L energia del tuo territorio

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L energia del tuo territorio"

Transcript

1 L energia del tuo territorio 1

2 Sommario Il saluto del Presidente del Consiglio di Sorveglianza di Egea 3 Il saluto del Presidente del Consiglio di Gestione di Egea 5 CHI SIAMO La nostra missione La dimensione locale 6 La sinergia tra pubblico e privato 7 La rintracciabilità 8 La responsabilità sociale e la nostra etica 9 LA NOSTRA STORIA Egea negli anni 1014 EGEA OGGI La multiutility nel Dna 1516 Il servizio di distribuzione gas metano 17 Nella topten nazionale per la vendita di luce e gas 18 Il modello vincente del teleriscaldamento 1921 Energie rinnovabili ed efficienza energetica 2223 Ciclo idrico integrato 2426 Servizi ambientali 27 IL NOSTRO FUTURO Le opportunità emergenti 2829 Dove siamo

3 Ad oltre un anno dall affidamento di questo prestigioso incarico posso dire di conoscere Egea e più in generale il Gruppo. Sono quindi in grado di poter delineare meglio la Società. Egea ha diversi punti di forza, tutti centrati sul capitale umano. È una azienda giovane non solo per l età media degli addetti ma anche per lo spirito e la dinamicità. Le professionalità e la motivazione sono presenti a tutti i livelli, ha un clima aziendale informale orientato ai risultati, ha intraprendenza e capacità manageriali non comuni unite ad una forte visione industriale ed attaccamento ai valori del lavoro e dell etica professionale. Come cittadino apprezzo particolarmente la consapevolezza che tutti i dipendenti dimostrano di possedere della dimensione sociale delle attività svolte, sapendo di erogare servizi primari per aziende e cittadini. Il ruolo dei componenti di nomina pubblica del Consiglio di Sorveglianza è, a mio parere, quello di perseguire progressi e miglioramenti sensibili per il territorio, per i cittadini e per le imprese, ovvero per i clienti di Egea, garantendo allo stesso tempo le caratteristiche di efficacia ed efficienza che Egea presenta. Ciò diventa possibile se si costruisce su quanto di buono è già stato fatto in passato grazie all assetto societario dualistico. L eccellenza di questo territorio richiede per i cittadini, per gli enti locali e per le attività industriali e commerciali un alta qualità di servizi che per Egea deve coincidere con la missione aziendale. La ricaduta per l Azienda è di investire su clienti esigenti ma affidabili e solidi che le consentano di raccogliere sfide impegnative anche al di fuori del territorio di riferimento. Rappresentando i soci pubblici voglio anche sottolineare quale, a mio avviso, sia l ottimo rapporto tra questi e l Azienda: una collaborazione stretta e fattiva alla continua ricerca di economie ed efficienze per i primi, una dedizione ed uno spirito di servizio per la seconda che la fanno immaginare più come una municipalizzata che come una partecipata. Un atteggiamento come questo garantisce al territorio un partner affidabile ed alla società un attività significativa sul territorio di riferimento. Concludo la mia riflessione guardando al futuro che, ferme restando le difficili condizioni finanziarie e dei mercati, va a mio parere affrontato raccogliendo la sfida di disegnare un Gruppo strutturato in tutti gli aspetti così da affrontare con successo le situazioni più impegnative ma anche di saper cogliere le opportunità migliori. Ing. Fulvio Baratella Presidente del Consiglio di Sorveglianza di Egea Spa 3

4 4

5 Molto spesso, al giorno d oggi, si parla della responsabilità sociale ed economica dell azienda di servizi: in tal senso essa è considerata motore essenziale dello sviluppo di un territorio, venendo identificata come più importante anello di congiunzione tra il sistema degli enti pubblici locali, il tessuto produttivo e i cittadiniclienti. Più rari sono i casi in cui si riconosce che tale concetto venga concretamente applicato, come nell esempio della nostra realtà di Egea. Diversi elementi ci portano a questo modo di essere: la conoscenza della nostra realtà, la fedeltà ai nostri fondamenti culturali ed etici, la consapevolezza dell importanza di una tale missione. Non è un caso che, nella nostra storia, riflessa nell azionariato di Egea, la grande solidità di questa base affondi le proprie radici da un lato nell approccio pragmatico ed efficiente dell azienda privata, e dall altro nella più sana tradizione europea del municipalismo. E, come logica conseguenza di tutto ciò, la totale armonia tra correttezza e efficacia del disegno mi sembra porti, anche e soprattutto nei numeri (come è giusto che sia per un progetto industriale), a un significativo successo in termini di fatturato, generazione di reddito, investimenti e occupazione. Ing. PierPaolo Carini Presidente del Consiglio di Gestione di Egea Spa 5

6 La nostra missione La dimensione locale La scelta dell agire locale ha da sempre caratterizzato la storia di Egea. Essa è stata perseguita con determinazione anche in modo antesignano, in tempi in cui era diffusa la convinzione che solo le grandissime dimensioni di un azienda erogatrice di servizi fossero indice di funzionalità degli stessi. I fatti più recenti, non ultimi quelli derivanti dalla grande crisi finanziaria e industriale, hanno dimostrato, invece, come spesso i gigantismi siano stati fini a se stessi. Soprattutto hanno evidenziato che, specie nel settore dei servizi, è essenziale la presenza di operatori di dimensioni medie, capaci di essere vicini al cliente e aderenti al territorio; un sano approccio locale accresce spesso l efficienza e si traduce nella capacità di dare risposte concrete ai cittadini. Egea non solo ha attestato che un autonomia locale nella gestione dei servizi pubblici è possibile ed è vantaggiosa per il territorio, ma ha individuato la propria ragion d essere nella provincia, in cui del resto risiede quello che per la nostra economia nazionale è maggioritario. Proprio per erogare servizi su misura il Gruppo si è ramificato negli anni in una pluralità di aziende, società di scopo, spesso costituite in partnership con altri attori di spicco del mondo imprenditoriale, legate ad aree circoscritte e per questo capaci di rispondere alle loro peculiari istanze attraverso progetti mirati. In questo senso Egea alimenta costantemente sinergie locali nelle quali entra a pieno titolo anche la parte pubblica, con la quale i progetti sono discussi e condivisi in ogni fase. 6

7 Consiglio di Gestione La sinergia tra pubblico e privato Ad attestare il radicamento territoriale di Egea è stata la volontà, anch essa espressa precorrendo i tempi, di coinvolgere nello sviluppo del Gruppo, accanto ai soci privati (soggetti imprenditoriali tra i più rappresentativi del Piemonte e non solo), le Amministrazioni locali. Due sono stati i passaggi fondamentali. Il primo: lo strutturarsi di Egea come realtà misto pubblicoprivata estremamente variegata, consentendo ai Comuni e alle Industrie di acquisire quote del Gruppo, oggi partecipato da 124 Enti Pubblici e da 30 tra le più prestigiose realtà imprenditoriali principalmente piemontesi. Il secondo: valorizzare la parte pubblica, espressione del territorio, attraverso una governance duale che impone decisioni strategiche condivise, e consentire alla componente privata di dare il meglio di sé, attraverso l implementazione di un modello industriale rigoroso. Il regime dualistico è incentrato su due organi sociali: il Consiglio di Sorveglianza, la cui Presidenza è indicata dalla parte pubblica, che ha funzioni di indirizzo e controllo, e il Consiglio di Gestione, che ha competenze in fatto di sviluppo e operatività. Anche in termini strutturali, dunque, Egea si pone come punto d incontro e sintesi tra pubblico e privato, conferendo a ciascuno pari valore; l uno elemento di congiunzione con il territorio, l altro stimolo per elevati livelli di efficienza. La determinazione nel preservare questo equilibrio all interno del Gruppo è stata evidenziata anche nella recente operazione di aumento del capitale sociale passato da 17 a 47 milioni di euro. Sottoscritto pressoché dalla totalità dei soci industriali nell esercizio del diritto di opzione, l aumento di capitale ha segnato l ingresso di dieci nuovi soci privati e sottoscrizioni complessive per oltre 9 milioni di euro. Quest operazione è stata completata nel 2012 con l aumento di capitale in cui alcuni soci pubblici hanno conferito partecipazioni in società operanti in settori strategici per lo sviluppo del gruppo Egea. In questo modo è stata riequilibrata nell azionariato la presenza della parte pubblica. Ing. PierPaolo Carini Presidente Dott.ssa Carla Perotti Consigliere Rag. Giovanni Biestro Consigliere Consiglio di Sorveglianza Ing. Fulvio Baratella Presidente designazione pubblica Prof. Luigi Carosso Consigliere designazione pubblica Dott. PierFausto Finazzi Consigliere designazione privata Ing. Renzo Capra Consigliere indipendente Prof. Giovanni Del Tin Consigliere indipendente Prof. Francesco Gullì Consigliere indipendente Dott. Giuseppe Miroglio Consigliere designazione industriale L immagine sotto si riferisce all Assemblea dei Soci del Da sinistra: i Consiglieri PierFausto Finazzi, Renzo Capra, Giuseppe Miroglio, Giovanni Biestro, Giovanni Del Tin, il Sindaco di Alba Maurizio Marello, i Consiglieri Francesco Gullì e Carla Perotti. Chi siamo 7

