Manuale Utente QueryGenerator

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Manuale Utente QueryGenerator"

Transcript

1 SOFTWARE DI GESTIONE DEL CORPUS API Manuale Utente QueryGenerator Cirass

2 Sommario Introduzione 1 1. Presentazione 1 2. Requisiti di Sistema 2 3. Installazione 2 4. Utilizzo 3 5. Logica d interrogazione 6 6. Sintassi 8

3 Capitolo 1/ 1 Introduzione Contenuto della documentazione. In questo manuale sono fornite informazioni riguardanti l utilizzo e l installazione del programma QueryGenerator. Nel paragrafo 1 è presentato il programma. Nel paragrafo 2 sono descritti i requisiti di sistema necessari per l utilizzo. Nel paragrafo 3 è descritto il processo di installazione. Nel paragrafo 4 è descritto l utilizzo del programma. Nel paragrafo 5 sono descritti i messaggi di errore. Assunzioni Si assume che gli utenti del Software QueryGenerator e quindi del presente manuale siano a conoscenza delle norme, delle convenzioni e delle specifiche del progetto API. 1. Presentazione. Il programma QueryGenerator è parte del sistema Software di Gestione del Corpus linguistico API progettato e realizzato presso il CIRASS. Il sistema Software di Gestione del Corpus linguistico API comprende tre componenti: Parser Data Base QueryGenerator Il componente QueryGenerator è uno strumento di interrogazione che consente di ricercare ed analizzare i dati del Data Base API. 1

4 Il QueryGenerator funziona con tutti i DBMS (Data Base Management System) conformi allo standard OLEDB. Il data base API è stato implementato con i DBMS OLEDB Microsoft Access e Microsoft SQL Server. 2. Requisiti di Sistema Requisiti Software: Sistema Operativo Windows 9x. In caso di utilizzo in ambiente Windows 95 o 98 prima edizione il programma di installazione potrebbe aggiornare in automatico alcuni files di sistema. Nella versione distribuita a partire dal dicembre 2001 è necessario aggiornare o installare ex-novo il prodotto Microsoft Data Access Components 2.6 che viene allegato all interno dell area ftp di prelievo del software. Requisiti Hardware: L esecuzione del Query Generator non richiede particolari requisiti di sistema. Consigliato comunque l utilizzo con sistemi Pentium2/3, Celeron o equivalente e con 64 Mb di memoria Ram minimo. 3. Installazione. Per eseguire l installazione posizionare il puntatore sull icona del file setup.exe ed eseguire doppio click con il pulante sinistro del mouse. Seguire le istruzioni presenti nell interfaccia grafica d installazione. Nota Per l utilizzo de QueryGenerator è necessario il file di database API.mdb disponibile nella cartella DBase. 2

5 4. Utilizzo Per eseguire il programma fare doppio click sull icona corrispondente al file QueryGenerator.exe oppure attivare il collegamento al QueryGenerator attraverso il gruppo di programmi API definito all atto dell installazione nel menu Start (Avvio) di Windows. La schermata iniziale di QueryGenerator è la seguente: Figura 1 - Interfaccia iniziale QueryGenerator Selezionare ApriDataBase (v. fig). Il sistema visualizza la finestra standard Apri Inserire il Path ed il Nome del Data Base API.mdb e quindi selezionare Apri Una volta connessi al Data Base è possibile selezionare i dialoghi che si vuole interrogare. Selezionare il pulsante Seleziona Dialoghi. 3

6 Figura 2 - Interfaccia QueryGenerator Viene visualizzata la seguente finestra. Selezionare Categoria di Informatori se si vuole interrogare un gruppo di dialoghi del Corpus, in alternativa si può selezionare Singolo dialogo. Figura 3 Selezione Dialoghi : Scheda Categoria Informatori Se si decide di selezionare i dialoghi da interrogare per Categoria Informatori allora è necessario selezionare almeno una opzione relativa alla Varietà (Napoli, Bari, Pisa, Firenze) ed una opzione relativa alla categoria degli informatori (Uomini, Donne, Bambini Normoudenti, Bambini Ipoacusici). Se invece si decide di selezionare i dialoghi da interrogare per Singolo Dialogo allora inserire i dati Mappa, Varietà, Sessione e Ruolo. 4

7 Figura 4 - Selezione dialoghi : Scheda Singolo dialogo Al termine della selezione fare click su OK. E possibile, dopo essersi connessi al Data Base ed aver selezionato i dialoghi, eseguire le interrogazioni sui livelli di etichettatura. Inserire le etichette, secondo la sintassi definita nel paragrafo 6 nelle caselle di testo dei livelli d interesse e selezionare il pulsante interroga livelli di etichettatura (v. fig. 5). Figura 5 Interfaccia QueryGenerator Se la ricerca avrà esito positivo il QueryGenerator visualizzerà una tabella contenete le istanze dei dati del corpus trovate (fig 6). 5

8 Figura 6 - Interfaccia QueryGenerator 5. Logica d interrogazione. Il QueryGenerator consente di interrogare il Data Base API esprimendo, con una opportuna sintassi (v 6), condizioni di ricerca su uno o più livelli di etichettatura contemporaneamente. Quando le interrogazioni sono espresse tra più livelli di etichettatura contemporaneamente, le condizioni di livello sono in AND logico tra loro per default. Non tutti i turni sono stati etichettati a livello TON e quindi è stato necessario suddividere le classi di interrogazioni che il Query Generator realizza nelle seguenti: Interrogazione che riguardano uno o più livelli escluso il TON Interrogazioni su uno o più livelli con almeno una condizione riguardante il livello TON. In pratica le richieste che includono condizioni al livello TON limitano la ricerca ai soli turni che presentano tale etichettatura. La gerarchia definita tra i livelli di etichettatura nel progetto AVIP-API determina la seguente logica che è necessario prendere in considerazione quando si formulano richieste di interrogazione. Data una richiesta su più livelli di etichettatura, il livello di selezione delle etichette è espresso dal livello gerarchicamente inferiore tra quelli in cui sono state poste condizioni. 6

9 Ad esempio un richiesta a livello WRD di ricerca della parola ^partenza^ determina che le istanze trovate sono visualizzate come segue: L etichetta al livello WRD ^partenza^ è visualizzata insieme alle etichette ad essa relazionata degli altri livelli. Questo perché l assenza di condizioni agli altri livelli viene intesa e tradotta dal QueryGenerator per ciascun livello come seleziona qualunque elemento. Se invece oltre alla condizione sul livello WRD ^partenza^ viene posta anche la condizione a livello PHB ^a^ la ricerca è ristretta alle due istanze del fono ^a^ incluse nella parola partenza. Tale logica deve essere applicata in ogni interrogazione per sfruttare al meglio le potenzialità espressive del QueryGenerator. Infine, l interfaccia grafica, come mostrato nelle figure precedenti, presenta, oltre alle cinque caselle di testo dedicate ai livelli di etichettatura API anche altre due caselle (la WRDsucc e la PHMsucc) che consentono di esprimere richieste di ricerca di sequenze di etichettatura ai livelli di parola. Quindi è possibile ricercare parole seguite da altre parole semplicemente ponendo condizioni di ricerca nelle caselle WRDsucc e/o PHMsucc. 7

