GRANT. Il nostro sostegno alla ricerca scientifica

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "GRANT. Il nostro sostegno alla ricerca scientifica"

Transcript

1 GRANT 2012 Il nostro sostegno alla ricerca scientifica

2 GRANT 2012

3 La medicina di domani richiede una nuova mentalità di ricerca. L enorme scrigno di sapere che ha dischiuso la conoscenza del genoma dell uomo non potrà portare rapidamente vantaggi per tutta la popolazione, se insieme al sapere non saremo in grado di sviluppare il saper fare e il saper pensare nella nuova dimensione molecolare. Per questo la nostra Fondazione si è impegnata nella formazione dei giovani attraverso le Borse di Ricerca, ogni anno più numerose. Il nostro obiettivo è promuovere ragazzi colti nella ricerca, che possano vivere il nuovo mondo della scienza biomedica con un nuovo approccio. Ecco perché una parte delle Borse va alla Scuola Europea di Medicina Molecolare, l unica in Europa che specializza i medici nei settori emergenti: genomica, medicina molecolare, nanotecnologie, bioetica. Investiamo nei giovani non solo perché sono il nostro futuro, ma anche perché i giovani di questa generazione sono bravi, anzi eccellenti. Indipendentemente dalla nazionalità e la cultura, sono preparati, ricchi di entusiasmo e di valori, e soprattutto motivati al progresso del loro Paese e della civiltà nel suo insieme. Ciò che manca loro, e di cui hanno veramente bisogno, è la fiducia: qualcuno che creda nelle loro capacità e li incoraggi a investirle oggi in un domani che appare incerto. Noi ci crediamo e, grazie al sostegno costante di chi la pensa come noi, continueremo a farlo, nella certezza di contribuire così al futuro di tutti. Umberto Veronesi Fondatore

4 La medicina ha vissuto negli ultimi anni una trasformazione straordinaria: se prima si trattava il paziente quando la malattia mostrava i suoi sintomi, ora si vanno a cercare nella persona sana i segnali precursori, per impedire che la malattia si manifesti. L ambizioso obiettivo non è più quindi esclusivamente curare il malato di oggi, ma anche evitare il malato di domani. È un traguardo reso possibile dallo sviluppo delle nuove tecnologie e dalle nuove conoscenze del DNA, che hanno introdotto la medicina nella dimensione delle molecole, permettendole di risalire all origine dei processi e dei meccanismi di trasformazione delle cellule da sane a malate. Tuttavia questo immenso mondo di sapere deve ancora trovare applicazioni estese, dalle quali tutta la popolazione possa trarre benefici per la salute. Per questo, la prevenzione rappresenta il futuro della lotta alle grandi malattie. Prevenire oggi significa andare oltre l informazione e l educazione alla salute, che rimangono i caposaldi per costruire un solido futuro, per sviluppare un nuovo orizzonte di ricerca clinica e di laboratorio, ancora inesplorato dai maggiori studi internazionali. Promuovendo la prevenzione nei riguardi della gente, così come nei ricercatori, siamo convinti di tenere profondamente fede alla nostra missione di creazione e diffusione di una nuova cultura scientifica. Noi ci crediamo e ringraziamo chi crede con noi, sostenendoci e dandoci fiducia nel nostro non facile cammino. Paolo Veronesi Presidente La scienza è un attività umana inclusiva, presuppone un percorso cooperativo verso una meta comune ed è nella scienza che gli ideali di libertà e pari dignità di tutti gli individui hanno sempre trovato la loro costante realizzazione. La ricerca scientifica è ricerca della verità, perseguimento di una descrizione imparziale dei fatti e luogo di dialogo con l altro attraverso critiche e confutazioni. Ha dunque una valenza etica intrinseca e un valore sociale indiscutibile, è un bene umano fondamentale e produce costantemente altri beni umani. In particolare, la ricerca biomedica promuove un bene umano irrinunciabile quale la salute e la vita stessa, e ha un ispirazione propriamente umana, poiché mira alla tutela dei più deboli, le persone ammalate, contrastando talora la natura con la cultura e con la ragione diretta alla piena realizzazione umana. L etica ha un ruolo cruciale nella scienza e deve sempre accompagnare il percorso di ricerca piuttosto che precederlo o seguirlo, è uno strumento che un buon ricercatore usa quotidianamente. La morale è anche l unico raccordo tra scienziati e persone comuni, è il solo linguaggio condiviso possibile. Ci avvicina: quando si discute di valori, i ricercatori non sono più esperti di noi. Semmai, sono le nostre prime sentinelle per problemi etici emergenti e, storicamente, è proprio all interno della comunità scientifica che si forma la consapevolezza delle implicazioni morali delle tecnologie biomediche moderne. il Comitato Etico Promuovere la scienza, come fa mirabilmente la Fondazione Veronesi, significa proteggere l esercizio di un diritto umano fondamentale, la libertà di perseguire la conoscenza e il progresso, ma anche più profondamente favorire lo sviluppo di condizioni di vita migliori per tutti. Compito del Comitato Etico sarà quello di dialogare con la Fondazione e con i ricercatori, favorendo la crescita di una coscienza critica, e insieme quello di porsi responsabilmente quali garanti terzi dei cittadini rispetto alle pratiche scientifiche, guidati dai principi fondamentali condivisi a livello internazionale e tenendo nella massima considerazione le differenze culturali.

5 La missione della Fondazione Umberto Veronesi è contenuta nel suo stesso logo: per il progresso delle scienze. Questo significa che lo scopo principale della Fondazione consiste nel sostenere la ricerca, partendo dalla formazione di nuovi giovani ricercatori per arrivare alla divulgazione presso la società civile delle opportunità aperte dai risultati ottenuti. Il mondo della ricerca sta attraversando una vera e propria rivoluzione: tramonta la tradizionale divisione fra attività di ricerca e attività clinica, spesso causa del lungo intervallo tra una scoperta scientifica e la sua applicazione concreta. Noi intendiamo sostenere questa nuova mentalità e la crescita di una nuova generazione di scienziati capaci di pensare e agire contemporaneamente da clinici e da ricercatori. I nuovi scienziati dovranno inoltre saper parlare la lingua della medicina del futuro che è una medicina molecolare e preventiva. La Fondazione Umberto Veronesi ha da poco pubblicato i nomi dei vincitori dei bandi in favore della ricerca: 70 borse di studio a singoli ricercatori e 25 borsisti presso la Scuola Europea di Medicina Molecolare (SEMM) a cui si aggiungono 26 finanziamenti a progetti di ricerca. Nella scelta dei progetti da sostenere va detto che il comitato scientifico di valutazione, di cui ho l onore di essere presidente, si è ispirato al principio di privilegiare l innovazione scientifica, ma anche l eventualità di un rapido trasferimento dei risultati dai laboratori di ricerca al letto del paziente. Un obiettivo di concretezza, che contraddistingue da sempre ogni iniziativa della Fondazione. Giuseppe Pelicci Presidente Comitato Scientifico Chiara Tonelli Presidente Comitato Scientifico Valutatore

6 GRANT 2012 Gli obiettivi La ricerca è la scommessa della società nel suo futuro, ma nuovi saperi oggi permettono di ottenere risultati già nel presente. La conoscenza del DNA e il progresso tecnologico stanno infatti cambiando volto alla ricerca, spingendo al tramonto la tradizionale divisione fra attività di laboratorio e attività clinica, che rende a volte molto lungo l intervallo fra una scoperta e la sua applicazione. La Fondazione Umberto Veronesi intende dare un contributo concreto a questa profonda rivoluzione in atto perseguendo tre obiettivi: promuovere la ricerca chiamata traslazionale perché, come in un sistema di vasi comunicanti, trasferisce immediatamente le conoscenze dai laboratori alla clinica e viceversa, senza soluzione di continuità; sviluppare la mentalità del mondo biomedico verso una cultura convergente, che faccia sì che il clinico curi pensando alla ricerca e il ricercatore studi pensando alla clinica; creare e far crescere una nuova generazione di medici capaci di integrare nella terapia le più recenti conoscenze sul DNA: i medici molecolari. GRANT 2012 I numeri Young Investigator Programme 70Borse di Ricerca Progetti di Ricerca 26Progetti Finanziati SEMM Scuola Europea di Medicina Molecolare 25Borse di Ricerca

7 Le scienze progrediscono ovunque ci sia vero scambio. Scambio di esperienze, di conoscenza, di procedure, di soluzioni, di risultati. Per questo la Fondazione Veronesi promuove una cultura delle scienze che non abbia confini favorendo la formazione professionale degli studiosi più meritevoli provenienti dall e dai diversi Paesi del mondo. young investigator programme 2012 La Fondazione Veronesi presenta annualmente il bando pubblico Young Investigator Programme per sostenere medici e ricercatori offrendo loro diversi mesi di perfezionamento perché possano acquisire nuove competenze durante lo studio e l attività clinica. Il progetto si propone di preparare nuovi scienziati presso le migliori istituzioni italiane e straniere e di offrire opportunità di crescita a giovani studiosi consentendo loro di specializzarsi in particolari ambiti della medicina. Nello specifico, le borse di ricerca che la Fondazione bandisce si rivolgono a: Medici e ricercatori italiani I candidati prescelti svolgeranno il periodo di studio e lavoro presso Centri di Eccellenza in ambito nazionale ed internazionale: una concreta opportunità per crescere professionalmente, approfondire, confrontarsi. Medici e ricercatori stranieri I candidati prescelti svolgeranno il periodo di studio e lavoro presso Centri di Eccellenza in.

8 Sebastian Alba Posse Argentina Svilupperà il Progetto di Ricerca presso Istituto Europeo di Oncologia (IEO) Il Progetto di Ricerca consiste nell investigare nuove tecniche diagnostiche alternative e a minor invasività per il tumore della mammella. simona artuso Laurea Scienze Biologiche Laurea Specialistica in Biologia Applicata alla Ricerca Biomedica presso Università "La Sapienza" di Roma Svilupperà il Progetto di Ricerca presso Istituto "Regina Elena", Roma Il Progetto di Ricerca consiste nella creazione di un modello di pesce transgenico (zebrafish) che ci permetterà di seguire processi fisiologici e/o patologici caratterizzati da un attiva proliferazione cellulare nell embrione e nell adulto. donatella Amendola Laurea Scienze Biologiche Dottorato di Ricerca in Medicina Molecolare presso l Università "La Sapienza" di Roma Svilupperà il Progetto di Ricerca presso Centro Ricerca Ospedale San Pietro - FBF Il Progetto di Ricerca consiste 1) purificazione, espansione e trasformazione di cellule staminali derivate da tessuto placentare umano: sviluppo di un modello cellulare in vitro per la caratterizzazione delle cancer-initiating cells; 2) identificazione di bersagli molecolari nelle cancer-initiating cells che possano essere modulati per aumentarne la sensibilità ai farmaci chemioterapici. veronica barrero blanco Bolivia Svilupperà il Progetto di Ricerca presso Istituto Europeo di Oncologia (IEO) Il Progetto di Ricerca consiste nella valutazione degli effetti collaterali a breve, medio e lungo termine, della Radioterapia intra operatoria sulle diverse modalità di ricostruzione mammaria, in accordo con il tipo e grado di neoplasia, età, razza, provenienza del paziente e tecnica di mastectomia applicata. pier giorgio Amendola Laurea Biologia Applicata alla Ricerca Biomedica Svilupperà il Progetto di Ricerca presso Biotech and Innovation Centre (BRIC), University of Copenhagen Il Progetto di Ricerca consiste nello studio di molti tipi di tumore che presentano alterazioni nei meccanismi di risposta ai danni al DNA. La finalità del progetto è di analizzare il ruolo di enzimi che modificano gli istoni, componenti essenziali del complesso del DNA, durante la riparazione dei danni al DNA indotti da raggi UV e agenti mutageni. andrea battista Svilupperà il Progetto di Ricerca presso il Policlinico Gemelli, Università Cattolica del Sacro Cuore, Roma Il Progetto di Ricerca consiste nel valutare, attraverso la misura dell acuità visiva e test elettrofisiologici, il potenziale ruolo neuroprotettivo della somministrazione topica di un collirio a base di Nerve Growth Factor in pazienti con deficit visivi indotti dai gliomi delle vie ottiche. YOUNG INVESTIGATOR PROGRAMME

9 elena berrone Laurea Biotecnologie Dottorato di Ricerca in Scienze Cliniche presso l Università di Torino Svilupperà il Progetto di Ricerca presso dipartimento Medicina Interna Università di Torino Il Progetto di Ricerca vuole approfondire il possibile ruolo delle microvescicole prodotte da cellule staminali nei processi di angiogenesi tumorale, ciò potrebbe contribuire a sviluppare nuove terapie nella cura del cancro. phelipe Cunha bezerra Brasile Dottorato di Ricerca nel trattamento conservativo del carcinoma glottico in stadio clinico T2, presso School of Medical Science, Pernambuco University FCM / UPE Svilupperà il Progetto di Ricerca presso Istituto Europeo di Oncologia (IEO) Il Progetto di Ricerca consiste nello studio di pazienti con carcinoma epidermoide della laringe volto a valutare il controllo loco-regionale di malattia, la preservazione d organo, la sopravvivenza e la qualità di vita dei pazienti a seconda del trattamento eseguito. valentina calvenzani Laurea Scienze Biologiche Dottorato di Ricerca in Scienze Genetiche e Biomolecolari presso l Università degli Studi di Milano Svilupperà il Progetto di Ricerca presso il laboratorio della Prof.ssa Tonelli, Dipartimento di Scienze Biomolecolari e Biotecnologie, Università degli Studi di Milano Il Progetto di Ricerca consiste nel determinare se l inclusione nella dieta di antociani - una classe di flavonoidi - ad alti livelli e per tempi relativamente lunghi possa promuovere la salute e proteggere contro il cancro e quali siano i meccanismi d azione di tali sostanze e la loro influenza su espressione genica e metabolismo. guilherme cancado r. Brasile Post Laurea Chirurgia Generale, Chirurgia Toracica Dottorato di Ricerca in Chirurgia Toracica Svilupperà il Progetto di Ricerca presso Istituto Europeo di Oncologia (IEO) Il Progetto di Ricerca consiste nel confrontare la qualità di vita, il decorso postoperatorio e il dolore conseguenti alle resezioni polmonari anatomiche (lobectomie e segmentectomie) eseguite per via robotica e per via toracotomica in pazienti con tumore polmonare stadio iniziale (I e II). lorenzo casali Svilupperà il Progetto di Ricerca presso Istituto Europeo di Oncologia (IEO) unità di Chirurgia Mini-Invasiva Il Progetto di Ricerca consiste nella valutazione della fattibilità e dell efficacia della Radioguided Occult Lesion Localization (ROLL) per la localizzazione di carcinomi del colon in fase precoce o della cicatrice di polipectomia endoscopica, prima di interventi di resezione colica mini-invasiva. barbara casolla Dottorato di Ricerca in Neurobiologia presso l Università degli Studi di Catania Svilupperà il Progetto di Ricerca in collaborazione con l IRCCS Neuromed, Istituto Neurologico Mediterraneo (IS); la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell Università di Lille 2, reparto di Pathologie Neurovasculaire del CHRU Lille (Centre Hospitalier Régional Universitaire), reparto di Neurologia dell Ospedale Sant Andrea di Roma, Facoltà di Medicina e Psicologia Il Progetto di Ricerca consiste nel valutare l effetto del trattamento con statine in un modello sperimentale di emorragia cerebrale nel ratto e definire la prevalenza delle microemorragie in pazienti con emorragia intracerebrale acuta, trattati o non con statine dopo l evento acuto, al baseline, a 6 mesi dopo l emorragia e a 2 anni di follow up. YOUNG INVESTIGATOR PROGRAMME

10 francesca cesana Dottorato di Ricerca in ipertensione e prevenzione del rischio cardiovascolare presso l Università di Milano-Bicocca Svilupperà il Progetto di Ricerca presso Clinica Medica, Ospedale San Gerardo, Monza Il Progetto di Ricerca consiste nel verificare se modificazioni del turnover del collagene di tipo 1 siano correlate alla rigidità arteriosa mediante il dosaggio di MMP1 e TIMP1. Ci proponiamo inoltre di verificare i legami di tali alterazioni con età, valori pressori e terapia per l ipertensione. claudia codecà Svilupperà il Progetto di Ricerca presso Ospedale Maggiore della Carità, Novara Il Progetto di Ricerca consiste nello studio di una nuova tecnica isteroscopica che renda la diagnosi delle lesioni pre-cancerose e del cancro endometriale più tempestiva e più accurata. badir chahuan Cile Svilupperà il Progetto di Ricerca presso Istituto Europeo di Oncologia (IEO) Il Progetto di Ricerca consiste nella valutazione della sicurezza ed efficacia sul linfonodo sentinella della chemioterapia pre-operatoria. claudia cocco Laurea Scienze Biologiche Diploma di specializzazione in Patologia Clinica presso l Università di Genova Svilupperà il Progetto di Ricerca presso Laboratorio "Immunologia e Tumori" dell Istituto G. Gaslini di Genova Il Progetto di Ricerca consiste nello studio della molecola L-23 con proprietà immunologiche ma anche anti-leucemiche. Questo studio punta a caratterizzare l espressione e la funzione dell interleuchina 23 e del suo recettore (IL-23R) nella leucemia linfatica cronica B, focalizzandosi sul possibile ruolo di IL-23R come marker prognostico e potenziale target terapeutico in questa malattia. claudia cosentino Laurea Scienze Biotecnologiche Dottorato di Ricerca in Oncologia ed Endocrinologia Molecolare presso l Università di Napoli "Federico II" Svilupperà il Progetto di Ricerca presso The Massachusetts General Hospital Cancer Center Il Progetto di Ricerca consiste nell osservare mutazioni di deacetilasi degli istoni. Tali mutazioni potrebbero contribuire al fenotipo tumorale alterando il contenuto cellulare di acetil-coa e quindi il metabolismo mitocondriale, oltre che i profili di espressione genica. Il Progetto di Ricerca consiste nel valutare tale ipotesi in modelli cellulari di tumori e campioni da paziente. marzia del re Laurea Farmacia Svilupperà il Progetto di Ricerca presso Università di Pisa - U.O. Farmacologia clinica Il Progetto di Ricerca consiste nel valutare l effetto di alcune particolari varianti genetiche di un enzima coinvolto nella risposta al trattamento chemioterapico con tamoxoifene. YOUNG INVESTIGATOR PROGRAMME

11 daniela di paolo Laurea Scienze Biologiche Svilupperà il Progetto di Ricerca presso S.S. Terapie Sperimentali, Laboratorio di Oncologia, IRCCS Istituto G. Gaslini, Genova Il Progetto di Ricerca consiste nel valutare gli effetti terapeutici di una nuova tecnica finalizzata a silenziare l attività di alcuni GEM coinvolti nello sviluppo del Neuroblastoma. emanuela esposito Laurea Farmacia Dottorato di Ricerca in Scienze Neurobiologiche Cliniche presso l Università di Messina Svilupperà il Progetto di Ricerca presso Dipartimento Clinico-Sperimentale di Medicina e Farmacologia dell Università di Messina e il Centro Unico Regionale Trapianti, Cellule Staminali e Terapie Cellulari "Alberto Neri, Azienda Ospedaliera Bianchi Melacrino Morelli di Reggio Calabria Il Progetto di Ricerca consiste nello studio dei recettori attivati dalla proliferazione dei perossisomi (PPARs): nuovi bersagli terapeutici per il trattamento della Graft-versus host disease (GVHD). elena dogliotti Laurea Scienze Biologiche Specializzazione in Scienze dell Alimentazione presso l Università degli Studi di Milano Svilupperà il Progetto di Ricerca presso Ospedale San Paolo di Milano U.O. Nefrologia Dialisi ed Ipertensione Il Progetto di Ricerca consiste nello studio di un progetto di nutrigenomica atto a chiarire il ruolo delle antocianine nella prevenzione cardiovascolare, in funzione del patrimonio genetico individuale. claudette falato Svilupperà il Progetto di Ricerca presso Karolinska Institutet, Stoccolma Il Progetto di Ricerca consiste nel determinare il ruolo prognostico e predittivo della proteina Ki67 nelle metastasi del cancro al seno. celso dorivam Brasile Svilupperà il Progetto di Ricerca presso Istituto Europeo di Oncologia (IEO) Il Progetto di Ricerca consiste nel valutare 3 differenti tecniche di intervento nella cura del cancro al colon. anna ferrario Laurea Biotecnologie Industriali Svilupperà il Progetto di Ricerca presso Laboratorio Ricerca IRCCS MultiMedica di Sesto San Giovanni Il Progetto di Ricerca consiste nell approfondimento del ruolo di BPIFB4 e le sue varianti associate con la longevità nel modulare la crescita tumorale, la pluripotenza delle cellule staminali, la protezione cardiovascolare in risposta all ischemiariperfusione, e nel metabolismo lipidico e glicidico dopo dieta ricca in grassi. YOUNG INVESTIGATOR PROGRAMME

12 leda ferro Laurea Biotecnologie Svilupperà il Progetto di Ricerca presso Istituto Europeo di Oncologia (IEO) Il Progetto di Ricerca consiste nell identificare i geni coinvolti nelle metastasi del melanoma. gerhard antonie Floris fransen Olanda Laurea Biologia Dottorato di Ricerca in Immunologia Svilupperà il Progetto di Ricerca presso Campus IFOM-IEO Milano Il Progetto di Ricerca consiste nell analisi delle mutazioni di KRAS, BRAF e PI3KCA implicate nello sviluppo del cancro al colon. giulia fornasa Laurea Biotecnologie Industriali Dottorato di Ricerca in Immunologia presso l Université Denis Diderot, Parigi Svilupperà il Progetto di Ricerca presso Campus IFOM-IEO Milano Il Progetto di Ricerca consiste nel valutare l espressione di due distinte isoforme della citochina TSLP (thymic stromal lymphopoietin) prodotta dalle cellule epiteliali e dai cheratinociti, in campioni di tessuto di cancro del colon e del seno. Allo stesso tempo si cercherà di correlare la loro espressione con un eventuale ruolo pro o anti-tumorale, anche a livello cellulare. carlotta galeone Laurea Scienze Statistiche Dottorato di Ricerca in Statistica Metodologica ed Applicata presso l Università degli Studi di Milano - Bicocca Svilupperà il Progetto di Ricerca presso Dipartimento di Epidemiologia Istituto di Ricerche Farmacologiche "Mario Negri" - Milano Il Progetto di Ricerca consiste nella revisione degli studi pubblicati nella letteratura scientifica nella conduzione di meta-analisi al fine di riassumere le evidenze disponibili sulla relazione fra consumo di bevande alcoliche e rischio di vari tumori. orazio fortunato Laurea Biotecnologie Mediche Dottorato di Ricerca in Medicina Molecolare presso l Università Statale di Milano Svilupperà il Progetto di Ricerca presso IRCCS Multimedica di Sesto San Giovanni Il Progetto di Ricerca consiste nello studio di MicroRNA, una classe di piccoli RNA non codificanti che regolano l espressione genica inizialmente descritti per il loro ruolo patogenetico nei tumori, rappresentano nuovi potenziali target terapeutici per patologie cardiovascolari. Obiettivo del progetto è l analisi del ruolo di microrna nella disfunzionalità dei progenitori endoteliali (EPC) ad attività proangiogenica causata dal diabete. valentina galuppo Specializzanda in Cardiologia IV anno Presso l Università di Catanzaro Magna Graecia Svilupperà il Progetto di Ricerca presso Cardiac Imaging Department, Vall d Hebron Hospital, Barcelona, Spain. Direttore: Prof. Arturo Evangelista Il Progetto di Ricerca consiste nella ricerca mediante Ecocardiografia 3D di nuovi e più affidabili parametri di imaging cardiaco che permettano al cardiologo interventista o al chirurgo toracico di ottenere una rapida e migliore valutazione della patologia aortica e di poter decidere sulla base di dati più precisi la migliore strategia terapeutica della dissezione aortica. YOUNG INVESTIGATOR PROGRAMME

13 chiara gandini Svilupperà il Progetto di Ricerca presso Istituto Clinico Humanitas, Milano Il Progetto di Ricerca consiste nell investigare, attraverso tecniche immunoistochimiche, il ruolo e l espressione di ERCC1 E TUBB3 quali fattori predittivi nella chemioterapia a base di vinorelbina nei pazienti con cancro al polmone (NSCLC). elena gatti Laurea Bioinformatica Dottorato di Ricerca in Informatica presso l Università di Milano-Bicocca Svilupperà il Progetto di Ricerca presso Campus IFOM-IEO Milano Il Progetto di Ricerca consiste nel nuovo sequenziamento di alcune regioni ultra-conservate del DNA al fine di valutare se, nelle cellule somatiche, sono soggette a pressione selettiva. andrea greco Laurea Psicologia Dottorato di Ricerca in Psicologia Sociale, Cognitiva e Clinica presso l Università di Milano-Bicocca Svilupperà il Progetto di Ricerca presso A.O. San Gerardo Di Monza - Clinica Medica Il Progetto di Ricerca consiste nel valutare, in soggetti affetti da ipertensione essenziale, la relazione tra la gravità della patologia, misurata tramite i criteri del danno d organo (Mancia et al., 2007), e la qualità di vita, considerando il ruolo di mediazione esercitato dalla rappresentazione della malattia e dalle convinzioni di autoefficacia. ilaria guccini Laurea Scienze Biologiche Dottorato di Ricerca in Biologia Cellulare e Molecolare presso l Università di Roma Tor Vergata Svilupperà il Progetto di Ricerca presso lo IOR Institute of Oncology Research presso il laboratorio del Dott. Alimonti, Bellinzona- Svizzera Il Progetto di Ricerca consiste nello studio della prostata, la perdita del gene soppressore tumorale Pten induce una risposta senescente (PTEN-loss Induced Cellular Senescence-PICS) che ostacola lo sviluppo del tumore. Il progetto di ricerca mira a caratterizzare la risposta immunitaria associata a PICS con lo scopo di definire nuove terapie atte a potenziare entrambe le risposte: senescente (terapia pro-senescente) e immunitaria (immunoterapia). francesco guerriero Laurea Fisica Dottorato di Ricerca in Fisica e Medicina Svilupperà il Progetto di Ricerca presso Istituto Europeo di Oncologia (IEO), divisione di Medicina Nucleare e Servizio di Fisica Sanitaria Il Progetto di Ricerca consiste nello studio comparativo IART (Intraoperative Avidination for Radionuclide Therapy) vs. ELIOT (ELectron intraoperative radiotherapy) seguiti da radioterapia esterna in pazienti con cancro della mammella in stadio iniziale. Scopo principale è verificare se la metodica IART consente di irraggiare il letto tumorale con una dose biologica comparabile a quella della metodica standard ELIOT. mostafa hamza Egitto Svilupperà il Progetto di Ricerca presso Istituto Europeo di Oncologia (IEO) Il Progetto di Ricerca consiste nella valutazione di differenti modalità di ricostruzione mammaria in seguito a chirurgia per il trattamento del cancro al seno. YOUNG INVESTIGATOR PROGRAMME

14 visnu lohsiriwat Thailandia Dottorato di Ricerca in Chirurgia Ricostruttiva presso l Università di Mahidol University, Bangkok, Thailand Svilupperà il Progetto di Ricerca presso Istituto Europeo di Oncologia (IEO) Il Progetto di Ricerca consiste nella sicurezza della procedura lipofilling nei pazienti con cancro al seno. camila macedo Brasile Svilupperà il Progetto di Ricerca presso Istituto Europeo di Oncologia (IEO) Il Progetto di Ricerca consiste nella valutazione di nuove tecniche interventistiche finalizzate al trattamento del cancro al seno ed alla sua ricostruzione. fiorenza magi Laurea Scienze Biologiche Dottorato di Ricerca in aspetti biomedici e metodologici delle attività fisiche preventive e adattate presso l Università degli Studi di Roma Foro Italico Svilupperà il Progetto di Ricerca presso Istituto Regina Elena Laboratorio di Oncogenesi Molecolare, Roma Il Progetto di Ricerca consiste nel caratterizzare l interazione molecolare tra la proteina Lamin A ed il fattore trascrizionale NF-Y e di investigarne il ruolo funzionale nella proliferazione cellulare, per identificare nuovi marcatori molecolari utili per la diagnosi precoce del tumore, per predire la prognosi o per individuare potenziali bersagli terapeutici. manuela mancini Laurea Biotecnologie indirizzo Medico Dottorato di Ricerca in Biotecnologie Cellulari e Molecolari presso l Università di Bologna Svilupperà il Progetto di Ricerca presso Istituto di Ematologia e Oncologia medica Seràgnoli Il Progetto di Ricerca consiste nella valutazione dell espressione del trascritto del gene CBY e della sua proteina in progenitori ematopoietici provenienti da pazienti con leucemia mieloide cronica all esordio in relazione ai livelli di espressione osservati in un pool di individui sani; nella valutazione dei meccanismi di regolazione trascrizionale e post-traduzionale che sottendono ad eventuali differenze nell espressione genica. francesco mariani Laurea Chimica e Tecnologia Farmaceutiche Dottorato di Ricerca in Oncologia sperimentale e clinica Svilupperà il Progetto di Ricerca presso il laboratorio di Medicina 1 del Dipartimento di Medicine e Specialità Mediche dell Università di Modena e Reggio Emilia Il Progetto di Ricerca consiste nel valutare se parametri antropometrici (BMI e circonferenza vita) possano essere correlati con il rischio neoplastico attraverso fattori implicati sia nell omeostasi del tessuto adiposo che nei processi infiammatori ed immunitari, valutandone l espressione sia nella mucosa colorettale che nel sangue periferico. elisa mazzoni Laurea Chimica e Tecnologia Farmaceutiche Dottorato di Ricerca in Farmacologia e Oncologia Molecolare presso l Università di Ferrara Svilupperà il Progetto di Ricerca presso Dipartimento di Morfologia ed Embriologia, Università di Ferrara Il Progetto di Ricerca consiste nello studio e valutazione di una possibile relazione tra la leucemia linfatica cronica (LLC) ed il virus polioma oncogeno delle cellule di Merkel (MCPyV). YOUNG INVESTIGATOR PROGRAMME

15 francesca messa Laurea Biotecnologie indirizzo Medico Dottorato di Ricerca in Farmacologia e Terapia Sperimentale e Clinica presso l Università degli Studi di Torino Svilupperà il Progetto di Ricerca presso Laboratorio di Genetica Oncologica ed Oncologia Translazionale ASO S. Croce e Carle, Cuneo Il Progetto di Ricerca consiste nella validità dell utilità clinica dei geni PHs quali nuovi marcatori predittivi di ricaduta in pazienti affette da carcinoma mammario ormono-sensibile. In particolare saranno analizzati il ruolo dei geni PHs quali fattori predittivi di risposta al trattamento con tamoxifene e inibitori delle aromatasi e i meccanismi molecolari alla base della loro predittività. alessio molfino Dottorato di Ricerca in Nutrizione Clinica e Preventiva presso l Università di Roma "Tor Vergata" Svilupperà il Progetto di Ricerca presso il dipartimento di Medicina Clinica, Sapienza Università di Roma Il Progetto di Ricerca consiste nello studio dei meccanismi fisiopatologici alla base della anoressia neoplastica. In soggetti affetti da neoplasia del polmone si studieranno le alterazioni funzionali delle aree cerebrali deputate al controllo dell appetito tramite l utilizzo della risonanza magnetica funzionale. Tali modificazioni saranno correlate a specifici marker di infiammazione. fabian mora reyes Venezuela Svilupperà il Progetto di Ricerca presso Istituto Europeo di Oncologia (IEO) Il Progetto di Ricerca consiste nello stabilire un protocollo per quanto riguarda gli interventi chirurgici con linfonodo sentinella al fine di unificare i criteri per il trattamento del cancro al seno. Rivedere le statistiche degli interventi e l efficacia della guarigione post-chirurgica. veronika myasoedova Russia Dottorato di Ricerca in Neurologia e Patofisiologia presso l Accademia Russa delle scienze mediche, Mosca Svilupperà il Progetto di Ricerca presso Centro Cardiologico Monzino (IRCCS) Il Progetto di Ricerca consiste nel valutare l effetto della somministrazione di aspirina (dose singola 100mg/die, dose singola 200mg/die, dose doppia mg/die) in pazienti sottoposti a bypass aortocoronarico e/o sostituzione valvolare aortica con bioprotesi, sulla biosintesi di trombossano piastrinico e sulla generazione di nuove piastrine. benedetta nicolis di robilant Laurea Biotecnologie Mediche, Molecolari e Cellulari Dottorato di Ricerca in Medicina Molecolare presso l Università di Milano, Vita-Salute San Raffaele Svilupperà il Progetto di Ricerca presso Stanford University s Institute for Stem Cell Biology and Regenerative Medicine Il Progetto di Ricerca consiste nella caratterizzazione fenotipica e funzionale delle cellule staminali tumorali, responsabili della scarsa risposta alle terapie convenzionali. Attraverso l utilizzo di avanzate tecniche molecolari e cellulari, il progetto mira ad identificare nuovi antigeni tumorali per lo sviluppo di un efficace terapia cellulare adottiva. alessandro pardolesi Svilupperà il Progetto di Ricerca presso l Istituto Europeo di Oncologia (IEO) Il Progetto di Ricerca consiste nel comparare due differenti tecniche di trattamento del tumore al polmone. YOUNG INVESTIGATOR PROGRAMME

Innovazione tecnologica e farmacologica in chirurgia oncologica. Sovrintendente Sanitario IEO - CCM

Innovazione tecnologica e farmacologica in chirurgia oncologica. Sovrintendente Sanitario IEO - CCM Innovazione tecnologica e farmacologica in chirurgia oncologica Milano, 20 novembre 2015 Dott. Massimo Castoldi Sovrintendente Sanitario IEO - CCM Medicina di precisione La transizione verso l'era della

Dettagli

LINEE DI RICERCA SOSTENUTE DAL 5xMILLE 2013

LINEE DI RICERCA SOSTENUTE DAL 5xMILLE 2013 LINEE DI RICERCA SOSTENUTE DAL 5xMILLE 2013 I Ricercatori del Centro di Genomica e Bioinformatica Traslazionale stanno lavorando a linee di ricerca legate a 1. Sclerosi Multipla 2. Tumore della Prostata

Dettagli

Il tumore al colon è temuto ma è necessario continuare nell'attività di Prevenzione

Il tumore al colon è temuto ma è necessario continuare nell'attività di Prevenzione Il tumore al colon è temuto ma è necessario continuare nell'attività di Prevenzione Milano - Nonostante la sua aggressività è definito il tumore silenzioso. Data la sua scarsa pubblicizzazione, infatti,

Dettagli

APPROFONDIMENTO PROGETTO DI RICERCA IRST IRCCS cod. L3P923

APPROFONDIMENTO PROGETTO DI RICERCA IRST IRCCS cod. L3P923 APPROFONDIMENTO PROGETTO DI RICERCA IRST IRCCS cod. L3P923 Titolo del progetto Studio dell'interazione tra le cellule del midollo osseo e le cellule tumorali del cancro alla mammella in piattaforme tridimensionali

Dettagli

La Cura del malato oncologico

La Cura del malato oncologico La Cura del malato oncologico Salvagno Luigi U.O. Oncologia Amb onco-ematologia ULSS 7 Conegliano 23 aprile 2016 Mortalità per neoplasia negli USA anni 1975-2012 Questo dipinto rivela il mio stato d'animo

Dettagli

3 Master in Neuro-Oncologia

3 Master in Neuro-Oncologia [ Corso Residenziale ] 3 Master in Neuro-Oncologia 7-9 maggio 2009 Direttori Carmine Carapella Andrea Pace 1 di 7 [ Programma preliminare] Giovedì 7 maggio I Sessione - Glioblastoma Multiforme ore 9.00

Dettagli

Carcinoma prostatico

Carcinoma prostatico SIUrO Società Italiana di Urologia Oncologica Alessandro Bertaccini, Sergio Bracarda, Roberta Ceccarelli, Adriana Gelmini Carcinoma prostatico Guida per il paziente e i suoi familiari Introduzione di Giuseppe

Dettagli

MultiMedica. Tumore al seno: il nostro percorso diagnostico terapeutico. IRCCS Istituto di Ricovero e Cura. m Istituto di Ricovero e Cura

MultiMedica. Tumore al seno: il nostro percorso diagnostico terapeutico. IRCCS Istituto di Ricovero e Cura. m Istituto di Ricovero e Cura COMUNICAZIONE BLZ E IMMAGINE m IRCCS MultiMedica m Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico Via Milanese, 300 - Sesto S. Giovanni (Mi) MultiMedica Castellanza Viale Piemonte, 70 - Castellanza

Dettagli

I principali obiettivi del progetto dedicato alla salute maschile sono:

I principali obiettivi del progetto dedicato alla salute maschile sono: salute al maschile, L IMPEGNO DI FONDAZIONE UMBERTO VERONESI PER gli uomini Nel 2015 la Fondazione Umberto Veronesi s impegna in un progetto specificatamente dedicato alla salute maschile per rispondere

Dettagli

CELLULE STAMINALI. LA RICERCA ENTRA NEL VIVO.

CELLULE STAMINALI. LA RICERCA ENTRA NEL VIVO. CELLULE STAMINALI. LA RICERCA ENTRA NEL VIVO. CELLULE STAMINALI. LA RICERCA ENTRA NEL VIVO. Fin dalla sua fondazione per opera di padre Agostino Gemelli, l Università Cattolica del Sacro Cuore ha orientato

Dettagli

Competenze Laboratori (Med-CHHAB)

Competenze Laboratori (Med-CHHAB) Competenze Laboratori (Med-CHHAB) Asse Portante Tematiche Campi d azione Servizi offerti Applicazioni Polimeri Biocompatibili Preparazione e caratterizzazione chimicofisica di materiali polimerici biocompatibili

Dettagli

1997 - Esame di ammissione al Board Europeo di Chirurgia Toracica e Cardio-Vascolare.

1997 - Esame di ammissione al Board Europeo di Chirurgia Toracica e Cardio-Vascolare. Prof. Lorenzo Spaggiari Dati personali Nato il 09/05/1961 a CASINA (RE) Codice fiscale SPGLNZ61E09B967H Indirizzo di residenza o domicilio: Indirizzo Via G. Antonini 32 20141 Milano, Italia Indirizzo E-mail

Dettagli

SEBASTIANO FILETTI. Dipartimento di Medicina Interna e Specialità Mediche. Università di Roma Sapienza, Roma

SEBASTIANO FILETTI. Dipartimento di Medicina Interna e Specialità Mediche. Università di Roma Sapienza, Roma SEBASTIANO FILETTI Dipartimento di Medicina Interna e Specialità Mediche Università di Roma Sapienza, Roma La malattia tiroidea è in aumento negli ultimi anni. Quali le ragioni? Dati epidemiologici provenienti

Dettagli

Infezione da HPV: dalla diagnosi precoce alla prevenzione primaria.

Infezione da HPV: dalla diagnosi precoce alla prevenzione primaria. WORKSHOP Infezione da HPV: dalla diagnosi precoce alla prevenzione primaria. 9 10 Novembre 2005 REPV BBLICA ITA LIANA Istituto Superiore di Sanità Viale Regina Elena,299 - Roma Infezione da HPV: dalla

Dettagli

finanziamenti pubblici ministeriali e regionali in ambito di ricerca biomedica e sanitaria

finanziamenti pubblici ministeriali e regionali in ambito di ricerca biomedica e sanitaria Genova 17 novembre 2009 Seminario finanziamenti pubblici ministeriali e regionali in ambito di ricerca biomedica e sanitaria dott. Cristina Grandi dott. Michela Ferlenghi finanziamenti pubblici, ministeriali

Dettagli

Cosa sono i Macatori Tumorali?

Cosa sono i Macatori Tumorali? Marcatori tumorali Cosa sono i Macatori Tumorali? Sostanze biologiche sintetizzate e rilasciate dalle cellule tumorali o prodotte dall ospite in risposta alla presenza del tumore Assenti o presenti in

Dettagli

Cosa è cambiato nella formazione del medico dello sport e cosa potrebbe ancora cambiare

Cosa è cambiato nella formazione del medico dello sport e cosa potrebbe ancora cambiare VI Corso Girolamo Mercuriale Dare attuazione alla carta di Toronto Bologna, 9-10 Aprile 2013 Cosa è cambiato nella formazione del medico dello sport e cosa potrebbe ancora cambiare Scuola di Medicina dello

Dettagli

Sviluppo di un tumore

Sviluppo di un tumore TUMORI I tumori Si tratta di diversi tipi di malattie, che hanno cause diverse e che colpiscono organi e tessuti differenti Caratteristica di tutti i tumori è la proliferazione incontrollata di cellule

Dettagli

Scritto da RyderItalia Mercoledì 12 Maggio 2010 11:19 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 03 Novembre 2010 15:57

Scritto da RyderItalia Mercoledì 12 Maggio 2010 11:19 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 03 Novembre 2010 15:57 LA TERAPIA METRONOMICA Per oltre mezzo secolo, la terapia sistemica per i tumori è stata caratterizzata dalla somministrazione dei farmaci chemioterapici. La maggior parte di questi farmaci ha lo scopo

Dettagli

Oncologia medica 1 Chieti 3 0 Igiene e medicina preventiva 2 Radioterapia 1 Ferrara 26 22 Anestesia e rianimazione e terapia intensiva 2 Chirurgia

Oncologia medica 1 Chieti 3 0 Igiene e medicina preventiva 2 Radioterapia 1 Ferrara 26 22 Anestesia e rianimazione e terapia intensiva 2 Chirurgia Count of select_3 Row Labels Total variazione Ancona 5 0 Medicina legale 1 Bari 7 0 Chirurgia Maxillo- Facciale 1 Chirurgia Pediatrica 1 Radioterapia 1 Reumatologia 1 Bologna 5 1 Malattie dell\'apparato

Dettagli

Terapie a bersaglio molecolare nel tumore del polmone

Terapie a bersaglio molecolare nel tumore del polmone Terapie a bersaglio molecolare nel tumore del polmone Indice 1. Introduzione 2. Cosa sono le targeted therapies? 3. Come funzionano le targeted therapies? 4. Perché utilizzare le targeted therapies nel

Dettagli

CONOSCERE 1. IL SENO COME E FATTO. Il seno è costituito da un insieme di ghiandole e tessuto adiposo ed è posto tra la pelle e la parete del torace.

CONOSCERE 1. IL SENO COME E FATTO. Il seno è costituito da un insieme di ghiandole e tessuto adiposo ed è posto tra la pelle e la parete del torace. 1. IL SENO COME E FATTO CONOSCERE Il seno è costituito da un insieme di ghiandole e tessuto adiposo ed è posto tra la pelle e la parete del torace. La ghiandola mammaria ha la funzione di produrre latte

Dettagli

Metodi in vivo e in vitro per : il riconoscimento dei farmaci lo studio delle loro proprietà farmacologiche lo studio del loro meccanismo d azione

Metodi in vivo e in vitro per : il riconoscimento dei farmaci lo studio delle loro proprietà farmacologiche lo studio del loro meccanismo d azione Metodi in vivo e in vitro per : il riconoscimento dei farmaci lo studio delle loro proprietà farmacologiche lo studio del loro meccanismo d azione Metodi generali Metodi mirati Scoperta e sviluppo di nuovi

Dettagli

[ Corso Residenziale ] Le terapie adiuvanti e neoadiuvanti: stato dell arte e prospettive VIII EDIZIONE

[ Corso Residenziale ] Le terapie adiuvanti e neoadiuvanti: stato dell arte e prospettive VIII EDIZIONE [ Corso Residenziale ] Le terapie adiuvanti e neoadiuvanti: stato dell arte e prospettive VIII EDIZIONE, 1 luglio 2011 1 di 7 [ Programma preliminare] Venerdì, 1 luglio 9.00 Introduzione I SESSIONE LE

Dettagli

Corso di Laurea Magistrale in BIOTECNOLOGIE MEDICHE Classe delle lauree magistrali in biotecnologie mediche, veterinarie e farmaceutiche (LM-9)

Corso di Laurea Magistrale in BIOTECNOLOGIE MEDICHE Classe delle lauree magistrali in biotecnologie mediche, veterinarie e farmaceutiche (LM-9) La presente scheda di approfondimento si riferisce ai corsi a immatricolazione nell a. a. 00-0. Per ulteriori informazioni si rimanda all Ufficio di Presidenza di Facoltà. Corso di Laurea Magistrale in

Dettagli

Salute e Genere Ipotesi di lavoro nelle Marche

Salute e Genere Ipotesi di lavoro nelle Marche Salute e Genere Ipotesi di lavoro nelle Marche Ancona, 14 aprile 2012 L esperienza della Medicina di Genere nell Azienda Ospedali Riuniti di Ancona. Dall organizzazione alla clinica Perdita di salute nella

Dettagli

LA RETE NAZIONALE SOLIDALE E COLLABORAZIONI INTERNAZIONALI DEL PROGRAMMA STRAORDINARIO ONCOLOGIA 2006 (ISS PER ACC)

LA RETE NAZIONALE SOLIDALE E COLLABORAZIONI INTERNAZIONALI DEL PROGRAMMA STRAORDINARIO ONCOLOGIA 2006 (ISS PER ACC) LA RETE NAZIONALE SOLIDALE E COLLABORAZIONI INTERNAZIONALI DEL PROGRAMMA STRAORDINARIO ONCOLOGIA 2006 (ISS PER ACC) CONVEGNO DI PRESENTAZIONE DELLE ATTIVITA INIZIATE NELL AMBITO DEI PROGRAMMI 1, 2, 3,

Dettagli

Allergologia e immunologia clinica

Allergologia e immunologia clinica Allergologia e immunologia clinica 1 Bari 3 Foggia 2 Cagliari 2 3 Firenze 4 Pisa Siena 4 Genova 3 Torino 5 L'Aquila 2 Chieti 6 Messina 2 Catania 7 Milano 4 Brescia Pavia 8 Milano S. Raffaele 1 9 Milano

Dettagli

Franco Patrone DIMI, Università di Genova

Franco Patrone DIMI, Università di Genova PRINCIPI DI ONCOLOGIA GERIATRICA Franco Patrone DIMI, Università di Genova Genova, 16 Ottobre 2010 I Tumori nell Anziano: Dimensioni del Problema Più del 50 % dei tumori si manifestano tra i 65 e i 95

Dettagli

Storia, missione e valori

Storia, missione e valori Storia, missione e valori Il Centro Cardiologico Monzino di Milano è sin dal 1992 uno degli Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (IRCCS) italiani e l unico monospecialistico cardiovascolare.

Dettagli

Ministero della Salute

Ministero della Salute Ministero della Salute n. 103 25 luglio 2014 Di seguito la nuova composizione del Consiglio superiore di sanità: 1) Prof.ssa Maria Pia AMATO Professore associato in Neurologia- Dipartimento NEUROFARBA,

Dettagli

Affidabilità nella diagnostica

Affidabilità nella diagnostica Affidabilità nella diagnostica Passione per la ricerca Research & Innovation è un laboratorio di medicina molecolare che esegue test genetici avanzati al servizio dei medici e delle strutture di diagnosi

Dettagli

E SE MI RICHIAMANO... DOPO LA MAMMOGRAFIA?

E SE MI RICHIAMANO... DOPO LA MAMMOGRAFIA? E SE MI RICHIAMANO... DOPO LA MAMMOGRAFIA? Informazioni sui percorsi di trattamento chirurgico e di cura PROGRAMMA REGIONALE PER LA PREVENZIONE DEI TUMORI FEMMINILI Coordinamento editoriale e di redazione:

Dettagli

Sommario. 1. Scopo e applicabilità 2. Riferimenti 3. Allegati 4. Descrizione del percorso. PERCORSO Codice DVA 09 Rif. P 01. Pag.

Sommario. 1. Scopo e applicabilità 2. Riferimenti 3. Allegati 4. Descrizione del percorso. PERCORSO Codice DVA 09 Rif. P 01. Pag. Rif. P 01 Pag. 1 Sommario 1. Scopo e applicabilità 2. Riferimenti 3. Allegati 4. Descrizione del percorso REVISIONI N REV. DATA STESURA DESCRIZIONE Rif. PARAGR. Rif. PAGINA 00 20/10/2009 Prima emissione

Dettagli

Azienda Ospedaliera Universitaria San Luigi Gonzaga: un Ospedale specialistico al servizio dei cittadini. Un patrimonio da difendere e sviluppare

Azienda Ospedaliera Universitaria San Luigi Gonzaga: un Ospedale specialistico al servizio dei cittadini. Un patrimonio da difendere e sviluppare Azienda Ospedaliera Universitaria San Luigi Gonzaga: un Ospedale specialistico al servizio dei cittadini Un patrimonio da difendere e sviluppare L AOU San Luigi per la sua collocazione geografica svolge

Dettagli

Identificazione e studio delle Cellule Staminali Tumorali del carcinoma della mammella e dell adenocarcinoma del colon

Identificazione e studio delle Cellule Staminali Tumorali del carcinoma della mammella e dell adenocarcinoma del colon Identificazione e studio delle Cellule Staminali Tumorali del carcinoma della mammella e dell adenocarcinoma del colon Carmelo Lupo Coordinatore Tecnico U.O. Anatomia Patologica e Patologia Molecolare

Dettagli

Allergologia e immunologia clinica

Allergologia e immunologia clinica Allergologia e immunologia clinica regionali altri pubblici e/o 1 Bari 2 0 2 1 *Puglia 3 Foggia 2 Cagliari 1 1 2 2 3 Firenze 3 1 4 4 Pisa Siena 4 Genova 2 1 3 3 2 Torino 5 L'Aquila 2 0 2 2 Chieti 6 Messina

Dettagli

7 domande sui tumori. Convivere con la malattia

7 domande sui tumori. Convivere con la malattia 1. 7 domande sui tumori 2. Convivere con la malattia Dott. Andrea Angelo Martoni Direttore Unità Operativa di Oncologia Medica Policlinico S.Orsola-Malpighi Bologna 1. Cosa sono i tumori? i tumori Malattia

Dettagli

Cap 2 - Principali tipi di cancro

Cap 2 - Principali tipi di cancro Cap 2 - Principali tipi di cancro PRINCIPALI TIPI DI CANCRO Ogni cellula presente nell organismo può potenzialmente andare incontro a mutazioni e diventare cancerosa, dando origine a moltissime varianti

Dettagli

Cellule staminali e ricostruzione d'organo

Cellule staminali e ricostruzione d'organo Cellule staminali e ricostruzione d'organo Marina Morigi, Barbara Imberti Laboratorio Biologia Cellulare e Xenotrapianto, NegriBergamo Il trapianto d organo spesso rappresenta l unica scelta terapeutica

Dettagli

Ti ricordi questo? A.I.STOM. www.tumorecolonretto.it. Iniziativa realizzata con il sostegno di: Con il patrocinio di:

Ti ricordi questo? A.I.STOM. www.tumorecolonretto.it. Iniziativa realizzata con il sostegno di: Con il patrocinio di: Ti ricordi questo? Per un ambiente migliore, questo documento è stato stampato su carta riciclata. Allora è ora di pensare alla prevenzione del tumore del colon-retto. www.tumorecolonretto.it Con il patrocinio

Dettagli

Biomarkers per la diagnosi precoce di tumori

Biomarkers per la diagnosi precoce di tumori Università degli Studi di Bari Aldo Moro Dipartimento di Bioscienze, Biotecnologie e Biofarmaceutica Biomarkers per la diagnosi precoce di tumori Dott.ssa Maria Luana Poeta Cos è un Tumore Omeostasi Tissutale

Dettagli

Ricerca & Innovazione nel Servizio Sanitario dell Emilia-Romagna 2010

Ricerca & Innovazione nel Servizio Sanitario dell Emilia-Romagna 2010 Ricerca & Innovazione nel Servizio Sanitario dell Emilia-Romagna 2010 Progetti di Ricerca Biomedica Innovativa Trapianti Bologna, 18-19, 19, Gennaio 2010 Firma bio-molecolare nei pazienti con HCC in lista

Dettagli

Allergologia e immunologia clinica

Allergologia e immunologia clinica Allergologia e immunologia clinica 1 Politecnica delle Marche 3 3 1 Modena Parma 2 Bari 2 1 Puglia 3 1 Foggia 3 Cagliari 1 2 Sardegna 3 4 Firenze 3 3 Pisa Siena 5 Genova 2 2 Torino 6 L'Aquila 2 2 Chieti

Dettagli

Lezione di Chirurgia Generale Tumori del colon e del retto. Agora

Lezione di Chirurgia Generale Tumori del colon e del retto. Agora Lezione di Chirurgia Generale Tumori del colon e del retto EPIDEMIOLOGIA -E al quarto posto fra i tumori maligni nel mondo (1999); -800.000 casi diagnosticati ogni anno (World Health Association); -Incidenza

Dettagli

Longevità della donna in un mondo che invecchia: clinica, etica e società Bollate 24 maggio 2008

Longevità della donna in un mondo che invecchia: clinica, etica e società Bollate 24 maggio 2008 Longevità della donna in un mondo che invecchia: clinica, etica e società Bollate 24 maggio 2008 Ornella Gottardi - U.O. Oncologia I.R.C.C.S. Multimedica Sesto S. Giovanni Epidemiologia dei tumori Disciplina

Dettagli

Regione. Liguria. Genova (GE) - Ospedale Villa Scassi... Pag. 85 Pietra Ligure (SV) - Ospedale Santa Corona... Pag. 86

Regione. Liguria. Genova (GE) - Ospedale Villa Scassi... Pag. 85 Pietra Ligure (SV) - Ospedale Santa Corona... Pag. 86 Regione Liguria Genova (GE) - Ospedale Villa Scassi... Pag. 85 Pietra Ligure (SV) - Ospedale Santa Corona... Pag. 86 Genova (GE) - Ente Ospedaliero Ospedali Galliera... Pag. 87 Lavagna (GE) - Ospedali

Dettagli

A.O. MONALDI HIGHLY SPECIALISED HOSPITAL GENERAL SURGERY DEPT. SIC: School of Advanced Laparoscopy Dept. Chief: Prof. F. Corcione

A.O. MONALDI HIGHLY SPECIALISED HOSPITAL GENERAL SURGERY DEPT. SIC: School of Advanced Laparoscopy Dept. Chief: Prof. F. Corcione A.O. MONALDI HIGHLY SPECIALISED HOSPITAL GENERAL SURGERY DEPT. SIC: School of Advanced Laparoscopy Dept. Chief: Prof. F. Corcione Il ruolo del chirurgo generale in chirurgia oncologica dell'adolescente

Dettagli

La Biopsia Prostatica: where are we going?

La Biopsia Prostatica: where are we going? La Biopsia Prostatica: where are we going? Sabato 28 Novembre 2015, Catania Dott. Michele Salemi Screening genetico correlato a rischio di carcinoma prostatico. BRCA1, BRCA2, TP53, CHEK2, HOXB13 e NBN:

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Europass Informazioni personali Nome(i) / Cognome(i) Indirizzo(i) LUCIANO DE BIASE Via Carlo Bartolomeo Piazza 8, 00161, Roma, Italia Telefono(i) +390644237388 Cellulare:+39347011063 2

Dettagli

ONCOLOGIA 2013/2014 I ANNO

ONCOLOGIA 2013/2014 I ANNO ONCOLOGIA 201/2014 I ANNO Corsi Integrati Moduli Tipologia Ambito SSD Docenti CFU CFU C.I. C.I. Genetica Medica Meccanismi genetici nello svilupppo delle neoplasie Diagnostico MED/0 D'alessandro E. C.I.

Dettagli

CAPITOLO 1 indice. Tumore della mammella pag. 27 Tumore della cervice uterina pag. 30 Melanoma pag. 31 Linfomi pag. 31. bibliografia pag.

CAPITOLO 1 indice. Tumore della mammella pag. 27 Tumore della cervice uterina pag. 30 Melanoma pag. 31 Linfomi pag. 31. bibliografia pag. CAPITOLO 1 indice le neoplasie nell anziano pag. 5 Valutazione del paziente anziano pag. 7 Aspetti generali del trattamento pag. 10 Tumori del colon-retto pag. 11 Tumori della mammella pag. 13 Tumori del

Dettagli

Le cellule staminali: una risorsa..una speranza

Le cellule staminali: una risorsa..una speranza AVIS NAZIONALE/REGIONALE MARCHE Ancona, 31 Ottobre 2008 Il Sistema Trasfusionale tra necessità e disponibilità Le cellule staminali: una risorsa..una speranza Prof.ssa Gabriella Girelli Sapienza Università

Dettagli

PROGRAMMA 1 RIDUZIONE DELLE DISPARITÀ NELL ACCESSO DEI PAZIENTI AI MEZZI DIAGNOSTICI E ALLE TERAPIE

PROGRAMMA 1 RIDUZIONE DELLE DISPARITÀ NELL ACCESSO DEI PAZIENTI AI MEZZI DIAGNOSTICI E ALLE TERAPIE PROGRAMMA 1 RIDUZIONE DELLE DISPARITÀ NELL ACCESSO DEI PAZIENTI AI MEZZI DIAGNOSTICI E ALLE TERAPIE ex. Art. 3 Rete solidale e collaborazioni internazionali del DM del 21 luglio 2006 Programma straordinario

Dettagli

ID55/2005 PROGETTO R&S Lo sviluppo di nuovi inibitori delle istone deacetilasi per un approccio epigenetico alla terapia dei tumori.

ID55/2005 PROGETTO R&S Lo sviluppo di nuovi inibitori delle istone deacetilasi per un approccio epigenetico alla terapia dei tumori. SCHEDE TECNICHE INTERVENTI CONCLUSI ATI CONGENIA - CONGENIA Srl Milano - DAC Srl Milano - NIKEM RESEARCH Srl Bollate MI - ISTITUTO EUROPEO DI ONCOLOGIA Milano - ISTITUTO FIRC DI ONCOLOGIA MOLECOLARE Milano

Dettagli

Bianco_2007.book Page XV Friday, June 15, 2007 10:08 AM AUTORI

Bianco_2007.book Page XV Friday, June 15, 2007 10:08 AM AUTORI Bianco_2007.book Page XV Friday, June 15, 2007 10:08 AM AUTORI Angelo Raffaele BIANCO Nato a Rossano (CS) il 15 maggio 1934, laureato in Medicina e Chirurgia il 31 luglio 1958 presso l Università degli

Dettagli

Risonanza magnetica cardiaca

Risonanza magnetica cardiaca Risonanza magnetica cardiaca Francesco De Cobelli Luigi Natale (a cura di) Risonanza magnetica cardiaca 123 a cura di Francesco De Cobelli Dipartimento di Radiologia IRCCS Ospedale San Raffaele Università

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA. Facoltà di Medicina e Chirurgia. LAUREA MAGISTRALE IN Biotecnologie mediche

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA. Facoltà di Medicina e Chirurgia. LAUREA MAGISTRALE IN Biotecnologie mediche UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA Facoltà di Medicina e Chirurgia LAUREA MAGISTRALE IN Biotecnologie mediche REGOLAMENTO DIDATTICO - ANNO ACCADEMICO 2007-2008 DESCRIZIONE Il Corso di Laurea Magistrale

Dettagli

Presentazione. Strategie europee contro il cancro 3

Presentazione. Strategie europee contro il cancro 3 00_carpanelli_ok 9-09-2002 16:52 Pagina V Autori Presentazione XI XVII MODULO 1 Epidemiologia, prevenzione e ricerca 1 Strategie europee contro il cancro 3 Il quinto programma quadro 3 Il programma qualità

Dettagli

Roma, 21 Giugno 2013. I Dottorati. Giuseppe Tonini Oncologia Medica. Policlinico Universitario Campus Bio-Medico di Roma. g.tonini@unicampus.

Roma, 21 Giugno 2013. I Dottorati. Giuseppe Tonini Oncologia Medica. Policlinico Universitario Campus Bio-Medico di Roma. g.tonini@unicampus. Roma, 21 Giugno 2013 I Dottorati Giuseppe Tonini Oncologia Medica Policlinico Universitario Campus Bio-Medico di Roma g.tonini@unicampus.it I Dottorati: cosa sono ll dottorato di ricerca, costituito in

Dettagli

LA PATOLOGIA INFETTIVA E INFIAMMATORIA DEL SISTEMA NERVOSO CENTRALE E TESTA COLLO: DALLA DIAGNOSI ALLA TERAPIA

LA PATOLOGIA INFETTIVA E INFIAMMATORIA DEL SISTEMA NERVOSO CENTRALE E TESTA COLLO: DALLA DIAGNOSI ALLA TERAPIA LA PATOLOGIA INFETTIVA E INFIAMMATORIA DEL SISTEMA NERVOSO CENTRALE E TESTA COLLO: DALLA DIAGNOSI ALLA TERAPIA Dipartimento di Diagnostica per Immagini e Alte Tecnologie Istituti Ospitalieri di Cremona

Dettagli

L approccio vaccinale al cancro*

L approccio vaccinale al cancro* L approccio vaccinale al cancro* La vaccinazione è una tecnica mirata a stimolare una reazione immunologica dell organismo verso l'antigene o gli antigeni contenuti nel vaccino somministrato. Oggi i vaccini

Dettagli

SIIA Società Italiana Ipertensione Arteriosa. Stage. Advanced Educational Stage in Hypertension. progetto di formazione biennale 2004-2005

SIIA Società Italiana Ipertensione Arteriosa. Stage. Advanced Educational Stage in Hypertension. progetto di formazione biennale 2004-2005 SIIA Società Italiana Ipertensione Arteriosa Stage Advanced Educational Stage in Hypertension progetto di formazione biennale 2004-2005 ROMA, 15-19 marzo 2004 Si ringrazia Pfizerper il fattivo supporto

Dettagli

Cancro del Colon-Retto

Cancro del Colon-Retto Cancro del Colon-Retto Prevenzione, Screening e Sorveglianza Dott. Marco La Torre Dipartimento di Chirurgia Generale Azienda Ospedaliera Sant Andrea Epidemiologia Il carcinoma colon- rettale (CCR) è al

Dettagli

IL RETTORE D E C R E T A

IL RETTORE D E C R E T A 678 Ufficio Esami di Stato e Scuole di Specializzazione IL RETTORE VISTO il D.Lgs. n. 368 del 17/08/1999, pubblicato in G.U. n. 250 del 23/10/1999 di attuazione della direttiva n. 93/16/CEE in materia

Dettagli

Tumore al seno risposte alle domande più frequenti

Tumore al seno risposte alle domande più frequenti risposte al Un opuscolo informativo di mamazone - Alto Adige Frauen und Forschung gegen Brustkrebs Onlus Donne e ricerca contro il tumore al seno A un certo momento della nostra esistenza, perdiamo il

Dettagli

TERAPIA DEL CARCINOMA POLMONARE NON A PICCOLE CELLULE (NSCLC)

TERAPIA DEL CARCINOMA POLMONARE NON A PICCOLE CELLULE (NSCLC) TERAPIA DEL CARCINOMA POLMONARE NON A PICCOLE CELLULE (NSCLC) Negli ultimi anni vi è stata una evoluzione delle strategie terapeutiche nel NSCLC e l introduzione nella pratica clinica di nuovi farmaci

Dettagli

Approccio moderno all artrite reumatoide in Campania: possibilità di un protocollo comune Treat to Target. 9 Maggio 2015

Approccio moderno all artrite reumatoide in Campania: possibilità di un protocollo comune Treat to Target. 9 Maggio 2015 Approccio moderno all artrite reumatoide in Campania: possibilità di un protocollo comune Treat to Target 9 Maggio 2015 Grand Hotel Vanvitelli - Caserta Ble Consulting srl id. 363 numero ecm: 123281 Responsabile

Dettagli

Dir. Resp.: Alessandro Sallusti

Dir. Resp.: Alessandro Sallusti Tiratura 04/2015: 148.106 Diffusione 04/2015: 83.049 Lettori I 2015: 484.000 Dir. Resp.: Alessandro Sallusti da pag. 37 13-06-2015 Lettori 38.890 http://www.corriere.it/salute/ CONGRESSO AMERICANO DI ONCOLOGIA

Dettagli

Registro Italiano Mastocitosi:

Registro Italiano Mastocitosi: Divisione di Ematologia Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo Pavia Serena Merante Registro Italiano Mastocitosi: malattia rara e "orfana" di farmaci Outline Perchè la mastocitosi? Perché un registro

Dettagli

Evento Formativo accreditato ECM

Evento Formativo accreditato ECM Evento Formativo accreditato ECM INCONTRI CON L ESPERTO 2015 Aula Polo Oncologico, 6 ottobre, 10 novembre, 24 novembre 2015 ID ECM 1252-132524 ED. 1 Responsabili Scientifici: Dott. A. Fontana, Dott. A.

Dettagli

Bilancio di Missione 2007 allegati

Bilancio di Missione 2007 allegati 1 Bilancio di Missione 2007 allegati Policlinico S.Orsola-Malpighi 2 3 indice 1 pag. 5 allegati Discipline cliniche trattate secondo le classi ICD9CM 2 pag. 10 Numero studenti per corso di laurea (medicina

Dettagli

Università degli Studi di Pavia C.so Strada Nuova, 65 - Pavia www.unipv.eu FULLPRINT

Università degli Studi di Pavia C.so Strada Nuova, 65 - Pavia www.unipv.eu FULLPRINT Università degli Studi di Pavia C.so Strada Nuova, 65 - Pavia www.unipv.eu FULLPRINT Odontoiatria e protesi dentaria Medicine and Surgery Medicina e chirurgia MEDICINA E CHIRURGIA MEDICINA E CHIRURGIA

Dettagli

Utilizzo dei vaccini in oncologia

Utilizzo dei vaccini in oncologia L E G U I D E Utilizzo dei vaccini in oncologia Fondazione Federico Calabresi Utilizzo dei vaccini in oncologia Michele Maio Luana Calabrò Arianna Burigo U.O.C. Immunoterapia Oncologica Azienda Ospedaliera

Dettagli

(IRCCRO_00877) Terapie cellulari

(IRCCRO_00877) Terapie cellulari (IRCCRO_00877) Terapie cellulari Crediti assegnati: 5.3 Durata: 7 ore Tipo attività formativa: Formazione Residenziale Tipologia: Conferenza, convegno/congresso Organizzato da: I.R.C.C.S. Centro di Riferimento

Dettagli

RICERCA, INNOVAZIONE E COMPETITIVITA : Quali vantaggi per il Paese e per i pazienti?

RICERCA, INNOVAZIONE E COMPETITIVITA : Quali vantaggi per il Paese e per i pazienti? RICERCA, INNOVAZIONE E COMPETITIVITA : Quali vantaggi per il Paese e per i pazienti? La ricerca oncologica presso l Ospedale S. Filippo Neri di Roma Giampietro Gasparini Associazione G. Dossetti Roma,

Dettagli

a. 10 b. 0 a. 1 b. 1 Base multiplo CFU 1 Specifica CFU _25_/ 25 (almeno 15 e fino a 25 ore per tirocinio e restante per _10_/ 25 studio individuale)

a. 10 b. 0 a. 1 b. 1 Base multiplo CFU 1 Specifica CFU _25_/ 25 (almeno 15 e fino a 25 ore per tirocinio e restante per _10_/ 25 studio individuale) Scuola di specializzazione in Oncologia Medica Denominazione (denominazione in inglese) Area Sotto-area (solo per l area dei servizi clinici) Classe Obiettivi formativi e descrizione (da indicare quelli

Dettagli

Dipartimento di Ematologia, Oncologia e Medicina molecolare

Dipartimento di Ematologia, Oncologia e Medicina molecolare Dipartimento di Ematologia, Oncologia e Medicina molecolare La Biobanca delle cellule staminali tumorali Scienza e Tecnologia al servizio della Ricerca Progetto editoriale Labozeta S.p.A via Tiburtina,

Dettagli

Istituto Superiore di Sanità 13 dicembre 2012

Istituto Superiore di Sanità 13 dicembre 2012 Istituto Superiore di Sanità 13 dicembre 2012 Convegno EMOREOLOGIA E MICROCIRCOLO DALLA RICERCA ALLA CLINICA 8.30 Registrazione 9.00 Indirizzo di benvenuto Presidente dell Istituto Superiore di Sanità

Dettagli

PIANO ONCOLOGICO NAZIONALE 2010/2012

PIANO ONCOLOGICO NAZIONALE 2010/2012 Arcispedale S. Maria Nuova Infrastruttura Statistica, Qualità e Studi Clinici Direttore p. t - dott. Salvatore De Franco PIANO ONCOLOGICO NAZIONALE 2010/2012 Presentazione del Ministro della Salute Roma,

Dettagli

02.23902172 roberto.agresti@istitutotumori.mi.it

02.23902172 roberto.agresti@istitutotumori.mi.it FORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome AGRESTI ROBERTO Fax E-mail Nazionalità Data di nascita 02.23902172 roberto.agresti@istitutotumori.mi.it Italiana 22.05.1959 ESPERIENZA

Dettagli

Genetica molecolare oncologica: correlazioni tra alterazioni costituzionali e somatiche

Genetica molecolare oncologica: correlazioni tra alterazioni costituzionali e somatiche Società Italiana di Genetica Umana Italian Society of Human Genetics Con il patrocinio di: Genetica molecolare oncologica: correlazioni tra alterazioni costituzionali e somatiche Genova, 19 settembre 2014

Dettagli

CUORE-DIABETE: COSA E SUCCESSO NEL FRATTEMPO...?

CUORE-DIABETE: COSA E SUCCESSO NEL FRATTEMPO...? CUORE-DIABETE: COSA E SUCCESSO NEL FRATTEMPO...?, 7 Maggio 2015 Fondazione IRCCS Ca Granda - Ospedale Maggiore Policlinico Aula Magna del Devoto RAZIONALE L incontro interdisciplinare tra diabetologi e

Dettagli

Un paziente su cinque con cancro al polmone sopravvive dopo 3 anni

Un paziente su cinque con cancro al polmone sopravvive dopo 3 anni http://salute24.ilsole24ore.com/articles/17936-un-paziente-su-cinque-con-cancro-al-polmone-sopravvive-dopo-3-anni Un paziente su cinque con cancro al polmone sopravvive dopo 3 anni Un paziente su cinque,

Dettagli

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO SANITARIA N. 6 VICENZA PROVVEDIMENTO DEL DIRIGENTE RESPONSABILE

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO SANITARIA N. 6 VICENZA PROVVEDIMENTO DEL DIRIGENTE RESPONSABILE REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO SANITARIA N. 6 VICENZA PROVVEDIMENTO DEL DIRIGENTE RESPONSABILE Servizio Risorse Umane e Relazioni Sindacali delegato dal Direttore Generale dell Azienda con

Dettagli

NEWSLETTER GRUPPO ITALIANO MESOTELIOMA

NEWSLETTER GRUPPO ITALIANO MESOTELIOMA NEWSLETTER GRUPPO ITALIANO MESOTELIOMA SOMMARIO o mir379/411 regola IL-18 e contribuisce alla resistenza alla terapia nel mesotelioma pleurico maligno. o Cisplatino in combinazione con Fenetil-isotiocianato

Dettagli

curriculum vitae Dott. Renato Luciano Rizzi

curriculum vitae Dott. Renato Luciano Rizzi Formato Europeo Curriculum Vitae di Renato Luciano Rizzi Informazioni personali Rizzi Renato Luciano 20149 Via Cuneo, 5 02460970 3386073966 0248002810 fax rizzimd@hotmail.com Nazionalità Italiana Luogo

Dettagli

Allergologia e immunologia clinica

Allergologia e immunologia clinica Allergologia e immunologia clinica 1 Bari 2 0 0 1 Foggia 1 2 Cagliari 1 0 0 0 3 Firenze 3 0 0 0 Pisa 0 Siena 0 4 Genova 2 0 0 0 Torino 1 5 L'Aquila 2 0 0 0 Chieti 0 6 Messina 2 0 0 0 Catania 1 7 Milano

Dettagli

PERCORSO UNITA PROSTATA. POLICLINICO UMBERTO I v.le Regina Elena, 324 Roma

PERCORSO UNITA PROSTATA. POLICLINICO UMBERTO I v.le Regina Elena, 324 Roma PERCORSO UNITA PROSTATA POLICLINICO UMBERTO I v.le Regina Elena, 324 Roma COORDINAMENTO DIAGNOSTICO: Dott.ssa Valeria Panebianco, UOC Radiologia Centrale (Dir.Prof.C.Catalano) Dipartimento di Scienze Radiologiche,

Dettagli

paziente ONCOLOGICO: ALImENtAZIONE E NuOvE terapie PROGRAMMA roma 25 NOvEmBrE 2015 Presidente: Francesco Cognetti ONCOLOGY

paziente ONCOLOGICO: ALImENtAZIONE E NuOvE terapie PROGRAMMA roma 25 NOvEmBrE 2015 Presidente: Francesco Cognetti ONCOLOGY Insieme contro il cancro qualità di vita del paziente ONCOLOGICO: ALImENtAZIONE E NuOvE terapie ONCOLOGY PROGRAMMA roma 25 NOvEmBrE 2015 Presidente: 9.00 APERTURA DEI LAVORI Walter Ricciardi Presidente

Dettagli

hs-crp ed MPO: Punto di vista del Clinico

hs-crp ed MPO: Punto di vista del Clinico hs-crp ed MPO: Punto di vista del Clinico IL LABORATORIO NELLE URGENZE ED EMERGENZE Roma, 2-3 Ottobre 2009 Riccardo Morgagni Cardiologia Università Tor Vergata Roma Contesto clinico Sindromi Coronariche

Dettagli

Biologia I T A L I A LAUREA DI PRIMO LIVELLO (TRIENNALE) CLASSE DELLE LAUREE L-13 - SCIENZE BIOLOGICHE

Biologia I T A L I A LAUREA DI PRIMO LIVELLO (TRIENNALE) CLASSE DELLE LAUREE L-13 - SCIENZE BIOLOGICHE Biologia I T A L I A LAUREA DI PRIMO LIVELLO (TRIENNALE) PER SINGOLI INDIRIZZI O CURRICULA CONSULTARE L INDIRIZZO INTERNET DELLE SINGOLE UNIVERSITA CLASSE DELLE LAUREE L-13 - SCIENZE BIOLOGICHE Università

Dettagli

Evento Formativo ECM Convegno IL CARCINOMA MIDOLLARE DELLA TIROIDE: DALLA DIAGNOSI ALLA TERAPIA AVANZATA. Centro Congressi CNR, Pisa 22 novembre 2013

Evento Formativo ECM Convegno IL CARCINOMA MIDOLLARE DELLA TIROIDE: DALLA DIAGNOSI ALLA TERAPIA AVANZATA. Centro Congressi CNR, Pisa 22 novembre 2013 Evento Formativo ECM Convegno IL CARCINOMA MIDOLLARE DELLA TIROIDE: DALLA DIAGNOSI ALLA TERAPIA AVANZATA Centro Congressi CNR, Pisa 22 novembre 2013 Responsabili Scientifici Prof.ssa Rossella Elisei, Pisa

Dettagli

LAUREA MAGISTRALE IN MEDICINA E CHIRURGIA - LM - 41 (DM 270/04) PERCORSO FORMATIVO TRADIZIONALE - coorte studenti immatricolati a.a.

LAUREA MAGISTRALE IN MEDICINA E CHIRURGIA - LM - 41 (DM 270/04) PERCORSO FORMATIVO TRADIZIONALE - coorte studenti immatricolati a.a. Pagina di LAUREA MAGISTRALE IN MEDICINA E CHIRURGIA - LM - (DM 70/0) Il Corso di Studio, per gli studenti che si immatricolano nell'a.a. 0/0, prevede esami distribuiti in anni di corso. Il Corso di Studio

Dettagli

Luglio 1976 Laurea in Medicina e Chirurgia - Università di Pisa, Votazione 110/110 e lode.

Luglio 1976 Laurea in Medicina e Chirurgia - Università di Pisa, Votazione 110/110 e lode. DATI PERSONALI Generalità complete Mario Carmellini Nascita: 7 Giugno 1951, Pisa Stato civile: Coniugato ( 2 figlie ed 1 figlio) Cittadinanza: Italiana Indirizzo Via del Fosso, 10 53100 Siena Lingue straniere:

Dettagli

Il Decreto attuativo della Regione Lazio: Punto di arrivo o punto di sviluppo?

Il Decreto attuativo della Regione Lazio: Punto di arrivo o punto di sviluppo? Il Decreto attuativo della Regione Lazio: Punto di arrivo o punto di sviluppo? Francesco Cognetti Istituto Regina Elena Camera dei Deputati 2 Dicembre 2010 Perché una rete oncologica? Integrare tutte le

Dettagli

Informazione per pazienti. Il Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale (PDTA) per tumore alla mammella

Informazione per pazienti. Il Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale (PDTA) per tumore alla mammella Informazione per pazienti Il Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale (PDTA) per tumore alla mammella Questo opuscolo è stato realizzato per fornire alcune utili informazioni sul percorso seguito

Dettagli

Cancro del colon. Diagnosi del cancro del colon. Terapia del cancro del colon. [ Maurizio Pianezza 2008 - Tutti i diritti riservati]

Cancro del colon. Diagnosi del cancro del colon. Terapia del cancro del colon. [ Maurizio Pianezza 2008 - Tutti i diritti riservati] [ Maurizio Pianezza 2008 - Tutti i diritti riservati] Cancro del colon Il mio comportamento Diagnosi del cancro del colon - clisma Tc - coloscopia con biopsia - T-PET - markers tumorali Cea Ca 19.9 Ca

Dettagli

Percorso Clinico-Assistenziale della Paziente con Tumore della Mammella

Percorso Clinico-Assistenziale della Paziente con Tumore della Mammella DIPARTIMENTO EMATOLOGIA, ONCOLOGIA E MEDICINA DI LABORATORIO - DIRETTORE: PROF. F.W. GRIGIONI DIPARTIMENTO EMERGENZA/URGENZA, CHIRURGIA GENERALE E DEI TRAPIANTI - DIRETTORE: PROF. A.D. PINNA DIPARTIMENTO

Dettagli