SCUOLA DI FORMAZIONE ALL IMPEGNO SOCIO-POLITICO. Manipolazione genetica, Clonazione, e dintorni

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SCUOLA DI FORMAZIONE ALL IMPEGNO SOCIO-POLITICO. Manipolazione genetica, Clonazione, e dintorni"

Transcript

1 SCUOLA DI FORMAZIONE ALL IMPEGNO SOCIO-POLITICO Manipolazione genetica, Clonazione, e dintorni avv. Mauro Papandrea: Buonasera a tutti. Come vedete questa sera siamo in tre ed ognuno di noi si occuperà di un aspetto differente del tema di questa sera. Sono Mauro Papandrea, accanto a me il dottor. Gianpaolo Poles, medico al policlinico S. Marco, e don Adriano Celeghin, canonista nonché parroco di S. Marco evangelista. Gianpaolo vi introdurrà al tema dal punto di vista medico, io farò una breve trattazione dal punto di vista giuridico e alla fine don Adriano ne farà una valutazione dal punto di vista morale. dott. Giampaolo Poles: La parte che tratterò riguarda la procreazione assistita da un punto di vista tecnico, la manipolazione, cioè tutti quei nuovi poteri di intervento sulla vita che hanno rimesso in discussione in questi ultimi vent anni, soprattutto in questi ultimi dieci, determinate categorie etico - culturali che si davano per acquisite già da tempo. Questi nuovi poteri di intervento hanno rimesso in discussione il concetto stesso di nascita, di morte e così via. La valutazione che può esser fatta sul piano etico, sul piano morale, parte dal tipo di metodi, dal tipo di tecnologie che la medicina, la biologia, usano. Mi preme sottolineare una cosa: se siete attenti vi renderete conto di come la maggior parte di queste nuove tecnologie siano destinate a due fasce della vita dell uomo che dal mio punto di vista definirei fasce deboli, l inizio e la fine. Si parla di eutanasia, di procreazione assistita, di manipolazione o di intervento sul genoma umano. Viene usato il termine procreazione medicalmente assistita (viene usato anche il termine procreazione artificiale) per indicare quelle metodiche che tendono a favorire un concepimento che non sarebbe naturalmente realizzabile. Per capire di cosa si tratta realmente volevo proiettarvi uno schema molto semplice che ci permetta di orientarci in queste tecniche. Sapete che quando si sviluppa un individuo, un essere umano, si parte da due cellule sessuali: la cellula uovo e lo spermatozoo. Ciascuna di queste due cellule ha un corredo cromosomico, un DNA, cioè contiene i mattoni della vita e questi mattoni sono ripartiti a metà tra la cellula uovo e lo spermatozoo. Quando queste due cellule si uniscono danno origine ad un qualcosa che ha il patrimonio genetico sia della cellula uovo, cioè la madre, sia dello spermatozoo, cioè del padre. Questo qualcosa ha un DNA completo, lo stesso DNA che ritroveremo nell individuo adulto, e si sviluppa passando attraverso vari stadi fino ad arrivare a quello che viene definito il feto (all inizio del terzo mese si parla di sviluppo embrionale, dopo di che si parla di feto, quasi a descrivere qualcosa di più definito); Ciò che vi dico non è frutto di fantasia, sono dati dimostrabili, scientificamente validi. Quinta settimana: c è già un cuore che batte, rilevabile facilmente con un indagine ecografica; sesta settimana: c è un abbozzo di arti, sistema digestivo; poi via via le settimane successive fino ad arrivare al terzo mese; c è chi pensa che già al terzo mese possa essere strutturato, da parte di questo qualcosa, il pensiero; sicuramente ci sono delle sensazioni. Tra la 24 e la 38 settimana arriviamo alla formazione completa del feto e tra la 38 e la 42 settimana si ha il parto. Fisserei solo un punto: il 14 giorno di vita embrionale, o 14 giorno, data che ricorre in varie legislazioni, viene preso come punto di riferimento per dire: si può parlare di vita dal 14 giorno in poi, prima no. Da un punto di vista biologico questo potrebbe essere motivato dal fatto che intorno al 14 giorno c è un primo abbozzo di sistema nervoso, quello che viene definito stria primitiva. Il ragionamento che molti fanno è che presumendo che da questo 14 giorno ci sia un abbozzo di sistema nervoso deducono che questo qualcosa possa provare delle sensazioni: nel dubbio dicono che dal 14 giorno in poi non si può intervenire; qualcun altro aggiunge: poiché fino al 14 giorno è qualcosa che non va ad impiantarsi nel grembo materno ma dal giorno ciò accade si può prendere in considerazione anche questo fatto per trarne delle conclusioni sul piano legislativo. Passiamo ad esaminare queste tecniche. Nel 1978, dopo una lunga sperimentazione, nasce in Inghilterra la prima bambina in vitro questa bambina è passata alla storia, Louise Brown e da allora tutti i bambini nati con queste metodiche, secondo i registri (ci sono dei registri nazionali che tengono conto di queste nascite ), sono circa Le stime parlano però di un numero notevolmente superioredi nascite non registrate, qualcuno parla addirittura di mila bambini nati con queste metodiche; comunque noi prendiamo per certo il dato che riportano i registri nazionali per quanto riguarda la procreazione assistita. Nell ambito della procreazione assistita con metodica Fivet nasce questa prima bambina; Fivet vuol dire Fecondazione in vitro ed embryo transfert, cioè si forma in vitro un embrione che viene poi trasferito nell utero della madre. Quali sono le tecniche procreative? E importante conoscerle perché il giudizio che viene dato sulla eticità o meno di queste tecniche passa attraverso il metodo di applicazione pratica. Questo è uno schema riassuntivo molto semplice che però spazia, più o meno, su tutte le principali tecniche che vengono usate. La fecondazione della cellula uovo da parte di uno spermatozoo può essere intracorporea, cioè uovo e spermatozoo si possono incontrare all interno delle vie genitali femminili, della madre, oppure extracorporea, 1