10 6. Sintassi In questo paragrafo è descritta la sintassi necessaria per esprimere condizioni di ricerca (o criteri di ricerca) nei livelli di etichettatura. Nota Le istanze di etichettatura da ricercare vanno sempre racchiuse da una coppia di caratteri ^. La descrizione della sintassi parte innanzitutto con la definizione dei caratteri speciali (caratteri jolly) che consentono di esprimere le cosiddette stringhe con varianti. Nella tabella seguente sono riportati i caratteri jolly che si possono utilizzare e il numero di cifre o stringhe a cui corrispondono. Caratteri in criterio di ricerca Corrispondenze in espressione _ (carattere di sottolineatura) Qualsiasi carattere singolo (come? in dos) % Zero o più caratteri (come * in dos) # Qualsiasi cifra singola (0 9) [elencocar] Qualsiasi carattere singolo incluso nell intervallo elencocar [!elencocar] Qualsiasi carattere singolo non incluso in elencocar Illustriamo l utilizzo dei caratteri jolly con alcuni esempi: Per ricercare zero o più caratteri utilizzare % ^p%^ Tutte le etichette che iniziano per p ^%a^ Tutte le etichette che finiscono per a ^a%e^ Tutte le etichette che iniziano per a e finiscono per e. Per ricercare un carattere utilizzare _ ^_a%^ Tutte le etichette che hanno un qualunque carattere iniziale seguito da a e da una qualunque sequenza. 8

11 Per esprimere qualsiasi singolo carattere compreso in un insieme utilizzate [elencocar]. Tra le parentesi si può comprendere quasi tutti i caratteri del set di caratteri ANSI comprese le cifre. ^[aeiou]%^ ^p[ai]lato^ Tutte le etichette che iniziano con una vocale. Trova le etichette palato e pilato. Per ricercare caratteri speciali come la parentesi quadra di apertura ([ ), il carattere di sottolineatura (_), il cancelletto (#) e il carattere di percentuale (%), racchiuderli tra parentesi quadre. La parentesi quadra di chiusura ( ]) non può essere utilizzata all'interno di un gruppo per la corrispondenza con il carattere ], ma può essere utilizzata fuori da un gruppo come carattere singolo. ^[%]a^ Trova tutte le etichette che contengono specificamente il carattere % Per specificare un intervallo di caratteri utilizzare un trattino (-) per separare il limite minimo e quello massimo dell'intervallo. Utilizzando, ad esempio, [A-Z] in criterio di ricerca si ottiene come risultato una corrispondenza se la posizione del carattere corrispondente in espressione contiene una delle lettere comprese tra A e Z. Nota Quando si specifica un intervallo di caratteri, essi devono essere visualizzati in ordine crescente, cioè da A a Z o da 0 a100. [A-Z] è un criterio di ricerca valido mentre [Z-A] non lo è. 9

12 Nota Nell attuale versione non c è una distinzione tra maiuscole e minuscole, il sistema di interrogazione per ora non è case sensitive Per esprimere la ricerca dei caratteri non appartenenti ad un insieme utilizzare un punto esclamativo (!) all'inizio di [!elencocar]. Quando il (!) viene utilizzato fuori dalle parentesi quadre, il punto esclamativo diventa oggetto del confronto. ^[!aeiou]% ^ consonante Trova tutte le etichette che iniziano per una CASI PARTICOLARI Per rendere oggetto di ricerca il segno meno all interno di un elencocar, il segno meno deve essere posto all'inizio o alla fine di elencocar. Se all'inizio dell'elencocar viene utilizzato un punto esclamativo, il segno meno deve essere posizionato dopo di esso. In qualsiasi altra posizione il segno meno viene utilizzato per identificare un intervallo di caratteri ANSI. Il QueryGenerator consente inoltre di utilizzare gli operatori booleani AND, OR, NOT, XOR, ecc. per comporre espressioni da utilizzare come criteri di ricerca. Esempi di espressioni ^p%^ or ^a%^ Tutte le etichette che iniziano per p oppure per a (^p%^ or ^c%^) and not ^_e%^ Tutte le etichette che iniziano per p oppure per a Ma che non abbiano in seconda posizione e 10

13 Nota La potenza espressiva del Query Generator consente di esprimere medesime richieste con sintassi diversa Ad esempio la precedente espressione era anche esprimibile con ^p[!e]%^ or ^c[!e]%^ Comunque, a volte, l utilizzo di operatori migliora la leggibilità. L utilizzo degli operatori Booleani segue le norme e la logica dell algebra di Boole e quindi una descrizione dettagliata della potenza espressiva raggiungibile da tale strumento esula dagli scopi di questo manuale. 7. Visualizzazione degli intervalli temporali in millisecondi La freccia rossa in figura indica il selettore per la visualizzazione in formato tempo degli intervalli temporali relativi agli eventi selezionati nel database. Queste informazioni vengono calcolate all atto della richiesta della visualizzazione e non fanno effettivamente parte dei dati contenuti nel database. 8. Esportazione dei dati relativi alle istanze sui livelli phn, phb, phb, wrd, ton Nel menu Modifica sono disponibili le voci Salva Etichettature con nome e Salva Etichettature (append) inizialmente non abilitata. 11

14 Dopo avere interrogato una base dati selezionare con il mouse le righe contigue di interesse, scegliere Salva Etichettature con nome nel menu. In conseguenza a questa scelta apparirà la finestra riportata qui a fianco che consentirà di definire la posizione sul disco e il nome del file che contiene i dati estratti dal programma di interrogazione. Dopo avere scelto path e nome file cliccare su salva parametri per salvare le righe della tabella precedentemente selezionate. Il file risultante è in formato ASCII (con estensione.txt) e contiene tutti i dati selezionati ognuno separato dagli altri con una virgola). Se sulla stessa istanza ottenuta attraverso l interrogazione si vogliono salvare altre tabelle dati accodando i valori al file precedentemente generato, si selezionino altre righe e si scelga la voce Modifica->Salva etichette (append) scegliere invece Modifica->Salva etichette con nome ogni volta che si vuole generare un nuovo file di dati. Nella modalità append ogni nuova selezione viene separata dalle precedenti con una sequenza di quattro asterischi.. In questo file le informazioni temporali saranno indicate in campioni, se si desidera una selezione in secondi bisognerà generare in Excel nuove colonne nelle quali si potrà calcolare il dato dividendo il valore di ogni cella in campioni per In appendice A viene illustrato il procedimento per importare le tabelle prodotte da Query Gen in formato Excel. 9. Salvataggio dei parametri acustici Dopo avere interrogato una base dati selezionando con il mouse le righe contigue di interesse, è possibile salvare in un file di testo i parametri acustici, definiti ogni 5 millisecondi per ogni evento appartenente alla selezione. Per procedere in questo senso cliccare sul pulsante SQL-parametri di analisi presente sulla barra menu e riportato qui a fianco. 12

15 La pressione di questo tasto consente la generazione di una nuova finestra in cui tutti i parametri sono riportati in una tabella. La figura che segue ne fornisce un esempio: anche in questo caso è possibile salvare i dati in una tabella o accodare nuovi dati ad una tabella precedentemente creata (in tal caso sarà abilitato il pulsante aggiungi in- con l indicazione del nome del file già creato). Il formato della tabella ASCII verrà salvato in questo caso viene illustrato nel seguente esempio: "****" MAPPA,SESSIONE,ORDINE,VARIETA',STRINGAPHN,INIZIOPHN,FINEPHN,TEMPO,PITCH,VOIC/UN VO,ENERGIA,1A FORM,2A FORM,3A FORM, A,01,18,N,4,17378,17824,790,182,1,81,172,1335,2497, A,01,18,N,4,17378,17824,795,180,1,81,172,1421,2497, A,01,18,N,4,17378,17824,800,182,1,81,215,1464,2325, "****" MAPPA,SESSIONE,ORDINE,VARIETA',STRINGAPHN,INIZIOPHN,FINEPHN,TEMPO,PITCH,VOIC/UN VO,ENERGIA,1A FORM,2A FORM,3A FORM, A,01,24,N,!O,14396,15685,655,315,1,83,301,732,1119, A,01,24,N,!O,14396,15685,660,315,1,86,301,732,1119, A,01,24,N,!O,14396,15685,665,315,1,88,301,732,1162, A,01,24,N,!O,14396,15685,670,315,1,89,301,689,1162, A,01,24,N,!O,14396,15685,675,319,1,90,301,732,1205, A,01,24,N,!O,14396,15685,680,319,1,91,301,732,1248, A,01,24,N,!O,14396,15685,685,319,1,91,301,732,1248, A,01,24,N,!O,14396,15685,690,107,1,91,301,732,1248, A,01,24,N,!O,14396,15685,695,324,1,90,301,732,1248, A,01,24,N,!O,14396,15685,700,324,1,88,258,732,1248, A,01,24,N,!O,14396,15685,705,324,1,84,258,689,1248, Come nel caso precedente, quattro asterischi separano ogni selezione dagli accoramenti successivi, per ogni selezione vengono ripetuti i nomi dei campi corrispondenti ai parametri acustici. 13

16 10. Messaggi di Errore Gli errori segnalati dal programma sono descritti come segue: Figura rappresentante il messaggio di errore Possibile causa: Soluzione: Messaggio 1 Figura 7 Messaggio di Errore Possibile causa: Nella selezione dei dialoghi non è stato selezionata almeno una varietà Soluzione. Bisogna selezionare almeno una varietà per la selezione dei dialoghi da interrogare ed almeno una categoria di informatori. Figura 8 Selezione Dialoghi: Scheda Categoria Informatori 14

17 Messaggio 2 Figura 9 Messaggio di Errore Possibile causa: Nella selezione dei dialoghi non è stato selezionata almeno una categoria di informatori Soluzione. Bisogna selezionare almeno una varietà ed una categoria di informatori per la selezione dei dialoghi da interrogare. Figura 10 Selezione Dialoghi: Scheda Categoria Informatori 15

18 Messaggio 3 Figura 11 Messaggio di errore Possibile causa: Manca almeno un simbolo ^ nella richiesta di ricerca.. Soluzione: Verificare la sintassi ed aggiungere i delimitatori di etichetta ^ mancanti. Messaggio 4 Figura 12 Messaggio di Errore Possibile causa: La sintassi della richiesta di interrogazione sui livelli di etichettatura non è corretta. Soluzione: Verificare la sintassi (v. 6). 16

19 Messaggio 5 Possibile causa: La sintassi della richiesta di interrogazione sui livelli di etichettatura non è corretta. Soluzione: Verificare la sintassi (v 6) Appendice A Importare le tabelle ASCII generate dal Query Generator in Excel Sia le tabelle dati che le tabelle parametri generate durante l impiego del programma Query Generator possono essere semplicemente importate in vari programmi per la successiva elaborazione. In questa appendice forniamo l elenco dei passi necessari per l importazione nel programma Excel della Microsoft. Lanciare Excel; Selezionare la voce di menù file ->apri, all apertura della relativa finestra scegliere file di testo nella casella tipo testo ; 17

20 A questo punto apparirà un menù guidato con differenti opzioni: nella prima pagina del menù guidato cliccare sull opzione Delimitati e poi sul pulsante avanti ; nella seconda pagina del menù guidato cliccare sull opzione virgola nell elenco dei delimitatori, togliere la selezione alla casella tabulazione, e selezionare nessuno nel campo qualificatore di testo e poi sul pulsante avanti; nell ultima pagina del menù guidato è possibile selezionare le singole colonne di dati, assegnare il tipo di dato ad ognuna e decidere se importarla o meno. Nello specifico si consiglia di evitare accidentalmente l assegnazione del tipo data alle colonne. Lasciare l assegnazione di tipo generale a tutte le colonne è la cosa più conveniente. In tal caso questa pagina può essere ignorata: cliccando su fine la tabella Excel sarà quindi disponibile per le successive elaborazioni. Ricordiamo che i valori dei marker temporali sono espressi in campioni e ogni cella può essere trasformata in secondi dividendone il contenuto per

Basi di dati. Microsoft Access. Cosa è. Pietro Pala (pala@dsi.unifi.it) Come iniziare. Aprire un database. Creare un database. Creare un database

Basi di dati. Microsoft Access. Cosa è. Pietro Pala (pala@dsi.unifi.it) Come iniziare. Aprire un database. Creare un database. Creare un database Cosa è Basi di dati Pietro Pala (pala@dsi.unifi.it) Microsoft Access Access è un DBMS relazionale in grado di supportare: Specifica grafica dello schema della base dati Specifica grafica delle interrogazioni

Dettagli

MODULO 5 Basi di dati (database)

MODULO 5 Basi di dati (database) MODULO 5 Basi di dati (database) I contenuti del modulo: questo modulo riguarda la conoscenza da parte del candidato dei concetti fondamentali sulle basi di dati e la sua capacità di utilizzarli. Il modulo

Dettagli

Università degli Studi Roma Tre. Manuale Access 1/32

Università degli Studi Roma Tre. Manuale Access 1/32 I N F O R M A T I C A Università degli Studi Roma Tre Manuale Access 1/32 10.1 Introduzione Microsoft Access 2000 per Windows 98 è un sistema di gestione di database, o DBMS ( Data Base Management System).

Dettagli

Introduzione ad Access

Introduzione ad Access Introduzione ad Access Luca Bortolussi Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Trieste Access E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un supporto transazionale

Dettagli

B C. Panoramica di Access 2010. Elementi dell interfaccia

B C. Panoramica di Access 2010. Elementi dell interfaccia Panoramica di Access 2010 A B C D E Elementi dell interfaccia A Scheda File (visualizzazione Backstage) Consente l accesso alla nuova visualizzazione backstage di Access 2010, che contiene un menu di comandi

Dettagli

EXCEL PER WINDOWS95. sfruttare le potenzialità di calcolo dei personal computer. Essi si basano su un area di lavoro, detta foglio di lavoro,

EXCEL PER WINDOWS95. sfruttare le potenzialità di calcolo dei personal computer. Essi si basano su un area di lavoro, detta foglio di lavoro, EXCEL PER WINDOWS95 1.Introduzione ai fogli elettronici I fogli elettronici sono delle applicazioni che permettono di sfruttare le potenzialità di calcolo dei personal computer. Essi si basano su un area

Dettagli

CONTROLLO ORTOGRAFICO E GRAMMATICALE

CONTROLLO ORTOGRAFICO E GRAMMATICALE CONTROLLO ORTOGRAFICO E GRAMMATICALE Quando una parola non è presente nel dizionario di Word, oppure nello scrivere una frase si commettono errori grammaticali, allora si può eseguire una delle seguenti

Dettagli

MICROSOFT EXCEL INTRODUZIONE PRIMI PASSI

MICROSOFT EXCEL INTRODUZIONE PRIMI PASSI MICROSOFT EXCEL INTRODUZIONE Si tratta di un software appartenente alla categoria dei fogli di calcolo: con essi si intendono veri e propri fogli elettronici, ciascuno dei quali è diviso in righe e colonne,

