L IMPEGNO DI RFI IN LIGURIA

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L IMPEGNO DI RFI IN LIGURIA"

Transcript

1 L IMPEGNO DI RFI IN LIGURIA Imperia-Porto Maurizio, 21 luglio 2008 Il territorio della Liguria è interessato da un intenso programma di potenziamento infrastrutturale e tecnologico. Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS) è impegnata in numerosi progetti, oggi in diversi stadi di avanzamento, destinati ad aumentare e migliorare la capacità e la funzionalità della rete nella regione. RFI ha avviato in Liguria cantieri per il potenziamento infrastrutturale e tecnologico per circa un miliardo di euro. I principali progetti di investimento, in corso di realizzazione e in fase di avvio. COMPLETAMENTO RADDOPPIO GENOVA - VENTIMIGLIA Proseguono, per fasi, i lavori per completare il raddoppio della Genova Ventimiglia, con la realizzazione, su una sede differente da quella esistente, dei tratti di linea Finale Ligure Andora e Andora - San Lorenzo al Mare. L intervento permetterà, migliorando le prestazioni della linea esistente, d incrementare sostanzialmente la capacità di traffico e di ridurre in maniera significativa i tempi di percorrenza, circa mezz ora tra Genova e Ventimiglia. Andora - San Lorenzo L avanzamento dei lavori per il raddoppio fra Andora e San Lorenzo è al 60%. Lo scavo delle gallerie è al 75%. Affidato, nel marzo 2004, l appalto delle opere civili tra Andora e San Lorenzo. Il raddoppio interamente in variante, circa 19 km (di cui oltre 16 in galleria), comprende anche la realizzazione delle nuove stazioni di Imperia e Andora e della fermata di Diano. Attivazione entro il 2010, investimento complessivo circa 524 milioni di euro, di cui circa 319 per le opere civili. Finale Ligure - Andora Entro l anno sarà avviata la progettazione definitiva del nuovo tratto di linea in variante (oltre 31 chilometri, di cui circa 25 in galleria) fra Finale Ligure e Andora. Saranno anche realizzate una nuova stazione ad Albenga e nuove fermate a Pietra Ligure, Loano-Borghetto-Ceriale ed Alassio (in galleria) e saranno eliminati i numerosi passaggi a livello esistenti. Nel luglio 2005, il CIPE ha approvato, secondo le procedure di Legge Obiettivo, il progetto preliminare.

2 pag. 2 L attivazione di questo nuovo tratto di linea, prevista nel 2020, completerà il raddoppio della linea Genova Ventimiglia. NODO DI GENOVA Il nodo di Genova è oggetto di interventi per il suo riassetto complessivo che consentiranno un sostanziale salto di qualità per il servizio metropolitano regionale grazie al potenziamento selettivo degli itinerari e alla specializzazione dei flussi di traffico all interno del nodo. I benefici per il nodo di d Genova Gli interventi programmati nel nodo di Genova permetteranno, con la costruzione di due nuovi binari fra Genova Voltri e Genova Brignole, di potenziare e riorganizzare l offerta di traffico sia per la fascia costiera sia per la Val Polcevera, grazie alla separazione dei flussi dei treni metropolitani e regionali da quelli a lunga percorrenza e merci. In questo modo, con un orario cadenzato, potrà essere incrementata dal 50 al 100 per cento la frequenza dei convogli regionali all interno dell area urbana. Inoltre, potrà essere sensibilmente sviluppata e potenziata l offerta per il trasporto merci, in particolare l intermodalità verso la Pianura Padana e i valichi alpini. Il potenziamento infrastrutturale della linea Voltri - Brignole Il potenziamento infrastrutturale della linea Genova Voltri Genova Brignole, articolato in quattro macro interventi, rientra tra i progetti prioritari e strategici pianificati e programmati da Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS) per eliminare le strozzature della rete ferroviaria nei principali nodi urbani, i cosiddetti colli di bottiglia. I lavori inizieranno entro il 2008 e saranno completati, per fasi, entro il L investimento complessivo è stato stimato in circa 620 milioni di euro. I QUATTRO MACRO INTERVEN NTERVENTI TI Nuova stazione di Genova Voltri La nuova stazione di Genova Voltri, un fabbricato stazione a ponte servito da un ampio parcheggio, sarà la porta a Ponente del nodo genovese. Genova Voltri, con 6 binari (due di testa per i treni metropolitani, 2 per i regionali e 2 per i convogli a lunga percorrenza), sarà stazione di interscambio ferro/ferro fra i treni metropolitani e regionali e quelli veloci. I convogli regionali percorreranno la linea costiera, sulla quale è prevista anche una nuova fermata in località Palmaro, mentre quelli veloci circoleranno sulla bretella a monte. Prolungamento della bretella di Voltri

3 pag. 3 Il prolungamento della bretella di Voltri e la ristrutturazione dell area di Genova Sampierdarena consentiranno il quadruplicamento dei binari tra Genova Voltri e Genova Principe. Il nuovo tracciato della bretella (circa 3,5 chilometri, di cui 3 in galleria) si collegherà alla linea Succursale all altezza del ponte sul fiume Polcevera. Nell area del parco di Sampierdarena, invece, sarà eliminata l'interferenza con la linea dei Giovi, costruendo uno scavalco per la separazione dei flussi di traffico. Riqualificazione di Genova Sampierdarena Nella stazione di Genova Sampierdarena saranno costruiti due nuovi binari di testa, dove faranno capolinea alcuni metropolitani per il Nord. Inoltre, sono previsti interventi di adeguamento funzionale ai fabbricati di stazione, ai marciapiedi e ai sottopassaggi. Sarà spostata anche la sottostazione elettrica (SSE), la centrale che fornisce energia al sistema di alimentazione dei treni. Nuovo PRG ferroviario a Genova Brignole e nuovo collegamento diretto con Genova Principe Sotterranea Il progetto prevede il Sestuplicamento dei binari fra Genova Piazza Principe e Genova Brignole e la ridefinizione dell assetto dei binari, Piano regolatore generale (PRG) ferroviario, nella stazione di Genova Brignole. In particolare, saranno realizzati due nuovi binari in galleria, dedicati al servizio metropolitano e regionale, in prosecuzione delle attuali gallerie Colombo e San Tomaso, in uscita dalla stazione di Genova Principe Sotterranea. Vicino allo sbocco delle due gallerie - lato Genova Brignole - sarà costruito un nuovo parcheggio multipiano, con accesso da Via Montesano. Sul lato monte della stazione saranno realizzati due nuovi marciapiedi per i treni metropolitani. I sottopassi di stazione saranno prolungati e arriveranno a Borgo Incrociati, in questo modo sarà più comodo e agevole l interscambio ferro/ferro con la nuova metropolitana comunale. Inoltre, è previsto un nuovo accesso pedonale alla stazione dalla sponda sinistra del fiume Bisagno. Infine, vicino al fabbricato della stazione, lato Genova Piazza Principe, sarà costruito un edificio che ospiterà il nuovo sistema computerizzato multistazione, comandato a distanza dal Posto Centrale di Genova Teglia del Sistema di Comando e Controllo (SCC) della circolazione, che gestirà, in sicurezza, il traffico ferroviario nell intero nodo genovese. SERVIZIO FERROVIARIO METROPOLITANO NEL NODO DI GENOVA E in fase di progettazione la nuova fermata di Genova Teglia, sulla linea dei Giovi che sarà attivata entro il Nel 2007 attivata la nuova Sottostazione elettrica (SSE) a Mignanego. Da dicembre 2005 operative le nuove fermate di San Biagio e Via di Francia, realizzate in corrispondenza di

4 pag. 4 due importanti direttrici di traffico urbano, che permettono un migliore interscambio ferro/gomma. Investimento complessivo circa 20 milioni di euro. LINEA GENOVA LA SPEZIA Nel 2006 sono stati completati i lavori di rinnovo e potenziamento della linea elettrica tra Genova e La Spezia. Investimento complessivo circa 30 milioni di euro. TECNOLOGIE Sistema di Controllo della Marcia del Treno (SCMT) L intera rete ligure è attrezzata con il Sistema di controllo marcia treno (SCMT). L SCMT è il più avanzato sistema di assistenza per le operazioni effettuate dai macchinisti e di protezione della marcia del treno. I macchinisti continuano a guidare il treno in modo tradizionale in relazione alle caratteristiche dell infrastruttura, a quelle del treno e al segnalamento esistente. L SCMT controlla, istante per istante, che la velocità del treno non sia superiore a quella consentita in ogni particolare punto della linea e, in caso contrario, comanda in automatico la frenatura del treno. Le protezioni offerte dall SCMT consentono di incrementare ulteriormente la sicurezza di esercizio. SCC nodo di Genova Anche nel nodo di Genova il traffico ferroviario è controllato e gestito dal Sistema di Comando e Controllo (SCC), il più avanzato sistema di gestione integrata della circolazione dei treni in uso in campo ferroviario. L SCC del nodo di Genova, il cui Posto centrale è a Genova Teglia, gestisce tutti i tratti di linea nell area compresa tra Voltri, Arquata e Sestri Levante: circa 270 chilometri e 53 stazioni/fermate. Per l attivazione dei vari moduli dell SCC, RFI ha realizzato nel nodo e sulla Genova Sestri Levante 13 nuovi apparati di sicurezza a calcolatore (ACC) e miglioramenti agli apparati esistenti. Un analogo sistema, con sede a Pisa San Rossore, controlla il tratto di linea tra Sestri Levante a La Spezia, sulla direttrice Tirrenica, che comprende 5 stazioni intermedie e 4 fermate della Liguria. Sistema GSM-R In Liguria il sistema GSM-R è attivo su tutte le linee. Lo standard GSM-R stato definito nell ambito dei progetti europei per la definizione delle specifiche di interoperabilità ferroviaria. Nel dicembre 2002 è stata assegnata a RFI dal Ministero delle Comunicazioni la licenza di operatore radiomobile GSM-R. Il GSM-R, con l'installazione di ripetitori radio (nelle stazioni e lungo i binari), permette un migliore e costante contatto tra il personale di bordo e quello a terra (comunicazione

5 pag. 5 di servizio e gestione delle emergenze), anche in galleria, e di elevare gli standard di sicurezza. SOPPRESSIONE PASSAGGI A LIVELLO Il piano di soppressione e automazione dei passaggi a livello in Liguria messo a punto con la Regione e i Comuni riguarda 35 impianti, per un investimento complessivo di 42 milioni di euro. Già disponibile il finanziamento per 12 milioni di euro. Nel 2008 RFI prevede di eliminare in Liguria 3 passaggi a livello per un investimento complessivo di 4 milioni di euro. Nel 2007 RFI ha eliminato in Liguria 3 passaggi a livello per un investimento complessivo di 4 milioni di euro. Altri 4 passaggi a livello saranno soppressi entro il 2009, di cui due in Comune di Genova, località Genova Bolzaneto e due in Comune di Bogliasco. INSTALLAZIONE BARRIERE ANTIRUMORE In Liguria il Piano di risanamento acustico, predisposto da RFI per l abbattimento del rumore prodotto dal passaggio dei treni, prevede, a regime, la realizzazione di 25 tratti di barriere fonoassorbenti per uno sviluppo complessivo di circa 40 km. Il costo stimato per gli interventi, che saranno realizzati in quindici anni, è di circa 100 milioni di euro. E in corso la progettazione di 11 interventi previsti dal Piano di risanamento nei primi 4 anni di attuazione.

Potenziamento del Nodo di Genova e Terzo Valico dei Giovi

Potenziamento del Nodo di Genova e Terzo Valico dei Giovi Potenziamento del Nodo di Genova e Terzo Valico dei Giovi Inquadramento di rete Investimenti Terzo Valico dei Giovi Potenziamento Nodo di Genova Marsiglia Ventimiglia Collegamento del sistema portuale

Dettagli

Ministero delle Infrastrutture

Ministero delle Infrastrutture PRIORITÀ INFRASTRUTTURALI NELLE REGIONI REGIONE LIGURIA SISTEMI STRADALI E AUTOSTRADALI Tunnel sottomarino/sotterraneo Genova Nel sistema della grande viabilità urbana di Genova si inserisce il progetto

Dettagli

I PROGETTI PER IL NODO FERROVIARIO DI GENOVA

I PROGETTI PER IL NODO FERROVIARIO DI GENOVA I PROGETTI PER IL NODO FERROVIARIO DI GENOVA Intervista all Ing. Mercatali di RFI Metrogenova.com ha recentemente incontrato l ingegner Gianfranco Mercatali, Direttore Compartimentale Infrastruttura di

Dettagli

Le infrastrutture ferroviarie del Nord Est

Le infrastrutture ferroviarie del Nord Est Le infrastrutture ferroviarie del Nord Est Grazie agli interventi di potenziamento infrastrutturale e di ammodernamento tecnologico delle linee ferroviarie del Nord Est portati a termine negli ultimi anni

Dettagli

Evoluzione del sistema ferroviario. Marsiglia, 29 marzo 2005

Evoluzione del sistema ferroviario. Marsiglia, 29 marzo 2005 Evoluzione del sistema ferroviario Marsiglia, 29 marzo 2005 Progetti Prioritari della rete TEN e corridoi Paneuropei interessanti l Italia Tratti italiani del Progetto Prioritario 6 (TEN) e del Corridoio

Dettagli

La linea Firenze-Empoli-Pisa

La linea Firenze-Empoli-Pisa La linea Firenze-Empoli-Pisa La variante Signa-Montelupo La variante Signa-Montelupo La realizzazione della variante Signa-Montelupo sulla linea Firenze-Empoli-Pisa consentirà il potenziamento del servizio

Dettagli

CORRIDOIO PLURIMODALE TIRRENICO-NORD EUROPA

CORRIDOIO PLURIMODALE TIRRENICO-NORD EUROPA CORRIDOIO PLURIMODALE TIRRENICO-NORD EUROPA Asse ferroviario Ventimiglia-Genova-Novara-Milano (Sempione) Ventimiglia-Genova Tratta Andora - Finale Ligure SCHEDA N. 38 LOCALIZZAZIONE CUP: TIPOLOGIA OPERA:

Dettagli

4.2 METROPOLITANA DI GENOVA

4.2 METROPOLITANA DI GENOVA 4.2 METROPOLITANA DI GENOVA OBIETTIVO DELL INTERVENTO DESCRIZIONE DELL INTERVENTO Questo intervento comprende la prosecuzione dei lavori per la metropolitana di Genova. Ad oggi sono operativi 5,2 chilometri,

