AdRem NetCrunch 5 XE. Monitoraggio delle reti ospedaliere. <

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "AdRem NetCrunch 5 XE. Monitoraggio delle reti ospedaliere. <

Transcript

1 AdRem NetCrunch 5 XE Monitoraggio delle reti ospedaliere <<Il personale medico assiste i pazienti ogni giorno...chi li aiuta nel loro lavoro?>> Autore: dott. Ing. Antonio Di Maio AdRem Sales Engineer

2 2008 AdRem Software, Inc. This document is written by AdRem Software and represents the views and opinions of AdRem Software regarding its content, as of the date the document was issued. The information contained in this document is subject to change without notice. ADREM SOFTWARE MAKES NO WARRANTS, EITHER EXPRESS OR IMPLIED, IN THIS DOCUMENT. AdRem Software encourages the reader to evaluate all products personally. AdRem Software and AdRem NetCrunch are trademarks or registered trademarks of AdRem Software in the United States and other countries. All other product and brand names are trademarks or registered trademarks of their respective owners. Web site:

3 Introduzione In una moderna struttura ospedaliera viaggiano ogni giorni in rete centinaia di migliaia di messaggi che trasportano informazioni mediche via HL7/DICOM; l importanza dei dati clinici è tale da richiedere alle applicazioni sviluppate per HIS, RIS, LIS un livello di affidabilità superiore alla norma e la capacità di garantire la corretta consegna dei messaggi inviati. Siete in grado di determinare con assoluta certezza lo stato di ogni interfaccia clinica del vostro ambiente? Sfortunatamente la risposta più frequente a questo tipo di domanda è <<.. fino adesso non ho ricevuto nessuna richiesta quindi tutto funziona correttamente.>> Per ottenere questo livello di confidenza è importante disporre di una console di monitoraggio unica, con visione globale su tutta l'infrastruttura della rete ospedaliera, così da raccogliere quei dati utili necessari a garantire un livello ottimale di funzionamento e per poter allo stesso tempo configurare un sistema di allarmi che avvisi tempestivamente il personale quando un intefaccia di rete tra due applicazioni cliniche è disattiva. Il personale medico deve poter contare su un sistema informativo ospedaliero affidabile che permetta loro di accedere alle informazioni condivise tra i reparti 24 ore su 24 e che sia in grado di mantenere sempre attiva la comunicazione tra le reti e i sistemi. L infrastruttura di rete dati è il mezzo attraverso il quale anche in ambito ospedaliero tutte le informazioni (richiesta di un esame, registrazione di un nuovo paziente, immagini DICOM, prenotazioni degli esami radiologici etc..) vengono instradate affinchè siano disponibili e condivise tra tutti i reparti di una moderna struttura ospedaliera. Per un reparto di Radiologia il processo di refertazione parte dalla prenotazione, o comunque dal primo approccio alla struttura da parte del paziente, per arrivare alla chiusura amministrativa delle attività effettuate e, a seconda del contesto ospedaliero, prevede diverse fasi: prenotazione, accettazione, agenda di sala, esecuzione o esplatamento, consumo e magazzino, refertazione e trascrizione, firma e stampa, consegna, ricerche e statistiche e rendicontazione; i protocolli HL7 e DICOM giocano un ruolo chiave nell integrazione di tutti gli anelli della catena. Il workflow di riferimento Segue uno schema di riferimento di cui vengono riportate le definizioni degli attori e delle componenti più importanti (fonte wikpedia):

4 Sistema Informativo Ospedaliero CUP: è uno strumento informatico utilizzato in ambito sanitario per gestire le richieste dei pazienti ed identificare in maniera veloce ed efficiente il primo posto disponibile (o uno alternativo in base alle esigenze dei pazienti stessi) per le prestazioni da erogare. A seconda del livello di integrazione con i sistemi informatici ospedalieri il CUP è in grado di trasferire le proprie informazioni a: Laboratory Information System Sistema informatico radiologico o RIS Hospital Information System o HIS LIS: è un sistema informatico utilizzato in ambito sanitario per gestire le richieste dei pazienti nonché processare e memorizzare le informazioni generate dai macchinari dei laboratori di analsi. RIS: sistema informatico radiologico, è utilizzato nelle Radiologie per gestire il flusso dei dati legati ai pazienti. Le funzionalità del RIS permettono di gestire il cosiddetto "processo di refertazione", cioè quella serie di azioni od eventi che portano dall'approccio del paziente con la struttura all'espletamento del referto, oggetto dell'indagine radiologica.

