MODERNA PROGETTAZIONE INDUSTRIALE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MODERNA PROGETTAZIONE INDUSTRIALE"

Transcript

1 MODELLATORI DI SUPERFICI I modellatori di superfici sono particolarmente indicati per la modellazione e realizzazione di oggetti di stile, dove risultano fondamentali caratteristiche imponderabili come la "levigatezza", la "morbidezza", la "bellezza". La modellazione di stile è nata grazie all'introduzione di un'adeguata rappresentazione matematica delle curve di forma libera modificabili interattivamente dopo la disegnatura. Un modello superficiale è una rappresentazione consistente di elementi geometrici bidimensionali (di spessore nullo) descriventi le superfici visibili (o di interesse) dell oggetto tridimensionale. 92

2 MODELLATORI PER NUVOLE DI PUNTI L'evoluzione dell'hardware dei computer ha avuto negli ultimi anni un andamento praticamente esplosivo; già qualche anno fa si riteneva che l'evoluzione dell'hardware fosse misurabile in termini di raddoppio della capacità di elaborazione, a parità di costo, ogni 18 mesi. Oggi è più corretto valutare il periodo di raddoppio in 8-10 mesi e si sta ancora accorciando. Questo fenomeno ha aperto la strada a sistemi di modellazione basati su tecniche impensabili solo qualche anno fa. In particolare per rappresentare una superficie complessa nello spazio si possono utilizzare una moltitudine di punti molto vicini fra loro, vale a dire una "nuvola di punti". La potenza dell'hardware è in questo caso fondamentale in quanto mentre per gestire una superficie NURBS è sufficiente gestire le equazioni parametriche governate dai pochi punti del reticolo di controllo, nel caso di nuvole di punti ogni singolo punto va gestito separatamente. 93

3 MODELLATORI PER NUVOLE DI PUNTI Per dare forma ad una nuvola di punti vengono usate tecniche che partono da uno schizzo bidimensionale e che fanno "crescere" la nuvola mediante semplici regole come, ad esempio, una crescita di tipo proporzionale (semplice o di grado superiore) alla distanza dai bordi della superficie. Ad esempio disegnando un cerchio nel piano X-Y ed impostando una legge di crescita di tipo proporzionale alla distanza dal bordo con andamento lineare si otterrà nello spazio X-Y-Z una nuvola di punti a forma di cono; impostando una legge quadratica si otterrà una semisfera. Poiché con queste tecniche si parte sempre da elementi nel piano non è possibile generare superfici qualsiasi ma solo superfici ad un solo valore di Z per ogni valore di X-Y. Questa caratteristica non è comunque troppo limitante, basti pensare che la maggior parte degli oggetti prodotti con le tecniche dello stampaggio e dell'imbutitura debbono rispettare tale caratteristica per essere tecnologicamente realizzabili. Ad esempio orecchini prodotti per stampaggio, monete, medaglie, lingotti possono essere tranquillamente modellati per nuvole di punti. Si pensi alla modellazione di un volto su una medaglia: in questo caso non ha molta importanza garantire morbidezza nelle superfici in quanto il soggetto da rappresentare non ha di per sé morbidezze, d altra parte modellare il volto con un modellatore di superfici NURBS è un impresa titanica e dal costo ingiustificabile. 94

4 MODELLATORI POLIGONALI Nel caso in cui l obiettivo finale della modellazione sia l animazione dei modelli a scopo pubblicitario o cinematografico, la strada dei solidi parametrici o delle superfici NURBS è assolutamente impraticabile. In effetti, per tali scopi, la qualità geometrica richiesta al modello è piuttosto scadente, mentre è richiesta una grande deformabilità del modello stesso per rappresentarlo nelle diverse posizioni e condizioni richieste da un animazione; si pensi ad esempio alla necessità di far assumere varie espressioni al volto di un personaggio animato. 95

5 MODELLATORI POLIGONALI Con i Modellatori Poligonali si parte da solidi molto semplici come coni, cilindri, sfere, per realizzare qualsiasi forma finale. Il solido semplice viene discretizzato trasformandolo in un reticolo di maglie poligonali, ogni poligono rappresenta una superficie piana o faccetta. Con opportuni strumenti è possibile tirare faccette o gruppi di faccette generando deformazioni della superficie del solido di partenza. Durante queste operazioni si è notevolmente agevolati dalla possibilità di impostare simmetrie ed altre relazioni fra le varie parti del solido. L oggetto grezzo trasformato viene poi facilmente ammorbidito da operazioni di smoothing automatiche fino a raggiungere con estrema facilità la forma voluta. Ciò che questi modellatori non sono invece in grado di garantire sono le dimensioni volute, potremmo quindi affermare che con un modellatore poligonale si ha un semplicissimo controllo delle forme ma non si ha il controllo delle dimensioni. Nel caso delle animazioni cinematografiche questa limitazione non è assolutamente importante, mentre è fondamentale il tempo di modellazione. A titolo di esempio la modellazione di un aereo da combattimento per un film di fantascienza può essere effettuata in alcuni minuti con un modellatore poligonale ma può richiedere giorni con un modellatore per solidi o superfici NURBS. 96

6 97

7 Principali sistemi CAD commerciali: SOFTWARE CAD IN COMMERCIO Allplan (Nemetschek AG) AutoCAD (AutoDesk) CATIA (Dassault Systemes) IronCAD (IronCAD LLC) MicroStation (Bentley) Pro/Engineer (PTC) Rhinoceros (Robert McNeel & Associates) Solid Edge (UGS Corp.) SolidWorks (Dassault Systemes) think design (think3) Unigraphics (UGS Corp.) VectorWorks (Nemetschek AG) 98

8 SOFTWARE CAD IN COMMERCIO ALLPLAN Allplan è il sistema CAD integrato che risolve, in un unica soluzione, tutti gli aspetti della progettazione architettonica e della gestione dell'ufficio, consentendo al professionista di affrontare tutti gli ambiti del proprio lavoro con la medesima filosofia operativa. Gli strumenti perfettamente integrati di Allplan consentono di unire tutte le fasi progettuali, mantenendo tutto costantemente aggiornato e sotto controllo. Con Allplan si spazia in modo continuativo e in piena naturalezza dallo schizzo a mano libera al modello architettonico 3D intelligente, ai computi metrici, alla presentazione animata. Tutte le fasi della progettazione e della costruzione vengono affrontate e risolte nello stesso ambiente operativo, con il medesimo modello architettonico, con la stessa metodologia di lavoro e senza inutili scambi e conversioni di dati. Allplan è un sistema CAD per la progettazione perché è orientato al progetto, ecco perché si differenzia sostanzialmente dai CAD di disegno. 99

9 SOFTWARE CAD IN COMMERCIO AUTOCAD È utilizzato principalmente per produrre disegni bi/tridimensionali in ambito ingegneristico, architettonico, meccanico, elettrico ecc. Il documento prodotto è di tipo vettoriale, ovvero le entità grafiche sono definite come oggetti matematico/geometrici: questo permette, diversamente da quanto succede nei documenti grafici di tipo raster, di scalarle ed ingrandirle indefinitamente senza perdita di risoluzione. È un programma molto utilizzato nelle scuole per le innumerevoli funzioni e capacità che si possono sviluppare. La versione più recente è AutoCAD Esistono anche versioni ampliate per usi specifici, ad esempio AutoCAD Architecture (per la progettazione architettonica), AutoCAD Mechanical (per la progettazione meccanica) ed AutoCAD Map 3D (per la progettazione territoriale), ed i relativi software indicati per i diversi tipi di progettazione in 3D. Dal sito della Autodesk Education Community, è possibile scaricare gratuitamente l'ultima versione di AutoCAD, con licenza Studente. 100

