GUIDA AL DIRITTO SOCIETARIO AUSTRALIANO PER FARE IMPRESA IN VICTORIA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "GUIDA AL DIRITTO SOCIETARIO AUSTRALIANO PER FARE IMPRESA IN VICTORIA"

Transcript

1 GUIDA AL DIRITTO SOCIETARIO AUSTRALIANO PER FARE IMPRESA IN VICTORIA 1

2 Dedicato a tutti gli italiani con spirito d iniziativa 2

3 INDICE DEI CONTENUTI PREFAZIONE DEL CONSOLE GENERALE D ITALIA A MELBOURNE 4 NOTA BIOGRAFICA DELL AUTORE 5 AVVERTENZA 6 RISORSE UTILI DI PARTENZA 6 TIPOLOGIE IMPRENDITORIALI 7 I. BASI LEGALI 7 II. SOLE TRADER 8 III. PARTNERSHIP 8 IV. COMPANY 9 APRIRE UNA SOCIETÀ 10 I. BUSINESS NAME (DITTA) 10 II. DENOMINAZIONE SOCIALE 11 III. COMPANY NAME 12 CONDURRE UNA SOCIETÀ 14 I. REGOLE SOCIALI 14 REPLACEABLE RULES 14 STATUTO SOCIALE 15 REGOLE SPECIALI PER LA ONE PERSON COMPANY 15 II. RUOLI SOCIETARI 15 III. REQUISITI RESIDENZIALI 16 IV. OBBLIGHI LEGALI DEGLI AMMINISTRATORI 17 INCOMPATIBILITÀ DEGLI AMMINISTRATORI 17 V. OBBLIGHI FISCALI 19 TAX FILE NUMBER (TFN) 19 AUSTRALIAN BUSINESS NUMBER (ABN) 20 AUSTRALIAN COMPANY NUMBER (ACN) 20 GOODS AND SERVICES TAX (GST) 21 PAY AS YOU GO (PAYG) WITHHOLDING 21 FRINGE BENEFITS TAX (FBT) 22 ALTRE TASSE 22 CONTRIBUTI PREVIDENZIALI (SUPERANNUATION) 23 VI. OBBLIGHI CONTABILI 24 CHIUDERE UNA SOCIETÀ 25 I. CANCELLAZIONE DI PICCOLE SOCIETÀ DI CAPITALI 25 II. INSOLVENZA 25 III. DEREGISTRAZIONE VOLONTARIA 26 IV. DEREGISTRAZIONE DELL ASIC 26 V. LIQUIDAZIONE VOLONTARIA 27 IMMIGRARE IN VICTORIA PER FARE IMPRESA 28 I. TIPOLOGIE DI VISTI D AFFARI 28 II. PROCEDURE PER I VISTI D AFFARI 29 ASSUMERE LAVORATORI STRANIERI 30 I. VERIFICHE LEGALI 30 II. RESPONSABILITÀ DEL DATORE DI LAVORO 31 3

4 Prefazione del Console Generale d Italia a Melbourne Melbourne e lo Stato del Victoria sono la casa di decine di migliaia di connazionali, molti dei quali hanno saputo creare realtà imprenditoriali rispettate e di grande successo. In molti stanno decidendo di seguire le loro orme e di avviare un attività in questo angolo di mondo così lontano dall Italia. È per venire incontro alle loro esigenze che il Consolato Generale a Melbourne ha dato alle stampe il manuale che state leggendo e che si propone di fornire una guida per muovere i primi passi in un contesto che presenta significative differenze rispetto a quello del nostro Paese. Lo scopo principale di questo testo, infatti, è quello di accompagnare chi decide di avventurarsi nel mondo del diritto societario australiano e del Victoria, per dare concretezza a un idea imprenditoriale. Chi lo legge, troverà tanti spunti utili per cominciare ad operare e le risposte alle molte domande che si pone chi sbarca Down Under con l obiettivo di creare un azienda. Il Victoria è una terra di opportunità da raccogliere e per farlo occorre essere preparati, perché, se è vero che il genio italico può essere la chiave del successo ovunque nel mondo, le idee vanno sostenute con l impegno, il lavoro e lo studio. Confido che con questa pubblicazione il Consolato Generale possa offrire un piccolo contributo a chi intende mettersi alla prova. Marco Maria Cerbo 4

5 Nota biografica dell autore Originario di Salerno, Giovanni Di Lieto risiede a Melbourne dove è docente universitario di materie legali nel dipartimento di criminologia del Navitas Professional Institute (www.ncps.edu.au), nonché consulente legale in materia di video-produzioni per Tiszai Creative (www.tiszai.net). Dopo la laurea in giurisprudenza e un breve periodo di pratica forense in Italia, l autore ha lavorato nel settore della logistica e del commercio estero negli Stati Uniti e in Cina. Dopo essersi trasferito a Melbourne nel 2009 ed essere diventato cittadino australiano nel 2014, l autore ha conseguito un dottorato di ricerca in diritto internazionale del lavoro presso l University of Otago in Nuova Zelanda (http://otago.ourarchive.ac.nz/handle/10523/4929). L autore contribuisce regolarmente all educazione e informazione legale della comunità italiana a Melbourne tramite pubblicazioni, seminari e divulgazioni varie concernenti il diritto australiano, in particolare nell ambito delle attività dell associazione non-profit NOMIT, Italian Network of Melbourne (www.nomit.com.au). Per maggiori informazioni e commenti su questa guida, come anche per discutere rilevanti progetti educativi, si invita a contattare l autore all indirizzo 5

6 Avvertenza Prima di iniziare un attività economica in Australia è essenziale considerare attentamente i diversi requisiti legali e operativi implicati in ciascuna tipologia imprenditoriale. Tali requisiti possono variare notevolmente secondo il settore industriale di riferimento. Al fine di ottenere una consulenza qualificata è particolarmente consigliato di rivolgersi a un commercialista o avvocato con esperienza specifica nel proprio settore d interesse. Questa guida ha fini divulgativi ed è volta a offrire esclusivamente una panoramica generale del diritto societario australiano. Pertanto le informazioni ivi contenute non costituiscono e non sostituiscono un parere legale o professionale di alcun tipo. Risorse utili di partenza Si ricerchino ulteriori informazioni per fare impresa sul sito internet del governo del Victoria (in inglese) al: E inoltre consigliato identificare e contattare un qualificato consulente commerciale (business advisor) dal registro ufficiale del governo australiano (in inglese) al: 6

7 1 Tipologie imprenditoriali I. Basi legali L apparato normativo australiano consente diversi tipi di strutture imprenditoriali per condurre un attività economica in proprio oppure in società con altri. Le strutture imprenditoriali regolano e identificano il funzionamento dell attività economica; le più comuni sono: - Sole trader (ditta individuale) - Partnership (società di persone) - Company (società di capitali) Le società di capitali sono disciplinate su base federale principalmente tramite il Corporations Act 2001 e il Bankrupty Act Le società di persone sono regolamentate su base statale, nello stato del Victoria dal Partnerships Act Le ditte individuali sono disciplinate in maniera frammentaria da normative nazionali e regionali nel campo del diritto dei consumatori, fiscale e privato in generale. Inoltre tutte le strutture imprenditoriali si poggiano su ulteriori regolamenti applicativi dei vari governi regionali. 7

8 II. Sole trader La ditta individuale è la struttura imprenditoriale più semplice che assegna al proprietario tutto il potere decisionale, ma anche tutte le responsabilità personali annesse all attività economica. Un sole trader può assumere lavoratori subordinati illimitatamente. Il risultato economico è tassato annualmente come reddito personale con aliquote progressive. III. Partnership Una società di persone si forma quando due o più persone (fino a 20) conducono attività economiche insieme. Una partnership può essere generale o limitata. La general partnership equivale in sostanza a una società in nome collettivo in cui tutti i soci sono ugualmente responsabili della gestione aziendale, e ciascuno ha la responsabilità illimitata per gli eventuali debiti e obbligazioni aziendali in solido con tutti gli altri soci. Una general partnership non è registrabile e può essere istituita tramite scrittura privata, accordo verbale o per implicazione fattuale. Si noti che la denominazione commerciale della general partnership è registrabile (si veda il seguente capitolo). 8

9 La limited partnership equivale in sostanza a una società in accomandita semplice in cui ci sono due categorie di soci: uno o più general partners (soci accomandatari) e uno o più limited partners (soci accomandanti). I general partners gestiscono l azienda e hanno il potere di negoziare accordi vincolanti per conto della società; pertanto la loro responsabilità in solido per i debiti e gli obblighi della limited partnership è illimitata. I limited partners invece sono investitori passivi, poiché non possono gestire l azienda e la loro responsabilità per debiti e obbligazioni aziendali è limitata in proporzione all'importo conferito alla società. Una limited partnership si forma all atto di registrazione presso il Consumer Affairs Victoria, che è una sorta di authority per la tutela del consumatore in Victoria. Inoltre la registrazione determina formalmente la quota d investimento e la relativa responsabilità di ogni limited partner. IV. Company Una società di capitali ha membri (azionisti) che possiedono la società e gli amministratori che la gestiscono. I due ruoli possono anche sovrapporsi. Le tipologie di company più comuni sono la proprietary limited (società a responsabilità limitata/per azioni) e la public company (società per azioni quotata in borsa), di cui il pubblico può acquistare quote d investimento. Inoltre, un imprenditore indipendente può agire da azionista e amministratore unico in una cosiddetta one person company, corrispondente a una società a responsabilità limitata unipersonale. 9

10 2 Aprire una società I. Business name (ditta) La scelta appropriata della ditta (il nome commerciale dell imprenditore che lo qualifica come soggetto di diritto) è fondamentale non solo per stabilire e distinguere la desiderata immagine dell azienda, ma anche per minimizzare il rischio di frodi, contraffazioni e altre forme di competizione sleale. E pertanto opportuno familiarizzarsi con i requisiti e le ripercussioni legali derivanti dalla registrazione formale del business name (ditta). Il business name è il nome con cui un impresa individuale o societaria conduce le proprie attività commerciali ed è connesso con l Australian Business Number (ABN). Occorre registrare il business name solamente se si conduce l attività con un nome diverso dall intera ragione o denominazione sociale (ad esempio: La bella Napoli Pty Ltd ) o dal nome e cognome (ad esempio Giovanni Battista Rossi ) o dall iniziale del nome e cognome (ad esempio: G.B. Rossi ). Il business name può essere registrato per via telematica tramite il sito internet dell Australian Securities & Investments Commission (ASIC) al: ness%20name. 10

11 La registrazione è valida in tutti gli stati e territori australiani e di per se non crea una entità legale separata dal quella del suo titolare. Solamente la registrazione di una società tramite l ASIC costituisce i diritti e doveri concernenti un entità legale separata. Si noti bene che la sola registrazione del business name o del relativo dominio internet non assegna automaticamente la proprietà intellettuale esclusiva del nome, per la cui tutela occorre registrare separatamente il marchio. Ovvero, la registrazione della sola denominazione commerciale senza il marchio non assegna il diritto di impedire a terzi l uso del nome. Ciononostante, non è consentito registrare una denominazione commerciale che sia identica o troppo simile al nome registrato da un altra impresa o società australiana. II. Denominazione sociale Una società con personalità giuridica separata (proprietary company) deve includere nella denominazione sociale la dicitura Proprietary oppure l abbreviazione Pty. La denominazione sociale che termina con la sola dicitura Proprietary o Pty indica che la responsabilità personale dei soci è illimitata. Questa infrequente tipologia societaria equivale all incirca alla società in nome collettivo (SNC) di diritto italiano, che a sua volta più comunemente corrisponde alla general partnership. Se la responsabilità personale dei soci è limitata all ammontare del valore delle quote non versate, allora la denominazione sociale deve terminare con la 11

12 dicitura Proprietary Limited (abbreviata in Pty Ltd ). Questa comune tipologia societaria corrisponde alla società a responsabilità limitata (SRL) e per azioni (SPA) di diritto italiano. Altre meno comuni tipologie di società di capitali previste nel diritto italiano possono essere ricalcate approssimativamente nel diritto australiano secondo la natura delle quote societarie e dei modi del loro versamento. Si noti bene che una società proprietaria deve: - essere per azioni o in società a responsabilità illimitata con un determinato capitale sociale - avere non più di cinquanta soci non dipendenti (azionisti). III. Company name Nel momento in cui si registra una società, l ASIC assegna a questa un numero unico, chiamato Australian Company Number (ACN). L ACN può essere utilizzato anche come company name (nome della società). Ove si preferisca un nome diverso, si può scegliere qualunque company name che non sia già stata registrata da un altra impresa o società. L ASIC mette a disposizione un registro pubblico per verificare preliminarmente che il company name in fieri non sia identico o troppo simile ad altri già in uso. Il registro è consultabile sul portale dell ASIC al: https://connectonline.asic.gov.au/registrysearch/faces/landing/searchregister s.jspx?_adf.ctrl-state=goonbac53_4. 12

13 Prima della registrazione del company name è anche consigliabile verificare che questo non violi un marchio registrato. Il portale dell agenzia IP Australia può aiutare in tal senso: Inoltre ci sono determinate parole e frasi che sono escluse dall utilizzo quale company name. Queste diciture protette includono ad esempio: Building society, trust, university, chamber of commerce, chartered. Diciture legate a istituzioni governative e alla famiglia reale sono altresì proibite per evitare confusione nel pubblico. Infine, diciture contrarie al decoro pubblico o che suggeriscano attività illegali sono generalmente respinte dall ASIC. Su pagamento, è possibile riservare l utilizzo di un company name autorizzato fino a due mesi (rinnovabili) prima della registrazione della società. Si vedano tariffe e modalità sul portale dell ASIC al: 13

