consiglio Comunale con deliberazione n. 27

Dettagli

COMUNE DI BIBIANA REGOLAMENTO COMUNALE PER L APPLICAZIONE DELLA TASSA PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI INTERNI

COMUNE DI BIBIANA REGOLAMENTO COMUNALE PER L APPLICAZIONE DELLA TASSA PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI INTERNI Allegato alla Deliberazione di Consiglio Comunale n. 2 del 08.03.2010 COMUNE DI BIBIANA REGOLAMENTO COMUNALE PER L APPLICAZIONE DELLA TASSA PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI INTERNI ART. 1:

Dettagli

COMUNE DI PAGNACCO PROVINCIA DI UDINE. DICHIARAZIONE PER L APPLICAZIONE DEL TRIBUTO SUI RIFIUTI E SERVIZI - TARES (Art.14 del D.L. 6/12/2011, n.

COMUNE DI PAGNACCO PROVINCIA DI UDINE. DICHIARAZIONE PER L APPLICAZIONE DEL TRIBUTO SUI RIFIUTI E SERVIZI - TARES (Art.14 del D.L. 6/12/2011, n. COMUNE DI PAGNACCO PROVINCIA DI UDINE DICHIARAZIONE PER L APPLICAZIONE DEL TRIBUTO SUI RIFIUTI E SERVIZI - TARES (Art.14 del D.L. 6/12/2011, n. 201) UTENZA NON DOMESTICA (Da compilarsi in stampatello Vedere

Dettagli

COMUNE DI SAN SPERATE (Provincia di CAGLIARI)

COMUNE DI SAN SPERATE (Provincia di CAGLIARI) COMUNE DI SAN SPERATE (Provincia di CAGLIARI) Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 22 del 09/06/2011 REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TASSA PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI

Dettagli

Comune di Montopoli in Val D'Arno (Provincia di Pisa). Via Francesco Guicciardini n 61-56020 - Montopoli in Val d'arno - ( 0571/44.98.

Comune di Montopoli in Val D'Arno (Provincia di Pisa). Via Francesco Guicciardini n 61-56020 - Montopoli in Val d'arno - ( 0571/44.98. UFFICIO TRIBUTI OGGETTO: DENUNCIA TASSA RIFIUTI SOLIDI URBANI Locali ad uso diverso da abitazione (da restituire compilata all Ufficio Tributi) MOTIVO DELLA DENUNCIA (barrare l ipotesi che ricorre) INIZIO

Dettagli

COMUNE DI MONTEFELCINO

COMUNE DI MONTEFELCINO COMUNE DI MONTEFELCINO Provincia di Pesaro e Urbino IMPOSTA UNICA COMUNALE REGOLAMENTO PER L'APPLICAZIONE DEL TRIBUTO SUI RIFIUTI (TARI) Approvato con Deliberazione Consiliare n. 32. del 08/09/2014 COMUNE

Dettagli

Tassa sui Rifiuti (TARI)

Tassa sui Rifiuti (TARI) COMUNE DI SAN FELICE CIRCEO Regolamento per l applicazione della Tassa sui Rifiuti (TARI) Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 23 del 18/08/2014 Modificato con deliberazione del Consiglio

Dettagli

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TASSA PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI INTERNI

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TASSA PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI INTERNI REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TASSA PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI INTERNI INDICE Art. 1 Istituzione della tassa Art. 2 Servizio di nettezza urbana Art. 3 Contenuto del regolamento

Dettagli

COMUNE DI SIANO (Provincia di Salerno)

COMUNE DI SIANO (Provincia di Salerno) COMUNE DI SIANO (Provincia di Salerno) REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TASSA PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI (D.Lgs 507/93) - 1 - INDICE Capo Primo PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto del

Dettagli

CAPO II Art. 3 Determinazione dell unita di consistenza

CAPO II Art. 3 Determinazione dell unita di consistenza DECRETO PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 23 MARZO 1998 n. 138 Regolamento recante norme per la revisione generale delle zone censuarie, delle tariffe d estimo delle unita immobiliari urbane e dei relativi criteri

Dettagli

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TASSA PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI INTERNI Approvato con delibera di c.c. n. 188 del 29/12/1995,

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TASSA PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI INTERNI Approvato con delibera di c.c. n. 188 del 29/12/1995, REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TASSA PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI INTERNI Approvato con delibera di c.c. n. 188 del 29/12/1995, modificato con deliberazioni di c.c. n. 6/2005, n.

