Scuole statali e non statali: i risultati italiani di PISA 2009

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Scuole statali e non statali: i risultati italiani di PISA 2009"

Transcript

1 Qualità della scuola Pubblica e Privata in Italia: criteri per un confronto Possibile Milano, 28 aprile 2011 INVALSI Scuole statali e non statali: i risultati italiani di PISA 2009 Laura Palmerio Responsabile OCSE PISA INVALSI

2 Questa presentazione I dati sulle scuole pubbliche e private nel rapporto internazionale OECD PISA 2009 Differenza fra variabile OECD e variabile da popolazione Composizione delle scuole statali e non statali Risultati delle scuole statali e non statali nei tre ambiti Effetto del background socioeconomico e risultati corretti Risultati per macroarea geografica e per regione/provincia aut. Conclusioni Laura Palmerio, Milano 28 aprile

3 Nel rapporto internazionale OECD PISA 2009 Volume IV Tab. IV.3.9 I dati sono riportati distinti per tre categorie di scuole: 1. Government or public schools: controllate o gestite da autorità o agenzie pubbliche 2. Government-dependent private schools: ricevono almeno il 50% dei fondi da enti pubblici 3. Government-independent private schools: ricevono meno del 50% dei fondi da enti pubblici Laura Palmerio, Milano 28 aprile

4 Nel rapporto internazionale OECD PISA 2009 Volume IV Tab. IV.3.9 Public Gov.-dep Gov.-indep Lettura Matematica Scienze Laura Palmerio, Milano 28 aprile

5 D2 Le domande del Questionario scuola La sua scuola è statale o paritaria? (Barrare una sola casella) Statale (La scuola è controllata e gestita in maniera diretta o indiretta dal Ministero dell Istruzione o da altri Enti pubblici.) 1 Paritaria (La scuola è controllata e gestita in maniera diretta o indiretta da organizzazioni non governative, quali, ad esempio, ordini religiosi, sindacati, associazioni private, ecc.) 2 D3 Facendo riferimento a un normale anno scolastico, quale percentuale dei fondi totali della scuola proviene dalle seguenti fonti? (Scrivere un numero per ogni riga. Scrivere «0» (zero) se dalla fonte non provengono risorse) La somma delle percentuali indicate deve corrispondere al totale (100%) dei fondi della scuola. % a) Enti pubblici (inclusi Enti locali, provinciali, regionali, statali o Unione Europea) b) Tasse scolastiche o rette pagate dai genitori c) Benefattori, donazioni, lasciti, sponsorizzazioni, raccolte di fondi da parte dei genitori d) Altre fonti Totale 100% Laura Palmerio, Milano 28 aprile

6 Il campione PISA: variabile da questionario SCUOLE STUDENTI % 90 90,0 % , ,0 2,8 3,2 10 1,9 3,3 2,1 0 0 Public Private govdep Private govindep Missing Public Private govdep Private govindep Missing Laura Palmerio, Milano 28 aprile

7 SCUOLE Il campione PISA: variabile originale STUDENTI Dato non pesato Dato non pesato % ,1 % , , ,2 0 0 % Dato pesato 78,5 21,5 Dato pesato % , ,0 0 Laura Palmerio, Milano 28 aprile

8 Punteggi su variabile originale Lettura Matematica Scienze Laura Palmerio, Milano 28 aprile

9 Composizione di statali e non statali 80% 70% 60% 50% Licei 40% Ist. Tecnici Ist. Profess. 30% Sec. I grado 20% 10% 43,0% 43,4% 32,0% 23,1% 43,3% Formaz. Profess. 0% 8,8% 1,6% 0,4% 4,0% 0,4% Laura Palmerio, Milano 28 aprile

10 Composizione di statali e non statali, INVALSI esclusa la Formazione professionale 90% 80% 70% 60% 50% 40% 30% 76,6% Licei Ist. Tecnici Ist. Profess. Sec. I grado 20% 10% 0% 43,1% 32,1% 23,2% 15,6% 1,6% 7,1% 0,7% Laura Palmerio, Milano 28 aprile

11 Composizione di statali e non statali, esclusa la Formazione professionale 120% 100% 80% 60% 40% 20% 0% Laura Palmerio, Milano 28 aprile

12 Punteggi senza FP Lettura Matematica Scienze Laura Palmerio, Milano 28 aprile

13 Effetto del background socioeconomico Media ESCS Scuole statali = - 0, Media ESCS Scuole non statali = + 0, Lettura Matematica Scienze Laura Palmerio, Milano 28 aprile

14 Differenze corrette per il background socioeconomico Controllando per ESCS Senza controllare per ESCS 10 0 Lettura Matematica Scienze Laura Palmerio, Milano 28 aprile

15 Lettura per Macroarea Nord Ovest Nord Est Centro Sud Sud Isole Laura Palmerio, Milano 28 aprile

16 Matematica per Macroarea Nord Ovest Nord Est Centro Sud Sud Isole Laura Palmerio, Milano 28 aprile

17 Scienze per Macroarea Nord Ovest Nord Est Centro Sud Sud Isole Laura Palmerio, Milano 28 aprile

18 Lettura per Regione Laura Palmerio, Milano 28 aprile

19 Matematica per Regione Laura Palmerio, Milano 28 aprile

20 Scienze per Regione Laura Palmerio, Milano 28 aprile

21 Conclusioni I dati PISA consentono di trarre alcune conclusioni a livello nazionale, ma con alcune cautele A parità di background socioeconomico, aumenta il gap a favore delle statali tende ad aumentare L analisi a livello sub-nazionale rivela una situazione molto più eterogenea, soprattutto per regione/provincia autonoma I risultati non sono uniformi in tutte le aree indagate Occorrerebbero rilevazioni di dati ad hoc Laura Palmerio, Milano 28 aprile

22 GRAZIE PER L ATTENZIONE Laura Palmerio, Milano 28 aprile

Un approfondimento sull Italia

Un approfondimento sull Italia Un approfondimento sull Italia Carlo Di Chiacchio - Sabrina Greco - Angela Romagnoli I GIOVANI E L EDUCAZIONE FINANZIARIA IL RAPPORTO OCSE PISA 2012 SULL ALFABETIZZAZIONE FINANZIARIA Mercoledì 9 luglio

Dettagli

I risultati di PISA 2009. Alcune evidenze e alcuni (molti) approfondimenti necessari Bruno Losito Università Roma Tre

I risultati di PISA 2009. Alcune evidenze e alcuni (molti) approfondimenti necessari Bruno Losito Università Roma Tre I risultati di PISA 2009. Alcune evidenze e alcuni (molti) approfondimenti necessari Bruno Losito Università Roma Tre 1. Il 7 dicembre l OCSE ha presentato i risultati di PISA 2009. Nello stesso giorno

Dettagli

Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico

Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Nazionale per la Valutazione del Sistema Educativo di Istruzione e di Formazione OCSE PISA 2006 Programme for International Student Assessment

Dettagli

La valutazione degli effetti dei Programmi: il progetto PQM e altre indagini sui dati acquisiti

La valutazione degli effetti dei Programmi: il progetto PQM e altre indagini sui dati acquisiti Seminario Valutazione PON Roma, 29 marzo 2012 La valutazione degli effetti dei Programmi: il progetto PQM e altre indagini sui dati acquisiti Elena Meroni - Università di Padova e INVALSI Daniele Vidoni

Dettagli

I risultati sono trasmessi attraverso tabelle comparative nonché grafici. La scelta è caduta su quelli qui riportati in quanto ritenuti i più

I risultati sono trasmessi attraverso tabelle comparative nonché grafici. La scelta è caduta su quelli qui riportati in quanto ritenuti i più I risultati sono trasmessi attraverso tabelle comparative nonché grafici. La scelta è caduta su quelli qui riportati in quanto ritenuti i più significativi. Classi prime prove d italiano Punteggi generali

Dettagli

Saluto Ministro La presentazione del Rapporto INVALSI sulle prove standardizzate condotte dagli studenti italiani è una importante scadenza per il mondo della scuola. Le prove condotte dall INVALSI forniscono

Dettagli

I sintomi del ritardo italiano: un analisi territoriale di dati e di indagini recenti

I sintomi del ritardo italiano: un analisi territoriale di dati e di indagini recenti Seminari del QSN 7 luglio 25 Istruzione I sintomi del ritardo italiano: un analisi territoriale di dati e di indagini recenti Marta Foresti - Aline Pennisi Unità di Valutazione degli Investimenti Pubblici

Dettagli

Le competenze in scienze degli studenti del Friuli Venezia Giulia

Le competenze in scienze degli studenti del Friuli Venezia Giulia Le competenze in scienze degli studenti del Friuli Venezia Giulia Servizio statistica luglio 2008 Servizio statistica REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA Piazza Unità d Italia, 1 34100 Trieste telefono:

Dettagli

Il valore aggiunto di scuola per il miglioramento

Il valore aggiunto di scuola per il miglioramento SEMINARIO NAZIONALE Invece del cheating perché non serve barare a scuola Il valore aggiunto di scuola per il miglioramento Roberto Ricci INVALSI Napoli, 14 settembre 2016 La presentazione Cos è il valore

Dettagli

Contesto e risorse - Popolazione scolastica

Contesto e risorse - Popolazione scolastica Contesto e risorse - Popolazione scolastica Provenienza socio-economica e culturale degli studenti e caratteristiche della popolazione che insiste sulla scuola (es. occupati, disoccupati, tassi di immigrazione).

Dettagli

Uno studio sui livelli di competenza: la Rasch Analysis dei dati OCSE-PISA 2012 per la misura delle differenze tra gli studenti delle regioni italiane

Uno studio sui livelli di competenza: la Rasch Analysis dei dati OCSE-PISA 2012 per la misura delle differenze tra gli studenti delle regioni italiane Uno studio sui livelli di competenza: la Rasch Analysis dei dati OCSE-PISA 2012 per la misura delle differenze tra gli studenti delle regioni italiane Tullio Menini menini@unior.it Dipartimento di Scienze

Dettagli

TIPOLOGIE DI SCUOLE. Paola Muzzioli, Donatella Poliandri, Isabella Quadrelli, Stefania Sette e Marco Sideri - INVALSI

TIPOLOGIE DI SCUOLE. Paola Muzzioli, Donatella Poliandri, Isabella Quadrelli, Stefania Sette e Marco Sideri - INVALSI Verso il Sistema Nazionale di Valutazione Roma 25 Giugno 2014 TIPOLOGIE DI SCUOLE Paola Muzzioli, Donatella Poliandri, Isabella Quadrelli, Stefania Sette e Marco Sideri - INVALSI Diverse scuole, diverse

Dettagli

Fattori cognitivi e non-cognitivi associati alla literacy finanziaria dei quindicenni italiani

Fattori cognitivi e non-cognitivi associati alla literacy finanziaria dei quindicenni italiani Fattori cognitivi e non-cognitivi associati alla literacy finanziaria dei quindicenni italiani Carlo Di Chiacchio - INVALSI Sabrina Greco - INVALSI PISA 2012: Contributi di approfondimento 27 Febbraio

Dettagli

Incontro Gruppo RAV lettura dati INVALSI. Liceo Scientifico «A. Volta», 19 maggio 2015

Incontro Gruppo RAV lettura dati INVALSI. Liceo Scientifico «A. Volta», 19 maggio 2015 Incontro Gruppo RAV lettura dati INVALSI Liceo Scientifico «A. Volta», 19 maggio 2015 Rilevazione degli apprendimenti- Popolazione di riferimento I livelli scolari coinvolti : classi II e V della scuola

Dettagli

Efficacia ed equità dei sistemi scolastici in base ai dati di PISA Quali politiche scolastiche?

Efficacia ed equità dei sistemi scolastici in base ai dati di PISA Quali politiche scolastiche? Efficacia ed equità dei sistemi scolastici in base ai dati di PISA Quali politiche scolastiche? Maria Teresa Siniscalco National Project Manager PISA 2003 Roma, 17 aprile 2007 1. La fotografia che PISA

Dettagli

LA SCUOLA DELL INFANZIA IN ITALIA e NEL VENETO (1) (2) ALUNNI 1.655.386 100% 960.987 58,1% 34.776 2,1%

LA SCUOLA DELL INFANZIA IN ITALIA e NEL VENETO (1) (2) ALUNNI 1.655.386 100% 960.987 58,1% 34.776 2,1% LA SCUOLA DELL INFANZIA IN ITALIA e NEL VENETO Fonti: Ministero Pubblica Istruzione U.R. www.istruzione.it Ufficio Scolastico Regionale del Veneto www.istruzioneveneto.it AGESC Associazione Genitori Scuole

Dettagli

OECD Programme for International Student Assessment Test PISA 2006

OECD Programme for International Student Assessment Test PISA 2006 OECD Programme for International Student Assessment Test PISA 2006 Svizzera Italiano (200) Questionario per le scuole OFS BFS UST EDK CDIP CDPE CDEP Il seguente questionario raccoglie informazioni su :

Dettagli

La formazione delle classi e gli

La formazione delle classi e gli La formazione delle classi e gli apprendimenti degli studenti Come le scelte di composizione dei gruppi-classe da parte delle scuole influenzano la qualità degli apprendimenti degli studenti della secondaria

Dettagli

La competenza finanziaria nella ricerca PISA. BOLZANO 6 novembre 2014

La competenza finanziaria nella ricerca PISA. BOLZANO 6 novembre 2014 1 La competenza finanziaria nella ricerca PISA BOLZANO 6 novembre 2014 Rossella Garuti rossella.garuti@provincia.bz.it Servizio provinciale di valutazione Quadro di Riferimento per la financial literacy

Dettagli

LE PRIORITÀ E GLI STRUMENTI DEL SISTEMA NAZIONALE DI VALUTAZIONE LA STRUTTURA DEL RAV Tivoli, 10 marzo 2015

LE PRIORITÀ E GLI STRUMENTI DEL SISTEMA NAZIONALE DI VALUTAZIONE LA STRUTTURA DEL RAV Tivoli, 10 marzo 2015 LE PRIORITÀ E GLI STRUMENTI DEL SISTEMA NAZIONALE DI VALUTAZIONE LA STRUTTURA DEL RAV Tivoli, 10 marzo 2015 LA STRUTTURA DEL RAV 1 Contesto e risorse 2 3 4 5 Esiti Processi Il Processo di Autovalutazione

Dettagli

Le caratteristiche dei laureati al loro ingresso all università

Le caratteristiche dei laureati al loro ingresso all università 2. Le caratteristiche dei laureati al loro ingresso all università Nella popolazione indagata si manifesta una sovrarappresentazione dei laureati provenienti da contesti familiari avvantaggiati dal punto

Dettagli

INDICAZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL RAV

INDICAZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL RAV INDICAZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL RAV CONTESTO E RISORSE: l analisi del contesto, fase iniziale del processo autovalutativo, consente di evidenziare la capacità della scuola di utilizzare gli spazi offerti

Dettagli

Capitolo 5. Strutture formative. 5.1 Istituti Numero di unità scolastiche per tipologia di istituti medi superiori

Capitolo 5. Strutture formative. 5.1 Istituti Numero di unità scolastiche per tipologia di istituti medi superiori Capitolo 5 Strutture formative Variabili e indicatori utilizzati: Numero di unità scolastiche degli istituti medi superiori Numero di istituti per 10.000 giovani in età scolare Numero di iscritti agli

Dettagli

ALCUNI ELEMENTI DI RAFFRONTO RELATIVI ALLE SCUOLE NON STATALI RICONOSCIUTE IN USA, INGHILTERRA, PAESI BASSI, FRANCIA E ITALIA

ALCUNI ELEMENTI DI RAFFRONTO RELATIVI ALLE SCUOLE NON STATALI RICONOSCIUTE IN USA, INGHILTERRA, PAESI BASSI, FRANCIA E ITALIA 1 Quaderno n.10 Scuole pubbliche o solo statali? Per il pluralismo dell offerta ALCUNI ELEMENTI DI RAFFRONTO RELATIVI ALLE SCUOLE NON STATALI RICONOSCIUTE IN USA, INGHILTERRA, PAESI BASSI, FRANCIA E ITALIA

Dettagli

Le rilevazioni dell a.s : i primi risultati

Le rilevazioni dell a.s : i primi risultati RILEVAZIONE NAZIONALE DEGLI APPRENDIMENTI Le rilevazioni dell a.s. 2015-16: i primi risultati INVALSI Roma, 7 luglio La presentazione Introduzione Le prove INVALSI L attendibilità dei dati La rappresentazione

Dettagli

Risultati prove invalsi a.s. 2013/2014

Risultati prove invalsi a.s. 2013/2014 Istituto Tecnico Commerciale Enrico Caruso - Napoli Amministrazione, Finanza e Marketing - Sistemi informativi aziendali- Turismo Risultati prove invalsi a.s. 2013/2014 L'INVALSI, nell'intento di fornire

Dettagli

la città come luogo di formazione del capitale umano

la città come luogo di formazione del capitale umano la città come luogo di formazione del capitale umano Andrea Gavosto * andrea.gavosto@fga.it efficacia ed equità le sfide delle città educative Assemblea Generale dell AICE Torino * 13 marzo 2015 Associazione

Dettagli

Da dove siamo partiti

Da dove siamo partiti Da dove siamo partiti SNV 2010/2011 Riferimenti per i risultati della prova di Matematica Classe II secondaria di II grado 65,0 60,0 55,0 50,0 45,0 40,0 35,0 30,0 Trento_L Nord est_l Italia_L Trento_T

Dettagli

COME STA LA SCUOLA ITALIANA? ECCO I DATI DEL RAPPORTO INVALSI 2014

COME STA LA SCUOLA ITALIANA? ECCO I DATI DEL RAPPORTO INVALSI 2014 Pagina 1 di 5 COME STA LA SCUOLA ITALIANA? ECCO I DATI DEL RAPPORTO INVALSI 2014 No Comments E stato presentato questa mattina al Ministero dell Istruzione il rapporto INVALSI 2014. Complessivamente sono

Dettagli

Istituto Comprensivo Ivrea 1

Istituto Comprensivo Ivrea 1 Istituto Comprensivo Ivrea 1 RILEVAZIONI NAZIONALI SUGLI APPRENDIMENTI DATI PROVE INVALSI 2014 SCUOLA PRIMARIA Classe II Italiano Classe V Italiano Classe II Matematica Classe V Matematica SCUOLA SECONDARIA

Dettagli

Università degli Studi Roma Tre

Università degli Studi Roma Tre Università degli Studi Roma Tre Facoltà di Scienze della Formazione Dottorato di ricerca in Innovazione e Valutazione dei Sistemi di Istruzione Le scuole in Italia: come funzionano, quando funzionano.

Dettagli

La valutazione degli apprendimenti nelle indagini nazionali ed internazionali

La valutazione degli apprendimenti nelle indagini nazionali ed internazionali La valutazione degli apprendimenti nelle indagini nazionali ed internazionali Workshop AIV Organizzato dal Dottorato in Valutazione dei sistemi e dei processi educativi a cura di Emanuela Bonini e Sara

Dettagli

SCHEMA TECNICO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI INNOVATIVI. art. 4, comma 2, lettere b) e g) ANNO 2008

SCHEMA TECNICO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI INNOVATIVI. art. 4, comma 2, lettere b) e g) ANNO 2008 Allegato 3 SCHEMA TECNICO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI INNOVATIVI ai sensi della l.r. n. 23/99 Politiche regionali per la famiglia art. 4, comma 2, lettere b) e g) ANNO 2008 Progetto presentato all

Dettagli

Tavola 5.1 Alunni iscritti nelle scuole statali, anno 2007/08 e 2006/07 Infanzia Primaria Sec. I grado Sec. II grado Totale PROVINCIA

Tavola 5.1 Alunni iscritti nelle scuole statali, anno 2007/08 e 2006/07 Infanzia Primaria Sec. I grado Sec. II grado Totale PROVINCIA 5 ISTRUZIONE In questo capitolo sono presentati i dati sull istruzione scolastica ed universitaria, i dati provengono dal Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca, che ora accorpa il

Dettagli

I questionari scuola, studente e genitori nella ricerca OCSE-PISA. Aletta Grisay

I questionari scuola, studente e genitori nella ricerca OCSE-PISA. Aletta Grisay I questionari scuola, studente e genitori nella ricerca OCSE-PISA Aletta Grisay sull indagine OCSE-PISA Roma 13-16 ottobre 1. A cosa servono i questionari nelle indagini internazionali sui sistemi scolastici?

Dettagli

INVALSI English Language Test

INVALSI English Language Test INVALSI English Language Test Rapporto scuola Scuola secondaria di primo grado Settembrini - Roma Pretest 2012 APPENDICE 1. Risultati dei singoli studenti Introduzione Questo rapporto presenta i risultati

Dettagli

Rapporto Autovalutazione

Rapporto Autovalutazione SNV - Scuola: prodotto il :23/09/2015 18:10:13 pagina 1 Rapporto Autovalutazione Periodo di Riferimento - 2014/15 RAV Scuola - IST. COMPR. ANDORA/LAIGUEGLIA SNV - Scuola: prodotto il :23/09/2015 18:10:13

Dettagli

La performance nelle prove digitali PISA degli studenti italiani. Pasqualino Montanaro e Paolo Sestito

La performance nelle prove digitali PISA degli studenti italiani. Pasqualino Montanaro e Paolo Sestito La performance nelle prove digitali PISA degli studenti italiani Pasqualino Montanaro e Paolo Sestito Roma, 27 febbraio 2015 Schema della presentazione Le motivazioni del lavoro Le modalità di partecipazione

Dettagli

I risultati in lettura prove in formato cartaceo e digitale

I risultati in lettura prove in formato cartaceo e digitale I risultati in lettura prove in formato cartaceo e digitale Presentazione Rapporto Nazionale PISA 2012 Margherita Emiletti - INVALSI PISA 2012 definisce la literacy in lettura come la capacità di comprendere

Dettagli

L'ancoraggio nelle rilevazioni internazionali sugli apprendimenti. L indagine OCSE PISA. Laura Palmerio INVALSI

L'ancoraggio nelle rilevazioni internazionali sugli apprendimenti. L indagine OCSE PISA. Laura Palmerio INVALSI L'ancoraggio nelle rilevazioni internazionali sugli apprendimenti L indagine OCSE PISA Laura Palmerio INVALSI Roma, 18 aprile 2012 La rilevazione OCSE PISA PISA 2012: quinta edizione del programma (rilevazioni

Dettagli

Le caratteristiche dei laureati al loro ingresso all università

Le caratteristiche dei laureati al loro ingresso all università 2. Le caratteristiche dei laureati al loro ingresso all università Nella popolazione dei laureati si manifesta una sovrarappresentazione dei figli delle classi avvantaggiate dal punto di vista socioculturale.

Dettagli

Principi e strumenti dell autovalutazione della scuola. Milano, 2013

Principi e strumenti dell autovalutazione della scuola. Milano, 2013 Principi e strumenti dell autovalutazione della scuola Milano, 2013 SISTEMA DI MISURAZIONE PERCHE MISURARE: per conoscere la propria posizione verso gli obiettivi per permettere il miglioramento continuo

Dettagli

Appendice Statistica

Appendice Statistica REGIONE CALABRIA Dipartimento Istruzione, Università, Alta Formazione, Innovazione e Ricerca Osservatorio Regionale sull Istruzione e il Diritto allo Studio Dieci anni di scuola calabrese Appendice Statistica

Dettagli

La scuola in Lombardia

La scuola in Lombardia La scuola in Lombardia Documentazione Anno scolastico 2010/2011 La scuola in Lombardia 2010/2011 pag 1 La scuola in Lombardia 2010/2011 pag 2 INDICE Sezione 1 Le scuole... 5 IL SISTEMA SCOLASTICO LOMBARDO...

Dettagli

OCSE PISA 2012 SINTESI DEI RISULTATI PER L ITALIA A cura di INVALSI

OCSE PISA 2012 SINTESI DEI RISULTATI PER L ITALIA A cura di INVALSI Istituto nazionale per la valutazione del sistema educativo di istruzione e di formazione OCSE PISA 2012 SINTESI DEI RISULTATI PER L ITALIA A cura di INVALSI La rilevazione PISA 2012 ha testato le competenze

Dettagli

ell Università e della Ricerca inistero dell Istruzione, PP2 Progetto Pilota sulla Valutazione 2002-2003

ell Università e della Ricerca inistero dell Istruzione, PP2 Progetto Pilota sulla Valutazione 2002-2003 inistero, PP2 Progetto Pilota sulla Valutazione 2002-2003 Riunione dei Direttori Generali Regionali MIUR, Trastevere 31.10.2002 10-2002 Prof. GE Presidente GdL Valutazione 1 inistero, PP1- Conclusione

Dettagli

Questionario per le scuole

Questionario per le scuole Svizzera Italiano OECD Programme for International Student Assessment Monitoring Knowledge and Skills in the New Millenium Questionario per le scuole TEST PISA 2000 OFS BFS UST EDK CDIP Le vostre risposte

Dettagli

Gli esiti della rilevazione INVALSI del 2013 nell Istruzione e formazione professionale in Trentino e in altre Regioni italiane.

Gli esiti della rilevazione INVALSI del 2013 nell Istruzione e formazione professionale in Trentino e in altre Regioni italiane. PROVE INVALSI NELL ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE Gli esiti della rilevazione INVALSI del 2013 nell Istruzione e formazione professionale in Trentino e in altre Regioni italiane. Utilizzo dei dati

Dettagli

www.statigeneralidelleditoria.it

www.statigeneralidelleditoria.it www.statigeneralidelleditoria.it Stati generali dell editoria 2008 Più cultura, più lettura, più Paese: scommettere sui giovani Scommettere sui giovani La sintesi della ricerca Iard La lettura dei libri

Dettagli

In Veneto i risultati migliori nella classifica nazionale dell OCSE PISA

In Veneto i risultati migliori nella classifica nazionale dell OCSE PISA MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE Riva de Biasio S. Croce 1299-30135 VENEZIA In Veneto i risultati migliori nella

Dettagli

I servizi per il Diritto allo Studio

I servizi per il Diritto allo Studio 9. I servizi per il Diritto allo Studio La percentuale dei fruitori dei servizi per il Diritto allo Studio è piuttosto ridotta, ad eccezione della ristorazione (5% di fruitori), del servizio di prestito

Dettagli

Griglia di correzione DOMANDE APERTE. Fascicolo 1. Matematica Scuola primaria Classe seconda. Anno scolastico 2014 2015

Griglia di correzione DOMANDE APERTE. Fascicolo 1. Matematica Scuola primaria Classe seconda. Anno scolastico 2014 2015 Griglia di correzione DOMANDE APERTE Fascicolo 1 Matematica Scuola primaria Classe seconda Anno scolastico 2014 2015 Si ricorda che i dati di tutte le classi (campione e non campione) devono essere trasmessi

Dettagli

Simona De Stasio,PhD (Università di Roma Foro Italico ) Virna Galimberti (Università Lumsa di Roma) Aldo Conforti (Università Lumsa di Roma)

Simona De Stasio,PhD (Università di Roma Foro Italico ) Virna Galimberti (Università Lumsa di Roma) Aldo Conforti (Università Lumsa di Roma) Engagement e Self-efficacy efficacy in un gruppo di insegnanti italiani. Differenze tra aree geografiche geogafc e e lvello livello di scuola Simona De Stasio,PhD (Università di Roma Foro Italico ) Virna

Dettagli

commenti a concorrenza fra scuole e qualità dell istruzione: una proposta di sperimentazione di Andrea Ichino

commenti a concorrenza fra scuole e qualità dell istruzione: una proposta di sperimentazione di Andrea Ichino commenti a concorrenza fra scuole e qualità dell istruzione: una proposta di sperimentazione di Andrea Ichino Andrea Gavosto Fondazione Giovanni Agnelli andrea.gavosto@fga.it la proposta La scuola Marilyn

Dettagli

Le condizioni di vita nelle città universitarie

Le condizioni di vita nelle città universitarie 10. Le condizioni di vita nelle città universitarie I giudizi espressi dai laureati sui servizi offerti dalle città possono essere di grande interesse per i rispettivi amministratori. I trasporti e i servizi

Dettagli

Draft sulla lettura dei risultati italiani dell indagine ALL (Adult literacy and Life skills) Aree geografiche a confronto

Draft sulla lettura dei risultati italiani dell indagine ALL (Adult literacy and Life skills) Aree geografiche a confronto Draft sulla lettura dei risultati italiani dell indagine ALL (Adult literacy and Life skills) Aree geografiche a confronto L indagine internazionale ALL raccoglie elementi importanti che riguardano la

Dettagli

La formazione delle competenze per lo sviluppo della Toscana

La formazione delle competenze per lo sviluppo della Toscana La formazione delle competenze per lo sviluppo della Toscana Il confronto nazionale e internazionale Enrico Conti Aula Magna PIN Polo Universitario Città di Prato 12 dicembre 2014 FSE Investiamo nel vostro

Dettagli

Lettura e interpretazione dei dati INVALSI nell ottica dell individuazioni di azioni finalizzate al potenziamento didattico. Bolzano, 15 gennaio 2014

Lettura e interpretazione dei dati INVALSI nell ottica dell individuazioni di azioni finalizzate al potenziamento didattico. Bolzano, 15 gennaio 2014 Landes-Evaluationsstelle für das italienischsprachige Bildungssystem Servizio provinciale di valutazione per l'istruzione e la formazione in lingua italiana Lettura e interpretazione dei dati INVALSI nell

Dettagli

Rilevazione degli apprendimenti di italiano e matematica nelle classi II e V della scuola primaria.

Rilevazione degli apprendimenti di italiano e matematica nelle classi II e V della scuola primaria. MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE DELLA LOMBARDIA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Via Papa Giovanni Paolo II, 2/4-20013 MAGENTA (MI) SCUOLA PRIMARIA STATALE Alla D.S. Istituto

Dettagli

Liceo Scientifico Statale Leonardo Da Vinci

Liceo Scientifico Statale Leonardo Da Vinci Liceo Scientifico Statale Leonardo Da Vinci Via Possidonea 14, 89125 Reggio Calabria Dirigente Scolastico:Preside Prof.essa Vincenzina Mazzuca Progetto multimediale di matematica e fisica per le terze

Dettagli

ANALISI QUALITATIVA RISULTATI PROVE SNV INVALSI 2011/2012

ANALISI QUALITATIVA RISULTATI PROVE SNV INVALSI 2011/2012 ANALISI QUALITATIVA RISULTATI PROVE SNV INVALSI 2011/2012 Nella restituzione dei dati delle prove INVALSI 2011 12 ci sono state alcune significative novità, tra cui la possibilità per ogni team docenti

Dettagli

Istituto Nazionale per la Valutazione del Sistema Educativo di Istruzione e di Formazione. Primi risultati di PISA 2009

Istituto Nazionale per la Valutazione del Sistema Educativo di Istruzione e di Formazione. Primi risultati di PISA 2009 Istituto Nazionale per la Valutazione del Sistema Educativo di Istruzione e di Formazione Primi risultati di PISA 2009 Dicembre 2010 Questo fascicolo contiene una prima presentazione dei risultati di PISA

Dettagli

Programme for International Student Assessment PISA

Programme for International Student Assessment PISA Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca Istituto Nazionale per la Valutazione del Sistema Educativo di Istruzione e di Formazione Organisation for Economic Cooperation and Development

Dettagli

I NUMERI DELLE DONNE

I NUMERI DELLE DONNE 1. Scuola secondaria di I grado - Studenti iscritti per genere - Anno scolastico 2008/2009. Provincia di Milano (v.a.) 2. Scuola secondaria di II grado - Studenti iscritti per genere - Anno scolastico

Dettagli

RELAZIONE PROVE INVALSI 2013 Introduzione

RELAZIONE PROVE INVALSI 2013 Introduzione RELAZIONE PROVE INVALSI 2013 Introduzione L Istituto Nazionale per La Valutazione del Sistema di Istruzione (INValSI), su direttiva del Ministero dell Istruzione, ha predisposto un sistema di rilevazione

Dettagli

Scelte scolastiche e ambiente familiare Daniele Checchi (Università di Milano) Silvia Redaelli (Università di Milano)

Scelte scolastiche e ambiente familiare Daniele Checchi (Università di Milano) Silvia Redaelli (Università di Milano) 1. Istruzione e mobilità sociale Scelte scolastiche e ambiente familiare Daniele Checchi (Università di Milano) Silvia Redaelli (Università di Milano) La relazione tra istruzione e mobilità sociale è stata

Dettagli

SERVIZIO NAZIONALE DI VALUTAZIONE 2010 11

SERVIZIO NAZIONALE DI VALUTAZIONE 2010 11 SERVIZIO NAZIONALE DI VALUTAZIONE 2010 11 Le rilevazioni degli apprendimenti A.S. 2010 11 Gli esiti del Servizio nazionale di valutazione 2011 e della Prova nazionale 2011 ABSTRACT Le rilevazioni degli

Dettagli

L andamento nel tempo dei risultati PISA in Provincia di Bolzano

L andamento nel tempo dei risultati PISA in Provincia di Bolzano L andamento nel tempo dei risultati PISA in Provincia di Bolzano Stefania Pozio, Roberto Ricci Dalla seconda edizione della ricerca PISA, ossia dal 2003, la Provincia Autonoma di Bolzano partecipa con

Dettagli

L integrazione scolastica degli alunni con disabilità

L integrazione scolastica degli alunni con disabilità L integrazione scolastica degli alunni con disabilità dati statistici A.S. 2012/2013 (ottobre 2013) La presente pubblicazione fa riferimento ai dati aggiornati a ottobre 2013. I dati elaborati e qui pubblicati

Dettagli

I laureati di cittadinanza estera

I laureati di cittadinanza estera 14. I laureati di cittadinanza estera Tra il 2006 e il 2012 la quota dei laureati di cittadinanza estera è aumentata, passando dal 2,3 al 3,0 per cento. Quasi il 60 per cento dei laureati esteri provengono

Dettagli

Rapporto Autovalutazione

Rapporto Autovalutazione SNV - Scuola: prodotto il :21/09/2015 14:37:45 pagina 1 Rapporto Autovalutazione Periodo di Riferimento - 2014/15 RAV Scuola - ITI ETTORE MAJORANA SNV - Scuola: prodotto il :21/09/2015 14:37:45 pagina

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Direzione Generale per gli Studi, la Statistica e i Sistemi Informativi Direzione Generale per lo Studente, l Integrazione, la Partecipazione

Dettagli

Conoscenza per lo sviluppo: il ruolo della scuola e dei processi di apprendimento nelle politiche di sviluppo e coesione Roma, 7 Luglio 2005

Conoscenza per lo sviluppo: il ruolo della scuola e dei processi di apprendimento nelle politiche di sviluppo e coesione Roma, 7 Luglio 2005 Sintesi del seminario Conoscenza per lo sviluppo: il ruolo della scuola e dei processi di apprendimento nelle politiche di sviluppo e coesione Roma, 7 Luglio 2005 Nell'ambito del processo di definizione

Dettagli

Gli standard valutativi degli insegnanti e le competenze linguistiche degli studenti. Una analisi sui dati PISA 2009

Gli standard valutativi degli insegnanti e le competenze linguistiche degli studenti. Una analisi sui dati PISA 2009 Gli standard valutativi degli insegnanti e le competenze linguistiche degli studenti. Una analisi sui dati PISA 2009 Moris Triventi (Università di Milano-Bicocca) e Guido Gay (EUPolis Lombardia) L importanza

Dettagli

ALCUNE NOTE INTRODUTTIVE SUI RISULTATI DELLA RICERCA PIAAC 1

ALCUNE NOTE INTRODUTTIVE SUI RISULTATI DELLA RICERCA PIAAC 1 Landes-Evaluationsstelle für das italienischsprachige Bildungssystem PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO - ALTO ADIGE Servizio provinciale di valutazione per l'istruzione e la formazione in lingua italiana PROVINZIA

Dettagli

INVALSI 2016: I RISULTATI DEL PIEMONTE

INVALSI 2016: I RISULTATI DEL PIEMONTE INVALSI 2016: I RISULTATI DEL PIEMONTE Sintesi estratta dal rapporto INVALSI 2016 a cura dell Osservatorio sul Sistema formativo piemontese SISFORM realizzato da IRES Piemonte e Regione Piemonte ARTICOLO

Dettagli

8 maggio 2015 Modena Paola Veronesi

8 maggio 2015 Modena Paola Veronesi 8 maggio 2015 Modena Paola Veronesi Obiettivo del RAV è la definizione del Piano di Miglioramento di Istituto I dati INVALSI, relativi ai livelli di apprendimento, vanno correlati con altri indicatori

Dettagli

Prova sul campo. Primavera 2014. OECD Organisation for Economic Cooperation and Development. Ministero della Pubblica Istruzione

Prova sul campo. Primavera 2014. OECD Organisation for Economic Cooperation and Development. Ministero della Pubblica Istruzione Ministero della Pubblica Istruzione Istituto Nazionale per la Valutazione del Sistema Educativo di Istruzione e di Formazione OECD Organisation for Economic Cooperation and Development Prova sul campo

Dettagli

ISTRUZIONE CAMPUS CELSIUS

ISTRUZIONE CAMPUS CELSIUS ISTRUZIONE La Provincia di Lucca ha organizzato un sistema integrato per il diritto all apprendimento e al lavoro coordinando in un unico Dipartimento Servizi ai Cittadini tutte le sue competenze in materia

Dettagli

A cura della prof.ssa Valentina Francillotti F.S. Area 3

A cura della prof.ssa Valentina Francillotti F.S. Area 3 A cura della prof.ssa Valentina Francillotti F.S. Area 3 CLASSI PRIME PUNTEGGI GENERALI Presenza di anomalie Informazioni questionario studente Classi/Istituto Media.del.punteggio al.netto.del.cheating.(1)

Dettagli

OCSE PISA 2012 Programme for International Student Assessment

OCSE PISA 2012 Programme for International Student Assessment Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca INVALSI OCSE PISA 202 Programme for International Student Assessment Italia Data della somministrazione (Studio principale PISA 202) ORGANISATION

Dettagli

3L ALTA FORMAZIONE ARTISTICA

3L ALTA FORMAZIONE ARTISTICA 3L ALTA FORMAZIONE ARTISTICA E MUSICALE IL PERSONALE GLI ISCRITTI I DIPLOMATI LA CONTRIBUZIONE E IL DIRITTO ALLO STUDIO I NUOVI INGRESSI NEI CORSI SUPERIORI 3 L ALTA FORMAZIONE ARTISTICA E MUSICALE Variabile

Dettagli

Stefania Pozio. Le prove INVALSI di matematica: il confronto con le indagini internazionali.

Stefania Pozio. Le prove INVALSI di matematica: il confronto con le indagini internazionali. Stefania Pozio Le prove INVALSI di matematica: il confronto con le indagini internazionali. Quali sono le principali indagini internazionali sulla matematica a cui l Italia partecipa? L Italia partecipa

Dettagli

Alcuni dati sui servizi educativi a favore dei minori stranieri

Alcuni dati sui servizi educativi a favore dei minori stranieri Città di Torino Divisione Servizi Educativi Settore Integrazione educativa Alcuni dati sui servizi educativi a favore dei minori stranieri a cura di Carla Bonino Gli interventi che la Divisione Servizi

Dettagli

Le rilevazioni dell a.s : i primi risultati

Le rilevazioni dell a.s : i primi risultati RILEVAZIONE NAZIONALE DEGLI APPRENDIMENTI 2014 Le rilevazioni dell a.s. 2013-14: i primi risultati INVALSI Roma, 10 luglio 2014 La presentazione Introduzione Le prove INVALSI 2014 L attendibilità dei dati

Dettagli

One to one nella didattica: esiti e processi

One to one nella didattica: esiti e processi One to one nella didattica: esiti e processi Ricerca presentata dal Presidente dell Indire Giovanni Biondi in occasione del Primo Forum sulla Scuola del futuro (Firenze, 23 ottobre 2015) In questi anni

Dettagli

Target Centrali e Finanza Locale Il caso degli asili nido in Italia

Target Centrali e Finanza Locale Il caso degli asili nido in Italia Il caso degli asili nido in Italia Veronica Grembi (Universita Cattolica di Milano) SSEF 28 Febbraio 2013 Perche decentralizzare? Ragioni economiche del decentramento: Aumento dell efficienza allocativa

Dettagli

COMUNICAZIONE SCUOLA - FAMIGLIA N. 87/2014 Anno Scolastico 2014-2015

COMUNICAZIONE SCUOLA - FAMIGLIA N. 87/2014 Anno Scolastico 2014-2015 COMUNICAZIONE SCUOLA - FAMIGLIA N. 87/2014 Anno Scolastico 2014-2015 Redatto da CUEL Alessandra Ai Genitori e Alunni degli studenti interessati LORO DOMICILIO Bolzano, 16 aprile 2015 p.c. Al personale

Dettagli

Dalla formazione al lavoro Gli esiti formativi e occupazionali dei percorsi triennali I risultati dell indagine ISFOL

Dalla formazione al lavoro Gli esiti formativi e occupazionali dei percorsi triennali I risultati dell indagine ISFOL Dalla formazione al lavoro Gli esiti formativi e occupazionali dei percorsi triennali I risultati dell indagine ISFOL Identikit del campione Maschi 59% Cittadinanza italiana 94% Residenti al Nord Italia

Dettagli

Simulazione della Prova Nazionale. Matematica

Simulazione della Prova Nazionale. Matematica VERSO LA QUARTA PROVA scuola secondaria di primo grado Simulazione della Prova Nazionale Invalsi di Matematica 2 17 maggio 2010 Scuola..................................................................................................................................................

Dettagli

NOTA STUDIO CONFESERCENTI

NOTA STUDIO CONFESERCENTI Ufficio Stampa NOTA STUDIO CONFESERCENTI IMPRESE, STUDIO CONFESERCENTI: GLI IMMIGRATI RESISTONO MEGLIO ALLA CRISI: NEI PRIMI NOVE MESI DEL 2012 LE IMPRESE INDIVIDUALI CON TITOLARI EXTRA UE CRESCONO DI

Dettagli

Rapporto Autovalutazione

Rapporto Autovalutazione SNV - Scuola: prodotto il :27/09/2015 16:35:16 pagina 1 Rapporto Autovalutazione Periodo di Riferimento - 2014/15 RAV Scuola - VALNEGRA - F. GERVASONI SNV - Scuola: prodotto il :27/09/2015 16:35:16 pagina

Dettagli

Il Valore Economico dalla Scelta Universitaria

Il Valore Economico dalla Scelta Universitaria 19 novembre 2013 Il Valore Economico dalla Scelta Universitaria Studio su Scuola, Università e Lavoro dei giovani Milanesi tra il 1985 e il 2011 Autori: Massimo Anelli e Giovanni Peri (UC Davis) Introduzione

Dettagli

I PERCORSI PROFESSIONALI:

I PERCORSI PROFESSIONALI: I PERCORSI PROFESSIONALI: IL PIEMONTE A CONFRONTO CON IL NORD ITALIA SINTESI DELLO STUDIO SUI DATI PISA 2009 E INVALSI 2010-2011 OTTOBRE 2013 Rapporto realizzato dal gruppo di lavoro IRES Piemonte: Luciano

Dettagli

STATISTICA (A-K) a.a. 2007-08 Prof.ssa Mary Fraire Test di STATISTICA DESCRITTIVA Esonero del 2007

STATISTICA (A-K) a.a. 2007-08 Prof.ssa Mary Fraire Test di STATISTICA DESCRITTIVA Esonero del 2007 A STATISTICA (A-K) a.a. 007-08 Prof.ssa Mary Fraire Test di STATISTICA DESCRITTIVA Esonero del 007 STESS N.O. RD 00 GORU N.O. RD 006 ) La distribuzione del numero degli occupati (valori x 000) in una provincia

Dettagli

5 IL SISTEMA INTERNO DI VALUTAZIONE 5.1 RAPPORTI SCUOLA FAMIGLIA

5 IL SISTEMA INTERNO DI VALUTAZIONE 5.1 RAPPORTI SCUOLA FAMIGLIA 5 IL SISTEMA INTERNO DI VALUTAZIONE L autovalutazione delle attività progettuali previste nel POF viene attuata tramite la somministrazione di questionari rivolti agli alunni, ai genitori e agli insegnanti

Dettagli

La prova di scienze nelle indagini IEA TIMSS e

La prova di scienze nelle indagini IEA TIMSS e PIANO DI INFORMAZIONE E FORMAZIONE SULL INDAGINE OCSE-PISA E ALTRE RICERCHE NAZIONALI E INTERNAZIONALI Seminario provinciale rivolto ai docenti del Primo Ciclo La prova di scienze nelle indagini IEA TIMSS

Dettagli

La struttura del Rapporto di valutazione. Sara Romiti Gruppo di ricerca Valutazione e Miglioramento

La struttura del Rapporto di valutazione. Sara Romiti Gruppo di ricerca Valutazione e Miglioramento La struttura del Rapporto di valutazione Sara Romiti Gruppo di ricerca Valutazione e Miglioramento Il quadro di riferimento teorico del rapporto di valutazione Il Rapporto di valutazione utilizza il Quadro

Dettagli

La ricerca il rapporto degli Italiani con il risparmio investimento 1.000 interviste campione nazionale rappresentativo 4 focus group ISPO

La ricerca il rapporto degli Italiani con il risparmio investimento 1.000 interviste campione nazionale rappresentativo 4 focus group ISPO La ricerca La presente indagine, svoltasi nel mese di giugno 2006, aveva l obiettivo di indagare il rapporto degli Italiani con il risparmio e con le attività di investimento. Sono state raccolte 1.000

Dettagli

Fonte: Ufficio scolastico territoriale di Rimini per le scuole statali e Segreterie scolastiche per le scuole ed enti non statali Elaborazione :

Fonte: Ufficio scolastico territoriale di Rimini per le scuole statali e Segreterie scolastiche per le scuole ed enti non statali Elaborazione : 1 Fonte: Ufficio scolastico territoriale di Rimini per le scuole statali e Segreterie scolastiche per le scuole ed enti non statali Elaborazione : Provincia di Rimini / Ufficio Scuola 2 LA SCUOLA RIMINESE:

Dettagli