PIUSS Pisa2: Pisa x Patrimonio culturale, innovazione, Saperi e Accoglienza Il PIUSS del Comune di Pisa si articola in 14 operazioni:

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PIUSS Pisa2: Pisa x Patrimonio culturale, innovazione, Saperi e Accoglienza Il PIUSS del Comune di Pisa si articola in 14 operazioni:"

Transcript

1 Il PIUSS del Comune di Pisa si articola in 14 operazioni: - 2 afferenti alla linea 5.1 a (sviluppo economico) - 3 alla linea 5.1b (turismo e commercio) - 3 alla linea 5.1c (sociale) - 1 alla linea 5.1 d (asili nido) - 5 all'attività 5.2 (cultura) Il PIUSS prevede un investimento totale di circa 35,0 M a fronte di un contributo di circa 20,4M. 1

2 elenco delle operazioni 2

3 I progetti relativi al recupero e alla valorizzazione dei beni culturali (misura 5.2) assumono un ruolo prevalente, sia per quota di finanziamenti erogati (circa il 50%), che per il ruolo centrale assunto nello sviluppo di un turismo sostenibile, assumono un ruolo prevalente. Il progetto principale riguarda la riqualificazione urbana dell area della Cittadella. Il progetto prevede l attivazione di una serie di servizi pubblici (spazi espositivi, vetrina per il sistema economico e ricettivo pisano, area per spettacoli, bar-ristorante) volti a garantire l integrazione tra il Museo delle Navi in corso di allestimento negli Arsenali Medicei e l area della Cittadella. Si tratta di un importante investimento che ha al centro il restauro e la ricostruzione degli Arsenali repubblicani e la rifunzionalizzazione della 3 Torre Guelfa e del Fortilizio della Cittadella.

4 Altro intervento di rilievo è costituito dal Progetto Mura che riguarda il restauro e la valorizzazione del sistema fortificato, a cui si aggiunge l'intervento di valorizzazione della promenade architecturale e delle aree limitrofe. Un intervento che consentirà il recupero completo dell intera cerchia muraria repubblicana ancora esistente, consentendo la completa visitabilità delle mura sia in quota, sia a terra mediante un sistema integrato di verde urbano e monumenti. Altro progetto che si aggiunge sul versante della valorizzazione dei beni culturali è la riqualificazione del Giardino Scotto che prevede il recupero dell interno del Bastione, con la possibilità una volta restaurato di poterlo utilizzare per iniziative culturali, oltre che per la fruizione turistica della 4 Fortezza nuova.

5 Anche la riqualificazione di piazza dei Cavalieri, che prevede la rilastricatura dell intera piazza, il rifacimento dell illuminazione pubblica e la riqualifica del retro della chiesa nazionale dei Cavalieri di Santo Stefano, rientra nell asse di valorizzazione dei beni culturali, costituendo l elemento principale del progetto la valorizzazione del carattere morfologico della piazza e il recupero dell identità di uno spazio che è stato per secoli il centro sociale e politico della città. Completano il quadro dei progetti la realizzazione di un nuovo asilo nido nel polo scolastico di San Francesco, il recupero del centro polivalente San Zeno che recupera e funzionalizza spazi per interventi in campo sociale sugli anziani e sui minori, la riqualificazione a fini commerciali e turistici di C.so Italia, il progetto dei percorsi turistici che ha l obiettivo di creare una rete di percorsi pedonali con valenza storica ed artistica partendo dai punti di accesso alla città da parte dei turisti. 5

6 Un capitolo riguarda la riqualificazione dell area dei Vecchi Macelli e la realizzazione della cittadella Galileiana che si articola in tre progetti ed include anche il recupero dell area cosiddetta delle stallette : - la Cittadella Galileiana nuova ludoteca scientifica e museo del calcolo; - Cittadella Galileiana riqualificazione ex macelli pubblici; - Cittadella Galileiana recupero ex stallette. Un progetto teso a coniugare l attrazione di un turismo culturale e scientifico con un business center ed incubatore d imprese high-tech a cui partecipa attivamente anche l Università di Pisa. 6

7 Torre Guelfa e Piazza dei Cavalieri 7

8 Cittadella Galileiana 8

9 Corso Italia e Giardino Scotto 9

10 Camminata lungo le mura 10

11 D:\spoleto\CittadellaMacelliPubblici.pdf 11

12 Cronoprogrammi di attuazione delle singole operazioni 12

Comune di Pisa 10 ANNI DI NUMERI E TENDENZE Alcuni esempi

Comune di Pisa 10 ANNI DI NUMERI E TENDENZE Alcuni esempi Comune di Pisa 10 ANNI DI NUMERI E TENDENZE Alcuni esempi Investimenti effettuati dal 2008 al 2017 SETTORE infrastrutture mobilità viabilità e riqualificazioni beni culturali e investimenti per il turismo

Dettagli

INTERVENTI PIUSS. Sintesi Operazioni portanti

INTERVENTI PIUSS. Sintesi Operazioni portanti INTERVENTI PIUSS Sintesi Operazioni portanti Titolo operazione Beneficiario Costo Totale Ammesso Cittadella Galileiana: Riqualificazione e recupero ex Stallette Cittadella Galileiana: Riqualificazione

Dettagli

PIUSS, CIRCA 40 MILIONI D INVESTIMENTI PER 14 PROGETTI CHE STANNO CAMBIANDO IL VOLTO DEL CENTRO STORICO

PIUSS, CIRCA 40 MILIONI D INVESTIMENTI PER 14 PROGETTI CHE STANNO CAMBIANDO IL VOLTO DEL CENTRO STORICO PIUSS, CIRCA 40 MILIONI D INVESTIMENTI PER 14 PROGETTI CHE STANNO CAMBIANDO IL VOLTO DEL CENTRO STORICO Il punto della situazione e la descrizione progetto per progetto Avanza a ritmo sostenuto il Piuss,

Dettagli

e della Promenade architetturale

e della Promenade architetturale IV. Progetto Mura Restauro e valorizzazione del sistema fortificato e della Promenade architetturale 1. Immagine della pianta di Pisa di Van Lint Progetto Mura: restauro e valorizzazione del sistema fortificato

