PHP: Interfacce; Gestione errori ed eccezioni. Pasqualetti Veronica

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PHP: Interfacce; Gestione errori ed eccezioni. Pasqualetti Veronica"

Transcript

1 PHP: Interfacce; Gestione errori ed eccezioni i Pasqualetti Veronica

2 Interfacce In PHP non si possono ereditare proprietà da più classi. 2 Per ovviare al problema si possono creare delle interfacce che forniscano le proprietà di più classi. Lo scopo delle interfacce è quello di fornire un preciso set di metodi base per le classi, mediante la dichiarazione di metodi astratti Le interfacce possono avere solo metodi che saranno di default astratti e costanti.

3 Dichiarazione Interfaccia <?php interface NomeInterfaccia { const COSTANTE = "valore"; 3?> function metodoastratto(); function altrometodo(oggetto $obj);

4 Implementare ed estendere Per implementare un'interfaccia in una classe si usa il comando implements, per estendere invece un'interfaccia in un'altra interfaccia si usa il comando extends come per le classi derivate. 4 Una classe o un'interfaccia può implementare / estendere più di un'interfaccia, solo se tali interfacce non contengono la dichiarazione degli stessi metodi o costanti. Per generare un conflitto è sufficiente anche solo una costante o un metodo in comune. Nota : le interfacce non possono ereditare dalle classi.

5 Implementare ed estendere interfacce <?php p public function altrometodo1() { interface Interfaccia1{ /* Corpo del Metodo */ const COSTANTE = "valore"; public function altrometodo2() { function metodo1(); /* Corpo del Metodo */ function metodo2(); public function metodospeciale1() { interface Interfaccia2{ /* Corpo del Metodo */ function altrometodo1(); public function metodospeciale2() { function altrometodo2(); /* Corpo del Metodo */ interface Interfaccia3 extends Interfaccia1, Interfaccia2{ class MiaClasse2 implements Interfaccia2{ function metodospeciale1(); public function altrometodo1() { function metodospeciale2(); /* Corpo del Metodo */ class MiaClasse1 implements Interfaccia3{ public function altrometodo2() { public function metodo1() { /* Corpo /* Corpo del Metodo */ del Metodo */ public function metodo2() { /* Corpo?> del Metodo */ 5

6 Esempio 1/2 6

7 Creare e gestire 3 tipi di account : Esempio 2/2 Utente - Utente normale senza privilegi particolari Premium - Utente premium con la possibilità di gestire una propria casella messaggi Amministratore - Utente con privilegi amministrativi ed una casella messaggi personale 7

8 Esempio 2/2 8 Realizzazione: Account - Classe Astratta Fornirà gli attributi di base per gli altri account e un metodo astratto per registrare gli account nell'archivio del sito (es. Database MySQL o file esterno) Amministrazione - Interfaccia Fornirà dei metodi astratti di base per amministrare l'utenza, inserendo, modificando e cancellando utenti dall'archivio del sito CasellaMessaggi - Interfaccia Fornirà dei metodi astratti per la gestione di una casella messaggi personale interna al sito Utente - Sottoclasse derivata da Account Oggetto per la memorizzazione dei dati su un utente con metodo per la registrazione in archivio

9 Esempio 2/2 9 Realizzazione: Premium - Sottoclasse derivata da Account che implementa l'interfaccia linterfacciacasellamessaggi Oggetto per memorizzare un utente con privilegi premium e metodi per registrare l'utente in archivio e gestire una casella messaggi personale Amministratore - Sottoclasse derivata da Account che implementa l'interfaccia Amministrazione e CasellaMessaggi Oggetto per la memorizzazione di un account di amministrazione, con metodi per la registrazione dell'account in archivio, la gestione di altri utenti (inserimento, modifica e cancellazione) e la gestione di una casella messaggi personale

10 Classi e Metodi final Una sottoclasse ha la possibilità di ridefinire i metodi della classe madre. E' possibile impedire la ridefinizione di determinati metodi e o la derivazione da determinate classi, usando la direttiva final. Se quindi desiderate che non vengano fornite ulteriori i implementazioni i i di un metodo della vostra classe, allora è sufficiente far precedere alla parola chiave function, la direttiva final in questo modo : <?php class ClasseBase { public $attributo; public final function metodo() { echo "Sono un metodo finale!"; class SottoClasse extends ClasseBase { public function metodo() // Genera un errore fatale { echo "Proviamo a ridefinire il metodo finale!";?> 10

11 Classe final 11 Se invece volete impedire che una sottoclasse derivi da una classe specifica, applicate a quest'ultima la direttiva final seguita dalla parola chiave class e dal nome classe in questo modo : <?php final class ClasseBase { public $attributo; public function metodo() { /*... */ class SottoClasse extends ClasseBase // Genera un errore fatale { /*... */?>

12 Errori e PHP Il db debug/testing ti è fondamentale in fase di sviluppo (per la ricerca di possibili errori nella scrittura del codice e di comportamenti non desiderati) 12 In PHP un atecnica di debug è l utilizzo della notifica degli errori

13 Categorie di errori notificati da PHP 13 Parse error: è specificatamente una notifica di errore sintattico (es. parentesi, punti e virgola, etc). Nel momento in cui viene identificato un errore di sintassi l'esecuzione dell'applicazione viene bloccata segnalando il problema riscontrato. Fatal error: è la notifica di un errore grave che coinvolge il contenuto dell'applicazione (es. funzione inesistente). Anche nel caso del Fatal error l'esecuzione dello script viene arrestata con conseguente segnalazione. Warning: è la notifica di un errore meno grave dei due precedenti, in questo caso infatti l'esecuzione non viene bloccata ma si ha ugualmente la segnalazione dell'errore. (es. parametro non passato) Notice: si tratta di una comunicazione dell'interprete PHP riguardante l'esistenza di frammenti di codice scritti in modo non ortodosso, come ad esempio nel caso della chiamata di variabili non definite in precedenza (in molti servzi di hosting web basati su PHP i Notice vengono disabilitati) Strict notice: un 'consiglio' lanciato dall'interprete di PHP. Gli Strict notice si riferiscono generalmente a segnalazioni riguardanti il modo in cui è stato scritto il listato; queste notifiche sono abbastanza comuni quando si testano su PHP5 script creati per versioni precedenti del linguaggio.

