CONSIGLI DA SEGUIRE PER SCRIVERE IL TUO BUSINESS PLAN GREEN

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CONSIGLI DA SEGUIRE PER SCRIVERE IL TUO BUSINESS PLAN GREEN"

Transcript

1 biz plan green_copertina 07/09/ :41 Pagina 1 CONSIGLI DA SEGUIRE PER SCRIVERE IL TUO BUSINESS PLAN GREEN

2 biz plan green_copertina 07/09/ :41 Pagina 2 Indice pag. 3 A chi si rivolge questa guida pag 4. Cos è un green business pag 5. Cos è un business plan green pag 9. Contenuti del business plan green in 10 punti pag 24. Conclusioni 2

3 biz plan green_copertina 07/09/ :41 Pagina 3 Millionaire Digital Edition A chi si rivolge questa guida 3

4 biz plan green_copertina 07/09/ :41 Pagina 4 La guida Consigli pratici sui passi da seguire per scrivere il tuo green business plan si rivolge agli imprenditori alle prime armi che hanno idee originali da proporre nel campo della green economy ma una limitata esperienza negli affari. Proprio a loro sapere come scrivere un business plan ben fatto aiuterà a fare chiarezza sull idea di business, sul prodotto o servizio che intendono offrire e sul loro target di mercato. Cos è un green business? La green economy è una frontiera che evolve rapidamente, spesso in modo confuso. Pertanto, prima di iniziare mettiamo in chiaro cos è un green business, o in altre parole quali caratteristiche un progetto aziendale o un azienda devono avere per essere definite green. Per green business si intende un attività che contempli le seguenti condizioni: 1. Miri con le sue attività a migliorare la qualità dell ambiente circostante; 2. Dia benefici al lavoratore sia in termini di salario, formazione, e sicurezza sul lavoro; 3. Si leghi ad iniziative di giustizia sociale e ambientale come la diminuzione delle emissioni di CO2 e altri agenti inquinanti; la diffusione di risorse rinnovabile; la riduzione al massimo degli sprechi di acqua ed energia; la creazione di nuovi posti di lavoro in aree depresse. 4

5 biz plan green_copertina 07/09/ :41 Pagina 5 Cos è un business plan? Un business plan è un documento, di pagine circa, nel quale si descrive nei dettagli la propria idea di business. Un business plan contiene informazioni sul prodotto o servizio che intendi offrire, sul tuo mercato di riferimento e sulle tue strategie finanziarie e pubblicitarie. Per scrivere un accurato business plan necessiti di almeno due settimane per la bozza e di un altra per integrare alle tue considerazioni quelle di tuoi eventuali partner, consulenti e investitori. Cos è un business plan GREEN? Un business plan tradizionale mira sostanzialmente a dimostrare la fattibilità finanziaria dell impresa da inserire sul mercato. A differenza di un piano tradizionale, un business plan GREEN, oltre a riflessioni su come generare profitto, deve prendere in considerazione il tema dell impatto sociale e ambientale della propria proposta di business. Tre sono in sintesi gli aspetti che un business plan GREEN deve contenere: 1. Riflessioni sull impatto della propria attività sulle per sone; Tieni conto dell impatto sociale e ambientale 5 2. Riflessioni dell impatto della propria attività sul pianeta; 3. Come generare profitto.

6 biz plan green_copertina 07/09/ :41 Pagina 6 Un business plan GREEN ben fatto riporta in ogni sua sezione le politiche di cui l impresa si servirà per preservare o migliorare la qualità dell ambiente circostante, per rafforzare l equità sociale della comunità in cui opera. Ad esempio, se hai intenzione di mettere un prodotto sul mercato dovrai porti domande su aspetti che vanno oltre la sua produzione o distribuzione: ad esempio, cosa succede al packaging del prodotto una volta che il consumatore lo avrà aperto? Sarà gettato nell immondizia e riempirà le discariche? Potrà essere riciclato? brainstorming su come la tua idea di business potrà dare il suo contributo alla green economy. Prendi in considerazioni tutti gli aspetti della tua attività: le caratteristiche del tuo prodotto o servizio, la produzione, il modo in cui il tuo business saprà inserirsi nel tessuto dell economia locale. Questa prima operazione ti aiuterà a metter fuori tutti gli aspetti green del tuo business da inserire poi nel tuo piano. Prima di iniziare la stesura del tuo business plan, fai un 6

7 biz plan green_copertina 07/09/ :41 Pagina 7 Ecco alcune domande utili per iniziare il tuo brainstorming In che modo ridurrò gli sprechi? 1. Posso usare materiali riciclati o che hanno uno scarso impatto ambientale per realizzare il mio prodotto? 2. In che modo ridurrò gli sprechi e danni all ambiente durante le fasi di produzione? 3. Saprò ridurre le emissioni di gas nell atmosfera con il servizio che intendo offrire? 4. Riuscirò a sensibilizzare i miei consumatori sulle tematiche di giustizia ambientale e sociale? 5. Come farò a conservare energia e risparmiare acqua nella mia attività? 7

8 biz plan green_copertina 07/09/ :41 Pagina 8 Ecco alcune domande utili per iniziare il tuo brainstorming 6. Saprò coinvolgere i miei dipendenti in iniziative ambientali? 7. In che modo il mio business saprà stimolare la crescita economica della comunità in cui è inserito? 8. In che modo il mio business saprà contribuire al benessere delle aree depresse? 8

9 biz plan green_copertina 07/09/ :41 Pagina 9 Millionaire Digital Edition Contenuti del business plan GREEN 9

