Consuntivo degli investimenti realizzati da ACEA ATO 2 S.p.A. nel 2005

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Consuntivo degli investimenti realizzati da ACEA ATO 2 S.p.A. nel 2005"

Transcript

1 Consuntivo degli investimenti realizzati da ACEA ATO 2 S.p.A. nel 23 giugno 2006 STO AATO2 Roma dell Autorità dell Ambito Territoriale Ottimale 2 Lazio Centrale Roma c/o Provincia di Roma via C. Pascarella, Roma tel fax

2 AUTORITÀ ATO 2 Lazio Centrale Roma INDICE 1. PREMESSE pag GLI IMPORTI DEGLI INVESTIMENTI NEL pag GLI AMMORTAMENTI DEGLI INVESTIMENTI NEL.. pag LA PREVISIONE DEI FUTURI AMMORTAMENTI DEGLI INVESTIMENTI AD OGGI EFFETTUATI..... pag NOTE..... pag. 16 Allegato al Consuntivo degli investimenti realizzati da ACEA ATO2 SpA nel : A Dettaglio degli investimenti effettuati nel B Dati di ammortamento degli investimenti effettuati in data antecedente il 31 dicembre 2002 C Dati di ammortamento degli investimenti effettuati in data successiva la 1 gennaio file: Consuntivo Investimenti 23 giugno 2006.doc

3 AUTORITÀ ATO 2 Lazio Centrale Roma 1. PREMESSE Il presente documento illustra e dettaglia gli investimenti realizzati da Acea Ato 2 S.p.A. nel corso del relativi al S.I.I. nell ATO 2 Lazio Centrale Roma. Questo consuntivo è in linea con la PROCEDURA PER L INDIVIDUAZIONE DEGLI INVESTIMENTI E PER LE VERIFICHE CONNESSE in applicazione di quanto disposto dalla Convenzione di Gestione del 10 marzo il cui testo è stato distribuito ai Sindaci dell ATO tramite la pagina web della STO con comunicazione prot I dati riepilogativi qui riportati provengono dal Bilancio dell esercizio chiuso il 31 dicembre di Acea Ato 2 S.p.A. Questi dati sono stati dettagliati sulla base di informazioni ed ulteriori dati specifici forniti dagli uffici di Acea Ato 2 S.p.A. Scopo della presente relazione è quello di fotografare lo stato degli investimenti al 31/12/. Inoltre la presente relazione è il documento di riferimento per queste altre attività: 1. consentire la verifica del rispetto dei patti contrattuali ovvero dell entità dei volumi di investimento; 2. fornire tutti i dati finanziari per le previste verifiche periodiche sulla tariffa idrica; 3. definire l aumento del patrimonio dei singoli comuni a seguito degli investimenti eseguiti; 4. illustrare a terzi il lavoro svolto. file: Consuntivo Investimenti 23 giugno 2006.doc pag. 1

4 AUTORITÀ ATO 2 Lazio Centrale Roma 2. GLI IMPORTI DEGLI INVESTIMENTI NEL L importo complessivo degli investimenti realizzati da Acea Ato 2 S.p.A. è desumibile dalla nota integrativa allegata al Bilancio da cui si ottiene: Incrementi immobilizzazioni immateriali nel Incrementi immobilizzazioni materiali nel Sommano euro euro euro Questo stesso importo degli investimenti effettuati nel può essere così desunto: nel degli investimenti avviati dopo il 1 gennaio nel degli investimenti avviati prima del 1 gennaio Sommano Il dettaglio degli investimenti effettuati è riportato nell allegato A Dettaglio degli investimenti effettuati nel della presente relazione in una tabella avente le seguenti colonne: (1) codice commessa: è il codice della contabilità di ACEA ATO2 S.p.A. che definisce le commesse di investimento; questo codice è formato da una prima lettera che può essere alternativamente: Y : per oneri di aumento capitale sociale e per tutte le commesse indicanti beni immateriali (studi e ricerche); Z : per commesse di manutenzione straordinaria, per nuove costruzioni (sorgenti, acquedotti, adduttrici, alimentatrici, centri idrici, rete idrica, fognatura e depurazione) e per l acquisto di beni mobili. Questo codice è seguito da un altra lettera che può essere: E : per nuove costruzioni relative all approvvigionamento idrico; D : per nuove costruzione relative alla fognatura e depurazione; C : per interventi di manutenzione straordinaria. Il codice è poi formato da: file: Consuntivo Investimenti 23 giugno 2006.doc pag. 2

5 AUTORITÀ ATO 2 Lazio Centrale Roma - un numero di 2 cifre; - un acronimo di tre lettere che individua il comune di riferimento; - un punto; - un ulteriore numero di due cifre che indica la componente tecnica ossia la tipologia dell opera (condotte, sollevamenti, fabbricati, ecc.) così come di seguito. 11 Condotte e alimentatrici idriche; collettori, reti e allacci fognari 12 Sollevamenti idrici 7 Fabbricati 8 Opere idrauliche fisse 3 Condotte forzate 33 Rete telecontrollo 9 Serbatoi 17 Allacci e attrezzatura varia e minuta 24 Depuratori 30 Sollevamenti depurazione e fognari 31 Opere civili 18 Arredi e macchine ufficio 19 Computers 20 Autoveicoli da trasporto 23 Studi, ricerche, software e progettazione 26 Terreni ed espropri 99 Personale ATO2 Codici contabili formati in modo diverso da come finora descritto sono relativi a vecchie commesse; (2) descrizione commessa: viene fornita una sintetica descrizione dell investimento; (3) tipo opera: è il codice di ACEA ATO2 S.p.A. che definisce il gruppo di appartenenza della tipologia dell opera della commessa di investimento. Il codice è formato da un numero di 1 cifra che può essere: 1 : sorgenti, acquedotti, alimentatrici, adduttrici e centri idrici; 2 : reti idriche; 3: reti e collettori fognari; file: Consuntivo Investimenti 23 giugno 2006.doc pag. 3

6 AUTORITÀ ATO 2 Lazio Centrale Roma 4 : depurazione; 5 : nuovi allacci idrici; 6 : bonifica allacci idrici; 7 : nuovi allacci fognari; 8 : bonifica allacci fognari; (4) codice investimento: è il codice che definisce la categoria dell investimento. Il codice può essere: Igener: per investimenti non afferenti ad opere, studi od al sistema informativo; Icomuni1: per investimenti afferenti ad opere, studi od al sistema informativo i cui benefici ricadono sia sul comune di Roma che su gli altri comuni dell ATO; Ic.roma: Ic.ato2: per investimenti afferenti ad opere ed a studi i cui benefici ricadono sul comune di Roma; per investimenti afferenti ad opere ed a studi i cui benefici ricadono sui comuni dell ATO con esclusione del comune di Roma; (5) totale: indica l importo complessivo dell investimento effettuato nell anno così come risulta nella contabilità industriale; (6) cespiti: indica l importo complessivo dell investimento effettuato nell anno così come risulta nella contabilità di bilancio; (7) insussistenze: indica la differenza dell importo dell investimento risultante nella contabilità di bilancio e l importo dello stesso investimento risultante dalla contabilità industriale. L importo presente nella colonna (5) totale è ovviamente dato dalla somma della colonna (6) cespiti con la colonna (7) insussistenze; Le colonne da (8) a (13) contengono la suddivisione dell importo dell investimento secondo queste voci di spesa: file: Consuntivo Investimenti 23 giugno 2006.doc pag. 4

7 AUTORITÀ ATO 2 Lazio Centrale Roma (8) personale ATO2: indica l importo dell investimento relativo al personale di ACEA ATO2. (9) materiali, software, forniture in opera; (10) lavori; (11) Progettazione, direzione lavori, collaudi; (12) ricerca; (13) espropri. L importo totale dei cespiti riportati nell allegato A coincide ovviamente con l importo degli investimenti in bilancio. I dati dell allegato A possono essere facilmente rielaborati per fornire riepiloghi come quello della seguente tabella investimenti effettuati nel. In questa tabella gli investimenti sono suddivisi sia per tipologia di investimento sia in funzione degli Enti interessati. file: Consuntivo Investimenti 23 giugno 2006.doc pag. 5

8 AUTORITÀ ATO 2 Lazio Centrale Roma INVESTIMENTI EFFETTUATI NEL Competenze degli investimenti Sovra comunali Comune di Roma Comuni ATO2 senza Comune di Roma sommano Ripartizione per tipologia investimento varie (hardware, software, mezzi strumentali, ecc.) ,52 0,00 0, ,52 sistema informativo territoriale & studi ,82 0,00 0, ,82 alimentatrici, adduttrici e centri idrici , , , ,34 reti idriche 0, , , ,67 reti e collettori fognari , , , ,87 depurazione , , , ,26 nuovi allacci idrici 0, , , ,61 bonifica allacci idrici 0, , , ,06 opere , , , ,81 SOMMANO , , , ,15 INSUSSISTENZE ,59 SOMMANO ,56 file: Consuntivo Investimenti 23 giugno 2006.doc pag. 6

9 AUTORITÀ ATO 2 Lazio Centrale Roma 3. GLI AMMORTAMENTI DEGLI INVESTIMENTI NEL Il calcolo della tariffa idrica secondo il metodo normalizzato prevede la conoscenza del capitale investito ad inizio e a fine di ciascun anno onde calcolare la dovuta remunerazione e l ammortamento annuo che vanno imputati in tariffa. Per analogia a quanto fatto nei documenti contrattuali e per poter agevolare il confronto dei dati tra quelli revisionali e quelli storici è necessario mantenere distinti gli ammortamenti del capitale investito prima dell avvio del S.I.I. (al 31/12/2002) dagli ammortamenti degli investimenti effettuati nel S.I.I. a partire dal 1/1/. Analogamente è necessario ricalibrare la previsione di ammortamento per gli anni successivi sia degli ammortamenti degli investimenti ante avvio del S.I.I. che post avvio. CAPITALE INVESTITO al 31/12/2002 al 31/12/ riclassificazione al 31/12/ al 31/12/ Valore concessione Avviamento Immobilizzazioni materiali ed altro Capitale investito Immobilizzazioni finanziare Totale Il capitale iniziale investito al 31/12/2002 considerato nel calcolo della tariffa nei documenti contrattuali era pari a 1.731,687 miliardi di Lire ovvero a e quindi ad un valore più alto rispetto a quello effettivo ( ). Il valore del capitale investito al 31/12/ pari ha subito un opera di riclassificazione per in ossequio al mutato diritto societario (D.Lgs. 6/) risultando quindi pari a Il valore del capitale investito al 31/12/ era pari a ed ha raggiunto al 31/12/ il valore di file: Consuntivo Investimenti 23 giugno 2006.doc pag. 7

