Manuale di OpenOffice.org 3.0 Principi di base Writer

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Manuale di OpenOffice.org 3.0 Principi di base Writer"

Transcript

1 Manuale di OpenOffice.org 3.0 Principi di base Writer

2 Convenzioni Sx = Premere il pulsante sinistro del mouse Dx = Premere il pulsante destro del mouse Invio = Confermare premendo il pulsante Invio o Enter da tastiera Selezionare oggetto = Premere il pulsante sinistro del mouse Menù contestuale = Dx su Oggetto Aprire oggetto = 2 click Sx veloci sull'oggetto Definizioni Selezionare = Sx sull'oggetto, è necessario prima di compiere qualsiasi azione su qualsiasi oggetto Selezionare testo = Premere e mantenere premuto Sx all'inizio del testo che vogliamo selezionare e solleviamo Sx alla fine della selezione. Il testo selezionato è visualizzato in negativo. Menù contestuale = Dx sull'oggetto visualizza un Menù di azioni che si possono effettuare sull'oggetto selezionato Paragrafo = I caratteri che intercorrono dall'inizio del documento fino al primo Invio, oppure tra un invio e l'altro. Corpo = Dimensione del carattere ii

3 OpenOffice.org 3.0 OpenOffice.org 3.0 è molto più di una semplice applicazione di produttività. Con questa nuova versione, i componenti di base - il word processor, il foglio elettronico, il modulo per le presentazioni, quelli per la grafica business, le formule e la gestione dei database - vengono integrati con le funzionalità delle estensioni, che in alcuni casi offrono novità assolute per il mercato dell'office automation. OpenOffice.org ha scelto un approccio architetturale estremamente modulare, che consente a chiunque di aggiungere nuovi servizi e funzionalità. I singoli utenti, le aziende private e gli enti pubblici continuano a passare a OpenOffice.org per le sue funzionalità e la sua compatibilità con MS Office, caratteristiche che migliorano ulteriormente con la versione 3.0, che è disponibile in modo nativo anche per Mac OS X e quindi ci permette di raggiungere un nuovo gruppo di utenti e dei nuovi mercati". "OpenOffice.org 3.0 è più potente e veloce rispetto alle versioni precedenti, e con il supporto per i file.accdb di MS Access 2007, quello migliorato per le macro VBA, e la capacità di leggere i documenti OOXML di MS Office 2007, rende ancora più semplice e trasparente la migrazione dal software proprietario a quello libero", aggiunge Italo Vignoli, Responsabile Marketing del Progetto Linguistico Italiano OpenOffice.org.OpenOffice.org 3.0 ha un aspetto grafico completamente rinnovato, con un nuovo start center e un nuovo insieme di icone, e offre una lunga serie di funzionalità completamente nuove Writer (word processing): visualizzazione di più pagine in fase di modifica del documento, migliore gestione degli strumenti linguistici che vengono installati come estensioni (doppio clic), migliore gestione delle note. Calc (foglio elettronico) : aumento delle dimensioni del foglio a 1024 colonne, nuovo modulo per la risoluzione dei problemi di programmazione lineare, nuove funzionalità di collaborazione per gruppi di utenti. Impress (presentazioni): possibilità di inserire le tabelle nella presentazione. Draw (disegno e grafica) : aumento delle dimensioni del foglio fino a nove metri quadrati (300cm x 300cm). OpenOffice.org 3.0 migliora anche il supporto delle estensioni, che offrono alcune funzioni completamente nuove come il supporto multilingue, la reportistica per le aziende, la riduzione delle dimensioni delle presentazioni (comprese quelle di MS Office, di dimensioni megalitiche, sulle quali lo stesso MS Office permette di intervenire solo manualmente), lo schermo per il presentatore, e infine la modifica dei file PDF e la gestione del PDF ibrido, ovvero un file PDF che OpenOffice.org gestisce come un normale file ODF modificabile. Download OpenOffice.org 3.0 in italiano: Modelli in Italiano: OpenOffice.org nelle altre lingue: Estensioni per OOo: Dizionario Italiano: it iii

4 Indice generale Nuove funzionalità OpenOffice.org FUNZIONALITÀ GENERALI...1 WRITER (ELABORAZIONE TESTI)...1 CALC (FOGLIO ELETTRONICO)...2 IMPRESS (PRESENTAZIONI)...2 FUNZIONALITÀ RILASCIATE COME ESTENSIONI...3 ALTRE FUNZIONALITÀ...4 Benvenuti...5 Mouse e tastiera...8 Mouse...8 Tastiera...8 Tastiera speciale nascosta...10 Tasti funzione...10 L'avvio...11 Aprire OpenOffice.org Writer...11 Finestra del programma...11 Le barre...12 Manipolare il testo...15 Digitazione del testo e definizione di paragrafo...15 Posizionamento del punto di inserimento...15 Inserimento di caratteri speciali quali...15 Sovrascrivere testo...16 Selezione testo...16 Selezionare testo non adiacente...17 Modalità di selezione...18 Trascinamento della selezione...18 Modo selezione...19 Eliminazione del testo...19 Taglia, Copia e Incolla...20 Annullare le azioni...21 Formattazione di base...22 Formattazione del carattere...22 La barra di formattazione...22 Formato Carattere...23 Carattere...23 Effetto carattere...24 Sfondo...25 Posizione...26 Formattazione dei paragrafi...27 Formattare il paragrafo...27 Copia della formattazione con Formatta pennello...27 Stile paragrafo...28 Allineamenti...30 Rientro...31 Spazio tra i paragrafi...32 Interlinea, spazio tra le righe...33 Interruzioni...33 iv

5 Tabulazioni...35 Tipi di Tabulazioni...35 Impostare le Tabulazioni...35 Elenchi...37 Tipi di elenchi...37 Elenchi puntati...37 Bordi, sfondi e foto...39 Nella pagina...39 Nel paragrafo...39 Nel carattere...39 Nella testata...39 Nel piè di pagina...40 Ortografia...41 Attivare o disattivare...41 Accettare la correzione...41 Cerca e sostituisci...43 Come usare la finestra...43 Cerca e sostituisci...43 Attributi...44 Tabelle...45 Inserire una Tabella...45 Inserisci riga...46 Cancella riga...46 Inserisci colonna...47 Cancella colonna...47 Formattare Tabella...47 Inserimento di immagini...49 Proprietà dell'oggetto immagine...49 Formato dell'immagine...51 Gallery...54 Anteprima e copia dell'oggetto Gallery...54 Impostazioni a Libro...56 Impostazioni per pagine affiancate...56 Inserire il numero di pagina...60 Inserire il nome del capitolo nelle testate...61 Stampa...64 Prima di stampare...64 Stampare tutto il documento...65 Stampare la pagina corrente...66 Opzioni...67 Scheda Generale...67 Scheda Vista...67 Scheda Formattazione...68 Scheda Griglia...69 Scheda Stampa...70 Caratteristiche avanzate...72 Esportazione in formato PDF...72 Intestazioni e piè di pagina...73 v

6 I comandi di campo...74 Inserimento dei comandi di campo...74 Comandi di campo predefiniti...75 Inserire i numeri di pagina...75 Gestione degli stili...76 Lo stilista...76 Applicare gli stili di un modello o di un documento...77 Applicare uno stile ad un oggetto...78 Modificare uno stile...79 Creare un nuovo stile...81 Eliminazione di uno stile...83 Indici e sommari...84 Sommari...84 Modifica ed aggiornamento degli indici...86 vi

7 Nuove funzionalità OpenOffice.org 3.0 Nuove funzionalità OpenOffice.org 3.0 FUNZIONALITÀ GENERALI Supporto per Mac OS X OpenOffice.or g 3.0 gira in modo nativo in ambiente Mac OS X, senza il bisogno di X11, e si comporta come qualsiasi altra applicazione Aqua. Inoltre, supporta il VBA e integra la funzione di Solver che sono state escluse dalla versione per Mac di MS Office. Supporto di ODF 1.2 OpenOffice.or g 3.0 supporta Open Document Format (ODF) 1.2, l'ultima v per i metadati basato sugli standard RDF e OWL del W3C. ODF è riconosciuto e adottato da un numero crescente di Paesi, e utilizzato da molte aziende per le loro applicazioni. Filtro di importazione per Microsoft Office 2007 Oltre a leggere e scrivere i formati binari proprietar i dei file di MS Office (.doc,.xls,.ppt), OpenOffice.or g 3.0 è in grado di leggere i documenti creati con MS Office 2007 per Windows o 2008 per Mac OS X (.docx,.xlsx,.pptx), e quindi consente un interscambio completo con coloro che ancora utilizzano MS Office. I filtri permettono inoltre la creazione di ambienti misti, in cui alcuni utenti usano MS Office e altri usano OpenOffice.org. Grafica dell'interfaccia OpenOffice.or g 3.0 utilizza icone completamente ridisegnate e un'interfaccia più moderna e colorata, che lo rendono più intuitivo e attuale. Schermo di Benvenuto Lanciando l'applicazione, l'utente si trova davanti uno schermo di benvenuto con cui può scegliere se creare un nuovo documento con uno dei sei moduli o aprire un modello o un documento già esistente, o cercare un modello o un'estensione da installar e. Supporto XML e filtri XSLT OpenOffice.or g supporta le note, i valori dei campi e le intestazioni superiori a sei per l'esportazione verso XHTML, e permette anche a Internet Explorer di leggere i documenti grazie alla modifica dell'estensione in.html. In futuro, sarà possibile aggiornare i filtr i XSLT con un'estensione, in modo da sganciare l'operazione dalla data di rilascio delle nuove versioni di OOo. WRITER (ELABORAZIONE TESTI) Visualizzazione di più pagine OpenOffice.or g 3.0 offre un controllo a scorrimento, posto in basso a destra nella schermata, che permette di passare dalla visualizzazione di una porzione di pagina a quella di più pagine affiancate e sovrapposte (a seconda del numero di pagine visualizzate), mantenendo le funzioni di redazione e modifica del testo. Si tratta di 1/91

8 Nuove funzionalità OpenOffice.org 3.0 una funzionalità particolarmente utile con gli schermi di grandi dimensioni o con il doppio schermo. Note La funzionalità di gestione delle note di OpenOffice.or g 3.0 visualizza la nota sul margine del documento, con un colore diverso per ciascun autore, in modo tale da rendere molto più facile la creazione, la lettura e la modifica. Selezione della Lingua Lo strumento di selezione della lingua assegna una lingua diversa a ciascun paragrafo in modo molto semplice, per facilitare la redazione e il controllo ortografico del testo. I dizionari per il controllo ortografico vengono gestiti come estensioni, per cui sono molto facili da installare con un doppio clic. CALC (FOGLIO ELETTRONICO) Solver (Risolutore) OpenOffice.org ha un modulo "solver" che permette di risolvere i problemi in cui il valor e ottimale di una cella del foglio elettronico deve essere calcolato in base a vincoli definiti da altre celle. Il modulo è inter essante per gli utenti Mac, visto che MS Office 2008 per Mac OS X non offre più questa funzionalità. Collaborazione La nuova funzionalità di OpenOffice.org 3.0 permette la collaborazione tra diversi utenti sullo stesso foglio elettronico, attraverso una condivisione che consente di aggiungere dati che il proprietario del documento può integrar e con pochi clic. La nuova funzionalità permette inoltre di evitare i conflitti sulle modifiche. Funzioni della grafica business Il modulo per la grafica business permette di creare barre di errore personalizzate basate su serie fornite dalle celle del foglio elettronico, equazioni di regressione e coefficienti di correlazione colonne per foglio OpenOffice.org 3.0 è in grado di gestire una quantità di dati largamente superior e rispetto al passato grazie al supporto di 1024 colonne per foglio, pari al quadruplo rispetto alle precedenti 256. IMPRESS (PRESENTAZIONI) Ritaglio delle immagini La funzione di ritaglio delle immagini di OpenOffice.org 3.0 funziona come nella maggior parte delle applicazioni, con una serie di "maniglie" agli angoli e ai lati che vengono trascinate con il mouse, e viene attivata con il menù contestuale a cui si accede attraverso il pulsante destro. Stampa Un menù a tendina permette di scegliere il numero delle slide da stampare con un 2/91

9 Nuove funzionalità OpenOffice.org 3.0 certo layout, il formato e l'orientamento della carta. Tabelle native OpenOffice.org 3.0 permette l'inserimento e la modifica delle tabelle direttamente nelle presentazioni, in modo nativo e non più come oggetti Calc "embedded". Per sfruttare questa funzionalità nel modo migliore, ci sono alcuni modelli con tabelle colorate che permettono di rendere più accattivante la presentazione. Supporto del doppio schermo OpenOffice.org 3.0 supporta il doppio schermo, per consentire a chi presenta di avere sotto controllo la slide successiva, il flusso della presentazione, il contenuto delle note e la durata della presentazione grazie all'estensione Presenter Console. FUNZIONALITÀ RILASCIATE COME ESTENSIONI Presentation Minimizer L'estensione Sun Presentation Minimizer permette di ridurre le dimensioni del file della presentazione, anche in formato MS PowerPoint, attraverso la compressione delle immagini e la rimozione dei dati inutilizzati e l'ottimizzazione per la stampa (risoluzione di 300 punti per pollice), il proiettor e (150 punti per pollice) oppure lo schermo (75 punti per pollice). Report Builder L'estensione Sun Report Builder permette di creare report dai database, definendo gli elementi della pagina e i contenuti dei campi con grande flessibilità. Weblog / Wiki Publisher Le estensioni Sun Weblog Publisher e Sun Wiki Publisher permettono di creare rispettivamente post e pagine wiki direttamente con Writer, senza conoscere il linguaggio specifico dei principali motori per la gestione dei blog o di MediaWiki. Presenter Console L'estensione Presenter Console permette all'oratore di visualizzare sullo schermo del proprio computer la slide successiva o le note, oppure la sequenza delle slide, oltre alla durata del proprio intervento, mentre il pubblico vede solamente la slide proiettata sullo schermo. PDF Import L'estensione PDF Import permette di importare i file PDF per la modifica con il modulo Draw, che permette di conservare l'aspetto grafico originar io della pagina pur modificando immagini e porzioni di testo. La novità più importante, però, è la creazione di file PDF "ibridi" che combinano le caratteristiche del PDF (stampa e visualizzazione indipendente dalla piattaforma) con quelle di ODF, e quindi sono dei documenti "normali" che Writer, Impress, Calc o Draw - a seconda di quale applicazione è stata utilizzata - possono gestire con tutte le loro funzionalità. 3/91

10 Nuove funzionalità OpenOffice.org 3.0 ALTRE FUNZIONALITÀ Programmabilità OpenOffice.org permette di sviluppare estensioni che aggiungono funzionalità alla suite, senza aumentare le dimensioni del programma per gli utenti che non hanno bisogno di esse. L'architettura viene utilizzata per aggiungere dizionari ortografici, funzioni specifiche, modelli per uno o tutti i moduli, e permette l'installazione con un semplicissimo doppio clic sul file dell'estensione. 4/91

11 Benvenuti Benvenuti 5/91

12 Benvenuti Questa è la finestra della scelta del programma che desideriamo utilizzare. Documento di testo, apre Writer, Programma di testo Foglio elettronico, apre Calc, Foglio elettronico Presentazione, apre Impress, per presentazioni multimediali Disegno, apre Draw, Programma di disegno Database, apre Base, Programma Database Formula, apre Math, Programma di formule Apre una finestra dove scegliere oggetti già fatti Apre la finestra per aprire documenti già esistenti Se non abbiamo l'icona del programma nel desktop, la cerchiamo in: Sx su Start / Tutti i programmi /OpenOffice.org 3.0 / OpenOffice.or g, apre finestra generale di tutti i programmi di OpenOffice.org OpenOffice.org Base, Programma Database di archivio OpenOffice.org Calc, Foglio elettronico per far di conto OpenOffice.org Draw, Programma di disegno OpenOffice.org Impress, Programma per presentazioni multimediali OpenOffice.org Math, Programma di formule OpenOffice.org Writer, Programma di testo 6/91

