Capitolo VII L ESPROPRIAZIONE PRESSO TERZI

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Capitolo VII L ESPROPRIAZIONE PRESSO TERZI"

Transcript

1 Capitolo VII L ESPROPRIAZIONE PRESSO TERZI Rilievi introduttivi Oggetto dell'espropriazione presso terzi possono essere beni mobili o crediti appartenenti al debitore; i beni immobili di proprietà esclusiva del debitore dunque possono essere espropriati o nelle forme dell'espropriazione presso il debitore ovvero nelle forme dell'espropriazione presso terzi; i crediti vantati dal debitore, invece, possono essere pignorati esclusivamente nelle forme dell'espropriazione presso terzi. Proprio in virtù di quella estraneità del terzo rispetto al titolo esecutivo azionato e alle vicende sostanziali sottese alla procedura, egli non può subire l'esecuzione al pari del debitore, sebbene l'espropriazione indubbiamente si svolga, non contro ma, verso di lui. L espropriazione mobiliare presso il terzo A norma dell art. 543 oggetto del pignoramento presso terzi sono le cose del debitore che sono in possesso di terzi; la norma va posta in relazione con quanto stabilito dall art. 513, per il quale il creditore può pignorare i beni mobili che si trovano nella casa o in altri luoghi appartenenti del debitore nonché, con l'autorizzazione del presidente del tribunale o dei giudici da questi delegato, anche le cose determinate che non si trovano in luoghi appartenenti debitore, ma delle quali egli può direttamente disporre. Qualora il bene mobile si trovi presso un luogo appartenente al debitore, il creditore potrà liberamente pignorarlo nelle forme degli articoli 513 e seguenti, indipendentemente dalla concreta situazione giuridica del bene stesso; eventuali diritti vantati da terzi sul bene pignorato potranno essere fatti valere solo ed esclusivamente mediante l'opposizione dell art Diversamente, qualora il bene mobile si trovi in un luogo appartenente ad un terzo occorrerà valutare se la cosa sia nella libera disponibilità del debitore (art. 513) o sia nel possesso del terzo (art. 543). Il possesso del terzo va dunque inteso come rapporto del terzo con la cosa che, giuridicamente di fatto, escluda o limiti fortemente la disponibilità sul bene da parte del proprietario-debitore. È anche ipotizzabile che il terzo esibisca volontariamente le cose del debitore da lui possedute all'ufficiale giudiziario in modo tale che l'espropriazione forzata possa svolgersi nelle forme dell'art. 513, rinunciando così alle maggiori tutele previste in suo favore nell'ambito dell'espropriazione presso terzi. L espropriazione dei crediti 1

2 Diversamente da quanto accade per i beni mobili, l'unico modo per pignorare i crediti del debitore è quello di promuovere un'espropriazione presso il terzo, ossia una procedura esecutiva che, oltre a svolgersi contro il debitore, coinvolge anche la figura del terzo, debitore del debitore esecutato. Pignorabili risultano i crediti futuri, tra i quali è possibile annoverare i corrispettivi non ancora maturati della prestazione lavorativa e i canoni di locazione non ancora venuti a scadenza. Le ipotesi di impignorabilità dei crediti La ratio è che non possono essere sottratti al debitore i crediti indispensabili alla sua sopravvivenza; sono relativamente impignorabili i crediti alimentari vantati dal debitore salvo che per crediti a loro volta alimentari e sempre con l'autorizzazione del giudice e nella misura da lui stabilita; gli stipendi e le altre indennità relative al rapporto di lavoro dei dipendenti privati possono essere sottoposti ad esecuzione nei limiti di 1/5 per i crediti tributari dello Stato, province o comuni nonché per ogni altro credito e nella misura stabilita dal giudice per i crediti alimentari (art. 545, commi 3 e 4). In caso di concorso di più cause, il pignoramento può arrivare a riguardare la metà delle somme, ai sensi del quinto comma dell art Il giudice competente è il tribunale dove il terzo ha la residenza. I requisiti dell'atto di pignoramento Gli elementi che concorrono a formare il contenuto dell'atto di pignoramento sono: 2 1) l'indicazione del credito per cui si procede, nonché del titolo esecutivo e del precetto; 2) l'indicazione, almeno generica, delle somme o delle cose dovute dal terzo; 3) l'intimazione al terzo di non disporre delle cose o delle somme dovute senza l'ordine del giudice (la mancata intimazione rivolta al terzo dal creditore determina la nullità del pignoramento rilevabile dal terzo con l'opposizione agli atti esecutivi); 4) l'ingiunzione formulata dall'ufficiale giudiziario al debitore di astenersi da qualunque atto diretto a sottrarre alla garanzia del credito i beni che si assoggettano ad espropriazione forzata e i frutti di essa ai sensi dell art. 492 (la mancata ingiunzione è in grado di determinare la nullità del pignoramento); 5) la citazione del terzo e del debitore a comparire davanti al giudice dell'esecuzione del luogo di residenza del terzo, affinché questi faccia la dichiarazione dell'art. 547 e

3 il debitore sia presente alla dichiarazione e agli atti ulteriori, nonché l'invito a comparire quando il pignoramento riguarda i crediti relativamente impignorabili e negli altri casi a comunicare la dichiarazione dell'art. 547 al creditore procedente entro 10 giorni a mezzo raccomandata (gli inviti a comparire all'udienza è rivolto solo a quei terzi che siano debitori delle somme di cui ai commi 3 e 4 dell art. 545 e che quindi devono rendere la dichiarazione a detta udienza, mentre negli altri casi l'invito rivolto al terzo è semplicemente a comunicare la propria dichiarazione al creditore procedente mediante raccomandata entro 10 giorni); 6) la dichiarazione di residenza o l'elezione di domicilio del creditore nel comune in cui ha sede il tribunale competente che è quello ove ha la residenza il terzo. La notifica dell'atto di pignoramento e la formazione del fascicolo L atto di pignoramento è portata a conoscenza del debitore e del terzo mediante la notificazione ad istanza dell'ufficiale giudiziario. L omessa notificazione dell'atto al debitore determina la nullità del pignoramento; se però il pignoramento è stato notificato al debitore a mezzo postale e al momento dell'udienza non è ancora ritornato l'avviso di ricevimento del plico raccomandato, la comparizione del debitore all'udienza dell'art. 547 sana ogni eventuale vizio. Effetti sostanziali del pignoramento La fattispecie del pignoramento non si esaurisce nella notificazione dell'atto di pignoramento, ma necessita di ulteriori attività per dirsi perfezionata; tali attività possono coincidere alternativamente o con la dichiarazione non contestata del terzo oppure con il passaggio in giudicato della sentenza con cui, a norma dell art. 549, il giudice dell'esecuzione accerta gli obblighi del terzo. Il pignoramento determina quel vincolo di indisponibilità sui beni oggetto di esecuzione ricollegabile all'ingiunzione rivolta al debitore esecutato; inoltre quando oggetto dell'espropriazione sono i crediti del debitore, la legge ricollega al pignoramento anche l'ulteriore effetto di cristallizzare il rapporto terzoesecutato in modo da impedire che l'estinzione del credito possa compromettere il soddisfacimento coattivo dei diritti del creditore procedente. La dichiarazione del terzo 3

4 A norma dell art. 547, comma 1, il terzo è chiamato a dichiarare e specificare tutti i suoi debiti nei confronti del debitore esecutato non soltanto nei limiti del credito azionato ovvero nei limiti oggi fissati dall art Il terzo che rende la dichiarazione deve essere a ciò legittimato; se il terzo non è legittimato a rendere la dichiarazione, il creditore procedente deve quindi chiedere l'accertamento del credito; se il creditore, semmai confidando nella dichiarazione positiva resa dal falso procuratore, chiede l'assegnazione del credito, il giudice deve dichiarare l'estinzione del processo. Il terzo, con l'eccezione dei crediti dell art. 545, commi 3 e 4, può rendere la sua dichiarazione a mezzo di raccomandata spedita direttamente al creditore procedente entro 10 giorni dalla notifica dell'atto di pignoramento. Fermo restando il divieto per il terzo di procedere al pagamento alla consegna dopo la notifica dell'atto di cui all art. 543, è ben possibile che il debito del terzo nei confronti dell esecutato aumenti nel periodo intercorrente tra la notifica del pignoramento e l'udienza fissata dal creditore procedente; in queste ipotesi il terzo può effettuare la propria dichiarazione mediante raccomandata, ma è tenuto a modificarla o ad integrarla all'udienza fissata dal creditore qualora nel frattempo siano intervenuti sostanziali mutamenti nei suoi rapporti con il debitore esecutato. Il giudizio dell art. 548 A norma dell art. 548, comma 1, se il terzo non compare all'udienza stabilita o rifiuta di fare la dichiarazione, o se intorno a questa sorgono contestazioni, il giudice, su istanza di parte, provvede all'istruzione della causa a norma del libro secondo; il giudizio a cognizione piena ed esauriente, pertanto, costituisce la seconda strada. L instaurazione del giudizio di accertamento degli obblighi del terzo passa necessariamente attraverso la proposizione al giudice dell'esecuzione di un'istanza da parte di chi abbia la legittimazione ad agire; tale istanza rappresenta l atto introduttivo del giudizio, e non deve possedere una forma particolare potendo essere presentata anche oralmente in udienza. Una volta instaurato, il giudizio prosegue nelle forme di un ordinario processo di cognizione avente ad oggetto l'accertamento degli obblighi del terzo ed a cui devono partecipare, quali litisconsorti necessari, il creditore istante, il terzo e il debitore; l'onere della prova è a carico del creditore istante. A norma dell art. 549, una volta accertati con sentenza definitiva e passata in giudicato gli obblighi del terzo, il processo esecutivo può proseguire mediante riassunzione ad opera del creditore procedente da effettuarsi nel termine perentorio fissato dal giudice in sentenza. A norma dell art. 548, comma 2, se il terzo non fa la dichiarazione neppure nel corso del giudizio di primo grado, può essere applicata nei suoi confronti la disposizione dell'art. 232, comma 1 (ficta confessio). Legittimati a promuovere il giudizio di accertamento sono il creditore procedente e i creditori intervenuti muniti di titolo esecutivo; deve essere esclusa la legittimazione ad 4

5 agire del debitore esecutato e così anche la possibilità che quest'ultimo impugna la sentenza che nega l'esistenza di obblighi a carico del terzo. Nel caso in cui il terzo non renda alcuna dichiarazione oppure renda una semplice dichiarazione negativa affermando di non essere debitore del debitore esecutato, il creditore procedente, qualora lo ritenga reticente e non veritiera la sua dichiarazione, promuoverà il giudizio ai sensi dell art. 548 al fine di accertare l'esistenza e la consistenza del rapporto tra terzo e debitore esecutato. Qualora la dichiarazione del terzo sia positiva e rechi l'indicazione dei beni e delle somme dovute, è comunque possibile che sorgano contestazioni sulla sua veridicità e completezza e anche in questo caso, al fine del perfezionamento della fattispecie pignoratizia, sarà necessario un accertamento degli obblighi del terzo nelle forme di un giudizio ordinario di cognizione. La vendita e l'assegnazione Una volta perfezionatosi in pignoramento, è necessario che il creditore proponga istanza di vendita o di assegnazione per impedire il verificarsi degli effetti dell art Se i crediti pignorati sono esigibili immediatamente o in un termine non maggiore di 90 giorni, il giudice li assegna in pagamento ai creditori concorrenti; se i crediti sono esigibili in un termine superiore a 90 giorni o si tratti di censi o di rendite perpetue o temporanee il giudice provvede alla loro vendita seguendo la disciplina prevista per i beni mobili, a meno che i creditori non ne chiedano d'accordo l'assegnazione. 5

TRIBUNALE DI ATTO DI PIGNORAMENTO PRESSO TERZI. ), residente in, Via, elettivamente domiciliato in presso e nello studio

TRIBUNALE DI ATTO DI PIGNORAMENTO PRESSO TERZI. ), residente in, Via, elettivamente domiciliato in presso e nello studio TRIBUNALE DI ATTO DI PIGNORAMENTO PRESSO TERZI Il Sig., nato a il, (c.f.: ), residente in, Via, elettivamente domiciliato in presso e nello studio dell Avv. (c.f.: pec: - fax ) che lo rappresenta e difende

Dettagli

TRIBUNALE CIVILE DI BOLOGNA ATTO DI PIGNORAMENTO PRESSO TERZI. e difeso dall Avv. (C.F.) fax., indirizzo PEC nel cui PREMESSO

TRIBUNALE CIVILE DI BOLOGNA ATTO DI PIGNORAMENTO PRESSO TERZI. e difeso dall Avv. (C.F.) fax., indirizzo PEC nel cui PREMESSO TRIBUNALE CIVILE DI BOLOGNA ATTO DI PIGNORAMENTO PRESSO TERZI Il Sig. (Creditore) (C.F.) rappresentato e difeso dall Avv. (C.F.) fax, indirizzo PEC nel cui Studio, in Bologna,, ha eletto domicilio come

Dettagli

LE NOVITA DEL PROCESSO ESECUTIVO. Il Decreto Legge 132/2014 convertito con modifiche dalla legge 162/2014

LE NOVITA DEL PROCESSO ESECUTIVO. Il Decreto Legge 132/2014 convertito con modifiche dalla legge 162/2014 LE NOVITA DEL PROCESSO ESECUTIVO Il Decreto Legge 132/2014 convertito con modifiche dalla legge 162/2014 Le principali novità Iscrizione a ruolo del processo esecutivo per espropriazione (art. 518 co.6)

Dettagli

ISSN 1127-8579. Pubblicato dal 23/04/2015

ISSN 1127-8579. Pubblicato dal 23/04/2015 ISSN 1127-8579 Pubblicato dal 23/04/2015 All'indirizzo http://www.diritto.it/docs/37020-la-dichiarazione-di-terzo-nel-pignoramentopresso-terzi-e-gli-effetti-della-mancata-o-contestata-dichiarazione-alla-luce-della-legge-distabilit-2013-e-del-decreto-giustizia-del-2104

Dettagli

L ESPROPRIAZIONE FORZATA

L ESPROPRIAZIONE FORZATA Capitolo XXIV L ESPROPRIAZIONE FORZATA Sommario: 1. Il pignoramento. 2. Le singole modalità di pignoramento. 3. Gli effetti del pignoramento. 4. Le vicende oggettive e soggettive del pignoramento. 5. L

Dettagli

PIGNORAMENTO. Ebook. Francesco Cacchiarelli e Riccardo Cerulli All rights reserved

PIGNORAMENTO. Ebook. Francesco Cacchiarelli e Riccardo Cerulli All rights reserved PIGNORAMENTO Ebook INDICE 1. COS È 2. FORMA DEL PIGNORAMENTO 3. SE RIGUARDA COSE MOBILI 4. PIGNORAMENTO IMMOBILIARE 5. PIGNORAMENTO PRESSO TERZI 6. EFFETTI DEL PIGNORAMENTO 7. COSA IN INTENDE PER IMPIGNORABILITÀ

