Simply8. Manuale d uso. v Cod Centrale filare Simply8. High

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Simply8. Manuale d uso. v. 1.0. Cod. 27951. Centrale filare Simply8. High"

Transcript

1 Simply8 Cod Centrale filare Simply8 High Manuale d uso v. 1.0

2 INTRODUZIONE Zone di allarme temporizzabili e parzializzabili con linee configurabili come N.C., N.A., bilanciate e ad impulsi (es. per contatti a cordicella) - Linea di guardia per funzione antisabotaggio - Linea bus a 4 fili per attivatori remoti per chiave elettronica - Possibilità di parzializzazione per gruppi di zone - UNA chiave elettronica digitale ad auto-apprendimento in dotazione - Predisposizione per chiave meccanica per attivare-disattivare - Morsetto di uscita dello stato della centrale attiva/disattiva - Dimensioni 220x285x100mm GENERALITÀ Le centrali di allarme Simply8 nasce con lo scopo di facilitare la realizzazione e la gestione di impianti di allarme di elevata qualità. Nella progettazione di queste centrali è stata fatta particolare attenzione alla soluzione del fastidioso problema dei falsi allarmi: a tal fine il controllo completo è gestito da un microprocessore che garantisce un alta affidabilità. Tutte le impostazioni di funzionamento sono salvate su una memoria non volatile, per cui in caso di temporanea assenza di alimentazione (batteria scarica ed assenza di tensione di rete contestuali), le centrali, al ritorno della tensione di rete, si riconfigurano automaticamente nello stesso stato in cui si trovavano all atto dell interruzione dell alimentazione COLLEGAMENTI ZONE Nella centrale Simply8 le linee delle 8 zone sono ai morsetti L1,L2, L3, L4, L5, L6, L7, L8 ed i 4 morsetti dei negativi comuni indicati con -. Ciascuna zona può essere impostata in uno dei seguenti modi di funzionamento durante la fase iniziale di configurazione della centrale: - N.C. normalmente chiusa - N.A. normalmente aperta - BL bilanciata Inoltre per ciascuna zona è possibile impostare la sensibilità impulsiva (idonea per i sensori per tapparella e per rilevatori di vibrazioni), ovvero il numero di impulsi rilevati ravvicinati nel tempo necessari alla linea per generare l allarme. LINEA ANTISABOTAGGIO La linea di guardia della funzione antisabotaggio è di tipo bilanciato (BL) con resistenza di bilanciamento da 3K9 ohm ed è disponibile ai morsetti AS e -. Tutti i dispositivi (sensori, sirene, combinatore telefonico etc.) possono essere collegati alla linea di guardia della funzione antisabotaggio. Qualora la linea di guardia non venga utilizzata, lasciare ponticellati i predetti morsetti con la resistenza di bilanciamento in dotazione. La funzione di antisabotaggio è operativa sia a centrale attiva che a centrale disattiva e ogni tentativo di manomissione della centrale o degli altri dispositivi collegati provoca un allarme con la conseguente attivazione delle sirene e del combinatore telefonico (se presente). Per escludere temporaneamente la funzione di antisabotaggio (in caso di manutenzione dell impianto) è sufficiente, partendo dallo stato di centrale attiva, disattivare la centrale: a questo punto è possibile, entro 10 secondi circa, togliere il pannello frontale senza produrre l allarme. Per richiudere la centrale, bisogna di nuovo disattivarla partendo dallo stato di centrale attiva: in questo modo, entro 10 secondi circa si può riposizionare il pannello frontale senza produrre l allarme. SIRENE Il morsetto denominato SA va collegato al positivo della sirena di allarme autoalimentata, che deve essere configurata in modo da suonare con la caduta della tensione +12 V, che si verifica in caso di allarme. Il morsetto denominato SN va collegato al positivo della sirena di allarme elettronica (Imax 500mA). Su questo morsetto sarà presente la tensione +12V in caso di allarme. Entrambi i negativi delle sirene vanno collegati al morsetto - del negativo comune. PAG 2

3 SCAMBIO PULITO DEL RELAY DI ALLARME La centrale è dotata di un relay con scambio pulito che viene eccitato in caso di allarme. I contatti dello scambio reggono fino a correnti di 8A a 250Vca. A tali contatti è possibile collegare tutta una serie di dispositivi pilotabili dalla centrale in caso di allarme. I tre morsetti in questione sono: il morsetto comune indicato con C, il morsetto normalmente chiuso indicato con NC (che si apre da C in caso di allarme) ed il morsettonormalmente aperto indicato con NO (che si chiude con C in caso di allarme). Se durante la fase iniziale di installazione si desidera fare dei test sull operatività delle zone e dell antisabotaggio senza produrre l attivazione delle sirene, del combinatore telefonico e degli altri dispositivi collegati all impianto, è sufficiente abbassare il dip 6 (vedi schema generale dei collegamenti). Il dip 6 va altresì abbassato qualora, a causa di anomalia, la centrale resti bloccata nello stato di allarme, in modo da disattivare tutti i predetti dispositivi (l utente dovrà contattare un tecnico qualificato). TENSIONE DI ALIMENTAZIONE SENSORI Vi sono due coppie di morsetti denominati AUX e - sulle quali è presente una tensione fissa di alimentazione disponibile per i sensori di allarme ed altri dispositivi (max 350mA per ogni coppia). FASE TRANSITORIA DI ATTIVAZIONE DELLA CENTRALE - acceso: inserendo e lasciando la chiave inserita nell attivatore remoto, quando è acceso segnala la possibilità di parzializzazione del Gruppo 1 di zone (disinserire la chiave). Questo passo è ripetuto due volte. PREDISPOSIZIONE PER CHIAVE MECCANICA ll collegamento della chiave meccanica va effettuato per mezzo di un cavetto a 2 fili. Il comando è di tipo impulsivo e quindi ogni qualvolta la chiave chiude il contatto KEY con il -, la centrale cambia il suo stato da attiva a disattiva o viceversa. RELAY FIRE - SEGNALAZIONE CENTRALE DISATTIVA Il relay fire viene attivato dalle zone abilitate come antincendio. I contatti del relay fire sono ai morsetti D (NC), E (NA) ed F (COM). Il morsetto G è un uscita positiva per la segnalazione remota di centrale disattiva (max 30mA). ATTIVATORE PER CHIAVE ELETTRONICA I collegamenti dell attivatore remoto per chiave elettronica vanno effettuati con cavetto schermato a 4 fili seguendo la successione indicata nello schema generale dei collegamenti. Inoltre lo schermo del cavetto va collegato al morsetto 4 dell attivatore e alla terra dell impianto elettrico (se disponibile) dalla parte della centrale. BATTERIA TAMPONE Batteria alloggiabile 12Vcc -7,2Ah. ALIMENTAZIONE DI RETE Alimentatore 220Vca ±10% 18Vca 800mA RESET DELLA CONFIGURAZIONE Questa funzione reimposta le caratteristiche di funzionamento della centrale ai valori preimpostati in fabbrica (vedi tabella). E necessario operare il reset nel caso in cui si ritiene opportuno rioperare la configurazione iniziale della centrale partendo dalle impostazioni di fabbrica. La procedura di RESET della configurazione è la seguente: togliere l alimentazione alla centrale staccando un cavetto della batteria e sfilando il fusibile di rete (se l impianto è provvisto di sirene autoalimentate, queste suoneranno!), attendere 10 secondi e, tenendo premuto il tasto J1, ridare alimentazione alla centrale. PAG 3

4 Nella tabella sono riportati i parametri di configurazione della centrale impostati in fabbrica. Questi vengono reimpostati anche se si effettua il RESET della configurazione. PAG 4

5 IMPOSTAZIONI DI FABBRICA Caratteristiche delle zone: immediate, sensibilità ad un solo impulso. Cicli di allarme per ogni zona: 5 (non modificabile) Gruppi di zone: Gruppo 1 nessuna zona Se non si creano i gruppi di zone non sarà possibile effettuare la parzializzazione dell impianto tramite attivatore remoto per chiave elettronica. Gruppo 2 nessuna zona Zone abbinate all allarme FIRE/24H: nessuna zona CONFIGURAZIONE DELLA CENTRALE La configurazione iniziale va effettuata agendo sui dip-switch che si trovano sul circuito stampato (vedi schemi). Per effettuare la configurazione senza provocare segnalazione di allarme, abbassare in posizione OFF il dip 6 di esclusione del relay d allarme. REGOLAZIONE DEI TEMPI Per regolare il tempo di entrata, il tempo di uscita ed il tempo di allarme agire per mezzo di opportuno giravite sui tre potenziometri posti in alto sulla destra della scheda. - Te regola il tempo di entrata (5sec. 60sec.); - Tu regola il tempo di uscita (5sec. 160sec.); - Ta regola il tempo di allarme (5sec. 160sec.). I tempi aumentano in senso orario. Per quanto riguarda la regolazione del tempo di entrata, bisognerà impostare un tempo sufficiente affinché l utente, a centrale attiva, dopo aver aperto una delle zone ritardate, raggiunga o la centrale, oppure l attivatore remoto per operare la disattivazione dell impianto prima che la centrale generi la segnalazione di allarme. Tale tempo sarà uguale per tutte le zone che saranno impostate come ritardate operando la procedura riportata in seguito al paragrafo Zone immediate e zone ritardate. Analogamente, per la regolazione del tempo di uscita, bisognerà impostare un tempo sufficiente affinché l utente, avviata la fase transitoria di attivazione, abbia il tempo di uscire dall ambiente protetto, chiudendo una delle zone ritardate, prima che la centrale rilevi l allarme. Tale tempo sarà uguale per tutte le zone che saranno impostate come ritardate operando la procedura riportata al paragrafo successivo. IMPOSTAZIONI DELLE ZONE Zone immediate e zone ritardate Questa procedura permette di scegliere liberamente le zone da ritardare e quelle da lasciare immediate. Le zone impostate come ritardate saranno tutte caratterizzate dagli stessi tempi di entrata e di uscita come impostati nelle precedenti procedure. PAG 5