10 SOFTWARE CAD IN COMMERCIO CATIA CATIA è una suite integrata di applicazioni CAD, CAE e CAM per la definizione e la simulazione digitale di prodotti. Offre soluzioni PLM (Product Lifecycle Management) 3D avanzate per lo sviluppo cooperativo dei prodotti. Il suo modello unico di PPR (product process resources) e il suo approccio al workplace forniscono un ambiente realmente cooperativo che favorisce la creatività, la condivisione e la comunicazione delle definizioni di prodotti 3D e basate sul processo, migliorando la competitività e riducendo i tempi e i costi di produzione. La capacità di CATIA di acquisire e riutilizzare le competenze guida l'implementazione delle best practices di progettazione aziendale e consente agli utenti finali di concentrarsi sulla creatività e l'innovazione. L'architettura aperta di CATIA consente ad un numero sempre maggiore di fornitori di creare applicazioni specifiche nello stesso ambiente operativo. 101

11 CATIA SOFTWARE CAD IN COMMERCIO Settori di utilizzo: Mechanical Design Modeling basato su specifiche per part design, assembly design e drafting integrato Shape Design & Styling Creazione e modifica di superfici complesse ingegnerizzate o in forma libera Product Synthesis Automazione e verifica dei dati di progettazione e di produzione Equipment and Systems Engineering Progettazione e integrazione di impianti elettrici, idraulici e meccanici all'interno della simulazione digitale in 3D Analysis Prodotti di facile e veloce utilizzo per l'analisi strutturale di qualsiasi tipo di assieme Numerical Control (NC) Manufacturing Un portafoglio di prodotti 3D basato sulle competenze, realizzato su un'unica infrastruttura e rivolto a tutte le applicazioni CAM specializzate Infrastructure Una piattaforma scalabile per la creazione dei prodotti e la gestione dei dati di prodotto in modo cooperativo Education (Web-based Learning) 102

12 SOFTWARE CAD IN COMMERCIO RHINOCEROS E un potente e sofisticato applicativo per la modellazione 3D di superfici classe A e solida. Rhino può creare, modificare, analizzare e tradurre curve, superfici e solidi NURBS a Windows. Non ci sono limiti per quanto riguarda la complessità, il grado o le dimensioni. Inoltre, Rhino supporta l'uso di mesh poligonali e di nuvole di punti. In particolare, il programma offre le seguenti caratteristiche: Strumenti illimitati per la modellazine free-form 3-D, che solo prodotti molto più cari possono offrire. Possibilità di modellare ogni forma immaginabile. Precisione, necessaria per il design, la realizzazione di prototipi, la progettazione, l'analisi e la realizzazione di qualsiasi modello, da un aereoplano ad un gioiello. Compatibilità con tutti gli altri programmi di design, drafting, CAM, ingegnerizzazione, analisi, rendering, animazione ed illustrazione. Lettura e riparazione di file IGES molto complicati. Accessibilità. Così facile da imparare e da usare che l'utente si può concentrare sul disegno e la visualizzazione senza essere distratto dal software. Velocità, anche su un normale laptop. Non richiede nessun hardware specifico. Alla portata di tutti. Hardware comune. Rapida curva di apprendimento. Stessa fascia di prezzo degli altri programmi Windows. Zero spese di mantenimento. 103

13 SOFTWARE CAD IN COMMERCIO MICROSTATION MicroStation è il prodotto software leader per la realizzazione di progetti di grosse dimensioni. Esso rappresenta la base per le principali applicazioni nel settore delle costruzioni, della progettazione impiantistica, dei sistemi informativi territoriali e della progettazione meccanica. Potentissime funzionalità per il disegno 2D e potenti strumenti di odellazione e visualizzazione 3D permettono di trasformare le vostre idee in oggetti reali. L'architettura "event-driven" permette inoltre di aggiungere nuove funzionalità e applicazioni verticali in modo trasparente. 104

14 SOFTWARE CAD IN COMMERCIO Da PRO/ENGINEER a CREO Indipendentemente dalle dimensioni del progetto, lo sviluppo prodotto è caratterizzato da esigenze universali. In sintesi, è necessario disporre di una soluzione potente, conveniente e di facile utilizzo in grado di assistere il team nella creazione di un prodotto di qualità superiore. Grazie a strumenti di produttività leader del settore, comprendenti la promozione di best practice nelle tecniche di modellazione e la garanzia di conformità agli standard aziendali e di settore, Pro/ENGINEER rappresenta lo standard più avanzato nell ambito della progettazione CAD 3D. Le soluzioni CAD/CAM/CAE integrate consentono una rapidità di progettazione senza precedenti, ottimizzando al tempo stesso i livelli di innovazione e qualità ai fini della creazione di prodotti vincenti. Grazie alla completa integrazione delle applicazioni, è inoltre possibile sviluppare qualsiasi tipo di prodotto, dalla concezione alla fabbricazione, con la certezza che ogni modifica di progettazione verrà automaticamente propagata in tutte le informazioni necessarie nel processo industriale. 105

15 Da PRO/ENGINEER a CREO SOFTWARE CAD IN COMMERCIO Funzionalità e vantaggi: Superamento degli obiettivi di qualità dei prodotti e time-to-market grazie a funzionalità complete di modellazione 3D Massima efficienza di produzione grazie alla generazione automatizzata di progettazioni di utensili associative, istruzioni di assemblaggio e codice macchina Possibilità di simulare e analizzare prototipi virtuali; ottimizzazione della progettazione e delle prestazioni dei prodotti Possibilità di condividere dati di prodotto digitali senza problemi tra tutti i membri dei team appropriati Compatibilità con una vasta gamma di strumenti CAD, con scambio associativo dei dati, e formati dati standard del settore 106

16 SOFTWARE CAD IN COMMERCIO THINK DESIGN Un nuovo sistema di CAD 3D basato su CAD.LAB Eureka. Thinkdesign è un sistema di modellazione parametrica di superfici e solidi dalle funzionalità 3D ed è costruito sul kernel geometrico propietario think3. Think Design offre modellazioni integrate di solidi, superfici e condutture di cablaggi, usando una topologia per trattare questo tipo di entità geometriche. Offre operazioni solide e basate sulle potenzialità del programma, come anche operazioni di forma su superfici e operazioni booleane fra le superfici. Parametri e restrizioni possono essere aggiunte ai modelli anche dopo che i pezzi sono già stati creati. Think Design offre una struttura ad albero per le operazioni svolte in maniera che l'utente possa disattivare, riordinare e rimuovere parte delle caratteristiche. 107

17 Architettura, urbanistica, ingegneria civile SETTORI DOVE IL CAD E USATO Arredamento: progettazione di interni. Elettrotecnica e meccanica: progettazione di apparecchi elettrici o meccanici. Industrial design: progettazione di oggetti di consumo, come mobili, recentemente anche abbigliamento. Impiantistica: progettazioni di tubazioni e cablaggi. Elettronica: progettazione di circuiti elettronici, a livello di schema elettrico, di circuito integrato o stampato, o di intero sistema. 108

18 CFD La Fluidodinamica Computazionale (brevemente detta CFD, Computational Fluid Dynamics) è la tecnica che permette lo studio dei problemi di fluidodinamica mediante l'utilizzo del computer. Viene largamente utilizzata nel campo dell'industria e della ricerca per tutte le problematiche che coinvolgono l'azione di fluidi (forze aerodinamiche, motori, pompe, impianti chimici, comfort ambientale, ecc...). Esistono oggi numerosi software di tipo commerciale che risolvono in questa maniera le equazioni della fluidodinamica. L'approccio tipico richiede di discretizzare il dominio fluido in celle elementari così da ottenere una griglia di calcolo (anche detta mesh), sulla quale applicare dei metodi di risoluzione iterativi al fine di risolvere le equazioni di Navier-Stokes. Sebbene sia possibile risolvere direttamente le equazioni di Navier-stokes nel caso di flussi laminari, i flussi turbolenti nelle applicazioni reali richiedono l'ausilio di un modello di turbolenza a causa dell'elevato costo computazionale che essi comportano. 109