10 biz plan green_copertina 07/09/ :41 Pagina Copertina La copertina dovrà riportare, innanzitutto, un titolo per il tuo business plan. Assicurati che la copertina includa il logo della tua azienda, il nome, un indirizzo web (se ne hai già uno) la data e le informazioni di contatto. 2. Sommario (Anche se il sommario appare all inizio del tuo documento sarà l ultima cosa che scriverai del tuo piano) Il sommario è la foto di tutto ciò che sarà il tuo business plan. Si tratta della parte più importante del tuo piano poiché sarà quella che darà al lettore (potenziale investitore, socio o consulente) la prima impressione del tuo business. Gli uomini d affari non hanno il tempo di leggere l intero documento e spesso leggono solo questa parte, tralasciando il resto. Pertanto, con il sommario devi essere capace di incollare il tuo lettore fino alla fine del tuo documento. Per fare ciò occorre che in modo chiaro e persuasivo tu riesca a dimostrare: - Cosa rende unica la tua proposta di business; - Perché la tua proposta può essere fruttuosa; - Come userai la tua iniziativa per apportare un reale beneficio all ambiente e alla società. 10

11 biz plan green_copertina 07/09/ :41 Pagina 11 Elementi del sommario 1. Un sommario deve contenere, innanzitutto, una panoramica del busi ness che si intende promuovere (cosa si intende fare o produrre? dove avrà luogo l attività? chi è l amministratore e chi sono manager? qual è l attuale trend di business simili al tuo?); 2. Una descrizione delle reali opportunità che il mercato offre per il tuo business; 3. Dettagli sui bisogni sociali e ambientali che la tua idea di business andrebbe a coprire; 4. Una descrizione del tuo prodotto o servizio che ne sottolinei gli aspetti rilevanti per garantire un concreto benessere sociale e ambientale; 5. Una previsione finanziaria che includa tutte le tue aspettative di guadagno nei prima tre anni di attività. 11

12 biz plan green_copertina 07/09/ :41 Pagina Mission aziendale e obiettivi In questa sezione del tuo plan vuoi illustrare la filosofia che è alla base del tuo progetto aziendale, il tuo impegno per tutelare l ambiente, la ragion d essere della tua iniziativa. Va da sé che trattandosi di un green business, la sostenibilità ambientale e la giustizia sociale dovranno essere al centro della tua mission. È importante che tu definisca bene questo punto poiché la tua mission ti aiuterà nella fase proget 12 tuale e attuativa delle tue strategie di marketing e soprattutto ti permetterà di differenziarti rispetto ad altre aziende, che a differenza della tua, non sono così impegnate nella promozione del benessere ambientale e sociale. Ecco un esempio: «Tutto green dedica ogni sua attività al miglioramento della vita degli italiani, promuovendo un economia che abbia un impatto ambientale minimo sul territorio. La nostra impresa è in costante contatto con altre società, governi e associazioni no profit che lavorano nella nostra stessa dire zione».

13 biz plan green_copertina 07/09/ :41 Pagina 13 Obiettivi Appena dopo aver descritto la tua dichiarazione d intenti dovrai fare una lista con almeno tre obiettivi che la tua azienda si prefigge da qui a dieci anni. Rispondi ad una domanda: quali cambiamenti sociali e ambientali speri di apportare grazie alla tua iniziativa? Facciamo un esempio. Se il tuo business consiste nel gestire un ristorante di cibi biologici in città, i tuo obiettivi potrebbero essere: 1. Offrire ai consumatori un cibo di alta qualità realizzato al 100% con prodotti locali, a prezzi modici; 2. Promuovere tra la tua clientela l adozione di sane abitudini alimentari; 3. Diventare nel tempo un modello di business locale, equo e sostenibile, attraverso la condivisione del tuo know how con altri gruppi o imprese. 13

14 biz plan green_copertina 07/09/ :41 Pagina Descrizione della società In questa fase del tuo piano dovrai raccontare i motivi che ti hanno spinto ad intraprendere la tua attività, quali sono i bisogni ambientali e sociali che intendi soddisfare con la tua impresa, cosa ti ha ispirato ad concretizzare la tua idea. Puoi prendere i considerazioni le tematiche seguenti: - La necessità di favorire la conservazione dell energia e un buon uso delle sorgenti idriche; - La necessità di ridurre l emissione di gas nell atmosfera; - Il bisogno di fornire lavoro in un area depressa. All interno della descrizione dovrai inserire anche le seguenti sotto sezioni: Panoramica dell azienda Scrivi un paragrafo che descriva il chi, cosa, dove, perché e come del tuo business. Anche qui come ovunque nel tuo piano sottolinea gli aspetti green del tuo business, riprendendo i dettagli della tua filosofia aziendale e della tua mission. Ecco un esempio significativo: «Siamo un azienda che crea prodotti da beni riciclati. La nostra scelta di reimpiegare nella nos- 14

15 biz plan green_copertina 07/09/ :41 Pagina 15 tra produzione materiale da riciclo è dettata dalla nostra ferma volontà di avere un impatto minimo sul territorio. Ognuna delle nostre sedi e a Napoli, e tale scelta, ribadisce il nostro desiderio di creare posti di lavoro in una città così afflitta dalla disoccupazione giovanile». sono le tue referenze per farlo. Organizzazione Una delle prime decisioni che dovrai prendere sarà scegliere la struttura legale che intendi dare alla tua società. Una decisione fondamentale perché la struttura legale avrà un influenza decisiva sulla tua sicurezza finanziaria, sulla tua capacità di attrarre investitori. Cenni storici Qui dovrai parlare, qualora possibile, del successo di iniziativi simili alla tua. Se si tratta di un nuovo modello di business dovrai limitarti a spiegare perché intendi intraprenderlo e quali Sede e struttura Dove avrà luogo la tua iniziativa? Aprirai dei punti vendita o intendi operare esclusivamente on line? Trattandosi di un green business la scelta del luogo avrà di sicuro importanti ripercussioni sulla tua iniziativa. 15

