(Oneri di Urbanizzazione, Costo di Costruzione, Sanzioni)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "(Oneri di Urbanizzazione, Costo di Costruzione, Sanzioni)"

Transcript

1 COMUNITA MONTANA ALTA VALLE SUSA COMUNE DI SAUZE D OULX C.A.P Via della Torre n. 11 Tel Fax PROVINCIA DI TORINO REGOLAMENTO OPERATIVO INERENTE IL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE (Oneri di Urbanizzazione, Costo di Costruzione, Sanzioni) Approvato con Deliberazione di C.C. n. 4 del 22 febbraio 2010 Modificato con Deliberazione di C.C. n. 2 del 17 gennaio 2012

2 INDICE TITOLO I Norme generali Articolo 1 Premessa Articolo 2 Aggiornamento degli oneri e del costo di costruzione Articolo 3 Onerosità e gratuità delle trasformazioni TITOLO II Degli oneri di urbanizzazione Articolo 4 Misura degli oneri di urbanizzazione Articolo 5 Esclusione di superfici e volumi Articolo 6 Mutamento della destinazione d uso in assenza di opere edilizie Articolo 7 Mutamento della destinazione d uso in presenza di opere edilizie Articolo 8 Varianti al permesso di costruire o alla dichiarazione di inizio attività Articolo 9 Tempi di pagamento Articolo 10 Modalità di rateizzazione e garanzie fideiussorie Articolo 11 Interventi residenziali Articolo 12 Edilizia economica e popolare e edilizia convenzionata Articolo 13 Recupero dei sottotetti e recupero funzionale dei rustici Articolo 14 Interventi per attività produttive Articolo 15 Interventi per attività commerciali,turistico-ricettive e direzionali Articolo 16 Scomputo e realizzazione diretta delle opere di urbanizzazione e permessi di costruire convenzionati Articolo 17 Calcolo degli oneri di urbanizzazione in caso di scomputo

3 Articolo 18 Garanzie di pagamento degli oneri in caso di scomputo Articolo 19 Determinazione degli OO:UU: per gli strumenti urbanistici esecutivi TITOLO III Del costo di costruzione Articolo 20 Costo di costruzione relativo a nuovi edifici Articolo 21 Costo di costruzione relativo a edifici esistenti Articolo 22 Tempi e modalità di pagamento Articolo 23 Varianti e interventi edilizi non ultimati entro i termini TITOLO IV Restituzione del contributo sanzioni- permessi di costruire in sanatoria Articolo 24 Restituzione del contributo Articolo 25 Sanzioni per il ritardato od omesso versamento del contributo

4 TITOLO I NORME GENERALI Articolo 1 Premessa Con il presente Regolamento si intende disciplinare l attività inerente il Contributo di Costruzione (Oneri di Urbanizzazione, Costo di Costruzione e Sanzioni edilizie) dal mero calcolo al successivo versamento, con l eventuale rateizzazione, nonché l esclusione al versamento stesso. Articolo 2 Aggiornamento degli oneri e del costo di costruzione Tutti gli anni entro l approvazione del Bilancio, la tabella riepilogativa degli oneri verrà aggiornata secondo l indice ISTAT calcolato sul mese di Gennaio. Articolo 3 Onerosità e gratuità delle trasformazioni Tutti gli interventi edilizi che comportano una trasformazione del territorio sono soggetti al versamento del contributo di costruzione nella misura di cui i successivi articoli. Gli interventi consistenti semplicemente in manutenzione ordinaria, straordinaria, minime opere interne ed esterne di facciata sono da ritenersi gratuite e comunque verificabili di volta in volta con l ufficio tecnico comunale e comunque in rispetto del D.P.R. 380/2001 e s.m.i. Testo Unico per l Edilizia. TITOLO II DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE Articolo 4 Misura degli oneri di urbanizzazione Gli OO.UU. sono applicati in conformità a quanto stabilito dalle apposite tabelle allegate al presente regolamento e redatte sulla base dei parametri, dei criteri e delle norme fissate dalla Regione Piemonte. Gli OO.UU. sono computati sul Volume o sulla Superficie Lorda di Piano (SUL) ed espressi in /mc ed /mq. Per le destinazioni d uso residenziali, per gli interventi di recupero funzionale dei rustici ai sensi della L.R. n.9 del 29/04/2003 e s.m.i. Norme per il recupero funzionale dei rustici, e per quelli finalizzati al recupero ai fini abitativi dei sottotetti di cui alla L.R. n.21 del 09/ appunto Norme per il recupero a fini abitativi di sottotetti (Per questi ultimi valgono le disposizioni della legge stessa che considera un volume virtuale.)

5 Per le opere accessorie alla residenza, trattate nei successivi articoli, il contributo è computato sul Volume e sulla superficie effettivamente realizzata. Per tutte le altre destinazioni d uso gli OO.UU. sono computati secondo i criteri stabiliti nei successivi articoli del presente regolamento e nelle allegate tabelle. Articolo 5 Esclusioni di superfici e volumi Per gli interventi di nuova costruzione, progettati nel rispetto delle prescrizioni sul contenimento dei consumi energetici, la metodologia di calcolo della SUL effettiva è quella indicata all articolo 8, commi 1 2 e 7 della Legge regionale 28/05/2007, n.13 Disposizioni in materia di rendimento energetico nell edilizia e s.m.i.. Lo spessore delle murature esterne, tamponature o muri portanti, superiori a 30 centimetri nelle nuove costruzioni, il maggior spessore dei solai e tutti i maggiori volumi e superfici necessari all esclusivo miglioramento dei livelli di isolamento termico ed acustico o di inerzia termica non sono considerati nei computi per la determinazione dei volumi, delle superfici, e nei rapporti di copertura, per la sola parte eccedente i 30 centimetri e fino ad un massimo di ulteriore 25 centimetri per gli elementi verticali e di copertura e di 15 centimetri per quelli orizzontali intermedi. Le serre solari e altri elementi costruttivi finalizzati alla captazione diretta dell energia solare e dell esclusivo miglioramento dei livelli di isolamento termico sono esclusi dal computo del volume e della superficie secondo i limiti fissati nella deliberazione della Giunta Regionale assunta ai sensi dell articolo 21,comma 1, lettera g della citata L.R. 13/2007 e s.m.i.. Tali strutture devono inderogabilmente possedere i requisiti dimensionali stabiliti dalla Regione Piemonte, con la deliberazione sopra citata, e dei Regolamenti locali. Articolo 6 edilizie Mutamento della destinazione d uso in assenza di opere Il mutamento della destinazione d uso che comporta il passaggio dell immobile dall una all altra delle categorie elencate nella Legge Regionale 8 luglio 1999, n. 19 articolo 8 (Norme in materia edilizia e modifiche alla legge regionale 5 dicembre 1977, n Tutela ed uso del suolo), è oneroso e, in assenza di opere edilizie, determina la corresponsione del contributo commisurato all incidenza degli oneri di urbanizzazione pari alla differenza tra il contributo dovuto per la nuova destinazione d uso e quello dovuto per la legittima destinazione in atto, con applicazione dei coefficienti riduttivi di cui alla tabella c regionale ai valori tabellari relativi alla nuova destinazione d uso. A tal fine gli oneri per l urbanizzazione primaria e secondaria sono calcolati separatamente e gli importi negativi non danno luogo a rimborsi da parte del Comune. Si richiamano infine le disposizioni di cui all articolo 19,comma3 del D.P.R. 6 giugno 2001, n.380 (testo unico delle disposizioni legislative regolamentari in materia edilizia).

6 Articolo 7 edilizie Mutamento della destinazione d uso in presenza di opere Gli interventi di ristrutturazione od ampliamento con mutamento della destinazione d uso dell immobile, onerosa ai sensi del precedente articolo 6, comportano la corresponsione del contributo commisurato all incidenza degli oneri di urbanizzazione pari alla differenza tra il contributo dovuto per la nuova destinazione d uso e quello dovuto per la legittima destinazione in atto e la corresponsione del contributo dovuto per la ristrutturazione o l ampliamento considerando la nuova destinazione. A tal fine gli oneri per l urbanizzazione primaria e secondaria sono calcolati separatamente e gli importi negativi non danno luogo a rimborsi da parte del Comune. Articolo 8 Variante al permesso di costruire o alla dichiarazione di inizio attività Le varianti al permesso di costruire o alla dichiarazione di inizio attività che comportano la modificazione della volumetria o della superficie, nonché il mutamento della destinazione d uso, determinano l adeguamento del contributo ai mutamenti anzidetti. Per le varianti corrispondenti alle variazioni essenziali ai sensi della Legge Regionale del Piemonte 8 luglio 1999,n.19, articolo 6, si applicano le tariffe vigenti alla data del rilascio del permesso di costruire in variante ovvero del compimento del trentesimo giorno successivo alla presentazione della denuncia di attività in variante; per le altre si applicano le tariffe sulla base delle quali era stato rilasciato il titolo originario. Articolo 9 Tempi di pagamento Gli OO.UU. sono calcolati con riferimento alla data del rilascio del permesso di costruire, al momento della presentazione della denuncia di inizio attività nonché alla presentazione della comunicazione di mutamento di destinazione d uso senza opere nei casi previsti della L.R.19/99. Si intende per data del rilascio quella di sottoscrizione del permesso di costruire da parte del Dirigente competente a esclusione del procedimento di formazione dell atto medesimo. Gli oneri di urbanizzazione sono corrisposti in un unica rata, da versare al Tesoriere del Comune all atto del rilascio del permesso di costruire ovvero al momento della presentazione della D.I.A. o della comunicazione di mutamento di destinazione d uso senza opere connesse, quando l importo degli oneri medesimi non superi i euro.

7 Articolo 10 Modalità di rateizzazione e garanzia fidejussorie Quando l importo degli OO.UU. supera la somma anzidetta, il pagamento degli stessi può essere rateizzato, a seguito di richiesta scritta dell interessato, in quanto rate di uguale importo da versare con cadenza semestrale di cui la prima al rilascio del permesso di costruire ovvero al momento di presentazione della D.I.A. o della comunicazione di mutamento d uso senza opere: in ogni caso al momento della comunicazione di fine lavori dovranno risultare versate tutte le rate anche se non ancora scadute. Nel provvedimento che concede la rateizzazione devono essere indicate le date di scadenza e l importo di ciascuna rata. La rateizzazione non da luogo ad interessi. In caso di rateizzazione il pagamento dell importo corrispondente alla somma di seconda, terza e quarta rata deve essere garantito mediante fidejussione bancaria o mediante polizza cauzionale ai sensi delle vigenti leggi. Nella polizza può essere inserita la clausola che ad avvenuto pagamento di ogni singola rata, su richiesta dell interessato, il Comune provvede allo svincolo della relativa somma cauzionale. La garanzia fideiussoria, tacitamente rinnovabile, deve essere resa per una somma pari all importo totale della rata seconda, terza e quarta aumentate del 40 % ai sensi dell art. 42 del D.P.R. 380/2001 e s.m.i.. Restano salve le determinazioni assunte nelle convenzioni urbanistiche stipulate e vigenti. Se il permesso di costruire è rilasciato in sanatoria per opere abusivamente realizzate, la quota degli OO.UU. trattandosi di sanzione amministrativa, non può essere rateizzata bensì deve essere corrisposta in un unica soluzione. Articolo 11 Interventi residenziali Per gli interventi residenziali, il contributo commisurato all incidenza degli oneri di urbanizzazione è calcolato sulla base del Volume (V) in progetto così come definita dalla normativa comunale vigente con le specificazioni contenute all art.1 relative a casi particolari quali L.R. 21/98, L.R.19/99. L.R. 9/2003 e L.R. 13/2007 e s.m.i.. Le tabelle allegate al presente regolamento definiscono l entità del contributo espresso in /mc. In caso di frazionamenti di unità immobiliari il contributo si applica al volume complessivamente interessato dall intervento. Articolo 12 Edilizia economica e popolare ed edilizia convenzionata Nelle aree comprese nei piani per l'edilizia economica e popolare di cui alla Legge 18/04/1962, n. 167 Disposizioni per favorire l'acquisizione di aree fabbricabili per l'edilizia economica e

8 popolare, il contributo, disciplinato nel rispetto della Legge 22/10/1971, n.865, articolo 35, come modificato dalla legge 23/12/1996 n.662 dall articolo 3, comma 63, è determinato con applicazione, ai valori relativi agli interventi ricadenti in aree soggette alla libera edificazione, dei coefficienti di riduzione riportati nella tab c allegata. Per gli interventi di edilizia abitativa convenzionata, fatta salva l applicazione del D.P.R. 380/2001, articolo 17,comma 1, il contributo è determinato con applicazione, ai valori relativi agli interventi ricadenti in aree soggette alla libera edificazione, del coefficiente di riduzione 0,8 riportato nella tab c allegata. I valori unitari, già calcolati con l applicazione del parametro Comunale e dei parametri riduttivi di cui alla citata tab. c, da applicare agli interventi edilizi sono riportati nelle tabelle allegate al presente regolamento. Articolo 13 Recupero dei sottotetti e recupero funzionali dei rustici Il recupero dei sottotetti a fini abitativi, realizzato con l applicazione della L.R. 6 agosto 1998, n.21, è soggetto alla corresponsione del contributo previsto dall art.3, commi 5 e 6, della legge stessa e definito nelle allegate tabelle. Il contributo di costruzione è ridotto al 50% quando le parti rese abitabili costituiscono pertinenza di un unità immobiliare principale e sono ad essa collegate strutturalmente. Il rilascio del permesso di costruire per gli interventi di recupero funzionale dei rustici, ai sensi della L.R. 29 aprile 2003 n.9, comporta la corresponsione del contributo commisurato agli oneri di urbanizzazione secondo le tariffe in vigore per le nuove costruzioni, applicate alla superficie resa abitativa. La quota relativa al costo di costruzione è determinata applicando l aliquota forfettaria fissa del 5% ad un terzo del costo dell intervento stimato utilizzando il prezziario della Regione Piemonte riferito all atto della richiesta. Il contributo OO.UU., e costo di costruzione, è ridotto del 70%, quanto le parti rese abitabili costituiscono ampliamento di un unita immobiliare principale e sono ad essa collegate strutturalmente. Le condizioni per ottenere l applicazione delle riduzioni dovranno essere dimostrate dal richiedente con apposita dichiarazione notarile registrata e trascritta ai sensi legge. Il recupero dei sottotetti e quello dei rustici è in tutti i casi soggetti al contributo di costruzione: non possono infatti essere applicati i casi di esonero previsti dall art. 17 del D.P.R. 380/2001. Articolo 14 Interventi per attività produttive Per le costruzioni destinate ad attività produttive, artigianali e industriali, il contributo è determinato sulla base delle allegate tabelle: l incidenza degli oneri di urbanizzazione è calcolata sulla base della superficie utile lorda compresi i piani seminterrati o interrati e i soppalchi.

9 Per gli interventi relativi a costruzioni o impianti destinati ad attività artigianali o industriali, dirette alla trasformazione di beni ed alla prestazione di servizi, oltre alla corresponsione del contributo pari alla incidenza delle opere di urbanizzazione, è dovuto un contributo pari alla incidenza delle opere necessarie al trattamento e allo smaltimento dei rifiuti solidi, liquidi e gassosi, e di quelle necessarie alla sistemazione dei luoghi ove ne siano alterate le caratteristiche. Il contributo di cui al precedente comma è determinato con riferimento alla stima dei costi reali, ovvero, nel caso di impossibilità tecnica di determinare l importo suddetto, è dovuto un contributo forfettario pari al 50% della somma del contributo di urbanizzazione primaria e secondaria. Tale contributo non è dovuto nel caso di interventi di ristrutturazione ed ampliamento su edifici già dotati delle infrastrutture per il trattamento e smaltimento dei rifiuti. Agli alloggi destinati ad abitazione del custode e/o proprietario, nella misura consentita dallo strumento urbanistico, sono applicati gli oneri e il costo di costruzione relativi alla destinazione d uso residenziale. Sono considerate attività produttive ai fini dell applicazione degli oneri di urbanizzazione: edifici produttivi per ogni tipo e genere e magazzini connessi all attività di produzione, locali di esposizione e di vendita esclusivamente dei propri prodotti, laboratori di ricerca; ai locali in cui sono svolte funzioni commerciali non dei propri prodotto (di vendita, di esposizione ed analoghe) si applicano gli OO.UU. e/o la disciplina propria del settore commerciale. Locali per artigianato di servizio quali parrucchiere, calzolai,panettieri e similari, servizi per l igiene e la pulizia, estetisti e altre attività analoghe per la produzione di servizi e beni. Locali per attività artigianali quali copisterie, litografie, serigrafie ed arti grafiche in genere, restauratori di mobili, corniciai, tappezzieri ed analoghi laboratori artigianali che, per caratteristiche e dimensioni, possono essere assimilati all artigianato di servizio. Impianti per la manutenzione e la pulizia degli autoveicoli con esclusione degli impianti di distribuzione carburanti. Gli uffici tecnici e amministrativi a stretto servizio dell attività produttiva e collocati all interno della stessa nella misura massima pari al 30% della superficie lorda di pavimento dei locali fuori terra: in tutti gli altri casi saranno applicati i contributi relativi alla destinazione d uso direzionale. Articolo 15 direzionali Interventi per attività commerciali, turistico-ricettive e Per le costruzioni destinate attività commerciali, turistico-ricettive e direzionali, il contributo è determinato sulla base delle allegate tabelle: l incidenza degli oneri di urbanizzazione è calcolata a metro quadrato di superficie netta complessiva di pavimento compresi i piani seminterrati o interrati e i soppalchi ove sia prevista una presenza anche temporanea di persone. Per la destinazione d uso commerciale l onere tariffa riportato nelle allegate tabelle è riferito alle superfici di vendita comprese le eventuali gallerie (ad esempio quelle dei centri

10 commerciali). Alla superfici accessorie destinate a magazzini. Depositi, movimentazioni, carico scarico ecc. il contributo è ridotto del 50%. Il contributo definito per la destinazione d uso commerciale si applica a: Esercizi di vendita al dettaglio: esercizi di commercio di vendita all ingrosso: bar, ristoranti, pizzerie e paninoteche, circoli privati,ecc,,,: strutture sanitarie private quali ospedali, cliniche, case di cura, centri diagnostici elaboratori analisi, ecc,,,,. Studi professionali in genere, agenzie immobiliari, turistiche, assicurative finanziarie. Articolo 16 Scomputo e realizzazione diretta delle opere di urbanizzazione e permessi di costruire convenzionati La realizzazione diretta delle opere di urbanizzazione di cui ai commi seguenti dovrà rispettare le procedure di cui al D.Lgs.12/04/2006, n.163, Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture, modificato dal D.Lgs. 11/09/2008, n. 152, entrato in vigore 17/10/2008. Il Comune può autorizzare il titolare del permesso di costruire a realizzare direttamente, a scomputo totale o parziale del contributo pari alla incidenza degli oneri di urbanizzazione, le opere di urbanizzazione connesse con l intervento edilizio (secondo le modalità del Codice Appalti). Le opere di urbanizzazione primaria realizzate in funzione dell insediamento edilizio possono essere scomputate esclusivamente dagli OO.UU primaria sino all assorbimento massimo del loro importo. La parte eccedente il suddetto importo sarà interamente a carico dell interessato. Possono essere scomputati dagli OO.UU secondaria, ad insindacabile giudizio dell amministrazione Comunale, anche i costi relativi ad opere di urbanizzazione primaria se non esclusivamente funzionali all insediamento o sopra dimensionate per soddisfare esigenze di carattere generale. A tal fine, il Comune e il soggetto richiedente il permesso di costruire disciplinano, nell ambito delle convenzioni di cui ai successivi articoli, le obbligazioni indicate al precedente comma. La quota relativa al costo di costruzione determinata ai sensi degli articoli seguenti non potrà in nessun caso essere soggetto di scomputo. Articolo 17 Calcolo degli oneri di urbanizzazione in caso di scomputo L importo dello scomputo, totale o parziale, del contributo è dato dal costo delle opere di urbanizzazione per le quali è autorizzata la realizzazione diretta, determinato mediante computo metrico estimativo utilizzando il prezziario adottato dal Comune. Nel caso in cui il costo delle opere realizzate direttamente superi l ammontare degli oneri tabellari, non è dovuto alcun conguaglio da parte del Comune a favore del titolare del permesso di costruire.

11 Nell ipotesi in cui, invece, l importo delle opere realizzate direttamente sia inferiore a quello degli oneri tabellari, il titolare del permesso di costruire dovrà corrispondere la differenza a favore del Comune, nei termini e con le modalità stabilite dal presente regolamento. La mancata realizzazione delle opere di urbanizzazione per le quali è autorizzata l esecuzione diretta a scomputo, nei termini previsti, determina l obbligo da parte del titolare del permesso di costruire di corrispondere al Comune l importo pari al costo delle stesse, oltre interessi legali a decorrere dalla data prevista di ultimazione lavori. Articolo 18 Garanzia per il pagamento degli ineri in caso di scomputo Il titolare del permesso di costruire garantisce a favore del Comune l esatta esecuzione delle opere da eseguire a scomputo del contributo con apposita fideiussione rilasciata, con le modalità di cui al precedente articolo 8, anteriormente al rilascio del permesso di costruire. La fideiussione dovrà coprire l importo delle opere come da computo metrico estimativo di cui al precedente articolo con aggiunta dell iva di legge. Articolo 19 Determinazione degli OO.UU. per gli strumenti urbanistici esecutivi Nel caso di S.U.E. il costo di realizzazione delle opere di urbanizzazione è, di norma determinato mediante stima analitica nel rispetto del principio della equivalenza tra la monetizzazione del contributo e la realizzazione diretta delle opere. Nel caso di S.U.E. od interventi convenzionati per i quali gli OO.UU. sono determinati in modo sintetico, l onere tariffa da applicare sarà quello in vigore all atto del rilascio dei singoli permessi di costruire. A scomputo totale o parziale delle quote gli oneri di urbanizzazione dovute il titolare può altresì, obbligarsi a realizzare direttamente le opere di urbanizzazione con modalità e garanzie stabilite nell atto di convenzionamento con il Comune e in conformità al Codice Appalti. Nel caso in cui lo S.U.E. si realizzi mediante il rilascio di più permessi di costruire ciascuno per ogni singolo lotto, occorre preventivamente, prima cioè della stipula all atto di convenzione, stabilire l incidenza percentuale degli OO.UU. rispetto il progetto esecutivo di realizzazione approvato, per ogni singolo lotto: tale percentuale dovrà valere per determinare, all atto del rilascio dei singoli permessi di costruire in tempi diversi e successivi, eventuali pagamento e saldo. Le fideiussorie prestate in garanzia nell esatto adempimento degli obblighi in materia di OO.UU. da assolvere in esecuzione diretta delle opere di urbanizzazione nell ambito degli strumenti urbanistici esecutivi, devono garantire la totalità degli obblighi medesimi, con riferimento all intero strumento, anche in caso di rilascio dei permessi di costruire graduato nel tempo, salvo diverse disposizioni contenute nell atto di convenzionamento urbanistico. Le fideiussioni di cui al comma 8 relative al progetto esecutivo delle opere di urbanizzazione dovranno essere prestate prima della stipula dell atto di convenzione.

12 TITOLO III DEL COSTO DI COSTRUZIONE Articolo 20 Costo di costruzione relativo a nuovi edifici Il contributo commisurato all incidenza del costo di costruzione per destinazioni residenziali commerciali, turistico ricettive e direzionali, è determinato ai sensi dell art, 16 del D.P.R. 380/2001 e s.m.i., del D.M. 801/77 e s.m.i. e delle deliberazioni del Consiglio Regionale con le quali viene determinato il costo di costruzioni per i nuovi edifici residenziali ed individuate le aliquote da applicare alle diverse classi di edifici. Per tutte le nuove costruzioni a destinazione residenziali o mista (residenziale, commerciale, direzionale, turistico ricettiva sportiva) in cui le destinazioni non superano il 25% della destinazione residenziale, (art.9 del D.M. 801/1977) si procederà mediante calcolo parametrico (modello prospetto art. 11 D.M. n. 801 del 10/05/1977) applicando le aliquote determinate dalla Regione con la D.C.R del 10/12/1996 ed i prezzi aggiornati annualmente dal Comune. Per tutti gli interventi di nuova edificazione di locali a destinazione non residenziale o che comunque eccedono il 25% della destinazione residenziale negli edifici misti, si applicheranno le aliquote di seguito riportate sul costo di costruzione determinato mediante computo metrico estimativo redatto sulla base del prezziario adottato dal Comune: - edifici di interesse turistico: 6% - edifici commerciali: 5% - edifici a carattere direzionale: 10% - autorimesse e tettoie: 6% Articolo 21 Costo di costruzione relativo ad edifici esistenti Per gli interventi su edifici esistenti, diversi dalla residenza e non già a destinazione residenziale, il contributo per il costo di costruzione è determinato in relazione al costo degli interventi stessi calcolato sull elenco prezzi adottato dal Comune e applicando le aliquote del precedente articolo. Per gli interventi su immobili esistenti già a destinazione residenziale, esclusa la demolizione con ricostruzione, l importo del contributo commisurato al costo di costruzione viene determinato mediante applicazione dell aliquota fissa del 5% ad un terzo del costo di costruzione stimato sulla base di computo metrico redatto in base al prezziario della Regione Piemonte riferito all atto della richiesta. Sono da considerarsi interventi sull esistente le opere di ristrutturazione edilizia, ad eccezione della demolizione con ricostruzione (sostituzione edilizia), ampliamento derivante da chiusura di

13 strutture comunque già esistenti (fienili o altri locali chiusi su tre lati), recupero dei rustici, mutamento della destinazione d uso e passaggio da destinazioni accessorie a destinazioni principali della stessa categoria, l importo del contributo commisurato al costo di costruzione viene determinato mediante applicazione dell aliquota fissa del 5% al costo di costruzione stimato sulla base di computo metrico redatto in base al prezziario della Regione Piemonte riferito all atto della richiesta. Per gli interventi di ampliamento, che comportano la creazione di nuove unità immobiliari l importo del contributo commisurato al costo di costruzione viene determinato mediante applicazione della tabella allegata al D.M. 801/77 e s.m.i. la classe e l aliquota da applicare saranno quelle relative a tutto l immobile interessato, mentre le superfici da computare saranno quelle oggetto di ampliamento. Per gli interventi di demolizione con successiva ricostruzione (sostituzione edilizia) l importo del contributo commisurato al costo di costruzione viene determinato mediante applicazione della tabella allegata al D.M. 801/77 e s.m.i.. Articolo 22 Tempi e modalità di pagamento Il contributo relativo al costo di costruzione è versato al momento del rilascio del permesso di costruire ovvero al momento della presentazione della denuncia di inizio attività. Se l importo da corrispondere è superiore a a richiesta dell interessato, può essere così rateizzato: - permesso di costruire: prima rata pari al 60% da versare al momento del rilascio: il restante 40% in corso d opera e comunque entro 60 gg. Dalla fine lavori: - denuncia di inizio attività: prima rata pari al 60% da versare al momento della presentazione: il restante 40% in corso d opera e comunque entro 60 gg, dalla fine lavori. Le garanzie e fideiussioni sono quelle stabilite agli articoli precedenti per gli oneri di urbanizzazione. Articolo 23 Varianti e interventi edilizi non ultimati entro i termini Le varianti ai permessi di costruire onerosi rilasciati oppure a D.I.A. onerose, sia che si attuino con permesso di costruire in variante e sia con D.I.A. di variante, comportano la corresponsione del costo di costruzione riferito alle opere oggetto di variazione rispetto all originario atto di assenso indipendentemente che siano o meno dovuti oneri di urbanizzazione. Le varianti definitive essenziali a termine di legge (art 6 L.R. 19/99) comportano la rideterminazione del costo di costruzione relativo all intera opera assentita definitivamente, fermo restando lo scomputo della quota già corrisposta in origine. Nel caso in cui il permesso di costruire sia decaduto per decorrenza dei termini, la realizzazione della parte dell originario intervento edilizio non ultimata nel termine stabilito è subordinata al

14 rilascio di un nuovo permesso (ovvero a D.I.A.) ed in tale circostanza occorre procedere al calcolo del costo di costruzione nuovamente dovuto. TITOLO IV RESTITUZIONE DEL CONTRIBUTO SANZIONI AMMINISTRATIVE E PERMESSI DI COSTRUIRE IN SANATORIA Articolo 24 Restituzione del contributo Qualora non vengono realizzati gli interventi per i quali sia stato versato il contributo, il Comune è tenuto al rimborso delle relative somme: gli interessi decorrono dal compimento del sessantesimo giorno dalla data di presentazione della domanda di restituzione. In caso di realizzazione parziale degli interventi è dovuta la restituzione del contributo relativo alla volumetria non realizzata. In caso di permesso di costruire convenzionato o piani esecutivi convenzionati, le condizioni e modalità di eventuali rimborsi delle somme pagate può essere determinato dalla convenzione. Articolo 25 Sanzioni per il ritardato o omesso versamento del contributo Le sanzioni amministrative per ritardato od omesso pagamento del contributo di costruzione sono disciplinate dell art. 42, del D.P.R. 380/01 e s,m, ed i.: il mancato versamento, nei termini stabiliti, del contributo di costruzione comporta: - a) l aumento del contributo in misura pari al 10% qualora il versamento del contributo sia effettuato nei successivi 120 giorni: - b) l aumento del contributo in misura pari al 20% quando, superato il termine di cui alla lettera a), il ritardo si protrae non oltre i successivi 60 giorni - c) l aumento del contributo in misura pari al 40% quando, superato il termine di cui alla lettera b) il ritardo si protrae non oltre i successivi 60 giorni le misure di cui alle lettere a),b).c). del precedente comma non si cumulano. Nel caso di pagamento rateizzato, le norme di cui al comma 1 si applicano ai ritardi nei pagamenti delle singole rate. Ai fini dell applicazione delle sanzione in questione, fa fede la data dell avvenuto pagamento presso uno sportello bancario, anche se diverso da quello di tesoreria comunale oppure presso un ufficio postale.

TABELLE ONERI CONCESSORI

TABELLE ONERI CONCESSORI TABELLE ONERI CONCESSORI 1 - INSEDIAMENTI RESIDENZIALI (costi che si applicano per mc.) INTERVENTI Zona A Zona B Zona C Zona D Zona F primaria 1,85 2,12 2,25 2,25 2,25 secondaria 5,60 5,60 5,60 5,60 5,60

Dettagli

COMUNE DI VENARIA REALE REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI DISCIPLINA DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE

COMUNE DI VENARIA REALE REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI DISCIPLINA DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE COMUNE DI VENARIA REALE REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI DISCIPLINA DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE INDICE TITOLO I - DISCIPLINA GENERALE Articolo 1 - Oggetto Articolo 2 - Tempo della determinazione del

Dettagli

COMUNE DI CELLINO SAN MARCO

COMUNE DI CELLINO SAN MARCO COMUNE DI CELLINO SAN MARCO Provincia di Brindisi REGOLAMENTO COMUNALE DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO RELATIVO AI PERMESSI DI COSTRUIRE E ALLE DENUNCE DI INIZIO ATTIVITA, NONCHE ALLE SANATORIE EX LEGGE

Dettagli

(Provincia di Ancona) REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE

(Provincia di Ancona) REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE Comune di Sirolo (Provincia di Ancona) REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE (Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 42 del 29.11.2010) CAPO I GENERALITA Art. 1 - Oggetto

Dettagli

IL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERA

IL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERA ESTRATTO DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 13 DEL 05.05.1999 COME MODIFICATA DALLA D.C.C. N. 73 DEL 30.09.2010 E DALLA D.C.C. N. 5 DEL 15.03.2013 A IN RIFERIMENTO AL D.P.G.R. N. 373/98 IL CONSIGLIO

Dettagli

COMUNE DI CAPANNORI REGOLAMENTO DI APPLICAZIONE DEL CONTRIBUTO INERENTE GLI ONERI DI URBANIZZAZIONE E IL COSTO DI COSTRUZIONE (L.R.

COMUNE DI CAPANNORI REGOLAMENTO DI APPLICAZIONE DEL CONTRIBUTO INERENTE GLI ONERI DI URBANIZZAZIONE E IL COSTO DI COSTRUZIONE (L.R. COMUNE DI CAPANNORI REGOLAMENTO DI APPLICAZIONE DEL CONTRIBUTO INERENTE GLI ONERI DI URBANIZZAZIONE E IL COSTO DI COSTRUZIONE (L.R. 1/05) Approvato con deliberazione di C.C. n.. del esecutivo dal. SERVIZIO

Dettagli

COMUNE DI CAMPODORO Provincia di Padova

COMUNE DI CAMPODORO Provincia di Padova COMUNE DI CAMPODORO Provincia di Padova REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE E L APPLICAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE Approvato con delibera di Consiglio Comunale nr. 41 del 21.12.2011-1 - INDICE TITOLO

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DELL INCIDENZA DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE

REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DELL INCIDENZA DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DELL INCIDENZA DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE indice Art. 1 Premessa pag 5 Art. 2 Ambito di applicazione pag 5 Art. 3 Incidenza degli oneri di urbanizzazione: tabella parametrica

Dettagli

COMUNE DI SANTA MARIA NUOVA Provincia di Ancona. Il Responsabile dell Area Gestione del Territorio Geom. Donato Carbonari

COMUNE DI SANTA MARIA NUOVA Provincia di Ancona. Il Responsabile dell Area Gestione del Territorio Geom. Donato Carbonari COMUNE DI SANTA MARIA NUOVA Provincia di Ancona Il Responsabile dell Area Gestione del Territorio Geom. Donato Carbonari Il Sindaco Santicchia Angelo Il Segretario Comunale Dott. Bonetti Angelo Approvato

Dettagli

CITTÀ DI BIELLA *** *** REGOLAMENtO. per l applicazione del contributo di costruzione

CITTÀ DI BIELLA *** *** REGOLAMENtO. per l applicazione del contributo di costruzione CITTÀ DI BIELLA *** *** REGOLAMENtO per l applicazione del contributo di costruzione Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 128 del 25 ottobre 2011 Pubblicato all Albo Pretorio del Comune

Dettagli

COMUNE DI SCALENGHE S E T T O R E U R B A N I S T I C A

COMUNE DI SCALENGHE S E T T O R E U R B A N I S T I C A COMUNE DI SCALENGHE Provincia di Torino Via Umberto I, 1 C.A.P. 10060 Tel. (011) 9861721 Fax (011) 9861882 Partita IVA 02920980014 - Codice fiscale 85003410017 http://www.comune.scalenghe.to.it e.mail:

Dettagli

COMUNE DI GHEMME Regolamento per la determinazione del contributo di costruzione. Regolamento per la determinazione del contributo di costruzione

COMUNE DI GHEMME Regolamento per la determinazione del contributo di costruzione. Regolamento per la determinazione del contributo di costruzione COMUNE DI GHEMME Regolamento per la determinazione del contributo di costruzione Regolamento per la determinazione del contributo di costruzione APPROVATO CON DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 142

Dettagli

Comune di Chiuppano Provincia di Vicenza

Comune di Chiuppano Provincia di Vicenza Comune di Chiuppano Provincia di Vicenza Regolamento per l'applicazione e la determinazione del contributo di costruzione commisurato alla incidenza degli oneri di urbanizzazione e del costo di costruzione

Dettagli

MODALITA DI CALCOLO DEI CONTRIBUTI DI COSTRUZIONE Art. 119 - Legge Regionale n. 1 del 3 Gennaio 2005

MODALITA DI CALCOLO DEI CONTRIBUTI DI COSTRUZIONE Art. 119 - Legge Regionale n. 1 del 3 Gennaio 2005 Allegato A alla Deliberazione n. 27/2007 MODALITA DI CALCOLO DEI CONTRIBUTI DI COSTRUZIONE Art. 119 - Legge Regionale n. 1 del 3 Gennaio 2005 CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE. Il contributo di costruzione, di

Dettagli

COMUNE DI LORENZANA Provincia di Pisa. SETTORE 2 GESTIONE del TERRITORIO, ATTIVITA PRODUTTIVE, POLIZIA MUNICIPALE www.comune.lorenzana.pi.

COMUNE DI LORENZANA Provincia di Pisa. SETTORE 2 GESTIONE del TERRITORIO, ATTIVITA PRODUTTIVE, POLIZIA MUNICIPALE www.comune.lorenzana.pi. COMUNE DI LORENZANA Provincia di Pisa SETTORE 2 GESTIONE del TERRITORIO, ATTIVITA PRODUTTIVE, POLIZIA MUNICIPALE www.comune.lorenzana.pi.it REGOLAMENTO E TABELLE PARAMETRICHE DI CALCOLO PER LA DETERMINAZIONE

Dettagli

INDICE CAPO VIII... 13

INDICE CAPO VIII... 13 INDICE REGOLAMENTO per la determinazione del contributo relativo alle concessioni edilizie, alle autorizzazioni edilzie e alle denunce di inizio dell attività... 3 CAPO I... 3 Norme generali... 3 Art.

Dettagli

CONTRIBUTI RELATIVI AGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE E COSTO DI COSTRUZIONE

CONTRIBUTI RELATIVI AGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE E COSTO DI COSTRUZIONE Urbanistica Edilizia privata Comune di Fauglia Provincia di Pisa CONTRIBUTI RELATIVI AGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE E COSTO DI COSTRUZIONE DISCIPLINA IN MATERIA DI SANZIONI AMMINISTRATIVE DI CUI L ART. 140

Dettagli

CITTA DI PIAZZA ARMERINA PROV. DI ENNA

CITTA DI PIAZZA ARMERINA PROV. DI ENNA CITTA DI PIAZZA ARMERINA PROV. DI ENNA LINEE GUIDA PER IL PAGAMENTO DEGLI ONERI CONCESSORI PER IL RILASCIO DELLE CONCESSIONI/AUTORIZZAZIONI EDILIZIE LQG Approvate con deliberazione di Giunta Comunale n.

Dettagli

TITOLO III SANZIONI PER RITARDATO OD OMESSO PAGAMENTO DEL CONTRIBUTO Art. 15 Sanzioni applicabili pag. 15

TITOLO III SANZIONI PER RITARDATO OD OMESSO PAGAMENTO DEL CONTRIBUTO Art. 15 Sanzioni applicabili pag. 15 INDICE: TITOLO I CONTRIBUTO AFFERENTE GLI ONERI DI URBANIZZAZIONE Premessa pag. 2 Art. 1 Onerosità e gratuità delle trasformazioni pag. 3 Art. 2 Misura degli oneri di urbanizzazione pag. 4 Art. 3 Tempo

Dettagli

Aggiornamento ONERI DI URBANIZZAZIONE

Aggiornamento ONERI DI URBANIZZAZIONE Allegato A alla Delibera Consiglio Comunale n.27 del 07/09/2015 Aggiornamento ONERI DI URBANIZZAZIONE TABELLA A - EDIFICI RESIDENZIALI Zone ZTS (ex P.R.G. Zone omogenee A) (U1) Euro 7,38/Mc Euro 2,95/Mc.

Dettagli

SETTORE PIANIFICAZIONE URBANISTICA ED EDILIZIA PRIVATA

SETTORE PIANIFICAZIONE URBANISTICA ED EDILIZIA PRIVATA COMUNE DI CASTELNUOVO BERARDENGA (Provincia di Siena) Pianificazione Urbanistica ed Edilizia Privata Via Garibaldi, 4 Tel. 0577 351308/14/22 - Fax 0577/351328 e-mail: urbanistica.edilizia@comune.castelnuovo-berardenga.si.it

Dettagli

ALLEGATO A. Tabella Destinazione Tabella Destinazione. Tabella A2 Artigianali o industriali Tabella A4 Commerciale all ingrosso

ALLEGATO A. Tabella Destinazione Tabella Destinazione. Tabella A2 Artigianali o industriali Tabella A4 Commerciale all ingrosso ALLEGATO A OGGETTO: Adeguamento annuale degli oneri di urbanizzazione primaria e secondaria e del costo di costruzione in ragione della variazione degli indici ISTAT, già previsto dalla disciplina della

Dettagli

Disposizioni e tabelle per la determinazione del contributo di cui al titolo VII della L.R Toscana 03.01.2005 n.1

Disposizioni e tabelle per la determinazione del contributo di cui al titolo VII della L.R Toscana 03.01.2005 n.1 . Comune di Vicopisano Provincia di Pisa Servizio 3 U.O. 3.3 Tel. 050 796533 - Fax 050 796540 ediliziaprivata@comune.vicopisano.pi.it Disposizioni e tabelle per la determinazione del contributo di cui

Dettagli

COMUNE DI CADONEGHE Provincia di Padova REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE E L APPLICAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE

COMUNE DI CADONEGHE Provincia di Padova REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE E L APPLICAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE COMUNE DI CADONEGHE Provincia di Padova REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE E L APPLICAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE Approvato con DCC 86 del 18.12.2009 TITOLO I...4 DISCIPLINA GENERALE...4 Articolo

Dettagli

COMUNE DI PIOSSASCO Provincia di Torino CRITERI PER L'APPLICAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE. Aggiornamento 2011

COMUNE DI PIOSSASCO Provincia di Torino CRITERI PER L'APPLICAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE. Aggiornamento 2011 COMUNE DI PIOSSASCO Provincia di Torino CRITERI PER L'APPLICAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE Aggiornamento 2011 (Legge 28 gennaio 1977 n 10, artt. 3, 5, 6, 7, 9, 10 D.P.R. 6/6/2001 n 380, artt. 16,

Dettagli

Timbro protocollo generale Allo Sportello Unico Attività Produttive/ Edilizia

Timbro protocollo generale Allo Sportello Unico Attività Produttive/ Edilizia Timbro protocollo generale Allo Sportello Unico Attività Produttive/ Edilizia Area Tecnica del Comune di Anzola dell Emilia Via Grimandi, 1 40011 Anzola dell Emilia MODELLO PER IL CALCOLO E LA CORRESPONSIONE

Dettagli

COMUNE DI VIGNALE MONFERRATO

COMUNE DI VIGNALE MONFERRATO COMUNE DI VIGNALE MONFERRATO Provincia di Alessandria REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI DISCIPLINA DEGLI ONERI CONCESSORI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 42 in data 11.11.2009 Modificato

Dettagli

CITTA DI GORGONZOLA PROVINCIA DI MILANO

CITTA DI GORGONZOLA PROVINCIA DI MILANO CITTA DI GORGONZOLA PROVINCIA DI MILANO SETTORE GESTIONE E PIANIFICAZIONE URBANISTICA SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA Piazza Giovanni XXIII, n. 6 DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE PREMESSA Ai

Dettagli

TABELLE ONERI ANNO 2016

TABELLE ONERI ANNO 2016 TABELLE ONERI ANNO 2016 ALLEGATO A A1) Immobili ad uso residenziale: / mc Urbanizzazione Urbanizzazione Totale Tipo di intervento primaria secondaria oneri 1) Restauro e ristrutturazione edilizia ( ) 6,21

Dettagli

/mc. 16.902 = 8,73. /mc. 51.049 = 26,36. /mq. 22.699 = 11,72

/mc. 16.902 = 8,73. /mc. 51.049 = 26,36. /mq. 22.699 = 11,72 Determinazione dell incidenza degli oneri di urbanizzazione primaria e secondaria di cui agli artt. 3-4- 7 Legge 10/1977 adeguati alle disposizioni di cui alla L.R. 03 Gennaio 2005, n. 1. A TABELLA (COSTI

Dettagli

COMUNE DI VENEZIA DIREZIONE SPORTELLO UNICO EDILIZIA

COMUNE DI VENEZIA DIREZIONE SPORTELLO UNICO EDILIZIA COMUNE DI VENEZIA DIREZIONE SPORTELLO UNICO EDILIZIA Sportello per: Edilizia sede di: Venezia - San Marco 4023 Campo Manin - 30124 (VE) - Fax 041/2747680; Attività Produttive Z.T.O. D sede di: Venezia

Dettagli

COMUNE DI FOIANO DELLA CHIANA Prov. di Arezzo TABELLA DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE

COMUNE DI FOIANO DELLA CHIANA Prov. di Arezzo TABELLA DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE COMUNE DI FOIANO DELLA CHIANA Prov. di Arezzo AREA QUALITA URBANA, EDILIZIA, AMBIENTE Servizio Edilizia Privata e Urbanistica TABELLA DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE Allegato Delibera C.C. n. 67 del 29/09/2006

Dettagli

TARIFFE RELATIVE AGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA E SECONDARIA CONTRIBUTO COSTO DI COSTRUZIONE

TARIFFE RELATIVE AGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA E SECONDARIA CONTRIBUTO COSTO DI COSTRUZIONE TARIFF RLATIV AGLI ONRI DI URBANIZZAZION PRIMARIA SCONDARIA CONTRIBUTO COSTO DI COSTRUZION (Determinazione dirigenziale n 231 del 14 maggio 2015) Le presenti tabelle sono valide per le richieste di permesso

Dettagli

TARIFFE RELATIVE AGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA E SECONDARIA CONTRIBUTO COSTO DI COSTRUZIONE

TARIFFE RELATIVE AGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA E SECONDARIA CONTRIBUTO COSTO DI COSTRUZIONE 1 TARIFF RLATIV AGLI ONRI DI URBANIZZAZION PRIMARIA SCONDARIA CONTRIBUTO COSTO DI COSTRUZION (Deliberazione Consiglio Comunale n 13 del 20 marzo 2012) Le presenti tabelle sono valide per le richieste di

Dettagli

Ai sensi D.P.R. n. 380/2001 Ai sensi della Legge Regionale 12/2005. E successive varianti ed integrazioni

Ai sensi D.P.R. n. 380/2001 Ai sensi della Legge Regionale 12/2005. E successive varianti ed integrazioni REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DOVUTO PER GLI INTERVENTI SOGGETTI AL PERMESSO A COSTRUIRE, ALLA SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA ED ALLA DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA. Ai sensi

Dettagli

CAPO II CALCOLO DEL CONTRIBUTO DI CONCESSIONE

CAPO II CALCOLO DEL CONTRIBUTO DI CONCESSIONE 1 CAPO I GENERALITA Art. 1 - Oggetto del regolamento Art. 2 - Definizioni e riferimenti normativi Art. 3 - Campo di applicazione Art. 4 - Riferimenti temporali per la determinazione del contributo Art.

Dettagli

RELAZIONE DI AGGIORNAMENTO ONERI DI URBANIZZAZIONE

RELAZIONE DI AGGIORNAMENTO ONERI DI URBANIZZAZIONE COMUNE DI PREGNANA MILANESE (Provincia di Milano) SETTORE ASSETTO ED USO DEL TERRITORIO UFFICIO URBANISTICA RELAZIONE DI AGGIORNAMENTO ONERI DI URBANIZZAZIONE INTRODUZIONE L art. 43 della legge Regionale

Dettagli

REGOLAMENTO DI DISCIPLINA DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE

REGOLAMENTO DI DISCIPLINA DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE CITTÀ DI CHIERI Provincia di Torino ATTI UFFICIALI REGOLAMENTO DI DISCIPLINA DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE Modificato con Del. Consiglio Comunale n. 104 del 30.10.2012 in vigore dal 15.12.2012. INDICE

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI DISCIPLINA DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE

REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI DISCIPLINA DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE COMUNE DI FEROLETO ANTICO PROVINCIA DI CATANZARO Sede legale Via Castello n. 1 88043 Feroleto Antico tel.0968/425834 fax 096832002 Partita IVA/codice fiscale 00298110792 c/c/p 11969888 REGOLAMENTO COMUNALE

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA MONETIZZAZIONE DEI PARCHEGGI PRIVATI di PERTINENZA E DELLE AREE DA DESTINARE A STANDARDS DETERMINAZIONE

REGOLAMENTO PER LA MONETIZZAZIONE DEI PARCHEGGI PRIVATI di PERTINENZA E DELLE AREE DA DESTINARE A STANDARDS DETERMINAZIONE REGOLAMENTO PER LA MONETIZZAZIONE DEI PARCHEGGI PRIVATI di PERTINENZA E DELLE AREE DA DESTINARE A STANDARDS DETERMINAZIONE Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. del REGOLAMENTO PER LA MONETIZZAZIONE

Dettagli

COPIA DI ATTO DI CONSIGLIO COMUNALE Seduta del 14/05/2012 n. 16

COPIA DI ATTO DI CONSIGLIO COMUNALE Seduta del 14/05/2012 n. 16 COPIA DI ATTO DI CONSIGLIO COMUNALE Seduta del 14/05/2012 n. 16 OGGETTO: APPROVAZIONE REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUT O DI COSTRUZIONE, QUOTA AFFERENTE IL CONTRIBUTO SUGLI ONERI

Dettagli

Comune di Pesaro. Regolamento Attuazione del D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380 concernente: «Determinazione dell'incidenza degli oneri di urbanizzazione».

Comune di Pesaro. Regolamento Attuazione del D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380 concernente: «Determinazione dell'incidenza degli oneri di urbanizzazione». Comune di Pesaro Regolamento Attuazione del D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380 concernente: «Determinazione dell'incidenza degli oneri di urbanizzazione». Approvato con delibera di C.C. n. 27 del 5 marzo 2012

Dettagli

Elementi di casistica per l applicazione degli oneri urbanizzazione e del costo di costruzione. Anno 2013

Elementi di casistica per l applicazione degli oneri urbanizzazione e del costo di costruzione. Anno 2013 Elementi di casistica per l applicazione degli oneri urbanizzazione e del costo di costruzione Anno 2013 Nessuna modifica rispetto all anno 2012 Applicazione degli oneri di urbanizzazione e della quota

Dettagli

Aggiornamento degli Oneri di Urbanizzazione Primaria e Secondaria COMUNE DI VIMERCATE SPORTELLO UNICO TECNICO SERVIZIO EDILIZIA PRIVATA ALLEGATO B

Aggiornamento degli Oneri di Urbanizzazione Primaria e Secondaria COMUNE DI VIMERCATE SPORTELLO UNICO TECNICO SERVIZIO EDILIZIA PRIVATA ALLEGATO B COMUNE DI VIMERCATE SPORTELLO UNICO TECNICO SERVIZIO EDILIZIA PRIVATA Determinazione degli oneri di urbanizzazione ai sensi del D.P.R. 6 giugno 2001 n. 380 e della L.R. 11 marzo 2005 n. 12 ALLEGATO B Aggiornamento

Dettagli

CALCOLO CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE

CALCOLO CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE CALCOLO CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE Normativa di riferimento: D.P.R. 380/2001 art. 16, 17, 18, 19, 42 D.M. 10 Maggio 1977 Delibera C. R. n. 119/1 del 28/07/1977 Delibera C. R. n. 208/5 del 26/03/1985 D.M.

Dettagli

Ufficio Tecnico Comunale

Ufficio Tecnico Comunale COMUNE di LEIVI Provincia di Genova Via IV Novembre, n.1 16040 LEIVI Tel.0185.319033 + Fax.0185.319569 ufficio tecnico@comune.leivi.ge.it Ufficio Tecnico Comunale REGOLAMENTO PER LA MONETIZZAZIONE DEI

Dettagli

Comune di Signa REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DI CUI AL TITOLO VII DELLA L. R. 1/2005 E S.M. E I.

Comune di Signa REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DI CUI AL TITOLO VII DELLA L. R. 1/2005 E S.M. E I. Comune di Signa REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DI CUI AL TITOLO VII DELLA L. R. 1/2005 E S.M. E I. ONERI DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA E SECONDARIA E COSTO DI COSTRUZIONE. MODALITA DI VERSAMENTO,

Dettagli

COMUNE DI CAMPO NELL ELBA

COMUNE DI CAMPO NELL ELBA ALLEGATO A COMUNE DI CAMPO NELL ELBA Regione Toscana * * * Provincia di Livorno REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DOVUTO PER GLI INTERVENTI SOGGETTI AL PERMESSO DI COSTRUIRE ED A SEGNALAZIONE

Dettagli

Al Responsabile dello Sportello Unico per l edilizia del Comune di Rovato

Al Responsabile dello Sportello Unico per l edilizia del Comune di Rovato P.G. CAT. VI CL. 03 FASC. 01 DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA (articoli 22 e 23 del d.p.r. n. 380 del 2001) ordinaria per interventi di cui alla successiva tabella B (articolo 22, commi 1 e 2, d.p.r. n. 380

Dettagli

Schema per il Calcolo del Contributo di Costruzione

Schema per il Calcolo del Contributo di Costruzione Schema per il Calcolo del Contributo di Costruzione Suddivisione contributi Oneri di Urbanizzazione U1 - Primaria U2 - Secondaria D - Trattamento e Smaltimento rifiuti (solo per destinazioni produttive)

Dettagli

Prospetto di riferimento per determinazione degli oneri di urbanizzazione e del costo di costruzione

Prospetto di riferimento per determinazione degli oneri di urbanizzazione e del costo di costruzione Provincia di Pisa Prospetto di riferim per determinazione degli oneri di urbanizzazione e del costo di costruzione Le tabelle di seguito riportate sono relative ai costi unitari estrapolati dalla normativa

Dettagli

COMUNE DI AGUGLIANO PROVINCIA DI ANCONA

COMUNE DI AGUGLIANO PROVINCIA DI ANCONA COMUNE DI AGUGLIANO PROVINCIA DI ANCONA 3 SETTORE TECNICO NUOVO REGOLAMENTO Attuazione del D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380 concernente: «Determinazione dell'incidenza degli oneri di urbanizzazione». Art.

Dettagli

COMUNE DI SANTO STEFANO LODIGIANO Provincia di Lodi RELAZIONE TECNICA

COMUNE DI SANTO STEFANO LODIGIANO Provincia di Lodi RELAZIONE TECNICA COMUNE DI SANTO STEFANO LODIGIANO Provincia di Lodi RELAZIONE TECNICA D AGGIORNAMENTO DEGLI ONERI D URBANIZZAZIONE, VALORI MINIMI E CRITERI PER LA MONETIZZAZIONE DEGLI STANDARD IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

Dettagli

COMUNE DI LUCIGNANO (Prov. di Arezzo) UFFICIO URBANISTICA

COMUNE DI LUCIGNANO (Prov. di Arezzo) UFFICIO URBANISTICA Oneri di Urbanizzazione I^ e II^ validi dal 05/02/2014 INSEDIAMENTI RESIDENZIALI 1 RESTAURO E RISTRUTTURAZIONE 2,38 /MC 7,01 /MC 2,38 /MC 7,01 /MC 2 SOSTITUZIONE - - 6,37 /MC 18,71 /MC 7,97 /MC 23,40 /MC

Dettagli

TABELLE. Contributi relativi agli oneri di urbanizzazione Aggiornamento al giugno 2007 COMUNE DI VIGLIANO BIELLESE

TABELLE. Contributi relativi agli oneri di urbanizzazione Aggiornamento al giugno 2007 COMUNE DI VIGLIANO BIELLESE COMUNE DI VIGLIANO BIELLESE Contributi relativi agli oneri di urbanizzazione Aggiornamento al giugno 2007 Nota: Tutte le sigle di destinazione d uso, contenute nelle presenti tabelle, sono riferite alla

Dettagli

DICHIARAZIONE E CALCOLO PER LA PREDETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO COMMISURATO AL COSTO DI COSTRUZIONE RELATIVO A NUOVI EDIFICI RESIDENZIALI (E SIMILI)

DICHIARAZIONE E CALCOLO PER LA PREDETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO COMMISURATO AL COSTO DI COSTRUZIONE RELATIVO A NUOVI EDIFICI RESIDENZIALI (E SIMILI) MODELLO A Stresa, lì. Prot. N.. Spett.le Sportello Unico Edilizia Privata Comune di Stresa OGGETTO: DICHIARAZIONE E CALCOLO PER LA PREDETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO COMMISURATO AL COSTO DI COSTRUZIONE RELATIVO

Dettagli

REGOLAMENTO DI APPLICAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE AI SENSI DELLE NORME LEGISLATIVE VIGENTI IN MATERIA INDICE

REGOLAMENTO DI APPLICAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE AI SENSI DELLE NORME LEGISLATIVE VIGENTI IN MATERIA INDICE REGOLAMENTO DI APPLICAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE AI SENSI DELLE NORME LEGISLATIVE VIGENTI IN MATERIA INDICE ART. 1 ART. 2 ART. 3 OGGETTO DEL REGOLAMENTO INTERVENTI SOGGETTI AL PAGAMENTO DEL CONTRIBUTO

Dettagli

TABELLE ONERI CONCESSORI APPROVATE CON DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N 42 DEL 18/03/2008

TABELLE ONERI CONCESSORI APPROVATE CON DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N 42 DEL 18/03/2008 TABELLE ONERI CONCESSORI APPROVATE CON DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N 42 DEL 18/03/2008 DESTINAZIONE RESIDENZIALE importi in euro a metro cubo ZONA A CENTRO STORICO URB. 1 URB. 2 TOTALE RISTRUTT. EDILIZIA

Dettagli

Regolamento per l applicazione del Contributo di Concessione

Regolamento per l applicazione del Contributo di Concessione COMUNE DI ALA Provincia di Trento Ufficio Tecnico Urbanistico Regolamento per l applicazione del Contributo di Concessione Art. 107 L.P. 5 settembre 1991, n. 22 e s.m.i. Approvato con delibera del Consiglio

Dettagli

COMUNE DI BELPASSO Provincia di Catania

COMUNE DI BELPASSO Provincia di Catania COMUNE DI BELPASSO Provincia di Catania VII SERVIZIO URBANISTICA SVILUPPO DEL TERRITORIO Dirigente Responsabile : Ing. Sebastiano Leonardi OGGETTO: Comune di Belpasso Art. 17, L.R. 16 aprile 2003, n. 4

Dettagli

COMUNE DI PONTASSIEVE (Provincia di Firenze) Area GOVERNO DEL TERRITORIO U.O.C. ASSETTO DEL TERRITORIO

COMUNE DI PONTASSIEVE (Provincia di Firenze) Area GOVERNO DEL TERRITORIO U.O.C. ASSETTO DEL TERRITORIO COMUNE DI PONTASSIEVE (Provincia di Firenze) Area GOVERNO DEL TERRITORIO U.O.C. ASSETTO DEL TERRITORIO Regolamento sulle modalità di determinazione e versamento del contributo di cui al titolo VII della

Dettagli

SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO ORGANIZZATO DA ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI ROMA INCONTRO - 16 SETTEMBRE 2013 ARCH. VITO ROCCO PANETTA

SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO ORGANIZZATO DA ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI ROMA INCONTRO - 16 SETTEMBRE 2013 ARCH. VITO ROCCO PANETTA SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO ORGANIZZATO DA ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI ROMA INCONTRO - 16 SETTEMBRE 2013 ARCH. VITO ROCCO PANETTA ARGOMENTI DA TRATTARE: DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE

ISTRUZIONI PER LA DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE ISTRUZIONI PER LA DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE Il presente fascicolo ha lo scopo di dettare dei criteri applicativi generali, sulla base delle disposizioni di cui agli art.81 88 e 110-112

Dettagli

COMUNE DI ROBECCO SUL NAVIGLIO PROVINCIA DI MILANO

COMUNE DI ROBECCO SUL NAVIGLIO PROVINCIA DI MILANO COMUNE DI ROBECCO SUL NAVIGLIO PROVINCIA DI MILANO Al Sindaco del Comune di Robecco sul Naviglio Servizio di Edilizia Privata Protocollo generale MODULO PER DETERMINAZIONE CONTRIBUTI Art. 16 del D.P.R.

Dettagli

COMUNE DI CARASSAI REGOLAMENTO COMUNALE

COMUNE DI CARASSAI REGOLAMENTO COMUNALE COMUNE DI CARASSAI Provincia di Ascoli Piceno REGOLAMENTO COMUNALE Attuazione del D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380 per la determinazione dell'incidenza degli oneri di urbanizzazione Approvato con: Delibera

Dettagli

Prontuario inerente la determinazione del contributo di costruzione

Prontuario inerente la determinazione del contributo di costruzione Prontuario inerente la determinazione del contributo di costruzione GENERALITA 1. Fatti salvi i casi di riduzione o esonero di cui all'articolo successivo del presente manuale, il proprietario dell immobile

Dettagli

REGOLAMENTO REGIONALE N. 2 DEL 18 FEBBRAIO 2015 ADOZIONE PROVVEDIMENTI COMUNALI AI SENSI DELL ART. 141 COMMA 2 DEL R.R. N

REGOLAMENTO REGIONALE N. 2 DEL 18 FEBBRAIO 2015 ADOZIONE PROVVEDIMENTI COMUNALI AI SENSI DELL ART. 141 COMMA 2 DEL R.R. N REGOLAMENTO REGIONALE N. 2 DEL 18 FEBBRAIO 2015 ADOZIONE PROVVEDIMENTI COMUNALI AI SENSI DELL ART. 141 COMMA 2 DEL R.R. N. 2/2015 CONTRIBUTO COSTO DI COSTRUZIONE APPROVATO CON DELIBERAZIONE CONSIGLIO COMUNALE

Dettagli

COMUNE DI PERGINE VALDARNO Provincia di AREZZO AREA TECNICA

COMUNE DI PERGINE VALDARNO Provincia di AREZZO AREA TECNICA COMUNE DI PERGINE VALDARNO Provincia di AREZZO AREA TECNICA REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DOVUTO PER GLI INTERVENTI SOGGETTI AL PERMESSO A COSTRUIRE ED ALLA DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA.

Dettagli

COMUNE DI MONTEVERDI MARITTIMO PROVINCIA DI PISA

COMUNE DI MONTEVERDI MARITTIMO PROVINCIA DI PISA COMUNE DI MONTEVERDI MARITTIMO PROVINCIA DI PISA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE N. 12 DATA 16.03.2011 OGGETTO: L.R.T. N. 1 DEL 03.01.2005 NORME PER IL GOVERNO DEL TERRITORIO ONERI DI URBANIZZAZIONE

Dettagli

SOSTITUTIVA DEL PERMESSO DI COSTRUIRE per interventi di cui alla tabella A (articolo 22 comma 3 D.P.R. n 380 del 2001)

SOSTITUTIVA DEL PERMESSO DI COSTRUIRE per interventi di cui alla tabella A (articolo 22 comma 3 D.P.R. n 380 del 2001) COMUNE di MAGLIANO DE MARSI Provincia di L Aquila Via S. Maria di Loreto n.8 cap 67062 Tel. 0863/516 - FAX 0863/515018 P.I. 001820906 E-Mail info@comune.maglianodemarsi.aq.it Protocollo Generale Al Sig.

Dettagli

Città di Cologno Monzese VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

Città di Cologno Monzese VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Città di Cologno Monzese VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Copia N. 13 del 25/01/2007 OGGETTO : REGOLAMENTAZIONE DEL PAGAMENTO RATEALE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE INERENTE IL RILASCIO DEL

Dettagli

Interventi edilizi e titoli abilitativi, differenze tra CIL, CILA, SCIA, Super-DIA e Permesso di costruire

Interventi edilizi e titoli abilitativi, differenze tra CIL, CILA, SCIA, Super-DIA e Permesso di costruire Interventi edilizi e titoli abilitativi, differenze tra CIL, CILA, SCIA, Super-DIA e Permesso di costruire Interventi edilizi e titoli abilitativi, in questo articolo analizziamo le definizioni di CIL,

Dettagli

COMUNE DI ISOLA D'ASTI Provincia di Asti P.zza Merlino, 1 - C.a.p. 14057 - Tel. 0141-958134 Fax 0141-958866 e-mail: urbanistica@comuneisoladasti.

COMUNE DI ISOLA D'ASTI Provincia di Asti P.zza Merlino, 1 - C.a.p. 14057 - Tel. 0141-958134 Fax 0141-958866 e-mail: urbanistica@comuneisoladasti. COMUNE DI ISOLA D'ASTI Provincia di Asti P.zza Merlino, 1 - C.a.p. 14057 - Tel. 0141-958134 Fax 0141-958866 e-mail: urbanistica@comuneisoladasti.it SERVIZIO PIANIFICAZIONE TERRITORIALE UFFICIO URBANISTICA

Dettagli

ALLEGATO A COMUNE DI CISTERNA DI LATINA Medaglia d Argento al Valor Civile SERVIZIO URBANISTICA AGGIORNAMENTO DEL COSTO DI COSTRUZIONE E DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE ADEGUAMENTO ISTAT GIUGNO 2006 DICEMBRE

Dettagli

COMUNE DI CAPANNORI SERVIZIO : SERVIZI ALLA CITTA

COMUNE DI CAPANNORI SERVIZIO : SERVIZI ALLA CITTA COMUNE DI CAPANNORI SERVIZIO : SERVIZI ALLA CITTA TABELLE PER APPLICAZIONE DEL CONTRIBUTO INERENTE GLI ONERI DI URBANIZZAZIONE E IL COSTO DI COSTRUZIONE Approvate con deliberazione di C.C. n. 3 del 0/09/200

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO

DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO COMUNE DI ORISTANO COMUNI DE ARISTANIS COPIA DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO NR. 016 DEL 27.09.2011 OGGETTO: D.P.R. 6 GIUGNO 2001 NR. 380 E SS.MM.II., ONERI RELATIVI ALLE CONCESSIONI EDILIZIE,

Dettagli

DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE PER GLI INTERVENTI DI EDILIZIA RESIDENZIALE

DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE PER GLI INTERVENTI DI EDILIZIA RESIDENZIALE DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE PER GLI INTERVENTI DI EDILIZIA RESIDENZIALE Definizione del contributo di costruzione: Si definisce contributo di costruzione l importo dovuto all amministrazione

Dettagli

COMUNE DI CAPANNORI SERVIZIO GOVERNO DEL TERRITORIO

COMUNE DI CAPANNORI SERVIZIO GOVERNO DEL TERRITORIO COMUNE DI CAPANNORI SERVIZIO GOVERNO DEL TERRITORIO TABELLE PER APPLICAZIONE DEL CONTRIBUTO INERENTE GLI ONERI DI URBANIZZAZIONE E IL COSTO DI COSTRUZIONE (L.R. 1/0) Approvato con deliberazione di C.C.

Dettagli

AGGIORNAMENTO TABELLA ONERI URBANIZZAZIONE PRIMARIA-SECONDARIA-SMALTIMENTO RIFIUTI

AGGIORNAMENTO TABELLA ONERI URBANIZZAZIONE PRIMARIA-SECONDARIA-SMALTIMENTO RIFIUTI AGGIORNAMENTO TABELLA ONERI URBANIZZAZIONE PRIMARIA-SECONDARIA-SMALTIMENTO RIFIUTI (approvati con deliberazione C.C. n. 32 del 14.04.2016) MODELLO 3.1.1 002_TAB_ONERI_E_COSTO _C Destinazioni d'uso Nuove

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA MONETIZZAZIONE. DEI PARCHEGGI PRIVATI di PERTINENZA E DELLE AREE DA DESTINARE A STANDARDS

REGOLAMENTO PER LA MONETIZZAZIONE. DEI PARCHEGGI PRIVATI di PERTINENZA E DELLE AREE DA DESTINARE A STANDARDS Ufficio Tecnico Settore Urbanistica DEI PARCHEGGI PRIVATI di PERTINENZA E DELLE AREE DA DESTINARE A STANDARDS Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 13 del 21.01.2010 1 DEI PARCHEGGI PRIVATI

Dettagli

COMUNE DI ROCCASTRADA (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI ROCCASTRADA (Provincia di Grosseto) COMUNE DI ROCCASTRADA (Provincia di Grosseto) Contributi per gli oneri di urbanizzazione e per il costo di costruzione relativi ai permessi di costruire e alle denunce di inizio attività Marzo 2010 Indice

Dettagli

COMUNE DI COLONNA ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE DI CONSIGLIO COMUNALE N. 15 DEL 27/05/2010 REGOLAMENTO

COMUNE DI COLONNA ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE DI CONSIGLIO COMUNALE N. 15 DEL 27/05/2010 REGOLAMENTO COMUNE DI COLONNA P r o v i n c i a d i R o m a ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE DI CONSIGLIO COMUNALE N. 15 DEL 27/05/2010 REGOLAMENTO CRITERI E MODALITA DI CALCOLO DELLE SANZIONI AMMINISTRATIVE PECUNIARIE

Dettagli

Al Comune di CORTONA Piazza della Repubblica n. 1 52044 CORTONA

Al Comune di CORTONA Piazza della Repubblica n. 1 52044 CORTONA Prot. gen. del Comune Riservato al Servizio Prat. Edilizia: n. / Modalità di inoltro fax posta a mano via telematica Servizio Edilizia Privata (1) Sportello Unico Attività Produttive (2) Al Comune di CORTONA

Dettagli

Comune di Carrè REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE

Comune di Carrè REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE Comune di Carrè REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 25 del 25 febbraio 1998 CAPO I - GENERALITA Art. 1 - Oggetto del regolamento

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA in materia di Attività Produttive. ai sensi dell art. 19 della Legge n. 241 del 07.08.1990 e s.m.i.

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA in materia di Attività Produttive. ai sensi dell art. 19 della Legge n. 241 del 07.08.1990 e s.m.i. S.C.I.A. N ANNO Allo Sportello Unico per le Attività Produttive del Comune di GALLARATE SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA in materia di Attività Produttive ai sensi dell art. 19 della Legge n.

Dettagli

COMUNE DI CERVETERI. (Provincia di Roma) Area II^ - Assetto Uso e Sviluppo del Territorio Servizio Urbanistica. Regolamento comunale

COMUNE DI CERVETERI. (Provincia di Roma) Area II^ - Assetto Uso e Sviluppo del Territorio Servizio Urbanistica. Regolamento comunale COMUNE DI CERVETERI (Provincia di Roma) Area II^ - Assetto Uso e Sviluppo del Territorio Servizio Urbanistica Allegato A Regolamento comunale Criteri di applicazione delle sanzioni amministrative pecuniarie

Dettagli

CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE Art. 16 del D.P.R. n. 380 del 06/06/2001

CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE Art. 16 del D.P.R. n. 380 del 06/06/2001 Unità Operativa D Pianificazione Urbanistica Assetto del Territorio Edilizia Privata CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE Art. 16 del D.P.R. n. 380 del 06/06/2001 REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DEGLI ONERI DI

Dettagli

LA RESPONSABILE DELL AREA PIANIFICAZIONE TERRITORIALE E AMBIENTE

LA RESPONSABILE DELL AREA PIANIFICAZIONE TERRITORIALE E AMBIENTE OGGETTO: APPROVAZIONE DELLE TABELLE PARAMETRICHE PER LA DETERMINAZIONE DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE E DEL COSTO DI COSTRUZIONE AI SENSI DELL'ART. 29 C. 5 DELLA L.R. 19/2009. LA RESPONSABILE DELL AREA

Dettagli

S.C.I.A. SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA

S.C.I.A. SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA Comune di BORNASCO Provincia di PAVIA Area Tecnica P.G. S.C.I.A. SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (ex articolo 19 Legge /.8.1990 n. 241 - art.5, Legge n 73/2010) per interventi di cui alla successiva

Dettagli

1 - DETERMINAZIONE ONERI DI URBANIZZAZIONE E CRITERI APPLICATIVI 3 - MONETIZZAZIONE AREE A STANDARD NEL CENTRO STORICO

1 - DETERMINAZIONE ONERI DI URBANIZZAZIONE E CRITERI APPLICATIVI 3 - MONETIZZAZIONE AREE A STANDARD NEL CENTRO STORICO SOMMARIO 1 - DETERMINAZIONE ONERI DI URBANIZZAZIONE E CRITERI APPLICATIVI 1-1 Variazioni del contributo per l incidenza degli Oneri di Urbanizzazione, rispetto ai valori calcolati con l applicazione delle

Dettagli

CRITERI APPLICATIVI MODALITÀ DI CALCOLO E VERSAMENTO DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE AI SENSI DELL ART. 16 D.P.R

CRITERI APPLICATIVI MODALITÀ DI CALCOLO E VERSAMENTO DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE AI SENSI DELL ART. 16 D.P.R allegato A alla delibera di Consiglio Comunale CITTÀ DI LEGNAGO Ufficio Tecnico Via XX Settembre, 29 37045 Legnago (Verona) CRITERI APPLICATIVI MODALITÀ DI CALCOLO E VERSAMENTO DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE

Dettagli

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO OGGETTO: Adeguamento oneri costo di costruzione. IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO VISTO il Decreto del Sindaco n 3 del 31.01.2011, con cui è stato individuato l Arch. Giusepe RUSSO responsabile del servizio

Dettagli

Comune di Volterra. Provincia di Pisa VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

Comune di Volterra. Provincia di Pisa VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Comune di Volterra Provincia di Pisa VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 16 del 19/01/2016 OGGETTO: L.R.n 65/2014 Art.184. Adeguamento delle tabelle per la determinazione degli oneri di urbanizzazione

Dettagli

COMUNE Dl LEGNAGO (Provincia di Verona) UFFICIO TECNICO SETTORE 3

COMUNE Dl LEGNAGO (Provincia di Verona) UFFICIO TECNICO SETTORE 3 COMUNE Dl LEGNAGO (Provincia di Verona) UFFICIO TECNICO SETTORE 3 SERVIZIO I URBANISTICA ED EDILIZIA PRIVATA CRITERI E MODALITÀ DI CALCOLO DELLE SANZIONI AMMINISTRATIVE PECUNIARIE E DELLE SOMME DA CORRISPONDERE

Dettagli

RISOLUZIONE N. 118/E

RISOLUZIONE N. 118/E RISOLUZIONE N. 118/E Direzione Centrale Normativa Roma, 30 dicembre 2014 OGGETTO: Imposte sui redditi - Spese sostenute per la redazione di un atto di vincolo unilaterale - Art. 16-bis del TUIR - Istanza

Dettagli

6. Che la destinazione d uso dopo l intervento: E invariata E mutata in:.

6. Che la destinazione d uso dopo l intervento: E invariata E mutata in:. 3. Che la tipologia dell intervento, delle suddette opere è riconducibile a: 4. Che lo stato attuale dell immobile/unità immobiliare risulta legittimato dai seguenti atti: Fabbricato antecedente al 1938

Dettagli

Comune di Domaso. - Ufficio Tecnico -

Comune di Domaso. - Ufficio Tecnico - Comune di Domaso - Ufficio Tecnico - AGGIORNAMENTO DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE AI SENSI DELLA L.R. 8 MARZO 2005 N. 12 LEGGE PER IL GOVERNO DEL TERRITORIO E S.M.I. 10 Giugno 2011 RELAZIONE TECNICA L atto

Dettagli

TABELLE PER IL CALCOLO DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE

TABELLE PER IL CALCOLO DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE File:tabellaONERI_ufficio COMUNE DI BORGOSATOLLO Provincia di Brescia AREA TECNICA URBANISTICA EDILIZIA PRIVATA TABELLE PER IL CALCOLO DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE DATI GENERALI PERMESSO DI COSTRUIRE

Dettagli

COMUNE DI BODIO LOMNAGO. I... sottoscritt... residente a... via... n... e I... sottoscritt...

COMUNE DI BODIO LOMNAGO. I... sottoscritt... residente a... via... n... e I... sottoscritt... Mod. Urb.31 RESPONSABILE SERVIZIO FINANZIARIO Oggetto : Pratica edilizia n. Richiesta versamento contributo di costruzione. e in qualità di titolar della pratica edilizia in oggetto presentata quale Denuncia

Dettagli

Versamento con ccp n. 17368283 intestato a Comune di San Maurizio d Opaglio Servizio Tesoreria.

Versamento con ccp n. 17368283 intestato a Comune di San Maurizio d Opaglio Servizio Tesoreria. Ufficio Tecnico Comune di San Maurizio d Opaglio Provincia di Novara Piazza I Maggio n. 4-28017 San Maurizio d Opaglio - Tel. 0322/967222 - Fax 0322/967247 e-mail: urbanistica@comune.sanmauriziodopaglio.no.it

Dettagli