ROTARY CLUB BASSANO DEL GRAPPA DISTRETTO 2060 ITALIA ANNO 2010/ del Club Presidente FRANCESCO SALSA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ROTARY CLUB BASSANO DEL GRAPPA DISTRETTO 2060 ITALIA ANNO 2010/2011 55 del Club Presidente FRANCESCO SALSA"

Transcript

1 Bollettino n 16 del 27 novembre 2010 In sede Presentazione del libro di Giampiero Mattarolo La difficile eleganza dell equilibrio L appuntamento è in sede presso Villa Ca Erizzo alle ore 17 di sabato 27 novembre Il Presidente ci dà il benvenuto e introduce i relatori: A nome del Rotary club di Bassano del Grappa vi do il benvenuto. Ai Past Governors ed alle loro gentili consorti, ai Presidenti degli altri Rotary Club. Agli altri rotariani presenti in sala ed ai non rotariani che ci gratificano con la loro presenza. Al Professor Gilberto Muraro, il nostro benvenuto ed il nostro grazie per avere accettato di dare il suo qualificato contributo a questo incontro di riflessione e di presentazione del libro di Giampiero Mattarolo: La difficile eleganza dell equilibrio Incontro di riflessione, perché è questo che Giampiero ci chiede con il suo libro. Leggendolo, si ha netta la sensazione che esso nasca dal bisogno interiore dell Autore di confessare le sue riflessioni. Confessare nel senso etimologico del termine: parlare con e, tra tutti i modi in cui, in latino si può esprimere l atto del parlare, for-faris è quello che, più degli altri, dà l idea del parlare per condividere. Si ha l impressione che Giampiero parli a sé stesso, come riflettesse ad alta voce; ma compiacendosi di sapere che gli altri lo ascoltano. In una solitudine feconda per le sue riflessioni e nello stesso tempo in comunione profonda con gli altri ; espressione di una umanità coinvolgente. Per chi lo conosce, già nella dedica: A tutti coloro che riescono a fare dell amicizia un elegante virtù, con quel riescono che esprime anche la fatica di raggiungere l obiettivo attraverso lo studio, la riflessione, lo sforzo continuo di comprensione dell altro, c è Giampiero Mattarolo. Sono convinto che anche voi avrete, leggendolo, sensazioni ed emozioni analoghe. Cedo ora il microfono al Professor Gilberto Muraro, Ordinario di Scienza delle Finanze della Facoltà di Giurisprudenza dell Università di Padova di cui è stato anche Rettore. Componente di numerose commissioni governative e regionali su temi di economia pubblica; già vice Presidente del Consiglio Superiore di Sanità, cultore dei temi dell economia pubblica, quali la tassazione e la spesa statale, e dell intervento pubblico a difesa dell ambiente e per la gestione del sistema sanitario.

2 Il suo intervento ha come tema: L equilibrio nella sfera economica dell individuo e della società. Seguirà Giandomenico Cortese con: Eleganza ed equilibrio nel libro di Mattarolo. che sarà piacevolmente interrotto dalla lettura di tre brevi brani del libro da parte della nostra segretaria di club Annabianca Compostella. Ed infine avremo il piacere di ascoltare Giampiero su: Il valore di una opinione Il prof. Gilberto Muraro ci parla dell importanza dell equilibrio in campo economico: esso è condizione necessaria e fondamento della società; le imposte devono essere equilibrate, così come la spesa pubblica e i salari: la scienza economica dovrebbe ricercare una combinazione ottimale, un equilibrio. A seguire Giandomenico Cortese: Sempre in fuga da se stessi, sempre in cerca di se stessi. L affresco dei contrasti. Apocalisse e amore. C è una favoletta, un apologo che raccontava Arthur Schopenhauer ( ), filosofo tedesco. Dice più o meno così: C era una compagnia di porcospini, in una fredda giornata d inverno. Gli animaletti si strinsero vicini vicini per proteggersi, col calore reciproco, dal restare assiderati Ben presto, però, sentirono le spine del vicino. Il dolore li costrinse ad allontanarsi di nuovo, l un l altro. Quando il bisogno di riscaldarsi li portò di nuovo insieme, si ripetè quell altro malanno.venivano così sballottati, avanti e indietro, tra i due mali.alla fine trovarono una moderata distanza reciproca che costituiva per loro la migliore posizione. L equilibrio, la moderata distanza. Equilibrio, un concetto di origine meccanica, poi esteso alla chimica, alla fisica, anche alla filosofia, all economia. Quante curve matematiche sono state spese per delineare la curva dell equilibrio! Giampiero Mattarolo ci aggiunge l eleganza, l estetica, lo stile, il comportamento, alla ricerca della bellezza e dell armonia. Un percorso lungo, potrei dire sofferto Annabianca:

3 <<Raccontano che Buddha, dopo i lunghi anni passati a cercare, tra infinite sofferenze e privazioni, il senso della vita, trovò finalmente l'illuminazione meditando su un'affermazione che aveva sentito: Una corda troppo tesa rischia di rompersi, ma una corda troppo poco tesa non suona. Molta parte della nostra vita si gioca tra estremi. Abbiamo sempre bisogno di certezze e quindi ci risulta più facile e spontaneo affermare piuttosto che dubitare e cercare alternative. Abbiamo anche un po' paura dei ragionamenti degli altri ed è quindi difficile che ci mettiamo in ascolto, con disponibilità e apertura. Se qualcuno, poi, contraddice la nostra opinione, resistiamo sempre, argomentando in difesa e in attacco, perché il rifiuto o il ridimensionamento della stessa opinione lo viviamo come un rifiuto personale, come se noi stessi fossimo rifiutati. Il bisogno di certezze, la paura di essere strumentalizzati e l'identificazione personale con l'opinione espressa, sono solo alcuni dei vincoli che non ci aiutano ad affrontare la realtà con equilibrio. Credo, infatti, che l'equilibrio possa avere, anzi debba avere, una sua gradevole leggerezza, e forse anche una sua eleganza di contenuto e di forma. Gli estremismi, in genere, sono grevi, pesanti, ostentati. Proprio perché reggono solo se sono proposti con forza e con vigore e se resistono ad ogni tentativo di ragionevole verifica. La ricerca dell'equilibrio può essere un lasciarsi prendere docilmente da un ragionamento aperto che sollecita non i nostri muscoli, ma la nostra mente e la nostra sensibilità.>> Cito Rabindranath Tagore (Calcutta ); poeta sognante e squisitamente lirico, ma anche poeta civile. Per lui un elegante equilibrio è anche : L usignolo copre con il suo canto tutte le voci della foresta. Mattarolo affronta temi vitali con la gioia nel cuore, con un affetto generoso, con una amicizia elegante. Un rischio. La manomissione delle parole nel confronto con le idee. Pure le idee anche quelle spesso pericolose, affascinano sempre. Nella sua ricerca dell uomo integrale, l individuo, la persona, l uomo sociale, G.M. mi ha ricordato la poesia di un grande autore d oltre oceano, Walt Whitman (1818/1892), il cantore, con il suo Foglie d erba, della democrazia americana, un poeta per il quale Ezra Pound (poeta statutinense, nato nel 1885, morto a Venezia nel 1972, scrive, Patto in Poesie scelte : Stringo un patto con te, Walt Whitman

4 Ti ho detestato ormai per troppo tempo Vengo a te come un figlio cresciuto Che ha avuto un padre dalla testa dura. Ora sono abbastanza grande per fare amicizia. Fosti tu ad abbattere il nuovo legno, Ora è tempo di intagliarlo. Abbiamo un solo fusto ed una sola radice:ristabiliamo commercio tra noi. Il suo è un ritorno alle virtù, nel confronto con il vizio, con gli abiti del male, come li definiva Aristotele: i vizi capitali: Superbia, Avarizia, Lussuria, Gola, Invidia, Ira. Accidia, quella apatia, quel lasciarsi andare al torpore dell anima, al fastidio, alla noia, alla indifferenza per le cose spirituali. Giampiero Mattarolo insiste e ci offre la riscoperta di uno stile di vita. Tra imperativo e spontaneità, l oscillazione tra due poli. G.M. ha spaziato tra la ammirazione del cielo stellato e la legge morale, quello che Emmanuele Kant aveva inteso come imperativo categorico. C è Kant ma anche Tommaso d Aquino nel pensiero di G.M. c è l analisi del pensiero e la prassi quotidiana ad alimentare la sua elaborazione, c è l esigenza di recuperare i bisogni etici, la riabilitazione delle virtù, c è tanto Mounier e Maritain, ma anche l Humanitas di Albino Lucani, il papa del sorriso. Mi sono chiesto spesso perché Giampiero Mattarolo abbia scritto questi pensieri, abbia raccolto queste sue riflessioni in un difficile elogio all eleganza dell equilibrio, sulla leggerezza dell esistere, sugli ossimori che alimentano la nostra quotidianità, perchè egli continui a giocare con le parole, scandagliando l intimità, scegliendole nel dolce-aspro della vita, fino a condurre il dialogo con l ultima parola (la morte). Mi sono chiesto perché ora, oggi, insista con il contrapporle l un l altra in un gioco di riflessi, di specchi. Non c è (solo) uno sfoggio di intelligenza, di coraggio, di provocazione. E, il suo, un invito amichevole, sincero, profondo per sollecitarci a misurarci, ciascuno per proprio conto, con la sua coscienza. Coscienza è già trascendenza. Annabianca:

5 <<...Poi viene l'amore, che è una sorta di reciprocità illuminata dal cuore. L'amore non richiama solo una relazione di reciprocità per quanto pura e nobilitata dalla sincerità, ma un rapporto nel quale l'uno vive nell'altro e per l'altro con una adesione che richiama tutta la personalità, la sua esperienza, la sua intelligenza e la sua capacità di aderire con emozione all'incontro di due mondi, di due persone. Credo che l'amore vero, nelle varie forme con le quali può manifestarsi, abbia sempre come riferimento e come obiettivo della relazione il bene dell'altro. Il ti voglio bene dovrebbe sempre significare, proprio, che voglio in tuo bene, voglio che tu riesca ad essere quello che puoi essere, voglio che ti realizzi come persona ricca di potenzialità personali, di intelligenza, di capacità e di amore, appunto. E', d'altro canto, un voglio che è donazione non sovrapposizione, perché l'altro è sempre un soggetto per se stesso, che va amato, appunto, ma non forzato o condizionato dalla mia pretesa visione. Credo infine che l'amore sia soprattutto volontà di conoscenza sia come scoperta meravigliata di un altro mondo personale ricco di storia, di sensibilità, di esperienze e di cuore, sia come ricerca di una realtà nella quale riconoscersi e riconoscere il pulsare della vita.>> Egli, magari inconsciamente, si affida alla prudenza saggia e virtuosa, riecheggia l Adelante, Pedro, con juicio del Manzoni, ripreso ne I Promessi Sposi, che contrasta arroganza, superficialità sconsideratezza, imprevidenza, negligenza, avventatezza, immediatezza istintiva. C è la giustizia, virtù complessa, come la teologia della fortezza, una bontà personale e sociale, c è la temperanza, l esigenza di sobrietà, ma c è soprattutto l influsso di quelle che sono possono essere non solo esigenze teologali ma anche aspirazioni razionali e laiche: una fiducia nella grazia e nella ragione, una speranza profonda che non si accontenta di sedurre, una speranza che aiuta i credenti a credere che non ci sarà più morte, affanno, lamento e infine quell inno all amore che deriva dalla carità misericordiosa. Tutto questo sta alla base, è il nutrimento primo del pensiero di Mattarolo. La difficile eleganza dell equilibrio, il saggio (pubblicato da Giorgio Tassotti editore, una novantina di pagine, una dozzina di suggestive immagini scattate con intensità di espressione dallo stesso autore, viene ora offerto alla valutazione dei lettori più curiosi. E il terzo libro dato alle stampe dal bistro Past Governor Distrettuale, dopo Quindici parole e qualche albero del 1998 e L ultima parola, del 2002, acuta riflessione, carica di angoscia e speranza, questa sul delicato momento del trapasso.

6 Molta parte della nostra vita spiega Giampiero Mattarolo in premessa, l avete sentito si gioca tra estremi, tra contrasti, posizioni nette, contrapposizioni di parte, Sono situazioni e scelte che possono condizionare in modo pesante e greve le relazioni e la crescita personale. La ricerca dell equilibrio potrebbe avere una sua gradevole leggerezza e anche una sua eleganza perché è un lasciarsi prendere da ragionamenti che sollecitano non i nostri muscoli ma la nostra mente e la nostra sensibilità. E un equilibrio difficile perché richiede una ricerca attenta, umile, aperta e disponibile a far prevalere buon senso e verità sulle pregiudiziali e sui personalismi. E il difficile equilibrio rappresentato dal fiore, che appare in copertina, a nutrire in fondo l intera vita dei rotariani, leader ed interpreti generosi della nostra società, a cui il libro è indirettamente dedicato, in quanto fruitori di una grazia, quella difficile ma possibile di una elegante e leggera amicizia che riesce a trasformare il mondo e renderlo migliore. Mattarolo ricerca, indaga, riflette, motiva e propone, con coraggio e determinazione, il confronto. I temi che gli sono cari restano quelli vitali, essenziali di libertà e libertarietà, di fede e carità, di determinismo e responsabilità, di individualità e appartenenza, di autorità ed educazione, l ampia curva della verità, l efficacia e l efficienza, la partecipazione e la decisione, la bibbia e il giornale, l egoismo e l altruismo, la generosità nell amore, la consapevolezza e l azione, la diversità e la convivenza, l etica e la politica, le utopie, la felicità. Ogni pagina è un saggio breve, da gustare per la profondità dei riferimenti, dei suggerimenti, delle intuizioni che dona. Un libro da sfogliare, soprattutto da meditare perché ci accompagna, con leggerezza, appunto, con quell eleganza sempre più rara nella vita di ogni giorno, di cui sanno nutrirsi gli uomini, le donne che alla ricerca della saggezza e dell equilibrio dedicano grande parte di sé. Una chiave per una speranza Il Rotary non si ferma, non può fermarsi il nostro è un mondo che cambia, e noi dobbiamo cambiare con lui. Paul Harris ne era fermamente convinto, tanto da lasciarci questo suo pensiero come monito. Giampiero Mattarolo è sempre stato uomo di grandi ideali, innamorato anche delle utopie, gli irraggiungibili ideali dell equilibrio e della perfezione, il meglio di quanto la mente riesca ad elaborare, ed al tempo stesso uomo di rara capacità di concretezze, di straordinaria

7 manualità. Dice Rabindranath Tagore, l incredibile poeta indiano: Il mondo è fatto di bellezza e magia: l ispirazione dà il tono, la verità dà il messaggio. Viene nel cuore del mondo a meditare: immagini e canti parlano sempre. E in sintesi, una immagine che si addice a raccontare il nostro G.M. e le sue genuine passioni. Annabianca: << Se dovessimo dar retta a Pascal, il divertimento sarebbe: la peggiore e la più vasta piaga del mondo, in quanto ogni uomo cerca di distrarsi dalla propria condizione debole, mortale e così miserabile, per questo si disperde in infinite attività che lo illudono e, al contempo, si impegna ad illudere gli altri....l'unica cosa che ci consola dalle nostre miserie è il divertimento, e intanto questa è la maggiore delle nostre miserie. Se dovessimo dar retta a Piero Ottone già direttore del Corriere della Sera che in un suo libro (Le regole del gioco) sostiene che, in fondo, non c'è una grande differenza tra un giocatore di golf e un politico, perché entrambi si danno da fare motivati fondamentalmente dall'ansia di sfuggire l'angoscia del vivere, il divertimento sarebbe una sorta di consapevole alienazione. Se dovessimo dar retta ad una certa religiosità che considera la nostra esistenza sulla terra come una pesante prova, un esilio di sofferenza, una valle di lacrime che dobbiamo vivere e vincere per meritarci il Paradiso, il divertimento sarebbe addirittura una ipocrita illusione. Personalmente credo invece che il divertimento possa essere la forma e il contenuto di una visione gioiosa del mondo, del nostro vivere in un mondo, in un universo straordinariamente complicato e meraviglioso, del nostro crescere e svilupparsi come persone così ricche di doti fisiologiche, psicologiche, culturali, intellettuali e affettive, da costituire, ciascuno, uno straordinario miracolo. Il divertimento, perfino il gioco, possono essere del tutto compatibili con la missione di vita di ogni persona, anzi possono aiutarci a vivere con completezza la nostra stessa umanità. Tutto dipende, naturalmente, dalle proporzioni e dall'intensità che il divertimento acquisisce nelle nostre attività. Tuttavia, forse, il divertimento più bello, più esaltante e più arricchente può nascere dalla contemplazione, dal porsi con attenzione e con ammirazione di fronte alle straordinarie bellezze del mondo, per gioirne fino in fondo, per sentire nascere nel cuore un'emozionante riconoscenza.>> Mi piace ricordare in conclusione il fil rouge che lega un po tutta l attività propositiva,

8 logica e razionale, manuale ed intellettuale di G.M. e ricordo il dono che in occasione del suo governatorato del Rotary fece ai suoi presidenti di club: una scatola di legno massiccio contenente una chiave inglese e un foglio piegato dal titolo: Una chiave per una speranza, uno strumento per mettere assieme cose diverse e tenerle assieme, senza pretendere che non siano diverse Una certezza dubbiosa traspare da questa nel susseguirsi di giorni chiari, sereni, di notti d argento che ci fanno credere alla luce, a suoni delle parole, ai sogni proibiti, ai miracoli, all amore, come scrive David M. Turoldo. Vogliamo ancora parlare della difficile eleganza dell equilibrio? Lasciatemi ricordare quanto ebbe a scrivere Hafiz, un grande mistico e poeta persiano (nato a Shiraz, nel centro sud dell Iran, nei primi decenni del 1300; il suo nome pare significhi colui che conosce a memoria il Corano, il cui canzoniere ispirò pure Goethe), per raccontare chi è Il saggio : Ero perso con lo sguardo verso il mare, ero perso con lo sguardo nell orizzonte, tutto e tutto appariva come uguale; poi ho scoperto una rosa in un angolo del mondo, ho scoperto i suoi colori e la sua disperazione di essere imprigionata fra le spine non l ho colta ma l ho protetta con le mie mani, non l ho colta ma con lei ho condiviso e il profumo e le spine tutte quante. Sta in questa delicata e difficile ricerca l equilibrio del saggio. E infine la parola passa all autore del libro, Giampiero Mattarolo: Cari amici, mi permetto di chiamarvi tutti così. Anche se in questa sala ci sono persone che conosco e che mi conoscono e altre che conosco meno. Ma siete tutte persone generose, verso il Rotary e il suo locale presidente Salsa, verso la cultura del Prof. Muraro, la bellezza delle argomentazioni di Cortese e la curiosità di sapere qualcosa del libro che presentiamo. Per me è una grande soddisfazione parlare del mio libro ed essere ascoltato; è una soddisfazione che, appunto, mi fa pensare a tutti voi come a degli amici generosi. Nel titolo: La difficile eleganza dell'equilibrio, ci sono due parole che propongo implicitamente come due belle parole: eleganza e equilibrio. Due parole che vorrei ora invitarvi a guardare, anzi a portarvele vicino, quasi a tenerle in

9 mano come se fossero vive vicino a voi e fossero non solo dei concetti, ma anche degli oggetti, gradevoli, dolci, da contemplare e da apprezzare. L'eleganza è per me una bella parola, ha una sua anima e una sua storia. Possiamo intravvedere, oltre il suono delle consonanti e delle vocali che la compongono, il significato ampio del concetto che è passato attraverso tante definizioni, storie, applicazioni, perfino distorsioni o esagerazioni non equilibrate. L'eleganza, infatti, può far pensare anche a manifestazioni ostentate e superbe di un elitarismo spocchioso, ma l'eleganza, quella sana e vera, rimane per me un bel modo di essere e di atteggiarsi: sa di misura, di gradevole compostezza, di attenzione signorile. Richiama l'idea di autocontrollo capace di non consentire volgarità e atteggiamenti sguaiati. E', in qualche modo, sentirsi responsabili verso se stessi e verso gli altri, così da conformare comportamenti e linguaggi, non ad uno spontaneismo di velleitaria libertà, ma alla capacità di sentire viva la dignità, il valore, perfino la bellezza della nostra umanità. L eleganza non è appariscente. Non è un accumulo di orpelli e di esibizionismi. È stile, consapevolezza, misura: un equilibrata mescolanza di istintivo buon gusto e di scelte precise, di cura della sostanza, e attenzione a ogni dettaglio. L eleganza è cortesia. È rispetto per gli altri, attenzione al modo in cui ciò che diciamo, facciamo o mostriamo può essere percepito. Non un formale galateo, non un cerimoniale ipocrita, non un banale e passivo adeguarsi al convenzionale, ma un più profondo sentimento di civiltà. Eleganza è essere civili con sincera cortesia o, quando è necessario, anche con severità e con misurata durezza. C è chi pensa che l eleganza sia un dono, un talento innato. In parte può essere vero. Ci sono persone che sanno muoversi, esprimersi, comunicare meglio di altre. Ma nessuno, nessuno, è condannato a essere volgare, ingombrante e fastidioso. Nessuno, soprattutto, si può fidare solo dell istinto e pretendere di non guidarlo in nome di una presunta spontaneità o libertà. L'eleganza, infatti, è un equilibrio, ricercato, voluto, riconoscibile come un valore. Un valore per il quale, forse, dovremmo sentire un po' di nostalgia. Le due parole, eleganza ed equilibrio, che vi ho invitato a tenere con voi, possiamo pensarle l'una all'altra strettamente legate. Equilibrio è non lasciarsi prendere dalla forza o dall'illusione degli estremi. E' riconoscere e accettare la realtà come un complicato insieme di cause e di effetti, di ragioni che arrivano dal passato e da condizionamenti presenti, da comportamenti ragionevoli e da motivazioni che nascono da esperienze differenti.

10 L'equilibrio nell'affrontare la realtà nasce soprattutto, appunto, dal riconoscere la complessità, anzi dal ricercare in essa sentieri e congetture di pensiero, senza pretendere di scoprire o di possedere la verità assoluta. E' ricerca umile, spesso faticosa, di ragionevolezza e di buon senso. L'equilibrio diventa impossibile senza umiltà; diventa impossibile se non si riesce a far tacere la pulsione egocentrica, la pretesa di sapere con certezza, di conoscere quanto basta, di definire in modo indiscutibile, sovrapponendo se stessi alla ragionevolezza, alla ricerca del vero e del bene. Non è il vero e non è il bene che devono adattarsi al pensiero e agli atteggiamenti, ma è la mente e il cuore che li dovrebbero cercare ed ascoltare con coraggio e apertura. L'equilibrio poi non è statico, non è pensabile come una bilancia che sta lì immobile perché i due piatti portano pesi identici. Il tempo passa e le persone, le relazioni, i fatti e i percorsi del vivere, sono sempre in movimento, così l'equilibrio oggi eventualmente raggiunto, cessa subito di essere consolidato. Semmai il simbolo pensabile dell'equilibrio è quello di una bicicletta, che rimane dritta e non cade solo se va, solo se si pedala, se si va avanti. L'equilibrio richiede sempre degli aggiustamenti e anche delle reazioni ad andamenti distorti, non è quindi sempre una sorta di bonaria moderazione, ma può portare anche all'indignazione e può richiedere capacità e coraggio di reazione a fatti che assumano caratteristiche estreme, oltre l'accettabile. Ecco cari amici, l'eleganza e l'equilibrio sono due belle parole che ci invitano alla misura e al rispetto, non all'assuefazione, né alla rinuncia, ma al controllo e al movimento. Vorrei che riuscissimo a tenerle un po' con noi questa sera, solo un po', anche se sembrano contraddire le esigenze di attività e di operatività più concrete e realistiche che tutti abbiamo di fronte. E' vero, non ci è dato il tempo per sognare o per volare troppo alti; abbiamo bisogno di vivere prima di filosofare, come diceva Aristotele, ma è anche vero che se vivessimo solo di pane e non anche di responsabilità, di equilibrio, di eleganza, di ricerca del bene, la stessa vita perderebbe dignità e valore. Certo affermava Claudio Magris in un suo recente articolo è meglio vivere senza cultura che senza pane. Ma la vita sarebbe triste senza cultura. Siamo nati non solo per sopravvivere, ma anche per capire qualcosa della vita e, se possibile, pure per goderla. A me pare che ci sia così poca eleganza ed equilibrio attorno a noi, nei giornali, nei rapporti correnti, nelle stesse associazioni, nelle discussioni televisive, che forse non è fuori della realtà dedicare un po' di speranza a queste parole, senza illuderci certo, ma anche senza sentire o pensare che la realtà sia come un treno che passa inesorabile per lasciarci soli con i nostri valori inutili e i capelli scomposti dal vento.

11 Non saremo mai soli, né inutili, né con i capelli scomposti dal vento se riusciremo, singolarmente e assieme, a dar valore anche all'eleganza e all'equilibrio. Ecco amici miei, è con questi pensieri che ho cercato di riflettere scrivendo il libro che oggi presentiamo. Non è un trattato, non è né completo, né definitivo. E' soltanto un'opinione personale e quindi limitata e incerta. E' come un passaggio, un momento, che arriva dal passato per guardare con un po' di speranza al futuro. D'altra parte il suo essere un'opinione, non è del tutto limitante, anzi può avere un qualche valore se potete pensarla e accettarla come quella di un amico che ve la offre con quel po' di umanità che sente viva in sé e, soprattutto, con il cuore ricco di riconoscenza e di cordialità. Prossimi appuntamenti -lunedì 6 dicembre, ore 19,00, caminetto in sede: l'ng. Paolo Vianello, Responsabile qualità stabilimenti gruppo Luxottica di Agordo e Rovereto, nonchè figlio del nostro caro amico Dionisio, ci intratterrà con una relazione dal titolo: "Sistema welfare e qualità del prodotto: il modello Luxottica". -lunedì 13 dicembre, ore 20,00, conviviale al Camin: Assemblea elettiva del club. Allegati -presenze soci 27 novembre -lettera di dicembre del Governatore -comunicazioni dal Distretto 2060

12 Data Rotary Club di Bassano del Grappa Ca' Erizzo - Presentazione del libro "La difficile 27/11/2010 Luogo eleganza dell'equilibrio" di G. Mattarolo Costo Conviviale SOCIO totale 19 presenze CONIUGE OSPITI DEI SOCI Nomi N. 1 P ARDUINO A. Emanuela 2 ARDUINO E BALDIN G. Giovanna 4 G BALESTRA N. Mina 5 BARUCHELLO M. Maria Cristina 6 BERNARDI B. Luisa 7 BERNARDI D. Anna 8 BIZZOTTO A. Arianna 9 BONSI A. Michela 10 P BRAGAGNOLO M. Francesca 11 CALMONTE G. Luisa 12 G CALSAMIGLIA A. Mariarosa 13 G CALSAMIGLIA T. Katia 14 CARON Linda 15 CASTELLANI A CECCHETTO G. Giovanna 17 P CIMATTI S. Seven 18 P COMPOSTELLA A CORRADIN V. Antonella 20 P CORTESE G. Nadia 21 P CUCCHINI F. Marisa 22 DE FRAJA M. Fernanda 23 G FAGGION G. Anna Rosa 24 D FINCATO R. Aldina 25 FONTANA P. Rina 26 FURLANI R. Mariella 27 GALEAZZI E. Tullia 28 P GASPAROTTO G. Giovanna 29 GEROLIMETTO G. Alessandra 30 P GIORDANO C. Mario 31 GIUNTA S. Germana 32 GUAZZO A GUAZZO M. Claudia 34 GUCCIONE C. Raffaella 35 P LANARO R. Angelina 36 G LIECIANI A. Gabriella 37 P LUCA A. Alessandra 38 G LUCA R P MARCATO G. Valentina 40 P MATTAROLO G. Laura 41 MATURO ALESS. Teresa 42 MATURO ANT. Mimma 43 P MENON C. Elisabetta 44 MINCHIO A. Elena 45 P MOCCHI E. Wilma 46 MORSELLI S. Vincenzo 47 NARDINI ANG. Marianna 48 NARDINI G. Marisa 49 P PERIN F. Francesca 50 P SALSA F. Sara 51 SAMMARTINI M. Barbara 52 SARTORI P. Maria 53 SANDONA' G.B SCHIAVON O SIGNOR G. Paola 56 P SOSTERO U. Geneviève 57 STRAGLIOTTO G TASSELLO M. Daniela 59 TASSELLO O. Angelina 60 P TASSOTTI G. Anna Maria 61 TODESCAN A. Annachiara 62 G TRETTI G. Silvana 63 VIANELLO D. Maria Fausta 64 G VINCO G. Livia 65 G VISCIDI M. Elena 66 P VISENTIN A. Maria 67 ZANON C. Mario 68 ZILIOTTO C Percentuale delle presenze 28% 19 su OSPITI DEL CLUB Nomi e cariche Altre informazioni

13

14 CENTRO UNIVERSITARIO ETICA E SCIENZA VITTORIO LONGO con il patrocinio di UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TRIESTE Piazzale Europa Trieste DIPARTIMENTO DI SCIENZE CLINICHE, MORFOLOGICHE E TECNOLOGICHE Clinica Medica Generale e Terapia Medica Scuole di Specializzazione in Medicina Interna e Cardiologia DIPARTIMENTO DI SCIENZE GIURIDICHE ROTARY INTERNATIONAL DISTRETTO 2060 ITALIA FRIULI VENEZIA GIULIA TRENTINO ALTO ADIGE/SÜDTIROL VENETO SEZIONE MEDICINA Onlus per la tutela dei soggetti deboli CONVEGNO STAMINALI ETICHE: QUALE FUTURO? 1 dicembre 2010, ore 17 AULA MAGNA DELLA SCUOLA SUPERIORE DI LINGUE MODERNE PER INTERPRETI E TRADUTTORI Via Filzi 14, Trieste Descrizione degli obbiettivi del convegno: MAURIZIO FANNI, Presidente del CUES indirizzi di saluto Vladimir KOSIC, Assessore Regionale alla Salute, Integrazione Socio Sanitaria e Politiche Sociali Renato DUCA, Rotary International Distretto 2060 Italia Gianfranco GUARNIERI, Università degli Studi Di Trieste Paolo PITTARO, Università degli Studi Di Trieste Tiziano AGOSTINI, Università degli Studi Di Trieste, Auxilia onlus lavori Pierandrea VINCI: Membro del Comitato CUES, Introduzione Luciano EUSEBI: Ordinario di diritto penale nell Università cattolica di Piacenza, Problematiche di carattere biogiuridico delle cellule staminali adulte Roberto SIMEONE: Coordinatore raccolta sangue cordonale del FVG, IRCCS Burlo Garofolo "Biologia e applicazioni terapeutiche delle cellule staminali cordonali: un esempio di staminali etiche" Michela ZANETTI: Ricercatrice nell Università degli Studi di Trieste, L utilizzo dei precursori delle cellule endoteliali a fini diagnostici e terapeutici: risultati e prospettive Alberto TOMMASINI: Dirigente medico presso il Laboratorio Immunopatologia, IRCCS Burlo Garofolo Cellule staminali mesenchimali: dal laboratorio al paziente Fabio SEVERO SEVERI: Ordinario di diritto pubblico nell Università degli Studi di Trieste, Staminali, Legittimità costituzionale e confronto politico Tiziano AGOSTINI: Direttore del Dipartimento di Psicologia dell Università degli Studi di Trieste, Comitato ONLUS, Conclusioni dibattito SEGRETERIA CUES, via Fabio Severo, Trieste - Fax con la collaborazione di

15 Rotary International Distretto 2060 COMMISSIONE PROGRAMMI, PROGETTI ed AZIONI Osservatorio nuove frontiere della Medicina Le cellule staminali ORGANIZZAZIONE DEL CONVEGNO SULLE CELLULE STAMINALI Il Rotary International Distretto 2060 ha attivato l Osservatorio nuove frontiere della medicina su un tema di vasta portata quale quello delle cellule staminali. Invero la moltiplicazione di centri di eccellenza aventi per oggetto la terapia genica e cellulare nei vari stadi della ricerca di base e clinica; lo sviluppo di protocolli di terapia genica come quelli fondati sull'utilizzo di cellule staminali; il peso dell informazione genetica e della sua forza predittiva, impongono di accrescere la riflessione etica che si accompagna ai processi scientifici concernenti la genetica, la biologia molecolare e la tecnologia informatica. Si tratta di un segmento di vita scientifica e operativa diretto ad assicurare il bene comune alla luce delle ripercussioni della tecnologia genetica sul singolo individuo e sugli individui considerati come parte di un intreccio di relazioni. Si mira a favorire l equilibrio tra le responsabilità individuali e quelle di gruppo e sociali dando vita ad un dialogo in cui il bene del singolo è parte del bene comune. E la direzione presa dalla ricerca sulle staminali costituisce un fortunato esempio di possibile coincidenza tra interessi scientifici, salvaguardia della salute e perseguimento del bene comune. La prospettiva indicata interessa le prospettive culturali del Rotary e si sviluppa parallelamente al processo evolutivo della bioetica la quale da tempo con diversi messaggi ci informa che nei prossimi anni sempre più dovremo fare i conti con la crescita di informazione genetica riguardante ogni persona; con le possibilità diagnostiche offerte dai test genetici; con l'indicazione che i nostri geni ci danno circa la possibilità di ammalarci di una o più malattie, qualora si viva in ambienti sociali o con stili di vita che ne favoriscano la manifestazione; con la frustrazione di attendere a lungo le terapie adatte a curare queste malattie; ma anche superando la tentazione di usare le informazioni sul genoma e la diffusione delle biotecnologie al fine di perseguire fini politici, strategici ed economici che mettano a rischio la persona umana. Su queste linee si orienta anche il Centro Universitario Etica e Scienza Vittorio Longo CUES operante presso l Università degli Studi di Trieste dal oggi presieduto dal rotariano prof. Maurizio Fanni (Rotary Club

16 Trieste) - orientato sull approfondimento delle implicazioni etiche degli sviluppi scientifici, e sull affermazione del primato della persona di fronte ad ogni pericolo di manipolazione da parte dei sistemi sociali e produttivi. Il convegno rappresenta una combinazione di intenti e di obiettivi del tutto coerente e funzionale con gli obiettivi del Rotary. Grazie alla descritta visione i lavori del convegno tratteranno importanti elementi per la costruzione di un osservatorio sulle nuove frontiere della medicina e ciò anche grazie alla presenza di specialisti provenienti dal mondo universitario e sanitario. Il convegno sulle Cellule staminali al di là della ricognizione scientifica e dell obbiettivo di contribuire all edificazione dei princìpi etici ed alla costruzione delle prassi operative del sistema nazionale sanitario, si caratterizza per l idea di segnalare la portata di un importante scoperta che - per quanto nota - richiede ancora di essere appropriatamente divulgata e comunicata in modo efficace al vasto pubblico. Si è infatti trovato che le cellule staminali sono presenti non solo nell'embrione precoce, ma anche negli organi del nostro corpo. Dette cellule hanno caratteristiche di trasformazione e differenziazione inferiori a quelle embrionali, e possono specializzarsi in un numero limitato di tessuti, spesso simili a quelli da cui sono state prelevate. Gli scienziati hanno quindi pensato di farvi ricorso aumentandone la capacità trasformante grazie all'ingegneria genetica. A parte ciò sussiste oggi una prospettiva non trascurabile per la salvaguardia della salute: le cellule staminali non devono essere necessariamente prelevate dal midollo osseo ma, possono essere prelevate dal cordone ombelicale durante un normale parto. In futuro è auspicabile che la terapia cellulare e soprattutto quella con le staminali cordonali accresca il suo rilievo negli studi, nelle ricerche e nelle sperimentazioni e che il legislatore e le normative italiane ed europee ne prevedano il ruolo e l utilizzo. Il convegno prevede, tra gli altri, la partecipazione del prof. Luciano Eusebi, ordinario di diritto penale all Università cattolica di Piacenza, del dott. Roberto Simeone (direttore al Burlo della raccolta sangue cordonale), dei dottori PierAndrea Vinci (membro del Comitato CUES), della dott.ssa Michela Zanetti, del dott. Alberto Tommasini, pediatra ricercatore che si occupa delle cellule staminali per impieghi di terapia sperimentale. Anche prevede la presenza di professori giuristi e medici dell Università di Trieste.

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali LA RICERCA DI DIO Gradi della fede in Dio La maggior parte delle persone non sospetta nemmeno la reale esistenza di Dio, e naturalmente non s interessa molto a Dio. Ce ne sono altre che, sotto l influsso

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

ARCIDIOCESI DI GENOVA - ANNO PASTORALE 2013-2014. Essere genitori: trasmettere la fede ed educare alla vita

ARCIDIOCESI DI GENOVA - ANNO PASTORALE 2013-2014. Essere genitori: trasmettere la fede ed educare alla vita ARCIDIOCESI DI GENOVA - ANNO PASTORALE 2013-2014 Essere genitori: trasmettere la fede ed educare alla vita 6 ESSERE GENITORI: TRASMETTERE LA FEDE ED EDUCARE ALLA VITA "I genitori di Paola, 10 anni, sono

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata Osservatorio internazionale Cardinale Van Thuân La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata + Giampaolo Crepaldi Arcivescovo-Vescovo Relazione introduttiva al Convegno del 3 dicembre 2011

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Il primo maggio 2015 si inaugura a Milano l EXPO, un contenitore di tematiche grandi come l universo: "Nutrire il pianeta. Energia per la vita. Una

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Che cos è un emozione?

Che cos è un emozione? Che cos è un emozione? Definizione Emozione: Stato psichico affettivo e momentaneo che consiste nella reazione opposta all organismo a percezioni o rappresentazioni che ne turbano l equilibrio (Devoto

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Decisamente stimolanti le provocazioni del brano di Matteo (22,1-14) che ci accompagnerà nel corso dell anno associativo 2013-2014: terzo

Dettagli

DISCERNIMENTO NEL MEDIOEVO

DISCERNIMENTO NEL MEDIOEVO DISCERNIMENTO NEL MEDIOEVO San Bernardo (1090-1153) Jean Gerson (1363-1429) S. Bernardo (1090-1153) Bernardo ha formato la sua saggezza basandosi principalmente sulla Bibbia e alla scuola della Liturgia.

Dettagli

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO 1. Il bambino sviluppa il senso dell identità personale, è consapevole delle proprie esigenze e dei propri sentimenti, sa controllarli ed esprimerli in modo adeguato

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato L amicizia tra uomo e donna. Questo tipo di relazione può esistere? Che rischi comporta?quali sono invece i lati positivi? L amicizia tra uomini e donne è possibile solo in età giovanile o anche dopo?

Dettagli

CHE COS E L EUTANASIA?

CHE COS E L EUTANASIA? CHE COS E L EUTANASIA? Che cosa si intende per eutanasia? Il termine eutanasia deriva dal greco: eu=buono, e thanatos=morte. Interpretato letteralmente quindi, esso significa: buona morte. Nel significato

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Un differente punto di vista

Un differente punto di vista A Different Point of View Un differente punto di vista by Serge Kahili King Traduzione a cura di Josaya http://www.josaya.com/ Come sappiamo dal primo principio Huna, (IL MONDO E' COME TU PENSI CHE SIA

Dettagli

Nel ventre pigro della notte audio-ebook

Nel ventre pigro della notte audio-ebook Silvano Agosti Nel ventre pigro della notte audio-ebook Dedicato a quel po di amore che c è nel mondo Silvano Agosti Canti Nel ventre pigro della notte Edizioni l Immagine Nel ventre pigro della notte

Dettagli

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA Il ciclo di Arcabas Arcabas è lo pseudonimo dell artista francese Jean Marie Pirot, nato nel 1926. Nella chiesa della Risurrezione a Torre de Roveri (BG) negli anni 1993-1994 ha realizzato un ciclo di

Dettagli

Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi

Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi Venga il Tuo Regno! COMISSIONE CENTRALE PER LA REVISIONE DEGLI STATUTI DEL REGNUM CHRISTI Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi Cari promotori

Dettagli

Amicizia Amicizia per sé

Amicizia Amicizia per sé Amicizia Amicizia per sé 1. In molte tradizioni, l amicizia è considerata la più alta forma d amore. L amicizia è il prototipo del rapporto alla pari, basato sul rispetto, la stima e la disponibilità reciproca,

Dettagli

10 passi. verso la salute mentale.

10 passi. verso la salute mentale. 10 passi verso la salute mentale. «La salute mentale riguarda tutti» La maggior parte dei grigionesi sa che il movimento quotidiano e un alimentazione sana favoriscono la salute fisica e che buone condizioni

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

[Pagina 1] [Pagina 2]

[Pagina 1] [Pagina 2] [Pagina 1] Gradisca. 2.10.44 Rina amatissima, non so se ti rivedrò prima di morire - in perfetta salute - ; lo desidererei molto; l'andarmene di là con la tua visione negli occhi sarebbe per me un grande

Dettagli

Un workshop eccezionale

Un workshop eccezionale Un posto splendido Ischia, l isola bella nel Golfo di Napoli, nata da un vulcano. Al sud dell Isola si trova un albergo in mezzo alla natura, 200 m sopra il mare, in un giardino romantico con le palme,

Dettagli

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina Traduzione 1 Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina (Convenzione sui diritti dell uomo e la biomedicina)

Dettagli

3) Heidegger: dall esistenza all ontologia

3) Heidegger: dall esistenza all ontologia 3) Heidegger: dall esistenza all ontologia Vita e opere Martin Heidegger (1889-1976) frequentò la facoltà di teologia dell Università di Friburgo. Nel 1919 divenne assistente e in seguito successore di

Dettagli

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di gioco d azzardo patologico Testo redatto sulla

Dettagli

IL RIMARIO IL RICALCO

IL RIMARIO IL RICALCO Preparare un rimario: IL RIMARIO - gli alunni, a coppie o singolarmente, scrivono su un foglio alcune parole con una determinata rima; - singolarmente, scelgono uno dei fogli preparati e compongono nonsense

Dettagli

Epidemiologia & Salute pubblica

Epidemiologia & Salute pubblica Epidemiologia & Salute pubblica a cura del Medico cantonale vol. VI nr. 3 La medicina non è una scienza esatta Con questo slogan il Dipartimento delle opere sociali è entrato nelle case dei ticinesi. L

Dettagli

IL RAPPORTO CON GLI ALTRI

IL RAPPORTO CON GLI ALTRI IL RAPPORTO CON GLI ALTRI Cos è la vita?, è una domanda che molti si pongono. La vita è rapporto, amici miei. Possono essere date altre risposte, e tutte potrebbero essere valide, ma al di là di tutto,

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

Stadio della socializzazione, identità e immaginazione (3-6 anni) Dott.ssa Maria Cristina Theis

Stadio della socializzazione, identità e immaginazione (3-6 anni) Dott.ssa Maria Cristina Theis Stadio della socializzazione, identità e immaginazione (3-6 anni) Dott.ssa Maria Cristina Theis Obiettivo dell incontro - Descrivere la fase evolutiva del bambino (fase 3-6 anni). - Attivare un confronto

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

Fin dove andrà il clonaggio?

Fin dove andrà il clonaggio? Fin dove andrà il clonaggio? Mark Post, il padrone della sezione di fisiologia dell Università di Maastricht, nei Paesi Bassi, ha dichiarato durante una conferenza tenuta a Vancouver, in Canada, che aveva

Dettagli

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè...

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Clémence e Laura Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Se fossi un paio di scarpe sarei i tuoi lacci Se fossi il tuo piede sarei il tuo mignolo Se fossi la tua gola sarei la tua glottide Se fossi

Dettagli

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Corona Biblica per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Imprimatur S. E. Mons. Angelo Mascheroni, Ordinario Diocesano Curia Archiepiscopalis

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

1 - Sulla preghiera apostolica

1 - Sulla preghiera apostolica 1 - Sulla preghiera apostolica Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Do una piccola istruzione di metodo sulla preghiera apostolica. Adesso faccio qualche premessa sulla preghiera apostolica,

Dettagli

UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto

UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto Provincia di Ravenna Album fotografico UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto CONSIGLI/CONSULTE DEI COMUNI PARTECIPANTI SCUOLA Consulta ragazzi di Alfonsine Michelacci Andrea Scuola Primaria "Matteotti

Dettagli

2) Se oggi la sua voce. Rit, 1) Camminiamo incontro al Signore

2) Se oggi la sua voce. Rit, 1) Camminiamo incontro al Signore Parrocchia Santa Maria delle Grazie Squinzano 1) Camminiamo incontro al Signore 2) Se oggi la sua voce Rit, Camminiamo incontro al Signore Camminiamo con gioia Egli viene non tarderà Egli viene ci salverà.

Dettagli

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS PIANO DI LETTURA dagli 11 anni DA CHE PARTE STARE ALBERTO MELIS Illustrazioni di Paolo D Altan Serie Rossa n 78 Pagine: 144 Codice: 566-3117-3 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTORE Alberto Melis, insegnante,

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

IDI IRCCS Roma. CRESCERE con l EB. Elisabetta Andreoli. Servizio di Psicologia Clinica e Psicoterapia Psicosomatica

IDI IRCCS Roma. CRESCERE con l EB. Elisabetta Andreoli. Servizio di Psicologia Clinica e Psicoterapia Psicosomatica IDI IRCCS Roma CRESCERE con l EB Elisabetta Andreoli Servizio di Psicologia Clinica e Psicoterapia Psicosomatica EB: patologia organica che interessa l ambito fisico e solo indirettamente quello psicologico

Dettagli

LAST SIPE. Appunti Livorno 21 giugno 2014

LAST SIPE. Appunti Livorno 21 giugno 2014 LAST SIPE Appunti Livorno 21 giugno 2014 SAPERE, FARE, FAR SAPERE Ho sentito questo slogan per la prima volta da Gianni Bassi, grande Governatore del Distretto 2070, appassionato rotariano, con una visione

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Forse sarebbe necessario che iniziassi correggendo il titolo di questa mia breve introduzione: non cultura, creatività e sviluppo sostenibile, ma cultura globalizzata,

Dettagli

Potrei dire a quell attimo: fermati dunque, sei così bello! Goethe (Faust)

Potrei dire a quell attimo: fermati dunque, sei così bello! Goethe (Faust) IL TEMPO DI MENTINA Potrei dire a quell attimo: fermati dunque, sei così bello! Goethe (Faust) E tempo di occuparci di Mentina, la mia cuginetta che mi somiglia tantissimo; l unica differenza sta nella

Dettagli

LA COMUNICAZIONE VERBALE E NON VERBALE. MODALITÀ DI COMUNICAZIONE EFFICACE ED INEFFICACE

LA COMUNICAZIONE VERBALE E NON VERBALE. MODALITÀ DI COMUNICAZIONE EFFICACE ED INEFFICACE LA COMUNICAZIONE VERBALE E NON VERBALE. MODALITÀ DI COMUNICAZIONE EFFICACE ED INEFFICACE LA COMUNICAZIONE La comunicazione è una condizione essenziale della vita umana e dell ordinamento sociale, poiché

Dettagli

EDUCARE. TRA ALLENATORI, GENITORI E DIRIGENTI

EDUCARE. TRA ALLENATORI, GENITORI E DIRIGENTI PER INIZIARE EDUCARE. TRA ALLENATORI, GENITORI E DIRIGENTI Dicesi dirigente un signore che dovrebbe non dirigere ma animare; non solo animare ma testimoniare, non solo testimoniare, ma motivare. Insomma,

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

L analisi dei villi coriali

L analisi dei villi coriali 12 L analisi dei villi coriali Testo modificato dagli opuscoli prodotti dal Royal College of Obstetricians and Gynaecologists dell Ospedale Guy s and St Thomas di Londra. www.rcog.org.uk/index.asp?pageid=625

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Facoltà di Medicina Veterinaria Embriologia e Terapia Genica e Cellulare Le cellule staminali adulte:

Dettagli

COSCIENZA COSMICA. FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto Comprensivo Statale PETRITOLI

COSCIENZA COSMICA. FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto Comprensivo Statale PETRITOLI COSCIENZA COSMICA FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? Dati identificativi ANNO SCOLASTICO periodo SCUOLA DOCENTI COINVOLTI ORDINE SCUOLA DESTINATARI FORMATRICI 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto

Dettagli

Presentazione Prologo all edizione francese

Presentazione Prologo all edizione francese INDICE Presentazione Prologo all edizione francese IX XVIII PARTE PRIMA CAPITOLO I Finché portiamo noi stessi, non portiamo nulla che possa valere 3 CAPITOLO II Non dobbiamo turbarci di fronte ai nostri

Dettagli

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Il silenzio per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Istituto Comprensivo Monte S. Vito Scuola dell infanzia F.lli Grimm Gruppo dei bambini Farfalle Rosse (3 anni) Anno Scolastico 2010-2011 Ins. Gambadori

Dettagli

Chi può prendere decisioni riguardo alla salute di un altra persona?

Chi può prendere decisioni riguardo alla salute di un altra persona? Chi può prendere decisioni riguardo alla salute di un altra persona? Nel Western Australia, la legge permette di redigere una dichiarazione anticipata di trattamento per stabilire quali cure si vogliono

Dettagli

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI Che cos è la depressione? Tutti noi ci possiamo sentire tristi a volte, tuttavia la depressione è una cosa seria. La malattia della depressione a volte denominata Depressione

Dettagli

Enrico Persico, Il Giornale di Fisica, 1, (1956), 64-67. 1

Enrico Persico, Il Giornale di Fisica, 1, (1956), 64-67. 1 Che cos è che non va? Enrico Persico, Il Giornale di Fisica, 1, (1956), 64-67. 1 Mi dica almeno qualcosa sulle onde elettromagnetiche. La candidata, che poco fa non aveva saputo dire perché i fili della

Dettagli

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE L EVENTO ASSEGNERÀ CREDITI ECM Sabato 16 giugno 2012 ore 8,30 UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE SEDE DEL CORSO Via Masaccio, 19 MILANO PER ISCRIZIONI www.chirurgiavascolaremilano.it Il Convegno

Dettagli

Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT)

Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT) Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT) Fondamenti giuridici delle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento Numerosi sono i fondamenti normativi e di principio che stanno alla base del diritto

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Attivita` culturali e Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 scuola@unicef.it pubblicazioni@unicef.it

Dettagli

C.5 PER UNA RIFLESSIONE TEOLOGICA SUL LAVORO

C.5 PER UNA RIFLESSIONE TEOLOGICA SUL LAVORO C.5 PER UNA RIFLESSIONE TEOLOGICA SUL LAVORO 1.La nuova creazione come struttura teologica 2.L approccio pneumatologico 3. L alienazione del lavoro in prospettiva teologica 4. La spiritualità del lavoro

Dettagli

VADANO PER IL MONDO ANNUNZIANDO I VIZI E LE VIRTÙ CON BREVITÀ DI DISCORSO

VADANO PER IL MONDO ANNUNZIANDO I VIZI E LE VIRTÙ CON BREVITÀ DI DISCORSO VADANO PER IL MONDO ANNUNZIANDO I VIZI E LE VIRTÙ CON BREVITÀ DI DISCORSO I frati non predichino nella diocesi di alcun vescovo qualora dallo stesso vescovo sia stato loro proibito. E nessun frate osi

Dettagli

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione John Dewey Le fonti di una scienza dell educazione educazione 1929 L educazione come scienza indipendente Esiste una scienza dell educazione? Può esistere una scienza dell educazione? Ṫali questioni ineriscono

Dettagli

IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD

IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD CHIARA DE CANDIA chiaradecandia@libero.it 1 IL CONCETTO DI SE È la rappresentazione delle proprie caratteristiche e capacità in relazione

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM PER LE POLITICHE E GLI STUDI DI GENERE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM PER LE POLITICHE E GLI STUDI DI GENERE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM Tra differenza e identità. Percorso di formazione sulla storia e la cultura delle donne Costituito con Decreto del Rettore il 22 gennaio 2003, «al fine di avviare

Dettagli

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE un indagine demoscopica svolta da Astra Ricerche per Telefono Amico Italia con il contributo di Nokia Qui di seguito vengono presentati i principali risultati

Dettagli

L ALFABETO DELLA LEGALITA

L ALFABETO DELLA LEGALITA L alfabeto, che sta alla base dell acquisizione di ogni lingua, diventa, in questo nostro giornalino, il punto di partenza per la conoscenza di quei valori fondamentali che è indispensabile interiorizzare

Dettagli

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Dialoghi tra scuole d Europa: esperienze e curricola a confronto Scuola media Manzoni Lucarelli di Bari - Carbonara 21

Dettagli

C era una bianca un foglio, di sana fibra e bell animo. Forte di valori e ideali puliti, attendeva di nascere in un mondo migliore, un luogo dove

C era una bianca un foglio, di sana fibra e bell animo. Forte di valori e ideali puliti, attendeva di nascere in un mondo migliore, un luogo dove I love Ci C era una bianca un foglio, di sana fibra e bell animo. Forte di valori e ideali puliti, attendeva di nascere in un mondo migliore, un luogo dove poter crescere con gioia e buon senso, contribuendo

Dettagli