2 cioè in qualche modo si interviene per far incontrare le due cellule esternamente al corpo della madre per poi depositarle nelle vie genitali femminili. La fecondazione intracorporea comprende l inseminazione artificiale e la GIFT. L inseminazione artificiale consiste nel prendere il seme dell uomo, lo spermatozoo, e, poiché ci sono delle difficoltà nella fecondazione in utero, si ripone questo seme all interno delle vie genitali femminili dove possa incontrarsi con la cellula uovo. La seconda metodica che riguarda la fecondazione intracorporea è il trasferimento, il trasporto all interno delle tube di falloppio (quindi non in utero o comunque non dove il seme era stato posizionato prima) sia dello spermatozoo che della cellula uovo: questo spermatozoo e questa cellula uovo sono state trattate in precedenza, cioè fatte crescere, sviluppare, rese fertili se volete, e poi separate da una piccolissima bollicina d aria e così separatamente riposte nelle vie genitali femminili. Abbiamo sin qui ancora a che fare con cellule separate, non con embrioni. Per quanto riguarda invece la fecondazione extracorporea l esempio classico è la Fivet: prendo le due cellule spermatozoo e cellula uovo le tratto in una provetta, le rendo fertili, faccio si che in questa provetta si incontrino e diano origine ad un embrione, prendo questo embrione e lo ripongo nelle vie genitali femminili. Balza subito all occhio una prima sostanziale differenza tra le tecniche riguardanti la fecondazione intracorporea e quella extracorporea. Nel primo caso tratto cellule, ovvero spermatozoo e cellula uovo che hanno metà del patrimonio genetico di quello che poi sarà l embrione, nel secondo caso tratto embrioni. Vi sono altre tecniche di riproduzione artificiale sperimentale, già attuate su animali, per lo meno nelle prime fasi di sviluppo: il nuclear transfert, la clonazione; l ectogenesi totale, cioè la realizzazione di un individuo al di fuori di qualsiasi relazione, si crea un utero artificiale e lì si fa crescere questo individuo; tecniche di ibridazione (sugli animali sono stati sperimentati ibridi, cellule seminali di specie diverse). Queste tecniche, che fino a 20 anni fa non erano nemmeno ipotizzabili, in realtà sono realizzabili, non dico tutte, alcune, e sicuramente si potrà prospettare in tempi non tanto distanti la possibilità di realizzare quella della clonazione che adesso ha ancora un alto grado di incertezza. La prima domanda che pongo generalmente è se tutto ciò che è tecnicamente, tecnologicamente possibile, è anche lecito moralmente: fino a che punto abbiamo diritto ad intervenire? Ripeto, la mia è un esposizione estremamente tecnica però serve da premessa per la discussione che verrà dopo. Prendiamo in considerazione la Fivet che è il tipo di fecondazione artificiale normalmente usato. E indicata quando c è un danno tubarico irreversibile, questa è l indicazione da lezione, poi ci sono tantissime altre situazioni come, ad esempio, l infertilità maschile. Cosa si fa con la Fivet, cioè cosa succede? Da non sottovalutare quando si ha a che fare con questo tipo di metodica, poiché la possibilità di impianto di un embrione in utero, quindi dello sviluppo successivo di un 2 individuo, è molto bassa (la possibilità di impianto cioè che un embrione attecchisca varia di poco comunque andiamo dal 10 al %; ci sono anche stime più ottimistiche, del 40 %), è che ho bisogno di avere più embrioni a disposizione. La prima azione che viene eseguita normalmente per avere più embrioni a disposizione è di raccogliere tante cellule uovo e tanti spermatozoi. Gli spermatozoi è facile che siano tanti, le cellule uovo no, ho più difficoltà a reclutare questo tipo di cellule. Si sottopone allora la donna ad un periodo di iperstimolazione ovarica, con particolare sostanze di tipo estrogenico, ormonale, facendo si che vengano prodotte tante cellule uovo. Queste vengono poi prelevate e fecondate con tecniche particolari, ad esempio prendendo un sottilissimo ago e facendo una micro iniezione di spermatozoi nella cellula uovo. Queste tecniche non sono esenti da rischi poichè per quanto riguarda, ad esempio, questa micro iniezione la possibilità di riuscita è bassissima perché comunque, con un ago, danneggio la cellula uovo. Quali sono allora i punti da tenere a mente quando si ha a che fare con questo tipo di tecniche: iperovulazione, cioè stimolo l ovaio della donna a produrre tante cellule uovo; Questo non è esente da rischi perché 99 volte su cento non succede niente o la donna ha disturbi molto blandi però, in certi rarissimi casi, 1%- 0.5%, ci possono essere delle gravi complicanze, embolia polmonare, versamenti, edema polmonare; in medicina le statistiche lasciano il tempo che trovano perché non va sottovalutato nemmeno l 1%. Poi vi sono costi elevati, anche questo può farci riflettere: un ciclo di fecondazione costa tanti soldi. Con queste tecniche, inoltre, la possibilità di gravidanze multiple aumenta tantissimo, 20-25% contro un 2%, e anche meno nelle gravidanze spontanee, naturali. I problemi della Fivet sono numerosi: il 10-20% delle pazienti non rispondono ai farmaci nel modo desiderato; la percentuale di fecondazione in vitro è del 50-70%, la stima più ottimistica, in realtà le percentuali sono più basse. Con la microiniezione le possibilità di successo sono ancora minori. Dopo i 40 anni la percentuale di gravidanza ottenuta con la Fivet è più bassa e aumenta notevolmente il rischio di aborti che arriva al 40-50%. La possibilità di gravidanze extrauterine cioè l embrione non si forma in utero ma altrove e ad un certo grado di sviluppo avviene l aborto oppure bisogna intervenire perchè ci può essere pericolo per la donna. La possibilità di gravidanze extra-uterine con questa metodica aumenta fino al 5% mentre in situazione di concepimento naturale è molto più bassa. Un cenno a parte merita la Gift, cioè il trasporto all interno delle vie genitali femminili delle due cellulette ancora separate, non ancora embrione, che trova indicazioni, per esempio, in alcune patologie, in modo particolare quando lo spermatozoo non è tanto fertile. Aggiungo solo una cosa sulla clonazione, un piccolo inquadramento di carattere tecnico perché le valutazioni che verranno fatte prenderanno spunto da alcuni aspetti di carattere strettamente biologico e genetico. Nella clonazione trattiamo direttamente prima il

3 DNA, il nucleo delle cellule, e poi gli embrioni. Una volta si parlava di clonazione quando si riusciva a far si che questo embrione si dividesse in altri embrioni. Il tipo di impostazione che è stato realizzato dagli studiosi di Edinburgo è molto diverso. Si è preso il nucleo di una cellula qualsiasi di un individuo, lo si è messo in una cellula uovo di un altro individuo, quella cellula uovo ha dato un input, un qualcosa che ha fatto si che questo nuovo nucleo, con il DNA dell altro animale, cominciasse a dar origine ad un embrione; l esperimento che hanno fatto ad Edinburgo: hanno preso la cellula di una ghiandola mammaria di una pecora, cellula somaticha, cioè cellula il cui nucleo contiene il DNA di quella pecora, tutto il patrimonio genetico; da questa cellula è stato tolto questo nucleo ed è stato trasferito in una cellula uovo (alla quale a sua volta è stato tolto il proprio nucleo) di un altra pecora. Vedete già la differenza: la cellula uovo non ha un DNA completo ma ha metà del DNA, metà del patrimonio genetico dell individuo, mentre il nucleo della prima pecora ha tutto il patrimonio genetico e così viene inserito nell ovocita. Ha stupito il fatto che sia partito un segnale, cioè che da qui si sia sviluppato un embrione che aveva il DNA, cioè il patrimonio genetico, intero, uguale a quello della cellula di origine. Gli studiosi non si aspettavano che partisse questo meccanismo perché è naturale che un embrione derivi da una cellula madre con metà del patrimonio genetico e da una cellula padre con l altra metà del patrimonio genetico quindi i due DNA, cellula madre cellula padre, in qualche modo interagiscono fra loro; in questo caso no, siamo in una realtà completamente diversa, c è una cellula uovo, quindi un embrione, un individuo che ha il patrimonio genetico di un unico individuo, cioè quello di origine: lo stesso DNA. Il DNA non deriva da due individui ma da un unico individuo ed ottengo così un qualcosa di geneticamente identico a quello che mi ha dato il DNA per intero. Dire geneticamente identico non vuol dire somaticamente identico, cioè non è che da me, in qualche modo, venga fuori una persona speculare a me da un punto di vista somatico, c è lo stesso patrimonio genetico, lo stesso DNA. E un po difficile da capire. Questo serviva come premessa: di fronte a queste metodiche, a questo tipo di interventi sulla vita, soprattutto sull inizio della vita umana, c è da chiedersi se sia sempre lecito; cioè se tutto ciò che tecnicamente possiamo fare sia sempre lecito. avv. Mauro Papandrea: Vorrei trattare brevemente l aspetto giuridico. In primo luogo vorrei farvi meditare su un aspetto: affermare che l embrione è un bene morale è qualcosa di diverso dall affermare che l embrione è un bene giuridico. Bene giuridico, infatti, è solo ciò che gode di una tutela da parte di un ordinamento; cioè un bene alla cui lesione, all interno di un ordinamento, consegue una determinata sanzione, sia questa di tipo civile, penale od amministrativa. Da un punto di vista morale, invece, si concepiscono dei doveri che sono tali di per sé, anche in assenza di un 3 corrispondente diritto da parte di qualcuno. Da un punto di vista giuridico, nel momento in cui riconosciamo a qualcuno la definizione di uomo, automaticamente dovremmo riconoscere a questo qualcuno tutti quei diritti che sono propri della persona umana, e cioè il diritto alla vita, alla salute, all integrità, tanto per citarne i principali. Si pone allora il problema di riconoscere la presenza di un uomo, cioè quando possiamo dire di essere in presenza di un uomo: da un punto di vista giuridico non possiamo che affidarci a quella che può essere una definizione da un punto di vista scientifico, il criterio comunque meno arbitrario e meno aleatorio possibile. La scienza della genetica è abbastanza unanime nel riconoscere l inizio della vita dell uomo fin dal momento della sua fecondazione. Qualcuno si rifà a quei famosi 14 giorni per cui a 14 giorni dalla fecondazione non possiamo parlare ancora di persona. Tutto questo era stato preso in considerazione dal comitato Warnock, un comitato costituito dal governo inglese che aveva il compito di stabilire fino a quando era possibile far crescere e studiare embrioni umani in vitro. La domanda che si poneva questo comitato era quale fosse lo stadio dal quale l embrione potesse definirsi un uomo. A maggioranza di voti, e qui leggo testualmente, la decisione fu: la ricerca può essere condotta su qualsiasi embrione solo fino al termine del 14 giorno dopo la fertilizzazione ; decisione che poi venne fatta propria dalla legge inglese del novembre 90 che regola anche la procreazione assistita. Gli inglesi hanno legiferato nel 90, qualcun altro prima, noi dobbiamo ancora farlo. C è un problema: lo stesso rapporto Warnock, in un capitolo successivo, dice chiaramente che il limite del 14 giorno viene fissato solamente ed unicamente per fini pratici in quanto - si afferma - doveva essere presa una decisione al fine di tranquillizzare la preoccupazione dell opinione pubblica. Loro stessi affermano che questa decisione non viene fatta su base scientifica. Ritornando al nostro discorso, quando possiamo dire di essere in presenza di una persona, potremmo fare anche questo ragionamento: supponiamo per un attimo che esista un dubbio sul fatto di essere in presenza di una persona fin dal momento della sua fecondazione, oppure al di là del 14 giorno, quindi supponiamo di dover prendere in considerazione una conclusione dubitativa; da un punto di vista giuridico proviamo a pensare come dovremmo ragionare, cioè essere in dubbio tra due possibilità. E certo che quando si tratta di riconoscere dei diritti sia logico prendere come posizione quella più prudenziale, cioè quella che attribuisce ad una persona i suoi diritti fondamentali, riconoscere fin dal momento della fecondazione i diritti dell uomo in capo al concepito. Fatta questa breve premessa passerei ad analizzare le tecniche legislative usate nei paesi europei, prendendo in esame alcuni aspetti e confrontandoli con le decisioni pratiche. Un primo problema, quando vogliamo parlare di procreazione assistita e creare delle regole, è stabilirne i criteri di accesso. Potremmo, in un primo momento, riconoscere un diritto esclusivo della donna di accedervi:

4 basta che siano maggiorenni, in condizioni buona salute, informate su quello che stanno facendo. Questo è un primo criterio, adottato dagli spagnoli; altro è quello della domanda di una coppia. Qualcun altro prevede qualcosa di più: non tanto una coppia ma una coppia che sia unita da vincolo di matrimonio o da un analogo rapporto di convivenza; quarto criterio potrebbe essere quello della legge norvegese che, come vedremo, è forse la più restrittiva, prevedendo quantomeno il matrimonio tra le persone. Questo non è un discorso fine a sé stesso, provate a pensare come tutto ciò coinvolga il concetto di famiglia. In Italia si è scleta una soluzione intermedia: possibilità di accedervi a coppie legate da un vincolo matrimoniale, o comunque conviventi da almeno due anni; potrebbe porsi un problema: come stabilire che due persone convivono da almeno due anni; il criterio della residenza nel medesimo posto dal certificato? Altro problema che si pone è quello della cosiddetta fecondazione eterologa in cui si prende il seme di una altra persona e quindi, se non regolamentata, pone il problema di chi sia il padre del nascituro. Un primo criterio potrebbe essere quello di equipararlo completamente alla fecondazione omologa; un secondo criterio potrebbe essere quello della residualità, cioè se il seme del convivente o del coniuge non ha capacità procreativa può essere utilizzato il seme di una terza persona. In Italia come ci stiamo orientando? Con quest ultimo criterio: fecondazione eterologa ammessa solamente quando la pratica di tutte le altre tecniche non ha dato esiti positivi. Altro problema: l inseminazione post mortem; potrebbe far ridere però se qualcuno ha pensato di regolamentare anche questo vuol dire che qualcuno ci ha pensato. Gli spagnoli hanno una soluzione stravagante: la possibilità da parte della moglie di essere fecondata entro sei mesi dalla morte del marito. Tale procreazione produrrà gli effetti legali che derivano dall affiliazione matrimoniale quindi anche dopo la morte del coniuge. La legge inglese prevede un autorizzazione specifica e in questo caso il defunto non sarà considerato come il padre del bambino. In tutte le altre c è un divieto. In Italia sembra che questo debba essere vietato. Ancora: donazione o cessione di embrioni. Qualcuno lo paragona alla donazione del seme, quindi l importante è che tutto ciò non abbia carattere lucrativo o commerciale, qualcun altro lo ritiene invece solo un caso eccezionale, altri invece ne prevedono un vero e proprio divieto. Si pone allora il problema della limitazione del numero di embrioni da produrre; c è chi ha limitato questo numero a tre; altri invece, come la legislazione svizzera, hanno detto: fuori dal grembo della donna potranno essere sviluppati tanti ovociti umani quanti se ne potranno impiantare immediatamente. In Italia si è deciso di limitare il numero a 4 ma del resto cosa facciamo? Tutti gli embrioni fecondati in sovrappiù verranno congelati? Verranno mantenuti? Dopo averli congelati, mantenuti per quanto? Vi ricordo il problema inglese degli embrioni che congelati, ad un certo punto, sono stati distrutti. Se diciamo che queste sono persone 4 quali potrebbero essere le conseguenze? Qualcuno mi dirà che abbiamo comunque, in Italia, una legge che permette l aborto, però cominciamo a meditare anche su questo. La ricerca sugli embrioni sarà possibile o non sarà possibile? Qualcuno ne prevede il divieto, altri la possibilità di ricerca solo a fine terapeutico, altri la limitano solamente a determinati casi; in Italia dovrebbe essere, secondo questo progetto, limitata solamente ai casi terapeutici. Tratterei l ultimo punto: quello della maternità surrogata (sarebbe il caso dell utero in affitto). Di chi è il figlio? Qualcuno ne prevede il divieto assoluto, altri invece, come gli inglesi, si limitano non tanto a vietare la maternità surrogata quanto solamente a prevedere un divieto di accordo commerciale in questo campo. In Italia comunque tutti sono d accordo sul fatto di vietare l utero in affitto. Ultimo aspetto: la possibilità di accesso ai dati del donatore. Come abbiamo detto ognuno si è regolamentato in maniera differente, qualcuno prevede la possibilità di accesso, altri la limitano solamente ad alcuni casi. In Italia non si sa francamente se decideranno o meno di permettere l accesso ai dati del donatore, cosa importante invece è che quando la coppia si recherà in uno dei centri in cui sarà possibile praticare la procreazione assistita, che saranno solamente, unicamente dei centri pubblici, non potrà successivamente disconoscere il figlio che nascerà. Anche se si affideranno alla procreazione eterologa quello che prevede il testo di legge approvato da quella famosa commissione di cui vi ho parlato è la non possibilità da parte della coppia comunque di disconoscere il figlio. don Adriano Celeghin: Le cose dette ci costringerebbero ad aprire un discorso molto ampio e molto articolato ma il tempo è breve e quindi mi limito a tre domande che sono però fondamentali: Come fare una valutazione morale? Perché fare una valutazione morale? Quale valutazione morale fare su questo tipo di problematiche? Anche il come è importante perché credo capiti a tutti noi di incontrare gente che dà valutazioni che non sono in sintonia con quello che pensiamo noi e la domanda che ci poniamo è: se la penso in un modo e un altro la pensa in maniera diversa da me, chi ha ragione? Se la valutazione è legata soltanto al singolo e soltanto alle sue emozioni è chiaro che si tratta di una valutazione provvisoria, limitata, forse falsa; questo costringe noi che valutiamo il comportamento umano perché valutare la morale vuol dire questo a cercare di uscire dalle nostre emozioni, dai nostri presupposti, dalle nostre vedute, per cercar di guardar dentro le cose, non partendo da come le percepiamo ma da come in effetti sono le cose. Perché? perché siamo portati o a chiuderci in quella che è stata la nostra esperienza (che può anche essere sbagliata) oppure a guardare all esito di una cosa sbagliata in sé che magari ha come risultato un bene; nel caso, la fecondazione artificiale ha come risultato la vita umana, non si può dire che la vita umana sia un male, però possono esserci tanti mali i quali portano anche a

5 questo bene, e la preoccupazione è proprio di vedere questo. Quali mali: se facciamo la valutazione scientifica di che cos è l embrione e sappiamo che per dare la vita attraverso la fecondazione artificiale a un uomo eliminiamo tanti embrioni dobbiamo interrogarci se questo effettivamente è un bene in sé. Sarà un bene per chi nasce, sarà forse un bene per quelli che vogliono questa vita, ma bisogna domandarsi se effettivamente questo sia un bene in sé. Qui abbiamo due piste particolarmente importanti perché si possa arrivare a fare una valutazione morale. La prima è quella della scienza, non le teorie ma la valutazione oggettiva, cioè la scienza che dica che cos è l embrione. Anche se il diritto non gli riconosce la personalità, non è ancora un soggetto di diritto perché la legge fa la valutazione a partire dalla quantità, l embrione è una realtà della persona umana che anche se non ha un volto, non ha un aspetto, non ha un nome, va comunque valutata, rispettata. Allora la prima illuminazione che ciascuno di noi deve avere è proprio quella della scienza, una scienza seria, corretta. La seconda è quella della fede. La fede dà una risposta in più ma non travolge la scienza, non dà qualcosa di diverso da quelle che sono conclusioni scientifiche corrette perché altrimenti la fede sarebbe in contrasto con la realtà e con la dignità umana. Se dico che la fede propone qualcosa di diverso dalla scienza faccio un giudizio sulla fede che è negativo e se fosse così non sarebbe da crederci; la fede illumina, è come un faro ben proiettato sul valore della scienza. Siamo in grado di portare avanti una valutazione giusta, fede e scienza, attraverso i competenti, non attraverso coloro i quali non conoscono il problema o non sanno portare avanti questa realtà e danno valutazioni provvisorie. Attraverso i competenti, le persone che conoscono il problema e che sono oneste davanti al problema, si deve arrivare alla ragione. Se la valutazione morale la faccio in proprio, è la mia ragione che deve valutare questo sostenuta da strumenti qualificati a partire dalla prospettiva scientifica. Dopo la ragione arriva anche la volontà, mi spinge ad agire nei confronti di questa realtà. Questo è fondamentale perché altrimenti non facciamo valutazioni morali ma emotive; dobbiamo guardare questo tipo di realtà, cercando di non distogliere mai lo sguardo da quello che è il contenuto o da quello che è il principio di determinate cose, altrimenti le nostre conclusioni sono conclusioni inadeguate, tante volte sbagliate. Perché una valutazione morale? Serve perché la scienza e la legge non perdano di vista l uomo. Altrimenti la scienza va per i fatti suoi, il diritto si limita ad alcune valutazioni di carattere quantitativo, emozionale, ma non a valutazioni di carattere morale. Una valutazione morale deve esserci perché scienza e legge non perdano di vista l uomo, quando perdono di vista l uomo possono fare le più grandi ingiustizie, certamente non nei nostri confronti, non nei confronti di quelli che sanno difendersi, ma dei più deboli di cui la società si deve occupare e di cui gli altri uomini devono dare valutazioni particolarmente precise. Sul perché illustrerei due aspetti: c è un rischio 5 morale forte e per evitare il rischio morale dobbiamo scrutare i concetti, dobbiamo guardare dentro le parole. Quali sono i rischi morali di questo tipo di problematiche? Il primo, il più evidente, è quello di fare dell uomo, della persona umana, una cosa: se lo si valuta a partire da queste tecniche, senza farsi determinate domande, l uomo diventa una cosa. Poi la si utilizza come una cosa, non c è più il rispetto per la persona, la si manipola come si vuole, la si adopera a seconda delle proprie prospettive, e attenzione che la manipolazione c è sia nei confronti degli embrioni che delle persone, dei genitori. Certamente non vengono manipolati fisicamente ma possono essere manipolati dal punto di vista di coscienza o dal punto di vista di informazione scientifica. Non so quante di quelle persone che vanno a chiedere la fecondazione artificiale vengono informati che c è questa super ovulazione, che vengono fecondate più cellule che rimangono li in attesa e poi vengono distrutte. Non so quanti accetterebbero questo tipo di impostazione. Un altro rischio morale forte è cambiare la valutazione morale a seconda del risvolto: per esempio il primo risvolto è quello quantitativo; la legge italiana prevede come limite i 3 mesi per l aborto, perché? perché dopo fa un po di impressione. La valutazione è soltanto di carattere quantitativo, mentre la valutazione morale non deve essere portata avanti in questi termini. O la valutazione di carattere economico; c è chi sostiene il fatto che possano esserci banche di embrioni dove ciascuno può andare ad ordinare il figlio: è una specie di adozione degli embrioni. Adesso che possono venderli danno agli embrioni anche la adottabilità; quelli che non saranno venduti saranno cellule che possiamo distruggere. Valutazione di carattere economico: dal momento che bisogna vendere prodotti cerchiamo anche di cambiare la valutazione, fin prima si diceva che erano cellule, adesso si comincia a dire sono adottabili: normalmente l adottabilità è attribuita alla persona umana. Abbiamo fatto felice una coppia perché gli abbiamo consentito la fecondazione assistita e non ci rendiamo conto che per quel tipo di intervento sono state distrutte altre vite. Un rischio morale grossissimo è quello di considerare la persona umana in prospettiva consumistica: il figlio viene visto, e questa è mentalità comune, come un investimento o come una perdita; non come una persona da accogliere, da amare, da difendere, che ci farà preoccupare. Un investimento o una perdita; oppure come status symbol, una prova della propria completezza e della propria misura, sono una persona feconda, non uno sterile; oppure ancora come una condizione posta: se mio figlio è sano, bello, alto, intelligente, lo voglio, altrimenti, se non è così, venga eliminato. Ecco perché dicevo che il rischio morale che sta sotto questo tipo di impostazione è quello di fare della persona, anche del proprio figlio, una cosa; o consentire che la società faccia delle persone, cose. Scrutare i concetti: non so se abbiate notato che Poles parlava di procreazione assistita mentre nel documento della chiesa leggo procreazione artificiale; c è una sfumatura di concetto dove l artificiale è intervento

6 di. Guardando ben dentro alle tecniche che ci sono state presentate in pratica non è il padre e la madre che danno la vita, è il medico che dà la vita; c è qualcosa di diverso, di sostanzialmente diverso, ecco perché è importante valutare anche i concetti, guardare il profilo terminologico alle cose. La manipolazione genetica interviene per correggere o per turbare o per togliere determinate realtà, e lo fa non sempre vedremo poi la valutazione morale di questo tipo di operazione in rispetto alla persona umana; tante volte, il termine manipolazione dice già qualcosa che non è proprio del tutto rispettoso, si interviene contro. Pensando alla clonazione bisogna domandarsi se l essere clonato, pecora, scimmia o altro, sia una realtà individuale diversa da colui dal quale è stata presa la cellula originale, perché questo è il problema che dobbiamo porre, oltre che l uso. Questo per quanto riguarda il profilo terminologico. Invece altro sono i gameti, altro è l embrione; c è una valutazione morale ben diversa a seconda che si tratti di embrione o a seconda che si tratti di gameti perché il gamete non è ancora la persona o l inizio della vita umana, è un elemento che serve alla vita ma non è ancora vita: per fare la valutazione morale bisogna aver chiara anche la distinzione; quando i due gameti si uniscono c è un qualcosa di diverso, non sono più due gameti e si comincia a parlare di embrione: è una realtà del tutto diversa; va detto con chiarezza perché se confondo questo o quelli con questo la mia valutazione sarà fuori strada. Altro discorso ancora è la valutazione di quello che è l atto umano e di quelle che sono le tecniche; io posso compiere, come uomo, atti che non sono umani: se picchio qualcuno e gli sparo dietro è un atto d uomo ma non è un atto umano perché il concetto dell atto umano implica qualcosa che segua quello che è la natura umana, il rapporto non conflittuale tra le persone; l atto umano è altra cosa dalla tecnica, l atto umano della fecondazione e la tecnica della fecondazione, son due cose ben diverse perché uno implica tutta una realtà personale, interpersonale in un contesto particolare, l altro la esclude; ancora, distinguere tra atto procreativo diretto e sostegno all atto procreativo; la fecondazione in vitro è un atto procreativo diretto, altri interventi che facilitino la procreazione, che aiutino, sono atti procreativi indiretti. Un altra cosa importante è conoscere per accogliere la finitezza umana: l uomo non è un Dio, l uomo non è colui che determina in maniera assoluta la sua vita nella vita degli altri; questo non riguarda soltanto il dare la vita ma qualsiasi altro aspetto della vita stessa, uno deve accogliere anche i suoi limiti e deve vivere con essi, anche con il limite della sterilità. Quale valutazione morale? Premessa, l ho già detto prima ma lo ripeto: ogni essere umano va accolto come un dono, il valore fondamentale è la vita umana, l uomo è valore positivo, sempre e comunque, anche se è frutto di violenza, anche se è frutto di questo tipo di operazioni. Quando è essere umano va accolto come essere umano, va difeso come essere umano, sempre e 6 comunque. Questo però non dice che comunque il procedimento per portare la vita umana sia sempre un procedimento rispettoso della vita umana. Una procreazione responsabile nei confronti del nascituro dev essere frutto di qualcosa di più di una tecnica di laboratorio. L uomo non è il risultato di una tecnica di laboratorio, altrimenti potremmo distruggere matrimonio, famiglia, relazioni interpersonali; l uomo non ha bisogno soltanto di vita, ha bisogno di contesto dignitoso di vita, da sempre. Nella procreazione artificiale ci sono più embrioniin gioco: compie un bene l uomo quando per dar la vita a uno distrugge altri embrioni? La risposta è scientifica: dal momento che nell embrione c è vita umana, questo dice la scienza, la conclusione morale è che nessuno ha diritto di sopprimerli e neanche di farne a migliaia e metterli lì in attesa che qualcuno li adotti o eliminarli quando cominciano a costarci troppo; la stessa cosa potrebbe valere per altre realtà umane e se la nostra società non cambia arriverà anche a questo, non soltanto a togliere prima ma anche dopo. Circa le due modalità, la fecondazione eterologa: capite che i genitori di questo figlio non sono tali, uno lo è, l altro non lo è, e ognuno ha il diritto di avere suo padre e sua madre, non la persona umana che ha il diritto di avere un figlio qualsiasi, se vuole averlo può seguire altri metodi rispettosi della persona umana. La relazione è questa: c è un significato umano nel discorso della paternità, non soltanto una ragione di carattere biologico ma qualcosa di umano che mette in relazione il figlio con i genitori e va rispettato anche in questa situazione. Non parliamo della maternità sostitutiva perché è collocare un figlio in una situazione ambigua. Sulla fecondazione omologa: i genitori restano tali quindi il discorso va per la questione di principio è più facile fare la valutazione morale su quella eterologa o sulla maternità sostitutiva perchè le radici della vita, o la radice del problema, sta nel matrimonio; è questo che dà senso alla vita dell uomo, e anche nell atto coniugale, quindi non in un matrimonio che va e una fecondazione che viene fuori in qualsiasi modo, ma anche nell atto coniugale che contiene due significati, quello unitivo e quello procreativo. Due significati inscindibili dal punto di vista morale perché la realtà del matrimonio e della famiglia chiedono questo; la radice sta sia nel senso del matrimonio, sia nell atto coniugale, ma anche nella dignità della persona umana. La persona umana non è risultato di tecniche ma di atti umani e l atto della procreazione deve sempre essere un atto umano, non un atto scientifico. Se si dissociano i gesti, quello unitivo e quello procreativo, la generazione della persona umana è oggettivamente privata della sua perfezione propria, manca qualcosa a questa realtà anche se, ripeto, ogni essere umano va accolto come un dono. La valutazione morale positiva della procreazione artificiale c è, ed è l unico caso, quando il mezzo tecnico non risulti sostitutivo dell atto coniugale, ci sia l atto coniugale e il medico intervenga per facilitare questo tipo di discorso, non al di fuori di questa realtà. Queste idee le potete trovare nell istruzione della

7 Congregazione per la Dottrina della Fede, capitolo secondo, nell evangelium vitae al numero 14, il riferimento fondamentale. Sulla manipolazione genetica: è un intervento sugli embrioni umani, trovate soprattutto al numero 63. La valutazione positiva della manipolazione genetica è: se viene utilizzata per tecniche diagnostiche prenatali, senza rischi sproporzionati per il bambino o per la madre; quindi se ci si accorge che c è una grave malattia, una malformazione, e si vuole intervenire e si può intervenire sul feto, sull embrione, è possibile farlo perché la modalità è quella di migliorare le condizioni di vita. Per tutto il resto, sperimentazione, fornitura di organi, di tessuti da trapiantare, aborto selettivo, c è la stessa valutazione morale dell aborto. Perché utilizzare l uomo per la sperimentazione è una gravissima offesa alla dignità dell uomo, anche se non si può difendere, anche se non è consapevole, anche se non reagisce perché non ha ancora il sistema nervoso. Sulla clonazione pongo soltanto alcune domande, che sono quelle che si pone anche in maniera implicita l istruzione, il clonato è un individuo o è fotocopia? Da quello che diceva Poles non è esattamente uguale anche se ha tutte le caratteristiche genetiche uguali. Non è uguale, non è la fotocopia, è un individuo, o è una realtà diversa nel caso della pecora anche se ha tutte le caratteristiche genetiche uguali. Allora ci può essere un individuo umano che non sia persona? Anche se ha le caratteristiche genetiche di un altra persona? Anche se ha le stesse caratteristiche genetiche di un altro, è la stessa cosa? La scienza dice di no, se la scienza dice di no, la morale deve tirare le sue conclusioni. 7

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina Traduzione 1 Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina (Convenzione sui diritti dell uomo e la biomedicina)

Dettagli

Il desiderio insoddisfatto di un figlio: le cause

Il desiderio insoddisfatto di un figlio: le cause Il desiderio insoddisfatto di un figlio: le cause Si parla di "sterilità" quando dopo un anno di rapporti sessuali regolari non è ancora intervenuta una gravidanza. Le cause di una mancanza di figli non

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

Uno più uno fa tre. Informazione assistita per proteggere e curare la fertilità

Uno più uno fa tre. Informazione assistita per proteggere e curare la fertilità Uno più uno fa tre di Informazione assistita per proteggere e curare la fertilità La formula della fertilità Esiste una stretta relazione tra fertilità e stili di vita: individui perfettamente sani dal

Dettagli

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Facoltà di Medicina Veterinaria Embriologia e Terapia Genica e Cellulare Le cellule staminali adulte:

Dettagli

Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT)

Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT) Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT) Fondamenti giuridici delle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento Numerosi sono i fondamenti normativi e di principio che stanno alla base del diritto

Dettagli

Ramón Lucas Lucas BIOETICA PER TUTTI

Ramón Lucas Lucas BIOETICA PER TUTTI Ramón Lucas Lucas BIOETICA PER TUTTI INTRODUZIONE Referenze iconografiche: Archivio San Paolo: Carmine 163; Giovannini 124c; Rolandi Fassio 130 Emilio Giannelli: copertina, 3, 9, 31, 32, 79, 113, 159 Alessandro

Dettagli

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI L argomento che tratterò è molto discusso in tutto il mondo. Per introdurlo meglio inizio a darvi alcune informazioni sul matrimonio omosessuale, il quale ha sempre

Dettagli

Castrazione e sterilizzazione

Castrazione e sterilizzazione Centro veterinario alla Ressiga Castrazione e sterilizzazione Indicazioni, controindicazioni, effetti collaterali ed alternative Dr. Roberto Mossi, medico veterinario 2 Castrazione e sterilizzazione Castrazione

Dettagli

CONSIGLIO D EUROPA CORTE EUROPEA DEI DIRITTI DELL UOMO

CONSIGLIO D EUROPA CORTE EUROPEA DEI DIRITTI DELL UOMO CONSIGLIO D EUROPA CORTE EUROPEA DEI DIRITTI DELL UOMO PRIMA SEZIONE CASO S. H. E ALTRI c. AUSTRIA (Ricorso n 57813/00) SENTENZA STRASBURGO 1 aprile 2010 Pendente alla Grande Camera domanda di deferimento

Dettagli

CHE COS E L EUTANASIA?