13 Benvenuti Ecco come si presenta la Nuova Finestra del programma Writer 7/91

14 Mouse e tastiera Mouse e tastiera Mouse Il mouse serve per selezionare oggetti, confermare e aprire menù contestuali. Con un click, il sinistro, una sola volta, selezioniamo un oggetto (un'icona, immagine, testo, menù), se invece premiamo due volte consecutive rapide, esegue l'azione di apertura, se è un programma, viene avviato. Se esiste una rotellina tra i due pulsanti serve per scorrere le pagine far salire o scendere la pagina nel monitor, con il pulsante destro Dx vediamo il Menù contestuale dal quale scegliamo le azioni che possiamo compiere sull'oggetto. Tastiera Nella tastiera, oltre i tasti lettere e numeri, ci sono dei pulsanti che ci interessano in modo particolare, o vanno in abbinamento con altri. Partendo dall'alto a sinistra troviamo il tasto Esc, ci serve per uscire o interrompere comandi errati, ed i tasti funzione F1, F2 F12. (con F11 apriamo Stili e formattazione, F4 database, con F5 il Navigatore). La parte estrema sinistra contiene dall'alto in basso, il pulsante \ e, sotto Tab contraddistinto dalle classiche due freccette, ci serve per spostarci verso destra in modo standard, 10 caratteri per volta oppure se abbiamo impostato le Tabulazioni incolonniamo i dati in modo corretto. Il Fissa maiuscolo (Caps Lock) consente la scrittura di caratteri maiuscoli, per tornare alla scrittura normale è sufficiente ripremere il pulsante, quando è attivo, si illumina una spia sulla tastiera numerica. Il tasto Maiusc (Shift) viene premuto assieme alla lettera che vogliamo 8/91

15 Mouse e tastiera maiuscola, oppure per scrivere i caratteri che sono sopra i numeri come $ % & /. Ctrl (Control), l'ultimo pulsante in basso a sinistra, ci serve per compiere azioni in abbinamento con altri tasti, per esempio dopo aver selezionato un oggetto lo vogliamo copiare, premiamo e manteniamo premuto il tasto Ctrl e premiamo la lettera C, l'oggetto viene memorizzato negli appunti, poi premiamo Ctrl+V per incollarlo nella posizione desiderata. Di fianco abbiamo il pulsante Windows, visualizza il menù di Avvio, poi troviamo il pulsante Alt, anche questo pulsante viene usato in associazione con altri tasti. Dopo la barra di spazio c'è il pulsante Alt Gr, nelle tastiere recenti ci permette di scrivere la divisa dell'euro premendolo e digitando contemporaneamente la lettera e, come pure la chiocciolina per la posta elettronica, Alt Menù contestuale dell'oggetto selezionato. Alla destra dei pulsanti delle lettere, troviamo altri pulsanti interessanti, il primo è il tasto Back Space, contrassegnato da una freccia verso sinistra, ci permette di cancellare, alla pressione del tasto, ciò che è alla sinistra del cursore. Sotto vediamo il pulsante più grande Invio (Enter) serve per confermare. Sotto abbiamo un altro tasto per il Maiuscolo e ancora sotto un altro pulsante Control Ctrl. A sinistra e in alto a sinistra della tastiera numerica, vediamo il pulsante Stamp R Sist, alla pressione del tasto, il computer memorizza negli appunti, ciò che appare nel monitor. Apriamo un programma di gestione delle foto, apriamo un file nuovo e premiamo incolla. Ora l'immagine che era nel monitor è una foto che possiamo elaborare. A fianco abbiamo Bloc Scorr e Pausa Interr. Sotto, Home ci permette di spostarci all'inizio della riga, mentre, se premuto assieme al tasto Ctrl, ci porta all'inizio del documento (Ctrl+Home). Sotto, Ins predisponiamo il programma all'inserimento, se lo disattiviamo, quando scriviamo cancelliamo i caratteri che seguono. Sotto Canc ci permette di cancellare qualsiasi oggetto precedentemente selezionato. A fianco in alto il pulsante Fine, che ci sposta alla fine della riga, se premuto con Ctrl ci porta alla fine del documento (Ctrl+Fine). Sotto, PagUp ci spostiamo nella pagina precedente. Con il tasto PagDn passiamo alla pagina seguente. Sotto abbiamo le 4 frecce direzionali, ci permettono di muoverci solo come posizione all'interno del documento senza eseguire alcuna funzione. Esaminiamo ora la tastiera dei numeri. Sopra la testata abbiamo 3 spie, ci segnalano l'attivazione del blocco dei numeri, la seconda Fissa maiuscolo ci avvisa che stiamo scrivendo in MAIUSCOLO, la terza blocca scorrimento quando attiviamo (Bloc Scorr). Vediamo ora i tasti in successione standard: Bloc Num, attivare per scrivere numeri, attiva la spia, barra di suddivisione per le date /, segno di moltiplicazione *, segno di sottrazione -. Seconda fila e pulsantone segno +, quarta fila e pulsantone segno +, quarta fila e pulsantone Invio, ultima fila zero 0, punto. o Canc e di nuovo pulsantone Invio. 9/91

16 Mouse e tastiera Tastiera speciale nascosta Ci sono dei segni che possiamo visualizzare sullo schermo e venir stampati anche se non ci sono i relativi tasti. Possiamo visualizzare la parentesi graffa, premendo e mantenendo premuto il tasto Alt, premere sulla tastiera numerica abilitata il numero 123. Al sollevare il tasto Alt, verrà visualizzata la parentesi graffa aperta: {. Alt+123 { Alt+125 } Alt+126 ~ Alt+180 Alt+0200 È Tasti funzione Tasti di scelta rapida Effetto (F1) Guida di OpenOffice (F2) Barra di calcolo (Ctrl)(F2) Inserimento comando di campo (F3) Espansione testo automatico (Ctrl)(F3) Modifica testo automatico (F4) Apre la vista della sorgente dati (Maiusc) (F4) Seleziona la cornice successiva (F5) Navigatore on/off (Ctrl) (Maiusc)(F5) Navigatore attivo, vai alla pagina numero (F7) Controllo ortografico (Ctrl)(F7) Sinonimi (F8) Modalità selezione estesa (Ctrl)(F8) Contrassegni on/off (Maiusc+F8) Modalità di selezione Aggiungi (Ctrl)(Maiusc)(F8) Modalità selezione blocco (F9) Aggiorna campi (Ctrl)(F9) Visualizza comandi di campo (Maiusc)(F9) Calcola tabella (Ctrl) (Maiusc)(F9) Aggiornare i campi di digitazione e gli elenchi digitazioni (Ctrl)(F10) Caratteri non stampabili on/off (F11) Mostra/Nascondi Stili e formattazione (Maiusc)(F11) Crea modello (Ctrl) (Maiusc)(F11) Aggiorna modello (F12) Elenchi numerati on (Ctrl)(F12) Inserire o modificare una tabella 10/91

17 Mouse e tastiera (Maiusc)(F12) Elenchi puntati on (Ctrl) (Maiusc)(F12) Elenchi numerati/puntati L'avvio Aprire OpenOffice.org Writer Apriamo il programma premendo Start nella barra delle applicazioni, scegliamo: Tutti i programmi, poi OpenOffice 3.0, quindi OpenOffice.org Writer. Finestra del programma Barra del titolo, il Menù, la Barra standard, la Barra della Formattazione, Barra della Tabella, il righello. La pagina: lo spazio riservato all'intestazione, abilitata, lo spazio riservato al corpo del testo. 11/91

18 L'avvio Illustrazione 1: Finestra del programma Le barre La barra del titolo non possiamo modificarla, porta il nome del file aperto Senza nome1. Barra del Menù, faremo riferimento a queste voci per vedere il relativo menù contestuale Barra standard o delle funzioni, contiene icone che premute ordinano al programma un'azione Barra della formattazione, contiene gli oggetti per la formattazione del testo 12/91

19 L'avvio Righello, vediamo quanto spazio abbiamo come margine Ds e Sx e la lunghezza delle righe Barra di scorrimento orizzontale si trova in basso, sul lato destro abbiamo quella verticale. Barra di stato, leggiamo lo stato attuale del nostro file. Testata della pagine Corpo del testo 13/91

20 L'avvio Nella parte inferiore della barra di scorrimento verticale, premendo il pallino azzurro, tra le freccette verso l'alto e le freccette verso il basso, abbiamo la Barra della Navigazione dove possiamo agire nelle rispettive icone. 14/91

21 Manipolare il testo Manipolare il testo Digitazione del testo e definizione di paragrafo Per aggiungere testo al documento è sufficiente iniziare a digitarlo. Quando il testo raggiunge il margine destro, viene eseguito il ritorno a capo automatico alla riga successiva. Possiamo scrivere più frasi, dove ogni frase inizia con una lettera maiuscola e finisce con un punto. Quando terminiamo di scrivere un'unità di testo strutturata intorno ad un'idea, premere il tasto INVIO. In questo modo mandiamo a capo manualmente il punto d'inserimento del testo e andiamo ad inserire nel documento un salto manuale di riga, che delimita un paragrafo. Ciascun paragrafo è delimitato dal marcatore di fine paragrafo ( ). Per vedere i segni di fine paragrafo nel testo fare clic sul pulsante (mostra caratteri non stampabili) sulla barra delle funzioni. Definizione di paragrafo: parte di testo che inizia dopo un invio a capo manuale e termina con un successivo invio a capo manuale. Evitare di premere INVIO alla fine di ogni riga. In questo modo si impedirebbe il ritorno a capo automatico del testo. Premere INVIO solo per iniziare un nuovo paragrafo. Posizionamento del punto di inserimento Se si desidera intervenire in una diversa parte del documento, è necessario spostare il punto di inserimento. Utilizzare il mouse per posizionare il cursore nella posizione desiderata e quindi fare clic. Inserimento di caratteri speciali quali... Per inserire un carattere non disponibile nella tastiera: selezionare Menù Inserisci Carattere Speciale 15/91

22 Manipolare il testo selezionare il tipo di carattere dal menù a tendina Font selezionare il Set di caratteri contenente il simbolo desiderato oppure scorrere la tabella intera fare doppio clic sul simbolo per inserirlo nel documento (è possibile cliccare sul simbolo per visualizzarlo ingrandito) una volta terminato l'inserimento, premere Chiudi Sovrascrivere testo Per sostituire una parte di testo, basta selezionare il testo da sostituire e digitare sulla selezione il testo nuovo. Il tasto Ins che trovi in alto a destra di una tastiera standard italiana a 105 tasti, serve per attivare la modalità di sovrascrittura anche senza che il testo da sovrascrivere sia selezionato. per uscire dalla modalità di sovrascrittura premi nuovamente il tasto Ins o il tasto Esc. Notare che nella barra di stato compare la modalità di scrittura attiva in quel momento (INS o SSC). Selezione testo Per modificare una parte di testo, è innanzitutto necessario selezionarla, ovvero evidenziarla e quindi scegliere un comando o fare clic su un pulsante per eseguire l'operazione da applicare al testo selezionato. Esistono differenti modalità per selezionare il testo: Solo con il mouse: premere e mantenere premuto il tasto sinistro del mouse all'inizio del testo che si vuole selezionare, trascinare il pulsante del mouse e sollevare il tasto sinistro del mouse alla fine della selezione. Una parola: doppio click una frase: tre click un paragrafo: quattro click. Mouse e tastiera: posizionare il cursore all'inizio del testo da selezionare quindi, tenendo premuto il tasto SHIFT cliccare con il mouse alla fine del testo da selezionare Solo con la tastiera: posizionare il cursore all'inizio del testo da selezionare e quindi, mantenendo premuto il tasto SHIFT spostarsi con il cursore fino alla fine del testo da selezionare. SHIFT + per selezionare il testo a dx, SHIFT + per selezionare il testo a sx SHIFT + End per selezionare il testo fino a fine riga, SHIFT + Home per selezionare il testo fino ad inizio riga. Un esempio di testo selezionato è quello indicato nell'immagine sottostante 16/91

23 Manipolare il testo con lo sfondo scuro. Per applicare, ad esempio, il formato grassetto al testo selezionato, fare clic sul pulsante Grassetto sulla Barra degli oggetti di testo sinistro NOTA: Prima di eseguire la maggior parte delle operazioni è necessario selezionare il testo che si desidera modificare. Selezionare testo non adiacente E' possibile selezionare parti di testo non adiacenti in modo da modificare le loro proprietà in un unico istante. Per fare questo occorre selezionare il testo tenendo premuto il tasto CTRL. Modalità di selezione Esistono diverse possibilità di scelta per selezionare rapidamente blocchi di testo come parole, righe e paragrafi. La tabella sottostante ne riassume alcune Per selezionare Una parola Una frase Un paragrafo Un elemento grafico Una o più righe Qualsiasi parte di testo Procedura Fare doppio clic sulla parola Fare un triplo clic all'interno della frase del paragrafo Fare un quadriplo clic all'interno del paragrafo Fare clic sull'elemento Trascinare il puntatore dall'inizio alla fine della riga, continuare eventualmente a trascinarlo sulle righe successive. Fare clic nel punto in cui si desidera 17/91

24 Manipolare il testo Parti di testo non contigue tra loro iniziare la selezione Tenere premuto SHIFT e quindi fare clic nel punto in cui si desidera terminare la selezione Tenendo premuto CTRL, e cliccando con il mouse si possono effettuare selezioni libere di testo Per annullare la selezione: fare clic in un punto qualsiasi della finestra del documento premere ESC. Trascinamento della selezione Per spostare rapidamente una parte di testo: selezionare una parte del testo cliccare sulla parte selezionata e, mantenendo premuto il tasto sinistro del mouse, trascinare il cursore nel punto desiderato rilasciare il pulsante del mouse per inserire il testo NOTA: E' possibile trascinare testo o grafica all'interno dello stesso documento, fra diversi documenti o anche fra applicazioni diverse. Modo selezione Mostra la modalità di selezione corrente. Potete scegliere tra STD = Standard, EXT = Estesa, ADD = Aggiungi, BLK = Blocco. Ogni clic in questo campo attiva ciclicamente l'opzione successiva: Visualizzazione: Modo: Effetto: STD Modo standard Un clic sul testo mostra il cursore in quel punto, un clic su una cella la fa diventare quella corrente. La selezione già esistente viene rimossa. EXT Modalità estesa (F8) Facendo clic nel testo potete estendere o ridurre la selezione. RIS Modalità di selezione Viene aggiunto un nuovo elemento alla Aggiungi selezione esistente. Il risultato è una (Maiusc+F8) selezione multipla. BLK È possibile attivare Può essere selezionato un blocco di testo. 18/91

25 Manipolare il testo questa funzione premendo i tasti (Ctrl+Maiusc+F8). Su sistemi Windows, potete tenere premuto il tasto Alt mentre trascinate per selezionare un blocco di testo. Non è necessario inserire la modalità di selezione blocco. Eliminazione del testo Per eliminare solo alcuni caratteri, premere CANC o BACKSPACE (il tasto sopra l'invio con una freccia verso sinistra). Per eliminare una parte di testo di qualsiasi dimensione, è possibile selezionarla e quindi premere CANC o BACKSPACE. Per sostituire rapidamente il testo eliminato: selezionare il testo che si desidera sostituire iniziare a digitare: non appena si preme un tasto, il testo selezionato scomparirà e verrà inserito il nuovo testo. Taglia, Copia e Incolla Le funzioni taglia, copia e incolla sono molto importanti in quanto consentono di risparmiare tempo soprattutto in quelle situazioni dove è richiesta una certa ripetitività del testo. Il principio di funzionamento è il seguente. Il Calcolatore possiede una memoria chiamata appunti. Essa consente di memorizzare delle informazioni in modo temporaneo ed invisibile all'utente. L'utente che voglia utilizzare questa memoria usa quelli che si chiamano comandi di Copia e Taglia. In particolare il comando Copia semplicemente copia la parte di documento selezionata dall'utente negli appunti. Viceversa, il comando Taglia copia la selezione all'interno della tavoletta degli appunti, ma al termine dell'operazione elimina la parte selezionata. Non appena la selezione è stata memorizzata all'interno degli appunti, con il comando Incolla l'utente può quindi incollare la parte di documento memorizzata in un qualsiasi punto all'interno del documento. Per copiare/tagliare una parte di testo: selezionare il testo che si vuole copiare/tagliare cliccare sull'icona (copia) / (taglia) della barra delle funzioni oppure da menù Modifica Copia/Taglia oppure facendo clic con il tasto destro sulla selezione e selezionando Copia/Taglia dal menù. posizionare il cursore nel luogo dove si vuole inserire il testo e cliccare sull'icona della barra delle funzioni oppure da menù Modifica Incolla, oppure facendo clic con il tasto destro del mouse nel punto in cui si vuole incollare e selezionando Incolla dal menù. 19/91

26 Manipolare il testo E' possibile copiare del testo o spostarlo sia all'interno di uno stesso documento che da un documento OpenOffice aperto ad un'altro aperto. Le stesse funzioni di copia/taglia ed incolla possono essere eseguite usando solo la tastiera con le seguenti combinazioni di tasti: Ctrl+ c = copia Ctrl+ x = taglia Ctrl+ v = incolla. Annullare le azioni In caso di errore, è possibile annullare l'azione o il comando eseguito. E' possibile, ad esempio, ripristinare una parola eliminata per errore o ripetere un'azione precedentemente annullata. Per annullare l'ultima operazione eseguita: cliccare sul pulsante Annulla presente sulla Barra delle funzioni oppure Modifica Annulla [] Per ripetere l'ultima operazione annullata: cliccare sul pulsate Ripeti presente sulla Barra delle funzioni oppure Modifica Ripeti [] E' possibile annullare/ripetere più operazioni premendo ripetutamente il pulsante 20/91

27 Formattazione di base Formattazione di base La formattazione è l'operazione di aggiungere ad un testo le informazioni necessarie a definirne l'aspetto relativamente alla distribuzione del testo nella pagina e agli attributi dei caratteri (colori, dimensioni, stile etc.). Gli interventi principali che si possono fare su un testo riguardano quindi il carattere con cui è composto ed il paragrafo. Sono inoltre possibili, sempre sul documento di testo, operazioni sul formato di ogni singola pagina. Formattazione del carattere Il primo elemento del testo che si può modificare è il carattere. La dimensione e l'aspetto del testo vengono definiti principalmente dal tipo di carattere (font) che usiamo. Il tipo di carattere, o font, è un insieme di lettere, numeri e segni di punteggiatura che hanno in comune uno stesso spessore, larghezza e disegno. Le due principali famiglie sono i caratteri con grazie, o serif (come Time New Roman), e quelli senza grazie, o sans-serif (come Arial). Puoi stabilire quale carattere utilizzare per il tuo testo prima di cominciare a scrivere, puoi modificare il tipo di carattere di tutto il testo alla fine, oppure puoi cambiare il carattere solo per una parte del testo, anche per una sola parola. La barra di formattazione La Barra di formattazione permette di modificare velocemente le caratteristiche del carattere usate frequentemente come: il tipo Times, Arial etc., la dimensione, lo stile, l'allineamento, i rientri, il colore, il colore di evidenziazione ed il colore di sfondo. Stilista Stile paragrafo Carattere Dimensione Allineamento Elenchi Rientri Colori Per modificare le caratteristiche del carattere selezionare il testo che si vuole modificare ed agire sulla Barra di formattazione. Per selezionare i colori del carattere, dell'evidenziazione e di sfondo, fare clic sul triangolino alla destra delle rispettive icone e selezionare il colore: 21/91

28 Formattazione del carattere NOTA: Non dare lo stesso colore sia allo sfondo che al carattere, perché il testo non sarebbe visibile. Esempio: per applicare il formato grassetto ad un testo già digitato selezionare il testo desiderato fare clic sul pulsante Grassetto sulla Barra degli oggetti di testo E' possibile cambiare il tipo di carattere, la dimensione in punti oppure per applicare formati differenti direttamente agendo sulla barra degli oggetti di testo (vedere figura sotto) NOTA: Per eliminare una formattazione grassetto/corsivo/sottolineato premere nuovamente il pulsante relativo alla formattazione da rimuovere, dopo avere selezionato il testo in questione. Formato Carattere Non tutte le caratteristiche del carattere sono disponibili nella Barra di formattazione. Per applicare altri tipi di formattazioni al testo scegliere Menù Formato Carattere; oppure selezionare il testo e premere tasto destro del mouse e selezionare Carattere. Compare una finestra di dialogo che permette di modificare tutte le opzioni, suddivise in schede, relative al carattere. Carattere In questa scheda è possibile cambiare i seguenti attributi: Font (tipo di carattere), la dimensione in punti tipografici (10, 12, 14 etc. dove un punto corrisponde a circa 0,37mm). 22/91

29 Formattazione del carattere Lo stile: il grassetto, il corsivo e il sottolineato Stile del carattere Tipo di carattere Dimensione del carattere in punti Anteprima del carattere selezionato 23/91

30 Formattazione del carattere Effetto carattere Effetti: maiuscolo,minuscolo, titolo, maiuscoletto Testo In rilievo o incavato Gli effetti che si possono applicare ai caratteri sono: sottolineato: viene utilizzato come evidenziatore, con la possibilità di assegnare un colore alla linea di sottolineatura barrato: è un effetto che può essere utilizzato per mettere in evidenza una correzione del documento colore carattere: è possibile selezionare il colore del carattere effetti: permette di impostare il testo come: MAIUSCOLO minuscolo Titolo MAIUSCOLETTO rilievo: è possibile scegliere tra il testo in rilievo e incavato ncavato, o nessuno Selezionare le caselle insieme o singolarmente: Contorno: viene visualizzato soltanto il contorno dei caratteri Ombreggiato: Ombreggiato consente di assegnare un'ombra ai caratteri Lampeggiante: il testo selezionato diventa lampeggiante Sfondo Permette di selezionare lo sfondo desiderato per la parte di testo selezionata 24/91 Sfondo selezionato

31 Formattazione del carattere Posizione permette di impostare le seguenti opzioni: spaziatura a 270 scrittura di prova rotazione scrittura di prova apice 51/2 scrittura di prova pedice 51/2 scrittura di prova normale scrittura di prova a 90 scrittura di prova (espansa). 25/91

32 Formattazione dei paragrafi Formattazione dei paragrafi Il concetto di paragrafo è centrale in un applicativo di videoscrittura come Writer: è al paragrafo che sono associati attributi di formattazione importanti come l'allineamento del testo, i rientri e la spaziatura del testo sulla pagina. Ricordiamo la definizione di paragrafo già data precedentemente: parte di testo che inizia dopo un invio a capo manuale e termina con un successivo invio a capo manuale. Nota: per mandare a capo il testo senza creare un nuovo paragrafo premere la combinazione Maiusc + invio,oppure vai in Inserisci - Interruzione manuale e poi seleziona interruzione di riga. Formattare il paragrafo La formattazione dei paragrafi serve per dare una forma grafica ed una posizione specifica. Possiamo intervenire sul paragrafo selezionandolo e dopo esserci posizionati all'interno della selezione, premiamo Dx apparirà il Menù contestuale dal quale sceglieremo Paragrafo. In ogni caso per selezionare un singolo paragrafo è sufficiente posizionare il punto d'inserimento del testo al suo interno. Stile paragrafo Allineamento Elenchi Rientri Possiamo stabilire tutte queste formattazioni prima di inserire il testo nel documento o dopo selezione. Copia della formattazione con Formatta pennello Potete utilizzare lo strumento Formatta pennello per copiare la formattazione da un testo o un oggetto selezionato e applicarla a un altro testo o oggetto. 1. Selezionate il testo (in Writer) o l'oggetto di cui volete copiare la formattazione. 2. Nella barra standard, fate clic sull'icona Formatta pennello. Il cursore si trasforma in un barattolo di vernice. Per applicare la formattazione a più selezioni, fate doppio clic sull'icona Formatta pennello. Dopo avere applicato la 26/91

33 Formattazione dei paragrafi formattazione, fate nuovamente clic sull'icona. 3. Selezionate o fate clic sul testo (in Writer) o l'oggetto a cui desiderate applicare la formattazione. Per escludere la formattazione del paragrafo, tenete premuto (Ctrl) mentre fate clic. Per escludere la formattazione del carattere, tenete premuto (Ctrl) (Maiusc) mentre fate clic. Stile paragrafo Per la formattazione ripetitiva dei titoli, intestazioni, utilizziamo lo Stile paragrafo. In questo modo, una volta impostati i dati, è sufficiente selezionare il testo e scegliere la formattazione dallo Stile e formattazione nella barra della formattazione. Premiamo il pulsante dello Stili e formattazione, il primo pulsante nella barra della formattazione, oppure il tasto F11. Nella finestra che appare, Stili e formattazione, premiamo sull'icona Modelli paragrafo, indicato dalla freccia. 27/91

34 Formattazione dei paragrafi Per creare un indice, è indispensabile effettuare l'associazione dello Stile paragrafo con i Titoli ed i Sottotitoli. Premiamo Dx su Intestazione 1 e Sx su Modifica,o su Nuovo per personalizzarne una diversa. Nella finestra risultante definiamo i parametri Carattere, Sfondo Allineamento, tabulazione, rientri, spaziatura ecc. 28/91

35 Formattazione dei paragrafi Al termine premiamo Sx sul pulsante OK, Intestazione1 è stata modificata. Se Nuova è stata definita, abbiamo ora definito il tipo d'intestazione, rimane l'ultimo passo, controllare se è tutto OK Guardiamo in Stile paragrafo, nella barra della formattazione, se esiste Nuova, vuol dire che è stata inserita correttamente Da ora in avanti è sufficiente selezionare il testo e premendo su Nuova ne prenderà la formattazione predefinita. La formattazione è completata. Allineamenti Menù Formato/Paragrafo/ Allineamenti Esaminiamo ora gli allineamenti dei paragrafi, che si ottengono con le icone. La prima serve per allineare a sinistra le righe che compongono il paragrafo selezionato. La seconda serve per centrare le righe che compongono il paragrafo selezionato. La terza serve per allineare a destra le righe che compongono il paragrafo selezionato. La quarta serve per allineare in modo giustificato le righe che compongono il paragrafo selezionato, ciò vuol dire che le righe saranno lunghe uguali, il programma per eseguire questo allineamento interporrà tra le parole spazi più lunghi. Vediam o ora gli esempi. Esempio di allineamento a sinistra: ifghslfd hkj bb b xvbxn v.xnvkb jhsf so sòbsòdf sd fòsofd osdf gòo sdfgoò sdòfog sòdof gsòodifg òosdf gsdf gsodf gòsodf gòosdf gòosdf gsd fgoòsd fg sdfg sdfgs dfòo sòdfg sòdfkg òdfg òsdfg sdf g sòoif gòs odf gòos dfòsdfò gsòdfog sòodif jgòo sidfgòsidfg òois dfòg sdfògo sòdofigj sòdfoijg df dfnsdgmbxnòfgb dnfò 29/91

36 Formattazione dei paragrafi gbdfg kdf gkdf gbòlkdfgbòlkdfgbòldfkgnb òlkxfgnb òxlfkm bòdklfb x Esempio di allineamento centrato: ifghslfd hkj bb b xvbxn v.xnvkb jhsf so sòbsòdf sd fòsofd osdf gòo sdfgoò sdòfog sòdof gsòodifggfòlhksfgkhjsfòglkhjdfgòklhdfgdfgsf s sdf sdjfg skdjfhg dkj dfjg ldfjg dlh dlg dfg dlfkgh dlgj dlfkhg dghfhdfghdlkfldfk hldfg ldkf hldkjg lsdh ldkfg lsdfkh ldfkh lfdkf fg f òosdf gsdf gsodf gòsodf gòosdf gòosdf gsd fgoòsd fg sdfg sdfgs dfòo sòdfg sòdfkg òdfg òsdfg sdf g sòoif gòs odf gòos dfòsdfò gsòdfog sòodif jgòo sidfgòsidfg òois dfòg sdfògo sòdofigj sòdfoijg df dfnsd Esempio di allineamento a destra: sòoif gòs odf gòos dfòsdfò gsòdfog sòodif jgòo sidfgòsidfg òois dfòg sdfògo sòdofigj sòdfoijg df fnsd ifghslfd hkj bb b xvbxn v.xnvkb jhsf so sòbsòdf sd fòsofd osdf gòo sdfgoò sdòfog sòdof gsòodifg òosdf gsdf gsodf gòsodf gòosdf gòosdf gsd fgoòsd fg sdfg sdfgs dfòo sòdfg sòdfkg òdfg òsdfg sdf g sòoif gòs odf gòos dfòsdfò gsòdfog sòodif jgòo sidfgòsidfg òois dfòg sdfògo sòdofigj sòdfoijg df fnsd Esempio di allineamento giustificato: ifghslfd hkj bb b xvbxn v.xnvkb jhsf so sòbsòdf sd fòsofd osdf gòo sdfgoò sdòfog sòdof gsòodifg òosdf gsdf gsodf gòsodf gòosdf gòosdf gsd fgoòsd fg sdfg sdfgs dfòo sòdfg sòdfkg òdfg òsdfg sdf g sòoif gòs odf gòos dfòsdfò gsòdfog sòodif jgòo sidfgòsidfg òois dfòg sdfògo sòdofigj sòdfoijg dbju bbf dfn dsòoif gòs odf gòos dfòsdfò gsòdfog sòodif jgòo sidfgòsidfg òois dfòg sdfògo nvnn sòdofigj s Rientro Menù Formato/ Paragrafo/ Rientro 30/91

37 Formattazione dei paragrafi Sx per il Rientro Prima del testo, o Dopo il testo e quello della Prima riga. Nella finestra possiamo stabilire tutti gli attributi del paragrafo. Lo spazio tra i paragrafi: Distanza Sopra il paragrafo e Sotto il paragrafo, distanza prima o dopo ogni paragrafo selezionato. Per i rientri premere Prima del testo, rientro a destra del paragrafo, Dopo il testo rientro a sinistra. Vediamo gli esempi: Rientro da sinistra 1 Cm con allineamento giustificato ifghslfd hkj bb b xvbxn v.xnvkb jhsf so sòbsòdf sd fòsofd osdf gòo sdfgoò sdòfog sòdof gsòodifg òosdf gsdf gsodf gòsodf gòosdf gòosdf gsd fgoòsd fg sdfg sdfgs dfòo sòdfg sòdfkg òdfg òsdfg sdf g sòoif gòs odf gòos dfòsdfò gsòdfog sòodif jgòo sidfgòsidfg òois dfòg sdfògo sòiiofigj shfg fdg hdsfgh dfgj fghj fghj fghyj fghj cfg dfgh u kjgkhgjklghj kf hgjk dghjs erdgqwef awsef sfg hfgjhk ghjkl gjkil gjikl gjkl ghjk, fghjdsfgh sdfg sdfh fghfghkj hgjk ghlj hjlkò hkl. Gjkdfgh sdf gxsdfghb cvghjm ghvj hjk ghjk,fghfg adfrg dfg fg hbfghn gfh j Rientro da destra 1 Cm con allineamento giustificato ifghslfd hkj bb b xvbxn v.xnvkb jhsf so sòbsòdf sd fòsofd osdf gòo sdfgoò sdòfog sòdof gsòodifg òosdf gsdf gsodf gòsodf gòosdf gòosdf gsd fgoòsd fg sdfg sdfgs dfòo sòdfg sòdfkg òdfg òsdfg sòlk so sfdòl kjsfd klsklgfdjòlkfjh òslkfdjhòslkfd jòslkfd jsòlfdkjh òslkfdgjsò ldfkjglfk hj jgfgh dfg dfg ghj fghjk fjhk fhjk hjkg hjkg hjk gfhjk fhjkg hjk ghjk hgjk ghjk ghjk yujhdzlk aòdofig aòfdso hadfòoi dfò oisdf òodif òadoif òdofi sòdofi sdòfoi sòdfoi jsdòfoi òoij sdòfogij sfòogij sdfios jfoig jsdfoig dfoig dfoig Rientro a destra prima riga 1 Cm con allineamento giustificato ifghslfd hkj bb b xvbxn v.xnvkb jhsf so sòbsòdf sd fòsofd osdf gòo sdfgoò sdòfog sòdof gsòodifg òosdf gsdf gsodf gòsodf gòosdf gòosdf gsd fgoòsd fg sdfg sdfgs dfòo sòdfg sòdfkg òdfg òsdfg sdf g sòoif gòs odf gòos dfòsdfò gsòdfog sòodif jgòo sidfgòsidfg òois dfòg sdfògo sòdofigj hj fhj kfhyj kfhjk hjk ghj ghjk ghj kg hjkgjh fhjk fghk fghj dgfhj ghj cghnmj vcbn vbnmvbnmbnhgj fghj cvbcxb cxb cxb dcxb cb gb cgh dtgh dth t kjhtckuytk uytobliuyno liubyliunyòliomòoiunòoi buyòo ivy7òoiyòl iuycliu lyvliu byliuynpò oiyupòoi unèoiu nè Rientro a sinistra prima riga 1 Cm. Rientro paragrafo da destra con allineamento giustificato ifghslfd hkj bb b xvbxn v.xnvkb jhsf so sòbsòdf sd fòsofd osdf gòo sdfgoò sdòfog sòdof gsòodifg òosdf gsdf gsodf gòsodf gòosdf gòosdf gnnsd fgoòsd fg sdfg sdfgs dfòo sòdfg sòdfkg òdfg òsdfg sdf g sòoif gòs odf gòos dfòsdfò gsòdfog sòodif jgòo sidfgòsidfg òois dfòg sdfiiiigo sòdofigj sòifgjksf dfgh dghj fgchj fghj fghjkfmg kfjhkf gh fgh fjhkmf ghjfg hfghkm fhjk 31/91

38 Formattazione dei paragrafi Allo stesso modo è possibile impostare i rientri utilizzando il righello: selezionare i paragrafi desiderati trascinare gli indicatori di rientro sul righello Spazio tra i paragrafi Lo spazio tra i paragrafi lo possiamo stabilire Sx Menù Formato/ Paragrafo/ Distanza oppure Dx sul paragrafo Menù contestuale Paragrafo... / Paragrafo/ Distanza Sopra o Sotto Interlinea, spazio tra le righe Menù Formato/ Paragrafo/ Interlinea Interlinea 1.5 righe. Lo spazio è il 50% in più del norm ale (150%) ifghslfd hkj bb b xvbxn v.xnvkb jhsf so sòbsòdf sd fòsofd osdf gòo sdfgoò sdòfog sòdof gsòodifg òosdf gsdf gsodf gòsodf dfkgjsh dfg dfg sh s s dfò s dfgòdh fgsh òsoh gsoògh sòodfg hsòdofg sòodfi sòdofigh sòdofigh òsofigh sòodifg hsòoifg hsòdofigh sdòofig hsòdoifgh sòdofigh òdofigh òsdofih gòosdifg sdofh 32/91

39 Formattazione dei paragrafi Si può avvicinare lo spazio tra le righe Interlinea/proporzionale 50% ifghslfd hkj bb b xvbxn v.xnvkb jhsf so sòbsòdf sd fòsofd osdf gòo sdfgoò sdòfog sòdof gsòodifg òosdf gsdf gsodf gòsodf gòosdf gòoskjfhgsldf gshrpg sh gposh spoi jhpsofggfgfhgfjhjfjhgfhjhgfjhkkgkjglkilhgiuhoihloiholihòhoihòohiohjihh kjuhlhiuhliuhiu hgiulgliuliuhiuhluhlhliuhoiuhi jpsogihj Le righe possono essere avvicinate al meglio con Interlinea/Fissa di o,4 Cm ifghslfd hkj bb b xvbxn v.xnvkb jhsf so sòbsòdf sd fòsofd osdf gòo sdfgoò sdòfog sòdof gsòodifg òosdf gsdf gsodf gòsodf gòosdf gòosdf gsd f goòsd fg sdfg sdfgs dfòo sòdfguhliu gli u ylugl oiug oli ug olugl iu go liugsòdfkg òdfg kjhliugliugligli uhg bliugh bliuh gbliu gbhl iuh gbliub gliul iu hliu hliuh Interruzioni Le interruzioni consentono di arrestare la naturale continuazione del Flusso del testo rimandandolo a nuova riga, a nuova pagina, o a nuova colonna. L'interruzione viene inserita con la voce: Menù Inserisci Interruzione manuale È possibile scegliere anche il Modello su cui si baserà la pagina successiva Se viene inserita un'interruzione di Pagina, e viene scelto il modello per la successiva, è possibile scegliere di cambiare il numero di Pagina e scegliere il numero che assumerà la pagina successiva all'interruzione. Per inserire un'interruzione di riga è possibile utilizzare la combinazione di tasti SHIFT+ INVIO. La pagina può essere anche interrotta con la combinazione di tasti CTRL+INVIO, mentre per la colonna occorrerà combinare i tasti: SHIFT+CTRL+INVIO. 33/91

40 Tabulazioni Tabulazioni Tipi di Tabulazioni Le Tabulazioni s'impostano utilizzando l'icona a sinistra nel righello. Questa icona quando è premuta da Sx per selezionarla, cambia di aspetto. la prima è Allineamento a sinistra la seconda Allineamento a destra la terza Allineamento decimale l'ultima allineamento centrato aaaaaa bbbbbbb 1234,5678 ccccccccccc Impostare le Tabulazioni Per poter impostare le quattro Tabulazioni, come dalla figura sovrastante, prima si seleziona l'icona, situata alla sinistra del righello, che corrisponde alla Tabulazione necessaria, poi con Sx click nel righello sul numero corrispondente alla posizione desiderata. Nel righello sopra, è stato impostata una tabulazione: sinistra a Cm 2, Cm 6 allineamento a destra, Cm 11 allineamento centrato e Cm 15 allineamento decimale. Menù Formato/ Paragrafo.../ Tabulazione Questo è un altro modo per stabilire le Tabulazioni. Premiamo Nuova per scrivere una nuova Tabulazione, poi in Posizione digitiamo a quale distanza vogliamo mettere la Tabulazione, sotto la riga appaiono quelle già impostate. In Tipo quale allineamento desideriamo. In Caratteri riempitivi se desideriamo che lo spazio sia rappresentato da punti, linee od altri caratteri 34/91

41 Tabulazioni...Prova con testo allineato a destra:...testo di prova...prova con testo allineato centrato:...testo di prova...prova con testo allineato a sinistra:...testo di prova...prova di tabulazione con allineamento decimale: 12, Collegamento all' Esercizio 1 del documento Writer_esercizi. 35/91

42 Elenchi Elenchi Tipi di elenchi Elenco Vini Puntati Elenco Vini: Albana Pignoletto Pinot Trebbiano Numerati Elenco Vini: 1. Albana 2. Pignoletto 3. Pinot 4. Trebbiano Strutturati Elenco Vini: 1. Emilia Romagna a) Albana b) Trebbiano 2. Veneto a) Bardolino b) Pinot Elenchi puntati Per formattare un elenco, prima selezioniamo il testo interessato alla modifica, poi premiamo, nella barra della formattazione, questo pulsante per i numerati ed i puntati. Oppure: Menù Formato/Elenchi puntati e num erati.../ Punti 36/91

43 Elenchi Possiamo scegliere tra: punti piccoli o punti grandi Quadratini piccoli o più grandi, freccette più o meno stilizzate, segni di spunta a v o a x. Scegliamo in Selezione tra le otto proposte, confermiamo con OK. 37/91

44 Bordi, sfondi e foto Bordi, sfondi e foto Nella pagina Menù Formato/Pagina.../Bordo o Sfondo Menù Formato/Pagina.../Sfondo/Come/ Colore o Immagine Nel paragrafo Menù Formato/Paragrafo.../Bordo Menù Formato/Paragrafo.../Sfondo/Come/ Colore o Immagine Nel carattere Menù Formato/Carattere.../Sfondo Nella testata Menù Formato/Pagina.../Riga d'intestazione/attiva riga d'intestazione/extra/bordo 38/91

45 Bordi, sfondi e foto Menù Formato/Pagina../Riga d'intestazione/attiva riga d'intestazione/extra/sfondo Colore o Immagine Nel piè di pagina Menù Form ato/pagina.../piè di pagina/attiva piè di pagina/extra/bordo Menù Formato/Pagina../Piè di pagina/attiva piè di pagina/extra//sfondo Colore o Immagine 39/91

46 Ortografia Ortografia Attivare o disattivare Il controllo ortografico lo si può attivare all'inizio della scrittura del documento affinché effettui il controllo ortografico in modo immediato evidenziando la digitazione errata con una sottolineatura rossa (secondo pulsante a destra attivo con sottolineatura rossa ondulata). Per non vedere le sottolineature mentre si digita il testo, bisogna disabilitarlo, è sufficiente premerlo. Al termine della scrittura, Sx all'inizio del lavoro, premere nella barra degli strumenti il primo pulsante per il controllo automatico (ABC spuntato). Oppure: Menù Strumenti/Controllo ortografico Accettare la correzione Avviato il controllo ortografico, il programma controlla parola per parola e la confronta con il vocabolario che ha incorporato e in caso di errore, propone le parole che gli assomigliano per correggerle. Nell'esempio riportato nella finestra sotto, segnala in rosso la parola finesra, e in Proposte, suggerisce finestra. Essendo la parola suggerita, esatta, confermiamo con Sx su Cambia. Il programma passa alla correzione successiva. 40/91

47 Ortografia Non presente nel dizionario = evidenzia la parola controllata che ritiene errata finesra = parola errata, possiamo intervenire per correggerla Proposte = elenco parole alternative Lingua del dizionario = lingua del vocabolario in uso Italiano (Italia) = vocabolario usato per il controllo Ignora questa volta = Non eseguire nessuna cor rezione, passa alla prossima Ignora tut to = Non segnalare nelle prossime volte questo errore Aggiungi = Aggiunge al vocabolario, la parola nuova Cambia = Accetta la proposta di correzione e modifica Cambia tutto = esegue la cor rezione in automatico per le pr ossime che incontra. 41/91

48 Cerca e sostituisci Cerca e sostituisci Come usare la finestra Menù Modifica/Cerca & Sostituisci Scriviamo in Cerca, la parola da trovare e premiamo il pulsante Cerca con Sx. Per cercare la successiva ripremiamo Cerca Cerca e sostituisci Quando in un documento serve sostituire del testo possiamo inserire: in Cerca la par ola da sostituire in Sostituisci la parola corretta. Sx su Cerca. Dopo che ha trovato il primo, se è il caso, Sx su Sostituisci e se vogliamo che la parola venga sostituita per l'intero documento, Sx su Sostituisci tutto, oppure Cerca per passare alla successiva. 42/91

49 Cerca e sostituisci Attributi... Menù Modifica/ Cerca & Sostituisci/ Se dobbiamo cercare non del testo ma attributi di formattazione premiamo il pulsante Attributi... Con Sx effettuiamo le scelte interessate. Usiamo la barra di scorrimento verticale se le opzioni non sono nella lista visiva poi... scelta... 43/91

50 Tabelle Tabelle Inserire una Tabella Prima di inserire una Tabella è necessario decidere dove collocarla, per cui faremo click con Sx in quella posizione poi... Menù Tabella/ Inserisci/ Tabella In Nome scriviamo il nome della Tabella,in Dimensione Tabella: per aumentare il numero delle colonne, Sx sulla freccetta verso l'alto, nella freccia verso il basso ne caliamo il numero. Così per le righe In Opzioni confermiamo con Sx nel quadretto delle voci interessate. L'intestazione ci permette di scrivere nella prima riga il nome del contenuto della colonna che verrà centrato automaticamente. Ripeti intestazione su ogni pagina, permette in una lunga Tabella, di avere il nome dell'intestazione o del nome del campo contenuto, in testa in ogni pagina. 44/91

51 Tabelle Un altro modo per inserire una Tabella è quello di premere con Sx, sull'icona Tabella, nella barra degli strumenti. Appare, una Tabella, mantenendo premuto il Sx lo portiamo verso il basso, per aumentare il numero delle righe, verso destra per aumentare il numero delle colonne. Nella figura abbiamo selezionato 2 colonne e 7 righe Intestazione Prima riga prima colonna Seconda riga prima colonna Nome campo Prima riga seconda colonna Seconda riga seconda colonna Quando inseriamo una Tabella, viene visualizzata la barra, dove possiamo intervenire velocemente 45/91

52 Tabelle Inserisci riga Per inserire una riga: Sx all'interno di una cella, poi Sx sull'icona con la riga verde chiaro. Cancella riga Per cancellare la riga, Sx all'interno di una cella, poi Sx sull'icona con la riga rossa Inserisci colonna Per inserire una colonna Sx nel luogo dove inserirla, poi Sx sull'icona riga verticale verde chiaro Cancella colonna Per cancellare una colonna Sx nella colonna da eliminare, poi Sx sull'icona riga verticale rossa Formattare Tabella I primi 5 pulsanti formattano la cella dove siamo, Il primo pulsante Inserisce tabella, il secondo Stile bordo, il terzo linea cornice, il quarto posizione bordo, il quinto colore sfondo. Menù Tabella.../Formattazione automatica, oppure Sx sull'icona con foglio e bacchetta magica modifichiamo parametri, Formattazione, Opzioni, Distanze e scegliamo il tipo di Allineamento 46/91

53 Tabelle 47/91

54 Inserimento di immagini Inserimento di immagini Per inserire un'immagine all'interno del documento: posizionare il cursore nel punto dove si desidera inserire l'immagine selezionare Menù Inserisci Immagine Da file... selezionare l'immagine desiderata e premere Apri Una volta inserita, per spostare l'immagine ove desiderato, basta trascinarla col mouse. NOTA: Tutto quanto già detto relativamente a taglia/copia/incolla per il testo si applica anche alle immagini. NOTA: Per il ridimensionamento delle immagini basta agire con il mouse, trascinando i quadratini verdi nella direzione voluta. Se si vuole mantenere le proporzioni, tenere premuto SHIFT durante il ridimensionamento. NOTA: per eliminare un'immagine, selezionare l'immagine da eliminare e premere il tasto CANC da tastiera. Proprietà dell'oggetto immagine Una volta inserita un'immagine nel documento esistono diverse modalità per verificare quali sono le proprietà dell'oggetto: eseguire doppio clic sull'immagine col tasto sinistro del mouse dopo aver selezionato l'immagine cliccare una volta col tasto destro del mouse e selezionare l'opzione immagine Menù formato immagine NOTA: Quando si seleziona un immagine, la Barra Formattazione viene sostituita dalla Barra Cornice, fornendo degli strumenti più indicati, per modificare l'immagine che si desidera modificare: L'utilizzo di questi strumenti è molto intuitivo, al contrario meritano una spiegazione più approfondita le altre opzioni come: disposizione 48/91

55 Inserimento di immagini allineamento ancoraggio scorrimento Disposizione Per capire l'utilizzo di questa opzione si deve immaginare di avere più immagini o oggetti sovrapposti, ad esempio, immagine, casella di testo, un'altra immagine. La proprietà disposizione controlla il livello definendone l'ordine verticale. L'oggetto in primo piano sarà quello più in alto e quindi completamente visibile, mentre quello in fondo sarà nascosto da quelli ai livelli superiori. Questa operazione permette quindi di creare effetti di sovrapposizione. NOTA: Da tenere presente che a ciascuna immagine è possibile impostare lo sfondo: si possono scegliere colori coprente che nascondono gli oggetti sottostanti oppure livelli di trasparenza consentendone una visualizzazione controllata. Allineamento Sebbene l'immagine si possa spostare liberamente sul foglio, è possibile avere delle posizioni fisse prestabilite, come al centro, a sinistra, a destra. Ancoraggio Questa opzione, molto importante per la coesistenza di immagini e testo, permette di legare l'immagine esattamente a: Pagina l'immagine è legata a quella pagina e nessun inserimento di oggetto la farà spostare da quella posizione Paragrafo l'immagine è legata al paragrafo in cui è stata inserita e quindi se il paragrafo cambierà pagina, per aggiunta di altri paragrafi o immagini prima o dopo di questo, essa lo seguirà (Default) Carattere dopo avere selezionato questa opzione è possibile spostare il simbolo di ancoraggio per attaccare l'immagine a un determinato carattere Come carattere l'immagine viene trattata come un carattere Scorrimento Questa opzione, permette di decidere come il testo deve scorrere rispetto alle immagini Le icone che contraddistinguono le varie opzioni danno un' idea molto chiara dell'effetto testo-immagine che si può ottenere 49/91

56 Inserimento di immagini Separato: il testo scorre sopra e sotto ma mai a fianco Intorno: il testo scorre ai due fianchi dell'immagine se è presente sufficiente spazio Scorrimento dinamico: il testo scorre a destra o a sinistra a seconda dove c'è più spazio. Attraverso: l'immagine si sovrappone al testo coprendolo, ma senza provocare spostamenti di caratteri. Quindi il testo, se l'immagine non ha trasparenza, non risulta leggibile Attraverso trasparente: l'immagine si sovrappone al testo permettendone la visione. Contorno: il testo avvolgerà l'immagine, non seguendo la cornice, ma adattandosi alla figura contenuta dalla cornice. NOTA: Contorno e immagine possono coincidere. Ciò dipende da come è stata creata l'immagine, infatti l'opzione modifica contorno, permette di editare l'immagine andando a delineare i contorni della figura che si vuole che venga avvolta dal testo. Formato dell'immagine Dopo aver inserito l'immagine nel documento, è possibile modificarne il formato. E' possibile modificarne le proprietà in diversi modi: Menù Formato Immagine con il pulsante che compare nella Barra degli oggetti, quando si seleziona un' immagine doppio clic sull'immagine compare la seguente schermata che offre maggiori possibilità di operare sull'immagine La schermata che compare permette di configurare tutte le proprietà legate all'immagine. Essa è un menù a cartelle dove, con un semplice click, si può navigare tra le diverse categorie di proprietà dell'immagine 50/91

57 Inserimento di immagini Tipo: in questa cartella è possibile modificare le proprietà generali dell'immagine come la dimensione, la posizione e l'ancoraggio Extra: da questo menù si ha la possibilità di assegnare un nome all'immagine, di definire il livello di protezione (contenuto, posizione e dimensione) di impostare le proprietà di stampa. Scorrimento: riguarda lo scorrimento del testo rispetto alla cornice con la possibilità dei definire le distanze dal bordo e le cornici Hyperlink: permette di assegnare all'immagine un collegamento ipertestuale, o all'interno dello stesso documento oppure a un 51/91

58 Inserimento di immagini documento on-line. In questo modo è possibile, cliccando sopra una o più parole del testo, saltare ad un punto del documento, aprire un documento nuovo o andare ad una pagina web. Immagine: permette di impostare effetti di visualizzazione dell'immagine, come la specchiatura orizzontale/verticale. Taglia: permette di andare a ritagliare l'immagine impostando le dimensione del riquadro da considerare, offrendo la possibilità di mantenere le proporzioni. Bordo: permette di impostare le caratteristiche della cornice dell'immagine. Il Bordo è un attributo, che delle immagini, oltre di quasi tutti gli oggetti di OpenOffice.org come le Pagine, Paragrafi, Cornici, Tabelle. E' possibile impostare i lati visibili, la posizione dell'ombreggiatura, il colore, lo spessore della linea e la distanza dal contorno immagine che deve mantenere Sfondo: permette di impostare il colore di sfondo Macro: permette di associare ad un evento legato all'immagine l'esecuzione di una macro. NOTA:Tutto ciò che è stato detto a proposito del dialogo dell'immagine vale anche per quanto riguarda il Menù Inserisci Cornici, si presenta la stessa finestra, che permette di impostare e applicare le stesse funzioni finora descritte. 52/91

59 Gallery Gallery Nel Barra delle funzioni premendo con un solo clic sulla icona Gallery compare una finestra relativa la galleria di immagini disponibili. Nella configurazione standard di OpenOffice.org le categorie disponibili sono: Bullets Homepage Limiti Sfondi Suoni Compare la seguente schermata che offre maggiori possibilità di operare sull'immagine. Selezionando uno degli elementi elencati si apre una finestra con tutte le varie immagini di oggetti. Si seleziona l'oggetto desiderato: E' possibile aggiungere alla galleria nuove categorie di immagini che l'utente abbia a disposizione da terze parti. Anteprima e copia dell'oggetto Gallery Per aggiungere un immagine dalla galleria l'utente deve: selezionare l'immagine desiderata trascinare sul testo l'immagine. E' possibile, con il tasto destro del mouse, copiare l'immagine negli appunti per poi farne un'incolla all'interno del documento. NOTA: Tutto quanto già detto relativamente a taglia/copia/incolla per il testo si applica anche alle immagini di Gallery. Si può attivare il pulsante Gallery cliccando col tasto sinistro del mouse: sul pulsante della Barra delle funzioni 53/91

60 Gallery oppure Menù strumenti Gallery NOTA: Per disattivare Gallery premere nuovamente il pulsante. 54/91

61 Impostazioni a Libro Impostazioni a Libro Impostazioni per pagine affiancate Vediamo ora la procedura per impostare le pagine a libro, per fare un volume con pagine impostate di destra e di sinistra, Premiamo Stili e formattazione, pulsante a fianco di Standard, vedremo la finestra sotto, dove Sx su Stili di Pagina, cerchiato in rosso. Nella finestra Stili e formattazione, Sx quarto pulsante, attivo nella foto sotto. Dx su Pagina destra ed Sx su Modifica. Nella finestra Pagina destra, selezioniamo Gestione. 55/91

62 Impostazioni a Libro In Modello successivo cambiamo, premendo la freccetta verso il basso con Pagina sinistra quando impostiamo la Prima pagina con impostazione successiva Pagina pari. La Pagina sinistra, in Modello successivo selezioneremo Pagina destra. Terminato la Gestione, Sx su Pagina 56/91

63 Impostazioni a Libro Formato foglio: A4, OK. Allineamento Verticale lo spuntiamo se vogliamo a libro, se vogliamo un libro confezionato come un Albo da disegno, spuntiamo orizzontale. Margini a Sinistra 3 Cm, a destra 1 Cm perché lasciamo più spazio tra le pagine, per la rilegatura, la cucitura, spostiamo tutta la pagina verso l'esterno in modo da poter leggere meglio il libro. Passiamo a definire la riga dell'intestazione della pagina. Sx su Riga d'intestazione, Spuntiamo: Attiva riga d'intestazione, Sx Extra. Definiamo la grafica mettendo una linea in basso, in stile linea scegliamo 0,50 pt e premiamo Sx nel riquadro Personalizzato dove la vediamo, in basso e diamo OK. 57/91

64 Impostazioni a Libro Usiamo le stesse procedure per l'impostazione della pagina di sinistra, ricordandoci di dare le impostazioni a specchio. Le intestazioni ed i piè di pagina vanno sempre inserite prima di incominciare a scrivere testo o di inserire delle foto od altro diversamente tutta l'impaginazione ver ticale viene compromessa. Al termine delle formattazioni della Prima pagina, delle pagine destra e sinistra, ci posizioneremo con il cursore nella Prima pagina, visualizzeremo la finestra Stili e formattazione, premeremo il pulsante Prima pagina. E' sufficiente, questa operazione, perché il programma imposti le pagine pari e dispari in quanto è stata data questa info nell'impostazione relativa. Vediamo che tutta la pagina è spostata a destra, nell'intestazione c'è la linea sotto. Ora rimane da definire il posizionamento del numero di pagina ed il titolo. 58/91

65 Impostazioni a Libro Doppio click nell'intestazione della pagina pari, entriamo, Sx all'interno. Inserire il numero di pagina Menù Inserisci/Comando di cam po, Numero di pagina. Il numero di pagina viene inserito, lo selezioniamo con Dx e lo formattiamo. Dx sul numero per formattarlo, Sx su Carattere Ora abbiamo formattato la pagina di destra che contiene i numeri dispari. Eseguiamo la stessa operazione per la pagina pari, di sinistra. Pagina dispari destra 59/91

66 Impostazioni a Libro Pagina pari sinistra Inserire il nome del capitolo nelle testate Prima d'inserire il nome del capitolo nella testata, è necessario aver precedentemente stabilito lo stile paragrafo come intestazione ed intestazione 1. Menù Formato/ Pagina.../ Riga d'intestazione Sx in una pagina destr a, attiviamo Riga d'intestazione 60/91

67 Impostazioni a Libro Inseriamo il cursor e del mouse nella testata della pagina dispari DOVE INSERIRE IL CAPITOLO, nella posizione che desideriamo premiamo Sx, poi... Menu Inserisci/ Comando di cam po/ Altro... Compare la finestra vedi pagina successiva Sx linguetta Documento, in Tipo di campo Sx su Capitolo poi in Formato Sx su Nome capitolo. 61/91

68 Impostazioni a Libro Il nome del capitolo appare nell'intestazione. Ripetiamo lo stesso procedimento nella pagina successiva pari. Se questa operazione è stata eseguita correttamente in tutte le testate del libro viene inserito il relativo nome del capitolo in automatico. 62/91

69 Stampa Stampa Prima di stampare Al termine della realizzazione del documento, è buona norma effettuare un'anteprima di stampa tramite monitor, per vedere come sarà il nostro documento una volta stampato, vedi icona. Menù File/ Anteprima pagina/ Stam pa 63/91

70 Stampa Scorriamo il documento premendo i tasti Pag per visionarlo all'indietro e Pag in avanti Esaminiamo che tutte le parti siano ben visibili e corrette. Per eseguire le correzioni, torniamo alla visualizzazione normale, Sx su Chiudi finestra, effettuiamo le correzioni e rivediamo Anteprima stampa. Ricordiamoci che il programma di testo occupa uno spazio ben definito, per cui se in una pagina inseriamo degli elementi, tutto il testo seguente si sposterà in avanti per lasciare il posto al nuovo inserimento. Questo significa che tutta la formattazione incolonnata viene spostata. Per esempio se inseriamo un testo di quattro righe, tutto il materiale si sposta in avanti di quattro righe, ma cosa succede se si sposta una foto che è più lunga di 64/91

71 Stampa quattro righe? Questa foto passerà nella pagina successiva lasciando un vuoto nella pagina precedente, quindi dovremo intervenire sulla formattazione nelle pagine seguenti. Guardando le barre, notiamo che la barra dell'anteprima ha sostituito la barra della formattazione. Il primo pulsante a sinistra scorre il documento all'indietro, quello seguente in avanti. Il terzo ci porta direttamente alla prima pagina, il successivo all'ultima. Per visualizzare due pagine alla volta, premiamo il quinto tasto. Premiamo il sesto per vedere quattr o pagine per volta. Il tasto pagine affiancate mette la pagina dispari a destra e la pari a sinistra. Il tasto lente d'ingrandimento, con +, ci fa vedere la pagina più grande (zoom). A fianco la percentuale d'ingrandimento, pulsante scelta zoom, con visualizza la pagina più piccola. Il monitor visualizza a tutto schermo. Il nono tasto ci permette di stampare la pagina corrente, mentre quello successivo visualizza una finestra di opzioni per la stampa del documento completo. Con Chiudi anteprima si torna alla visualizzazione normale. Stampare tutto il documento Menù File/Stampa 65/91

72 Stampa In Area di stampa Sx su Tutte le pagine e Sx sul pulsante OK. Vengono stampate tutte le pagine. Stampare la pagina corrente Sx in un punto qualsiasi della pagina che vogliamo stampare. Menù File/Stampa. In Area di stampa Sx su Pagine, vedremo a fianco il numero della pagina che stamperà, Sx sul pulsante OK. Se non abbiamo selezionato la pagina da stampare, il numero visionato in Pagine sarà diverso. Modifichiamolo con Sx nella cella di fianco a Pagine, ed inseriamo quello corretto Opzioni Scheda Generale In Menù Strumenti scegliamo Opzioni. Premiamo Sx sul + di OpenOffice.org Writer ed esaminiamo la scheda Generale che permette di specificare le impostazioni per i documenti di testo. In Aggiorna, Selezioniamo Sempre, per aggiornare i collegamenti nel file In Modo automatico spuntiamo Comandi di campo In Impostazioni possiamo variare l'intervallo di tabulazione e l'unità di misura 66/91

73 Opzioni Scheda Vista In Linee guida, spuntiamo la casella Linee guida durante lo spostamento, per visualizzare le righe esterne prolungate per posizionare meglio l'oggetto da spostare. Spuntiamo maniglie semplici per visualizzare maniglie piccole, che sono i 67/91

74 Opzioni quadrettini sulla metà dei lati e negli angoli dell'oggetto, oppure spuntiamo maniglie grandi. Mostra, possiamo rendere visibili all'interno del documento immagini, oggetti, tabelle, nomi di campo e note. Con Visualizza potremo mostrare gli strumenti di lavoro come Barre di scorrim ento e Righelli. In Visualizza, abilitiamo la visualizzazione del righello e delle barre di scorrimento, le misure che desideriamo Scheda Formattazione In Formattazione possiamo spuntare le caselle relative per visualizzare caratteri non stampabili a prescindere dalla spunta dell'icona nella barra degli strumenti. Attivando il Cursore diretto potete fare clic in qualsiasi area vuota di una pagina per collocarvi un testo, immagini, tabelle, cornici e altri oggetti. Se posizionate il cursore diretto all'incirca a metà tr a i margini sinistro e destr o di una pagina o di una cella, il testo inserito verrà centrato. Allo stesso modo, posizionando il cursore diretto sul margine destro, il testo verrà allineato a destra. Il cursore diretto imposta le tabulazioni appropriate per posizionare il cursore. Se in seguito modificate le posizioni delle tabulazioni, è possibile che cambi anche la posizione del testo nella pagina. In Inserisci, abilitiamo allineamenti paragrafo tabulazioni e spazi. 68/91

75 Opzioni Cursore in aree protette, selezionando questa opzione, potete impostare il cursore in un'area protetta ma non potete effettuare modifiche. La funzione di corr ezione automatica rimuove automaticamente i paragrafi vuoti, le tabulazioni e gli spazi inseriti dal cursore diretto. Se volete utilizzare il cursore diretto, disabilitate la funzione di cor rezione automatica. Scheda Griglia In Griglia, permette di specificare la suddivisione della griglia, avete la possibilità di usare diverse unità di misura Con Applica griglia, si abilita lo spostamento di cornici, elementi di disegno e funzioni di formulario solo tra i punti della griglia. Per cambiare lo stato della griglia di cattura solo per una specifica operazione, trascinate un oggetto tenendo premuto il tasto (Ctrl) Griglia visibile, rende la griglia visibile. Questa funzione è disponibile anche come simbolo Mostra griglia nella barra degli oggett i quando è selezionato un formulario. Risoluzione Orizzontale, potete fissare la Distanza dai punti griglia nell'asse X scegliendo l'unità di misura desiderata. Risoluzione Verticale, potete fissare la distanza dai punti griglia nell'asse Y scegliendo l'unità di misura desiderata. Suddivisione Orizzontale, specificate gli intervalli da lasciare tra i punti della griglia sull'asse X. Suddivisione Verticale, specificate gli intervalli da lasciare tra i punti della griglia sull'asse Y. Sincronizza assi permette di attivare o disattivare la simmetria delle impostazioni attuali della griglia. La risoluzione e la suddivisione degli assi X e Y non vengono modificate. 69/91

76 Opzioni Scheda Stampa Contenuto, Potete specificare quali parti del contenuto debbano essere stampate. Pagine, Definisce l'ordine di stampa dei documenti di OpenOffice.org Writer di più pagine. Note, attiva la stampa delle note nel documento. Altro, abilitare ciò che interessa 70/91

77 Caratteristiche avanzate Caratteristiche avanzate In questo capitolo verranno riportate alcune delle caratteristiche avanzate che presenta Writer e che possono risultare particolarmente utili quando si vogliono sfruttare a fondo le sue potenzialità. Esportazione in formato PDF Writer possiede una funzione molto utile e comoda per creare file in formato PDF a partire dal proprio documento. Per fare questo è sufficiente cliccare sull'icona (Esporta direttamente come file PDF) nella barra dei simboli oppure utilizzare il comando Menù File Esporta nel formato PDF. Dopo aver scelto il nome e la posizione del file PDF si possono inoltre impostare anche alcune proprietà come la risoluzione che può influenzare la qualità del documento e quindi anche l'occupazione di memoria. Nelle Opzioni PDF si trovano: Area: dove selezionare Tutte o solo alcune Pagine Immagini: scegliere Compressione senza perdite per non comprimere le immagini (occuperanno più spazio) oppure Compressione JPEG e la Qualità (90% è un buon compromesso) per ridurre l'occupazione di spazio; un ulteriore guadagno sulle dimensioni finali si ottiene spuntando Riduci risoluzione immagine e impostando la risoluzione (300DPI vanno bene per una stampa di buona qualità) 71/91

78 Caratteristiche avanzate Generale: PDF con tag è utile quando nel documento sono presenti indici, collegamenti ipertestuali e campi di controllo; Esporta annotazioni quando sono state inserite note tramite Menù Inserisci Nota... È possibile esportare parte del documento selezionando un'area di testo oppure solo alcune pagine. Massima qualità - maggiore spazio occupato Buona qualità - buon compromesso di spazio Intestazioni e piè di pagina Per inserire un'intestazione: Menù Inserisci Riga d'intestazione Standard In tale maniera si aggiunge un'intestazione sopra l'area del testo per tutte le pagine del modello Standard, in cui è possibile inserire ad esempio dei campi che rappresentano il numero di pagina, il titolo del documento, del capitolo etc. Tali campi, gestiti automaticamente da OpenOffice.org come variabili, fanno riferimento ai comandi di campo, trattati più ampiamente in seguito. Nell'esempio che segue a sinistra viene riportato il titolo del documento, seguito dal numero di capitolo e dal titolo del capitolo. Titolo Documento Numero Capitolo Titolo capitolo Per attivare l'intestazione di pagina è possibile, alternativamente: selezionare Menù Formato Pagina utilizzare la scheda Riga d'intestazione Questo menù offre in più la possibilità di: scegliere un'intestazione diversa tra pagina pari e dispari 72/91

79 Caratteristiche avanzate scegliere un'intestazione diversa tra pagina destra e sinistra specificare numero di righe, larghezza di caratteri, posizione e formato della riga (o delle righe) di intestazione Analogamente a quanto detto per l'intestazione, si può inserire nel documento un ''Piè di pagina'' sotto il testo. Le modalità qui sopra esposte vengono ripetute per il ''Piè di pagina'', il quale è definito come una zona di testo che sta sul fondo di ogni singola pagina. In questa zona ad esempio è possibile riportare la numerazione di pagina del documento che si sta preparando, oppure qualunque altra informazione, anche immagini oppure tabelle. Nella figura è rappresentato un esempio, in cui nello stesso piè di pagina vengono condivise immagini, comandi di campo e testo normale: I comandi di campo I comandi di campo sono informazioni fisse o variabili come il numero di pagina, le pagine totali di un documento, la data, l'autore, riferimenti, valori presi da un database aziendale... che è possibile inserire al fine di completare il documento in preparazione con informazioni personali o con valori che possono variare a seconda del momento in cui il documento è creato, aperto o riscritto. Inserimento dei comandi di campo Per inserire i comandi di campo: Menù Inserisci Comando di campo I comandi di campo sono speciali elementi che consentono di gestire informazioni particolari. Tra questi ci sono: Titolo, Autore, Data, Orario; Numero di pagina (corrente); Numero di pagine (totali). Scegliendo la voce Menù Inserisci Comando di campo Altro... si avrà accesso tutti i comandi di campo disponibili. NOTA: Gli ultimi due comandi sono molto usati nelle intestazioni o piè di pagina, in quanto consentono di inserire il campo correlato, il cui contenuto effettivo varia in dipendenza della pagina corrente e del corrente totale delle pagine. Comandi di campo predefiniti Titolo ed Argomento sono modificabili in: 73/91

80 Caratteristiche avanzate Menù File Proprietà... selezionare Descrizione, e definire rispettivamente i campi Titolo ed Oggetto Autore è modificabile in: Menù Strumenti Opzioni... espandere OpenOffice.org e selezionare Dati Utente, definire i campi Nome/Cognome Inserire i numeri di pagina Per inserire i numeri di pagina non esiste un comando che lo faccia in automatico, ma bisogna abilitare l'intestazione o il Piè di pagina ed insere il comando di campo Numero di pagina. In questo modo, sebbene la procedura non sia immediata, si ha il pieno controllo della formattazione. NOTA: Nell'Intestazione e nel Piè di pagina sono presenti un punto di tabulazione centrato al centro del documento e un punto di tabulazione destra allineato sul bordo destro. Per inserire i numeri di pagina si procede in questo modo: inserire il Piè di pagina (Menù Inserisci Piè di Pagina Standard) usare il tasto TAB se si preferisce spostarsi al centro o a destra nel piè di pagina inserire il comando di campo Numero di pagina (Menù Inserisci Comando di campo Numero di pagina) facendo attenzione a non inserire Numero di pagine (plurale) che indica sempre il numero totale di pagine Quanto detto è applicabile senza differenze anche all'intestazione. 74/91

81 Gestione degli stili Gestione degli stili Lo Stile è l'insieme degli attributi che connotano un carattere, un paragrafo, una cornice, una pagina, un elenco. Se si desidera che il documento abbia un aspetto uniforme, se non si vuole applicare uno per uno tutti gli attributi che connotano la parte di documento, ogni volta che si passa da un titolo ad una Annotazione o al corpo del testo, se si vuole che, all'occorrenza, gli attributi possano esser modificati in un'unica volta, per tutte le parti, con lo stesso stile, non è possibile non usare gli Stili. L'insieme degli Stili viene conservato nel documento. Quando si riapre sono lì, pronti per essere usati. Ma se si apre un nuovo documento gli Stili creati nel precedente non ci sono. Si può utilizzare un documento quale Modello per un altro documento, applicando al nuovo documento o al documento corrente gli stili di un altro documento. Il Modello è l'insieme di stili e configurazioni validi per un documento, comprensivo del testo eventualmente presente nel documento. NOTA: Nella versione italiana di termine modello per riferirsi allo stile. OpenOffice.org, tuttavia, spesso è utilizzato il Lo stilista Stilista è il nome che è stato dato alla finestra che riassume e consente di gestire la raccolta di stili di OpenOffice.org. 75/91

82 Gestione degli stili Per aprirlo (e chiuderlo) ci sono vari modi: premendo il tasto funzione F11 selezionando la voce di Menù Formato Stilista con il pulsante della Barra Formattazione Questo è lo Stilista. Se si nota, nella casella in basso c'è ''Automatico''. Si può scegliere, impostando l'opzione della casella, se si visualizzano tutti gli stili, solo quelli utilizzati sino a questo punto, solo quelli utente. Lo Stilista evidenzia lo stile applicato all'oggetto (paragrafo, carattere, cornice, etc.) su cui il cursore è posizionato e visualizza l'insieme degli stili coerenti con l'oggetto che in quel momento si sta trattando. Se si desidera visualizzare gli stili del carattere o della pagina si deve selezionare il relativo insieme utilizzando i pulsanti in alto a sinistra nello Stilista: sono relativi, rispettivamente, a paragrafo, carattere, cornice, pagina e elenco. Si chiude con gli stessi metodi per aprirlo, oltre al classico pulsante di chiusura della finestra in alto a destra. NOTA: Si può spostare dove si desidera sullo schermo la finestra Stilista semplicemente trascinandola altrove (puntando con il mouse la barra del titolo e mantenendo cliccato il pulsante sinistro). Spostando lo Stilista sui bordi della finestra del documento è possibile agganciarlo al bordo destro o sinistro mantenendo visibile anche il documento. Applicare gli stili di un modello o di un documento È possibile applicare al documento corrente tutti gli Stili non solo di un modello esistente, ma anche di un precedente documento Writer salvato solo in formato documento e non anche come modello. Premendo il pulsante in alto a destra nello Stilista e selezionando Carica modelli... appare una finestra di dialogo che consente di muoversi tra le cartelle, individuare un modello o un documento, prelevare i suoi stili. La parte in basso della finestra contiene caselle di spunta che consentono di 76/91

83 Gestione degli stili selezionare quali tipi di stile importare e se sovrascrivere (sostituire) gli stili con lo stesso nome. Se si vogliono prelevare gli stili da un documento, dopo aver selezionato le caselle di spunta, premere il pulsante Da file... si trova e si sceglie il documento da cui prelevare gli stili e si preme Apri. Questo metodo consente di applicare in blocco gli stili. Applicare uno stile ad un oggetto Se si vuole applicare uno Stile esistente all'oggetto selezionato, si può utilizzare la casella degli Stili che si trova a sinistra nella Barra Formattazione. Casella degli stili Oppure selezionare lo stile da applicare dello Stilista e cliccare sopra due volte con il pulsante sinistro del mouse. Se si vuole applicare uno stile a più oggetti (ad Es. più paragrafi), nello Stilista selezionare lo stile che si vuole applicare evidenziandolo con un click, poi cliccare sul pulsante Modo riempimento in alto a destra nello Stilista. Questo è un pulsante interruttore (con un clic si attiva e con il successivo clic si disattiva, l'effetto è visualizzato dall'aspetto incassato o meno). Il puntatore del mouse assume la stessa icona del pulsante. È necessario muoversi nel documento e puntare il mouse sull'oggetto a cui si vuole applicare lo stile, cliccare con il pulsante sinistro. Lo Stile è applicato. Ripetere l'operazione sugli altri oggetti a cui si vuole applicare lo stile selezionato. Alla fine premere il tasto ESC o cliccare il pulsante per disattivare la funzione Modo riempimento. Modificare uno stile Per modificare uno Stile selezionarlo, evidenziarlo nello Stilista (cliccando sopra una volta, altrimenti il doppio clic applicherà lo stile all'oggetto su cui si trova il cursore). Si utilizza il Menù contestuale (clic con il pulsante destro del mouse) e si 77/91

84 Gestione degli stili sceglie Modifica. Modello paragrafo: Corpo del testo La finestra di dialogo è organizzata in schede relative non solo agli attributi di paragrafo, ma anche a quelli di carattere e contiene l'eventuale riferimento a modelli di elenco (Numerazione). Gli elementi più rilevanti: Nella scheda Gestione se si contrassegna la casella di opzione Aggiorna automaticamente ogni modifica ad un paragrafo cui è applicato lo stile si rifletterà su tutti i paragrafi cui è applicato lo stesso stile. Ciò significa che, ad esempio, se si centra un paragrafo cui è applicato uno stile, tutti gli altri paragrafi dello stesso stile si allineeranno al centro. Se si desidera applicare manualmente le modifiche di formato di stile a tutti i paragrafi con quello stile, usare il pulsante in alto a destra nello Stilista e selezionare Aggiorna Modello. La casella Modello successivo preimposta lo stile da applicare al paragrafo successivo, senza bisogno di applicare lo stile successivo manualmente. Per il corpo del testo sarà lo stesso stile, per uno stile di Intestazione sarà quello del corpo del testo. La casella Basato su consente di scegliere uno stile come base per quello corrente. Gli stili basati su altri stili costituiscono gli Stili gerarchici, in cui ogni stile può avere ascendenti e discendenti. La modifica apportata su uno stile ascendente determinerà le correlate modifiche sugli stili discendenti. 78/91

85 Gestione degli stili La casella Area consente di assegnare gli stili ad un'area di tipo (Modelli utente, di capitolo, di testo, etc.). Non è possibile tale assegnazione per gli Stili predefiniti: in questo caso la casella non sarà accessibile. Le altre schede della finestra di dialogo per la modifica dello stile di paragrafo impostano gli attributi del paragrafo e del carattere, nonché degli elenchi puntati e numerati. La scheda Condizione riguarda gli stili condizionali. La definizione di uno stile come condizionale può essere effettuata solo al momento della creazione di un nuovo stile. NOTA: Se si preme il pulsante Standard si riportano le impostazioni della scheda a quelle definite come standard, nel modello standard di OpenOffice.org, non alla condizione precedente alle modifiche apportate. Se, dopo aver apportato una modifica la si vuole annullare si deve premere il pulsante Ripristina. Creare un nuovo stile Probabilmente gli Stili di cui OpenOffice Writer è dotato saranno sufficienti, considerato che si possono modificare e adattarli alle varie esigenze. Ma se serve un nuovo Stile, avete due possibilità: La prima, è di creare un esempio e da quello creare uno stile. In altri termini: si deve applicare gli attributi che si desidera per l'oggetto (paragrafo, cornice, elenco, etc.), selezionarlo e nello Stilista premere il pulsante in alto a destra nello Stilista e selezionare Nuovo modello dalla selezione. Attribuire un nome allo Stile e si troverà il nuovo Stile nello Stilista. NOTA: Probabilmente è questa la maniera migliore, soprattutto se si vogliono impostare particolari tabulatori. All'altra maniera di creare un nuovo modello, si accede cliccando nello Stilista il pulsante destro del mouse. Dal menù contestuale scegliete Nuovo. Si apre una finestra di dialogo a schede uguale a quella vista per la modifica dello stile. Attribuire un Nome, scegliere lo stile successivo; se si vuole che lo stile sia la derivazione di uno esistente, scegliere lo stile di derivazione (si avrà uno stile gerarchico), altrimenti scegliere ''Senza'', infine l'area in cui si vuole assegnarlo (serve per organizzare i modelli). 79/91

86 Gestione degli stili La scheda Condizione consente di gestire gli Stili condizionali. Condizionale è quello Stile che tiene conto del contesto in cui è applicato. Se non si è in presenza di nessuno dei contesti previsti (o se ai contesti non è stato assegnato alcuno stile) si applicheranno gli attributi definiti dallo stile che si stanno creando. Se, invece, si è in presenza di un contesto, a cui è stato assegnato uno stile particolare, la formattazione avverrà secondo gli attributi dello stile assegnato al contesto e non con quelli dello stile che si sta creando. Per rendere lo Stile condizionale, si deve spuntare la casella Come modello condizionale in sede di creazione di un nuovo stile. Si evidenzia un Contesto tra quelli in lista, selezionare uno stile dalla lista Modelli di paragrafo, e cliccare sul pulsante Assegna. 80/91

87 Gestione degli stili Ripeterete le operazioni per tutte le condizioni di contesto che si vogliono gestire diversamente (eventualmente rimuovendo uno stile assegnato con il pulsante Rimuovi) e, infine confermare la creazione del nuovo stile con il pulsante OK. Eliminazione di uno stile E' possibile eliminare soltanto gli Stili creati dagli utenti. Quelli proposti da OpenOffice.org (modello Standard) sono blindati: si possono modificare, ma non eliminare. Per eliminare uno Stile utente nello Stilista evidenziare lo stile, cliccare con il pulsante destro del mouse e scegliere Annulla... e confermare l'eliminazione. 81/91

88 Indici e sommari Indici e sommari OpenOffice.org Writer consente di generare automaticamente (o quasi) Indici sommari, Indici analitici, Indici delle tabelle e delle figure, Indici complessi e Indici bibliografici. La generazione dei Sommari e degli Indici di Tabelle e Illustrazioni è abbastanza facile ed automatica. La realizzazione di Indici analitici, invece, richiede un certo impegno, tuttavia OpenOffice.org ha delle funzionalità che aiutano anche in questo. Sommari Scegliere le ricorrenze (voci) di un Sommario (indice generale) è semplice, e quasi automatico. Anche se è prevista la possibilità di selezionare ogni ricorrenza del sommario con la procedura d'inserimento della voce (come per l'indice analitico) in realtà è più agevole, pratico e senza problemi di revisione utilizzare la strutturazione delle intitolazioni e dei livelli di capitoli. Per generare l'indice portarsi al punto del documento in cui l'indice andrà inserito (in testa o alla fine) e selezionare la voce: Menù Inserisci Indici Indici... Assicurarsi che l'indice generale sia selezionato nella casella Tipo: Mostra Anteprima in basso nella finestra, si potrà vedere nella finestra di anteprima il risultato dell'applicazione delle varie opzioni. Protetto contro le modifiche manuali impedisce che l'indice che verrà inserito nel documento sia modificabile manualmente La denominazione del Titolo è personale, si scrive nella relativa casella (ad es. Sommario) La casella a discesa Crea indice per consente di scegliere se l'indice dev'essere creato per tutto il documento o solo per il capitolo in cui il 82/91

89 Indici e sommari cursore si trova Per il Sommario è presente la casella Valuta sino a livello ove si seleziona il numero di livelli della struttura dei capitoli sino al quale, si vuole ricomprendere le voci del sommario. Ad esempio, se si è strutturato il documento in titoli, capitoli e sottocapitoli (quindi in 3 livelli) si può volere che il sommario non ricomprenda i sottocapitoli. In tal caso selezionate il 2 livello di profondità. Struttura nella sezione Crea da è quella che consente di generare automaticamente l'indice a partire dalla strutturazione del documento in capitoli, ai vari livelli gerarchici. Se non si è ancora strutturato il documento, premendo il pulsante accanto all'opzione si apre la finestra di gestione della struttura dei capitoli che lo consente. Altri modelli consente di utilizzare altri stili utilizzati (diversi da quelli di Intestazione) per individuare le voci del sommario, senza utilizzare la strutturazione del documento in capitoli. La filosofia è la stessa: tutti i paragrafi formattati con lo stile scelto saranno trattati come voci di sommario. Per scegliere gli stili da utilizzare occorre premere il pulsante accanto all'opzione. Si apre una finestra che elenca tutti gli stili usati nel documento ed in basso due pulsanti << e >>. Se si vuole utilizzare uno stile si deve prima estrarlo dalla lista con >>,organizzare la gerarchia tra le voci e gli stili scelti con i pulsanti << e >>. Contrassegni indice utilizza le voci contrassegnate con la finestra di gestione voci ed assegnare all'indice generale. scheda Voci Le opzioni di struttura si applicano al livello selezionato. Ma è possibile utilizzare il pulsante Tutti i livelli per applicare a tutti la conformazione di struttura. In questa struttura sono presenti gli elementi Hyperlink. Il relativo pulsante consente di inserire al punto in cui si pone il cursore un TAG di inizio (LS link start) e nella posizione più a destra ove si è posizionato il cursore, un TAG di fine (LE link End). Gli elementi contenuti tra tali TAGS saranno trattati come link nel Sommario. Cliccando su tali link è possibile spostarsi al punto del documento dov'è posizionata la voce 83/91

Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org.

Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org. Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org. Nuovo documento Anteprima di stampa Annulla Galleria Apri Controllo ortografico Ripristina Sorgente dati Salva Controllo

Dettagli

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati.

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. La prima colonna indica il tasto da premere singolarmente e poi rilasciare. La seconda e terza colonna rappresenta la combinazione dei i tasti da premere

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO WORD

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO WORD WORD SOMMARIO 1. Muoversi nel testo... 1 2. Taglia, copia e incolla... 2 3. Aprire, salvare e chiudere... 3 4. Trovare e sostituire... 4 5. Visualizzare in modi diversi... 6 6. Formattare e incolonnare...

Dettagli

Lezione su Informatica di Base

Lezione su Informatica di Base Lezione su Informatica di Base Esplora Risorse, Gestione Cartelle, Alcuni tasti di scelta Rapida Domenico Capano D.C. Viterbo: Lunedì 21 Novembre 2005 Indice Una nota su questa lezione...4 Introduzione:

Dettagli

IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE

IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE Access permette di specificare una maschera che deve essere visualizzata automaticamente all'apertura di un file. Vediamo come creare una maschera di

Dettagli

Appunti sugli Elaboratori di Testo. Introduzione. D. Gubiani. 19 Luglio 2005

Appunti sugli Elaboratori di Testo. Introduzione. D. Gubiani. 19 Luglio 2005 Appunti sugli Elaboratori di Testo D. Gubiani Università degli Studi G.D Annunzio di Chieti-Pescara 19 Luglio 2005 1 Cos è un elaboratore di testo? 2 3 Cos è un elaboratore di testo? Cos è un elaboratore

Dettagli

Introduzione ad Access

Introduzione ad Access Introduzione ad Access Luca Bortolussi Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Trieste Access E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un supporto transazionale

Dettagli

AUTOMATIZZARE UN'AZIONE COMUNE DI WORD USANDO UNA MACRO

AUTOMATIZZARE UN'AZIONE COMUNE DI WORD USANDO UNA MACRO AUTOMATIZZARE UN'AZIONE COMUNE DI WORD USANDO UNA MACRO Con questa esercitazione guidata imparerai a realizzare una macro. Una macro è costituita da una serie di istruzioni pre-registrate che possono essere

Dettagli

WORD (livello avanzato): Struttura di un Documento Complesso. Struttura di un Documento Complesso

WORD (livello avanzato): Struttura di un Documento Complesso. Struttura di un Documento Complesso Parte 5 Adv WORD (livello avanzato): Struttura di un Documento Complesso 1 di 30 Struttura di un Documento Complesso La realizzazione di un libro, di un documento tecnico o scientifico complesso, presenta

Dettagli

Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25

Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25 Introduzione al programma POWERPOINT Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25 Introduzione al programma POWERPOINT 1 1 Introduzione al programma 3 2 La prima volta con Powerpoint 3 3 Visualizzazione

Dettagli

con software libero Modulo 4 Spreadsheets (Fogli elettronici) Pag. 1

con software libero Modulo 4 Spreadsheets (Fogli elettronici) Pag. 1 con software libero Modulo 4 Spreadsheets (Fogli elettronici) Pag. 1 Indice generale GUIDA A CALC 3.5... 3 1 Utilizzo dell'applicazione... 3 1.1 LAVORARE CON IL FOGLIO ELETTRONICO...3 1.2 MIGLIORARE LA

Dettagli

LA FINESTRA DI OPEN OFFICE CALC

LA FINESTRA DI OPEN OFFICE CALC LA FINESTRA DI OPEN OFFICE CALC Barra di Formattazione Barra Standard Barra del Menu Intestazione di colonna Barra di Calcolo Contenuto della cella attiva Indirizzo della cella attiva Cella attiva Intestazione

Dettagli

GUIDA ALL USO CORRETTO DI MICROSOFT OFFICE WORD 2007 PER LA REALIZZAZIONE E LA FORMATTAZIONE DI DOCUMENTI PROFESSIONALI

GUIDA ALL USO CORRETTO DI MICROSOFT OFFICE WORD 2007 PER LA REALIZZAZIONE E LA FORMATTAZIONE DI DOCUMENTI PROFESSIONALI GUIDA ALL USO CORRETTO DI MICROSOFT OFFICE WORD 2007 PER LA REALIZZAZIONE E LA FORMATTAZIONE DI DOCUMENTI PROFESSIONALI Francesca Plebani Settembre 2009 Sommario 1. INTRODUZIONE... 3 2. WORD E L ASPETTO

Dettagli

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA Supponiamo di voler eseguire una istantanea del nostro desktop, quella che in gergo si chiama Screenshot (da screen, schermo, e shot, scatto fotografico).

Dettagli

Non tutto, ma un po di tutto

Non tutto, ma un po di tutto ALFREDO MANGIA Non tutto, ma un po di tutto Nozioni fondamentali per conoscere e usare un foglio di calcolo. Corso di alfabetizzazione all informatica Settembre 2004 SCUOLA MEDIA GARIBALDI Genzano di Roma

Dettagli

Uso della Guida Informazioni sulle funzioni della Guida incorporate Uso della Guida Uso della finestra Come fare per Uso di altre funzioni di supporto

Uso della Guida Informazioni sulle funzioni della Guida incorporate Uso della Guida Uso della finestra Come fare per Uso di altre funzioni di supporto Uso della Guida Informazioni sulle funzioni della Guida incorporate Uso della Guida Uso della finestra Come fare per Uso di altre funzioni di supporto Informazioni sulle funzioni della Guida incorporate

Dettagli

IN BASSO NELLA FINESTRA C È LA BARRA DI DISEGNO. SE NON È VISIBILE, FARE CLIC SUL MENU IN ALTO: VISUALIZZA / BARRE DEGLI STRUMENTI / DISEGNO

IN BASSO NELLA FINESTRA C È LA BARRA DI DISEGNO. SE NON È VISIBILE, FARE CLIC SUL MENU IN ALTO: VISUALIZZA / BARRE DEGLI STRUMENTI / DISEGNO FARE UNA MAPPA CON OPENOFFICE IMPRESS START/PROGRAMMI APRIRE IMPRESS SCEGLIERE PRESENTAZIONE VUOTA. POI CLIC SU AVANTI E DI NUOVO SU AVANTI. QUANDO AVANTI NON COMPARE PIÙ, FARE CLIC SU CREA CHIUDERE LE

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale InterWrite SchoolBoard è un software per lavagna elettronica di facile utilizzo. Può essere adoperata anche da studenti diversamente

Dettagli

GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno

GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno La Vista CAS L ambiente di lavoro Le celle Assegnazione di una variabile o di una funzione / visualizzazione

Dettagli

Corso di Alfabetizzazione Informatica

Corso di Alfabetizzazione Informatica Corso di Alfabetizzazione Informatica Scopo di questo corso, vuole essere quello di fornire ad ognuno dei partecipanti, indipendentemente dalle loro precedenti conoscenze informatiche, l apprendimento

Dettagli

Boot Camp Guida di installazione e configurazione

Boot Camp Guida di installazione e configurazione Boot Camp Guida di installazione e configurazione Indice 3 Introduzione 4 Panoramica dell'installazione 4 Passo 1: Verificare la presenza di aggiornamenti 4 Passo 2: Per preparare il Mac per Windows 4

Dettagli

I Grafici. La creazione di un grafico

I Grafici. La creazione di un grafico I Grafici I grafici servono per illustrare meglio un concetto o per visualizzare una situazione di fatto e pertanto la scelta del tipo di grafico assume notevole importanza. Creare grafici con Excel è

Dettagli

INDICE Informazioni Generali... 4. Comprare ebook con Kobo Desktop... 8. Usare la Libreria di Kobo Desktop... 10. Leggere su Kobo Desktop...

INDICE Informazioni Generali... 4. Comprare ebook con Kobo Desktop... 8. Usare la Libreria di Kobo Desktop... 10. Leggere su Kobo Desktop... Kobo Desktop Manuale Utente INDICE Informazioni Generali... 4 Installare Kobo Desktop su Windows... 5 Installare Kobo Desktop su Mac... 6 Comprare ebook con Kobo Desktop... 8 Usare la Libreria di Kobo

Dettagli

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Le funzionalità di X-Cross La sofisticata tecnologia di CrossModel, oltre a permettere di lavorare in Internet come nel proprio ufficio e ad avere una

Dettagli

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali di I.Stat 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della lingua 7 Individuazione

Dettagli

Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009

Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009 Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009 Introduzione generale Autenticazione dell operatore https://sebina1.unife.it/sebinatest Al primo accesso ai servizi di Back Office, utilizzando

Dettagli

Dipartimento del Tesoro

Dipartimento del Tesoro Dipartimento del Tesoro POWER POINT AVANZATO Indice 1 PROGETTAZIONE DELL ASPETTO...3 1.2 VISUALIZZARE GLI SCHEMI...4 1.3 CONTROLLARE L ASPETTO DELLE DIAPOSITIVE CON GLI SCHEMI...5 1.4 SALVARE UN MODELLO...6

Dettagli

Laboratorio Database. Docente Prof. Giuseppe Landolfi

Laboratorio Database. Docente Prof. Giuseppe Landolfi Laboratorio Database Docente Prof. Giuseppe Landolfi Manuale Laboratorio Database Scritto dal Prof.Giuseppe Landolfi per S.M.S Pietramelara Access 2000 Introduzione Che cos'è un Database Il modo migliore

Dettagli

MEGA Process. Manuale introduttivo

MEGA Process. Manuale introduttivo MEGA Process Manuale introduttivo MEGA 2009 SP4 1ª edizione (giugno 2010) Le informazioni contenute nel presente documento possono essere modificate senza preavviso e non costituiscono in alcun modo un

Dettagli

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE 1 ANALYSIS.EXE IL PROGRAMMA: Una volta aperto il programma e visualizzato uno strumento il programma apparirà come nell esempio seguente: Il programma

Dettagli

FUNZIONI AVANZATE DI EXCEL

FUNZIONI AVANZATE DI EXCEL FUNZIONI AVANZATE DI EXCEL Inserire una funzione dalla barra dei menu Clicca sulla scheda "Formule" e clicca su "Fx" (Inserisci Funzione). Dalla finestra di dialogo "Inserisci Funzione" clicca sulla categoria

Dettagli

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO...

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO... Modulo A Programmiamo in Pascal Unità didattiche 1. Installiamo il Dev-Pascal 2. Il programma e le variabili 3. Input dei dati 4. Utilizziamo gli operatori matematici e commentiamo il codice COSA IMPAREREMO...

Dettagli

OPERAZIONI SUL FILE SYSTEM OPERAZIONI SUL FILE SYSTEM

OPERAZIONI SUL FILE SYSTEM OPERAZIONI SUL FILE SYSTEM SPOSTARE un file o una sottodirectory da una directory ad un altra COPIARE un file o una directory da una directory all altra RINOMINARE un file o una directory CANCELLARE un file o una directory CREARE

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

2009 Elite Computer. All rights reserved

2009 Elite Computer. All rights reserved 1 PREMESSA OrisDent 9001 prevede la possibilità di poter gestire il servizio SMS per l'invio di messaggi sul cellulare dei propri pazienti. Una volta ricevuta comunicazione della propria UserID e Password

Dettagli

Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1. Manuale dell'utente

Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1. Manuale dell'utente Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1 Manuale dell'utente Registrazione del prodotto Se si registra il prodotto SMART, si verrà informati delle nuove funzionalità e aggiornamenti software disponibili. Registrazione

Dettagli

REGEL - Registro Docenti

REGEL - Registro Docenti REGEL - Registro Docenti INFORMAZIONI GENERALI Con il Registro Docenti online vengono compiute dai Docenti tutte le operazioni di registrazione delle attività quotidiane, le medesime che si eseguono sul

Dettagli

GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8

GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8 GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8 GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8 1) Introduzione Pg 3 2) L area amministratore Pg 3 2.1) ECM Pg 4 2.1.1) Sezione Struttura Pg 5 2.1.2) Sezione Documento Pg 7 2.1.3) Sezione Pubblicazione

Dettagli

guida all'utilizzo del software

guida all'utilizzo del software guida all'utilizzo del software Il software Gestione Lido è un programma molto semplice e veloce che permette a gestori e proprietari di stabilimenti balneari di semplificare la gestione quotidiana dell?attività

Dettagli

GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA

GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA STRUMENTI DI GESTIONE BIBLIOGRAFICA I software di gestione bibliografica permettono di raccogliere, catalogare e organizzare diverse tipologie di materiali, prendere appunti, formattare

Dettagli

Cos è. un programma di presentazione. Strumenti di presentazione. Che cos è. una presentazione. Diapositive

Cos è. un programma di presentazione. Strumenti di presentazione. Che cos è. una presentazione. Diapositive Cos è un programma di presentazione Strumenti di presentazione Impostare e creare una presentazione Le applicazioni software per organizzare e presentare in pubblico informazioni multimediali Organizzazione

Dettagli

TeamViewer 8 Manuale Meeting

TeamViewer 8 Manuale Meeting TeamViewer 8 Manuale Meeting Rev 8.0-12/2012 TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen www.teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni

Dettagli

Le novità di QuarkXPress 10

Le novità di QuarkXPress 10 Le novità di QuarkXPress 10 INDICE Indice Le novità di QuarkXPress 10...3 Motore grafico Xenon...4 Interfaccia utente moderna e ottimizzata...6 Potenziamento della produttività...7 Altre nuove funzionalità...10

Dettagli

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Indice 4 Introduzione 5 Cosa ti occorre 6 Panoramica dell installazione 6 Passo 1: verifica la presenza di aggiornamenti. 6 Passo 2: apri Assistente

Dettagli

Nitro Reader 3 Guida per l' utente

Nitro Reader 3 Guida per l' utente Nitro Reader 3 Guida per l' utente In questa Guida per l'utente Benvenuti in Nitro Reader 3 1 Come usare questa guida 1 Trovare rapidamente le informazioni giuste 1 Per eseguire una ricerca basata su parole

Dettagli

Guida pratica di base

Guida pratica di base Adolfo Catelli Guida pratica di base Windows XP Professional Dicembre 2008 Sommario Accedere a Windows XP 4 Avviare Windows XP 4 Uscire da Windows XP 5 L interfaccia utente di Windows XP 6 Il desktop di

Dettagli

Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto

Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto Augusto Scatolini (webmaster@comunecampagnano.it) Ver. 1.0 (marzo 2009) ultimo aggiornamento aprile 2009 Easy Peasy è una distribuzione

Dettagli

La finestra di Avvio di Excel

La finestra di Avvio di Excel Con Excel si possono fare molte cose, ma alla base di tutto c è il foglio di lavoro. Lavorare con Excel significa essenzialmente immettere numeri in un foglio di lavoro ed eseguire calcoli sui numeri immessi.

Dettagli

Guida all'installazione di SLPct. Manuale utente. Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it

Guida all'installazione di SLPct. Manuale utente. Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it Guida all'installazione di SLPct Manuale utente Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it Premessa Il redattore di atti giuridici esterno SLpct è stato implementato da Regione

Dettagli

Invio di SMS con FOCUS 10

Invio di SMS con FOCUS 10 Sommario I Sommario 1 1 2 Attivazione del servizio 1 3 Server e-service 3 4 Scheda anagrafica 4 4.1 Occhiale... pronto 7 4.2 Fornitura... LAC pronta 9 4.3 Invio SMS... da Carico diretto 10 5 Videoscrittura

Dettagli

Germano Pettarin E-book per la preparazione all ECDL ECDL Modulo 2 Sistema Operativo Windows Argomenti del Syllabus 5.0

Germano Pettarin E-book per la preparazione all ECDL ECDL Modulo 2 Sistema Operativo Windows Argomenti del Syllabus 5.0 Germano Pettarin E-book per la preparazione all ECDL ECDL Modulo 2 Sistema Operativo Windows Argomenti del Syllabus 5.0 G. Pettarin ECDL Modulo 2: Sistema Operativo 2 Modulo 2 Il sistema operativo Windows

Dettagli

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO Precisione del riconoscimento Velocità di riconoscimento Configurazione del sistema Correzione Regolazione della

Dettagli

Che cos è la LIM? L utilizzo didattico della LIM La LIM consente di andare incontro a diversi stili

Che cos è la LIM? L utilizzo didattico della LIM La LIM consente di andare incontro a diversi stili Che cos è la LIM? La LIM, Lavagna Interattiva Multimediale, è una lavagna arricchita da potenzialità digitali e multimediali. Si tratta di una periferica collegata al computer, che rende possibile visualizzare

Dettagli

Data warehouse.stat Guida utente

Data warehouse.stat Guida utente Data warehouse.stat Guida utente Versione 3.0 Giugno 2013 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 Il browser 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della

Dettagli

Esercitazioni di Excel

Esercitazioni di Excel Esercitazioni di Excel A cura dei proff. A. Khaleghi ed A. Piergiovanni. Queste esercitazioni hanno lo scopo di permettere agli studenti di familiarizzare con alcuni comandi specifici di Excel, che sono

Dettagli

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 -

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 - Progetto SINTESI Comunicazioni Obbligatorie Modulo Applicativo COB - Versione Giugno 2013-1 Versione Giugno 2013 INDICE 1 Introduzione 3 1.1 Generalità 3 1.2 Descrizione e struttura del manuale 3 1.3 Requisiti

Dettagli

Client di Posta Elettronica PECMailer

Client di Posta Elettronica PECMailer Client di Posta Elettronica PECMailer PECMailer è un semplice ma completo client di posta elettronica, ovvero un programma che consente di gestire la composizione, la trasmissione, la ricezione e l'organizzazione

Dettagli

Creazione di un disegno realistico con CorelDRAW

Creazione di un disegno realistico con CorelDRAW Creazione di un disegno realistico con CorelDRAW Hugo Hansen L'autore L'autore Hugo Hansen vive appena fuori dalla splendida città di Copenhagen. Esperto professionista nell'ambito del design grafico,

Dettagli

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1-1/9 HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1 CARATTERISTICHE DI UN DATABASE SQL...1-2 Considerazioni generali... 1-2 Concetto di Server... 1-2 Concetto di Client... 1-2 Concetto di database SQL... 1-2 Vantaggi...

Dettagli

Le formule possono essere scritte utilizzando un insieme di funzioni predefinite che Excel mette a disposizione, raggruppate per argomento.

Le formule possono essere scritte utilizzando un insieme di funzioni predefinite che Excel mette a disposizione, raggruppate per argomento. Excel: le funzioni Le formule possono essere scritte utilizzando un insieme di funzioni predefinite che Excel mette a disposizione, raggruppate per argomento. DEFINIZIONE: Le funzioni sono dei procedimenti

Dettagli

Background (sfondo): Finestra: Una finestra serve a mostrare il contenuto di un disco o di una cartella -, chiamata anche directory.

Background (sfondo): Finestra: Una finestra serve a mostrare il contenuto di un disco o di una cartella -, chiamata anche directory. @ PC (Personal computer): Questa sigla identificò il primo personal IBM del 1981 a cura di R.Mangini Archiviazione: Il sistema operativo si occupa di archiviare i file. Background (sfondo): Cursore: Nei

Dettagli

Guida rapida all uso di ECM Titanium

Guida rapida all uso di ECM Titanium Guida rapida all uso di ECM Titanium Introduzione Questa guida contiene una spiegazione semplificata del funzionamento del software per Chiputilizzare al meglio il Tuning ECM Titanium ed include tutte

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 Installazione GEST-L 4 Versione per Mac - Download da www.system-i.it 4 Versione per Mac - Download da Mac App Store 4 Versione per Windows 4 Prima apertura del programma

Dettagli

8. L'USO DEL PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA INSIEME ALLA GESTIONE PROFESSIONALE DI DOCUMENTI IN FORMATO E-MAIL

8. L'USO DEL PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA INSIEME ALLA GESTIONE PROFESSIONALE DI DOCUMENTI IN FORMATO E-MAIL This project funded by Leonardo da Vinci has been carried out with the support of the European Community. The content of this project does not necessarily reflect the position of the European Community

Dettagli

Comunicazione scuola famiglia

Comunicazione scuola famiglia Manuale d'uso Comunicazione scuola famiglia INFOZETA Centro di ricerca e sviluppo di soluzioni informatiche per la scuola Copyright InfoZeta 2013. 1 Prima di iniziare l utilizzo del software raccomandiamo

Dettagli

How to Develop Accessible Linux Applications

How to Develop Accessible Linux Applications How to Develop Accessible Linux Applications Sharon Snider Copyright 2002 IBM Corporation v1.1, 2002-05-03 Diario delle Revisioni Revisione v1.1 2002-05-03 Revisionato da: sds Convertito in DocBook XML

Dettagli

Istruzioni per l importazione del certificato per Internet Explorer

Istruzioni per l importazione del certificato per Internet Explorer Istruzioni per l importazione del certificato per Internet Explorer 1. Prima emissione certificato 1 2. Rilascio nuovo certificato 10 3. Rimozione certificato 13 1. Prima emissione certificato Dal sito

Dettagli

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni sul

Dettagli

Posta Elettronica Certificata

Posta Elettronica Certificata Posta Elettronica Certificata Manuale di utilizzo del servizio Webmail di Telecom Italia Trust Technologies Documento ad uso pubblico Pag. 1 di 33 Indice degli argomenti 1 INTRODUZIONE... 3 1.1 Obiettivi...

Dettagli

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente 2015 Seagate Technology LLC. Tutti i diritti riservati. Seagate, Seagate Technology, il logo Wave e FreeAgent sono marchi depositati o marchi registrati

Dettagli

Mini manuale di Audacity.

Mini manuale di Audacity. Mini manuale di Audacity. Questo mini manuale è parte del corso on-line Usare il software libero di Altrascuola. Il corso è erogato all'interno del portale per l'e-learning Altrascuola con la piattaforma

Dettagli

Form Designer Guida utente DOC-FD-UG-IT-01/01/12

Form Designer Guida utente DOC-FD-UG-IT-01/01/12 Form Designer Guida utente DOC-FD-UG-IT-01/01/12 Le informazioni contenute in questo manuale di documentazione non sono contrattuali e possono essere modificate senza preavviso. La fornitura del software

Dettagli

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0 Documentazione Servizio SMS WEB Versione 1.0 1 Contenuti 1 INTRODUZIONE...5 1.1 MULTILANGUAGE...5 2 MESSAGGI...7 2.1 MESSAGGI...7 2.1.1 INVIO SINGOLO SMS...7 2.1.2 INVIO MULTIPLO SMS...9 2.1.3 INVIO MMS

Dettagli

Guida rapida. Cos è GeoGebra? Notizie in pillole

Guida rapida. Cos è GeoGebra? Notizie in pillole Guida rapida Cos è GeoGebra? Un pacchetto completo di software di matematica dinamica Dedicato all apprendimento e all insegnamento a qualsiasi livello scolastico Riunisce geometria, algebra, tabelle,

Dettagli

ITCG Cattaneo via Matilde di canossa n.3 - Castelnovo ne' Monti (RE) SEZIONE I.T.I. - Corso di Fisica - prof. Massimo Manvilli

ITCG Cattaneo via Matilde di canossa n.3 - Castelnovo ne' Monti (RE) SEZIONE I.T.I. - Corso di Fisica - prof. Massimo Manvilli ITCG C. CATTANEO via Matilde di Canossa n.3 - Castelnovo ne' Monti (Reggio Emilia) Costruzione del grafico di una funzione con Microsoft Excel Supponiamo di aver costruito la tabella riportata in figura

Dettagli

5.2. Pipetta. 2: Lo strumento di luce/ombra

5.2. Pipetta. 2: Lo strumento di luce/ombra 2: Lo strumento di luce/ombra Scostamento Luce a «0%» e Ombra a «100%» Con lo strumento di luce/ombra possono essere fissati il punto più chiaro, il punto medio e quello più scuro dell immagine. Sotto

Dettagli

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto 2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto previsto in Avvisi legali. 23 giugno 2014 Indice 3 Indice...5

Dettagli

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Le informazioni contenute in questo manuale di documentazione non sono contrattuali e possono essere modificate senza preavviso. La fornitura del software

Dettagli

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto Rev 8.0-12/2012 TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen www.teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 6 1.1 Informazioni sul software... 6

Dettagli

ADOBE READER XI. Guida ed esercitazioni

ADOBE READER XI. Guida ed esercitazioni ADOBE READER XI Guida ed esercitazioni Guida di Reader Il contenuto di alcuni dei collegamenti potrebbe essere disponibile solo in inglese. Compilare moduli Il modulo è compilabile? Compilare moduli interattivi

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

Client PEC Quadra Guida Utente

Client PEC Quadra Guida Utente Client PEC Quadra Guida Utente Versione 3.2 Guida Utente all uso di Client PEC Quadra Sommario Premessa... 3 Cos è la Posta Elettronica Certificata... 4 1.1 Come funziona la PEC... 4 1.2 Ricevuta di Accettazione...

Dettagli

Telefono Sirio lassico

Telefono Sirio lassico GUIDA USO Telefono Sirio lassico 46755H Aprile 2013 3 Indice INTRODUZIONE...1 CARATTERISTICHE TECNICHE E FUNZIONALI...1 CONTENUTO DELLA CONFEZIONE...1 INSTALLAZIONE...2 DESCRIZIONE DELL APPARECCHIO...3

Dettagli

INSTALLAZIONE E UTILIZZO DEL COMPILATORE Code::Blocks 8.02

INSTALLAZIONE E UTILIZZO DEL COMPILATORE Code::Blocks 8.02 INSTALLAZIONE E UTILIZZO DEL COMPILATORE Code::Blocks 8.02 Download Si può scaricare gratuitamente la versione per il proprio sistema operativo (Windows, MacOS, Linux) dal sito: http://www.codeblocks.org

Dettagli

Manuale dell'utente di SAP BusinessObjects Process Analysis

Manuale dell'utente di SAP BusinessObjects Process Analysis Manuale dell'utente di SAP BusinessObjects Process Analysis SAP BusinessObjects Process Analysis XI3.1 Service Pack 3 windows Copyright 2010 SAP AG. Tutti i diritti riservati.sap, R/3, SAP NetWeaver, Duet,

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

Testi della Guida introduttiva a cura di Martin Ley. Revisione e controllo qualità: Cristina Bachmann, Heiko Bischoff, Marion Bröer, Sabine Pfeifer,

Testi della Guida introduttiva a cura di Martin Ley. Revisione e controllo qualità: Cristina Bachmann, Heiko Bischoff, Marion Bröer, Sabine Pfeifer, Guida Introduttiva Testi della Guida introduttiva a cura di Martin Ley. Revisione e controllo qualità: Cristina Bachmann, Heiko Bischoff, Marion Bröer, Sabine Pfeifer, Heike Schilling. Data di rilascio:

Dettagli

GFI Product Manual. Manuale per il client fax

GFI Product Manual. Manuale per il client fax GFI Product Manual Manuale per il client fax http://www.gfi.com info@gfi.com Le informazioni contenute nel presente documento sono soggette a modifiche senza preavviso. Le società, i nomi e i dati utilizzati

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

INFORMATIVA FINANZIARIA

INFORMATIVA FINANZIARIA Capitolo 10 INFORMATIVA FINANZIARIA In questa sezione sono riportate le quotazioni e le informazioni relative ai titoli inseriti nella SELEZIONE PERSONALE attiva.tramite la funzione RICERCA TITOLI è possibile

Dettagli

Manuale Software. www.smsend.it

Manuale Software. www.smsend.it Manuale Software www.smsend.it 1 INTRODUZIONE 3 Multilanguage 4 PANNELLO DI CONTROLLO 5 Start page 6 Profilo 7 Ordini 8 Acquista Ricarica 9 Coupon AdWords 10 Pec e Domini 11 MESSAGGI 12 Invio singolo sms

Dettagli

LA POSTA ELETTRONICA

LA POSTA ELETTRONICA LA POSTA ELETTRONICA Nella vita ordinaria ci sono due modi principali di gestire la propria corrispondenza o tramite un fermo posta, creandosi una propria casella postale presso l ufficio P:T., oppure

Dettagli

3.0 DATA CENTER. PER TOPLINE 2009/2012, SERIE ROX e orologi. www.sigmasport.com

3.0 DATA CENTER. PER TOPLINE 2009/2012, SERIE ROX e orologi. www.sigmasport.com DATA CENTER PER TOPLINE 2009/2012, SERIE ROX e orologi 3.0 Indice 1 Premessa...3 2 DATA CENTER 3...4 2.1 Utilizzo dei dispositivi SIGMA con DATA CENTER 3....4 2.2 Requisiti di sistema....4 2.2.1 Computer

Dettagli

SOGEAS - Manuale operatore

SOGEAS - Manuale operatore SOGEAS - Manuale operatore Accesso La home page del programma si trova all indirizzo: http://www.sogeas.net Per accedere, l operatore dovrà cliccare sulla voce Accedi in alto a destra ed apparirà la seguente

Dettagli

NAVIGAORA HOTSPOT. Manuale utente per la configurazione

NAVIGAORA HOTSPOT. Manuale utente per la configurazione NAVIGAORA HOTSPOT Manuale utente per la configurazione NAVIGAORA Hotspot è l innovativo servizio che offre ai suoi clienti accesso ad Internet gratuito, in modo semplice e veloce, grazie al collegamento

Dettagli

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli