IL DIRIGENTE SCOLASTICO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IL DIRIGENTE SCOLASTICO"

Transcript

1 MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE 1 SCUOLA DELL INFANZIA SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA DI 1^ GRADO ARZIGNANO (VI) ITALIA Corso Mazzini, ARZIGNANO (VI) Tel. 0444/ Fax 0444/ certificata: sito: codice meccanografico: VIIC C.F.: ATTO D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO PER LA PREDISPOSIZIONE DEL PIANO TRIENNALE DELL OFFERTA FORMATIVA INDIRIZZI PER LE ATTIVITA DELLA SCUOLA E LE SCELTE DI GESTIONE E DI AMMINISTRAZIONE EX ART.1, COMMA 14, LEGGE N.107/2015 IL DIRIGENTE SCOLASTICO VISTA PRESO ATTO VISTO TENUTO CONTO IN CONTINUITA la legge n. 107 del , recante la Riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione e delega per il riordino delle disposizioni legislative vigenti ; che il piano deve essere: - elaborato dal Collegio dei docenti sulla base degli indirizzi per le attività della scuola e delle scelte di gestione e di amministrazione definiti dal Dirigente Scolastico; - approvato dal Consiglio d Istituto; - sottoposto alla verifica dell USR per accertarne la compatibilità con i limiti d organico assegnato e, all esito della verifica, trasmesso dal medesimo USR al MIUR; - pubblicato nel portale unico dei dati della scuola; il RAV dell Istituto e, in particolare l area 5^ relativa alle priorità; delle proposte e dei pareri formulati dagli enti locali e dalle diverse realtà istituzionali, culturali, sociali ed economiche operanti nel territorio, nonché dagli organismi e dalle associazioni dei genitori; con le scelte progettuali dei precedenti tre anni scolastici di vita dell Istituto Comprensivo; EMANA ai sensi dell art. 3 del DPR 275/99, così come sostituito dall art. 1 comma 14 della legge , n. 107, il seguente ATTO D INDIRIZZO PER LE ATTIVITÀ DELLA SCUOLA E LE SCELTE DI GESTIONE E DI AMMINISTRAZIONE Una scuola che conserva la memoria del passato, che legge i segni del presente e guarda con responsabilità al futuro, si impegna a programmare e realizzare percorsi di apprendimento validi e significativi e a porre così solide basi educative alla formazione di persone libere e di cittadini consapevoli. C:\Users\Ut\Downloads\Attoindirizzo_DS_POF_Triennale.Docx

2 1) Le priorità, i traguardi e gli obiettivi individuati dal rapporto di autovalutazione (RAV) e il conseguente piano di miglioramento di cui all art.6, comma 1, del Decreto del Presidente della Repubblica n. 80 dovranno costituire parte integrante del Piano. 2) Nel definire le attività per il recupero, il rinforzo e il miglioramento del profitto, si terrà conto dei risultati delle rilevazioni INVALSI relative allo scorso anno ed in particolare dei seguenti aspetti: livello di comprensione dei messaggi nella pluralità di linguaggi ed espressioni - rinforzo delle capacità operative logico-matematiche. 3) Le proposte ed i pareri formulati dagli enti locali e dalle diverse realtà istituzionali, culturali, sociali ed economiche operanti nel territorio, nonché dagli organismi e dalle associazioni dei genitori di cui tener conto nella formulazione del Piano sono i seguenti: Salute - Ambiente Sicurezza; Cittadinanza attiva e democratica; Movimento e sport; Potenziamento linguistico (lingua italiana e lingue comunitarie) matematico - scientifico - musicale artistico; Uso consapevole delle TIC; Conoscenza del territorio e partecipazione ad eventi che ne valorizzino le specificità. 4) Il Piano dovrà fare particolare riferimento ai seguenti commi dell art.1 della Legge: commi 1-4 (finalità della legge e compiti delle scuole): L impegno a realizzare una scuola comunità attiva aperta al territorio: laboratorio permanente di ricerca, sperimentazione e innovazione didattica; di partecipazione e di educazione alla convivenza attiva, mediante il confronto per la condivisione di itinerari educativo-didattici, l utilizzo ottimale delle risorse, l introduzione di metodologie e tecnologie innovative, il coordinamento con il contesto territoriale. a. Consolidamento dell attività progettuale, strettamente connessa al curricolo e condivisa a livello di Consiglio di classe/équipe pedagogica, rivolta agli alunni non alfabetizzati, diversamente abili, DSA e BES, eccellenze (percorsi individualizzati e personalizzati); b. Adozione di modalità di lavoro plurime, sia a livello metodologico che organizzativotemporale per favorire l inclusione di tutti gli alunni, c. Pratica nei laboratori, dove il fare costruisce sapere, il sapere acquista forma e significato, la motivazione nasce e/o si rafforza, il mutuo insegnamento fa scoprire il valore dell altro e abitua all individuazione di problemi e alla ricerca di soluzioni (laboratorio di informatica, di lingue, di scienze, di musica, di arte, biblioteca, Museo della Scuola della Valle del Chiampo), d. Corsi/Sportelli pomeridiani di recupero e di rinforzo di italiano, matematica e lingue; e. Corsi di potenziamento e sviluppo delle lingue, con esame finale Trinity, con sede d esame presso il nostro Istituto, f. Cura delle eccellenze con Laboratori pomeridiani, a struttura modulare: laboratori di Scienze, di Arte, di Italiano, di Matematica, pratica sportiva, ; g. Libertà di insegnamento intesa come impegno a diversificare il percorso educativodidattico rispetto a potenzialità, ritmi e stili di apprendimento, esperienze, livelli di conoscenze e competenze; h. Interazione con le famiglie e il territorio, che si rafforza: nella realizzazione di attività extracurricolari, finalizzate ad innalzare i livelli di conoscenze e di competenze, per contrastare le disuguaglianze socio-culturali e territoriali e per prevenire la dispersione scolastica, nel funzionamento di gruppi di lavoro di classe e/o per classi aperte, nell utilizzo delle tecnologie con software specifici scelti in base ai bisogni, nell attenzione all autonomia e alla responsabilità, da intendersi sia rispetto ai propri compiti di alunno che rispetto al clima della classe e del plesso.

3 commi 5-7 e 14 (fabbisogno di attrezzature e infrastrutture materiali, fabbisogno dell organico dell autonomia, potenziamento dell offerta e obiettivi formativi primari): per ciò che concerne attrezzature e infrastrutture materiali occorrerà tenere presente che necessitano nell ordine: - l adeguamento dei laboratori di informatica delle scuole primarie e della scuola dell infanzia, compresa la sostituzione dei pc obsoleti e ormai inutilizzabili con i nuovi software; - l adeguamento dell aula polivalente della scuola secondaria con impianto audiovideo collegato alle LIM delle aule per permettere la condivisione di esperienze, compresi gli incontri con esperti con conseguente riduzione delle spese e limitazione degli spostamenti in altra scuola; - il completamento del laboratorio di scienze della scuola secondaria, con fornitura di tabelle e materiali illustrativi; - la disponibilità di portatili per gli alunni con B.E.S. e gli alunni disabili della scuola secondaria e della scuola primaria, da utilizzare in aula; - la dotazione di una LIM per il laboratorio di artistica della scuola secondaria e di LIM a muro per le aule delle sezioni dei bambini grandi a scuola dell infanzia; - l incremento della dotazione degli strumenti del laboratorio musicale, in particolare del laboratorio riservato all Indirizzo musicale; - la graduale messa a disposizione di tablet per tutti gli studenti, a partire dalle classi della scuola secondaria. per ciò che concerne i posti di organico, comuni e di sostegno, il fabbisogno per l a.s. 2015/16 è così definito: scuola infanzia n. 7 sezioni scuola primaria n. 35 classi Scuola secondaria 16 classi 4 classi inglese potenziato n. 1 corso/ classe indirizzo musicale n. 14 posti comuni n. 3 posti + 18 ore sostegno ore I.R.C. n. 41 posti comuni n. 3 posti + 8 ore inglese n. 5 posti + 6 ore sostegno n. 2 posti + 4 ore I.R.C. n. 8 posti + 16 ore A043 Lettere n. 5 posti + 6 ore A059 Matematica n. 3 posti + 2 ore A345 Inglese n. 1 posto + 4 ore A445 Spagnolo 2 ore A245 Francese n. 1 posto + 14 ore A032 Musica n. 1 posto + 14 ore A028 Arte n. 1 posto + 14 ore A033 Tecnica n. 1 posto + 14 ore A030 Ed. Fisica 6 ore AB77 Chitarra 6 ore AG77 Flauto 6 ore AJ77 Pianoforte 6 ore AM77 Violino n. 5 posti + 9 ore AD00 Sostegno 16 ore I.R.C. 16 ore Attività Alternative Nel triennio successivo l Organico sarà regolato in base alla crescita demografica (aumento o diminuzione degli alunni) e/o ad altre disposizioni normative che dovessero intervenire nel frattempo. per ciò che concerne i posti per il potenziamento dell offerta formativa il fabbisogno sarà definito in relazione ai progetti ed alle attività contenuti nel Piano di Miglioramento, per

4 l a.s. 2015/16 nel limite massimo previsto di 8 (otto) unità. L Organico che verrà indicato per gli anni successivi potrà essere incrementato in modo da rispondere sempre di più alle esigenze educative degli alunni e alle richieste delle famiglie e del territorio. I docenti saranno utilizzati per la realizzazione del Piano di Miglioramento: - attività dedicate alla diversificazione dei percorsi educativo-didattici e ad attività di Sportelli disciplinari, per innalzare gli esiti in Italiano, Matematica, nelle Lingue e nelle discipline di studio, per prevenire insuccessi e abbandoni scolastici; - attività laboratoriali di arricchimento delle opportunità formative, facoltative e opzionali, per offrire a tutti gli alunni la possibilità di provare esperienze nuove, di studiare un argomento da punti di vista meno consueti, di conoscere sfaccettature diverse di uno stesso contenuto (pensiero riflesso e critico-costruttivo). nell ambito dei posti di potenziamento saranno accantonate preliminarmente 8 ore posto comune scuola primaria per il semiesonero del primo collaboratore e 12 ore della classe di concorso A059 per il semiesonero del secondo collaboratore del dirigente, e a proseguire nel triennio successivo, fatto salvo il permanere delle condizioni per l esonero; nell ambito delle scelte di organizzazione, dovranno essere previste la figura del coordinatore di plesso e nella scuola secondaria quella del coordinatore di classe. In continuità con l organizzazione dell Istituto nei tre anni del suo funzionamento, dovrà proseguire l attività dei dipartimenti per aree disciplinari, delle commissioni/dipartimenti trasversali, che operano in stretto contatto con i docenti assegnatari delle Funzioni Strumentali, in relazione alle priorità evidenziate nel RAV, per il piano di miglioramento (es. continuità orizzontale tra le quattro scuole primarie, verticale tra i tre ordini di scuola; intercultura, inclusione; curricolo e valutazione, sicurezza). Da confermare la funzione di responsabile di laboratorio, della biblioteca, di coordinatore di dipartimento nella scuola secondaria, da estendere anche alla scuola primaria; dovrà essere prevista la costituzione del comitato tecnico-scientifico di cui ai DPR 87-88/10 ed indicata la struttura ritenuta più funzionale per lo stesso; per ciò che concerne i posti del personale amministrativo, tecnico e ausiliario l organico per l a.s. 2015/16 è così definito: n. 1 Direttore S.G.A. n.6 posti di Assistente Amministrativo n. 16 posti e 18 ore di Collaboratore scolastico ( n. 2 posti di Collaboratore scolastico sono accantonati per l intervento di Ditta di pulizie esterna ). commi 10 e 12 (iniziative di formazione rivolte agli studenti per promuovere la conoscenza delle tecniche di primo soccorso, programmazione delle attività formative rivolte al personale docente, al personale amministrativo e ausiliario e definizione delle risorse occorrenti): Corso di primo soccorso per gli studenti della scuola secondaria, avvalendosi delle Istituzioni e delle Associazioni presenti nel territorio. Per i docenti formazione e aggiornamento: struttura modulare, carattere di ricercaazione, contenuti di carattere disciplinare, metodologico-didattico e su tematiche trasversali, da realizzare in forma intensiva all inizio dell anno scolastico, con richiami e approfondimenti che accompagnano e aiutano a riflettere sull azione educativo-didattica nel corso dell anno scolastico. Corsi di formazione e aggiornamento saranno organizzati anche per il personale A.T.A.; alcune iniziative dovranno coinvolgere sia il personale docente che il personale ausiliario e i genitori, a livelli diversi ai fini della condivisione degli interventi educativi, per la prevenzione del disagio e dei conflitti e per il miglioramento del servizio scolastico. Progetti specifici potranno essere realizzati coinvolgendo anche gli alunni, con il supporto dello Sportello Provinciale Autismo e dello Sportello Provinciale Disturbi di Comportamento. Per le iniziative rivolte ai genitori l Istituto valorizzerà le proposte del Comitato Genitori e i corsi promossi dal Comune. Si prevede un impegno di spesa pari ad 8.000,00 / ,00 per anno scolastico. commi (educazione alle pari opportunità, prevenzione della violenza di genere):

5 L educazione al rispetto dell altro attraverso la conoscenza e la realizzazione di esperienze di carattere pratico, role playng, simulazioni, lavoro di coppia e di gruppo, è presente nello sviluppo di tutte le discipline, trova il suo fondamento nell educazione alla convivenza civile e si attua sia nella scelta dei contenuti e delle strategie metodologicodidattiche sia nella realizzazione di incontri ed esperienze di cittadinanza attiva, per lo sviluppo delle competenze sociali e civiche (autonomia, consapevolezza di sé e delle proprie azioni, rispetto, collaborazione). Nella scuola secondaria proseguirà l esperienza delle prova di democrazia con l elezione degli alunni appresentanti di classe. Il corso dell educazione all affettività per gli studenti dell ultimo anno della scuola secondaria coinvolgerà direttamente anche i genitori sia nel momento della presentazione dei percorsi che della rendicontazione. Il progetto Reti di comunità, a sviluppo pluriennale, finanziato dal Comune di Arzignano, offre l opportunità di affrontare problematiche specifiche legate all infanzia e all adolescenza, volte alla prevenzione del disagio, delle violenze, dell emarginazione e della devianza e alla promozione di stili di vita efficaci e maturi. comma 20 (insegnamento Lingua Inglese nella scuola primaria): Per l insegnamento Lingua Inglese nella scuola primaria si farà ricorso a docenti della scuola primaria in possesso di competenze certificate e, in subordine, a docenti di inglese della scuola secondaria di primo grado; per l insegnamento della musica e dell educazione fisica nella scuola primaria, con la dotazione dell organico potenziato sarà possibile avvalersi di docenti di scuola secondaria di primo grado in qualità di specialisti. commi e (insegnamenti opzionali, percorsi formativi ed iniziative d orientamento, valorizzazione del merito scolastico e dei talenti, individuazione di docenti coordinatori, individuazione di modalità di orientamento idonee al superamento delle difficoltà degli alunni stranieri): Insegnamenti opzionali a carattere modulare verranno realizzati in orario extrascolastico come nei precedenti anni, nell ottica dell arricchimento dell offerta formativa, dello sviluppo dei talenti anche ai fini dell orientamento. Per gli studenti con cittadinanza non italiana l azione di compensazione attraverso attività laboratoriali deve iniziare fin dalla scuola dell infanzia, per svilupparsi nella scuola primaria con l utilizzo delle ore di contemporaneità residue dopo aver coperto le Attività Alternative (priorità per alunni non alfabetizzati e classi 1^ e 2^) e l attivazione di specifici corsi pomeridiani. Le disponibilità del Comune di Arzignano consentono nella scuola secondaria di realizzare un laboratorio di alfabetizzazione in orario scolastico e corsi pomeridiani in orario extrascolastico, anche in preparazione agli esami di compimento del ciclo. Nello specifico dell orientamento, sulla base dell esperienza dei tre anni di vita dell Istituto, l orientamento per il quale è attivata una Funzione Strumentale, deve coinvolgere comunque i Consigli di classe, dove il docente coordinatore svolge la funzione di referente; da sperimentare l efficacia di uno Sportello Orientamento che, in collegamento con lo Sportello Ascolto affidato ad uno psicologo, possa aiutare nella scelta gli alunni più incerti. Dovranno essere previste attività di orientamento mirate per gli alunni con cittadinanza non italiana e per gli alunni diversamente abili, in rete con altri Istituti del territorio. Il Comitato Genitori intende promuovere nei prossimi tre anni scolastici nuove iniziative di valorizzazione delle eccellenze, che gratifichino gli studenti per l impegno scolastico. La partecipazione a gare sportive, concorsi, giochi matematici, concerti e manifestazioni pubbliche rappresenta un occasione per gli studenti di un riconoscimento pubblico e uno stimolo a continuare ad impegnarsi commi (piano nazionale scuola digitale, didattica laboratoriale): L utilizzo delle tecnologie è diffuso sia livello didattico che di programmazione (utilizzo del registro on line sia nella scuola primaria che secondaria e avvio anche nella scuola dell infanzia). Si deve mirare a potenziare le competenze informatiche: - dei docenti e del personale A.T.A., in primo luogo amministrativo, per proseguire sul piano della digitalizzazione, richiedendo a tutti i dipendenti l uso della posta elettronica sempre quando possibile; opportuno prevedere corsi per il conseguimento di patenti informatiche, se necessario, eventualmente, anche con il concorso spese degli interessati;

6 - degli alunni tramite corsi specifici di preparazione all esame ECDL; - dei genitori, che avranno accesso al registro on line con visione tempestiva di assenze, voti e compiti di casa, oltre che ai documenti di valutazione. comma 124 (formazione in servizio personale docente, al personale amministrativo e ausiliario): La sicurezza, la privacy e la cura dell ambiente-scuola coinvolge tutti gli operatori scolastici, nello specifico delle pulizie i collaboratori scolastici. Contenuti specifici per l aggiornamento dei docenti: didattica disciplinare, con particolare attenzione all Italiano, alla matematica, alle lingue; Didattica inclusiva, TIC, Gestione della classe. Un attenzione particolare dovrà essere rivolta anche agli aspetti della comunicazione, considerato l aumento di studenti con difficoltà sul piano relazionale e comportamentale. Il servizio di sportello per il pubblico (Uffici) dovrà pure essere oggetto di attenzione per tutto il personale ATA, in considerazione dell importanza della comunicazione con l utenza per l efficacia, l efficienza e la trasparenza del servizio. Nello specifico, per il personale amministrativo dovrà essere considerato con attenzione anche il disbrigo delle pratiche amministrative, l archiviazione e la conservazione delle stesse, la pubblicazione degli atti nell ottica della digitalizzazione. Gli aspetti e le novità su piano amministrativo e normativo saranno oggetto di studio sia attraverso i corsi on line del MIUR, sia attraverso i corsi organizzati da questo Istituto in qualità di Scuola capofila della rete R.T.S. Ovest Vicentino, sia costituendo reti su moduli specifici. 5) I criteri generali per la programmazione educativa, per la programmazione e l'attuazione delle attività parascolastiche, interscolastiche, extrascolastiche, già definiti nei precedenti anni scolastici dal Consiglio d Istituto e recepiti nei POF di quei medesimi anni, che risultino coerenti con le indicazioni di cui ai precedenti punti 1 e 2 potranno essere inseriti nel Piano; in particolare si ritiene di dovere inserire i seguenti punti: - Criteri comuni per l organizzazione dell orario e l articolazione delle discipline per ordine di scuola, con attenzione alla situazione delle singole classi, al carico cognitivo richiesto dalle diverse attività. - Linee metodologiche generali condivise a livello di Collegio, con attenzione a livello di classe alla pluralità di modalità di approccio alla conoscenza rispetto all età, alle esperienze e ai prerequisiti, ai tempi e agli stili di apprendimento degli alunni, per promuovere l successo formativo di ciascun alunno. - Prosecuzione/realizzazione di attività e progetti che valorizzino le potenzialità, le esperienze e le conoscenze degli alunni, che si caratterizzino per la diversificazione didattica, in relazione ai bisogni degli alunni DSA, degli alunni con BES, compresi gli alunni stranieri e gli alunni iperdotati, che: o mirino alla prevenzione di difficoltà e insuccessi attraverso l individuazione delle situazioni a rischio, o promuovano lo sviluppo della pluralità di intelligenze, o o aprano una molteplicità di opportunità ai fini dell orientamento scolastico, consentano agli alunni di fare esperienze varie nel corso degli anni, o considerare aspetti diversi di uno stesso argomento, incontrare esperti, per diventare consapevoli delle possibilità di espressione e comunicazione offerte dai diversi linguaggi, saper operare scelte ponderate e funzionali all obiettivo. - Diversificazione dell azione educativo-didattica rispetto ai bisogni, ai talenti, agli strumenti e alle opportunità che l ambiente offre, per l inclusione di tutti gli studenti, la conoscenza e l utilizzo di opportunità culturali, strutture e attrezzature che il territorio offre (Museo della Scuola della Valle del Chiampo, Museo di Chiampo, Museo Zannato, Museo etnologico, Museo della Comunicazione, Biblioteche, Mostre, concorsi, ). La progettualità di plesso/classi parallele deve svilupparsi in un percorso curricolare integrato con il territorio e l ambiente. - Attivazione di percorsi didattici diversificati e/o personalizzati, con attività individuali e/o di piccolo gruppo, con particolare riferimento agli alunni diversamente abili, agli alunni D.S.A., agli alunni B.E.S., per il recupero delle competenze essenziali trasversali e per la prima alfabetizzazione linguistica degli alunni stranieri;

7 - Collaborazione con il Comune di Arzignano per la realizzazione nelle scuole primarie di attività pomeridiane di aiuto nello svolgimento dei compiti di casa, rivolte prioritariamente agli alunni stranieri e agli alunni in situazioni di bisogno, documentate; - Realizzazione nella scuola secondaria di corsi pomeridiani volti sia la recupero che al potenziamento e all arricchimento dell Offerta Formativa; - Lavoro interattivo fra docenti e personale A.T.A., amministrativo e collaboratori scolastici, per la realizzazione di attività e progetti. Coinvolgimento dei genitori nei progetti, in particolare nella pubblicizzazione degli elaborati e nelle manifestazioni finali, ma anche nel ruolo di esperti; nello specifico del Comitato genitori, condivisione di proposte e iniziative. - Cura della verifica quale momento imprescindibile per monitorare l azione didattica e regolare la programmazione rispetto ai bisogni. 6) I progetti e le attività sui quali si pensa di utilizzare i docenti dell organico del potenziamento devono fare esplicito riferimento a tale esigenza, motivandola e definendo l area disciplinare coinvolta. Si terrà conto del fatto che l organico di potenziamento deve servire anche alla copertura delle supplenze brevi e quindi si eviterà di assorbire sui progetti l intera quota disponibile. 7) Per tutti i progetti e le attività previsti nel Piano, devono essere indicati i livelli di partenza sui quali si intende intervenire, gli obiettivi cui tendere nell arco del triennio di riferimento, gli indicatori quantitativi e/o qualitativi utilizzati o da utilizzare per rilevarli. Gli indicatori saranno di preferenza quantitativi, cioè espressi in grandezze misurabili, ovvero qualitativi, cioè fondati su descrittori non ambigui di presenza / assenza di fenomeni, qualità o comportamenti ed eventualmente della loro frequenza. 8) Per la realizzazione del P.O.F.T. l Istituto procederà al conferimento di incarichi ad esperti esterni qualificati, dopo aver accertato la mancanza di personale interno competente e disponibile, nel rispetto dei criteri stabiliti nel Regolamento di Istituto. 9) Il fondo di Istituto dovrà essere utilizzato per compensare gli impegni di coordinamento organizzativo e didattico, le attività aggiuntive e le attività di supporto alla didattica. I compensi per attività aggiuntive devono corrispondere a prestazioni effettivamente rese, risultanti da riscontri oggettivi e devono essere corrisposti nei tempi concordati fatta salva l effettiva erogazione dei contributi; i provvedimenti di attribuzione dell incarico devono essere emanati prima della prestazione, sulla base della disponibilità degli interessati e dei criteri stabiliti dalla Contrattazione Integrativa d Istituto. 10) Il contributo di Enti, Gruppi, Associazioni e genitori se vincolato, dovrà essere utilizzato per gli scopi per cui è stato elargito, se non vincolato andrà utilizzato per le attività progettuali dell Istituto e dei singoli plessi, in ordine ai bisogni che risulteranno prioritari. Il contributo dei genitori coprirà le spese per le uscite didattiche e contribuirà alle spese per la realizzazione dei progetti; in ogni caso dovrà essere garantito ad ogni classe un progetto specifico condiviso dai docenti con i genitori oltre ai progetti istituzionali a valenza pluriennale. L adesione a reti di Scuole, con il ruolo di Istituto capofila per la rete R.T.S. Ovest Vicentino e la rete intercultura Cittadini nel futuro, nonché le convenzioni con Università e Istituti superiori vanno sostenute per le opportunità culturali che offrono, il contenimento dei costi a fronte di una migliore qualità del servizio. 11) L organizzazione amministrativa, tecnica e generale, sulla base della proposta del Direttore SGA e nel rispetto di quanto previsto nella Contrattazione Integrativa d Istituto, dovrà prevedere degli orari di servizio e di lavoro che garantiscano la piena attuazione delle attività scolastiche e l apertura al pubblico, in orario antimeridiano per tre giorni e pomeridiano per due giorni. La gestione amministrativa deve essere improntata ai criteri di efficienza, efficacia, economicità, trasparenza; l attività negoziale, nel rispetto delle prerogative previste dai Regolamenti Europei, dalle leggi, dal Codice dei contratti pubblici e dai rispettivi Regolamenti, nonchè dal regolamento di contabilità (D.I. n. 44/01) e dai Regolamento di Istituto in capo al Dirigente Scolastico, sarà improntata al massimo della trasparenza e della ricerca dell interesse primario della Scuola.

8 12) Il Piano dell Offerta Formativa Triennale dovrà essere predisposto a cura della Funzione Strumentale a ciò designata, affiancata dalla Commissione P.O.F. costituita dai docenti referenti di plesso, entro il 30 novembre p.v., per essere portata all esame del Collegio stesso nella seduta del 17 dicembre p.v., che è fin d ora fissata a tal fine. IL DIRIGENTE SCOLASTICO dott.ssa Goretta Calearo prot. n. 8361/C23i CG/cg Arzignano, Docenti Personale A.T.A. Genitori Sito Istituto

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Statale G.Rodari Via Aquileia, 1 20021 Baranzate (MI) Tel/fax 02-3561839 Cod. Fiscale 80126410150 Cod. meccanografico MIIC8A900C

Dettagli

Prot. n. 3389/B4 Cattolica Eraclea, lì 21/09/2015

Prot. n. 3389/B4 Cattolica Eraclea, lì 21/09/2015 Istituto Comprensivo di Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di primo grado EZIO CONTINO Largo Pertini -92011 Cattolica Eraclea (AG) Tel.0922 849242 fax 0922 840344 E-mail agic80700p@istruzione.it

Dettagli

Prot. n. 6408/C23 Viareggio 13 novembre 2015

Prot. n. 6408/C23 Viareggio 13 novembre 2015 Prot. n. 6408/C23 Viareggio 13 novembre 2015 AL COLLEGIO DEI DOCENTI E P.C. AL CONSIGLIO D ISTITUTO AI GENITORI AGLI ALUNNI AL PERSONALE ATA ATTI ALBO OGGETTO: ATTO D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO

Dettagli

Prot. n. 7467/H1 Vercelli, 30 settembre 2015

Prot. n. 7467/H1 Vercelli, 30 settembre 2015 Prot. n. 7467/H1, 30 settembre 2015 AL COLLEGIO DEI DOCENTI E P.C. AL CONSIGLIO D ISTITUTO AI GENITORI AL PERSONALE ATA ATTI ALBO OGGETTO: ATTO D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO PER LA PREDISPOSIZIONE

Dettagli

Liceo Scientifico A. Calini

Liceo Scientifico A. Calini Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Liceo Scientifico A. Calini Via Monte Suello n. 2 - Brescia Prot. n. 3202/C22 Brescia, lì 01/10/2015 AL COLLEGIO DEI DOCENTI E P.C. AL CONSIGLIO

Dettagli

OGGETTO: ATTO D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO PER LA PREDISPOSIZIONE DEL PIANO TRIENNALE DELL OFFERTA FORMATIVA EX ART.1, COMMA 14, LEGGE N.

OGGETTO: ATTO D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO PER LA PREDISPOSIZIONE DEL PIANO TRIENNALE DELL OFFERTA FORMATIVA EX ART.1, COMMA 14, LEGGE N. Prot. n. 3258/A04a Verona, 12 ottobre 2015 AL COLLEGIO DEI DOCENTI E P.C. AL CONSIGLIO D ISTITUTO AI GENITORI AL PERSONALE ATA ATTI ALBO OGGETTO: ATTO D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO PER LA PREDISPOSIZIONE

Dettagli

Prot. n. 3511/B15 Genova, 16 ottobre 2015

Prot. n. 3511/B15 Genova, 16 ottobre 2015 Prot. n. 3511/B15 Genova, 16 ottobre 2015 AL COLLEGIO DEI DOCENTI E P.C. AL CONSIGLIO D ISTITUTO AI GENITORI AGLI ALUNNI AL PERSONALE ATA ATTI ALBO OGGETTO: ATTO D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO PER

Dettagli

Prot. n. 4223/B18 Mugnano di Napoli, 13 ottobre 2015 AL COLLEGIO DEI DOCENTI

Prot. n. 4223/B18 Mugnano di Napoli, 13 ottobre 2015 AL COLLEGIO DEI DOCENTI I CIRCOLO DIDATTICO GENNARO SEQUINO Via Roma, 80 80018 MUGNANO DI NAPOLI Telefono/Fax 081-7451142 Distretto 26 Codice NAEE15100R Codice fiscale 80101770636 @-mail: naee15100r@istruzione.it web site: www.cdsequino.gov.it

Dettagli

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

IL DIRIGENTE SCOLASTICO Prot. n. lì Al Collegio dei Docenti e p.c. al Consiglio d Istituto ai genitori agli alunni al personale ATA Agli atti All albo OGGETTO: atto d indirizzo del Dirigente Scolastico per la predisposizione

Dettagli

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

IL DIRIGENTE SCOLASTICO Prot. n. 4726/A19 Calolziocorte, 30/09/2015 AL COLLEGIO DEI DOCENTI E P.C. AL CONSIGLIO D ISTITUTO AI GENITORI AGLI ALUNNI AL PERSONALE ATA ATTI ALBO OGGETTO: ATTO D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO

Dettagli

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE GALILEO FERRARIS. Via Motta,85/87-95037 San Giovanni la Punta (CT)

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE GALILEO FERRARIS. Via Motta,85/87-95037 San Giovanni la Punta (CT) ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE GALILEO FERRARIS Elettronica Energia Grafica e Comunicazione Informatica Certif. Sportiva Via Motta,85/87-95037 San Giovanni la Punta (CT) Tel: 095-6136780 - Fax: 095-6136779

Dettagli

LICEO CLASSICO STATALE Liceo delle Scienze Umane - Liceo Economico Sociale Vittorio Emanuele II - JESI -

LICEO CLASSICO STATALE Liceo delle Scienze Umane - Liceo Economico Sociale Vittorio Emanuele II - JESI - Prot. n. 5866/C16a Jesi, 13/10/2015 AL COLLEGIO DEI DOCENTI E P.C. AL CONSIGLIO D ISTITUTO AI GENITORI AGLI ALUNNI AL PERSONALE ATA ATTI ALBO OGGETTO: ATTO D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO PER LA PREDISPOSIZIONE

Dettagli

Prot. 2168/B15 Magnago lì 20/09/2015

Prot. 2168/B15 Magnago lì 20/09/2015 Istituto Comprensivo Ada Negri Via Don Milani, 3 20020 Magnago (MI) C. F. 93018880158 cod. mec. MIIC84200D Tel. 0331658080 Fax 0331659612 Posta Elettronica Certificata: MIIC84200D@pec.istruzione.it Prot.

Dettagli

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

IL DIRIGENTE SCOLASTICO ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE "EMANUELE MORSELLI INDIRIZZI: CHIMICO - ELETTROTECNICA - MECCANICA E MECCATRONICA- AGRARIA,AGROALIMENTARE E AGROINDUSTRIA ELETTRONICA- INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI

Dettagli

Istituto Comprensivo Giancarlo Puecher Via Mainoni, 3 22036 Erba tel. 031 643271 - fax 031 640617

Istituto Comprensivo Giancarlo Puecher Via Mainoni, 3 22036 Erba tel. 031 643271 - fax 031 640617 Istituto Comprensivo Giancarlo Puecher Via Mainoni, 3 22036 Erba tel. 031 643271 - fax 031 640617 C.M. COIC85600G - C.F. 93015030138 e-mail: coic85600g@istruzione.it Prot. n. 5214/C22 Erba, 30 settembre2015

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale di Sovizzo

Istituto Comprensivo Statale di Sovizzo Prot. n. 2994/D6 Sovizzo, 20 novembre 2015 Al Collegio docenti Al Consiglio di Istituto AI Genitori Al Personale ATA dell IC Sovizzo LORO SEDI OGGETTO: ATTO D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO PER LA

Dettagli

Prot. n..3512 Frosinone, 30/09/2015

Prot. n..3512 Frosinone, 30/09/2015 Prot. n..3512 Frosinone, 30/09/2015 AL COLLEGIO DEI DOCENTI E P.C. AL CONSIGLIO D ISTITUTO AI GENITORI AGLI ALUNNI AL PERSONALE ATA ATTI ALBO OGGETTO: ATTO D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO PER LA PREDISPOSIZIONE

Dettagli

Prot. n.4127/a32 Genova, lì 12 ottobre 2015

Prot. n.4127/a32 Genova, lì 12 ottobre 2015 ISTITUTO COMPRENSIVO MONTALDO Via L. Montaldo, 8 16137 GENOVA Tel. 010/8392409 Fax 010/ 8393429 e.mail geic83000d@istruzione.it www.icmontaldo-genova.gov.it Prot. n.4127/a32 Genova, lì 12 ottobre 2015

Dettagli

EMANA IL SEGUENTE ATTO DI INDIRIZZO

EMANA IL SEGUENTE ATTO DI INDIRIZZO Castiglione delle Stiviere, 05/10/2015 Prot. n. 9298/C6 Al Collegio dei Docenti Alla DSGA All albo E p.c. al Consiglio di Istituto Oggetto: ATTO DI INDIRIZZO RIGUARDANTE LA DEFINIZIONE E LA PREDISPOSIZIONE

Dettagli

Prot.n.2638 Palau 7 Ottobre 2015 AL COLLEGIO DEI DOCENTI E P.C. AL CONSIGLIO D ISTITUTO AI GENITORI AL PERSONALE ATA ATTI ALBO

Prot.n.2638 Palau 7 Ottobre 2015 AL COLLEGIO DEI DOCENTI E P.C. AL CONSIGLIO D ISTITUTO AI GENITORI AL PERSONALE ATA ATTI ALBO M.I.U.R. UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE DELLA SARDEGNA ISTITUTO COMPRENSIVO Anna Compagnone SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA e SECONDARIA 1 GRADO Via del Faro N 1 0 7 0 2 0 P A L A U Tel. 0789-70 95 40 fax

Dettagli

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

IL DIRIGENTE SCOLASTICO Istituto Tecnico Economico e Tecnologico Andrea Mantegna Via G. Gonzaga, 8 MANTOVA Tel.: 0376 320688 Fax: 0376 310580 Cod. Mecc. MNTE01000B www. itetmantegna.it Mail: itetmantegna@itetmantegna.it mnte01000b@istruzione.it

Dettagli

Prot. n. 3623/A42 Milano, 28 settembre 2015

Prot. n. 3623/A42 Milano, 28 settembre 2015 ISTITUTO TECNICO STATALE PER IL SETTORE ECONOMICO - TURISMO LICEO LINGUISTICO PIER PAOLO PASOLINI 20134 MILANO Via L. Bistolfi, 15 Tel 02.2104001 Fax 02.26415178 E-mail: mitn02000x@istruzione.it Cod. Fisc.

Dettagli

MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO

MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO Istituto Comprensivo Statale Paolo Ruffini Scuola dell infanzia primaria secondaria di I grado Via del

Dettagli

Istituto Scolastico Comprensivo Statale "R. Fucini"

Istituto Scolastico Comprensivo Statale R. Fucini Istituto Scolastico Comprensivo Statale "R. Fucini" Scuola Infanzia Primaria e Secondaria di I di Monteroni d Arbia e Murlo Viale Rimembranze,127 Tel 0577375118 53014 - MONTERONI D'ARBIA (SI) e. mail siic80800q@istruzione.it

Dettagli

Prot n.4230/a22 Brembate, 23/09/2015. e p.c. Al Consiglio d Istituto Ai genitori al DSGA al personale ATA Atti Sito web

Prot n.4230/a22 Brembate, 23/09/2015. e p.c. Al Consiglio d Istituto Ai genitori al DSGA al personale ATA Atti Sito web Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo di Brembate Sotto Via Oratorio n. 14 24041 BREMBATE (BG) Tel: 035 801047 035 801447 - Fax: 035 4874731 info@icbrembate.it

Dettagli

SUPERIORE NICOLA MORESCHI SETTORE ECONOMICO

SUPERIORE NICOLA MORESCHI SETTORE ECONOMICO ISTITUTO di ISTRUZIONE SUPERIORE NICOLA MORESCHI SETTORE ECONOMICO Amministrazione, finanza e marketing Relazioni internazionali per il marketing Sistemi informativi aziendali LICEO SCIENTIFICO Viale San

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Liceo Scientifico Statale "G. KEPLERO" Cod. Mecc. RMPS19000T C\C Postale N 47009006 C.F. 80230950588

Dettagli

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

IL DIRIGENTE SCOLASTICO DIREZIONE DIDATTICA STATALE DI CALUSO Via Gnavi, 1 10014 CALUSO (To) Tel. 011/9833253 - Fax 011/9891435 E mail:toee08400n@istruzione.it SITO:www.circolodidatticocaluso.gov.it Prot. n. 1720 Caluso, 29.09.2015

Dettagli

LINEE DI INDIRIZZO PER LA STESURA DEL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA PER IL TRIENNIO 2016-19 PREMESSA

LINEE DI INDIRIZZO PER LA STESURA DEL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA PER IL TRIENNIO 2016-19 PREMESSA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di I Grado Piazza Volta 4/a 22077 OLGIATE COMASCO (CO) tel. 031-944033 / 947207 cod.min. COIC80700A - cod.fisc. 80013700135 e.mail

Dettagli

AL COLLEGIO DEI DOCENTI E P.C. AL CONSIGLIO D ISTITUTO AI GENITORI AGLI ALUNNI AL PERSONALE ATA

AL COLLEGIO DEI DOCENTI E P.C. AL CONSIGLIO D ISTITUTO AI GENITORI AGLI ALUNNI AL PERSONALE ATA Prot. n. 7937/FP del 20/11/2015 Genova, lì 16 novembre 2015 AL COLLEGIO DEI DOCENTI E P.C. AL CONSIGLIO D ISTITUTO AI GENITORI AGLI ALUNNI AL PERSONALE ATA ATTI ALBO OGGETTO: ATTO D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE

Dettagli

Prot.n.8233/A32 Chieti, 1 ottobre 2015

Prot.n.8233/A32 Chieti, 1 ottobre 2015 ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Via Campobasso, 10-66100 CHIETI - tel. Segreteria : 0871 560525 - - fax: 0871565781 codice fiscale: 93048780691 - codice meccanografico: CHIC83700A Indirizzo di posta elettronica

Dettagli

All'albo della scuola e sul sito web

All'albo della scuola e sul sito web Prot. n. 4684 Roma, 28 settembre 2015 AL COLLEGIO DEI DOCENTI E p.c. Al Consiglio d istituto Alle famiglie Agli alunni Al personale ATA All'albo della scuola e sul sito web OGGETTO: ATTO DI INDIRIZZO DEL

Dettagli

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE EVANGELISTA TORRICELLI

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE EVANGELISTA TORRICELLI Albo d Istituto Prot. n. 6198/C23 Milano, 13 novembre 2015 Oggetto: atto d indirizzo del Dirigente Scolastico per la predisposizione del Piano Triennale dell Offerta Formativa ai sensi dell art. 1, comma

Dettagli

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE GALILEO GALILEI

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE GALILEO GALILEI ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE GALILEO GALILEI Via Dino Menci, 1-52100 Arezzo - Tel. 05753131 - Fax 0575313206 E-mail: galilei@itis.arezzo.it; Posta Certificata: itisgalilei@pec.itis.arezzo.it Sito

Dettagli

Prot. 10557/A22g Perugia 23 ottobre 2015

Prot. 10557/A22g Perugia 23 ottobre 2015 Chimica, Materiali e Biotecnologie Grafica e Comunicazione Trasporti e Logistica Istituto Tecnico Tecnologico Statale Alessandro Volta Scuol@2.0 Via Assisana, 40/E - loc. Piscille - 06135 Perugia Centralino

Dettagli

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

IL DIRIGENTE SCOLASTICO Prot. n. 3690 / A 19 Rapallo, il 30 settembre 2015 Al collegio dei docenti E p.c. Al DSGA Al Consiglio d Istituto Ai genitori Agli alunni Al personale ATA ATTI ALBO- SITO OGGETTO: ATTO D INDIRIZZO DEL

Dettagli

Prot. n. 6622/B21 Firenze, 12 dicembre 2015

Prot. n. 6622/B21 Firenze, 12 dicembre 2015 L ICEO S CIENTIFICO S TATALE TATALE LEONARDO DA V INCI INCI - F IRENZE Via G. dei Marignolli,1 50127 Firenze - Tel. 055 366951/2 Fax 055 351089 e-mail: fips030006@istruzione.it - sito web: www.liceodavincifi.gov.it

Dettagli

Prot. N. 6093 C 24 Bologna, 18/11/2015

Prot. N. 6093 C 24 Bologna, 18/11/2015 Ministero della Pubblica Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per l Emilia Romagna ISTITUTO COMPRENSIVO N. 14 Via Emilia Ponente 311 40132 Bologna - Te.l 051/381585-051/404810 - Fax.051/383759 C.F.

Dettagli

e-mail.: luic82400r@istruzione.it Fax:0583-730098-74010 Prot. n. Gallicano lì 29 settembre 2015

e-mail.: luic82400r@istruzione.it Fax:0583-730098-74010 Prot. n. Gallicano lì 29 settembre 2015 I S T I T U T O C O M P R E N S I V O GALLICANO scuola dell infanzia scuola primaria scuola secondaria di I grado Via dei Cipressi, 55027 Gallicano (Lucca) 0583 74019 /74010 e-mail.: luic82400r@istruzione.it

Dettagli

DOCUMENTO DI LINEE D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO A.S.

DOCUMENTO DI LINEE D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO A.S. MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO I.C. NUOVO PONTE DI NONA - VIA GASTINELLI N. 58-00132 ROMA TEL. 06/22180417- fax: 06/22188121 C.M.RMIC8CR006

Dettagli

53 Distretto Scolastico 84014 Nocera Inferiore ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE Guglielmo Marconi

53 Distretto Scolastico 84014 Nocera Inferiore ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE Guglielmo Marconi Prot. n. 4233 A/19 del 29 settembre 2015 Al Collegio dei Docenti e P.C. Al Consiglio di Istituto Ai Genitori Agli Alunni Al Personale A.T.A. ATTI ALBO OGGETTO: ATTO D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO

Dettagli

Prot. n. 4273 / A 2 Andria, 12 ottobre 2015

Prot. n. 4273 / A 2 Andria, 12 ottobre 2015 8 CIRCOLO DIDATTICO "A. ROSMINI" Corso Italia, 7-76123 ANDRIA C.F. 90000300724 Tel 0883/246459 - Fax 0883/292770 email: baee05600t@istruzione.it Sito web: www.circolodidatticorosmini.gov.it pec baee05600t@pec.istruzione.it

Dettagli

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

IL DIRIGENTE SCOLASTICO MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE FEDERICO CAFFÈ (CON SEZIONI ASSOCIATE : I.T.C.G. FEDERICO CAFFE - I.T.I.S.

Dettagli

M. I. U. R. I. S. PUECHER OLIVETTI C.M. MIIS08900V - C.F.

M. I. U. R. I. S. PUECHER OLIVETTI C.M. MIIS08900V - C.F. M. I. U. R. I. S. PUECHER OLIVETTI C.M. MIIS08900V - C.F. 93545220159 Sede amministrativa: Via Bersaglio, 56 Rho 20017 Tel.: 02 9302236 Fax: 02 9307396 Sito web:www.puecherolivetti.it e-mail:puecherolivetti@puecherolivetti.it

Dettagli

ISTITUTO SCOLASTICO COMPRENSIVO VALTREBBIA Via al Municipio 7, 16029 TORRIGLIA (GE)

ISTITUTO SCOLASTICO COMPRENSIVO VALTREBBIA Via al Municipio 7, 16029 TORRIGLIA (GE) AL COLLEGIO DEI DOCENTI E P.C. AL CONSIGLIO D ISTITUTO AI GENITORI AGLI ALUNNI AL PERSONALE ATA ATTI ALBO OGGETTO: ATTO D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO PER LA PREDISPOSIZIONE DEL PIANO TRIENNALE DELL

Dettagli

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

IL DIRIGENTE SCOLASTICO M i n i s t e r o d e l l i s t r u z io n e, d e l l u n i v e r s i t à e della ricerca Istituto Comprensivo di Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria I grado via I. Gentile 22014 Dongo (CO) Tel:

Dettagli

Prot. n. 6482/A22 Trescore, 12 ottobre 2015

Prot. n. 6482/A22 Trescore, 12 ottobre 2015 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Superiore Lorenzo LOTTO Via dell Albarotto, 23 24069 Trescore Balneario - BG Tel: 035 944782-035 944680 Fax: 035 944220 e-mail: segreteria@islotto.it

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA STATALE N.SAURO. Prot. n. 4071/A39 Catania lì, 30 ottobre 2015

DIREZIONE DIDATTICA STATALE N.SAURO. Prot. n. 4071/A39 Catania lì, 30 ottobre 2015 DIREZIONE DIDATTICA STATALE N.SAURO Cod. MPI CTEE01900C - Partita I.V.A. 80011800879 Via Damiano Chiesa 5 95123 - CATANIA Tel. 095/354535 - Fax 095/7318857 - Email ctee01900c@istruzione.it Sito Web: www.circolodidatticosaurocatania.gov.it

Dettagli

Prot. n. 9765 A/02 Cingoli, 25 novembre 2015

Prot. n. 9765 A/02 Cingoli, 25 novembre 2015 Prot. n. 9765 A/02 Cingoli, 25 novembre 2015 AL COLLEGIO DEI DOCENTI E P.C. AL CONSIGLIO D ISTITUTO AI GENITORI AGLI ALUNNI AL PERSONALE ATA ATTI ALBO OGGETTO: ATTO D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO

Dettagli

Prot. n. 2493/B35 Soriano nel Cimino, 8/10/2015

Prot. n. 2493/B35 Soriano nel Cimino, 8/10/2015 Ministero dell Istruzione, dell Università e della ricerca UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO DI SORIANO NEL CIMINO Viale Ernesto Monaci, 37-01038 SORIANO NEL CIMINO (VT) -

Dettagli

Lecce, 1 ottobre 2015 Prot.n. 4279/C24

Lecce, 1 ottobre 2015 Prot.n. 4279/C24 Lecce, 1 ottobre 2015 Prot.n. 4279/C24 Al Collegio dei Docenti e p.c. al Consiglio d Istituto ai Genitori agli Studenti al Personale ATA all ALBO DI ISTITUTO SEDI LECCE E SQUINZANO Oggetto: Atto di Indirizzo

Dettagli

ATTO DI INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO PER LA PREDISPOSIZIONE DEL PIANO TRIENNALE DELL OFFERTA FORMATIVA EX ART.1, COMMA 14, LEGGE N.107/2015.

ATTO DI INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO PER LA PREDISPOSIZIONE DEL PIANO TRIENNALE DELL OFFERTA FORMATIVA EX ART.1, COMMA 14, LEGGE N.107/2015. OGGETTO: ATTO DI INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO PER LA PREDISPOSIZIONE DEL PIANO TRIENNALE DELL OFFERTA FORMATIVA EX ART.1, COMMA 14, LEGGE N.107/2015. IL DIRIGENTE SCOLASTICO VISTA la legge n. 107

Dettagli

Prot. n. 6601/A22 Siracusa 29 Ottobre 2015

Prot. n. 6601/A22 Siracusa 29 Ottobre 2015 Prot. n. 6601/A22 Siracusa 29 Ottobre 2015 AL COLLEGIO DEI DOCENTI E P.C. AL CONSIGLIO D ISTITUTO AI GENITORI AGLI ALUNNI AL PERSONALE ATA ATTI ALBO OGGETTO: ATTO D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO PER

Dettagli

Scuola Secondaria di 1 Grado A. di Cambio Via Volterrana 2-53034 Colle di Val d Elsa (SI)

Scuola Secondaria di 1 Grado A. di Cambio Via Volterrana 2-53034 Colle di Val d Elsa (SI) Prot. 28571 c23a Colle di val d Elsa 18/9/2015 ATTO D INDIRIZZO AL COLLEGIO DEI DOCENTI PER LA PREDISPOSIZIONE DEL POF TRIENNALE il D.lgs. n.297/94 ; il D.P.R. n. 275/99; IL DIRIGENTE SCOLASTICO VISTO

Dettagli

Prot. n. 7101/C22B Genova, 27 ottobre 2015

Prot. n. 7101/C22B Genova, 27 ottobre 2015 ISTITUTO di ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE STATALE MAJORANA - GIORGI VIA SALVADOR ALLENDE 41 16138 GENOVA TEL. 0108356661 FAX 0108600004 VIA TIMAVO 63 16132 GENOVA TEL. 010 393341 FAX 010 3773887 CODICE

Dettagli

Prot. n. 10197 Cefalù lì 18/09/2015 DECRETO N.76

Prot. n. 10197 Cefalù lì 18/09/2015 DECRETO N.76 I.I.S.S. Jacopo del Duca-Diego Bianca Amato - Cefalù via Pietragrossa, 68/70 - Centralino 0921.421415 - Fax 0921.420371 Cod. Fisc. 82000410827 sito internet: www.delduca-biancaamato.it - www.delduca-biancaamato.gov.it

Dettagli

Prot. 4029 C27 Germignaga, 28.9.2015

Prot. 4029 C27 Germignaga, 28.9.2015 Prot. 4029 C27 Germignaga, 28.9.2015 AL COLLEGIO DEI DOCENTI E P.C. AL CONSIGLIO D ISTITUTO AI GENITORI AGLI ALUNNI AL PERSONALE ATA ATTI ALBO OGGETTO: ATTO D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO PER LA

Dettagli

Prot. n. 7110 B/2 San Giovanni in Persiceto, 12/11/2015

Prot. n. 7110 B/2 San Giovanni in Persiceto, 12/11/2015 1 MIUR Ufficio Scolastico Emilia-Romagna -USP Bologna DIREZIONE DIDATTICA STATALE di S. GIOVANNI in PERSICETO Circolo di San Giovanni in Persiceto (BO) Piazza Carducci, 6 BOE14700V C.F. 80073330377- Tel.

Dettagli

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE LEONARDO DA VINCI LICEO SCIENTIFICO - LICEO LINGUISTICO LICEO CLASSICO SEZIONE ASSOCIATA: ISTITUTO

Dettagli

Torino, 10 novembre 2015 Prot. n.1906/a22. Al Collegio dei Docenti. E p.c. Al Consiglio di Istituto All Albo Al Personale ATA

Torino, 10 novembre 2015 Prot. n.1906/a22. Al Collegio dei Docenti. E p.c. Al Consiglio di Istituto All Albo Al Personale ATA Torino, 10 novembre 2015 Prot. n.1906/a22 Al Collegio dei Docenti E p.c. Al Consiglio di Istituto All Albo Al Personale ATA Oggetto : Pubblicazione Atto di Indirizzo del Dirigente Scolastico per la predisposizione

Dettagli

itg belzoni 03 ottobre 2015

itg belzoni 03 ottobre 2015 Padova itg belzoni 03 ottobre 2015 CF 80012080281 Regione Veneto Accreditamento n. A0365 Sede centrale di Padova, Via S. Speroni, 39/41, Tel.049.657903 fax 049.8755385 - belzoni@provincia.padova.it Sez.

Dettagli

INDIRIZZI PER LE ATTIVITÀ DELLA SCUOLA, DELLE SCELTE DI GESTIONE E DI AMMINISTRAZIONE

INDIRIZZI PER LE ATTIVITÀ DELLA SCUOLA, DELLE SCELTE DI GESTIONE E DI AMMINISTRAZIONE MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, UNIVERSITA' E RICERCA Liceo Scientifico Statale Galileo Galilei Via Mameli, 4-34139 - Trieste tel. +39 040 390 270 / 290 ; fax + ; Fax +39 040 3798970 C.F. - 80023500327; tsps02000r@istruzione.it

Dettagli

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

IL DIRIGENTE SCOLASTICO ISTITUTO COMPRENSIVO DI PREGANZIOL Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di 1 grado Via A. Manzoni 1, 31022 Preganziol (Treviso) Tel 0422 330645-0422 938584 - CF 80011500263 www.icpreganziol.gov.it

Dettagli

Prot. n. 3779/C09 del 30/11/2015 AL COLLEGIO DEI DOCENTI E P.C. AL CONSIGLIO D ISTITUTO AI GENITORI AGLI ALUNNI AL PERSONALE ATA ATTI ALBO

Prot. n. 3779/C09 del 30/11/2015 AL COLLEGIO DEI DOCENTI E P.C. AL CONSIGLIO D ISTITUTO AI GENITORI AGLI ALUNNI AL PERSONALE ATA ATTI ALBO Istituto Tecnico: Grafica e comunicazione Istituto Prof.le: Manutenzione e assistenza tecnica, Servizi commerciali, Servizi socio-sanitari Ufficio del Dirigente Scolastico dirigente@ipsia100.it Prot. n.

Dettagli

ATTO D INDIRIZZO AL COLLEGIO DEI DOCENTI PER LA PREDISPOSIZIONE DEL POF TRIENNALE (PTOF 206/19)

ATTO D INDIRIZZO AL COLLEGIO DEI DOCENTI PER LA PREDISPOSIZIONE DEL POF TRIENNALE (PTOF 206/19) Istituto Comprensivo Statale L. Einaudi G. Pascoli Via Val d Intelvi, 11 20152 Milano Tel. 0247997745 0288444757 Fax: 0288444760 C.F. 80126170150 C.M. MIIC8C0007 sito web: www.icseinaudipascoli.gov.it

Dettagli

Prot. n. 6908 Sassari, lì 28.10.2015

Prot. n. 6908 Sassari, lì 28.10.2015 Prot. n. 6908 Sassari, lì 28.10.2015 Al Collegio dei Docenti E p.c. al Consiglio di Circolo, ai Genitori e al Personale ATA Atti Albo Oggetto: Atto di indirizzo del Dirigente Scolastico per la predisposizione

Dettagli

Prot. n. 4655/A22 Busto Arsizio, lì 25.09.2015

Prot. n. 4655/A22 Busto Arsizio, lì 25.09.2015 MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA' E DELLA RICERCA Istituto Comprensivo Statale G. A. BOSSI Via Dante 5-21052 Busto Arsizio (VA) Tel. 0331/630301- Fax: 0331/672739 e-mail segreteria: VAIC856009@istruzione.it

Dettagli

ATTO D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO PER LA PREDISPOSIZIONE DEL PIANO TRIENNALE DELL OFFERTA FORMATIVA

ATTO D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO PER LA PREDISPOSIZIONE DEL PIANO TRIENNALE DELL OFFERTA FORMATIVA ATTO D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO PER LA PREDISPOSIZIONE DEL PIANO TRIENNALE DELL OFFERTA FORMATIVA VISTO l art. 3 comma 4 del D.P.R. 275/1999 come modificato dall art. 1, comma 14, della Legge

Dettagli

Prot. n. 42/B32 Mascalucia 08/01/2016

Prot. n. 42/B32 Mascalucia 08/01/2016 Repubblica italiana- Regione Siciliana Istituto Comprensivo Statale Federico II di Svevia Via Del Sole Massannunziata - 95030 Mascalucia (CT) Tel. 095-910718 C. F. 93105190875 - C.M.CTIC83400C - Codice

Dettagli

DPR275/1999 L107/2015. Durata Annuale Triennale-revisione annuale. Indirizzi Consiglio d Istituto Dirigente Scolastico

DPR275/1999 L107/2015. Durata Annuale Triennale-revisione annuale. Indirizzi Consiglio d Istituto Dirigente Scolastico Prot. 4828/A22 Surbo, 25/09/2015 LINEE DI INDIRIZZO PER LA STESURA DEL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA PER IL TRIENNIO 2015/2018 PREMESSA La Legge 107/2015 di Riforma del sistema nazionale di istruzione e

Dettagli

Prot. n. 5559/C24 Floridia, lì 28.09.2015 AL COLLEGIO DEI DOCENTI E P.C. AL CONSIGLIO D ISTITUTO AI GENITORI AL DSGA AL PERSONALE ATA ATTI ALBO

Prot. n. 5559/C24 Floridia, lì 28.09.2015 AL COLLEGIO DEI DOCENTI E P.C. AL CONSIGLIO D ISTITUTO AI GENITORI AL DSGA AL PERSONALE ATA ATTI ALBO 1^ ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE E. DE AMICIS - FLORIDIA Scuola dell Infanzia - Primaria - Secondaria di 1 Grado ad Indirizzo Musicale Via De Amicis n 1, 96014 FLORIDIA (SR) - Cod. Mecc. SRIC82100E - Cod.

Dettagli

Piano Offerta Formativa Triennale 2016-2019: ATTO D INDIRIZZO

Piano Offerta Formativa Triennale 2016-2019: ATTO D INDIRIZZO Piano Offerta Formativa Triennale 2016-2019: ATTO D INDIRIZZO POFT 2016-2019 1 IL DIRIGENTE SCOLASTICO VISTA la legge n. 107 del 13.07.2015 (d ora in poi: Legge), recante la Riforma del sistema nazionale

Dettagli

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO 1 ISTITUTO COMPRENSIVO - CASSINO (FR)

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO 1 ISTITUTO COMPRENSIVO - CASSINO (FR) Prot. n. 4723/A01 Cassino 19 settembre2015 Ai docenti dell istituto comprensivo Loro sedi Atti Oggetto: indicazioni e chiarimenti in merito al POF 2015/16 IL DIRIGENTE SCOLASTICO Vista la L. n.107/2015

Dettagli

LINEE DI INDIRIZZO PER LA STESURA DEL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA PER IL TRIENNIO 2016/2019

LINEE DI INDIRIZZO PER LA STESURA DEL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA PER IL TRIENNIO 2016/2019 I.C. 6 QUASIMODO DICEARCHIA 80078 POZZUOLI (NA)-Via Caio Vestorio,3 Tel e Fax 081/8042620 Cod. Fisc. 96029330634 Cod.Mecc. NAIC8DY002 http://www.ic6quasimododicearchia.gov.it e-mail: NAIC8DY002@istruzione.it

Dettagli

Istituto Comprensivo Dante Alighieri Petilia Policastro (KR) Scuola Secondaria di Primo Grado

Istituto Comprensivo Dante Alighieri Petilia Policastro (KR) Scuola Secondaria di Primo Grado Classe: Sezione: Istituto Comprensivo Dante Alighieri Petilia Policastro (KR) Scuola Secondaria di Primo Grado PROGETTAZIONE CURRICOLARE Approvazione del Consiglio di Classe in data: Coordinatore:Prof.

Dettagli

I.S.I.S.S. «Marco Polo»

I.S.I.S.S. «Marco Polo» Prot. n. 5759/A2b Cecina, 5 OTTOBRE 2015 AL COLLEGIO DEI DOCENTI e p.c. AL CONSIGLIO D ISTITUTO AI GENITORI AGLI ALUNNI AL PERSONALE ATA ATTI ALBO OGGETTO: ATTO D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO PER

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale ADELAIDE RISTORI Via L. D Alagno, 16-80138 Napoli

Istituto Comprensivo Statale ADELAIDE RISTORI Via L. D Alagno, 16-80138 Napoli Prot.2429/O Napoli 28.09.2015 Al Collegio Docenti Alla DSGA All Albo AL SITO WEB IL DIRIGENTE SCOLASTICO VISTI il D.P.R. n.297/94 ; il D.P.R. n. 275/99; il D.P.R. 20 MARZO 2009, N.89, recante Revisione

Dettagli

Prot. n. 000191/H1 Pescantina, 14 gennaio 2016

Prot. n. 000191/H1 Pescantina, 14 gennaio 2016 Istituto Comprensivo Statale 2 Pescantina scuola dell infanzia, primaria e secondaria di 1 grado Via Borgo, 70 37026 Pescantina (VR) tel. 045 7150482 fax 045 7157355 vric836006@istruzione.it vric836006@pec.istruzione.it

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE "GIUSEPPE SCELSA" CODICE FISCALE 80019800822 - Sito Web www.icscelsa.gov.it

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE GIUSEPPE SCELSA CODICE FISCALE 80019800822 - Sito Web www.icscelsa.gov.it ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE "GIUSEPPE SCELSA" CODICE FISCALE 80019800822 - Sito Web www.icscelsa.gov.it E-mail paic8ar00v@istruzione.it E-mail certificata paic8ar00v@pec.istruzione.it Via Villani, 40

Dettagli

Azioni messe in atto nell'a.s. 2013/14 a supporto del processo di miglioramento

Azioni messe in atto nell'a.s. 2013/14 a supporto del processo di miglioramento Azioni messe in atto nell'a.s. 2013/14 a supporto del processo di miglioramento L'a.s. 2013/14 oltre alla realizzazione della fase di, è stato dedicato all'avvio e al proseguimento di azioni di Miglioramento

Dettagli

Roma, 16 ottobre 2015 Prot. n. 3410 AL COLLEGIO DEI DOCENTI

Roma, 16 ottobre 2015 Prot. n. 3410 AL COLLEGIO DEI DOCENTI MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO LICEO GINNASIO " AUGUSTO " Via Gela, 14-00182 Roma Distretto 17 Cod. Fiscale 80219690585 - Cod.Mec.

Dettagli

ATTO D INDIRIZZO AL COLLEGIO DEI DOCENTI PER LA PREDISPOSIZIONE DEL POF TRIENNALE 2016-2019

ATTO D INDIRIZZO AL COLLEGIO DEI DOCENTI PER LA PREDISPOSIZIONE DEL POF TRIENNALE 2016-2019 ISTITUTO COMPRENSIVO MORTEGLIANO-CASTIONS DI STRADA Via Leonardo da Vinci, 11-33050 MORTEGLIANO (UD) Tel. 0432/761917 Fax 0432/760037 UDIC83900A - C.F. 80005260304 Scuola dell Infanzia Mortegliano, Scuole

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA. Sperimentare un nuovo metodo d insegnamento per un apprendimento integrato di contenuto e lingua.

SCUOLA PRIMARIA. Sperimentare un nuovo metodo d insegnamento per un apprendimento integrato di contenuto e lingua. SCUOLA PRIMARIA Denominazione progetto Priorità cui si riferisce (L.107/2015)e Traguardi di risultato Obiettivo di processo CLIL SCIENCE Sviluppare e potenziare le competenze chiave di cittadinanza. Rispondere

Dettagli

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

IL DIRIGENTE SCOLASTICO ISTITUTO COMPRENSIVO SANREMO LEVANTE Corso Cavallotti, 92 18038 Sanremo / E-mail imic81700e@istruzione.it Tel 0184/541440 Fax 0184/541006 C.F.: 90083290081 Prot. n. 3608/C23 Sanremo, lì 28 Ottobre 2015

Dettagli

INDIRIZZI PER IL PIANO TRIENNALE DELL OFFERTA FORMATIVA

INDIRIZZI PER IL PIANO TRIENNALE DELL OFFERTA FORMATIVA INDIRIZZI PER IL PIANO TRIENNALE DELL OFFERTA FORMATIVA (Comma 14 della legge n 107 del 13 luglio 2015 che modifica l art. 3 del DPR n 275 dell 8 marzo 1999 e introduce il comma 4). ALCUNI PUNTI SALIENTI

Dettagli

Prot. n. 8204/C24 Dosson di Casier, li 25 novembre 2015

Prot. n. 8204/C24 Dosson di Casier, li 25 novembre 2015 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di CASIER Scuola Primaria Scuola Secondaria di 1 grado Via Peschiere, 16-31030 DOSSON DI CASIER (TV) Tel. 0422 380848/491560 - Cod. meccanografico: TVIC82300C mail: info@iccasier.gov.it

Dettagli

ATTO DI INDIRIZZO RIGUARDANTE LA DEFINIZIONE E LA PREDISPOSIZIONE DEL PIANO TRIENNALE DELL OFFERTA FORMATIVA TRIENNIO 2016/17, 2017/18, 2018/19

ATTO DI INDIRIZZO RIGUARDANTE LA DEFINIZIONE E LA PREDISPOSIZIONE DEL PIANO TRIENNALE DELL OFFERTA FORMATIVA TRIENNIO 2016/17, 2017/18, 2018/19 ATTO DI INDIRIZZO RIGUARDANTE LA DEFINIZIONE E LA PREDISPOSIZIONE DEL PIANO TRIENNALE DELL OFFERTA FORMATIVA TRIENNIO 2016/17, 2017/18, 2018/19 Prot. n. 3599/AG08 Rocca Priora, 21/09/2015 e p.c. Al Collegio

Dettagli

Liceo Scientifico Statale Leonardo liceo artistico - liceo linguistico liceo scientifico delle scienze applicate

Liceo Scientifico Statale Leonardo liceo artistico - liceo linguistico liceo scientifico delle scienze applicate Liceo Scientifico Statale Leonardo liceo artistico - liceo linguistico liceo scientifico delle scienze applicate Via F. Balestrieri, 6-25124 Brescia Prot. n. 4244/A22 Brescia, lì 13/10/2015 AL COLLEGIO

Dettagli

Linee d'indirizzo del POF

Linee d'indirizzo del POF Linee d'indirizzo del POF Triennio 2016/2019 Il POF com'è e come sarà (1/2) Durata Indirizzi DPR275/199 9 Annuale Consiglio di Istituto L107/2015 Triennale revisione annuale Dirigente scolastico Stesura

Dettagli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE POLO TECNICO DI ADRIA

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE POLO TECNICO DI ADRIA Comma 1 (finalità della legge): affermare il ruolo centrale della scuola nella societa della conoscenza innalzare i livelli di istruzione e le competenze delle studentesse e degli studenti, rispettandone

Dettagli

Istituto d Istruzione Superiore Francesco Algarotti

Istituto d Istruzione Superiore Francesco Algarotti Istituto d Istruzione Superiore Francesco Algarotti http://www.istitutoalgarotti.it e-mail: algarotti@tin.it -VEIS01600D@istruzione.it - C. F.: 80012240273 Istituto Tecnico Turistico Francesco Algarotti

Dettagli

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Decreto N. 5669 IL MINISTRO VISTO VISTA VISTO VISTA VISTA l articolo 34 della Costituzione; la Legge 8 ottobre 2010, n. 170, recante Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito

Dettagli

Ministero dell Istruzione, Università e Ricerca

Ministero dell Istruzione, Università e Ricerca Ministero dell Istruzione, Università e Ricerca UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO ALFREDO FIORINI S c u o l a d e l l I n f a n z i a, S c u o l a P r i m a r i a e S c u o

Dettagli

Prot. n. 6977/A19 Imola lì 17.12.2015

Prot. n. 6977/A19 Imola lì 17.12.2015 C.M. BOIC845008 - C.F. 82003630371 e-mail: boic845008@istruzione.it - boic845008@pec.istruzione.it www.ic3imola.it/ codice univoco dell ufficio UFOY29 Prot. n. 6977/A19 Imola lì 17.12.2015 AL COLLEGIO

Dettagli

Prot. n. 7818/c27 San Pellegrino Terme, 29 settembre 2015

Prot. n. 7818/c27 San Pellegrino Terme, 29 settembre 2015 Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca I.P.S.S.A.R. di San Pellegrino Terme con Convitto Annesso Viale della Vittoria, 6 24016 San Pellegrino Terme (BG) - 0345 21096-0345 23118 info@ipssarsanpellegrino.it

Dettagli

INDIRIZZI GENERALI PER LE ATTIVITÀ DELLA SCUOLA

INDIRIZZI GENERALI PER LE ATTIVITÀ DELLA SCUOLA Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo di Verdellino Scuole dell Infanzia, Primarie e Secondarie di 1 grado Largo Cartesio, 1-24040 Verdellino (BG) Tel. 035 884516

Dettagli

CARVICO SOTTO IL MONTE G. XXIII VILLA D ADDA

CARVICO SOTTO IL MONTE G. XXIII VILLA D ADDA ISTITUTO COMPRENSIVO E. FERMI DI CARVICO SCUOLA SECONDARIA di CARVICO SOTTO IL MONTE G. XXIII VILLA D ADDA Estratto Piano dell Offerta Formativa Anno Scolastico 2015-2016 L OFFERTA FORMATIVA comune a tutti

Dettagli

LEGGE 107/2015 Riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione. Legge 107 del 13 luglio 2015 - Elena Centemero

LEGGE 107/2015 Riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione. Legge 107 del 13 luglio 2015 - Elena Centemero LEGGE 107/2015 Riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione 1 FINALITA Dare piena attuazione all autonomia Innalzare i livelli di istruzione e le competenze Contrastare le disuguaglianze Prevenire

Dettagli

DECRETO IL DIRIGENTE SCOLASTICO

DECRETO IL DIRIGENTE SCOLASTICO Ministero dell Istruzione ISTITUTO COMPRENSIVO DOSOLO-POMPONESCO-VIADANA Via Colombo 2, 46030 San Matteo delle Chiaviche (MN). Tel. 0375 800041 Fax: 0375 80216 Sito: : www.icdosolopomponescosanmatteo.gov.it

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO N 5 BOLOGNA a.s. 2015/2016. Piano Annuale per l Inclusione

ISTITUTO COMPRENSIVO N 5 BOLOGNA a.s. 2015/2016. Piano Annuale per l Inclusione ISTITUTO COMPRENVO N 5 BOLOGNA a.s. 2015/2016 Piano Annuale per l Inclusione Parte I analisi dei punti di forza e di criticità Rilevazione dei BES presenti 1. disabilità certificate (Legge 104/92 art.

Dettagli