6 Autoriconoscimento dei tipi di sensori (N.C., N.A., BL) DA EFFETTUARE SEMPRE Questa procedura permette di impostare ciascuna linea delle zone di rilevamento come normalmente chiusa (N.C.) o normalmente aperta (N.A.) oppure bilanciata (BL) con resistenza di bilanciamento da 3,9 Kohm. La procedura è automatica: a seconda del tipo di sensore connesso alla linea della centrale, questa effettua l autoriconoscimento dello stesso. E una funzione molto importante poichè consente alla centrale d allarme di registrare la situazione reale di ogni linea. Per questo motivo è buona norma effettuare l autoriconoscimento solo dopo aver completato l installazione di tutti i sensori dell impianto. E necessario che durante la procedura di autoriconoscimento tutti i sensori siano a riposo poichè se per esempio uno dei sensori di tipo normalmente chiuso (N.C.) al momento del riconoscimento è allarmato (quindi aperto), esso viene erroneamente riconosciuto come un sensore di tipo normalmente aperto (N.A.). Sensibilità impulsiva per singola zona. E utile se nell impianto si utilizzano contatti per tapparelle o sensori di vibrazione per vetrate o grate. Questa procedura permette di impostare per ogni singola zona il valore 1 per il funzionamento normale e i valori da 2 a 9 per settare il numero di impulsi ravvicinati nel tempo (30 sec.) necessari per allarmare la rispettiva linea. Impostando il valore massimo di 9 impulsi, la rispettiva zona ha una sensibilità impulsiva più bassa ma una immunità ai falsi allarmi più elevata. La sensibilità impostata ha effetto solo in caso di variazioni impulsive dello stato della linea, la zona continua a rilevare normalmente ogni variazione di stato prolungata nel tempo proveniente da un sensore o da manomissione. Esempio: una zona normalmente chiusa con sensibilità impostata a 5 impulsi, a cui abbiamo collegato in serie un sensore per tapparella ed un contatto magnetico, va in allarme se rileva 5 impulsi ravvicinati nel tempo provenienti dal sensore per tapparella ma anche se si apre il contatto magnetico o nell eventualità di una interruzione della linea dovuta al taglio dei fili. Dopo aver premuto il tasto della zona che si vuol trasformare in zona impulsi, premere lo stesso tasto un numero di volte pari al numero di impulsi che si desidera avvengano (2+9) perchè scatti l allarme. E possibile ripetere l operazione per tutte le zone. Creazione dei gruppi di zone Se nell impianto sono presenti attivatori remoti (cod ), è possibile effettuare la parzializzazione per gruppi di zone. Questa funzione permette di suddividere l impianto in area-giorno ed area-notte, o area-interna ed area-esterna, o secondo una qualsiasi altra esigenza peculiare dell utente. Non possono far parte dei due gruppi di zone le zone che si vogliono assegnare alla funzione 24ORE/FIRE (vedi paragrafo successivo). Durante la programmazione si può decidere se abbinare una chiave elettronica al gruppo che si sta creando. Questa chiave attiverà l impianto solo per le zone appartenenti al gruppo a cui è stata abbinata. Attenzione: - Questa funzione è operativa solo dagli attivatori remoti; dall attivatore sul pannello frontale tutte le chiavi riconosciute attivano totalmente l impianto. - La chiave da abbinare ad un gruppo di zone non deve essere stata ancora riconosciuta dalla centrale (la chiave in dotazione è già riconosciuta). PAG 6

7 Programmazione zone 24ORE/FIRE abbinate al relay FIRE Questa procedura serve per scegliere quali zone si vogliono abbinare all allarme 24ORE/FIRE. Non possono essere abbinate a questa funzione le zone che fanno parte del Gruppo 1 o del Gruppo 2 precedentemente creati per la parzializzazione. Riconoscimento delle chiavi elettroniche (la chiave in dotazione è già riconosciuta e non va programmata) La centrale può memorizzare al massimo 8 chiavi elettroniche. La procedura opera il riconoscimento in successione delle chiavi disponibili. Dopo il riconoscimento dell ottava chiave ogni chiave successiva sarà memorizzata nella posizione di memoria della chiave numero 1 che non sarà più riconosciuta dalla centrale. Se necessitano più di 8 chiavi si può richiedere presso la sede isicuri che una chiave in dotazione venga clonata in più copie. Questo tipo di chiave elettronica, con codifica digitale a 64 bit, permette di utilizzare un sola chiave per poter accedere in piena sicurezza a più impianti d allarme protetti dalla centrale Esempio: un utente che ha protetto la propria abitazione ed il proprio negozio con due delle centrali suddette, può fornire ad un suo dipendente la chiave elettronica per accedere al negozio. Infatti la chiave in possesso del dipendente, riconosciuta soltanto dalla centrale del negozio, lo abilita ad entrare solo nel negozio, mentre la chiave in possesso dell utente, riconosciuta da entrambe le centrali, gli permette di accedere, con una sola chiave quindi, sia nella propria abitazione che nel proprio negozio in piena sicurezza. PAG 7

8 SPIE LUMINOSE SULLA CENTRALE Led verde RETE - Segnala lo stato dell alimentazione di rete della centrale: - acceso: alimentazione di rete presente, nessuna anomalia; - spento: alimentazione di rete assente, anomalia (il led rimane spento anche durante la fase transitoria di attivazione). Led giallo INSERITO - Segnala lo stato di funzionamento della centrale: - acceso: la centrale è attiva; - lampeggiante lento: la centrale è in fase transitoria di attivazione. E disponibile un tempo di parzializzazione di 10 sec. - spento: la centrale è disattiva. Led rosso MEM.ALL - A centrale attiva si accende fisso in caso di attivazione del Gruppo 1 (parzializzazione). A centrale disattiva (led giallo INSERITO spento): - lampeggiante lento: memoria allarme generale. Viene segnalato che una qualsiasi delle linee ha rilevato un allarme quando la centrale era attiva; - lampeggiante veloce: almeno una zona è in allarme (verificare prima di attivare l impianto); - spento: nessun allarme rilevato e tutte le linee sono in condizione di riposo. Led rosso 24ORE/FIRE - A centrale attiva si accende fisso in caso di attivazione del Gruppo 2 (parzializzazione) o di allarme della linea 24ORE (antisabotaggio). Quando la centrale viene disattivata (led giallo INSERITO spento): - acceso: la linea 24ORE (antisabotaggio) è in allarme - lampeggiante lento: memoria allarme antisabotaggio; viene segnalato che l antisabotaggio di uno dei componenti dell impianto è andato in allarme quando la centrale era attiva; - spento: nessun allarme rilevato e tutti i dispositivi antisabotaggio sono in condizione di riposo. Led rossi ZONE - A centrale attiva i led sono spenti. Quando la centrale è disattiva (led giallo INSERITO spento) ognuno dei led rossi ZONE segnala lo stato della relativa linea di allarme nel seguente modo: - acceso: la linea è esclusa (parzializzata) e non potrà rilevare allarmi a centrale attivata; - lampeggiante lento: memoria allarme; viene segnalato che la linea ha rilevato un allarme quando la centrale era attiva; - lampeggiante veloce: la linea è in allarme (verificare prima di attivare l impianto); - spento: nessun allarme rilevato, la linea è inclusa (non parzializzata) ed in condizione di riposo. PAG 8

9 SPIE LUMINOSE SULL ATTIVATORE REMOTO Led verde RETE - Segnala lo stato dell alimentazione di rete della centrale: - acceso: alimentazione di rete presente, nessuna anomalia; - spento: alimentazione di rete assente, anomalia (il led resta spento anche durante la fase transitoria di attivazione). Led giallo INSERITO - Segnala lo stato di funzionamento della centrale: - acceso: la centrale è attiva; - lampeggiante: la centrale è in fase transitoria di attivazione. E disponibile il tempo di uscita relativo alle zone ritardate; - spento: la centrale è disattiva. Led rosso Sx - Le segnalazioni di questo led dipendono dallo stato in cui si trova la centrale: Centrale Disattiva: - lampeggiante lento: è stato registrato un evento di allarme in una o più zone (memoria); - lampeggiante veloce: una o più zone sono in allarme (verificare prima di attivare l impianto); - spento: tutte le zone sono a riposo e non è stato registrato nessun evento di allarme zona. Fase Transitoria Di Attivazione Della Centrale - acceso: inserendo e lasciando la chiave inserita nell attivatore remoto, quando è acceso segnala la possibilità di parzializzazione del Gruppo 1 di zone (disinserire la chiave). Centrale attiva - acceso: impianto attivato secondo il Gruppo 1 (parzializzazione); - spento: conferma la regolare attivazione dell impianto. Led rosso Dx - Le segnalazioni di questo led dipendono dallo stato in cui si trova la centrale: Centrale Disattiva - acceso: la linea 24ORE (antisabotaggio) è in allarme; - lampeggiante lento: memoria allarme antisabotaggio: segnala che l antisabotaggio di uno dei componenti dell impianto è andato in allarme quando la centrale era attiva; - spento: nessuna manomissione della centrale o dei dispositivi collegati alla linea di guardia della funzione antisabotaggio. Fase transitoria di attivazione della centrale - acceso: inserendo e lasciando la chiave inserita nell attivatore remoto, quando è acceso segnala la possibilità di parzializzazione del Gruppo 2 di zone (disinserire la chiave). Centrale attiva - acceso: impianto attivato secondo il Gruppo 2 (parzializzazione) oppure allarme della linea 24ORE (antisabotaggio); - spento: conferma la regolare attivazione dell impianto. OPERATIVITA DELLA CENTRALE ATTIVAZIONE DELLA CENTRALE Dall attivatore sul pannello frontale della centrale o dall attivatore remoto (opzionale) Partendo dallo stato di centrale disattiva (led giallo INSERITO spento), per attivarla bisogna inserire una chiave elettronica PAG 9

