Al termine dell esposizione e del dibattito che ne è seguito,

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Al termine dell esposizione e del dibattito che ne è seguito,"

Transcript

1 Al termine dell esposizione e del dibattito che ne è seguito, Pagina 3 di 14 - Lega Nazionale Professionisti Serie A l Assemblea delibera all unanimità delle 20 società presenti, nessuno contrario nè astenuto, di approvare il documento Linee programmatiche di interesse della Lnpa, nel testo finale proiettato in sala e precisamente: Documento contenente le linee programmatiche di interesse della LNPA (predisposto dal presidente Lotito, di concerto con il presidente Agnelli, sulla base delle indicazioni pervenute dalle società) Tematiche Proposte/aree di intervento Modelli di riferimento Competenza QUESTIONI FEDERALI Miglioramento della governance federale Revisione degli attuali pesi elettorali delle diverse Leghe, in un ottica di maggiore equilibrio complessivo del sistema, o, quantomeno, riconoscimento del potere di proposta vincolante delle Leghe professionistiche sulle riforme di loro specifico interesse Premier League (Professional Game Board, presieduto dal presidente della Premier League) UEFA ( Club Competitions Committee; Professional Football Strategy Council) Assemblea statutaria/ In alternativa: individuazione di opportuni meccanismi di raccordo e coordinamento tra le diverse Leghe professionistiche e tra queste e l area dilettantistica, riconoscendo e valorizzando le rispettive, profonde diversità Miglioramento dei rapporti con il CONI Delega specifica al nuovo presidente federale, con preciso coinvolgimento della LNPA Nuova alleanza CO- NI/FIGC per politiche di interesse comune da sottoporre e far approvare a Governo/Parlamento Organizzazione dell attività e degli uffici federali Due diligence sulla configurazione, l organizzazione e l attività dei diversi uffici federali, con Presidente federale e Comitato di Presidenza

2 Pagina 4 di 14 - Lega Nazionale Professionisti Serie A l obiettivo di razionalizzare, rendere più efficienti e ottimizzare le diverse funzioni attualmente esistenti e, ove necessario e/o opportuno, crearne di nuove Potenziamento dei rapporti internazionali della FIGC e promozione del calcio italiano all'estero Individuazione, di concerto con la LNPA, di un Ministro degli esteri autorevole della Federazione Spagna (collaborazione Federazione/Lega/Ministero del commercio estero per la promozione del calcio spagnolo nel mondo e del paese attraverso il calcio) Sviluppo di sinergie FIGC/LNPA per la promozione del calcio italiano nel mondo Riforma dei campionati Attivazione di un percorso per arrivare alla Serie A a 18 e alla Serie B a 18, con conseguente ulteriore significativa riduzione del numero di società di Lega Pro, ferma restando la previsione di adeguati criteri di stabilizzazione all interno e tra le categorie, senza diritto di veto da parte delle componenti tecniche (necessità di portare a semplice o qualificata standard (2/3), anziché quella attualmente prevista dei 3/4, la maggioranza necessaria per l approvazione delle modifiche all ordinamento dei campionati in CF, ferma restando l intesa delle Leghe interessate) Bundesliga Nuova politica di sviluppo dei settori giovanili Nuovo Masterplan sul modello tedesco o francese, con l attivazione di centri di formazione federale capillarmente diffusi sul territorio Ridefinizione delle categorie di età e Germania Francia Belgio Spagna (relativamente ad alcuni aspetti del modello delle seconde squadre )

3 Pagina 5 di 14 - Lega Nazionale Professionisti Serie A dell articolazione dei campionati giovanili Più efficiente divisione delle competenze tra Settore Giovanile e Scolastico della FIGC e attività giovanile dei club, con relativo potenziamento delle possibili sinergie Potenziamento della dimensione scolastica dell attività del SGS Più chiara definizione della mission formatrice delle diverse Leghe professionistiche (ad es. attraverso la destinazione mirata dei contributi federali) Revisione della normativa sulla multiproprietà dei club per favorire lo sviluppo delle seconde società (qui la proposta innovativa potrebbe essere quella di autorizzare la proprietà di più club professionistici da parte di uno stesso soggetto, ma consentendo altresì il passaggio di calciatori tra le due società in corso di stagione, ovviamente entro certi limiti come nel modello spagnolo). In alternativa, o in combinazione, si potrebbe prevedere l inserimento delle squadre satelliti dei club di Serie A in Serie D nelle categorie inferiori Riforma del Settore Tecnico e rilancio di Coverciano Riforma strutturale del Settore Tecnico come centro di formazione, divulgazione e valorizzazione della scuola calci- Germania Francia

4 Pagina 6 di 14 - Lega Nazionale Professionisti Serie A stica nazionale, in stretto coordinamento con i club professionistici di Serie A (revisione delle competenze, attribuzioni e funzionamento del ST, a cominciare da superamento del meccanismo che presuppone l intesa vincolante del presidente dell AIAC per la nomina del presidente del Settore) Rilancio internazionale del Centro Tecnico di Coverciano, quale sede della memoria, della cultura, della divulgazione e della formazione calcistica nazionale (non solo scuola allenatori, ma anche - ad esempio - scuola di manager e Museo del Calcio immaginato come fonte di ricavi aggiuntivi per la FIGC) Gestione del Club Italia e delle relative risorse Nuova definizione dei principi che governano l organizzazione e il funzionamento del Club Italia Coinvolgimento diretto della LNPA nella gestione del Club Italia, per condividere la programmazione delle attività strategiche di interesse comune (es. stage della Nazionale) Club England della Football Association, presieduto dal presidente della Premier League Accordo UEFA-ECA (relativamente agli indennizzi per il rilascio dei calciatori alle Nazionali e le coperture assicurative) Istituzionalizzazione del contributo federale per i periodi di rilascio dei calciatori alla Nazionale A e Under 21 in occasione di tutte le gare ufficiali (se non altrimenti garantito da FI- FA/UEFA)

5 Pagina 7 di 14 - Lega Nazionale Professionisti Serie A Ricerca di nuove fonti di finanziamento Migliore definizione della disciplina della copertura assicurativa dei calciatori convocati in Nazionale, prevedendo ad esempio l assicurazione integrativa in favore delle società per i danni derivanti da infortuni che comportano una lunga inattività dei calciatori (se non altrimenti garantito da FIFA/UEFA) [da verificare] Potenziamento delle attività commerciali, di marketing e di lobbying della Federazione, con particolare riguardo a: reperimento di nuove risorse private (es. da accordi di sponsorizzazione e licensing) generazione di nuovi ricavi da organizzazione di eventi (es. partite delle squadre Nazionali; grandi manifestazioni), iniziative di formazione e/o trasferimento di know-how (es. Coverciano come laboratorio del calcio di eccellenza ) e progetti speciali (es. Museo del Calcio; convention aziendali a Coverciano) sviluppo dei diritti media e degli asset digitali della FIGC difesa del finanziamento del CONI (almeno ai livelli attuali) accesso a fondi europei, sia in campo sportivo (es. FIFA e UEFA) sia extrasportivo (es. fondi strut- Presidente federale e Comitato di Presidenza

6 Pagina 8 di 14 - Lega Nazionale Professionisti Serie A turali UE) Riforma della giustizia sportiva Riforma delle attuali norme in materia di discriminazione territoriale (reintroduzione, in luogo delle attuali chiusure dei settori dello stadio, di sanzioni pecuniarie e/o attenuanti/esimenti per i club che promuovono/partecipano a specifiche iniziative di prevenzione e/o educazione: in quest ottica, la FIGC potrebbe farsi promotrice di una serie di programmi di prevenzione e sensibilizzazione il cui recepimento da parte dei club varrebbe come fattore attenuante/esimente) CO- NI/Commissario ad acta/ (da verificare i margini di manovra esistenti dopo l approvazione dei nuovi Principi del CONI) Revisione delle norme in materia di responsabilità oggettiva dei club Revisione del sistema delle incompatibilità e regolamentazione delle situazioni di conflitto di interessi per l accesso alle cariche federali Rafforzamento delle garanzie della difesa nei procedimenti Revisione dell istituto dell omessa denuncia Attenuazione degli effetti delle inibizioni inflitti a società e tesserati (es. separazione degli effetti sportivi da quelli amministrativo/gestionali e di rappresentanza isti-

7 Pagina 9 di 14 - Lega Nazionale Professionisti Serie A tuzionale) Maggiore specializzazione degli organi e/o delle funzioni di giustizia sportiva (es. organi dedicati alle Leghe; separazione funzioni inquirenti e requirenti; separazione funzioni di giustizia e funzioni di tutela statutaria e regolamentare: da verificare alla luce del nuovo Codice di Giustizia appena varato dal CONI) Maggiore efficienza della campagna trasferimenti dei calciatori Allineamento delle scadenze degli adempimenti finanziari di luglio a copertura delle operazioni di mercato con quelle dell ammissione al campionato, per consentire l utilizzo generalizzato dei crediti da vendita centralizzata dei diritti della Lega (tv, sponsor, ecc.) a garanzia delle obbligazioni da campagna trasferimenti Premier League (relativamente all uso dei ricavi centralizzati a garanzia dei debiti da campagna trasferimenti) FIFA (relativamente alla maggiore libertà di operare sul mercato internazionale dei trasferimenti) Introduzione di elementi di ulteriore flessibilità nelle modalità di campagna trasferimenti nazionale, nell ottica del definitivo allineamento con quanto è attualmente consentito per le operazioni estere (es. possibilità, su accordo delle parti, di gestire operazioni fuori stanza di compensazione [da verificare]) Razionalizzazione della disciplina del tessera- Introduzione di un nuovo sistema non più basato sui tetti UEFA Premier League (ma potrebbero essere necessarie an-

8 Pagina 10 di 14 - Lega Nazionale Professionisti Serie A mento dei calciatori extracomunitari ai nuovi tesseramenti, bensì sul rispetto di alcune garanzie minime a tutela dei calciatori di origine/formazione nazionale, sul modello di quanto fatto negli ultimi anni in altri paesi europei: es. obbligo di avere in rosa un numero minimo di calciatori formati in casa (UEFA, Premier League); obbligo di avere in rosa un numero minimo di calciatori eleggibili per la Nazionale del paese (Bundesliga); concessione del permesso di lavoro per i nuovi calciatori extracomunitari subordinata al rispetto di parametri minimi di qualità calcistica (Premier League), in tutti questi casi senza limiti al numero complessivo di calciatori extracomunitari tesserabili Bundesliga che modifiche legislative, ad esempio se si vuole cambiare la legge sugli ingressi di nuovi lavoratori extracomunitari) Studio di nuovi e più stringenti paletti per il tesseramento di calciatori extracomunitari nei settori giovanili Adeguamento alle norme europee in materia di Fair play Finanziario e tetto alle rose Definitivo allineamento delle norme per l ammissione ai campionati (Sistema delle Licenze Nazionali) alle regole del Fair Play Finanziario in vigore per le competizioni UEFA Revisione della struttura, composizione e funzionamento degli organi di controllo federali (es. CoVi- SoC, Commissione Premier League e Liga spagnola (relativamente a due modelli recenti, tra loro molto diversi, di recepimento in ambito nazionale delle regole del Fair Play Finanziario stile-uefa UEFA e Premier League (relativamente alle regole che disciplinano il tetto alle rose ) Consiglio federale (per il Fair Play Finanziario) Assemblea di Lega (per il tetto alle rose, ma è utile anche l endorsement del nei riguardi delle componenti tecniche, specie l AIC)

9 Pagina 11 di 14 - Lega Nazionale Professionisti Serie A Licenze nazionali, Uffici Licenze UE- FA e Fair Play Finanziario) Introduzione del tetto alle Rose in Serie A QUESTIONI LEGISLATIVE Riforma della legge 91/81 Categorie di professionisti sportivi Rapporto di lavoro professionistico subordinato Apprendistato Cessione di contratto Fiscalità specifica Riconoscimento dello ius soli per l acquisizione della cittadinanza a fini sportivi Introduzione di norme che rendano più semplice e rapida l acquisizione della cittadinanza italiana per i figli minorenni nati in Italia da genitori stranieri, sul modello di quanto già accade in molti paesi europei Germania Inghilterra Spagna Legge sulla tutela dei marchi Norme CIO, FIFA e UEFA in occasione dei principali eventi sportivi Inghilterra Riconoscimento di royalties per l uso dei marchi delle società di calcio nell esercizio delle scommesse sportive Introduzione di un prelievo sui proventi delle scommesse sul calcio con vincolo di destinazione (a interventi infrastrutturali negli impianti e/o ad iniziative antimanipolazione delle gare) Francia Parlamento Europeo Norme antiviolenza Rafforzamento delle misure repressive anti-violenza negli stadi (es. Daspo), in Inghilterra

10 Pagina 12 di 14 - Lega Nazionale Professionisti Serie A chiave di accertamento rigoroso e punizione intransigente delle responsabilità individuali Introduzione di meccanismi premiali per le società virtuose

Federazione Italiana Giuoco Calcio Consiglio federale, 26 marzo 2015

Federazione Italiana Giuoco Calcio Consiglio federale, 26 marzo 2015 Federazione Italiana Giuoco Calcio Consiglio federale, 26 marzo 2015 1 INDICE MISSION SCENARIO ATTUALE CRITICITA AZIONI 2 MISSION Avviare un programma di rilancio del movimento calcistico femminile nel

Dettagli

focus 71.689 1.387.046 23,9% 7.657

focus 71.689 1.387.046 23,9% 7.657 focus 71.689 squadre Le squadre in attività nel 2010-2011 sono 71.689, delle quali 470 professionistiche, 17.020 dilettantistiche e 54.199 impegnate in attività di settore giovanile. Hanno disputato 704.496

Dettagli

Si allega al presente comunicato: - il quadro riepilogativo delle attività ufficiali della stagione sportiva 2015/2016 (allegato n.

Si allega al presente comunicato: - il quadro riepilogativo delle attività ufficiali della stagione sportiva 2015/2016 (allegato n. 1.2 Scuole di Calcio Le Scuole di Calcio e di Calcio a 5, vengono riconosciute dalla F.I.G.C. che ne cura il controllo e il coordinamento per il tramite del Settore Giovanile e Scolastico sulla base dei

Dettagli

L attività della categoria Giovanissimi costituisce il primo momento di verifica del processo di apprendimento tecnico-formativo.

L attività della categoria Giovanissimi costituisce il primo momento di verifica del processo di apprendimento tecnico-formativo. 2) ATTIVITÀ GIOVANILE AGONISTICA L attività giovanile è ad indirizzo competitivo e si configura principalmente attraverso i risultati delle gare ed il comportamento disciplinare in campo e fuori di Atleti,

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO 00198 ROMA - VIA GREGORIO ALLEGRI, 14 CASELLA POSTALE 245O

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO 00198 ROMA - VIA GREGORIO ALLEGRI, 14 CASELLA POSTALE 245O FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO 00198 ROMA - VIA GREGORIO ALLEGRI, 14 CASELLA POSTALE 245O COMUNICATO UFFICIALE N. 63/A Il Consiglio Federale - ritenuto opportuno modificare l art. 72 delle Norme Organizzative

Dettagli

a cura della FIGC - Settore Giovanile e Scolastico

a cura della FIGC - Settore Giovanile e Scolastico Criteri di ammissione ai Campionati Regionali 1/16 I Comitati Regionali dovranno pubblicare sui Comunicati Ufficiali la composizione degli organici (numero dei gironi e numero squadre ammesse) ed i meccanismi

Dettagli

Sistema Licenze Nazionali 2011/2012

Sistema Licenze Nazionali 2011/2012 Sistema Licenze Nazionali 2011/2012 Le società, per partecipare al Campionato di competenza stagione sportiva 2011/2012, devono ottenere la Licenza Nazionale e a tal fine devono effettuare gli adempimenti

Dettagli

PROGETTO CALCIO A 5 GRANDI ORIZZONTI PER IL NOSTRO SPORT UNITI PER CRESCERE

PROGETTO CALCIO A 5 GRANDI ORIZZONTI PER IL NOSTRO SPORT UNITI PER CRESCERE PROGETTO CALCIO A 5 GRANDI ORIZZONTI PER IL NOSTRO SPORT UNITI PER CRESCERE Il calcio a 5 è fermo, bloccato, immobile. Và ricostruito, viene da un periodo troppo lungo di non scelte, di non coraggio di

Dettagli

(normativa F.I.F.A. in vigore dal 01 agosto 2011 con circolare numero 1273)

(normativa F.I.F.A. in vigore dal 01 agosto 2011 con circolare numero 1273) Alla fine di ogni mese, le società che hanno fatto richiesta dovranno inoltrare all Ufficio Tornei del Settore Giovanile e Scolastico della FIGC tramite i Comitati Regionali competenti nel territorio un

Dettagli

IL BUSINESS DEL CAMPIONATO DI CALCIO SERIE A 2010/2011. agosto 2010

IL BUSINESS DEL CAMPIONATO DI CALCIO SERIE A 2010/2011. agosto 2010 IL BUSINESS DEL CAMPIONATO DI CALCIO SERIE A 2010/2011 agosto 2010 Sommario Introduzione.. pag. 3 Analisi del business pag. 5 Analisi dei bacini d utenza pag. 16 2 Introduzione (1/2) La stagione di Serie

Dettagli

Università di Ferrara. Corso di Laurea in Scienze Motorie Economia e Gestione delle Imprese Sportive. Cesare Mattei

Università di Ferrara. Corso di Laurea in Scienze Motorie Economia e Gestione delle Imprese Sportive. Cesare Mattei Società Professionistiche Università di Ferrara Corso di Laurea in Scienze Motorie Economia e Gestione delle Imprese Sportive Cesare Mattei VINCOLO SPORTIVO Nasceva con il tesseramento dell atleta da parte

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO SETTORE GIOVANILE E SCOLASTICO

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO SETTORE GIOVANILE E SCOLASTICO FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO SETTORE GIOVANILE E SCOLASTICO 00198 ROMA VIA PO, 36 STAGIONE SPORTIVA 2015/2016 COMUNICATO UFFICIALE N 7 DEL 03/08/2015 CIRCOLARE N 1 ATTIVITÀ AGONISTICA A) Campionato

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO 00198 ROMA - VIA GREGORIO ALLEGRI, 14 CASELLA POSTALE 245O COMUNICATO UFFICIALE N. 96/A. Il Consiglio Federale

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO 00198 ROMA - VIA GREGORIO ALLEGRI, 14 CASELLA POSTALE 245O COMUNICATO UFFICIALE N. 96/A. Il Consiglio Federale Allegato al C.U. n. 9 pag. n 1 FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO 00198 ROMA - VIA GREGORIO ALLEGRI, 14 CASELLA POSTALE 245O COMUNICATO UFFICIALE N. 96/A Il Consiglio Federale - Preso atto che il prossimo

Dettagli

PRESENTATO OGGI REPORTCALCIO 2015 : IL CALCIO TRA LE PRIME 10 INDUSTRIE ITALIANE

PRESENTATO OGGI REPORTCALCIO 2015 : IL CALCIO TRA LE PRIME 10 INDUSTRIE ITALIANE PRESENTATO OGGI REPORTCALCIO 2015 : IL CALCIO TRA LE PRIME 10 INDUSTRIE ITALIANE Il volume, edito dalla FIGC con la collaborazione di AREL e PwC, rappresenta la fotografia più aggiornata sullo stato del

Dettagli

COMUNICATO UFFICIALE N. 158/L DEL 4 DICEMBRE 2015

COMUNICATO UFFICIALE N. 158/L DEL 4 DICEMBRE 2015 COMUNICATO UFFICIALE N. 158/L DEL 4 DICEMBRE 2015 LEGA ITALIANA CALCIO PROFESSIONISTICO 158/323 Comunicazioni della F.I.G.C. Si riporta il testo del Com. Uff. n. 212/A della F.I.G.C., pubblicato in data

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO 00198 ROMA - VIA GREGORIO ALLEGRI, 14 CASELLA POSTALE 245O

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO 00198 ROMA - VIA GREGORIO ALLEGRI, 14 CASELLA POSTALE 245O FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO 00198 ROMA - VIA GREGORIO ALLEGRI, 14 CASELLA POSTALE 245O COMUNICATO UFFICIALE N. 245/A Il Consiglio Federale Ritenuta la necessità di modificare il Regolamento dell

Dettagli

IN COLLABORAZIONE CON. Promuove il Corso. Football Manager

IN COLLABORAZIONE CON. Promuove il Corso. Football Manager IN COLLABORAZIONE CON Promuove il Corso Football Manager DESCRIZIONE DEL PROFILO PROFESSIONALE Il Football Manager è un dirigente che ricopre un ruolo di grande rilievo all interno di una società calcistica.

Dettagli

COMUNICAZIONE ALLE SOCIETA INVIO DOCUMENTAZIONE

COMUNICAZIONE ALLE SOCIETA INVIO DOCUMENTAZIONE COMUNICAZIONE ALLE SOCIETA LE LISTE DI SVINCOLO PER RINUNCIA (EX ART.107 N.O.I.F.) PRODOTTE ON LINE DALLA SOCIETA, PER AVERE VALIDITA DEVONO ESSERE RESE DEFINITIVE, STAMPATE, FIRMATE DAL LEGALE RAPPRESENTANTE

Dettagli

Stagione Sportiva 2012/2013. Comunicato Ufficiale N. 001

Stagione Sportiva 2012/2013. Comunicato Ufficiale N. 001 Stagione Sportiva 2012/2013 Comunicato Ufficiale N. 001 1. COMUNICAZIONI DELLA F.I.G.C. 2. COMUNICAZIONI DELLA L.N.D. 3. COMUNICAZIONI DELLA DIVISIONE CALCIO A CINQUE 1.1 SITO INTERNET Si segnala che l

Dettagli

INDIRIZZO A.F.M. MANAGEMENT DELLO SPORT

INDIRIZZO A.F.M. MANAGEMENT DELLO SPORT INDIRIZZO A.F.M. MANAGEMENT DELLO SPORT Lo sport in Italia, è uno dei pochi settori in crescita costante che richiede nuovi professionisti in grado di affiancare alla passione le conoscenze tecniche e

Dettagli

Juventus Football Club: Il CdA approva i dati relativi al primo semestre 2006/2007

Juventus Football Club: Il CdA approva i dati relativi al primo semestre 2006/2007 Juventus Football Club: Il CdA approva i dati relativi al primo semestre 2006/2007 Sommario i Ricavi del semestre sono pari a 101,5 milioni, in diminuzione del 6,9% rispetto a 109 milioni consuntivati

Dettagli

CORSI PER DIRIGENTI SPORTIVI DI SOCIETA CALCISTICHE ASSOCIATE ALLA LEGA NAZIONALE DILETTANTI

CORSI PER DIRIGENTI SPORTIVI DI SOCIETA CALCISTICHE ASSOCIATE ALLA LEGA NAZIONALE DILETTANTI CORSI PER DIRIGENTI SPORTIVI DI SOCIETA CALCISTICHE ASSOCIATE ALLA LEGA NAZIONALE DILETTANTI Per la stagione sportiva 2005 2006 il Comitato Regionale Puglia della Lega Nazionale Dilettanti, in collaborazione

Dettagli

TESSERAMENTO STRANIERI TESSERAMENTI DA INVIARE DIRETTAMENTE A F.I.G.C. UFFICIO TESSERAMENTO CENTRALE VIA PO,36 00198 ROMA

TESSERAMENTO STRANIERI TESSERAMENTI DA INVIARE DIRETTAMENTE A F.I.G.C. UFFICIO TESSERAMENTO CENTRALE VIA PO,36 00198 ROMA TESSERAMENTO STRANIERI TESSERAMENTI DA INVIARE DIRETTAMENTE A F.I.G.C. UFFICIO TESSERAMENTO CENTRALE VIA PO,36 00198 ROMA VADEMECUM PER IL TESSERAMENTO DI ATLETI ESTERI SOLO MAGGIORENNI PRIMO TESSERAMENTO

Dettagli

L attività delle categorie di Base ha carattere eminentemente promozionale, ludico e didattico ed è organizzata su base strettamente locale.

L attività delle categorie di Base ha carattere eminentemente promozionale, ludico e didattico ed è organizzata su base strettamente locale. In queste affermazioni, riportate peraltro su un documento-video ufficiale, si richiama l attenzione circa i modelli educativi a cui si devono riferire tutte le attività promosse, organizzate e praticate

Dettagli

COMUNICATO UFFICIALE N. 247 DEL 4 GIUGNO 2012. Coppa Italia 2012/2013, 2013/2014 e 2014/2015 REGOLAMENTO

COMUNICATO UFFICIALE N. 247 DEL 4 GIUGNO 2012. Coppa Italia 2012/2013, 2013/2014 e 2014/2015 REGOLAMENTO COMUNICATO UFFICIALE N. 247 DEL 4 GIUGNO 2012 Coppa Italia 2012/2013, 2013/2014 e 2014/2015 (di seguito la Competizione ) REGOLAMENTO 1) ORGANIZZAZIONE e DENOMINAZIONE DELLA COMPETIZIONE Organizzatrice

Dettagli

DELLA CONSULTA COMUNALE PER LO SPORT

DELLA CONSULTA COMUNALE PER LO SPORT COMUNE di BRUGHERIO Provincia di Monza e della Brianza REGOLAMENTO DELLA CONSULTA COMUNALE PER LO SPORT Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 6 del 04/02/2005 Modificato con Deliberazione

Dettagli

TITOLO III. - LA STRUTTURA. 1. L Assemblea della Federazione si compone dei delegati delle società ed associazioni ad

TITOLO III. - LA STRUTTURA. 1. L Assemblea della Federazione si compone dei delegati delle società ed associazioni ad TITOLO III. - LA STRUTTURA a) L Assemblea Art. 14 Composizione 1. L Assemblea della Federazione si compone dei delegati delle società ed associazioni ad essa affi liate, che vi partecipano, con eguali

Dettagli

Milano, 27 maggio 2014

Milano, 27 maggio 2014 Milano, 27 maggio 2014 La Lega Nazionale Professionisti Serie A (Lega Calcio Serie A), in relazione alle osservazioni formulate da un Operatore della Comunicazione precisato che - l Invito a Presentare

Dettagli

Attività di formazione, attività promozionale e attività scolastica. Corsi di formazione e di informazione. Fuoriclasse cup. Comunicato Ufficilale N 1

Attività di formazione, attività promozionale e attività scolastica. Corsi di formazione e di informazione. Fuoriclasse cup. Comunicato Ufficilale N 1 Stagione sportiva 2006/2007 Comunicato Ufficilale N 1 4 Attività di formazione, attività promozionale e attività scolastica Corsi di formazione e di informazione Fuoriclasse cup C. ATTIVITA PROMOZIONALE

Dettagli

COMITATO REGIONALE VENETO

COMITATO REGIONALE VENETO Federazione Italiana Giuoco Calcio Lega Nazionale Dilettanti COMITATO REGIONALE VENETO VIA DELLA PILA 1 30175 MARGHERA (VE) CENTRALINO: 041 25.24.111 FAX: 041 25.24.120 041 25.24.140 Indirizzo Internet:

Dettagli

INDICE PARTE I SPORT E GIUSTIZIA. CAPITOLO 1 I RAPPORTI TRA GIUSTIZIA SPORTIVA E GIUSTIZIA ORDINARIA di Piero Sandulli

INDICE PARTE I SPORT E GIUSTIZIA. CAPITOLO 1 I RAPPORTI TRA GIUSTIZIA SPORTIVA E GIUSTIZIA ORDINARIA di Piero Sandulli INDICE Premessa............................................. Introduzione al tema....................................... XIII XVII PARTE I SPORT E GIUSTIZIA I RAPPORTI TRA GIUSTIZIA SPORTIVA E GIUSTIZIA

Dettagli

111 Società partecipanti ai 4 campionati professionistici 2012-2013. 20 su 20. 94 su 111. 20 su 22. 64 su 94. 16 su 94. 26 su 36.

111 Società partecipanti ai 4 campionati professionistici 2012-2013. 20 su 20. 94 su 111. 20 su 22. 64 su 94. 16 su 94. 26 su 36. ReportCalc o2014 CARATTERISTICHE DEL CAMPIONE ANALIZZATO 2012-2013 SERIE A, SERIE B E LEGA PRO 2012-2013 40 0 33 36 28 20 20 22 26 18 18 20 17 18 11 10 6 2 9 11 5 3 Serie A Serie B Lega Pro 1 a Div Lega

Dettagli

NORME ORGANIZZATIVE INTERNE DELLA F.I.G.C.

NORME ORGANIZZATIVE INTERNE DELLA F.I.G.C. NORME ORGANIZZATIVE INTERNE DELLA F.I.G.C. Parte I I SOGGETTI TITOLO Vl. - I CALCIATORI Art. 27 I calciatori 1. I calciatori tesserati per la F.I.G.C. sono qualificati nelle seguenti categorie: a) "professionisti";

Dettagli

ASSEMBLEA ORDINARIA DEGLI AZIONISTI

ASSEMBLEA ORDINARIA DEGLI AZIONISTI ASSEMBLEA ORDINARIA DEGLI AZIONISTI Juventus Stadium 24 ottobre 2014 2 3 Aumento ricavi e risultato Importi in milioni di Euro 251 MATCH DAY + TV RIGHTS + COMMERCIAL RISULTATO ANTE IMPOSTE 280 0-32 0 2005/2006

Dettagli

Comunicato Ufficiale N. 001

Comunicato Ufficiale N. 001 1 Stagione Sportiva 2010/2011 Comunicato Ufficiale N. 001 1. COMUNICAZIONI DELLA F.I.G.C. 2. COMUNICAZIONI DELLA L.N.D. 3. COMUNICAZIONI DELLA DIVISIONE CALCIO A CINQUE 1.1 SITO INTERNET Si segnala che

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO 00198 ROMA - VIA GREGORIO ALLEGRI, 14 CASELLA POSTALE 245O COMUNICATO UFFICIALE N. 168/A TERMINI DI TESSERAMENTO PER LA STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 PER SOCIETA DI SERIE

Dettagli

IL CDA APPROVA I DATI RELATIVI AL PRIMO TRIMESTRE 2010/2011

IL CDA APPROVA I DATI RELATIVI AL PRIMO TRIMESTRE 2010/2011 IL CDA APPROVA I DATI RELATIVI AL PRIMO TRIMESTRE 2010/2011 Sommario i Ricavi del primo trimestre sono pari a 48,8 milioni, in diminuzione di 16,1 milioni (pari al 24,8%) rispetto a 64,9 milioni del primo

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO 00198 ROMA - VIA GREGORIO ALLEGRI, 14

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO 00198 ROMA - VIA GREGORIO ALLEGRI, 14 FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO 00198 ROMA - VIA GREGORIO ALLEGRI, 14 CASELLA POSTALE 245O COMUNICATO UFFICIALE N. 285/A TERMINI DI TESSERAMENTO PER LA STAGIONE SPORTIVA 2015/2016 PER SOCIETÀ DI SERIE

Dettagli

Stagione Sportiva 2015/2016. Comunicato Ufficiale N. 001

Stagione Sportiva 2015/2016. Comunicato Ufficiale N. 001 Stagione Sportiva 2015/2016 Comunicato Ufficiale N. 001 COMUNICAZIONI DELLA F.I.G.C. COMUNICAZIONI DELLA L.N.D. COMUNICAZIONI DELLA DIVISIONE CALCIO A CINQUE 1.1 SITO INTERNET Si segnala che l indirizzo

Dettagli

COMUNICATO UFFICIALE N. 320/L DEL 6 MAGGIO 2015

COMUNICATO UFFICIALE N. 320/L DEL 6 MAGGIO 2015 COMUNICATO UFFICIALE N. 320/L DEL 6 MAGGIO 2015 LEGA ITALIANA CALCIO PROFESSIONISTICO 320/569 Comunicazioni della F.I.G.C. Si riporta il testo del Com. Uff. n. 245/A della F.I.G.C., pubblicato in data

Dettagli

PRIMO TESSERAMENTO DI CALCIATORI STRANIERI MAGGIORENNI

PRIMO TESSERAMENTO DI CALCIATORI STRANIERI MAGGIORENNI VADEMECUM TESSERAMENTO STRANIERI PRIMO TESSERAMENTO DI CALCIATORI STRANIERI MAGGIORENNI Di seguito si ritiene opportuno ricordare nuovamente quanto previsto dalla vigente normativa in ordine alla sottoscrizione,

Dettagli

STATUTO CONSULTA GIOVANILE COMUNALE COMUNE DI ORISTANO. Comuni de Aristanis

STATUTO CONSULTA GIOVANILE COMUNALE COMUNE DI ORISTANO. Comuni de Aristanis COMUNE DI ORISTANO Comuni de Aristanis STATUTO CONSULTA GIOVANILE COMUNALE (APPROVATO CON DELIBERA C.C. N. 21 DEL 06.03.2008) (MODIFICATO CON DELIBERA C.C. NR. 8 DEL 10.03.2009). I N D I C E CAPO I NORME

Dettagli

SEMINARIO: Armonizzazione dei sistemi contabili e di bilancio nella P.A.: riflessioni e prospettive

SEMINARIO: Armonizzazione dei sistemi contabili e di bilancio nella P.A.: riflessioni e prospettive SEMINARIO: Armonizzazione dei sistemi contabili e di bilancio nella P.A.: riflessioni e prospettive INTERVENTO: La Riforma della contabilità delle amministrazioni pubbliche: le principali innovazioni e

Dettagli

Protocollo di Intesa

Protocollo di Intesa Protocollo di Intesa tra Istituto Nazionale di Previdenza Sociale (di seguito denominato INPS), E Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca (di seguito denominato MIUR) per la valorizzazione

Dettagli

IPOTESI DI RIFORMA DEL VINCOLO SPORTIVO

IPOTESI DI RIFORMA DEL VINCOLO SPORTIVO SCHEDA N. 1 IPOTESI DI RIFORMA DEL VINCOLO SPORTIVO Norme da modificare: Regolamento organico. Tempi previsti: Approvazione del Consiglio Federale entro dicembre 2014, entrate in vigore 1 luglio 2015.

Dettagli

Proposta di Legge LIPPIT

Proposta di Legge LIPPIT Documento aggiornato al 03/05/2013 Proposta di Legge LIPPIT 1 Premessa Ritorno ad una gestione diretta del settore dopo i danni creati dalle leggi D.P.R. 169/98 - D.P.R. 33/2002 D.L. 449/99 scommesse sottratte

Dettagli

IL MARKETING SPORTIVO, COOPERAZIONI E MODELLI GESTIONALI NEL CALCIO

IL MARKETING SPORTIVO, COOPERAZIONI E MODELLI GESTIONALI NEL CALCIO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA, SCIENZE POLITICHE, GIURISPRUDENZA, INGEGNERIA, ECONOMIA Corso di Laurea Interdipartimentale in Comunicazione, Innovazione e Multimedialità

Dettagli

L AUTOARBITRAGGIO: Istruzioni per l uso

L AUTOARBITRAGGIO: Istruzioni per l uso L AUTOARBITRAGGIO: Istruzioni per l uso Visti i positivi riscontri avuti, nella corrente stagione sportiva le gare della categoria Pulcini dovranno essere arbitrate con il metodo dell autoarbitraggio [

Dettagli

IL CDA APPROVA I RISULTATI DEL PRIMO TRIMESTRE DELL ESERCIZIO 2012/2013

IL CDA APPROVA I RISULTATI DEL PRIMO TRIMESTRE DELL ESERCIZIO 2012/2013 IL CDA APPROVA I RISULTATI DEL PRIMO TRIMESTRE DELL ESERCIZIO 2012/2013 Sintesi dei risultati al 30 settembre 2012: I trimestre Importi in milioni di Euro 2012/2013 2011/2012 Assolute % Ricavi 54,6 33,7

Dettagli

DELIBERE FIP SULLE QUOTE DEGLI ATLETI A REFERTO NN. 215, 219, 221

DELIBERE FIP SULLE QUOTE DEGLI ATLETI A REFERTO NN. 215, 219, 221 Regolamentazione Nazionale 43 DELIBERE FIP SULLE QUOTE DEGLI ATLETI A REFERTO NN. 215, 219, 221 DELIBERA N. 215 II Consiglio Federale, visti lo Statuto e i Regolamenti federali; la legge 23 marzo 1981,

Dettagli

Management dei Servizi Sportivi

Management dei Servizi Sportivi Master in Management dei Servizi Sportivi Edizione 2014 SOGGETTO PROMOTORE Prodest S. c. a r. l. Ente di Formazione accreditato presso Regione Basilicata e Regione Lombardia Sede legale: via Milano, 14-21052

Dettagli

Champions League 2009/2010: Inter Bayern Monaco, aspetti economici della finale di Madrid. maggio 2010

Champions League 2009/2010: Inter Bayern Monaco, aspetti economici della finale di Madrid. maggio 2010 Champions League 2009/2010: Inter Bayern Monaco, aspetti economici della finale di Madrid maggio 2010 Sommario Introduzione pag.3 La Finale in cifre pag.4 Le sfidanti a confronto pag.9 Analisi dei Premi

Dettagli

GUIDA REGOLAMENTO DELL ELENCO SPECIALE DEI DIRETTORI SPORTIVI FIGC. Di Francesco Casarola

GUIDA REGOLAMENTO DELL ELENCO SPECIALE DEI DIRETTORI SPORTIVI FIGC. Di Francesco Casarola GUIDA REGOLAMENTO DELL ELENCO SPECIALE DEI DIRETTORI SPORTIVI FIGC Di Francesco Casarola Copyright Aprile 2015 SOMMARIO 1. Introduzione 2. Soggetti a. Direttori sportivi b. Collaboratore della gestione

Dettagli

Delega al Governo in materia di riordino degli enti di ricerca - - Art. 1. Art. 1.

Delega al Governo in materia di riordino degli enti di ricerca - - Art. 1. Art. 1. DISEGNO DI LEGGE presentato dal Ministro dell università e della ricerca (MUSSI) di concerto col Ministro per le riforme e le innovazioni nella pubblica amministrazione (NICOLAIS) e col Ministro dell economia

Dettagli

LEGA ITALIANA CALCIO PROFESSIONISTICO. Sanzioni penali e sanzioni sportive

LEGA ITALIANA CALCIO PROFESSIONISTICO. Sanzioni penali e sanzioni sportive LEGA ITALIANA CALCIO PROFESSIONISTICO LOTTA ALLE FRODI NELLE SCOMMESSE SPORTIVE Sanzioni penali e sanzioni sportive SANZIONI INDICE SANZIONI PENALI L.401/89 - Art. 1. Frode in competizioni sportive pag.

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO LEGA NAZIONALE DILETTANTI COMITATO REGIONALE PUGLIA

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO LEGA NAZIONALE DILETTANTI COMITATO REGIONALE PUGLIA FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO LEGA NAZIONALE DILETTANTI COMITATO REGIONALE PUGLIA VIA Nicola Pende, 23-70124 BARI TEL. 080/5699011 - FAX 080/5648960 - NUMERO VERDE 800 445052 SERVIZIO PRONTO A.I.A.

Dettagli

Comunicato Ufficiale N. 001

Comunicato Ufficiale N. 001 Stagione Sportiva 2014/2015 Comunicato Ufficiale N. 001 1. COMUNICAZIONI DELLA F.I.G.C. 2. COMUNICAZIONI DELLA L.N.D. 3. COMUNICAZIONI DELLA DIVISIONE CALCIO A CINQUE 3.1.1 SITO INTERNET Si segnala che

Dettagli

ALLEGATO A. Oggetto: Domanda di ammissione al Corso Base - Uefa B indetto con Comunicato Ufficiale del Settore Tecnico n 22

ALLEGATO A. Oggetto: Domanda di ammissione al Corso Base - Uefa B indetto con Comunicato Ufficiale del Settore Tecnico n 22 ALLEGATO A Foto Tessera spillare lungo il bordo Spett.le COMITATO REGIONALE CAMPANIA L.N.D. - F.I.G.C. CORSO BASE Uefa B Strettola S.Anna alle Paludi, 115 80142 NAPOLI NA Oggetto: Domanda di ammissione

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA TRA IL MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA. ALMA- Scuola Internazionale di Cucina Italiana

PROTOCOLLO DI INTESA TRA IL MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA. ALMA- Scuola Internazionale di Cucina Italiana PROTOCOLLO DI INTESA TRA IL MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA E ALMA- Scuola Internazionale di Cucina Italiana 1 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento

Dettagli

La rete burocratica è: Un insieme di imprese con relazioni di interdipendenza. regolate da meccanismi dell istituzionalizzazione formalizzati

La rete burocratica è: Un insieme di imprese con relazioni di interdipendenza. regolate da meccanismi dell istituzionalizzazione formalizzati La rete burocratica è: Un insieme di imprese con relazioni di interdipendenza regolate da meccanismi dell istituzionalizzazione formalizzati 1 Meccanismi dell istituzionalizzazione formalizzati nelle reti

Dettagli

Dalla tecnica individuale all organizzazione del gioco di squadra

Dalla tecnica individuale all organizzazione del gioco di squadra Associazione Italiana Allenatori Calcio Comitato di Bologna www.aiacbo.it Lunedì 16 marzo 2009 ore 15-19 19 Dalla tecnica individuale all organizzazione del gioco di squadra Incontro Nazionale di aggiornamento

Dettagli

Riepilogo ciclo licenze 2013/2014. Federazione Sammarinese Giuoco Calcio 19 Dicembre 2014

Riepilogo ciclo licenze 2013/2014. Federazione Sammarinese Giuoco Calcio 19 Dicembre 2014 Riepilogo ciclo licenze 2013/2014 Federazione Sammarinese Giuoco Calcio 19 Dicembre 2014 Alcuni dati finanziari anno 2012 15 Società affiliate a FSGC (Tutte hanno ottenuto la Licenza UEFA, 14 in prima

Dettagli

ASSEMBLEA ORDINARIA DEGLI AZIONISTI IFI S.p.A.

ASSEMBLEA ORDINARIA DEGLI AZIONISTI IFI S.p.A. ASSEMBLEA ORDINARIA DEGLI AZIONISTI IFI S.p.A. Relazioni illustrative sulle proposte concernenti le materie all ordine del giorno dell Assemblea Ordinaria degli Azionisti 1 ASSEMBLEA ORDINARIA DEGLI AZIONISTI

Dettagli

COMUNICATO UFFICIALE N. 1 Stagione Sportiva 2014-2015

COMUNICATO UFFICIALE N. 1 Stagione Sportiva 2014-2015 COMUNICATO UFFICIALE N. 1 Stagione Sportiva 2014-2015 I) ATTIVITA UFFICIALE DELLA LEGA NAZIONALE DILETTANTI La Lega Nazionale Dilettanti - in attuazione delle disposizioni di cui all art. 49, punto 1,

Dettagli

TITOLO I... 5 LA FEDERAZIONE... 5 ART. 1... 5. Definizione e natura... 5 ART. 2... 5. Principi fondamentali... 5 ART. 3... 6

TITOLO I... 5 LA FEDERAZIONE... 5 ART. 1... 5. Definizione e natura... 5 ART. 2... 5. Principi fondamentali... 5 ART. 3... 6 STATUTO FIGC INDICE TITOLO I... 5 LA FEDERAZIONE... 5 ART. 1... 5 Definizione e natura... 5 ART. 2... 5 Principi fondamentali... 5 ART. 3.... 6 Funzioni e obiettivi della FIGC... 6 ART. 4... 6 Funzionamento

Dettagli

IL Ministro per la pubblica amministrazione e l innovazione, Le Regioni, le Province e i Comuni, le Organizzazioni sindacali, concordano quanto segue.

IL Ministro per la pubblica amministrazione e l innovazione, Le Regioni, le Province e i Comuni, le Organizzazioni sindacali, concordano quanto segue. IL Ministro per la pubblica amministrazione e l innovazione, Le Regioni, le Province e i Comuni, le Organizzazioni sindacali, concordano quanto segue. La pubblica amministrazione è stata oggetto negli

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO 00198 ROMA - VIA GREGORIO ALLEGRI, 14 CASELLA POSTALE 245

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO 00198 ROMA - VIA GREGORIO ALLEGRI, 14 CASELLA POSTALE 245 FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO 00198 ROMA - VIA GREGORIO ALLEGRI, 14 CASELLA POSTALE 245 COMUNICATO UFFICIALE N. 56/A Il Presidente Federale ritenuta la necessità di determinare gli oneri finanziari

Dettagli

PERIODI TESSERAMENTI 2014/2015

PERIODI TESSERAMENTI 2014/2015 COMUNICATO UFFICIALE N. 169/A PERIODI TESSERAMENTI 2014/2015 TERMINI E MODALITA' STABILITI DALLA LEGA NAZIONALE DILETTANTI PER L'INVIO DELLE LISTE DI SVINCOLO, PER LE VARIAZIONI DI TESSERAMENTO E PER I

Dettagli

A cura di Stefania Vitucci Vice Capo dell Ufficio Legislativo del Ministro per le Politiche Europee

A cura di Stefania Vitucci Vice Capo dell Ufficio Legislativo del Ministro per le Politiche Europee L attuazione della normativa europea (Il modello statale di adeguamento dell ordinamento interno alla normativa europea. La legge comunitaria annuale). A cura di Stefania Vitucci Vice Capo dell Ufficio

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA CONFERENZA CITTADINA DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE AUTONOME STATALI E PARITARIE DELL INFANZIA E DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE

REGOLAMENTO DELLA CONFERENZA CITTADINA DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE AUTONOME STATALI E PARITARIE DELL INFANZIA E DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE REGOLAMENTO DELLA CONFERENZA CITTADINA DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE AUTONOME STATALI E PARITARIE DELL INFANZIA E DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 Finalità 1.1 Il

Dettagli

Genova 13 Settembre 2010

Genova 13 Settembre 2010 Genova 13 Settembre 2010 Progetto Giovani Matteo Quarantelli 2 La percezione della qualità di un servizio è generato dalla corrispondenza con le aspettative (bisogni) degli utenti. I nostri utenti sono

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 28 DEL 20-07-2001 REGIONE BASILICATA

LEGGE REGIONALE N. 28 DEL 20-07-2001 REGIONE BASILICATA LEGGE REGIONALE N. 28 DEL 20-07-2001 REGIONE BASILICATA "PROMOZIONE DELL'ACCESSO AL LAVORO DELLE PERSONE DISABILI". Fonte: BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA N. 49 del 24 luglio 2001 IL CONSIGLIO

Dettagli

INTESE DI PROGRAMMA. tra. Ministero dell Interno. Comitato Olimpico Nazionale Italiano. Federazione Italiana Giuoco Calcio

INTESE DI PROGRAMMA. tra. Ministero dell Interno. Comitato Olimpico Nazionale Italiano. Federazione Italiana Giuoco Calcio INTESE DI PROGRAMMA tra Ministero dell Interno Ministero per i Beni e le Attività Culturali Ministero per l Innovazione e le Tecnologie Associazione Nazionale Comuni d Italia Comitato Olimpico Nazionale

Dettagli

PROFILE. La Kick Off Group ha il suo core business in tre grandi aree di specializzazione:

PROFILE. La Kick Off Group ha il suo core business in tre grandi aree di specializzazione: PROFILE La Kick Off Group ha il suo core business in tre grandi aree di specializzazione: La Kick Off Group nasce con la prospettiva di offrire al mercato il proprio know how, basandosi sull esperienza

Dettagli

CHAMPIONS LEAGUE: ANALISI DEI RICAVI DEI CLUB DA CONTRIBUTI UEFA 2003-2010. settembre 2010

CHAMPIONS LEAGUE: ANALISI DEI RICAVI DEI CLUB DA CONTRIBUTI UEFA 2003-2010. settembre 2010 CHAMPIONS LEAGUE: ANALISI DEI RICAVI DEI CLUB DA CONTRIBUTI UEFA 2003-2010 settembre 2010 INTRODUZIONE (1/3) Nella stagione 2009/10, l UEFA ha distribuito 746,4 milioni di Euro ai club partecipanti alla

Dettagli

DELEGAZIONE PROVINCIALE DI PAVIA

DELEGAZIONE PROVINCIALE DI PAVIA FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO DELEGAZIONE PROVINCIALE DI PAVIA Via Tasso 44/46-27100 PAVIA Tel. 0382/539153 0382/532218 Fax 0382/29480 Internet: http://www.lnd.it e-mail: del.pavia@lnd.it Stagione

Dettagli

Comunicato Ufficiale N 005 /bis del 07/08/2010

Comunicato Ufficiale N 005 /bis del 07/08/2010 - cu 005 / 132 - Federazione Italiana Giuoco Calcio Lega Nazionale Dilettanti COMITATO REGIONALE UMBRIA Delegazione Regionale Calcio a Cinque STRADA DI PREPO N.1 = 06129 PERUGIA (PG) CENTRALINO: 075 5069611

Dettagli

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Oggetto: schema di decreto recante linee guida in materia di semplificazione e promozione dell istruzione tecnico professionale a norma dell articolo 52 del decreto legge 9 febbraio 2012, n.5, convertito

Dettagli

ANNO 2011 O STAGIONE SPORTIVA 2010/2011

ANNO 2011 O STAGIONE SPORTIVA 2010/2011 SCADENZA PERENTORIA 31 GENNAIO 2012 DOMANDA ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTO PER L'ATTIVITA ORDINARIA E CONTINUATIVA E LA PROMOZIONE DELLO SPORT AI SENSI DELLA L.R. N 17 DEL 17 MAGGIO 1999 ANNO 2011 O STAGIONE

Dettagli

(Finalità e oggetto)

(Finalità e oggetto) Delega al Governo per la riforma del Terzo settore, dell impresa sociale e per la disciplina del Servizio civile universale Art. 1. (Finalità e oggetto) 1. Il Governo è delegato ad adottare, entro dodici

Dettagli

Gli altri protagonisti singoli del diritto dello sport italiano

Gli altri protagonisti singoli del diritto dello sport italiano Facoltà di economia e commercio (2012/13) Gli altri protagonisti singoli del diritto dello sport italiano L agente dei calciatori: operatività e disciplina giuridica Premessa Nel 2010, l attività sportiva

Dettagli

indice Focus Parte Prima Il censimento del calcio italiano Parte Seconda il profilo delle rappresentative nazionali

indice Focus Parte Prima Il censimento del calcio italiano Parte Seconda il profilo delle rappresentative nazionali ReportCalc o212 ReportCalcio 212 4 indice pagina 13 21 39 57 63 119 131 143 157 Focus Parte Prima Il censimento del calcio italiano Parte Seconda il profilo delle rappresentative nazionali Parte Terza

Dettagli

Indice. il contesto. i tagli. le tasse comunali. le linee guida. il bilancio

Indice. il contesto. i tagli. le tasse comunali. le linee guida. il bilancio Indice il contesto i tagli le tasse comunali le linee guida il bilancio 02 La crisi: meno risorse, meno investimenti, più domanda di servizi 03 La finanza dei comuni dal 2008 ad oggi: meno risorse, meno

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO 00198 ROMA - VIA GREGORIO ALLEGRI, 14

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO 00198 ROMA - VIA GREGORIO ALLEGRI, 14 FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO 00198 ROMA - VIA GREGORIO ALLEGRI, 14 CASELLA POSTALE 245O COMUNICATO UFFICIALE N. 93/A Il Consiglio Federale - visto l art. 2, comma 2 della deliberazione n. 1254 del

Dettagli

Ministero delle infrastrutture e dei trasporti

Ministero delle infrastrutture e dei trasporti Ministero delle infrastrutture e dei trasporti Piano Nazionale di edilizia abitativa Visto il decreto legge 25 giugno 2008, n 112 convertito con modificazioni dalla legge 6 agosto 2008, n 133, recante

Dettagli

ASSOCIAZIONE AMBIENTE E LAVORO

ASSOCIAZIONE AMBIENTE E LAVORO Schema di disegno di legge recante: Delega al Governo per l emanazione di un testo unico per il riassetto normativo e la riforma della salute e sicurezza sul lavoro bozza aggiornata al 30 dicembre 2006

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE DELFINO, NARO

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE DELFINO, NARO Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 5262 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI DELFINO, NARO Istituzione della Lega ippica italiana e disposizioni per la promozione del

Dettagli

Regolamento per la Formazione e l Aggiornamento professionale permanente

Regolamento per la Formazione e l Aggiornamento professionale permanente Regolamento per la Formazione e l Aggiornamento professionale permanente Associazione Italiana per la Pianificazione ed il Controllo di Gestione nelle Banche, nelle Società Finanziarie e nelle Assicurazioni

Dettagli

Private Banking e Fondi Immobiliari

Private Banking e Fondi Immobiliari 0 Private Banking e Fondi Immobiliari Il mercato dei fondi immobiliari Il mercato dei fondi immobiliari nel mondo e in Europa Nel 2005 il portafoglio dei gestori professionali ha superato gli 800 mld di

Dettagli

Comunicato Ufficilale N 1. Stagione sportiva 2006/2007. Attività giovanile, attività femminile e Calcio a cinque. Giovanissimi.

Comunicato Ufficilale N 1. Stagione sportiva 2006/2007. Attività giovanile, attività femminile e Calcio a cinque. Giovanissimi. Stagione sportiva 2006/2007 Comunicato Ufficilale N 1 3 Attività giovanile, attività femminile e Calcio a cinque Giovanissimi Allievi B. ATTIVITÀ GIOVANILE 1 - CATEGORIA GIOVANISSIMI A. CARATTERISTICHE

Dettagli

L incontro tra Europa e Asia nell ambito del progetto internazionale della GAZPROM, dedicato ai ragazzi FOOTBALL FOR FRIENDSHIP

L incontro tra Europa e Asia nell ambito del progetto internazionale della GAZPROM, dedicato ai ragazzi FOOTBALL FOR FRIENDSHIP L incontro tra Europa e Asia nell ambito del progetto internazionale della GAZPROM, dedicato ai ragazzi FOOTBALL FOR FRIENDSHIP La società Gazprom, partner ufficiale della UEFA Champions League, ha lanciato

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONSULTA COMUNALE DEI GIOVANI

REGOLAMENTO PER LA CONSULTA COMUNALE DEI GIOVANI C O M U N E D I D E R U T A PROVINCIA DI PERUGIA REGOLAMENTO PER LA CONSULTA COMUNALE DEI GIOVANI CAPO I NORME ISTITUTIVE E ATTRIBUZIONI. Art. 1 Istituzione.. Art. 2 Attribuzioni.. CAPO II ORGANI DELLA

Dettagli

Carta del Breakfast ClubItalia

Carta del Breakfast ClubItalia Carta del Breakfast ClubItalia Carta del Breakfast ClubItalia Art. 1 - Costituzione Il Breakfast Club Italia è una libera organizzazione che ha la finalità di contribuire, in modo attivo, al dibattito

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DELTA CHIAMA DELTA

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DELTA CHIAMA DELTA STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DELTA CHIAMA DELTA ASSOCIAZIONE DELTA CHIAMA DELTA STATUTO Art. 1 Origine e sede Su iniziativa del Parco Regionale del Delta del Po Emilia Romagna, con la collaborazione della

Dettagli

Comunicato Ufficiale N 03 del 07/07/2011

Comunicato Ufficiale N 03 del 07/07/2011 Federazione Italiana Giuoco Calcio Lega Nazionale Dilettanti COMITATO REGIONALE TRENTINO ALTO ADIGE REGIONALKOMITEE TRENTINO SÜDTIROL Via G.B. Trener, 2/2-38121 TRENTO (TN) TELEFONO: 0461 986480 0461 986739

Dettagli

ACCORDO CONFINDUSTRIA CRUI

ACCORDO CONFINDUSTRIA CRUI ACCORDO CONFINDUSTRIA CRUI OTTO AZIONI MISURABILI PER L UNIVERSITA, LA RICERCA E L INNOVAZIONE Premessa Nella comune convinzione che Università, Ricerca e Innovazione costituiscano una priorità per il

Dettagli

Comunicato Ufficiale n. 292 del 4/06/2015

Comunicato Ufficiale n. 292 del 4/06/2015 COMITATO PROVINCIALE AUTONOMO BOLZANO AUTONOMES LANDESKOMITEE BOZEN Via Buozzi Strasse 9/b 39100 BOLZANO/BOZEN Tel. 0471 261753 Fax. 0471 262577 E-mail: combolzano@lnd.it Internet: www.figcbz.it - www.lnd.it

Dettagli

Istituto Galileo. CRFF (Centro di Ricerca e Formazione Frosinone) STATUTO

Istituto Galileo. CRFF (Centro di Ricerca e Formazione Frosinone) STATUTO Istituto Galileo CRFF (Centro di Ricerca e Formazione Frosinone) STATUTO Approvato con delibera del Consiglio Comunale di Frosinone n. 6 del 2.3.2011 Art. 1 Costituzione e sede. Il Comune di Frosinone

Dettagli

Art. 1 (Delega al Governo per il riassetto normativo in materia di salute e sicurezza sul lavoro)

Art. 1 (Delega al Governo per il riassetto normativo in materia di salute e sicurezza sul lavoro) Schema di disegno di legge recante: Delega al Governo per l emanazione di un testo unico per il riassetto normativo e la riforma della salute e sicurezza sul lavoro Art. 1 (Delega al Governo per il riassetto

Dettagli

CORSI PROFESSIONALI SPECIALIZZATI E LAVORA SUBITO OSSERVATORE CALCISTICO. Certificazione Sistemi di Gestione Qualità ISO 9001

CORSI PROFESSIONALI SPECIALIZZATI E LAVORA SUBITO OSSERVATORE CALCISTICO. Certificazione Sistemi di Gestione Qualità ISO 9001 SPECIALIZZATI E LAVORA SUBITO CORSI PROFESSIONALI OSSERVATORE CALCISTICO Certificazione Sistemi di Gestione Qualità ISO 9001 OSSERVATORE CALCISTICO La figura del talent scout in ambito sportivo ed in particolar

Dettagli