Dettagli

NUMERO UNICO DI NOTIZIE E AGGIORNAMENTI DEL COMUNE DI PISA CONQUISTATI I FONDI EUROPEI PIUSS LA CITTÀ DI DOMANI

NUMERO UNICO DI NOTIZIE E AGGIORNAMENTI DEL COMUNE DI PISA CONQUISTATI I FONDI EUROPEI PIUSS LA CITTÀ DI DOMANI NUMERO UNICO DI NOTIZIE E AGGIORNAMENTI DEL COMUNE DI PISA Direttore Editoriale Marco Filippeschi Proprietà Comune di Pisa Direzione e Redazione Ufficio Stampa e Comunicazione del Comune di Pisa E-mail:

Dettagli

LE QUESTIONI APERTE NEL RAPPORTO FRA IL COMUNE DI PISA E IL GOVERNO

LE QUESTIONI APERTE NEL RAPPORTO FRA IL COMUNE DI PISA E IL GOVERNO DOSSIER LE QUESTIONI APERTE NEL RAPPORTO FRA IL COMUNE DI PISA E IL GOVERNO Impegni prioritari: Biblioteca Universitaria (di proprietà del MIBAC): chiusura imprevista per motivi di sicurezza. Individuazione

Dettagli

Piani Integrati di Sviluppo Urbano Sostenibile I Conferenza di Concertazione Pisa, 18 luglio 2008

Piani Integrati di Sviluppo Urbano Sostenibile I Conferenza di Concertazione Pisa, 18 luglio 2008 I Conferenza di Concertazione Pisa, 18 luglio 2008 Pisa 18 luglio 2008 1 COSA E IL PIUSS: E un insieme coordinato di interventi, pubblici e privati, per la realizzazione di obiettivi di sviluppo socioeconomico,

Dettagli

FERMO STRATEGIA DI SVILUPPO URBANO INTEGRATA SOSTENIBILE DELLA CITTA DI FERMO. Comune di Fermo

FERMO STRATEGIA DI SVILUPPO URBANO INTEGRATA SOSTENIBILE DELLA CITTA DI FERMO. Comune di Fermo Comune di Fermo FERMO 0-99+ STRATEGIA DI SVILUPPO URBANO INTEGRATA SOSTENIBILE DELLA CITTA DI FERMO Palazzo dei Priori Sala dei Ritratti 25 Marzo 2016 DATI STATISTICI DI INQUADRAMENTO STRATEGIA DI SVILUPPO

Dettagli

LECCO MEDIEVALE UN SISTEMA LECCHESE PER LA VALORIZZAZIONE E LA GESTIONE INTEGRATA DI BENI CULTURALI CONFERENZA STAMPA LECCO - 19 FEBBRAIO 2016

LECCO MEDIEVALE UN SISTEMA LECCHESE PER LA VALORIZZAZIONE E LA GESTIONE INTEGRATA DI BENI CULTURALI CONFERENZA STAMPA LECCO - 19 FEBBRAIO 2016 LECCO MEDIEVALE UN SISTEMA LECCHESE PER LA VALORIZZAZIONE E LA GESTIONE INTEGRATA DI BENI CULTURALI CONFERENZA STAMPA LECCO - 19 FEBBRAIO 2016 OPERE REALIZZATE Con il contributo di Eremo di Monte Barro

Dettagli

UFFICIO URBANISTICA COMPRENSORIALE PIANO PARTICOLAREGGIATO CITTA' FUTURA

UFFICIO URBANISTICA COMPRENSORIALE PIANO PARTICOLAREGGIATO CITTA' FUTURA UFFICIO URBANISTICA COMPRENSORIALE GRUPPO DI PROGETTAZIONE PIANO PARTICOLAREGGIATO CITTA' FUTURA PIOMBINO arch. Camilla Cerrina Feroni (Comune di Piombino) arch. Laura Pescini (Comune di Piombino) arch.

Dettagli

Regione Campania Programma Operativo FESR Asse 6 Obiettivo Operativo 6.1 Programma PIU Europa

Regione Campania Programma Operativo FESR Asse 6 Obiettivo Operativo 6.1 Programma PIU Europa Allegato D Regione Campania Programma Operativo FESR 2007-2013 Asse 6 Obiettivo Operativo 6.1 Programma PIU Europa II ATTO AGGIUNTIVO ALL ACCORDO DI PROGRAMMA TRA REGIONE CAMPANIA E AUTORITÀ CITTADINA

Dettagli

PIANO ESECUTIVO di GESTIONE schede investimenti per responsabile di procedura

PIANO ESECUTIVO di GESTIONE schede investimenti per responsabile di procedura Comune di Rovereto Servizio Patrimonio e Finanze Allegato 5) PIANO ESECUTIVO di GESTIONE 2017-2019 schede investimenti per responsabile di Approvato con deliberazione della Giunta Municipale n. di data

Dettagli

ALLEGATO F CRITERI DI VALUTAZIONE DELLE OFFERTE

ALLEGATO F CRITERI DI VALUTAZIONE DELLE OFFERTE 1 Qualità del progetto culturale. Qualità del progetto gestionale Progetto culturale per la valorizzazione delle Mura, Giardino Scotto e Bastione Sangallo nel loro complesso quale espressione del patrimonio

Dettagli

SINDACO/ASSESSORE Dr.ssa Mara Enrica SCAGNI

SINDACO/ASSESSORE Dr.ssa Mara Enrica SCAGNI SINDACO/ASSESSORE Dr.ssa Mara Enrica SCAGNI AREA SERVIZI ALLA PERSONA Dott. Gianni MOGNI DIREZIONE CULTURA E TURISMO Dott. Giulio MASSOBRIO SERVIZIO MUSEI CIVICI PROGRAMMA P0014 Sistema Musei PROGETTI

Dettagli

Allegato A Allegato B Allegato C Allegato D Allegato E Allegato F Allegato G Allegato H Allegato I Allegato L Allegato M Allegato N

Allegato A Allegato B Allegato C Allegato D Allegato E Allegato F Allegato G Allegato H Allegato I Allegato L Allegato M Allegato N Allegato A Palazzo Piccolomini VI centenario PioII manifestazioni ed eventi Allegato B Le relazioni con i Piani Urbanistici Il Piano Regionale PPR PIT Allegato C Le relazioni con i Piani Urbanistici Il

Dettagli

Da zona dismessa a baricentro della città metropolitana di Venezia

Da zona dismessa a baricentro della città metropolitana di Venezia Da zona dismessa a baricentro della città metropolitana di Venezia Adriana Marinese Nova Marghera spa (Assoreca) Evento Speciale sul tema: La riconversione delle aree industriali dismesse per uno sviluppo

Dettagli

NO Perché: 1. Tipo di contenitore culturale 1 (indicare con una X) a cui fornire una congrua dotazione di servizi:

NO Perché: 1. Tipo di contenitore culturale 1 (indicare con una X) a cui fornire una congrua dotazione di servizi: 1. Tipo di contenitore culturale 1 (indicare con una X) a cui fornire una congrua dotazione di servizi: 1. Teatro storico 2. Spazi aperti e aree dedicate a contenitori culturali 3. Opifici industriali

Dettagli

Dagli interventi sui sistemi tematici del patrimonio all implementazione dei sistemi territoriali della cultura

Dagli interventi sui sistemi tematici del patrimonio all implementazione dei sistemi territoriali della cultura Una nuova stagione per i Beni Culturali in Puglia: Interventi e risultati Dagli interventi sui sistemi tematici del patrimonio all implementazione dei sistemi territoriali della cultura Francesco Palumbo

Dettagli

DENOMINAZIONE INTERVENTO

DENOMINAZIONE INTERVENTO PROGETTO INTEGRATO TERRITORIALE PROVINCIA DI IMPERIA: " Sistema difensivo nella storia del Ponente Ligure" COMUNE DI VENTIMIGLIA 2014 Forte dell' annunziata: restauro e rifunzionalizzazione - opere di

Dettagli

PREMIO AI COMUNI E ALLE PROVINCE VERDI D ITALIA

PREMIO AI COMUNI E ALLE PROVINCE VERDI D ITALIA PREMIO AI COMUNI E ALLE PROVINCE VERDI D ITALIA Le Categorie 1ª Categoria - Comuni fino a 5.000 abitanti 2ª Categoria - Comuni da 5.000 a 15.000 abitanti 3ª Categoria - Comuni da 15.000 a 50.000 abitanti

Dettagli

interventi del Grande progetto Unesco Servizio analisi economiche e sociali a supporto delle attività di pianificazione

interventi del Grande progetto Unesco Servizio analisi economiche e sociali a supporto delle attività di pianificazione interventi del Grande progetto Unesco COMUNE DI NAPOLI Direzione centrale Pianificazione e gestione del territorio - sito Unesco Servizio analisi economiche e sociali a supporto delle attività di pianificazione

Dettagli

Programma delle opere pubbliche 2014-2016. Bilancio triennale investimenti per tipo di finanziamento - Esercizio 2014 (importi in Euro)

Programma delle opere pubbliche 2014-2016. Bilancio triennale investimenti per tipo di finanziamento - Esercizio 2014 (importi in Euro) Bilancio triennale investimenti per tipo di finanziamento - Esercizio 2014 Contabilità finanziaria Denominazione investimento Contributi in C/Capitale della Regione - - - - Capitolo Articolo 9150 0 Manutenzione

Dettagli

COMUNE DI GENOVA. ASSE 4 - AZIONE 4.1 Promozione del patrimonio culturale e naturale

COMUNE DI GENOVA. ASSE 4 - AZIONE 4.1 Promozione del patrimonio culturale e naturale COMUNE DI GENOVA ASSE 4 - AZIONE 4.1 Promozione del patrimonio culturale e naturale 1 Obiettivo Migliorare l attrattività del territorio valorizzandone le risorse culturali e naturali, migliorando la funzione

Dettagli

13 Dal TURISMO TRADIZIONALE ad un Sistema TURISTICO LOCALE INTEGRATO

13 Dal TURISMO TRADIZIONALE ad un Sistema TURISTICO LOCALE INTEGRATO PIT N TITOLO DEL PIT PROVINCIA 13 Dal TURISMO TRADIZIONALE ad un Sistema TURISTICO LOCALE INTEGRATO ME IDEA FORZA Caratteristiche L idea forza del PIT riguarda la creazione di un sistema turistico integrato,

Dettagli

Il Ruolo delle Istituzioni Fabio Piaggio

Il Ruolo delle Istituzioni Fabio Piaggio ICT, ENTERTAINMENT E CONOSCENZA: ECCO COME DIVULGARE LA CULTURA Il Ruolo delle Istituzioni Fabio Piaggio REGIONE LIGURIA Dipartimento Sviluppo Economico Settore Competitività e Innovazione del Sistema

Dettagli

San Giuseppe. Complesso di

San Giuseppe. Complesso di Complesso di San Giuseppe Recupero funzionale del complesso di San Giuseppe a Empoli, con interventi finalizzati al recupero dell impianto storico, alla riorganizzazione dei percorsi e delle connessioni

Dettagli

Il Centro di Alta Formazione del DTC

Il Centro di Alta Formazione del DTC Il Centro di Alta Formazione del DTC Giovanni Fiorentino Università degli studi della Tuscia Marilena Maniaci Università degli studi di Cassino e del Lazio meridionale La rete A partire dal 2014 2015 cinque

Dettagli

BOZZA DI PROGETTO PER LA RIQUALIFICAZIONE DEI GIARDINI PUBBLICI NEL CAPOLUOGO, ALL INCROCIO DI VIA FIUME CON VIA A.MORO

BOZZA DI PROGETTO PER LA RIQUALIFICAZIONE DEI GIARDINI PUBBLICI NEL CAPOLUOGO, ALL INCROCIO DI VIA FIUME CON VIA A.MORO Comune di Minervino di Lecce BOZZA DI PROGETTO PER LA RIQUALIFICAZIONE DEI GIARDINI PUBBLICI NEL CAPOLUOGO, ALL INCROCIO DI VIA FIUME CON VIA A.MORO I Tecnici Inquadramento Territoriale la Villa un luogo

Dettagli

VALORIZZAZIONE DEL COMPLESSO ARCHITETTONICO EX CARCERE DI SANT AGATA EX CONVENTO DEL CARMINE

VALORIZZAZIONE DEL COMPLESSO ARCHITETTONICO EX CARCERE DI SANT AGATA EX CONVENTO DEL CARMINE VALORIZZAZIONE DEL COMPLESSO ARCHITETTONICO EX CARCERE DI SANT AGATA EX CONVENTO DEL CARMINE Documento di sintesi delle previsioni urbanistiche vigenti (allegato allo Schema di avviso pubblico per la chiamata

Dettagli

Gilberto Bedini, Guido Borà* e Francesca Velani * Università di Siena e IMT Lucca Lucca, 10 ottobre 2014

Gilberto Bedini, Guido Borà* e Francesca Velani * Università di Siena e IMT Lucca Lucca, 10 ottobre 2014 Gilberto Bedini, Guido Borà* e Francesca Velani * Università di Siena e IMT Lucca guido.bora@unisi.it Lucca, 10 ottobre 2014 Governance territoriale in rapporto dialogico con stakeholder (bottom up) :

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA INFORMAZIONI PERSONALI Nome LESSI MELANIA Indirizzo 3, VIA CAROLINA INTERNARI, 57125 LIVORNO, ITALIA Telefono ufficio 0586 820808 Fax E-mail ufficio mlessi@comune.livorno.it Nazionalità italiana Data di

Dettagli

Programma Integrato d'area CA 04 Cod. PIA CA AA. Provincia di Cagliari. Decimoputzu. R.A.S.: ,00 Cap. SC (UPB S07.10.

