Master sulla Revisione negli Enti Locali

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Master sulla Revisione negli Enti Locali"

Transcript

1 Master sulla Revisione negli Enti Locali A) PRIMA GIORNATA Data: 24 ottobre 2013 Durata: 7 ore dalle 9:00 alle 17:00 ( 14:00-15:00 pranzo) Introduzione al master: Dott. Luigi Pezzullo, Presidente Commissione Enti Locali dell ODCEC di Caserta Primo intervento: Il quadro di riferimento per le società partecipate dagli enti locali Presupposti costitutivi e moduli societari e gestionali. I modelli societari (partecipati da soggetti pubblici) ammessi dall ordinamento comunitario: le società in rapporto di in house providing e le società miste con socio privato operativo. I requisiti per l affidamento di servizi in house providing a società: i parametri per il controllo analogo e per la prevalenza dell attività a favore degli enti soci. I requisiti per le società miste: i parametri del partenariato pubblico privato di tipo istituzionale (PPPI). Cooperazione pubblico-pubblico cenni. I moduli non conformi all ordinamento comunitario. Le società per la gestione di servizi pubblici locali Il quadro normativo italiano: sintesi dell evoluzione normativa; la disciplina applicabile (il regime transitorio previsto dall art. 34 del D.L. 179/2012 e i principi comunitari); le principali differenze rispetto alle discipline previgenti. La differenza tra i servizi pubblici locali e i servizi strumentali. Le disposizioni generali e specifiche inerenti le società che gestiscono servizi pubblici locali. La pubblicizzazione obbligatoria degli affidamenti di servizi pubblici locali a società partecipate. Le principali criticità inerenti gli affidamenti di servizi pubblici locali in house o a società miste. Docente: Avv. Alice Volino esperta in diritto amministrativo e comunitario, in particolare nel settore degli appalti pubblici e nel settore del diritto della concorrenza.

2 Secondo intervento: Le modalità di affidamento Le particolarità inerenti l affidamento dei servizi pubblici locali a rete (es. rifiuti o trasporto pubblico locale), con riferimento agli enti di governo degli ambiti o dei bacini territoriali ottimali. L affidamento dei servizi pubblici con gara. La scelta della procedura (appalti o concessioni) ai sensi del codice dei contratti pubblici. Le discipline settoriali inerenti gli affidamenti di servizi pubblici locali particolari (distribuzione gas, energia, farmacie). I settori speciali: la Parte V del codice dei contratti pubblici e la Parte III del regolamento sui settori speciali. Docente: Avv. Alfredo Cincotti esperto in materia di project finance nei progetti per infrastrutture nei settori: I vincoli alle società pubbliche Terzo intervento: L art. 13 D.L. 223/2006 ( Decreto Bersani ) sulle società strumentali. L art. 3, comma 27, L. 244/2007 ( Finanziaria 2008 ) sulle società strettamente necessarie. L art. 14 comma 32 del D.L. 78/2010 ( D.L. 78 ), sul divieto di costituzione e mantenimento delle società nei Comuni fino a abitanti e da a L art. 4 D.L. 95/2012 e ss.mm.ii., c.d. Spending review. Il Patto di stabilità interno e il patto di stabilità ah hoc per le società in house. Le spese di personale e vincoli assunzionali. L art. 3 del D.L. 174/2012 di modifica del TUEL sul rafforzamento controlli partecipate. Docente: Avv. Alice Volino esperta in diritto amministrativo e comunitario, in particolare nel settore degli appalti pubblici e nel settore del diritto della concorrenza.

3 I limiti e i vincoli relativi all assetto organizzativo Quarto intervento: L obbligo per le società partecipate di acquisire beni e servizi nel rispetto del codice dei contratti pubblici. Modalità di acquisizione di beni e servizi secondo la disciplina degli appalti. Gli acquisti di beni e servizi in economia. Le convenzioni Consip. Casistica giurisprudenziale e prassi Pronunce rilevanti: Corte di Giustizia UE, TAR/CdS, Corte dei Conti, Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di servizi e forniture, Autorità garante per la concorrenza e per il mercato. Docente: Avv. Alfredo Cincotti esperto in materia di project finance nei progetti per infrastrutture nei settori: Le possibili linee di sviluppo della materia. Le indicazioni orientate verso l apertura al mercato. Conclusioni: Docenti: Avv. Alfredo Cincotti esperto in materia di project finance nei progetti per infrastrutture nei settori: Avv. Alice Volino esperta in diritto amministrativo e comunitario, in particolare nel settore degli appalti pubblici e nel settore del diritto della concorrenza.

4 B ) SECONDA GIORNATA Data: 25 ottobre 2013 Durata: 7 ore dalle 9:00 alle 17:00 (13:00-14:00 pranzo) Introduzione al master: Dott. Giovanni Marrone, Componente Commissione Enti Locali dell ODCEC di Caserta; Primo intervento: Il quadro delle società pubbliche e dei servizi pubblici locali (servizi strumentali in Italia: strumenti e modalità di valorizzazione Panoramica sulle società partecipate in Italia: consistenza, principali settori e ambiti di attività, criticità e incidenza sui conti pubblici. Le operazioni societarie per la valorizzazione delle società alla luce dei vincoli normativi in essere: dismissione, liquidazione e modelli aggregativi. Strumenti e modalità di gestione del percorso di riordino fra vincoli normativi, criticità politiche (personale) ed efficientamenti: presentazione di un caso pratico. L impianto derogatorio per le società di servizi strumentali: la richiesta di parere all AGCM. Le procedure ad evidenza pubblica per la gestione dei servizi pubblici locali: La definizione dei requisiti: la definizione ex ante dei competitor; La definizione dei livelli di qualità del servizio; L allocazione del rischio d impresa (concessione vs appalto); La definizione della base d asta: tra asimmetrie informative e necessità di definire un utile ragionevole per l impresa; Le possibili modalità di remunerazione del gestore privato; Le principali criticità: il mantenimento dei livelli occupazionali, la qualità del servizio; la coerenza con le politiche e il subentro. Docenti: Dott. Carmelo Bonaccorso economista, project leader SCS. Esperto in analisi economiche ed organizzative a supporto di processi di esternalizzazione, privatizzazioni e PPP di servizi pubblici locali e servizi strumentali. Ha condotto, in qualità di capo progetto, progetti per il rafforzamento dei livelli di trasparenza e controllo per EE LL, Regioni e Società partecipate. Dott. Filippo Corradini economista, senior consultant SCS. Esperto in analisi di politiche pubbliche ha partecipato a svariati progetti sul rafforzamento dei livelli di trasparenza e controllo per EELL, Regioni e Società partecipate. Secondo intervento: Sistemi e modelli per il controllo delle società partecipate: dal D.L. 174/2012 al Piano triennale di prevenzione della corruzione La normativa di riferimento: dal D.L. 174/2012 al Piano nazionale anticorruzione (cenni); Il sistema dei controlli sulle società partecipate:

5 Il controllo strategico sulle società partecipate: dalle politiche pubbliche locali ai Piani industriali e strategici delle società partecipate (e alla valutazione della loro dirigenza); Controllo di gestione e società partecipate; La qualità del servizio erogato: livelli di qualità del servizio, sistema delle penali e strumenti di misurazione (customer satisfaction management) Il sistema anticorruzione: Il sistema previsto dalla Legge 190/2012; Il doppio volto delle società partecipate: D. Lgs. 231/2001 o L. 190/2012? Le possibili strade per l integrazione dei due strumenti. Docente: Dott. Filippo Corradini economista, senior consultant SCS. Esperto in analisi di politiche pubbliche ha partecipato a svariati progetti sul rafforzamento dei livelli di trasparenza e controllo per EELL, Regioni e Società partecipate. Verifica di fine corso 14 TEST a domanda multipla con 60 minuti di tempo e soglia del 75% Il master è valido ai fini della Formazione Professionale Continua degli iscritti all Ordine dei Dottori Commercialisti e degli esperti Contabili ( n. 14 crediti)

NOTA INTERPRETATIVA. Prologo

NOTA INTERPRETATIVA. Prologo NOTA INTERPRETATIVA Prime osservazioni sull affidamento dei servizi pubblici locali e sulla tariffa del servizio idrico integrato in esito al referendum abrogativo del 12 e 13 giugno 2011. Prologo In seguito

Dettagli

- Gli interessi pubblici rilevanti: dalla tutela della concorrenza al contenimento della spesa pubblica passando per l imparzialità amministrativa

- Gli interessi pubblici rilevanti: dalla tutela della concorrenza al contenimento della spesa pubblica passando per l imparzialità amministrativa Calendario Corso Corso di formazione sulle Società pubbliche 1^ EDIZIONE ROMA I 19 gennaio ARGOMENTI Introduzione al tema. Tipi societari - Scopo lucrativo in senso oggettivo e fine pubblico - Società

Dettagli

Nuove modalità per la concessione di servizi e lavori nella P.A.

Nuove modalità per la concessione di servizi e lavori nella P.A. Nuove modalità per la concessione di servizi e lavori nella P.A. Criticità e soluzioni giurisprudenziali Bergamo Milano Avv. Enzo Adamo Partenariato Pubblico Privato: criticità ed opportunità Il Partenariato

Dettagli

IL REVISORE DEI CONTI DEGLI ENTI LOCALI

IL REVISORE DEI CONTI DEGLI ENTI LOCALI MASTER 2014 livello avanzato IL REVISORE DEI CONTI DEGLI ENTI LOCALI LA FORMAZIONE PROFESSIONALE NECESSARIA PER L ISCRIZIONE ED IL MANTENIMENTO DELLA STESSA NEGLI ELENCHI DELLA PREFETTURA (CREDITI FORMATIVI

Dettagli

COME INTERVENIRE SUGLI IMPIANTI IN UNA VISIONE GLOBALE DELLA CITTÀ:

COME INTERVENIRE SUGLI IMPIANTI IN UNA VISIONE GLOBALE DELLA CITTÀ: COME INTERVENIRE SUGLI IMPIANTI IN UNA VISIONE GLOBALE DELLA CITTÀ: DAL DESIGN AL RISPARMIO ENERGETICO, DALLA DEFINIZIONE DELLA STRATEGIA DI GARA ALLA GESTIONE DELLA PROCEDURA Filippo Corradini SCS Consulting

Dettagli

SERVIZI PUBBLICI LOCALI DI RILEVANZA ECONOMICA

SERVIZI PUBBLICI LOCALI DI RILEVANZA ECONOMICA SERVIZI PUBBLICI LOCALI DI RILEVANZA ECONOMICA Relazione illustrativa delle ragioni e della sussistenza dei requisiti previsti per la forma di affidamento prescelta (ex D.L. 18 ottobre 2012 n. 179, art.

Dettagli

IL REVISORE DEI CONTI DEGLI ENTI LOCALI

IL REVISORE DEI CONTI DEGLI ENTI LOCALI MASTER 2014 IL REVISORE DEI CONTI DEGLI ENTI LOCALI LA FORMAZIONE PROFESSIONALE NECESSARIA PER L ISCRIZIONE ED IL MANTENIMENTO DELLA STESSA NEGLI ELENCHI DELLA PREFETTURA (CREDITI FORMATIVI VALIDI PER

Dettagli

Giornata di studio sui servizi pubblici locali e sulle società partecipate degli enti locali.

Giornata di studio sui servizi pubblici locali e sulle società partecipate degli enti locali. Giornata di studio sui servizi pubblici locali e sulle società partecipate degli enti locali. Verona, 13 giugno 2013 Alberto Barbiero in collaborazione con SCS Azioninnova Il quadro generale di riferimento

Dettagli

IL REVISORE DEI CONTI DEGLI ENTI LOCALI

IL REVISORE DEI CONTI DEGLI ENTI LOCALI MASTER 2014 IL REVISORE DEI CONTI DEGLI ENTI LOCALI LA FORMAZIONE PROFESSIONALE NECESSARIA PER L ISCRIZIONE ED IL MANTENIMENTO DELLA STESSA NEGLI ELENCHI DELLA PREFETTURA (CREDITI FORMATIVI VALIDI PER

Dettagli

La Giornata dei Contratti Pubblici

La Giornata dei Contratti Pubblici La Giornata dei Contratti Pubblici Castel Mareccio Bolzano 10 aprile 2015 La nuova Direttiva concessioni 2014/23/UE e l impatto nell ordinamento nazionale MASSIMO RICCHI Mercato del PPP Mercato complessivo

Dettagli

Illuminazione pubblica quale infrastruttura per lo sviluppo della smart city. Inquadramento giuridico della pubblica illuminazione

Illuminazione pubblica quale infrastruttura per lo sviluppo della smart city. Inquadramento giuridico della pubblica illuminazione Con il patrocinio di Illuminazione pubblica quale infrastruttura per lo sviluppo della smart city Inquadramento giuridico della pubblica illuminazione Avv. Pasquale Cristiano M2M Forum 2014 Milano c/o

Dettagli

Il recepimento della Direttiva Concessioni (2014/23/UE): l in house providing e il rinnovo dei rapporti esistenti

Il recepimento della Direttiva Concessioni (2014/23/UE): l in house providing e il rinnovo dei rapporti esistenti Il recepimento della Direttiva Concessioni (2014/23/UE): l in house providing e il rinnovo dei rapporti esistenti Roma, 9 marzo 2015 Camera dei Deputati I numeri delle partecipate I risultati dello studio

Dettagli

Calendario Corso Diploma di esperto in appalti pubblici

Calendario Corso Diploma di esperto in appalti pubblici Calendario Corso Diploma di esperto in appalti pubblici 1^ EDIZIONE CASERTA I giorno 9 settembre 2015 II giorno 10 settembre 2015 ARGOMENTI L obiettivo della regolazione: gli aspetti giuridici Normativa

Dettagli

INDICE SOMMARIO CAPITOLO SECONDO IL PROJECT FINANCE NEL SISTEMA GIURIDICO ITALIANO. Sezione I LA NORMATIVA IN MATERIA DI LAVORI PUBBLICI

INDICE SOMMARIO CAPITOLO SECONDO IL PROJECT FINANCE NEL SISTEMA GIURIDICO ITALIANO. Sezione I LA NORMATIVA IN MATERIA DI LAVORI PUBBLICI INDICE SOMMARIO CAPITOLO PRIMO IL PROJECT FINANCING OVVERO FINANZA DI PROGETTO. INQUADRAMENTO GENERALE 1. Introduzione... Pag. 1 2. Nozione del Project Financing...» 2 3. Origini storiche del Project Financing...»

Dettagli

Meccanismi di finanziamento delle infrastrutture idriche

Meccanismi di finanziamento delle infrastrutture idriche Meccanismi di finanziamento delle infrastrutture idriche Roma 12 luglio 2005 Gabriele Pasquini Unità tecnica Finanza di Progetto 1 Introduzione Premesse La situazione della finanza pubblica ed i vincoli

Dettagli

LA REVISIONE E L ARMONIZZAZIONE CONTABILE NEGLI ENTI LOCALI: come strutturare i controlli a fronte della nuova architettura contabile

LA REVISIONE E L ARMONIZZAZIONE CONTABILE NEGLI ENTI LOCALI: come strutturare i controlli a fronte della nuova architettura contabile Corso di formazione 2014 LA REVISIONE E L ARMONIZZAZIONE CONTABILE NEGLI ENTI LOCALI: come strutturare i controlli a fronte della nuova architettura contabile Ferrara 3 e 10 ottobre 2014 Iscrizioni entro

Dettagli

La nuova disciplina dell in-house

La nuova disciplina dell in-house Direttiva Appalti 24/2014/UE L analisi delle Regioni Sala Consiglio Palazzo della Cooperazione Roma 9 giugno 2015 La nuova disciplina dell in-house Direttiva V Corte Europea di Giustizia? MASSIMO RICCHI

Dettagli

Finanza di progetto e partenariato pubblico privato

Finanza di progetto e partenariato pubblico privato All. A Presidenza del Consiglio dei Ministri SCUOLA SUPERIORE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Programma di Empowerment delle amministrazioni pubbliche del Mezzogiorno Corso Finanza di progetto e partenariato

Dettagli

PREMESSO; all.b RITENUTO:

PREMESSO; all.b RITENUTO: PREMESSO; - che con atto pubblico redatto dal Notaio dott. Pietro Caserta il 30/3/1998 - repertorio n. 126685, raccolta 11201 è stata costituita la società mista PicenAmbiente Spa a seguito di espletamento

Dettagli

PPP e Pubblica Amministrazione profili operativi

PPP e Pubblica Amministrazione profili operativi DIPE Unità Tecnica Finanza di Progetto PPP e Pubblica Amministrazione profili operativi MASTER DIFFUSO Roma, 12-15 15 Maggio 2008 1 UTFP : Linee di attività L Unità Tecnica Finanza di Progetto (UTFP) è

Dettagli

ALLEGATI ALLA RELAZIONE DEL 1^ SEMESTRE 2014 SUL CONTROLLO DI REGOLARITA AMMINISTRATIVA

ALLEGATI ALLA RELAZIONE DEL 1^ SEMESTRE 2014 SUL CONTROLLO DI REGOLARITA AMMINISTRATIVA ALLEGATI ALLA RELAZIONE DEL 1^ SEMESTRE 2014 SUL CONTROLLO DI REGOLARITA AMMINISTRATIVA (art. 5, comma 8, Regolamento d ente sul sistema dei controlli) 1 di51 INDICE ALLEGATI 1. Linee Guida n. 11 Affidamenti

Dettagli

www.cipecomitato.it/it/documenti/finanza_di_progetto_100_domande_e_risposte.pdf

www.cipecomitato.it/it/documenti/finanza_di_progetto_100_domande_e_risposte.pdf www.cipecomitato.it/it/documenti/finanza_di_progetto_100_domande_e_risposte.pdf 22 19 CHE COS È IL PROJECT FINANCING? Per Project Financing (PF Finanza di Progetto) si intende il finanziamento di un progetto

Dettagli

Insieme per crescere

Insieme per crescere Insieme per crescere Gli strumenti giuridici compatibili con il Patto di Stabilità e la strutturazione di un Progetto Dal Contratto di PPP al finanziamento Svenja Bartels, Anna Maria Desiderà Rödl & Partner

Dettagli

MASTER IN APPALTI PUBBLICI Milano, dal 15 novembre 2013 al 21 febbraio 2014

MASTER IN APPALTI PUBBLICI Milano, dal 15 novembre 2013 al 21 febbraio 2014 MASTER IN APPALTI PUBBLICI Milano, dal 15 novembre 2013 al 21 febbraio 2014 Obiettivi e struttura del Master Il settore dei contratti e degli appalti pubblici è stato oggetto negli ultimi anni di una serie

Dettagli

AGENZIA REGIONALE CENTRALE ACQUISTI

AGENZIA REGIONALE CENTRALE ACQUISTI AGENZIA REGIONALE CENTRALE ACQUISTI Il modello lombardo per l ottimizzazione degli acquisti nella Pubblica Amministrazione Milano, gennaio 2014 I N D I C E C O N T E S T O D I R I F E R I M E N T O C E

Dettagli

IL REVISORE DEI CONTI DEGLI ENTI LOCALI

IL REVISORE DEI CONTI DEGLI ENTI LOCALI MASTER 2014 IL REVISORE DEI CONTI DEGLI ENTI LOCALI LA FORMAZIONE PROFESSIONALE NECESSARIA PER L ISCRIZIONE ED IL MANTENIMENTO DELLA STESSA NEGLI ELENCHI DELLA PREFETTURA (CREDITI FORMATIVI VALIDI PER

Dettagli

LA QUALITA NELL OPERA PUBBLICA WORKSHOP VARIANTE DI CANALI. 5 GIUGNO 2015 PROVINCIA DI REGGIO EMILIA Dott.ssa Silvia Signorelli

LA QUALITA NELL OPERA PUBBLICA WORKSHOP VARIANTE DI CANALI. 5 GIUGNO 2015 PROVINCIA DI REGGIO EMILIA Dott.ssa Silvia Signorelli LA QUALITA NELL OPERA PUBBLICA WORKSHOP VARIANTE DI CANALI 5 GIUGNO 2015 PROVINCIA DI REGGIO EMILIA Dott.ssa Silvia Signorelli DIRITTO COMUNITARIO Principi trattato - Direttive PRINCIPI GENERALI IL QUADRO

Dettagli

SE.AM. SERVIZI AMPEZZO UNIPERSONALE S.R.L.

SE.AM. SERVIZI AMPEZZO UNIPERSONALE S.R.L. SE.AM. SERVIZI AMPEZZO UNIPERSONALE S.R.L. DETERMINAZIONE DELL AMMINISTRATORE UNICO N 6/14 Cortina d Ampezzo, 10 aprile 2014 OGGETTO: INDIRIZZI IN MATERIA DI POLITICHE ASSUNZIONALI E DI GESTIONE DEL PERSONALE

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Nota introduttiva... Pag. V. Capitolo I INTRODUZIONE AL DIRITTO DELL ENERGIA

INDICE SOMMARIO. Nota introduttiva... Pag. V. Capitolo I INTRODUZIONE AL DIRITTO DELL ENERGIA Nota introduttiva... Pag. V PARTE GENERALE Capitolo I INTRODUZIONE AL DIRITTO DELL ENERGIA 1. Il «diritto dell energia» e ambito della trattazione... Pag. 3 2. Il mercato energetico e la relativa legislazione

Dettagli

Le liberalizzazioni. Corso di Economia Industriale a.a. 2009/10 - Università di Bologna. L esperienza italiana e il caso del settore elettrico

Le liberalizzazioni. Corso di Economia Industriale a.a. 2009/10 - Università di Bologna. L esperienza italiana e il caso del settore elettrico Le liberalizzazioni L esperienza italiana e il caso del settore elettrico Corso di Economia Industriale a.a. 2009/10 - Università di Bologna Dr. Stefano Verde Ph.D in Diritto ed Economia, LL.M in Competition

Dettagli

IL REVISORE DEI CONTI DEGLI ENTI LOCALI

IL REVISORE DEI CONTI DEGLI ENTI LOCALI MASTER 2015 IL REVISORE DEI CONTI DEGLI ENTI LOCALI LA FORMAZIONE PROFESSIONALE NECESSARIA PER L ISCRIZIONE ED IL MANTENIMENTO DELLA STESSA NEGLI ELENCHI DELLA PREFETTURA (CREDITI FORMATIVI VALIDI PER

Dettagli

COMUNE DI CUNEO DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE DEL SETTORE PATRIMONIO E ATTIVITA DI PIANO

COMUNE DI CUNEO DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE DEL SETTORE PATRIMONIO E ATTIVITA DI PIANO COMUNE DI CUNEO DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE DEL SETTORE PATRIMONIO E ATTIVITA DI PIANO N. Proposta 1399 del 25/09/2015 OGGETTO: INDIVIDUAZIONE E AFFIDAMENTO ATTIVITA FINALIZZATE AL SUPPORTO ALLA STAZIONE

Dettagli

Dipartimento delle Scienze Giuridiche (DSG)

Dipartimento delle Scienze Giuridiche (DSG) Dipartimento delle Scienze Giuridiche (DSG) Master IL NUOVO DIRITTO SOCIETARIO Aspetti giuridici ed economici, con particolare riferimento alla governance societaria Allegato 1 Programma didattico-scientifico

Dettagli

Allegato a) Relazione al Piano triennale del fabbisogno di personale 2014-2016

Allegato a) Relazione al Piano triennale del fabbisogno di personale 2014-2016 Allegato a) Relazione al Piano triennale del fabbisogno di personale 2014-2016 La programmazione triennale del fabbisogno di personale, da deliberarsi ed aggiornarsi annualmente in coerenza con le indicazioni

Dettagli

Nuovi profili normativi e giurisprudenziali in tema di affidamento in house Gavasci Riccardo

Nuovi profili normativi e giurisprudenziali in tema di affidamento in house Gavasci Riccardo Nuovi profili normativi e giurisprudenziali in tema di affidamento in house Gavasci Riccardo Diritto.it I Introduzione L istituto dell affidamento in house (noto anche come in house providing, come tale

Dettagli

Seminario ITALIADECEDE - AEQUA 9 marzo 2015 Contributo alla discussione: l in house providing nella Direttiva 2014/23/UE

Seminario ITALIADECEDE - AEQUA 9 marzo 2015 Contributo alla discussione: l in house providing nella Direttiva 2014/23/UE Seminario ITALIADECEDE - AEQUA 9 marzo 2015 Contributo alla discussione: l in house providing nella Direttiva 2014/23/UE di Piermassimo Chirulli 1.- Com è noto il concetto di in house providing 1, usata

Dettagli

La Revisione nell Ente Locale e nelle Società partecipate

La Revisione nell Ente Locale e nelle Società partecipate Edizione In-House 4 giornate La Revisione nell Ente Locale e nelle Società partecipate Corso in-house I edizione: 17 settembre - 8 ottobre 2012 II edizione: 26 settembre - 17 ottobre 2012 VICENZA Azienda

Dettagli

CONVENZIONE, EX ART. 30 TUEL D. LGS. N. 267/2000, TRA I COMUNI RICOMPRESI NELL AMBITO TERRITORIALE MASSA - CARRARA PER L ESPLETAMENTO DELLA

CONVENZIONE, EX ART. 30 TUEL D. LGS. N. 267/2000, TRA I COMUNI RICOMPRESI NELL AMBITO TERRITORIALE MASSA - CARRARA PER L ESPLETAMENTO DELLA CONVENZIONE, EX ART. 30 TUEL D. LGS. N. 267/2000, TRA I COMUNI RICOMPRESI NELL AMBITO TERRITORIALE MASSA - CARRARA PER L ESPLETAMENTO DELLA PROCEDURA RELATIVA ALL AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DISTRIBUZIONE

Dettagli

2. Il quadro normativo, regolatorio e di governance

2. Il quadro normativo, regolatorio e di governance 2. Il quadro normativo, regolatorio e di governance 2.1 Premessa Anche nell ultimo anno la disciplina dei servizi pubblici locali a rilevanza economica, nonostante gli interventi legislativi intervenuti

Dettagli

COMUNE DI SANTA LUCIA DI PIAVE (TV)

COMUNE DI SANTA LUCIA DI PIAVE (TV) ALLEGATO A) ALLA DELIBERAZIONE C.C. N. 22 DEL 03.08.2010 COMUNE DI SANTA LUCIA DI PIAVE (TV) STUDIO FATTIBILITA ESTERNALIZZAZIONE DEL SERVIZIO DI GESTIONE FIERE SANTA LUCIA CON ANNESSI PIANO ECONOMICO

Dettagli

Presidente: Prof. S. Amato Tel./fax 091-6717402 email segreteria@cfssicilia.it

Presidente: Prof. S. Amato Tel./fax 091-6717402 email segreteria@cfssicilia.it Corso di Management Sanitario anno 2014 MODULO DI RIQUALIFICAZIONE ED AGGIORNAMENTO PER DIRETTORI DI STRUTTURA COMPLESSA O ASPIRANTI CHE ABBIANO ESPLETATO IL CORSO MANAGERIALE DA OLTRE 7 ANNI ai sensi

Dettagli

La nuova Circolare CDP n. 1280 del 27 giugno 2013. Roadshow settembre-novembre 2013

La nuova Circolare CDP n. 1280 del 27 giugno 2013. Roadshow settembre-novembre 2013 La nuova Circolare CDP n. 1280 del 27 giugno 2013 Roadshow settembre-novembre 2013 1 Indice Pag. Scenario di riferimento Enti Locali 3 La nuova Circolare CDP n. 1280 4 Le nuove schede istruttorie 6 Cassa

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI DIGIESI NICOLA

INFORMAZIONI PERSONALI DIGIESI NICOLA C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Telefono Fax DIGIESI NICOLA E-mail Cittadinanza Italiana Data di nascita 24/06/1967 Sesso Maschile ISTRUZIONE E FORMAZIONE Lauree: Date

Dettagli

PROGETTO RI-FORMA Valorizzazione delle competenze negli enti locali territoriali Percorsi formativi

PROGETTO RI-FORMA Valorizzazione delle competenze negli enti locali territoriali Percorsi formativi PROGETTO RI-FORMA Valorizzazione delle competenze negli enti locali territoriali Percorsi formativi 1.ADEMPIMENTI LEGGE 190/2012 E D.L. 33/2013 (durata 10 ore) La pubblicazione degli atti dopo l operazione

Dettagli

Dipartimento delle Scienze Giuridiche (DSG) PRIMO MODULO

Dipartimento delle Scienze Giuridiche (DSG) PRIMO MODULO Dipartimento delle Scienze Giuridiche (DSG) Master IL NUOVO DIRITTO SOCIETARIO Aspetti giuridici ed economici, con particolare riferimento alla governance societaria Allegato 1 Programma didattico-scientifico

Dettagli

INDICE-SOMMARIO. Prefazione... Presentazioni di Riccardo Nencini e di Michele Corradino... Introduzione di Alessandro Pajno...

INDICE-SOMMARIO. Prefazione... Presentazioni di Riccardo Nencini e di Michele Corradino... Introduzione di Alessandro Pajno... INDICE-SOMMARIO Prefazione... Presentazioni di Riccardo Nencini e di Michele Corradino... Introduzione di Alessandro Pajno... XI XIII XVII CAPITOLO PRIMO LE OPERE INFINITE COME LE INCHIESTE 1. Premessa...

Dettagli

SEGNALAZIONE DELL AGENZIA SULLA GESTIONE OPERATIVA DEL SERVIZIO CAR SHARING E SULL ADEGUAMENTO DELLE TARIFFE (SG 02-2011)

SEGNALAZIONE DELL AGENZIA SULLA GESTIONE OPERATIVA DEL SERVIZIO CAR SHARING E SULL ADEGUAMENTO DELLE TARIFFE (SG 02-2011) SEGNALAZIONE DELL AGENZIA SULLA GESTIONE OPERATIVA DEL SERVIZIO CAR SHARING E SULL ADEGUAMENTO DELLE TARIFFE (SG 02-2011) Marzo 2011 1 SG 02/2011 Segnalazione dell Agenzia sulla gestione operativa del

Dettagli

Il Partenariato Pubblico Privato

Il Partenariato Pubblico Privato Roberto Gallia Il Partenariato Pubblico Privato Le ultime modifiche apportate al Codice dei contratti pubblici in tema di project financing non chiariscono completamente la portata e il potenziale delle

Dettagli

COMUNE DI COMO DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE DEL SETTORE RETI, IMPIANTI TECNOLOGICI, STRADE

COMUNE DI COMO DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE DEL SETTORE RETI, IMPIANTI TECNOLOGICI, STRADE COMUNE DI COMO DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE DEL SETTORE RETI, IMPIANTI TECNOLOGICI, STRADE N. 60/2013 di Registro di Settore SETT1-A04 N. 1572 di Registro Generale L anno Duemilatredici, il giorno 4 del

Dettagli

La finanza di progetto: profili economico-finanziari e problematiche giuridiche. PPP e project financing: situazione attuale e prospettive future

La finanza di progetto: profili economico-finanziari e problematiche giuridiche. PPP e project financing: situazione attuale e prospettive future La finanza di progetto: profili economico-finanziari e problematiche giuridiche PPP e project financing: situazione attuale e prospettive future Lecce, 29 novembre 2007 Avv. Gabriele Pasquini Unità Tecnica

Dettagli

LINEA OPERATIVA PON ATAS. Appalto di forniture e servizi

LINEA OPERATIVA PON ATAS. Appalto di forniture e servizi LINEA OPERATIVA PON ATAS Appalto di forniture e servizi Evoluzione normativa (1) Fino agli anni 70 del secolo scorso la principale fonte normativa di carattere generale in materia di servizi e forniture

Dettagli

FONDI COMUNITARI E LORO UTILIZZAZIONE

FONDI COMUNITARI E LORO UTILIZZAZIONE FONDI COMUNITARI E LORO UTILIZZAZIONE Corso di formazione convenzionato da INPS per i dipendenti delle Amministrazioni pubbliche partecipanti al programma Valore P.A. A.A. 2015-2016 1. Finalità I Fondi

Dettagli

La distribuzione del gas naturale di ELIO LEONETTI

La distribuzione del gas naturale di ELIO LEONETTI La distribuzione del gas naturale di ELIO LEONETTI SOMMARIO: 1. Il quadro normativo - 2. I nodi e le interpretazioni - 3. Le forme di gestione - 4. Le carte dei servizi e la tutela dell utenza. 1. Il quadro

Dettagli

Norme generali per acquisti Soprasoglia e sottosoglia comunitaria degli Enti Locali, Regionali e Sanitari della Lombardia

Norme generali per acquisti Soprasoglia e sottosoglia comunitaria degli Enti Locali, Regionali e Sanitari della Lombardia Norme generali per acquisti Soprasoglia e sottosoglia comunitaria degli Enti Locali, Regionali e Sanitari della Lombardia Agenzia Regionale Centrale Acquisti Marzo 2013 Enti Sanitari Obbligo per gli Enti

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Bisogno Maria Data di nascita 25/09/1963. Numero telefonico dell ufficio. Fax dell ufficio 0565916391

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Bisogno Maria Data di nascita 25/09/1963. Numero telefonico dell ufficio. Fax dell ufficio 0565916391 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Bisogno Maria Data di nascita 25/09/1963 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Segretario comunale COMUNE DI PORTOFERRAIO Responsabile -

Dettagli

CARMINE VOLPE. La disciplina delle società pubbliche e l evoluzione normativa

CARMINE VOLPE. La disciplina delle società pubbliche e l evoluzione normativa CARMINE VOLPE La disciplina delle società pubbliche e l evoluzione normativa SOMMARIO: 1. La rilevanza del tema delle società pubbliche. 2. Le problematiche. 3. La nozione allargata di pubblica amministrazione

Dettagli

DETERMINAZIONE IL DIRIGENTE

DETERMINAZIONE IL DIRIGENTE n 175/SA Del 09.06.2015 Oggetto: Area dei servizi amministrativi e finanziari DETERMINAZIONE Procedura negoziata per l affidamento dei servizi di pulizia e igiene ambientale degli immobili provinciali,

Dettagli

Meeting «Acquisti nella filiera della salute»

Meeting «Acquisti nella filiera della salute» Meeting «Acquisti nella filiera della salute» Acquisti di beni e servizi nella PA alla luce della spending review Dott. Domenico Casalino, Amministratore Delegato Roma, 10 ottobre 2013 1 Consip S.p.A.

Dettagli

Governance e performance nei servizi pubblici locali

Governance e performance nei servizi pubblici locali Governance e performance nei servizi pubblici locali Anna Menozzi Lecce, 26 aprile 2007 Università degli studi del Salento Master PIT 9.4 in Analisi dei mercati e sviluppo locale Modulo M7 Economia dei

Dettagli

Project Financing - paternariato pubblico privato - nuove opportunità per la realizzazione delle opere pubbliche Milano, 19 novembre 2009

Project Financing - paternariato pubblico privato - nuove opportunità per la realizzazione delle opere pubbliche Milano, 19 novembre 2009 Project Financing - paternariato pubblico privato - nuove opportunità per la realizzazione delle opere pubbliche Milano, 19 novembre 2009 Avv. Domenico Segreti Studio Legale Radice & Cereda segreti@uninetlex.com

Dettagli

I possibili schemi di Partenariato Pubblico Privato

I possibili schemi di Partenariato Pubblico Privato OSSERVATORIO collegamento ferroviario Torino-Lione Collegamento ferroviario Torino-Lione I possibili schemi di Partenariato Pubblico Privato Torino, 30 Ottobre 2007 Unità Tecnica Finanza di Progetto 1

Dettagli

Martedì 10/11/2015 ore 15.00/19.00 Sede dell Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Napoli - Piazza dei Martiri 30, Napoli

Martedì 10/11/2015 ore 15.00/19.00 Sede dell Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Napoli - Piazza dei Martiri 30, Napoli CORSO DI SPECIALIZZAZIONE IL PARTENARIATO PUBBLICO PRIVATO E GLI STRUMENTI DI INGEGNERIA FINANZIARIA PER L ATTUAZIONE DELLA PROGRAMMAZIONE COMUNITARIA DEI FONDI STRUTTURALI Presentazione Il partenariato

Dettagli

IL REVISORE DEI CONTI DEGLI ENTI LOCALI

IL REVISORE DEI CONTI DEGLI ENTI LOCALI MASTER 2015 IL REVISORE DEI CONTI DEGLI ENTI LOCALI LA FORMAZIONE PROFESSIONALE NECESSARIA PER L ISCRIZIONE ED IL MANTENIMENTO DELLA STESSA NEGLI ELENCHI DELLA PREFETTURA (CREDITI FORMATIVI VALIDI PER

Dettagli

STUDIO DELL AVV. RICCARDO SANTORO 50123 FIRENZE - VIA DEI CONTI 3

STUDIO DELL AVV. RICCARDO SANTORO 50123 FIRENZE - VIA DEI CONTI 3 Spettabile ESA spa Oggetto: Avviso pubblico per la formazione di elenco utilizzare per l affidamento di incarichi legali dell Ente. di avvocati da Dati anagrafici: Avv. Riccardo Farnetani, nato a Lucca

Dettagli

Seminario LA GESTIONE DEL DEBITO NEGLI ENTI LOCALI

Seminario LA GESTIONE DEL DEBITO NEGLI ENTI LOCALI Forum Banche e PA Roma 19/02/2009 Seminario LA GESTIONE DEL DEBITO NEGLI ENTI LOCALI LE FONTI DI FINANZIAMENTO DEGLI INVESTIMENTI E LA GESTIONE DELL INDEBITAMENTO: QUALI ALTERNATIVE E PROPOSTE llagrosseto

Dettagli

Ottobre 2013 SISTEMA DI PROGETTO

Ottobre 2013 SISTEMA DI PROGETTO SISTEMA DI PROGETTO Ottobre 2013 Sistema di progetto - Project management interventi urbani complessi Strategie e strumenti per affrontare il mercato del promotore e della concessione Ingegneria economica

Dettagli

documento Premessa metodologica nella valutazione delle società di servizi pubblici locali aventi rilevanza economica

documento Premessa metodologica nella valutazione delle società di servizi pubblici locali aventi rilevanza economica documento Premessa metodologica nella valutazione delle società di servizi pubblici locali aventi rilevanza economica Maggio 2010 A cura delle Commissioni Servizi pubblici e Governance delle partecipate

Dettagli

ECONOMICO FINANZIARIO DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SETTORE N. 156 DEL 25/05/2010

ECONOMICO FINANZIARIO DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SETTORE N. 156 DEL 25/05/2010 Comune di Castelleone Provincia di Cremona SETTORE ECONOMICO FINANZIARIO DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SETTORE N. 156 DEL 25/05/2010 Oggetto: RICHIESTA SOMMINISTRAZIONE ENERGIA ELETTRICA PER PUBBLICA

Dettagli

Sezione Regionale di Controllo per la Toscana composta dai magistrati:

Sezione Regionale di Controllo per la Toscana composta dai magistrati: Del. n. 126/2013/PAR Sezione Regionale di Controllo per la Toscana composta dai magistrati: - Pres. Sezione Vittorio GIUSEPPONE Presidente - Cons. Nicola BONTEMPO Componente - 1 Ref. Laura D AMBROSIO Relatore

Dettagli

Seminario di formazione permanente. Seminario ha approvato, ai sensi del D.P. n. 33 del 2011 e tenuto conto delle linee generali

Seminario di formazione permanente. Seminario ha approvato, ai sensi del D.P. n. 33 del 2011 e tenuto conto delle linee generali Seminario di formazione permanente CORTE DE I CONTI I I 0000011-16/01/2015-SEMPER-A06-P Al COIi,siglio di presidenza della Corte dei conti SEDE Si comunica che nella riunione congiunta del 14 gennaio 2015,

Dettagli

Nomos Appalti Consulenza legale agli Enti Locali

Nomos Appalti Consulenza legale agli Enti Locali II MASTER FORMATIVO SUGLI APPALTI PUBBLICI Negli ultimi mesi la normativa in materia di affidamento dei contratti pubblici ha subito significative modifiche, sia a livello nazionale (leggi nn. 80/14, 89/14

Dettagli

MASTER DI I E II LIVELLO IN MANAGEMENT DEL GOVERNO LOCALE

MASTER DI I E II LIVELLO IN MANAGEMENT DEL GOVERNO LOCALE MASTER DI I E II LIVELLO IN MANAGEMENT DEL GOVERNO LOCALE MILANO 13, 14, 27 e 28 MAGGIO 2011 FINANZA PUBBLICA FINANZA PUBBLICA E PROGRAMMAZIONE Il leasing pubblico Michelangelo Nigro mnigro@liuc.it 1 L

Dettagli

/ 1311 03/12/2013 959786 PROPONENTE

/ 1311 03/12/2013 959786 PROPONENTE COMUNE DI PISA TIPO ATTO DETERMINA CON IMPEGNO con FD N. atto DN-08 / 1311 del 03/12/2013 Codice identificativo 959786 PROPONENTE Polizia Municipale OGGETTO INDIVIDUAZIONE DI UN OPERATORE ECONOMICO PER

Dettagli

D I R E Z I O N E P A R T E C I P A T E

D I R E Z I O N E P A R T E C I P A T E D I R E Z I O N E P A R T E C I P A T E D E T E R M I N A Z I O N E D I R I G E N Z I A L E N. 2 0 L ' a n n o 2 0 1 5 il g i o r n o 0 3 d e l m e s e d i G i u g n o i d i r i g e n t e d i D i r e z

Dettagli

DELIBERA DI GIUNTA N. 17

DELIBERA DI GIUNTA N. 17 COMUNITA VALSUGANA E TESINO DELIBERA DI GIUNTA N. 17 OGGETTO : Acquisto di beni e servizi, da parte della Comunità, per importi inferiori alla soglia di rilievo comunitario. Costituzione di un ufficio

Dettagli

Il trasporto pubblico locale

Il trasporto pubblico locale Il trasporto pubblico locale di TIZIANA TINESSA SOMMARIO: 1. Il quadro normativo 2. I nodi e le interpretazioni 3. Le forme di gestione 4. Le carte dei servizi e la tutela dell utenza 5. Bibliografia 1.

Dettagli

Il trasporto pubblico locale secondo l art. 23 -bis

Il trasporto pubblico locale secondo l art. 23 -bis TRASPORTI 1 Il trasporto pubblico locale secondo l art. 23 -bis Si segnala l articolo intitolato Note sul trasporto pubblico locale alla luce delle recenti modifiche dell art. 23-bis, a cura di Alceste

Dettagli

Decreto Dirigenziale n. 298 del 24/12/2013

Decreto Dirigenziale n. 298 del 24/12/2013 Decreto Dirigenziale n. 298 del 24/12/2013 Dipartimento 51 - Dipartimento della Programmazione e dello Sviluppo Economico Direzione Generale 2 - Direzione Generale Sviluppo Economico e le Attività Produttive

Dettagli

INFORMAZIONI AMMINISTRATIVE ED APPROFONDIMENTI RASSEGNA DI GIURISPRUDENZA DI INTERESSE PER GLI ENTI LOCALI

INFORMAZIONI AMMINISTRATIVE ED APPROFONDIMENTI RASSEGNA DI GIURISPRUDENZA DI INTERESSE PER GLI ENTI LOCALI COMUNICAZIONI DELLA CONFEDERAZIONE AGLI ENTI ASSOCIATI 07/2010 AGLI ENTI ASSOCIATI INFORMAZIONI AMMINISTRATIVE ED APPROFONDIMENTI RASSEGNA DI GIURISPRUDENZA DI INTERESSE PER GLI ENTI LOCALI CORTE DEI CONTI

Dettagli

Decreto legge n. 1 del 24 gennaio 2012 (c.d. Cresci Italia )

Decreto legge n. 1 del 24 gennaio 2012 (c.d. Cresci Italia ) DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI Decreto legge n. 1 del 24 gennaio 2012 (c.d. Cresci Italia ) Commento alle norme economicofinanziarie di interesse per il settore delle costruzioni Aggiornato

Dettagli

Offerta Formativa 2014

Offerta Formativa 2014 Offerta Formativa 2014 Offerta formativa 2014 Chi siamo La Fondazione Universitaria per le Amministrazioni Pubbliche-FUAP associa quattro tra le più antiche e prestigiose università italiane e precisamente

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

Piano. Anticorruzione. Pianoro Centro SpA

Piano. Anticorruzione. Pianoro Centro SpA Piano Anticorruzione Pianoro Centro SpA 2015-2017 Indice Premessa..... 2 Attività ed Organizzazione Aziendale 4 Referenti.. 5 Compiti operativi del Responsabile 5 Aree di rischio. 5 I Controlli 6 La Trasparenza...

Dettagli

Il servizio di distribuzione e la vendita al dettaglio di energia elettrica: regolazione e concorrenza. Parte 5. Bari Ottobre 2011 Clara Poletti

Il servizio di distribuzione e la vendita al dettaglio di energia elettrica: regolazione e concorrenza. Parte 5. Bari Ottobre 2011 Clara Poletti Il servizio di distribuzione e la vendita al dettaglio di energia elettrica: regolazione e concorrenza Parte 5 Bari Ottobre 2011 Clara Poletti IEFE - UNIVERSITÀ COMMERCIALE LUIGI BOCCONI 1) Introduzione

Dettagli

Procedura semplificata per le operazioni di bonifica. Dicembre 2014

Procedura semplificata per le operazioni di bonifica. Dicembre 2014 Dicembre 2014 NOVITA NORMATIVE E (AUSPICATE) SEMPLIFICAZIONI IN MATERIA DI BONIFICHE DEI SITI INQUINATI E PROCEDURE DI AFFIDAMENTO DEI LAVORI (DAL D.L. N. 91/2014 AL D.L. N. 165/2014) La disciplina delle

Dettagli

Allegato 3) alla deliberazione di Giunta Comunale n. 108 del 1.8.2013,,, COMUNE DI BOMPORTO

Allegato 3) alla deliberazione di Giunta Comunale n. 108 del 1.8.2013,,, COMUNE DI BOMPORTO Allegato 3) alla deliberazione di Giunta Comunale n. 108 del 1.8.2013,,, COMUNE DI BOMPORTO PIANO TRIENNALE DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE 2013-2015 PIANO TRIENNALE DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE 2013-2015

Dettagli

SINTESI DEL QUADRO NORMATIVO VIGENTE IN MATERIA DI TRASPORTO PUBBLICO LOCALE

SINTESI DEL QUADRO NORMATIVO VIGENTE IN MATERIA DI TRASPORTO PUBBLICO LOCALE SINTESI DEL QUADRO NORMATIVO VIGENTE IN MATERIA DI TRASPORTO PUBBLICO LOCALE L EVOLUZIONE STORICA Successivamente alla entrata in vigore del D.lgs. 19 novembre 1997, n. 422, molteplici sono stati i provvedimenti

Dettagli

Deliberazione n. 51 Adunanza del 18 maggio 2011

Deliberazione n. 51 Adunanza del 18 maggio 2011 Deliberazione n. 51 Adunanza del 18 maggio 2011 VISF/GE/10/48517 Oggetto: verifica configurazione della società Seprio Patrimonio Servizi s.r.l. quale società in house del Comune di Tradate (VA) - verifica

Dettagli

Corso. La disciplina sui contratti pubblici: novità normative e giurisprudenziali Vicenza, dal 21 maggio al 4 giugno 2013

Corso. La disciplina sui contratti pubblici: novità normative e giurisprudenziali Vicenza, dal 21 maggio al 4 giugno 2013 Obiettivi Corso La disciplina sui contratti pubblici: novità normative e giurisprudenziali Vicenza, dal 21 maggio al 4 giugno 2013 CORSO ACCREDITATO CON 12 CREDITI FORMATIVI DALL ORDINE DEGLI AVVOCATI

Dettagli

LO STUDIO. Organizzazione, etica, competenza

LO STUDIO. Organizzazione, etica, competenza MILANO - PALERMO LO STUDIO Lo Studio Legale La Lumia e Associati, con sede a Milano e sede collegata a Palermo, è nato su iniziativa dell avv. Antonino La Lumia per creare un team di giovani avvocati,

Dettagli

COMMISSIONE FINANZA E MERCATI FINANZIARI

COMMISSIONE FINANZA E MERCATI FINANZIARI COMMISSIONE FINANZA E MERCATI FINANZIARI MASTER LA GESTIONE OTTIMALE DEL RAPPORTO BANCA-IMPRESA: RATING ADVISORY E PIANIFICAZIONE FINANZIARIA II EDIZIONE 2014 Il Crowdfunding un opportunità per il rilancio

Dettagli

LOMBARDIA. P di L n 0103 Disciplina del settore dei trasporti. 24 novembre 2011

LOMBARDIA. P di L n 0103 Disciplina del settore dei trasporti. 24 novembre 2011 LOMBARDIA 24 novembre 2011 P di L n 0103 Disciplina del settore dei trasporti 24 novembre 2011 Audizione presso la V Commissione Consigliare Regione Lombardia Sintesi osservazione di AssTra Lombardia Relatori

Dettagli

I NUOVI APPALTI PUBBLICI

I NUOVI APPALTI PUBBLICI Marco Porcu I NUOVI APPALTI PUBBLICI DIRETTIVE COMUNITARIE ED EVOLUZIONE NORMATIVA.. Nuove direttive europee appalti pubblici.. Nuova direttiva appalti pubblici nei settori ordinari e speciali.. Nuova

Dettagli

La disciplina comunitaria degli appalti pubblici. L attuazione

La disciplina comunitaria degli appalti pubblici. L attuazione La disciplina comunitaria degli appalti pubblici. L attuazione La direttiva: obiettivi e strategie. Appalti e concorrenza Semplificazioni e rafforzamento della disciplina Modernizzazione: appalti e nuove

Dettagli

Piano triennale anticorruzione annualità 2014 2016

Piano triennale anticorruzione annualità 2014 2016 Piano triennale anticorruzione annualità 2014 2016 A seguito della entrata in vigore della Legge Anticorruzione n.190/2012, recante Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell

Dettagli

Contenuto legge di stabilità 2014 e problematiche interpretative e applicative

Contenuto legge di stabilità 2014 e problematiche interpretative e applicative Contenuto legge di stabilità 2014 e problematiche interpretative e applicative Legge di stabilità per il 2014 - norme di principio sulle società partecipate da enti pubblici e sulle aziende speciali Articolo

Dettagli

Centrali di Committenza ed Efficienza negli Appalti

Centrali di Committenza ed Efficienza negli Appalti AGCM Incontro di studio sul recepimento direttive appalti e concessioni Centrali di Committenza ed Efficienza negli Appalti Nicola Dimitri Dipartimento di Economia Politica e Statistica Università di Siena

Dettagli

GLI AFFIDAMENTI ALLE SOCIETÀ IN HOUSE

GLI AFFIDAMENTI ALLE SOCIETÀ IN HOUSE GLI AFFIDAMENTI ALLE SOCIETÀ IN HOUSE Dott.ssa Anna D Avino settembre 2012 DEFINIZIONE DEL FENOMENO DELL IN HOUSE IL FONDAMENTO DELL IN HOUSE I REQUISITI DEL CONTROLLO ANALOGO E DELLA DESTINAZIONE PREVALENTE

Dettagli

Avv. Maurizio Zoppolato Zoppolato & Associati Studio Legale. 20121 Milano

Avv. Maurizio Zoppolato Zoppolato & Associati Studio Legale. 20121 Milano C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Avv. Maurizio Zoppolato Zoppolato & Associati Studio Legale Indirizzo Via Dante, 16 20121 Milano Telefono 02/890431 Fax 02/8051733 E-mail mz@zoppolatoeassociati.it

Dettagli

Roma, 29-30 settembre 2011 Chiara Alberti Regione Emilia-Romagna

Roma, 29-30 settembre 2011 Chiara Alberti Regione Emilia-Romagna Roma, 29-30 settembre 2011 Regione Emilia-Romagna abrogativo ed alla luce dell articolo 4 del decreto legge n. 138, Premessa Art. 23 bis La complessa quanto delicata materia dei servizi pubblici locali

Dettagli