PGT: più attenzione a commercio e turismo

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PGT: più attenzione a commercio e turismo"

Transcript

1 Anno 2 - n Febbraio Aut. Trib. BG n 10 del 3/4/84 - Dir. resp.: Claudio Re - Poste Italiane S.p.A. Spediz. in a.p. - D. L. 353/2003 (Conv. in L. 27/02/2004 N 46 art. 1, comma 1 DCB (Bergamo) - Stampa: Tipografica Sociale, Monza Di nuovo ai seggi: il vero obiettivo è la crescita economica Giorgio Ambrosioni Presidente Confesercenti BG n un momento in cui si Inecessita del massimo impegno sui problemi dell'economia, la crisi politica è esplosa. Siamo già pronti ad andare ai seggi. L'attuale legge elettorale ha spostato il voto dagli interessi dei cittadini a quelli delle segreterie di partito, permettendo il dilagare di micropartiti che diventano l'ago della bilancia di problematiche comuni ed urgenti. Non possiamo più permetterci questo immobilismo politico e sociale: una riforma della legge elettorale è un passaggio obbligato per il bene del nostro paese e di chi sarà chiamato a governarlo. Fare chiarezza e farlo subito è un compito non più prorogabile che non ha colore politico, ma riguarda tutta la collettività. segue a pag. 4 C on l'ultimo provvedimento del 23 gennaio scorso la Regione Lombardia ha completato il quadro normativo di riferimento in base al quale i Comuni potranno sviluppare all'interno dei Piani di Governo del Territorio (PGT) la parte relativa al settore commerciale. Come saprete, il PGT è lo strumento sostitutivo del Piano Regolatore Generale, con cui i Comuni sono chiamati a definire l'assetto urbanistico che il proprio territorio assumerà nel quinquennio successivo alla data di approvazione. È quindi importante che la Regione abbia sentito l'esigenza di disciplinare, con numerosi e dettagliati provvedimenti, come Grande successo di pubblico per Bergamo Sposi 2008 S PGT: più attenzione a commercio e turismo i è conclusa il 10 febbraio la decima edizione della fiera dedicata agli sposi organizzata da Promozioni Confesercenti, Ciesse Servizi Srl ed Ente Fiera Promoberg con il patrocinio della Camera di Commercio e della Provincia di Bergamo e la sponsorizzazione del Credito Bergamasco - Gruppo Banco Popolare, di Ubi- Banca Popolare di Bergamo e de L Eco di Bergamo. Dopo il restyling organizzativo dello scorso anno che ha portato ad un incremento del 30% dei visitatori (lo score si era, infatti, fermato a quota ) e ad un significativo rilancio di interesse nell area delle province di Bergamo, Brescia, Cremona e Monza Brianza, Bergamo Sposi ha mantenuto le promesse. Sono due i punti di forza su cui gli organizzatori hanno puntato con decisione: la presenza ricca ed articolata I Comuni dovranno disciplinare gli insediamenti commerciali valutandone la compatibilità e sostenibilità lo sviluppo e l'adeguamento del ruolo e del valore che le delle attività commerciali si attività commerciali rappresentano in quanto fattore di debbano integrare nel più generale sviluppo urbanistico del vivibilità e valorizzazione dei comune. centri urbani. È questo un riconoscimento In ognuna delle parti che Decimo anniversario per la Fiera degli Sposi con oltre visitatori del fattore espositivo, con oltre 130 aziende una decina in più dello scorso anno e un programma di eventi ancora più ricco e qualificato, e soprattutto coinvolgente perché a Bergamo Sposi i visitatori possano sentirsi protagonisti. Ricchissimo è stato, infatti, il programma di eventi: sfilate di dovranno comporre il PGT (documento di piano, piano dei servizi, piano delle regole ed anche negli strumenti attuativi), i Comuni dovranno disciplinare gli insediamenti commerciali valutandone con attenzione la compatibilità e la sostenibilità. La Confesercenti si propone quindi di svolgere, con impegno e competenza, il proprio ruolo di tutela e rappresentanza per far sì che i PGT, che i Comuni della provincia si stanno accingendo ad approvare, affrontino sulla base di un corretto approccio le problematiche delle categorie commerciali e turistiche. segue a pag. 6 abiti da sposa per tutte le taglie e tutti i gusti, defilè con preziosi gioielli, intrattenimenti musicali, giochi a premi, presentazione di viaggi indimenticabili, corsi dedicati alla preparazione del bouquet, fino a mini corsi di gestione del budget del matrimonio. Il tema che quest anno si è voluto valorizzare è la musica, colonna sonora dell amore. È stato così affidato ad un musical scritto e creato ad hoc per l occasione - dal titolo Un mondo d amore - il compito di inaugurare la nuova edizione di Bergamo Sposi 2008; un viaggio nei cinque continenti attraverso i secoli per raccontare i diversi modi di dirsi di sì nelle varie culture dei popoli. È stata una fiera tutta da vivere, con emozione ed un pizzico di trepidazione. Proprio come si conviene ai grandi appuntamenti della vita. Finanziaria 2008: le novità di natura fiscale RFID: addio bande magnetiche! Il Punto Infomativo di Lecco Igiene alimentare: più severe le sanzioni Cescot: i corsi in partenza a pag. 2 e 3 a pag. 4 a pag. 5 a pag. 6 a pag. 7 w w w. c o n f e s e r c e n t i. b e r g a m o. i t

2 2 N. 15 FEBBRAIO 2008 BONUS INCAPIENTI La finanziaria 2008 prevede che gli incapienti, ovvero quelli che hanno un imposta netta uguale a zero a causa delle modeste condizioni di reddito commisurate anche all ampiezza dell eventuale nucleo familiare, riceveranno entro la fine dell anno 150 euro per ogni contribuente e per ogni familiare a suo carico. La platea interessata dovrebbe essere di 12,5 milio- Le novità di natura fiscale apportate ueste le principali euro 632) per la retta del figlio ni di persone: il bonus sarà disposizioni alla iscritto all asilo nido. corrisposto solo per il 2007 Qluce della recente come una tantum. pubblicazione (G.U. n. 300 del 28 dicembre 2007) della Legge finanziaria per il 2008 n. 244/07. IMPRENDITORE INDIVIDUALE L imprenditore individuale, entro il 30 Aprile 2008, può optare per l estromissione agevolata dell immobile strumentale utilizzato nell attività, con effetto per il periodo d imposta 2008, pagando un imposta sostitutiva pari al 10% della differenza tra il valore catastale rivalutato ed il valore residuo contabile. RIVALUTAZIONE QUOTE E TERRENI Riaperta la possibilità di rivalutare il costo fiscalmente riconosciuto di terreni e quote di partecipazione, mediante il pagamento di una sostitutiva del 2 o del 4%. I requisiti da rispettare sono il possesso dei beni a titolo privato alla data del 1º gennaio 2008 e la redazione di una perizia giurata di stima entro il 30 giugno 2008 oltre che il pagamento dell imposta dovuta, almeno per la prima rata. OPERAZIONI DI RIORGANIZZAZIONE AZIENDALE Prevista una nuova disciplina relativa ai conferimenti di azienda, con la possibilità di riconoscimento dei maggiori valori iscritti dalla conferitaria per il tramite del pagamento di un imposta sostitutiva. Tale imposta può essere utilizzata anche per il riconoscimento dei maggiori valori fiscali delle immobilizzazioni in occasione di operazioni di fusione di scissione. DETRAZIONI PER FIGLI A CARICO Proroga per la detrazione del 19% (fino ad un massimo di RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE E RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI Il bonus del 36% per i lavori di ristrutturazioni edilizia potrà essere utilizzato anche nei prossimi tre anni fino al 2010 nei limiti di euro per unità immobiliare. Contemporaneamente è stabilita la proroga anche del cosiddetto bonus per la riqualificazione energetica degli edifici (con uno sconto del 55%). EFFICIENZA ENERGETICA La detrazione prevista per gli interventi di la riqualificazione energetica degli edifici può essere ora spalmata da un minimo di tre anni ad un massimo di dieci a scelta del contribuente. Inoltre, per la sostituzione delle finestre per le singole unità immobiliari e per istallare pannelli solari non serve alcuna certificazione energetica dell edificio né l attestato di qualificazione energetica. Sono, inoltre, state ampliate le agevolazioni in tema di ristrutturazioni energetiche. allargate a sostituzioni frigoriferi e congelatori, a motori ad elevata efficien- za di potenza elettrica e all istallazione di variatori di velocità inverter. Tali agevolazioni si applicano anche alle spese sostenute entro il 31 dicembre Le disposizioni relative al comma 347 si applicano anche alle spese per la sostituzione intera o parziale di impianti di climatizzazione invernale non a condensazione, sostenute entro il 31 dicembre MUTUI Elevato il tetto per la detrazione ad euro 4.000,00 degli interessi passivi, degli oneri accessori e delle quote di rivalutazione che dipendono da clausole di indicizzazione pagati per mutui stipulati per l acquisto della prima casa (attualmente è stabilito ad 3.615,20 euro). SCONTO ICI Introdotta una detrazione a favore dei soggetti che adibiscono un immobile ad abitazione principale pari all 1,33% della base imponibile del fabbricato ma comunque non oltre 200 euro. Tale detrazione deve considerarsi ulteriore rispetto quella di 103,29 euro e non viene applicata alle unità abitative di maggior pregio ossia quelle classificate nelle categorie catastali A/1 A/8 e A/9. NOVITÀ PER I FARMACI Dal è definitivamente a regime il nuovo sistema che impone di documentare l acquisto di medicinali con fattura o scontrino fiscale parlante, integrato con il codice fiscale, al fine di evitare abusi nella deduzione o detrazione fiscale. Spetta al farmacista inserire il codice tramite misuratore fiscale: l Amministrazione Finanziaria, infatti, ritiene illegittime eventuali integrazioni manuali o tramite timbri. È quindi sufficiente presentarsi in farmacia con il solo codice fiscale: il Ministero della Salute, tuttavia, consiglia ai cittadini di portare con sé anche la tessera sanitaria. REVERSE CHARGE NELL EDILIZIA A decorrere dal 1 febbraio 2008 il meccanismo dell inversione contabile nei subappalti del settore edile non trova applicazione per le prestazioni di servizi rese nei confronti di un contraente generale cui venga affidata, dal committente, l esecuzione della totalità dei lavori. DETRAZIONI PER AFFITTI Sarà possibile detrarre 300 euro per canoni di locazione per redditi non superiori ad ,00 euro ed 150 euro per redditi non superiori ad ,41 euro. Inoltre i locatari con età compresa tra i 20 ed i 30 anni potranno godere di una detrazione pari ad 991,60 euro solamente nel caso in cui non superino il tetto reddituale di ,00 euro. CREDITO D IMPOSTA PER PREVENZIONE ATTI ILLECITI A favore delle piccole e medie imprese commerciali di vendita al dettaglio e all ingrosso e a quelle di somministrazione di alimenti e bevande è riconosciuto un credito d imposta pari all 80% del costo sostenuto nel 2008, 2009 e 2010 e fino all importo massimo di 3000 euro per l adozione di misure finalizzate a prevenire il rischio di atti illeciti da parte di terzi, compresa l installazione di apparecchi di video sorveglianza. CREDITO D IMPOSTA A TABACCAI Concessione di un credito d imposta ai tabaccai. Il credito d imposta è di 3.000,00 euro per tre anni (dal 2008 al 2010) e fino all 80% delle spese per acquistare e istallare impianti di sicurezza e strumenti di pagamento con moneta elettronica. CREDITO D IMPOSTA PER LA RICERCA Aumenta lo sconto fiscale riconosciuto alle imprese per il loro impegno sul fronte della ricerca industriale e dello sviluppo. La percentuale del credito d imposta, previsto nel 2006, passa dal 15% al 40%. L importo complessivo, che prima non poteva superare i 15 milioni di euro, passa ora a 50 milioni di euro. IRES Viene ridotta l aliquota d imposta delle società di capitali che scende dal 33% al 27,5% e contestualmente viene ampliata la base imponibile per mantenere un invarianza del gettito fiscale. L allargamento della base imponibile si ottiene con i seguenti provvedimenti: revisione dei criteri di deducibilità degli interessi passivi; abrogazione della possibilità di calcolare, ai fini fiscali, ammortamenti anticipati o accelerati allungamento della durata minima dei contratti di locazione finanziaria revisione del c.d. regime pex semplificazione della deducibilità delle spese di rappresentanza (in pratica verrà determinato da un apposito decreto ministeriale i criteri ed i limiti per la deducibilità di queste spese): elevazione del valore dei beni distribuibili gratuitamente da 25,82 ad 50,00 euro. IRAP Anche gli interventi di razionalizzazione della disciplina IRAP sono improntati ai principi di invarianza di gettito. L aliquota formale base dell imposta (ferme restando le facoltà attribuite alle regioni di fissare aliquote differenziate) scende dal 4,25% al 3,90%.Anche in questo caso, al fine di garantire l invarianza del gettito, si per la pubblicità su questo giornale:

3 N. 15 FEBBRAIO dalla Finanziaria 2008 provvede ad ampliare la base imponibile. RENDITE FINANZIARIE Previsto l aumento dal 12,5% al 18,5% del prelievo che colpisce le imprese quando incassano plusvalenze e dividendi. Si di un adeguamento del prelievo sul socio finale conseguente all abbassamento dell Ires, per mantenere lo stesso livello di tassazione complessiva società-socio. REVERSE CHARGE La procedura di autofatturazione ( inversione contabile o reverse charge, cioè adempimento degli obblighi di fatturazione e registrazione connessi all effettuazione di operazioni rilevanti ai fini IVA invertiti) dal 1 Marzo 2008, verrà estesa a tutti i casi di cessioni imponibili ai fini IVA, comprese quelle delle imprese costruttrici che hanno ultimato i lavori da non più di quattro anni. AGENZIE DI VIAGGIO Tutte le agenzie di viaggio che optano per il regime ordinario IVA per le prestazioni di organizzazione di convegni e congressi potranno detrarre l IVA dovuta o pagata ai loro fornitori se hanno acquistato servizi per i loro clienti. Per queste operazioni si dovrà tenere una registrazione separata. MANCATA EMISSIONE DELLO SCONTRINO FISCALE Sale da tre a quattro il tetto delle violazioni per mancata emissione dello scontrino fiscale nell arco dei cinque anni previsti solo se compiute in giorni diversi. È stato, altresì, abolito il sigillo da apporsi sulla saracinesca che riportava la scritta Chiuso per l irregolarità negli scontrini. STUDI DI SETTORE L onere della prova, per quanto riguarda gli studi, ricade sul Fisco. L ambito dell istituto riguarda la prova sui maggiori ricavi o compensi derivanti dall analisi degli indicatori di normalità economica (INE). Non vi sarà alcun accertamento automatico per coloro i quali si troveranno al di sotto delle soglie di congruità. REGIME MINIMO DI EURO Questo regime fiscale è soppresso, ma resta valida, fino a scadenza, l efficacia della opzione già esercitata per tale regime. CONTRIBUENTI MINIMI E MARGINALI A decorrere dal 1 gennaio 2008 è istituito un nuovo regime fiscale, automatico, per le persone fisiche esercenti attività di impresa, arti o professioni che nell anno solare precedente hanno conseguito ricavi o compensi, ragguagliati ad anno, non superiori a euro e non hanno effettuato: cessioni all esportazione; sostenuto spese per lavoratori dipendenti o collaboratori; nel triennio solare precedente effettuato acquisti di beni strumentali, anche mediante contratti di appalto e di locazione, pure finanziaria, per un ammontare complessivo superiore a euro I contribuenti minimi non debbono applicare l Iva sui ricavi o compensi percepiti e, in contrapposizione, dedurre l Iva assolta sugli acquisti effettuati, anche intracomunitari e sulle importazioni. Il reddito di impresa o di lavoro autonomo è determinato dalla differenza algebrica tra l ammontare dei ricavi o compensi percepiti nel periodo di imposta e quello delle spese sostenute nel periodo stesso nell esercizio dell attività di impresa o dell arte o della professione. Sul reddito che ne consegue si applica un imposta sostitutiva dell imposta sui redditi e delle addizionali regionali e comunali pari a 20 per cento. I contribuenti minimi non sono soggetti passivi dell imposta regionale sulle attività produttive, sono esonerati dalla presentazione degli elenchi clienti e fornitori e sono esclusi dall applicazione degli studi di settore. Per informazioni Stefania Giossi tel , ATTUALITÀ SCADENZA SIAE Il 29 febbraio 2008 scade il termine per pagare i diritti SIAE. Gli associati prima di recarsi alla propria SIAE di zona, possono ritirare c/o la ricezione i moduli di sconto garantito dalle convenzioni sindacali Per informazioni: tel SANZIONI PER LA MANCATA ISCRIZIONE E AGGIORNAMENTO ALLA BANCA DATI PER OPERATORI ORTOFRUTICOLI Gli operatori ortofrutticoli che non hanno provveduto entro il a iscriversi alla banca dati o non hanno comunicato gli eventuali aggiornamenti rischiano l applicazione della sanzione pecuniaria prevista che varia dai 260,00 euro ai 1.500,00 euro. Si ricorda che gli operatori del settore, in fase di un eventuale sopralluogo da parte degli organi di controllo dell AGEA, sono tenuti a produrre la prova della loro iscrizione. Per informazioni: tel ATTENZIONE: DIRITTI S.C.F. lettera di invito a pagare il compenso a favore degli artisti, degli esecutori e dei produttori fonografici. La SCF (società consortile fonografi) negli ultimi mesi invita gli esercenti che effettuano musica d ambiente, nei propri locali o esercizi commerciali, a pagare i diritti a favore degli artisti, degli interpreti e dei produttori fonografici per l utilizzo di fonogrammi (dischi, CD o altri apparecchi analoghi riproduttori di suoni o di voci ovvero radio e tv). L invito a pagare però è effetto di una convenzione stipulata esclusivamente tra SCF, CONFCOMMERCIO e CONFINDUSTRIA, senza considerare gli orientamenti delle altre associazioni di categoria tra cui CONFESERCENTI, che, supportata dal parere legale formulato dall Ufficio legislativo nazionale, ha sottolineato il vuoto normativo concernente la sola determinazione del compenso, compenso che ribadiamo è previsto dalla legge. Ciò premesso: l esercente che non utilizza musica nei propri locali non è tenuto a versare alcun compenso alla SCF; ne consegue che, nel caso in cui abbia ricevuto la lettera della SCF con l invito a pagare, potrà inviare una lettera di risposta per contestare il presupposto di fatto del corrispettivo; l esercente che utilizza musica a scopo di lucro nell esercizio della sua attività commerciale (esempio: discoteche, discopub e altri locali di intrattenimento) e che ha ricevuto la lettera è tenuto a versare ai produttori di fonogrammi il compenso indicato; l esercente che utilizza musica a scopo non di lucro nell esercizio della sua attività commerciale e che ha ricevuto la lettera può scegliere se pagare o meno alla SCF i compensi dalla stessa richiesti nella missiva ricevuta, consapevole del fatto che se decida di non pagarli, la SCF potrà comunque agire in via giudiziale per la difesa dei suoi interessi. Per ulteriori informazioni contattare Mariarosa Quarenghi, tel /245,

4 4 N. 15 FEBBRAIO 2008 R per saperne di più FID (acronimo di Radio Frequency IDentification - traducibile in Identificazione a radio frequenza) è una tecnologia per la identificazione automatica di oggetti, animali o persone. Il sistema si basa sulla lettura a distanza di informazioni contenute in un tag RFID usando dei lettori RFID. Un tag RFID è costituito da: un microchip che contiene dati (tra cui un numero univoco universale scritto nel silicio), lo rilevatore una antenna e può essere domestico, dotato o meno di una batteria consente di Un tag è in grado di ricevere e di trasmettere via radiofrequenza le informazioni contenute avere e vedere in casa tutte le informazioni nel chip ad un transceiver del prodotto. RFID. Negli ultimi anni la procedura di riconoscimento automatico (Auto ID) ha suscitato La tecnologia RFID ha alcuni vantaggi semplici molto interesse e si sta sviluppando rispetto in diversi settori. alle tradizionali Nell area industriale l esempio tecnologie di riferimento è l utilizzo in negozio dell RFID. La dei codici a barre e delle grande distribuzione sperimenta da tempo processi di addebito a distanza: basta mettere la merce nel carrello e passare con lo stesso nei pressi di una stazione di rilevamento. Non occorre spostare o toccare la merce, la postazione emette in tempo reale lo scontrino con tutti gli articoli contenuti nel carrello, con evidenti vantaggi di tempo. Lo stesso congegno, attraverso un picco- Radio Frequency IDentification: addio bande magnetiche! Successo dello scorso seminario Bergamonext. A seguire una sintesi del tema bande magnetiche: Non deve essere a contatto per essere letto come le bande magnetiche Non deve essere visibile per essere letto come per i codici a barre Si possono anche aggiungere informazioni sui chip in funzione della tipologia del chip (Read Only: si possono solo leggere le informazioni contenute, Write Once, Read Many: si possono scrivere nel chip le informazioni una sola volta, ma leggerle un numero illimitato di volte Read and Write:si possono leggere e memorizzare informazioni per un numero limitato ma grande di volte) zione ed i benefici si propagano velocemente a monte e a valle della stessa. Con gli RFID, grazie allo sviluppo passato delle tecnologie dell informazione e di internet, è possibile creare una internet of things, ovvero mettere in rete oggetti o cose. L identificazione e la verifica avviene in 1/10 di secondo La comunicazione può essere in chiaro o criptata La tecnologia RIFD è considerata per la sua potenzialità di applicazione una tecnologia general purpose (come l elettricità, la ruota, etc) e presenta un elevato livello di pervasività, ovvero una volta trovato una applicazione in un punto della filiera, l applicadalla prima Di nuovo ai seggi: il vero obiettivo è la crescita economica l vero obiettivo che il Ipaese si deve dare è la crescita economica ma per farlo ha bisogno di essere governato. La crescita è l'autentico bene comune, che consente di generare risorse per la ricerca, l'innovazione, le infrastrutture, il potere d'acquisto dei cittadini, la solidarietà verso i meno fortunati. Senza crescita c'è solo più conflitto e troppi problemi restano irrisolti. Il risanamento e la stabilizzazione della finanza pubblica restano comunque fondamentali. Per questo l'obiettivo di ridurre in modo strutturale la pressione fiscale su imprese e cittadini si può conseguire solo con un forte impulso alla crescita con una drastica riduzione della spesa pubblica a cominciare dalle tante sacche improduttive". Le prossime elezioni sono alle porte ma il problema è solo rinviato perché abbiamo bisogno di governabilità per cambiare e rendere più moderno il Paese, con una ventata di grandi riforme. Ci attendiamo allora che le forze politiche siano capaci di concorrere insieme a definire regole comuni e stabilità.

5 N. 15 FEBBRAIO Ambulanti: posteggi liberi nei mercati da assegnare in concessione R icordiamo a tutti gli ambulanti che con cadenza mensile la Regione Lombardia pubblica sul proprio Bollettino Ufficiale l elenco dei posteggi liberi nei mercati lombardi per i quali i Comuni hanno avviato la procedura di assegnazione. Entro il termine di 60 gg. dalla data di pubblicazione dell elenco sul B.U.R.L., gli ambulanti possono concorrere all assegnazione dei posteggi presentando al Comune assegnatario apposita domanda per il rilascio dell autorizzazione. Presso le bacheche dei nostri uffici di Lecco e Calolziocorte e sul sito internet della nostra Associazione ( è possibile consultare mensilmente l elenco aggiornato dei posteggi liberi. L Mercatino delle delizie : un iniziativa corale per raccogliere fondi Associazione Il Cuore di Lecco, che riunisce l attività di una decina di Club S /Lecco Mobilità e parcheggi in città: Confesercenti a confronto con l Amministrazione comunale di Lecco i è tenuto il 5 febbraio 2008 il primo confronto tra l Amministrazione comunale di Lecco, rappresentata dagli Assessori Cinzia Bettega (Commercio) e Walter Redaelli (Trasporti, mobilità e parcheggi) e le Associazioni imprenditoriali che hanno aderito al tavolo di consultazione istituito nello scorso dicembre. All ordine del giorno l importante questione della dotazione di parcheggi a servizio della cittadinanza e delle attività economiche operanti in città. L Assessore Redaelli ha illustrato in particolare la complessa situazione dei parcheggi di P.zza Affari, P.zza Mazzini e dell ex Serpentino, la cui realizzazione è ferma a causa di vari ricorsi amministrativi che hanno bloccato la realizzazione delle opere. Il Presidente di Confeser- Per sostenere il servizio cure palliative dell Asl di Lecco e l acquisto di strumentazioni tecnologiche per il servizio locale del 118 attivi nella nostra Provincia (Lions, Rotary, Soroptimist, ecc.), ha chiesto la collaborazione dell Amministrazione comunale di Lecco e delle Associazioni imprenditoriali lecchesi per promuovere una raccolta fondi che sostenga il servizio cure palliative dell ASL di Lecco e l acquisto di strumentazioni tecnologiche per il servizio locale del 118. La raccolta fondi avverrà nel corso di un iniziativa pre-pasquale denominata Mercatino delle delizie attraverso la vendita di prodotti donati dagli imprenditori lecchesi operanti nei settori della produzione e della commercializzazione di prodotti alimentari. Il banco vendita sarà allestito sabato 15 marzo 2008 a Lecco nel cortile di Palazzo Bovara e nella centrale P.zza XX settembre. I prodotti alimentari frutto delle donazioni potranno essere consegnati nella settimana compresa da lunedì 3 marzo a sabato 8 marzo a Lecco in Via D Annunzio n. 22 contattando preventivamente il referente operativo del Comitato Organizzatore (Gen. Giuseppe Campa - cell. 335/412739). La nostra Associazione ringrazia anticipatamente tutti gli Associati che vorranno sostenere l iniziativa compiendo anche un piccolo gesto di solidarietà. Chiesto all Amministrazione il massimo sforzo per sbloccare al più presto i cantieri in programma Corso di formazione in materia di igiene degli alimenti I nformiamo gli Associati che sono ancora aperte le iscrizioni per il corso di formazione in materia di igiene alimenti (ex libretto sanitario) che si terrà lunedì 25 febbraio dalle ore 14,30 alle ore 18,30 presso l oratorio di Calolziocorte (P.zza Arcipresbiterale). Ricordiamo agli Associati in regola con il tesseramento che possono godere di un check up gratuito per verificare se la propria impresa è in regola con gli obblighi di legge previsti dal D. Lgs. 626/94 e successive modificazioni (norme in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro) e dal Reg. CE centi Lecco Giorgio Rughetto ha chiesto di ridurre i disagi attraverso l installazione di pannelli luminosi posti nei principali punti di accesso alla città che segnalino le diverse opportunità di parcheggio e di rendere maggiormente visibili e fruibili tutti i parcheggi ad uso pubblico sparsi per la città che sono frutto di convenzioni edilizie stipulate tra il Comune ed i privati. Poiché la realizzazione dei parcheggi attualmente bloccati rappresenterà una indubbia boccata d ossigeno alle attività economiche operanti in città, Confesercenti e le altre Associazioni imprenditoriali lecchesi hanno chiesto all Amministrazione il massimo sforzo per sbloccare al più presto i cantieri in programma. Lavori in corso a Piazza Affari 852/2004 (norme in materia di igiene dei prodotti alimentari). Il nostro consulente Dott. Davide Chiari riceverà gli Associati presso la sede provinciale di Lecco nei seguenti giorni: lunedì 25 febbraio 2008 (solo mattina) mercoledì 12 marzo 2008 (tutto il giorno) Per le iscrizioni al corso e la prenotazione del check up contattare il nostro ufficio di Lecco (Valentina Milesi Tel. 0341/251014).

6 6 N. 15 FEBBRAIO 2008 C on l entrata in vigore del D. Lgs. 193/2007, è stata definita la disciplina sanzionatoria pecuniaria per la mancata o non corretta applicazione dei regolamenti in materia di sicurezza alimentare. Prima di tutto si evidenzia che sono cambiate le modalità delle ispezioni ufficiali da parte degli organi di controllo. In pratica non verranno più effettuate prescrizioni; al Stabilimento registrato ma mancanza dell aggiornamento della registrazione (ad esempio: la planimetria non è più aggiornata alla situazione attuale, si effettua il congelamento e/o si conserva sottovuoto senza comunicazione, ecc ). euro 500 a 3000). Mancata predisposizione delle procedure di autocontrollo (ad esempio: nel manuale di autocontrollo non sono previste tutte le attività svolte come il congelamento, l utilizzo dell abbattitore, ecc.). Più severe le sanzioni per le violazioni in merito all igiene alimentare contrario, in caso di mancato adempimento degli obblighi previsti, saranno effettuate sanzioni immediate. Per molte inottemperanze alle regole igienico sanitarie, le regole in vigore fino al 24 Per ulteriori informazioni o chiarimenti Davide Chiari, tel , Mancato adempimento alla risoluzione delle non conformità riscontrate entro i termini prestabiliti. Mancata o non corretta applicazione dei sistemi e delle procedure del sistema di autocontrollo (Manuale HACCP). Mancata notifica all Autorità competente di tutti gli stabilimenti sotto suo controllo o notifica a registrazione sospesa o revocata. euro 1500 a Macellazione in luogo diverso dello stabilimento o locale con riconoscimento sospeso o revocato. Arresto da 6 mesi ad 1 anno; sanzione amministrativa fino a euro Stabilimento riconosciuto ma mancata aggiornamento del riconoscimento. euro 5000 a GUSTO E BUONGUSTO - SVILUPPO COMUNICAZIONE E MARKETING INNOVAZIONE TECNOLOGICA - SICUREZZA AMBIENTE E IGIENE VITAMINE PER LA AZIENDA TUA Omissione del n. di riconoscimento dello stabilimento in etichetta. euro 500 a Produzione primaria: mancato rispetto dei requisiti generali di igiene previsti dalla 852/04(all.I) e dei requisiti specifici previsti dall853/04. euro 250 a Livelli diversi dalla produzione primaria: mancato rispetto dei requisiti generali di igiene previsti dall 852/04 (all.ii) e dei requisiti specifici previsti dall 853/04 euro 500 a Messa in commercio di carni fresche refrigerate o congelate senza bollatura sanitaria euro 3000 a per ogni lotto di carne non bollato. Trasporto di molluschi bivalvi vivi senza documento di accompagnamento. novembre, prevedevano che l autorità di controllo procedesse a prescrivere la rimozione delle non conformità entro un tempo stabilito. La sanzione veniva comminata all impresa solo quando questa non provvedeva alla soluzione dei problemi riscontrati in fase di sopralluogo entro i termini stabiliti. In particolare le sanzioni previste sono: Immissione sul mercato di molluschi bivalvi vivi senza transito da un centro di spedizione. Immissione sul mercato di molluschi bivalvi provenienti da classi b o c senza opportuno periodo di depurazione. Immissione sul mercato di molluschi bivalvi provenienti da una zona non classificata dalle autorità competenti euro 2000 a Immissione sul mercato di molluschi bivalvi provenienti da una zone giudicate non idonee o precluse alle autorità competenti. euro 5000 a a 1 sarà operativo al trentesimo giorno dalla data di entrata in vigore del decreto del Ministero dell Ambiente contenente le modalità per il ritiro e la gestione dei Raee. Decreto che dovrà essere adottato entro il 28 febbraio dalla prima PGT: più attenzione a commercio e turismo ià da ora il nostro Ufficio Studi è a disposizione degli Gassociati, ma anche delle Amministrazioni Comunali che ne volessero richiedere la consulenza, per far sì che questa fase contribuisca a creare nuove opportunità di sviluppo per le categorie da noi rappresentate. Ente del Sistema CESCOT via Ravizza 7/A Bergamo tel fax Per chi volesse approfondire la materia, i riferimenti legi slativi sono: D.Lgs. n 114/1998 Art. 6; L.R. n 14/1999 Art. 4; D.C.R. 2 ottobre 2006 n VIII/215; D.C.R n VIII/352; D.G.R. 23 ottobre 2007 n VIII/5641; D.G.R. 21 novembre 2007 n VIII/5913; D.G.R n VIII/ e D.G.R n

7 N. 15 FEBBRAIO Prorogate le nuove regole per la gestione dei Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche N ella Gazzetta Ufficiale del 31 dicembre 2007 n. 302 è stato pubblicato il decreto legge 31 Dicembre 2007, n. 248, recante, all articolo 30, la proroga al 31 dicembre 2008 per l applicazione del sistema di responsabilità individuale del produttore per i Raee nuovi (immesse sul mercato dopo il 13 agosto 2005) provenienti da nuclei domestici. In pratica per un altro anno i produttori di Aee non dovranno farsi carico del finanziamento della gestione dei Raee immessi sul mercato dopo il 13 agosto L obbligo di finanziamento delle operazioni di trasporto dai centri di raccolta e di trattamento, recupero e smaltimento sicuro, previsto per i Raee storici provenienti da nuclei domestici, slitterà ad una data che non potrà protrarsi oltre il 31 dicembre È inoltre slittato l obbligo di ritiro dei Raee domestici vecchi da parte dei distributori in caso di acquisto di uno nuovo. Il sistema dell 1 a 1 sarà operativo al trentesimo giorno dalla data di entrata in vigore del decreto del Ministero dell Ambiente contenente le modalità per il ritiro e la gestione dei Raee. Decreto che dovrà essere adottato entro il 28 febbraio Per ulteriori informazioni o chiarimenti Davide Chiari, tel , Contributi e finanziamenti ecoincentivi, Euro 2000 per auto ecologica S empre attivo il contributo di 2000 euro destinato ai cittadini residenti in Lombardia che demoliscono la propria autovettura diesel per l acquisto di un auto ecologica nuova non superiore ai 2000 cc. A partire dal 1 febbraio 2007 Regione Lombardia ha stanziato 5 milioni di euro per favorire la diffusione delle vetture a basso impatto ambientale. Il contributo è stato erogato per l acquisto di una nuova auto elettrica, ibrida, o bifuel. Per ottenere il finanziamento è necessario demolire un vecchio diesel, omologato euro 0, euro 1, euro 2 ed Euro 3, da sostituire con un auto di cilindrata non superiore ai 2000 c.c. I cittadini lombardi interessati ad ottenere il contributo regionale devono compilare la domanda e raccogliere i documenti necessari e presentarla agli sportelli degli Automobile Club provinciali o delle loro delegazioni. È anche possibile perfezionare la domanda per ottenere il contributo attraverso la Carta regionale dei servizi (CRS) rilasciata da Regione Lombardia. Per maggiori informazioni telefonare allo , lo Sportello telefonico Informativo dell Automobile Club Milano, in funzione dalle ore 9 alle 12 dal lunedì al venerdì. DA NON PERDERE ENRICO CEREA - ristorante Da Vittorio Uno degli chef più apprezzati e famosi a livello nazionale ed internazionale ritorna ancora per stupire con le sue creazioni: Lunedì 17 marzo dalle 9.30 Un tocco di magia dolce seminario dedicato alla realizzazione di svariati dolci pasquali con spunti e idee uniche per decorazioni innovative Lunedì 21 aprile dalle 9.30 Nudo d amare seminario alla scoperta di piatti insoliti di pesce, carpacci di pesce, tataki, tartare, attraverso audaci accostamenti e presentazioni suggestive. e per l autunno Primi Golosi pasta, risotti e creme rivisti in chiave moderna Tartufo bianco primizie speciali utilizzando il re del tartufo I corsi si svolgono presso la sede del Cescot via Ravizza 7a - Bergamo Corsi realizzati con il contributo della Camera di Commercio di Bergamo e con la collaborazione di Bergamo Formazione Per informazioni rivolgersi a Sara Belotti tel IL PUNTO INFORMATIVO Mensile della Confesercenti di Bergamo Via G. Galli 8, Bergamo tel fax bergamo.it Pubblicità: Anno 3 - n Febbraio 2008 Dir. resp.: Claudio Re Aut. Trib. BG n 10 del 3/4/84 Poste Italiane S.p.A. - Spedizione in a.p. D. L. 353/2003 (Conv. in L. 27/02/2004 N 46 art. 1, comma 1 DCB Bergamo) I CORSI CESCOT IN PARTENZA GUSTO E BUON GUSTO Formazione per gli addetti della ristorazione e dei pubblici esercizi BARMAN A.I.B.E.S - 1 livello edizione diurno/serale Lezioni teoriche ed esercitazioni pratiche per intraprendere la professione di barman con capacità e competenza Dal 18 febbraio - 13 incontri il Lunedì, Mercoledì e Giovedì Edizione pomeridiana dalle 14,30 alle Edizione serale dalle alle BARMAN A.I.B.E.S - 2 livello edizione diurno/serale Lezioni teoriche ed esercitazioni pratiche per intraprendere la professione di barman con capacità e competenza Da fine marzo - il Lunedì, Mercoledì e Giovedì Edizione pomeridiana dalle 14,30 alle Edizione serale dalle alle LA CAFFETTERIA - edizione diurno/serale Le tecniche di preparazione e le conoscenze teoriche fondamentali per la preparazione e il servizio dei principali prodotti di caffetteria, the e infusi febbraio 3 incontri edizione pomeridiana dalle 14,30 alle o serale dalle 20,00-23,00 SICUREZZA AMBIENTE E IGIENE Igiene e sicurezza degli alimenti - L. R. 12/03 CORSO SOSTITUTIVO DEL LIBRETTO SANITARIO 10 e 26 marzo - 7 aprile 1 incontro dalle alle SICUREZZA E PREVENZIONE - D.lgs 626/94 RESPONSABILE DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE marzo e 7 aprile 4 incontri il Lunedì dalle 14,30 alle 18,30 ADDETTO ALL EMERGENZA INCENDIO - rischio basso 14 aprile 1 incontro dalle alle ADDETTO ALL EMERGENZA DI PRIMO SOCCORSO febbraio - 3 marzo 3 incontri dalle alle ADDETTO ALL EMERGENZA DI PRIMO SOCCORSO - rinnovo 28 aprile 1 incontro dalle alle Direzione e redazione: Via G. Galli, 8 - Bergamo Redazione e coordinamento: Giovanna Fidone Progetto grafico e impaginazione: Zaina, Bergamo Fotografie: Archivio Confesercenti Bergamo Stampa: Tipografica Sociale, Monza Chiuso il 00/02/2008 Stampato in copie

8

CIRCOLARE N. 01/2008 Treviso, 30 gennaio 2008

CIRCOLARE N. 01/2008 Treviso, 30 gennaio 2008 A TUTTI I CLIENTI LORO SEDI CIRCOLARE N. 01/2008 Treviso, 30 gennaio 2008 OGGETTO: Legge Finanziaria 2008 In data 21 dicembre 2007 è stata definitivamente approvata la legge Finanziaria 2008 che contiene

Dettagli

FISCO Gli sconti per la casa

FISCO Gli sconti per la casa Con le novità introdotte in Parlamento FISCO Gli sconti per la casa Per i proprietari: Ici, interessi sui mutui, ristrutturazioni ed efficienza energetica. Per gli inquilini: sconti Irpef Redistribuzione

Dettagli

ATTUALMENTE SONO 5 I REGIMI CONTABILI VIGENTI, OGNUNO DEI QUALI SI DISTINGUE PER OBBLIGHI CHE NE DERIVANO E PER I SOGGETTI CHE POSSONO ADERIRVI.

ATTUALMENTE SONO 5 I REGIMI CONTABILI VIGENTI, OGNUNO DEI QUALI SI DISTINGUE PER OBBLIGHI CHE NE DERIVANO E PER I SOGGETTI CHE POSSONO ADERIRVI. REGIMI CONTABILI ATTUALMENTE SONO 5 I REGIMI CONTABILI VIGENTI, OGNUNO DEI QUALI SI DISTINGUE PER OBBLIGHI CHE NE DERIVANO E PER I SOGGETTI CHE POSSONO ADERIRVI. 1 REGIME ORDINARIO 2 REGIME SEMPLIFICATO

Dettagli

SCELTA DEL REGIME FISCALE

SCELTA DEL REGIME FISCALE SCELTA DEL REGIME FISCALE a cura di Tommaso Valleri Disclaimer La presente guida ha un valore puramente indicativo. Non sostituisce in alcun modo la consulenza di un commercialista o di analogo professionista.

Dettagli

IL REGIME DEI NUOVI MINIMI regime fiscale di vantaggio per l imprenditoria giovanile e i lavoratori in mobilità

IL REGIME DEI NUOVI MINIMI regime fiscale di vantaggio per l imprenditoria giovanile e i lavoratori in mobilità IL REGIME DEI NUOVI MINIMI regime fiscale di vantaggio per l imprenditoria giovanile e i lavoratori in mobilità A cura del Dott. Michele Avesani A partire dal 1 gennaio 2012 è entrato in vigore il regime

Dettagli

Finanziaria 2008. www.governo.it. Consiglio dei Ministri del 28.09.2007 FISCO. Ministero dell Economia e delle Finanze.

Finanziaria 2008. www.governo.it. Consiglio dei Ministri del 28.09.2007 FISCO. Ministero dell Economia e delle Finanze. Consiglio dei Ministri del 28.09.2007 FISCO Fisco semplice per i piccoli imprenditori Addio libri contabili, Iva e Irap. Per le piccole imprese solo un forfait. Un milione di imprenditori minimi e marginali,

Dettagli

STUDIO CASTELLI PROFESSIONISTI ASSOCIATI

STUDIO CASTELLI PROFESSIONISTI ASSOCIATI STUDIO CASTELLI PROFESSIONISTI ASSOCIATI Varese, 17 Dicembre 2014 DECRETO SEMPLIFICAZIONI FISCALI Il Decreto Legislativo 21 novembre 2014 nr. 175, cosiddetto Semplificazione fiscale e dichiarazione dei

Dettagli

SCROVEGNI PARTNERS S.R.L.

SCROVEGNI PARTNERS S.R.L. CIRCOLARE Spettabili Padova, 21 dicembre 2012 CLIENTI LORO SEDI Oggetto: Vendita e locazione di immobili nuovi adempimenti fiscali. VENDITA Con la presente Vi informiamo che si applica il meccanismo dell

Dettagli

Agevolazioni fiscali per le nuove iniziative e per investimenti nell Energy Saving

Agevolazioni fiscali per le nuove iniziative e per investimenti nell Energy Saving 26-06-2012, Camera di Commercio di Pisa Agevolazioni fiscali per le nuove iniziative e per investimenti nell Energy Saving relatore: Dott. MASSIMO ANTONINI Dottore commercialista - Revisore contabile Membro

Dettagli

Legge Regionale 24 febbraio 2005, n. 39 - Disposizioni in materia di energia

Legge Regionale 24 febbraio 2005, n. 39 - Disposizioni in materia di energia Legge Regionale 24 febbraio 2005, n. 39 - Disposizioni in materia di energia (come modificata dalla LR 23 novembre 2009, n. 71 e s.m.i.) Capo IV Razionalizzazione della produzione e dei consumi, risparmio

Dettagli

Le novità normative introdotte restringono notevolmente la platea dei soggetti che potranno continuare ad applicare l attuale regime dei minimi.

Le novità normative introdotte restringono notevolmente la platea dei soggetti che potranno continuare ad applicare l attuale regime dei minimi. IL REGIME DEI MINIMI CAMBIA VOLTO (DAL 2012) La c.d. Manovra correttiva ha modificato il regime dei minimi che dal 2012 risulterà applicabile, al sussistere di specifiche condizioni, esclusivamente dalle

Dettagli

Circolari per la clientela

Circolari per la clientela Circolari per la clientela NUOVO REGIME FISCALE AGEVOLATO PER AUTONOMI FRUIBILITÀ DELL AGEVOLAZIONE CONTRIBUTIVA 1 1 NUOVO REGIME AGEVOLATO PER GLI AUTONOMI L art. 1 co. 54-89 della L. 23.12.2014 n. 190

Dettagli

La fiscalità dei contratti di locazione. Milano, 29 gennaio 2013

La fiscalità dei contratti di locazione. Milano, 29 gennaio 2013 La fiscalità dei contratti di locazione Milano, 29 gennaio 2013 1 Fiscalità connessa ai contratti di locazione Imposte dirette Per il locatore non imprenditore, ai fini della determinazione del reddito

Dettagli

= circolare n. 7 03.12.2008

= circolare n. 7 03.12.2008 = circolare n. 7 03.12.2008 = scadenziario + 16 dicembre + pagamento ritenute, contributi INPS, imposte e l IVA relativo al mese di novembre; versamento del saldo ICI anno 2008 + 29 dicembre + versamento

Dettagli

FINANZIARIA 2008 CONTRIBUENTI MINIMI

FINANZIARIA 2008 CONTRIBUENTI MINIMI Numero 1 Anno 2008 gennaio/2 FINANZIARIA 2008 CONTRIBUENTI MINIMI La Finanziaria 2008 ha introdotto un nuovo regime fiscale destinato alle persone fisiche esercenti attività d impresa, arti o professioni

Dettagli

Regime fiscale agevolato per autonomi

Regime fiscale agevolato per autonomi 1 REGIME FORFETARIO PER AUTONOMI Regime fiscale agevolato per autonomi L art. 1, c. 54 89, della legge di stabilità 2015 disciplina il nuovo regime fiscale agevolato per autonomi, destinato agli esercenti

Dettagli

Le regole per ottenere gli sconti fiscali

Le regole per ottenere gli sconti fiscali Periodico informativo n. 40/2011 Le regole per ottenere gli sconti fiscali Gentile cliente, è nostra cura metterla al corrente, con il presente documento informativo, che con Provvedimento dell Agenzia

Dettagli

ASSOCIAZIONI E SOCIETA SPORTIVE DILETTANTISTICHE. Principali disposizioni fiscali e tributarie

ASSOCIAZIONI E SOCIETA SPORTIVE DILETTANTISTICHE. Principali disposizioni fiscali e tributarie ASSOCIAZIONI E SOCIETA SPORTIVE DILETTANTISTICHE Principali disposizioni fiscali e tributarie OBBLIGHI FISCALI L Associazione è soggetta a specifiche norme fiscali, anche se svolge soltanto l attività

Dettagli

L.R. n.27 del 28. 12.2006 Legge finanziaria regionale per l esercizio 2007 (estratto degli articoli riguardanti l Edilizia Residenziale Pubblica)

L.R. n.27 del 28. 12.2006 Legge finanziaria regionale per l esercizio 2007 (estratto degli articoli riguardanti l Edilizia Residenziale Pubblica) L.R. n.27 del 28. 12.2006 Legge finanziaria regionale per l esercizio 2007 (estratto degli articoli riguardanti l Edilizia Residenziale Pubblica) CAPO III Edilizia residenziale pubblica Art. 48 (Alienazione

Dettagli

Le agevolazioni fiscali per il risparmio energetico e le ristrutturazioni edilizie

Le agevolazioni fiscali per il risparmio energetico e le ristrutturazioni edilizie Le agevolazioni fiscali per il risparmio energetico e le ristrutturazioni edilizie Dott.ssa Elisa Salvadeo energetico e ristrutturazioni edilizie 1 La circolare ministeriale 13/E del 09.05.2013 ha fornito

Dettagli

Decreto sviluppo - IVA Modifiche al regime delle cessioni e delle locazioni di immobili

Decreto sviluppo - IVA Modifiche al regime delle cessioni e delle locazioni di immobili n 28 del 13 luglio 2012 circolare n 464 del 12 luglio 2012 referente BERENZI/af Decreto sviluppo - IVA Modifiche al regime delle cessioni e delle locazioni di immobili Il decreto legge c.d. Decreto Crescita

Dettagli

Rivalutazione di partecipazioni e terreni

Rivalutazione di partecipazioni e terreni Rivalutazione di partecipazioni e terreni Il Legislatore con l art. 1 commi 376 e 428 della legge 30 dicembre 2004, n. 311 (Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato,

Dettagli

Nuovo regime forfetario 2015. in corso di approvazione. Dal 01/01/2015 vengono abrogati i seguenti regimi fiscali:

Nuovo regime forfetario 2015. in corso di approvazione. Dal 01/01/2015 vengono abrogati i seguenti regimi fiscali: Nuovo regime forfetario 2015 in corso di approvazione Premessa Come anticipato nel corso nell ultimo seminario APOS a Tabiano Bagni, sono in arrivo alcune novità fiscali. La Legge di Stabilità 2015, in

Dettagli

CIRCOLARE A) IVA E IMPOSTE INDIRETTE SULLA LOCAZIONE

CIRCOLARE A) IVA E IMPOSTE INDIRETTE SULLA LOCAZIONE CIRCOLARE Padova, 1^ ottobre 2007 SPETT.LI CLIENTI LORO SEDI Oggetto: Locazione di immobili e altre problematiche fiscali. Con la presente Vi informiamo che è stata pubblicata la Legge 448/2006, che ha

Dettagli

REGIME DEI MINIMI O SUPERMINIMI

REGIME DEI MINIMI O SUPERMINIMI REGIME DEI MINIMI O SUPERMINIMI Il regime dei contribuenti minimi (dal 2012 denominato superminimi) è riservato alle persone fisiche residenti nel territorio dello Stato che svolgono attività di impresa,

Dettagli

DETRAZIONE DEL 36% Torino, lì 11 settembre 2007. Circolare n. 22/2007

DETRAZIONE DEL 36% Torino, lì 11 settembre 2007. Circolare n. 22/2007 Dott. Carlo Agosta Dott. Enrico Pogolotti Dott. Davide Mancardo Dott.ssa Chiara Valente Dott.ssa Stefania Neirotti Torino, lì 11 settembre 2007 Circolare n. 22/2007 OGGETTO: Ulteriori chiarimenti sulle

Dettagli

Ristrutturazione edilizia e risparmio energetico: le famose detrazione del 36% e del 55% Molti contribuenti hanno già conosciuto e utilizzato le

Ristrutturazione edilizia e risparmio energetico: le famose detrazione del 36% e del 55% Molti contribuenti hanno già conosciuto e utilizzato le Ristrutturazione edilizia e risparmio energetico: le famose detrazione del 36% e del 55% Molti contribuenti hanno già conosciuto e utilizzato le detrazioni relative alle spese su manutenzioni e ristrutturazioni

Dettagli

ADEGUAMENTI NORMATIVI NEGLI AMBIENTI DI LAVORO

ADEGUAMENTI NORMATIVI NEGLI AMBIENTI DI LAVORO ADEGUAMENTI NORMATIVI NEGLI AMBIENTI DI LAVORO Con il Decreto Interministeriale del 30 Novembre 2012 sono state recepite le PROCEDURE STANDARDIZZATE per l effettuazione della valutazione dei rischi (art.

Dettagli

Mod. 730/2015 quadro C: bonus IRPEF e Certificazione Unica Saverio Cinieri - Dottore commercialista e pubblicista

Mod. 730/2015 quadro C: bonus IRPEF e Certificazione Unica Saverio Cinieri - Dottore commercialista e pubblicista Mod. 730/2015 quadro C: bonus IRPEF e Certificazione Unica Saverio Cinieri - Dottore commercialista e pubblicista ADEMPIMENTO " NOVITA " FISCO I contribuenti che possiedono redditi di lavoro dipendente,

Dettagli

Studio Dottori Commercialisti Dottori Commercialisti e Revisori Contabili

Studio Dottori Commercialisti Dottori Commercialisti e Revisori Contabili Roma, 24 gennaio 2014 Gent.li CLIENTI Loro Sedi Via mail Oggetto: Circolare n. 2/2014 principali novità fiscali 2014 1 Gentili Clienti, La legge di stabilità 2014 (L. 27.12.2013 n. 1473), in vigore dall

Dettagli

ASSISTENZA FISCALE 730 / 2013

ASSISTENZA FISCALE 730 / 2013 Su incarico dello Studio di Consulenza del lavoro TERRAZZINI & PARTNERS Vi trasmetto quanto segue: ASSISTENZA FISCALE 730 / 2013 Ricordo che, in seguito al decreto legislativo n 490/1998, i datori di lavoro

Dettagli

Circolare Studio Prot. N 10/15 del 03/03/2015

Circolare Studio Prot. N 10/15 del 03/03/2015 Circolare Studio Prot. N 10/15 del 03/03/2015 MD/cm Monza, lì 03/03/2015 A Tutti i C l i e n t i Loro Sedi Oggetto : NUOVO REGIME FORFETTARIO PER PERSONE FISICHE Riferimenti: Legge n. 190/2014 (c.d. Legge

Dettagli

Ristrutturazioni edilizie

Ristrutturazioni edilizie Ristrutturazioni edilizie Chi sostiene spese per i lavori di ristrutturazione edilizia può fruire della detrazione d imposta Irpef pari al 36%. Per le spese sostenute dal 26 giugno 2012 al 31 dicembre

Dettagli

Burani & Lancellotti COMMERCIALISTI ASSOCIATI Modena

Burani & Lancellotti COMMERCIALISTI ASSOCIATI Modena Spett.li Clienti Loro Sedi, lì 14 Gennaio 2013 OGGETTO: Legge di stabilità 2013 ed altre disposizioni La Legge di Stabilità per il 2013 (L.228/2012) contiene molte novità e assorbe alcuni importanti provvedimenti

Dettagli

CIRCOLARE N. 12/E. Roma, 19 febbraio 2008

CIRCOLARE N. 12/E. Roma, 19 febbraio 2008 CIRCOLARE N. 12/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 19 febbraio 2008 OGGETTO: Profili interpretativi emersi nel corso della manifestazione Telefisco 2008 del 29 Gennaio 2008 e risposte ad

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 23 DEL 28-03-1995 REGIONE SICILIA

LEGGE REGIONALE N. 23 DEL 28-03-1995 REGIONE SICILIA Legge 1995023 Pagina 1 di 9 LEGGE REGIONALE N. 23 DEL 28-03-1995 REGIONE SICILIA Norme per i consorzi fidi di garanzia collettiva tra piccole e medie imprese. Norme interpretative e di modifica delle leggi

Dettagli

I REGIMI FISCALI E CONTABILI IL REGIME DEI CONTRIBUENTI MINIMI

I REGIMI FISCALI E CONTABILI IL REGIME DEI CONTRIBUENTI MINIMI I REGIMI FISCALI E CONTABILI IL REGIME DEI CONTRIBUENTI MINIMI I regimi contabili e fiscali per imprese e professionisti Regime ordinario artt. 14-16 DPR 600/73 Regime semplificato art. 18 DPR 600/73 Regime

Dettagli

Circolare N. 48 del 31 Marzo 2015

Circolare N. 48 del 31 Marzo 2015 Circolare N. 48 del 31 Marzo 2015 Torna il regime dei minimi per tutto il 2015 (Art. 10 comma 12 undecies DL n. 192 del 31.12.2014, convertito con legge n. 11 del 27.02.2015) Gentile cliente, con la presente

Dettagli

Riunione Clienti. in programma presso lo Studio Corno, a Lissone, il giorno. lunedì 28 gennaio p.v. alle ore 17.

Riunione Clienti. in programma presso lo Studio Corno, a Lissone, il giorno. lunedì 28 gennaio p.v. alle ore 17. Lissone, 8 gennaio 2013 Circolare n 1 / 2013 Ai signori clienti loro sedi Oggetto: Legge di stabilità 2013 Gentile Cliente, il Parlamento ha approvato il testo della Legge di Stabilità 2013 con la Legge

Dettagli

Nuovi minimi, le istruzioni del Provvedimento attuativo

Nuovi minimi, le istruzioni del Provvedimento attuativo Numero 8/2012 Pagina 1 di 7 Nuovi minimi, le istruzioni del Provvedimento attuativo Numero : 8/2012 Gruppo : AGEVOLAZIONI Oggetto : REGIME DI VANTAGGIO PER L IMPRENDITORIA GIOVANILE E LAVORATORI IN MOBILITÀ

Dettagli

Le regole, la misura e le modalità di fruizione delle detrazioni fiscali sulle RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE e sul RISPARMIO ENERGETICO

Le regole, la misura e le modalità di fruizione delle detrazioni fiscali sulle RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE e sul RISPARMIO ENERGETICO Le regole, la misura e le modalità di fruizione delle detrazioni fiscali sulle RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE e sul RISPARMIO ENERGETICO Relatori: Bazzarello Antonella: Dottore Commercialista e revisore contabile

Dettagli

Centro di Assistenza Fiscale Dipendenti e Pensionati. Modello 730/2015 LE PRINCIPALI NOVITA'

Centro di Assistenza Fiscale Dipendenti e Pensionati. Modello 730/2015 LE PRINCIPALI NOVITA' Centro di Assistenza Fiscale Dipendenti e Pensionati Modello 730/2015 LE PRINCIPALI NOVITA' Le principali novità contenute nel modello 730/2015 sono le seguenti: - il CUD è stato sostituito dalla Certificazione

Dettagli

SCRITTURE E REGIMI CONTABILI

SCRITTURE E REGIMI CONTABILI SCRITTURE E REGIMI CONTABILI Parte III I regimi contabili per imprese e professionisti Dott. Alberto Marengo Dott. Umberto Terzuolo Dott. Piercarlo Bausola Regimi adottabili: I REGIMI CONTABILI PER IMPRESE

Dettagli

I regimi contabili: obblighi, opzioni e revoche a cura di Daniele Fezzardi

I regimi contabili: obblighi, opzioni e revoche a cura di Daniele Fezzardi Il Punto sull Iva I regimi contabili: obblighi, opzioni e revoche a cura di Daniele Fezzardi I regimi Iva previsti dalla normativa Il sistema giuridico italiano ha previsto, per le imprese e professionisti,

Dettagli

OPPORTUNITA' PER I PROFESSIONISTI

OPPORTUNITA' PER I PROFESSIONISTI OPPORTUNITA' PER I PROFESSIONISTI REGIME DEI MINIMI Il vecchio regime dei minimi previsto dall articolo 1 commi da 96 a 117 della Legge n.244/2007 è stato completamente stravolto e modificato dall attuazione

Dettagli

NEWSLETTER N 1/13 DECRETO SVILUPPO BIS : LE START-UP INNOVATIVE

NEWSLETTER N 1/13 DECRETO SVILUPPO BIS : LE START-UP INNOVATIVE NEWSLETTER N 1/13 DECRETO SVILUPPO BIS : LE START-UP INNOVATIVE Riferimenti: - Dl. 179/2012 Decreto Sviluppo Bis e relativa legge di conversione 221/2012 Con la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale n.

Dettagli

L IMPOSTA SOSTITUTIVA SUI FINANZIAMENTI BANCARI

L IMPOSTA SOSTITUTIVA SUI FINANZIAMENTI BANCARI L IMPOSTA SOSTITUTIVA SUI FINANZIAMENTI BANCARI a cura Giuseppe Demauro La complessa fase di erogazione dei finanziamenti stipulati con le banche, si caratterizza anche per la determinazione dell imposta

Dettagli

AGEVOLAZIONI FISCALI SULLE RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE. a cura di Paola Martina

AGEVOLAZIONI FISCALI SULLE RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE. a cura di Paola Martina AGEVOLAZIONI FISCALI SULLE RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE a cura di Paola Martina RIFERIMENTI NORMATIVI Art. 1 co, 87 Legge di stabilità 2014 D.L. 4 giugno 2013 n. 63, convertito, con modifiche, dalla L. 3

Dettagli

DETRAZIONI FISCALI DEL 50% INCENTIVI FISCALI

DETRAZIONI FISCALI DEL 50% INCENTIVI FISCALI INCENTIVI FISCALI RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE AGEVOLAZIONI FISCALI IN TERMINI DI DETRAZIONI IRPEF DEL 50% IN COSA CONSISTE? Limitatamente al settore della climatizzazione, l agevolazione consiste nel riconoscimento

Dettagli

STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI

STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI Gentili Clienti Oggetto: Proroga delle detrazioni per le spese di recupero del patrimonio edilizio e di riqualificazione energetica Con il D.L. 4 giugno 2013, n. 63,

Dettagli

La cedolare secca. Chi, cosa, come, quando e perché

La cedolare secca. Chi, cosa, come, quando e perché La cedolare secca Chi, cosa, come, quando e perché La cedolare secca è una novità di quest anno. Osserviamola più da vicino e scopriamo in cosa consiste. Partiamo dal principio Le regole generali E per

Dettagli

Per l installazione o sostituzione dell impianto di climatizzazione

Per l installazione o sostituzione dell impianto di climatizzazione Per l installazione o sostituzione dell impianto di climatizzazione PRIMA DI INIZIARE Il presente documento vuole essere un aiuto per tutti i Clienti Daikin Italy, siano essi professionisti del settore

Dettagli

STUDIO COMMERCIALE TRIBUTARIO TOMASSETTI & PARTNERS Corso Trieste 88 00198 Roma Tel. 06/8848666 (RA) Fax 068844588 info@mt-partners.

STUDIO COMMERCIALE TRIBUTARIO TOMASSETTI & PARTNERS Corso Trieste 88 00198 Roma Tel. 06/8848666 (RA) Fax 068844588 info@mt-partners. CIRCOLARE INFORMATIVA NR. 33/2014 del 15/5/2014 ARGOMENTO: PROROGA VERSAMENTI DI UNICO 2014 Gentile Cliente, con la presente desideriamo informarla che, con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri

Dettagli

Informativa n. 1 /2013

Informativa n. 1 /2013 Informativa n. 1 /2013 Sommario Premessa Riapertura dei termini per la rivalutazione del costo di acquisto di terreni e partecipazioni Fatturazione cartacea ed elettronica Fatturazione differita per le

Dettagli

Si precisa inoltre che il presente decreto potrà subire variazioni in sede di conversione in legge.

Si precisa inoltre che il presente decreto potrà subire variazioni in sede di conversione in legge. Circolare del 31 Ottobre 2012 Pag. 1 di 5 Circolare Numero 43/2012 Oggetto D.L. 179/2012 C.D. NUOVO DECRETO CRESCITA Sommario Nuove misure del governo per stimolare la crescita imprenditoriale e produttiva

Dettagli

Il centro comunale di raccolta differenziata e le nuove modalità di accesso

Il centro comunale di raccolta differenziata e le nuove modalità di accesso Il centro comunale di raccolta differenziata e le nuove modalità di accesso Il Comune di Seriate è proprietario del Centro Comunale di Raccolta Differenziata, sito in via Lazzaretto 4, realizzato nel 1997

Dettagli

LE AGEVOLAZIONI DEL RENT TO BUY DI ALLOGGI SOCIALI

LE AGEVOLAZIONI DEL RENT TO BUY DI ALLOGGI SOCIALI Fiscalità Edilizia LE AGEVOLAZIONI DEL RENT TO BUY DI ALLOGGI SOCIALI -DL 28 marzo 2014, n. 47, convertito con modifiche nella Legge 23 maggio 2014, n.80- Maggio 2015 1 Per sviluppare programmi di edilizia

Dettagli

REGIME FISCALE AGEVOLATO PER AUTONOMI o NUOVO REGIME FORFETARIO

REGIME FISCALE AGEVOLATO PER AUTONOMI o NUOVO REGIME FORFETARIO REGIME FISCALE AGEVOLATO PER AUTONOMI o NUOVO REGIME FORFETARIO REGIME FORFETARIO PER AUTONOMI L art. 1 co. 54-89 della legge di stabilità 2015 disciplina il nuovo regime fiscale agevolato per autonomi,

Dettagli

Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail

Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail info@studiocampasso.it www.studiocampasso.it Informativa n. 22 del 27 luglio 2011 DL 13.5.2011 n. 70 convertito

Dettagli

C i r c o l a r e d e l 0 9 G e n n a i o 2 0 1 3 P a g. 1 di 5

C i r c o l a r e d e l 0 9 G e n n a i o 2 0 1 3 P a g. 1 di 5 C i r c o l a r e d e l 0 9 G e n n a i o 2 0 1 3 P a g. 1 di 5 Circolare Numero 01/2013 Oggetto LE START-UP INNOVATIVE E IL CREDITO DI IMPOSTA PER LA DISTRIBUZIONE DELLE OPERE DELL INGEGNO DIGITALI Sommario

Dettagli

imposte sui redditi e irap

imposte sui redditi e irap Imposte sui redditi e Irap ACCONTI d IMPOSTA di NOVEMBRE DOVUTI per l ANNO 2012 di Mario Jannaccone QUADRO NORMATIVO L art. 1, L. 23.3.1977, n. 97 [CFF ➋ 7316], ha introdotto nel nostro sistema tributario

Dettagli

Modello730/2014: analisi delle principali novità

Modello730/2014: analisi delle principali novità A cura di Celeste Vivenzi Modello730/2014: analisi delle principali novità Premessa generale E' stato approvato dall'agenzia delle Entrate con un provvedimento del 15 gennaio 2014 il nuovo Modello 730

Dettagli

Servizio circolari per la clientela Circolare n. 3 del 28 gennaio 2013

Servizio circolari per la clientela Circolare n. 3 del 28 gennaio 2013 Servizio circolari per la clientela Circolare n. 3 del 28 gennaio 2013 1 Premessa 2 Deducibilità delle auto aziendali e dei professionisti 2.1 Auto aziendali 2.2 Auto dei professionisti 2.3 Auto concesse

Dettagli

Documenti delle Commissioni di Studio

Documenti delle Commissioni di Studio Documenti delle Commissioni di Studio GIUGNO 4, 2013 ANNO 1, NUMERO 4 Segnalazioni Novità Prassi Interpretative COMMISSIONE FISCALITA Edilizia: Proroga delle detrazioni sulle ristrutturazioni e per gli

Dettagli

interventi di ristrutturazione edilizia miglioramento delle prestazioni energetiche Bonus mobili - Contributi

interventi di ristrutturazione edilizia miglioramento delle prestazioni energetiche Bonus mobili - Contributi Sui criteri applicativi delle agevolazioni fiscali su interventi di ristrutturazione edilizia ed interventi finalizzati al miglioramento delle prestazioni energetiche degli edifici. Bonus mobili - Contributi

Dettagli

730/2015 quadro E: novità per la detrazione delle spese elededuzionidalreddito Saverio Cinieri - Dottore commercialista e pubblicista

730/2015 quadro E: novità per la detrazione delle spese elededuzionidalreddito Saverio Cinieri - Dottore commercialista e pubblicista 730/2015 quadro E: novità per la detrazione delle spese elededuzionidalreddito Saverio Cinieri - Dottore commercialista e pubblicista ADEMPIMENTO " NOVITA " FISCO Il Quadro E del Mod. 730 deve essere utilizzato

Dettagli

COSA È LA CEDOLARE SECCA SUGLI AFFITTI?

COSA È LA CEDOLARE SECCA SUGLI AFFITTI? COSA È LA CEDOLARE SECCA SUGLI AFFITTI? È un nuovo regime di tassazione agevolata sugli affitti introdotto dall art.3 del decreto legislativo n. 23/2011. Consiste nell applicare al canone annuo di locazione

Dettagli

Pubblicata in G.U. la Legge Finanziaria 2011

Pubblicata in G.U. la Legge Finanziaria 2011 Numero 4/2011 Pagina 1 di 9 Pubblicata in G.U. la Legge Finanziaria 2011 Numero : 4/2011 Gruppo : FINANZIARIA Oggetto : FINANZIARIA 2011 Norme e prassi : LEGGE N. 220 DEL 13.12.2010 PUBBLICATA IN GAZZETTA

Dettagli

Forma giuridica dell impresa. Impresa individuale. Ditta individuale. Società. L avvio di un attività domande frequenti. Dott.

Forma giuridica dell impresa. Impresa individuale. Ditta individuale. Società. L avvio di un attività domande frequenti. Dott. La scelta della forma giuridica e la governance Dott. Paolo Bolzonella L avvio di un attività domande frequenti Come si fa ad avviare un impresa? Quale tipo di impresa scegliere? Quali requisiti occorrono?

Dettagli

DECRETO SVILUPPO 2011

DECRETO SVILUPPO 2011 CIRCOLARE INFORMATIVA N. 3 AGOSTO 2011 DECRETO SVILUPPO 2011 E stata pubblicata sulla gazzetta ufficiale 12.07.2011, n. 160, la Legge 12.07.2011 n. 106 di conversione del D.L. 70/2011 c.d. Decreto Sviluppo.

Dettagli

REGIME FISCALE PER CONTRIBUENTI MINORI E MINIMI. revisione del sistema di tassazione e nuovo regime contributivo per le imprese di minori dimensioni

REGIME FISCALE PER CONTRIBUENTI MINORI E MINIMI. revisione del sistema di tassazione e nuovo regime contributivo per le imprese di minori dimensioni REGIME FISCALE PER CONTRIBUENTI MINORI E MINIMI revisione del sistema di tassazione e nuovo regime contributivo per le imprese di minori dimensioni E INTRODOTTO IL REGIME FISCALE AGEVOLATO RISERVATO AI

Dettagli

A tal proposito i commi di nostro interesse sono dal 344 al 350.

A tal proposito i commi di nostro interesse sono dal 344 al 350. Finanziaria 2007 La Legge Finanziaria 2007 prevede una serie di agevolazioni tributarie per interventi di riqualificazione energetica degli edifici, al fine di ottenere un risparmio nella bolletta energetica

Dettagli

AGEVOLAZIONI FISCALI E ASSISTENZIALI PER SINGOLI E FAMIGLIE - ANNO 2009

AGEVOLAZIONI FISCALI E ASSISTENZIALI PER SINGOLI E FAMIGLIE - ANNO 2009 AGEVOLAZIONI FISCALI E ASSISTENZIALI PER SINGOLI E FAMIGLIE - ANNO 2009 Sono presentate solo le agevolazioni di utilizzo più comune: per casi particolari, è bene consultare le normative specifiche e rivolgersi

Dettagli

oneri detraibili oneri deducibili

oneri detraibili oneri deducibili Infermieri e libera professione: un avventura possibile Como 5 novembre 2010 oneri detraibili oneri deducibili Ricavato dalle istruzioni ministeriali per il Modello UNICO 1 ONERI DETRAIBILI (19%) Permettono

Dettagli

DETRAZIONI FISCALI SU CAMINETTI E STUFE

DETRAZIONI FISCALI SU CAMINETTI E STUFE DETRAZIONI FISCALI SU CAMINETTI E STUFE Periodo in cui sono sostenute le spese Fino al 25/06/2012 Dal 26/06/2012 al 31/12/2012 Dal 01/01/2013 al 30/06/2013 Dal 01/07/2013 Opere finalizzate al risparmio

Dettagli

SOMMARIO 1. 2. 2.1. 2.2. 2.3. 2.4.

SOMMARIO 1. 2. 2.1. 2.2. 2.3. 2.4. SOMMARIO 1 1 1. Il Nuovo Apprendistato Professionalizzante 2 2. Riferimenti Normativi 5 2.1. D. Lgs. del 14 Settembre 2011 n. 167 e smi 5 2.2. Legge Regionale del 22 Ottobre 2012 n. 31 7 2.3. Circolare

Dettagli

Tel. 035.43.76.262 - Fax 035.62.22.226 E-mail:info@alservizi.it Reg.Imprese di Bergamo n. REA 362371 www.lalentesulfisco.it A cura di Laura Zanolin

Tel. 035.43.76.262 - Fax 035.62.22.226 E-mail:info@alservizi.it Reg.Imprese di Bergamo n. REA 362371 www.lalentesulfisco.it A cura di Laura Zanolin N. 193 A.L Servizi s.r.l. Via Bergamo n. 25 24035 Curno (Bg) P.Iva e C.F. 03252150168 Maggio 03.05.2010 Tel. 035.43.76.262 - Fax 035.62.22.226 E-mail:info@alservizi.it Reg.Imprese di Bergamo n. REA 362371

Dettagli

3. Detrazione per acquisto di mobili e grandi elettrodomestici

3. Detrazione per acquisto di mobili e grandi elettrodomestici CIRCOLARE gennaio 2014: La Legge di Stabilità e le altre novità fiscali Vi riepiloghiamo le principali e più rilevanti novità introdotte in materia fiscale dalla Legge 27.12.2013 n 147 (Legge di Stabilità

Dettagli

RIGO E37-1 SOSTITUZIONE FRIGORIFERI E CONGELATORI CON APPARECCHI CLASSE A+

RIGO E37-1 SOSTITUZIONE FRIGORIFERI E CONGELATORI CON APPARECCHI CLASSE A+ RIGO E37-1 SOSTITUZIONE FRIGORIFERI E CONGELATORI CON APPARECCHI CLASSE A+ L art 1, comma 353, Legge n. 296/2006 ha introdotto una nuova detrazione dall Irpef per la sostituzione di frigoriferi, congelatori

Dettagli

DETRAZIONE SUL RECUPERO PATRIMONIO EDILIZIO

DETRAZIONE SUL RECUPERO PATRIMONIO EDILIZIO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO IL PUNTO FISCALE DI FINE ANNO: OPPORTUNITA, CRITICITA E RIFLESSIONI DETRAZIONE SUL RECUPERO PATRIMONIO EDILIZIO Walter Cerioli 18 dicembre 2013 Sala Orlando

Dettagli

Detrazione a favore delle famiglie numerose: modalità di attribuzione del credito d imposta Potito Di Nunzio Consulente del lavoro in Milano

Detrazione a favore delle famiglie numerose: modalità di attribuzione del credito d imposta Potito Di Nunzio Consulente del lavoro in Milano Detrazione a favore delle famiglie numerose: modalità di attribuzione del credito d imposta Potito Di Nunzio Consulente del lavoro in Milano Con decreto del Ministero dell economia e delle finanze 31 gennaio

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE DELFINO, NARO

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE DELFINO, NARO Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 5262 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI DELFINO, NARO Istituzione della Lega ippica italiana e disposizioni per la promozione del

Dettagli

Piano Casa Sardegna & Fisco

Piano Casa Sardegna & Fisco Piano Casa Sardegna & Fisco Ing. Mario Mura Strutturista- Ing. A. Corona Idraulico- Ing. G. Giacobbe Impiantista Sede operativa: Via Di San Domino,Cagliari (CA)- Tel 0707738625 Fax 0707731792 mail:info@mariomura.com

Dettagli

INCENTIVI FISCALI Detrazioni 36%

INCENTIVI FISCALI Detrazioni 36% INCENTIVI FISCALI Detrazioni 36% Air Conditioning IN COSA CONSISTE? L agevolazione consiste nel riconoscimento di detrazioni d imposta d nella misura del 36 % delle spese sostenute entro il 2010 per: l

Dettagli

Circolare N. 162 del 10 Dicembre 2014

Circolare N. 162 del 10 Dicembre 2014 Circolare N. 162 del 10 Dicembre 2014 DL Sblocca Italia - le nuove agevolazioni sull acquisto degli immobili Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con il DL sblocca Italia (n. 133

Dettagli

Aggiornato sulla base del Decreto Ministeriale dell 11 marzo 2008 e del Decreto Attuativo del 7 aprile 2008

Aggiornato sulla base del Decreto Ministeriale dell 11 marzo 2008 e del Decreto Attuativo del 7 aprile 2008 Pagina 1 di 5 L OPUSCOLO HA CARATTERE PURAMENTE INFORMATIVO, POTREBBE CONTENERE ERRORI O ESSERE MANCANTE DI EVENTUALI AGGIORNAMENTI. Aggiornato sulla base del Decreto Ministeriale dell 11 marzo 2008 e

Dettagli

LE NOVITA DI INIZIO ANNO INTRODOTTE DAL DECRETO SEMPLIFICAZIONI E DALLA LEGGE DI STABILITA

LE NOVITA DI INIZIO ANNO INTRODOTTE DAL DECRETO SEMPLIFICAZIONI E DALLA LEGGE DI STABILITA Circolare n. 1/2015 Del 21.01.2015 LE NOVITA DI INIZIO ANNO INTRODOTTE DAL DECRETO SEMPLIFICAZIONI E DALLA LEGGE DI STABILITA Il Decreto Semplificazioni e la Legge di stabilità hanno introdotto alcune

Dettagli

Oggetto: DL 13.05.2011 n. 70 convertito nella L. 12.7.2011 n. 106 (c.d. decreto sviluppo ) - Novità in materia di imposte dirette

Oggetto: DL 13.05.2011 n. 70 convertito nella L. 12.7.2011 n. 106 (c.d. decreto sviluppo ) - Novità in materia di imposte dirette PIAZZA DELLA VITTORIA, 8/20 16121 GENOVA TEL: 010 553241 FAX: 010 5532460 E-MAIL: studio.genova@stsnet.it C. F. E P. IVA: 03022160109 Ai Signori Clienti Loro Sedi Genova, 2 settembre 2011 CIRCOLARE N.

Dettagli

Circolare Informativa n. 2/2013

Circolare Informativa n. 2/2013 Dr. Carmelo Grillo Dottore commercialista Revisore contabile Dr. Santi Grillo Consulente del lavoro - Dottore commercialista Revisore contabile Circolare Informativa n. 2/2013 Olivarella, 14.01.2013 Ai

Dettagli

Finanza agevolata Opportunità e meccanismo di accesso ai fondi gestiti da Finpiemonte

Finanza agevolata Opportunità e meccanismo di accesso ai fondi gestiti da Finpiemonte Finanza agevolata Opportunità e meccanismo di accesso ai fondi gestiti da Finpiemonte Torino, 30 ottobre 2013 L.R. 23/02 Riqualificazione energetica di edifici esistenti Bando 2013 L.R. 23/02 Riqualificazione

Dettagli

semplificazione ed attuazione

semplificazione ed attuazione ANNA GIACOMONI mercoledì, giovedì, 18 26 settembre giugno 2014 2013 6 mesi dopo il decreto del fare: bilancio, G i o r n a ta d e l D e c r e to del fare semplificazione ed attuazione RIFLESSI FISCALI

Dettagli

Legge 21 novembre 2000, n. 342. Misure in materia fiscale

Legge 21 novembre 2000, n. 342. Misure in materia fiscale Legge 21 novembre 2000, n. 342 Misure in materia fiscale Pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 276 del 25 novembre 2000 - Supplemento Ordinario Capo I DISPOSIZIONI IN MATERIA DI IMPOSTE SUI REDDITI Art.

Dettagli

JONES DAY COMMENTARY

JONES DAY COMMENTARY settembre 2006 JONES DAY COMMENTARY Aspetti Fiscali delle operazioni immobiliari Le novità del Decreto Bersani Negli ultimi mesi il governo italiano ha operato una importante riforma della fiscalità delle

Dettagli

Prot. n. 56 /14 UL/RG/dlm Roma, 29 maggio 2014

Prot. n. 56 /14 UL/RG/dlm Roma, 29 maggio 2014 Prot. n. 56 /14 UL/RG/dlm Roma, 29 maggio 2014 Alle Aziende ed Enti Associati Loro Sedi FEDERCULTURE SERVIZIO LEGISLATIVO CIRCOLARE 3/14 Oggetto: Disposizioni urgenti per la tutela del patrimonio culturale,

Dettagli

NOTA OPERATIVA N. 7/2012

NOTA OPERATIVA N. 7/2012 NOTA OPERATIVA N. 7/2012 OGGETTO: ristrutturazioni edilizie, detrazioni 36-50% - Introduzione I lavori di ristrutturazione edilizia consentono alle persone fisiche di beneficiare, ormai da molti anni,

Dettagli

DECRETO LEGISLATIVO 5 agosto 2015, n. 127. (GU n.190 del 18-8-2015)

DECRETO LEGISLATIVO 5 agosto 2015, n. 127. (GU n.190 del 18-8-2015) 1 di 5 24/08/2015 13:51 DECRETO LEGISLATIVO 5 agosto 2015, n. 127 Trasmissione telematica delle operazioni IVA e di controllo delle cessioni di beni effettuate attraverso distributori automatici, in attuazione

Dettagli

RISOLUZIONE N. 46/E. OGGETTO: Consulenza giuridica - ART. 51, comma 4, lett. b), Tuir - Prestiti concessi al personale dipendente

RISOLUZIONE N. 46/E. OGGETTO: Consulenza giuridica - ART. 51, comma 4, lett. b), Tuir - Prestiti concessi al personale dipendente RISOLUZIONE N. 46/E Direzione Centrale Normativa Roma, 28 maggio 2010 Centrale Normativa OGGETTO: Consulenza giuridica - ART. 51, comma 4, lett. b), Tuir - Prestiti concessi al personale dipendente Con

Dettagli

LEGGE DI STABILITA 2016: ISTRUZIONI PER L USO

LEGGE DI STABILITA 2016: ISTRUZIONI PER L USO 2015 Studio Pavan Daniela dottore commercialista e revisore contabile via G. Garibaldi 104/A 35043 Monselice (PD) e-mail: daniela.pavan@studiopavan.eu sito web: http:// www.studiopavan.eu tel. 0429/73659

Dettagli

Informativa per la clientela

Informativa per la clientela Informativa per la clientela Informativa n. 20 del 14 gennaio 2013 Legge di stabilità 2013 - Novità in materia di imposte dirette INDICE 1 Premessa... 3 2 Deducibilità delle auto aziendali e dei professionisti...

Dettagli

Battaglioni Stefano Via G. Oberdan n. 5 62029 Tolentino (MC) Tel/Fax 0733-966311

Battaglioni Stefano Via G. Oberdan n. 5 62029 Tolentino (MC) Tel/Fax 0733-966311 STUDIO DI CONSULENZA LEGALE AZIENDALE E TRIBUTARIA STEFANO BATTAGLIONI Commercialista - Albo nr.139 MC Revisore Contabile Economista d Impresa Consulente Tecnico del Giudice Battaglioni Stefano Via G.

Dettagli