Programma Integrato d'area CA 04 Cod. PIA CA AA. Provincia di Cagliari. Decimoputzu. R.A.S.: ,00 Cap. SC (UPB S07.10. Cod. PIA CA 04.40.AA Strada di collegamento Decimoputzu - SS 196 Provincia di Cagliari Decimoputzu Costo del progetto: 1.200.000,00 R.A.S.: 1.200.000,00 Cap. SC07.1264 (UPB S07.10.005) L opera consiste

Dettagli

Il Programma Leader + Sardegna REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA

Il Programma Leader + Sardegna REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Il Programma Leader + Sardegna L esperienza LEADER in Sardegna dal 1991 al 2006 Nell arco di 18 anni di programmazione come molte regioni d Europa anche la Sardegna ha vissuto l esperienza Leader: LEADER

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE DEI LAVORI PUBBLICI

PROGRAMMA TRIENNALE DEI LAVORI PUBBLICI Comune di PISA (PI) Pagina 1 Comune di PISA (PI) PROGRAMMA TRIENNALE DEI LAVORI PUBBLICI (2004-2006) Comune di PISA (PI) Pagina 2 QUADRO DI SINTESI PER CATEGORIE DI OPERE SCHEDA 1 TIPOLOGIA DI INTERVENTO

Dettagli

PIANO DI INTERVENTI delibera CIPE 39 / 2015

PIANO DI INTERVENTI delibera CIPE 39 / 2015 Comune di Lampedusa e Linosa PIANO DI INTERVENTI delibera CIPE 39 / 2015 Intervento di riconfigurazione del Polo Civico e Scolastico di Lampedusa STATO DI ATTUAZIONE AMMINISTRAZIONE COMUNALE STRUTTURA

Dettagli

Aosta, città a misura di ogni cittadino

Aosta, città a misura di ogni cittadino Aosta, città a misura di ogni cittadino Per il rilancio economico, turistico e sociale di Aosta Capitale, due strumenti strategici: Il project financing realizzazione di opere pubbliche senza oneri finanziari

Dettagli

Tema Progettuale Fondi Riferimenti al POR Sicilia

Tema Progettuale Fondi Riferimenti al POR Sicilia PROGRAMMA FINANZIARIO DEGLI INTERVENTI Tema Progettuale Fondi 2007-2013 Riferimenti al POR Sicilia 2007-2013 PARCO DEI BOSCHI EREI CIRCUITO NATURALISTICO DEGLI EREI IPPOVIA DELLA MONTAGNA PARCO DEI LAGHI

Dettagli

1. Collegamenti fra i siti d'interesse presenti nel parco e nelle vicinanze

1. Collegamenti fra i siti d'interesse presenti nel parco e nelle vicinanze 1. Collegamenti fra i siti d'interesse presenti nel parco e nelle vicinanze Referente o soggetto esecutore: Enti pubblici, associazioni Turismo, sport e servizi; Innovazione nella gestione delle risorse

Dettagli

La coerenza del PSS con la programmazione territoriale

La coerenza del PSS con la programmazione territoriale PROGETTO STRATEGICO SPECIALE (PSS) VALLE DEL FIUME PO Moncalieri, 10 ottobre 2008 La coerenza del PSS con la Mariella Olivier Direzione Programmazione Strategica, Politiche Territoriali ed Edilizia PSS

Dettagli

LE REGGE IN MOVIMENTO

LE REGGE IN MOVIMENTO Mappatura 2015 LE REGGE IN MOVIMENTO Quadro sintetico di restituzione dei bisogni/necessità emersi sugli interventi relativi ai Beni Culturali dei Comuni Soci Aprile 2015 Considerazioni metodologiche e

Dettagli

Progetto di recupero della cerchia delle mura medievali di Pisa

Progetto di recupero della cerchia delle mura medievali di Pisa Progetto di recupero della cerchia delle mura medievali di Pisa Pisa 1998 Massimo Carmassi La cerchia delle mura medievali di Pisa è uno straordinario manufatto di pietra e mattoni lungo 7 chilometri,

Dettagli

Delibera della Giunta Regionale n. 314 del 31/05/2017

Delibera della Giunta Regionale n. 314 del 31/05/2017 Delibera della Giunta Regionale n. 314 del 31/05/2017 Dipartimento 50 - GIUNTA REGIONALE DELLA CAMPANIA Direzione Generale 3 - Direzione Generale autorità di gestione fondo euroepo di sviluppo regionale

Dettagli

Comune di Erice Piano delle performance

Comune di Erice Piano delle performance Comune di Erice Piano delle performance 2014-16 1 Elaborato con il supporto del: Agenda 2 Presentazione del Comune L Albero delle Performance Gli obiettivi strategici Le attività/servizi Stato di salute

Dettagli

Elenco per priorità di categoria

Elenco per priorità di categoria Comune di Isola Delle Femmine Elenco per priorità di categoria Triennio di riferimento 2009-2011 Lista in ordine di categoria Approvvigionamento idrico Potenziamento dei serbatoi idrici comunali Gen. 47

Dettagli

Adriamuse: il museo fuori dalle proprie mura. Laura Carlini Giulia Pretto

Adriamuse: il museo fuori dalle proprie mura. Laura Carlini Giulia Pretto Adriamuse: il museo fuori dalle proprie mura Laura Carlini Giulia Pretto IBC Istituto per i Beni Artistici Culturali e Naturali IBC nasce nel 1974 come strumento della programmazione regionale e organo

Dettagli

Il Disegno dell'architettura

Il Disegno dell'architettura Il Disegno dell'architettura Il Laboratorio nasce (nel 1996) da un accordo (tra Università di Pisa, Provincia di Pisa e Comune di Volterra) come organico centro di formazione e sperimentazione per studenti

Dettagli

Paestum - Velia. Infrastruttura

Paestum - Velia. Infrastruttura Paestum - Velia Infrastruttura I ASC ASC 003 Sistemazione di accoglienza ASCEA 2.1 0,00 750.000,00 0,00 750.000,00 ed organizzazione degli accessi all'area archeologica I ASC ASC 013 Riqualificazione Viale

Dettagli

COMUNE TITOLO PROGETTO QUOTA POR Euro PUNTEGGIO CAGLIARI 1GLESJAS GRADUATORIA DEFINITIVA BANDO 2.1: "ITINERARIO DELLE CITTA' REGIE-

COMUNE TITOLO PROGETTO QUOTA POR Euro PUNTEGGIO CAGLIARI 1GLESJAS GRADUATORIA DEFINITIVA BANDO 2.1: ITINERARIO DELLE CITTA' REGIE- GRADUATORIA DEFINITIVA BANDO 2.1: "ITINERARIO DELLE CITTA' REGIE- PROPOSTE AMMESSE COMUNE TITOLO PROGETTO QUOTA POR Euro PUNTEGGIO CAGLIARI Sistemazione Passeggiata coperta con Centro di documentazione

Dettagli

Concorso Progetto per la sistemazione urbanistica e il recupero culturale del Piazzale Matteotti di Pesaro

Concorso Progetto per la sistemazione urbanistica e il recupero culturale del Piazzale Matteotti di Pesaro Concorso Progetto per la sistemazione urbanistica e il recupero culturale del Piazzale Matteotti di Pesaro prima edizione - 2003 Gruppo Terziario Donna - Confcommercio di Pesaro-Urbino giugno 2003 Leonardi

Dettagli

GAC TERRE DI MARE s.c.ar.l.

GAC TERRE DI MARE s.c.ar.l. GAC TERRE DI MARE s.c.ar.l. Asse IV FEP PUGLIA 2007/2013 Piano di Sviluppo Costiero 2012/2015 - Terre di Mare Misura 6 - Azione 6.1.a «Conservare l attrattiva, rivitalizzare e sviluppare le località e

Dettagli

PIUSS. Incontro annuale Commissione Europea. Roma, 27 ottobre esperienze di progettazione per lo sviluppo in aree urbane

PIUSS. Incontro annuale Commissione Europea. Roma, 27 ottobre esperienze di progettazione per lo sviluppo in aree urbane PIUSS esperienze di progettazione per lo sviluppo in aree urbane Incontro annuale Commissione Europea Autorità di Gestione Roma, 27 ottobre 2011 Le città credono d essere opera della mente o del caso,

Dettagli

PIOMBINO 2015 PROGETTO CITTA FUTURA

PIOMBINO 2015 PROGETTO CITTA FUTURA Quali scenari per il Polo tecnologico di Piombino? European Awareness Scenario Workshop EASW Piombino, 19-20 novembre 2010 PIOMBINO 2015 PROGETTO CITTA FUTURA L area di Piombino citta futura Di proprietà

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE 2016

BILANCIO DI PREVISIONE 2016 BILANCIO DI PREVISIONE 2016 1 Entrate Tributarie Bilancio di previsione 2016 Entrate correnti Titoli I II III (Totale. 18.454.730) 2016 24% 8.057.200,00 43% Trasferimenti 6.034.200,00 33% Entrate extra

Dettagli

CURRICULUM CONSULENZE SVOLTE

CURRICULUM CONSULENZE SVOLTE COPPOLA & PARTNERS S.A.S di CHIARA ELEONORA COPPOLA via Vittorio Emanuele III, n.80 73057 Taviano (Lecce) coppolapartners@pec.it T: +39 335 7749133 T/Fax: +39 0833 911241 - - - - - - - - - - - - - - -

Dettagli

$5((/($'(5$33529$7(&21'(/,%(5$&,3(1

$5((/($'(5$33529$7(&21'(/,%(5$&,3(1 $5((/($'(5$33529$7(&21'(/,%(5$&,3(1 $/ 6(55$3(7521$0& 3RORWXULVWLFR± FRPPHUFLDOH $5($/($'(5± 6(55$3(7521$ ³SRORWXULVWLFR SRORWXULVWLFR± FRPPHUFLDOH L iniziativa è finalizzata alla valorizzazione delle

Dettagli

ALLEGATO C2-3 - SETTORE LAVORI PUBBLICI PROGRAMMA 1 SVILUPPO DEL TERRITORIO

ALLEGATO C2-3 - SETTORE LAVORI PUBBLICI PROGRAMMA 1 SVILUPPO DEL TERRITORIO ALLEGATO C2-3 - SETTORE PROGRAMMA 1 SVILUPPO DEL TERRITORIO Progetto 1 - Edilizia scolastica Progetto 2 - Edilizia sportiva Progetto 3 - Parco urbano Progetto 4 - Recupero e valorizzazione Centro storico

Dettagli

ILLUMINAZIONE ARTISTICA A LED

ILLUMINAZIONE ARTISTICA A LED ILLUMINAZIONE ARTISTICA A LED IL CASTELLO Brescia, 31/03/2017 IL PROGETTO PREMESSA A2A, in collaborazione con il Comune di Brescia, ha avviato all inizio dell estate 2016 un piano per l illuminazione artistica

Dettagli

VALORIZZAZIONE TURISTICO-CULTURALE DELLA LOMBARDIA. Cremona, 13 luglio 2017

VALORIZZAZIONE TURISTICO-CULTURALE DELLA LOMBARDIA. Cremona, 13 luglio 2017 VALORIZZAZIONE TURISTICO-CULTURALE DELLA LOMBARDIA Cremona, 13 luglio 2017 Finalità e obiettivi L Avviso intende valorizzare dal punto di vista turistico-culturale le seguenti famiglie di grandi attrattori,

Dettagli

Regione Campania Programma Operativo FESR

Regione Campania Programma Operativo FESR Allegato D Regione Campania Programma Operativo FESR 2007-2013 Asse 6 Obiettivo Operativo 6.1 Programma PIU Europa II ATTO AGGIUNTIVO ALL ACCORDO DI PROGRAMMA TRA REGIONE CAMPANIA E AUTORITÀ CITTADINA

Dettagli

ALLEGATO A COMUNE DI PISA

ALLEGATO A COMUNE DI PISA ALLEGATO A COMUNE DI PISA PROGETTO CULTURALE PER LA VALORIZZAZIONE DI MURA E GIARDINO SCOTTO 1 SOMMARIO INTRODUZIONE... 3 1. ANALISI DEL CONTESTO... 4 1.1. Patrimonio artistico culturale... 4 1.2. Accessibilità

Dettagli

1. Il Tevere navigabile: corridoio ecologico e infrastruttura

1. Il Tevere navigabile: corridoio ecologico e infrastruttura 1. Il Tevere navigabile: corridoio ecologico e infrastruttura turistica Referente o soggetto esecutore: Enti pubblici, operatori turistici Linea strategica: Turismo sport e servizi; Innovazione nella gestione

Dettagli

F Donatella Scatena, nata a Roma nel 1963, si è laureata con il Prof. Paolo Portoghesi.

