mensile a cura dell amministrazione comunale di Campi Bisenzio aprile anniversario della Liberazione dal nazifascismo Valibona 20 maggio 1945

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "mensile a cura dell amministrazione comunale di Campi Bisenzio aprile 2005 60 anniversario della Liberazione dal nazifascismo Valibona 20 maggio 1945"

Transcript

1 disegno mensile a cura dell amministrazione comunale di Campi Bisenzio aprile anniversario della Liberazione dal nazifascismo Valibona 20 maggio 1945

2 2 Intervista con il Sindaco Campi: una città sempre più vivibile I prossimi obiettivi di questa Amministrazione di Maria Luisa Dipalo Il bilancio di previsione ed il piano degli investimenti del Comune di Campi Bisenzio sono stati approvati. Particolarmente significativi perché sono i primi di questa nuova legislatura. Cerchiamo quindi di capire meglio, con il sindaco Fiorella Alunni, le azioni più importanti che sono state impostate. Sindaco, partiamo dagli investimenti. Quali sono quelli principali che vi siete posti come obiettivo per i prossimi anni? E un idea di città, già delineata nelle scorse legislature, quella che ora è necessario concretizzare. Una città che recupera il legame con i territori vicini ed è, al contempo, molto più fruibile nei propri confini. E ovvio che, in quest ottica, un ruolo fondamentale viene affidato alle infrastrutture. Pensiamo prima di tutto ad una città dalla quale ci possiamo spostare facilmente per raggiungere direttrici importanti quali Firenze e Prato. Da qui l importanza di portare a compimento il sistema delle circonvallazioni che alleggeriranno tra l altro le strade interne alle quali vogliamo restituire la loro funzione originaria di collegamento tra le frazioni. Si è svolta il 31 marzo scorso la gara per la costruzione del primo lotto della Bretellina di San Piero e Ponti che congiungerà il Ponte alla Baccellina a via Palagetta ed è già stato redatto il progetto definitivo per il prolungamento del viale Primaldo Paolieri da via Confini al Circolo Risorgimento di Capalle. Con queste due opere sarà quasi completato l anello viario intorno ai centri abitati cittadini. Una mobilità funzionale è strategica per rendere una città sempre più vivibile. E chiaro che non solo alle nuove infrastrutture verrà affidato questo compito. Importante anche il trasporto pubblico che dovrà essere adeguato a fronte della trasformazioni alle quali Campi ha assistito negli ultimi anni e quindi alle nuove esigenze degli utenti. disegno Uno studio che abbiamo commissionato ad Ataf ci servirà per capire meglio in quale direzione muoverci. Quello a cui pensiamo è comunque un sistema di navette per collegare facilmente le frazioni con il centro storico di Campi e questo con Firenze, tramite un nuovo 30 molto più funzionale, sgravato dal compito di dover compiere il giro della città. Pensiamo poi ad un servizio di trasporto per le scuole, al mantenimento del PersonalBus solo per le zone più periferiche di Campi e ad altri collegamenti veloci come la linea fissa da San Donnino a Capalle. A fine aprile saremo in grado di delineare meglio questo nuovo sistema. E però chiaro che un trasporto pubblico efficiente è per noi fondamentale: dà infatti risposte in termini di qualità della vita. Da questo quadro che lei disegna esce un immagine di Campi come città policentrica dove vi è un attenzione particolare alle frazioni. In pochissimi anni sono state realizzate u- na quantità inimmaginabile di opere pubbliche, grandi e piccole diffuse in tutto il territorio comunale. Dobbiamo fare di più, continuando l opera di riqualificazione entrando di più e meglio nelle frazioni, con l obiettivo di far diventare ognuna di esse u- na cittadella autonoma ma interdipendente con le altre. Ciò attraverso sia la realizzazione di opere che l ampliamento dei servizi. Abbiamo sempre definito le frazioni i cuori antichi della città futura ed in questo crediamo fortemente. Fanno parte della nostra identità. Nello stesso modo in cui abbiamo quindi operato negli ultimi anni per il recupero dei grandi beni storici e architettonici - e penso a Villa Montalvo, Villa Rucellai, Rocca Strozzi e al Teatro Dante - così ora lavoreremo per restituire nuova centralità alle frazioni: non più luoghi di passaggio, ma fulcri della vita di una città con servizi importanti e con una propria specificità. Campi è nata policentrica. E questa è una ricchezza da non disperdere ma da valorizzare. Riassumendo: nuove relazioni tra le varie frazioni ma anche tra Campi e il territorio circostante. E non solo in termini di mobilità. Tra l altro la presenza di fenomeni complessi impongono o- ra di individuare politiche di area che travalichino i confini municipali. Fondamentale da questo punto di vista è stato l impegno congiunto dei sindaci dei comuni di Calenzano, Campi Bisenzio, Sesto Fiorentino e Signa che il 13 marzo scorso hanno firmato il documento programmatico della città della Piana, ora in discussione in Consiglio comunale. Un unione di quattro comuni per affrontare i problemi di quest area al di là dei confini municipali. In un momento nel quale gli enti locali conoscono una grave crisi di risorse economiche per i tagli ai trasferimenti, agli investimenti e alle politiche di protezione sociale, l unione è un punto strategico e di forza per poter affrontare e realizzare efficienti e adeguate infrastrutture materiali e immateriali, per dare sostegno alla politica di welfare, che è un dato irrinunciabile di civilizzazione del mercato e fattore costitutivo dello sviluppo. L economia di questa nostra Piana, una delle aree più produttive dell intero sistema economico toscano, sta tra l altro risentendo del periodo di crisi economica profonda che sta attraversando il nostro paese. Quello che si sta verificando alla Gkn, ma non solo, è la prova tangibile. Non bisogna, riprendendo il titolo del recente libro del segretario generale della Cgil Rassegnarsi al declino : per tutelare, salvaguardare e sviluppare il patrimo- Mensile a cura dell Amministrazione comunale di Campi Bisenzio registrazione Tribunale di Firenze n del 29/9/ direttore Fiorella Alunni - direttore responsabile Marcello Bucci - redazione Maria Luisa Dipalo Alberto Fiorini Silvia Niccoli Tiziana Parivir Rossella Zara. A questo numero hanno collaborato Carlo Andorlini Laura Bellacci Andrea Bianchini Riccardo Bicchi Campi per Campi Claudia Chiarugi Barbara Confortini Nadia Conti Gianluca Cosi Fior di Prugna Emiliano Fossi Valfredo Fossi Salvatore Gaziano Giovanni Grossi Antonella Lamberti Paolo Lepri Monica Maressi Pietro Mugione Samanta Mus Luca Pini - testata videoimpaginazione e grafica Alessandro Innocenti - foto archivio comunale foto copertina archivio Anpi - tiratura copie - distribuzione gratuita - numero chiuso in redazione l 8/4/ sede ufficio stampa e pubbliche relazioni del Comune di Campi Bisenzio piazza Matteotti, 23 (50013) - telefono/fax , sito internet proprietà dei diritti Comune di Campi Bisenzio - stampa Tipografia Nuova Cesat Coop arl via Buozzi, 21/23 Firenze - stampato su carta riciclata al 100% - distribuzione a cura di New Post srl via Stagnaccio Basso, 46 Scandicci telefono fax

3 nio industriale e artigianale della Piana fiorentina occorre fare leva sulle risorse che questo territorio, il suo tessuto sociale e la sua cultura racchiudono mettendo insieme forze, intelligenze e saperi. Solo facendo sistema si possono affrontare i punti critici e tentare di volgerli in positivo con risposte concrete. Ovviamente sono necessarie politiche nazionali, senza le quali le difficoltà di un territorio tendono ad aumentare, ma c è bisogno anche di interventi e politiche locali. Occorre promuovere e sostenere l innovazione, la qualificazione del sistema della piccola e media impresa che rappresenta un fattore fondamentale dello sviluppo produttivo. Bisogna agire sulla promozione del territorio per creare o ricreare condizioni attrattive per i capitali e gli investimenti. Una prima occasione è il Nuovo Regolamento urbanistico che verrà approvato dal Consiglio comunale di Campi Bisenzio a maggio: con questo strumento daremo risposte concrete e opportunità attraverso la realizzazione di nuovi e più efficienti servizi, di importanti infrastrutture per la mobilità su gomma e su rotaia, per l ambiente, per la cultura che potranno invogliare quelle esistenti ad espandersi ma soprattutto attrarre nuove attività economiche. Accennava precedentemente ai minori trasferimenti dello Stato, al taglio agli investimenti. Quanto hanno inciso sul bilancio di previsione 2005? Ai tagli già operati con il Decreto Legge 168 del luglio 2004 si è aggiunta una manovra che non solo si presenta come un insieme di misure punitive di restrizione delle spese, soprattutto relative ai servizi, e agli investimenti, ma addirittura omette di proporre obiettivi e soluzioni per il rilancio dello sviluppo economico e sociale e per il risanamento del Paese. I trasferimenti statali sono stati di gran lunga inferiori. Per Campi Bisenzio quest anno sono euro in meno rispetto al Se a questo aggiungiamo il tasso di inflazione intorno al 3 per cento, gli aumenti derivanti dai contratti di lavoro dei dipendenti pubblici per i quali lo Stato non ha sborsato un solo euro, la sospensione degli aumenti dell addizionale Irpef, sono altre centinaia di migliaia di euro in meno sul bilancio comunale. Assurdo poi che mentre a livello europeo il Governo chiede di escludere gli investimenti dal Patto di Stabilità, in Italia per la prima volta gli investimenti degli enti locali vengono inclusi, ai fini del Patto, di Stabilità nel calcolo del disavanzo, determinando così una forte riduzione delle opere pubbliche. Non si può certo dire che il Governo stimoli investimenti e sviluppo. Infatti pur dicendo che si potrà eccedere il tetto della spesa corrente e in conto capitale solo per le spese di investimento, pone il vincolo che ciò possa avvenire nei limiti dei proventi ricavati da alienazione di beni immobili e da erogazioni a titolo gratuito e liberalità. A fronte di ciò cosa avete fatto per poter pareggiare il bilancio? L unica possibilità di incrementare le risorse era la manovra dell Ici, perché l altra manovra indicata dalla Finanziaria e- ra quella della rivalutazione catastale che di fatto presuppone però un lavoro di intesa con l Agenzia del Territorio (catasto) che avrà necessità di un tempo sicuramente non brevissimo per poter entrare a regime. Prudenzialmente non abbiamo inserito alcuna cifra in bilancio non potendo prevedere né i tempi, né l effettiva portata di questa manovra ma lavoreremo per tale ipotesi di rivalutazione catastale anche perché solo allargando la base imponibile per tutti si garantisce giustizia ed equità fiscale. Se si paga tutti, si paga meno tutti. Inoltre come è noto è stato provveduto al passaggio della tassa per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti a tariffa, che riscuote direttamente la società Quadrifoglio, per poter da una parte ottemperare al dettato della legge, dall altra impegnarci come comune nel recupero dell Ici sulle aree fabbricabili e dell evasione. L impostazione concettuale diversa tra tassa e tariffa ci ha portato a privilegiare le famiglie per limitare il danno economico di altre manovre fiscali. Inoltre è stata prevista la somma di euro per gli sgravi su tale tariffa da devolvere alle famiglie con disagio. Anche per quanto riguarda l Ici non abbiamo provveduto ad alcun aumento dell imposta perché avremmo dovuto aumentare l aliquota per la prima casa e ciò sarebbe andato contro quella filosofia sociale che come Amministrazione comunale abbiamo 3 sempre sostenuto: la casa è un bene necessario, che dobbiamo sostenere con forza, prevedendo agevolazioni e riduzioni per pensionati, famiglie a basso reddito, giovani coppie e così via, che stiamo da anni portando avanti. Abbiamo adeguato la tariffa per il trasporto degli alunni e della mensa scolastica e le rette degli asili nido, contemperando questi lievi aumenti con un sistema di esoneri più largo, basato sul sistema Isee. Tali tariffe, ferme da alcuni anni, saranno applicate con il nuovo anno scolastico. Pertanto per pareggiare il bilancio abbiamo usufruito della possibilità concessa dalla Finanziaria di poter utilizzare fino al 75 per cento gli oneri di urbanizzazione per le spese correnti. Pur nell assurdità operativa abbiamo incrementato la spesa rispetto al 2004 per il cosiddetto sociale allargato perché le richieste ed i bisogni sono notevolmente aumentati. I RISULTATI DELLE ELEZIONI REGIONALI A CAMPI BISENZIO ALTERNATIVA SOCIALE CON ALESSANDRA MUSSOLINI Candidato Presidente Marzio Gozzoli voti 223 (1,06 per cento) Alternativa sociale voti 175 (0,91 per cento) SOCIALISTI E LAICI LISTE CIVICHE Candidato Presidente Renzo Macelloni voti 178 (0,84 per cento) Socialisti e Laici - Liste civiche voti 144 (0,75 per cento) A SINISTRA PER DEMOCRAZIA PACE E DIRITTI Candidato Presidente Luca Ciabatti voti (6,85 per cento) Partito Rifondazione Comunista voti voti (7,09 per cento) TOSCANA DEMOCRATICA Candidato Presidente Claudio Martini voti (61,89 per cento) Verdi per la Pace voti 477- Comunisti Italiani voti 755 Uniti nell Ulivo voti Italia dei Valori voti 286 Totale voti (61,39 per cento) PER LA TOSCANA Candidato Presidente Alessandro Antichi voti (29,36 per cento) Alleanza Nazionale voti Forza Italia voti Lega Nord Toscana Udc 665 Totale voti (29,86 per cento) Mozione sulla grave crisi occupazionale alla GKN di Campi Bisenzio Approvata all unanimità dai 26 consiglieri presenti, nella seduta del Consiglio comunale del 22 marzo scorso, la mozione sulla grave crisi occupazionale alla GKN. Alla seduta era presente anche una delegazione di lavoratori della GKN. Il Consiglio comunale di Campi Bisenzio Premesso: - che il 9 marzo scorso, la direzione GKN di Campi Bisenzio ha annunciato alle RSU la messa in mobilità, entro 75 giorni, di 80 dipendenti ed il trasferimento nel 2007 del 25 per cento della produzione in paesi a costo di lavoro più basso; - che ciò rappresenta il momento più drammatico di una grave crisi, le cui prime avvisaglie risalgono al 2002, quando fu trasferita una parte della produzione dell azienda ad una società della General Motor di Livorno che portò ad una riduzione degli occupati da 760 agli attuali 510; - che quello che si sta verificando alla GKN, ma non solo - infatti la crisi attraversa anche il settore tessile, quello chimico e anche l edilizia è in sofferenza- è la prova tangibile delle ripercussioni di una crisi ben più generale e molto grave. La produzione della GKN è destinata infatti per l 80 per cento alla FIAT, ed il mancato accordo tra quest ultima e la General Motors, che ha portato alla riduzione degli ordinativi da parte di Fiat del 40 per cento ha aggravato la situazione e l ha fatta precipitare nel licenziamento degli 80 dipendenti; - che le RSU dell azienda, le parti sociali, e le istituzioni hanno davanti a loro 75 giorni di tempo per addivenire ad un accordo con la direzione aziendale per l adozione di un piano industriale per salvaguardare i posti di lavoro; Tutto ciò premesso Il Consiglio comunale di Campi Bisenzio - esprime la propria preoccupazione per la grave crisi e dichiara la propria disponibilità alla ricerca della soluzione idonea; - dà mandato al Sindaco affinché al tavolo di confronto, già attivato, tra istituzioni, sindacati, lavoratori e impresa, si operi per ricercare tutte le soluzioni possibili affinché i posti di lavoro siano tutti salvaguardati; - impegna altresì il Sindaco a tenere costantemente informato il Consiglio Comunale sull evolversi della vicenda. Inoltre Il Consiglio comunale di Campi Bisenzio Si impegna a svolgere, nel più breve tempo possibile, un Consiglio comunale straordinario che ponga al centro oltre alla grave crisi della GKN il tema dell economia e dell occupazione nella Piana fiorentina, che partendo dall accordo per il patto per lo sviluppo sostenibile, la coesione sociale e l integrazione sottoscritto il 16 dicembre scorso tra Sindacati, Assindustria, API, CNA, Confartigianato, proponga nuove ed efficienti risposte per tutelare, salvaguardare e sviluppare l immenso patrimonio industriale e artigianale di quest area che dà lavoro ad oltre persone.

4 DAI UN CONTRIBUTO ALLA CRESCITA DELLA TUA CITTA Le risposte al questionario Pubblichiamo qui di seguito i risultati del questionario allegato allo speciale DiSegno Comune del novembre scorso, sul bilancio di previsione I questionari pervenuti sono stati 388 di cui 66 anonimi, ma le risposte sono state comunque considerate. Un buon risultato, che aggiunto alle presenze registrate nelle numerose assemblee pubbliche tenutesi nel capoluogo e in tutte le frazioni del territorio, dimostra la voglia di partecipazione popolare alle scelte più importanti per la crescita della nostra città. Ai cittadini che hanno dato il loro contributo e alle associazioni che hanno collaborato alla raccolta delle risposte l Amministrazione comunale rivolge un sentito e sincero ringraziamento. (Si precisa che i cittadini ad alcune domande non hanno risposto mentre ad altre hanno dato più di una risposta. In alcuni casi quindi il numaero delle risposte è maggiore o minore del numero dei questionari pervenuti. I risultati che vengono qui di seguito riportati sono relativi alle risposte più ricorrenti). Per l anno 2005 quali sono le opere che ti convincono maggiormente? A questa domanda sono state oltre 600 le risposte date dai cittadini: la più frequente (n. 103) è stata quella relativa alla manutenzione di strade, marciapiedi, impianti della pubblica illuminazione e la costruzione di nuovi parcheggi. Seguono, in ordine, la realizzazione: di opere per la tutela del territorio dal rischio idrogeologico (n. 92); del restauro e recupero dei beni storici e architettonici (n. 55); della Bretellina di San Piero a Ponti nel tratto viario dal Ponte alla Baccellina al viale Buozzi che scorre adiacente a via della Crescia e via Palagetta (n. 44); degli impianti sportivi (37); della rotonda all incrocio tra via Barberinese e via Pistoiese in località Indicatore (n. 36); delle piste ciclabili e passerelle pedonali sul fiume Bisenzio (n. 32); della riqualificazione del centro storico del capoluogo (n. 30); della linea ferroviaria Osmannoro - Campi Bisenzio con stazione in via Palagetta, località San Giusto (n. 30); di nessuna delle opere previste in bilancio (n. 18). Queste, secondo i cittadini di Campi Bisenzio, le scelte compiute dall Amministrazione comunale per il 2005 che li convincono maggiormente. Ne sono state, poi, indicate anche altre, quali ad esempio: la circonvallazione Ovest di Campi Bisenzio, trasporti pubblici più efficienti, il prolungamento del viale Primaldo Paolieri da via Confini al circolo Risorgimento di Capalle, la realizzazione di un canile comunale e di nuovi edifici scolastici. Per l anno 2005 quali sono le opere che non ti convincono? Sulle 261 risposte fornite le più ricorrenti, in ordine decrescente, concordano con tutte le opere previste in bilancio (n. 46), mentre (n. 33) non concordano con la chiusura del centro storico del capoluogo alle auto e in particolare ai mezzi pubblici. Altri, invece, non sono convinti: della realizzazione degli impianti sportivi per gli alti costi che comportano (n. 20), di nessuna delle o- pere previste (n. 11), della fontana di piazza Matteotti (n. 10), della costruzione del termovalorizzatore (n. 9), della modifica dei percorsi Ataf a seguito della chiusura del centro storico (n. 9), della creazione di aree apposite per i cani e della realizzazione del canine comunale (n. 7). Ti piace il centro storico del capoluogo così riqualificato? Le risposte date sono state 341 SI 243 (73 risposte condizionano il loro sì al ripristino nel centro dei mezzi di trasporto pubblico o alla rivitalizzazione del commercio). NO 96 NON SO (perché non lo vivo) 2 Terminati i lavori di riqualificazione del centro storico sei favorevole: - alla pedonalizzazione del centro 185 (di cui 23 a condizione che sia consentito il transito ai mezzi pubblici) - all istituzione della ZTL all apertura al traffico 60 - altro 32 (pedonalizzazione solo nel fine settimana, targhe alterne, senso unico di marcia, etc.) In un centro libero dal traffico come immagini di vivere le piazze e le strade così rinnovate? A questa domanda sono state date molteplici risposte, ben 415. La stragrande maggioranza pensa di poter vivere meglio il centro, con più tranquillità e senza inquinamento, con le piazze piene di bambini che giocano, un luogo di ritrovo importante per socializzare. Le proposte avanzate per renderlo più vissuto sono svariate e riguardano in particolare la promozione di iniziative culturali e concerti, l allestimento di mercatini e sagre. La collocazione, durante il periodo estivo, di tavolini all aperto da parte dei bar (oltre 200 risposte). Altri (n. 38 risposte) dicono che lo vivranno peggio, con maggiore difficoltà, che il centro è un mortorio e la sua riqualificazione non ha portato a nessuna utilità per i cittadini. Che giudizio dai su iniziative culturali, ricreative ed educative quali: Luglio- Bambino, Estate nel Parco, Cinema nel Parco, Teatro Insieme, Festa di Primavera, ecc? - buono ottimo 79 - scarso o nullo 9 - discreto 7 - buono ma iniziative costose e quindi da far pagare un contributo di solidarietà 15 - altro 34. Quali sono secondo te, strumenti efficaci di comunicazione? Risposte date n DiSegno Comune pubblicazioni specifiche sito Internet manifesti 64 - volantini 51 - assemblee pubbliche 6 - altro 32 Quali sono, secondo te, strumenti efficaci di partecipazione alle scelte per il governo della tua città? - questionario assemblee pubbliche referendum 24 - altro 36 (sondaggi, lettera personale, nessuno) Quali osservazioni e proposte di investimento ritieni importanti per la zona dove risiedi? (Qui, le risposte più ricorrenti prese in considerazione sono state, ovviamente, solo quelle dei cittadini che hanno indicato le loro generalità, in quanto per coloro che hanno risposto in forma anonima era impossibile identificare la zona di residenza). La proposta più ricorrente avanzata all Amministrazione comunale, in qualsiasi parte del territorio risieda il cittadino che ha risposto al questionario, è quella relativa alla manutenzione delle strade, dei marciapiedi, delle fognature e degli impianti della pubblica illuminazione. Ovviamente a questa si aggiungono poi una serie di osservazioni che diversificano a secondo della frazione di residenza. Al Rosi è ritenuto importante realizzare u- na pista ciclabile per collegare il giardino alla vicina frazione de La Querce nel comune di Prato e alla località di Travalle nel territorio di Calenzano, oltre ad una maggiore vigilanza durante le ore notturne da parte della polizia municipale. Per le frazioni de La Villa e di Capalle,le richieste più ricorrenti sono quelle relative alla cura dei giardini e dei corsi d acqua, alla sensibilizzazione dei cittadini alla raccolta differenziata dei rifiuti, al ripristino del vecchio percorso dei mezzi di trasporto pubblico e la riapertura al traffico del centro storico. Tale esigenza è sentita anche dai residenti a Santa Maria, San Lorenzo e San Martino i quali avanzano la proposta di riaprire almeno ai mezzi del trasporto pubblico il ponte sul Bisenzio adiacente la Rocca Strozzi, di realizzare alcune passerelle pedonali e ciclabili sul fiume, spazi per i giovani, e soprattutto di potenziare e rendere più efficiente il trasporto pubblico collegando la frazione di San Martino al capoluogo e alle altre parti del territorio. Analoga esigenza per gli abitanti di San Donnino e San Piero a Ponti, che chiedono più tutela per l ambiente (disinquinamento e manutenzione dei fossi, abbattimento dell inquinamento acustico e atsmosferico, disinfestazioni per le zanzare). Nuovi parcheggi e aree verdi per bambini nella zona di San Giusto e per San Piero a Ponti la realizzazione della Bretellina e della stazione ferroviaria in via Palagetta, maggiore pulizia delle strade e delle piazze e una più attenta sorveglianza da parte della polizia municipale. Per i residenti a Sant Angelo a Lecore la priorità è la messa in sicurezza di via Pistoiese attraverso la copertura dei fossi laterali all asse viario e la realizzazione di tratti di marciapiedi. Per gli abitanti di Campi centro il problema più sentito e che chiedono venga risolto è quello di un alleggerimento del traffico nelle vie limitrofe al centro storico e percorsi più efficienti dei mezzi pubblici di trasporto. Direzione: via Pantano 11/ Capalle Campi Bisenzio telefono (8 linee R.A.) fax e- mail Costruzioni civili ed industriali Edilizia stradale Acquedotti Fognature Bonifiche Produzioni materiali inerti e conglomerati

5 5 dal Consiglio dal Consiglio dal Consiglio a cura della Presidenza del Consiglio comunale Approvato lo scorso 3 marzo - I pareri dei gruppi consiliari I sì e i no al bilancio di Maria Luisa Dipalo Con il voto favorevole della maggioranza è stato approvato il 3 marzo scorso il bilancio di previsione 2005 insieme a quello pluriennale ed al piano degli investimenti. Quello che è uno degli atti più importanti dell attività di una Amministrazione ha quindi avuto il via libera, pur con il voto contrario di An, Forza Italia, Uniti per Campi - Cdu e Rifondazione Comunista. Favorevoli invece Comunisti Italiani, Sdi, Verdi, Ds e Margherita. Si tratta di un bilancio più che positivo - ha affermato Iantorno dei Comunisti I- taliani - che a fronte dei tagli della Finanziaria non solo garantisce il mantenimento dell alto livello dei servizi con grande attenzione, in particolare, verso il sociale, ma che prosegue sulla via di quegli investimenti che sono indispensabili per migliorare la qualità della vita a Campi, come il rifacimento di piazze, importanti luoghi di aggregazione e la realizzazione di infrastrutture indispensabili per muoversi meglio. Dello stesso parere anche i Ds -Uniti nell Ulivo. E stata messa in piedi una manovra - ha spiegato Iocca - che riesce a rispondere sempre con grande attenzione ai bisogni dei cittadini, soprattutto di quelli più deboli. L aumento della spesa per il sociale va in questa direzione. Nello stesso tempo si compiono investimenti importanti come quelli sulle infrastrutture e si continua sempre a prestare attenzione verso le piccole cose. Un grande e- quilibrio è stato quindi raggiunto con questo bilancio, pur nelle difficoltà legate ai tagli del Governo che sta cercando di infliggere un duro colpo al sistema delle autonomie locali, probabilmente all interno di un disegno politico in cui si vogliono andare a penalizzare i Comuni i- taliani, essendo per la maggior parte governati dalle forze del Centro sinistra. L aumento della spesa per il sociale viene toccato anche dai Verdi. Questo bilancio - spiega D Agati - è un chiaro e- sempio delle priorità di questa Amministrazione che si caratterizza per voler rispondere sempre meglio all aumento crescente delle richieste e dei bisogni dei cittadini, soprattutto di coloro che sono più in difficoltà. Significativo anche il non aver provveduto, pur in un momento di difficoltà di bilancio dato dalle minori entrate statali, ad alcun aumento dell Ici per la prima casa che pur era nelle sue possibilità. Voto favorevole anche da parte dello Sdi che vede il suo rappresentante presiedere l Assemblea consiliare. E stato redatto un bilancio importante - afferma Betti -. Il primo di questa legislatura che va a concretizzare gli impegni presi durante gli accordi di programma tra tutte le forze politiche che hanno sostenuto questo Sindaco. Primo tra tutti quello di non tagliare i servizi mantenendo alta l attenzione sul sociale. Anche sul fronte delle tariffe - oltre il passaggio previsto dalle legge da Tarsu a Tia per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti - c è stato solo l adeguamento di quelle ferme da alcuni anni come per i buoni mensa delle scuole. Come Presidente del Consiglio - conclude Betti - non posso poi che esprimere tutta la mia soddisfazione per l ampia discussione che ha portato all approvazione di questo bilancio e che ha visto contributi importanti da parte di tutte le forze politiche. Voto favorevole anche da parte de la Margherita. Questo è il primo bilancio ed il primo banco di prova per questo nuovo corso politico-amministrativo - sottolinea Riccardo Nucciotti - e credo che il documento approvato il 3 marzo scorso sia lo strumento che contribuirà alla crescita del nostro Comune, nonostante i tagli ed i minori finanziamenti che il Governo nazionale ha apportato con la Finanziaria 2005, che ha penalizzato tutti i Comuni d Italia in special modo i Comuni che storicamente hanno attivato più servizi e Campi è uno di questi. La nostra coalizione, alle prese con le previste e prevedibili difficoltà di avvio di un esperienza nuova, vuole crescere nella solidità di governo. Il gruppo consiliare de La Margherita, consapevole delle sue responsabilità e del suo importante ruolo, nel mantenimento dei diversi equilibri e nel rispetto delle molteplici diversità di provenienza, è saldamente motivato per il raggiungimento dell unico obiettivo possibile e necessario: governare bene ed uniti la nostra comunità, le sfide davanti a noi sono molte e talvolta sembrano insormontabili; una società sempre più individualista; una società sempre più escludente; una cultura del profitto a tutti i costi e ormai orfana dei valori fondanti di una comunità civile: rispetto della vita, dei diritti e tutela. Dobbiamo anche qui nella nostra Campi - conclude Nucciotti - intensificare l impegno per aggredire le vecchie e nuove povertà e fragilità sociali: gli anziani soli cagionevoli di salute a basso reddito; i nuclei familiari numerosi; i lavoratori precari; l emergenza abitativa. Il bilancio del nostro Comune è sano, serio e solido, perché non si preoccupa solo di tamponare, ma pensa ai difficili ma doverosi investimenti in diversi settori, sociale, e- ducativo, opere pubbliche, cercando di mantenere l alto livello di qualità della vita, di cui Campi da anni va fiera. Motivazioni diverse hanno spinto invece le forze di opposizione ad esprimere il proprio dissenso. Non abbiamo trovato in questo bilancio alcuna innovazione importante - spiega la capogruppo di Rifondazione Comunista, Frati - eccetto il nuovo centro per le attività giovanili di cui condividiamo la necessità, ma non la spesa, a nostro avviso eccessiva, che è stata prevista per la sua costruzione. Si continua a puntare troppo sulle grandi realizzazioni. Non hanno senso, per esempio, interventi residenziali come quelli sulla Barberinese che porteranno ad un aumento della popolazione tale che poi potremmo trovarci in difficoltà a fornire il fondamentale alto livello dei servizi per tutti. Così come riteniamo sbagliata la scelta di costruire grandi infrastrutture che condurranno ad un aumento dell inquinamento. Invece di realizzare cose nuove, dovremmo pensare a migliorare la qualità della vita nell esistente. Estendiamo per esempio la raccolta porta a porta dei rifiuti in tutta la città, oltre che nel centro storico. E quest ultimo un punto su cui abbiamo sempre particolarmente insistito essendo sempre stati contrari alla nascita del termovalorizzatore. Si tratta insomma di un bilancio che ricalca le scelte già compiute nelle legislature precedenti sulle quali non siamo mai stati d accordo. Da qui il nostro voto contrario. Più nello specifico dei vari capitoli di spesa entra invece il capogruppo di Forza Italia che esterna la sua preoccupazione riguardo ad un bilancio sul quale lo stesso collegio dei Sindaci Revisori compie alcune raccomandazioni pur esprimendo il proprio parere favorevole. I nostri timori - spiega Andrea Falsetti - sono legati al ricorso eccessivo ai mutui e soprattutto il finanziamento di spese che si protraggono nel tempo con capitali provenienti da entrate di carattere eccezionale e non ripetibili negli anni futuri. Ci sono inoltre alcuni capitoli, come quello dell ambiente, per i quali a nostro avviso sono state previste in bilancio spese in più rispetto a quelle che poi verranno realmente effettuate. E questo per mantenere secondo noi un capitolo alto come riserva dalla quale attingere poi per portare avanti altri progetti. Sovrastimate e superflue altre spese. Alcune eccessive come quella del centro giovanile a fronte soprattutto del fallimento del Forum, rivelatosi investimento pagato caro e per pochi fruitori. E invece insufficiente lo stanziamento per i trasporti perché riteniamo di assoluta importanza e priorità programmare una soluzione di trasporto navetta per collegare il centro con le frazioni e con le circonvallazioni. Voglio comunque - prosegue Falsetti - sottolineare che questa Amministrazione tiene in grande considerazione le proposte che vengono avanzate dall opposizione alla quale riconosce di saper apportare un significativo contributo. E da parte nostra i suggerimenti non mancano come quello di costruire un cimitero per gli animali di affezione e di incrementare l informazione verso i cittadini prevedendo la videotrasmissione delle a- dunanze del Consiglio comunale. Contraria a questo bilancio anche An. Riguardo alle previsione per il ha affermato il capogruppo Francesco Giovannoni - l equilibrio corrente è stato raggiunto con l utilizzo di entrate di carattere eccezionale per finanziare spese di carattere permanente. Quando per assicurare l equilibrio nel tempo, sarebbe opportuno che le entrate a carattere straordinario fossero destinate al sostenimento di costi della stessa natura. E un bilancio che supera il limite di spesa stabilito dalla Finanziaria per rispettare il Patto di stabilità. Il Sindaco nega questo aspetto, ma noi come An abbiamo intenzione di compiere tutti gli approfondimenti del caso. Esorbitante inoltre l accesso a mutui e prestiti. Un aspetto quest ultimo che ha sottolineato anche la capogruppo di Uniti per Campi - Cdu. Questo Comune - ha affermato Bresci - sta accedendo a mutui elevati per gli immobili, quasi fosse diventato u- na agenzia immobiliare. Le spese sono e- normi, quando invece bisognerebbe imparare a risparmiare. Così come sarebbe importante iniziare a pensare di più ai cittadini di Campi invece che agli immigrati. Ritengo per esempio assurdo che i contributi che la Regione Toscana aveva stanziato per incrementare le nascite siano stati poi utilizzati dal nostro Comune per le donne immigrate. Giusto pensare anche a loro, ma prima ai cittadini di Campi. Sarebbe meglio evitare i buonismi e operare per il bene della nostra città. LA RELAZIONE DEL DIFENSORE CIVICO Quest anno la presentazione in Consiglio comunale della relazione del lavoro svolto nel 2004 dal Difensore civico, la dottoressa Maria Cristina Mangieri, avrà luogo nel mese di aprile.

6 6 dal Consiglio dal Consiglio dal Consiglio Tandem di pace... che aveva il tuo stesso identico umore / ma la divisa di un altro colore. I soldati hanno tutti lo stesso identico umore, sono tutti uguali agli occhi del Dio della guerra, muoiono in tutte le guerre indipendentemente dalla divisa che hanno addosso, perché il loro nemico, il nostro nemico, il mio nemico non ha divisa / ama le armi, ma non le usa / nella fondina tiene le carte visa / e quando uccide non chiede scusa. La storia della canzone italiana è zeppa di pezzi che cantano la pace e la solidarietà. Dalla sensibilità di Fabrizio De André al manifesto militante di Daniele Silvestri, lontani nel tempo e nella loro musica, ma uniti da questa staffetta per la pace. Il 5 giugno prossimo un gruppo di campigiani in bicicletta sarà accolto dagli organizzatori del contro-festival della musica italiana che si tiene a Mantova. Proprio pensando al forte impegno per la pace fortemente presente nella storia della canzone italiana abbiamo deciso di fermarci anche lì, in un percorso che ci porterà fino alla gemella Orly. Sono ormai quasi trentanni che Campi Bisenzio e Orly sono gemellate. Per Campi Bisenzio si trattò del primo gemellaggio. In questi anni i rapporti si sono fatti sempre più intensi, contraddistinti non solo dall esigenza di scambiare le esperienze amministrative, ma di far entrare in comunicazione le rispettive comunità. Due comunità con identità forti e valori condivisi. Da sempre impegnate per la pace. Per dare ancora più forza alla voglia di pace e per consolidare i rapporti tra le nostre due comunità il sindaco e il presidente del Consiglio comunale di Campi Bisenzio hanno accolto la nostra proposta di una Biciclettata per la pace da Campi Bisenzio a Orly. Il progetto vuole essere una opportunità, attraverso una sorta di impresa ciclistica, per trasmettere messaggi di pace, di cittadinanza, di promozione di diritti. Campi Bisenzio quindi come Comune di pace e di solidarietà. Ci fermeremo in luoghi significativi per portare un messaggio e un saluto ai rappresentanti istituzionali di queste comunità. Il saluto ed il messaggio di pace si concretizzeranno in un dono consistente nella riproduzione del testo di un pensiero per la pace scritto dai ragazzi della IV del Liceo Agnoletti di Campi Bisenzio. Il testo sarà votato in un Consiglio comunale straordinario da tenere all Auditorium, aperto a tutti gli studenti. Ringraziamo per questo la disponibilità dei responsabili del Liceo Agnoletti. Si parte il 3 giugno e si arriva il 12 giugno, nel giorno in cui ad Orly sono presenti i rappresentanti di tutte le città con cui Orly è gemellata. Il 2 giugno, festa della Repubblica, ci sarà un prologo consistente in un circuito ciclistico percorso dai ragazzi di Campi. Chiunque è interessato a partecipare all iniziativa, sia individualmente che come associazione o gruppo, può chiedere informazioni alla Segreteria del Sindaco, Palazzo comunale o all ufficio Presidenza del Consiglio in piazza Lanciotto Ballerini. PER LE VIE DEL CENTRO CON LA FANFARA DEI BERSAGLIERI DI PADOVA Giovanni Grossi - Carlo Andorlini Sabato 21 maggio 2005 alle ore 21, in occasione del 53 Raduno Nazionale Bersaglieri, si svolgerà per le vie del centro una sfilata della fanfara sezionale A.N.B. di Padova con concerto finale. Il programma di questo raduno è vario: inizierà il 14 e terminerà il 22 maggio prevedendo una serie di iniziative, sfilate e concerti tenuti dalle fanfare di tutta Italia nei luoghi più disparati di Firenze. La scelta della fanfara di Padova per Campi Bisenzio non è casuale: costituita nel 1927 e composta da circa 37 elementi, è classificata come una delle più valide del Veneto e inoltre vanta la presenza di un campigiano di nascita, il cavaliere Piero Matteini. L iniziativa fortemente voluta dalla Presidenza del Consiglio è nata qualche mese fa, quando Matteini, si presentò al Presidente del Consiglio Silvio Betti insieme alla nipote per proporre l evento facendosi portavoce di quel corpo bersaglieri che, durante il secondo conflitto mondiale, ha vissuto le vicissitudini della guerra con spirito di sacrificio e amor di patria. Piero Matteini dalla sua esperienza, ha tratto un libro di memorie che è il frutto di ricordi dolorosi, ma anche di grandi valori quali l amicizia e la speranza in un futuro migliore e di un benessere, che per i giovani di allora era soltanto un sogno fantastico ed irraggiungibile come lui stesso afferma. daigruppiconsiliari DS - UNITI NELL ULIVO Le elezioni regionali 2005: il terremoto in casa azzurra Qualcuno ha definito l esito delle regionali del 3 e 4 aprile un evento storico. Altri, memori di terremoti simili avvenuti nel passato, hanno suggerito maggiore cautela. Di certo, il risultato elettorale, pur somigliante, almeno in parte, a quello delle europee dell anno scorso, ha sconvolto gli equilibri politici. Il centro-sinistra ha prevalso in 11 regioni su 13. Sei le regioni strappate alla Casa della libertà, che si conferma solo in Lombardia e in Veneto. L Unione si aggiudica anche la maggioranza dei voti. In altre parole, l Italia azzurra non c è più. Quella Fantasyland felice e spensierata del 2001, dove un partito personale dominava in 81 province su 100, s è dissolta. S è dissolta, in altre parole, l Italia azzurra diversificata e frammentata, per geografia e identità. Tenuta insieme dal riferimento comune al leader. A Berlusconi. Che le permette di apparire una e coerente, anche se è molte e distinte. Cambia geografia politica, l Italia. L atlante che si era delineato all indomani della prima repubblica, dopo il voto regionale, appare quasi irriconoscibile. Come un terremoto, che scuote i legami fra territorio e politica: i più profondi e i più solidi. Questo terremoto scuote le basi della solidarietà del centrodestra. Le fondamenta della CDL. Del partito che la rende possibile. Del leader che la guida. Il modello Berlusconi: imperniato sulla centralità del leader e sull asse del nord, sul partito leggero e sul marketing mediatico. Non funziona più. Del resto, più in generale, questo risultato dimostra, come autorevoli commentatori hanno notato, che l era della grande glaciazione che aveva caratterizzato le scelte elettorali nella prima Repubblica sta finendo. Si è aperta una fase nuova di scongelamento delle fedeltà politiche che rende possibile la mobilità elettorale. Il centrosinistra fa bene a festeggiare. Abbiamo, infatti, ottenuto un successo inatteso, per ampiezza e proporzioni. Ma sbaglieremmo a montarci la testa. A considerare acquisita la vittoria alle politiche. Non è così. Dopo la glaciazione, dopo il terremoto elettorale del 3 aprile, il paesaggio politico del paese resta instabile. Tutto da ridisegnare. ALLEANZA NAZIONALE Antonio Iocca Campigiani non fate le pecore! Inizio questo articolo con un riferimento ad un animale che da secoli è legato alla tradizione culinaria campigiana la quale ha dato vita a numerosi piatti tipici molto a- mati dai cultori della cucina tipica locale. Negli ultimi anni l allevamento della pecora ha subito una sensibile diminuzione di numero in controtendenza, però, con l allevamento di un altro animale da cuocere e mangiare a piacimento: il pecorone campigiano. Qualcuno che avrà la bontà di leggere queste righe forse rimarrà scandalizzato da quanto ho scritto, ma è la sacrosanta verità. Non è forse vero che i governanti di Campi Bisenzio hanno messo in difficoltà il commercio cittadino con una serie di provvedimenti sbagliati e dannosi? Non è forse vero che questi governanti stanno accordandosi per mettere alle porte di Campi Bisenzio ben due inceneritori, uno su Prato e l altro su Sesto? Non è forse vero che le passate legislature ci hanno lasciato debiti (da pagare!) per ben 100 miliardi di vecchie lire? E non è vero, a questo punto, che il pecorone campigiano lagnandosi continuamente si lascia sempre cucinare a dovere per essere mangiato poi sulla tavola di questi governanti cittadini? Mi devo ricredere, questa amministrazione, in fondo, ha fatto qualcosa per l economia cittadina: ha creato un allevamento di pecoroni che si lascia condurre docilmente verso il mattatoio. Che ingenuo sono stato quando ero convinto che una città fosse costituita prevalentemente da cittadini, uomini e donne con le iniziali maiuscole. LA MARGHERITA Francesco Giovannoni Difendiamo la Costituzione La cosiddetta Casa delle libertà, tradendo platealmente perfino i principi delle democrazie liberali a cui dice di ispirarsi, ha ormai lanciato l assalto finale al sistema delle garanzie democratiche. Il progetto della destra non è solo un altra, pur discutibile, forma di democrazia rappresentativa, ma mira a una forma di governo e di Stato che mina alla base i principi fondamentali di ogni democrazia: quello della separazione dei poteri e quello di uguaglianza di tutti i cittadini. Vengono indeboliti i supremi organi di garanzia: il Presidente della Repubblica perde le prerogative che ne fanno il garante imparziale dell equilibrio tra i poteri costituzionali; la Corte Costituzionale, giudice supremo dei conflitti fra poteri dello Stato e della costituzionalità delle leggi, viene resa piú facilmente soggetta al controllo della maggioranza di governo tramite un aumento dei membri di nomina parlamentare - mentre con la riforma dell ordinamento giudiziario si mette in discussione l indipendenza della magistratura. Viene enormemente rafforzata, invece, la figura del premier, alla cui elezione diretta è connessa l elezione della Camera dei deputati, che diverrebbe il principale organo legislativo, accanto a un Senato federale con funzioni legislative limitate. Al premier viene dato in particolare il potere sostanziale di scioglimento della Camera: un potere di ricatto che neppure il presidenzialismo americano assegna al presidente, e che potrà essere usato tanto contro una Camera ribelle, quanto per pretestuosi scioglimenti anticipati in periodi giudicati elettoralmente favorevoli. Per contro, il potere della Camera di costringere il premier alle dimissioni viene limitato: l approvazione di una mozione di sfiducia ne comporterebbe, infatti, il contestuale scioglimento. L attribuzione alle Regioni della potestà legislativa nel campo dell assistenza sanitaria e dell organizzazione scolastica pone le basi per violazioni del principio

7 7 dal Consiglio dal Consiglio dal Consiglio di eguaglianza dei cittadini, a cui non è piú garantita la parità di trattamento. È un progetto che non riguarda solo l ordinamento dello Stato - la seconda parte della Costituzione, come dichiara -, ma che si riflette sull esercizio dei diritti affermati nella prima parte della Costituzione, e già violati da questa maggioranza di governo (diritto al lavoro, libertà di insegnamento e diritto all istruzione scolastica, ripudio della guerra, libertà di informazione, ecc.). Se venisse attuato, avremmo un sistema autoritario che della democrazia conserverebbe solo l apparenza. Di fronte a questo attacco alla democrazia, è necessario opporsi con u- na larga unità e con la necessaria coerenza: le riforme costituzionali devono essere condivise, ma devono soprattutto essere rivolte a rafforzare il sistema delle garanzie e gli spazi di democrazia, ossia a mettere in pratica quell attuazione della Costituzione tanto a lungo e su tanti versanti disattesa; né questa maggioranza, caratterizzata dalla sua politica eversiva, può essere riconosciuta come interlocutrice valida. L opposizione - istituzionale e sociale - deve impegnarsi a tutti i livelli per tutelare la Costituzione, la cui difesa rappresenta per la democrazia del nostro paese un momento fondamentale. Non si tratta di formulare alternative altrettanto pericolose, come la proposta di un assemblea costituente; occorre, invece, rilanciare una cultura che riaffermi i valori di fondo della Costituzione e la necessità della loro applicazione, e prepararsi a un referendum che batta la controriforma della destra. Con questo spirito bisogna impegnarsi da subito per un ampia mobilitazione e mettere in atto tutte le necessarie iniziative. Gruppo consiliare La Margherita, piazza Lanciotto Ballerini, telefono Riccardo Nucciotti Franco Nistri Filippo Cavicchi Antongiulio Paoli FORZA ITALIA Un eroe non per caso Come nelle precedenti occasioni, in cui i nostri connazionali sono caduti vittime dei terroristi sequestratori, il Governo ha reagito immediatamente, rifiutando il ricatto politico dei terroristi sul ritiro immediato della nostra missione di pace e, contemporaneamente, cercando di stabilire contatti con intermediari credibili. Il servizio di intelligence, il Sismi, ha immediatamente attivato le proprie procedure e le proprie fonti informative, così da acquisire ogni elemento utile e necessario per giungere alla liberazione dei nostri connazionali e contemporaneamente il Governo ha ottenuto la collaborazione delle autorità irachene, delle autorità politiche di altri Paesi mediorientali e delle forze della coalizione. Così, anche in questa occasione dopo un lungo lavoro, lontano dai clamori, venerdì 4 marzo ma l auto su cui l inviata del Manifesto viaggia insieme al suo salvatore, Nicola Calipari, si trova all improvviso sotto il fuoco di una pattuglia militare americana con la drammatica conclusione per il funzionario dello Stato. I punti oscuri della verità e gli interrogativi sono molti, escludendone solo u- no, affacciato speriamo emotivamente nei primi momenti dopo il dramma da qualcuno, ma privo di consistenza logica, di qualsiasi prova e fuori luogo in quel contesto e cioè che si sia trattato di un vero e proprio agguato americano per evitare che la giornalista tornasse viva in Italia. Perché si è presa l iniziativa di concludere il rimpatrio quasi di notte, sfidando il coprifuoco? E- videntemente le autorità militari americane erano state avvertite e dunque si poteva contare sulla sicurezza di un viaggio a quell ora e in quelle condizioni, ma stando così le cose, perché la pattuglia americana in azione non era stata a sua volta allertata dai suoi superiori, uno dei quali stava aspettando in aereoporto l arrivo dell auto, confermato del resto per telefono pochi minuti prima dallo stesso Calipari? Il nostro Governo ha giustamente chiesto all Amministrazione statunitense di dare una risposta e indicazioni di vere responsabilità, ben oltre le immediate dichiarazioni rese da Wasghington, che cioè si sia trattato solo di uno spiacevole errore, per il quale il presidente americano ha già e- spresso il suo rammarico, mentre noi purtroppo assistiamo alla fine, anche se eroica, di Nicola Calipari. Un uomo vero, quasi d altri tempi, capace e fedele, un nobile servitore dello Stato, anche se ricopriva un ruolo di comando, mai ostentato, anche quando tutto era andato per il meglio come nella recente liberazione, sempre in Iraq, delle due ragazze. Il caso del fuoco amico, e in quella circostanza è certamente doloroso da sopportarsi, ha il senso di una ingiustizia che valica ogni sentimento, è qualcosa di irragionevole che ci fa sentire con ancora più rammarico la morte eroica di Nicola Calipari, anche perché causata dal fuoco di militari di un Paese nostro alleato ed anche in passato amico. La mappa dei sequestri avvenuti fino ad oggi dimostra i- nequivocabilmente che non esiste alcuna relazione tra la presenza di contingenti militari in Iraq e la nazionalità dei sequestrati; sono stati rapiti cittadini italiani, britannici, statunitensi, norvegesi, turchi, filippini, giapponesi e di altri Paesi ancora presenti con i loro soldati in Iraq, come pure cittadini francesi e di altre nazioni che non fanno parte della coalizione internazionale che opera in Iraq. La logica dei rapitori è solo quella di spargere terrore e di sollevare nell opinione pubblica dei Paesi di origine delle persone sequestrate forti reazioni di paura, nella speranza, o meglio nell illusione, che questi sentimenti possano costringere i Governi e la comunità internazionale nel suo insieme ad abbandonare l Iraq, proprio adesso, nelle mani del terrorismo. E difficile trovare le parole, in questi momenti, per parlare dell uomo Nicola Calipari e del suo gesto eroico, non l unico come nel dolore straziante, nella rabbia e nell orgoglio ricordano i familiari; quelle che ci sentiamo anche noi di condividere sono le parole pronunciate dal sottosegretario Gianni Letta, che, in Santa Maria degli Angeli, nella sua toccante orazione funebre, perché ha vissuto tutta la vicenda in prima persona: Tu Nicola non hai soltanto liberato e salvato Giuliana, non hai soltanto dato uno splendido esempio di coraggio e di altruismo, non hai soltanto portato a termine con successo tante operazioni in quello stesso, drammatico, scenario dell Iraq, non hai segnato tanti successi conosciuti e sconosciuti, non hai sfatato certi luoghi comuni sullo Stato e sui Servizi, non hai dato soltanto fiducia a chi ha avuto il privilegio di dividere con te impegno e responsabilità. Tu hai ridato fiducia all Italia intera. Tu hai saputo riportare in superficie quelle virtù nascoste grazie alle quali un Paese vive e va avanti. Tu hai ridato, come i caduti di Nassiriya, la Patria agli italiani. Tu hai fatto riscoprire un Italia che c è, che fortunatamente c è. L impegno per noi è forte, visto l esempio, e va aldilà di ogni legittima celebrazione; è un impegno quotidiano che investe la nostra piccola missione, perché non si costruisce una società diversa se non si adotta la logica del dono di sé in tutte le sue innumerevoli manifestazioni. UNITI PER CAMPI - CDU E se Andrea Falsetti Enrico Biagiotti Filippo Biagiotti E se la Polizia Municipale, invece di limitarsi a passeggiare in centro e fare multe, controllasse con maggior cura il territorio, ne migliorerebbe sicuramente la vivibilità. Se vi fossero controlli più attenti, non a- vrebbero spazio quei cittadini irrispettosi, che deturpano nelle più disparate maniere la città, non ultima quella di lasciare i cani liberi di fare dovunque i loro bisogni, con spiacevoli conseguenze di chi li pesta e ci scivola sopra. Questo accade specialmente ai bambini, così mi riferisce una mamma, molto arrabbiata, per aver dovuto lavare e cambiare il proprio bambino, scivolato su u- na cacca, proprio nel piazzale della scuola, ove ne è vietato l accesso. E se, invece di fare una politica a vantaggio degli immigrati, l Amministrazione comunale pensasse anche a molti campigiani che, problemi e difficoltà ne hanno più dei primi, con minori aiuti, le nostre ragazze madri, spesso prive del benché minimo aiuto, non coverebbero risentimento verso chi è più aiutato di loro. Anche questa amarezza l ho raccolta dalla viva voce di una ragazza madre campigiana, ignorata completamente da chi ci governa a Campi. Poi, parliamo di razzismo! Se si va avanti con questa politica gli emarginati e i bisognosi saranno gli italiani, che diventeranno minoranza etnica. E se, invece di chiudere ponti, allungando percorsi, aumentando ingorghi, inquinamento, con sperpero di tempo e denaro, si ridimensionassero le distanze e si rendessero fruibili i mezzi di trasporto pubblico, i cittadini sarebbero più contenti e non minaccerebbero un referendum! E se l amore alla nostra cultura, alla nostra terra, alle nostre tradizioni, alla nostra fede, avessero più spazio nei pensieri e nelle i- niziative di chi ci governa, forse la nostra gente sarebbe più serena e meno a disagio! E se, invece di gravare i cittadini con tassi quasi da usurai, per chi tarda a pagare alcune tasse, si risparmiasse qualcosa sulle spese di IMMAGINE e si prendessero a cuore situazioni di sofferenza, nascoste per dignità e riservatezza? E se invece di piantare nuovi alberi, si conservassero le aree verdi esistenti, in fase di distruzione, per dare spazio a cementificazioni che hanno lo scopo di portare altro denaro alle casse del Comune! E se, invece di assicurarsi poltrone in Assessorati comunali e Consigli regionali, si mettesse LA POLITICA a servizio dei cittadini, per a- scoltarli e rispondere alle loro urgenti domande di aiuto, avremmo sicuramente situazioni migliori! E qui mi fermo, anche se avrei tanto altro da aggiungere, per lasciare a ciascuno una riflessione, dopo essersi guardato attorno. Brunella Bresci VERDI Godiamoci il Centro I lavori nel centro di Campi hanno determinato una situazione di pedonalizzazione forzata e una collocazione diversa del mercato rispetto al passato. Questo ha consentito una sperimentazione forzata, utile per far valutare ai cittadini e alle forze politiche i pro e i contro della pedonalizzazione e dell attuale collocazione del mercato. Non sarebbe stato facile ottenere questa situazione nel momento in cui, solo alcuni mesi fa, era stata ridotta la Ztl da 24 o- re a 10 ore con la contrarietà dei soli Verdi all interno della maggioranza. Provvedimenti che cambiano le abitudini consolidate subiscono forti critiche nell immediato, ma sono destinati ad avere il consenso della maggioranza dei cittadini quando questi toccano con mano i relativi benefici. I cittadini si sono riappropriati di uno spazio vitale per la propria vita che rilancia l identità sociale e culturale di questo paese. Piazza Fra Ristoro, piazza Matteotti, via Santo Stefano, piazza Dante sono gli spazi del centro sempre più fruiti dai campigiani e non, che crediamo non siano disponibili a rinunciarvi, neppure parzialmente. Ma il centro di Campi non è relegato alle sole aree ora enunciate, ha un perimetro molto più ampio e non solo da un punto di vista urbanistico. L attuale collocazione del mercato settimanale è in parte nel centro di Campi e in parte ne costituisce la propaggine. Miglioramenti per creare una continuità sono possibili e credo che l amministrazione troverà le giuste soluzione rapportandosi con le associazioni di categoria. I Verdi ritengono che il ritorno del mercato in via Santo Stefano porterebbe all occupazione di uno spazio che oggi è completamente utilizzato dalle persone, come si può notare venendo in centro il sabato pomeriggio. Nel decidere sia la pedonalizzazione del centro che la collocazione del mercato occorre tenere presente, primo l interesse generale che è quello dei cittadini, poi conciliare questo con le esigenze prima dei commercianti a posto fisso - fondamentale il loro ruolo per una i- dentità di paese - poi quello degli ambulanti, che non sono tuttavia depositari di diritti che contrastano con l interesse generale. La riqualificazione del tessuto commerciale a Campi Bisenzio passa attraverso necessari investimenti del mondo imprenditoriale che portino ad aumentare la quantità e qualità dei punti vendita. Sicuramente non si incentivano tali investimenti riportando il mercato nella vecchia collocazione. Il settore del commercio ambulante beneficerà di un centro che è sempre più attrattore di visitatori, fintanto che questo mantiene le attuali caratteristiche e migliorerà economicamente se saprà offrire un maggior livello qualitativo. I Verdi credono che questa maggioranza si esprimerà alla fine per la pedonalizzazione del centro ed una collocazione del mercato che non sarà più quella vecchia di via Santo Stefano e piazza Dante. Come capogruppo mi sono fatto promotore, all interno della maggioranza consiliare per giungere ad un dibattito in Consiglio comunale con questa posizione unanime. Il partito dei Verdi attiverà nei prossimi giorni il tavolo politico di maggioranza per un confronto sugli stessi temi. Rino D Agati

8 8 ordini del giorno e mozioni dal Consiglio Per intraprendere iniziative contro il riconoscimento della qualifica di militari belligeranti ai combattenti della Repubblica Sociale Italiana Approvato a maggioranza (21 consiglieri presenti, 16 voti favorevoli e 5 voti contrari) nella seduta del Consiglio comunale del 3 marzo scorso, l ordine del giorno presentato dai consiglieri Iocca, Conti e Ballerini del Gruppo consiliare DS- Uniti nell Ulivo. Il Consiglio comunale di Campi Bisenzio Vista la presentazione al Senato della Repubblica di un disegno di Legge, d iniziativa parlamentare (S.2244) per il riconoscimento della qualifica di militari belligeranti a quanti prestarono servizio militare dal 1943 al 1945 nell esercito della Repubblica Sociale Italiana (RSI); Considerato il tributo pagato dall Italia durante il regime fascista, la guerra d aggressione da esso sferrata, le atrocità compiute da questo insieme all alleato nazista; Ricordate in particolare, le atrocità e le aberrazioni effettuate da tale regime dopo l armistizio dell 8 settembre 1943 quando esso assunse la denominazione di Repubblica Sociale Italiana; Considerato altresì il valore fondante nella nostra Repubblica dell antifascismo che permea e penetra la nostra Carta Costituzionale e i principi di Pace, Libertà e Democrazia di cui l Italia ha saputo essere testimone e protagonista dopo la caduta del regime dittatoriale fascista; Ricordato altresì che la Città di Campi Bisenzio ha dato i natali a Lanciotto Ballerini, Medaglia d Oro al Valor Militare, per l eroica lotta di resistenza al nazifascismo e per il contributo alla Liberazione; Visto peraltro il ricorrere in questo anno del sessantesimo anniversario della Liberazione del paese dal nazifascismo ad opera delle truppe angloamericane e del movimento di resistenza che diede vita al Comitato di Liberazione Nazionale; Preso atto della volontà politica dell attuale maggioranza di Governo di voler rimuovere la memoria della Liberazione, per esempio sacrificando i fondi per le associazioni partigiane, e ridare legittimità al regime fascista attraverso una falsa opera di pacificazione nazionale che mette sullo stesso piano partigiani e repubblichini; Ricordato infine che a tutt oggi non è stato concesso alcun riconoscimento o ricordo da parte dello Stato a coloro i quali militarono nelle brigate partigiane; Impegna il sindaco e il presidente del Consiglio A intervenire presso il Governo nazionale, il Parlamento e gli eletti della nostra Regione per impedire che il disegno di legge sopra esposto abbia un iter positivo; A sensibilizzare e mobilitare le forze politiche, sociali e associative della città perché manifestino contro tale disegno di Legge e si facciano promotrici di un appello in tal senso al Presidente della Repubblica che è e rimane il depositario della salvaguardia dei valori della Repubblica nata dall antifascismo; A contribuire e finanziare iniziative e manifestazioni inerenti il mantenimento di u- na memoria attiva della Liberazione, al fine che non possa essere misconosciuto il suo valore fondante per la libertà e la democrazia dell Italia; A pubblicare sulla home page del Comune e sul mensile DiSegno Comune il testo dell ordine del giorno; A inviare all Anci (Associazione Nazionale Comuni d Italia), copia del presente ordine del giorno. Quando si è animati da un sano amore di patria: Nicola Calipari Approvato all unanimità dai 21 consiglieri presenti nella seduta del Consiglio comunale del 22 marzo scorso l ordine del giorno presentato dai consiglieri Granieri, Ballerini, Conti, Corsini e Roso del Gruppo consiliare DS- Uniti nell Ulivo. Nicola Calipari funzionario della polizia di Stato in servizio al Sismi è morto, ucciso nel corso della sparatoria scatenatasi dopo la liberazione di Giuliana Sgrena: ha fatto scudo alla giornalista per proteggerla dai proiettili. Il Consiglio comunale di Campi Bisenzio Considerato che Nicola Calipari - è la persona che dobbiamo ringraziare di più per la liberazione di Giuliana; - è stato ucciso da pallottole americane; - è l eroe più vero e umano di questa vicenda, come affermato dal Ministro dell Interno Pisanu. Ritenuto che - vi sono delle discordanze tra la versione dei fatti fornita dalle autorità statunitensi e quella che risulta dalla testimonianza del funzionario del Sismi che accompagnava Calipari, come ammesso dal Ministro degli Esteri Fini nel suo intervento alla Camera sulla dinamica degli eventi che la notte di venerdì 4 marzo, hanno portato alla liberazione di Giuliana Sgrena e all uccisione di Nicola Calipari affermando che Il governo, ha il dovere di evidenziare che la ricostruzione del tragico evento così come vi ho esposto e così come risulta dalla diretta testimonianza del funzionario dei nostri Servizi che era insieme al dottor Calipari, non coincide totalmente con quanto è stato sin qui comunicato dalle autorità statunitensi ; - quando si è animati da un sano amore di patria, Nicola Calipari era un servitore dello Stato caduto per difendere una comunista che è anche contro questo governo, come dichiarato da Domenico Gramazio di Alleanza Nazionale, Presidente Sanità Pubblica del Lazio. Considerato altresì che molti cittadini, comunità, associazioni e istituzioni si sono mobilitati per salvare la vita umana di Giuliana Sgrena, giornalista impegnata per consegnare informazioni su una guerra non condivisa totalmente dal popolo italiano e che la morte di Nicola Calipari è l atto finale di una violenza che calpesta tutte le regole del diritto internazionale, le convenzioni di Ginevra, i codici militari e perfino le più elementari regole di umanità. Impegna il Sindaco e il Presidente del Consiglio - a intervenire presso il Governo nazionale, il Parlamento e gli eletti della nostra Regione per fare chiarezza sui fatti accaduti il 4 marzo scorso, per rendere giustizia ad una famiglia: una moglie e due figli che hanno perduto il loro padre in un azione di pace e allo Stato italiano, di cui tutti siamo membri; - a intitolare, Ad un uomo animato da un sano amore di Patria: Nicola Calipari, un luogo istituzionale, una piazza o un monumento; - a non lasciare sola la famiglia e onorare questo ulteriore contributo di dolore e di sangue dato alla nostra sicurezza dalle forze dell ordine e dai servizi di informazione; - a pubblicare sulla home page del Comune e sul mensile DiSegno Comune il testo dell ordine del giorno; - a inviare all Anci (Associazione Nazionale Comuni d Italia), copia del presente ordine del giorno. Benedetta: passione, determinazione, dignità La morte di una persona cara crea un vuoto incolmabile che solo il tempo riesce ad ingannare: l assenza è la misura su cui possiamo determinare l importanza di certe presenze. Benedetta Liberio mancherà a me come a molti altri che hanno vissuto con lei una lunga stagione a Campi Bisenzio. Il suo impegno nell Amministrazione, nella vita politica e sindacale non è sufficiente per spiegare il dolore che abbiamo provato lo scorso martedì 15 marzo. A noi mancherà la sua passione, il suo coraggio, la sua stupefacente voglia di cominciare sempre una nuova battaglia. Mancherà la sua voce - spesso fuori dal coro - che ci induceva a riflettere, così come la sua determinazione nel portare avanti le proprie scelte che spesso ha pagato in contanti, senza sconti. Con Benedetta si discuteva tanto, ma non si litigava mai. Si poteva essere su posizioni diverse, ma non mancava mai la tenerezza. Se dovessi riassumere (come se fosse possibile) in tre parole il suo ricordo dovrei dire passione, determinazione, dignità. Una donna che ha operato per la dignità delle donne ed ha lottato per l affermazione delle pari opportunità. E stata una donna che fino all ultimo ha ribadito con passione le proprie convinzioni e la propria voglia di creare un mondo di pace. E una donna che non ha mai rinunciato a combattere per la dignità di ogni persona. Vorrei che la comunità di Campi Bisenzio la ricordasse così, semplicemente. Fiorella Alunni Consigliere comunale del Partito Comunista Italiano dal 1985 al 1990 Assessore effettivo, nella giunta Mancini, con delega alla cultura e all educazione permanente dal 1985 al 1988 Consigliere delegato ai gemellaggi e alle iniziative per la promozione della Pace dal 1988 al 1990 Una di noi, donna per le donne Ha fermamente creduto nei valori femminili della politica e ne sono testimonianza vera le sue battaglie culturali, il suo impegno nel partito e nella società. Si è spenta, e a noi mancherà molto la sua estrema sensibilità, il suo gentile e pacato dissentire e i suoi abbracci dopo un animata discussione. Con estrema sofferenza ha vissuto le lacerazioni della politica, anche della politica di sinistra, esprimeva nei suoi interventi - sempre di alta testimonianza ideale e civile - il dolore che può essere espresso solo da chi molto ha dato per la comunità e tanto ha creduto nelle capacità umane, al femminile e al maschile, oggi sconfitte dal potere e dalla mediocrità. Per la pace, questo nostro ultimo saluto, fieri di averla conosciuta e a- mata. Nadia Conti A nome del Gruppo consiliare DS di Campi Bisenzio

9 VACANZE ANZIANI 2005 E tempo di pensare alle vacanze estive e anche quest anno, l ufficio Servizi sociali del Comune organizza in collaborazione con l associazione Auser soggiorni per la terza età nelle più disparate località di villeggiatura. Una esperienza importante che si inserisce in una rete di occasioni che l Amministrazione promuove per aumentare il livello della qualità della vita degli anziani, interviene l assessore alle Politiche sociali Emiliano Fossi. Soggiorni organizzati tenendo conto delle loro necessità, sia che l anziano sia autosufficiente o meno, perché l aumento della durata della vita deve corrispondere anche ad un aumento della qualità del vivere. Nove le destinazioni proposte, quattro al mare, tre per la montagna e due in località termali. Visto il gradimento riscosso sono riconfermate le località tirreniche, dove si svolgeranno le vacanze termali di Ischia, il soggiorno marino a Viareggio e quello di Montalto di Castro. Riconfermate anche la località di Andalo sulle Dolomiti e le terme di Chianciano. Per la montagna Porretta Terme, località sull Appennino tosco romagnolo, che offre oltre alla possibilità di cure termali, anche piacevoli passeggiate e visite ai caratteristici borghi che la circondano. Vediamo più nel dettaglio di che si tratta. Si comincia con la classica delle classiche, due settimane dal 25 giugno al 9 luglio a Rimini. E per gli amanti del mare le altre alternative sono: dal 1 al 15 luglio nel Lazio a Montalto di Castro, dal 2 al 16 luglio sempre in Emilia Romagna a Igea Marina e dal l3 al 27 luglio a Viareggio, nella nostra Versilia. Per chi invece vuole la montagna, ecco Porretta Terme, in Emilia Romagna, dal 18 giugno al 2 luglio, Andalo in Trentino Alto Adige dal 2 al 16 luglio o la vicina Abbadia San Salvatore, sull Amiata, dal 15 al 29 luglio. Ma non finisce qui, visto che sono previsti soggiorni anche alle terme. Un turno dall 11 al 25 luglio a Chianciano, due i turni invece per Ischia - Forio, uno dal 27 giugno all 11 luglio e l altro dall 11 al 25 luglio. ISCRIZIONI Le iscrizioni ai diversi soggiorni saranno raccolte presso il Centro Anziani, via Garçia Lorca 1 (adiacente alla scuola media Garibaldi) nei seguenti giorni: SOGGIORNI AL MARE (Viareggio, Marina di Montalto di Castro, Igea Marina e Rimini) Lunedì 18 aprile dalle ore 9 alle 13 SOGGIORNI IN MONTAGNA (Porretta Terme, Andalo e Abbadia San Salvatore) Martedì 19 aprile dalle ore 9 alle 13 SOGGIORNI ALLE TERME (Chianciano e Ischia) Mercoledì 20 aprile dalle ore 9 alle 13 Il 26 aprile dalle ore 9 alle ore 13,presso la sede del Comune di Campi Bisenzio di Villa Montalvo, via Limite 15, saranno effettuate le iscrizioni per eventuali posti residui. Nell assegnazione dei posti nelle località prescelte verrà data precedenza a coloro che lo scorso anno si sono recati in u- na località diversa o non hanno partecipato ad alcun soggiorno. Nei giorni sopra indicati verrà effettuata e- sclusivamente l iscrizione al soggiorno prescelto, mentre la quota di partecipazione al soggiorno verrà calcolata in un momento successivo. Al momento dell iscrizione verrà fissato un appuntamento per i giorni immediatamente successivi, per effettuare la determinazione della quota di partecipazione al soggiorno; quindi all appuntamento dovrà essere presentata tutta la documentazione necessaria per effettuare tale calcolo e precisamente: - documenti relativi ai redditi dell anziano e del coniuge relativi all anno 2003 (modello Cud 2004 relativo ai redditi 2003, modello Unico 2004 relativo ai redditi 2003, modello 730/2004 relativo ai redditi 2003) - la documentazione relativa ad eventuali redditi o rendite esenti ai fini fiscali percepite nell anno 2003, e precisamente: pensioni di guerra, pensioni erogate a ciechi civili, sordomuti, invalidi civili, indennità di accompagnamento, pensioni sociali, rendite Inail, sussidi, emolumenti provenienti da lavori saltuari o stagionali, tutte le rendite finanziarie, fondiarie, catastali, immobiliari; - la ricevuta dell affitto relativa al mese di dicembre 2003 per l abitazione d uso; - le ricevute Ici pagate a giugno e a dicembre 2003 per l abitazione d uso; - la documentazione delle spese sostenute per R.S.A. o altre compartecipazioni richieste per prestazioni assistenziali sostenute nell anno 2003; 9 - eventuale certificato medico attestante le condizioni di salute e la necessità di eventuali terapie e diete alimentari. Qualora questo documento non sia prodotto, l Amministrazione comunale si riterrà esonerata da qualsiasi responsabilità. La quota di partecipazione viene determinata in base al reddito e comprende le spese di soggiorno e di trasporto. E prevista, in aggiunta alla quota determinata in base al reddito, una quota fissa per le seguenti località: Viareggio euro 175,60, Marina di Montalto di Castro euro 109,60, Igea Marina euro 40,60, Ischia 1 turno euro 129,60, Ischia 2 turno euro 145,60; Chianciano Terme euro 20,60; Andalo euro 35,51; Abbadia San Salvatore euro 5,60. Le domande di partecipazione saranno accolte in ordine di presentazione, fino ad e- saurimento dei posti disponibili, nei limiti dello stanziamento previsto nel Bilancio comunale anno Possono presentare domanda le persone che abbiano compiuto i 60 anni per gli uomini, 55 per le donne o le coppie dove uno dei due rientri nei precedenti casi. Laura Bellacci Responsabile Area Servizi Sociali e Casa Un secolo è un lungo cammino di vita e di storia lungo il quale gioie e avversità si incontrano e si intrecciano per diventare sentimento comune e condiviso. In questo giorno di festa per tutti noi, un abbraccio e un saluto cordiale e affettuoso a nome dell Amministrazione comunale e di tutta la città di Campi Bisenzio. Questo è il testo del biglietto che il sindaco Fiorella Alunni ha consegnato, il primo marzo, insieme ad un mazzo di fiori, alla signora Serragnoli Adalgisa in occasione del suo centesimo compleanno. In un atmosfera accogliente e piacevole, Adalgisa, che ha mostrato una buona forma fisica e un grande spirito, ha accolto il sindaco. La vita in famiglia, come nel caso della signora Serragnoli, sembra essere una componente importante per mantenere vitali le persone anziane, tant è che Adalgisa ha dato appuntamento al sindaco per il prossimo anno. Terra, acqua, fuoco, vento L assessorato alle Politiche sociali organizza nel mese di maggio una mostra dei lavori realizzati dai ragazzi del Centro di socializzazione Il Mosaico dal titolo Terra, acqua, fuoco, vento - Quattro cose che fanno spavento. Il Centro di socializzazione Il Mosaico nasce nel luglio del 1996 per rispondere alle necessità di inserimento sociale dei ragazzi diversamente abili del territorio. Il Centro, inizialmente chiamato La Baccellina per la posizione della struttura, è stato poi chiamato Il Mosaico, perché le tessere colorate che compongono un mosaico rappresentano tutte le individualità dei ragazzi che ogni giorno lavorano insieme e collaborano. Le attività sono svariate e vengono svolte con gli operatori per mantenere e sviluppare la capacità e le relazioni interpersonali dei ragazzi che frequentano il Centro. Nel corso degli anni la Cooperativa Sociale Di Vittorio, che gestisce il servizio fin dall apertura, si è adoperata per favorire l inserimento nel tessuto sociale degli utenti del Centro. L Assessorato alle Politiche sociali del Comune di Campi Bisenzio, insieme a Il Mosaico, proprio per favorire l interazione dei ragazzi con il tessuto cittadino, ha organizzato questa mostra dei lavori realizzati da chi frequenta il Centro. Il tema della mostra Terra, Acqua, Fuoco e Vento - Quattro cose che fanno spavento intende realizzare una continuità con un lavoro svolto dal gruppo di lavoro in collaborazione con gli altri centri di socializzazione del territorio fiorentino nel 2000, lavoro che si è concluso con la rappresentazione teatrale In principio fu. L interesse educativo è quindi rivolto all evoluzione della comprensione che gli u- tenti hanno maturato per questi quattro e- lementi, elementi naturali che sono fondamentali per la vita dell uomo. La mostra verrà inaugurata sabato 7 maggio alle ore 16 presso la Sala Nesti di Villa Montalvo e sarà possibile visitarla fino al 15 maggio dalle ore 10 alle ore 19. I ragazzi del Centro sperano che la cittadinanza intervenga numerosa. Monica Maressi Operatrice de Il Mosaico Sportello Federconsumatori Esordio positivo per lo Sportello Federconsumatori di Campi Bisenzio che fornisce consulenza ed assistenza presso gli uffici comunali di via Pier Paolo Pasolini 18, telefono I responsabili, l avvocato Monia Marchiani e Franco Chiari, sono a disposizione dei consumatori per fornire informazioni, consulenza ed assistenza in numerose materie quali: problemi con le utenze di acqua, luce, gas e telefono; condominio; rapporti bancari ed investimenti, intermediazione mobiliare, mutui, carte di credito, usura, polizze assicurative, risarcimento danni anche da incidenti stradali; pubblicità ingannevole; norme contrattuali vessatorie; vendita fuori dei locali commerciali; diritti del malato; sicurezza alimentare e qualità dei prodotti; qualità dei servizi e tariffe trasparenti; multiproprietà; viaggi e diritti del turista; commercio elettronico; inquinamento e rumorosità. Lo Sportello è aperto il martedì e giovedì dalle ore 15 alle 18.

10 Circolo didattico Campi Bisenzio via Prunaia, Campi Bisenzio tel/fax Segreteria didattica - Mauro Tinacci Ist. Comprensivo San Donnino viuzzo della Costituzione San Donnino Campi Bisenzio tel fax Agnese Siniscalchi Progetto Pollicino In strada da soli ovvero bambini a piede libero Dopo aver realizzato piccole inchieste ed aver proposto agli a- lunni, ai genitori ed ai nonni semplici questionari, che ci hanno permesso di crearci un idea più precisa sul concetto di autonomia, a maggio inizierà la sperimentazione del progetto Pollicino: alcuni bambini si recheranno, da soli, alla scuola elementare di via Prunaia. Non saranno cioè accompagnati dagli adulti. Questo progetto è stato approvato dal Collegio dei Docenti del 2 Circolo e vuole promuovere la MOBILI- TA AUTONOMA dei bambini. Prevede infatti, la possibilità per gli alunni più grandi delle elementari, di andare a scuola e di fare il percorso all inverso verso casa da soli. E rivolto in particolare alle classi IV e V di ciascuna scuola, e prevede una prima fase di sperimentazione, da realizzare a maggio, nel plesso Fra Ristoro. I ragazzi seguiranno percorsi indicati da una specifica segnaletica, sotto il controllo a distanza di genitori, negozianti, vigili urbani e rappresentanti di associazioni del volontariato. Infatti, per la sua attuazione sono stati coinvolti tutti gli adulti che, a vario titolo, hanno un compito o un coinvolgimento educativo: genitori, insegnanti, Enti, Istituzioni, Associazioni di volontariato ed economiche presenti sul territorio. Di recente è stato formato un Comitato organizzativo che ha definito le varie fasi dell iniziativa e stabilito il ruolo che ognuno dovrà svolgere. Il progetto considera importante il punto di vista dei bambini e il loro bisogno di autonomia; contemporaneamente vuole orientare l intervento degli adulti verso la costruzione di una città che sappia dargli valore e sappia rispondergli. 10 MondoScuola SPORTELLO CONSULENZA GENITORI Incontriamoci in una fiaba C era una volta chissà quante volte questa frase è riuscita a farci sognare streghe cattive, principi azzurri e fagioli magici. La fiaba, in ogni modo, non ha solo una valenza affettiva che ha allettato tanti momenti della nostra infanzia, ma rappresenta un patrimonio universale dell umanità, dove i significati più estremi e più impensati si impastano alla vita quotidiana, arricchendola di particolari fantastici. Bruno Bettelheim, riconosciuto come u- no dei massimi esperti della psicologia infantile, si affidava proprio alla fiaba, questo strumento carico di storia, per curare i bambini psicotici, forse perché il linguaggio della fiaba è dotato di un canale di accesso al mondo infantile in grado di affrontare tante problematiche. La nascita della fiaba si perde nella notte dei tempi, quando l oralità era la cultura primaria di comunicazione e la sua diffusione avvolgeva praticamente ogni luogo della terra con espressioni che accomunano molte culture. Si pensi a Cenerentola, la cui prima versione scritta compare in Cina nel IX secolo a.c., ma che vantava nello stesso periodo e nel resto del mondo altre versioni. La fiaba, quindi, punto di incontro tra culture, confronto culturale per capire non solo se stessi, ma anche gli altri. Proprio per tutte queste innumerevoli proprietà le insegnanti della scuola dell infanzia San Piero e della scuola dell infanzia San Giusto, in collaborazione con la sezione dei tre anni della scuola dell infanzia San Donnino, hanno messo a punto due progetti all insegna dell interculturalità, progetti tutti e due costruiti sulla forte necessità di realizzare un percorso che valorizzasse l intreccio culturale presente nei tre plessi. Promuovere iniziative a sfondo interculturale è per l Istituto Comprensivo San Donnino un percorso obbligato vista la presenza massiccia di molte etnie; le tre scuole, tuttavia, hanno pensato di impegnarsi realmente in un programma che pensasse all educazione interculturale, non come ad una educazione trasversale, ma come tematica portante delle altre aree di apprendimento. Il progetto di San Piero, intitolato Girotondo culturale. Siamo veramente diversi? costituito da quattro laboratori (musicale, ludico, usi e costumi e linguistico), si pone come obiettivo quello di cercare e valorizzare le varietà culturali presenti nel plesso, mettendo in evidenza forme comuni che aiutino a costruire nel bambino il senso di apparenza al mondo e non solo al luogo di nascita, di costruire e instaurare scambi profondi con gli altri bambini e le cose del suo ambiente di vita. Il progetto di San Giusto e della sezione dei tre anni di San Donnino, invece, ha come titolo Fiabe da tutto il mondo accompagnato dal laboratorio Il pozzo della fiabe e si pone come obiettivo quello di ricercare coppie-tematiche quali paura/coraggio, furbizia/stoltezza, fortuna/sfortuna nelle fiabe che i genitori dei bambini ascoltavano da piccoli, ma soprattutto evidenziare i punti comuni tra le fiabe di tutto il mondo. Esplorare e condividere le emozioni coincide inevitabilmente con lo stabilire con l altro un rapporto di profondo rispetto, di apertura, ma soprattutto di accoglienza, perché essere accoglienti vuol dire riconoscere nell incontro con gli altri un elemento di crescita e arricchimento per noi stessi (Hoffman B., 2004). L originalità del progetto, in ogni modo, è da ricercarsi nell organizzazione di un laboratorio per grandi, i genitori dei bambini, allo scopo di coinvolgerli nella preparazione di una recita finale, impegnandoli per qualche pomeriggio nella realizzazione dei costumi e nelle prove dello spettacolo: in realtà le insegnanti desidererebbero che questi incontri diventassero terreno fertile per instaurare un clima accogliente, dove sia possibile conoscersi e tessere un rapporto di complicità e amicizia tra i genitori, valorizzando le differenze. Obiettivo comune ai due progetti, ma non ultimo per importanza, è quello di costruire uno scaffale multiculturale: l idea di dedicare un angolo ai libri multietnici diventa una necessità per concretizzare i due progetti, per innescare un inevitabile dimensione lavorativa che non finisca con l anno scolastico, ma che, invece, stimoli di continuo a realizzare percorsi interculturali. Qualora tra i genitori e i lettori di DiSegno Comune ve ne fosse qualcuno che volesse donare un libro alla scuola, sarà certamente ben accetto, contribuendo alla buona riuscita del progetto. Per chi avesse deciso di partecipare alla realizzazione dello scaffale multiculturale e avesse deciso di donare un libro o una storia appartenente alla tradizione popolare del nostro paese o di altre nazioni, preghiamo di contattare l insegnante Antinolfi Caterina per il plesso San Piero, l insegnante De Pari Nadia per il plesso San Giusto e l insegnante Pancani Lorenza per la sezione dei tre anni del plesso San Donnino. Le docenti saranno ben liete di accogliervi e vi rilasceranno un modulo che attesterà la donazione. Grazie fin d ora. Giovanna Oggianu Elisabetta Gigli (San Piero, San Giusto, sezione 3 anni San Donnino) Durante tale fase di sperimentazione o alla fine della medesima sarà particolarmente importante, e gradito allo stesso tempo, ricevere osservazioni, suggerimenti e commenti che potrete indirizzare alla scuola accedendo al sito La positiva esperienza condotta dalla Psicologa Elena Giannoni continua: lo Sportello genitori, infatti, offre uno spazio di ascolto e consulenza a tutti i genitori, i cui figli frequentano la scuola dell infanzia,la scuola primaria e la scuola secondaria di I e II grado. In questa sede essi possono avere momenti di scambio e di riflessione sul proprio ruolo di genitori ed essere aiutati ad approfondire problemi e difficoltà che incontrano nella relazione educativa con i propri figli. Chi è interessato può, pertanto, continuare a rivolgersi presso le scuole sotto indicate, nel rispetto del calendario e degli orari concordati, come di seguito riportati: Scuola Primaria Fra Ristoro, via Prunaia dalle ore alle lunedì 18 aprile lunedì 2 maggio Scuola Media Verga, piazza Costituzione 1, San Donnino dalle ore alle giovedì 14 aprile giovedì 12 maggio. LAVORA CHE TI PASSA! Le classi IV della scuola Fra Ristoro, nell ambito del Laboratorio di intercultura relativo ai miti della creazione di culture diverse ed in particolare quello della civiltà Maya, hanno realizzato alcuni telai utilizzando materiali di recupero, come scatole di cartone per frutta, spago, fili di lana. I ragazzi e le ragazze hanno da subito dimostrato grande entusiasmo ed impegno nell attività di costruzione, impegno che perdura tuttora nell attività di tessitura svolta a piccoli gruppi in cui ognuno collabora al meglio, portando spesso il telaio anche a casa per proseguire il lavoro. TESSENDO S IMPARA! inviando una comunicazione scritta o contattando personalmente l insegnante Mugnai Luana, referente del progetto medesimo. Luana Mugnai

11 Che giornata! Vi ricordate di noi? Siamo i ragazzi della II C della scuola media Verga, ma questa volta non scriviamo il nostro parere sulle notizie che girano intorno a noi, vi vogliamo descrivere una nostra attività un esperimento di scienze effettuato insieme alla Professoressa Morelli. L esperimento si è basato sulla dissezione del cuore; la classe dopo essere stata divisa in più gruppi ha tirato fuori un cuore: chi di manzo, chi di maiale ma non di un Professore. A quasi tutta la classe (eccetto la prof) faceva senso, ma dopo 5 minuti ci siamo abituati. In ogni gruppo c era uno che ciancicava il cuore e lo squartava, alcuni prendevano appunti, altri osservavano Come sapete il cuore è un muscolo involontario, ma con il tessuto striato, è un organo vitale. Ha una forma conica, con il vertice puntato sul lato sinistro del torace. Il nostro cuore (quello umano) ha più o meno le dimensioni di un pugno chiuso; è rivestito da una pellicola trasparente, tipo quella per incartare i panini, che si chiama pericardio, che vuol dire intorno al cuore). Meglio non essere obesi!!! Se intorno al cuore si attacca del grasso che non è elastico rallenta il battito del cuore. Intorno al cuore del nostro manzo abbiamo trovato qualche tonnellata di grasso. Intorno ci sono le arterie coronarie che servono per nutrire il cuore stesso. Nel cuore si possono vedere 4 tubi: 2 vene, 2 arterie. Gli atri sono ricoperti da orecchiette. Adesso vi parliamo delle sue funzioni e la sua costituzione interna. Le 4 cavità del cuore (2 atri, 2 ventricoli) sono rivestite dall endocardio (un altro rotolo di domopack). Il cuore per spingere il sangue in tutto il corpo usa questo metodo: quando il sangue riempie l atrio avviene la previstole, lo strizzamento degli atri, poi quando il sangue va nei ventricoli, dove avviene la sistole, cioè la loro strizzatura, manda il sangue nelle arterie, intanto avviene la dilatazione cioè la diastole. Il cuore ha una doppia circolazione: la piccola circolazione e la grande circolazione. 11 MondoScuola MondoScuola LA SCUOLA COLLODI - DON MILANI A SOSTEGNO DEL MEYER La grande circolazione: dal cuore va attraverso l arteria Aorta nei capillari di tutto il corpo dove avviene lo scambio di sostanze tra ossigeno e a- nidride carbonica, poi tramite la vena Cava il sangue torna al cuore. La piccola circolazione: dal ventricolo destro attraverso l arteria polmonare va ai polmoni dove negli alveoli avviene lo scambio tra anidride carbonica e ossigeno. Così ritorna al cuore tramite la vena polmonare e ricomincia il giro turistico all interno del nostro corpo Commento A noi questo esperimento ci faceva paura, anche se un cuore non morde dopo poco che avevamo il cuore a bella vista abbiamo perso la paura e senza guanti lo ciancicavamo e ci divertivamo anche!!!! Un saluto dalla II C Valentina Cecchini e Giulia Rispoli Se vi dico bambini, quale immagine vi salta alla mente? Vi immaginerete sicuramente dei bambini che giocano, che ridono, che crescono sereni e gioiosi sui banchi di scuola ma non sempre è così!? Vicino a noi, all ospedale pediatrico Meyer, al 2 piano c è un piccolo grande reparto che ospita dei bambini che insieme alle loro famiglie, lottano ogni giorno per la vita, per sconfiggere un tumore! Purtroppo anche un nostro alunno è stato colpito da una brutta forma di leucemia infantile (neuroplastoma), ma grazie all impegno nella ricerca e alle cure del Reparto Interdisciplinare di Terapie Avanzate dell ospedale Meyer, diretto dalla professoressa Gabriella Bernini e dal dottore Lawrence Faulkener, è riuscito a sconfiggere il tumore! Ciò è stato possibile anche grazie ad aiuti privati. La nostra scuola è impegnata da vari anni nel sostenere la ricerca, raccogliendo fondi utili anche per l acquisto di strumenti innovativi, vogliamo far conoscere ai cittadini di Campi Bisenzio come è semplice e bello impegnarsi per migliorare il futuro di tutti! In quest anno scolastico la scuola Collodi, anche grazie all appoggio della Preside Stefania Somigli del nostro Istituto Comprensivo San Donnino, sono state promosse tre iniziative, che hanno riscosso un crescendo di sensibilità e collaborazione da parte dei nostri alunni, dei loro genitori e di tutti gli insegnanti Il 3 dicembre abbiamo allestito Il mercatino di Natale a scuola, dove sono stati venduti oggetti dell associazione Noi per Voi e in meno di 3 ore sono stati raccolti quasi euro; il 5 dicembre 2004 il comune di Signa organizzò una cena a Villa Castelletti, dove c è stata la partecipazione di quasi persone, e adesso, in occasione della Pasqua sono state vendute 180 uova di cioccolata, il ricavato andrà sempre a sostenere la ricerca contro i tumori infantili dell Ospedale Meyer. Come insegnante ho provato un immensa gioia nel farmi portavoce di solidarietà, ma vi assicuro che la gioia più bella è stato vedere la risposta che i nostri bambini e le loro famiglie ci hanno dato. UN GRAZIE DI CUORE A TUTTI DA PARTE DEI BAMBINI DEL MEYER! L insegnate Angela Gallina Pesca di beneficenza per i bambini del Saharawi Tutto è cominciato con le lezioni a scuola di due volontarie della Pubblica Assistenza di Campi Bisenzio che ci hanno parlato della loro attività di aiuto a persone disabili, anziane e ai bambini in difficoltà In seguito le signore sono tornate altre volte in classe, poi noi alunni siamo stati in visita alla sede della Pubblica Assistenza e, durante uno di questi incontri, le volontarie ci hanno chiesto se potevamo fare qualche attività che permettesse di raccogliere fondi per aiutare i bambini del Saharawi che vivono in condizioni molto difficili. Ho subito pensato alle mie esperienze alla scuola elementare dove, tutti gli anni, veniva organizzata una pesca di beneficenza per l adozione a distanza, così ho fatto questa proposta e l idea è stata accolta. In quel momento ho sentito una grande responsabilità perché pensavo alla sua difficile realizzazione ma, in seguito, il progetto è stato elaborato, ampliato e, mentre tutti procuravano e facevano oggetti o svolgevano vari compiti per la nostra iniziativa, in me c era uno strano contrasto fra la soddisfazione nel veder prendere forma un progetto che era partito da una mia iniziativa e la preoccupazione che qualcosa non potesse andare per il verso giusto. Però, via via che l avventura andava avanti, mi piaceva sempre più la collaborazione di tutti e questo impegno comune per un fine importante, inoltre ci sentivamo responsabili e motivati e, forse anche per questo, il risultato è stato molto soddisfacente. Infatti grande è stata l affluenza di pubblico che si è mostrato soddisfatto per i numerosi oggetti in palio e soprattutto molto generoso perché,alla fine della mattinata, tutti gli alunni della mia scuola avevano un premio da portare a casa e noi abbiamo raccolto una bella cifra da destinare ai nostri scopi umanitari. L unico problema, di scarsa im- portanza secondo me, si è verificato quando alcuni ragazzi, dopo aver comprato il biglietto, pretendevano di ritirare l oggetto che volevano anche se non corrispondeva al loro numero. Questa richiesta, naturalmente, non era corretta né piacevole per gli organizzatori che del resto, essendo ragazzi, non sempre sono riusciti ad impedirla. E molto bello poter essere utile a qualcuno usando le nostre forze, le nostre energie e le nostre capacità, rendersi conto che il nostro lavoro, che poi è anche piacevole, si trasforma in qualcosa di concreto, soldi, che in questo caso era quello che serviva. In conclusione questa esperienza ha portato un aiuto per chi ha bisogno e una grande soddisfazione per noi. Carlotta Cenni IIIC Scuola Media Matteucci IL NOSTRO TEMPO FLESSIBILE Nella nostra scuola Giovanni Verga di San Donnino, le classi seconde sezioni A,B,D, e le terze sezioni A,B,D svolgono il tempo flessibile che consiste in 2 rientri pomeridiani: il martedì e il venerdì, dalle alle Qui di seguito riportiamo però solo le attività del tempo flessibile svolte dalla classe seconda D che aderisce a questo modulo. IL MARTEDÌ - Alle andiamo alla mensa con la professoressa Carmagnini - Finito di mangiare facciamo ricreazione dalle circa alle Dalle alle partecipiamo al laboratorio espressivo-lababoratorio musicale con le professoresse Fappani (1 ora), Carmagnini e Feretti. Durante la prima ora suoniamo e cantiamo alcune canzoni che abbiamo ascoltando guardando dei film. Nella seconda o- ra lavoriamo sui film visti o ripassiamo le canzoni. - Alla terza ora seguiamo il laboratorio artistico in compresenza delle professoresse Luti, Carmagnini e Ferretti. - Alle usciamo da scuola. IL VENERDÌ - Alle andiamo alla mensa con la professoressa Bandini - Finito di mangiare facciamo ricreazione dalle circa alle Dalle alle seguiamo il laboratorio d inglese con la professoressa Bandini. Qui elaboriamo delle schede di alcuni film visti oppure leggiamo dialoghi, ma soprattutto lavoriamo sulla pronuncia. - Dopo, dalle alle seguiamo il laboratorio Informatico con la professoressa Strino. Qui lavoriamo al computer facendo esercizi e scrivendo al computer. Quest anno stiamo facendo un numero di un giornalino dal titolo la matita giornalista - Alle usciamo da scuola. Fabrizio Di Guardo II D Scuola Media G.Verga MEDIA MATTEUCCI La Preside Maria Concetta Guida e la classe II D della scuola media Felice Matteucci si sono impegnate per portare avanti due progetti. Il primo progetto è per i bambini colpiti dallo Tzunami il 26 dicembre scorso. Molti bambini sono rimasti senza casa o senza parenti a causa di questa tragedia. La scuola ha chiesto la massima solidarietà ad ogni alunno; perciò la classe II D sta facendo una raccolta di firme e di offerte in tutta la scuola per poi darle all Unicef, che porterà i soccorsi a questi bambini. Il secondo progetto è a favore del canile di via Einstein, dove i cani si trovano in cattive condizioni: alcuni sono sdraiati, forse rassegnati alla ricerca di un nuovo padrone o semplicemente troppo stanchi per reggersi in piedi. La mancanza di cibo, le malattie, il freddo ecc non fanno altro che peggiorare la situazione che questi cani vivono da molto tempo. Guardandoli negli occhi possiamo vedere solo tristezza, una tristezza che sembra incolmabile, ma che con un aiuto si può trasformare in gioia. Chiediamo al Comune di Campi Bisenzio d intervenire per risolvere questo problema. Scuola media statale Garibaldi-Matteucci via Bruno Buozzi, 65, Campi Bisenzio telefono 055/ fax 055/ Panaiula Gallazzi Ist. Comprensivo San Donnino viuzzo della Costituzione San Donnino Campi Bisenzio tel fax Agnese Siniscalchi

12 12 TERZA RASSEGNA DEI TEATRI E DELLE ARTI SOMMERSE Relazioni pericolose Quelle che viviamo normalmente nella quotidianità o che siamo costretti a vivere sia direttamente che indirettamente Dal 22 aprile all 8 maggio nella sala Antonino Caponnetto di Villa Montalvo si svolgerà la prima edizione della Rassegna dei teatri e delle arti sommerse, organizzata dall associazione culturale Intralcio Efficiente e dall Assessorato alla Cultura del Comune di Campi Bisenzio. Per saperne di più abbiamo parlato con Roberta Di Bartolomeo, una delle curatrici della manifestazione. La rassegna è una delle poche occasioni riservate alle realtà artistiche e- mergenti. Infatti non è facile nel mondo di oggi avere spazio per poter proporre nuove idee, nuove cose, per farsi conoscere e crescere. E difficile in ogni campo, ma in particolare nel mondo dell arte. Le forme di espressione sono molteplici, ma spesso non sono visibili. Durante la rassegna, nello splendido scenario della Limonaia di Villa Montalvo, si alterneranno artisti di teatro, di musica, di cortometraggi; personaggi più conosciuti come Natalucci, al quale ha curato la regia un grande regista come Ugo Chiti e artisti totalmente sconosciuti come i ragazzi dell Associazione italiana assistenza bambini autistici, che grazie alla loro esperienza di teatrodanza e- scono dal loro isolamento interiore ed hanno la possibilità di sperimentare la gioia di un vero successo regalando attimi di sublime poesia e magia al pubblico. Arte che dà gioia, che fa riflettere, che fa divertire, commuovere. Arte nuova, emergente, nuovi attori, nuovi registi, autori. Tre fine settimana di intense emozioni da gustare tutti d un fiato.questa prima rassegna di arte teatrale e non, si incentra sullo sviluppo di un tema particolare, le relazioni pericolose appunto, intendendo per relazioni pericolose tutte Con Maria per le strade del mondo SABATO 16 APRILE Ore 16 Istituto Suore Serve di Maria Addolorata presentazione dei libri Contemplando il volto di Cristo di Maria Casini Viva per Te! di Patrizia Nistri Inaugurazione mostra storica Ore 21 Chiesa di San Giovanni Battista (dell Autostrada) Recital Davanti a te, Maria DOMENICA 17 APRILE Ore Santa Messa, presieduta dal Padre Provinciale Giuseppe Galassi OSM Ore 16 Centro storico Festa per i bambini della scuola e per le loro famiglie con Sorpresa finale offerta dall Amministrazione comunale di Campi Bisenzio quelle relazioni che viviamo normalmente nella quotidianità o che siamo costretti a vivere socialmente sia direttamente che indirettamente. Relazioni di disagio o di amore, relazioni della monotonia quotidiana o imposte dall ambiente sociale o naturale. PROGRAMMA 22 aprile Ore 21 Il Pranzo di Natale di e con Roberta Di Bartolomeo 23 aprile Ore 21 Teatro d Almaviva in Diario di un pazzo di Nikolaj V. Gogol, regia di Paolo Biribò, con Enrico Dabizzi, Fulvio Ferrati, Lidia Giordano, Domenico Iaccino, Rossella Magnolfi, Marta Martini e Laura Torricini 24 aprile Ore 21 L associazione culturale I Rugginosi in Ritratto di una voce di Giacomo Fanfani con Lorella Serni Le Suore Serve di Maria Addolorata festeggiano i 150 anni dalla fondazione con una serie di iniziative 29 aprile Ore 21 L Aiaba, associazione italiana assistenza bambini autistici, presenta Il filo del tempo. Ideazione Brunella Baldi e Lucia Calabrò, interpreti i ragazzi e le ragazze dell Aiaba 30 aprile Ore 20 Aperitivo-cena a buffet Relazioni pericolose e piccanti a tavola: la Spagna Ore Relazioni pericolose Group, spettacolo di musica jazz con il gruppo Rave Vox e la vocalist Titta Nesti 1 maggio Ore 21 La compagnia Il laboratorio presenta Appunti per Medea regia di Paolo Ciotti con Irene Biancalani, Michela Cioni, Alessio Ferruzzi, Valentina Gentili, Simone Petri e Antonio Timpano 6 maggio Ore 21 Liberipensatori Paul Valery da Torino presentano Studio per Tempesta di Ezio Partesana con Eva Rossi e Daniela Vassallo. Regia di Oliviero Corbetta Ore L amore ai tempi del Giudizio Universale di e con Francesco Mancini, chitarre Nicola Menicacci 7 maggio Ore 21 Liberipensatori Paul Valery da Torino presentano Studio per Tempesta di Ezio Partesana con Eva Rossi e Daniela Vassallo. Regia di Oliviero Corbetta Ore Voci di Claudio Magris, con Marco Natalucci, regia di Ugo Chiti 8 maggio Ore Relazioni pericolose in video. Rassegna di video e cortometraggi d artista. Dalle ore 20 aperitivo - cena a buffet Relazioni pericolose a tavola. Cena toscana. Per informazioni e prenotazioni associazione Intralcio Efficiente (Roberta) Arriva la nuova edizione della Maggiolata Campigiana Anche per quest anno l associazione culturale Incontri in collaborazione con l Amministrazione comunale organizza la dodicesima edizione della Maggiolata Campigiana. Considerato lo scopo della nostra associazione, cioè quello di far rivivere le tradizioni e il folclore toscano, il programma sarà sempre all insegna di questo leitmotiv ma con alcune varianti. Lo scorso anno ospitammo vari gruppi provenienti da alcune regioni d Italia, basandoci unicamente sul folclore in senso stretto; quest anno il programma sarà vario e ci saranno intrattenimenti anche per chi non è amante del folclore ma preferisce altri generi musicali, oppure semplicemente per chi vuol farsi due risate ascoltando i nostri cabarettisti locali. La manifestazione avrà i- nizio giovedì 12 maggio alle ore 21, con l inaugurazione presso la Sala consiliare Sandro Pertini della mostra fotografica di Marcello Ballerini. L intento della mostra, che sarà aperta ogni sera alle ore 21 e sabato 14 anche nel pomeriggio, è quello di scoprire insieme la grande trasformazione del nostro paese, con le sue opere architettoniche e le migliorie visibili percorrendo le strade del centro e non solo. Sabato 14 maggio, nel pomeriggio, si esibiranno in Piazza Fra Ristoro vari gruppi giovanili emergenti tra i quali Mayfly e James Session Band. La serata sarà la protagonista della Maggiolata: con la presentazione di Fabrizio Borghini ne vedremo delle belle!!! Chissà cosa si inventeranno i comici Calonaci e Varletti!!! Musicalmente parlando avremo come o- spiti gli accattivanti e simpatici allievi della Scuola di Musica del maestro Massimo Barsotti; Massimiliano Calderai con il tocco magico del suo pianoforte ci farà vivere non poche emozioni accompagnando la soprano Lucia Siamimanico. I Cantantutticantanchio concluderanno poi la serata con stornelli fiorentini e nuove sorprese del repertorio preparate per l occasione. Per tutta la mattinata del 15 maggio, via Rucellai vedrà un fiorire di banchi con dimostrazioni di arti e mestieri e un mercatino dell antiquariato. A partire dalle ore 15,30 circa, a chiusura della festa, sfileranno per le vie del centro, con partenza da Villa Rucellai, le più famose bande musicali del momento: - la Filarmonica Michelangiolo Paoli che dal lontano 1816 con fierezza e orgoglio porta avanti la tradizione bandistica campigiana; - la Show Band una vera e propria band musicale veneta composta da ragazze vestite da bersagliere, majorettes e percussioniste che trasformeranno in allegria e musica tutto quello che toccheranno...! - la Filarmonica La Folcloristica di Bettolle (Siena) che vanta circa 40 musicisti e 25 majorettes con un repertorio che va dai brani classici allo swing americano, al revival anni 60. La nostra più grande gioia sarà condividere con i campigiani questo bel momento ricreativo valorizzando le vie del centro completamente rinnovate e augurandoci la partecipazione di tutto il paese che ormai da anni segue le iniziative dell associazione Incontri con grande entusiasmo. Vi aspettiamo numerosi e... buon divertimento a tutti! L associazione culturale Incontri Samanta Mus

13 PAGINA IL PROGRAMMA PROMOSSO DAL COMITATO CELEBRAZIONI 23 aprile, festa della Patrona Una settimana di iniziative spirituali, culturali e sportive per festeggiare la Beata Teresa Maria della Croce Bettina Sabato 23 aprile Campi Bisenzio festeggia la sua Patrona. Il Comitato Celebrazioni ed il Comune di Campi Bisenzio organizzano nella settimana dal 17 al 25 aprile 2005 numerose iniziative per festeggiare la Patrona, la Beata Teresa Maria della Croce, Bettina. PROGRAMMA Domenica 17 aprile Porta un fiore a Bettina, pellegrinaggi e visite individuali al Convento delle Suore Carmelitane di Santa Teresa di via Torricella Giovedì 21 aprile Ore 9.30/12 stadio Emil Zatopek Trofeo Bettina, manifestazione di atletica leggera riservata alla classi quinte delle scuole elementari di Campi Bisenzio a cura dell Atletica Campi Universo Sport Venerdì 22 aprile Ore 21 Pieve di Santo Stefano Presentazione del libro Santo Stefano a Campi: un patrono, una pieve, un popolo di Renzo Bernardi e Vincenzo Rizzo, a cura dell associazione Campi per Campi Oltre agli autori intervengono: Fiorella Alunni, sindaco di Campi Bisenzio Mario Battiato, esperto in storia della Chiesa Don Francesco Socci, pievano di Campi Bisenzio Coordina Fabrizio Nucci, direttore di Microstoria Sabato 23 aprile Festa della Patrona Ore 10 Suono a festa delle campane delle chiese di Campi Bisenzio Ore 11 Celebrazione Eucaristica presso il Convento delle Suore Carmelitane di Santa Teresa presieduta da Monsignor Paolo Razzauti, Vicario generale di Livorno Ore 16 Stadio Lanciotto Ballerini via Mascagni, Quadrangolare di calcio tra le squadre Lanciotto, San Donnino, San Lorenzo e La Villa Ore Visite guidate al Convento della Suore Carmelitane di Santa Teresa, via Torricella Santo Stefano a Campi Ore 21 Pieve di Santo Stefano Concerto Soprano Barbara Nizzi, flauto Michele Matteoli, pianoforte Alessio Marretti Domenica 24 aprile Ore 9-19 Centro storico Mercato straordinario Lunedì 25 aprile Ore 16 Stadio Lanciotto Ballerini via Mascagni, finale del Quadrangolare di calcio. Nella settimana delle celebrazioni per la Bettina, Patrona del Comune di Campi Bisenzio, l Associazione Campi per Campi ha deciso di presentare il volume Santo Stefano a Campi, un Patrono, una Pieve, un Popolo. Un libro di storia, religione, teologia, folklore e perché no, di arte. Un volume dedicato al Protomartire Stefano visto sotto tutti quei risvolti che nei duemila anni (circa) che ci separano dalla sua opera innovatrice hanno caratterizzato la nostra storia. Parola grossa, Storia. Ma così è. Pensiamo alle innumerevoli chiese dedicate al Protomartire, alle città che portano il suo nome, all importanza che le sue idee universalistiche hanno avuto nella storia della Chiesa e quindi della nostra storia occidentale. Un libro che ripropone (una prima un po arruffata edizione risale al 1994) un tassello nel mosaico della memoria delle nostre frazioni così ricche di messaggi da inviare ai loro a- bitanti perché le vivano in maniera più partecipe e positiva. Appuntamento venerdì 22 aprile 2005 alle ore 21 nella Pieve di Santo Stefano a Campi per poter assistere alla presentazione del volume scritto da Renzo Bernardi e Vincenzo Rizzo in una serata a cui parteciperanno Fabrizio Nucci, direttore di Microstoria, in qualità di coordinatore della serata e stimato storico locale e Mario Battiato, esperto in storia della Chiesa, il sindaco di Campi Bisenzio Fiorella Alunni, gli autori e naturalmente il nostro Pievano, don Francesco Socci. Associazione Campi per Campi Il bilancio di 30 anni di attività Era il 1974 quando, con l incoraggiamento del PCI, venne deciso di creare u- na nuova Casa del Popolo a San Piero a Ponti. Col fondamentale aiuto economico del circolo Rinascita di Campi centro venne acquistato un fondo in via Baracca. La struttura comprendeva un bar, la sala carte ed un piccolo ufficio; certo non era grandissima, ma fin dal primo momento costituì un punto di incontro e di ritrovo per tutta la comunità del luogo. Nacque così il circolo Arci Dino Manetti, così chiamato in ricordo del martire antifascista. Ma è nel 1991, con la costruzione del nuovo stabile, che il circolo acquista molto in visibilità e nella possibilità di creare servizi. La sede attuale infatti è costituita da tre piani ed ospita il bar, uno spazio polivalente per grandi cene, ballo, feste di tutti i tipi, u- na nuova terrazza all aperto che comincerà a funzionare dalla prossima e- state, pronta ad ospitare iniziative di vario genere, e la pizzeria interamente gestita da personale volontario. Il circolo comprende anche un ampio spazio esterno, costituito da un campo di calcetto (il circolo ha due squadre di calcio a cinque, una femminile ed una maschile, che partecipano rispettivamente al campionato provinciale Uisp e al campionato regionale F.i.g.c. di serie C2, entrambe con ottimi risultati) ed uno spazio verde attrezzato con giochi per bambini, dove questi possono giocare in massima sicurezza, e dove nella stagione estiva viene spostata la pizzeria. E proprio grazie al lavoro dei molti volontari che siamo riusciti in questi 30 anni a erogare circa euro in progetti di solidarietà: dall intervento in favore delle popolazioni cubane e brasiliane, all acquisto di macchinari per l ospedale pediatrico Meyer, dalla collaborazione con la Pubblica Assistenza di San Piero a Ponti alla costruzione, insieme ad Unicoop, del campo di calcetto subito dopo il terremoto di Nocera Umbra. E su questa linea di impegno verso gli altri che ci siamo mossi anche per il trentesimo anniversario, festeggiato organizzando alcune cene il cui incasso di 5.000,00 euro è stato u- tilizzato per l adozione a distanza dei bambini rimasti orfani in seguito alla tragedia dello Tsunami. Una bella soddisfazione per noi che lavoriamo quotidianamente alla Casa del Popolo del Gorinello, ma come diciamo sempre Fare solidarietà è un piacere, ma soprattutto un dovere!. Valfredo Fossi Presidente del Circolo Dino Manetti Festa di primavera 13 La Fratellanza Popolare di San Donnino organizza sabato 16 e domenica 17 aprile nella sede di via delle Molina 56/b a San Donnino la Festa di Primavera. Il sabato pizzeria dalle ore 19.30; la domenica pranzo con prenotazione per festeggiare volontari e donatori di sangue. La festa continuerà poi per tutto il pomeriggio. Per informazioni e prenotazioni: Fratellanza Popolare di San Donnino telefono Galà di operette Domenica 17 aprile alle ore nella Sala Antonino Caponnetto di Villa Montalvo l associazione Campi Lirica presenta Galà di operette. Soprano Giulia Tamarri, tenore Massimiliano E- sposito, baritono Lisandro Guinis. Al pianoforte Angela Baroncelli. Tango e solidarietà Le Pubbliche Assistenze di Campi Bisenzio, Borgo San Lorenzo, Empoli e Piombino ospiteranno quest estate 30 bambini palestinesi. A sostegno dell iniziativa l Anpas toscana organizza giovedì 21 aprile alle ore presso il circolo Arci San Bartolo a Cintoia, via San Bartolo a Cintoia 95, Firenze una cena abbinata ad una performance di tango. Chi vuol partecipare alla serata può prenotarsi, entro il 14 aprile, telefonando alla Pubblica Assistenza di Campi Bisenzio al numero dalle ore 8 alle 14 dal lunedì al venerdì, o inviare una a specificando: cognome, nome, numero delle persone che partecipano alla cena e un recapito telefonico. La pace tra sogno e realtà La Sezione soci Coop di Campi Bisenzio, nell ambito del progetto Educazione alla pace ha indetto un concorso sul tema La Pace tra sogno e realtà, testimonianze di pace nella vita quotidiana. La partecipazione è gratuita ed è a- perta a tutti coloro che risiedono in Toscana. Gli elaborati, al massimo due per partecipante, possono essere racconti, testimonianze, memorie, biografie, pensieri e riflessioni e non possono superare i caratteri dattiloscritti. Sono accettati comunque anche lavori scritti a mano purché in stampatello. U- na giuria sceglierà tra gli elaborati pervenuti quelli da inserire in una pubblicazione che sarà curata dalla Sezione soci Coop. Le opere dovranno essere inviate entro il 30 aprile 2005 a: Unicoop Firenze, concorso La Pace fra sogno e realtà, via Santa Reparata 43, Firenze. Per informazioni: telefono , fax Festa della mamma L associazione Chiesa Cristiana del Pieno Evangelo organizza domenica 8 maggio dalle ore 13 nel Parco urbano di Villa Montalvo la Festa della mamma. Il programma prevede alle ore 13 un pranzo con specialità multietniche e dalle ore 15 la selezione per l elezione della Supermamma Alle ore 16 si svolgerà la premiazione dei vincitori del concorso di disegno, pensiero e poesia per le scuole elementari Mamma tesoro prezioso. Per partecipare al pranzo multietnico è necessario prenotare telefonando entro il 4 maggio al

14 NOTIZIE DALLE ASSOCIAZIONI A CURA DELLA CONSULTA Compostaggio domestico L associazione Amici della Terra di Campi Bisenzio, dallo scorso mese di gennaio, sta realizzando un progetto, per conto del Comune di Campi Bisenzio, volto a promuovere la diffusione del compostaggio domestico nel Comune di Campi, che prevede il posizionamento di oltre 100 postazioni di compostaggio (compostiere) nelle scuole e nelle abitazioni private della città. L iniziativa si svolge con il supporto tecnico dell Associazione Amici della Terra di Firenze, forte dell esperienza diretta che quest ultima ha sperimentato attraverso un analogo progetto svolto dal gennaio 2003 nel Comune di Firenze in collaborazione con Quadrifoglio Spa., che si occupa della gestione dei rifiuti. Si tratta di un iniziativa assolutamente gratuita per ogni cittadino residente nel Comune di Campi Bisenzio che ne faccia richiesta. La segreteria degli Amici della Terra (telefono ), una volta ricevuta la richiesta del cittadino, provvede alla consegna della compostiera, che avviene mediante sottoscrizione di un contratto di comodato gratuito di assegnazione di un biocomposter; la segreteria dell associazione è a disposizione anche per consulenze telefoniche su eventuali problematiche che possono insorgere durante l avvio della pratica. Nell ambito di questa iniziativa infatti, è stato formato un gruppo di operatori che, a seguito di uno specifico corso di formazione, fornisce assistenza gratuita anche a domicilio agli utenti durante il processo di compostaggio, proprio al fine di garantirne una migliore conoscenza ed a- gevolarne il procedimento. L iniziativa è rivolta anche a tutte le scuole di ogni ordine e grado e in questo ambito gli Amici della Terra realizzano delle lezioni di educazione ambientale con gli alunni, per sensibilizzare i ragazzi, gli insegnanti e il personale della scuola, al tema del compostaggio. Anche in questo caso, ogni singola scuola interessata, per usufruire dell iniziativa, dovrà semplicemente contattare gli Amici della Terra allo e richiedere l intervento nel proprio istituto. Grazie al compostaggio domestico i cittadini, potranno affrontare una nuova sfida: differenziare meglio, per contribuire ulteriormente a ridurre il volume dei rifiuti prodotti. Il compostaggio è una pratica che permette di trasformare una buona parte dei rifiuti organici, (in genere, gli scarti di cucina, ma anche gli sfalci delle potature del giardino, ad esempio), in compost, una sostanza simile al terriccio che possiede buone qualità nutritive per le piante e che viene quindi riutilizzata come ammendante per il terreno. Sulla base di stime effettuate durante la fase preparatoria del progetto, si prevede che grazie a questa campagna sul compostaggio domestico saranno intercettate fra le 50 e le 100 tonnellate di rifiuto compostabile, che in questo modo non andrà a finire in discarica o in altre strutture di smaltimento ma, al contrario, diventerà un prodotto utilizzabile, consentendo oltretutto anche un considerevole risparmio economico per le spese di gestione che invece deriverebbero dalla raccolta, trasporto e smaltimento di questa quota di rifiuti. L associazione Amici della Terra di Firenze, ha sede in via della Bella 22, Firenze, telefono e- mail: Giuliana Merlani Vice Presidente Amici della Terra Campi Bisenzio Basta solo aver fede Questo slogan sintetizza efficacemente l idea che sta alla base del progetto Arteterapia della Delegazione Finisterre di Campi Bisenzio. Un iniziativa di volontariato culturale che vuole avvicinare e rendere fruibile i luoghi dell arte (musei e complessi monumentali) a coloro che ne sono abitualmente esclusi a causa di varie tipologie di handicap fisici e psichici. Nell ambito del progetto si darà vita a due momenti d azione distinti, ma coordinati. Nella prima fase i volontari dell associazione individueranno e realizzeranno nella Piana fiorentina una serie di itinerari di visita adatti a varie tipologie di handicap, al fine di permettere l accesso e la scoperta di vari luoghi d arte da parte dei disabili. Nella seconda parte del progetto, che avrà luogo presso il Museo d Arte Sacra di San Donnino, gli itinerari di visita saranno affiancati da un laboratorio creativo-manipolativo, così i fruitori delle visite artistiche diverranno essi stessi creatori d arte. La scelta del Museo d Arte Sacra di San Donnino come sede principale di questo progetto non è stata casuale, ma è nata dalla scoperta di questo piccolo museo ricco di preziose opere d arte inserite in una struttura a misura di disabile e priva di barriere architettoniche. Dopo molti tentativi alla ricerca di una nuova sede per gestire il Banco di Solidarietà della Pubblica Assistenza Il Luogo dei popoli, siamo finalmente approdati nel posto giusto, la Parrocchia di Capalle, o meglio, dei Santi Quirico e Giulitta. Qui sia il parroco, don Nicodemo Delli, sia i parrocchiani, hanno accolto con generosità questa nostra attività e pur avendo carenza di spazi per le attività parrocchiali, con amore fraterno ci hanno messo a disposizione dei locali adeguati, per darci la possibilità di aiutare tutte le persone che si trovano in un momento difficile della propria vita. Lo spazio che ci hanno concesso è in via Colonna 36, due stanze a piano terra che la parrocchia fin dai tempi passati aveva messo gratuitamente a disposizione delle famiglie bisognose e che oggi riattiviamo con la collaborazione fra la Pubblica Assistenza e la Caritas parrocchiale di Capalle. Grazie a questo gesto generoso continua a vivere Il Luogo dei popoli, dando gratuitamente a- limenti che provengono dal Banco di Solidarietà e vestiario offerto dalla popolazione. Questa attività, comunque, non deve essere fine a se stessa, e su questo sia Nadia Conti, presidente della Pubblica Assistenza di Campi Bisenzio, sia don Nicodemo parroco della parrocchia di Capalle, nonché io che vi scrivo, siamo pienamente d accordo. La nostra ambizione va ben oltre e abbiamo idee e progetti che speriamo di riuscire ad attuare in un prossimo futuro. Questi progetti potrebbero essere indirizzati a trovare soluzioni ai problemi dell abitazione e del lavoro e anche a dare un indirizzo su come e dove spendere i propri soldi nel quotidiano, ponendo attenzione non solo ai prodotti, ma soprattutto all etica che differenzia alcuni produttori e grandi distributori da altri: per noi l attenzione e il rispetto per l uomo viene prima di ogni altra considerazione economica e di profitto. Tutto questo gradiremmo condividerlo con circoli, associazioni, parrocchie ed altri organismi storici operanti nel nostro territorio, per avere l opportunità, insieme, di dare un aiuto concreto a chi ne ha veramente bisogno. Cogliamo anche l occasione per ricordare a tutti i cittadini di Campi che la parrocchia di Capalle e la Pubblica Assistenza raccolgono biancheria di tutti i generi, purché pulita e piegata. Enza, Giovanna e Paola, tre volontarie provenienti da varie località di Campi e alle quali questa i- niziativa deve molto, si occupano di selezionare la biancheria che viene poi rimessa in circolo. Certi della sensibilità del popolo di Campi, porgiamo i nostri più sentiti saluti aspettando un vostro contributo che va a beneficio di chi è meno fortunato di noi. La Bottega del Sole L ARTE DI TUTTI, PER TUTTI Renzo Tesi Da qualche mese la Pubblica Assistenza di Campi Bisenzio, con il patrocinio del Comune di Campi Bisenzio, ha aperto, in via Roma 2, la nuova sede della Bottega del Sole. Una bottega sui generis, dove trovano spazio il mercato equo e solidale, lo sportello per la cittadinanza attiva Nuove Radici e il centro di sostegno per il popolo Saharawi. La Bottega del Sole è aperta: lunedì e giovedì dalle ore 9 alle 13; martedì e venerdì dalle ore 9 alle 14; mercoledì dalle ore 9 alle 13 e dalle ore 21 alle 23 ed il sabato dalle ore 10 alle 13 e dalle ore 16 alle 20. Sette passi tra le trote L associazione culturale Intralcio Efficiente con il patrocinio del Comune di Campi Bisenzio presenta ogni sabato sera presso Lo Strano Bar di via Barberinese Sette passi tra le trote, spettacoli con cena a buffet. Serate di libera espressione dove artisti emergenti presentano i loro lavori. 16 aprile Bipolare o dell amare di e con Mariaserena Falagiani 23 aprile Oltre - primo studio testi a cura di Giacomo Fanfani, con Fabio Rubino e Daria Lauriola 30 aprile Improvvisamente - Atti o Scene in luogo pubblico a cura del Teatro D Almaviva. Prenotazione obbligatoria. Per informazioni e prenotazioni telefonare allo Strano Bar , oppure al (Roberta) o al (Valeria). Compilazione modelli fiscali Il Caaf Cisl informa che sono aperte le prenotazioni per la compilazione dei modelli fiscali: 730, Unico, Ici, Red Isee. Gli interessati possono rivolgersi al numero verde o al numero o passare direttamente alla sede Cisl di Campi Bisenzio in via Tintori 17 aperta dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle 12 e dalle 15 alle 18. Per quest anno il progetto Arteterapia sarà destinato solamente agli ospiti della RSA La Mimosa di Campi Bisenzio, agli utenti del Progetto Girasole e ai ragazzi disabili dell Associazione Un passo avanti di Campi. Ma speriamo che già il prossimo anno si potrà aprirlo anche ad altre realtà associative, per far questo però chiediamo l aiuto di tutti gli amanti dell arte e del bello affinché ci aiutino, come guide o accompagnatori volontari, a far scoprire a chi ne è da sempre escluso, il bello custodito nelle nostre città. Ma come sempre, per saperne di più, vi invitiamo a cliccare sul sito internet Innocenzo Pontillo Responsabile Delegazione Finisterre di Campi Bisenzio

15 15 IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI - I.C.I. Le aliquote per l anno 2005 Ecco le aliquote approvate dalla Giunta comunale con deliberazione 77 del 25 febbraio 2005, ai fini dell imposta comunale sugli immobili (Ici) per l anno in corso: a) un aliquota ordinaria pari al 6,9 per mille; b) un aliquota ridotta pari al 4,8 per mille in favore delle persone fisiche soggetti passivi e dei soci di cooperative edilizie a proprietà indivisa, residenti nel Comune, per le unità immobiliari direttamente adibite ad abitazione principale; c) un aliquota maggiorata pari al 9 per mille per gli alloggi non locati per i quali non risultino essere stati registrati contratti di locazione da almeno due anni, ai sensi dell art. 4 della Legge n. 431 del ; d) un aliquota del 7 per mille per le unità immobiliari ad uso abitativo tenute sfitte per l intero anno. Abitazione principale Si considera abitazione principale, con applicazione della detrazione di euro 109,00 quella dove il soggetto di imposta ed i suoi familiari hanno l abituale dimora (residenza) nei casi di: - abitazione di proprietà del soggetto passivo; - abitazione utilizzata dal socio assegnatario delle cooperative edilizie a proprietà indivisa; - alloggio regolarmente assegnato dall Azienda Territoriale Edilizia Residenziale; - abitazione concessa dal possessore, con scrittura privata, in uso gratuito ai suoi familiari (parenti ed affini entro il 3 grado) che ivi abbiano la residenza anagrafica (senza detrazione); - abitazione posseduta a titolo di proprietà o di usufrutto da soggetti in possesso dei requisiti per il ricovero nelle residenze sanitarie assistite ove abbiano anche acquisito la residenza, a condizione che la stessa non risulti locata. Detrazione per abitazione principale La detrazione relativa all abitazione principale è stabilita in euro 109,00 per tutti i contribuenti e viene suddivisa fra i vari comproprietari residenti in quote uguali. L ammontare della detrazione, se non trova totale capienza nell imposta dovuta per l abitazione principale, può essere computato, per la parte residua, sull imposta dovuta per le pertinenze. Maggiore detrazione per abitazione principale La maggiore detrazione di euro 258,23 anziché di euro 109,00 dell imposta dovuta per l abitazione principale, spetta a contribuenti residenti nel Comune di Campi Bisenzio con nucleo anagrafico: a) composto da unico/a occupante; b) composto da due a quattro persone, residenti nel Comune di Campi Bisenzio; c) composto da almeno cinque persone, residenti nel Comune di Campi Bisenzio; d) con persona riconosciuta handicappata ai sensi della Legge 104/1992; purché siano verificate contemporaneamente le seguenti condizioni (dal punto 1 al punto 4): 1) che l unità immobiliare adibita ad abitazione principale comprese le relative pertinenze sia l unico immobile per il quale il contribuente e/o gli altri componenti il nucleo familiare anagrafico sono soggetti passivi dell imposta comunale sugli immobili; 2) che l unità immobiliare per la quale si richiede la maggiore detrazione sia iscritta al catasto edilizio urbano nelle categorie da A/2 ad A/6; 3) che il nucleo familiare anagrafico sia l unico domiciliato presso l abitazione per la quale si richiede la maggiore detrazione; 4) che il reddito imponibile IRPEF dell anno 2004, (al lordo della no tax area) derivante esclusivamente da lavoro dipendente e/o da pensione, riferito al nucleo familiare anagrafico del contribuente sia inferiore ai valori della seguente tabella (per i casi a) b) e c): - una persona: euro 7.901,79 - da due a quattro persone: euro ,00 - cinque persone: euro ,15 e che il nucleo familiare non possieda redditi di altra natura superiori a euro 100,00 (con esclusione del reddito da fabbricato destinato ad abitazione principale e relative pertinenze); Nel caso contemplato dalla lettera d) i limiti di reddito della tabella sono: - una persona: euro ,65 - due persone: euro ,58 - tre persone: euro ,51 - quattro persone: euro ,44 - cinque persone: euro ,37 per ulteriori componenti si aggiungono 2.633,93 euro cadauno; Il beneficio è subordinato alla presentazione di apposita dichiarazione ai sensi dell articolo 46 del Dpr 445/2000, su moduli forniti dal Servizio Entrate, entro e non oltre il 30 giugno di ogni anno a pena di decadenza. Pertinenze Ai sensi del Regolamento comunale per l applicazione dell Imposta Comunale sugli Immobili, approvato con deliberazione del Consiglio comunale n. 218 del 14/12/1999 e successive modificazioni per pertinenze si intendono: il garage o box, la soffitta, la cantina, ubicate nello stesso edificio o complesso immobiliare nel quale è sita l abitazione principale o ad una distanza non superiore a 200 metri. Ai fini dell applicazione dell aliquota ridotta, sono considerate parti integranti dell abitazione principale le sue pertinenze, fino ad un massimo di due, ancorché iscritte in catasto, qualora vi sia identità tra il titolare dell abitazione principale e quello della pertinenza e l utilizzo avvenga da parte del proprietario o titolare del diritto reale di godimento. Abitazioni concesse in comodato gratuito a parenti ed affini Le abitazioni concesse dal possessore, con scrittura privata, in uso gratuito ai suoi familiari (parenti ed affini entro il 3 grado) che ivi abbiano la residenza anagrafica sono soggette all aliquota ridotta del 4,8 per mille senza detrazione. Tale beneficio è subordinato alla presentazione da parte del contribuente di idonea Comunicazione di variazione Ici, su moduli forniti dal Servizio Entrate entro 60 giorni dalla data in cui si verifica la situazione che dà diritto all applicazione dell aliquota ridotta. Chi avesse già presentato autocertificazione per usufruire del beneficio negli anni 2001, 2002, 2003, 2004 è esentato dal presentare la comunicazione fermo restando l obbligo di comunicarne il venire meno con le stesse modalità previste dall articolo 13 bis del Regolamento comunale Ici utilizzando il modulo di comunicazione di variazione I- ci. Abitazioni locate Le abitazioni locate con contratto registrato anche a soggetto che la utilizza come a- bitazione principale sono soggette all aliquota ordinaria del 6,9 per mille, ad eccezione delle seguenti ipotesi: - proprietari di unità immobiliari che concludono contratti di locazione con l Amministrazione comunale, secondo quanto previsto nella deliberazione del Consiglio comunale n. 224 del ; - proprietari di unità immobiliari che concludono contratti di locazione ai sensi dell articolo 2, c. 3, della L. 431/98, secondo quanto stabilito nell accordo sottoscritto il fra il Comune di Campi Bisenzio e altri Comuni, le Associazioni degli inquilini Conia, Sicet, Sunia, Unione Inquilini e le associazioni dei proprietari Appc, A- sppi, Confappi, Uppi, per i quali è prevista l applicazione dell aliquota ridotta del 4,8 C.C. I Gigli via San Quirico, 165 Campi Bisenzio telefono/fax aperto dal lunedì al sabato dalle ore 9 alle 22 e la prima domenica del mese per mille e la maggiore detrazione di euro 258,23, subordinata alla presentazione da parte del contribuente di idonea comunicazione di variazione Ici, su moduli forniti dal Servizio Entrate entro 60 giorni dalla data in cui si verifica la situazione che dà diritto all applicazione dell aliquota ridotta. Chi avesse già presentato autocertificazione per usufruire del beneficio negli anni 2001, 2002, 2003, 2004 è esentato dal presentare la comunicazione fermo restando l obbligo di comunicarne il venire meno con le stesse modalità previste dall articolo 13 bis del Regolamento comunale Ici utilizzando il modulo di idonea comunicazione di variazione Ici. Valore degli immobili per l Ici Ai fini del solo calcolo dell imposta comunale sugli immobili per l anno 2005 la rendita catastale dei fabbricati risultante in catasto al 1 gennaio 2005 deve essere aumentata del 5 per cento e moltiplicata per: se si tratta di fabbricati classificati nei gruppi catastali A (abitazioni), B (collegi, convitti, etc.) e C (magazzini, depositi, laboratori, etc.), con esclusione delle categorie A/10 e C/1; - 50 se si tratta di fabbricati classificati nel gruppo catastale D (opifici, alberghi, teatri, etc.) e nella categoria A/10 (uffici e studi privati); - 34 se si tratta di fabbricati classificati nella categoria C/1 (negozi e botteghe). Per i terreni agricoli il valore è costituito dal reddito dominicale iscritto in catasto al primo gennaio 2005, aumentato del 25 per cento e moltiplicato per 75. Per le aree fabbricabili il valore è costituito da quello venale in comune commercio determinato avendo riguardo alla zona territoriale di ubicazione, all indice di edificabilità, alla destinazione d uso consentita, agli oneri per eventuali lavori di adattamento del terreno necessari per la costruzione, ai prezzi medi rilevati sul mercato dalla vendita di aree aventi analoghe caratteristiche. Modalità di pagamento Il pagamento della prima rata, corrispondente al 50 per cento dell imposta dovuta calcolata sulla base dell aliquota e delle detrazioni dei dodici mesi dell anno precedente, deve essere effettuato dal 1 al 30 giugno 2005 su apposito c/c postale n intestato a Cerit spa - A.T.I. Gestor - Cerit Ici Campi Bisenzio, via Baracca 134, Firenze presso: - gli sportelli dell Ati Gestor-Cerit Spa - via Pier Paolo Pasolini 28, primo piano, orario lunedì, martedì e mercoledì dalle ore 8.30 alle ore 13, giovedì dalle ore alle 13 e dalle alle 18.15, venerdì dalle ore 8.30 alle ore 14, senza commissioni; - gli sportelli della Cassa di Risparmio di Firenze della Provincia di Firenze; - qualsiasi ufficio postale; - tramite internet sul sito con carta di credito. Ai contribuenti che hanno effettuato il pagamento dell imposta l anno precedente, il bollettino verrà recapitato direttamente a domicilio da parte di Cerit Spa. Il pagamento della seconda rata deve essere effettuato dal 1 al 20 dicembre, a saldo dell imposta dovuta per l intero anno, con e- ventuale conguaglio sulla prima rata. Servizio di precalcolo Ici - Dup A partire dal mese di maggio verrà esteso il servizio di precalcolo dell Ici dovuta per l anno 2005 attraverso l invio presso il domicilio del Documento Unico di Pagamento, il DUP contenente i dati relativi a- gli immobili e i bollettini compilati per il pagamento. Per informazioni rivolgersi al Numero Verde Comunicazione di variazione Ici A partire dall anno 2003, è introdotta la comunicazione di variazione Ici. Si ricorda che le variazioni della titolarità del diritto di proprietà o di diritti reali di godimento degli immobili per i quali è dovuta l imposta e tutte le variazioni che danno origine ad una diversa determinazione dell imposta devono essere comunicate - entro 60 giorni dall avvenuta variazione - sul modello predisposto dal Comune e messo a disposizione dei contribuenti presso il Servizio Entrate e sul sito Internet del Comune Si informano i contribuenti che: - la comunicazione di variazione deve essere presentata direttamente al Comune (in o- rario di sportello) presso il Servizio Entrate, che rilascerà ricevuta, presso l Ufficio Protocollo oppure inviata per posta mediante raccomandata senza ricevuta di ritorno. In caso di mancata sottoscrizione della comunicazione, il Comune inviterà l interessato a regolarizzarla, assegnandogli un termine non inferiore a quindici giorni. Se l interessato non provvederà a regolarizzarsi nel termine assegnatogli, l omissione della firma sarà soggetta ad applicazione di sanzione. Restano immutati i termini previsti per i casi di cui all articolo 10, comma 6 del D.Lgs n 504/1992 (immobili compresi nel fallimento o nella liquidazione coatta amministrativa). La comunicazione di variazione, in presenza di più contitolari soggetti passivi dell imposta, può essere presentata congiuntamente, purché riporti i dati relativi a tutti i contitolari. L omissione della comunicazione è punita con una sanzione di euro 154,00 per ciascuna unità immobiliare non dichiarata da ciascun soggetto passivo. Trascorsi i termini per la presentazione della comunicazione, il contribuente può regolarizzare la propria posizione, avvalendosi dell istituto del ravvedimento operoso, presentando la comunicazione entro il novantesimo giorno successivo alla scadenza dei termini sopra citati, provvedendo contestualmente al pagamento della sanzione prevista per l omissione, ridotta a un ottavo, allegando alla stessa copia della ricevuta di versamento. Sono esclusi dall obbligo della comunicazione gli immobili e- senti dall imposta ai sensi dell art. 7 del D.Lgs n 504/92. Per consultare le norme integrali relative alla Comunicazione di variazione Ici e per la modulistica rivolgersi allo sportello del Servizio Entrate, via Pier Paolo Pasolini 28 telefono o consultare il sito internet campi-bisenzio.fi.it/comune/servizi/tributi.htm CALZATURE E ABBIGLIAMENTO UOMO DONNA E BAMBINO

16 Questo è il titolo di un ciclo di incontri che l Amministrazione organizzerà durante quest anno: televisione, informazione, pubblicità, fonti energetiche, impatto ambientale, finanza etica sono i temi che saranno trattati nei prossimi appuntamenti. Venerdì 18 marzo nella sala Antonino Caponnetto di Villa Montalvo si è tenuto il primo incontro con la presenza del sindaco Fiorella Alunni e mia, che abbiamo introdotto i temi trattati da Alex Zanotelli, missionario comboniano, Francesco Gesualdi allievo di Don Milani e coordinatore del Centro nuovo modello di sviluppo di Vecchiano e Alessandro Santoro, prete impegnato alle Piagge. Un comportamento incontrollato verso il consumismo e verso lo sfruttamento delle risorse comporta dei rischi preoccupanti per tutti noi e mina il futuro delle prossime generazioni. In questo senso, l indirizzo delle Politiche culturali del Comune di Campi Bisenzio pone in campo scelte non facili perché si tratta di offrire insieme a spettacoli e forme di divertimento, anche occasioni di riflessione sul modo di esistere e di agire. Viviamo il tempo delle seduzioni di massa, siamo modellati secondo le esigenze di mercato, della concorrenza, manipolati dal potere di chi si impone attraverso i mezzi di comunicazioni di massa e la pubblicità. La politica può favorire in modo concreto una felice metamorfosi della società e incentivare un cambiamento più diffuso e radicale dei comportamenti individuali e avviare con coraggio un processo di gestione nuova del quotidiano. Nel campo del consumo critico e degli stili di vita sono stati fatti dei passi in avanti e i tempi sono maturi perché la politica si occupi insieme alla gestione del ter- 16 CALENZANO, CAMPI BISENZIO, SESTO FIORENTINO E SIGNA In costruzione la Città della Piana Presentato il Documento politico programmatico firmato dai quattro sindaci Ha preso avvio in Consiglio comunale la discussione sulla Città della Piana. Il tema in realtà non è nuovo e di questo argomento già si parla da tempo. Ma ora si i- nizia a fare sul serio. In occasione della seduta di fine marzo il Sindaco Fiorella A- lunni ha infatti presentato il Documento politico programmatico - firmato congiuntamente dai primi cittadini di Calenzano, Campi Bisenzio, Sesto Fiorentino e Signa - che accompagnerà la nascita di questa nuova entità sovracomunale, una volta approvato da tutti e quattro i Consigli delle rispettive amministrazioni. La Città della Piana - ha spiegato il sindaco Fiorella A- lunni che ha illustrato il progetto insieme al collega di Sesto Fiorentino Gianni Gianassi - è stata una intuizione avuta dai precedenti sindaci, a seguito di una ricerca compiuta dall Università di Firenze e che noi successori abbiamo rielaborato in base alle novità che nel frattempo si sono presentate. Si tratta di un organismo nel quale crediamo fortemente e che vuole non certo portare alla fusione dei quattro Comuni interessati ma alla loro unione in un ottica di squadra dove le diverse specificità e tradizioni vengono mantenute ma dove, al contempo, si uniscono le forze per affrontare La vita per la felicità è nel cambiamento problematiche che travalicano i confini municipali. E l esigenza di assicurare forme di governo del territorio più coese e più integrate non trova le sue motivazioni solo in ragioni contingenti quali la necessità di rilanciare la nostra economia ma anche dalla constatazione che ormai Calenzano, Campi Bisenzio, Sesto Fiorentino e Signa, con i loro circa 120 mila residenti complessivi, sono una grande e specifica realtà con una forte connotazione dal punto di vista produttivo, commerciale, manifatturiero, dei servizi e dove una vitale tradizione civica e associativa e una cultura politica orientata alla coesione sociale hanno potuto ben radicarsi e alimentare una comune disponibilità civile all inclusione e alla solidarietà, e sostenere politiche sociali di buona qualità. Pensiamo sia quindi giunto il momento - ha proseguito il sindaco - in cui i nostri quattro Comuni si diano una nuova soggettività istituzionale. Non per contare di più - ha voluto sottolineare Alunni - ma per contribuire meglio al futuro della metropoli fiorentina. Un punto, quest ultimo, che ha voluto fortemente ribadire anche il sindaco di Sesto Fiorentino. E una sperimentazione unica - ha affermato Gianassi - considerato il peso che i nostri Comuni hanno. Si tratta di fare sistema: stare insieme per poter governare meglio. Senza cancellare le identità; anzi, aggiungendone una in più, quella di cittadino della Piana. Già alcune tematiche, considerate punti di una a- genda necessaria, sono state inserite nel Documento politico programmatico della Città della Piana. Tra queste: sviluppo economico e servizi alle imprese, sicurezza e controllo del territorio, riassetto infrastrutturale e governo urbanistico, messa in valore della piana e delle sue risorse. E però necessario che prima i Consigli comunali diano mandato alle proprie amministrazione di redigere l atto costitutivo e lo Statuto. E questo avverrà solo con l approvazione del documento di cui, nella seduta di fine marzo, si è iniziato a discutere. Anche se la condivisione dei suoi principi è stata praticamente unanime. A partire da quella dello stesso presidente del Consiglio, Silvio Betti che ha aperto il dibattito auspicando che la Città della Piana rappresenti il primo passo verso la costituzione della Città Metropolitana. La posizione dei Verdi - ha affermato il capogruppo D Agati - è favorevole alla Città della Piana: non una nuova entità che contrappone i quattro comuni a Firenze, bensì una fucina di idee e proposte che danno risposte univoche e concrete al capoluogo. Nello specifico riteniamo che uno degli obiettivi primari debba essere quello di valorizzare o meglio realizzare il famoso Parco della Piana. Di fronte allo sviluppo urbanistico previsto da ogni Comune facente parte della Città della Piana, intervenire congiuntamente per realizzare questo parco, vuol dire mantenere quel livello accettabile della qualità della vita in questa nostra area. E per andare avanti verso la costruzione della Città della Piana si è ritorio o alla gestione delle risorse, anche del recupero di una capacità collettiva di vivere in modo più semplice e di un sentimento che porti alla consapevolezza delle responsabilità individuali dei nostri atti nei confronti del benessere collettivo e dell ambiente. Credo che non sia un idea eretica o utopistica mettere in discussione un economia di mercato selvaggia, insostenibile per l ambiente e per la dignità dell uomo, penso alle condizioni di lavoro di molte persone e bambini, è inaccettabile che per avere un prezzo basso si debba ricorrere a forme di schiavitù. Ci sono idee e proposte alternative che intendono promuovere in modo concreto un mondo diverso e possibile, a partire dalle nostre a- zioni quotidiane. Equità, solidarietà e sobrietà, per qualcuno solo la pronuncia di queste parole fa pensare a privazioni o sofferenze, invece è uno stile di vita che riesce a distinguere i bisogni reali e quelli imposti, quindi ogni volta che compriamo qualcosa bisogna chiedersi se soddisfiamo un bisogno vero o un bisogno indotto dalla pubblicità o altre forme di condizionamento. Si dovrebbe avere un approccio ai consumi da persone libere, così (forse) ci si renderebbe conto che il benessere si raggiunge solo in minima parte con il possesso dei beni. Le tre parole possono suscitare, in molte persone, qualche sorrisino o espressioni che significano non c è verso vivere con questi valori. Vorrei invece dire che ci deve essere il verso, se non vogliamo accettare passivamente la degenerazione del nostro futuro. Pietro Mugione Assessore alle Politiche culturali espresso anche il capogruppo dei Comunisti Italiani, Iantorno che ha sottolineato l importanza di mettere insieme le varie forze. Così come il capogruppo di Forza I- talia. E un percorso stimolante - ha affermato Falsetti - che ci può portare ad una e- sperienza nuova. Questa dovrà essere verificata sul campo, ma al momento siamo disposti ad accettare questa sfida che vuole mettere i quattro Comuni in condizione di essere portatori di energie e di risorse. Non dobbiamo più sentirci solo soccorritori di Firenze. La condivisione del documento è arrivata anche dal capogruppo di An anche se Giovannoni ha tenuto a evidenziare i tanti anni di cui si parla di questo argomento e che hanno portato per ora solo ad una lettera di intenti. Cerchiamo di non a- spettarne altri quattro - ha comunque aggiunto Giovannoni - per dare gambe a questo organismo. Altrimenti dovremo rivedere tutto il documento. La Città della Piana è importante. Anche per contare di più e stimolare l arrivo di investitori. E che sia il momento di concretizzare definitivamente le idee lo ha sottolineato anche la capogruppo di Uniti per Campi - Cdu. Finalmente abbiamo una bozza sulla quale iniziare a lavorare - ha affermato Bresci -. Il momento tanto atteso è arrivato. Cerchiamo ora di partire al più presto dando priorità alla realizzazione delle infrastrutture interne alla Città della Piana. Più cauta nelle proprie dichiarazioni la capogruppo di Rifondazione Comunista, Frati che ha sottolineato la necessità di attivare fin da subito un confronto alla pari con le minoranze per evitare di dare vita, soprattutto nella prima fase, ad una carrozza in cui la risoluzione di problematiche importanti quali quelle dei rifiuti, dei trasporti, della viabilità e dei servizi non trovano poi alla fine la necessaria concretezza. Come Ds siamo convinti dell importanza di garantire la presenza delle minoranze all interno del nuovo Consiglio della Città della Piana - ha affermato Bartolini -. Si tratta di un nuovo livello di governo nel quale crediamo fortemente e ribadisce la tradizione toscana della concertazione. Molti passi sono stati compiuti insieme negli ultimi anni dai quattro Comuni il cui territorio rappresenta il punto dove si sta spostando il cuore di Firenze. Ora si tratta di proseguire in questa direzione dandoci una veste istituzionale. Non per chiuderci ma per essere più forti, nell interesse di tutta l area metropolitana. E tutte le azioni già condotte unitariamente dai quattro Comuni sono state illustrate dall assessore della Margherita allo Sviluppo Economico, Salvi che ha ripercorso le tappe che hanno portato le diverse Amministrazioni a voler unire le proprie forze. Sono state già numerose - ha affermato Salvi - le proficue collaborazioni tra i nostri Comuni per affrontare con successo specifiche esigenze di buon governo. A partire dalla prima attivazione degli Sportelli Unici per le Attività Produttive. Tanta strada è stata fatta insieme negli ultimi anni. Penso alle cosiddette aree di confine, alla gestione dei servizi socio-sanitari prima della messa in opera della Società della Salute per l intera metropoli fiorentina, agli interventi per il riassetto idraulico e ambientale o alla collaborazione, anche con altri Comuni, per la gestione dei servizi dell acqua, del gas, dei rifiuti urbani. Ma non c è dubbio che in una fase particolarmente delicata e sfidante per la nostra economia locale le Amministrazioni municipali debbano compiere un deciso salto di qualità nella loro capacità di governo, di programmazione e di gestione. Su diversi fronti anche se alcune idee sono già state messe sul tavolo di discussione come il lavorare insieme fin da subito sulla formazione e l orientamento, sulla ricerca e l innovazione, sulla responsabilità sociale delle imprese. La prima fase di discussione è quindi partita. Maria Luisa Dipalo

17 17 CODICE REGIONALE DEL COMMERCIO L unione fa la forza Nato da un lungo confronto con enti locali, associazioni di categoria, sindacati, associazioni dei consumatori di Alberto Fiorini Si tratta di una vera e propria rivoluzione per mettere al passo le leggi con i tempi che cambiano. E siamo stati la prima regione i- taliana a metterla in pratica. E il nuovo codice regionale del commercio, uno dei settori strategici per la nostra economia. Un settore radicato nel territorio con una fisionomia particolare, fatta di piccole e piccolissime imprese distribuite fra centri storici, periferie, campagne e piccoli comuni. Una rete dinamica e variegata, che con esercizi e mila addetti, pone la Toscana come la regione con la maggiore densità di unità locali ogni mille abitanti su tutto il territorio nazionale. Nato da un lungo confronto con enti locali, associazioni di categoria, sindacati, associazioni dei consumatori, questo nuovo codice del commercio costituisce una novità nel panorama legislativo nazionale e regionale. Sul piano nazionale il codice toscano è il primo caso di utilizzazione, da parte di una regione, delle competenze legislative e- sclusive, assegnate dalla riforma Bersani del commercio e dal nuovo titolo V della Costituzione. Sul piano regionale, cancellando 7 leggi, di cui 4 regionali e 3 statali, il nuovo testo opera un opera di semplificazione. Un centinaio di articoli, cui seguiranno regolamento ed altri strumenti attuativi, per razionalizzare ed integrare le norme che interessano circa 120 mila imprese e quasi 300 mila addetti, più impianti di distribuzione di carburanti, l intero ventaglio delle attività distributive toscane. Il nuovo testo regolamenta commercio al dettaglio ed ingrosso, edicole e vendite di giornali, commercio ambulante, bar e ristoranti, distributori di carburanti, forme speciali di commercio al dettaglio (vendite per corrispondenza, distributori automatici, vendite on line). Tra le principali novità l addio alla distinzione amministrativa tra bar e ristorante: adesso ci sarà una licenza unica, il Comune stabilirà quante rilasciarne, poi sarà il singolo gestore che deciderà se fare bar o ristorante avendone i requisiti sanitari. Il codice regionale è una miniera di novità: via i limiti alla vendita dei giornali, che si potranno comprare anche in libreria, al ristorante ed al bar. Ed a due giorni di distanza dall approvazione del nuovo codice regionale del commercio, con una tempistica eccezionale i Comuni di Calenzano, Campi Bisenzio, Sesto Fiorentino e Signa, hanno organizzato, in collaborazione con Confesercenti e Confcommercio un convegno, ospitato in sala Antonino Caponnetto di Villa Montalvo a Campi Bisenzio, dal titolo Esercizi di somministrazione: le novità del nuovo codice del commercio. Un appuntamento che è stato molto partecipato. Il primo in assoluto sull argomento, dove molti esercenti delle quattro municipalità interessate hanno potuto prima ascoltare gli aspetti innovativi più propriamente tecnici del nuovo codice che li riguarda più da vicino e poi nella seconda parte del convegno porre quesiti su determinati temi. Un appuntamento molto importante per un duplice motivo: da un lato per il gran tempismo dimostrato nell affrontare la materia a sole 48 ore dall approvazione del nuovo codice regionale; dall altro perché interpretare ed applicare in modo unitario le nuove leggi in materia rappresenta uno dei primi tasselli su cui costruire la Città della Piana, che esce sempre più - ha ricordato l assessore allo Sviluppo economico del Comune di Campi Bisenzio Stefano Salvi - dal libro dei sogni, per affermarsi come nuovo sistema di costruzione di risposte coordinate. Un cammino su cui potranno inserirsi in futuro anche altri rilevanti argomenti. I quattro Comuni non sono nuovi a progetti condivisi. Hanno già infatti messo in atto un ordinanza congiunta, in vigore dallo scorso dicembre e relativa agli esercizi commerciali o assimilati (bar, ristoranti, discoteche, sale giochi, impianti di carburante, barbieri, acconciatori ed estetisti), per quello che riguarda gli orari di apertura e chiusura degli stessi. Le attività di pubblico esercizio sono molto cambiate nel corso degli ultimi anni, così come sono mutate le esigenze dei singoli imprenditori. La tipologia unica per gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande anche alcoliche ma anche la comparsa della Dia, dichiarazione d inizio attività, sono stati tra i temi che hanno raccolto maggiore attenzione da parte della platea. Nel corso del convegno, è stato anche ricordato come adesso i Comuni, responsabili per la programmazione dei piani, dovranno prestare estrema attenzione alla materia. In particolare per quanto riguarda la possibilità, con un unica licenza, di svolgre l attività sia di bar che di ristorante, il venir meno del requisito della sorvegliabilità per le attività di somministrazione, senza perdere di vista l obiettivo di migliorare e qualificare l offerta di servizi ai cittadini. E sin da subito, da parte dell assessore Salvi è stata lanciata la proposta di un tavolo di concertazione con l Anci regionale, per stabilire in maniera precisa ed univoca, i parametri numerici per la programmazione dei pubblici esercizi da effettuare sui territori comunali dell area, definendo nel contempo standard di qualità proprio per ciò che concerne la programmazione. Per il settore dei bar, ristoranti e circoli, importanti novità anche per quanto riguarda l installazione dei cosiddetti giochi leciti, argomento sul quale i quattro Comuni in questione hanno già un identica ordinanza che regolamenta tali attività. ARRIVA LA TARIFFA CHE SOSTITUISCE LA TARSU Con l anno 2005 anche a Campi Bisenzio parte l applicazione della TIA, Tariffa di Igiene Ambientale, che sostituisce la Tarsu la tassa sui rifiuti solidi urbani. In seguito alle direttive europee e in applicazione del Decreto Ronchi e del DPR 158/99, il Comune di Campi Bisenzio, in collaborazione con il gestore dei servizi ambientali Quadrifoglio Spa, ha definito i nuovi parametri per il calcolo dell importo della nuova Tariffa. Con l introduzione della TIA, così come prevede la normativa, si coprirà integralmente il costo dei servizi di igiene urbana e ambientale, tenendo conto dell inflazione nonché del recupero di efficienza stabilito dal Comune nei confronti del gestore. Inoltre, l introduzione della tariffa, ha modificato le caratteristiche per il calcolo delle singole quote, in modo più bilanciato e responsabile. Non più legate alla sola superficie degli immobili, ma soprattutto legate al numero di persone che compongono il nucleo familiare (utenza domestica) o al tipo di attività svolta (utenza non domestica). Le due categorie che compongono la tariffa sono: - la parte fissa, relativa agli investimenti aziendali, ai costi di spazzamento e lavaggio e ai costi fissi necessari nell espletamento del servizio; - la parte variabile, relativa alla quantità dei rifiuti prodotti, alle diverse condizioni del servizio fornito e all entità dei costi di gestione e dello smaltimento. Quadrifoglio Spa metterà a disposizione i seguenti uffici TIA: - Comune di Campi Bisenzio presso il Servizio Entrate via Pier Paolo Pasolini n. 28, aperto dal 20 aprile il mercoledì dalle ore 8.30 alle ore Quadrifoglio Spa, via Bibbiena 41, Firenze aperto dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 14 e dalle alle Comune di Calenzano aperto il mercoledì dalle ore 8.30 alle 13 - Comune di Signa aperto il venerdì dalle ore 8 alle Per il primo anno di applicazione della tariffa, tutte le comunicazioni relative a variazioni, cessazioni e nuove iscrizioni sono prorogate al 30 giugno. La modulistica per le variazioni sarà disponibile presso gli uffici TIA sopra indicati ed è scaricabile dal sito Per il primo anno è prevista l emissione di una fattura in acconto entro il mese di luglio Inoltre, per tutte le informazioni e chiarimenti Quadrifoglio ha istituito un apposito Numero Verde, l , attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 16. Corso sulle comunicazioni sociali Il prossimo autunno verrà inaugurato il Cinema Moderno completamente restaurato. Per tutti coloro che sono interessati a diventarne futuri operatori o più in generale sono interessati alla comunicazione sociale, la parrocchia di Santa Maria organizza per giovedì 14 aprile alle ore nel teatro parrocchiale di via Spartaco Lavagnini 26/a un incontro sul tema Gli scenari della comunicazione sociale tra rischi e possibilità. Durante la serata verrà presentato il Corso sulle comunicazioni sociali, che inizierà venerdì 22 aprile e si articolerà in 5 incontri nei venerdì successivi trattando tutti gli aspetti relativi a radio, teatro, televisione e cinema. Oltre a queste tematiche gli incontri saranno occasione di formazione specifica anche su che cosa è una Sala di comunità, le sue potenzialità, le persone e le iniziative. Il corso sarà curato da don Angelo Sceppacerca, direttore dell Ufficio Comunicazioni sociali di Firenze con la collaborazione di don Francesco Guglietta. L otto marzo in occasione della Festa della donna, il Sindaco e la Giunta hanno trasmesso a 279 cittadine ultranovantenni ed alle 37 ospiti della Residenza Sanitaria Assistita La Mimosa di Capalle, un mazzolino di mimosa accompagnato da un biglietto d auguri. Alle ospiti della RSA i mazzolini sono stati consegnati direttamente dal Sindaco Fiorella Alunni. Gita a Calci Domenica 17 aprile il Gruppo Famiglie della parrocchia di Santa Maria propone una gita alla Certosa di Calci in provincia di Pisa. Il programma prevede la partenza in pullman alle o- re 8.45 da Santa Maria, una visita guidata, alle ore al Museo Artistico ed il pomeriggio una visita al Museo Naturalistico. Alle ore 16 Santa Messa. Pranzo a sacco. Per iscriversi, Circolo Mcl Santa Maria via Spartaco Lavagnini 26/a. Cena per i figuranti Lunedì 18 aprile alle ore presso la Parrocchia di San Lorenzo cena per i figuranti, il coro ed i collaboratori della Rievocazione della Passione. Il mondo del lavoro Martedì 19 aprile alle ore presso la Parrocchia di Santa Maria, all interno della campagna Gioc, si svolgerà un incontro con il gruppo Il mondo del lavoro sul tema Euro, giovani e consumi.

18 di Andrea Bianchini* Camillo era un uomo di mezza età che, durante tutta la vita, aveva esercitato la professione di commerciante, per così dire, all ingrosso, di vini, olio, granaglie ecc. che egli acquistava presso le diverse fattorie e poi rivendeva ai dettaglianti. Nella sua storia personale c era stato un unico grande a- more, Ersilia, che gli era stata precocemente strappata dalla tisi lasciandogli, oltre ad un dolore incancellabile e ad un rimpianto i- nesausto che tornava a galla in ogni momento della sua esistenza sottile e perfido come una vipera che si annidi tra l erba, un unico figlio, consolazione e fine ultimo del suo vivere. Egli, tutto dedito a crescere la sua creatura facendole in una da padre e da madre, aveva diviso il suo tempo tra il lavoro ed il figlio e, a causa della missione che si era imposto, non aveva neppure lontanamente pensato a risposarsi. Però, come accade di solito, quando quel figlio, tanto amato ed accudito e che egli aveva presto avviato agli studi, ebbe raggiunto l età a- dulta, si staccò da lui formandosi una famiglia propria con la quale era andato ad abitare addirittura a Roma dove esercitava la professione di architetto. Così a Camillo, a parte qualche amico, era restato un unico parente, una vecchia zia, d età indefinibile ma più vicina ai cento anni che agli ottanta, che aveva sempre abitato da sola in una grande casa al centro del paese con la quale era andato a vivere da quando, per aiutare il figlio nelle molte spese conseguenti al trasferimento a Roma e all avvio della professione, aveva venduto la propria dimora. Del resto, non che Camillo stesse molto a casa. A causa della sua professione egli era solito girare in lungo e in largo la Toscana per vendere e comprare, per accaparrarsi i prodotti migliori, prima dei suoi concorrenti, in particolare il prezioso nettare di Bacco delle fattorie del Chianti e del Senese e per rifornire i suoi clienti abituali sparsi per cento paesi e villaggi. Spesso e- gli tornava tardi, stanco da una lunga giornata di peregrinazioni, buttava giù un boccone assatanato, si concedeva un bicchiere di vino e una tirata di pipa, poi andava a letto per levarsi il dì seguente al canto del gallo e ripartire. Con queste premesse era ovvio che il nostro sapesse ben poco della conduzione della casa anzi non si era neppure accorto di avere un altro coinquilino, un soriano tigrato appellato Trottolino, vispo e in biblioteca 18 Un eredità inconsueta ma utile scattante come una lucertola a primavera. Dopo qualche tempo, sul finire di un estate torrida, accadde che la zia fu chiamata a render conto della sua lunga vita. A quel punto Camillo ebbe la sorpresa di ritrovarsi, per espressa volontà della anziana signora regolarmente depositata presso un azzeccagarbugli di Firenze, padrone della casa e tutore di Trottolino a cui avrebbe dovuto, pena la decadenza dal godimento del legato principale, accudire fino a che il micio fosse vissuto. Se Camillo avesse a- vuto il solo dovere di dare da mangiare e da bere a Trottolino la cosa sarebbe stata molto semplice. Il guaio era che la bestiola, avvezza alle continue moine della sua padrona, quando rimaneva da sola nella grande casa perché il nuovo padrone usciva per andare al lavoro, iniziava a miagolare disperata come se stesse subendo chissà quali angherie e andava avanti così fino a che l altro non tornava. E vero che il gatto, come fanno quelli della sua specie, girovagava nei dintorni ma, appena imbruniva, tornava regolarmente a casa, si piazzava in attesa sull uscio e prendeva a lamentarsi. Vi lascio immaginare le contumelie dei vicini, le minacce di querela per disturbo della pubblica quiete e maltrattamento degli animali, quando questa storia cominciò ad andare avanti per settimane. Non sapendo come uscire dall impiccio e non volendo far del male alla bestiola, il nostro si rivolse a quello stesso leguleio che, in teoria, avrebbe dovuto tutelare gli interessi di Trottolino. Questi gli suggerì, papale papale, di portare il gatto lontano da casa in modo che non riuscisse a ritornare. In questo modo, concluse il giureconsulto, non avete materialmente soppresso la bestia ma, venendo meno, per cause del tutto naturali, il vincolo posto dal testante, potrete godervi l eredità senza i fastidi attuali. State tranquillo! E un bel soriano! Troverà di sicuro chi si occuperà di lui. A dirla tutta, al nostro dispiaceva dar retta all avvocato perché, alla fin fine, si era affezionato al micetto, ma, dopo alquanti tentennamenti e dopo l ennesima discussione con i vicini, non vedendo altra via per uscire dal garbuglio, Camillo portò Trottolino alla periferia del paese e lo lasciò in un bel giardino tornando poi al suo sempiterno peregrinare. Quando, a notte, rientrò a casa tutto si aspettava meno che trovare il gatto tranquillamente sdraiato sullo scalino dell uscio e dedito alle sue usuali lamentazioni. Altri tentativi, perpetrati nelle settimane successive, in posti diversi e più lontani diedero un identico e sconfortante risultato. Trottolino sembrava ritrovare la strada di casa meglio che se fosse stato dotato di u- na mappa del territorio. Così, una domenica sera, mentre cenava all osteria con alcuni amici Camillo mise a parte costoro delle sue ambasce, del consiglio del legale e dei tentativi fatti per liberarsi del micio. Gli altri, udita la storia, si smascellarono dalle risa! L unico che gli diede un suggerimento valido fu Fiammifero, un segaligno allampanato di pelo rosso che faceva lo scrivano dal notaio del paese e per questo motivo passava per uno che avesse il cervello sveglio, non senza avergli fatto scontare anticipatamente il disinteressato consiglio con una sequela di motteggi e di canzonature. Visto che domani vai in centro a Prato da quel cliente che ti ho procurato, gli disse, portalo con te! Vedrai che da Prato non torna! Se la cosa va bene, continuò poi sfruttando l occasione da quel volpino che era, domenica paghi la bevuta a tutti noi! E tese la mano per suggellare il patto con u- na stretta all uso dei commercianti di una volta. Passò la settimana! La domenica successiva il gruppo degli amici, Fiammifero in testa, si trovò all osteria in attesa dell arrivo di Camillo già pregustando la bevuta gratis. Quando il nostro eroe entrò nel locale fu accolto dai buontemponi che, intra fine fatta, gli chiesero se fosse riuscito nell impresa di liberarsi del soriano. L altro, appoggiatosi con la schiena al banco da mescita per avere di fronte tutti gli astanti, sospirò profondamente, volse gli occhi al cielo ed esclamò a voce alta perché lo sentissero tutti: State buoni! Per fortuna che a- vevo portato il gatto! Se no ero ancora a Prato a cercar la strada per venir via! A u- na siffatta sortita tutti i presenti scoppiarono in una sonora risata resa ancor più squillante ed allegra dal fatto che Camillo avesse ordinato da bere per tutti. Dopo quanto narrato non è dato sapere cosa sia accaduto di Trottolino. La morale che possiamo estrapolare da questo apologo è che, considerato che non tutti possiedono una bestiola con le qualità del nostro soriano, prima di fare un viaggio, anche in posti vicini, è consigliabile munirsi di una guida con relativa cartina, magari prendendola in prestito in biblioteca tra quelle collocate nella sezione Viaggi e Turismo (contrassegnate dalla sigla G TUR). *biblotecario LE DOMANDE POSTE ALLA BIBLIOTECA Quanti libri per volta posso prendere in prestito? Non c è un limite al numero di libri che si possono prendere in prestito. Il limite per i libri da prendere in prestito è solo di tempo, ovvero un mese, e quindi il consiglio è quello di prendere in prestito i libri che si pensa di poter leggere entro questa scadenza. Come si fa a iscriversi al servizio di prestito? Si paga qualcosa? Per iscriversi basta presentarsi in biblioteca e fornire al personale addetto all accoglienza degli utenti i propri dati anagrafici, poi occorre firmare un modulo che autorizza la biblioteca all utilizzazione di tali dati per le attività relative al funzionamento del servizio. Per i minorenni è necessaria la firma di un autorizzazione da parte di un genitore. Al momento dell iscrizione viene fornita a ogni utente una tessera personale, necessaria per avvalersi del servizio di prestito. Il servizio è gratuito. Come posso ricevere a casa informazioni sulle attività proposte dalla biblioteca? O leggendo DiSegno Comune o iscrivendosi alla news. Chiunque può indirizzare le proprie domande alla biblioteca, scrivendo a EVENTI Venerdì 29 aprile ore sala Nesti Lorenzo Milani: gli anni del privilegio Pier Francesco Listri presenta il libro di Fabrizio Borghini Lorenzo Milani: gli anni del privilegio (Jaca Book, 2004). L iniziativa è a cura dell Associazione Campi per Campi. Interverrano: Don Cubattoli, Carlo Monni. L attore Alessandro Calonaci leggerà le lettere di Don Milani. Parteciperanno il sindaco Fiorella Alunni, il presidente di Campi per Campi Renzo Bernardi e il direttore della biblioteca di Villa Montalvo Andrea Bianchini. Sabato 7 maggio ore 10 sala Nesti Che cos è l affidamento familiare? L affido familiare è una forma di solidarietà fra le famiglie e ha lo scopo di tutelare il diritto del minore a una famiglia. E un aiuto per i bambini appartenenti a famiglie che vivono situazioni di difficoltà. Ne parleremo in biblioteca attraverso anche storie che raccontano di bambini che aspettano qualcuno che venga a prenderli per accudirli e amarli. Una nuova famiglia, una mamma e un babbo in prestito. Racconteremo storie di bambini con grandi valigie, piene di oggetti, desideri, paure e le domande fatte ai grandi che li curano e li sorvegliano. Sabato 14 maggio ore parcheggio Villa Rucellai Presentazione del Bibliobus Un nuovo servizio incontra il suo pubblico. Da maggio a ottobre circolerà anche a Campi Bisenzio il Bibliobus. Allacciamo le cinture per ascoltare letture molto animate e visitare la nostra nuova biblioteca viaggiante. Sabato 21 maggio ore Biblioteca di Villa Montalvo Festa della lettura Letture animate, nuove proposte bibliografiche per bambini e ragazzi, visite alla biblioteca e buffet. La biblioteca di Villa Montalvo propone una giornata di festa per promuovere la lettura e far conoscere i propri servizi. Il programma dettagliato delle iniziative sarà consultabile in MONTALVONEWS la Newsletter della biblioteca La biblioteca di Villa Montalvo offre un servizio mensile di informazione per tutti coloro che non intendono perdersi gli eventi in programma, le novità e le proposte di lettura. Chi è interessato a ricevere la newsletter direttamente nella propria casella di posta elettronica potrà comunicare il suo indirizzo al personale dell accoglienza oppure iscriversi personalmente dal sito Internet nella pagina Montalvonews. In questa parte del sito è possibile accedere anche all archivio dei mesi precedenti, utile anche semplicemente per conoscere le interessanti bibliografie proposte dalla biblioteca.

19 BIBLIOTECA DI VILLA MONTALVO Biblioteca comunale Biblioteca Gianni Rodari Archivio storico Via di Limite Campi Bisenzio (FI) Tel Fax Sito web: Orario: lunedì-venerdì 9-19 sabato DOVE COMINCIA IL SENTIERO DEI PICCOLI LETTORI Lo spazio bambini della biblioteca Se sei piccolissimo e vieni alla biblioteca di Villa Montalvo non ti devi scoraggiare. Quando entri, infatti, tutto sembra molto grande ma tu, fiducioso, cammina cammina, lungo la sala d ingresso e attraverso la vecchia tinaia e vedrai che arrivi in una sala e poi in un altra, dove passerai in un tunnel pieno di libri e di storie. Continua ancora e, in fondo in fondo, proprio nell ultima stanza, se sei un bambino curioso che ancora non sa leggere, sei arrivato nel posto che fa per te. L ultima sala della biblioteca è infatti quella dedicata ai più piccoli. Qui c è una foresta di legno colorato alle pareti, nuvole di stoffa come soffitto perché tu possa sentirti a tuo agio in un posto a misura per te e bassi gradini coperti di moquette su cui sederti, sdraiarti, accoccolarti con sorelle e fratelli più grandi e più piccoli, con nonni o genitori, maestre o baby sitter, per scoprire con calma alcuni dei tantissimi libri che si trovano sui bassi ripiani o dentro le scatole di legno che vedi intorno. Se pensi che un libro sia fatto soltanto di carta e che dentro ci siano soltanto tante parole e qualche disegno devi proprio andare nello spazio bambini della biblioteca per ricrederti. Nelle scatole puoi frugare infatti tra papere di stoffa e di plastica, libricuscino che raccontano solo ninne nanne, borsette che contengono altri libri, scenari e pupazzi con cui giocare, bamboline e topi di pezza con lo zainetto in spalla che nascondono ciascuno una storia da leggere, libri con le zampe e con le orecchie Ci sono libri di legno e di gomma piuma, ma anche libri galleggianti, libri con ventose da attaccare ai bordi della vasca quando fai il bagno, libri con pezzi da staccare e con cui giocare rimettendoli al posto giusto. Se cerchi nelle scatole di legno su ruote trovi anche libri sonori, dove schiacciando un pulsante ascolti una musica, e libri a forma di casa o di castello che, una volta aperti, ti mostrano le loro meravigliose sale. E poi, ancora, libri con pagine trasparenti, libri da attaccare al passeggino, libri con la testa, libri con la casa, libri con le a- li Puoi guardarli, toccarli, farteli leggere, annusarli, smontarli e rimontarli. Basta che tu non li faccia a pezzetti, che non li mangi e che non ti ci pulisca le manine unte di schiacciata. Poi, pensa un po, non devi neanche rimetterli al loro posto dopo averli guardati. Basta che tu li lasci su un tavolo e poi ci pensano le persone che lavorano nella biblioteca. Che te ne pare? Non ti sembra il caso di andare di persona ad esplorare il sentiero dei piccoli lettori della biblioteca di Villa Montalvo? Antonella Lamberti La scuola in biblioteca Una sera a cena vostro figlio vi racconta che è stato in biblioteca con la scuola, che gli è pure piaciuto, e che vorrebbe tornare a prendere uno di quei libri che gli hanno letto. Non temete, non vi sta raccontando balle e neanche prendendo in giro. E, i- noltre, se l insegnante vi invita a tornare in biblioteca per prendere in prestito un libro (magari quello che parla del condominio degli insetti con uno scarafaggio come capocondominio ) non temete: non ha perso la testa e non vuole assolutamente prendersi gioco di voi. Semplicemente oggi vostro figlio ha partecipato a un incontro in biblioteca insieme alla sua classe e all insegnante e ha scoperto dei libri che possono piacergli. Perché? Ma come, vi domanderete! Non vuole mai leggere niente: che cosa è successo? Gli abbiamo letto libri per bambini, scelti fra i più recenti e piacevoli, che propongono storie di maghi, streghe, fate, folletti, e- venti misteriosi, incantesimi d ogni genere; storie umoristiche, fantastiche, avventurose, raccontate da autori italiani e stranieri; personaggi scatenati, spassosissimi. Storie dedicate ai ragazzi più grandi che offrono intrecci avvincenti e grandi emozioni. Romanzi e racconti che affrontano temi come la difficoltà di crescere, i rapporti con gli adulti, l amicizia, il rispetto per l ambiente, la pace e la guerra, la convivenza tra razze e culture. Questi sono alcuni dei temi dei libri che vengono letti e presentati ai bambini, ai ragazzi e ai loro insegnanti durante gli incontri programmati dalla biblioteca per la scuola. Una carrellata di titoli che, per il loro valore letterario o per la capacità di rivelare e approfondire i sentimenti e i pensieri dei giovanissimi, possono interessare e divertire anche il lettore adulto. Si tratta di un progetto di promozione della lettura rivolto ai bambini in età prescolare e agli alunni della scuola dell obbligo (informazioni sulla pagina Attività promozionali del sito Attraverso questa attività la biblioteca si propone di consolidare l abitudine e la scoperta del piacere di leggere. Come leggiamo? Ad alta voce, naturalmente per catturare l attenzione della classe, per il gusto di ascoltare una storia tutti insieme, con semplici strategie: brevi pause, ammiccamenti, espressioni del viso o gesti delle mani, dando espressività con l intonazione (toni bassi o alti, sottovoce e più forte) con un ritmo di lettura che cambia (più rapido o più lento), per restituire alla lettura il senso della condivisione e della socializzazione, perché i bambini amano sentir leggere o raccontare una storia, e perché è formativo. Barbara Confortini in biblioteca Due domande all assessore Pietro Mugione PER COMUNICARE CON LA BIBLIOTECA Da maggio un Bibliobus circolerà a Campi Bisenzio! Sappiamo che il servizio nasce dalla collaborazione tra la biblioteca di Villa Montalvo e la biblioteca pubblica Ernesto Ragionieri di Sesto Fiorentino (SestoIdee). Vuole parlarcene? Da metà maggio partirà un nuovo servizio della biblioteca di Villa Montalvo: sono previste anche a Campi Bisenzio fermate del Bibliobus allestito dalla biblioteca di Sesto Fiorentino. Si tratta di un vecchio autobus dell Ataf che nel 2002 è stato completamente arredato con scaffali, piani di appoggio e sedute e adattato a biblioteca viaggiante. L esterno è decorato con graffiti metropolitani. Attualmente il Bibliobus contiene libri per ragazzi ma è in corso, grazie alla partecipazione della biblioteca di Villa Montalvo al progetto, l allestimento anche di un fondo librario per adulti. L obiettivo di questa nuova iniziativa è quello di portare un fondo librario viaggiante nelle frazioni più distanti dalla biblioteca e abbiamo scelto quelle realtà che hanno registrato una più bassa frequenza della struttura comunale di Villa Montalvo. Come funzionerà il servizio? Il Bibliobus circolerà di pomeriggio due volte alla settimana (il lunedì e il giovedì) e farà sosta nelle frazioni di Capalle, Il Rosi, San Donnino e Sant Angelo a Lecore. Potranno essere presi in prestito i libri per un mese. Sul Bibliobus si potrà anche leggere e consultare il materiale disponibile e, ogni tanto, sarà possibile partecipare a letture ad alta voce condotte da animatori. Il servizio sarà presentato alla cittadinanza sabato 14 maggio nell ambito della Festa della lettura 2005, con sosta del Bibliobus nel parcheggio di Villa Rucellai. Direzione Centralino Servizio di prestito Amministrazione Promozione della lettura Servizio di reference Sezione bambini/ragazzi Servizio di reference Spazio adulti

20 20 NUOVE PROPOSTE AL CENTRO FIOR DI PRUGNA Donne senza pausa e con più energia Al via uno studio sull efficacia dell agopuntura nei disturbi della menopausa La menopausa è un fenomeno naturale che ha inizio tra i 45 e 55 anni (media in Italia 51 anni), con irregolarità mestruali seguite da mancanza di mestruo da almeno 1 anno, con sintomi frequenti di vampate di calore e sudorazioni, disturbi urogenitali, alterazioni dello stato emotivo ed intellettivo (insonnia, ansia, depressione, irritabilità, etc.) In MTC (Medicina tradizionale cinese) la menopausa si definisce geng nian qi cioè l età o il periodo dei cambiamenti profondi sia somatici che strutturali. Vi è un ampia letteratura scientifica sull efficacia terapeutica delle tecniche di medicina cinese nei disturbi della menopausa. In particolare l effetto dell agopuntura determinerebbe la riduzione dell insorgenza delle vampate di calore, dei dolori, delle turbe del sonno, dell incontinenza urinaria e di lievi turbe psichiche. Per questo motivo il Centro di Medicina Tradizionale cinese Fior di Prugna e l Associazione culturale Energie in collaborazione con il Distretto 4, Azienda Sanitaria di Firenze, il Quartiere 4 del Comune di Firenze, il Comune di Campi Bisenzio e l Osservatorio di Epidemiologia dell Agenzia Regionale di Sanità ha messo a punto lo studio Donne senza pausa e con più energia sull efficacia dell agopuntura nei disturbi della menopausa. Gli obiettivi generali di questo progetto sono quindi di: - accrescere la consapevolezza della popolazione femminile in menopausa spontanea, sulle caratteristiche fisiologiche di questa fase di età, sugli aspetti psicologici e sanitari, sui metodi di prevenzione e cura dei disturbi che caratterizzano questa fase della vita; - migliorare la qualità della vita percepita, accettandone i cambiamenti che questa età comporta, rafforzando l autostima e la capacità di autocura; - valutare l efficacia delle tecniche di medicina tradizionale cinese sulla riduzione delle caldane e sui disturbi neurovegetativi della menopausa, valutandone la stabilità nel tempo dei risultati ottenuti. Lo studio si rivolge a donne volontarie, che presentano sintomi di menopausa e ritengono di volerli correggere con un intervento non farmacologico. Il progetto, approvato e finanziato dalla Regione Toscana e con il contributo economico degli altri partners, prevede la partecipazione di 100 donne. A tutte le donne che partecipano allo studio viene offerto: - un colloquio informativo iniziale sulle modalità di partecipazione allo studio per consentire una adesione consapevole al trattamento, al termine del quale verrà chiesto alle utenti di firmare il modulo di consenso informato; - un incontro con una ginecologa durante il quale verranno trasmesse informazioni utili sulla fisiologia e sui disturbi della menopausa e sulle possibili azioni terapeutiche; - due sedute settimanali di agopuntura per un totale di 12 sedute in 6 settimane; - informazioni su: tecniche di automassaggio (stimolazione dei punti e- nergetici localizzati su tutto il corpo, da praticare quotidianamente in maniera autonoma); tecniche di ginnastica energetica (movimenti dolci u- tili per la prevenzione delle malattie ed il mantenimento dell equilibrio psico-fisico); nozioni di educazione alimentare (elementi di dietetica cinese, indirizzando la scelta dei giusti alimenti per tipologie energetiche Yin o Yang). La partecipazione allo studio è gratuita. E indispensabile: - essere residenti nel Comune di Campi Bisenzio; - essere in menopausa spontanea; - avere età compresa fra i anni; - avere la presenza di caldane. Chi aderisce allo studio non deve a- vere bisogno di cure farmacologiche: se la donna decide di assumere farmaci lo può fare tranquillamente uscendo in qualsiasi momento dallo studio. Il trattamento di agopuntura sarà effettuato da personale medico esperto in Medicina tradizionale cinese del Centro di medicina tradizionale cinese Fior di Prugna dell Azienda Sanitaria di Firenze e dell Associazione culturale Energie di Firenze. Tutti i dati raccolti verranno considerati assolutamente riservati, e saranno coperti da segreto professionale e presentati in forma anonima. Per informazioni ed iscrizioni telefonare al Centro di medicina cinese Fiore di Prugna al numero dal lunedì al venerdì dalle ore GINNASTICA ENERGETICA E AUTOMASSAGGIO Il dolore cronico viene oggi considerato u- na malattia sociale di grande rilevanza perché peggiora notevolmente la qualità della vita e rappresenta un onere assistenziale di grande rilevanza per tutti i sistemi sanitari: infatti, la sua gestione, che avviene ad un livello ambulatoriale/territoriale, prevede una molteplicità di interventi (sanitari, sociali, ambientali, etc.), una pluralità di attori (personale sanitario, familiari, volontariato) e l intersecarsi di più strumenti (visite ed esami diagnostici, terapia, cambiamento di stili di vita, etc.). Proprio perché queste patologie sono multifattoriali gli approcci devono essere variegati, integrati, meglio se praticati in gruppo. Le patologie croniche più diffuse nell età adulta che e nella terza età sono le sindromi dolorose da patologia cronico-degenerativa del rachide, i dolori articolari, le gonalgie, le astenie, le turbe psico-emotive, patologie che determinano pesanti ricadute sulla qualità della vita, sia per la pre- Centro di medicina cinese Fior di Prugna senza del sintomo del dolore, insonnia, ansia, depressione, etc., sia per le limitazioni che ne possono derivare. Un beneficio in termini di salute ed un risparmio da punto di vista economico può essere rappresentato dall utilizzo di alcune tecniche di medicina tradizionale cinese, come affermato dal National Institute of Health e dall OMS. A partire da queste considerazioni, il Centro di medicina tradizionale cinese Fior di Prugna dell Azienda Sanitaria di Firenze, intende realizzare un esperienza di trattamento di patologie croniche, con approccio multidisciplinare, per utenti che siano disponibili ad affrontare in gruppo le loro problematiche. Alla presenza di personale sanitario (terapisti esperti in ginnastica e- nergetica e moxibustione) gli utenti apprendono specifici esercizi di ginnastica e- nergetica e automassaggio per correggere il sintomo dolore ma anche per migliorare i loro disturbi psichici. Gli incontri tendono a far acquisire agli utenti una autonomia nel lavoro (ginnastica e automassaggio) in maniera che essi possano ripetere gli esercizi da soli a casa. Viene facilitata anche la frequenza di coppie affinché l adesione al progetto sia maggiore. Viene appreso l uso della moxa (riscaldamento di punti sui meridiani con bastoncini accesi contenenti artemisia) come tecnica di tonificazione dell energia: gli utenti imparano a trovare i punti da riscaldare ed effettuano la tecnica ai compagni di corso, sotto la guida del personale sanitario. Il corso è rivolto a uomini e donne di età superiore ai 55 anni e si svolgerà presso i locali dell Associazione ricreativa culturale sandonninese, via Pistoiese 185 San Donnino il lunedì e giovedì dalle ore 9 alle 11 o dalle 11 alle 13. Per informazioni: Centro Fior di Prugna telefono (dal lunedì al giovedì ore 9-13). Claudia Chiarugi ualche settimana fa l Assesso- alle Politiche sociali, insie- Qrato me alla quinta Commissione consiliare permanente del Comune di Campi Bisenzio, ha affrontato il tema del 118, numero utile ad attivare la richiesta telefonica di soccorso sanitario. Abbiamo avuto modo di incontrare il dottor Fabio Arnetoli che è il responsabile del servizio 118 di Firenze. Dall incontro è emersa la necessità di dare informazioni ampie ai cittadini per far loro conoscere, al meglio, le corrette modalità per attivare il servizio. A questo proposito consiglio ai lettori di DiSegno Comune di visitare il sito internet In questa sede intendo comunque fornire a grandi linee alcune informazioni sul servizio. Subito una precisazione: le domande che vengono poste dall operatore del 118 sono molto semplici e mai casuali e tendono a decifrare la natura del problema e così indirizzare in maniera precisa, o più precisa possibile, la risposta del soccorso sanitario. Componendo il numero telefonico 118 si entra, quindi, in contatto con il centralino della centrale operativa. L operatore risponde da una postazione fornita di un computer per catalogare le richiesta di soccorso e per la cartografia e da un registratore vocale per avere la possibilità di riascoltare le telefonate pervenute in caso se ne presenti la necessità. Una volta che il cittadino entra in contatto con l operatore inizia la così detta intervista telefonica, la quasi totalità delle richieste di intervento si concludono prima di 45 secondi, questo tempo può essere utile a salvare una vita umana. Occorre indicare, in maniera precisa, il luogo dove inviare soccorsi, comune, località, via, numero civico e lasciare sempre un recapito telefonico. Dopo aver indicato il luogo, l operatore chiede cosa è accaduto, bisogna rispondere e- sattamente alle domande che vi pone, non per un tentativo di diagnosi telefonica, ma per stabilire la tipologia (incidente stradale, malore) e la priorità d intervento (in base alla criticità presunta). Le domande che l operatore pone al cittadino che effettua la chiamata non richiedono alcuna preparazione sanitaria e saranno di natura diversa in base all evento verificatosi, ad esempio per gli incidenti stradali è molto importante conoscere la dinamica del sinistro, mentre in caso di malore viene richiesto se la persona si muove, se parla. Ricordarsi sempre che il 118 è a disposizione di tutti, chiamare per attivare una richiesta di soccorso può essere utile a salvare una vita, ma dare informazioni precise all operatore che risponde è la garanzia di un buon intervento. Grazie per l attenzione Emiliano Fossi Assessore alle Politiche sociali

- la difesa della vita, dal concepimento alla morte naturale;

- la difesa della vita, dal concepimento alla morte naturale; PER UN VERO CAMBIAMENTO Anche a Campi i veri valori non sono in vendita Un programma elettorale non può nascere soltanto da una pragmatica e attenta disamina della realtà sociale ed economica: ciò consente

Dettagli

AI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALE DI RHO. Anzitutto voglio ringraziarvi per il documento che avete redatto (che ho

AI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALE DI RHO. Anzitutto voglio ringraziarvi per il documento che avete redatto (che ho AI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALE DI RHO Anzitutto voglio ringraziarvi per il documento che avete redatto (che ho trovato molto interessante) e per aver organizzato un confronto tra i Candidati Sindaci indispensabile

Dettagli

COMUNE DI CAMPI BISENZIO PROVINCIA DI FIRENZE

COMUNE DI CAMPI BISENZIO PROVINCIA DI FIRENZE COMUNE DI CAMPI BISENZIO PROVINCIA DI FIRENZE PIANO INVESTIMENTI OPERE PUBBLICHE 2008-2009-2010 Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 20 del 27.3.2008 e successiva proposta di variazione della

Dettagli

STATO DI ATTUAZIONE al 15 SETTEMBRE 2011 BILANCIO DI PREVISIONE INVESTIMENTI ANNO 2011

STATO DI ATTUAZIONE al 15 SETTEMBRE 2011 BILANCIO DI PREVISIONE INVESTIMENTI ANNO 2011 STATO DI ATTUAZIONE al 15 SETTEMBRE 2011 BILANCIO DI PREVISIONE INVESTIMENTI ANNO 2011 (Approvato dal Consiglio comunale con delibera n. 108 del 27 maggio 2011) Anno 2011 Protezione e valorizzazione dell

Dettagli

COMUNE DI SAN CASCIANO DEI BAGNI

COMUNE DI SAN CASCIANO DEI BAGNI VERBALE DI ACCORDO Il giorno 6 Marzo 2008, presso la sala giunta del comune di San Casciano dei Bagni, si sono incontrati il Sindaco Franco Picchieri, l Assessore al bilancio dello stesso comune e le Organizzazioni

Dettagli

QCD b INDAGINE SULLA PERCEZIONE DELTERRITORIO

QCD b INDAGINE SULLA PERCEZIONE DELTERRITORIO Piano Strutturale VERNIO Dicembre 2008 QCD b INDAGINE SULLA PERCEZIONE DELTERRITORIO Andrea Valzania La partecipazione dei cittadini: percezione del territorio e aspettative per il futuro Conoscere il

Dettagli

Città di Conegliano CONTO DEL BILANCIO 2005

Città di Conegliano CONTO DEL BILANCIO 2005 Città di Conegliano CONTO DEL BILANCIO 2005 I conti del cittadino: come sono stati spesi i soldi di tutti Ecco le cifre del conto del bilancio 2005 LE ENTRATE ACCERTATE NEL 2005 SONO STATE PARI AD 43.962.251,42

Dettagli

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE Saluto tutti i presenti: iscritti, simpatizzanti rappresentanti dei partiti..

Dettagli

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi Vi avevo anticipato l anno scorso che il Difensore Civico s interessa dei

Dettagli

Comune dell'aquila. Assessore al Bilancio. Il Bilancio 2012. Le risorse e le principali iniziative

Comune dell'aquila. Assessore al Bilancio. Il Bilancio 2012. Le risorse e le principali iniziative Il Bilancio 2012 Le risorse e le principali iniziative Lelio De Santis Assessore al Bilancio Massimo Cialente Sindaco I perché di un bilancio quasi alla fine dell anno Il Bilancio di previsione per il

Dettagli

Discorso del Presidente del Parlamento Europeo, Prof. Dr. Hans-Gert Poettering. Palazzo del Quirinale Roma, 24 Giugno 2008

Discorso del Presidente del Parlamento Europeo, Prof. Dr. Hans-Gert Poettering. Palazzo del Quirinale Roma, 24 Giugno 2008 Discorso del Presidente del Parlamento Europeo, Prof. Dr. Hans-Gert Poettering Palazzo del Quirinale Roma, 24 Giugno 2008 Signor Presidente della Repubblica italiana Giorgio Napolitano, Signor Presidente

Dettagli

L intervento del sindaco sullo strumento di programmazione finanziaria. di Leopoldo Di Girolamo

L intervento del sindaco sullo strumento di programmazione finanziaria. di Leopoldo Di Girolamo Nelle difficoltà un bilancio di attenzione alla città L intervento del sindaco sullo strumento di programmazione finanziaria di Leopoldo Di Girolamo Approvato il bilancio preventivo 2010 dal Consiglio

Dettagli

data, non solo i martiri di Nassiriya, morti per cercare di fermare la guerra civile presente in Iraq, ma anche tutti coloro che hanno perso la vita

data, non solo i martiri di Nassiriya, morti per cercare di fermare la guerra civile presente in Iraq, ma anche tutti coloro che hanno perso la vita Costituita in memoria di Piero Salvati, carabiniere e poi funzionario della Pubblica Amministrazione, ottimo maresciallo dell ANC di Tortona, mancato all affetto dei suoi cari e dei suoi tanti amici il

Dettagli

Comune di Priolo Gargallo Corpo di Polizia Municipale

Comune di Priolo Gargallo Corpo di Polizia Municipale Alcune regole per evitare incidenti con i cani Calendario Storico 2015 L a ricorrenza dell ormai tradizionale calendario storico della Polizia Municipale è occasione preziosa per riflessioni meditate ed

Dettagli

La Giornata Internazionale della Pace

La Giornata Internazionale della Pace La Giornata Internazionale della Pace La Giornata Internazionale della Pace viene celebrata il 21 settembre di ogni anno. Le seguenti proposte di lavoro riguardano i diversi gradi di scolarità, qui indicati

Dettagli

Una manovra di rigore ed equità.

Una manovra di rigore ed equità. Una manovra di rigore ed equità. Ispirata all'art. 3 della Costituzione: "È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale che impediscono il pieno sviluppo della persona".

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2011-2013 APPROVAZIONE.

OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2011-2013 APPROVAZIONE. PUNTO N. 6 DEL 27/06/2011 OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2011-2013 APPROVAZIONE. PRESIDENTE: Prima di passare al punto successivo, volevo dire che probabilmente per quanto

Dettagli

Comune di Budrio Provincia di Bologna. Il bilancio di previsione 2011 Presentazione sintetica

Comune di Budrio Provincia di Bologna. Il bilancio di previsione 2011 Presentazione sintetica Il bilancio di previsione 2011 Presentazione sintetica In Italia c èc un grande debito pubblico. Ma come è suddiviso? (fonte Presidenza del Consiglio dei Ministri, 29 settembre 2010) Debito pubblico sul

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Manifesto. Congresso Statutario del PPE 17-18 Ottobre 2012. Bucarest, Romania

Manifesto. Congresso Statutario del PPE 17-18 Ottobre 2012. Bucarest, Romania Manifesto Congresso Statutario del PPE 17-18 Ottobre 2012 Bucarest, Romania Manifesto del PPE (Adottato durante il Congresso del PPE, Bucarest, 17 e 18 Ottobre 2012) 1. Chi siamo? Il Partito Popolare Europeo

Dettagli

RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE 2011 CONSIGLIO COMUNALE DEL 12/01/2011

RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE 2011 CONSIGLIO COMUNALE DEL 12/01/2011 RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE 2011 CONSIGLIO COMUNALE DEL 12/01/2011 L allarme che qualche mese fa avevamo lanciato sui tagli ai comuni oggi è diventato certezza, e non è stata cosa semplice, per

Dettagli

Giuseppe Iosa. Documento programmatico per la candidatura alla segreteria del Circolo Moro-Berlinguer di Peschiera Borromeo

Giuseppe Iosa. Documento programmatico per la candidatura alla segreteria del Circolo Moro-Berlinguer di Peschiera Borromeo Giuseppe Iosa Documento programmatico per la candidatura alla segreteria del Circolo Moro-Berlinguer di Peschiera Borromeo Domenica, 19 aprile 2015 Premessa Il Partito Democratico di Peschiera Borromeo,

Dettagli

ELEZIONI AMMINISTRATIVE 31 MAGGIO 2015 PROGRAMMA AMMINISTRATIVO DEL CANDIDATO LORENZA OREFICE

ELEZIONI AMMINISTRATIVE 31 MAGGIO 2015 PROGRAMMA AMMINISTRATIVO DEL CANDIDATO LORENZA OREFICE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 31 MAGGIO 2015 PROGRAMMA AMMINISTRATIVO DEL CANDIDATO LORENZA OREFICE PREMESSA La nostra città ha bisogno di normalità. Dopo tanti anni di proclami e di promesse credo che sia giunto

Dettagli

Considerazioni e orientamenti di azione politica

Considerazioni e orientamenti di azione politica MANIFESTO della RETE DEL CIVISMO LOMBARDO Considerazioni e orientamenti di azione politica I più recenti risultati elettorali hanno confermato la crisi della cosiddetta Seconda Repubblica e dei partiti

Dettagli

PROGRAMMA ELETTORALE del CENTRO SINISTRA SCARPERIA E SAN PIERO

PROGRAMMA ELETTORALE del CENTRO SINISTRA SCARPERIA E SAN PIERO PROGRAMMA ELETTORALE del CENTRO SINISTRA COMUNE di SCARPERIA E SAN PIERO La fusione tra i comuni di Scarperia e San Piero a Sieve, conclusasi il 31/12/2013 con lo scioglimento dei rispettivi Consigli Comunale,

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 5 DEL 29/01/2007 SEDUTA PUBBLICA OGGETTO

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 5 DEL 29/01/2007 SEDUTA PUBBLICA OGGETTO COMUNE DI CAMPI BISENZIO DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 5 DEL 29/01/2007 SEDUTA PUBBLICA OGGETTO Area per attrezzature di interesse comune situata in fregio a via Baracca loc. San Piero a Ponti.Appr,

Dettagli

ECCO PERCHÈ LA PACE INIZIA PROPRIO DA TE

ECCO PERCHÈ LA PACE INIZIA PROPRIO DA TE ECCO PERCHÈ LA PACE INIZIA PROPRIO DA TE - di Deepak Chopra Sette esercizi spirituali per portare la pace all interno delle tua vita e nel mondo che ti circonda. L approccio alla trasformazione personale

Dettagli

ASOLA IMPEGNO COMUNE PROGRAMMA PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2014

ASOLA IMPEGNO COMUNE PROGRAMMA PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2014 ASOLA IMPEGNO COMUNE PROGRAMMA PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2014 La situazione economico e sociale dalla quale partiamo per la elaborazione del nostro programma elettorale è completamente variata rispetto

Dettagli

MOVIMENTO EUROPEO CONSIGLIO NAZIONALE ROMA Spazio Europa, 14 ottobre 2014

MOVIMENTO EUROPEO CONSIGLIO NAZIONALE ROMA Spazio Europa, 14 ottobre 2014 MOVIMENTO EUROPEO CONSIGLIO NAZIONALE ROMA Spazio Europa, 14 ottobre 2014 PREMESSA Il Consiglio nazionale del Movimento europeo ha discusso della situazione europea alla vigilia del voto di fiducia del

Dettagli

2ª COMMISSIONE PERMANENTE

2ª COMMISSIONE PERMANENTE SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA 2ª COMMISSIONE PERMANENTE (Giustizia) Seduta n. 548 DISEGNI DI LEGGE IN SEDE DELIBERANTE 90º Resoconto stenografico SEDUTA DI MARTEDÌ 17 GENNAIO 2006 (Notturna)

Dettagli

PROGRAMMA ELETTORALE AMMINISTRATIVE 2014

PROGRAMMA ELETTORALE AMMINISTRATIVE 2014 PROGRAMMA ELETTORALE AMMINISTRATIVE 2014 Linee guida, criteri e principi ispiratori della lista N. 2 per le elezioni amministrative 25.05.2014 SOMMARIO: PREMESSA LINEE PROGRAMMATICHE CONCLUSIONI PREMESSA

Dettagli

ENGLISH FRANCAIS ITALIANO

ENGLISH FRANCAIS ITALIANO ENGLISH FRANCAIS ITALIANO 1 ITALIAN L idea L idea nasce in seno al segretariato del Consiglio delle Conferenze Episcopali d Europa (CCEE). All indomani dell elezione di Papa Francesco, del Papa venuto

Dettagli

GENNAIO CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL SIENA. Giuseppe Di Vittorio 1954 MARTEDÌ MERCOLEDÌ GIOVEDÌ VENERDÌ DOMENICA

GENNAIO CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL SIENA. Giuseppe Di Vittorio 1954 MARTEDÌ MERCOLEDÌ GIOVEDÌ VENERDÌ DOMENICA GENNAIO 1 17 2 3 18 19 4 20 5 6 21 22 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 23 24 25 26 27 28 29 30 31 Vedo davanti a me tante facce, vedo dei neri,...dei bianchi, dei gialli, dei mezzi neri come me, ma tutti insieme,

Dettagli

Il bilancio della doppia sfi

Il bilancio della doppia sfi 8 8 Il bilancio della doppia sfi Per la Provincia quello del 2005 è il bilancio della doppia sfida. Per rispondere ai tagli indiscriminati imposti dalla Finanziaria e all esigenza di rilancio dell economia

Dettagli

Siamo in tanti, oggi, in questa sala e questo è un fatto positivo per il nostro partito e per gli appuntamenti che lo stanno attendendo.

Siamo in tanti, oggi, in questa sala e questo è un fatto positivo per il nostro partito e per gli appuntamenti che lo stanno attendendo. Sintesi del discorso di presentazione della mozione per la candidatura a segretario provinciale di Renato Veronesi, espressosi liberamente, senza l ausilio di una traccia scritta, durante i lavori della

Dettagli

PROGRAMMA ELETTORALE ELEZIONI COMUNALI 25 MAGGIO 2014

PROGRAMMA ELETTORALE ELEZIONI COMUNALI 25 MAGGIO 2014 PROGRAMMA ELETTORALE ELEZIONI COMUNALI 25 MAGGIO 2014 La politica non è nelle competizioni degli uomini; non è nei sonanti discorsi. È, o dovrebbe essere, nell interpretare l epoca in cui si vive (..).

Dettagli

Il piano generale di sviluppo 2010-2014. Città di Seriate - www.comune.seriate.bg.it

Il piano generale di sviluppo 2010-2014. Città di Seriate - www.comune.seriate.bg.it Il piano generale di sviluppo 2010-2014 1 Cos è il piano generale di sviluppo Uno degli strumenti di programmazione e di rendicontazione finanziaria di mandato Citato (solamente citato) in due norme sull

Dettagli

In questi mesi ho chiesto a ciascuno di voi di contribuire alla redazione del programma per il futuro di Torino. Mi sono rivolto direttamente a tutte

In questi mesi ho chiesto a ciascuno di voi di contribuire alla redazione del programma per il futuro di Torino. Mi sono rivolto direttamente a tutte In questi mesi ho chiesto a ciascuno di voi di contribuire alla redazione del programma per il futuro di Torino. Mi sono rivolto direttamente a tutte le donne e agli uomini che vivono in questa nostra

Dettagli

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Il Popolo della Libertà Berlusconi Presidente 87 ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA Stralcio del discorso del Presidente Silvio Berlusconi sulla

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

MANIFESTO PER PARMA UNITA

MANIFESTO PER PARMA UNITA MANIFESTO PER PARMA UNITA Parma è una città piena di risorse, ricca di intelligenze vivaci, di saperi e cultura, fatta da persone intraprendenti che non possono non avvertire la responsabilità di questo

Dettagli

BEPPE GRILLO IL 1 MAGGIO A CASELLE TORINESE AL PRATO FIERA DALLE ORE 17.00 ALLE ORE 19.00

BEPPE GRILLO IL 1 MAGGIO A CASELLE TORINESE AL PRATO FIERA DALLE ORE 17.00 ALLE ORE 19.00 BEPPE GRILLO IL 1 MAGGIO A CASELLE TORINESE AL PRATO FIERA DALLE ORE 17.00 ALLE ORE 19.00 PROGRAMMA ELETTORALE AMMINISTRATIVE 2012 Siamo cittadini qualunque; la nostra partecipazione a queste elezioni

Dettagli

Carta d Identità del CNGEI

Carta d Identità del CNGEI Carta d Identità del CNGEI "Il nostro è un movimento libero, accanitamente, irriducibilmente libero da ingerenza politica, confessionale o di interesse e deve rimanere tale contro chiunque fosse di diverso

Dettagli

SOCIETÀ, STATO E DIRITTO

SOCIETÀ, STATO E DIRITTO 27 SOCIETÀ, STATO E DIRITTO Caratteri dello Stato Dal feudalesimo alla nascita dello Stato moderno Le idee del filosofo Immanuel Kant Le idee del filosofo greco Aristotele Il moderno Stato di diritto La

Dettagli

MANIFESTO APERTO VERSO IL PATTO COMUNITARIO VENETO Per una Responsabilità Sociale d Impresa e di Territorio

MANIFESTO APERTO VERSO IL PATTO COMUNITARIO VENETO Per una Responsabilità Sociale d Impresa e di Territorio OLTRE LA CRISI MANIFESTO APERTO VERSO IL PATTO COMUNITARIO VENETO Per una Responsabilità Sociale d Impresa e di Territorio Nel nostro mondo sempre più globalizzato viviamo in una condizione di interdipendenza

Dettagli

PER CRESCERE INSIEME PROGRAMMA ELETTORALE 2011

PER CRESCERE INSIEME PROGRAMMA ELETTORALE 2011 PER CRESCERE INSIEME PROGRAMMA ELETTORALE 2011 ELEZIONI COMUNALI AL COMUNE DI FISCIANO - 15/16 MAGGIO 2011 Programma 1 Area Politiche Sociali e Servizi alla Persona 2 Ambiente e Territorio 3 Giovani -

Dettagli

Traduzione dal romeno

Traduzione dal romeno Traduzione dal romeno Ziua pag. 3 Il Presidente della Commissione per Problemi d Immigrazione del Parlamento italiano, Sandro Gozi, ammonisce che, se la situazione continua, l Italia adottera misure dure

Dettagli

OSSERVATORIO SOCIO-POLITICO L Italia nella bufera: crisi e proteste. Rilevazione 16 Dicembre 2013

OSSERVATORIO SOCIO-POLITICO L Italia nella bufera: crisi e proteste. Rilevazione 16 Dicembre 2013 OSSERVATORIO SOCIO-POLITICO L Italia nella bufera: crisi e proteste Rilevazione 16 Dicembre 2013 Le notizie della settimana: i Forconi COSA RICORDANO GLI ITALIANI Le proteste in piazza/ il movimento dei

Dettagli

La nuova organizzazione del Ministero dell Interno a livello centrale e sul territorio (*)

La nuova organizzazione del Ministero dell Interno a livello centrale e sul territorio (*) La nuova organizzazione del Ministero dell Interno a livello centrale e sul territorio (*) Claudio SCAJOLA È la prima volta che ho l occasione di incontrare tutti i Prefetti della Repubblica e ritengo

Dettagli

La Salute in tutte le Politiche Forum tematico

La Salute in tutte le Politiche Forum tematico La Salute in tutte le Politiche Forum tematico VOTA PER LA TUA CITTA Report dei risultati dell indagine svolta tra i cittadini Leccesi per l estensione della zona a traffico limitato Promossa da: Forum

Dettagli

Governo e amministrazione pubblica

Governo e amministrazione pubblica Governo e amministrazione pubblica 1 2 3 Il governo della società si realizza attraverso poteri differenziati e distribuiti: potere legislativo produce leggi sui diritti e la sicurezza degli individui

Dettagli

MOBILITÀ STUDENTESCA INTERNAZIONALE quarto anno all estero

MOBILITÀ STUDENTESCA INTERNAZIONALE quarto anno all estero MOBILITÀ STUDENTESCA INTERNAZIONALE quarto anno all estero PREMESSA La creazione di un ambiente sempre più favorevole allo scambio interculturale è uno degli obiettivi primari della scuola ed i programmi

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

n. 175 29 settembre/6 ottobre 2015 Periodico iscritto al R.O.C. n.6552

n. 175 29 settembre/6 ottobre 2015 Periodico iscritto al R.O.C. n.6552 n. 175 29 settembre/6 ottobre 2015 Periodico iscritto al R.O.C. n.6552 Inaugurazione dell anno scolastico 2015-2016 a Napoli Qualche attento lettore di ANPInews (in particolare del n. 174 della scorsa

Dettagli

Montecassiano Bene Comune

Montecassiano Bene Comune Montecassiano Bene Comune Programma per l amministrazione comunale 2014-2019 non abbiamo bisogno di chissà quali grandi cose o chissà quali grandi uomini; abbiamo solo bisogno di più gente onesta (b.c.)

Dettagli

PROGRAMMA ELETTORALE DELLA LISTA LA PRIMAVERA ROCCANA

PROGRAMMA ELETTORALE DELLA LISTA LA PRIMAVERA ROCCANA PROGRAMMA ELETTORALE DELLA LISTA LA PRIMAVERA ROCCANA I componenti della lista non provengono da diverse forze politiche, ma sono persone che con esperienze diverse hanno deciso di mettersi, con impegno

Dettagli

INTERVENTO del card. Giuseppe BETORI

INTERVENTO del card. Giuseppe BETORI Convegno Regionale FISM Toscana 2014 LE SCUOLE PARITARIE E IL MODELLO TOSCANO. LAVORI IN CORSO! Novità, impegni e progetti per un sistema scolastico realmente integrato e paritario Firenze, Convitto della

Dettagli

1 maggio, festa del lavoro sfruttato a Carrefour. Intervista a una lavoratrice.

1 maggio, festa del lavoro sfruttato a Carrefour. Intervista a una lavoratrice. Primo maggio, festa dei lavoratori, il Carrefour di Lucca rimane aperto. Abbiamo colto l occasione per intervistare una lavoratrice del supermercato e approfondire altri argomenti, tra cui la recente decisione

Dettagli

Un Cuore nuovo per Velletri

Un Cuore nuovo per Velletri Un Cuore nuovo per Velletri Programma Politico per la Città di Velletri Solitamente nei programmi elettorali si tende a fare un elenco di numerosi progetti e svariate proposte per cercare di accattivarsi

Dettagli

Il Partito Democratico del Trentino.

Il Partito Democratico del Trentino. Il Partito Democratico del Trentino. Le idee del candidato alla segreteria Roberto Pinter Più che da dove vieni conta chi sei e dove vai. La nascita del PD è anche questo, è un progetto che guarda avanti,

Dettagli

5CHIACCIERE5. Quartiere, dove è?

5CHIACCIERE5. Quartiere, dove è? 5CHIACCIERE5 Anno 2014 2015 Quartiere, dove è? Non è sparito, c è e lavora, anche se avrebbe bisogno di più persone che diano il loro contributo. Partiamo da qua per affermare che spesso confondiamo un

Dettagli

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Obiettivi: - informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara - dare alcune indicazioni pratiche - suggerire alcuni

Dettagli

Notizie dal Consiglio Comunale A cura del Gruppo Consiliare Uniti Per Burago Anno 0 Numero 0

Notizie dal Consiglio Comunale A cura del Gruppo Consiliare Uniti Per Burago Anno 0 Numero 0 Notizie dal Consiglio Comunale A cura del Gruppo Consiliare Uniti Per Burago Anno 0 Numero 0 Siamo qui... Ad un anno di distanza dalle elezioni comunali usciamo con questo nuova pubblicazione il cui obbiettivo

Dettagli

CONSIGLIO COMUNALE DEL 20.12.2012 INTERVENTI DEI SIGG.RI CONSIGLIERI. Modifica cespiti patrimoniali. Cessione e acquisizione.

CONSIGLIO COMUNALE DEL 20.12.2012 INTERVENTI DEI SIGG.RI CONSIGLIERI. Modifica cespiti patrimoniali. Cessione e acquisizione. CONSIGLIO COMUNALE DEL 20.12.2012 INTERVENTI DEI SIGG.RI CONSIGLIERI Modifica cespiti patrimoniali. Cessione e acquisizione. Passiamo al quarto punto all ordine del giorno: Modifica cespiti patrimoniali.

Dettagli

I PENSIONATI VOGLIONO DELLE RISPOSTE

I PENSIONATI VOGLIONO DELLE RISPOSTE CGIL SPI TORINO TORINO TORINO I PENSIONATI VOGLIONO DELLE RISPOSTE Nel corso degli ultimi anni la fase di contrattazione con i Comuni sulle loro politiche di bilancio, è andata incontro a molte difficoltà.

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un attimo assentarmi, ma è una questione di cinque minuti. Devo uscire,

Dettagli

LE STRATEGIE DI CONTRASTO ALLA POVERTÀ NELLA REGIONE LAZIO

LE STRATEGIE DI CONTRASTO ALLA POVERTÀ NELLA REGIONE LAZIO Rita Visini Assessore alle Politiche sociali e allo sport, Regione Lazio, Italia 8 luglio 2014 La Costituzione della Repubblica italiana, all articolo 3, nella parte dedicata ai principi fondamentali sui

Dettagli

Cremona2030: una nuova governance locale per costruire territorio e sviluppo sociale

Cremona2030: una nuova governance locale per costruire territorio e sviluppo sociale dalla PROVINCIA al nuovo ENTE di AREA VASTA Cremona2030: una nuova governance locale per costruire territorio e sviluppo sociale a cura della federazione del PD di Cremona La legge 56/2014: limiti, rischi

Dettagli

LA VINCOLATA LIBERTA DEL VOLONTARIO

LA VINCOLATA LIBERTA DEL VOLONTARIO LA VINCOLATA LIBERTA DEL VOLONTARIO di Lorenzo Sartini 1. Quali necessità nell azione del volontario? Ciò che contraddistingue le associazioni di volontariato fra le altre organizzazioni che agiscono per

Dettagli

LE RISORSE FINANZIARIE E LA DOTAZIONE PATRIMONIALE. Il Rendiconto della Gestione 2007 Gli Indicatori Il patrimonio del Comune

LE RISORSE FINANZIARIE E LA DOTAZIONE PATRIMONIALE. Il Rendiconto della Gestione 2007 Gli Indicatori Il patrimonio del Comune LE RISORSE FINANZIARIE E LA DOTAZIONE Il Rendiconto della Gestione 2007 Gli Indicatori Il patrimonio del Comune LE RISORSE FINANZIARIE E DOTAZIONE L elevata varietà e complessità di servizi e funzioni

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 135 DEL 23/09/2014 SEDUTA PUBBLICA OGGETTO

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 135 DEL 23/09/2014 SEDUTA PUBBLICA OGGETTO Provincia di Firenze DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 135 DEL 23/09/2014 SEDUTA PUBBLICA OGGETTO Interpellanza: sicurezza e ordine pubblico, presentata dal gruppo consiliare ''Movimento 5 Stelle''

Dettagli

COMUNE DI NOVARA ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO:

COMUNE DI NOVARA ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: COMUNE DI NOVARA ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA COMUNALE Deliberazione N. 23 OGGETTO: RIQUALIFICAZIONE DELL AREA DI PIAZZA MARTIRI DELLA LIBERTÀ INDIRIZZI. L anno duemilaquattordici,

Dettagli

5 modi. Boeri. per cambiare città restando a Milano. I Milanesi si riprendono la città. Scopri come. www.stefanoboeri.it. Stefano

5 modi. Boeri. per cambiare città restando a Milano. I Milanesi si riprendono la città. Scopri come. www.stefanoboeri.it. Stefano www.stefanoboeri.it 5 modi per cambiare città restando a Milano. I Milanesi si riprendono la città. Scopri come. Stefano Boeri Cambiamo città. Restiamo a Milano. 5 PROPOSTE. Un altra Milano comincia da

Dettagli

1 PARTE CARATTERISTICHE DEL SOGGETTO CONSULTATO

1 PARTE CARATTERISTICHE DEL SOGGETTO CONSULTATO 1 PARTE CARATTERISTICHE DEL SOGGETTO CONSULTATO 1. Sesso maschile femminile 2. Età anni 14-17 18-25 26-35 36-60 più di 60 3. In quale settore/i svolgi prioritariamente la tua attività? Ricerca Pubblica

Dettagli

Donne in impresa, una grande risorsa per il Paese

Donne in impresa, una grande risorsa per il Paese FORUM RIVISTA DELLA CNA DI EMILIA ROMAGNA MARCHE TOSCANA UMBRIA Le politiche femminili nelle regioni del centro nord Donne in impresa, una grande risorsa per il Paese a cura di Paola Morini Responsabile

Dettagli

Discorso Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza Inaugurazione anno scolastico 2013/2014 Palazzo del Quirinale

Discorso Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza Inaugurazione anno scolastico 2013/2014 Palazzo del Quirinale Discorso Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza Inaugurazione anno scolastico 2013/2014 Palazzo del Quirinale Signor Presidente della Repubblica, gentili Autorità, cari dirigenti scolastici, cari insegnanti,

Dettagli

LA RIVOLUZIONE FRANCESE. Nobiltà e clero godono di privilegi, non pagano tasse. Il terzo stato comprende varie categorie di persone :

LA RIVOLUZIONE FRANCESE. Nobiltà e clero godono di privilegi, non pagano tasse. Il terzo stato comprende varie categorie di persone : LA RIVOLUZIONE FRANCESE In Francia la società è divisa in tre ordini o stati: 1) Nobiltà 2) Clero 3) Terzo Stato Nobiltà e clero godono di privilegi, non pagano tasse. Il terzo stato comprende varie categorie

Dettagli

Attività dell Urban Center

Attività dell Urban Center Attività dell Urban Center Report dell incontro con i rappresentanti delle associazioni di categoria e sindacali 22 giugno 2012 www.rosignanofacentro.it info@rosignanofacentro.it Percorso di partecipazione

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

difendiamo i nostri figli * 20 giugno - AMDG

difendiamo i nostri figli * 20 giugno - AMDG difendiamo i nostri figli * 20 giugno - AMDG intervento di alfredo mantovano Care amiche e cari amici! una giornalista poco fa mi chiedeva di riassumere in poche parole-chiave il messaggio che il popolo

Dettagli

Relazione attività anno 2009

Relazione attività anno 2009 Relazione attività anno 2009 I DATI NUMERICI Nell anno 2009 sono aumentati notevolmente i cittadini che si sono rivolti all Ufficio Relazioni con il Pubblico. Dopo tre anni di sostanziale stabilità si

Dettagli

Alfredo Bertelli. Sottosegretario alla Presidenza della Giunta Regione Emilia-Romagna

Alfredo Bertelli. Sottosegretario alla Presidenza della Giunta Regione Emilia-Romagna Alfredo Bertelli Sottosegretario alla Presidenza della Giunta Regione Emilia-Romagna Il convegno organizzato oggi dalla Prefettura di Bologna rappresenta un occasione importante di confronto. Proprio per

Dettagli

SPECIALE RIENTRO NELLA SCENA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI Il Presidente di Forza Italia alla scuola di formazione politica Forza Futuro, a Calvagese

SPECIALE RIENTRO NELLA SCENA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI Il Presidente di Forza Italia alla scuola di formazione politica Forza Futuro, a Calvagese SPECIALE RIENTRO NELLA SCENA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI Il Presidente di Forza Italia alla scuola di formazione politica Forza Futuro, a Calvagese della Riviera. L intervento del nostro leader in 20

Dettagli

"IL CONTRIBUTO DEGLI ASSISTENTI SOCIALI NELLA COSTRUZIONE DELLO STATO DI DIRITTO"

IL CONTRIBUTO DEGLI ASSISTENTI SOCIALI NELLA COSTRUZIONE DELLO STATO DI DIRITTO Intervento al Convegno organizzato dall associazione assistenti sociali il 3 dicembre 2011 sul tema "IL CONTRIBUTO DEGLI ASSISTENTI SOCIALI NELLA COSTRUZIONE DELLO STATO DI DIRITTO" Titolo dell intervento:

Dettagli

L affido e l adozione per Eduardo. di Bonaria Autunno

L affido e l adozione per Eduardo. di Bonaria Autunno L affido e l adozione per Eduardo. di Bonaria Autunno Stavo preparando una relazione sul tema dell affido per un convegno cui dovevo partecipare come relatore. Avevo cominciato a scrivere:..affidare il

Dettagli

BILANCIO 2015 CONSIGLIO COMUNALE 26 MARZO 2015. Relazione del Sindaco con delega al Bilancio dott. Davide Casati

BILANCIO 2015 CONSIGLIO COMUNALE 26 MARZO 2015. Relazione del Sindaco con delega al Bilancio dott. Davide Casati BILANCIO 2015 Comune di Scanzorosciate CONSIGLIO COMUNALE 26 MARZO 2015 Relazione del Sindaco con delega al Bilancio dott. Davide Casati IL TERRITORIO Superficie complessiva Kmq 11 Strade Km 70 Numero

Dettagli

Finanziamenti comunitari Castelfranco città d Europa

Finanziamenti comunitari Castelfranco città d Europa Finanziamenti comunitari Castelfranco città d Europa Lo scenario: Il punto di partenza L isolamento che Castelfranco Veneto soffre da anni è testimoniato anche dalla mancanza di strategia e di progettualità

Dettagli

Camera dei Deputati. XI Commissione Lavoro pubblico e privato. Audizione D.L. n. 65/2015

Camera dei Deputati. XI Commissione Lavoro pubblico e privato. Audizione D.L. n. 65/2015 Camera dei Deputati XI Commissione Lavoro pubblico e privato Audizione D.L. n. 65/2015 Disposizioni urgenti in materia di pensioni, di ammortizzatori sociali e di garanzie TFR 8 giugno 2015 Premessa Il

Dettagli

RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA AL BILANCIO DI PREVISIONE 2009 E PLURIENNALE 2009/2011

RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA AL BILANCIO DI PREVISIONE 2009 E PLURIENNALE 2009/2011 RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA AL BILANCIO DI PREVISIONE 2009 E PLURIENNALE 2009/2011 Il Bilancio di previsione è fortemente influenzato dai tagli ai contributi disposti con la finanziaria 2009

Dettagli

da Il piccolo principe di Antoine de Saint-Exupéry

da Il piccolo principe di Antoine de Saint-Exupéry Il mio disegno non era il disegno di un cappello. Era il disegno di un boa che digeriva un elefante. Affinchè vedessero chiaramente che cos era, disegnai l interno del boa. Bisogna sempre spiegargliele

Dettagli

ELENCO CAPITOLI USCITA

ELENCO CAPITOLI USCITA ELENCO CAPITOLI USCITA DESCRIZIONE 2010 2011 Indennità a Sindaco, Assessori e Consiglieri Indennità missione e rimborso spese per amministratori Rimborso datori di lavoro permessi amm.ri 18.400,00 18.400,00

Dettagli

Rassegna stampa locale di venerdì 29 maggio 2009. Centro servizi: altri no Salgono a 1600 le firme raccolte dal comitato

Rassegna stampa locale di venerdì 29 maggio 2009. Centro servizi: altri no Salgono a 1600 le firme raccolte dal comitato LA NAZIONE Rassegna stampa locale di venerdì 29 maggio 2009 Centro servizi: altri no Salgono a 1600 le firme raccolte dal comitato IL CENTRO servizi e commerciale cittadino continua a far discutere. A

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

Le Vostre idee per migliorare il nostro paese

Le Vostre idee per migliorare il nostro paese I giovani e Cavour Le Vostre idee per migliorare il nostro paese Questionario Ai giovani dai 21 ai 30 anni rivolto ai giovani dai 21 ai 30 anni Carissimo/a giovane, quante volte, passeggiando per Cavour

Dettagli

La Giustizia come fondamento dello sviluppo e della pace

La Giustizia come fondamento dello sviluppo e della pace Marcello Pera La Giustizia come fondamento dello sviluppo e della pace Cerisdi, Palermo, 26 novembre 2001 SENATO DELLA REPUBBLICA TIPOGRAFIA DEL SENATO La giustizia come fondamento dello sviluppo e della

Dettagli

I 3 fattori determinanti il successo o fallimento della tua azienda su Internet!

I 3 fattori determinanti il successo o fallimento della tua azienda su Internet! I 3 fattori determinanti il successo o fallimento della tua azienda su Internet! Analisi delle problematiche più comuni di un investimento sul web con evidenziazione dei principali fattori di fallimento

Dettagli

Consultazione how-to. Guida alla consultazione pubblica sulle Riforme Costituzionali

Consultazione how-to. Guida alla consultazione pubblica sulle Riforme Costituzionali Consultazione how-to Guida alla consultazione pubblica sulle Riforme Costituzionali 1 2 3 4 5 Autonomie Territoriali Forma di Governo e Parlamento Parlamentarismo o Presidenzialismo? Secondo te, l attuale

Dettagli