16 biz plan green_copertina 07/09/ :41 Pagina 16 Ecco alcuni aspetti di cui devi tener conto nella scelta della tua struttura: 1. La tua struttura è ben collegata alla rete dei trasporti pubblici? Se è così saprai di ridurre l emissione di CO2 associata al viaggio dei tuoi dipendenti dalla tua abitazione al luogo di lavoro; 2. La tua struttura è situata all interno di un area depressa? Se è così il tuo business potrà fornire occasioni di lavoro e stimoli in un luogo dove scarseggiano le opportunità; 3. Ci sono nei dintorni della struttura fornitori di beni e servizi di cui avrai bisogno per supportare la tua attività? Anche questo contribuirà ad abbassare le tue emissioni di CO2. 16

17 biz plan green_copertina 07/09/ :41 Pagina Prodotti o servizi In questa parte del tuo plan dovrai fornire una descrizione dettagliata del tuo prodotto o dei servizi che offri. Mentre scrivi assicurati di evidenziare le peculiarità green e i benefici che il tuo prodotto o servizio saranno in grado di offrire. Specifica, ad esempio, in che modo il tuo prodotto promuove il benessere ambientale, e in che modo agisce per ridurre l inquinamento e conservare le risorse naturali. Ecco alcuni consigli: - Scrivi qualche riga sul perché il consumatore scegliendo il tuo prodotto o servizio contribuisce al benessere del pianeta. Perché offri alternative più sostenibili rispetto ai tuoi competitor? Perché i tuoi prezzi sono più competitivi rispetto ad altre aziende? - Fornisci dettagli sulle caratteristiche green del tuo prodotto (es. packaging riciclabile, distribuzione locale, uso di materiali biodegradabili per la produzione); - Nel caso tu offra un servizio focalizzati sull impatto che la tua offerta ha sull ambiente (es. riduzione della produzione dei rifiuti, miglioramenti dell efficienza energetica, sensibilizzazione dei consumatori sulle tematiche ambientali). 17

18 biz plan green_copertina 07/09/ :41 Pagina Informazioni sul mercato Prima di preparare una strategia per attirare potenziali tuoi consumatori, devi informarti meglio che puoi sul mercato di riferimento. In base al business che stai lanciando dovrai fare ricerche sull andamento tradizionale delle industrie del settore, come quelle emergenti, sulla legislazioni vigenti in materia, e sul tuo pubblico di riferimento. Ecco alcune cose di cui devi tener conto: 1. Quale è la dimensione della tua impresa? 2. Quanti soldi hanno speso i consumatori del tuo paese in prodotti o servizi di simili iniziative imprenditoriali? 3. Qual è il target di mercato a cui ti rivolgi? 4. Qual è la dimensione del tuo target? 5. Ci sono organizzazioni o altre imprese che potrebbero diventare tuoi partner? 6. Quali sono ostacoli potenziali al tuo business e come intendi darti da fare per risolverli? (Ostacoli potenziali: necessità ottenere certificazioni green, alti costi di capitale, burocrazia, con sapevolezza effettiva dei tuoi potenziali consumatori sui benefici che il tuo servizio/prodotto ap porterebbe all ambiente, ecc.) 18

19 biz plan green_copertina 07/09/ :41 Pagina Piano marketing I consumatori diventano giorno dopo giorno sempre più consapevoli dell impatto che i loro acquisti hanno sul pianeta e sulle persone. Dare al consumatore l opportunità di ridurre il suo impatto ambientale, facendolo al contempo sentire bene mentre compra un tuo prodotto, darà al tuo business una spinta decisiva. Tuttavia, per fare questo devi creare una buona strategia di marketing per il lancio del tuo business. ll tuo piano marketing dovrà descrivere in modo chiaro come la tua attività saprà aumentare la consapevolezza dei consumatori sulle tematiche ambientali ed in quale segmento di mercato riuscirà a posizionarsi. 19 Un piano marketing plan ben fatto dovrà includere: Descrizione del tuo target di ri ferimento (età, sesso, reddito, occupazione, abitudini); Analisi dei tuoi competitor nei punti di forza e debolezza; Un prezzo per il tuo prodotto o servizio e un paragone rispetto ai tuoi competitor; Descrizioni dell unicità della tua offerta (es. se nella tua area di riferimento ci sono tre pizzerie la tua come si distingue dalle altre?); Una spiegazione di come in tendi raggiungere il tuo target di riferimento (green net works, sito, social media, eventi, strategie di vendita); Un piano marketing di successo contempla tutte queste parti, inserendo opportunamente la mission green dell azienda in ognuno di esse.