F Donatella Scatena, nata a Roma nel 1963, si è laureata con il Prof. Paolo Portoghesi. Donatella Scatena, nata a Roma nel 1963, si è laureata con il Prof. Paolo Portoghesi. È Ricercatore in Composizione Architettonica e Urbana, docente a contratto presso le Università "Federico Il" di Napoli

Dettagli

PIANO REGOLATORE GENERALE

PIANO REGOLATORE GENERALE COMUNE DI PADOVA Settore Pianificazione Urbanistica PIANO REGOLATORE GENERALE VARIANTE adottata ai sensi della lettera l del 4 comma dell art.50 della L.R. 61/85 così come previsto dall art.48 della L.R.11/2004.

Dettagli

3 settore uso ed assetto del territorio Aprile

3 settore uso ed assetto del territorio Aprile 3 settore uso ed assetto del territorio Aprile 2013 1 STRALCIO NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE VIGENTE ART. 28- ATTREZZATURE - SERVIZI ED IMPIANTI DI INTERESSE COMUNE - REPERTORIO NORMATIVO a) AREE PER L

Dettagli

OGLIASTRA COMUNE DI TORTOLÌ PROVINCIA DELL OGLIASTRA BANDO PROGETTI DI QUALITÀ 2005/2006 MISURA 5.1 TORTOLÌ PORTA DELL OGLIASTRA

OGLIASTRA COMUNE DI TORTOLÌ PROVINCIA DELL OGLIASTRA BANDO PROGETTI DI QUALITÀ 2005/2006 MISURA 5.1 TORTOLÌ PORTA DELL OGLIASTRA COMUNE DI TORTOLÌ PROVINCIA DELL OGLIASTRA BANDO PROGETTI DI QUALITÀ 2005/2006 MISURA 5.1 OGLIASTRA QUADRO TERRITORIALE URBANO DI RIFERIMENTO CONTESTO URBANO E STRATEGICO DEL PROGETTO PLANIMETRIE GENERALI

Dettagli

Studio di pre-fattibilità per il Centro Culturale dell Adda: il Parco del Castello, della cultura e dei sistemi museali/espositivi a Trezzo

Studio di pre-fattibilità per il Centro Culturale dell Adda: il Parco del Castello, della cultura e dei sistemi museali/espositivi a Trezzo Studio di pre-fattibilità per il Centro Culturale dell Adda: il Parco del Castello, della cultura e dei sistemi museali/espositivi a Trezzo Report finale Febbraio 2009 RICERCA REALIZZATA DALLA FONDAZIONE

Dettagli

«BRESCIA, CHE SPETTACOLO!» CULT CITY E L ANNO DEL TURISMO inlombardia BRESCIA 21 ottobre 2016

«BRESCIA, CHE SPETTACOLO!» CULT CITY E L ANNO DEL TURISMO inlombardia BRESCIA 21 ottobre 2016 1. «BRESCIA, CHE SPETTACOLO!» CULT CITY E L ANNO DEL TURISMO inlombardia BRESCIA 21 ottobre 2016 CULT CITY / PROGETTO COS È Un progetto ambizioso di valorizzazione dell offerta turistica legata al patrimonio

Dettagli

Tabella 4 costi e tempi

Tabella 4 costi e tempi Tabella 4 costi e tempi interventi funzioni/destinazioni d uso, Opere importo investimento da QE costo sintetico unitario ( /mq) stato progettazione (SDF, prel, def, ) data di apertura cantiere data chiusura

Dettagli

SETTORE ISTRUZIONE, SPORT, POLITICHE GIOVANILI E COMUNICAZIONE

SETTORE ISTRUZIONE, SPORT, POLITICHE GIOVANILI E COMUNICAZIONE SETTORE ISTRUZIONE, SPORT, POLITICHE GIOVANILI E COMUNICAZIONE Asili nido Scuola materna 12.860,00 11.034,04 85 11.034,04 5.285,10 47 tempestivi Istruzione elementare 20.400,00 18.323,63 89 18.323,63 8.488,24

Dettagli

IL CENTRO STORICO DI NAPOLI

IL CENTRO STORICO DI NAPOLI IL CENTRO STORICO DI NAPOLI Ha un estensione di circa 1700 ettari. Comprende 7.710 edifici (con 82.937 abitazioni e 253.411 vani), 300 chiese e grandi cappelle (di cui oltre 200 chiuse) Dal 1995 una parte

Dettagli

Il complesso. L intera area del complesso è rientrata nella disponibilità dell Amministrazione comunale.

Il complesso. L intera area del complesso è rientrata nella disponibilità dell Amministrazione comunale. 24 gennaio 2018 Il complesso Dal dicembre 2016 la Scuola Marescialli e Brigadieri dei Carabinieri, che occupava da quasi un secolo un ampia porzione del complesso domenicano di Santa Maria Novella e il

Dettagli

INPUT PROVENIENTI DAL TERRITORIO INDIRIZZI DI POLITICA URBANISTICA CITTA DI TORINO

INPUT PROVENIENTI DAL TERRITORIO INDIRIZZI DI POLITICA URBANISTICA CITTA DI TORINO STADIO JUVENTUS DI TORINO ARENA ROCK CITTA DI TORINO SHOPPING CENTER INTEGRATO ALLO STADIO JUVENTUS DI TORINO Superficie commerciale 34.000 mq Superficie di vendita 19.500 mq, suddivisi tra: > N. 1 ipermercato

Dettagli

IL PROGETTO DI OSPITALITÀ DIFFUSA DI FALERNA ENTE: COMUNE DI FALERNA (CZ)

IL PROGETTO DI OSPITALITÀ DIFFUSA DI FALERNA ENTE: COMUNE DI FALERNA (CZ) VIAGGIO NEI COMUNI DELLE BUONE PRATICHE WORKSHOP IDENTITÀ: LO SPAZIO PUBBLICO NEI CENTRI STORICI MINORI IL PROGETTO DI OSPITALITÀ DIFFUSA DI FALERNA ENTE: COMUNE DI FALERNA (CZ) MORANO CALABRO 20/04/2013

Dettagli

A G E N Z I A D E L D E M A N I O

A G E N Z I A D E L D E M A N I O Sindaco dott. Francesco Martines La città di Palmanova, in collaborazione con l Agenzia del demanio, ha avviato un programma unitario di valorizzazione territoriale (PUVaT) (ai sensi dell articolo 15 della

Dettagli

PROGETTO URBANO FLAMINIO PRESENTAZIONE DELLA VARIANTE URBANISTICA PER IL QUARTIERE DELLA CITTA DELLA SCIENZA

PROGETTO URBANO FLAMINIO PRESENTAZIONE DELLA VARIANTE URBANISTICA PER IL QUARTIERE DELLA CITTA DELLA SCIENZA PROGETTO URBANO FLAMINIO PRESENTAZIONE DELLA VARIANTE URBANISTICA PER IL QUARTIERE DELLA CITTA DELLA SCIENZA Cinema Tiziano - 28 gennaio 2014 Consistenze attuali Superficie territoriale: 5,1 h Superficie

Dettagli

D.Lgs. 85/ Programma di valorizzazione di PALAZZO CASTELVECCHIO - Carpi (MO) C3 - Relazione fra edifici e attività nella microscala urbana

D.Lgs. 85/ Programma di valorizzazione di PALAZZO CASTELVECCHIO - Carpi (MO) C3 - Relazione fra edifici e attività nella microscala urbana Settore A4 - Restauro e conservazione del patrimonio immobiliare artistico e storico D.Lgs. 85/2010 - Programma di valorizzazione di PALAZZO CASTELVECCHIO - Carpi (MO) Preferisco essere una sognatrice

Dettagli

GRANDE ATTRATTORE REGGIA DI CASERTA

GRANDE ATTRATTORE REGGIA DI CASERTA POR - PROGETTI INTEGRATI ESITO FINALE DELLA VALUTAZIONE DEL PROGETTO INTEGRATO GRANDE ATTRATTORE REGGIA DI CASERTA PROPONENTE: REGIONE CAMPANIA Pagina 1 di 7 CONSIDERATO: - quanto disposto dal cap. 6 del

Dettagli

SCHEDA 2: PROGRAMMA TRIENNALE DELLE OPERE PUBBLICHE 2014/2016 DELL'AMMINISTRAZIONE COMUNE DI BENEVENTO (BN) ARTICOLAZIONE DELLA COPERTURA FINANZIARIA

SCHEDA 2: PROGRAMMA TRIENNALE DELLE OPERE PUBBLICHE 2014/2016 DELL'AMMINISTRAZIONE COMUNE DI BENEVENTO (BN) ARTICOLAZIONE DELLA COPERTURA FINANZIARIA Comune di Benevento (BN) Pagina 1 SCHEDA 2: TRIENNALE DELLE OPERE PUBBLICHE 2014/2016 1 A0215010001 15 062 0008 01 A0215 Adeguamento e potenziamento della rete idrica nelle c/de del Comune di Benevento

Dettagli

LA RIQUALIFICAZIONE DEL WATERFRONT DI ROMA

LA RIQUALIFICAZIONE DEL WATERFRONT DI ROMA LA RIQUALIFICAZIONE DEL WATERFRONT DI ROMA Intervento del Sindaco di Roma Capitale, Gianni Alemanno Ostia 15 Luglio 2011 LA NUOVA VISIONE DEL FUTURO DI OSTIA Il progetto del Waterfront di Roma segna un

Dettagli

PIT 4 - Alto Ionio Cosentino DENOMINAZIONE INTERVENTO

PIT 4 - Alto Ionio Cosentino DENOMINAZIONE INTERVENTO PIT 4 - Alto Ionio Cosentino MISURA FONDO TIPOLOGIA 3.14 FSE F Programma di Formazione "Accoglienza e Qualità dei servizi del Sistema locale di Offerta Turistica dell'alto Jonio Cosentino" 1.338.000,00

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo SALVETTI MASSIMO VIA ANTONIO PISANO DETTO PISANELLO N.27 56100 PISA Telefono 050 560054 Fax E-mail

Dettagli

TIPO ATTO DETERMINA CON IMPEGNO con FD. N. atto DN-19 / 398 del 14/04/2015 Codice identificativo PROPONENTE Area Sviluppo Territorio OGGETTO

TIPO ATTO DETERMINA CON IMPEGNO con FD. N. atto DN-19 / 398 del 14/04/2015 Codice identificativo PROPONENTE Area Sviluppo Territorio OGGETTO COMUNE DI PISA TIPO ATTO DETERMINA CON IMPEGNO con FD N. atto DN-19 / 398 del 14/04/2015 Codice identificativo 1132899 PROPONENTE Area Sviluppo Territorio OGGETTO SERVIZIO DI REALIZZAZIONE DEL PIANO ECONOMICO

Dettagli

Unite' des Communes Valdotaines Evancon

Unite' des Communes Valdotaines Evancon ALLA Disavanzo d'amministrazione MISSIONE 01 Servizi istituzionali, generali e di gestione Programma 01 Organi istituzionali 29.40 75.175,89-24.333,07 29.40 50.842,82 Totale Programma 01 Organi istituzionali

Dettagli

Tabella 3 matrice di autovalutazione sul livello di concorrenza dei singoli interventi e dell intera Proposta sugli obiettivi del Piano

Tabella 3 matrice di autovalutazione sul livello di concorrenza dei singoli interventi e dell intera Proposta sugli obiettivi del Piano Tabella 3 matrice di autovalutazione sul livello di concorrenza dei singoli interventi e dell intera Proposta sugli obiettivi del Piano interventi funzioni/ destinazioni d uso, Opere tensione abitativa

Dettagli

Coerenza con il PSR: le Misure, le Azioni.