10 nell attivatore. A questo punto il led verde RETE si spegne mentre il led giallo INSERITO inizia a lampeggiare. Disinserendo la chiave, la centrale va in fase transitoria di attivazione ed il led giallo INSERITO lampeggia per i 10 Partendo dallo stato di centrale attiva (led giallo INSERITO acceso fisso), per disattivarla bisogna usare una chiave elettronica. Inserendo la chiave nell attivatore, la centrale si disattiva, il led giallo INSERITO si spegne e si può disinserire la chiave. A questo punto sono disponibili le seguenti secondi del tempo di parzializzazione. Successivamente la centrale si attiva, il led giallo INSERITO si accende fisso e, subito dopo, si accende anche il led verde RETE. Prima di inserire la chiave, assicurarsi che le zone siano a riposo, ovvero che nessun sensore sia eccitato: questo è vero se i led rossi ZONE sul pannello frontale della centrale o il led rosso Sx sull attivatore remoto sono spenti. Se si vuole attivare la centrale quando uno dei predetti led rossi lampeggia velocemente, assicurarsi che questo dipenda dalla zona temporizzata per l uscita. In caso contrario, per poter attivare la centrale senza produrre allarmi indesiderati, bisognerà eliminare la segnalazione della zona istantanea allarmata, mettendo a riposo la rispettiva linea di rilevazione oppure parzializzandola agendo sui tasti posti sul pannello frontale della centrale o sulla tastiera remota, se presente. DISATTIVAZIONE DELLA CENTRALE Partendo dallo stato di centrale attiva (led giallo INSERITO acceso fisso), per disattivarla bisogna usare una chiave elettronica. Inserendo la chiave nell attivatore, la centrale si disattiva, il led giallo INSERITO si spegne e si può disinserire la chiave. A questo punto sono disponibili le seguenti informazioni delle memorie su ciò che è accaduto quando la centrale era attiva: - se sull attivatore remoto il led rosso Sx lampeggia lentamente, questo indica che una o più zone hanno prodotto allarmi; - se sul pannello frontale della centrale uno o più led rossi ZONE lampeggiano lentamente, questo indica che le rispettive zone hanno prodotto allarme. In questo caso lampeggerà anche il led rosso MEM. ALL. (led di ridondanza); - se sul pannello frontale della centrale uno o più led rossi ZONE resta acceso fisso, le relative zone sono state escluse in precedenza operando la parzializzazione; - se il led rosso 24ORE/FIRE sul pannello frontale della centrale o il led rosso Dx sull attivatore remoto lampeggia lentamente, questo indica che c è stata manomissione della centrale o dei dispositivi collegati alla linea di guardia della funzione antisabotaggio. PARZIALIZZAZIONE DELLE ZONE Dal pannello frontale della centrale Partendo dallo stato di centrale disattiva (led giallo INSERITO spento), per includere o escludere una o più zone della centrale procedere come segue: dopo aver inserito e disinserito una chiave nell attivatore, durante la fase transitoria di attivazione si ha a disposizione un tempo di 10 sec. (led giallo INSERITO lampeggiante) per includere o escludere singolarmente ciascuna zona. Infatti premendo i tasti relativi a ciascuna delle zone, se il led corrispondente si accende, tale zona viene esclusa; viceversa se si spegne, la zona viene inclusa ed è operativa. Terminati i 10 sec. non è più possibile parzializzare; la centrale si attiva e segue il tempo di uscita delle zone impostate come ritardate. Le zone escluse (led rossi accesi a centrale disattiva) non saranno più operative, finché non verranno di nuovo incluse agendo dal pannello frontale della centrale. Dall attivatore sul pannello frontale della centrale è possibile effettuare anche la parzializzazione per gruppi di zone nel modo seguente: partendo dallo stato di centrale disattiva, inserendo una chiave nell attivatore e lasciandola inserita si accenderà il MEM.ALL. Se si estrae la chiave in questo momento si attiva il Gruppo 1. Se invece si lascia ancora inserita la chiave, si spegne il led MEM.ALL. e si accende il led 24ORE/FIRE. Se si estrae la chiave in questo momento si attiva il Gruppo 2. Se invece si lascia ancora inserita la chiave si PAG 10

11 accenderanno entrambi i led MEM.ALL e 24ORE/FIRE. Estraendo la chiave in questo momento si attiva sia il Gruppo 1 che il Gruppo 2. A differenza della parzializzazione per singola zona, quella per gruppi è operativa solo per la sessione di attivazione in cui viene effettuata. N.B.: Ogni volta che si preme un tasto, il tempo disponibile per la parzializzazione si riporta a 10 secondi. DALL ATTIVATORE REMOTO (COD ) Se sono stati definiti i gruppi di zone, sarà possibile effettuare la parzializzazione tramite attivatore remoto. Partendo dallo stato di centrale disattiva (led giallo INSERITO spento), inserendo la chiave elettronica nell attivatore e lasciandola inserita, dopo 3 secondi si accende il led rosso Sx: se si estrae la chiave in questo momento si attiva il Gruppo 1. Partendo dallo stato di centrale disattiva, se si lascia la chiave inserita dopo 3 secondi si accende il led rosso Sx. Se la chiave viene lasciata inserita, dopo 3 secondi si spegne il led rosso Sx e si accende il led rosso Dx: se si estrae la chiave in questo momento si attiva il Gruppo 2. Partendo sempre dallo stato a centrale disattiva, se si lascia la chiave inserita dopo 3 secondi si accende il led rosso Sx. Se la chiave viene lasciata inserita, dopo altri 3 secondi si spegne il led rosso Sx e si accende il led rosso Dx. Se la chiave viene ancora lasciata inserita, dopo altri 3 secondi si accendono entrambi i led rossi Sx e Dx: se si estrae la chiave in questo momento si attivano sia il Gruppo 1 che il Gruppo 2. L attivazione di entrambi i gruppi è possibile solo dall attivatore. Le zone così escluse non saranno operative soltanto per l attivazione attuale e quindi ritorneranno automaticamente incluse al momento della disattivazione successiva della centrale. Uso delle chiavi abbinate ai gruppi di zone (solo per attivatore remoto opzionale) Inserendo una chiave abbinata ad un gruppo di zone è possibile attivare solo le zone che fanno parte di quel gruppo. La procedura per l attivazione è la seguente: partendo dallo stato di centrale disattiva (led giallo INSERITO spento), inserire la chiave nell attivatore remoto. Sull attivatore si spegne il led verde RETE e si accendono contemporaneamente il led giallo INSERITO e il led rosso relativo al gruppo per cui la chiave è abilitata. A questo punto si può estrarre la chiave: si accenderà anche il led verde RETE e la centrale sarà attiva solo per il gruppo di zone a cui la chiave è abilitata. Allarme In caso di allarme, per interrompere la segnalazione è necessario disattivare la centrale con una chiave elettronica. Antisabotaggio Il contenitore della centrale è protetto dallo scasso 24 ore su 24 tramite un dispositivo antisabotaggio che è operativo sia a centrale attiva che a centrale disattiva. Ogni tentativo di manomissione provoca un allarme. Per escludere la funzione di antisabotaggio (solo per 10 secondi) bisogna attivare e disattivare la centrale. In questo modo si può togliere il pannello frontale senza provocare allarme. Per chiudere il pannello si opera allo stesso modo: attivando e disattivando di seguito la centrale avremo 10 secondi per richiuderla senza provocare allarme. Manutenzione Curare la manutenzione periodica dell impianto affidandola a personale specializzato. Si consiglia di provvedere periodicamente (almeno ogni 18 mesi) alla sostituzione della batteria con una nuova di uguali caratteristiche. Questa apparecchiatura è stata sviluppata secondo i criteri di qualità, affidabilità e prestazioni adottati dalla isicuri. L installazione deve essere effettuata a regola d arte, in accordo con le norme vigenti. La isicuri declina ogni responsabilità nel caso in cui l apparecchiatura venga manomessa da personale non autorizzato. ACCESSORI SUPPLEMENTARI: - Inseritore a trasponder cod (adattatore Living International in dotazione) - Adattatore per diverse serie civili cod Chiave a trasponder cod PAG 11

12 Distribuito da: Via Stromboli, Rozzano (MI) -

CENTRALE ALLARME ANTINTRUSIONE G8 PLUS

CENTRALE ALLARME ANTINTRUSIONE G8 PLUS CENTRALE ALLARME ANTINTRUSIONE G8 PLUS Le centrali di allarme G-Quattro plus (4 zone) e G-Otto plus (8 zone) nascono con lo scopo di facilitare la realizzazione e la gestione di impianti di allarme di

Dettagli

www.protexitalia.it centrale antifurto 5 zone radio/filo

www.protexitalia.it centrale antifurto 5 zone radio/filo www.protexitalia.it centrale antifurto 5 zone radio/filo IInttroduziione La centrale di allarme RF5000 (LEVEL 5) nasce con lo scopo di facilitare la realizzazione e la gestione di un impianto di allarme

Dettagli

DS38 Centrale Radio INTRODUZIONE E CARATTERISTICHE TECNICHE

DS38 Centrale Radio INTRODUZIONE E CARATTERISTICHE TECNICHE DS38 Centrale Radio INTRODUZIONE E CARATTERISTICHE TECNICHE La centrale è stata realizzata per permettere l installazione di un sistema d allarme dove non è possibile, o non si ritenga opportuno per vari

Dettagli

Simple8 MANUALE: - INSTALLAZIONE - PROGRAMMAZIONE - USO

Simple8 MANUALE: - INSTALLAZIONE - PROGRAMMAZIONE - USO Simple8 MANUALE: - INSTALLAZIONE - PROGRAMMAZIONE - USO 1 CARATTERISTICHE DISPOSITIVI A BORDO Presa di comando con chiave elettronica (mod. INS/P) Tastiera ad 12 tasti per la programmazione e per le esclusioni.

Dettagli

ZEUS38 Centrale di allarme 32 zone radio + 6 cablate Rev 1.1

ZEUS38 Centrale di allarme 32 zone radio + 6 cablate Rev 1.1 www.sistel-elettronica.it info@sistel-elettronica.it support@sistel-elettronica.it ZEUS38 Centrale di allarme 32 zone radio + 6 cablate Rev 1.1 INTRODUZIONE E CARATTERISTICHE TECNICHE Modulare, semplice

Dettagli

Simple4 MANUALE: - INSTALLAZIONE - PROGRAMMAZIONE - USO

Simple4 MANUALE: - INSTALLAZIONE - PROGRAMMAZIONE - USO Simple4 MANUALE: - INSTALLAZIONE - PROGRAMMAZIONE - USO 1 CARATTERISTICHE DISPOSITIVI A BORDO Presa di comando con chiave elettronica (mod. INS/P) Tastiera ad 8 tasti per la programmazione ed esclusione

Dettagli

SECURBOX 226 CENTRALE DI ALLARME ANTINTRUSIONE MANUALE TECNICO

SECURBOX 226 CENTRALE DI ALLARME ANTINTRUSIONE MANUALE TECNICO SECURBOX 226 CENTRALE DI ALLARME ANTINTRUSIONE MANUALE TECNICO La centrale SECURBOX 226 è stata progettata per impianti di allarme antintrusione professionali. Adatta all'utenza che predilige la semplicità,

Dettagli

AR32 PLUS RICEVITORE PER INTERFACCIAMENTO A CENTRALI DI ALLARME

AR32 PLUS RICEVITORE PER INTERFACCIAMENTO A CENTRALI DI ALLARME AR32 PLUS RICEVITORE PER INTERFACCIAMENTO A CENTRALI DI ALLARME ( MANUALE PROVVISORIO DI FUNZIONAMENTO ED USO CARATTERISTICHE TECNICHE) 1.0 DESCRIZIONE GENERALE DI FUNZIONAMENTO Il ricevitore AR-32 Plus,

Dettagli

MARY VOX. Centrale Allarme 8 zone. Manuale Tecnico di Installazione e Programmazione

MARY VOX. Centrale Allarme 8 zone. Manuale Tecnico di Installazione e Programmazione MARY VOX Centrale Allarme 8 zone Manuale Tecnico di Installazione e Programmazione Caratteristiche Tecniche Centrale 8 zone parzializzabile i 2 o 3 Aree con modulo GSM integrato Zone ritardate selezionabili

Dettagli

MC-62 Vintage. Manuale di Istruzioni. Centrale D allarme 6 Zone Filo con Esclusione o Parzializzazione e segnalazioni a LED ITALIANO

MC-62 Vintage. Manuale di Istruzioni. Centrale D allarme 6 Zone Filo con Esclusione o Parzializzazione e segnalazioni a LED ITALIANO MC-62 Vintage Centrale D allarme 6 Zone Filo con Esclusione o Parzializzazione e segnalazioni a LED ITALIANO Manuale di Istruzioni TRE i SYSTEMS S.r.l. Via del Melograno N. 13-00040 Ariccia, Roma Italy

Dettagli

EG4 Star CENTRALE A MICROPROCESSORE

EG4 Star CENTRALE A MICROPROCESSORE Curtarolo (Padova) Italy MANUALE DI INSTALLAZIONE EG4 Star CENTRALE A MICROPROCESSORE IST0571V1.3-1 - Generalità Indice Generalità... pag. 2 Caratteristiche tecniche... pag. 2 Scheda della centrale...

Dettagli

Centrale via filo ad 8 zone

Centrale via filo ad 8 zone Note Centrale via filo ad 8 zone Sommario Pagina 1.0. Descrizione... 2 2.0. Installazione... 3 3.0. Collegamenti... 4 4.0. Collegamento alla rete... 7 4.1. Sostituzione fusibile di rete... 7 4.2. Presa

Dettagli

EG8 Star CENTRALE A MICROPROCESSORE

EG8 Star CENTRALE A MICROPROCESSORE Curtarolo (Padova) Italy MANUALE DI INSTALLAZIE EG8 Star CENTRALE A MICROPROCESSORE IST0274V3.2-1 - Generalità Indice Generalità... pag. 2 Caratteristiche tecniche... pag. 2 Scheda della centrale... pag.

Dettagli

Manuale utente. MIra. venitem.com

Manuale utente. MIra. venitem.com Manuale utente MIra venitem.com INDICE TASTIERA 1. Segnalazione sulla tastiera 2. Segnalazione sul display durante il normale funzionamento 3. Segnalazione sul display dopo la digitazione di un Codice

Dettagli

MCA 808GSM. Centrale Allarme 8 zone. Manuale Tecnico di Installazione e Programmazione

MCA 808GSM. Centrale Allarme 8 zone. Manuale Tecnico di Installazione e Programmazione MCA 808GSM Centrale Allarme 8 zone Manuale Tecnico di Installazione e Programmazione Il codice di default è 67890 All accensione La centrale effettua una serie di TEST. Tali Test sono evidenziati dall

Dettagli

DS38SL Centrale Radio con display

DS38SL Centrale Radio con display DS38SL Centrale Radio con display INTRODUZIONE E CARATTERISTICHE TECNICHE La centrale è stata realizzata per permettere l installazione di un sistema d allarme dove non è possibile, o non si ritenga opportuno

Dettagli

ITALIANO TM400P. Pannello centrale antifurto 4 zone MANUALE PER L'UTENTE

ITALIANO TM400P. Pannello centrale antifurto 4 zone MANUALE PER L'UTENTE ITALIANO TM400P Pannello centrale antifurto 4 zone MANUALE PER L'UTENTE Indice Capitolo 1 Introduzione 3 1.1 Descrizione della centrale...3 1.2 Caratteristiche funzionali...3 1.3 Caratteristiche tecniche...4

Dettagli

Cenfrq e LE K2 I LE K2K

Cenfrq e LE K2 I LE K2K MANUALE DI SERVIZIO Cenfrq e LE K2 I LE K2K Le centrali serie K2, uno dei modelli più compatti della linea di centrali Lince, possono offrire, se usate in modo adeguato, lo stesso grado di sicurezza e

Dettagli

MP 105. italiano. Manuale utente IS0070-AC

MP 105. italiano. Manuale utente IS0070-AC EDINTEC S.R.L. Viale Umbria, 24 20090 Pieve Emanuele (MI) Tel. 02 91988336 www.gladiusnet.it - sales@gladiusnet.it 45678904567890456789012456789045678904567890124 45678904567890456789012456789045678904567890124

Dettagli

- Limena (Padova) - &HQWUDOH$;,6 MANUALE PER L UTENTE. Centrale mod. AXIS 5. Omologazione IMQ - ALLARME 1 e 2 LIVELLO

- Limena (Padova) - &HQWUDOH$;,6 MANUALE PER L UTENTE. Centrale mod. AXIS 5. Omologazione IMQ - ALLARME 1 e 2 LIVELLO - Limena (Padova) - &HQWUDOH$;,6 MANUALE PER L UTENTE Centrale mod. AXIS 5 Omologazione IMQ - ALLARME 1 e 2 LIVELLO AXEL AXIS 5 6HJQDOD]LRQLFRQOHG led 1 giallo : se acceso, indica la presenza della tensione

Dettagli

MANUALE UTENTE CENTRALE 5 ZONE CENTRALE 10 ZONE. IS09005 Rev.B

MANUALE UTENTE CENTRALE 5 ZONE CENTRALE 10 ZONE. IS09005 Rev.B MANUALE UTENTE CENTRALE 5 ZONE CENTRALE 10 ZONE IS09005 Rev.B MANUALE UTENTE CENTRALI DOMINA 10 e 5 Le descrizioni fatte per la Domina 10 sono valide anche per la Domina 5 che gestisce di base solo 5 zone.

Dettagli

Sch. 1043/422 Sch. 1043/424

Sch. 1043/422 Sch. 1043/424 Mod. 1043 DS1043-160 LBT8539 CENTRALI DI RIVELAZIONE INCENDIO CONVENZIONALI A 2 E 4 ZONE Sch. 1043/422 Sch. 1043/424 MANUALE UTENTE INDICE 1 DESCRIZIONE GENERALE... 3 1.1 INTRODUZIONE... 3 2 NORMATIVE...

Dettagli

Centrale d allarme monozona Mod. EA-104

Centrale d allarme monozona Mod. EA-104 XON Electronics Manuale Utente EA104 Centrale d allarme monozona Mod. EA104! Attenzione prodotto alimentato a 220V prima di utilizzare, leggere attentamente il manuale e particolarmente le Avvertenze a

Dettagli

Interfaccia contatti a 2 ingressi indipendenti

Interfaccia contatti a 2 ingressi indipendenti Il dispositivo è utilizzato per collegare al sistema antintrusione i contatti magnetici di allarme normalmente chiusi, contatti elettromeccanici a fune per la protezione di avvolgibili e tapparelle e sensori

Dettagli

- Limena (Padova) - &HQWUDOH$;,6 MANUALE PER L UTENTE. Centrale mod. AXIS 30. Omologazione IMQ - ALLARME 1 e 2 LIVELLO

- Limena (Padova) - &HQWUDOH$;,6 MANUALE PER L UTENTE. Centrale mod. AXIS 30. Omologazione IMQ - ALLARME 1 e 2 LIVELLO - Limena (Padova) - &HQWUDOH$;,6 MANUALE PER L UTENTE Centrale mod. AXIS 30 Omologazione IMQ - ALLARME 1 e 2 LIVELLO AXEL AXIS 30 6HJQDOD]LRQLFRQOHG led giallo: se acceso, indica la presenza della tensione

Dettagli

NOTE CENTRALI ANTIFURTO NOX300/500/900 ISTRUZIONI D'USO. elettronicas.n.c. R R + + + + + + + + + LED LINEE / MEMORIE DISINSERITO INSERITO

NOTE CENTRALI ANTIFURTO NOX300/500/900 ISTRUZIONI D'USO. elettronicas.n.c. R R + + + + + + + + + LED LINEE / MEMORIE DISINSERITO INSERITO LED / MEMORIE ESCLUSIONE / INCLUSIONE LED / MEMORIE ESCLUSIONE / INCLUSIONE LED / MEMORIE ESCLUSIONE / INCLUSIONE NOTE CENTRALI ANTIFURTO NOX300/500/900 ISTRUZIONI D'USO 1 2 3 4 1 2 R R Grazie per aver

Dettagli

rx8m Manuale d installazione ricevitore DUEVI s.n.c. Sede legale: Via Gioberti, 7 - Piossasco (Torino)

rx8m Manuale d installazione ricevitore DUEVI s.n.c. Sede legale: Via Gioberti, 7 - Piossasco (Torino) ricevitore rx8m...hi-tech SECURITY DEVICES Manuale d installazione DUEVI s.n.c. d i M o r a & S a n t e s e Sede legale: Via Gioberti, 7 - Piossasco (Torino) Sede operativa: Via Bard, 12/A - 10142 Torino

Dettagli

TERMINALE REMOTO mod. 630 SCHEDA DECODIFICA mod. 633 ORGANO DI COMANDO PROGRAMMABILE A CODICE NUMERICO

TERMINALE REMOTO mod. 630 SCHEDA DECODIFICA mod. 633 ORGANO DI COMANDO PROGRAMMABILE A CODICE NUMERICO GESCO SECURKEY TERMINALE REMOTO mod. 630 SCHEDA DECODIFICA mod. 633 ORGANO DI COMANDO PROGRAMMABILE A CODICE NUMERICO Adatto a comandare impianti di allarme antiintrusione eda controllare accessi o apparecchiature,mediante

Dettagli

C4UC0201 - C4UC0401 - C4UC0801

C4UC0201 - C4UC0401 - C4UC0801 Centrale Antifurto C4UC0201 - C4UC0401 - C4UC0801 Manuale per l'utente 24832301-08-02-10 GLOSSARIO Zone o Ingressi Per Zone o Ingressi, si intendono le fonti da cui provengono gli allarmi, che possono

Dettagli

CENTRALE DI ALLARME A 8 ZONE

CENTRALE DI ALLARME A 8 ZONE CENTRALE DI ALLARME A 8 ZONE NOTA PER L INSTALLATORE: Potete trovare il manuale di installazione all indirizzo www.bentelsecurity.com/qr/1010101 oppure potete visualizzarlo su smartphone o tablet leggendo

Dettagli

DCA75. Guida alla Installazione. EDINTEC S.R.L. Viale Umbria, 24 20090 Pieve Emanuele (MI) Tel. 02 91988336. www.gladiusnet.it - sales@gladiusnet.

DCA75. Guida alla Installazione. EDINTEC S.R.L. Viale Umbria, 24 20090 Pieve Emanuele (MI) Tel. 02 91988336. www.gladiusnet.it - sales@gladiusnet. RETE ON AMALIA 1 2 3 TEST 4 5 6 7 EDINTEC S.R.L. Viale Umbria, 24 20090 Pieve Emanuele (MI) Tel. 02 91988336 www.gladiusnet.it - sales@gladiusnet.it DOMOTEC SRL - Lungo Dora Liguria, 58 - I - 10143 TORI

Dettagli

ISTRUZIONE TECNICA. CENTRALI 5 e 10 ZONE. Rev.B

ISTRUZIONE TECNICA. CENTRALI 5 e 10 ZONE. Rev.B ISTRUZIONE TECNICA CENTRALI 5 e 10 ZONE Rev.B Indice manuale tecnico Principi generali di funzionamento pag. 03 Installazione meccanica. pag. 06 Descrizione del frontale della centrale pag. 08 Chiave elettromeccanica.

Dettagli

ifish64gsm MANUALE D USO MHz CENTRALE RADIO 64 ZONE CON GSM. Italian Quality Cod. 25735 CARATTERISTICHE TECNICHE

ifish64gsm MANUALE D USO MHz CENTRALE RADIO 64 ZONE CON GSM. Italian Quality Cod. 25735 CARATTERISTICHE TECNICHE ifish64gsm Cod. 25735 CENTRALE RADIO 64 ZONE CON GSM. 868 MHz MANUALE D USO CARATTERISTICHE TECNICHE - Trasmettitore ibrido con filtro SAW 868 MHz. - Alimentazione con batteria al litio da 3,6 V 1Ah con

Dettagli

Manuale d'uso RFID METALLO

Manuale d'uso RFID METALLO Manuale d'uso RFID METALLO Skynet Italia Srl www.skynetitalia.net Pagina 1 Indice Capitolo 1 - Panoramica... 3 Introduzione...3 Scheda tecnica...3 Dimensioni...3 Capitolo 2 Installazione... 4 Installazione...4

Dettagli

Centrale Radio S64R Manuale utente. Edizione 1.0

Centrale Radio S64R Manuale utente. Edizione 1.0 Centrale Radio S64R Manuale utente Edizione 1.0 ª2002 Tutti i diritti riservati Prodotto distribuito da: Securforce Srl - Milano Centralino: +39 02 48926456 Fax: +39 02 48919252 Internet: e-mail: Edizione

Dettagli

Q71A. 230V ac Q71A. CENTRALE DI GESTIONE PER CANCELLO BATTENTE Manuale di installazione e uso

Q71A. 230V ac Q71A. CENTRALE DI GESTIONE PER CANCELLO BATTENTE Manuale di installazione e uso Q71A CENTRALE DI GESTIONE PER CANCELLO BATTENTE Manuale di installazione e uso 230V ac Q71A Centrale di gestione per cancello battente 230Vac ad 1 o 2 ante Programmazione semplificata del ciclo di funzionamento

Dettagli

TP5 HQ CENTRALE DI ALLARME A MICROPROCESSORE CON COMUNICATORE TELEFONICO GESTIONE DELLE CHIAVI ELETTRONICHE

TP5 HQ CENTRALE DI ALLARME A MICROPROCESSORE CON COMUNICATORE TELEFONICO GESTIONE DELLE CHIAVI ELETTRONICHE TP5 HQ CENTRALE DI ALLARME A MICROPROCESSORE CON COMUNICATORE TELEFONICO GESTIONE DELLE CHIAVI ELETTRONICHE MANUALE PER L'UTENTE Versione documento: 3.0 Data Aggiornamento: Agosto 2000 Versione TP5: 2.xx

Dettagli

Combinatore telefonico

Combinatore telefonico SISTEMA ANTINTRUSIONE Manuale utente Combinatore telefonico Microfono 16877 INDICE COMBINATORE TELEFONICO Indice 1. CARATTERISTICHE TECNICHE... 3 2. PROGRAMMAZIONE... 4 3. COMANDI PARTICOLARI... 6 4.

Dettagli

CENTRALE DI ALLARME TECHNOWEB

CENTRALE DI ALLARME TECHNOWEB CENTRALE DI ALLARME TECHNOWEB La centrale Technoweb è una centrale a con 8 ingressi di allarme. Le 8 zone/ingressi sono suddivise su 2 aree. Funzione tempo di ingresso e tempo di uscita, possibilità di

Dettagli

Vox. Manuale di Installazione ed Uso. - Versione 1.0 - www.amcelettronica.com. Vox

Vox. Manuale di Installazione ed Uso. - Versione 1.0 - www.amcelettronica.com. Vox Manuale di Installazione ed Uso - Versione 1.0 - Indice INTRODUZIONE 3 SCHEDA E COLLEGAMENTI 3 LED DI SEGNALAZIONE DELLO STATO OPERATIVO 4 DEFAULT RESET 4 PROGRAMMAZIONE 4 wizard tecnico 5 FUNZIONE INGRESSI

Dettagli

C O L L E G A M E N T I IN G R E S S I E U S C IT E S U S C H E D A C E N T R A L E A B C 5 6

C O L L E G A M E N T I IN G R E S S I E U S C IT E S U S C H E D A C E N T R A L E A B C 5 6 Applicazione per monitoraggio SILO con Centrale di Comando ABC5-6 Pag. 1 di 8 APPLICAZIONE SU SILO PER MONITORAGGIO TEMPERATURA E CONTROLLO DEL LIVELLO SEGATURA DA REMOTO TRAMITE RETE CON CENTRALE WEBCRS5-6

Dettagli

GSM Plus MANUALE D USO. Cod. 23700 Combinatore Telefonico GSM. Italian. Quality

GSM Plus MANUALE D USO. Cod. 23700 Combinatore Telefonico GSM. Italian. Quality GSM Plus Cod. 23700 Combinatore Telefonico GSM 4 canali vocali o sms programmabili 1 teleattivazioni con riconoscimento ID 1 risposta a tele attivazioni Invio sms settimanale di esistenza in vita Menù

Dettagli

CE818. Centrale filare a doppio modo di funzionamento. Manuale di installazione ed uso. Made in Italy 13.05-M1.0-H0.0F0.0S0.0

CE818. Centrale filare a doppio modo di funzionamento. Manuale di installazione ed uso. Made in Italy 13.05-M1.0-H0.0F0.0S0.0 CE818 Centrale filare a doppio modo di funzionamento 13.05-M1.0-H0.0F0.0S0.0 Manuale di installazione ed uso Made in Italy 1 PRIMA DI INSTALLARE IL SISTEMA LEGGERE CON ATTENZIONE TUTTE LE PARTI DEL PRESENTE

Dettagli

CMP32 CMP64 CENTRALI ANTIFURTO

CMP32 CMP64 CENTRALI ANTIFURTO BPT Spa PREVENZIONE FURTO INCENDIO GAS Centro direzionale e Sede legale Via Cornia, 1/b 33079 Sesto al Reghena (PN) - Italia http://www.bpt.it mailto:info@bpt.it CMP32 CMP64 CENTRALI ANTIFURTO MANUALE

Dettagli

TASTIERA CODIFICATA PER SERRATURE

TASTIERA CODIFICATA PER SERRATURE CARATTERISTICHE E FUNZIONAMENTO HAA85 TASTIERA CODIFICATA PER SERRATURE (cod.haa85) 1. INTRODUZIONE Sistema dotato di doppia uscita a relè per controllo accessi e altre applicazioni destinate alla sicurezza.

Dettagli

Guardall Srl Via Quasimodo, 12 20205 Legnano Milano

Guardall Srl Via Quasimodo, 12 20205 Legnano Milano Guardall Srl Via Quasimodo, 12 20205 Legnano Milano MANUALE UTENTE Indice MANUALE N. 700-175-01 REV D ISS. Versione 1 221199 1. INTRODUZIONE...3 2. FUNZIONAMENTO DELLA TASTIERA...5 3. COME INSERIRE LA

Dettagli

Manuale Utente Centrale Pi-8

Manuale Utente Centrale Pi-8 Manuale Utente Centrale Pi-8 INDICE 1 LA TASTIERA E IL SUO FUNZIONAMENTO... 3 1.1 DESCRIZIONE DELLA TASTIERA CON I LED...3 1.1.1 LED DI PRONTO (ROSSO)...3 1.1.2 LED DI TAMPER (ROSSO)...3 1.1.3 LED DI RETE

Dettagli

ADVISOR CD 7210 CD 9510/15010. Manuale dell utente. Versione Software: dalla V6.0 142680999-3

ADVISOR CD 7210 CD 9510/15010. Manuale dell utente. Versione Software: dalla V6.0 142680999-3 ADVISOR CD 7210 CD 9510/15010 Manuale dell utente Versione Software: dalla V6.0 142680999-3 COPYRIGHT SLC BV 1996. Tutti i diritti riservati. La riproduzione della presente pubblicazione, la sua trasmissione

Dettagli

MKEY1 SCHEDA DI INTERFACCIA PER CHIAVI ELETTRONICHE E TASTIERE

MKEY1 SCHEDA DI INTERFACCIA PER CHIAVI ELETTRONICHE E TASTIERE PREVENZIONE FURTO INCENDIO GAS BPT Spa Centro direzionale e Sede legale Via Cornia, 1/b 33079 Sesto al Reghena (PN) - Italia http://www.bpt.it mailto:info@bpt.it MKEY1 SCHEDA DI INTERFACCIA PER CHIAVI

Dettagli

TM500P. Pannello centrale antifurto 6 zone MANUALE PER L'UTENTE

TM500P. Pannello centrale antifurto 6 zone MANUALE PER L'UTENTE ITALIANO TM500P Pannello centrale antifurto 6 zone MANUALE PER L'UTENTE TM500P - Manuale per l'utente Indice Capitolo 1 Introduzione 3 1.1 Descrizione della centrale...3 1.2 Caratteristiche funzionali...3

Dettagli

CENTRALE RADIO SUPERVISIONATA CAF 528. MANUALE UTENTE Rel. 1.00

CENTRALE RADIO SUPERVISIONATA CAF 528. MANUALE UTENTE Rel. 1.00 CENTRALE RADIO SUPERVISIONATA CAF 528 MANUALE UTENTE Rel. 1.00 CAF528 è una centrale di semplice utilizzo da parte dell utente il quale può attivare l impianto in modo totale o parziale per mezzo dei PROGRAMMI

Dettagli

Sirena Autoalimentata Per Esterno

Sirena Autoalimentata Per Esterno MANUALE INSTALLATORE Vers. 0.14 del 27/05/2013 lr Sirena Autoalimentata Per Esterno SIR3000PLUS SICURIT Alarmitalia S.p.A. Via Gadames, 91 20151 MILANO Tel. 0039.02.38070.1 r.a. Fax 0039.02.3088067 www.sicurit.com

Dettagli

AVS ELECTRONICS. LOGITEL8Plus Advance MANUALE UTENTE

AVS ELECTRONICS. LOGITEL8Plus Advance MANUALE UTENTE AVS ELECTRONICS www.avselectronics.com AZIENDA CON SISTEMA QUALITA CERTIFICATO ISO9001 LOGITEL8Plus Advance MANUALE UTENTE IST0418V3/1-1 - Sommario 4 Accensione rapida 4 Spegnimento rapido 5 Accensione

Dettagli

BTicino s.p.a. Via Messina, 38 20154 Milano - Italia Call Center Servizio Clienti 199.145.145 www.bticino.it info.civ@bticino.it

BTicino s.p.a. Via Messina, 38 20154 Milano - Italia Call Center Servizio Clienti 199.145.145 www.bticino.it info.civ@bticino.it BTicino s.p.a. Via Messina, 8 054 Milano - Italia Call Center Servizio Clienti 99.45.45 www.bticino.it info.civ@bticino.it 6/0- SC PART. T54B Sistema antifurto Manuale di impiego INDICE IMPIANTO ANTIFURTO

Dettagli

Il contenuto di questo manuale può essere soggetto a modifiche senza preavviso e non rappresenta un impegno da parte della BENTEL SECURITY srl.

Il contenuto di questo manuale può essere soggetto a modifiche senza preavviso e non rappresenta un impegno da parte della BENTEL SECURITY srl. Il contenuto di questo manuale può essere soggetto a modifiche senza preavviso e non rappresenta un impegno da parte della BENTEL SECURITY srl. via Florida - Z.I. Valtesino - 63013 GROTTAMMARE (AP) - ITALY

Dettagli

PROTEC9. Centrale antifurto 9 zone MANUALE PER L'UTENTE EMC 89/336 CEE

PROTEC9. Centrale antifurto 9 zone MANUALE PER L'UTENTE EMC 89/336 CEE ITALIANO ITALIANO PROTEC9 Centrale antifurto 9 zone MANUALE PER L'UTENTE EMC 89/336 CEE PROTEC9 - Manuale per l'utente Indice Capitolo 1 Introduzione 3 1.1 Descrizione della centrale...3 1.2 Caratteristiche

Dettagli

Infinity 8. Manuale Tecnico di Installazione e Programmazione. Centrale Allarme 8 zone. Versione Sekur

Infinity 8. Manuale Tecnico di Installazione e Programmazione. Centrale Allarme 8 zone. Versione Sekur Infinity 8 Centrale Allarme 8 zone Manuale Tecnico di Installazione e Programmazione Versione Sekur PRIMA ACCENSIONE: All accensione la centrale effettua una serie di TEST. Questi ultimi sono evidenziati

Dettagli

Curtarolo (Padova) MANUALE DELL UTENTE IST0326V1/3

Curtarolo (Padova) MANUALE DELL UTENTE IST0326V1/3 FC.+9C # #!,* '!+ Curtarolo (Padova)?>?B!! *"# MANUALE DELL UTENTE IST0V/ Accensione totale (ON) veloce (QUICK ARM)... Accensione parziale (HOME) veloce (QUICK ARM)... Accensione parziale (AREA) veloce

Dettagli

Manuale istruzioni. 01941 Comunicatore GSM.

Manuale istruzioni. 01941 Comunicatore GSM. Manuale istruzioni 094 Comunicatore GSM. Indice. Descrizione................................................................ 2 2. Campo di applicazione.......................................................

Dettagli

CENTRALINA ALIMENTATORE PER RIVELATORI

CENTRALINA ALIMENTATORE PER RIVELATORI CENTRALINA ALIMENTATORE PER RIVELATORI Caratteristiche tecniche generali: Alimentazione: Tensione secondaria stabilizzata: Corrente max in uscita: Potenza: Uscita carica - batteria tampone Presenza di

Dettagli

Combinatore telefonico GSM

Combinatore telefonico GSM Combinatore telefonico GSM Manuale certificazioni CE, CEI 79-2 SINTESI elettronica - Via Celli 1 60126 Ancona www.sintesinet.it 2 3 Indice I collegamenti... Introduzione e caratteristiche... Avviare il

Dettagli

MANUALE PER L UTENTE. Centrale Antifurto 8 zone a Microprocessore con tastiera di comando. Ver. 1.0 ACCENTA CEN800. MANUALE UTENTE Centrale ACCENTA8

MANUALE PER L UTENTE. Centrale Antifurto 8 zone a Microprocessore con tastiera di comando. Ver. 1.0 ACCENTA CEN800. MANUALE UTENTE Centrale ACCENTA8 MANUALE PER L UTENTE ACCENTA CEN800 Ver. 1.0 Centrale Antifurto 8 zone a Microprocessore con tastiera di comando SICURIT Alarmitalia Spa Via Gadames 91 - MILANO (Italy) Tel. 02 38070.1 (ISDN) - Fax 02

Dettagli

Manuale d uso e installazione

Manuale d uso e installazione Antifurto 8 zone MIURA Manuale d uso e installazione MIURA-8 MIURA-8T MIURA-K TK ~ 1 ~ Rev0.1 08/06/2015 Sommario Norme generali per la sicurezza... 4 ALLARME CASA MIURA... 5 Centrali di allarme MIURA-8

Dettagli

CENTRALE DI ALLARME A 4 O 8 ZONE

CENTRALE DI ALLARME A 4 O 8 ZONE CENTRALE DI ALLARME A 4 O 8 ZONE MANUALE UTENTE ISO 9001 9105.BNT1 ISO 9001 IT-52587 ISO 14001 9191.BNT2 ISO 14001 IT-52588 OHSAS 18001 9192.BSEC OHSAS 18001 IT - 60983 Le centrali antifurto NormaOtto

Dettagli

TOP 100 G4 Manuale uso installazione

TOP 100 G4 Manuale uso installazione TOP 100 G4 Manuale uso installazione CARATTERISTICHE TECNICHE Modello: PENTALARM TOP100 G4 Sensori: Frequenza: Fino a 80 ognuno identificato singolarmente. 433, 92 MHz. Alimentazione: 15Vcc. Assorbimento

Dettagli

TM500P. Pannello centrale antifurto 6 zone MANUALE PER L'UTENTE. (per TM500P vers. 120AMA-2.00 o successive) EMC 89/336 CEE

TM500P. Pannello centrale antifurto 6 zone MANUALE PER L'UTENTE. (per TM500P vers. 120AMA-2.00 o successive) EMC 89/336 CEE ITALIANO TM500P Pannello centrale antifurto 6 zone MANUALE PER L'UTENTE (per TM500P vers. 120AMA-2.00 o successive) EMC 89/336 CEE TM500P - Manuale per l'utente Indice Capitolo 1 Introduzione 3 1.1 Descrizione

Dettagli

MANUALE DI INSTALLAZIONE ED USO

MANUALE DI INSTALLAZIONE ED USO LINCE ITALIA S.p.A. REG. N. 4796 UNI EN ISO 9001:2008 Art. 4001EUROPLUS3 MANUALE DI INSTALLAZIONE ED USO MADE IN ITALY LINCE ITALIA S.p.A. Certificato di conformità Si certifica che la centrale antifurto

Dettagli

Ricevitore radio supervisionato - RX16 - Manuale utente 1.0

Ricevitore radio supervisionato - RX16 - Manuale utente 1.0 Ricevitore radio supervisionato - RX16 - Manuale utente 1.0 ª2002 Tutti i diritti riservati Prodotto distribuito da: Securforce Srl Internet: www.securforce.com e-mail: supporto.tecnico@securforce.com

Dettagli

RICEVITORE RADIO SUPERVISIONATO TRX16

RICEVITORE RADIO SUPERVISIONATO TRX16 RICEVITORE RADIO SUPERVISIONATO TRX16 MANUALE TECNICO SOMMARIO SENSORI RADIO PROGRAMMAZIONE SENSORI RADIO APPRENDERE UN NUOVO SENSORE RADIO CANCELLARE UN SENSORE RADIO SUPERVISIONE RISINCRONIZZARE I SENSORI

Dettagli

MANUALE D USO EDIZIONE: Gennaio 1996

MANUALE D USO EDIZIONE: Gennaio 1996 MANUALE D USO EDIZIONE: Gennaio 996 CONSOLLE VISTA INDICAZIONE DI MANCANZA RETE Se la luce verde RETE è spenta e compare la frase MANCANZA RETE sul display significa che manca la corrente elettrica, l

Dettagli

DS1 SL MANUALE DI INSTALLAZIONE HOME SECURITY SYSTEM HOME SECURITY SYSTEM

DS1 SL MANUALE DI INSTALLAZIONE HOME SECURITY SYSTEM HOME SECURITY SYSTEM DS1 SL MANUALE DI INSTALLAZIONE HOME SECURITY SYSTEM HOME SECURITY SYSTEM Introduzione Grazie per aver preferito il nostro prodotto. La centrale wireless DS1 SL è uno dei migliori antifurti disponibili

Dettagli

Combivox NewLink Cod. 11.668 (in contenitore) Cod. 11.666 (solo scheda) Cod. 11.669 (senza alimentatore) Combivox 2010

Combivox NewLink Cod. 11.668 (in contenitore) Cod. 11.666 (solo scheda) Cod. 11.669 (senza alimentatore) Combivox 2010 Combivox NewLink Cod. 11.668 (in contenitore) Cod. 11.666 (solo scheda) Cod. 11.669 (senza alimentatore) Combivox 2010 RIVENDITORE AUTORIZZATO Combivox srl Unipersonale Via Suor Marcella Arosio, 15-70019

Dettagli

DUAL SYSTEM BEGHELLI INTELLIGENT CENTRALE INTELLIGENT DUAL SYSTEM INSTALLAZIONE ISTRUZIONI PER L USO L SICUREZZA E TECNOLOGIA PER IL BENESSERE

DUAL SYSTEM BEGHELLI INTELLIGENT CENTRALE INTELLIGENT DUAL SYSTEM INSTALLAZIONE ISTRUZIONI PER L USO L SICUREZZA E TECNOLOGIA PER IL BENESSERE INTELLIGENT DUAL SYSTEM BEGHELLI SICUREZZA E TECNOLOGIA PER IL BENESSERE CENTRALE INTELLIGENT DUAL SYSTEM ISTRUZIONI PER L USO L E L INSTL INSTALLAZIONE INDICE COS È INTELLIGENT DUAL SYSTEM BEGHELLI pag.

Dettagli

CPT2. Centrale antifurto 2 zone MANUALE PER L'UTENTE EMC 89/336 CEE

CPT2. Centrale antifurto 2 zone MANUALE PER L'UTENTE EMC 89/336 CEE ITALIANO ITALIANO CPT2 Centrale antifurto 2 zone MANUALE PER L'UTENTE EMC 89/336 CEE CPT2 - Manuale per l'utente Indice Capitolo 1 Introduzione 3 1.1 Descrizione della centrale...3 1.2 Caratteristiche

Dettagli

DIGITAL LUX DIGITAL LUX WL DIGI KIT 120

DIGITAL LUX DIGITAL LUX WL DIGI KIT 120 DIGITAL LUX 80 Metri DIGITAL LUX WL 80 Metri a Parete DIGI KIT 120 120 Metri in KIT 10 METRI 2+2 RAGGI DIRETTI o 4+4 INCROCIATI 15 METRI 3+3 RAGGI DIRETTI o 7+7 INCROCIATI 20 METRI 4+4 RAGGI DIRETTI o

Dettagli

0051-CPD-0330 ACS028. Centrale rivelazione incendio analogica Manuale per l utente

0051-CPD-0330 ACS028. Centrale rivelazione incendio analogica Manuale per l utente 0051-CPD-0330 ACS028 Centrale rivelazione incendio analogica Manuale per l utente ACS028 Copyright Manuale utente Le informazioni contenute in questo documento sono di proprietà riservata di BPT S.p.A..

Dettagli

Sistemi professionali di allarme senza fili.

Sistemi professionali di allarme senza fili. Sistemi professionali di allarme senza fili. PROFESSIONAL ALARM SYSTEMS OGNI PERSONA DESIDERA PROTEZIONE E SICUREZZA, CONDIZIONI INDISPENSABILI PER POTER VIVERE TRANQUILLI. GT CASA ALARM. I SENZA FILI,

Dettagli

MANUALE DI INSTALLAZIONE E USO

MANUALE DI INSTALLAZIONE E USO MANUALE DI INSTALLAZIONE E USO DESCRIZIONE Il GSM-CB33 è un combinatore telefonico GSM a 3 ingressi di allarme per la trasmissione di 3 messaggi vocali + 3 messaggi SMS (prioritari) relativi agli ingressi

Dettagli

CENTRALE serie R. Utente. Manuale. - Versione 4.1 -

CENTRALE serie R. Utente. Manuale. - Versione 4.1 - CENTRALE serie R Manuale Utente - Versione 4.1-00 1 Menù Utente CODICE PERSONALE (DEFAULT utente 1= 111111) Frecciagi ù INSERIMENTO Invio ( ) Utilizzare i Tasti Numerici per configurare i Programmi da

Dettagli

MANUALE DI PROGRAMMAZIONE

MANUALE DI PROGRAMMAZIONE w w w.pr otexital i a. it Combinatore Telefonico GSM MANUALE DI PROGRAMMAZIONE 8 numeri di telefono per canale 2 canali vocali o sms programmabili 2 teleattivazioni 2 risposte a teleattivazioni Display

Dettagli

Il contenuto di questo manuale può essere soggetto a modifiche senza preavviso e non rappresenta un impegno da parte della BENTEL SECURITY srl.

Il contenuto di questo manuale può essere soggetto a modifiche senza preavviso e non rappresenta un impegno da parte della BENTEL SECURITY srl. Il contenuto di questo manuale può essere soggetto a modifiche senza preavviso e non rappresenta un impegno da parte della BENTEL SECURITY srl. via Florida Z.I. Valtesino - 63013 GROTTAMMARE (AP) - ITALY

Dettagli

MANUALE TECNICO PANDA 4. Combinatore Telefonico GSM CON MODULO INDUSTRIALE TRI-BAND 900+1800+1900

MANUALE TECNICO PANDA 4. Combinatore Telefonico GSM CON MODULO INDUSTRIALE TRI-BAND 900+1800+1900 MANUALE TECNICO PANDA 4 Combinatore Telefonico GSM CON MODULO INDUSTRIALE TRI-BAND 900+1800+1900 La Sima dichiara che questo prodotto è conforme ai requisiti essenziali delle direttive 1999/5/CE 89/336/CEE

Dettagli

Tastiere 636 e 646. Manuale utente DT01451

Tastiere 636 e 646. Manuale utente DT01451 Tastiere 636 e 646 636 646 Manuale utente DT01451 Sommario Operazioni di base 3 Codici accesso 4 Inserimento e disinserimento 5 Tasti panico 9 Tasto di accesso alla programmazione 10 Caratteristiche supplementari

Dettagli

BOX A3 TEST 3 20-07-2012. REV. DATA Verifica ed Approvazione R.T.

BOX A3 TEST 3 20-07-2012. REV. DATA Verifica ed Approvazione R.T. BOX A3 TEST 3 20-07-2012 REV. DATA Verifica ed Approvazione R.T. INDICE 1 - PREMESSA...Pag. 3 2 - BOX A3 TEST PER ASCENSORI IDRAULICI...Pag. 3 2.1 FUNZIONAMENTO GENERALE...Pag. 3 2.2 MODALITA DI ESECUZIONE

Dettagli

COM ID. Comunicatore telefonico Contact-ID. Manuale installazione ed uso. versione 1.0

COM ID. Comunicatore telefonico Contact-ID. Manuale installazione ed uso. versione 1.0 COM ID Comunicatore telefonico Contact-ID Manuale installazione ed uso versione 1.0 Questo apparecchio elettronico è conforme ai requisiti delle direttive R&TTE (Unione Europea) SCHEDA ELETTRICA LED3 Errore

Dettagli

ISTRUZIONI DI INSTALLAZIONE ED USO DEL SISTEMA DI PROTEZIONE MICROSCAN EASY 201

ISTRUZIONI DI INSTALLAZIONE ED USO DEL SISTEMA DI PROTEZIONE MICROSCAN EASY 201 ISTRUZIONI DI INSTALLAZIONE ED USO DEL SISTEMA DI PROTEZIONE MICROSCAN EASY 201 CARATTERISTICHE DI FUNZIONAMENTO. Il sistema di protezione Microscan Easy 201 è stato realizzato per consentire la protezione

Dettagli

PART. T8742A - 12/03 - PC. Impianto antifurto. Manuale d'uso

PART. T8742A - 12/03 - PC. Impianto antifurto. Manuale d'uso PART. T8742A - 12/03 - PC Impianto antifurto Manuale d'uso Indice 1 Introduzione 5 Terminologia Operatività dell impianto La Centrale antifurto 3500 2 Funzionamento 9 Descrizione della centrale a 4 zone

Dettagli

Kit CE 30 KIT ANTIFURTO SENZA FILI

Kit CE 30 KIT ANTIFURTO SENZA FILI Kit CE 30 KIT ANTIFURTO SENZA FILI MANUALE ACCESSORI (Versione 5.0.0) [SMD] [Serie 100] [48 bit] [SPV] [AN] Questo apparecchio elettronico è conforme ai requisiti delle direttive R&TTE (Unione Europea)

Dettagli

CS/64 SR 40.64 MANUALE ISTALLATORE

CS/64 SR 40.64 MANUALE ISTALLATORE SR 40.64 MANUALE ISTALLATORE CENTRALE ANTIFURTO A 4 LINEE ADATTA ALL'USO CON ATTIVATORI SERIE TA/xx A E TS/xx E CHIAVI A TRANSPONDER ATTENZIONE! Leggere attentamente questo manuale prima di effettuare

Dettagli

MANUALE DI INSTALLAZIONE

MANUALE DI INSTALLAZIONE MANUALE DI INSTALLAZIONE Le centrali antifurto NormaOtto e NormaQuattro sono conformi ai requisiti definiti dalle seguenti norme Emissioni: EN 50081-1/1992 Immunità: EN 50130-4/1995+A1/1999 Bassa tensione:

Dettagli

Sch.1067/032 Sch.1067/042

Sch.1067/032 Sch.1067/042 Mod. 1067 DS1067-007A LBT8376 CENTRALE BUS 8/32 INGRESSI Sch.1067/032 Sch.1067/042 MANUALE UTENTE INDICE PREFAZIONE... 4 1 ORGANI DI COMANDO... 5 1.1 TASTIERA DISPLAY 1067/021... 5 1.2 LETTORE CHIAVE ELETTRONICA

Dettagli

SEO 2SEV/4S-AA DISPOSITIVO SONORO ALLARME INCENDIO CONFORME EN 54-3 - ISTRUZIONI DI INSTALLAZIONE E UTILIZZO -

SEO 2SEV/4S-AA DISPOSITIVO SONORO ALLARME INCENDIO CONFORME EN 54-3 - ISTRUZIONI DI INSTALLAZIONE E UTILIZZO - IP65 C 11 0051-CPD-0315 DISPOSITIVO SONORO ALLARME INCENDIO CONFORME EN 54-3 - ISTRUZIONI DI INSTALLAZIONE E UTILIZZO - L installazione deve essere effettuata da personale specializzato rispettando le

Dettagli

SISTEMA D ALLARME AUTOMATICO PER BOX GARAGE AUTOMATICO

SISTEMA D ALLARME AUTOMATICO PER BOX GARAGE AUTOMATICO SISTEMA D ALLARME AUTOMATICO PER BOX GARAGE AUTOMATICO Vers. 01-11-2011 LA PERFETTA INTEGRAZIONE TRA LA SICUREZZA DI UN IMPIANTO D ALLARME ED IL COMFORT DI UNA PORTA MOTORIZZATA B O X E R SISTEMA INTEGRATO

Dettagli

A 4-8-16 Centrale modulare analogica multiprocessore 16 bit A 4-8-16 MANUALE UTENTE A 4-8-16. Centrale modulare analogica multiprocessore 16 bit

A 4-8-16 Centrale modulare analogica multiprocessore 16 bit A 4-8-16 MANUALE UTENTE A 4-8-16. Centrale modulare analogica multiprocessore 16 bit Page / 4 A 4-8-6 Centrale modulare analogica multiprocessore 6 bit A 4-8-6 0/03/2004 A 4-8-6 Centrale modulare analogica multiprocessore 6 bit Manuale utente Page 2 / 4 A 4-8-6 Centrale modulare analogica

Dettagli

Manuale PC. MIra SEMPLICEMENTE SICUREZZA SIMPLY SECURITY. venitem.com

Manuale PC. MIra SEMPLICEMENTE SICUREZZA SIMPLY SECURITY. venitem.com Manuale PC MIra SEMPLICEMENTE SICUREZZA SIMPLY SECURITY venitem.com 2 venitem.com INDICE COLLEGAMENTO DEL CAVO TRA CENTRALE E PC ABILITARE LA CENTRALE PER IL COLLEGAMENTO AVVIARE IL COLLEGAMENTO MENU DI

Dettagli

SINT-13 SINTESI VOCALE VIA RADIO CON ATTIVAZIONE. Il presente manuale può essere soggetto a modifiche senza preavviso

SINT-13 SINTESI VOCALE VIA RADIO CON ATTIVAZIONE. Il presente manuale può essere soggetto a modifiche senza preavviso SINT-13 SINTESI VOCALE VIA RADIO CON ATTIVAZIONE MANUALE D USO E INSTALLAZIONE (VERSIONE 1.1) Il presente manuale può essere soggetto a modifiche senza preavviso Vi ringraziamo per aver scelto il nostro

Dettagli

ALTRI DISPOSITIVI DEL SISTEMA. Rivelatore volumetrico ad IR passivo

ALTRI DISPOSITIVI DEL SISTEMA. Rivelatore volumetrico ad IR passivo Rivelatore volumetrico ad IR passivo MODIFICHE PER IMPIANTO A 4 ZONE La centrale Sch.1057/008 è preimpostata per raggruppare i rivelatori in 3 zone (ad esempio Zona giorno, Zona notte e Garage). Anche

Dettagli

INTERFACCIA SERIALE RS232PC

INTERFACCIA SERIALE RS232PC PREVENZIONE FURTO INCENDIO GAS BPT Spa Centro direzionale e Sede legale Via Cornia, 1/b 33079 Sesto al Reghena (PN) - Italia http://www.bpt.it mailto:info@bpt.it STARLIGHT INTERFACCIA SERIALE RS232PC STARLIGHT

Dettagli

Compatibilità Elettromagnetica (EMC): 2004/108/CEE. Restrizione all'uso di sostanze pericolose (RoHS): 2002/95/CE

Compatibilità Elettromagnetica (EMC): 2004/108/CEE. Restrizione all'uso di sostanze pericolose (RoHS): 2002/95/CE Dichiarazione di Conformità CE La SERAI spa dichiara che le centrali antifurto CS/04C e CS/08 C sono conformi alle seguenti Norme: Emissioni: EN 50081-1/1992 Immunità: EN 50130-4/1995A1/1999 Bassa tensione:

Dettagli

Fig. 1. Fig. 2 Fig. 3 6 6 Alloggiamento S I M - C A R D. Fig. 4

Fig. 1. Fig. 2 Fig. 3 6 6 Alloggiamento S I M - C A R D. Fig. 4 Fig. 1 1 Morsetto a 6 Poli Uscite: Relè, On-Off, Aux1 - Aux2 2 J4: Ponticello di Reset Totale e Configurazione D e f a u l t 3 C o n n e t t o re 8 Poli: Alimentazione e I n g ressi 1-2-3 4 Relè Allarme:

Dettagli