FAQ per il corso di Informatica

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "FAQ per il corso di Informatica"

Transcript

1 FAQ per il corso di Informatica Per i Corsi di Laurea in Biotecnologie e in Scienze Biologiche della Facoltà di Bioscienze e Biotecnologie Università di Modena e Reggio Emilia a.a (Prof. Sergio Fonda) DOMANDA 1: Ho un problema con la stampa unione: anche se in Excel inserisco le date nel formato giusto, word inverte i numeri dei mesi con quelli dei giorni. Qual è il comando per cambiare il formato data nei campi word? RISPOSTA: Escludiamo la soluzione dell uso di Word per la gestione degli elenchi nella stampa unione, in quanto non è una soluzione elegante ed efficiente. Sfrutteremo la tecnica DDE (Dynamic Data Exchange) per il passaggio di dati tra applicazioni diverse. Il problema si può generalizzare ed è rappresentato dal modo in cui Word mantiene i formati assegnati ai dati nel foglio Excel, origine dei dati. Nell installazione standard di Office, il legame tra Word e i dati di Excel non mantiene il formato assegnato dall utente nel file Excel; quindi nella configurazione standard di Word, qualsiasi sia il formato dei dati originali in Excel, essi vengono riportati in Word sempre con il formato di default: quello americano. Ecco come si risolve il problema per le due versioni di office, 2003 e 2007, tenendo conto che la prima parte delle azioni è da compiere solo una volta e corrisponde a configurare Word in modo diverso. Questa soluzione offre la possibilità di ritrovare i dati in Word con i medesimi formati imposti in Excel. In OFFICE Aprire Word e selezionare i comandi <Strumenti> <Opzioni> <Standard> Scegliere l opzione <Conferma conversione all apertura> cliccando in corrispondenza al bottone. Questa manovra abilita la richiesta di selezionare manualmente il convertitore da utilizzare per l'apertura di file creati in altre applicazioni (Excel nel nostro caso). Deselezionare la casella di controllo se si desidera che il convertitore di file venga selezionato automaticamente, come avviene nella condizione standard di Word. Questa azione non va più ripetuta. Vediamo ora ciò che invece va fatto per ogni stampa unione, con l applicazione Word aperta. Supponiamo che il file Excel, origine dei dati, sia già esistente. Per collegare l origine dei dati in Word, eseguire i comandi seguenti: <Apri origine dei dati> (sulla barra dei comandi stampa unione) <Selezionare il file Excel origine dei dati> Nel pannello successivo, Conferma Origine dei Dati, selezionare

2 <Fogli di lavoro Ms Excel via DDE (*.xls)> <OK> e, nel pannello successivo, <Intero foglio di lavoro> <OK>. A questo punto si prosegue con l inserimento dei campi unione. In OFFICE Aprire Word e selezionare i comandi <Pulsante Office> <Opzioni di Word> <Impostazioni avanzate> Nel paragrafo Generale scegliere l opzione <Conferma conversione formato file all'apertura> cliccando in corrispondenza al bottone quadrato. Questa manovra abilita la richiesta di selezionare manualmente il convertitore da utilizzare per l'apertura di file creati in altre applicazioni (Excel nel nostro caso). Deselezionare la casella di controllo se si desidera che il convertitore di file venga selezionato automaticamente, come avviene nella condizione standard di Word. Questa azione non va più ripetuta. Vediamo ora ciò che invece va fatto per ogni stampa unione, con l applicazione Word aperta. Supponiamo che il file Excel, origine dei dati, sia già esistente. Per collegare l origine dei dati in Word, eseguire i comandi seguenti: <Lettere> <Seleziona destinatari> <Usa elenco esistente> (sulla barra dei comandi stampa unione) <Selezionare il file Excel origine dei dati> Nel pannello successivo, Conferma Origine dei Dati, selezionare <Fogli di lavoro Ms Excel via DDE (*.xls)> <OK> e, nel pannello successivo, <Intero foglio di lavoro> <OK>. A questo punto si prosegue con l inserimento dei campi unione. ALTRE SOLUZIONI, VALIDE IN ENTRAMBE LE VERSIONI. Un altra soluzione consiste nel modificare i comandi contenuti nei campi di Word. Per avere il formato di data italiano si può trasformare il campo corrispondente della DATA nella notazione seguente: { MERGEFIELD DATA "DD/MM/ YYYY"} con ovvio significato dei caratteri e con la preferenza per il tutto maiuscolo. Questa soluzione va applicata a ciascuno dei campi in gioco usando il comando <ALT>F9, per espandere o chiudere i campi. DOMANDA 2: Sulla manipolazione di testo: è normale che la funzione ADESSO () restituisca lo stesso valore in formato standard? (di fatto, non ho capito a cosa serva). RISPOSTA: Si faccia riferimento alla spiegazione nell Help di Excel e al file degli esercizi a lezione. La funzione restituisce il numero seriale della data e dell'ora correnti. Se prima dell'immissione della funzione il formato di cella era Generale, il risultato viene formattato come una data. Sintassi: ADESSO( )

3 Osservazioni Per poter essere utilizzate nei calcoli, le date vengono memorizzate come numeri seriali in sequenza. Per impostazione predefinita, 1 gennaio 1900 è il numero seriale 1 e 1 gennaio 2008 è il numero seriale essendo trascorsi giorni dal 1 gennaio In Microsoft Excel per Macintosh viene utilizzato un sistema di data predefinito diverso. I numeri a destra del separatore decimale del numero seriale rappresentano l'ora, quelli a sinistra la data. Ad esempio i numeri seriali {0,5 0,87 0,15} rappresentano rispettivamente le ore 12.00, e La funzione ADESSO () apporta la modifica solo quando si ricalcola il foglio di lavoro o si esegue una macro contenente la funzione. L'aggiornamento non viene effettuato continuamente. DOMANDA 3: In Manipolazione testo: a cosa serve la funzione DATA_MESE e perchè cambia in base al secondo numero dopo l'indirizzo della prima cella? (esempio, modificare lo 0 con altri numeri: =DATA.MESE(D8;0)) RISPOSTA: Si faccia riferimento alla spiegazione nell Help di Excel e al file degli esercizi a lezione. Restituisce il numero seriale che rappresenta la data che cade il numero di mesi indicato prima o dopo la data specificata in data_iniziale. Utilizzare la funzione DATA.MESE per calcolare le date di scadenza che cadono nello stesso giorno del mese della data di emissione. Sintassi: DATA.MESE(data_iniziale; mesi) Data_iniziale è una data che rappresenta la data di inizio. Le date devono essere immesse utilizzando la funzione DATA o devono essere il risultato di altre formule o funzioni. Utilizzare, ad esempio, DATA(2008;5;23) per il 23 maggio È possibile che si verifichino problemi se le date vengono immesse come testo. Mesi è il numero di mesi precedenti o successivi a data_iniziale. Un valore positivo per mesi indica una data futura, mentre un valore negativo corrisponde a una data anteriore. Osservazioni Per poter essere utilizzate nei calcoli, le date vengono memorizzate come numeri seriali in sequenza. Per impostazione predefinita, 1 gennaio 1900 è il numero seriale 1 e 1 gennaio 2008 è il numero seriale essendo trascorsi giorni dal 1 gennaio In Microsoft Excel per Macintosh viene utilizzato un sistema di data predefinito diverso. Se data_iniziale non è una data valida, DATA.MESE restituirà il valore di errore #VALORE!. Se mesi non è un numero intero, la parte decimale verrà troncata.

4 DOMANDA 4: Sul calcolo della Derivata: ho notato che la y è calcolata in base all'equazione y= x^2 * 1,9, perchè? RISPOSTA: La scelta dell equazione è del tutto casuale, tanto per avere una funzione semplice, sulla quale applicare il calcolo della derivata. Nessun altro motivo. DOMANDA 5: Non trovo le proprietà del determinante RISPOSTA: A pag. 18 della dispensa sulle matrici ci sono le proprietà del determinante DOMANDA 6: Cos è Equation Editor? È da portare all esame? RISPOSTA: È un'applicazione Microsoft Office per scrivere testi di natura matematica; noi non l'abbiamo trattata per questioni di tempo, ma è molto utile. Non è da "portare" all'esame. DOMANDA 7: Potrei avere un aiuto sulle rotazioni e traslazioni trattate con matrici? RISPOSTA: x, y, z, sono le coordinate di un punto nello spazio; x', y', z', sono le coordinate che assume lo stesso punto sottoposto ad una rotazione attorno ad ognuno dei tre assi cartesiani. Fissato l'angolo, ognuna delle tre rotazioni possibili è condotta dall'azione della corrispondente matrice di rotazione che porta il punto da (x,y,z) a (x',y',z') con il prodotto tra il vettore colonna delle coordinate e la matrice di rotazione. Sostanzialmente, capito questo, per ottenere le rotazioni occorre saper fare il prodotto tra matrici. Poichè la traslazione non può essere ottenuta con un prodotto (in termini cartesiani si realizza con una somma di coordinate) si introducono le coordinate omogenee e le matrici corrispondenti: in questo modo ogni movimento roto-traslatorio e/o scalatura di un punto (o di una molecola...) può essere calcolato per mezzo di prodotti di matrici. (vedere a pag. 27 della dispensa) Vengono definiti vettori a 4 componenti, delle quali la quarta, w, è un fattore moltiplicativo (tenga conto che di solito w=1). DOMANDA 8: Vorrei sapere se, per quanto riguarda Access, bisogna saper strutturare un database (query, report, maschere, etc.) con vista struttura, procedura guidata o tutte e 2. RISPOSTA: Bisogna saper padroneggiare entrambe le due maniere: guidata e struttura.

5 DOMANDA 9: Volevo chiedere alcune spiegazioni per quanto riguarda l'esercizio della derivata in Excel: come faccio a trovare il passo dell'ascissa e il coeff. angolare? o sono dati che mi da già lei? RISPOSTA: Il passo dell ascissa è, in linea di principio arbitrario e deve solo tenere conto di quanto dettagliata debba essere la rappresentazione della funzione e/o la sua estensione lungo l asse delle ascisse, a seconda del numero totale di punti nei quali calcolare la funzione (Nel nostro caso abbiamo fissato invece entrambi gli estremi dell intervallo (x 1, x 2 ) di definizione della funzione). Quindi il passo è fissato da me, ma anche da lei, se lo desidera: infatti il valore del passo è messo nella cella G2 e la invito a provare a cambiarlo! Per il coefficiente angolare occorre ricordare che da un punto di vista numerico, esso è rappresentato dal rapporto incrementale che viene calcolato, nell esercizio Excel, nelle colonne indicate con il nome derivata. Pertanto il coefficiente angolare ha proprio il valore della derivata, punto per punto. DOMANDA 10: Quando abbiamo creato le macro in Excel, abbiamo deciso di colorare una cella e poi di spostarci accanto ad essa sulla destra, così, una volta inviato il comando, avremmo dovuto ottenere una cella colorata e la cella di fianco a destra "contrassegnata". In realtà il cursore si spostava sempre alla destra della prima cella colorata (quella che avevamo usato per la registrazione). Qual è la manovra per far sì che, in qualunque punto io desideri applicare la macro, la cella "contrassegnata" mi risulti alla sua destra e non alla destra della prima? RISPOSTA: Facciamo riferimento alla figura seguente (Word 2007): A B Per registrare una macro si applica per default la sequenza di comandi <Sviluppo> <Registra macro> e tale situazione corrisponde alle scelte rappresentate dallo schema A (opzione <Usa riferimenti relativi> NON selezionata), dove gli indirizzi delle celle coinvolte nella creazione della macro sono assoluti, cioè, ad esempio, del tipo $C$5. In queste condizioni, ogni spostamento di celle fa riferimento, con indirizzamento assoluto, alla cella di partenza e quindi sarà scelta sempre la posizione della cella spostata durante la creazione della macro, ad ogni esecuzione della macro. In alternativa si può scegliere la strada dello schema B dove, PRIMA di far partire la registrazione della macro, si seleziona l opzione <Usa riferimenti relativi> e poi si continua con <Registra macro>. In questo caso gli indirizzi delle celle coinvolte nella creazione della macro sono relativi, cioè, ad esempio, del tipo C5. Di conseguenza, ogni spostamento di celle fa riferimento, con indirizzamento relativo, alla cella da cui parte ogni esecuzione della macro e quindi quella che lei chiama cella "contrassegnata" assumerà sempre la posizione relativa alla cella di avvio della macro. DOMANDA 11: Volevo fare una domanda su algebra lineare: che differenza c'è tra una matrice scalare e una matrice identica? I valori non nulli della matrice identica devono essere tutti uguali?

6 RISPOSTA: Una matrice scalare A è una matrice diagonale (e quindi quadrata) in cui gli elementi a ii della diagonale principale sono tutti e soli diversi da zero e uguali tra loro. Ad esempio A= è una matrice scalare 3x3. Una matrice identica I è una matrice scalare i cui elementi i kk sono tutti unitari. Ad esempio I 4 = è una matrice identica 4x In termini di vettori elementari e i, questa matrice identica sarebbe costituita da quattro vettori colonna elementari di dimensione quattro ciascuno: e 1, e 2, e 3, e 4. Si tenga conto che moltiplicando una matrice identica per uno scalare, si ottiene una matrice scalare. DOMANDA 12: Come si fa a creare un campo contatore in Base di Open Office? RISPOSTA: E opportuno che il campo ad auto-incremento (contatore automatico) venga creato nella fase di costruzione della struttura di una tabella. Supponiamo di dare il nome conta al campo in questione. conta deve essere associato ad un tipo di campo Intero o Intero lungo e non occorre soddisfi ad alcun vincolo di denominazione: il suo nome può essere scelto arbitrariamente. I campi Intero e Intero lungo sono gli unici a supportare un formato contatore. Proprietà del campo Nelle proprietà del campo va abilitata l opzione Sì per il valore automatico. Base associa a questo campo la caratteristica di chiave primaria. Numero di cifre La tabella salvata aumenterà automaticamente il valore del campo conta, a partire da zero, per ogni nuovo record introdotto

7 DOMANDA 13: In BASE di Open Office cerco di riempire una tabella dopo averne costruito la struttura e non posso farlo perché non compaiono le celle dei dati: perchè? RISPOSTA: BASE consente il riempimento delle tabelle solo se è definita una chiave primaria. Tornare in struttura e scegliere una chiave primaria, poi introdurre i dati in tabella. Se dal progetto del DB risulta che la tabella non deve possedere una chiave primaria, allora si può crearne una di appoggio introducendo un campo contatore che così consentirà il riempimento della tabella. DOMANDA 14: Come si fa a creare un rapporto in vista struttura in BASE di Open Office? RISPOSTA: La versione 3.2 non lo prevede e mette solo a disposizione la creazione guidata. Per introdurre questa opzione, che consente un editing grafico del report, è necessario installare un'estensione di OpenOffice BASE che si chiama Sun Report Builder (file con estensione.oxt) e si scarica gratuitamente dal sito Dopo aver salvato il file in una cartella, aprire BASE, andare nel menù <Strumenti> selezionare il comando <Gestione estensioni> e poi <Aggiungi> e infine scegliere il file salvato. Ora, selezionando l icona Rapporti, nel riquadro Attività compare anche l opzione Crea rapporto in vista struttura. DOMANDA 15: BASE di Open Office non mi consente di creare un rapporto con campi appartenenti a diverse tabelle: cosa sbaglio?? RISPOSTA: Effettivamente è così anche dopo aver applicato l estensione Sun Report Builder. Per risolvere il problema conviene creare una vista con i campi delle tabelle d interesse: usare i comandi <Tabelle> <Crea vista> e dal pannello <Aggiungi tabelle> aggiungere le tabelle d interesse. Infine selezionare i campi che si vogliono introdurre nel report scegliendoli nello schema posto nella parte inferiore (operazione graficamente simile a quella che si fa nella costruzione di una query - ricerche). Chiudere l operazione e dare un nome a questa vista. La vista è praticamente una nuova tabella che può essere usata per generare il report voluto. DOMANDA 16: In access 2007 come si fa a visualizzare il rapporto tra tabelle dopo aver fatto le relazioni? Nel mio caso dopo aver messo le tabelle in relazione, esse vengono collegate secondo le chiavi primarie ma non esce scritto 1, n o infinito. RISPOSTA: La cardinalità tra tabelle ( rapporto come lo chiama lei) si visualizza imponendo l integrità referenziale nel pannello delle relazioni. L esempio a fianco mostra la cardinalità uno a molti

8 DOMANDA 17: In excel quando viene fatto il grafico a dispersione con i valori della media, nel momento in cui inserisco le barre di errore con deviazione standard come faccio ad eliminare quelle orizzontali ed inoltre per quelle verticali, andando su personalizza quali valori devo inserire nella voce valore di errore positivo e in quella valore di errore negativo? RISPOSTA: Per eliminare le barre orizzontali è sufficiente selezionarle e cancellarle con Del o Canc oppure Taglia, come avviene per qualsiasi altro oggetto del software OfficeMs. Le barre verticali personalizzate sono generalmente riempite, sia per l errore positivo che per l errore negativo, con i valori della deviazione standard o, se si desidera, dell errore standard (riferirsi ai concetti di statistica...!) poiché ad essi si attribuisce un comportamento simmetrico. In pratica, abbiamo la probabilità del 68% che un valore misurato cada all interno dell intervallo dove è la deviazione standard. Quindi, graficamente, l operazione per cui si aggiunge e si toglie un valore uguale alla deviazione standard al valore medio, è rappresentata dal segmento della barra verticale. DOMANDA 18: Nel calcolo della frequenza per impostare i dati1 e dati2 si usa la f(x):casuale?e per il grafico si impostano come valori di coordinate dati2 e classi? RISPOSTA: L uso della funzione di excel CASUALE() è introdotto negli esempi solo per avere, in modo rapido, una distribuzione di valori casuali (di solito collocati in una colonna intitolata dati1) sui quali applicare poi l analisi della distribuzione in classi di frequenza. La distribuzione, fissate le classi, è poi analizzata utilizzando la funzione matrice di excel FREQUENZA(dati; classi). La funzione CASUALE() tuttavia, produce una diversa semina dei dati casuali ogni volta che il foglio excel ricalcola dei valori e, come conseguenza, ciò fa cambiare le frequenze calcolate. Per evitare che questo avvenga, si possono copiare i dati casuali e incollare solo i loro valori in un altra colonna (di solito chiamata dati2) e usare questi dati, non più legati alla funzione CASUALE(), per calcolare la distribuzione di frequenza.

Introduzione ad Access

Introduzione ad Access Introduzione ad Access Luca Bortolussi Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Trieste Access E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un supporto transazionale

Dettagli

I Grafici. La creazione di un grafico

I Grafici. La creazione di un grafico I Grafici I grafici servono per illustrare meglio un concetto o per visualizzare una situazione di fatto e pertanto la scelta del tipo di grafico assume notevole importanza. Creare grafici con Excel è

Dettagli

IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE

IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE Access permette di specificare una maschera che deve essere visualizzata automaticamente all'apertura di un file. Vediamo come creare una maschera di

Dettagli

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali di I.Stat 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della lingua 7 Individuazione

Dettagli

Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25

Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25 Introduzione al programma POWERPOINT Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25 Introduzione al programma POWERPOINT 1 1 Introduzione al programma 3 2 La prima volta con Powerpoint 3 3 Visualizzazione

Dettagli

Le formule possono essere scritte utilizzando un insieme di funzioni predefinite che Excel mette a disposizione, raggruppate per argomento.

Le formule possono essere scritte utilizzando un insieme di funzioni predefinite che Excel mette a disposizione, raggruppate per argomento. Excel: le funzioni Le formule possono essere scritte utilizzando un insieme di funzioni predefinite che Excel mette a disposizione, raggruppate per argomento. DEFINIZIONE: Le funzioni sono dei procedimenti

Dettagli

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale InterWrite SchoolBoard è un software per lavagna elettronica di facile utilizzo. Può essere adoperata anche da studenti diversamente

Dettagli

LA FINESTRA DI OPEN OFFICE CALC

LA FINESTRA DI OPEN OFFICE CALC LA FINESTRA DI OPEN OFFICE CALC Barra di Formattazione Barra Standard Barra del Menu Intestazione di colonna Barra di Calcolo Contenuto della cella attiva Indirizzo della cella attiva Cella attiva Intestazione

Dettagli

ITCG Cattaneo via Matilde di canossa n.3 - Castelnovo ne' Monti (RE) SEZIONE I.T.I. - Corso di Fisica - prof. Massimo Manvilli

ITCG Cattaneo via Matilde di canossa n.3 - Castelnovo ne' Monti (RE) SEZIONE I.T.I. - Corso di Fisica - prof. Massimo Manvilli ITCG C. CATTANEO via Matilde di Canossa n.3 - Castelnovo ne' Monti (Reggio Emilia) Costruzione del grafico di una funzione con Microsoft Excel Supponiamo di aver costruito la tabella riportata in figura

Dettagli

Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org.

Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org. Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org. Nuovo documento Anteprima di stampa Annulla Galleria Apri Controllo ortografico Ripristina Sorgente dati Salva Controllo

Dettagli

GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno

GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno La Vista CAS L ambiente di lavoro Le celle Assegnazione di una variabile o di una funzione / visualizzazione

Dettagli

Appunti sugli Elaboratori di Testo. Introduzione. D. Gubiani. 19 Luglio 2005

Appunti sugli Elaboratori di Testo. Introduzione. D. Gubiani. 19 Luglio 2005 Appunti sugli Elaboratori di Testo D. Gubiani Università degli Studi G.D Annunzio di Chieti-Pescara 19 Luglio 2005 1 Cos è un elaboratore di testo? 2 3 Cos è un elaboratore di testo? Cos è un elaboratore

Dettagli

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE 1 ANALYSIS.EXE IL PROGRAMMA: Una volta aperto il programma e visualizzato uno strumento il programma apparirà come nell esempio seguente: Il programma

Dettagli

Guida rapida all uso di ECM Titanium

Guida rapida all uso di ECM Titanium Guida rapida all uso di ECM Titanium Introduzione Questa guida contiene una spiegazione semplificata del funzionamento del software per Chiputilizzare al meglio il Tuning ECM Titanium ed include tutte

Dettagli

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Le informazioni contenute in questo manuale di documentazione non sono contrattuali e possono essere modificate senza preavviso. La fornitura del software

Dettagli

Lezione su Informatica di Base

Lezione su Informatica di Base Lezione su Informatica di Base Esplora Risorse, Gestione Cartelle, Alcuni tasti di scelta Rapida Domenico Capano D.C. Viterbo: Lunedì 21 Novembre 2005 Indice Una nota su questa lezione...4 Introduzione:

Dettagli

Data warehouse.stat Guida utente

Data warehouse.stat Guida utente Data warehouse.stat Guida utente Versione 3.0 Giugno 2013 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 Il browser 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

FUNZIONI AVANZATE DI EXCEL

FUNZIONI AVANZATE DI EXCEL FUNZIONI AVANZATE DI EXCEL Inserire una funzione dalla barra dei menu Clicca sulla scheda "Formule" e clicca su "Fx" (Inserisci Funzione). Dalla finestra di dialogo "Inserisci Funzione" clicca sulla categoria

Dettagli

1x1 qs-stat. Pacchetto Software per la Soluzione di Problemi Statistici nel Controllo Qualità. Versione: 1 / Marzo 2010 Doc. n.

1x1 qs-stat. Pacchetto Software per la Soluzione di Problemi Statistici nel Controllo Qualità. Versione: 1 / Marzo 2010 Doc. n. 1x1 qs-stat Pacchetto Software per la Soluzione di Problemi Statistici nel Controllo Qualità Versione: 1 / Marzo 2010 Doc. n.: PD-0012 Copyright 2010 Q-DAS GmbH & Co. KG Eisleber Str. 2 D - 69469 Weinheim

Dettagli

HORIZON SQL PREVENTIVO

HORIZON SQL PREVENTIVO 1/7 HORIZON SQL PREVENTIVO Preventivo... 1 Modalità di composizione del testo... 4 Dettaglia ogni singola prestazione... 4 Dettaglia ogni singola prestazione raggruppando gli allegati... 4 Raggruppa per

Dettagli

Non tutto, ma un po di tutto

Non tutto, ma un po di tutto ALFREDO MANGIA Non tutto, ma un po di tutto Nozioni fondamentali per conoscere e usare un foglio di calcolo. Corso di alfabetizzazione all informatica Settembre 2004 SCUOLA MEDIA GARIBALDI Genzano di Roma

Dettagli

Guida rapida. Cos è GeoGebra? Notizie in pillole

Guida rapida. Cos è GeoGebra? Notizie in pillole Guida rapida Cos è GeoGebra? Un pacchetto completo di software di matematica dinamica Dedicato all apprendimento e all insegnamento a qualsiasi livello scolastico Riunisce geometria, algebra, tabelle,

Dettagli

Dipartimento del Tesoro

Dipartimento del Tesoro Dipartimento del Tesoro POWER POINT AVANZATO Indice 1 PROGETTAZIONE DELL ASPETTO...3 1.2 VISUALIZZARE GLI SCHEMI...4 1.3 CONTROLLARE L ASPETTO DELLE DIAPOSITIVE CON GLI SCHEMI...5 1.4 SALVARE UN MODELLO...6

Dettagli

WORD (livello avanzato): Struttura di un Documento Complesso. Struttura di un Documento Complesso

WORD (livello avanzato): Struttura di un Documento Complesso. Struttura di un Documento Complesso Parte 5 Adv WORD (livello avanzato): Struttura di un Documento Complesso 1 di 30 Struttura di un Documento Complesso La realizzazione di un libro, di un documento tecnico o scientifico complesso, presenta

Dettagli

INFORMATIVA FINANZIARIA

INFORMATIVA FINANZIARIA Capitolo 10 INFORMATIVA FINANZIARIA In questa sezione sono riportate le quotazioni e le informazioni relative ai titoli inseriti nella SELEZIONE PERSONALE attiva.tramite la funzione RICERCA TITOLI è possibile

Dettagli

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA Supponiamo di voler eseguire una istantanea del nostro desktop, quella che in gergo si chiama Screenshot (da screen, schermo, e shot, scatto fotografico).

Dettagli

SOGEAS - Manuale operatore

SOGEAS - Manuale operatore SOGEAS - Manuale operatore Accesso La home page del programma si trova all indirizzo: http://www.sogeas.net Per accedere, l operatore dovrà cliccare sulla voce Accedi in alto a destra ed apparirà la seguente

Dettagli

Guida all uso. Come ricevere ed inviare Fax ed Sms tramite E-mail in 3 semplici passi.

Guida all uso. Come ricevere ed inviare Fax ed Sms tramite E-mail in 3 semplici passi. Guida all uso Come ricevere ed inviare Fax ed Sms tramite E-mail in 3 semplici passi. Legenda Singolo = Fax o SMS da inviare ad un singolo destinatario Multiplo = Fax o SMS da inviare a tanti destinatari

Dettagli

AUTOMATIZZARE UN'AZIONE COMUNE DI WORD USANDO UNA MACRO

AUTOMATIZZARE UN'AZIONE COMUNE DI WORD USANDO UNA MACRO AUTOMATIZZARE UN'AZIONE COMUNE DI WORD USANDO UNA MACRO Con questa esercitazione guidata imparerai a realizzare una macro. Una macro è costituita da una serie di istruzioni pre-registrate che possono essere

Dettagli

Parte 2. Determinante e matrice inversa

Parte 2. Determinante e matrice inversa Parte. Determinante e matrice inversa A. Savo Appunti del Corso di Geometria 013-14 Indice delle sezioni 1 Determinante di una matrice, 1 Teorema di Cramer (caso particolare), 3 3 Determinante di una matrice

Dettagli

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0 Documentazione Servizio SMS WEB Versione 1.0 1 Contenuti 1 INTRODUZIONE...5 1.1 MULTILANGUAGE...5 2 MESSAGGI...7 2.1 MESSAGGI...7 2.1.1 INVIO SINGOLO SMS...7 2.1.2 INVIO MULTIPLO SMS...9 2.1.3 INVIO MMS

Dettagli

Cos è Excel. Uno spreadsheet : un foglio elettronico. è una lavagna di lavoro, suddivisa in celle, cosciente del contenuto delle celle stesse

Cos è Excel. Uno spreadsheet : un foglio elettronico. è una lavagna di lavoro, suddivisa in celle, cosciente del contenuto delle celle stesse Cos è Excel Uno spreadsheet : un foglio elettronico è una lavagna di lavoro, suddivisa in celle, cosciente del contenuto delle celle stesse I dati contenuti nelle celle possono essere elaborati ponendo

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO WORD

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO WORD WORD SOMMARIO 1. Muoversi nel testo... 1 2. Taglia, copia e incolla... 2 3. Aprire, salvare e chiudere... 3 4. Trovare e sostituire... 4 5. Visualizzare in modi diversi... 6 6. Formattare e incolonnare...

Dettagli

8. L'USO DEL PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA INSIEME ALLA GESTIONE PROFESSIONALE DI DOCUMENTI IN FORMATO E-MAIL

8. L'USO DEL PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA INSIEME ALLA GESTIONE PROFESSIONALE DI DOCUMENTI IN FORMATO E-MAIL This project funded by Leonardo da Vinci has been carried out with the support of the European Community. The content of this project does not necessarily reflect the position of the European Community

Dettagli

MANUALE GESTIONE DELLE UTENZE - PORTALE ARGO (VERS. 2.1.0)

MANUALE GESTIONE DELLE UTENZE - PORTALE ARGO (VERS. 2.1.0) Indice generale PREMESSA... 2 ACCESSO... 2 GESTIONE DELLE UTENZE... 3 DATI DELLA SCUOLA... 6 UTENTI...7 LISTA UTENTI... 8 CREA NUOVO UTENTE...8 ABILITAZIONI UTENTE...9 ORARI D'ACCESSO... 11 DETTAGLIO UTENTE...

Dettagli

con software libero Modulo 4 Spreadsheets (Fogli elettronici) Pag. 1

con software libero Modulo 4 Spreadsheets (Fogli elettronici) Pag. 1 con software libero Modulo 4 Spreadsheets (Fogli elettronici) Pag. 1 Indice generale GUIDA A CALC 3.5... 3 1 Utilizzo dell'applicazione... 3 1.1 LAVORARE CON IL FOGLIO ELETTRONICO...3 1.2 MIGLIORARE LA

Dettagli

GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA

GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA STRUMENTI DI GESTIONE BIBLIOGRAFICA I software di gestione bibliografica permettono di raccogliere, catalogare e organizzare diverse tipologie di materiali, prendere appunti, formattare

Dettagli

3. nella pagina che verrà visualizzata digitare l indirizzo e-mail che si vuole consultare e la relativa password (come da comunicazione)

3. nella pagina che verrà visualizzata digitare l indirizzo e-mail che si vuole consultare e la relativa password (come da comunicazione) CONFIGURAZIONE DELLA CASELLA DI POSTA ELETTRONICA La consultazione della casella di posta elettronica predisposta all interno del dominio patronatosias.it può essere effettuata attraverso l utilizzo dei

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

Esercitazioni di Excel

Esercitazioni di Excel Esercitazioni di Excel A cura dei proff. A. Khaleghi ed A. Piergiovanni. Queste esercitazioni hanno lo scopo di permettere agli studenti di familiarizzare con alcuni comandi specifici di Excel, che sono

Dettagli

Esempio di utilizzo di Excel per la gestione delle liste - Predisposizione ed allineamento -

Esempio di utilizzo di Excel per la gestione delle liste - Predisposizione ed allineamento - Esempio di utilizzo di Excel per la gestione delle liste - Predisposizione ed allineamento - Nota preliminare La presente guida, da considerarsi quale mera indicazione di massima fornita a titolo esemplificativo,

Dettagli

MEGA Process. Manuale introduttivo

MEGA Process. Manuale introduttivo MEGA Process Manuale introduttivo MEGA 2009 SP4 1ª edizione (giugno 2010) Le informazioni contenute nel presente documento possono essere modificate senza preavviso e non costituiscono in alcun modo un

Dettagli

(accuratezza) ovvero (esattezza)

(accuratezza) ovvero (esattezza) Capitolo n 2 2.1 - Misure ed errori In un analisi chimica si misurano dei valori chimico-fisici di svariate grandezze; tuttavia ogni misura comporta sempre una incertezza, dovuta alla presenza non eliminabile

Dettagli

Excel basi e funzioni

Excel basi e funzioni Esercitazione di Laboratorio Excel basi e funzioni Contenuto delle celle 1. Testo 2. Numeri 3. Formule Formattazione delle celle (1) Formattazione del testo e dei singoli caratteri: Orientamento a 45 Allineamento

Dettagli

Istruzioni per l importazione del certificato per Internet Explorer

Istruzioni per l importazione del certificato per Internet Explorer Istruzioni per l importazione del certificato per Internet Explorer 1. Prima emissione certificato 1 2. Rilascio nuovo certificato 10 3. Rimozione certificato 13 1. Prima emissione certificato Dal sito

Dettagli

REGEL - Registro Docenti

REGEL - Registro Docenti REGEL - Registro Docenti INFORMAZIONI GENERALI Con il Registro Docenti online vengono compiute dai Docenti tutte le operazioni di registrazione delle attività quotidiane, le medesime che si eseguono sul

Dettagli

Laboratorio Database. Docente Prof. Giuseppe Landolfi

Laboratorio Database. Docente Prof. Giuseppe Landolfi Laboratorio Database Docente Prof. Giuseppe Landolfi Manuale Laboratorio Database Scritto dal Prof.Giuseppe Landolfi per S.M.S Pietramelara Access 2000 Introduzione Che cos'è un Database Il modo migliore

Dettagli

Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009

Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009 Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009 Introduzione generale Autenticazione dell operatore https://sebina1.unife.it/sebinatest Al primo accesso ai servizi di Back Office, utilizzando

Dettagli

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1-1/9 HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1 CARATTERISTICHE DI UN DATABASE SQL...1-2 Considerazioni generali... 1-2 Concetto di Server... 1-2 Concetto di Client... 1-2 Concetto di database SQL... 1-2 Vantaggi...

Dettagli

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Le funzionalità di X-Cross La sofisticata tecnologia di CrossModel, oltre a permettere di lavorare in Internet come nel proprio ufficio e ad avere una

Dettagli

GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8

GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8 GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8 GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8 1) Introduzione Pg 3 2) L area amministratore Pg 3 2.1) ECM Pg 4 2.1.1) Sezione Struttura Pg 5 2.1.2) Sezione Documento Pg 7 2.1.3) Sezione Pubblicazione

Dettagli

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati.

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. La prima colonna indica il tasto da premere singolarmente e poi rilasciare. La seconda e terza colonna rappresenta la combinazione dei i tasti da premere

Dettagli

MANUALE OPERATIVO. Programma per la gestione associativa Versione 5.x

MANUALE OPERATIVO. Programma per la gestione associativa Versione 5.x Associazione Volontari Italiani del Sangue Viale E. Forlanini, 23 20134 Milano Tel. 02/70006786 Fax. 02/70006643 Sito Internet: www.avis.it - Email: avis.nazionale@avis.it Programma per la gestione associativa

Dettagli

SIMATIC FM 351. Getting Started Edizione 02/2000

SIMATIC FM 351. Getting Started Edizione 02/2000 SIATIC F 351 Getting Started Edizione 02/2000 Le presenti informazioni guidano l utente, sulla base di un esempio concreto articolato in cinque fasi, nell esecuzione della messa in servizio fino ad ottenere

Dettagli

NAVIGAORA HOTSPOT. Manuale utente per la configurazione

NAVIGAORA HOTSPOT. Manuale utente per la configurazione NAVIGAORA HOTSPOT Manuale utente per la configurazione NAVIGAORA Hotspot è l innovativo servizio che offre ai suoi clienti accesso ad Internet gratuito, in modo semplice e veloce, grazie al collegamento

Dettagli

Dati importati/esportati

Dati importati/esportati Dati importati/esportati Dati importati Al workspace MATLAB script Dati esportati file 1 File di testo (.txt) Spreadsheet Database Altro Elaborazione dati Grafici File di testo Relazioni Codice Database

Dettagli

Guida rapida di IBM SPSS Statistics 20

Guida rapida di IBM SPSS Statistics 20 Guida rapida di IBM SPSS Statistics 20 Nota: Prima di utilizzare queste informazioni e il relativo prodotto, leggere le informazioni generali disponibili in Note legali a pag. 162. Questa versione si applica

Dettagli

Creare e ripristinare immagine di sistema con Windows 8

Creare e ripristinare immagine di sistema con Windows 8 Creare e ripristinare immagine di con Windows 8 La versione Pro di Windows 8 offre un interessante strumento per il backup del computer: la possibilità di creare un immagine completa del, ovvero la copia

Dettagli

INSTALLAZIONE E UTILIZZO DEL COMPILATORE Code::Blocks 8.02

INSTALLAZIONE E UTILIZZO DEL COMPILATORE Code::Blocks 8.02 INSTALLAZIONE E UTILIZZO DEL COMPILATORE Code::Blocks 8.02 Download Si può scaricare gratuitamente la versione per il proprio sistema operativo (Windows, MacOS, Linux) dal sito: http://www.codeblocks.org

Dettagli

Entrate... 11 Uscite... 11 Trasferimento... 11 Movimenti ricorrenti... 11 Movimenti suddivisi... 12

Entrate... 11 Uscite... 11 Trasferimento... 11 Movimenti ricorrenti... 11 Movimenti suddivisi... 12 Data ultima revisione del presente documento: domenica 8 maggio 2011 Indice Sommario Descrizione prodotto.... 3 Licenza e assunzione di responsabilità utente finale:... 4 Prerequisiti:... 5 Sistema Operativo:...

Dettagli

Manuale Software. www.smsend.it

Manuale Software. www.smsend.it Manuale Software www.smsend.it 1 INTRODUZIONE 3 Multilanguage 4 PANNELLO DI CONTROLLO 5 Start page 6 Profilo 7 Ordini 8 Acquista Ricarica 9 Coupon AdWords 10 Pec e Domini 11 MESSAGGI 12 Invio singolo sms

Dettagli

Guida di Riferimento

Guida di Riferimento Guida di Riferimento Capitoli 1: STATISTICA: Panoramica Generale 1 2: Esempi Passo-Passo 9 Analitici 11 Gestione dei Dati 79 Installazioni Enterprise 107 3: Interfaccia Utente 139 4: Output delle Analisi

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

Gestione Nuova Casella email

Gestione Nuova Casella email Gestione Nuova Casella email Per accedere alla vecchia casella questo l indirizzo web: http://62.149.157.9/ Potrà essere utile accedere alla vecchia gestione per esportare la rubrica e reimportala come

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

La finestra di Avvio di Excel

La finestra di Avvio di Excel Con Excel si possono fare molte cose, ma alla base di tutto c è il foglio di lavoro. Lavorare con Excel significa essenzialmente immettere numeri in un foglio di lavoro ed eseguire calcoli sui numeri immessi.

Dettagli

Client PEC Quadra Guida Utente

Client PEC Quadra Guida Utente Client PEC Quadra Guida Utente Versione 3.2 Guida Utente all uso di Client PEC Quadra Sommario Premessa... 3 Cos è la Posta Elettronica Certificata... 4 1.1 Come funziona la PEC... 4 1.2 Ricevuta di Accettazione...

Dettagli

Guida pratica di base

Guida pratica di base Adolfo Catelli Guida pratica di base Windows XP Professional Dicembre 2008 Sommario Accedere a Windows XP 4 Avviare Windows XP 4 Uscire da Windows XP 5 L interfaccia utente di Windows XP 6 Il desktop di

Dettagli

Se si insiste non si vince

Se si insiste non si vince Se si insiste non si vince Livello scolare: 2 biennio Abilità interessate Valutare la probabilità in diversi contesti problematici. Distinguere tra eventi indipendenti e non. Valutare criticamente le informazioni

Dettagli

SimplyFatt2 (versione Standard, Professional, Network e ipad) Versione 2.7.1 GUIDA UTENTE

SimplyFatt2 (versione Standard, Professional, Network e ipad) Versione 2.7.1 GUIDA UTENTE SimplyFatt2 (versione Standard, Professional, Network e ipad) Versione 2.7.1 GUIDA UTENTE Copyright 2008-2014 Lucanasoft di Vincenzo Azzone Tutti i diritti riservati. 1 Indice Generale INTRODUZIONE!...

Dettagli

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO...

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO... Modulo A Programmiamo in Pascal Unità didattiche 1. Installiamo il Dev-Pascal 2. Il programma e le variabili 3. Input dei dati 4. Utilizziamo gli operatori matematici e commentiamo il codice COSA IMPAREREMO...

Dettagli

Procedura corretta per mappare con ECM Titanium

Procedura corretta per mappare con ECM Titanium Procedura corretta per mappare con ECM Titanium Introduzione: In questo documento troverete tutte le informazioni utili per mappare correttamente con il software ECM Titanium, partendo dalla lettura del

Dettagli

Manuale d uso. Gestione Aziendale. Software per l azienda. Software per librerie. Software per agenti editoriali

Manuale d uso. Gestione Aziendale. Software per l azienda. Software per librerie. Software per agenti editoriali Manuale d uso Gestione Aziendale Software per l azienda Software per librerie Software per agenti editoriali 1997-2008 Bazzacco Maurizio Tutti i diritti riservati. Prima edizione: settembre 2003. Finito

Dettagli

Istruzioni per la compilazione del Piano economico rendicontativo

Istruzioni per la compilazione del Piano economico rendicontativo I MATERIALI FORMATIVI costituiscono un supporto pratico alla rendicontazione dei progetti; la loro funzione principale è quella di mostrare l applicazione delle regole a casi concreti con l ausilio degli

Dettagli

Note sull utilizzo del PC-DMIS

Note sull utilizzo del PC-DMIS Note sull utilizzo del PC-DMIS Sommario 1. Definizione e qualifica di tastatori a stella (esempio su configurazione con attacco M2)...3 2. Dimensione Angolo...4 3. Nascondere componenti della configurazione

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

Uso della Guida Informazioni sulle funzioni della Guida incorporate Uso della Guida Uso della finestra Come fare per Uso di altre funzioni di supporto

Uso della Guida Informazioni sulle funzioni della Guida incorporate Uso della Guida Uso della finestra Come fare per Uso di altre funzioni di supporto Uso della Guida Informazioni sulle funzioni della Guida incorporate Uso della Guida Uso della finestra Come fare per Uso di altre funzioni di supporto Informazioni sulle funzioni della Guida incorporate

Dettagli

LA POSTA ELETTRONICA

LA POSTA ELETTRONICA LA POSTA ELETTRONICA Nella vita ordinaria ci sono due modi principali di gestire la propria corrispondenza o tramite un fermo posta, creandosi una propria casella postale presso l ufficio P:T., oppure

Dettagli

BIBLIOWIN 5.0WEB Versione 5.0.2

BIBLIOWIN 5.0WEB Versione 5.0.2 BIBLIOWIN 5.0WEB Versione 5.0.2 Premessa. In questa nuova versione è stata modificata la risoluzione (dimensione) generale delle finestre. Per gli utenti che navigano nella modalità a Finestre, la dimensione

Dettagli

Allegato A Documentazione introduttiva all utilizzo della SAM regionale nel periodo di cantiere

Allegato A Documentazione introduttiva all utilizzo della SAM regionale nel periodo di cantiere 1 La matrice di contabilità sociale (SAM): uno strumento per la valutazione. Appendice A Documentazione introduttiva all utilizzo della SAM regionale nel periodo di cantiere IPI, 2009 Sono vietate le riproduzioni

Dettagli

per Scanner Serie 4800/2400

per Scanner Serie 4800/2400 Agosto, 2003 Guida d installazione e guida utente per Scanner Serie 4800/2400 Copyright 2003 Visioneer. Tutti i diritti riservati. La protezione reclamata per il copyright include tutte le forme, gli aspetti

Dettagli

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Indice 4 Introduzione 5 Cosa ti occorre 6 Panoramica dell installazione 6 Passo 1: verifica la presenza di aggiornamenti. 6 Passo 2: apri Assistente

Dettagli

Import Dati Release 4.0

Import Dati Release 4.0 Piattaforma Applicativa Gestionale Import Dati Release 4.0 COPYRIGHT 2000-2005 by ZUCCHETTI S.p.A. Tutti i diritti sono riservati.questa pubblicazione contiene informazioni protette da copyright. Nessuna

Dettagli

Guida alla configurazione della posta elettronica. bassanonet.com

Guida alla configurazione della posta elettronica. bassanonet.com Guida alla configurazione della posta elettronica bassanonet.com 02 Guida alla configurazione della posta elettronica I programmi di posta elettronica consentono di gestire una o più caselle e-mail in

Dettagli

Elenco delle funzioni di OpenOffice.org Calc

Elenco delle funzioni di OpenOffice.org Calc Elenco delle funzioni di OpenOffice.org Calc OpenOffice.org Calc è un foglio elettronico che potete utilizzare per eseguire calcoli, nonché per analizzare e per gestire i vostri dati. Con Calc potete inoltre

Dettagli

Dimensione di uno Spazio vettoriale

Dimensione di uno Spazio vettoriale Capitolo 4 Dimensione di uno Spazio vettoriale 4.1 Introduzione Dedichiamo questo capitolo ad un concetto fondamentale in algebra lineare: la dimensione di uno spazio vettoriale. Daremo una definizione

Dettagli

2009 Elite Computer. All rights reserved

2009 Elite Computer. All rights reserved 1 PREMESSA OrisDent 9001 prevede la possibilità di poter gestire il servizio SMS per l'invio di messaggi sul cellulare dei propri pazienti. Una volta ricevuta comunicazione della propria UserID e Password

Dettagli

PROBABILITA, VALORE ATTESO E VARIANZA DELLE QUANTITÁ ALEATORIE E LORO RELAZIONE CON I DATI OSSERVATI

PROBABILITA, VALORE ATTESO E VARIANZA DELLE QUANTITÁ ALEATORIE E LORO RELAZIONE CON I DATI OSSERVATI statistica, Università Cattaneo-Liuc, AA 006-007, lezione del 08.05.07 IDICE (lezione 08.05.07 PROBABILITA, VALORE ATTESO E VARIAZA DELLE QUATITÁ ALEATORIE E LORO RELAZIOE CO I DATI OSSERVATI 3.1 Valore

Dettagli

Nitro Reader 3 Guida per l' utente

Nitro Reader 3 Guida per l' utente Nitro Reader 3 Guida per l' utente In questa Guida per l'utente Benvenuti in Nitro Reader 3 1 Come usare questa guida 1 Trovare rapidamente le informazioni giuste 1 Per eseguire una ricerca basata su parole

Dettagli

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 Installazione GEST-L 4 Versione per Mac - Download da www.system-i.it 4 Versione per Mac - Download da Mac App Store 4 Versione per Windows 4 Prima apertura del programma

Dettagli

Guida Studenti per i servizi online: compilazione dei questionari per la valutazione della didattica Iscrizione agli appelli

Guida Studenti per i servizi online: compilazione dei questionari per la valutazione della didattica Iscrizione agli appelli Guida Studenti per i servizi online: compilazione dei questionari per la valutazione della didattica Iscrizione agli appelli v 4.0 1. Requisiti software Lo studente deve essere dotato di connessione internet

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2012 Progetto Istanze On Line MOBILITÀ IN ORGANICO DI DIRITTO PRESENTAZIONE DOMANDE PER LA SCUOLA SEC. DI I GRADO ON-LINE 13 Febbraio 2012 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI

Dettagli

Se il corso non si avvia

Se il corso non si avvia Se il corso non si avvia Ci sono quattro possibili motivi per cui questo corso potrebbe non avviarsi correttamente. 1. I popup Il corso parte all'interno di una finestra di popup attivata da questa finestra

Dettagli

Mini manuale di Audacity.

Mini manuale di Audacity. Mini manuale di Audacity. Questo mini manuale è parte del corso on-line Usare il software libero di Altrascuola. Il corso è erogato all'interno del portale per l'e-learning Altrascuola con la piattaforma

Dettagli

Importazione dati da Excel

Importazione dati da Excel Nota Salvatempo Spesometro 4.3 19 MARZO 2015 Importazione dati da Excel In previsione della prossima scadenza dell'invio del Modello Polivalente (Spesometro scadenza aprile 2015), è stata implementata

Dettagli

GUIDA UTENTE PROTOCOLLO FACILE

GUIDA UTENTE PROTOCOLLO FACILE GUIDA UTENTE PROTOCOLLO FACILE (Vers. 4.4.0) Installazione... 3 Prima esecuzione... 6 Login... 7 Funzionalità... 8 Protocollo... 9 Inserimento nuovo protocollo... 11 Invio SMS... 14 Ricerca... 18 Anagrafica...

Dettagli