Famiglia Zaccaria. Schema di classificazione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Famiglia Zaccaria. Schema di classificazione"

Transcript

1 1 Famiglia Zaccaria Buste 39 Il fondo della famiglia Zaccaria, versato nel 1977, è strettamente legato alle carte della famiglia De Ponti, infatti gli Zaccaria, nobili milanesi originari di Cremona, sono legati, attraverso le parentele con i Barbò e i Melzi d'eril, alla discendenza dei Visconti d'aragona. Si tratta di una famiglia di proprietari terrieri, con proprietà situate soprattutto nella zona di Bordolano (Cr), la cui situazione economica, nel corso del Novecento, inizia a peggiorare, anche in seguito alle mutate condizioni economiche generali. La documentazione, che va dal 1498 al 1942, è costituita dagli atti relativi a questioni ereditarie, acquisti, cause sostenute per arrivare al riconoscimento di propri diritti, oltre alle carte relative all'amministrazione degli stabili posseduti in Milano e Cremona e alla gestione delle vaste proprietà fondiarie nel Cremonese. Estremi cronologici: Scheda n. 45 Schema di classificazione Archivio generale: carte di amministrazione pag. 2 Atti notarili 2 Mutui e situazione finanziaria 3 Atti giudiziari e cause 5 Eredità 8 Atti di famiglie diverse 11 Miscellanea 13 Archivio generale: documenti contabili 15 Contabilità patrimoniale: tasse, azioni 15 Contabilità domestica e familiare 17 Archivio generale: documenti familiari e personali 19 Proprietà in uso alla famiglia 21 Atti generali 21 Bordolano 22 Cremona 25 Milano 26 Beni di proprietà 28 Atti generali 28 Belgioioso 29 Bordolano 30 Corte de Frati 34 Cremona 35 Solarolo Rainerio S. Giovanni in Croce 36 Comuni diversi 39 Acque 40 Indici 43

2 Serie: Archivio generale: carte di amministrazione La serie ( ) raccoglie la documentazione generale di carattere amministrativo ed è strutturata in 6 sottoserie: sono presenti atti notarili, mutui e documenti in merito alla situazione finanziaria della famiglia, atti giudiziari e di causa, carte relative ad eredità, atti di famiglie con cui gli Zaccaria avevano relazioni di parentela o di affari e una raccolta miscellanea in ordine alfabetico per nome di persona. Consistenza: fasc Scheda n. 46 Sottoserie: Atti notarili La sottoserie ( ) comprende atti redatti da notai e relativi principalmente ai beni posseduti dalla famiglia, anche se non mancano atti di donazioni compiute da componenti della famiglia. Scheda n Atti notarili relativi ai beni posseduti dalla famiglia Busta 1 2 fasc. 1 Atti notarili e corrispondenza relativa ai beni posseduti dalla famiglia Zaccaria e precedentemente appartenenti ad altre famiglie e da queste venduti o trasmessi ereditariamente agli Zaccaria. Il fascicolo è strutturato in 9 sottofascicoli. cc Scheda n. 48 Affrancazione di livello in S. Sillo (Cr) Busta 3 fasc. 2 Affrancazione fatta a Giuseppe Zaccaria in comune di S. Sillo (Cr) del livello del Beneficio semplice ecclesiastico di S. Siro, denominato Chiericato (rogito 8 gen. 1602, notai Lazzaro Maria Curtarelli e Giovanni Battista Stancari di Cremona, n di rep.). cc ; Scheda n. 49 Documenti restituiti Busta 3 fasc. 3 Documenti diversi restituiti dal notaio Guido Alberici nel maggio cc ; 1923; Scheda n Scheda n. 51 Procure Busta 3 fasc. 5 Atti notarili di procura e corrispondenza in merito. cc ; 1932 Scheda n. 52 Pratica relativa alla costruzione dell'asilo infantile a Bordolano (Cr) Busta 3 fasc. 6 Donazione al Comune di Bordolano (Cr) da parte di Guiscardo Zaccaria di area fabbricabile per la costruzione dell'asilo infantile e in seguito offerta dell'uso gratuito per 10 anni di un edificio da adibire ad asilo, rifiuto del podestà, revoca della donazione dell'area (rogito 25 mag. 1928, notaio Ambrogio Giuliani di Milano, n. 578 di rep.) e costruzione abusiva di un fabbricato da parte dell'amministrazione comunale. cc Scheda n. 53 Donazioni in denaro da parte di Giuseppe Zaccaria Busta 3 fasc. 4 Donazioni in denaro da parte di Giuseppe Zaccaria ai comuni di Bordolano (Cr) e di Solarolo Rainerio (Cr) in favore di bambine povere frequentanti gli asili infantili dei detti comuni in memoria della defunta consorte Matilde Barbò Zaccaria (rogito 29 mar. 1888, notaio Alessandro Maffi di Cremona, n. 980/5762 di rep.). cc. 5.

3 Sottoserie: Mutui e situazione finanziaria La sottoserie ( ) conserva tutta la documentazione di carattere generale che riguarda la richiesta e la concessione di mutui e di prestiti, oppure che testimonia, soprattutto per quanto riguarda la prima metà del Novecento, la situazione finanziaria della famiglia. Da sottolineare che gli atti di mutui relativi a singoli beni sono stati collocati in relazione al bene cui si riferiscono. Scheda n Polizze assicurative Busta 3 4 fasc. 7 Polizze di assicurazione contro gli incendi e i furti (scadute e in corso), verbali di perizia, ricevute di pagamento, corrispondenza. cc Scheda n. 55 Convenzioni stipulate Busta 4 fasc. 8 Convenzioni di carattere diverso stipulate dalla famiglia Zaccaria. E' presente un'offerta dell'archivista dott. Giovanni Barenghi. cc Scheda n. 56 Busta 4 fasc. 9 Corrispondenza tra la Banca Cesare e Carlo Martini di Milano e il rag. Mario Rossello quale rappresentante della famiglia Zaccaria in merito a questioni finanziarie. cc Scheda n. 57 Busta 4 fasc. 10 Corrispondenza tra Guiscardo Zaccaria e il suo avvocato (senza nome) in merito alla necessità di reperire capitali liquidi. cc Scheda n. 58 Busta 4 fasc. 11 Corrispondenza con Angelo Brugnoli per restituzione di somma a lui dovuta dalla famiglia Zaccaria. cc Scheda n. 59 Busta 4 fasc. 12 Corrispondenza in merito a questioni finanziarie con la Banca popolare [di Cremona]dopo il dissesto degli affari della famiglia Zaccaria. cc Scheda n. 60 Corrispondenza con il rag. Augusto Bianchi Busta 4 fasc. 13 Corrispondenza con il rag. Augusto Bianchi (e chi per lui) relativamente a questioni amministrative. cc Scheda n. 61 Corrispondenza dell'ing. Alessandro D'Alessandro Busta 4 fasc. 14 Corrispondenza dell'ing. Alessandro D'Alessandro per conto di Guiscardo Zaccaria su questioni assicurative e di carattere amministrativo. cc Scheda n. 62 Prestito concesso da Pietro Annoni e Alberto Grando Busta 4 fasc. 15 Convenzione di prestito di Lit concesso dai sig. Pietro Annoni e Alberto Grando ai marchesi Zaccaria con garanzia da parte loro di due polizze al portatore di sovvenzione sui gioielli depositati presso il Banco del Monte di Pietà di Milano. cc Scheda n. 63 "Trattative per finanziamenti vari" Busta 4 fasc. 16 "Trattative per finanziamenti vari": prospetti, promemoria, relazioni in merito alla situazione finanziaria della famiglia Zaccaria e alle previsioni riguardanti l'erogazione di mutui e le spese da sostenere. cc Scheda n. 64 Corrispondenza tra Guiscardo Zaccaria e Mario Achille Biraghi Busta 4 fasc. 17 Corrispondenza tra il marchese Guiscardo Zaccaria e il rag. Mario Achille Biraghi, commercialista, in merito alla situazione economica e finanziaria della famiglia. cc. 156.

4 Scheda n. 65 4

5 Sottoserie: Atti giudiziari e cause La sottoserie ( ) ha come materiale documentario preminente la causa familiare sorta in seguito alla morte di Giuseppina Barbò per il suo testamento, anche se poi singoli fascicoli (a partire dal fasc. 31) documentano cause sorte tra membri della famiglia ed esterni, intentate per i motivi più diversi. Scheda n Causa testamento della contessa Giuseppina Barbò Busta 4 fasc. 18 Testamenti della contessa e del marito duca Lodovico Melzi d'eril. cc ; 1914; 1923; Scheda n. 67 Causa testamento della contessa Giuseppina Barbò Busta 4 fasc. 19 "Originali non copiati": corrispondenza della famiglia Zaccaria con gli avvocati, i contabili e i responsabili dell'amministrazione del patrimonio familiare. cc Scheda n. 68 Causa testamento della contessa Giuseppina Barbò Busta 5 fasc. 20 Corrispondenza della contessa con la figlia, marchesa Carolina Melzi d'eril Zaccaria. cc altre carte sd. Scheda n. 69 Causa testamento della contessa Giuseppina Barbò Busta 5 fasc. 21 "Originali documenti". Il fascicolo è strutturato in 2 sottofascicoli. cc ; 1925 Scheda n. 70 Causa testamento della contessa Giuseppina Barbò Busta 5 fasc. 22 "Copie in più originali da riporre. Minute lettere già copiate": corrispondenza e atti riguardanti la causa. cc Scheda n. 71 Causa testamento della contessa Giuseppina Barbò Busta 5 6 fasc. 23 "Dupli documenti causa impegnativa testamento": corrispondenza della famiglia Zaccaria con la contessa e le figlie, con gli amministratori del patrimonio e con chi curava i suoi interessi economici. cc altre carte sd. Scheda n. 72 Causa testamento della contessa Giuseppina Barbò Busta 6 fasc. 24 "Documenti da prodursi in causa": querela dell'avv. Carlo Rougier contro Guiscardo Zaccaria, da lui accusato di averlo diffamato e di averlo ritenuto responsabile del disastro economico della famiglia a causa della sua cattiva amministrazione e deposizione del marchese Guiscardo a sua discolpa, soprattutto volta a escludere l'affermazione attribuitagli di ritenere responsabile la nonna per la scelta dell'amministratore. Fu questa una delle motivazioni che portarono al raffreddamento dei rapporti familiari. cc Scheda n. 73 Causa testamento della contessa Giuseppina Barbò Busta 6 fasc. 25 "Originali da prodursi in causa": distinta dei documenti consegnati dall'amministrazione dei marchesi Zaccaria allo studio dell'avv. Enrico Valdata per la causa del testamento, con alcune lettere prodotte. cc ; 1930 Scheda n. 74 Causa testamento della contessa Giuseppina Barbò Busta 6 fasc. 26 Costituzione della Società Hotel Belle Vue di Cadenabbio (Co), proposta di modifica della stessa, gestione economica dell'albergo, posseduto in comproprietà dalla contessa e rientrante nella sua eredità. Proposta di costituire un consorzio per la gestione di Villa Carlotta a Tremezzo (Co). E' presente copia dell'atto costitutivo del 23 giu e la planimetria dell'albergo. cc

6 6 Scheda n. 75 Causa testamento della contessa Giuseppina Barbò Busta 6 fasc. 27 Possessione grande di Belgioioso ed Ente "Roggie e Cavi" facenti parte dell'eredità della contessa: valutazione e contratto di locazione. cc Scheda n. 76 Causa testamento della contessa Giuseppina Barbò Busta 6 fasc. 28 Promemoria, relazioni riservate e comunicazioni riguardanti i rapporti familiari intercorsi tra la contessa e la famiglia Zaccaria prima della sua morte e soprattutto negli anni cc Scheda n. 77 Causa testamento della contessa Giuseppina Barbò Busta 7 fasc. 29 Atti e documenti degli avvocati. cc Scheda n. 78 Causa testamento della contessa Giuseppina Barbò Busta 7 fasc. 30 Citazioni conclusionali, note aggiuntive, sentenze (e dupli) prodotte dalle eredi, le figlie Carolina, Giulia, Luisa e Jeanne Melzi d'eril per la divisione dell'asse testamentario a ragione di disaccordi tra loro relativamente al testamento della madre morta nel cc Scheda n. 79 Causa tra la comunità di Casaletto di Sopra (Cr) e Zanetto Zaccaria Busta 7 fasc. 31 Causa avviata dalla comunità di Casaletto di Sopra (Cr) contro Zanetto Zaccaria per il mancato pagamento della tassa fondiaria, dalla quale si crede esonerato. cc. 1. [ ] Scheda n. 80 Causa tra Guiscardo Zaccaria, Giuseppe Cominetti e Anselmo Rossi Busta 7 fasc. 32 Causa tra Guiscardo Zaccaria e Giuseppe Cominetti/Anselmo Rossi per rescissione arbitraria del contratto di fornitura di sabbia e ghiaia per l'anno 1908 da parte del marchese. cc Scheda n. 81 Busta 7 fasc. 33 Causa tra Guiscardo Zaccaria e Gregorio Marelli, pittore e decoratore, per mancato pagamento di sue competenze per i lavori di pittura, stuccatura e decorazione nei locali della villa di Bordolano (Cr). cc Scheda n. 82 Atti giudiziari Busta 7 fasc. 34 Atti di precetto mobiliare e immobiliare, atti di citazioni, sentenze. cc Scheda n. 83 Busta 7 fasc. 35 Causa tra Guiscardo Zaccaria e Alfredo Rossi, ragioniere, per mancata liquidazione delle sue competenze in seguito all'opera da lui prestata a favore del marchese. cc Scheda n. 84 Causa commerciale tra Guiscardo Zaccaria e la Società elettrica cremonese Busta 7 fasc. 36 Causa commerciale tra il marchese Guiscardo Zaccaria (a nome del fratello Giulio) e la Società elettrica cremonese di Verolanuova (Cr) per messa in liquidazione della società senza il suo intervento. Giulio Zaccaria era stato socio dal 1907, era uscito dalla società nel 1916 e ne era rientrato nel 1917, cedendo definitivamente la sua quota nel cc Scheda n. 85 Procedimento penale contro Guiscardo Zaccaria Busta 7 fasc. 37 Procedimento penale instaurato dalla Regia Procura generale di Brescia contro il marchese Guiscardo Zaccaria per minaccia usata nei

7 7 confronti dei consiglieri comunali di Bordolano con i quali era in relazione d'affari. cc Scheda n. 86 Causa tra la famiglia Zaccaria ed Edgardo Porro Busta 8 fasc. 38 Causa tra i marchesi Guiscardo, Giulio Zaccaria e Carolina Melzi d'eril Zaccaria e il notaio Edgardo Porro per mancato pagamento del saldo delle sue competenze. cc ; 1939 Scheda n. 87 Causa tra i marchesi Zaccaria e la Ditta Veneziani Angelo di Milano Busta 8 fasc. 43 Causa tra la Ditta Veneziani Angelo di Milano e i marchesi Giulio e Guiscardo Zaccaria per opposizione alla vendita coattiva di mobili di proprietà indivisa dei fratelli in seguito a precetto mobiliare. cc Scheda n. 92 Busta 8 fasc. 39 Ricorso (a stampa) riguardante una causa per eredità. Probabilmente in un fascicolo quale precedente. cc Scheda n. 88 Corrispondenza con l'avv. Alfredo Foligno Busta 8 fasc. 40 Corrispondenza con l'avv. Alfredo Foligno per la causa contro la Galleria Warowland per la vendita di un ancona (grande quadro). cc Scheda n. 89 Causa tra Giulio Zaccaria e la Ditta F.lli Fontana di Milano Busta 8 fasc. 41 Causa promossa dal marchese Giulio Zaccaria contro la Ditta F.lli Fontana di Milano in seguito alla rivendicazione da parte del marchese della proprietà di mobili messi all'asta dalla suddetta ditta per conto del marchese Guiscardo: sentenza e corrispondenza. cc Scheda n. 90 Causa tra 29 contadini e Guiscardo Zaccaria Busta 8 fasc. 42 Causa promossa da 29 contadini di Bordolano contro il marchese Guiscardo Zaccaria per il mancato pagamento del salario: deduzioni e sentenza. cc Scheda n. 91

8 Sottoserie: Eredità La sottoserie ( ) è tutta imperniata su questioni ereditarie in seguito a testamenti e a morti di avi o di parenti più o meno lontani. Molta documentazione riguarda l'eredità di Giuseppe Zaccaria alla morte della madre, Luigia Manfredi Pardo della Casta, e, in seguito, del nonno materno, Giuseppe Manfredi Pardo della Casta. Scheda n Codicilli testamentari di Cesare Ripari Busta 8 fasc. 44 Codicilli al testamento di Cesare Ripari (a rogito del notaio Angelo Farina) a favore di Francesco Zaccaria, figlio di Zanetto, al quale lascia il feudo Ripatico del Po, detto Tolomeo. cc. 2. 6/8/1700 Scheda n. 94 Codicilli testamentari di don Santo Romanini Busta 8 fasc. 45 Codicilli "ab intestato" del sacerdote don Santo Romanini (a rogito del notaio Giuseppe Ruggieri) stesi in casa dei fratelli Zaccaria a Solarolo Rainerio (Cr), con nomina di Baldassarre Zaccaria quale esecutore dei codicilli. cc. 2. 4/11/1723 Scheda n. 95 Feudo denominato Ripatico del Po, detto Tolomeo Busta 8 fasc. 46 Vicende relative al feudo Ripatico del Po, detto Tolomeo, lasciato in eredità da Cesare Ripari a Francesco Zaccaria con testamento in data 13 gen cc Scheda n. 96 Eredità di Niccolò Zaccaria Busta 8 fasc. 47 Atti e documenti relativi all'eredità di Niccolò Zaccaria e alla sua amministrazione da parte di Baldassarre Zaccaria e di sua madre Gaetana Dalla Rosa Zaccaria in favore del fratello minorenne (in stato pupillare) Giuseppe. cc ; Scheda n. 97 Amministrazione dei beni in Spagna Busta 9 fasc. 48 Amministrazione dei beni in Spagna ereditati dal marchese Giuseppe Ignazio Manfredi Pardo della Casta, nonno materno di Giuseppe Zaccaria: procure rilasciate a Francesco Brocca di Milano nel corso degli anni e procure precedenti. cc ; Scheda n. 98 Eredità dei beni di Spagna Busta 9 fasc. 49 Notizie varie riguardanti la successione e i beni fino ad arrivare ai Manfredi Pardo della Casta, atto divisionale delle sostanze di Giuseppe Ignazio Manfredi Pardo della Casta, procedure a favore del minore Giuseppe Zaccaria per l'accettazione dell'eredità. cc reg altre carte sd. [ ] Scheda n. 99 Amministrazione sostanza di Giuseppe Zaccaria Busta 9 fasc. 50 "Relazioni e rilievi del ragionato Luigi Pavesi riguardanti l'amministrazione della sostanza del cittadino Giuseppe Zaccaria del fu cittadino Nicolò". cc /8/1803 Scheda n. 100 Atto di cessione di terreno Busta 9 fasc. 51 Atto di cessione di terreno in Spagna da parte del marchese Giuseppe Ignazio Manfredi Pardo della Casta a Giuseppe Rosell di Valenza. cc. 1. 8/1/1817 Scheda n. 101 Eredità di Baldassarre Zaccaria Busta 9 fasc. 52 Atti e documenti relativi all'eredità di Baldassarre Zaccaria e alla sua divisione tra i figli Giulio e Giuseppe. cc Scheda n. 102 Eredità di Giuseppe Manfredi Pardo della Casta Busta 9 fasc. 53 Documenti riguardanti l'eredità del marchese Giuseppe Manfredi Pardo della Casta di spettanza del minore Giuseppe Zaccaria. cc ; 1857 Scheda n. 103 Eredità di Luigia Manfredi Pardo della Casta Zaccaria