19 CFD In tal caso un primo modo di procedere consiste nell'utilizzare una formulazione mediata delle equazioni di Navier-stokes (formulazione RANS) che richiede l'utilizzo di una o due ulteriori equazioni (ad esempio con il modello k-ε) per la chiusura del problema. Un altro approccio consiste nel simulare solamente le strutture vorticose più grandi e modellizzare ciò che accade per le strutture vorticose più fini (formulazione LES). In molti casi di studio devono essere risolte anche altre equazioni contemporaneamente alle equazioni di Navier-Stokes e alle equazioni del modello di turbolenza. Queste ulteriori equazioni (generalmente di tipo convettivo - diffusivo) possono comprendere quelle relative alla concentrazione di specie diverse (flusso multicomponente), di reazioni chimiche (flussi reagenti), irraggiamento termico, ecc... Problemi più complessi richiedono la modellazione di ulteriori fenomenologie, come nel caso dei flussi bifase (ad esempio gas / liquido) o nel caso di fluidi non Newtoniani. 110

20 METODI DI DISCRETIZZAZIONE Metodo ai volumi finiti (software Fluent) È l'approccio standard utilizzato nella maggior parte dei codici commerciali per la CFD. Le equazioni vengono risolte in un volume di controllo discreto. Il metodo numerico dei volumi finiti è un metodo utile nell'integrazione di equazioni differenziali alle derivate parziali. Tali equazioni vanno integrate in un volume sui cui confini sono imposte le condizioni al contorno. L'interno di tale dominio viene quindi suddiviso in tanti volumi elementari, quindi tramite la forma integrale delle equazioni del problema considerato vengono scritte le relazioni che intercorrono tra i vari volumetti confinanti così da poter essere risolte per via numerica con l'ausilio del calcolatore. L'approssimazione risiede nel fatto che tali volumetti hanno dimensione finita e non infinitesima. 111

21 METODI DI DISCRETIZZAZIONE Metodo agli elementi finiti Questo metodo (brevemente detto anche FEM) è generalmente utilizzato per analisi di strutture solide, ma viene applicato a volte anche allo studio dei fluidi. Metodo alle differenze finite Ha una grande importanza storica e risulta di semplice implementazione. Oggi viene comunque usato solo in alcuni codici specializzati. 112

22 PROCEDURA DI ANALISI Nei diversi approcci evidenziati la procedura di analisi risulta sempre, per grandi linee, simile: Viene definita la geometria (o dominio fisico) del problema da analizzare. Il volume occupato dal fluido viene discretizzato, cioè esso viene suddiviso in un gran numero di celle elementari generando così una griglia di calcolo. Viene definito il modello fisico (ad esempio, le equazioni del moto + l'equazione dell'energia + le equazioni delle specie) e quindi quello numerico (metodo di discretizzazione delle equazioni, algoritmi per la risoluzione delle equazioni). Vengono definite le condizioni al contorno. Ciò impone di specificare le proprietà del fluido ai confini del dominio di calcolo. Per problemi dipendenti dal tempo, devono essere specificate le condizioni iniziali. Vengono risolte le equazioni in maniera iterativa. Il calcolo viene interrotto una volta che sia stato raggiunto il grado di accuratezza desiderato. I risultati prodotti vengono visualizzati con mezzi grafici: curve sul piano cartesiano, isolinee, isozone, rappresentazioni grafiche tridimensionali. Si effettua, infine, l'analisi dei risultati. 113

23 SOFTWARE CFD DISPONIBILI I programmi per la CFD si basano su alcune particolari condizioni al contorno. La legge di conservazione del momento stabilisce che il momento totale di un sistema rimane costante indipendentemente da come il sistema cambia. Una condizione al contorno limita il come e il dove il fluido si sposta. Per esempio, il movimento di un fluido deve rimanere tangente o parallelo alla superficie di un oggetto che lo attraversa. Senza le condizioni al contorno non sarebbe possibile risolvere le equazioni che descrivono le dinamiche dei fluidi. Le equazioni espresse in calcolo differenziale, sono modernamente risolte ricorrendo ad una serie di approssimazioni utilizzando algoritmi che risolvono iterativamente i set di equazioni approssimate, fino ad arrivare a una soluzione che presenta un errore sufficientemente accettabile per i parametri di accuratezza stabiliti. E da notare però, che una volta che un algoritmo è stato sviluppato, al fine di poterlo utilizzare per ottenere la soluzione del fluido intorno a corpi quali scafi, derive e bulbi nello stesso momento, l intera superficie di tali corpi deve essere suddivisa in migliaia di piccole celle, che sono collettivamente definiti griglia. L algoritmo viene applicato a ogni cella; ogni cella influenza il flusso nell area vicina e dunque la soluzione deve tenere conto ai bordi dell area calcolata delle condizioni attorno. 114

24 SOFTWARE CFD DISPONIBILI Il programma impiegato deve pertanto risolvere le equazioni delle singole celle fino a quando la soluzione è in linea con le condizioni al contorno. I programmi modernamente disponibili pur ponendosi necessarie limitazioni dovute alla complessità del calcolo, sono comunque in grado di produrre dei risultati eccellenti. Un tipico esempio è il caso di un flusso molto vicino alla superficie di un oggetto (strato limite). In tale strato si esercitano delle forze nella direzione del moto che risultano in una resistenza viscosa. Queste forze sono descritte nell equazione di Navier Stokes, ma tale descrizione è così complessa che includerle in ogni programma aero o idrodinamico renderebbe la soluzione assai gravosa. Di conseguenza, sono a disposizione dei progettisti software basati sull equazione Navier Stokes con cui si ottiene direttamente la resistenza viscosa. Esistono tuttavia altri programmi, i codici a pannelli (VSAERO) per il calcolo della portanza resistenza applicata dal moto ondoso e resistenza indotta, in cui la resistenza viscosa è simulata utilizzando un modello di strato limite che interagisce con il flusso non viscoso. Una simulazione completa della resistenza della barca può essere quindi effettuata utilizzando entrambe le tipologie di programma. 115

25 METODO DEI PANNELLI I codici a pannelli (come VSAERO) e i Navier Stokes sono due classi di programmi per la CFD che sono comunemente utilizzati per la risoluzione dei problemi legati alla progettazione delle barche. I più utilizzati sono attualmente i codici a pannelli, che in maniera più veloce e con abbattimento di costi, predicono la resistenza prodotta dal moto ondoso, gli effetti di superficie libera, e la resistenza indotta dovuta alla portanza generata dalla chiglia o dal timone, ma generalmente non tengono conto della viscosità. I codici a pannelli partono dal presupposto che esistano solo forze normali o non viscose a cui lo scafo è sottoposto in immersione. In realtà, lo scafo, a causa della viscosità, è sottoposto a forze parallele alla superficie. In questo senso per i calcoli della resistenza viscosa si utilizzano i Navier Stokes, assai più complessi da utilizzare. VSAERO tuttavia, essendo accoppiato ad un solutore di strato limite integrale, è in grado di render conto di tali forze viscose. In tal senso fornisce l accuratezza di un codice Navier-Stokes, ma eseguendo le simulazioni a velocità di molto inferiori. L utilizzo dunque di tale codice consente l analisi di un numero di configurazioni superiore ad un codice Navier-Stokes, fornendo così un supporto al progetto estremamente più efficace. 116