8 Nella foto in alto il gruppo dei direttori di Divisione di Egea. Da sinistra: gli ingegneri Piergiorgio Carotta, Giuseppe Zanca, PierPaolo Carini (Amministratore Delegato di Egea Spa), il dottor Lorenzo Veronese e il geometra Sebastiano Contegiacomo. Sotto: un interno dei nuovi uffici Egea. La rintracciabilità Proprio in quanto soggetto profondamente radicato sul territorio in cui opera, Egea, in controtendenza rispetto alla maggior parte degli altri operatori, considera valori fondamentali riconoscibilità e rintracciabilità. Questo significa esserci, metterci la faccia, dialogare costantemente con gli utenti. In quest ottica va letta la scelta di potenziare le strutture a servizio dei clienti: gli sportelli aperti al pubblico attivi sul territorio, sette per la sola provincia di Cuneo, e il callcenter attraverso il quale si entra immediatamente in comunicazione con operatori (e non con risponditori automatici) attivi presso la sede centrale di Alba. Si tratta di strutture alle quali ciascun cliente può rivolgersi agevolmente per entrare in contatto diretto con l azienda che fornisce servizi fondamentali e che come tale non può permettersi il lusso della latitanza. Questo è il cardine della formazione degli oltre 500 dipendenti del Gruppo, figure professionali qualificate, scelte, e non a caso, perlopiù sul territorio. La sede centrale di Egea è stata di recente trasferita in corso Nino Bixio, nell edificio che un tempo ospitava il quartier generale della sezione albese dell Enel: 5000 metri quadri di uffici e 2000 metri quadri di magazzini nei quali Egea, che ha vissuto negli ultimi anni un espansione esponenziale, ha riorganizzato la propria attività in attesa della realizzazione della propria sede definitiva, in corso di progettazione, che sorgerà sempre ad Alba, in prossimità di via dell Acquedotto. 8

9 La responsabilità sociale e la nostra etica La scelta dell agire locale porta con sé la consapevolezza di essere coinvolti nella crescita dell area in cui si opera. Si declina non solo nella capacità di produrre ricchezza, ma anche nei termini della responsabilità sociale e della condivisione di risorse, esperienze e competenze maturate. I contributi erogati a enti e ad associazioni a sostegno di iniziative culturali o sportive, i percorsi di formazione in tema di sostenibilità ambientale organizzati nelle scuole, i bonus erogati sulle bollette di acqua, luce, gas o teleriscaldamento a favore delle famiglie disagiate, non sono che alcuni esempi di come, nei fatti, Egea esprima il proprio sentirsi soggetto attivo nello sviluppo del territorio. Più in generale quel senso di appartenenza richiama il principio, squisitamente etico, che sottende a tutta l attività del Gruppo: dimostrare come si possa lavorare con buoni risultati, contribuendo a creare valore per l azienda e per il territorio, fondando la propria attività su principi etici in grado di abbracciare, senza alcuna discontinuità, la sfera privata e quella lavorativa. Dunque non solo portare acqua, luce, gas e teleriscaldamento, ma cercare di essere ottimi manager e ottime persone, parti integranti di un sistema provinciale. Lo sapevi che la luce di Egea ti porta gratis a teatro? Egea opera sul territorio piemontese nella gestione dell energia e dell ambiente puliti. La storia di Egea è quella di un'azienda cresciuta negli anni insieme ai suoi dipendenti, che ad oggi sono più di 400, senza mai perdere la dimensione provinciale. Praticità, velocità e risparmio sono le caratteristiche che rappresentano i valori aggiunti di Egea concretizzati, inoltre, dal Ecco un altro buon motivo per diventare cliente Egea! Cambia idea passa a Egea! Per ricevere i biglietti gratuiti della nuova stagione 2011/12 del Teatro Sociale di Alba e del Teatro Politeama di Bra sarà sufficiente chiamare il Call Center Egea il 24 e 25 ottobre dalle 12 alle 14 e indicare il proprio codice cliente (bollette luce). Ogni famiglia potrà ricevere 2 biglietti, fino a esaurimento posti. rapporto diretto offerto dai numerosi sportelli aperti al pubblico: indispensabili per incontrare e rispondere in tempo reale a tutte le esigenze dei clienti. L attenzione di Egea verso il territorio si allarga anche a numerose attività e iniziative culturali di cui essa stessa si fa promotrice o sostenitrice. Come l'invito gratuito a teatro che Egea rivolge ai propri clienti per la stagione 2011/2012. Adesso lo sai! Per sapere qual è lo sportello più vicino a casa tua chiama il Call Center o visita il sito. Il D. LGS 231/2001, ha introdotto la responsabilità diretta delle Società per talune tipologie di reati commessi dai relativi amministratori, dirigenti o dipendenti, nell interesse o a vantaggio delle Società stesse. Nella seduta del 30 ottobre 2008 il Consiglio di Sorveglianza ha deliberato l adozione del Modello di organizzazione, gestione e controllo, costituendo l Organismo di Vigilanza per le funzioni di legge. L adozione del Modello è un ulteriore passo verso il rigore, la trasparenza e il senso di responsabilità nei rapporti interni e con l esterno, offrendo agli azionisti adeguate garanzie di una gestione efficiente e corretta. Nelle immagini di questa pagina sono raffigurate alcune delle attività culturali e sociali alle quali Egea ha contribuito: il progetto di formazione ambientale rivolto agli alunni del territorio delle scuole superiori di Alba; il sostegno alla stagione del Teatro Sociale di Alba che si concretizza anche nell omaggio di biglietti ai clienti di Egea Commerciale ; il supporto all attività sportiva giovanile con la sponsorizzazione di L Alba volley ; la collaborazione con l Organizzazione non governativa Lvia che si è concretizzata nella realizzazione di progetti a favore delle popolazioni etiopi e in un percorso di formazione sul tema dell acqua rivolto ai bambini delle scuole elementari delle aree fossanese, saluzzese e saviglianese. Chi siamo 9

10 Egea negli anni 1956 Nasce Egea (inizialmente acronimo di Esercizio Gas e Affini trasformato recentemente in Ente Gestione Energia e Ambiente ); è l azienda distributrice del gas per il solo comune di Alba Dopo una brillante e lunga carriera prima all ENI e poi ai vertici di alcune tra le più importanti aziende municipalizzate del nord Italia, Emanuele Carini (foto a sinistra), l ingegner Emanuele come ancora oggi tutti lo ricordano in azienda, trasferì ad Alba, in Egea, il proprio bagaglio di esperienze, unite alle sue indubbie capacità tecniche. Piacentino d origini, l ingegner Carini ha creduto fortemente nella politica dello sviluppo del gas metano e l ha perseguita nel corso di tutta la sua carriera, distinguendosi come uno dei principali protagonisti dell affermazione delle aziende multiservizi. Nasce il Consorzio del gas di Alba Langhe e Roero. Egea ne è la concessionaria e avvia l estensione della rete per la distribuzione del metano nell albese. In dieci anni i comuni serviti sono Viene avviato l innovativo progetto di teleriscaldamento della Città di Alba Viene vinta la gara per la gestione trentennale dell acquedotto di Alba Egea acquisisce le quote di Stirano segnando così il proprio ingresso nel settore dei servizi ambientali potenziato, poco più tardi, dalla costituzione di Alse, in partnership con la Comunità montana Alta Langa, società che, sul territorio dell Ente, si occupa di raccolta rifiuti e ciclo idrico integrato. Egea consolida la propria presenza nelle Langhe; in un anno arriva a gestire servizi idrici ed energetici per un bacino di abitanti. Egea concretizza progetti per la diffusione del gas metano specie in Alta Langa Egea diventa multiutility misto pubblicoprivata: i Comuni entrano, acquisendo quote, nella società.

11 1998 Egea acquisisce Tecnoedil e si rafforza nel settore dell acqua potabile con i pozzi del Roero e la gestione del servizio idrico integrato di quel territorio Egea, attraverso la partecipata Calore Verde, avvia il progetto di teleriscaldamento della città di Ormea alimentato da una centrale a legna vergine a filiera corta In seguito al processo di liberalizzazione del mercato energetico italiano, avviato alla fine degli anni Novanta, che consente, prima ai clienti più energivori, in un secondo momento alle utenze commerciali, e in terza battuta anche agli utenti domestici, di scegliere liberamente il proprio fornitore di luce e gas, nasce Egea Commerciale. L azienda, che fa capo interamente a Egea, si occupa della vendita di gas metano ed energia elettrica. In questo modo il Gruppo recepisce i dettami dell Autorità che impone, proprio in seguito alla liberalizzazione, una netta distinzione tra l attività di distribuzione e quella di vendita dei prodotti energetici. Il settore della vendita di energia elettrica e gas cresce a ritmi vertiginosi e ben presto Egea Commerciale si distingue, non solo a livello locale, come fornitore privilegiato del mondo industriale Egea apre le porte a nuovi soci privati; ad acquistare partecipazioni sono perlopiù attori industriali e finanziari dell albese. Egea, dopo essersi aggiudicata, a fine 2002, il servizio di distribuzione gas nel comune di Burago di Molgora, ottiene l affidamento del servizio anche a Besana e Casarile, in Brianza. Presso l impianto di potabilizzazione di via dell Acquedotto, ad Alba, viene installato un innovativo potabilizzatore a membrane di ultrafiltrazione, primo in Italia con questa tecnologia (foto a destra); produce 140 litri al secondo di acqua potabile. La nostra storia 2004 Tecnoedil ottiene la gestione del ciclo idrico integrato di Bra. Egea adotta, tra le prime aziende italiane, il regime di governance dualistico introdotto dalla Riforma del diritto societario. Il sistema sostituisce il Consiglio di 11

12 Amministrazione con due organi societari: il Consiglio di Gestione, presieduto dall ingegner PierPaolo Carini e il Consiglio di Sorveglianza, organo di controllo e indirizzo strategico il cui presidente, in Egea, è espressione dei soci pubblici. Dal 2010 a presiedere il Consiglio di Sorveglianza è l ingegner Fulvio Baratella Egea acquisisce una partecipazione del 44 per cento in Alpi Acque, società che gestisce il servizio idrico delle aree fossanese, saluzzese e saviglianese; salgono a gli abitanti che usufruiscono di servizi idrici gestiti dal Gruppo. È costituita la società Alba Power in partnership paritetica con il colosso dell industria dolciaria Ferrero ; l obiettivo è la realizzazione di una centrale di cogenerazione che provveda ai fabbisogni energetici di Ferrero, alimenti il teleriscaldamento di Alba e produca energia elettrica per i clienti Egea Egea sigla, con il comune di Fossano, la convenzione per la realizzazione e la gestione del servizio di teleriscaldamento cittadino. L Ato numero 4 per la gestione del servizio idrico integrato affida, sino al luglio del 2017, la gestione dei servizi alle società del Gruppo; viene costituita Aeta scarl per il coordinamento delle attività nel settore Realizzata in tempi record (solo 8 mesi), entra in funzione la centrale Alba Power (foto a sinistra) gestita in partnership con Ferrero SpA ; alimenta la rete del teleriscaldamento cittadino. Egea avvia progetti di teleriscaldamento a Canale e nella zona industriale di Carmagnola. Si completa il processo di liberalizzazione del settore energetico italiano: ciascun utente, a prescindere dai consumi annuali, può scegliere il proprio fornitore di luce e gas. In poco tempo Egea Commerciale diventa il primo operatore libero della provincia piemontese. Particolarmente apprezzata presso la clientela retail è la bolletta unica con la fatturazione congiunta delle forniture di luce e gas. Stirano partecipa e vince le tre gare per la gestione dei servizi ambientali nelle aree di Roero, Langhe e Alba in associazione temporanea con la ditta Aimeri ; raddoppia così il proprio fatturato e il numero di abitanti serviti. Attraverso tali affidamenti vengono garantiti i servizi ambientali svolti dalla società nel territorio di pertinenza fino al Egea amplia il novero dei propri soci: acquisiscono quote partner industriali e finanziari provenienti dall intera provincia cuneese. Attraverso Langhe e Roero Power, Società in cui Egea affianca il colosso tessile Miroglio, viene avviato il progetto di una centrale di cogenerazione a servizio dello stabilimento di Govone di Miroglio. Sono avviati con Sep, partecipata da Egea e da Eredi Campidonico i lavori per la realizzazione e la gestione del teleriscaldamento di Piossasco (To). 12

13 2008 Egea, in associazione temporanea d imprese con A2A, si aggiudica la realizzazione e la gestione del teleriscaldamento nel comune di Acqui Terme. Vengono costituite tra Egea e Elyo Italia, Società del gruppo SuezGaz de France, le Società Ege.Yo, per la realizzazione e la gestione del teleriscaldamento fossanese, e El.Ea, per la gestione della centrale di produzione di energia elettrica e termica sita presso lo stabilimento Michelin di Fossano; entra in funzione il primo motore dell impianto di cogenerazione. In seguito a una riorganizzazione interna del Gruppo nasce Tecnoedil Lavori, braccio operativo di Tecnoedil. A quest ultima società Egea cede le proprie partecipazioni in Alse e in Alpi Acque. Nasce la società Ardea con l obiettivo di realizzare studi, progetti e impianti di generazione di energia elettrica da fonti rinnovabili. è partecipata da Egea, FinPiemonte Partecipazioni e altri partner industriali e finanziari di rilievo. Alse si aggiudica l appalto per la gestione rifiuti in Alta Langa Attraverso Stirano, Egea ottiene l affidamento della gestione dei servizi ambientali di diversi comuni dell astigiano. Entra in funzione la centrale di cogenerazione (7 MW) di Govone gestita da Langhe e Roero Power. Attraverso la società Egas costituita con Acea Pinerolese, Egea Commerciale acquisisce quote di 2B energia, attore di rilevanza nazionale nell approvvigionamento di gas metano. È costituita, con A2A, operatore di spicco nel panorama energetico nazionale, la società Acqui Energia per la realizzazione del teleriscaldamento di Acqui Terme. In seguito Egea acquisirà anche le quote di A2A divenendo unica attrice nell iniziativa acquese. Egea installa un motore di cogenerazione alimentato a gas naturale (potenza 1 MWe) presso l ospedale Santa Croce di Cuneo. L intervento, affidato tramite gara nazionale, attesta le capacità tecniche maturate da Egea nel settore Egea si aggiudica i lavori per la realizzazione e la gestione della rete di teleriscaldamento di Cairo Montenotte. A questo scopo nasce Valbormida Energia, partecipata da Egea e Finingest. Già a fine anno vengono inaugurate la centrale e il primo lotto della rete che sarà completata in tre anni (nella foto a destra, un momento dell inaugurazione. Si riconoscono, da sinistra: Fulvio Briano, Sindaco di Cairo Montenotte, Antonio Levratto, Presidente di Finingest, Claudio Burlando, Presidente della Regione Liguria, Angelo Vaccarezza, Presidente della Provincia di Savona). La nostra storia Egea si aggiudica il servizio di distribuzione del gas nei comuni di Acqui Terme e Rozzano in partnership con altri operatori del settore. Ardea avvia i primi cantieri nel settore fotovoltaico a Fossano, a Torino e a Valenza. Egea Produzioni e Teleriscaldamento avvia i lavori finalizzati alla realizzazione di un impianto fotovoltaico totalmente integrato a Enna. 13

14 Il Gruppo, attraverso proprie partecipate, realizza due impianti a biogas, uno a Ozegna (potenza 625 kw) alimentato da reflui zootecnici bovini, suini e avicoli e biomasse vegetali, il secondo a Marene (potenza 250 kw), alimentato con reflui bovini. Questi due impianti sono stati acquisiti in totalità da Egea New Energy, controllata al 100 per cento da Egea dal Egea si aggiudica il servizio di distribuzione del gas nel Comune di Calolziocorte (Lecco). In associazione temporanea d imprese con Olicar Egea sottoscrive l accordo per la realizzazione e la gestione del teleriscaldamento di Bra. Sono avviati i lavori per potenziare il teleriscaldamento di Carmagnola estendendolo a tutto il centro cittadino, con una nuova centrale di cogenerazione realizzata sul modello di quelle di Fossano ed Acqui Terme. Il settore delle energie rinnovabili inaugura gli impianti fotovoltaici di Fossano, Valenza e Torino; entrano in funzione gli impianti di Enna, di Rondissone e di Oleggio Egea acquisisce il 100 per cento delle quote di Stirano. Egea Produzioni e Teleriscaldamento si aggiudica la gara per il servizio di gestione energetica e riqualificazione tecnologica degli edifici comunali di Alba per i prossimi nove anni. Nasce Monferrato Energia, società di scopo che si occuperà della realizzazione e della gestione del teleriscaldamento di Nizza Monferrato, città più popolosa dell astigiano, seconda solo al Capoluogo di Provincia. La centrale e il primo lotto della rete sono in funzione per la stagione termica 2012/2013. La società ha al vaglio alcuni analoghi progetti da concretizzarsi in altri Comuni dell astigiano. Egea Produzioni e Teleriscaldamento si aggiudica la concessione a derivare acqua a uso idroelettrico sul fiume Tanaro, a Santa Vittoria d Alba. In collaborazione con Diageo e attraverso la società Tanaro Power, è avviato il progetto di realizzazione e gestione di una centrale idroelettrica (potenza installata 4,1 MW, foto a sinistra). Nel corso dell anno sono realizzati due impianti a biogas, uno a Vottignasco alimentato da reflui suini (999 kw) e uno, di pari potenza, a Caluso, alimentato da reflui zootecnici bovini e da biomasse vegetali. Inserimento fotografico 1 Vista della traversa da valle, dalla sponda destra Tecnoedil si aggiudica la gestione tecnica del ciclo idrico integrato di Bordighera (Im). Nasce Bra Energia cui partecipano Egea Produzioni e Teleriscaldamento e Olicar ; sono avviati i lavori per la realizzazione del teleriscaldamento di Bra che entra in funzione, almeno per quanto riguarda la centrale e la prima parte della rete, per la stagione termica 2012/

15 La multiutility nel Dna L evoluzione del gruppo Egea si basa su due principi: l aderenza al territorio e l efficienza industrale. Su di essi si è scandito lo strutturarsi di Egea come multiutility: dalla distribuzione del gas alla gestione dei servizi idrici e ambientali, dall ingresso nel settore del teleriscaldamento al dar corso alla vendita dell energia, fino all evoluzione nel contesto delle energie rinnovabili. Senza dubbio ha giocato un ruolo fondamentale la capacità di sfruttare le opportunità offerte dai nuovi quadri normativi dei settori energetico e ambientale. Ma quella capacità è stata originata dalla sensibilità nel cogliere le sollecitazioni del territorio. Anzi, se di oculatezza si può parlare, essa va attribuita al territorio che ha compreso quanto i servizi pubblici e la loro gestione autoctona e diretta siano strategici. Inserire, poi, le sollecitazioni della collettività in un progetto industriale organico, garantendo operatività e adeguata remuneratività, è stato un valore aggiunto e ha fatto la differenza. Il maturare come sintesi tra parte pubblica e privata, ciascuna in base ai propri carismi, entrambe con pari dignità sia nella compagine azionaria, sia nella governance, è stato, per Egea, una naturale conseguenza di questo processo, come pure la versatilità dimostrata nell occuparsi di settori diversi, pur se tutti afferenti ai servizi pubblici. Del resto proprio l estrema varietà dei servizi gestiti costituisce uno dei punti di forza del progetto industriale che progredisce adattandosi alle richieste del mercato, pur a fronte di un andamento fisiologicamente altalenante dei singoli settori. Una multiutility nel Dna: così potremmo definire Egea. Gestiscono l operatività delle Società facenti capo al Gruppo quattro Direttori (energia, ambiente, finanza e controllo, organizzazione). Egea oggi DIVISIONE ENERGIA Nella topten nazionale per la vendita di luce e gas 15

16 EGEA HOLDING DISTRIBUZIONE GAS METANO Egea Spa Acqui Rete Gas Srl Valenza Rete Gas Spa Divisione Energia Divisione Ambiente Organizzazione e affari generali Amministrazione, finanza e controllo Piergiorgio Carotta Lorenzo Veronese Sebastiano Contegiacomo Giuseppe Zanca VENDITA ENERGIA ELETTRICA E GAS Egea Commerciale Srl Cons. Monviso Gas Stock Egas Srl 2B Energia Spa PRODUZIONE ENERGIA ELETTRICA E TERMICA, TELERISCALDAMENTO Egea PT Srl Acqui Energia Spa SEP Spa Ege. Yo Srl AlbaPower Spa El.Ea Srl Calore Verde Srl Val Bormida Energia Spa Carmagnola Energia Srl Mondo Energia Spa Monferrato Energia Spa PRODUZIONE ENERGIA DA FONTI RINNOVABILI Egea New Energy Spa Ardea Energia Srl Langhe e Roero Power Spa Tanaro Power Spa CICLO IDRICO INTEGRATO Captazione Potabilizzazione / Distribuzione Tecnoedil Spa Tecnoedil Lavori Scarl Tanaro Servizi Acque Alpi Acque Spa AETA Scarl A.l.se Spa Mondo Acque Spa SERVIZI AMBIENTALI Fognature e depurazione Costruzione impianti e reti Stirano Srl A.l.se Spa Alpi Ambiente Srl ATC. Si Srl 219 milioni di euro di investimenti nel quinquennio Società consolidate integralmente in EGEA Dati in milioni di euro Produzione Energia Elettrica, Termica, TLR Energie Rinnovabili Distribuzione Gas Ciclo Idrico Altro 5,9 10,1 0,6 4,2 0,5 9,5 2,6 0,9 4,8 8,4 0,9 3,6 0,6 3,0 0,5 3,8 3,6 22,0 0,8 3,0 1,9 Totale 21,3 17,8 13,5 10,9 27,7 Società con partnership EGEA Dati in milioni di euro AlbaPower Ege.Yo El.Ea Egea New Energy e Langhe e Roero Power SEP Ardea Energia Valbormida Energia Carmagnola Energia Alpi Acque Alse 1,2 1,5 consolidate consolidate 3,0 0,7 6,5 2,9 0,2 0,2 3,0 4,1 consolidate consolidate 9,1 3,6 1,3 0,8 2,1 3,4 1,5 4,7 0,5 1,4 0,4 1,6 10,9 2,4 8,3 0,6 1,6 0,1 46,3 1,3 2,5 0,2 Totale 16,0 22,1 14,0 25,5 50,3 16 *Gli importi comprendono anche gli investimenti finanziati con leasing

17 Il servizio di distribuzione gas metano Quello legato alla gestione delle infrastrutture del servizio di distribuzione del gas metano è un settore di primaria importanza nell attività del gruppo Egea. Del resto esso costituisce la mission storica dell azienda, nata per svolgere quel ruolo, inizialmente nel solo Comune di Alba. L attenzione costante alle proprie origini, accanto alla consapevolezza delle opportunità che il settore può offrire ai fini dei futuri sviluppi del Gruppo e di nuove partnership con altri operatori, continuano ad alimentare l interesse verso il servizio di distribuzione del gas metano guardando anche all ampliamento dei confini d azione della multiutility. Un primo importante risultato, in questo senso, fu raggiunto tra gli anni Ottanta e Novanta quando la Società estese la propria attività alle aree contigue del Roero, della Langa e dell Alta Langa. Con questo processo Egea divenne il secondo operatore della provincia di Cuneo, posizione che tuttora mantiene, con 42 comuni e il 15 per cento di abitanti della Granda serviti. Il perimetro di riferimento Egea si è poi esteso alla Lombardia, cogliendo le opportunità offerte dalla liberalizzazione del mercato avviata dal D. LGS 164/00. L acquisizione del servizio nei Comuni brianzoli di Besana in Brianza e Burago di Molgora, e di Casarile, nel milanese, avvenuta tra il 2002 e il 2003, ha consentito di porre tre avamposti di rilievo. L aggiudicazione, tra il 2010 e il 2011, delle gare per il servizio di Acqui Terme (Al), Valenza (Al) e Rozzano (Mi), in partnership con altri operatori del settore, e di Calolziocorte (Lc) consentono di incrementare i clienti finali di ulteriori unità circa e dimostrano la capacità del Gruppo di esprimere anche in questo settore una rinnovata dinamicità, di buon auspicio in previsione della partecipazione alle future gare d ambito. 45 Comuni serviti tra Piemonte e Lombardia utenti serviti 125 milioni di m 3 di gas distribuiti 1000 km di rete di distribuzione 2 operatore in provincia di Cuneo Egea oggi 17

18 Gli sportelli Egea sono vicini a casa tua: ALBA BRA CEVA CUNEO FOSSANO SALUZZO SAVIGLIANO 4,5 miliardi di Kwh di energia elettrica venduti 300 milioni di m 3 di gas venduti 7 operatore nazionale per la vendita di energia elettrica 10 operatore nazionale per la vendita di gas Oltre clienti 56% del mercato libero dell energia elettrica della provincia di Cuneo è servito da Egea Commerciale Lo sapevi che gli sportelli Egea ti sono vicini? Egea, con 7 sportelli aperti nella Provincia di Cuneo, opera sul territorio nella gestione dell energia e dell ambiente puliti. Egea punta da sempre sul valore del contatto umano e sulla qualità che solo la presenza territoriale e capillare di strutture con personale specializzato può garantire. Risposte immediate e concrete ad ogni esigenza del cliente fanno parte dell attenzione che viene riservata in Cambia idea, passa a Egea! La soluzione veloce e conveniente per la tua fornitura di luce e gas. Per cambiare è sufficiente portare la tua ultima bolletta allo sportello più vicino a casa tua. Adesso lo sai! ogni singolo sportello aperto al pubblico. La trasparenza e il supporto sono tratti distintivi dell azienda da sempre. Un rapporto umano che viene protetto e consolidato, senza indirizzare il cliente verso call center telefonici non sempre adeguati e risolutivi. Inoltre Egea garantisce energia pulita attraverso un servizio pulito! Ecco perché oltre famiglie del cuneese hanno già scelto Egea. Per qualsiasi informazione chiama il Call Center o visita il sito Nella topten nazionale per la vendita di luce e gas Il comparto commerciale di Egea è quello che, negli ultimi anni, ha vissuto una più spiccata espansione. Già poco dopo l avvio della liberalizzazione del mercato energetico Egea Commerciale era un operatore di riferimento nel Sud Piemonte, fornitore privilegiato del sistema industriale. Il completamento del processo di liberalizzazione, che ha consentito a ciascun cliente, a prescindere dal consumo annuale, di scegliere il proprio fornitore di energia elettrica e di gas, ha segnato per Egea Commerciale un ulteriore occasione di crescita, consentendole di conquistare fette sempre più ampie anche del mercato dei clienti residenziali. Via via, inoltre, l azienda, pur senza perdere il forte legame con il Piemonte meridionale, suo naturale bacino di riferimento, ha esteso all intero panorama nazionale le proprie proposte, sia quelle dedicate alla clientela retail, sia quelle riservate alle utenze commerciali e industriali. Tra i fattori che maggiormente hanno contribuito a consolidare la fiducia tributata a Egea Commerciale sono da annoverare l affidabilità e la piena rintracciabilità del servizio. Aspetti questi che trovano concretezza nella capacità di mantenere gli impegni contrattuali, nella rete di sportelli attivi specie sul territorio di riferimento dell azienda, nella volontà di dialogare costantemente con il cliente che si traduce in un servizio declinato sulle sue esigenze. Affatto secondaria è, infine, la concorrenzialità dei prezzi applicati da Egea Commerciale che, se da un lato deriva da una politica di contenimento dei margini, d altro canto è alimentata da scelte aziendali tese a potenziare le possibilità di approvvigionamento consentendo una maggior incisività nella definizione dei prezzi di vendita. Per quanto riguarda il gas, Egea, attraverso la società Egas cui partecipa, è entrata nel circuito degli attori di rilevanza internazionale in fatto di approvvigionamento. Per quanto attiene, invece, all energia elettrica, il Gruppo diversifica le fonti di produzione, guardando con particolare attenzione alle energie rinnovabili e potenziando il numero di impianti di proprietà. L insieme di questi elementi ha consentito a Egea Commerciale di acquisire la fornitura di quasi il sessanta per cento dei volumi di energia erogata in provincia di Cuneo, di ottenere una forte espansione anche a livello nazionale, e permette tuttora all azienda di crescere al ritmo di migliaia di nuovi clienti al mese. Oggi la società conta oltre clienti per l energia elettrica, oltre per il gas e circa un migliaio di cospicui clienti industriali. Con questi numeri è entrata a pieno titolo nella topten degli operatori nazionali, la prima dopo i colossi industriali storici del mercato dell energia. Lo sapevi che scegliere Egea per luce e gas è semplice? Cambia idea, passa a Egea! La soluzione veloce e conveniente per la tua fornitura di luce e gas. Per cambiare è sufficiente portare la tua ultima bolletta allo sportello più vicino a casa tua. Adesso lo sai! Gli sportelli Egea sono vicini a casa tua: ALBA BRA CEVA CUNEO FOSSANO SALUZZO SAVIGLIANO Per qualsiasi informazione chiama il Call Center o visita il sito 18

19 Il modello vincente del teleriscaldamento I vantaggi del teleriscaldamento Egea ha avviato la propria attività nel settore del teleriscaldamento in tempi molto precoci, almeno nel contesto italiano, ed è stata la prima azienda ad attivare il servizio in realtà urbane medio piccole. Assai diffuso in America e in Europa centro settentrionale fin dalla metà del secolo scorso, il teleriscaldamento è stato introdotto in Italia solo alla fine degli anni Settanta. Il primo progetto di rilievo concretizzato fu quello di Brescia. La rete del Comune di Alba, la prima realizzata da Egea, fu avviata negli anni Ottanta. Guardando oggi al panorama nazionale, il Piemonte è, grazie anche ad Egea, la principale Regione in quanto a diffusione del teleriscaldamento; il servizio ha, comunque, ancora enormi potenzialità di espansione ed è sempre più sostenuto dalle Amministrazioni locali, che vedono in esso un efficace intervento anche sul fronte della riduzione dell inquinamento atmosferico. Infatti, per il riscaldamento degli edifici e dell acqua igienico sanitaria si utilizza il calore prodotto da un unica centrale di cogenerazione (o termica) distribuendolo agli utenti attraverso una rete di tubazioni sotterranee. Le sottocentrali, situate nei singoli edifici serviti, garantiscono lo scambio tra l acqua calda della rete in arrivo dalla centrale, e quella a minor temperatura in uscita dal circuito condominiale senza che i due fluidi vengano miscelati. Le singole caldaie (con i problemi di sicurezza, manutenzione e inquinamento che comportano) vengono così sostituite da uno scambiatore, alimentato dall acqua calda prodotta da una sola centrale la quale brucia, nel complesso, meno combustibile, ed essendo realizzata con le tecniche più all avanguardia, immette nell aria una quantità assai inferiore di inquinanti. Gli studi più recenti dimostrano che gli ossidi di azoto derivanti da riscaldamento urbano possono essere ridotti fino al 50 per cento, il monossido di carbonio fino al 20 per cento. Inoltre, attraverso le centrali di cogenerazione, questo sistema sviluppa appieno i propri vantaggi energetici producendo, in modo combinato, energia elettrica (immessa nel circuito di vendita) e calore e recuperando a quel fine anche l energia termica dispersa nel corso del processo. Nelle proprie centrali a cogenerazione Egea utilizza come combustibile il gas naturale o le biomasse vergini a filiera corta; sono attualmente allo studio progetti finalizzati all alimentazione delle centrali attraverso geotermia e, più in generale, fonti rinnovabili. Egea oggi 19

20 12 Città teleriscaldate da Egea 9 milioni di m 3 : volumetria teleriscaldata da Egea 150 km di tubi costituiscono le reti di teleriscaldamento Egea abitanti serviti 4 operatore nazionale dopo le società metropolitane 2 abitazioni di Alba su 3 sono teleriscaldate 240 GWh di energia elettrica prodotta all anno Il modello Egea L esperienza più che ventennale di Egea in fatto di teleriscaldamento è iniziata ad Alba dando vita a un vero e proprio modello esportato con successo anche in altre realtà urbane. I milioni di metri cubi teleriscaldati dal Gruppo sono triplicati in poco più di un decennio, tant è che oggi, Egea, nonostante il proprio carattere squisitamente locale e le dimensioni non certo metropolitane dei comuni serviti, si colloca al quarto posto, a livello nazionale, dopo le grandi multiutility che operano in questo settore e detengono il 60 per cento del mercato. Due sono i punti fermi di questo modello: la dimensione delle città in cui Egea realizza il teleriscaldamento, centri medio piccoli in cui attivare impianti a loro misura e la caparbietà nell individuare partner locali con i quali concretizzare progetti industriali che lascino un segno tangibile, in termini di sviluppo, nell area in cui sorgono. Di fatto, specie nel settore del teleriscaldamento, Egea ha dimostrato (e saputo cogliere) l opportunità offerta dalla provincia e da piccoli e medi impianti, collegati ad aziende locali, vicini al territorio e alle sue esigenze. Esigenze espresse dalle Amministrazioni locali, con le quali i progetti sono condivisi al punto che tutti, finora, sono stati approvati all unanimità dai Consigli comunali. Del resto non è un caso se i primi edifici allacciati al teleriscaldamento sono quelli pubblici (municipi, scuole, ospedali...) complici anche, accanto ai benefici sull ambiente, la riduzione dei costi e l annullamento degli oneri legati alla manutenzione degli impianti. A livello tecnico il modello Egea si basa su produzione, realizzazione della rete e politica commerciale. La prima punta, avvalendosi delle tecnologie più innovative, a un impatto ambientale sempre più mitigato, ma anche a una riduzione dei costi per gli utenti attraverso l installazione di sistemi di termoregolazione e contabilizzazione individuale e l introduzione della tariffa binomia. Nella realizzazione della rete si guarda alla rapidità dei lavori in modo da creare il minor disagio possibile ai cittadini e al coinvolgimento di risorse locali che crea immediate ricadute economiche sul territorio. La politica commerciale si concretizza nelle Assemblee condominiali raggiungendo risultati più che soddisfacenti e superando, specie negli ultimi progetti di Egea, l 80 per cento delle adesioni nell area teleriscaldabile di ciascuna Città. Sotto questo aspetto è da citare l esempio di Alba, Città di gran lunga più teleriscaldata d Italia tra quelle di analoghe dimensioni. 20

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020)

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Enzo De Sanctis Società Italiana di Fisica - Bologna Con questo titolo, all inizio del 2008, la Società Italiana di Fisica (SIF) ha pubblicato un libro

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

Incentivazione dell energia elettrica da altre fonti rinnovabili

Incentivazione dell energia elettrica da altre fonti rinnovabili Incentivazione dell energia elettrica da altre fonti rinnovabili Beneficiari Riferimenti normativi Finalità dello strumento Regime transitorio Impianti, alimentati da fonti rinnovabili diverse da quella

Dettagli

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Roma, 29 maggio 2012 Indice Il Gestore dei Servizi Energetici GSE S.p.A. I nostri servizi Nuove attività 2012-2013 Evoluzione delle attività

Dettagli

European Energy Manager

European Energy Manager Diventare Energy Manager in Europa oggi EUREM NET V: programma di formazione e specializzazione per European Energy Manager Durata del corso: 110 ore in 14 giorni, di cui 38 ore di workshop ed esame di

Dettagli

Gli impianti Schmack Biogas a rifiuti

Gli impianti Schmack Biogas a rifiuti Gli impianti Schmack Biogas a rifiuti Gli impianti biogas a rifiuti 2/3 Gli impianti biogas a rifiuti La tecnologia Schmack Biogas per la digestione anaerobica della FORSU La raccolta differenziata delle

Dettagli

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA Axpo Italia AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA UN GRUPPO A DIMENSIONE EUROPEA Axpo opera direttamente in oltre 20 paesi europei L Italia è uno dei mercati principali del gruppo Axpo in Italia Alla presenza

Dettagli

DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI

DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI MANIFESTO PER L ENERGIA SOSTENIBILE DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI COSTRUISCI CON NOI UN SISTEMA ENERGETICO SOSTENIBILE PER L ITALIA Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale. FINALITà Favorire la

Dettagli

EFFICIENZA E AUTOGESTIONE ENERGETICA A SCALA DI EDIFICIO

EFFICIENZA E AUTOGESTIONE ENERGETICA A SCALA DI EDIFICIO Forum Internazionale Green City Energy MED LO SVILUPPO DELLE SMART CITIES E DEI GREEN PORTS NELL AREA MEDITERANEA Convegno La produzione di energia rinnovabile nella Smart City Sessione Integrazione dei

Dettagli

Governance e performance nei servizi pubblici locali

Governance e performance nei servizi pubblici locali Governance e performance nei servizi pubblici locali Anna Menozzi Lecce, 26 aprile 2007 Università degli studi del Salento Master PIT 9.4 in Analisi dei mercati e sviluppo locale Modulo M7 Economia dei

Dettagli

QUELLO CHE SAREMO DOMANI NASCE DALL ENERGIA DI OGGI.

QUELLO CHE SAREMO DOMANI NASCE DALL ENERGIA DI OGGI. QUELLO CHE SAREMO DOMANI NASCE DALL ENERGIA DI OGGI. I NUMERI DELLA NOSTRA SOLIDITÀ PRESENTE IN 22 PAESI DI 4 CONTINENTI 76 MILA PERSONE DI 12 CULTURE OLTRE 1.000 CENTRALI NEL MONDO + 78% DI PRODUZIONE

Dettagli

Dieci anni di lavoro, progetti, sviluppo. in Valle d Aosta e in Italia CVA. VALORE ENERGIA

Dieci anni di lavoro, progetti, sviluppo. in Valle d Aosta e in Italia CVA. VALORE ENERGIA Dieci anni di lavoro, progetti, sviluppo in Valle d Aosta e in Italia CVA. VALORE ENERGIA C V A M O S T R E Mostre in Centrale 2010 Doppio appuntamento a Maën A Valtournenche, in occasione dei dieci anni

Dettagli

I vantaggi dell efficienza energetica

I vantaggi dell efficienza energetica Introduzione Migliorare l efficienza energetica (EE) può produrre vantaggi a tutti i livelli dell economia e della società: individuale (persone fisiche, famiglie e imprese); settoriale (nei singoli settori

Dettagli

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto Gentile Cliente, il momento storico della fine del Conto Energia in Italia è arrivato lo scorso 6 luglio ed ha rappresentato un punto di svolta per tutti gli operatori del solare. La tanto discussa grid

Dettagli

Opere di urbanizzazione

Opere di urbanizzazione Opere di urbanizzazione di Catia Carosi Con il termine opere di urbanizzazione si indica l insieme delle attrezzature necessarie a rendere una porzione di territorio idonea all uso insediativo previsto

Dettagli

IL TELERISCALDAMENTO IN ITALIA

IL TELERISCALDAMENTO IN ITALIA IL TELERISCALDAMENTO IN ITALIA Stato attuale e potenzialità di sviluppo Scenario dei benefici energetici ed ambientali INDICE PARTE I Lo stato attuale del riscaldamento urbano in Italia (anno 201 2) 1

Dettagli

2013-2018 ROMA CAPITALE

2013-2018 ROMA CAPITALE 2013-2018 ROMA CAPITALE Proposte per il governo della città Sintesi stampa IL VINCOLO DELLE RISORSE ECONOMICO-FINANZIARIE Il debito del Comune di Roma al 31/12/2011 ammonta a 12,1 miliardi di euro; di

Dettagli

L AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERGETICO

L AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERGETICO COMUNE DI CANZO COMUNE DI CASTELMARTE COMUNE DI EUPILIO COMUNE DI LONONE AL SERINO COMUNE DI PROSERPIO COMUNE DI PUSIANO L AUDIT ENERETICO DELI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERETICO Una politica energetica

Dettagli

ENERGIA INDICATORI OBIETTIVI. Emissioni di gas serra da processi energetici. Favorire l avvicinamento agli obiettivi fissati dal Protocollo di Kyoto

ENERGIA INDICATORI OBIETTIVI. Emissioni di gas serra da processi energetici. Favorire l avvicinamento agli obiettivi fissati dal Protocollo di Kyoto OBIETTIVI Favorire l avvicinamento agli obiettivi fissati dal Protocollo di Kyoto Valutare l andamento della domanda di energia del sistema economico lombardo Valutare l andamento settoriale e territoriale

Dettagli

Il ruolo delle fonti energetiche rinnovabili nel soddisfacimento dei fabbisogni energetici: situazione attuale e possibili scenari Elisa Tomasinsig

Il ruolo delle fonti energetiche rinnovabili nel soddisfacimento dei fabbisogni energetici: situazione attuale e possibili scenari Elisa Tomasinsig Nuovi obiettivi di pianificazione energetica Il ruolo delle fonti energetiche rinnovabili nel soddisfacimento dei fabbisogni energetici: situazione attuale e possibili scenari Elisa Tomasinsig Fonti rinnovabili

Dettagli

I testi sono così divisi: HOME. PRODUZIONE DI ENERGIA VERDE o Energia eolica o Energia fotovoltaica o Energia a biomassa

I testi sono così divisi: HOME. PRODUZIONE DI ENERGIA VERDE o Energia eolica o Energia fotovoltaica o Energia a biomassa Testi informativi sugli interventi e gli incentivi statali in materia di eco-efficienza industriale per la pubblicazione sul sito web di Unioncamere Campania. I testi sono così divisi: HOME EFFICIENTAMENTO

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

Bilancio Consolidato e Separato

Bilancio Consolidato e Separato Bilancio Consolidato e Separato 9 Gruppo Hera il Bilancio consolidato e d esercizio Introduzione Relazione sulla gestione capitolo 1 RELAZIONE SULLA GESTIONE Gruppo Hera Bilancio Consolidato e Separato

Dettagli

ENERGIA. Massimo Telesca ARPA FVG Indirizzo tecnicoscientifico. e coordinamento dei Dipartimenti provinciali

ENERGIA. Massimo Telesca ARPA FVG Indirizzo tecnicoscientifico. e coordinamento dei Dipartimenti provinciali ENERGIA 269 ENERGIA Il ricorso all utilizzo di fonti rinnovabili sovvenzionate comporta dei potenziali impatti ambientali. Fra questi, vi sono l alterazione dei corsi d acqua a causa delle derivazioni

Dettagli

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta isstock Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta 7 PAA Programma generale di azione dell Unione in materia di ambiente fino al 2020 A partire dalla metà degli anni 70 del secolo scorso, la politica

Dettagli

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Come ottenere energia rinnovabile e compost dai rifiuti organici Un percorso di educazione ambientale alla scoperta dell impianto di compostaggio

Dettagli

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Ferrara, giovedì 27 Settembre 2012 Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Giacomo Zanni (Dipartimento di Ingegneria ENDIF, Università di Ferrara) giacomo.zanni@unife.it SOMMARIO

Dettagli

Il ruolo delle bio-energie nell'uso sostenibile delle fonti energetiche rinnovabili (FER)

Il ruolo delle bio-energie nell'uso sostenibile delle fonti energetiche rinnovabili (FER) Il ruolo delle bio-energie nell'uso sostenibile delle fonti energetiche rinnovabili (FER) Maurizio Gualtieri ENEA UTTS 0161-483370 Informazioni: eventienea_ispra@enea.it 14 maggio 2014 - ISPRA Sommario

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

Agenda 21 Locale della Provincia di Novara: progetto di azioni per l avvio del Forum permanente dell Agenda 21 provinciale

Agenda 21 Locale della Provincia di Novara: progetto di azioni per l avvio del Forum permanente dell Agenda 21 provinciale Agenda 21 Locale della Provincia di Novara: progetto di azioni per l avvio del Forum permanente dell Agenda 21 provinciale Verbale tavolo energia/pmi - 19 marzo 2007 Sala Consigliare A cura di: Andrea

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA

IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA Un impianto solare fotovoltaico consente di trasformare l energia solare in energia elettrica. Non va confuso con un impianto solare termico, che è sostanzialmente

Dettagli

L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale

L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale Prof. Gianni Comini Direttore del Dipartimento di Energia e Ambiente CISM - UDINE AMGA - Iniziative per la Sostenibilità EOS 2013

Dettagli

ALTRE MODALITA DI PRODUZIONE DI ENERGIA

ALTRE MODALITA DI PRODUZIONE DI ENERGIA Scheda 6 «Agricoltura e Agroenergie» ALTRE MODALITA GREEN JOBS Formazione e Orientamento LA COMPONENTE TERMICA DELL ENERGIA Dopo avere esaminato con quali biomasse si può produrre energia rinnovabile è

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

FONTI ENERGETICHE IN SICILIA

FONTI ENERGETICHE IN SICILIA PROGETTO COMENIUS FONTI ENERGETICHE IN SICILIA Energia Solare Energia da gas Energia Eolica Energia da biomassa Energia Termica Energia da carbone Energia Idrica Energia Geotermica Centrale idroelettrica

Dettagli

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese l unione fa la forza per restituire valore aggiunto alla produzione 1 Il Consorzio Il Consorzio CO.PA.VIT. è nato nel 2008 a partire da un iniziativa

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

Art.5 Piani regionali.

Art.5 Piani regionali. Norme per l attuazione del Piano energetico nazionale in materia di uso razionale dell energia, di risparmio energetico e di sviluppo delle fonti rinnovabili di energia (legge 9/1/1991 n 10) TITOLO I Norme

Dettagli

Repower guarda al futuro con fiducia

Repower guarda al futuro con fiducia Repower guarda al futuro con fiducia Giovanni Jochum Quale membro della Direzione di Repower, società con sede a Poschiavo, desidero presentare il mio punto di vista sui fattori che stanno cambiando radicalmente

Dettagli

La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020

La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020 La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020 Giuseppe Gargano Rete Rurale Nazionale - INEA Varzi, 18 giugno 2014 Priorità dell'unione in materia

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

Cos'è e come funziona una discarica.

Cos'è e come funziona una discarica. Cos'è e come funziona una discarica. La discarica di rifiuti è un luogo dove vengono depositati in modo non differenziato i rifiuti solidi urbani e tutti i rifiuti provenienti dalle attività umane. La

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

European Energy Manager

European Energy Manager Diventare Energy Manager in Europa oggi EUREM V e VI: programma di formazione e specializzazione per European Energy Manager Durata del corso: 110 ore in 14 giorni, di cui 38 ore di workshop ed esame di

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

Energie rinnovabili - energie di fonti energetiche inesauribili - sono un importante alternativa rispetto allo sfruttamento delle fonti energetiche

Energie rinnovabili - energie di fonti energetiche inesauribili - sono un importante alternativa rispetto allo sfruttamento delle fonti energetiche Energie rinnovabili - energie di fonti energetiche inesauribili - sono un importante alternativa rispetto allo sfruttamento delle fonti energetiche tradizionali. Il principo dell uso è di deviare energie

Dettagli

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ope Facility management per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ingegneria dell efficienza aziendale Società per i Servizi Integrati

Dettagli

La digestione anaerobica dei rifiuti organici e di altre biomasse

La digestione anaerobica dei rifiuti organici e di altre biomasse La digestione anaerobica dei rifiuti organici e di altre biomasse Nel corso degli ultimi dieci anni la digestione anaerobica si è diffusa in molti paesi europei, tra cui anche l Italia. Questi impianti

Dettagli

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI Risorse energetiche e struttura del mercato L Italia produce piccoli volumi di gas naturale

Dettagli

Maggior Supporto. Enel Produzione SpA

Maggior Supporto. Enel Produzione SpA Enel Produzione SpA Concorso nazionale Le buone pratiche sulla manutnzione sicura Campagna Ambienti di lavoro sani e sicuri 2010-2011 Napoli, 27 Ottobre 2011 Villa Colonna Bandini Stefano Di Pietro Responsabile

Dettagli

Impianti Solari Fotovoltaici

Impianti Solari Fotovoltaici Impianti Solari Fotovoltaici Sono da considerarsi energie rinnovabili quelle forme di energia generate da fonti che per loro caratteristica intrinseca si rigenerano o non sono "esauribili" nella scala

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

Il cammino di un kwh: dalla centrale alla tua abitazione

Il cammino di un kwh: dalla centrale alla tua abitazione Il cammino di un kwh: dalla centrale alla tua abitazione Come arriva l'energia a casa Siamo talmente abituati ad avere tutta l energia che vogliamo, che è ormai inconcepibile anche solo pensare di farne

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica

Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica Marco Citterio, Gaetano Fasano Report RSE/2009/165 Ente per le Nuove tecnologie,

Dettagli

Digestato da rifiuti e da matrici agricole

Digestato da rifiuti e da matrici agricole Ravenna 2012 Workshop I CIC Consorzio Italiano Compostatori Ravenna, 27 settembre 2012 Digestato da rifiuti e da matrici agricole Lorella ROSSI C.R.P.A. - Reggio Emilia, Comitato Tecnico CIC DIGESTIONE

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

RISOLUZIONE N. 13/E. Roma, 20 gennaio 2009

RISOLUZIONE N. 13/E. Roma, 20 gennaio 2009 RISOLUZIONE N. 13/E Roma, 20 gennaio 2009 Direzione Centrale Normativa e Contenzioso OGGETTO: Istanza di interpello Art. 11 Legge 27 luglio 2000, n. 212 Gestore dei Servizi Elettrici, SPA Dpr 26 ottobre

Dettagli

Il Piano di sviluppo del teleriscaldamento nell area metropolitana torinese

Il Piano di sviluppo del teleriscaldamento nell area metropolitana torinese Il Piano di sviluppo del teleriscaldamento nell area metropolitana torinese Alberto Cucatto Provincia di Torino Servizio Qualità dell aria e Risorse Energetiche Giugno 2006 Analisi delle possibilità di

Dettagli

L ECO-UFFICIO. Buone pratiche per l efficienza energetica in ufficio

L ECO-UFFICIO. Buone pratiche per l efficienza energetica in ufficio Comune di Udine L ECO-UFFICIO Buone pratiche per l efficienza energetica in ufficio Efficienza energetica: di necessità virtù L efficienza energetica non è semplice risparmio: è riduzione del consumo di

Dettagli

Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale

Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale Preambolo La Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale è il documento che definisce i valori e i princìpi condivisi da tutte le organizzazioni

Dettagli

Panoramica su Holcim. Holcim (Svizzera) SA

Panoramica su Holcim. Holcim (Svizzera) SA Strength. Strength. Performance. Performance. Passion. Passion. Panoramica su Holcim Holcim (Svizzera) SA Un Gruppo globale con radici svizzere Innovativi verso il secondo secolo Innovazione, sostenibilità

Dettagli

LEGISLAZIONE DEI LIVELLI ASSISTENZIALI DEI PUNTI NASCITA E RIORGANIZZAZIONE SANITARIA IN PIEMONTE. Tortona 6 ottobre 2012 dott. A.

LEGISLAZIONE DEI LIVELLI ASSISTENZIALI DEI PUNTI NASCITA E RIORGANIZZAZIONE SANITARIA IN PIEMONTE. Tortona 6 ottobre 2012 dott. A. LEGISLAZIONE DEI LIVELLI ASSISTENZIALI DEI PUNTI NASCITA E RIORGANIZZAZIONE SANITARIA IN PIEMONTE Tortona 6 ottobre 2012 dott. A. Marra PROGETTO OBIETTIVO MATERNO INFANTILE ( POMI) DM 24 APRILE 2000 TRE

Dettagli

Energia Italia 2012. Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013

Energia Italia 2012. Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013 Energia Italia 2012 Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013 Anche il 2012 è stato un anno in caduta verticale per i consumi di prodotti energetici, abbiamo consumato: 3 miliardi

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

ELENA. European Local Energy Assistance

ELENA. European Local Energy Assistance ELENA European Local Energy Assistance SOMMARIO 1. Obiettivo 2. Budget 3. Beneficiari 4. Azioni finanziabili 5. Come partecipare 6. Criteri di selezione 7. Contatti OBIETTIVI La Commissione europea e la

Dettagli

Dipartimento Ambiente e Sviluppo Servizio Ambiente. U.O. C. Sviluppo Sostenibile, Agenda XXI, Comunicazione SINTESI PROGETTO

Dipartimento Ambiente e Sviluppo Servizio Ambiente. U.O. C. Sviluppo Sostenibile, Agenda XXI, Comunicazione SINTESI PROGETTO Dipartimento Ambiente e Sviluppo Servizio Ambiente U.O. C. Sviluppo Sostenibile, Agenda XXI, Comunicazione SINTESI PROGETTO ATTUAZIONE DEL PROGETTO REBIR Risparmio Energetico, Bioedilizia, Riuso Data 29.01.2009

Dettagli

Il quadro normativo per gli impianti di biogas da effluenti zootecnici

Il quadro normativo per gli impianti di biogas da effluenti zootecnici CORSO: IL BIOGAS DA EFFLUENTI ZOOTECNICI Reggio Emilia, 15 Dicembre 2011 Il quadro normativo per gli impianti di biogas da effluenti zootecnici Lorella ROSSI Centro Ricerche Produzioni Animali - Reggio

Dettagli

COMPANY PROFILE. Facility management Energy services Engineering General Contracting. FSI Servizi Integrati S.r.l. Settembre 13

COMPANY PROFILE. Facility management Energy services Engineering General Contracting. FSI Servizi Integrati S.r.l. Settembre 13 Facility management Energy services Engineering General Contracting COMPANY PROFILE Settembre 13 20834 Nova Milanese (MB) 1. Storia e mission FSI Servizi Integrati è una società di servizi giovane, di