9 9 Busta 9 fasc. 54 Atti e documenti relativi all'eredità della marchesa Luigia Manfredi Pardo della Casta Zaccaria e del di lei padre Giuseppe (morto nel 1849) e alla sua amministrazione da parte di Giulio Zaccaria, vedovo della marchesa, in favore del figlio minorenne Giuseppe e decreto di sua emancipazione a 19 anni nell'ottobre cc Scheda n. 104 Atti ipotecari e cauzioni Busta 10 fasc. 55 Atti ipotecari e cauzioni relativi all'eredità di Luigia Manfredi Pardo della Casta Zaccaria, moglie di Giulio Zaccaria, in favore del figlio Giuseppe. cc Scheda n. 105 Eredità di Giuseppe Manfredi Pardo della Casta Busta 10 fasc. 56 "Rendiconto d'amministrazione per l'anno 1851 della sostanza pervenuta al nobile minorenne sig. Giuseppe Zaccaria per l'eredità del defunto marchese Giuseppe Manfredi Pardo della Casta e confessi a corredo del rendiconto". Con rendiconto per gli anni cc Scheda n. 106 Eredità di Giuseppe Manfredi Pardo della Casta Busta 10 fasc. 57 "Rendiconto d'amministrazione per l'anno 1852 della sostanza pervenuta al nobile minorenne sig. Giuseppe Zaccaria per l'eredità del defunto marchese Giuseppe Manfredi Pardo della Casta e confessi a corredo del rendiconto". cc Scheda n. 107 Eredità di Giuseppe Manfredi Pardo della Casta Busta 11 fasc. 58 "Rendiconto d'amministrazione per l'anno 1853 della sostanza pervenuta al nobile minorenne sig. Giuseppe Zaccaria per l'eredità del defunto marchese Giuseppe Manfredi Pardo della Casta e confessi a corredo del rendiconto". cc Scheda n. 108 Eredità di Giuseppe Manfredi Pardo della Casta Busta 11 fasc. 59 "Rendiconto d'amministrazione per l'anno 1854 della sostanza pervenuta al nobile minorenne sig. Giuseppe Zaccaria per l'eredità del defunto marchese Giuseppe Manfredi Pardo della Casta e confessi a corredo del rendiconto". cc Scheda n. 109 Eredità di Giuseppe Manfredi Pardo della Casta Busta 11 fasc. 60 "Rendiconto d'amministrazione per l'anno 1855 della sostanza pervenuta al nobile minorenne sig. Giuseppe Zaccaria per l'eredità del defunto marchese Giuseppe Manfredi della Casta e confessi a corredo del rendiconto". cc Scheda n. 110 Eredità di Giuseppe Manfredi Pardo della Casta Busta 12 fasc. 61 "Rendiconto d'amministrazione per l'anno 1856 della sostanza pervenuta al nobile minorenne sig. Giuseppe Zaccaria per l'eredità del defunto marchese Giuseppe Manfredi della Casta e confessi a corredo del rendoconto". cc Scheda n. 111 Eredità di Giuseppe Manfredi Pardo della Casta Busta 12 fasc. 62 "Giornale degli introiti e dei pagamenti fatti dal giorno 1 gennaio 1857 in avanti per conto del minore don Giuseppe Zaccaria dal di lui padre don Giulio dipendentemente dalla sostanza pervenuta al detto minore per eredità del defunto di lui avo materno marchese Giuseppe Manfredi Pardo della Casta". cc Scheda n. 112 Eredità di Giuseppe Manfredi Pardo della Casta Busta 12 fasc. 63 "Giornale degli introiti e dei pagamenti fatti dal giorno 1 gennaio 1859 in avanti per conto del minore don Giuseppe Zaccaria dal di lui padre don Giulio dipendentemente dalla sostanza pervenuta al detto minore per eredità del defunto di lui avo materno marchese Giuseppe Manfredi Pardo della Casta, non che della di lui ava materna, e madre sua". cc Scheda n. 113 Eredità di Giuseppe Manfredi Pardo della Casta

10 10 Busta 12 fasc. 64 "Rendiconto d'amministrazione per l'anno 1860 della sostanza pervenuta al nobile minorenne sig. Giuseppe Zaccaria per l'eredità del defunto marchese Giuseppe Manfredi Pardo della Casta e confessi a corredo del rendiconto". cc Scheda n. 114 Testamento di Amalia De' Cesaris Nicelli Busta 13 fasc. 65 Testamento di Amalia De' Cesaris Nicelli, cugina di Giulio Zaccaria e carte relative alla suddivisione dei beni fra gli eredi. cc Scheda n ; ; Scheda n. 118 Successione di Giuseppe Zaccaria Busta 14 fasc. 69 Successione di Giuseppe Zaccaria: relazione di stima degli stabili e dei beni di sua proprietà, denuncia di successione, tutela degli interessi della figlia di primo letto, Luigia, legati ad asili infantili e ospedali per bambini. cc reg Scheda n. 119 Testamento di Giulio Barbò Busta 13 fasc. 66 Testamento del conte Giulio Barbò e istromento divisionale del patrimonio del defunto conte (rogito 4 nov. 1875, notaio Davide Boselli di Milano, n. 1159/2841 di rep.). cc Scheda n. 116 "Istromento di rilascio" Busta 13 fasc. 67 "Istromento di rilascio fatto a Amalia Carena, maritata Meriggi e a Giuseppe Zaccaria [nipoti di Giuseppe Ignazio Pardo della Casta]dei possedimenti nel regno di Spagna che appartenevano al defunto ten. col. Andrea Lukinich, quale erede della predefunta di lui moglie marchesa Barbara Manfredi Pardo della Casta [figlia di Giuseppe Ignazio Manfredi Pardo della Casta]contro il pagamento di Lit in adempimento del legato disposto dal ten. col.". cc. 5. 5/7/1878 Scheda n. 117 Amministrazione dei beni della famiglia Busta 13 fasc. 68 Rendiconti, bilanci patrimoniali e reddittuali annuali dei beni della famiglia, minute di corrispondenza amministrativa. Si tratta dell'amministrazione relativa agli eredi minorenni Giulio, Guiscardo, Palmira e Matilde Zaccaria. cc. 224.

11 Sottoserie: Atti di famiglie diverse La sottoserie ( ) raccoglie tutti quegli atti relativi a famiglie probabilmente imparentatesi con gli Zaccaria in epoche diverse e quindi conservati come prova di diritti rivendicati o da rivendicare, nei quali però non è presente un riferimento diretto alla famiglia. Non sempre è stato possibile ricondurre tutti i nomi presenti all'albero genealogico degli Zaccaria. Probabilmente uno studio più approfondito del fondo e un esame storico delle carte porteranno a una maggiore chiarezza nel definire le relazioni esistenti tra le diverse famiglie. Scheda n Casa Rajmondi Busta 14 fasc. 70 Cessione fatta da Agnese della Fossa, moglie in prime nozze di Girolamo Rajmondi, a Lodovico Zappa, suo secondo marito, di conseguire dai figli di primo letto Lit imperiali a titolo di sua dote. cc Scheda n. 121 Casa Rajmondi Busta 14 fasc. 71 Spiegazione degli interessi che legavano la casa Rajmondi alla casa Ali. cc Scheda n. 122 Atto notarile Busta 14 fasc. 72 Atto notarile comprovante il pagamento della dote per il matrimonio di Elena Freganeschi con Cesare Ripari. cc Scheda n. 123 Possesso eredità Cesare Ripari Busta 14 fasc. 73 Pubblicazione dell'atto di immissione del minore Carlo Ripari nel possesso dell'eredità di Cesare Ripari, suo avo paterno. cc. 4. 4/4/1622 Scheda n. 124 Casa Rajmondi Busta 14 fasc. 74 Certificato del "Collegio dei Signori Fisici Conti e Cavalieri della città di Cremona" che prova che Nicolò Rajmondi, laureato a Pavia è abile a essere cooptato nel detto Collegio. cc Scheda n. 125 Vendita di terreni da parte di Giuseppe Lodi Mora Busta 14 fasc. 75 Vendita di pezze di terra in comune di Cà de' Mainardi (Cr) da parte del marchese Giuseppe Lodi Mora ad Alfonso Manna. cc Scheda n. 126 Investitura di livello perpetuo in Costa S. Cattarina (Cr) Busta 14 fasc. 76 Investitura del livello perpetuo in comune di Costa S. Cattarina (Cr) del soppresso Monastero di S. Maria di Valverde di Cremona a Giovanni Battista Betri, che poi vende la pezza di terra a Pietro Antonio e Luigi Giuseppe Cantoni. cc Scheda n. 127 Crediti pretesi da Camillo Barbò Busta 14 fasc. 77 Dimostrazione di alcuni crediti pretesi da Camillo Barbò sull'eredità del fu Cesare Ripari e sull'eredità della di lui moglie Flaminia Guazzoni, donataria universale dell'usufrutto dei beni del marito. cc. 1. [1700] Scheda n. 128 Testamenti Busta 14 fasc. 78 Stampato relativo a testamenti della famiglia de Nepotibus. cc. 3. [ ] Scheda n. 129 Causa promossa da Luigi Biolchi Busta 14 fasc. 79 Causa relativa alla lite promossa da Luigi Biolchi per rivendicazione dell'eredità del conte Ferrante Anguissola d'altoé in merito a possedimenti situati in comune di Bordolano (Cr). La vicenda inizia con la vendita del podere Le Cascine in comune di Bordolano (Cr) da parte di Galeazzo Crotti e Giovanni Andrea Ferrari. I beni appartenenti alla famiglia Anguissola d'altoé

12 12 precedentemente appartenevano alla famiglia Crotti. cc Scheda n. 130 Vendita di terreno in Cà d'andrea (Cr) Busta 14 fasc. 80 Vendita di pezza di terra in comune di Cà d'andrea (Cr) di proprietà della famiglia Manfredi Pardo della Casta a Gaetano Bolzesi. cc Scheda n. 131 Atti testamentari e divisionali eredità Anguissola d'altoé Busta 15 fasc. 81 Eredità di Galeazzo Crotti a cui concorre il nipote, conte Ferrante Anguissola d'altoé; eredità del conte Ferrante e in seguito del figlio Antonio Galeazzo: atti testamentari e divisionali. cc reg ; 1847; 1860; 1874 Scheda n. 132 Determinazione di confini Busta 15 fasc. 82 Relazioni tecniche riguardanti la posa, lo spostamento e la determinazione di confini tra le proprietà della famiglia Anguissola d'altoé e i loro vicini in comune di Bordolano (Cr). 1810; Scheda n. 133 Possedimenti famiglie Riva e Gatti Grami Busta 15 fasc. 83 Atti notarili riguardanti beni e possedimenti delle famiglie Riva e Gatti Grami nel comune di Gonzaga (Mn). cc Scheda n. 134 Acquisto e affitto di beni immobili da parte di Giovanni Bernori in Bordolano (Cr) Busta 19 fasc. 85 Acquisto e concessioni in affitto di beni immobili da parte di Giovanni Bernori in comune di Bordolano (Cr). cc Scheda n. 136 Atti notarili relativi a Maria Frittoli Busta 15 fasc. 86 Divisione di stabili tra Maria Frittoli e la sorella Carolina, possidenti, figlie di Giovanni Battista Frittoli e affrancazione di livello fatte dai fratelli Soldi in favore di Maria Frittoli. cc Scheda n. 137 Stato famiglia Andrea Lukinich Busta 15 fasc. 87 Stato di famiglia di Andrea Lukinich, marito di Barbara Manfredi Pardo della Casta, figlia di Giuseppe Ignazio Manfredi Pardo della Casta. cc Scheda n. 138 Copie atti di nascita Busta 15 fasc. 88 Copie degli atti di nascita provenienti dalla soppressa parrocchia di S. Giorgio e Pietro a Cremona dei figli del marchese Camillo Pesce e della marchesa Giovanna Picenarda e dell'atto di morte del marchese (1691). cc Scheda n. 139 Cappelle mortuarie di famiglia Busta 15 fasc. 84 Cessione a Barbara Manfredi Pardo della Casta di metà della cella mortuaria di proprietà Zaccaria nel cimitero di Cremona e concessione alla famiglia Zaccaria da parte del Comune di Cremona del diritto d'uso di una cella maggiore di nuova costruzione. Manca il brevetto d'acquisto della cappella, datato 15 nov cc ; 1920 Scheda n. 135

13 Sottoserie: Miscellanea La sottoserie ( ) è formata di fascicoli alfabetici per cognomi di persona o nomi di enti, nei quali sono conservati atti di donazione, di transazione, ricevute di pagamento, testamenti, istromenti di mutuo, di cessione di debiti e di restituzione di capitali. Il materiale documentario è stato mantenuto in ordine alfabetico. Scheda n Lettera A Busta 15 fasc. 89 Atti di donazione, di rinuncia, di transazione fra componenti della famiglia Zaccaria. cc ; 1636; ; Scheda n. 141 Lettera D Busta 15 fasc. 90 Atti, ricevute, convenzioni per pagamenti tra componenti delle famiglie Rajmondi, Dalla Rosa e Trecchi. cc ; 1788; Scheda n. 142 Lettera F Busta 15 fasc. 91 Testamento di Alfonso Ferrari. cc. 1 reg Scheda n. 143 Lettera F Busta 15 fasc. 92 Testamento del dott. Pietro Foliato, fisico cremonese. cc. 1 reg Scheda n. 144 Lettera F Busta 16 fasc. 93 Istromenti di mutuo e di cessione di debito tra le famiglie Trecchi, Manfredi Pardo della Casta e Zaccaria e persone diverse. cc Scheda n. 145 Lettera G Busta 16 fasc. 94 Istromenti di mutuo e di cessione di debito tra le famiglie Manfredi Pardo della Casta e Zaccaria e persone diverse. Elargizioni e disposizioni testamentarie di Giulio Zaccaria. cc Scheda n. 146 Lettera I Busta 16 fasc. 95 Mutuo concesso dall'istituto elemosiniere di Cremona a Barbara Rajmondi Manfredi Pardo della Casta. cc Scheda n. 147 Lettera K Busta 16 fasc. 96 Mutuo concesso dal sacerdote don Francesco Kuoli a Maddalena Trecchi Zaccaria. cc Scheda n. 148 Lettera L Busta 16 fasc. 97 Restituzione di capitale da parte dei fratelli Baldassarre e Giuseppe Zaccaria a Martino Ghisi per prestito fatto da quest'ultimo a Pio Lucca, secondo marito di Clemenza Manna, vedova di Baldassarre Zaccaria (nonno dei due fratelli). cc Scheda n. 149 Lettera M Busta 17 fasc. 98 Istromenti di mutuo e di cancellazione di debiti tra le famiglie Manna, Trecchi, Melzi d'eril e Zaccaria e persone diverse. cc Scheda n. 150 Lettera N Busta 17 fasc. 99 Mutuo concesso da Giulio Norsa a Carolina Melzi d'eril Zaccaria, a Giulio, Guiscardo e Matilde Zaccaria. cc Scheda n. 151 Lettera O Busta 17 fasc. 100 Mutui e atti legali in relazione a somme di denaro dovute all'orfanotrofio maschile di Cremona, al Pio Luogo degli orfani e orfane di Cremona e all'ospedale maggiore di Cremona. cc

14 14 Scheda n. 152 Lettera P Busta 17 fasc. 101 Pagamento di somme ricevute a titolo di mutuo e istanze di cancellazione di iscrizioni ipotecarie compiute dalle famiglie Manfredi Pardo della Casta e Zaccaria. cc Scheda n. 153 Lettera R Busta 17 fasc. 102 Pagamento di somme ricevute a titolo di mutuo da parte delle famiglie Dalla Rosa, Trecchi, Manfredi Pardo della Casta e Zaccaria. cc Scheda n. 154 Lettera V Busta 17 fasc. 103 Mutui concessi alla famiglia Zaccaria e dichiarazioni rese dai suoi componenti in relazione a somme di denaro ricevute in prestito. cc Scheda n. 155 Lettera Z Busta 17 fasc. 104 Mutui concessi alle famiglie Manfredi Pardo della Casta e Zaccaria e confessi di pagamento effettuati. cc Scheda n. 156

15 Serie: Archivio generale: documenti contabili La serie ( ) comprende due tipologie di carte contabili ed è strutturata quindi in 2 sottoserie: si trovano sia documenti contabili riguardanti gli affari sia quelli della gestione dell'amministrazione domestica. Consistenza: fasc. 34. Scheda n. 157 Sottoserie: Contabilità patrimoniale. tasse, azioni La sottoserie ( ) è relativa alla contabilità economica e agli affari di famiglia e tocca perciò l'aspetto pubblico della situazione patrimoniale degli Zaccaria. Scheda n Tasse sul patrimonio Busta 17 fasc. 105 Prospetti delle tasse sul patrimonio pagate mensilmente dalla famiglia Zaccaria Scheda n. 159 Prospetti di bilanci e spese Busta 17 fasc. 106 Prospetti dei bilanci e delle spese spettanti ad alcuni comuni della provincia di Cremona. Probabilmente si tratta di comuni nei quali la famiglia Zaccaria aveva possedimenti. cc Scheda n. 160 Tasse e imposte erariali e comunali Busta 17 fasc. 107 Comunicazioni e cartelle relative alle tasse e alle imposte erariali e comunali pagate dalla famiglia Zaccaria. cc ; ; Scheda n. 161 Bilanci Busta 17 fasc. 108 Bilanci di cassa riguardanti le sostanze della famiglia Zaccaria. cc Scheda n. 162 Rendiconti annuali sostanze di Carolina Melzi d'eril Zaccaria Busta 18 fasc. 109 Rendiconti annuali delle sostanze di Carolina Melzi d'eril Zaccaria con indicazione dei bilanci e delle spese riguardanti la possessione Selvatica in comune di Belgioioso (Pv). cc reg Scheda n. 163 Contabilità di Carolina Melzi d'eril Zaccaria Busta 18 fasc. 110 Bilanci e stati patrimoniali della marchesa Carolina Melzi d'eril Zaccaria. cc Scheda n. 164 Corrispondenza Società cremonese di elettricità Busta 18 fasc. 111 Corrispondenza relativa alla costituzione e all'attività della Società cremonese di elettricità. cc Scheda n. 165 Corrispondenza Società anonima elettrica di Melegnano Busta 18 fasc. 112 Corrispondenza relativa alla Società anonima elettrica di Meleganano (Mi). cc Scheda n. 166 Circolari della Società generale elettrica dell'adamello Busta 18 fasc. 113 Invio circolari della Società generale elettrica dell'adamello (G.E.A.) di cui Giulio Zaccaria possiede azioni. cc Scheda n. 167 Bilanci e relazioni Società elettrica cremonese Busta 19 fasc. 114 Bilanci di esercizio e relazioni della Società elettrica cremonese di Verolanuova (Cr). E' presente una carta topografica della zona datata cc Scheda n. 168 Contabilità Busta 19 fasc. 115

16 16 Prospetti relativi ai conteggi degli interessi di mutui contratti. cc Scheda n. 169 Bilanci Società anonima materiale elettrico di Milano Busta 19 fasc. 116 Trasmissione bilanci della Società anonima materiale elettrico di Milano. cc ; 1917 Scheda n. 170 Ricorso tassa di famiglia Busta 19 fasc. 117 Ricorso contro l'applicazione della tassa di famiglia da parte del Comune di Bordolano (Cr) ai membri della famiglia Zaccaria e causa relativa. cc Scheda n. 171

17 Sottoserie: Contabilità domestica e familiare La sottoserie ( ) si riferisce ai conteggi tenuti per l'amministrazione delle spese domestiche e private della famiglia, dai conti degli alberghi al pagamento del personale, al pagamento dei professionisti ingaggiati per lavori vari. Scheda n Spese gestite dal maggiordomo Mezzadri Busta 19 fasc. 118 Note degli introiti e delle spese gestite dal maggiordomo Gaetano Mezzadri in assenza di Giulio Zaccaria. cc Scheda n. 173 Salari pagati Busta 19 fasc. 119 Conteggi dei salari dovuti ai dipendenti e ai fornitori di prestazioni. cc. 10 e 2 registri Scheda n. 174 Sovvenzioni al maggiordomo Busta 19 fasc. 120 Ricevute di sovvenzioni fatte da Giulio Zaccaria al maggiordomo Gaetano Mezzadri. cc Scheda n. 175 Contabilità di casa Busta 19 fasc. 121 Ricevute dei conti sospesi e di quelli pagati da casa Zaccaria. cc. 113 e 1 registro. 1895; Scheda n. 176 Richiesta risarcimento danni Busta 19 fasc. 122 Richiesta di risarcimento danni avanzata dal marchese Guiscardo Zaccaria tramite l'avv. Luigi Ratti per incidente occorsogli sul treno il giorno 18 apr e invio delle competenze da parte dell'avvocato. cc Scheda n. 177 Contabilità Busta 19 fasc. 123 Libretti dei conteggi delle spese sostenute presso i diversi negozi fornitori e libretto del chilometraggio dei viaggi in treno. cc. 5 registri Scheda n. 178 Contabilità dell'anno 1909 Busta fasc. 124 Contabilità mensile della famiglia nel corso del Le ricevute sono numerate per mese. Il fascicolo è strutturato in 3 sottofascicoli Scheda n. 179 Contabilità dell'anno 1910 Busta 20 fasc. 125 Ricevute delle spese sostenute nell'anno Scheda n. 180 Busta 20 fasc. 126 Fattura liquidata della Cartoleria, legatoria, tipografia Virgilio Illica di Cremona Scheda n. 181 Contabilità della famiglia e dei suoi componenti Busta 20 fasc. 127 Ricevute mensili delle spese sostenute dalla famiglia, dalle signorine Matilde e Palmira e dal conte Guiscardo Zaccaria nell'anno La documentazione è collocata in buste divise per mese e numerate Scheda n. 182 Contabilità dell'anno 1914 Busta 20 fasc. 128 Ricevute mensili delle spese sostenute dalla famiglia nell'anno 1914 e conti pagati alla fine del Scheda n. 183 Corrispondenza con l'architetto Antonio Citterio Busta 20 fasc. 129 Corrispondenza con il marchese architetto Antonio Citterio e transazione raggiunta in merito al pagamento delle sue competenze per svolgimento di lavori nella proprietà della famiglia Zaccaria Scheda n. 184

18 18 Corrispondenza con l'avv. Benedetto Mortillaro Busta 21 fasc. 130 Corrispondenza con l'avv. Benedetto Mortillaro e invio parcelle per saldo Scheda n. 185 Corrispondenza con l'avv. Sileno Fabbri Busta 21 fasc. 131 Corrispondenza con l'avv. Sileno Fabbri in merito alla coltivazione dei fondi della famiglia a Bordolano (Cr) e ai rapporti con il podestà Piero Mondini e invio parcelle per saldo Scheda n. 186 [Parcelle]contestate Busta 21 fasc. 132 [Parcelle]contestate (cioè non riconosciute) inviate da studi tecnici e da commercialisti Scheda n. 187 Scheda n. 191 Competenze all'avv. Alfredo Carusi Busta 21 fasc. 137 Nota delle competenze dovute all'avv. Alfredo Carusi per gli anni Scheda n. 192 Corrispondenza con l'avv. Fortunato Cases Busta 21 fasc. 138 Corrispondenza con l'avv. Fortunato Cases per la liquidazione delle sue competenze relative agli anni Scheda n. 193 Contabilità Busta 21 fasc. 133 Conti degli alberghi del marchese Guiscardo Zaccaria Scheda n. 188 Parcelle dell'avv. Giovanni Battista Boeri Busta 21 fasc. 134 Parcelle inviate e saldate all'avv. Giovanni Battista Boeri per gli anni da parte della marchesa Carolina Melzi d'eril Zaccaria Scheda n. 189 Parcelle dell'ing. Giuseppe Albani Busta 21 fasc. 135 Parcelle inviate e saldate all'ing. Giuseppe Albani per gli anni da parte della famiglia Zaccaria Scheda n. 190 Invio parcelle per saldo Busta 21 fasc. 136 Invio parcelle per saldo del notaio Stefano Foletti e dell'avv. Giulio Angelo Agazzi, lettera dell'avv. Enrico Valdata. 1932

19 Serie: Archivio generale: documenti familiari e personali La serie ( ) conserva certificati vari di componenti della famiglia, temi e quaderni di appunti, stralci di giornali e articoli raccolti per interesse personale, fotografie. Consistenza: fasc. 19. Scheda n Cantina Zaccaria in piazza Lodi a Cremona Busta 21 fasc. 139 Nomina del commesso Silvestro Sacchetti da parte di Maddalena Trecchi Zaccaria, note del vino esistente e venduto, conteggi Scheda n. 195 Convocazioni e comunicazioni Congregazione municipale di Cremona Busta 24 fasc. 140 Convocazioni e comunicazioni della Congregazione municipale di Cremona al consigliere comunale Giulio Zaccaria. Una convocazione è indirizzata al conte Alessandro Sormani Andreani. E' allegato uno stampato della Congregazione probabilmente del Scheda n. 196 Certificati di Giuseppe Zaccaria Busta 21 fasc. 141 Attestati scolastici e certificato relativo all'esito di leva di Giuseppe Zaccaria ; 1863 Scheda n. 197 Fotografie Busta 21 fasc. 142 Tre fotografie di Giacomo Melzi d'eril, Carolina Melzi d'eril Zaccaria e Luigia Zaccaria, rispettivamente nonno materno, madre e sorella di Guiscardo Zaccaria. [ ] Scheda n. 198 Nomina a cavaliere di Giuseppe Zaccaria Busta 21 fasc. 143 Nomina di Giuseppe Zaccaria a cavaliere dell'ordine della Corona d'italia Scheda n. 199 Temi e quaderno Busta 21 fasc. 144 Temi svolti e quaderno di appunti. [ ] Scheda n. 200 Certificati di Giulio Zaccaria Busta 21 fasc. 145 Certificati di nascita, atti di notorietà e relativi alla leva, certificati di iscrizione nelle liste elettorali del marchese Giulio Zaccaria ; 1927 Scheda n. 201 Stampati Busta 21 fasc. 146 Stampati inviati dalla Mutua urbana Società anonima cooperativa di Genova a Guiscardo Zaccaria altre carte sd. Scheda n. 202 Busta 21 fasc. 147 Licenziamento dell'amministratore Antonio Ruvioli e mancato pagamento dello stipendio a titolo di pensione promessogli da Guiscardo Zaccaria: corrispondenza in merito Scheda n. 203 Monitorio del Comune di Corte de' Frati (Cr) Busta 21 fasc. 148 Monitorio del Comune di Corte de' Frati (Cr) per riparazioni di guasti alle opere pubbliche e per contravvenzioni ai regolamenti stradali e idraulici Scheda n. 204 Lettera di Guiscardo Zaccaria Busta 21 fasc. 149 Lettera di Guiscardo Zaccaria inviata al Ministero della guerra per la nomina a sottotenente di Milizia territoriale. [1916] Scheda n. 205 Corrispondenza Busta 21 fasc. 150 Corrispondenza del marchese Guiscardo Zaccaria relativa soprattutto a temi agricoli ; altre carte sd. Scheda n. 206

20 20 Stralci di giornali e articoli Busta 22 fasc. 151 Stralci di giornali e articoli scritti a macchina raccolti dal marchese Guiscardo Zaccaria Scheda n. 207 Quadernetto di appunti, spese e promemoria. sd. Scheda n. 213 Opera pia "S. Antonio Maria Zaccaria" Busta 22 fasc. 152 Brutta copia dell'atto di fondazione della Pia opera denominata "S. Antonio Maria Zaccaria", a cura del marchese Giulio Zaccaria Scheda n. 208 Richiesta avanzata alla S. Sede Busta 22 fasc. 153 Richiesta della famiglia Zaccaria inoltrata alla S. Sede di essere promossa alla pari coi principi del Sacro Romano Impero, comprovata dal ruolo avuto da S. Antonio Maria Zaccaria ( ), fondatore dell'ordine dei Barnabiti, nella Controriforma cattolica: materiale a stampa, corrispondenza Scheda n. 209 Copie Gazzetta ufficiale Busta 22 fasc. 154 Copie della Gazzetta ufficiale riguardanti leggi e decreti in merito all'agricoltura. 1931; 1935 Scheda n. 210 Pratica di nomina a podestà Busta 226 fasc. 155 Pratica per la nomina a podestà di Bordolano (Cr) del marchese Guiscardo Zaccaria non andata a buon fine Scheda n. 211 Ricevimento Busta 26 fasc. 156 Ricevimento dell'11 maggio in casa Zaccaria in corso di P.ta Vittoria 2 a Milano Scheda n. 212 Quaderno di appunti Busta 22 fasc. 157

IL TESTAMENTO: COME E PERCHÉ FARLO?

IL TESTAMENTO: COME E PERCHÉ FARLO? IL TESTAMENTO: COME E PERCHÉ FARLO? La maggior parte di noi non si pone neppure la domanda. In Italia, quella di fare testamento è una pratica poco utilizzata. Spesso ci rifiutiamo per paura, per incertezza

Dettagli

COMUNE DI ARIZZANO. inventario dei disegni. anni 1826-1927. schede 58

COMUNE DI ARIZZANO. inventario dei disegni. anni 1826-1927. schede 58 COMUNE DI ARIZZANO inventario dei disegni anni 1826-1927 schede 58 Archivio di Stato di Verbania luglio 2012 1 Planimetria di proprietà in frazione Biganzolo di Arizzano raffigurante la derivazione d'acqua

Dettagli

STATUTO DEL CONSIGLIO PARROCCHIALE PER GLI AFFARI ECONOMICI. La Parrocchia

STATUTO DEL CONSIGLIO PARROCCHIALE PER GLI AFFARI ECONOMICI. La Parrocchia STATUTO DEL CONSIGLIO PARROCCHIALE PER GLI AFFARI ECONOMICI La Parrocchia Art. 1. La parrocchia è una persona giuridica pubblica, costituita con decreto dell Ordinario Diocesano (can. 515,3 ), riconosciuta

Dettagli

FONDAZIONE FORENSE DI PESARO

FONDAZIONE FORENSE DI PESARO FONDAZIONE FORENSE DI PESARO Palazzo di Giustizia, Piazzale Carducci n. 12 GUIDA PRATICA ALL ACQUISTO DI IMMOBILI ALL ASTA Perché acquistare un immobile all asta? Acquistare all asta è spesso più conveniente.

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

DIREZIONE PROVINCIALE INPS DI TERAMO PRESTAZIONI CREDITIZIE INPS GESTIONE DIPENDENTI PUBBLICI

DIREZIONE PROVINCIALE INPS DI TERAMO PRESTAZIONI CREDITIZIE INPS GESTIONE DIPENDENTI PUBBLICI DIREZIONE PROVINCIALE INPS DI TERAMO PRESTAZIONI CREDITIZIE INPS GESTIONE DIPENDENTI PUBBLICI Marzo 2014 Con il presente riepilogo si forniscono indicazioni di dettaglio sulle prestazioni creditizie erogate

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA LOCAZIONE E CONCESSIONE IN USO DI LOCALI ED IMMOBILI COMUNALI DEL PATRIMONIO DISPONIBILE

REGOLAMENTO PER LA LOCAZIONE E CONCESSIONE IN USO DI LOCALI ED IMMOBILI COMUNALI DEL PATRIMONIO DISPONIBILE REGOLAMENTO PER LA LOCAZIONE E CONCESSIONE IN USO DI LOCALI ED IMMOBILI COMUNALI DEL PATRIMONIO DISPONIBILE Approvato dal Consiglio Comunale nella seduta del 13 maggio 2013 - Delibera n. 35 INDICE: Articolo

Dettagli

Repertorio n. CONVENZIONE PER LA CESSIONE IN PROPRIETA DI AREA P.E.E.P. GIA CONCESSA IN DIRITTO DI SUPERFICIE REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI ROCCASTRADA (Provincia di Grosseto) L anno duemila il giorno

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO IMMEDIATAMENTE ESEGUIBILE Deliberazione n. 217 del 14/11/2013 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO CESSIONE IN PROPRIETÀ DI AREA GIÀ CONCESSA IN DIRITTO DI SUPERFICIE NELL AMBITO DEL

Dettagli

Redditi diversi Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi diversi

Redditi diversi Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi diversi Redditi diversi Redditi diversi - art. 67 Sono redditi diversi se non costituiscono redditi di capitale, ovvero se non sono conseguiti nell esercizio di arti e professioni o di imprese commerciali, o da

Dettagli

GUIDA per la richiesta dei CERTIFICATI URBANISTICI e le Visure di Piano Regolatore

GUIDA per la richiesta dei CERTIFICATI URBANISTICI e le Visure di Piano Regolatore ROMA CAPITALE Dipartimento Programmazione e Attuazione Urbanistica Direzione Attuazione degli Strumenti Urbanistici U.O. Permessi di costruire Ufficio Sala Visure e Certificazioni Urbanistiche Viale della

Dettagli

Nel procedimento per la sospensione dell esecuzione del provvedimento impugnato (art. 5, L. 742/1969).

Nel procedimento per la sospensione dell esecuzione del provvedimento impugnato (art. 5, L. 742/1969). Il commento 1. Premessa La sospensione feriale dei termini è prevista dall art. 1, co. 1, della L. 07/10/1969, n. 742 1, il quale dispone che: Il decorso dei termini processuali relativi alle giurisdizioni

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297)

REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297) REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297) 1) Beneficiari Hanno titolo a richiedere l anticipazione i lavoratori che abbiano maturato almeno

Dettagli

LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.)

LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.) LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.) COSTITUZIONE DELLA SOCIETA INVALIDITA DELLA SOCIETA L ORDINAMENTO PATRIMONIALE Mastrangelo dott. Laura NOZIONE (ART. 2291 C.C) Nella società in

Dettagli

Testi di: Simona Pigini Disegni di: Mario Dalbon

Testi di: Simona Pigini Disegni di: Mario Dalbon UNIONE NAZIONALE CONSUMATORI COMITATO REGIONALE E PROVINCIALE DI MILANO CONIACUT GUIDA PRATICA ALLA COMPRAVENDITA DELLA CASA Progetto cofinanziato dal Ministero delle Attività Produttive RegioneLombardia

Dettagli

MODELLO DI PAGAMENTO: TASSE, IMPOSTE, SANZIONI E ALTRE ENTRATE

MODELLO DI PAGAMENTO: TASSE, IMPOSTE, SANZIONI E ALTRE ENTRATE TASSE IMPOSTE SANZIONI COG DENOMINAZIONE O RAGIONE SOCIALE COG DENOMINAZIONE O RAGIONE SOCIALE (DA COMPILARE A CURA DEL CONCESSIONARIO DELLA BANCA O DELLE POSTE) FIRMA Autorizzo addebito sul conto corrente

Dettagli

FONDO PENSIONE TELEMACO DOCUMENTO SULLE ANTICIPAZIONI

FONDO PENSIONE TELEMACO DOCUMENTO SULLE ANTICIPAZIONI FONDO PENSIONE TELEMACO DOCUMENTO SULLE ANTICIPAZIONI Art. 1. Norme generali 1.1 Come stabilito dal D.Lgs 252/2005, l Associato può richiedere un anticipazione sulla posizione individuale maturata: a)

Dettagli

C O M U N E DI O P E R A

C O M U N E DI O P E R A copia Codice Ente 11047 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE IMU ANNO 2014 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Adunanza Ordinaria di Prima convocazione - seduta Pubblica. L'anno duemilaquattordici

Dettagli

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNE DI VILLANOVA SULL ARDA PROVINCIA DI PIACENZA ---------------------- Tel. 0523/837927 (n. 3 linee a ric. autom.) Codice Fiscale 00215750332 Fax 0523/837757 Partita IVA 00215750332 Prot. n 2868 BANDO

Dettagli

Ufficio Tecnico REGOLAMENTO

Ufficio Tecnico REGOLAMENTO Comune di Cabras Provincia di Oristano Comuni de Crabas Provìncia de Aristanis Ufficio Tecnico S e r v i z i o l l. p p. - U r b a n i s t i c a - P a t r i m o n i o REGOLAMENTO PER LA VENDITA DA PARTE

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE INDICE Art. 1 - Oggetto e finalità del regolamento Art. 2 - Requisiti di ammissibilità al contributo Art. 3 - Tipologie di spese ammissibili

Dettagli

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014 ALLEGATO "A" Dipartimento politiche Abitative Direzione Interventi Alloggiativi AVVISO PUBBLICO Concessione del contributo integrativo di cui all art. 11 della legge 9 dicembre 1998, n. 431 e successive

Dettagli

5)- COME VIENE DEFINITA LA FORMALITÀ PRESSO IL P.R.A. RELATIVA AD UN IPOTECA? A - Annotazione B - Iscrizione C Trascrizione

5)- COME VIENE DEFINITA LA FORMALITÀ PRESSO IL P.R.A. RELATIVA AD UN IPOTECA? A - Annotazione B - Iscrizione C Trascrizione 1)- PER UN VEICOLO ESPORTATO ALL'ESTERO E SUCCESSIVAMENTE REISCRITTO IN ITALIA DALLO STESSO INTESTATARIO QUALE IPT PAGA?: A - L'IPT si paga in misura proporzionale B - Non si paga IPT C - L'IPT si paga

Dettagli

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale Tra le parti (per le persone fisiche, riportare: nome e cognome; luogo e data di nascita; domicilio e codice fiscale. Per le persone

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE DELL ELENCO DI CITTADINI A CUI PRIORITARIAMENTE DEVONO ESSERE CEDUTI GLI ALLOGGI RESIDENZIALI NELLE AREE PREVISTE DAL

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE DELL ELENCO DI CITTADINI A CUI PRIORITARIAMENTE DEVONO ESSERE CEDUTI GLI ALLOGGI RESIDENZIALI NELLE AREE PREVISTE DAL REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE DELL ELENCO DI CITTADINI A CUI PRIORITARIAMENTE DEVONO ESSERE CEDUTI GLI ALLOGGI RESIDENZIALI NELLE AREE PREVISTE DAL P.R.G., NEL CAPOLUOGO E NELLE FRAZIONI. Approvato con

Dettagli

INPDAP - Mod. PP (Piccolo Prestito) Protocollo distinta: anno... n... All' INPDAP Direzione Centrale Credito e Welfare

INPDAP - Mod. PP (Piccolo Prestito) Protocollo distinta: anno... n... All' INPDAP Direzione Centrale Credito e Welfare INPDAP - Mod. PP (Piccolo Prestito) Protocollo distinta: anno...... n... All' INPDAP Direzione Centrale Credito e Welfare Ufficio ex Enam Area Piccolo Credito Lista: settore.. n.... Largo Josemaria Escriva

Dettagli

RISOLUZIONE N. 20/E. Roma, 14 febbraio 2014

RISOLUZIONE N. 20/E. Roma, 14 febbraio 2014 RISOLUZIONE N. 20/E Direzione Centrale Normativa Roma, 14 febbraio 2014 OGGETTO: Tassazione applicabile agli atti di risoluzione per mutuo consenso di un precedente atto di donazione articolo 28 del DPR

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA 1. A norma degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile è costituita la Fondazione dell

Dettagli

IMU - che cos'è. Se possiedi questi immobili, hai tempo fino al 16 giugno 2014 per pagare l acconto. Cos è l IMU Imposta municipale propria

IMU - che cos'è. Se possiedi questi immobili, hai tempo fino al 16 giugno 2014 per pagare l acconto. Cos è l IMU Imposta municipale propria IMU - che cos'è L IMU si continua a pagare sulle case di lusso (categorie A/1, A/8 e A/9), sulle seconde case e su tutti gli altri immobili (ad esempio laboratori, negozi, capannoni, box non di pertinenza

Dettagli

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE Allegato sub. A alla Determinazione n. del Rep. C O M U N E D I T R E B A S E L E G H E P R O V I N C I A D I P A D O V A CONVENZIONE INCARICO PER LA PROGETTAZIONE DEFINITIVA - ESECUTIVA, DIREZIONE LAVORI,

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 Bonus IRPEF 80 euro Nel nuovo modello 730/2015 trova spazio il bonus IRPEF 80 euro ricevuto nel 2014, essendo previsto l obbligo di

Dettagli

ESERCIZIO DI COMMERCIO AL DETTAGLIO DI COSE ANTICHE/USATE SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ'

ESERCIZIO DI COMMERCIO AL DETTAGLIO DI COSE ANTICHE/USATE SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ' Mod. SCIA adeguato alla L.122/2010 ESERCIZIO DI COMMERCIO AL DETTAGLIO DI COSE ANTICHE/USATE SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ' AL COMUNE DI Ai sensi e per gli effetti di cui all'art. 19 commi

Dettagli

Per i beni mobili l'autorizzazione non è necessaria trascorsi cinque anni dalla dichiarazione di accettare con beneficio d'inventario.

Per i beni mobili l'autorizzazione non è necessaria trascorsi cinque anni dalla dichiarazione di accettare con beneficio d'inventario. art. 493 Codice Civile L'erede decade (1) dal beneficio d'inventario [490, 494, 505, 509, 564 c.c.], se aliena o sottopone a pegno [2748 c.c.] o ipoteca [2808 c.c.] beni ereditari, o transige [1965 c.c.]