14 Errori PHP, di default, non invia i messaggi di errore ad un file di log sul server. Affinchè ciò avvenga è necessario impostare le seguenti direttive nel file php.ini: log_errors = On error_log = /var/log/php_error.log PHP possiede un'apposita funzione per il logging PHP possiede un apposita funzione per il logging degli errori: la funzione error_log. 14

15 Funzione error_ log La funzione error_log, inserita all'interno di uno script, indica il comportamento da tenersi nel caso in cui il nostro codice generi un errore non previsto. error_log ("Messaggio d'errore [ [, Tipo, "Destinazione", "Eventuali Headers ]); dove il tipo può assumere: 0 error log di PHP 1 indirizzo fornito nel terzo argomento 2 utilizzato fino alla versione PHP 3 3 un file di log, con il percorso indicato nel terzo argomento L'argomento destinazione contiene o un indirizzo o un percorso al file; 15 L'argomento Largomentoheaders può essere usato per inviare informazioni supplementari nella forma di intestazioni di , quando è utilizzato con un indirizzo .

16 Esempio error_ log 16 <? error_log( "si è verificato un errore alla pagina ". $_SERVER[ SERVER['PHP_SELF SELF'], 1, "Subject: Errore sul sito!\n From: );?> Il codice sopra spedirà una mail al verificarsi di un errore imprevisto specificando la pagina che ha generato l'errore. Per approfondire pp

17 Eccezioni: throw-try-catch try Con PHP5 è possibile gestire le eccezioni ovvero è possibile gestire le situazioni di errore in modo più evoluto 17 Le eccezioni vengono definite dalla terna: throw: genera l'eccezione (nuova istanza della classe eccezione o una estesa) try: esegue un blocco di istruzioni con abilitato il meccanismo di cattura delle eccezioni catch: specifica il blocco di istruzioni da eseguire in caso di eccezione (gestore dell'eccezione)

18 Esempio 18 <?php p try { $error = 'throw questo errore'; throw new Exception($error); // Il codice che segue ad una eccezione non viene eseguito. echo 'Mai eseguita se c è un eccezione!'; catch (Exception $e) { echo 'Eccezione trovata: ', $e->getmessage(), "\n"; // Continua l'esecuzione dell'applicazione echo 'Hello World';?> Il blocco Try viene usato per gestire parte del codice php dell'applicazione che potrebbe generare un'eccezione, che viene però riportata e quindi gestita dal blocco seguente catch attraverso la parola chiave throw; in genere il blocco catch printa il tipo di errore. Nel blocco try, le istruzioni i i che seguono la riga del throw, non vengono eseguite nel caso in cui si genera un'eccezione.

19 Eccezioni: classi <?php class Exception { protected $message = 'Unknown exception'; // exception message protected $code = 0; // user defined exception code protected $file; // source filename of exception protected $line; // source line of exception function construct($message = null, $code = 0); 19 <?php class MyException extends Exception { // Redefine the exception so message isn't optional public function construct($message, $code = 0) { // some code // make sure everything is assigned properly parent:: construct($message, $code); final function getmessage(); // message of exception final function getcode(); // code of exception final lfunction getfile(); // source filename final function getline(); // source line final function gettrace(); // an array of the backtrace() final function gettraceasstring(); // formated string of trace /* Overrideable */ function tostring(); display?> // formated string for // custom string representation of object */ public function tostring() { return CLASS. ": [{$this->code]: {$this->message\n"; public function customfunction() { echo "A Custom function for this type of exception\n";?> E' sempre possibile definire una classe madre Exception contenente metodi generici per la gestione di errori

P a s q u a l e t t i V e r o n i c a

P a s q u a l e t t i V e r o n i c a PHP: OOP Pasqualetti Veronica Oggetti Possiamo pensare ad un oggetto come ad un tipo di dato più complesso e personalizzato, non esistente fra i tipi tradizionali di PHP, ma creato da noi. 2 Gli oggetti

Dettagli

Gestione delle eccezioni in Java

Gestione delle eccezioni in Java Gestione delle eccezioni in Java - Introduzione al concetto di eccezioni E possibile definire un eccezione come un situazione imprevista che il flusso di un applicazione può incontrare. È possibile gestire

Dettagli

La connessione php-mysql con MySQLi

La connessione php-mysql con MySQLi La connessione php-mysql con MySQLi Premessa Lo scenario che si intende alla base di questo capitolo è di disporre di un ambiente phpmysql rappresentato nel seguente schema: L'applicazione php viene eseguita

Dettagli

Concetti Base Eccezioni Eccezioni e Metodi Gerarchia di Eccezioni. Java: Eccezioni. Damiano Macedonio

Concetti Base Eccezioni Eccezioni e Metodi Gerarchia di Eccezioni. Java: Eccezioni. Damiano Macedonio Dipartimento di Informatica, Università degli Studi di Verona Corso di Programmazione per Bioformatica lezione del 30 maggio 2014 Introduzione Un programma diviso in sezioni distinte Un approccio alla

Dettagli

Corso di Laurea in Informatica e Comunicazione Digitale. a.a. 2006-2007. Interazione Uomo-Macchina. Introduzione a Java.

Corso di Laurea in Informatica e Comunicazione Digitale. a.a. 2006-2007. Interazione Uomo-Macchina. Introduzione a Java. Corso di Laurea in Informatica e Comunicazione Digitale a.a. 2006-2007 Interazione Uomo-Macchina Introduzione a Java Seconda Parte Irene Mazzotta Giovanni Cozzolongo Vincenzo Silvetri 1 Richiami: Java

Dettagli

Indice. 1.13 Configurazione di PHP 26 1.14 Test dell ambiente di sviluppo 28

Indice. 1.13 Configurazione di PHP 26 1.14 Test dell ambiente di sviluppo 28 Indice 25 184 Introduzione XI Capitolo 1 Impostazione dell ambiente di sviluppo 2 1.1 Introduzione ai siti Web dinamici 2 1.2 Impostazione dell ambiente di sviluppo 4 1.3 Scaricamento di Apache 6 1.4 Installazione

Dettagli

QUEUE : considerazioni. QUEUE : considerazioni. QUEUE : esempio. QUEUE : esempio

QUEUE : considerazioni. QUEUE : considerazioni. QUEUE : esempio. QUEUE : esempio QUEUE : considerazioni QUEUE : considerazioni Si è realizzata una struttura dati complessa utilizzandone una primitiva, l array. Il pregio di tale implementazione è il basso costo computazionale, mentre

