Ardea (ri)parte col porta a porta

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Ardea (ri)parte col porta a porta"

Transcript

1 n dal 26 settembre al 9 ottobre tel GRATUITO di ARDEA-POMEZIA Ardea (ri)parte col porta a porta L università chiude, ma i corsi sono salvi Accordo tra Comune di Pomezia e La Sapienza per tutelare gli studenti iscritti Il Comune risparmia Dopo il ritorno ai cassonetti, si tenta nuovamente di differenziare i rifiuti a pag. 11 Dal porta a porta spento al porta a porta spinto: sarà esteso a partire da metà ottobre il servizio di raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta in parte sospeso a inizio dello scorso mese di giugno su tutto il territorio di Ardea. Spariranno nuovamente i cassonetti dalle strade. L accordo con la società concessionaria prevede anche la raccolta domenicale dei rifiuti e la pulizia nelle scuole. Saranno intensificati i controlli, con sanzioni per coloro che non conferiscono in modo corretto i rifiuti. I cittadini di Ardea saranno disposti a questo ennesimo dietrofront? a pag. 6 POMEZIA: STRADE SICURE... GRAZIE ALLE MULTE ARDEA San Pietro ha un nuovo parroco: Don Aldo Don Aldo Anfuso Ha preso il posto di Don Adriano, guida della parrocchia dal 2007 a pag. 31 POMEZIA Sigma Tau, garanzie sulla cessione d azienda Il colosso cede parte dell azienda, i sindacati chiedono tutele a pag. 34 POMEZIA Finalmente salva la storica quercia Pomona POSTE ITALIANE S.p.A. - Spedizione in abbonamento postale 70% - tassa pagata - DCB Latina Bene il contenzioso per mense e rifiuti a pag. 21 Incassato oltre 1,1 milioni di euro dalle multe fatte dai vigili. Metà di questa cifra verrà usata per sistemare le strade e fare corsi sulla sicurezza stradale a pag. 36 Difficoltà per far partire il servizio: non si trovava la società a cui affidare il servizio Ok all assistenza sullo scuolabus La coop. Mano Amica rinuncia al servizio assistenza: Aspettiamo ancora 560 mila euro dal Comune a pag. 22 Trasporto pubblico nel caos Cotral: ritardi, soppressioni e disservizi Evasione pari quasi a zero a Pomezia ed Ardea: tutti pagano il biglietto Mensa cara a Pomezia, è scontro Famiglie contrarie alla revisione delle tariffe per la refezione scolastica: Soglie di esenzione troppo basse a pag. 31 a pag. 8 a pag. 34 POMEZIA IL COMUNE SBARCA SUI SOCIAL NETWORK a pag. 24 NUOVA FLORIDA CENTRO ANZIANI, I SOCI FANNO LE PULIZIE a pag. 34

2 2 INCHIESTA n dal 26 settembre al 9 ottobre 2013 Hanno preso miliardi di euro dall Europa, ma danno sempre meno credito alle aziende (anche sane). E l usura cresce Le banche non prestano, Lazio in ginocchio Le province di Roma e Latina in fondo alla classifica nazionale della sicurezza socio-economica. Sofferenze bacarie salite del 134 e 174% Francesco Buda Non solo i più tassati d'italia e d'europa. Ora è conclamata anche nella nostra regione la malattia che aveva colpito le altre aree del Paese prima di noi: l'indebitamento patologico. Con il conseguente aumento del rischio di finire nel giro degli strozzini, specialmente nelle province di Roma e Latina, che con Frosinone risultano tra quelle più deboli dell'intera nazione in termini socioeconomici: girano meno soldi legali, vi sono più sofferenze bancarie e protesti, più insolvenze e fallimenti, meno prestiti e quindi maggiore esposizione all'usura. È la ra- MAURIZIO FIASCO Autore della ricerca sull indebitamento patologico e l usura Tra le cause del crollo nella nostra regione c è l incredibile sperpero di denaro nell azzardo diografia fornita dalla nuova edizione del meticoloso studio Indebitamento patologico e credito illegale nella crisi attuale, realizzato dal sociologo Maurizio Fiasco, consulente della Consulta nazionale antiusura. ROMA E LATINA DIVENTANO SUD La ricerca elabora i dati del periodo , messi a confronto con il triennio e riguarda le imprese. Combina diversi fattori relativi all'economia, la finanza, il crimine e gli aspetti sociali. Dai fallimenti, protesti, insolvenze e sofferenze bancarie all accesso al credito, dai consumi e redditi a tasse, rapine, estorsioni e reati di usura... Tutti aspetti sui quali la provincia capitolina, quella pontina insieme alla Ciociaria mostrano gravi peggioramenti, ponendosi in fondo alla graduatoria italiana, dove figurano solo province meridionali. Sono socio-economicamente meno sicure e floride, scendono ulteriormente nella classifica della sicurezza dal rischio di usura e credito fuorilegge, rispetto alla precedente edizione del Nella graduatoria complessiva delle 103 province, Roma diventa più vulnerabile perdendo 12 posti (dal 47 al 59 ), Latina si aggrava spaventosamente e precipita di in fondo alla classifica dall 80 al 92 posto. Dopo Palermo, Foggia, Cosenza... BOOM DI SOFFERENZE BANCARIE E FALLIMENTI Latina, Roma e Rieti, poi, sono nella lista nera delle 20 province con l'incremento maggiore delle sofferenze bancarie (i prestiti che difficilmente verranno restituiti). A Latina, dal 2009 al 2012, questo indicatore è salito del 174,4% (è la terza più sofferente in Italia); Roma è 15esima, con 134% di sofferenze in più negli ultimi 4 anni. L'aumento medio nazionale è dell'88,8% e quello regionale è del 118%... «Nel Lazio, la provincia pontina spiega il Prof Fiasco appare quella più penalizzata dalla Grande Crisi. Sulla provincia romana vi è un indicatore particolarmente preoccupante: l'anomala percentuale delle chiusure di imprese con richiesta di fallimento che supera il 66% degli eventi di cessazione di imprese». CRESCE L USURA Latina, Viterbo e Frosinone vanno malissimo in fatto di usura constatata, ponendosi tra le 10 peggiori d'italia. Colpa anche delle banche che hanno intascato complessivamente circa mille miliardi di euro (260 quelle italiane) concessi dalla Banca centrale europea a tasso di favore dell'1%, tra dicembre 2011 e febbraio Il malloppo doveva servire a sostenere l'economia, le imprese e le famiglie. Di fatto ottenere un prestito è diventato più oneroso e troppo spesso impossibile anche per aziende sane, attive e con ordinativi in corso. E il Lazio, con l'italia centrale, mostra un dato da brivido: quasi il meno 10% dei finanziamenti accordati nel periodo rispetto al , quando invece i prestiti erano cresciuti in media del +37,5% nell'italia centrale (del +26,9% al livello nazionale). Una chiusura dei rubinetti ancora più beffarda nella provincia capitolina, dove tra il 2005 e il 2008 i prestiti concessi erano saliti del +47,8%. SPIRALE VIZIOSA «Sono diminuiti i prestiti alle imprese e hanno subìto un rallentamento quelli alle famiglie sottolinea l'esperto - e si sono aumentati i tassi di interesse e i costi accessori e l'onerosità delle garanzie per avere il credito. Di qui una spirale viziosa. Se da un lato c'è una responsabilità di quelle aziende che non sanno affrontare la crisi in modo efficace, è evidente l'ottusità delle banche, con una infinità di scorrettezze, più o meno gravi. Se mandi per aria un cliente per il tuo panico sui tuoi conti e non distingui tra chi può restare sul mercato e chi deve chiudere, vai a colpire la possibilità di creare reddito da parte di molte imrpese e ti privi di un cliente che nel tempo ti potrà rendere molto di più di quello che gli togli oggi», afferma il ricercatore. Reddito pro capite speso in azzardo nel Lazio 2 anomalie: enorme pressione fiscale e sperpero nellʼazzardo. Anche questo emerge dalla ricerca del Prof Fiasco, che spiega: «Una quota impressionante di consumi nel Lazio è dirottata sull'azzardo generando una domanda non prevista di finanziamento usurario dei consumatori. Una cosa «del tutto anomala». La provincia di Latina, in particolare, e quella di Frosinone sono nel Lazio COLPITE ANCHE LE GRANDI Ormai il fenomeno (crisi e pochi prestiti) riguarda anche le imprese strutturate, medie e grandi, soprattutto in provincia di Latina, comprese quelle di importanti poli industriali come il chimico farmaceutico della zona a sud di Roma, tra Pomezia, Aprilia e Latina. «Il quadro è drammatico nell'industria delle costruzioni sottolinea Fiasco specialmente nell'edilizia residenziale. Nei primi sei mesi del 2012 il mercato delle abitazioni ha subìto una drastica caduta anche se i prezzi sono rimasti pressoché invariati. Altri settori costitutivi della struttura economica del Lazio, trasporti commercio e terziario dei servizi avanzati, hanno segnato valori recessivi. Persino l'industria turistica ha conosciuto una lieve flessione». quelle che dissipano maggiori risorse in questa trappola. Ecco i dati al livello provinciale di quanto reddito pro capite finisce in slot e altri giochi. 7,30% in provincia di Latina 6,24% in provincia di Frosinone 4,56% in provincia di Rieti 4,15% in provincia di Roma 3,60% in provincia di Viterbo

3 INCHIESTA n dal 26 settembre al 9 ottobre Anche nel Lazio il Manifesto dei Sindaci per fermare questo cancro sociale ed economico: chiedono più poteri e regole efficaci I sindaci lanciano la sfida alle slot machine Un epidemia. Incassano sempre di più, danno sempre meno allo Stato 1,8 MILIARDI DI EURO IN ITALIA LA SPESA SOCIO-SANITARIA PER AIUTARE I MALATI DI AZZARDO NEL 2012 (FONTE ITALIAN HEALTH POLICY BRIEF) Malattia sociale, costi enormi La misura è colma, il cosiddetto gioco d'azzardo è un'epidemia. Siamo la seconda regione in Italia, dopo la Campania, per spesa pro capite in scommesse e altri azzardi: oltre euro a testa bruciati nel Fa male alle persone, alle famiglie, e impoverisce l'economia assorbendo enormi flussi di denaro senza dare nulla indietro ed esponendo all usura. Tecnicamente, è quello che si chiama un moltiplicatore negativo. Dicevano che l azzardo legale andava favorito per portare soldi al Fisco e ridurre l illegalità. Falso: solo 19 anni fa lo Stato ci guadagnava circa il 30%. Negli ultimi anni, invece, ha iniziato a prenderci sempre meno, fino al misero 9% del Anno in cui l azzardo ha ridotto il reddito delle famiglie italiane di almeno 17 miliardi, come documenta un recente dossier del Prof Maurizio Fiasco della Consulta nazionale antiusura. Dal 1994 ad oggi è cresciuta di 7 volte la spesa in consumo di azzardo, ma si sono dimezzate le vincite vere, quelle cioè sopra i 500 euro. Una crescita al contrario che ricorda le cellule cancerogene: crescono rapidamente, con metastasi che arrivano prima o poi dappertutto. Infatti, ormai ad occuparsi di questa epidemia sono i SerT, i servizi tossicodipendenze. Ma nelle istituzioni qualche anticorpo resiste: sta riscuotendo continue adesioni il Manifesto dei Sindaci per la legalità contro il gioco d'azzardo e la parallela iniziativa per una legge che dia ai Sindaci ed ai Comuni concreti poteri in materia. È infatti soprattutto sui Comuni che ricade il peso sociale, sanitario ed economico dei disastri provocati dalle macchinette mangiasoldi. E i Sindaci, massima autorità in materia sanitaria nel proprio Comune, si stanno accorgendo che l'azzardo patologico minaccia le loro città. Dopo 9 mesi dal lancio dell'iniziativa, lo scorso 14 gennaio, nel Lazio sono solo 4 finora le amministrazioni comunali che hanno sottoscritto il Manifesto: tre in provincia di Latina - Formia, Lenola e Sermoneta e Ladispoli casi di azzardo patologico solo nel 2012 presso Asl e ospedali 3 milioni gli italiani che rischiano di ammalarsi di azzardo patologico 54% della spesa complessiva in scommesse è su slot e altri apparecchi simili euro a testa bruciati in media da ogni maggiorenne italiano Fonte Italian Health Policy Brief - Corte dei Conti in provincia di Roma. Insieme ad altri 290 Comuni italiani «si impegnano ad utilizzare tutti gli strumenti disponibili per esercitare tutte le attività possibili di contrasto al gioco d'azzardo». Una pacifica rivolta, rappresentativa ad occhio e croce di almeno 7-8 milioni di italiani. Vogliono decidere anch'essi come amministratori locali sull'apertura delle sale slot, su orari e distanze minime dai luoghi sensibili (ad es. scuole, chiese ed altri centri di aggregazione, specialmente giovanile). Vogliono inoltre un coordinamento con le forze dell'ordine, Asl e altre istituzioni sanitarie per prevenire e curare le patologie dell'azzardo. Chiedono poi serie verifiche fiscali sulle macchinette e un monitoraggio contro infiltrazioni malavitose e che EURO A TESTA SPESI IN AZZARDO DAI MAGGIORENNI NEL LAZIO DURANTE IL 2011 (FONTE ELAB. DPA SU DATI AAMF) sia data ai Comuni una parte dei soldi raccolti dall'azzardo per la cura dei dipendenti dall azzardo e la prevenzione dell azzardo patologico. I Comuni con moltissime associazioni propongono anche una moratoria, cioè di congelare l immissione di nuovi giochi e di impedire la pubblicità dell azzardo. Divieto, quest'utlimo, ora in vigore nel Lazio da agosto. Il Manifesto è sostenuto anche dall'anci, l'importante associazione dei Comuni d'italia, insieme all'altra campagna nazionale Mettiamoci in gioco, per porre un freno allo spaccio di azzardo di Stato che, con la scusa di regolamentare, ha trasformato il Bel Paese in un enorme casinò fuori controllo. Il 9 ottobre verrà presentato il disegno di legge di iniziativa popolare con queste richieste. Molti Sindaci in prima persona promuoveranno la raccolta delle 50mila firme necessarie per portare la proposta in Parlamento. Sulla stessa lunghezza d'onda anche la Regione Lazio, terza in Italia ad aver emanato una propria legge su questa scottante materia, dopo Emilia Romagna e Liguria. Purtroppo, alcuni degli importanti buoni propositi non possono attuarsi, in attesa della concreta applicazione della normativa introdotta col famoso decreto Balduzzi convertito nella legge 189 del primo novembre In partciolare, la distanza minima delle sale slot dai luoghi sensibili non è ancora stata individuata. Dovevano farlo entro 120 giorni dal primo gennaio scorso. Dare regole certe ed efficaci per la legalità e la riduzione del danno in fatto di azzardo, resta un terno al lotto. Cosa aspettano, però, tutti gli altri Sindaci del Lazio ad aderire al Manifesto dei Sindaci per la legalità contro il gioco d'azzardo? Francesco Buda Possono incassare multe sulle infrazioni nell azzardo e premiare i locali senza slot La legge regionale può aiutare i Comuni Contiene Disposizioni per la prevenzione e il trattamento del gioco d'azzardo patologico (GAP). È la prima legge approvata all'unanimità il 24 luglio dal nuovo parlamentino regionale rinnovato lo scorso febbraio. Un segnale politico-amministrativo di rilievo. In estrema sintesi contiene indicazioni, obblighi e divieti per arginare il problema, anche attraverso l'informazione, premi fiscali ai locali Slot Free cioè senza apparecchi mangiasoldi, ma pure con pesanti sanzioni irrogate e incassate dai Comuni. E questo ultimo punto è notevole, poiché la normativa nazionale prevede che ad irrogare le stesse sanzioni sia l'agenzia delle dogane e dei Monopoli e che i soldi siano incassati dallo Stato. In particolare, la nuova legge laziale prevede tra l altro: 1) Possibilità per i Comuni di fare sconti sulle tasse comunali (ad es. su Imu e rifiuti) ai gestori di locali che rimuovono o non mettono le macchinette spolpa-gente; 2) Divieto di fare pubblicità all'apertura o all'esercizio di sale dell'azzardo. Sanzioni da 5mila a euro, irrogate dal Comune al gestore del locale. Obbligo di destinare la metà delle multe incassate per la prevenzione e il trattamento della dipendenza dall azzardo. 3) Obbligo di mettere materiale informativo sull'azzardo patologico e sui rischi di dipendenza dalle macchinette nei locali con slot, veideopoker ecc. e l'obbligo di monitorare l'efficacia del divieto di utilizzo ai minori delle macchinette mangiasoldi. 4) Distanza minima delle sale slot da scuole, ospedali, luoghi di aggregazione per giovani e anziani e altri luoghi sensibili. Regola che rimane per ora astratta, visto che i Ministri dell'economia e delle finanze e della salute non hanno ancora stabilito questa distanza minima;

