Anno Scolastico 2014/2015

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Anno Scolastico 2014/2015"

Transcript

1 Anno Scolastico 2014/2015 Prof. Marco Coppetti Prof. Rosario Costanzo A.S. 2014/2015 Corso di MU-CNC Pag. 1

2 1. IL CNC E LA PROGRAMMAZIONE DELLE MU-CNC CNC NC Istruzione Codice Simulatore Zero pezzo Coordinate Programma Assi controllati Computer Numerical Control: controllo numerico computerizzato Numerical Control: controllo numerico Comando che determina una azione della macchina utensile Linguaggio di programmazione con cui comunichiamo con le macchine utensili Programma software che permette la simulazione del comportamento della macchina utensile Punto di riferimento delle coordinate relative al pezzo in lavorazione Valori di spostamento dell utensile per raggiungere determinati punti sul pezzo Insieme completo di istruzioni in codice che permettono la lavorazione completa di un pezzo sulle MU-CNC Spostamenti o rotazioni delle parti mobili di una MU-CNC che possono essere controllati dal computer 1.1. STRUTTURA DI UNA MU-CNC Una Macchina Utensile a Controllo Numerico Computerizzato (MU-CNC) è una macchina utensile (tornio, fresatrice, trapano, ecc.) opportunamente ristrutturata e modificata per essere controllata e gestita da un computer, anziché da un operatore umano. Slitte della torretta e del toppo mobile spostate frontalmente e inclinate Torretta portautensili automatica motorizzata Computer di programmazione e controllo della MU Mandrino Toppo mobile motorizzato e controllato dal PC Motore elettrico del toppo mobile Sistema di smaltimento trucioli Pannelli di accesso alla base macchina A.S. 2014/2015 Corso di MU-CNC Pag. 2

3 Confrontandola con una MU tradizionale, come il tornio parallelo mostrato nella figura a fianco, si possono notare le grandi differenze nella struttura di una MU-CNC rispetto alle macchine tradizionali a controllo umano. Elenchiamo le principali differenze di struttura: - La macchina CNC non è aperta, ma racchiusa in un involucro inscatolato di lamiera che la protegge da interferenze esterne e impedisce ai trucioli di schizzare pericolosamente in giro per lo spazio attorno alla macchina - I comandi manuali (tamburi, leve e volantini) sono scomparsi, sostituiti dai controlli automatici mediante un PC industriale, montato direttamente sulla macchina utensile - Mandrino, torretta utensili e toppo mobile sono motorizzati indipendentemente. Essi si possono muovere separatamente pilotati dal computer. I motori sono a corrente continua in modo da poter regolare la velocità di taglio e di avanzamento con facilità e continuità. Non ci sono più le barre scanalate e i cambi di velocità. - La torretta portautensili è diventata un magazzino che può contenere decine di utensili diversi e li può sostituire automaticamente, pilotata dal PC. La torretta ha dei motori interni che possono mettere in rotazione gli utensili. - Sul toppo mobile si possono montare vari utensili e, poiché c è un motore anche qui, si possono effettuare lavorazioni particolari non eseguibili nei torni tradizionali. - Le slitte di scorrimento della torretta e del toppo mobile sono state spostate frontalmente in modo da lasciare posto sotto per la caduta e raccolta dei trucioli. Il pezzo lavora sospeso in aria tra mandrino e toppo mobile. - Il truciolo, prodotto in grandi quantità a causa delle altissime velocità di taglio, cade nel fondo macchina e viene periodicamente espulso, di solito mediante un sistema di nastri trasportatori La caratteristica più importante di una MU-CNC è che non può essere utilizzata manualmente da un operatore umano, ma DEVE ESSERE PROGRAMMATA, cioè occorre spiegare al suo computer di bordo che cosa deve fare e come farlo. Sarà poi il computer a realizzare e controllare tutte le fasi della lavorazione fino alla produzione del pezzo finito. A.S. 2014/2015 Corso di MU-CNC Pag. 3

4 1.2. ELEMENTI BASE DELLA PROGRAMMAZIONE CNC Un programma CNC è un insieme di istruzioni, espresse in un linguaggio comprensibile al PC della MU, raggruppate in frammenti di codice chiamati blocchi o linee. Esempio di blocco N120 G00 X100 Z M8 Attualmente esistono molti linguaggi di programmazione delle MU-CNC, ma sono tutti evoluzione di un linguaggio base chiamato Codice ISO Standard. Il codice ISO standard ha lo svantaggio di essere poco efficiente in termini di programmazione di lavorazioni complesse, ma ha l enorme vantaggio di essere compreso da tutti i PC delle MU, mentre i vari dialetti sono specifici di ogni computer e non sono portabili da un controllore ad un altro IL LINGUAGGIO ISO STANDARD Questo linguaggio è formato da quattro gruppi di funzioni generali - Funzioni N: hanno solo la funzione di specificare il numero di blocco (linea) - Funzioni M: sono dette miscellanee (di assortimento). Servono per gestire funzioni ausiliarie della MU come l apertura del refrigerante, la rotazione della torretta, ecc. - Funzioni T: (tools = utensili) sono funzioni dedicate alla specifica degli utensili da usare nelle lavorazioni - Funzioni G: sono la classe più ampia delle funzioni ISO e servono per programmare tutti i movimenti degli assi della macchina utensile SINTASSI DELLE FUNZIONI Col termine sintassi si intende come devono essere costruite le istruzioni perché il PC della MU le comprenda e sappia interpretarle, pilotando la lavorazione Sintassi delle funzioni N É la più semplice di tutte Nnnnn dove nnnn è un numero intero compreso tra 1 è Praticamente la funzione N serve per numerare le linee di codice che rappresentano i blocchi eseguibili dalla MU. Anche se è possibile numerare le righe di passo 1 in 1, si preferisce numerarle di 10 in 10 perché, se ci si scorda di qualche istruzione intermedia si possono sempre inserire 9 righe tra due vicine. A.S. 2014/2015 Corso di MU-CNC Pag. 4

5 Esempio N10.. N20.. N30.. N35.. N Sintassi delle funzioni M Le funzioni M sono seguite da un numero intero Mn a seconda del numero n le funzioni attivano qualche comando nella macchina utensile Sintassi delle funzioni T Le funzioni T determinano l utensile da usare per le lavorazioni in base alla sintassi Taabb ove Esempio aa è la posizione dell utensile sulla torretta portautensili bb è il correttore associato all utensile selezionato N10 T0101 seleziona l utensile 01 con correttore 01 N30 T0305 seleziona l utensile 03 con correttore 05 NOTA: la chiamata alla funzione T non determina da sola il cambio utensile. La funzione T seleziona soltanto il prossimo utensile da usare sulla torretta e lo memorizza nel PC della MU. Per effettuare il cambio vero e proprio occorre richiamare la funzione M6 che effettua la rotazione della torretta e porta l utensile selezionato in posizione di lavoro. Esempio: N210 T0303 M Sintassi delle funzioni G Le funzioni G sono le più complesse. La loro sintassi è molto varia e dipende da codice a codice. In generale lo schema sintattico è del tipo Gnn P1xxx P2yyy P3zzz ove nn è il codice della funzione G P1, P2, P3, sono i parametri della funzione xxx, yyy, zzz, sono gli argomenti dei parametri A.S. 2014/2015 Corso di MU-CNC Pag. 5

6 Esempio N245 G96 S600 F0.15 Funzione G96 Parametro S Argomento di S Parametro F Argomento di F In appendice vi è un elenco completo delle funzioni M e G del linguaggio ISO LO ZERO PEZZO E IL SISTEMA DELLE COORDINATE NEL TORNIO CNC Nel tornio CNC per convenzione si fissano i seguenti assi - Asse Z è l asse del mandrino, positivo nella direzione della contropunta - Asse X è l asse dei diametri, positivo verso la torretta portautensili Per riferire le posizioni delle parti del pezzo si deve stabilire uno ZERO PEZZO, che viene posto sempre lungo l asse Z del mandrino in una opportuna posizione a scelta del programmatore. Zero pezzo e assi devono sempre essere rappresentati nel disegno del pezzo CNC come indicato in figura seguente +X +Z In questo disegno lo zero pezzo è stato posto alla estremità del pezzo lavorato, ma questo non è obbligatorio e lo zero pezzo si può mettere anche altrove, purché sia comodo calcolare le coordinate di programmazione. Fissato lo zero pezzo, tutte le coordinate devono essere calcolate rispetto a tale punto di riferimento. Lo zero pezzo verrà infatti programmato sul PC della MU-CNC e così il computer potrà comprendere le istruzioni di posizionamento dell utensile e realizzare le lavorazioni con la dovuta precisione. A.S. 2014/2015 Corso di MU-CNC Pag. 6