Dettagli

Database e Microsoft Access. Ing. Antonio Guadagno

Database e Microsoft Access. Ing. Antonio Guadagno Database e Microsoft Access Ing. Antonio Guadagno Database e Microsoft Access Un Database non è altro che un insieme di contenitori e di strumenti informatici che ci permette di gestire grossi quantitativi

Dettagli

Prontuario PlaNet Contabilità lavori

Prontuario PlaNet Contabilità lavori Prontuario PlaNet Contabilità lavori Status: Definitivo Pag. 1/34 File: Prontuario PlaNet Fornitori_00.doc INDICE PREMESSA...3 REQUISITI HARDWARE E SOFTWARE...4 ATTIVITÀ AMBITO DEL PROCESSO...5 Accesso

Dettagli

7. Microsoft Access. 1) Introduzione a Microsoft Access

7. Microsoft Access. 1) Introduzione a Microsoft Access 1) Introduzione a Microsoft Access Microsoft Access è un programma della suite Microsoft Office utilizzato per la creazione e gestione di database relazionali. Cosa è un database? Un database, o una base

Dettagli

Via Olivetani 17 35040 SANT'ELENA www.cedic.it info @ cedic.it 0429 690907 0339 6543320 ACCESS 2000. Introduzione ai database relazionali

Via Olivetani 17 35040 SANT'ELENA www.cedic.it info @ cedic.it 0429 690907 0339 6543320 ACCESS 2000. Introduzione ai database relazionali SCUOLA DI INFORMATICA Centro Dati s.a.s. Via Olivetani 17 35040 SANT'ELENA www.cedic.it info @ cedic.it 0429 690907 0339 6543320 ACCESS 2000 2000 Introduzione ai database relazionali Copyright 2001 Cedic

Dettagli

Dispensedi Word. CampusLab - Agenzia Formativa Sede Provinciadi Cuneo Sede Provinciadi Torino Sede Provinciadi Vercelli Sede Liguria C.

Dispensedi Word. CampusLab - Agenzia Formativa Sede Provinciadi Cuneo Sede Provinciadi Torino Sede Provinciadi Vercelli Sede Liguria C. Accreditamento Regione Piemonte Sede operativa di formazione professionale Organismo: certificato nr. 098/001 ER 0988/2003 ES-0988/2003 ISO 9001:2000 Dispensedi Word CampusLab - Agenzia Formativa Sede

Dettagli

ACCESSO AL SISTEMA HELIOS...

ACCESSO AL SISTEMA HELIOS... Manuale Utente (Gestione Formazione) Versione 2.0.2 SOMMARIO 1. PREMESSA... 3 2. ACCESSO AL SISTEMA HELIOS... 4 2.1. Pagina Iniziale... 6 3. CARICAMENTO ORE FORMAZIONE GENERALE... 9 3.1. RECUPERO MODELLO

Dettagli

MODULO 4: FOGLIO ELETTRONICO (EXCEL)

MODULO 4: FOGLIO ELETTRONICO (EXCEL) MODULO 4: FOGLIO ELETTRONICO (EXCEL) 1. Introduzione ai fogli elettronici I fogli elettronici sono delle applicazioni che permettono di sfruttare le potenzialità di calcolo dei Personal computer. Essi

Dettagli

REALIZZAZIONE DI REPORT MEDIANTE MICROSOFT EXCEL 2007

REALIZZAZIONE DI REPORT MEDIANTE MICROSOFT EXCEL 2007 SISTEMA A SUPPORTO DEI PROCESSI DI PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO DI GESTIONE NELLE ORGANIZZAZIONI PUBBLICHE REALIZZAZIONE DI REPORT MEDIANTE MICROSOFT EXCEL 2007 Copyright 2010 CSIO Società di Informatica

Dettagli

Access. Microsoft Access. Aprire Access. Aprire Access. Aprire un database. Creare un nuovo database

Access. Microsoft Access. Aprire Access. Aprire Access. Aprire un database. Creare un nuovo database Microsoft Access Introduzione alle basi di dati Access E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un supporto transazionale limitato Meccanismi di sicurezza, protezione di dati e gestione

Dettagli

PROVA DI CONOSCENZA CORSO DI ALFABETIZZAZIONE INFORMATICA 28 marzo 2003 Testo A

PROVA DI CONOSCENZA CORSO DI ALFABETIZZAZIONE INFORMATICA 28 marzo 2003 Testo A PROVA DI CONOSCENZA CORSO DI ALFABETIZZAZIONE INFORMATICA 28 marzo 2003 Testo A 1) La memoria di un calcolatore si divide in: a) Superiore e inferiore. b) Di uscita e di ingresso c) Centrale e secondaria.

Dettagli

APPUNTI WORD PER WINDOWS

APPUNTI WORD PER WINDOWS COBASLID Accedemia Ligustica di Belle Arti Laboratorio d informatica a.a 2005/06 prof Spaccini Gianfranco APPUNTI WORD PER WINDOWS 1. COSA È 2. NOZIONI DI BASE 2.1 COME AVVIARE WORD 2.2 LA FINESTRA DI

Dettagli

Sommario SELEZIONARE UN OGGETTO UTILIZZANDO LA BARRA DEGLI OGGETTI 10 NAVIGARE ATTRAVERSO I RECORD IN UNA TABELLA, IN UNA QUERY, IN UNA MASCHERA 12

Sommario SELEZIONARE UN OGGETTO UTILIZZANDO LA BARRA DEGLI OGGETTI 10 NAVIGARE ATTRAVERSO I RECORD IN UNA TABELLA, IN UNA QUERY, IN UNA MASCHERA 12 $FFHVV;3 A Sommario cura di Ninni Terranova Marco Alessi DETERMINARE L INPUT APPROPRIATO PER IL DATABASE 3 DETERMINARE L OUTPUT APPROPRIATO PER IL DATABASE 3 CREARE LA STRUTTURA DI UNA TABELLA 3 STABILIRE

Dettagli

Versione aggiornata al 11.11.2014

Versione aggiornata al 11.11.2014 Word Processing Versione aggiornata al 11.11.2014 A cura di Massimiliano Del Gaizo Massimiliano Del Gaizo Pagina 1 SCHEDA (RIBBON) HOME 1. I L G R U P P O C A R AT T E R E Word ci offre la possibilità,

Dettagli

A destra è delimitata dalla barra di scorrimento verticale, mentre in basso troviamo una riga complessa.

A destra è delimitata dalla barra di scorrimento verticale, mentre in basso troviamo una riga complessa. La finestra di Excel è molto complessa e al primo posto avvio potrebbe disorientare l utente. Analizziamone i componenti dall alto verso il basso. La prima barra è la barra del titolo, dove troviamo indicato

Dettagli

Breve guida a WORD per Windows

Breve guida a WORD per Windows 1. COSA È Il Word della Microsoft è pacchetto applicativo commerciale che rientra nella categoria dei word processor (elaboratori di testi). Il Word consente il trattamento avanzato di testi e grafica,

Dettagli

Foglio di calcolo. Numero Valuta Testo Data e Ora Percentuale

Foglio di calcolo. Numero Valuta Testo Data e Ora Percentuale Foglio di calcolo Foglio di calcolo Foglio organizzato in forma matriciale: migliaia di righe e centinaia di colonne In corrispondenza di ciascuna intersezione tra riga e colonna vi è una CELLA Una cella

Dettagli

On-line Corsi d Informatica sul web

On-line Corsi d Informatica sul web On-line Corsi d Informatica sul web Corso base di FrontPage Università degli Studi della Repubblica di San Marino Capitolo1 CREARE UN NUOVO SITO INTERNET Aprire Microsoft FrontPage facendo clic su Start/Avvio

Dettagli

Ri.Um. Gestione Risorse Umane

Ri.Um. Gestione Risorse Umane RiUm Ri.Um. Gestione Risorse Umane SOMMARIO 1. INTRODUZIONE 4 1.1. COS E RI.UM.... 4 1.2. PREREQUISITI... 4 2. RI.UM. 5 2.1. AVVIO... 5 2.2. CONSULTAZIONE TABELLE... 6 2.3. GESTIONE TABELLE... 6 2.3.1

Dettagli

SartoCollect v1.0 - Installazione e istruzioni per l'esecuzione

SartoCollect v1.0 - Installazione e istruzioni per l'esecuzione SartoCollect v1.0 - Installazione e istruzioni per l'esecuzione Grazie per il vostro recente acquisto di SartoCollect. Il software SartoCollect vi consentirà di importare direttamente i dati del vostro

Dettagli

MICROSOFT WORD INTRODUZIONE

MICROSOFT WORD INTRODUZIONE 1 MICROSOFT WORD INTRODUZIONE Word è il programma più diffuso per elaborazione di testi, il cui scopo fondamentale è assistere l utente nelle operazioni di digitazione, revisione e formattazione di testi.

Dettagli

Suite di produttività office automation

Suite di produttività office automation Suite di produttività office automation Cosa è una SUITE Una suite è una collezione di applicativi software ciascuno dei quali svolge un ruolo specifico all interno di un medesimo ambito (es: sicurezza,

Dettagli

Prof.Claudio Maccherani [rielaborazione e ampliamento, nella prima parte, delle dispense di???]

Prof.Claudio Maccherani [rielaborazione e ampliamento, nella prima parte, delle dispense di???] 2000 Prof.Claudio Maccherani [rielaborazione e ampliamento, nella prima parte, delle dispense di???] Access, della Microsoft, è uno dei programmi di gestione dei database (DBMS, Data Base Management System)

Dettagli

Uso della tastiera per accedere a Windows

Uso della tastiera per accedere a Windows Usabilità e Accesso David Colven Uso della tastiera per accedere a Windows auxiliarisorse Aprile 2004 Traduzione e adattamento a cura di Auxilia Versione del testo originale: Ottobre 2002 Copyright: David

Dettagli

INDICE L ambiente di lavoro... 2 Interfaccia di Word... 2 Le visualizzazioni... 5 Digitazione e revisione del testo...6 Modalità di selezione del

INDICE L ambiente di lavoro... 2 Interfaccia di Word... 2 Le visualizzazioni... 5 Digitazione e revisione del testo...6 Modalità di selezione del INDICE L ambiente di lavoro... 2 Interfaccia di Word... 2 Le visualizzazioni... 5 Digitazione e revisione del testo...6 Modalità di selezione del testo... 6 Selezione attraverso il mouse... 6 Selezione

Dettagli

MICROSOFT ACCESS. Fabrizio Barani 1

MICROSOFT ACCESS. Fabrizio Barani 1 MICROSOFT ACCESS Premessa ACCESS è un programma di gestione di banche dati, consente la creazione e modifica dei contenitori di informazioni di un database (tabelle), l inserimento di dati anche mediante

Dettagli

FUNZIONALITÀ DI REPORTISTICA DEL PROGRAMMA Gestione Negozi Benetton

FUNZIONALITÀ DI REPORTISTICA DEL PROGRAMMA Gestione Negozi Benetton FUNZIONALITÀ DI REPORTISTICA DEL PROGRAMMA Gestione Negozi Benetton SOMMARIO CENNI GENERALI... 3 STAMPA ORDINI... 18 STAMPA PACKING LIST... 21 STAMPA SCONTRINI... 24 STAMPA ARTICOLI VENDUTI... 30 STAMPA

Dettagli

Gestione del database Gidas

Gestione del database Gidas Gestione del database Gidas Manuale utente Aggiornamento 20/06/2013 Cod. SWUM_00535_it Sommario 1. Introduzione... 3 2. Requisiti e creazione del Database Gidas... 3 2.1.1. SQL Server... 3 2.1.2. Requisiti

Dettagli

Esercitazione n. 9: Creazione di un database relazionale

Esercitazione n. 9: Creazione di un database relazionale + Strumenti digitali per la comunicazione A.A 2013/14 Esercitazione n. 9: Creazione di un database relazionale Scopo: Scopo di questa esercitazione è la creazione di una base dati relazionale per la gestione

Dettagli

Manuale d uso M-bus View

Manuale d uso M-bus View Manuale d uso M-bus View Indice Richieste minime...3 installazione...3 Definizioni...4 Lista Hot-Keys...4 sommario banca dati...5 simboli per l edificio...6 simboli per gli apparecchi...6 Stato di lettura

Dettagli

MODULO3-Microsoft word

MODULO3-Microsoft word MODULO3-Microsoft word I principali elementi della finestra di WORD sono: BARRA MULTIFUNZIONE : contiene tutti i comandi disponibili pulsante OFFICE : consente di aprire un menù, sulla sinistra del quale

Dettagli

3.3 Formattazione. Formattare un testo. Copyright 2008 Apogeo. Formattazione del carattere

3.3 Formattazione. Formattare un testo. Copyright 2008 Apogeo. Formattazione del carattere 3.3 Formattazione Formattare un testo Modificare la formattazione del carattere Cambiare il font di un testo selezionato Modificare la dimensione e il tipo di carattere Formattazione del carattere In Word,

Dettagli

NOTE OPERATIVE PER L AGGIORNAMENTO DA WINCODY 2.2 A WINCODY 2.3

NOTE OPERATIVE PER L AGGIORNAMENTO DA WINCODY 2.2 A WINCODY 2.3 NOTE OPERATIVE PER L AGGIORNAMENTO DA WINCODY 2.2 A WINCODY 2.3 Il passaggio dalla versione 2.2.xxx alla versione 2.3.3729 può essere effettuato solo su PC che utilizzano il Sistema Operativo Windows XP,

Dettagli

A cura di Enrico Eccel LA STAMPA UNIONE

A cura di Enrico Eccel LA STAMPA UNIONE La stampa unione permette di stampare unitamente due file di WinWord (o anche file creati con altri programmi come Excel o Access), solitamente un file che contiene dati ed un file di testo. Generalmente

Dettagli

Guida all installazione

Guida all installazione Guida all installazione Presentazione Vi ringraziamo per aver scelto Evoluzioni SL. Evoluzioni SL, è un software appositamente studiato per la gestione degli studi legali, in ambiente monoutente e multiutente,

Dettagli

Talento LAB 2.1 - GUIDA E ASSISTENTE LA GUIDA IN LINEA. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 2.1 - GUIDA E ASSISTENTE LA GUIDA IN LINEA. In questa lezione imparerete a: Lab 2.1 Guida e assistente LAB 2.1 - GUIDA E ASSISTENTE In questa lezione imparerete a: Descrivere la Guida in linea e l'assistente Office, Descrivere gli strumenti della Guida in linea di Windows XP,Utilizzare

Dettagli

Mail And Fax Manuale Utente. Indice

Mail And Fax Manuale Utente. Indice Mail And Fax Manuale Utente Indice Manuale Utente 1 Indice 1 1 Introduzione 2 2 Requisiti di sistema 2 3 Predisposizione di Outlook 2 3.1 Controllo della versione di Outlook...3 3.2 Controllo della configurazione

Dettagli

SOFTWARE CONSULTATORE IMMAGINI. Prima di inserire il cd rom del consultatore dovete verificare quanto segue:

SOFTWARE CONSULTATORE IMMAGINI. Prima di inserire il cd rom del consultatore dovete verificare quanto segue: MANUALE D INSTALLAZIONE MANUALE D USO Prima di inserire il cd rom del consultatore dovete verificare quanto segue: - verificare ed eventualmente disinstallare tutte le versioni dei consultatori; - Verificare

Dettagli

Introduzione al QMF per Windows

Introduzione al QMF per Windows Query Management Facility Introduzione al QMF per Windows Versione 7 SC13-2907-00 Query Management Facility Introduzione al QMF per Windows Versione 7 SC13-2907-00 Nota Prima di utilizzare questo prodotto

Dettagli

Educazione didattica per la E-Navigation

Educazione didattica per la E-Navigation Educazione didattica per la E-Navigation Guida utente per l utilizzo della piattaforma WIKI Rev. 3.0 23 febbraio 2012 Guida EDEN rev. 3.0 P. 1 di 24 23/02/2012 Indice Come registrarsi... 3 Utilizzo della

Dettagli

Definire gli attributi dei blocchi

Definire gli attributi dei blocchi CAPITOLO 1 Definire gli attributi dei blocchi Obiettivi Capire che cosa sono gli attributi e come definire gli attributi con un blocco Modificare i nomi delle etichette degli attributi Inserire blocchi

Dettagli

Manuale a supporto dell utilizzo di Business Objects

Manuale a supporto dell utilizzo di Business Objects Business Objects Manuale a supporto dell utilizzo di Business Objects Il presente documento costituisce il manuale a supporto dell utilizzo di Business Objects per l interrogazione e l analisi dei dati

Dettagli

Corso di Archivistica

Corso di Archivistica Corso di Archivistica e gestione documentale Prima Parte - Area Informatica Le tabelle Lezione 6 Creare un data base Introduzione La presente è la prima di una serie di lezioni finalizzate alla creazione

Dettagli

Il DATABASE Access. Concetti Fondamentali

Il DATABASE Access. Concetti Fondamentali Il DATABASE Access Concetti Fondamentali Con la nascita delle comunità di uomini, si è manifestata la necessità di conservare in maniera ordinata informazioni per poi poterne usufruire in futuro. Basta

Dettagli

LUdeS Informatica 2 EXCEL. Prima parte AA 2013/2014

LUdeS Informatica 2 EXCEL. Prima parte AA 2013/2014 LUdeS Informatica 2 EXCEL Prima parte AA 2013/2014 COS E EXCEL? Microsoft Excel è uno dei fogli elettronici più potenti e completi operanti nell'ambiente Windows. Un foglio elettronico è un programma che

Dettagli

Sistemi di Elaborazione delle Informazioni (C.I. 15) Access

Sistemi di Elaborazione delle Informazioni (C.I. 15) Access Università degli Studi di Palermo Dipartimento di Ingegneria Informatica Sistemi di Elaborazione delle Informazioni (C.I. 15) Anno Accademico 2009/2010 Docente: ing. Salvatore Sorce Access C.d.L. in Igiene

Dettagli

Prova di informatica & Laboratorio di Informatica di Base

Prova di informatica & Laboratorio di Informatica di Base Prova di informatica & Laboratorio di Informatica di Base Prof. Orlando De Pietro Programma L' hardware Computer multiutente e personal computer Architettura convenzionale di un calcolatore L unità centrale

Dettagli

Istruzioni per una corretta installazione

Istruzioni per una corretta installazione INDICE > Premessa 2 Istruzioni per una corretta installazione 3 Configurazione Hardware e Software excellent Computi 3 > Nuova Installazione 4 Installazione di excellent Computi 5 > Aggiornamento di excellent

Dettagli

Creare e formattare i documenti

Creare e formattare i documenti Università di L Aquila Facoltà di Biotecnologie Esame di INFORMATICA Elaborazione di testi Creare e formattare i documenti 1 IL WORD PROCESSOR I programmi per l elaborazione di testi ( detti anche di videoscrittura

Dettagli

HORIZON SQL MODULO AGENDA

HORIZON SQL MODULO AGENDA 1-1/11 HORIZON SQL MODULO AGENDA 1 INTRODUZIONE... 1-2 Considerazioni Generali... 1-2 Inserimento Appuntamento... 1-2 Inserimento Manuale... 1-2 Inserimento Manuale con Seleziona... 1-3 Inserimento con

Dettagli

Guida all uso del foglio elettronico Excel Lezioni ed esercizi

Guida all uso del foglio elettronico Excel Lezioni ed esercizi Lezioni di EXCEL Guida all uso del foglio elettronico Excel Lezioni ed esercizi 1 Il foglio elettronico Excel Excel è un foglio elettronico che consente di effettuare svariate operazioni nel campo matematico,

Dettagli

Il foglio elettronico 5/06/2013

Il foglio elettronico 5/06/2013 Il foglio elettronico 5/06/2013 Che cos'è un foglio elettronico Quando dobbiamo eseguire dei calcoli, rappresentare tabelle, fare disegni, siamo portati naturalmente a servirci di fogli a quadretti perché

Dettagli

Microsoft Excel è un programma che permette di lavorare con i fogli di calcolo, chiamati anche fogli elettronici.

Microsoft Excel è un programma che permette di lavorare con i fogli di calcolo, chiamati anche fogli elettronici. Indice generale Introduzione...1 Celle...3 Aggiungere componenti non presenti...7 Protezione...8 Stampa...9 Formule...10 Riferimenti...11 I nomi...11 Funzioni...13 DataBase...16 Grafici...19 PIVOT...20

Dettagli

Creazione ed uso di un data base in ACCESS Lezioni ed esercizi

Creazione ed uso di un data base in ACCESS Lezioni ed esercizi Creazione ed uso di un data base in ACCESS Lezioni ed esercizi 1 ACCESS Gli archivi Gli archivi sono un insieme organizzato di informazioni. Aziende Clienti e fornitori Personale Magazzino Enti pubblici

Dettagli

Supporto On Line Allegato FAQ

Supporto On Line Allegato FAQ Supporto On Line Allegato FAQ FAQ n.ro MAN-8JZGL450591 Data ultima modifica 22/07/2011 Prodotto Tuttotel Modulo Tuttotel Oggetto: Installazione e altre note tecniche L'utilizzo della procedura è subordinato

Dettagli

Uso di un browser (con riferimento a Microsoft Internet Explorer 6.0)

Uso di un browser (con riferimento a Microsoft Internet Explorer 6.0) Uso di un browser (con riferimento a Microsoft Internet Explorer 6.0) Nota Bene: Si raccomanda di leggere queste dispense di fronte al computer, provando passo dopo passo le funzionalità descritte. Per

Dettagli

Quablo MANUALE UTENTE Versione 2.0

Quablo MANUALE UTENTE Versione 2.0 Quablo MANUALE UTENTE Versione 2.0 Java, Oracle, Microsoft, Microsoft Excel, Microsoft Excel, Windows, Windows 7, Windows 8, Windows Vista e Windows XP sono marchi di fabbrica o marchi registrati negli

Dettagli

UltraSMS. Introduzione. 1. Primo Avvio 1.1 Installazione 1.2 Impostazioni

UltraSMS. Introduzione. 1. Primo Avvio 1.1 Installazione 1.2 Impostazioni UltraSMS Introduzione 1. Primo Avvio 1.1 Installazione 1.2 Impostazioni 2. Gestire Contatti 2.1 Inserire/modificare/cancellare un contatto 2.2 Importare i contatti da Outlook 2.3 Creare una lista di numeri