4 4 INCENTIVI n dal 26 settembre al 9 ottobre 2013 Norme più semplici per accedere ai "bonus" ristrutturazione, energetico, mobili e elettrodomestici. Occasione irripetibile Bonus 50% e 65%, il miglior investimento Per non perderli bisogna fare il pagamento entro il 31 dicembre 2013 Renato Mastrella Nonostante fossero vantaggiosissimi inizialmente, sono stati accolti quasi con freddezza: molti cittadini e associazioni criticavano le difficoltà burocratiche e i mille cavilli della legge che rendevano difficile e non così conveniente usufruirne, ma sulla spinta delle associazioni di categoria e dei consumatori, pian piano l'agenzia delle Entrate ha chiarito numerosi dubbi: ora accedere ai benefici è davvero facile, ma bisogna affrettarsi, perché è certo che scadranno il 31 dicembre di quest'anno e difficilmente saranno prorogati. BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI LA LEGGE IN BREVE Lo Stato restituisce il 50% del valore del bene acquistato (massimo euro di acquisto e quindi euro di bonus restituito) in forma di detrazione Irpef, cioè per 10 anni il cittadino potrà pagare meno tasse per un importo totale pari al valore del "rimborso" ottenuto. Per i lavoratori dipendenti con busta paga la somma verrà accreditata direttamente sulla busta di luglio, una specie di mini-quattordicesima. CHI NE BENEFICIA Tutti coloro che acquistano un mobile o elettrodomestico, pagandolo entro il 31 dicembre 2013, se l'acquisto è inserito nell'ambito di una ristrutturazione. LA RISTRUTTURAZIONE NON È UN PROBLEMA Molti hanno rinunciato subito all'idea, pensando di dover fare chissà quali lavori di ristrutturazione per poter poi associare l'acquisto di un mobile o elettrodomestico su cui avere il bonus. Ma in realtà basta sostituire ad esempio il tubo del gas o la serratura della porta di casa, o installare un antifurto, una cassaforte a muro, una porta blindata, un corrimano, un vetro antinfortunio o anche solo modificare uno o più gradini. Chiedendo il bonus su questo tipo di lavori si può poi associare la richiesta di bonus mobili/elettrodomestici. Nessun problema se la ristrutturazione è stata fatta in una stanza o locale differente da quella dove viene messo il mobile o l'elettrodomestico nuovo. OCCHIO ALLE DATE Sono validi i lavori effettuati a partire dal 6 giugno fino al 31 dicembre Fa fede la data del pagamento. Il pagamento del mobile o elettrodomestico deve essere successivo (anche di 1 solo giorno) a quello della ristrutturazione a cui è abbinato. POCHISSIME CARTE: ECCO COME FARE Naturalmente, se si sta effettuando una grossa ristrutturazione, il geometra o l'architetto vi curerà tutta la pratica e potrete appoggiarvi a loro per richiedere il bonus. Ma se volete solo approfittare del bonus mobili/elettrodomestici, potete fare tutto da soli. Fate uno di quei piccoli lavori di ristrutturazione di cui abbiamo prima accennato, ad esempio cambiamo la serratura di casa. Per chieder il bonus per la ristrutturazione ci occorre solo la fattura e la ricevuta del pagamento. Poi acquistiamo il nostro mobile o elettrodomestico e facciamo la stessa cosa: chiediamo il bonus solo con fattura e ricevuta del pagamento. COME PAGARE Il pagamento va fatto col "bonifico parlante". Il modo più semplice è andare in banca o alla posta con la fattura, lì sono istruiti sul tipo di bonifico da fare. In pratica è importante che sulla causale ci sia il riferimento preciso ai lavori e alla fattura, la partita Iva del fornitore, il codice fiscale di chi acquista. Solo per l'acquisto di mobili o elettromestici ora l'agenzia delle Entrate ha chiarito è possibile pagare anche con carta di credito o bancomat. Non valgono i pagamenti con assegno o contanti. A CHI PORTARE LE CARTE Quando l'anno prossimo fate la dichiarazione dei redditi, portate al vostro commercialista o Caf la fattura e la ricevuta del bonifico, nulla di più. QUALI MOBILI O ELETTRODO- MESTICI SONO AMMESSI L'agenzia delle entrate ha specificato un elenco che riportiamo alla lettera: Mobili: "letti, armadi,cassettiere, librerie, scrivanie, tavoli, sedie, comodini, divani, poltrone, credenze,nonché i materassi e gli apparecchi di illuminazione che costituiscono un necessario completamento dell arredo"; non sono ammessi "gli acquisti di porte, di pavimentazioni (ad esempio, il parquet), di tende e tendaggi, nonché di altri complementi di arredo". Elettrodomestici (di classe energetica non inferiore alla A+, nonché A per i forni): "frigoriferi, congelatori, lavatrici, asciugatrici, lavastoviglie, apparecchi di cottura, stufe elettriche, piastre riscaldanti elettriche, forni a microonde, apparecchi elettrici di riscaldamento, radiatori elettrici, ventilatori elettrici, apparecchi per il condizionamento". Non sono ammessi piccoli elettrodomestici (frullatori, robottini, ferri da stiro,...) BONUS RISTRUTTURAZIONI COME FUNZIONA In pratica come il bonus mobili ed elettrodomestici. Laddove le leggi relative al settore edilizio prevedono documentazione specifica, questa dovrà essere conservata unitamente a fattura e ricevuta di pagamento. Per le ristrutturazioni viene anche applicata l'iva agevolata al 10%. QUALI TIPI DI RISTRUTTURA- ZIONI SONO AMMESSI Sono tantissimi e di diversi tipi. Per non sbagliare vi consigliamo di andare sul sito dell Agenzia delle Entrate, dove c è un elenco dettagliato dei tipi di interventi ammessi alla detrazione Irpef, ben 78 categorie: dalle tegole alle finestre, dalle caldaie alle piscine, dall impianto elettrico a quello idraulico, dall ascensore alla stradina privata asfaltata. BONUS ENERGETICI COME FUNZIONA Valgono le stesse regole del bonus per i lavori di ristrutturazione, solo che la detrazione Irpef riconosciuta sale fino al 65%. La documentazione da produrre è differente rispetto ad altri bonus: occorrono specifiche certificazioni QUALI LAVORI RIENTRANO IN QUESTA CATEGORIA Riportiamo quanto specificato dall Agenzia delle Entrate con la circolare del 18 settembre scorso: Per questa tipologia di interventi non è specificato quali opere o quali impianti occorre realizzare per raggiungere le prestazioni energetiche richieste. L intervento, infatti, è definito in funzione del risultato che lo stesso deve conseguire in termini di riduzione del fabbisogno annuo di energia primaria per la climatizzazione invernale dell intero fabbricato. Pertanto, qualsiasi intervento, o insieme sistematico di interventi, che incida sulla prestazione energetica dell edificio, realizzando la maggior efficienza energetica richiesta dalla normativa di riferimento, è ammesso al beneficio fiscale. Anche qui vale il consiglio di telefonare all Agenzia delle Entrate per avere conferma. INFO SICURE Se si ha un dubbio, si può chiamare direttamente l'agenzia delle Entrate al numero o consultare il sito agenziaentrate.gov.it. Consigliamo di chiamare anche solo per una conferma: in pratica si parlerà con lo stesso ufficio che poi controllerà la nostra documentazione. Impossibile così avere in seguito spiacevoli sorprese BENESSERE Dopo il successo dei precedenti, l associazione Forza Vitale organizza un altro seminario di Francesco Oliviero PIÙ SALUTE CON L AUTO-GUARIGIONE POSTI LIMITATI Weekend del 5 e 6 ottobre INFORMAZIONE PUBBLICITARIA DOTT. FRANCESCO OLIVIERO Medico, psichiatra, pneumologo e scrittore. Si occupa da 20 anni di medicina bioenergetica e di fisica quantistica applicata alla medicina. più grande che sosteniamo attualmente è aiutare le persone a comprende- L impegno re che Madre Natura è perfetta, ci ha regalato un Corpo Auto-Guarente, ma troppo spesso lo ignoriamo e pensiamo che un medico o una medicina risolva da fuori tutto quanto regalandoci la guarigione. Spesso questi interventi creano difficoltà al sistema Auto-Guarente favorendo il processo di quello che noi chiamiamo Malattia e che un medico straordinario come FRANCESCO OLIVIERO chiama Benattia. Immaginiamo per un attimo di essere viaggiatori dell Uni-Verso e per viaggiare ci viene regalata una macchina straordinaria (il Corpo), ma non la conosciamo profondamente e quindi non siamo in grado di mantenerla perfettamente efficiente, Aiutare le persone a comprendere che Madre Natura è perfetta, ma troppo spesso la ignoriamo non abbiamo le istruzioni e quindi viaggiamo incuranti di danneggiare il motore: non usiamo il giusto carburante, viaggiamo senza olio, o a velocità sconsiderata, la lasciamo ferma per lunghi periodi o acceleriamo con violenza ecc Risultato: la macchina comincia a non rispondere come prima, ma noi continuiamo il viaggio tranquillamente, a quel punto comincia a funzionare malamente a perdere colpi fino a fermarsi del tutto. Èora che cominciamo a conoscere profondamente il nostro corpo, dobbiamo attivarci per aiutarlo a risolvere i piccoli problemi che possono insorgere, fare analisi e prendere medicine spesso peggiorano la situazione. Madre Natura ci offre il cibo (addirittura la possibilità di curarci con l Alimentazione), l acqua (di cui siamo composti per 80%), un mondo Meraviglioso in cui vivere e TUTTO quello di cui abbiamo bisogno. Il Dott.Francesco Oliviero un medico straordinario di Nuova Generazione, vive con una missione aiutare l Umanità a scoprire i segreti della Vita fornendo informazioni basilari. Medico, psichiatra, pneumologo, esperto in Medicina Centrata sulla Persona, conferenziere, scrittore. Si Lo scopo del seminario è quello di realizzare una nuova prospettiva del significato della Vita e della salute partendo dalle basi della Fisica Quantistica, che puoʼ essere applicata nella vita quotidiana alla luce di una nuova Consapevolezza e di una nuova visione del mondo che ci circonda. Attivare lʼautoguarigione significa conoscere i segreti della guarigione quantistica, affinchè la Vita possa svelare finalmente i suoi segreti più profondi e dischiudere ad ogni persona nuovi orizzonti mai raggiunti. NECESSARIA LA PRENOTA- ZIONE nellʼevento è incluso il pranzo vegetariano Associazione Forza Vitale Via Ragusa 5/B Ardea Nuova Florida (RM) Tel. 06/ occupa da 20 anni di medicina bioenergetica e di fisica quantistica applicata alla medicina. Autore dei libri: Benattia, Messaggio di una vita, Manuale del Benessere (Nuova Ipsa editore), Acqua e Coscienza (Melchisedek editore)

5 SALUTE L acqua del rubinetto ora presenta un contenuto di arsenico sotto la soglia legale. Bene, ma l unico valore sicuro è zero n dal 26 settembre al 9 ottobre Il Caffè analizza l acqua: buone notizie! Ci hanno messo solo 15 anni per mettere la situazione in regola Francesco Buda I valori dell arsenico possono variare velocemente, ma Asl e gestori hanno analisi vecchie di mesi QUANTO ARSENICO C È NELL ACQUA? Località Indirizzo arsenico μg/l Pomezia Fontanella piazza Indipendenza 1,0 Torvaianica Fontanella piazza Italia 5.5 Anzio Fontanella via Veneto 3.7 Anzio Fontanella via Lavinia 3.3 Nettuno Fontanella via della Liberazione 3.0 Nettuno via Matteotti 5.1 Nettuno Fontanella Sandalo di Levante 3.4 Albano Fontanella piazza Duomo <1 Albano Fontanella via delle Molette <1 Albano Pavona Fontanella Villa Contarini 4.6 Albano Pavona Fontanella piazza Berlinguer 3.2 Albano Cecchina Fontanella Stazione FS 7.2 Albano Cecchina Fontanella via Lazio 5.1 Ariccia Fontanella via Mezzo Moletta 7.0 Ariccia Fontanella via Innocenzo XII <1 Ariccia Fontana piazza di Corte 6.7 Ariccia Fontanella via Crocifisso-via Trilussa 4.7 Castel Gandolfo Fontanella Castelluccia via Nettunense vecchia 1 Genzano Utenza privata via Montecagnolo 3.2 LIMITE DI LEGGE: 10 μg/l Acque ad uso potabile distribuite da Acea Ato2 e Acqualatina nei Comuni sottoriportati. Località Indirizzo arsenico μg/l Lanuvio Fontanella piazza Fontana 6.2 Lanuvio Fontanella via P. Giovanni XXIII e strada Appia vecchia 2.8 Marino Fontanella via delle Molette 4,0 Velletri Fontanella Via Capitan Celli 7.7 Velletri Fontana Via Troncavia 8.8 Velletri Fontanella Via del Paradiso 5.0 Latina Fontanella piazza del Popolo 6.3 Latina Fontanella Foceverde Capoportiere 1.5 Latina Fontanella Borgo Bainzizza 6.7 Latina Fontanella Borgo S. Michele 3.8 Aprilia Fontanella piazza Roma 3.5 Aprilia Fontanella via Europa 3.1 Aprilia C. di Carne Fontanella via Callas 6.3 Aprilia C.leone Fontanella Stazione FS0 1.8 Cisterna Fontanella piazza XIX Marzo 3.6 Cisterna Fontanella via S.Valentino 3.8 Analisi a cura del dott. Aldo Garofolo, nei comuni storicamente a maggior rischio arsenico. Prelievi effettuati tra il 31 agosto e il 5 settembre Hanno collaborato: Coordinamento contro lʼinceneritore di Albano, Associazione contro le nocività di Marino, Associazione salute e ambiente di Cancelleria di Albano. Zero MICROGRAMMI PER LITRO L UNICO VALORE DI ARSENICO CHE NON FA AUMENTARE IL RISCHIO DEI TUMORI (FONTE ORGANIZZAZIONE MONDIALE DELLA SANITÀ) Dopo soli 15 anni dalla entrata in vigore della prima direttiva europea che impose questo valore massimo ai nostri acquedotti, nel Natale 1998; trascorsi appena dieci dall'avvio della gestione Acqualatina e a 8 anni dallo sbarco di Acea Ato2 ai Castelli Romani, possiamo finalmente dire: zero casi fuorilegge! Il Caffè, a spese proprie, presenta i nuovi dati. Buone notizie un po' ovunque: su 38 prelievi nessuno è risultato fuorilegge, ossia al di sopra dei 10 microgrammi di arsenico per litro (µg/l). Fermo restando che la regola che vale più di tutte è quella dell'organizzazione mondiale della sanità: non esiste un limite al di sotto del quale l'arsenico è sicuro. Notiamo poi che i dati quando ci sono sono sempre un po' stagionati. Sul sito di Acqualatina sono segnalati i valori di arsenico dei Comuni arsenizzati in passato, ma sono fermi a maggio. Per quanto riguada i Castelli Romani e il litorale, Acea Ato2 non dice niente, mentre il sito Asl RmH riporta analisi di maggio, con 5 Comuni che presentavano valori al limite: Nettuno (Piazza del Mercato e Via Pisc. Tre Cancelli a 10 µg/l; Piazza Colonna, Via Diaz e Via Tre Cancelli Centro a 9 e altre 5 fontanelle a 8. Insomma, una situazione ancora al limite. Molto simile ad Anzio: Piazza Masini risultava a 10 µg/l, mentre ben 4 fontanelle erano a 9 microgrammi, e altre 4 a 8. Velletri, sempre a maggio, risultava con 13 µg/l di arsenico in via Troncavia, e 10 sulle vie Capitancelli, del Paradiso e Mancinelli. Al limite pure Lanuvio: 2 fontanelle a 9, 2 a 8 e una a 7. Ad Ariccia le fontanelle su Via Strada Nuova - angolo Via della Costa e su Via A. Chigi erano a 10 e ad 8 in piazza Dante Alighieri. Chissà qual era la situazione in piena estate, quando è più probabile che le concentrazioni di arsenico aumentino. Non lo sapremo mai.

6 6 RIFIUTI n dal 26 settembre al 9 ottobre 2013 Dopo lo stop di giugno, il servizio riparte dal 15 ottobre e sarà esteso a tutto il territorio insieme alla raccolta domenicale dei rifiuti (Ri)parte il porta a porta ad Ardea La differenziata arriverà anche lontano dal centro, a Colle Romito e nella periferia Giovanni Salsano Dal porta a porta spento al porta a porta spinto: sarà esteso a partire da metà del prossimo mese il servizio di raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta in parte sospeso a inizio dello scorso mese di giugno su tutto il territorio di Ardea, come comunicato a nome dell amministrazione dal sindaco Luca Di Fiori, dal vice sindaco e assessore all ambiente Alessandra Cantore, dal presidente della commissione consiliare ambiente Franco Marcucci e dal dirigente dell area tecnica Luca Scarpolini. «Dal 15 ottobre dice il sindaco Di Fiori ripartirà il porta a porta su tutto il territorio. Intendiamo estendere il servizio a tutta la città, riprendendolo laddove era stato sospeso e allargandolo anche al litorale e altre zone finora non raggiunte come le case sparse o Colle Romito. L accordo con la società concessionaria, inoltre, prevede una serie di ulteriori attività, in parte già avviate, come la raccolta domenicale dei rifiuti e la pulizia nelle scuole. Abbiamo sottoscritto con l azienda un atto di sottomissione in cui di fatto azzeriamo il potenziale debito che ci veniva richiesto». Debito che si aggirava intorno ai 2 milioni di euro, rivendicati da L Igiene urbana per servizi effettuati, pur non essendo stati inseriti nel capitolato d appalto, come appunto, il porta a porta a Tor San Lorenzo e Nuova California. In attesa che sia finalmente pronta l isola ecologica di via Pavia, l obiettivo del Comune rutulo è anche quello di sensibilizzare i cittadini ad un maggiore rispetto per l ambiente, attraverso il corretto conferimento dei rifiuti e l eliminazione dei comportamenti inquinanti: «Il Comune aggiunge il sindaco di Ardea metterà in piedi un ulteriore sforzo per reprimere comportamenti e reati dannosi per il territorio, Abbiamo sottoscritto un atto con L Igiene Urbana e azzerato il debito che si aggirava intorno ai 2 milioni di euro LUCA DI FIORI Sindaco di Ardea sia attraverso l attività delle forze dell ordine e delle nostre guardie ambientali, sia con la collaborazione dei cittadini stessi. In cantiere abbiamo un progetto di videosorveglianza delle zone sensibili, dove spesso sono sorte discariche abusive». Intanto, sono partiti anche degli incontri informativi tra l amministrazione e le realtà rappresentative dei cittadini in vista della ripartenza del porta a porta. «Entro fine settembre ha spiegato il consigliere Franco Marcucci sarà avviata la consegna secchiello per il conferimento dell umido e la brochure esplicativa con tutte le informazioni. Abbiamo già iniziato con i centri anziani e i rappresentanti dei Consorzi e gli incontri continueranno nelle scuole, presso i comitati di IL SERVIZIO SOSPESO TRA STUPORE E POLEMICHE Il servizio di raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta nelle zone di Tor San Lorenzo e Nuova California era stato sospeso il 10 giugno scorso, non essendo le due zone inserite nel capitolato di appalto del contratto tra il Comune rutulo e la concessionaria LʼIgiene urbana. La sospensione aveva avuto come conseguenza il ritorno ai cassonetti stradali, per molti un netto passo indietro, ufficialmente per poter migliorare nel medio termine la qualità del servizio in tali aree e incentivare la raccolta differenziata. Ora il servizio riprenderà su tutto il territorio comunale, comprese le case sparse, le borgate ed il litorale. AL VIA I CONTROLLI CONTRO GLI INCIVILI Le Forze dell Ordine monitoreranno il territorio contro l errato conferimento dei rifiuti. Si pensa anche ad un progetto di videosorveglianza quartiere insieme all assessore all Ambiente Alessandra Cantore. Il porta a porta verrà esteso gradualmente su tutto il territorio, saranno intensificati i controlli da parte di chi (come ad esempio le guardie ambientali, gli operatori dell igiene urbana e la protezione civile) andrà a controllare e sanzionare coloro che non conferiscono in modo corretto i rifiuti». Diteci chi ha permesso i gravi disagi degli anni passati Psi e Sel chiedono verifiche sulla passata gestione del servizio La notizia della ripresa del servizio di raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta, stavolta esteso a tutto il territorio di Ardea, ha trovato consensi anche nell opposizione di centrosinistra, in particolare nei due partiti Psi e Sel che, tuttavia, mantengono un atteggiamento prudente, non dimenticando le battaglie passate sull argomento: «A partire dal prossimo 15 ottobre il servizio di nettezza urbana si legge in una nota dei partiti verrà svolto dalla società Igiene Urbana secondo le modalità previste contrattualmente, porta a porta spinto e nessun cassonetto stradale. La richiesta del pieno rispetto delle condizioni contrattuali è stata sollevata per primi, circa un anno fa, da Psi e Sel, che hanno poi condotto, fuori e dentro il Consiglio Comunale, grazie al lavoro svolto dalla Consigliera Cristina Capraro, una battaglia per il rispetto delle regole, il decoro della città e l interesse economico dei cittadini». Fondamentale sarà, inoltre, non ripetere gli errori del passato e dotarsi di una giusta programmazione del servizio: «Ci auguriamo si legge ancora nella nota di Psi e Sel che questa ripartenza avvenga con la dovuta pianificazione e le giuste modalità; non sarebbe tollerabile un altro pasticcio. Sarebbe comunque interessante sapere chi e perché ha permesso che, per quasi tre anni, sia stato disatteso, con gravi danni di immagine ed economici per la città e per i CRISTINA CAPRARO Consigliere di Psi cittadini, quanto previsto contrattualmente. Speriamo inoltre che il nuovo dirigente a breve dia soluzione anche all annoso problema delle tariffe del Servizio Idrico Integrato, ormai scadute dal dicembre 2010, con la loro revisione; da anni denunciamo il problema e ormai riteniamo che si configuri un reato di omissione di atto d ufficio». La presenza delle campane non risolve il problema degli incivili Amici di Grillo: Ok il porta a porta, ma dubbi su modi e tempi ALESSANDRA CANTORE Assessore all Ambiente il progetto, ma resta il dubbio sui tempi e sulla sua applicazione puntuale. Ci ripromettia- «Buono mo di riprendere questo argomento alla fine di questo anno, quando non ci sarà più alibi per i nostri amministratori se il servizio di raccolta dei rifiuti urbani non sarà a quell epoca ancora degno di questo nome». Questo il giudizio degli Amici di Grillo di Ardea, all indomani dei primi incontri informativi che l amministrazione rutula ha tenuto per promuovere il riavvio del porta a porta spinto. «Abbiamo fatto notare che la permanenza anche delle sole campane per il vetro si legge in una nota del movimento lascia insoluto il problema di quegli incivili che continuano a lasciare di tutto in quei pressi, perché sanno che di lì prima o poi passeranno dei mezzi addetti alla raccolta, ed è a questo punto che l attenzione si è spostata sui controlli. L amministrazione si impegna a mettere in campo polizia locale ed ambientale per limitare per quanto possibile il fenomeno e il dirigente Luca Scarpolini è arrivato perfino ad accennare all acquisizione di un software intelligente in grado di gestire in automatico le riprese di telecamere di sorveglianza. Stupefacente innovazione tecnologica per un paese che ancora non ha nemmeno l illuminazione stradale, non c è dubbio». Quello dei controlli è un tasto su cui il movimento continua a battere: «Chiedendo invece di spostare i controlli sull operato della ditta, che in passato non ha di certo brillato nel rispetto del contratto concludono gli Amici di Grillo, si è fatto accenno anche qui all uso di tecnologia sofisticata basata sulla tracciabilità dei mezzi, ovvero il controllo sulla loro posizione e sul percorso seguito. Ancora una volta fallito l obiettivo che dovrebbe puntare non a che i mezzi facciano il giro previsto, piuttosto a che realizzino con precisione il servizio stesso, quale in particolare quello quasi mai svolto di falciatura dell erba e di pulizia delle strade».