7 ESEMPIO DI CALCOLO DELLE COORDINATE Osservando il pezzo di figura e il sistema di riferimento adottato si possono calcolare le coordinate dei punti di spigolo del pezzo, numerati da 1 a X Ø119 Ø101 Ø66 Ø39 1 +Z ,5 134,5 Otteniamo la tabella seguente OSSERVAZIONI IMPORTANTI Punto X Z Le coordinate X si danno sempre mediante i diametri e non i raggi del pezzo, anche se abbiamo disegnato il profilo per metà, essendo simmetrico rispetto all asse di mandrino. 2. Le coordinate Z a sinistra dello zero pezzo sono negative. 3. I numeri decimali si esprimono con il punto e non con la virgola (notazione scientifica). 4. Le coordinate sono riferite sempre alla posizione dello zero pezzo e non al sistema di quotatura usato per il disegno. A.S. 2014/2015 Corso di MU-CNC Pag. 7

8 1.3. ESEMPI DI PROGRAMMAZIONI DI LAVORAZIONI ELEMENTARI SFACCIATURA/INTESTATURA Si vuole sfacciare una barra di diametro φ60 mm portando via 5 mm di sovramentallo mediante due passate identiche. Ø60 5 +X Z La figura a lato mostra il percorso dell utensile per realizzare la lavorazione. I tratti in linea intera sono le passate di taglio, quelli con linea tratteggiata sono i movimenti in rapido. Il pezzo viene disegnato solo per metà e su di esso vengono riportati lo zero pezzo e gli assi +X e +Z. Questo schema deve sempre essere trascritto le quando si progetta un cicli CNC. Molta importanza deve essere data al corretto calcolo delle coordinate dei punti dove si deve fermare l utensile nelle sue corse in rapido e in lavoro. Occorre inoltre osservare che l utensile, affinché non si danneggi nell urto, deve sempre fermarsi in rapido prima della superficie del pezzo e ripartire in rapido solo dopo che si è disimpegnato dal pezzo in lavorazione. Ricordiamo poi che le coordinate lungo l azze Z sono quelle reali espresse in millimetri, mentre lungo la X sono quelle diametrali e non radiali. Ed infine le coordinate della posizione di cambio utensile (punto 0) dipendono dal tipo di macchina utensile e quindi si possono assegnare solo sulla macchina reale. Noi per convenzione le fisseremo a 30 mm a destra e sopra il pezzo grezzo. Calcolo delle coordinate Punto X Z Moto Start Rapido Lavoro Lavoro Rapido Rapido Lavoro Lavoro Rapido A questo punto l analisi della geometria del pezzo è terminata e si possono scegliere i parametri di taglio (velocità di tagli, avanzamento, ecc.) e si può iniziare la programmazione della lavorazione, che verrà simulata mediante il software CutViewer Lathe. A.S. 2014/2015 Corso di MU-CNC Pag. 8

9 In questa sede non ci si vuole dilungare sulla scelta dei parametri di taglio, argomento di altre materie. Assumeremo quindi dei valori medi adatti per acciaio comune. Scrittura del programma di simulazione (STOCK/100,60,0,0) (FROM/30,45) (TOOL/standard,10,50,0.5,10,3) La prima riga (STOCK/100,60,0,0) definisce il grezzo come uno spezzone di barra lungo 100 mm, di diametro esterno 60 mm e interno 0 mm, con origine sulla faccia destra, a battuta. La seconda riga (FROM/30,45) definisce la posizione del cambio utensile (torretta). Ricordarsi che qua la prima coordinata è la Z e la seconda è la X del RAGGIO. La terza riga (TOOL/standard,10,50,0.5,10,3) definisce il tipo e la geometria dell utensile, in questo caso un utensile standard a placchetta I cui dati sono riportati tra le virgole (confronta il manuale del programma per comprendere I dati). N010 G96 G94 S100 F0.2 M3 M8 N020 G00 X62 Z-2.5 N030 G01 X0 Z-2.5 N040 G01 X0 Z-1 N050 G00 X62 Z-1 N060 G00 X62 Z-5 N070 G01 X0 Z-2.5 N080 G01 X0 Z-3.5 N090 G00 X90 Z30 N100 M30 La riga N010 serve ad impostare i parametri di taglio, per il significato controlla le tabelle dei codici ISO. Dalla riga N020 alla N090 il programma impartisce alla macchina i comandi per la lavorazione della stacciatura in due passate. La riga N100, coll istruzione M30, arresta la macchina e spegne tutti i motori. Notate che le coordinate ripetute tra due righe vicine (in grassetto e corsivo nel codice) possono essere omesse per velocizzare le operazioni di scrittura e di controllo del codice stesso. Il programma completo è quindi (STOCK/100,60,0,0) (FROM/30,45) (TOOL/standard,10,50,0.5,10,3) N010 G95 G96 S100 F0.2 M3 M7 N020 G00 X62 Z-2.5 N030 G01 X0 N040 G01 Z-1 N050 G00 X62 N060 G00 Z-5 N070 G01 X0 N080 G01 Z-3.5 N090 G00 X90 Z30 N100 M30 A.S. 2014/2015 Corso di MU-CNC Pag. 9

10 CILINDRATURA ESTERNA Si vuole cilindrare una barra dal diametro φ60 mm al diametro φ48 mm per una lunghezza di 60 mm. Ø60 +X Ø Z In questo caso il percorso dell utensile è dato dalla sequenza che comprende le passate di taglio (1-2, 5-7 e 7-8) e tutti i movimenti in rapido. Lo spessore di truciolo da asportare sul raggio si trova con la formula D d s = = = 6mm 2 2 per cui scegliamo di eseguire tre passate da 2 mm ciascuna. Prevediamo una extracorsa di sicurezza in rapido di 2 mm sia in entrata (punti ), sia in uscita (punti 3-4). Il programma che esegue la lavorazione è il seguente (STOCK/100,60,0,0) (FROM/30,45) (TOOL/standard,10,50,0.5,10,3) N010 G95 G96 S100 F0.2 M3 M7 N020 G00 X56 Z2 N030 G01 Z-60 N040 G01 X62 N050 G00 Z2 N060 G00 X52 N070 G01 Z-60 N080 G01 X62 N090 G00 Z2 N100 G00 X48 N110 G01 Z-60 N120 G01 X62 N130 G00 X90 Z30 N140 M30 Occorre osservare, leggendo il listato del programma, come nelle fasi in cui l utensile è anche solo parzialmente impegnato nel materiale occorre muoverlo con l istruzione G01, cioè in avanzamento con velocità di lavoro, per evitare di danneggiare il tagliente ed il pezzo in lavorazione. Solo quando l utensile è totalmente disimpegnato dal pezzo si può (e si deve) muoverlo con l istruzione G00 di movimento rapido. A.S. 2014/2015 Corso di MU-CNC Pag. 10

11 2. APPENDICE A TABELLE DEI CODICI CNC ISO STANDARD Riportiamo i codici delle funzioni ISO standard per il CNC più utilizzate nella pratica: 2.1. FUNZIONI M M03 - Rotazione oraria del mandrino M04 - Rotazione antioraria del mandrino M06 - Cambio utensile M07, M08 - Apertura refrigerante M09 - Stop refrigerante M30 - Arresto della macchina e blocco di tutti i motori 2.2. FUNZIONI G G00 G01 G02 G03 G33 G40 G41 G42 G90 G91 G94 G95 G96 G97 - Avanzamento in rapido - Avanzamento lineare con velocità di taglio - Interpolazione circolare oraria - Interpolazione circolare antioraria - Filettatura a passo costante - Annullamento compensazione utensile - Compensazione raggio utensile a destra - Compensazione raggio utensile a sinistra - Programmazione in coordinate assolute - Programmazione in coordinate incrementali - Avanzamento in mm/minuto - Avanzamento in mm/giro - Velocità di taglio costante in m/minuto - Velocità rotazione del mandrino in giri/minuto 2.3. SINTASSI G00 X Z G01 X Z G02 X Z R G03 X Z R G94 F G95 F G96 S G97 S Coordinate del punto di arrivo Coordinate del punto di arrivo Coordinate del punto di fine arco e raggio Coordinate del punto di fine arco e raggio Valore dell avanzamento in mm/minuto Valore dell avanzamento in mm/giro Valore della velocità di taglio in m/minuto Valore della rotazione mandrino in giri/minuto A.S. 2014/2015 Corso di MU-CNC Pag. 11

12 3. APPENDICE B MANUALE DEL SIMULATORE CNC Manuale di CutViewer Tornio V2.2 Introduzione CutViewer Tornio è il modulo che simula graficamente l asportazione di truciolo per operazioni di tornitura NC. CutViewer Tornio può editare un file NC senza uscire dal modo simulazione, consentendo correzioni e verifiche in tempo reale. CutViewer Tornio è una applicazione a 32-bit. Funziona sotto Windows 95/98, Window NT 4.0 o superiori. I minimi requisiti hardware sono: un pentium con 19 MB di RAM, una scheda grafica con 2 MB di RAM e 10 MB di spazio libero su hard disk. Questa versione accetta in ingresso file di codice ISO standard. Questa versione può essere personalizzata per specifico hardware NC. Cambiamenti da un formato all altro richiedono solo cambiamenti nei file di configurazione. Questa versione supporta i seguenti tipi di utensili: Utensili standard Utensili a bottone Utensili per gole Utensili per filettature Punte elicoidali Definizione degli utensili e del grezzo Quando CutViewer Tornio carica un file NC, esso ricerca le informazioni sulle dimensioni del grezzo, sulla geometria degli utensili e sulla posizione dello zero programma in riferimento all origine del grezzo. Questo richiede l aggiunta di alcune linee di programma al file NC. Se queste linee sono tralasciate CutViewer inizierà la simulazione con una sequenza di richieste all utente per avere le informazioni mancanti. Se si preferisce inserire le linee manualmente occorre seguire queste istruzioni: Ogni file NC deve contenere le seguenti linee aggiuntive: STOCK, FROM e TOOL. Le parole chiave Stock, Tool e From devono essere precedute da un punto e virgola da una parentesi sinistra o dal carattere che il vostro controllo CNC usa per i commenti. Definizione del grezzo Se il grezzo è un cilindro con un foro al centro, il comando STOCK è definito come segue: ;STOCK/L,D1,D2,Z L - Lunghezza del grezzo D1 Diametro esterno della barra D2 Diametro del foro interno Z - Origine Z A.S. 2014/2015 Corso di MU-CNC Pag. 12

13 Il punto di riferimento del grezzo (origine) è il centro della battuta destra. L origine Z indica la posizione z dell origine programma relativa allo zero pezzo. Si veda la figura seguente per i riferimenti. 1 - Z=80 X= Z=80 X= Z=40 X= Z=30 X= Z=30 X= Z=0 X= Z=0 X=20 Se il grezzo ha una forma più complessa del cilindro, esso può essere definito mediante una sequenza di linee di codice ISO precedute dal segno di commento usato dal controllo NC. Tale sequenza deve essere collocata tra le due istruzioni STOCK/BEGIN e STOCK/END. Per esempio se il grezzo ha la forma mostrata in figura seguente e presenta nei punti da 1 a 7 le coordinate Z-X date da Le istruzioni per determinare il grezzo per un controllo FANUC sono ;STOCK/BEGIN ;G1 Z80 X20 ;Z80 X40 ;Z40 X40 ;G2 Z30 X60 R10 ;G1 Z30 X85 ;Z0 X85 ;Z0 X20 ;Z80 X20 ;STOCK/END Definizione dell utensile Utensile standard per esterni: TOOL/STANDARD,BA,A,R,IC,ITP A.S. 2014/2015 Corso di MU-CNC Pag. 13

14 L utensile standard per interni ha la stessa definizione (è l angolo di spoglia inferiore BA che informa il programma dell orientamento dell utensile) TOOL/STANDARD,BA,A,R,IC,ITP Nota: Il parametro IC (cerchio interno) è il diametro di riferimento mediante il quale viene creato l inserto dell utensile. Il valore di IC è un valore standard delle industrie che costruiscono placchette utilizzato da tutti i produttori. Il parametro ITP (punta immaginaria dell utensile) è l intersezione dei fianchi verticale e orizzontale della placchetta e tale punto viene comunemente usato nella programmazione NC come riferimento per il tagliente. Il paramentro ITP assume un valore che indica la posizione della punta immaginaria dell utensile rispetto al centro di raccordo del tagliente (Tool Nose Radius Center), come indicato nella seguente figura ITP=0 indica che il centro di raccordo del tagliente viene utilizzato come punto di programmazione per il percorso utensile Utensile a bottone per esterni: TOOL/BUTTON,R,L,W,OA,ITP OA=90 (angolo di orientamento) A.S. 2014/2015 Corso di MU-CNC Pag. 14

15 Utensile a bottone per interni: TOOL/BUTTON,R,L,W,OA,ITP OA=270 Utensile per gole da esterni: TOOL/GROOVE,R1,R2,L,W,A1,A2,OA,ITP OA=90 Utensile per gole da interni: TOOL/GROOVE,R1,R2,L,W,A1,A2,OA,ITP OA=270 Per utensili gola a sfacciare OA=0 Nota: Per cambiare il punto di controllo (azzeramento utensile sul lato sinistro o destro: vedi crocetta sul tagliente) basta cambiare il segno al parametro W. Utensile filettatore per esterni: TOOL/THREAD,A,L,W,OA A.S. 2014/2015 Corso di MU-CNC Pag. 15

16 Utensile filettatore per interni: TOOL/THREAD,A,L,W,OA Punta elicoidale: TOOL/DRILL,D,A,L Definizione della posizione di cambio utensile FROM/Z_start, X_start La linea FRM definisce la posizione di cambio utensile relativamente all origine programmata. Per esempio: ;FROM/0,60 Esecuzione della simulazione Prima di eseguire il programma configurate Windows in modalità colore a 16- bit o maggiore. Appena lanciato il programma solo i menu File e Setup sono disponibili. Scegliere File->Open (F3) e selezionare un file NC. Dopo che il file è stato caricato, sullo schermo appare la finestra di Edit. Diventano attivi i pulsanti RUN e STEP FORWARD. La finestra di Edit può essere ridimensionata e spostata sullo schermo. Premendo il pulsante RUN la simulazione si attiva e diventano disponibili i pulsanti STEP BACKWARD, PAUSE e STOP. 'Step forward/backward' commuta nella modalità passo-passo. Quando questo pulsante viene premuto ripetutamente l utensile si muove incrementalmente in avanti e indietro. Quando ci si trova nella modalità passo-passo, la linea di codice che è in esecuzione verrà evidenziata nella finestra di Edit e in una finestra separata verranno mostrate le coordinate correnti e i parametri di taglio. Questo aiuta ad individuare le linee da modificare. Per interrompere la modalità passo-passo premere RUN. Nota: si può semplicemente premere il tasto SPAZIO per la modalità passopasso e il tasto INVIO per la modalità RUN. A.S. 2014/2015 Corso di MU-CNC Pag. 16

17 'Pause' sospende l esecuzione della simulazione. Mentre si è in pausa si può effettuare uno zoom e cambiare i parametri di setup. Il borrone RUN farà ripartire la simulazione dalla posizione di pausa aggiornando i parametri. Si può anche modificare il codice, ma occorre selezionare il menu Run- >Rebuild (Ctrl+F9) per vederne gli effetti sulla simulazione. 'Stop' Ferma l esecuzione. Contrariamente a Pause non si può riprendere l esecuzione da dove interrotto. Premendo Run dopo Stop l esecuzione riparte dall inizio. Per fermare momentaneamente l utensile dopo ogni corsa occorre definire il parametro 'Dwell' (in millisecondi) nella finestra di Setup. Per rallentare globalmente la simulazione occorre premere i tasti '+' e '-', il primo per accelerare il secondo per rallentare. Ci sono due modalità per la simulazione 1. Half Sectioned: metà pezzo viene visualizzato in sezione e metà in vista (default) 2. Full Sectioned: il pezzo viene interamente visualizzato in sezione Modifica del codice Si può modificare il codice NC nella finestra di Edit. Tutte le modifiche verranno apportate in simulazione solo dopo aver dato il comando Run- >Rebuild (Ctrl+F9). In modalità passo-passo non vengono aggiornate le modifiche. Per correggere il programma si può selezionare il comando Run->Run to Vursor (F4) per eseguire il codice fino alla posizione in cui si trova il cursore nella finestra di edit. La combinazione di tasti Ctrl-F4 equivale a Rebuild e Run to Cursor. Prima di eseguirla occorre però premere Pause o Stop. Zoom Per ingrandire una parte del pezzo premere il bottone "Zoom Window" e tracciare col mouse una finestra di selezione. L operazione di ingrandimento può impiegare da alcuni secondi a molti minuti, in funzione della complessità del programma. Il risultato è sempre completamente sezionato. Per ripristinare la visualizzazione premere "Zoom Previous". A.S. 2014/2015 Corso di MU-CNC Pag. 17

METODO PER LA STESURA DI PROGRAMMI PER IL CENTRO DI LAVORO CNC

METODO PER LA STESURA DI PROGRAMMI PER IL CENTRO DI LAVORO CNC METODO PER LA STESURA DI PROGRAMMI PER IL CENTRO DI LAVORO CNC Riferimento al linguaggio di programmazione STANDARD ISO 6983 con integrazioni specifiche per il Controllo FANUC M21. RG - Settembre 2008

Dettagli

classe 4 MECCANICI SERALE

classe 4 MECCANICI SERALE TORNIO CNC classe 4 MECCANICI SERALE 1 PARTE COSTRUZIONE DI UN PROGRAMMA TORNIO CNC Il programma di lavorazione deve essere immesso con un formato accettabile dal CNC. Tale formato deve comprendere tutti

Dettagli

Corso di Automazione industriale

Corso di Automazione industriale Corso di Automazione industriale Lezione 11 Macchine utensili e controllo numerico Programmazione CNC Università degli Studi di Bergamo, Automazione Industriale, A.A. 2015/2016, A. L. Cologni 1 Introduzione

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EIA/ISO Macchine Utensili CNC

PROGRAMMAZIONE EIA/ISO Macchine Utensili CNC PROGRAMMAZIONE EIA/ISO Macchine Utensili CNC A cura di Massimo Reboldi Versione 2.0 7/1/14 La programmazione EIA/ISO! Introduzione! Assi e Riferimenti! Linguaggio di programmazione! Grammatica;! Lessico;!

Dettagli

Appunti per la programmazione ISO (dal manuale OSAI riservato ai propri clienti)

Appunti per la programmazione ISO (dal manuale OSAI riservato ai propri clienti) ITIS Varese Tecnologia Meccanica ed Esercitazioni Reparto Macchine Utensili TORNIO ANTARES controllo OSAI 8600 T Appunti per la programmazione ISO (dal manuale OSAI riservato ai propri clienti) MOVIMENTI

Dettagli

Basi di programmazione ISO per macchine CNC con CNC Simulator

Basi di programmazione ISO per macchine CNC con CNC Simulator Basi di programmazione ISO per macchine CNC con CNC Simulator 1. I primi comandi per semplici lavorazioni (coordinate cartesiane assolute)..2 2. Settaggio del software...2 3. Tornitura cilindrica...6 4.

Dettagli

LA PROGRAMMAZIONE N10 G0 X5 Y5

LA PROGRAMMAZIONE N10 G0 X5 Y5 LA PROGRAMMAZIONE Un programma per una Macchina Utensile CNC è costituito da una sequenza logica di informazioni geometriche, tecnologiche ed ausiliarie (fasi di lavoro). Le informazioni geometriche riguardano

Dettagli

ESERCITAZIONE Scrittura di un programma CNC per la fresatura di un componente dato

ESERCITAZIONE Scrittura di un programma CNC per la fresatura di un componente dato ESERCITAZIONE Scrittura di un programma CNC per la fresatura di un componente dato Nella presente esercitazione si redige il programma CNC per la fresatura del pezzo illustrato nelle Figure 1 e 2. Figura

Dettagli

4. Nome e direzione degli assi (2h) (teoria: 1h, pratica: 1h)

4. Nome e direzione degli assi (2h) (teoria: 1h, pratica: 1h) 37 4. Nome e direzione degli assi (2h) (teoria: 1h, pratica: 1h) 4.1 La disposizione degli assi secondo la norma ISO Ogni asse è definito dal verso e dalla direzione di movimento della slitta ed è caratterizzato

Dettagli

Corso di controllo numerico (Cnc iso)

Corso di controllo numerico (Cnc iso) Corso di controllo numerico (Cnc iso) A cura di Ferrarese Adolfo. - Copyright 2007 - Ferrarese Adolfo - Tutti i diritti riservati - 1 Prefazione: Il corso si articola in 8 sezioni: 7 lezioni più un'ampia

Dettagli

Esempi di programmazione di un centro di lavoro verticale a CNC

Esempi di programmazione di un centro di lavoro verticale a CNC Istituto Aldini Valeriani VA meccanica, a.s. 2011/2012 Esempi di programmazione di un centro di lavoro verticale a CNC Andrea Burnelli Esempiprogrammazione Andrea Burnelli Pagina 1 Esempiprogrammazione

Dettagli

EMCO Win 3D-View Tornitura Descrizione del Software Simulazione Grafica 3D Descrizione del Software EMCO Win 3D-View Tornitura Nr. Rif. TA 1827 Edizione B2006-02 Questo manuale è sempre disponibile in

Dettagli

INTRODUZIONE ALLA PROGRAMMAZIONE DELLE MUCN

INTRODUZIONE ALLA PROGRAMMAZIONE DELLE MUCN INTRODUZIONE ALLA PROGRAMMAZIONE DELLE MUCN 1 MACCHINA UTENSILE CN 2 SISTEMA DI RIFERIMENTO Y X Z 3 SISTEMA DI RIFERIMENTO E ASSI MACCHINA L asse Z è sempre coincidente o parallelo con l asse del mandrino.

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ASSISTITA DAL COMPUTER (CAD/CAM)

PROGRAMMAZIONE ASSISTITA DAL COMPUTER (CAD/CAM) PROGRAMMAZIONE ASSISTITA DAL COMPUTER (CAD/CAM) Con la programmazione manuale, il programmatore descrive un ciclo di lavoro nella sequenza voluta ed in un linguaggio comprensibile all unità di governo.

Dettagli

FINSON EXTRACAD 6 Manuale d uso minimo

FINSON EXTRACAD 6 Manuale d uso minimo FINSON EXTRACAD 6 minimo AVVIO Attraverso l icona ExtraCAD 2D presente sul desktop o tra i programmi del menù Start. In alcuni casi il software potrebbe non essere stato installato nella cartella Programmi,

Dettagli

IL TORNIO CNC PRINCIPI FONDAMENTALI Tornio a CNC Graziano CTX310 Controllo Siemens 840D con Shop Turn

IL TORNIO CNC PRINCIPI FONDAMENTALI Tornio a CNC Graziano CTX310 Controllo Siemens 840D con Shop Turn ========================================================== SCUOLA PROFESSIONALE PROVINCIALE PER L INDUSTRIA L ARTIGIANATO ED IL COMMERCIO GUGLIELMO MARCONI Via K. WOLF 42. I-39012 Merano (BZ) Tel.: +39

Dettagli

MACCHINE A CONTROLLO NUMERICO C.N.C.

MACCHINE A CONTROLLO NUMERICO C.N.C. 1 MACCHINE A CONTROLLO NUMERICO C.N.C. Marino prof. Mazzoni Evoluzione delle macchine utensili Quantità di pezzi 10 10 10 10 6 5 4 3 10 2 1 2 1-MACCHINE SPECIALIZZATE 2-MACCHINE TRANSFERT 3-SISTEMI FLESSIBILI

Dettagli

EMCO Win 3D-View Fresatura Descrizione del Software Simulazione Grafica 3D Descrizione del Software EMCO Win 3D-View Fresatura Nr. Rif. TA 1826 Edizione B2006-02 Questo manuale è sempre disponibile in

Dettagli

LAVORAZIONI INDUSTRIALI

LAVORAZIONI INDUSTRIALI TORNITURA 1 LAVORAZIONI INDUSTRIALI Nelle lavorazioni industriali per asportazione di truciolo sono sempre presenti: Pezzo Grezzo Macchina Utensile Utensile Attrezzatura 2 1 TORNITURA 3 TORNITURA Obiettivo:

Dettagli

TORNIO ANTARES controllo OSAI 8600 T

TORNIO ANTARES controllo OSAI 8600 T ITIS Varese Tecnologia Meccanica ed Esercitazioni Reparto Macchine Utensili TORNIO ANTARES controllo OSAI 8600 T Appunti per l utilizzo del modulo di comando (dal manuale OSAI riservato ai propri clienti)

Dettagli

I. Programmazione di un tornio con asse Y. Indice

I. Programmazione di un tornio con asse Y. Indice 1 I. Programmazione di un tornio con asse Y Indice I. Programmazione di un tornio con asse Y... 1 1.1 Introduzione... 2 1.2 Schema di programmazione specifico per il piano G19... 4 1.3 Esempio di programmazione...

Dettagli

LA TORNITURA. Corso di Tecnologie Speciali I prof. Luigi Carrino

LA TORNITURA. Corso di Tecnologie Speciali I prof. Luigi Carrino LA TORNITURA L operazione di tornitura consente di ottenere superfici di rivoluzione interne ed esterne variamente conformate tra cui anche filettature e zigrinature. I movimenti nell operazione di tornitura

Dettagli

CNC. Linguaggio ProGTL3. (Ref. 1308)

CNC. Linguaggio ProGTL3. (Ref. 1308) CNC 8065 Linguaggio ProGTL3 (Ref. 1308) SICUREZZA DELLA MACCHINA È responsabilità del costruttore della macchina che le sicurezze della stessa siano abilitate, allo scopo di evitare infortuni alle persone

Dettagli

QUOTATURA. Introduzione

QUOTATURA. Introduzione QUOTATURA 182 Introduzione Per quotatura si intende l insieme delle norme che permettono l indicazione esplicita delle dimensioni(lineari ed angolari) dell oggetto rappresentato. Poiché a ciascun disegno

Dettagli

PROGRAMMAZIONE della M.U. CNC

PROGRAMMAZIONE della M.U. CNC PROGRAMMAZIONE della M.U. CNC 1 La programmazione delle M.U. CNC 1 Generalità 2 Geometrie di riferimento 3 Grammatica 4 Lessico 5 Sintassi 6 Esempi 7 Linguaggio APT 2 La programmazione delle M.U. CNC Le

Dettagli

ADIR C Centro di lavoro a 3 assi controllati con rotazione del piano di lavoro -90 /0 /+90

ADIR C Centro di lavoro a 3 assi controllati con rotazione del piano di lavoro -90 /0 /+90 ADIR C Centro di lavoro a 3 assi controllati con rotazione del piano di lavoro -90 /0 /+90 26/03/2015 - Pagina 1 di 10 Caratteristiche tecniche Carterizzazioni laterale e posteriore fisse. Anteriore a

Dettagli

EXCEL PER WINDOWS95. sfruttare le potenzialità di calcolo dei personal computer. Essi si basano su un area di lavoro, detta foglio di lavoro,

EXCEL PER WINDOWS95. sfruttare le potenzialità di calcolo dei personal computer. Essi si basano su un area di lavoro, detta foglio di lavoro, EXCEL PER WINDOWS95 1.Introduzione ai fogli elettronici I fogli elettronici sono delle applicazioni che permettono di sfruttare le potenzialità di calcolo dei personal computer. Essi si basano su un area

Dettagli

Lavorazioni al TORNIO PARALLELO

Lavorazioni al TORNIO PARALLELO Istituto Istituto Istruzione Superiore G. Boris Giuliano" Via Carducci, 13-94015 Piazza Armerina (En) Corso di Tecnologie Meccaniche e Applicazioni Anno scolastico 2015-2016 Lavorazioni al TORNIO PARALLELO

Dettagli

PROGRAMMAZIONE TORNIO CNC (controllo Olivetti )

PROGRAMMAZIONE TORNIO CNC (controllo Olivetti ) PROGRAMMAZIONE TORNIO CNC (controllo Olivetti ) Il programma è l insieme di istruzioni in codice necessari al controllo di una macchina utensile equipaggiata con controllo numerico. Il codice è l insieme

Dettagli

LAVORAZIONI AL TORNIO PARALLELO

LAVORAZIONI AL TORNIO PARALLELO LAVORAZIONI AL TORNIO PARALLELO SGROSSATURA Passate grandi: 0,5 10 mm Avanzamenti grandi: 0,1 0,6 mm/giro Sovrametallo da lasciare per la finitura: 0,2 0,5 mm Utensile in acciaio super rapido HSS UNI 4247

Dettagli

MODULO 4: FOGLIO ELETTRONICO (EXCEL)

MODULO 4: FOGLIO ELETTRONICO (EXCEL) MODULO 4: FOGLIO ELETTRONICO (EXCEL) 1. Introduzione ai fogli elettronici I fogli elettronici sono delle applicazioni che permettono di sfruttare le potenzialità di calcolo dei Personal computer. Essi

Dettagli

Corso di Tecnologia Meccanica

Corso di Tecnologia Meccanica Corso di Tecnologia Meccanica Modulo 4.1 Lavorazioni per asportazione di truciolo LIUC - Ingegneria Gestionale 1 Il principio del taglio dei metalli LIUC - Ingegneria Gestionale 2 L asportazione di truciolo

Dettagli

3. Gestione di un sistema operativo a interfaccia grafica (elementi di base) 3.1 Software

3. Gestione di un sistema operativo a interfaccia grafica (elementi di base) 3.1 Software Pagina 29 di 47 3. Gestione di un sistema operativo a interfaccia grafica (elementi di base) 3.1 Software Come abbiamo già detto in precedenza, l informatica si divide in due grandi mondi : l hardware

Dettagli

CNC - SERIE S3000-S4000 PROGRAMMA DI PRESETTING UTENSILI AUTOMATICO CON LASER FOCALIZZATO

CNC - SERIE S3000-S4000 PROGRAMMA DI PRESETTING UTENSILI AUTOMATICO CON LASER FOCALIZZATO CNC - SERIE S3000-S4000 PROGRAMMA DI PRESETTING UTENSILI AUTOMATICO CON LASER FOCALIZZATO AGGIORNAMENTO Ed. Data agg. Pagine aggiornate 00 ------- 13/09/00 -------------- Emissione CMAPRL00090I ---------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

lo 2 2-1 - PERSONALIZZARE LA FINESTRA DI WORD 2000

lo 2 2-1 - PERSONALIZZARE LA FINESTRA DI WORD 2000 Capittol lo 2 Visualizzazione 2-1 - PERSONALIZZARE LA FINESTRA DI WORD 2000 Nel primo capitolo sono state analizzate le diverse componenti della finestra di Word 2000: barra del titolo, barra dei menu,

Dettagli

Introduzione al foglio elettronico

Introduzione al foglio elettronico Introduzione al foglio elettronico 1. Che cos'è un foglio elettronico? Un foglio elettronico è un programma che permette di inserire dei dati, di calcolare automaticamente i risultati, di ricalcolarli

Dettagli

Il ciclo di lavorazione

Il ciclo di lavorazione Il ciclo di lavorazione Analisi critica del disegno di progetto Riprogettazione del componente (ove necessario) Determinazione dei processi tecnologici e scelta delle macchine utensili Stesura del ciclo

Dettagli

TORNIO PARALLELO. Esercitazioni Pratiche di Tecnologia Meccanica. I. S. S. Serafino Riva Sarnico (BG)

TORNIO PARALLELO. Esercitazioni Pratiche di Tecnologia Meccanica. I. S. S. Serafino Riva Sarnico (BG) di Tecnologia Meccanica TORNIO PARALLELO A cura dei proff. Morotti Giovanni e Santoriello Sergio Tornio parallelo In questa trattazione ci occuperemo diffusamente del tornio parallelo, cioè del tipo di

Dettagli

Olga Scotti. Basi di Informatica. Il sistema operativo Windows

Olga Scotti. Basi di Informatica. Il sistema operativo Windows Basi di Informatica Il sistema operativo Windows Perchè Windows? MS-DOS: Interfaccia di solo testo Indispensabile conoscere i comandi Linux & Co. : Meno diffuso soprattutto nelle aziende Bella interfaccia

Dettagli

L automazione. L automazione. Insieme delle tecniche e dei metodi per sostituire o ridurre l intervento umano in un attività lavorativa

L automazione. L automazione. Insieme delle tecniche e dei metodi per sostituire o ridurre l intervento umano in un attività lavorativa L automazione 1 L automazione Insieme delle tecniche e dei metodi per sostituire o ridurre l intervento umano in un attività lavorativa Politecnico di Torino 1 Automazione delle macchine utensili (M.U.)

Dettagli

Word Elaborazione testi

Word Elaborazione testi I seguenti appunti sono tratti da : Consiglio Nazionale delle ricerche ECDL Test Center modulo 3 Syllabus 5.0 Roberto Albiero Dispense di MS Word 2003 a cura di Paolo PAVAN - pavan@netlink.it Word Elaborazione

Dettagli

MODULO 3. Microsoft Excel. TEST ED ESERCIZI SU: http://www.informarsi.net/ecdl/excel/index.php

MODULO 3. Microsoft Excel. TEST ED ESERCIZI SU: http://www.informarsi.net/ecdl/excel/index.php MODULO 3 Microsoft Excel TEST ED ESERCIZI SU: http:///ecdl/excel/index.php Foglio Elettronico - SpreadSheet Un foglio elettronico (in inglese spreadsheet) è un programma applicativo usato per memorizzare

Dettagli

CNC: Caratteristiche Software Base

CNC: Caratteristiche Software Base CNC: Caratteristiche Software Base Gestione assi Gestione di controllo fino a 36 assi con 3 processori. Controllo della accelerazione della velocità e dello spazio. Gestione concorrente tra più interpolatori

Dettagli

Guida di Keyboard Builder. 2009 Sielco Sistemi Srl

Guida di Keyboard Builder. 2009 Sielco Sistemi Srl Guida di Keyboard Builder Guida di Keyboard Builder Keyboard Builder è uno strumento che permette di costruire tastiere da visualizzare sullo schermo, utili per la realizzazione di applicazioni che operano

Dettagli

Iniziare CAPITOLO 1. Obiettivi

Iniziare CAPITOLO 1. Obiettivi CAPITOLO 1 Iniziare Obiettivi Richiamare i comandi di AutoCAD tramite menu, menu di schermo, digitalizzatore, riga di comando o barre degli strumenti Comprendere il funzionamento delle finestre di dialogo

Dettagli

TORNI VERTICALI A DUE MONTANTI Mod. 1520, 1525, 1L532

TORNI VERTICALI A DUE MONTANTI Mod. 1520, 1525, 1L532 TORNI VERTICALI A DUE MONTANTI Mod. 15, 155, 1L5 M.I.R.M.U. Via Baldinucci, 4 158 Milano Tel.959 Fax.9954 info @mirmu.it 1 Le macchine sono destinate alle operazioni di sgrossatura e di finitura di pezzi

Dettagli

Microsoft Excel. Sommario. Cosa è un foglio elettronico. L interfaccia Utente. La cartella di Lavoro. Corso di introduzione all informatica

Microsoft Excel. Sommario. Cosa è un foglio elettronico. L interfaccia Utente. La cartella di Lavoro. Corso di introduzione all informatica Corso di introduzione all informatica Microsoft Excel Gaetano D Aquila Sommario Cosa è un foglio elettronico Caratteristiche di Microsoft Excel Inserimento e manipolazione dei dati Il formato dei dati

Dettagli

TABELLA DIVISIONE DEL LAVORO

TABELLA DIVISIONE DEL LAVORO INTRODUZIONE L obiettivo del nostro lavoro è stato quello di modellare un elettroutensile con il software Solid Edge V15: abbiamo optato per un trapano Bosch modello B310. E una versione maneggevole, dotata

Dettagli

MODUS. Centro di Lavoro a 3 assi controllati con rotazione tavolo porta profili -90, 0, +90 per la lavorazione su 3 facce del profilo.

MODUS. Centro di Lavoro a 3 assi controllati con rotazione tavolo porta profili -90, 0, +90 per la lavorazione su 3 facce del profilo. MODUS Centro di Lavoro a 3 assi controllati con rotazione tavolo porta profili -90, 0, +9 per la lavorazione su 3 facce del profilo. CARATTERISTICHE TECNICHE: Carenatura perimetrale con apertura portellone

Dettagli

[ significa: Tutto da un unico fornitore. EMCOMAT E-200 Easy Cycle. Tornio universale con controllo a cicli EMCO

[ significa: Tutto da un unico fornitore. EMCOMAT E-200 Easy Cycle. Tornio universale con controllo a cicli EMCO [ E[M]CONOMY] significa: Tutto da un unico fornitore. EMCOMAT E-200 Easy Cycle Tornio universale con controllo a cicli EMCO EMCOMAT E-200 Easy Cycle [Testa porta mandrino] - Struttura in ghisa stabile

Dettagli

41126 Cognento (MODENA) Italy Via Bottego 33/A Tel: +39-(0)59 346441 Internet: http://www.aep.it E-mail: aep@aep.it Fax: +39-(0)59-346437

41126 Cognento (MODENA) Italy Via Bottego 33/A Tel: +39-(0)59 346441 Internet: http://www.aep.it E-mail: aep@aep.it Fax: +39-(0)59-346437 QUICK ANALYZER Manuale Operativo Versione 5.3 Sommario 1.0 Generalità... 2 CONTRATTO DI LICENZA... 3 2.0 Configurazione dei Canali... 4 2.1 Gestione DataLogger IdroScan... 7 3.0 Risultati di Prova... 9

Dettagli

Il foglio elettronico: Excel

Il foglio elettronico: Excel Il foglio elettronico: Excel Laboratorio di Informatica Corso di Laurea triennale in Biologia Dott. Fabio Aiolli (aiolli@math.unipd.it) Dott.ssa Elisa Caniato (ecaniato@gmail.com) Anno accademico 2007-2008

Dettagli

Appunti Modulo 2 - Microsoft Windows

Appunti Modulo 2 - Microsoft Windows www.informarsi.net Appunti Modulo 2 - Microsoft Windows Sistema operativo Il sistema operativo, abbreviato in SO (in inglese OS, "operating system") è un particolare software, installato su un sistema

Dettagli

Esposimetro HD450 con registrazione dati INTRODUZIONE AL SOFTWARE

Esposimetro HD450 con registrazione dati INTRODUZIONE AL SOFTWARE Esposimetro HD450 con registrazione dati INTRODUZIONE AL SOFTWARE Questo programma può raccogliere dati provenienti dall HD450 quando l apparecchio è collegato a un PC e anche scaricare dati memorizzati

Dettagli

Gestione di file e uso delle applicazioni

Gestione di file e uso delle applicazioni Obiettivi del corso Gestione di file e uso delle applicazioni Conoscere gli elementi principali dell interfaccia di Windows Gestire file e cartelle Aprire salvare e chiudere un file Lavorare con le finestre

Dettagli

TypeEdit LaserType. TypeEdit e LaserType: i software artistici CAD/CAM, leader nel mercato, Vi offrono nuove e potenti funzionalità.

TypeEdit LaserType. TypeEdit e LaserType: i software artistici CAD/CAM, leader nel mercato, Vi offrono nuove e potenti funzionalità. TypeEdit LaserType V11 Innovativo Produttivo Ottimizzato TypeEdit e LaserType: i software artistici CAD/CAM, leader nel mercato, Vi offrono nuove e potenti funzionalità. Con la nuova versione V11, ottimizzano,

Dettagli

FAGOR CNC 800T. Manuale di AUTOAPPRENDIMENTO. Ref. 9804 (ita)

FAGOR CNC 800T. Manuale di AUTOAPPRENDIMENTO. Ref. 9804 (ita) FAGOR CNC 800T Manuale di AUTOAPPRENDIMENTO Ref. 9804 (ita) INDICE Capitolo 1 Questioni teoriche sulla macchina-cnc 1.1.- Assi della macchina...3 1.2.- Zero macchina e zero pezzo.. 4 1.3.- Ricerca del

Dettagli

GHPPEditor è un software realizzato per produrre in modo rapido e guidato un part program per controlli numerici Heidenhain.

GHPPEditor è un software realizzato per produrre in modo rapido e guidato un part program per controlli numerici Heidenhain. *+33(GLWRU GHPPEditor è un software realizzato per produrre in modo rapido e guidato un part program per controlli numerici Heidenhain. Il programma si basa su un architettura di tasti funzionali presenti

Dettagli

4.1 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE

4.1 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE 4.1 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE Il foglio elettronico (definito anche spreadsheet) è uno strumento formidabile. Possiamo considerarlo come una specie di enorme tabellone a griglia il cui utilizzo si estende

Dettagli

Il controllo della visualizzazione

Il controllo della visualizzazione Capitolo 3 Il controllo della visualizzazione Per disegnare in modo preciso è necessario regolare continuamente l inquadratura in modo da vedere la parte di disegno che interessa. Saper utilizzare gli

Dettagli

Il Personal Computer. Uso del Computer e gestione dei File ECDL Modulo 2

Il Personal Computer. Uso del Computer e gestione dei File ECDL Modulo 2 Il Personal Computer Uso del Computer e gestione dei File ECDL Modulo 2 1 accendere il Computer Per accendere il Computer effettuare le seguenti operazioni: accertarsi che le prese di corrente siano tutte

Dettagli

WORD per WINDOWS95. Un word processor e` come una macchina da scrivere ma. con molte più funzioni. Il testo viene battuto sulla tastiera

WORD per WINDOWS95. Un word processor e` come una macchina da scrivere ma. con molte più funzioni. Il testo viene battuto sulla tastiera WORD per WINDOWS95 1.Introduzione Un word processor e` come una macchina da scrivere ma con molte più funzioni. Il testo viene battuto sulla tastiera ed appare sullo schermo. Per scrivere delle maiuscole

Dettagli

Manuale riferito alla versione 1.2.0

Manuale riferito alla versione 1.2.0 Manuale riferito alla versione 1.2.0 1 INDICE Pag. 1 INSTALLAZIONE DI XSTREAMING 3 1.1 AZIONI PRELIMINARI 3 1.1.1 OTTENERE UN FILE DI LICENZA 3 1.2 INSTALLAZIONE 3 1.3 VERSIONI 3 1.4 CONFIGURAZIONE HARDWARE

Dettagli

EasyPrint v4.7. Impaginatore Album. Manuale Utente

EasyPrint v4.7. Impaginatore Album. Manuale Utente EasyPrint v4.7 Impaginatore Album Manuale Utente Lo strumento di impaginazione album consiste in una nuova funzione del software da banco EasyPrint 4 che permette di organizzare le immagini in maniera

Dettagli

La quotatura costituisce il complesso delle informazioni in un disegno che precisano le dimensioni di un oggetto o di un componente meccanico

La quotatura costituisce il complesso delle informazioni in un disegno che precisano le dimensioni di un oggetto o di un componente meccanico La quotatura costituisce il complesso delle informazioni in un disegno che precisano le dimensioni di un oggetto o di un componente meccanico 1 La quotatura è ottenuta con i seguenti elementi La linea

Dettagli

Avviare il computer e collegarsi in modo sicuro utilizzando un nome utente e una password.

Avviare il computer e collegarsi in modo sicuro utilizzando un nome utente e una password. Uso del computer e gestione dei file Primi passi col computer Avviare il computer e collegarsi in modo sicuro utilizzando un nome utente e una password. Spegnere il computer impiegando la procedura corretta.

Dettagli

Foglio elettronico. OpenOffice.org Calc 1.1.3

Foglio elettronico. OpenOffice.org Calc 1.1.3 Foglio elettronico OpenOffice.org Calc 1.1.3 PRIMI PASSI CON IL FOGLIO ELETTRONICO Aprire il programma Menu Avvio applicazioni Office OpenOffice.org Calc. Chiudere il programma Menu File Esci. Pulsanti

Dettagli

MODULO 3 Foglio elettronico

MODULO 3 Foglio elettronico MODULO 3 Foglio elettronico I contenuti del modulo: Questo modulo verifica la comprensione da parte del corsista dei concetti fondamentali del foglio elettronico e la sua capacità di applicare praticamente

Dettagli

Le Proprietà della Barra delle applicazioni e Menu Start di Giovanni DI CECCA - http://www.dicecca.net

Le Proprietà della Barra delle applicazioni e Menu Start di Giovanni DI CECCA - http://www.dicecca.net - Introduzione Con questo articolo chiudiamo la lunga cavalcata attraverso il desktop di Windows XP. Sul precedente numero ho analizzato il tasto destro del mouse sulla Barra delle Applicazioni, tralasciando

Dettagli

Manuale Driver Maker (Plug-in per ECM Titanium)

Manuale Driver Maker (Plug-in per ECM Titanium) Manuale Driver Maker (Plug-in per ECM Titanium) Introduzione Questo manuale contiene una spiegazione completa del plug-in Driver Maker, che è un componente aggiuntivo sviluppato per ECM Titanium, il software

Dettagli

Modelli LINEA DI ROBOT CON: ELEVATE PRESTAZIONI E AFFIDABILITÀ SOFTWARE OPERATIVI SPECIFICI DIVERSE TECNOLOGIE DI SALDATURA DATI TECNICI

Modelli LINEA DI ROBOT CON: ELEVATE PRESTAZIONI E AFFIDABILITÀ SOFTWARE OPERATIVI SPECIFICI DIVERSE TECNOLOGIE DI SALDATURA DATI TECNICI Modelli LINEA DI ROBOT CON: ELEVATE PRESTAZIONI E AFFIDABILITÀ SOFTWARE OPERATIVI SPECIFICI DIVERSE TECNOLOGIE DI SALDATURA DATI TECNICI UP6 UP20 UP20-6 UP6-A00 UP20-A00 UP20-A10 Assi controllati 6 6 6

Dettagli

Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 4. Lezione 3: Grafici Impostazione e verifica del foglio Opzioni di stampa. Anno 2011/2012 Syllabus 5.

Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 4. Lezione 3: Grafici Impostazione e verifica del foglio Opzioni di stampa. Anno 2011/2012 Syllabus 5. Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 4 Lezione 3: Grafici Impostazione e verifica del foglio Opzioni di stampa Anno 2011/2012 Syllabus 5.0 Una delle funzioni più importanti di un foglio elettronico

Dettagli

TORNIO VERTICALE BIMANDRINO A DOPPIO PROCESSO PER GROSSE ASPORTAZIONI

TORNIO VERTICALE BIMANDRINO A DOPPIO PROCESSO PER GROSSE ASPORTAZIONI TORNIO VERTICALE BIMANDRINO A DOPPIO PROCESSO PER GROSSE ASPORTAZIONI Come deve essere un'ottima macchina utensile? E' la domanda che ci siamo posti e per dare una risposta abbiamo lavorato fianco a fianco

Dettagli

Gestione di file e uso delle applicazioni

Gestione di file e uso delle applicazioni Gestione di file e uso delle applicazioni Obiettivi del corso Conoscere gli elementi principali dell-interfaccia di Windows Conoscere le differenze tra file di dati e di programmi Impostare la stampa di

Dettagli

EasyPrint v4.15. Gadget e calendari. Manuale Utente

EasyPrint v4.15. Gadget e calendari. Manuale Utente EasyPrint v4.15 Gadget e calendari Manuale Utente Lo strumento di impaginazione gadget e calendari consiste in una nuova funzione del software da banco EasyPrint 4 che permette di ordinare in maniera semplice

Dettagli

per immagini guida avanzata Usare le formule e le funzioni Geometra Luigi Amato Guida Avanzata per immagini excel 2000 1

per immagini guida avanzata Usare le formule e le funzioni Geometra Luigi Amato Guida Avanzata per immagini excel 2000 1 Usare le formule e le funzioni Geometra Luigi Amato Guida Avanzata per immagini excel 2000 1 Costruire formule in Excel Per gli utenti di altri programmi di foglio di calcolo, come ad esempio Lotus 1-2-3,

Dettagli

LAVORAZIONI PER ASPORTAZIONE DI TRUCIOLO LA FORMAZIONE DEL TRUCIOLO

LAVORAZIONI PER ASPORTAZIONE DI TRUCIOLO LA FORMAZIONE DEL TRUCIOLO LAVORAZIONI PER ASPORTAZIONE DI TRUCIOLO LA FORMAZIONE DEL TRUCIOLO Perché si abbia la formazione del truciolo deve esserci un moto relativo utensile pezzo Sforzo di compressione dell utensile sul pezzo

Dettagli

www.dmgmori.com torni automatici plurimandrino applicazioni Serie GMC / GM albero di trasmissione perno filettato

www.dmgmori.com torni automatici plurimandrino applicazioni Serie GMC / GM albero di trasmissione perno filettato www.dmgmori.com torni automatici plurimandrino Serie GMC / GM applicazioni gm albero di trasmissione perno filettato gmc albero a camme valvola albero sterzo connettore gildemeister italiana s.p.a. dmg

Dettagli

CNC 8055 TC. Manuale di autoapprendimento REF. 1010 SOFT: V01.0X

CNC 8055 TC. Manuale di autoapprendimento REF. 1010 SOFT: V01.0X CNC 8055 TC Manuale di autoapprendimento REF. 1010 SOFT: V01.0X Tutti i diritti sono riservati. La presente documentazione, interamente o in parte, non può essere riprodotta, trasmessa, trascritta, memorizzata

Dettagli

KGS/GMC BRICO 125-185-220

KGS/GMC BRICO 125-185-220 KGS/GMC BRICO 125-185-220 OPTIONALS 1 12 7 8 3 5 10 9 2 N DESCRIZIONE CODICE 1 Rulli a scomparsa per lo scorrimento pannelli GMC 00185 2 Prolungamento supporto intermedio ribaltabile (800 mm) GMC 00006