Dettagli

TRIBUNALE CIVILE DI ATTO DI PIGNORAMENTO PRESSO TERZI. Istante (nato/a, il / /, C.F.: ) residente in ( ), Via (CAP: ),

TRIBUNALE CIVILE DI ATTO DI PIGNORAMENTO PRESSO TERZI. Istante (nato/a, il / /, C.F.: ) residente in ( ), Via (CAP: ), TRIBUNALE CIVILE DI ATTO DI PIGNORAMENTO PRESSO TERZI Istante (nato/a, il / /, C.F.: ) residente in ( ), Via (CAP: ), rappresentato/a e difeso/a nel presente giudizio, giusta procura a margine del presente

Dettagli

STUDIO LEGALE Avv. Antonella Nigro

STUDIO LEGALE Avv. Antonella Nigro L irregolarità della notifica dell atto di precetto e l opposizione agli atti esecutivi ex art. 617 c.p.c. di Antonella Nigro L opposizione agli atti esecutivi è disciplinata dall'art. 617 del Codice di

Dettagli

Capitolo VIII L ESPROPRIAZIONE IMMOBILIARE

Capitolo VIII L ESPROPRIAZIONE IMMOBILIARE Capitolo VIII L ESPROPRIAZIONE IMMOBILIARE Il momento costitutivo del pignoramento immobiliare L espropriazione immobiliare comincia con il pignoramento che, ai sensi dell art. 555, comma 1, si esegue

Dettagli

COMUNICAZIONI RELATIVE ALLA RIFORMA DEL PROCESSO ESECUTIVO D.L.132/2014

COMUNICAZIONI RELATIVE ALLA RIFORMA DEL PROCESSO ESECUTIVO D.L.132/2014 COMUNICAZIONI RELATIVE ALLA RIFORMA DEL PROCESSO ESECUTIVO D.L.132/2014 Con l entrata in vigore della riforma del processo esecutivo ex D.L. 132/2014, limitatamente agli aspetti pratici e in attesa di

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Introduzione...

INDICE SOMMARIO. Introduzione... SOMMARIO Introduzione... XV CAPITOLO 1 LA FORMA DEL PIGNORAMENTO 1. Come si articola la disciplina di riferimento... 2 2. Alcune osservazioni sul dato positivo... 5 3. L atto di pignoramento presso terzi...

Dettagli

RISOLUZIONE N. 195/E

RISOLUZIONE N. 195/E RISOLUZIONE N. 195/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 16 maggio 2008 OGGETTO: Istanza di interpello - ART.11, legge 27 luglio 2000, n. 212. Modalità di esercizio delle variazioni IVA in

Dettagli

TRIBUNALE DI ATTO DI PIGNORAMENTO PRESSO TERZI

TRIBUNALE DI ATTO DI PIGNORAMENTO PRESSO TERZI TRIBUNALE DI ATTO DI PIGNORAMENTO PRESSO TERZI L avv. Achille M.G. Cod. Fisc. BRN CLL 47C31 C971E, elettivamente domiciliato in al Corso Umberto I, 61 rappresentato e difeso da se medesimo ex art. 86 c.p.c.

Dettagli

Editrice PROPRETARIO EX ART. 2929-BIS C.C. (DOPO IL D.L. 83/2015) Formula annotata di Giulio SPINA TRIBUNALE DI...

Editrice PROPRETARIO EX ART. 2929-BIS C.C. (DOPO IL D.L. 83/2015) Formula annotata di Giulio SPINA TRIBUNALE DI... Rivista scientifica bimestrale di Diritto Processuale Civile ISSN 2281-8693 Pubblicazione del 24.9.2015 La Nuova Procedura Civile, 3, 2015 Editrice ATTO DI PIGNORAMENTO IMMOBILIARE CONTRO IL TERZO PROPRETARIO

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Capitolo 1 NATURA ED OGGETTO DEL PIGNORAMENTO PRESSO TERZI

INDICE SOMMARIO. Capitolo 1 NATURA ED OGGETTO DEL PIGNORAMENTO PRESSO TERZI INDICE SOMMARIO Elenco delle principali abbreviazioni... xv Capitolo 1 NATURA ED OGGETTO DEL PIGNORAMENTO PRESSO TERZI 1.1. L espropriazione in generale e l espropriazione persso terzi........ 2 1.2. Premesse

Dettagli

Articolo 620 - Giudice competente. Articolo 621 - Domanda di limitazione. Articolo 622 - Valutazione della nave. Articolo 623 - Sentenza di apertura.

Articolo 620 - Giudice competente. Articolo 621 - Domanda di limitazione. Articolo 622 - Valutazione della nave. Articolo 623 - Sentenza di apertura. Articolo 620 - Giudice competente. Titolo IV Dell' attuazione della limitazione del debito dell' armatore Il procedimento di limitazione è promosso avanti il tribunale o il pretore, nella circoscrizione

Dettagli

NORMATIVA DI RIFERIMENTO

NORMATIVA DI RIFERIMENTO NORMATIVA DI RIFERIMENTO CODICE CIVILE - LIBRO SESTO/TITOLO IV TITOLO IV DELLA TUTELA GIURISDIZIONALE DEI DIRITTI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI ART. 2907 ATTIVITÀ GIURISDIZIONALE Alla tutela giurisdizionale

Dettagli

TABELLA B DIRITTI DI AVVOCATO

TABELLA B DIRITTI DI AVVOCATO TABELLA B DIRITTI DI AVVOCATO I PROCESSO DI COGNIZIONE E PROCEDIMENTI SPECIALI E CAMERALI DAVANTI AI GIUDICI ORDINARI, AI GIUDICI AMMINISTRATIVI, TRIBUTARI E SPECIALI, AGLI ARBITRI D AUTORITÀ, COMMISSIONI

Dettagli

TRIBUNALE DI.. Atto di pignoramento presso terzi. di XXX S.r.l., in persona del proprio Legale Rappresentante pro-tempore Sig.

TRIBUNALE DI.. Atto di pignoramento presso terzi. di XXX S.r.l., in persona del proprio Legale Rappresentante pro-tempore Sig. TRIBUNALE DI.. Atto di pignoramento presso terzi di XXX S.r.l., in persona del proprio Legale Rappresentante pro-tempore Sig...., con sede a... in Via..., n..., p.i.:., rappresentata e difesa, come da

Dettagli

TRIBUNALE DI BOLOGNA

TRIBUNALE DI BOLOGNA TRIBUNALE DI BOLOGNA ATTO DI PIGNORAMENTO DI AUTOVEICOLO EX. ART. 521 BIS C.P.C. Il Sig. (creditore) nato a. il.. e residente in...., via.. n.. C.F.. elettivamente domiciliato in Bologna via.. n, presso

Dettagli

INDICE SOMMARIO LIBRO TERZO DEL PROCESSO DI ESECUZIONE TITOLO I DEL TITOLO ESECUTIVO E DEL PRECETTO

INDICE SOMMARIO LIBRO TERZO DEL PROCESSO DI ESECUZIONE TITOLO I DEL TITOLO ESECUTIVO E DEL PRECETTO INDICE SOMMARIO Presentazione.......................................... Gli autori............................................ Abbreviazioni delle principali riviste............................. V VII

Dettagli

Le opposizioni ex artt. 615, 617 e 618 c.p.c.

Le opposizioni ex artt. 615, 617 e 618 c.p.c. Le opposizioni ex artt. 615, 617 e 618 c.p.c. La riforma del processo esecutivo ha modificato sensibilmente la fase eventuale delle opposizioni siano esse all esecuzione, agli atti esecutivi o di terzi

Dettagli

OGGETTO: Procedure di riscossione coattiva

OGGETTO: Procedure di riscossione coattiva Informativa per la clientela di studio N. 148 del 06.11.2013 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Procedure di riscossione coattiva Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo intendiamo

Dettagli

L ESPROPRIAZIONE FORZATA

L ESPROPRIAZIONE FORZATA Capitolo XXIV L ESPROPRIAZIONE FORZATA Sommario: 1. Il pignoramento. 2. Le singole modalità di pignoramento. 3. Gli effetti del pignoramento. 4. Le vicende oggettive e soggettive del pignoramento. 5. L

Dettagli

RASSEGNA DELLA GIURISPRUDENZA RECENTE DELLA CORTE DI CASSAZIONE IN MATERIA ESECUTIVA

RASSEGNA DELLA GIURISPRUDENZA RECENTE DELLA CORTE DI CASSAZIONE IN MATERIA ESECUTIVA RASSEGNA DELLA GIURISPRUDENZA RECENTE DELLA CORTE DI CASSAZIONE IN MATERIA ESECUTIVA INDICE: 1) CONTRATTI DI MUTUO FONDIARIO RISOLUZIONE E COMPUTO DEGLI INTERESSI 2) TITOLO ESECUTIVO a) interpretazione

Dettagli

L OPPOSIZIONE A DECRETO INGIUNTIVO

L OPPOSIZIONE A DECRETO INGIUNTIVO L OPPOSIZIONE A DECRETO INGIUNTIVO L opposizione a decreto ingiuntivo dà luogo ad un ordinario giudizio di cognizione, in cui il giudice non deve limitarsi a stabilire se l ingiunzione è stata emessa legittimamente

Dettagli

TRIBUNALE CIVILE DI MESSINA ATTO DI PIGNORAMENTO PRESSO TERZI

TRIBUNALE CIVILE DI MESSINA ATTO DI PIGNORAMENTO PRESSO TERZI V i Studio legale Mastroeni & Associati Associazione Professionale Via R. Margherita, 30-98028 S. TERESA DI RIVA tei. e fax 0942/794702 Via Malsano, 16-98122 MESSINA TRIBUNALE CIVILE DI MESSINA ATTO DI

Dettagli

Diritti di avvocato. Pagina 1 di 5

Diritti di avvocato. Pagina 1 di 5 TABELLA B - DIRITTI DI AVVOCATO (redatta dall'autore) I - PROCESSO DI COGNIZIONE E PROCEDIMENTI SPECIALI E CAMERALI DAVANTI AI GIUDICI ORDINARI, AI GIUDICI AMMINISTRATIVI, TRIBUTARI E SPECIALI, AGLI ARBITRI

Dettagli

IL PIGNORAMENTO PRESSO TERZI E IL SUO OGGETTO

IL PIGNORAMENTO PRESSO TERZI E IL SUO OGGETTO ESPROPRIAZIONE PRESSO TERZI PROF. ROMANO CICCONE Indice 1 IL PIGNORAMENTO PRESSO TERZI E IL SUO OGGETTO ----------------------------------------------------- 3 2 CREDITI IMPIGNORABILI ------------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

Indice analitico. Capitolo I. Sezione Prima IL TITOLO ESECUTIVO ED IL PRECETTO

Indice analitico. Capitolo I. Sezione Prima IL TITOLO ESECUTIVO ED IL PRECETTO 491 Prefazione... p. 9 Capitolo I IL TITOLO ESECUTIVO ED IL PRECETTO 1. Premessa...» 11 2. Il titolo esecutivo, definizione e funzione (art. 474 c.p.c.)...» 11 2.1 Contenuto del titolo esecutivo...» 12

Dettagli

L iscrizione di un ipoteca su un immobile a seguito di somme non pagate relative a sanzioni amministrative per violazioni al C.d.

L iscrizione di un ipoteca su un immobile a seguito di somme non pagate relative a sanzioni amministrative per violazioni al C.d. L iscrizione di un ipoteca su un immobile a seguito di somme non pagate relative a sanzioni amministrative per violazioni al C.d.S- problemi procedurali Come è noto l ipoteca è un diritto reale di garanzia

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Parte Prima TUTELA CAUTELARE E GIURISDIZIONE CONTABILE

INDICE SOMMARIO. Parte Prima TUTELA CAUTELARE E GIURISDIZIONE CONTABILE Presentazione.................................. XIII Parte Prima TUTELA CAUTELARE E GIURISDIZIONE CONTABILE CAPITOLO I L INQUADRAMENTO DELLA TUTELA CAUTELARE NELL AMBITO DEI GIUDIZI INNANZI ALLA CORTE

Dettagli

TRIBUNALE CIVILE DI ATTO DI PIGNORAMENTO IMMOBILIARE. Istante ( n a t o / a a, i l _ / _ / _, C.F.: ) residente/con sede in ( ),

TRIBUNALE CIVILE DI ATTO DI PIGNORAMENTO IMMOBILIARE. Istante ( n a t o / a a, i l _ / _ / _, C.F.: ) residente/con sede in ( ), TRIBUNALE CIVILE DI ATTO DI PIGNORAMENTO IMMOBILIARE Istante ( n a t o / a a, i l _ / _ / _, C.F.: ) residente/con sede in ( ), Via (CAP: ), rappresentato/a e difeso/a nel presente giudizio, giusta procura

Dettagli

www.ildirittoamministrativo.it Nota a Consiglio di Giustizia Amministrativa per la Regione Siciliana, sentenza 22 gennaio 2013, n.

www.ildirittoamministrativo.it Nota a Consiglio di Giustizia Amministrativa per la Regione Siciliana, sentenza 22 gennaio 2013, n. Nota a Consiglio di Giustizia Amministrativa per la Regione Siciliana, sentenza 22 gennaio 2013, n. 20 a cura di Francesco Lo Gerfo Ammissibilità del giudizio di ottemperanza in relazione ad ordinanze

Dettagli

CODICE CIVILE. Libro Sesto Della tutela dei diritti. Titolo IV Della tutela giurisdizionale dei diritti. Capo II Dell'esecuzione forzata

CODICE CIVILE. Libro Sesto Della tutela dei diritti. Titolo IV Della tutela giurisdizionale dei diritti. Capo II Dell'esecuzione forzata CODICE CIVILE Libro Sesto Della tutela dei diritti Titolo IV Della tutela giurisdizionale dei diritti Capo II Dell'esecuzione forzata Sezione I Dell'espropriazione 1 - Disposizioni generali Art. 2910.

Dettagli

INDICE PARTE PRIMA INDICAZIONI GENERALI

INDICE PARTE PRIMA INDICAZIONI GENERALI INDICE PARTE PRIMA INDICAZIONI GENERALI 1. Scrittura privata avente ad oggetto il conferimento dell incarico professionale (fac-simile predisposto dal consiglio nazionale forense)... 3 2. Dichiarazione

Dettagli

L OPPOSIZIONE ALL ESECUZIONE

L OPPOSIZIONE ALL ESECUZIONE LE OPPOSIZIONI ALL'ESECUZIONE PROF. ROMANO CICCONE Indice 1 L OPPOSIZIONE ALL ESECUZIONE ---------------------------------------------------------------------------------- 3 2 LE PARTI DELL OPPOSIZIONE

Dettagli

EREDITÀ GIACENTE artt. 528 532 c.c.

EREDITÀ GIACENTE artt. 528 532 c.c. EREDITÀ GIACENTE artt. 528 532 c.c. Sommario 1. PREMESSA... 1 2. ART. 528 NOMINA CURATORE... 1 3. ATTIVITÀ DEL CURATORE DELL EREDITÀ GIACENTE: POTERI ED OBBLIGHI... 2 4. ART. 529 OBBLIGHI DEL CURATORE...

Dettagli

Vademecum per il Testimone nel processo civile

Vademecum per il Testimone nel processo civile Vademecum per il Testimone nel processo civile 10 regole da conoscere per non sbagliare 1 1) A ciascuno di noi può capitare di essere citato davanti al Giudice per rendere testimonianza di un fatto conosciuto.

Dettagli

COMPENDIO DELLE ULTIME RIFORME DEL PROCESSO CIVILE

COMPENDIO DELLE ULTIME RIFORME DEL PROCESSO CIVILE CATTEDRA DI DIRITTO PROCESSUALE CIVILE Prof. Roberto Martino COMPENDIO DELLE ULTIME RIFORME DEL PROCESSO CIVILE DISPENSA N. 4 MODIFICHE AL PROCESSO ESECUTIVO (a cura del prof. Roberto Martino e del dott.

Dettagli

DECRETO INGIUNTIVO PER RECUPERO CANONI. (In calce a citazione di sfratto)

DECRETO INGIUNTIVO PER RECUPERO CANONI. (In calce a citazione di sfratto) DECRETO INGIUNTIVO PER RECUPERO CANONI (In calce a citazione di sfratto) Ai sensi e per gli effetti di cui alla L. 23/12/1999 n.488 e succ. mod. si dichiara che il valore della presente controversia è

Dettagli

[L'opposizione si propone mediante ricorso, al quale è allegata l'ordinanza notificata.]

[L'opposizione si propone mediante ricorso, al quale è allegata l'ordinanza notificata.] NOTA Gli articoli 22-22 bis - 23 della L. 689/81 sono stati pressoché integralmente abrogati dall art. 34 del D. Lgs. 150/2011 e sostituiti con gli articoli 6 e 7 dello stesso D. L.vo 150/2011 Articolo

Dettagli

Art. 480. (Forma del precetto)

Art. 480. (Forma del precetto) CODICE VIGENTE AL 26 GIUGNO 2015 NORME INTRODOTTE DAL D.L. 83/2015 MODIFICHE INTRODOTTE DALLA L. 132/2015 Art. 480. (Forma del precetto) Il precetto consiste nell'intimazione di adempiere l'obbligo risultante

Dettagli

-------- Le esecuzioni immobiliari dopo le varie leggi di riforma del processo civile ed esecutivo in particolare

-------- Le esecuzioni immobiliari dopo le varie leggi di riforma del processo civile ed esecutivo in particolare LE ESECUZIONI IMMOBILIARI dopo le varie leggi di riforma del processo civile ed esecutivo in particolare Il processo civile e per ciò che è di nostro interesse, quello esecutivo sono stati riformati da

Dettagli

INDICE. CAPITOLO PRIMO IL TITOLO ESECUTIVO (artt. 474 475 476 478 c.p.c.) CAPITOLO SECONDO IL PRECETTO (artt. 477 479 480 481 482 c.p.c.

INDICE. CAPITOLO PRIMO IL TITOLO ESECUTIVO (artt. 474 475 476 478 c.p.c.) CAPITOLO SECONDO IL PRECETTO (artt. 477 479 480 481 482 c.p.c. INDICE CAPITOLO PRIMO IL TITOLO ESECUTIVO (artt. 474 475 476 478 c.p.c.) 1. Il titolo esecutivo... Pag. 1 CAPITOLO SECONDO IL PRECETTO (artt. 477 479 480 481 482 c.p.c.) 1. Il precetto... Pag. 21 2. L

Dettagli

1 di 6. Corsi AREA LEGALE. Codice Corso: AL1 IL PIGNORAMENTO PRESSO TERZI NELL ESPERIENZA BANCARIA. Descrizione del corso. Obiettivi del corso

1 di 6. Corsi AREA LEGALE. Codice Corso: AL1 IL PIGNORAMENTO PRESSO TERZI NELL ESPERIENZA BANCARIA. Descrizione del corso. Obiettivi del corso Corsi AREA LEGALE Codice Corso: AL1 IL PIGNORAMENTO PRESSO TERZI NELL ESPERIENZA BANCARIA Descrizione del corso Il corso prevede l esame dell espropriazione presso terzi e l approfondimento degli aspetti

Dettagli

Regio Decreto 28 ottobre 1940, n. 1443 CODICE DI PROCEDURA CIVILE

Regio Decreto 28 ottobre 1940, n. 1443 CODICE DI PROCEDURA CIVILE Regio Decreto 28 ottobre 1940, n. 1443 CODICE DI PROCEDURA CIVILE Articoli dal 474 al 632 del codice di procedura civile (1) (1) Testo aggiornato alla Legge 6 Agosto 2015, n.132 in vigore dal 21 Agosto

Dettagli

Evoluzione storica ed ambito di applicazione dell espropriazione forzata dei beni indivisi... pag. 1

Evoluzione storica ed ambito di applicazione dell espropriazione forzata dei beni indivisi... pag. 1 Parte I Evoluzione storica ed ambito di applicazione dell espropriazione forzata dei beni indivisi... pag. 1 Capitolo I Dal divieto di vendita forzata della quota alla riforma del 2005...» 3 1.1. Premessa:

Dettagli

SOMMARIO PARTE I IL RECUPERO DEI CREDITI IN AMBITO NAZIONALE

SOMMARIO PARTE I IL RECUPERO DEI CREDITI IN AMBITO NAZIONALE SOMMARIO Prefazione pag. 1 PARTE I IL RECUPERO DEI CREDITI IN AMBITO NAZIONALE CAPITOLO PRIMO FASE STRAGIUDIZIALE pag. 5 1. Aspetti preliminari pag. 7 F.1 Lettera di richiesta di certificato di residenza

Dettagli

Principi generali in tema di esecuzione forzata

Principi generali in tema di esecuzione forzata Corso Principi generali in tema di esecuzione forzata Modena, dal 10 al 18 ottobre 2014 Programma I INCONTRO 10 ottobre Titolo esecutivo Caratteristiche del titolo esecutivo; Certezza, liquidità, esigibilità

Dettagli

Pluralità di parti nel processo: il litisconsorzio

Pluralità di parti nel processo: il litisconsorzio Pluralità di parti nel processo: il litisconsorzio Prof.ssa Elisa Esposito Obiettivi In questa lezione ci occuperemo del processo con pluralità di parti, in particolare, del litisconsorzio. Definizione

Dettagli

La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica hanno approvato;

La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica hanno approvato; LEGGE 24 febbraio 2006, n.52 Riforma delle esecuzioni mobiliari. (G.U. n. 49 del 28-2-2006) La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica hanno approvato; IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA Promulga

Dettagli

a cura di Giuseppe Buffone

a cura di Giuseppe Buffone LEGGE 10 NOVEMBRE 2014 N. 162 CONVERSIONE IN LEGGE, CON MODIFICAZIONI, DEL DECRETO-LEGGE 12 SETTEMBRE 2014, N. 132, RECANTE «MISURE URGENTI DI DEGIURISDIZIONALIZZAZIONE ED ALTRI INTERVENTI PER LA DEFINIZIONE

Dettagli

Titolo II - Dell espropriazione forzata 545

Titolo II - Dell espropriazione forzata 545 Titolo II - Dell espropriazione forzata 545 544. Pegno o ipoteca a garanzia del credito pignorato. Se il credito pignorato è garantito da pegno, s intima a chi detiene la cosa data in pegno di non eseguirne

Dettagli

A tutela dei creditori del de cuius A tutela dei creditori del debitore chiamato A tutela degli uni e/o degli altri

A tutela dei creditori del de cuius A tutela dei creditori del debitore chiamato A tutela degli uni e/o degli altri Corso di formazione Le successioni mortis causa! "#$%&$' A tutela dei creditori del de cuius A tutela dei creditori del debitore chiamato A tutela degli uni e/o degli altri 1) actio interrogatoria 2) impugnazione

Dettagli

Emilio Curtò Presidente di Tribunale Tribunale di Varese. Il nuovo procedimento di separazione e divorzio

Emilio Curtò Presidente di Tribunale Tribunale di Varese. Il nuovo procedimento di separazione e divorzio Emilio Curtò Presidente di Tribunale Tribunale di Varese Il nuovo procedimento di separazione e divorzio Testo vigente Testo in vigore dal 1 marzo 2006 Art. 706. Forma della domanda. La domanda di separazione

Dettagli

OGGETTO: Le novità in materia di riscossione

OGGETTO: Le novità in materia di riscossione Ai gentili Iscritti Loro sedi OGGETTO: Le novità in materia di riscossione Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo intendiamo metterla a conoscenza del fatto che il D.L. 21.6.2013,

Dettagli

INDICE SISTEMATICO. Prefazione alla dodicesima edizione... CODICE DI PROCEDURA CIVILE LIBRO TERZO DEL PROCESSO DI ESECUZIONE

INDICE SISTEMATICO. Prefazione alla dodicesima edizione... CODICE DI PROCEDURA CIVILE LIBRO TERZO DEL PROCESSO DI ESECUZIONE INDICE SISTEMATICO pag. Prefazione alla dodicesima edizione....................... v CODICE DI PROCEDURA CIVILE LIBRO TERZO DEL PROCESSO DI ESECUZIONE TITOLO PRIMO Del titolo esecutivo e del precetto ART.

Dettagli

VADEMECUM PER L'ISCRIZIONE A RUOLO IN VIA TELEMATICA DELLE PROCEDURE ESECUTIVE 4.5.2015

VADEMECUM PER L'ISCRIZIONE A RUOLO IN VIA TELEMATICA DELLE PROCEDURE ESECUTIVE 4.5.2015 VADEMECUM PER L'ISCRIZIONE A RUOLO IN VIA TELEMATICA DELLE PROCEDURE ESECUTIVE Prima edizione elaborata dalla Commissione Informatica del Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Padova con la collaborazione

Dettagli

Cessione e pignoramento degli stipendi

Cessione e pignoramento degli stipendi Viale Berlinguer, 8 48124 Ravenna RA - Tel. 0544.516111 Fax 0544.407733 Reg. Imprese/RA, C.F. e P.IVA 00431550391 Albo Società Cooperative Sez. Mutualità prevalente n. A116117 Sito web: www.confartigianato.ra.it

Dettagli

INDICE - SOMMARIO. CAPITOLO PRIMO IL TITOLO ESECUTIVO (artt. 474 475 476 478 c.p.c.) CAPITOLO SECONDO IL PRECETTO (artt. 477 479 480 481 482 c.p.c.

INDICE - SOMMARIO. CAPITOLO PRIMO IL TITOLO ESECUTIVO (artt. 474 475 476 478 c.p.c.) CAPITOLO SECONDO IL PRECETTO (artt. 477 479 480 481 482 c.p.c. INDICE - SOMMARIO CAPITOLO PRIMO IL TITOLO ESECUTIVO (artt. 474 475 476 478 c.p.c.) 1. Il titolo esecutivo... Pag. 1 CAPITOLO SECONDO IL PRECETTO (artt. 477 479 480 481 482 c.p.c.) 1. Il precetto... Pag.

Dettagli

CENNI PRELIMINARI CODICE CIVILE

CENNI PRELIMINARI CODICE CIVILE CENNI PRELIMINARI La lettura diretta dei testi di legge può risultare indubbiamente ostica ai profani. La concreta portata delle norme, d altronde, è pienamente specificata soltanto dal continuo raccordo

Dettagli

IL FONDO P ATRIMONIALE. di Daniela Di Gravio dott.ssa in economia e commercio

IL FONDO P ATRIMONIALE. di Daniela Di Gravio dott.ssa in economia e commercio IL FONDO P ATRIMONIALE di Daniela Di Gravio dott.ssa in economia e commercio 1 - Inquadramento giuridico del fondo patrimoniale Il fondo patrimoniale è disciplinato dagli artt. 167-171 del codice civile,

Dettagli

INDICE DEGLI ARTICOLI

INDICE DEGLI ARTICOLI INDICE DEGLI ARTICOLI Articoli dal 483 al 604 del codice di procedura civile (aggiornati alla legge del 24 febbraio 2006, numero 52) LIBRO III - DEL PROCESSO DI ESECUZIONE TITOLO II - Dell espropriazione

Dettagli

Schema della procedura d esecuzione

Schema della procedura d esecuzione Schema della procedura d esecuzione Soggetto responsabile per la fase Creditore Debitore Ufficio d esecuzione Giudice P I G N O R A M E N T O E S E C U Z I O N E Pagamento Avviso di pignoramento Esecuzione

Dettagli

IL RECUPERO IVA SUI CREDITI INESIGIBILI

IL RECUPERO IVA SUI CREDITI INESIGIBILI IL RECUPERO IVA SUI CREDITI INESIGIBILI 1 A R T. 2 6 D. P. R. 6 3 3 / 1 9 7 2 C O N D I Z I O N I T E R M I N I E M O N I T O R A G G I O W O R K S H O P GISI 8 O T T O B R E 2 0 1 4 Dott. Bellavite Pellegrini

Dettagli

INDICE PARTE PRIMA INDICAZIONI GENERALI

INDICE PARTE PRIMA INDICAZIONI GENERALI INDICE PARTE PRIMA INDICAZIONI GENERALI 1. Scrittura privata avente ad oggetto il conferimento dell incarico professionale (fac-simile predisposto dal consiglio nazionale forense)...3 2. Dichiarazione

Dettagli

RISOLUZIONE N. 119 /E

RISOLUZIONE N. 119 /E RISOLUZIONE N. 119 /E Direzione Centrale Normativa Roma, 31 dicembre 2014 OGGETTO: Interpello ordinario, art. 11, legge 27 luglio 2000, n. 212. Tassazione decreto ingiuntivo con enunciazione di fideiussione

Dettagli

PROTOCOLLO DELLE ESECUZIONI IMMOBILIARI

PROTOCOLLO DELLE ESECUZIONI IMMOBILIARI Valore Prassi VERONA PROTOCOLLO DELLE ESECUZIONI IMMOBILIARI - PARTE PRIMA - 1) Art. 474 c.p.c.: titolo esecutivo. 1.a) Le scritture private autenticate vanno integralmente trascritte nell atto di precetto.

Dettagli

Circolare n. 12. DL 21.6.2013 n. 69 conv. L. 9.8.2013 n. 98 (c.d. decreto Fare ) - Novità in materia di riscossione INDICE. del 15 settembre 2013

Circolare n. 12. DL 21.6.2013 n. 69 conv. L. 9.8.2013 n. 98 (c.d. decreto Fare ) - Novità in materia di riscossione INDICE. del 15 settembre 2013 1 Dr. Flavio Staffa Circolare n. 12 del 15 settembre 2013 DL 21.6.2013 n. 69 conv. L. 9.8.2013 n. 98 (c.d. decreto Fare ) - Novità in materia di riscossione INDICE 1 Premessa... 2 2 Dilazione delle somme

Dettagli

Le fasi iniziali del processo esecutivo

Le fasi iniziali del processo esecutivo Capitolo 4 Le fasi iniziali del processo esecutivo Caso 4.1 Come si procede alla stima dei beni pignorati? A norma dell art. 569, comma 1, c.p.c. il giudice nomina l esperto per procedere alla stima del

Dettagli

D.L. 83/2015 Le disposizioni in tema di procedure esecutive e processo civile telematico (1.1)

D.L. 83/2015 Le disposizioni in tema di procedure esecutive e processo civile telematico (1.1) Art. 480. (Forma del precetto) Il precetto consiste nell'intimazione di adempiere l'obbligo risultante dal titolo esecutivo entro un termine non minore di dieci giorni, salva l'autorizzazione di cui all'articolo

Dettagli

9 Maggio 2013 Dott.ssa Ilaria Redaelli

9 Maggio 2013 Dott.ssa Ilaria Redaelli 9 Maggio 2013 Dott.ssa Ilaria Redaelli Novità in materia di riscossione Equitalia, ente nazionale per la riscossione dei tributi, richiede su comunicazione da parte dell Agenzia delle Entrate, le somme

Dettagli

PCT E NOTIFICHE A MEZZO PEC UN ANNO DOPO: STATO DELL'ARTE, NOVITÀ E PROBLEMATICHE

PCT E NOTIFICHE A MEZZO PEC UN ANNO DOPO: STATO DELL'ARTE, NOVITÀ E PROBLEMATICHE PCT E NOTIFICHE A MEZZO PEC UN ANNO DOPO: STATO DELL'ARTE, NOVITÀ E PROBLEMATICHE Mantova, 20 marzo 2015 Avv. Alessandro Piccinini Il PCT e le procedure esecutive post D.L. 132/2014 Art. 18 D.L. 132/2014,

Dettagli

Capo II - ESPROPRIAZIONE FORZATA SEZIONE I DISPOSIZIONI GENERALI

Capo II - ESPROPRIAZIONE FORZATA SEZIONE I DISPOSIZIONI GENERALI DPR 602/73 Riscossione D.P.R. 29/09/1973, n. 602 Disposizioni sulla riscossione delle imposte sul reddito [1] (G.U. 16/10/1973, n. 268, Supplemento ordinario) Capo II - ESPROPRIAZIONE FORZATA SEZIONE I

Dettagli

Diritto in diretta ogni venerdì alle ore 9,00

Diritto in diretta ogni venerdì alle ore 9,00 Diritto in diretta dal 6 marzo l'avv. Daniela Bardoni risponderà ai quesiti degli ascoltatori. Per aiutarvi nelle controversie grandi e piccole della vita quotidiana Partecipa in diretta 06 899291 Sms/Wapp

Dettagli

CORPUS IURIS FISCALIS. Agenzia delle Entrate Risoluzione n. 10 del 2006

CORPUS IURIS FISCALIS. Agenzia delle Entrate Risoluzione n. 10 del 2006 CORPUS IURIS FISCALIS Agenzia delle Entrate Risoluzione n. 10 del 2006 RISOLUZIONE DEL 17/01/2006 N. 10 Oggetto: Istanza d interpello - Curatela del Fallimento Immobiliare X S.r.L. Procedura esecutiva

Dettagli

RISOLUZIONE N. 90 /E

RISOLUZIONE N. 90 /E RISOLUZIONE N. 90 /E Direzione Centrale Normativa Roma, 17 ottobre 2014 OGGETTO: Interpello Acquisto per usucapione di beni immobili Applicabilità delle agevolazioni prima casa. Con l interpello in esame,

Dettagli

Regio Decreto 28 ottobre 1940, n. 1443 ALCUNI ARTICOLI DEL CODICE DI PROCEDURA CIVILE

Regio Decreto 28 ottobre 1940, n. 1443 ALCUNI ARTICOLI DEL CODICE DI PROCEDURA CIVILE Regio Decreto 28 ottobre 1940, n. 1443 ALCUNI ARTICOLI DEL CODICE DI PROCEDURA CIVILE A cura dell avvocato Nicola Cioffi di Napoli. (Si declina ogni responsabilità per eventuali errori e/o omissioni e/o

Dettagli

D.L. 83/2015 Le disposizioni in tema di procedure esecutive e processo civile telematico (2.0)

D.L. 83/2015 Le disposizioni in tema di procedure esecutive e processo civile telematico (2.0) Art. 480. (Forma del precetto) Il precetto consiste nell'intimazione di adempiere l'obbligo risultante dal titolo esecutivo entro un termine non minore di dieci giorni, salva l'autorizzazione di cui all'articolo

Dettagli

COMPENDIO DELLE ULTIME RIFORME DEL PROCESSO CIVILE

COMPENDIO DELLE ULTIME RIFORME DEL PROCESSO CIVILE CATTEDRA DI DIRITTO PROCESSUALE CIVILE Prof. Roberto Martino COMPENDIO DELLE ULTIME RIFORME DEL PROCESSO CIVILE D.L. 132/2014, conv. in L. n. 162/2014 D.L. n. 83/2015, conv. in L. n. 132/2015 DISPENSA

Dettagli

Una volta individuate le caratteristiche dei diritti oggetto di titolo esecutivo, è possibile distinguere due grandi categorie di titoli:

Una volta individuate le caratteristiche dei diritti oggetto di titolo esecutivo, è possibile distinguere due grandi categorie di titoli: APPUNTI SULL ESECUZIONE FORZATA N.B. I presenti appunti non sostituiscono lo studio del manuale né del codice di procedura civile, ma intendono solo costituire un ausilio alla migliore comprensione di

Dettagli

INTERVENTI IN MATERIA DI GIUSTIZIA CIVILE

INTERVENTI IN MATERIA DI GIUSTIZIA CIVILE DECRETO LEGGE 12 SETTEMBRE 2014 N. 132 MISURE URGENTI DI DEGIURISDIZIONALIZZAZIONE ED ALTRI INTERVENTI PER LA DEFINIZIONE DELL ARRETRATO IN MATERIA DI PROCESSO CIVILE (G.U. n. 212 del 12.9.2014) Entrata

Dettagli

Tavola sinottica- a prima lettura- delle modifiche introdotte dal Decreto legge 83/2015 e relativa entrata in vigore

Tavola sinottica- a prima lettura- delle modifiche introdotte dal Decreto legge 83/2015 e relativa entrata in vigore Tavola sinottica- a prima lettura- delle modifiche introdotte dal Decreto legge 83/2015 e relativa entrata in vigore MODIFICHE AL CODICE DI PROCEDURA CIVILE Testo vigente al 26 giugno 2015 Testo modificato

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato ROSTAN

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato ROSTAN Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 2483 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato ROSTAN Modifiche all articolo 545 del codice di procedura civile in materia di limiti alla

Dettagli

CAPO II. Delle associazioni e delle fondazioni. Le associazioni e le fondazioni devono essere costituite con atto pubblico (1350, 2643).

CAPO II. Delle associazioni e delle fondazioni. Le associazioni e le fondazioni devono essere costituite con atto pubblico (1350, 2643). Estratto Codice Civile Art. 12 Persone giuridiche private Le associazioni, le fondazioni e le altre istituzioni di carattere privato acquistano la personalità giuridica mediante il riconoscimento concesso

Dettagli

INDICE I. LINEE GENERALI SUL CREDITO II. IL CREDITO NELLA SOSTANZA. Elenco delle principali abbreviazioni...

INDICE I. LINEE GENERALI SUL CREDITO II. IL CREDITO NELLA SOSTANZA. Elenco delle principali abbreviazioni... Elenco delle principali abbreviazioni................................ V I. LINEE GENERALI SUL CREDITO 1. Premessa.......................................... 1 2. Il concetto di credito.....................................

Dettagli

OSSERVATORIO SULLA GIUSTIZIA CIVILE DI FIRENZE GRUPPO LOCAZIONI PROPOSTA DI REGOLE DI PROTOCOLLO SUL PROCESSO

OSSERVATORIO SULLA GIUSTIZIA CIVILE DI FIRENZE GRUPPO LOCAZIONI PROPOSTA DI REGOLE DI PROTOCOLLO SUL PROCESSO OSSERVATORIO SULLA GIUSTIZIA CIVILE DI FIRENZE GRUPPO LOCAZIONI PROPOSTA DI REGOLE DI PROTOCOLLO SUL PROCESSO IL GIUDIZIO DI COGNIZIONE: 1) L AVVIO DEL PROCEDIMENTO PER CONVALIDA DI SFRATTO LA FASE SOMMARIA

Dettagli

Pignoramento. Titolo: Manuale Operativo del. Autore: Arcangelo D'Aurora. Casa Editrice: Experta Edizioni SpA. Stato Pubblicazione: in libreria

Pignoramento. Titolo: Manuale Operativo del. Autore: Arcangelo D'Aurora. Casa Editrice: Experta Edizioni SpA. Stato Pubblicazione: in libreria Titolo: Manuale Operativo del Pignoramento. Autore: Arcangelo D'Aurora Casa Editrice: Experta Edizioni SpA Stato Pubblicazione: in libreria Pagine:496 Prezzo: 42 euro Presentazione. L'espropriazione forzata

Dettagli

2 L ATTIVITÀ PROFESSIONALE DEL PERITO

2 L ATTIVITÀ PROFESSIONALE DEL PERITO 2 L ATTIVITÀ PROFESSIONALE DEL PERITO 2.1 IL PROCESSO CIVILE Il processo civile viene promosso da una parte ricorrente o attore che chiama in causa di fronte al giudice, mediante l atto di citazione redatto

Dettagli

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL ACCERTAMENTO CON ADESIONE AI TRIBUTI COMUNALI

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL ACCERTAMENTO CON ADESIONE AI TRIBUTI COMUNALI Comune di Desenzano del Garda REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL ACCERTAMENTO CON ADESIONE AI TRIBUTI COMUNALI Approvato con deliberazione di C.C. n. 13 del 15/1/1999 Modificato con deliberazione di C.C.

Dettagli

A conclusione della nostra breve rassegna sul nuovo processo espropriativo immobiliare trattiamo della vendita con incanto.

A conclusione della nostra breve rassegna sul nuovo processo espropriativo immobiliare trattiamo della vendita con incanto. LE ESECUZIONI IMMOBILIARI dopo le varie leggi di riforma del processo civile ed esecutivo in particolare Parte speciale II A conclusione della nostra breve rassegna sul nuovo processo espropriativo immobiliare

Dettagli

L'ACCESSO AGLI ATTI E AI DATI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE NELLE CAUSE DI FAMIGLIA

L'ACCESSO AGLI ATTI E AI DATI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE NELLE CAUSE DI FAMIGLIA Udine 15 Maggio 2015 OSSERVATORIO NAZIONALE SUL DIRITTO DI FAMIGLIA AVVOCATI DI FAMIGLIA L'ACCESSO AGLI ATTI E AI DATI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE NELLE CAUSE DI FAMIGLIA di Rita Prinzi Udine, 15 Maggio

Dettagli

ESPROPRIAZIONE IMMOBILIARE. A cura della dott.ssa Giuseppina Luciana Barreca

ESPROPRIAZIONE IMMOBILIARE. A cura della dott.ssa Giuseppina Luciana Barreca ESPROPRIAZIONE IMMOBILIARE A cura della dott.ssa Giuseppina Luciana Barreca La fase introduttiva del processo Contenuto e forma dell atto di pignoramento Art. 492 cod. proc. civ. Corte di Cassazione n.

Dettagli

COMUNE DELLA SPEZIA DIPARTIMENTO 1 REGOLAMENTO GENERALE DELLE ENTRATE

COMUNE DELLA SPEZIA DIPARTIMENTO 1 REGOLAMENTO GENERALE DELLE ENTRATE COMUNE DELLA SPEZIA DIPARTIMENTO 1 REGOLAMENTO GENERALE DELLE ENTRATE Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 24 del 19.7.2004 e Modificato con Deliberazione C.C. n. 10 del 29/03/2007 Modificato

Dettagli

ULTIMISSIMI CODICI di Roberto GAROFOLI

ULTIMISSIMI CODICI di Roberto GAROFOLI ULTIMISSIMI CODICI di Roberto GAROFOLI a cura di Valerio de GIOIA Giovanna SPIRITO CODICE DI PROCEDURA CIVILE annotato con la giurisprudenza più recente e significativa 2014-2015 SOMMARIO CODICE PROCEDURA

Dettagli

TRIBUNALE ORDINARIO DI NAPOLI SEZIONE CIVILE PRIMA BIS Ufficio del Giudice tutelare FOGLIO INFORMATIVO

TRIBUNALE ORDINARIO DI NAPOLI SEZIONE CIVILE PRIMA BIS Ufficio del Giudice tutelare FOGLIO INFORMATIVO TRIBUNALE ORDINARIO DI NAPOLI SEZIONE CIVILE PRIMA BIS Ufficio del Giudice tutelare FOGLIO INFORMATIVO AMMINISTRAZIONE DI SOSTEGNO (legge 9 gennaio 2004, n. 6) PERCHE SI CHIEDE L amministrazione di sostegno

Dettagli

COMUNE DI GRAGNANO Provincia di Napoli

COMUNE DI GRAGNANO Provincia di Napoli - COMUNE DI GRAGNANO Provincia di Napoli Determinazione n. 973 del 11-12-2012 Registro Generale delle Determinazioni Repertorio Ragioneria n. 999 del 10-12-2012 Determinazione n. 158 del 10-12-2012 Settore

Dettagli

LEGGE - 27/05/1929, n. 847 - Gazzetta Uff. 08/06/1929, n.133

LEGGE - 27/05/1929, n. 847 - Gazzetta Uff. 08/06/1929, n.133 LEGGE - 27/05/1929, n. 847 - Gazzetta Uff. 08/06/1929, n.133 TESTO VIGENTE LEGGE 27 maggio 1929, n. 847 (in Gazz. Uff., 8 giugno, n. 133). - Disposizioni per l'applicazione del Concordato dell'11 febbraio

Dettagli

Breve sintesi delle più significative novità nel processo di esecuzione.

Breve sintesi delle più significative novità nel processo di esecuzione. Breve sintesi delle più significative novità nel processo di esecuzione. La riforma del processo esecutivo assorbe in maniera prevalente l intervento di riforma del processo civile con le leggi che si

Dettagli