5 Diagnostiche del reparto di radiologia PAC: è l'acronimo di Picture Archiving and Communication System (Sistema di archiviazione e trasmissione di immagini). Consiste in un sistema computerizzato per l'archiviazione digitale delle immagini radiologiche e la loro trasmissione e visualizzazione su workstation dedicate, collegate mediante rete informatica. Al paziente, invece delle lastre, viene consegnato un CD-ROM contenente gli esami radiologici effettuati. Il PACS si integra con il sistema informatico radiologico o RIS (Radiology Information System) per l'immissione dei dati del paziente nel sistema informatico. Le immagini quando vengono elaborate sono memorizzate in un archivio on-line molto veloce (RAID, Redundant Array of indipendent disk). Poi la memorizzazione dei dati in un archivio intermedio è richiesta per legge per un periodo di 1 o 2 anni (juke-box e type-library). infine i dati vengono memorizzati in archivi più economici di lungo termine, solitamente su supporti CD-ROM o DVD, i quali vengono conservati per il successivo riutilizzo qualora se ne renda necessaria la visualizzazione. È necessario che il RIS si interfacci con il sistema informativo ospedaliero HIS (Hospital Information System) così da avere un unico codice identificativo ID che accompagni per sempre il medesimo paziente in qualunque iter diagnostico successivo alla originaria registrazione su HIS. Tomografia: in radiologia la tomografia computerizzata, indicata con l'acronimo TC o CT (dall'inglese computed tomography), è una metodica diagnostica per immagini, che sfrutta radiazioni ionizzanti (raggi X) e consente di riprodurre sezioni (tomografia) corporee del paziente ed elaborazioni tridimensionali.

6 L'immagine del corpo da studiare viene creata misurando l'attenuazione di un fascio di raggi X che attraversa tale corpo; l'emettitore del fascio di raggi X ruota attorno al paziente ed il rivelatore, al lato opposto, raccoglie l'immagine di una sezione del paziente; in un tomografo il lettino del paziente scorre in modo molto preciso e determinabile all'interno di un tunnel di scansione, presentando a ogni giro una sezione diversa del corpo. Le immagini prodotte vengono inviati ai sistemi PACs per la loro memorizzazione. Stazioni di Refertazione: i radiologi, esaminando le immagini e consultando i precedenti del paziente, effettuano la refertazione. La trascrizione del referto può essere effettuata manualmente o con strumenti di riconoscimento vocale dal Radiologo stesso oppure può essere dettata su dittafoni analogici o digitali (in questo caso il file audio può essere salvato dal RIS) e demandata alle dattilografe o a sistemi di riconoscimento vocale in differita. Tipicamente i referti vengono indicizzati per permettere la ricerca con keywords e vi vengono associate codifiche anatomopatologiche come l'acr o l'icd9cm. UPS: un dispositivo da collegare fra la rete elettrica e l'alimentazione del sistema informatico. L'UPS accumula energia in batterie ad esso collegati anche in caso di interruzione dell'energia elettrica sulla rete. HL7: Health Level Seven (HL7) è lo standard per la comunicazione di messaggi più diffuso al mondo nel settore dell'ict in sanità. DICOM: Lo standard DICOM (Digital Imaging and COmmunications in Medicine) definisce i criteri per la comunicazione, la visualizzazione, l'archiviazione delle immagine mediche prodotte dalle diagnostiche. Dischi RAID: Un Redundant Array of Independent Disks ("insieme ridondante di dischi indipendenti", RAID) è un sistema informatico che usa un insieme di dischi rigidi per condividere o replicare le informazioni. I benefici del RAID sono di aumentare l'integrità dei dati, la tolleranza ai guasti e/o le prestazioni, rispetto all'uso di un disco singolo. ACK: ogni messaggio HL7 deve essere riscontrato e verificato sia dalle applicazioni server che dalle interfacce; tipicamente questo viene ottenuto con dei messaggi di tipo ACK la cui struttura è MSH MSA [ERR], dove il segmento ERR è opzionale e contiene in caso di errori ulteriori informazioni. Il campo MSA-2 Acknowledgment code (ID) definisce un codice di identificazione che può assumere uno dei seguenti valori: AA AE Il messaggio è stato processato con successo dal server; viene generato un messaggio di risposta con il valore "AA" nel campo MSA-1. Errore nel processare il messaggio; viene creato un messaggio che informa l applicazione client del tipo di errore di sistema includendo il valore "AE" nel campo MSA-1. Il segmento ERR contiene altre informazioni.