CHE COS E L EUTANASIA? CHE COS E L EUTANASIA? Che cosa si intende per eutanasia? Il termine eutanasia deriva dal greco: eu=buono, e thanatos=morte. Interpretato letteralmente quindi, esso significa: buona morte. Nel significato

Dettagli

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV)

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Questo è un documento di approfondimento sull HPV. Prima di leggerlo guardate le informazioni di base contenute in Alcune informazioni sull esame per il papilloma

Dettagli

Cos è un analisi genetica (test genetico)?

Cos è un analisi genetica (test genetico)? 12 Cos è un analisi genetica (test genetico)? Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra Luglio 2008 Questo lavoro è sponsorizzato dal Consorzio EU-FP6 EuroGentest,

Dettagli

Cos'é un test genetico predittivo?

Cos'é un test genetico predittivo? 16 Orientamenti bioetici per i test genetici http://www.governo.it/bioetica/testi/191199.html IL GARANTE PER LA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI Autorizzazione al trattamento dei dati genetici - 22 febbraio

Dettagli

Il valore dell analisi prenatale non invasiva (non-invasive prenatal testing, NIPT). Un supplemento per il flipbook del consulente genetico

Il valore dell analisi prenatale non invasiva (non-invasive prenatal testing, NIPT). Un supplemento per il flipbook del consulente genetico Il valore dell analisi prenatale non invasiva (non-invasive prenatal testing, NIPT). Un supplemento per il flipbook del consulente genetico Le NIPT utilizzano DNA libero. Campione di sangue materno DNA

Dettagli

Ereditarietà legata al cromosoma X

Ereditarietà legata al cromosoma X 16 Ereditarietà legata al cromosoma X Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra e dal Parco tecnologico di Londra IDEAS Genetic Knowledge Park in accordo alle

Dettagli

Cosa succede in un laboratorio di genetica?

Cosa succede in un laboratorio di genetica? 12 laboratori potrebbero utilizzare campioni anonimi di DNA per lo sviluppo di nuovi test, o condividerli con altri in quanto parte dei programmi di Controllo di Qualità, a meno che si chieda specificatamente

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

Differenziamento = Creazione cellule specializzate. Il tuo corpo ha bisogno delle cellule staminali

Differenziamento = Creazione cellule specializzate. Il tuo corpo ha bisogno delle cellule staminali Differenziamento = Creazione cellule specializzate Cos è una cellula staminale? Cosa mostra la foto Un pezzo di metallo e molti diversi tipi di viti. Dare origine a diversi tipi di cellule è un processo

Dettagli

Legge 22 maggio 1978, n. 194. Norme per la tutela sociale della maternità e sull interruzione volontaria della gravidanza

Legge 22 maggio 1978, n. 194. Norme per la tutela sociale della maternità e sull interruzione volontaria della gravidanza Legge 22 maggio 1978, n. 194 Norme per la tutela sociale della maternità e sull interruzione volontaria della gravidanza (Pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale Gazzetta Ufficiale del 22 maggio 1978, n. 140)

Dettagli

L analisi dei villi coriali

L analisi dei villi coriali 12 L analisi dei villi coriali Testo modificato dagli opuscoli prodotti dal Royal College of Obstetricians and Gynaecologists dell Ospedale Guy s and St Thomas di Londra. www.rcog.org.uk/index.asp?pageid=625

Dettagli

Test per portatori sani

Test per portatori sani 16 Test per portatori sani Tutti i nomi originali in questo opuscolo sono stati cambiati per proteggere l'identità degli intervistati. Queste informazioni sono state elaborate dal Genetic Interest Group.

Dettagli

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali LA RICERCA DI DIO Gradi della fede in Dio La maggior parte delle persone non sospetta nemmeno la reale esistenza di Dio, e naturalmente non s interessa molto a Dio. Ce ne sono altre che, sotto l influsso

Dettagli

La Famiglia La maggior parte delle Istituzioni religiose e politiche basa la struttura sociale dell Uomo sul Semplice racchiuso nel concetto di

La Famiglia La maggior parte delle Istituzioni religiose e politiche basa la struttura sociale dell Uomo sul Semplice racchiuso nel concetto di La Famiglia La maggior parte delle Istituzioni religiose e politiche basa la struttura sociale dell Uomo sul Semplice racchiuso nel concetto di famiglia, e stabilisce condizioni proprie per assegnare questa

Dettagli

POSIZIONE MATRIMONIALE

POSIZIONE MATRIMONIALE Mod. I Prot. n. DIOCESI DI PARROCCHIA Via Comune Cap Provincia POSIZIONE MATRIMONIALE GENERALITÀ Fidanzato Fidanzata Cognome e nome 1 Luogo e data di nascita Luogo e data di battesimo Religione Stato civile

Dettagli

Conferenza Episcopale Italiana. MESSAGGIO PER LA 37 a GIORNATA NAZIONALE PER LA VITA (1 febbraio 2015)

Conferenza Episcopale Italiana. MESSAGGIO PER LA 37 a GIORNATA NAZIONALE PER LA VITA (1 febbraio 2015) Conferenza Episcopale Italiana MESSAGGIO PER LA 37 a GIORNATA NAZIONALE PER LA VITA (1 febbraio 2015) SOLIDALI PER LA VITA «I bambini e gli anziani costruiscono il futuro dei popoli; i bambini perché porteranno

Dettagli

La mobilità sociale tra Stato e mercato

La mobilità sociale tra Stato e mercato La mobilità sociale tra Stato e mercato di Carlo Lottieri, Università di Siena Nella cultura contemporanea si tende a guardare alla mobilità sociale intesa quale possibilità di ascendere da una posizione

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

Fin dove andrà il clonaggio?

Fin dove andrà il clonaggio? Fin dove andrà il clonaggio? Mark Post, il padrone della sezione di fisiologia dell Università di Maastricht, nei Paesi Bassi, ha dichiarato durante una conferenza tenuta a Vancouver, in Canada, che aveva

Dettagli

Guida alle attività. Tutto sulle cellule staminali

Guida alle attività. Tutto sulle cellule staminali Guida alle attività è un attività da usare con studenti dagli 11 ai 14 anni o con più di 16 anni. Consiste in un set di carte riguardanti le conoscenze basilari sulle cellule staminali e sulle loro applicazioni

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

QUAL È LA CONCEZIONE DEL MATRIMONIO E DELLA FAMIGLIA NELLA FEDE CRISTIANA?

QUAL È LA CONCEZIONE DEL MATRIMONIO E DELLA FAMIGLIA NELLA FEDE CRISTIANA? QUAL È LA CONCEZIONE DEL MATRIMONIO E DELLA FAMIGLIA NELLA FEDE CRISTIANA? Che cos'è il matrimonio? È quella speciale comunione di vita e d'amore tra un uomo e una donna, in cui si attuano particolari

Dettagli

TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO

TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO di Sergio Mazzei Direttore dell Istituto Gestalt e Body Work TEORIA DEL SÉ Per organismo nella psicoterapia della Gestalt si intende l individuo che è in relazione con

Dettagli

Le leggi di Mendel esposte in modo ragionato e critico di Luciano Porta

Le leggi di Mendel esposte in modo ragionato e critico di Luciano Porta Le leggi di Mendel esposte in modo ragionato e critico di Luciano Porta Le tre leggi di Mendel, che descrivono la trasmissione dei caratteri ereditari da una generazione all altra, segnano l inizio della

Dettagli

SONDAGGIO sulle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (D.A.T. - "testamento biologico")

SONDAGGIO sulle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (D.A.T. - testamento biologico) SONDAGGIO sulle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (D.A.T. - "testamento biologico") effettuato tra i chirurghi italiani delle varie branche e delle diverse specialità per conto del Collegio Italiano

Dettagli

Ludovica Scarpa Che cos è la competenza sociale?

Ludovica Scarpa Che cos è la competenza sociale? Ludovica Scarpa Che cos è la competenza sociale? Come l intelligenza e l empatia, e un poco come tutte le caratteristiche che contraddistinguono gli esseri umani, anche la competenza sociale non è facile

Dettagli

unità B3. Le teorie sull evoluzione

unità B3. Le teorie sull evoluzione documentazione fossile è provata da embriologia comparata anatomia comparata biologia molecolare L evoluzione avviene per selezione naturale microevoluzione può essere macroevoluzione speciazione allopatrica

Dettagli

Potrei dire a quell attimo: fermati dunque, sei così bello! Goethe (Faust)

Potrei dire a quell attimo: fermati dunque, sei così bello! Goethe (Faust) IL TEMPO DI MENTINA Potrei dire a quell attimo: fermati dunque, sei così bello! Goethe (Faust) E tempo di occuparci di Mentina, la mia cuginetta che mi somiglia tantissimo; l unica differenza sta nella

Dettagli

UN NUOVO ASSETTO DELLE APERTURE A LIVELLO 2

UN NUOVO ASSETTO DELLE APERTURE A LIVELLO 2 Lezione 14 LE APERTURE A LIVELLO 2 UN NUOVO ASSETTO DELLE APERTURE A LIVELLO 2 Tutto parte da una considerazione statistica: 4 aperture (da a ) per descrivere mani di 21+ Punti rappresenta uno spreco in

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI UMANI. Preambolo

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI UMANI. Preambolo Il 10 dicembre 1948, l'assemblea Generale delle Nazioni Unite approvò e proclamò la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, il cui testo completo è stampato nelle pagine seguenti. Dopo questa solenne

Dettagli

Chi può prendere decisioni riguardo alla salute di un altra persona?

Chi può prendere decisioni riguardo alla salute di un altra persona? Chi può prendere decisioni riguardo alla salute di un altra persona? Nel Western Australia, la legge permette di redigere una dichiarazione anticipata di trattamento per stabilire quali cure si vogliono

Dettagli

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

Dall italiano alla logica proposizionale

Dall italiano alla logica proposizionale Rappresentare l italiano in LP Dall italiano alla logica proposizionale Sandro Zucchi 2009-10 In questa lezione, vediamo come fare uso del linguaggio LP per rappresentare frasi dell italiano. Questo ci

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO E DELL EDUCAZIONE SVILUPPO MORALE E SESSUALE. Docente: S. De Stasio

PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO E DELL EDUCAZIONE SVILUPPO MORALE E SESSUALE. Docente: S. De Stasio PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO E DELL EDUCAZIONE SVILUPPO MORALE E SESSUALE Docente: S. De Stasio Diverse dimensioni delle norme morali L acquisizione di una norma morale è un processo che contiene diverse

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato L amicizia tra uomo e donna. Questo tipo di relazione può esistere? Che rischi comporta?quali sono invece i lati positivi? L amicizia tra uomini e donne è possibile solo in età giovanile o anche dopo?

Dettagli

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO DEL 1948

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO DEL 1948 DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO DEL 1948 PREAMBOLO Considerato che il riconoscimento della dignità inerente a tutti i membri della famiglia umana, e dei loro diritti, uguali ed inalienabili,

Dettagli

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Contenuti: competenza lessicale: espressioni lessicali e metaforiche; competenza grammaticale: ripresa dei pronomi diretti e indiretti; competenza pragmatica:

Dettagli

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE un indagine demoscopica svolta da Astra Ricerche per Telefono Amico Italia con il contributo di Nokia Qui di seguito vengono presentati i principali risultati

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

La popolazione in età da 3 a 5 anni residente nel comune di Bologna. Giugno 2015

La popolazione in età da 3 a 5 anni residente nel comune di Bologna. Giugno 2015 La popolazione in età da 3 a 5 anni residente nel comune di Bologna Giugno 2015 La presente nota è stata realizzata da un gruppo di lavoro dell Area Programmazione, Controlli e Statistica coordinato dal

Dettagli

La ricerca non sperimentale

La ricerca non sperimentale La ricerca non sperimentale Definizione Ricerca osservazionale: : 1. naturalistica Ricerca osservazionale: : 2. osservatori partecipanti Ricerca d archiviod Casi singoli Sviluppo di teorie e verifica empirica

Dettagli

Andiamo più a fondo nella conoscenza del Sistema Solare

Andiamo più a fondo nella conoscenza del Sistema Solare Andiamo più a fondo nella conoscenza del Sistema Solare Come abbiamo visto nelle pagine precedenti il Sistema Solare è un insieme di molti corpi celesti, diversi fra loro. La sua forma complessiva è quella

Dettagli

Proposta di legge «Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT). Istituzione e accesso al Registro Regionale»

Proposta di legge «Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT). Istituzione e accesso al Registro Regionale» Proposta di legge «Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT). Istituzione e accesso al Registro Regionale» La proposta di legge «Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT). Istituzione e accesso

Dettagli

Dall italiano al linguaggio della logica proposizionale

Dall italiano al linguaggio della logica proposizionale Dall italiano al linguaggio della logica proposizionale Dall italiano al linguaggio della logica proposizionale Enunciati atomici e congiunzione In questa lezione e nelle successive, vedremo come fare

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

Linee Guida per La Consulenza nell Infertilità

Linee Guida per La Consulenza nell Infertilità ORDINE NAZIONALE DEGLI PSICOLOGI ITALIANI Consiglio Nazionale dell Ordine degli Psicologi Gruppo di Lavoro sulla Psicologia della Procreazione Assistita Manfredi Asero Angelo Gabriele Aiello Giuseppe Pozzi

Dettagli

Introduzione ai Microarray

Introduzione ai Microarray Introduzione ai Microarray Anastasios Koutsos Alexandra Manaia Julia Willingale-Theune Versione 2.3 Versione italiana ELLS European Learning Laboratory for the Life Sciences Anastasios Koutsos, Alexandra

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

Legislazione italiana ed europea a confronto

Legislazione italiana ed europea a confronto Legislazione italiana ed europea a confronto NATI INDESIDERATI Riconoscimento del nato e parto anonimo di Graziana Campanato 1 Filiazione legittima e naturale La nostra legislazione distingue la filiazione

Dettagli

È senz altro riduttivo definire il libro di Antonello Ciervo come un saggio introduttivo. Si

È senz altro riduttivo definire il libro di Antonello Ciervo come un saggio introduttivo. Si Università degli studi di Roma La Sapienza, Dipartimento di Economia e Diritto, 17 dicembre 2013. Seminario organizzato nell ambito del Dottorato di Diritto pubblico dell economia dell Università degli

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

Stadio della socializzazione, identità e immaginazione (3-6 anni) Dott.ssa Maria Cristina Theis

Stadio della socializzazione, identità e immaginazione (3-6 anni) Dott.ssa Maria Cristina Theis Stadio della socializzazione, identità e immaginazione (3-6 anni) Dott.ssa Maria Cristina Theis Obiettivo dell incontro - Descrivere la fase evolutiva del bambino (fase 3-6 anni). - Attivare un confronto

Dettagli

Lo statuto teologico dell embrione

Lo statuto teologico dell embrione Lo statuto teologico dell embrione ----- + Jean LAFFITTE ----- 22 marzo 2014 ----- Mi sia permesso, nel momento di introdurre questa riflessione, di evocare un ricordo personale. Si tratta di quando iniziò,

Dettagli

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Il primo maggio 2015 si inaugura a Milano l EXPO, un contenitore di tematiche grandi come l universo: "Nutrire il pianeta. Energia per la vita. Una

Dettagli

Modificazioni dello spazio affettivo nel ciclo di vita

Modificazioni dello spazio affettivo nel ciclo di vita Modificazioni dello spazio affettivo nel ciclo di vita di Francesca Battisti Come gestiamo le nostre emozioni? Assistiamo ad esse passivamente o le ignoriamo? Le incoraggiamo o le sopprimiamo? Ogni cultura

Dettagli

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità Introduzione AIAS Bologna onlus, in collaborazione con altre organizzazioni europee, sta realizzando un progetto che intende favorire lo sviluppo di un ambiente positivo nelle famiglie dei bambini con

Dettagli

Presentazione ai Dirigenti Scolastici

Presentazione ai Dirigenti Scolastici Il Progetto Adolescenza del Lions Quest International Presentazione ai Dirigenti Scolastici La scuola sta vivendo, da alcuni anni, un periodo molto complesso Potersi dotare di strumenti che facilitino

Dettagli

La ricerca empirica: una definizione

La ricerca empirica: una definizione Lucido 35/51 La ricerca empirica: una definizione La ricerca empirica si distingue da altri tipi di ricerca per tre aspetti (Ricolfi, 23): 1. produce asserti o stabilisce nessi tra asserti ipotesi teorie,

Dettagli

La Banca del seme più grande del mondo

La Banca del seme più grande del mondo La Banca del seme più grande del mondo Un sogno che diventa realtà Tutto iniziò con uno strano sogno riguardante seme congelato. Oggi, la Cryos International - Danimarca è la più grande banca del seme

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

NORME GENERALI PRINCIPI ETICI REGOLAMENTO INTERNO 2013 1

NORME GENERALI PRINCIPI ETICI REGOLAMENTO INTERNO 2013 1 REGOLAMENTO INTERNO 2013 1 NORME GENERALI Art. 1 Validità del regolamento interno Il presente regolamento, derivante dai principi espressi dallo Statuto da cui discende, rappresenta le regole e le concrete

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL REGISTRO DELLE DICHIARAZIONI ANTICIPATE RELATIVE AI TRATTAMENTI SANITARI (TESTAMENTO BIOLOGICO)

REGOLAMENTO PER IL REGISTRO DELLE DICHIARAZIONI ANTICIPATE RELATIVE AI TRATTAMENTI SANITARI (TESTAMENTO BIOLOGICO) CITTÀ DI OZIERI PROVINCIA DI SASSARI REGOLAMENTO PER IL REGISTRO DELLE DICHIARAZIONI ANTICIPATE RELATIVE AI TRATTAMENTI SANITARI (TESTAMENTO BIOLOGICO) Approvato con Delibera del Consiglio Comunale nr.

Dettagli

Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi

Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi Lettera pastorale per la Quaresima 2012 di Mons. Dr. Vito Huonder Vescovo di Coira Questa Lettera pastorale va letta in chiesa

Dettagli

Regolamento per il registro delle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (D.A.T.)

Regolamento per il registro delle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (D.A.T.) Regolamento per il registro delle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (D.A.T.) Approvato con deliberazione di Consiglio comunale n. 29 del 09.06.2014 I 20099 Sesto San Giovanni (MI), Piazza della Resistenza,

Dettagli

NOSTRO SIGNORE. Is 45, 1 7 Sal 146 (145) At 2, 29 36 Gv 21, 5 7

NOSTRO SIGNORE. Is 45, 1 7 Sal 146 (145) At 2, 29 36 Gv 21, 5 7 NOSTROSIGNORE Is45,1 7 Sal146(145) At2,29 36 Gv21,5 7 Tra gli elementi costitutivi dell'esistenza umana, la dipendenza dell'uomo daun'autoritàè unfattoincontrovertibile. L'aggettivosostantivatokyriossignifica:

Dettagli

LA PATOLOGIA DEL SE NEI DISTURBI DI PERSONALITA. Dr.ssa Anita Casadei Ph.D

LA PATOLOGIA DEL SE NEI DISTURBI DI PERSONALITA. Dr.ssa Anita Casadei Ph.D LA PATOLOGIA DEL SE NEI DISTURBI DI PERSONALITA Dr.ssa Anita Casadei Ph.D L istanza psichica del Sé è il cardine centrale della teoria di Kohut, u Quale totalità psichica che si sviluppa e si consolida

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

Informazione, Consenso/dissenso e DAT (dichiarazioni anticipate di trattamento) nel nuovo C.D.M. del 18.05.14

Informazione, Consenso/dissenso e DAT (dichiarazioni anticipate di trattamento) nel nuovo C.D.M. del 18.05.14 Informazione, Consenso/dissenso e DAT (dichiarazioni anticipate di trattamento) nel nuovo C.D.M. del 18.05.14 Varenna - 27.09.2014 a cura dr. S. Fucci - giurista e bioeticista - sefucci@tiscali.it La relazione

Dettagli

L educazione non formale e l apprendimento interculturale. Info days

L educazione non formale e l apprendimento interculturale. Info days L educazione non formale e l apprendimento interculturale Info days Roma, 16 novembre 2009 Una donna portò suo figlio a vedere Gandhi, il quale le chiese il motivo della sua presenza. Vorrei che mio figlio

Dettagli

LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto. LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto

LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto. LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto LA PROGETTAZIONE 1 LA PROGETTAZIONE Oggi il raggiungimento di un obiettivo passa per la predisposizione di un progetto. Dal mercato al terzo settore passando per lo Stato: aziende, imprese, organizzazioni,

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

LA COMUNICAZIONE VERBALE E NON VERBALE. MODALITÀ DI COMUNICAZIONE EFFICACE ED INEFFICACE

LA COMUNICAZIONE VERBALE E NON VERBALE. MODALITÀ DI COMUNICAZIONE EFFICACE ED INEFFICACE LA COMUNICAZIONE VERBALE E NON VERBALE. MODALITÀ DI COMUNICAZIONE EFFICACE ED INEFFICACE LA COMUNICAZIONE La comunicazione è una condizione essenziale della vita umana e dell ordinamento sociale, poiché

Dettagli

DIRITTO A CONOSCERE LE ORIGINI

DIRITTO A CONOSCERE LE ORIGINI DIRITTO A CONOSCERE LE ORIGINI Sommario: 1. Premessa.- 2. Promozione dei diritti del minore: statuto costituzionale e legislazione ordinaria a confronto. Principio di responsabilità per il fatto della

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI Riconoscendo che i diritti sessuali sono essenziali per l ottenimento del miglior standard di salute sessuale raggiungibile, la World Association for Sexual Health (WAS):

Dettagli

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore!

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! oppure La Pubblicità su Google Come funziona? Sergio Minozzi Imprenditore di informatica da più di 20 anni. Per 12 anni ha lavorato

Dettagli

Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale)

Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale) Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale) 1. Definisco l obiettivo e la relazione epidemiologica che voglio studiare 2. Definisco la base dello studio in modo che vi sia massimo contrasto

Dettagli

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Crescere un bambino Indaco o Cristallo è un privilegio speciale in questo momento di turbolenze e cambiamenti. Come genitori, state contribuendo

Dettagli

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO 1. Il bambino sviluppa il senso dell identità personale, è consapevole delle proprie esigenze e dei propri sentimenti, sa controllarli ed esprimerli in modo adeguato

Dettagli

PROGETTO MULTIDISCIPLANARE di PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA (PMA) e GENITORIALITA RESPONSABILE PER le COPPIE con INFEZIONE DA HIV/HCV

PROGETTO MULTIDISCIPLANARE di PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA (PMA) e GENITORIALITA RESPONSABILE PER le COPPIE con INFEZIONE DA HIV/HCV Arcispedale S. Maria Nuova Dipartimento Ostetrico Ginecologico e Pediatrico Prof. Giovanni Battista La Sala - Direttore PROGETTO MULTIDISCIPLANARE di PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA (PMA) e GENITORIALITA

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

Il Comitato dei Ministri, ai sensi dell'articolo 15.b dello Statuto del Consiglio d'europa,

Il Comitato dei Ministri, ai sensi dell'articolo 15.b dello Statuto del Consiglio d'europa, CONSIGLIO D EUROPA Raccomandazione CM/REC(2014) 3 del Comitato dei Ministri agli Stati Membri relativa ai delinquenti pericolosi (adottata dal Comitato dei Ministri il 19 febbraio 2014 nel corso della

Dettagli

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione John Dewey Le fonti di una scienza dell educazione educazione 1929 L educazione come scienza indipendente Esiste una scienza dell educazione? Può esistere una scienza dell educazione? Ṫali questioni ineriscono

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli