ISTRUZIONE IMPORTANTE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ISTRUZIONE IMPORTANTE"

Transcript

1 : [] [B] [C] [D] [E] [F] [G] [H] [ I ] [J] [K] [L] [M] [N] [O] [P] [Q] [R] [S] [T] [U] [V] [Z] ISTRUZIONE IMPORTNTE Nel riquadro in basso sulla scheda per le risposte, in corrispondenza della riga DELL PROV, apporre una marcatura sulla casella contenente la lettera come indicato nella figura seguente: a a a a a a a a a a a a a a a a a a a a a a a EFP01 Sessione Sessione d'esame d'esame per per il il conseguimento conseguimento della della qualifica qualifica "European "European Financial Financial Planner Planner - FP" FP" <<$$tipo_versione>> <<$$tipo_versione>> NON STRPPRE L INVOLUCRO DI PLSTIC PRIM CHE VENG DTO IL SEGNLE DI INIZIO DELL PROV PROV 0 pag. 1

2 1 Nelle polizze LTC (Long Term Care) la prestazione dell assicurazione: può consistere nella corresponsione di una rendita di tipo variabile indicizzata al costo della vita, in modo tale da garantire al beneficiario un livello costante di consumi negli anni, quantificato in numero di prodotti per categorie di beni può consistere nella corresponsione di una rendita di tipo variabile in relazione alla tipologia di assistenza assicurata consiste in ogni caso nel risarcire i costi delle prestazioni sanitarie sostenuti dal contraente è strutturata nello stesso modo previsto per le polizze a vita intera 2 Quale delle seguenti alternative indica un divieto di carattere generale in tema di investimenti da parte di un OICR armonizzato? L investimento in strumenti finanziari emessi dalla SGR che gestisce il fondo L investimento in derivati OTC L investimento in depositi bancari rimborsabili a vista presso una banca con sede in uno Stato dell UE L investimento in altre parti di OICR armonizzati 3 Se in un giorno di negoziazione il prezzo di chiusura dell ETF è superiore al Net sset Value dell ETF per lo stesso giorno, si afferma che: l ETF ha realizzato un tracking error positivo l ETF ha negoziato a premio l ETF ha negoziato a sconto l ETF ha realizzato un tracking error negativo 4 Con riferimento al tema della duration di un titolo obbligazionario a tasso fisso, quale delle seguenti affermazioni risulta NON corretta? La duration risulterà tanto maggiore quanto maggiore sarà la durata anagrafica del titolo e tanto minore sarà il tasso di interesse pagato a livello cedolare dal medesimo titolo La duration è direttamente proporzionale al tasso cedolare del titolo La duration è una media ponderata delle scadenze dei flussi generati dal titolo obbligazionario La duration aumenta con l aumentare della vita anagrafica del titolo 5 Se il coefficiente di correlazione tra i rendimenti di due assets è negativo, ne consegue che: la covarianza tra i rendimenti dei due assets potrebbe essere positiva o negativa anche la covarianza tra i rendimenti dei due assets sarà negativa il beta dei due assets sarà zero la varianza dei rendimenti di uno dei due asset è negativa 6 Quale, tra i seguenti, è un passaggio richiesto per il calcolo del Money Weighted Rate of Return connesso alla gestione patrimoniale di un investitore? Il calcolo della consistenza media del capitale investito La scomposizione dell orizzonte temporale di rendicontazione in sottoperiodi Il confronto con la variazione, sull orizzonte temporale di negoziazione, di un indice di riferimento La concatenazione geometrica di più rendimenti PROV 0 pag. 2

3 7 In ipotesi di richiesta e successivo ottenimento da una banca di un mutuo per l acquisto e/o la ristrutturazione di una unità immobiliare adibita ad abitazione principale, il TEG indicato dall intermediario: è espresso in termini percentuali sull ammontare del finanziamento concesso e considera le voci di costo dovute al tasso di interesse applicato, ma anche ulteriori oneri come servizi accessori, spese di istruttoria è espresso in termini percentuali sull ammontare del finanziamento concesso e considera esclusivamente la voce di costo rappresentata dagli interessi è espresso in termini percentuali sull ammontare del finanziamento ed esprime l incidenza degli oneri dovuti a voci di costo differenti dagli interessi non implica alcuna conseguenza finanziaria o giuridica il fatto che sia superiore ad un tasso usurario 8 Secondo l art. 39 del Reg. CONSOB sugli Intermediari, gli intermediari sono tenuti a ottenere dal cliente le informazioni in merito alla sua situazione finanziaria al fine della prestazione dei servizi di: gestione di portafogli e di collocamento ricezione e trasmissione di ordini e di esecuzione di ordini per conto terzi gestione di portafogli e consulenza finanziaria in materia di investimenti consulenza finanziaria in materia di investimenti e di esecuzione di ordini per conto terzi 9 Quale delle seguenti affermazioni circa la raccolta delle adesioni ai fondi pensione chiusi è corretta? La raccolta delle adesioni può essere svolta nelle sedi dei patronati a ciò incaricati dal fondo, da parte di loro dipendenti e/o addetti La raccolta delle adesioni può essere svolta presso le sedi del fondo, da parte di suoi dipendenti e/o addetti La raccolta delle adesioni può essere svolta negli spazi che ospitano momenti istituzionali di attività dei soggetti sottoscrittori delle fonti istitutive Tutte le altre alternative sono corrette 10 In un determinato anno, una persona fisica residente in Italia ha prodotto metà dei suoi redditi all estero e metà in Italia. i sensi del TUIR, l imposta sul reddito delle persone fisiche si applica: sul reddito complessivo del soggetto solo sul reddito prodotto in Italia sul reddito prodotto in Italia e su un terzo del reddito prodotto all estero solo sul reddito prodotto all estero, in quanto al reddito prodotto in Italia si applica l aliquota marginale 11 Quale delle seguenti affermazioni riferita ai fondi immobiliari è corretta? È normativamente previsto che possano avere una durata massima di 50 anni, salvo proroga Nella prospettiva del risparmiatore, sono adeguati per un investimento di breve periodo È normativamente previsto che possano avere una durata massima di 20 anni, salvo proroga Non è ammesso che possano prevedere una durata massima 12 Se una opzione put di tipo europeo è deep in the money il suo delta è: approssimativamente uguale a zero approssimativamente uguale a 1 approssimativamente uguale a 1 dato dalla differenza tra prezzo di mercato e strike price PROV 0 pag. 3

4 13 Un fondo immobiliare può assumere prestiti: nel limite massimo del 60% del valore degli immobili, dei diritti reali immobiliari, delle partecipazioni in società immobiliari e delle parti di altri fondi immobiliari e del 20% del valore degli altri beni esclusivamente per effettuare rimborsi anticipati in occasione di nuove emissioni di quote nel limite massimo del 60% del valore degli immobili, detraendo però da tale valore il valore delle partecipazioni in società immobiliari, e del 10% del valore degli altri beni solo se tali prestiti vengono autorizzati dalla Banca d Italia su richiesta della SGR che gestisce il fondo 14 Quale dei seguenti è un reddito diverso? Scarto di emissione di un titolo obbligazionario con cedola Differenza positiva tra il prezzo di vendita e il prezzo di acquisto di un ETC (Exchange Traded Commodities Differenza positiva tra il prezzo di rimborso delle azioni di una Sicav e il prezzo di sottoscrizione delle azioni stesse Scarto di emissione di un titolo zero coupon 15 In merito ai prodotti assicurativi del ramo danni, il contratto di assicurazione del credito: rientra nelle assicurazioni danni alle persone non copre il rischio della tempestività dell adempimento ma solo quello della solvibilità del debitore è stipulato dal debitore nell interesse del creditore deve essere stipulato dal creditore nel suo interesse 16 In quale delle seguenti soluzioni metodologiche utilizzate per migliorare la costruzione di portafoglio rispetto al modello di Markowitz viene utilizzata una tecnica di reverse optimization? Modello del ricampionamento Metodo dei Metodo della ottimizzazione vincolata Modello di Black & Litterman 17 Quale dei seguenti redditi di natura finanziaria, se percepito da persone fisiche non in esercizio di impresa, potrebbe essere tassato con un'imposta sostitutiva con aliquota compresa tra il 12,5% e il 26%? Scarto di emissione di un titolo obbligazionario emesso da una banca con scadenza inferiore a 18 mesi Differenza positiva tra il valore di rimborso delle quote di un fondo comune di investimento e il valore di sottoscrizione delle stesse nel caso in cui il fondo detenga anche titoli di Stato emessi da Paesi della White List Differenza positiva tra il valore di rimborso delle quote di un fondo comune di investimento e il valore di sottoscrizione delle stesse nel caso in cui il fondo sia investimento completamente in azioni Scarto di emissione di un titolo obbligazionario emesso da una banca con scadenza superiore a 18 mesi 18 Quale delle seguenti modalità di emissione è generalmente prevista per i BTP? sta competitiva senza indicazione del prezzo di aggiudicazione sta marginale senza determinazione del prezzo di aggiudicazione ma con indicazione a priori della quantità emessa sta competitiva con indicazione a priori del prezzo di aggiudicazione sta marginale con determinazione discrezionale del prezzo di aggiudicazione e della quantità emessa all interno di predetti intervalli di emissione PROV 0 pag. 4

5 19 i sensi del Testo Unico della Finanza e relativi regolamenti di attuazione, quale delle seguenti affermazioni in materia di servizi e attività di investimento e di offerta fuori sede è vera? L attività di promotore finanziario non è compatibile con quella di consulente finanziario Nello svolgimento del servizio di esecuzione degli ordini per conto del cliente, è possibile per un intermediario agire secondo la modalità di execution only, ma solo se il servizio si riferisce alla compravendita di strumenti derivati Il promotore finanziario accusato di gestione surrettizia viene sottoposto a sanzione pecuniaria amministrativa da parte della CONSOB Le SGR non possono svolgere il servizio di consulenza in materia di investimenti 20 Il metodo (o approccio) cosiddetto life-cycle suggerisce a un investitore una composizione del proprio portafoglio di investimenti finanziari: che si mantenga costante nel corso del tempo via via più aggressiva quanto più il soggetto si avvicina al momento del pensionamento via via più prudente quanto più il soggetto si avvicina al momento del pensionamento totalmente monetaria all atto dell ingresso dell investitore nel mondo del lavoro 21 In quali delle seguenti strategie di gestione di un portafoglio obbligazionario potrebbe essere previsto l investimento del 50% del portafoglio in titoli a bassa duration e del 50% in titoli a duration elevata? Strategie di tipo barbell Strategie di tipo ladder Risk parity approach Strategie di tipo core-satellite 22 Nelle obbligazioni convertibili: l emittente ha il diritto di decidere, solo al momento di richiesta di esercizio della facoltà di conversione da parte dell investitore, se assegnare azioni dell emittente stesso o azioni di un altra società il rendimento effettivo a scadenza è solitamente minore di quello offerto da titoli aventi caratteristiche similari, emessi dallo stesso emittente, ma privi della facoltà di conversione il possessore si trova nella posizione di sottoscrittore di un obbligazione tradizionale e di acquirente di una componente derivata rappresentata da un opzione put la possibilità di convertire le obbligazioni in azioni può essere esercitata solo a scadenza 23 L ISC (indicatore sintetico di costo) dei fondi pensione è calcolato: facendo riferimento allo sviluppo nel tempo della posizione individuale di un aderente-tipo che effettua un versamento contributivo annuo di euro dai diversi gestori in base a criteri uniformi ed è equivalente al total expense ratio utilizzato per i fondi comuni di investimento seguendo differenti procedure in base alla tipologia della forma di previdenza complementare analizzata. Tale indicatore non permette quindi di confrontare la diversa incidenza dei costi sul rendimento delle differenti forme di previdenza complementare come differenza tra tasso di rendimento lordo (comprensivo delle imposte e tasso di rendimento netto (al netto anche delle commissioni di overperfomance PROV 0 pag. 5

6 NLYSIS NLYSIS NLYSIS NLYSIS NLYSIS 24 Il calcolo del downside risk applicato alle performance periodiche, su un certo orizzonte temporale, di un fondo, esprime: nessuna delle altre alternative è corretta il peggior allontanamento registrato dai rendimenti del fondo da un livello di rendimento minimo accettabile la volatilità dei rendimenti del fondo al di sotto del suo rendimento medio la probabilità con cui il fondo può registrare rendimenti al di sotto di un rendimento minimo accettabile 25 In regime di capitalizzazione composta frazionata, investendo un certo capitale iniziale a un tasso composto trimestrale pari al 10%, si ottiene un montante. Qual è il tasso composto annuale che conduce allo stesso montante M a partire dallo stesso capitale iniziale? i = [(1 + 0,1 ] 1 i = [(1 + 0,4 3 ] 1 i = [(1 + 0,1 4 ] 1 i = [(1 + 0,1 3 ] 1 26 Sapendo che il beta di un titolo azionario è pari a 1,5, la varianza dei rendimenti del mercato di riferimento del titolo è l'1%, il suo rendimento atteso è il 5%, il tasso risk free è il 2% e che la standard deviation dei rendimenti del titolo è pari al 4%, quale delle seguenti formule può essere utilizzata per calcolare la covarianza (Cov) tra i rendimenti del titolo azionario e del mercato di riferimento? Cov = 1,5 x 0,01 Cov = 0,02 + 1,5 (0,05 0,02 Cov = 1,5 / (0,04 x 0,012 Cov = 1,5 x (0,05 / 0,04 27 Nell arco degli ultimi 3 anni due fondi comuni di investimento azionari, e B, hanno ottenuto rendimenti medi mensili uguali (e superiori al rendimento medio mensile dell attività priva di rischio). Il fondo, però, ha un beta doppio rispetto a B. Sotto tale assunzione è possibile affermare che: il fondo avrà un indice di Sharpe inferiore a quello registrato dal fondo B il fondo avrà un indice di Treynor inferiore a quello registrato dal fondo B il fondo ha sicuramente battuto il mercato Il fondo è sicuramente caratterizzato da un alpha di Jensen positivo 28 Un fondo hedge che assume posizioni lunghe nei confronti dell impresa che sarà acquisita e posizioni corte sulle azioni dell impresa acquirente dopo l annuncio della futura operazione di fusione: sta implementando una strategia hedge di tipo direzionale sta implementando una strategia hedge non direzionale che può essere ricondotta alla categoria global macro auspica che l operazione di fusione, sebbene annunciata, non sia portata a termine sta implementando una strategia hedge di tipo non direzionale che può essere ricondotta alla categoria delle event driven PROV 0 pag. 6

7 NLYSIS NLYSIS NLYSIS IMMGINE TN Rispondere al seguente quesito facendo riferimento all'immgine TN 99 Sapendo che il tasso spot a 2 anni è pari all 1,20% e che il tasso spot a 5 anni è pari al 2,10%, quale delle seguenti alternative permette di determinare il tasso forward 2,5? lternativa D lternativa B lternativa C lternativa 30 In merito ai prodotti assicurativi del ramo vita, qual è la differenza sostanziale tra una polizza mista ordinaria a termine fisso e una polizza mista dotale? differenza delle polizze miste a termine fisso, nelle polizze miste dotali non è previsto un periodo di differimento differenza delle polizze miste a termine fisso, nelle polizze miste dotali la liquidazione della prestazione avviene sempre in forma di rendita differenza delle polizze miste a termine fisso, nelle polizze miste dotali il contraente è sempre il beneficiario della polizza differenza delle polizze miste a termine fisso, nelle polizze miste dotali il soggetto percettore del capitale è sempre un beneficiario terzo 31 Cosa rappresenta il theta di un contratto di opzione? È un fattore di sensibilità che descrive come si modifica il valore di un opzione al contrarsi della vita residua dell opzione stessa e la sua determinazione porta a evidenziare che, a parità di altre condizioni, il valore di opzioni call e put europee si riduce al ridursi della vita residua delle stesse È un fattore di sensibilità che descrive come si modifica il valore di un opzione al variare del tasso free risk e, a tale riguardo, esso evidenzia un legame positivo sia che si tratti di opzione call, sia che si tratti di opzione put È un fattore di sensibilità che descrive come si modifica il valore di un opzione al variare del prezzo del sottostante È un fattore di sensibilità che descrive come si modifica il valore di un opzione al variare del livello di volatilità del prezzo del sottostante e la sua determinazione consente di porre in evidenza che il valore delle opzioni si riduce, a parità di altre condizioni, di fronte a un incremento della volatilità del sottostante PROV 0 pag. 7

8 NLYSIS NLYSIS NLYSIS NLYSIS NLYSIS 32 Si ipotizzi che un lavoratore dipendente, assunto il 1º luglio 2014, non abbia ancora manifestato al 30 novembre 2014 alcuna volontà in riferimento alla forma pensionistica complementare a cui destinare il TFR maturando. In questa situazione il datore di lavoro: accantonerà il TFR in un fondo interno all azienda a partire dal 1 gennaio 2015 dovrà trasferire il TFR maturando al FONDINPS entro il 31 dicembre 2014 gli fornirà le necessarie informazioni relative alla forma pensionistica complementare verso la quale il TFR maturando è destinato a partire dal 1 gennaio 2015 dovrà trasferire il TFR maturando al fondo negoziale di categoria entro il 31 dicembre Il signor Vargiu, promotore finanziario della banca XXX, ha ricevuto un finanziamento da un cliente a titolo di prestito personale per affrontare alcune spese impreviste. In tale situazione il promotore: ha tenuto un comportamento non corretto ai sensi delle disposizione stabilite dalla CONSOB ma non è passibile di sanzione deve restituire il finanziamento ricevuto entro 3 mesi deve semplicemente restituire il finanziamento entro i termini convenuti con il cliente ha tenuto un comportamento non corretto ai sensi delle disposizione stabilite dalla CONSOB ed è passibile di disposizioni sanzionatorie 34 Un investitore acquista delle quote di un ETF al prezzo di 10 euro. Nel giorno di acquisto il NV del fondo risulta essere 10,5 euro. Dopo un mese l investitore rivende le quote dell ETF acquistato al prezzo di 12 euro. l momento della vendita il NV del fondo si attesta a 11,5 euro. In tale situazione l investitore: viene tassato per ogni quota sull importo dato dalla seguente differenza: (12 10 (11,5 10,5 realizza un reddito da capitale di 1 euro per ogni quota dell ETF sottoscritta e una plusvalenza di 1 euro per ogni quota dell ETF sottoscritta viene tassato solo sulla differenza di NV realizza un reddito da capitale di 2 euro per ogni quota dell ETF sottoscritta 35 Qualora il gestore di un fondo comune di investimento realizzi, in un dato periodo, una gestione caratterizzata da una performance positiva, e un investitore, che detiene quote del medesimo fondo, disponga nello stesso periodo operazioni di sottoscrizione e rimborso di quote errate in termini di timing di esecuzione, è lecito attendersi: un TWRR (Time weighted rate of return positivo ma inferiore al MWRR (Money weighted rate of return un TWRR (Time weighted rate of return e un MWRR (Money weighted rate of return entrambi negativi un TWRR (Time weighted rate of return positivo e superiore al MWRR (Money weighted rate of return un MWRR (Money weighted rate of return positivo e superiore al TWRR (Time weighted rate of return 36 Nella propria attività di gestione dei prestiti, una banca cerca di tradurre il rischio di credito in perdita economica ed è opportuno che anche il potenziale richiedente credito abbia consapevolezza del fatto che la banca provveda a una stima del rischio credito da lei assunto. Volendo fare una stima della perdita attesa, cioè della misura della perdita che una banca si aspetta, con riferimento a un dato orizzonte temporale, in relazione a un finanziamento erogato è corretto che la stessa proceda alla moltiplicazione tra le seguenti grandezze: probabilità di insolvenza, entità del credito non recuperabile in caso di insolvenza probabilità di insolvenza, entità del credito non recuperabile in caso di insolvenza, entità dell esposizione al momento del manifestarsi dell insolvenza probabilità di insolvenza e entità dell esposizione al momento del manifestarsi dell insolvenza entità del credito non recuperabile in caso di insolvenza e entità dell esposizione al momento del manifestarsi dell insolvenza PROV 0 pag. 8

9 NLYSIS NLYSIS NLYSIS NLYSIS NLYSIS 37 Un investitore ha acquistato un opzione put su un titolo azionario con prezzo di esercizio pari a 100. Per l acquisto dell opzione ha pagato un premio pari a 5. lla scadenza dell opzione il prezzo di mercato del titolo è pari a 97. Quale delle seguenti affermazioni è corretta? L investitore ha convenienza a esercitare l opzione e realizza complessivamente un profitto L investitore ha convenienza a esercitare l opzione ma realizza complessivamente una perdita L investitore non ha convenienza a esercitare l opzione e realizza complessivamente un profitto L investitore non ha convenienza a esercitare l opzione e realizza complessivamente una perdita 38 Un investitore ritiene che, a breve, il prezzo delle azioni XXX, oggi di 10 euro, potrà crescere significativamente oppure decrescere fortemente. Le aspettative dell investitore si basano sul fatto che la società XXX conoscerà a breve l esito della partecipazione a una gara di appalto. Quale delle seguenti strategie di investimento permette all investitore di sfruttare al meglio le sue aspettative? Vendita contemporanea di un opzione call e di un opzione put sulle azioni XXX indipendentemente dallo strike price cquisto di un opzione call con strike price di 10 euro e contemporanea vendita di un opzione put con strike price di 10 euro sulle azioni XXX cquisto di un opzione call con strike price di 10 euro e contemporaneo acquisto di un opzione put con strike price 10 euro sulle azioni XXX cquisto di un opzione call con strike price di 10 euro e contemporaneo acquisto di un future sulle azioni XXX 39 Si consideri un portafoglio che, attualmente, ha un valore di mercato di euro. La stima del VaR a 1 mese del suddetto portafoglio con un livello di confidenza del 99% è pari a 6 punti percentuali. Ciò significa che: a un mese da oggi, il portafoglio in esame avrà sicuramente un valore di mercato pari a euro vi è una probabilità al più pari all 1% di registrare, a un mese da oggi, una perdita superiore a 600 euro a un mese da oggi, il portafoglio in esame sicuramente avrà un valore inferiore a euro vi è una probabilità almeno del 99% di registrare, a un mese da oggi, una perdita superiore a 600 euro 40 Il Sig. Bianchi è stato assunto per la prima volta nel gennaio del Nell anno 2013, sono stati versati contributi alla posizione pensionistica complementare del Sig. Bianchi ad opera sua e del datore di lavoro per complessivi euro. tale riguardo è corretto affermare che: l intero importo gode di deducibilità dal reddito complessivo del lavoratore l intero importo dei contributi versati potrà essere detratto dal lavoratore i contributi saranno deducibili dal reddito complessivo del lavoratore solamente per l importo versato dal datore di lavoro i contributi saranno deducibili dal reddito complessivo del lavoratore per una somma di 5.164,67 euro 41 Due anni fa un investitore ha stipulato un mutuo di euro, al tasso fisso del 4%, durata 10 anni. Il mutuo prevedeva l ammortamento graduale del capitale con metodo francese e rata mensile. In tale situazione, se l investitore decidesse oggi di rimborsare anticipatamente il mutuo, quanto dovrebbe pagare alla banca (non considerando eventuali penali)? euro, in quanto il metodo alla francese prevede sempre un periodo di pre-ammortamento di almeno 3 anni in cui vengono pagati solamente interessi Esattamente euro, perché il mutuo prevede l ammortamento graduale del capitale Meno di euro, perché si devono scontare dal debito residuo parte degli interessi pagati nei due anni di vita del mutuo Comunque più di euro PROV 0 pag. 9

10 NLYSIS NLYSIS NLYSIS NLYSIS 42 In data odierna il tasso di cambio spot $/ è pari a 1,233 (numero di dollari per un euro). Il tasso di interesse annuale sul dollaro è pari a 1,10% e quello sull euro è 2,05%. In tale situazione, ipotizzando valida la teoria della parità coperta dei tassi di interesse, quale delle seguenti affermazioni è corretta? Il tasso di cambio a termine per la scadenza 180 giorni può essere calcolato aggiungendo al tasso a pronti (1,233 la metà della differenza tra il tasso di interesse dell area dollaro (1,10% e il tasso di interesse dell area euro (2,05% Nessuna delle altre alternative è corretta Il tasso di cambio a termine per la scadenza 180 giorni può essere calcolato aggiungendo al tasso a pronti (1,233 il doppio della differenza tra il tasso di interesse dell area dollaro (1,10% e il tasso di interesse dell area euro (2,05% Il tasso di cambio a termine per la scadenza 180 giorni è minore di 1, Quale dei seguenti redditi può essere compensato, in regime di risparmio amministrato, con minusvalenze derivanti dalla compravendita di azioni? Plusvalenze derivanti dalla compravendita di obbligazioni Proventi derivanti dalla richiesta di rimborso di azioni di Sicav Proventi derivanti dalla richiesta di rimborso di quote di OICR Differenza tra prezzo di emissione e prezzo di rimborso di uno zero coupon bond 44 È possibile procedere al calcolo della tracking error volatility di un fondo: nessuna delle altre alternative è corretta calcolando la differenza tra la deviazione standard dei rendimenti del fondo e la deviazione standard dei rendimenti del benchmark calcolando la differenza tra il rendimento medio del fondo e il rendimento medio del benchmark da esso adottato regredendo i rendimenti del fondo, al netto del rendimento privo di rischio, rispetto ai rendimenti del benchmark da esso adottato, anch essi al netto del rendimento privo di rischio 45 Un investitore ha deciso di investire le proprie risorse finanziarie in titoli obbligazionari a tasso fisso e di immunizzare tale portafoglio dal rischio tasso, con riferimento a un orizzonte temporale di investimento di 4 anni, al fine di conseguire al termine dei 4 anni un rendimento non inferiore a quello atteso all avvio dell investimento. Di conseguenza, tale investitore agisce costruendo inizialmente un portafoglio con duration pari a 4 anni e nel corso del tempo costantemente rispetta la relazione duration = orizzonte di investimento (residuo) attraverso ribilanciamenti periodici del portafoglio. Ipotizzando che all inizio del periodo di investimento la curva abbia pendenza positiva e che non si verifichino spostamenti nel tempo della curva stessa, è possibile affermare che: l investitore riesce a immunizzare il proprio portafoglio solo se il portafoglio viene ribilanciato almeno trimestralmente l investitore riesce a immunizzare il proprio portafoglio perché la curva dei rendimenti non si modifica il rendimento effettivo realizzato dall investitore alla fine del periodo sarà minore del rendimento atteso all inizio del periodo di investimento il rendimento effettivo realizzato dall investitore alla fine del periodo di investimento sarà uguale al rendimento atteso calcolato all inizio del periodo PROV 0 pag. 10

11 NLYSIS PPLICTION PPLICTION PPLICTION 46 Quale delle seguenti alternative indica una rilevante differenza tra le polizze temporanee caso morte e le polizze caso morte vita intera? Per le polizze temporanee caso morte è sempre previsto un periodo di differimento significativo, mentre per le polizze caso morte vita intera non è ammissibile che possa essere previsto un periodo di differimento Per le polizze caso morte vita intera è corretto ritenere che il rischio assunto dalla compagnia di assicurazione abbia manifestazione certa, mentre per le polizze temporanee caso morte non è certo che la compagnia di assicurazione si trovi a dover erogare la prestazione Per le polizze caso morte vita intera non è possibile che il beneficiario coincida con l assicurato, mentre ciò è possibile nelle polizze temporanee caso morte L accensione di una polizza caso morte vita intera sulla vita di un terzo è consentita anche senza il suo consenso, diversamente da quanto richiesto per l accensione di una polizza temporanea caso morte sulla vita di un terzo PPLICTION 47 l 31/12/2013 una polizza vita rivalutabile presenta le seguenti caratteristiche: tasso tecnico riconosciuto anticipatamente: 1%; rendimento annuo della gestione: 4%; aliquota di retrocessione: 90%; capitale assicurato al 1 gennaio 2013: 101. Qual è il valore del capitale assicurato a fine anno? Circa 104, ,04 Circa 103,6 48 Utilizzando il modello di Gordon ( ), dato un utile corrente di 5 euro per singola azione, un tasso di distribuzione degli utili pari al 70%, un tasso di attualizzazione dei dividendi pari al 10% e un tasso di crescita atteso degli stessi pari al 2%, il valore teorico dell azione risulta pari a: 63,725 euro 43,50 euro 35,755 euro 44,625 euro 49 Il prezzo tel quel di un titolo obbligazionario con cedola annua del 5% (pagata integralmente e posticipatamente alla fine di ogni anno), valore nominale di euro rimborsato a scadenza in un unica soluzione, tasso di rendimento effettivo del 6% e vita residua di 4 anni, è pari a circa: 965 euro euro euro 980 euro 50 Un investitore possiede 100 azioni, caratterizzate da un prezzo di carico fiscale di 10 euro ciascuna, che oggi valgono sul mercato 8 euro l una. Egli possiede anche 100 quote di un fondo comune di investimento (che NON contiene titoli di Stato), sottoscritto al NV di 10 euro per quota, che oggi hanno un NV di 12 euro l una. L investitore decide quindi di vendere le azioni e, subito dopo, di chiedere il rimborso delle quote del fondo. Considerando che le plus/minusvalenze ottenute sono assoggettate a imposizione sostitutiva, egli: subirà una tassazione di 52 euro non subirà alcuna forma di tassazione, in quanto le plusvalenze e le minusvalenze realizzate si compensano completamente subirà una tassazione di 40 euro subirà una tassazione di 20 euro PROV 0 pag. 11

12 PPLICTION PPLICTION PPLICTION PPLICTION 51 Un fondo comune di investimento ha realizzato, negli ultimi 5 anni, un rendimento medio annuo del 4%. Nello stesso periodo il benchmark di riferimento del fondo ha realizzato un rendimento medio annuo del 5%. Se il beta del fondo comune è 0,5 e, nello stesso periodo, il rendimento medio risk free è stato del 2%, è possibile affermare che: il rendimento atteso del fondo, sulla base del CPM nella sua versione standard, dovrebbe essere uguale o maggiore del 5% lo Sharpe Ratio del fondo è sicuramente maggiore di 1 l alpha di Jensen del fondo è positivo nel piano beta/rendimento, il punto rappresentante il fondo comune di investimento si posiziona al di sotto della security market line (SML 52 Un investitore ha a disposizione una somma di euro che vorrebbe impiegare per poter comprare, in futuro, un autoveicolo del valore di euro. La banca propone all investitore le tre seguenti alternative: ) investimento al tasso del 4% annuo della durata di 4 anni e successivo deposito del montante per 2 anni su c/c all 1% annuo; B) investimento al tasso del 5% annuo pagabile semestralmente, della durata di 3 anni e successivo deposito del montante per 3 anni su c/c all 1% annuo; C) investimento al tasso del 3,5% della durata di 6 anni. Considerando che il costo dell autoveicolo rimane immutato nel tempo, quale alternativa di investimento permette di effettuare l acquisto, trascorsi 6 anni? Sia l alternativa C sia l alternativa Sia l alternativa B sia l alternativa C Solo l alternativa B Solamente l alternativa C 53 Due mercati presentano deviazione standard dei propri rendimenti rispettivamente pari all 8% e al 10%. ssumendo che la covarianza tra i rendimenti di questi due mercati sia nulla e che il portafoglio sia egualmente investito sui due mercati, è corretto concludere che: il portafoglio così composto presenta una deviazione standard dei propri rendimenti pari all 1% cioè identica a quella che si otterrebbe con una correlazione perfettamente negativa tra i rendimenti dei due mercati il portafoglio così composto presenta una deviazione standard dei propri rendimenti pari alla media delle singole deviazioni standard e, quindi, pari al 9% il portafoglio così composto presenta una deviazione standard dei propri rendimenti pari al 6,40% il portafoglio così composto presenta una deviazione standard dei propri rendimenti pari al 4,53% 54 Un investitore detiene da un anno esatto un portafoglio composto dai titoli, B, C. I titoli, hanno registrato i seguenti rendimenti: 3%, 15%, 8%. Il peso iniziale di ciascun titolo all interno del portafoglio era rispettivamente: 50%, 30%, 20%. Sapendo che il beta del portafoglio è oggi pari a 1,2, e che il mercato di riferimento ha registrato un rendimento del 5%, quale rendimento avrà plausibilmente ottenuto il portafoglio? 7,6% 4% 5% 6,08% PROV 0 pag. 12

13 PPLICTION PPLICTION 55 Il signor Rossi, dopo 10 anni di adesione a un fondo pensione aperto, ha maturato una posizione individuale pari a euro. Egli domanda un anticipazione della sua posizione, per l importo massimo richiedibile per esigenze diverse dalle spese sanitarie e dall acquisto della prima casa. Considerando che i redditi già assoggettati a tassazione sono pari a euro, qual è l importo effettivamente ricevuto dal signor Rossi? euro euro euro euro 56 Calcolate qual è stato il Time Weighted Rate of Return di una gestione patrimoniale sulla base dei seguenti dati: il patrimonio iniziale è uguale a 100 (migliaia di euro), dopo un mese tale patrimonio è aumentato a 120 (migliaia di euro) e immediatamente dopo il cliente ha apportato altri 50 (migliaia di euro). l termine del periodo di rendicontazione (3 mesi), il patrimonio è pari a 187 (migliaia di euro). Il Time Weighted Rate of Return è: +10,00% +30,00% +87,00% +32,00% PROV 0 pag. 13

14 CSE STUDY 2 Sulla base del caso presentato, rispondere alle domande proposte. Oggi, nel primo pomeriggio, avete in agenda un incontro con il dott. Gherisi, che vi ha chiamato ieri in tarda serata dandovi veramente poco preavviso per poter formulare una raccomandazione dettagliata di investimento. Egli non è infatti convinto della proposta di destinare a obbligazioni corporate e titoli di Stato i euro frutto della vendita dell attività commerciale di cui era titolare. La proposta gli è giunta dal dott. Sisto, che da due anni cura i suoi investimenti. Il loro rapporto è sempre stato difficile. Forse questa è l occasione per cambiare, così Gherisi vi ha detto al telefono quando vi ha proposto un incontro per un parere. Con l occasione vi ha parlato di un articolo, letto proprio ieri sulla stampa specializzata, molto chiaro sul punto: Ripresa nel 2015 per gli investimenti immobiliari in Italia. Come Gherisi ha tenuto a sottolineare, l articolo conteneva un estratto di una recente indagine curata da un affermato centro di ricerca. Il dato che lo ha particolarmente colpito, tanto da richiamarlo più volte durante la telefonata, è la crescita registrata per ben cinque trimestri consecutivi del prezzo delle quote di alcuni fondi immobiliari scambiati alla borsa di Milano. Tale andamento, per i curatori dell indagine, è solo in apparenza in controtendenza rispetto al calo delle compravendite e dei prezzi degli immobili, rilevato in Italia l ultimo anno, peraltro con un intensità in progressiva attenuazione. Secondo lo studio, le quotazioni favorevoli dei fondi non farebbero che anticipare la ripresa del mercato immobiliare, trascinato dalla politica monetaria espansiva della BCE. L indagine rileva che, non a caso, l ultimo trimestre ha segnato un inversione di tendenza, con un aumento delle unità immobiliari compravendute del 7% nel segmento residenziale e del 15% in quello commerciale. Il balzo in avanti delle compravendite sarebbe dovuto anche a un rinnovato interesse per il mercato immobiliare italiano da parte di capitali internazionali; un attenzione non momentanea o dettata da dinamiche speculative di breve periodo, quanto piuttosto espressione di nuove strategie di investimento a più lungo termine degli operatori esteri. Da qui l interesse dimostrato da Gherisi per il nuovo fondo immobiliare ad apporto, con scadenza a 15 anni, che la Vostra società sta lanciando. Inoltre Gherisi vi ha riferito di aver recentemente sentito, in un noto programma radiofonico curato da economisti affermati, che la Banca centrale americana avrebbe intenzione, nel 2015, di iniziare un percorso di rialzo dei tassi di interesse. In un ottica di diversificazione internazionale di portafoglio, egli vorrebbe quindi investire negli Stati Uniti. Infine Gherisi vi ha anche preannunciato via telefono che vorrebbe avere delucidazioni sulla tassazione di alcune attività finanziarie da lui detenute, ovvero nelle quali vorrebbe investire. 57 Rispondere al seguente quesito di NLYSIS facendo riferimento al CSE STUDY 2. Durante la visita, Gherisi vi accenna anche al fatto che non gli dispiacerebbe acquistare un piccolo appartamento in Francia, con l intenzione di passarci le vacanze nel mese di agosto e di affittarlo negli altri mesi. Egli vi chiede tuttavia quali adempimenti fiscali comporterebbe tale investimento. In tale situazione, quale delle seguenti indicazioni sarebbe opportuno fornire al cliente? Se Gherisi acquistasse semplicemente la nuda proprietà dell immobile non dovrebbe effettuare nessuna segnalazione nel quadro RW della dichiarazione dei redditi Per evitare qualsiasi obbligo di dichiarare nel quadro RW della dichiarazione dei redditi il valore dell immobile, sarebbe opportuno intestare tale proprietà a una società estera di cui Gherisi avrebbe la maggioranza In caso di acquisto dell immobile Gherisi dovrebbe pagare l IVIE Gherisi sarebbe conveniente acquistare l immobile in comproprietà con la moglie e i due figli, così da non dovere dichiarare l intero valore dell immobile nel quadro RW della dichiarazione dei redditi 58 Rispondere al seguente quesito di NLYSIS facendo riferimento al CSE STUDY 2. Se Gherisi decidesse di investire parte delle sue disponibilità attuali nel fondo immobiliare che la Vostra società sta lanciando, quale delle seguenti indicazioni sarebbe opportuno fornire al cliente? Poiché si tratta di un fondo ad apporto, la perfomance che tale investimento produrrà nel tempo sarà dovuta ai flussi reddituali derivanti dalla locazione degli immobili. Nei fondi ad apporto, infatti, è previsto per legge il riscatto degli immobili conferiti al prezzo d acquisto Sebbene il fondo immobiliare sia costituito nella forma del fondo chiuso, Gherisi potrebbe sempre disinvestire le quote sottoscritte attraverso la vendita sul mercato secondario, a un prezzo essenzialmente similare al NV calcolato trimestralmente dai periti incaricati dal fondo Poiché si tratta di un fondo ad apporto, Gherisi può solo sperare che il valore degli immobili conferiti aumenti nel corso del tempo. Nei fondi immobiliari ad apporto, infatti, non sono previsti flussi reddituali derivanti dalla locazione degli immobili L investimento in fondi immobiliari può comportare un significativo rischio di liquidità. Infatti, l eventuale vendita delle quote prima della scadenza del fondo potrebbe avvenire a prezzi fortemente scontati rispetto al NV PROV 0 pag. 14

15 59 Rispondere al seguente quesito di NLYSIS facendo riferimento al CSE STUDY 2. Gherisi vi dichiara di possedere da qualche mese nel proprio portafoglio un titolo obbligazionario emesso da una Banca Popolare denominato Perpetual che paga il 7% annuo di interesse cedolare, e che gli risulta essere un titolo cosiddetto subordinato Lower Tier II. Gherisi vi chiede quali siano, a vostro avviso, i rischi principali collegati alla detenzione di tale titolo, che egli ha acquistato per ricevere anche in un futuro molto lontano un flusso cedolare certo. In tale situazione, quale delle seguenti indicazioni sarebbe corretto fornire al cliente? Il titolo Perpetual, pur pagando una cedola elevata, potrebbe subire un notevole abbassamento di prezzo in caso di rialzo dei tassi di interesse Pur essendo un titolo subordinato, non è stato possibile inserire nel prestito una clausola che prevede il mancato pagamento del flusso cedolare, che quindi sarà sempre del 7% annuo. Inoltre il titolo non sarà mai rimborsato dall emittente ma da un suo debitore Il titolo, non avendo scadenza, non è soggetto al rischio di tasso di interesse e tende a quotare intorno alla pari; anche in caso di aumento del rischio di credito dell emittente, il flusso cedolare rimarrà costante Vi è il rischio che il titolo Perpetual venga rimborsato anticipatamente dall emittente, ma tale rischio scompare oltre il quinto anno di vita del titolo, in quanto da quella data in avanti l emittente non può più procedere al rimborso 60 Rispondere al seguente quesito di NLYSIS facendo riferimento al CSE STUDY 2. Ipotizzate che Gherisi voglia dividere equamente le proprie risorse finanziarie ( euro) su tre progetti di investimento. Il primo, della durata di 3 anni, è finalizzato a ottenere le risorse finanziarie necessarie per mandare il figlio all università e su tale progetto il dott. Gherisi non vuole assumersi nessun rischio. Il secondo progetto, della durata di 5 anni, è finalizzato alla chiusura anticipata di un mutuo a tasso variabile in essere. Il terzo, a lunga scadenza, mira invece, semplicemente, all accrescimento del capitale nel corso del tempo. In tale situazione, quale delle seguenti indicazioni è, a vostro avviso, più adeguata agli scopi del cliente? Gherisi, al fine del raggiungimento dei propri obiettivi, potrebbe costruire tre diversi portafogli caratterizzati da profili di rischio differenti Gli investimenti relativi al secondo progetto, finalizzato alla chiusura anticipata del mutuo, dovrebbero essere per lo più a tasso fisso, così da avere un mismatching con la variabilità del tasso associato al mutuo Per il primo progetto di investimento finalizzato agli studi del figlio sarebbe opportuno l investimento in titoli di Stato indicizzati all inflazione a lunga scadenza, quali ad esempio un BTP i a 25 anni, così da coprire l eventuale aumento delle tasse universitarie da qui a 3 anni. Tali titoli verrebbero smobilizzati tra tre anni Gherisi dovrebbe semplicemente preoccuparsi di costruire un portafoglio ben diversificato del valore complessivo di euro, e poi disinvestire nel corso del tempo le risorse necessarie alla realizzazione dei suoi obiettivi 61 Rispondere al seguente quesito di NLYSIS facendo riferimento al CSE STUDY 2. Gherisi vi chiede se un eventuale acquisto di BS su mutui ipotecari da parte della BCE potrebbe ulteriormente velocizzare la ripresa dell immobiliare, così come egli ha appresso dal telegiornale. In tale situazione sarebbe corretto indicare al cliente che: un eventuale acquisto di BS su mutui ipotecari aiuterebbe le banche a migliorare la loro situazione contabile, ma non incentiverebbe l erogazione di nuovi prestiti, in quanto le banche manterrebbero comunque il rischio di credito sugli attivi cartolarizzati ceduti alla BCE un eventuale acquisto di BS su mutui ipotecari potrebbe incentivare le banche a concedere più prestiti per l acquisto delle abitazioni l acquisto di BS su mutui ipotecari non comporterebbe una maggiore erogazione di credito da parte delle banche, in quanto la BCE acquisterebbe solo titoli già in circolazione l acquisto di BS da parte della BCE, causando un aumento generalizzato dei tassi di interesse, ridurrebbe la domanda di credito per l acquisto della prima casa 62 Rispondere al seguente quesito di facendo riferimento al CSE STUDY 2. quale dei seguenti titoli obbligazionari che Gherisi vorrebbe acquistare NON si applica, ai fini del calcolo dell imposta sostitutiva, un aliquota similare a quella prevista per i titoli di Stato italiani? Titoli di Stato emessi dal Lussemburgo Titoli di Stato emessi da ndorra Titoli di Stato emessi dalla Turchia Titoli emessi dalla Comunità europea per l energia atomica (Euratom PROV 0 pag. 15

16 63 Rispondere al seguente quesito di facendo riferimento al CSE STUDY 2. Gherisi vi chiede di indicargli una soluzione di investimento che gli permetta di guadagnare anche in caso di rialzo dei tassi di interesse americani. Quale delle seguenti soluzioni gli consigliereste? cquisto di un ETN che permette di puntare sul rafforzamento dell euro nei confronti del dollaro Fondo obbligazionario a breve termine che investe in titoli statunitensi, che prevede la copertura del rischio di cambio Fondo obbligazionario flessibile che investe in titoli statunitensi e che prevede anche la possibilità di avere duration negativa cquisto di un fondo azionario merica che prevede la copertura dal rischio di cambio e la possibilità di andare a leva CSE STUDY 1 Sulla base del caso presentato, rispondere alle domande proposte. Il dott. Sargenti è sempre apparso fermo e sereno nelle sue decisioni d investimento, mentre nell ultimo colloquio ha mostrato una certa agitazione. Imprenditore di successo, 60 anni, divorziato con due figli, sta recentemente sperimentando alcune difficoltà nei suoi affari, mai provate prima, legate alla profonda crisi economica. Contemporaneamente, sta iniziando a maturare la convinzione di dover pianificare la sua successione, affinché i suoi cari risultino protetti e nessuno possa scegliere al suo posto. In particolare, la sua priorità appare quella di proteggere la compagna, con la quale - purtroppo - i figli non sono mai riusciti a instaurare un buon rapporto. Ha sempre pensato che la soluzione più naturale fosse donarle la casa che hanno a lungo condiviso dopo il divorzio dalla moglie, ma recentemente non ne è più così sicuro: la compagna dispone di un reddito modesto, considera la casa troppo grande, non vorrebbe né potrebbe abitarla da sola e teme di essere costretta a venderla in un momento poco favorevole. Sargenti ha allora pensato all uso di una polizza vita, anche incoraggiato dalla prospettiva di possibili vantaggi fiscali. Tuttavia ha percepito una certa inquietudine nella sua compagna, dovuta al cattivo rapporto con i figli e alle difficoltà in cui versa recentemente la sua attività. In particolare, cosa succederebbe se la costituzione della polizza andasse a ledere la quota legittima dei figli? Per Sargenti sarebbe poi superficiale tralasciare un timore della compagna più difficile da confessare, ma forse ancora più forte, legato alla fiducia nei suoi confronti. Il contraente della polizza, finché in vita, può decidere di revocare la sua decisione, ad esempio modificando il beneficiario. Sargenti vi chiede aiuto per valutare meglio l utilizzo della polizza assicurativa per finalità successorie e per elaborare una soluzione che tranquillizzi la sua famiglia. 64 Rispondere al seguente quesito di NLYSIS facendo riferimento al CSE STUDY 1. Ipotizzate che il patrimonio complessivo di Sargenti ammonti a di euro (si consideri che Sargenti muoia senza debiti e senza aver effettuato precedenti donazioni). Se Sargenti volesse lasciare tramite testamento parte del proprio patrimonio alla compagna senza ledere il diritto alla cosiddetta quota di legittima, l ammontare massimo che potrebbe lasciare alla compagna sarebbe pari a: 1/3 della metà del patrimonio euro x 1/ euro x 1/ euro 65 Rispondere al seguente quesito di facendo riferimento al CSE STUDY 1. Qualora Sargenti decidesse di stipulare una polizza vita indicando come beneficiaria la compagna e contemporaneamente rinunciasse per iscritto al potere di revoca del beneficio: tale designazione potrebbe essere in seguito modificata, con successiva dichiarazione scritta comunicata all assicuratore, ma non tramite testamento la compagna riceverebbe il pagamento dall assicurazione a titolo di quota ereditaria tale designazione potrebbe essere modificata successivamente tramite testamento la compagna non riceverebbe il pagamento dall assicurazione a titolo di quota ereditaria, ma dovrebbe pagare sulle somme corrisposte a seguito del decesso dell assicurato le imposte di successione PROV 0 pag. 16

17 66 Rispondere al seguente quesito di facendo riferimento al CSE STUDY 1. Qualora Sargenti decidesse di stipulare una polizza vita caso morte, in qualità di assicurato, indicando come beneficiaria la compagna: il beneficio potrebbe comunque essere revocato dagli eredi legittimi dopo la morte di Sargenti per rendere effettivamente irrevocabile il beneficio, la compagna dovrebbe dichiarare di voler profittare del beneficio e comunicarlo al contraente, oltre che per iscritto all assicuratore il beneficio diventerebbe immediatamente irrevocabile, anche se la compagna non effettuasse nessuna dichiarazione nel momento in cui la compagna decidesse di accettare il beneficio, questo non potrebbe mai decadere, nemmeno nel caso in cui la compagna attentasse alla vita del dott. Sargenti CSE STUDY 3 Sulla base del caso presentato, rispondere alle domande proposte. La Tessile S.r.l. è un azienda con 35 addetti attiva da oltre vent anni, con un fatturato di circa di euro. La società ha costruito il suo successo grazie alle politiche di esternalizzazione di alcune grandi griffe del Made in Italy, che hanno scelto di svolgere al proprio interno solo le fasi a più alto valore aggiunto, quali quelle di progettazione e ideazione del prodotto; della realizzazione dei capi di abbigliamento, soprattutto casual e sportswear uomo, sono state, invece, incaricate alcune società dell Italia centro-settentrionale, tra cui la Tessile S.r.l., con sensibili benefici in termini di contrazione delle immobilizzazioni materiali e dei costi di produzione. L offerta della Tessile S.r.l., oltre agli articoli realizzati per conto delle griffe, comprende prodotti di abbigliamento a basso costo con marchio proprio, e alcuni articoli di biancheria per la casa, commercializzati attraverso la grande distribuzione, sia in Italia che negli Stati Uniti. La decisione di realizzare un integrazione orizzontale, entrando nel settore della biancheria per la casa, è scelta recente, ed è la risposta della Società ai segnali di crisi del mercato dell abbigliamento, fiaccato dalla crescente aggressività dei produttori localizzati in Paesi a basso costo di manodopera e a fiscalità agevolata. Le turbolenze del mercato hanno incrinato pesantemente i rapporti fra i due soci fondatori, già messi alla prova da alcuni dissidi personali. Nonostante i contrasti, i due soci decidono comunque di varare un programma di ristrutturazione, teso a razionalizzare i processi produttivi e distributivi dell azienda, e a valorizzare la nuova area d insediamento, ritenuta ricca di prospettive e meno esposta alla concorrenza dei produttori localizzati in Paesi emergenti. La Società ha così programmato: - interventi volti a riequilibrare le condizioni del circolante netto, eccessivamente aumentato negli ultimi anni; - azioni per ridurre l esposizione a breve nei confronti delle banche e per mitigare il rischio di cambio (la Tessile S.r.l è esposta soprattutto al tasso di cambio euro/dollaro, poiché vende all estero e viene pagata in dollari ; - ammodernamento e conversione del parco attrezzature industriali. 67 Rispondere al seguente quesito di facendo riferimento al CSE STUDY 3. Quali delle seguenti soluzioni di copertura dal rischio di cambio euro/dollaro sarebbe più adeguata per la Tessile S.r.l.? Investimento in obbligazioni denominate in dollari per un ammontare pari ai crediti verso l estero mediamente detenuti nel portafoglio crediti cquisto di una opzione call sul dollaro cquisto di dollari a termine Vendita di dollari a termine 68 Rispondere al seguente quesito di facendo riferimento al CSE STUDY 3. Quale delle seguenti situazioni potrebbe portare, a parità di altre condizioni, a una riduzione dell investimento in capitale circolante netto della Tessile S.r.l.? Diminuzione dei debiti verso fornitori, grazie a un allungamento dei tempi di pagamento Diminuzione dei debiti verso fornitori, grazie a un accorciamento dei tempi di pagamento verso gli stessi Diminuzione dei tempi di incasso dei crediti commerciali umento dei crediti nei confronti dei clienti PROV 0 pag. 17

18 69 Rispondere al seguente quesito di NLYSIS facendo riferimento al CSE STUDY 3. L ammontare del flusso di cassa prodotto della gestione caratteristica corrente: può essere calcolato con il cosiddetto metodo indiretto, cioè partendo dal risultato di esercizio è inversamente proporzionale ai costi monetari della gestione non caratteristica è direttamente proporzionale ai ricavi monetari della gestione non caratteristica non può mai essere negativo 70 Rispondere al seguente quesito di facendo riferimento al CSE STUDY 3. Per l ammodernamento delle attrezzature, la Tessile S.r.l decide di utilizzare un contratto di leasing operativo. In tale situazione: la società dovrebbe comunque rivolgersi a una società di leasing per attivare questa tipologia di leasing, in quanto essa è preclusa ad altri soggetti la società dovrebbe comunque rivolgersi a una banca per attivare questa tipologia di leasing, in quanto essa è preclusa ad altri soggetti la società diventa automaticamente proprietaria delle attrezzature alla fine del contratto la società potrebbe riceve in leasing le attrezzature dal costruttore/venditore delle stesse PROV 0 pag. 18

19 PROV 0 pag. 19

ISTRUZIONE IMPORTANTE

ISTRUZIONE IMPORTANTE : [] [B] [C] [D] [E] [F] [G] [H] [ I ] [J] [K] [L] [M] [N] [O] [P] [Q] [R] [S] [T] [U] [V] [Z] ISTRUZIONE IMPORTNTE Nel riquadro in basso sulla scheda per le risposte, in corrispondenza della riga DELL

Dettagli

II sessione d esame per il conseguimento del Diploma uropean Financial Services D FS Venerdì 12 giugno 2009

II sessione d esame per il conseguimento del Diploma uropean Financial Services D FS Venerdì 12 giugno 2009 DEFS01 II sessione d esame per il conseguimento del Diploma uropean Financial Services D FS Venerdì 12 giugno 2009 Prova D FS 1 KNOWLEDGE 1 Il rischio specifico di un titolo azionario: 1. è quantificabile

Dettagli

II sessione d esame per il conseguimento del Diploma European Financial Services - D FS Venerdì 10 ottobre 2008 NON STRAPPARE

II sessione d esame per il conseguimento del Diploma European Financial Services - D FS Venerdì 10 ottobre 2008 NON STRAPPARE DEFS01 II sessione d esame per il conseguimento del Diploma European Financial Services - D FS Venerdì 10 ottobre 2008 NON STRAPPARE L INVOLUCRO DI PLASTICA PRIMA CHE VENGA DATO IL SEGNALE DI INIZIO DELLA

Dettagli

I sessione d esame per il conseguimento del Diploma European Financial Services - D FS Venerdì 13 giugno 2008 NON STRAPPARE

I sessione d esame per il conseguimento del Diploma European Financial Services - D FS Venerdì 13 giugno 2008 NON STRAPPARE DEFS01 I sessione d esame per il conseguimento del Diploma European Financial Services - D FS Venerdì 13 giugno 2008 NON STRAPPARE L INVOLUCRO DI PLASTICA PRIMA CHE VENGA DATO IL SEGNALE DI INIZIO DELLA

Dettagli

I sessione d esame per il conseguimento del Diploma European Financial Services - D FS Giovedì 27 maggio 2010 NON STRAPPARE

I sessione d esame per il conseguimento del Diploma European Financial Services - D FS Giovedì 27 maggio 2010 NON STRAPPARE DEFS01 I sessione d esame per il conseguimento del Diploma European Financial Services - D FS Giovedì 27 maggio 2010 NON STRAPPARE L INVOLUCRO DI PLASTICA PRIMA CHE VENGA DATO IL SEGNALE DI INIZIO DELLA

Dettagli

II sessione d esame per il conseguimento del Diploma European Financial Services - D FS 25 maggio 2011 NON STRAPPARE

II sessione d esame per il conseguimento del Diploma European Financial Services - D FS 25 maggio 2011 NON STRAPPARE DEFS01 II sessione d esame per il conseguimento del Diploma European Financial Services - D FS 25 maggio 2011 NON STRAPPARE L INVOLUCRO DI PLASTICA PRIMA CHE VENGA DATO IL SEGNALE DI INIZIO DELLA PROVA

Dettagli

2 è calcolato in funzione del prezzo di mercato del. 3 è pubblicato quotidianamente sulla stampa. 4 è il prezzo ufficiale di mercato del fondo

2 è calcolato in funzione del prezzo di mercato del. 3 è pubblicato quotidianamente sulla stampa. 4 è il prezzo ufficiale di mercato del fondo Rispondere ai seguenti quesiti. Livello Knowledge 1 2 3 4 Nelle forme pensionistiche individuali, attuate mediante contratti di assicurazione sulla vita, l ammontare dei premi: 1 è sempre definito in misura

Dettagli

Quesiti livello Application

Quesiti livello Application 1 2 3 4 Se la correlazione tra due attività A e B è pari a 0 e le deviazioni standard pari rispettivamente al 4% e all 8%, per quali dei seguenti valori dei loro pesi il portafoglio costruito con tali

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA GESTIONE SEPARATA Crédit Agricole Vita

REGOLAMENTO DELLA GESTIONE SEPARATA Crédit Agricole Vita REGOLAMENTO DELLA GESTIONE SEPARATA Crédit Agricole Vita 1. Denominazione Viene attuata una speciale forma di gestione degli investimenti, distinta dagli altri attivi detenuti dall impresa di assicurazione,

Dettagli

Codice della proposta di investimento e del fondo interno: QF

Codice della proposta di investimento e del fondo interno: QF Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

ALLEGATO 1 Regolamento del Fondo Interno Assicurativo

ALLEGATO 1 Regolamento del Fondo Interno Assicurativo ALLEGATO 1 Regolamento del Fondo Interno Assicurativo Art. 1 - Istituzione e denominazione del Fondo Interno Assicurativo Poste Vita S.p.A. (la Compagnia ) ha istituito, secondo le modalità indicate nel

Dettagli

CASSA DI PREVIDENZA DEI DIPENDENTI DEL GRUPPO CREDITO EMILIANO FONDO PENSIONE

CASSA DI PREVIDENZA DEI DIPENDENTI DEL GRUPPO CREDITO EMILIANO FONDO PENSIONE Allegato alla Nota Informativa CASSA DI PREVIDENZA DEI DIPENDENTI DEL GRUPPO CREDITO EMILIANO FONDO PENSIONE DOCUMENTO SULL EROGAZIONE DELLE RENDITE CASSA DI PREVIDENZA DEI DIPENDENTI DEL GRUPPO CREDITO

Dettagli

Fondi aperti Caratteri

Fondi aperti Caratteri Fondi aperti Caratteri Patrimonio variabile Quota valorizzata giornalmente in base al net asset value (Nav) Investimento in valori mobiliari prevalentemente quotati Divieti e limiti all attività d investimento

Dettagli

Ministero dell Economia e delle Finanze

Ministero dell Economia e delle Finanze Ministero dell Economia e delle Finanze Quale titolo di Stato per quale profilo di investitore? Forum della PA - 25 maggio 2007 Dott.ssa Maria Cannata Direttore Generale del Debito Pubblico -1- Introduzione

Dettagli

PRESTITO OBBLIGAZIONARIO EMITTENTE CREDITO SICILIANO S.P.A.

PRESTITO OBBLIGAZIONARIO EMITTENTE CREDITO SICILIANO S.P.A. Credito Siciliano Società per Azioni Sede Legale: Via Siracusa, 1/E 90141 Palermo Codice Fiscale, Partita IVA e Registro delle Imprese di Palermo n. 04226470823 Albo delle Banche n. 522820 Società del

Dettagli

NON STRAPPARE L INVOLUCRO DI PLASTICA PRIMA CHE VENGA DATO IL SEGNALE DI INIZIO DELLA PROVA

NON STRAPPARE L INVOLUCRO DI PLASTICA PRIMA CHE VENGA DATO IL SEGNALE DI INIZIO DELLA PROVA D1 Sessione d'esame per il conseguimento del Diploma "European Financial Services - DEFS" NON STRAPPARE L INVOLUCRO DI PLASTICA PRIMA CHE VENGA DATO IL SEGNALE DI INIZIO DELLA PROVA Incollare sulla scheda

Dettagli

Sessione d esame per il conseguimento del Diploma European Financial Services - D FS NON STRAPPARE

Sessione d esame per il conseguimento del Diploma European Financial Services - D FS NON STRAPPARE DEFS01 Sessione d esame per il conseguimento del Diploma European Financial Services - D FS NON STRAPPARE L INVOLUCRO DI PLASTICA PRIMA CHE VENGA DATO IL SEGNALE DI INIZIO DELLA PROVA Rispondere ai seguenti

Dettagli

I sessione d'esame per il conseguimento della certificazione FA European Financial Advisor VERSIONE B NON STRAPPARE

I sessione d'esame per il conseguimento della certificazione FA European Financial Advisor VERSIONE B NON STRAPPARE EFA02 I sessione d'esame per il conseguimento della certificazione FA European Financial Advisor VERSIONE B NON STRAPPARE L INVOLUCRO DI PLASTICA PRIMA CHE VENGA DATO IL SEGNALE DI INIZIO DELLA PROVA ISTRUZIONE

Dettagli

Investi con Me - Obbligazionario Flessibile Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 7

Investi con Me - Obbligazionario Flessibile Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 7 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 7 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

Quesiti e soluzioni della prova scritta dell'esame di idoneità per l'iscrizione all'albo dei promotori finanziari del 9 marzo 2007

Quesiti e soluzioni della prova scritta dell'esame di idoneità per l'iscrizione all'albo dei promotori finanziari del 9 marzo 2007 Quesiti e soluzioni della prova scritta dell'esame di idoneità per l'iscrizione all'albo dei promotori finanziari del 9 marzo 2007 1. Ai sensi del dell art. 98, comma 2, del regolamento Consob n. 11522/1998,

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE

CONDIZIONI DEFINITIVE CONDIZIONI DEFINITIVE relative all Offerta di obbligazioni Carilo-Cassa di Risparmio di Loreto S.p.A Tasso Fisso 1,75% 2010-2014 Codice ISIN IT0004650765 ai sensi del programma di prestiti obbligazionari

Dettagli

Codice della proposta di investimento e del fondo interno: QD. Il fondo interno è un fondo obbligazionario flessibile.

Codice della proposta di investimento e del fondo interno: QD. Il fondo interno è un fondo obbligazionario flessibile. Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 7 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

Codice della proposta di investimento e del fondo interno: QS. Data di istituzione e inizio operatività del fondo interno: 15/03/2014

Codice della proposta di investimento e del fondo interno: QS. Data di istituzione e inizio operatività del fondo interno: 15/03/2014 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 7 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

Sezione Terza I Fondi comuni di investimento

Sezione Terza I Fondi comuni di investimento Sezione Terza I Fondi comuni di investimento 369. Nella valutazione dei beni del fondo comune di investimento, il valore degli strumenti finanziari ammessi alle negoziazioni su mercati regolamentati è

Dettagli

Prospetto di Base Banca di Credito Cooperativo di Cambiano (Castelfiorentino Firenze) Società Cooperativa per Azioni

Prospetto di Base Banca di Credito Cooperativo di Cambiano (Castelfiorentino Firenze) Società Cooperativa per Azioni BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI CAMBIANO (CASTELFIORENTINO FIRENZE) SOCIETÀ COOPERATIVA PER AZIONI Sede legale: Piazza Giovanni XXIII, 6 50051 Castelfiorentino (FI) - Codice ABI 08425.1 - Iscritta all

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA GESTIONE SEPARATA 4CAVITA

REGOLAMENTO DELLA GESTIONE SEPARATA 4CAVITA REGOLAMENTO DELLA GESTIONE SEPARATA 4CAVITA 1. Denominazione Viene attuata una speciale forma di gestione degli investimenti, distinta dagli altri attivi detenuti dall impresa di assicurazione, denominata

Dettagli

FONDI COMUNI REGOLAMENTO UNICO DEI FONDI COMUNI DI INVESTIMENTO MOBILIARE APERTI ARMONIZZATI GESTITI DA SELLA GESTIONI

FONDI COMUNI REGOLAMENTO UNICO DEI FONDI COMUNI DI INVESTIMENTO MOBILIARE APERTI ARMONIZZATI GESTITI DA SELLA GESTIONI REGOLAMENTO UNICO DEI FONDI COMUNI DI INVESTIMENTO MOBILIARE APERTI ARMONIZZATI GESTITI DA SELLA GESTIONI (in vigore dal 15 aprile 2015) FONDI COMUNI Il presente Regolamento è stato approvato dall organo

Dettagli

I titoli obbligazionari. Giuseppe G. Santorsola EIF 1

I titoli obbligazionari. Giuseppe G. Santorsola EIF 1 I titoli obbligazionari Giuseppe G. Santorsola EIF 1 Titoli a reddito fisso Tutte le caratteristiche relative al profilo di rischio e rendimento (durata, diritto alla remunerazione e al rimborso del capitale)

Dettagli

Ministero dell Economia e delle Finanze

Ministero dell Economia e delle Finanze Ministero dell Economia e delle Finanze Quale titolo di Stato per quale profilo di investitore? Forum della PA - 25 maggio 2007 Dott.ssa Maria Cannata Direttore Generale del Debito Pubblico -1- Introduzione

Dettagli

CREDITO VALTELLINESE S.C. TF 1,85% 18/11/2009-18/11/2012 153^ ISIN IT0004550205

CREDITO VALTELLINESE S.C. TF 1,85% 18/11/2009-18/11/2012 153^ ISIN IT0004550205 Credito Valtellinese Società Cooperativa Sede in Sondrio Piazza Quadrivio, 8 Codice fiscale e Registro Imprese di Sondrio n. 00043260140 Albo delle Banche n. 489 Capogruppo del Gruppo bancario Credito

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA SUI PRESTITI OBBLIGAZIONARI RICONDUCIBILI ALLA TIPOLOGIA A TASSO VARIABILE con FLOOR

CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA SUI PRESTITI OBBLIGAZIONARI RICONDUCIBILI ALLA TIPOLOGIA A TASSO VARIABILE con FLOOR CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA SUI PRESTITI OBBLIGAZIONARI RICONDUCIBILI ALLA TIPOLOGIA A TASSO VARIABILE con FLOOR Bancasciano Credito Cooperativo - Società Cooperativa in qualità di Emittente

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE alla NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA

CONDIZIONI DEFINITIVE alla NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA SEZIONE 4 Società per Azioni CONDIZIONI DEFINITIVE alla NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA "BANCA CRV CASSA DI RISPARMIO DI VIGNOLA S.p.A. OBBLIGAZIONI A TASSO FISSO BANCA CRV CASSA DI RISPARMIO DI VIGNOLA

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE

CONDIZIONI DEFINITIVE CONDIZIONI DEFINITIVE CONDIZIONI DEFINITIVE relative all Offerta di obbligazioni Carilo-Cassa di Risparmio di Loreto S.p.A Step Up con facoltà di rimborso anticipato a favore dell Emittente 2010-2015 Codice

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

DOCUMENTO SULL EROGAZIONE DELLE RENDITE

DOCUMENTO SULL EROGAZIONE DELLE RENDITE DOCUMENTO SULL EROGAZIONE DELLE RENDITE FOPDIRE Fondo Pensione Complementare a Capitalizzazione per i Dirigenti del Gruppo Eni (di seguito definito Fondo Pensione) ha stipulato in data 16/12/2011 con l

Dettagli

Obbligazioni a Tasso Fisso 4,00% 2012/2014

Obbligazioni a Tasso Fisso 4,00% 2012/2014 CONDIZIONI DEFINITIVE relative all Offerta Obbligazioni a Tasso Fisso 4,00% 2012/2014 Codice ISIN IT0004813181 ai sensi del programma di prestiti obbligazionari Obbligazioni a Tasso Fisso con eventuale

Dettagli

Regolamento del Fondo Interno Strategic Model Portfolio

Regolamento del Fondo Interno Strategic Model Portfolio Regolamento del Fondo Interno Strategic Model Portfolio Art. 1 - Aspetti generali Al fine di adempiere agli obblighi assunti nei confronti del Contraente in base alle Condizioni di Polizza, la Compagnia

Dettagli

1 LE AZIONI E LE QUOTE 1.1 Le azioni e gli altri strumenti partecipativi nella riforma del diritto societario 1.1.1 Introduzione 1.1.

1 LE AZIONI E LE QUOTE 1.1 Le azioni e gli altri strumenti partecipativi nella riforma del diritto societario 1.1.1 Introduzione 1.1. 1 LE AZIONI E LE QUOTE 1.1 Le azioni e gli altri strumenti partecipativi nella riforma del diritto societario 1.1.1 Introduzione 1.1.2 La dematerializzazione delle azioni 1.1.2.1 Profili fiscali 1.1.3

Dettagli

SCHEDA PRODOTTO PER PRESTITO OBBLIGAZIONARIO A TASSO FISSO

SCHEDA PRODOTTO PER PRESTITO OBBLIGAZIONARIO A TASSO FISSO SCHEDA PRODOTTO PER PRESTITO OBBLIGAZIONARIO A TASSO FISSO Quanto segue costituisce una sintesi delle principali caratteristiche del Prestito Obbligazionario. Per un illustrazione esaustiva si invita l

Dettagli

CREDITO ARTIGIANO S.P.A. TF 1,65% 08/11/2010 08/11/2012 215^ ISINIT0004650641

CREDITO ARTIGIANO S.P.A. TF 1,65% 08/11/2010 08/11/2012 215^ ISINIT0004650641 Credito Artigiano Società per Azioni Sede in Milano Piazza San Fedele, 4 Codice fiscale e Registro Imprese di Milano n. 00774500151 Albo delle Banche n. 4440 Società del Gruppo bancario Credito Valtellinese

Dettagli

SCHEDA PRODOTTO PER PRESTITO OBBLIGAZIONARIO A TASSO FISSO

SCHEDA PRODOTTO PER PRESTITO OBBLIGAZIONARIO A TASSO FISSO SCHEDA PRODOTTO PER PRESTITO OBBLIGAZIONARIO A TASSO FISSO Quanto segue costituisce una sintesi delle principali caratteristiche del Prestito Obbligazionario. Per un illustrazione esaustiva si invita l

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA DI EMISSIONE

CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA DI EMISSIONE Sede sociale: Piazza Dalle Fratte, 1 Lozzo Atestino 35034 PADOVA Iscritta all Albo delle Banche al n. 905.0.0 Iscritta all Albo Società Cooperative n. A161280 Capitale sociale Euro 91.022,40 al 31.12.2009

Dettagli

quadro di sintesi per la professione di Commercialista

quadro di sintesi per la professione di Commercialista La tassazione delle attività ità finanziarie: i i un quadro di sintesi per la professione di Commercialista CLAUDIA ROVINI Viterbo 3 dicembre 2015 Evento valido ai fini della F.P.C.dei dottori commercialisti

Dettagli

FONDO PENSIONE DEI DIPENDENTI DEL GRUPPO REALE MUTUA

FONDO PENSIONE DEI DIPENDENTI DEL GRUPPO REALE MUTUA FONDO PENSIONE DEI DIPENDENTI DEL GRUPPO REALE MUTUA Iscritto all Albo dei Fondi Pensione I Sezione Speciale in data 4 agosto 1999, al n. 1447 Nota Informativa edizione 18 giugno 2015 pag 1 di 32 Nota

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA SUI PRESTITI OBBLIGAZIONARI RICONDUCIBILI ALLA TIPOLOGIA A TASSO VARIABILE con FLOOR

CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA SUI PRESTITI OBBLIGAZIONARI RICONDUCIBILI ALLA TIPOLOGIA A TASSO VARIABILE con FLOOR CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA SUI PRESTITI OBBLIGAZIONARI RICONDUCIBILI ALLA TIPOLOGIA A TASSO VARIABILE con FLOOR Bancasciano Credito Cooperativo - Società Cooperativa in qualità di Emittente

Dettagli

SCHEDA PRODOTTO PER PRESTITO OBBLIGAZIONARIO A TASSO FISSO STEP DOWN

SCHEDA PRODOTTO PER PRESTITO OBBLIGAZIONARIO A TASSO FISSO STEP DOWN SCHEDA PRODOTTO PER PRESTITO OBBLIGAZIONARIO A TASSO FISSO STEP DOWN Quanto segue costituisce una sintesi delle principali caratteristiche del Prestito Obbligazionario. Per un illustrazione esaustiva si

Dettagli

SCHEDA PRODOTTO PER PRESTITO OBBLIGAZIONARIO ZERO COUPON

SCHEDA PRODOTTO PER PRESTITO OBBLIGAZIONARIO ZERO COUPON SCHEDA PRODOTTO PER PRESTITO OBBLIGAZIONARIO ZERO COUPON Quanto segue costituisce una sintesi delle principali caratteristiche del Prestito Obbligazionario. Per un illustrazione esaustiva si invita l investitore

Dettagli

Fondo Nazionale Pensione Complementare per i Lavoratori delle Piccole e Medie Imprese. 23 domande 23 risposte

Fondo Nazionale Pensione Complementare per i Lavoratori delle Piccole e Medie Imprese. 23 domande 23 risposte Fondo Nazionale Pensione Complementare per i Lavoratori delle Piccole e Medie Imprese 23 domande 23 risposte Oggi un progetto per il futuro Avvertenza: Il presente opuscolo ha carattere divulgativo e non

Dettagli

SCHEDA PRODOTTO PER PRESTITO OBBLIGAZIONARIO A TASSO FISSO

SCHEDA PRODOTTO PER PRESTITO OBBLIGAZIONARIO A TASSO FISSO SCHEDA PRODOTTO PER PRESTITO OBBLIGAZIONARIO A TASSO FISSO Quanto segue costituisce una sintesi delle principali caratteristiche del Prestito Obbligazionario. Per un illustrazione esaustiva si invita l

Dettagli

SCHEDA PRODOTTO PER PRESTITO OBBLIGAZIONARIO A TASSO MISTO

SCHEDA PRODOTTO PER PRESTITO OBBLIGAZIONARIO A TASSO MISTO SCHEDA PRODOTTO PER PRESTITO OBBLIGAZIONARIO A TASSO MISTO Quanto segue costituisce una sintesi delle principali caratteristiche del Prestito Obbligazionario. Per un illustrazione esaustiva si invita l

Dettagli

SCHEDA PRODOTTO PER PRESTITO OBBLIGAZIONARIO A TASSO FISSO STEP UP

SCHEDA PRODOTTO PER PRESTITO OBBLIGAZIONARIO A TASSO FISSO STEP UP SCHEDA PRODOTTO PER PRESTITO OBBLIGAZIONARIO A TASSO FISSO STEP UP Quanto segue costituisce una sintesi delle principali caratteristiche del Prestito Obbligazionario. Per un illustrazione esaustiva si

Dettagli

Banca della Bergamasca CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA BANCA DELLA BERGAMASCA CREDITO COOPERATIVO ZERO COUPON

Banca della Bergamasca CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA BANCA DELLA BERGAMASCA CREDITO COOPERATIVO ZERO COUPON Banca della Bergamasca - Credito Cooperativo - in qualità di Emittente CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA BANCA DELLA BERGAMASCA CREDITO COOPERATIVO ZERO COUPON BANCA DELLA BERGAMASCA

Dettagli

SCHEDA PRODOTTO PER PRESTITO OBBLIGAZIONARIO A TASSO VARIABILE

SCHEDA PRODOTTO PER PRESTITO OBBLIGAZIONARIO A TASSO VARIABILE SCHEDA PRODOTTO PER PRESTITO OBBLIGAZIONARIO A TASSO VARIABILE Quanto segue costituisce una sintesi delle principali caratteristiche del Prestito Obbligazionario. Per un illustrazione esaustiva si invita

Dettagli

SCHEDA PRODOTTO PER PRESTITO OBBLIGAZIONARIO A TASSO FISSO

SCHEDA PRODOTTO PER PRESTITO OBBLIGAZIONARIO A TASSO FISSO SCHEDA PRODOTTO PER PRESTITO OBBLIGAZIONARIO A TASSO FISSO Quanto segue costituisce una sintesi delle principali caratteristiche del Prestito Obbligazionario. Per un illustrazione esaustiva si invita l

Dettagli

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazioni Specifiche del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all Investitore prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare

Dettagli

Condizioni di contratto relative a Core Unit, prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked

Condizioni di contratto relative a Core Unit, prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked Skandia Vita S.p.A. Impresa di assicurazione italiana appartenente al Gruppo Old Mutual Condizioni di contratto relative a Core Unit, prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked Art. 1 - Oggetto

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA DI EMISSIONE

CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA DI EMISSIONE Sede sociale: Piazza Dalle Fratte, 1 - Lozzo Atestino 35034 - PADOVA Iscritta all Albo delle Banche al n. 905.0.0 Iscritta all'albo Società Cooperative n. A161280 Capitale sociale Euro 94.799,52 al 31.12.2010

Dettagli

NON STRAPPARE L INVOLUCRO DI PLASTICA PRIMA CHE VENGA DATO IL SEGNALE DI INIZIO DELLA PROVA

NON STRAPPARE L INVOLUCRO DI PLASTICA PRIMA CHE VENGA DATO IL SEGNALE DI INIZIO DELLA PROVA D1 Sessione d esame per il conseguimento del Diploma European Financial Services - D FS NON STRAPPARE L INVOLUCRO DI PLASTICA PRIMA CHE VENGA DATO IL SEGNALE DI INIZIO DELLA PROVA Incollare sulla scheda

Dettagli

Offerta pubblica di sottoscrizione di Veneto Global Profile unit linked, prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked

Offerta pubblica di sottoscrizione di Veneto Global Profile unit linked, prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked Skandia Vita S.p.A. Impresa di assicurazione appartenente al Gruppo Skandia Il presente prodotto è distribuito da Banche di Credito Cooperativo e Casse Rurali ed Artigiane del Veneto Offerta pubblica di

Dettagli

Fondi aperti Caratteri

Fondi aperti Caratteri Fondi aperti Caratteri Patrimonio variabile Quota valorizzata giornalmente in base al net asset value (Nav) Investimento in valori mobiliari prevalentemente quotati Divieti e limiti all attività d investimento

Dettagli

Molti aderenti ci hanno posto alcuni quesiti sul tema pensionistico/liquidativo:

Molti aderenti ci hanno posto alcuni quesiti sul tema pensionistico/liquidativo: Nonostante la riforma Fornero qualcuno riesce ancora ad andare in pensione. Come si inserisce il Fondo Pensione in questa eventualità, quali sono le scelte che è possibile ed è meglio fare. Molti aderenti

Dettagli

SCHEDA PRODOTTO PER PRESTITO OBBLIGAZIONARIO A TASSO MISTO

SCHEDA PRODOTTO PER PRESTITO OBBLIGAZIONARIO A TASSO MISTO SCHEDA PRODOTTO PER PRESTITO OBBLIGAZIONARIO A TASSO MISTO Quanto segue costituisce una sintesi delle principali caratteristiche del Prestito Obbligazionario. Per un illustrazione esaustiva si invita l

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE

CONDIZIONI DEFINITIVE Sede Legale in Corso San Giorgio, 36 64100 Teramo Iscritta all Albo delle Banche al n. 5174 Capitale Sociale Euro 50.000.000,00 i.v. N.ro iscrizione nel Registro delle Imprese di Teramo 00075100677 CONDIZIONI

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA Banca di Anghiari e Stia Zero Coupon

CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA Banca di Anghiari e Stia Zero Coupon Banca di Anghiari e Stia Credito Cooperativo Società Cooperativa in qualità di Emittente CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA Banca di Anghiari e Stia Zero Coupon Banca di Anghiari

Dettagli

SCHEDA PRODOTTO PER PRESTITO OBBLIGAZIONARIO A TASSO MISTO

SCHEDA PRODOTTO PER PRESTITO OBBLIGAZIONARIO A TASSO MISTO SCHEDA PRODOTTO PER PRESTITO OBBLIGAZIONARIO A TASSO MISTO Quanto segue costituisce una sintesi delle principali caratteristiche del Prestito Obbligazionario. Per un illustrazione esaustiva si invita l

Dettagli

SCHEDA PRODOTTO PER PRESTITO OBBLIGAZIONARIO A TASSO FISSO

SCHEDA PRODOTTO PER PRESTITO OBBLIGAZIONARIO A TASSO FISSO SCHEDA PRODOTTO PER PRESTITO OBBLIGAZIONARIO A TASSO FISSO Quanto segue costituisce una sintesi delle principali caratteristiche del Prestito Obbligazionario. Per un illustrazione esaustiva si invita l

Dettagli

Banca Centropadana Zero Coupon 03.09.2012-16.12.2019 Serie 342 ISIN: IT0004846694

Banca Centropadana Zero Coupon 03.09.2012-16.12.2019 Serie 342 ISIN: IT0004846694 10. MODELLO DELLE CONDIZIONI DEFINITIVE OBBLIGAZIONI A ZERO COUPON Banca Centropadana Credito Cooperativo Società Cooperativa Sede sociale in Piazza IV Novembre 11 26862 Guardamiglio (LO) Iscritta all

Dettagli

Base Target High Dividend Scheda Sintetica - Informazioni specifiche

Base Target High Dividend Scheda Sintetica - Informazioni specifiche 1 di 8 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali caratteristiche del fondo interno. INFORMAZIONI

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE RELATIVE ALL OFFERTA DI PRESTITI OBBLIGAZIONARI DENOMINATI OBBLIGAZIONI CASSA DI RISPARMIO DI CENTO S.P.A.

CONDIZIONI DEFINITIVE RELATIVE ALL OFFERTA DI PRESTITI OBBLIGAZIONARI DENOMINATI OBBLIGAZIONI CASSA DI RISPARMIO DI CENTO S.P.A. CONDIZIONI DEFINITIVE RELATIVE ALL OFFERTA DI PRESTITI OBBLIGAZIONARI DENOMINATI OBBLIGAZIONI CASSA DI RISPARMIO DI CENTO S.P.A. TASSO FISSO CR Cento 23.09.2011 / 23.03.20143,50% ISIN IT0004762495 EMESSE

Dettagli

in qualità di Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento

in qualità di Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento Società Cooperativa con sede legale in Carate Brianza via Cusani, 6 iscritta all Albo delle Banche al n. 217, all Albo delle Società Cooperative al n. A172639 e al Registro delle Imprese di Milano al n.

Dettagli

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazioni Specifiche del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all Investitore prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare

Dettagli

Sessione d esame per il conseguimento del Diploma European Financial Services - D FS NON STRAPPARE

Sessione d esame per il conseguimento del Diploma European Financial Services - D FS NON STRAPPARE DEFS01 Sessione d esame per il conseguimento del Diploma European Financial Services - D FS NON STRAPPARE L INVOLUCRO DI PLASTICA PRIMA CHE VENGA DATO IL SEGNALE DI INIZIO DELLA PROVA pag. 1 Rispondere

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE

CONDIZIONI DEFINITIVE Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo in qualità di Emittente e Responsabile del Collocamento Società per Azioni Via Lucrezia Romana, 41/47-00178 Roma P. IVA, Codice Fiscale e n.

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE

CONDIZIONI DEFINITIVE CREDITO COOPERATIVO INTERPROVINCIALE VENETO SOCIETA COOPERATIVA Sede sociale in Via Matteotti 11, 35044 Montagnana (Padova) Iscritta all Albo delle Banche al n. 5411, all Albo delle Società Cooperative

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE al PROSPETTO DI BASE SUL PROGRAMMA

CONDIZIONI DEFINITIVE al PROSPETTO DI BASE SUL PROGRAMMA Banca CR Firenze S.p.A. Sede legale e Direzione Generale: Via Bufalini 6-50122 Firenze Capitale Sociale euro 828.836.017,00 int. vers. Registro delle Imprese di Firenze, Cod. Fisc. e Part. IVA 04385190485

Dettagli

FINANZA & FUTURO BANCA S.P.A.

FINANZA & FUTURO BANCA S.P.A. FINANZA & FUTURO BANCA S.P.A. Sede sociale Piazza del Calendario n. 1 - Milano Iscritta all Albo delle Banche codice 3170 Appartenente al Gruppo Deutsche Bank Iscritto all Albo dei Gruppi Bancari codice

Dettagli

SCHEDA PRODOTTO PER PRESTITO OBBLIGAZIONARIO A TASSO FISSO

SCHEDA PRODOTTO PER PRESTITO OBBLIGAZIONARIO A TASSO FISSO SCHEDA PRODOTTO PER PRESTITO OBBLIGAZIONARIO A TASSO FISSO Quanto segue costituisce una sintesi delle principali caratteristiche del Prestito Obbligazionario. Per un illustrazione esaustiva si invita l

Dettagli

- CASSA DI RISPARMIO DI LORETO S.P.A. OBBLIGAZIONI ZERO COUPON

- CASSA DI RISPARMIO DI LORETO S.P.A. OBBLIGAZIONI ZERO COUPON CONDIZIONI DEFINITIVE ZERO COUPON CONDIZIONI DEFINITIVE della NOTA INFORMATIVA relativa al programma di prestiti obbligazionari denominato CARILO - CASSA DI RISPARMIO DI LORETO S.P.A. OBBLIGAZIONI ZERO

Dettagli

PRESENTAZIONE PER I PATRONATI DEL CEPA. Acli, Inas-Cisl, Inca-Cgil, Ital-Uil. Torino, 8 luglio 2014

PRESENTAZIONE PER I PATRONATI DEL CEPA. Acli, Inas-Cisl, Inca-Cgil, Ital-Uil. Torino, 8 luglio 2014 PRESENTAZIONE PER I PATRONATI DEL CEPA Acli, Inas-Cisl, Inca-Cgil, Ital-Uil Torino, 8 luglio 2014 INDICE DEGLI ARGOMENTI 1. I numeri della previdenza complementare; la pensione pubblica INPS 2. Caratteristiche

Dettagli

Banca Valsabbina T.F. 3,50% 14/12/2012-2015 ISIN IT0004874324

Banca Valsabbina T.F. 3,50% 14/12/2012-2015 ISIN IT0004874324 BANCA VALSABBINA S.C.p.A. iscritta al registro delle Imprese di Brescia e CCIAA di Brescia REA n.9187 Capitale Sociale 107.390.481 i.v. Sede Legale: via Molino, 4-25078 Vestone (BS) Direzione Generale:

Dettagli

Base Target 04/2022 Scheda Sintetica - Informazioni specifiche 1 di 8

Base Target 04/2022 Scheda Sintetica - Informazioni specifiche 1 di 8 Scheda Sintetica - Informazioni specifiche 1 di 8 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

SCHEDA PRODOTTO PER PRESTITO OBBLIGAZIONARIO A TASSO VARIABILE

SCHEDA PRODOTTO PER PRESTITO OBBLIGAZIONARIO A TASSO VARIABILE SCHEDA PRODOTTO PER PRESTITO OBBLIGAZIONARIO A TASSO VARIABILE Quanto segue costituisce una sintesi delle principali caratteristiche del Prestito Obbligazionario. Per un illustrazione esaustiva si invita

Dettagli

Banca Valsabbina Step-Up 01/07/2011-2017 IT0004739766

Banca Valsabbina Step-Up 01/07/2011-2017 IT0004739766 BANCA VALSABBINA S.C.p.A. Sede Legale: Vestone (Bs) via Molino, 4 Direzione Generale: Brescia via XXV Aprile, 8 Tel. 030 3723.1 Fax 030 3723.430 - Iscritta al Registro Imprese e CCIAA di Brescia REA n.9187

Dettagli

II sessione d'esame per il conseguimento della certificazione FA European Financial Advisor VERSIONE A NON STRAPPARE

II sessione d'esame per il conseguimento della certificazione FA European Financial Advisor VERSIONE A NON STRAPPARE EFA02 II sessione d'esame per il conseguimento della certificazione FA European Financial Advisor VERSIONE A NON STRAPPARE L INVOLUCRO DI PLASTICA PRIMA CHE VENGA DATO IL SEGNALE DI INIZIO DELLA PROVA

Dettagli

Obbligazioni a Tasso Variabile Euribor 3 mesi + 1,00% 2011/2014

Obbligazioni a Tasso Variabile Euribor 3 mesi + 1,00% 2011/2014 CONDIZIONI DEFINITIVE relative all Offerta Obbligazioni a Tasso Variabile Euribor 3 mesi + 1,00% 2011/2014 Codice ISIN IT0004763998 ai sensi del programma di prestiti obbligazionari Obbligazioni a Tasso

Dettagli

SCHEDA PRODOTTO PER PRESTITO OBBLIGAZIONARIO A TASSO FISSO

SCHEDA PRODOTTO PER PRESTITO OBBLIGAZIONARIO A TASSO FISSO SCHEDA PRODOTTO PER PRESTITO OBBLIGAZIONARIO A TASSO FISSO Quanto segue costituisce una sintesi delle principali caratteristiche del Prestito Obbligazionario. Per un illustrazione esaustiva si invita l

Dettagli

Il futuro ha bisogno di più Anima.

Il futuro ha bisogno di più Anima. Il futuro ha bisogno di una nuova visione. Più attenta all essenza. Più responsabile e rigorosa. Più aperta e positiva. Per questo i migliori consulenti, le migliori banche e reti di promotori finanziari

Dettagli

BANCA ATESTINA DI CREDITO COOPERATIVO S.C.

BANCA ATESTINA DI CREDITO COOPERATIVO S.C. BANCA ATESTINA DI CREDITO COOPERATIVO S.C. Sede: Via G. B. Brunelli, 1 Iscritta all Albo delle Banche al n. 5338.9.0 / Iscritta all Albo delle Società Cooperative a Mutualità Prevalente al n. A160602 Capitale

Dettagli

Banca Valsabbina S.C.p.A. T.F. 4,75% 10/10/2008-2012 - IT0004416555

Banca Valsabbina S.C.p.A. T.F. 4,75% 10/10/2008-2012 - IT0004416555 REGOLAMENTO del prestito Obbligazionario Banca Valsabbina S.C.p.A. T.F. 4,75% 10/10/2008-2012 - IT0004416555 Articolo 1: Titoli Il prestito obbligazionario Banca Valsabbina S.C.p.A. T.F. 4,75% 10/10/2008-2012

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE relative all Offerta

CONDIZIONI DEFINITIVE relative all Offerta CONDIZIONI DEFINITIVE relative all Offerta OBBLIGAZIONI STEP UP CON FACOLTA DI RIMBORSO ANTICIPATO A FAVORE DELL EMITTENTE 2011-2016 Codice ISIN IT0004675390 ai sensi del programma di prestiti obbligazionari

Dettagli

PRESTITO OBBLIGAZIONARIO EMITTENTE

PRESTITO OBBLIGAZIONARIO EMITTENTE Credito Valtellinese Società Cooperativa Sede in Sondrio Piazza Quadrivio, 8 Codice fiscale e Registro Imprese di Sondrio n. 00043260140 Albo delle Banche n. 489 Capogruppo del Gruppo bancario Credito

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE. relative all emissione di BANCA POPOLARE DI PUGLIA E BASILICATA OBBLIGAZIONI ORDINARIE A TASSO FISSO

CONDIZIONI DEFINITIVE. relative all emissione di BANCA POPOLARE DI PUGLIA E BASILICATA OBBLIGAZIONI ORDINARIE A TASSO FISSO Società Cooperativa per Azioni Sede sociale: Matera (MT), Via Timmari 25 Direzione Generale: Altamura (BA), Via Ottavio Serena, 13 Capitale Sociale e Riserve al 31/12/2008: Euro 307.364.967 Registro delle

Dettagli

info Prodotto Eurizon Soluzione Cedola Più Ottobre 2020 A chi si rivolge

info Prodotto Eurizon Soluzione Cedola Più Ottobre 2020 A chi si rivolge Eurizon Soluzione Cedola Più Ottobre 2020 info Prodotto Eurizon Soluzione Cedola Più Ottobre 2020 è un Fondo comune di diritto italiano, gestito da Eurizon Capital SGR, che mira ad ottimizzare il rendimento

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE

CONDIZIONI DEFINITIVE CREDITO COOPERATIVO INTERPROVINCIALE VENETO SOCIETA COOPERATIVA Sede sociale in Via Matteotti 11, 35044 Montagnana (Padova) Iscritta all Albo delle Banche al n. 5411, all Albo delle Società Cooperative

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE RELATIVE ALL OFFERTA DI PRESTITI OBBLIGAZIONARI DENOMINATI OBBLIGAZIONI CASSA DI RISPARMIO DI CENTO STEP-UP/STEP-DOWN

CONDIZIONI DEFINITIVE RELATIVE ALL OFFERTA DI PRESTITI OBBLIGAZIONARI DENOMINATI OBBLIGAZIONI CASSA DI RISPARMIO DI CENTO STEP-UP/STEP-DOWN CONDIZIONI DEFINITIVE RELATIVE ALL OFFERTA DI PRESTITI OBBLIGAZIONARI DENOMINATI OBBLIGAZIONI CASSA DI RISPARMIO DI CENTO STEP-UP/STEP-DOWN CR Cento 12.08.2011 / 12.08.2014 Step-Up ISIN IT0004753437 EMESSE

Dettagli

Un benchmark è rappresentativo di un portafoglio efficiente quando:

Un benchmark è rappresentativo di un portafoglio efficiente quando: pag. 1 1 Un benchmark è rappresentativo di un portafoglio efficiente quando: il suo rendimento può essere riprodotto minimizzando il tracking error minimizza i costi di transazione la sua performance è

Dettagli

può essere detratto fiscalmente nella misura del 19% sino a un massimo di 1.291,14 euro

può essere detratto fiscalmente nella misura del 19% sino a un massimo di 1.291,14 euro pag. 1 1 I compensi per fideiussioni o per altre garanzie prestate sono: esenti da tassazione redditi diversi redditi di capitale esclusi dai redditi di natura finanziaria Risposta corretta: redditi di

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO ANALITICO

FOGLIO INFORMATIVO ANALITICO Gennaio 2003 FOGLIO INFORMATIVO ANALITICO MEDIOBANCA 2003-2005 INDICIZZATO ALL ANDAMENTO DELL INDICE MIB30 (Cod. ISIN IT0003417075) L investimento nel titolo oggetto della presente offerta è caratterizzato

Dettagli