Dettagli

Tributo Comunale sui Rifiuti e sui Servizi ANNO 2013

Tributo Comunale sui Rifiuti e sui Servizi ANNO 2013 Tributo Comunale sui Rifiuti e sui Servizi Art.14 del Decreto Legge 6 dicembre 2011, n. 201 (convertito con Legge 22 dicembre 2011, n. 214) ANNO 2013 1 PREMESSA Dal 1 gennaio 2013 la normativa statale

Dettagli

In vigore dal 1995 a seguito della applicazione del D.L. n 507/93

In vigore dal 1995 a seguito della applicazione del D.L. n 507/93 REGOLAMENTO COMUNALE PER L APPLICAZIONE DELLA TASSA PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI INTERNI In vigore dal 1995 a seguito della applicazione del D.L. n 507/93 INDICE Art. 1 Istituzione della

Dettagli

Oggetto: TASSA SUI RIFIUTI - TARI - ANNO 2014

Oggetto: TASSA SUI RIFIUTI - TARI - ANNO 2014 COMUNE DI MONTESE - SERVIZIO TRIBUTI Provincia di Modena - Via Panoramica, 60-41055 Montese Avviso di pagamento TARI n. 2.876 del 09/09/2014 Cod Utente: 360 Cod Fiscale: DNAFNC67L56F257W Spett.le / LOCALITA'

Dettagli

TARI - TASSA SUI RIFIUTI - UTENZE NON DOMESTICHE MODELLO DI DICHIARAZIONE (ai sensi del regolamento comunale IUC componente TARI)

TARI - TASSA SUI RIFIUTI - UTENZE NON DOMESTICHE MODELLO DI DICHIARAZIONE (ai sensi del regolamento comunale IUC componente TARI) 1 SOCIETA ECOLOGICA AREA BIELLESE COMUNE DI BIELLA Via Tripoli 48-13900 Biella Tel. 015/3507286/408 Fax 015/3507486 email tia@comune.biella.it Orario sportello: lunedì, martedì, mercoledì e venerdì dalle

Dettagli

Appendice 2 Tributo comunale sui rifiuti e sui servizi (TARES)

Appendice 2 Tributo comunale sui rifiuti e sui servizi (TARES) Appendice 2 Tributo comunale sui rifiuti e sui servizi (TARES) 1. Caratteristiche generali del tributo L art. 14, comma 1, del D. L. n. 201 del 2011 ha istituito, a partire dal 1 gennaio 2013, il tributo

Dettagli

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TASSA PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI (T.A.R.S.U.)

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TASSA PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI (T.A.R.S.U.) COMUNE DI TRINITA D AGULTU E VIGNOLA (Provincia di Olbia - Tempio) REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TASSA PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI (T.A.R.S.U.) Allegato alla delibera C.C. n.7 del

Dettagli

(Francesco De Luca) Alle Categorie Professionali della Provincia di Brescia LORO SEDI

(Francesco De Luca) Alle Categorie Professionali della Provincia di Brescia LORO SEDI Ufficio Provinciale di Brescia Direzione Brescia, 23/10/2008 Prot. n 18367 Allegati 1 Rif. nota del Prot. n Alle Categorie Professionali della Provincia di Brescia LORO SEDI Al Polo Catastale di Montichiari

Dettagli

INFORMATIVA TARES 2013 COMUNE DI SANSEPOLCRO PROV. DI AREZZO

INFORMATIVA TARES 2013 COMUNE DI SANSEPOLCRO PROV. DI AREZZO INFORMATIVA TARES 2013 COMUNE DI SANSEPOLCRO PROV. DI AREZZO Tributo Comunale sui Rifiuti e sui Servizi (testo aggiornato al Decreto Legge n.35/2013) N.B. ESCLUSIVAMENTE PER L ANNO 2013 la TARES viene

Dettagli

PER L'APPLICAZIONE DELLA TASSA PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI

PER L'APPLICAZIONE DELLA TASSA PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI R E G O L A M E N T O C O M U N A L E PER L'APPLICAZIONE DELLA TASSA PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI Approvato con deliberazione consiliare n 47 del 27.09.1995 modificato con deliberazione

Dettagli

Schema di regolamento comunale

Schema di regolamento comunale Schema di regolamento comunale Regolamento per l applicazione della maggiorazione tributaria a copertura dei costi relativi ai servizi indivisibili comunali (art. 14, comma 13, del D.L. 201/2011) SOMMARIO

Dettagli

COMUNE DI MORTARA Provincia di Pavia REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TASSA SMALTIMENTO RIFIUTI SOLIDI URBANI INTERNI.

COMUNE DI MORTARA Provincia di Pavia REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TASSA SMALTIMENTO RIFIUTI SOLIDI URBANI INTERNI. COMUNE DI MORTARA Provincia di Pavia REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TASSA SMALTIMENTO RIFIUTI SOLIDI URBANI INTERNI. SOMMARIO CAPO I NORME GENERALI Art. 1 Istituzione della tassa annuale. Art. 2

Dettagli

COMUNE DI CAIVANO PROVINCIA DI NAPOLI --------<*>-------- Regolamento Comunale

COMUNE DI CAIVANO PROVINCIA DI NAPOLI --------<*>-------- Regolamento Comunale COMUNE DI CAIVANO PROVINCIA DI NAPOLI ---------------- Regolamento Comunale per l applicazione della Tassa Smaltimento Rifiuti Solidi Urbani interni Approvato con delibera di C.P. n. 49 del 30/06/1994

Dettagli

FASCICOLO ONERI. Comune di Casalecchio di Reno. Area Servizi al Territorio Servizio Edilizia Pubblica e Privata