7 n dal 26 settembre al 9 ottobre 2013 LE AZIENDE INFORMANO 7 Il grande meraviglioso show room cresce ancora con le nuove aree porte e parquet e arredamento classico DA 40 ANNI QUALITA E SVILUPPO uno sviluppo continuo nella qualità con molti marchi di grandissimo prestigio Iveri imprenditori lo sanno, è proprio in tempo di crisi che occorre investire per aumentare la propria capacità di attrarre clienti. Ci vuole coraggio e consapevolezza della propria capacità di offrire sempre quel qualcosa di più che il mercato cerca. Così esattamente a 40 dalla nascita Cecchini Arreda compie un ulteriore passaggio di crescita espandendo la propria superficie espositiva fino a mq. Strategicamente posizionato proprio nel punto in cui Pontina e Nettunense si incrociano. Il meritato coronamento di 40 anni di impegno quotidiano di tre fratelli che proprio nel 1973 avviarono questa impresa che il padre Sante, venuto a mancare pochi mesi prima, tanto voleva per loro, per lasciarsi alle spalle l'attività di falegnameria. Così i 3 giovanissimi Cecchini si fecero coraggio ed aprirono il primo negozio di 200 mq. Gianfranco aveva 26 anni, Bruno 23 e Carlo 17. Oggi in azienda sono presenti anche i loro figli BONUS MOBILI Sopra l ingresso dell esposizione A destra, Elena, Sante e Massimo Cecchini si occupano del rapporto con i clienti e della progettazione Sante, Massimo ed Elena che si occupano del rapporto con i clienti. Oltre ad una grande esposizione di cucine, camere e camerette per ragazzi, salotti e mobili da ufficio in stile moderno, Cecchini Arreda presenta anche un grande reparto di arredamento in stile classico. Inoltre Le spese relative allʼacquisto di arredi da destinare agli immobili in corso o in progetto di ristrutturazione possono essere detratte in Unico o nel 730. Si tratta dunque di unʼagevolazione cumulabile con la detrazione della ristrutturazione. Anche i condòmini che pagano le spese di manutenzione ordinaria del condomìnio possono accedervi; stessa cosa per i proprietari di box-pertinenziali; e ancora quando i lavori sono finalizzati alla prevenzione degli infortuni domestici. sono presenti nel punto vendita, anche un'area illuminazione con le marche Flos e Artemide, un'area di complementi di design in policarbonato firmati Kartell, alle quali si aggiungono le nuove aree Rimadesio porte e l'area parquet. Il montaggio è effettuato da personale interno specializzato, con Un ulteriore passaggio di crescita espandendo la propria superficie espositiva fino agli attuali mq mezzi di proprietà e con montacarichi esterno per velocizzare il trasporto della merce, evitando contemporaneamente di creare disagi all interno dell abitazione. I pagamenti possono essere personalizzati anche fino a 60 mensilità. ROMA ANZIO ROMA Nettunense Pontina LATINA APRILIA Cecchini Arreda srl Via Nettunense km 21,800 Tel DA OTTOBRE APERTO ANCHE LA DOMENICA POMERIGGIO INFORMAZIONE PUBBLICITARIA UN OMAGGIO DI DESIGN PER TUTTI Per festeggiare l'ampliamento e l'importante ricorrenza di 40 anni di attività Cecchini Arreda regala a tutti i clienti che acquisteranno entro fine anno, per una spesa superiore a tremila euro, una meravigliosa lampada di design.

8 8 Bianca Francavilla La Cotral, rete di trasporto pubblico regionale gestita dalla Regione Lazio, continua a far parlare di sé. Un nuovo anno scolastico è appena iniziato con le stesse problematiche di sempre. RITARDI E CORSE SOPPRESSE Come ogni anno, nel mese di settembre c'è un aumento di pendolari: a lavoratori e viaggiatori occasionali si aggiungono gli studenti che devono raggiungere le scuole. Nonostante questo, l incremento di corse è minimo e sui pullman, di vecchia data e malfunzionanti, c è sempre sovraffollamento. Il clima si fa sempre più teso se si aggiunge il fatto che vengono soppresse e cambiate corse senza preventiva comunicazione. TRASPORTI n dal 26 settembre al 9 ottobre 2013 Un nuovo anno scolastico è iniziato con le stesse problematiche: sovraffollamento, corse soppresse e rari controlli Cotral: pendolari in ginocchio per i disservizi Studenti e lavoratori sono insoddisfatti del servizio pagato e non erogato CONSEGUENZE PER STUDENTI E LAVORATORI A causa dei disservizi dell'azienda Cotral, spesso lavoratori in possesso di abbonamento sono costretti ad utilizzare un altro mezzo per raggiungere il luogo di lavoro. Questo non può che renderli insoddisfatti: il servizio è stato pagato e non erogato. Gli studenti, che devono rispettare precisi orari di entrata e uscita da scuola, sono spesso obbligati a prendere linee alternative con fermate Poche le persone che acquistano il biglietto. Ne risente Cotral che ha già oltre 100 milioni di euro di debiti differenti. Per loro, molti dei quali minorenni, scendere in un luogo non usuale può anche essere pericoloso. EVASIONE TARIFFARIA E MANCATI CONTROLLI Uno dei principali problemi è che i controlli sui pullman non vengono effettuati regolarmente. Non pagare il prezzo del biglietto, che varia da 1,10 a 6,90 euro a seconda della tratta di percorrenza, provoca ripercussioni su un buon 30% dell'economia aziendale. L evasione tariffaria genera un circolo chiuso: le persone che non acquistano il biglietto usufruiscono di un servizio che non gli spetta a danno di chi viaggia nel rispetto AUTOLINEE DI LATINA Sovraffollamento sui pullman nella fascia oraria mattutina delle regole. Il Controllo a vista, eseguito prima della salita a bordo dei passeggeri, resta l iniziativa più efficace, ma avviene sporadicamente. I rari controlli non fanno altro che aumentare i casi di mancato pagamento ad un azienda che non può permetterselo, dal momento che ha già oltre 100 milioni di euro di debito. SETTEMBRE DI FUOCO Il mese di settembre si è aperto con un clima particolarmente caldo. Lo sciopero dei lavoratori, annunciato per il giorno 9, è stato revocato per la decisione presa dalla Regione Lazio in accordo con i sindacati. Sono stati 104 MILIONI I VIAGGIATORI CHE OGNI ANNO SUBISCONO I DISSERVIZI COTRAL (FONTE COTRAL) stanziati 32 milioni di euro per coprire parte del deficit di Cotral e si è concluso l iter burocratico per indire un bando di concorso finalizzato all assegnazione di 200 pullman, pari al 10% dell'intero parco aziendale, da consegnare nei primi mesi del La misura, utile a non mandare in bancarotta l azienda di trasporto pubblico, non salta però all'occhio dei pendolari per i quali, ancora una volta, nulla è cambiato. Ardea e Pomezia: tutti col biglietto Qual è la zona in cui l'evasione tariffaria registra una percentuale maggiore? «La percentuale più alta di evasione la riscontriamo nella zona Tiburtina. Invece, tra la provincia di Roma e di Latina, abbiamo svolto la fase sperimentale di "Controllo a vista", toccando la tratta Cori-Giulianello in direzione Velletri e Latina, ritenuta tra le tratte a più alta frequentazione. Anche lì abbiamo riscontrato una alta percentuale di evasione tariffaria e sarà, pertanto, oggetto di nuovi controlli nel mese di ottobre». Dati positivi, invece, nei comuni di Ardea, Anzio, Nettuno e Laurentina: durante i controlli la quasi totalità degli utenti era provvista di biglietto prima di salire sul pullman. Cori, Sermoneta e Norma: i Sindaci alzano la voce I Sindaci di Cori, Norma e Sermoneta hanno fatto sentire la loro voce in merito ai disagi degli studenti che usufruiscono del servizio di trasporto pubblico Cotral. Il diritto allo studio è un obbligo che tutti gli enti pubblici hanno il dovere di garantire. Affinché questo sia rispettato, chiedono la normalizzazione del servizio e soluzioni strutturali definitive. Finora, Cotral non ha risposto a nessuna delle lettere inviate dai Sindaci. Il problema naturalmente non è risolto, anzi: sovente gli studenti si ritrovano le corse Cotral soppresse senza preavviso. Le Forze dell Ordine hanno controllato le autolinee di Latina, da dove partono i bus per Roma. Belle sorprese Non ci sono controllori, lo dicono anche i Carabinieri. Ma Cotral smentisce I CARABINIERI INDAGANO: DOVE SONO I CONTROLLORI? Imilitari del comando provinciale di Latina, dopo aver ricevuto svariate chiamate, sono saliti a bordo dei mezzi Cotral per monitorare la situazione. I viaggiatori controllati non erano in possesso di biglietti a causa della totale assenza di controllori. Una successiva indagine ha permesso di accertare che a Latina non risultano verificatori né esiste una turnazione che regola il loro lavoro. I controlli, effettuati presso le autolinee di via Romagnoli, saranno presto ripetuti dai militari anche nella provincia di Roma per appurare se si verificano le stesse problematiche. Nel frattempo i Carabinieri hanno ipotizzato il reato di danno erariale ed hanno inviato un'informativa alla Corte dei Conti ed alla Procura della Repubblica. IPOTESI DI DANNO ERARIALE: COTRAL SMENTISCE Cotral smentisce l evasione riscontrata dalle forze dell ordine. «L aumento degli introiti relativi ai titoli di viaggio, che in due mesi hanno registrato un attivo di quasi 3 milioni di PAOLO TOPPI Consigliere Cotral responsabile del progetto Controllo a vista euro, smentisce categoricamente le voci di un danno erariale. Controllo a vista spiega il consigliere Cotral Paolo Toppi, l iniziativa che la società ha avviato da circa sei mesi per contrastare il fenomeno dell'evasione tariffaria, ha permesso di registrare un incremento di 50 mila vidimazioni al mese». I disagi? Cotral li bolla come carenza di personale che sarà superata con l assunzione di nuovi autisti nei prossimi tre anni: «Abbiamo avviato anche uno studio della rete Cotral continua Toppi : questo consentirà una rivisitazione delle linee rispetto all organizzazione attuale che, insieme all'esternalizzazione del 10% del servizio imposto alle società in house, porterà, entro la fine dell'anno, a una nuova razionalizzazione del servizio, più rispondente alle esigenze dell utenza». L azienda dispone attualmente di 60 controllori per tutto il Lazio. «Il numero può sembrare irrisorio, ma non è così. Con Controllo a vista la squadra di verifica è stata potenziata con l impiego del personale inidoneo alla guida e degli stessi autisti, attualmente circa 800, mentre è aperto un tavolo di trattative con le sigle sindacali aziendali affinché tutti gli operatori di esercizio siano abilitati alla verifica delle violazioni da parte dell utenza».

9 il Caffè n dal 26 settembre al 9 ottobre pag. 9

10 10 LE AZIENDE INFORMANO n dal 26 settembre al 9 ottobre 2013 Al di là dei gusti, ci sono alcuni requisiti che migliorano notevolmente il valore e la vivibilità di una abitazione UNA CASA È BELLA DAVVERO SE... Sta sorgendo ad Aprilia un nuovo elegante quartiere con molto verde e appartamenti di grande qualità In casa si vive una parte troppo importante della propria vita per non pretendere, nel momento dell acquisto, tutta una serie di requisiti che ne incrementano il valore e la vivibilità. Perché una casa deve essere sì bella, ma anche con bassi costi di mantenimento. Il Quartiere Trentastelle offre, ad un prezzo conveniente, una serie di caratteristiche che qualificano un appartamento, aumentandone non solo la bellezza, ma anche il valore d uso. Inoltre la maggior parte degli appartamenti è in classe energetica A+ LUMINOSITÀ Ogni appartamento ha un grande finestrone nel soggiorno che dà sul terrazzo e permette di vivere in una casa piena di luce, in palazzine distanziate in modo da lasciare sempre ottime vedute. GRANDE TERRAZZO Oltre alle luminose finestre ogni appartamento è dotato di un terrazzo particolarmente grande, coperto e riparato ai lati così da poterlo vivere per tutto l anno come fosse una stanza in più della APPARTAMENTO MEDIO casa e in cui è possibile pranzare comodamente in almeno otto persone. Inoltre è dotato di vani chiusi che fungono da ripostiglio e, lungo tutto il suo sviluppo, è corredato da fioriere dotate di impianto di irrigazione. FINITURE DI QUALITÀ Le vasche idromassaggio sono Jacuzzi, APPARTAMENTO PICCOLO IL PALAZZETTO DELLO SPORT All interno del Quartiere Trentastelle si sta realizzando uno splendido Palazzetto dello Sport da 1800 posti omologato per quasi tutti gli sport (basket, pallavolo, ginnastica, calcetto, boxe, ecc ) le caldaie sono Vaillant, i condizionatori Daikin, i pavimenti Impronta Ceramiche, i parquet Corà, i sanitari Hatria, le rubinetterie Mamoli, le finestre in Douglas massello sono Fratoni Serramenti, le porte interne Cormo, i portoncini blindati Dierre ELEGANTE QUARTIERE Un quartiere nuovo con molto verde, Una intelligente formula per acquistare un appartamento molto usata nei paesi anglosassoni e che anche Trentastelle oggi propone è quello del Rent to Buy cioè affittare per comprare, grazie al quale è possibile abitare da subito una casa che poi verrà acquistata, con tutta calma, nell'arco dei 4 anni successivi, portando parte dei canoni di affitto pagati in sconto dal prezzo di acquisto. Il quale è concordato a priori e non è più soggetto ad oscillazioni di mercato. Alcuni costruttori rivalutano questo importo in base all'inflazione, ma Trentastelle, a vantaggio dei suoi clienti, lo garantisce, per contratto, assolutamente invariato. I vantaggi del Rent to Buy sono vari. E' possibile abitare da subito la casa scelta per l'acquisto e contrattare il mutuo con calma valutando tutte le opportunità di mercato anche future. L importo del mutuo da richiedere sarà minore perché parte degli affitti pagati saranno parcheggi, belle palazzine, servizi a portata di mano: supermercato, scuole, parco pubblico, chiesa, stadio, fermata autobus, stazione ferroviaria, impianti sportivi e con una magnifica area di parco pubblico, tutto raggiungibile senza usare l auto!! IN UNA CITTÀ CON TUTTI I SERVIZI Aprilia è la quarta città del Lazio per dimensioni, non troppo grande né troppo piccola, perché offre tutti i servizi caratteristici di un capoluogo di provincia. Il mare ed i Castelli Romani distano 15 Km ed il centro di Roma è raggiungibile in 30 minuti con un comodo servizio ferroviario. Il Quartiere Trentastelle è realizzato all interno della città e risponde per caratteristiche costruttive e rifiniture alle esigenze di chi cerca una splendida sistemazione ad un prezzo conveniente. ALTRE CARATTERISTICHE Facciata in cortina di prima qualità per evitare costose manutenzioni, doppio isolamento termico e acustico, infissi esterni ad elevata classe di isolamento, doppi ascensori, soffitte e box privati, spazi condominiali attrezzati e zone verdi comuni recintate, servizio di portineria. Basta sprecare i soldi del canone, Trentastelle te li scala dal prezzo Entri in affitto, compri scontato ESEMPIO Prezzo* Canone mensile Anticipo 10% Saldo dopo 2 anni scalati dal prezzo. Le spese notarili e le imposte vengono posticipate. Un altro vantaggio è che si può provare la casa per un lungo periodo e acquistarla successivamente senza più remore. Ovviamente l operazione è conveniente soprattutto per chi è fortemente deciso all acquisto di cui: rimborsabile in caso di non acquisto di diritto di opzione non rimborsabile Si può provare la casa per un lungo periodo e acquistarla successivamente senza più remore *Appartamento composto da salone con angolo cottura, 2 camere da letto (quella principale con armadio 4 stagioni), 2 bagni, ripostiglio e grande terrazzo Contatti APPARTAMENTO GRANDE Per ulteriori informazioni oppure TEL

