CONTRATTI DI AFFITTO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CONTRATTI DI AFFITTO"

Transcript

1 Referente: D.ssa Roberta Giacometti Tel.0542/ Fax 0542/ CITTA DI IMO LA MEDAGLIA D ORO AL VALORE MILITARE PER ATTIVITA PARTIGIANA URP/INFORMACITTADINO CONTRATTI DI AFFITTO ATTENZIONE: Verificare sempre in particolare presso l Agenzia delle Entrate quanto qui riportato, perché le normative e le regole in vigore variano continuamente. I contratti di locazione (affitto) di immobili adibiti ad uso abitativo in base alla L. n 431/98 devono essere stipulati o rinnovati secondo una delle seguenti forme di contratto (sono esclusi contratti particolari quali quelli relativi a: edilizia residenziale pubblica, immobili di valore storico, artistico e di lusso, ville o castelli). Nei contratti specificare sempre i dati catastali del/gli immobile/i in oggetto. CONTRATTO LIBERO Le parti sono libere di fissare il canone e di prevedere l aggiornamento del canone anche al 100% dell indice ISTAT (non applicabile in caso di scelta della cedolare secca ), mentre la durata del contratto non potrà essere inferiore a 4 anni. Alla prima scadenza il proprietario potrà ottenere la disponibilità dell immobile solo per alcune precise situazioni: uso proprio o dei propri familiari, ricostruzione o integrale ristrutturazione, vendita dell immobile (in questo caso l inquilino potrà esercitare il diritto di prelazione). Diversamente il contratto si intende rinnovato per ulteriori 4 anni. Alla seconda scadenza, il contratto può essere tacitamente rinnovato alle medesime condizioni. In caso contrario ciascuna delle parti ha diritto di attivare la procedura per il rinnovo del contratto a nuove condizioni, oppure di rinunciare allo stesso, senza motivare la sua decisione. L eventuale comunicazione per il rinnovo, per nuove condizioni o per la rinuncia al contratto deve essere inviata mediante raccomandata almeno 6 mesi prima della scadenza. La parte interpellata deve rispondere a mezzo raccomandata entro 60 giorni dalla data di ricezione. In sede di denuncia dei redditi, il reddito da assoggettare all IRPEF e alle relative addizionali è dato dal valore più alto tra la rendita catastale (rivalutata del 5%) o il canone di locazione (aggiornato con le rivalutazioni Istat), totale (in caso di cedolare secca ) o ridotto del 5% (dal 2013). CONTRATTO AD USO TURISTICO Per poter attivare questo tipo di contratto è necessario presentare in Comune una Denuncia di Inizio Attività, per un massimo di tre appartamenti. Per informazioni è possibile contattare il Servizio Attività Economiche, tel La normativa di riferimento è la L.R. n. 16/2004: vedasi le informazione per i relativi adempimenti nel sito 16-del Per i relativi obblighi fiscali è necessario contattare l Agenzia delle Entrate, tel (va sempre prevista la forma scritta. I contratti vanno registrati se l utilizzo di ogni immobile è superiore ai 30 giorni in un anno, anche se sono diversi gli affittuari). I contratti illustrati qui di seguito (concordati, transitori, ecc.) sono possibili sulla base dell - ACCORDO LOCALE, protocollato dal Comune di Imola con prot. n del 30/08/2004. L accordo territoriale dei contratti concordati e transitori e le relative tabelle (validi per i Comuni del Circondario di Imola, Prot. del 30/8/2004) sono scaricabili dal sito comunale cliccare su Vivere e poi in Saperne di più cliccare su Cosa fare per - Contratti di affitto. CONTRATTI TRANSITORI La durata prevista varia da 1 a 18 mesi. Questi contratti vanno motivati specificando i requisiti di transitorietà per i proprietari e/o per gli affittuari, elencati negli accordi locali. A Imola l accordo locale per i contratti concordati definisce le modalità per determinare il canone e le motivazioni possibili perché sia riconosciuto come contratto transitorio. Non risultano previste altre agevolazioni fiscali, verificare comunque con Agenzia delle Entrate, anche per quanto riguarda l aliquota da applicare in caso di scelta della cedolare secca. CONTRATTI PER UNIVERSITARI A Imola i contratti hanno la durata e il canone come previsto nell accordo locale (dall 8/6/2006 i contratti universitari e transitori sono possibili anche nei Comuni dove non è in vigore l accordo locale). Essendo Imola un Comune ad alta tensione abitativa per questi contratti sono previste le agevolazioni fiscali IR- PEF e di registrazione, ma non quelle dell IMU. Verificare comunque con Agenzia delle Entrate, anche per quanto riguarda l aliquota da applicare in caso di scelta della cedolare secca. Sono previste agevolazioni IRPEF per i canoni di locazione derivanti dai contratti di locazione stipulati o

2 rinnovati ai sensi dell'art 8 legge 9 dicembre 1998, n. 431 e successive modificazioni, dagli studenti i- scritti ad un corso di laurea presso una università ubicata in un comune diverso da quello di residenza, distante da quest'ultimo almeno 100 chilometri e comunque in una provincia diversa, per unità immobiliari situate nello stesso comune in cui ha sede l'università o in comuni limitrofi. Il contratto deve essere a nome di uno dei 2 genitori in quanto l'universitario è a carico. La detrazione è anche estesa agli affitti pagati da studenti fuori sede a università, collegi universitari, cooperative ed enti senza scopo di lucro o per il diritto allo studio. In pratica il genitore dello studente potrà detrarre il canone dalla denuncia dei redditi. CONTRATTO CONCORDATO Il contratto deve adeguarsi al contratto-tipo definito a livello locale dall Accordo fra le organizzazioni della proprietà edilizia, dei conduttori e dei Comuni del Circondario. La legge prevede una durata minima del contratto di 3 anni. Alla prima scadenza il proprietario può ottenere la disponibilità dell immobile per gli stessi casi previsti per il contratto libero, diversamente il contratto si intende rinnovato per un periodo di 2 anni. Alla seconda scadenza le parti possono decidere se rinnovare il contratto a condizioni diverse o rinunciare al rinnovo (tramite lettera raccomandata con le stesse modalità prima descritte); in mancanza di comunicazioni il contratto si intende rinnovato alle medesime condizioni. Nel contratto vanno sempre specificati i parametri e le modalità che hanno portato alla definizione del canone. I Contratti concordati, stipulati sulla base dell accordo locale, godono di numerose agevolazioni (Legge 431/98, Decreto Ministero Finanze 30/12/02, disposizioni locali): 1) Per i proprietari che concedono con contratto concordato un immobile a titolo di abitazione principale ad una persona che vi prenda la residenza anagrafica: il Comune di Imola per l anno 2014 ha previsto l aliquota IMU del 9 per mille per i contratti concordati. Verificare nelle note informative IMU le modalità per poter applicare l aliquota ridotta (comunicazione al comune obbligatoria su apposito modulo all avvio del contratto entro la prima scadenza utile dell IMU; comunicazione all Agenzia delle Entrate anche a ogni rinnovo anche già previsto, comunicazione in caso di rescissione anticipata, ) 2) Agevolazioni per gli inquilini: gli intestatari di OGNI TIPO di contratto di locazione di immobili utilizzati come abitazione principale, stipulati o rinnovati secondo quanto disposto dalla L. 431/1998, nella dichiarazione dei redditi possono usufruire di una detrazione d imposta, qualora rientrino nei limiti di reddito previsti (vedi relative istruzioni dei Modelli 730 rigo E 29 o Unico - verificare con il CAF il proprio contratto). Quelli stipulati con contratti convenzionati hanno una detrazione più alta. E prevista una detrazione maggiore se chi stipula il contratto di locazione per la casa che diventerà abitazione principale ha tra i 20 e i 30 anni (se si rientra ne reddito previsto e la casa NON è quella dei genitori). Sulla base della Del. G. R. n del 25/11/2002, la Reg. Emilia Romagna ha riconosciuto Imola comune ad alta tensione abitativa dal 1/01/2004. Questo riconoscimento prevede per i contratti concordati stipulati dopo tale data numerose agevolazioni: Agevolazioni per i proprietari per i contratti concordati: IRPEF sull affitto riscosso: il reddito imponibile dei fabbricati locati ad uso abitativo con contratti concordati, in aggiunta della riduzione ordinaria del 5% (dal 2013, e questo anche si tratta di contratti concordati), è ulteriormente ridotto del 30% a condizione che nella dichiarazione dei redditi relativa all anno in cui si intende usufruire dell agevolazione siano indicati gli estremi del contratto di locazione. Quindi il reddito da locazione assoggettabile all'irpef indicato nei modelli di dichiarazione è pari al 95% del canone annuale per i contratti liberi ed al 66,5% per i contratti concordati. La determinazione dell imposta di registro per i contratti concordati stipulati dal 2004 è assunta nella misura del 70% del corrispettivo annuo pattuito (cioè si paga il 2% sul totale ridotto del 30%). Nel caso di scelta della cedolare secca l imposta di registro NON è dovuta (vedi il paragrafo relativo all altra opzione di pagamento delle imposte con cedolare secca). In caso invece di scelta della cedolare secca la tassa da pagare era del 19% contro il 21% dei contratti liberi, ma con il DL di agosto 2013 la percentuale pagare è diventata del 15% per i contratti concordati già dall anno 2013 per i comuni ad alta tensione abitativa, mentre con la normativa in vigore l aliquota dal 2014 al 2017 nei comuni ad alta tensione abitativa passa al 10% per i contratti concordati. Vi sono inoltra altre agevolazioni: possibilità di usufruire periodicamente di agevolazioni particolari (ad es. richiesta del buono per l acquisto della prima casa per le giovani coppie; per i locatari. bando annuale contributo affitto). Chi usufruisce di agevolazioni es. regionali NON può richiedere le agevolazioni IRPEF previste nel Mod. 730 e Mod. Unico - Disp. Ag. Entrate del 4/4/08 art. 10/2: il contribuente deve optare per la formula a lui più vantaggiosa, prima di riscuotere i contributi). Il Decreto Sblocca Italia di settembre 2014 prevede che se si compera direttamente dal costruttore si ha

3 diritto a un bonus del 20% dell Irpef, se l immobile viene affittato a canone concordato per almeno 8 anni e se gli immobili sono di classe energetica A o B, non può inoltre essere locato a figli o genitori o superare il valore di acquisto di euro.. ATTENZIONE: Come già ricordato a livello di dichiarazione dei redditi sono previste agevolazioni per gli inquilini che stipulano contratti di locazione di alloggi adibiti ad abitazione principale (anche per giovani fra i 20 e i 30 anni); vi sono agevolazioni anche per lavoratori dipendenti che si trasferiscono (o che abbiano trasferito nei tre anni antecedenti quello di richiesta della detrazione) per motivi di lavoro e affittano un immobile nel nuovo Comune o in uno di quelli limitrofi ma situato in altra Regione e distante almeno 100 km. dal precedente, indipendentemente dal tipo di contratto di locazione hanno diritto a una detrazione d imposta determinata annualmente, e anche per chi ha contratti di affitto per universitari in I- talia o dall anno 2012 anche nei Paesi UE. (vedere Mod. 730 e Unico relativi all anno di riferimento) e diversa a seconda del reddito complessivo. Se il contratto è intestato a più soggetti, la detrazione spetta pro quota solo a chi risponde a tutti i requisiti. Si ricorda che le detrazioni per canoni di locazione NON sono cumulabili ma il contribuente ha diritto a scegliere quella a lui più favorevole. I lavoratori dipendenti o con redditi assimilati al lavoro dipendente possono in alternativa alla dichiarazione dei redditi richiedere al datore di lavoro di applicare la detrazione nelle operazioni di conguaglio di fine anno (opzione da preferirsi da chi farebbe la denuncia dei rettiti solo per detrarre quanto previsto per il contrato di locazione). Esiste anche la formula con COMODATO, che si affianca alla locazione e dalla quale si distingue per la gratuità del godimento. Esistono in vendita o su internet fac-simili di comodati, che devono comunque essere registrati all Agenzia delle Entrate entro 20 giorni dalla data meno recente indicata nel comodato. Registrazione dei contratti e pagamento dell imposta annuale Tutti i contratti di comodato d uso gratuito e di locazione di immobili e di durata superiore ai 30 giorni devono essere registrati entro 30 gg. dalla data di sottoscrizione (entro 20 gg. dalla data meno recente se si tratta di contratti ad uso gratuito) presso l Agenzia delle Entrate, piazza Gramsci 20, tel (feriali ore ) aperto dal lunedì al venerdì dalle ore 8.45 alle e il martedì anche dalle ore alle ore Attenzione: dal 1/7/2010 la risoluzione, cessione e proroga dei contratti di locazione, affitto e comodato richiede la comunicazione dei dati catastali dell'immobile. Dal 1 aprile 2014 rimane obbligatoria la registrazione dei contratti di locazione effettuata indifferentemente dall affittuario o dal proprietario, qualunque sia l ammontare del canone, entro 20 o 30 giorni dalla data della stipula (a seconda dei casi); unica eccezione quelli che non superano i 30 giorni complessivi nell anno, ma sarà obbligatorio usare il nuovo Mod. RLI che riunisce in un solo modello tutti gli adempimenti fiscali previsti per la registrazione dei contratti di affitto. Può essere presentato o direttamente o delegando una terza persona allegando fotocopia del documento di identità, mentre è obbligatoria la registrazione telematica per i possessori di almeno dieci unità immobiliari, anche nell ipotesi che si debba registrare la locazione di un solo immobile. Si ricorda che va comunicata all Agenzia delle Entrate la PROROGA dei contratti anche se già prevista nel contratto (es. se si tratta di un con rinnovo tacito fra i contraenti va comunque comunicato all Agenzia delle Entrate la proroga dopo i primi 4 anni). Va anche comunicata la risoluzione anticipata (cioè prima della scadenza) del contratto entro 20 giorni, 30 giorni in caso si sia optato per il regime della cedolare secca. Si ricorda che con circolare 1/6/2911 n. 26 l Agenzia delle Entrate ha chiarito che un contratto di locazione non registrato può essere registrato da una delle parti contraenti pur in assenza di contratto scritto. La registrazione tardiva comporta un canone di locazione fissato nel triplo della rendita catastale e la durata di 4 anni dalla data di registrazione, rinnovabile tacitamente per latri 4 anni. Dall anno fiscale 2011 il proprietario può scegliere se applicare o meno la cedolare secca : la cedolare secca può essere scelta per tutti i tipi di contratti di locazione abitativa e solo se il locatore è persona fisica. Sono previste due aliquote: il D.L.vo 23/2011, art. 3, ha stabilito l'aliquota della cedolare secca, da calcolarsi sul canone di locazione annuo stabilito tra le parti, nella misura del 21 per cento in generale per i contratti disciplinati dal codice civile o a canone libero, regolati dalla L. 431/1998, anche di durata limitata, invece del 15 % per contratti concordati (dal 2014 con la normativa in vigore per i contratti concordati nei comuni ad alta tensione abitativa diventa del 10% e anche gli inquilini possono detrarre cifre maggiori dalla denuncia dei redditi, fino a 900 euro per comuni ad alta tensione abitativa), sulla base di appositi accordi provinciali o locali tra organizzazioni di proprietari ed inquilini. La cedolare sostituisce l irpef, le addizionali comunali e regionali IRPEF, l imposta di registro (anche in caso di risoluzioni e proroghe dei contratti) e l imposta di bollo. Sostituisce anche la denuncia di cessione di fabbricati solo fra persone italiane e/o comunitarie. L opzione per la cedolare deve essere fatta avvisando obbligatoriamente l inquilino con lettera raccomandata e non applicando l aumento istat annuale.

4 Per ogni ulteriore informazione e chiarimento Agenzia delle Entrate (modalità operative: circ del 7/4/2011) Rimane la possibilità di non scegliere la cedolare e pagare quanto previsto con le modalità del versamento annuale dell imposta di registro provvedendo al pagamento dell imposta del 2% del canone annuale tramite modello F24 Elide, la spesa va divisa fra proprietario e inquilino con una spesa minima tot. di 67,00 (solo per il primo versamento) e per la prima registrazione del versamento dei tributi dovuti e dell applicazione dei bolli. E possibile corrispondere l imposta o per la prima annualità o per l intera durata del contratto (in questo caso l imposta è ridotta). Le successive annualità (2% del canone annuale) devono essere pagate utilizzando il modello F24 Elide direttamente in Posta o in Banca (dal 1 gennaio 2015 bisogna utilizzare l F24 Elide e non più l F23 anche per il pagamento dell imposta di bollo sulle locazioni) A Imola in quanto comune ad alta tensione abitativa l imposta per i contratti concordati si paga sul 70% del corrispettivo annuo pattuito. Il codice dell Ufficio delle Entrate di Imola è TGR. Il Codice del Comune di Imola è E289. La legge di stabilità prevede che dal 2014 il canone d affitto debba essere pagato con modalità tracciabili (fino a 999 euro si può ancora pagare in contanti, la ricevuta è riconosciuta come modalità tracciabile). Causa la crisi può essere richiesto dall affittuario un abbassamento del canone di locazione: è possibile sottoscrivere un atto aggiunto al contratto iniziale, che deve però essere registrato, unitamente al pagamento previsto di 67 euro (escluso se si è scelta la formula della cedolare secca) presso l Agenzia delle Entrate, dove sia indicata tutta la durata del nuovo accordo e. al fine di evitare che tale scrittura sia un nuovo contratto da cui decorrano i 4 anni +4, è opportuno specificare gli estremi del contratto di locazione iniziale, ribadendo la piena efficacia di tutti gli altri punti. In caso di canone concordato il nuovo affitto deve rientrare nei parametri previsti. i All Agenzia delle Entrate di Imola possono essere registrati contratti relativi ad immobili situati in tutto il territorio italiano. Inoltre è possibile chiedere una copia dei contratti registrati, presentandosi con un documento di identità, compilando il relativo modulo e provvedendo al versamento delle marche da bollo e diritti previsti. Si può effettuare la registrazione anche on line in Locazioni web, collegandosi al sito dell Agenzia obbligatoria per chi è proprietario da 10 immobili in su. Si ricorda che è obbligatorio fare comunicazione all Agenzia delle Entrate in caso di risoluzione anticipata, così come va comunicato il proseguimento del contratto alla scadenza di ogni periodo temporale previsto (4 anni, 3 anni, 2 anni, ecc.) Denuncia di cessione di immobili: In caso di cessione di immobili a persone italiane o comunitarie, quando vi sia una qualsiasi forma di atto scritto registrato NON deve essere fatta alcuna comunicazione. Solo nel caso di concessione senza contratti o atti registrati (accordi verbali NON registrati) va fatta la denuncia entro 48 ore. Per le persone comunitarie: si ricorda che se una persona comunitaria è in Italia da più di tre mesi non va fatta comunicazione al Commissariato ma occorre presentarsi presso l Anagrafe del comune per la richiesta di attestato di PRESENZA di persona comunitaria. In caso di cessione di qualsiasi immobile a persona extracomunitaria, anche in presenza di contratto o atto registrato, la denuncia al Commissariato va sempre fatta. (si ricorda che nel caso anche solo si ospiti una persona extracomunitaria presso la propria abitazione va comunque fatta la denuncia di OSPITALITA, entro 48 ore). Quindi chiunque cede a qualsiasi titolo in uso esclusivo e per più di 30 giorni immobili o parti di essi a persona extracomunitaria è obbligatorio darne comunicazione al Commissariato entro 48 ore dalla data di consegna delle chiavi o dalla disponibilità degli stessi. Se la concessione di utilizzo di locali ad uso esclusivo per oltre 30 giorni è riferita ad un nucleo familiare va fatta un unica denuncia, altrimenti occorre una denuncia per ogni persona singola. La denuncia va presentata non solo in caso di cessione di abitazioni (o parti di esse) ma anche in caso di cessione di qualsiasi locale (cantine, garage, magazzini). Al momento della denuncia portare la fotocopia del documento di identità della persona a cui viene concesso l immobile (per la cessione a persone straniere è obbligatoria copia del passaporto o permesso di soggiorno). Non va fatta in caso di cedolare secca solo fra persone italiane e/o comunitarie. Nel caso di ospitalità di altra persona presso la propria abitazione con consegna di chiavi ed uso esclusivo anche solo di un locale, e senza un atto registrato, verificare con il Commissariato se è opportuno fare la denuncia, in quanto altrimenti se in quella stanza c è un uso improprio o perseguibile per legge il proprietario o chi è responsabile per quell'immobile ne risponde personalmente. Dichiarazione di ospitalità: obbligo di comunicare alla Questura l ospitalità dello straniero ai sensi dell art. 7 del Testo U- nico sull Immigrazione. Chiunque ospiti per più di 48 ore una persona straniera deve recarsi presso il Commissariato di P.S. per

5 la dichiarazione di ospitalità, da fare entro 48 ore dall arrivo. Le violazioni sono soggette a sanzioni tra 160 e Si ricorda che gli stranieri - entro 15 giorni da ogni variazione di domicilio - devono darne comunicazione al Commissariato presentandosi direttamente per compilare l apposita dichiarazione. Si ricorda inoltre che gli stranieri iscritti in anagrafe hanno l obbligo di rinnovare la dichiarazione di dimora abituale nel comune presso l anagrafe, entro 60 giorni dal rinnovo del permesso di soggiorno, presentandosi con il permesso stesso. Info c/o Commissariato di Pubblica Sicurezza: via Mazzini 52, tel : Uff. Cessione fabbricati: dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 11.00; Uff. Immigrazione: v.le Rivalta, 55 tel dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 12.00, martedì mattina solo con appuntamento dato dalle poste e pomeriggio dalle alle per consegna permessi di soggiorno. Pratiche per la Residenza: Comune di Imola ufficio Anagrafe via Mazzini 4 secondo piano - tel dal lunedì al venerdì ore , sabato ; martedì anche Chiuso il mercoledì. Per i proprietari: 1) quando l affittuario lascia l immobile è opportuno accertarsi che modifichi la residenza, altrimenti la pratica di cancellazione anagrafica è molto lunga (un anno); 2) il proprietario al momento della stipula o del rinnovo del contratto deve accertarsi che lo straniero a cui è stato locato o ceduto un immobile abbia regolare permesso di soggiorno, 3) La certificazione energetica APE di un edificio, redatta da un tecnico qualificato, è un documento nel quale sono riportati i consumi e i possibili interventi di miglioramento energetico. Ha validità 10 anni, salvo che vengano effettuati lavori di ristrutturazione tali da modificare la classe energetica. La Del. Reg. E.R. 156/2008 prevede l obbligo della Certificazione Energetica anche per contratti di locazione e il DL 3/3/2011 n 28 prevede il certificato energetico in ogni caso di offerta di immobile a titolo oneroso (ad es. anche nei cartelli esposti sull immobile interessato): sono esclusi cantine, autorimesse, depositi, (immobili dove l utilizzo standard non prevede sistemi di climatizzazione) ecc.. Il certificato energetico non è autocertificabile e deve essere registrato nel sistema informatizzato della Regione. Info e tecnici abilitati nel sito regionale. A dic è stata approvata la cancellazione della norma che prevedeva la nullità assoluta di nuovi atti (compravendite, locazioni, leasing, affitti d azienda) se manca il certificato energetico), non sui contratti che rinnovano, prorogano o reiterano un precedente rapporto di locazione. Rimane la sanzione pecuniaria nel caso il conduttore non sia informato dal locatore sulla prestazione energetica del bene immobile oggetto di locazione e non venga messa a disposizione copia dell attestato. Sono previste sanzioni per chi vende senza APE (da a euro) e chi affitta senza APE (da 300 a 1800 euro) ecc. Sono escluse solamente immobili che hanno vincoli particolari, che non comportano consumi energetici o i cui consumi sono irrilevanti in ragione delle loro caratteristiche o destinazioni d uso( es. una seconda casa fornita solo di riscaldamento a legna Nel contratto di locazione deve essere inserita una apposita clausola con cui il conduttore dichiara di aver ricevuto la documentazione APE dovuta, oppure allegarne copia. La circolare Dip. Per Energia dello Sviluppo Economico nota n /2013 chiarisce che dove vi sono regolamenti regionali si procede con le regole locali: la regione Emilia Romagna ha emesso chiarimenti con nota del 30 settembre La certificazione energetica prevede che vengano presi in considerazione molteplici parametri per la definizione del consumo teorico dell'edificio in condizioni standard. Info varie: 1) Il deposito cauzionale può essere richiesto per massimo 3 mensilità (con applicazione o meno del tasso legale vigente); 2) Il Decreto Sblocca Italia di settembre 2014 prevede l affitto con riscatto: se il concedente è inadempiente (es. ritardo del pagamento del 5% delle rate) restituirà tutti gli oneri con gli interessi, se è inadempiente l inquilino perderà il canone versato 3) Canoni di locazione non percepiti: non devono essere dichiarati dalla data del procedimento di convalida di sfratto per morosità del conduttore. Altrimenti la rendita catastale va comunque assoggettata a tassazione; 4) Minimum tax: chi dichiara un canone pari ad almeno il 10% del valore catastale calcolato come per l imposta di Registro ( moltiplicando la rendita x 120) non ha accertamenti fiscali; 5) per il pagamento d qualsiasi canone di locazione dal 1 gennaio 2014 vanno seguite le regole in vigore per la tracciabilità, con nota del Ministero del Tesoro del 5/2/2014 viene confermata come sufficiente una ricevuta chiara e datata del proprietario, per affitti sotto i mille euro mensili. Dal 1 gennaio 2014 cambiano l imposta di registro, ipotecaria e catastale: imposta del 9% per tutti gli atti traslativi a titolo oneroso della proprietà o di altri diritti reali su beni immobili. L aliquota è ridotta al 2% per immobili con requisiti di prima casa, escluse le dimore di lusso. E previsto un importo minimo di euro. Aumenta l importo delle imposte catastali a somma fissa: da 168 a 200 euro. I gravi motivi in presenza dei quali l'art. 27 ultimo comma, della legge 27 luglio 1978, n. 392, indipendentemente dalle previsioni contrattuali, viene consentito il recesso del conduttore dal contratto di locazione (da comunicare con preavviso, contenente la specificazione dei motivi, di almeno sei mesi, a

6 mezzo di lettera raccomandata od altra modalità equipollente), devono sostanziarsi in fatti involontari, imprevedibili e sopravvenuti alla costituzione del rapporto, ed essere tali da rendere oltremodo gravosa per il conduttore medesimo, sotto il profilo economico, la prosecuzione del rapporto locativo. Accordo anti sfratti: Dal 7/2011 la Prefettura di Bologna ha fatto un accordo per cui gli inquilini morosi che sono in ritardo con il pagamento dell'affitto possono avere un aiuto dal fondo di salvaguardia. La morosità complessiva non può superare i 12 mesi, i euro per i Comuni ad alta tensione abitativa, aumentata del 5% per le spese legali, la morosità viene decurtata del 20%, cifra a cui il proprietario rinuncia. Il rimanente 80% della morosità e' coperto per la metà da un contributo a fondo perduto non superiore a euro da restituire con gradualità. A beneficiarne sono gli inquilini che dal 01/01/2009 hanno subito una riduzione del reddito per gli effetti della crisi (licenziamento con giustificato motivo, accordi con riduzione dell'orario di lavoro, cassa integrazione). Per quanto riguarda il debito residuo, gli inquilini potranno richiedere agli istituti bancari l'apertura di una linea di credito che copra fino ad un massimo del 50% della somma residua. A Imola l accordo è partito da metà novembre Per informazioni: Ufficio Partecipazione Piazza Gramsci 21 Presso l ACER è possibile (quando escono i relativi bandi), fare domanda per ottenere l assegnazione di un alloggio di edilizia residenziale pubblica, di contributi per l affitto, ecc.. Presso l ASP si possono richiedere i bonus gas, acqua, elettrico, ecc. secondo le modalità previste dai relativi bandi. Per maggiori info e assistenza contattare le associazioni di categoria : Ass. Proprietà Edilizia APE:via San Pier Grisologo 26, tel ; AssoCasa: c/o UGL via Selice 22/B per appunt Associazione Sindacale Piccoli Proprietari Immobiliari ASPPI,: via Cerchiari 1/c; tel , Unione Piccoli Proprietari Immobiliari UPPI: via Emilia 1 c/o Avv. Berti tel./fax Sindacato Unitario Nazionale Inquilini e Assegnatari SUNIA: via Emilia 44, per appuntamento tel Unione Inquilini UNIAT UIL: via F.lli bandiera 6, tel , per appuntamento. *********************************************************************************** * A.M.A. Agenzia metropolitana per l'affitto: Da aprile 2014, Imola aderisce ad AMA - Agenzia Metropolitana per l'affitto - associazione che si pone l'obiettivo di fare incontrare la domanda e l'offerta di alloggi in affitto proponendo il canone concordato come strumento redditizio, equo e vantaggioso sia per i proprietari che per gli inquilini. Informazioni e modulistica sul sito oppure /2/2015

Opportunità e agevolazioni per gli studenti alla ricerca di casa

Opportunità e agevolazioni per gli studenti alla ricerca di casa Affitti in nero: convenienza ZERO Opportunità e agevolazioni per gli studenti alla ricerca di casa A cura del Comando Provinciale Guardia di Finanza Studia e vivi Roma Studia e vivi Roma è una guida di

Dettagli

Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi

Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi Le principali novità in materia di tassazione dei redditi fondiari Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi

Dettagli

IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012

IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012 IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012 OGGETTO DELL IMU L IMU sostituisce l ICI e, per la componente immobiliare, l IRPEF e le relative addizionali regionali e comunali, dovute

Dettagli

CIRCOLARE N. 26/E. Roma, 01 giugno 2011

CIRCOLARE N. 26/E. Roma, 01 giugno 2011 CIRCOLARE N. 26/E Direzione Centrale Normativa Roma, 01 giugno 2011 Oggetto: Cedolare secca sugli affitti Articolo 3 del decreto legislativo 14 marzo 2011, n. 23 (Disposizioni in materia di federalismo

Dettagli

Mod. 730/2013: quadro B e codici utilizzo

Mod. 730/2013: quadro B e codici utilizzo Mod. 730/2013: quadro B e codici utilizzo Come noto, l'imu sostituisce, in caso di immobili non locati, l'irpef e relative addizionali riguardanti i redditi fondiari. Il Mod. 730/2013, è stato di conseguenza

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE VISTO l art. 1, comma 639 della Legge 27 dicembre 2013, n. 147, che ha istituito, a decorrere dal 1 gennaio 2014, l imposta

Dettagli

non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno..

non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno.. Comune di Modena ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOCIALI SANITARIE E ABITATIVE non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno.. Cerchi casa e stai vivendo un momento

Dettagli

La cedolare secca. Chi, cosa, come, quando e perché

La cedolare secca. Chi, cosa, come, quando e perché La cedolare secca Chi, cosa, come, quando e perché La cedolare secca è una novità di quest anno. Osserviamola più da vicino e scopriamo in cosa consiste. Partiamo dal principio Le regole generali E per

Dettagli

L'applicazione RLI-Web deve essere utilizzata, in relazione ai seguenti adempimenti:

L'applicazione RLI-Web deve essere utilizzata, in relazione ai seguenti adempimenti: Benvenuto su RLI WEB L'applicazione RLI-Web deve essere utilizzata, in relazione ai seguenti adempimenti: richieste di registrazione dei contratti di locazione di beni immobili e affitto fondi rustici;

Dettagli

l agenzia in f orma GUIDA FISCALE ALLA LOCAZIONE DELLA CASA Ufficio Relazioni Esterne

l agenzia in f orma GUIDA FISCALE ALLA LOCAZIONE DELLA CASA Ufficio Relazioni Esterne 3 l agenzia in f orma 2005 GUIDA FISCALE ALLA LOCAZIONE DELLA CASA Ufficio Relazioni Esterne l agenzia in f orma GUIDA FISCALE ALLA LOCAZIONE DELLA CASA Ufficio Relazioni Esterne INDICE 1. I CONTRATTI

Dettagli

FISCO E CASA: ACQUISTO E VENDITA

FISCO E CASA: ACQUISTO E VENDITA Gli aggiornamenti più recenti agevolazioni prima casa e utilizzo del credito d imposta detrazione interessi passivi sui mutui per l acquisto dell abitazione principale acquisto di fabbricati ristrutturati

Dettagli

VIA S. BOAGNO 11 17015 - CELLE LIGURE Tel. 019/99801 Fax 019/993599 info@comune.celle.sv.it www.comune.celle.sv.it

VIA S. BOAGNO 11 17015 - CELLE LIGURE Tel. 019/99801 Fax 019/993599 info@comune.celle.sv.it www.comune.celle.sv.it COMUNE DI CELLE LIGURE PROVINCIA DI SAVONA VIA S. BOAGNO 11 17015 - CELLE LIGURE Tel. 019/99801 Fax 019/993599 info@comune.celle.sv.it www.comune.celle.sv.it Ufficio Entrate Tributarie e Tariffarie A decorrere

Dettagli

IMU - che cos'è. Se possiedi questi immobili, hai tempo fino al 16 giugno 2014 per pagare l acconto. Cos è l IMU Imposta municipale propria

IMU - che cos'è. Se possiedi questi immobili, hai tempo fino al 16 giugno 2014 per pagare l acconto. Cos è l IMU Imposta municipale propria IMU - che cos'è L IMU si continua a pagare sulle case di lusso (categorie A/1, A/8 e A/9), sulle seconde case e su tutti gli altri immobili (ad esempio laboratori, negozi, capannoni, box non di pertinenza

Dettagli

TUTTO QUELLO CHE SI DEVE SAPERE SULL IMU. Guida a cura della UIL Servizio Politiche Territoriali LE ALIQUOTE

TUTTO QUELLO CHE SI DEVE SAPERE SULL IMU. Guida a cura della UIL Servizio Politiche Territoriali LE ALIQUOTE TUTTO QUELLO CHE SI DEVE SAPERE SULL IMU Guida a cura della UIL Servizio Politiche Territoriali Aliquota ordinaria rurali LE ALIQUOTE Aliquota ordinaria I casa Aliquota ordinaria altri 2 per mille 4 per

Dettagli

Comune di Mentana Provincia di Roma

Comune di Mentana Provincia di Roma BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI INTEGRATIVI A SOSTEGNO DEL PAGAMENTO DEI CANONI DI LOCAZIONE ANNUALITA FINANZIARIA 2013 IL RESPONSABILE DEL SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA - VISTO l articolo 11 della

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 Bonus IRPEF 80 euro Nel nuovo modello 730/2015 trova spazio il bonus IRPEF 80 euro ricevuto nel 2014, essendo previsto l obbligo di

Dettagli

I.U.C. Imposta Unica Comunale

I.U.C. Imposta Unica Comunale COMUNE DI MARCON I.U.C. Imposta Unica Comunale Con la Legge n. 147/2013 (Legge di stabilità 2014) è stata istituita a decorrere dal 01/01/2014 l Imposta Unica Comunale (IUC). L imposta unica comunale (IUC)

Dettagli

IMU Risposte alle domande più frequenti poste dai contribuenti

IMU Risposte alle domande più frequenti poste dai contribuenti IMU Risposte alle domande più frequenti poste dai contribuenti Premessa L IMU comporta un forte aumento del prelievo patrimoniale sugli immobili (pari al 233% dell ICI) gran parte del quale va a beneficio

Dettagli

Roma, 21 maggio 2014. Alle Direzioni regionali e provinciali

Roma, 21 maggio 2014. Alle Direzioni regionali e provinciali CIRCOLARE N. 11/E Direzione Centrale Normativa Roma, 21 maggio 2014 Alle Direzioni regionali e provinciali Agli Uffici dell Agenzia delle entrate OGGETTO: Questioni interpretative in materia di IRPEF prospettate

Dettagli

Ufficio Tecnico REGOLAMENTO

Ufficio Tecnico REGOLAMENTO Comune di Cabras Provincia di Oristano Comuni de Crabas Provìncia de Aristanis Ufficio Tecnico S e r v i z i o l l. p p. - U r b a n i s t i c a - P a t r i m o n i o REGOLAMENTO PER LA VENDITA DA PARTE

Dettagli

genzia ntrate RICHIESTA DI REGISTRAZIONE E ADEMPIMENTI SUCCESSIVI Contratti di locazione e affitto di immobili

genzia ntrate RICHIESTA DI REGISTRAZIONE E ADEMPIMENTI SUCCESSIVI Contratti di locazione e affitto di immobili genzia ntrate MOD. RLI RICHIESTA DI REGISTRAZIONE E ADEMPIMENTI SUCCESVI Contratti di locazione e affitto di immobili (art. 11 del D.P.R. 26 aprile 1986 n.131) Informativa sul trattamento dei dati personali

Dettagli

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014 ALLEGATO "A" Dipartimento politiche Abitative Direzione Interventi Alloggiativi AVVISO PUBBLICO Concessione del contributo integrativo di cui all art. 11 della legge 9 dicembre 1998, n. 431 e successive

Dettagli

MODELLO DI PAGAMENTO: TASSE, IMPOSTE, SANZIONI E ALTRE ENTRATE

MODELLO DI PAGAMENTO: TASSE, IMPOSTE, SANZIONI E ALTRE ENTRATE TASSE IMPOSTE SANZIONI COG DENOMINAZIONE O RAGIONE SOCIALE COG DENOMINAZIONE O RAGIONE SOCIALE (DA COMPILARE A CURA DEL CONCESSIONARIO DELLA BANCA O DELLE POSTE) FIRMA Autorizzo addebito sul conto corrente

Dettagli

LOCAZIONE ABITATIVA PER STUDENTI UNIVERSITARI TIPO DI CONTRATTO (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 5, comma 2)

LOCAZIONE ABITATIVA PER STUDENTI UNIVERSITARI TIPO DI CONTRATTO (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 5, comma 2) LOCAZIONE ABITATIVA PER STUDENTI UNIVERSITARI TIPO DI CONTRATTO (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 5, comma 2) Il/La sig./soc. (1) di seguito denominato/a locatore (assistito/a da (2) in persona

Dettagli

GUIDA ALL APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) ANNO 2013

GUIDA ALL APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) ANNO 2013 COMUNE DI VIGONZA UNITA OPERATIVA TRIBUTI GUIDA ALL APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) ANNO 2013 Il decreto legge 21 maggio 2013 n 54 ha sospeso il versamento dell'acconto IMU per alcuni

Dettagli

COMUNE DI MORGONGIORI. I.M.U. anno 2012

COMUNE DI MORGONGIORI. I.M.U. anno 2012 COMUNE DI MORGONGIORI PROVINCIA DI ORISTANO IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA I.M.U. anno 2012 VADEMECUM ILLUSTRATIVO Con l art. 13 del D.L. 6 dicembre 2011, n. 201, convertito in Legge 22 dicembre 2011, n. 214

Dettagli

ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI. Consigli

ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI. Consigli ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI In collaborazione con Assessorato Aree Cittadine e Consigli di Zona Consigli Quanto costa comprar casa CASA: LE TASSE DA

Dettagli

REGISTRARE CONTRATTO

REGISTRARE CONTRATTO REGISTRARE UN CONTRATTO DI LOCAZIONE Se si affitta un immobile o un fondo rustico, sia l affittuario (conduttore) che il proprietario (locatore) sono obbligati a registrare il contratto di locazione eadassolvere

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (CANALE CONCERTATO) Tra i signori, nato a, il, residente in., alla Via, C.F. (di seguito locatore) (assistito

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (CANALE CONCERTATO) Tra i signori, nato a, il, residente in., alla Via, C.F. (di seguito locatore) (assistito CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (CANALE CONCERTATO) Tra i signori, nato a, il, residente in, alla Via, C.F. (di seguito locatore) (assistito da in persona di ), e, nato a, il, residente in, alla

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 e degli artt. 1571 e seguenti del codice civile. CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA la CAMERA

Dettagli

I contratti di gestione delle strutture alberghiere

I contratti di gestione delle strutture alberghiere 12/06/2013 il Contratti tipici: Contratti atipici: contratto di locazione di bene immobile contratto di affitto di azienda (alberghiera) contratto di gestione di azienda. alberghiera (c.d. contratto di

Dettagli

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale MODELLO 730/204 redditi 203 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale Mod. N. Gli importi devono essere indicati in unità di Euro CONFORME AL PROVVEDIMENTO AGENZIA

Dettagli

REGIME FORFETARIO 2015

REGIME FORFETARIO 2015 OGGETTO: Circolare 4.2015 Seregno, 19 gennaio 2015 REGIME FORFETARIO 2015 La Legge di Stabilità 2015, L. 190/2014 articolo 1 commi da 54 a 89, ha introdotto a partire dal 2015 un nuovo regime forfetario

Dettagli

LA DICHIARAZIONE DEI REDDITI DEI RESIDENTI ALL ESTERO

LA DICHIARAZIONE DEI REDDITI DEI RESIDENTI ALL ESTERO LA DICHIARAZIONE DEI REDDITI DEI RESIDENTI ALL ESTERO COME COMPILARE IL MODELLO UNICO E PAGARE LE IMPOSTE INDICE 1. I NON RESIDENTI 2 Chi sono i non residenti 2 Il domicilio fiscale in Italia dei non residenti

Dettagli

Redditi diversi Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi diversi

Redditi diversi Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi diversi Redditi diversi Redditi diversi - art. 67 Sono redditi diversi se non costituiscono redditi di capitale, ovvero se non sono conseguiti nell esercizio di arti e professioni o di imprese commerciali, o da

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

OGGETTO: Videoconferenza del 14 maggio 2002 sui modelli di dichiarazione UNICO 2002. Risposte ai quesiti in materia di questioni interpretative.

OGGETTO: Videoconferenza del 14 maggio 2002 sui modelli di dichiarazione UNICO 2002. Risposte ai quesiti in materia di questioni interpretative. Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 12 giugno 2002 CIRCOLARE N. 50/E OGGETTO: Videoconferenza del 14 maggio 2002 sui modelli di dichiarazione UNICO 2002. Risposte ai quesiti in materia di

Dettagli

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2013 IN BASE AL MOD. CUD 2013

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2013 IN BASE AL MOD. CUD 2013 INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2013 IN BASE AL MOD. CUD 2013 Di seguito, riepiloghiamo i principali campi del CUD che DEVONO essere inseriti nel 730: Reddito lavoro dipendente Punto

Dettagli

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 Di seguito, riepiloghiamo i principali campi della Certificazione Unica (CU) che DEVONO essere inseriti

Dettagli

Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI

Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI Comune di Cerignola Provincia di Foggia Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI INDICE Art. 1 - Art. 2 - Art. 3 - Art. 4 - Art. 5 - Art. 6 - Art. 7 - Art. 8 - Art. 9

Dettagli

Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate

Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Informativa ONB Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate INDICE 1 Premessa... 2 2 Soggetti beneficiari... 2 3 Ambito oggettivo

Dettagli

III. QUANDO SI ACQUISTA CASA

III. QUANDO SI ACQUISTA CASA III. QUANDO SI ACQUISTA CASA Quando si compra casa le imposte da pagare indicato nell'atto, provvede alla rettifica e sono diverse (registro o Iva) a seconda che il alla liquidazione della maggiore imposta

Dettagli

II Guida Iva in Edilizia L'Iva nelle operazioni di cessione e locazione immobiliare

II Guida Iva in Edilizia L'Iva nelle operazioni di cessione e locazione immobiliare II Guida Iva in Edilizia L'Iva nelle operazioni di cessione e locazione immobiliare Vademecum operativo Marzo 2014 SOMMARIO PREMESSA... 3 1 Abitazioni... 4 1.1 Cessioni... 4 1.1.1 Esercizio dell opzione

Dettagli

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI Agevolazioni all acquisto L acquisto di un montascale a poltroncina, a piattaforma e di una piattaforma elevatrice per l utilizzo in abitazioni

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi Il nuovo regime forfettario previsto dalla legge di stabilità per il 2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con la

Dettagli

UNICO 02 FASCICOLO 2. Persone fisiche 2015 - FASCICOLO 1. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO

UNICO 02 FASCICOLO 2. Persone fisiche 2015 - FASCICOLO 1. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO PERIODO D IMPOSTA 2014 genzia ntrate UNICO Persone fisiche 2015 - FASCICOLO 1 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE 01 FASCICOLO 1 02 FASCICOLO 2 03 FASCICOLO 3 MODELLO GRATUITO I SERVIZI PER L ASSISTENZA FISCALE

Dettagli

GUIDE Il lavoro part time

GUIDE Il lavoro part time Collana Le Guide Direttore: Raffaello Marchi Coordinatore: Annalisa Guidotti Testi: Iride Di Palma, Adolfo De Maltia Reporting: Gianni Boccia Progetto grafico: Peliti Associati Illustrazioni: Paolo Cardoni

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE DESTINATO AD USO DIVERSO DALL'ABITAZIONE TRA:

CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE DESTINATO AD USO DIVERSO DALL'ABITAZIONE TRA: CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE DESTINATO AD USO DIVERSO DALL'ABITAZIONE TRA: il Sig. nato a il residente a, codice fiscale, di seguito denominato parte locatrice E: il Sig. nato a il residente a, codice

Dettagli

TARSU poi TARES ed ora TARI e TASI

TARSU poi TARES ed ora TARI e TASI TARSU poi TARES ed ora TARI e TASI di Luigi Cenicola 1. Premessa. A decorrere dall anno 2014, per il servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani e per i servizi indivisibili comunali, si pagheranno

Dettagli

5 Contributo Autonoma Sistemazione

5 Contributo Autonoma Sistemazione 5 Contributo Autonoma Sistemazione CAS A valere sulle risorse finanziarie di cui all articolo 3 dell Ordinanza del Capo del Dipartimento della protezione civile (OCDPC) n. 232 del 30 marzo 2015 viene stimata

Dettagli

Modello 730/2015. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO 01 INTRODUZIONE ASPETTI GENERALI

Modello 730/2015. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO 01 INTRODUZIONE ASPETTI GENERALI Modello 730/2015 PERIODO D IMPOSTA 2014 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE 01 INTRODUZIONE 1. Perché conviene il Modello 730 2 2. Modello 730 precompilato 2 3. Modello 730 ordinario (non precompilato) 4 4.

Dettagli

TRASFERIMENTI IMMOBILIARI: LA NUOVA TASSAZIONE IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2014

TRASFERIMENTI IMMOBILIARI: LA NUOVA TASSAZIONE IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2014 TRASFERIMENTI IMMOBILIARI: LA NUOVA TASSAZIONE IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2014 Sommario 1. Inquadramento normativo generale 2. Trasferimenti di fabbricati 3. terreni edificabili 4. terreni agricoli 5. Successioni

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

GUIDA FISCALE PER GLI STRANIERI 2009

GUIDA FISCALE PER GLI STRANIERI 2009 GUIDA FISCALE PER GLI STRANIERI 2009 CODICE FISCALE/TESSERA SANITARIA/PARTITA IVA CONTRATTI DI LOCAZIONE ACQUISTO PRIMA CASA SUCCESSIONI RIMBORSI COMUNICAZIONI DI IRREGOLARITÀ E CARTELLE DI PAGAMENTO GUIDA

Dettagli

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale Tra le parti (per le persone fisiche, riportare: nome e cognome; luogo e data di nascita; domicilio e codice fiscale. Per le persone

Dettagli

CIRCOLARE N.12/E OGGETTO: Roma, 1 marzo 2007. Direzione Centrale Normativa e Contenzioso

CIRCOLARE N.12/E OGGETTO: Roma, 1 marzo 2007. Direzione Centrale Normativa e Contenzioso CIRCOLARE N.12/E OGGETTO: Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 1 marzo 2007 OGGETTO: Decreto legge n. 223 del 4 luglio 2006 e successive modifiche Revisione del regime fiscale delle cessioni

Dettagli

Scadenza 26/05/2015 Domanda n

Scadenza 26/05/2015 Domanda n Scadenza 26/05/2015 Domanda n Spazio riservato al Protocollo AL COMUNE DI PESCARA Settore Manutenzioni Servizio Politiche della Casa Il/La sottoscritto/a (Cognome) (Nome) nato/a a prov. il / / cittadinanza

Dettagli

La guida del pensionato

La guida del pensionato La guida del pensionato Vuole sapere in che giorno del mese le viene pagata la pensione? Se ci sono aumenti periodici? Se le viene inviato un avviso di pagamento mensile? Cosa deve fare se ha persone a

Dettagli

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto Gentile Cliente, il momento storico della fine del Conto Energia in Italia è arrivato lo scorso 6 luglio ed ha rappresentato un punto di svolta per tutti gli operatori del solare. La tanto discussa grid

Dettagli

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 IL PRESIDENTE IN QUALITA DI COMMISSARIO DELEGATO AI SENSI DELL ART. 1 COMMA 2 DEL D.L.N. 74/2012 CONVERTITO CON MODIFICAZIONI DALLA LEGGE N. 122/2012 Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 Modalità attuative

Dettagli

IMU: analisi dei versamenti 2012

IMU: analisi dei versamenti 2012 IMU: analisi dei versamenti 2012 1. Analisi dei versamenti complessivi I versamenti IMU totali aggiornati alle deleghe del 25 gennaio 2013 ammontano a circa 23,7 miliardi di euro, di cui 9,9 miliardi di

Dettagli

COMUNE DI MACCAGNO con PINO e VEDDASCA

COMUNE DI MACCAGNO con PINO e VEDDASCA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE N 26 del 30/09/2014 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE E DETRAZIONI DELL'IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) - ANNO 2014 L'anno 2014, addì trenta

Dettagli

Richiesta nominativa di nulla osta per ricongiungimento familiare (art. 29,D.Lgs.286/98) (art.6 DPR.n.394/99 e succ.mod.)

Richiesta nominativa di nulla osta per ricongiungimento familiare (art. 29,D.Lgs.286/98) (art.6 DPR.n.394/99 e succ.mod.) Richiesta nominativa di nulla osta per ricongiungimento familiare (art. 29,D.Lgs.286/98) (art.6 DPR.n.394/99 e succ.mod.) Familiari per i quali può essere richiesto il ricongiungimento: 1. Coniuge non

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297)

REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297) REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297) 1) Beneficiari Hanno titolo a richiedere l anticipazione i lavoratori che abbiano maturato almeno

Dettagli

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI Si esamina il trattamento dei benefici concessi a dipendenti, collaboratori e amministratori - collaboratori. I fringe benefits costituiscono la parte della

Dettagli

CIRCOLARE N. 17/E. Direzione Centrale Normativa. Roma, 24 aprile 2015

CIRCOLARE N. 17/E. Direzione Centrale Normativa. Roma, 24 aprile 2015 CIRCOLARE N. 17/E Direzione Centrale Normativa Roma, 24 aprile 2015 OGGETTO: Questioni interpretative in materia di IRPEF prospettate dal Coordinamento Nazionale dei Centri di Assistenza Fiscale e da altri

Dettagli

DOMANDA DI NUOVO CONTRIBUTO PER L AUTONOMA SISTEMAZIONE C H I E D E DICHIARA QUANTO SEGUE

DOMANDA DI NUOVO CONTRIBUTO PER L AUTONOMA SISTEMAZIONE C H I E D E DICHIARA QUANTO SEGUE MODULO DOMANDA / NUOVO CAS-SISMA MAGGIO 2012 DOMANDA DI NUOVO CONTRIBUTO PER L AUTONOMA SISTEMAZIONE (Dichiarazione sostitutiva di certificazione e di atto di notorietà resa ai sensi degli artt. 46 e 47

Dettagli

LA TERRITORALITÀ IVA DEI SERVIZI RIFERITI AGLI IMMOBILI

LA TERRITORALITÀ IVA DEI SERVIZI RIFERITI AGLI IMMOBILI INFORMATIVA N. 204 14 SETTEMBRE 2011 IVA LA TERRITORALITÀ IVA DEI SERVIZI RIFERITI AGLI IMMOBILI Artt. 7-ter, 7-quater e 7-sexies, DPR n. 633/72 Regolamento UE 15.3.2011, n. 282 Circolare Agenzia Entrate

Dettagli

IL PIANO CASA PER LA TRANSIZIONE E L AVVIO DELLA RICOSTRUZIONE GUIDA PER IL CITTADINO

IL PIANO CASA PER LA TRANSIZIONE E L AVVIO DELLA RICOSTRUZIONE GUIDA PER IL CITTADINO dopo il TERREMOTO IL PIANO CASA PER LA TRANSIZIONE E L AVVIO DELLA RICOSTRUZIONE GUIDA PER IL CITTADINO Assicurare la ricostruzione di case e imprese secondo tempi certi e procedure snelle, garantendo

Dettagli

C O M U N E DI O P E R A

C O M U N E DI O P E R A copia Codice Ente 11047 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE IMU ANNO 2014 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Adunanza Ordinaria di Prima convocazione - seduta Pubblica. L'anno duemilaquattordici

Dettagli

DECRETO RENZI IL BONUS DI 80 AL MESE E I VANTAGGI PER I FONDI PENSIONE

DECRETO RENZI IL BONUS DI 80 AL MESE E I VANTAGGI PER I FONDI PENSIONE DECRETO RENZI IL BONUS DI 80 AL MESE E I VANTAGGI PER I FONDI PENSIONE RIFERIMENTI NORMATIVI: Decreto legge n. 66 del 24 aprile 2014 Circolare Agenzia delle Entrate, 8/E/2014 ASPETTI GENERALI: Il DL 66/2014

Dettagli

TRASFERIMENTI FINANZIARI AI COMUNI «IERI, OGGI E DOMANI»

TRASFERIMENTI FINANZIARI AI COMUNI «IERI, OGGI E DOMANI» TRASFERIMENTI FINANZIARI AI COMUNI «IERI, OGGI E DOMANI» Prefettura Ufficio Territoriale del Governo di Avellino a cura del dr. Pasquale Trocchia Dirigente del Ministero dell Interno Responsabile delle

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il presente documento ha finalità meramente illustrative della tassazione degli interessi e degli altri redditi

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO IMMEDIATAMENTE ESEGUIBILE Deliberazione n. 217 del 14/11/2013 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO CESSIONE IN PROPRIETÀ DI AREA GIÀ CONCESSA IN DIRITTO DI SUPERFICIE NELL AMBITO DEL

Dettagli

l agenzia in f orma IL FISCO PER IL LAVORATORE DIPENDENTE E LE AGEVOLAZIONI SUGLI STRAORDINARI

l agenzia in f orma IL FISCO PER IL LAVORATORE DIPENDENTE E LE AGEVOLAZIONI SUGLI STRAORDINARI 5 2008 l agenzia in f orma IL FISCO PER IL LAVORATORE DIPENDENTE E LE AGEVOLAZIONI SUGLI STRAORDINARI INDICE 1. IL REDDITO DA LAVORO DIPENDENTE 2 La definizione 2 I redditi assimilati al lavoro dipendente

Dettagli

Ordinanza n.20 dell 8 Maggio 2015

Ordinanza n.20 dell 8 Maggio 2015 IL PRESIDENTE IN QUALITA DI COMMISSARIO DELEGATO AI SENSI DELL ART. 1 COMMA 2 DEL D.L.N. 74/2012 CONVERTITO CON MODIFICAZIONI DALLA LEGGE N. 122/2012 Ordinanza n.20 dell 8 Maggio 2015 Approvazione delle

Dettagli

NOTA ESPLICATIVA A CURA DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI UIL SULLA RIDUZIONE DELLA TASSAZIONE DEL TFR

NOTA ESPLICATIVA A CURA DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI UIL SULLA RIDUZIONE DELLA TASSAZIONE DEL TFR NOTA ESPLICATIVA A CURA DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI UIL SULLA RIDUZIONE DELLA TASSAZIONE DEL TFR Nell'ambito degli interventi sul prelievo fiscale, la finanziaria 2008 (legge 24 dicembre 2007, n. 244),

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE DELL ELENCO DI CITTADINI A CUI PRIORITARIAMENTE DEVONO ESSERE CEDUTI GLI ALLOGGI RESIDENZIALI NELLE AREE PREVISTE DAL

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE DELL ELENCO DI CITTADINI A CUI PRIORITARIAMENTE DEVONO ESSERE CEDUTI GLI ALLOGGI RESIDENZIALI NELLE AREE PREVISTE DAL REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE DELL ELENCO DI CITTADINI A CUI PRIORITARIAMENTE DEVONO ESSERE CEDUTI GLI ALLOGGI RESIDENZIALI NELLE AREE PREVISTE DAL P.R.G., NEL CAPOLUOGO E NELLE FRAZIONI. Approvato con

Dettagli

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio:

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio: FATTURAZIONE In linea generale l Iva deve essere applicata sull ammontare complessivo di tutto ciò che è dovuto al cedente o al prestatore, quale controprestazione della cessione del bene o della prestazione

Dettagli

SETTORE POLITICHE FINANZIARIE BILANCIO E TRIBUTI VADEMECUM TASI

SETTORE POLITICHE FINANZIARIE BILANCIO E TRIBUTI VADEMECUM TASI SETTORE POLITICHE FINANZIARIE BILANCIO E TRIBUTI Che cos'è la TASI VADEMECUM TASI E' il tributo dovuto per la copertura dei servizi indivisibili. Il presupposto E' il possesso o la detenzione a qualsiasi

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA

PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA L Amministrazione Città metropolitana di Roma Capitale, con sede in Roma,

Dettagli

Procedure del personale. Disciplina fiscale delle auto assegnate. ai dipendenti; Svolgimento del rapporto. Stefano Liali - Consulente del lavoro

Procedure del personale. Disciplina fiscale delle auto assegnate. ai dipendenti; Svolgimento del rapporto. Stefano Liali - Consulente del lavoro Disciplina fiscale delle auto assegnate ai dipendenti Stefano Liali - Consulente del lavoro In quale misura è prevista la deducibilità dei costi auto per i veicoli concessi in uso promiscuo ai dipendenti?

Dettagli

ATTIVITA SPORTIVE DILETTANTISTICHE LE PRINCIPALI REGOLE FISCALI

ATTIVITA SPORTIVE DILETTANTISTICHE LE PRINCIPALI REGOLE FISCALI ATTIVITA SPORTIVE DILETTANTISTICHE LE PRINCIPALI REGOLE FISCALI 1. Aspetti fiscali generali Gli enti di tipo associativo, di cui fanno parte anche le associazioni sportive dilettantistiche, sono assoggettate

Dettagli

RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE: LE AGEVOLAZIONI FISCALI

RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE: LE AGEVOLAZIONI FISCALI RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE: LE AGEVOLAZIONI FISCALI Gli aggiornamenti più recenti proroga della maggiore detrazione Irpef per le spese di ristrutturazione agevolazione per l acquisto di mobili ed elettrodomestici

Dettagli

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 La valutazione delle IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI Prima lezione di Alberto Bertoni 1 IMMOBILIZZAZIONI Definizione Cod. Civ. art. 2424-bis, 1 c. Le immobilizzazioni sono

Dettagli

LE DOMANDE. (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda)

LE DOMANDE. (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda) LE DOMANDE (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda) 1. LA NUOVA MODALITÀ 1.1 Qual è in sintesi la nuova modalità per ottenere l esenzione ticket in base al reddito? 1.2 Da quando, per

Dettagli

CAPITOLO I L IMPOSIZIONE DIRETTA PER LE SOCIETÀ SEMPLICI IMMOBILIARI 1 1 SOCIETÀ SEMPLICI ESERCENTI ATTIVITÀ DI GESTIONE IMMOBILIARE

CAPITOLO I L IMPOSIZIONE DIRETTA PER LE SOCIETÀ SEMPLICI IMMOBILIARI 1 1 SOCIETÀ SEMPLICI ESERCENTI ATTIVITÀ DI GESTIONE IMMOBILIARE Società immobiliari CAPITOLO I L IMPOSIZIONE DIRETTA PER LE SOCIETÀ SEMPLICI IMMOBILIARI 1 1 SOCIETÀ SEMPLICI ESERCENTI ATTIVITÀ DI GESTIONE IMMOBILIARE Ai sensi dell art. 2249 c.c., le società che hanno

Dettagli

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego DECRETO 28 maggio 2001, n.295 Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego Capo I Art. 1 Definizioni 1. Nel presente regolamento l'espressione: a)

Dettagli

Guida. alla detrazione fiscale del. 65% per la. riqualificazione energetica e l adeguamento antisismico degli edifici

Guida. alla detrazione fiscale del. 65% per la. riqualificazione energetica e l adeguamento antisismico degli edifici Guida alla detrazione fiscale del 65% per la riqualificazione energetica e l adeguamento antisismico degli edifici Aggiornata al 20 dicembre 2013 Sommario 1. IL QUADRO NORMATIVO.... pag. 3 2. EDIFICI INTERESSATI.....

Dettagli

LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI

LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI Tratto dalla rivista IPSOA Pratica Fiscale e Professionale n. 8 del 25 febbraio 2008 A cura di Marco Peirolo Gruppo di studio Eutekne L

Dettagli

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA PER CHI E PREDISPOSTA COSA OCCORRE PER VISUALIZZARLA QUANDO E ONLINE I DATI PRESENTI NELLA DICHIARAZIONE MODIFICA E PRESENTAZIONE I VANTAGGI DEL MODELLO PRECOMPILATO Direzione

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR

REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR Indice degli articoli Art. 1 Definizioni...2 Art. 2 Oggetto ed ambito di applicazione...2 Art. 3 Deroghe al divieto di circolazione

Dettagli

= Circolare n. 9/2013

= Circolare n. 9/2013 = Scadenze + 27 dicembre + Invio degli elenchi INTRA- STAT mensili versamento acconto IVA mediante Mod. F24 + 30 dicembre + Stampa dei libri contabili dell'anno 2012 (libro giornale, registri IVA, libro

Dettagli

ATTRIBUZIONE/AGGIORNAMENTO CLASSAMENTO CATASTALE. COMUNICAZIONE ADESIONE DEFINIZIONE AGEVOLATA I.C.I. art. 16 bis del regolamento comunale ICI

ATTRIBUZIONE/AGGIORNAMENTO CLASSAMENTO CATASTALE. COMUNICAZIONE ADESIONE DEFINIZIONE AGEVOLATA I.C.I. art. 16 bis del regolamento comunale ICI ATTRIBUZIONE/AGGIORNAMENTO CLASSAMENTO CATASTALE COMUNICAZIONE ADESIONE DEFINIZIONE AGEVOLATA ICI art 16 bis del regolamento comunale ICI Il sottoscritto Nato a il CF Residente a in via tel con riferimento

Dettagli

Repertorio n. CONVENZIONE PER LA CESSIONE IN PROPRIETA DI AREA P.E.E.P. GIA CONCESSA IN DIRITTO DI SUPERFICIE REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI ROCCASTRADA (Provincia di Grosseto) L anno duemila il giorno

Dettagli

Deliberazione del Consiglio Comunale

Deliberazione del Consiglio Comunale Deliberazione del Consiglio Comunale Adunanza Ordinaria Seduta di Prima convocazione Comune di Finale Ligure Provincia di Savona Numero progressivo 56 OGGETTO Determinazione delle aliquote e detrazioni

Dettagli

Guida fiscale per i residenti all estero

Guida fiscale per i residenti all estero 19 Guida fiscale per i residenti all estero AGENZIA DELLE ENTRATE Ufficio Relazioni Esterne Sezione prodotti editoriali Sommario 1. LE IMPOSTE PER I NON RESIDENTI... 3 1.1. CHI SONO I NON RESIDENTI...

Dettagli

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni generali di amministrazione, di gestione e di controllo - Organi istituzionali, partecipazione e decentramento - Segreteria generale, Personale e Organizzazione - Gestione economica, Finanziaria, Programmazione,

Dettagli

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI Gli aggiornamenti più recenti Proroga dell agevolazione al 31 dicembre 2015 I quesiti più frequenti aggiornamento aprile 2015 ACQUISTI AGEVOLATI IMPORTO DETRAIBILE MODALITA

Dettagli