FASCICOLO ONERI. Comune di Casalecchio di Reno. Area Servizi al Territorio Servizio Edilizia Pubblica e Privata Comune di Casalecchio di Reno Via dei Mille, 9 40033 Casalecchio di Reno (BO) Area Servizi al Territorio Servizio Edilizia Pubblica e Privata FASCICOLO ONERI DISPOSIZIONI PER LA DETERMINAZIONE IN AMBITO

Dettagli

ART. 1 PRESUPPOSTO DELLA TASSA ART. 2 SOGGETTI PASSIVI

ART. 1 PRESUPPOSTO DELLA TASSA ART. 2 SOGGETTI PASSIVI REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELLA TASSA SUI RIFIUTI (TARI) ART. 1 PRESUPPOSTO DELLA TASSA 1. Presupposto della TARI è il possesso o la detenzione a qualsiasi titolo di locali o di aree scoperte

Dettagli

COMUNE DI CASALE CREMASCO VIDOLASCO. Ufficio tributi

COMUNE DI CASALE CREMASCO VIDOLASCO. Ufficio tributi COMUNE DI CASALE CREMASCO VIDOLASCO Ufficio tributi Tassa smaltimento rifiuti solidi urbani Guida per il contribuente Anno 2011 U F F I C I O T R I B U T I Tassa per lo smaltimento rifiuti solidi urbani-

Dettagli

REGOLAMENTO IUC-TARI

REGOLAMENTO IUC-TARI REGOLAMENTO IUC-TARI Art.1 Disciplina del tributo e oggetto del regolamento Il presente Regolamento, adottato nell ambito della potestà prevista dall art. n.52 del D.Lgs. del 15 dicembre 1997, n.446, disciplina

Dettagli

COMUNE DI CEFALÙ PROVINCIA DI PALERMO. Regolamento per la disciplina e l applicazione della Tassa sui Rifiuti (TARI) REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA

COMUNE DI CEFALÙ PROVINCIA DI PALERMO. Regolamento per la disciplina e l applicazione della Tassa sui Rifiuti (TARI) REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA COMUNE DI CEFALÙ PROVINCIA DI PALERMO P.I.: 00110740826 Internet: http://www.comune.cefalu.pa.it C.so Ruggero 139/B - 90015 Regolamento per la disciplina e l applicazione della Tassa sui Rifiuti (TARI)

Dettagli

CITTA DI GORGONZOLA PROVINCIA DI MILANO

CITTA DI GORGONZOLA PROVINCIA DI MILANO CITTA DI GORGONZOLA PROVINCIA DI MILANO SETTORE GESTIONE E PIANIFICAZIONE URBANISTICA SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA Piazza Giovanni XXIII, n. 6 DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE PREMESSA Ai

Dettagli

tabella A 640 per le destinazioni residenziali e in 275 per quelle non residenziali. mediamente tabella B fabbricati collabenti

tabella A 640 per le destinazioni residenziali e in 275 per quelle non residenziali. mediamente tabella B fabbricati collabenti AGGIORNAMENTO DEI CRITERI DI STIMA DEL VALORE COMMERCIALE DELLE AREE FABBRICABILI DEL TERRITORIO COMUNALE AI FINI DELLA DETERMINAZIONE DELL IMU PER L ANNO 2013 E PRINCIPI PER L ACCERTAMENTO ANNI PRECEDENTI

Dettagli

TASSA PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI. La Tassa sui rifiuti solidi urbani (TARSU) è dovuta dal contribuente a fronte del servizio

TASSA PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI. La Tassa sui rifiuti solidi urbani (TARSU) è dovuta dal contribuente a fronte del servizio COMUNE DI GANGI Provincia di Palermo ***** CAP 90024 Via Salita Municipio, 2 tel. 0921644076 fax 0921644447 P. Iva 00475910824 - www.comune.gangi.pa.it TASSA PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI.

Dettagli

TASSA IGIENE AMBIENTALE COMUNICAZIONE DI OCCUPAZIONE/FINE OCCUPAZIONE DI SUPERFICI AD USO NON ABITATIVO (art. 70 D. Lgs. 507 del 15.11.

TASSA IGIENE AMBIENTALE COMUNICAZIONE DI OCCUPAZIONE/FINE OCCUPAZIONE DI SUPERFICI AD USO NON ABITATIVO (art. 70 D. Lgs. 507 del 15.11. COMUNE DI SOVER Provincia di Trento Piazza S. Lorenzo n. 12 38048 SOVER (TN) P.IVA e Cod. Fisc. 00371870221 Tel. 0461698023 Fax 0461698398 e-mail: ragioneria@comunesover.tn.it PEFC/18-21-02/257 TASSA IGIENE

Dettagli

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TASSA RIFIUTI (TARI)

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TASSA RIFIUTI (TARI) Servizio Tributi REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TASSA RIFIUTI (TARI) Approvato con deliberazione del Consiglio comunale del 26 maggio 2014 n. 33 1 Sommario Art 1.OGGETTO... 3 Art. 2 SERVIZIO DI RACCOLTA,

Dettagli

INFORMATIVA TASI 2014 Tributo Servizi Indivisibili

INFORMATIVA TASI 2014 Tributo Servizi Indivisibili INFORMATIVA TASI 2014 Tributo Servizi Indivisibili A decorrere dal primo gennaio 2014 è istituita l'imposta unica comunale (IUC) - Legge 27 dicembre 2013, n. 147 (Legge di stabilità 2014), art. 1, commi

Dettagli

COMUNE DI SAN GERMANO CHISONE PROVINCIA DI TORINO

COMUNE DI SAN GERMANO CHISONE PROVINCIA DI TORINO COMUNE DI SAN GERMANO CHISONE PROVINCIA DI TORINO REGOLAMENTO COMUNALE PER L APPLICAZIONE DELLA TASSA SULLO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI INTERNI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TASSA PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI INTERNI

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TASSA PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI INTERNI REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TASSA PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI INTERNI APPROVATO CON DELIBERAZIONE CONSILIARE N. 21 DEL 25/3/2003 E MODIFICATO CON DELIBERAZIONI CONSILIARI: N.

Dettagli

PROVINCIA DI MILANO Via Colombo 17 20060 Pozzo d Adda (MI) TRIBUTO COMUNALE SUI RIFIUTI TARI

PROVINCIA DI MILANO Via Colombo 17 20060 Pozzo d Adda (MI) TRIBUTO COMUNALE SUI RIFIUTI TARI PROVINCIA DI MILANO Via Colombo 17 20060 Pozzo d Adda (MI) TRIBUTO COMUNALE SUI RIFIUTI TARI DENUNCIA DEI LOCALI E DELLE AREE TASSABILI UTENZE NON DOMESTICHE Denominazione/Ragione Sociale C.F. P.IVA Sede

Dettagli

Regolamento per l applicazione del. tributo comunale sui rifiuti e servizi (TARES)

Regolamento per l applicazione del. tributo comunale sui rifiuti e servizi (TARES) COMUNE DI VERDELLO Regolamento per l applicazione del tributo comunale sui rifiuti e servizi (TARES) Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. del / / Indice Art. 1 Oggetto...3 Art. 2 Istituzione

Dettagli

Adottato con deliberazioni consiliari nn. 124/1995-125/1995-15-1998-150/2000-102/2001-17/2002-148/2010-19/2011-6/2012 DISPOSIZIONI GENERALI

Adottato con deliberazioni consiliari nn. 124/1995-125/1995-15-1998-150/2000-102/2001-17/2002-148/2010-19/2011-6/2012 DISPOSIZIONI GENERALI REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TA.R.S.U. Adottato con deliberazioni consiliari nn. 124/1995-125/1995-15-1998-150/2000-102/2001-17/2002-148/2010-19/2011-6/2012 DISPOSIZIONI GENERALI ART. 1 ISTITUZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA TASSA SUI RIFIUTI (TARI)

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA TASSA SUI RIFIUTI (TARI) REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA TASSA SUI RIFIUTI Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 9 del 23 Giugno 204 Modificato con delibera di Consiglio Comunale n.3 del 9 Maggio 205 (TARI) TITOLO

Dettagli

COMUNE DI CASSANO VALCUVIA PROVINCIA DI VARESE

COMUNE DI CASSANO VALCUVIA PROVINCIA DI VARESE COMUNE DI CASSANO VALCUVIA PROVINCIA DI VARESE REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DEL TRIBUTO SUI RIFIUTI E SUI SERVIZI Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 21 del 3 Ottobre 2013 Pubblicata per

Dettagli

COMUNE DI STAZZEMA Medaglia d Oro al Valor Militare PROVINCIA DI LUCCA AREA ECONOMICA UFFICIO TRIBUTI

COMUNE DI STAZZEMA Medaglia d Oro al Valor Militare PROVINCIA DI LUCCA AREA ECONOMICA UFFICIO TRIBUTI COMUNE DI STAZZEMA Medaglia d Oro al Valor Militare PROVINCIA DI LUCCA AREA ECONOMICA UFFICIO TRIBUTI Regolamento per l applicazione della Tassa sui Rifiuti (TARI) Approvato con deliberazione del Consiglio

Dettagli

COMUNE DI CICCIANO. Provincia di Napoli

COMUNE DI CICCIANO. Provincia di Napoli COMUNE DI CICCIANO Provincia di Napoli Con la Legge 27/12/2013 n 147 è stata istituita l Imposta Unica Comunale (IUC), nelle sue componenti Tari (Tassa rifiuti ex Tares/Tarsu), Tasi (nuovo tributo sui

Dettagli

COMUNE DI ZOCCA. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 46 in data 29 maggio 2012

COMUNE DI ZOCCA. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 46 in data 29 maggio 2012 COMUNE DI ZOCCA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 46 in data 29 maggio 2012 OGGETTO: TASSA PER LA RACCOLTA E LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI DETERMINAZIONE TARIFFE ANNO 2012. LA GIUNTA COMUNALE

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE APPLICAZIONE TASSA SMALTIMENTO RIFIUTI URBANI. Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 4 del 28.02.

REGOLAMENTO COMUNALE APPLICAZIONE TASSA SMALTIMENTO RIFIUTI URBANI. Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 4 del 28.02. REGOLAMENTO COMUNALE APPLICAZIONE TASSA SMALTIMENTO RIFIUTI URBANI Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 4 del 28.02.1995 Modificato ed integrato con delibera di Consiglio Comunale: - n. 35 del

Dettagli

COMMUNE DE BRUSSON Région Autonome Vallée d Aoste ********* Piazza Municipio n. 1 11022 Brusson Partita I.V.A. 00100690072

COMMUNE DE BRUSSON Région Autonome Vallée d Aoste ********* Piazza Municipio n. 1 11022 Brusson Partita I.V.A. 00100690072 COMMUNE DE BRUSSON Région Autonome Vallée d Aoste ********* Piazza Municipio n. 1 11022 Brusson Partita I.V.A. 00100690072 COMMUNE DE BRUSSON Région Autonome Vallée d Aoste ******** Tel. 0125/300132-300683

Dettagli

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TASSA PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TASSA PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI COMUNE DI SORA (PROVINCIA DI FROSINONE) UFFICIO TRIBUTI REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TASSA PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI ARTICOLO 1 - ISTITUZIONE DELLA TASSA CAPO I - NORME GENERALI

Dettagli

COMUNE DI VILLONGO (provincia di Bergamo)

COMUNE DI VILLONGO (provincia di Bergamo) Allegato alla delibera del Consiglio Comunale n. del COMUNE DI VILLONGO (provincia di Bergamo) REGOLAMENTO COMUNALE PER L APPLICAZIONE DEL TRIBUTO SUI RIFIUTI E SUI SERVIZI (TARES) Approvato con deliberazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TASSA PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI INTERNI

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TASSA PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI INTERNI COMUNE DI MENFI Provincia di Agrigento REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TASSA PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI INTERNI - APPROVATO CON DELIBERA C.C. N 7 DEL 29/03/99 - MODIFICATO CON DELIBERA

Dettagli

Regolamento per l applicazione della Tassa Comunale sui rifiuti - TARI - Approvato con Deliberazione Consiglio Comunale n. 67 del 3.09.

Regolamento per l applicazione della Tassa Comunale sui rifiuti - TARI - Approvato con Deliberazione Consiglio Comunale n. 67 del 3.09. Regolamento per l applicazione della Tassa Comunale sui rifiuti - TARI - Approvato con Deliberazione Consiglio Comunale n. 67 del 3.09.2014 Modificato con Deliberazione Consiglio Comunale n. 43 del 6.07.2015

Dettagli

DENUNCIA PER L'APPLICAZIONE DELLA TASSA SUI RIFIUTI (TARI) (Legge n. 147 del 27/12/213 e s.m.i.)

DENUNCIA PER L'APPLICAZIONE DELLA TASSA SUI RIFIUTI (TARI) (Legge n. 147 del 27/12/213 e s.m.i.) Comune di Terni R.T.I. Asm Terni S.p.A. CNS Sportello TARI Via B. Capponi, 100 dal lunedì al venerdì: 8:00 12:30 05100 Terni giovedì 8:00-12:30 / 14:30 16:30 numero verde: 800 218 810 dal lunedì - venerdì:

Dettagli

CIRCOLARE n. 13/2005

CIRCOLARE n. 13/2005 PROT. n 85463 ENTE EMITTENTE: OGGETTO: DESTINATARI: Direzione Agenzia CIRCOLARE n. 13/2005 Legge 30 dicembre 2004, n.311 Art. 1, comma 340 Fornitura ai Comuni delle superfici catastali e incrocio dei dati

Dettagli

Comune di Avigliana. Provincia di Torino. Regolamento per l applicazione della Tassa Smaltimento Rifiuti Solidi Urbani

Comune di Avigliana. Provincia di Torino. Regolamento per l applicazione della Tassa Smaltimento Rifiuti Solidi Urbani Comune di Avigliana Provincia di Torino Regolamento per l applicazione della Tassa Smaltimento Rifiuti Solidi Urbani Approvato dal Consiglio Comunale in data 19/12/2011 con deliberazione n. 158. Modificato

Dettagli

COMUNE DI LUGNANO IN TEVERINA Provincia di Terni IL PASSAGGIO DA TARSU A TARES

COMUNE DI LUGNANO IN TEVERINA Provincia di Terni IL PASSAGGIO DA TARSU A TARES COMUNE DI LUGNANO IN TEVERINA Provincia di Terni IL PASSAGGIO DA TARSU A TARES 1 PRINCIPALI NOVITA Le principali novità della TARES (Tributo Comunale sui Rifiuti e sui Servizi) sono : 1. Copertura del

Dettagli

COMUNE DI CORIGLIANO CALABRO

COMUNE DI CORIGLIANO CALABRO Capo I COMUNE DI CORIGLIANO CALABRO NORME GENERALI ART. 1 ISTITUZIONE DELLA TASSA ANNUALE Per il servizio relativo allo smaltimento dei rifiuti solidi urbani interni e di quelli assimilati, ai sensi dell

Dettagli

Seminari di approfondimento tematico. Febbraio marzo 2014 Palermo, Enna, Messina, Catania.

Seminari di approfondimento tematico. Febbraio marzo 2014 Palermo, Enna, Messina, Catania. Convenzione tra Regione Siciliana (Dipartimento Istruzione e Formazione Professionale) e FormezPA POR FSE 2007-2013 - Regione Siciliana - Asse VII - Capacità Istituzionale Progetto: AZIONI DI SISTEMA PER

Dettagli

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TASSA PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI INTERNI

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TASSA PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI INTERNI REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TASSA PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI INTERNI Approvato con delibera di C.C. n. 188 del 29/12/1995, modificato con deliberazioni di C.C. n. 6/2005, n.

Dettagli

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TASSA SMALTIMENTO RIFIUTI SOLIDI URBANI

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TASSA SMALTIMENTO RIFIUTI SOLIDI URBANI COMUNE DI ALBIATE REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TASSA SMALTIMENTO RIFIUTI SOLIDI URBANI (approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 25 del 13/3/1995) (modificato con delibera del Consiglio

Dettagli

Allegato 2) Regolamento per la disciplina della Tassa sui Rifiuti (TARI)

Allegato 2) Regolamento per la disciplina della Tassa sui Rifiuti (TARI) Allegato 2) Regolamento per la disciplina della Tassa sui Rifiuti (TARI) Approvato con delibera CC n. 25 del 28/03/2014 Modificato con delibera CC n. del INDICE CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 Oggetto

Dettagli

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TASSA PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI INTERNI

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TASSA PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI INTERNI REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TASSA PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI INTERNI Approvato con del. C.C. n. 22 del 26.03.2007 Modificazione del. C.C. N. 23 del 12.05.2008 Modificazione del

Dettagli

UTENZA NON DOMESTICA

UTENZA NON DOMESTICA COMUNE DI ROSTA Città metropolitana di Torino 10090 ROSTA P.IVA 01679120012 Tributi tel. 011-956.88.12/13/14 s.ruella@comune.rosta.to.it c.gilli@comune.rosta.to.it r.giacalone@comune.rosta.to.it protocollo@pec.comune.rosta.to.it

Dettagli

VILLA SANT ANGELO PROVINCIA DI L AQUILA

VILLA SANT ANGELO PROVINCIA DI L AQUILA VILLA SANT ANGELO PROVINCIA DI L AQUILA REGOLAMENTO COMUNALE PER L APPLICAZIONE DELLA TASSA PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI INDICE TITOLO I Istituzione ed elementi della tassa Art. 1 Oggetto

Dettagli

TASSA RIFIUTI (TARI) RICHIESTA RIDUZIONE PER SMALTIMENTO RIFIUTI SPECIALI

TASSA RIFIUTI (TARI) RICHIESTA RIDUZIONE PER SMALTIMENTO RIFIUTI SPECIALI Unione dei Comuni Lombarda della Valletta Ufficio Tributi c/o Municipio di Santa Maria Hoè Piazza Padre Fausto Tentorio, 2 23889 Santa Maria Hoè (LC) Telefono 039-5311174 int. 4 TASSA RIFIUTI (TARI) RICHIESTA

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLA TASSA DI SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLA TASSA DI SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLA TASSA DI SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI 1 CAPO I - PRINCIPI GENERALI DI APPLICAZIONE DELLA TASSA ARTICOLO 1 - OGGETTO DEL REGOLAMENTO ARTICOLO 2 - DEFINIZIONE DI

Dettagli

Regolamento per la disciplina della TASSA per lo smaltimento dei rifiuti solidi interni (T.A.R.S.U.)

Regolamento per la disciplina della TASSA per lo smaltimento dei rifiuti solidi interni (T.A.R.S.U.) Comune di ****************** Regolamento per la disciplina della TASSA per lo smaltimento dei rifiuti solidi interni (T.A.R.S.U.) Approvato con deliberazione di C.C. n.41 del 29.9.1995 CO.RE.CO. Prot.n.7292

Dettagli

Imposta Unica Comunale IMU e TASI Anno 2016. ALIQUOTE E DETRAZIONI Anno 2016

Imposta Unica Comunale IMU e TASI Anno 2016. ALIQUOTE E DETRAZIONI Anno 2016 COMUNE DI BOSCO CHIESANUOVA Provincia di Verona Imposta Unica Comunale e Anno 2016 ALIQUOTE E DETRAZIONI Anno 2016 Con deliberazioni del Consiglio Comunale n. 6 e n. 7 del 29-04-2016 sono state determinate

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DEL TRIBUTO SUI RIFIUTI E SUI SERVIZI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DEL TRIBUTO SUI RIFIUTI E SUI SERVIZI COMUNE DI GAVORRANO PROVINCIA DI GROSSETO REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DEL TRIBUTO SUI RIFIUTI E SUI SERVIZI Approvato con delibera del Commissario Prefettizio n. del INDICE ART. 1 - ISTITUZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E L APPLICAZIONE DEL TRIBUTO COMUNALE SUI RIFIUTI E SUI SERVIZI

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E L APPLICAZIONE DEL TRIBUTO COMUNALE SUI RIFIUTI E SUI SERVIZI REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E L APPLICAZIONE DEL TRIBUTO COMUNALE SUI RIFIUTI E SUI SERVIZI 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1. Oggetto del Regolamento Art. 2. Gestione e classificazione

Dettagli

COMUNE DI BELFIORE. Provincia di Verona REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TASSA PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI

COMUNE DI BELFIORE. Provincia di Verona REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TASSA PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI COMUNE DI BELFIORE Provincia di Verona REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TASSA PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI Approvato con delibera Consiglio Comunale n 35 del 30/10/1995 Modificato con

Dettagli

AVVERTENZE IMPORTANTI Compilare in stampatello e allegare copia del documento di riconoscimento

AVVERTENZE IMPORTANTI Compilare in stampatello e allegare copia del documento di riconoscimento COMUNE DI VILLACIDRO - Provincia del Medio Campidano Servizio Economico-Finanziario Piazza Municipio, 1 - http://www.comune.villacidro.vs.it - Tel. 070/93442242 fax 070/93442246 TASSA PER LO SMALTIMENTO

Dettagli

TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI

TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TARIFFA PER IL SERVIZIO DI GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI - DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N.29 DEL 30.03.2009 - TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 Oggetto

Dettagli

COMUNE DI CORI REGOLAMENTO DELLA TASSA SUI RIFIUTI SOLIDI URBANI TA.R.S.U.

COMUNE DI CORI REGOLAMENTO DELLA TASSA SUI RIFIUTI SOLIDI URBANI TA.R.S.U. COMUNE DI CORI REGOLAMENTO DELLA TASSA SUI RIFIUTI SOLIDI URBANI TA.R.S.U. Approvato con deliberazione di C.C. 13/03/1995, n. 30 Modificato con deliberazione di C.C. 04/04/1997, n. 30 Modificato con deliberazione

Dettagli

Sommario. P ROVINCI A D I PR AT O Piazza del Comune, 4-59021 Vaiano C.F. 01185740485 - P.I. 00251280970

Sommario. P ROVINCI A D I PR AT O Piazza del Comune, 4-59021 Vaiano C.F. 01185740485 - P.I. 00251280970 REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DEL TASSA COMUNALE SUI RIFIUTI TARI- Sommario R EEGGOOLLAAM EENNTT OO PP EERR LL AAPPPPLLIICCAAZZIIOONNEE DDEELL TTAASSSSAA CCOOMUUNNAALLEE SSUUII RRIIFFIIUUTTII TTAARRII--...

Dettagli

IMPOSTA UNICA COMUNALE REGOLAMENTO PER L'APPLICAZIONE DEL TRIBUTO SUI RIFIUTI (TARI)

IMPOSTA UNICA COMUNALE REGOLAMENTO PER L'APPLICAZIONE DEL TRIBUTO SUI RIFIUTI (TARI) COMUNE DI MAGLIONE Provincia di TORINO IMPOSTA UNICA COMUNALE REGOLAMENTO PER L'APPLICAZIONE DEL TRIBUTO SUI RIFIUTI (TARI) APPROVATO CON DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 11 DEL 23.04.2014 INDICE

Dettagli

Provincia di Lecco TASSA PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI SCHEDA DI DENUNCIA DEI LOCALI ED AREE TASSABILI 1) DATI RELATIVI AL DENUNCIANTE

Provincia di Lecco TASSA PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI SCHEDA DI DENUNCIA DEI LOCALI ED AREE TASSABILI 1) DATI RELATIVI AL DENUNCIANTE Si rilascia Ricevuta n. Tesserino Piattaforma Ecologica anno Secchiello per la raccolta Umido Comune di Missaglia Provincia di Lecco TASSA PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI SCHEDA DI DENUNCIA

Dettagli

PERIZIA TECNICO ESTIMATIVA

PERIZIA TECNICO ESTIMATIVA PERIZIA TECNICO ESTIMATIVA RICHIEDENTE: COMUNE DI LARI - UFFICIO TECNICO; OGGETTO: APPARTAMENTO PER CIVILE ABITAZIONE, ANNESSO LOCALE RIPOSTIGLIO IN COMPROPRIETA E QUOTA DI UN TERZO SUL RESEDE. (UNITA

Dettagli

COMUNE DI COSTA VOLPINO Piazza Caduti di Nassiriya n.3 - c.a.p. 24062 - Prov. di BG Cod. Fisc. e P.IVA: 00 572 300 168. INFORMATIVA per i cittadini

COMUNE DI COSTA VOLPINO Piazza Caduti di Nassiriya n.3 - c.a.p. 24062 - Prov. di BG Cod. Fisc. e P.IVA: 00 572 300 168. INFORMATIVA per i cittadini COMUNE DI COSTA VOLPINO Piazza Caduti di Nassiriya n.3 - c.a.p. 24062 - Prov. di BG Cod. Fisc. e P.IVA: 00 572 300 168 IMPOSTA UNICA COMUNALE ( IUC ) INFORMATIVA per i cittadini Con Legge n. 147 del 27

Dettagli

Regolamento per l applicazione della Tassa per lo Smaltimento Rifiuti Solidi Urbani Interni

Regolamento per l applicazione della Tassa per lo Smaltimento Rifiuti Solidi Urbani Interni COMUNE DI CARRARA Settore Entrate Ufficio TARSU Regolamento per l applicazione della Tassa per lo Smaltimento Rifiuti Solidi Urbani Interni Approvato con deliberazione C.C. 27 del 30/03/200728/02/2002

Dettagli

SEMINARIO E VIDEOSEMINARIO SU: Legge Delega Fiscale 2014: La Revisione del Catasto Fabbricati. 20 giugno 2014. Quadro normativo

SEMINARIO E VIDEOSEMINARIO SU: Legge Delega Fiscale 2014: La Revisione del Catasto Fabbricati. 20 giugno 2014. Quadro normativo SEMINARIO E VIDEOSEMINARIO SU: Legge Delega Fiscale 2014: La Revisione del Catasto Fabbricati 20 giugno 2014 Seregno (MB) Via XXIV Maggio Sala Civica Monsignor Luigi Gandini in modalità webinar su piattaforma

Dettagli

Volume Virtuale Art. 11 Regol. Reg. n. 6/1977 TOTALE. Superficie lorda complessiva. RESIDENZIALE Percentuale At IMPORTO TOTALE

Volume Virtuale Art. 11 Regol. Reg. n. 6/1977 TOTALE. Superficie lorda complessiva. RESIDENZIALE Percentuale At IMPORTO TOTALE SERVIZIO URBANISTICA -Sportello Unico Edilizia CALCOLO CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE Pratica edilizia n Anno Richiedente Intervento: in via Oneri di Urbanizzazione: EDILIZIA RESIDENZIALE COMMERCIALE DIREZIONALE

Dettagli

GESTIONE DEL CATASTO FABBRICATI E UTILITÀ RELATIVE ALL UTILIZZO DELLA PROCEDURA DOCFA 4.0

GESTIONE DEL CATASTO FABBRICATI E UTILITÀ RELATIVE ALL UTILIZZO DELLA PROCEDURA DOCFA 4.0 Daniela Ponticelli GESTIONE DEL CATASTO FABBRICATI E UTILITÀ RELATIVE ALL UTILIZZO DELLA PROCEDURA DOCFA 4.0 Normativa di riferimento in materia di catasto dei fabbricati Esempi per la gestione di una

Dettagli

TARSU poi TARES ed ora TARI e TASI

TARSU poi TARES ed ora TARI e TASI TARSU poi TARES ed ora TARI e TASI di Luigi Cenicola 1. Premessa. A decorrere dall anno 2014, per il servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani e per i servizi indivisibili comunali, si pagheranno

Dettagli

C O M U N E D I C E N T O. Provincia di Ferrara REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TASSA PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI INTERNI

C O M U N E D I C E N T O. Provincia di Ferrara REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TASSA PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI INTERNI C O M U N E D I C E N T O Provincia di Ferrara REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TASSA PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI INTERNI Approvato con delibera consiliare n. 117 del 29.09.95 Reso

Dettagli

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TASSA PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI.

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TASSA PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI. COMUNE DI ZACCANOPOLI (Provincia di Vibo Valentia) Rione Nuovo- 89867 Zaccanopoli http://www.zaccanopolicomune.it REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TASSA PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI.

Dettagli

COMUNE DI QUINTO VICENTINO PROVINCIA DI VICENZA. e modificato dalla deliberazione del Consiglio Comunale n. 78 del 28.11.2000.

COMUNE DI QUINTO VICENTINO PROVINCIA DI VICENZA. e modificato dalla deliberazione del Consiglio Comunale n. 78 del 28.11.2000. COMUNE DI QUINTO VICENTINO PROVINCIA DI VICENZA Allegato alla deliberazione del Consiglio Comunale n.17 del 22.02.2000 e modificato dalla deliberazione del Consiglio Comunale n. 78 del 28.11.2000. REGOLAMENTO

Dettagli

Comune di Oristano Comuni de Aristanis REGOLAMENTO. Tassa Smaltimento Rifiuti Solidi Urbani

Comune di Oristano Comuni de Aristanis REGOLAMENTO. Tassa Smaltimento Rifiuti Solidi Urbani Comune di Oristano Comuni de Aristanis REGOLAMENTO Indice Art. 1 Oggetto del Regolamento Pag. 3 Art. 2 Caratteri della tassa Pag. 3 Art. 3 Soggetti passivi Pag. 3 Art. 4 Locali ed aree oggetto della tassa

Dettagli

PRIMA NOTA INFORMATIVA per il calcolo dell acconto dell Imposta Municipale Propria IMU Anno 2012

PRIMA NOTA INFORMATIVA per il calcolo dell acconto dell Imposta Municipale Propria IMU Anno 2012 PRIMA NOTA INFORMATIVA per il calcolo dell acconto dell Imposta Municipale Propria IMU Anno 2012 L art. 13 del Decreto Legge 6 dicembre 2011 n. 201, convertito con modificazioni in Legge n. 214 del 22.12.2011,

Dettagli