Dettagli

UNIONE INDUSTRIALE DI TORINO CONFINDUSTRIA GENOVA NODO METROPOLITANO DI GENOVA

UNIONE INDUSTRIALE DI TORINO CONFINDUSTRIA GENOVA NODO METROPOLITANO DI GENOVA ASSOLOMBARDA UNIONE INDUSTRIALE DI TORINO CONFINDUSTRIA GENOVA NODO METROPOLITANO DI GENOVA Dicembre 2014 1. Inquadramento territoriale e programmatico La città di Genova presenta delle caratteristiche

Dettagli

alta velocità per il Ticino?

alta velocità per il Ticino? AlpTransit 2019: un futuro ad alta velocità per il Ticino? 24 marzo 2011 SUPSI, Lugano-Trevano Alptransit e le infrastrutture italiane del Nordovest: stato di avanzamento, problemi e prospettive Vittorio

Dettagli

UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE LIGURIA COMUNE DI GENOVA P.O.R. LIGURIA (2007-2013) ASSE 3 - SVILUPPO URBANO COMUNE PROPONENTE GENOVA

UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE LIGURIA COMUNE DI GENOVA P.O.R. LIGURIA (2007-2013) ASSE 3 - SVILUPPO URBANO COMUNE PROPONENTE GENOVA UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE LIGURIA COMUNE DI GENOVA P.O.R. LIGURIA (2007-2013) ASSE 3 - SVILUPPO URBANO COMUNE PROPONENTE GENOVA PROGETTO INTEGRATO SAMPIERDARENA I Progetti Integrati nel

Dettagli

Le idee IL TRACCIATO. I documenti sono liberamente scaricabili dai siti www.metrogenova.com e www.mondotram.it

Le idee IL TRACCIATO. I documenti sono liberamente scaricabili dai siti www.metrogenova.com e www.mondotram.it Claudio Bellini Associazione Metrogenova Fiorenzo Pampolini Associazione Utenti Trasporto Pubblico Le idee Genova Mobilità 2020 Nel 2008 Metrogenova ha presentato un documento di visione strategica del

Dettagli

Linea di accesso sud alla galleria di base del Brennero I progetti di potenziamento RFI per lo sviluppo del traffico merci

Linea di accesso sud alla galleria di base del Brennero I progetti di potenziamento RFI per lo sviluppo del traffico merci Linea di accesso sud alla galleria di base del Brennero I progetti di potenziamento RFI per lo sviluppo del traffico merci Marzo 2015 Il contesto europeo: i Core Corridors che interessano l Italia Corridoio

Dettagli

1. IL PROTOCOLLO PER LA TRATTA GARIBALDI-CENTRO DIREZIONALE-POGGIOREALE-CAPODICHINO DELLA LINEA 1

1. IL PROTOCOLLO PER LA TRATTA GARIBALDI-CENTRO DIREZIONALE-POGGIOREALE-CAPODICHINO DELLA LINEA 1 1. IL PROTOCOLLO PER LA TRATTA GARIBALDI-CENTRO DIREZIONALE-POGGIOREALE-CAPODICHINO DELLA LINEA 1 Il protocollo per la realizzazione della tratta Garibaldi-Centro Direzionale- Poggioreale-Capodichino della

Dettagli

Il nodo di bologna come esempio di integrazione nell ambito del sistema ferroviario

Il nodo di bologna come esempio di integrazione nell ambito del sistema ferroviario 1 La riqualificazione delle grandi infrastrutture Il nodo di bologna come esempio di integrazione nell ambito del sistema ferroviario ing. Vincenzo Conforti 1 Scelte economiche e tecniche nel Nodo di Bologna

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA per il miglioramento della mobilità ferroviaria regionale del Lazio. tra

PROTOCOLLO D INTESA per il miglioramento della mobilità ferroviaria regionale del Lazio. tra PROTOCOLLO D INTESA per il miglioramento della mobilità ferroviaria regionale del Lazio tra Regione Lazio e Trenitalia S.p.A e Rete Ferroviaria Italiana S.p.A Roma, 1 L anno, il giorno del mese di in Roma,

Dettagli

Prolungamento della linea B1 della metropolitana di Roma oltre Jonio Tratta Jonio-Bufalotta. Scheda illustrativa dell intervento

Prolungamento della linea B1 della metropolitana di Roma oltre Jonio Tratta Jonio-Bufalotta. Scheda illustrativa dell intervento Prolungamento della linea B1 della metropolitana di Roma oltre Jonio Tratta Jonio-Bufalotta Scheda illustrativa dell intervento INTERVENTO Prolungamento della linea B1 della metropolitana di Roma oltre

Dettagli

COMUNE DI GENOVA. Progetto Integrato PRA MARINA

COMUNE DI GENOVA. Progetto Integrato PRA MARINA COMUNE DI GENOVA Progetto Integrato PRA MARINA 1 Obiettivo Restituire agli abitanti di Prà l accesso alla Fascia di Rispetto. A questo si legano le esigenze di alleviare il peso di un traffico eccessivo

Dettagli

SCHEDA N. 121 CUP: SOGGETTO TITOLARE: TIPOLOGIA OPERA: ULTIMAZIONE LAVORI LOCALIZZAZIONE J11H03000100008. RFI Spa.

SCHEDA N. 121 CUP: SOGGETTO TITOLARE: TIPOLOGIA OPERA: ULTIMAZIONE LAVORI LOCALIZZAZIONE J11H03000100008. RFI Spa. SISTEMI URBANI Sistema integrato di trasporto del nodo di Catania Nodo di Catania - Interramento stazione centrale e raddoppio bivio Zurria- Catania Acquicella SCHEDA N. 121 LOCALIZZAZIONE CUP: TIPOLOGIA

Dettagli

(ma non solo) Presentazione Caroline Camponovo Presidente Sezione SI ATA Bruno Storni Membro Comitato Centrale ATA

(ma non solo) Presentazione Caroline Camponovo Presidente Sezione SI ATA Bruno Storni Membro Comitato Centrale ATA (ma non solo) Presentazione Caroline Camponovo Presidente Sezione SI ATA Bruno Storni Membro Comitato Centrale ATA Nel 2012 l ATA, Sezione della Svizzera italiana, ha fatto allestire dalla mrs partner

Dettagli

SISTEMA DI RISALITA DEGLI ERZELLI OBIETTIVO DELL INTERVENTO

SISTEMA DI RISALITA DEGLI ERZELLI OBIETTIVO DELL INTERVENTO SISTEMA DI RISALITA DEGLI ERZELLI OBIETTIVO DELL INTERVENTO La collina degli Erzelli, occupata in precedenza da attività di deposito e movimentazione container, è interessata oggi da un progetto volto

Dettagli

Mobilità sostenibile: un diritto per tutti i cittadini

Mobilità sostenibile: un diritto per tutti i cittadini Mobilità sostenibile: un diritto per tutti i cittadini 1 Come ci muoviamo a Genova Auto/Moto: 59% degli spostamenti Bus/Metro: 31% degli spostamenti Ferrovia: 10% degli spostamenti 6 Genovesi su 10 (di

Dettagli

La linea Genova-Ventimiglia IL RADDOPPIO DEL TRATTO ANDORA-SAN LORENZO LE NUOVE STAZIONI DI IMPERIA, DIANO E ANDORA

La linea Genova-Ventimiglia IL RADDOPPIO DEL TRATTO ANDORA-SAN LORENZO LE NUOVE STAZIONI DI IMPERIA, DIANO E ANDORA La linea Genova-Ventimiglia IL RADDOPPIO DEL TRATTO ANDORA-SAN LORENZO LE NUOVE STAZIONI DI IMPERIA, DIANO E ANDORA La linea Genova-Ventimiglia IL RADDOPPIO DEL TRATTO ANDORA-SAN LORENZO LE NUOVE STAZIONI

Dettagli

Servizio Ferroviario Metropolitano Bolognese. Collegamento tra la Stazione Centrale di Bologna e la Fiera SFM 6. Elementi di fattibilità.

