GRANT. Il nostro sostegno alla ricerca scientifica

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "GRANT. Il nostro sostegno alla ricerca scientifica"

Transcript

1 GRANT 2012 Il nostro sostegno alla ricerca scientifica

2 GRANT 2012

3 La medicina di domani richiede una nuova mentalità di ricerca. L enorme scrigno di sapere che ha dischiuso la conoscenza del genoma dell uomo non potrà portare rapidamente vantaggi per tutta la popolazione, se insieme al sapere non saremo in grado di sviluppare il saper fare e il saper pensare nella nuova dimensione molecolare. Per questo la nostra Fondazione si è impegnata nella formazione dei giovani attraverso le Borse di Ricerca, ogni anno più numerose. Il nostro obiettivo è promuovere ragazzi colti nella ricerca, che possano vivere il nuovo mondo della scienza biomedica con un nuovo approccio. Ecco perché una parte delle Borse va alla Scuola Europea di Medicina Molecolare, l unica in Europa che specializza i medici nei settori emergenti: genomica, medicina molecolare, nanotecnologie, bioetica. Investiamo nei giovani non solo perché sono il nostro futuro, ma anche perché i giovani di questa generazione sono bravi, anzi eccellenti. Indipendentemente dalla nazionalità e la cultura, sono preparati, ricchi di entusiasmo e di valori, e soprattutto motivati al progresso del loro Paese e della civiltà nel suo insieme. Ciò che manca loro, e di cui hanno veramente bisogno, è la fiducia: qualcuno che creda nelle loro capacità e li incoraggi a investirle oggi in un domani che appare incerto. Noi ci crediamo e, grazie al sostegno costante di chi la pensa come noi, continueremo a farlo, nella certezza di contribuire così al futuro di tutti. Umberto Veronesi Fondatore

4 La medicina ha vissuto negli ultimi anni una trasformazione straordinaria: se prima si trattava il paziente quando la malattia mostrava i suoi sintomi, ora si vanno a cercare nella persona sana i segnali precursori, per impedire che la malattia si manifesti. L ambizioso obiettivo non è più quindi esclusivamente curare il malato di oggi, ma anche evitare il malato di domani. È un traguardo reso possibile dallo sviluppo delle nuove tecnologie e dalle nuove conoscenze del DNA, che hanno introdotto la medicina nella dimensione delle molecole, permettendole di risalire all origine dei processi e dei meccanismi di trasformazione delle cellule da sane a malate. Tuttavia questo immenso mondo di sapere deve ancora trovare applicazioni estese, dalle quali tutta la popolazione possa trarre benefici per la salute. Per questo, la prevenzione rappresenta il futuro della lotta alle grandi malattie. Prevenire oggi significa andare oltre l informazione e l educazione alla salute, che rimangono i caposaldi per costruire un solido futuro, per sviluppare un nuovo orizzonte di ricerca clinica e di laboratorio, ancora inesplorato dai maggiori studi internazionali. Promuovendo la prevenzione nei riguardi della gente, così come nei ricercatori, siamo convinti di tenere profondamente fede alla nostra missione di creazione e diffusione di una nuova cultura scientifica. Noi ci crediamo e ringraziamo chi crede con noi, sostenendoci e dandoci fiducia nel nostro non facile cammino. Paolo Veronesi Presidente La scienza è un attività umana inclusiva, presuppone un percorso cooperativo verso una meta comune ed è nella scienza che gli ideali di libertà e pari dignità di tutti gli individui hanno sempre trovato la loro costante realizzazione. La ricerca scientifica è ricerca della verità, perseguimento di una descrizione imparziale dei fatti e luogo di dialogo con l altro attraverso critiche e confutazioni. Ha dunque una valenza etica intrinseca e un valore sociale indiscutibile, è un bene umano fondamentale e produce costantemente altri beni umani. In particolare, la ricerca biomedica promuove un bene umano irrinunciabile quale la salute e la vita stessa, e ha un ispirazione propriamente umana, poiché mira alla tutela dei più deboli, le persone ammalate, contrastando talora la natura con la cultura e con la ragione diretta alla piena realizzazione umana. L etica ha un ruolo cruciale nella scienza e deve sempre accompagnare il percorso di ricerca piuttosto che precederlo o seguirlo, è uno strumento che un buon ricercatore usa quotidianamente. La morale è anche l unico raccordo tra scienziati e persone comuni, è il solo linguaggio condiviso possibile. Ci avvicina: quando si discute di valori, i ricercatori non sono più esperti di noi. Semmai, sono le nostre prime sentinelle per problemi etici emergenti e, storicamente, è proprio all interno della comunità scientifica che si forma la consapevolezza delle implicazioni morali delle tecnologie biomediche moderne. il Comitato Etico Promuovere la scienza, come fa mirabilmente la Fondazione Veronesi, significa proteggere l esercizio di un diritto umano fondamentale, la libertà di perseguire la conoscenza e il progresso, ma anche più profondamente favorire lo sviluppo di condizioni di vita migliori per tutti. Compito del Comitato Etico sarà quello di dialogare con la Fondazione e con i ricercatori, favorendo la crescita di una coscienza critica, e insieme quello di porsi responsabilmente quali garanti terzi dei cittadini rispetto alle pratiche scientifiche, guidati dai principi fondamentali condivisi a livello internazionale e tenendo nella massima considerazione le differenze culturali.

5 La missione della Fondazione Umberto Veronesi è contenuta nel suo stesso logo: per il progresso delle scienze. Questo significa che lo scopo principale della Fondazione consiste nel sostenere la ricerca, partendo dalla formazione di nuovi giovani ricercatori per arrivare alla divulgazione presso la società civile delle opportunità aperte dai risultati ottenuti. Il mondo della ricerca sta attraversando una vera e propria rivoluzione: tramonta la tradizionale divisione fra attività di ricerca e attività clinica, spesso causa del lungo intervallo tra una scoperta scientifica e la sua applicazione concreta. Noi intendiamo sostenere questa nuova mentalità e la crescita di una nuova generazione di scienziati capaci di pensare e agire contemporaneamente da clinici e da ricercatori. I nuovi scienziati dovranno inoltre saper parlare la lingua della medicina del futuro che è una medicina molecolare e preventiva. La Fondazione Umberto Veronesi ha da poco pubblicato i nomi dei vincitori dei bandi in favore della ricerca: 70 borse di studio a singoli ricercatori e 25 borsisti presso la Scuola Europea di Medicina Molecolare (SEMM) a cui si aggiungono 26 finanziamenti a progetti di ricerca. Nella scelta dei progetti da sostenere va detto che il comitato scientifico di valutazione, di cui ho l onore di essere presidente, si è ispirato al principio di privilegiare l innovazione scientifica, ma anche l eventualità di un rapido trasferimento dei risultati dai laboratori di ricerca al letto del paziente. Un obiettivo di concretezza, che contraddistingue da sempre ogni iniziativa della Fondazione. Giuseppe Pelicci Presidente Comitato Scientifico Chiara Tonelli Presidente Comitato Scientifico Valutatore

6 GRANT 2012 Gli obiettivi La ricerca è la scommessa della società nel suo futuro, ma nuovi saperi oggi permettono di ottenere risultati già nel presente. La conoscenza del DNA e il progresso tecnologico stanno infatti cambiando volto alla ricerca, spingendo al tramonto la tradizionale divisione fra attività di laboratorio e attività clinica, che rende a volte molto lungo l intervallo fra una scoperta e la sua applicazione. La Fondazione Umberto Veronesi intende dare un contributo concreto a questa profonda rivoluzione in atto perseguendo tre obiettivi: promuovere la ricerca chiamata traslazionale perché, come in un sistema di vasi comunicanti, trasferisce immediatamente le conoscenze dai laboratori alla clinica e viceversa, senza soluzione di continuità; sviluppare la mentalità del mondo biomedico verso una cultura convergente, che faccia sì che il clinico curi pensando alla ricerca e il ricercatore studi pensando alla clinica; creare e far crescere una nuova generazione di medici capaci di integrare nella terapia le più recenti conoscenze sul DNA: i medici molecolari. GRANT 2012 I numeri Young Investigator Programme 70Borse di Ricerca Progetti di Ricerca 26Progetti Finanziati SEMM Scuola Europea di Medicina Molecolare 25Borse di Ricerca

7 Le scienze progrediscono ovunque ci sia vero scambio. Scambio di esperienze, di conoscenza, di procedure, di soluzioni, di risultati. Per questo la Fondazione Veronesi promuove una cultura delle scienze che non abbia confini favorendo la formazione professionale degli studiosi più meritevoli provenienti dall e dai diversi Paesi del mondo. young investigator programme 2012 La Fondazione Veronesi presenta annualmente il bando pubblico Young Investigator Programme per sostenere medici e ricercatori offrendo loro diversi mesi di perfezionamento perché possano acquisire nuove competenze durante lo studio e l attività clinica. Il progetto si propone di preparare nuovi scienziati presso le migliori istituzioni italiane e straniere e di offrire opportunità di crescita a giovani studiosi consentendo loro di specializzarsi in particolari ambiti della medicina. Nello specifico, le borse di ricerca che la Fondazione bandisce si rivolgono a: Medici e ricercatori italiani I candidati prescelti svolgeranno il periodo di studio e lavoro presso Centri di Eccellenza in ambito nazionale ed internazionale: una concreta opportunità per crescere professionalmente, approfondire, confrontarsi. Medici e ricercatori stranieri I candidati prescelti svolgeranno il periodo di studio e lavoro presso Centri di Eccellenza in.

8 Sebastian Alba Posse Argentina Svilupperà il Progetto di Ricerca presso Istituto Europeo di Oncologia (IEO) Il Progetto di Ricerca consiste nell investigare nuove tecniche diagnostiche alternative e a minor invasività per il tumore della mammella. simona artuso Laurea Scienze Biologiche Laurea Specialistica in Biologia Applicata alla Ricerca Biomedica presso Università "La Sapienza" di Roma Svilupperà il Progetto di Ricerca presso Istituto "Regina Elena", Roma Il Progetto di Ricerca consiste nella creazione di un modello di pesce transgenico (zebrafish) che ci permetterà di seguire processi fisiologici e/o patologici caratterizzati da un attiva proliferazione cellulare nell embrione e nell adulto. donatella Amendola Laurea Scienze Biologiche Dottorato di Ricerca in Medicina Molecolare presso l Università "La Sapienza" di Roma Svilupperà il Progetto di Ricerca presso Centro Ricerca Ospedale San Pietro - FBF Il Progetto di Ricerca consiste 1) purificazione, espansione e trasformazione di cellule staminali derivate da tessuto placentare umano: sviluppo di un modello cellulare in vitro per la caratterizzazione delle cancer-initiating cells; 2) identificazione di bersagli molecolari nelle cancer-initiating cells che possano essere modulati per aumentarne la sensibilità ai farmaci chemioterapici. veronica barrero blanco Bolivia Svilupperà il Progetto di Ricerca presso Istituto Europeo di Oncologia (IEO) Il Progetto di Ricerca consiste nella valutazione degli effetti collaterali a breve, medio e lungo termine, della Radioterapia intra operatoria sulle diverse modalità di ricostruzione mammaria, in accordo con il tipo e grado di neoplasia, età, razza, provenienza del paziente e tecnica di mastectomia applicata. pier giorgio Amendola Laurea Biologia Applicata alla Ricerca Biomedica Svilupperà il Progetto di Ricerca presso Biotech and Innovation Centre (BRIC), University of Copenhagen Il Progetto di Ricerca consiste nello studio di molti tipi di tumore che presentano alterazioni nei meccanismi di risposta ai danni al DNA. La finalità del progetto è di analizzare il ruolo di enzimi che modificano gli istoni, componenti essenziali del complesso del DNA, durante la riparazione dei danni al DNA indotti da raggi UV e agenti mutageni. andrea battista Svilupperà il Progetto di Ricerca presso il Policlinico Gemelli, Università Cattolica del Sacro Cuore, Roma Il Progetto di Ricerca consiste nel valutare, attraverso la misura dell acuità visiva e test elettrofisiologici, il potenziale ruolo neuroprotettivo della somministrazione topica di un collirio a base di Nerve Growth Factor in pazienti con deficit visivi indotti dai gliomi delle vie ottiche. YOUNG INVESTIGATOR PROGRAMME

9 elena berrone Laurea Biotecnologie Dottorato di Ricerca in Scienze Cliniche presso l Università di Torino Svilupperà il Progetto di Ricerca presso dipartimento Medicina Interna Università di Torino Il Progetto di Ricerca vuole approfondire il possibile ruolo delle microvescicole prodotte da cellule staminali nei processi di angiogenesi tumorale, ciò potrebbe contribuire a sviluppare nuove terapie nella cura del cancro. phelipe Cunha bezerra Brasile Dottorato di Ricerca nel trattamento conservativo del carcinoma glottico in stadio clinico T2, presso School of Medical Science, Pernambuco University FCM / UPE Svilupperà il Progetto di Ricerca presso Istituto Europeo di Oncologia (IEO) Il Progetto di Ricerca consiste nello studio di pazienti con carcinoma epidermoide della laringe volto a valutare il controllo loco-regionale di malattia, la preservazione d organo, la sopravvivenza e la qualità di vita dei pazienti a seconda del trattamento eseguito. valentina calvenzani Laurea Scienze Biologiche Dottorato di Ricerca in Scienze Genetiche e Biomolecolari presso l Università degli Studi di Milano Svilupperà il Progetto di Ricerca presso il laboratorio della Prof.ssa Tonelli, Dipartimento di Scienze Biomolecolari e Biotecnologie, Università degli Studi di Milano Il Progetto di Ricerca consiste nel determinare se l inclusione nella dieta di antociani - una classe di flavonoidi - ad alti livelli e per tempi relativamente lunghi possa promuovere la salute e proteggere contro il cancro e quali siano i meccanismi d azione di tali sostanze e la loro influenza su espressione genica e metabolismo. guilherme cancado r. Brasile Post Laurea Chirurgia Generale, Chirurgia Toracica Dottorato di Ricerca in Chirurgia Toracica Svilupperà il Progetto di Ricerca presso Istituto Europeo di Oncologia (IEO) Il Progetto di Ricerca consiste nel confrontare la qualità di vita, il decorso postoperatorio e il dolore conseguenti alle resezioni polmonari anatomiche (lobectomie e segmentectomie) eseguite per via robotica e per via toracotomica in pazienti con tumore polmonare stadio iniziale (I e II). lorenzo casali Svilupperà il Progetto di Ricerca presso Istituto Europeo di Oncologia (IEO) unità di Chirurgia Mini-Invasiva Il Progetto di Ricerca consiste nella valutazione della fattibilità e dell efficacia della Radioguided Occult Lesion Localization (ROLL) per la localizzazione di carcinomi del colon in fase precoce o della cicatrice di polipectomia endoscopica, prima di interventi di resezione colica mini-invasiva. barbara casolla Dottorato di Ricerca in Neurobiologia presso l Università degli Studi di Catania Svilupperà il Progetto di Ricerca in collaborazione con l IRCCS Neuromed, Istituto Neurologico Mediterraneo (IS); la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell Università di Lille 2, reparto di Pathologie Neurovasculaire del CHRU Lille (Centre Hospitalier Régional Universitaire), reparto di Neurologia dell Ospedale Sant Andrea di Roma, Facoltà di Medicina e Psicologia Il Progetto di Ricerca consiste nel valutare l effetto del trattamento con statine in un modello sperimentale di emorragia cerebrale nel ratto e definire la prevalenza delle microemorragie in pazienti con emorragia intracerebrale acuta, trattati o non con statine dopo l evento acuto, al baseline, a 6 mesi dopo l emorragia e a 2 anni di follow up. YOUNG INVESTIGATOR PROGRAMME

10 francesca cesana Dottorato di Ricerca in ipertensione e prevenzione del rischio cardiovascolare presso l Università di Milano-Bicocca Svilupperà il Progetto di Ricerca presso Clinica Medica, Ospedale San Gerardo, Monza Il Progetto di Ricerca consiste nel verificare se modificazioni del turnover del collagene di tipo 1 siano correlate alla rigidità arteriosa mediante il dosaggio di MMP1 e TIMP1. Ci proponiamo inoltre di verificare i legami di tali alterazioni con età, valori pressori e terapia per l ipertensione. claudia codecà Svilupperà il Progetto di Ricerca presso Ospedale Maggiore della Carità, Novara Il Progetto di Ricerca consiste nello studio di una nuova tecnica isteroscopica che renda la diagnosi delle lesioni pre-cancerose e del cancro endometriale più tempestiva e più accurata. badir chahuan Cile Svilupperà il Progetto di Ricerca presso Istituto Europeo di Oncologia (IEO) Il Progetto di Ricerca consiste nella valutazione della sicurezza ed efficacia sul linfonodo sentinella della chemioterapia pre-operatoria. claudia cocco Laurea Scienze Biologiche Diploma di specializzazione in Patologia Clinica presso l Università di Genova Svilupperà il Progetto di Ricerca presso Laboratorio "Immunologia e Tumori" dell Istituto G. Gaslini di Genova Il Progetto di Ricerca consiste nello studio della molecola L-23 con proprietà immunologiche ma anche anti-leucemiche. Questo studio punta a caratterizzare l espressione e la funzione dell interleuchina 23 e del suo recettore (IL-23R) nella leucemia linfatica cronica B, focalizzandosi sul possibile ruolo di IL-23R come marker prognostico e potenziale target terapeutico in questa malattia. claudia cosentino Laurea Scienze Biotecnologiche Dottorato di Ricerca in Oncologia ed Endocrinologia Molecolare presso l Università di Napoli "Federico II" Svilupperà il Progetto di Ricerca presso The Massachusetts General Hospital Cancer Center Il Progetto di Ricerca consiste nell osservare mutazioni di deacetilasi degli istoni. Tali mutazioni potrebbero contribuire al fenotipo tumorale alterando il contenuto cellulare di acetil-coa e quindi il metabolismo mitocondriale, oltre che i profili di espressione genica. Il Progetto di Ricerca consiste nel valutare tale ipotesi in modelli cellulari di tumori e campioni da paziente. marzia del re Laurea Farmacia Svilupperà il Progetto di Ricerca presso Università di Pisa - U.O. Farmacologia clinica Il Progetto di Ricerca consiste nel valutare l effetto di alcune particolari varianti genetiche di un enzima coinvolto nella risposta al trattamento chemioterapico con tamoxoifene. YOUNG INVESTIGATOR PROGRAMME

11 daniela di paolo Laurea Scienze Biologiche Svilupperà il Progetto di Ricerca presso S.S. Terapie Sperimentali, Laboratorio di Oncologia, IRCCS Istituto G. Gaslini, Genova Il Progetto di Ricerca consiste nel valutare gli effetti terapeutici di una nuova tecnica finalizzata a silenziare l attività di alcuni GEM coinvolti nello sviluppo del Neuroblastoma. emanuela esposito Laurea Farmacia Dottorato di Ricerca in Scienze Neurobiologiche Cliniche presso l Università di Messina Svilupperà il Progetto di Ricerca presso Dipartimento Clinico-Sperimentale di Medicina e Farmacologia dell Università di Messina e il Centro Unico Regionale Trapianti, Cellule Staminali e Terapie Cellulari "Alberto Neri, Azienda Ospedaliera Bianchi Melacrino Morelli di Reggio Calabria Il Progetto di Ricerca consiste nello studio dei recettori attivati dalla proliferazione dei perossisomi (PPARs): nuovi bersagli terapeutici per il trattamento della Graft-versus host disease (GVHD). elena dogliotti Laurea Scienze Biologiche Specializzazione in Scienze dell Alimentazione presso l Università degli Studi di Milano Svilupperà il Progetto di Ricerca presso Ospedale San Paolo di Milano U.O. Nefrologia Dialisi ed Ipertensione Il Progetto di Ricerca consiste nello studio di un progetto di nutrigenomica atto a chiarire il ruolo delle antocianine nella prevenzione cardiovascolare, in funzione del patrimonio genetico individuale. claudette falato Svilupperà il Progetto di Ricerca presso Karolinska Institutet, Stoccolma Il Progetto di Ricerca consiste nel determinare il ruolo prognostico e predittivo della proteina Ki67 nelle metastasi del cancro al seno. celso dorivam Brasile Svilupperà il Progetto di Ricerca presso Istituto Europeo di Oncologia (IEO) Il Progetto di Ricerca consiste nel valutare 3 differenti tecniche di intervento nella cura del cancro al colon. anna ferrario Laurea Biotecnologie Industriali Svilupperà il Progetto di Ricerca presso Laboratorio Ricerca IRCCS MultiMedica di Sesto San Giovanni Il Progetto di Ricerca consiste nell approfondimento del ruolo di BPIFB4 e le sue varianti associate con la longevità nel modulare la crescita tumorale, la pluripotenza delle cellule staminali, la protezione cardiovascolare in risposta all ischemiariperfusione, e nel metabolismo lipidico e glicidico dopo dieta ricca in grassi. YOUNG INVESTIGATOR PROGRAMME

12 leda ferro Laurea Biotecnologie Svilupperà il Progetto di Ricerca presso Istituto Europeo di Oncologia (IEO) Il Progetto di Ricerca consiste nell identificare i geni coinvolti nelle metastasi del melanoma. gerhard antonie Floris fransen Olanda Laurea Biologia Dottorato di Ricerca in Immunologia Svilupperà il Progetto di Ricerca presso Campus IFOM-IEO Milano Il Progetto di Ricerca consiste nell analisi delle mutazioni di KRAS, BRAF e PI3KCA implicate nello sviluppo del cancro al colon. giulia fornasa Laurea Biotecnologie Industriali Dottorato di Ricerca in Immunologia presso l Université Denis Diderot, Parigi Svilupperà il Progetto di Ricerca presso Campus IFOM-IEO Milano Il Progetto di Ricerca consiste nel valutare l espressione di due distinte isoforme della citochina TSLP (thymic stromal lymphopoietin) prodotta dalle cellule epiteliali e dai cheratinociti, in campioni di tessuto di cancro del colon e del seno. Allo stesso tempo si cercherà di correlare la loro espressione con un eventuale ruolo pro o anti-tumorale, anche a livello cellulare. carlotta galeone Laurea Scienze Statistiche Dottorato di Ricerca in Statistica Metodologica ed Applicata presso l Università degli Studi di Milano - Bicocca Svilupperà il Progetto di Ricerca presso Dipartimento di Epidemiologia Istituto di Ricerche Farmacologiche "Mario Negri" - Milano Il Progetto di Ricerca consiste nella revisione degli studi pubblicati nella letteratura scientifica nella conduzione di meta-analisi al fine di riassumere le evidenze disponibili sulla relazione fra consumo di bevande alcoliche e rischio di vari tumori. orazio fortunato Laurea Biotecnologie Mediche Dottorato di Ricerca in Medicina Molecolare presso l Università Statale di Milano Svilupperà il Progetto di Ricerca presso IRCCS Multimedica di Sesto San Giovanni Il Progetto di Ricerca consiste nello studio di MicroRNA, una classe di piccoli RNA non codificanti che regolano l espressione genica inizialmente descritti per il loro ruolo patogenetico nei tumori, rappresentano nuovi potenziali target terapeutici per patologie cardiovascolari. Obiettivo del progetto è l analisi del ruolo di microrna nella disfunzionalità dei progenitori endoteliali (EPC) ad attività proangiogenica causata dal diabete. valentina galuppo Specializzanda in Cardiologia IV anno Presso l Università di Catanzaro Magna Graecia Svilupperà il Progetto di Ricerca presso Cardiac Imaging Department, Vall d Hebron Hospital, Barcelona, Spain. Direttore: Prof. Arturo Evangelista Il Progetto di Ricerca consiste nella ricerca mediante Ecocardiografia 3D di nuovi e più affidabili parametri di imaging cardiaco che permettano al cardiologo interventista o al chirurgo toracico di ottenere una rapida e migliore valutazione della patologia aortica e di poter decidere sulla base di dati più precisi la migliore strategia terapeutica della dissezione aortica. YOUNG INVESTIGATOR PROGRAMME

13 chiara gandini Svilupperà il Progetto di Ricerca presso Istituto Clinico Humanitas, Milano Il Progetto di Ricerca consiste nell investigare, attraverso tecniche immunoistochimiche, il ruolo e l espressione di ERCC1 E TUBB3 quali fattori predittivi nella chemioterapia a base di vinorelbina nei pazienti con cancro al polmone (NSCLC). elena gatti Laurea Bioinformatica Dottorato di Ricerca in Informatica presso l Università di Milano-Bicocca Svilupperà il Progetto di Ricerca presso Campus IFOM-IEO Milano Il Progetto di Ricerca consiste nel nuovo sequenziamento di alcune regioni ultra-conservate del DNA al fine di valutare se, nelle cellule somatiche, sono soggette a pressione selettiva. andrea greco Laurea Psicologia Dottorato di Ricerca in Psicologia Sociale, Cognitiva e Clinica presso l Università di Milano-Bicocca Svilupperà il Progetto di Ricerca presso A.O. San Gerardo Di Monza - Clinica Medica Il Progetto di Ricerca consiste nel valutare, in soggetti affetti da ipertensione essenziale, la relazione tra la gravità della patologia, misurata tramite i criteri del danno d organo (Mancia et al., 2007), e la qualità di vita, considerando il ruolo di mediazione esercitato dalla rappresentazione della malattia e dalle convinzioni di autoefficacia. ilaria guccini Laurea Scienze Biologiche Dottorato di Ricerca in Biologia Cellulare e Molecolare presso l Università di Roma Tor Vergata Svilupperà il Progetto di Ricerca presso lo IOR Institute of Oncology Research presso il laboratorio del Dott. Alimonti, Bellinzona- Svizzera Il Progetto di Ricerca consiste nello studio della prostata, la perdita del gene soppressore tumorale Pten induce una risposta senescente (PTEN-loss Induced Cellular Senescence-PICS) che ostacola lo sviluppo del tumore. Il progetto di ricerca mira a caratterizzare la risposta immunitaria associata a PICS con lo scopo di definire nuove terapie atte a potenziare entrambe le risposte: senescente (terapia pro-senescente) e immunitaria (immunoterapia). francesco guerriero Laurea Fisica Dottorato di Ricerca in Fisica e Medicina Svilupperà il Progetto di Ricerca presso Istituto Europeo di Oncologia (IEO), divisione di Medicina Nucleare e Servizio di Fisica Sanitaria Il Progetto di Ricerca consiste nello studio comparativo IART (Intraoperative Avidination for Radionuclide Therapy) vs. ELIOT (ELectron intraoperative radiotherapy) seguiti da radioterapia esterna in pazienti con cancro della mammella in stadio iniziale. Scopo principale è verificare se la metodica IART consente di irraggiare il letto tumorale con una dose biologica comparabile a quella della metodica standard ELIOT. mostafa hamza Egitto Svilupperà il Progetto di Ricerca presso Istituto Europeo di Oncologia (IEO) Il Progetto di Ricerca consiste nella valutazione di differenti modalità di ricostruzione mammaria in seguito a chirurgia per il trattamento del cancro al seno. YOUNG INVESTIGATOR PROGRAMME

14 visnu lohsiriwat Thailandia Dottorato di Ricerca in Chirurgia Ricostruttiva presso l Università di Mahidol University, Bangkok, Thailand Svilupperà il Progetto di Ricerca presso Istituto Europeo di Oncologia (IEO) Il Progetto di Ricerca consiste nella sicurezza della procedura lipofilling nei pazienti con cancro al seno. camila macedo Brasile Svilupperà il Progetto di Ricerca presso Istituto Europeo di Oncologia (IEO) Il Progetto di Ricerca consiste nella valutazione di nuove tecniche interventistiche finalizzate al trattamento del cancro al seno ed alla sua ricostruzione. fiorenza magi Laurea Scienze Biologiche Dottorato di Ricerca in aspetti biomedici e metodologici delle attività fisiche preventive e adattate presso l Università degli Studi di Roma Foro Italico Svilupperà il Progetto di Ricerca presso Istituto Regina Elena Laboratorio di Oncogenesi Molecolare, Roma Il Progetto di Ricerca consiste nel caratterizzare l interazione molecolare tra la proteina Lamin A ed il fattore trascrizionale NF-Y e di investigarne il ruolo funzionale nella proliferazione cellulare, per identificare nuovi marcatori molecolari utili per la diagnosi precoce del tumore, per predire la prognosi o per individuare potenziali bersagli terapeutici. manuela mancini Laurea Biotecnologie indirizzo Medico Dottorato di Ricerca in Biotecnologie Cellulari e Molecolari presso l Università di Bologna Svilupperà il Progetto di Ricerca presso Istituto di Ematologia e Oncologia medica Seràgnoli Il Progetto di Ricerca consiste nella valutazione dell espressione del trascritto del gene CBY e della sua proteina in progenitori ematopoietici provenienti da pazienti con leucemia mieloide cronica all esordio in relazione ai livelli di espressione osservati in un pool di individui sani; nella valutazione dei meccanismi di regolazione trascrizionale e post-traduzionale che sottendono ad eventuali differenze nell espressione genica. francesco mariani Laurea Chimica e Tecnologia Farmaceutiche Dottorato di Ricerca in Oncologia sperimentale e clinica Svilupperà il Progetto di Ricerca presso il laboratorio di Medicina 1 del Dipartimento di Medicine e Specialità Mediche dell Università di Modena e Reggio Emilia Il Progetto di Ricerca consiste nel valutare se parametri antropometrici (BMI e circonferenza vita) possano essere correlati con il rischio neoplastico attraverso fattori implicati sia nell omeostasi del tessuto adiposo che nei processi infiammatori ed immunitari, valutandone l espressione sia nella mucosa colorettale che nel sangue periferico. elisa mazzoni Laurea Chimica e Tecnologia Farmaceutiche Dottorato di Ricerca in Farmacologia e Oncologia Molecolare presso l Università di Ferrara Svilupperà il Progetto di Ricerca presso Dipartimento di Morfologia ed Embriologia, Università di Ferrara Il Progetto di Ricerca consiste nello studio e valutazione di una possibile relazione tra la leucemia linfatica cronica (LLC) ed il virus polioma oncogeno delle cellule di Merkel (MCPyV). YOUNG INVESTIGATOR PROGRAMME

15 francesca messa Laurea Biotecnologie indirizzo Medico Dottorato di Ricerca in Farmacologia e Terapia Sperimentale e Clinica presso l Università degli Studi di Torino Svilupperà il Progetto di Ricerca presso Laboratorio di Genetica Oncologica ed Oncologia Translazionale ASO S. Croce e Carle, Cuneo Il Progetto di Ricerca consiste nella validità dell utilità clinica dei geni PHs quali nuovi marcatori predittivi di ricaduta in pazienti affette da carcinoma mammario ormono-sensibile. In particolare saranno analizzati il ruolo dei geni PHs quali fattori predittivi di risposta al trattamento con tamoxifene e inibitori delle aromatasi e i meccanismi molecolari alla base della loro predittività. alessio molfino Dottorato di Ricerca in Nutrizione Clinica e Preventiva presso l Università di Roma "Tor Vergata" Svilupperà il Progetto di Ricerca presso il dipartimento di Medicina Clinica, Sapienza Università di Roma Il Progetto di Ricerca consiste nello studio dei meccanismi fisiopatologici alla base della anoressia neoplastica. In soggetti affetti da neoplasia del polmone si studieranno le alterazioni funzionali delle aree cerebrali deputate al controllo dell appetito tramite l utilizzo della risonanza magnetica funzionale. Tali modificazioni saranno correlate a specifici marker di infiammazione. fabian mora reyes Venezuela Svilupperà il Progetto di Ricerca presso Istituto Europeo di Oncologia (IEO) Il Progetto di Ricerca consiste nello stabilire un protocollo per quanto riguarda gli interventi chirurgici con linfonodo sentinella al fine di unificare i criteri per il trattamento del cancro al seno. Rivedere le statistiche degli interventi e l efficacia della guarigione post-chirurgica. veronika myasoedova Russia Dottorato di Ricerca in Neurologia e Patofisiologia presso l Accademia Russa delle scienze mediche, Mosca Svilupperà il Progetto di Ricerca presso Centro Cardiologico Monzino (IRCCS) Il Progetto di Ricerca consiste nel valutare l effetto della somministrazione di aspirina (dose singola 100mg/die, dose singola 200mg/die, dose doppia mg/die) in pazienti sottoposti a bypass aortocoronarico e/o sostituzione valvolare aortica con bioprotesi, sulla biosintesi di trombossano piastrinico e sulla generazione di nuove piastrine. benedetta nicolis di robilant Laurea Biotecnologie Mediche, Molecolari e Cellulari Dottorato di Ricerca in Medicina Molecolare presso l Università di Milano, Vita-Salute San Raffaele Svilupperà il Progetto di Ricerca presso Stanford University s Institute for Stem Cell Biology and Regenerative Medicine Il Progetto di Ricerca consiste nella caratterizzazione fenotipica e funzionale delle cellule staminali tumorali, responsabili della scarsa risposta alle terapie convenzionali. Attraverso l utilizzo di avanzate tecniche molecolari e cellulari, il progetto mira ad identificare nuovi antigeni tumorali per lo sviluppo di un efficace terapia cellulare adottiva. alessandro pardolesi Svilupperà il Progetto di Ricerca presso l Istituto Europeo di Oncologia (IEO) Il Progetto di Ricerca consiste nel comparare due differenti tecniche di trattamento del tumore al polmone. YOUNG INVESTIGATOR PROGRAMME

Cos è un analisi genetica (test genetico)?

Cos è un analisi genetica (test genetico)? 12 Cos è un analisi genetica (test genetico)? Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra Luglio 2008 Questo lavoro è sponsorizzato dal Consorzio EU-FP6 EuroGentest,

Dettagli

L analisi dei villi coriali

L analisi dei villi coriali 12 L analisi dei villi coriali Testo modificato dagli opuscoli prodotti dal Royal College of Obstetricians and Gynaecologists dell Ospedale Guy s and St Thomas di Londra. www.rcog.org.uk/index.asp?pageid=625

Dettagli

GRUPPO DI LAVORO VALUTAZIONE CARDIOVASCOLARE

GRUPPO DI LAVORO VALUTAZIONE CARDIOVASCOLARE 2013 GRUPPO DI LAVORO VALUTAZIONE CARDIOVASCOLARE IDENTIFICAZIONE DI PAZIENTI AD ALTO RISCHIO DI CARDIOTOSSICITA RADIOINDOTTA (RIHD) A cura di: Monica Anselmino (coordinatrice) Alessandro Bonzano Mario

Dettagli

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Facoltà di Medicina Veterinaria Embriologia e Terapia Genica e Cellulare Le cellule staminali adulte:

Dettagli

Ereditarietà legata al cromosoma X

Ereditarietà legata al cromosoma X 16 Ereditarietà legata al cromosoma X Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra e dal Parco tecnologico di Londra IDEAS Genetic Knowledge Park in accordo alle

Dettagli

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS)

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Che cos é? Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) La sindrome di Blau è una malattia genetica. I pazienti affetti presentano rash

Dettagli

SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE

SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE Studio prospettico, non interventistico, di coorte, sul rischio di tromboembolismo venoso (TEV) in pazienti sottoposti a un nuovo trattamento chemioterapico per

Dettagli

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE SI PARTE DALLA VITAMINA D Relatore dr Donata Soppelsa Medico di medicina generale Associato alla Società Italiana di Nutriceutica Quali domande? E sufficiente l integrazione

Dettagli

Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Messaggero del segnale cellulare. Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico

Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Messaggero del segnale cellulare. Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Ruolo biologico: Messaggero del segnale cellulare Molecola regolatoria nel sistema cardiovascolare Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico Componente

Dettagli

Lo screening cervicale.

Lo screening cervicale. Lo screening cervicale. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire e gli esercizi di riabilitazione)

Dettagli

I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica

I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica I Edizione 28 Settembre 2012 II Edizione 23 Novembre 2012 Martinengo - Sala Congressi Diapath L evento è stato

Dettagli

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono?

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono? STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? Si definisce sperimentazione clinica, o studio clinico controllato, (in inglese: clinical trial), un esperimento scientifico che genera dati

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

LA REFERTAZIONE DELLA PET-TC ONCOLOGICA con 18F-FDG: istruzioni pratiche per un referto standardizzato e di qualità

LA REFERTAZIONE DELLA PET-TC ONCOLOGICA con 18F-FDG: istruzioni pratiche per un referto standardizzato e di qualità LA REFERTAZIONE DELLA PET-TC ONCOLOGICA con 18F-FDG: istruzioni pratiche per un referto standardizzato e di qualità Maria Lucia Calcagni, Paola Castaldi, Alessandro Giordano Università Cattolica del S.

Dettagli

ADOTTATO DALLA DIVISIONE DI CARDIOLOGIA DELL UNIVERSITA MAGNA GRAECIA

ADOTTATO DALLA DIVISIONE DI CARDIOLOGIA DELL UNIVERSITA MAGNA GRAECIA IL COLESTEROLO BENVENUTI NEL PROGRAMMA DI RIDUZIONE DEL COLESTEROLO The Low Down Cholesterol DELL American Heart Association ADOTTATO DALLA DIVISIONE DI CARDIOLOGIA DELL UNIVERSITA MAGNA GRAECIA www.unicz.it/cardio

Dettagli

Introduzione ai Microarray

Introduzione ai Microarray Introduzione ai Microarray Anastasios Koutsos Alexandra Manaia Julia Willingale-Theune Versione 2.3 Versione italiana ELLS European Learning Laboratory for the Life Sciences Anastasios Koutsos, Alexandra

Dettagli

nelle prime linee di trattamento del carcinoma del colon-retto per una terapia personalizzata nuovi paradigmi 31 gennaio 2014 Genova

nelle prime linee di trattamento del carcinoma del colon-retto per una terapia personalizzata nuovi paradigmi 31 gennaio 2014 Genova Genova 31 gennaio 2014 CORSO RESIDENZIALE nuovi paradigmi per una terapia personalizzata nelle prime linee di trattamento del carcinoma del colon-retto CON IL PATROCINIO DI Obiettivi Il trattamento del

Dettagli

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI Che cos è la depressione? Tutti noi ci possiamo sentire tristi a volte, tuttavia la depressione è una cosa seria. La malattia della depressione a volte denominata Depressione

Dettagli

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico.

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire

Dettagli

Congresso. Roma, 14 Novembre 2014 Università Cattolica del Sacro Cuore Centro Congressi Europa-Sala Italia Largo F. Vito, 1-00168 Roma

Congresso. Roma, 14 Novembre 2014 Università Cattolica del Sacro Cuore Centro Congressi Europa-Sala Italia Largo F. Vito, 1-00168 Roma Congresso Roma, 14 Novembre 2014 Università Cattolica del Sacro Cuore Centro Congressi Europa-Sala Italia Largo F. Vito, 1-00168 Roma Nel corso degli ultimi anni lo studio degli aspetti nutrizionali, dei

Dettagli

INFLUENZA. Che cos è

INFLUENZA. Che cos è INFLUENZA Che cos è L influenza è una malattia infettiva provocata da virus del genere Othomixovirus che colpiscono le vie aeree come naso, gola e polmoni. I soggetti colpiti nel nostro Paese vanno dai

Dettagli

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD)

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Che cos è? Il deficit di mevalonato chinasi è una malattia genetica. E un errore congenito

Dettagli

I Convegno di Neuroautoimmunità. Prato, Polo Universitario. 20-21 Febbraio 2015

I Convegno di Neuroautoimmunità. Prato, Polo Universitario. 20-21 Febbraio 2015 I Convegno di Neuroautoimmunità Prato, Polo Universitario 20-21 Febbraio 2015 PATROCINI RICHIESTI Patrocini richiesti Carissimi, Lettera dei Presidenti è con grande piacere che Vi invitiamo il 21 e 22

Dettagli

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi.

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi. Pagina 1 di 14 SOMMARIO Sommario...1 Introduzione...2 1. Scopo...2 2. campo di applicazione...3 3 Riferimenti...3 3.1 Riferimenti esterni...3 3.2 Riferimenti interni...3 4. Abbreviazioni utilizzate...4

Dettagli

La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno

La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno Metodo epidemiologici per la clinica _efficacia / 1 La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno La buona ricerca clinica Non è etico ciò che non è rilevante scientificamente Non è

Dettagli

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna Principali attività e medico presso la Medicina e Chirurgia di Accettazione ed Urgenza (MCAU) del Pronto Soccorso Generale P.O. Garibaldi Centro. Attività svolta presso gli ambulatori di Medicina del Pronto

Dettagli

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA . LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA Gruppo di esperti costituito presso l Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN)

Dettagli

Cosa succede in un laboratorio di genetica?

Cosa succede in un laboratorio di genetica? 12 laboratori potrebbero utilizzare campioni anonimi di DNA per lo sviluppo di nuovi test, o condividerli con altri in quanto parte dei programmi di Controllo di Qualità, a meno che si chieda specificatamente

Dettagli

1. Manifestano la loro azione negativa solo in età adulta avanzata

1. Manifestano la loro azione negativa solo in età adulta avanzata Perché invecchiamo? La selezione naturale opera in maniera da consentire agli organismi con i migliori assetti genotipici di tramandare i propri geni alla prole attraverso la riproduzione. Come si intuisce

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE. Programmazione didattica a.a. 2014/2015

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE. Programmazione didattica a.a. 2014/2015 UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE CORSO DI LAUREA IN BIOTECNOLOGIE Classe L2 Programmazione didattica a.a. 2014/2015 Per l anno accademico 2014-2015

Dettagli

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA Codice Descrizione DRG 006 Decompressione tunnel carpale Allegato 6 A 008 INTERVENTI SU NERVI PERIFERICI E CRANICI E ALTRI

Dettagli

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014 PRESIDIO BORRI VARESE ACCETTAZIONE RICOVERI 18,9 0 22,84 77,16 PRESIDIO BORRI VARESE AFFARI GENERALI E LEGALI 4,35 15,53 19,88 80,12 PRESIDIO BORRI VARESE AMBULANZE 15,78 1,77 20,03 79,97 PRESIDIO BORRI

Dettagli

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE L EVENTO ASSEGNERÀ CREDITI ECM Sabato 16 giugno 2012 ore 8,30 UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE SEDE DEL CORSO Via Masaccio, 19 MILANO PER ISCRIZIONI www.chirurgiavascolaremilano.it Il Convegno

Dettagli

DA PORTO A., NANINO E., DEL TORRE M., SECHI L.A., CAVARAPE A. CLINICA MEDICA - Azienda Ospedaliero-Universitaria S.Maria Misericordia di Udine

DA PORTO A., NANINO E., DEL TORRE M., SECHI L.A., CAVARAPE A. CLINICA MEDICA - Azienda Ospedaliero-Universitaria S.Maria Misericordia di Udine DA PORTO A., NANINO E., DEL TORRE M., SECHI L.A., CAVARAPE A. CLINICA MEDICA - Azienda Ospedaliero-Universitaria S.Maria Misericordia di Udine VITAMINA D: SINTESI, METABOLISMO E CARENZA Il 40-50% della

Dettagli

CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE

CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE Lega Friulana per il Cuore CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE Materiale predisposto dal dott. Diego Vanuzzo, Centro di Prevenzione Cardiovascolare, Udine a nome del Comitato Tecnico-Scientifico

Dettagli

BORTEZOMIB (Velcade)

BORTEZOMIB (Velcade) BORTEZOMIB (Velcade) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

ANEURISMA AORTA TORACICA ASCENDENTE

ANEURISMA AORTA TORACICA ASCENDENTE ANEURISMA AORTA TORACICA ASCENDENTE Definizione Dilatazione segmentaria o diffusa dell aorta toracica ascendente, avente un diametro eccedente di almeno il 50% rispetto a quello normale. Cause L esatta

Dettagli

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L atleta moderno ha bisogno di un maggior numero di adattamenti metabolici all esercizio fisico.

Dettagli

I linfomi non-hodgkin

I linfomi non-hodgkin LINFOMA NON HODGKIN I linfomi non-hodgkin (LNH) sono un eterogeneo gruppo di malattie neoplastiche che tendono a riprodurre le caratteristiche morfologiche e immunofenotipiche di una o più tappe dei processi

Dettagli

Castrazione e sterilizzazione

Castrazione e sterilizzazione Centro veterinario alla Ressiga Castrazione e sterilizzazione Indicazioni, controindicazioni, effetti collaterali ed alternative Dr. Roberto Mossi, medico veterinario 2 Castrazione e sterilizzazione Castrazione

Dettagli

LE DOMANDE POSSIBILI PER LO SCREENING MAMMOGRAFICO VADEMECUM PER GLI OPERATORI DI SCREENING DELLA ASL RMC

LE DOMANDE POSSIBILI PER LO SCREENING MAMMOGRAFICO VADEMECUM PER GLI OPERATORI DI SCREENING DELLA ASL RMC LE DOMANDE POSSIBILI PER LO SCREENING MAMMOGRAFICO VADEMECUM PER GLI OPERATORI DI SCREENING DELLA ASL RMC (*risponde l infermiera / l ostetrica/ il medico) AGGIORNATO A Maggio 2009 1 CHE COSA E UN PROGRAMMA

Dettagli

Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia. Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia

Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia. Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia Pag. 1 di 6 Rev Data Redatto e elaborato Approvato Firma 0 04/03/2011 Coord.Infermieristico M.Renovi Dirigente Medico Resp. Dr. A. Stefanelli Direttore U.O.C. Medicina Generale Dott.ssa P. Lambelet Direttore

Dettagli

VADEMECUM PER MISURA DELLA VITAMINA D (25-idrossivitamina D e 1,25-diidrossivitamina D)

VADEMECUM PER MISURA DELLA VITAMINA D (25-idrossivitamina D e 1,25-diidrossivitamina D) DAI Diagnostica di Laboratorio - Laboratorio Generale - Direttore Dr. Gianni Messeri Gentile Collega, negli ultimi anni abbiamo assistito ad un incremento delle richieste di dosaggio di vitamina D (25-

Dettagli

TUMORE AL SENO IL PRESENTE. IL FUTURO. LIBERTÀ DI SAPERE LIBERTÀ DI SCEGLIERE I QUADERNI DELLA SALUTE DI FONDAZIONE VERONESI

TUMORE AL SENO IL PRESENTE. IL FUTURO. LIBERTÀ DI SAPERE LIBERTÀ DI SCEGLIERE I QUADERNI DELLA SALUTE DI FONDAZIONE VERONESI TUMORE AL SENO IL PRESENTE. IL FUTURO. LIBERTÀ DI SAPERE LIBERTÀ DI SCEGLIERE I QUADERNI DELLA SALUTE DI FONDAZIONE VERONESI 14 Fondazione Umberto Veronesi - Piazza Velasca 5, 20122 Milano Tel. +39 02

Dettagli

TEA vs STENT : il parere del neurochirurgo Pasquale Caiazzo

TEA vs STENT : il parere del neurochirurgo Pasquale Caiazzo TEA vs STENT : il parere del neurochirurgo Pasquale Caiazzo U.O. di Neurochirurgia Ospedale S. Maria di Loreto Nuovo ASL Napoli 1 Direttore: dr. M. de Bellis XLIX Congresso Nazionale SNO Palermo 13 16

Dettagli

CIN 2 3: CHE FARE? P Cattani. Centro Ginecologia Oncologica Preventiva ULSS 20 - Verona

CIN 2 3: CHE FARE? P Cattani. Centro Ginecologia Oncologica Preventiva ULSS 20 - Verona CIN 2 3: CHE FARE? P Cattani Centro Ginecologia Oncologica Preventiva ULSS 20 - Verona Istologia: diagnosi e gradi della CIN biopsia cervicale o escissione maturazione cell stratificazione cell anormalità

Dettagli

Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5

Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5 Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5 L'unico test che fornisce una valutazione accurata dell aggressività del cancro alla prostata Un prodotto di medicina prognostica per il cancro della prostata.

Dettagli

Deceduti Regione LOMBARDIA

Deceduti Regione LOMBARDIA Tumore della vescica Di maggior rilievo nei maschi (più di 3/4 dei casi), presenta variazioni geografiche di entità modestissima, minori di ogni altro tipo di carcinoma. Il 9-95% circa è costituito da

Dettagli

dell epidermide. Compare soprattutto tra i 30 e i 60 anni, con una leggera prevalenza nelle donne, dove è spesso localizzato agli arti inferiori,

dell epidermide. Compare soprattutto tra i 30 e i 60 anni, con una leggera prevalenza nelle donne, dove è spesso localizzato agli arti inferiori, melanoma Il melanoma è il tumore che nasce dai melanociti, cellule responsabili della colorazione della pelle e che si trovano nello strato più profondo 2 dell epidermide. Compare soprattutto tra i 30

Dettagli

DOMANDE E RISPOSTE 1. Che cos è un vaccino? 2. Che cosa si intende con i termini immunità, risposta immune e risposta immunitaria?

DOMANDE E RISPOSTE 1. Che cos è un vaccino? 2. Che cosa si intende con i termini immunità, risposta immune e risposta immunitaria? DOMANDE E RISPOSTE 1. Che cos è un vaccino? Un vaccino è un prodotto la cui somministrazione è in grado di indurre una risposta immunitaria specifica contro un determinato microrganismo (virus, batterio

Dettagli

Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica. Evento Formativo Residenziale

Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica. Evento Formativo Residenziale Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica Evento Formativo Residenziale PREVENZIONE ONCOLOGICA IN MEDICINA GENERALE Savona Aulla Magna,, Pallazziina Viigiiolla,,

Dettagli

ORGAN ON A CHIP. Un promettente sostituto alla sperimentazione animale

ORGAN ON A CHIP. Un promettente sostituto alla sperimentazione animale ORGAN ON A CHIP Un promettente sostituto alla sperimentazione animale 1 1.Fasi di sviluppo di un farmaco La ricerca e lo sviluppo di un farmaco sono indirizzate al processo dell identificazione di molecole

Dettagli

TRATTAMENTI. Elaborazione piani di trattamento in radioterapia con fasci esterni e 30

TRATTAMENTI. Elaborazione piani di trattamento in radioterapia con fasci esterni e 30 TRATTAMENTI 1 Accesso e custodia C/C DH 2 Accesso e custodia dati pazienti informatizzati 3 Accesso e custodia faldoni cartacei referti 4 Agenda prenotazione esami interni 5 Agenda prenotazione visite

Dettagli

L esercizio fisico come farmaco

L esercizio fisico come farmaco L esercizio fisico come farmaco L attività motoria come strumento di prevenzione e di terapia In questo breve manuale si fa riferimento a tipo, intensità, durata e frequenza dell attività fisica da soministrare

Dettagli

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA Che cos è la degenerazione maculare? La degenerazione maculare è una malattia che interessa la regione centrale della retina (macula), deputata alla visione distinta necessaria per la lettura, la guida

Dettagli

Gli Omega-3 e la Vitamina D contro l Alzheimer - Le nuove prospettive per il terzo millennio -

Gli Omega-3 e la Vitamina D contro l Alzheimer - Le nuove prospettive per il terzo millennio - nutrizione & composizione corporea fisioterapia & recupero funzionale medicina d alta quota piani di allenamento articoli, studi, ricerche dal mondo della Nutrizione, delle Terapie Fisiche, delle Neuroscienze

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI COGNOME, Nome NAGAR BERNARDO Data di nascita 12/03/1955 Posto di lavoro e indirizzo ASP PALERMO U.O.C.Coordinamento Staff Strategico U.O.S.Coordinamento Screening

Dettagli

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV)

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Questo è un documento di approfondimento sull HPV. Prima di leggerlo guardate le informazioni di base contenute in Alcune informazioni sull esame per il papilloma

Dettagli

Psicopatologia della DI, QdC, QdV

Psicopatologia della DI, QdC, QdV La psicopatologia nella disabilità intellettiva Dr. Luigi Croce psichiatra, docente all Università Cattolica di Brescia Ravenna 09/03/2012 Luigi Croce Università Cattolica Brescia croce.luigi@tin.it Disabilità,

Dettagli

UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION

UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION The Italian Think Tank UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION Vision propone un nuovo modello di ranking multi-dimensionale che mette a confronto le università italiane sulla base di cinque parametri

Dettagli

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Il CAS (Centro Assistenza Servizi): Aspetti organizzativi e criticità Dott. Vittorio Fusco ASO Alessandria La Rete Oncologica: obiettivi Rispondere all incremento

Dettagli

Altre informazioni sul virus HPV: informazioni approfondite per le utenti

Altre informazioni sul virus HPV: informazioni approfondite per le utenti Altre informazioni sul virus HPV: informazioni approfondite per le utenti Questo è un documento di approfondimento sull HPV. Prima di leggerlo consultate il documento Alcune informazioni sul virus HPV

Dettagli

LAZIOSANITÀ AGENZIA DI SANITÀ PUBBLICA. Piano di riorganizzazione delle reti ospedaliere. La Rete Oncologica

LAZIOSANITÀ AGENZIA DI SANITÀ PUBBLICA. Piano di riorganizzazione delle reti ospedaliere. La Rete Oncologica LAZIOSANITÀ AGENZIA DI SANITÀ PUBBLICA Piano di riorganizzazione delle reti ospedaliere La Rete Oncologica Piano di Riorganizzazione della Rete - La rete Oncologica della Regione Lazio Piano di riorganizzazione

Dettagli

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI Daniela Livadiotti Società Italiana di Medicina di Prevenzione e degli Stili di Vita INVECCHIAMENTO L invecchiamento può essere definito come la regressione

Dettagli

LE SCALE M U S I C A PER LA TUA SALUTE CALORIE AUTOSTIMA LONGEVITÀ EFFICIENZA. Aumenti la tua salute, se sali le scale. Perdi peso, se sali le scale

LE SCALE M U S I C A PER LA TUA SALUTE CALORIE AUTOSTIMA LONGEVITÀ EFFICIENZA. Aumenti la tua salute, se sali le scale. Perdi peso, se sali le scale SALUTE Aumenti la tua salute, CALORIE Perdi peso, AUTOSTIMA Accresci la tua autostima, LONGEVITÀ Allunghi la tua vita, EFFICIENZA Potenzi i tuoi muscoli e migliori il tuo equilibrio, LE SCALE M U S I C

Dettagli

La valutazione degli indicatori di processo e di outcome Francesco Dotta

La valutazione degli indicatori di processo e di outcome Francesco Dotta La valutazione degli indicatori di processo e di outcome Francesco Dotta U.O. Diabetologia, Policlinico Le Scotte Università di Siena GLI INDICATORI: DEFINIZIONE L indicatore è un informazione, quantitativa

Dettagli

Capitolo 11 Gli anni di vita persi per morte prematura

Capitolo 11 Gli anni di vita persi per morte prematura Capitolo 11 Gli anni di vita persi per morte prematura Introduzione Gli indicatori calcolati sugli anni di vita persi per morte prematura (PYLLs) combinano insieme le informazioni relative alla numerosità

Dettagli

Cattedra e Divisione di Oncologia Medica. Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Il Port

Cattedra e Divisione di Oncologia Medica. Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Il Port Cattedra e Divisione di Oncologia Medica Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Il Port Dott. Roberto Sabbatini Dipartimento Misto di Oncologia ed Ematologia Università degli Studi di Modena

Dettagli

La PET/CT. con. Gallio-DOTATOC ( 68 Ga-DOTATOC) Informazione per pazienti. Dipartimento Oncologico e Tecnologie Avanzate Medicina Nucleare

La PET/CT. con. Gallio-DOTATOC ( 68 Ga-DOTATOC) Informazione per pazienti. Dipartimento Oncologico e Tecnologie Avanzate Medicina Nucleare Informazione per pazienti La PET/CT con Gallio-DOTATOC ( 68 Ga-DOTATOC) Dipartimento Oncologico e Tecnologie Avanzate Medicina Nucleare Dott. Annibale Versari - Direttore INDICE Cos è e come funziona la

Dettagli

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE La sottoscritta Dr.ssa Franca CRINÒ, nata a Casignana (RC) il 04/03/1959, residente in Via Zittoro 19/4, 89030 - Casignana (RC) Tel.: 0964.956090, cell.:

Dettagli

Il deficit del fatt VIII prevale (5 volte in più rispetto al IX) Prevalenza nel mondo è di 1:10000-1:50000 L alta incidenza relativa di Emofilia A è

Il deficit del fatt VIII prevale (5 volte in più rispetto al IX) Prevalenza nel mondo è di 1:10000-1:50000 L alta incidenza relativa di Emofilia A è Emofilia Malattia ereditaria X cromosomica recessiva A deficit del fatt VIII B deficit del fatt IX Il deficit del fatt VIII prevale (5 volte in più rispetto al IX) Prevalenza nel mondo è di 1:10000-1:50000

Dettagli

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott.

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott. C. I. D. I. M. U. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI Resp. Dott. Antonio Vercelli OSTEOPOROSI *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* *Cos è l osteoporosi?* L osteoporosi

Dettagli

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Abruzzo Azienda per il diritto agli studi universitari (Adsu) Viale dell Unità d Italia, 32 66013 Chieti scalo Tel. +39

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE REGIONE LAZIO Direttore Generale Dott. Vittorio Bonavita U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE Ospedale Sandro Pertini Direttore: Prof. Vincenzo Di Cintio Gentile paziente, Le diamo il benvenuto nella nostra Struttura

Dettagli

Terapia con pompa da contropulsazione Per aiutare il tuo cuore

Terapia con pompa da contropulsazione Per aiutare il tuo cuore Terapia con pompa da contropulsazione Per aiutare il tuo cuore Terapia con pompa da contropulsazione Per aiutare il tuo cuore Per pazienti con determinate condizioni cardiache, l impiego di una pompa

Dettagli

Cos'é un test genetico predittivo?

Cos'é un test genetico predittivo? 16 Orientamenti bioetici per i test genetici http://www.governo.it/bioetica/testi/191199.html IL GARANTE PER LA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI Autorizzazione al trattamento dei dati genetici - 22 febbraio

Dettagli

VADEMECUM SUL DOLORE. La Legge 38/2010. Perché NON SOFFRIRE È UN DIRITTO sancito dalla Legge. (terapia del dolore e cure palliative)

VADEMECUM SUL DOLORE. La Legge 38/2010. Perché NON SOFFRIRE È UN DIRITTO sancito dalla Legge. (terapia del dolore e cure palliative) VADEMECUM SUL DOLORE La Legge 38/2010 (terapia del dolore e cure palliative) Perché NON SOFFRIRE È UN DIRITTO sancito dalla Legge con il patrocinio istituzionale del MINISTERO della SALUTE La guida è stata

Dettagli

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo La dieta, il microbiota intestinale e la salute digestiva sono intrecciati fra loro. Questi legami e il potenziale benefico dei probiotici

Dettagli

Relazione tra Vitamina D, Obesità infantile e Sindrome Metabolica: un puzzle in via di risoluzione

Relazione tra Vitamina D, Obesità infantile e Sindrome Metabolica: un puzzle in via di risoluzione 3 Maggio 2012 Relazione tra Vitamina D, Obesità infantile e Sindrome Metabolica: un puzzle in via di risoluzione Emanuele Miraglia del Giudice Seconda Università degli Studi di Napoli Dipartimento di Pediatria

Dettagli

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Questo schema di cura impiega i seguenti farmaci: vincristina, doxorubicina (adriamicina) o epidoxorubicina, cortisone. Le informazioni contenute in questo modello

Dettagli

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata Cari pazienti! Vi sentite spesso fiacchi, stanchi, esauriti o giù di morale? Soffrite facilmente il freddo?

Dettagli

D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE

D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE Pag. 51 D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE Responsabile: Prof. Lucio SANTORO Sedi: Edifici 17 16-11G - 20 Direzione 4645 Segreteria 2788 Fax 2657 Portineria 2355 U.O.C.

Dettagli

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità Dott. Mag. Nicola Torina Coordinatore infermieristico Unità Terapia Intensiva di Rianimazione Metodologie operative

Dettagli

Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale)

Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale) Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale) 1. Definisco l obiettivo e la relazione epidemiologica che voglio studiare 2. Definisco la base dello studio in modo che vi sia massimo contrasto

Dettagli

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore LA GOTTA ED ALTRE ARTRITI DA CRISTALLI REGGIO EMILIA,, APRILE 2007 La Gotta ed altre Artriti da Cristalli

Dettagli

Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Programma di CORSO. Con il patrocinio di

Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Programma di CORSO. Con il patrocinio di Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Con il patrocinio di Corso di formazione ECM con metodo Problem Based Learning LE MALFORMAZIONI VASCOLARI CONGENITE: IL SOSPETTO DIAGNOSTICO E LA COMUNICAZIONE

Dettagli

I TUMORI COLORETTALI GIOVANILI ( 40 ANNI) IN 25 ANNI DI UN REGISTRO SPECIALIZZATO

I TUMORI COLORETTALI GIOVANILI ( 40 ANNI) IN 25 ANNI DI UN REGISTRO SPECIALIZZATO Università degli studi di Modena e Reggio Emilia I TUMORI COLORETTALI GIOVANILI ( 40 ANNI) IN 25 ANNI DI UN REGISTRO SPECIALIZZATO Domati F., Maffei S., Kaleci S., Di Gregorio C., Pedroni M., Roncucci

Dettagli

PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO.

PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO. ALLEGATO A PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO. TITOLI ACCADEMICI VOTO DI LAUREA Medici Specialisti ambulatoriali, Odontoiatri,

Dettagli

Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT)

Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT) Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT) Fondamenti giuridici delle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento Numerosi sono i fondamenti normativi e di principio che stanno alla base del diritto

Dettagli

4. Quali possono essere le complicazioni dell influenza e quali sono le persone a rischio?

4. Quali possono essere le complicazioni dell influenza e quali sono le persone a rischio? Dipartimento federale dell'interno DFI Ufficio federale della sanità pubblica UFSP Malattie trasmissibili Stato al 05.10.2010 FAQ Influenza stagionale 1. Cos è l influenza? 2. Come si trasmette l influenza?

Dettagli

12.200 i nuovi casi di tumore al pancreas ogni anno in Italia

12.200 i nuovi casi di tumore al pancreas ogni anno in Italia Come prevenire il tumore del pancreas insieme contro il cancro Il pancreas e il tumore Il pancreas è un organo dalla forma simile a quella di una pera o di una lingua, situato in profondità nella cavità

Dettagli

EMILIA ROMAGNA. Natura giuridica. Contatti Via Piero Maroncelli, 40 47014 Meldola, Forlì Cesena. Terapie avanzate nell ambito dell oncologia medica

EMILIA ROMAGNA. Natura giuridica. Contatti Via Piero Maroncelli, 40 47014 Meldola, Forlì Cesena. Terapie avanzate nell ambito dell oncologia medica Altri Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico IRCCS (area di ricerca oncologica) presenti sul territorio nazionale, suddivisi per area geografica Gli Istituti di Ricovero e Cura a Carattere

Dettagli

Citochine dell immunità specifica

Citochine dell immunità specifica Citochine dell immunità specifica Proprietà biologiche delle citochine Sono proteine prodotte e secrete dalle cellule in risposta agli antigeni Attivano le risposte difensive: - infiammazione (immunità

Dettagli

Giovedì 26 febbraio 2015 CONGRESSO NAZIONALE STAT

Giovedì 26 febbraio 2015 CONGRESSO NAZIONALE STAT Giovedì 26 febbraio 2015 CONGRESSO NAZIONALE STAT 9.00-11.00 I SESSIONE L essenziale di... in Anestesia Presidente: A. De Monte Udine Moderatori: F.E. Agrò Roma, Y. Leykin Pordenone 9.00 La gestione delle

Dettagli

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore Testo aggiornato al 29 novembre 2011 Legge 15 marzo 2010, n. 38 Gazzetta Ufficiale 19 marzo 2010, n. 65 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore La Camera dei

Dettagli

Flavescenza dorata (FD) Diffusione epidemica Vettore: cicalina Scaphoideus

Flavescenza dorata (FD) Diffusione epidemica Vettore: cicalina Scaphoideus L AVANZAMENTO DELLA RICERCA SULLA RESISTENZA ALLA FLAVESCENZA DORATA Elisa Angelini CRA-VIT Centro di Ricerca per la Viticoltura, Conegliano (TV) DUE GIALLUMI IMPORTANTI IN EUROPA ED ITALIA Flavescenza

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani CARTA DEI SERVIZI Questa Carta dei Servizi ha lo scopo di illustrare brevemente il nostro Poliambulatorio per aiutare i cittadini a conoscerci, a rendere comprensibili ed accessibili i nostri servizi,

Dettagli

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Qualifica Professionale MARZIALI GIUSEPPE Medico Chirurgo, Specialista in Malattie dell Apparato Cardiovascolare,

Dettagli

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC)

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) OSPEDALE FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO Azienda Ospedaliera di rilievo nazionale M I L A N O S.C. RADIOLOGIA Direttore Dott. G. Oliva ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) ESAMI DA ESEGUIRE (VALIDITA'

Dettagli