DIREZIONE SCIENTIFICA MARCO MONTICONE CALOGERO FOTI IL GRANDE PROGETTO MULTIMEDIALE PER L'AGGIORNAMENTO AVANZATO.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DIREZIONE SCIENTIFICA MARCO MONTICONE CALOGERO FOTI IL GRANDE PROGETTO MULTIMEDIALE PER L'AGGIORNAMENTO AVANZATO. www.utetmed.it"

Transcript

1 DIREZIONE SCIENTIFICA MARCO MONTICONE CALOGERO FOTI IL GRANDE PROGETTO MULTIMEDIALE PER L'AGGIORNAMENTO AVANZATO

2 LA LOMBALGIA Valutazione e trattamento riabilitativo Autori: Marco Monticone, Silvano Ferrari Con la collaborazione di Fabio Frigerio ITINERARIO VALUTATIVO E TERAPEUTICO CLINICA Anamnesi Semeiotica clinica Valutazione della lombalgia Ispezione Palpazione Esame articolare Esame neurologico periferico Osservazione generale VALUTAZIONE E TRATTAMENTO IN FISIOTERAPIA Semeiotica funzionale Osservazione statica Valutazione del paziente Osservazione Esame generale Postura Osservazione degli arti inferiori Alterazioni minori a carico degli arti inferiori Osservazione della posizione del bacino Osservazione della postura seduta Trattamento Ripristino delle caratteristiche posturali Correzione del piano sagittale Valutazione funzionale Valutazione dei movimenti attivi Shober test Flessione anteriore Instability catch Paura del movimento Alterazioni del ritmo lombo-pelvico Estensione Lateroflessione Scivolamento laterale Rotazione Rotazione da seduto Esame dei movimenti combinati Interpretazione del movimento attivo Palpazione Tensione muscolare Anomalie somatiche Valutazione e trattamento del movimento regionale e segmentario Valutazione Esame regionale dei movimenti passivi Flessione regionale 2 Lateroflessione regionale Estensione regionale Rotazione regionale Movimenti regionali 3D e segmentari Trattamento Pompage articolare Mobilizzazione articolare Manipolazione Tecnica di distrazione Manipolazione Tecnica in rotazione Stretching globale attivo Pompages muscolare Facilitazione neuromuscolare Valutazione specifica dei sottogruppi Valutazione specifica Algoritmo valutazione Disfunzione discale Valutazione Protrusione ed ernia Diagnosi meccanica Preferenza direzionale Shift laterale Diagnosi meccanica da supino Diagnosi meccanica da prono Trattamento Posizione seduta Estensione in piedi Estensione da prono Prono in estensione Trattamento di disfunzione discale reversibile Mobilizzazione in estensione Training muscolare Trattamento di disfunzione discale irreversibile Riposo attivo Trazione manuale Esercizio del tergicristallo Esercizio del ponte Disfunzione della Neurodinamicità Valutazione Struttura della radice nervosa Sintomi specifici Slump test Straight Leg Raising SLR Prone Knee Band PKB Trattamento Posizione slump Estensione della gamba contro il muro

3 Disfunzione del controllo motorio Valutazione Multifido e trasverso addominale SLR attivo Prone Instability test Passive Lumbar Extension test Ponte da prono Ponte da supino Trattamento Posizione slump Estensioni di ginocchio al muro Prima parte del training Presa di coscienza dell attivazione del trasverso addominale Biofeedback a pressione Attivazione del TA addominale in posizione quadrupedica Attivazione del TA addominale in piedi Prono: attivazione del multifido alzando un braccio Attivazione del core in piedi Attivazione del core in piedi alzando un braccio Seconda parte del training Supino: biofeedback con arti inferiori Supino: sollevamento di una gamba e del braccio controlaterale Supino: palla Supino: hundred Supino: ponte 4 appoggi: Superman In piedi: inclinazione del busto Esercizi sul pallone Esercizi su bouncer Terza parte del training Esercizio generale per addominali Ponte laterale Ponte da prono Esercizio sega Prono sul pallone Esercizio generale per resistenza core Step Esercizi sulla tavoletta propriocettiva Esercizi con la palla Disfunzione dell articolazione sacroiliaca Valutazione Test di palpazione Test di distrazione Thrust lungo la coscia Test di compressione Thrust sacrale Test di scivolamento craniale Test di Gaenslen Active SLR Test Individuazione della disfunzione principale Movimento di nutazione Rotazione anteriore dell ileo sul sacro Test di scivolamento Indicazioni posturali Algoritmo di valutazione Trattamento Muscle Energy Rilasciamento dello psoas Muscle Energy Tecniche articolari Tecniche di autotrattamento Disfunzione dell anca Patrick test Comparazione range of motion Schema capsulare Artrosi, Stenosi, Spondilolistesi Artrosi Spondilolistesi Stenosi Sindrome del Piriforme Valutazione Test Trattamento Trattamento cognitivo-comportamentale Valutazione Test di simulazione Trattamento ALLEGATI Diagnostica per immagini Misure di outcome Anatomia funzionale Rachide lombare Validità dei test Algoritmo di valutazione Anamnesi Elementi per la terapia cognitivo-comportamentale 3

4 RACHIDE E OSTEOPOROSI Valutazione e trattamento riabilitativo Autori: Donatella Bonaiuti, Tiziana Nava ITINERARIO VALUTATIVO E TERAPEUTICO CLINICA Anamnesi Semeiotica clinica Esame obiettivo Valutazione della postura in posizione eretta Flessione Rotazione Articolarità dell anca Valutazione della dolorabilità della colonna VALUTAZIONE E TRATTAMENTO IN FISIOTERAPIA Prevenzione dell osteoporosi Adolescenza e giovani adulti Età riproduttiva Età riproduttiva pre-menopausale Menopausa Valutazione nell osteoporosi post-menopausale, senile e nel crollo vertebrale Analisi biopsicosociale Valutazione dei fattori di rischio di caduta Anamnesi Valutazione posturale Valutazione funzionale Valutazione del cammino e dell equilibrio Valutazione dell equilibrio Valutazione posturale della persona con crollo vertebrale Valutazione funzionale della persona con crollo vertebrale Stato funzionale Valutazione del danno secondario al dolore Valutazione del ROM articolare Valutazione dell equilibrio e della coordinazione Trattamento nell osteoporosi post-menopausale e senile Programma riabilitativo generale Correzione posturale Equilibrio Attività fisica Esercizi sito-specifici di rinforzo muscolare e incremento massa ossea Esercizi per l equilibrio Esercizi posturali dinamici Esercizi sito-specifici per il rinforzo muscolare: elastici Allenamento vibratorio Programmi riabilitativi specifici Classi di rischio Struttura dei programmi riabilitativi Donne sane o osteopeniche in post-menopausa Obiettivo 1 Esercizi sito-specifici di rinforzo muscolare e incremento massa ossea Esercizi aerobici per aumentare la densità ossea Obiettivo 2 Esercizi preparatori all attività aerobica Obiettivo 3 Esercizi di rinforzo muscolare contro resistenza Esercizi per il rinforzo muscolare e la mobilizzazione del rachide Esercizi per l equilibrio e la mobilizzazione del rachide Obiettivo 4 Cambiamenti posturali Donne osteoporotiche in post-menopausa con anamnesi negativa per pregresse fratture da fragilità Obiettivo 1 Esercizi per il rinforzo muscolare e per l equilibrio Esercizi posturali dinamici Obiettivo 2 Obiettivo 3 Esercizi sito-specifici per l anca Esercizi per il rinforzo muscolare del rachide Precauzioni Esercizi sito-specifici per il rinforzo muscolare: pesi Esercizi sito-specifici per il rinforzo muscolare: elastici Cambiamenti posturali Esercizi di economia articolare e gestuale Donne osteoporotiche in post-menopausa con aumentato rischio di caduta e/o con anamnesi positiva per pregresse fratture da fragilità o crolli vertebrali Obiettivo 1 Approccio terapeutico: massaggio Terapie manuali: pompage, mobilizzazioni articolari Terapie manuali: rinforzo muscolare Ginnastica respiratoria Obiettivo 2 Esercizi per l equilibrio e l agilità Rieducazione al cammino Obiettivo 3 Rieducazione posturale globale: allungamento catena muscolare anteriore Rieducazione posturale globale: allungamento catena muscolare posteriore Esercizi di rinforzo dei muscoli estensori del rachide Esercizi di rinforzo dei muscoli estensori del rachide con ausili Obiettivo 4 Esercizi di economia articolare e gestuale Esercizi di cambio posturale ed educazione al cammino 4

5 Esercizi per l equilibrio e l agilità Esercizi per l equilibrio e l agilità con ausili Esercizi posturali dinamici e propriocettivi Esercizi di rinforzo dei muscoli estensori del rachide Esercizi di rinforzo degli schemi gestuali e dell equilibrio Obiettivi del programma riabilitativo Esercizi per l equilibrio e l agilità Esercizi per il rinforzo muscolare e per l equilibrio Esercizi di rinforzo dei muscoli estensori del rachide Osteoporosi senile ALLEGATI Diagnosi strumentale Misure di outcome Linee Guida Nazionali SIMFER Physical Performance Test 5