Dettagli

SLDLP GALAXY GOLD - PROGRAMMA DI TELE-ASSISTENZA

SLDLP GALAXY GOLD - PROGRAMMA DI TELE-ASSISTENZA PREVENZIONE FURTO INCENDIO GAS BPT Spa Centro direzionale e Sede legale Via Cornia, 1/b 33079 Sesto al Reghena (PN) Italia http://www.bpt.it mailto:info@bpt.it SLDLP GALAXY GOLD - PROGRAMMA DI TELE-ASSISTENZA

Dettagli

UltraSMS. Introduzione. 1. Primo Avvio 1.1 Installazione 1.2 Impostazioni

UltraSMS. Introduzione. 1. Primo Avvio 1.1 Installazione 1.2 Impostazioni UltraSMS Introduzione 1. Primo Avvio 1.1 Installazione 1.2 Impostazioni 2. Gestire Contatti 2.1 Inserire/modificare/cancellare un contatto 2.2 Importare i contatti da Outlook 2.3 Creare una lista di numeri

Dettagli

Stampa Unione per lettere tipo

Stampa Unione per lettere tipo per lettere tipo Con Stampa Unione è possibile creare lettere tipo, etichette per indirizzi, buste, elenchi indirizzi e liste per la distribuzione via posta elettronica e fax in grandi quantitativi. Lo

Dettagli

Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto. Approfondimento SOFTWARE PER L ARCHIVIAZIONE

Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto. Approfondimento SOFTWARE PER L ARCHIVIAZIONE APPROFONDIMENTO ICT Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto Approfondimento SOFTWARE PER L ARCHIVIAZIONE ORGANISMO BILATERALE PER LA FORMAZIONE IN CAMPANIA INDICE SOFTWARE PER

Dettagli

IRSplit. Istruzioni d uso 07/10-01 PC

IRSplit. Istruzioni d uso 07/10-01 PC 3456 IRSplit Istruzioni d uso 07/10-01 PC 2 IRSplit Istruzioni d uso Indice 1. Requisiti Hardware e Software 4 1.1 Requisiti Hardware 4 1.2 Requisiti Software 4 2. Installazione 4 3. Concetti fondamentali

Dettagli

Procedura di validazione del tracciato dati per l applicazione Albi Giudici Popolari. Istruzioni per l installazione ed indicazioni per l uso.

Procedura di validazione del tracciato dati per l applicazione Albi Giudici Popolari. Istruzioni per l installazione ed indicazioni per l uso. Dipartimento dell organizzazione giudiziaria, del personale e dei servizi Direzione generale per i sistemi informativi automatizzati Coordinamento interdistrettuale per i sistemi informativi automatizzati

Dettagli

STRUMENTI DI PRESENTAZIONE POWERPOINT 2003

STRUMENTI DI PRESENTAZIONE POWERPOINT 2003 STRUMENTI DI PRESENTAZIONE POWERPOINT 2003 INDICE 1 Strumenti di Presentazione... 4 2 Concetti generali di PowerPoint... 5 2.1 APRIRE POWERPOINT... 5 2.2 SELEZIONE DEL LAYOUT... 6 2.3 SALVARE LA PRESENTAZIONE...

Dettagli

MICROSOFT WORD. Funzioni ed ambiente di lavoro

MICROSOFT WORD. Funzioni ed ambiente di lavoro INFORMATICA MICROSOFT WORD Prof. D Agostino Funzioni ed ambiente di lavoro...1 Interfaccia di Word...1 Stesso discorso per i menu a disposizione sulla barra dei menu: posizionando il puntatore del mouse

Dettagli

Che cos'è un modulo? pulsanti di opzione caselle di controllo caselle di riepilogo

Che cos'è un modulo? pulsanti di opzione caselle di controllo caselle di riepilogo Creazione di moduli Creazione di moduli Che cos'è un modulo? Un elenco di domande accompagnato da aree in cui è possibile scrivere le risposte, selezionare opzioni. Il modulo di un sito Web viene utilizzato

Dettagli

Microsoft Access 2000

Microsoft Access 2000 Microsoft Access 2000 Corso introduttivo per l ECDL 2004 Pieralberto Boasso Indice Lezione 1: le basi Lezione 2: le tabelle Lezione 3: creazione di tabelle Lezione 4: le query Lezione 5: le maschere Lezione

Dettagli

Modulo AM5. Database. Livello Avanzato. Software di Riferimento: Microsoft Access 2000/XP OpenOffice.org / StarOffice

Modulo AM5. Database. Livello Avanzato. Software di Riferimento: Microsoft Access 2000/XP OpenOffice.org / StarOffice Silvana Lombardi Marina Cabrini Paolo Fezzi Modulo AM5 Database Guida Critica del Syllabus 1.0 per Esaminatori Livello Avanzato Edizione Giugno 2006 Software di Riferimento: Microsoft Access 2000/XP OpenOffice.org

Dettagli

MANUALE PERSONALIZZAZIONE STAMPE PROGRAMMI ARGO DEL 12/05/2008

MANUALE PERSONALIZZAZIONE STAMPE PROGRAMMI ARGO DEL 12/05/2008 MANUALE PERSONALIZZAZIONE STAMPE PROGRAMMI ARGO DEL 12/05/2008 Tutti i nominativi riportati in questo documento sono inventati e non riconducibili a nessuna persona realmente esistente (in ottemperanza

Dettagli

Modulo 2 - ECDL. Uso del computer e gestione dei file. Fortino Luigi

Modulo 2 - ECDL. Uso del computer e gestione dei file. Fortino Luigi 1 Modulo 2 - ECDL Uso del computer e gestione dei file 2 Chiudere la sessione di lavoro 1.Fare Clic sul pulsante START 2.Cliccare sul comando SPEGNI COMPUTER 3.Selezionare una delle opzioni STANDBY: Serve

Dettagli

Monitor Orientamento. Manuale Utente

Monitor Orientamento. Manuale Utente Monitor Orientamento Manuale Utente 1 Indice 1 Accesso al portale... 3 2 Trattamento dei dati personali... 4 3 Home Page... 5 4 Monitor... 5 4.1 Raggruppamento e ordinamento dati... 6 4.2 Esportazione...

Dettagli

Compilazione rapporto di Audit in remoto

Compilazione rapporto di Audit in remoto Compilazione rapporto di Audit in remoto Installazione e manuale utente CSI S.p.A. V.le Lombardia 20-20021 Bollate (MI) Tel. 02.383301 Fax 02.3503940 E-mail: info@csi-spa.com Rev. 1.1 23/07/09 Indice Indice...

Dettagli

Excel Foglio elettronico: esempio

Excel Foglio elettronico: esempio Excel Sist.Elaborazione Inf. excel 1 Foglio elettronico: esempio Sist.Elaborazione Inf. excel 2 Foglio elettronico o spreadsheet griglia o tabella di celle o caselle in cui è possibile inserire: diversi

Dettagli

Aggiornamento programma da INTERNET

Aggiornamento programma da INTERNET Aggiornamento programma da INTERNET In questo documento sono riportate, nell ordine, tutte le operazioni da seguire per il corretto aggiornamento del ns. programma Metodo. Nel caso si debba aggiornare

Dettagli

DISPENSA PER MICROSOFT WORD 2010

DISPENSA PER MICROSOFT WORD 2010 DISPENSA PER MICROSOFT WORD 2010 Esistono molte versioni di Microsoft Word, dalle più vecchie ( Word 97, Word 2000, Word 2003 e infine Word 2010 ). Creazione di documenti Avvio di Word 1. Fare clic sul

Dettagli

Lezione 5 Introduzione a Microsoft Excel Parte Seconda

Lezione 5 Introduzione a Microsoft Excel Parte Seconda Lezione 5 Introduzione a Microsoft Excel Parte Seconda Utilizzo delle funzioni... 1 Utilizzo di intervalli nelle formule... 2 Riferimenti di cella e di intervallo... 5 Indirizzi assoluti, relativi e misti...

Dettagli

GUIDA ALL USO DEL VISUALIZZATORE CARTOGRAFICO

GUIDA ALL USO DEL VISUALIZZATORE CARTOGRAFICO Ministero dell Ambiente e della tutela del territorio e del mare GUIDA ALL USO DEL VISUALIZZATORE CARTOGRAFICO Stato del documento Redatto Approvato Funzione Team di progetto Geoportale nazionale Responsabile

Dettagli

4.6 LISTINI PLUS: Importazione listini fornitori [5.20.0/10]

4.6 LISTINI PLUS: Importazione listini fornitori [5.20.0/10] - 88 - Manuale di Aggiornamento 4.6 LISTINI PLUS: Importazione listini fornitori [5.20.0/10] È ora possibile importare i listini fornitori elencati in un file Excel. Si accede alla funzione dal menù Magazzino

Dettagli

MANUALE OPERATIVO EXCEL 2003

MANUALE OPERATIVO EXCEL 2003 1. Novità di Excel 2003 MANUALE OPERATIVO EXCEL 2003 CAPITOLO 1 Microsoft Office Excel 2003 ha introdotto alcune novità ed ha apportato miglioramenti ad alcune funzioni già esistenti nelle precedenti versioni

Dettagli

Software per la diagnostica dei file batch

Software per la diagnostica dei file batch Software per la diagnostica dei file batch Premessa Il software per la diagnostica dei file batch è riservato alle società di ingegneria che effettuano comunicazione mediante file batch. L applicativo

Dettagli

Corso di preparazione ECDL - prof. G. Pirrone

Corso di preparazione ECDL - prof. G. Pirrone Modulo 5. Basi di dati. Syllabus 4 Richiede che il candidato dimostri di possedere la conoscenza relativa ad alcuni concetti fondamentali sui database e la competenza nell'uso di un database su un computer.

Dettagli

MS Word per la TESI. Barra degli strumenti. Rientri. Formattare un paragrafo. Cos è? Barra degli strumenti

MS Word per la TESI. Barra degli strumenti. Rientri. Formattare un paragrafo. Cos è? Barra degli strumenti MS Word per la TESI Barra degli strumenti Cos è? Barra degli strumenti Formattazione di un paragrafo Formattazione dei caratteri Gli stili Tabelle, figure, formule Intestazione e piè di pagina Indice e

Dettagli

Istruzioni operative

Istruzioni operative Manuale d'uso dello strumento di compilazione Bilanci con foglio di calcolo Istruzioni operative Manuale d uso - versione 4 - febbraio 2014 pag. 1 di 25 Indice Indice... 2 Introduzione... 3 Redazione del

Dettagli

Sistemi operativi I: Windows. Lezione I

Sistemi operativi I: Windows. Lezione I Sistemi operativi I: Windows Lezione I Scopo della lezione Richiamare le principali funzionalità di un sistema operativo Esemplificarle descrivendo la loro implementazione in Windows Introdurre alcuni

Dettagli

CORSO PRATICO WinWord

CORSO PRATICO WinWord CORSO PRATICO WinWord AUTORE: Renato Avato 1. Strumenti Principali di Word Il piano di lavoro di Word comprende: La Barra del Titolo, dove sono posizionate le icone di ridimensionamento: riduci finestra

Dettagli

Nuovo documento Anteprima di stampa Collegamento Zoom. Apri Controllo ortografico Annulla Sorgente dati. Salva Controllo automatico Ripristina Gallery

Nuovo documento Anteprima di stampa Collegamento Zoom. Apri Controllo ortografico Annulla Sorgente dati. Salva Controllo automatico Ripristina Gallery Writer è il programma per l'elaborazione di testi della suite OpenOffice.org che ti consente di creare documenti, lettere, newsletter, brochures, grafici, etc. Gli elementi dello schermo: Di seguito le

Dettagli

PARAMETRI 2012 P.I. 2011. Guida all installazione

PARAMETRI 2012 P.I. 2011. Guida all installazione PARAMETRI 2012 P.I. 2011 Guida all installazione 1 INTRODUZIONE Il prodotto PARAMETRI 2012 consente di stimare i ricavi o compensi realizzabili da parte dei contribuenti esercenti attività d impresa o

Dettagli

Progetto PON C1-FSE-2013-37: APPRENDERE DIGITANDO SECONDARIA VERIFICA INTERMEDIA CORSISTA NOME E COGNOME:

Progetto PON C1-FSE-2013-37: APPRENDERE DIGITANDO SECONDARIA VERIFICA INTERMEDIA CORSISTA NOME E COGNOME: Progetto PON C-FSE-0-7: APPRENDERE DIGITANDO SECONDARIA VERIFICA INTERMEDIA CORSISTA NOME E COGNOME:. Quando si ha un documento aperto in Word 007, quali tra queste procedure permettono di chiudere il

Dettagli

Basi di dati Microsoft Access

Basi di dati Microsoft Access Basi di dati Microsoft Access Importare dati esterni Prof. Francesco Accarino IIS Altiero Spinelli via Leopardi 132 Sesto San Giovanni Breve Introduzione a Microsoft Access 2007 Microsoft Access 2007 è

Dettagli

FINALITÁ. Il modulo 4, richiede che il candidato comprenda il concetto di. foglio elettronico e dimostri di sapere usare il programma

FINALITÁ. Il modulo 4, richiede che il candidato comprenda il concetto di. foglio elettronico e dimostri di sapere usare il programma PATENTE EUROPEA DEL COMPUTER 4.0 MODULO 4 Excel A cura di Mimmo Corrado MODULO 4 - FOGLIO ELETTRONICO 2 FINALITÁ Il modulo 4, richiede che il candidato comprenda il concetto di foglio elettronico e dimostri

Dettagli

PROGRAMMA TOMBOLA E STAMPA CARTELLE @ 2000-2007 Melfi Fulvio Tutti i diritti Riservati MANUALE ISTRUZIONI. Pag.1. Manuale Istruzioni Rev.

PROGRAMMA TOMBOLA E STAMPA CARTELLE @ 2000-2007 Melfi Fulvio Tutti i diritti Riservati MANUALE ISTRUZIONI. Pag.1. Manuale Istruzioni Rev. MANUALE ISTRUZIONI Pag.1 Indice PROGRAMMA TOMBOLA E STAMPA CARTELLE Introduzione 1 Caratteristiche tecniche 1.1 La Tombola 2 Installazione 2.1 Opzioni 2.2 Avvio programma 2.3 Schermata Principale 2.4 Opzioni

Dettagli

ESEMPIO DI QUERY SUL FILE Formario_minuscolo

ESEMPIO DI QUERY SUL FILE Formario_minuscolo ESEMPIO DI QUERY SUL FILE Formario_minuscolo Tutte le interrogazioni possono essere condotte su qualsiasi campo della base di dati (ad esempio, Forma, Frequenza, Lunghezza, ecc...). Poniamo ad esempio

Dettagli