Il senatore Piccone chiederà al governo intervento straordinario per maltempo in Marsica

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il senatore Piccone chiederà al governo intervento straordinario per maltempo in Marsica"

Transcript

1 giovedì 15 ottobre 2015 CELANO&MARSICA giovedì 15 ottobre 2015 Il senatore Piccone chiederà al governo intervento straordinario per maltempo in Marsica L Aquila. Presentero una risoluzione parlamentare per chiedere al Governo un intervento straordinario sui gravi danni prodotti dal maltempo che ha colpito la Marsica ed in particolare la Valle Roveto per far fronte alla grave situazione determinata ieri che ha purtroppo causato anche due vittime. Cosi in una nota il parlamentare abruzzese, Filippo Piccone. Siamo vicini alle istituzioni territoriali aggiunge Piccone in questo ennesimo momento di difficolta per gli ingenti danni provocati ai cittadini, alle loro abitazioni, le coltivazioni, le varie attivita produttive ed infrastrutturali. Un pensiero particolare va alle famiglie delle due vittime rimaste tragicamente coinvolte. Emerge con ancora piu forza evidenzia Piccone la necessita di spostare l asse degli interventi di messa in sicurezza dei territori da una logica emergenziale ad una di lungo periodo. Un ringraziamento conclude Piccone all importante opera di soccorso messa in atto dai vigili del fuoco, protezione civile,carabinieri, polizia, corpo forestale, tecnici Enel e associazione di volontariato. 1

2 Piccone: Chiederò un intervento straordinario per la Marsica Tutti i politici abruzzesi scendono in campo. La Marsica è una vetrina di sciagure, ora più che mai. Presenterò una risoluzione parlamentare per chiedere al Governo un intervento straordinario sui gravi danni prodotti dal maltempo che ha colpito la Marsica ed in particolare la Valle Roveto per far fronte alla grave situazione determinata ieri che ha purtroppo causando anche due vittime. Così in una nota il parlamentare abruzzese, Filippo Piccone. Siamo vicini alle istituzioni territoriali aggiunge Piccone in questo ennesimo momento di difficoltà per gli ingenti danni provocati ai cittadini, alle loro abitazioni, le coltivazioni, le varie attività produttive ed infrastrutturali. Un pensiero particolare va alle famiglie delle due vittime rimaste tragicamente coinvolte. Emerge con ancora più forza evidenzia Piccone la necessità di spostare l asse degli interventi di messa in sicurezza dei territori da una logica emergenziale ad una di lungo periodo. Un ringraziamento conclude Piccone all importante opera di soccorso messa in atto dai vigili del fuoco, protezione civile,carabinieri, polizia, corpo forestale, tecnici Enel e associazione di volontariato. 2

3 ABRUZZO: RICHIESTA DI STATO DI EMERGENZA PER LA MARSICA PICCONE PRESENTA RISOLUZIONE AL GOVERNO. "Presenterò una risoluzione parlamentare per chiedere al Governo un intervento straordinario sui gravi danni prodotti dal maltempo che ha colpito la Marsica ed in particolare la Valle Roveto per far fronte alla grave situazione determinata ieri che ha purtroppo causando anche due vittime". Così in una nota il parlamentare abruzzese, Filippo Piccone. "Siamo vicini alle istituzioni territoriali aggiunge Piccone - in questo ennesimo momento di difficoltà per gli ingenti danni provocati ai cittadini, alle loro abitazioni, le coltivazioni, le varie attività produttive ed infrastrutturali. Un pensiero particolare va alle famiglie delle due vittime rimaste tragicamente coinvolte. Emerge con ancora più forza evidenzia Piccone - la necessità di spostare l'asse degli interventi di messa in sicurezza dei territori da una logica emergenziale ad una di lungo periodo. Un ringraziamento - conclude Piccone- all'importante opera di soccorso messa in atto dai vigili del fuoco, protezione civile,carabinieri, polizia, corpo forestale, tecnici Enel e associazione di volontariato". 3

4 Maltempo Marsica, Pezzopane e Di Pangrazio chiedono stato di calamità "Una tragedia terribile. Il bilancio del maltempo nelle zone della Valle Roveto e della Marsica è stato pesantissimo. Rivolgo ai familiari delle vittime il mio cordoglio e la mia vicinanza, così come esprimo la mia solidarietà e il mio sostegno all'intera popolazione colpita da questa tragedia". Lo afferma la senatrice del Pd Stefania Pezzopane, dopo la morte di due persone in seguito all'ondata di maltempo che ha colpito ieri e nella notte l'abruzzo interno [leggi l'articolo]. "Sono ingenti anche i danni provocati alla popolazione, alle abitazioni, all'agricoltura e alle attività produttive - prosegue la senatrice aquilana - la reazione della popolazione è stata ammirevole. Tutti si sono messi al lavoro, per essere di supporto ai volontari e per ripristinare quanto prima una situazione di normalità. Anche nella ennesima tragedia si dà prova di grande umanità e solidarietà". Pezzopane chiede che venga riconosciuto lo stato di calamità, come anche il collega di partito e presidente del consiglio regionale Giuseppe Di Pangrazio: "Dalle parole bisogna passare ai fatti - sottolinea il politico marsicano - è necessaria un'attenzione massima per quanto riguarda la Valle Roveto e il Fucino, dove la situazione del dissesto idrogeologico è particolarmente delicata e complessa a causa della presenza di numerosi corsi d acqua sotterranei, che confluiscono nel fiume Liri, aumentandone pericolosamente la portata e di conseguenza il rischio di esondazioni". Di Pangrazio si rivolge al presidente della Regione Luciano D'Alfonso affinché venga attivata immediatamente la richiesta al governo nazionale per il riconoscimento dello stato di calamità naturale: "Nel corso dell incontro con i sindaci di Canistro, Civitella Roveto, San Vincenzo Valle Roveto, Balsorano, Morino, Capistrello e Avezzano ha aggiunto in una nota Di Pangrazio - abbiamo potuto fare una prima stima dei danni e delle urgenze, dando disposizione per riaprire alcune strade rimaste interrotte". Anche a destra si chiedono interventi al governo Renzi. A farsene portavoce è il parlamentare abruzzese di Ncd Filippo Piccone: "Presenterò una risoluzione parlamentare per chiedere al governo un intervento straordinario sui gravi danni prodotti dal maltempo", sottolinea in una nota. "Siamo vicini alle istituzioni territoriali aggiunge Piccone - in questo ennesimo momento di difficoltà per gli ingenti danni provocati ai cittadini, alle loro abitazioni, le coltivazioni, le varie attività produttive ed infrastrutturali. Un pensiero particolare va alle famiglie delle due vittime rimaste tragicamente coinvolte. Emerge con ancora più forza la necessità di spostare l'asse degli interventi di messa in sicurezza dei territori da una logica emergenziale ad una di lungo periodo. "Un ringraziamento - conclude - all'importante opera di soccorso messa in atto dai vigili del fuoco, protezione civile, carabinieri, polizia, corpo forestale, tecnici Enel e associazione di volontariato". 4

5 MARSICA giovedì 15 ottobre 2015 Maltempo, Piccone: Risoluzione parlamentare al Governo per la Marsica Marsica Presenterò una risoluzione parlamentare per chiedere al Governo un intervento straordinario sui gravi danni prodotti dal maltempo che ha colpito la Marsica ed in particolare la Valle Roveto per far fronte alla grave situazione determinata ieri che ha purtroppo causando anche due vittime. Così in una nota il parlamentare abruzzese, Filippo Piccone. Siamo vicini alle istituzioni territoriali aggiunge Piccone in questo ennesimo momento di difficoltà per gli ingenti danni provocati ai cittadini, alle loro abitazioni, le coltivazioni, le varie attività produttive ed infrastrutturali. Un pensiero particolare va alle famiglie delle due vittime rimaste tragicamente coinvolte. Emerge con ancora più forza evidenzia Piccone la necessità di spostare l asse degli interventi di messa in sicurezza dei territori da una logica emergenziale ad una di lungo periodo. Un ringraziamento conclude Piccone- all importante opera di soccorso messa in atto dai vigili del fuoco, protezione civile,carabinieri, polizia, corpo forestale, tecnici Enel e associazione di volontariato. 5

6 MARSICA giovedì 15 ottobre 2015 Maltempo e danni all agricoltura, vertice a Palazzo di Città Avezzano Danni all agricoltura del territorio e azioni congiunte da attivare nell immediato, questi i temi più importanti affrontati dal tavolo tecnico convocato d urgenza dal sindaco di Avezzano, Giovanni Di Pangrazio, dopo il maltempo che si è abbattuto su tutta la Marsica e che ha provocato ingenti conseguenze. Questa mattina, infatti, a Palazzo di Città, erano presenti i rappresentanti del Consorzio di Bonifica Ovest, di Coldiretti, Confagricoltura, Cia e il referente della protezione civile del comune, Col. Giuseppe Finanza che insieme al sindaco e al dirigente del settore opere pubbliche, Tiziano Zitella, hanno analizzato lo stato attuale delle colture e le maggiori criticità, dove operare nell immediato. Si è parlato di manutenzione dei canali fucensi e dell esigenza di prevenire situazioni d emergenza con un adeguato sistema idraulico e con un opera di bonifica dei fossi principali. L amministrazione comunale di Avezzano raccoglierà le istanze dei principali protagonisti del territorio e sarà un ponte diretto con gli organi competenti. Le associazioni di categoria si sono impegnate a fornire, già nella giornata di domani, una relazione dettagliata dove saranno localizzati i punti critici delle aree maggiormente colpite dal maltempo e che il sindaco Di Pangrazio, trasmetterà alla Regione Abruzzo, sollecitando iniziative concrete in tal senso. Per quanto riguarda la situazione di alta gravità in cui versa la zona della Valle Roveto, il sindaco che in mattinata ha effettuato un sopralluogo insieme ai vertici di Regione e Provincia, fa sapere di avere messo a disposizione alcuni dipendenti per supportare il Comune di Canistro nelle procedure amministrative del caso. 6

7 Roma, Maltempo: Piccone, risoluzione parlamentare al governo per la marsica (AGENPARL)- Roma 15 ott 2015 Presenterò una risoluzione parlamentare per chiedere al Governo un intervento straordinario sui gravi danni prodotti dal maltempo che ha colpito la Marsica ed in particolare la Valle Roveto per far fronte alla grave situazione determinata ieri che ha purtroppo causando anche due vittime. Così in una nota il parlamentare abruzzese, Filippo Piccone. Siamo vicini alle istituzioni territoriali aggiunge Piccone in questo ennesimo momento di difficoltà per gli ingenti danni provocati ai cittadini, alle loro abitazioni, le coltivazioni, le varie attività produttive ed infrastrutturali. Un pensiero particolare va alle famiglie delle due vittime rimaste tragicamente coinvolte. Emerge con ancora più forza evidenzia Piccone la necessità di spostare l asse degli interventi di messa in sicurezza dei territori da una logica emergenziale ad una di lungo periodo. Un ringraziamento conclude Piccone- all importante opera di soccorso messa in atto dai vigili del fuoco, protezione civile,carabinieri, polizia, corpo forestale, tecnici Enel e associazione di volontariato. 7

8 Maltempo: Coldiretti, ingenti danni a colture Marsica Mezzi agricoli a disposizione delle aziende alluvionate e punti informativi negli uffici territoriali di Coldiretti a causa dell'alluvione che da ieri sera si sta abbattendo sulla Marsica, provocando ingenti danni alle coltivazioni e alle strutture agricole, oltre i noti incidenti in cui hanno perso la vita due persone. Coldiretti ha avviato una poderosa azione di assistenza, attivando i sopralluoghi per le ricognizioni dei danni e uno specifico pool di tecnici per le esigenze delle imprese colpite. A disposizione, grazie alla solidarieta' delle aziende non coinvolte dal nubifragio, trattori e mezzi agricoli finalizzati alla rimozione dei detriti localizzati nei Comuni maggiormente colpiti, per i quali Coldiretti ha richiesto anche l'intervento della protezione civile e l'istituzione di un tavolo tecnico di crisi. In merito ai danni alle colture, l'emergenza riguarda le coltivazioni orticole ancora presenti in campo, principalmente carote, patate, spinaci, porro, cavoli ed altri ortaggi per una superficie interessata di oltre 5mila ettari con un danno stimato di circa ai 5milioni di euro. Da una prima valutazione dei danni effettuata da Coldiretti con l'aiuto di Mario Mancini, noto agricoltore locale ed amministratore del Consorzio di Bonifica, risulterebbero infatti ancora in campo le seguenti coltivazioni: patate (30%), carote (30%), mais (20%), finocchi (40%), radicchio (20%), spinaci (30%), insalata (30%). "Danni ingentissimi - dice il Direttore Coldiretti L'Aquila Massimiliano Volpone - Aspettiamo il deflusso delle acque ma siamo gia' all'opera per le opportune ricognizioni. Oltre a questo i nostri uffici sono aperti per la necessaria assistenza alle imprese, per ogni aspetto legato all'emergenza". Ma il problema piu' grave riguarda il deflusso delle acque, assicurato attualmente con la rete ed il sistema dei canali curati e gestiti dal Consorzio di Bonifica Ovest presieduto da Gino Di Berardino, che nei giorni scorsi aveva attuato alcuni interventi preventivi che si sono rivelati provvidenziali per l'eccezionalita' della situazione. "In queste occasioni drammatiche si comprende meglio l'importanza della corretta gestione del territorio e della pericolosita' dei fenomeni climatici eccezionali - aggiunge Volpone - Il ruolo del consorzio di bonifica diventa determinante per assicurare il controllo delle emergenze, attuare la dovuta azione di monitoraggio e provvedere all'informazione delle autorita' competenti". In queste ore Coldiretti sta incontrando le istituzioni territoriali (Sindaci, Provincia, Regione, Consorzi) per una corretta valutazione dei danni e delle possibili azioni di sostegno ed aiuto per le situazioni critiche degli associati e dell'intera comunita' civile del territorio. 8

"SPARTIZIONE DI DEMOLIZIONI E MACERIE" I VIGILI DEL FUOCO VANNO IN PROCURA

SPARTIZIONE DI DEMOLIZIONI E MACERIE I VIGILI DEL FUOCO VANNO IN PROCURA mercoledì, 06 febbraio 2013 "SPARTIZIONE DI DEMOLIZIONI E MACERIE" I VIGILI DEL FUOCO VANNO IN PROCURA L'AQUILA Il Conapo, sindacato autonomo dei vigili del fuoco informa una nota ha presentato un dettagliato

Dettagli

5 MODELLO DI INTERVENTO

5 MODELLO DI INTERVENTO Aggiornato al: 16.09.2009 MODELLO DI INTERVENTO pag. 5.1 5 MODELLO DI INTERVENTO Una parte fondamentale della redazione del Piano di Emergenza Comunale di Protezione Civile è la realizzazione dei Modelli

Dettagli

MoVimento 5 Stelle Municipio X. Dissesto idrogeologico

MoVimento 5 Stelle Municipio X. Dissesto idrogeologico MoVimento 5 Stelle Municipio X Dissesto idrogeologico Tavolo Ambiente Municipio X Attività svolta nel 2013-2014 Premesse: Lo strumento pianificatorio dei Piani di Bacino è stato introdotto nel nostro ordinamento

Dettagli

FERRAGOSTO: ALLARME CONAPO, MANCANO CIRCA 3.900 VIGILI FUOCO, SICUREZZA A RISCHIO =

FERRAGOSTO: ALLARME CONAPO, MANCANO CIRCA 3.900 VIGILI FUOCO, SICUREZZA A RISCHIO = FERRAGOSTO: ALLARME CONAPO, MANCANO CIRCA 3.900 VIGILI FUOCO, SICUREZZA A RISCHIO = Il sindacato, Alfano non faccia proclami dica la reale situazione dei Vvf Roma, 14 ago. (Adnkronos/Labitalia) Sicurezza

Dettagli

Rassegna Stampa. Martedì 19 febbraio 2013 TREVISO

Rassegna Stampa. Martedì 19 febbraio 2013 TREVISO Rassegna Stampa Martedì 19 febbraio 2013 TREVISO Martedì 19 febbraio 2013, pag. 16 L'Europa "sdogana" il Programma rurale VENEZIA - L'Europa formalmente sdogana il Programma di sviluppo rurale proposto

Dettagli

RASSEGNA STAMPA UNIONE VENETA BONIFICHE TESTATE:

RASSEGNA STAMPA UNIONE VENETA BONIFICHE TESTATE: RASSEGNA STAMPA UNIONE VENETA BONIFICHE TESTATE: 28 GENNAIO 2014 UFFICIO COMUNICAZIONE UVB comunicazione@bonifica-uvb.it OGGI NOTIZIE SU: Consorzio/Pag. 1 2 3 4 5 6 7 Veronese Adige Po Delta del Po Alta

Dettagli

MODALITA PER LA SEGNALAZIONE DI CRITICITA, IL MONITORAGGIO E LA PRIMA VERIFICA DEI DANNI E RELATIVA MODULISTICA

MODALITA PER LA SEGNALAZIONE DI CRITICITA, IL MONITORAGGIO E LA PRIMA VERIFICA DEI DANNI E RELATIVA MODULISTICA ALLEGATO A decreto dirigenziale n. del MODALITA PER LA SEGNALAZIONE DI CRITICITA, IL MONITORAGGIO E LA PRIMA VERIFICA DEI DANNI E RELATIVA MODULISTICA 0. Premessa La valutazione di un evento di protezione

Dettagli

REGIONE LOMBARDIA PROVINCIA DI MILANO. Piano Comunale di Protezione Civile Redazione: Novembre 2013

REGIONE LOMBARDIA PROVINCIA DI MILANO. Piano Comunale di Protezione Civile Redazione: Novembre 2013 REGIONE LOMBARDIA PROVINCIA DI MILANO Piano Comunale di Protezione Civile Redazione: Novembre 2013 Redazione: Dott. Alberto Ventura, Arch. e DI.MA. Graziella Vallone Regione Cantarana, 17 28041 ARONA (NO)

Dettagli

COMUNICATO STAMPA DEL 13.08.2015

COMUNICATO STAMPA DEL 13.08.2015 Com.stampa coordinamenti 2015 Raggruppamento Coordinamenti Regionali Volontariato Protezione Civile L A Z I O COMUNICATO STAMPA DEL 13.08.2015 Il volontariato di protezione civile è fra le più importanti

Dettagli

IL DISSESTO IDROGEOLOGICO nuove scelte per la difesa del nostro Appennino

IL DISSESTO IDROGEOLOGICO nuove scelte per la difesa del nostro Appennino Comitato alluvione 11 Giugno 2011 onlus Il dissesto nell Appennino di Parma programmiamo la prevenzione Fornovo, Biblioteca Comunale, 20 Maggio 2014 IL DISSESTO IDROGEOLOGICO nuove scelte per la difesa

Dettagli

Calamità naturali: il 72% dei residenti in zone a rischio è disposto a sottoscrivere un assicurazione per tutelarsi

Calamità naturali: il 72% dei residenti in zone a rischio è disposto a sottoscrivere un assicurazione per tutelarsi Nuova indagine CINEAS Calamità naturali: il 72% dei residenti in zone a rischio è disposto a sottoscrivere un assicurazione per tutelarsi Il 73% degli intervistati ha vissuto una o più volte catastrofi

Dettagli

ELABORAZIONE DEL MODELLO D INTERVENTO

ELABORAZIONE DEL MODELLO D INTERVENTO ELABORAZIONE DEL MODELLO D INTERVENTO COMUNE DI 1. FUNZIONALITA DEL SISTEMA DI ALLERTAMENTO LOCALE REPERIBILITA H 24. Il Piano deve contenere le informazioni necessarie e le modalità con cui la struttura

Dettagli

INTERVENTO DELL ON. CARFAGNA Nella Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne. 26 novembre 2014

INTERVENTO DELL ON. CARFAGNA Nella Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne. 26 novembre 2014 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 836 INTERVENTO DELL ON. CARFAGNA Nella Giornata internazionale per l'eliminazione

Dettagli

INTERVENTO ON. BERGAMINI

INTERVENTO ON. BERGAMINI Informativa urgente del Governo sul trattamento riservato ai migranti nel Centro di soccorso e di prima accoglienza di Lampedusa, come emerso in un recente filmato trasmesso dalla RAI 21 dicembre 2013

Dettagli

Libero di concentrarti sul lavoro

Libero di concentrarti sul lavoro Libero di concentrarti sul lavoro Con AXA tuteli i tuoi obiettivi dalle conseguenze di eventi imprevisti Protezione Impresa Piccolo o grande, il tuo progetto merita la migliore protezione LAVORO PROTETTO

Dettagli

La protezione civile questa sconosciuta

La protezione civile questa sconosciuta * La protezione civile questa sconosciuta Legge 24 febbraio 1992 n. 225 Art. 1 (Servizio nazionale della protezione civile) È istituito il Servizio nazionale della protezione civile al fine di tutelare

Dettagli

Progetto Formativo Scuola Sicura Insieme a cura del Servizio di Protezione Civile comunale di Sesto Fiorentino

Progetto Formativo Scuola Sicura Insieme a cura del Servizio di Protezione Civile comunale di Sesto Fiorentino Progetto Formativo Scuola Sicura Insieme a cura del Servizio di Protezione Civile comunale di Sesto Fiorentino Luogo dell Evento: Parco degli Etruschi (compreso nell area tra via Gramsci, Cimitero Maggiore,

Dettagli

CONSORZIO DI BONIFICA ACQUE RISORGIVE RASSEGNA STAMPA

CONSORZIO DI BONIFICA ACQUE RISORGIVE RASSEGNA STAMPA CONSORZIO DI BONIFICA ACQUE RISORGIVE RASSEGNA STAMPA 8 MAGGIO 2014 Ufficio Segreteria E-mail: consorzio@acquerisorgive.it Sede legale: VIA ROVERETO, 12-30174 VENEZIA - COD. FISC. 94072730271 Web: www.acquerisorgive.it

Dettagli

DANNI DA CALAMITA NATURALI E GESTIONE DEL TERRITORIO

DANNI DA CALAMITA NATURALI E GESTIONE DEL TERRITORIO DANNI DA CALAMITA NATURALI E GESTIONE DEL TERRITORIO E tempo di cambiare decisamente la modalità di governare il problema. Da una gestione delle emergenze ad una gestione innovativa e preventiva del territorio

Dettagli

LINEE COMUNI DI INTERVENTO tra

LINEE COMUNI DI INTERVENTO tra LINEE COMUNI DI INTERVENTO tra COMUNI EST MILANO - CGIL CISL UIL - AFOL EST MI ASSOLOMBARDA, COLDIRETTI, CONFCOMMERCIO, CONFEDERAZIONE ITALIANA AGRICOLTORI, CONFEDERAZIONE NAZIONALE ARTIGIANATO E PICCOLA

Dettagli

IL SISTEMA DELLA RICOSTRUZIONE

IL SISTEMA DELLA RICOSTRUZIONE Area del sisma: 58 comuni (di cui 4 capoluoghi) due comuni per i danni produttivi e comuni limitrofi con danni puntuali a edifici pubblici e privati 2% del Pil italiano 19.000 famiglie hanno lasciato le

Dettagli

CREDITO ALLE INDUSTRIE

CREDITO ALLE INDUSTRIE CREDITO ALLE INDUSTRIE COFIRE: CONSORZIO FIDI DELL INDUSTRIA DI REGGIO EMILIA ASSEMBLEA DI BILANCIO 2015. OLTRE 36 MILIONI DI EURO EROGATI NELL ESERCIZIO NETTA CRESCITA SU ANNO PASSATO. RIPRESI GLI INVESTIMENTI

Dettagli

ANALISI E GESTIONE DEL RISCHIO PER SCOPI DI PROTEZIONE CIVILE

ANALISI E GESTIONE DEL RISCHIO PER SCOPI DI PROTEZIONE CIVILE Territorio e Rischio Idrogeologico ANALISI E GESTIONE DEL RISCHIO PER SCOPI DI PROTEZIONE CIVILE DR. GEOL. FRANCESCO BENINCASA LIBERO PROFESSIONISTA PIANO TERRITORIALE DI COORDINAMENTO PROVINCIALE Il nuovo

Dettagli

PIANO DI PROTEZIONE CIVILE ED EMERGENZA COMUNALE STRUTTURA E FUNZIONI DEL CENTRO OPERATIVO COMUNALE (C.O.C.) Comune di: ATESSA

PIANO DI PROTEZIONE CIVILE ED EMERGENZA COMUNALE STRUTTURA E FUNZIONI DEL CENTRO OPERATIVO COMUNALE (C.O.C.) Comune di: ATESSA Comune di: ATESSA PREMESSA Il Sindaco in qualità di autorità di protezione civile, per la direzione ed il coordinamento del servizio di soccorso e assistenza alla popolazione, si avvale della struttura

Dettagli

INTRODUZIONE ALLA PROTEZIONE CIVILE! LEGISLAZIONE in MATERIA di PROTEZIONE CIVILE

INTRODUZIONE ALLA PROTEZIONE CIVILE! LEGISLAZIONE in MATERIA di PROTEZIONE CIVILE Corso Base per Volontari Operativi Generici di Protezione Civile Cassano D Adda - 07.05.2010 INTRODUZIONE ALLA PROTEZIONE CIVILE! LEGISLAZIONE in MATERIA di PROTEZIONE CIVILE Materiale didattico a cura

Dettagli

Rossano, politici e aiuti nel territorio alluvionato Venerdì 14 Agosto 2015 06:53

Rossano, politici e aiuti nel territorio alluvionato Venerdì 14 Agosto 2015 06:53 ROSSANO 14 ago. «I danni causati dal nubifragio che ha colpito lo Jonio cosentino sono stati eccezionalmente ingenti ma lo Stato è presente e la Calabria sta reagendo in maniera straordinariamente attiva

Dettagli

RASSEGNA STAMPA CORSO ANTITRUFFA GUIDONIA. A cura di. Agenzia Comunicatio

RASSEGNA STAMPA CORSO ANTITRUFFA GUIDONIA. A cura di. Agenzia Comunicatio RASSEGNA STAMPA CORSO ANTITRUFFA GUIDONIA A cura di Agenzia Comunicatio COMUNICATO STAMPA GUIDONIA; FAP e ACLI ROMA: OLTRE 50 ANZIANI FORMATI CONTRO LE TRUFFE Oltre 50 anziani di Guidonia hanno imparato

Dettagli

Il ministro dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Alfonso Pecoraro Scanio, intervenendo alla presentazione del III Rapporto APAT

Il ministro dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Alfonso Pecoraro Scanio, intervenendo alla presentazione del III Rapporto APAT Il ministro dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Alfonso Pecoraro Scanio, intervenendo alla presentazione del III Rapporto APAT sulla Qualità dell Ambiente Urbano edizione 2006, ha sottolineato

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA TRA REGIONE EMILIA-ROMAGNA E LE ASSOCIAZIONI PENSIONATI DEL LAVORO AUTONOMO ADERENTI AL CUPLA

PROTOCOLLO DI INTESA TRA REGIONE EMILIA-ROMAGNA E LE ASSOCIAZIONI PENSIONATI DEL LAVORO AUTONOMO ADERENTI AL CUPLA PROTOCOLLO DI INTESA TRA REGIONE EMILIA-ROMAGNA E LE ASSOCIAZIONI PENSIONATI DEL LAVORO AUTONOMO ADERENTI AL CUPLA Le associazioni dei pensionati del lavoro autonomo aderenti al CUPLA esprimono un giudizio

Dettagli

Terralba, 31 gennaio 2014 IL MODELLO DI GESTIONE DELLE EMERGENZE

Terralba, 31 gennaio 2014 IL MODELLO DI GESTIONE DELLE EMERGENZE REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA PRESIDENZA IL MODELLO DI GESTIONE DELLE EMERGENZE Ing. Maria Antonietta Raimondo Servizio Pianificazione e gestione delle emergenze Legge n. 225 del 1992 > Istituzione del

Dettagli

Comunicato Stampa. Sgomento per il Poliziotto penitenziario suicida a Rossano

Comunicato Stampa. Sgomento per il Poliziotto penitenziario suicida a Rossano _ Unione Italiana Lavoratori Pubblica Amministrazione Ministeri Enti Pubblici Università E.P. Ricerca Vigili del Fuoco Comparto Sicurezza Presidenza del Consiglio Agenzie Fiscali Dirigenza Autorità amministrative

Dettagli

ALLEGATO A: LINEE GUIDA PER L ATTUAZIONE DELLE PRIORITÀ D INTERVENTO

ALLEGATO A: LINEE GUIDA PER L ATTUAZIONE DELLE PRIORITÀ D INTERVENTO ALLEGATO A: LINEE GUIDA PER L ATTUAZIONE DELLE D INTERVENTO PER LA CONSERVAZIONE DELL ORSO BRUNO MARSICANO Riduzione degli impatti legati alle attività antropiche (rif. azioni A1, A3, A4 e A5 del PATOM)

Dettagli

Competitività e ricambio generazionale: descrizione delle misure

Competitività e ricambio generazionale: descrizione delle misure Competitività e ricambio generazionale: descrizione delle misure Misura 5 - Ripristino del potenziale produttivo agricolo danneggiato da calamità naturali e da eventi catastrofici e introduzione di adeguate

Dettagli

Newsletter della Confederazione Italiana Agricoltori dell Umbria

Newsletter della Confederazione Italiana Agricoltori dell Umbria INFORMA Newsletter della Confederazione Italiana Agricoltori dell Umbria Via Mario Angeloni, 1 06125 Perugia Tel.: 075.7971056, 075.5002953 Fax: 075.5002956 e-mail: umbria@cia.it - web: www.ciaumbria.it

Dettagli

LA CALABRIA CONFERMA LA PERICOLOSITÀ DELLE SUE STRADE: ANCHE NEL 2014 L INDICE DI MORTALITÀ È TRA I PIÙ ALTI D ITALIA (dati ACI-ISTAT)

LA CALABRIA CONFERMA LA PERICOLOSITÀ DELLE SUE STRADE: ANCHE NEL 2014 L INDICE DI MORTALITÀ È TRA I PIÙ ALTI D ITALIA (dati ACI-ISTAT) LA CALABRIA CONFERMA LA PERICOLOSITÀ DELLE SUE STRADE: ANCHE NEL 2014 L INDICE DI MORTALITÀ È TRA I PIÙ ALTI D ITALIA (dati ACI-ISTAT) Nel 2014, secondo il rapporto ACI-ISTAT presentato a Roma il 3 Novembre,

Dettagli

PIANO INTERCOMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE

PIANO INTERCOMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE PIANO INTERCOMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE PROCEDURA OPERATIVA: RISCHIO GAS Versione 0.0 del 01.07.2011 Redazione a cura di: Corpo Polizia Municipale Reno-Galliera GENERALITA Evento: Guasto o rottura con

Dettagli

Newsletter della Confederazione Italiana Agricoltori dell Umbria

Newsletter della Confederazione Italiana Agricoltori dell Umbria INFORMA Newsletter della Confederazione Italiana Agricoltori dell Umbria Via Mario Angeloni, 1 06125 Perugia Tel.: 075.7971056, 075.5002953 Fax: 075.5002956 e-mail: umbria@cia.it - web: www.ciaumbria.it

Dettagli

Direzione centrale Risorse Umane, con riconoscimento del trattamento retributivo pieno, fino a ripresa delle attività.

Direzione centrale Risorse Umane, con riconoscimento del trattamento retributivo pieno, fino a ripresa delle attività. Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti dell Amministrazione Pubblica Direzione Generale Roma, 20 aprile 2009 Prot. n. 1539 Alla Direzione Regionale Abruzzo Alla Direzione provinciale de L Aquila

Dettagli

RISCHIO DA CALAMITÀ NATURALI La percezione dei residenti in zone ad elevato rischio sismico, frane o alluvioni

RISCHIO DA CALAMITÀ NATURALI La percezione dei residenti in zone ad elevato rischio sismico, frane o alluvioni RISCHIO DA CALAMITÀ NATURALI La percezione dei residenti in zone ad elevato rischio sismico, frane o alluvioni Indagine condotta per: 12 Novembre 2010 Obiettivi dell indagine L'Italia è un Paese in cui

Dettagli

CONSORZIO DI BONIFICA ACQUE RISORGIVE RASSEGNA STAMPA

CONSORZIO DI BONIFICA ACQUE RISORGIVE RASSEGNA STAMPA CONSORZIO DI BONIFICA ACQUE RISORGIVE RASSEGNA STAMPA 17 DICEMBRE 2014 Ufficio Segreteria E-mail: consorzio@acquerisorgive.it Sede legale: VIA ROVERETO, 12-30174 VENEZIA - COD. FISC. 94072730271 Web: www.acquerisorgive.it

Dettagli

RASSEGNA STAMPA 10-11-12/06/2014

RASSEGNA STAMPA 10-11-12/06/2014 RASSEGNA STAMPA 10-11-12/06/2014 A cura di Agenzia Comunicatio COMUNICATO STAMPA CRISI: BANCO FARMACEUTICO, AUMENTATE DEL 170% DONAZIONI FARMACI DA INDUSTRIE DI SETTORE MILANO - Rispetto al 2013 sono aumentate

Dettagli

Sostenere i disabili e le loro famiglie nella costruzione di prospettive di vita autonoma (dopo di noi)

Sostenere i disabili e le loro famiglie nella costruzione di prospettive di vita autonoma (dopo di noi) Sostenere i Il problema I temi che si definiscono dopo di noi legati alle potenzialità e autonoma dei disabili - hanno un impatto sociale estremamente rilevante. In primo luogo va sottolineato che, per

Dettagli

Per iniziare, guarda questo breve video:

Per iniziare, guarda questo breve video: Per iniziare, guarda questo breve video: http:///la-carestia-in-somalia.htm Per svolgere le attività proposte, ricava notizie dal tuo libro di geografia e dai seguenti siti: https://it.wikipedia.org/wiki/carestia

Dettagli

CAPITOLO 8 I PROGRAMMI DI INTERVENTO IN MATERIA DI DIFESA DEL SUOLO

CAPITOLO 8 I PROGRAMMI DI INTERVENTO IN MATERIA DI DIFESA DEL SUOLO CAPITOLO 8 I PROGRAMMI DI INTERVENTO IN MATERIA DI DIFESA DEL SUOLO 207 I PROGRAMMI DI INTERVENTO IN MATERIA DI DIFESA DEL SUOLO 8.1 Criteri generali di individuazione e valutazione degli interventi Gli

Dettagli

STADIO COMUNALE DI NUORO Sabato 29 Marzo 2014 PARTITA DI BENIFICENZA TRA PERSONAGGI DELLO SPETTACOLO, MONDO DELLA SICUREZZA E MONDO DELLA NOTTE

STADIO COMUNALE DI NUORO Sabato 29 Marzo 2014 PARTITA DI BENIFICENZA TRA PERSONAGGI DELLO SPETTACOLO, MONDO DELLA SICUREZZA E MONDO DELLA NOTTE STADIO COMUNALE DI NUORO Sabato 29 Marzo 2014 PARTITA DI BENIFICENZA TRA PERSONAGGI DELLO SPETTACOLO, MONDO DELLA SICUREZZA E MONDO DELLA NOTTE In memoria delle vittime dell alluvione in Sardegna verrà

Dettagli

Nota CRCS sul Consumo di suolo nei comuni rivieraschi del Lago di Garda

Nota CRCS sul Consumo di suolo nei comuni rivieraschi del Lago di Garda Milano, 14 luglio 2015 Nota CRCS sul Consumo di suolo nei comuni rivieraschi del Lago di Garda Elaborazione a cura di: Andrea Arcidiacono, Silvia Ronchi, Stefano Salata Il recente Rapporto sul consumo

Dettagli

Domanda C.1.1 (risposta SI/NO)

Domanda C.1.1 (risposta SI/NO) Domanda C.1.1 (risposta SI/NO) Secondo lei, le colate di fango possono essere causate da piogge di lunga durata e continue? Tipologia di risposta Numero di risposte SI 87 NO 5 NON SO 8 Non risponde 0 Pagina

Dettagli

CONSORZIO DI BONIFICA ACQUE RISORGIVE RASSEGNA STAMPA

CONSORZIO DI BONIFICA ACQUE RISORGIVE RASSEGNA STAMPA CONSORZIO DI BONIFICA ACQUE RISORGIVE RASSEGNA STAMPA 15-17 NOVEMBRE 2014 Ufficio Segreteria E-mail: consorzio@acquerisorgive.it Sede legale: VIA ROVERETO, 12-30174 VENEZIA - COD. FISC. 94072730271 Web:

Dettagli

Il volontariato: ruolo e impegni per la Conferenza dei Servizi

Il volontariato: ruolo e impegni per la Conferenza dei Servizi Il volontariato: ruolo e impegni per la Conferenza dei Servizi Rel. sig. Giancarlo Cavallin Volontarinsieme Coordinamento delle Associazioni di volontariato della provincia di Treviso. Gruppo Salute, ospedale

Dettagli

Il SERVIZIO NAZIONALE DI PROTEZIONE CIVILE 15 NOVEMBRE 2011. Dott. Elvezio Galanti Direttore Ufficio Relazioni Istituzionali

Il SERVIZIO NAZIONALE DI PROTEZIONE CIVILE 15 NOVEMBRE 2011. Dott. Elvezio Galanti Direttore Ufficio Relazioni Istituzionali Il SERVIZIO NAZIONALE DI PROTEZIONE CIVILE 15 NOVEMBRE 2011 Dott. Elvezio Galanti Direttore Ufficio Relazioni Istituzionali elvezio.galanti@protezionecivile.it prima del terremoto del 1980 DPR n 66 1981

Dettagli

I NUMERI PER L EMERGENZA

I NUMERI PER L EMERGENZA I NUMERI PER L EMERGENZA Il Comune di Gerenzano ha attivato, presso la sede in piazza XXV Aprile n.1 il servizio di Protezione Civile Comunale dedicato alle comunicazioni di emergenza. I numeri da comporre,

Dettagli

CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO LOCALE DI FOSSOMBRONE A.P.S. AREA 3 Attività Emergenza

CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO LOCALE DI FOSSOMBRONE A.P.S. AREA 3 Attività Emergenza CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO LOCALE DI FOSSOMBRONE A.P.S. AREA 3 Attività Emergenza Corso per aspiranti volontari C.R.I. CROCE ROSSA ITALIANA AREA 3 Attività Emergenza a cura del VOLONTARIO Sandrino Guidarelli

Dettagli

AL VERIFICARSI DI UN EVENTO IMPROVVISO O NON PREVEDIBILE SI ATTUANO LE MISURE PER L EMERGENZA, CON L AVVIO IMMEDIATO DELLE OPERAZIONI DI SOCCORSO.

AL VERIFICARSI DI UN EVENTO IMPROVVISO O NON PREVEDIBILE SI ATTUANO LE MISURE PER L EMERGENZA, CON L AVVIO IMMEDIATO DELLE OPERAZIONI DI SOCCORSO. Tipologia di evento: Eventi non prevedibili/improvvisi AL VERIFICARSI DI UN EVENTO IMPROVVISO O NON PREVEDIBILE SI ATTUANO LE MISURE PER L EMERGENZA, CON L AVVIO IMMEDIATO DELLE OPERAZIONI DI SOCCORSO.

Dettagli

A Prato il confronto tra i rappresentanti di Centria e sindacati sul futuro dei 42 lavoratori. USB Toscana pronta a dare il proprio sostegno alla mobilitazione. Firenze riparte a sinistra e Sì Toscana

Dettagli

PROCEDURE GENERALI SALA OPERATIVA COMUNALE

PROCEDURE GENERALI SALA OPERATIVA COMUNALE EVENTO FRANOSO DOMANDE DA FARE: località della frana dimensioni della frana se viabilità e abitazioni sono interessate dal dissesto se la frana ostruisce il deflusso di un corso d acqua eventuale coinvolgimento

Dettagli

Catania, Boldrini: "Più Sud nell'agenda politica"

Catania, Boldrini: Più Sud nell'agenda politica Catania, Boldrini: "Più Sud nell'agenda politica" di Redazione Sicilia Journal - 10, ott, 2015 http://www.siciliajournal.it/catania-boldrini-piu-sud-nellagenda-politica/ di Graziella Nicolosi 1 / 5 CATANIA

Dettagli

REGOLAMENTAZIONE DELLA CIRCOLAZIONE DEI VEICOLI PESANTI IN AUTOSTRADA IN PRESENZA DI NEVE

REGOLAMENTAZIONE DELLA CIRCOLAZIONE DEI VEICOLI PESANTI IN AUTOSTRADA IN PRESENZA DI NEVE REGOLAMENTAZIONE DELLA CIRCOLAZIONE DEI VEICOLI PESANTI IN AUTOSTRADA IN PRESENZA DI NEVE 1.Premessa Gli interventi finalizzati alla gestione delle emergenze che interessano il sistema viario autostradale

Dettagli

Progetti di outplacement

Progetti di outplacement Progetti di outplacement Trasformiamo il cambiamento in solide e concrete opportunità. www.opsolution.it OP SOLUTION srl TORINO - MILANO - ROMA Sede legale: Corso Re Umberto 30-10128 TORINO (Italy) Tel.

Dettagli

www.dirittoambiente.net

www.dirittoambiente.net Sotto un terreno destinato a coltivazione agricola, una enorme estensione di rifiuti tossici Il Corpo Forestale dello Stato scopre in provincia di Napoli una grande discarica sotterranea di rifiuti pericolosi.

Dettagli

LA SICUREZZA STRADALE IN ITALIA NEL CONTESTO DELL OBIETTIVO EUROPEO 2020

LA SICUREZZA STRADALE IN ITALIA NEL CONTESTO DELL OBIETTIVO EUROPEO 2020 LA SICUREZZA STRADALE IN ITALIA NEL CONTESTO DELL OBIETTIVO EUROPEO 2020 Roma, 18 settembre 2013 Dott. Dario Focarelli DG ANIA L ASSICURAZIONE IN CIFRE (ANNO 2011) Oltre 230 le imprese che operano in Italia

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE POLIDORI, VIGNALI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE POLIDORI, VIGNALI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 999 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI POLIDORI, VIGNALI Disposizioni per la razionalizzazione della gestione delle acque e istituzione

Dettagli

Lo scenario di rischio e le attività di protezione civile per l emergenza in galleria. F. Geri, Milano 8 ottobre 2013. F.#Geri##

Lo scenario di rischio e le attività di protezione civile per l emergenza in galleria. F. Geri, Milano 8 ottobre 2013. F.#Geri## Lo scenario di rischio e le attività di protezione civile per l emergenza in galleria F. Geri, Milano 8 ottobre 2013 www.protezionecivile.gov.it Lo scenario di rischio e le attività di protezione civile

Dettagli

Piano Comunale di Protezione Civile Presentazione

Piano Comunale di Protezione Civile Presentazione Piano Comunale di Protezione Civile Presentazione Aprile 2012 Comune di Piacenza Il Piano Comunale di Protezione Civile, nella sua edizione aggiornata, è stato elaborato con lo scopo di fornire al Comune,

Dettagli

Se il rapporto banca - agricoltori è consolidato anche dal formaggio

Se il rapporto banca - agricoltori è consolidato anche dal formaggio Credito agrario Se il rapporto banca - agricoltori è consolidato anche dal formaggio di Giorgio Setti Tavola rotonda organizzata a Modena da Bper Banca su agricoltura e prodotti tipici, con la partecipazione

Dettagli

ANSA. Giustizia: Oua a Letta, ottimistiche previsioni su civile

ANSA. Giustizia: Oua a Letta, ottimistiche previsioni su civile ANSA Giustizia: Oua a Letta, ottimistiche previsioni su civile (ANSA) - ROMA, 30 SET - "Con il premier Letta siamo d' accordo su una cosa importante: il Paese ha bisogno di interventi sulla giustizia a

Dettagli

SEZIONE CONEGLIANO VITTORIO VENETO

SEZIONE CONEGLIANO VITTORIO VENETO SEZIONE CONEGLIANO VITTORIO VENETO Elaborata a cura del U.N.U.C.I. Gruppo Provinciale Protezione Civile Ten. F. MESSINA Non dobbiamo mai dare per scontato che a risolvere i nostri problemi siano sempre

Dettagli

CONVEGNO: INTERVENTO DEL PREFETTO ANGELO TRANFAGLIA

CONVEGNO: INTERVENTO DEL PREFETTO ANGELO TRANFAGLIA ORDINE DEGLI PSICOLOGI DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA CONVEGNO: IMPARARE DALL ESPERIENZA. L ASSISTENZA PSICOLOGICA NELLE MAXIEMERGENZE INTERVENTO DEL PREFETTO ANGELO TRANFAGLIA ZANHOTEL EUROPA VIA BOLDRINI,

Dettagli

Piano Comunale di Emergenza di Protezione Civile Piano stralcio per rischio idraulico

Piano Comunale di Emergenza di Protezione Civile Piano stralcio per rischio idraulico Piano Comunale di Emergenza di Protezione Civile Piano stralcio per rischio idraulico a cura del Servizio Protezione civile Palazzo Vecchio, 5 maggio 2015 a cura del Servizio Protezione Civile Legge 225

Dettagli

RASSEGNA STAMPA UNIONE VENETA BONIFICHE TESTATE:

RASSEGNA STAMPA UNIONE VENETA BONIFICHE TESTATE: RASSEGNA STAMPA UNIONE VENETA BONIFICHE TESTATE: 7 AGOSTO 2015 UFFICIO COMUNICAZIONE UVB comunicazione@bonifica-uvb.it OGGI NOTIZIE SU: Consorzio/Pag. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Veronese Adige Po Delta del Po

Dettagli

BOZZA NON CORRETTA. MISSIONE A BARI 26 gennaio 2010 PRESIDENZA DEL VICEPRESIDENTE VINCENZO DE LUCA. La seduta inizia alle 18.29.

BOZZA NON CORRETTA. MISSIONE A BARI 26 gennaio 2010 PRESIDENZA DEL VICEPRESIDENTE VINCENZO DE LUCA. La seduta inizia alle 18.29. MISSIONE A BARI 26 gennaio 2010 PRESIDENZA DEL VICEPRESIDENTE VINCENZO DE LUCA 1/6 La seduta inizia alle 18.29. PRESIDENTE. Siamo in audizione durante la seconda missione in Puglia come Commissione parlamentare

Dettagli

BILANCIO SOCIALE 2010

BILANCIO SOCIALE 2010 PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Assessorato ai Lavori Pubblici, Ambiente e Trasporti Dipartimento Risorse Forestali e Montane SERVIZIO BACINI MONTANI PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO SERVIZIO BACINI MONTANI BILANCIO

Dettagli

Linee di indirizzo per la segnalazione e gestione degli eventi sentinella

Linee di indirizzo per la segnalazione e gestione degli eventi sentinella Allegato 1 Linea di indirizzo 1/2010 Linee di indirizzo per la segnalazione e gestione degli eventi sentinella 1. Scopo Lo scopo di questa procedura è definire le responsabilità e le modalità di gestione

Dettagli

Comune di Rieti Assessorato Protezione Civile

Comune di Rieti Assessorato Protezione Civile 1 Comune di Rieti Assessorato Protezione Civile PIANO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE STRUTTURA DEL PIANO COMUNE DI RIETI SETTORE VI - Ufficio Protezione Civile CODICE DOCUMENTO ELABORATO 0 1-0 1-0 2-0 4

Dettagli

Prevenzione Formazione ed Informazione

Prevenzione Formazione ed Informazione Il Rischio Sismico Prevenzione Formazione ed Informazione Giuseppe Licata Esperto in Sistemi Informativi Territoriali e Telerilevamento. Laureando in Scienze Geologiche, curriculum rischi geologici Il

Dettagli

24-07-2015 8 1. Consorzi di Bonifica. Quotidiano. Data Pagina Foglio. Codice abbonamento:

24-07-2015 8 1. Consorzi di Bonifica. Quotidiano. Data Pagina Foglio. Codice abbonamento: 8 2 27 3+ / 2 3+ 2 / 2 9 Mi piace Mi piace 88mila REGISTRAZIONE CERCA METEO OROSCOPO SHOPPING CASA MUTUI GIOCHI Fondatore e direttore Angelo Maria Perrino LAVORO POLITICA ESTERI ECONOMIA CRONACHE CULTURE

Dettagli

OGGETTO: Emergenza sisma Abruzzo 2009. Riperimetrazione zona rossa di L Aquila.

OGGETTO: Emergenza sisma Abruzzo 2009. Riperimetrazione zona rossa di L Aquila. ORDINANZA 814 Prot. n 42760 del 25 ottobre 2010 OGGETTO: Emergenza sisma Abruzzo 2009. Riperimetrazione zona rossa di L Aquila. PREMESSO Che il territorio del Comune dell Aquila, insieme a quello di altri

Dettagli

Nota. Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. On. Stefania Giannini

Nota. Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. On. Stefania Giannini Nota Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca On. Stefania Giannini Roma, 28 maggio 2014 Premessa Come è noto le Province si occupano del funzionamento, della manutenzione

Dettagli

PIANO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE

PIANO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE COMUNE DI CASTELFRANCO VENETO PIANO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE PROCEDURE DI EMERGENZA P0301130_MI_Idropotabile Modello di intervento per rischio inquinamento idropotabile Il Sindaco On. Dussin Luciano

Dettagli

Piano Comunale di Protezione Civile

Piano Comunale di Protezione Civile MODELLO D INTERVENTO B/6.5 Rischio antropico e residuo Paralisi traffico automobilistico collegato alla chiusura della viabilità autostradale EVENTO PREVEDIBILE E NON La Paralisi del traffico automobilistico

Dettagli

ORGANIZZAZIONE DEL SISTEMA DELL EMERGENZA/URGENZA. Dott. Mirio Camuzzi

ORGANIZZAZIONE DEL SISTEMA DELL EMERGENZA/URGENZA. Dott. Mirio Camuzzi ORGANIZZAZIONE DEL SISTEMA DELL EMERGENZA/URGENZA Dott. Mirio Camuzzi L area relativa alla emergenza/urgenza rappresenta uno dei nodi più critici della programmazione sanitaria e si propone come una delle

Dettagli

ELENCO DELIBERE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO DEL 29 OTTOBRE 2010

ELENCO DELIBERE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO DEL 29 OTTOBRE 2010 ELENCO DELIBERE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO DEL 29 OTTOBRE 2010 Numero Data 34. 29.10.10 35. 29.10.10 REGOLAMENTO CE 1698/05-PROGETTI IDRAULICO FORESTALI P.S.R.2007/2013 FASE 3 ANNUALITÀ 2010 MISURA

Dettagli

R1.1 Incidente stradale

R1.1 Incidente stradale R1 RISCHIO VIABILISTICO R1.1 Incidente stradale Descrizione: SCHEDA SCENARIO Oltre al tessuto stradale comunale, il comune di Flero è attraversato dalla SP IX (che ne costituisce il confine nord occidentale)

Dettagli

STRUMENTI di SUPPORTO alle DECISIONI per l USO IRRIGUO dell ACQUA

STRUMENTI di SUPPORTO alle DECISIONI per l USO IRRIGUO dell ACQUA STRUMENTI di SUPPORTO alle DECISIONI per l USO IRRIGUO dell ACQUA Seminario: La gestione delle acque nel territorio agricolo Ordine Dottori Agronomi e Dottori Forestali della Provincia di Padova Marco

Dettagli

TORINO, 10 DICEMBRE 2015 #RISCHIOAMIANTO CARTELLA STAMPA

TORINO, 10 DICEMBRE 2015 #RISCHIOAMIANTO CARTELLA STAMPA TORINO, 10 DICEMBRE 2015 #RISCHIOAMIANTO CARTELLA STAMPA A CURA DI UFFICIO STAMPA FILLEA CGIL NAZIONALE www.filleacgil.it - Twitter @filleacgil responsabile: barbara cannata cell.3357888152 ufficiostampa@filleacgil.t

Dettagli

Scheda per la progettazione di dettaglio degli Interventi e dei Servizi

Scheda per la progettazione di dettaglio degli Interventi e dei Servizi Scheda per la progettazione di dettaglio degli Interventi e dei Servizi PIANO DI ZONA I triennio Annualità: I ann. II ann. X III ann. Progetto di durata biennale AMBITO _COMUNE DI BARI PROV Ba AUSL BA/4

Dettagli

Raccolta Beneficenza. Costi. 192.233,88 a novembre; 37.497,42 a dicembre) I fondi spesi al 31 dicembre sono stati in totale 334.033,00.

Raccolta Beneficenza. Costi. 192.233,88 a novembre; 37.497,42 a dicembre) I fondi spesi al 31 dicembre sono stati in totale 334.033,00. #fuoridalfango Report 15 ottobre 2015-31 dicembre 2015 Con il presente report la Caritas Diocesana di Benevento intende rendicontare alla società civile, all opinione pubblica ed alla comunità dei fedeli

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare. Audizione

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare. Audizione Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Commissione Camera VIII, 12.11.2015, ore 8.30 Audizione (Eventi alluvionali che hanno colpito il territorio Calabrese ed emergenza idrica

Dettagli

LA LOMBARDIA PER IL RILANCIO DI MALPENSA E PER LA SOLUZIONE DELLA CRISI ALITALIA

LA LOMBARDIA PER IL RILANCIO DI MALPENSA E PER LA SOLUZIONE DELLA CRISI ALITALIA Nel corso degli ultimi dieci anni, la Lombardia ha fortemente investito in una strategia di rafforzamento dell accessibilità aerea propria e dell Italia settentrionale, operando per il rafforzamento della

Dettagli

PARIGI: SAPPE, OLTRE 17MILA I DETENUTI STRANIERI IN ITALIA

PARIGI: SAPPE, OLTRE 17MILA I DETENUTI STRANIERI IN ITALIA PARIGI: SAPPE, OLTRE 17MILA I DETENUTI STRANIERI IN ITALIA Capece, stop a tagli indiscriminati a comparto sicurezza (ANSA) - ROMA, 14 NOV - «Alzare i livelli di sicurezza in Italia dopo i gravissimi attentati

Dettagli

Outlook finanziario dell agricoltura europea

Outlook finanziario dell agricoltura europea Gian Luca Bagnara Outlook finanziario dell agricoltura europea I prezzi agricoli hanno colpito i titoli dei giornali negli ultimi cinque anni a causa della loro volatilità. Tuttavia, questa volatilità

Dettagli

La pianificazione di emergenza comunale

La pianificazione di emergenza comunale 1. PREMESSA 7 La pianificazione di emergenza comunale Il Comune di Castel San Giorgio è dotato di un Piano Comunale di Protezione Civile, reperibile dal sito ufficiale del Comune di Castel San Giorgio

Dettagli

Corso di formazione per Volontari di Protezione Civile

Corso di formazione per Volontari di Protezione Civile Corso di formazione per Volontari di Protezione Civile Si ringrazia per la disponibilità del materiale didattico l I.P. Gian Mario Gnecchi Funzionario tecnico del Comando VV.F. di Bergamo www.vigilidelfuoco

Dettagli

Palazzolo Acreide, Al via la conta dei danni: danneggiato anche il palazzo municipale

Palazzolo Acreide, Al via la conta dei danni: danneggiato anche il palazzo municipale Palazzolo Acreide, Al via la conta dei danni: danneggiato anche il palazzo municipale 10 Novembre 2014 Effettuata un immediata ricostruzione dei danni che hanno interessato il comune di Palazzolo a causa

Dettagli

CRITERI DI ORGANIZZAZIONE DEL PRIMO SOCCORSO E DI INDIVIDUAZIONE DELLE RISORSE NECESSARIE

CRITERI DI ORGANIZZAZIONE DEL PRIMO SOCCORSO E DI INDIVIDUAZIONE DELLE RISORSE NECESSARIE CRITERI DI ORGANIZZAZIONE DEL PRIMO SOCCORSO E DI INDIVIDUAZIONE DELLE RISORSE NECESSARIE EMERGENZA EVENTO IMPROVVISO E PERICOLOSO CHE RICHIEDE INTERVENTI IMMEDIATI. EVENTI LEGATI A RISCHI PROPRI DELL

Dettagli

Sistema di allertamento regionale ai fini di protezione civile

Sistema di allertamento regionale ai fini di protezione civile Sistema di allertamento regionale ai fini di protezione civile Paolo Covelli www.regione.toscana.it/protezionecivile paolo.covelli@regione.toscana.it 055 4385511 Inquadramento generale PREVISIONE Valutazione

Dettagli

ALLERTA METEO. GIOIA. LE SCUOLE NON CHIUDONO-foto. Scritto da La Redazione Domenica 01 Dicembre 2013 14:27

ALLERTA METEO. GIOIA. LE SCUOLE NON CHIUDONO-foto. Scritto da La Redazione Domenica 01 Dicembre 2013 14:27 Queste le giustificazioni addotte dal prof Rocco Fazio in merito da noi contattato: "Stiamo parlando di situazione idrogeologica, per la quale è previsto un rischio moderato Per gli edifici dobbiamo aspettare

Dettagli

COMUNE DI VALLE MOSSO Provincia di Biella REGOLAMENTO

COMUNE DI VALLE MOSSO Provincia di Biella REGOLAMENTO REGOLAMENTO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE (L.R. 14/4/2003, N. 7 D.P.G.R. 18/10/2004, nn. 7R e 8R) ART. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO Il presente regolamento disciplina, nel rispetto dei principi fondamentali

Dettagli

L Imprenditore Agricolo come Custode del Territorio. Dott.ssa Pamela Giani p.giani@bonificavalleserchio.it

L Imprenditore Agricolo come Custode del Territorio. Dott.ssa Pamela Giani p.giani@bonificavalleserchio.it L Imprenditore Agricolo come Custode del Territorio Dott.ssa Pamela Giani p.giani@bonificavalleserchio.it 1 Punti dell intervento: Rischio idrogeologica e fragilità territoriale Attività di Bonifica Il

Dettagli

Settembre 2015. Emergenza alluvione a Roncaglia. Comune di Piacenza

Settembre 2015. Emergenza alluvione a Roncaglia. Comune di Piacenza Settembre 2015 Emergenza alluvione a Roncaglia Emergenza Trebbia cronologia eventi nella mattina del 14 settembre 3.00 circa Notizie informali su rilascio dalla diga Boschi (telefonata da Prefettura a

Dettagli

Le figure della protezione civile a livello comunale

Le figure della protezione civile a livello comunale Obiettivo della lezione: Conoscere la struttura e le attività di un gruppo comunale di protezione civile Le figure della protezione civile a livello comunale Il responsabile della protezione civile a livello

Dettagli