6 LA CERVICALGIA Valutazione e trattamento riabilitativo Autori: Marco Testa, Gustavo Zanoli Coautori: Serena Gattuso, Tommaso Geri, Ivan Peristi, Daniele Saverino, Andrea Zimoli Con la collaborazione di Fabio Frigerio ITINERARIO VALUTATIVO E TERAPEUTICO CLINICA Anamnesi Semeiotica clinica Visita Ispezione ROM Versione passiva Diagnosi differenziale Valutazione della forza muscolare Riflessi Palpazione Cluster VALUTAZIONE E TRATTAMENTO IN FISIOTERAPIA Presupposti teorici per la valutazione del paziente con cervicalgia Utilizzo del concetto di salute secondo l ICF nella pratica clinica Il modello di carico/capacità di carico e il profilo prognostico di salute Dall ICF al trattamento Profilo prognostico di salute Il profilo prognostico di salute e scelta del trattamento Raccolta anamnestica del fisioterapista Indagare correttamente l impairment Indagare correttamente la disabilità e la partecipazione sociale e la richiesta d aiuto del paziente Definire l evoluzione nel tempo dei sintomi riferiti dal paziente Esame fisico del paziente con cervicalgia Introduzione Struttura dell esame obiettivo Schema dell ampiezza del movimento Valutazione della mobilità passiva Ispezione e movimenti attivi Osservazione del paziente sui vari piani Piano frontale Piano sagittale Piano posteriore Movimenti attivi del rachide in toto Flessione Estensione Rotazione Lateroflessione 3D in flessione/estensione Movimenti attivi con locking Flessione estensione C0-C1 in rotazione del RCI Rotazione C1-C2 in flessione del RCI Rotazione del RCI in estensione del RCS Palpazione e test di provocazione Regionali Test di distrazione regionale Test di compressione regionale Segmentali Springing test sulla spinosa Test isometrici di resistenza muscolare Test isometrici Test resistito in flessione Test resistito in estensione Test resistito in lateroflessione Test resistito in rotazione Test passivi del rachide cervicale inferiore (RCI) Regionali Flessione regionale (C2-C7) Estensione regionale (C2-C7) 3D in flessione (C2-C7) 3D in estensione (C2-C7) Segmentali Flessione segmentale RCI Estensione segmentale RCI Test passivi del rachide cervicale superiore (RCS) Regionali Flessione regionale RCS (C0-C3) Estensione regionale RCS (C0-C3) 3D flessione/estensione RCS (C0-C3) Segmentali Flessione (C0-C1) Estensione (C0-C1) Rotazione (C1-C2) Valutazione dell instabilità funzionale Test di Estensione attiva e ritorno Test di Sollevamento della scapola Test di Contrazione dei Flessori profondi (Cranio Cervical Flexion Test CCFT) Trattamento Introduzione Tecniche articolari Manipolazioni Trattamento dei tessuti molli Tecniche di mobilizzazione Trattamento articolare Tecniche di locking RCI 6

7 RCS Tecniche oscillatorie Introduzione Sulla spinosa Bilaterali sulla faccetta Monolaterali sulla faccetta Trazioni Regionali Segmentali con locking RCI Mobilizzazioni Regionali mono direzionali flessione Regionali mono direzionali estensione Regionali 3D Segmentali mono direzionali flessione Segmentali 3D Segmentali mono direzionali estensione Manipolazioni RCS in trazione RCS in rotazione RCI in trazione RCI in rotazione Trattamento muscolare Tecniche di stretching muscolare Strato superficiale Strato medio Strato profondo Tecniche neuromuscolari P.I.R C.R.AC. Controllo motorio Esercizi di riposizionamento della scapola Esercizi di reclutamento dei flessori profondi Esercizi di reclutamento degli estensori del RCI Autotrattamento Esercizi per il miglioramento/mantenimento della particolarità Esercizi per il miglioramento/mantenimento della forza Esercizi per il miglioramento/mantenimento della stabilità Trattamento del tessuto nervoso ALLEGATI Diagnostica per immagini Misure di outcome Anatomia descrittiva e topografia del distretto cervicale Anatomia funzionale Rachide cervicale Anatomia palpatoria Itinerario clinico esemplificativo (caso clinico) 7

8 IL GINOCCHIO POST-TRAUMATICO Valutazione e trattamento riabilitativo Autori: Furio Danelon, Lorenzo Boldrini, Stefano Respizzi Coautori: Stefano Comi, Davide Pisoni, Simone Rivaroli Con la collaborazione di Fabio Frigerio ITINERARIO VALUTATIVO E TERAPEUTICO CLINICA Anamnesi Semeiotica clinica Esame obiettivo generale del ginocchio Ispezione Ispezione Esame del cammino Esame funzionale Palpazione Palpazione dei punti dolorosi Palpazione posteriore Test di stabilità legamentosa Legamento collaterale mediale Legamento collaterale laterale Legamento crociato anteriore (test di Lachmann) Test del cassetto anteriore Jerk test Legamento crociato posteriore Test per patologie meniscali Palpazione delle emirime articolari Grinding test di Apley Test per patologie femoro-rotulee Palpazione delle faccette articolari Glide test Tilt test Grinding test femoro-rotuleo Test dell ascensione contrastata Test di flessibilità muscolare Flessori di ginocchio ischiocrurali Flessori d anca e quadricipite (test di Thomas) Adduttori Tensore della fascia lata e fascia ileo-tibiale (test di Ober) Test di forza muscolare Flessori mediali (semimembranoso, semitendinoso) Bicipite femorale Quadricipite Adduttori d anca Abduttori d anca Flessori d anca Valutazione delle circonferenze muscolari (cirtometria) Test isocinetico Valutazione funzionale in ambulatorio Minisquat monopodalico Test di equilibrio monopodalico Balzo in alto bipodalico/monopodalico La corsa/lo skip sul posto Il single leg hop test VALUTAZIONE E TRATTAMENTO IN FISIOTERAPIA Le fasi del trattamento riabilitativo e i criteri di progressione (fase 1-5) Terapie di fase 1 Terapie fisiche Idrochinesiterapia Caratteristiche del lavoro in acqua Bicicletta Introduzione Stretching dei flessori Stretching del quadricipite Andature per la ripresa della deambulazione Rinforzo Pressa Adduttori-abduttori Calcio alla parete Propriocettiva Gesti funzionali Corsa Skip Balzi Terapie di fase 2 Tecniche di mobilizzazione articolare Mobilizzazione dell articolazione femoro rotulea Mobilizzazione dell articolazione femoro tibiale in estensione Mobilizzazione in estensione con paziente in posizione supina Mobilizzazione in estensione con paziente in posizione prona Decoaptazione del ginocchio esteso Tecniche di PNF in estensione Mobilizzazione dell articolazione femoro tibiale in flessione Mobilizzazione autoassistita in flessione a muro Mobilizzazione passiva in flessione a paziente seduto Mobilizzazione assistita in flessione a paziente seduto Mobilizzazione passiva in flessione con paziente in posizione supina Mobilizzazione autoassistita in flessione con pattino Mobilizzazione in flessione con paziente in posizione prona Mobilizzazione autoassistita in flessione alla spalliera Mobilizzazione dell articolazione femoro tibiale con cyclette Tecniche di recupero della flessibilità muscolare Stretching del comparto anteriore della coscia Stretching del muscolo quadricipite femorale 8

9 Stretching del comparto mediale della coscia Stretching dei muscoli adduttori Stretching del comparto posteriore della coscia Stretching prossimale dei muscoli flessori di ginocchio Stretching della muscolatura della catena posteriore Stretching del comparto laterale della coscia Stretching del muscolo medio gluteo Stretching del muscolo tensore fascia lata Stretching del comparto posteriore della gamba Stretching dei muscoli gastrocnemio e soleo Stretching specifico del muscolo soleo Massaggio decontratturante Terapie di fase 3 Tecniche di recupero della forza muscolare Quadranti d anca L abduzione d anca L adduzione d anca L estensione d anca La progressione di carico Glutei Cocontrazioni quadricipite/flessori Esercizio Ricerca dei feedback Esercizi in catena cinetica chiusa Vector Vector Esercizio eccentrico Vector Spinte monopodaliche Minisquat Minisquat con elastico Wall slide Elettrostimolazione Esercizi in catena cinetica aperta per il quadricipite Vasto mediale carico naturale Vasto mediale con elastici Leg extension Leg extension gradi limitati Esercizi in catena cinetica aperta per i flessori di ginocchio Esercizi sul lettino Esercizi a terra Esercizi pliometrici Balzi bipodalici Balzi da gradino Rinforzo di altri gruppi muscolari interessati Tricipite surale Soleo Tricipite surale in ortostatismo Isocinetica Esercizi Classificazione delle velocità angolari Ripetizioni /s Ripetizioni /s Ripetizioni con limitazione angolare Terapie di fase 4 Tecniche di recupero del controllo neuromuscolare Tavoletta Freeman Esercizio su superficie computerizzata Esercizio con destabilizzazioni Esercizio in carico monopodalico Percorso propriocettivo semplice Corsa su tappeto elastico Corsa su tappeto elastico con arresti Sali scendi su gradino Terapie di fase 5 Terapie di recupero della gestualità sportiva La rieducazione sul campo Ripresa della corretta deambulazione e della corsa Corsa sul posto Corsa avanti/dietro Corsa sul posto con arresti monopodalici Corsa avanti/dietro con arresti monopodalici Corsa in linea Variazioni di ritmo e velocità Corsa con arresti bipodalici Corsa avanti/dietro con arresti monopodalici Corsa continua abbinata alla flessione attiva Corsa con variazione di ritmo Corsa in cerchio Corsa con la corda Decelerazione forzata Corsa con arresti monopodalici a 90 Cambi di direzione Corsa calciata dietro + corsa avanti Corsa avanti + corsa dietro Corsa + rotazione a 360 Corsa a più andature Corsa a zig zag Tecnica e tattica di gara Arresto monopodalico frontale Arresto monopodalico con atterraggio a 90 con appoggio intra ed extra ruotato Arresto monopodalico con atterraggio a 180 Patologia specifica Lesione del legamento crociato anteriore Anamnesi Esame obiettivo Diagnosi Trattamento Lesione del legamento crociato posteriore Anamnesi Esame obiettivo Diagnosi Trattamento Lesione del legamento collaterale mediale Anamnesi Esame obiettivo Diagnosi Trattamento Lesioni meniscali Anamnesi Esame obiettivo Diagnosi Trattamento Fratture del ginocchio Anamnesi Esame obiettivo Diagnosi Trattamento Lesioni cartilaginee Anamnesi Esame obiettivo Diagnosi Trattamento Lussazione rotulea Anamnesi Diagnosi Trattamento ALLEGATI Misure di outcome Diagnostica per immagini 9

10 IL GINOCCHIO POST-CHIRURGICO E CRONICO Valutazione e trattamento riabilitativo Autori: Lorenzo Boldrini, Furio Danelon, Stefano Respizzi Coautori: Stefano Comi, Davide Pisoni, Simone Rivaroli Con la collaborazione di Fabio Frigerio GINOCCHIO POST-CHIRURGICO ITINERARIO VALUTATIVO E TERAPEUTICO CLINICA Anamnesi Semeiotica clinica Valutazione del ginocchio post-operatorio immediato Valutazione del gonfiore, infiammazione e ferita chirurgica Valutazione della mobilità articolare Valutazione della flessibilità muscolare Valutazione della forza muscolare Valutazione del ginocchio post-operatorio alla ripresa della normale funzionalità nelle attività quotidiane Valutazione ispettiva generale Valutazione della deambulazione Valutazione del gonfiore e del dolore Valutazione della mobilità articolare Valutazione della stabilità articolare Valutazione della flessibilità muscolare Valutazione della forza muscolare Valutazione della funzionalità: balzi Valutazione della funzionalità: SHT e corsa VALUTAZIONE E TRATTAMENTO IN FISIOTERAPIA Le fasi del trattamento riabilitativo e i criteri di progressione (fase 1-5) PATOLOGIA SPECIFICA Ricostruzione del legamento crociato anteriore Anamnesi Esame obiettivo Trattamento Ricostruzione del legamento crociato posteriore Trattamento Sutura del collaterale mediale Anamnesi Esame obiettivo Trattamento Chirurgia dei menischi Anamnesi Esame obiettivo Trattamento Chirurgia delle cartilagini Anamnesi Esame obiettivo Trattamento Protesi di ginocchio Anamnesi Esame obiettivo Trattamento Chirurgia delle fratture del ginocchio Anamnesi Esame obiettivo Trattamento Chirurgia perirotulea e dei riallineamenti rotulei Anamnesi Esame obiettivo Trattamento Tenorrafia rotulea/quadricipitale Anamnesi Esame obiettivo Trattamento GINOCCHIO CRONICO ITINERARIO VALUTATIVO E TERAPEUTICO CLINICA Anamnesi VALUTAZIONE E TRATTAMENTO IN FISIOTERAPIA Le fasi del trattamento riabilitativo e i criteri di progressione (fase 1-5) PATOLOGIA SPECIFICA Gonartrosi Anamnesi Esame obiettivo Diagnosi Trattamento Sindromi dolorose rotulee e pararotulee Anamnesi Esame obiettivo Diagnosi Trattamento Tendinopatie del ginocchio Anamnesi Esame obiettivo Diagnosi Trattamento Borsiti e cisti di Baker Anamnesi Esame obiettivo Diagnosi Trattamento ALLEGATI Anatomia funzionale Terapie di fase 1 Terapie fisiche Idrochinesiterapia Terapie di fase 2 Tecniche di mobilizzazione articolare Tecniche di recupero della flessibilità muscolare Esercizi per il recupero del corretto schema motorio del cammino Terapie di fase 3 Tecniche di recupero della forza muscolare Isocinetica Terapie di fase 4 Terapie di fase 5 10

11 LA SPALLA DOLOROSA Valutazione e trattamento riabilitativo Autori: Marco Testa, Stefano Bertora Coautori: Diego Arceri, Enrico Marcantoni, Erica Monaldi Collaboratori: Arianna Angaramo, Nicola Gandolfo, Manolo Migliorini, Valentina Spunton, Lorenzo Visconti Con la collaborazione di Fabio Frigerio ITINERARIO VALUTATIVO E TERAPEUTICO CLINICA Anamnesi Semeiotica clinica Ispezione Palpazione Test clinici Valutazione ROM Valutazione della forza Test specifici per le singole patologie Ipotesi di lesione parziale/completa della cuffia dei rotatori Rent test Empty can o Jobe test Full can test External rotation lag sign test Drop arm test Lift off test Internal rotation lag sign test Bear hug test Ipotesi di tendinopatia della cuffia dei rotatori Neer test Hawkins test Sulcus sign test Load and shift test Internal rotation resisted strength test (IRRST) Ipotesi di borsite SA/SD Impingement interno postero superiore Ipotesi di instabilità gleno-omerale (GO) Speed test O Brien test Crank test Biceps load test Biceps load test II Apprehension, Relocation e Release test Posterior stress test VALUTAZIONE IN FISIOTERAPIA Valutazione funzionale Anamnesi funzionale Struttura e fasi dell esame obiettivo in fisioterapia Struttura dell esame obiettivo Fasi dell esame obiettivo Ispezione statica e dinamica Valutazione della discinesia scapolare Valutazione della mobilità attiva Valutazione della mobilità passiva Valutazione dell elasticità capsulo legamentosa Palpazione e provocazione del dolore 11 Ispezione statica Osservazione frontale Osservazione laterale Osservazione dorsale Ispezione dinamica Osservazione frontale Osservazione laterale Osservazione dorsale Palpazione Palpazione della borsa sotto acromiale Attività/gesti provocativi Test funzionali attivi Test funzionali attivi generali Portare la mano dietro la schiena Portare la mano dietro la testa Portare la mano sulla spalla opposta Extra-rotazione GO bilaterale a braccia addotte e abdotte a 90 Discinesia scapolare Senza pesi Con i pesi Test resistiti Valutazione del dentato Test passivi Flessione anteriore Abduzione elevazione completa Abduzione GO Extrarotazione con braccio addotto Intrarotazione della spalla (mano dietro la schiena) Rotazione interna/esterna a 90 di abduzione Adduzione orizzontale con e senza fissazione della scapola Abduzione orizzontale con e senza fissazione della scapola Estensione Test joint play articolare Trazione GO Traslazione dorso-laterale Traslazione ventro-mediale Traslazione caudo-laterale Valutazione dell impingement Test funzionali attivi Abduzione GO a 90 Empty can Test di assistenza scapolare Valutazione funzionale della spalla instabile Valutazione del dentato anteriore Valutazione del trapezio inferiore Valutazione funzionale della frozen shoulder Quadro clinico Esecuzione dei test passivi e joint play

12 TRATTAMENTO Trattamento dell impingement Obiettivi del trattamento Recupero della mobilità Traslazione caudale GO a braccio addotto Traslazione caudale GO a braccio abdotto (abduzione oltre 90 ) Traslazione dorsale GO Traslazione dorsale GO in rotazione interna Adduzione orizzontale GO con fissazione della scapola Sleeper s stretch Corner stretch (esercizio per il piccolo pettorale) Progressione per il rinforzo della muscolatura scapolo-omerale Intrarotazione a braccio addotto (sottoscapolare) con elastico Rotazione esterna in piedi con asciugamano e con elastico Rinforzo del dentato anteriore con paziente supino Esercizio di estensione e rotazione esterna con paziente prono Abduzione orizzontale a 90 con paziente prono Abduzione e rotazione esterna con paziente prono Recupero della mobilità del rachide dorsale in estensione Esercizi per la correzione dell ipercifosi dorsale Mobilizzazione regionale toracica in estensione con fissazione su T12 Mobilizzazione regionale cervico-toracica in estensione con fissazione su C7 e T4 Trattamento dell instabilità Obiettivi del trattamento Rinforzo dei muscoli della CDR Esercizi Intrarotazione a braccio addotto con elastico (sottoscapolare) Rotazione esterna in piedi con asciugamano e con elastico Rotazione esterna con braccio abdotto a 90 con elastico (infraspinato-teres minor) Intrarotazione a braccio abdotto a 90 con elastico (sottoscapolare) Rotazione esterna con paziente di fianco (infraspinato) Mobilizzazioni Traslazione dorsale della testa omerale Stretching Stretching con adduzione orizzontale (fissazione della scapola) Sleeper s stretch Rinforzo dei muscoli scapolari Esercizi a catena cinetica chiusa Mani contro il muro Push-up (appoggio sui gomiti e appoggio sulle mani) Appoggio su un fianco con controllo della scapola Esercizi a catena cinetica aperta Esercizio di estensione e rotazione esterna (pollice fuori) Abduzione orizzontale in rotazione esterna con paziente prono Flessione del braccio con peso Controllo neuromuscolare Incremento del senso di posizione articolare Esercizi di stabilizzazione ritmica a 45 con abduzione Mani Gomiti Esercizi di stabilizzazione ritmica in protrazione Esercizi di stabilizzazione ritmica GO in rotazione esterna/ retrazione scapolare Esercizi di stabilizzazione ritmica in catena cinetica chiusa Esercizi di stabilizzazione Push-up in appoggio su pallone Esercizi di stabilizzazione con elastico, abduzione e rotazione esterna Attività sport/lavoro specifiche Esercizi pliometrici Esercizi di lancio o attività sport/lavoro specifici Trattamento della frozen shoulder (capsulite adesiva) Obiettivi del trattamento Piano terapeutico Stretching prolungato a basso carico Riduzione del dolore Pendulum Trazione GO (I grado) Incremento ROM Recupero dell abduzione Traslazione dorsale GO (abduzione dai primi gradi fino a 45 ) Traslazione dorsale GO (abduzione tra 45 e 90 ) Traslazione caudale GO (abduzione oltre 90 ) Stretching capsula inferiore (in decubito laterale) Recupero della rotazione interna 0-90 Traslazione dorsale GO (end range rotazione interna) Adduzione orizzontale con scapola stabilizzata Sleeper s stretch Recupero della rotazione esterna 0-90 Traslazioni ventrali GO a diversi gradi di abduzione Stretching dell intervallo della cuffia dei rotatori Traslazione GO con braccio addotto Stretching dell ICR Stretching del legamento coraco-omerale Autotrattamento Flessione anteriore Intrarotazione Extrarotazione Adduzione Estensione Rotazione esterna a 0 di abduzione Rotazione esterna a 45 di abduzione Rotazione esterna a 90 di abduzione Rotazione interna tra 30 e 60 di abduzione sul piano scapolare ALLEGATI Anatomia e patomeccanica della spalla Diagnostica per immagini Misure di outcome Anatomia funzionale Anatomia palpatoria Fondamenti di valutazione e trattamento Presupposti teorici per la valutazione Raccolta anamnestica del fisioterapista Principi di trattamento Discinesia scapolare Itinerari clinici esemplificativi Impingement Instabilità Frozen shoulder 12