Coerenza con il PSR: le Misure, le Azioni. Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 Asse 4 Attuazione dell approccio Leader Coerenza con il PSR: le Misure, le Azioni. Macomer 27 febbraio 2009 Misura 311 Diversificazione verso attività non agricole

Dettagli

Comune di Vercelli PREVISIONI DEFINITIVE DELL'ANNO PRECEDENTE QUELLO CUI SI RIFERISCE IL BILANCIO. previsione di cassa ,00

Comune di Vercelli PREVISIONI DEFINITIVE DELL'ANNO PRECEDENTE QUELLO CUI SI RIFERISCE IL BILANCIO. previsione di cassa ,00 D.Lgs. 118/2011 P.E.G. AGGIORNATO (Anno 2017) SPESE (A.G.: 50 - SVILUPPO URBANO ED ECONOMICO) RESIDUI PRESUNTI AL DEFINITIVE DATI TERMINE DELL'ESERCIZIO SI RIFERISCE IL MISSIONE 09 Sviluppo sostenibile

Dettagli

Por Fesr , Regione Emilia-Romagna AZIONI E 3.3.4

Por Fesr , Regione Emilia-Romagna AZIONI E 3.3.4 BANDO PER IL SOSTEGNO DI PROGETTI RIVOLTI A MIGLIORARE L ATTRATTIVITÀ TURISTICO- CULTURALE DEL TERRITORIO ATTRAVERSO LA QUALIFICAZIONE INNOVATIVA DELLE IMPRESE NELL AMBITO TURISTICO, COMMERCIALE E CULTURALE/CREATIVO

Dettagli

SCHEDA QSV CENTRO STORICO SPELLO

SCHEDA QSV CENTRO STORICO SPELLO Quadro Strategico di Valorizzazione del Comune Comune di Spello IDEA FORZA: SPELLO 3 A Avvio del processo Il Quadro Strategico di valorizzazione del comune di Spello, ruota intorno alla integrazione delle

Dettagli

UTOE 3 Via Bonanno QUADRO CONOSCITIVO LOCALIZZATO. Indice Inquadramento territoriale, descrizione e contestualizzazione...2

UTOE 3 Via Bonanno QUADRO CONOSCITIVO LOCALIZZATO. Indice Inquadramento territoriale, descrizione e contestualizzazione...2 UTOE 3 Via Bonanno QUADRO CONOSCITIVO LOCALIZZATO Indice Inquadramento territoriale, descrizione e contestualizzazione...2 Pericolosità idraulica, acque superficiali e depurazione...5 Clima acustico e

Dettagli

Conoscere è la premessa per valorizzare

Conoscere è la premessa per valorizzare Conoscere è la premessa per valorizzare La Piazza genera idee Il vuoto ci parla,basta ascoltare Piazza = CONDIVISIONE Ricuciamo lo strappo Conoscere è la premessa per valorizzare La cultura si forma con

Dettagli

alberto pulcini architetto disegnorilievoprogettazionearchitettonicarestaurosicurezza CURRICULUM PROFESSIONALE

alberto pulcini architetto disegnorilievoprogettazionearchitettonicarestaurosicurezza CURRICULUM PROFESSIONALE alberto pulcini architetto disegnorilievoprogettazionearchitettonicarestaurosicurezza CURRICULUM PROFESSIONALE Arch. Alberto PULCINI nato ad Anagni (FR) il 03/01/1973 residente in Via Onorato Capo 41 03012

Dettagli

Borgo Santa Caterina - SCHEDA

Borgo Santa Caterina - SCHEDA Borgo Santa Caterina - SCHEDA 695021028 Inventario dei Beni Culturali e Ambientali Scheda n 150116 DATI GENERALI Data rilievo: 19/06/2008 Località: Indirizzo: Indirizzo: Indirizzo: Foto aerea Borgo Santa

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE 2014

BILANCIO DI PREVISIONE 2014 BILANCIO DI PREVISIONE 2014 1 Entrate correnti Titoli I II III Tributarie 1.285.065,00 Contributi e trasferimenti correnti 97.700,00 Extratributarie 582.100,00 2 Entrate correnti Titoli I II III ENTRATE

Dettagli

Poggibonsi e Colle di Val d Elsa nella Programmazione Europea PROGETTI DI INNOVAZIONE URBANA Inizio fase concertativa

Poggibonsi e Colle di Val d Elsa nella Programmazione Europea PROGETTI DI INNOVAZIONE URBANA Inizio fase concertativa Poggibonsi e Colle di Val d Elsa nella Programmazione Europea 2014-2020 PROGETTI DI INNOVAZIONE URBANA Inizio fase concertativa Accabì Hospital Burresi - 29 Ottobre 2015 Nuovi fondi europei: opportunitàper

Dettagli

COMUNE DI ARCUGNANO Provincia di Vicenza

COMUNE DI ARCUGNANO Provincia di Vicenza PUBBLICA ISTRUZIONE SCHEDA INTERVENTO N. 7 Servizio: SCUOLA - CULTURA (Vari) Finanziamento iniziative didattiche c/o scuole medie. - Manutenzione, materiale vario, riciclaggio libri di testo, spettacoli

Dettagli

CAPODANNO PISANO 2018 STILE PISANO

CAPODANNO PISANO 2018 STILE PISANO COMUNE DI PISA DIREZIONE CULTURA TURISMO MANIFESTAZIONI STORICHE COORDINAMENTO DEL LITORALE CAPODANNO PISANO 2018 STILE PISANO PROGRAMMA EVENTI Dall 11 marzo fino al 5 aprile 2017 Fortilizio della Cittadella

Dettagli

SCHEDA DI SINTESI DELLE LINEE STRATEGICHE E DELLA RELATIVA DOTAZIONE FINANZIARIA

SCHEDA DI SINTESI DELLE LINEE STRATEGICHE E DELLA RELATIVA DOTAZIONE FINANZIARIA SCHEDA DI SINTESI DELLE LINEE STRATEGICHE E DELLA RELATIVA DOTAZIONE FINANZIARIA A. Promozione di nuovi prodotti turistici LS 1 : CREAZIONI DELLE DESTINAZIONI E DEI PRODOTTI TURISTICI SOSTENIBILI AZIONI

Dettagli

Webinar. Una ipotesi di Piano di sviluppo culturale: la segmentazione della domanda dei visitatori

Webinar. Una ipotesi di Piano di sviluppo culturale: la segmentazione della domanda dei visitatori PON GOVERNANCE E AZIONI DI SISTEMA 2007-2013 ASSE E - PIANO FORMEZ 2013 Progetto pilota Revisione dei processi e riorganizzazione di una struttura territoriale del ministero dei beni e delle attività culturali

Dettagli

Il quadro delle scelte strategiche della programmazione operativa

Il quadro delle scelte strategiche della programmazione operativa Il quadro delle scelte strategiche della programmazione operativa 2014-2020 1 La Strategia Europa 2020 COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE EUROPA 2020 Una strategia per una crescita intelligente, sostenibile

Dettagli