Servizio Ferroviario Metropolitano Bolognese. Collegamento tra la Stazione Centrale di Bologna e la Fiera SFM 6. Elementi di fattibilità. Servizio Ferroviario Metropolitano Bolognese Collegamento tra la Stazione Centrale di Bologna e la Fiera SFM 6 Elementi di fattibilità Ottobre 2011 Collegamento tra la Stazione Centrale di Bologna e la

Dettagli

11. Implicazioni economiche del Masterplan

11. Implicazioni economiche del Masterplan 11. Implicazioni economiche del Masterplan Il presente capitolo, a conclusione di quanto fin qui esposto si propone di esporre quali sono le implicazioni economiche che il Masterplan, con le indicazioni

Dettagli

CORRIDOIO PLURIMODALE PADANO

CORRIDOIO PLURIMODALE PADANO CORRIDOIO PLURIMODALE PADANO Accessibilità ferroviaria Malpensa Opere connesse all'expo: tratta Rho-Gallarate e Raccordo Y per la connessione diretta tra Rho-Fiera/Expo e Malpensa SCHEDA N. 13 LOCALIZZAZIONE

Dettagli

TERZO VALICO DEI GIOVI LINEA AV/AC MILANO GENOVA

TERZO VALICO DEI GIOVI LINEA AV/AC MILANO GENOVA TERZO VALICO DEI GIOVI LINEA AV/AC MILANO GENOVA OBIETTIVO DELL INTERVENTO Il progetto n. 24 della rete europea TEN T riguarda il potenziamento dell asse ferroviario Lione/Genova Basilea Duisburg Rotterdam/Anversa

Dettagli

TRASPORTO GRATUITO BICICLETTE IN VIGORE DAL 14 DICEMBRE 2014 Treno N Partenza Ora Arrivo Ora Tratte con servizio bici gratis.

TRASPORTO GRATUITO BICICLETTE IN VIGORE DAL 14 DICEMBRE 2014 Treno N Partenza Ora Arrivo Ora Tratte con servizio bici gratis. TRASPORTO GRATUITO BICICLETTE IN VIGORE DAL 14 DICEMBRE 2014 Treno N Partenza Ora Arrivo Ora Tratte con servizio bici gratis 1755/1754 MILANO CENTRALE 14:25 ALASSIO 17:55 MILANO CENTRALE - ALASSIO; 1799/1800

Dettagli

NODO DI SAN BENIGNO OBIETTIVO DELL INTERVENTO DESCRIZIONE DELL INTERVENTO

NODO DI SAN BENIGNO OBIETTIVO DELL INTERVENTO DESCRIZIONE DELL INTERVENTO NODO DI SAN BENIGNO OBIETTIVO DELL INTERVENTO Il Nodo di San Benigno è uno dei punti chiave della viabilità genovese, sia per la presenza del più importante casello autostradale della città, Genova Ovest,

Dettagli

Lo scenario di riferimento del PUM

Lo scenario di riferimento del PUM Lo scenario di riferimento del PUM I principali elementi invarianti che caratterizzano lo scenario di riferimento sono: Interventi sulla viabilità Riassetto nodo autostradale / Gronda di Ponente Tunnel

Dettagli

Legnano, 5 maggio 2009. FIERA - MALPENSA: Andata / Ritorno

Legnano, 5 maggio 2009. FIERA - MALPENSA: Andata / Ritorno Legnano, 5 maggio 2009 FIERA - MALPENSA: Andata / Ritorno 1 Progetti Prioritari rete TEN e corridoi paneuropei 2 Progetto Prioritario 6 (TEN.T) e del Corridoio Paneuropeo V Connessione con il sistema dei

Dettagli

La Ferrovia Trento - Borgo Valsugana - Bassano e l esperienza della Provincia Autonoma di Trento

La Ferrovia Trento - Borgo Valsugana - Bassano e l esperienza della Provincia Autonoma di Trento Allegato n.1 La Ferrovia Trento - Borgo Valsugana - Bassano e l esperienza della Provincia Autonoma di Trento L infrastruttura La ferrovia Trento Bassano del Grappa o ferrovia della Valsugana è una linea

Dettagli

S.F.M.R. SISTEMA FERROVIARIO METROPOLITANO REGIONALE

S.F.M.R. SISTEMA FERROVIARIO METROPOLITANO REGIONALE 1 SISTEMA INTEGRATO DI TRASPORTO PUBBLICO A SERVIZIO DELL AREA METROPOLITANA DIFFUSA CENTRALE VENETA CON OBIETTIVI DI: DECONGESTIONE DELLE RETI INFRASTRUTTURALI VIARIE RIEQUILIBRIO MODALE CON PASSAGGIO

Dettagli

Le grandi infrastrutture. Loggia di Banchi. Gennaio 2012

Le grandi infrastrutture. Loggia di Banchi. Gennaio 2012 Le grandi infrastrutture Loggia di Banchi Gennaio 2012 Premessa La metropolitana: oggi e domani Le interconnessioni con le altre modalità di trasporto Il nodo ferroviario genovese Il trasporto verticale

Dettagli

Analisi di capacità di infrastruttura regionale; dallo stato attuale al Piano di potenziamento

Analisi di capacità di infrastruttura regionale; dallo stato attuale al Piano di potenziamento SEF 15-4 Convegno Nazionale Sicurezza ed Esercizio Ferroviario Università La Sapienza Facoltà di Ingegneria Analisi di capacità di infrastruttura regionale; dallo stato attuale al Piano di potenziamento

Dettagli

Le opere infrastrutturali: l esperienza ligure

Le opere infrastrutturali: l esperienza ligure Le opere infrastrutturali: l esperienza ligure 1 Esercizio e gestione di reti di trasporto pubblico di interesse regionale e locale: Esperienze europee a confronto GENOVA - Facoltà di Ingegneria - Villa

Dettagli

GRANDE PROGETTO POMPEI Realizzazione di un Hub a Pompei Scavi. Dicembre 2015

GRANDE PROGETTO POMPEI Realizzazione di un Hub a Pompei Scavi. Dicembre 2015 Dicembre 2015 Obiettivi dello studio di fattibilità con la funzione di: - nodo di smistamento e indirizzamento del flusso turistico verso il sito archeologico; - interscambio con la linea Circumvesuviana

Dettagli

TECNOLOGIE PER TUTTI

TECNOLOGIE PER TUTTI TECNOLOGIE PER TUTTI Il guidatore di un auto... IL GUIDATORE DI AUTOMOBILE In automobile il guidatore sceglie dove andare, a che velocità, come mantenere la distanza di sicurezza con le altre macchine

Dettagli

Empoli. Centrale. inquadramento ciclostazioni

Empoli. Centrale. inquadramento ciclostazioni Empoli Centrale numero di treni e passeggeri giornalieri feriali sabato domenica 198 189 124 6.961 4.580 3.315 Localizzazione La stazione di Empoli ha una posizione molto centrale, a poca distanza dal

Dettagli

INTESA STATO REGIONE ex art. 81 D.P.R. 616/1977 e s.m.i.

INTESA STATO REGIONE ex art. 81 D.P.R. 616/1977 e s.m.i. DIREZIONE CENTRALE AMBIENTE, SVILUPPO TERRITORIO E LAVORO DIREZIONE URBANISTICA VIA MEUCCI, 4 INTESA STATO REGIONE ex art. 81 D.P.R. 616/1977 e s.m.i. Progettazione e Costruzione fabbricato per il potenziamento

Dettagli

UNIONE INDUSTRIALE DI TORINO CONFINDUSTRIA GENOVA CORRIDOIO 6 GENOVA-ROTTERDAM

UNIONE INDUSTRIALE DI TORINO CONFINDUSTRIA GENOVA CORRIDOIO 6 GENOVA-ROTTERDAM ASSOLOMBARDA UNIONE INDUSTRIALE DI TORINO CONFINDUSTRIA GENOVA CORRIDOIO 6 GENOVA-ROTTERDAM Dicembre 2012 1. Inquadramento territoriale e programmatico Il Corridoio n. 6 della rete europea TEN-T riguarda

Dettagli

Ingresso urbano dell interconnessione di Brescia Ovest

Ingresso urbano dell interconnessione di Brescia Ovest Infrastrutture ferroviarie strategiche definite dalla Legge Obiettivo n. 443/01 Tratta AV/AC Milano-Verona Lotto funzionale Treviglio Brescia Ingresso urbano dell interconnessione di Brescia Ovest Ottobre

Dettagli

Rete Ferroviaria Italiana Gianpiero Strisciuglio, Direttore Commerciale ed Esercizio Rete

Rete Ferroviaria Italiana Gianpiero Strisciuglio, Direttore Commerciale ed Esercizio Rete Rete Ferroviaria Italiana Gianpiero Strisciuglio, Direttore Commerciale ed Esercizio Rete 1 Overview Brescia e l Europa: i corridoi della Rete TEN-T Nodo di Brescia: infrastruttura e servizi Il Piano TPL

Dettagli

Il Dipartimento può essere raggiunto in autobus (partendo dalla stazione Brignole) in circa 10 minuti attraverso due percorsi differenti:

Il Dipartimento può essere raggiunto in autobus (partendo dalla stazione Brignole) in circa 10 minuti attraverso due percorsi differenti: Come raggiungere il Dipartimento in autobus Genova ha due stazioni ferroviarie principali: Genova Piazza Principe (vicina al centro storico, sul suo lato ovest); Genova Brignole (vicino alla parte moderna

Dettagli

Contratto Istituzionale di Sviluppo per la realizzazione della direttrice ferroviaria Salerno-Reggio Calabria

Contratto Istituzionale di Sviluppo per la realizzazione della direttrice ferroviaria Salerno-Reggio Calabria Allegato 3 schede intervento Contratto Istituzionale di Sviluppo per la realizzazione della direttrice ferroviaria Salerno-Reggio Calabria INTERVENTI DI ADEGUAMENTO TECNOLOGICO ED INFRASTRUTTURALE PER

Dettagli

COMUNICATO STAMPA I CANTIERI RENDERANNO NECESSARI NUOVI PERCORSI DI ENTRATA ED USCITA PER GLI UTENTI DELLA METROPOLITANA

COMUNICATO STAMPA I CANTIERI RENDERANNO NECESSARI NUOVI PERCORSI DI ENTRATA ED USCITA PER GLI UTENTI DELLA METROPOLITANA COMUNICATO STAMPA DAL 10 APRILE 2010 INIZIANO ALLA STAZIONE TERMINI I LAVORI INTERNI AL NODO DI SCAMBIO TRA LE LINEE A E B DELLA METROPOLITANA ALLA FINE DEL 2012 IL NODO DI SCAMBIO SARÀ RESTITUITO ALLA

Dettagli

Le strategie per il trasporto pubblico di Brescia. Stefano Sbardella Responsabile Settore Mobilità e TPL - Comune di Brescia

Le strategie per il trasporto pubblico di Brescia. Stefano Sbardella Responsabile Settore Mobilità e TPL - Comune di Brescia Le strategie per il trasporto pubblico di Brescia Stefano Sbardella Responsabile Settore Mobilità e TPL - Comune di Brescia LA MOBILITA DI BRESCIA IN NUMERI PRIORITA e CRITERI di PIANIFICAZIONE P.U.M.S.

Dettagli

Campidoglio due, la città dei cittadini Piano per la rilocalizzazione degli uffici centrali del Comune di Roma

Campidoglio due, la città dei cittadini Piano per la rilocalizzazione degli uffici centrali del Comune di Roma Venezia, 10-20 novembre 2004 Catalogo della Mostra Comune di Roma Risorse per Roma Spa Campidoglio due, la città dei cittadini Piano per la rilocalizzazione degli uffici centrali del Comune di Roma Piano

Dettagli

Sistemi metropolitani a guida automatica. L esperienza romana. Torino, 28 Marzo 2012

Sistemi metropolitani a guida automatica. L esperienza romana. Torino, 28 Marzo 2012 Sistemi metropolitani a guida automatica L esperienza romana Torino, 28 Marzo 2012 Le tipicità di Roma Roma presenta alcune caratteristiche particolari: il delicato tessuto urbanistico, caratterizzato

Dettagli

Il nodo di Genova costituisce un infrastruttura strategica della rete autostradale del Paese:

Il nodo di Genova costituisce un infrastruttura strategica della rete autostradale del Paese: Il nodo autostradale di Genova Il nodo di Genova costituisce un infrastruttura strategica della rete autostradale del Paese: passaggio obbligato per il traffico da e verso la Francia (via valico di Ventimiglia);

Dettagli

ASSOLOMBARDA UNIONE INDUSTRIALE CONFINDUSTRIA CONFINDUSTRIA MILANO DI TORINO GENOVA MONZA E BRIANZA CORRIDOIO RENO-ALPI

ASSOLOMBARDA UNIONE INDUSTRIALE CONFINDUSTRIA CONFINDUSTRIA MILANO DI TORINO GENOVA MONZA E BRIANZA CORRIDOIO RENO-ALPI ASSOLOMBARDA UNIONE INDUSTRIALE CONFINDUSTRIA CONFINDUSTRIA MILANO DI TORINO GENOVA MONZA E BRIANZA CORRIDOIO RENO-ALPI Gennaio 2016 1. Inquadramento territoriale e programmatico Il Corridoio Reno-Alpi

Dettagli

PO-FESR 2007-2013 GRANDE PROGETTO. Asse: 5 - Reti e collegamenti per la mobilità

PO-FESR 2007-2013 GRANDE PROGETTO. Asse: 5 - Reti e collegamenti per la mobilità PO-FESR 2007-2013 GRANDE PROGETTO Asse: 5 - Reti e collegamenti per la mobilità Linea d intervento: 5.4 - Adeguamento e potenziamento delle ferrovie locali Titolo intervento: Adeguamento ferroviario dell

Dettagli

La nuova Linea di Alta Capacità Napoli-Bari

La nuova Linea di Alta Capacità Napoli-Bari La nuova Linea di Alta Capacità Napoli-Bari Dario Gentile - aprile 2009 1 LE TAPPE DEL PROGETTO DELLA LINEA DI ALTA CAPACITÀ NAPOLI-BARI Il rilancio della linea Napoli-Bari è stato possibile dopo anni

Dettagli

MUOVERSI CON I MEZZI PUBBLICI UTILIZZANDO MAPPE

MUOVERSI CON I MEZZI PUBBLICI UTILIZZANDO MAPPE ObiettivO dell attività COllegamenti COn altre discipline realizzazione Sapersi muovere con i mezzi pubblici, utilizzando mappe dei percorsi e tabelle orarie / Saper scegliere percorsi e mezzi economici

Dettagli

RETI DI TRASPORTO TRANSEUROPEE. Roberto Laghezza

RETI DI TRASPORTO TRANSEUROPEE. Roberto Laghezza RETI DI TRASPORTO TRANSEUROPEE Roberto Laghezza TEN-T OGGI Il Regolamento UE n 1315/2013 per lo sviluppo della rete transeuropea dei trasporti TEN-T, approvato dalle istituzioni dell'unione Europea nel

Dettagli

corso di Tecnica ed Economia dei Trasporti a.a. 2004-2005 LE STAZIONI FERROVIARIE Umberto Crisalli crisalli@ing.uniroma2.it

corso di Tecnica ed Economia dei Trasporti a.a. 2004-2005 LE STAZIONI FERROVIARIE Umberto Crisalli crisalli@ing.uniroma2.it corso di Tecnica ed Economia dei Trasporti a.a. 2004-2005 LE STAZIONI FERROVIARIE Umberto Crisalli crisalli@ing.uniroma2.it INTRODUZIONE Definizioni Si definisce stazione ogni complesso organico di impianti

Dettagli

in Toscana Infrastrutture e Territorio

in Toscana Infrastrutture e Territorio Infrastrutture e Territorio in Toscana Arch. Riccardo Baracco Ing.Enrico Becattini Area Coordinamento Pianificazione Territoriale e Politiche Abitative D.G. Politiche Territoriali e Ambientali Regione

Dettagli

Metrotranvia Milano (Parco Nord) Seregno

Metrotranvia Milano (Parco Nord) Seregno Pag. 0 di 28 Metrotranvia Milano (Parco Nord) Seregno Bresso (Sala Consiglio) - 8.04.2008 Pag. 1 di 28 Intese e Quadro programmatico Accordo tra Regione, e Comuni in ordine alla riqualificazione della

Dettagli

53 milioni di Euro. il Parcheggio di Acilia Nord, 550 mila Euro. Acilia sud.

53 milioni di Euro. il Parcheggio di Acilia Nord, 550 mila Euro. Acilia sud. Gent.mo sig. Mazzanti, la stazione di Tor di Valle non è certo abbandonata a se stessa come non lo è l intera tratta Roma Lido. Lo dimostrano i provvedimenti che il nostro Assessorato alla Mobilità ha

Dettagli

Torino, 29 marzo 2012

Torino, 29 marzo 2012 Torino, 29 marzo 2012 1 "Il successo di un ramo secco: la Ferrovia della Val Venosta. La nascita e lo sviluppo di un Impresa Ferroviaria Die neue Vinschgerbahn 2 Val Venosta Vinschgau 3 1906 1991 1999

Dettagli

La modifica è conseguenza delle mutate condizioni dei mercati finanziari rispetto all epoca della formazione del bilancio 2009.

La modifica è conseguenza delle mutate condizioni dei mercati finanziari rispetto all epoca della formazione del bilancio 2009. D.L. N.457 Modifiche e integrazioni alla L.R. 24.12.2008 n. 43 Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale della Regione Liguria (Legge finanziaria 2009). Articolo 1 L articolo stabilisce

Dettagli

PIT Progetto Integrato Territoriale Stazione accessibile. Integrazione delle politiche di riqualificazione del centro urbano di Terni

PIT Progetto Integrato Territoriale Stazione accessibile. Integrazione delle politiche di riqualificazione del centro urbano di Terni PIT Progetto Integrato Territoriale Stazione accessibile. Integrazione delle politiche di riqualificazione del centro urbano di Terni IL PIT Il Progetto Integrato Territoriale ed il POR-FESR 2007-13 Il

Dettagli

L Scc della Rete Sarda

L Scc della Rete Sarda L Scc della Rete Sarda L Scc della Rete Sarda IL SISTEMA DI COMANDO E CONTROLLO La sigla Scc, Sistema di Comando e Controllo, indica il più avanzato sistema di gestione integrata della circolazione in

Dettagli

Capitolo 11 - Contributi

Capitolo 11 - Contributi Capitolo 11 - Contributi 43 STRUTTURA CAPITOLO 11 - Contributi per la soluzione del nodo autostradale genovese e per la revisione del Paesistico 11.1 Indicazioni per la definizione delle infrastrutture

Dettagli

SCHEDA N. 122 CUP: SOGGETTO TITOLARE: TIPOLOGIA OPERA: ULTIMAZIONE LAVORI LOCALIZZAZIONE C31J06000000001

SCHEDA N. 122 CUP: SOGGETTO TITOLARE: TIPOLOGIA OPERA: ULTIMAZIONE LAVORI LOCALIZZAZIONE C31J06000000001 SISTEMI URBANI Sistema integrato di trasporto del nodo di Catania Completamento Circumetnea - Prolungamento della rete FCE nella tratta metropolitana di Catania Tratta Stesicoro-Librino-Aeroporto SCHEDA

Dettagli

Situazione e proposte per i servizi ferroviari valtellinesi.

Situazione e proposte per i servizi ferroviari valtellinesi. Situazione e proposte per i servizi ferroviari valtellinesi. Guido Magenta Anni 20 - Calolziocorte 1986 S. Agata Valtellina Vettori Veloci, ricominciare dalla ferrovia Sondrio, 3 luglio 2009 Fotografie

Dettagli

ASSOLOMBARDA UNIONE INDUSTRIALE DI TORINO CONFINDUSTRIA GENOVA. CORRIDOIO Reno-Alpi. (ex Corridoio 6 Genova-Rotterdam )

ASSOLOMBARDA UNIONE INDUSTRIALE DI TORINO CONFINDUSTRIA GENOVA. CORRIDOIO Reno-Alpi. (ex Corridoio 6 Genova-Rotterdam ) ASSOLOMBARDA UNIONE INDUSTRIALE DI TORINO CONFINDUSTRIA GENOVA CORRIDOIO Reno-Alpi (ex Corridoio 6 Genova-Rotterdam ) Dicembre 2014 1. Inquadramento territoriale e programmatico Il Corridoio Reno-Alpi

Dettagli

Elenco dei treni che ammettono il trasporto gratis delle biciclette valido fino al 8 settembre 2016

Elenco dei treni che ammettono il trasporto gratis delle biciclette valido fino al 8 settembre 2016 Elenco dei treni che ammettono il trasporto gratis delle biciclette valido fino al 8 settembre 2016 Num Partenza Ora Arrivo Ora Tratta 1777/1776 Albenga 12:10 MILANO CENTRALE 15:35 1779/1778 Albenga 14:06

Dettagli

Liguria. N. treno Stazione di partenza Ora part. Stazione di arrivo Note

Liguria. N. treno Stazione di partenza Ora part. Stazione di arrivo Note Liguria N. treno Stazione di partenza Ora part. Stazione di arrivo Note Linea Alessandria - S. Giuseppe di Cairo - Savona 10271 Acqui Terme 05:47 Savona L'orario di partenza potrebbe essere 10270 Acqui

Dettagli

Un modello di calcolo per i costi standard infrastruttura ferroviaria

Un modello di calcolo per i costi standard infrastruttura ferroviaria Un modello di calcolo per i costi standard infrastruttura ferroviaria Commissione ASSTRA Costi Standard ferroviari A cura dell Ing. Marco Barra Caracciolo Capillarità (km medi tra stazioni) 7,00 Posizionamento

Dettagli

Giunta Regionale della Campania. Bollettino Ufficiale della Regione Campania n. 5 del 21 gennaio 2005

Giunta Regionale della Campania. Bollettino Ufficiale della Regione Campania n. 5 del 21 gennaio 2005 Bollettino Ufficiale della Regione Campania n. 5 del 21 gennaio 2005 REGIONE CAMPANIA - Giunta Regionale - Seduta del 18 dicembre 2004 - Deliberazione n. 2337 - Area Generale di Coordinamento - N. 14 -

Dettagli

PROPRIETARIA e PROPONENTE EURNOVA S.R.L. Data: 28 agosto 2014 RELAZIONE TECNICA RELATIVA ALLE MODIFICHE ALLO STUDIO DI FATTIBILITA'

PROPRIETARIA e PROPONENTE EURNOVA S.R.L. Data: 28 agosto 2014 RELAZIONE TECNICA RELATIVA ALLE MODIFICHE ALLO STUDIO DI FATTIBILITA' PROPRIETARIA e PROPONENTE EURNOVA S.R.L. Data: 28 agosto 2014 RELAZIONE TECNICA RELATIVA ALLE MODIFICHE ALLO STUDIO DI FATTIBILITA' Relazione tecnica relativa alle modifiche al progetto di fattibilita

Dettagli

GLI INVESTIMENTI SULLA RETE AUTOSTRADALE

GLI INVESTIMENTI SULLA RETE AUTOSTRADALE WORKSHOP Metodologie di gestione e politiche di investimento per il patrimonio stradale nazionale esistente: attuale insostenibilità, ipotesi di nuovi scenari e linee di intervento GLI INVESTIMENTI SULLA

Dettagli

FOCUS PIEMONTE OPERE IN CORSO PASSANTE DI TORINO

FOCUS PIEMONTE OPERE IN CORSO PASSANTE DI TORINO FOCUS PIEMONTE OPERE IN CORSO PASSANTE DI TORINO Quadruplicamento Torino Porta Susa Torino Stura E in fase di realizzazione, fra Torino Porta Susa e Torino Stura, il quadruplicamento, prevalentemente in

Dettagli

Firenze 27 Novembre 2014

Firenze 27 Novembre 2014 Comune di Genova Direzione Urbanistica SUE e Grandi Progetti Staff di Direzione Il progetto CAT MED lo sviluppo urbano sostenibile sulle metropoli mediterranee: un esperienza di successo Firenze 27 Novembre

Dettagli

Aggiornamento progetto AlpTransit e collegamento Lugano-Mendrisio-Varese-Malpensa

Aggiornamento progetto AlpTransit e collegamento Lugano-Mendrisio-Varese-Malpensa Aggiornamento progetto AlpTransit e collegamento Lugano-Mendrisio-Varese-Malpensa Dr. Adriano Cavadini Presidente Associazione svizzera Alta Capacità Lugano-Milano già Consigliere nazionale Il Corridoio

Dettagli

GRANDI HUB AEROPORTUALI -ALLACCIAMENTI FERROVIARI E STRADALI

GRANDI HUB AEROPORTUALI -ALLACCIAMENTI FERROVIARI E STRADALI GRANDI HUB AEROPORTUALI -ALLACCIAMENTI FERROVIARI E STRADALI Hub aeroportuale sistema Veneto - Collegamenti ferroviari con aeroporti veneti (Venezia e Verona) Collegamento ferroviario con l'aeroporto Marco

Dettagli

V.le Castro Pretorio, 116 00185 Roma

V.le Castro Pretorio, 116 00185 Roma V.le Castro Pretorio, 116 00185 Roma LAZIO SU ROTAIA Problemi dell area metropolitana Ugo Surace LA DOMANDA L area metropolitana di Roma è costituita da 65 comuni, sui centoventi che costituiscono la Provincia

Dettagli

TRASPORTI. Aerei - - - - -0,7-4,8 - - Passeggeri - - - - -5,7-9,5 - - Merci - - - - 8,3 - - - Posta - - - - -15,6 - - -

TRASPORTI. Aerei - - - - -0,7-4,8 - - Passeggeri - - - - -5,7-9,5 - - Merci - - - - 8,3 - - - Posta - - - - -15,6 - - - 16 TRASPORTI Gli indicatori relativi al movimento commerciale dei porti liguri mettono in evidenza per il 2005 un andamento positivo per il porto di Savona, a fronte di variazioni negative per gli altri

Dettagli

LA METROPOLITANA DI ORLY

LA METROPOLITANA DI ORLY LA METROPOLITANA DI ORLY Il secondo scalo della capitale francese si presenta come un esempio di aeroporto collegato al centro urbano mediante una linea metropolitana, anche se con i limiti di un percorso

Dettagli

I trasporti pubblici nella Svizzera italiana Valutazione delle tesi e dei principi d offerta

I trasporti pubblici nella Svizzera italiana Valutazione delle tesi e dei principi d offerta ATA - Sezione della Svizzera italiana I trasporti pubblici nella Svizzera italiana Valutazione delle tesi e dei principi d offerta Capitolo 03: Obiettivi dell offerta ATA - Sezione della Svizzera italiana

Dettagli

Convegno Infrastructura L innovazione nelle infrastrutture di trasporto IV Sessione Le esigenze delle utenze e le modalità di utilizzo

Convegno Infrastructura L innovazione nelle infrastrutture di trasporto IV Sessione Le esigenze delle utenze e le modalità di utilizzo Assessorato ai Trasporti Convegno Infrastructura L innovazione nelle infrastrutture di trasporto IV Sessione Le esigenze delle utenze e le modalità di utilizzo La mobilità delle persone in ambito urbano

Dettagli

PRESENTAZIONE METRO DI COSTA

PRESENTAZIONE METRO DI COSTA PRESENTAZIONE METRO DI COSTA Rimini, 12 gennaio 2006 Franco Fabi Presidente Agenzia Tram Rimini * * * Vorrei mettere in evidenza le ragioni dell importanza, dell indispensabile necessità di realizzare

Dettagli

REALIZZAZIONE NUOVO POLO FIERA MILANO

REALIZZAZIONE NUOVO POLO FIERA MILANO Committente: Fondazione Fiera Milano Progettisti: Massimiliano Fuksas -Studio Altieri, Lombardi & Associati e altri Soggetto attuatore: Fondazione Fiera Milano Inizio attività: Anno 2002 Ultimazione lavori:

Dettagli

Relazioni e opportunità comuni fra Milano e il Canton Ticino

Relazioni e opportunità comuni fra Milano e il Canton Ticino Relazioni e opportunità comuni fra Milano e il Canton Ticino Direttore Settore Attuazione Mobilità Trasporti Ambiente Corridoi Europei in Italia (Reti TEN) Milano: una posizione strategica rispetto alle

Dettagli

POTENZIAMENTO DEL SISTEMA FERROVIARIO

POTENZIAMENTO DEL SISTEMA FERROVIARIO POTENZIAMENTO DEL SISTEMA FERROVIARIO OBIETTIVO DELL INTERVENTO L obiettivo dell intervento è lo sviluppo del trasporto ferroviario a livello locale, permettendo una separazione fra il trasporto regionale

Dettagli

Potenziamento infrastrutturale Voltri-Brignole. Genova, 7 marzo 2009

Potenziamento infrastrutturale Voltri-Brignole. Genova, 7 marzo 2009 Potenziamento infrastrutturale Voltri-Brignole Genova, 7 marzo 2009 1. Il Progetto e gli Obiettivi 2. Il Programma ed i Soggetti Coinvolti 3. L Infrastruttura Committente: Soggetto Tecnico: RFI, Rete Ferroviaria

Dettagli

La qualità ferroviaria in Emilia - Romagna

La qualità ferroviaria in Emilia - Romagna Direzione Generale Reti infrastrutturali, Logistica e Sistemi di mobilità La qualità ferroviaria in Emilia - Romagna Laura Brugnolo Servizio Ferrovie Convegno Verso il nuovo PRIT - Qualità & TPL: dalla

Dettagli

CIPE COMITATO INTERMINISTERIALE PROGRAMMAZIONE ECONOMICA ESITI DELLA SEDUTA DEL 27 MARZO 2008

CIPE COMITATO INTERMINISTERIALE PROGRAMMAZIONE ECONOMICA ESITI DELLA SEDUTA DEL 27 MARZO 2008 CIPE COMITATO INTERMINISTERIALE PROGRAMMAZIONE ECONOMICA ESITI DELLA SEDUTA DEL 27 MARZO 2008 Il Comitato ha espresso parere favorevole, con apposita delibera, sul contratto di programma ANAS 2008 che

Dettagli

Una prima verifica a sei mesi dall accordo tra la regione Campania e Trenitalia.

Una prima verifica a sei mesi dall accordo tra la regione Campania e Trenitalia. Nuovo Contratto di Servizio Regione Campania - Trenitalia 2009-2014 Le caratteristiche principali del nuovo contratto. Una prima verifica a sei mesi dall accordo tra la regione Campania e Trenitalia. Avviata

Dettagli

PRA PLANIMETRIA DEL TERRITORIO

PRA PLANIMETRIA DEL TERRITORIO PRA PLANIMETRIA DEL TERRITORIO Scalo Smistamento Retroporto Casello Alessandria sud A27 Genova - Gravellona Toce Strada di collegamento con la tangenziale 1 PRA STRADA DI COLLEGAMENTO CON LA TANGENZIALE

Dettagli

L'impegno del Gruppo Ferrovie dello Stato in Campania 1^ PRINCIPALI PROGETTI DI INVESTIMENTO DA PARTE DI RETE FERROVIARIA ITALIANA IN CAMPANIA

L'impegno del Gruppo Ferrovie dello Stato in Campania 1^ PRINCIPALI PROGETTI DI INVESTIMENTO DA PARTE DI RETE FERROVIARIA ITALIANA IN CAMPANIA L'impegno del Gruppo Ferrovie dello Stato in Campania 1^ PRINCIPALI PROGETTI DI INVESTIMENTO DA PARTE DI RETE FERROVIARIA ITALIANA IN CAMPANIA PAG. 2 2^ PRINCIPALI PROGETTI DI INVESTIMENTO DA PARTE DI

Dettagli

LA NUOVA LINEA FERROVIARIA TORINO LIONE (COMPETENZE)

LA NUOVA LINEA FERROVIARIA TORINO LIONE (COMPETENZE) LA NUOVA LINEA FERROVIARIA TORINO LIONE (COMPETENZE) VAL DI SUSA FRANCIA FRANCIA U.E. F-UE F. - I. - U.E. I-UE I-UE ITALIA 2030 2023 2023 2023 2030 NUOVA LINEA TORINO LIONE TUNNEL DI BASE Il Tunnel di

Dettagli

FS sbarca anche in Francia

FS sbarca anche in Francia Ancora in treno sulla neve! Fino al 26 febbraio sarà possibile raggiungere le famose località sciistiche della Val di Susa con i treni della neve. Ogni sabato e domenica infatti sono previsti un treno

Dettagli

SCHEDA N. 90 TIPOLOGIA OPERA: SOGGETTO TITOLARE: LOCALIZZAZIONE. Ferrovie metropolitane. Comune di Milano/ATM Spa - Azienda Trasporti Milanesi

SCHEDA N. 90 TIPOLOGIA OPERA: SOGGETTO TITOLARE: LOCALIZZAZIONE. Ferrovie metropolitane. Comune di Milano/ATM Spa - Azienda Trasporti Milanesi SISTEMI URBANI Accessibilità metropolitana Fiera di Milano Prolungamento della linea metropolitana M1 dall'attuale terminale di Molino Dorino al nuovo polo fieristico di Pero-Rho compresa l'acquisizione

Dettagli

APG AREA PROGETTO GENOVA SCHEDA DESCRITTIVA PROGETTO

APG AREA PROGETTO GENOVA SCHEDA DESCRITTIVA PROGETTO APG AREA PROGETTO GENOVA SCHEDA DESCRITTIVA PROGETTO INDICE 1 NODO STRADALE ED AUTOSTRADALE DI GENOVA Adeguamento del Nodo di San Benigno... 3 1.1 Descrizione progetto... 3 1.2 Opere d arte... 9 1 NODO

Dettagli

2.1. LE GRANDI INFRASTRUTTURE TRASPORTISTICHE

2.1. LE GRANDI INFRASTRUTTURE TRASPORTISTICHE 2. INTERVENTI STRATEGICI: LE GRANDI INFRASTRUTTURE TRASPORTISTICHE E STRADALI SCENARIO A MEDIO LUNGO TERMINE Obiettivo irrinunciabile per conseguire risultati sul fronte della sostenibilità ambientale

Dettagli

Linea C Tracciato Fondamentale

Linea C Tracciato Fondamentale www.romametropolitane.it Le nuove linee delle metropolitane di Roma Linea C Tracciato Fondamentale PROLUNGAMENTO NORD TRACCIATO FONDAMENTALE CLODIO/MAZZINI - GROTTAROSSA LUNGHEZZA LINEA 9 Km STAZIONI n.

Dettagli

Valido fino al 10 dicembre 2016 Num Cmpl Partenza Ora Arrivo Ora tratta di ammissione

Valido fino al 10 dicembre 2016 Num Cmpl Partenza Ora Arrivo Ora tratta di ammissione Valido fino al 10 dicembre 2016 Num Cmpl Partenza Ora Arrivo Ora tratta di ammissione 1835/1836 Albenga 12:10 MILANO CENTRALE 15:35 1837/1838 Albenga 14:06 MILANO CENTRALE 17:35 1839/1840 Alassio 16:08

Dettagli

Linea GENOVA - SAVONA

Linea GENOVA - SAVONA Linea GENOVA - SAVONA Partenze FERIALI (da lunedì a venerdì) R 11324 GENOVA BRIGNOLE (p. 21.31) SAVONA (a. 22.45) Genova Piazza Principe 21.37 - Genova Sampierdarena 21.45 - Genova Cornigliano 21.49 -

Dettagli