13 LE PATOLOGIE DEL GOMITO Valutazione e trattamento riabilitativo Autori: Fabio Frigerio, Giulio Pezzella ITINERARIO VALUTATIVO E TERAPEUTICO CLINICA Valutazione diagnostica ortopedica Eziopatologia Classificazione delle patologie Patologie di interesse riabilitativo Inquadramento del paziente Semeiotica clinica Ispezione Palpazione Valutazione delle strutture Valutazione delle tumefazioni Valutazione ROM Valutazione con riferimento Penna Prono supinazione Flesso estensione Semeiotica delle patologie articolari Gomito rigido post-traumatico Prono supinazione Flesso estensione Movimenti quotidiani Osservazioni Gomito artrosico Gomito instabile Instabilità in valgo. Stress in valgo Instabilità in valgo. Milking test Instabilità in varo. Stress in varo Instabilità rotatoria postero laterale. Lateral pivot shift test Semeiotica delle patologie tendinee Epicondilite Dolore Palpazione Epitrocleite Tendinite del bicipite brachiale Palpazione Lesione del bicipite brachiale Distrazione muscolare Test della gruccia Tendinite tricipitale Semeiotica delle patologie neurologiche periferiche Sublussazione del nervo ulnare dalla doccia epitrocleo olecranica Compressione del nervo ulnare nella doccia epitrocleo olecranica VALUTAZIONE E TRATTAMENTO NEGLI SPECIFICI QUADRI PATOLOGICI Valutazione chinesiologica generale del gomito Palpazione di superficie Strutture ossee Faccia mediale Faccia laterale Faccia posteriore Strutture molli Faccia mediale Faccia laterale Faccia anteriore Faccia posteriore Esame della mobilità articolare attiva e passiva Flesso estensione AROM PROM Prono supinazione AROM PROM Esame della forza muscolare Flesso estensione In assenza di gravità Contro gravità Contro resistenza. Flessione Contro resistenza. Estensione Gruppo supinatori e gruppo pronatori In assenza di gravità Contro gravità Contro resistenza Patologie articolari post-traumatiche Fase I Esercizi di cauta mobilizzazione Esercizi di tonificazione isometrici Autotrattamento Fase II Mobilizzazione forzata assistita Estensione Flessione Pronazione Supinazione Patologia articolare degenerativa (osteoartrosi) Trattamento Trazioni Traslazioni 13

14 Autotrattamento cinesiterapico Esercizi pendolari con peso Esercizi di autotrazione con presa e sbilanciamento posteriore Esercizi di prono supinazione attiva Esercizi di tonificazione con elastico Patologie articolari legamentose Trattamento dell instabilità in valgo Esercizi di tonificazione isometrici Esercizi concentrici/eccentrici Elettrostimolazione muscolare Algoritmo decisionale Stabilità in dinamismo Esercizio pliometrico Esercizio propriocettivo con palla Esercizio propriocettivo assistito Trattamento dell instabilità rotatoria postero laterale Esercizi di tonificazione isometrici Esercizi concentrici/eccentrici Elettrostimolazione muscolare Algoritmo decisionale Stabilità in dinamismo Supinazione al tavolo assistita Estensione del polso Estensione del gomito Esercizio propriocettivo con la palla Patologie tendinee Epicondilite (laterale) Distensione delle strutture muscolari Allungamento del gruppo estensori al gomito Massoterapia Massaggio trasversale profondo tendineo degli estensori al gomito Tonificazione degli estensori Estensione con peso sul ginocchio Estensione con elastico sul ginocchio Arrotolamento bacchetta in estensione Epitrocleite (mediale) Distensione delle strutture muscolari Allungamento del gruppo flessori al gomito Massoterapia Massaggio trasversale profondo tendineo dei flessori al gomito Tonificazione dei flessori Flessione con peso sul ginocchio Flessione con elastico sul ginocchio Arrotolamento bacchetta in flessione Lesioni al tendine del bicipite brachiale Mobilizzazione attiva del bicipite Allungamento muscolare passivo Contrazioni statiche sub massimali ad angoli articolari antalgici Allungamento passivo con rilassamenti post-isometrici Contrazioni concentriche/eccentriche Trattamento di aderenza fibrotica Patologie neurologiche periferiche Trattamento del canale ulnare Allungamento del tricipite Allungamento dei muscoli flessori e pronatore rotondo Esiti sulla mano Elettrostimolazione con programma specifico Tonificazione/allungamento Schemi diagonali PNF Trattamento post-chirurgico Trattamento degli esiti di artrolisi artroscopica. Fase I e II Trattamento degli esiti di artroprotesi. Fase I, II e III Trattamento degli esiti di tenotomia. Fase I e II Trattamento degli esiti di tenotomia degli epitrocleari. Fase I e II Trattamento degli esiti di reinserzione del tendine bicipite brachiale Trattamento degli esiti di liberazione del nervo ulnare ALLEGATI Diagnostica per immagini Misure di outcome Anatomia Anatomia funzionale 14

LE MALATTIE PROFESSIONALI DA SOVRACCARICO BIOMECCANICO DEGLI ARTI SUPERIORI

LE MALATTIE PROFESSIONALI DA SOVRACCARICO BIOMECCANICO DEGLI ARTI SUPERIORI LE MALATTIE PROFESSIONALI DA SOVRACCARICO BIOMECCANICO DEGLI ARTI SUPERIORI Trattamento riabilitativo delle tendiniti e tendinosi di mano, polso, gomito e spalla Legnago 21/05/13 Dott. Claudio Martini

Dettagli

La riabilitazione del piede nello sportivo

La riabilitazione del piede nello sportivo La riabilitazione del piede nello sportivo La riabilitazione in ambito sportivo è caratterizzata dalla necessità di brevità nei tempi di recupero e dal raggiungimento di alti livelli di prestazione sportiva.

Dettagli

Tel: 02-7610310 Fax: 02-70124931 Tel: 02-76009310 Fax: 02-76009152 PROGRAMMA RIABILITATIVO DOPO RICOSTRUZIONE DEL LEGAMENTO CROCIATO POSTERIORE

Tel: 02-7610310 Fax: 02-70124931 Tel: 02-76009310 Fax: 02-76009152 PROGRAMMA RIABILITATIVO DOPO RICOSTRUZIONE DEL LEGAMENTO CROCIATO POSTERIORE Via Amadeo 24, 20133 Milano Via Vivaio 22, 20122 Milano Tel: 02-7610310 Fax: 02-70124931 Tel: 02-76009310 Fax: 02-76009152 E-mail: info@oasiortopedia.it E-mail: l.boldrini@isokinetic.com Pagina web: www.oasiortopedia.it

Dettagli

4 BIOFEEDBACK... 27 Obiettivo... 27 Tecnica... 28

4 BIOFEEDBACK... 27 Obiettivo... 27 Tecnica... 28 1 APPROCCIO ALL INTEGRITÀ BIOPSICOSOCIALE.......... 1 2 VALUTAZIONE DELLA PATOLOGIA SPECIFICA............ 3 Scopi della valutazione............................ 3 Contenuti della valutazione.........................

Dettagli

DIAGNOSI FUNZIONALE E TRATTAMENTO APPLICATI ALLA COLONNA LOMBARE, BACINO E ARTO INFERIORE, SECONDO I CONCETTI DI SHIRLEY SAHRMANN

DIAGNOSI FUNZIONALE E TRATTAMENTO APPLICATI ALLA COLONNA LOMBARE, BACINO E ARTO INFERIORE, SECONDO I CONCETTI DI SHIRLEY SAHRMANN DIAGNOSI FUNZIONALE E TRATTAMENTO APPLICATI ALLA COLONNA LOMBARE, BACINO E ARTO INFERIORE, SECONDO I CONCETTI DI SHIRLEY SAHRMANN (quadrante inferiore) DATA : 5-6 ottobre, 30 novembre e 1 dicembre LUOGO

Dettagli

TRATTAMENTO CONSERVATIVO DELLE PATOLOGIE INFIAMMATORIE TENDINEE

TRATTAMENTO CONSERVATIVO DELLE PATOLOGIE INFIAMMATORIE TENDINEE TRATTAMENTO CONSERVATIVO DELLE PATOLOGIE INFIAMMATORIE TENDINEE PATOLOGIA INFIAMMATORIA-DEGENERATIVA TRATTAMENTO CHIRURGICO E CONSERVATIVO STC,DITO A SCATTO,DE QUERVAIN,RIZOARTROSI Ft. Rossi P. OBIETTIVI

Dettagli

UOC di Medicina Riabilita0va Dire%ore Dr. Oriano Mercante M.D. a cura di: Roberta Ansevini Guglielmina Aloisi

UOC di Medicina Riabilita0va Dire%ore Dr. Oriano Mercante M.D. a cura di: Roberta Ansevini Guglielmina Aloisi UOC di Medicina Riabilita0va Dire%ore Dr. Oriano Mercante M.D. a cura di: Roberta Ansevini Guglielmina Aloisi OSTEOPOROSI PATOLOGIA SISTEMICA E PROGRESSIVA DELLO SCHELETRO CON DIMINUZIONE DELLA MASSA OSSEA,

Dettagli

Terapia Manuale secondo il Concetto OMT Kaltenborn-Evjenth

Terapia Manuale secondo il Concetto OMT Kaltenborn-Evjenth Terapia Manuale secondo il Concetto OMT Kaltenborn-Evjenth Corso sull arto inferiore Docente: Jochen Schomacher, PhD, PT-OMT Supplemento fotografico per completare il libro: Schomacher, J. Terapia manuale

Dettagli

EMILIA-ROMAGNA Azienda Unità Sanitaria Locale di Rimini

EMILIA-ROMAGNA Azienda Unità Sanitaria Locale di Rimini 2007 SERVIZIO SANITARIO REGIONALE EMILIA-ROMAGNA Azienda Unità Sanitaria Locale di Rimini 101 SERVIZIO DI RECUPERO E RIABILITAZIONE FUNZIONALE Ospedale Ceccarini Riccione Direttore U.O. Dott. Riccardo

Dettagli

basket Siena 05-12- 09 PROF. SANDRO BENCARDINO

basket Siena 05-12- 09 PROF. SANDRO BENCARDINO L allenamento funzionale nel basket Siena 05-12- 09 PROF. SANDRO BENCARDINO PROGRAMMMA COSTRUZIONE FISICA 1. Conoscere le sollecitazioni specifiche della disciplina praticata 2. Conoscere i modelli biomeccanici

Dettagli

RETRAZIONE CATENA MUSCOLARE POSTERIORE

RETRAZIONE CATENA MUSCOLARE POSTERIORE RETRAZIONE CATENA MUSCOLARE POSTERIORE È il test iniziale della batteria di prove a carattere funzionale : da posizione seduta, con arti inferiori distesi e piedi a martello, distendere gli arti superiori

Dettagli

PATOLOGIE DEL CORRIDORE. Relatori: Dr. Marco Ciervo Prof. Massimo Carignano Assistenti: Andrea Mastromauro Valentina Bertello

PATOLOGIE DEL CORRIDORE. Relatori: Dr. Marco Ciervo Prof. Massimo Carignano Assistenti: Andrea Mastromauro Valentina Bertello PATOLOGIE DEL CORRIDORE Relatori: Dr. Marco Ciervo Prof. Massimo Carignano Assistenti: Andrea Mastromauro Valentina Bertello L ARTICOLAZIONE TIBIO-TARSICA FASCITE PLANTARE Sintomi: Dolore acuto e intenso

Dettagli

Cenni di trattamento riabilitativo conservativo e post chirurgico nelle comuni patologie mano

Cenni di trattamento riabilitativo conservativo e post chirurgico nelle comuni patologie mano Diagnosi e trattamento delle comuni patologie della mano Genova, 17 Maggio 2014 Cenni di trattamento riabilitativo conservativo e post chirurgico nelle comuni patologie mano Dott.Ft Gabriella Bruno ASL3

Dettagli

PROTOCOLLO DI RIABILITAZIONE DOPO RICOSTRUZIONE DEL LEGAMENTO CROCIATO ANTERIORE CON TENDINE ROTULEO.

PROTOCOLLO DI RIABILITAZIONE DOPO RICOSTRUZIONE DEL LEGAMENTO CROCIATO ANTERIORE CON TENDINE ROTULEO. PROTOCOLLO DI RIABILITAZIONE DOPO RICOSTRUZIONE DEL LEGAMENTO CROCIATO ANTERIORE CON TENDINE ROTULEO. FASE PREOPERATORIA conoscenza del lavoro conoscenza dell'ambiente adattamento strutturale alle nuove

Dettagli

Manuale di. Anatomia. per lo stretching. A cura di Ken Ashwell

Manuale di. Anatomia. per lo stretching. A cura di Ken Ashwell Manuale di Anatomia per lo stretching A cura di Ken Ashwell 6 7 Sommario Prefazione 8 Come è organizzato questo libro 10 Anatomia generale 12 Regioni del corpo umano 14 Sistema muscolare 16 Sistema scheletrico

Dettagli

La riabilitazione del legamento collaterale mediale

La riabilitazione del legamento collaterale mediale La riabilitazione del legamento collaterale mediale E. Trucco C. Laura Palestra Bussana - Struttura Complessa RRF Direttore: dott. E. Trucco La lesione del LCM è la più frequente tra lesioni periferiche

Dettagli

AL PAZIENTE LARINGECTOMIZZATO

AL PAZIENTE LARINGECTOMIZZATO APPROCCIO FISIOTERAPICO AL PAZIENTE LARINGECTOMIZZATO RIEDUCAZIONE MOTORIA RIEDUCAZIONE RESPIRATORIA Il trattamento riabilitativo motorio e respiratorio va iniziato precocemente a distanza di pochi giorni

Dettagli

A cosa servono le ortesi?

A cosa servono le ortesi? ORTESI PER L ARTO SUPERIORE ORTESI PER L ARTO SUPERIORE Definizione: dispositivi esoscheletrici applicati esternamente a segmenti del corpo con la funzione di limitare o assistere il movimento Obbiettivo:

Dettagli

Test capacità motorie funzionali

Test capacità motorie funzionali Test capacità motorie funzionali Con il termine capacità motorie funzionali si intendono quelle fisiologiche qualità motorie che permettono, nella vita di relazione quotidiana, un opportuno funzionamento

Dettagli

Corso di Medicina Osteopatica: tecniche di trattamento integrato

Corso di Medicina Osteopatica: tecniche di trattamento integrato Corso di Medicina Osteopatica: tecniche di trattamento integrato Programma Provvisorio CE.S.TE.M. Centro Studi in Terapia manuale www.cestem.it infocestem@gmail.com Scopi del corso: presentazione, obiettivi

Dettagli

PRINCIPI DI ALLENAMENTO SPORTIVO GIOVANILE. Imperia 20 maggio 2007 Carlo Izzo

PRINCIPI DI ALLENAMENTO SPORTIVO GIOVANILE. Imperia 20 maggio 2007 Carlo Izzo PRINCIPI DI ALLENAMENTO SPORTIVO GIOVANILE Imperia 20 maggio 2007 Carlo Izzo 1^FASE PUBERALE FEMMINE 11/12 13/14 1^FASE PUBERALE MASCHI 12/13 14/15 2^FASE PUBERALE FEMMINE 13/14 17/18 2^FASE PUBERALE MASCHI

Dettagli

SERVIZIO DI RECUPERO E RIEDUCAZIONE FUNZIONALE Ospedale Ceccarini Riccione. Direttore U.O. Dott. Riccardo Galassi Dott. Gian Andrea Magagni

SERVIZIO DI RECUPERO E RIEDUCAZIONE FUNZIONALE Ospedale Ceccarini Riccione. Direttore U.O. Dott. Riccardo Galassi Dott. Gian Andrea Magagni SERVIZIO DI RECUPERO E RIEDUCAZIONE FUNZIONALE Ospedale Ceccarini Riccione Direttore U.O. Dott. Riccardo Galassi Dott. Gian Andrea Magagni Percorso riabilitativo per pazienti operati di protesi di ginocchio

Dettagli

BASI delle ATTIVITA MOTORIE

BASI delle ATTIVITA MOTORIE BASI delle ATTIVITA MOTORIE Maria Chiara Gallotta Stanza 59 1 piano palazzo IUSM Tel 06 36733211 mariachiara.gallotta@iusm.it Ricevimento Martedì 10:00-12:00 Mobilità articolare La capacità di eseguire

Dettagli

CLASSIFICAZIONI SPORTIVE

CLASSIFICAZIONI SPORTIVE CLASSIFICAZIONI SPORTIVE CLASSIFICAZIONE E DEFICIT SENSORIALI DIR FISICI DEFICIT VISIVO International Blind Sport Association Parametri: acuità visiva e campo visivo. Basta il deficit di uno dei due secondo

Dettagli

Rieducazione Funzionale nelle patologie della cuffia dei rotatori

Rieducazione Funzionale nelle patologie della cuffia dei rotatori Rieducazione Funzionale nelle patologie della cuffia dei rotatori LA SPALLA Il trattamento chirurgico o conservativo deve essere progettato considerando la complessità del sistema articolare della spalla

Dettagli

Corso per tecnici di pesistica Valutazioni funzionale

Corso per tecnici di pesistica Valutazioni funzionale Corso per tecnici di pesistica Valutazioni funzionale Senza un attenta analisi posturale, non possiamo inoltrarci in una valutazione funzionale (squat test, one legged test, etc.) A cura di Ferdinando

Dettagli

ARTROPROTESI TOTALE DEL GINOCCHIO

ARTROPROTESI TOTALE DEL GINOCCHIO 1 www.ortopediaweb.net ARTROPROTESI TOTALE DEL GINOCCHIO Le informazioni contenute in questo opuscolo rappresentano un aiuto per il corretto avvicinamento all intervento ed una guida alla riabilitazione

Dettagli

PROGRAMMA DI ATTIVITA FISICA ADATTATA PER LA PALESTRA

PROGRAMMA DI ATTIVITA FISICA ADATTATA PER LA PALESTRA PROGRAMMA DI ATTIVITA FISICA ADATTATA PER LA PALESTRA N esercizio Descrizione esercizio obbligatorio 1 Camminata sul posto o in circolo o movimento analogo per la bassa funzione 2 Camminata sul posto o

Dettagli

CANOTTAGGIO: PREVENZIONE E RIEDUCAZIONE DELLE ALTERAZIONI POSTURALI INDOTTE DAL CICLO DI VOGA. Tesi di Laurea di: CAUDULLO Claudio Matricola N 3809553

CANOTTAGGIO: PREVENZIONE E RIEDUCAZIONE DELLE ALTERAZIONI POSTURALI INDOTTE DAL CICLO DI VOGA. Tesi di Laurea di: CAUDULLO Claudio Matricola N 3809553 UNIVERSITA CATTOLICA DEL SACRO CUORE DI MILANO Facoltà di scienze della formazione Corso di Laurea in Scienze E Tecniche Delle Attività Motorie Preventive e Adattate CANOTTAGGIO: PREVENZIONE E RIEDUCAZIONE

Dettagli

Termine d iscrizione 10.09.2015 Il corso è a numero chiuso, con un massimo di 20 partecipanti per Anno Accademico.

Termine d iscrizione 10.09.2015 Il corso è a numero chiuso, con un massimo di 20 partecipanti per Anno Accademico. Terapia Funzionale Globale Tematiche Anatomia funzionale e meccanica articolare dei vari distretti dell apparato di movimento Anatomia palpatoria finalizzata alla conoscenza dei punti di repere principali

Dettagli

LA FASCIA LATA, LA FASCIA CRURALE, LE VENE SUPERFICIALI ED I NERVI CUTANEI. www.slidetube.it

LA FASCIA LATA, LA FASCIA CRURALE, LE VENE SUPERFICIALI ED I NERVI CUTANEI. www.slidetube.it LA FASCIA LATA, LA FASCIA CRURALE, LE VENE SUPERFICIALI ED I NERVI CUTANEI LA VENA GRANDE SAFENA LA VENA PICCOLA SAFENA LE VENE SUPERFICIALI, PERFORANTI E PROFONDE HANNO VALVOLE; SE LE VALVOLE NON SONO

Dettagli

EFFICACIA DI STRATEGIE DI INTERVENTO BASATE SULL ATTIVITA MOTORIA IN SOGGETTI AFFETTI DA MAL DI SCHIENA

EFFICACIA DI STRATEGIE DI INTERVENTO BASATE SULL ATTIVITA MOTORIA IN SOGGETTI AFFETTI DA MAL DI SCHIENA EFFICACIA DI STRATEGIE DI INTERVENTO BASATE SULL ATTIVITA MOTORIA IN SOGGETTI AFFETTI DA MAL DI SCHIENA PROGRAMMA DI ATTIVITA FISICA ADATTATA PER LA PALESTRA N esercizio Descrizione esercizio obbligatorio

Dettagli

IL GOMITO Anatomia e Fisiologia Articolare

IL GOMITO Anatomia e Fisiologia Articolare IL GOMITO Anatomia e Fisiologia Articolare 1 ANATOMIA E FISIOLOGIA ARTICOLARE DEL GOMITO Lo scheletro della regione del gomito è formato da tre ossa: 1. l estremità inferiore dell omero; 2. l estremità

Dettagli

Allenamento di base nella pallavolo Siena 3 settembre 2006

Allenamento di base nella pallavolo Siena 3 settembre 2006 Allenamento di base nella pallavolo Siena 3 settembre 2006 Rel. Paolo Borghi borghi.paolo1961@libero.it Materiale umano Scarsa motricità Scarsa plasticità delle qualità coordinative pallavolo Per mantenere

Dettagli

PROGRAMMA DIDATTICO LIVELLI AVANZATI PER OPERATORI BENESSERE E DEL FITNESS

PROGRAMMA DIDATTICO LIVELLI AVANZATI PER OPERATORI BENESSERE E DEL FITNESS PROGRAMMA DIDATTICO LIVELLI AVANZATI PER OPERATORI BENESSERE E DEL FITNESS Livello Avanzato n.1 Il primo livello avanzato permette agli operatori del benessere di arricchire le capacità di approccio al

Dettagli

ESERCIZI PER COSCE E ANCHE

ESERCIZI PER COSCE E ANCHE ESERCIZI PER COSCE E ANCHE Testo e disegni di Stelvio Beraldo ANDATURA DA SEMIACCOSCIATA Varianti: andatura frontale (a) e andatura laterale (b) (a carico naturale, con manubri o cintura zavorrata) - Con

Dettagli

Il Paziente Ortopedico

Il Paziente Ortopedico Il Paziente Ortopedico Fratturato - Fratture vertebrali - Fratture di femore - Fratture di spalla In elezione - Protesi d anca - Protesi di ginocchio - Protesi di spalla Le fratture CAUSE Le fratture vertebrali

Dettagli

Trattamento riabilitativo nelle fratture metacarpali. Maria Teresa Botta P.T. Università di Genova Centro Regionale di Chirurgia della Mano Savona

Trattamento riabilitativo nelle fratture metacarpali. Maria Teresa Botta P.T. Università di Genova Centro Regionale di Chirurgia della Mano Savona Trattamento riabilitativo nelle fratture metacarpali Maria Teresa Botta P.T. Università di Genova Centro Regionale di Chirurgia della Mano Savona Trattamento conservativo Fratture stabili Scopo del tutore

Dettagli

ARTROPROTESI TOTALE DELL ANCA

ARTROPROTESI TOTALE DELL ANCA 1 www.ortopediaweb.net ARTROPROTESI TOTALE DELL ANCA Le informazioni contenute in questo opuscolo rappresentano un aiuto per il corretto avvicinamento all intervento ed una guida alla riabilitazione post

Dettagli

ALLENAMENTO FUNZIONALE VOLLEY

ALLENAMENTO FUNZIONALE VOLLEY ALLENAMENTO FUNZIONALE VOLLEY Poggibonsi 03-01-2009 Prof. Sandro Bencardino . Ogni miglioramento tecnico tattico è possibile solo grazie ad un allenamento fisico!!! L allenamento è un processo pedagogico

Dettagli

R.E.A.Dy Rinforzo con Elastici per Atleti Dyversamente abili

R.E.A.Dy Rinforzo con Elastici per Atleti Dyversamente abili SERVIZIO DI RECUPERO E RIEDUCAZIONE FUNZIONALE R.E.A.Dy Rinforzo con Elastici per Atleti Dyversamente abili Gli atleti che praticano sport in carrozzina sono ormai destinati a raggiungere carichi di allenamento

Dettagli

Strategia di Valutazione EHFA (EAD 03) Ragione sociale dell Ente di formazione:

Strategia di Valutazione EHFA (EAD 03) Ragione sociale dell Ente di formazione: Strategia di Valutazione EHFA (EAD 03) Ragione sociale dell Ente di formazione: Introduzione Standard della European Health and Fitness Association (Associazione Europea di Salute e Fitness - EHFA) Sono

Dettagli

ESERCIZI PER IL MIGLIORAMENTO DELLA MOBILITÀ ARTICOLARE E PER L ALLUNGAMENTO MUSCOLARE

ESERCIZI PER IL MIGLIORAMENTO DELLA MOBILITÀ ARTICOLARE E PER L ALLUNGAMENTO MUSCOLARE ESERCIZI PER IL MIGLIORAMENTO DELLA MOBILITÀ ARTICOLARE E PER L ALLUNGAMENTO MUSCOLARE ARTICOLAZIONI DELLA CAVIGLIA Flessioni del piede da stazione eretta con la punta su un rialzo o contro una parete

Dettagli

FisioDoctor Studio Fisioterapico Polispecialistico

FisioDoctor Studio Fisioterapico Polispecialistico Physio Rehab Group RICERCA e FORMAZIONE OrthoKinetic System Modern Manual Therapy M.M. Concept Scuola di Specializzazione in FISIOTERAPIA NEURO-MUSCOLOSCHELETRICA PRESENTAZIONE DEL PERCORSO FORMATIVO La

Dettagli

RUNNING. il re degli allenamenti

RUNNING. il re degli allenamenti Naturale, dimagrante, ottima per tonificare il cuore e il sistema circolatorio. E soprattutto a costo zero. La corsa è un training senza eguali e le giornate di questo periodo, tiepide e gradevoli, invitano

Dettagli

CONSIGLI SU COME PREVENIRE IL MAL DI SCHIENA

CONSIGLI SU COME PREVENIRE IL MAL DI SCHIENA CONSIGLI SU COME PREVENIRE IL MAL DI SCHIENA (di D. Ercolessi - Supervolley dic 97) Non a torto il mal di schiena è stato definito come uno dei moli del secolo. Pur non essendo certo un pericolo per lo

Dettagli

Ft. Valentina Azzolini

Ft. Valentina Azzolini Ft. Valentina Azzolini Basa la sua funzione su: Abbassamento dell omero Distalizzazione del centro di rotazione della nuova articolazione Medializzazione del braccio di forza del deltoide QUINDI: incremento

Dettagli

PROPRIOCEZIONE: ASPETTI CLINICI E RIABILITATIVI. C.Fusco

PROPRIOCEZIONE: ASPETTI CLINICI E RIABILITATIVI. C.Fusco PROPRIOCEZIONE: ASPETTI CLINICI E RIABILITATIVI C.Fusco PREMESSA IN LETTERATURA NON ESISTE UNA TERMINOLOGIA UNIVOCA PER DEFINIRE LA PROPRIOCEZIONE PROPRIOCEZIONE = SISTEMA PROPRIOCETTIVO SISTEMA PROPRIOCETTIVO

Dettagli

TEST MUSCOLO SCHELETTRICI PER LA VALUTAZIONE DEL DISEQUILIBRIO MUSCOLARE NELLA SCOLIOSI.

TEST MUSCOLO SCHELETTRICI PER LA VALUTAZIONE DEL DISEQUILIBRIO MUSCOLARE NELLA SCOLIOSI. TEST MUSCOLO SCHELETTRICI PER LA VALUTAZIONE DEL DISEQUILIBRIO MUSCOLARE NELLA SCOLIOSI. 1. MUSCLE LENGTH TEST : - FLESSORI DELL ANCA - FEMORALI - FORWARD BENDING - TENSORI DELLA FASCIA LATA E BANDA ILEO

Dettagli

RIABILITAZIONE CAVIGLIA DOPO DISTORSIONE

RIABILITAZIONE CAVIGLIA DOPO DISTORSIONE RIABILITAZIONE CAVIGLIA DOPO DISTORSIONE Per una corretta riabilitazione della caviglia, è molto importante conoscere il grado di distorsione da parte dell ortopedico sapendo che esiste un grado I, II

Dettagli

L acqua strumento di salute di daniela codeluppi

L acqua strumento di salute di daniela codeluppi L acqua strumento di salute di daniela codeluppi RIABILITAZIONE e NUOTO CORPO UMANO ACQUA MOVIMENTO VASCA NUOTO VASCA RIABILITATIVA VASCA TERMALE VASCA POLIFUNZIONALE LEGISLAZIONE: www.aifi.it + www.unc.it

Dettagli

Patologie della spalla. www.sportrauma.net

Patologie della spalla. www.sportrauma.net CENTRO DI TRAUMATOLOGIA DELLO SPORT E CHIRURGIA ARTROSCOPICA Resp. H. Schönhuber UNITA OPERATIVA DI RIABILITAZIONE SPORTIVA Resp. D. Tornese I.R.C.C.S. ISTITUTO ORTOPEDICO GALEAZZI - MILANO Patologie della

Dettagli

La Riabilitazione dopo la Ricostruzione Artroscopica del Legamento Crociato Anteriore

La Riabilitazione dopo la Ricostruzione Artroscopica del Legamento Crociato Anteriore La Riabilitazione dopo la Ricostruzione Artroscopica del Legamento Crociato Anteriore Manuale sintetico per Medici, Fisioterapisti e Pazienti A cura di D. Comba, L. Molino, R. Peretti 1 Dr. Daniele Comba

Dettagli

LA RIABILITAZIONE DELLA PARALISI POLIOMIELITICA E DELLA SINDROME POST POLIO

LA RIABILITAZIONE DELLA PARALISI POLIOMIELITICA E DELLA SINDROME POST POLIO CONVEGNO INTERNAZIONALE MALCESINE 2010 LA RIABILITAZIONE DELLA PARALISI POLIOMIELITICA E DELLA SINDROME POST POLIO D. M. Fisioterapista LINO FIA Il trattamento è rivolto a pazienti: in fase di stabilizzazione

Dettagli

FRATTURA DI CLAVICOLA: IL RITORNO IN PALESTRA Dino Caprara

FRATTURA DI CLAVICOLA: IL RITORNO IN PALESTRA Dino Caprara FRATTURA DI CLAVICOLA: IL RITORNO IN PALESTRA Dino Caprara INTRODUZIONE Per una funzionalità fisiologica della spalla sono necessari i movimenti coordinati delle articolazioni sterno claveare, acromio

Dettagli

Yeoman W. The relation of arthritis of the sacroiliac joint to sciatica. Lancet, 1928 Neurite delle branche del nervo sciatico dovuta alla

Yeoman W. The relation of arthritis of the sacroiliac joint to sciatica. Lancet, 1928 Neurite delle branche del nervo sciatico dovuta alla Davide B.Albertoni Laurea in Fisioterapia, Master RDM Orthopaedic Manipulative Therapist (OMT), referente Nazionale GTM Docente Master RDM, Università di Genova Yeoman W. The relation of arthritis of the

Dettagli

La progressione dei carichi nello sportivo operato all arto inferiore.

La progressione dei carichi nello sportivo operato all arto inferiore. La progressione dei carichi nello sportivo operato all arto inferiore. All interno di un moderno programma di rieducazione funzionale è necessario porre particolare attenzione alla fase iniziale di recupero

Dettagli

ESERCIZI PRATICI. ESERCIZI PRATICI per il benessere fisico

ESERCIZI PRATICI. ESERCIZI PRATICI per il benessere fisico La al ESERCIZI PRATICI ESERCIZI PRATICI per il benessere fisico L attività fisica è fondamentale per sentirsi bene e per mantenersi in forma. Eseguire degli esercizi di ginnastica dolce, nel postintervento,

Dettagli

Tecnologie ortopediche e medicali. Semplicità, efficacia e tradizione vincenti nel prezzo

Tecnologie ortopediche e medicali. Semplicità, efficacia e tradizione vincenti nel prezzo Tecnologie ortopediche e medicali Linea Winner Semplicità, efficacia e tradizione vincenti nel prezzo Da 30 anni in Lanso produciamo nei nostri laboratori in Italia la Linea Winner, questa lunga esperienza

Dettagli

ATTIVITA MOTORIA DAI 5 AI 7 ANNI PREMESSA

ATTIVITA MOTORIA DAI 5 AI 7 ANNI PREMESSA ATTIVITA MOTORIA DAI 5 AI 7 ANNI PREMESSA DAI 5 AI 7 ANNI LO SCOPO FONDAMENTALE DELL ALLENAMENTO E CREARE SOLIDE BASI PER UN GIUSTO ORIENTAMENTO VERSO LE DISCIPLINE SPORTIVE DELLA GINNASTICA. LA PREPARAZIONE

Dettagli

FRATTURA DEL POLSO: TRATTAMENTO CHINESIOLOGICO IN PALESTRA a cura di Dino Caprara

FRATTURA DEL POLSO: TRATTAMENTO CHINESIOLOGICO IN PALESTRA a cura di Dino Caprara FRATTURA DEL POLSO: TRATTAMENTO CHINESIOLOGICO IN PALESTRA a cura di Dino Caprara INTRODUZIONE Un trattamento efficace per una frattura dell'epifisi distale del radio deve rispettare i tessuti molli, allo

Dettagli

ROME REHABILITATION 2012 LA PATOLOGIA DOLOROSA NON SPECIFICA DEL RACHIDE Roma -27 giugno 2012

ROME REHABILITATION 2012 LA PATOLOGIA DOLOROSA NON SPECIFICA DEL RACHIDE Roma -27 giugno 2012 ROME REHABILITATION 2012 LA PATOLOGIA DOLOROSA NON SPECIFICA DEL RACHIDE Roma -27 giugno 2012 Tecniche manipolative - Regole di applicazione- Le sette tecniche di base Vittorio Marcelli LESIONE DI BASE:

Dettagli

La Sindrome da conflitto sottoacromiale Dr. Matteo Pennisi

La Sindrome da conflitto sottoacromiale Dr. Matteo Pennisi La Sindrome da conflitto sottoacromiale Dr. Matteo Pennisi Molto comunemente nella pratica clinica ci si imbatte in una patologia dolorosa cronica della spalla definita sindrome da conflitto. Alla base

Dettagli

EDUCAZIONE ALLA POSTURA ED AL MOVIMENTO NEL POST INTERVENTO SULLA COLONNA

EDUCAZIONE ALLA POSTURA ED AL MOVIMENTO NEL POST INTERVENTO SULLA COLONNA EDUCAZIONE ALLA POSTURA ED AL MOVIMENTO NEL POST INTERVENTO SULLA COLONNA Ft GABRIELLA PISU Dipartimento Recupero e Riabilitazione Funzionale A.S.O. CTO-M.Adelaide Direttore: Dott.ssa M.V. Actis 2 Corso

Dettagli

Dipartimento Neuro-Motorio Medicina Fisica e Riabilitativa Dott. Gian Battista Camurri - Direttore IN... FORMA. Esercizi per la scoliosi

Dipartimento Neuro-Motorio Medicina Fisica e Riabilitativa Dott. Gian Battista Camurri - Direttore IN... FORMA. Esercizi per la scoliosi Dipartimento Neuro-Motorio Medicina Fisica e Riabilitativa Dott. Gian Battista Camurri - Direttore IN... FORMA Esercizi per la scoliosi Medicina Fisica e Riabilitativa 2 Esercizi per la scoliosi 1) Supini;

Dettagli

Arto superiore. Spalla/Braccio Mano/Dita

Arto superiore. Spalla/Braccio Mano/Dita Arto superiore Spalla/Braccio Mano/Dita Spalla/Braccio Immobilizzatore di spalla Art. No. 50A8 Immobilizzazione postoperatoria e post-traumatica della spalla Irritazioni del cingolo scapolo-omerale Lesioni

Dettagli

Valutazione delle condizioni mediche. Valutazione delle condizioni mediche

Valutazione delle condizioni mediche. Valutazione delle condizioni mediche Pagina 1 / 2 andare alla pagina: 1 6 Posizione del M/L Posizione del A/P Peso corporeo Determinare il peso corporeo. Prendere già in considerazione eventuali variazioni prevedibili (ad es. oscillazioni

Dettagli

I vizi del portamento e le posture corrette

I vizi del portamento e le posture corrette I vizi del portamento e le posture corrette Scienze Motorie Prof.ssa Marta Pippo I vizi del portamento 3 gradi di gravita : ATTEGGIAMENTO VIZIATO (nessuna alterazione osteo muscolare) PARAMORFISMO (alterazione

Dettagli

Lesioni parziali e complete dei tendini della spalla. Lesioni parziali e complete dei tendini della spalla

Lesioni parziali e complete dei tendini della spalla. Lesioni parziali e complete dei tendini della spalla Piero Serpero Lesioni parziali e complete dei tendini della spalla Lesioni parziali e complete dei tendini della spalla Il complesso della cuffia dei rotatori comprende i tendini di quattro muscoli: Sovraspinoso

Dettagli

RIABILITAZIONE POST-CHIRURGICA DELLA SPALLA a cura di Piero Faccini, Sabrina Zanolli

RIABILITAZIONE POST-CHIRURGICA DELLA SPALLA a cura di Piero Faccini, Sabrina Zanolli RIABILITAZIONE POST-CHIRURGICA DELLA SPALLA a cura di Piero Faccini, Sabrina Zanolli 1 a Fase - Istruzioni generali Tutti gli esercizi devono essere effettuati lentamente e sotto controllo del movimento.

Dettagli

Esercizi per il rachide e per la stabilità posturale

Esercizi per il rachide e per la stabilità posturale Esercizi per il rachide e per la stabilità posturale A cura di: Laboratorio Larin Casa di Cura Domus Salutis - Brescia ESERCIZI DA SUPINO 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. 8. ESERCIZI IN POSIZIONE PRONA 1. 2. 3. ESERCIZI

Dettagli

ESERCIZI DOPO ARTROSCOPIA DEL GINOCCHIO Prof. Valerio Sansone Clinica Ortopedica dell Università di Milano Istituto Ortopedico Galeazzi

ESERCIZI DOPO ARTROSCOPIA DEL GINOCCHIO Prof. Valerio Sansone Clinica Ortopedica dell Università di Milano Istituto Ortopedico Galeazzi ESERCIZI DOPO ARTROSCOPIA DEL GINOCCHIO Prof. Valerio Sansone Clinica Ortopedica dell Università di Milano Istituto Ortopedico Galeazzi Esercizi iniziali Contrazioni dei muscoli flessori del ginocchio

Dettagli

Manuale di riabilitazione cardiologica

Manuale di riabilitazione cardiologica CARDIOLOGIA Manuale di riabilitazione cardiologica Divisione di Riabilitazione Cardiologica SAN RAFFAELE S.p.A. Divisione di Riabilitazione Cardiologica Manuale di Riabilitazione Cardiologica SAN RAFFAELE

Dettagli

cell. +39.347.86.66.834 fax +39.0422.422.963 www.paolobruniera.it info@paolobruniera.it PROGRAMMA 1 ANNO CORSO DI OSTEOPATIA N.S.O.

cell. +39.347.86.66.834 fax +39.0422.422.963 www.paolobruniera.it info@paolobruniera.it PROGRAMMA 1 ANNO CORSO DI OSTEOPATIA N.S.O. PROGRAMMA 1 ANNO CORSO DI OSTEOPATIA N.S.O. Tot ore annue 272 da 45 OSTEOPATIA DELL APPARATO MUSCOLO SCHELETRICO: 158 ORE da 45 Piede e caviglia: Presentazione: anatomia funzionale e biomeccanica della

Dettagli

ORTESI MODULARE PER UN RECUPERO GRADUALE DELL ATTIVITA QUOTIDIANA E SPORTIVA. Ing. Chiara Firenze

ORTESI MODULARE PER UN RECUPERO GRADUALE DELL ATTIVITA QUOTIDIANA E SPORTIVA. Ing. Chiara Firenze ORTESI MODULARE PER UN RECUPERO GRADUALE DELL ATTIVITA QUOTIDIANA E SPORTIVA Ing. Chiara Firenze Nei paesi occidentali, quasi tutte le persone hanno sofferto, o soffriranno almeno una volta, di disturbi

Dettagli

RIABILITAZIONE DEL GINOCCHIO DOPO RICOSTRUZIONE DEL LEGAMENTO CROCIATO ANTERIORE (LCA): APPROCCIO CHINESIOLOGICO a cura di Dino Caprara

RIABILITAZIONE DEL GINOCCHIO DOPO RICOSTRUZIONE DEL LEGAMENTO CROCIATO ANTERIORE (LCA): APPROCCIO CHINESIOLOGICO a cura di Dino Caprara RIABILITAZIONE DEL GINOCCHIO DOPO RICOSTRUZIONE DEL LEGAMENTO CROCIATO ANTERIORE (LCA): APPROCCIO CHINESIOLOGICO a cura di Dino Caprara INTRODUZIONE Dopo la fase post-operatoria di ricostruzione del legamento

Dettagli

COXARTROSI: L'APPROCCIO CHINESIOLOGICO COME PARTE INTEGRANTE DELLA RIABILITAZIONE a cura di Dino Caprara

COXARTROSI: L'APPROCCIO CHINESIOLOGICO COME PARTE INTEGRANTE DELLA RIABILITAZIONE a cura di Dino Caprara COXARTROSI: L'APPROCCIO CHINESIOLOGICO COME PARTE INTEGRANTE DELLA RIABILITAZIONE a cura di Dino Caprara INTRODUZIONE Nel seguente protocollo sono descritte le linee guida di esercizi specifici adatti

Dettagli

MARTEDI SALUTE LE PATOLOGIE DELLA SPALLA PREVENZIONE E CURA PER STAR BENE Torino 04.12.2012 2012 Dott. Michele Albano Direttore Tecnico FKT Istituto Medicina i dello Sport Responsabile medico Galileo 18

