1 trimestre Comunicato stampa RISULTATI DEL PRIMO TRIMESTRE 2011

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "1 trimestre 2011. Comunicato stampa RISULTATI DEL PRIMO TRIMESTRE 2011"

Transcript

1 Comunicato stampa RISULTATI DEL PRIMO TRIMESTRE 2011 FIAT HA CHIUSO IL SUO PRIMO TRIMESTRE DOPO LA SCISSIONE CON RICAVI IN CRESCITA DEL 7,1% E PARI A 9,2 MILIARDI DI EURO, UN UTILE DELLA GESTIONE ORDINARIA DI 251 MILIONI DI EURO, (+9%) E UN UTILE NETTO DI 37 MILIONI DI EURO. LA POSIZIONE FINANZIARIA SI E ULTERIORMENTE RAFFORZATA CON LA LIQUIDITA A 13,1 MILIARDI DI EURO E L INDEBITAMENTO NETTO INDUSTRIALE SOTTO LA SOGLIA DEL MEZZO MILIARDO DI EURO. I ricavi, pari a 9,2 miliardi di euro, sono aumentati del 7,1% rispetto al primo trimestre Fiat Group Automobiles è in progresso del 2,6% mentre i marchi di Lusso e Sportivi e i Componenti & Sistemi di Produzione riportano una crescita a doppia cifra. L utile della gestione ordinaria ha raggiunto i 251 milioni di euro (230 milioni di euro nel primo trimestre 2010) grazie alla forte performance dei marchi di Lusso e Sportivi e di Magneti Marelli. Il margine sui ricavi è del 2,7%, in linea con il trimestre dello scorso anno, con una leggera riduzione per FGA, che riflette anche maggiori costi di Ricerca & Sviluppo in vista dell uscita dei nuovi modelli. Il risultato netto è di 37 milioni di euro (13 milioni di euro nel primo trimestre del 2010). L indebitamento netto industriale si è ridotto a 489 milioni di euro, da 542 milioni di euro a fine 2010, con un costante rigore nella gestione del capitale di funzionamento. La liquidità è salita a 13,1 miliardi di euro (12,2 miliardi di euro al 31 dicembre 2010) principalmente per il rimborso da parte di Fiat Industrial delle posizioni infragruppo in essere alla fine del Gli obiettivi per l anno sono confermati, con l utile della gestione ordinaria nel range di 0,9-1,2 miliardi di euro, un utile netto di circa 0,3 miliardi di euro e un indebitamento netto industriale di 1,5-1,8 miliardi di euro. I ricavi del Gruppo sono aumentati del 7,1% a 9,2 miliardi di euro, con una crescita per tutti i settori. Fiat Group Automobiles (FGA) ha registrato ricavi pari a 7,0 miliardi di euro (+2,6%, sostanzialmente invariati a cambi costanti), con un totale di vetture e veicoli commerciali leggeri consegnati (-2,6% rispetto al primo trimestre 2010). Il miglior mix, determinato dalle maggiori vendite di veicoli commerciali leggeri (+7,5%) e dal successo dell Alfa Romeo Giulietta, ha compensato la flessione dei volumi delle altre vetture (-4,8% il calo complessivo). La quota di mercato delle autovetture è diminuita in Europa (-1,5 punti percentuali al 7,1%) scontando principalmente il calo di 2,4 punti percentuali in Italia (quota al 29%) rispetto all anno precedente, con il 2010 che aveva beneficiato dell impatto della fase finale degli eco-incentivi a favore delle vetture più piccole e di quelle alimentate a metano e GPL. Fiat Professional ha mantenuto una posizione da leader in Europa, con una quota del 12,8%. In Brasile Fiat ha confermato il primato sul mercato con una quota complessiva sostanzialmente stabile al 22,1%. I marchi di Lusso e Sportivi hanno riportato una crescita significativa rispetto al primo trimestre del 2010: Ferrari ha registrato ricavi pari a 491 milioni di euro, in aumento del 18,6%, Maserati ha realizzato un incremento del 6,3% a 135 milioni di euro. I Componenti & Sistemi di Produzione hanno realizzato ricavi pari a 3 miliardi di euro, con un aumento del 22,7% rispetto al primo trimestre Tutti i settori presentano una crescita a doppia cifra, in particolare: Magneti Marelli migliora del 16,7% a 1,5 miliardi di euro e Fiat Powertrain, a parità di perimetro, è in crescita del 17,1% a 1,2 miliardi di euro. FIAT Conto Economico 1 trimestre (in milioni di euro) (*) Ricavi netti Variazione % 7,1 Utile della gestione ordinaria Variazione 21 Margine della gestione ordinaria (%) 2,7 2,7 Utile operativo Variazione 19 Utile prima delle imposte Variazione 14 Utile Variazione 24 EPS azioni ordinarie ( ) - - EPS azioni privilegiate ( ) 0,111 - EPS azioni risparmio ( ) 0,217 0,086 (*) In linea con l IFRS 5 Attività destinate alla vendita e Discontinued Operations, i dati del primo trimestre 2010 a suo tempo pubblicati e riferiti al Gruppo Fiat ante Scissione, sono stati riclassificati al fine di escludere i business che dal 1 gennaio 2011 sono confluiti nel Gruppo Fiat Industrial a seguito della Scissione stessa. L utile della gestione ordinaria del Gruppo, pari a 251 milioni di euro, segna un miglioramento di 21 milioni di euro rispetto allo stesso periodo dell anno precedente. Fiat Group Automobiles ha conseguito un utile della gestione ordinaria di 130 milioni di euro (153 milioni di euro nel primo trimestre 2010) con un margine sui ricavi all 1,9% (2,2% nel primo trimestre 2010). Le efficienze di produzione hanno compensato solo parzialmente gli impatti del calo dei volumi in Europa e dei maggiori costi di Ricerca & Sviluppo che anticipano l uscita dei nuovi modelli. I marchi del Lusso e Sportivi hanno beneficiato dei maggiori volumi e di un miglior mix. Ferrari ha conseguito un utile della gestione ordinaria di 53 milioni di euro, in crescita del 36% rispetto al 2010, mentre Maserati ha più che raddoppiato il risultato a 9 milioni di euro. L utile della gestione ordinaria dei Componenti & Sistemi di Produzione è stato pari a 61 milioni di euro rispetto ai 42 milioni di euro del primo trimestre Il miglioramento è principalmente attribuibile all ottima performance di Magneti Marelli. L indebitamento netto industriale è sceso a 489 milioni di euro (542 milioni di euro a fine 2010) con investimenti compensati in larga misura dal cash flow operativo. Gli investimenti, tipicamente bassi nel primo trimestre, sono coerenti con il piano per l anno. 1

2 La liquidità è salita a 13,1 miliardi di euro con l incremento rispetto al livello di fine 2010 (12,2 miliardi di euro) attribuibile essenzialmente al ripagamento integrale dei crediti finanziari netti da parte di Fiat Industrial, al netto dei rimborsi al sistema bancario effettuati in gennaio. La liquidità di fine trimestre non comprende l incasso, in data 1 aprile, della recente emissione obbligazionaria da un miliardo di euro. A seguito del raggiungimento, nei mesi di Gennaio e Aprile, di due dei tre Performance Events, Fiat ha aumentato la propria partecipazione in Chrysler Group LLC dal 20% al 30%. Fiat conferma gli obiettivi per l anno in corso, con un utile della gestione ordinaria nel range di 0,9-1,2 miliardi di euro e un utile netto di circa 0,3 miliardi di euro. L indebitamento netto industriale è atteso tra 1,5-1,8 miliardi di euro. 2

3 I risultati del Gruppo I ricavi del Gruppo nel primo trimestre del 2011 sono stati pari a 9,2 miliardi di euro, in aumento del 7,1% rispetto all analogo periodo del 2010 con una crescita a doppia cifra per i marchi di Lusso e Sportivi e per i Componenti e Sistemi di Produzione. I ricavi di Fiat Group Automobiles salgono del 2,6% rispetto al primo trimestre FIAT Ricavi per business 1 trimestre (in milioni di euro) Automobili (Fiat Group Automobiles, Maserati, Ferrari) Variazione % 3,5 Componenti e Sistemi di Produzione (Magneti Marelli, Fiat Powertrain (*),Teksid, C ) Variazione % 22,7 Altre Attività Variazione % -4,2 Elisioni (1.638) (1.442) Totale Variazione % 7,1 (*) Comprende le attività della linea Passenger & Commercial Vehicles del precedente settore FPT Powertrain Technologies L utile della gestione ordinaria è stato di 251 milioni di euro (margine sui ricavi del 2,7%) a fronte di 230 milioni di euro del primo trimestre FIAT Utile (perdita) della gestione ordinaria per business 1 trimestre (in milioni di euro) Automobili (Fiat Group Automobiles, Maserati, Ferrari) Variazione -4 Componenti e Sistemi di Produzione (Magneti Marelli, Fiat Powertrain (*),Teksid, C ) Variazione 19 Altre Attività e Elisioni (2) (8) Variazione 6 Totale Variazione 21 (*) Comprende le attività della linea Passenger & Commercial Vehicles del precedente settore FPT Powertrain Technologies L utile operativo è in linea con quello della gestione ordinaria non essendoci impatti netti delle componenti atipiche. Nel primo trimestre 2011 gli oneri finanziari netti, pari a 138 milioni di euro, includono l effetto positivo per 23 milioni di euro (negativo per 13 milioni di euro nel primo trimestre 2010) rilevato nella valutazione a valori di mercato di due equity swap correlati a piani di stock option. Al netto di tale posta gli oneri finanziari netti del trimestre presentano un incremento di 32 milioni di euro, che risente dei costi legati al mantenimento di più elevati livelli di liquidità. L utile prima delle imposte è stato di 153 milioni di euro, in crescita di 14 milioni di euro rispetto ai 139 milioni di euro del primo trimestre Tale andamento riflette il 3

4 miglioramento del risultato operativo (+19 milioni di euro) e dei minori oneri finanziari (+4 milioni di euro), al netto del minor risultato delle partecipazioni (-9 milioni di euro). Le imposte sul reddito sono pari a 116 milioni di euro (126 milioni di euro nel primo trimestre 2010) e si riferiscono essenzialmente ai risultati imponibili di società operanti all estero, nonché ad imposte correnti in Italia che colpiscono il costo del lavoro (IRAP). L utile netto del primo trimestre 2010 è stato pari a 37 milioni di euro (utile di 13 milioni di euro nello stesso periodo del 2010). L indebitamento netto industriale è sceso a 489 milioni di euro (542 milioni di euro a fine 2010) con un costante rigore nella gestione del capitale di funzionamento e investimenti compensati in larga misura dal cash flow operativo. Gli investimenti, tipicamente bassi nel primo trimestre, sono coerenti con il piano per l anno. La liquidità è salita a 13,1 miliardi di euro con l incremento rispetto al livello di fine 2010 (12,2 miliardi di euro) attribuibile essenzialmente al ripagamento integrale dei crediti finanziari netti da parte di Fiat Industrial, al netto dei rimborsi al sistema bancario effettuati in gennaio. La liquidità al 31 marzo 2011 non comprende l incasso della recente emissione obbligazionaria da un miliardo di euro, avvenuto il 1 aprile. 4

5 FIAT Indebitamento netto (in milioni di euro) Al Al (*) Debiti finanziari (16.398) (20.804) - Debiti per anticipazioni su cessioni di crediti (697) (533) - Debiti finanziari verso Fiat Industrial - (2.865) - Altri debiti finanziari (15.701) (17.406) Crediti finanziari correnti verso Società di Servizi finanziari a controllo congiunto (1) Crediti finanziari verso Fiat Industrial Debiti finanziari al netto dei crediti finanziari correnti verso Società di Servizi Finanziari a controllo congiunto (16.384) (15.166) Altre attività (passività) finanziarie (2) Liquidità (3) Indebitamento netto (2.889) (2.753) Attività Industriali (489) (542) Servizi Finanziari (2.400) (2.211) (*) Gli importi relativi al 2010 tengono conto degli effetti della Scissione avvenuta il 1 gennaio (1) Include i crediti finanziari correnti verso la joint venture FGA Capital. (2) Include il fair value positivo e negativo degli strumenti finanziari derivati. (3) Include le Disponibilità e mezzi equivalenti e i Titoli correnti. FIAT Variazione dell indebitamento netto industriale (in milioni di euro) 1 trimestre trimestre 2010 (*) Disponibilità generate (assorbite) dalle operazioni del periodo esclusa la variazione del capitale di funzionamento Disponibilità generate (assorbite) dalle operazioni del periodo Cash flow industriale netto (1) 99 (422) Variazione dell'indebitamento netto delle Attività Industriali 53 (786) (*) Gli importi si riferiscono al Gruppo Fiat post Scissione. (1) Variazione dell indebitamento netto industriale, esclusi aumenti di capitale, dividendi, acquisti di azioni proprie ed effetto dei cambi di conversione. FIAT Principali grandezze patrimoniali (in milioni di euro) (*) Totale Attivo Totale Patrimonio netto (*) Importi riferiti al Gruppo Fiat ante Scissione riportati nel Relazione Finanziaria Annuale al 31 dicembre

6 AUTOMOBILI 1 trimestre Ricavi netti (in milioni di euro) Fiat Group Automobiles Variazione % 2,6 Maserati Variazione % 6,3 Ferrari Variazione % 18,6 Elisioni (50) (47) Totale 7, Variazione % 3,5 AUTOMOBILI 1 trimestre Utile/(perdita) della gestione ordinaria (in milioni di euro) Fiat Group Automobiles Automobili Fiat Group Automobiles Fiat Group Automobiles (FGA) ha chiuso il trimestre con ricavi pari a 7 miliardi di euro, in aumento del 2,6% rispetto ai primi tre mesi del 2010 (peraltro il fatturato risulta sostanzialmente stabile a cambi costanti). Il miglior mix, che ha beneficiato delle maggiori vendite di veicoli commerciali leggeri e del successo dell Alfa Romeo Giulietta ha compensato la flessione dei volumi delle altre vetture. Le consegne complessive di automobili e Variazione -23 Maserati 9 4 veicoli commerciali leggeri di FGA sono state Variazione , in calo del 2,6% rispetto allo stesso Ferrari Variazione 14 periodo del Le automobili consegnate Totale globalmente sono state pari a , con Variazione -4 Margine della gestione una riduzione del 4,8% rispetto ai primi tre ordinaria % 2,5 2,7 mesi del 2010 e includono circa unità relative ai marchi Chrysler e Jeep, per i quali FGA è General Distributor nei principali mercati Europei. Nel trimestre FGA ha consegnato veicoli commerciali leggeri, con un incremento del 7,5% rispetto allo stesso periodo del Nel trimestre il mercato delle automobili in Europa (UE27+EFTA) ha registrato un leggero calo rispetto allo scorso anno (-2,0% con 3,7 milioni di vetture vendute ai clienti finali), ma con andamenti difformi tra i principali paesi, in relazione alle diverse modalità di uscita dalle politiche di incentivazione e ai diversi contesti macroeconomici di riferimento. In Germania (dove il programma di incentivazione è terminato a fine 2009), grazie ad una robusta ripresa dell economia, la domanda è cresciuta del 13,9%, con particolare beneficio per i segmenti più alti. In Francia, per effetto principalmente dell evasione degli ordini accumulati a fine 2010, a seguito della definitiva uscita dal programma di incentivi, si è registrato un incremento della domanda pari all 8,9%. In l Italia il mercato è invece sceso del 23,1% rispetto al primo trimestre 2010, che beneficiava dei residui effetti degli eco-incentivi, attestandosi al livello più basso negli ultimi 20 anni. In Spagna il calo è stato pari al 27,3%; oltre al termine degli incentivi governativi, 6

7 continua ad incidere una congiuntura economica particolarmente sfavorevole. In Gran Bretagna la diminuzione è stata pari all 8,7% nei confronti del primo trimestre dell anno scorso, durante il quale circa il 20% delle immatricolazioni aveva beneficiato di incentivi governativi. Tra gli altri mercati europei da segnalare, invece, la crescita a due cifre di alcuni mercati importanti, come ad esempio Olanda e Austria. Nel trimestre FGA ha consegnato in Europa vetture, con un calo dell 11,2% rispetto al L incremento in Germania (+27,8%) e nei mercati europei minori (+11,5% nel complesso) ha solo parzialmente compensato le riduzioni registrate in Italia (-20,3%), Francia (-4,3%), Gran Bretagna (-3,9%) e Spagna (-15,2%). Le diminuzioni sono sostanzialmente in linea con il riallineamento dei segmenti di riferimento in ciascuno di questi mercati. Alfa Romeo ha visto le proprie consegne crescere in Europa di oltre il 70%, grazie al successo dell Alfa Romeo Giulietta, che, con unità consegnate nel primo trimestre, è in linea con le attese. In calo, invece, le consegne di Fiat e Lancia, con performance strettamente correlate all andamento complessivo di ogni paese e segmento. Nel primo trimestre del 2011 la quota di mercato complessiva di FGA in Europa si è attestata al 7,1%, in calo di 1,5 punti percentuali rispetto allo stesso periodo dell anno precedente. La riduzione è attribuibile allo sfavorevole mix dei mercati. In particolare, in Italia la quota si è ridotta di 2,4 punti attestandosi al 29,0%. Alla base di tale andamento vi è il forte calo della domanda di veicoli alimentati da carburanti alternativi (legata al termine degli eco-incentivi) che rappresentavano il 31% del mercato nel primo trimestre del 2010 e solo il 5% nello stesso periodo del In tale segmento Fiat ha una quota di mercato di circa il 50%. Al netto di tale effetto il mercato italiano sarebbe cresciuto del 6% e la quota di FGA sarebbe salita di 1,4 punti percentuali. Sugli altri principali mercati, la quota è in leggera diminuzione in Germania (-0,2 punti percentuali, al 2,8%), in Francia (-0,3 punti percentuali, al 3,8%) e in Gran Bretagna (-0,2 punti percentuali, al 2,8%), mentre presenta una lieve crescita in Spagna (+0,1 al 3,1%). E proseguita la buona performance sul mercato olandese, dove, quasi raddoppiando le proprie immatricolazioni, FGA ha portato la propria quota dal 4,9% al 7,1%, beneficiando delle politiche di incentivazione basate sul livello di emissioni di CO 2, dove FGA detiene una indiscussa leadership di mercato. Se raffrontata con quella del 4 trimestre del 2010, la quota di mercato di FGA migliora di 0,3 punti percentuali (dal 6,8%) in Europa e di 0,5 punti percentuali (dal 28,5%) in Italia. Il marchio Fiat ha particolarmente risentito di queste dinamiche di mercato, vedendo scendere dal 7,0 al 5,3% la propria quota in Europa. Tra i modelli, Fiat 500 continua a migliorare la propria quota nel segmento di riferimento, la Grande Punto My Life ha registrato buone performance sul mercato domestico e in Germania, mentre sulla riduzione 7

8 incidono, in parte, anche gli effetti dell uscita dalla gamma di modelli quali Punto Classic, Croma e Multipla. Le medesime dinamiche hanno condizionato anche la performance di Lancia, la cui quota si è ridotta di 0,2 punti percentuali allo 0,7%, con il mercato in attesa del lancio della nuova Ypsilon nel secondo trimestre di quest anno. Alfa Romeo ha invece incrementato la propria quota in Europa portandola all 1,1% (+0,4 punti percentuali rispetto l anno precedente). Per quanto riguarda i veicoli commerciali leggeri, nel primo trimestre del 2011 FGA ha consegnato in Europa unità, con un incremento pari al 5,4% rispetto allo stesso periodo del 2010, in linea con l andamento della domanda. L incremento delle consegne è particolarmente rilevante nei maggiori mercati, con crescite a due cifre in Germania (+43,8%), Francia (+15,8%), Gran Bretagna (+18,5%) e Spagna (+22,9%); unico mercato in controtendenza è l Italia dove le consegne sono diminuite dell 11,2%, in un contesto di domanda particolarmente debole. La quota di Fiat Professional in Europa si è attestata al 12,8% (-0,7 punti percentuali), fortemente influenzata dal negativo effetto mix legato all andamento della domanda sui vari mercati. La quota risulta infatti in crescita in tutti i principali mercati: in Italia al 46,9% (+0,1 punti percentuali), nonostante il 2010 avesse beneficiato di richieste record per il Fiorino a metano. In decisa crescita la quota in Germania (+1,5 punti percentuali al 12,3%) e Gran Bretagna (+0,5 punti percentuali al 3,7%). In Spagna la quota è migliorata di 1,5 punti percentuali, attestandosi al 9,8%, mentre in Francia, in un mercato in crescita del 7,8%, FGA ha incrementato le proprie immatricolazioni, registrando una quota dell 8,9% (+0,2 punti percentuali). In particolare su questi due ultimi mercati Fiat Professional ha raggiunto la propria miglior performance di sempre nel primo trimestre. A guidare queste performance è il Fiat Ducato, le cui immatricolazioni, in crescita di circa il 26%, hanno raggiunto le unità. In Brasile la domanda di automobili è rimasta sostanzialmente stabile rispetto allo stesso periodo dello scorso anno (+0,8%) nonostante il mancato rinnovo degli incentivi sull acquisto di veicoli di segmento medio-piccolo. Le consegne di FGA nel trimestre di auto e veicoli commerciali leggeri in Brasile sono aumentate dell 8,0% rispetto ai primi tre mesi del 2010, raggiungendo le unità. In un mercato complessivo in crescita del 3,6% (+16,2% per i soli veicoli commerciali leggeri) FGA ha confermato ancora una volta la propria leadership nel mercato complessivo con una quota del 22,1% (-0,2 punti percentuali). Da segnalare il continuo successo della Novo 8

9 Uno, che, per la prima volta nella storia, ha conseguito in febbraio il primato nel proprio segmento di riferimento. In Argentina il mercato complessivo ha registrato una significativa crescita, pari al 27,7% (+32,7% i soli veicoli commerciali). FGA ha consegnato complessivamente nel trimestre autovetture e veicoli commerciali leggeri, con una quota di mercato complessiva di circa il 10%. Fiat Group Automobiles ha registrato, nel primo trimestre del 2011, un utile della gestione ordinaria di 130 milioni di euro, a fronte dei 153 milioni di euro del primo trimestre Le efficienze di produzione hanno compensato solo parzialmente gli impatti del calo dei volumi in Europa e dei maggiori costi di Ricerca & Sviluppo in vista dell uscita dei nuovi modelli. In marzo FGA ha presentato al Salone Internazionale di Ginevra numerose novità di prodotto. Protagonista del marchio Fiat è stato il nuovo Fiat Freemont, primo veicolo Fiat frutto dell alleanza con il gruppo Chrysler, che sarà commercializzato dal secondo trimestre del Freemont sarà offerto inizialmente con due versioni di propulsori turbodiesel Multijet 2.0 da 140 Cv o 170 Cv, entrambi abbinati a un cambio manuale. In seguito saranno proposte anche due versioni a trazione integrale con le motorizzazioni 2.0 Multijet da 170 Cv e 3.6 benzina V6 da 276 Cv, entrambe con cambio automatico. Alfa Romeo ha proposto i modelli Giulietta e MiTo con le ultime innovazioni stilistiche e tecnologiche. Il Model Year 2011 della MiTo presentato a Ginevra sarà commercializzato a partire da aprile nei maggiori Paesi europei. Alfa Romeo ha altresì fatto debuttare al Salone la 4C Concept, una "supercar" compatta, coupé a "2 posti secchi" con motore in posizione centrale che rappresenta l'essenza della sportività secondo i valori del marchio; la commercializzazione è attesa entro la fine del Lancia, a un anno dall avvio dell integrazione della propria gamma prodotti con il marchio Chrysler, è ritornata al Salone di Ginevra presentando in anteprima mondiale le nuove Ypsilon, Thema e Voyager. Sono state esposte anche la Flavia Concept e la Flavia Cabrio Concept. La nuova Ypsilon, proposta con una veste a cinque porte, sarà disponibile a partire da giugno nei maggiori mercati europei. Un vero e proprio concentrato di lusso e tecnologia per riaffermare la leadership del marchio nel segmento B Premium. La nuova Lancia Thema, berlina di lusso caratterizzata da contenuti esclusivi, sarà commercializzata nel quarto trimestre di quest anno in tutte le concessionarie europee. Spazio anche a Lancia Voyager, il miglior MPV di sempre, che coniuga stile e versatilità. Lancia Delta presenta importanti novità in termini di design, allestimenti e motorizzazioni. 9

10 Jeep era presente a Ginevra con il debutto in anteprima europea del nuovo Jeep Compass, il compact SUV del marchio e con l anteprima mondiale del nuovo Grand Cherokee equipaggiato con il nuovo motore 3.0 turbodiesel dotato di tecnologia MultiJet II. Presenti nello stand Jeep anche i nuovi Wrangler e Wrangler Unlimited (la versione a quattro porte), appena introdotti sul mercato europeo. A conferma dell impegno profuso da FGA in campo ambientale, il 1 marzo la società JATO (leader mondiale per la consulenza e la ricerca nel campo automotive) ha riconosciuto che Fiat, per il quarto anno consecutivo, è il brand che ha registrato il livello più basso di emissioni di CO 2 delle vetture vendute in Europa nel 2010, con un valore medio di 123,1 g/km (4,7 g/km in meno rispetto alla media del 2009). Anche come Gruppo, Fiat è risultata prima in classifica con 125,9 g/km e un miglioramento di 5 g/km rispetto all anno scorso. Il marchio Alfa Romeo, con i modelli di punta Giulietta e MiTo, ha conquistato prestigiosi riconoscimenti in Italia e in Germania. Due i premi che si è aggiudicata la Giulietta: in Italia è La novità dell'anno 2011 secondo la rivista Quattroruote, mentre in Germania, candidata per la prima volta al prestigioso premio Die Besten Autos della rivista specializzata Auto Motor und Sport, ha immediatamente vinto nella categoria compatte. I lettori della rivista tedesca hanno anche premiato nella categoria utilitarie la MiTo, giunta al terzo successo consecutivo. Maserati Maserati ha realizzato nel primo trimestre 2011 ricavi pari a 135 milioni di euro, con un incremento del 6,3% rispetto allo stesso periodo del Nel trimestre sono state consegnate alla rete vetture, realizzando un incremento del 21,7% rispetto alle unità consegnate nello stesso periodo del I volumi sono cresciuti significativamente negli Stati Uniti, in Cina, Gran Bretagna e Germania. La Cina ha confermato di essere il Paese con le migliori prospettive di crescita, risultando il secondo mercato per Maserati, dopo gli Stati Uniti. Il risultato della gestione ordinaria del primo trimestre 2011 è stato positivo per 9 milioni di euro, più del doppio rispetto ai 4 milioni di euro dello stesso trimestre del 2010, per effetto essenzialmente dei maggiori volumi. In marzo, al Salone di Ginevra, Maserati ha presentato la GranCabrio Sport che monta una versione più potente ed efficiente del motore V8 da 4,7 litri, portato in questa configurazione a 450 Cv per una coppia massima di 510 Nm. 10

11 Nel mese di gennaio Maserati ha designato un importatore ufficiale delle proprie vetture per l India, mercato dalle notevoli potenzialità per il marchio. Ferrari Nel primo trimestre del 2011 Ferrari ha realizzato ricavi pari a 491 milioni di euro, in crescita del 18,6% rispetto al primo trimestre 2010, principalmente grazie all aumento dei volumi di vendita e al positivo contributo della 458 Italia e della 599 GTO. Nel trimestre sono state consegnate alla rete vetture (+6,7% rispetto al primo trimestre 2010). La crescita ha interessato sia i modelli a 8 cilindri (+6,5% rispetto al 2010) sia quelli a 12 cilindri (+8% rispetto al primo trimestre 2010). Il Nord America si conferma primo mercato per Ferrari con 452 vetture consegnate nel trimestre, pari al 27% del totale (+3,1% verso il 2010), in crescita anche il mercato cinese con 153 vetture, pari al 9% del totale delle vendite (+3,7% verso 2010); sostanzialmente in linea con i livelli del primo trimestre 2010 i restanti mercati. Ferrari ha chiuso il primo trimestre 2011 con un utile della gestione ordinaria di 53 milioni di euro (39 milioni di euro nel primo trimestre 2010). La crescita del 36% è riconducibile ai maggiori volumi di vendita, al migliore mix di prodotto e agli ottimi risultati del programma di personalizzazioni. In marzo, al Salone di Ginevra, Ferrari ha presentato due importanti novità: in anteprima mondiale la FF, la rivoluzionaria V12 con posizionamento motore anteriore-centrale a quattro posti e quattro ruote motrici che rappresenta la più prestazionale e versatile vettura nella storia della Ferrari, e la 458 Italia con il sistema HELE (High Emotions Low Emissions). La FF concilia prestazioni estreme, anche su terreni con coefficienti di aderenza molto bassi grazie al sistema 4RM (4 ruote motrici) brevettato da Ferrari, con la fruibilità di una vera GT e un design fortemente innovativo. La 458 Italia con il sistema HELE invece abbassa le emissioni di CO 2 a soli 275 gr/km, una riduzione del 15% che ne fa la vettura sportiva con il più basso livello di emissioni, conquistando così un altro riconoscimento dopo gli oltre 20 premi che le sono stati attributi dalle riviste più prestigiose al mondo. Sempre in marzo è stato annunciato l accordo con un importatore per l India, 58 mercato per Ferrari, dove verranno inaugurate la prima dealership a New Delhi in primavera e la seconda a Mumbai entro l anno. 11

12 COMPONENTI E SISTEMI DI PRODUZIONE 1 trimestre Ricavi netti (in milioni di euro) Componenti (Magneti Marelli) Variazione % 16,7 Fiat Powertrain (*) Variazione % 35,0 Prodotti Metallurgici (Teksid) Variazione % 32,7 Mezzi e Sistemi di Produzione (Comau) Variazione % 21.5 Elisioni (180) (109) Totale Variazione % 22,7 (*) Comprende le attività della linea Passenger & Commercial Vehicles del precedente settore FPT Powertrain Technologies COMPONENTI E SISTEMI DI PRODUZIONE 1 trimestre - Utile/(perdita) della gestione ordinaria (in milioni di euro) Componenti (Magneti Marelli) Variazione % 15 Fiat Powertrain (*) Variazione % - Prodotti Metallurgici (Teksid) 3 - Variazione 3 Mezzi e Sistemi di Produzione (Comau) 1 - Variazione 1 Totale Variazione 19 Margine della gestione ordinaria % 2,0 1,7 (*) Comprende le attività della linea Passenger & Commercial Vehicles del precedente settore FPT Powertrain Technologies Componenti & Sistemi di Produzione Magneti Marelli Nel primo trimestre del 2011 Magneti Marelli ha realizzato ricavi pari a milioni di euro, in aumento del 16.7% rispetto ai primi tre mesi del Nel mercato europeo da segnalare l andamento positivo dell area tedesca, oltre ai maggiori volumi delle produzioni per i veicoli commerciali leggeri e per la Giulietta, che compensano il calo produttivo per clienti terzi in Polonia. In ripresa il mercato Nord Americano e buoni livelli della domanda in Brasile e Cina. Tutti i business evidenziano una crescita dei volumi rispetto al primo trimestre del 2010, in particolare, per le principali linee si evidenzia quanto segue: Lighting Il fatturato dei primi tre mesi del 2011 è stato pari a 436 milioni di euro, con una crescita di circa 21.7% rispetto al L incremento è principalmente legato al mercato tedesco e alla ripresa dell area NAFTA, sostenuta dal lancio dei nuovi prodotti nel corso del Positivo l andamento in Turchia, Russia e Cina. Controllo Motore Il fatturato del primo trimestre del 2011, pari a 252 milioni di euro, rileva un incremento del 6% rispetto allo stesso periodo del 2010, con una crescita concentrata in Brasile, Cina e India mentre il mercato Europeo è in lieve calo. Sistemi Elettronici I ricavi del primo trimestre 2011 sono stati pari a 186 milioni di euro, in aumento del 23% rispetto al primo trimestre del 2010; in forte crescita la telematica, grazie alle nuove applicazioni sviluppate sia per clienti terzi che per Fiat. 12

13 Nel primo trimestre 2011 Magneti Marelli ha conseguito un utile della gestione ordinaria di 34 milioni di euro, a fronte di 19 milioni di euro del primo trimestre Il miglioramento è stato determinato dai maggiori volumi di vendita, nonché dalle efficienze produttive realizzate, che hanno più che compensato la tensione sui prezzi dei materiali. Tra le novità presentate nel trimestre dal Settore spiccano i componenti relativi alla Nuova Lancia Ypsilon, per la quale Magneti Marelli ha realizzato i proiettori e i fanali a led, oltre alle centraline di controllo per i motori benzina e diesel, il cambio robotizzato DFN, le sospensioni anteriori e posteriori e i sistemi di scarico. Da segnalare l avvio della collaborazione tecnologica tra Magneti Marelli e Wind River, leader mondiale nella produzione di software embedded e mobile, per la creazione della prima soluzione di In-Vehicle Infotainment conforme agli standard internazionali stabiliti dal consorzio GENIVI, che riunisce i più importanti costruttori di autovetture e le principali aziende di elettronica automotive. Fiat Powertrain 1 I ricavi di Fiat Powertrain nel primo trimestre 2011 sono stati pari a milioni di euro, in crescita del 35% rispetto allo stesso periodo del 2010 (886 milioni di euro). I ricavi includono l effetto del consolidamento integrale della società Fiat Powertrain Polska Sp.z.o.o. (già Fiat-GM Powertrain Polska) avvenuto nel secondo trimestre del 2010; a perimetro omogeneo l aumento dei ricavi è pari al 17,1%. Le vendite verso terzi e joint venture hanno costituito il 16,4% del fatturato (8,3% nel primo trimestre 2010). Nel trimestre sono stati venduti motori (+8,9%) e cambi (+5,2%) Il primo trimestre 2011 si è chiuso con un utile della gestione ordinaria di 23 milioni di euro, in linea con quello del primo trimestre A condizioni omogenee si rileva una crescita del 15% per effetto principalmente dei maggiori volumi. Nel corso del primo trimestre è stato completato l adeguamento delle motorizzazioni bi-fuel GPL della famiglia Fire alla normativa Euro 5. La versione da 1,2 litri è stata lanciata su Fiat Panda, mentre quella 1.4 8v è installata su Fiat Grande Punto, Lancia Musa e Ypsilon. La versione v ha fatto invece il suo debutto su Fiat Bravo. Il Fiat Freemont vedrà il debutto del Multijet II, motore della famiglia B diesel da 2.0 litri (140 e 170 Cv), che sarà successivamente montato anche sul Ducato nella versione da 115 Cv. 1 Comprende le attività della linea Passenger & Commercial Vehicles del precedente settore FPT Powertrain Technologies. 13

14 L Alfa Romeo Giulietta, a partire dal mese di maggio, verrà equipaggiata con il motore diesel 2.0 da 170 Cv. Per quel che riguarda gli sviluppi in corso, nell ambito dei propulsori a benzina, è proseguita l attività relativa ad ulteriori varianti del pluripremiato bicilindrico TwinAir: versione aspirata, versione turbo 105 Cv e bi-fuel turbo a metano. Prosegue anche l attività di sviluppo dei cambi manuali C510 e C514 nelle varianti a 6 marce, entrambi con prima applicazione sulla nuova Fiat Panda, il cui lancio è previsto per la fine dell anno. I lettori della rivista tedesca Auto Motor und Sport hanno assegnato al motore TwinAir di Fiat il premio Paul Pietsch per lo sviluppo tecnologico. Teksid Teksid ha registrato nel primo trimestre del 2011 ricavi per 227 milioni di euro, in aumento del 32,7% rispetto ai primi tre mesi dell anno precedente per effetto dei maggiori volumi della business unit Ghisa, cresciuti del 22,2%, grazie all andamento positivo sia nelle aree Mercosur e Nafta, sia in Europa. I volumi della business unit Alluminio hanno, per contro, registrato una riduzione del 13.5%. Teksid ha chiuso il trimestre con utile della gestione ordinaria di 3 milioni di euro, rispetto al pareggio registrato nell analogo periodo del 2010, principalmente per effetto dei maggiori volumi. Comau Comau nel primo trimestre del 2011 ha conseguito ricavi di 277 milioni di euro, con un incremento del 21,5% rispetto al primo trimestre L aumento è da attribuire principalmente alle attività di Meccanica e Robotica. La raccolta ordini del periodo è stata di 677 milioni di euro, quasi raddoppiata rispetto al primo trimestre del 2010, ancora influenzato dalla crisi economica globale. L incremento è da attribuire in particolare alle attività di Carrozzeria e Meccanica. Il portafoglio ordini delle attività a commessa a fine trimestre è pari a 931 milioni di euro, in aumento del 47% rispetto a quello di fine I livelli delle attività di Service in America Latina si attestano su livelli sostanzialmente allineati a quelli dello scorso anno. Nel primo trimestre 2011 il Settore ha registrato un risultato della gestione ordinaria positivo per 1 milione di euro rispetto al pareggio dello stesso periodo del Il lieve miglioramento è da attribuire alle attività di Robotica. 14

15 Altre Attività Le Altre Attività includono il contributo delle società che operano nel comparto editoriale, dei servizi, nonché delle holding. Nel primo trimestre del 2011 le Altre Attività hanno registrato complessivamente ricavi per 251 milioni di euro, in calo del 4,2% rispetto allo stesso periodo del Nel trimestre le Altre Attività, che includono anche l impatto delle elisioni e rettifiche di consolidamento, hanno registrato una perdita della gestione ordinaria di 2 milioni di euro, a fronte di una perdita di 8 milioni di euro nello stesso periodo del

16 Fatti di rilievo Il 10 gennaio 2011 Fiat ha aumentato dal 20 al 25% la propria quota di partecipazione in Chrysler Group LLC, in seguito al verificarsi del primo dei tre Performance Event (ottenimento delle autorizzazioni regolamentari US per un motore basato sulla famiglia FIRE di Fiat da produrre negli Stati Uniti e impegno ad iniziare questa produzione) come previsto nell accordo relativo all alleanza. Il 12 aprile Fiat ha annunciato il raggiungimento del secondo dei Performance Event (effettuazione da parte di Chrysler di vendite complessive al di fuori dei Paesi NAFTA per almeno 1,5 miliardi di dollari e formalizzazione di altri accordi), con conseguente incremento della partecipazione in Chrysler dal 25 al 30%. Il raggiungimento dell ultimo Performance Event, rappresentato dall omologazione di un auto basata su una piattaforma Fiat con un Environmental Protection Agency (EPA) label di 40 miglia per gallone US, è atteso entro la fine del L 11 febbraio, Fiat Powertrain e Penske Corporation hanno raggiunto un accordo in base al quale Fiat Powertrain rileverà la quota del 50% che Penske Corporation detiene nella VM Motori S.p.A. (VM). L accordo sarà finalizzato al completamento degli iter autorizzativi da parte delle competenti autorità antitrust. VM, specializzata nella produzione di motori diesel di propria progettazione, consente di ampliare il portafoglio di Fiat con prodotti già disponibili per una varietà di applicazioni, in particolare nell automotive, compreso un propulsore V6 appena sviluppato. A seguito dell accordo, VM Motori sarà sotto il controllo congiunto di Fiat Powertrain e General Motors. A fine febbraio Fiat ha presentato al Ministero dello Sviluppo Economico della Federazione Russa un memorandum d intesa riguardante un progetto per la localizzazione della produzione e la distribuzione in Russia di autovetture e veicoli commerciali. Il progetto prevede la creazione di una capacità produttiva fino a veicoli l'anno di segmento C e D, SUV e veicoli commerciali leggeri a marchio Fiat e Jeep e la distribuzione di un limitato numero di prodotti importati a completamento della gamma. In marzo, la Banca europea per gli investimenti (BEI) e Fiat hanno firmato un contratto di finanziamento di 250 milioni di euro finalizzato a sostenere i piani in ricerca e sviluppo di Fiat. Il progetto riguarda i centri di ricerca e sviluppo di Fiat in Italia, la cui attività è focalizzata sull obbiettivo dell incremento dell efficienza energetica delle automobili sia grazie alla riduzione dei consumi, sia attraverso lo studio di più avanzate architetture del veicolo. L Assemblea degli Azionisti di Fiat S.p.A., riunitasi a Torino il 30 marzo, ha approvato il bilancio dell esercizio 2010 e la distribuzione agli Azionisti di un dividendo lordo di 0,09 euro per azione ordinaria, 0,31 euro per azione privilegiata e 0,31 euro per azione di risparmio 16

17 messo in pagamento a partire dal 21 aprile, con stacco cedola il 18 aprile. L Assemblea ha inoltre rinnovato l autorizzazione all acquisto e alla disponibilità di azioni proprie anche attraverso società controllate. L autorizzazione riguarda un numero massimo di azioni delle tre categorie tale da non eccedere il limite di legge sul capitale sociale ed il controvalore massimo di 1,2 miliardi di euro, comprensivo delle riserve già vincolate per 289 milioni di euro a fronte delle azioni Fiat in portafoglio. Come noto gli acquisti sono al momento sospesi e l autorizzazione non comporta alcun obbligo di acquisto. Infine l Assemblea degli Azionisti ha conferito l incarico di revisione legale dei conti per il novennio 1 gennaio dicembre 2020 alla Reconta Ernst & Young S.p.A. Il 1 Aprile Fiat ha concluso l emissione di un prestito obbligazionario di ammontare nominale pari a 1 miliardo di euro con cedola fissa del 6,375% e scadenza il 1 aprile I titoli, che sono stati emessi da Fiat Finance and Trade Ltd S.A., società interamente controllata da Fiat S.p.A., nell ambito del programma di Global Medium Term Notes garantito da Fiat S.p.A. stessa, sono stati ammessi alla quotazione presso la Borsa irlandese. 17

18 Prospettive per l anno in corso Gli obiettivi di Fiat per il 2011 sono confermati: ricavi pari a circa 37 miliardi di euro; utile della gestione ordinaria tra 0,9 e 1,2 miliardi di euro; utile netto pari a circa 0,3 miliardi di euro; indebitamento netto industriale tra 1,5 e 1,8 miliardi di euro; investimenti tra 4 e 4,5 miliardi di euro. E prevista una crescita sostanziale dei programmi di investimento nei confronti dei livelli anomali e particolarmente bassi del 2010, con il ripristino di un livello di investimenti normalizzato per tutti i settori. Lavorando per il conseguimento degli obiettivi, Fiat continuerà a implementare la strategia di alleanze mirate, al fine di ottimizzare gli impegni di capitale e ridurre i rischi. John Elkann Presidente Sergio Marchionne Amministratore Delegato ********* I dirigenti preposti alla redazione dei documenti contabili e societari Alessandro Baldi e Antonio Picca Piccon dichiarano ai sensi del comma 2 articolo 154 bis del Testo Unico della Finanza che l'informativa contabile contenuta nel presente comunicato corrisponde alle risultanze documentali, ai libri ed alle scritture contabili. Questo comunicato stampa, ed in particolare la Sezione intitolata Prospettive per l anno in corso, contiene dichiarazioni previsionali ( forward-looking statements ). Queste dichiarazioni sono basate sulle attuali aspettative e proiezioni del Gruppo relativamente ad eventi futuri e, per loro natura, sono soggette ad una componente intrinseca di rischiosità ed incertezza. Sono dichiarazioni che si riferiscono ad eventi e dipendono da circostanze che possono, o non possono, accadere o verificarsi in futuro e, come tali, non si deve fare un indebito affidamento su di esse. I risultati effettivi potrebbero differire significativamente da quelli contenuti in dette dichiarazioni a causa di una molteplicità di fattori, incluse la volatilità e il deterioramento dei mercati del capitale e finanziari, variazioni nei prezzi di materie prime, cambiamenti nelle condizioni macroeconomiche e nella crescita economica ed altre variazioni delle condizioni di business, di natura atmosferica, per inondazioni, terremoti o altri disastri naturali, mutamenti della normativa e del contesto istituzionale (sia in Italia che all estero), difficoltà nella produzione, inclusi vincoli nell utilizzo degli impianti e nelle forniture e molti altri rischi e incertezze, la maggioranza dei quali è al di fuori del controllo del Gruppo. Torino, 20 aprile 2011 Oggi alle i risultati del primo trimestre 2011 saranno presentati dal management agli analisti e agli investitori istituzionali in una conference call, accessibile in diretta e, successivamente, in forma registrata sul sito 18

19 Conto economico consolidato Non assoggettati a revisione contabile (in milioni di euro) 1 trimestre trimestre 2010 (*) Ricavi netti Costo del venduto Spese generali, amministrative e di vendita Costi di ricerca e sviluppo Altri proventi (oneri) 16 (15) UTILE/(PERDITA) DELLA GESTIONE ORDINARIA Plusvalenze (minusvalenze) da cessione partecipazioni 4 1 Oneri di ristrutturazione 4 - Altri proventi (oneri) atipici - 1 UTILE/(PERDITA) OPERATIVA Proventi (oneri) finanziari (138) (142) Risultato partecipazioni: Quota di utili/(perdite) delle imprese valutate con il metodo del patrimonio netto Altri proventi (oneri) derivanti dalla gestione di partecipazioni 2 2 UTILE/(PERDITA) PRIMA DELLE IMPOSTE Imposte UTILE/(PERDITA) DELLE CONTINUING OPERATION Utile/(perdita) delle Discontinued Operations dopo le imposte - (34) UTILE/(PERDITA) DEL PERIODO 37 (21) UTILE/(PERDITA) DEL PERIODO ATTRIBUIBILE A: Soci della controllante 29 (25) Interessenze di pertinenza di terzi 8 4 UTILE/(PERDITA) DELLE CONTINUING OPERATION ATTRIBUIBILE A: Soci della controllante 29 7 Interessenze di pertinenza di terzi 8 6 (*) In conseguenza della Scissione che ha avuto effetto dal 1 gennaio 2011, i dati relativi al 1 trimestre 2010 sono stati riclassificati ai sensi dell IFRS 5. Conversione dei bilanci di imprese estere I principali tassi di cambio utilizzati per la conversione in euro dei valori delle società al di fuori dell area Euro sono stati i seguenti: Al 31 dicembre trimestre 2010 Medi Puntuali Puntuali Medi Puntuali Real brasiliano 2,280 2,306 2,218 2,492 2,404 Zloty polacco 3,946 4,011 3,975 3,987 3,867 Peso argentino 5,487 5,750 5,303 5,306 5,216 Dollaro USA 1,368 1,421 1,336 1,383 1,348 Sterlina inglese 0,854 0,884 0,861 0,888 0,890 Franco svizzero 1,287 1,301 1,250 1,463 1,428 19

20 Situazione patrimoniale - finanziaria consolidata Non assoggettati a revisione contabile (in milioni di euro) Al 31 marzo 2011 Al 31 dicembre 2010 ATTIVO Attività immateriali Immobili, impianti e macchinari Partecipazioni e altre attività finanziarie: Partecipazioni valutate con il metodo del patrimonio netto Altre partecipazioni e attività finanziarie Attività per piani a benefici definiti Imposte anticipate Totale attività non correnti Rimanenze nette Crediti commerciali Crediti da attività di finanziamento Crediti finanziari verso Discontinued Operation Crediti per imposte correnti Altre attività correnti Attività finanziarie correnti: Partecipazioni correnti Titoli correnti Altre attività finanziarie Disponibilità e mezzi equivalenti Totale attività correnti Attività destinate alla vendita e Discontinued Operation Elisione crediti e debiti finanziari verso Discontinued Operation - (8.491) TOTALE ATTIVO Totale Attivo al netto delle operazioni di cessione di crediti PASSIVO Patrimonio netto: Capitale emesso e riserve attribuibili ai soci della controllante Interessenze di pertinenza di terzi Fondi rischi e oneri: Benefici ai dipendenti Altri fondi Debiti finanziari: Debiti per anticipazioni su cessioni di crediti Debiti finanziari verso Discontinued Operation Altri debiti finanziari Altre passività finanziarie Debiti commerciali Debiti per imposte correnti Imposte differite passive Altre passività correnti Passività destinate alla vendita e Discontinued Operation Elisione crediti e debiti finanziari verso Discontinued Operation - (8.491) TOTALE PASSIVO Totale Passivo al netto delle operazioni di cessione di crediti

21 Rendiconto finanziario consolidato Non assoggettati a revisione contabile (in milioni di euro) 1 trimestre trimestre 2010(*) A) DISPONIBILITÀ E MEZZI EQUIVALENTI ALL INIZIO DEL PERIODO RIPORTATI IN BILANCIO B) DISPONIBILITÀ GENERATE (ASSORBITE) DALLE OPERAZIONI DEL PERIODO: Utile/(perdita) del periodo Ammortamenti (Plusvalenze) minusvalenze da cessione di attività non correnti (8) (3) Altre poste non monetarie (18) (21) Dividendi incassati Variazione fondi rischi e oneri (20) (155) Variazione delle imposte differite 3 (15) Variazione delle poste da operazioni di buy-back Variazione del capitale di funzionamento (227) (330) Disponibilità generate (assorbite) dalle operazioni dell esercizio delle Discontinued Operation TOTALE C) DISPONIBILITÀ GENERATE (ASSORBITE) DALLE ATTIVITÀ DI INVESTIMENTO: Investimenti in: Immobili, impianti e macchinari e attività immateriali (503) (577) Partecipazioni (31) (30) Realizzo della vendita di attività non correnti Variazione netta dei crediti da attività di finanziamento (220) (129) Variazione dei titoli correnti (7) 3 Altre variazioni (54) 128 Disponibilità generate (assorbite) dalle attività di investimento delle Discontinued Operation - (145) TOTALE D) DISPONIBILITÀ GENERATE (ASSORBITE) DALLE ATTIVITÀ DI FINANZIAMENTO: (722) (726) Emissione di prestiti obbligazionari - - Rimborso di prestiti obbligazionari - (1.000) Accensione prestiti a medio termine Rimborso di prestiti a medio termine (1.880) (279) Variazione dei crediti finanziari netti verso il Gruppo Fiat Industrial Variazione netta degli altri debiti finanziari e altre attività/passività finanziarie (113) (23) Aumenti di capitale 3 - (Acquisto) vendita di azioni proprie - - Distribuzione di dividendi (2) - Disponibilità generate (assorbite) dalle attività di finanziamento delle Discontinued Operation - (156) TOTALE (1.130) Differenze cambi di conversione (106) 185 E) VARIAZIONE NETTA DELLE DISPONIBILITÀ MONETARIE 905 (1.257) F) DISPONIBILITÀ E MEZZI EQUIVALENTI A FINE PERIODO RIPORTATI IN BILANCIO (*) In conseguenza della scissione che ha avuto effetto dal 1 gennaio 2011, i dati relativi al 1 trimestre 2010 sono stati riclassificati ai sensi dell IFRS 5. (a) Nel tale voce include lo storno del risultato positivo per 23 milioni di euro (negativo per 13 milioni di euro nel primo trimestre 2010) relativo alla valutazione al fair value degli equity swap su un paniere di azioni ordinarie Fiat S.p.A. e Fiat Industrial S.p.A. (b) I flussi generati da cessioni di veicoli con patto di riacquisto (contratti di buy-back) dei due periodi, al netto degli importi già inclusi nell Utile/(perdita) del periodo, sono rappresentati tra le operazioni del periodo in un unica voce che include la variazione del capitale di funzionamento. 21

CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELLA FIAT: BILANCIO 2010 E CONVOCAZIONE DELL ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI

CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELLA FIAT: BILANCIO 2010 E CONVOCAZIONE DELL ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELLA FIAT: BILANCIO 2010 E CONVOCAZIONE DELL ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI Il Consiglio di Amministrazione della Fiat S.p.A., riunitosi oggi a Torino, ha: approvato il Bilancio

Dettagli

CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELLA FIAT: BILANCIO 2012 E CONVOCAZIONE DELL ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI

CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELLA FIAT: BILANCIO 2012 E CONVOCAZIONE DELL ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELLA FIAT: BILANCIO 2012 E CONVOCAZIONE DELL ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI Il Consiglio di Amministrazione della Fiat S.p.A., riunitosi oggi a Torino, ha: approvato il Bilancio

Dettagli

Consiglio di Amministrazione della Fiat: bilancio 2013 e convocazione dell Assemblea degli Azionisti

Consiglio di Amministrazione della Fiat: bilancio 2013 e convocazione dell Assemblea degli Azionisti Consiglio di Amministrazione della Fiat: bilancio 2013 e convocazione dell Assemblea degli Azionisti Il Consiglio di Amministrazione della Fiat S.p.A., riunitosi oggi a Torino, ha: approvato il Bilancio

Dettagli

SOGEFI: RISULTATI SEMESTRALI IN CALO PER LA MINORE PRODUZIONE DI AUTO, RICAVI E MARGINI IN RIPRESA NEL SECONDO TRIMESTRE

SOGEFI: RISULTATI SEMESTRALI IN CALO PER LA MINORE PRODUZIONE DI AUTO, RICAVI E MARGINI IN RIPRESA NEL SECONDO TRIMESTRE COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva la relazione al 30 giugno 2009 SOGEFI: RISULTATI SEMESTRALI IN CALO PER LA MINORE PRODUZIONE DI AUTO, RICAVI E MARGINI IN RIPRESA NEL SECONDO TRIMESTRE

Dettagli

2 trimestre 2009. Comunicato stampa RISULTATI DEL SECONDO TRIMESTRE 2009

2 trimestre 2009. Comunicato stampa RISULTATI DEL SECONDO TRIMESTRE 2009 Comunicato stampa RISULTATI DEL SECONDO TRIMESTRE 2009 IN UN MERCATO ESTREMAMENTE DIFFICILE, IL GRUPPO FIAT HA CHIUSO IL TRIMESTRE CON UN UTILE DELLA GESTIONE ORDINARIA DI 310 MILIONI DI EURO (MARGINE

Dettagli

243 30. Informativa per settore di attività

243 30. Informativa per settore di attività 243 Nel corso dell esercizio il Gruppo ha rilevato costi per canoni di leasing per 48 milioni di euro inclusi tra gli Utili/(perdite) delle Continuing Operation e per 45 milioni di euro inclusi tra gli

Dettagli

ESAMINATI DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE I RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 MARZO 2015

ESAMINATI DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE I RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 MARZO 2015 ESAMINATI DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE I RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 MARZO RICAVI IN PROGRESSO, IN PARTICOLARE IN INDIA E MAROCCO SOSTANZIALE STABILITA DEI VOLUMI DI VENDITA DI CEMENTO: LA DEBOLEZZA

Dettagli

3 trimestre 2010. Comunicato stampa RISULTATI DEL TERZO TRIMESTRE 2010

3 trimestre 2010. Comunicato stampa RISULTATI DEL TERZO TRIMESTRE 2010 Comunicato stampa RISULTATI DEL TERZO TRIMESTRE 2010 IL GRUPPO FIAT HA CHIUSO IL TERZO TRIMESTRE CON RICAVI PARI A 13,5 MILIARDI DI EURO, IN AUMENTO DELL 11,9% RISPETTO AL TERZO TRIMESTRE 2009, E CON UN

Dettagli

Informazione Regolamentata n. 0246-44-2015

Informazione Regolamentata n. 0246-44-2015 Informazione Regolamentata n. 0246-44-2015 Data/Ora Ricezione 23 Ottobre 2015 14:23:44 MTA - Star Societa' : SOGEFI Identificativo Informazione Regolamentata : 64513 Nome utilizzatore : SOGEFIN01 - ALBRAND

Dettagli

Comunicato stampa RISULTATI DEL SECONDO TRIMESTRE 2008

Comunicato stampa RISULTATI DEL SECONDO TRIMESTRE 2008 Comunicato stampa RISULTATI DEL SECONDO TRIMESTRE 2008 FIAT GROUP CHIUDE IL SECONDO TRIMESTRE 2008 CON I RICAVI E IL RISULTATO DELLA GESTIONE ORDINARIA PIU ALTI NELLA SUA STORIA. QUATTORDICESIMO MIGLIORAMENTO

Dettagli

Comunicato stampa I RISULTATI DEL GRUPPO FIAT NEL SECONDO TRIMESTRE 2006

Comunicato stampa I RISULTATI DEL GRUPPO FIAT NEL SECONDO TRIMESTRE 2006 Comunicato stampa I RISULTATI DEL GRUPPO FIAT NEL SECONDO TRIMESTRE 2006 PERFORMANCE OPERATIVE IN CONTINUO MIGLIORAMENTO PER IL GRUPPO FIAT. RICAVI IN CRESCITA DEL 12,9% A 13,6 MILIARDI DI EURO E RISULTATO

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. FIAT CHRYSLER AUTOMOBILES - Highlights

COMUNICATO STAMPA. FIAT CHRYSLER AUTOMOBILES - Highlights FCA ha chiuso il terzo trimestre con ricavi in crescita del 14% a 23,6 miliardi di euro e l EBIT in crescita del 7% a 0,9 miliardi di euro. L Indebitamento netto industriale si è attestato a 11,4 miliardi

Dettagli

RISULTATI DEL QUARTO TRIMESTRE E DELL ESERCIZIO 2005

RISULTATI DEL QUARTO TRIMESTRE E DELL ESERCIZIO 2005 RISULTATI DEL QUARTO TRIMESTRE E DELL ESERCIZIO 2005 Fiat Auto ha conseguito, nel quarto trimestre 2005, il primo utile della gestione ordinaria (21 milioni di euro) dopo 17 trimestri consecutivi in perdita.

Dettagli

INTERPUMP GROUP APPROVA I RISULTATI DEL PRIMO TRIMESTRE 2015

INTERPUMP GROUP APPROVA I RISULTATI DEL PRIMO TRIMESTRE 2015 COMUNICATO STAMPA INTERPUMP GROUP APPROVA I RISULTATI DEL PRIMO TRIMESTRE 2015 VENDITE NETTE: 222,6 milioni (+39,0%) - 160,2 milioni nel primo trimestre 2014 EBITDA: 43,5 milioni (+35,8%) pari al 19,5%

Dettagli

Eccellenti risultati nel primo semestre 2011, il migliore di sempre. Crescono il fatturato (+8%), l Ebitda (+16%) e l Utile netto (+11%).

Eccellenti risultati nel primo semestre 2011, il migliore di sempre. Crescono il fatturato (+8%), l Ebitda (+16%) e l Utile netto (+11%). COMUNICATO STAMPA Eccellenti risultati nel primo semestre 2011, il migliore di sempre. Crescono il fatturato (+8%), l Ebitda (+16%) e l Utile netto (+11%). Fatturato: 125,2 milioni di euro (115,6 milioni

Dettagli

RISULTATI CONSOLIDATI DEI PRIMI NOVE MESI DEL 2015

RISULTATI CONSOLIDATI DEI PRIMI NOVE MESI DEL 2015 COMUNICATO STAMPA RISULTATI CONSOLIDATI DEI PRIMI NOVE MESI DEL 2015 VENDITE NETTE: 681,9 milioni (+33,7%) - 510,1 milioni nei primi nove mesi del 2014 EBITDA: 141,3 milioni (+33,7%) pari al 20,7% delle

Dettagli

COMUNICATO STAMPA LANDI RENZO S.p.A.: Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 dicembre 2009.

COMUNICATO STAMPA LANDI RENZO S.p.A.: Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 dicembre 2009. COMUNICATO STAMPA LANDI RENZO S.p.A.: Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 dicembre 2009. Fatturato oltre le attese e marginalità in forte miglioramento. Il quarto trimestre è in forte

Dettagli

Cementir Holding: il Consiglio di Amministrazione approva i risultati consolidati al 31 marzo 2015

Cementir Holding: il Consiglio di Amministrazione approva i risultati consolidati al 31 marzo 2015 Cementir Holding: il Consiglio di Amministrazione approva i risultati consolidati al 31 marzo Ricavi a 204,7 milioni di Euro (206,6 milioni di Euro nel primo trimestre ) Margine operativo lordo a 24,2

Dettagli

Comunicato Stampa 13 novembre 2014

Comunicato Stampa 13 novembre 2014 Landi Renzo: ricavi, marginalità e flussi finanziari di cassa in miglioramento al 30 settembre 2014; il terzo trimestre conferma il trend di crescita di fatturato e utile Fatturato pari a Euro 173,9 mln,

Dettagli

PIAGGIO: APPROVATO IL PROGETTO DI BILANCIO 2006

PIAGGIO: APPROVATO IL PROGETTO DI BILANCIO 2006 COMUNICATO STAMPA Riunito il Consiglio di Amministrazione PIAGGIO: APPROVATO IL PROGETTO DI BILANCIO 2006 RICAVI 1.607,4 MLN (+10,7% SU 2005) EBITDA 204 MLN, PARI AL 12,7% DEL FATTURATO (+10,4% SU 2005)

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Massimo Zanetti Beverage Group: il C.d.A. approva il progetto di bilancio di esercizio e consolidato al 31 dicembre 2015.

COMUNICATO STAMPA. Massimo Zanetti Beverage Group: il C.d.A. approva il progetto di bilancio di esercizio e consolidato al 31 dicembre 2015. COMUNICATO STAMPA Massimo Zanetti Beverage Group: il C.d.A. approva il progetto di bilancio di esercizio e consolidato al 31 dicembre 2015. Nel 2015 i volumi di vendita del caffè tostato sono stati pari

Dettagli

Comunicato Stampa 27 agosto 2013

Comunicato Stampa 27 agosto 2013 Landi Renzo: il CDA approva i risultati al 30 giugno 2013 o Fatturato a 112,0 milioni di euro (139,2 milioni di euro al 30 giugno 2012) o EBITDA a 5,1 milioni di euro (16,2 milioni di euro al 30 giugno

Dettagli

3 trimestre 2009. Comunicato stampa RISULTATI DEL TERZO TRIMESTRE 2009

3 trimestre 2009. Comunicato stampa RISULTATI DEL TERZO TRIMESTRE 2009 Comunicato stampa RISULTATI DEL TERZO TRIMESTRE 2009 NONOSTANTE L ESTREMA DEBOLEZZA DEL CONTESTO ECONOMICO GLOBALE, IL GRUPPO FIAT HA CHIUSO IL TRIMESTRE CON UN UTILE DELLA GESTIONE ORDINARIA DI 308 MILIONI

Dettagli

L obiettivo in materia di ricavi per il 2014 è stato indicato in circa 93 miliardi di euro, in aumento di circa il 7% rispetto al consuntivo 2013.

L obiettivo in materia di ricavi per il 2014 è stato indicato in circa 93 miliardi di euro, in aumento di circa il 7% rispetto al consuntivo 2013. Informazioni in materia di obiettivi 2014, cash flow 2014, merito di credito, accesso alle risorse finanziarie di Chrysler Group LLC e riorganizzazione societaria richieste da Consob Con lettera del 13

Dettagli

Poste Italiane: Crescono i Ricavi Risultato operativo e Utile netto in calo

Poste Italiane: Crescono i Ricavi Risultato operativo e Utile netto in calo Poste Italiane: Crescono i Ricavi Risultato operativo e Utile netto in calo Il Gruppo conferma la leadership nella raccolta del risparmio e dei premi assicurativi. Nel settore postale incide l onere per

Dettagli

COMUNICATO STAMPA RICAVI IN CRESCITA (+15%) NEL PRIMO SEMESTRE RISULTATO OPERATIVO ED EBITDA IN AUMENTO SOLIDA POSIZIONE FINANZIARIA

COMUNICATO STAMPA RICAVI IN CRESCITA (+15%) NEL PRIMO SEMESTRE RISULTATO OPERATIVO ED EBITDA IN AUMENTO SOLIDA POSIZIONE FINANZIARIA COMUNICATO STAMPA GRUPPO RATTI IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI RATTI S.P.A. HA APPROVATO LA RELAZIONE FINANZIARIA SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2012 RICAVI IN CRESCITA (+15%) NEL PRIMO SEMESTRE RISULTATO

Dettagli

GRUPPO COFIDE: NEL 2014 RIDUCE PERDITA A 14,5 MLN ( 130,4 MLN NEL 2013)

GRUPPO COFIDE: NEL 2014 RIDUCE PERDITA A 14,5 MLN ( 130,4 MLN NEL 2013) COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 dicembre 2014 GRUPPO COFIDE: NEL 2014 RIDUCE PERDITA A 14,5 MLN ( 130,4 MLN NEL 2013) Il risultato è influenzato dagli oneri

Dettagli

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI COMUNICATO STAMPA ESAMINATI DAL CONSIGLIO I RISULTATI CONSOLIDATI DEL PRIMO TRIMESTRE GRUPPO ITALMOBILIARE: RICAVI: 1.386,4 MILIONI DI EURO (1.452,5 MILIONI NEL PRIMO TRIMESTRE

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. FIAT CHRYSLER AUTOMOBILES - Highlights

COMUNICATO STAMPA. FIAT CHRYSLER AUTOMOBILES - Highlights FCA ha chiuso il 2014 con una forte performance, in linea con i target. I Ricavi sono cresciuti dell 11% a 96,1 miliardi di euro e l, escluse le componenti atipiche, è salito a 3,7 miliardi di euro. L

Dettagli

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI COMUNICATO STAMPA ESAMINATI DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE I RISULTATI AL 30 SETTEMBRE GRUPPO ITALMOBILIARE RICAVI: 4.908,1 MILIONI DI EURO (+5,4) UTILE NETTO TOTALE:

Dettagli

(in milioni di euro) 2015 2014 Variazioni

(in milioni di euro) 2015 2014 Variazioni FCA ha chiuso il primo trimestre con ricavi in aumento del 19% a 26,4 miliardi di euro e un Adjusted EBIT in crescita del 22% a 800 milioni di euro. L indebitamento netto industriale è aumentato di 0,9

Dettagli

Comunicato Stampa 12 novembre 2013

Comunicato Stampa 12 novembre 2013 Landi Renzo: il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 30 settembre 2013. o Fatturato pari a 164,6 (203,4 milioni di euro al 30 settembre 2012) o EBITDA pari a 8,1 milioni di euro (23,7 milioni

Dettagli

Il CDA di EXOR approva i risultati del 1 trimestre 2016

Il CDA di EXOR approva i risultati del 1 trimestre 2016 COMUNICATO STAMPA Torino, 13 maggio 2016 Il CDA di EXOR approva i risultati del 1 trimestre 2016 Dati in milioni di US $(*) al 31/3/2016 al 31/12/2015 Variazioni NAV Net Asset Value di EXOR 12.389 13.355-966

Dettagli

Esercizio 2014. Numero dipendenti 3.053 3.170

Esercizio 2014. Numero dipendenti 3.053 3.170 Cementir Holding: il Consiglio di Amministrazione approva i risultati 2014 Il Gruppo ha chiuso il 2014 superando gli obiettivi di margine operativo lordo e indebitamento finanziario netto Ricavi a 948,0

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. NOEMALIFE: il CdA approva il Resoconto Intermedio di Gestione al 31 marzo 2013.

COMUNICATO STAMPA. NOEMALIFE: il CdA approva il Resoconto Intermedio di Gestione al 31 marzo 2013. COMUNICATO STAMPA NOEMALIFE: il CdA approva il Resoconto Intermedio di Gestione al 31 marzo 2013. Ricavi Operativi Consolidati pari a 15,1 milioni di Euro, +10% rispetto al primo trimestre 2012. EBITDA*

Dettagli

Fidia S.p.A.: il CdA approva il Progetto di Bilancio d Esercizio ed il Bilancio Consolidato al 31 dicembre 2014

Fidia S.p.A.: il CdA approva il Progetto di Bilancio d Esercizio ed il Bilancio Consolidato al 31 dicembre 2014 Comunicato stampa Fidia S.p.A.: il CdA approva il Progetto di Bilancio d Esercizio ed il Bilancio Consolidato al 31 dicembre 2014 In considerazione dei positivi risultati economico finanziari il CdA propone

Dettagli

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014)

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 marzo 2015 GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) Il risultato beneficia del positivo contributo

Dettagli

Vianini Lavori: il Consiglio di Amministrazione approva i risultati del primo semestre 2015

Vianini Lavori: il Consiglio di Amministrazione approva i risultati del primo semestre 2015 VIANINI LAVORI SPA Vianini Lavori: il Consiglio di Amministrazione approva i risultati del primo semestre 2015 Ricavi: 98,1 milioni di euro (102,8 milioni di euro al 30 giugno 2014); Margine operativo

Dettagli

Enel: il CdA approva i risultati al 30 settembre 2006

Enel: il CdA approva i risultati al 30 settembre 2006 Enel: il CdA approva i risultati al 30 settembre 2006 Ricavi a 28.621 milioni di euro, +17,0% Ebitda a 6.264 milioni di euro, +4,3% Ebit a 4.885 milioni di euro, +12,4% Risultato netto del Gruppo a 2.640

Dettagli

De Longhi S.p.A. Resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2010

De Longhi S.p.A. Resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2010 De Longhi S.p.A. Organi societari * Consiglio di amministrazione GIUSEPPE DE'LONGHI FABIO DE'LONGHI ALBERTO CLÒ ** RENATO CORRADA ** SILVIA DE'LONGHI CARLO GARAVAGLIA DARIO MELO GIORGIO SANDRI SILVIO SARTORI

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2015 PRINCIPALI RISULTATI CONSOLIDATI DEI PRIMI NOVE MESI 2015 (VS PRIMI NOVE MESI 2014)*: RICAVI NETTI: 334,8

Dettagli

1 trimestre 2009. Comunicato stampa RISULTATI DEL PRIMO TRIMESTRE 2009

1 trimestre 2009. Comunicato stampa RISULTATI DEL PRIMO TRIMESTRE 2009 Comunicato stampa RISULTATI DEL PRIMO TRIMESTRE 2009 NONOSTANTE LE DIFFICILI CONDIZIONI DI MERCATO, CON RICAVI IN CALO DI OLTRE IL 25% RISPETTO AL PRIMO TRIMESTRE 2008, FIAT GROUP HA REGISTRATO UNA PERFORMANCE

Dettagli

COMUNICATO STAMPA Risultati preliminari di bilancio consolidati al 31 dicembre 2015

COMUNICATO STAMPA Risultati preliminari di bilancio consolidati al 31 dicembre 2015 Società per Azioni con Sede Legale in Cagliari Viale Bonaria, 33 Codice fiscale e n di iscrizione al Registro delle Imprese di Cagliari 01564560900 Partita IVA 01577330903 Iscrizione all Albo delle Banche

Dettagli

Relazione Trimestrale Terzo Trimestre 2006

Relazione Trimestrale Terzo Trimestre 2006 Relazione Trimestrale Terzo Trimestre 2006 Data di emissione: 26 Ottobre 2006 Il presente fascicolo è disponibile su Internet all indirizzo: www.fiatgroup.com FIAT S.P.A. Sede legale in Torino, Via Nizza,

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. ROSSS: il CdA approva bilancio consolidato e il progetto di bilancio al 31 dicembre 2014

COMUNICATO STAMPA. ROSSS: il CdA approva bilancio consolidato e il progetto di bilancio al 31 dicembre 2014 COMUNICATO STAMPA Scarperia (FI), 30 marzo 2015 ROSSS: il CdA approva bilancio consolidato e il progetto di bilancio al 31 dicembre 2014 Dati relativi al bilancio consolidato al 31 dicembre 2014 Ricavi

Dettagli

Approvati i risultati dei primi nove mesi del 2015

Approvati i risultati dei primi nove mesi del 2015 Comunicato Stampa Approvati i risultati dei primi nove mesi del 2015 Utile netto consolidato a 7,6 milioni di Euro (+52,3% a/a) Ricavi consolidati a 44,8 milioni di Euro (+2,1% a/a) Risultato della gestione

Dettagli

APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 2013

APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 2013 COMUNICATO STAMPA APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 2013 UTILE NETTO CONSOLIDATO PARI A 171,5 MILIONI DI EURO (24,9 MILIONI AL 30 GIUGNO 2012) RACCOLTA DIRETTA COMPLESSIVA A 5.333 MILIONI DI EURO

Dettagli

comunicato stampa IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 DICEMBRE 2014

comunicato stampa IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 DICEMBRE 2014 IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 DICEMBRE 2014 PRINCIPALI RISULTATI CONSOLIDATI DELL ESERCIZIO 2014 (VS ESERCIZIO 2013)*: RICAVI NETTI: 426,1 MILIONI DI

Dettagli

RISULTATI ECONOMICO-FINANZIARI DEL GRUPPO ESPRESSO AL 30 GIUGNO 2015

RISULTATI ECONOMICO-FINANZIARI DEL GRUPPO ESPRESSO AL 30 GIUGNO 2015 COMUNICATO STAMPA Ai sensi della delibera Consob 11971/99 e successive modificazioni e integrazioni GRUPPO EDITORIALE L ESPRESSO S.P.A. Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati consolidati al

Dettagli

Interpump Group: il CdA approva i risultati dell esercizio 2001

Interpump Group: il CdA approva i risultati dell esercizio 2001 COMUNICATO STAMPA Interpump Group: il CdA approva i risultati dell esercizio 2001 PROPOSTO DIVIDENDO DI 0,10 EURO, + 15% RISPETTO AL 2000 UTILE NETTO: +12,7% A 21,4 MILIONI DI EURO RICAVI NETTI: +3,5%

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Focalizzazione su efficienza operativa del Gruppo» Costi amministrativi in calo dell 1,1% a termini omogenei

COMUNICATO STAMPA. Focalizzazione su efficienza operativa del Gruppo» Costi amministrativi in calo dell 1,1% a termini omogenei COMUNICATO STAMPA PRESS OFFICE Tel. +39.040.671180 - Tel. +39.040.671085 press@generali.com INVESTOR RELATIONS Tel. +39.040.671202 - Tel. +39.040.671347 - generali_ir@generali.com www.generali.com RISULTATI

Dettagli

(passività) finanziarie (18) (Utili) e perdite rilevati a conto economico 17 Incrementi/(Decrementi)

(passività) finanziarie (18) (Utili) e perdite rilevati a conto economico 17 Incrementi/(Decrementi) 256 La seguente tabella evidenzia le attività e passività incluse tra le Discontinued Operation che sono valutate al fair value al 31 dicembre, per livello gerarchico di valutazione del fair value. (in

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Massimo Zanetti Beverage Group: il C.d.A. approva la relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2015.

COMUNICATO STAMPA. Massimo Zanetti Beverage Group: il C.d.A. approva la relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2015. COMUNICATO STAMPA Massimo Zanetti Beverage Group: il C.d.A. approva la relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2015. Fatturato consolidato a Euro 450,5 milioni, in crescita del 29,0% rispetto allo

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Nel trimestre ricavi a 598 milioni di euro, in calo del 3,8% EBIT a 13,9 milioni di euro, rispetto ai 20,9 milioni del periodo 2012

COMUNICATO STAMPA. Nel trimestre ricavi a 598 milioni di euro, in calo del 3,8% EBIT a 13,9 milioni di euro, rispetto ai 20,9 milioni del periodo 2012 COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione di Indesit Company ha esaminato i dati del primo trimestre 2013 e approvato il Resoconto Intermedio di Gestione In un contesto di arretramento del mercato

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 MARZO 2015

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 MARZO 2015 IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 MARZO 2015 Risultati del Gruppo FNM - Utile netto di Gruppo: 6,958 milioni di euro - EBIT: 7,006 milioni di euro Milano,

Dettagli

COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL BANCO DI DESIO E DELLA BRIANZA S.P.A

COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL BANCO DI DESIO E DELLA BRIANZA S.P.A COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL BANCO DI DESIO E DELLA BRIANZA S.P.A. HA APPROVATO IL BILANCIO CONSOLIDATO E IL PROGETTO DI BILANCIO INDIVIDUALE AL 31 DICEMBRE 2007 DATI DI BILANCIO

Dettagli

Utile netto della capogruppo Anima Holding: 72,4 milioni di euro (+38% sul 2013)

Utile netto della capogruppo Anima Holding: 72,4 milioni di euro (+38% sul 2013) COMUNICATO STAMPA ANIMA Holding: risultati esercizio 2014 Ricavi totali consolidati: 226,9 milioni (+3% sul 2013) Utile netto consolidato: 84,9 milioni (-29% sul 2013 che includeva proventi straordinari)

Dettagli

CONAFI PRESTITÒ Il Consiglio di Amministrazione approva il progetto di bilancio 2008

CONAFI PRESTITÒ Il Consiglio di Amministrazione approva il progetto di bilancio 2008 CONAFI PRESTITÒ Il Consiglio di Amministrazione approva il progetto di bilancio 2008 Approvata la proposta di autorizzazione all acquisto e disposizione di azioni proprie Margine di intermediazione consolidato

Dettagli

(290,8 milioni il dato depurato dalle componenti non ricorrenti) Utile netto di periodo: 103,2 milioni (36,1 milioni al 30.6.2007)

(290,8 milioni il dato depurato dalle componenti non ricorrenti) Utile netto di periodo: 103,2 milioni (36,1 milioni al 30.6.2007) CREDITO BERGAMASCO: il Consiglio di Amministrazione approva la relazione finanziaria semestrale. Crescono i ricavi. Continua espansione dei prestiti a piccole e medie imprese e della raccolta diretta complessiva.

Dettagli

- Principali dati economico-finanziari contabili consolidati espressi in migliaia di Euro:

- Principali dati economico-finanziari contabili consolidati espressi in migliaia di Euro: MITTEL S.P.A. Sede in Milano - Piazza A. Diaz 7 Capitale sociale 66.000.000 i.v. Codice Fiscale - Registro Imprese di Milano - P. IVA 00742640154 R.E.A. di Milano n. 52219 Iscritta all U.I.C. al n. 10576

Dettagli

comunicato stampa IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA LA RELAZIONE FINANZIARIA SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2015

comunicato stampa IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA LA RELAZIONE FINANZIARIA SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2015 IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA LA RELAZIONE FINANZIARIA SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2015 PRINCIPALI RISULTATI CONSOLIDATI DEL PRIMO SEMESTRE 2015 (VS PRIMO SEMESTRE 2014*): RICAVI NETTI: 226,0 MILIONI

Dettagli

RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 DICEMBRE 2011

RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 DICEMBRE 2011 RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 DICEMBRE 2011 Costante supporto all economia reale dei territori di insediamento: circa 3 miliardi di euro di crediti erogati alle famiglie e alle PMI, in condizioni di liquidità

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2015

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2015 IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2015 Risultati del Gruppo FNM - Utile netto di Gruppo: 20,353 milioni di euro - EBIT: 18,656 milioni di euro

Dettagli

Comunicato stampa Relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2015

Comunicato stampa Relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2015 Comunicato stampa Relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2015 Nel primo semestre 2015 il Gruppo Cairo Communication ha continuato a conseguire risultati positivi nei suoi settori tradizionali (editoria

Dettagli

GRUPPO MEDIOLANUM Risultati 1 semestre 2012

GRUPPO MEDIOLANUM Risultati 1 semestre 2012 COMUNICATO STAMPA GRUPPO MEDIOLANUM Risultati 1 semestre 2012 UTILE NETTO: Euro 217,5 milioni, +125% MASSE AMMINISTRATE: Euro 49,1 miliardi, +5% RACCOLTA NETTA BANCA MEDIOLANUM: Euro 1.760 milioni CARLO

Dettagli

Comunicato Stampa 12 novembre 2015

Comunicato Stampa 12 novembre 2015 Landi Renzo: il CDA approva i risultati al 30 settembre 2015 Fatturato pari a Euro 145,6 mln (Euro 173,9 mln al 30 settembre 2014) EBITDA pari a Euro 1,9 mln (Euro 14,1 mln al 30 settembre 2014) EBIT pari

Dettagli

I GRANDI VIAGGI Approvati i risultati del I semestre 2011 In miglioramento EBITDA ed EBIT nel primo semestre

I GRANDI VIAGGI Approvati i risultati del I semestre 2011 In miglioramento EBITDA ed EBIT nel primo semestre Comunicato Stampa I GRANDI VIAGGI Approvati i risultati del I semestre 2011 In miglioramento EBITDA ed EBIT nel primo semestre Ricavi a 24,5 milioni (26,3 mln nel 2010) EBITDA 1 a -2,3 milioni (-4,0 mln

Dettagli

COMUNICATO STAMPA (ai sensi della delibera CONSOB n. 11971 del 14 maggio 1999 e successive modifiche ed integrazioni)

COMUNICATO STAMPA (ai sensi della delibera CONSOB n. 11971 del 14 maggio 1999 e successive modifiche ed integrazioni) COMUNICATO STAMPA (ai sensi della delibera CONSOB n. 11971 del 14 maggio 1999 e successive modifiche ed integrazioni) Il Consiglio di Amministrazione approva la Relazione finanziaria semestrale al 30 giugno

Dettagli

Risultato operativo oltre 1,3 mld (+8%) con forte crescita del segmento danni (+26,6%) Utile netto sale a 603 mln (+6,3%)

Risultato operativo oltre 1,3 mld (+8%) con forte crescita del segmento danni (+26,6%) Utile netto sale a 603 mln (+6,3%) 10/05/2013 COMUNICATO STAMPA Risultati consolidati al 31 marzo 2013 1 Risultato operativo oltre 1,3 mld (+8%) con forte crescita del segmento danni (+26,6%) Utile netto sale a 603 mln (+6,3%) Vita: solida

Dettagli

RISULTATI DEL SECONDO TRIMESTRE 2015

RISULTATI DEL SECONDO TRIMESTRE 2015 RISULTATI DEL SECONDO TRIMESTRE 2015 CNH Industrial ha chiuso il secondo trimestre con ricavi di 7,0 miliardi di dollari, utile operativo delle Attività Industriali di 401 milioni di dollari e utile netto

Dettagli

TOD S S.p.A. crescita dei ricavi dell 1% circa nel terzo trimestre del 2014; margine EBITDA del 21,7% nei 9 mesi, a cambi costanti

TOD S S.p.A. crescita dei ricavi dell 1% circa nel terzo trimestre del 2014; margine EBITDA del 21,7% nei 9 mesi, a cambi costanti Milano, 12 novembre 2014 TOD S S.p.A. crescita dei ricavi dell 1% circa nel terzo trimestre del 2014; margine EBITDA del 21,7% nei 9 mesi, a cambi costanti Approvato dal Consiglio di Amministrazione il

Dettagli

I risultati economici del Gruppo nel 1 semestre del 2014 rispetto al 1 semestre 2013:

I risultati economici del Gruppo nel 1 semestre del 2014 rispetto al 1 semestre 2013: I risultati economici del Gruppo nel 1 semestre del 2014 rispetto al 1 semestre 2013: Nei primi sei mesi dell anno, la gestione economica del Gruppo ha generato un risultato della gestione operativa in

Dettagli

COMUNICATO STAMPA MID INDUSTRY CAPITAL APPROVA IL BILANCIO CONSOLIDATO 2013 CON UN UTILE DI 4,2 MILIONI (PERDITA DI 11,8 MILIONI NEL 2012)

COMUNICATO STAMPA MID INDUSTRY CAPITAL APPROVA IL BILANCIO CONSOLIDATO 2013 CON UN UTILE DI 4,2 MILIONI (PERDITA DI 11,8 MILIONI NEL 2012) COMUNICATO STAMPA MID INDUSTRY CAPITAL APPROVA IL BILANCIO CONSOLIDATO 2013 CON UN UTILE DI 4,2 MILIONI (PERDITA DI 11,8 MILIONI NEL 2012) La Holding chiude il 2013 con un utile di 0,5 milioni (perdita

Dettagli

TAS: APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO TRIMESTRE 2011

TAS: APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO TRIMESTRE 2011 Milano, 10 maggio 2011 COMUNICATO STAMPA ex artt. 114 D.Lgs. 24 febbraio 1998 n. 58 e 66 del Regolamento Consob 11971/99 TAS: APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO TRIMESTRE 2011 Ricavi consolidati: 10,3 milioni

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI ERGYCAPITAL S.P.A. APPROVA I RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 MARZO 2015 1

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI ERGYCAPITAL S.P.A. APPROVA I RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 MARZO 2015 1 COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI ERGYCAPITAL S.P.A. APPROVA I RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 MARZO 2015 1 Valore della produzione pari ad Euro 3,1 milioni in linea rispetto al corrispondente

Dettagli

P R E S S R E L E A S E

P R E S S R E L E A S E TXT e-solutions: nel primo semestre 2013 Lusso e Nord America tirano i ricavi (+12% Gruppo, +20,1% Lusso e Fashion). Ricavi netti consolidati: 26,3 milioni (+12,0%), per il 52% all estero. EBITDA: 3,1

Dettagli

Azimut Holding. Progetto di Bilancio al 31 dicembre 2010: dividendo a 0,25 per azione

Azimut Holding. Progetto di Bilancio al 31 dicembre 2010: dividendo a 0,25 per azione COMUNICATO STAMPA Azimut Holding. Progetto di Bilancio al 31 dicembre 2010: dividendo a 0,25 per azione Ricavi consolidati: 358,4 milioni ( 347,4 milioni nel 2009) Utile netto consolidato: 94,3 milioni

Dettagli

Risultati Alstom 2014/15

Risultati Alstom 2014/15 Comunicato stampa 6 maggio 2015 Risultati Alstom 2014/15 Nuovo record di ordini (10 miliardi di euro) e del portafoglio ordini (28 miliardi di euro) Utile operativo in aumento di circa il 20% Free cash

Dettagli

Comunicato stampa SEMESTRE RECORD PER INTERPUMP GROUP: RICAVI NETTI +35% A 434 MILIARDI L UTILE OPERATIVO CONSOLIDATO CRESCE DEL 29% A 78,1 MILIARDI

Comunicato stampa SEMESTRE RECORD PER INTERPUMP GROUP: RICAVI NETTI +35% A 434 MILIARDI L UTILE OPERATIVO CONSOLIDATO CRESCE DEL 29% A 78,1 MILIARDI Comunicato stampa SEMESTRE RECORD PER INTERPUMP GROUP: RICAVI NETTI +35% A 434 MILIARDI L UTILE OPERATIVO CONSOLIDATO CRESCE DEL 29% A 78,1 MILIARDI FORTE CRESCITA DEL CASH FLOW OPERATIVO (+87%) A 74,3

Dettagli

COMUNICATO STAMPA ASCOPIAVE:

COMUNICATO STAMPA ASCOPIAVE: COMUNICATO STAMPA ASCOPIAVE: Approvati dal Consiglio di Amministrazione i risultati dei primi nove mesi del 2010. Utile e margini operativi in forte crescita. Ricavi Consolidati: Euro 620,9 milioni (+11,3%

Dettagli

YOOX S.P.A.: L ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI

YOOX S.P.A.: L ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI COMUNICATO STAMPA YOOX S.P.A.: L ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI Parte ordinaria: Approva il Bilancio di esercizio al 31 dicembre 2013 Approva la prima sezione della Relazione sulla Remunerazione Approva il

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. De Longhi S.p.A.: RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 2015

COMUNICATO STAMPA. De Longhi S.p.A.: RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 2015 Treviso, 31 luglio 2015 COMUNICATO STAMPA De Longhi S.p.A.: RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 2015 Il Consiglio di Amministrazione di De Longhi S.p.A. ha approvato i risultati consolidati del primo semestre

Dettagli

TOD S S.p.A. continua lo sviluppo internazionale del Gruppo. Rafforzata la posizione finanziaria.

TOD S S.p.A. continua lo sviluppo internazionale del Gruppo. Rafforzata la posizione finanziaria. Milano, 14 maggio TOD S S.p.A. continua lo sviluppo internazionale del Gruppo. Rafforzata la posizione finanziaria. Approvato dal Consiglio di Amministrazione il Resoconto intermedio sulla gestione del

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI ALBA PRIVATE EQUITY APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DI ESERCIZIO E IL BILANCIO CONSOLIDATO AL 31 DICEMBRE 2014

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI ALBA PRIVATE EQUITY APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DI ESERCIZIO E IL BILANCIO CONSOLIDATO AL 31 DICEMBRE 2014 COMUNICATO STAMPA Milano, 15 aprile 2015 IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI ALBA PRIVATE EQUITY APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DI ESERCIZIO E IL BILANCIO CONSOLIDATO AL 31 DICEMBRE 2014 Bilancio Capogruppo:

Dettagli

TOD S S.p.A. crescita dei ricavi dell 1,5% nel primo trimestre 2015.

TOD S S.p.A. crescita dei ricavi dell 1,5% nel primo trimestre 2015. Milano, 13 maggio TOD S S.p.A. crescita dei ricavi dell 1,5% nel primo trimestre. Approvato dal Consiglio di Amministrazione il Resoconto intermedio sulla gestione del Gruppo Tod s relativo ai primi tre

Dettagli

COMUNICATO STAMPA APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE CONSOLIDATA AL 30 GIUGNO 2010

COMUNICATO STAMPA APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE CONSOLIDATA AL 30 GIUGNO 2010 COMUNICATO STAMPA APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE CONSOLIDATA AL 30 GIUGNO 2010 Combined Ratio a 103,5%, in miglioramento rispetto al 108% di fine 2009 ed al 105% del primo trimestre 2010 Raccolta Danni

Dettagli

Comunicato stampa Progetto di bilancio al 31 dicembre 2014

Comunicato stampa Progetto di bilancio al 31 dicembre 2014 Comunicato stampa Progetto di bilancio al 31 dicembre 2014 Approvati dal Consiglio i risultati 2014: il bilancio consolidato 2014 conferma sostanzialmente i risultati già riportati nel resoconto intermedio

Dettagli

ESAMINATI GLI EFFETTI SUL BILANCIO 2004 DEI NUOVI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI IAS/IFRS

ESAMINATI GLI EFFETTI SUL BILANCIO 2004 DEI NUOVI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI IAS/IFRS CAMFIN s.p.a. COMUNICATO STAMPA RIUNITO IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI CAMFIN SPA ESAMINATI GLI EFFETTI SUL BILANCIO 2004 DEI NUOVI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI IAS/IFRS APPROVATA LA RELAZIONE

Dettagli

valori in milioni di Euro esercizio 2005 esercizio 2004 var. %

valori in milioni di Euro esercizio 2005 esercizio 2004 var. % Milano, 30 marzo 2006 TOD S S.p.A.: eccellenti risultati nell esercizio 2005 (Ricavi: +19,5%, EBITDA: +27%, EBIT: +34%, utile netto: +39%). Dividendo 2005: 1 Euro per azione, più che raddoppiato rispetto

Dettagli

IL CDA DI CAMFIN SPA APPROVA I RISULTATI AL 30 GIUGNO 2008:

IL CDA DI CAMFIN SPA APPROVA I RISULTATI AL 30 GIUGNO 2008: CAMFIN s.p.a. COMUNICATO STAMPA IL CDA DI CAMFIN SPA APPROVA I RISULTATI AL 30 GIUGNO 2008: RISULTATO NETTO CONSOLIDATO: -42 MLN DI EURO (+9,1 MLN DI EURO NEL PRIMO SEMESTRE 2007). IL DATO RISENTE DEL

Dettagli

ESAMINATI DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE I DATI SULLE VENDITE AL 31 DICEMBRE 2014

ESAMINATI DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE I DATI SULLE VENDITE AL 31 DICEMBRE 2014 ESAMINATI DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE I DATI SULLE VENDITE AL 31 DICEMBRE Nel quarto trimestre il fatturato del Gruppo Italcementi è salito del 2,3% a 1.039,9 milioni di euro, sostenuto dal buon incremento

Dettagli

il margine di interesse risulta stabile, attestandosi a 30,6 Milioni di Euro

il margine di interesse risulta stabile, attestandosi a 30,6 Milioni di Euro COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione di Banca Intermobiliare di Investimenti e Gestioni S.p.A. approva il Bilancio consolidato ed il Bilancio d esercizio al 31 dicembre 2012: Raccolta complessiva

Dettagli

RISULTATI DEL QUARTO TRIMESTRE E DELL ESERCIZIO 2015

RISULTATI DEL QUARTO TRIMESTRE E DELL ESERCIZIO 2015 CNH Industrial chiude l anno con solidi risultati. Ricavi di 7,1 miliardi di dollari nel quarto trimestre 2015, utile operativo delle Attività Industriali di 563 milioni di dollari, in crescita del 50%,

Dettagli

RECORDATI: L ASSEMBLEA APPROVA IL BILANCIO DEL 2014. DIVIDENDO DI 0,50 PER OGNI AZIONE (+51,5% vs 2013)

RECORDATI: L ASSEMBLEA APPROVA IL BILANCIO DEL 2014. DIVIDENDO DI 0,50 PER OGNI AZIONE (+51,5% vs 2013) RECORDATI: L ASSEMBLEA APPROVA IL BILANCIO DEL 2014. DIVIDENDO DI 0,50 PER OGNI AZIONE (+51,5% vs 2013) L Assemblea approva il bilancio 2014: ricavi netti consolidati 987,4 milioni (+4,9% vs 2013), utile

Dettagli

Il CDA de I GRANDI VIAGGI approva il progetto di bilancio 2015

Il CDA de I GRANDI VIAGGI approva il progetto di bilancio 2015 Comunicato Stampa Il CDA de I GRANDI VIAGGI approva il progetto di bilancio 2015 RISULTATI CONSOLIDATI Ricavi a 60,5 milioni (69,3 milioni nel 2014) EBITDA 1 a 2,9 milioni (0,4 milioni nel 2014) EBIT 2

Dettagli

GRUPPO FIAT Highlights

GRUPPO FIAT Highlights IL GRUPPO FIAT HA CHIUSO IL 2013 CON UN UTILE DELLA GESTIONE ORDINARIA DI 3,4 MILIARDI DI EURO E UN INDEBITAMENTO NETTO INDUSTRIALE DI 6,6 MILIARDI DI EURO: SIGNIFICATIVA DIMINUZIONE DELLE PERDITE IN EMEA

Dettagli

COMUNICATO STAMPA INWIT: APPROVATI DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE I RISULTATI AL 30 GIUGNO 2015

COMUNICATO STAMPA INWIT: APPROVATI DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE I RISULTATI AL 30 GIUGNO 2015 COMUNICATO STAMPA INWIT: APPROVATI DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE I RISULTATI AL 30 GIUGNO 2015 Principali risultati al 30 giugno 2015 della neocostituita Infrastrutture Wireless Italiane S.p.A. RICAVI:

Dettagli

**** Tel.: +39.02.29046441 Tel.: +39.02.7606741 Fax: +39.02.29046454 Fax: +39.02.76017251

**** Tel.: +39.02.29046441 Tel.: +39.02.7606741 Fax: +39.02.29046454 Fax: +39.02.76017251 Comunicato Stampa Il CDA de I GRANDI VIAGGI approva il progetto di bilancio 2013 Ricavi a 61,3 milioni (67,5 milioni nel 2012) EBITDA 1 a -2,1 milioni (-2,6 milioni nel 2012) EBIT 2 a -7,2 milioni (-8,0

Dettagli

APPROVATI IL PROGETTO DI BILANCIO INDIVIDUALE E IL BILANCIO CONSOLIDATO RELATIVI ALL ESERCIZIO 2014

APPROVATI IL PROGETTO DI BILANCIO INDIVIDUALE E IL BILANCIO CONSOLIDATO RELATIVI ALL ESERCIZIO 2014 Risultati annuali APPROVATI IL PROGETTO DI BILANCIO INDIVIDUALE E IL BILANCIO CONSOLIDATO RELATIVI ALL ESERCIZIO 2014 - Confermati i risultati preliminari consolidati già approvati lo scorso 11 febbraio

Dettagli

Milano, 12 novembre 2015 COMUNICATO STAMPA ex artt. 114 D.Lgs. 24 febbraio 1998 n. 58 e 66 del Regolamento Consob 11971/99

Milano, 12 novembre 2015 COMUNICATO STAMPA ex artt. 114 D.Lgs. 24 febbraio 1998 n. 58 e 66 del Regolamento Consob 11971/99 Milano, 12 novembre 2015 COMUNICATO STAMPA ex artt. 114 D.Lgs. 24 febbraio 1998 n. 58 e 66 del Regolamento Consob 11971/99 APPROVATI I RISULTATI DEL TERZO TRIMESTRE 2015 Ricavi consolidati totali: 36,1

Dettagli