Anno 2010 N. RF196. La Nuova Redazione Fiscale RIADDEBITO SPESE PROCESSUALI E RITENUTA

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Anno 2010 N. RF196. La Nuova Redazione Fiscale RIADDEBITO SPESE PROCESSUALI E RITENUTA"

Transcript

1 ODCEC VASTO Anno 2010 N. RF196 La Nuova Redazione Fiscale Pag. 1 / 5 OGGETTO RIADDEBITO SPESE PROCESSUALI E RITENUTA RIFERIMENTI RM 106/2010; CM 203/1994; RM 106/2006; RM 91/1998 CASS DEL 1/04/ CIRCOLARE DEL 1/12/2010 Sintesi: l Agenzia ha chiarito che, con riferimento a soggetti cui si applica la ritenuta (professionisti ed agenti): - alle somme riconosciute in giudizio riferite a spese deducibili per la parte vittoriosa (spese del legale) - la parte soccombente deve applicare la ritenuta d acconto. In presenza di un contenzioso instaurato nell ambito dell attività di impresa o professionale, sorge il problema di qualificare la natura delle somme corrisposte dalla parte soccombente a quella vittoriosa. In particolare si pone il problema di determinare il regime da attribuire ai fini: della ritenuta d acconto dell Iva. Il problema si pone con le somme indennizzate: A) sia con riferimento alla materia del contendere : tali somme seguono il regime tributario proprio, a nulla rilevando che l obbligo del pagamento sia riconosciuto da una sentenza. Esempio: agente chiama in causa la propria casa mandante per provvigioni non riconosciute e viene riconosciuto vittorioso in giudizio. Le somme indennizzate dovranno essere regolarmente assoggettate: a ritenuta d acconto (CM 106/2006) ad Iva (peraltro il giudice in via ordinaria obbliga alla emissione della fattura già in sede di instaurazione del giudizio). B) sia a titolo di rimborso delle spese legali a favore dell'altra parte: pertanto al di fuori del caso in cui il giudice stabilisca che a ciascuna parte fanno carico le rispettive spese di giudizio (cd. compensazione delle spese ). INDENNIZZI: con riferimento alle somme di cui al precedente punto A), si rammenta che i risarcimenti (di qualsiasi natura: in forma assicurativa, disposti dal giudice, a seguito di transazione, ecc.): a) per i professionisti: sono tassati i proventi conseguiti in sostituzione di redditi derivanti dall esercizio della professione, ivi incluse le indennità conseguite a titolo di risarcimento danni, riguardanti la perdita di tali redditi (escluse le indennità dipendenti da morte o invalidità permanente) In sede civile si parlerà: di lucro cessante : nel caso di rimborso di redditi mancati a causa della controparte - tassati - di danno emergente : per il risarcimento teso a ristorare un pregiudizio di natura diversa (es: il danno cd. biologico, all immagine, ecc.) non tassati - Nuova REDAZIONE FISCALE - Riproduzione Vietata Diritti Riservati - b) per le imprese: qualsiasi somma (in sostituzione di redditi d impresa o altro) è tassata: nel caso di lucro cessante: quale ricavo d esercizio nel caso di danno emergente : quale sopravvenienza attiva Tel. 0464/ Fax 0464/

2 Redazione Fiscale Info Fisco 196/2010 Pag. 2 / 5 SPESE PROCESSUALI DEL LEGALE - IL RIADDEBITO L onorario del legale della parte vittoriosa poste a carico della parte soccombente può subire un diverso trattamento a seconda che il dispositivo della sentenza stessa: preveda la cd. distrazione delle spese della lite a favore del legale non la preveda (in quanto non richiesta dal legale, oppure il giudice non ha deliberato in merito). DISTRAZIONE DELLE SPESE: In base a detti criteri generali, pertanto, l avvocato non può chiedere il proprio compenso direttamente alla controparte bensì solo e sempre al proprio assistito. Art. 93 C.p.c. - Distrazione delle spese Il difensore con procura può chiedere che il giudice, nella stessa sentenza in cui condanna alle spese, distragga in favore suo e degli altri difensori gli onorari non riscossi e le spese che dichiara di avere anticipate. COMPENSO AL LEGALE DELLA PARTE VITTORIOSA Segue il seguente trattamento (CM 203/1994; CM 1/50550 del 15/12/1973): a) pagamento: se la sentenza: non ha disposto la distrazione: va pagato dal proprio cliente (e non dal soccombente), salvo il diritto di ottenerne il rimborso da parte del soccombente (cd. principio della soccombenza ) il quale opera ordinariamente la ritenuta d acconto ha disposto la distrazione: va pagato direttamente dal soccombente, il quale applica la ritenuta d acconto (se sostituto d imposta, ovviamente). b) fatturazione: va sempre fatturato solo al proprio cliente (e non dalla controparte), evidenziando che il pagamento è stato (o sarà) effettuato dalla controparte; il cliente detrae ordinariamente l Iva in parcella. Soccombente documentazione del costo: posto che in ogni caso il costo finale grava sempre sul soccombente, questi dovrà documentare il fatto nella propria contabilità: potendo dedurre il costo (da considerare sempre inerente) non potendo detrarre alcuna Iva, posto che il documento non è a lui intestato. La parte vittoriosa: indipendentemente dalla distrazione eventualmente disposta dalla sentenza dovrà sempre documentare al soccombente la parcella ricevuta dal proprio legale. Nel caso di mancata distrazione, poi: non potrà riaddebitare al soccombente anche l Iva indicata dal legale in fatture (sempreché abbia potuto detrarla, in quanto la causa era inerente alla propria attività) il riaddebito sarà escluso da Iva ex art. 2 c. 3 lett. a) Dpr 633/72 (non si tratta di un art. 15 in quanto il documento del legale non è intestato al soccombente) N..B.: nella generalità dei casi, si possono verificarsi due diverse ipotesi: 1) la causa del cliente vittorioso è inerente all'esercizio della propria attività d'impresa o professione: il soccombente non deve pagare alla controparte vittoriosa l'importo addebitato a titolo di Iva dal legale alla propria cliente (Cass /2007) 2) il cliente vittorioso non è titolare di partita Iva o la sentenza non è inerente all'esercizio della propria impresa o professione: il soccombente deve pagare alla controparte anche l'importo addebitato dal legale al suo cliente a titolo di Iva (Cass del 5/05/2009).

3 Redazione Fiscale Info Fisco 196/2010 Pag. 3 / 5 NATURA REDDITUALE DEL RIADDEBITO Tra le componenti di reddito di lavoro autonomo si comprendono: sia le spese necessarie a coprire i rischi della professione (es: sia le polizze assicurative che le spese legali) sia i successivi riaddebiti di tali spese. N.B.: si tratta di spese sostenute: per proprio conto e non per conto terzi, anche solo in parte (es.: riaddebito di quota parte dei costi di un ufficio ad un collega ospitato), che si contabilizzano a riduzione del costo. Sono pertanto escluse anche le mere anticipazioni di costi intestati direttamente al committente (cd. in nome e per conto ). Sulla scorta di tale considerazione, la RM 106/2010 ha chiarito che: se la parte vittoriosa è un soggetto sui quali ricavi/compensi si applica la ritenuta (professionisti ed agenti): alle somme riconosciute in giudizio riferite a spese deducibili per la parte vittoriosa (spese del legale) la parte soccombente deve applicare la ritenuta d acconto nel momento del riaddebito. Nota: è lo stesso motivo per cui la RM 20/1998 aveva chiarito che sui rimborsi delle spese necessarie per la produzione del proprio reddito (pertanto sostenute principalmente per conto proprio ) va applicata la ritenuta (es: le spese alberghiere in trasferta, rimborsi Km, ecc.) RIMBORSI DA ASSOGGETTARE A RITENUTA Nell ambito di un processo civile si tratterà di individuare: le spese deducibili dal reddito del professionista (o dell Agente): sul riaddebito scatta la ritenuta le spese anticipate in nome e per conto del cliente: al riaddebito non scatta la ritenuta. Nel caso prospettato dall Agenzia il rimborso dovuto alla parte vittoriosa stabilito in sentenza riguardava: mancati guadagni professionali: spese per onorari del legale: Soggette a ritenuta spese processuali:. 770 spese per diritti: L agenzia ha chiarito che al rimborso delle prime tre voci va applicata la ritenuta, mentre i diritti sono mere anticipazioni del legale, da non assoggettare. Mancata deduzione delle spese: l agenzia conclude chiarendo che: se anche il professionista/agente nei periodi di imposta precedenti non abbia dedotto le spese al momento dell addebito da parte del legale (es.: in quanto non le riteneva inerenti alla propria attività) si dovrà: - presentare una dichiarazione integrativa a favore (o una istanza di rimborso art. 38 Dpr 602/73), portando in deduzione tali costi - applicare comunque la ritenuta sulle somme riaddebitate al soccombente. Secondo la RM 106/2010, in sostanza, non è ammesso non dedurre inizialmente i costi per poi non tassare il relativo riaddebito (come al contrario pareva disporre la CM 203/1994).

4 Redazione Fiscale Info Fisco 196/2010 Pag. 4 / 5 ESEMPIO1 - la parte vittoriosa paga direttamente il proprio avvocato L'avvocato Rossi ha patrocinato la ditta Alfa Srl in un contenzioso con il fornitore Beta Srl; non ha richiesto la distrazione delle spese (o il giudice non l ha concessa o non ha deliberato in merito). L avvocato emette la seguente parcella: onorari Cassa Avvocati 4%. 40 Imponibile IVA. 208 Totale parcella Ritenuta d acconto. 200 Anticipazione di diritti. 800 Netto a pagare Diversi Debiti vs. legale Spese legali 1040 Diritti 800 IVA /credito 208 Debiti vs. legale Diversi Banca Erario c/ritenute 200 La parte vittoriosa: addebita le spese al soccombente con un documento escluso IVA art. 2 Dpr 633/72 rileva il rimborso il soccombente applica la ritenuta Diversi Riaddebiti Crediti vs.beta Srl Erario c/ritenute 208 Rilevazione contabile - parte soccombente N.B.: non è corretto gestire la partita quale credito Oneri processuali Diversi Debiti vs.alfa Srl Erario c/ritenute 208 Tot. Fattura + diritti Spese legali (Cassa inclusa) + diritti (su questi ultimi non si effettua ritenuta) LEGALE parcella Iva detrae l IVA (se inerente) 200 rit. PARTE VITTORIOSA versa la ritenuta d'acconto pagamento di nota di paga con la addebito di rit. d'acc. del (solo 20% imponibile) SOCCOMBENTE deduce il costo

5 Redazione Fiscale Info Fisco 196/2010 Pag. 5 / 5 ESEMPIO2 - la parte soccombente paga direttamente le spese Nel caso precedente si supponga che l avvocato, che deve sempre emettere fattura nei confronti del proprio cliente vittorioso, evidenzi che il pagamento sarà effettuato dal soccombente. Diversi Debiti vs. legale Distrazione spese (S.P.) 1840 IVA /credito 208 Deviti vs. Fornitori Distrazione spese (S.P.) L imponibile della parcella è annullato; rimane l Iva da pagare al legale (detraibile) Deviti vs. Fornitori Banca 208 La parte vittoriosa: trasmette al soccombente una nota (o copia della parcella del legale) dove chiarisce: che al legale va pagato il solo imponibile + diritti al netto della ritenuta (che spetta al soccombente pagare, con tutto gli adempimenti conseguenti (certificazione, 770, ecc.); se la parte vittoriosa non dettaglia la quota di onorario rispetto alla Cassa previdenza avvocati, o non dettaglia l importo dei diritti processuali, la parte soccombente effettua la ritenuta sull intero importo). Rilevazione contabile - parte soccombente Diversi Debiti vs. legale Spese legali Debiti vs. legale Diversi Banca Erario c/ritenute 200 parcella Iva LEGALE 200 rit. PARTE VITTORIOSA detrae l IVA (se inerente) pagamento di 208 Iva imponibile ritenuta nota di addebito di (solo imponibile) SOCCOMBENTE deduce il costo versa la ritenuta d'acconto Il legale incassa: - l Iva : dal cliente - l imponibile (al netto ritenuta): dal soccombente SANZIONI SUL PREGRESSO: ben difficilmente in passato gli operatori che abbiano proceduto alla refusione alla parte vittoriosa dei pagamenti anticipati al proprio legale avranno effettuato la ritenuta d acconto. A tal fine si ritiene che: la portata della risoluzione sia sostanzialmente innovativa (posto che nulla in passato ha disposto l Agenzia) e comunque ricorrano obbiettive condizioni di incertezza interpretativa e pertanto non sia applicabile alcuna sanzione in sede di eventuale verifica, ai sensi dello statuto del Contribuente.

Periodico informativo n. 82/2013. Le spese di soccombenza

Periodico informativo n. 82/2013. Le spese di soccombenza Periodico informativo n. 82/213 Le spese di soccombenza Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo intendiamo illustrarle la disciplina contabile e fiscale delle spese di soccombenza.

Dettagli

IL TRATTAMENTO FISCALE DELL ONORARIO CORRISPOSTO AL DIFENSORE DELLA PARTE VITTORIOSA IN GIUDIZIO

IL TRATTAMENTO FISCALE DELL ONORARIO CORRISPOSTO AL DIFENSORE DELLA PARTE VITTORIOSA IN GIUDIZIO IL TRATTAMENTO FISCALE DELL ONORARIO CORRISPOSTO AL DIFENSORE DELLA PARTE VITTORIOSA IN GIUDIZIO intervento a cura di Danilo Sciuto danilosciuto@libero.it In questo scritto si analizzano i risvolti pratici

Dettagli

Anno 2013 N. RF148. La Nuova Redazione Fiscale ASSICURAZIONI VITA - PRESTAZIONI COME CAPITALE O RENDITA IN UNICO

Anno 2013 N. RF148. La Nuova Redazione Fiscale ASSICURAZIONI VITA - PRESTAZIONI COME CAPITALE O RENDITA IN UNICO Anno 2013 N. RF148 ODCEC VASTO La Nuova Redazione Fiscale www.redazionefiscale.it Pag. 1 / 7 OGGETTO ASSICURAZIONI VITA - PRESTAZIONI COME CAPITALE O RENDITA IN UNICO RIFERIMENTI D.LGS. 47/2000; D.LGS.

Dettagli

NOTA OPERATIVA N. 17 /2014. OGGETTO: Trattamento contabile e fiscale dei rimborsi spese ai professionisti.

NOTA OPERATIVA N. 17 /2014. OGGETTO: Trattamento contabile e fiscale dei rimborsi spese ai professionisti. NOTA OPERATIVA N. 17 /2014 OGGETTO: Trattamento contabile e fiscale dei rimborsi spese ai professionisti. Introduzione Il Decreto Legislativo 175 del 2014, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 29 novembre

Dettagli

2. IL TRATTAMENTO FISCALE DEL RIMBORSO DELLE SPESE A CARICO DELLA PARTE SOCCOMBENTE IN GIUDIZIO

2. IL TRATTAMENTO FISCALE DEL RIMBORSO DELLE SPESE A CARICO DELLA PARTE SOCCOMBENTE IN GIUDIZIO Dario Dellacroce via Orazio Antinori n. 6 dottore commercialista 10128 TORINO revisore contabile consulente del giudice Telefono 011-50.91.524 Telefax 011-50.91.535 Alberto Miglia E-mail: info@dellacroceeassociati.it

Dettagli

GLI ADEMPIMENTI FISCALI DELL AVVOCATO

GLI ADEMPIMENTI FISCALI DELL AVVOCATO GLI ADEMPIMENTI FISCALI DELL AVVOCATO Sala Tremogge, Molini Marzoli Massari Busto Arsizio, 17 gennaio 2013 Relatore: Dott. Comm. Marcella TOSI STUDIO TOSI Dottori Commercialisti Revisori Legali Via Marsala

Dettagli

Il professionista distrattario non ha diritto all Iva da parte del soccombente in giudizio a cura di Andrea Pessina

Il professionista distrattario non ha diritto all Iva da parte del soccombente in giudizio a cura di Andrea Pessina Il Punto sull Iva Il professionista distrattario non ha diritto all Iva da parte del soccombente in giudizio a cura di Andrea Pessina Con due recenti pronunce la Corte Suprema di Cassazione si è nuovamente

Dettagli

Anno 2013 N. RF160. La Nuova Redazione Fiscale CONTRIBUENTI EX MINIMI: I PRINCIPALI ADEMPIMENTI DICHIARATIVI

Anno 2013 N. RF160. La Nuova Redazione Fiscale CONTRIBUENTI EX MINIMI: I PRINCIPALI ADEMPIMENTI DICHIARATIVI Anno 2013 N. RF160 ODCEC VASTO La Nuova Redazione Fiscale www.redazionefiscale.it Pag. 1 / 7 OGGETTO RIFERIMENTI CIRCOLARE DEL 12/07/2013 CONTRIBUENTI E MINIMI: I PRINCIPALI ADEMPIMENTI DICHIARATIVI ART.

Dettagli

11-09-2014 Ragioneria A.A. 2014/2015

11-09-2014 Ragioneria A.A. 2014/2015 1 ü I crediti di natura commerciale ü Le partite da liquidare ü I crediti dubbi e in contenzioso ü i crediti tributari ü I crediti verso altri 2 1 COLLOCAZIONE NELLO STATO PATRIMONIALE Schema di sintesi

Dettagli

ASSOCIAZIONE ITALIANA DOTTORI COMMERCIALISTI COMMISSIONE NORME DI COMPORTAMENTO E DI COMUNE INTERPRETAZIONE IN MATERIA TRIBUTARIA

ASSOCIAZIONE ITALIANA DOTTORI COMMERCIALISTI COMMISSIONE NORME DI COMPORTAMENTO E DI COMUNE INTERPRETAZIONE IN MATERIA TRIBUTARIA ASSOCIAZIONE ITALIANA DOTTORI COMMERCIALISTI COMMISSIONE NORME DI COMPORTAMENTO E DI COMUNE INTERPRETAZIONE IN MATERIA TRIBUTARIA NORMA DI COMPORTAMENTO N. 169 Trattamento dei compensi reversibili degli

Dettagli

conseguenze nel bilancio disciplina fiscale applicabile

conseguenze nel bilancio disciplina fiscale applicabile FURTI ED AMMANCHI DI BENI AZIENDALI conseguenze nel bilancio disciplina fiscale applicabile 1 FURTI - DISCIPLINA DI BILANCIO La normativa civilistica distingue tra: perdita di beni-merce perdita di altri

Dettagli

IL TRATTAMENTO FISCALE DEGLI OMAGGI

IL TRATTAMENTO FISCALE DEGLI OMAGGI Studio+com segue pagina 1 Ai signori Clienti Loro sedi Circolare n. 35/2014 IL TRATTAMENTO FISCALE DEGLI OMAGGI Con l avvicinarsi delle festività natalizie si ripresenta la necessità di gestire l effettuazione

Dettagli

RISOLUZIONE N. 251/E

RISOLUZIONE N. 251/E RISOLUZIONE N. 251/E. Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 14 settembre 2007 Oggetto: Interpello - Alfa S.p.a. - Disciplina applicabile, ai fini IRES e IRAP, agli indennizzi assicurativi spettanti

Dettagli

Oggetto: RIMBORSI SPESE VITTO ALLOGGIO A PROFESSIONISTI (SEMPLIFICAZIONE DI FACCIATA)

Oggetto: RIMBORSI SPESE VITTO ALLOGGIO A PROFESSIONISTI (SEMPLIFICAZIONE DI FACCIATA) Circ. 02/A/150103 San Fior, 03/01/2015 Ai gentili Clienti Loro sedi Oggetto: RIMBORSI SPESE VITTO ALLOGGIO A PROFESSIONISTI (SEMPLIFICAZIONE DI FACCIATA) TRATTAMENTO IIDD FINO AL 31/12/2014 L art. 54,

Dettagli

SPESE. Casi pratici e novità fiscali. Commissione Diritto Tributario

SPESE. Casi pratici e novità fiscali. Commissione Diritto Tributario TRASFERTE E RIMBORSI SPESE Sintesi della normativa Casi pratici e novità fiscali Sandro Botticelli Commissione Diritto Tributario Nazionale SOMMARIO Normativa e prassi di riferimento Le imprese e le varie

Dettagli

TRANSAZIONI IN MATERIA DI LAVORO E ASSOGGETTAMENTO CONTRIBUTIVO E FISCALE

TRANSAZIONI IN MATERIA DI LAVORO E ASSOGGETTAMENTO CONTRIBUTIVO E FISCALE TRANSAZIONI IN MATERIA DI LAVORO E ASSOGGETTAMENTO CONTRIBUTIVO E FISCALE di Roberto Camera 1 - funzionario del Ministero del Lavoro Al fine di una maggiore trasparenza sulla assoggettabilità (o meno)

Dettagli

STUDIO GIAMPAOLI Gall. Dei Fonditori 3 PESARO

STUDIO GIAMPAOLI Gall. Dei Fonditori 3 PESARO STUDIO GIAMPAOLI Gall. Dei Fonditori 3 PESARO Pesaro, lì 02 aprile 2009 A TUTTI I SIGNORI CLIENTI LORO SEDI CIRCOLARE n. 02/2009 1 Le spese per alberghi e ristoranti detraibilità/deducibilità e i nuovi

Dettagli

Anno 2012 N.RF061 SEMPLIFICATE - COSTI <. 1.000 DEDUCIBILI PER REGISTRAZIONE

Anno 2012 N.RF061 SEMPLIFICATE - COSTI <. 1.000 DEDUCIBILI PER REGISTRAZIONE Anno 2012 N.RF061 ODCEC VASTO La Nuova Redazione Fiscale www.redazionefiscale.it Pag. 1 / 6 OGGETTO SEMPLIFICATE - COSTI

Dettagli

STUDIO MURER COMMERCIALISTI

STUDIO MURER COMMERCIALISTI 1 R E N A T O M U R E R G A B R I E L E G I AM B R U N O R O B E R T A F A Z Z A N A C A R M E N B A T T I S T E L DOTTORI COMMERCIALISTI REVISORI CONTABILI San Donà di Piave, 10 dicembre 2002 Alle Spett.li

Dettagli

ORDINE DEGLI ASSISTENTI SOCIALI Consiglio Regionale Marche

ORDINE DEGLI ASSISTENTI SOCIALI Consiglio Regionale Marche Partita Iva: vantaggi e svantaggi L apertura della partita iva consente di diventare liberi professionisti, con conseguenti vantaggi e svantaggi. Lavorare come liberi professionisti, consente di poter

Dettagli

Anno 2013 N. RF093. La Nuova Redazione Fiscale

Anno 2013 N. RF093. La Nuova Redazione Fiscale Anno 2013 N. RF093 ODCEC VASTO La Nuova Redazione Fiscale www.redazionefiscale.it Pag. 1 / 8 OGGETTO AUTOTRASPORTATORI - AGEVOLAZIONI PROROGATE ANCHE PER IL 2013 RIFERIMENTI COMUNICATO STAMPA AG. ENTRATE

Dettagli

Il contratto di fornitura di lavoro temporaneo

Il contratto di fornitura di lavoro temporaneo Redditi di lavoro dipendente Il contratto di fornitura di lavoro temporaneo Il contratto di fornitura di lavoro temporaneo è il contratto mediante il quale l impresa fornitrice pone uno o più lavoratori,

Dettagli

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile Fisco & Contabilità La guida pratica contabile N. 24 25.06.2014 Rimborsi spese a dipendenti e collaboratori Categoria: Bilancio e contabilità Sottocategoria: Varie Le spese sostenute dai dipendenti dell

Dettagli

INDICE. 1 Premessa... 2 2 Definizione di spese di rappresentanza... 2. 3 Criteri di deducibilità per le imprese... 3

INDICE. 1 Premessa... 2 2 Definizione di spese di rappresentanza... 2. 3 Criteri di deducibilità per le imprese... 3 MARCO DI STEFANO DOTTORE COMMERCIALISTA - REVISORE CONTABILE Email: mdistefano.studio@gmail.com In collaborazione con L A.GI.FOR. Spese di rappresentanza Nota n. 1 del 01 aprile 2009 Nozione e nuovi criteri

Dettagli

IRPEF: redditi da lavoro autonomo e redditi d impresa - D.P.R. 917/86 Tuir -

IRPEF: redditi da lavoro autonomo e redditi d impresa - D.P.R. 917/86 Tuir - PLANNING E CONSULENZA FISCALE E SOCIETARIA a.a.2013-2014 IRPEF: redditi da lavoro autonomo e redditi d impresa - D.P.R. 917/86 Tuir - 1 IRPEF IRPEF: redditi da lavoro autonomo L IRPEF è un imposta personale

Dettagli

REQUISITI PER L ACCESSO E DURATA DEL REGIME

REQUISITI PER L ACCESSO E DURATA DEL REGIME 2 REQUISITI PER L ACCESSO E DURATA DEL REGIME Il REGIME DI VANTAGGIO o nuovo regime dei minimi si rende applicabile: per il periodo d imposta in cui è iniziata l attività e per i 4 successivi; anche oltre

Dettagli

che i beni omaggiati siano o meno oggetto dell attività esercitata; del soggetto destinatario degli stessi (clienti / dipendenti).

che i beni omaggiati siano o meno oggetto dell attività esercitata; del soggetto destinatario degli stessi (clienti / dipendenti). Ai Gentili Clienti Gli omaggi natalizi Considerato l avvicinarsi delle festività natalizie, in occasione delle quali costituisce una prassi diffusa tra gli operatori economici effettuare omaggi a clienti

Dettagli

Parte III. Titolo I Disposizioni generali Titolo IV Disposizioni particolari Titolo V Estensioni particolari a particolari materie.

Parte III. Titolo I Disposizioni generali Titolo IV Disposizioni particolari Titolo V Estensioni particolari a particolari materie. Le questioni indicate nel tema assegnato sono trattate nelle seguenti parti delle disposizioni particolari sul patrocinio dello Stato nel processo civile, amministrativo, contabile e tributario della Legge

Dettagli

Fatture Professionisti

Fatture Professionisti Fatture Professionisti INTRODUZIONE I redditi di lavoro autonomo sono individuati dall'articolo 53 del Tuir, con la importante distinzione tra quelli derivanti dall'esercizio di arti e professioni e quelli

Dettagli

RISOLUZIONE N. 10/E. Roma 14 gennaio

RISOLUZIONE N. 10/E. Roma 14 gennaio RISOLUZIONE N. 10/E. Direzione Centrale Normativa e Contenzioso 2008 Roma 14 gennaio Oggetto: Istanza di interpello - Alfa - Rilevazione dei ricavi e dei costi relativi all attività di raccolta e accettazione

Dettagli

Psicologo e libera professione

Psicologo e libera professione Psicologo e libera professione aspetti amministrativi, fiscali, previdenziali 04/12/08 a cura del dott. Andrea Tamanini Lavoro autonomo Definizione Modalità di svolgimento dell attività Adempimenti iniziali

Dettagli

RATEI ATTIVI E PASSIVI

RATEI ATTIVI E PASSIVI RATEI ATTIVI E PASSIVI Costituiscono ratei attivi o passivi rispettivamente i crediti o debiti, relativi a ricavi o costi di competenza dell esercizio che si chiude e di esercizi successivi, i quali avranno

Dettagli

NOTA OPERATIVA N. 15/2015. OGGETTO: I rimborsi e le indennità di trasferta erogati dalle imprese ai dipendenti.

NOTA OPERATIVA N. 15/2015. OGGETTO: I rimborsi e le indennità di trasferta erogati dalle imprese ai dipendenti. NOTA OPERATIVA N. 15/2015 OGGETTO: I rimborsi e le indennità di trasferta erogati dalle imprese ai dipendenti. - Introduzione. È prassi comune quella di riconoscere rimborsi spese ai dipendenti che svolgono

Dettagli

LAVORO AUTONOMO O DIPENDENTE? Studio Laganà - Corbetta & Associati

LAVORO AUTONOMO O DIPENDENTE? Studio Laganà - Corbetta & Associati LAVORO AUTONOMO O DIPENDENTE? Studio Laganà - Corbetta & Associati IL LAVORO AUTONOMO Art. 53 TUIR l esercizio per professione abituale ancorchè non esclusiva della attività artistiche, intellettuali e

Dettagli

730, Unico 2014 e Studi di settore

730, Unico 2014 e Studi di settore 730, Unico 2014 e Studi di settore Pillole di aggiornamento N. 54 11.07.2014 La correzione della dichiarazione Le modalità di presentazione della dichiarazione correttiva e della dichiarazione integrativa

Dettagli

Roma, 22 ottobre 2001

Roma, 22 ottobre 2001 RISOLUZIONE N. 163/E Roma, 22 ottobre 2001 OGGETTO: Istanza di interpello n..2001, ai sensi dell articolo 11, della legge n. 212 del 2000, presentato dal Signor in ordine all assoggettabilità all imposta

Dettagli

Software in excel per elaborazione e memorizzazione delle fatture emesse da parte dei professionisti

Software in excel per elaborazione e memorizzazione delle fatture emesse da parte dei professionisti Software in excel per elaborazione e memorizzazione delle fatture emesse da parte dei professionisti IL PREZZO DEL SOFTWARE E DI 36 EURO iva compresa per acquistarlo clicca QUI, poi su software e quindi

Dettagli

ATTUALMENTE SONO 5 I REGIMI CONTABILI VIGENTI, OGNUNO DEI QUALI SI DISTINGUE PER OBBLIGHI CHE NE DERIVANO E PER I SOGGETTI CHE POSSONO ADERIRVI.

ATTUALMENTE SONO 5 I REGIMI CONTABILI VIGENTI, OGNUNO DEI QUALI SI DISTINGUE PER OBBLIGHI CHE NE DERIVANO E PER I SOGGETTI CHE POSSONO ADERIRVI. REGIMI CONTABILI ATTUALMENTE SONO 5 I REGIMI CONTABILI VIGENTI, OGNUNO DEI QUALI SI DISTINGUE PER OBBLIGHI CHE NE DERIVANO E PER I SOGGETTI CHE POSSONO ADERIRVI. 1 REGIME ORDINARIO 2 REGIME SEMPLIFICATO

Dettagli

Anno 2010 N. RF169. La Nuova Redazione Fiscale SNC/SAS SCIOGLIMENTO PER MANCANZA DI PLURALITÀ DEI SOCI

Anno 2010 N. RF169. La Nuova Redazione Fiscale SNC/SAS SCIOGLIMENTO PER MANCANZA DI PLURALITÀ DEI SOCI ODCEC VASTO Anno 2010 N. RF169 La Nuova Redazione Fiscale www.redazionefiscale.it Pag. 1 / 7 OGGETTO SNC/SAS SCIOGLIMENTO PER MANCANZA DI PLURALITÀ DEI SOCI RIFERIMENTI Art. 2272 COD. CIV. - CM 54/2002;

Dettagli

OGGETTO: Modalità di recupero dell Irpef versata e non dovuta QUESITO

OGGETTO: Modalità di recupero dell Irpef versata e non dovuta QUESITO RISOLUZIONE N. 71/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 29 febbraio 2008 OGGETTO: Modalità di recupero dell Irpef versata e non dovuta Con l istanza di interpello di cui all oggetto, concernente

Dettagli

Servizio circolari per la clientela Circolare n. 15 del 11 DICEMBRE 2014 PAGAMENTO COMPENSI AMMINISTRATORE E FRINGE BENEFIT AUTOVETTURE INDICE

Servizio circolari per la clientela Circolare n. 15 del 11 DICEMBRE 2014 PAGAMENTO COMPENSI AMMINISTRATORE E FRINGE BENEFIT AUTOVETTURE INDICE Servizio circolari per la clientela Circolare n. 15 del 11 DICEMBRE 2014 PAGAMENTO COMPENSI AMMINISTRATORE E FRINGE BENEFIT AUTOVETTURE INDICE 1 PAGAMENTO COMPENSI AMMINISTRATORI 1.1 Principio di cassa;

Dettagli

TRATTAMENTO FISCALE DI MISSIONI E RIMBORSI SPESE

TRATTAMENTO FISCALE DI MISSIONI E RIMBORSI SPESE TRATTAMENTO FISCALE DI MISSIONI E RIMBORSI SPESE Si riporta di seguito una sintesi delle principali disposizioni normative riguardanti il trattamento di missione e i rimborsi spese. Per maggiori dettagli

Dettagli

ISTITUZIONI DI ECONOMIA AZIENDALE

ISTITUZIONI DI ECONOMIA AZIENDALE ISTITUZIONI DI ECONOMIA AZIENDALE LE OPERAZIONI DI FINANZIAMENTO CON CAPITALE DI TERZI 1 LE OPERAZIONI DI FINANZIAMENTO CON CAPITALE DI TERZI OPERAZIONI A BREVE TERMINE - rapporto di conto corrente - operazioni

Dettagli

TRASFERTE E RIMBORSI SPESE IN AZIENDA

TRASFERTE E RIMBORSI SPESE IN AZIENDA Circolare N. 40 Area: SCRITTURE Periodico plurisettimanale 25 maggio 2010 TRASFERTE E RIMBORSI SPESE IN AZIENDA Esaminiamo la disciplina fiscale riguardante le trasferte dei dipendenti (e dei collaboratori)

Dettagli

LA COMPILAZIONE DEL QUADRO CM UNICO/2012. Premessa Normativa

LA COMPILAZIONE DEL QUADRO CM UNICO/2012. Premessa Normativa LA COMPILAZIONE DEL QUADRO CM UNICO/2012 Premessa Normativa Questo regime è disciplinato dalla legge 244-2007 e vi possono accedere i Contribuenti persone fisiche in possesso dei seguenti requisiti:-hanno

Dettagli

REGIME FISCALE DEI CONTRIBUENTI MINIMI LIBERI PROFESSIONISTI

REGIME FISCALE DEI CONTRIBUENTI MINIMI LIBERI PROFESSIONISTI REGIME FISCALE DEI CONTRIBUENTI MINIMI LIBERI PROFESSIONISTI 1 In che cosa consiste il regime dei minimi Tassazione del reddito con aliquota del 5% quale IMPOSTA SOSTITUTIVA dell'imposta sui redditi (IRPEF)

Dettagli

RISOLUZIONE N. 10/E. Roma, 28 gennaio 2005

RISOLUZIONE N. 10/E. Roma, 28 gennaio 2005 RISOLUZIONE N. 10/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 28 gennaio 2005 Oggetto: Istanza di interpello articolo 19 bis-1 del d.p.r. 26 ottobre 1972, n. 633 Esclusione o riduzione della detrazione

Dettagli

Studio 25/09/2013. Dott. Massimiliano Teruggi. Studio Coda Zabetta, Mongiardini & Partners - Rag. Fabio Mongiardini, Dott. Massimiliano Teruggi

Studio 25/09/2013. Dott. Massimiliano Teruggi. Studio Coda Zabetta, Mongiardini & Partners - Rag. Fabio Mongiardini, Dott. Massimiliano Teruggi MODIFICHE ALLA DEDUCIBILITA DEI COSTI DELLE AUTOVETTURE DAL 01/01/2013 EX LEGGE 92/2012 - LEGGE 228/2012 (STABILITA 2013) : EFFETTI SUGLI ACQUISTI E SULLE VENDITE 1 Deducibilità costi autovetture art.

Dettagli

Risoluzione n. 114/E

Risoluzione n. 114/E Risoluzione n. 114/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 23 maggio 2003 Oggetto: Istanza d interpello Articolo 11, legge 27 luglio 2000, n. 212. Fondo integrativo Sanitario Dirigenti delle

Dettagli

OGGETTO: obblighi contabili Iva relativi ai diritti di segreteria dovuti alle Camere di Commercio Consulenza giuridica

OGGETTO: obblighi contabili Iva relativi ai diritti di segreteria dovuti alle Camere di Commercio Consulenza giuridica RISOLUZIONE N. 203/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 5 agosto 2009 OGGETTO: obblighi contabili Iva relativi ai diritti di segreteria dovuti alle Camere di Commercio Consulenza giuridica

Dettagli

I riaddebiti e le rifatturazioni di servizi

I riaddebiti e le rifatturazioni di servizi STUDIO MONOGRAFICO N. 3/2000 I riaddebiti e le rifatturazioni di servizi Copyright 2000 Studio Associato Acerbi 2 Nel corso delle attività commerciali svolte dalle imprese, costituisce prassi assai diffusa

Dettagli

LA LIBERA PROFESSIONE

LA LIBERA PROFESSIONE LA LIBERA PROFESSIONE PRINCIPI DELLE RILEVAZIONI CONTABILI La determinazione del reddito di professionisti ed artisti avviene in modo analitico. Nel regime analitico il reddito è costituito dalla differenza

Dettagli

Studio Carlin e Laurenti & associati

Studio Carlin e Laurenti & associati Studio Carlin e Laurenti & associati C O M M E R C I A L I S T I 45014 PORTO VIRO (Rovigo) Palazzo Europa - Via XXIV Maggio n. 3/A Tel. e Fax 0426.025.010 (6 linee r.a.) alla cortese attenzione dei Sigg.

Dettagli

ISTANZA DI AMMISSIONE ANTICIPATA E PROVVISORIA AL BENEFICIO DEL PATROCINIO A SPESE DELLO STATO D.P.R. 30 maggio 2002 n. 115.

ISTANZA DI AMMISSIONE ANTICIPATA E PROVVISORIA AL BENEFICIO DEL PATROCINIO A SPESE DELLO STATO D.P.R. 30 maggio 2002 n. 115. Attore ricorrente 24 luglio 2014 Al Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Viterbo Via G. Falcone e P. Borsellino, 41 01100 VITERBO ISTANZA DI AMMISSIONE ANTICIPATA E PROVVISORIA AL BENEFICIO DEL PATROCINIO

Dettagli

FONDAZIONE STUDI CONSULENTI DEL LAVORO PARERE N. 4 DEL 29.01. 2010. Vertenza giudiziale disciplina fiscale rivalutazione monetaria e interessi

FONDAZIONE STUDI CONSULENTI DEL LAVORO PARERE N. 4 DEL 29.01. 2010. Vertenza giudiziale disciplina fiscale rivalutazione monetaria e interessi FONDAZIONE STUDI CONSULENTI DEL LAVORO PARERE N. 4 DEL 29.01. 2010 Vertenza giudiziale disciplina fiscale rivalutazione monetaria e interessi IL QUESITO Il giudice, a conclusione di una causa tra me ed

Dettagli

RISOLUZIONE N. 160/E

RISOLUZIONE N. 160/E RISOLUZIONE N. 160/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 17 aprile 2008 Oggetto: Interpello Art.11, legge 27 luglio 2000, n. 212. Riscossione dei compensi dovuti per attività di lavoro autonomo

Dettagli

w w w. f e r d i n a n d o b o c c i a. i t

w w w. f e r d i n a n d o b o c c i a. i t Circ. n. 16 del 18 dicembre 2010 A TUTTI I CLIENTI L O R O S E D I Oggetto: IL TRATTAMENTO FISCALE DEGLI OMAGGI Come ogni anno, l avvicinarsi delle festività natalizie rappresenta l occasione da parte

Dettagli

ESPOSIZIONE DEL QUESITO

ESPOSIZIONE DEL QUESITO RISOLUZIONE N. 42/E Roma, 12 marzo 2007 OGGETTO: Istanza di interpello Azienda Sanitaria Ospedaliera ALFA Regime IVA sulle consulenze e perizie mediche rese da medici (con rapporto esclusivo con l ASL)

Dettagli

CIRCOLARE N. 25/E. Roma, 19 maggio 2010

CIRCOLARE N. 25/E. Roma, 19 maggio 2010 CIRCOLARE N. 25/E Direzione Centrale Normativa Roma, 19 maggio 2010 OGGETTO: Chiarimenti in merito alla deducibilità ai fini delle imposte dirette e ai fini IRAP dell IVA non detratta relativa a prestazioni

Dettagli

I brevetti industriali ed i diritti di utilizzazione delle opere dell ingegno 73

I brevetti industriali ed i diritti di utilizzazione delle opere dell ingegno 73 I brevetti industriali ed i diritti di utilizzazione delle opere dell ingegno 73 4. I brevetti: trattamento fiscale Le quote di ammortamento relative al costo sostenuto per acquisizione di marchi di impresa,

Dettagli

Studio Dott. Begni & Associati news 03 / 2015

Studio Dott. Begni & Associati news 03 / 2015 Oggetto: LO SPLIT PAYMENT E LE FATTURE EMESSE AGLI ENTI PUBBLICI DALL 01.01.2015 Nell ambito della Finanziaria 2015 è contenuto un nuovo metodo antievasione per il versamento dell IVA all Erario, in base

Dettagli

Quesito. Soluzione interpretativa prospettata dal contribuente

Quesito. Soluzione interpretativa prospettata dal contribuente 16/09/2006 ONORARI CORRISPOSTI DAI SOCCOMBENTI OBBLIGO DELLA RITENUTA D ACCONTO n. 33/2006 Pag. 2873 Somme corrisposte a titolo di spese processuali alla parte vittoriosa che si è difesa personalmente

Dettagli

Anno 2013 N. RF072. La Nuova Redazione Fiscale

Anno 2013 N. RF072. La Nuova Redazione Fiscale Anno 2013 N. RF072 ODCEC VASTO La Nuova Redazione Fiscale www.redazionefiscale.it Pag. 1 / 7 OGGETTO MANUTENZIONE ORDINARIA - NUOVE REGOLE DI DEDUCIBILITÀ DAL 2012 RIFERIMENTI ART. 102, CO. 6, TUIR; ART.

Dettagli

RISOLUZIONE N. 25/E QUESITO

RISOLUZIONE N. 25/E QUESITO RISOLUZIONE N. 25/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 30 gennaio 2009 OGGETTO: Istanza di interpello - Articolo 11, legge 27 luglio 2000, n. 212. ALFA spa Rilevanza Irap delle somme corrisposte

Dettagli

IL TRATTAMENTO FISCALE DEGLI OMAGGI

IL TRATTAMENTO FISCALE DEGLI OMAGGI Dott. Mario Conte Ragioniere Commercialista Dott. Dario Cervi Ragioniere Commercialista Dott. Giovanni Orso Rag. Pierluigi Martin Consulente aziendale Dott.ssa Arianna Bazzacco co Dott.ssa Sofia Bertolo

Dettagli

I REDDITI DI LAVORO AUTONOMO

I REDDITI DI LAVORO AUTONOMO Torino, 06 maggio 2014 I REDDITI DI LAVORO AUTONOMO Dott. Gustavo Desana DEFINIZIONE CIVILISTICA Il lavoro autonomo civilisticamente ricade nella categoria dei contratti d opera. L art. 2222 C.c. definisce

Dettagli

UNICO 2013 : REDDITI DA LAVORO AUTONOMO E QUADRO RE

UNICO 2013 : REDDITI DA LAVORO AUTONOMO E QUADRO RE UNICO 2013 : REDDITI DA LAVORO AUTONOMO E QUADRO RE COMPILAZIONE DEL Premessa generale Nel quadro RE vanno indicati i redditi da lavoro autonomo derivanti dall'esercizio di arti e professioni in base a

Dettagli

Bilancio 2011: adempimenti e principali novità

Bilancio 2011: adempimenti e principali novità Bilancio 2011: adempimenti e principali novità Trattamento contabile dell'imposta sostitutiva su Leasing Immobiliare Ancona Sede Confindustria, giovedì 15 marzo 2012 Relatore: Dott. Fabiano Falasconi GENERALITA

Dettagli

I. ASPETTI G ENERALI DELLA TASSAZIONE DEI MEDICI (Le principali imposte cui è soggetto un medico)

I. ASPETTI G ENERALI DELLA TASSAZIONE DEI MEDICI (Le principali imposte cui è soggetto un medico) I. ASPETTI G ENERALI DELLA TASSAZIONE DEI MEDICI (Le principali imposte cui è soggetto un medico) Vediamo innanzi tutto quali sono le imposte a cui è soggetto il medico. I.A Imposte sui redditi I.A.1 IRPEF

Dettagli

L ABC dei conti per lo psicologo: aspetti normativi, fiscali e contabili

L ABC dei conti per lo psicologo: aspetti normativi, fiscali e contabili L ABC dei conti per lo psicologo: aspetti normativi, fiscali e contabili 24 maggio 2014 STUDIO ACCARDI DOTTORI ART. 5 DPR 633/72 Per l esercizio di arti e professioni si intende l esercizio per professione

Dettagli

SCRITTURE CONTABILI contabilità generale SOMMARIO schema di sintesi veicoli concessi in uso promiscuo AUTO AZIENDALI IN USO PROMISCUO AI DIPENDENTI Art. 51 D.P.R. 22.12.1986, n. 917 - Artt. 13 e 14 D.P.R.

Dettagli

COMPENSI AI COLLABORATORI DI SOCIETÀ E ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE

COMPENSI AI COLLABORATORI DI SOCIETÀ E ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE COMPENSI AI COLLABORATORI DI SOCIETÀ E ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE SOMMARIO SCHEMA DI SINTESI ASPETTI GENERALI TRATTAMENTO FISCALE ASPETTI PREVIDENZIALI E INAIL Art. 81, c. 1, lett. m) D.P.R.

Dettagli

SOMMARIO. Nella presente circolare tratteremo i seguenti argomenti: IL TRATTAMENTO DEI BENI RESTITUITI ALLA SOCIETA DI LEASING PAG.

SOMMARIO. Nella presente circolare tratteremo i seguenti argomenti: IL TRATTAMENTO DEI BENI RESTITUITI ALLA SOCIETA DI LEASING PAG. CIRCOLARE N. 15 DEL 03/09/2015 SOMMARIO Nella presente circolare tratteremo i seguenti argomenti: IL TRATTAMENTO DEI BENI RESTITUITI ALLA SOCIETA DI LEASING PAG. 2 IN SINTESI: Recentemente la Corte di

Dettagli

ELENCHI INTRASTAT 2010: NUOVI CHIARIMENTI DALL AGENZIA DELLE ENTRATE PARTE SECONDA

ELENCHI INTRASTAT 2010: NUOVI CHIARIMENTI DALL AGENZIA DELLE ENTRATE PARTE SECONDA Circolare N. 51 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 2 luglio 2010 ELENCHI INTRASTAT 2010: NUOVI CHIARIMENTI DALL AGENZIA DELLE ENTRATE PARTE SECONDA Con Circolare n. 36/E/2010, l Agenzia delle Entrate

Dettagli

Oggetto: IL TRATTAMENTO FISCALE DEGLI OMAGGI NATALIZI

Oggetto: IL TRATTAMENTO FISCALE DEGLI OMAGGI NATALIZI Legnano, 17 Dicembre 2014 Alle imprese assistite Oggetto: IL TRATTAMENTO FISCALE DEGLI OMAGGI NATALIZI Come noto, il trattamento / II.DD. / IRAP applicabile agli omaggi è differenziato a seconda che: i

Dettagli

PARERE PRO VERITATE PROPRIO PERSONALE E UTILIZZANDO I LOCALI LORO MESSI A DISPOSIZIONE DAL PRESIDENTE DEL

PARERE PRO VERITATE PROPRIO PERSONALE E UTILIZZANDO I LOCALI LORO MESSI A DISPOSIZIONE DAL PRESIDENTE DEL Roma, 3 febbraio 2011 PARERE PRO VERITATE Il sottoscritto avv. CLAUDIO BERLIRI, nato a Roma il 18.07.1936 (c.f. BRL CLD 36L18 H501J), con studio in Roma, Via Alessandro Farnese n. 7 premesso - che numerosi

Dettagli

Le novità normative introdotte restringono notevolmente la platea dei soggetti che potranno continuare ad applicare l attuale regime dei minimi.

Le novità normative introdotte restringono notevolmente la platea dei soggetti che potranno continuare ad applicare l attuale regime dei minimi. IL REGIME DEI MINIMI CAMBIA VOLTO (DAL 2012) La c.d. Manovra correttiva ha modificato il regime dei minimi che dal 2012 risulterà applicabile, al sussistere di specifiche condizioni, esclusivamente dalle

Dettagli

Incarichi professionali, collaborazioni, lavoro subordinato e volontariato: regime dei compensi e dei rimborsi spese

Incarichi professionali, collaborazioni, lavoro subordinato e volontariato: regime dei compensi e dei rimborsi spese Incarichi professionali, collaborazioni, subordinato e volontariato: regime dei compensi e dei rimborsi Tipologia del Lavoro autonomo abituale Esercizio di arti e professioni 1 (art. 5, DPR 633/72) Reddito

Dettagli

Imposte sul reddito d esercizio

Imposte sul reddito d esercizio Università Politecnica delle Marche Idee imprenditoriali innovative Focus group 25 novembre 29 Reddito esercizio e reddito fiscale Determinazione del reddito fiscale (IRAP e IRES) Imposte sul reddito d

Dettagli

OIC 19: Debiti. Novara, 27 gennaio 2015. Lorenzo Gelmini

OIC 19: Debiti. Novara, 27 gennaio 2015. Lorenzo Gelmini OIC 19: Debiti Novara, 27 gennaio 2015 Lorenzo Gelmini Introduzione: gli obiettivi e l ambito del nuovo principio contabile o Riordino generale della tematica o Miglior coordinamento con gli altri principi

Dettagli

I CONCORSI A PREMIO A DUE ANNI DALLA RIFORMA

I CONCORSI A PREMIO A DUE ANNI DALLA RIFORMA I CONCORSI A PREMIO A DUE ANNI DALLA RIFORMA I risvolti fiscali nell organizzazione delle manifestazioni a premio Cristina Ricchiardi Dottore Commercialista in Cuneo 1 QUADRO NORMATIVO R.D.L.1933.1933

Dettagli

SPLIT PAYMENT: IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2015 di Antonio Gigliotti

SPLIT PAYMENT: IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2015 di Antonio Gigliotti SPLIT PAYMENT: IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2015 di Antonio Gigliotti Premessa - Dallo scorso 1 Gennaio è entrato in vigore il particolare meccanismo c.d. split payment, il quale prevede per le cessione di

Dettagli

Deducibilità forfetaria IRAP ai fini reddituali art. 6 D.L. n. 185 del 29/11/2008 convertito con Legge n. 2 del 28/01/2009 (Decreto anti crisi) Circ.

Deducibilità forfetaria IRAP ai fini reddituali art. 6 D.L. n. 185 del 29/11/2008 convertito con Legge n. 2 del 28/01/2009 (Decreto anti crisi) Circ. Deducibilità forfetaria IRAP ai fini reddituali art. 6 D.L. n. 185 del 29/11/2008 convertito con Legge n. 2 del 28/01/2009 (Decreto anti crisi) Circ. Min. n. 16/E del 14/04/2009 Deduzione a regime (periodo

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL CONTENZIOSO

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL CONTENZIOSO REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL CONTENZIOSO Approvato con Delibera della Giunta Provinciale n.122 dell 11.12.2012 In vigore dal 1 gennaio 2013 Pag. 1 di 6 Art. 1 - Avvocatura Provinciale 1. L Avvocatura

Dettagli

RAPIDO CALCOLO DELL IMPATTO FISCALE E PREVIDENZIALE SUL REDDITO (di artigiani, commercianti, professionisti)

RAPIDO CALCOLO DELL IMPATTO FISCALE E PREVIDENZIALE SUL REDDITO (di artigiani, commercianti, professionisti) RAPIDO CALCOLO DELL IMPATTO FISCALE E PREVIDENZIALE SUL REDDITO (di artigiani, commercianti, professionisti) INTRODUZIONE A norma dell art. 2222 del cod. civile si hanno rapporti di lavoro autonomo ogni

Dettagli

f e r d i n a n d o b o c c i a

f e r d i n a n d o b o c c i a Circ. n. 25 del 16 dicembre 2011 A TUTTI I CLIENTI L O R O S E D I Oggetto: IL TRATTAMENTO FISCALE DEGLI OMAGGI NATALIZI L avvicinarsi delle festività natalizie rappresenta l occasione da parte di aziende

Dettagli

L adesione al Regime dei Contribuenti Minimi dal 2010 e la rettifica della detrazione Iva

L adesione al Regime dei Contribuenti Minimi dal 2010 e la rettifica della detrazione Iva Numero 32/2010 Pagina 1 di 10 L adesione al Regime dei Contribuenti Minimi dal 2010 e la rettifica della detrazione Iva Numero : 32/2010 Gruppo : Oggetto : Norme e prassi : ADEMPIMENTI REGIME FISCALE DEI

Dettagli

FONDAZIONE STUDI CONSULENTI DEL LAVORO I PARERI IN MATERIA TRIBUTARIA PARERE N. 12 DEL 27.03.2012. Risarcimento danni per il dipendente IL QUESITO

FONDAZIONE STUDI CONSULENTI DEL LAVORO I PARERI IN MATERIA TRIBUTARIA PARERE N. 12 DEL 27.03.2012. Risarcimento danni per il dipendente IL QUESITO FONDAZIONE STUDI CONSULENTI DEL LAVORO I PARERI IN MATERIA TRIBUTARIA PARERE N. 12 DEL 27.03.2012 Risarcimento danni per il dipendente IL QUESITO Quale è il trattamento fiscale delle somme riconosciute

Dettagli

OGGETTO: Pagamenti a cavallo d anno per i professionisti

OGGETTO: Pagamenti a cavallo d anno per i professionisti Informativa per la clientela di studio N. 05 DEL 12.01.2011 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Pagamenti a cavallo d anno per i professionisti Gentile cliente, con la stesura del presente documento

Dettagli

Innalzato al 4% il contributo previdenziale integrativo per i consulenti del lavoro

Innalzato al 4% il contributo previdenziale integrativo per i consulenti del lavoro CIRCOLARE A.F. N. 180 del 20 Dicembre 2012 Ai gentili clienti Loro sedi Innalzato al 4% il contributo previdenziale integrativo per i consulenti del lavoro Gentile cliente con la presente intendiamo informarla

Dettagli

COSTI DEL PERSONALE. B) CONTRIBUTI SOCIALI In PARTE a carico dell AZIENDA ed in PARTE a carico del LAVORATORE

COSTI DEL PERSONALE. B) CONTRIBUTI SOCIALI In PARTE a carico dell AZIENDA ed in PARTE a carico del LAVORATORE COSTI DEL PERSONALE A) RETRIBUZIONE ONERE A CARICO DELL AZIENDA B) CONTRIBUTI SOCIALI In PARTE a carico dell AZIENDA ed in PARTE a carico del LAVORATORE C) RITENUTE FISCALI A CARICO DEL LAVORATORE D) TRATTAMENTO

Dettagli

Compensi ed indennità agli amministratori. Gianfranco Costa Francesco Burzacchi Alessandro Tatone Aggiornata 10.1.2011

Compensi ed indennità agli amministratori. Gianfranco Costa Francesco Burzacchi Alessandro Tatone Aggiornata 10.1.2011 Compensi ed indennità agli amministratori Gianfranco Costa Francesco Burzacchi Alessandro Tatone Aggiornata 10.1.2011 1 Compensi agli amministratori I compensi agli amministratori Di società di persone

Dettagli

Certificazione Unica (c.d. CU2015)

Certificazione Unica (c.d. CU2015) (c.d. CU2015) Indice degli argomenti Introduzione 1. Disposizioni normative 2. Prerequisiti tecnici 3. Impostazioni necessarie per operare in Gestionale 1 4. Stampa Certificazioni Unica Assis tenza tecni

Dettagli

N. 62 FISCAL NEWS. Circolazione del contante: il rimborso delle trasferte 08.02.2012. Premessa. La circolare di aggiornamento professionale

N. 62 FISCAL NEWS. Circolazione del contante: il rimborso delle trasferte 08.02.2012. Premessa. La circolare di aggiornamento professionale a cura di Antonio Gigliotti www.fiscal-focus.it www.fiscal-focus.info N. 62 FISCAL NEWS La circolare di aggiornamento professionale 08.02.2012 Circolazione del contante: il rimborso delle trasferte Categoria

Dettagli

DECRETO SEMPLIFICAZIONI FISCALI

DECRETO SEMPLIFICAZIONI FISCALI DECRETO SEMPLIFICAZIONI FISCALI lì, 20 dicembre 2014 Articolo 1 - Dichiarazione dei redditi precompilata Dal 2015, entro il 15 aprile di ciascun anno, l Agenzia delle Entrate renderà disponibile telematicamente

Dettagli

DETRAZIONE IVA SULLE AUTOVETTURE

DETRAZIONE IVA SULLE AUTOVETTURE Bassano del Grappa, 29 Gennaio 2008 CIRCOLARE AUTO AZIENDALI Presentazione L anno 2007 si caratterizza per la frequenza degli interventi che interessano il settore delle auto utilizzate nell esercizio

Dettagli

ESERCITAZIONE N. 9 IMPOSTE D ESERCIZIO IMPOSTE D ESERCIZIO

ESERCITAZIONE N. 9 IMPOSTE D ESERCIZIO IMPOSTE D ESERCIZIO IMPOSTE D ESERCIZIO Le imposte rappresentano una quota del reddito di esercizio da erogare allo Stato. Le differenti normative civile e fiscale, considerano diversamente alcuni componenti di reddito (positivi

Dettagli

Modello 730 Aspetti generali

Modello 730 Aspetti generali Fisco Pratico 2010 Dichiarazione Redditi Persone Fisiche 5 Aspetti generali Vantaggi del Mod. 730 La presentazione del permette di ottenere eventuali rimborsi direttamente con la retribuzione o con la

Dettagli

RISOLUZIONE N. 194/E

RISOLUZIONE N. 194/E RISOLUZIONE N. 194/E Roma, 08 ottobre 2003 Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Oggetto: Istanza di interpello. XY S.r.l - Art. 26-bis del DPR 29 settembre 1973, n. 600- Contratto denominato notional

Dettagli

Le imposte nell informativa di bilancio

Le imposte nell informativa di bilancio Le imposte nell informativa di bilancio 1 Le imposte valutazione e fonti Per la valutazione delle imposte sul reddito si devono rispettare i criteri generali che sono alla base della determinazione di

Dettagli