Dettagli

Arto inferiore ortesi dinamiche per. anca - ginocchio - caviglia

Arto inferiore ortesi dinamiche per. anca - ginocchio - caviglia Arto inferiore ortesi dinamiche per anca - ginocchio - caviglia By 7480 Coxa-Hit -7097 Super Genuplus - 7081 Genu-Hit Mod. 7480 Coxa-Hit - Supporto dinamico per il trattamento conservativo o post-intervento

Dettagli

22-23-24 gennaio 2016 - Santeramo in Colle - BA

22-23-24 gennaio 2016 - Santeramo in Colle - BA > NO ECM < 22-23-24 gennaio 2016 - Santeramo in Colle - BA ORARIO venerdi 15.00 19.00 sabato e domenica: 08.30 13.00 / 14.00 18.30 Docente: prof. Rosario Bellia - fisioterapista della nazionale italiana

Dettagli

Recupero delle curve fisiologiche della colonna vertebrale. RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved

Recupero delle curve fisiologiche della colonna vertebrale. RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved Recupero delle curve fisiologiche della colonna vertebrale VALUTAZIONE CURVE COLONNA Il rachide per definizione è l insieme delle vertebre che compongono quella struttura di sostegno alla quale si ancorano,

Dettagli

Lesioni muscolari Traumi distorsivi Traumi diretti da impatto Fratture. -Acuto. -Da sovraccarico. Danno muscolo-tendineo da iperuso

Lesioni muscolari Traumi distorsivi Traumi diretti da impatto Fratture. -Acuto. -Da sovraccarico. Danno muscolo-tendineo da iperuso -Acuto Lesioni muscolari Traumi distorsivi Traumi diretti da impatto Fratture -Da sovraccarico Danno muscolo-tendineo da iperuso 1 61% arto inferiore 15% testa e rachide cervicale 14% arto superiore 8%

Dettagli

Ortesi Free Walk: applicazione terapeutica e training del passo

Ortesi Free Walk: applicazione terapeutica e training del passo Ortesi Free Walk: applicazione terapeutica e training del passo Informazione per Tecnici e Terapisti Ortesi Free Walk: applicazione terapeutica e training del passo Premessa Free Walk - che significa cammino

Dettagli

U.O. Ortopedia e Traumatologia Asl 3 Direttore Prof. G. Maffei

U.O. Ortopedia e Traumatologia Asl 3 Direttore Prof. G. Maffei U.O. Ortopedia e Traumatologia Asl 3 Direttore Prof. G. Maffei APPROCCIO PRATICO AL PAZIENTE CON PATOLOGIA DI SPALLA Dr. Andrea Poggetti Ospedale SS. Cosma e Damiano Pescia poggetti.andrea@gmail.com +39

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI G. D ANNUNZIO CHIETI PESCARA FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA

UNIVERSITA DEGLI STUDI G. D ANNUNZIO CHIETI PESCARA FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA UNIVERSITA DEGLI STUDI G. D ANNUNZIO CHIETI PESCARA FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA Presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell'università "G. D'Annunzio" di Chieti-Pescara sono istituiti a partire

Dettagli

Il massaggio consiste in manipolazioni che si praticano sui tessuti molli a fini terapeutici.

Il massaggio consiste in manipolazioni che si praticano sui tessuti molli a fini terapeutici. Il massaggio consiste in manipolazioni che si praticano sui tessuti molli a fini terapeutici. Ogni seduta deve essere iniziata con particolare cautela, onde saggiare la reattività del soggetto ed evitare

Dettagli

RIABILITAZIONE DEL PAZIENTE OPERATO NEL DISTRETTO CERVICO-FACCIALE. Istituto Nazionale per la Ricerca sul Cancro-Genova

RIABILITAZIONE DEL PAZIENTE OPERATO NEL DISTRETTO CERVICO-FACCIALE. Istituto Nazionale per la Ricerca sul Cancro-Genova 1 RIABILITAZIONE DEL PAZIENTE OPERATO NEL DISTRETTO CERVICO-FACCIALE Istituto Nazionale per la Ricerca sul Cancro-Genova 2 Le informazioni trovate in questo opuscolo non sostituiscono il colloquio col

Dettagli

PROTOCOLLO DI ESERCIZI PER LA COLONNA

PROTOCOLLO DI ESERCIZI PER LA COLONNA Azienda USL 6 Livorno UO Riabilitazione Funzionale PROTOCOLLO DI ESERCIZI PER LA COLONNA Anni 2008 2009 A cura delle UUOO RIABILITAZIONE FUNZIONALE AZIENDALI in collaborazione con le palestre 1 PROGRAMMA

Dettagli

DESCRIZIONE OBIETTIVI E CONTENUTI FORMATIVI PER CORSO INTEGRATO

DESCRIZIONE OBIETTIVI E CONTENUTI FORMATIVI PER CORSO INTEGRATO DESCRIZIONE OBIETTIVI E CONTENUTI FORMATIVI PER CORSO INTEGRATO ANNO DI CORSO / SEMESTRE 2 /1 CORSO INTEGRATO COORDINATORE DEL CORSO INTEGRATO OBIETTIVI FORMATIVI DEL CORSO INTEGRATO PATOLOGIA DELL'APPARATO

Dettagli

Le connettiviti. La sclerosi sistemica

Le connettiviti. La sclerosi sistemica Le connettiviti Le connettiviti sono malattie sistemiche, in cui vi è un interessamento immuno flogistico del tessuto connettivo. Le principali sono: lupus eritematoso sistemico (LES), sclerosi sistemica

Dettagli

CORSO PER OPERATORE MASSAGGIO SPORTIVO

CORSO PER OPERATORE MASSAGGIO SPORTIVO CORSO PER CORSO PER OPERATORE MASSAGGIO SPORTIVO Certificazione Sistemi di Gestione Qualità ISO 9001 201 CORSO PER OPERATORE MASSAGGIO SPORTIVO Data: dal 13 al 26 Aprile 2015 Sede: Roma Durata: fase propedeutica

Dettagli

LA BORSITE TROCANTERICA DEL PORTIERE DI CALCIO SECONDA PARTE AGGIORNATA 2013. enrico sarli massofisioterapista allenatore di base B Uefa

LA BORSITE TROCANTERICA DEL PORTIERE DI CALCIO SECONDA PARTE AGGIORNATA 2013. enrico sarli massofisioterapista allenatore di base B Uefa LA BORSITE TROCANTERICA DEL PORTIERE DI CALCIO SECONDA PARTE AGGIORNATA 2013 enrico sarli massofisioterapista allenatore di base B Uefa IL PORTIERE E IL GIOCO DEL CALCIO nel gioco del calcio quello dell

Dettagli

Red! Edizioni presenta. di Benedetto Toso

Red! Edizioni presenta. di Benedetto Toso C O M U N I C A T O S T A M P A Red! Edizioni presenta LA NECK SCHOOL UN PROGRAMMA COMPLETO PER PREVENIRE E CURARE LA CERVICALGIA di Benedetto Toso Collana: STD 041 Formato: 17x24 cm Pagine: 142 Prezzo:

Dettagli

Esercizi per la fatigue

Esercizi per la fatigue Esercizi per la fatigue È stato dimostrato che, praticando una costante e adeguata attività fisica, la sensazione di fatigue provata dal paziente si riduce notevolmente e che di conseguenza si ottiene

Dettagli

Dott. Gianluca Castellarin U.O.C. Ortopedia e Traumatologia ULSS 21 Legnago

Dott. Gianluca Castellarin U.O.C. Ortopedia e Traumatologia ULSS 21 Legnago Dott. Gianluca Castellarin U.O.C. Ortopedia e Traumatologia ULSS 21 Legnago Unità Operativa Complessa di Ortopedia ULSS21 Direttore:Dott. Marco Cassini Dipartimento Chirurgico ULSS21 Direttore: Dott. Franco

Dettagli

ESITI FUNZIONALI DOPO CHIRURGIA MAMMARIA E DOPO RICOSTRUZIONE AL SENO

ESITI FUNZIONALI DOPO CHIRURGIA MAMMARIA E DOPO RICOSTRUZIONE AL SENO ESITI FUNZIONALI DOPO CHIRURGIA MAMMARIA E DOPO RICOSTRUZIONE AL SENO Dott. Livia Bedodi Fondazione IRCCS Istituto Tumori Metis Centro Studi in Oncologia Milano 24 settembre 2008 1 Esiti nella senologia

Dettagli

I MUSCOLI PER CORRERE E PER SALTARE

I MUSCOLI PER CORRERE E PER SALTARE I MUSCOLI PER CORRERE E PER SALTARE Testo e disegni di Stelvio Beraldo L' ottimale di scatti, salti e balzi è legata alla FORZA RAPIDA (o veloce) che è la capacità del sistema neuromuscolare di superare

Dettagli

CARE MED ORTHO. > Nea International bv. More about Push

CARE MED ORTHO. > Nea International bv. More about Push > Nea International bv More about Push P.O. Box 05 699 ZN Maastricht-Airport The Netherlands T: + (0)4-407 9 0 www.push.eu info@push.eu CARE MED ORTHO care/med/ortho ore 5:45 E ora di tornare alla libertà

Dettagli

ESERCIZI PER TUTTI I GIORNI PER CONTINUARE A PRENDERSI CURA DELLA PROPRIA SCHIENA. Per le foto ringraziamo Nicoletta VERGARO

ESERCIZI PER TUTTI I GIORNI PER CONTINUARE A PRENDERSI CURA DELLA PROPRIA SCHIENA. Per le foto ringraziamo Nicoletta VERGARO ASL 4 CHIAVARESE DIPARTIMENTO della RIABILITAZIONE e della DISABILITA Direttore: Dott.ssa Valeria LEONI S.C. MEDICINA FISICA E RIABILITATIVA A cura di: Mirella DEFILIPPI - Sonia CERETTO CASTIGLIANO - Alice

Dettagli

LA RIABILITAZIONE DEI TRASFERIMENTI TENDINEI. Dr Ft Valerio Massimi

LA RIABILITAZIONE DEI TRASFERIMENTI TENDINEI. Dr Ft Valerio Massimi LA RIABILITAZIONE DEI TRASFERIMENTI Dr Ft Valerio Massimi Ridondanza muscolare: possibilità di sacrificare un muscolo per destinarlo ad altra funzione. Non fa perdere il movimento originario. es.: muscoli

Dettagli