Dettagli

UNIVERSITA degli STUDI di BERGAMO FACOLTA di INGEGNERIA. Corso di AUTOMAZIONE INDUSTRIALE

UNIVERSITA degli STUDI di BERGAMO FACOLTA di INGEGNERIA. Corso di AUTOMAZIONE INDUSTRIALE UNIVERSITA degli STUDI di BERGAMO FACOLTA di INGEGNERIA Corso di AUTOMAZIONE INDUSTRIALE Prof. Andrea Cataldo andrea.cataldo@itia.cnr.it ARGOMENTI delle ESERCITAZIONI CONTROLLO NUMERICO in AULA CONTROLLO

Dettagli

Tracciare percorsi con OCAD8 Checo 11.1.03

Tracciare percorsi con OCAD8 Checo 11.1.03 Tracciare percorsi con OCAD8 Checo 11.1.03 Panoramica generale Avvìo di un progetto di tracciamento percorsi Per avviare un progetto di tracciamento occorre creare un file progetto. Quindi vi si carica

Dettagli

ROBOMAT. ROBOMAT Progettare, comunicare, stabilire relazioni di tipo spaziale misurare in tipiche situazioni di problemsolving

ROBOMAT. ROBOMAT Progettare, comunicare, stabilire relazioni di tipo spaziale misurare in tipiche situazioni di problemsolving ROBOMAT Progettare, comunicare, stabilire relazioni di tipo spaziale misurare in tipiche situazioni di problemsolving Logo è un linguaggio di programmazione ideato con finalità didattiche dal matematico

Dettagli

Personalizza. Page 1 of 33

Personalizza. Page 1 of 33 Personalizza Aprendo la scheda Personalizza, puoi aggiungere, riposizionare e regolare la grandezza del testo, inserire immagini e forme, creare una stampa unione e molto altro. Page 1 of 33 Clicca su

Dettagli

FarStone RestoreIT 2014 Manuale Utente

FarStone RestoreIT 2014 Manuale Utente FarStone RestoreIT 2014 Manuale Utente Copyright Nessuna parte di questa pubblicazione può essere copiata, trasmessa, salvata o tradotta in un altro linguaggio o forma senza espressa autorizzazione di

Dettagli

CdL in Medicina Veterinaria - STPA AA 2007-08

CdL in Medicina Veterinaria - STPA AA 2007-08 CdL in Medicina Veterinaria - STPA AA 2007-08 Microsoft Windows Funzionalità di un S.O. Gestione dei file Gestione dei dispositivi di ingresso/uscita Comandi per l attivazione e la gestione di programmi

Dettagli

TORNI. parallelo ad uso didattico a revolver CNC. Tipologia:

TORNI. parallelo ad uso didattico a revolver CNC. Tipologia: TORNI Tipologia: parallelo ad uso didattico a revolver CNC Norme di riferimento UNI 8703/84 torni ad asse orizzontale UNI 6175/68 torni per uso didattico UNI 5471/64 tornio parallelo, sensi di manovra

Dettagli

Il foglio elettronico

Il foglio elettronico Il foglio elettronico Foglio di calcolo, Spreadsheet in inglese, Permette di elaborare DATI NUMERICI. E una TABELLA che contiene numeri che possono essere elaborati con FUNZIONI matematiche e statistiche.

Dettagli

CORSO AUTOCAD CENNI PRELIMINARI

CORSO AUTOCAD CENNI PRELIMINARI CORSO AUTOCAD CENNI PRELIMINARI Benvenuti a tutti al corso sull utilizzo di Autocad, in questa prima lezione voglio quali sono i principi base del funzionamento di Autocad. Autocad non è nient altro che

Dettagli

Messa in tavola di un modello tridimensionale

Messa in tavola di un modello tridimensionale 18 Messa in tavola di un modello tridimensionale Creare viste d insieme e di dettaglio, con sezioni e particolari di un modello tridimensionale. Introduzione In questo capitolo vedremo come documentare

Dettagli

IL CNC IL LINGUAGGIO DI PROGRAMMAZIONE PER LA MACCHINE UTENSILI A CNC Fondamenti

IL CNC IL LINGUAGGIO DI PROGRAMMAZIONE PER LA MACCHINE UTENSILI A CNC Fondamenti IL CNC IL LINGUAGGIO DI PROGRAMMAZIONE PER LA MACCHINE UTENSILI A CNC Fondamenti Centro per l Automazione e la Meccanica Via Rainusso 138/N 41100 Modena INDICE 1- La metodologia ed il linguaggio di programmazione

Dettagli

TORNIO PARALLELO 4 MECCANICI SERALE TORNIO PARALLELO 4 MECCANICI SERALE PAGINA 1/1

TORNIO PARALLELO 4 MECCANICI SERALE TORNIO PARALLELO 4 MECCANICI SERALE PAGINA 1/1 TORNIO PARALLELO 4 MECCANICI SERALE PAGINA 1/1 Basamento E costituito da una struttura portante in ghisa stabilizzata e munito di nervature, garantisce la massima robustezza e rigidità dell'insieme. Le

Dettagli

Informazioni tecniche. QWD Macchine per la fabbricazione e la manutenzione degli utensili in PCD con processo di elettroerosione a filo

Informazioni tecniche. QWD Macchine per la fabbricazione e la manutenzione degli utensili in PCD con processo di elettroerosione a filo Informazioni tecniche QWD Macchine per la fabbricazione e la manutenzione degli utensili in PCD con processo di elettroerosione a filo QWD 750/760 Una concezione versatile di macchina per le più elevate

Dettagli

S T R U M E N T I & S E R V I Z I

S T R U M E N T I & S E R V I Z I Via S. Silvestro, 92 21100 Varese Tel + 39 0332-213045 212639-220185 Fax +39 0332-822553 www.assicontrol.com e-mail: info@assicontrol.com C.F. e P.I. 02436670125 STRUMENTI & SERVIZI per il sistema qualità

Dettagli

Fresatrice Proxxon FF 500 CNC. Precisione e accuratezza nella ripetizione di lavorazioni di parti singole o di piccole serie. Prodotta in Europa

Fresatrice Proxxon FF 500 CNC. Precisione e accuratezza nella ripetizione di lavorazioni di parti singole o di piccole serie. Prodotta in Europa Fresatrice Proxxon FF 500 CNC Precisione e accuratezza nella ripetizione di lavorazioni di parti singole o di piccole serie. Prodotta in Europa Con alberi a ricircolo di sfere su tutti e 3 gli assi e 3

Dettagli

TORNIO CNC HURCO TM6i

TORNIO CNC HURCO TM6i Hurco Srl - Via Marconi, 35/D - 20082 Binasco (MI) Tel. +39 02 90006047 - Fax +39 02 90090772 Fax assistenza +39 02 90096678 www.hurco.it - hurco@hurco.it TORNIO CNC HURCO TM6i TM6i è un tornio orizzontale

Dettagli

Utilizzo del foglio di lavoro con gli strumenti di disegno di Excel

Utilizzo del foglio di lavoro con gli strumenti di disegno di Excel Utilizzo del foglio di lavoro con gli strumenti di disegno di Excel Geometra Luigi Amato Guida Avanzata per immagini Excel 2000 1 Presentazione della barra degli strumenti di disegno La barra degli strumenti

Dettagli

PATENTE EUROPEA DEL COMPUTER 4.0 MODULO

PATENTE EUROPEA DEL COMPUTER 4.0 MODULO PATENTE EUROPEA DEL COMPUTER 4.0 MODULO 2 Uso del Computer e Gestione dei file ( Windows XP ) A cura di Mimmo Corrado MODULO 2 - USO DEL COMPUTER E GESTIONE DEI FILE 2 FINALITÁ Il Modulo 2, Uso del computer

Dettagli

SoftWare DMGraphics. Indice. Manuale d uso. 1) Introduzione. 2) Pagine grafiche. 3) Grafici. 4) Menù

SoftWare DMGraphics. Indice. Manuale d uso. 1) Introduzione. 2) Pagine grafiche. 3) Grafici. 4) Menù SoftWare DMGraphics Manuale d uso Indice 1) Introduzione 2) Pagine grafiche. 2.1) Pagina grafica 2.2) Concetti generali 2.3) Scale dei valori 2.4) Posizionamento elementi nel grafico 3) Grafici 3.1) Grafici

Dettagli

Lezione 1: Introduzione Struttura e aspetto di PowerPoint Sviluppare una presentazione. Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 6

Lezione 1: Introduzione Struttura e aspetto di PowerPoint Sviluppare una presentazione. Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 6 Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 6 Lezione 1: Introduzione Struttura e aspetto di PowerPoint Sviluppare una presentazione Anno 2009/2010 Syllabus 5.0 Microsoft PowerPoint è un software progettato

Dettagli