Esame di Stato a.s. 2012/2013

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Esame di Stato a.s. 2012/2013"

Transcript

1 LICEO SCIENTIFICO STATALE B. ROSETTI San Benedetto del Tronto Esame di Stato a.s. 0/0 DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (elaborato ed approvato dal Consiglio di Classe) (art comma D:P:R: n.) PERCORSO FORMATIVO COMPLESSIVO DELLA CLASSE ^Bi INDIRIZZO DI STUDI: Piano Nazionale Informatica NUMERO TOTALE ALUNNI : ELENCO DEI DOCENTI CHE COMPONGONO IL CONSIGLIO DI CLASSE DOCENTI DEL CONSIGLIO DISCIPLINA FIRMA Italiano- Latino Inglese Storia e Filosofia Matematica Fisica Scienze Disegno Storia dell arte Educazione fis. F.M. Religione Paoletti Adriana Valori Serenella Giammarini Mariella Acciarri Rita D Agostino Deana Girardo Anna Maria Anastasi Mara Romano Vincenzo Del Balzi M.Luisa IL DIRIGENTE SCOLASTICO Prof.ssa SILVIA FAZZINI

2

3 . ANALISI DELLA SITUAZIONE.. Indirizzo di studi La classe è stata inserita nella sperimentazione P.N.I. che prevede l introduzione di elementi di Informatica nell ambito dell insegnamento della Matematica a partire dal primo anno e l anticipazione dell insegnamento della Fisica nel biennio, permettendo un approccio sperimentale... Evoluzione della classe La classe è composta da studenti, di cui 8 femmine e maschi. Di seguito si riporta lo schema dei promossi a giugno del triennio: Classe Iscritti Ritirati Ammessi a giugno Non ammessi III Liceo / 9 / IV Liceo / 9 / V Liceo / Dall inizio del triennio ad oggi la classe ha mantenuto inalterata la sua consistenza numerica. Il percorso, caratterizzato nel triennio da continuità didattica in quasi tutte le materie, ha seguito un evoluzione positiva evidente soprattutto nei primi due anni, in cui si sono distinti alcuni studenti per valutazioni ottime in più discipline. Nel corso del corrente anno scolastico la classe ha fatto registrare un rallentamento del ritmo di studio in alcune discipline e fasi di stanchezza. La prospettiva dell esame, unita alla problematicità della scelta universitaria, ha reso difficoltoso il percorso, soprattutto nel secondo quadrimestre, in relazione con i test d ingresso universitari, che hanno assorbito diverse energie. Nell ultimo periodo gli studenti hanno riacquistato interesse e vivacità.. OBIETTIVI. a) Obiettivi comportamentali raggiunti. Nel corso degli anni la classe ha progressivamente raggiunto un discreto livello di coesione sotto il profilo interpersonale. Il comportamento tenuto a scuola e in ambito extrascolastico è stato nel complesso corretto e responsabile, come anche dimostrato nel corso del viaggio d istruzione e in altre occasioni fuori sede. Gli studenti hanno mostrato in diverse discipline durante le lezioni una partecipazione attiva e vivace.. b) Obiettivi cognitivi raggiunti. La quasi totalità della classe dimostra di aver raggiunto un più che discreto grado di acquisizione delle conoscenze/competenze per quanto riguarda le discipline umanistiche che per quelle scientifico-matematiche. All interno della classe si distinguono alcuni studenti che hanno raggiunto in diverse discipline livelli buoni e, in qualche caso, ottimi/eccellenti e hanno maturato capacità analitiche e di sintesi, che hanno consentito loro di rielaborare in modo complessivamente omogeneo, autonomo e articolato i contenuti appresi. Una gran parte degli alunni si attesta su un livello discreto in più materie; alcuni palesano conoscenze e competenze non sicure in alcune discipline, unitamente a un metodo di studio talvolta inefficace.. METODI E STRUMENTI. Metodi. Ai fini di un più sicuro e stabile raggiungimento degli obiettivi di cui al punto del presente Documento, i contenuti sono stati proposti dai docenti mediante le seguenti linee metodologiche: ) Lezione frontale con spiegazioni relative a termini base e concetti-chiave dell argomento; ) Lezione interattiva mirante all attivazione di un atteggiamento euristico attraverso domande stimolo per attivare la discussione, sviluppare il tema, operare confronti, stabilire nessi e relazioni, approfondire la comprensione, ricapitolare a mezzo di parole-chiave o mappe concettuali, promuovere l apporto di sorvegliate posizioni critiche individuali; ) Attività di recupero curricolare ed extracurricolare... Strumenti

4 Libri testo di Lavagna/ lavagna luminosa Fotocopie Libri biblioteca Giornali e riviste Calcolatrice Appunti/ Appunt i on line Audiovisivi, computer, videoproiettore, LIM RELIGIONE ITALIANO LATINO INGLESE STORIA FILOSOFIA MATEMATICA FISICA SCIENZE DIS. E STORIA DELL ARTE ED.FISICA. VERIFICHE E VALUTAZIONE Le prove di verifica sono state volte all accertamento, attraverso procedure di diverso genere, degli obiettivi generali e specifici. Elementi di valutazione sono stati: ampiezza e articolazione delle conoscenze, autonomia applicativo-procedurale delle medesime, capacità di rielaborazione delle medesime, capacità espressive. Sono stati utilizzati i seguenti strumenti di verifica: - verifiche scritte: due o tre per quadrimestre (relazioni, trattazioni brevi, quesiti a risposta aperta, articoli, saggi brevi, risoluzione di problemi, test vero/falso o a risposta multipla, prove oggettive di diversa tipologia, testi referenziali, descrittivi, argomentativi); - verifiche orali (di cui una sostituibile da prova scritta strutturata /semistrutturata): sono stati presi in considerazione interrogazioni di tipo tradizionale, interventi spontanei, esercizi individuali, relazioni su materiali strutturati, presentazioni multimediali - simulazione della Terza prova d Esame; - questionari a risposta multipla e/o aperta I criteri di valutazione e di corrispondenza tra voto e livello di conoscenza, competenza e capacità sono quelli stabiliti nei vari Dipartimenti Disciplinari e riportati nelle diverse griglie di valutazione allegate al presente Documento.. ATTIVITA EXTRACURRICULARI Si elencano le attività extracurricolari realizzate per il raggiungimento degli obiettivi sia di tipo cognitivo che motivazionale: viaggio d istruzione a Vienna-Praga; partecipazione alla visita guidata presso la INIM ELECTRONICS s.r.l. partecipazione all orientamento universitario in sede e fuori sede (Roma,Tor Vergata; Urbino); simulazione test accesso università Ingegneria e Architettura (Alpha Test); partecipazione (volontaria e individuale) alle Olimpiadi della Matematica ; partecipazione (volontaria e individuale) a: incontro con il prof. G.De Luna dal titolo Democrazia e religione civile; convegno La percezione del dolore e il valore della persona nella storia della medicina, nel pensiero filosofico e nelle religioni; partecipazione (volontaria e individuale) ai corsi extra-curricolari di storia della matematica Da Ishango a Newton; di fisica in lingua inglese; di approfondimento sul Novecento (letteratura); partecipazione (volontaria e individuale) al Progetto People World Project ; IDEI: moduli pomeridiani di Matematica;

5 6. ALLEGATI Si allegano al presente documento Percorsi formativi delle singole discipline; prova scritta multidisciplinare (simulazione) effettuata in data 0 aprile 0: - Materie coinvolte: filosofia inglese fisica scienze storia dell arte; - Numero complessivo quesiti: 0; - Tempo complessivo impiegato: h., Griglie di valutazione della prima, seconda e terza prova scritta. PERCORSO FORMATIVO DI ITALIANO Una partecipazione attiva e vivace ha caratterizzato il percorso formativo della classe nell arco del triennio. L iter disciplinare è stato progettato e realizzato con taglio di tipo modulare (modulo storicoletterario, modulo-autore, modulo-opera), privilegiando Autori e, soprattutto, testi particolarmente adatti per riflessioni su tematiche vicine alla sensibilità degli studenti e alle inquietudini dell attualità. L approccio metodologico è passato attraverso indicazioni biografiche degli Autori selezionati, al fine di rintracciare alcuni elementi utili alla comprensione della Weltanschauung, metterli in relazione con il contesto storico-culturale e, soprattutto, trarne spunto di riflessione e confronto con le proprie esperienze. La componente biografica, seppure molto sintetica, ha costituito il trait d union tra passato e presente, tra autore e lettore, per operare una lettura della tradizione letteraria attraverso gli elementi più umani. Si è cercato di passare dalla centralità del testo, attraverso l analisi, alla centralità del soggetto-lettore. Il taglio operato su testi e Autori è stato inevitabile, dati gli interessi mediamente più scientifici della classe e la difficoltà ad organizzare lo studio di tutte le discipline. Solitamente nella scansione degli argomenti è stato seguito il manuale in adozione; in alcuni casi sono stati utilizzati integrazioni o quadri sintetici (e/o schemi). I testi degli Autori, indicati nel programma, sono stati perlopiù analizzati seguendo le linee interpretative del manuale, oppure ne è stata fatta una lettura ai fini di una comprensione complessiva, come indicato entro parentesi nei Contenuti disciplinari sviluppati. Il percorso sulla Divina Commedia è stato concentrato su alcuni nuclei concettuali. Dopo il maggio si lavorerà su testi di autori del Novecento. Particolare spazio è stato dato alla riflessione metacognitiva. Contenuti disciplinari sviluppati A - Modulo storico-letterario: l età del Romanticismo [rec.](h.) Aspetti generali del Romanticismo europeo: i temi, l eroe romantico, l intellettuale, la concezione dell arte e della letteratura. Il romanzo: sviluppo del genere dall antichità al Romanticismo (breve excursus). Il movimento romantico in Italia: la polemica con i classicisti; la poetica dei Romantici italiani B Modulo autore: Giacomo Leopardi (h.) Biografia e opere. L evoluzione del pensiero filosofico. La poetica del vago e indefinito e della rimembranza. Gli Idilli. Le Operette morali e l arido vero. Una nuova poetica: la poesiapensiero. I grandi idilli del 8-0. Il ciclo di Aspasia. Il messaggio conclusivo della Ginestra: posizioni critiche del Binni e del Gioanola. Testi: -Dallo Zibaldone: La teoria del piacere; Il vago, l indefinito e le rimembranze della fanciullezza; L antico; Indefinito e infinito; Il vero è brutto; Teoria della visione; Parole poetiche; Ricordanza e poesia; Teoria del suono; La doppia visione; La rimembranza; -6: ritratto della madre (in fotocopia) -Dai Canti: L infinito; La sera del dì di festa; Ultimo canto di Saffo (comprensione complessiva); A Silvia; La quiete dopo la tempesta; Il sabato del villaggio; Canto notturno di un pastore errante dell Asia; A se stesso; La ginestra, o il fiore del deserto (parafrasi puntuale e analisi della prima strofe e dei versi finali 97-7)