Dettagli

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica Alessandro Clerici Presidente FAST e Presidente Onorario WEC Italia Premessa La popolazione mondiale è ora di 6,7 miliardi

Dettagli

Come leggere la bolletta dell acqua

Come leggere la bolletta dell acqua LE GUIDE DI IREN ACQUA GAS Come leggere la bolletta dell acqua Guida alla bolletta dell acqua a contatore per uso domestico LE GUIDE DI IREN ACQUA GAS La tariffa dell acqua per uso domestico Da quando

Dettagli

DOVE. Comune di Milano www.comune.milano.it/parcocolombo parcocolombo@comune.milano.it

DOVE. Comune di Milano www.comune.milano.it/parcocolombo parcocolombo@comune.milano.it DOVE L area interessata dalla raccolta di idee si trova in via Cardellino 15 (nota anche come ex Campo Colombo), quartiere Inganni-Lorenteggio. Ha una superficie complessiva di circa 20.000 mq. ed è identificata

Dettagli

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE 7 TH QUALITY CONFERENCE Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE INFORMAZIONI DI BASE 1. Stato: Italia 2. Nome del progetto: La diffusione di Best Practice presso gli Uffici Giudiziari

Dettagli

Il trattamento dell acqua per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici

Il trattamento dell acqua per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici Il trattamento dell acqua per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici 12 Giugno 2014 Stefano Bonfanti Product Manager - Cillichemie Italiana S.r.l. L azienda n.2 Sedi n.47 Agenti

Dettagli

Senato della Repubblica

Senato della Repubblica Senato della Repubblica Commissioni riunite 10 a (Industria, commercio, turismo) e 13 a (Territorio, ambiente, beni ambientali) Audizione nell'ambito dell'esame congiunto degli Atti comunitari nn. 60,

Dettagli

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune 1 Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria DOP Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria

Dettagli

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U.

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. DISCIPLINA DEI LIMITI E DEI RAPPORTI RELATIVI ALLA FORMAZIONE DI NUOVI STRUMENTI URBANISTICI

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA POPOLARE

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA POPOLARE Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 3988 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA POPOLARE Sviluppo dell efficienza energetica e delle fonti rinnovabili per la salvaguardia del clima Presentata

Dettagli

REGOLAMENTO REGIONALE 14 luglio 2008, n. 12. Regolamento per la realizzazione degli impianti di produzione di energia alimentata a biomasse.

REGOLAMENTO REGIONALE 14 luglio 2008, n. 12. Regolamento per la realizzazione degli impianti di produzione di energia alimentata a biomasse. 13464 PARTE PRIMA Leggi e regolamenti regionali REGOLAMENTO REGIONALE 14 luglio 2008, n. 12 Regolamento per la realizzazione degli impianti di produzione di energia alimentata a biomasse. IL PRESIDENTE

Dettagli

REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI

REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI Presentazione per le scuole primarie A cura di Enrico Forcucci, Paola Di Giacomo e Alessandra Santini ni Promuovere la conoscenza e la diffusione delle energie provenienti

Dettagli

GLI IMPIANTI IDROELETTRICI IN VALLE ORCO, VAL DI SUSA e SUL FIUME PO

GLI IMPIANTI IDROELETTRICI IN VALLE ORCO, VAL DI SUSA e SUL FIUME PO GLI IMPIANTI IDROELETTRICI IN VALLE ORCO, VAL DI SUSA e SUL FIUME PO Gli impianti idroelettrici Iren Energia è la società del Gruppo Iren che opera nei settori della produzione e distribuzione di energia

Dettagli

POSSIBILITA DI SVILUPPO DELLA FILIERA BIOGAS - BIOMETANO IN TRENTINO

POSSIBILITA DI SVILUPPO DELLA FILIERA BIOGAS - BIOMETANO IN TRENTINO POSSIBILITA DI SVILUPPO DELLA FILIERA BIOGAS - BIOMETANO IN TRENTINO Seminario di promozione del biometano in Veneto Veneto Agricoltura, Corte Benedettina Legnaro (PD), 23 ottobre 2013 Silvia Silvestri

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Degl Innocenti Alessandro Data di nascita 4/10/1951 Qualifica Dirigente Amministrazione Comune di Pontassieve Incarico attuale Dirigente Area Governo del Territorio

Dettagli

Principi d Azione. www.airliquide.it

Principi d Azione. www.airliquide.it Principi d Azione Codice Etico www.airliquide.it Il bene scaturisce dall'onestà; l'onestà ha in sè la sua origine: quello che è un bene avrebbe potuto essere un male, ciò che è onesto, non potrebbe essere

Dettagli

IL TRATTAMENTO DELL ACQUA per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici. Cillichemie Italiana Srl Stefano Bonfanti

IL TRATTAMENTO DELL ACQUA per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici. Cillichemie Italiana Srl Stefano Bonfanti IL TRATTAMENTO DELL ACQUA per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici Cillichemie Italiana Srl Stefano Bonfanti gli utilizzi tecnici dell acqua in un edificio ACQUA FREDDA SANITARIA

Dettagli

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro.

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro. C Caldaia L'unità centrale scambiatore termico-bruciatore destinata a trasmettere all'acqua il calore prodotto dalla combustione. v. Camera di combustione, Centrali termiche, Efficienza di un impianto

Dettagli

LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA. Silva Marzetti

LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA. Silva Marzetti L EUROPA E LE RISORSE AMBIENTALI, ENERGETICHE E ALIMENTARI BOLOGNA, 16 MARZO 2015 LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA Silva Marzetti Scuola di Economia, Management e Statistica Università

Dettagli

CONVENZIONI. L art. 2, commi 569, 573 e 574, L. 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008) prevede che:

CONVENZIONI. L art. 2, commi 569, 573 e 574, L. 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008) prevede che: Prospetto esplicativo riguardante i requisiti soggettivi per l abilitazione ai servizi del Programma per la Razionalizzazione negli Acquisti della Pubblica Amministrazione CONVENZIONI L art. 26, commi

Dettagli

LE FONTI DI ENERGIA RINNOVABILE IN ITALIA

LE FONTI DI ENERGIA RINNOVABILE IN ITALIA LE FONTI DI ENERGIA RINNOVABILE IN ITALIA Prof. Federico Rossi UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA Polo Scientifico Didattico di Terni PRINCIPALI RIFERIMENTI NORMATIVI DLgs 16 marzo 1999 n. 79 (Decreto Bersani):

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

Relazione specialistica

Relazione specialistica Relazione specialistica Dipl.-Ing. Hardy Ernst Dipl.-Wirtschaftsing. (FH), Dipl.-Informationswirt (FH) Markus Tuffner, Bosch Industriekessel GmbH Basi di progettazione per una generazione ottimale di vapore

Dettagli

Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale

Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale 1 Maria Giovanna Piva * * Presidente del Magistrato alle Acque di Venezia Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale Da moltissimi anni il Magistrato alle Acque opera per

Dettagli

FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande

FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande 1. Quali sono le caratteristiche distintive dell impresa cooperativa? L impresa cooperativa è un impresa costituita da almeno 3 soci e può avere la forma della

Dettagli

PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA COME E PERCHÉ

PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA COME E PERCHÉ PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA COME E PERCHÉ Perché produrre energia elettrica Tutta la società moderna si basa sul consumo di energia, per fare qualsiasi attività necessitiamo di qualche forma di energia.

Dettagli

FAQ (FREQUENTLY ASKED QUESTIONS DOMANDE PIU FREQUENTI)

FAQ (FREQUENTLY ASKED QUESTIONS DOMANDE PIU FREQUENTI) FAQ (FREQUENTLY ASKED QUESTIONS DOMANDE PIU FREQUENTI) Domande frequenti inerenti la Relazione Energetico - Ambientale e la conformità delle pratiche edilizie alla normativa di settore. Aggiornamento al

Dettagli

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%.

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%. COMUNE di SASSARI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI PROTOCOLLO D INTESA INTERISTITUZIONALE FINALIZZATO ALLA CONOSCENZA DEL FENOMENO DELLA DISPERSIONE SCOLASTICA E ALLA PRIMA INDIVIDUAZIONE DI MISURE DI

Dettagli

Gruppo PRADA. Codice etico

Gruppo PRADA. Codice etico Gruppo PRADA Codice etico Indice Introduzione 2 1. Ambito di applicazione e destinatari 3 2. Principi etici 3 2.1 Applicazione dei Principi etici: obblighi dei Destinatari 4 2.2 Valore della persona e

Dettagli

Policy. Le nostre persone

Policy. Le nostre persone Policy Le nostre persone Approvato dal Consiglio di Amministrazione di eni spa il 28 luglio 2010 LE NOSTRE PERSONE 1. L importanza del fattore umano 3 2. La cultura della pluralità 4 3. La valorizzazione

Dettagli

COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari

COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari - 2 COPIA- VERBALE DI ADUNANZA DEL CONSIGLIO COMUNALE Sessione Ordinaria Seduta Pubblica N. 2 Del 21.01.2010 OGGETTO: DETERMINAZIONE QUANTITA E QUALITA DELLE AREE

Dettagli