Dettagli

Concetti fondamentali

Concetti fondamentali Node.js Concetti fondamentali by Stefano Burigat Esecuzione asincrona Quasi tutte le funzioni in node vengono eseguite in modo asincrono (a tal punto che molte funzioni hanno una versione sincrona che

Dettagli

Programmazione ad oggetti

Programmazione ad oggetti DAIS Univ. Ca' Foscari Venezia Programmazione ad oggetti Samuel Rota Bulò Classi astratte Le classi astratte sono un ibrido tra le classi concrete e le interfacce. Hanno le stesse caratteristiche di una

Dettagli

RMI: metodi equals e hashcode

RMI: metodi equals e hashcode RMI: metodi equals e hashcode Per verificare se due oggetti remoti contengono gli stessi dati, la chiamata indirizzata al metodo equals() avrebbe bisogno di contattare i server dove si trovano gli oggetti

Dettagli

Scuola Superiore Sant Anna. Progetto parte Unix. AA 2008-2009: Distributed File Repository

Scuola Superiore Sant Anna. Progetto parte Unix. AA 2008-2009: Distributed File Repository Scuola Superiore Sant Anna Progetto parte Unix AA 2008-2009: Distributed File Repository Distributed File Repository Descrizione del sistema da realizzare Progettare e implementare un server che mantiene

Dettagli

UnicastRemoteObject. Massimo Merro Programmazione di Rete 103 / 124

UnicastRemoteObject. Massimo Merro Programmazione di Rete 103 / 124 UnicastRemoteObject Java RMI fornisce diverse classi base per definire server remoti: UnicastRemoteObject < RemoteServer < RemoteObject dove A < B significa che A è una sottoclasse di B. UnicastRemotObject

Dettagli

DESIGN PATTERNS Parte 5. Facade Strategy Composite Interpreter

DESIGN PATTERNS Parte 5. Facade Strategy Composite Interpreter DESIGN PATTERNS Parte 5 Facade Strategy Composite Interpreter FACADE Per proteggere la nostra applicazione sfruttando il Protect Variation possiamo usare il pattern Facade. Questo pattern è ottimo per

Dettagli

Corso di Web Programming

Corso di Web Programming Corso di Web Programming 11. PHP - Complementi Paolo Milazzo Dipartimento di Informatica, Università di Pisa http://www.di.unipi.it/ milazzo milazzo di.unipi.it Corso di Laurea in Informatica Applicata

Dettagli

Codici sorgenti di esempio per l'invio di email da pagine WEB per gli spazi hosting ospitati presso ITESYS SRL.

Codici sorgenti di esempio per l'invio di email da pagine WEB per gli spazi hosting ospitati presso ITESYS SRL. Data: 8 Ottobre 2013 Release: 1.0-15 Feb 2013 - Release: 2.0 - Aggiunta procedura per inviare email da Windows con php Release: 2.1-20 Mar 2013 Release: 2.2-8 Ottobre 2013 - Aggiunta procedura per inviare

Dettagli

COM_HELLOWORLD_PART4

COM_HELLOWORLD_PART4 COM_HELLOWORLD_PART1 Nel manifest la presenza del tag permette di gestire le versioni incrementali di aggiornamento anche grazie all uso del tag . Le installazioni successive del componente

Dettagli

Script di prevenzione invii massivi

Script di prevenzione invii massivi Script di prevenzione invii massivi Vi siete mai trovati a dover fronteggiare una violazione con invio massivo di SPAM da uno dei vostri account locali? L'individuazione dell'account bucato e la successiva

Dettagli

PC/CSA. Manuale di utilizzo del PC/CSA Specifiche tecniche per lo scarico automatico dei dati dei pagamenti delle violazioni al Codice della Strada

PC/CSA. Manuale di utilizzo del PC/CSA Specifiche tecniche per lo scarico automatico dei dati dei pagamenti delle violazioni al Codice della Strada PC/CSA Manuale di utilizzo del PC/CSA Specifiche tecniche per lo scarico automatico dei dati dei pagamenti delle violazioni al Codice della Strada PC/CSA-SPF-1.0 Versione del 18.04.2001 SOMMARIO 1 INTRODUZIONE

Dettagli

Obiettivi d esame PHP Developer Fundamentals on MySQL Environment

Obiettivi d esame PHP Developer Fundamentals on MySQL Environment Obiettivi d esame PHP Developer Fundamentals on MySQL Environment 1.0 Ambiente di sviluppo 1.1 Web server e database MySQL Comprendere la definizione dei processi che si occupano di fornire i servizi web

Dettagli

MailServer. Daniele Dolfini, Giovanni Franza, Neil Otupacca IPAP3 2010/2011. Relazione sulla costruzione del sistema di messaggeria elettronica.

MailServer. Daniele Dolfini, Giovanni Franza, Neil Otupacca IPAP3 2010/2011. Relazione sulla costruzione del sistema di messaggeria elettronica. MailServer Daniele Dolfini, Giovanni Franza, Neil Otupacca IPAP3 2010/2011 Relazione sulla costruzione del sistema di messaggeria elettronica. Parte relativa ai server Giovanni Franza Sono stati implementati

Dettagli

Fondamenti di Informatica C Esercitazioni di Laboratorio / 3 http://polaris.ing.unimo.it/fic/laboratorio.html. Outline

Fondamenti di Informatica C Esercitazioni di Laboratorio / 3 http://polaris.ing.unimo.it/fic/laboratorio.html. Outline Fondamenti di Informatica C Esercitazioni di Laboratorio / 3 http://polaris.ing.unimo.it/fic/laboratorio.html Ing. Francesco De Mola demola.francesco@unimore.it DII, Modena Via Vignolese (lab. Dottorandi

Dettagli

PHP. A. Lorenzi, R. Giupponi, D. Iovino LINGUAGGI WEB. LATO SERVER E MOBILE COMPUTING Atlas. Copyright Istituto Italiano Edizioni Atlas

PHP. A. Lorenzi, R. Giupponi, D. Iovino LINGUAGGI WEB. LATO SERVER E MOBILE COMPUTING Atlas. Copyright Istituto Italiano Edizioni Atlas PHP A. Lorenzi, R. Giupponi, D. Iovino LINGUAGGI WEB. LATO SERVER E MOBILE COMPUTING Atlas Copyright Istituto Italiano Edizioni Atlas Programmazione lato server PHP è un linguaggio che estende le funzionalità

Dettagli

7 Esercitazione (svolta): Callback. Polling. Java RMI: callback. Server. Server. Client. Client. due possibilità:

7 Esercitazione (svolta): Callback. Polling. Java RMI: callback. Server. Server. Client. Client. due possibilità: 7 Esercitazione (svolta): due possibilità: Java RMI: callback Molte applicazioni richiedono un meccanismo publish/subscribe I partecipanti (client) necessitano di notifiche da parte del coordinatore (server)

Dettagli

Programmazione II. Lezione 4. Daniele Sgandurra 30/09/2011. daniele.sgandurra@iit.cnr.it

Programmazione II. Lezione 4. Daniele Sgandurra 30/09/2011. daniele.sgandurra@iit.cnr.it Programmazione II Lezione 4 Daniele Sgandurra daniele.sgandurra@iit.cnr.it 30/09/2011 1/46 Programmazione II Lezione 4 30/09/2011 Sommario 1 Esercitazione 2 Panoramica della Programmazione Ad Oggetti 3

Dettagli

Programmazione ad eventi in PHP Implementare gli eventi e gestire una coda di messaggi

Programmazione ad eventi in PHP Implementare gli eventi e gestire una coda di messaggi Implementare gli eventi e gestire una coda di messaggi Implementare in PHP la programmazione ad eventi Creare e gestire una coda di messaggi Usare gli eventi per scrivere componenti riusabili Gestire una

Dettagli

APPENDICE B Le Active Server Page

APPENDICE B Le Active Server Page APPENDICE B Le Active Server Page B.1 Introduzione ad ASP La programmazione web è nata con la Common Gateway Interface. L interfaccia CGI tuttavia presenta dei limiti: ad esempio anche per semplici elaborazioni

Dettagli

Configurazione avanzata di XAMPP

Configurazione avanzata di XAMPP Configurazione avanzata di XAMPP Andrea Atzeni (shocked@polito.it) Marco Vallini (marco.vallini@polito.it) Politecnico di Torino Dip. Automatica e Informatica Apache Binding definisce su quali indirizzi

Dettagli

Programmazione Java Avanzata Concetti su Java

Programmazione Java Avanzata Concetti su Java Programmazione Java Avanzata Concetti su Java Ing. Giuseppe D'Aquì Testi di Riferimento Java ( R. Liguori, P. Liguori), O'Reilly Hops Tecniche Nuove (2008) Java Virtual Machine Il codice scritto in Java

Dettagli

Design Pattern in Java

Design Pattern in Java Design Pattern in Java Claudio Di Ciccio, Massimiliano de Leoni (con la supervisione del docente Massimo Mecella) Università di Roma La Sapienza - Sede di Latina Corso di Progettazione del Software A.A.

Dettagli

Specifiche tecniche per la gestione dei Servizi SMS tramite script HTTP POST/GET Rev. 2012-05-22-3,0

Specifiche tecniche per la gestione dei Servizi SMS tramite script HTTP POST/GET Rev. 2012-05-22-3,0 Specifiche tecniche per la gestione dei Servizi SMS tramite script HTTP POST/GET Rev. 2012-05-22-3,0 Prefazione L'accesso al servizio di invio SMS e gestione back office tramite script è limitato ai soli

Dettagli

Progettazione : Design Pattern Creazionali

Progettazione : Design Pattern Creazionali Progettazione : Design Pattern Creazionali Alessandro Martinelli alessandro.martinelli@unipv.it 30 Novembre 2010 Progettazione : Design Pattern Creazionali Aspetti generali dei Design Pattern Creazionali

Dettagli

Modulo 4: Ereditarietà, interfacce e clonazione

Modulo 4: Ereditarietà, interfacce e clonazione Modulo 4: Ereditarietà, interfacce e clonazione Argomenti Trattati: Classi, Superclassi e Sottoclassi Ereditarietà Ereditarietà ed Attributi Privati Override super Ereditarietà e Costruttori Polimorfismo

Dettagli

Specifica i tipi di oggetti a creare, utilizzando un istanza prototipo, e crea nuove istanze tramite la copia di questo prototipo.

Specifica i tipi di oggetti a creare, utilizzando un istanza prototipo, e crea nuove istanze tramite la copia di questo prototipo. Prototype 28 4. Prototype (GoF pag. 117) 4.1. Descrizione 4.2. Esempio Specifica i tipi di oggetti a creare, utilizzando un istanza prototipo, e crea nuove istanze tramite la copia di questo prototipo.

Dettagli

Programmazione Java: Variabili membro, Metodi La parola chiave final

Programmazione Java: Variabili membro, Metodi La parola chiave final Programmazione Java: Variabili membro, Metodi La parola chiave final romina.eramo@univaq.it http://www.di.univaq.it/romina.eramo/tlp Roadmap Definire una classe» Variabili membro» Metodi La parola chiave

Dettagli

Laboratorio Progettazione Web PHP e MySQL. Andrea Marchetti IIT-CNR 2013/2014

Laboratorio Progettazione Web PHP e MySQL. Andrea Marchetti IIT-CNR 2013/2014 Laboratorio Progettazione Web PHP e MySQL Andrea Marchetti IIT-CNR 2013/2014 Architettura di una applicazione Web Browser Web HTTP Server Web API Dati Presentation Application Storage PHP e DataBase Quando

Dettagli

Fondamenti di Programmazione

Fondamenti di Programmazione Fondamenti di Programmazione Capitolo 2 Variabili, Espressioni e Comandi Prof. Mauro Gaspari: gaspari@cs.unibo.it Valori e Tipi Un valore (= value) è una delle entità fondamentali che i programmi sono

Dettagli

!"#$%&&'()#*%+%+!"#$"',,'()#*%+ -")%*&'&'+'$.)+-$$%&&) !"#$%&&'(%)'*+%",#-%"#.'%&'#/0)-+#12"+3,)4+56#7+#.')8'9

!#$%&&'()#*%+%+!#$',,'()#*%+ -)%*&'&'+'$.)+-$$%&&) !#$%&&'(%)'*+%,#-%#.'%&'#/0)-+#12+3,)4+56#7+#.')8'9 !"#$%&&'()#*%+%+!"#$"',,'()#*%+ -")%*&'&'+'$.)+-$$%&&)!"#$%&&'(%)'*+%",#-%"#.'%&'#/0)-+#12"+3,)4+56#7+#.')8'9 Slide 1 Paradigmi di Programmazione! Un linguaggio supporta uno stile di programmazione se

Dettagli

2.1 Installazione e configurazione LMS [4]

2.1 Installazione e configurazione LMS [4] 2.1 Installazione e configurazione LMS [4] Prerequisti per installazione su server: Versione PHP: 4.3.0 o superiori (compatibilità a php5 da versione 3.0.1) Versione MySql 3.23 o superiori Accesso FTP:

Dettagli

PHP e MySQL. Guida scaricata da www.webstyling.it

PHP e MySQL. Guida scaricata da www.webstyling.it Home -> Manuali & Tutorials -> Guida PHP PHP e MySQL E' possibile realizzare delle applicazioni in php appoggiandosi ad un database, quale ad esempio MySQL. Con le novità introdotte ai tempi di MySQL 4.1

Dettagli

Programmazione a Oggetti Lezione 10. Ereditarieta

Programmazione a Oggetti Lezione 10. Ereditarieta Programmazione a Oggetti Lezione 10 Ereditarieta Sommario Come definire sottoclassi Costruttori Abstract Classes Final Ereditarietà: promemoria Strumento tipico dell OOP per riusare il codice e creare

Dettagli

Archiviare messaggi di posta elettronica senza avere un proprio mail server

Archiviare messaggi di posta elettronica senza avere un proprio mail server Archiviare messaggi di posta elettronica senza avere un proprio mail server Nota: Questo tutorial si riferisce specificamente all'archiviazione in ambiente privo di un proprio mail server. Si dà come presupposto

Dettagli

La programmazione: tradizionale vs Orientata agli Oggetti (OOP)

La programmazione: tradizionale vs Orientata agli Oggetti (OOP) La programmazione: tradizionale vs Orientata agli Oggetti (OOP) In generale, nella soluzione di un problema si individuano dati e funzionalità (azioni) potendola implementare, a livello più semplice, in

Dettagli

PHP: Hypertext Preprocessor

PHP: Hypertext Preprocessor Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Informatica Corso di Linguaggi e Tecnologie Web A. A. 2011 - PHP: Hypertext Preprocessor Caratteristiche avanzate Eufemia Tinelli 1 Contenuti PHP ad oggetti

Dettagli

Benvenuti. Luca Biffi, Direttore Tecnico di Achab supporto@achab.it. Achab techjam Archive Server for MDaemon

Benvenuti. Luca Biffi, Direttore Tecnico di Achab supporto@achab.it. Achab techjam Archive Server for MDaemon Benvenuti Luca Biffi, Direttore Tecnico di Achab supporto@achab.it Achab techjam Archive Server for MDaemon Usare Archive Server for MDaemon al 100%: guida alle funzionalità "nascoste" Achab 2 Agenda Come

Dettagli

Costruzione di Sit Web con PHP e MySQL. Lezione 7 - Esercitazione - Introduzione a MySQL: le tabelle, i tpi di dato, le query

Costruzione di Sit Web con PHP e MySQL. Lezione 7 - Esercitazione - Introduzione a MySQL: le tabelle, i tpi di dato, le query Costruzione di Sit Web con PHP e MySQL Lezione 7 - Esercitazione - Introduzione a MySQL: le tabelle, i tpi di dato, le query Esercitazione In questa lezione si farà insieme una seconda esercitazione che

Dettagli

19. Introduzione al multi-threading

19. Introduzione al multi-threading 19. Introduzione al multi-threading Marco Faella Dip. Ing. Elettrica e Tecnologie dell'informazione Università di Napoli Federico II Corso di Linguaggi di Programmazione II I thread I thread, o processi

Dettagli

Referti on-line Manuale di installazione Versione 1.1

Referti on-line Manuale di installazione Versione 1.1 Versione 1.1 Sommario 1 - Introduzione... 3 2 - Scopo del documento... 3 3 - Modalità di deploy... 3 3.1 - Prerequisiti... 4 3.2 - Installazione e configurazione... 5 3.3 - Task invio email... 7 3.4 -

Dettagli

Introduzione. Java. Composizione. Esempio -- composizione. G. Prencipe prencipe@di.unipi.it. È qualcosa che abbiamo già visto varie volte

Introduzione. Java. Composizione. Esempio -- composizione. G. Prencipe prencipe@di.unipi.it. È qualcosa che abbiamo già visto varie volte Java riutilizzo delle classi G. Prencipe prencipe@di.unipi.it Introduzione Una delle caratteristiche fondamentali in Java è il riutilizzo del codice Ci sono due modi per ottenerlo Creare oggetti di classi

Dettagli

Mobilità di Codice. Massimo Merro Programmazione di Rete 128 / 144

Mobilità di Codice. Massimo Merro Programmazione di Rete 128 / 144 Mobilità di Codice Abbiamo già visto come un dato host possa trasmettere un oggetto (serializzabile) ad un altro host. Quest ultimo potrà eseguire l oggetto pur non possedendo il bytecode della classe

Dettagli

UML Diagrammi delle classi. UML Diagramma classi 1

UML Diagrammi delle classi. UML Diagramma classi 1 UML Diagrammi delle classi UML Diagramma classi 1 Diagramma delle classi Non è nei nostri obiettivi affrontare UML nel suo complesso Ci concentreremo sui diagrammi delle classi che ci forniscono un linguaggio

Dettagli

Corso di programmazione di sistemi mobile 1. Android. Google Cloud Messaging

Corso di programmazione di sistemi mobile 1. Android. Google Cloud Messaging Corso di programmazione di sistemi mobile 1 Android Google Cloud Messaging Corso di programmazione di sistemi mobile 2 Cos è Il Google Cloud Messaging o GCM è un servizio di Google che permette di inviare

Dettagli

Guida a PHP. Primi esempi

Guida a PHP. Primi esempi Guida a PHP Php è un modulo aggiuntivo per web server che permette di creare delle pagine web dinamiche. Una pagina in Php è composta sia da tag html, sia da parti in codice di programmazione Php. Ogni

Dettagli

Progetto Automi e Linguaggi Parser svliluppato con JLex e cup

Progetto Automi e Linguaggi Parser svliluppato con JLex e cup Progetto Automi e Linguaggi Parser svliluppato con JLex e cup Sviluppato da Santoro Carlo Maurizio Matricola:0108/528 Sviluppo terminato il: 18/06/06 TRACCIA DEL PROGETTO Si costruisca, utilizzando la

Dettagli

Web Programming Specifiche dei progetti

Web Programming Specifiche dei progetti Web Programming Specifiche dei progetti Paolo Milazzo Anno Accademico 2010/2011 Argomenti trattati nel corso Nel corso di Web Programming sono state descritti i seguenti linguaggi (e tecnologie): HTML

Dettagli

MySQL Database Management System

MySQL Database Management System MySQL Database Management System http://www.mysql.com/ DATABASE RELAZIONALI Un database è una collezione strutturata di informazioni. I database sono delle strutture nelle quali è possibile memorizzare

Dettagli

Il DBMS Oracle. Express Edition. Donatella Gubiani e Angelo Montanari

Il DBMS Oracle. Express Edition. Donatella Gubiani e Angelo Montanari Gubiani & Montanari Il DBMS Oracle 1 Il DBMS Oracle Express Edition Donatella Gubiani e Angelo Montanari Il DBMS Oracle Il DBMS Oracle Oracle 10g Express Edition Il DBMS Oracle (nelle sue versioni più

Dettagli

Laboratorio di Sistemi Prototipo autenticazione utente Jsp [Java]

Laboratorio di Sistemi Prototipo autenticazione utente Jsp [Java] Vogliamo realizzare un prototipo di applicativo web che consenta a un gruppo di utenti di autenticarsi. In prima istanza, carichiamo in memoria tutti gli utenti ammessi ad accedere al sistema, in seconda

Dettagli

Laboratorio di Sistemi Distribuiti Leonardo Mariani

Laboratorio di Sistemi Distribuiti Leonardo Mariani Laboratorio di Sistemi Distribuiti Leonardo Mariani ELECTION ALGORITHMS In molti sistemi distribuiti un processo deve agire da (o svolgere un ruolo particolare) per gli altri processi. Spesso non è importante

Dettagli

Laboratorio Progettazione Web PHP e MySQL - Lezione 9. Andrea Marchetti IIT-CNR andrea.marchetti@iit.cnr.ita 2012/2013

Laboratorio Progettazione Web PHP e MySQL - Lezione 9. Andrea Marchetti IIT-CNR andrea.marchetti@iit.cnr.ita 2012/2013 Laboratorio Progettazione Web PHP e MySQL - Lezione 9 Andrea Marchetti IIT-CNR andrea.marchetti@iit.cnr.ita 2012/2013 Architettura di una applicazione Web Browser Web HTTP Server Web API Dati Presentation

Dettagli

Synchronized (ancora)

Synchronized (ancora) Synchronized (ancora) Riscriviamo l esempio di prima. Usiamo una struttura modulare, con una classe Notificatore che ha opportuni metodi. La classe ha due campi privati, la lista buftext e un suo thread.

Dettagli

appunti delle lezioni Architetture client/server: applicazioni client

appunti delle lezioni Architetture client/server: applicazioni client Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori): appunti delle lezioni Architetture client/server: applicazioni client 1 Architetture client/server: un esempio World wide web è un esempio particolarmente

Dettagli

Logging in Python. Linguaggi dinamici A.A. 2010/2011 1

Logging in Python. Linguaggi dinamici A.A. 2010/2011 1 Logging in Python 1 Introduzione Un log è una lista di eventi generalmente considerata di interesse per almeno una delle seguenti figure Sviluppatore software: l'applicazione ha dei bachi? Amministratore

Dettagli

SMS Gateway interfaccia HTTP

SMS Gateway interfaccia HTTP SMS Gateway interfaccia HTTP Versione 2.3.0 2001, 2002, 2003, 2004 GlobalSms.it www.globalsms.it 1 1 Introduzione 1.1 Sommario Solo gli utenti autorizzati hanno accesso al nostro SMS Gateway e possono

Dettagli

Classi astratte. Master in Web Technology e Security luglio - settembre 2000. Interfacce

Classi astratte. Master in Web Technology e Security luglio - settembre 2000. Interfacce Master in Web Technology e Security luglio - settembre 2000 JAVA Alberto Martelli Parte III Programmazione grafica Classi astratte Vogliamo implementare un algoritmo di ordinamento di un array che sia

Dettagli

JDBC versione base. Le classi/interfacce principali di JDBC

JDBC versione base. Le classi/interfacce principali di JDBC JDBC versione base Java Database Connectivity è il package Java per l accesso a database relazionali il package contiene interfacce e classi astratte uno dei pregi è la completa indipendenza del codice

Dettagli

Comandi filtro: sed. Se non si specificano azioni, sed stampa sullo standard output le linee in input, lasciandole inalterate.

Comandi filtro: sed. Se non si specificano azioni, sed stampa sullo standard output le linee in input, lasciandole inalterate. Comandi filtro: sed Il nome del comando sed sta per Stream EDitor e la sua funzione è quella di permettere di editare il testo passato da un comando ad un altro in una pipeline. Ciò è molto utile perché

Dettagli

Activation In sintesi: è inutile avere attivi degli oggetti se non vengono utilizzati

Activation In sintesi: è inutile avere attivi degli oggetti se non vengono utilizzati Activation In generale i Sistemi ad oggetti distribuiti sono progettati per lavorare con oggetti persistenti. Dato che questi sistemi saranno composti da migliaia (forse milioni) di tali oggetti, sarebbe

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FIRENZE FACOLTA DI INGEGNERIA DIPARTIMENTO DI SISTEMI E INFORMATICA. Elaborato di Tecnologie del Software per Internet

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FIRENZE FACOLTA DI INGEGNERIA DIPARTIMENTO DI SISTEMI E INFORMATICA. Elaborato di Tecnologie del Software per Internet UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FIRENZE FACOLTA DI INGEGNERIA DIPARTIMENTO DI SISTEMI E INFORMATICA Elaborato di Tecnologie del Software per Internet JMSWEB 2 SISTEMA PER LO SCAMBIO DI MESSAGGI TRA APPLICAZIONI

Dettagli

Tecnologia e Applicazioni Internet 2011/12

Tecnologia e Applicazioni Internet 2011/12 Tecnologia e Applicazioni Internet 2011/12 Lezione 4 - Persistenza Matteo Vaccari http://matteo.vaccari.name/ matteo.vaccari@uninsubria.it Perché usare un DB relazionale? Per l accesso concorrente ai dati

Dettagli

Gestione delle eccezioni

Gestione delle eccezioni Gestione delle eccezioni Le eccezioni sono un meccanismo per gestire situazioni anomale durante l esecuzione dei metodi. La gestione delle eccezioni deve garantire i seguenti principi: - le eccezioni non

Dettagli

v. 1.0-7-11-2007 Mistral ArchiWeb 2.0 Manuale utente

v. 1.0-7-11-2007 Mistral ArchiWeb 2.0 Manuale utente v. 1.0-7-11-2007 Mistral ArchiWeb 2.0 Manuale utente Sommario 1. INTRODUZIONE...3 2. DESCRIZIONE FUNZIONALITÀ...3 2.1. LOGIN...3 2.2. SCHEDA ARCHIVIO...3 2.3. GESTIONE ARCHIVI...4 2.3.1 Creazione nuovo

Dettagli

Programmazione ad Oggetti Modulo A (Esame del 11/9/2015)

Programmazione ad Oggetti Modulo A (Esame del 11/9/2015) Programmazione ad Oggetti Modulo A (Esame del 11/9/2015) Esercizio 1 Considerate la seguente gerarchia di classi: class A { public void print(string s) { System.out.println(s); public void m1() { print("a.m1");

Dettagli

Linguaggi Corso M-Z - Laurea in Ingegneria Informatica A.A. 2007-2008. Esercitazione. Programmazione Object Oriented in Java

Linguaggi Corso M-Z - Laurea in Ingegneria Informatica A.A. 2007-2008. Esercitazione. Programmazione Object Oriented in Java Linguaggi Corso M-Z - Laurea in Ingegneria Informatica A.A. 2007-2008 Alessandro Longheu http://www.diit.unict.it/users/alongheu alessandro.longheu@diit.unict.it Programmazione Object Oriented in Java

Dettagli

Breve visione d insieme

Breve visione d insieme Breve visione d insieme Per accedere occorre semplicemente collegarsi alla pagina http://wm.infocom.it/ ed inserire il proprio indirizzo e-mail e password. Inserimento delle Vostre credenziali Multilingua

Dettagli

Modulo 8. Sviluppo di pagine e siti Creare pagine Web

Modulo 8. Sviluppo di pagine e siti Creare pagine Web Pagina 1 di 6 Sviluppo di pagine e siti Creare pagine Web HTML è l'acronimo di HyperText Markup Language; si tratta di un linguaggio utilizzato per la marcatura ipertestuale. A differenza dei comuni linguaggi

Dettagli

La parte client è invece un programma che si chiama mysql. Gli altri eseguibili (client) fondamentali sono mysqladmin, mysqldump.

La parte client è invece un programma che si chiama mysql. Gli altri eseguibili (client) fondamentali sono mysqladmin, mysqldump. Panoramica MySQL MySQL è un RDBMS free ed open source, nativo dell ambiente Linux ma disponibile anche su piattaforme Windows e MAC OS. E stato pensato come prodotto leggero come contenitore di dati a

Dettagli

Metodologie di progetto Estensione di classi Implementazione di interfacce Composizione

Metodologie di progetto Estensione di classi Implementazione di interfacce Composizione Gerarchie di Tipi Metodologie di progetto Estensione di classi Implementazione di interfacce Composizione Notazione UML Relazione Simbolo Significato Ereditarietà Implementazione Aggregazione Dipendenza

Dettagli

ALLEGATO C STANDARD TECNICI DELLA BORSA CONTINUA NAZIONALE DEL LAVORO

ALLEGATO C STANDARD TECNICI DELLA BORSA CONTINUA NAZIONALE DEL LAVORO ALLEGATO C STANDARD TECNICI DELLA BORSA CONTINUA NAZIONALE DEL LAVORO Standard tecnici Gli standard tecnici di riferimento adottati sono conformi alle specifiche e alle raccomandazioni emanate dai principali

Dettagli

Prova d Esame 07.04.2006 Compito B

Prova d Esame 07.04.2006 Compito B DOMANDA 1 (6 punti) Si analizzi il codice seguente e si scriva l output prodotto dai metodi main public class General { public static String s1 = "ciao"; protected int n; public General() { n = 3; public

Dettagli

KNEWS Messaging system

KNEWS Messaging system KNEWS Messaging system 1. Indice 1. Indice 1 2. Introduzione 2 3. Descrizione generale 2 4. Struttura generale 4.1. 2 4.2 Admin 2 4.3 Client 5 4.4 Conf 7 4.5 Images 7 4.6 Profiles 7 4.7 Sh 8 4.8 Wap 9

Dettagli

Client e Server comunicano tramite il protocollo SOAP.

Client e Server comunicano tramite il protocollo SOAP. In questo tutorial implementeremo un semplice SOAP web service in PHP che un client Java richiamerà. In questo modo mostreremo l'interoperabilità fra linguaggi diversi che SOAP permette di avere. La struttura

Dettagli

Installazione MS SQL Express e utilizzo con progetti PHMI

Installazione MS SQL Express e utilizzo con progetti PHMI Installazione MS SQL Express e utilizzo con progetti PHMI Introduzione La nota descrive l utilizzo del database Microsoft SQL Express 2008 in combinazione con progetti Premium HMI per sistemi Win32/64

Dettagli

Fondamenti di Informatica 1. Prof. B.Buttarazzi A.A. 2010/2011

Fondamenti di Informatica 1. Prof. B.Buttarazzi A.A. 2010/2011 Fondamenti di Informatica 1 Prof. B.Buttarazzi A.A. 2010/2011 Sommario Paradigma OO Incapsulamento Polimorfismo e Overloading Ereditarietà e Overriding Esercizi svolti Esercizi proposti Paradigma OO Le

Dettagli

Gli EJB offrono vari vantaggi allo sviluppatore di una applicazione

Gli EJB offrono vari vantaggi allo sviluppatore di una applicazione Gli EJB offrono vari vantaggi allo sviluppatore di una applicazione Un ambiente di esecuzione che gestisce o naming di oggetti, sicurezza, concorrenza, transazioni, persistenza, distribuzione oggetti (location

Dettagli

8088 + log. controllo

8088 + log. controllo CORSO DI ARCHITETTURA DEGLI ELABORATORI PROGRAMMAZIONE ASSEMBLY: PROGETTO 26 LUGLIO 2007 CONSEGNA Sabato 15 settembre 2007 Lo studente programmi nel linguaggio Assembly 8088 presentato a lezione un micro

Dettagli

Ajax. Introdotta da Microsoft nel 1998 è stata standardizzata e adottata da tutti i browser moderni.

Ajax. Introdotta da Microsoft nel 1998 è stata standardizzata e adottata da tutti i browser moderni. Ajax AJAX (Asynchronous JavaScript And XML) è una tecnica fondamentale per la creazione di siti e applicazioni web ad alta interattività, che consente di evitare di ricaricare intere pagine ad ogni richiesta

Dettagli

ProgettAzione V anno Unità 3 - Architetture per applicazioni web Lezione: Esempio sviluppo applicazioni

ProgettAzione V anno Unità 3 - Architetture per applicazioni web Lezione: Esempio sviluppo applicazioni Unità 3 - Architetture per applicazioni web Lezione: Esempio sviluppo applicazioni Web service Hello world con Visual Studio 2012 Si tratta di un semplice esempio di web service, infatti come tutti I programmi

Dettagli

Agent and Object Technology Lab Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Università degli Studi di Parma. Ingegneria del software A.

Agent and Object Technology Lab Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Università degli Studi di Parma. Ingegneria del software A. Agent and Object Technology Lab Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Università degli Studi di Parma Ingegneria del software A Apache Ant Michele Tomaiuolo Progetto Apache Open source, community

Dettagli

ATTIVAZIONE E USO DELLA P.E.C. POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA

ATTIVAZIONE E USO DELLA P.E.C. POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA BREVE GUIDA ATTIVAZIONE E USO DELLA P.E.C. POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA Cara Collega, caro Collega il Consiglio ha stipulato una convenzione con la DCS Software e Servizi per fornire ad ogni iscritto

Dettagli

Organizzazione della lezione. Lezione 18 Remote Method Invocation - 6. (con callback) L accesso al registry per il rebind()

Organizzazione della lezione. Lezione 18 Remote Method Invocation - 6. (con callback) L accesso al registry per il rebind() Organizzazione della lezione Lezione 18 Remote Method Invocation - 6 Vittorio Scarano Corso di Programmazione Distribuita (2003-2004) Laurea di I livello in Informatica Università degli Studi di Salerno

Dettagli

Modulo 4 Il pannello amministrativo dell'hosting e il database per Wordpress

Modulo 4 Il pannello amministrativo dell'hosting e il database per Wordpress Copyright Andrea Giavara wppratico.com Modulo 4 Il pannello amministrativo dell'hosting e il database per Wordpress 1. Il pannello amministrativo 2. I dati importanti 3. Creare il database - Cpanel - Plesk

Dettagli

Guida alla Prima Configurazione dei Servizi

Guida alla Prima Configurazione dei Servizi Guida alla Prima Configurazione dei Servizi Guida alla Prima Configurazione dei Servizi 1 Indice 1 Configurazione del Centralino-Numero di Servizio...3 1.1 A. Servizio Cortesia e Gestione Code...5 1.2

Dettagli

Compilatori GNU in Linux: gcc e g++

Compilatori GNU in Linux: gcc e g++ Un compilatore integrato C/C++ Per Linux e' disponibile un compilatore integrato C/C++: si tratta dei comandi GNU gcc e g++, rispettivamente. In realta g++ e' uno script che chiama gcc con opzioni specifiche

Dettagli

Prova Finale a.a. 2011/2012. Laboratorio 1: Introduzione a Java e Eclipse

Prova Finale a.a. 2011/2012. Laboratorio 1: Introduzione a Java e Eclipse Prova Finale a.a. 2011/2012 Laboratorio 1: Introduzione a Java e Eclipse 1 Java 6 Standard Edition Linguaggio Java (... (javac, Tool di sviluppo Librerie per l'interfaccia grafica Librerie di base Macchina

Dettagli

Compute engine generici in RMI

Compute engine generici in RMI Compute engine generici in RMI Esempio: Calcolo del prodotto scalare Un unico server offre il servizio di calcolo del prodotto scalare tra vettori di interi Un client richiede al server il calcolo del

Dettagli

Word processor funzione Stampa Unione

Word processor funzione Stampa Unione Word processor funzione Stampa Unione La funzione Stampa unione permette di collegare un documento che deve essere inviato ad una serie di indirizzi ad un file che contenga i nominativi dei destinatari.

Dettagli

Java. Programmazione orientata agli oggetti

Java. Programmazione orientata agli oggetti Java Programmazione orientata agli oggetti Nella programmazione orientata agli oggetti (OOP), un applicazione consiste di una collezione di oggetti interagenti, ognuno dei quali comprende una struttura

Dettagli

Carte Laurea triennale in Comunicazione Digitale Laboratorio di Informatica Generale

Carte Laurea triennale in Comunicazione Digitale Laboratorio di Informatica Generale Appelli di gennaio, febbraio e aprile 2005 Carte Laurea triennale in Comunicazione Digitale Laboratorio di Informatica Generale 1 Descrizione Il progetto consiste nel realizzare un programma per gestire

Dettagli

Gestione delle Eccezioni

Gestione delle Eccezioni Gestione delle Eccezioni Condizioni di Errore Una condizione di errore in un programma può avere molte cause Errori di programmazione Divisione per zero, cast non permesso, accesso oltre i limiti di un

Dettagli

Comandi di Outlook Express Primi passi Comandopulsante

Comandi di Outlook Express Primi passi Comandopulsante 3.1 Primi passi con Outlook Express 3.1.1 Cosa è Outlook Express Outlook Express è un client di Posta elettronica (Mail User Agent, vedi RICHIAMO) che Microsoft commercializza unitamente con Windows XP.

Dettagli