6 -Dalle Operette morali: Dialogo della Natura e di un Islandese; Cantico del gallo silvestre; Dialogo di Tristano e di un amico. B-Modulo autore: Alessandro Manzoni (h.0) Biografia e opere. La formazione morale e culturale. Dopo la conversione: la concezione della storia e della letteratura. La lirica patriottica e civile. Le tragedie. La Lettre à M.Chauvet. I promessi sposi: il genere del romanzo e la scelta del romanzo storico; l espediente del manoscritto; narratore e narratario; il quadro polemico del Seicento; l ideale manzoniano di società; liberalismo e cristianesimo; il percorso di formazione di Renzo e Lucia; il sugo della storia e il rifiuto dell idillio; la concezione manzoniana della Provvidenza; l ironia manzoniana. Il problema della lingua (sintesi). Testi: -dalla Lettera sul Romanticismo: L utile, il vero, l interessante (solo alcuni passaggi) -dalle Odi: Il cinque maggio; -dall Adelchi, Morte di Ermengarda (Coro dell Atto IV); -da I promessi sposi: analisi dell Introduzione; cap. XXI: analisi del dialogo tra l Innominato e Lucia (maschile-femminile; il tema della sessualità); cap.xxiii: analisi passo del dialogo tra il Cardinal Borromeo e Don Abbondio; analisi passo cap. XXXIV (la madre di Cecilia); ultima pagina del romanzo. Schema dei personaggi di Franco Fido. A-Modulo storico-letterario: l età postunitaria: realismo, naturalismo, verismo. La Scapigliatura (h. ) -Sintetico quadro storico-culturale. Il realismo come tendenza e come movimento. Esempi di romanzi realisti in Europa: Flaubert (la tecnica dell impersonalità) e Dostoevskij (i labirinti della coscienza). Confronto tra diversi realismi. Il Naturalismo francese. Peculiarità del Verismo e rapporti col Naturalismo. La Scapigliatura. L intellettuale e la società. Testi: -G.Flaubert, da Madame Bovary, I sogni romantici di Emma; parte I, cap.viii: la corsa in carrozza e parte III, cap.i: descrizione della sala (in fotoc.) -E. e J. De Goncourt, Un manifesto del Naturalismo (Prefazione a Germinie Lacerteux) -E.Zola, Lo scrittore come «operaio» del progresso sociale (da Il romanzo sperimentale, Prefazione); incipit di Germinale -C.E.Gadda, dal cap.viii di Quer pasticciaccio de via Merulana: Il caos oltraggioso del reale barocco (in fotoc.); C Modulo opera: I Malavoglia di Giovanni Verga (h.6) - Sintetiche indicazioni biografiche. Le opere principali. Lo svolgimento dell opera verghiana: il periodo preverista; la svolta verista; il Ciclo dei Vinti e I Malavoglia. La tecnica narrativa di Verga: regressione e straniamento (Luperini). L ideologia verghiana. Il sistema dei personaggi, la struttura dell intreccio, il piano tematico, il tempo e lo spazio nei Malavoglia. Mastro don Gesualdo e il significato allegorico. Verismo di Verga e naturalismo di Zola. Confronto Verga-Silone (Fontamara) Testi: -da Eva: Arte, Banche e Imprese industriali (Prefazione); -da Vita dei campi: Rosso Malpelo; La Lupa; -da una lettera a Capuana del marzo 879: Sanità rusticana e malattia cittadina; -da L amante di Gramigna: Impersonalità e regressione (Prefazione); -dai Malavoglia: Prefazione; Il mondo arcaico e l irruzione della storia (cap.i: righe -7); La conclusione del romanzo: l addio al mondo pre-moderno; -da Novelle rusticane: La roba; -da Mastro-don Gesualdo: La morte di Mastro-don Gesualdo. A- Modulo storico-letterario: il Decadentismo e la crisi della ragione (h.) -Indicazioni sintetiche delle coordinate storiche. Decadentismo come movimento e come fenomeno culturale (Luperini). Visione del mondo, poetica, temi, miti, modelli decadenti. I fiori del male di Baudelaire: titolo, temi, messaggio. Il Simbolismo. Il romanzo decadente. L estetismo come atteggiamento dell epoca. Il dandy in Europa e in Italia. Testi: -Baudelaire, da I fiori del male: Corrispondenze; L albatros; Il cigno (vv.8-); Spleen -A.Rimbaud, Vocali; Lettera del veggente (qualche passo, in fotocopia) 6

7 -P.Verlaine, Arte poetica; Languore -J.K. Huysmans, da Controcorrente, La realtà sostitutiva (righe 9-8) -O.Wilde, da Il ritratto di Dorian Gray, I principi dell estetismo; Un maestro di edonismo B - Modulo autore: D Annunzio e Pascoli a confronto (h.) -Biografia e opere di D Annunzio. I romanzi: dall estetismo al superomismo. Il piacere. I romanzi del superuomo : trame. Le Laudi: Alcyone. La poetica di Alcyone. Testi: -da Il piacere: Premessa a Francesco Paolo Michetti (in fotocopia); Un ritratto allo specchio: Andrea Sperelli ed Elena Muti; Una fantasia in bianco maggiore; L explicit (in fotocopia) -da Alcyone: La pioggia nel pineto; Meriggio -Indicazioni biografiche di Pascoli. La visione del mondo. La poetica. Temi ricorrenti. Le soluzioni formali. Le maggiori raccolte poetiche: Myricae e Canti di Castelvecchio; i Poemetti. Il superuomo e il fanciullino : due miti a confronto. Testi: -da Il fanciullino: Una poetica decadente; -da Myricae: Tuono (in fotocopia); Lampo (in fotocopia); Temporale (in fotocopia); Novembre; X Agosto (comprensione complessiva); L assiuolo; La felicità (in fotocopia); -da Canti di Castelvecchio: Il gelsomino notturno; -da Poemetti: Digitale purpurea (comprensione complessiva); La siepe (I^ parte; in fotocopia); A Modulo storico-letterario: il primo Novecento: la poesia crepuscolare e le avanguardie storiche (h.) -Coordinate storiche e culturali del Futurismo e delle avanguardie storiche. I Crepuscolari. Rapporto intellettuale-società. Testi: -T. Marinetti, Manifesto del Futurismo; Manifesto tecnico della letteratura futurista; da Zang tumb tumb: Bombardamento (lettura); -T. Tzara, Manifesto del Dadaismo; -A.Breton, Manifesto del surrealismo (da riga 9) -G.Gozzano, Totò Merumeni; -A.Palazzeschi, E lasciatemi divertire B Modulo autore: Luigi Pirandello e Italo Svevo a confronto (h.0)* - Indicazioni sul romanzo europeo del primo Novecento. Biografia e opere di Pirandello. La visione del mondo e la poetica dell umorismo. I romanzi: l Esclusa, Il fu Mattia Pascal e Uno, nessuno, centomila. Il teatro: dal grottesco ai miti. Zoom: Il fu Mattia Pascal; Sei personaggi in cerca d autore. Le Novelle per un anno: struttura e caratteristiche dell opera. -Indicazioni biografiche e opere di Svevo. Cultura e poetica di Svevo. Caratteri dei romanzi sveviani: Una vita e Senilità. La coscienza di Zeno. Svevo e la psicanalisi Testi di Pirandello: -da L umorismo: Un arte che scompone il reale (da riga 6) -da Novelle per un anno: La patente (on line), Il treno ha fischiato, La trappola, Ciaula scopre la luna, Il figlio cambiato (on line), Pensaci, Giacomino (on line), Pallottoline (on line), La carriola (on line), C è qualcuno che ride, La signora Frola e il signor Ponza, suo genero (on line); -da Il fu Mattia Pascal: analisi della Premessa e della Premessa (seconda) filosofica a mo di scusa; lettura integrale -Sei personaggi in cerca d autore (lettura integrale) Testi di Svevo: -da La coscienza di Zeno: Prefazione (in fotocopia); Lo schiaffo (cap.iv: righe 08-7); Lo sbaglio di funerale (cap.vii: da riga 7 a riga 0); Psico-analisi (cap.viii, brani); La profezia di un apocalisse cosmica (cap.viii) B Modulo autore: poeti tra le due guerre: Ungaretti, Montale, Saba (h.)* -La linea novecentista e quella antinovecentista. Brevi indicazioni biografiche e raccolte principali di G.Ungaretti. La visione del mondo e la poetica. Caratteristiche tematiche e stilistiche della raccolta L allegria. Testi: -da L allegria: Eterno (fotoc.); Il porto sepolto; I fiumi; Sono una creatura (fotoc.); Veglia; Natale; Mattina; Soldati; -da Sentimento del tempo: Di luglio (comprensione complessiva); 7

8 -da Il dolore: Non gridate più (comprensione complessiva) -Biografia e opere di Montale. Ossi di seppia e la crisi del Simbolismo. Il secondo Montale e Le occasioni: la poetica degli oggetti e la donna salvifica. Il terzo Montale: La bufera e altro. Il quarto Montale e la svolta di Satura. Le figure femminili nelle raccolte di Montale: Clizia, Volpe, Mosca. Testi: -da Ossi di seppia: I limoni; [Non chiederci la parola]; [Meriggiare pallido e assorto]; [Spesso il male di vivere ho incontrato]; [Felicità raggiunta, in fotoc.]; [Forse un mattino andando in un aria di vetro]; -da Le occasioni: [Addii, fischi nel buio, in fotoc.] [Ti libero la fronte dai ghiaccioli, in fotocopia]; Nuove stanze (in fotocopia), La casa dei doganieri; -da Satura: Piove (in fotoc.); La storia; [Ho sceso un milione di scale, in fotoc.]; -Essenziali indicazioni biografiche di Saba. Il Canzoniere: i temi e la poetica. Il rapporto con la psicanalisi freudiana Testi: -dal Canzoniere: Amai; Ulisse; Tre poesie alla mia balia (I; III, in fotocopia); Eroica (in fotocopia) C Modulo opera: il Paradiso di Dante (h.0) -Presentazione del Paradiso. La concezione dantesca del cosmo. Le guide di Dante. Struttura del Paradiso. L amore e la libertà in Dante. Testi: Canti I, VI (vv.-6), XI (vv.-7), XV (vv.-7; vv.88-9), XVII (vv. -6; 7-69; 06-), XXXIII D Modulo genere: romanzi del Novecento -Lettura integrale dei seguenti testi: L.Pirandello, Il fu Mattia Pascal; Sei personaggi in cerca d autore; I.Silone, Fontamara; altri tre romanzi a scelta (su cui sono state effettuate verifiche) *Gli autori dei moduli contrassegnati da asterisco verranno ripresi dopo il maggio, per chiarimenti, riflessioni e/o approfondimenti OBIETTIVI RAGGIUNTI La maggior parte della classe sa esporre con chiarezza i contenuti letterari acquisiti e sa procedere con autonomia nella comprensione e nell analisi del testo. Si distinguono alcuni studenti che sanno orientarsi con sicurezza nello studio della letteratura e nell interpretazione del testo, e riescono ad articolare discorsi mostrando conoscenze e competenze consolidate, capacità critica e metacognitiva, e originalità. METODI E STRUMENTI Alla lezione frontale è stata alternata la lezione interattiva. Ampio spazio è stato dedicato a discussioni guidate e non. Computer e video-proiettore, lavagna interattiva (LIM) e lavagna luminosa sono stati gli strumenti privilegiati nelle spiegazioni. Si specifica che il manuale di letteratura in adozione è il G.Baldi S.Giusso Razetti Zaccaria, La letteratura, voll. (La Scapigliatura, il Verismo e il Decadentismo), 6 (Il primo Novecento e il periodo tra le due guerre) VALUTAZIONI Criteri: la valutazione degli studenti è stata inserita nel quadro di un ordinato sistema di verifiche formative, sommative e di osservazioni sistematiche, che hanno permesso non solo di accertare i livelli di apprendimento, ma anche di considerare il grado di interesse, di impegno, e di partecipazione al dialogo educativo. I criteri di valutazione sono stati: -conoscenza dei contenuti; pertinenza alla richiesta e coerenza; - padronanza della lingua; -capacità logico-linguistiche e logico-intuitive; -capacità di analisi e sintesi; -capacità di rielaborazione critica; -originalità e creatività. Per la valutazione sono state utilizzate le griglie approvate dal Dipartimento disciplinare allegate. Strumenti di verifica: -Verifiche scritte: analisi testuale e interpretazione di testi narrativi o poetici; produzione di testi riflessivi e testi argomentativi; saggio breve e articolo di giornale; - Verifiche orali: colloquio basato sull accertamento delle acquisizioni teoriche e dei dati del manuale, e su sintesi e analisi dei testi (all impronta e/o preparati a casa); -Questionari a risposta 8

9 aperta (valutazione per l orale); -Osservazioni sistematiche: esercizi scritti eseguiti in classe o a casa; interventi dal posto. Numero delle verifiche: tre prove scritte e almeno due orali per ogni quadrimestre (una delle prove orali è un questionario). Il voto è stato espresso in decimi e quindicesimi per le prove scritte. PERCORSO FORMATIVO DI LATINO L approccio metodologico allo studio della storia della letteratura latina è passato attraverso la lettura, in lingua e soprattutto in traduzione, di passi significativi degli Autori selezionati. Al percorso storico-letterario è stato affiancato quello tematico sul rapporto tra la ragione e le passioni. E stato dato spazio allo studio della letteratura di età augustea (non completato lo scorso anno), e dell età giulio-claudia, all interno della quale è stato inquadrato in modo approfondito Seneca. Il percorso tematico, sviluppato attraverso brani di Lucrezio, Cicerone e, soprattutto, Seneca, ha stimolato discussioni a cui gli studenti hanno vivacemente partecipato, spesso con interventi acuti e profondi. Le conoscenze e competenze grammaticali non per tutti consolidate, la necessità di completare lo studio della letteratura dell anno precedente, diverse lezioni non effettuate per assemblea permanente o attività di orientamento, lo smarrimento nel secondo quadrimestre hanno richiesto veloci sintesi e tagli nello sviluppo del programma. All inizio dell anno è stato necessario recuperare i principali elementi di morfosintassi e sintassi latina per poter affrontare i testi d autore. L iter disciplinare ha privilegiato Autori e, soprattutto, testi che stimolassero riflessioni su tematiche vicine alla sensibilità degli studenti, nell ottica di un confronto costante tra passato e presente, antico e moderno, colti nella loro peculiarità e alterità. La tipologia delle verifiche scritte nel secondo quadrimestre è stata l analisi del testo (con domande sul pensiero dell autore, sui temi e su alcuni aspetti lessicali e retorico-stilistici) Dopo il maggio saranno ripresi alcuni temi e autori possibilmente in collegamento con il percorso di letteratura italiana o secondo le esigenze degli studenti in relazione alle tesine. Contenuti disciplinari svolti IDEOLOGIA E CULTURA IN ETA AUGUSTEA (h.0) -Orazio: l io in versi. Le coordinate della filosofia oraziana e la filosofia del Carpe diem. La cultura del consenso. L essenza e la funzione della poesia; i canoni del classicismo oraziano e l Ars poetica. Lettura di testi in italiano: dalle Satire: Il figlio del liberto (I, 6, vv.-); dalle Odi: E tempo di godere (I,); La fugacità del tempo (I,9); Carpe diem (I,); Aurea mediocritas (II,0; fotoc.); l orgoglio di poeta (III, 0); dalle Epistole: La finalità della poesia (II,, vv.-) -L elegia augustea e la cultura del disimpegno: L elegia a Roma. Gli elegiaci e Augusto. La donna e l amore nell elegia augustea. Il modello di vita del poeta elegiaco: servitium amoris, militia amoris, nequitia -Tibullo: il Corpus Tibullianum; temi e struttura. Il modello di vita di Tibullo. L amore per Delia e Nemesi. Lettura di testi in italiano: Tibullo come un contadino (Elegie, I,) -Properzio: I quattro libri delle Elegie di Properzio; la poesia elegiaca come scelta di vita. L amore e le tematiche esistenziali nell opera properziana. Rapporto con l ideologia augustea. La funzione del mito -Lettura di testi in italiano: Il primo incontro (Elegia I, ) -Ovidio: Indicazioni biografiche. Le opere: il ciclo delle opere elegiache e erotico-didascaliche; i grandi poemi; le opere dell esilio. La concezione dell amore nelle opere erotiche: l amore come lusus e l Ars amatoria. Dal lusus erotico al lusus poetico. Le Metamorfosi: genere, fine, principio unificante, pubblico e struttura; il mito nella poesia ovidiana; la filosofia del mondo; dall amore come lusus all amore come passione; il superamento del classicismo. Ovidio e Augusto: un rapporto difficile. -Lettura di testi in italiano: Consigli alle donne (Ars amatoria III, 6-80, in fotoc.); Un pomeriggio d amore (Amores, I,, in fotoc.); Lettera di Saffo a Faone (Heroides, in fotoc.); 9

10 Proemio delle Metamorfosi (I, -, in fotoc.); La trasformazione di Dafne (Metamorphoses I, vv.7-66, in fotoc.); Piramo e Tisbe (IV, vv.-66). -Tito Livio: Indicazioni biografiche essenziali. Ab Urbe condita libri: struttura, contenuto e uso delle fonti. Le formulazioni teoriche della Praefatio. La visione della storia in Livio. La posizione ideologica e politica. La prassi narrativa. Lo stile. -Lettura testi in italiano: Praefatio (analisi) L ETA GIULIO-CLAUDIA (h.0) - Il panorama culturale dell età giulio-claudia. -Fedro: uno schiavo colto. Le Fabulae: Fedro e la tradizione favolistica; il mondo favolistico; punto di vista del poeta e favola come protesta; caratteristiche strutturali e stilistiche delle favole. -Lettura e analisi testi in italiano: Il prologo del libro I; Il lupo e l agnello (I,); Tiberio e il servo (II,); Il prologo del libro III. -Lucano: Brevi indicazioni biografiche. Il Bellum civile o Pharsalia: la scelta dell epica e del tema della guerra civile e il rapporto con l Eneide; il poema senza protagonista. -Lettura e analisi testi in italiano: Proemio della Pharsalia e confronto con il proemio dell Eneide -Persio: Brevi indicazioni biografiche. Satire: temi; stoicismo e pessimismo -Seneca*: Biografia: dall impegno al dissenso. Le opere: i Dialogorum libri; gli altri trattati; le Epistulae ad Lucilium; le Naturales questiones (cenni); il Ludus de morte Claudii (cenni); le tragedie. La filosofia come scienza del vivere ; spinta verticale e spinta orizzontale ; eclettismo e asistematicità della filosofia di Seneca; tematiche esistenzialiste: la noia, il tempo, la morte; la figura del saggio. Confronto con Orazio (Carpe diem I, ) sul tema del tempo e della felicità. La lingua e lo stile (Traina). Seneca tragico. -Traduzione e analisi dei seguenti testi: Vindica te tibi (Ep.ad Lucilium, -); Recede in te ipse (Ep.ad Lucilium 7, 6-8, in fotoc.); -Lettura e riflessione sui seguenti testi (in italiano): I sintomi di Sereno (De tranquillitate animi IV,, in fotoc., con testo a fronte); Gli insoddisfatti (De tranquillitate animi, II, e 6-, in fotoc. con testo a fronte); La vita non è breve (De brevitate vitae I, -; III, -); La figura del saggio (De constantia sapientis, -7) Per gli altri testi vedere il percorso tematico Le passioni e la ragione IL SATYRICON DI PETRONIO E LE METAMORFOSI DI APULEIO A CONFRONTO (h.6) -Petronio: Alcune indicazioni sull identità di Petronio e sulla datazione dell opera. Il Satyricon: titolo; trama del romanzo; il problema del genere. Il Satyricon come romanzo dell età neroniana; la Cena Trimalchionis e la parodia dei nuovi ricchi. Il realismo del distacco. Il Satyricon come metafora politica e esistenziale. La poetica e lo stile. -Lettura testi in italiano: La cena di Trimalchione (Satyricon -); La matrona di Efeso (Satyricon, -); La poesia (Satyricon, 8); La nova semplicitas (). -Apuleio*: Indicazioni biografiche. Il processo per magia e l Apologia. Le Metamorfosi ovvero L asino d oro: struttura e trama, il problema delle fonti; le chiavi di lettura; lo stile barocco. La favola di Amore e Psiche: trama; le prove di Psiche; un allegoria nell allegoria. Lettura critica del Fedeli -Traduzione e analisi grammaticale, tematica e retorico-stilistica dei seguenti testi: Un prologo ambiguo (Metamorphoseon libri, I,); I pericoli della curiosità (Metamorphoseon libri, V,, -6, in fotoc.) -Lettura testi in italiano dai Metamorphoseon libri: La curiositas di Lucio (I, -, in fotoc.); La trasformazione in asino (III, 0-, in fotoc.; -); Dolorose esperienze di Lucio-asino: la moglie del mugnaio (IX, -6; -, in fotocopia); La preghiera alla luna (XI, -); La trasformazione da asino a uomo (XI,, in fotoc.) L ETA FLAVIA (h.) -Coordinate cronologiche. La politica culturale dei Flavi. -Quintiliano: Il primo docente pubblico. L Institutio oratoria: la crisi dell eloquenza; il valore formativo dell oratoria; la pedagogia di Quintiliano; il perfetto oratore. 0

11 -Lettura testi in italiano: Segni di intelligenza del bambino (Inst.or., I,, -); Il gioco (Inst.or., I,, 8-); Educare ogni alunno secondo le inclinazioni personali (II, 8, 6-8); I doveri del discepolo (Inst.or. II 9, -, in fotoc.); Doveri del maestro (Inst.or. II, -8) -Marziale: Una vita da cliens. Gli epigrammi: una rappresentazione del mondo in chiave comicorealistica. La poetica. Confronto con Giovenale. -Lettura testi in italiano: Ritratto di un ubriacona (I, 87); Ritratto di lussuriosa (I, ); Epitaffio per Erotion (V, ); Epitaffio per Fileni (IX, 9); Una galleria di figure femminili (in fotoc.:iv, ; I, 0; VIII, ; XI, 60). Giovenale. Messalina (Sat.VI, vv.-) L ETA DI TRAIANO E ADRIANO (h.) -Lettura testi in italiano: Ritratti di donne (Satire VI, vv.8-; -; -6) -Tacito*: Essenziali indicazioni biografiche. Le opere: l Agricola; la Germania; Historiae e Annales; il Dialogus de oratoribus. Tra l utopia della repubblica e la realtà del principato. Le doti di Agricola. L ideale della restaurazione morale nel ritratto dei Germani. Il principato ideale. Le coordinate della storiografia tacitiana. Concezione della storia, fonti e metodo storiografico. La Germania e l ideologia nazista. -Lettura testi in italiano: Il proemio (Annales I, ); L assassinio di Agrippina (XIV, 7-8); La morte di Seneca (Annales, XV, 6-6) PERCORSO TEMATICO: LE PASSIONI E LA RAGIONE (h.) Che cosa sono le passioni? Passioni e ragione: una polarità che attraversa la cultura occidentale (da Omero al pragmatismo romano). -Cicerone: Traduzione e analisi di: Classificazione delle passioni (Tusculanae disputationes, III, -, in fotoc.); Ogni essere animato ha una natura sua propria (De finibus honorum et malorumv,, in fotoc. e nel testo) -Lucrezio: Struttura, temi, finalità del De rerum natura. Traduzione e analisi di: L inno a Venere (De rerum natura, I, -0; -) Lettura in italiano dei seguenti passi: La cupido (De rerum natura IV, 08-0; -0); il taedium vitae (De rerum natura III, 0-7); La natura matrigna (V, 9-8; in fotocopia) -Seneca: Lettura in italiano dei seguenti passi: L ira furibonda di Medea (Medea, ); La passione va arrestata all inizio (De ira, I, 7, -); Anche noi abbiamo le nostre colpe (De ira II, 8); Un applicazione concreta del principio naturam sequi: la consapevolezza dell imperfezione (De ira, II, 7-8,, in fotoc.); Lotta con te stesso (De ira, III, -, con testo a fronte, in fotoc.); La pratica dell esame di coscienza (De ira, III, 6, con testo a fronte, in fotoc.); Saldare ogni giorno i conti della vita (Ep.0, 7-0, con testo a fronte, in fotoc.); Felicità è vivere secondo natura (De vita beata,, con testo a fronte, in fotoc.) RECUPERO GRAMMATICALE -Recupero della morfologia e della sintassi del verbo: gerundio e gerundivo e costrutti; perifrastica attiva e passiva; participi; ablativo assoluto -Recupero della sintassi dei casi: nominativo -Recupero della sintassi del periodo: uso di cum, di ut e di quod; le principali subordinate *Gli autori del modulo contrassegnati da asterisco verranno ripresi dopo il maggio, per chiarimenti, riflessioni e/o approfondimenti OBIETTIVI RAGGIUNTI Il gruppo-classe ha acquisito conoscenze appropriate di storia della letteratura latina e adeguate competenze di analisi testuale. Si distinguono alcuni studenti che hanno dato prova di avere buone/ottime conoscenze e competenze letterarie e di sapersi muovere nella traduzione di testi in prosa con autonomia. METODI E STRUMENTI

12 Alla lezione frontale è stata alternata la lezione interattiva. Ampio spazio è stato dedicato a discussioni guidate e non. Computer e video-proiettore, lavagna interattiva (LIM) e lavagna luminosa sono stati gli strumenti privilegiati nelle spiegazioni. Si specifica che il manuale di letteratura in adozione è il G.Casillo-R.Urraro, Litterarum iter. C - L età di Augusto e D - La prima età imperiale, Bulgarini Per il percorso tematico è stato utilizzato il testo di L.Azzoni, B.Nanni, E.Seghetti, Le passioni e la ragione, Le Monnier Scuola VALUTAZIONI Criteri: la valutazione dello studente è stata inserita nel quadro di un ordinato sistema di verifiche formative, sommative e di osservazioni sistematiche, che hanno permesso non solo di accertare i livelli di apprendimento, ma anche di considerare il grado di interesse, di impegno, e di partecipazione al dialogo educativo. I criteri di valutazione hanno fatto riferimento a: conoscenze, competenze, capacità: a) le conoscenze sono state valutate secondo il livello quantitativo e secondo il livello qualitativo (assimilazione e approfondimento); b) le competenze sono state valutate in base all abilità di analizzare i testi (sul piano morfosintattico, retorico-stilistico e lessicale), di tradurre dal latino (con l uso del vocabolario), di operare collegamenti, e in base alla proprietà espressiva; c) le capacità sono state valutate in base all attitudine di ricostruire la complessità del fenomeno e/o del testo letterario, di problematicizzarlo, di formulare un giudizio personale e critico, di discutere e confrontare ipotesi interpretative. Per la valutazione sono state utilizzate le griglie approvate dal Dipartimento disciplinare. Strumenti di verifica: -verifiche scritte: traduzione dal latino di testi in prosa; analisi del testo; -verifiche orali: colloquio basato sull analisi e traduzione puntuale di testi latini, sulle conoscenze e competenze grammaticali, e sull accertamento delle acquisizioni di storia della letteratura latina; -test e questionari a risposta aperta; -osservazioni sistematiche: interventi dal posto Numero delle verifiche: tre prove scritte e almeno due orali (una delle quali è un questionario) per il primo quadrimestre, due prove scritte e due orali (una delle quali un questionario) per il secondo quadrimestre. Il voto è stato espresso in decimi e quindicesimi per le prove scritte. LINGUA E LETTERATURA INGLESE METODI E STRUMENTI DEL PERCORSO FORMATIVO Nel percorso diacronico letterario, sono state fornite le informazioni sul contesto storico e culturale ritenute indispensabili al fine di comprendere più significativamente i materiali selezionati. Anche il profilo biografico degli autori oggetto di studio ha avuto lo stesso obiettivo. Nel lavoro di analisi delle opere, la comprensione delle tematiche, l interpretazione delle caratteristiche stilistiche, nonché della Weltanschauung dei singoli autori hanno avuto lo scopo di favorire un costante sviluppo della reading literacy. Partendo dall aspetto cognitivo per arrivare al momento di riflessione / comunicazione finale, ogni fase ha fornito stimoli nel processo di costruzione della propria personalità, rendendo più concreto il senso della lettura. La riproposizione in lingua di alcune scene tratte dalle versioni filmiche dei testi letterari scelti hanno consentito di approfondire alcuni aspetti dei temi trattati e del linguaggio filmico, oltre ad offrire la possibilità di affinare le proprie competenze di ascolto. Sono state inoltre utilizzate alcune opere d arte rappresentative di ciascun periodo letterario. Oltre all utilizzo della lingua inglese come lingua veicolare per contenuti relativi ad aree disciplinari diverse, l idea era di osservare come alcuni dei nuclei tematici presenti nei testi antologici venissero nel contempo proposti attraverso linguaggi espressivi diversi. Lo svolgimento degli esercizi proposti nei moduli didattici di preparazione agli esami previsti dagli Enti Certificatori Esterni ( FCE Result, OUP), sono stati non solo occasione per consolidare le competenze di tipo tecnico mirate al superamento delle prove di accertamento linguistico, ma anche spunti per approfondimenti tematici legati ad avvenimenti d attualità.

13 Infine, con il modulo School Year in Review si è voluto ritagliare qualche avvenimento significativo accaduto durante l a.s. perché fornisse materiale di riflessione, oltre che per fare memoria e confrontarsi con quanto viene osservato dalla stampa estera. Nelle fasi di elaborazione ed esposizione degli argomenti, si è favorito un approccio intertestuale che permettesse agli studenti di integrare, collegare e gerarchizzare in modo flessibile le conoscenze acquisite. CRITERI E STRUMENTI DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE Descrittori considerati nella produzione orale: grado di conoscenza specifica degli argomenti richiesti, correttezza formale, scorrevolezza nell espressione, varietà e proprietà del lessico adoperato, chiarezza delle idee espresse, capacità di collegare le varie informazioni e/o osservazioni, originalità. Descrittori considerati nella produzione scritta: grado di comprensione del testo e/o degli obiettivi cognitivi richiesti, appropriatezza e correttezza formale, capacità di argomentazione, rielaborazione personale, capacità di sintesi. OBIETTIVI RAGGIUNTI ) OBIETTIVI FORMATIVI TERMINALI: Consolidamento dei sistemi metodologici al fine di analizzare e rielaborare in modo ragionato le informazioni; capacità di contestualizzare e cogliere l'esistenza di legami orizzontali e verticali tra discipline; ascoltare e saper relazionare in modo assertivo razionalizzando il processo di comunicazione al fine di valutare la funzionalità, l'adeguatezza e la qualità della propria espressione e di quella degli altri. ) OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO: Come si evince dal quadro delle valutazioni, gli obiettivi programmati.,.,. sono stati raggiunti con modalità e risultati differenziati, realizzando un ventaglio di livelli di conoscenza, competenza ed abilità in base alla propria attenzione, partecipazione, impegno ed attitudine. In relazione al Quadro Comune di Riferimento Europeo il livello globalmente raggiunto dalla classe è B / C..) CONOSCENZE - Conoscenza della lingua inglese nei suoi aspetti funzionali-comunicativi, della sua grammatica e della sua organizzazione semantica e lessicale; conoscenza degli argomenti selezionati..) COMPETENZE - competenza nell'uso della lingua sia dal punto di vista della comprensione (orale, scritta, traduzione non letterale) che dal punto di vista della produzione (scritta e orale: produzione di testi scritti di diverso tipo, rispondenti alle diverse funzioni, sapendo usare anche il registro formale e il linguaggio specifico); competenza nell'uso degli elementi costitutivi fondamentali (reticolo referenziale) del messaggio letterario..) CAPACITÁ - capacità di riflessione sull'uso della lingua, di inferire il significato di nuove espressioni in un contesto noto e di cogliere gli elementi costitutivi del momento comunicativo e le relazioni logiche essenziali che intercorrono tra essi; capacità di utilizzazione delle tecniche espressive necessarie per un'elaborazione fluida e corretta dei contenuti nel procedimento logicoargomentativo; capacità di elaborazione critica al fine di analizzare e interpretare le informazioni; capacità di analisi comparativa e selettiva delle informazioni al fine di raccogliere ed elaborare criticamente i dati. Numero complessivo di ore di lezione alla data odierna: 7; n. ore dedicate finora alle verifiche orali, alle verifiche scritte e alla revisione degli elaborati: 0. PERCORSO DIDATTICO: HISTORY OF LITERATURE TESTO IN ADOZIONE: M. Spiazzi, M. Tavella, Lit & Lab, voll. e Zanichelli editore Review and groundwork (fase di recupero curricolare iniziale; livello suff. / discreto) Origin of the Novel in the XVIII century and main contributions to its development given by D. Defoe, J. Swift, S, Richardson, H. Fielding. Harbingers of Change: L. Sterne and T. Gray. MODULE N. : THE ROMANTIC AGE (livello buono) Breakthrough and setting the scene: historical and cultural background A Changing country George III and the Age of Revolutions The Industrial and Agricultural Revolutions: causes and consequences First political and social reforms

14 Charting the differences: Neoclassicism vs. the New Sensibility of Romanticism Emotion versus Reason A new concept of Nature and Art Beautiful and Sublime Rousseau s myth of Bon Savage Discovery of Childhood Role of Imagination Role of the artist ART LINKS: Painting Analyses - J. Constable: The White Horse and Hadleigh Castle; J. Turner: The Passage of the St Gothard and Norham Castle, Sunrise W. WORDSWORTH Preface to Lyrical Ballads: A Certain Colouring of Imagination My Heart Leaps Up Intimation of Immortality - Stanza Daffodils Key points: the author s objective in his poetry principal subject of poetry use of language definition and role of the poet definition of poetry and working of poetic imagination: emotion recollected in tranquillity theme of childhood the healing power of nature: a pantheistic approach J. KEATS Ode on a Grecian Urn Ode on Melancholy Key points: biography: suffering and sensibility antitheses: transience vs. permanence, pleasure vs. pain, happiness vs. melancholy role of Art and Imagination cult of Beauty and Truth anticipation of Aestheticism M. SHELLEY from Frankenstein: The Creation of the Monster Frankenstein s Death Key points: references to the main events of the writer s life origin of the novel plot, narrative structure and narrators literary influences (notes on S.T. Coleridge s The Rime of the Ancient Mariner ) a Frankenstein Novel themes The Creature/Monster as a metaphor of the novel Romantic elements FROM PAGE TO SCREEN: scene n. 8 ( Man-made Man ), n. 6 ( He s dead ), n. 7 ( Victor s Funeral ) e n. 8 ( Done with Man ) da Mary Shelley s Frankenstein, diretto da K. Branagh MODULE N. : THE VICTORIAN AGE (livello buono) Breakthrough and setting the scene: historical and cultural background The recipe of an unprecedented success Queen Victoria and the moral attributes of the age: the pride of being English Disraeli s nations Chartism and Parliamentary Acts Workhouses Double standard of morality Victorian Compromise The debate on evolution: Darwinism and its social implications The White Man s Burden Utilitarianism The success of the Novel: favourable conditions New aims for a new vision of reality: characterization, setting, techniques role of the artist Early-Victorian Novel and Anti- Victorian reaction of the Late-Victorian Novel Realism vs. Naturalism the decline of omniscience The development of the Idea of Beauty: from Neoclassicism to Aestheticism and Decadentism. ART LINKS: Painting Analyses - The Pre-Raphaelite Brotherhood - D. G. Rossetti: Ecce Ancilla Domini; A. V. Beardsley: Salome Climax (notes) C. DICKENS from Oliver Twist: Please, sir, I want some more. (Ch. II) What a pity it is he isn't a prig! (Ch. XVIII) FROM PAGE TO SCREEN: scene n. 6 (Please Sir, I want some more) e n. 0 (Lessons in Trade from Fagin and the Artful Dodger) di Oliver Twist nella versione filmica diretta da D. Lean. from Hard Times: ex. pag. 69 (excerpt from Book ch. ); A Town of Red Bricks (ll. 9) A Man of Realities FROM PAGE TO SCREEN: scene selezionate da due diverse versioni cinematografiche ispirate al testo dickensiano dirette da John Irvin e Peter Barnes e corrispondenti ai testi antologici tratti dal cap. I (The One Thing Needful) e dal cap. (Murdering the Innocent) Critical essays: A. Jennings: Haunts of Hunger and Disease ; notes from George Orwell s Essay on Charles Dickens ( Inside the Whale and Other Essays, 99)

15 Key points: the Quintessential Victorian Man paradox of Oliver Twist the recipe of success: plot as fairy-tale; humour ( smiling through tears ); gift as a story-teller; the writer of the Compromise the circus world vs. Coketown the reforming mission of Victorian social criticism and its attack against Utilitarianism T. HARDY from Tess of the d Urbervilles: Alec and Tess Sorrow The Undesired (Ch. 8) Stonehenge (handout) (Ch. 9) Justice Was Done (handout) FROM PAGE TO SCREEN: scene n. 8 (Salvation), n. (Holding Back the Truth), n. (The Letter), n. (Confessions), n. 7 (Stonehenge), n. 8 (Have they come for me?) nella versione filmica diretta da Roman Polański. Riflessione sulla tecnica cinematografica dello scrittore. Key points: the Anti-Victorian reaction poetry of a dying setting Wessex and Stonehenge: the idea of Determinism Naturalism The Injustice of Existence: from universe s indifference to man s responsibility Victorian double standard of morality Changing Ideas of Social Class in Victorian England O. WILDE from The Importance of Being Earnest: Lady Bracknell s interview The Vital Importance of Being Earnest FROM PAGE TO SCREEN: scene n. (A Regrettable Inquisition), n. (Bargaining for Brides), n. (Brothers after all) dalla versione filmica della commedia diretta da Oliver Parker. from The Picture of Dorian Gray: Basil s Study selection of Aphorisms Salome plot Key points: My life is a work of art the moral imperative of art for art s sake Dandysm and rebellion Renaissance concept of beauty and ugliness the superficial nature of society homoeroticism multiple meanings of the tragic end of the novel MODULO N. : MODERN AGE (livello buono) Breakthrough and setting the scene: historical and cultural background From Edward VII to the social and economic changes in the first post-war period The two world wars The Irish Question: from Easter Monday 96 to Good Friday Agreement 998 CONNECTING ROUTES: excerpt from The Age of Extremes The Short Twentieth Century, Eric Hobsbawm The Age of Anxiety Uncertainty and Rootlessness Relativity S. Freud s theory of the unconscious Questioning of the idea of time: W. James, H. Bergson C.G.Jung: collective unconscious religion as a cultural phenomenon: J. G. Frazer and J. Weston The Artist s loss of his commanding role in art: the search of objectivity through subjectivity From the sense of doubt to revolt and experimentation New form of Realism and the necessity of new narrative techniques ART LINKS: Painting Analyses - P. Picasso: Les Demoiselles d Avignon (notes) ; F. Bacon: Study after Velazquez's Portrait of Pope Innocent X J. JOYCE from Dubliners: Eveline from A Portrait of the Artist as a Young Man: Where was his Boyhood now? from Ulysses: Hades: The Funeral Penelope: Yes (il brano di pag. 9 in op.cit. è stato integrato da I saw them not long ago I love flowers ) from Finnegans Wake: Riverrun (example of th type of interior monologue) FROM PAGE TO SCREEN: scene n. 8 (Paddy Dignam s funeral), n. 6 (Closing Soliloquy) selezionate da Bloom, adattamento cinematografico di Ulysses diretto da S. Walsh. Key points: Joyce and Ireland: the growth of one s identity beyond the nets the role of the artist idea of paralysis and escape subjective perception of time Realism and Symbolism Stuart Gilbert s chart: structure and parallelisms with the Odyssey the Mythical Method narrative technique: from the Epiphany to the Interior Monologue (the four-level progression) T. S. ELIOT

16 from The Waste Land: Epigraph Sec. I - The Burial of the Dead (ll. -7; 70-76) Sec. III - The Fire Sermon (ll. 07 8) Sec.V - What the Thunder Said (9 ) Key points: Eliot s personal Waste Land getting to the roots of European culture decay of Western culture and violated commandments the concept of dynamic history: the simultaneous order in the duration flux The Mythical Method: centripetal force of fragments the first modernist poet: innovative techniques and themes Da and Shantih SAMUEL BECKETT La classe ha aderito al progetto Teatro in Lingua organizzato nel nostro Istituto partecipando allo spettacolo teatrale Waiting for Godot prodotto dal Palchetto Stage e presentato presso il PalaRiviera di San Benedetto del Tronto il novembre 0. In preparazione alla rappresentazione teatrale, il testo in lingua è stato letto integralmente. Key points: the impossible plot and the centrality of void - Nothing happens twice Suffering of being and communication stage directions characterization of Estragon and Vladimir symbols and symmetries tragic and comic elements visual and verbal comedy view of life Godot concept of time Theatre of the Absurd: meaning of absurd and origin of the movement terms of the reaction mean features contrast between actions and words PERCORSO DIDATTICO: ESL CERTIFICATIONS TESTO IN ADOZIONE: Davies & Falla, FCE Result, OUP. A conclusione del lavoro triennale sul testo, le UD 9, 0,, sono state svolte integralmente. Di seguito vengono riportate le parti delle certificazioni attivate nelle singole sezioni, i titoli delle attività di lettura e i contenuti generali degli esercizi funzionali al progresso delle altre abilità che sono stati utilizzati per produzioni orali e/o scritte. MODULE : GOING TO EXTREMES (livello buono) Reading: [FCE Part Multiple choice] Against all odds. Sport Cheats. - Vocabulary: Compound adjectives; Body idioms; Describing weather - Grammar: relative clauses - Listening: examples of compulsive hoarding, shopaholics etc.; [FCE Part Sentence completion] Interview with an extreme collector; the story of the extraordinary achievement of a climber - Speaking: Lead in: people's obsessions or particular habits (description of images p. 0); [FCE Part ] comparing two different living rooms - Use of English: [FCE Part ] Key word transformations - Writing: [FCE Part ] Letter requesting information (phraseology) CONNECTING ROUTES: short story The Hobbyist by F. Brown MODULE : ALL IN THE MIND (livello buono) Reading: [FCE Part Gapped text] Switch off your mind and become a genius. Are geniuses born or made? Why do we over-commit? Improve Your Memory. A Real Page-turner?- Vocabulary: Mental activities; Emotional and mental states; Expressions with mind - Grammar: Comparatives and superlatives - Listening: [FCE Part Multiple matching] People talking about their dreams - Speaking: Questionnaire: What's your learning style? Comparing ideal jobs, holiday resorts, healthy vs. unhealthy food; description of images evoking dreams; speaking about fears and phobias; [FCE Part ] comparing images of dangerous sports; talking about vivid memories from childhood - Use of English: [FCE Part ] Word formation - Writing: [FCE Part ] Letter of application (phraseology) CONNECTING ROUTES: Applicant by Harold Pinter (short notes about the author s life and stage production; props, scene and action; use of language, study of characters and themes; Pinter and Beckett) MODULE : MAN AND MACHINE (livello buono) Reading: [FCE Part Multiple choice] Almost human? World cup for robots. On the Mend. When Computers Were Human. - Vocabulary: Compound nouns; Gadgets and their parts - Grammar: Conditionals - Listening: [FCE Part Multiple choice] Experience of Steve Mann, the cyborg; personal flying machines - Speaking: Lead in: benefits and problems caused by guns, money, videogames, cars, aeroplanes; Questionnaire Are you a technophile or technophobe? Technological advance and quality of life; [FCE Parts and ] gadgets you can t 6

17 live without. - Use of English: [FCE Part ] Open cloze - Writing: [FCE Part ] A letter of complaint (phraseology) NEWS AT SCHOOL: Life on Mars to become a reality in 0, Karen McVeigh, The Guardian, April 0; video activity Inhabitants Wanted selected from The White House Weekly Address: Sandy Hook Victim s Mother Calls for Commonsense Gun Responsibility Reforms (video activity and transcript); President Obama Speaks on Common-Sense Measures to Reduce Gun Violence (abridged from The Moral Limits of Markets by Michael J. Sandel 0 Project Syndicate MODULE : MAKE A DIFFERENCE (livello buono) Reading: [FCE Part Multiple matching] Performing protests. Green Living. Big Green Gathering. Making the Most of Your Money. - Vocabulary: Compound adjectives; Achievement and success - Grammar: Causative verbs: have, make (vs. do), let and get - Listening: [FCE Part Sentence completion] Charity as a celebrity fashion; interview with an animal rights activist. - Speaking: Lead in: protests that have an impact; missions of the most important charities and organisations; [FCE Part ] comparison of images of captivity vs. wilderness; pros and cons of zoos. - Use of English: [FCE Part ] Multiple-choice cloze. - Writing: [FCE Part ] An article Three Steps to a Better Environment NEWS AT SCHOOL: The plague of violence against women, Frida Ghitis, CNN, Feb. 8, 0 Writing the Future, Jeffrey D. Sachs, Jan., 0 0 Project Syndicate SCHOOL YEAR IN REVIEW When a Pope Retires, Is He Still Infallible?, Rachel Donadio - Feb. 7, 0 The New York Times Pope Francis' first moves hint at break with past, David Willey, 6 March 0, BBC News Italy s Perfect Political Storm, Joseph E. Stiglitz, Ian Buruma, M. Margiocco M. Thatcher - Prime minister who won adulation abroad but left behind a divided Britain, The Irish Times, Apr 8, 0 Giulio Andreotti, Premier of Italy 7 Times, Dies at 9, John Tagliabue, May 6, 0, The New York Times PROGRAMMA SVOLTO DI STORIA Manuale in adozione, Un Mondo al plurale, La Nuova Italia, vol. unità -6; vol. - e vol.b unità -6. L unità d Italia: compimento del processo di unificazione nazionale; i problemi dell unificazione. Gli esordi del regno d Italia. La Destra al governo e la questione romana. L avvento al potere sella Sinistra costituzionale. Tensioni sociali e avvio della politica coloniale. Crisi di fine secolo. L Europa degli Stati-nazione e la politica di potenza: Gran Bretagna vittoriana, Francia del Secondo impero; La Prussia di Bismarck. La Comune di Parigi. Il declino dell impero degli Asburgo. La Russia da Nicola I ad Alessandro II. La seconda rivoluzione industriale: le nuove fonti di energia e le nuove tecnologie. Il progresso tecnico in agricoltura, nei trasporti e nelle comunicazioni. Verso la società di massa. Caratteri della società di massa. Una nuova conflittualità sociale: borghesia, proletariato. La politica nazionale di potenza. L apogeo dell Inghilterra vittoriana. L ascesa della Germania guglielmina. La Francia della terza repubblica. La forza conservazione dell Austria di Francesco Giuseppe. Il patrocinio dell Europa zarista sull Europa slava. L imperialismo, matrici e caratteri. Lo il grande gioco della spartizione coloniale. 7