14 3 Condurre una società I. Regole sociali Per registrare una società è necessario decidere come sarà regolata internamente, a seconda che si scelgano alternativamente: replaceable rules (regole ordinarie); un proprio statuto; una combinazione di entrambi. Una società di capitali non può essere governata da replaceable rules se vi è un unico amministratore e membro ( one person company ); in tal caso si applicano invece regole speciali a norma di legge. Replaceable rules Le regole di base ordinarie per la gestione interna di una società sono incluse nel Corporations Act 2001 e sono definite come replaceable rules. Una società può utilizzare le replaceable rules per la sua amministrazione interna. Ciò significa che la società non ha bisogno di avere un proprio statuto scritto, evitando le spese e il lavoro necessari a mantenere lo statuto aggiornato con la legislazione vigente. Ciò significa che le replaceable rules seguono automaticamente le modifiche di legge, a differenza degli statuti propri. 14

15 Statuto sociale Una società di capitali può scegliere di adottare un proprio statuto piuttosto che utilizzare le replaceable rules. In tal caso non occorre presentare lo statuto all atto di registrazione della società. Tuttavia lo statuto deve essere mantenuto disponibile a richiesta delle autorità competenti insieme con i registri contabili della società. Regole speciali per la one person company Ovviamente, una società di capitali con un solo azionista, che è anche l'amministratore unico, non ha bisogno di un insieme formale di norme che disciplinino le sue relazioni interne. Pertanto tali aziende non devono necessariamente adottare uno statuto. Se un amministratore aggiuntivo è nominato o una persona in più diventa azionista, le replaceable rules si applicano automaticamente alla società, salvo che siano sostituiti da uno statuto proprio. II. Ruoli societari Per registrare una società è necessario ottenere il previo consenso scritto da parte delle persone che accettano di ricoprire i seguenti ruoli: direttore (deve essere una persona fisica maggiorenne); segretario (deve essere una persona fisica maggiorenne); socio azionista (ogni società deve avere almeno un azionista con personalità fisica o giuridica). Inoltre, è possibile domiciliare la società presso l indirizzo di terzi, in genere il proprio avvocato o commercialista, ma non necessariamente. In tal caso, 15

16 l'occupante deve fornire alla società il consenso scritto per l utilizzo di tale indirizzo. Una società di capitali deve avere almeno un direttore, ma non ha bisogno di avere un segretario. Il direttore e il segretario (se presente) possono anche non essere azionisti della società, ma devono risiedere abitualmente in Australia. III. Requisiti residenziali Si noti bene che in quest ambito la nozione di residenza abituale è suscettibile di un interpretazione piuttosto ambigua. Infatti, la residenza abituale a fini commerciali e fiscali non corrisponde esattamente alla nozione di residenza permanente ai fini immigratori e di cittadinanza. Pertanto, in principio anche un residente o domiciliatario temporaneo di cittadinanza non australiana potrebbe ricoprire un ruolo societario, purché rientri nella definizione di residente abituale. A tal fine, si potrebbe arguire che un residente fiscale sia tale, in altre parole tutti coloro i quali siano domiciliati in Australia per un periodo superiore ai 183 giorni nell arco di un anno fiscale (dal primo di luglio al 30 giugno). In pratica, un cittadino straniero senza la residenza permanente in Australia non è abilitato ad alcun ruolo societario se non quello di co-azionista, tenendo conto dei requisiti residenziali per l espletamento di tutti gli altri adempimenti burocratici normalmente legati alla conduzione di un azienda. Ad esempio, per aprire un conto corrente, il cliente deve essere identificato di persona in una filiale della banca in questione, anche se tale identificazione può in pratica avvenire in seguito all apertura del conto. 16

17 Inoltre, se un impresa ha bisogno di un prestito, le banche in genere richiedono alternativamente: - Una garanzia interbancaria ( bank to bank ), che è più flessibile se si opera dall estero; - Una garanzia personale di un amministratore, che però deve essere un cittadino australiano; - Un deposito in contanti, in sostanza una caparra che la banca mantiene vincolata in un deposito a termine registrato in nome dell azienda. Si consiglia di fare riferimento al proprio istituto bancario per confermare i dettagli formali dell accensione del conto e dell ottenimento di un mutuo commerciale. IV. Obblighi legali degli amministratori Un direttore o segretario è tenuto a conformare la società con i requisiti amministrativi stabiliti dal Corporations Act, tra cui spiccano per esempio: - l aggiornamento dei dati aziendali; - il mantenimento dei vari registri e documenti contabili; - il versamento delle tasse di registrazione e revisione societaria annuale. Incompatibilità degli amministratori Inoltre, non è consentito agire come un direttore o segretario (ovvero come gestore) di una società senza il nulla osta del tribunale se: - si è insolventi in un procedimento di fallimento personale (in Australia anche le persone fisiche possono dichiarare bancarotta per insolvenza); 17

18 - si è destinatari di un provvedimento d insolvenza personale o di un accordo ai sensi della Parte X del Bankruptcy Act 1966 (legge fallimentare), che non è stato pienamente rispettato; - si è soggetti a una composition (atto estintivo di debito) ai sensi della parte X della legge fallimentare ed il pagamento finale non è stato fatto; - si sia condannati per determinati reati, come la frode o altri reati ai sensi del diritto societario relativi alla violazione dei doveri di amministratore. In caso di condanna per uno dei suddetti reati non è consentito gestire una società per cinque anni dalla sentenza. Se si è incarcerati per uno di questi reati, non si può gestire una società prima che siano passati cinque anni dalla scarcerazione. Coloro i quali siano dichiarati in bancarotta, stipulino un accordo di fallimento personale o siano condannati per un reato rilevante decadono automaticamente dalla carica di direttore o di segretario. La società deve quindi notificare l ASIC della decadenza da dirigente o segretario della società. L ASIC può anche vietare a chiunque di essere un direttore di società in situazioni determinabili caso per caso. Chiunque sia incompatibile con un ruolo aziendale, non è autorizzato a gestire una società in alcun altra maniera. Infatti, la gestione per mezzo di amministratori fittizi rappresenta un reato grave, punito con la detenzione. 18

19 V. Obblighi fiscali In generale, le imposte per cui è necessario registrarsi dipendono dal tipo di attività che si sta conducendo. Alcune registrazioni fiscali si applicano a tutte le imprese, mentre altre possono essere obbligatorie in base alla struttura amministrativa. Alcune registrazioni sono del tutto opzionali, ma possono facilitare la gestione in determinati casi. In particolare, le registrazioni che possono essere necessarie ai fini fiscali sono: - Tax File Number (TFN), obbligatorio per tutte le attività commerciali - Australian Business Number (ABN), facoltativo - Australian Company Number (ACN), obbligatorio per le società - Goods and Services Tax (GST), facoltativo solo per piccole imprese - Pay as you go (PAYG) withholding, obbligatorio se si pagano compensi tassabili. - Finge Benefits Tax (FBT), obbligatorio se si corrispondono bonus a lavoratori dipendenti. Tax File Number (TFN) Il TFN è un numero unico rilasciato dall Australian Taxation Office (ATO) a tutte le persone fisiche e giuridiche operanti in Australia per la gestione fiscale e per altri servizi governativi. Il TFN equivale al codice fiscale italiano. È necessario avere un TFN indipendentemente dal tipo di attività che si sta conducendo. Se si ha intenzione di gestire l'attività come ditta individuale, è possibile utilizzare il proprio TFN individuale. 19

20 Se si opera come una partnership, società o trust, è necessario registrare un TFN separato per l impresa. Un TFN può essere ottenuto contestualmente all Australian Business Number (ABN), utilizzando lo stesso modulo di domanda. Australian Business Number (ABN) Anche se è possibile condurre un impresa senza ABN, è certamente consigliato usufruirne per motivi burocratici e fiscali. Ottenere un ABN dall ATO è gratuito, e può essere necessario per la registrazione di altre imposte, come il Goods and Services Tax (GST). Inoltre, se si fattura senza un ABN, le altre imprese devono trattenere il 46,5% di tasse dal pagamento pattuito. L opportunità economica di operare con un ABN è palese se si tiene presente che l aliquota fiscale ordinaria è del 30% per le società, mentre può oscillare dal 19% al 45% per i redditi personali, che inoltre godono di una franchigia annuale a tasso zero fino ai $ (per l anno fiscale ). Australian Company Number (ACN) Quando si registra una società di capitali, l ASIC assegna un ACN che è preliminare all ottenimento dell ABN societario. Pertanto, se si intende trasformare una ditta individuale o società di persone in una società di capitali, è necessario nell ordine: - cancellare l esistente ABN presso l ATO; 20

21 - registrare la società per ricevere l ACN presso l ASIC; - richiedere un nuovo ABN presso l ATO. Goods and Services Tax (GST) Il GST è richiesto se si comprano o vendono beni e servizi ed è pertanto l equivalente dell imposta sul valore aggiunto (IVA) in Italia. La registrazione presso l ATO è obbligatoria se l impresa ha un fatturato GST annuo attuale o previsto di oltre $ (oltre $ per le organizzazioni senza scopo di lucro). La registrazione è inoltre obbligatoria indipendentemente dal fatturato se si fornisce un servizio di taxi come parte dell attività. L aliquota GST è tuttora pari al 10% del valore del bene o servizio in compravendita. Tuttavia, la maggior parte dei prodotti alimentari di base, alcuni corsi di studio e formazione, come anche prodotti e servizi medici sono esenti da GST. Per maggiori dettagli sui beni e servizi esenti da GST, si consiglia di consultare il sito internet dell ATO al https://www.ato.gov.au/business/gst/when-to-charge-gst-%28and-whennot-to%29/gst-free-sales/main-gst-free-products-and-services/. Pay as you go (PAYG) withholding Il PAYG withholding equivale all incirca al sostituto d imposta in Italia. 21

22 È pertanto necessario registrare il PAYG presso l ATO in tutti i casi in cui occorre operare una ritenuta fiscale sull importo di un pagamento corrisposto a dipendenti, amministratori o imprese che fatturano senza l ABN. In ogni caso, la registrazione deve essere portata a termine prima di poter eseguire alcuna ritenuta. Fringe Benefits Tax (FBT) L imposta sui cosiddetti fringe benefits si applica a tutti i bonus o altre prestazioni accessorie fornite ai lavoratori dipendenti, includendo: - un'auto aziendale - parcheggio auto scontato o gratuito - prestiti a basso interesse - feste di Natale - pagamento di determinate spese private come parte di un pacchetto di stipendio. È necessario registrarsi per il FBT non appena si decide di iniziare a fornire bonus ai dipendenti. Altre tasse Ci possono essere imposte più specifiche che si applicano secondo il settore imprenditoriale di riferimento. L'Ufficio delle imposte australiano (si consulti il portale fornisce inoltre ulteriori informazioni su: 22

23 - crediti d'imposta di carburante (fuel tax credits) - perequazione tributaria per il commercio di vino (wine equalisation tax) - bollo per auto di lusso (luxury car tax) - bollo sul libro paga (payroll tax). Contributi previdenziali (superannuation) Si noti che la superannuation è un sistema australiano piuttosto peculiare di accantonamento retributivo ai fini previdenziali e opera in modo per certi versi simili al trattamento di fine rapporto (TFR) in Italia. Il pagamento della quota di superannuation, anche se non è una tassa, è un obbligo se s impiega del personale e pertanto richiede altri adempimenti fiscali. In generale, il datore di lavoro è obbligato ad accantonare la quota minima del 9.5% del salario per ogni dipendente maggiorenne che riceva un corrispettivo di almeno 450 dollari lordi in un mese, a prescindere che il lavoratore sia a tempo pieno, parziale o stagionale. Il datore di lavoro deve accantonare la quota di superannuation per i dipendenti che hanno meno di diciotto anni se questi soddisfano le condizioni di cui sopra e purché lavorino almeno trenta ore in una settimana. Per ulteriori informazioni, si consiglia di consultare il sito internet dell ATO al https://www.ato.gov.au/business/employers-super/working-out-if-you-haveto-pay-super/. 23

24 VI. Obblighi contabili Solo le piccole società di capitali (come definite nella Corporations Act) non sono generalmente tenute a preparare rapporti contabili formali. Tuttavia, è buona norma tenere una sia pur minima contabilità commerciale, che può venire utile non solo per la gestione, ma anche per fini fiscali o per ottenere finanziamenti governativi e bancari. Un impresa è definita small proprietary company se l esercizio finanziario annuale della società e qualsiasi entità da questa controllata soddisfa almeno due dei seguenti requisiti: - il fatturato consolidato è inferiore a $25 milioni; - il valore degli attivi lordi consolidati è inferiore a 12,5 milioni dollari; - meno di 50 dipendenti. Nella maggior parte dei casi, le grandi società per azioni quotate in borsa e anche le cosiddette public not-for-profit sono tenute a preparare complesse relazioni finanziarie sotto il controllo dell ASIC. Anche in caso di bancarotta, insolvenza e chiusura tali grandi aziende sono sottoposte a uno speciale regime normativo, per i cui dettagli si rimanda al Corporations Act. 24

25 4 Chiudere una società I. Cancellazione di piccole società di capitali Una piccola impresa che opera come una società può essere chiusa a seguito d insolvenza, deregistrazione volontaria o dell ASIC, e liquidazione volontaria. Indifferentemente dal metodo utilizzato per chiudere una società, la deregistrazione è sempre il passo finale del processo. La deregistrazione rimuove formalmente la società dal registro delle imprese e la fa cessare di esistere come entità giuridica a sé stante. II. Insolvenza Le aziende possono essere chiuse dopo che sono state poste in liquidazione dai creditori, seguendo la complessa procedura fallimentare indicata dal Bankruptcy Act, cui si rimanda per maggiori dettagli. 25

26 III. Deregistrazione volontaria Una società può cancellare la registrazione presso l ASIC se soddisfa tutti questi requisiti: - tutti i proprietari (azionisti) della società concordano di cancellare la registrazione della società; - la società non sta conducendo alcuna attività commerciale; - il patrimonio aziendale residuo ammonta a meno di $1.000; - la società non ha passività in essere; - la società non è coinvolta in eventuali procedimenti giudiziari; - la società ha pagato tutte le tasse e sanzioni dovute a norma di legge. IV. Deregistrazione dell ASIC L ASIC può iniziare la procedura di deregistrazione di una società nel caso in cui questa: - non abbia pagato la quota di revisione annuale per almeno dodici mesi dopo la scadenza del pagamento; - non abbia ottemperato a determinati requisiti amministrativi entro sei mesi dalla specifica richiesta dell ASIC; - non abbia presentato alcun altro documento e non abbia palesato alcuna attività commerciale per oltre diciotto mesi. 26

27 Una società deregistrata dall ASIC può essere reintegrata dal tribunale civile nei casi in cui sia riconosciuto che le cause di deregistrazione non fossero valide o esistenti. Una società reintegrata torna allo stato legale di società registrata come se la deregistrazione non fosse mai avvenuta. V. Liquidazione volontaria I proprietari (azionisti) possono terminare una società solvente utilizzando un processo volontario di liquidazione, che prevede: - la nomina di un liquidatore per gestire il processo di liquidazione delle attività e degli assetti societari; - la chiusura formale o la vendita dell impresa; - il pagamento di eventuali debiti; - la distribuzione ai proprietari (azionisti) di eventuali assetti in surplus. 27

Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi

Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi terzi il cui soggiorno è irregolare Adozione con delibera

Dettagli

Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali. Informazioni generali

Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali. Informazioni generali Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali Informazioni generali Il Ministero dell'interno, Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione, ha

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 (N.B. la presente dichiarazione deve essere prodotta unitamente a copia fotostatica non autenticata

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O AUTODICHIARAZIONE Oggetto: Appalto n. FNN2012/0003

Dettagli

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI PARTE VI > IL RIMBORSO DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI Rimborsi risultanti dal modello Unico Rimborsi eseguiti su richiesta 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI Accredito su conto corrente

Dettagli

Al Responsabile del S.U.A.P.

Al Responsabile del S.U.A.P. Marca da bollo Da inviare al Comune competente mediante lettera A/R Al Responsabile del S.U.A.P. Comune di Penna Sant Andrea (TE) M0297/83-AB OGGETTO: Domanda di rilascio nuova autorizzazione di tipo A

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06 PROCEDURA APERTA, AI SENSI DELL ART. 124 DEL D.LGS. 163/2006 E DELL ART. 326 DEL DPR 207/2010, PER L AFFIDAMENTO QUADRIENNALE DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. CIG: 30590339E1 DICHIARAZIONE

Dettagli

LE CATEGORIE DI VISTI PER LE AZIENDE E GLI OPERATORI ITALIANI INTERESSATI AD AVVIARE ATTIVITA' IMPRENDITORIALI NEGLI STATI UNITI

LE CATEGORIE DI VISTI PER LE AZIENDE E GLI OPERATORI ITALIANI INTERESSATI AD AVVIARE ATTIVITA' IMPRENDITORIALI NEGLI STATI UNITI LE CATEGORIE DI VISTI PER LE AZIENDE E GLI OPERATORI ITALIANI INTERESSATI AD AVVIARE ATTIVITA' IMPRENDITORIALI NEGLI STATI UNITI Stefano Linares, Linares Associates PLLC - questo testo è inteso esclusivamente

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Testo approvato definitivamente dal Senato Accademico e dal Consiglio di Amministrazione rispettivamente

Dettagli

AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE SIRACUSA

AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE SIRACUSA REGIONE SICILIANA AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE SIRACUSA REGOLAMENTO PER L AUTORIZZAZIONE E LA DISCIPLINA DEGLI INCARICHI ESTERNI OCCASIONALi, NON COMPRESI NEI COMPITI E DOVERI D UFFICIO, CONFERITI AL

Dettagli

CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI

CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI eprice s.r.l. con Socio Unico (di seguito denominata "SITONLINE") con sede legale in Milano, via degli Olivetani 10/12, 20123 - Italia, Codice Fiscale e Partita I.V.A

Dettagli

Adempimenti fiscali nel fallimento

Adempimenti fiscali nel fallimento ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI DI LECCO Adempimenti fiscali nel fallimento A cura della Commissione di studio in materia fallimentare e concorsuale Febbraio 2011 INDICE 1. Apertura

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE Premessa Impresa in azione è il programma didattico dedicato agli studenti degli ultimi anni della Scuola Superiore e pensato per valorizzare la creatività e lo spirito imprenditoriale

Dettagli

Termini e Condizioni di Prenotazione Valide da Aprile 2015

Termini e Condizioni di Prenotazione Valide da Aprile 2015 Termini e Condizioni di Prenotazione Valide da Aprile 2015 1 CONDIZIONI GENERALI DI NOLEGGIO Termini e Condizioni di Prenotazione I servizi di noleggio di veicoli Europcar in Italia sono erogati da Europcar

Dettagli

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo ALL. 1) Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo 1. Sono eleggibili a sindaco, presidente della provincia, consigliere comunale, provinciale e circoscrizionale gli elettori di un qualsiasi

Dettagli

Sardegna Impresa e Sviluppo BIC Sardegna SpA

Sardegna Impresa e Sviluppo BIC Sardegna SpA Sardegna Impresa e Sviluppo BIC Sardegna SpA AVVISO PUBBLICO Selezione di Statistici junior BIC Sardegna SpA, Soggetto Attuatore dell intervento IDMS, Sistema Informativo dell indice di Deprivazione Multipla

Dettagli

LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.)

LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.) LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.) COSTITUZIONE DELLA SOCIETA INVALIDITA DELLA SOCIETA L ORDINAMENTO PATRIMONIALE Mastrangelo dott. Laura NOZIONE (ART. 2291 C.C) Nella società in

Dettagli

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2.

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. aziende collettive, quando il soggetto giuridico è costituito

Dettagli

fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara

fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara Oggetto: Procedura aperta per la fornitura di generatori di molibdeno tecnezio per l U.O.C. di Medicina Nucleare

Dettagli

La Società tra Professionisti

La Società tra Professionisti Paolo Tonalini Notaio La Società tra Professionisti Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Pavia in collaborazione con Banca Generali Relazione al Convegno del 6 marzo 2015 NOTAIO

Dettagli

«Ogni società, grande o piccola che sia, ha bisogno di una serie di standard di guida che ne regolino i comportamenti interni ed esterni.

«Ogni società, grande o piccola che sia, ha bisogno di una serie di standard di guida che ne regolino i comportamenti interni ed esterni. «Ogni società, grande o piccola che sia, ha bisogno di una serie di standard di guida che ne regolino i comportamenti interni ed esterni.» Code of Conduct Comunicazione del CEO «Ogni società, grande o

Dettagli

INPDAP - Mod. PP (Piccolo Prestito) Protocollo distinta: anno... n... All' INPDAP Direzione Centrale Credito e Welfare

INPDAP - Mod. PP (Piccolo Prestito) Protocollo distinta: anno... n... All' INPDAP Direzione Centrale Credito e Welfare INPDAP - Mod. PP (Piccolo Prestito) Protocollo distinta: anno...... n... All' INPDAP Direzione Centrale Credito e Welfare Ufficio ex Enam Area Piccolo Credito Lista: settore.. n.... Largo Josemaria Escriva

Dettagli

Sportello Unico per l Immigrazione di (1) Il sottoscritto datore di lavoro comunica la stipula del seguente

Sportello Unico per l Immigrazione di (1) Il sottoscritto datore di lavoro comunica la stipula del seguente Sportello Unico per l Immigrazione di (1) Il sottoscritto datore di lavoro comunica la stipula del seguente Allegato Mod. R CONTRATTO DI SOGGIORNO (Art. 5 bis del D.lvo n. 286/98 e successive modifiche)

Dettagli

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI.

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. MODULO PER DICHIARAZIONI REQUISITI TECNICI/ECONOMICI E DI IDONEITÀ MORALE DA COMPILARSI DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. OGGETTO: Gara per l affidamento del servizio di pulizia delle sedi del Ministero

Dettagli

Le Circolari della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro. N.6 del 29.05.2013 SOCIETA TRA PROFESSIONISTI

Le Circolari della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro. N.6 del 29.05.2013 SOCIETA TRA PROFESSIONISTI Le Circolari della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro N.6 del 29.05.2013 SOCIETA TRA PROFESSIONISTI Introduzione Le Societá tra Professionisti, introdotte dalla legge 183/2010, sono una delle novitá

Dettagli

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV.

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV. All. 2) al Disciplinare di gara Spett.le Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE Via Pisa - P.zza Giovanni XXIII 95037 - San Giovanni La Punta Oggetto: GARA PER L AFFIDAMENTO DEI LAVORI RELATIVI

Dettagli

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio 1989, n. 39, in attuazione degli articoli 73 e 80 del decreto

Dettagli

Informazioni generali

Informazioni generali Modulo VA : Domanda di verifica della sussistenza di una quota per lavoro subordinato ai sensi degli artt. 14 comma 6 e 39 comma 9 del DPR. n. 394/99 e successive modifiche ed integrazioni Informazioni

Dettagli

Allegato Mod. Q Sportello Unico per l Immigrazione di (1) Il sottoscritto datore di lavoro comunica la stipula del seguente

Allegato Mod. Q Sportello Unico per l Immigrazione di (1) Il sottoscritto datore di lavoro comunica la stipula del seguente Allegato Mod. Q Sportello Unico per l Immigrazione di (1) Il sottoscritto datore di lavoro comunica la stipula del seguente CONTRATTO DI SOGGIORNO (Art. 5 bis del D.lvo n. 286/98 e successive modifiche)

Dettagli

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI 24.12.2013 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 352/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (UE) N. 1407/2013 DELLA COMMISSIONE del 18 dicembre 2013 relativo all applicazione degli articoli

Dettagli

Voucher: il sistema dei buoni lavoro

Voucher: il sistema dei buoni lavoro Voucher: il sistema dei buoni lavoro Cosa sono I buoni lavoro (o voucher) rappresentano un sistema di pagamento che i datori di lavoro (committenti) possono utilizzare per remunerare prestazioni di lavoro

Dettagli

Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego

Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego Il decreto spiega tutte le possibilità e i limiti dell'eventuale cumulo Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego (Dm Funzione pubblica 331 del 29.7.1997) da CittadinoLex del 12/9/2002

Dettagli

Scheda 2.4 Imprese di pulizia, disinfezione, disinfestazione, derattizzazione e sanificazione

Scheda 2.4 Imprese di pulizia, disinfezione, disinfestazione, derattizzazione e sanificazione Scheda 2.4 Imprese di, disinfezione, disinfestazione, derattizzazione e sanificazione SOGGETTI RICHIEDENTI/AMBITO DI APPLICAZIONE La presente scheda riguarda unicamente soggetti ricadenti nella qualifica

Dettagli

Il conto corrente in parole semplici

Il conto corrente in parole semplici LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il conto corrente in parole semplici La SCELTA e i COSTI I DIRITTI del cliente I CONTATTI utili Il conto corrente dalla A alla Z conto corrente Il conto corrente bancario

Dettagli

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2.1 Gli effetti dell iscrizione nel Registro delle Imprese L art. 2 del d.lgs. 18 maggio 2001, n. 228 (in materia di orientamento e modernizzazione del settore

Dettagli

COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE

COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE SUBINGRESSO NELL ESERCIZIO DELL ATTIVITÀ DI VENDITA SU AREE PUBBLICHE SIA DI TIPO A (su posteggi dati in concessione per dieci anni) SIA DI TIPO B (su qualsiasi area purché

Dettagli

ISTRUZIONI MOD.COM1 - COMUNICAZIONE - Esercizi di commercio al dettaglio di vicinato AVVERTENZE GENERALI

ISTRUZIONI MOD.COM1 - COMUNICAZIONE - Esercizi di commercio al dettaglio di vicinato AVVERTENZE GENERALI ISTRUZIONI MOD.COM1 - COMUNICAZIONE - Esercizi di commercio al dettaglio di vicinato AVVERTENZE GENERALI SI AVVERTE CHE PER LA CORRETTA COMPILAZIONE DEL MOD.COM1, È NECESSARIA UNA PRELIMINARE ATTENTA LETTURA

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

Foglio informativo n. 060/011. Servizi di Home Banking.

Foglio informativo n. 060/011. Servizi di Home Banking. Foglio informativo n. 060/011. Servizi di Home Banking. Servizi via internet, cellulare e telefono per aziende ed enti. Informazioni sulla banca. Intesa Sanpaolo S.p.A. Sede legale e amministrativa: Piazza

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA Città di Medicina Via Libertà 103 40059 Medicina (BO) Partita I.V.A. 00508891207 Cod. Fisc.00421580374 Tel 0516979111 Fax 0516979222 personale@comune.medicina.bo.it DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO

Dettagli

ACCORDO TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL PRINCIPATO DI MONACO SULLO SCAMBIO DI INFORMAZIONI IN MATERIA FISCALE

ACCORDO TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL PRINCIPATO DI MONACO SULLO SCAMBIO DI INFORMAZIONI IN MATERIA FISCALE ACCORDO TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL PRINCIPATO DI MONACO SULLO SCAMBIO DI INFORMAZIONI IN MATERIA FISCALE Articolo 1 Oggetto e Ambito di applicazione dell Accordo Le autorità

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297)

REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297) REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297) 1) Beneficiari Hanno titolo a richiedere l anticipazione i lavoratori che abbiano maturato almeno

Dettagli

DICHIARAZIONE DI CUI ALL'ART. 14.2 DELLA LETTERA D'INVITO

DICHIARAZIONE DI CUI ALL'ART. 14.2 DELLA LETTERA D'INVITO Modello B Comune di Saluzzo Via Macallè, 9 12037 SALUZZO PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO DELLA POLIZZA DI ASSICURAZIONE A FAVORE DEL COMUNE DI SALUZZO RELATIVA A INCENDIO E ALTRI EVENTI, FURTO E

Dettagli

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE STATUTO CIRCOLO TBLUE Art. 1 COSTITUZIONE - SEDE E costituito, come associazione culturale ricreativa non riconosciuta ai sensi dell art 36 e ss. Codice Civile ed art. 148 comma 3 D.P.R. 917/1986 (T.U.I.R.),

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 (CIG ) (CPV ) Io sottoscritto... nato a... il...... nella mia

Dettagli

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica . (FAC-SIMILE ISTANZA DI PARTEZIPAZIONE) AL COMUNE DI PIANA DEGLI ALBANESI DIREZIONE A.E.S. LAVORI PUBBLICI E PROGETTAZIONE VIA P. TOGLIATTI, 2 90037 PIANA DEGLI ALBANESI (PA) Il sottoscritto.... nato

Dettagli

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7.

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 Roma

Dettagli

Il REGIME FISCALE DEGLI STATI UNITI

Il REGIME FISCALE DEGLI STATI UNITI Il REGIME FISCALE DEGLI STATI UNITI Introduzione L imposta sul reddito delle persone fisiche Residenza Fiscale Aliquote 2004 L imposta sul reddito delle persone giuridiche (corporate tax) Aliquote 2004

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO RECANTE DISPOSIZIONI SULLA CERTEZZA DEL DIRITTO NEI RAPPORTI TRA FISCO E CONTRIBUENTE IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO RECANTE DISPOSIZIONI SULLA CERTEZZA DEL DIRITTO NEI RAPPORTI TRA FISCO E CONTRIBUENTE IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO RECANTE DISPOSIZIONI SULLA CERTEZZA DEL DIRITTO NEI RAPPORTI TRA FISCO E CONTRIBUENTE VISTI gli articoli 76 e 87 della Costituzione; IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA VISTA la

Dettagli

Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del febbraio 17, 2012 nella sua interezza.

Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del febbraio 17, 2012 nella sua interezza. Termini d uso aggiuntivi di Business Catalyst Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del febbraio 17, 2012 nella sua interezza. L uso dei Servizi Business Catalyst è soggetto

Dettagli

L IMPRESA: OBIETTIVI E CONTESTO

L IMPRESA: OBIETTIVI E CONTESTO DISPENSA 1 Economia ed Organizzazione Aziendale L IMPRESA: OBIETTIVI E CONTESTO - Parte I - Indice Impresa: definizioni e tipologie Proprietà e controllo Impresa: natura giuridica Sistema economico: consumatori,

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE (ai sensi dell art. 4 del Regolamento adottato da Consob con delibera n. 17221 del 12 marzo 2010, come successivamente modificato ed integrato) INDICE 1. OBIETTIVI

Dettagli

MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA

MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA Spett.le ACSM-AGAM S.p.A. Via P. Stazzi n. 2 22100 COMO CO Oggetto: Dichiarazione sostitutiva in merito al possesso dei requisiti di ordine generale prescritti dall

Dettagli

Tuttocamere L. n. 82/1994 Pag. 1/5

Tuttocamere L. n. 82/1994 Pag. 1/5 L. 25 gennaio 1994, n. 82 (G.U. n. 27 del 3 febbraio 1994): Disciplina delle attività di pulizia, di disinfezione, di disinfestazione, di derattizzazione e di sanificazione. Art. 1 (Iscrizione delle imprese

Dettagli

,OQXRYRSDUWWLPH 7LSRORJLHFRQWUDWWXDOLDPPHVVH

,OQXRYRSDUWWLPH 7LSRORJLHFRQWUDWWXDOLDPPHVVH ,OQXRYRSDUWWLPH $PELWRGLDSSOLFD]LRQH La circolare ministeriale n. 9 del 18 marzo 2004 ha integrato ed in alcuni casi ampliato, la revisione all istituto del part- time attuata con il D.lgs. n. 276/2003

Dettagli

Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari

Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari Circ.-CFB 98/2 Commerciante di valori mobiliari Pagina 1 Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari (Commerciante di valori mobiliari)

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

L'associarsi di due o più professionisti in un' "Associazione Professionale" è una facoltà espressamente consentita dalla legge 1815 del 1939.

L'associarsi di due o più professionisti in un' Associazione Professionale è una facoltà espressamente consentita dalla legge 1815 del 1939. ASSOCIAZIONE TRA PROFESSIONISTI L'associarsi di due o più professionisti in un' "Associazione Professionale" è una facoltà espressamente consentita dalla legge 1815 del 1939. Con tale associazione,non

Dettagli

HEALTH MANAGEMENT ISTITUTO DI MANAGEMENT SANITARIO FIRENZE www.health-management.it

HEALTH MANAGEMENT ISTITUTO DI MANAGEMENT SANITARIO FIRENZE www.health-management.it 1 OGGETTO ANZIANITÀ DI SERVIZIO QUESITO (posto in data 11 luglio 2013) Sono Dirigente Medico di primo livello dal marzo del 2006 e di ruolo, senza interruzioni di servizio, dal luglio 2007. Mi hanno già

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE La Santa Sede ed il Governo della Repubblica Italiana, qui di seguito denominati anche Parti contraenti; tenuto conto

Dettagli

INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI

INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI Rete Nazionale Gruppi di Acquisto Solidali www.retegas.org INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI Febbraio 2007 INTRODUZIONE I Gruppi di Acquisto Solidali (GAS) sono gruppi di persone

Dettagli

SOCIETA COOPERATIVE TRA PROFESSIONISTI: ASPETTI FISCALI. Bologna, 22 luglio 2014

SOCIETA COOPERATIVE TRA PROFESSIONISTI: ASPETTI FISCALI. Bologna, 22 luglio 2014 SOCIETA COOPERATIVE TRA PROFESSIONISTI: ASPETTI FISCALI Bologna, 22 luglio 2014 INQUADRAMENTO NORMATIVO FISCALE La nuova disciplina sulle società tra professionisti non contiene alcuna norma in merito

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

REGOLAMENTO. Articolo 1

REGOLAMENTO. Articolo 1 REGOLAMENTO Il presente Regolamento disciplina, a norma di quanto disposto dallo Statuto, le norme applicative per l organizzazione ed il funzionamento del CRAL e dei suoi organismi, e stabilisce, in prima

Dettagli

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 - Roma CIG 03506093B2

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa)

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) 1) Definizioni 1.1 Ai fini delle presenti condizioni generali di vendita (di seguito denominate Condizioni di Vendita ), i seguenti termini

Dettagli

Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me.

Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me. Informazioni sulla banca. Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me. Intesa Sanpaolo S.p.A. Sede legale e amministrativa: Piazza San Carlo 156-10121 Torino. Tel.: 800.303.306 (Privati),

Dettagli

Al SUAP. Denominazione società/ditta

Al SUAP. Denominazione società/ditta COMUNICAZIONE SUBINGRESSO DI COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE SU POSTEGGIO L.R. 28/2005 e s.m.i. Codice del Commercio art.74 e D.P. G.R. n. 15/R del 1 aprile 2009 Regolamento di attuazione della legge n. 28/2005

Dettagli

INSER S.P.A. Ordine di Milano. Giugno 2014. Riservato e Confidenziale Documento non riproducibile

INSER S.P.A. Ordine di Milano. Giugno 2014. Riservato e Confidenziale Documento non riproducibile INSER S.P.A. Proposta di Agevolazione RC Professionale Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili Ordine di Milano Riservato e Confidenziale Documento non riproducibile Giugno 2014 Indice Proposta di

Dettagli

Istituzione di un Gruppo Europeo di Interesse Economico (GEIE)

Istituzione di un Gruppo Europeo di Interesse Economico (GEIE) Regolamento (CEE) n. 2137/85 del Consiglio del 25 luglio 1985 Istituzione di un Gruppo Europeo di Interesse Economico (GEIE) EPC Med - GEIE Via P.pe di Villafranca 91, 90141 Palermo tel: +39(0)91.6251684

Dettagli

LA NUOVA PROCEDURA DI COMPOSIZIONE DELLA CRISI DA SOVRAINDEBITAMENTO

LA NUOVA PROCEDURA DI COMPOSIZIONE DELLA CRISI DA SOVRAINDEBITAMENTO DEBT RESTRUCTURING AND BANKRUPTCY ALERT Febbraio 2012 LA NUOVA PROCEDURA DI COMPOSIZIONE DELLA CRISI DA SOVRAINDEBITAMENTO Negli ultimi mesi i giornali hanno parlato molto di due interventi legislativi

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

SCIA valida anche ai fini dell art. 86 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, approvato con R.D. 18/6/1931, n. 773.

SCIA valida anche ai fini dell art. 86 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, approvato con R.D. 18/6/1931, n. 773. Modulo di segnalazione certificata di inizio attività per la somministrazione di alimenti e bevande all' interno dei circoli privati da presentare in carta libera Spazio per apporre il timbro di protocollo

Dettagli

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse CERVED RATING AGENCY Politica in materia di conflitti di interesse maggio 2014 1 Cerved Rating Agency S.p.A. è specializzata nella valutazione del merito creditizio di imprese non finanziarie di grandi,

Dettagli

CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU

CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU INTRODUZIONE ALLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE IN QUALSIASI FORMA COSTITUITE

Dettagli

Il Consiglio di Istituto

Il Consiglio di Istituto Prot. n. 442/C10a del 03/02/2015 Regolamento per la Disciplina degli incarichi agli Esperti Esterni approvato con delibera n.7 del 9 ottobre 2013- verbale n.2 Visti gli artt.8 e 9 del DPR n275 del 8/3/99

Dettagli

Scheda approfondita LAVORO PART-TIME

Scheda approfondita LAVORO PART-TIME Scheda approfondita LAVORO PART-TIME Nozione Finalità Ambito soggettivo di applicazione Legenda Contenuto Precisazioni Riferimenti normativi Ambito oggettivo di applicazione Forma Durata Trattamento economico

Dettagli

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A.

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A. Comunicato Stampa Methorios Capital S.p.A. Approvata la Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2013 Acquistato un ulteriore 16,2% del capitale di Astrim S.p.A. Costituzione della controllata Methorios

Dettagli

IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse

IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse CICLO DI SEMINARI febbraio/maggio 2008 IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse CICLO DI SEMINARI IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse 26 febbraio PRESUPPOSTI

Dettagli

LEGGE 27 LUGLIO, N.212. "Disposizioni in materia di statuto dei diritti del contribuente"

LEGGE 27 LUGLIO, N.212. Disposizioni in materia di statuto dei diritti del contribuente LEGGE 27 LUGLIO, N.212 "Disposizioni in materia di statuto dei diritti del contribuente" pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 177 del 31 luglio 2000 Art. 1. (Princìpi generali) 1. Le disposizioni della

Dettagli

REGISTRO DELLE PERSONE CHE HANNO ACCESSO A INFORMAZIONI PRIVILEGIATE

REGISTRO DELLE PERSONE CHE HANNO ACCESSO A INFORMAZIONI PRIVILEGIATE REGISTRO DELLE PERSONE CHE HANNO ACCESSO A INFORMAZIONI PRIVILEGIATE OVS S.P.A. Approvato dal Consiglio di Amministrazione di OVS S.p.A. in data 23 luglio 2014, in vigore dal 2 marzo 2015 1 1. PREMESSA

Dettagli

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec...

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec... ALLEGATO A Istanza di inserimento nell Elenco operatori economici consultabile dall AGC 14 Trasporti e Viabilità Settore Demanio Marittimo Opere Marittime nelle procedure negoziate di cui all art. 125

Dettagli

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ Tra le modifiche introdotte nell agosto 2010 all art. 186, C.d.S., vi è anche l inserimento del nuovo comma 9 bis, che prevede l applicazione del lavoro

Dettagli

Si precisa che nessuna delle modifiche rientra tra le ipotesi che attribuiscono ai soci il diritto di recesso.

Si precisa che nessuna delle modifiche rientra tra le ipotesi che attribuiscono ai soci il diritto di recesso. RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE MODIFICHE DEGLI ARTICOLI 15, 17, 27 E 28 DELLO STATUTO SOCIALE, E SULL INTRODUZIONE DELL ART. 28 BIS. La presente Relazione ha lo scopo di illustrare in

Dettagli

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna Cos è e come si costituisce una cooperativa Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna 1 Che cos è una cooperativa un'associazione autonoma di persone che si uniscono volontariamente per soddisfare i propri

Dettagli

Chi può presentare la domanda

Chi può presentare la domanda BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER FAVORIRE LA CRESCITA DELLE IMPRESE SUI MERCATI INTERNAZIONALI II QUADRIMESTRE 2014 AFRQ2/14 La Camera di Commercio di Frosinone, attraverso ASPIN, Azienda Speciale

Dettagli

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA Comune di Lecco Prot. n. 50286 AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI PER LA EVENTUALE COPERTURA RA A TEMPO INDETERMINATO DI UN POSTO DI FUNZIONARIO DA INQUADRARE NEL PROFILO AMMINISTRATIVO, O

Dettagli

ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA COMUNICAZIONE

ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA COMUNICAZIONE MOD.COM 3 Al Comune di * ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA copia per il Comune COMUNICAZIONE Ai sensi del D.L.vo 114/1998 (artt.10 comma 5 e 26 comma 5), il sottoscritto

Dettagli

I RAPPORTI DI LAVORO IN AMBITO SPORTIVO DILETTANTISTICO

I RAPPORTI DI LAVORO IN AMBITO SPORTIVO DILETTANTISTICO SERVIZIO DECENTRAMENTO E ASSISTENZA AMMINISTRATIVA AI PICCOLI COMUNI SERVIZIO PROGRAMMAZIONE E GESTIONE ATTIVITA TURISTICHE E SPORTIVE www.provincia.torino.gov.it FORUM IN MATERIA DI ENTI SPORTIVI DILETTANTISTICI

Dettagli