Dettagli

Nome e cognome. Cittadinanza: Residenza permanente: Località, indirizzo e numero civico. CAP Località Comune. CAP Località Comune

Nome e cognome. Cittadinanza: Residenza permanente: Località, indirizzo e numero civico. CAP Località Comune. CAP Località Comune IV/ MINISTERO DEL LAVORO, DELLA FAMIGLIA E DEGLI AFFARI SOCIALI Centro di assistenza sociale I dati vanno scritti con lettere maiuscole. Prima di compilare il modulo leggere attentamente le istruzioni

Dettagli

TRASFERIMENTI IMMOBILIARI: LA NUOVA TASSAZIONE IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2014

TRASFERIMENTI IMMOBILIARI: LA NUOVA TASSAZIONE IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2014 TRASFERIMENTI IMMOBILIARI: LA NUOVA TASSAZIONE IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2014 Sommario 1. Inquadramento normativo generale 2. Trasferimenti di fabbricati 3. terreni edificabili 4. terreni agricoli 5. Successioni

Dettagli

Richiesta nominativa di nulla osta per ricongiungimento familiare (art. 29,D.Lgs.286/98) (art.6 DPR.n.394/99 e succ.mod.)

Richiesta nominativa di nulla osta per ricongiungimento familiare (art. 29,D.Lgs.286/98) (art.6 DPR.n.394/99 e succ.mod.) Richiesta nominativa di nulla osta per ricongiungimento familiare (art. 29,D.Lgs.286/98) (art.6 DPR.n.394/99 e succ.mod.) Familiari per i quali può essere richiesto il ricongiungimento: 1. Coniuge non

Dettagli

www.avvocatoromano.it www.studiolegalegiovanniromano.it

www.avvocatoromano.it www.studiolegalegiovanniromano.it Avv. Giovanni Romano Avv. Paola Genito Avv. Natascia Delli Carri Avv. Maria Cristina Fratto Avv. Annalisa Iannella Avv. Egidio Lizza Avv. Giuseppina Mancino Avv. Roberta Mongillo Avv. Francesco Pascucci

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (CANALE CONCERTATO) Tra i signori, nato a, il, residente in., alla Via, C.F. (di seguito locatore) (assistito

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (CANALE CONCERTATO) Tra i signori, nato a, il, residente in., alla Via, C.F. (di seguito locatore) (assistito CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (CANALE CONCERTATO) Tra i signori, nato a, il, residente in, alla Via, C.F. (di seguito locatore) (assistito da in persona di ), e, nato a, il, residente in, alla

Dettagli

1.03 Stato al 1 gennaio 2012

1.03 Stato al 1 gennaio 2012 1.03 Stato al 1 gennaio 2012 Accrediti per compiti assistenziali Base legale 1 Le disposizioni legali prevedono che, per il calcolo delle rendite, possano essere conteggiati anche accrediti per compiti

Dettagli

Successioni tutelate Le regole per un sicuro trasferimento dei beni

Successioni tutelate Le regole per un sicuro trasferimento dei beni Le Guide per il Cittadino Successioni tutelate Le regole per un sicuro trasferimento dei beni Consiglio Nazionale del Notariato Adiconsum Adoc Altroconsumo Assoutenti Casa del Consumatore Cittadinanzattiva

Dettagli

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI Si esamina il trattamento dei benefici concessi a dipendenti, collaboratori e amministratori - collaboratori. I fringe benefits costituiscono la parte della

Dettagli

Successioni tutelate

Successioni tutelate Le Guide per il Cittadino Successioni tutelate Le regole per un sicuro trasferimento dei beni Consiglio Nazionale del Notariato Adiconsum Adoc Altroconsumo Assoutenti Casa del Consumatore Cittadinanzattiva

Dettagli

Scadenza 26/05/2015 Domanda n

Scadenza 26/05/2015 Domanda n Scadenza 26/05/2015 Domanda n Spazio riservato al Protocollo AL COMUNE DI PESCARA Settore Manutenzioni Servizio Politiche della Casa Il/La sottoscritto/a (Cognome) (Nome) nato/a a prov. il / / cittadinanza

Dettagli

AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA

AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA ESERCIZIO DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO DI ALIMENTI E BEVANDE TIPOLOGIA C " art. 3 c. 6 SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO

Dettagli

non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno..

non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno.. Comune di Modena ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOCIALI SANITARIE E ABITATIVE non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno.. Cerchi casa e stai vivendo un momento

Dettagli

ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI. Consigli

ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI. Consigli ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI In collaborazione con Assessorato Aree Cittadine e Consigli di Zona Consigli Quanto costa comprar casa CASA: LE TASSE DA

Dettagli

Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7

Allegato A al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE In Atto Art. 1) Ai sensi della Legge 7 Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7 dicembre 2000, n. 383 e delle norme del codice civile in tema

Dettagli

Strutture a disposizione delle Parrocchie

Strutture a disposizione delle Parrocchie ARCIDIOCESI DI MILANO Ufficio Amministrativo Diocesano Strutture a disposizione delle Parrocchie MANUTENZIONE PROGRAMMATA DEGLI IMMOBILI: FASCICOLO TECNICO DEL FABBRICATO E PIANO DI MANUTENZIONE 1 Don

Dettagli

INCARICHI DI AMMINISTRAZIONE DI SOCIETA DI CAPITALI CONFERITI DAL COMUNE DI DESIO

INCARICHI DI AMMINISTRAZIONE DI SOCIETA DI CAPITALI CONFERITI DAL COMUNE DI DESIO Area Affari Generali Servizio Società Partecipate INCARICHI DI AMMINISTRAZIONE DI SOCIETA DI CAPITALI CONFERITI DAL COMUNE DI DESIO Di seguito si riportano i dati relativi alle partecipazioni in società

Dettagli

del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002)

del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002) Legge federale sul credito al consumo (LCC) 221.214.1 del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002) L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visti gli articoli 97 e 122 della Costituzione federale

Dettagli

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE STATUTO CIRCOLO TBLUE Art. 1 COSTITUZIONE - SEDE E costituito, come associazione culturale ricreativa non riconosciuta ai sensi dell art 36 e ss. Codice Civile ed art. 148 comma 3 D.P.R. 917/1986 (T.U.I.R.),

Dettagli

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE VISTO l art. 1, comma 639 della Legge 27 dicembre 2013, n. 147, che ha istituito, a decorrere dal 1 gennaio 2014, l imposta

Dettagli

LOCAZIONE ABITATIVA PER STUDENTI UNIVERSITARI TIPO DI CONTRATTO (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 5, comma 2)

LOCAZIONE ABITATIVA PER STUDENTI UNIVERSITARI TIPO DI CONTRATTO (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 5, comma 2) LOCAZIONE ABITATIVA PER STUDENTI UNIVERSITARI TIPO DI CONTRATTO (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 5, comma 2) Il/La sig./soc. (1) di seguito denominato/a locatore (assistito/a da (2) in persona

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 e degli artt. 1571 e seguenti del codice civile. CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA la CAMERA

Dettagli

Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi

Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi Le principali novità in materia di tassazione dei redditi fondiari Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi

Dettagli

Viale E. Fermi, 105 20900 Monza tel: 039/262.30.1 - fax: 039/2140074 brianzacque@legalmail.it www.bianzacque.it

Viale E. Fermi, 105 20900 Monza tel: 039/262.30.1 - fax: 039/2140074 brianzacque@legalmail.it www.bianzacque.it Committente: Viale E. Fermi, 105 20900 Monza tel: 039/262.30.1 - fax: 039/2140074 brianzacque@legalmail.it www.bianzacque.it Viale E. Fermi, 105 20900 Monza tel: 039/212251 - fax: 039/2109334 http//www.alsispa.it

Dettagli

C O P I A DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

C O P I A DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE C O P I A DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 140 del 25.09.2013 OGGETTO:Accordo tra Comune di Sarzana e Consorzio Sviluppo Sarzana per la realizzazione dell'edizione 2013 del L anno duemilatredici,

Dettagli

TRIBUNALE DI ROMA IV SEZIONE CIVILE

TRIBUNALE DI ROMA IV SEZIONE CIVILE ALLEGATO AL VERBALE DELL UDIENZA DEL TRIBUNALE DI ROMA IV SEZIONE CIVILE PROCEDURA N R.G.E. PROCEDIMENTO DI DIVISIONE N. I L G I U D I C E Visto il provvedimento reso all udienza del nella procedura esecutiva

Dettagli

Elenco Ditte. : (A1) : MILANO - NAPOLI Tratto : Barberino di Mugello - Incisa Valdarno Lotto 7 : [I1AA] FIRENZE (FI) Ditta

Elenco Ditte. : (A1) : MILANO - NAPOLI Tratto : Barberino di Mugello - Incisa Valdarno Lotto 7 : [I1AA] FIRENZE (FI) Ditta N. ORDINE 1 Commessa 110110-19 (A1) MILANO - NAPOLI Tratto Barberino di Mugello - Incisa Valdarno Lotto 7 Ditta BONCOMPAGNI Giuseppe n. a Citerna il 07.01.1952 propr. per 1/2;BONCOMPAGNI Luigi n. a Citerna

Dettagli

Il mutuo per la casa in parole semplici

Il mutuo per la casa in parole semplici LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il mutuo per la casa in parole semplici La SCELTA e i COSTI I DIRITTI del cliente I CONTATTI utili Il mutuo dalla A alla Z ISSN 2384-8871 (stampa) ISSN 2283-5989 (online)

Dettagli

4.04 Prestazioni dell AI Rendite d invalidità dell AI

4.04 Prestazioni dell AI Rendite d invalidità dell AI 4.04 Prestazioni dell AI Rendite d invalidità dell AI Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Hanno diritto a prestazioni dell assicurazione invalidità (AI) gli assicurati cui un danno alla salute di lunga

Dettagli

DICHIARAZIONE DI SUCCESSIONE

DICHIARAZIONE DI SUCCESSIONE DICHIARA- genzia ZIONE ntrate genzia ntrate DICHIARAZIONE DI SUCCESSIONE MOD. 4 Direzione Provinciale Direzione di Provinciale di Ufficio Territoriale di Ufficio Territoriale di PARTE RISERVATA ALL UFFICIO

Dettagli

1 La successione. in pratica

1 La successione. in pratica in pratica Esempi di successione nei diritti si rinvengono nella vita quotidiana: pensa a chi acquista un bene da un altro soggetto o all erede che riceve per testamento i beni di una persona deceduta.

Dettagli

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna Cos è e come si costituisce una cooperativa Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna 1 Che cos è una cooperativa un'associazione autonoma di persone che si uniscono volontariamente per soddisfare i propri

Dettagli

IL PIANO CASA PER LA TRANSIZIONE E L AVVIO DELLA RICOSTRUZIONE GUIDA PER IL CITTADINO

IL PIANO CASA PER LA TRANSIZIONE E L AVVIO DELLA RICOSTRUZIONE GUIDA PER IL CITTADINO dopo il TERREMOTO IL PIANO CASA PER LA TRANSIZIONE E L AVVIO DELLA RICOSTRUZIONE GUIDA PER IL CITTADINO Assicurare la ricostruzione di case e imprese secondo tempi certi e procedure snelle, garantendo

Dettagli

IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012

IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012 IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012 OGGETTO DELL IMU L IMU sostituisce l ICI e, per la componente immobiliare, l IRPEF e le relative addizionali regionali e comunali, dovute

Dettagli

Le imposte sull acquisto di terreni agricoli

Le imposte sull acquisto di terreni agricoli Le imposte sull acquisto di terreni agricoli Paolo Tonalini - Notaio Nuove imposte di registro dal primo gennaio 2014 Dal primo gennaio 2014 sono entrate in vigore alcune modifiche alle imposte di registro,

Dettagli

COMUNITA' DELLA VALLE DI CEMBRA

COMUNITA' DELLA VALLE DI CEMBRA COMUNITA' DELLA VALLE DI CEMBRA REGOLAMENTO PER LA EROGAZIONE DI CONTRIBUTI, SOVVENZIONI ED ALTRE AGEVOLAZIONI ART. 1 FINALITA 1. Con il presente Regolamento la Comunità della Valle di Cembra, nell esercizio

Dettagli

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto ARTICOLO 1- COSTITUZIONE E' costituito il Club denominato I Borghi più Belli d'italia ai sensi dello Statuto dell Associazione Nazionale Comuni Italiani, in breve ANCI.

Dettagli

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare 1 Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare.. 1. LA RAPPRESENTAZIONE DEI MEDIA Dal 23 aprile 2010 dai mezzi di comunicazione italiani, tramite: Agenzie stampa;

Dettagli

Mod. 730/2013: quadro B e codici utilizzo

Mod. 730/2013: quadro B e codici utilizzo Mod. 730/2013: quadro B e codici utilizzo Come noto, l'imu sostituisce, in caso di immobili non locati, l'irpef e relative addizionali riguardanti i redditi fondiari. Il Mod. 730/2013, è stato di conseguenza

Dettagli

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006 CIRCOLARE N. 37/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 29 dicembre 2006 OGGETTO: IVA Applicazione del sistema del reverse-charge nel settore dell edilizia. Articolo 1, comma 44, della legge

Dettagli

CONTO DEL BILANCIO 2013

CONTO DEL BILANCIO 2013 CONTO DEL BILANCIO 03 IMPEGNI PER SPESE CORRENTI I N T E R V E N T I C O R R E N T I Personale Acquisto di beni di Consumo e/o di Materie Prime Prestazioni di servizi Utilizzo di Beni di terzi Trasferimenti

Dettagli

TABELLA DELLE NUOVE MAGGIORANZE ASSEMBLEARI

TABELLA DELLE NUOVE MAGGIORANZE ASSEMBLEARI TABELLA DELLE NUOVE MAGGIORANZE ASSEMBLEARI AVVERTENZA Nella tabella viene usato il termine per fare riferimento ai partecipanti al condominio, mentre viene usato il termine per far riferimento ai partecipanti

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI Allegato 1 COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE FINANZIARIA COMUNALE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E DI FUNZIONAMENTO IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE PRIMARIA

Dettagli

Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo

Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo DECRETO N. 12 (Disposizioni regolamentari per la costituzione dei consorzi obbligatori ai sensi dell art. 7 dell ordinanza

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

CONSIGLIO DELL ORDINE DI TORINO Domande frequenti sul tirocinio forense

CONSIGLIO DELL ORDINE DI TORINO Domande frequenti sul tirocinio forense Sezione generale 1. Il Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Torino ha adottato un regolamento specifico per i praticanti avvocati? Il Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Torino ha approvato con

Dettagli

Comune di Mentana Provincia di Roma

Comune di Mentana Provincia di Roma BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI INTEGRATIVI A SOSTEGNO DEL PAGAMENTO DEI CANONI DI LOCAZIONE ANNUALITA FINANZIARIA 2013 IL RESPONSABILE DEL SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA - VISTO l articolo 11 della

Dettagli

Aspetti economici della separazione e del divorzio: differenze tra la legislazione italiana e inglese.

Aspetti economici della separazione e del divorzio: differenze tra la legislazione italiana e inglese. Aspetti economici della separazione e del divorzio: differenze tra la legislazione italiana e inglese. È a tutti noto che ormai da alcuni anni sono in aumento, anche in materia di diritto di famiglia,

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life

Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life 3 Indice 1. Autorizzazione e valori depositati 4 2. Apertura di un deposito 4 3. Autorizzazione di iscrizione

Dettagli

NOTA BENE. Ad esempio, con riferimento al modello Unico Persone Fisiche 2010 per la dichiarazione dei redditi del 2009:

NOTA BENE. Ad esempio, con riferimento al modello Unico Persone Fisiche 2010 per la dichiarazione dei redditi del 2009: NOTA BENE L articolo 34 della legge 183/10 ha introdotto nuove componenti del reddito da dichiarare, oltre quelle previste dall art. 3, comma 1, delle norme integrate dai D.P.C.M. n. 221/99 e n. 242/01.

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE DESTINATO AD USO DIVERSO DALL'ABITAZIONE TRA:

CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE DESTINATO AD USO DIVERSO DALL'ABITAZIONE TRA: CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE DESTINATO AD USO DIVERSO DALL'ABITAZIONE TRA: il Sig. nato a il residente a, codice fiscale, di seguito denominato parte locatrice E: il Sig. nato a il residente a, codice

Dettagli

CIRCOLARE N. 2/E. R RrRrrr. Direzione Centrale Normativa

CIRCOLARE N. 2/E. R RrRrrr. Direzione Centrale Normativa CIRCOLARE N. 2/E R RrRrrr Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Modifiche alla tassazione applicabile, ai fini dell imposta di registro, ipotecaria e catastale, agli atti di trasferimento o di costituzione

Dettagli

5 Contributo Autonoma Sistemazione

5 Contributo Autonoma Sistemazione 5 Contributo Autonoma Sistemazione CAS A valere sulle risorse finanziarie di cui all articolo 3 dell Ordinanza del Capo del Dipartimento della protezione civile (OCDPC) n. 232 del 30 marzo 2015 viene stimata

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

CONFERIMENTO PER COSTIT. REL. A RAPPORTI DI NATURA VARIA CONFERIMENTO PER COSTIT. DELLA PIENA PROPRIETA' DI TERRENO EDIFIC.

CONFERIMENTO PER COSTIT. REL. A RAPPORTI DI NATURA VARIA CONFERIMENTO PER COSTIT. DELLA PIENA PROPRIETA' DI TERRENO EDIFIC. A000 A101 A102 A103 A104 A105 A106 A107 A108 A109 A110 A111 A112 A113 A114 A115 A116 A117 A118 A119 A120 A201 A202 A203 A204 A205 A208 A209 A210 A211 A213 A214 A215 A216 A217 A218 CONFERIMENTO PER COSTIT.

Dettagli

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS)

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) Art. 1 - Oggetto dell affidamento L oggetto dell affidamento

Dettagli

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA N. 37 del 16.12.2013 OGGETTO: Legge Regionale N. 1 Del 03/01/1986, Art. 8. Alienazione di terreni di proprietà collettiva di uso civico edificati o edificabili.

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE La Santa Sede ed il Governo della Repubblica Italiana, qui di seguito denominati anche Parti contraenti; tenuto conto

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE = = = = = = REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE Adottato con deliberazioni consiliari n. 56 dell 08.11.95 e n. 6 del 24.01.96 INDICE Art. 1 Oggetto e finalità

Dettagli

Coordinatore Settore Civile Tel.081.223.9787 Torre A - 24 piano

Coordinatore Settore Civile Tel.081.223.9787 Torre A - 24 piano CANCELLERIE DEL SETTORE CIVILE DELLA CORTE DI APPELLO DI NAPOLI ( CENTRO DIREZIONALE) Coordinatore Settore Civile Tel.081.223.9787 Torre A - 24 piano 1^ sezione civile Tribunale Acque Pubbliche Sezione

Dettagli

Invalido dal 33% al 73%

Invalido dal 33% al 73% Invalido dal 33% al 73% Definizione presente nel verbale: "Invalido con riduzione permanente della capacità lavorativa in misura superiore ad 1/3 (art. 2, L. 118/1971)". Nel certificato può essere precisata

Dettagli

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego DECRETO 28 maggio 2001, n.295 Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego Capo I Art. 1 Definizioni 1. Nel presente regolamento l'espressione: a)

Dettagli

CONTRATTO PER LA LICENZA D USO DEL SOFTWARE GESTIONE AFFITTI

CONTRATTO PER LA LICENZA D USO DEL SOFTWARE GESTIONE AFFITTI CONTRATTO PER LA LICENZA D USO DEL SOFTWARE GESTIONE AFFITTI IMPORTANTE: il presente documento è un contratto ("CONTRATTO") tra l'utente (persona fisica o giuridica) e DATOS DI Marin de la Cruz Rafael

Dettagli

Premesso che: - con decreto del Direttore regionale delle foreste e dei parchi, ora Direzione centrale risorse rurali, agroalimentari e forestali, n.

Premesso che: - con decreto del Direttore regionale delle foreste e dei parchi, ora Direzione centrale risorse rurali, agroalimentari e forestali, n. Premesso che: - con decreto del Direttore regionale delle foreste e dei parchi, ora Direzione centrale risorse rurali, agroalimentari e forestali, n. 613 di data 12 novembre 1992 è stata affidata in concessione

Dettagli