18 Dalla crisi all espansione dell economia. Tra declino britannico e ascesa degli USA. Il sistema finanziario. Crescita demografica, urbanizzazione e migrazioni transoceaniche. Sindacati e legislazione sociale. Trattazione sintetica del dibattito storiografico sulla periodizzazione del Novecento, secolo breve, le nuove fonti per la storiografia. L Italia giolittiana. Dalla crisi di fine secolo alla svolta liberaldemocratica. I governi di Giolitti e i rapporti con i socialisti. I caratteri del sistema giolittiano. Il decollo industriale e la politica economica. Il divario tra Nord e Sud. Riforma elettorale e guerra di Libia. Tramonto della stagione giolittiana. L Europa e il mondo alla vigilia della prima guerra mondiale: l Europa tra due secoli, le guerre balcaniche. Guerra e rivoluzione: la prima guerra mondiale. La rivoluzione russa. I trattati di pace e l eredità della grande guerra. La mancata stabilizzazione dell Europa. La repubblica di Weimar. La tenuta del sistema democratico in Francia e Inghilterra. Dalla rivoluzione bolscevica alla nascita dell Unione Sovietica Il dopoguerra in Italia: biennio rosso e avvento del Fascismo. Il Fascismo, da movimento a partito, da partito a regime. La grande crisi e i totalitarismi. L Italia fascista. Costruzione dello Stato. L antifascismo tra opposizione e repressione. I rapporti con la Chiesa e i Patti lateranensi. L organizzazione del consenso. L economia e lo Stato interventista. La politica estera di Benito Mussolini. Le leggi razziali. La Germania nazista. La scalata al potere di Hitler. La struttura totalitaria del Terzo Reich. L antisemitismo, cardine dell ideologia nazista. I regimo autoritari dell Europa dell Est.La Rivoluzione spagnola. L URSS di Stalin. La seconda guerra mondiale. Il riarmo tedesco e la crisi degli equilibri europei. Tra l Asse Roma-Berlino e il patto Anticomintern. L invasione della Polonia e la disfatta della Francia. La battaglia d Inghilterra e le prime difficoltà dell Asse. Operazione Barbarossa. L attacco di Pearl Harbor e l ingresso degli Usa nel conflitto. La caduta del fascismo e l armistizio dell Italia. Il neofascismo di Salò. L Italia tra guerra civile e Resistenza. Le ultime fasi del conflitto e la bomba atomica sul Giappone. La Shoà; le foibe. Il mondo bipolare. La decolonizzazione e il Terzo mondo: trattazione sintetica svolta attraverso relazioni degli studenti. La nascita dell Italia repubblicana. La Costituzione. Dal miracolo economico alla crisi della prima Repubblica. Con attenzione al Sessantotto e al terrorismo degli anni Settanta. 8

19 Tra i temi salienti del dibattito storiografico si è prestata attenzione alla questione del rapporto cittadino-stato in Italia; il concetto di revisionismo; definizione di totalitarismo; le strutture della società di massa. Solo quattro studenti hanno partecipato all incontro con il prof. G. De Luna, organizzato nel nostro Liceo sul tema Democrazia e religione civile, tema, peraltro, sviluppato anche in classe, soprattutto in merito al rapporto tra Storia e memoria e all attuale ridefinizione delle forme di rappresentanza e partecipazione politica. La sintesi del testo è stata puntualmente integrata con la lettura della parte antologica e con brani tratti da saggi storiografici; si è tenuta sempre presente la necessità di proporre una analisi rigorosa delle fonti visive ogniqualvolta ne sono stati proposti saggi. Il pressochè inesistente raccordo multidisciplinare ha impedito di sviluppare le sinergie necessarie ad affrontare sia le verifiche a carattere di saggio che ad acquisire fonti di varia natura necessarie a una visione problematicocritica senza la quale non si dà riflessione storica. Prove sostenute: verifiche orali, tipologia b della terza prova e tipologia b e c della prima prova scritta. PROGRAMMA SVOLTO DI FILOSOFIA Il dibattito sulla filosofia critica di Kant, linee di fondo. Caratteri dell idealismo:immanentismo, monismo, coincidenza di certezza e verità. Fichte: Dottrina della scienza. Conoscenza e pratica della Dottrina della scienza. Dogmatismo o idealismo? Una scelta dettata dal carattere. Morale e diritto; Missione del dotto e Discorsi alla nazione tedesca. Schelling: critiche a Fichte, dall Io alla natura. La filosofia della natura. La filosofia trascendentale. La filosofia dell identità. Filosofia della libertà e filosofia positiva. L intuizione artistica come forma di conoscenza dell assoluto. Hegel: riflessione giovanile sulle religione,socrate o Gesù? Critiche a Kant, Fichte, Shelling. Analisi della Fenomenologia dello spirito: dall astratto al concreto, le figure. Collegamento con l Antigone (opera letta e analizzata integralmente al terzo anno ). Filosofia come scienza, analisi dell Enciclopedia delle scienze filosofiche, struttura del sistema. I tre momenti della filosofia dello spirito con particolare attenzione alle istituzioni dello spirito oggettivo soprattutto la nozione di società civile. Oltre il sistema di Hegel, la filosofia dell atto di G. Gentile: L atto puro come sintesi a priori. Soluzione attualistica della conoscenza come superamento del dualismo tra certezza e verità. Lo Stato etico. Gli sviluppi dell hegelismo, Feuerbach: critica della teologia e della filosofia speculativa. Concetto di alienazione,diversa accezione tra Idealismo, Feuerbach e Marx. Marx: critiche a Feuerbach, lettura delle Undici Tesi. La critica dell ideologia. La concezione materialistica della storia nel Manifesto. La critica dell economia politica, il Capitale,teoria del plusvalore. La società comunista. Il marxismo,da filosofia a ideologia. Gramsci: rilettura delle nozioni di struttura e sovrastruttura. Il moderno principe e la funzione degli intellettuali. 9

20 Nuovi percorsi della filosofia: il pensiero negativo, rottura dell identificazione idealistica tra certezza e verità. Schopenauer: Il mondo come rappresentazione. Le forme del conoscere. Le idee e il corpo. Il mondo come volontà. Le forme del conoscere;volontà dolore, le vie della redenzione: estetica,etica, ascesi. Confronto con Leopardi: lettura di stralci dal dialogo di Francesco De Sanctis, Leopardi e Schopenauer. Kierkegaard: una filosofia senza metafisica. Gli ideali del singolo. Angoscia e disperazione. Il paradosso religioso; confronto tra le figure bibliche di Giobbe e Abramo. Cenni sugli sviluppi del pensiero di Kierkegaard. Caratteri generali del Positivismo. Comte: Corso di filosofia positiva,legge dei tre stadi. La nuova funzione della filosofia. Sociologia e politica positiva. Riflessione sul rapporto tra la sociocrazia e le forme di Stato esaminate dagli autori trattati. Darwin:evoluzionismo ed evoluzione della specie (trattazione relazione di un allievo). sintetica, svolta attraverso la Nietzsche: dalla filologia alla filosofia, La nascita della Tragedia: apollineo e dionisiaco. II Considerazione inattuale, sull utilità della storia. La volontà di potenza come chiave interpretativa del pensiero nicciano. La gaia scienza e l eterno ritorno. L oltreuomo, Così parlo Zarathustra. ( Le opere citate sono state prese in esame attraverso la lettura oltre che della sezione antologica del testo, di una selezione di brani attinenti i temi indicati all interno dei singoli testi letti in classe dalla docente). Quadro sintetico dei temi e dei quesiti della filosofia del Novecento. Una lezione è stata dedicata alla riflessione filosofica sulla scienza scaturita dalle geometrie non Euclidee, nozione di falsificazione di Popper e di Rivoluzione scientifica di Khun (in raccordo con la docente di Matematica) Tutti gli argomenti indicati sono stati trattati a un buon livello, seppure su base prevalentemente manualistica. La programmazione iniziale è stata ridotta (soprattutto è stata tralasciata la lettura dell opera integrale) sia a causa della contrazione non programmata dei tempi di lavoro previsti (occupazione della scuola e, successivamente, una reiterata discontinuità nella frequenza) sia per la necessità di effettuare attività di recupero. ** Gli argomenti trattati sono stati affrontati prendendo puntualmente in esame i passi antologizzati dal manuale in uso La Vergata- Trabattoni, Filosofia e cultura cittadinanza, vol. IIIA-B, ed. La Nuova Italia o tratti dalle opere stesse degli autori; gli studenti metteranno i brani non presenti nel testo a disposizione della commissione. PERCORSO FORMATIVO: MATEMATICA ) LA DERIVABILITA : Concetto di rapporto incrementale e suo significato geometrico. Derivata di una funzione in un suo punto e significato geometrico di derivata. Significato fisico di derivata. Continuità delle funzioni derivabili. Le derivate successive. Teoremi sul 0

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO PERCORSO DI INSEGNAMENTO/APPRENDIMENTO TIPO DI UdP: SEMPLICE (monodisciplinare) ARTICOLATO (pluridisciplinare) Progetto didattico N. 1 Titolo : Let s investigate the world with our touch! Durata: Annuale

Dettagli

CRITERI DI VALUTAZIONE ITALIANO PRIMO BIENNIO

CRITERI DI VALUTAZIONE ITALIANO PRIMO BIENNIO CRITERI DI VALUTAZIONE ITALIANO PRIMO BIENNIO Voti RAGGIUNGIMENTO OBIETTIVI DESCRITTORI Fino a 3 Del tutto insufficiente Assenza di conoscenze. Errori ortografici e morfo-sintattici numerosi e gravi. 4

Dettagli

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei Allegato A Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché

Dettagli

GUIDA ALLA RIFORMA DEI LICEI

GUIDA ALLA RIFORMA DEI LICEI GUIDA ALLA RIFORMA DEI LICEI Profili d uscita, obiettivi specifici di apprendimento e quadri orari dei nuovi licei, con le indicazioni dei cambiamenti rispetto al vecchio ordinamento Il futuro è la nostra

Dettagli

ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA

ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA L allievo partecipa a scambi comunicativi (conversazione, discussione di classe o di gruppo) con compagni e insegnanti

Dettagli

LICEO GINNASIO STATALE VIRGILIO SIMULAZIONE III PROVA ESAMI DI STATO

LICEO GINNASIO STATALE VIRGILIO SIMULAZIONE III PROVA ESAMI DI STATO SIMULAZIONE III PROVA ESAMI DI STATO Classe V F Liceo Internazionale Spagnolo Discipline: Francese/Inglese, Filosofia, Matematica, Scienze, Storia dell'arte Data 12 dicembre 2013 Tipologia A Durata ore

Dettagli

Per lo sviluppo delle competenze: Proposte didattico-metodologiche:

Per lo sviluppo delle competenze: Proposte didattico-metodologiche: Italiano Lingua Seconda 1 biennio FWI, SGYM, SP raguardi di sviluppo delle competenze al termine dell anno scolastico. L alunno / L alunna sa comprendere gli elementi principali di un discorso chiaro in

Dettagli

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5 Competenza: partecipare e interagire con gli altri in diverse situazioni comunicative Scuola Infanzia : 3 anni Obiettivi di *Esprime e comunica agli altri emozioni, sentimenti, pensieri attraverso il linguaggio

Dettagli

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del GLI ASSI CULTURALI Nota rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del La normativa italiana dal 2007 13 L Asse dei linguaggi un adeguato utilizzo delle tecnologie dell

Dettagli

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA INDICE INTRODUZIONE scuola media obiettivo generale linee di fondo : mete educative e mete specifiche le abilità da sviluppare durante le sei sessioni alcune

Dettagli

Mario Polito IARE: Press - ROMA

Mario Polito IARE: Press - ROMA Mario Polito info@mariopolito.it www.mariopolito.it IMPARARE A STUD IARE: LE TECNICHE DI STUDIO Come sottolineare, prendere appunti, creare schemi e mappe, archiviare Pubblicato dagli Editori Riuniti University

Dettagli

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria Adriana Volpato P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria 19 Dicembre 2011 STRUMENTO didattico educativo individua gli strumenti fa emergere il vero alunno solo con DIAGNOSI consegnata si redige

Dettagli

IIS D ORIA - UFC. PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO INDIRIZZO _professionale promozione commerciale pubblicitaria MATERIA Inglese ANNO DI CORSO Terzo

IIS D ORIA - UFC. PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO INDIRIZZO _professionale promozione commerciale pubblicitaria MATERIA Inglese ANNO DI CORSO Terzo INDICE DELLE UFC N. DENOMINAZIONE 1 Graphics U nits 1-2 2 Graphics U nits 3-4 3 Cultura e società DETTAGLIO UFC N. 1 DENOMINAZIONE GRAPHICS (Units 1-2) ASSE CULTURALE DI RIFERIMENTO LINGUISTICO COMPETENZE

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe ha dimostrato fin dal primo momento grande attenzione e interesse verso gli

Dettagli

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N.

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N. FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2 ULSS n.1 Belluno Autori: PERSONALE AZIENDA ULSS N. 1 BELLUNO: Dr.ssa Mel Rosanna Dirigente medico SISP (Dipartimento

Dettagli

LICEO CLASSICO C. CAVOUR DISCIPLINA : FISICA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA

LICEO CLASSICO C. CAVOUR DISCIPLINA : FISICA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA 1. OBIETTIVI SPECIFICI DELLA DISCIPLINA PROGRAMMAZIONE PER COMPETENZE Le prime due/tre settimane sono state dedicate allo sviluppo di un modulo di allineamento per

Dettagli

Nota dell ASLI sull insegnamento dell italiano nella scuola secondaria di secondo grado Premessa

Nota dell ASLI sull insegnamento dell italiano nella scuola secondaria di secondo grado Premessa Nota dell ASLI sull insegnamento dell italiano nella scuola secondaria di secondo grado Premessa L insegnamento della lingua materna nella scuola secondaria superiore si dimostra particolarmente importante

Dettagli

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, TEATRO LA DIDATTICA DEL FARE 1 BISOGNI Sulla scorta delle numerose riflessioni che da parecchi anni aleggiano sulla realtà

Dettagli

Ri...valutando: azione e ricerca per il miglioramento

Ri...valutando: azione e ricerca per il miglioramento Il team di ricerca Mario Ambel (Responsabile) Anna Curci Emiliano Grimaldi Annamaria Palmieri 1. Progetto finalizzato alla elaborazione e validazione di un modellostandard - adattabile con opportune attenzioni

Dettagli

Esempi di utilizzazione dell ADVP

Esempi di utilizzazione dell ADVP Esempi di utilizzazione dell ADVP G. Cappuccio Ipssar P. Borsellino ESERCIZIO DI REALIZZAZIONE IL VIAGGIO Guida per l insegnante Questo esercizio è un modo pratico per coinvolgere l alunno nel progetto

Dettagli

Indicazioni Nazionali per il curricolo della scuola dell infanzia e del primo ciclo d istruzione

Indicazioni Nazionali per il curricolo della scuola dell infanzia e del primo ciclo d istruzione Indicazioni Nazionali per il curricolo della scuola dell infanzia e del primo ciclo d istruzione Una breve guida per la lettura e l utilizzo delle Indicazioni Nazionali nell elaborazione di un curricolo

Dettagli

Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca II ISTITUTO COMPRENSIVO Monaco - Fermi Via Cavour - 72024 ORIA (BR) Tel.

Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca II ISTITUTO COMPRENSIVO Monaco - Fermi Via Cavour - 72024 ORIA (BR) Tel. Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca II ISTITUTO COMPRENSIVO Monaco - Fermi Via Cavour - 72024 ORIA (R) Tel. 0831/845057- Fax:0831/846007 bric826002@istruzione.it bric826002@pec.istruzione.it

Dettagli

ILTESTO NARRATIVO LIVELLO DELLA STORIA

ILTESTO NARRATIVO LIVELLO DELLA STORIA ILTESTO NARRATIVO Testi narrativi sono definiti tutti quelli che hanno per oggetto la narrazione di una storia: racconti, romanzi, fiabe ecc. Gli elementi fondamentali del testo narrativo sono: storia,

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO PROGETTO DI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI Classi Prime - Seconde - Terze Anno scolastico 2012-2013 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO

Dettagli

Indice. Giuseppe Galli Presentazione... 1

Indice. Giuseppe Galli Presentazione... 1 Indice Presentazione... 1 Livelli di realtà... 5 1. Realtà fisica e realtà fenomenica... 5 2. Annullamento dell identità numerica tra oggetto fisico e oggetto fenomenico... 8 3. Individualità degli oggetti

Dettagli

LA TESINA DI MATURITÀ

LA TESINA DI MATURITÀ Prof. Matteo Asti LA TESINA DI MATURITÀ INDICE 1. COS'È LA TESINA DI MATURITÀ 2. LE INDICAZIONI DI LEGGE 3. COME DEVE ESSERE LA TESINA 4. LA PRESENTAZIONE DELLA TESINA 5. GLI ARGOMENTI DELLA TESINA 6.

Dettagli

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA PREMESSA A tutt oggi i documenti ufficiali a cui ogni docente di lingue straniere è chiamato a far riferimento nel suo lavoro quotidiano,

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO Requisiti d'ammissione Dal Regolamento didattico del Conservatorio di Como Ex Art. 24: Ammissione ai corsi di

Dettagli

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D Present Perfect Affirmative Forma intera I have played we have played you have played you have played he has played

Dettagli

Progetto educativo-didattico di lingua inglese per il gruppo di bambini di cinque anni

Progetto educativo-didattico di lingua inglese per il gruppo di bambini di cinque anni Progetto educativo-didattico di lingua inglese per il gruppo di bambini di cinque anni A.S. 2011/2012 Giulia Tavellin Via Palesella 3/a 37053 Cerea (Verona) giulia.tavellin@tiscali.it cell. 349/2845085

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3 IL SE E L ALTRO ANNI 3 Si separa facilmente dalla famiglia. Vive serenamente tutti i momenti della giornata scolastica. E autonomo. Stabilisce una relazione con gli adulti e i compagni. Conosce il nome

Dettagli

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica SCUOLA MEDIA ANNA FRANK di GRAFFIGNANA Via del Comune 26813 Graffignana (LO) tel. 037188966 Sezione staccata dell ISTITUTO COMPRENSIVO DI BORGHETTO LODIGIANO Via Garibaldi,90 26812 Borghetto Lodigiano

Dettagli

Colloqui fiorentini 26 28 febbraio 2015. Indagine di autovalutazione svolta fra gli studenti partecipanti al convegno

Colloqui fiorentini 26 28 febbraio 2015. Indagine di autovalutazione svolta fra gli studenti partecipanti al convegno Liceo statale James Joyce (Linguistico e delle Scienze umane) Ariccia (Roma) Colloqui fiorentini 26 28 febbraio 2015 Indagine di autovalutazione svolta fra gli studenti partecipanti al convegno Questionari

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

COSCIENZA COSMICA. FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto Comprensivo Statale PETRITOLI

COSCIENZA COSMICA. FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto Comprensivo Statale PETRITOLI COSCIENZA COSMICA FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? Dati identificativi ANNO SCOLASTICO periodo SCUOLA DOCENTI COINVOLTI ORDINE SCUOLA DESTINATARI FORMATRICI 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto

Dettagli

Profilo e compiti istituzionali dell insegnante della scuola ticinese

Profilo e compiti istituzionali dell insegnante della scuola ticinese Repubblica e Cantone Ticino Dipartimento dell educazione, della cultura e dello sport Profilo e compiti istituzionali Bellinzona, novembre 2014 Repubblica e Cantone Ticino Dipartimento dell educazione,

Dettagli

(da I Malavoglia, cap. XV)

(da I Malavoglia, cap. XV) 4. GIOVANNI VERGA (ANALISI DEL TESTO) L addio di Ntoni Una sera, tardi, il cane si mise ad abbaiare dietro l uscio del cortile, e lo stesso Alessi, che andò ad aprire, non riconobbe Ntoni il quale tornava

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) Via Acquasantianni s.n. - (Tel. 0874-871770 - Fax 0874-871770) Sito web: http://digilander.libero.it/ictrivento/ - e-mail: cbmm185005@istruzione.it

Dettagli

capitolo 6 IL QUESTIONARIO PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE DEI CONTENUTI

capitolo 6 IL QUESTIONARIO PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE DEI CONTENUTI capitolo 6 IL QUESTIONARIO PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE DEI CONTENUTI 6.1 ISTRUZIONI PER IL VALUTATORE Il processo di valutazione si articola in quattro fasi. Il Valutatore deve: 1 leggere il questionario;

Dettagli

TITOLO VALORE DI RIFERIMENTO.

TITOLO VALORE DI RIFERIMENTO. Istituto Comprensivo di Iseo a.s. 2012/2013 Progetto Di Casa nel Mondo - Competenze chiave per una cittadinanza sostenibile Gruppo lavoro Dott. Massetti Scuola Primaria Classi Terze TITOLO: I prodotti

Dettagli

VIAGGIANDO CON LA NATURA

VIAGGIANDO CON LA NATURA VIAGGIANDO CON LA NATURA Il progetto intende, attraverso l esplorazione del mondo naturale (terra, acqua, aria e fuoco) sistematizzare le conoscenze per comprendere l organizzazione dell ecosistema naturale.

Dettagli

Dalle scatole alle figure piane. Percorso di geometria Classe prima Scuola Primaria Rispescia a.s. 2014-2015

Dalle scatole alle figure piane. Percorso di geometria Classe prima Scuola Primaria Rispescia a.s. 2014-2015 Dalle scatole alle figure piane Percorso di geometria Classe prima Scuola Primaria Rispescia a.s. 2014-2015 Dalle Indicazioni nazionali per il curricolo Le conoscenze matematiche contribuiscono alla formazione

Dettagli

Verifica e valutazione di apprendenti analfabeti

Verifica e valutazione di apprendenti analfabeti Progetto FEI Rete e Cittadinanza 2014-2015 Verifica e valutazione di apprendenti analfabeti Luana Cosenza, Università per Stranieri di Siena Marzo 2015 Piano di lavoro Principi della verifica e della valutazione

Dettagli

Griglia di correzione Fascicolo di Italiano Prova Nazionale anno scolastico 2008-2009

Griglia di correzione Fascicolo di Italiano Prova Nazionale anno scolastico 2008-2009 Griglia di correzione Fascicolo di Italiano Prova Nazionale anno scolastico 2008-2009 Il buon nome - Chiavi di risposta e classificazione degli item Item Risposta corretta Ambito di valutazione Processi

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

PERCORSO di SENSIBILIZZAZIONE ALLA LETTURA cl. seconda e terza a.s. 2007-2008. A cura delle Dott.sse nonché Maestre Giuditta Pina e Barzaghi Eliana

PERCORSO di SENSIBILIZZAZIONE ALLA LETTURA cl. seconda e terza a.s. 2007-2008. A cura delle Dott.sse nonché Maestre Giuditta Pina e Barzaghi Eliana PERCORSO di SENSIBILIZZAZIONE ALLA LETTURA cl. seconda e terza a.s. 2007-2008 A cura delle Dott.sse nonché Maestre Giuditta Pina e Barzaghi Eliana LA LETTURA COME BISOGNO CULTURALE PER CRESCERE Il desiderio

Dettagli

RICERCA-AZIONE. l insegnamento riflessivo. Caterina Bortolani-2009

RICERCA-AZIONE. l insegnamento riflessivo. Caterina Bortolani-2009 RICERCA-AZIONE ovvero l insegnamento riflessivo Gli insegnanti sono progettisti.. riflettono sul contesto nel quale devono lavorare sugli obiettivi che vogliono raggiungere decidono quali contenuti trattare

Dettagli

MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica

MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica Master of Arts MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica 1. Descrizione generale del programma Il conseguimento del titolo di «Master of Arts in Lingue e Letterature:

Dettagli

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA IL PRIMO GIORNO CON LA FAMIGLIA OSPITANTE FIRST DAY WITH THE HOST FAMILY Questa serie di domande, a cui gli studenti risponderanno insieme alle loro famiglie, vuole aiutare

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di BORGORICCO SUGGERIMENTI PER LA COMPILAZIONE DEL P.D.P. PER ALUNNI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di BORGORICCO SUGGERIMENTI PER LA COMPILAZIONE DEL P.D.P. PER ALUNNI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO SUGGERIMENTI PER LA COMPILAZIONE DEL P.D.P. PER ALUNNI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO Il documento va compilato in forma digitale per poter ampliare gli spazi dello schema (ove necessario) e togliere

Dettagli

MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia

MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia Master of Arts MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia 1. Descrizione generale del programma Il conseguimento del titolo di «Master of Arts in Lingue

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

Allegato IV simulazione della Terza Prova, TIP. B+C. del 27/05/2015

Allegato IV simulazione della Terza Prova, TIP. B+C. del 27/05/2015 Allegato IV simulazione della Terza Prova, TIP. B+C del 27/05/2015 Istituto d Istruzione Superiore Liceo Classico Statale G. Garibaldi Via Roma, 164 87012 Castrovillari ( CS ) Tel. e fax 0981.209049 Anno

Dettagli

La lingua seconda per lo studio: aula, laboratorio, autoapprendimento. F ernanda Minuz fminuz@ jhu.edu

La lingua seconda per lo studio: aula, laboratorio, autoapprendimento. F ernanda Minuz fminuz@ jhu.edu La lingua seconda per lo studio: aula, laboratorio, autoapprendimento F ernanda Minuz fminuz@ jhu.edu Studiare in una L2 È un'attività cognitivamente complessa: apprendere (comprendere, elaborare, inquadrare,

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Repertorio Atti n. 1901 del 15 gennaio 2004 CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Oggetto: Accordo tra il Ministro dell istruzione, dell università e della ricerca, il Ministro del lavoro

Dettagli

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI Pagina 1 di 5 PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER PREMESSA Il Protocollo di Accoglienza intende presentare procedure per promuovere l integrazione di alunni stranieri, rispondere ai loro bisogni formativi e rafforzare

Dettagli

Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue Apprendimento-Insegnamento-Valutazione ABSTRACT

Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue Apprendimento-Insegnamento-Valutazione ABSTRACT Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue Apprendimento-Insegnamento-Valutazione ABSTRACT A cura di Linda Rossi Holden Council of Europe 2001 1 IL PLURILINGUISMO Il plurilinguismo non va confuso

Dettagli

Indice. Nota introduttiva alle Indicazioni nazionali p. 2. Profilo educativo, culturale e professionale dello studente liceale p.

Indice. Nota introduttiva alle Indicazioni nazionali p. 2. Profilo educativo, culturale e professionale dello studente liceale p. LICEO SCIENTIFICO Indice Nota introduttiva alle Indicazioni nazionali p. 2 Profilo educativo, culturale e professionale dello studente liceale p. 10 Piano degli studi p. 14 Indicazioni nazionali riguardanti

Dettagli

Sviluppo sostenibile

Sviluppo sostenibile IL CANOCCHIALE DI GALILEO Sviluppo sostenibile Progetto asse scientifico tecnologico con il coinvolgimento del Consiglio di Classe 2 GLI STUDENTI - a.s. 2012-13 due classi prime: AMBIENTE-ENERGIA - a.s.

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA

SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA Dear Mr. Secretary General, I m pleased to confirm that ALKEDO ngo supports the ten principles of the UN Global Compact, with the respect to the human

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

ANDREA FONTANA. Storyselling. Strategie del racconto per vendere se stessi, i propri prodotti, la propria azienda

ANDREA FONTANA. Storyselling. Strategie del racconto per vendere se stessi, i propri prodotti, la propria azienda ANDREA FONTANA Storyselling Strategie del racconto per vendere se stessi, i propri prodotti, la propria azienda Impostazione grafica di Matteo Bologna Design, NY Fotocomposizione e redazione: Studio Norma,

Dettagli

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con:

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: V E NIDO DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE R ENTI LOCALI T QUARTIERE I C SCUOLA DELL INFANZIA FAMIGLIA

Dettagli

QUARTA E QUINTA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE

QUARTA E QUINTA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE QUARTA E QUINTA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE - Matematica - Griglie di valutazione Materia: Matematica Obiettivi disciplinari Gli obiettivi indicati si riferiscono all intero percorso della classe quarta

Dettagli

CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO con riferimento alle competenze chiave europee e alle Indicazioni Nazionali 2012

CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO con riferimento alle competenze chiave europee e alle Indicazioni Nazionali 2012 CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO con riferimento alle competenze chiave europee e alle Indicazioni Nazionali 2012 Pagina 1 di 73 DISCIPLINA DI RIFERIMENTO: LINGUA ITALIANA DISCIPLINE

Dettagli

La natura del linguaggio e il processo di acquisizione

La natura del linguaggio e il processo di acquisizione La natura del linguaggio e il processo di acquisizione Il bambino nasce con un patrimonio genetico e con una predisposizione innata per il linguaggio. Affinché ciò avvenga normalmente è necessario che

Dettagli

Ragazzi vietnamiti: (VIET L ANIMA HCM USSH) CLASSE 5 C: (21 TORTELLINI) 1. Trần Yến Ngọc 2. Nguyễn Ngọc Bách Châu AUTORI PROGETTO:

Ragazzi vietnamiti: (VIET L ANIMA HCM USSH) CLASSE 5 C: (21 TORTELLINI) 1. Trần Yến Ngọc 2. Nguyễn Ngọc Bách Châu AUTORI PROGETTO: Due mondi, due culture, due storie che si incontrano per dare vita a qualcosa di unico: la scoperta di ciò che ci rende unici ma fratelli. Per andare insieme verso EXPO 2015 Tutt altra storia Il viaggio

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

Il pomeriggio dello studente dislessico alle superiori: il ragazzo, la famiglia, lo studio, i compiti

Il pomeriggio dello studente dislessico alle superiori: il ragazzo, la famiglia, lo studio, i compiti Il pomeriggio dello studente dislessico alle superiori: il ragazzo, la famiglia, lo studio, i compiti Relatore: Prof.ssa Chiara Frassineti, genitore e insegnante Il rapporto tra genitori e ragazzo (studente)

Dettagli

40 motivi per cui le puttane sono le mie eroine

40 motivi per cui le puttane sono le mie eroine 40 motivi per cui le puttane sono le mie eroine Le puttane sanno condividere le parti più private e delicate del corpo con perfetti sconosciuti. Le puttane hanno accesso a luoghi inaccessibili. Le puttane

Dettagli

PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE

PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE La Sala consultazione della Biblioteca Provinciale P. Albino è organizzata secondo il principio dell accesso diretto da parte dell utenza al materiale

Dettagli

Il quadro europeo delle qualifiche (EQF)

Il quadro europeo delle qualifiche (EQF) Il quadro europeo delle qualifiche (EQF) di A. Sveva Balduini ISFOL Agenzia Nazionale LLP Nell aprile del 2008, al termine di un lungo lavoro preparatorio e dopo un ampio processo di consultazione che

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

Istituto Comprensivo E. De Filippo

Istituto Comprensivo E. De Filippo Istituto Comprensivo E. De Filippo Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di primo grado Via degli Italici, 33 - tel. 0824-956054 fax 0824-957003 Morcone Bn (seconda annualità) Il tempo per leggere,

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

PREMESSA QUADRO NORMATIVO

PREMESSA QUADRO NORMATIVO RACCORDI TRA I PERCORSI DEGLI ISTITUTI PROFESSIONALI E I PERCORSI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE: L ACCORDO IN SEDE DI CONFERENZA UNIFICATA DEL 16 DICEMBRE 2010 PREMESSA Il 16 dicembre scorso

Dettagli

«Questo matrimonio s ha da fare»

«Questo matrimonio s ha da fare» «Questo matrimonio s ha da fare» Italiano e matematica nella scuola del terzo millennio Convegno 25 giugno 2015 Teatro di Locarno e Dipartimento formazione e apprendimento Contro i luoghi comuni Simone

Dettagli

Istituto SuperioreD'istruzione-Liceo Sportivo C. Piaggia di Viareggio. Prof. Alessandro Guglielmo Cucurnia. Anno scolastico 2014/2015

Istituto SuperioreD'istruzione-Liceo Sportivo C. Piaggia di Viareggio. Prof. Alessandro Guglielmo Cucurnia. Anno scolastico 2014/2015 Istituto SuperioreD'istruzione-Liceo Sportivo C. Piaggia di Viareggio. Prof. Alessandro Guglielmo Cucurnia. Anno scolastico 2014/2015 MATERIA: Scienze Motorie classe : V A SIA dell'istituto Superiore D'istruzione

Dettagli

Didattiche con la LIM

Didattiche con la LIM Didattiche con la LIM Modelli e prospettive Luca Ferrari Dipartimento di Scienze dell Educazione, Università di Bologna Index 1. Scenario 2. Definizione e caratteristiche 3. Un modello didattico problematico

Dettagli

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO P. F. Fumagalli, 31.10.2104 Il Dialogo è una componente essenziale dell essere umano nel mondo, in qualsiasi cultura alla quale si voglia fare riferimento: si

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO TRIENNIO Classe: 3 A Corso: INDUSTRIA

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO TRIENNIO Classe: 3 A Corso: INDUSTRIA Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO TRIENNIO Classe: 3 A Corso: INDUSTRIA RELIGIONE 9788839302229 MARINONI GIANMARIO / CASSINOTTI DOMANDA DELL'UOMO (LA) - VOLUME UNICO - EDIZIONE AZZURRA / CORSO DI RELIGIONE

Dettagli

Tirocinio indiretto. per la classe di abilitazione 91A e 92A Piano organizzativo

Tirocinio indiretto. per la classe di abilitazione 91A e 92A Piano organizzativo Tirocinio indiretto per la classe di abilitazione 91A e 92A Piano organizzativo Studentesse/Studenti senza riduzione oraria: 75 ore indiretto, di queste 15 ore dedicate all inclusione Studentesse/Studenti

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

Cos è il BULATS. Quali sono i livelli del BULATS?

Cos è il BULATS. Quali sono i livelli del BULATS? Cos è il BULATS Il Business Language Testing Service (BULATS) è ideato per valutare il livello delle competenze linguistiche dei candidati che hanno necessità di utilizzare un lingua straniera (Inglese,

Dettagli

attività motorie per i senior euro 22,00

attività motorie per i senior euro 22,00 Le attività motorie Chi è il senior? Quali elementi di specificità deve contenere la programmazione delle attività motorie destinate a questa tipologia di utenti? Quali sono le capacità motorie che necessitano

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

Come verifico l acquisizione dei contenuti essenziali della mia disciplina

Come verifico l acquisizione dei contenuti essenziali della mia disciplina Riflessione didattica e valutazione Il questionario è stato somministrato a 187 docenti di italiano e matematica delle classi prime e seconde e docenti di alcuni Consigli di Classe delle 37 scuole che

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

Capitolo primo La governance: che cos è?

Capitolo primo La governance: che cos è? Capitolo primo La governance: che cos è? 1. Definire la governance Governance è un termine mutuato dall inglese e se volessimo darne una definizione in italiano facendoci aiutare da un dizionario scopriremmo

Dettagli