11 POMEZIA Scongiurato il trasferimento del campus Selva dei Pini, agli studenti verranno garantiti i corsi e gli appelli fino a maggio n dal 26 settembre al 9 ottobre L Università chiude, ma gli esami sono salvi Accordo tra il Comune e la Sapienza. Previsto anche un rimborso all Ente Moira Di Mario LA PROTESTA DEL 17 SETTEMBRE IN PIAZZA INDIPENDENZA Striscioni e cori sotto il palazzo comunale. Con il trasferimento negli altri atenei, i ragazzi temevano di perdere gli esami Lezioni regolari fino a maggio 2014 per i 450 studenti della facoltà di Infermieristica de "La Sapienza" iscritti al campus universitario Selva dei Pini di Pomezia. E' stato infatti raggiunto un accordo tra il Comune e i vertici dell'ateneo che sarà firmato nei prossimi giorni e che scongiura così il trasferimento della facoltà e degli studenti nelle altre sedi del Lazio. L'intesa prevede inoltre che "La Sapienza" versi un rimborso all'ente per l'utilizzo delle aule. Per gli iscritti invece all'università europea, l'ateneo privato si è impegnato a trasferire tutti gli studenti - un centinaio - nella sede di Roma dove potranno continuare a seguire le lezioni di Giurisprudenza e Economia alle stesse condizioni economiche praticate a Pomezia: il 50 per cento in meno rispetto ai colleghi romani. Intanto il Tribunale fallimentare di Velletri ha accolto la richiesta del Comune di rinviare l'udienza che si sarebbe dovuta tenere il 24 settembre scorso alla presenza dei creditori del Consorzio per l'università, l'organo che gestisce il campus, di cui l'ente locale è socio unico e che il consiglio comunale, il 29 agosto scorso, ha deciso di sciogliere. Il precedente consiglio di amministrazione del Consorzio aveva chiesto e ottenuto dal Tribunale il concordato preventivo di continuità per evitare il fallimento. La nuova amministrazione a 5 Stelle, però, ha ritenuto troppo oneroso il piano per il risanamento e il rilancio della struttura, chiedendo così ai giudici fallimentari di trasformare il concordato di continuità in concordato di liquidazione. <Il 9 ottobre prossimo - ha spiegato l'assessore Emanuela Avesani - il Comune deve presentare al Tribunale il piano di liquidazione e poi i giudici decideranno>. Incerto, invece, il futuro dei 21 lavoratori del Consorzio. <Una parte rimarrà per supportare le lezioni di Infermieristica>, hanno detto il sindaco Fabio Fucci e l'assessore Avesani. Per gli altri, invece, ancora non sono state trovate soluzioni. Per tutti gli altri corsi l Università Europea accoglierà gli studenti iscritti a Pomezia presso la sede romana Al lavoro per lasciare qui infermieristica Con corsi di laurea in biologia, ingegneria e chimica Celori: «Serve avvicinare l università al territorio» Sulla vicenda Università e Consorzio è intervenuto anche il consigliere di opposizione Pdl Luigi Celori. «Può andar bene sciogliere il carrozzone che ha fatto sì che in questi anni aumentassero a dismisura le spese a fronte di iscrizioni sempre minori - sottolinea Celori - : eravamo partiti con duemila studenti de la Sapienza, ci siamo ridotti a circa 500. Occorre tornare allo spirito originario con il massimo coinvolgimento delle aziende locali, con corsi di laurea attinenti alle peculiarità del territorio come biologia marina, chimica, farmaceutica e ingegneria. È evidente che questi rapporti si possono riallacciare solo se si azzera tutto e si riparte con regole certe, trasparenti e che diano garanzie di professionalità e di capacità. Deve essere chiaro che la ricreazione è finita e che si fa sul serio per tutelare il futuro lavorativo dei nostri ragazzi. Solo se si farà questo sarà possibile intervenire bene. Non è difficile, basta mettere a reddito tutto il resto che non viene occupato dalla didattica». «Speculatori e incapaci devono capire che la pacchia è finita - ha aggiunto - tutto deve ruotare intorno alle legittime e sacrosante esigenze degli studenti. Il Comune apra un tavolo di trattative con i dipendenti del consorzio per la ricollocazione del personale - ha concluso - o nella nuova struttura universitaria, se sarà fatta, o in altre situazioni a seconda delle peculiarità professionali di ciascuno». Critiche, ma anche un appello al dialogo sono stati invece lanciate dagli altri due esponenti Pdl: Maria Rotonda Russo e Luigi Lupo. «È fondamentale che le parti politiche collaborino cercando soluzioni. Far parte della maggioranza non significa trincerarsi dietro il comando e decidere per conto proprio. Noi, come consiglieri di opposizione, siamo preoccupati per il comportamento di questa amministrazione - hanno scritto in una lunga nota stampa -: basta con i diktat! È ora di confrontarci seriamente, attraverso il dialogo e lo scambio d informazioni. Solo così potremo salvare Pomezia. La politica è una cosa seria. Chi ha gli strumenti per farla, come l attuale maggioranza, dovrebbe attenersi alle regole democratiche garantite dalla nostra Costituzione». Amargine della manifestazione del 17 settembre il sindaco Fucci ha ricevuto una delegazione di studenti ai quali ha spiegato le eventuali soluzioni prospettate per i due Atenei. «Ho illustrato agli studenti le ipotesi in ballo - ha detto il sindaco -: per il corso di Infermieristica de La Sapienza stiamo valutando il proseguimento delle lezioni presso il campus Selva dei Pini fino a giugno prossimo, mettendo a disposizione, previo contributo economico da parte de La Sapienza, le aule necessarie alla conclusione dell anno accademico in corso. Per quanto riguarda gli altri corsi (Giurisprudenza e Economia ndr) l Università Europea ci ha comunicato che provvederà ad accogliere gli studenti iscritti a Pomezia presso la sede di Roma, con la possibilità di mantenere, per gli iscritti e per quelli che hanno sostenuto la prova di ammissione a Pomezia, la stessa retta applicata presso il Campus. Inoltre, mi sono impegnato a scrivere al Rettore de La Sapienza per sottoporgli la possibilità di riconoscere gli esami sostenuti con l Università Europea, per quegli studenti che intendessero trasferirsi dall'ateno privato a quello pubblico». Il giorno prima, lunedì 16 settembre, il sindaco aveva già incontrato i rappresentanti sindacali dei lavoratori del Consorzio, ancora in stato di agitazione. «I rappresentanti sindacali si sono mostrati propositivi - ha concluso Fucci -, stiamo valutando tutte le alternative possibili per tutelare i lavoratori e le loro famiglie: alcuni di loro potrebbero restare in servizio fino a giugno per garantire agli studenti, che eventualmente continueranno a frequentare il campus, i servizi necessari. Questo però non sarà possibile per tutti i ventuno dipendenti, così come non è praticabile la via dell assorbimento all interno dell Ente o della Pomezia Servizi. Attendiamo la nomina del liquidatore per incontrarci nuovamente». Chieste garanzie occupazionali e per lo studio Studenti e lavoratori dell università in piazza Sono scesi di nuovo in piazza Indipendenza il 17 settembre gli studenti de La Sapienza e dell'università Europea (Ateneo privato) e i 21 lavoratori del Consorzio per l'università, l'organo che gestisce la struttura. Hanno di nuovo mostrato striscioni e intonato cori contro il sindaco Fabio Fucci, la sua giunta e l'intera maggioranza a 5 Stelle che il 29 agosto scorso hanno deciso lo scioglimento del Consorzio, «mettendo a rischio i corsi universitari e il destino dei lavoratori», hanno spiegato i manifestanti. Dopo la protesta del 6 settembre, studenti e dipendenti sono tornati a far sentire la propria voce, a chiedere garanzie per la tenuta occupazionale e a pretendere il diritto allo studio. «Ancora non abbiamo certezze», lamentavano gli iscritti a Infermieristica, l'unica facoltà de La Sapienza rimasta a Pomezia. «Rischiamo di perdere tutti gli esami che abbiamo fatto finora se fossimo costretti a cambiare Università, oppure dovremmo pagare una retta molto più cara che per alcuni arriverebbe addirittura a seimila euro l'anno», spiegavano invece gli studenti dell'università Europea. Appesi a un filo, con un futuro incerto e abbandonati dal Comune, si sentono invece i 21 lavoratori del Consorzio. «All'incontro con il sindaco, a cui hanno partecipato i nostri delegati sindacali, non è emersa alcuna proposta da parte dell'amministrazione che si è dimostrata chiusa e arroccata sulle proprie posizioni». A farle le proposte sono stati invece Raffaella Parisse (Fismic-Confsal), Gabriele Canuti e Francesco Demasi (Flaica-Cub) e Jessica Fedele (Ugl). «Abbiamo suggerito al sindaco Fucci - hanno spiegato i delegati sindacali - di trasformare il Selva dei Pini in un Solidarietà dal Pd Ad intervenire su una vicenda che rischia di avere strascichi per i prossimi mesi, è stato anche il Partito Democratico attraverso una breve nota. «Dopo aver preso atto della sconcertante delibera attuata dallʼamministrazione comunale targata Movimento 5 Stelle, capeggiata dal sindaco Fabio Fucci, che ha sancito lo scioglimento del Consorzio per lʼuniversità di Pomezia, gestore della struttura ormai divenuta patrimonio della città, - si legge sul comunicato - il Partito Democratico desidera esprimere massima solidarietà a quei lavoratori che per questa scellerata decisione si vedranno consegnare, con ogni probabilità, la lettera di licenziamento in un periodo di crisi come quello che stiamo vivendo; vicinanza agli studenti che si vedranno costretti, di fatto, a terminare il loro percorso di studi, qualora fossero impossibilitati a pagare la quota annuale prevista dalle Università di appartenenza, di gran lunga superiore a quella sancita in sede di iscrizione». centro di formazione con l'apporto di Regione Lazio e Provincia di Roma, portando proprio al campus quella parte degli uffici municipali per i quali l'ente paga un affitto molto alto. In questo modo i dipendenti potrebbero rimanere e per il Comune ci sarebbe un abbattimento di costi e un risparmio notevole. Abbiamo anche chiesto il riassorbimento dei lavoratori del Consorzio in parte al Comune e in parte alla Pomezia Servizi, ma l'unica risposta di Fucci è stata sottolineare la volontà dell'amministrazione di decidere in autonomia. In realtà una proposta il sindaco ai nostri segretari l'ha fatta, una proposta piuttosto singolare: ha chiesto alle organizzazioni di farsi carico dei dipendenti cercando un'alternativa nelle aziende del territorio. Ma il sindacato non è l'agenzia per l'impiego». Fucci dal canto suo ha ribadito come non sia possibile per il Comune assorbire i lavoratori del consorzio né all'interno dell'ente, né alla Pomezia Servizi. «Non solo ci ha detto questo - hanno concluso i rappresentanti sindacali -, ma ha anche aggiunto che all'interno dello stesso Comune ci sarebbero degli esuberi ai quali l'amministrazione dovrà mettere mano».

12 NOTIZIE DALLA REGIONE n dal 26 settembre al 9 ottobre 2013 POLEMICA Nel mirino l assunzione di due dirigenti esterni per la gestione delle comunicazioni istituzionali e delle pubbliche relazioni Nuova bufera sulle nomine, M5S rilancia Èancora bufera sulle nomine dirigenziali in Regione Lazio. Stavolta a scaldare gli animi è stata la doppia assunzione decisa dal segretario generale Andrea Tardiola, che in piena estate ha prescelto due figure esterne per la gestione della comunicazione istituzionale e delle pubbliche relazioni con i cittadini. I due nuovi dirigenti sono il 30enne Carlo Guarino, nominato Social media manager, web content manager, coordinamento contenuti newsletter istituzionali, e il 34enne Gianluca Giansante, responsabile del settore Comunicazione e relazione digitale con i cittadini : entrambi i neoassunti avranno uno stipendio annuo che si aggirerebbe intorno ai 60mila euro lordi. Come spiega anche il Corriere della Sera, Guarino e Giansante sono stati nominati a inizio luglio dal segretario generale Tardiola come esterni, nonostante in Regione ci siano in pianta organica ben 300 dirigenti. Una decisione che avrebbe fatto storcere il naso a sindacati e consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle. Da par suo il segretario generale non ha faticato a spiegare sul celebre quotidiano nazionale che la natura altamente fiduciaria permette di conferire l'incarico senza utilizzare le ordinarie procedure di evidenza pubblica relative al conferimento degli Carlo Guarino e Gianluca Giansante avranno uno stipendio annuo di 60mila euro lordi incarichi dirigenziali. Come al solito, punti di vista: certo è che nuovi soldi usciranno dalle casse regionali per due professionalità, deputate a rendere più trasparente e concreto il rapporto tra cittadino e Regione. Il tempo dirà se tale mission riuscirà o meno. Altra questione che ha tenuto banco negli ultimi giorni è quella degli incarichi conferiti ad Alessandro Sterpa, che oltre ad essere vice segretario generale della Regione Lazio è stato nominato dal presidente Zingaretti dirigente responsabile Altra nomina che fa storcere il naso è quella di Alessandro Sterpa: i grillini ne chiedono la revoca dell Ufficio legislativo del Segretariato Generale e della struttura Rapporti con gli enti locali, le Regioni, lo Stato e l Unione Europea, Componente del Comitato per la legislazione e Commissario straordinario dell istituto di studi giuridici Arturo Carlo Jemolo. Il gruppo consiliare grillino ha presentato una mozione ad hoc in cui impegna la giunta ad attivarsi per la revoca dei suddetti incarichi di Sterpa per inconferibilità e incompatibilità ex art. 7 n.2 d.lgs 39/2013. Secondo i grillini, infatti, Sterpa è stato però anche consigliere e capogruppo per il Pd nell ex XX Municipio di Roma Capitale dal 2008 al maggio 2013, nonostante un espressa norma di legge impedisca ai membri degli organi di indirizzo politico degli enti locali di assumere incarichi dirigenziali nell amministrazione regionale. Una norma, il decreto 39/2013, che per i grillini ha l evidente finalità di scongiurare il rischio che le posizioni apicali dell amministrazione pubblica diventino l ufficio di collocamento per gli eletti, riciclati e trombati dei partiti. A stretto giro è giunta la risposta della Regione Lazio, secondo cui la mozione del M5S è priva di qualsiasi fondamento infatti non esiste alcuna incompatibilità nei confronti del vicesegretario generale Sterpa. Queste le spiegazioni normative arrivate dalla Regione: Il D.lgs. 39/2013 disciplina l inconferibilità degli incarichi dirigenziali vietandone il conferimento a chi ha svolto ruoli politici solamente nelle province, nei comuni e nelle Unioni di Comuni sopra i 15mila abitanti, escludendo volutamente altre cariche come ad esempio quelle di consiglieri municipali. La nota regionale poi rmarca: Si tratta, inoltre, di incarichi conferiti a Sterpa prima dell entrata in vigore del d.lgs n.39 e la legge n. 98 del 2013 ha espressamente escluso che vi possa essere incompatibilità per incarichi conferiti prima dell entrata in vigore delle norme. Infine Sterpa si è dimesso dal ruolo di capogruppo dal 2010 e da consigliere municipale dell ex XX Municipio il 4 marzo 2013 e non a maggio, a differenza di quanto affermato dal M5S. Ma cosa ne penserà il diretto interessato? Dal vicesegretario nessun commento ufficiale ma solo un post facebookiano: L'amarezza della menzogna e la forza della legalità. Vinceremo anche questa. Marco Montini Corsi per il conseguimento del Patentino F-Gas CERTIFICAZIONE DEI FRIGORISTI La certificazione delle persone è obbligatoria per legge: Puntoclima e Immergas propongono corsi di formazione con docenti qualificati, in strutture dedicate, dotate di ogni attrezzature per le prove pratiche. A CHI SERVE: il corso, della durata di 4 giorni, e il relativo esame si rivolgono a chi opera e fa il manutentore sui circuiti frigoriferi. Il D.P.R. 43/12 prevede che si debbano certificare le persone, ovvero i singoli tecnici, e le imprese che svolgono attività su apparecchiature fisse di refrigerazione, condizionamento d'aria, pompe di calore, impianti fissi di protezione antincendio contenenti gas fluorurati a effetto serra. STRUT- TURA DEL CORSO: parte teorica: termodinamica e circuiti Il corso, della frigoriferi, impatto dei refrigeranti sull'ambiente e relani, e l esame si durata di 4 giortiva normativa ambientale, rivolgono a chi caratteristiche e parametri di funzionamento dei principali componenti, prescrizioni frigoriferi opera sui circuiti e procedure. Parte pratica: circuiti frigoriferi contenenti F- Gas, prova di pressione, compilazione del registro,, controlli per la ricerca di perdite, gestione ecocompatibile. Saldatura, brasature a tenuta stagna. Esame finale teorico e pratico. DOCUMENTAZIONE RILASCIATA: certificazione ICIM per la qualifica secondo D.P.R. 43/12, attestato di partecipazione al corso di formazione, attestato di partecipazione al corso di formazione per la brasatura, certificazione di brasatura. Per ulteriori informazioni e iscrizioni 06/

13 il Caffè n dal 26 settembre al 9 ottobre pag. 13

14 INFORMAZIONE PUBBLICITARIA 14 Renato Mastrella LE AZIENDE INFORMANO n dal 26 settembre al 9 ottobre 2013 TUTTE LE NOVITÀ PER LA CASA DA COMEDIL Innovazione. Passione. Continuo aggiornamento Organizziamo eventi e corsi di formazione per addetti ai lavori per portare innovazioni a livello locale FRANCESCO TOMASI 45 anni, titolare della Comedil, da 25 anni nel settore C è una continua ed entusiasmante evoluzione nel settore della casa con nuovi materiali, nuovi prodotti e nuovi sistemi frutto della ricerca dei migliori produttori italiani che il mondo ci invidia. Perciò in collaborazione con queste aziende Comedil organizza durante l anno molti eventi e corsi di formazione per addetti ai lavori per portare immediatamente tutte queste novità disponibili anche a livello locale. Perché ristrutturare la propria casa è una esperienza che può essere molto appassionante, specie con tutte queste innovazioni. Ma anche impegnativa, perché in poco tempo occorre prendere tante decisioni il più possibile armoniche. Oggi il mercato offre tantissime possibilità ed è inevitabile trovarsi ad un certo punto confusi e dubbiosi. In quel momento è importante potersi fidare di chi ti consiglia, perché non vuole 'venderti' quello che vuole lui, ma ciò che è più adatto a te. Ed è importante che senza pressarti troppo ti accompagni con naturale gentilezza, pazienza e competenza nella scelta dei materiali e dei colori del pavimento, dei rivestimenti, dei sanitari, della cucina o dell'idromassaggio. Comedil, azienda storica dal 1981 nel territorio di Aprilia, si è sempre distinta per la cura del cliente, per lo showroom su due piani da non perdere e per la vasta gamma di prodotti in pronta consegna, grazie ad un magazzino ben fornito. La Comedil ha la giusta dimensione per trattare ogni cliente con tutta l attenzione che merita e con la professionalità necessaria per un servizio al top, oltre che un assortimento davvero importante. Ed è per questo che collabora con le aziende più rappresentative del settore: Lea ceramiche, Emilceramica, Fap, Naxos, Teuco, Gessi, Pozzi Ginori, ecc... Comedil si rinnova continuamente ed è attenta alle novità in evoluzione nel mercato sempre più selettivo ed esigente. COMEDIL - APRILIA Via Pontina, Km 47,100 tel

15 n dal 26 settembre al 9 ottobre 2013 NOTIZIE DALLA REGIONE SANITÀ Per i farmaci le famiglie laziali spendono di più del resto d Italia Salute più cara nel Lazio Una ricerca Censis-Unipol rileva che nell ultimo anno l 88,7% dei cittadini del Lazio ha acquistato farmaci a prezzo intero o pagato i ticket in farmacia, contro il 78,2% nella media italiana. L 83,5% ha sostenuto spese per prestazioni ambulatoriali contro il 60,3% a livello nazionale. Insomma le famiglie laziali spendono per la salute molto più del resto d Italia. Data la scarsa copertura da parte del sistema sanitario pubblico, negli ultimi due anni il 31% delle famiglie del Lazio ha effettuato solo le cure odontoiatriche indispensabili, cercando il massimo risparmio. Secondo la Cgil il quadro che emerge dalla ricerca preoccupa perché rivela un deterioramento del sistema di welfare italiano, incrinato anche dalla crisi economica. Nel Lazio la sanità pubblica è soggetta a processi di razionalizzazione: dal 2007 al 2011, sia le strutture ospedaliere pubbliche che quelle private si sono ridotte del 7%, i posti letto sono diminuiti del 19,7% nelle strutture pubbliche e del 28,4% in quelle private. La spesa sanitaria pubblica per abitante nel Lazio è diminuita del 4%. Un quadro disarmante che rende chiaro come in questo periodo la copertura pubblica necessita delle integrazioni private. AGRICOLTURA Coltivazioni messe a repentaglio 280mila euro contro i danni della fauna all'agricoltura della Regione L'assessorato Lazio stanzia 280mila euro per far fronte ai danni causati dalla fauna selvatica. La Regione ha inoltre aperto un tavolo tecnico che ha l'obiettivo di creare un pacchetto d'interventi che risolva il problema del contenimento delle popolazioni delle specie problematiche e della prevenzione. Banca Credito Cooperativo Roma approda a Latina con una filiale a impatto zero Una Banca per il territorio SCUOLA Ristrutturazioni e nuovi progetti educativi 131milioni per il restyling SANITÀ Il progetto Arrivano le Case della salute Per l'anno scolastico 2013/2014 la Regione Lazio stanzia 131 milioni per le scuole del Lazio. Soldi per la manutenzione e la sicurezza degli edifici scolastici, progetti culturali e nuove classi per le scuole dell infanzia. Il Pacchetto scuola prevede stanziamenti utili a rimettere in sesto la scuola, soprattutto quella dell infanzia. 71 milioni di euro per edilizia e manutenzione scolastica, 11 milioni e 500 mila euro per mense e trasporto, 43 milioni e 700 mila euro per la formazione dell obbligo. Previsti anche una serie di progetti legati a cinema, storia e sociale. Nonostante le difficoltà di bilancio, la Regione sceglie di investire sulla scuola e sulla cultura per garantire la giusta formazione ai giovani. Arriva una novità per l'assistenza sanitaria. La Regione pensa alla istituzione di Case della salute che affiancheranno ospedali e pronto soccorso per l'assistenza dei malati. I pazienti non gravi potranno rivolgersi a queste strutture invece di recarsi negli ospedali ed evitare così le lunghe file. Zingaretti ha annunciato che entro la fine del 2013 nasceranno le prime Case della salute, esattamente 48, una in ogni distretto del Lazio, 15 a Roma e 33 nelle province. La Banca di Credito Cooperativo di Roma ha aperto una sua filiale anche a Latina, in via Carducci, 31. È la numero 185 del gruppo bancario capitolino e soprattutto è tra le prime agenzie a impatto zero, realizzate grazie all utilizzo dei più moderni criteri di bioedilizia. «Vorremmo diventasse una filiale pilota, un modello di risparmio energetico e sostenibilità cui ispirarsi per tutte le altre sedi sparse sul territorio» ha detto Emanuele Sirimarco, l Architetto che fa parte del Team che ha curato il progetto della filiale Bcc di Roma nei suoi aspetti tecnici. La nuova agenzia è stata inaugurata lo scorso 16 settembre, è una banca locale, ovvero radicata nel territorio e vicina al territorio, così come vuole la filosofia del Credito Cooperativo, è innovativa sul fronte ambientale e dotata di sistemi all avanguardia in termini di efficienza energetica. «La vera novità che rende questa filiale una sede campione ha spiegato l'architetto Sirimarco sta nell aver installato un impianto di luci A sx Francesco Petitto, direttore commerciale BCC di Roma, a dx Giuseppe Mancini, consulente della filiale di Latina a led a costo zero. Come in altre filiali del gruppo, anche questa ha un sistema di climatizzazione di ultima generazione grazie all impiego di macchine con scambiatori di calore per il trattamento dell aria. In più, le vetrate esterne sono state realizzate in vetro camera e vetro basso emissivo, così come prevede la normativa vigente in materia di risparmio energetico. Anche le ditte fornitrici dei materiali d arredo sono tutte certificate e attente alla tutela ambientale». Nel rispetto della vocazione e dello spirito che contraddistinguono da sempre le banche di credito cooperativo, la nuova agenzia di Latina nasce con lo scopo di aprirsi alle esigenze territoriali e valorizzare un modo differente di fare banca, improntato ai valori di solidarietà e mutualità: «Come da Statuto ha sottolineato Francesco Petitto, Direttore Commerciale e Rete della Bcc di Roma la nostra FILIALE DI LATINA In Via Carducci n. 31 finalità è quella di favorire lo sviluppo economico ma anche sociale del territorio in cui ci insediamo. La nostra azione creditizia privilegia famiglie e piccole e medie imprese, con prodotti e servizi tarati sulle specifiche esigenze dell economia locale». Per le Bcc gli utili non sono il fine, «vengono in parte reinvestiti per lo sviluppo della Banca, ma soprattutto ha aggiunto Petitto sono lo strumento tramite cui perseguire uno scopo sociale, ovvero sostenere le forze vive e moralmente impegnate nel territorio». La filiale di via Carducci è aperta dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle e dalle 15,00 alle Ma non è escluso un prolungamento dell orario di apertura. Dalla banca si dicono già pronti a valutare l ipotesi pur di venire incontro alle richieste ed esigenze dell utenza. Federica Reggiani

16 16 Un film dal libro del Comandante Dal libro al film. Proseguono ad Anzio e Nettuno le riprese del regista Raffaele Manco, noto per i pluripremiati cortometraggi da lui diretti, del film dal titolo "H24" inspirato al libro dell'ex Comandante dei Carabinieri di Nettuno Giovanni Giannattasio "Ne è valsa la pena - storia di un carabiniere". H24 era il soprannome che avevano dato al Comandante per la sua attività che non conosceva sosta. Sono state effettuate riprese in Piazza Pia a al porto delle città di Anzio con l'interpretazione di Giannattasio e poi al Bar Papero Rosa sulla Nettunense, ove Giannattasio insieme al Brigadiere in congedo Gandolfo Ferraro della Radiomobile di Anzio hanno rivissuto momenti felici - e meno belli - della loro esperienza nell'arma, come quando si ritrovò a contrastare le Brigate Rosse. Ma nel lungometraggio si parlerà anche del malumore che regna ora nell'arma e del nascituro Movimento delle Forze Armate e di Polizia in congedo. Un film da non perdere. GIOVANNI GIANNATTASIO Ex comandante di Nettuno, dal suo libro è stato tratto il film H24 IL CAFFÈ DEGLI ARTISTI n dal 26 settembre al 9 ottobre 2013 Emanuele Bossi, di Latina, è uno degli autori più apprezzati della tv. Sue le sigle di tante fiction Il Maestro delle colonne sonore EMANUELE BOSSI Con Giuliano Sangiorgi dei Negramaro ha Stefano Cortelletti eseguito la colonna sonora di Cemento Armato ed alcuni concerti live Suo il tema musicale di Baciamo le mani ora in onda su Canale 5 Quando ad Emanuele Bossi, 33 anni di Latina, gli si chiede che lavoro faccia, spesso risponde: disoccupato. «Faccio il tennista, e la musica è per passione». In realtà è uno dei compositori più apprezzati del cinema e della tv, ma effettivamente la qualifica di compositore lo sminuisce. Sua è la colonna sonora di Baciamo le mani, la fiction in onda su Canale 5 con Sabrina Ferilli e Virna Lisi, insieme ad un'altra eccellenza come Paolo Vivaldi. Ma ha firmato anche le musiche di L'amore è imperfetto, Una famiglia perfetta, Benvenuti a tavola Nord contro Sud, Il commissario Manara, Un cane per due e Scusa ma ti voglio sposare, solo per citarne alcuni. Come direttore d'orchestra e musicista nell'esecuzione delle colonne sonore per il cinema e le fiction italiane, invece, la lista si allunga all'infinito. «Le persone hanno una visione molto romantica del musicista, in realtà ha più a che fare con le telefonate, le incazzature. Sono più artigiano che artista», racconta Emanuele. Allievo di Vincenzo Bianchi, cresciuto come organista della chiesa di S. Domitilla a Latina, con il coro gospel di Marco Onorato Vibration Gospel Choir e con la Crocodile Recordings, la sua carriera è iniziata lavorando in uno studio di registrazione romano, come tecnico del suono. Lì sono passati tutti i più grandi, ma 10 anni fa il compositore Paolo Buonvino lo prende come suo assistente. Da lì il salto di qualità, prima in coppia e poi in proprio. Come si crea la colonna sonora per un film? «Ti danno delle immagini già registrate che devi mettere in musica. Non è semplice far accettare la musica dai registi, ma dal confronto viene fuori una bella colonna sonora. Spesso si cambia tutto per poi tornare all'idea originale. Mi considero più fortunato che talentuoso. Ho sempre avuto problemi con l'opinione che ho di me stesso. Quando uno si reputa capace ed arrivato, significa che si è fermato. Invece io sono convinto di una cosa: la più bella colonna sonora della mia carriera io non l'ho ancora composta». Sue le sigle di Benvenuti a tavola, Il Commissario Manara, Scusa ma ti voglio sposare Non è semplice trovare sempre idee nuove. Soprattutto quando la musica è ciò che caratterizza un prodotto cinematografico. «Abbiamo alle spalle 1000 anni di musica ben scritta, sempre con le stesse 7 note racconta Emanuele Bossi. Una colonna sonora deve rimandare a qualcosa di noto, per farlo entrare di più nel cuore della gente. I registi non accettano mai i colpi di testa o le novità troppo dirompenti». È grazie a eccellenze come Emanuele Bossi se si fischiettano le sigle dei prodotti tv. Lo scrittore Aldo Onorati vince il premio letterario nazionale Civitaquana Un nuovo riconoscimento per lo scrittore albanense Aldo Onorati, icona letteraria dei Castelli Romani che si è aggiudicato la prima edizione del premio letterario nazionale Civitaquana, dove ha presentato il racconto breve Il viaggiatore confuso : un racconto alla riscoperta delle radici culturali dei Castelli Romani perché, come afferma Aldo Onorati, i luoghi del mondo sono tutti uguali, ma ciò che li caratterizza veramente sono la cultura e la lingua e qui rientra in gioco la riscoperta e la rivalutazione del dialetto». Nel ricevere il premio nel piccolo paesino abruzzese di Civitaquana lo scrittore Aldo Onorati è rimasto piacevolmente colpito dal forte fermento culturale che ha percepito al momento del ritiro del premio. «In un paesino di mille abitanti vi erano in sala più di 300 persone e tantissime le autorità politiche presenti, cosa che spesso non accade qui nei Castelli Romani». Aldo Onorati vede nei nostri territori una scarsa reazione da parte dei cittadini agli eventi culturali e un sovrapporsi di eventi con una mancata organizzazione e pianificazione a livello extracomunale. Aldo Onorati è convinto che i Castelli Romani abbiano grandissime potenzialità come attrattori culturali, ma la vicinanza con Roma spesso oscura le numerose ricchezze archeologiche e paesaggistiche. Francesca Ragno Uscito il film Apilus - Taglio Finale diretto e interpretato dall artista di Velletri Mariani... da attore a regista Grande successo al cinema teatro Aurora per la proiezione del film "Apilus-Taglio Finale", realizzato e interpretato dal regista attore veliterno Fernando Mariani. Presenti alla serata numerosi ospiti: Massimiliano Buzzanca, figlio del grande Lando che ha anche partecipato ad alcune scene di questo episodio, con lui la simpatica e graziosa moglie Raffaella, la presidente delle pari opportunità del Comune di Velletri Romina Trenta, l'assessore alla cultura Emanuela Treggiari, il vice sindaco Marcello Pontecorvi, il comandante della polizia locale Maurizio Santarcagelo, l'assessore Orlando Pocci e altri consiglieri comunali. Parole di apprezzamento per il lavoro svolto da Mariani sono state espresse dalla presidente dell'associazione "Famiglia C'è" Marina Brasiello, che si occupa di violenze subite dalle donne. Messaggi di auguri e i complimenti per la genialità e la professionalità dell'artista veliterno sono giunti dal sindaco Fausto Servadio, dal comico Pippo Franco, dal principe Carlo Giovannelli, da Lando Buzzanca e dai registi Pupi e Antonio Avati. Presente alla serata anche uno storico direttore-capo elettricista del cinema italiano, Renato Sardini, che ha aiutato le prime volte Fernando Mariani ad essere scritturato per recitare in scene di film famosi degli anni ottanta. Ricordiamo che l'attore-regista, tanto amato dalla comunità, visto anche il suo ruolo di maresciallo della polizia locale, ha preso parte a pellicole di grande successo ed ha lavorato con i più famosi attori e registi del cinema italiano, come Alberto Sordi, Sabrina Ferilli, Gigi Proietti, Federico Fellini, Pupi Avati e molti altri. Per la cronaca, come nel caso dello stupratore vero di Velletri, anche Apilus, il personaggio violentatore della pellicola, questa volta viene catturato dalle forze dell'ordine, nonostante si fosse ritirato in un convento di un paesino spagnolo. Molto bravi gli attori volontari che hanno preso parte al film: tra questi UNA PRIMA CON VIP Alla presentazione del film Apilus a Velletri il regista Fernando Mariani e, a sinistra, l attore Massimiliano Buzzanca molti colleghi vigili urbani di Mariani, medici e infermieri dell'ospedale, volontari della Croce Rossa e di altre associazioni locali. «Ringrazio tutti gli amici e i volontari che hanno partecipato agli episodi di Apilus - ha detto Fernando Mariani -: anche questa volta con una semplice macchinetta fotografica digitale, con l'aiuto di tanti zelanti e preparati volontari, siamo riusciti a portare a termine un ottimo prodotto cinematografico, parlando di un argomento di attualità che interessa molto la collettività. Grazie di cuore per la collaborazione anche a tutti gli enti, le associazioni locali e agli sponsor, che hanno dato il loro prezioso contributo». Per informazioni sugli episodi di Apilus e contattare il protagonista si può visitare il sito Luciano Sciurba Paoletti in Un medico in famiglia e Il Restauratore Da Aprilia alle fiction con Banfi e Buzzanca Dopo tanti ruoli minori, finalmente per il trentenne Francesco Paoletti è arrivato il salto di qualità: una parte parlante nella fiction Un Medico in Famiglia, di cui sono iniziate le riprese a Roma della nona serie. Il suo personaggio si troverà a diretto contatto con Lino Banfi, alias Nonno Libero. Una bella emozione per l'attore di Aprilia, laureato al Dams e con tanta gavetta alle spalle. Paoletti sta anche lavorando sul set de Il Restauratore 2 con Lando CON NONNO LIBERO A sin., invece, con Lando Buzzanca Buzzanca (dove impersona un medico) e nella web serie Sos Sesso, fiction on line che ironizza sui tabù e le stravaganze sessuali degli italiani. Con l'apriliano recitano personaggi del calibro di Marco Marzocca, Alessandro Di Carlo, Manlio Dovì. In una di queste puntate Francesco Paoletti è addirittura protagonista. E siamo solo all'inizio.

17 il Caffè n dal 26 settembre al 9 ottobre pag. 17

18 18 SALUTE n dal 26 settembre al 9 ottobre 2013 Negli interventi di chirurgia odontoiatrica è fondamentale che personale qualificato garantisca strumentario sterile DOPO LE CURE DAL DENTISTA, CHI PULISCE? INFORMAZIONE PUBBLICITARIA Non bisogna mai sottovalutare un intervento chirurgico dal dentista. Si tratta pur sempre di un intervento che ha bisogno di essere eseguito nella massima sicurezza, garantita innanzitutto dalla professionalità dell odontoiatra, ma anche da un ambiente perfettamente pulito e strumentario sterile. COME SI ATTUA UNA CHIRURGIA STERILE? Sicuramente indispensabile è il personale che deve essere preparato ad affrontare questo tipo di prestazione. All interno della sala operativa, dove c è la poltrona del dentista, immaginiamo di distinguere un campo operatorio sterile vicino al paziente e un campo esterno lontano dal paziente. Nel campo sterile ci sono il paziente, l operatore e almeno un assistente, mentre nel campo esterno ci deve essere almeno un altra assistente che si occupa di rifornire il campo operatorio di tutto il necessario già preventivamente preparato. Inoltre è importante che un altra persona al di fuori della sala operativa, di solito una segretaria, possa ricevere le telefonate dello studio per non disturbare chi è coinvolto nel delicato intervento. COME DEVE ESSERE AFFRON- TATO UN INTERVENTO? Facciamo un esempio: paragoniamo gli interventi di implantologia, gli interventi di chirurgia dei denti del giudizio o dei denti inclusi, gli interventi di rigenerazione ossea e gli interventi sulle gengive, come se fossero un bel pranzo complesso ed elaborato in un ristorante di alto livello. UNO STAFF COMPLETO, GIOVANE E PROFESSIONALE Da sin., Simona Giorgi, Francesca Ferrazza, Andrea Pandolfi, Tiziana Gangemi, Alessia Lorenzoni Se dobbiamo fare un bel pranzo complesso ed elaborato ci deve essere l esperto cuoco che cucina e poi ci devono essere altri collaboratori che puliscono le posate dopo che si è consumato il pasto. Il paziente per poter mangiare un ottimo pasto deve innanzi tutto stare comodo, seduto a tavola, mentre il cuoco prepara sapientemente e minuziosamente il pasto. Per consumare il tutto al meglio ci deve essere il personale, camerieri e aiuti cuochi che poi provvederanno a pulire bene, a lucidare e a riordinare perfettamente la cucina. Solo dopo che la cucina è stata pulita e detersa a fondo con i giusti tempi lasciati a chi dovrà effettuare l operazione si potrà procedere ad un nuovo pasto, ovvero ad un nuovo intervento di chirurgia in ambiente sterile. La competenza non s improvvisa Dr. ANDREA PANDOLFI Laureato in Odontoiatria e Protesi Dentaria cum laude presso lʼuniversità degli Studi di Siena. Iscritto allʼordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri della provincia di Latina al n In Italia la Laurea per diventare Dottori Odontoiatri esiste dal Per approfondire: Tel DENTISTI FRONTE STRADA COME NEGOZI Le cure dentarie self service come al supermercato e il preventivo come la lista della spesa L a domanda che viene spesso fatta ad dentista è: quanto costa curare una carie? La domanda che invece dovrebbe essere fatta è: perché è venuta una carie, ovvero una malattia dei denti, e quali sono le alternative di cura?. Le 'aziende del dentale', i 'negozi' e i 'franchising dei denti' si concentrano sulle promozioni, rischiando di perdere di vista la salute del paziente, trattando le persone come clienti da far entrare nel negozio a 'comprare le cure' o peggio a 'comprare dei denti nuovi'. Già è realtà la comparsa di network e di franchising del dentale con testimonial pubblicitari, famosi e non, con offerte promozionali sul sorriso. L'obiettivo della pubblicità è indurre i clienti a frequentare la loro struttura con la promessa di sorrisi smaglianti a costi convenienti. Ma le cure e i pazienti che fine hanno fatto? La bocca dei pazienti non merita di essere trattata come un discount, né tanto meno come un modello in gesso dove poter applicare un qualsiasi manufatto protesico. Informarsi sulle possibilità di cura da seri professionisti Odontoiatri, dottori laureati e iscritti all'ordine dei Medici e Chirughi e degli Odontoiatri è fondamentale per non incorrere in un 'falso e illusorio risparmio' a danno solo della salute della propria bocca. L'unico vero risparmio in termini di salute è la prevenzione. Da sempre prevenire è meglio che curare e, se oltre che alle persone adulte lo insegnassimo anche ai bambini, la prevenzione funzionerebbe ancora di più!

19 n dal 26 settembre al 9 ottobre 2013 SALUTE 19 La Clinica San Marco di Latina vanta un primato nel reparto delle Cure Palliative HOSPICE CON SORRISO Quasi duemila pazienti assistiti per una media di 450 l'anno, in quattro di attività. Un'equipe multidisciplinare di circa trenta professionisti tra medici, infermieri, fisioterapisti e operatori socio sanitari. Sono questi i numeri dell'hospice della Casa di Cura San Marco di Latina che opera dal 2009 con dieci posti a ricovero residenziale e quaranta a ricovero domiciliare, garantendo assistenza completa 365 giorni l'anno e reperibilità 24h al giorno. Il reparto offre tutti i servizi previsti per la rete di Cure Palliative, che rappresentano il migliore trattamento quando non sono più indicate terapie volte alla risoluzione della malattia o al rallentamento della sua evoluzione. Sono ammesse quindi C è luce all Hospice: una vasta terrazza panoramica che si affaccia sul centro di Latina persone affette da neoplasia o da qualsiasi patologia ad andamento cronico ed evolutivo in fase avanzata o terminale: demenza, morbo di Parkinson, gravi patologie cardiache, epatiche o polmonari. Tutte le attività e le prestazioni avvengono in regime di convenzione con il sistema sanitario nazionale e sono quindi gratuite. La filosofia dell'hospice San Marco è chiara: qui si lavora per garantire serenità, dignità e alta qualità della vita durante l'ultimo "tratto di strada. Lo si fa partendo da un principio, quello per cui nessuno deve essere lasciato solo con il dolore. Un valore, questo, fotografato in una bella immagine incorniciata nella sala lettura del reparto, in cui una mano stringe in una carezza "Curare" con il sorriso, aiutare il paziente e i suoi cari a vivere una serena consapevolezza: quella per cui il dolore fa parte della vita ma che al dolore si risponde con il calore umano, con l'aiuto, la vicinanza. Una missione quotidiana per la squadra di volontari che, ogni giorno, anima i corridoi dell'hospice San Marco di Latina. Quattordici donne, due uomini, dai 30 ai 60 anni, impegnati in turni mattutini e pomeridiani, affiancano e sostengono i pazienti e i familiari attraverso l'ascolto, l'aiuto nei piccoli gesti quotidiani e, soprattutto, la compagnia. Perchè l'hospice San Marco è un luogo dove si trascorre un pezzo di vita "insieme", durante il quale le famiglie si trovano più unite e si sentono meno sole, anche grazie all'impegno dei volontari che si sono costituiti in una Onlus, "Insieme per l'hospice San Marco", così che il loro lavoro possa dare sempre più frutti. L'Associazione, infatti, che è attiva dal primo Agosto 2011, oltre a sostenere l'attività del reparto e a fornire assistenza morale ai pazienti, organizza seminari e L' HOSPICE SAN MARCO NEL DETTAGLIO LʼHospice San Marco è un luogo ad alta specializzazione per la gestione dei sintomi, che si contraddistingue per la non comune promozione della dignità della persona. Un ambiente confortevole, nel quale stanze personalizzate e spazi di accoglienza per i familiari permettono il rispetto della privacy e lʼattenzione ai bisogni e alle relazioni umane autentiche, indispensabili per favorire una dignitosa qualità della vita. Dieci posti letto in altrettante camere singole. Ogni stanza è dotata di aria condizionata e televisione, di una poltrona letto per il parente che desidera rimanere a fianco del malato durante la notte. E' garantito il comfort ambientale, la sicurezza nellʼutilizzo degli spazi, la tutela della privacy e una facile accessibilità. LʼHospice San Marco comprende anche dei locali comuni, il living, una sala lettura e tisaneria. Insieme per l'hospice San Marco onlus corsi di aggiornamento su come vivere l'esperienza delle cure palliative, svolge attività di formazione per i nuovi volontari, promuove la creazione di strutture e servizi utili all'assistito e alla famiglia, anche grazie all'impegno sociale e culturale. Dal al 19 al 25 Ottobre 2013 si terrà la mostra d'arte "Il Percorso delle Dee", presso il teatro comunale Gabriele D'Annunzio di Latina che, patrocinata del Comune di Latina, finanzierà l'acquisto di dieci posti letto motorizzati per i pazienti dell'hospice San Marco. Iniziative come questa riportano alla memoria il concerto di Marina Rei che volle festeggiare i primi quattro anni di attività dell' Hospice San Marco. Insieme per l'hospice San Marco è una Onlus, un'associazione senza scopo di lucro, che può essere sostenuta con una donazione sul cc di Banca Intesa SanPaolo all'iban IT17A Per chi volesse impegnarsi nella splendida attività di volontariato, basta contattare i numeri Credits foto: Videomaster - Latina San Marco vanta le più elevate produzioni scientifiche della provincia. Negli ulti- L Hospice mi tre anni sono stati presentati undici lavori scientifici ai congressi della Società Italiana di Cure Palliative (SICP). Per la ventesima edizione, che si terrà a Bologna dal 28 al 30 Ottobre, i lavori presentati dalla San Marco saranno quattro, di cui ben tre sotto forma di comunicazioni orali. Ne parliamo con il Dott. Domenico Russo, Responsabile dell Hospice e delle cure domiciliari della Clinica San Marco di Latina. Quale sarà il tema degli interventi dell'hospice San Marco al XX congresso nazionale della Società Italiana Cure Palliative? Le tre relazioni orali presentano un lavoro sull efficacia delle sedute di Scrambler Therapy in caso di dolore da metastasi ossee, uno studio sull efficacia della prima settimana di assistenza domiciliare per la qualità di vita dei pazienti e uno sul tipo di chiamate che arrivano al nostro numero d emergenza da parte delle famiglie dei pazienti domiciliari. Portiamo anche un poster su un caso clinico di dolore severo, trattato in maniera originale con un oppiaceo messo recentemente in commercio in Italia. Negli anni scorsi abbiamo sempre avuto una sola relazione orale. Per questa edizione, invece, a riprova della sempre maggiore qualità scientifica dei nostri lavori, abbiamo ben tre relazioni ed un poster. Cosa si intende per terapia del Dolore? Occorre tener conto che il dolore è sempre una combinazione di sensazioni ed emozioni. La terapia del dolore è quindi un insieme di interventi di diagnosi e terapia che hanno come obiettivo la soppressione e il controllo del dolore. Questi interventi possono essere terapie farmacologiche, chirurgiche, strumentali, ma anche psicologiche e riabilitative, tra loro integrate.la complessità di quest opera richiede un approccio multidimensionale di equipe ed è un elemento integrato e qualificante del nostro team, altamente formato e costantemente aggiornato. Nell Hospice San Marco è a disposizione gratuita dei pazienti anche l innovativa un altra mano, meno giovane. Un impegno che si traduce in una certa vivacità del personale che anima i corridoi color pastello. C'è luce all'hospice: il reparto è situato al secondo piano della Clinica San Marco, dispone di una vasta terrazza panoramica che si affaccia sul centro dilatina. Grandi vetrate illuminano gli spazi, risaltano i colori di foto e quadri che abbelliscono gli ambienti. Proprio come fosse una casa. L'Hospice è stato completamente rinnovato in occasione della ristrutturazione generale della Casa di Cura e oggi vanta un elevato standard alberghiero. Il personale, composto dal Medico Responsabile e dalla Coordinatrice Infermieristica, da Medici, Psicologhe, Infermieri, Fisioterapisti ed Operatori Socio Sanitari, punta a garantire il maggior benessere psicologico e relazionale possibile al malato e ai suoi familiari. Si resta impressionati, recandosi in Hospice, dalla grande professionalità di tutti gli operatori, dai medici agli infermieri, ai volontari. Una competenza accompagnata dal sorriso, che va oltre la semplice cordialità. Questo è possibile anche grazie al contributo dell'associazione di volontariato Insieme per l Hospice San Marco Onlus, che opera sotto la guida della coordinatrice infermieristica Michela Guarda, professionista dal sorriso vero e sincero. Il sorriso, si sa, è spesso la cura migliore, fondamentale non solo per l'assistito ma anche per i suoi cari: chi sta vicino a un malato sa quanto è importante essere aiutato e supportato con competenza e umanità. INFO E CONTATTI Casa di Cura San Marco Viale XXI Aprile, 2 - Latina Tel: 0773/46601 Centro Unico di Prenotazione (CUP) Tel: 0773/ LA TERAPIA DEL DOLORE PIÙ ALL AVANGUARDIA Scrambler Therapy, una metodica non invasiva e priva di effetti collaterali per il trattamento del dolore cronico, che è disponibile in pochissimi Hospice in tutto il mondo. Ci descrive l'attività dell'hospice? Quali le terapie per i pazienti? L'attività dell Unità Operativa di Cure Palliative della San Marco comprende l assistenza domiciliare e quella residenziale, cioè i ricoveri in struttura. L attività domiciliare si configura come una vera e propria ospedalizzazione domiciliare, segue 40 pazienti quotidianamente. Viene garantita a domicilio una visita infermieristica al giorno ed una visita medica settimanale ed è assicurata la reperibilità medica 24/24 h, 365 giorni l anno. Il servizio prevede la fornitura di farmaci, presidi ed attrezzature a domicilio e la possibilità di essere trasferiti alla San Marco in Day Hospice, quindi senza pernottamento, solo per il tempo necessario ad effettuare le procedure che non si possono effettuare a domicilio. L obiettivo è quello di permettere a chiunque lo desideri di essere assistito a casa propria ottenendo la stessa assistenza che si avrebbe in un ricovero. In realtà le cure palliative possono essere svolte a domicilio nella grande maggioranza dei casi. Quando però il paziente e la famiglia desiderano il ricovero temporaneo o definitivo per vari motivi, l Hospice dispone di dieci posti letto. Trattamento non invasivo e senza effetti collaterali La Scrambler Therapy è a disposizione in convenzione per i pazienti dell'hospice San Marco e, a livello ambulatoriale non convenzionato, per chiunque desideri trattare dolori comuni, fastidiosi, talvolta invalidanti, come quelli dovuti a nevralgie post erpetiche, nevralgie trigeminali, cervicalgie, lombosciatalgie. O, ancora, dolori di tipo artrosico, polineuropatie, post traumatici. Ogni dolore cronico può essere trattato con la Scrambler Therapy, il cui trattamento non è invasivo e non prevede effetti collaterali. La macchina è un brevetto internazionale, frutto della ricerca italiana e pone la Clinica San Marco fra i pochi centri che ne dispongono su tutto il territorio nazionale. INFORMAZIONE PUBBLICITARIA

20 I COLLABORATORI: Stefano Cortelletti, Fosca Colli, Moira Di Mario, Giovanni Salsano, Laura Alteri POMEZIA L Ente si costituisce parte civile nel processo che vede alla sbarra anche una dipendente comunale pometina Processo ai dipendenti, Comune parte civile comunale di Pomezia si costituisce parte civile nel processo che vedrà al- L amministrazione la sbarra anche una dipendente municipale del settore Urbanistica, rinviata a giudizio con le ipotesi di falsità ideologica in atti pubblici e soppressione, distruzione e occultamento di atti veri. L'azione civile è stata decisa il 16 settembre scorso dalla giunta Fucci, dopo la notifica da parte del Giudice per l'udienza preliminare del Tribunale di Velletri, Zsuzsa Mendola, che ha accolto la richiesta di rinvio a giudizio da parte del pubblico ministero, Giuseppe Travaglini, della <dipendente G.M. e altri>, si legge sulla delibera di giunta. La vicenda che ha portato al rinvio a giudizio della dipendente municipale risale al 12 marzo scorso, quando finirono agli arresti domiciliari l'ex dirigente all'urbanistica, Anna Ferrazzano - che all'epoca era anche consigliere comunale di maggioranza a Nettuno, ndr - e il titolare di uno studio di architettura romano, ora entrambi tornati in libertà. Sei mesi fa per la dipendente - ritenuta dagli Il Comune vuole il risarcimento danni La costituzione di parte civile consente a coloro che si sentano danneggiati da un reato di intervenire nel processo penale per chiedere il risarcimento del danno subito. Il risarcimento può essere chiesto, in alternativa, anche davanti al giudice civile. La costituzione di parte civile nel processo penale consente però al danneggiato di avvantaggiarsi delle attività svolte e delle prove acquisite dal Pubblico Ministero (sequestri, perizie, accertamenti tecnici). Il danneggiato che si sia costituito parte civile può ottenere il risarcimento se lʼimputato viene condannato. In questo caso, il giudice penale condanna lʼimputato al risarcimento in favore della parte civile e può quantificare direttamente il danno, oppure, come spesso accade, limitarsi a condannare lʼimputato al pagamento di una somma a titolo di provvisionale, o ancora non quantificare lʼentità del danno. In questi casi, il danno complessivo dovrà essere determinato in un successivo giudizio in sede civile. Se viene condannato, lʼimputato è tenuto a pagare la somma dovuta a titolo di risarcimento. Se non provvede spontaneamente, bisogna ricorrere nuovamente al giudice per chiedere lʼesecuzione forzata sui beni del condannato. Non è detto, peraltro, che il patrimonio del condannato sia sufficiente a risarcire i danni subiti dal danneggiato. Lʼeffettiva possibilità di ottenere il risarcimento del danno subito dipende quindi, in ultima analisi, dalle capacità patrimoniali dei responsabili. m.d.m. investigatori stretta collaboratrice della Ferrazzano - venne deciso l'obbligo di dimora. Uguale provvedimento fu notificato anche all'assistente dell'architetto della Capitale. Misura restrittiva non più sussistente anche per loro. Per tutti e quattro le ipotesi di reato contestate dal Gip della Procura di Velletri, Giuseppe Cario, erano quelle di soppressione e occultamento di atti veri, falsità ideologica commessa da pubblico ufficiale in atti pubblici. Tutte ipotesi di reato che sarebbero state commesse in concorso tra i quattro indagati. In sostanza, secondo i carabinieri della compagnia di Pomezia che hanno condotto le indagini coordinate dal Pm Giuseppe Travaglini, la dirigente, La vicenda risale a marzo, quando finì ai domiciliari un ex dirigente comunale, ora tornata in libertà la sua segretaria e i due architetti romani avrebbero corretto e sostituito progetti già approvati o ancora da approvare dal consiglio comunale L'indagine partì a gennaio 2011, quando i militari si resero conto di presunte anomalie in diversi atti urbanistici. Iniziarono a scavare andando a ritroso e ripercorrendo l'iter burocratico di ciascuna delibera. Gli investigatori notarono che molti degli atti passati al setaccio La donna è stata rinviata a giudizio con l ipotesi di falsità ideologica in atti pubblici sarebbero finiti nello studio professionale romano che intanto era diventato un consulente del Comune. L indagine avrebbe permesso di ricostruire i contatti e le relazioni esistenti all'epoca tra l ufficio Urbanistica dell'ente e lo studio tecnico capitolino. Secondo gli investigatori la dirigente municipale, attraverso la sua collaboratrice, avrebbe fornito al titolare dello studio di architettura una parte delle delibere, così da poterle modificare a proprio piacimento prima dell approvazione in consiglio. Grazie agli elementi acquisiti con intercettazioni telefoniche, perquisizioni e sequestri eseguiti negli studi professionali e nella sede del Comune di Pomezia, Procura e carabinieri avrebbero accertato che gli indagati avevano prodotto una falsa proposta di deliberazione sul Piano particolareggiato di Pomezia centro, che sarebbe stato sostituito a quello originariamente redatto. Tutto ciò prima che il consiglio comunale potesse deliberare, in modo che fosse approvato il testo sostituito e non quello originale. Così il 27 settembre 2011 l'assemblea approvò una versione del Ppe che consente l edificabilità di circa diecimila metri cubi di edilizia residenziale in più rispetto alla versione reale. Gli indagati avrebbero poi fatto sparire il piano originale. Al processo il Comune si costituisce parte civile. «Il rinvio a giudizio di un dipendente comunale - ha spiegato il sindaco, Fabio Fucci - è un fatto grave che lede il prestigio e l immagine dell Ente. È nostro preciso compito tutelare l istituzione che rappresentiamo e i cittadini che in questa istituzione ripongono una legittima fiducia, che non deve in alcun modo essere disattesa. La nostra lotta per la legalità è nota e va applicata proprio a partire dalla struttura interna che compone la macchina amministrativa». Moira Di Mario

Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate

Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Informativa ONB Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate INDICE 1 Premessa... 2 2 Soggetti beneficiari... 2 3 Ambito oggettivo

Dettagli

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI Gli aggiornamenti più recenti Proroga dell agevolazione al 31 dicembre 2015 I quesiti più frequenti aggiornamento aprile 2015 ACQUISTI AGEVOLATI IMPORTO DETRAIBILE MODALITA

Dettagli

INFORMATIVA N. 19/2013. Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate -

INFORMATIVA N. 19/2013. Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate - STUDIO RENZO GORINI DOTTORE COMMERCIALISTA REVISORE CONTABILE COMO 25.9.2013 22100 COMO - VIA ROVELLI, 40 TEL. 031.27.20.13 www.studiogorini.it FAX 031.27.33.84 E-mail: segreteria@studiogorini.it INFORMATIVA

Dettagli

Associazione Artigiani e P.M.I. del Biellese. Bonus mobili ed elettrodomestici, l Agenzia delle Entrate aggiorna la Guida e le FAQ

Associazione Artigiani e P.M.I. del Biellese. Bonus mobili ed elettrodomestici, l Agenzia delle Entrate aggiorna la Guida e le FAQ Associazione Artigiani e P.M.I. del Biellese Via Repubblica 56-13900 Biella Tel: 015 351121 - Fax: 015 351426 - C. F.: 81067160028 Internet: www.biella.cna.it - email: mailbox@biella.cna.it Certificato

Dettagli

OGGETTO: Il bonus mobili

OGGETTO: Il bonus mobili Ai gentil Iscrittii Loro sedi OGGETTO: Il bonus mobili Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo intendiamo metterla a conoscenza del fatto che l'art. 16 co. 2 del D.L. 4.6.2013

Dettagli

n. 274 - dal 26 settembre al 9 ottobre 2013 - tel. 06.92.76.222 - ilcaffe@mediumsrl.it - GRATUITO di APRILIA Acqualatina, il privato tenta la fuga

n. 274 - dal 26 settembre al 9 ottobre 2013 - tel. 06.92.76.222 - ilcaffe@mediumsrl.it - GRATUITO di APRILIA Acqualatina, il privato tenta la fuga n. 274 - dal 26 settembre al 9 ottobre 2013 - tel. 06.92.76.222 - ilcaffe@mediumsrl.it - GRATUITO di APRILIA Acqualatina, il privato tenta la fuga Aser, 35 milioni di risarcimento danni La Corte dei Conti

Dettagli

Bonus mobili ed elettrodomestici

Bonus mobili ed elettrodomestici MAGGIO 2014 Bonus mobili ed elettrodomestici Come e quando richiedere l agevolazione fiscale La detrazione Si può usufruire di una detrazione Irpef del 50% per l acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici

Dettagli

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI Gli aggiornamenti più recenti Proroga dell agevolazione al 31 dicembre 2016 I quesiti più frequenti aggiornamento marzo 2016 ACQUISTI AGEVOLATI IMPORTO DETRAIBILE MODALITA

Dettagli

Bonus mobili ed elettrodomestici

Bonus mobili ed elettrodomestici Dicembre 2013 Bonus mobili ed elettrodomestici Come e quando richiedere l agevolazione fiscale La detrazione Si può usufruire di una detrazione Irpef del 50% per l acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici

Dettagli

LE AGEVOLAZIONI FISCALI IN EDILIZIA. Presentazione a cura della DELEGAZIONE DEI GEOMETRI DELLA VALLE DELL AGNO

LE AGEVOLAZIONI FISCALI IN EDILIZIA. Presentazione a cura della DELEGAZIONE DEI GEOMETRI DELLA VALLE DELL AGNO COLLEGIO DEI GEOMETRI E GEOMETRI LAUREATI della Provincia di VICENZA LE AGEVOLAZIONI FISCALI IN EDILIZIA Presentazione a cura della DELEGAZIONE DEI GEOMETRI DELLA VALLE DELL AGNO 1 RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE

Dettagli

Periodico informativo n. 86/2013. Bonus mobilio e grandi elettrodomestici - i chiarimenti dell Agenzia

Periodico informativo n. 86/2013. Bonus mobilio e grandi elettrodomestici - i chiarimenti dell Agenzia Periodico informativo n. 86/2013 Bonus mobilio e grandi elettrodomestici - i chiarimenti dell Agenzia Gentile Cliente, la presente per comunicarle che lo scorso 18 settembre 2013, l Agenzia Entrate con

Dettagli

BONUS MOBILI 2013-2014

BONUS MOBILI 2013-2014 BONUS MOBILI 2013-2014 Vademecum operativo Il DL stabilità 2014, approvato dal Governo il 15 ottobre 2013, ha prorogato il Bonus Mobili fino al 31 dicembre 2014. Una seconda edizione del presente Vademecum

Dettagli

13.11.2013 Bonus mobili: i beni agevolati

13.11.2013 Bonus mobili: i beni agevolati Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 305 13.11.2013 Bonus mobili: i beni agevolati Categoria: Irpef Sottocategoria: 36% Con il D.L. 4 giugno 2013, n. 63 convertito con modificazioni

Dettagli

Interventi di ristrutturazione e riqualificazione energetica degli immobili: le regole per bonus e detrazioni fiscali.

Interventi di ristrutturazione e riqualificazione energetica degli immobili: le regole per bonus e detrazioni fiscali. Interventi di ristrutturazione e riqualificazione energetica degli immobili: le regole per bonus e detrazioni fiscali Antonio Piccolo Milano, 19 marzo 2015 AGEVOLAZIONI FISCALI Ristrutturazioni Edilizie

Dettagli

Bonus Mobili 2016. Cos è il Bonus Mobili? Misura dell agevolazione:

Bonus Mobili 2016. Cos è il Bonus Mobili? Misura dell agevolazione: Bonus Mobili 2016 La nuova Legge di Stabilità 2016, approvata il 22 Dicembre dal Senato della Repubblica, ha confermato la proroga del bonus mobili per tutto il 2016 e ha previsto una "nuova tipologia

Dettagli

BONUS MOBILI 2013-2015 Vademecum operativo

BONUS MOBILI 2013-2015 Vademecum operativo BONUS MOBILI 2013-2015 Vademecum operativo La presente guida è stata realizzata a cura di FederlegnoArredo, Federmobili Confcommercio Imprese per l Italia, ANGAISA, Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil

Dettagli

Circolare N.49 del 02 Aprile 2014

Circolare N.49 del 02 Aprile 2014 Circolare N.49 del 02 Aprile 2014 Bonus mobili. Agevolazione ancorata alle spese della ristrutturazione Gentile cliente con la presente intendiamo ricordarle che, per effetto della mancata conversione

Dettagli

Possibile beneficiare del c.d. "bonus mobili" anche in conseguenza della sostituzione della caldaia

Possibile beneficiare del c.d. bonus mobili anche in conseguenza della sostituzione della caldaia CIRCOLARE A.F. N. 66 del 4 Maggio 2016 Ai gentili clienti Loro sedi Possibile beneficiare del c.d. "bonus mobili" anche in conseguenza della sostituzione della caldaia Gentile cliente, con la presente

Dettagli

Le detrazioni per gli interventi sugli immobili. A cura dell Ufficio Tributario dell Unione Provinciale Artigiani di Padova

Le detrazioni per gli interventi sugli immobili. A cura dell Ufficio Tributario dell Unione Provinciale Artigiani di Padova Le detrazioni per gli interventi sugli immobili A cura dell Ufficio Tributario dell Unione Provinciale Artigiani di Padova Le tipologie di detrazioni 50% recupero del patrimonio edilizio (art. 16-bis DPR

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi Recupero edilizio, risparmio energetico, arredi: bonus confermato e potenziato per le giovani coppie Gentile cliente, la informiamo che con

Dettagli

BONUS MOBILI 2015. Vademecum operativo

BONUS MOBILI 2015. Vademecum operativo BONUS MOBILI 2015 Vademecum operativo PREMESSA La legge di stabilità 2015 ha prorogato fino al 31 dicembre 2015 l agevolazione fiscale prevista per l acquisto di arredi, materassi e apparecchi di illuminazione,

Dettagli

DETRAZIONE PER L ACQUISTO DI MOBILI E GRANDI ELETTRODOMESTICI

DETRAZIONE PER L ACQUISTO DI MOBILI E GRANDI ELETTRODOMESTICI S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO IL PUNTO FISCALE DI FINE ANNO: OPPORTUNITA, CRITICITA E RIFLESSIONI DETRAZIONE PER L ACQUISTO DI MOBILI E GRANDI ELETTRODOMESTICI Walter Cerioli 18 dicembre

Dettagli

BONUS MOBILI 2014. Vademecum operativo

BONUS MOBILI 2014. Vademecum operativo BONUS MOBILI 2014 Vademecum operativo La presente guida è stata realizzata a cura di FederlegnoArredo, Federmobili Confcommercio Imprese per l Italia, ANGAISA, Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil a fini

Dettagli

I VANTAGGI FISCALI PER GLI INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA CONTO TERMICO E DETRAZIONE FISCALE

I VANTAGGI FISCALI PER GLI INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA CONTO TERMICO E DETRAZIONE FISCALE I VANTAGGI FISCALI PER GLI INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA CONTO TERMICO E DETRAZIONE FISCALE FONTE: HTTP://WWW.CASA.GOVERNO.IT HTTP://WWW.GSE.IT I VANTAGGI FISCALI PER GLI INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE

Dettagli

Le agevolazioni fiscali per la tua casa. Quinto video

Le agevolazioni fiscali per la tua casa. Quinto video Quinto video 1 Nel secondo video abbiamo parlato dei lavori per i quali spetta l agevolazione In questo terzo video parleremo invece di: 1. Gli adempimenti richiesti 2. Come fare i pagamenti 3. La ritenuta

Dettagli

Prot. 173/2013. Milano, 30-09-2013. Circolare n. 94/2013. AREA: Circolari, Fiscale

Prot. 173/2013. Milano, 30-09-2013. Circolare n. 94/2013. AREA: Circolari, Fiscale Prot. 173/2013 Milano, 30-09-2013 Circolare n. 94/2013 AREA: Circolari, Fiscale Interventi di efficienza energetica, di ristrutturazione edilizia - Acquisto di mobili: Detrazione Circolare dell Agenzia

Dettagli

STUDIO SERVIDIO VIA SANTO STEFANO, 11 40125 BOLOGNA ITALY TEL. (+39) 051 26.06.20 FAX (+39) 051 22.16.19. Bologna, 30 Settembre 2013

STUDIO SERVIDIO VIA SANTO STEFANO, 11 40125 BOLOGNA ITALY TEL. (+39) 051 26.06.20 FAX (+39) 051 22.16.19. Bologna, 30 Settembre 2013 DOTT. ANDREA ALBERGHINI DOTT. ALFREDO ODDONE DOTT. FEDERICO BENNI DOTT. DARIO CURTI DOTT. CLAUDIO MARCANTOGNINI DOTT. PIETRO BUFANO Bologna, 30 Settembre 2013 Oggetto: Circolare n. 32/2013 del 30 Settembre

Dettagli

1. INTERVENTI DI EFFICIENZA ENERGETICA

1. INTERVENTI DI EFFICIENZA ENERGETICA 1. INTERVENTI DI EFFICIENZA ENERGETICA 1.1 La proroga al 31 dicembre 2013 riguarda tutte le tipologie di interventi di efficienza energetica di seguito indicati: - interventi di riqualificazione energetica

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi Proroga del bonus arredi fino al 31.12.2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che la legge di stabilità 2015 ha prorogato

Dettagli

L energia per uscire dalla crisi:

L energia per uscire dalla crisi: L energia per uscire dalla crisi: La riqualificazione e l efficienza energetica: obiettivi ambientali e obblighi di legge le opportunità per la riqualificazione energetica degli edifici Claudio Degano

Dettagli

Gli incentivi per la casa INCENTIVI PER INTERVENTI DI RISPARMIO ENERGETICO

Gli incentivi per la casa INCENTIVI PER INTERVENTI DI RISPARMIO ENERGETICO COMUNE DI FERRARA Città Patrimonio dell Umanità Centro Idea Centro di Educazione Alla Sostenibilità PROVINCIA DI FERRARA INCENTIVI PER INTERVENTI DI RISPARMIO ENERGETICO Patto dei Sindaci Un impegno per

Dettagli

LA NUOVA STRETTA PER IL BONUS MOBILI

LA NUOVA STRETTA PER IL BONUS MOBILI INFORMATIVA N. 097 07 APRILE 2014 IMPOSTE DIRETTE LA NUOVA STRETTA PER IL BONUS MOBILI Art. 16-bis, TUIR Art. 1, comma 139, Legge n. 147/2013 Con riferimento alla detrazione IRPEF del 50% riconosciuta

Dettagli

Reg. Imprese di TARANTO n. 02581080732 - REA n. 156216 e-mail: info@studioformat.it sito web: http://www.studioformat.it

Reg. Imprese di TARANTO n. 02581080732 - REA n. 156216 e-mail: info@studioformat.it sito web: http://www.studioformat.it Circolare 05/2013 Sava lì 20.09.2013 A tutti i Clienti dello Studio Loro sedi OGGETTO: BONUS MOBILI 2013 Gentile Cliente, la presente per informarti che il 18/09/2013 è stata pubblicata una circolare esplicativa

Dettagli

INTERVIENI sull edificio e sull impianto e SOSTITUISCI gli elettrodomestici approfittando delle detrazioni fiscali

INTERVIENI sull edificio e sull impianto e SOSTITUISCI gli elettrodomestici approfittando delle detrazioni fiscali INTERVIENI sull edificio e sull impianto e SOSTITUISCI gli elettrodomestici approfittando delle detrazioni fiscali Se devi effettuare degli interventi di ristrutturazione dell edificio e se la caldaia

Dettagli

Condizioni per chiedere la detrazione

Condizioni per chiedere la detrazione Fonte: http://www.agenziaentrate.gov.it Scheda informativa Chi sostiene spese per i lavori di ristrutturazione edilizia può fruire della detrazione d imposta Irpef pari al 36%. Per le spese sostenute dal

Dettagli

Discariche: è rivolta popolare

Discariche: è rivolta popolare n. 274 - dal 26 settembre al 9 ottobre 2013 - tel. 06.92.76.222 - ilcaffe@mediumsrl.it - GRATUITO dei CASTELLI Discariche: è rivolta popolare Sensazionale successo del corteo pacifico per fermare discariche

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio N. 130 del 8 Ottobre 2014 Ai gentili clienti Loro sedi Il punto sul Bonus Arredi Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che recentemente l Agenzia delle

Dettagli

PROGETTO CASA 2015. In Valtellina e in Valchiavenna riqualificare e ristrutturare la CASA conviene.

PROGETTO CASA 2015. In Valtellina e in Valchiavenna riqualificare e ristrutturare la CASA conviene. In Valtellina e in Valchiavenna riqualificare e ristrutturare la CASA conviene. Diamo un futuro migliore al territorio e alle nostre famiglie. Iniziativa promossa da Con il patrocinio gratuito di Provincia

Dettagli

PROGETTO CASA 2015. In Valtellina e in Valchiavenna riqualificare e ristrutturare la CASA conviene.

PROGETTO CASA 2015. In Valtellina e in Valchiavenna riqualificare e ristrutturare la CASA conviene. In Valtellina e in Valchiavenna riqualificare e ristrutturare la CASA conviene. Diamo un futuro migliore al territorio e alle nostre famiglie. Iniziativa promossa da Con il patrocinio gratuito di Provincia

Dettagli

DETRAZIONE PER ACQUISTO DI MOBILI E GRANDI ELETTRODOMESTICI

DETRAZIONE PER ACQUISTO DI MOBILI E GRANDI ELETTRODOMESTICI IMPOSTE E TASSE IMPOSTE DIRETTE SOMMARIO schema di sintesi approfondimenti video FISCO del 23.10.2013 n. 0376-775130 www.ratiofad.it DETRAZIONE PER ACQUISTO DI MOBILI E GRANDI ELETTRODOMESTICI D.L. 4.06.2013,

Dettagli

ARES COMUNE DI MOSSA. Agenzia Regionale per. l Edilizia Sostenibile INCENTIVI FISCALI. Martedì 19 novembre 2013 Mossa. Relatore ing.

ARES COMUNE DI MOSSA. Agenzia Regionale per. l Edilizia Sostenibile INCENTIVI FISCALI. Martedì 19 novembre 2013 Mossa. Relatore ing. ARES Agenzia Regionale per l Edilizia Sostenibile COMUNE DI MOSSA INCENTIVI FISCALI Martedì 19 novembre 2013 Mossa Relatore ing. Claudio Degano IL BONUS MOBILI È consentita detrazione dall'imposta lorda,

Dettagli

Il Consiglio dei Ministri ha dato il via libera agli Ecobonus 2013. Le principali novità riguardano le tempistiche in base alle quali è possibile

Il Consiglio dei Ministri ha dato il via libera agli Ecobonus 2013. Le principali novità riguardano le tempistiche in base alle quali è possibile Il Consiglio dei Ministri ha dato il via libera agli Ecobonus 2013. Le principali novità riguardano le tempistiche in base alle quali è possibile usufruire degli Ecobonus: Quelli per l efficienza energetica

Dettagli

un nuovo modo di abitare.

un nuovo modo di abitare. un nuovo modo di abitare. un nuovo modo di abitare. CasaClima, naturalmente tua. A Grotte Santo Stefano (VT), Via Sardegna n. 9 lena_zajchikova - Fotolia.com Casa tradizionale Casa in CLASSE A+ certificata

Dettagli

RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE PER IL 2016

RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE PER IL 2016 20/01/2016 RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE PER IL 2016 PER IL 2016 A.N.S.AP. FONTE AGENZIA ENTRATE - RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE PER IL 2016 Scheda informativa Attenzione: con la legge di stabilità 2016 (legge

Dettagli

BONUS MOBILI 2014. Vademecum operativo

BONUS MOBILI 2014. Vademecum operativo BONUS MOBILI 2014 Vademecum operativo La presente guida è stata realizzata a cura di FederlegnoArredo, Federmobili Confcommercio Imprese per l Italia, ANGAISA, Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil a fini

Dettagli

BONUS MOBILI 2016. Vademecum operativo

BONUS MOBILI 2016. Vademecum operativo BONUS MOBILI 2016 Vademecum operativo La presente guida è stata realizzata a cura di FederlegnoArredo, Federmobili Confcommercio Imprese per l Italia, ANGAISA, Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil a fini

Dettagli

Recupero edilizio, risparmio energetico, bonus arredi: Novità della Legge di Stabilità 2014

Recupero edilizio, risparmio energetico, bonus arredi: Novità della Legge di Stabilità 2014 COMITATO REGIONALE TOSCANO GEOMETRI Via Volturno /12/C - 50019 Osmannoro Sesto Fiorentino - FIRENZE Tel. 055/5002380 - Fax 055/5522399 Cod. Fiscale 80011550482 E-mail - comtoscanogeometri@libero.it Informativa

Dettagli

NUOVI INTERVENTI COSTRUTTIVI IN EDILIZIA AGEVOLATA

NUOVI INTERVENTI COSTRUTTIVI IN EDILIZIA AGEVOLATA C O O P E R A T I V A P O R T A R O M A N A NUOVI INTERVENTI COSTRUTTIVI IN EDILIZIA AGEVOLATA L O C A L I T À A C Q U A B I A N C A - V I T E R B O UNA OFFERTA DI PRIMA SCELTA AD UN PREZZO IMBATTIBILE!

Dettagli

La riqualificazione energetica

La riqualificazione energetica La riqualificazione energetica Come funzionano le detrazioni CASA DOLCE CASA è un progetto realizzato con il contributo di Che cos è la riqualificazione energetica Si parla di riqualificazione energetica

Dettagli

DL 21.6.2013 n. 69 (c.d. DECRETO DEL FARE ) NOVITA DECRETO ENERGIA

DL 21.6.2013 n. 69 (c.d. DECRETO DEL FARE ) NOVITA DECRETO ENERGIA DL 21.6.2013 n. 69 (c.d. DECRETO DEL FARE ) NOVITA DECRETO ENERGIA In questa Circolare 1. Premessa 2. Interventi di riqualificazione energetica (Art. 14) 3. Recupero del patrimonio edilizio 1. PREMESSA

Dettagli

Ristrutturazioni edilizie

Ristrutturazioni edilizie Ristrutturazioni edilizie Chi sostiene spese per i lavori di ristrutturazione edilizia può fruire della detrazione d imposta Irpef pari al 36%. Per le spese sostenute dal 26 giugno 2012 al 31 dicembre

Dettagli

PROGETTO CASA. Per una CASA più efficiente, moderna e sicura. Per un futuro migliore per la Valtellina e la Valchiavenna. In collaborazione con

PROGETTO CASA. Per una CASA più efficiente, moderna e sicura. Per un futuro migliore per la Valtellina e la Valchiavenna. In collaborazione con PROGETTO CASA Per una CASA più efficiente, moderna e sicura. Per un futuro migliore per la Valtellina e la Valchiavenna. Iniziativa promossa da Con il patrocinio gratuito di Provincia di Sondrio In collaborazione

Dettagli

Stabilità 2016. Tutte le novità per la casa, l edilizia e i professionisti

Stabilità 2016. Tutte le novità per la casa, l edilizia e i professionisti Stabilità 2016. Tutte le novità per la casa, l edilizia e i professionisti È stata approvata dal Senato con voto di fiducia la Legge di Stabilità 2016. Questi, in sintesi, i contenuti della norma: Ecobonus

Dettagli

Bonus mobili ed elettrodomestici

Bonus mobili ed elettrodomestici Bonus mobili ed elettrodomestici Come e quando richiedere l agevolazione fiscale Si può usufruire di una detrazione Irpef del 50% per l acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore

Dettagli

Le agevolazioni per il recupero edilizio, risparmio energetico e arredi

Le agevolazioni per il recupero edilizio, risparmio energetico e arredi Ai gentili clienti Loro sedi Le agevolazioni per il recupero edilizio, risparmio energetico e arredi Gentile cliente, desideriamo informarla che l Agenzia delle Entrate con la circolare n. 29 del 18.09.2013

Dettagli

ALLE SOCIETÀ IN INDIRIZZO LORO SEDI

ALLE SOCIETÀ IN INDIRIZZO LORO SEDI STUDIO COMMERCIALISTA BUSCEMI Viale Monte Nero, 17 20135 MILANO Tel. 02/54.100.190 (R.A.) Fax 02/54.100.511 www.studiobuscemi.it e-mail: studiobuscemi@legalmail.it Prot. Circolare n. 14/2013 Milano, 04

Dettagli

Interventi di ristrutturazione edilizia Bonus mobili per giovani coppie

Interventi di ristrutturazione edilizia Bonus mobili per giovani coppie CIRCOLARE N. 7 /E Direzione Centrale Normativa Roma, 31 marzo 2016 OGGETTO: Interventi di ristrutturazione edilizia Bonus mobili per giovani coppie Agenzia delle Entrate - Direzione Centrale Normativa

Dettagli

RISPARMIO ENERGETICO IN FAMIGLIA

RISPARMIO ENERGETICO IN FAMIGLIA RISPARMIO ENERGETICO IN FAMIGLIA Ing. Giacomo Iannandrea Perché risparmiare energia? L 80% di tutta l energia mondiale proviene da fonti fossili (petrolio, gas, carbone) soggette ad esaurimento, mentre

Dettagli

LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO AGGIORNATA CON LA LEGGE FINANZIARIA 2008 E IL DECRETO INTERMINISTERIALE 7 APRILE 2008

LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO AGGIORNATA CON LA LEGGE FINANZIARIA 2008 E IL DECRETO INTERMINISTERIALE 7 APRILE 2008 LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO AGGIORNATA CON LA LEGGE FINANZIARIA 2008 E IL DECRETO INTERMINISTERIALE 7 APRILE 2008 La legge finanziaria per il 2008 (legge 24 dicembre 2007, n. 244)

Dettagli

-65% -50% RISTRUTTURARE COMO IL TUO BENESSERE A METÀ PREZZO. www.ristrutturarecomo.it numero verde 800.978.500

-65% -50% RISTRUTTURARE COMO IL TUO BENESSERE A METÀ PREZZO. www.ristrutturarecomo.it numero verde 800.978.500 RISTRUTTURARE COMO IL TUO BENESSERE A METÀ PREZZO -65% AGEVOLAZIONE FISCALE per la riqualificazione energetica -50% DETRAZIONE sugli interventi di recupero www.ristrutturarecomo.it numero verde 800.978.500

Dettagli

Le detrazioni fiscali al 36% ed al 55%

Le detrazioni fiscali al 36% ed al 55% LA CREAZIONE DI VALORE NEL SETTORE IMMOBILIARE: LE NUOVE OPPORTUNITA PER GLI INGEGNERI GESTIONALI Le detrazioni fiscali al 36% ed al 55% Ordine degli Ingegneri di Napoli Napoli Via del Chiostro 8 SISTEMA

Dettagli

PROROGA DETRAZIONE SPESE PER RISPARMIO ENERGETICO E PER RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE

PROROGA DETRAZIONE SPESE PER RISPARMIO ENERGETICO E PER RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE PROROGA DETRAZIONE SPESE PER RISPARMIO ENERGETICO E PER RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE Il D.L. n. 63 del 4 giugno 2013 oltre a prorogare le detrazioni per le spese finalizzate al risparmio energetico e quelle

Dettagli

RISPARMIO ED EFFICIENZA: La prima fonte di energia

RISPARMIO ED EFFICIENZA: La prima fonte di energia FEDERAZIONE NAZIONALE LAVORATORI EDILI AFFINI E DEL LEGNO Aderente alla Fédération Européenne des Travailleurs du Batiment et du Bois dans la CEE ( F.E.T.B.B. ) e alla Fédération Internationale des Travailleurs

Dettagli

CIRCOLARE N 1 DEL 14.01.2014

CIRCOLARE N 1 DEL 14.01.2014 STUDIO BURLONE - CRISA Dottori Commercialisti e Revisori contabili CIRCOLARE N 1 DEL 14.01.2014 LEGGE DI STABILITA La Legge di Stabilità (147/2013) è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale del 27 dicembre

Dettagli

n. 274 - dal 26 settembre al 9 ottobre 2013 - tel. 06.92.76.222 - ilcaffe@mediumsrl.it - GRATUITO di LATINA

n. 274 - dal 26 settembre al 9 ottobre 2013 - tel. 06.92.76.222 - ilcaffe@mediumsrl.it - GRATUITO di LATINA n. 274 - dal 26 settembre al 9 ottobre 2013 - tel. 06.92.76.222 - ilcaffe@mediumsrl.it - GRATUITO di LATINA RUBRICA A PAG. 27 RUBRICA A PAG. 27 Acqualatina, il privato tenta la fuga Veolia vuole uscirne.

Dettagli

LEGGE REGIONALE 21 OTTOBRE 2013 - N. 8 NORME PER LA PREVENZIONE E IL TRATTAMENTO DEL GIOCO D AZZARDO PATOLOGICO

LEGGE REGIONALE 21 OTTOBRE 2013 - N. 8 NORME PER LA PREVENZIONE E IL TRATTAMENTO DEL GIOCO D AZZARDO PATOLOGICO Gruppo Consiliare LEGGE REGIONALE 21 OTTOBRE 2013 - N. 8 NORME PER LA PREVENZIONE E IL TRATTAMENTO DEL GIOCO D AZZARDO PATOLOGICO INDICE Le finalità della Legge... pag. 4 Le squadra... pag. 5 I destinatari...

Dettagli

Fiscal News N. 293. La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News N. 293. La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 293 07. 09. 2012 I bonus per l edilizia: alcuni casi pratici Il maggiore sconto è attualmente previsto fino a giugno 2013 Categoria: Irpef Sottocategoria:

Dettagli

INFORMATIVA N. 14/2013

INFORMATIVA N. 14/2013 STUDIO RENZO GORINI DOTTORE COMMERCIALISTA REVISORE CONTABILE COMO 10.9.2013 22100 COMO - VIA ROVELLI, 40 TEL. 031.27.20.13 www.studiogorini.it FAX 031.27.33.84 E-mail: segreteria@studiogorini.it INFORMATIVA

Dettagli

-65% -50% RISTRUTTURARE COMO IL TUO BENESSERE A METÀ PREZZO. www.ristrutturarecomo.it numero verde 800.978.500

-65% -50% RISTRUTTURARE COMO IL TUO BENESSERE A METÀ PREZZO. www.ristrutturarecomo.it numero verde 800.978.500 RISTRUTTURARE COMO IL TUO BENESSERE A METÀ PREZZO -65% AGEVOLAZIONE FISCALE per la riqualificazione energetica -50% DETRAZIONE sugli interventi di recupero www.ristrutturarecomo.it numero verde 800.978.500

Dettagli

DETRAZIONI FISCALI GLI INTERVENTI AGEVOLATI

DETRAZIONI FISCALI GLI INTERVENTI AGEVOLATI DETRAZIONI FISCALI Chi sostiene spese per i lavori di ristrutturazione edilizia può fruire della detrazione d imposta Irpef pari al 36%. Per le spese sostenute dal 26 giugno 2012 al 31 dicembre 2014 (termine

Dettagli

L e n u ove d e t r a z i o n i p e r l a c a s a d e l D e c r e t o S v i l u p p o 2 01 2

L e n u ove d e t r a z i o n i p e r l a c a s a d e l D e c r e t o S v i l u p p o 2 01 2 L e n u ove d e t r a z i o n i p e r l a c a s a d e l D e c r e t o S v i l u p p o 2 01 2 Con il Decreto 147 del 26 giugno 2012 convertito in legge ad agosto, sono cambiate le regole inerenti la detrazione

Dettagli

Guida all acquisto della casa

Guida all acquisto della casa Comprare casa senza sorprese Guida all acquisto della casa Gli aspetti fiscali I documenti da controllare I passi da compiere A cura di Roberto Spalti Introduzione Prima di acquistare Il contratto preliminare

Dettagli

Confronto tra vecchio e nuovo decreto di incentivazione del fotovoltaico

Confronto tra vecchio e nuovo decreto di incentivazione del fotovoltaico Confronto tra vecchio e nuovo decreto di incentivazione del fotovoltaico Il decreto 19 febbraio 2007 Criteri e modalita' per incentivare la produzione di energia elettrica mediante conversione fotovoltaica

Dettagli

Dottore Commercialista Revisore Contabile

Dottore Commercialista Revisore Contabile DETRAZIONE PER LE RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE: LE REGOLE E LE NOVITÀ a cura del Dott. Vito e in Bitonto (BA) Il decreto legge n. 63 del 04 giugno 2013, pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 130 del 05 giugno

Dettagli

Seminario. A scuola di risparmio energetico con 1 Legambiente. Iseo, 4 marzo 2008

Seminario. A scuola di risparmio energetico con 1 Legambiente. Iseo, 4 marzo 2008 Seminario A scuola di risparmio energetico con 1 Legambiente Iseo, 4 marzo 2008 Dobbiamo modificare i nostri stili di vita! Siamo alla vigilia di una nuova rivoluzione, una rivoluzione 2 per l ambiente,

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio N. 18 del 4 Febbraio 2015 Ai gentili clienti Loro sedi Recupero edilizio, risparmio energetico, bonus arredi: agevolazioni potenziate fino al prossimo 31.12.2015 (Articolo

Dettagli

Ristrutturazione edilizia Scopri i vantaggi delle agevolazioni fiscali!

Ristrutturazione edilizia Scopri i vantaggi delle agevolazioni fiscali! Ristrutturazione edilizia Scopri i vantaggi delle agevolazioni fiscali! PAVIMENTO ARENITE, cm 30 x 60 16,99 al mq PORTA DA INTERNO a battente BADIA, cm L 70/80 x H 210, 99,90 Disponibile anche cm H 200

Dettagli

LE VALVOLE TERMOSTATICHE PERCHE FANNO RISPARMIARE E COME UTILIZZARLE AL MEGLIO

LE VALVOLE TERMOSTATICHE PERCHE FANNO RISPARMIARE E COME UTILIZZARLE AL MEGLIO LE VALVOLE TERMOSTATICHE PERCHE FANNO RISPARMIARE E COME UTILIZZARLE AL MEGLIO In questa breve guida non ci si soffermerà sul funzionamento delle valvole e non si entrerà in dettagli tecnici e costruttivi.

Dettagli

Illumina il tuo futuro

Illumina il tuo futuro Illumina il tuo futuro INTRODUZIONE I contribuenti che sostengono spese per interventi mirati al risparmio energetico possono usufruire di una particolare agevolazione fiscale, avvalendosi di una specifica

Dettagli

Per tutto il 2014 sono in vigore le agevolazioni per i lavori di

Per tutto il 2014 sono in vigore le agevolazioni per i lavori di Araberara - 14 Febbraio 2014 25 l inserto» per tutto il 2014 Incentivi fiscali recupero patrimonio edilizio E dopo la panoramica del numero scorso, andiamo nel dettaglio dei lavori che possono usufruire

Dettagli

RISTRUTTURAZIONE EDILIZIA DETRAZIONE FISCALE DEL 50% (SU UNA SPESA MASSIMA DI 96.000)

RISTRUTTURAZIONE EDILIZIA DETRAZIONE FISCALE DEL 50% (SU UNA SPESA MASSIMA DI 96.000) Pag.1 RISTRUTTURAZIONE EDILIZIA DETRAZIONE FISCALE DEL 50% (SU UNA SPESA MASSIMA DI 96.000) Chi può richiederla? Elenchiamo di seguito i soggetti che hanno la possibilità di richiedere la detrazione fiscale

Dettagli

Dr. Alessandra Alberti Ser.T. zona Valtiberina Dip.to Dipendenze A.USL 8

Dr. Alessandra Alberti Ser.T. zona Valtiberina Dip.to Dipendenze A.USL 8 Dr. Alessandra Alberti Ser.T. zona Valtiberina Dip.to Dipendenze A.USL 8 Normalmente azzardo perché il gioco d azzardo è anch esso una forma di gioco normale, ma anche perché possiamo dire che in qualche

Dettagli

Fiscal Approfondimento

Fiscal Approfondimento Fiscal Approfondimento Il Focus di qualità N. 05 04.02.2014 Contratti di locazione Novità e aspetti rilevanti Categoria: Contratti Sottocategoria: Locazione Dal 2014 i contratti di locazione sono stati

Dettagli

LE AGEVOLAZIONI FISCALI: RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE E RISPARMIO ENERGETICO

LE AGEVOLAZIONI FISCALI: RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE E RISPARMIO ENERGETICO S T U D I O D I S P I R I T O CONSULENZA FISCALE SOCIETARIA E CONTABILE MARIO DI SPIRITO Dottore Commercialista Revisore Contabile Consulente Tecnico del Tribunale di Roma Circolare n. 4 del 22/02/2012

Dettagli

INTERVENTI IN MATERIA DI RECUPERO DEL PATRIMONIO EDILIZIO E ALIQUOTA AGEVOLATA 10% - BONUS MOBILI -

INTERVENTI IN MATERIA DI RECUPERO DEL PATRIMONIO EDILIZIO E ALIQUOTA AGEVOLATA 10% - BONUS MOBILI - Tipologia: FISCO Protocollo: 2006714 Data: 03.06.2014.2014 Oggetto: interventi in materia di recupero patrimonio edilizio e aliquota agevolata 10%. Bonus mobili INTERVENTI IN MATERIA DI RECUPERO DEL PATRIMONIO

Dettagli

FISCO Gli sconti per la casa

FISCO Gli sconti per la casa Con le novità introdotte in Parlamento FISCO Gli sconti per la casa Per i proprietari: Ici, interessi sui mutui, ristrutturazioni ed efficienza energetica. Per gli inquilini: sconti Irpef Redistribuzione

Dettagli

AGEVOLAZIONI PER IL RISPARMIO ENERGETICO - 65%

AGEVOLAZIONI PER IL RISPARMIO ENERGETICO - 65% OGGETTO: Circolare 7.2014 Seregno, 14 marzo 2014 AGEVOLAZIONI PER IL RISPARMIO ENERGETICO - 65% Sulle spese sostenute dal 6 giugno 2013 (data di entrata in vigore del Dl 63/2013) al 31 dicembre 2014, per

Dettagli

dal 1 gennaio 2014, la detrazione tornerà alla misura ordinaria del 36% e con il limite di 48.000 euro per unità immobiliare.

dal 1 gennaio 2014, la detrazione tornerà alla misura ordinaria del 36% e con il limite di 48.000 euro per unità immobiliare. Dal 1 gennaio 2012, la detrazione fiscale sulle ristrutturazioni edilizie non ha più scadenza. L agevolazione, introdotta fin dal 1998 e prorogata più volte, è stata resa permanente dal decreto legge n.

Dettagli

Montesole, una casa bella di natura. nel cuore di Montebelluna

Montesole, una casa bella di natura. nel cuore di Montebelluna Montesole, una casa bella di natura. nel cuore di Montebelluna Una casa green nel centro della citta Montesole è una residenza in classe A nel centro di Montebelluna. Costruita secondo i canoni di un architettura

Dettagli

On line la nuova guida al conto energia del GSE. sicurezza fotovoltaico. www.immobildesio.it

On line la nuova guida al conto energia del GSE. sicurezza fotovoltaico. www.immobildesio.it sicurezza fotovoltaico s o l u z i o n i i m m o b i l i a r i Quando un edificio va a rotoli La demolizione di edifici mediante cariche esplosive è una tecnica molto utilizzata soprattutto all estero,

Dettagli

Il fenomeno condensa

Il fenomeno condensa Il fenomeno condensa La condensa è un fenomeno naturale molto frequente e presente in vari tipi di abitazioni; è un fenomeno piuttosto fastidioso ed insidioso, anche perché comporta effetti negativi dannosi

Dettagli