Migrazione al VoIP nelle PAC

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Migrazione al VoIP nelle PAC"

Transcript

1 AGENZIA PER L ITALIA DIGITALE Migrazione al VoIP nelle PAC 7 e 8 rapporto di monitoraggio relativo al primo e secondo 2012

2 L impostazione generale della Relazione, la revisione degli elaborati, l elaborazione dei dati forniti dalle P.A. e la redazione dei testi sono state curate da Giovambattista Nota, coordinatore dell Osservatorio dell e-government e del mercato, con il contributo di Valerio Domenico Di Paolo.

3 Sommario INTRODUZIONE SINTESI DELLA RILEVAZIONE Principali risultanze dell indagine nelle amministrazioni centrali Principali risultanze dell indagine nelle scuole TAVOLE DI RIEPILOGO E NOTE SULLO STATO DELLA MIGRAZIONE Tavole di riepilogo Note fornite dalle amministrazioni sullo stato di migrazione al VoIP ALLEGATI Allegato 1 - Informazioni richieste alle amministrazioni Allegato 2 - Glossario Pag. 1

4 Introduzione Normativa di riferimento e funzioni dell AgID L articolo 2, comma 591, della legge 24 dicembre 2007, n. 244, recante disposizioni in materia di servizi Voce tramite protocollo Internet (VoIP) e l articolo 78, commi 2 bis e 2 ter, della d.lgs. n. 82 del 7 marzo 2005 Codice dell'amministrazione digitale prevedono che le amministrazioni centrali utilizzino per la fonia i servizi VoIP acquisiti tramite il Sistema Pubblico di Connettività o le convenzioni stipulate da CONSIP o direttamente e assegnano all Agenzia per l Italia digitale le azioni di monitoraggio e verifica. Le modalità attuative di tali azioni, stabilite dal Decreto del Ministro per la pubblica amministrazione e l innovazione di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze e il Ministro dello sviluppo economico del 9 aprile 2009 (pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale N. 144 del 24 giugno 2009), prevedono che le pubbliche amministrazioni centrali raccolgano le informazioni, secondo il questionario riportato in allegato, e trasmettano semestralmente i dati relativi all utilizzo dei servizi VoIP all Agenzia per l Italia digitale per la verifica, l elaborazione e il successivo invio, sotto forma di rapporto, al Ministero dell economia e delle finanze. AgID ha, fino ad oggi, provveduto a effettuare otto monitoraggi con cadenza semestrale. Le vicende connesse al varo dell AgID (che raccoglie in sé le funzioni precedentemente svolte da DigitPA, dal Dipartimento per la digitalizzazione delle pubblica amministrazione e l innovazione tecnologica, dall Agenzia per la diffusione delle tecnologie e quelle relative alla sola sicurezza delle reti dall ISCOM del MISE) hanno determinato uno slittamento dei tempi previsti per il 7 monitoraggio, pertanto gli ultimi due sono stati effettuati congiuntamente. Rilevazione del primo e del secondo 2012 Per quanto riguarda la rilevazione: il questionario è stato inviato a 38 amministrazioni centrali; 24 sono le amministrazioni che hanno risposto al questionario; non si è provveduto ad inviare il questionario al Ministero dell interno e al Ministero della difesa, in quanto dispongono di una rete TLC e di PABX proprietaria e ricorrono alla rete pubblica in maniera limitata, solo per le interazioni con i soggetti esterni. Per quanto riguarda le amministrazioni che hanno risposto, si fa presente che: il Ministero per gli affari esteri ha inviato i due questionari separati per la sede centrale e le sedi estere; Pag. 2

5 l Agenzia per il Territorio e l Agenzia delle Entrate hanno inviato due questionari disgiunti (anche se dal 1 dicembre 2012 la seconda ha incorporato la prima in base all art. 23-quater del Decreto-legge n. 95/2012); l'amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato (AAMS) e l Agenzia delle Dogane hanno inviato due questionari disgiunti (anche se in applicazione del Decreto legge 6 luglio 2012, n. 95 convertito con Legge n. 135 del 7 Agosto 2012, la seconda ha incorporato la prima a decorrere dal 1 dicembre 2012, assumendo la nuova denominazione di Agenzia delle Dogane e dei Monopoli); Il Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca, ha inviato i dati relativi al primo e pertanto i dati del secondo sono stati basati su di essi. I dati inviati comprendono sia i dati del Ministero sia quelli pervenuti da Istituti scolastici su un totale di (il 44,3 %). Le Università non sono mai state prese in considerazione. Alcune di esse non hanno fornito tutte le informazioni richieste dal questionario per mancanza di risorse, altre hanno inviato informazioni parziali sulla spesa per la telefonia, per i seguenti motivi: la fonia è talvolta di competenza della Direzione affari generali e del personale con capitoli di spesa separati da quelli dell ICT (ad es. Infrastrutture); indicazione del solo importo fatturato e non del totale dovuto (nel caso del Dipartimento delle Finanze); i dati di spesa delle sedi territoriali, a causa della loro autonomia, non vengono gestite centralmente; difficoltà di scorporo delle spese dai canoni di affitto; pagamento delle spese effettuato da enti differenti (nel caso delle scuole i canoni sono pagati da comuni e province, nel caso dei tribunali sono pagati dai comuni). Per quanto riguarda infine le 14 amministrazioni che, alla data di redazione del presente rilevamento, non hanno fornito risposta si fa presente quanto segue: l ICE - Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane (istituita con L. 214/2011 come ente dotato di personalità giuridica di diritto pubblico vigilato dal Ministero dello sviluppo economico sentiti il Ministero degli affari esteri e Ministero dell economia e delle finanze) sostituisce l'istituto Nazionale per il commercio estero (soppresso dal D.L. 98/2011 convertito in L. 111/2011) e il personale è stato assegnato con il DPCM del 28 dicembre 2012; per tutte quelle che in precedenza avevano risposto ad almeno un questionario sono stato presi in considerazione gli ultimi dati comunicati. Mentre quelle per le quali non esistono rilevazioni pregresse non sono state riportate nelle tabelle. Pag. 3

6 Struttura del rapporto Il documento è articolato in due capitoli: 1. il primo (Sintesi della rilevazione) analizza le risultanze della rilevazione nel suo complesso, traendo alcune considerazioni dall esame dei dati; 2. il secondo (Tavole di riepilogo e note sullo stato della migrazione) contiene le tavole di riepilogo di tutti i dati utilizzati nel documento e le note fornite dalle amministrazioni sullo stato della migrazione al VoIP. Seguono due allegati: le informazioni richieste alle amministrazioni tramite il questionario e il glossario dei termini tecnici. In tutto il testo, comprese le tabelle, sono stati utilizzati, per riferirsi alle amministrazioni, i nomi abbreviati indicati nell elenco seguente. Amministrazioni centrali Nome esteso Avvocatura generale dello Stato Consiglio di Stato Corte dei conti Presidenza del Consiglio dei Ministri Scuola superiore della pubblica amministrazione Ministero degli affari esteri Ministero dell ambiente e della tutela del territorio e del mare Ministero per i beni e le attività culturali Ministero della difesa Ministero della difesa - Arma dei Carabinieri Ministero dell economia e delle finanze ex Tesoro Ministero dell economia e delle finanze Dipartimento delle Finanze Ministero dell economia e delle finanze Guardia di Finanza Ministero della giustizia Ministero del lavoro e delle politiche sociali Ministero dell interno Ministero delle infrastrutture e dei trasporti Ministero della pubblica istruzione, dell università e della ricerca Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali - Corpo forestale dello Stato Ministero della salute Ministero dello sviluppo economico Agenzie fiscali ed Enti pubblici non economici Nome esteso Agenzia delle dogane e dei monopoli ex Agenzia delle dogane Agenzia delle dogane e dei monopoli ex Amm.ne autonoma dei monopoli di Stato Agenzia delle entrate Agenzia delle entrate ex Agenzia del territorio Automobile club d'italia Agenzia per le erogazioni in agricoltura Consiglio nazionale delle ricerche Croce rossa italiana Ente nazionale aviazione civile Ag. naz.le per le nuove tecnologie, l energia e lo sviluppo economico sostenibile Agenzia nazionale del turismo Ag. per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane Istituto nazionale per assicurazioni degli infortuni sul lavoro Istituto nazionale di economia agraria Istituto nazionale della previdenza sociale Istituto superiore per la formazione professionale dei lavoratori Istituto superiore di sanità Istituto nazionale di statistica Abbreviazione Avvocatura Consiglio di Stato Corte dei conti Presidenza del Consiglio SSPA Affari esteri Ambiente Beni culturali Difesa Carabinieri MEF ex Tesoro MEF - Finanze Guardia di finanza Giustizia Lavoro Interno Infrastrutture Istruzione Politiche agricole Corpo forestale Salute Sviluppo economico Abbreviazione Dogane Monopoli Entrate Territorio ACI AGEA CNR CRI ENAC ENEA ENIT ICE INAIL INEA INPS ISFOL ISS ISTAT Pag. 4

7 1 Sintesi della rilevazione 1.1 Principali risultanze dell indagine nelle amministrazioni centrali Le Amministrazioni centrali che hanno risposto, anche parzialmente, al 7 e all 8 monitoraggio, sono 24 su 38, circa il 63% del totale (rispetto al 42% della precedente rilevazione). Per le altre 14 amministrazioni sono stati utilizzati gli ultimi dati disponibili. Nella tabella seguente sono riportati i dati di riepilogo dell indagine. Tabella di sintesi dei dati rilevati nella Pubblica amministrazione centrale, anno 2012 Variabili del questionario anno Numero sedi (centrali e periferiche) Numero di linee telefoniche attivate Numero dei derivati Numero di telefoni VoIP attivati sede centrale Numero di telefoni VoIP attivati sedi periferiche Numero telefoni tradizionali attivati in IP Trunk Percentuale di inserimento del VoIP Totale spese per la telefonia, in euro Spesa traffico telefonico semestrale Spesa canoni linee semestrale Spese gestione rete telefonica Totale spese di acquisto e noleggio PABX/derivati, in euro Spese acquisto PABX/derivati sede centrale Spesa noleggio PABX/derivati sede centrale Spesa acquisto/noleggio PABX/derivati sedi periferiche Totale acquisto/noleggio impianti VoIP, in euro Spesa acquisto impianto VoIP Spesa noleggio impianto VoIP Tipologia acquisizione VoIP sul numero di amministrazioni CONSIP Diretta SPC 9 9 Diretta/SPC 1 1 Servizi di videoconferenza Media grado di soddisfazione percepita nell' utilizzo del VoIP (in una scala da 1 a 5) 3,8 3,9 Pag. 5

8 1.1.1 Stato della migrazione al VoIP Nel secondo del 2012 il 43,3% dei derivati delle amministrazioni utilizza la tecnologia VoIP. Nel grafico seguente si riporta la serie storica della percentuale media di inserimento del VoIP, a partire dal primo monitoraggio (1 2009). Figura 1: Storico della percentuale di inserimento VoIP, 1 sem sem.2012 Il successivo grafico fornisce, per i due semestri in esame, la distribuzione in percentuale dei vari tipi di dispositivi telefonici. Figura 2: Distribuzione per tipologia di telefoni (in percentuale), 1 e Dalla figura precedente è possibile notare come, rispetto al primo, la leggera diminuzione dei telefoni tradizionali sia dovuta principalmente ad un incremento della migrazione alla tecnologia VoIP nelle sedi periferiche. Le amministrazioni, come si può vedere dalla tabella di sintesi, privilegiano le sedi periferiche per l installazione di Pag. 6

9 impianti VoIP (il rapporto tra centro e periferia è di uno a sei) sia per azzerare i costi delle comunicazioni tra sedi della stessa amministrazione, sia perché è più facile ed economico sostituire piccoli PABX con apparati telefonici VoIP. Non sono previste al momento in generale le sostituzioni dei grandi PABX delle sedi centrali (ai quali sono collegati migliaia di derivati) perché è costoso sostituire la rete telefonica interna, adeguare le LAN e installare IP PABX. Le amministrazioni acquisiscono i sistemi VoIP direttamente dal fornitore nel 35,5% dei casi o tramite contratti quadro SPC (29%) o attraverso convenzioni CONSIP (32,3%). Solo in un caso si è utilizzata una modalità mista SPC / diretta e privilegiano il noleggio rispetto all acquisto. Sulla base dei dati rilevati, si evidenzia che i sistemi VoIP sono già diffusi nella quasi totalità delle amministrazioni. La figura seguente fornisce il dettaglio della migrazione per sole amministrazioni che non hanno ancora completato la migrazione al VoIP: il colore celeste rappresenta la percentuale raggiunta, quello rosso la distanza da percorrere. Figura 3: Stato della migrazione al VoIP per amministrazione, La figura evidenzia che: cinque amministrazioni hanno superato la soglia del 90%: Lavoro, INAIL, Corpo forestale, Territorio, Politiche agricole; Pag. 7

10 sette sono sotto la soglia del 10%: Giustizia, Affari esteri (rete internazionale), Avvocatura, Infrastrutture, Presidenza del Consiglio, Sviluppo economico, Corte dei Conti; Nove amministrazioni hanno già completato il passaggio al VoIP: Affari esteri (sede centrale), MEF - Dip. Finanze, ACI, AGEA, CNR, ENAC, ENEA, INEA, ISTAT e INPS. Il grado medio di soddisfazione percepita dalle amministrazioni nell utilizzo del VoIP risulta medio alto (circa 4 in una scala da 1 a 5). Tra i servizi aggiuntivi, abbastanza diffusa è la videoconferenza (1.838 servizi) meno le applicazioni tipiche legate al VoIP (click to dial, unified messaging). In particolare sarebbe auspicabile unificare i servizi di videoconferenza (magari introducendo dei sistemi basati su PC) per le comunicazioni infradominio fra amministrazioni Spesa sostenuta Dai dati rilevati si è stimato che negli ultimi quattro semestri il risparmio della spesa telefonica è stato pari a circa 12,8 milioni di euro. Si riporta la serie storica del totale delle spese correnti per la telefonia a partire dal primo monitoraggio (1 2009). Dalla figura si può notare come tutte le voci di spesa abbiano un andamento decrescente, in sintonia con la crescita dell utilizzo del VoIP. Figura 4: Storico della spesa per la telefonia (in milioni di euro), 1 sem sem.2012 Per quanto riguarda la spesa telefonica, l incremento nell utilizzo del VoIP ha determinato una riduzione della spesa sostenuta dalle amministrazioni. Pag. 8

11 Tra il primo e il secondo del 2012 la spesa telefonica complessiva è passata da 19,7 a 18,7 milioni euro, con una variazione negativa del 4,9%. La figura seguente mostra la composizione percentuale per della spesa, e conferma la preminenza di quella relativa al traffico telefonico. Figura 5: Distribuzione per voci della spesa telefonica (in percentuale), 1 e Nel secondo si evidenzia una diminuzione di 0,9 punti percentuali per il traffico telefonico e di 0,8 punti percentuali per i canoni delle linee e un incremento di 0,1 punti percentuali per la gestione della rete telefonica. Tra i due semestri il totale delle spese di acquisto e noleggio di PABX e derivati passa da 4,66 a 4,73 milioni di euro, con un incremento dell1,6%, dovuto principalmente ad un incremento del 7,5% delle spese di noleggio nelle sedi centrali e dell 1,5% in quelle periferiche. Si riporta di seguito la spesa per fornitore relativa al servizio VoIP erogato tramite contratti SPC per la pubblica amministrazione centrale e locale. I dati sono stati forniti dai provider del servizio all AgID. Spesa per servizi VoIP erogati tramite contratti SPC, anno 2012 Fornitori servizi VoIP Spesa amministrazioni (in euro) RTI Fastweb/Eds BT Italia Wind Telecom Italia - Totale La modalità di acquisizione più utilizzata per il VoIP è quella diretta con il fornitore, in media gli impianti VoIP utilizzati hanno tre anni di vita, mentre i PABX hanno in media sette anni di vita. Quest ultimo dato dovrebbe favorire a breve termine un ulteriore incremento della migrazione al VoIP, in quanto la maggior parte dei PABX sono già stati completamente ammortizzati. Pag. 9

12 Un ultima considerazione sulla spesa riguarda il fatto che è riduttivo giustificare il VoIP solo come risparmio sui costi telefonici, difatti una consistente fetta dei consumi telefonici è legato al traffico fisso-mobile (non abbattibile dal VoIP). Il risparmio va trovato, invece, nella riduzione dei canoni delle linee telefoniche (tramite uscite centralizzate) e soprattutto nelle minori spese di gestione e manutenzione dei sistemi. Pag. 10

13 1.2 Principali risultanze dell indagine nelle scuole Gli istituti scolastici che hanno risposto alla rilevazione, relativa al primo del 2012, del Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca sono su (nel precedente su ) responsabili di sedi scolastiche su (nel precedente su ). Nell analisi dei dati si è considerato quanto segue: gli istituti scolastici rispondenti non fanno parte di un campione predefinito (in quanto le scuole su cui viene effettuata la rilevazione variano di in ), pertanto i dati non sono estendibili all intero dominio in maniera accurata e di conseguenza non è possibile effettuarne analisi storiche; gli istituti rispondenti rappresentano sempre un quota considerevole del totale (ad es. il 46% nel primo del 2012 e il 54% nel secondo del 2011). Si è comunque deciso di estendere (anche in presenza di notevoli variazioni percentuali) i dati rilevati all intero dominio. Questa stima è stata fatta moltiplicando i valori delle singole voci per un fattore numerico ottenuto dal rapporto tra il numero degli istituti dell intero dominio e di quelli rispondenti (nel caso dell ultima rilevazione tale rapporto è 2,26 mentre nel precedente era 1,84). Nella tabella seguente sono riportate le variabili con i dati rilevati ed estesi all intero dominio, nonché la variazione percentuale rispetto ad esso. Sintesi dei dati rilevati dal Ministero della pubblica Istruzione Var. % Variabile sull Intero Scuole Intero Scuole Intero dominio rispondenti dominio rispondenti dominio Numero scuole n.a. Numero sedi n.a. Numero di linee telefoniche a carico dell ente locale ,0 Numero di linee telefoniche a carico della scuola ,6 Spesa traffico (in euro) a carico delle scuole ,0 Spesa canoni (in euro) a carico delle scuole ,5 Numero derivati tradizionali ,5 Numero telefoni VoIP ,5 Numero centralini VoIP ,2 Inserimento del VoIP (%) 5,7 5,7 6,5 6,5 14 Numero postazioni di videoconferenza ,2 Pag. 11

14 In base alla tabella precedente la spesa semestrale per la telefonia è stimabile tra i 19,8 e i 25,8 milioni di euro. In particolare l 84% circa della spesa per i canoni telefonici delle scuole è coperta dagli enti locali 1, per una cifra stimata tra 14,3 milioni di euro (nel ) e 18,9 milioni di euro (nel ). Nelle scuole, la percentuale di inserimento del VoIP è ancora modesta e cresce lentamente. Infatti nel primo del 2012 solo il 6,5% dei derivati utilizza la tecnologia VoIP, mentre nel primo del 2009 era il 4,1%. 1 I comuni nella scuola elementare e le province nella scuola media (di ogni ordine e grado) gestiscono gli edifici e tutta la parte impiantistica (tra cui la telefonia). Pag. 12

15 2 Tavole di riepilogo e note sullo stato della migrazione 2.1 Tavole di riepilogo In questo capitolo del documento sono riportate le tavole di riepilogo dei dati forniti dalle amministrazioni tramite il questionario riportato nell Allegato 1. Nelle tavole sono stati utilizzati: il segno convenzionale linea (-) quando il valore è uguale a zero; il segno convenzionale quattro puntini (...) quando il valore non è stato indicato. Tutti i dati di spesa sono riportati in euro e al netto di IVA. Pag. 13

16 Tabella 1 - Riepilogo dei dati di fonia (numerosità), 1 e Amministrazione Numero delle sedi 1 2 Numero linee telefoniche attivate 1 2 Numero dei derivati 1 2 Avvocatura Consiglio di Stato Corte dei Conti Presidenza del Consiglio SSPA Affari esteri - rete internazionale Affari esteri - sede centrale Ambiente Beni culturali Carabinieri MEF - ex Tesoro MEF - Dip. Finanze Guardia di finanza Giustizia Lavoro Infrastrutture Istruzione Politiche agricole Corpo forestale Salute Sviluppo economico Dogane Monopoli Entrate Territorio ACI AGEA CNR CRI ENAC ENEA ENIT ICE INAIL INEA INPS ISFOL ISTAT Totale Pag. 14

17 Tabella 2 - Riepilogo dei telefoni VoIP installati (numerosità), 1 e Amministrazione Numero telefoni VoIP attivati (sede centrale) 1 2 Numero telefoni VoIP attivati (sedi periferiche) 1 2 Numero telefoni tradizionali attivati in IP Trunk 1 2 Avvocatura Consiglio di Stato Corte dei Conti Presidenza del Consiglio SSPA Affari esteri - rete internazionale Affari esteri - sede centrale Ambiente Beni culturali Carabinieri MEF - ex Tesoro MEF - Dip. Finanze Guardia di finanza Giustizia Lavoro Infrastrutture Istruzione Politiche agricole Corpo forestale Salute Sviluppo economico Dogane Monopoli Entrate Territorio ACI AGEA CNR CRI ENAC ENEA ENIT ICE INAIL INEA INPS ISFOL ISTAT Totale Pag. 15

18 Tabella 3 Migrazione alla tecnologia VoIP per amministrazione, 1 e Amministrazione Numero dei derivati 1 2 Numero dei telefoni che utilizzano il VoIP 1 2 Percentuale di migrazione al VoIP 1 2 Avvocatura Consiglio di Stato Corte dei Conti Presidenza del Consiglio SSPA Affari esteri - rete internazionale Affari esteri - sede centrale Ambiente Beni culturali Carabinieri MEF - ex Tesoro MEF - Dip. Finanze Guardia di finanza Giustizia Lavoro Infrastrutture Istruzione Politiche agricole Corpo forestale Salute Sviluppo economico Dogane Monopoli Entrate Territorio ACI AGEA CNR CRI ENAC ENEA ENIT ICE INAIL INEA INPS ISFOL ISTAT Totale Pag. 16

19 Tabella 4 Riepilogo delle spese di fonia (in euro), 1 e Amministrazione Spesa traffico telefonico 1 2 Spesa canone linee 1 2 Spesa gestione rete telefonica 1 2 Avvocatura Consiglio di Stato Corte dei Conti Presidenza del Consiglio SSPA Affari esteri - rete internazionale Affari esteri - sede centrale Ambiente Beni culturali Carabinieri MEF - ex Tesoro MEF - Dip. Finanze Guardia di finanza Giustizia Lavoro Infrastrutture Istruzione Politiche agricole Corpo forestale Salute Sviluppo economico Dogane Monopoli Entrate Territorio ACI AGEA CNR CRI ENAC ENEA ENIT ICE INAIL INEA INPS ISFOL ISTAT Totale Pag. 17

20 Tabella 5 Anno acquisto o inizio noleggio centrali telefoniche e modalità di acquisizione, 1 e Amministrazione Anno acquisto o inizio noleggio PABX/derivati sede centrale 1 2 Anno acquisto o inizio noleggio impianto VoIP 1 2 Modalità di acquisizione 1 2 Avvocatura CONSIP CONSIP Consiglio di Stato CONSIP CONSIP Corte dei Conti Presidenza del Consiglio SPC SPC SSPA DIRETTA DIRETTA Affari esteri - rete internazionale.. DIRETTA DIRETTA Affari esteri - sede centrale DIRETTA DIRETTA Ambiente DIRETTA DIRETTA Beni culturali Carabinieri MEF - ex Tesoro DIRETTA DIRETTA MEF - Dip. Finanze CONSIP CONSIP Guardia di finanza DIRETTA DIRETTA Giustizia CONSIP CONSIP Lavoro SPC SPC Infrastrutture DIRETTA DIRETTA Istruzione 2009(*) 2009(*) DIR. / SPC DIR. / SPC Politiche agricole SPC SPC Corpo forestale Salute.... DIRETTA DIRETTA Sviluppo economico Dogane CONSIP CONSIP Monopoli CONSIP CONSIP Entrate CONSIP CONSIP Territorio CONSIP CONSIP ACI DIRETTA DIRETTA AGEA CONSIP CONSIP CNR DIRETTA DIRETTA CRI SPC SPC ENAC SPC SPC ENEA ENIT DIRETTA DIRETTA ICE INAIL SPC SPC INEA SPC SPC INPS SPC SPC ISFOL CONSIP CONSIP ISTAT SPC SPC Nota (*): PABX 1984, Derivati 2009 Pag. 18

21 Tabella 6 Spesa acquisto/noleggio impianti PABX/derivati e VoIP, 1 e Amministrazione Spese acquisto PABX/derivati sede centrale Spesa noleggio PABX/derivati sede centrale Spesa acquisto / noleggio PABX/derivati sedi periferiche Spesa acquisto impianto VoIP Spesa noleggio impianto VoIP 1 sem. 2 sem. 1 sem. 2 sem. 1 sem. 2 sem. 1 sem. 2 sem. 1 sem. 2 sem. Consiglio di Stato Affari esteri - rete internazionale MEF - Dip. Finanze Lavoro Istruzione Politiche agricole Dogane Monopoli Entrate Territorio AGEA CRI INAIL INEA INPS ISFOL ISTAT Totale Pag. 19

Migrazione al VoIP nelle PAC

Migrazione al VoIP nelle PAC AGENZIA PER L ITALIA DIGITALE Migrazione al VoIP nelle PAC 9 rapporto di monitoraggio relativo al primo semestre 2013 L impostazione generale della Relazione, la revisione degli elaborati, l elaborazione

Dettagli

5 RAPPORTO SULLA MIGRAZIONE AL VOIP nelle PAC. Primo semestre 2011

5 RAPPORTO SULLA MIGRAZIONE AL VOIP nelle PAC. Primo semestre 2011 5 RAPPORTO SULLA MIGRAZIONE AL VOIP nelle PAC Primo semestre 2011 5 Rapporto sulla migrazione al VoIP nelle PAC Primo semestre anno 2011 a cura di DigitPA 5 Rapporto sulla migrazione al VoIP nelle PAC

Dettagli

3 RAPPORTO SULLA MIGRAZIONE AL VOIP nelle PAC. Primo semestre 2010

3 RAPPORTO SULLA MIGRAZIONE AL VOIP nelle PAC. Primo semestre 2010 3 RAPPORTO SULLA MIGRAZIONE AL VOIP nelle PAC Primo semestre 2010 3 Rapporto sulla migrazione al VoIP nelle PAC 1 semestre anno 2010 a cura di DigitPA 3 Rapporto sulla migrazione al VoIP nelle PAC 1 semestre

Dettagli

Alcune delle caratteristiche dell architettura VoIP che permettono il raggiungimento di tali benefici possono essere riconducibili a:

Alcune delle caratteristiche dell architettura VoIP che permettono il raggiungimento di tali benefici possono essere riconducibili a: SOLUZIONE ICT: TELEFONIA VIA INTERNET (VOICE OVER IP) INTRODUZIONE Una soluzione di telefonia via internet [Voice Over IP (VoIP)] permette di sfruttare le potenzialità del protocollo internet (IP) per

Dettagli

1 RAPPORTO SULLA MIGRAZIONE AL VOIP nelle PAC

1 RAPPORTO SULLA MIGRAZIONE AL VOIP nelle PAC 1 RAPPORTO SULLA MIGRAZIONE AL VOIP nelle PAC SOMMARIO 1 INTRODUZIONE...2 1.1 La pubblica amministrazione centrale (PAC)...2 1.2 Cosa è il VoIP...4 1.3 I vantaggi di una migrazione al VoIP...4 1.4 La

Dettagli

Alcune delle caratteristiche dell architettura VoIP che permettono il raggiungimento di tali benefici possono essere riconducibili a:

Alcune delle caratteristiche dell architettura VoIP che permettono il raggiungimento di tali benefici possono essere riconducibili a: SOLUZIONE ICT: TELEFONIA VIA INTERNET (VOICE OVER IP) INTRODUZIONE Una soluzione di telefonia via internet [Voice Over IP (VoIP)] permette di sfruttare le potenzialità del protocollo internet (IP) per

Dettagli

VoIP e. via SOLUZIONI E INNOVAZIONE PER LA COMUNICAZIONE

VoIP e. via SOLUZIONI E INNOVAZIONE PER LA COMUNICAZIONE VoIP e via SOLUZIONI E INNOVAZIONE PER LA COMUNICAZIONE VoIP è Voice over IP (Voce tramite protocollo Internet), acronimo VoIP, è una tecnologia che rende possibile effettuare una conversazione telefonica

Dettagli

Codice dell Amministrazione digitale

Codice dell Amministrazione digitale Dlgs. 7 marzo 2005, n. 82 Codice dell Amministrazione digitale (Estratto relativo ai soli articoli riguardanti il Sistema pubblico di connettività) Capo VIII Sistema pubblico di connettività e rete internazionale

Dettagli

1. Apertura lavori (Dott. Marco Rossetti) 2. Iniziative Consip in ambito ICT: caratteristiche, risultati e leve per la

1. Apertura lavori (Dott. Marco Rossetti) 2. Iniziative Consip in ambito ICT: caratteristiche, risultati e leve per la Agenda 1. Apertura lavori (Dott. Marco Rossetti) 2. Iniziative Consip in ambito ICT: caratteristiche, risultati e leve per la razionalizzazione della spesa (Ing. Carmine Pugliese) 3. La Convenzione Reti

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE PROPONENTE Area Segretario Generale DIRETTORE CRISCUOLO avv. PASQUALE Numero di registro Data dell'atto 1861 16/12/2014 Oggetto : Indizione di procedura negoziata diretta con

Dettagli

SERVIZIO SISTEMI INFORMATIVI

SERVIZIO SISTEMI INFORMATIVI SERVIZIO SISTEMI INFORMATIVI Prot. n. Misure finalizzate al contenimento della spesa (art. 2 Commi 594-599 della Legge 244/2007 - Legge Finanziaria 2008) Relazione sulle misure per il contenimento delle

Dettagli

DELIBERA N. 27 della seduta di GIUNTA CAMERALE N 5 del 12/04/2010

DELIBERA N. 27 della seduta di GIUNTA CAMERALE N 5 del 12/04/2010 DELIBERA N. 27 della seduta di GIUNTA CAMERALE N 5 del 12/04/2010 Oggetto: Relazione sullo stato di attuazione al 31.12.2009 del Piano Triennale sulle misure finalizzate alla razionalizzazione dei beni

Dettagli

VoIP - Voice over Internet Protocol. 1 Introduzione alla Telefonia su Internet Network.

VoIP - Voice over Internet Protocol. 1 Introduzione alla Telefonia su Internet Network. VoIP - Voice over Internet Protocol. 1 Introduzione alla Telefonia su Internet Network. La trasmissione di voce in tempo reale su di una rete IP (Internet Protocol), conosciuta anche come Voice over IP

Dettagli

Cos è il Voice Over IP

Cos è il Voice Over IP VoIP: tecnologia e soluzioni Cos è il Voice Over IP Voice over IP o normalmente VoIP è la nuova tecnologia in grado di trasmettere il segnale della voce su rete dati utilizzando il protocollo Internet.

Dettagli

AREA SCIENCE PARK. I servizi ICT

AREA SCIENCE PARK. I servizi ICT I servizi ICT AREA Science Park mette a disposizione dei suoi insediati una rete telematica veloce e affidabile che connette tra loro e a Internet tutti gli edifici e i campus di Padriciano, Basovizza

Dettagli

CONVENZIONE TRA L AUTORITÀ PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE E DIGITPA

CONVENZIONE TRA L AUTORITÀ PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE E DIGITPA CONVENZIONE TRA L AUTORITÀ PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE E DIGITPA PER LO SCAMBIO DI INFORMAZIONI SUGLI APPALTI PUBBLICI DI SERVIZI E FORNITURE NELL AMBITO ICT

Dettagli

Progetto CHEOPE (IP Telephony) Enterprise Business Communication

Progetto CHEOPE (IP Telephony) Enterprise Business Communication Progetto CHEOPE (IP Telephony) Enterprise Business Communication ICT/OST Ingegneria e Servizi di Rete Milano, marzo 2009 Piano strategico Tlc Enel Modello di convergenza Unica infrastruttura convergente

Dettagli

Reti di computer. Tecnologie ed applicazioni

Reti di computer. Tecnologie ed applicazioni Reti di computer Tecnologie ed applicazioni Da I.T a I.C.T Con I.T (Information Tecnology) si intende il trattamento delle informazioni attraverso il computer e le nuove apparecchiature tecnologiche ad

Dettagli

CARTA dei SERVIZI. Servizi Informatici. di Dario Folli. Pagina 1 di 6 SERVIZI

CARTA dei SERVIZI. Servizi Informatici. di Dario Folli. Pagina 1 di 6 SERVIZI Pagina 1 di 6 CARTA dei? Pagina 2 di 6 per Hardware e Software di BASE Analisi, Progetto e Certificazione Sistema Informatico (HW e SW di base) Le attività di Analisi, Progetto e Certificazione del Sistema

Dettagli

Voce su IP e Telefonia su IP

Voce su IP e Telefonia su IP Voce su IP e Telefonia su IP Mario Baldi Politecnico di Torino mario.baldi[at]polito.it staff.polito.it/mario.baldi VoIP - 1 M. Baldi: see page 2 Nota di Copyright Questo insieme di trasparenze (detto

Dettagli

Federazione Lavoratori Pubblici e Funzioni Pubbliche

Federazione Lavoratori Pubblici e Funzioni Pubbliche Federazione Lavoratori Pubblici e Funzioni Pubbliche Coordinamento Nazionale Giustizia Ministeri e Polizia Penitenziaria Reperibilità 3928836510-3206889937 Coordinamento Nazionale: c/o Ministero della

Dettagli

COMUNE DI BRANCALEONE

COMUNE DI BRANCALEONE COMUNE DI BRANCALEONE ( 89036 PROV. REGGIO CALABRIA ) UNITA OPERATIVA N 1 SERVIZI: SEGRETERIA, SOCIALI, SCOLASTICI, COMMERCIO, DEMOGRAFICI N 24 Reg. Gen.le DETERMINAZIONE N 11 Assunta giorno TRE mese di

Dettagli

Centralino telefonico OfficeServ 7100

Centralino telefonico OfficeServ 7100 Centralino telefonico OfficeServ 7100 Samsung OfficeServ 7100 estende le gamma di soluzioni All-in-One anche alle piccole e medie imprese. Modularità Il design del sistema OfficeServ 7100 è basato su unico

Dettagli

Publicom Srl Direzione tecnico commerciale. Servizio VoIP RTRT

Publicom Srl Direzione tecnico commerciale. Servizio VoIP RTRT Publicom Srl Direzione tecnico commerciale Servizio VoIP RTRT Servizi voce Terminologia utilizzata PSTN: Public Switched Telephone Network; è la rete telefonica pubblica RTRT: Rete Telematica Regionale

Dettagli

IL CENTRALINO VoIP. Schema progetto: Work-flow. Hydra Control

IL CENTRALINO VoIP. Schema progetto: Work-flow. Hydra Control IL CENTRALINO VoIP Molto più di un centralino, e soprattutto, un centralino in cui gli interni possono non avere una collocazione esterna all azienda, senza alcuna posizione fisica. Schema progetto: Work-flow

Dettagli

Comando Generale dell Arma dei Carabinieri III Reparto SM Ufficio Sistemi Telematici. Unico di Emergenza

Comando Generale dell Arma dei Carabinieri III Reparto SM Ufficio Sistemi Telematici. Unico di Emergenza Comando Generale dell Arma dei Carabinieri III Reparto SM Ufficio Sistemi Telematici Il112 Numero Unico di Emergenza e le nuove tecnologie per la sicurezza dei cittadini e delle infrastrutture critiche

Dettagli

Città di Campi Salentina

Città di Campi Salentina Città di Campi Salentina PROVINCIA DI LECCE ORIGINALE DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SETTORE Settore 4. Tecnico e Sviluppo Locale N. 141 del Reg. Data 08/07/2013 N. 620 del Reg. Generale OGGETTO PROPOSTA

Dettagli

COMUNE DI CASOREZZO. Provincia di Milano

COMUNE DI CASOREZZO. Provincia di Milano COMUNE DI CASOREZZO Provincia di Milano L. 244/2007 ART. 2 C. 594/598 PIANO TRIENNALE 2011 2013 PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RIDUZIONE DELLE VOCI DI SPESA Approvato con deliberazione

Dettagli

Determina Servizio ICT/0000093 del 16/12/2015 IL DIRIGENTE

Determina Servizio ICT/0000093 del 16/12/2015 IL DIRIGENTE Comune di Novara Determina Servizio ICT/0000093 del 16/12/2015 Area / Servizio Area Organizzativa (05.UdO) Proposta Istruttoria Unità Area Organizzativa (05.UdO) Proponente Nuovo Affare Affare Precedente

Dettagli

Determina Servizio ICT/0000085 del 25/11/2015. Oggetto: Sistema telefonico comunale Voip. Affidamento adeguamento tecnologico e manutenzione.

Determina Servizio ICT/0000085 del 25/11/2015. Oggetto: Sistema telefonico comunale Voip. Affidamento adeguamento tecnologico e manutenzione. Comune di Novara Determina Servizio ICT/0000085 del 25/11/2015 Area / Servizio Area Organizzativa (05.UdO) Proposta Istruttoria Unità Area Organizzativa (05.UdO) Proponente Nuovo Affare Affare Precedente

Dettagli

Decreto Ministeriale 30 ottobre 2007

Decreto Ministeriale 30 ottobre 2007 Decreto Ministeriale 30 ottobre 2007 Comunicazioni obbligatorie telematiche dovute dai datori di lavoro pubblici e privati ai servizi competenti Pubbicato nella Gazzetta Ufficiale n. 299 del 27 Dicembre

Dettagli

1 Prerequisiti per i locali

1 Prerequisiti per i locali ALLEGATO 1 AL CAPITOLATO TECNICO PER LA GESTIONE DELLA CENTRALE UNICA DI ASCOLTO PER IL SERVIZIO DI CONTINUITÀ ASSISTENZIALE, ATTIVAZIONE DEL PERSONALE MEDICO REPERIBILE DELL AREA DI PREVENZIONE, IGIENE

Dettagli

IL MINISTRO DELLE COMUNICAZIONI. di concerto con IL MINISTRO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE

IL MINISTRO DELLE COMUNICAZIONI. di concerto con IL MINISTRO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE DECRETO INTERMINISTERIALE 14 marzo 2003 per i contributi di cui all'art. 89 legge finanziaria 2003 (pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 83 del 09.04.2003) IL MINISTRO DELLE COMUNICAZIONI di concerto

Dettagli

Vista la deliberazione del Consiglio dei Ministri, adottata nella riunione del 30 aprile 2012;

Vista la deliberazione del Consiglio dei Ministri, adottata nella riunione del 30 aprile 2012; Visti gli articoli 77 e 87 della Costituzione; Ritenuta la straordinaria necessità ed urgenza, nell ambito dell azione del Governo volta all analisi ed alla revisione della spesa pubblica, di emanare disposizioni

Dettagli

ALLEGATO B ALLA DELIBERA N. 4/06/CONS. a. ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE

ALLEGATO B ALLA DELIBERA N. 4/06/CONS. a. ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE ALLEGATO B ALLA DELIBERA N. 4/06/CONS a. ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE b. ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE L analisi dell impatto regolamentare richiede di valutare: 1. l ambito di

Dettagli

VIP Premium. Fai il pieno di vantaggi, parli e navighi senza limiti. Offerta Commerciale Scheda di Adesione Condizioni Contrattuali

VIP Premium. Fai il pieno di vantaggi, parli e navighi senza limiti. Offerta Commerciale Scheda di Adesione Condizioni Contrattuali VIP Premium Fai il pieno di vantaggi, parli e navighi senza limiti Offerta Commerciale Scheda di Adesione Condizioni Contrattuali Mondo VIP Soluzioni dedicate alle piccole, medie e grandi aziende per ogni

Dettagli

DIPARTIMENTO INFORMATIVO e TECNOLOGICO

DIPARTIMENTO INFORMATIVO e TECNOLOGICO DIPARTIMENTO INFORMATIVO e TECNOLOGICO ARTICOLAZIONE DEL DIPARTIMENTO Il Dipartimento Informativo e Tecnologico è composto dalle seguenti Strutture Complesse, Settori ed Uffici : Struttura Complessa Sistema

Dettagli

Allegato A Documenti pervenuti alla Commissione Relazione annuale sull attività svolta anno 2012

Allegato A Documenti pervenuti alla Commissione Relazione annuale sull attività svolta anno 2012 annuale sull attività svolta anno Piano sulla MINISTERI Ministero degli Affari Esteri Sì 4 Sì Sì Sì Sì No Sì Sì Sì 3 Ministero dell Ambiente e Tutela del Territorio e del Mare Ministero per i Beni e le

Dettagli

Disposizioni per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività nonché in materia di processo civile

Disposizioni per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività nonché in materia di processo civile L. 18 giugno 2009, n. 69 1 e 2 Disposizioni per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività nonché in materia di processo civile (Estratto relativo all Amministrazione digitale) Art. 24

Dettagli

Adeguamento tariffario dei servizi di telefonia mobile di rintracciabilità per il personale dell Amministrazione Penitenziaria- Informativa

Adeguamento tariffario dei servizi di telefonia mobile di rintracciabilità per il personale dell Amministrazione Penitenziaria- Informativa Ente di Assistenza per il personale dell Amministrazione Penitenziaria ALLEGATO A Adeguamento tariffario dei servizi di telefonia mobile di rintracciabilità per il personale dell Amministrazione Penitenziaria-

Dettagli

atteso che Considerato quanto sopra,

atteso che Considerato quanto sopra, CONVENZIONE TRA L ISTITUTO NAZIONALE DELLA PREVIDENZA SOCIALE E L ISTITUTO NAZIONALE PER L ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO PER LA TRASMISSIONE DEI DATI DI CUI ALL ART. 244 DEL DECRETO LEGISLATIVO

Dettagli

Provincia autonoma di Trento. ALLEGATO C Linee guida per la realizzazione delle reti LAN (Local Area Network)

Provincia autonoma di Trento. ALLEGATO C Linee guida per la realizzazione delle reti LAN (Local Area Network) Provincia autonoma di Trento Servizio Semplificazione e Sistemi Informativi ALLEGATO C Linee guida per la realizzazione delle reti LAN (Local Area Network) Pagina 1 di 11 INDICE 1 PREMESSA 2 LE COMPONENTI

Dettagli

INFORMATICA LIVELLO BASE

INFORMATICA LIVELLO BASE INFORMATICA LIVELLO BASE INTRODUZIONE 3 Fase Che cos'è una rete? Quali sono i vantaggi di avere una Rete? I componenti di una Rete Cosa sono gi Gli Hub e gli Switch I Modem e i Router Che cos è un Firewall

Dettagli

Integrazione di impianti

Integrazione di impianti Corso DOMOTICA ED EDIFICI INTELLIGENTI UNIVERSITA DI URBINO Docente: Ing. Luca Romanelli Mail: romanelli@baxsrl.com Integrazione di impianti come esempio di convergenza su IP utile per la domotica Domotica

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA DI SASSARI

AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA DI SASSARI AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA DI SASSARI Via Michele Coppino, 26-07100 SASSARI C.F. - P. IVA 02268260904 DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 497 DEL 06/08/2012 OGGETTO: Sistema Pubblico di Connettività

Dettagli

Voce su IP e Telefonia su IP

Voce su IP e Telefonia su IP Voce su e Telefonia su Mario Baldi Politecnico di Torino mario.baldi[at]polito.it staff.polito.it/mario.baldi Nota di Copyright Questo insieme di trasparenze (detto nel seguito slide) è protetto dalle

Dettagli

Internet e telematica Mauro Nanni

Internet e telematica Mauro Nanni Internet e telematica Mauro Nanni Connessione ad Internet ad uso didattico A partire dalla seconda metà degli anni 90 le scuole hanno iniziato ad utilizzare strumenti telematici per le attività didattiche

Dettagli

CNR AREA della RICERCA di BOLOGNA MDBAT: 000-AX

CNR AREA della RICERCA di BOLOGNA MDBAT: 000-AX CNR AREA della RICERCA di BOLOGNA MDBAT: 000-AX Versione : 1.0 Data: 05/11/2006 LIM: Line Interface Module. E il centralino telefonico. Su questo sono fisicamente collegati gli apparecchi telefonici

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

DATABASE MASTER (SEDE PRINCIPALE)

DATABASE MASTER (SEDE PRINCIPALE) Modulo Trasmissione Dati Il modulo trasmissione dati consente il riversamento automatico fra due DataBase sia dei dei DATI DI FLUSSO che DATI ANAGRAFICI (o dati di base) necessari per la corretta compilazione

Dettagli

Centralino Telefonico Samsung OfficeServ 7030

Centralino Telefonico Samsung OfficeServ 7030 Centralino Telefonico Samsung OfficeServ 7030 Il centralino telefonico OfficeServ 7030 pur provvisto di un ampio insieme di funzionalità vuole coprire principalmente le esigenze delle piccole realtà aziendali.

Dettagli

Relazione di accompagnamento allo Studio di Fattibilità Tecnica del Comune di Rotondi (Av)

Relazione di accompagnamento allo Studio di Fattibilità Tecnica del Comune di Rotondi (Av) Relazione di accompagnamento allo Studio di Fattibilità Tecnica del Comune di Rotondi (Av) Circolare DigitPA 1 dicembre 2011 n. 58 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 30 del

Dettagli

NUMERO 1O l esperienza migliora il business

NUMERO 1O l esperienza migliora il business NUMERO 1O l esperienza migliora il business Dal 1986 al vostro fianco NUMERO 1O, a più di vent anni dalla sua nascita, rappresenta il polo di riferimento nell esperienza informatica legata al business.

Dettagli

2. Analisi e verifica delle misure attuate dall Ateneo in materia di telefonia mobile per il conseguimento del contenimento dei relativi costi

2. Analisi e verifica delle misure attuate dall Ateneo in materia di telefonia mobile per il conseguimento del contenimento dei relativi costi Al Direttore Amministrativo SEDE Oggetto: Estratto dalla Relazione relativa all incarico conferito con D. D. n. 1365 dell 8.10.2008 in ordine all applicazione dell articolo 2, comma 597, della legge n.

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA N. 1990 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa dei senatori GRASSI, ALLOCCA e TECCE COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 30 GENNAIO 2008 Norme in materia di pluralismo informatico

Dettagli

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI Individuazione dei costi ai fini del calcolo dei contributi per la pubblicazione delle testate in formato digitale ai sensi dell articolo 3, comma 5 del

Dettagli

SISTEMA INFORMATIVO AGRICOLO REGIONALE AGGIORNAMENTO PROGETTO OPERATIVO PER LA REALIZZAZIONE DELLA RETE DI COMUNICAZIONE

SISTEMA INFORMATIVO AGRICOLO REGIONALE AGGIORNAMENTO PROGETTO OPERATIVO PER LA REALIZZAZIONE DELLA RETE DI COMUNICAZIONE S.I.A.R. SISTEMA INFORMATIVO AGRICOLO REGIONALE AGGIORNAMENTO PROGETTO OPERATIVO PER LA REALIZZAZIONE DELLA RETE DI COMUNICAZIONE - Luglio 2005 - --- Servizio Affari Generali e Amministrativi, Sistema

Dettagli

SERVIZIO INFORMATICA E TELEMATICA. Nel seguito si descrivono le azioni adottate nel 2011 e per il triennio 2012-2014 si propongono quelli a valere.

SERVIZIO INFORMATICA E TELEMATICA. Nel seguito si descrivono le azioni adottate nel 2011 e per il triennio 2012-2014 si propongono quelli a valere. Allegato A SERVIZIO INFORMATICA E TELEMATICA Nel seguito si descrivono le azioni adottate nel 2011 e per il triennio 2012-2014 si propongono quelli a valere. Gestione Infrastruttura Sistema Informativo

Dettagli

Misure finalizzate al contenimento della spesa (Art. 2 commi 594-599 della L. 244/2007 Legge finanziaria 2008)

Misure finalizzate al contenimento della spesa (Art. 2 commi 594-599 della L. 244/2007 Legge finanziaria 2008) COMUNE DI CASTELLEONE Provincia di Cremona Allegato alla deliberazione G.C. n. 143 del 11/12/2009 Misure finalizzate al contenimento della spesa (Art. 2 commi 594-599 della L. 244/2007 Legge finanziaria

Dettagli

Il sistema VoIP con tecnologie Open Source: nuovi servizi di peritelefonia, analisi dei costi e dei risparmi anche in

Il sistema VoIP con tecnologie Open Source: nuovi servizi di peritelefonia, analisi dei costi e dei risparmi anche in Il sistema VoIP con tecnologie Open Source: nuovi servizi di peritelefonia, analisi dei costi e dei risparmi anche in relazione alla legge finanziaria 2008. Il caso dell'università di Ferrara Prof. Cesare

Dettagli

L AMMINISTRAZIONE PUBBLICA DIGITALE: OPPORTUNITÀ E OBBLIGHI PER GLI ENTI ERP

L AMMINISTRAZIONE PUBBLICA DIGITALE: OPPORTUNITÀ E OBBLIGHI PER GLI ENTI ERP Prof. Stefano Pigliapoco L AMMINISTRAZIONE PUBBLICA DIGITALE: OPPORTUNITÀ E OBBLIGHI PER GLI ENTI ERP s.pigliapoco@unimc.it La società dell informazione e della conoscenza La digitalizzazione delle comunicazioni,

Dettagli

Comune di Colbordolo Provincia di Pesaro Urbino

Comune di Colbordolo Provincia di Pesaro Urbino Comune di Colbordolo Provincia di Pesaro Urbino PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI ANCHE INFORMATICHE, DELLE AUTOVETTURE

Dettagli

Circolare numero 63 del 20-03-2015

Circolare numero 63 del 20-03-2015 Circolare numero 63 del 20-03-2015 Direzione Centrale Pensioni Roma, 20/03/2015 Circolare n. 63 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici

Dettagli

Direzione Centrale Pensioni. Roma, 20/03/2015

Direzione Centrale Pensioni. Roma, 20/03/2015 Direzione Centrale Pensioni Roma, 20/03/2015 Circolare n. 63 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore

Dettagli

Fatturazione elettronica per la PA le regole tecniche e il percorso per l attuazione. Salvatore Stanziale Dipartimento delle Finanze

Fatturazione elettronica per la PA le regole tecniche e il percorso per l attuazione. Salvatore Stanziale Dipartimento delle Finanze Fatturazione elettronica per la PA le regole tecniche e il percorso per l attuazione Salvatore Stanziale Dipartimento delle Finanze Torino, 22 novembre 2013 La legge finanziaria 2008 Stabilisce il principio

Dettagli

Progetto GRIIN Gestione Remota di Illuminazione in edifici INdustriali pubblici - commerciali

Progetto GRIIN Gestione Remota di Illuminazione in edifici INdustriali pubblici - commerciali Gestione Remota di Illuminazione in edifici INdustriali pubblici - commerciali Strategie e nuovi valori dell ICT per l ecosostenibilità 12 luglio 2012 Centro Congressi Torino Incontra PROGETTO GRIIN Oggetto

Dettagli

SISTEMA INFORMATIVO AGRICOLO REGIONALE PROGETTO OPERATIVO PER LA REALIZZAZIONE DELLA RETE DI COMUNICAZIONE

SISTEMA INFORMATIVO AGRICOLO REGIONALE PROGETTO OPERATIVO PER LA REALIZZAZIONE DELLA RETE DI COMUNICAZIONE S.I.A.R. SISTEMA INFORMATIVO AGRICOLO REGIONALE PROGETTO OPERATIVO PER LA REALIZZAZIONE DELLA RETE DI COMUNICAZIONE - Febbraio 2005 - --- Servizio Affari Generali e Amministrativi, Sistema Informativo

Dettagli

Andamento della spesa per le utenze di telefonia fissa e mobile voce

Andamento della spesa per le utenze di telefonia fissa e mobile voce Dipartimento Innovazione Tecnologica Direzione Sistemi Informatici e Telematici Unità Organizzativa Gestione e Sviluppo delle Infrastrutture e dei Servizi di Telecomunicazione Andamento della spesa per

Dettagli

VISTI i piani di erogazione e degli interventi predisposti dalle singole regioni allegati al presente decreto;

VISTI i piani di erogazione e degli interventi predisposti dalle singole regioni allegati al presente decreto; VISTO il decreto-legge 12 settembre 2013, n. 104, convertito, con modificazioni, dalla legge 8 novembre 2013, n. 128, recante misure urgenti in materia di istruzione, università e ricerca (di seguito,

Dettagli

COMUNE DI MEZZANI STRADA DELLA RESISTENZA,2 43055 MEZZANI TEL. 0521/817130-817131 FAX 0521/316005

COMUNE DI MEZZANI STRADA DELLA RESISTENZA,2 43055 MEZZANI TEL. 0521/817130-817131 FAX 0521/316005 COMUNE DI MEZZANI STRADA DELLA RESISTENZA,2 43055 MEZZANI TEL. 0521/817130-817131 FAX 0521/316005 PIANO TRIENNALE. CONSUNTIVO 2012/2014 ai sensi dell art. 2 commi da 594 a 595 Legge n. 244 del 24.12.2007

Dettagli

Comune di Vallefoglia Provincia di Pesaro Urbino

Comune di Vallefoglia Provincia di Pesaro Urbino Comune di Vallefoglia Provincia di Pesaro Urbino PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI ANCHE INFORMATICHE, DELLE AUTOVETTURE

Dettagli

https://sviluppo.toscana.it/pasl/print.php?quadro=2&id_pasl=5&id... PATTO PER LO SVILUPPO LOCALE DI AREZZO

https://sviluppo.toscana.it/pasl/print.php?quadro=2&id_pasl=5&id... PATTO PER LO SVILUPPO LOCALE DI AREZZO Modulo per la presentazione di progetti (Servizi) inseriti nei Patti per lo Sviluppo Locale (PASL) PATTO PER LO SVILUPPO LOCALE DI AREZZO SCHEDA PROGETTUALE n. 2009AR0307 Alla Regione Toscana Area di coordinamento

Dettagli

AREA SETTORE AFFARI GENERALI ISTITUZIONALI E LEGALI SERVIZIO SISTEMA INFORMATIVO E-GOVERNMENT

AREA SETTORE AFFARI GENERALI ISTITUZIONALI E LEGALI SERVIZIO SISTEMA INFORMATIVO E-GOVERNMENT AREA SETTORE AFFARI GENERALI ISTITUZIONALI E LEGALI SERVIZIO SISTEMA INFORMATIVO E-GOVERNMENT DETERMINAZIONE N. 005047 del 27/06/2012 prot. n. 2012/005047 C.U.P.: J69E12000650003 Oggetto: SERVIZI DI TELEFONIA

Dettagli

2) individui il numero "n" di bit necessari per ottenere un rapporto S/N di almeno 20 db per i livelli più bassi della dinamica;

2) individui il numero n di bit necessari per ottenere un rapporto S/N di almeno 20 db per i livelli più bassi della dinamica; ESAME DI STATO Istituto Tecnico Industriale Anno 2004 Indirizzo ELETTRONICI Tema di TELECOMUNICAZIONI TRACCIA N. 1 Si vuole realizzare un sistema che permetta di strutturare 20 canali informativi analogici

Dettagli

Offerta Enterprise. Dedichiamo le nostre tecnologie alle vostre potenzialità. Rete Privata Virtuale a larga banda con tecnologia MPLS.

Offerta Enterprise. Dedichiamo le nostre tecnologie alle vostre potenzialità. Rete Privata Virtuale a larga banda con tecnologia MPLS. Dedichiamo le nostre tecnologie alle vostre potenzialità. Rete Privata Virtuale a larga banda con tecnologia MPLS. Servizi di Telefonia Avanzata e Internet a Larga Banda. Offerta Enterprise Enterprise

Dettagli

Enterprise UCC con SAMubycom Comunicare semplicemente, non semplicemente comunicare Luca Andreani

Enterprise UCC con SAMubycom Comunicare semplicemente, non semplicemente comunicare Luca Andreani Enterprise UCC con SAMubycom Comunicare semplicemente, non semplicemente comunicare Luca Andreani 0 UC&C per il mondo Enterprise: perché? Per competere sul mercato l adozione di sistemi adeguati di Comunicazione

Dettagli

REGIONE LIGURIA - Giunta Regionale Dipartimento Sviluppo Economico e Politiche dell'occupazione Sicurezza e Qualità del Lavoro - Ufficio

REGIONE LIGURIA - Giunta Regionale Dipartimento Sviluppo Economico e Politiche dell'occupazione Sicurezza e Qualità del Lavoro - Ufficio REGIONE LIGURIA Dipartimento Sviluppo Economico e Politiche dell Occupazione Ufficio Sicurezza e Qualità del lavoro Prime disposizioni in materia di formazione delle figure professionali di Responsabile

Dettagli

Scheda 4 RIDUZIONE DEI COSTI PER INTERVENTI EDILIZI

Scheda 4 RIDUZIONE DEI COSTI PER INTERVENTI EDILIZI Scheda 4 RIDUZIONE DEI COSTI PER INTERVENTI EDILIZI - descrizione oggetto della proposta e contesto di riferimento Ottimizzazione economica degli interventi edilizi necessari alla realizzazione dei piani

Dettagli

Progetto definitivo per la realizzazione della Rete Telematica Metropolitana del Comune di Olbia

Progetto definitivo per la realizzazione della Rete Telematica Metropolitana del Comune di Olbia CITTÀ DI OLBIA Project Area: ICT Date: 09/08/2013 File: ANALISI COSTI BENEFICI2.doc Status: Final Progetto definitivo per la realizzazione della Rete Telematica Metropolitana del Comune di Olbia ANALISI

Dettagli

Rete di computer mondiale e ad accesso pubblico. Attualmente rappresenta il principale mezzo di comunicazione di massa

Rete di computer mondiale e ad accesso pubblico. Attualmente rappresenta il principale mezzo di comunicazione di massa Sommario Indice 1 Internet 1 1.1 Reti di computer........................... 1 1.2 Mezzo di comunicazione di massa - Mass media.......... 2 1.3 Servizi presenti su Internet - Word Wide Web........... 3

Dettagli

Centralini Virtuali F.A.Q. ( Frequently Asked Questions)

Centralini Virtuali F.A.Q. ( Frequently Asked Questions) Centralini Virtuali F.A.Q. ( Frequently Asked Questions) Di cosa stiamo parlando? Un VPBX o centralino virtuale è un sistema che in generale sostituisce un centralino tradizionale aumentando le funzionalità

Dettagli

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI dalla G.U. n. 59 del 12 marzo 2014 (s.o. n. 20) DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 3 dicembre 2013 Regole tecniche in materia di sistema di conservazione ai sensi degli articoli 20, commi

Dettagli

Modulo 1 Concetti di base. Lezione 4 Reti informatiche

Modulo 1 Concetti di base. Lezione 4 Reti informatiche Modulo 1 Concetti di base Lezione 4 Reti informatiche 1 Che cos è una rete di computer? E un insieme di computer vicini o lontani che possono scambiarsi informazioni su un cavo, sulla linea telefonica,

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Basilicata Avviso relativo alle azioni previste dall Accordo operativo del 18 settembre 2012, tra il Ministero

Dettagli

ALLEGATO B2 ALLA DELIBERA N. 34/06/CONS ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE

ALLEGATO B2 ALLA DELIBERA N. 34/06/CONS ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE ALLEGATO B2 ALLA DELIBERA N. 34/06/CONS ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE 1 ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE L analisi dell impatto regolamentare richiede di valutare: a. l ambito dell

Dettagli

Connessi al tuo business, meglio e ovunque.

Connessi al tuo business, meglio e ovunque. Connessi al tuo business, meglio e ovunque. IL BUSINESS DEL FUTURO PARLA AL PRESENTE Nuvola It Comunicazione Integrata Smart è l offerta che unisce servizi tipici di centralino e soluzioni di Unified Communication

Dettagli

L azione organizzativa come leva per raggiungere gli obiettivi della digitalizzazione della PA. Bologna, 01 luglio 2014

L azione organizzativa come leva per raggiungere gli obiettivi della digitalizzazione della PA. Bologna, 01 luglio 2014 L azione organizzativa come leva per raggiungere gli obiettivi della digitalizzazione della PA Il Percorso intrapreso dalla Regione Emilia-Romagna Grazia Cesari Evento organizzato in collaborazione con

Dettagli

Provincia di Ravenna

Provincia di Ravenna Allegato A) Provincia di Ravenna PIANO TRIENNALE 2013-2015 DI RAZIONALIZZAZIONE E RIQUALIFICAZIONE DELLA SPESA, RIORDINO E RISTRUTTURAZIONE AMMINISTRATIVA, DI SEMPLIFICAZIONE E DIGITALIZZAZIONE, DI RIDUZIONE

Dettagli

SCHEDA PRODOTTO Rev. 30/05/2014

SCHEDA PRODOTTO Rev. 30/05/2014 SCHEDA PRODOTTO Rev. 30/05/2014 Fatturazione Elettronica alla PA. Dal 6 giugno è un obbligo! Cos è La Fattura Elettronica alla PA ha 5 requisiti fondamentali: 1. il formato XML, l unico accettato dal Sistema

Dettagli

Provincia di Ravenna

Provincia di Ravenna Allegato A) Provincia di Ravenna PIANO TRIENNALE 2013-2015 DI RAZIONALIZZAZIONE E RIQUALIFICAZIONE DELLA SPESA, RIORDINO E RISTRUTTURAZIONE AMMINISTRATIVA, DI SEMPLIFICAZIONE E DIGITALIZZAZIONE, DI RIDUZIONE

Dettagli

UComm CONNECT TO THE CLOUD

UComm CONNECT TO THE CLOUD CONNECT TO THE CLOUD CHI È TWT TWT S.p.A., operatore di telecomunicazioni dal 1995, offre ai propri clienti e partner una gamma completa di soluzioni ICT integrate e innovative, personalizzate in base

Dettagli

Stato dell arte a livello nazionale

Stato dell arte a livello nazionale Ogni anno il Dipartimento della Funzione Pubblica e il Dipartimento per le Pari Opportunità redigono un rapporto di sintesi sull attuazione della direttiva Misure per attuare parità e pari opportunità

Dettagli

LA MISURA DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA AGLI UTENTI

LA MISURA DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA AGLI UTENTI LA MISURA DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA AGLI UTENTI Gruppo di monitoraggio INAIL Abstract È illustrata l esperienza INAIL di monitoraggio di contratti di servizi informatici in cui è prevista l assistenza

Dettagli

Cittadini e Innovazione Tecnologica: un mercato in continua crescita

Cittadini e Innovazione Tecnologica: un mercato in continua crescita 1 Cittadini e Innovazione Tecnologica: un mercato in continua crescita L Osservatorio semestrale della Società dell Informazione, realizzato da Federcomin, analizza semestralmente lo stato e le dinamiche

Dettagli

La vostra azienda guarda al futuro? Cos è la Comunicazione Unificata? TELEFONATA VIDEOCHIAMATA RICHIAMAMI CHAT. CONFERENZA Testo, Audio, Video

La vostra azienda guarda al futuro? Cos è la Comunicazione Unificata? TELEFONATA VIDEOCHIAMATA RICHIAMAMI CHAT. CONFERENZA Testo, Audio, Video In un mercato molto competitivo è importante distinguersi dalla concorrenza puntando su elementi fondamentali quali il livello dell attenzione e dei servizi offerti ai clienti. Con le numerose funzioni

Dettagli

Relazione di accompagnamento allo Studio di Fattibilità Tecnica per la Continuità Operativa ed il Disaster Recovery

Relazione di accompagnamento allo Studio di Fattibilità Tecnica per la Continuità Operativa ed il Disaster Recovery COMUNE DI PALOMONTE Provincia di Salerno Relazione di accompagnamento allo Studio di Fattibilità Tecnica per la Continuità Operativa ed il Disaster Recovery ai sensi della Circolare n.58 di DigitPA del

Dettagli

Il VoIP e i suoi servizi avanzati: problemi ed opportunità. 4 Dicembre 2008 Federico Rossi

Il VoIP e i suoi servizi avanzati: problemi ed opportunità. 4 Dicembre 2008 Federico Rossi Il VoIP e i suoi servizi avanzati: problemi ed opportunità. 4 Dicembre 2008 Federico Rossi Finanziaria 2008 ed il VoIP L articolo 2 comma 591 della Legge La Legge Finanziaria 2008 (legge n.244 del 24/12/2007)

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIPARTIMENTO PER L IMPRESA E L INTERNAZIONALIZZAZIONE DIREZIONE GENERALE PER IL MERCATO, LA CONCORRENZA, IL CONSUMATORE, LA VIGILANZA E LA NORMATIVA TECNICA Divisione

Dettagli

Tutte le tue comunicazioni unificate con un solo semplice strumento

Tutte le tue comunicazioni unificate con un solo semplice strumento Tutte le tue comunicazioni unificate con un solo semplice strumento sms/mms fax messaggi vocali L innovativo sistema di UNIFIED Communication che gestisce, integrandoli, tutti i vostri sistemi di comunicazione

Dettagli