10 AUTORITÀ ATO 2 Lazio Centrale Roma L ammortamento nel del capitale investito alla data del 31/12/02, nonché del capitale investito successivamente ma relativo ad investimenti iniziati prima di questa data, è pari a L ammortamento nel del capitale investito dopo il 31/12/02 e relativo ad investimenti iniziati dopo tale data è pari a L ammortamento complessivo nel del capitale investito è quindi pari a ; quest ultimo valore è direttamente desumibile dalla nota integrativa allegata al Bilancio. VARIAZIONE DEL CAPITALE INVESTITO Capitale investito al 31/12/ Capitale investito nel (incrementi nel ) Ammortamento nel del capitale investito al 31/12/02 e dei successivi incrementi Ammortamento nel del capitale investito a partire dall 1/1/ Totale I dati singoli degli ammortamenti del capitale investito sono riportati nell allegato B Dati di ammortamento degli investimenti effettuati in data antecedente il 31 dicembre 2002 dove per ciascuna commessa, in funzione del valore iniziale, della percentuale di ammortamento e di un eventuale incremento annuo, viene calcolato l ammortamento ed il relativo valore ammortato del capitale investito relativamente agli anni, e ; viene così descritta la storia degli ammortamenti del capitale investito al 31/12/02. Analogamente nell allegato C Dati di ammortamento degli investimenti effettuati in data successiva al 1 gennaio sono riportati i singoli dati relativi agli ammortamenti degli investimenti; per ciascuna commessa, in funzione dell incremento annuo e della percentuale di ammortamento, viene calcolato l ammortamento ed il relativo valore ammortato dell investimento effettuato nel. Ciò ci consente di vedere il decrescere del valore di ogni singola opera. file: Consuntivo Investimenti 23 giugno 2006.doc pag. 8

11 AUTORITÀ ATO 2 Lazio Centrale Roma 4. LA PREVISIONE DEI FUTURI AMMORTAMENTI DEGLI INVESTIMENTI AD OGGI EFFETTUATI Per le previste verifiche tariffarie è necessario disporre dei dati di capitale investito e di ammortamento a partire dall inizio del S.I.I. e per l intera durata della Concessione. Questi dati sono certi e definiti per il periodo che va dall inizio del S.I.I. ad oggi (1 gennaio 31 dicembre ) e sono previsionali per il rimanente periodo (dal 1 gennaio 2006 in avanti). Nella tabella Capitale investito ed ammortamenti per gli investimenti ad oggi effettuati sono riportati i dati di capitale investito e di ammortamento distinguendo i dati certi dai dati previsionali. Nella tabella vi è una ulteriore distinzione tra i dati afferenti gli investimenti effettuati prima dell avvio del S.I.I. (1 gennaio ) da quelli degli investimenti effettuati successivamente fino al 31 dicembre. I dati certi per gli investimenti fino al 31 dicembre 2002 sono desunti dalla tabella dell allegato B. I dati certi per gli investimenti successivi al 1 gennaio sono desunti dalla tabella dell allegato C. I dati presunti per gli investimenti effettuati comunque fino al 31 dicembre, tenendo conto l usuale incertezza di questa previsione legata ai margini di libertà degli estensori dei bilanci che anno per anno possono far variare i coefficienti di ammortamento, sono stati determinati ipotizzando un valore costante degli ammortamenti dal 2006 in poi fino ad esaurimento del capitale investito. file: Consuntivo Investimenti 23 giugno 2006.doc pag. 9

12 AUTORITÀ ATO 2 Lazio Centrale Roma CAPITALE INVESTITO ED AMMORTAMENTI PER GLI INVESTIMENTI AD OGGI EFFETTUATI Commessa Descrizione Dati anno 2002 anno anno prima della riclassificazione anno dopo la riclassificazione anno anno 2006 AVVIAFOGNAT Avviamento da conferimento Valore Iniziale anno , , , , , ,80 Ammortamento anno , ,27 0, , , ,27 AVVIADACONF Avviamento da conferimento Valore Iniziale anno , , , , , ,57 Ammortamento anno , ,54 0, , , , Investimenti avviati in data antecedente il 31 dicembre 2002 DIRCONCDEP Diritto concessione Valore Iniziale anno , , , , , ,61 Ammortamento anno , ,57 0, , , ,57 DIRCONCID Diritto concessione Valore Iniziale anno , , , , , ,74 Ammortamento anno , ,94 0, , , ,94 Sommano Valore Iniziale anno , , , , , ,72 Ammortamento anno , ,32 0, , , ,32 Altre Valore Iniziale anno , , , , , ,52 anno 0, ,09 0, , ,26 0,00 Ammortamento anno , , , , , ,63 Totale Valore Iniziale anno , , , , , ,24 anno 0, ,09 0, , ,26 0,00 Ammortamento anno , , , , , , Investimenti avviati in data successiva al 1 gennaio ed entro il 31 dicembre Tutte Valore Iniziale anno 0, , , , ,25 anno ,69 0, , ,30 0,00 Ammortamento anno , , , , ,42 DATI CERTI 1 gennaio riclassificazione 1 gennaio 1 gennaio 1 gennaio Totale Valore Iniziale anno , , , , , ,49 anno 0, ,78 0, , ,56 0,00 Ammortamento anno , , , , , ,37 DATI PREVISIONALI file: Consuntivo Investimenti 23 giugno 2006.doc pag. 10

13 AUTORITÀ ATO 2 Lazio Centrale Roma CAPITALE INVESTITO ED AMMORTAMENTI PER GLI INVESTIMENTI AD OGGI EFFETTUATI Commessa Descrizione Dati anno 2007 anno 2008 anno 2009 anno 2010 anno 2011 anno 2012 AVVIAFOGNAT Avviamento da conferimento Valore Iniziale anno , , , , , ,18 Ammortamento anno , , , , , ,18 AVVIADACONF Avviamento da conferimento Valore Iniziale anno , , , , , ,33 Ammortamento anno , , , , , , Investimenti avviati in data antecedente il 31 dicembre 2002 DIRCONCDEP Diritto concessione Valore Iniziale anno , , , , , ,19 Ammortamento anno , , , , , ,57 DIRCONCID Diritto concessione Valore Iniziale anno , , , , , ,10 Ammortamento anno , , , , , ,94 Sommano Valore Iniziale anno , , , , , ,80 Ammortamento anno , , , , , ,23 Altre Valore Iniziale anno , , , , , ,74 Ammortamento anno , , , , , ,63 Totale Valore Iniziale anno , , , , , ,54 Ammortamento anno , , , , , , Investimenti avviati in data successiva al 1 gennaio ed entro il 31 dicembre Tutte Valore Iniziale anno , , , , , ,73 Ammortamento anno , , , , , ,42 1 gennaio gennaio gennaio gennaio gennaio gennaio Totale Valore Iniziale anno , , , , , ,27 Ammortamento anno , , , , , ,28 file: Consuntivo Investimenti 23 giugno 2006.doc pag. 11

14 AUTORITÀ ATO 2 Lazio Centrale Roma CAPITALE INVESTITO ED AMMORTAMENTI PER GLI INVESTIMENTI AD OGGI EFFETTUATI Commessa Descrizione Dati anno 2013 anno 2014 anno 2015 anno 2016 anno 2017 anno 2018 AVVIAFOGNAT Avviamento da conferimento Valore Iniziale anno 0,00 anno Ammortamento anno AVVIADACONF Avviamento da conferimento Valore Iniziale anno , , , , , ,09 Ammortamento anno , , , , , , Investimenti avviati in data antecedente il 31 dicembre 2002 DIRCONCDEP Diritto concessione Valore Iniziale anno , , , , , ,77 Ammortamento anno , , , , , ,57 DIRCONCID Diritto concessione Valore Iniziale anno , , , , , ,46 Ammortamento anno , , , , , ,94 Sommano Valore Iniziale anno , , , , , ,32 Ammortamento anno , , , , , ,05 Altre Valore Iniziale anno , , , , , ,96 Ammortamento anno , , , , , ,63 Totale Valore Iniziale anno , , , , , ,28 Ammortamento anno , , , , , , Investimenti avviati in data successiva al 1 gennaio ed entro il 31 dicembre Tutte Valore Iniziale anno , , , , , ,21 Ammortamento anno , , , , , ,42 1 gennaio gennaio gennaio gennaio gennaio gennaio Totale Valore Iniziale anno , , , , , ,49 Ammortamento anno , , , , , ,10 file: Consuntivo Investimenti 23 giugno 2006.doc pag. 12

15 AUTORITÀ ATO 2 Lazio Centrale Roma CAPITALE INVESTITO ED AMMORTAMENTI PER GLI INVESTIMENTI AD OGGI EFFETTUATI Commessa Descrizione Dati anno 2019 anno 2020 anno 2021 anno 2022 anno 2023 anno 2024 AVVIAFOGNAT Avviamento da conferimento Valore Iniziale anno anno Ammortamento anno AVVIADACONF Avviamento da conferimento Valore Iniziale anno ,54 0,00 anno 0,00 Ammortamento anno , Investimenti avviati in data antecedente il 31 dicembre 2002 DIRCONCDEP Diritto concessione Valore Iniziale anno , , , , , ,35 Ammortamento anno , , , , , ,57 DIRCONCID Diritto concessione Valore Iniziale anno , , , , , ,82 Ammortamento anno , , , , , ,94 Sommano Valore Iniziale anno , , , , , ,17 Ammortamento anno , , , , , ,51 Altre Valore Iniziale anno , , , , , ,18 Ammortamento anno , , , , , ,63 Totale Valore Iniziale anno , , , , , ,35 Ammortamento anno , , , , , , Investimenti avviati in data successiva al 1 gennaio ed entro il 31 dicembre Tutte Valore Iniziale anno , , , , , ,69 Ammortamento anno , , , , , ,69 1 gennaio gennaio gennaio gennaio gennaio gennaio Totale Valore Iniziale anno , , , , , ,04 Ammortamento anno , , , , , ,83 file: Consuntivo Investimenti 23 giugno 2006.doc pag. 13

16 AUTORITÀ ATO 2 Lazio Centrale Roma CAPITALE INVESTITO ED AMMORTAMENTI PER GLI INVESTIMENTI AD OGGI EFFETTUATI Commessa Descrizione Dati anno 2025 anno 2026 anno 2027 anno 2028 anno 2029 anno 2030 AVVIAFOGNAT Avviamento da conferimento Valore Iniziale anno anno Ammortamento anno AVVIADACONF Avviamento da conferimento Valore Iniziale anno anno Ammortamento anno 1 - Investimenti avviati in data antecedente il 31 dicembre 2002 DIRCONCDEP Diritto concessione Valore Iniziale anno , , ,64 0,00 anno 0,00 0,00 0,00 Ammortamento anno , , ,64 DIRCONCID Diritto concessione Valore Iniziale anno , , ,00 0,00 anno 0,00 0,00 0,00 Ammortamento anno , , ,00 Sommano Valore Iniziale anno , , ,64 0,00 anno 0,00 0,00 0,00 Ammortamento anno , , ,64 Altre Valore Iniziale anno , , , , , ,40 Ammortamento anno , , , , , ,63 Totale Valore Iniziale anno , , , , , ,40 Ammortamento anno , , , , , , Investimenti avviati in data successiva al 1 gennaio ed entro il 31 dicembre Tutte Valore Iniziale anno 0,00 anno Ammortamento anno 1 gennaio gennaio gennaio gennaio gennaio gennaio Totale Valore Iniziale anno , , , , , ,40 Ammortamento anno , , , , , ,63 file: Consuntivo Investimenti 23 giugno 2006.doc pag. 14

17 AUTORITÀ ATO 2 Lazio Centrale Roma CAPITALE INVESTITO ED AMMORTAMENTI PER GLI INVESTIMENTI AD OGGI EFFETTUATI Commessa Descrizione Dati anno 2031 anno 2032 anno 2033 anno 2034 anno 2035 anno 2036 AVVIAFOGNAT Avviamento da conferimento Valore Iniziale anno anno Ammortamento anno AVVIADACONF Avviamento da conferimento Valore Iniziale anno anno Ammortamento anno 2 - Investimenti avviati in data successiva al 1 - Investimenti avviati gennaio in data antecedente il ed entro il 31 dicembre dicembre DIRCONCDEP Diritto concessione Valore Iniziale anno anno Ammortamento anno DIRCONCID Diritto concessione Valore Iniziale anno anno Ammortamento anno Sommano Valore Iniziale anno anno Ammortamento anno Altre Valore Iniziale anno , , , ,88 0,00 anno 0,00 0,00 0,00 0,00 Ammortamento anno , , , ,88 Totale Valore Iniziale anno , , , ,88 0,00 anno 0,00 0,00 0,00 0,00 Ammortamento anno , , , ,88 Tutte Valore Iniziale anno anno Ammortamento anno 1 gennaio gennaio gennaio gennaio gennaio gennaio 2036 Totale Valore Iniziale anno , , , ,88 0,00 anno 0,00 0,00 0,00 0,00 Ammortamento anno , , , ,88 file: Consuntivo Investimenti 23 giugno 2006.doc pag. 15

18 AUTORITÀ ATO 2 Lazio Centrale Roma 5. NOTE Dai dati dell allegato A sono inoltre estraibili due considerazioni importanti per le previste prossime verifiche tariffarie. 1- Utilizzo di personale ACEA ATO 2 per gli investimenti. Nella determinazione della tariffa il costo del personale di ACEA ATO 2 S.p.A. ( x 10 3 ) è imputabile tra i costi operativi. Parte del costo del personale è stato contabilizzato anche negli investimenti ( ). In fase di verifica tariffaria si provvederà a riscontrare che non ci siano duplicazioni di costi imputati ai costi operativi ed agli investimenti. 2- Contributi agli allacci. Nella definizione dell articolazione tariffaria per il passaggio dalla tariffa media del metodo normalizzato al calcolo della tariffa effettivamente applicata agli utenti non è stato tenuto conto dell entrata di ACEA ATO 2 S.p.A. corrispondente al contributo degli utenti agli allacci idrici pari a Anche di ciò si dovrà tenere conto sia nella determinazione dell articolazione tariffaria sia nella determinazione della tariffa. file: Consuntivo Investimenti 23 giugno 2006.doc pag. 16

19 AUTORITA' ATO 2 Lazio Centrale - Roma Allegato al Consuntivo degli Investimenti realizzati da ACEA ATO2 S.p.A. nel 23 giugno 2006 A - Dettaglio degli investimenti effettuati nel B - Dati di ammortamento degli investimenti effettuati in data antecedente il 31 dicembre 2002 C - Dati di ammortamento degli investimenti effettuati in data successiva al 1 gennaio file: Allegati al Consuntivo degli investimenti realizzati da ACEA ATO 2 S.p.A. nel.xls quadro: Copertina generale

20 AUTORITA' ATO 2 Lazio Centrale - Roma Allegato A Dettaglio degli investimenti effettuati nel 23 giugno 2006 file: Allegati al Consuntivo degli investimenti realizzati da ACEA ATO 2 S.p.A. nel.xls quadro: Copertina All. A

21 AUTORITA' ATO 2 Lazio Centrale Roma (1) Commessa (2) Descrizione Commessa (3) Tipo opera (4) investimento (5) Totale (6) Cespiti (7) Insussistenze (8) Personale ATO 2 (9) materiali, software, forniture in opera (10) Lavori (11) Progettazione, direzione lavori, collaudi (12) Ricerca (13) Espropri Y ARCHIVIO OTTICO - ONERE PLUR. - Icomuni , ,16 0,00 0, ,16 0,00 0,00 0,00 0,00 Y DIGIT. RETE IDRICA - ONERE PLUR. - Icomuni , ,66 0,00 0, ,66 0,00 0,00 0,00 0,00 Z CARTOGRAFIA TERR. ATO2 - ONERE PLUR. - Icomuni , ,00 0,00 0,00 0, ,00 0,00 0,00 0,00 Z Office Sanita' ex Voi Noi - Igener 963,25 963,25 0,00 0,00 963,25 0,00 0,00 0,00 0,00 Z Office Sanita' ex Voi Noi - Igener 1.405, ,01 0,00 0, ,01 0,00 0,00 0,00 0,00 ZA49.19 CMR computers ex Voi NOI - Igener 2.351, ,00 0,00 0, ,00 0,00 0,00 0,00 0,00 ZA54.18 Office Sanita' ex Voi Noi - Igener 450,14 450,14 0,00 0,00 450,14 0,00 0,00 0,00 0,00 ZA54.19 Office Sanita' ex Voi Noi - Igener 97,06 97,06 0,00 0,00 97,06 0,00 0,00 0,00 0,00 Z HARDWARE - COMPUTERS - Igener , ,19 0,00 0, ,19 0,00 0,00 0,00 0,00 Z SOFTWARE - ONERE PLUR. - Igener , ,78 0,00 0, ,78 0,00 0,00 0,00 0,00 Z ARREDI E MACCHINE UFFICIO - Igener , ,21-6,00 0, ,21 0,00 0,00 0,00 0,00 Z AUTOVEICOLI DA TRASPORTO -AUTOVEICOLI TRASPORTO - Igener , ,98 0,10 0, ,88 0,00 0,00 0,00 0,00 Y RICERCA - RISORSE IDRICHE - Icomuni , ,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0, ,00 0,00 Y STUDI TRATTAMENTO ACQUE REFLUE - Icomuni , ,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0, ,00 0,00 Y STUDI RETI IDROPOTABILI - Icomuni , ,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0, ,00 0,00 Y RETI FOGNARIE: RICOGNIZIONE QUALI-QUANTITATIVA SACRICHI FOGNARI - Icomuni , ,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0, ,00 0,00 Z PROT. SORG. ACQUA VERGINE - TERRENI 1 Icomuni , ,47 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0, ,47 Z N.ACQ. BRACCIANO 2 STRAL. 1 LOTTO - TERRENI 1 Icomuni , ,69 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0, ,69 ZE04.11 POTENZ.TO COLLETTORE COBIS - CONDOTTE 1 Icomuni , ,52 0,00 0,00 0,00 0, ,52 0,00 0,00 Z PROT.SORG.A.MARCIA.2 L. FOGN. - CONDOTTE 1 Icomuni , ,00 0,00 0,00 0, ,00 0,00 0,00 750,00 Z PROT.SORG.A.MARCIA.2 L. FOGN. - TERRENI 1 Icomuni , ,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0, ,00 Z PROT.SORG. A. MARCIA. 1L DEPURATORE - DEPURATORI 1 Icomuni , ,89 0,00 0,00 0, ,89 0,00 0,00 0,00 Z PROT.SORG.A.MARCIA.4L1S FOGN. - CONDOTTE 1 Icomuni1 500,00 500,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 500,00 Z PROT.SORG.A.MARCIA.4L1S FOGN. - TERRENI 1 Icomuni , ,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0, ,00 ZA86.07 PROT.SORG. ACQUA MARCIA NUOVO - FABBR.IND. 1 Icomuni , ,86 0,00 0,00 0,00 0, ,86 0,00 0,00 ZC18.07 MANUTENZIONE STRAORD. S. PESCHIERA - FABBR.IND. 1 Icomuni , ,30 0,00 0,00 0, ,30 0,00 0,00 0,00 ZC18.33 SORG. PESCHIERA MANUTENZIONE STR. - RETE TELECONTROLLO 1 Icomuni , ,50 0,00 0,00 0, ,50 0,00 0,00 0,00 ZC19.07 SORG. CAPORE MANUTENZIONESTR.- SOLLEVAMENTI 1 Icomuni , ,31 0,00 0,00 0, ,31 0,00 0,00 0,00 ZC19.12 SORG. CAPORE MANUTENZIONESTR.- SOLLEVAMENTI 1 Icomuni , ,63 0,00 0,00 0, ,63 0,00 0,00 0,00 ZC20.07 MANUTENZIONE STRAORD. SORG. ACQUA MARCIA - FABBR.IND. 1 Icomuni1 0, , ,53 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 ZC20.12 MANUTENZIONE STRAORD. SORG. ACQUA MARCIA - SOLLEVAMENTI 1 Icomuni , , ,48 0, ,00 0,00 0,00 0,00 0,00 ZC20.99 MANUTENZIONE STRAORD. SORG. ACQUA MARCIA - PERSONALE 1 Icomuni ,48 0, , ,48 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 ZC22.12 MANUTENZIONE STRAORD. SORG. ACQUORIA - SOLLEVAMENTI 1 Icomuni , , ,67 0, , ,41 0,00 0,00 0,00 ZC23.12 MANUTENZIONE STRAORD. SORG.SIMBRIVIO - SOLLEVAMENTI 1 Icomuni , ,30 0,00 0,00 0, ,30 0,00 0,00 0,00 ZC25.12 MANUTENZIONE STRAORD. ALTRE SORGENTI - SOLLEVAMENTI 1 Icomuni , ,82 0,00 0, , ,81 0,00 0,00 0,00 ZE02.11 RADDOPPIO PESCHIERA ALTO - CONDOTTE 1 Icomuni , ,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0, ,00 ZE02CIA.11 ADDUTTRICE E ALIMENT..MOLA CAV.- S.PALOMBA SERB. PESARO - TERRENI 1 Ic.ato , ,33 0,00 0, ,74 0, ,59 0,00 0,00 ZE02CIA.26 ADDUTTRICE E ALIMENT..MOLA CAV.- S.PALOMBA SERB. PESARO - CONDOTTE 1 Ic.ato , ,90 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0, ,90 ZE02CIA.99 ADDUTTRICE E ALIMENT..MOLA CAV.- S.PALOMBA SERB. PESARO - PERSONALE 1 Ic.ato , ,39 0, ,39 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 ZE08ROM.11 ALIMENTATRICE DN400 ZONA MONTEMIGLIORE-LAURENT.-CONDOTTE 1 Ic.ato , , ,00 0,00 0,00 0, ,68 0,00 0,00 Z OPERE CIVILI PESCHIERA DX FABBR.IND. 1 Icomuni , ,54 0,00 0,00 0,00 0, ,54 0,00 0,00 ZA85.11 BY-PASS VOLPIGNANO NUOVO - CONDOTTE 1 Icomuni , ,07 0,00 0, , , ,00 0,00 0,00 ZA85.26 BY PASS VOLPIGNANO NUOVO - TERRENI 1 Icomuni , ,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0, ,00 ZC04.07 MANUTENZIONE STRAORD. SIMBRIVIO - FABBR.IND. 1 Icomuni1 0, , ,75 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 ZC04.11 MANUTENZIONE STRAORD. SIMBRIVIO - CONDOTTE 1 Icomuni , ,72 0,00 0,00 0, , ,00 0,00 0,00 ZC04.12 MANUTENZIONE STRAORD. SIMBRIVIO - SOLLEVAMENTI 1 Icomuni , , ,79 0, , , ,23 0,00 0,00 ZC04.99 MANUTENZIONE STRAORD. SIMBRIVIO - PERSONALE 1 Icomuni ,79 0, , ,79 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 ZC05.11 ACQ. PESCHIERA DX SUP. MANUTENZIONESTRAORD. - SOLLEVAM. 1 Icomuni , ,00 0,00 0,00 0, ,00 0,00 0,00 0,00 ZC06.33 ACQ. PESCHIERA DX SUP. MANUTENZIONESTRAORD. - TELECONTROLLO 1 Icomuni , ,50 0,00 0,00 0, ,50 0,00 0,00 0,00 ZC08.11 ACQ. MARCIO MANUTENZIONESTR. - CONDOTTE 1 Icomuni , , ,00 0,00 0, , ,00 0,00 0,00 ZC08.12 ACQ. MARCIO MANUTENZIONESTR. - SOLLEVAMENTI 1 Icomuni , ,36 0,00 0, , ,36 0,00 0,00 0,00 ZC08.33 ACQ. MARCIO MANUTENZIONESTR. RETE TELECONTROLLO 1 Icomuni1 0,01 0,00-0,01 0,00 0,01 0,00 0,00 0,00 0,00 Z MANUFATTO DI REGOLAZIONE VIA FARNETO - OPERE IDRAULICHE 1 Ic.roma , ,44 0,00 0,00 0,00 0, ,44 0,00 0,00 Z CENTRO CASILINO - II VASCA - SERBATOI 1 Ic.roma 0, , ,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 ZA19.07 CENTRO IDRICO OSA - FABBR.IND. 1 Ic.roma , ,68 0,00 0,00 0,00 0, ,68 0,00 0,00 ZE03GUI.09 AMPLIAMENTO SERBATOIO ALBUCCIONE - SERBATOIO 1 Ic.ato2 305,27 305,27 0,00 0,00 0,00 0,00 305,27 0,00 0,00 ZE05.09 INTERV. ACQ. MARCIO(4A EMERG.SIMBRIVIO) 2 LOTTO FRASCATI-SERBATOIO 1 Icomuni , ,02 0,00 0,00 0,00 0, ,02 0,00 0,00 ZE01CIA.09 NUOVO SERBATOIO TORRETTA - SERBATOI 1 Ic.ato , ,78 0,00 0,00 0,00 0, ,78 0,00 0,00 ZE01CIA.99 NUOVO SERBATOIO TORRETTA- PERSONALE 1 Ic.ato , ,78 0, ,78 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 Z RIFAC. CIVILE ELETTR. CENTRI IDRICI - IMPIANTI SOLLEVAMENTI 1 Ic.ato , , ,35 0, ,00 0,00 0,00 0,00 0,00 Z RIFAC. CIVILE ELETTR. CENTRI IDRICI - PERSONALE 1 Ic.roma 2.143,35 0, , ,35 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 Z612ALB.12 RIFAC. CIVILE EL. IDRIC.ALBANO -SOLLEVAMENTI 1 Ic.ato , , ,10 0, , ,90 0,00 0,00 0,00 Z612ALB.33 GESTIONEMONITOTAGGIO E TELECONTROLLO 1 Ic.ato , ,68 0,00 0,00 0, ,68 0,00 0,00 0,00 Z612ALB.99 GEST.MONIT. E TELECONTR.AL- PERSONALE 1 Ic.ato ,10 0, , ,10 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 Z612CIA.12 RIFAC. CIVILE ELETTR. CENTRI IDRICI - SOLLEVAMENTI 1 Ic.ato , ,31 982,02 0, , ,00 0,00 0,00 0,00 file: Allegati al Consuntivo degli investimenti realizzati da ACEA ATO 2 S.p.A. nel.xls pag. 3 di 23 quadro: Allegato A

Progetto di piano stralcio per il tratto metropolitano del Tevere da Castel Giubileo alla foce - P.S.5

Progetto di piano stralcio per il tratto metropolitano del Tevere da Castel Giubileo alla foce - P.S.5 AUTORITA DI BACINO DEL FIUME TEVERE PIANO DI BACINO DEL FIUME TEVERE Progetto di piano stralcio per il tratto metropolitano del Tevere da Castel Giubileo alla foce - P.S.5 Programmazione degli interventi

Dettagli

ACEA ATO 2 S.p.A. P.le Ostiense, 2 00154 Roma. Cap Soc Euro 362.834.320 iv-cf e P.IVA 05848061007 CCIAA RM REA 930803-TRIB RM 218931/99

ACEA ATO 2 S.p.A. P.le Ostiense, 2 00154 Roma. Cap Soc Euro 362.834.320 iv-cf e P.IVA 05848061007 CCIAA RM REA 930803-TRIB RM 218931/99 ACEA ATO 2 S.p.A. P.le Ostiense, 2 00154 Roma Cap Soc Euro 362.834.320 iv-cf e P.IVA 05848061007 -TRIB RM 218931/99 OGGETTO: tariffa unica del Servizio Idrico Integrato per i servizi comunali trasferiti

Dettagli

PROGRAMMA DEGLI INTERVENTI 2014-2017

PROGRAMMA DEGLI INTERVENTI 2014-2017 PROGRAMMA DEGLI INTERVENTI 2014-2017 CRITICITA' NELLA FORNITURA DI ACQUA POTABILE n. elaborato: file: 4.1 Relazione data: agg.: marzo 2014 Acea Ato 2 S.p.A. PROGRAMMA DEGLI INTERVENTI 4 Criticità nella

Dettagli

La ristrutturazione dell'approvvigionamento idrico dell'ato

La ristrutturazione dell'approvvigionamento idrico dell'ato La ristrutturazione dell'approvvigionamento idrico dell'ato documento tecnico preliminare della STO Roma, 5 luglio 2005 AUTORITÀ ATO 2 Lazio Centrale Roma Segreteria Tecnico Operativa 1. Premesse L approvvigionamento

Dettagli

Il Sistema di approvvigionamento idrico dell ATO 2 Lazio Centrale Roma. Giorgio Martino ACEA ATO2 Spa

Il Sistema di approvvigionamento idrico dell ATO 2 Lazio Centrale Roma. Giorgio Martino ACEA ATO2 Spa Il Sistema di approvvigionamento idrico dell ATO 2 Lazio Centrale Roma Giorgio Martino ACEA ATO2 Spa Il Sistema di Approvvigionamento Idrico come parte integrante del Servizio Idrico Integrato 2 Titolo

Dettagli

IL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO

IL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO IL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO Chi sono? Marco Rusconi Ingegnere, responsabile del settore contratti di Idrolario Srl (project manager per l esecuzione degli interventi di piano d ambito e delle manutenzioni

Dettagli

SCHEDA MONOGRAFICA GESTORE G0022 COMUNE DI TRAPANI 1) DATI GENERALI Cod:G0022 a) Denominazione: Comune di Trapani b) Comuni serviti: Trapani c) Popolazione residente: 69.510 d) Acquedotto/i di Acquedotto

Dettagli

CONTRATTO. tra i Comuni di Foligno, Spoleto e VUS S.p.a PER LA GESTIONE DELLE RETI E DEGLI IMPIANTI DELLE ACQUE METEORICHE

CONTRATTO. tra i Comuni di Foligno, Spoleto e VUS S.p.a PER LA GESTIONE DELLE RETI E DEGLI IMPIANTI DELLE ACQUE METEORICHE CONTRATTO tra i Comuni di Foligno, Spoleto e VUS S.p.a PER LA GESTIONE DELLE RETI E DEGLI IMPIANTI DELLE ACQUE METEORICHE Art.1 - Oggetto 1. Il 27 dicembre 2001 è stata sottoscritta tra l Autorità di ATO

Dettagli

PIANO D AMBITO. Approvato con Deliberazione dell Assemblea consortile n.9 del 20/07/2007 RELAZIONE AL PIANO DEGLI INVESTIMENTI

PIANO D AMBITO. Approvato con Deliberazione dell Assemblea consortile n.9 del 20/07/2007 RELAZIONE AL PIANO DEGLI INVESTIMENTI Regione dell Umbria Provincia di Perugia PIANO D AMBITO Approvato con Deliberazione dell Assemblea consortile n.9 del 20/07/2007 RELAZIONE AL PIANO DEGLI INVESTIMENTI Sommario 1 Introduzione... 2 2 Piano

Dettagli

$ $ %" " # & +, -) %! & " ". /!0". 1 % * & - / % & -))2 :))!-))2 : -))2 2 "-))2 1 50657' 51 58 9 9 -))2 22!-))2 -- "-))( -- -))2 1 50657' 51 58 9 9

$ $ %  # & +, -) %! &  . /!0. 1 % * & - / % & -))2 :))!-))2 : -))2 2 -))2 1 50657' 51 58 9 9 -))2 22!-))2 -- -))( -- -))2 1 50657' 51 58 9 9 ! "# $ $ %" " # & '!%" #()*& +, -) %! & " ". /!0". 1 % * & - / % & -)))))) -))2 )3-!-))2-4""-))2 - -))2 1 50657' 51 58 9 9 -))2 :;!-))2 4 -)); - -))2 1 50657' 51 58 9 9 -))2 :(!-))2 4 -)); - -))2 1 50657'

Dettagli

RENDICONTO DELLA GESTIONE SERVIZIO DI FOGNATURA anno 2013

RENDICONTO DELLA GESTIONE SERVIZIO DI FOGNATURA anno 2013 COMUNE DI TUENNO Provincia di Trento RENDICONTO DELLA GESTIONE SERVIZIO DI FOGNATURA anno 2013 Allegato al Rendiconto della Gestione dell anno 2013 del Comune di Tuenno approvato con deliberazione del

Dettagli

1) DETERMINAZIONE DEGLI IMPORTI RELATIVI AL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO FATTURATI DA CIASCUN GESTORE

1) DETERMINAZIONE DEGLI IMPORTI RELATIVI AL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO FATTURATI DA CIASCUN GESTORE RELAZIONE DI ACCOMPAGNAMENTO AL FILE DI CALCOLO DELLA RESTITUZIONE DELLA REMUNERAZIONE DI CAPITALE RELATIVA AL PERIODO 21/07/2011-31/12/2011 (DELIBERAZIONE AEEG N.273/2013/R/IDR DEL 25/06/2013). GESTORE

Dettagli

Il programma a breve-medio termine dell Autorità per l energia

Il programma a breve-medio termine dell Autorità per l energia Il programma a breve-medio termine dell Autorità per l energia Alberto Biancardi Genova, 18 gennaio 2013 Autorità per l energia elettrica e il gas 1 Gli obiettivi dell Autorità Fornire corretti incentivi

Dettagli

COMUNE DI FIAMIGNANO Provincia di Rieti

COMUNE DI FIAMIGNANO Provincia di Rieti COMUNE DI FIAMIGNANO Provincia di Rieti Copia Deliberazione della Giunta Comunale N. 41 Reg. Data 23/06/2015 OGGETTO: Piano Tecnico Economico S.I.I. Anno 2015 L anno duemilaquindici il giorno ventitre

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DEGLI ONERI DI ALLACCIAMENTO AI SERVIZI PUBBLICI DI ACQUEDOTTO E FOGNATURA

REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DEGLI ONERI DI ALLACCIAMENTO AI SERVIZI PUBBLICI DI ACQUEDOTTO E FOGNATURA Allegato alla delibera del C.d.A n.16 dell 11/07/2008 REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DEGLI ONERI DI ALLACCIAMENTO AI SERVIZI PUBBLICI DI ACQUEDOTTO E FOGNATURA Art. 1 Obiettivi e campo di applicazione

Dettagli

1 PREMESSA... 2 2 Costi parametrici Servizio Acquedotto... 3. 2.1 Costo condotte di adduzione dell acquedotto... 3

1 PREMESSA... 2 2 Costi parametrici Servizio Acquedotto... 3. 2.1 Costo condotte di adduzione dell acquedotto... 3 INDICE: 1 PREMESSA... 2 2 Costi parametrici Servizio Acquedotto... 3 2.1 Costo condotte di adduzione dell acquedotto... 3 2.2 Costo medio rifacimento di rete di distribuzione dell acquedotto... 4 2.3 Modello

Dettagli

MODELLO DI CONTROLLO

MODELLO DI CONTROLLO MODELLO DI CONTROLLO - Adeguamento alla Convenzione per l affidamento ed al Disciplinare Tecnico aggiornati con DEL. AC n. 8 del 03/06/2008; - Adeguamento al Piano d Ambito, alla Carta del S.I.I. ed al

Dettagli

8. LE DUE EMERGENZE IN ESSERE NELL ATO2 DI ROMA 8.1. L emergenza idrica 8.2. L emergenza scarichi

8. LE DUE EMERGENZE IN ESSERE NELL ATO2 DI ROMA 8.1. L emergenza idrica 8.2. L emergenza scarichi Corso Gestione dei servizi idrici Anno Accademico 2007 2008 Lezione: Il servizio idrico integrato dott. Ing. Alessandro Piotti Dirigente responsabile della Segreteria Tecnico Operativa dell Autorità dell

Dettagli

Allegato 4: Determinazione degli oneri di allacciamento ai servizi pubblici di acquedotto e fognatura

Allegato 4: Determinazione degli oneri di allacciamento ai servizi pubblici di acquedotto e fognatura Allegato 4: Determinazione degli oneri di allacciamento ai servizi pubblici di acquedotto e fognatura DETERMINAZIONE DEGLI ONERI DI ALLACCIAMENTO AI SERVIZI PUBBLICI DI ACQUEDOTTO E FOGNATURA INDICE Art.

Dettagli

6 Piano degli interventi

6 Piano degli interventi 6 Piano degli interventi 6.1 Metodologia per l individuazione degli interventi Nel Piano degli interventi si tende ad individuare gli investimenti, intesi come nuove opere o azioni di ripristino di opere

Dettagli

CAPITOLO I INQUADRAMENTO NORMATIVO E STRUTTURA DEL PIANO. Piano d Ambito ATO n. 6 Chietino CAP. I Inquadramento normativo e struttura del piano

CAPITOLO I INQUADRAMENTO NORMATIVO E STRUTTURA DEL PIANO. Piano d Ambito ATO n. 6 Chietino CAP. I Inquadramento normativo e struttura del piano CAPITOLO I INQUADRAMENTO NORMATIVO E STRUTTURA DEL PIANO 1 INDICE 1. INQUADRAMENTO NORMATIVO DI RIFERIMENTO... 3 1.1 RICOGNIZIONE... 7 1.2 LIVELLI DI SERVIZIO... 9 1.3 AREE CRITICHE E PROGRAMMA DEGLI INTERVENTI...

Dettagli

SCHEDA FOGNATURA COMUNALE

SCHEDA FOGNATURA COMUNALE Catasto scarichi - Pubbliche fognature Pag. 1 CATASTO SCARICHI - PUBBLICHE FOGNATURE SCHEDA FOGNATURA COMUNALE Data compilazione: 1.GENERALITA FOGNATURA COMUNALE 1.1 : COMUNE 1.2 GESTORE DELLA FOGNATURA

Dettagli

SERVIZIO IDRICO INTEGRATO

SERVIZIO IDRICO INTEGRATO SERVIZIO IDRICO INTEGRATO NOTE TECNICHE RELATIVE ALL EROGAZIONE DEL SERVIZIO Tea acque srl assume ogni responsabilità per le attività e conduzione degli impianti oggetto del servizio. CONDUZIONE: intesa

Dettagli

PARTE C: MODELLO GESTIONALE E ORGANIZZATIVO

PARTE C: MODELLO GESTIONALE E ORGANIZZATIVO PARTE C: MODELLO GESTIONALE E ORGANIZZATIVO AREASCOA s.r.l. 1 INDICE PARTE C: MODELLO GESTIONALE E ORGANIZZATIVO...1 V-1 CRITERI DI DEFINIZIONE DEL MODELLO GESTIONALE E ORGANIZZATIVO...3 V-1.1 CRITERI

Dettagli

RELAZIONE. Tariffa per il periodo di regolazione 2012-2013 Piano Tariffario e Piano Finanziario per il periodo 2012-2032

RELAZIONE. Tariffa per il periodo di regolazione 2012-2013 Piano Tariffario e Piano Finanziario per il periodo 2012-2032 Segreteria Tecnico Operativa CONFERENZA DEI SINDACI ATO 2 Lazio Centrale Roma RELAZIONE Tariffa per il periodo di regolazione 2012-2013 Piano Tariffario e Piano Finanziario per il periodo 2012-2032 Deliberazioni

Dettagli

Allegato 2 Regolamento di attuazione della articolazione tariffaria unica

Allegato 2 Regolamento di attuazione della articolazione tariffaria unica Allegato 2 Regolamento di attuazione della articolazione tariffaria unica Roma, 14 dicembre 2010 Approvata con Delibera 6/10 della Conferenza dei Sindaci STO AATO2 Roma dell Autorità dell Ambito Territoriale

Dettagli

Allegato B alla deliberazione n. 527/2014 CONSUNTIVO PROGRAMMA DEGLI INVESTIMENTI PER L ANNO 2012 RELAZIONE

Allegato B alla deliberazione n. 527/2014 CONSUNTIVO PROGRAMMA DEGLI INVESTIMENTI PER L ANNO 2012 RELAZIONE Allegato B alla deliberazione n. 527/2014 CONSUNTIVO PROGRAMMA DEGLI INVESTIMENTI PER L ANNO 2012 RELAZIONE Maggio 2014 1. PREMESSA La presente relazione istruttoria ha lo scopo di evidenziare i principali

Dettagli

ALTO TREVIGIANO SERVIZI s.r.l.

ALTO TREVIGIANO SERVIZI s.r.l. 1 INDICE 1. PREMESSA... 2 2. IL CALCOLO DEI CARICHI IDRAULICI AFFERENTI ALL IMPIANTO DI SALVATRONDA. 4 2.1 I COMUNI INTERESSATI DALL INTERVENTO DI PROGETTO... 4 2.2 PORTATE NERE TEORICHE... 4 2.3 PORTATE

Dettagli

ACQUA depurazione fognature acquedotti progetti

ACQUA depurazione fognature acquedotti progetti ACQUA depurazione fognature acquedotti progetti Regione Marche (anno 1984 e 1989) (Finanziamento FIO 85) Coordinamento, progettazione impianti, supervisione alla costruzione e gestione per conto della

Dettagli

DELIBERAZIONE PRESIDENZIALE N.3 del 27/07/2009 IL PRESIDENTE DELL ATI 3

DELIBERAZIONE PRESIDENZIALE N.3 del 27/07/2009 IL PRESIDENTE DELL ATI 3 DELIBERAZIONE PRESIDENZIALE N.3 del 27/07/ OGGETTO: Piano d Ambito per la Bancabilità. Modifiche al Piano degli interventi. IL PRESIDENTE DELL ATI 3 - Vista la Deliberazione dell Assemblea consortile dell

Dettagli

DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO DELLE ACQUE REFLUE URBANE Decreto Legislativo 3 aprile 2006 n. 152

DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO DELLE ACQUE REFLUE URBANE Decreto Legislativo 3 aprile 2006 n. 152 DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO DELLE ACQUE REFLUE URBANE Decreto Legislativo 3 aprile 2006 n. 152 Provincia di Brescia Settore Ambiente Ufficio Acqua Via Milano n.13 25126 Brescia OGGETTO: Decreto

Dettagli

Modello matematico di flusso nei sistemi acquiferi dei territori dell Autorità d Ambito Territoriale Ottimale ATO BRENTA :

Modello matematico di flusso nei sistemi acquiferi dei territori dell Autorità d Ambito Territoriale Ottimale ATO BRENTA : Modello matematico di flusso nei sistemi acquiferi dei territori dell Autorità d Ambito Territoriale Ottimale ATO BRENTA : La pianificazione del fabbisogno e dell utilizzo della risorsa idrica nel PROGETTO

Dettagli

INVESTIMENTI PREVISTI PER GLI SCENARI MASSIMALE E BILANCIATO...

INVESTIMENTI PREVISTI PER GLI SCENARI MASSIMALE E BILANCIATO... Piano Investimenti gestore ACQUEDOTTO POIANA SpA INDICE: 1 PREMESSA... 2 2 INVESTIMENTI PREVISTI PER GLI SCENARI MASSIMALE E BILANCIATO... 3 3 BENCHMARK INVESTIMENTI DEL PIANO BILANCIATO ADOTTATO... 6

Dettagli

Domanda di autorizzazione allo scarico in corpo ricettore diverso dalla fognatura. .Sottoscritt.. nato a... il. residente/ con sede a... Via.. n..

Domanda di autorizzazione allo scarico in corpo ricettore diverso dalla fognatura. .Sottoscritt.. nato a... il. residente/ con sede a... Via.. n.. DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO DI ACQUE REFLUE DOMESTICHE CHE NON RECAPITANO NELLA RETE FOGNARIA (La domanda dovrà essere compilata su carta legale o resa legale). Al Signor Sindaco del Comune

Dettagli

ACQUE OVEST BRESCIANO DUE S.R.L.

ACQUE OVEST BRESCIANO DUE S.R.L. ACQUE OVEST BRESCIANO DUE S.R.L. Sede in ROVATO Codice Fiscale 02944230982 - Numero Rea BRESCIA 492093 P.I.: 02944230982 Capitale Sociale Euro 15.682.526 i.v. Forma giuridica: SOCIETA' A RESPONSABILITA'

Dettagli

Il sistema idrico Agri-Basento

Il sistema idrico Agri-Basento Il sistema idrico Agri-Basento Ammodernamento per ottimizzazione energetica e miglior utilizzo del personale di Roberto Petrullo, Francesco Mancusi, Vincenzo Lanave GLa gestione operativa del sistema idrico

Dettagli

4. IL MODELLO GESTIONALE ED ORGANIZZATIVO

4. IL MODELLO GESTIONALE ED ORGANIZZATIVO A.T.O. n. 3 Marche Centro - Macerata Piano d Ambito provvisorio 4. IL MODELLO GESTIONALE ED ORGANIZZATIVO 4.1 Gli obiettivi del modello gestionale La definizione del Modello gestionale ha un duplice obiettivo:

Dettagli

7 Modello gestionale e organizzativo

7 Modello gestionale e organizzativo 7 Modello gestionale e organizzativo 7.1 Premessa Il Piano d Ambito approvato affermava che il principale obiettivo del piano di gestione è la definizione dell assetto gestionale ed organizzativo del soggetto

Dettagli

SCHEDA - TIPO DEI PROGETTI

SCHEDA - TIPO DEI PROGETTI Sezione 1 - Informazioni generali 1.0 Codici d'identificazione del progetto 2 4 1 0 5 F 1 7 1.1 Denominazione del progetto Separazione reti fognarie dei comuni dell area AVS 1.2 Settore d'intervento Captazione

Dettagli

AMMORTAMENTI (COMPRESI ONERI PLURIENNALI) LEASING INTERESSI PASSIVI

AMMORTAMENTI (COMPRESI ONERI PLURIENNALI) LEASING INTERESSI PASSIVI AMMORTAMENTI (COMPRESI ONERI PLURIENNALI) LEASING INTERESSI PASSIVI 1 L AMMORTAMENTO (NOZIONE GIURIDICA) il costo delle immobilizzazioni, materiali ed immateriali, la cui utilizzazione è limitata nel tempo

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI DISTRIBUZIONE DELL ACQUA POTABILE

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI DISTRIBUZIONE DELL ACQUA POTABILE REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI DISTRIBUZIONE DELL ACQUA POTABILE CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 - Gestione del Servizio Il servizio di distribuzione dell acqua potabile è affidato dal

Dettagli

MODALITÀ DI COMPILAZIONE DEL PIANO D INVESTIMENTO AGROINDUSTRIALE

MODALITÀ DI COMPILAZIONE DEL PIANO D INVESTIMENTO AGROINDUSTRIALE PIANO NAZIONALE DI SOSTEGNO AL SETTORE VITIVINICOLO MISURA INVESTIMENTI Regolamento (UE) n. 1308/2013, articolo 50 MODALITÀ DI COMPILAZIONE DEL PIANO D INVESTIMENTO AGROINDUSTRIALE 1 / 11 INDICE Introduzione...

Dettagli

Allegato 1 Moduli richiesta allacciamento ed esonero da pagamento degli oneri di fognatura e depurazione

Allegato 1 Moduli richiesta allacciamento ed esonero da pagamento degli oneri di fognatura e depurazione REGOLAMENTO DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO SEZIONE C SERVIZI FOGNATURA E DEPURAZIONE Allegato 1 Moduli richiesta allacciamento ed esonero da pagamento degli oneri di fognatura e depurazione Approvato dall'assemblea

Dettagli

CURRICULUM VITAE 09/09/2014 DANIELA GALLO architetto Roma Pag. 1 di 7

CURRICULUM VITAE 09/09/2014 DANIELA GALLO architetto Roma Pag. 1 di 7 09/09/2014 DANIELA GALLO architetto Roma Pag. 1 di 7 INFORMAZIONI PERSONALI Arch. Daniela Gallo Domicilio : ROMA ESPERIENZA PROFESSIONALE Dal 1996 ad oggi Dal 2005 ad oggi Dal 2012 ad oggi Docente Coordinatore

Dettagli

Oggetto: RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO di acque reflue industriali in pubblica fognatura.

Oggetto: RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO di acque reflue industriali in pubblica fognatura. Spett.le Consulta d Ambito per il servizio idrico integrato A.T.O. Orientale Goriziano Via A. Diaz n. 5 (Palazzo Alvarez) 34170 Gorizia Oggetto: RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO di acque reflue

Dettagli

RELAZIONE 10 aprile 2012

RELAZIONE 10 aprile 2012 Confronto ricavi garantiti e ricavi reali al 2011 Nuova Tariffa Media 2012-2032 RELAZIONE 10 aprile 2012 Approvata con Delibera 7/12 del 17 aprile 2012 della Conferenza dei Sindaci S.T.O. AATO2 Roma dell

Dettagli

VERBALE DELLA SEDUTA DELLA CONSULTA REGIONALE DEGLI UTENTI E DEI CONSUMATORI DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO DEL 30 MARZO 2006

VERBALE DELLA SEDUTA DELLA CONSULTA REGIONALE DEGLI UTENTI E DEI CONSUMATORI DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO DEL 30 MARZO 2006 VERBALE DELLA SEDUTA DELLA CONSULTA REGIONALE DEGLI UTENTI E DEI CONSUMATORI DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO DEL 30 MARZO 2006 Sono presenti: LUCIA PITZURRA Presidente della Consulta Garante regionale del

Dettagli

La fattura Hera S.p.A.

La fattura Hera S.p.A. La fattura Hera S.p.A. Hera S.p.A. è la società del Gruppo Hera che fattura i servizi Acqua, Teleriscaldamento e T.I.A.(Tariffa Igiene Ambientale). Quello che si vede qui è il primo contratto fatturato

Dettagli

NUOVA CENTRALE DI SOLLEVAMENTO DELL ACQUEDOTTO SULL ISOLA NUOVA DEL TRONCHETTO INTERVENTI DI COMPLETAMENTO

NUOVA CENTRALE DI SOLLEVAMENTO DELL ACQUEDOTTO SULL ISOLA NUOVA DEL TRONCHETTO INTERVENTI DI COMPLETAMENTO COMUNE DI VENEZIA NUOVA CENTRALE DI SOLLEVAMENTO DELL ACQUEDOTTO SULL ISOLA NUOVA DEL TRONCHETTO PROGETTAZIONE INTERVENTI DI COMPLETAMENTO Marzo 2014 Finalità dell intervento Realizzazione dell edificio

Dettagli

Relazione di rendicontazione Anno 2006

Relazione di rendicontazione Anno 2006 Autorità dell AmbitoTerritoriale Ottimale della Provincia di Genova Relazione di rendicontazione Anno 2006 Provincia di Genova Direzione Ambiente Energia Segreteria Tecnica ATO 1 2 INTRODUZIONE... 3 RICAVI

Dettagli

RETI E IMPIANTI AFFERENTI AL COMPARTO 4M, 4M SUB.1, 4M SUB.5 IN COMUNE DI CASTEL MAGGIORE

RETI E IMPIANTI AFFERENTI AL COMPARTO 4M, 4M SUB.1, 4M SUB.5 IN COMUNE DI CASTEL MAGGIORE 14/6/213 D.P. L.R. N.G. Emissione REV. DATA ioate) REDATTO (DRWN.BY) CONTROL, rchgk'dj APPROVATO (APPR-D) DESCRIZIONE (DESCRIPTION) FUNZIONE O SERVIZIO (DEPARTMENT) DIREZIONE TECNICA CLIENTI - LAVORI -

Dettagli

All att. dell Autorità per l Energia Elettrica e il Gas Ufficio speciale Tariffe e Qualità Servizi Idrici Piazza Cavour, 5 20121 Milano

All att. dell Autorità per l Energia Elettrica e il Gas Ufficio speciale Tariffe e Qualità Servizi Idrici Piazza Cavour, 5 20121 Milano All att. dell Autorità per l Energia Elettrica e il Gas Ufficio speciale Tariffe e Qualità Servizi Idrici Piazza Cavour, 5 20121 Milano e p.c. on. Michele CIVITA Assessore alle Politiche del Territorio

Dettagli

CORSI DI FORMAZIONE ED AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE.

CORSI DI FORMAZIONE ED AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE. Adeguamento sismico di edifici in CA con controventi dissipativi Viscoelastici - Sviluppo di una Procedura Progettuale per il Dimensionamento di Controventi Dissipativi Viscosi Lineari (tesi sperimentale

Dettagli

RELAZIONE SUL RENDICONTO PER L ESERCIZIO 2012. Il Revisore unico di ATERSIR

RELAZIONE SUL RENDICONTO PER L ESERCIZIO 2012. Il Revisore unico di ATERSIR RELAZIONE SUL RENDICONTO PER L ESERCIZIO 2012 Il Revisore unico di ATERSIR Preso in esame lo schema di rendiconto per l esercizio 2012 proposto dal Direttore dell AGENZIA composto e corredato dai seguenti

Dettagli

Quesito n 30: IN RELAZIONE ALLA COMPILAZIONE DELLE SCHEDE IN EXCEL SOTTOPONGO I SEGUENTI QUESITI:

Quesito n 30: IN RELAZIONE ALLA COMPILAZIONE DELLE SCHEDE IN EXCEL SOTTOPONGO I SEGUENTI QUESITI: Quesito n 29: QUALORA VI SIANO RETI DI ACQUEDOTTO DI ADDUZIONE TRA PIÙ SERBATOI CHE INTERSECANO PLANIMETRICAMENTE RETI DI ACQUEDOTTO DI DISTRIBUZIONE LOCALE OCCORRE PROCEDERE COME DA CAPITOLATO D'ONERI

Dettagli

RICHIESTA DI ALLACCIO IN FOGNA (in duplice copia) MODELLO DI DOMANDA CON LAYOUT DI PROGETTO. Cognome NATO A: PROV.: IN DATA:

RICHIESTA DI ALLACCIO IN FOGNA (in duplice copia) MODELLO DI DOMANDA CON LAYOUT DI PROGETTO. Cognome NATO A: PROV.: IN DATA: RICHIESTA DI ALLACCIO IN FOGNA (in duplice copia) MODELLO DI DOMANDA CON LAYOUT DI PROGETTO Provincia di Roma (modello 1) Comune di Fiumicino LAVORI PUBBLICI E MANUTENZIONE URBANA AL SETTORE INFRASTRUTTURE

Dettagli

Spunti e osservazioni derivanti dalle esperienze maturate dalle Autorità di Regolazione locale e dai gestori del S.I.I. dell Emilia Romagna

Spunti e osservazioni derivanti dalle esperienze maturate dalle Autorità di Regolazione locale e dai gestori del S.I.I. dell Emilia Romagna Le proposte di A.E.E.G.S.I. sulle tariffe di fognatura e depurazione dei reflui industriali autorizzati in fognatura. Il punto di vista di A.T.E.R.S.I.R. Spunti e osservazioni derivanti dalle esperienze

Dettagli

S C H E D A P R O G E T T O. Fabbisogno formativo espresso dall Ente Sardo Acquedotti e Fognature (ESAF)

S C H E D A P R O G E T T O. Fabbisogno formativo espresso dall Ente Sardo Acquedotti e Fognature (ESAF) S C H E D A P R O G E T T O Fabbisogno formativo espresso dall Ente Sardo Acquedotti e Fognature (ESAF) ASSE: I DESCRIZIONE: RISORSE NATURALI AREA: AMBIENTE POLICY FIELD: D MISURA: 1.8 Formazione per le

Dettagli

Centro LaboratoRI SpA - Grottarossa. FUNZIONE COSTRUZIONE E REALIZZAZIONE U.O. Costruzioni Idriche. www.aceaspa.it

Centro LaboratoRI SpA - Grottarossa. FUNZIONE COSTRUZIONE E REALIZZAZIONE U.O. Costruzioni Idriche. www.aceaspa.it LaboratoRI SpA è la società del Gruppo Acea che opera nei servizi di laboratorio, ricerca e consulenza, ingegneria, legate alle tematiche ambientali e all intero ciclo dell acqua. Nel campo dell ingegneria,

Dettagli

Le previsioni del progetto generale delle fognature di Cividale del Friuli

Le previsioni del progetto generale delle fognature di Cividale del Friuli Relazione idraulica Premesse Il progetto generale delle fognature comunali non è conforme allo standard progettuale del gestore Acquedotto Poiana spa. Ciononostante abbiamo ritenuto indispensabile intervenire

Dettagli

REGIONE LAZIO IL GARANTE DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO RAPPORTO SEMESTRALE SULLA GESTIONE DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO NELLA REGIONE LAZIO

REGIONE LAZIO IL GARANTE DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO RAPPORTO SEMESTRALE SULLA GESTIONE DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO NELLA REGIONE LAZIO REGIONE LAZIO IL GARANTE DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO RAPPORTO SEMESTRALE SULLA GESTIONE DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO NELLA REGIONE LAZIO LUGLIO DICEMBRE 2002 ------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

DM 1179/2004 - FINANZIAMENTO DI OPERE IDRICHE NELLE AREE SOTTOUTILIZZATE RIEPILOGO STATO DI ATTUAZIONE INTERVENTI AL 31.12.2011

DM 1179/2004 - FINANZIAMENTO DI OPERE IDRICHE NELLE AREE SOTTOUTILIZZATE RIEPILOGO STATO DI ATTUAZIONE INTERVENTI AL 31.12.2011 DM 1179/2004 - DI OPERE IDRICHE NELLE AREE SOTTOUTILIZZATE INTERVENTI CON LAVORI ULTIMATI E COLLAUDATI PER I QUALI E' STATO EMESSO IL DECRETO DI CHIUSURA DI 1 BASILICATA BAS/AC/01 Costruzione acquedotti

Dettagli

QUESTIONARIO PER L AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO IN RETE FOGNARIA DI ACQUE REFLUE INDUSTRIALI

QUESTIONARIO PER L AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO IN RETE FOGNARIA DI ACQUE REFLUE INDUSTRIALI 1. NOTIZIE GENERALI SULL INSEDIAMENTO Ditta Insediamento sito in. via Titolare dell attività codice ISTAT Numero addetti. Impiegati. Operai.. Insediamento in : corpo di fabbrica isolato stabile con altre

Dettagli

DETERMINAZIONE NUMERO: 115 DEL 31.05.2010

DETERMINAZIONE NUMERO: 115 DEL 31.05.2010 DETERMINAZIONE NUMERO: 115 DEL 31.05.2010 OGGETTO: Valutazione tecnico amministrativa del Progetto definitivo relativo ai Lavori di rifacimento del collettore fognario principale lungo la Roggia Molinara

Dettagli

La redazione del piano d ambito Casi ed esperienze pratiche. Area Pianificazione e Controllo - Autorità Idrica Toscana Pisa -Venerdì 24 Aprile 2015

La redazione del piano d ambito Casi ed esperienze pratiche. Area Pianificazione e Controllo - Autorità Idrica Toscana Pisa -Venerdì 24 Aprile 2015 La redazione del piano d ambito Casi ed esperienze pratiche Area Pianificazione e Controllo - Autorità Idrica Toscana Pisa -Venerdì 24 Aprile 2015 Indice Premessa Il Piano di Ambito Attività propedeutiche

Dettagli

Sede Legale: Sede Operativa:

Sede Legale: Sede Operativa: Cap. Soc. 1.702.000,00 i.v. P.IVA / C.F. 02660800042 R.E.A. C.C.I.A.A. Cuneo n. 226156 Sede Legale: Piazza Dompè, 3 12045 Fossano Tel. 0172.60433 - Fax 0172.637002 Sede Operativa: Via Carello, 5-12038

Dettagli

Piano d'ambito Piano finanziario e sviluppo tariffario 11 PIANO FINANZIARIO E SVILUPPO TARIFFARIO...2

Piano d'ambito Piano finanziario e sviluppo tariffario 11 PIANO FINANZIARIO E SVILUPPO TARIFFARIO...2 INDICE 11 PIANO FINANZIARIO E SVILUPPO TARIFFARIO...2 11.1 PREMESSA... 2 11.2 IL METODO NORMALIZZATO PER IL CALCOLO DELLA TARIFFA DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO... 3 11.1.1 Il sistema tariffario precedente

Dettagli

Claudio Boldori Responsabile Segreteria Tecnica A.ATO Provincia di Cremona NORMATIVA SULLE ACQUE

Claudio Boldori Responsabile Segreteria Tecnica A.ATO Provincia di Cremona NORMATIVA SULLE ACQUE Claudio Boldori Responsabile Segreteria Tecnica A.ATO Provincia di Cremona NORMATIVA SULLE ACQUE Evoluzione della normativa sulle acque in Italia RIFERIMENTO NORMATIVO APPROCCIO ALLA TUTELA L. 319/76 Limiti

Dettagli

REGOLAMENTO PER I SERVIZI DI FOGNATURA, COLLETTAMENTO E DEPURAZIONE DELLE ACQUE REFLUE URBANE

REGOLAMENTO PER I SERVIZI DI FOGNATURA, COLLETTAMENTO E DEPURAZIONE DELLE ACQUE REFLUE URBANE REGOLAMENTO PER I SERVIZI DI FOGNATURA, COLLETTAMENTO E DEPURAZIONE DELLE ACQUE REFLUE URBANE Testo definitivo approvato dalla conferenza dell A.ATO di con deliberazione numero 65.08 del 21/09/2010 INDICE

Dettagli

RELAZIONE TECNICA IDRAULICA

RELAZIONE TECNICA IDRAULICA PIANO URBANISTICO ESECUTIVO DI INIZIATIVA PRIVATA per insediamento produttivo di nuovo impianto ad uso artigianale, produttivo e commerciale in Comune di Comacchio Loc. San Giuseppe S.S. 309 Romea Spett.le

Dettagli

Il sottoscritto. Nato a il..residente a.. Via.. N.. in qualità di Legale rappresentante della Società..:. Gestore del servizio idrico integrato CHIEDE

Il sottoscritto. Nato a il..residente a.. Via.. N.. in qualità di Legale rappresentante della Società..:. Gestore del servizio idrico integrato CHIEDE Domanda autorizzazione scarichi urbani D.Lgs. 152/06 Marca da Bollo Al Dirigente del Settore Ambiente della Provincia di Frosinone Via Brighindi 03100 F R O S I N O N E Il sottoscritto. Nato a il..residente

Dettagli

Variazione delle opere fognarie interne già allacciate alla rete fognaria. .Sottoscritt.. nato a... il. residente/ con sede a... Via.. n..

Variazione delle opere fognarie interne già allacciate alla rete fognaria. .Sottoscritt.. nato a... il. residente/ con sede a... Via.. n.. DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE ALL'ALLACCIAMENTO ED AMMISSIONE AL SERVIZIO DI FOGNATURA E DEPURAZIONE PER SCARICO DI ACQUE REFLUE DOMESTICHE NELLA RETE FOGNARIA PROVENIENTI DA UN INSEDIAMENTO RESIDENZIALE (La

Dettagli

Libretto di informazioni Per realizzare l allacciamento alla pubblica fognatura. Scarichi Acque Reflue Domestiche

Libretto di informazioni Per realizzare l allacciamento alla pubblica fognatura. Scarichi Acque Reflue Domestiche Libretto di informazioni Per realizzare l allacciamento alla pubblica fognatura Scarichi Acque Reflue Domestiche 1- Informazioni per le opere di allacciamento alla pubblica fognatura 2- Procedura Edifici

Dettagli

Il sottoscritto.., nato a. il, residente a... Via/Piazza.. n., Telefono:., Telefax:., Codice Fiscale:...,

Il sottoscritto.., nato a. il, residente a... Via/Piazza.. n., Telefono:., Telefax:., Codice Fiscale:..., Riservato ad AMSC S.p.A. Marca da Bollo 14,62 Al Presidente del CONSORZIO PROVINCIALE PER LA TUTELA E LA SALVAGUARDIA DELLE ACQUE DEL LAGO DI VARESE E LAGO DI COMABBIO Piazza Libertà n 1 21100 VARESE Tramite

Dettagli

Provvedimenti 2008 di avvicinamento IAS

Provvedimenti 2008 di avvicinamento IAS Immobilizzazioni materiali Codice civile e PC nazionali Art. 2426 C.C. Immobilizzazioni Immateriali Materiali Finanziarie Circolante Scorte Crediti Attività finanziarie Liquidità valutazione Costo storico

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO. Intercomunale XXXXXXXXXXXX Comune capofila XXXXXXXXXXXXXXXXXXX FIA. Elenco acquedotti intercomunali

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO. Intercomunale XXXXXXXXXXXX Comune capofila XXXXXXXXXXXXXXXXXXX FIA. Elenco acquedotti intercomunali PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Intercomunale XXXXXXXXXXXX Comune capofila XXXXXXXXXXXXXXXXXXX FIA FASCICOLO INTEGRATO DI ACQUEDOTTO PIANO DI ADEGUAMENTO DELL UTILIZZAZIONE (PAU) 1 Elenco acquedotti intercomunali

Dettagli

5.1 Strategia. - una congrua qualità del servizio offerto ai clienti e ai cittadini, grazie alle "leve" investimenti e organizzazione;

5.1 Strategia. - una congrua qualità del servizio offerto ai clienti e ai cittadini, grazie alle leve investimenti e organizzazione; 5.1 Strategia Il piano economico-finanziario è la traduzione in termini monetari di scelte gestionali di varia natura (tecniche, organizzative, ecc.), ma non per questo esso è privo di propri indirizzi

Dettagli

Domanda di autorizzazione all'allacciamento e allo scarico di acque reflue domestiche nella rete fognaria

Domanda di autorizzazione all'allacciamento e allo scarico di acque reflue domestiche nella rete fognaria DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE ALL'ALLACCIAMENTO ED AMMISSIONE AL SERVIZIO DI FOGNATURA E DEPURAZIONE PER SCARICO DI ACQUE REFLUE DOMESTICHE NELLA RETE FOGNARIA PROVENIENTI DA UN INSEDIAMENTO RESIDENZIALE (La

Dettagli

SCHEDA - TIPO DEI PROGETTI

SCHEDA - TIPO DEI PROGETTI Sezione 1 - Informazioni generali 1.0 Codici d'identificazione del progetto 2 4 1 0 5 F 0 1 1.1 Denominazione del progetto Completamento collettore principale del sistema fognario consortile Astico. 1.2

Dettagli

Idrico. Le molte opere sbloccate dalla Legge Obiettivo

Idrico. Le molte opere sbloccate dalla Legge Obiettivo Idrico Le molte opere sbloccate dalla Legge Obiettivo La Basilicata è il principale serbatoio d acqua del sud, ma soprattutto è la grande protagonista del rilancio delle infrastrutture idriche che sta

Dettagli

Comuni dell Acquedotto Langhe Sud Occidentali S.p.A. TARIFFARIO. (Allegato al Regolamento del Servizio idrico Integrato) Rev.

Comuni dell Acquedotto Langhe Sud Occidentali S.p.A. TARIFFARIO. (Allegato al Regolamento del Servizio idrico Integrato) Rev. Comuni dell Acquedotto Langhe Sud Occidentali S.p.A. TARIFFARIO (Allegato al Regolamento del Servizio idrico Integrato) Rev. 02 del 20/09/2013 In vigore dal 01/10/2013 Tabella spese di istruttoria... pg.

Dettagli

LA RISTRUTTURAZIONE DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO: UN ANALISI PER LA PUGLIA. Maria Antonietta De Martinis

LA RISTRUTTURAZIONE DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO: UN ANALISI PER LA PUGLIA. Maria Antonietta De Martinis Dipartimento di Scienze Economiche, Matematiche e Statistiche Università degli Studi di Foggia LA RISTRUTTURAZIONE DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO: UN ANALISI PER LA PUGLIA Maria Antonietta De Martinis Quaderno

Dettagli

ELEMENTI DI PRECISAZIONE

ELEMENTI DI PRECISAZIONE ELEMENTI DI PRECISAZIONE LA NATURA DELLA PROBLEMATICA INERENTE IL COLLETTORE NERO DI ACERRA Particolare rilevanza rivestono gli interventi sul Collettore Emissario dell Area Industriale di Acerra (cd.

Dettagli

Le richieste di accesso al sistema di agevolazione tariffaria potranno essere effettuate a partire dall 11 aprile e fino al 31 luglio.

Le richieste di accesso al sistema di agevolazione tariffaria potranno essere effettuate a partire dall 11 aprile e fino al 31 luglio. PROVINCIA DI ROMA Assessorato alle Politiche dei Trasporti e della Mobilità Dipartimento VI Governo del Territorio e della Mobilità Servizio 3 Pianificazione dei sistemi di mobilità e trasporto pubblico

Dettagli

Piano degli Investimenti 2009-2011

Piano degli Investimenti 2009-2011 Piano degli Investimenti 2009-2011 COFINANZIAMENTI E FINANZIAMENTI PUBBLICI IN CORSO n. elaborato: file: data: A8 COP A8 P_inv09 1 settembre 2009 approvato dalla Conferenza dei Sindaci con Delibera 5/09

Dettagli

Interventi preliminari e rilevamento delle condizioni di condotte fognarie già operative DIAGNOSTICA

Interventi preliminari e rilevamento delle condizioni di condotte fognarie già operative DIAGNOSTICA Interventi preliminari e rilevamento delle condizioni di condotte fognarie già operative Questi interventi hanno lo scopo di predisporre un adeguata preparazione delle condotte perché si realizzino le

Dettagli

CONTABILITA GENERALE

CONTABILITA GENERALE CONTABILITA GENERALE 8 II) SCRITTURE DI GESTIONE G) Relative alle immobilizzazioni E sopravvenienze e insussistenze 20 novembre 2010 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità generale

Dettagli

PROGRAMMA DEGLI INTERVENTI 2014-2017

PROGRAMMA DEGLI INTERVENTI 2014-2017 PROGRAMMA DEGLI INTERVENTI 2014-2017 CRITICITA' DI APPROVVIGIONAMENTO IDRICO n. elaborato: file: 3.1 Relazione data: agg.: marzo 2014 Acea Ato 2 S.p.A. PROGRAMMA DEGLI INTERVENTI 3 Criticità di approvvigionamento

Dettagli

OPERE DI URBANIZZAZIONE FOGNARIA NELL AMBITO DI INTERVENTI DI ESPANSIONE URBANISTICA

OPERE DI URBANIZZAZIONE FOGNARIA NELL AMBITO DI INTERVENTI DI ESPANSIONE URBANISTICA Comune di Faenza Sportello Unico per le Attività produttive 7 Incontro Tecnico - 23 Giugno 2005 OPERE DI URBANIZZAZIONE FOGNARIA NELL AMBITO DI INTERVENTI DI ESPANSIONE URBANISTICA ing. Michele Lotito

Dettagli

GLI SCHEMI DI BILANCIO Il conto economico

GLI SCHEMI DI BILANCIO Il conto economico GLI SCHEMI DI BILANCIO Il conto economico La riclassificazione gestionale del C.E. Struttura e forma del C.E. secondo il codice civile ed il principio contabile n.12 Università degli Studi Bari " Aldo

Dettagli

ALLACCIO ALLA FOGNATURA ESECUZIONE UTENTE

ALLACCIO ALLA FOGNATURA ESECUZIONE UTENTE Presentazione del progetto ALLACCIO ALLA FOGNATURA ESECUZIONE UTENTE Contestualmente alla domanda il richiedente è tenuto a presentare in DUPLICE copia e su supporto informatico la seguente documentazione,

Dettagli

Procedure per gli allacci Fognari e Idrici

Procedure per gli allacci Fognari e Idrici Procedure per gli allacci Fognari e Idrici luglio 2009 STO AATO2 Roma dell Autorità dell Ambito Territoriale Ottimale 2 c/o Provincia di Roma via C. Pascarella, 31-00153 Roma tel. 06-5852271 fax. 06-58522724

Dettagli

8. MODELLO GESTIONALE E PIANO ECONOMICO FINAN- ZIARIO

8. MODELLO GESTIONALE E PIANO ECONOMICO FINAN- ZIARIO Capitolo 8 Modello gestionale e Piano economico finanziario Luglio 2005 8. MODELLO GESTIONALE E PIANO ECONOMICO FINAN- ZIARIO 8.1 MODELLO GESTIONALE Si riporta di seguito il modello organizzativo gestionale

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTENZA DEI SERVIZI DI FOGNATURA E DI DEPURAZIONE

REGOLAMENTO PER L UTENZA DEI SERVIZI DI FOGNATURA E DI DEPURAZIONE REGOLAMENTO PER L UTENZA DEI SERVIZI DI FOGNATURA E DI DEPURAZIONE (APPROVATO DALL ASSEMBLEA CONSORZIALE CON ATTO N. 34 DEL 12/07/1987) 1 TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI ART. 1 - OGGETTO DEL REGOLAMENTO

Dettagli

- PROGETTAZIONE - DIREZIONE LAVORI - COORDINAMENTO DELLA SICUREZZA - CONSULENZA TECNICO-ECONOMICA

- PROGETTAZIONE - DIREZIONE LAVORI - COORDINAMENTO DELLA SICUREZZA - CONSULENZA TECNICO-ECONOMICA SERVIZI DI INGEGNERIA NEL SETTORE DELL IDRAULICA URBANA (ACQUEDOTTI, FOGNATURE, IMPIANTI DI DEPURAZIONE), DELLE SISTEMAZIONI FLUVIALI E DELL ASSETTO IDROGEOLOGICO - PROGETTAZIONE - DIREZIONE LAVORI - COORDINAMENTO

Dettagli

ALLEGATO A1: DISCIPLINARE TECNICO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DELLE ACQUE METEORICHE E DI DILAVAMENTO

ALLEGATO A1: DISCIPLINARE TECNICO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DELLE ACQUE METEORICHE E DI DILAVAMENTO PARTE A: Ricognizione delle infrastrutture ALLEGATO A1: DISCIPLINARE TECNICO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DELLE ACQUE METEORICHE E DI DILAVAMENTO ALLEGATO DISCIPLINARE TECNICO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO

Dettagli

Schema di stato patrimoniale. Analisi dei contenuti dello stato patrimoniale. Stato patrimoniale - ATTIVO. Stato patrimoniale - ATTIVO

Schema di stato patrimoniale. Analisi dei contenuti dello stato patrimoniale. Stato patrimoniale - ATTIVO. Stato patrimoniale - ATTIVO Analisi dei contenuti dello stato patrimoniale analisi bilancio 1 Schema di stato patrimoniale ATTIVO PASSIVO A) Crediti verso soci A) Patrimonio netto B) Immobilizzazioni B) Fondi per rischi e oneri C)

Dettagli

1 ANNOTAZIONI GENERALI

1 ANNOTAZIONI GENERALI Allegato 2 Indicazione esplicativa dei dati e delle informazioni ai fini della regolazione della qualità commerciale e dell indagine conoscitiva sull efficienza del servizio idrico integrato Indice 1 Annotazioni

Dettagli

INDICE Premesse Capitolo 1 Inquadramento territoriale Capitolo 2 Stato di fatto dei Servizi Idrici

INDICE Premesse Capitolo 1 Inquadramento territoriale Capitolo 2 Stato di fatto dei Servizi Idrici INDICE Premesse Capitolo 1 Inquadramento territoriale 1. 1 Generalità... Pag. 31 1. 2 Caratterizzazione urbanistica. Pag. 32 1. 3 Caratterizzazione idrografica.. Pag. 42 1. 4 Caratterizzazione morfologica

Dettagli

La tematica dell intervento del capitale

La tematica dell intervento del capitale A&T 41 Il project financing nel settore idrico A cura di Francesco Saverio Coppola, Alessandro Panaro Associazione Studi e Ricerche per il Mezzogiorno La tematica dell intervento del capitale privato nelle

Dettagli