26 APPLICAZIONI DELLA FLUIDODINAMICA Molte industrie usano la fluidodinamica computazionale (CFD) per modellare la meccanica dei fluidi. Sempre più ingegneri e progettisti ricorrono a questa tecnologia per risolvere i problemi legati alla termo-fluidodinamica. Alcuni impieghi della CFD: Aerospaziale e Difesa Alimentare Ambiente Automotive Biomedicale Celle a combustibile Chimica Elettrodomestici Elettronica HVAC&R Industria siderurgica Materiali Nucleare Oil & Gas Pompe Power Generation Produzione di Polimeri Semiconduttori/MEMS Sport Turbomacchine Vetro Programma universitario Materiali Miscelazione 117

27 GALLERIA DEL VENTO Una galleria del vento è un'apparecchiatura (anche di dimensioni ragguardevoli) utilizzata per compiere studi fluidodinamici e in particolare di aerodinamica. Infatti, qui si eseguono esperimenti per la misura degli sforzi che il vento provoca su una apparecchiatura (automobile, radiatore, ala di aereo, ecc...). In questo modo si evita di ricorrere a metodi di calcolo numerici assai complessi. 118

28 Bacino o canale opportunamente attrezzato nel quale si sperimentano i modelli in piccole dimensioni di carene navali o di eliche in progetto, allo scopo di individuare e risolvere i problemi di forma e dimensione delle carene delle navi e dei loro propulsori (eliche), per ottenere il massimo rendimento propulsivo. I risultati ottenuti vengono trasferiti al prototipo. VASCA IDRODINAMICA Vasche tradizionali Sono a pianta rettangolare, con sezione trasversale costante, che può essere diversa da una vasca navale all'altra e variare dalla forma rettangolare a quella semicircolare. Le vasche navali hanno lunghezze comprese tra i 17 e i 900 m ca, larghezza da 2,40 a 24 m e profondità da 1,22 a 6,70 m; i modelli hanno lunghezze da 1,2 a 9,10 m ca e le rimanenti dimensioni in rapporto. Sono riempite di acqua dolce, ferma. Il modello viene rimorchiato con vari sistemi, che gli conferiscono un moto rettilineo. La misurazione delle forze resistenti all'avanzamento viene effettuata quando il modello ha raggiunto una velocità costante con un dinamometro opportunamente collegato mediante un cavo o, negli impianti più moderni, con metodi elettrici. 119

Prof. Caterina Rizzi Dipartimento di Ingegneria Industriale

Prof. Caterina Rizzi Dipartimento di Ingegneria Industriale RUOLO DELLA MODELLAZIONE GEOMETRICA E LIVELLI DI MODELLAZIONE PARTE 2 Prof. Caterina Rizzi... IN QUESTA LEZIONE Modelli 2D/3D Modelli 3D/3D Dimensione delle primitive di modellazione Dimensione dell oggettoy

Dettagli

Modal 2 Modulo Analisi modale Modulo per l Analisi della dinamica strutturale.

Modal 2 Modulo Analisi modale Modulo per l Analisi della dinamica strutturale. Modal 2 Modulo Analisi modale Modulo per l Analisi della dinamica strutturale. L analisi modale è un approccio molto efficace al comportamento dinamico delle strutture, alla verifica di modelli di calcolo

Dettagli

attraverso l impiego convenzionale di linee, numeri e simboli Il disegno rappresenta un elemento chiave del ciclo di vita di un prodotto CAM CAM

attraverso l impiego convenzionale di linee, numeri e simboli Il disegno rappresenta un elemento chiave del ciclo di vita di un prodotto CAM CAM Il disegno tecnico di un oggetto è in grado di spiegarne: - la forma, - le dimensioni, - la funzione, - la lavorazione necessaria per ottenerlo, - ed il materiale in cui è realizzato. attraverso l impiego

Dettagli

Corso di Laurea Magistrale in. Ingegneria civile per la protezione dai rischi naturali D.M. 270. Relazione di fine tirocinio A.A.

Corso di Laurea Magistrale in. Ingegneria civile per la protezione dai rischi naturali D.M. 270. Relazione di fine tirocinio A.A. Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria civile per la protezione dai rischi naturali D.M. 270 Relazione di fine tirocinio A.A. 2013-2014 Analisi Strutturale tramite il Metodo agli Elementi Discreti Relatore:

Dettagli

Introduzione al GIS (Geographic Information System)

Introduzione al GIS (Geographic Information System) Introduzione al GIS (Geographic Information System) Sommario 1. COS E IL GIS?... 3 2. CARATTERISTICHE DI UN GIS... 3 3. COMPONENTI DI UN GIS... 4 4. CONTENUTI DI UN GIS... 5 5. FASI OPERATIVE CARATTERIZZANTI

Dettagli

ALLEGATO al verbale della riunione del 3 Settembre 2010, del Dipartimento di Elettrotecnica e Automazione.

ALLEGATO al verbale della riunione del 3 Settembre 2010, del Dipartimento di Elettrotecnica e Automazione. ALLEGATO al verbale della riunione del 3 Settembre 2010, del Dipartimento di Elettrotecnica e Automazione. COMPETENZE MINIME- INDIRIZZO : ELETTROTECNICA ED AUTOMAZIONE 1) CORSO ORDINARIO Disciplina: ELETTROTECNICA

Dettagli

Long Carbon Europe Sections and Merchant Bars. Trave Angelina TM. Perfetta combinazione di forza, leggerezza e trasparenza

Long Carbon Europe Sections and Merchant Bars. Trave Angelina TM. Perfetta combinazione di forza, leggerezza e trasparenza Long Carbon Europe Sections and Merchant Bars Trave Angelina TM Perfetta combinazione di forza, leggerezza e trasparenza Trave Angelina TM Un idea brillante, applicata ad un prodotto industriale Slanciata,

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

Risposta sismica dei terreni e spettro di risposta normativo

Risposta sismica dei terreni e spettro di risposta normativo Dipartimento di Ingegneria Strutturale, Aerospaziale e Geotecnica Risposta sismica dei terreni e spettro di risposta normativo Prof. Ing. L.Cavaleri L amplificazione locale: gli aspetti matematici u=spostamentoin

Dettagli

www.protomold.it Il servizio di stampaggio a iniezione di Proto Labs Pezzi stampati a iniezione velocemente, in un solo giorno lavorativo.

www.protomold.it Il servizio di stampaggio a iniezione di Proto Labs Pezzi stampati a iniezione velocemente, in un solo giorno lavorativo. www.protomold.it Il servizio di stampaggio a iniezione di Proto Labs Pezzi stampati a iniezione velocemente, in un solo giorno lavorativo. Rapido. 10 pezzi. Oltre 10.000 pezzi. Consegna in un solo giorno

Dettagli

Cuscinetti SKF con Solid Oil

Cuscinetti SKF con Solid Oil Cuscinetti SKF con Solid Oil La terza alternativa per la lubrificazione The Power of Knowledge Engineering Cuscinetti SKF con Solid Oil la terza alternativa di lubrificazione Esistono tre metodi per erogare

Dettagli

ISTITUTI TECNICI SETTORE TECNOLOGICO. Indirizzo Meccanica, Meccatronica ed Energia

ISTITUTI TECNICI SETTORE TECNOLOGICO. Indirizzo Meccanica, Meccatronica ed Energia ISTITUTI TECNICI SETTORE TECNOLOGICO Indirizzo Meccanica, Meccatronica ed Energia L indirizzo Meccanica, meccatronica ed energia ha lo scopo di far acquisire allo studente, a conclusione del percorso quinquennale,

Dettagli

PLM Software. Answers for industry. Siemens PLM Software

PLM Software. Answers for industry. Siemens PLM Software Siemens PLM Software Monitoraggio e reporting delle prestazioni di prodotti e programmi Sfruttare le funzionalità di reporting e analisi delle soluzioni PLM per gestire in modo più efficace i complessi

Dettagli

Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis

Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis 2 Intervento immediato con Bosch Intelligent Video Analysis Indipendentemente da quante telecamere il sistema utilizza, la sorveglianza

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA

2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA 2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA 2.1 Principio del processo La saldatura a resistenza a pressione si fonda sulla produzione di una giunzione intima, per effetto dell energia termica e meccanica. L energia

Dettagli

CUT 20 P CUT 30 P GFAC_CUT 20P_30P_Brochure.indd 1 17.9.2009 9:29:45

CUT 20 P CUT 30 P GFAC_CUT 20P_30P_Brochure.indd 1 17.9.2009 9:29:45 CUT 20 P CUT 30 P UNA SOLUZIONE COMPLETA PRONTA ALL USO 2 Sommario Highlights Struttura meccanica Sistema filo Generatore e Tecnologia Unità di comando GF AgieCharmilles 4 6 8 12 16 18 CUT 20 P CUT 30

Dettagli

Istituto Istruzione Superiore Liceo Scientifico Ghilarza Anno Scolastico 2013/2014 PROGRAMMA DI MATEMATICA E FISICA

Istituto Istruzione Superiore Liceo Scientifico Ghilarza Anno Scolastico 2013/2014 PROGRAMMA DI MATEMATICA E FISICA PROGRAMMA DI MATEMATICA E FISICA Classe VA scientifico MATEMATICA MODULO 1 ESPONENZIALI E LOGARITMI 1. Potenze con esponente reale; 2. La funzione esponenziale: proprietà e grafico; 3. Definizione di logaritmo;

Dettagli

CAPITOLO I CORRENTE ELETTRICA. Copyright ISHTAR - Ottobre 2003 1

CAPITOLO I CORRENTE ELETTRICA. Copyright ISHTAR - Ottobre 2003 1 CAPITOLO I CORRENTE ELETTRICA Copyright ISHTAR - Ottobre 2003 1 INDICE CORRENTE ELETTRICA...3 INTENSITÀ DI CORRENTE...4 Carica elettrica...4 LE CORRENTI CONTINUE O STAZIONARIE...5 CARICA ELETTRICA ELEMENTARE...6

Dettagli

3. GLI AEROSTATI: CARATTERISTICHE FUNZIONALI I E STRUTTURALI

3. GLI AEROSTATI: CARATTERISTICHE FUNZIONALI I E STRUTTURALI 3. GLI AEROSTATI: CARATTERISTICHE FUNZIONALI I E STRUTTURALI L aerostato è un aeromobile che, per ottenere la portanza, ossia la forza necessaria per sollevarsi da terra e volare, utilizza gas più leggeri

Dettagli

Integrazione. Ecad. Mcad. Ecad - MENTOR GRAPHICS

Integrazione. Ecad. Mcad. Ecad - MENTOR GRAPHICS Integrazione Ecad Mcad Ecad - MENTOR GRAPHICS MENTOR GRAPHICS - PADS La crescente complessità del mercato della progettazione elettronica impone l esigenza di realizzare prodotti di dimensioni sempre più

Dettagli

> MULTI TASKING > MULTI PROCESS > MULTI CORE

> MULTI TASKING > MULTI PROCESS > MULTI CORE > MULTI TASKING > MULTI PROCESS > MULTI CORE WorkNC V21 multicore 64 bits : Benefici di WorkNC Aumento generale della produttività, grazie alle nuove tecnologie multi-core, 64 bit e Windows 7 Calcolo di

Dettagli

Maggiore produttività second e maggiore line efficienza energetica per le vostre lavorazioni. 01_1 st Headline_36 pt/14.4 mm

Maggiore produttività second e maggiore line efficienza energetica per le vostre lavorazioni. 01_1 st Headline_36 pt/14.4 mm Maggiore produttività second e maggiore line efficienza energetica per le vostre lavorazioni 01_1 st Headline_36 pt/14.4 mm 2 Migliorate l efficienza della vostra macchina utensile La pressione della concorrenza

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI IN INTERNET

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI IN INTERNET DICHIARAZIONE DEI DIRITTI IN INTERNET Testo elaborato dalla Commissione per i diritti e i doveri in Internet costituita presso la Camera dei deputati (Bozza) PREAMBOLO Internet ha contribuito in maniera

Dettagli

Autodesk Un nuovo modello per la fornitura di software agli istituti didattici Domande frequenti Europa

Autodesk Un nuovo modello per la fornitura di software agli istituti didattici Domande frequenti Europa Autodesk Un nuovo modello per la fornitura di software agli istituti didattici Domande frequenti Europa Un nuovo modello per la fornitura di software agli istituti didattici Europa Nell'ottobre 2014, Autodesk

Dettagli

APPROFONDIMENTI SUGLI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO

APPROFONDIMENTI SUGLI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO APPENDICE 2 APPROFONDIMENTI SUGLI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO ( a cura Ing. Emiliano Bronzino) CALCOLO DEI CARICHI TERMICI A titolo di esempio verrà presentato il calcolo automatico dei carichi termici

Dettagli

Rational Unified Process Introduzione

Rational Unified Process Introduzione Rational Unified Process Introduzione G.Raiss - A.Apolloni - 4 maggio 2001 1 Cosa è E un processo di sviluppo definito da Booch, Rumbaugh, Jacobson (autori dell Unified Modeling Language). Il RUP è un

Dettagli

Unità 12. La corrente elettrica

Unità 12. La corrente elettrica Unità 12 La corrente elettrica L elettricità risiede nell atomo Modello dell atomo: al centro c è il nucleo formato da protoni e neutroni ben legati tra di loro; in orbita intorno al nucleo si trovano

Dettagli

Un nuovo metodo di elaborazione per rappresentazioni tecniche del modello ancora più realistiche

Un nuovo metodo di elaborazione per rappresentazioni tecniche del modello ancora più realistiche Visualizzazione: immagini con linee nascoste e ombre Un nuovo metodo di elaborazione per rappresentazioni tecniche del modello ancora più realistiche Sempre più spesso i committenti e i responsabili del

Dettagli

TRAVE SU SUOLO ELASTICO

TRAVE SU SUOLO ELASTICO Capitolo 3 TRAVE SU SUOLO ELASTICO (3.1) Combinando la (3.1) con la (3.2) si ottiene: (3.2) L equazione differenziale può essere così riscritta: (3.3) La soluzione dell equazione differenziale di ordine

Dettagli

ghd crea una comunità online professionale che si dedica all acconciatura. Grazie a hybris.

ghd crea una comunità online professionale che si dedica all acconciatura. Grazie a hybris. ghd crea una comunità online professionale che si dedica all acconciatura. Grazie a hybris. Sin dal lancio, avvenuto dieci anni fa, il marchio ghd è diventato sinonimo di prodotti di hair styling di fascia

Dettagli

METODO DELLE FORZE 1. METODO DELLE FORZE PER LA SOLUZIONE DI STRUTTURE IPERSTATICHE. 1.1 Introduzione

METODO DELLE FORZE 1. METODO DELLE FORZE PER LA SOLUZIONE DI STRUTTURE IPERSTATICHE. 1.1 Introduzione METODO DELLE FORZE CORSO DI PROGETTZIONE STRUTTURLE a.a. 010/011 Prof. G. Salerno ppunti elaborati da rch. C. Provenzano 1. METODO DELLE FORZE PER L SOLUZIONE DI STRUTTURE IPERSTTICHE 1.1 Introduzione

Dettagli

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE Oracle Business Intelligence Standard Edition One è una soluzione BI completa, integrata destinata alle piccole e medie imprese.oracle

Dettagli

/ * " 6 7 -" 1< " *,Ê ½, /, "6, /, Ê, 9Ê -" 1/ " - ÜÜÜ Ìi «V Ì

/ *  6 7 - 1<  *,Ê ½, /, 6, /, Ê, 9Ê - 1/  - ÜÜÜ Ìi «V Ì LA TRASMISSIONE DEL CALORE GENERALITÀ 16a Allorché si abbiano due corpi a differenti temperature, la temperatura del corpo più caldo diminuisce, mentre la temperatura di quello più freddo aumenta. La progressiva

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA

IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA Un impianto solare fotovoltaico consente di trasformare l energia solare in energia elettrica. Non va confuso con un impianto solare termico, che è sostanzialmente

Dettagli

esame di stato 2012 seconda prova scritta per il liceo scientifico di ordinamento

esame di stato 2012 seconda prova scritta per il liceo scientifico di ordinamento RTICL rchimede 4 esame di stato seconda prova scritta per il liceo scientifico di ordinamento Il candidato risolva uno dei due problemi e risponda a 5 quesiti del questionario PRBLEM Siano f e g le funzioni

Dettagli

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA - organizzare e gestire l insieme delle attività, utilizzando una piattaforma per la gestione aziendale: integrata, completa, flessibile, coerente e con un grado di complessità

Dettagli

Analogia tra il circuito elettrico e il circuito idraulico

Analogia tra il circuito elettrico e il circuito idraulico UNIVERSITÁ DEGLI STUDI DELL AQUILA Scuola di Specializzazione per la Formazione degli Insegnanti nella Scuola Secondaria Analogia tra il circuito elettrico e il circuito idraulico Prof. Umberto Buontempo

Dettagli

RELAZIONE DI FINE TIROCINIO

RELAZIONE DI FINE TIROCINIO Dipartimento di Ingegneria Civile Laura Magistrale in Ingegneria Civile per la Protezione dai Rischi Naturali A.A. 2014-2015 RELAZIONE DI FINE TIROCINIO INTRODUZIONE ALL'USO DEL SOFTWARE GIS UDIG Tirocinante:

Dettagli

I Grafici. La creazione di un grafico

I Grafici. La creazione di un grafico I Grafici I grafici servono per illustrare meglio un concetto o per visualizzare una situazione di fatto e pertanto la scelta del tipo di grafico assume notevole importanza. Creare grafici con Excel è

Dettagli

Dinamica e Misura delle Vibrazioni

Dinamica e Misura delle Vibrazioni Dinamica e Misura delle Vibrazioni Prof. Giovanni Moschioni Politecnico di Milano, Dipartimento di Meccanica Sezione di Misure e Tecniche Sperimentali giovanni.moschioni@polimi.it VibrazionI 2 Il termine

Dettagli

Il ciclo di vita del software

Il ciclo di vita del software Il ciclo di vita del software Il ciclo di vita del software Definisce un modello per il software, dalla sua concezione iniziale fino al suo sviluppo completo, al suo rilascio, alla sua successiva evoluzione,

Dettagli

Analisi termografica su celle litio-ione sottoposte ad esperienze di "second life" Francesco D'Annibale, Francesco Vellucci. Report RdS/PAR2013/191

Analisi termografica su celle litio-ione sottoposte ad esperienze di second life Francesco D'Annibale, Francesco Vellucci. Report RdS/PAR2013/191 Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l energia e lo sviluppo economico sostenibile MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Analisi termografica su celle litio-ione sottoposte ad esperienze di "second

Dettagli

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR WORKFLOW HR Zucchetti, nell ambito delle proprie soluzioni per la gestione del personale, ha realizzato una serie di moduli di Workflow in grado di informatizzare

Dettagli

ISTITUTI PROFESSIONALI

ISTITUTI PROFESSIONALI ISTITUTI PROFESSIONALI Settore Industria e Artigianato Indirizzo Manutenzione e assistenza tecnica Nell indirizzo Manutenzione e assistenza tecnica sono confluiti gli indirizzi del previgente ordinamento

Dettagli

I Leader nella Tecnologia dell'agitazione. Agitatori ad Entrata Laterale

I Leader nella Tecnologia dell'agitazione. Agitatori ad Entrata Laterale I Leader nella Tecnologia dell'agitazione Agitatori ad Entrata Laterale Soluzione completa per Agitatori Laterali Lightnin e' leader mondiale nel campo dell'agitazione. Plenty e' il leader di mercato per

Dettagli

Sussidi didattici per il corso di PROGETTAZIONE, COSTRUZIONI E IMPIANTI. Prof. Ing. Francesco Zanghì FONDAZIONI - II

Sussidi didattici per il corso di PROGETTAZIONE, COSTRUZIONI E IMPIANTI. Prof. Ing. Francesco Zanghì FONDAZIONI - II Sussidi didattici per il corso di PROGETTAZIONE, COSTRUZIONI E IMPIANTI Prof. Ing. Francesco Zanghì FONDAZIONI - II AGGIORNAMENTO 12/12/2014 Fondazioni dirette e indirette Le strutture di fondazione trasmettono

Dettagli

Presentazione della Societa CAE Technologies Srl VAR Dassault Systemes SIMULIA

Presentazione della Societa CAE Technologies Srl VAR Dassault Systemes SIMULIA Presentazione della Societa CAE Technologies Srl VAR Dassault Systemes SIMULIA pag. 1 La Societa CAE Technologies Srl e stata fondata nel marzo 2013. Il nome breve della CAE Technologies Srl e CAETECH.

Dettagli

S.p.a. 24050 ZANICA (BG) Italia Via Stezzano, 16 tel +39 035 671 013 fax +39 035 672 265 www.styl-comp.it infostylcomp@styl-comp.

S.p.a. 24050 ZANICA (BG) Italia Via Stezzano, 16 tel +39 035 671 013 fax +39 035 672 265 www.styl-comp.it infostylcomp@styl-comp. CATTANEO & Co. - BG SC_I 01/2005 S.p.a. 24050 ZANICA (BG) Italia Via Stezzano, 16 tel +39 035 671 013 fax +39 035 672 265 www.styl-comp.it infostylcomp@styl-comp.it Realizzare un connubio perfetto fra

Dettagli

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Declinazione di responsabilità e informazioni sul copyright Le informazioni contenute nel presente documento rappresentano le conoscenze

Dettagli

Articolo. Dieci buoni motivi per acquistare una telecamere di rete Ovvero, quello che il vostro fornitore di telecamere analogiche non vi dirà mai

Articolo. Dieci buoni motivi per acquistare una telecamere di rete Ovvero, quello che il vostro fornitore di telecamere analogiche non vi dirà mai Articolo Dieci buoni motivi per acquistare una telecamere di rete Ovvero, quello che il vostro fornitore di telecamere analogiche non vi dirà mai INDICE Introduzione 3 Dieci cose che il vostro fornitore

Dettagli

MATEMATICA. { 2 x =12 y 3 y +8 x =0, si pone il problema di trovare, se esistono, un numero x ed un numero y che risolvano entrambe le equazioni.

MATEMATICA. { 2 x =12 y 3 y +8 x =0, si pone il problema di trovare, se esistono, un numero x ed un numero y che risolvano entrambe le equazioni. MATEMATICA. Sistemi lineari in due equazioni due incognite. Date due equazioni lineari nelle due incognite x, y come ad esempio { 2 x =12 y 3 y +8 x =0, si pone il problema di trovare, se esistono, un

Dettagli

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

loro sedi OGGETTO: Risposta a quesiti su questioni antincendio.

loro sedi OGGETTO: Risposta a quesiti su questioni antincendio. Milano lì Ns. Rif.: 13 novembre 2013 820038.309 Agli Ordini e Collegi aderenti al C.I.P.I. loro sedi K:\Ufficio\07 Documenti\CIPI\820038 Comitato interpr. prevenzione incendi\820038 corrispondenza dal

Dettagli

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE In un mercato delle Telecomunicazioni sempre più orientato alla riduzione delle tariffe e dei costi di

Dettagli

La MKT (Mean Kinetic Temperature) come criterio di accettabilità sui controlli della temperatura

La MKT (Mean Kinetic Temperature) come criterio di accettabilità sui controlli della temperatura La (Mean Kinetic Temperature) come criterio di accettabilità sui controlli della temperatura Come funzionano i criteri di valutazione sulla temperatura Vi sono 5 parametri usati per la valutazione del

Dettagli

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE 1 ANALYSIS.EXE IL PROGRAMMA: Una volta aperto il programma e visualizzato uno strumento il programma apparirà come nell esempio seguente: Il programma

Dettagli

Solar Impulse Revillard Rezo.ch. Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente.

Solar Impulse Revillard Rezo.ch. Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente. Solar Impulse Revillard Rezo.ch Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente. La visione di ABB ABB è orgogliosa della sua alleanza tecnologica e innovativa con Solar Impulse, l aereo

Dettagli

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale InterWrite SchoolBoard è un software per lavagna elettronica di facile utilizzo. Può essere adoperata anche da studenti diversamente

Dettagli

Azionamenti elettrici per la trazione ferroviaria

Azionamenti elettrici per la trazione ferroviaria Azionamenti elettrici per la trazione ferroviaria Ing. Antonino Oscar Di Tommaso Università degli Studi di Palermo DIEET (Dipartimento di Ingegneria Elettrica, Elettronica e delle Telecomunicazioni) Ing.

Dettagli

Evoluzione competitiva dei controlli in produzione nelle filiere dei mezzi di trasporto. Torino, Centro Congressi Lingotto 14 15 aprile 2010

Evoluzione competitiva dei controlli in produzione nelle filiere dei mezzi di trasporto. Torino, Centro Congressi Lingotto 14 15 aprile 2010 Evoluzione competitiva dei controlli in produzione nelle filiere dei mezzi di trasporto INDICI E PIANI DI PROCESS CAPABILITY Prof. Biagio Palumbo (Università di Napoli Federico II - Dipartimento Ingegneria

Dettagli

La comunicazione multicanale per il Customer Management efficace. Milano, Settembre 2014

La comunicazione multicanale per il Customer Management efficace. Milano, Settembre 2014 Milano, Settembre 2014 la nostra promessa Dialogare con centinaia, migliaia o milioni di persone. Una per una, interattivamente. 10/1/2014 2 la nostra expertise YourVoice è il principale operatore italiano

Dettagli

Automatizzazione Erhardt + Abt verniciatura di alberi motore dell' assale posteriore con KUKA KR 16

Automatizzazione Erhardt + Abt verniciatura di alberi motore dell' assale posteriore con KUKA KR 16 Automatizzazione Erhardt + Abt verniciatura di alberi motore dell' assale posteriore con KUKA KR 16 Dal 1997, anno della sua fondazione, la Erhardt + Abt Automatisierungstechnik GmbH ha finora installato

Dettagli

PUBLIC, PRIVATE O HYBRID CLOUD: QUAL È IL TIPO DI CLOUD OTTIMALE PER LE TUE APPLICAZIONI?

PUBLIC, PRIVATE O HYBRID CLOUD: QUAL È IL TIPO DI CLOUD OTTIMALE PER LE TUE APPLICAZIONI? PUBLIC, PRIVATE O HYBRID CLOUD: QUAL È IL TIPO DI CLOUD OTTIMALE PER LE TUE APPLICAZIONI? Le offerte di public cloud proliferano e il private cloud è sempre più diffuso. La questione ora è come sfruttare

Dettagli

QUARTA E QUINTA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE

QUARTA E QUINTA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE QUARTA E QUINTA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE - Matematica - Griglie di valutazione Materia: Matematica Obiettivi disciplinari Gli obiettivi indicati si riferiscono all intero percorso della classe quarta

Dettagli

Istituto per l Energia Rinnovabile. Autori: David Moser, PhD; Daniele Vettorato, PhD. Bolzano, Gennaio 2013

Istituto per l Energia Rinnovabile. Autori: David Moser, PhD; Daniele Vettorato, PhD. Bolzano, Gennaio 2013 Istituto per l Energia Rinnovabile Catasto Solare Alta Val di Non Relazione Versione: 2.0 Autori: David Moser, PhD; Daniele Vettorato, PhD. Coordinamento e Revisione: dott. Daniele Vettorato, PhD (daniele.vettorato@eurac.edu)

Dettagli

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

La dinamica delle collisioni

La dinamica delle collisioni La dinamica delle collisioni Un video: clic Un altro video: clic Analisi di un crash test (I) I filmati delle prove d impatto distruttive degli autoveicoli, dato l elevato numero dei fotogrammi al secondo,

Dettagli

Calettatori per attrito SIT-LOCK

Calettatori per attrito SIT-LOCK Calettatori per attrito INDICE Calettatori per attrito Pag. Vantaggi e prestazioni dei 107 Procedura di calcolo dei calettatori 107 Gamma disponibile dei calettatori Calettatori 1 - Non autocentranti 108-109

Dettagli

Dal menù a tendina File, scegliere l opzione Open

Dal menù a tendina File, scegliere l opzione Open IMPORTAZIONE DA AUTOCAD A ILLUSTRATOR Dal menù a tendina File, scegliere l opzione Open Impostare come Tipo file Autocad drawing.dwg L importazione di file.dwg permette di definire la scala di rappresentazione

Dettagli

Progettazione di sistemi Embedded

Progettazione di sistemi Embedded Progettazione di sistemi Embedded Corso introduttivo di progettazione di sistemi embedded A.S. 2013/2014 proff. Nicola Masarone e Stefano Salvatori Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di

Dettagli

GIS più diffusi. Paolo Zatelli. Dipartimento di Ingegneria Civile ed Ambientale Università di Trento. GIS più diffusi

GIS più diffusi. Paolo Zatelli. Dipartimento di Ingegneria Civile ed Ambientale Università di Trento. GIS più diffusi GIS più diffusi GIS più diffusi Paolo Zatelli Dipartimento di Ingegneria Civile ed Ambientale Università di Trento Paolo Zatelli Università di Trento 1 / 19 GIS più diffusi Outline 1 Free Software/Open

Dettagli

LA CORRETTA SCELTA DI UN IMPIANTO PER LA TEMPRA AD INDUZIONE Come calcolare la potenza necessaria

LA CORRETTA SCELTA DI UN IMPIANTO PER LA TEMPRA AD INDUZIONE Come calcolare la potenza necessaria LA CORRETTA SCELTA DI UN IMPIANTO PER LA TEMPRA AD INDUZIONE Come calcolare la potenza necessaria Quale frequenza di lavoro scegliere Geometria del pezzo da trattare e sue caratteristiche elettromagnetiche

Dettagli

Elaborato di Meccanica delle Strutture

Elaborato di Meccanica delle Strutture Università degli Studi di Roma La Sapienza Facoltà di Ingegneria Dipartimento di Meccanica ed Aeronautica Corso di Laurea Triennale in Ingegneria Meccanica Elaborato di Meccanica delle Strutture Docente

Dettagli

Capitolo 9: PROPAGAZIONE DEGLI ERRORI

Capitolo 9: PROPAGAZIONE DEGLI ERRORI Capitolo 9: PROPAGAZIOE DEGLI ERRORI 9.1 Propagazione degli errori massimi ella maggior parte dei casi le grandezze fisiche vengono misurate per via indiretta. Il valore della grandezza viene cioè dedotto

Dettagli

MISURARE CON INTELLIGENZA BARRIERA OPTOELETTRONICA DI MISURAZIONE LGM

MISURARE CON INTELLIGENZA BARRIERA OPTOELETTRONICA DI MISURAZIONE LGM MISURARE CON INTELLIGENZA BARRIERA OPTOELETTRONICA DI MISURAZIONE LGM Barriera optoelettronica di misurazione LGM Misurare con intelligenza - nuove dei materiali in tutti i mercati La nuova Serie LGM di

Dettagli

(accuratezza) ovvero (esattezza)

(accuratezza) ovvero (esattezza) Capitolo n 2 2.1 - Misure ed errori In un analisi chimica si misurano dei valori chimico-fisici di svariate grandezze; tuttavia ogni misura comporta sempre una incertezza, dovuta alla presenza non eliminabile

Dettagli

Creazione di un disegno realistico con CorelDRAW

Creazione di un disegno realistico con CorelDRAW Creazione di un disegno realistico con CorelDRAW Hugo Hansen L'autore L'autore Hugo Hansen vive appena fuori dalla splendida città di Copenhagen. Esperto professionista nell'ambito del design grafico,

Dettagli

EuroColori YOUR BEST PARTNER IN COLOR STRATEGY

EuroColori YOUR BEST PARTNER IN COLOR STRATEGY EuroColori YOUR BEST PARTNER IN COLOR STRATEGY EuroColori YOUR BEST PARTNER IN COLOR STRATEGY THE FUTURE IS CLOSER Il primo motore di tutte le nostre attività è la piena consapevolezza che il colore è

Dettagli

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE I rapporti di Eurydice PREMESSA Questo breve rapporto sull adozione dei libri di testo è nato in seguito a una specifica richiesta all unità italiana

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

Analisi per tutti. Panoramica. Considerazioni principali. Business Analytics Scheda tecnica. Software per analisi

Analisi per tutti. Panoramica. Considerazioni principali. Business Analytics Scheda tecnica. Software per analisi Analisi per tutti Considerazioni principali Soddisfare le esigenze di una vasta gamma di utenti con analisi semplici e avanzate Coinvolgere le persone giuste nei processi decisionali Consentire l'analisi

Dettagli

Relazione specialistica

Relazione specialistica Relazione specialistica Dipl.-Ing. Hardy Ernst Dipl.-Wirtschaftsing. (FH), Dipl.-Informationswirt (FH) Markus Tuffner, Bosch Industriekessel GmbH Basi di progettazione per una generazione ottimale di vapore

Dettagli

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia la gestione dei processi di comunicazione in quale scenario deve identificarsi un progetto di miglioramento, nella gestione dei beni digitali per

Dettagli

SOFTWARE PV*SOL. Programma di simulazione dinamica per calcolare dimensionamento e rendimento di impianti fotovoltaici

SOFTWARE PV*SOL. Programma di simulazione dinamica per calcolare dimensionamento e rendimento di impianti fotovoltaici SOFTWARE PV*SOL Programma di simulazione dinamica per calcolare dimensionamento e rendimento di impianti fotovoltaici Introduzione PV*SOL è un software per il dimensionamento e la simulazione dinamica,

Dettagli

Impianto elettrico nelle applicazioni aeronautiche. ITIS Ferentino Trasporti e Logistica Costruzione del Mezzo Aeronautico

Impianto elettrico nelle applicazioni aeronautiche. ITIS Ferentino Trasporti e Logistica Costruzione del Mezzo Aeronautico Impianto elettrico nelle applicazioni aeronautiche ITIS Ferentino Trasporti e Logistica Costruzione del Mezzo Aeronautico prof. Gianluca Venturi Indice generale Richiami delle leggi principali...2 La prima

Dettagli

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria IT Plant Solutions IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria s Industrial Solutions and Services Your Success is Our Goal Soluzioni MES e IT per integrare e sincronizzare i processi Prendi

Dettagli

LE TRASFORMAZIONI GEOMETRICHE NEL PIANO

LE TRASFORMAZIONI GEOMETRICHE NEL PIANO LE TRASFORMAZIONI GEOMETRICHE NEL PIANO Una trasformazione geometrica è una funzione che fa corrispondere a ogni punto del piano un altro punto del piano stesso Si può pensare come MOVIMENTO di punti e

Dettagli

Centralina Compatta. Manuale d istruzioni. 04/2015 Dati tecnici soggetti a modifi che. info@psg-online.de www.psg-online.de

Centralina Compatta. Manuale d istruzioni. 04/2015 Dati tecnici soggetti a modifi che. info@psg-online.de www.psg-online.de Centralina Compatta 04/2015 Dati tecnici soggetti a modifi che info@psg-online.de www.psg-online.de Manuale d istruzioni Messa in funzione Il regolatore viene fornito con le impostazioni standard pronto

Dettagli

12. LO SCAMBIO TERMICO PER CONVEZIONE

12. LO SCAMBIO TERMICO PER CONVEZIONE 12. LO SCAMBIO TERMICO PER CONVEZIONE 12.1 Introduzione Una seconda modalità di trasmissione del calore, detta convezione termica, ha luogo quando almeno uno dei due corpi che si scambiano calore è un

Dettagli

GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno

GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno La Vista CAS L ambiente di lavoro Le celle Assegnazione di una variabile o di una funzione / visualizzazione

Dettagli

Sistemi elettrici secondo la tensione ed il loro modo di collegamento a terra. Sistemi elettrici e messa a terra -- Programma LEONARDO

Sistemi elettrici secondo la tensione ed il loro modo di collegamento a terra. Sistemi elettrici e messa a terra -- Programma LEONARDO Sistemi elettrici secondo la tensione ed il loro modo di collegamento a terra Classificazione dei sistemi in categorie secondo la loro tensione nominale In relazione alla loro tensione nominale i sistemi

Dettagli

UNIVERSITA DI PALERMO

UNIVERSITA DI PALERMO PILLAR OBIETTIVO SPECIFICO MASTER CALL CALL INDUSTRIAL LEADERSHIP LEADERSHIP IN ENABLING AND INDUSTRIAL TECHNOLOGIES (LEIT) H2020-SPIRE-2014-2015 - CALL FOR SPIRE - SUSTAINABLE PROCESS INDUSTRIES H2020-SPIRE-2014

Dettagli

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido SISSI IN RETE Quick Reference guide guida di riferimento rapido Indice generale Sissi in rete...3 Introduzione...3 Architettura Software...3 Installazione di SISSI in rete...3 Utilizzo di SISSI in Rete...4

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI CSC ritiene che la Business Intelligence sia un elemento strategico e fondamentale che, seguendo

Dettagli

PROGRAMMAZIONE LINEARE IN DUE VARIABILI

PROGRAMMAZIONE LINEARE IN DUE VARIABILI 1 PROGRAMMAZIONE LINEARE IN DUE VARIABILI La ricerca operativa nata durante la seconda guerra mondiale ed utilizzata in ambito militare, oggi viene applicata all industria, nel settore pubblico e nell

Dettagli

Guida Dell di base all'acquisto dei server

Guida Dell di base all'acquisto dei server Guida Dell di base all'acquisto dei server Per le piccole aziende che dispongono di più computer è opportuno investire in un server che aiuti a garantire la sicurezza e l'organizzazione dei dati, consentendo

Dettagli

DigitPA egovernment e Cloud computing

DigitPA egovernment e Cloud computing DigitPA egovernment e Cloud computing Esigenze ed esperienze dal punto di vista della domanda RELATORE: Francesco GERBINO 5 ottobre 2010 Agenda Presentazione della Società Le infrastrutture elaborative

Dettagli