20 biz plan green_copertina 07/09/ :41 Pagina Sezione operativa Questa sezione dovrà illustrare in che modo il tuo business sarà operativo. Dovrai includere una panoramica su come produrrai il tuo prodotto, su come lo venderai e come creerai e gestirai il tuo gruppo di lavoro per raggiungere gli obiettivi che ti sei prefisso. Ricorda che essere green, sostenibile, e equosolidale, va ben oltre offrire un prodotto o servizio green. Importanti elementi che dovrai considerare in questa fase riguardano: 1. La capacità della tua azienda di conservare acqua ed energia; 2. Gli investimenti che farai sulle fonti rinnovabili; 3. I tuoi fornitori e le loro politiche ambientali; 4. Come garantirai un ambiente di lavoro sicuro e salutare per i tuoi dipendenti; 5. Se sarai in grado di assumere personale proveniente da aree depresse. 20

21 biz plan green_copertina 07/09/ :41 Pagina 21 La tua sezione operativa dovrà contemplare due sotto sezioni: la gestione delle risorse umane e i criteri di scelta dei fornitori. Risorse umane Fai un calcolo veloce per indicare il numero degli impiegati full time e più in generale i posti di lavoro che il tuo business saprà offrire. Specifica se hai previsto di offrire corsi di formazione per tuoi dipendenti nel tempo. Fornitori Fondamentale per restare fedele ai principi ambientali della tua iniziativa creare una catena di fornitori che sia coerente con la tua mission aziendale. Un modo per farlo è stabilire a priori alcuni criteri per la loro selezione. Eccone alcuni: - Scegliere quando possibile fornitori che agiscano nel tuo territorio di riferimento; - Scegliere fornitori che mettano in atto iniziative concrete e trasparenti per ridurre la produzione di rifiuti, conservare le risorse naturali e ridurre l emissione di co2 nell atmosfera; - Scegliere fornitori che offrono prodotti biologici certificati quando possibile. 21

22 biz plan green_copertina 07/09/ :41 Pagina Gestione della tua attività Fai ricerche sull andamento tradizionale delle industrie del settore attività di campi affini. Si dice spesso che i grandi investitori investano in persone e non in idee. Ciò significa che nel tuo business plan dovrai essere bravo a comunicare bene perché tu sei la persona adatta per gestire un green business. Pertanto, fornisci dettagli sulle tue esperienze professionali nel campo dell industria green, o in Racconta nei minimi particolari ogni esperienza personale che ti mostri come una persona impegnata costantemente per cercare soluzioni al degrado ambientale e sociale. Oltre a te, dovrai anche riportare le competenze degli altri membri del tuo team. Ricorda che mettere insieme una squadra di qualità per la tua attività aumenta la possibilità di attrarre investimenti. 22

23 biz plan green_copertina 07/09/ :41 Pagina Piano finanziario Si dice spesso che i grandi investitori investano in persone e non in idee. Ciò significa che nel tuo business plan dovrai essere bravo a comunicare bene perché tu sei la persona adatta per gestire un green business. Pertanto, fornisci dettagli sulle tue esperienze professionali nel campo dell industria green, o in attività di campi affini. Racconta nei minimi particolari ogni esperienza personale che ti mostri come una persona impegnata costantemente per cercare soluzioni al degrado ambientale e sociale. Oltre a te, dovrai anche riportare le competenze degli altri membri del tuo team. Ricorda che mettere insieme una squadra di qualità per la tua attività aumenta la possibilità di attrarre investimenti. Per maggiori info sui finanziamenti, scarica le guide Millionaire: - Come finanziare la tua Start Up - Come elaborare il tuo piano economico-finanziario 23

24 biz plan green_copertina 07/09/ :41 Pagina 24 Conclusioni Scrivere un business plan non è semplice. Richiede tempo, riflessioni e sforzo. Ma sviluppare un buon piano è un passo obbligatorio per qualunque imprenditore che abbia l aspirazione di iniziare un attività imprenditoriale. E se fatto bene vedrai che ti premierà in futuro. 24

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta isstock Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta 7 PAA Programma generale di azione dell Unione in materia di ambiente fino al 2020 A partire dalla metà degli anni 70 del secolo scorso, la politica

Dettagli

Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale

Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale Preambolo La Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale è il documento che definisce i valori e i princìpi condivisi da tutte le organizzazioni

Dettagli

Risk management come opportunità per un nuovo welfare

Risk management come opportunità per un nuovo welfare Risk management come opportunità per un nuovo welfare Il contesto economico e sociale in cui operano i comitati Uisp condiziona la loro attività mettendoli di fronte a criticità di natura organizzativa,

Dettagli

IL PORTALE DELLE AGEVOLAZIONI

IL PORTALE DELLE AGEVOLAZIONI IL PORTALE DELLE AGEVOLAZIONI - Manuale Operativo - www.finanziamenti-a-fondo-perduto.it COS E COME FUNZIONA Portale di aggiornamenti su agevolazioni ed incentivi che prevede: Servizio di ricerca online

Dettagli

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA IL MIO PASSATO LE MIE ESPERIENZE COSA VOLEVO FARE DA GRANDE COME SONO IO? I MIEI DIFETTI LE MIE RELAZIONI LE MIE PASSIONI I SOGNI NEL CASSETTO IL MIO CANE IL MIO GATTO Comincio

Dettagli

La Borsa delle idee Innovare: il reale valore dei social network

La Borsa delle idee Innovare: il reale valore dei social network La Borsa delle idee Innovare: il reale valore dei social network Di cosa parliamo? La Borsa delle Idee è la soluzione per consentire alle aziende di coinvolgere attivamente le persone (dipendenti, clienti,

Dettagli

DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI

DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI MANIFESTO PER L ENERGIA SOSTENIBILE DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI COSTRUISCI CON NOI UN SISTEMA ENERGETICO SOSTENIBILE PER L ITALIA Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale. FINALITà Favorire la

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

LA CARTA ITALIANA DEI CRITERI DEL COMMERCIO EQUO E SOLIDALE

LA CARTA ITALIANA DEI CRITERI DEL COMMERCIO EQUO E SOLIDALE LA CARTA ITALIANA DEI CRITERI DEL COMMERCIO EQUO E SOLIDALE 1. Definizione del Commercio Equo e Solidale Il Commercio Equo e Solidale e' un approccio alternativo al commercio convenzionale; esso promuove

Dettagli

LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA. Silva Marzetti

LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA. Silva Marzetti L EUROPA E LE RISORSE AMBIENTALI, ENERGETICHE E ALIMENTARI BOLOGNA, 16 MARZO 2015 LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA Silva Marzetti Scuola di Economia, Management e Statistica Università

Dettagli

Costruire uno Spin-Off di Successo. Non fidarsi mai dei professori

Costruire uno Spin-Off di Successo. Non fidarsi mai dei professori Costruire uno Spin-Off di Successo Non fidarsi mai dei professori Spin-Off da Università: Definizione Lo Spin-Off da Università è in generale un processo che, partendo da una tecnologia disruptiva sviluppata

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

Le soluzioni migliori per il tuo lavoro. Area Clienti Business www.impresasemplice.it. Mobile. Il meglio di TIM e Telecom Italia per il business.

Le soluzioni migliori per il tuo lavoro. Area Clienti Business www.impresasemplice.it. Mobile. Il meglio di TIM e Telecom Italia per il business. Le soluzioni migliori per il tuo lavoro Area Clienti Business www.impresasemplice.it Mobile Il meglio di TIM e Telecom Italia per il business. Telefonia mobile cos'è l'area Clienti business L Area Clienti

Dettagli

I vantaggi dell efficienza energetica

I vantaggi dell efficienza energetica Introduzione Migliorare l efficienza energetica (EE) può produrre vantaggi a tutti i livelli dell economia e della società: individuale (persone fisiche, famiglie e imprese); settoriale (nei singoli settori

Dettagli

Le opportunità economiche dell efficienza energetica

Le opportunità economiche dell efficienza energetica Le opportunità economiche dell efficienza energetica i problemi non possono essere risolti dallo stesso atteggiamento mentale che li ha creati Albert Einstein 2 SOMMARIO 1. Cosa è una ESCO 2. Esco Italia

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

IL PROGRAMMA NAZIONALE DI PREVENZIONE DEI RIFIUTI

IL PROGRAMMA NAZIONALE DI PREVENZIONE DEI RIFIUTI IL PROGRAMMA NAZIONALE DI PREVENZIONE DEI RIFIUTI Con decreto direttoriale del 7 ottobre 2013, il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ha adottato il Programma Nazionale di

Dettagli

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Ferrara, giovedì 27 Settembre 2012 Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Giacomo Zanni (Dipartimento di Ingegneria ENDIF, Università di Ferrara) giacomo.zanni@unife.it SOMMARIO

Dettagli

Che cos è il Marketing 3.0?

Che cos è il Marketing 3.0? Che cos è il Marketing 3.0? di Fabrizio Pieroni Philip Kotler, studioso di Marketing attento ai cambiamenti della società e pronto a modificare di conseguenza le sue posizioni, ha recentemente presentato

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

generazioni. Presentazione delle Linee guida per l azione dei club verso le iniziative a favore delle nuove

generazioni. Presentazione delle Linee guida per l azione dei club verso le iniziative a favore delle nuove Presentazione delle Linee guida per l azione dei club verso le iniziative a favore delle nuove generazioni. Nell aprile 2010 il Consiglio di Legislazione del Rotary International ha stabilito che le Nuove

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

Scegli il Totem. La forza di Tòco sta nella continuità.

Scegli il Totem. La forza di Tòco sta nella continuità. Studio Le tue aspettative, il nostro Totem. Nella tradizione indigena il tucano rappresenta la guida per la comunicazione tra la realtà ed il mondo dei sogni. Per Tòco è il simbolo della comunicazione

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ LE SOLUZIONI AMBIENTALI INTEGRATE DI UN GRUPPO LEADER SOLYECO GROUP ha reso concreto un obiettivo prezioso: conciliare Sviluppo e Ambiente. Questa è la mission

Dettagli

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo Le raccomandazioni della CIDSE per la Conferenza delle Nazioni Unite sullo Sviluppo Sostenibile (Rio, 20-22 giugno 2012) Introduzione Il

Dettagli

ENTERPRISE EBG EUROPEAN BUSINESS GAME

ENTERPRISE EBG EUROPEAN BUSINESS GAME Associazione Provinciale di Ravenna ENTERPRISE EBG EUROPEAN BUSINESS GAME COME PENSARE ALLA PROPRIA IDEA D IMPRESA IN 5 STEP 1 STEP UNO RIFLESSIONI PER INDIVIDUARE LE BUSINESS IDEA ALCUNI MODI PER INDIVIDUARE

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

il retail: un opportunità di business garantita da un team esperto

il retail: un opportunità di business garantita da un team esperto il retail: un opportunità di business garantita da un team esperto il retail: una sfida avvincente Gestire una propria rete di punti vendita monomarca diretti o in franchising, per molte aziende sta diventando

Dettagli

GUIDA ALLE OPZIONI BINARIE

GUIDA ALLE OPZIONI BINARIE Titolo GUIDA ALLE OPZIONI BINARIE Comprende strategie operative Autore Dove Investire Sito internet http://www.doveinvestire.com Broker consigliato http://www.anyoption.it ATTENZIONE: tutti i diritti sono

Dettagli

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore!

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! oppure La Pubblicità su Google Come funziona? Sergio Minozzi Imprenditore di informatica da più di 20 anni. Per 12 anni ha lavorato

Dettagli

IMPARA IL MERCATO IN 10 MINUTI

IMPARA IL MERCATO IN 10 MINUTI IMPARA IL MERCATO IN 10 MINUTI AVVERTENZA SUGLI INVESTIMENTI AD ALTO RISCHIO: Il Trading sulle valute estere (Forex) ed i Contratti per Differenza (CFD) sono altamente speculativi, comportano un alto livello

Dettagli

CARTA EUROPEA PER LE PICCOLE IMPRESE

CARTA EUROPEA PER LE PICCOLE IMPRESE CARTA EUROPEA PER LE PICCOLE IMPRESE Le piccole imprese sono la spina dorsale dell'economia europea. Esse sono una fonte primaria di posti di lavoro e un settore in cui fioriscono le idee commerciali.

Dettagli

Prodotti di cui ti puoi fidare

Prodotti di cui ti puoi fidare Prodotti di cui ti puoi fidare Vogliamo offrirti alimenti di buona qualità a prezzi bassi, prodotti in modo responsabile. Stiamo lavorando in tutte le parti della catena alimentare, dalla fattoria al negozio

Dettagli

E. Bisetto e D. Bordignon per

E. Bisetto e D. Bordignon per Personal Branding pensare, creare e gestire un brand a cura di E. Bisetto e D. Bordignon per Cosa significa Personal Branding Come si fa Personal Branding Come coniugare Brand Personale e Brand Aziendale

Dettagli

GUIDA DI APPROFONDIMENTO IL MARKETING

GUIDA DI APPROFONDIMENTO IL MARKETING WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO IL MARKETING A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA SOMMARIO PREMESSA... 5 PRINCIPI E FASI DEL MARKETING... 6 BISOGNI, DESIDERI, DOMANDA... 6 VALORE, COSTO E SODDISFAZIONE...

Dettagli

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15 Istituto «San Giuseppe» Scuole Primaria e dell Infanzia Paritarie 71121 Foggia, via C. Marchesi, 48-tel. 0881/743467 fax 744842 pec: istitutosangiuseppefg@pec.it e-mail:g.vignozzi@virgilio.it sito web:

Dettagli

Carica i tuoi contenuti. Notizie Feed RSS Feed Multipli. Collegamento al tuo Sito Web

Carica i tuoi contenuti. Notizie Feed RSS Feed Multipli. Collegamento al tuo Sito Web Formule a confronto Carica i tuoi contenuti Puoi inserire immagini, creare le tue liste, i tuoi eventi. Gestire il tuo blog e modificare quando e quante volte vuoi tutto ciò che carichi. Notizie Feed RSS

Dettagli

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Paola Garrone, Marco Melacini e Alessandro Perego Politecnico di Milano Indagine realizzata da Fondazione per la Sussidiarietà e

Dettagli

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Attivita` culturali e Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 scuola@unicef.it pubblicazioni@unicef.it

Dettagli

Senato della Repubblica

Senato della Repubblica Senato della Repubblica Commissioni riunite 10 a (Industria, commercio, turismo) e 13 a (Territorio, ambiente, beni ambientali) Audizione nell'ambito dell'esame congiunto degli Atti comunitari nn. 60,

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

Se spengo, non spreco e non spendo! Relazione finale

Se spengo, non spreco e non spendo! Relazione finale Se spengo, non spreco e non spendo! Relazione finale La Settimana dell Educazione all Energia Sostenibile Dal 6 al 12 novembre si è celebrata la Settimana Nazionale dell Educazione all Energia Sostenibile,

Dettagli

5 %>"G: (JPWFOU} JO NPWJNFOUP * 08*/>0 Mµ&VSPQB TPTUJFOF J HJPWBOJ -67 6 D3"G: 63 & E"G& > 5J * * 5 6 1G:/ &G& "34 7 / "3*D 83: & in & U 3 OP "

5 %>G: (JPWFOU} JO NPWJNFOUP * 08*/>0 Mµ&VSPQB TPTUJFOF J HJPWBOJ -67 6 D3G: 63 & EG& > 5J * * 5 6 1G:/ &G& 34 7 / 3*D 83: & in & U 3 OP in U OP Né la Commissione europea né alcuna persona che agisca a nome della Commissione europea è responsabile dell uso che dovesse essere fatto delle informazioni contenute nella presente pubblicazione.

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

C era una bianca un foglio, di sana fibra e bell animo. Forte di valori e ideali puliti, attendeva di nascere in un mondo migliore, un luogo dove

C era una bianca un foglio, di sana fibra e bell animo. Forte di valori e ideali puliti, attendeva di nascere in un mondo migliore, un luogo dove I love Ci C era una bianca un foglio, di sana fibra e bell animo. Forte di valori e ideali puliti, attendeva di nascere in un mondo migliore, un luogo dove poter crescere con gioia e buon senso, contribuendo

Dettagli

FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande

FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande 1. Quali sono le caratteristiche distintive dell impresa cooperativa? L impresa cooperativa è un impresa costituita da almeno 3 soci e può avere la forma della

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

Venture Capitalist: chi sono, cosa fanno e a cosa servono

Venture Capitalist: chi sono, cosa fanno e a cosa servono Venture Capitalist: chi sono, cosa fanno e a cosa servono Ing. Stefano Molino Investment Manager Innogest SGR SpA Torino, 31 Marzo 2011 Venture Capital: che cos è? L attività di investimento istituzionale

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

PRESENTARE UN IDEA PROGETTUALE

PRESENTARE UN IDEA PROGETTUALE PRESENTARE UN IDEA PROGETTUALE LINEE GUIDA PER UNA EFFICACE PRESENTAZIONE DI UN BUSINESS PLAN INTRODUZIONE ALLA GUIDA Questa breve guida vuole indicare in maniera chiara ed efficiente gli elementi salienti

Dettagli

LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto. LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto

LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto. LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto LA PROGETTAZIONE 1 LA PROGETTAZIONE Oggi il raggiungimento di un obiettivo passa per la predisposizione di un progetto. Dal mercato al terzo settore passando per lo Stato: aziende, imprese, organizzazioni,

Dettagli

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna Cos è e come si costituisce una cooperativa Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna 1 Che cos è una cooperativa un'associazione autonoma di persone che si uniscono volontariamente per soddisfare i propri

Dettagli

Guida sintetica per la redazione di un curriculum vitae e di una lettera di presentazione

Guida sintetica per la redazione di un curriculum vitae e di una lettera di presentazione Guida sintetica per la redazione di un curriculum vitae e di una lettera di presentazione 1 PREMESSA...3 PRIMA PARTE...4 1. Il Curriculum Vitae...4 Modello...5 Fac simile 1...6 2. Il Curriculum Europass...7

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori ABC degli investimenti Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori I vantaggi di investire con Fidelity Worldwide Investment Specializzazione Fidelity è una società indipendente e si

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute

La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute The Ottawa Charter for Health Promotion 1 Conferenza Internazionale sulla promozione della salute 17-21 novembre 1986 Ottawa, Ontario, Canada La 1 Conferenza

Dettagli

Aiutare le persone a trovare lavoro. Il Fondo sociale europeo al lavoro. L Europa sociale

Aiutare le persone a trovare lavoro. Il Fondo sociale europeo al lavoro. L Europa sociale Il Fondo sociale europeo al lavoro Aiutare le persone a trovare lavoro Il Fondo sociale europeo (FSE) finanzia progetti in tutta l UE per consentire a più persone di trovare posti di lavoro migliori, attraverso

Dettagli

L IMPRESA: OBIETTIVI E CONTESTO

L IMPRESA: OBIETTIVI E CONTESTO DISPENSA 1 Economia ed Organizzazione Aziendale L IMPRESA: OBIETTIVI E CONTESTO - Parte I - Indice Impresa: definizioni e tipologie Proprietà e controllo Impresa: natura giuridica Sistema economico: consumatori,

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

GLI OGRIN. Eh, sì, lo sappiamo: gli Ogrin sono semplici, ma ci vuole un po di tempo per spiegare il loro funzionamento!

GLI OGRIN. Eh, sì, lo sappiamo: gli Ogrin sono semplici, ma ci vuole un po di tempo per spiegare il loro funzionamento! GLI OGRIN Il sistema di Punti scambiabili nei servizi ANKAMA Eh, sì, lo sappiamo: gli Ogrin sono semplici, ma ci vuole un po di tempo per spiegare il loro funzionamento! Si tratta, in primo luogo, di un

Dettagli

Soluzioni di risparmio

Soluzioni di risparmio Soluzioni di risparmio Alla ricerca delle spese nascoste Visibile Gestita totalmente Aereo Treno Gestita tradizionalmente Servizi generalmente prenotati in anticipo e approvati dal line manager Meno potenziale

Dettagli

Circolare N.175 del 27 Novembre 2013

Circolare N.175 del 27 Novembre 2013 Circolare N.175 del 27 Novembre 2013 PMI. Tutte le informazioni per la quotazione in borsa online Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che ABI, AIFI, ASSIREVI, ASSOGESTIONI, ASSOSIM,

Dettagli

AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO

AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO LA NOSTRA VISIONE COMUNE Noi, governi locali europei, sostenitori della Campagna delle Città Europee Sostenibili, riuniti alla conferenza di Aalborg+10, confermiamo la nostra

Dettagli

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Roma, 29 maggio 2012 Indice Il Gestore dei Servizi Energetici GSE S.p.A. I nostri servizi Nuove attività 2012-2013 Evoluzione delle attività

Dettagli

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Maggio 2015 Scusi presidente, ma il commercio equo e solidale è profit o non profit? La

Dettagli

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA I DESTINATION CENTER I Destination Center COS è UN DESTINATION CENTER? SHOPPING SPORT DIVERTIMENTO Un Destination Center e una combinazione di aree tematiche,

Dettagli

Express Import system

Express Import system Express Import system Guida per i mittenti Express Import system Un semplice strumento on-line che semplifica la gestione delle spedizioni in import a mittenti e destinatari. Express Import system è un

Dettagli

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE)

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) 71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) di TIZIANA LANG * Finalmente è partita: dal 1 maggio i giovani italiani possono iscriversi on line al programma della Garanzia

Dettagli

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI di Giulia Caminiti Sommario: 1. Premessa. 2. La politica di coesione. 3. Fondi a gestione diretta. 4. Fondi a gestione indiretta. 5. Conclusioni.

Dettagli

www.ipaper.com/europe Questa brochure è stata stampata su carta IP Pro-Design, certificata PEFC

www.ipaper.com/europe Questa brochure è stata stampata su carta IP Pro-Design, certificata PEFC www.ipaper.com/europe Questa brochure è stata stampata su carta IP Pro-Design, certificata PEFC Gestione forestale sostenibile Tutto quello che bisogna sapere Sommario 1. Che cosa si intende per gestione

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE Premessa Impresa in azione è il programma didattico dedicato agli studenti degli ultimi anni della Scuola Superiore e pensato per valorizzare la creatività e lo spirito imprenditoriale

Dettagli

Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti

Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti Alessandra Cimatti*, Paolo Saibene Marketing Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti Nelle fasi iniziali del processo d acquisto, oggigiorno, i compratori sono dei fai da te e - sempre

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

VALUTAZIONE DI RISULTATO E DI IMPATTO del progetto Diesis

VALUTAZIONE DI RISULTATO E DI IMPATTO del progetto Diesis Obiettivo Competitività Regionale e Occupazione Programma Operativo Nazionale Azioni di Sistema (FSE) 2007-2013 [IT052PO017] Obiettivo Convergenza Programma Operativo Nazionale Governance e Azioni di Sistema

Dettagli

La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020

La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020 La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020 Giuseppe Gargano Rete Rurale Nazionale - INEA Varzi, 18 giugno 2014 Priorità dell'unione in materia

Dettagli

Sempre collegato al tuo comfort con evohome

Sempre collegato al tuo comfort con evohome Sempre collegato al tuo comfort con evohome Pag 2 Comfort e controllo Comfort più controllo: proprio quello che puoi aspettarti da evohome Pag. 3 evohome Il sistema intelligente per il riscaldamento a

Dettagli

Accademia Beauty and Hair

Accademia Beauty and Hair INDICE CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

Come utilizzare il contatore elettronico monofase. E scoprirne tutti i vantaggi.

Come utilizzare il contatore elettronico monofase. E scoprirne tutti i vantaggi. Come utilizzare il contatore elettronico monofase. E scoprirne tutti i vantaggi. Indice Il contatore elettronico. Un sistema intelligente che vive con te 2 Un contatore che fa anche bella figura 3 Oltre

Dettagli

Guida ai Servizi Voce per l Utente. Guida ai ai Servizi Voce per l Utente

Guida ai Servizi Voce per l Utente. Guida ai ai Servizi Voce per l Utente Guida ai Servizi Voce per l Utente Guida ai ai Servizi Voce per l Utente 1 Indice Introduzione... 3 1 Servizi Voce Base... 4 1.1 Gestione delle chiamate... 4 1.2 Gestione del Numero Fisso sul cellulare...

Dettagli

CODICE ETICO DI CEDAM ITALIA S.R.L.

CODICE ETICO DI CEDAM ITALIA S.R.L. CODICE ETICO DI CEDAM ITALIA S.R.L. Il presente codice etico (di seguito il Codice Etico ) è stato redatto al fine di assicurare che i principi etici in base ai quali opera Cedam Italia S.r.l. (di seguito

Dettagli

Gli immobili sono nel nostro DNA.

Gli immobili sono nel nostro DNA. Gli immobili sono nel nostro DNA. FBS Real Estate. Valutare gli immobili per rivalutarli. FBS Real Estate nasce nel 2006 a Milano, dove tuttora conserva la sede legale e direzionale. Nelle prime fasi,

Dettagli

Automotive Business Intelligence. La soluzione per ogni reparto, proprio quando ne avete bisogno.

Automotive Business Intelligence. La soluzione per ogni reparto, proprio quando ne avete bisogno. Automotive Business Intelligence La soluzione per ogni reparto, proprio quando ne avete bisogno. Prendere decisioni più consapevoli per promuovere la crescita del vostro business. Siete pronti ad avere

Dettagli

Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM

Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM INDICE Premessa Adotta una Scuola per l EXPO 2015: obiettivi Tipologie di scuole La procedura di selezione delle scuole Le modalità per adottare la

Dettagli

CURSOS AVE CON TUTOR

CURSOS AVE CON TUTOR CURSOS AVE CON TUTOR DOMANDE PIÙ FREQUENTI (FAQ) A che ora ed in quali giorni sono fissate le lezioni? Dal momento in cui riceverai le password di accesso al corso sei libero di entrare quando (24/24)

Dettagli

Guida agli strumenti etwinning

Guida agli strumenti etwinning Guida agli strumenti etwinning Registrarsi in etwinning Prima tappa: Dati di chi effettua la registrazione Seconda tappa: Preferenze di gemellaggio Terza tappa: Dati della scuola Quarta tappa: Profilo

Dettagli

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT SAINT-MARCEL MARCEL Storia di un idea CONVEGNO INTERNAZIONALE Esperienze di turismo in ambiente alpino:

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M REAL ESTATE GRUPPORIGAMONTI.COM 2 Rigamonti Real Estate La scelta giusta è l inizio di un buon risultato Rigamonti Founders Rigamonti REAL ESTATE Società consolidata nel mercato immobiliare, con più di

Dettagli

CHECK UP 2012 La competitività dell agroalimentare italiano

CHECK UP 2012 La competitività dell agroalimentare italiano Rapporto annuale ISMEA Rapporto annuale 2012 5. La catena del valore IN SINTESI La catena del valore elaborata dall Ismea ha il fine di quantificare la suddivisione del valore dei beni prodotti dal settore

Dettagli

La Valutazione degli Asset Intangibili

La Valutazione degli Asset Intangibili La Valutazione degli Asset Intangibili Chiara Fratini Gli asset intangibili rappresentano il patrimonio di conoscenza di un organizzazione. In un accezione ampia del concetto di conoscenza, questo patrimonio

Dettagli

Manuale del Trader. Benvenuti nel fantastico mondo del trading binario!

Manuale del Trader. Benvenuti nel fantastico mondo del trading binario! Manuale del Trader Benvenuti nel fantastico mondo del trading binario! Questo manuale spiega esattamente cosa sono le opzioni binarie, come investire e familiarizzare con il nostro sito web. Se avete delle

Dettagli

Pagamento e Completamento del Flusso

Pagamento e Completamento del Flusso Pagamento e Completamento del Flusso Login Membro Visualizza l Attestazione delle Azioni Seleziona Opzione Attestazione Invia un Certificato Cartaceo di Proprietà Crea un Account di Negoziazione Azioni

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli