Guida agli adempimenti amministrativi REA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Guida agli adempimenti amministrativi REA"

Transcript

1 Guida agli adempimenti amministrativi REA Prima di iniziare attività di libero esercizio, consigliamo di contattare il SUAP, Sportello unico delle attività produttive, territorialmente competente per accertare eventuali prescrizioni di natura urbanistica, ambientale, od altro. ABBRONZATURA vedi Estetista ACCENDINI PRODUZIONE D.L n. 163 Licenza UTF (Agenzia delle Dogane Uffici Tecnici di Finanza) A ACCOMPAGNATORE TURISTICO Non iscrivibile al Registro Imprese in quanto la legge Regionale la definisce attività professionale L.R n. 42 L.R n. 14 ACCONCIATORE BARBIERE - PARRUCCHIERE D.L. n. 7 del convertito con Legge n. 40 del (In attesa del Regolamento Regionale) Possesso del requisito di qualificazione professionale riconosciuto dalla Camera di Commercio (art 10 comma 2 D.L n. 7) Iscrivibile all Albo Artigiani a condizione che il titolare (in caso di impresa individuale) od uno dei soci lavoranti (in caso di società) sia in possesso del requisito professionale ACETO PRODUZIONE ED IMBOTTIGLIAMENTO Autorizzazione del Ministero Politiche Agricole e Forestali ACQUACOLTURA O PISCICOLTURA D.Lgs n. 154, D.Lgs n. 226, L.R n. 7, L.R n. 66, Legge n.156 Concessione della Provincia ACQUAVITE PRODUZIONE Licenza UTF (Agenzia delle Dogane Uffici Tecnici di Finanza). Pagina 1

2 ACQUE ACQUA DI SORGENTE E MINERALI NATURALI E TERMALI L.R n. 38 Concessione del Comune territorialmente competente ADDESTRAMENTO CAVALLI DA CORSA AEROMOBILI Licenza di manutentore Aereonautico, certificato idoneità tecnica rilasciati dall ENAC (Ente Nazionale per l Aviazione Civile) AFFITTACAMERE L.R n. 42 Regolamento Regionale n.18 AFFITTO D AZIENDA Società: deve essere stata data pubblicità al trasferimento d azienda tramite deposito TA Impresa individuale: deve cancellarsi dal registro imprese se è l unica attività, altrimenti non può iscriversi AGENTE DI ASSICURAZIONE D.Lgs n. 209 Iscrizione RUI (Registro Informatico degli intermediari) Il D.Lgs. 209/2005 e il Regolamento ISVAP n. 5 prevedono l iscrizione per le società, i produttori ed i sub agenti assicurativi. Lettera di incarico o copia del mandato di una società di assicurazioni AGENTE DI CAMBIO D.Lgs n. 58 Iscrizione ruolo unico presso il Ministero dell Economia e delle Finanze ed il mandato emesso da Sim AGENTE E RAPPRESENTANTE DI COMMERCIO Legge 204/05 - D.M Iscrizione al Ruolo agenti e rappresentanti Mandato di agenzia e/o rappresentanza. A seguito della decisione del Giudice del Registro di Pisa è anche possibile iscriversi al Registro imprese allegando il mandato alla domanda di iscrizione. L agente di commercio che esercita in assenza dell iscrizione al Ruolo agenti allegherà all istanza di iscrizione al Registro Imprese solo copia del mandato richiedendo l applicazione della sentenza del della Corte di Giustizia della Comunità Europea ed in questo caso il Registro Imprese certificherà trattasi di impresa non iscritta nel ruolo agenti e rappresentanti di cui alla legge 204/85 AGENTE DI COMMERCIO IN OGGETTI PREZIOSI NUOVI Deve avere anche la licenza della Questura Pagina 2

3 AGENZIA D AFFARI D.Lgs n.114 D.Lgs n. 112 Sono considerate agenzie d affari le imprese organizzate che si offrono come intermediarie nell assunzione e trattazione di affari altrui, prestando la propria opera a chiunque ne faccia richiesta. Le competenze sono ripartite tra Questura e Comuni. DICHIARAZIONE DI INIZIO ATTIVITÀ (DIA) AL COMUNE TERRITORIALMENTE COMPETENTE SE: Agenzia pubblicità conto terzi Agenzia disbrigo di pratiche amministrative Agenzia Teatrale e di collocamento complessi musicali Agenzia spedizione e trasporto conto terzi (esclusa attività di spedizioniere o casa di spedizione di cui legge 1441/1941) Agenzia organizzazione di convegni e spettacoli Agenzie disbrigo pratiche amministrative in materia funeraria (onoranze funebri) Agenzia vendita biglietti per spettacoli o manifestazioni conto terzi Agenzia organizzazione di esposizioni, mostre, fiere campionarie Agenzia commercio di autoveicoli od altri beni usati conto terzi Agenzia giornalistica Deposito bagagli Galleria d arte (vendita di quadri ed opere d arte conto terzi) Agenzia disbrigo pratiche infortunistiche (Infortunistica stradale) Organizzazione ricevimenti e banchetti Prestiti su pegno DIA ALLA QUESTURA SE: Agenzia matrimoniale Agenzia Aste e pubblici incanti (le aste televisive sono vietate dal D.Lgs. 114/98) Agenzia per il recupero crediti Agenzia per pubbliche relazioni AGENTE IMMOBILIARE O DI AFFARI IN MEDIAZIONE Vedi Mediatore AGENTE IN ATTIVITÀ FINANZIARIE D.M n.485 Provvedimento UIC , DLgs n. 374 Iscrizione in un apposito elenco presso l Ufficio Italiano Cambi e copia del mandato AGENZIA INVESTIGAZIONI Vedi investigazioni AGENZIA PER IL DISBRIGO DI PRATICHE AUTOMOBILISTICHE Legge n. 264 Autorizzazione della Provincia AGENZIE PER IL LAVORO D. Lgs. 10/09/2003 n. 276 Autorizzazione Albo Informatico delle Agenzie del lavoro presso il Ministero del Welfare AGENZIE DI SELEZIONE D. Lgs. 10/09/2003 n. 276 Autorizzazione Albo Informatico delle Agenzie del lavoro presso il Ministero del Welfare Pagina 3

4 AGENZIE DI SOMMINISTRAZIONE D. Lgs n.276 Autorizzazione Albo Informatico delle Agenzie del lavoro presso il Ministero del Welfare AGENZIE DI SUPPORTO ALLA RICOLLOCAZIONE DI PERSONALE D. Lgs n. 276 Autorizzazione Albo Informatico delle Agenzie del lavoro presso il Ministero del Welfare AGENZIA VIAGGI E TURISMO L.R n. 42 Autorizzazione della Provincia AGRICOLTURA AGRITURISMO Legge n L.R n. 30 Autorizzazione comunale ALBERGO L.R n. 42 Regolamento Regionale n.18 ALCOLICI PRODUZIONE DI PROFUMI E LIQUORI D.Lgs n. 504 Licenza UTF ALLEVAMENTO DI ANIMALI Vedi Acquicoltura o piscicoltura ALIMENTARI STABILIMENTO O LABORATORIO DI PRODUZIONE, PREPARAZIONE, CONFEZIONAMENTO Autorizzazione igienico sanitaria richiesta alla ASL ALIMENTARI Vedi commercio al minuto alimentari ALIMENTI DIETETICI PER LA PRIMA INFANZIA PRODUZIONE E/O CONFEZIONAMENTO Autorizzazione del Ministero della Salute ALLESTIMENTO DI VETRINE Pagina 4

5 ALLEVAMENTO ANIMALI Si considera attività agricola con l iscrizione nell apposita sezione l allevamento degli animali da carne, lavoro, latte, lana, monta taurina. Si considera attività commerciale (es. allevamento animali da pelliccia, polli in batteria) ALLEVAMENTO CANI Si considera attività agricola con l iscrizione nell apposita sezione ALLEVAMENTO FAUNA SELVATICA A FINI ALIMENTARI Legge Regionale del n. 3 Si considera attività agricola con l iscrizione nell apposita sezione ALLEVAMENTO FAUNA SELVATICA A FINI DI RIPOPOLAMENTO Legge Regionale del n. 3 Autorizzazione della Provincia Si considera attività agricola con l iscrizione nell apposita sezione AMBIENTE Vedi rifiuti AMBULANTE Vedi commercio su aree pubbliche AMBULATORIO VETERINARIO AMMINISTRAZIONI CONDOMINIALI ANALISI CHIMICHE Autorizzazione sanitaria ANALISI CLINICHE Autorizzazione sanitaria ANALISI GEMMOLOGICHE Autorizzazione della Questura ANALISI MERCEOLOGICHE ANIMATORE TURISTICO Legge quadro nazionale n.217 non è definita dalla legge Regionale della Toscana sul turismo Non iscrivibile al Registro Imprese in quanto attività professionale qualora però fosse svolta in forma imprenditoriale indicando Organizzazione imprenditoriale di servizi di animatore turistico: Pagina 5

6 ANTENNISTI ELETTRONICI Legge 5 marzo1990 n. 46 Possesso dei requisiti professionali Modello dichiarazione inizio attività (DIA) della Camera di Commercio Per approfondimenti accedere al sito della Camera di Commercio - impiantistica legge 46/90 ANTIPARASSITARI PRODUZIONE ED IMBALLAGGIO Autorizzazione del Ministero della Salute APICOLTORE L.R n. 69 Trattasi di attività imprenditoriale agricola di tipo zootecnico Copia della denuncia all ASL degli alveari APPARTAMENTI PER VACANZE L.R n. 42 ARATURA TREBBIATURA Vedi lavorazioni meccanico agricole per conto terzi AREE DI SOSTA L.R n. 42 ARMATORE ARMI ANTICHE, ARTISTICHE, RARE R.D n. 773 Licenza della questura Sono armi da sparo antiche quelle fabbricate anteriormente al 1890 e quelle ad avancarica. Le repliche di tali modelli devono essere intese come armi comuni da sparo (art. 2 lettera a. Legge 110/75) nel caso di restauro ARMI COMUNI DA SPARO, DA BERSAGLIO, DA SALA E DA TAGLIO E PUNTA D n. 773 Licenza della questura Fabbricare, introdurre dall estero, esportare o far transitare nel territorio italiano armi. nel caso di fabbricazione, costruzione e riparazione La competenza al rilascio della possibilità di commercio ambulante di strumenti da punta e da taglio appartiene al Comune Pagina 6

7 ARMI COMUNI COSTRUZIONE RIPARAZIONE E COMMERCIO D n. 773 Licenza della questura in caso di costruzione e riparazione ARMI DA GUERRA O TIPO GUERRA D n. 773 Licenza Ministero Fabbricazione, importazione ed esportazione armi, parte di armi, munizioni, uniformi militari ed altri oggetti destinati all armamento od all equipaggiamento delle forze armate in caso di fabbricazione, manutenzione e riparazione ARTI GRAFICHE E PRODUZIONE CARTELLONISTICA PUBBLICITARIA ASCENSORI L n. 46 Possesso dei requisiti professionali Modello dichiarazione inizio attività (DIA) della Camera di Commercio Per approfondimenti accedere al sito della Camera di Commercio - impiantistica legge 46/90 ASILO NIDO L. R n. 3 e successive modificazioni ASSISTENZA A DOMICILIO E necessario specificare se: svolta senza personale specializzato e quindi con esclusione delle arti ausiliarie delle professioni sanitarie. svolta anche con personale specializzato ed in questo caso vanno allegato i diplomi per infermieristica o per portatori di handicap ATTACCHINO I manifesti affissi sono soggetti a vidimazione dall ufficio affissioni del Comune qualora esposti in luogo pubblico AUDIOPROTESISTA - TECNICO Possesso dei requisiti professionali: Diploma universitario riconosciuto AUDIOVISIVI MONTAGGIO E REALIZZAZIONE Pagina 7

8 AUTOCARROZZERIA Vedi carrozziere AUTODEMOLITORI Al SUAP verificare per la parte ambientale verificando che viene effettuata solo la cernita e la suddivisione dei pezzi senza il commercio altrimenti trattasi di attività commerciale AUTOLAVAGGIO AUTONOLEGGIO CON CONDUCENTE AUTONOLEGGIO SENZA CONDUCENTE AUTOPARCHEGGIO D.P.R n. 480 Rimessa da imbarcazioni, moto e cicli, camper e roulottes, di veicoli, autorimessa privata con posti fissi senza custodia, autorimessa pubblica, parcheggio pubblico con custodia ed orario vincolato. AUTORIMESSA D.P.R n. 480 Rimessa da imbarcazioni, moto e cicli, camper e roulottes, di veicoli, autorimessa privata con posti fissi senza custodia, autorimessa pubblica, parcheggio pubblico con custodia ed orario vincolato. AUTORIPARATORI 4 SEZIONI : MECCANICA MOTORISTICA, CARROZZIERE, ELETTRAUTO, GOMMISTA L n. 122 Possesso dei requisiti professionali Modello di inizio attività (DIA) della Camera di Commercio Per approfondimenti accedere al sito della Camera di Commercio - autoriparatori AUTOSCUOLA Nuovo codice della strada: D.Lgs n. 285, D.P.R n. 495, D.L coordinato con la legge di conversione n. 40 Comunicazione di inizio attività presentata alla Provincia AUTOSERVIZI D.M. n. 448 del Pagina 8

9 AUTOSOCCORSO Libretto di circolazione su cui sia indicata l abilitazione all autosoccorso AUTOTRASPORTO MERCI CONTO PROPRIO Non è iscrivibile al Registro imprese/rea in quanto attività accessoria all attività dell impresa AUTOTRASPORTO MERCI CONTO TERZI Possesso di automezzo omologato a trasporto conto terzi (carta di circolazione) oppure foglio di via o copia del contratto di leasing al fine di dimostrare la disponibilità del mezzo Fotocopia della patente di guida del titolare o di uno dei soci partecipanti Iscrizione all Albo nazionale degli Autotrasportatori (disposta dalla Provincia di Pisa) In caso di trasferimento di sede d impresa da un altra Provincia deve essere allegata copia della domanda di iscrizione all Albo Autotrasportatori della Provincia di Pisa e successivamente la delibera di iscrizione. AZIENDA FAUNISTICO VENATORIA L.R n. 3 Autorizzazione della Provincia B BABY PARKING E BABY SITTING L attività consiste nella cura e custodia bambini senza attività didattico formativa e senza la presenza di un servizio mensa BAGNO Vedi Stabilimento balneare BANCA D.Lgs n. 385 T.U. bancario Autorizzazione della Banca d Italia BAR Copia della denuncia di inizio attività presentata al SUAP del Comune territorialmente competente BATTITORE DI LAMIERE BED AND BREAKFAST L.R n. 42 L.R n. 14 BIGLIETTERIA AUTOBUS ED AUTOLINEE Convenzione con la società che gestisce il trasporto Pagina 9

10 BIGLIETTERIA PER MUSEI E MOSTRE Convenzione con l ente comunale appaltatore BILIARDO BINGO D.M n. 29 Concessione rilasciata dal Minitero dell Economia e Finanze e dichiarazione di inizio attività (DIA) alla Questura BIRRA PRODUZIONE Autorizzazione prefettura e licenza UTF (Agenzia delle Dogane Uffici Tecnici di Finanza) BONIFICA SITI E BONIFICA DEI BENI CONTENENTI AMIANTO Iscrizione Albo Gestori Rifiuti tenuto dalla Camera di Commercio di Firenze (capoluogo di Regione) BOWLING BOZZETTISTA BROKER ASSICURATIVO D.Lgs n.209 Iscrizione RUI (registro Informatico degli Intermediari) tenuto dall ISVAP BRUCIATORISTI MANUTENTORI L n. 46 Possesso dei requisiti professionali Modello dichiarazione inizio attività (DIA) della Camera di Commercio Per approfondimenti accedere al sito della Camera di Commercio - impiantisti legge 46/90 CAAF Autorizzazione del Ministero dell Economia e della finanza CABLAGGI va indicato che è esclusa ogni attività e qualsiasi attività inerente alla legge 46/90 C Pagina 10

11 CALL CENTER specificando che non si tratta di Phone Center ma solo di promozione svolta telefonicamente e di assistenza clienti CALZETTIERI CAMBIAVALUTE Iscrizione in apposito elenco tenuto dall Ufficio Italiano Cambi CAMINETTI PULIZIA CAMINETTI COSTRUZIONE CAMPEGGI L.R n. 42 DIA al Comune CANILE L.R n. 43 convenzione con il Comune territorialmente competente CARBURANTI Vedi deposito oppure distributori carburanti CARPENTIERE EDILE CARPENTERIA METALLICA CARTA E STRACCI RACCOLTA E LAVORAZIONE Attività commerciale che può essere artigiana se si limita alla sola cernita CARTE PREPAGATE purché non si tratti di carte di credito o di debito CARROZZIERE L n. 122 Possesso dei requisiti professionali Modello dichiarazione inizio attività (DIA) della Camera di Commercio Per approfondimenti accedere al sito della Camera di Commercio - autoriparatori Pagina 11

12 CASA DISCOGRAFICA Comunicazione alla Questura CASA EDITRICE Vedi editoria CASA DI CURA Delibera Giunta regionale Toscana CASA DI SPEDIZIONI Vedi spedizionieri CASE ED APPARTAMENTI PER VACANZE L.R n. 42 L.R n. 14 CASE PER FERIE L.R n. 42 Regolamento Regionale n.18 CASE RELIGIOSE DI OSPITALITÀ Vedi Case per ferie CASEIFICI Autorizzazione sanitaria CASH AND CARRY Vedi commercio ingrosso CATERING Autorizzazione sanitaria se la produzione pasti è prevalente rispetto alla somministrazione CAVE E TORBIERE L.R n. 78 e successive modifiche CERAMICA LAVORAZIONE E DECORAZIONE CINEMA CIOCCOLATERIE PRODUZIONE Documentazione necessaria per l iscrizione la REA: Autorizzazione sanitaria Pagina 12

13 CIRCO, CIRCO EQUESTRE Autorizzazione Ministero per i Beni e le Attività Culturali Dipartimento dello Spettacolo CLINICA VETERINARIA- CASA DI CURA VETERINARIA CONCIA DELLE PELLI COMMERCIO ALL INGROSSO NON ALIMENTARE D.Lgs , Circolare MICA n. 3465/c, Circolare MICA n. 3467/c Dichiarazione del possesso dei requisiti morali Per approfondimenti accedere al sito della Camera di Commercio - Commercio all ingrosso COMMERCIO ALL INGROSSO ALIMENTARE D.Lgs , Circolare Mica n. 3465/c del , Circolare Mica n. 3467/c del Dichiarazione del possesso dei requisiti morali Dichiarazione del possesso dei requisiti professionali Per approfondimenti accedere al sito della Camera di Commercio - Commercio all ingrosso COMPOSIZIONI FLOREALI COMMERCIO AL MINUTO ESERCIZI DI VICINATO SUPERFICIE INFERIORE AI 250 METRI QUADRI L.R n. 28, successive modificazioni e Regolamento di attuazione Dichiarazione inizio attività al Comune territorialmente competente La denuncia di inizio è immediatamente esecutiva, l attività può essere iniziata dal momento della dichiarazione al Comune di competenza COMMERCIO AL MINUTO DI COSE ANTICHE E/O USATE Legge regionale n. 28 e successive modificazioni Copia della denuncia di inizio attività presentata al SUAP del Comune territorialmente competente COMMERCIO AL MINUTO GIORNALI E RIVISTE Legge regionale n. 28 e successive modificazioni L autorizzazione non è prevista ed è necessaria la sola comunicazione al Comune per: vendita nelle sedi di partiti, enti, chiese, comunità religiose, sindacati, associazioni per pertinenti pubblicazioni specializzate vendita ambulante di quotidiani e periodici di partito, sindacali e religiosi attraverso l opera di volontari consegna porta a porta e vendita ambulante da parte di editori, distributori edicolanti vendita di quotidiani e periodici nelle strutture turistico ricettive ove sia un servizio ai clienti vendita di quotidiani e periodici all interno di strutture pubbliche o private, l accesso alle quali sia riservato esclusivamente a determinate categorie di soggetti e sia regolamentato con qualsiasi modalità vendita di quotidiani e periodici in empori polifunzionali di cui all art. 20 della L.R n. 28 Pagina 13

14 COMMERCIO DA PARTE DI IMPRENDITORI AGRICOLI L.R n. 28 e successive modificazioni Copia della denuncia di inizio attività presentata al SUAP del Comune territorialmente competente COMMERCIO DI FUNGHI L.R n. 28 e successive modificazioni Copia della denuncia di inizio attività presentata al SUAP del Comune territorialmente competente COMMERCIO ELETTRONICO L.R n. 28 e successive modificazioni e Regolamento di attuazione Dichiarazione inizio attività al Comune territorialmente competente L inizio attività può avvenire fin dal momento della presentazione della dichiarazione COMMERCIO PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE OD ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE L.R n. 28 e successive modificazioni Dichiarazione inizio attività al Comune territorialmente competente L inizio attività può avvenire fin dal momento della presentazione della dichiarazione COMMERCIO PRESSO IL DOMICILIO DEL CONSUMATORE L.R n. 28 e successive modificazioni Dichiarazione inizio attività al Comune territorialmente competente L inizio attività può avvenire fin dal momento della presentazione della dichiarazione COMMERCIO TRAMITE APPARECCHI AUTOMATICI L.R n. 28 e successive modificazioni Dichiarazione inizio attività al Comune territorialmente competente L inizio attività può avvenire fin dal momento della presentazione della dichiarazione COMMERCIO IN GRANDI STRUTTURE DI VENDITA SUPERFICIE SUPERIORE A 2500 METRI Legge regionale n. 28 e successive modificazioni Autorizzazione del Comune di competenza COMMERCIO IN MEDIE STRUTTURE DI VENDITA SUPERFICIE DA 251 METRI QUADRATI A 2500 METRI Legge regionale n. 28 e successive modificazioni CONFEZIONI VESTIARIO COPISTERIE, ELIOGRAFIE E LEGATORIE CORNICIAI Pagina 14

15 CREAZIONE BAMBOLE IN PORCELLANA D DEPOSITO CARBURANTI, OLII MINERALI, LUBRIFICANTI Autorizzazione della Prefettura per deposito privato e/o commerciale di Olii minerali: deposito di capacità non superiore a 3000mcubi Gas liquefatti: impianti di travaso/riempimento con serbatoio di capacità non superiore a 50mc e depositi di capacità non superiore a 5000 Kg Concessione MAP (Ministero Attività Produttive) per depositi con valori superiori DERATTIZZAZIONE Vedi Imprese di pulizia DESIGNER DISCHI CONTO TERZI Comunicazione alla Questura DISCOTECA DISTILLERIE Licenza Utf. (Agenzia delle Dogane Uffici Tecnici di Finanza) DISTRIBUTORI DI CARBURANTI licenza UTF DOPPIAGGIO DORATORI EDICOLA Vedi commercio al minuto giornali e riviste EDILIZIA E Pagina 15

16 EDITORIA ELETTRONICA E DIGITALE PER EDITORI CHE PUBBLICANO CON REGOLARE PERIODICITÀ UNA O PIÙ TESTATE GIORNALISTICHE IN FORMATO DIGITALE ED ELETTRONICO ROC (Registro Unico degli operatori di comunicazione) presso Autorità per le Garanzie delle Comunicazioni EDITORIA DI LIBRI ED ALTRI PERIODICI EDITORIA PER QUOTIDIANI E PERIODICI A DIFFUSIONE NAZIONALE ROC (Registro Unico degli operatori di comunicazione) presso Autorità per le Garanzie delle Comunicazioni EDITORIA PER QUOTIDIANI E PERIODICI A DIFFUSIONE LOCALE Registrazione al Tribunale ELABORAZIONE DATI CONTO TERZI se svolge esclusivamente tale attività ELABORAZIONI SITI WEB ELETTRAUTO L n. 122 Possesso dei requisiti professionali Modello DIA della Camera di Commercio Per approfondimenti accedere al sito della CCIAA - Autoriparatori ELETTRICISTA Ex L n. 46 ora D.M. 37/2008 Possesso dei requisiti professionali Modello dichiarazione inizio attività (DIA) della Camera di Commercio Per approfondimenti accedere al sito della Camera di Commercio - Impiantisti ERBORISTERIA PRODUZIONE E NON COMMERCI. RACCOLTA, COLTIVAZIONE, PREPARAZIONE DI PIANTE OFFICINALI Possesso dei requisiti professionali: diploma parauniversitario abilitante EMITTENTI PRIVATE Concessione, autorizzazione od altro provvedimento abilitativo del Ministero delle comunicazioni ed iscrizione al ROC (registro operatori di comunicazione presso l autorità per le garanzie nelle comunicazioni) Pagina 16

17 ERNISTA Attestato di abilitazione o diploma ESATTORIA Concessione del Ministero dell Economia e della Finanza ESCAVAZIONE CAVE ED ALVEI DI FIUME Autorizzazione comunale ESPURGO POZZI NERI Comunicazione alla Provincia ESTETISTI L. 1/9, L.R. 74/94, D.L n. 7 convertito con L n. 40 (art. 10 comma 2 D.L. 31/01/2007 n. 7) Iscrivibile all Albo Artigiani a condizione che il titolare (in caso di impresa individuale) od uno dei soci lavoranti (in caso di società) sia in possesso del requisito professionale FABBRO FERRAIO E LATTONIERE F FACCHINAGGIO D.M. 221/03, D.L n. 7 convertito con L n. 40 Possesso dei requisiti economico finanziari e di onorabilità Modello DIA della Camera di Commercio Per approfondimenti accedere al sito della Camera di Commercio - facchinaggio FALEGNAME FAX VIA INTERNET Autorizzazione della Questura FAX TRADIZIONALE FARDAGGIO TRATTASI DI ATTIVITÀ COMPLEMENTARI AL FACCHINAGGIO Autorizzazione dell Ente Porto Pagina 17

18 FARMACIA Autorizzazione Asl ed eventuale dichiarazione di inizio attività (DIA) al Comune territorialmente competente per i prodotti non farmaceutici FECONDAZIONE ARTIFICIALE ANIMALI Autorizzazione della Regione FILATELIA E NUMISMATICA Vedi commercio di beni e cose usate FISIOTERAPISTA Requisito professionale: titolo di fisioterapista/terapista della riabilitazione ex DM 741/95 e autorizzazione sanitaria per i locali dove si svolge l attività. FITOFARMACI Autorizzazione Ministero della salute FLOROVIVAISMO Autorizzazione all attività vivaistica ed al commercio all ingrosso dei vegetali e dei prodotti vegetali. La Legge Regionale 57/2000 disciplina la produzione e commercializzazione di piante e parti di piante, unificando le numerose normative comunitarie e nazionali e semplificandone l'attuazione. Si ricorda ad esempio che non è più richiesta l'autorizzazione fitosanitaria per la vendita al dettaglio di fiori e piante e che viene istituito un Registro Regionale Unico dei Produttori. L'attività di produzione di piante e parti di piante destinate alla vendita ed il commercio all'ingrosso di piante, parti di piante e prodotti sementieri, ai fini della protezione fitosanitaria, viene autorizzata da ARPAT per i Comuni in cui lo Sportello Unico per le Attività Produttive non sia ancora stato istituito. Nei Comuni in cui, invece, lo Sportello Unico FOCHINO D.P.R n. 302 e successive modificazioni Autorizzazione del Prefetto FOTOGRAFO Comunicazione all autorità di pubblica sicurezza( questura dove è presente altrimenti sindaco) FOTOCOPIE E FOTOCOMPOSIZIONE FRANTOIO OLEARIO Autorizzazione sanitaria FRIGGITORIA Autorizzazione sanitaria Pagina 18

19 FRIGORIFERISTI FUOCHI D ARTIFICIO ACCENSIONE Patentino della Prefettura FUOCHI D ARTIFICIO PRODUZIONE Autorizzazione della Prefettura G GARAGE CUSTODITO DPR n. 480 Rimessa da imbarcazioni, moto e cicli, camper e roulottes, di veicoli, autorimessa privata con posti fissi senza custodia, autorimessa pubblica, parcheggio pubblico con custodia ed orario vincolato. GASTRONOMIA DA ASPORTO Autorizzazione sanitaria GELATERIA PRODUZIONE E DA ASPORTO Autorizzazione sanitaria GENERI DI MONOPOLIO Patentino AAMS (Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato) e dichiarazione di inizio attività (DIA) al Comune territorialmente competente GESTIONE IMMOBILIARE IN CONTO PROPRIO Vi rientrano le attività di valorizzazione e promozione immobiliare, compravendita di beni immobili e locazione beni immobili ( si intendono beni immobili in proprietà) GESTIONE PUNTO TELEFONICO Vedi Phone center GESTIONE RIFIUTI Iscrizione Albo Gestori Rifiuti tenuto dalla Camera di Commercio di Firenze(capoluogo di Regione) GIARDINAGGIO Pagina 19

20 GIARDINO ZOOLOGICO D.Lgs n. 73 Licenza rilasciata con Decreto Ministero dell Ambiente e della tutela del territorio, di concerto con i Ministerri della salute e delle politiche agricole e forestali GIOCHI LECITI TRATTASI DI APPARECCHI AUTOMATICI O SEMIAUTOMATICI DA TRATTENIMENTO ES. VIDEOGIOCHI, BILIARDI GIORNALI E RIVISTE Vedi editoria per produzione Vedi commercio per vendita GIOSTRAI Autorizzazione annuale del Comune di residenza, autorizzazione da ogni Comune dove si intende svolgere l attività GOMMISTA Legge 5 febbraio1992 n. 122 Possesso dei requisiti professionali Modello dichiarazione inizio attività (DIA) della Camera di Commercio Per approfondimenti accedere al sito della Camera di Commercio - autoriparatori GUIDA TURISTICA Non iscrivibile al Registro Imprese in quanto la legge Regionale la definisce attività professionale L.R n. 42 L.R n. 14 DIA al Comune HOTEL Vedi albergo H I IMBALSAMAZIONE L.R n. 3 Dichiarazione di inizio attività (DIA) alla Provincia dopo aver ottenuto l abilitazione dalla Provincia stessa IMBIANCHINO IMPIANTI TELEFONICI CON OMOLOGAZIONE Autorizzazione del Ministero delle poste e Telecomunicazioni. Pagina 20

21 IMPIANTI SPORTIVI IN GENERE IMPORT EXPORT se produzione e relativo commercio - se commercio ingrosso vedi commercio ingrosso se commercio al minuto vedi commercio al minuto IMPRESE DI PULIZIA, DISINFEZIONE, DISINFESTAZIONE, DERATTIZZAZIONE E SANIFICAZIONE L. 82/1994, D.M. 274/97 D.L n. 7 convertito con L n. 40 Possesso dei requisiti economico finanziari e di onorabilità e per le imprese di disinfestazione, derattizzazione e sanificazione anche il possesso dei requisiti professionali. Modello dichiarazione inizio attività (DIA) della Camera di Commercio Per approfondimenti accedere al sito della Camera di Commercio pulizia INCASTONATORI INCISORI ORAFI INSTALLAZIONE DEPURATORI E MANUTENZIONE RETE FOGNARIA INSTALLAZIONE E MANUTENZIONE ASCENSORI E MONTACARICHI Vedi ascensori INSTALLAZIONE ILLUMINAZIONE STRADALE INSTALLAZIONE IMPIANTI ANTINCENDIO Ex L n. 46, ora D.M. 37/08 Possesso dei requisiti professionali Modello dichiarazione inizio attività (DIA) della Camera di Commercio Per approfondimenti accedere al sito della Camera di Commercio - impiantistica INSTALLAZIONE IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE E RISCALDAMENTO Ex L n. 46, ora D.M. 37/08 Possesso dei requisiti professionali Modello dichiarazione inizio attività (DIA) della Camera di Commercio Per approfondimenti accedere al sito della Camera di Commercio - impiantistica Pagina 21

22 INSTALLAZIONE IMPIANTI ELETTRONICI Ex L n. 46, ora D.M. 37/08 Possesso dei requisiti professionali Modello dichiarazione inizio attività (DIA) della Camera di Commercio Per approfondimenti accedere al sito della Camera di Commercio - impiantistica INSTALLAZIONE IMPIANTI IDRAULICI Ex L n. 46, ora D.M. 37/08 Possesso dei requisiti professionali Modello dichiarazione inizio attività (DIA) della Camera di Commercio Per approfondimenti accedere al sito della Camera di Commercio - impiantistica INTAGLIATORI ED INTARSIATORI INTERNET POINT O INTERNET CAFÈ D.L. 27 luglio 2005 n. 144 art. 7 Licenza del questore INVESTIGAZIONI PRIVATE E COMMERCIALI Art. 134 TULPS Licenza Prefettura INVESTIGAZIONI PRIVATE PENALI D.Lgs. 271/89 Licenza della Prefettura ISTITUTO VIGILANZA PRIVATA Art. 134 TULPS Licenza della Prefettura LABORATORIO DI ANALISI VETERINARIA LABORATORIO DI SVILUPPO E STAMPA DI PELLICOLE FOTOGRAFICHE LACCATORI LAVANDERIA L Pagina 22

23 LAVANDERIA A GETTONE LAVORAZIONE CARNI Autorizzazione Sanitaria LAVORAZIONI DEL CUOIO ED ARTICOLI DA SELLERIA LAVORAZIONE DEL FERRO ED ALTRI METALLI LAVORAZIONE DEL LEGNO LAVORAZIONE DEL VIMINI LAVORAZIONE DELLA PIETRA LAVORAZIONI MECCANICO AGRICOLE PER CONTO TERZI Attività subordinata al possesso di mezzo idoneo (carta di circolazione) LAVORAZIONI STRADALI LEGATORIA LIQUORI PRODUZIONE Vedi alcolici LOGISTICA La logistica è l'efficiente trasferimento dei prodotti finiti, a partire dall'uscita delle linee di produzione fino al consumatore finale e, in certi casi, comprende il trasferimento delle materie prime dalle fonti di approvvigionamento all'ingresso delle linee di produzione. Queste attività comprendono il trasporto, il magazzinaggio, la movimentazione dei materiali, l'imballaggio di protezione, la gestione delle scorte, l'ubicazione dei fabbricati e dei depositi, la gestione degli ordini, le previsioni di marketing e l'assistenza alla clientela" Vedi Facchinaggio LOTTERIE NAZIONALI (ES, LOTTERIA ITALIA) E GRATTA E VINCI Concessione AAMS rilasciata al magazzino di vendita della città che rivende i biglietti a chiunque abbia un pubblico esercizio Pagina 23

Classificazione delle attività economiche nelle categorie TARES sopra i 5000 abitanti

Classificazione delle attività economiche nelle categorie TARES sopra i 5000 abitanti Classificazione delle attività economiche nelle categorie TARES sopra i 5000 abitanti Classe 1 - Musei, biblioteche, scuole, associazioni, luoghi di culto Associazioni o istituzioni con fini assistenziali

Dettagli

MANUALE DELLE ATTIVITA ECONOMICHE

MANUALE DELLE ATTIVITA ECONOMICHE MANUALE DELLE ATTIVITA ECONOMICHE Ufficio del Registro delle Imprese presso la Camera di Commercio Industria Artigianato ed Agricoltura di Napoli Aggiornamento del 14 Novembre 2014 VERSIONE 3.1.0 INDICE

Dettagli

C.C.I.A.A. di Reggio Emilia Registro Imprese. cvf. Pagina 1 di 32

C.C.I.A.A. di Reggio Emilia Registro Imprese. cvf. Pagina 1 di 32 cvf Pagina 1 di 32 INDICE LETTERA A... 4 ACETO... 4 (PRODUZIONE E IMBOTTIGLIAMENTO)... 4 ACETO BALSAMICO TRADIZIONALE DI REGGIO EMILIA... 4 (PRODUZIONE E IMBOTTIGLIAMENTO)... 4 AFFITTACAMERE... 4 AGENTE

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI In base alla Deliberazione del Direttore Generale n. 312 del 18 ottobre 2012 si è provveduto all istituzione e disciplina dell Albo dei Fornitori dell

Dettagli

SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE IN PUBBLICI ESERCIZI E CIRCOLI PRIVATI

SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE IN PUBBLICI ESERCIZI E CIRCOLI PRIVATI CITTÀ DI BARLETTA COMANDO POLIZIA MUNICIPALE SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE IN PUBBLICI ESERCIZI E CIRCOLI PRIVATI Descrizione : L apertura e il trasferimento di sede degli esercizi di somministrazione

Dettagli

Aggiornamento dell Albo dei fornitori di beni e servizi

Aggiornamento dell Albo dei fornitori di beni e servizi MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE, ALIMENTARI E FORESTALI UNIONE EUROPEA REGIONE PUGLIA ASSE IV LEADER Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale: l Europa investe nelle zone rurali Programma di Sviluppo

Dettagli

Guida per la presentazione delle pratiche all Albo delle Imprese Artigiane

Guida per la presentazione delle pratiche all Albo delle Imprese Artigiane Guida per la presentazione delle pratiche all Albo delle Imprese Artigiane (Marzo 2014) ALBO IMPRESE ARTIGIANE presso la Camera di Commercio di Latina Come utilizzare la guida La guida contiene le informazioni

Dettagli

AVVISO DEL 31 OTTOBRE 2013

AVVISO DEL 31 OTTOBRE 2013 AVVISO DEL 31 OTTOBRE 2013 FORMAZIONE DI UN ELENCO DI OPERATORI ECONOMICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE IN ECONOMIA (ART.125 D. LGS. 163/2006) Ai sensi dell art.125 del D. Lgs. 163/2006 e s.m.i, la Fondazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART.

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. Universita Telematica UNIVERSITAS MERCATORUM REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. 125, COMMA 12 DEL D.L.VO

Dettagli

COMUNE DI ROTTOFRENO Provincia di Piacenza SETTORE: SVILUPPO ECONOMICO cod: SE UFFICIO: COMMERCIO cod: ELENCO DEI PROCEDIMENTI

COMUNE DI ROTTOFRENO Provincia di Piacenza SETTORE: SVILUPPO ECONOMICO cod: SE UFFICIO: COMMERCIO cod: ELENCO DEI PROCEDIMENTI rev.0 -data:pagina 1 di 10 TTORE: SVILUPPO ECONOMICO cod: 01 COM 1- Esercizio di vicinato: (Sup di vendita fino a 250 mq.) apertura, trasferimento di sede, ampliamento della superficie, subentro, cessazione,

Dettagli

CABINA DI REGIA SPORTELLI UNICI DELLE ATTIVITÀ PRODUTTIVE DELLA DELLA PROVINCIA DI BERGAMO & TAVOLO DI COORDINAMENTO UTENTI SUAP

CABINA DI REGIA SPORTELLI UNICI DELLE ATTIVITÀ PRODUTTIVE DELLA DELLA PROVINCIA DI BERGAMO & TAVOLO DI COORDINAMENTO UTENTI SUAP CABINA DI REGIA SPORTELLI UNICI DELLE ATTIVITÀ PRODUTTIVE DELLA DELLA PROVINCIA DI BERGAMO & TAVOLO DI COORDINAMENTO UTENTI SUAP STANDARDIZZAZIONE PROCEDURE - NOTA 2/2014 Sommario CESSAZIONE ATTIVITÀ DI

Dettagli

AVVISO PUBBLICO ISCRIZIONE ALL ALBO DELLE DITTE DA UTILIZZARE PER L'AFFIDAMENTO DI LAVORI, FORNITURE O SERVIZI A TRATTATIVA PRIVATA O IN ECONOMIA

AVVISO PUBBLICO ISCRIZIONE ALL ALBO DELLE DITTE DA UTILIZZARE PER L'AFFIDAMENTO DI LAVORI, FORNITURE O SERVIZI A TRATTATIVA PRIVATA O IN ECONOMIA AVVISO PUBBLICO ISCRIZIONE ALL ALBO DELLE DITTE DA UTILIZZARE PER L'AFFIDAMENTO DI LAVORI, FORNITURE O SERVIZI A TRATTATIVA PRIVATA O IN ECONOMIA L Istituto dell Addolorata di Foggia ha istituito un albo

Dettagli

DENUNCIA INIZIO ATTIVITA AGENZIA D AFFARI (Artt. 19 legge 241/90, modificato dall art. 2, c.10, della legge 537/93 e art.

DENUNCIA INIZIO ATTIVITA AGENZIA D AFFARI (Artt. 19 legge 241/90, modificato dall art. 2, c.10, della legge 537/93 e art. DENUNCIA INIZIO ATTIVITA AGENZIA D AFFARI (Artt. 19 legge 241/90, modificato dall art. 2, c.10, della legge 537/93 e art. 21 legge 241/90) Al Sindaco del Comune di. Il sottoscritto Cognome Nome Codice

Dettagli

Al SUAP. Denominazione società/ditta

Al SUAP. Denominazione società/ditta COMUNICAZIONE SUBINGRESSO DI COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE SU POSTEGGIO L.R. 28/2005 e s.m.i. Codice del Commercio art.74 e D.P. G.R. n. 15/R del 1 aprile 2009 Regolamento di attuazione della legge n. 28/2005

Dettagli

A.R.C.E.A. Agenzia della Regione Calabria per. le Erogazioni in Agricoltura

A.R.C.E.A. Agenzia della Regione Calabria per. le Erogazioni in Agricoltura A.R.C.E.A. Agenzia della Regione Calabria per le Erogazioni in Agricoltura Regolamento per l istituzione di un elenco di operatori economici di fiducia ai sensi dell art. 125, comma 12 del D.lgs. n. 163

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIPARTIMENTO PER L IMPRESA E L INTERNAZIONALIZZAZIONE DIREZIONE GENERALE PER IL MERCATO, LA CONCORRENZA, IL CONSUMATORE, LA VIGILANZA E LA NORMATIVA TECNICA Divisione

Dettagli

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007)

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) COMUNE DI NORMA Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) Articolo 1 SCOPI DEL REGOLAMENTO 1. L Amministrazione Comunale, in

Dettagli

COMUNICAZIONE DI APERTURA FILIALI, SUCCURSALI E ALTRI PUNTI VENDITA DI AGENZIE DI VIAGGIO E TURISMO (Ai sensi della L.R. 30/03/1988 n. 15 e s.m.i.

COMUNICAZIONE DI APERTURA FILIALI, SUCCURSALI E ALTRI PUNTI VENDITA DI AGENZIE DI VIAGGIO E TURISMO (Ai sensi della L.R. 30/03/1988 n. 15 e s.m.i. CODICE PRATICA *CODICE FISCALE* GGMMAAAA HH:MM Mod. Comunale (Modello 1088 Versione 001 2015) Allo Sportello Unico delle Attività Produttive Comune / Comunità / Unione Identificativo SUAP: COMUNICAZIONE

Dettagli

AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA

AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA ESERCIZIO DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO DI ALIMENTI E BEVANDE TIPOLOGIA C " art. 3 c. 6 SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO

Dettagli

(OLL 2) (Disposizioni speciali per determinate categorie di aziende e di lavoratori)

(OLL 2) (Disposizioni speciali per determinate categorie di aziende e di lavoratori) Ordinanza 2 concernente la legge sul lavoro (OLL 2) (Disposizioni speciali per determinate categorie di aziende e di lavoratori) 822.112 del 10 maggio 2000 (Stato 1 aprile 2015) Il Consiglio federale svizzero,

Dettagli

Nuova scadenza presentazione domande di contributo: martedì 30 giugno 2015, ore 12.00

Nuova scadenza presentazione domande di contributo: martedì 30 giugno 2015, ore 12.00 Bando per la concessione di contributi a fondo perduto alle imprese del commercio e del turismo del Distretto ValleLambro - Distretto dell attrattività territoriale integrata turistica e commerciale per

Dettagli

COMUNICAZIONE EFFETTUAZIONE

COMUNICAZIONE EFFETTUAZIONE Esente da bollo N.B.: presentare almeno 10 giorni prima dell inizio SPAZIO PER ETICHETTA PROTOCOLLO COMUNALE Si consiglia di presentare in triplice copia di cui n.1 timbrata dall Ufficio PROTOCOLLO da

Dettagli

MARCA DA BOLLO REGIONE LAZIO COMMISSIONE PROVINCIALE PER L ARTIGIANATO DI ROMA C/O C.C.I.A.A. - VIA OCEANO INDIANO 17, 00144 ROMA

MARCA DA BOLLO REGIONE LAZIO COMMISSIONE PROVINCIALE PER L ARTIGIANATO DI ROMA C/O C.C.I.A.A. - VIA OCEANO INDIANO 17, 00144 ROMA MOD. Art/A 1-07-2002 15:17 Pagina 1 Numero ALBO MARCA DA BOLLO Mod. ART/A ISCRIZIONE DI DITTA INDIVIDUALE REGIONE LAZIO COMMISSIONE PROVINCIALE PER L ARTIGIANATO DI ROMA C/O C.C.I.A.A. - VIA OCEANO INDIANO

Dettagli

Una bussola per orientarsi nella Pubblica Amministrazione

Una bussola per orientarsi nella Pubblica Amministrazione absolutgroup.it O 12 Vademecum delle Attività Imprenditoriali Seconda Edizione Provincia di Bologna Servizio Industria, Artigianato e Commercio Ufficio di Coordinamento SUAP Via Benedetto XIV, 3-40125

Dettagli

SETTORE LAVORI PUBBLICI e PATRIMONIO Lecco, 20 marzo 2012 Servizio Viabilità N 71 R.O. SR.gf

SETTORE LAVORI PUBBLICI e PATRIMONIO Lecco, 20 marzo 2012 Servizio Viabilità N 71 R.O. SR.gf SETTORE LAVORI PUBBLICI e PATRIMONIO Lecco, 20 marzo 2012 Servizio Viabilità N 71 R.O. SR.gf OGGETTO: Organizzazione Zona a Traffico Limitato Centro storico IL SINDACO Premesso che, per fronteggiare le

Dettagli

OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA

OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA 1.1. ) ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA Largo Arrigo VII, 5-00153 Roma (Italia) ; centralino 06/5717621;

Dettagli

delle qualifiche professionali in favore dei soggetti provenienti da fuori Regione Piemonte che se

delle qualifiche professionali in favore dei soggetti provenienti da fuori Regione Piemonte che se FAQ REQUISITI PER IL COMMERCIO D: La pratica svolta per 2 anni negli ultimi 5, in qualità di coadiuvante in un attività di commercio al dettaglio di alimentari, può essere riconosciuta valida, ai fini

Dettagli

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio 1989, n. 39, in attuazione degli articoli 73 e 80 del decreto

Dettagli

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO C O M U N E D I R O V E R B E L L A Via Solferino e San Martino, 1 46048 Roverbella Tel. 0376/6918220 Fax 0376/694515 PEC PROTOCOLLO : roverbella.mn@legalmail.it RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI

Dettagli

COSTO SERVIZI EROGATI - ANNO 2013

COSTO SERVIZI EROGATI - ANNO 2013 - ANNO 2013 TIPOLOGIA DEI A DEI (*) PERSONA LE A STAFF 1 - GIURICO ISTITUZIONALE Servizio sportello per il cittadino Organizzazione e guida alle opere d'arte presenti nelle sale della sede. Concessione

Dettagli

SCIA-SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA

SCIA-SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA MOD. COM 3 SCIA-SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO: MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA Al SUAP Ai sensi del D. L.vo 114/98, D. L.vo 59/10 e L. 122/10 Il sottoscritto

Dettagli

Scheda 2.4 Imprese di pulizia, disinfezione, disinfestazione, derattizzazione e sanificazione

Scheda 2.4 Imprese di pulizia, disinfezione, disinfestazione, derattizzazione e sanificazione Scheda 2.4 Imprese di, disinfezione, disinfestazione, derattizzazione e sanificazione SOGGETTI RICHIEDENTI/AMBITO DI APPLICAZIONE La presente scheda riguarda unicamente soggetti ricadenti nella qualifica

Dettagli

Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE COMUNICAZIONE

Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE COMUNICAZIONE MOD.COM. 6 copia per il Comune Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE COMUNICAZIONE Al Comune di *... Ai sensi del D.L.vo 31/3/1998

Dettagli

Meno carte più sicurezza. Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E

Meno carte più sicurezza. Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E FUOCO DEL VIGILI Meno carte più sicurezza Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E Premessa La semplificazione per le procedure di prevenzione incendi entra in vigore

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 02-04-2001 (punto N. 35. ) Delibera N.349 del 02-04-2001

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 02-04-2001 (punto N. 35. ) Delibera N.349 del 02-04-2001 REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 02-04-2001 (punto N. 35. ) Delibera N.349 del 02-04-2001 Proponente SUSANNA CENNI DIPARTIMENTO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Pubblicita

Dettagli

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE TITOLO RELAZIONE I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità A partire dal 3 gennaio 2013 è entrato in vigore il regolamento (UE)

Dettagli

TITOLO I Ambito di applicazione. TITOLO II Disposizioni generali.

TITOLO I Ambito di applicazione. TITOLO II Disposizioni generali. Regolamento d uso del verde Adottato dal Consiglio Comunale nella seduta del 17.7.1995 con deliberazione n. 173 di Reg. Esecutiva dal 26.10.1995. Sanzioni approvate dalla Giunta Comunale nella seduta del

Dettagli

per la durata di seguito indicata: nel periodo dal al nella/e giornata/e:

per la durata di seguito indicata: nel periodo dal al nella/e giornata/e: Marca da bollo 14,62 AL SIGNOR SINDACO DEL COMUNE DI BERTINORO OGGETTO: Richiesta licenza di spettacolo o trattenimento pubblici di cui all art. 68/ 69 del regio decreto 18 giugno 1931, n. 773, a carattere

Dettagli

Tabelle delle aliquote contributive in vigore dal. 1 gennaio 2014

Tabelle delle aliquote contributive in vigore dal. 1 gennaio 2014 Istituto Nazionale Previdenza Sociale Direzione Centrale Entrate Tabelle delle aliquote contributive in vigore dal 1 gennaio 2014 A cura di Leonardo Pascarella Aggiornamento DICEMBRE 2014 Responsabile:

Dettagli

ALLEGATO N. 1 ELENCO CATEGORIE E CLASSI MERCEOLOGICHE DI LAVORI, BENI E SERVIZI

ALLEGATO N. 1 ELENCO CATEGORIE E CLASSI MERCEOLOGICHE DI LAVORI, BENI E SERVIZI ALLEGATO N. 1 (aggiornato G.U.R.I. N. 96 26/04/2014) ELENCO CATEGORIE E CLASSI MERCEOLOGICHE DI LAVORI, BENI E SERVIZI (Barrare la categoria di specializzazione SOA) Categorie opere generali (ex D.P.R.

Dettagli

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 TABELLA B RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 1 B1) Disponibilità dei locali B1.1) Scansione del documento di disponibilità esclusiva dei locali della sede operativa per almeno tre

Dettagli

A) COMPETENZE DI BASE

A) COMPETENZE DI BASE AVVISO DI PROCEDURA SELETTIVA PER LA COSTITUZIONE DI UN ELENCO DI FORMATORI NELL' AMBITO DEI PERCORSI TRIENNALI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE (FORMAZIONE INIZIALE 14-18 ANNI) CUI CONFERIRE,

Dettagli

SCIA valida anche ai fini dell art. 86 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, approvato con R.D. 18/6/1931, n. 773.

SCIA valida anche ai fini dell art. 86 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, approvato con R.D. 18/6/1931, n. 773. Modulo di segnalazione certificata di inizio attività per la somministrazione di alimenti e bevande all' interno dei circoli privati da presentare in carta libera Spazio per apporre il timbro di protocollo

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR

REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR Indice degli articoli Art. 1 Definizioni...2 Art. 2 Oggetto ed ambito di applicazione...2 Art. 3 Deroghe al divieto di circolazione

Dettagli

BOLLO ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO - MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE

BOLLO ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO - MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE MOD.COM 2 BOLLO copia per il Comune ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO - MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE Al Comune di * Ai sensi del D.L.vo 114/1998 (artt. 8,9,10, comma 5),

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA COMUNICAZIONE

ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA COMUNICAZIONE MOD.COM 3 Al Comune di * ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA copia per il Comune COMUNICAZIONE Ai sensi del D.L.vo 114/1998 (artt.10 comma 5 e 26 comma 5), il sottoscritto

Dettagli

COMUNICAZIONE. Al Comune di *

COMUNICAZIONE. Al Comune di * 7864 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 82 del 30-6-2004 MOD.COM 3 Al Comune di * ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA COMUNICAZIONE Ai sensi della l.r. 11/03

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

PUBBLICI ESERCIZI DI SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE

PUBBLICI ESERCIZI DI SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE PUBBLICI ESERCIZI DI SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE Per esercizi di somministrazione di alimenti e bevande si intendono le attività commerciali in cui i prodotti vengono venduti per poter esser

Dettagli

SPORTELLO UNICO ATTIVITA PRODUTTIVE VERSIONE SPERIMENTALE

SPORTELLO UNICO ATTIVITA PRODUTTIVE VERSIONE SPERIMENTALE 1 1. Cos è la Carta della qualità dei servizi La realtà sempre più completa ed articolata delle pubbliche amministrazioni, se da un lato consente di offrire servizi diversificati alla cittadinanza, dall

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELL ATTIVITA DI ALLIETAMENTO, DI TRATTENIMENTO E DI PUBBLICO SPETTACOLO

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELL ATTIVITA DI ALLIETAMENTO, DI TRATTENIMENTO E DI PUBBLICO SPETTACOLO COMUNE DI SOCCHIEVE Prov. Udine REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELL ATTIVITA DI ALLIETAMENTO, DI TRATTENIMENTO E DI PUBBLICO SPETTACOLO Approvato con deliberazione Del C.C. n 29 del 24/8/2007 REGOLAMENTO

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 Bonus IRPEF 80 euro Nel nuovo modello 730/2015 trova spazio il bonus IRPEF 80 euro ricevuto nel 2014, essendo previsto l obbligo di

Dettagli

1. Quali sono gli estremi per l iscrizione all Albo Nazionale Gestori Ambientali?

1. Quali sono gli estremi per l iscrizione all Albo Nazionale Gestori Ambientali? Domanda: Risposta (a cura di Maurizio Santoloci): Oggi un impresa edile che trasporta in proprio i rifiuti non pericolosi con proprio mezzo al contrario di quanto accadeva nella previdente disciplina deve

Dettagli

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti le attività di agente e rappresentante di commercio disciplinate

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti le attività di agente e rappresentante di commercio disciplinate Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti le attività di agente e rappresentante di commercio disciplinate dalla legge 3 maggio 1985, n. 204, in attuazione degli

Dettagli

STUDIO DI SETTORE TM43U ATTIVITÀ 52.46.4 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI MACCHINE, ATTREZZATURE E PRODOTTI PER L AGRICOLTURA E IL GIARDINAGGIO

STUDIO DI SETTORE TM43U ATTIVITÀ 52.46.4 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI MACCHINE, ATTREZZATURE E PRODOTTI PER L AGRICOLTURA E IL GIARDINAGGIO STUDIO DI SETTORE TM43U ATTIVITÀ 52.46.4 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI MACCHINE, ATTREZZATURE E PRODOTTI PER L AGRICOLTURA E IL GIARDINAGGIO Ottobre 2006 PREMESSA L evoluzione dello Studio di Settore SM43U

Dettagli

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento Servizio di Economato

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento Servizio di Economato PROVINCIA DI ROMA Regolamento Servizio di Economato Adottato con delibera del Consiglio Provinciale: n. 1111 dell 1 marzo 1995 Aggiornato con delibera del Consiglio Provinciale n. 34 del 12 luglio 2010

Dettagli

in relazione all'emergenza smog, dichiarata a seguito dell'incontro a Milano di

in relazione all'emergenza smog, dichiarata a seguito dell'incontro a Milano di Rubano, 24 febbraio 2010 Prot. 455 Sez. 0801 C. 13 Alle sigg.re Sindache ed ai sigg.ri Sindaci dei Comuni del Veneto Loro indirizzi Cari colleghi, in relazione all'emergenza smog, dichiarata a seguito

Dettagli

Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) Esercizi di commercio su aree pubbliche SUBINGRESSO IN ATTIVITA' TIPO A TIPO B

Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) Esercizi di commercio su aree pubbliche SUBINGRESSO IN ATTIVITA' TIPO A TIPO B CODICE PRATICA *CODICE FISCALE* GGMMAAAA HH:MM Mod. Comunale (Modello 0047 Versione 002 2014) Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) Esercizi di commercio su aree pubbliche SUBINGRESSO IN ATTIVITA'

Dettagli

ALLA CAPITANERIA DI PORTO DI

ALLA CAPITANERIA DI PORTO DI ALLA CAPITANERIA DI PORTO DI Il sottoscritto... nato a...il... e residente a...provincia di... in via... n C.A.P.. recapito telefonico.../... CHIEDE di essere iscritto, nella Gente di Mare di... categoria

Dettagli

ALBO NAZIONALE GESTORI AMBIENTALI

ALBO NAZIONALE GESTORI AMBIENTALI ALBO NAZIONALE GESTORI AMBIENTALI Deliberazione 15 dicembre 2010 Criteri per l iscrizione all Albo nella categoria 8: intermediazione e commercio dei rifiuti. IL COMITATO NAZIONALE Visto il decreto legislativo

Dettagli

ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO DI VICINATO COMUNICAZIONE. Ai sensi del D.L.vo 114/1998 (art 7, 10 comma 5 e 26 comma 5), il sottoscritto

ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO DI VICINATO COMUNICAZIONE. Ai sensi del D.L.vo 114/1998 (art 7, 10 comma 5 e 26 comma 5), il sottoscritto MOD.COM 1, copia per il Comune ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO DI VICINATO COMUNICAZIONE Al Comune di * Ai sensi del D.L.vo 114/1998 (art 7, 10 comma 5 e 26 comma 5), il sottoscritto Cognome Nome C.F.

Dettagli

PREMESSA. Il nuovo sistema classificatorio del personale è volto:

PREMESSA. Il nuovo sistema classificatorio del personale è volto: PREMESSA La riforma del sistema di classificazione del personale civile del Ministero della difesa è stata realizzata in applicazione del CCNL 2006/2009. Nel quadro di adeguamento delle competenze e delle

Dettagli

PICCOLI TRATTENIMENTI MUSICALI O DIFFUSIONE SONORA NEI DEHORS E NELLE AREE DI PERTINENZA PRIVATE ANNESSE AI LOCALI DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO

PICCOLI TRATTENIMENTI MUSICALI O DIFFUSIONE SONORA NEI DEHORS E NELLE AREE DI PERTINENZA PRIVATE ANNESSE AI LOCALI DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO Dipartimento Economia e Promozione della Città Settore Attività Produttive e Commercio U.O. Somministrazione, manifestazioni, artigianato e ricettive 40129 Bologna Piazza Liber Paradisus, 10, Torre A -

Dettagli

Settori. Personale qualificato. Chi siamo

Settori. Personale qualificato. Chi siamo Settori Pubblico Pulizia di edifici di Pubbliche amministrazioni seguendo le richieste indicate nei capitolati d oneri, controllate inoltre delle specifiche norme UNI EN ISO 9001 e SA8000. Privato personalizzati

Dettagli

COMMERCIO AL DETTAGLIO ESERCIZIO DI VICINATO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA' Al Comune di *

COMMERCIO AL DETTAGLIO ESERCIZIO DI VICINATO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA' Al Comune di * Regione Campania Modello 1A copia per il Comune COMMERCIO AL DETTAGLIO ESERCIZIO DI VICINATO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA' Al Comune di * Ai sensi della legge regionale della Campania 1/2014,

Dettagli

REGIONE PIEMONTE BU49 06/12/2012

REGIONE PIEMONTE BU49 06/12/2012 REGIONE PIEMONTE BU49 06/12/2012 Codice DB2017 D.D. 15 novembre 2012, n. 799 Applicazione art. 6 Regolamento (CE) n. 852/2004 e D.G.R. n. 16-4910 del 14.11.2012. Definizione della modulistica per la notifica

Dettagli

Fattura elettronica: esenzioni

Fattura elettronica: esenzioni Fattura elettronica: esenzioni Con l entrata in vigore del sistema della fatturazione elettronica, istituita dall articolo 1, commi da 209 a 213 della legge 24 dicembre 2007, n. 244 e regolamentata dal

Dettagli

Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali. Informazioni generali

Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali. Informazioni generali Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali Informazioni generali Il Ministero dell'interno, Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione, ha

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

DECRETO 26 ottobre 2011

DECRETO 26 ottobre 2011 DECRETO 26 ottobre 2011 Modalita' di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA, dei soggetti esercitanti l'attivita' di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio 1989, n. 39, in attuazione degli

Dettagli

STUDIO DI SETTORE SM43U ATTIVITÀ 52.46.6 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI MACCHINE, ATTREZZATURE E PRODOTTI PER L AGRICOLTURA E IL GIARDINAGGIO

STUDIO DI SETTORE SM43U ATTIVITÀ 52.46.6 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI MACCHINE, ATTREZZATURE E PRODOTTI PER L AGRICOLTURA E IL GIARDINAGGIO STUDIO DI SETTORE SM43U ATTIVITÀ 52.46.6 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI MACCHINE, ATTREZZATURE E PRODOTTI PER L AGRICOLTURA E IL GIARDINAGGIO Settembre 2002 1 STUDIO DI SETTORE SM43U Numero % sugli invii Invii

Dettagli

Dipartimento Programmazione e Attuazione Urbanistica Direzione Attuazione degli Strumenti Urbanistici U.O. Condono Edilizio ROMA CAPITALE

Dipartimento Programmazione e Attuazione Urbanistica Direzione Attuazione degli Strumenti Urbanistici U.O. Condono Edilizio ROMA CAPITALE ROMA CAPITALE Dipartimento Programmazione e Attuazione Urbanistica Direzione Attuazione degli Strumenti Urbanistici Ufficio Condono Edilizio Ufficio Diritto di Accesso Agli Atti Mod. 10/E (10.06.2013 )

Dettagli

SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO ORGANIZZATO DA ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI ROMA INCONTRO - 16 SETTEMBRE 2013 ARCH. VITO ROCCO PANETTA

SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO ORGANIZZATO DA ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI ROMA INCONTRO - 16 SETTEMBRE 2013 ARCH. VITO ROCCO PANETTA SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO ORGANIZZATO DA ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI ROMA INCONTRO - 16 SETTEMBRE 2013 ARCH. VITO ROCCO PANETTA ARGOMENTI DA TRATTARE: DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Al Responsabile del S.U.A.P.

Al Responsabile del S.U.A.P. Marca da bollo Da inviare al Comune competente mediante lettera A/R Al Responsabile del S.U.A.P. Comune di Penna Sant Andrea (TE) M0297/83-AB OGGETTO: Domanda di rilascio nuova autorizzazione di tipo A

Dettagli

Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate

Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Informativa ONB Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate INDICE 1 Premessa... 2 2 Soggetti beneficiari... 2 3 Ambito oggettivo

Dettagli

L.R. 23 marzo 2000, n. 42. Testo unico delle Leggi Regionali in materia di turismo.

L.R. 23 marzo 2000, n. 42. Testo unico delle Leggi Regionali in materia di turismo. L.R. 23 marzo 2000, n. 42 Testo unico delle Leggi Regionali in materia di turismo. INDICE Titolo I - IL SISTEMA ORGANIZZATIVO DEL TURISMO Capo I - Disposizioni generali Art. 1 - Oggetto Art. 2 - Funzioni

Dettagli

VADEMECUM SUI CIRCOLI PRIVATI La disciplina della somministrazione nei circoli privati. Le garanzie costituzionali

VADEMECUM SUI CIRCOLI PRIVATI La disciplina della somministrazione nei circoli privati. Le garanzie costituzionali VADEMECUM SUI CIRCOLI PRIVATI La disciplina della somministrazione nei circoli privati I circoli privati rappresentano, da sempre, un problema nella gestione delle attività di controllo sul territorio

Dettagli

LEGGI - REGOLAMENTI - DECRETI - ATTI DELLA REGIONE

LEGGI - REGOLAMENTI - DECRETI - ATTI DELLA REGIONE 6 PARTE PRIMA LEGGI - REGOLAMENTI - DECRETI - ATTI DELLA REGIONE Sezione I LEGGI REGIONALI LEGGE REGIONALE 17 settembre 2013, n. 16. Norme in materia di prevenzione delle cadute dall alto. Il Consiglio

Dettagli

E se domani non ci fossero più gli artigiani? Campagna di sensibilizzazione di Confartigianato Imprese Grosseto a tutela del lavoro

E se domani non ci fossero più gli artigiani? Campagna di sensibilizzazione di Confartigianato Imprese Grosseto a tutela del lavoro E se domani non ci fossero più gli artigiani? Campagna di sensibilizzazione di Confartigianato Imprese Grosseto a tutela del lavoro E se domani, d'improvviso, non esistessero più gli artigiani? Una macchina

Dettagli

ISTRUZIONI MOD.COM1 - COMUNICAZIONE - Esercizi di commercio al dettaglio di vicinato AVVERTENZE GENERALI

ISTRUZIONI MOD.COM1 - COMUNICAZIONE - Esercizi di commercio al dettaglio di vicinato AVVERTENZE GENERALI ISTRUZIONI MOD.COM1 - COMUNICAZIONE - Esercizi di commercio al dettaglio di vicinato AVVERTENZE GENERALI SI AVVERTE CHE PER LA CORRETTA COMPILAZIONE DEL MOD.COM1, È NECESSARIA UNA PRELIMINARE ATTENTA LETTURA

Dettagli

AL COMUNE DI RACALMUTO Sportello Unico per le Attività Produttive

AL COMUNE DI RACALMUTO Sportello Unico per le Attività Produttive Bollo 14,62 AL COMUNE DI RACALMUTO Sportello Unico per le Attività Produttive ESERCIZIO DI COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIE STRUTTURE DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE (COM 4A - D.A. 8/5/2001) Ai sensi della L.r.

Dettagli

MINISTERO DELL AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE

MINISTERO DELL AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE MINISTERO DELL AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE DECRETO 15 febbraio 2010. Modi che ed integrazioni al decreto 17 dicembre 2009, recante: «Istituzione del sistema di controllo della tracciabilità

Dettagli

Note inerenti chiarimenti in materia di prevenzione incendi - Trasmissione per via informatica.

Note inerenti chiarimenti in materia di prevenzione incendi - Trasmissione per via informatica. DIREZIONE CENTRALE PER LA PREVENZIONE E LA SICUREZZA TECNICA Prot. n P 810 / 4101 sott. 72/C.1 (21).4 Roma, 2 LUGLIO 2003 Allegati: n 1 -AI SIGG. ISPETTORI REGIONALI DEI VIGILI DEL FUOCO LORO SEDI -AI

Dettagli

VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE. Ai sensi della L.R. 11/03 e Regolamento Regionale n.3/2011 il sottoscritto

VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE. Ai sensi della L.R. 11/03 e Regolamento Regionale n.3/2011 il sottoscritto mod. Com 8 REGIONE PUGLIA Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITA' COMPILARE A STAMPATELLO

Dettagli

SUAP Piazza Municipio 3 10090 BRUINO (TO)

SUAP Piazza Municipio 3 10090 BRUINO (TO) Al Comune di BRUINO SUAP Piazza Municipio 3 10090 BRUINO (TO) OGGETTO: SCIA di subingresso nell'esercizio dell'attività di commercio su aree pubbliche ai sensi dell art. 28, comma 12, del D.Lgs. n. 114/1998

Dettagli

DIA N ANNO Allo Sportello Unico per le Attività Produttive del Comune di GALLARATE DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA EDILIZIA

DIA N ANNO Allo Sportello Unico per le Attività Produttive del Comune di GALLARATE DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA EDILIZIA DIA N ANNO Allo Sportello Unico per le Attività Produttive del Comune di GALLARATE DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA EDILIZIA ai sensi degli articoli 41 e 42 L.R. 11.03.2005 n.12 e successive modifiche ed integrazioni

Dettagli

INDICE TITOLO I - OGGETTO DEL TESTO UNICO TITOLO II - ORGANIZZAZIONE TURISTICA REGIONALE TITOLO III - STRUTTURE RICETTIVE

INDICE TITOLO I - OGGETTO DEL TESTO UNICO TITOLO II - ORGANIZZAZIONE TURISTICA REGIONALE TITOLO III - STRUTTURE RICETTIVE Legge Regionale 16 luglio 2007, n. 15 Testo unico delle leggi regionali in materia di turismo. (approvata con deliberazione del Consiglio regionale n VIII/397 del 03/07/2007 e pubblicata nel Bollettino

Dettagli

D.P.G.R n in data Eventi eccezionali del/dal..al (gg/mese/anno).

D.P.G.R n in data Eventi eccezionali del/dal..al (gg/mese/anno). Mod. 2 - imprese COMUNE DI... D.P.G.R n in data Eventi eccezionali del/dal..al (gg/mese/anno). MODULO PER IMPRESE Attività produttive, industriali, agricole, zootecniche, commerciali, artigianali, turistiche,

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. Visto l'articolo 20 della legge 15 marzo 1997, n. 59, allegato 1, numeri 94, 97 e 98, e successive modificazioni;

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. Visto l'articolo 20 della legge 15 marzo 1997, n. 59, allegato 1, numeri 94, 97 e 98, e successive modificazioni; D.P.R. 14-12-1999 n. 558 Regolamento recante norme per la semplificazione della disciplina in materia di registro delle imprese, nonché per la semplificazione dei procedimenti relativi alla denuncia di

Dettagli

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2.1 Gli effetti dell iscrizione nel Registro delle Imprese L art. 2 del d.lgs. 18 maggio 2001, n. 228 (in materia di orientamento e modernizzazione del settore

Dettagli

Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche

Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche Comune di Parma Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche A vent anni dall entrata in vigore della più importante legge sull abbattimento delle barriere

Dettagli

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 SEZIONE I 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI LEGGE REGIONALE 3 aprile 2006, n. 12 Norme in materia di polizia comunale. IL CONSIGLIO REGIONALE

Dettagli

studio dei titolari di protezione internazionale

studio dei titolari di protezione internazionale Il riconoscimento dei titoli di studio dei titolari di protezione internazionale IL RICONOSCIMENTO DEI TITOLI DI STUDIO LA NORMATIVA L art 170 del RD 1592 del 3/ 31/08/33 /33di approvazione del Testo Unico

Dettagli

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Schema di regolamento recante Disposizioni per la razionalizzazione ed accorpamento delle classi di concorso a cattedre e a posti di insegnamento,

Dettagli

MANUALE DI GESTIONE GOVERNO QUOTIDIANO DEGLI ANIMALI

MANUALE DI GESTIONE GOVERNO QUOTIDIANO DEGLI ANIMALI MANUALE DI GESTIONE Breve descrizione del canile (fabbricati: box, locali accessori). Modalità di approvvigionamento idrico e smaltimento reflui animali. Individuazione responsabile generale (titolare)

Dettagli

PROCEDURALE RELATIVO ALLA CONCESSIONE DEI BENEFICI FISCALI SUL GASOLIO PER USO AUTOTRAZIONE UTILIZZATO NEL SETTORE DEL TRASPORTO * * * * *

PROCEDURALE RELATIVO ALLA CONCESSIONE DEI BENEFICI FISCALI SUL GASOLIO PER USO AUTOTRAZIONE UTILIZZATO NEL SETTORE DEL TRASPORTO * * * * * PROCEDURALE RELATIVO ALLA CONCESSIONE DEI BENEFICI FISCALI SUL GASOLIO PER USO AUTOTRAZIONE UTILIZZATO NEL SETTORE DEL TRASPORTO * * * * * Al fine di fornire un pratico vademecum sugli adempimenti necessari

Dettagli

La Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano

La Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano La Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano VISTO gli articoli 2, comma 2, lett. b) e 4, comma 1 del decreto legislativo 28 agosto 1997,

Dettagli