QUADRO NORMATIVO. Circolare n. 65. Roma, 24 dicembre Al Direttore generale vicario Ai Responsabili di tutte le Strutture centrali e territoriali

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "QUADRO NORMATIVO. Circolare n. 65. Roma, 24 dicembre Al Direttore generale vicario Ai Responsabili di tutte le Strutture centrali e territoriali"

Transcript

1 Direzione generale Servizio supporto organi e coordinamento legislativo Circolare n. 65 Roma, 24 dicembre 2014 Al Direttore generale vicario Ai Responsabili di tutte le Strutture centrali e territoriali e p.c. a: Organi istituzionali Magistrato della Corte dei conti delegato all esercizio del controllo Organismo indipendente di valutazione della performance Comitati consultivi provinciali Oggetto Comitato unico di garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni (Cug): rapporti funzionali con le Strutture dell Istituto. QUADRO NORMATIVO Legge 4 novembre 2010 n. 183, art. 21: costituzione presso le pubbliche amministrazioni del Comitato unico di garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni, definito brevemente Cug. Direttiva della Presidenza del Consiglio dei ministri del 4 marzo 2011 concernente le Linee guida sulle modalità di funzionamento dei Comitati unici di garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni, a firma dei Ministri della pubblica amministrazione e per le pari opportunità, pubblicata sulla G.U. n dell 11 giugno 2011.

2 2 1. PREMESSA Il Comitato unico di garanzia (Cug) sostituisce il Comitato per le pari opportunità e il Comitato paritetico per il contrasto del fenomeno del mobbing, unificandone le competenze e assumendo tutte le funzioni ad essi attribuite dalla legge, dai contratti collettivi e dalle altre disposizioni normative. Il Cug, pur operando in una logica di continuità con i precedenti Comitati, si afferma come soggetto del tutto nuovo, anche in virtù della rilevanza delle pari opportunità quale fattore incidente sull organizzazione lavorativa. 2. GLI ATTI COSTITUTIVI Il Direttore generale, con determinazione 15 luglio 2011, n. 41, ha provveduto alla nomina dei componenti del Cug Inail. A seguito della costituzione il Cug ha adottato il proprio regolamento interno 1, disciplinando in particolare le modalità di funzionamento, gli obiettivi e le attribuzioni, le competenze, le commissioni, i rapporti con l Amministrazione. Il regolamento interno del Cug può essere consultato sul portale dell Istituto all indirizzo 3. LA COMPOSIZIONE Il Cug è composto dal presidente e da 24 componenti, di cui 12 rappresentanti designati da ciascuna delle organizzazioni sindacali rappresentative 2 e da un uguale numero di componenti in rappresentanza dell amministrazione. Per ogni componente effettivo è previsto un componente supplente. 4. RUOLO E FUNZIONI L ambito di competenza attribuito al Cug si estende, oltre alle discriminazioni legate al genere, anche ad ogni altra forma di discriminazione diretta o indiretta quale l età, la disabilità, l origine etnica, la lingua, la religione, la razza, l orientamento sessuale e ricomprende le questioni relative all accesso, al trattamento e alle condizioni di lavoro, alla formazione professionale, alle progressioni di carriera e alla sicurezza sul lavoro. In particolare il Comitato contribuisce a favorire l ottimizzazione della produttività, migliorando l efficienza delle prestazioni lavorative attraverso la realizzazione di un ambiente di lavoro caratterizzato dal rispetto dei principi di parità, pari opportunità e benessere organizzativo, contrastando qualsiasi forma di discriminazione e di violenza fisica, morale o psichica nei confronti dei lavoratori e delle lavoratrici. L Istituto mette a disposizione del Comitato adeguate risorse umane e strumentali, idonee a garantire le finalità previste dalla legge, anche sulla base di quanto previsto dai contratti collettivi vigenti. Al Cug è riservata un area dedicata sulla intranet Inail (homepage Organi e Organismi Cug). Si indicano di seguito, in via esemplificativa, i compiti propositivi, consultivi e di verifica del Comitato 3. 1 Approvato in data Artt. 40 e 43 del d.lgs. 30 marzo 2001 n. 165, e s.m.i. 3 Direttiva pcdm 4 marzo 2011, allegata.

3 3 5. COMPITI PROPOSITIVI Il Cug, può proporre, con propria deliberazione, al Direttore generale l adozione di: piani di azioni positive per favorire l uguaglianza sostanziale sul lavoro tra uomini e donne; iniziative dirette ad attuare politiche di conciliazione tra vita privata/lavoro; iniziative volte ad attuare le direttive comunitarie per l affermazione della pari dignità delle persone in ambito lavorativo; azioni per favorire condizioni di benessere lavorativo. Pertanto, il Comitato: elabora proposte volte al miglioramento delle condizioni di lavoro e di salute dei lavoratori dell Istituto, con particolare riferimento al tema della prevenzione in ottica di genere e alla tutela dei disabili intesa come rimozione e prevenzione di ogni discriminazione; cura la diffusione delle conoscenze ed esperienze, nonché l elaborazione e l introduzione di altri elementi informativi, documentali, tecnici e statistici sui problemi delle pari opportunità e del benessere organizzativo sul lavoro; propone e segue lo sviluppo di specifici studi di azioni positive, interventi e progetti, quali ad esempio indagini di clima, codici etici, codici di condotta, idonei a prevenire o rimuovere situazioni di discriminazioni o violenze sessuali, morali o psicologiche nell Istituto; svolge analisi di genere che valutino le esigenze femminili e maschili quali, ad esempio, il bilancio di genere; propone l organizzazione di seminari e convegni su vari temi (disagio lavorativo, mobbing, discriminazioni e pari opportunità) per informare i dipendenti sulle conseguenze giuridiche e psico-sociali che tali fenomeni comportano, per migliorare le relazioni interpersonali, per stimolare i dirigenti a promuovere comportamenti basati sulla solidarietà e sulla coesione; collabora con le strutture preposte alle iniziative di analisi sulla composizione del personale e sulle indagini di clima; cura la raccolta di dati anche tramite l erogazione di appositi questionari anonimi che hanno come obiettivo lo studio dei fattori che influiscono sulla motivazione e sulla soddisfazione lavorativa e come fine una più approfondita conoscenza di problemi, esigenze e punti di vista del personale e della qualità e dell organizzazione del lavoro; promuove, raccoglie e diffonde iniziative, progetti ed eventi realizzati dall Inail, a livello centrale e territoriale, in materia di pari opportunità, contrasto alle discriminazioni e benessere di lavoratori e lavoratrici. 6. COMPITI CONSULTIVI Le Direzioni centrali sono invitate a formulare le richieste di parere preventivo al Cug ogniqualvolta vengano adottati atti interni nelle materie di competenza del Cug stesso, previste dalla direttiva della Presidenza del consiglio dei ministri del 4

4 4 marzo ; le Direzioni fisseranno un termine entro cui il Cug dovrà provvedere, trascorso il quale la decisione sarà assunta. 7. COMPITI DI VERIFICA Il Cug svolge un attività di verifica sui risultati delle azioni positive, oggetto del piano triennale, dei progetti e delle buone pratiche poste in essere negli ambiti di propria competenza. Il Comitato redige inoltre, entro il 30 marzo di ogni anno, una dettagliata relazione sulla situazione del personale dell Istituto relativa all anno precedente, con riferimento all attuazione dei principi di parità, pari opportunità, benessere organizzativo e contrasto al fenomeno del mobbing. 8. RAPPORTI TRA IL CUG E LE STRUTTURE DELL ISTITUTO Affinché il Cug assolva alle funzioni propositive, consultive e di verifica è necessario definire il flusso informativo tra l amministrazione, le strutture ed il Comitato medesimo sui temi e gli argomenti di competenza di quest ultimo (all.1). In via preliminare si precisa che le linee guida per il funzionamento del Cug, prevedono che il Cug operi in stretto raccordo con il vertice amministrativo e che gli vengano forniti tutti i dati e le informazioni che possano garantirne l effettiva operatività. Pertanto, le competenti Direzioni centrali, a tale scopo, trasmettono al Comitato tutti i dati, la documentazione e le informazioni relative a questioni che rientrano nell ambito delle competenze del Cug RACCOLTA E PROMOZIONE DELLE INIZIATIVE DI NATURA ISTITUZIONALE NELLE MATERIE DI COMPETENZA DEL CUG Al fine di garantire la maggior diffusione dei progetti attinenti alle materie rientranti nella sfera di competenza del Cug, favorire le sinergie ed evitare duplicazioni di interventi, il Cug realizza la raccolta e promozione delle iniziative istituzionali in tema di pari opportunità, valorizzazione delle differenze, contrasto alle discriminazioni e promozione del benessere di lavoratori e lavoratrici. Al riguardo, le Direzioni centrali e regionali che hanno realizzato iniziative/progetti in tali ambiti trasmettono al Cug la relativa documentazione per l inserimento all interno del proprio sito. 10. RAPPORTI TRA IL CUG E L ORGANISMO INDIPENDENTE DI VALUTAZIONE (OIV) Con lo specifico scopo di perseguire la tutela delle pari opportunità e del benessere lavorativo nella valutazione delle performance, il Cug collabora con 4 Il Comitato unico di garanzia formula pareri su: progetti di riorganizzazione dell Istituto; piani programmatici di formazione per il personale; criteri di valutazione del personale; interventi in tema di orari di lavoro, forme di flessibilità lavorativa e strumenti di conciliazione; contrattazione integrativa, sui temi che rientrano nelle proprie competenze. 5 cfr Direttiva pcdm 4/11/2011

5 5 l Oiv. Il Comitato, inoltre, collabora con l Oiv per la realizzazione di indagini dirette a rilevare il livello di benessere organizzativo del personale dipendente. 11. RAPPORTI TRA IL CUG E LE STRUTTURE/SOGGETTI ATTIVI DEL SISTEMA DELLA PREVENZIONE Le Strutture centrali e territoriali favoriscono la collaborazione con il Cug per lo scambio di informazioni utili ai fini della valutazione dei rischi in ottica di genere e dell individuazione di tutti quei fattori che possono incidere negativamente sul benessere organizzativo, in quanto derivanti da forme di discriminazione e/o da violenza morale o psichica. f.to Il Direttore generale Giuseppe Lucibello Allegati: 2

provincia di mantova

provincia di mantova Il Cug uno strumento per il cambiamento nella Pubblica Amministrazione Dott.Gianni Petterlini Direttore Generale Provincia di Mantova 06 giugno 2012 Associazione Industriali Sala Convegni 1 Il Cug sostituisce,

Dettagli

COMUNE DI CASOREZZO. Provincia di Milano

COMUNE DI CASOREZZO. Provincia di Milano COMUNE DI CASOREZZO Provincia di Milano REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL COMITATO UNICO DI GARANZIA DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI CASOREZZO Approvato dal Comitato in data 16/09/2011 con atto nr.

Dettagli

COMUNE DI LIVORNO. Articolo 1 Principi e Finalità

COMUNE DI LIVORNO. Articolo 1 Principi e Finalità COMUNE DI LIVORNO Articolo 1 Principi e Finalità 1. Il Comitato Unico di Garanzia (CUG) del Comune di Livorno, costituito con atto del Segretario Generale n. 940 del 22/03/2011, promuove azioni positive

Dettagli

IL COMITATO UNICO DI GARANZIA PER LE PARI OPPORTUNITA, LA VALORIZZAZIONE DEL BENESSERE DI CHI LAVORA E CONTRO LE DISCRIMINAZIONI

IL COMITATO UNICO DI GARANZIA PER LE PARI OPPORTUNITA, LA VALORIZZAZIONE DEL BENESSERE DI CHI LAVORA E CONTRO LE DISCRIMINAZIONI IL COMITATO UNICO DI GARANZIA PER LE PARI OPPORTUNITA, LA VALORIZZAZIONE DEL BENESSERE DI CHI LAVORA E CONTRO LE DISCRIMINAZIONI ISTITUZIONE FUNZIONE E COMPITI IN MATERIA DI PARI OPPORTUNITÀ Interventi

Dettagli

COMUNE DI TORINO DI SANGRO

COMUNE DI TORINO DI SANGRO COMUNE DI TORINO DI SANGRO C.A.P. 66020 PROVINCIA DI CHIETI REGOLAMENTO COMUNALE PER IL FUNZIONAMENTO DEL COMITATO UNICO DI GARANZIA (Approvato con deliberazione di C.C. n. 36 del 12.11.2013) 1 INDICE

Dettagli

Determinazione del Responsabile Servizio. TURISMO SEGRETERIA VICESEGRETARIO Responsabile del Servizio : SILVIO BARONI. N. 180 in data 01/08/2014

Determinazione del Responsabile Servizio. TURISMO SEGRETERIA VICESEGRETARIO Responsabile del Servizio : SILVIO BARONI. N. 180 in data 01/08/2014 ORIGINALE Determinazione del Responsabile Servizio TURISMO SEGRETERIA VICESEGRETARIO Responsabile del Servizio : SILVIO BARONI N. 180 in data 01/08/2014 OGGETTO : COMITATO UNICO DI GARANZIA (CUG) PER LE

Dettagli

CARTA D INTENTI. Il Comitato Unico di Garanzia: una risorsa per la Pubblica Amministrazione

CARTA D INTENTI. Il Comitato Unico di Garanzia: una risorsa per la Pubblica Amministrazione CARTA D INTENTI Il Comitato Unico di Garanzia: una risorsa per la Pubblica Amministrazione I Comitati Unici di Garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le

Dettagli

Presentazione del Comitato Unico di Garanzia (CUG): organizzazione, compiti e finalità

Presentazione del Comitato Unico di Garanzia (CUG): organizzazione, compiti e finalità Presentazione del Comitato Unico di Garanzia (CUG): organizzazione, compiti e finalità Il benessere e la sicurezza delle operatrici e degli operatori e il diritto alla salute dei cittadini Roma, 14 Dicembre

Dettagli

COMUNE DI MONTECCHIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA Comune Capodistretto della Val d Enza

COMUNE DI MONTECCHIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA Comune Capodistretto della Val d Enza COMUNE DI MONTECCHIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA Comune Capodistretto della Val d Enza Piazza della Repubblica, 1 Tel. 0522.861811 Fax 0522.864709 www.comune.montecchio-emilia.re.it SETTORE I Affari

Dettagli

Comune di Asti C.U.G.

Comune di Asti C.U.G. Comune di Asti C.U.G. COMITATO UNICO DI GARANZIA PER LE PARI OPPORTUNITA, LA VALORIZZZAIONE DEL BENESSERE DI CHI LAVORA E CONTRO LE DISCRIMINAZIONI (CUG) MODALITA DI FUNZIONAMENTO Indice: ART. 1 COSTITUZIONE

Dettagli

COMUNE DI RUVO DI PUGLIA Provincia di Bari

COMUNE DI RUVO DI PUGLIA Provincia di Bari COMUNE DI RUVO DI PUGLIA Provincia di Bari REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL COMITATO UNICO DI GARANZIA DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI RUVO DI PUGLIA (PROVINCIA DI BARI). Art. 1 Oggetto del Regolamento.

Dettagli

Autorità di Bacino del Fiume Arno

Autorità di Bacino del Fiume Arno Autorità di Bacino del Fiume Arno Prot. n. del Al Dirigente Amministrativo Dott. Giacomo Lovecchio SEDE Oggetto: Relazione Annuale sul Personale del Comitato Unico di Garanzia. In riferimento all'oggetto

Dettagli

IL RESPONSABILE DEL SETTORE

IL RESPONSABILE DEL SETTORE COMUNE DI MARSCIANO PROVINCIA DI PERUGIA PERSONALE DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE SETTORE AFFARI GENERALI-SERVIZI DEMOGRAFICI- REGISTRO GENERALE nr. 352 Del 20/06/2013 OGGETTO: NOMINA DEL "COMITATO UNICO

Dettagli

COMUNE DI SARACINESCO PROVINCIA DI ROMA. PIAZZA ROMA, SARACINESCO (Roma) Tel.0774/ Fax.0774/791056

COMUNE DI SARACINESCO PROVINCIA DI ROMA. PIAZZA ROMA, SARACINESCO (Roma) Tel.0774/ Fax.0774/791056 COMUNE DI SARACINESCO PROVINCIA DI ROMA PIAZZA ROMA,3-00020 SARACINESCO (Roma) Tel.0774/791004 Fax.0774/791056 E-Mail comunesaracinesco@libero.it Sito Istituzionale :www.comune.saracinesco.rm.it Codice

Dettagli

Gruppo di lavoro e benessere organizzativo: dinamiche di riconoscimento e partecipazione

Gruppo di lavoro e benessere organizzativo: dinamiche di riconoscimento e partecipazione Gruppo di lavoro e benessere organizzativo: dinamiche di riconoscimento e partecipazione Bologna, 8.11.2017 Il quadro normativo in materia di benessere organizzativo d.lgs. n. 81/2008 Attuazione dell articolo

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL COMITATO UNICO DI GARANZIA DELL AMMINISTRAZIONE ROMA CAPITALE

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL COMITATO UNICO DI GARANZIA DELL AMMINISTRAZIONE ROMA CAPITALE REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL COMITATO UNICO DI GARANZIA DELL AMMINISTRAZIONE ROMA CAPITALE Art. 1 Oggetto del Regolamento Il presente Regolamento disciplina l'attività del Comitato Unico di Garanzia

Dettagli

Art. 1 Oggetto del Regolamento

Art. 1 Oggetto del Regolamento REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL COMITATO UNICO DI GARANZIA PER LE PARI OPPORTUNITÀ, LA VALORIZZAZIONE DEL BENESSERE DI CHI LAVORA E CONTRO LE DISCRIMINAZIONI Art. 1 Oggetto del Regolamento Il presente

Dettagli

Comune di Vigevano COMITATO UNICO DI GARANZIA (CUG) PER LE PARI OPPORTUNITA, LA VALORIZZAZIONE DEL BENESSERE DI CHI LAVORA E CONTRO LE DISCRIMINAZIONI

Comune di Vigevano COMITATO UNICO DI GARANZIA (CUG) PER LE PARI OPPORTUNITA, LA VALORIZZAZIONE DEL BENESSERE DI CHI LAVORA E CONTRO LE DISCRIMINAZIONI Comune di Vigevano COMITATO UNICO DI GARANZIA (CUG) PER LE PARI OPPORTUNITA, LA VALORIZZAZIONE DEL BENESSERE DI CHI LAVORA E CONTRO LE DISCRIMINAZIONI -Regolamento di Funzionamento- recepito con Deliberazione

Dettagli

Municipio Città di Cefalù Provincia di Palermo

Municipio Città di Cefalù Provincia di Palermo Municipio Città di Cefalù Provincia di Palermo C.so Ruggiero 139/b Cefalù 0921421508 fax 0921924187 REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL COMITATO UNICO DI GARANZIA PER LE PARI OPPORTUNITA, LA VALORIZZAZIONE

Dettagli

Comitato Unico di Garanzia. Piazza Gramsci Alfonsine

Comitato Unico di Garanzia. Piazza Gramsci Alfonsine Comitato Unico di Garanzia Piazza Gramsci 1 48011 Alfonsine NORME DI FUNZIONAMENTO DEL COMITATO UNICO DI GARANZIA PER LE PARI OPPORTUNITA, LA VALORIZZAZIONE DEL BENESSERE DI CHI LAVORA E CONTRO LE DISCRIMINAZIONI.

Dettagli

REGIONE SICILIA AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALI RIUNITI PAPARDO PIEMONTE Ctr. Papardo tel Messina c.f. e Partita IVA

REGIONE SICILIA AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALI RIUNITI PAPARDO PIEMONTE Ctr. Papardo tel Messina c.f. e Partita IVA REGIONE SICILIA AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALI RIUNITI PAPARDO PIEMONTE Ctr. Papardo tel.090-3991 Messina c.f. e Partita IVA 03051880833 REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COMITATO UNICO DI GARANZIA PER LE

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL COMITATO UNICO DI GARANZIA DELL'ISTITUTO ONCOLOGICO VENETO DI PADOVA I.R.C.C.S.

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL COMITATO UNICO DI GARANZIA DELL'ISTITUTO ONCOLOGICO VENETO DI PADOVA I.R.C.C.S. REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL COMITATO UNICO DI GARANZIA DELL'ISTITUTO ONCOLOGICO VENETO DI PADOVA I.R.C.C.S. ( cosi come previsto al punto 5. dalla Delibera del Direttore Generale n 157 del 30

Dettagli

(costituito con Determinazione del Segretario generale del Consiglio regionale n. 528/RG del 23 giugno 2015)

(costituito con Determinazione del Segretario generale del Consiglio regionale n. 528/RG del 23 giugno 2015) REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL COMITATO UNICO DI GARANZIA PER LE PARI OPPORTUNITÀ, LA VALORIZZAZIONE DEL BENESSERE DI CHI LAVORA E CONTRO LE DISCRIMINAZIONI - CUG DEL CONSIGLIO REGIONALE DELLA CALABRIA

Dettagli

COMITATO UNICO DI GARANZIA PER LE PARI OPPORTUNITA, LA VALORIZZAZIONE DEL BENESSERE DI CHI LAVORA E CONTRO LE DISCRIMINAZIONI

COMITATO UNICO DI GARANZIA PER LE PARI OPPORTUNITA, LA VALORIZZAZIONE DEL BENESSERE DI CHI LAVORA E CONTRO LE DISCRIMINAZIONI MIGLIORIAMO INSIEME Benessere organizzativo iniziative realizzate e prospettive future COMITATO UNICO DI GARANZIA PER LE PARI OPPORTUNITA, LA VALORIZZAZIONE DEL BENESSERE DI CHI LAVORA E CONTRO LE DISCRIMINAZIONI

Dettagli

PROVINCIA DI FIRENZE

PROVINCIA DI FIRENZE PROVINCIA DI FIRENZE REGOLAMENTO INTERNO PER IL FUNZIONAMENTO DEL COMITATO UNICO DI GARANZIA PER LE PARI OPPORTUNITÀ, LA VALORIZZAZIONE DEL BENESSERE DI CHI LAVORA E CONTRO LE DISCRIMINAZIONI. Art. 1 Oggetto

Dettagli

COMUNE DI MULAZZANO Provincia di Lodi

COMUNE DI MULAZZANO Provincia di Lodi COMUNE DI MULAZZANO Provincia di Lodi Regolamento interno di istituzione e funzionamento del Comitato Unico di garanzia per le Pari Opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le

Dettagli

Comune di Reggio Emilia

Comune di Reggio Emilia UTitolazione: Comune di Reggio Emilia DIREZIONE GENERALE Dirigente: BONARETTI Mauro ATTO DEL DIRETTORE GENERALE OGGETTO: ISTITUZIONE DEL COMITATO UNICO DI GARANZIA PER LE PARI OPPORTUNITA, LA VALORIZZAZIONE

Dettagli

Art. 1 Oggetto del Regolamento. Art. 2 Composizione e sede

Art. 1 Oggetto del Regolamento. Art. 2 Composizione e sede Comune di Giarre Regolamento per il funzionamento del Comitato Unico di Garanzia (CUG) per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni 1 Sommario Art.

Dettagli

OGGETTO : REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL COMITATO UNICO DI GARANZIA

OGGETTO : REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL COMITATO UNICO DI GARANZIA Repubblica Italiana CITTÁ DI MAZARA DEL VALLO C.F.: 82001410818 P.IVA: 0257580811 www.comune.mazara-del-vallo.tp.it -----===ooo===----- Settore: 2 - GESTIONE RISORSE Ufficio del CUG tel.: 0923 366855 e-mail:

Dettagli

(Misure atte a garantire pari opportunita', benessere di chi lavora. e assenza di discriminazioni nelle amministrazioni pubbliche)

(Misure atte a garantire pari opportunita', benessere di chi lavora. e assenza di discriminazioni nelle amministrazioni pubbliche) Testo in vigore dal: 24-11-2010 Art. 21. (Misure atte a garantire pari opportunita', benessere chi lavora e assenza scriminazioni nelle amministrazioni pubbliche) 1. Al decreto legislativo 30 marzo 2001,

Dettagli

Il CUG: Cos è e cosa fa

Il CUG: Cos è e cosa fa Il CUG: Cos è e cosa fa Il CUG: Comitato Unico di Garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni dell Ente Foreste della Sardegna In base all

Dettagli

Art. 1 Oggetto del Regolamento

Art. 1 Oggetto del Regolamento REGOLAMENTO COMITATO UNICO DI GARANZIA DELLA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Art. 1 Oggetto del Regolamento Il presente Regolamento disciplina l'attività del Comitato Unico di Garanzia (di seguito CUG)

Dettagli

COMUNE DI BOLSENA PROVINCIA DI VITERBO PIANO DI AZIONI POSITIVE TRIENNIO (ART. 48, COMMA 1, D. LGS. 11/04/2006 N. 198)

COMUNE DI BOLSENA PROVINCIA DI VITERBO PIANO DI AZIONI POSITIVE TRIENNIO (ART. 48, COMMA 1, D. LGS. 11/04/2006 N. 198) COMUNE DI BOLSENA PROVINCIA DI VITERBO PIANO DI AZIONI POSITIVE TRIENNIO 2015-2017 (ART. 48, COMMA 1, D. LGS. 11/04/2006 N. 198) 1 Quadro normativo di riferimento L art. 48 del decreto legislativo n.198

Dettagli

COMUNE DI BOVEZZO Provincia di Brescia

COMUNE DI BOVEZZO Provincia di Brescia COMUNE DI BOVEZZO Provincia di Brescia REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL COMITATO UNICO DI GARANZIA PER LE PARI OPPORTUNITA, LA VALORIZZAZIONE DEL BENESSERE DI CHI LAVORA E CONTRO LE DISCRIMINAZIONI

Dettagli

Comitato Unico di Garanzia (CUG)

Comitato Unico di Garanzia (CUG) Comitato Unico di Garanzia (CUG) Seminario di approfondimento Intervento di Consigliera di Parità effettiva per l Emilia Romagna, 1 SCHEMA DELL INTERVENTO: - Perché un seminario di approfondimento? Organizzazione

Dettagli

(C.U.G) Articolo 1 - Oggetto del Regolamento

(C.U.G) Articolo 1 - Oggetto del Regolamento REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL COMITATO UNICO DI GARANZIA PER LE PARI OPPORTUNITA, LA VALORIZZAZIONE DEL BENESSERE DI CHI LAVORA E CONTRO LE DISCRIMINAZIONI (C.U.G) Articolo 1 - Oggetto del Regolamento

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA COSTITUZIONE, COMPOSIZIONE E FUNZIONAMENTO DEL COMITATO UNICO DI GARANZIA

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA COSTITUZIONE, COMPOSIZIONE E FUNZIONAMENTO DEL COMITATO UNICO DI GARANZIA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA COSTITUZIONE, COMPOSIZIONE E FUNZIONAMENTO DEL COMITATO UNICO DI GARANZIA (emanato con D.R. n. 349 del 26 marzo 2014) INDICE Pag. Art. 1 - Istituzione e finalità 2 Art.

Dettagli

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI CUG Comitato Unico di Garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni. Regolamento del Comitato Unico di

Dettagli

Allegato A) alla deliberazione di Giunta n del PROVINCIA DI COSENZA

Allegato A) alla deliberazione di Giunta n del PROVINCIA DI COSENZA Allegato A) alla deliberazione di Giunta n del PROVINCIA DI COSENZA Piano triennale 2012-2014 di azioni positive per la realizzazione di pari opportunità di lavoro e nel lavoro tra donne e uomini INTRODUZIONE

Dettagli

Art. 1 - Costituzione

Art. 1 - Costituzione Atti n. 386/12 all. 122 REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL COMITATO UNICO DI GARANZIA PER LE PARI OPPORTUNITA, LA VALORIZZAZIONE DEL BENESSERE DI CHI LAVORA E CONTRO LE DISCRIMINAZIONI NELLA FONDAZIONE

Dettagli

dalla data di apposizione del visto del responsabile dell Area Risorse riportato in calce alla stessa;

dalla data di apposizione del visto del responsabile dell Area Risorse riportato in calce alla stessa; COPIA La presente determinazione è OGGETTO stata inserita nel registro generale delle determinazioni al Determinazione n. 24/SG del 13/06/2016. Comitato Unico di Garanzia per pari opportunità, valorizza=

Dettagli

COMUNE DI LIMONE PIEMONTE Provincia di Cuneo

COMUNE DI LIMONE PIEMONTE Provincia di Cuneo COMUNE DI LIMONE PIEMONTE Provincia di Cuneo REGOLAMENTO COMUNALE PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEL COMITATO UNICO DI GARANZIA PER LE PARI OPPORTUNITÀ, LA VALORIZZAZIONE DEL BENESSERE DI CHI LAVORA

Dettagli

REGOLAMENTO. Comitato Unico di Garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni

REGOLAMENTO. Comitato Unico di Garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni REGOLAMENTO Comitato Unico di Garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni 18 Dicembre 2012 Sommario Art. 1 Oggetto del Regolamento Art. 2

Dettagli

CUG. Esperienze a confronto Workshop di scambio di buone prassi tra esperienze del territorio emiliano-romagnolo

CUG. Esperienze a confronto Workshop di scambio di buone prassi tra esperienze del territorio emiliano-romagnolo CUG. Esperienze a confronto Workshop di scambio di buone prassi tra esperienze del territorio emiliano-romagnolo Bologna, 1 febbraio 2013, sala Polivalente della Regione Emilia Romagna LA FUNZIONE DEL

Dettagli

Il Comitato Unico di Garanzia

Il Comitato Unico di Garanzia Il Comitato Unico di Garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni Sensibilizzazione e prevenzione per il benessere lavorativo: IL PIANO TRIENNALE

Dettagli

COMUNE DI CANOSA DI PUGLIA -Prov. di Barletta Andria -Trani

COMUNE DI CANOSA DI PUGLIA -Prov. di Barletta Andria -Trani COMUNE DI CANOSA DI PUGLIA -Prov. di Barletta Andria -Trani AVVISO PUBBLICO per la presentazione di candidature finalizzate alla designazione di componente del Comitato unico di garanzia per le pari opportunità,

Dettagli

PIANO TRIENNALE di ATTIVITÀ del CNR

PIANO TRIENNALE di ATTIVITÀ del CNR PIANO TRIENNALE di ATTIVITÀ del CNR 2013 2015 Indice 1. STATO DELL ARTE E OBIETTIVI GENERALI STRATEGICI DA CONSEGUIRE NEL TRIENNIO... 1 1.1. IL CNR NEL PANORAMA ATTUALE...3 1.2. POSIZIONAMENTO DEL CNR

Dettagli

Provincia di Ancona. DECRETO DEL DIRIGENTE numero 56 del 26/06/2012

Provincia di Ancona. DECRETO DEL DIRIGENTE numero 56 del 26/06/2012 DECRETO DEL DIRIGENTE numero 56 del 26/06/2012 Responsabile dell istruttoria CARSETTI MONICA proposta di decreto dirigenziale n. 56 del 21/06/2012 Ufficio Programmazione ed Organizzazione Oggetto: COSTITUZIONE

Dettagli

COMITATO UNICO DI GARANZIA PER LE PARI OPPORTUNITA, LA VALORIZZAZIONE DEL BENESSERE DI CHI LAVORA E CONTRO LE DISCRIMINAZIONI REGOLAMENTO

COMITATO UNICO DI GARANZIA PER LE PARI OPPORTUNITA, LA VALORIZZAZIONE DEL BENESSERE DI CHI LAVORA E CONTRO LE DISCRIMINAZIONI REGOLAMENTO REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL COMITATO UNICO DI GARANZIA DELL AZIENDA ULSS N. 13 - REGIONE DEL VENETO Art. 1 Oggetto del Regolamento Il presente Regolamento disciplina l'attività del Comitato Unico

Dettagli

provincia di mantova

provincia di mantova Il C.U.G. della Provincia di Mantova: azioni positive in corso Ing. Sandro Bellini Presidente CUG Provincia di Mantova 31 marzo 2014 Palazzo del Plenipotenziario 1 Il CUG sostituisce, unificando le competenze

Dettagli

COMUNE DI CANCELLARA. (Provincia di POTENZA) REGOLAMENTO per il funzionamento del Comitato Unico Di Garanzia

COMUNE DI CANCELLARA. (Provincia di POTENZA) REGOLAMENTO per il funzionamento del Comitato Unico Di Garanzia COMUNE DI CANCELLARA (Provincia di POTENZA) REGOLAMENTO per il funzionamento del Comitato Unico Di Garanzia 1 Art. 1 Oggetto del Regolamento Il presente Regolamento disciplina l'attività del Comitato Unico

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL COMITATO UNICO DI GARANZIA DELLA CORTE DEI CONTI

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL COMITATO UNICO DI GARANZIA DELLA CORTE DEI CONTI REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL COMITATO UNICO DI GARANZIA DELLA CORTE DEI CONTI Art. 1 Oggetto del Regolamento Il presente Regolamento disciplina l'attività del Comitato Unico di Garanzia per le

Dettagli

Piano triennale di Azioni Positive 2016/2018 PIANO TRIENNALE DELLE AZIONI POSITIVE 2016/2018

Piano triennale di Azioni Positive 2016/2018 PIANO TRIENNALE DELLE AZIONI POSITIVE 2016/2018 PIANO TRIENNALE DELLE AZIONI POSITIVE 2016/2018 Approvato con delibera G.C. n. 37 del 7.04.2016 PREMESSA Il Comune di Correzzana, nel rispetto della normativa vigente, intende garantire parità e pari opportunità

Dettagli

LA STORIA, IL CONTESTO, LE ATTIVITA E LA PROSPETTIVA DELLA RETE CUG AMBIENTE

LA STORIA, IL CONTESTO, LE ATTIVITA E LA PROSPETTIVA DELLA RETE CUG AMBIENTE un opportunità di crescita nel Sistema Nazionale Protezione dell Ambiente LA STORIA, IL CONTESTO, LE ATTIVITA E LA PROSPETTIVA DELLA RETE CUG AMBIENTE MARIAROSA CAPORALI Presidente RETE CUG AMBIENTE IL

Dettagli

Di seguito si riportano i nominativi dei componenti del CUG:

Di seguito si riportano i nominativi dei componenti del CUG: COMITATO UNICO DI GARANZIA PER LE PARI OPPORTUNITA' LA VALORIZZAZIONE DEL BENESSERE DI CHI LAVORA E CONTRO LE DISCRIMINAZIONI RELAZIONE ANNUALE anno 2012 Il Comune di Corigliano Calabro in osservanza a

Dettagli

COMUNE DI PORTOPALO DI CAPO PASSERO

COMUNE DI PORTOPALO DI CAPO PASSERO COMUNE DI PORTOPALO DI CAPO PASSERO (Provincia di Siracusa) COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Numero 56 R. V. - Seduta del 17-06-2015 Oggetto: ISTITUZIONE DEL COMITATO UNICO DI GARANZIA PER

Dettagli

Il Comitato Unico di Garanzia INGV INGV

Il Comitato Unico di Garanzia INGV INGV Il Comitato Unico di Garanzia INGV INGV 15-06-2016 INGV Quanti aggiornamenti legislativi Lo stato dell arte INGV LEGGE 125 del 10 aprile 1991 Dlgs. 165 del 30 marzo 2001 legge n. 246 del 28 novembre 2005,

Dettagli

Lo stress lavoro-correlato

Lo stress lavoro-correlato Comune di Padova Lo stress lavoro-correlato A cura del Settore Sicurezza, Salute e Prevenzione Decreto legislativo 81/08 Art. 28,comma 1: La valutazione dei rischi deve riguardare tutti i rischi per la

Dettagli

COMUNE DI CALTANISSETTA

COMUNE DI CALTANISSETTA ALL. A COMUNE DI CALTANISSETTA PIANO TRIENNALE DELLE AZIONI POSITIVE TRIENNIO 2016/2018 Descrizione introduttiva Premesso che il D. Lgs. 11/04/2006 n. 198 e s.m.i., recante Codice delle pari opportunità

Dettagli

COMUNE DI MALNATE Provincia di Varese

COMUNE DI MALNATE Provincia di Varese Provincia di Varese DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE C O P I A N. 27 Reg. Deliberazioni OGGETTO: COSTITUZIONE DEL COMITATO UNICO DI GARANZIA PER LE PARI OPPORTUNITÀ L'anno duemilaquattordici addì tre

Dettagli

COMUNE DI QUINTO DI TREVISO

COMUNE DI QUINTO DI TREVISO ORIGINALE Deliberazione n 64 in data 27-05-2015 COMUNE DI QUINTO DI TREVISO Provincia di TREVISO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Oggetto: PIANO TRIENNALE DELLE AZIONI POSITIVE ANNI 2015/2017

Dettagli

Verbale di Deliberazione della Giunta Comunale

Verbale di Deliberazione della Giunta Comunale COPIA Deliberazione n 31 in data 15/03/2012 COMUNE DI FIORENZUOLA D ARDA PROVINCIA DI PIACENZA Verbale di Deliberazione della Giunta Comunale Oggetto: LINEE DI INDIRIZZO GENERALI IN MERITO ALLE FINALITA',

Dettagli

(Reg. n. 35/2013) Approvato con deliberazione n. 3/C.d.A./0015 dell 8 febbraio 2013

(Reg. n. 35/2013) Approvato con deliberazione n. 3/C.d.A./0015 dell 8 febbraio 2013 REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL COMITATO UNICO DI GARANZIA PER LE PARI OPPORTUNITA, LA VALORIZZAZIONE DEL BENESSERE DI CHI LAVORA E CONTRO LE DISCRIMINAZIONI (Reg. n. 35/2013) Approvato con deliberazione

Dettagli

DIREZIONE GENERALE - DIREZIONE GENERALE - SERVIZIO PERSONALE - U.O. GESTIONE GIURIDICA RISORSE UMANE

DIREZIONE GENERALE - DIREZIONE GENERALE - SERVIZIO PERSONALE - U.O. GESTIONE GIURIDICA RISORSE UMANE DIREZIONE GENERALE - DIREZIONE GENERALE - SERVIZIO PERSONALE - U.O. GESTIONE GIURIDICA RISORSE UMANE Determinazione n. DD-2011-707 esecutiva dal 06/06/2011 Protocollo Generale n. PG-2011-47628 del 06/06/2011

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA COSTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEL COMITATO UNICO DI GARANZIA DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA ex Art.

REGOLAMENTO PER LA COSTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEL COMITATO UNICO DI GARANZIA DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA ex Art. REGOLAMENTO PER LA COSTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEL COMITATO UNICO DI GARANZIA DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA ex Art. 33 Statuto Emanato con D.R. n. 334 del 31/10/2013 TITOLO I FINALITA E FUNZIONI

Dettagli

PROVINCIA REGIONALE DI RAGUSA

PROVINCIA REGIONALE DI RAGUSA PROVINCIA REGIONALE DI RAGUSA REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL PER LE PARI OPPORTUNITA, LA VALORIZZAZIONE DEL BENESSERE DI CHI LAVORA E CONTRO LE DISCRIMINAZIONI (CUG) Presa d atto del regolamento

Dettagli

Comune di Trieste. Comitato Unico di Garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni CUG

Comune di Trieste. Comitato Unico di Garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni CUG Comune di Trieste Comitato Unico di Garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni CUG (art. 2I I. I83/20I0) REGOLAMENTO Approvato nel corso

Dettagli

CITTA DI CORIGLIANO CALABRO Provincia di Cosenza SETTORE CULTURA-Servizi Sociali-Sport e Tempo Libero

CITTA DI CORIGLIANO CALABRO Provincia di Cosenza SETTORE CULTURA-Servizi Sociali-Sport e Tempo Libero CITTA DI CORIGLIANO CALABRO Provincia di Cosenza SETTORE CULTURA-Servizi Sociali-Sport e Tempo Libero REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL COMITATO UNICO DI GARANZIA Art. 1 - Oggetto del Regolamento Il

Dettagli

PIANO DELLE AZIONI POSITIVE (P.A.P.) PER IL TRIENNIO

PIANO DELLE AZIONI POSITIVE (P.A.P.) PER IL TRIENNIO COMUNE DI SUMMONTE Provincia di Avellino PIANO DELLE AZIONI POSITIVE (P.A.P.) PER IL TRIENNIO 2017-2019 ai sensi dell art. 48 del D. Lgs. n. 198/2006 Codice delle pari opportunità tra uomo e donna, a norma

Dettagli

COMUNE DI CUVIO Provincia di Varese

COMUNE DI CUVIO Provincia di Varese COMUNE DI CUVIO Provincia di Varese PIANO delle Azioni Positive Triennio 2015/2017 Approvato con deliberazione della Giunta Comunale n. 43 del 26.06.2015 1 1. PREMESSA Nell ambito delle iniziative promosse

Dettagli

DIREZIONE. Decreto N. 125 del Pubblicità/Pubblicazione: ATTO NON RISERVATO,PUBBLICAZIONE SUL SITO DELL'AGENZIA

DIREZIONE. Decreto N. 125 del Pubblicità/Pubblicazione: ATTO NON RISERVATO,PUBBLICAZIONE SUL SITO DELL'AGENZIA DIREZIONE Dirigente: GIOVANNELLI STEFANO Decreto N. 125 del 22-06-2015 Responsabile del procedimento: Pubblicità/Pubblicazione: ATTO NON RISERVATO,PUBBLICAZIONE SUL SITO DELL'AGENZIA Ordinario [X ] Immediatamente

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia di Olbia-Tempio

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia di Olbia-Tempio COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia di Olbia-Tempio Regolamento sul funzionamento del Comitato Unico di Garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni

Dettagli

COMUNE DI MONVALLE Provincia di Varese PIANO TRIENNALE AZIONI POSITIVE

COMUNE DI MONVALLE Provincia di Varese PIANO TRIENNALE AZIONI POSITIVE COMUNE DI MONVALLE Provincia di Varese PIANO TRIENNALE AZIONI POSITIVE 2017 / 2019 1 Pari Opportunità e Azioni Positive Quadro normativo Il piano triennale delle azioni positive è previsto dall art. 48

Dettagli

ART. 1 - OGGETTO DEL REGOLAMENTO

ART. 1 - OGGETTO DEL REGOLAMENTO ISTITUTO SUPERIORE DI SANITA REGOLAMENTO INTERNO COMITATO UNICO DI GARANZIA PER LE PARI OPPORTUNITA, LA VALORIZZAZIONE DEL BENESSERE DI CHI LAVORA E CONTRO LE DISCRIMINAZIONI ART. 1 - OGGETTO DEL REGOLAMENTO

Dettagli

Articolo 1 Oggetto. Articolo 2 Nomina e composizione del comitato

Articolo 1 Oggetto. Articolo 2 Nomina e composizione del comitato PROVINCIA DI VERONA REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL COMITATO UNICO DI GARANZIA PER LE PARI OPPORTUNITÀ, LA VALORIZZAZIONE DEL BENESSERE DI CHI LAVORA E CONTRO LE DISCRIMINAZIONI Articolo 1 Oggetto

Dettagli

Ministero per i Beni e le Attività Culturali

Ministero per i Beni e le Attività Culturali Regolamento Interno Art. 1 Attribuzioni e Obiettivi Art. 2 Durata in carica Art. 3 Composizione Art. 4 Sede Art. 5 Compiti del Presidente Art. 6 Compiti dei Componenti Art. 7 Segreteria Art. 8 Organi di

Dettagli

PIANO DI AZIONI POSITIVE

PIANO DI AZIONI POSITIVE Comune di Piandimeleto Provincia di Pesaro e Urbino C.F. e P.I. 00360560411 Via G. Matteotti, n.15 Tel. 0722/721121 Fax 0722/721835 e-mail comune.piandimeleto@provincia.ps.it PIANO DI AZIONI POSITIVE TRIENNIO

Dettagli

COMUNE DI BONASSOLA Provincia della Spezia Via Beverino 1 cap tel fax

COMUNE DI BONASSOLA Provincia della Spezia Via Beverino 1 cap tel fax COMUNE DI BONASSOLA Provincia della Spezia Via Beverino 1 cap 19011 tel 0187 81381 fax 0187 813830 Regolamento per il funzionamento del Comitato Unico di Garanzia (CUG) per le pari opportunità, la valorizzazione

Dettagli

PROGRAMMAZIONE PIANO DI AZIONI POSITIVE

PROGRAMMAZIONE PIANO DI AZIONI POSITIVE PROGRAMMAZIONE PIANO DI AZIONI POSITIVE ANNO 2017/2019 (D. LGS. 198/06 ART. 48) - APPROVATA CON DELIBERA DELLA GIUNTA COMUNALE N- 11 del 23.1.2017 PIANO DELLE AZIONI POSITIVE PER LE PARI OPPORTUNITA TRIENNIO

Dettagli

PIANO TRIENNALE DELLE AZIONI POSITIVE DEGLI ENTI DELL AREA VASTA DELL UNIONE TERRE DI CASTELLI

PIANO TRIENNALE DELLE AZIONI POSITIVE DEGLI ENTI DELL AREA VASTA DELL UNIONE TERRE DI CASTELLI Allegato B alla delibera GU n. 31 del 05.04.2012 PIANO TRIENNALE DELLE AZIONI POSITIVE DEGLI ENTI DELL AREA VASTA DELL UNIONE TERRE DI CASTELLI (art. 48 del decreto legislativo 11 aprile 2006 n. 198) Premessa

Dettagli

Comuni di Gonzaga, Suzzara, San Benedetto Po, Pegognaga, Motteggiana, Moglia, Pieve di Coriano, Poggio Rusco ed eventuali altri Comuni

Comuni di Gonzaga, Suzzara, San Benedetto Po, Pegognaga, Motteggiana, Moglia, Pieve di Coriano, Poggio Rusco ed eventuali altri Comuni Comuni di Gonzaga, Suzzara, San Benedetto Po, Pegognaga, Motteggiana, Moglia, Pieve di Coriano, Poggio Rusco ed eventuali altri Comuni RINNOVO CONVENZIONE PER LA COSTITUZIONE DEL COMITATO UNICO DI GARANZIA

Dettagli

Comune di Limana Provincia di Belluno

Comune di Limana Provincia di Belluno Comune di Limana Provincia di Belluno ORIGINALE PROCESSO VERBALE DI DELIBERAZIONE di GIUNTA COMUNALE N. 23 DEL 01/02/2017 ad oggetto: Esame ed approvazione della convenzione per la gestione in forma associata

Dettagli

COMUNE DI SELARGIUS Provincia di Cagliari

COMUNE DI SELARGIUS Provincia di Cagliari ALLEGATO A ALLA Deliberazione di G.C. n. del COMUNE DI SELARGIUS Provincia di Cagliari Area 4 RISORSE UMANE - DEMOGRAFICI/ELETTORALE/STATISTICI Servizio Amministrazione Personale PIANO TRIENNALE DI AZIONI

Dettagli

COMUNE DI POMARANCE Provincia di Pisa

COMUNE DI POMARANCE Provincia di Pisa COMUNE DI POMARANCE Provincia di Pisa P.za S. Anna n 1 56045 - Pomarance (PI) - Tel.0588/62311 Fax 0588/65470 IL COMITATO UNICO DI GARANZIA Istituito ai sensi dell art. 57 del D.Lgs. n. 165/2001, come

Dettagli

Piano Triennale delle Azioni Positive

Piano Triennale delle Azioni Positive CITTA DI GHEDI Provincia di Brescia ASSESSORATO ALLE PARI OPPORTUNITA Piano Triennale delle Azioni Positive 2016 2018 ALLEGATO ALLA DELIBERA n. 57 DEL 5 aprile 2016 PIANO TRIENNALE DELLE AZIONI POSITIVE

Dettagli

Ufficio Personale PIANO TRIENNALE AZIONI POSITIVE

Ufficio Personale PIANO TRIENNALE AZIONI POSITIVE COMUNE DI CANTU' PROVINCIA DI COMO AREA RISORSE UMANE E FINANZIARIE Ufficio Personale Relazione introduttiva PIANO TRIENNALE AZIONI POSITIVE 2013-2015 Nell ambito delle finalità espresse dalla Legge 125/1991

Dettagli

COMUNE DI TOMBOLO Provincia di Padova

COMUNE DI TOMBOLO Provincia di Padova COMUNE DI TOMBOLO Provincia di Padova SERVIZI ECONOMICI E FINANZIARI DETERMINAZIONE N. 25 in data 21/04/2016 Oggetto: Designazione componenti Comitato Unico di Garanzia (CUG) del Comune di Tombolo. VISTO

Dettagli

REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE E FUNZIONAMENTO DEL COMITATO UNICO DI GARANZIA DELL AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE DI CIRCOLO DI MELEGNANO

REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE E FUNZIONAMENTO DEL COMITATO UNICO DI GARANZIA DELL AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE DI CIRCOLO DI MELEGNANO REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE E FUNZIONAMENTO DEL COMITATO UNICO DI GARANZIA DELL AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE DI CIRCOLO DI MELEGNANO Indice Art. 1 Istituzione... 1 Art. 2 Composizione e sede... 1 Art. 3

Dettagli

(Misure atte a garantire pari opportunità, benessere di chi lavora e assenza di discriminazioni nelle amministrazioni pubbliche)

(Misure atte a garantire pari opportunità, benessere di chi lavora e assenza di discriminazioni nelle amministrazioni pubbliche) LEGGE 183/2010 OMISSIS testo in vigore dal: 24-11-2010 Art. 21. (Misure atte a garantire pari opportunità, benessere di chi lavora e assenza di discriminazioni nelle amministrazioni pubbliche) 1. Al decreto

Dettagli

IL VALORE DEI COMITATI UNICI DI GARANZIA

IL VALORE DEI COMITATI UNICI DI GARANZIA COORDINAMETO REGIONALE CUG DELLE AZIENDE OSPEDALIERE E ULSS DELLA REGIONE VENETO IL VALORE DEI COMITATI UNICI DI GARANZIA Il Coordinamento Regionale dei CUG Silvana Bortolami, Presidente L origine del

Dettagli

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DELL AQUILA

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DELL AQUILA AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DELL AQUILA Settore Gestione Risorse Umane e Servizi Generali REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE ED IL FUNZIONAMENTO DEL COMITATO PARITETICO SUL FENOMENO DEL MOBBING Approvato con

Dettagli

Pari Opportunità, Parità di genere e contrasto alla discriminazione di genere nei luoghi di lavoro.

Pari Opportunità, Parità di genere e contrasto alla discriminazione di genere nei luoghi di lavoro. Provincia di Ancona Pari Opportunità, Parità di genere e contrasto alla discriminazione di genere nei luoghi di lavoro. IL RUOLO DELLE CONSIGLIERE DI PARITA a cura di d.ssa Pina Ferraro CONSIGLIERA DI

Dettagli

PIANO AZIONI POSITIVE

PIANO AZIONI POSITIVE REGIONE PIEMONTE PROVINCIA DI TORINO COMUNE DI BRUSASCO PIANO AZIONI POSITIVE TRIENNIO 2011-2013 RELAZIONE INTRODUTTIVA Nel corso del triennio appena trascorso non è stato possibile per oggettive difficoltà

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL COMITATO UNICO DI GARANZIA DELL ASL N. 8 CAGLIARI. Art. 1 Oggetto del Regolamento

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL COMITATO UNICO DI GARANZIA DELL ASL N. 8 CAGLIARI. Art. 1 Oggetto del Regolamento REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL COMITATO UNICO DI GARANZIA DELL ASL N. 8 CAGLIARI Art. 1 Oggetto del Regolamento 1. Il presente Regolamento disciplina l'attività del Comitato Unico di Garanzia per

Dettagli

COMUNE DI CASOREZZO PIANO DI AZIONI POSITIVE DEL COMUNE DI CASOREZZO TRIENNIO

COMUNE DI CASOREZZO PIANO DI AZIONI POSITIVE DEL COMUNE DI CASOREZZO TRIENNIO COMUNE DI CASOREZZO Provincia di Milano PIANO DI AZIONI POSITIVE DEL COMUNE DI CASOREZZO TRIENNIO 2015 2017 Approvato con deliberazione G.C. n. 36 del 12/03/2015 PIANO DI AZIONI POSITIVE TRIENNIO 2015-2017

Dettagli

COMUNE DI SILEA (Provincia di Treviso)

COMUNE DI SILEA (Provincia di Treviso) COMUNE DI SILEA (Provincia di Treviso) Regolamento sul funzionamento del Comitato Unico di garanzia per le Pari Opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni (C.U.G.)

Dettagli

CODICE DELLE PARI OPPORTUNITÀ TRA UOMO E DONNA

CODICE DELLE PARI OPPORTUNITÀ TRA UOMO E DONNA Città di Ozieri Provincia di Sassari PIANO AZIONI POSITIVE TRIENNIO 2013-2015 Ex art. 48 D.Lgs. n. 198/2006 CODICE DELLE PARI OPPORTUNITÀ TRA UOMO E DONNA Allegato alla deliberazione della Giunta Comunale

Dettagli

COMUNE DI SALERNO PIANO DI AZIONI POSITIVE ( 2015/2018 )

COMUNE DI SALERNO PIANO DI AZIONI POSITIVE ( 2015/2018 ) COMUNE DI SALERNO PIANO DI AZIONI POSITIVE ( 2015/2018 ) È vietata qualsiasi forma di discriminazione fondata, in particolare, sul sesso, la razza, il colore della pelle o l'origine etnica o sociale, le

Dettagli

I CUG QUESTI SCONOSCIUTI COMITATI PARI OPPORTUNITÀ NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

I CUG QUESTI SCONOSCIUTI COMITATI PARI OPPORTUNITÀ NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE I CUG QUESTI SCONOSCIUTI COMITATI PARI OPPORTUNITÀ NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE L acronimo CPO, Comitato pari opportunità, negli anni è entrato nel linguaggio comune e si è diffuso velocemente non solo

Dettagli

SEGRETARIO GENERALE RESPONSABILE Ghedin Daniela. Responsabile del procedimento: DETERMINAZIONE NR. 2 DEL

SEGRETARIO GENERALE RESPONSABILE Ghedin Daniela. Responsabile del procedimento: DETERMINAZIONE NR. 2 DEL COMUNE DI CASALE SUL SILE Provincia di Treviso http://www.comunecasale.tv.it Via Vittorio Veneto 23 31032 Tel 0422 784511 / Fax 0422 784509 P.I. 01557090261 C.F. 80008210264 Reg. gen. 97 ORIGINALE SEGRETARIO

Dettagli