7 AR CA CE CR Errore nel processare il messaggio per ragioni non correlate al contenuto o al formato del messaggio ma per indisponibilità del database, errori interni al sistema, ecc.; l'applicazione ricevente richiede alla applicazione mittente di rinviare il messaggio in tempi successivi con il valore "AR" nel campo MSA-1. Original mode: Application Reject Enhanced mode: Application acknowledgment: Reject Enhanced mode: Accept acknowledgment: Commit Accept Enhanced mode: Accept acknowledgment: Commit Reject ADT: messaggi di tipo HL7 per la gestione dei dati del paziente. LLP: LLP noto anche come MLLP (Minimal Lower Protocol) è lo standard assoluto per la trasmissione dei segmenti HL7 via TCP/IP. Approfondimenti sul protocollo LLP LLP noto anche come MLLP (Minimal Lower Protocol) è lo standard assoluto per la trasmissione dei segmenti HL7 via TCP/IP ( altre modalità di comunicazione fanno uso di protocolli più noti come FTP, SOAP e SMTP); è noto che TCP/IP invia pacchetti in rete sotto forma di flusso di byte ( streaming) ed i protocolli di wrapping come LLP rappresentano una valida soluzione per permettere alle applicazioni in rete di riconoscere l'inizio e la fine di ogni messaggio trasmesso. Alcune applicazioni mediche potrebbero non aderire al protocollo ed è importante in questi casi che le interfacce cliniche siano flessibili e fornite di strumenti integrati in grado di tarare le stesse interfacce per l operazione di wrapping. Ogni singolo messaggio HL7 deve essere racchiuso fra un header ed un footer, caratteri non visibili e che non fanno parte del messaggio. La tabella seguente mostra una tipica struttura di un messaggio HL7 trasmesso via LLP: Header Messaggio HL7 Footer Barra verticale (0x0B) MSH ^~\& ADT^A04 ADT P 2.1 PID LEVERKUHN^ADRIAN^C^^^ M Carattere di separazione (0x1C) Ritorno a capo Ritorno a capo (0x0D) Occorre assicurare inoltre che ogni intervallo termini con un ritorno a capo 0x0D; questo è di solito compito delle stesso standard, ma spesso i dati possono essere anche trasmessi via o FTP dove i separatori di intervallo vengono convertiti trasformati in caratteri di 0x0A, ecc. Messaggio ADT^A04 Ammissione paziente Introduzione al messaggio ADT Soffermiamoci un attimo al tipo di messsaggo ADT (Admission Discharge Transfer) contenente i dati anagrafici del paziente e altri dati simili e descriviamo brevemente il significato dei singoli segmenti:

8 1. Header MSH: Intestazione del messaggio; contiene il tipo di evento e le applicazioni, strutture ospedaliere e/o reparti coinvolti nella comunicazione. 2. EVN - Descrizione dell evento 3. PID - Identificazione del paziente 4. PV1 - Informazioni sulla visita Il messaggio che useremo anche per i test di questo tutorial è il seguente: MSH ^~\& NetCrunch_ADT XYZ_ADMITTING Listener_IS XYZ_HOSPITAL ADT^A P EVN EVN PID ^^^ADT1 ROSSI^MARIO M AI 7616 STANFORD AVE^^ST. LOUIS^MO^ PV1 E 5101^NELL^FREDERICK^P^^DR V1002^^^ADT che in formato ASCI e con le instestazioni ed i caratteri di coda per la compatibilità con LLP diventa: 0b4d53487c5e7e5c267c4e e63685f c58595a5f41444d e477c4c e65725f49537c58595a5f484f c7c7c7c e c c507c322e332e31 7c7c7c7c7c7c7c7c20da45564e7c7c c7c7c7c e7c7c c7c7c7c da c7c7c e5e5e c7c524f e4d f7c7c c4d7c7c41497c e464f e5e53542e204c4f e4d4f5e c7c7c7c7c7c7c c7c7c7c7c7c7c7c7c7c7c7c c7c7c7c7c7c7c7c7c7c7c7cda c7c457 c7c7c7c7c7c e4e454c4c5e b5e505e5e44527c7c7c7c7c7c7c7c7c7c7c e5e5e c7c7c7c7c7c7c7c7c7c7c7c7c7c7c7c7c7c7c7c7c7c7c7c7c c7c7c7c7c7c7c7c1c0d Sono riconoscibili le applicazioni sender (NetCrunch_ADT) e receiver (Listener_IS) nei campi del messaggio. Quando il client invierà una richiesta di registrazione al server CUP quest'ultimo riconoscerà il messaggio analizzerà i campi e ritornerà un ACK che nel caso di un riscontro positivo sarà del tipo: MSH ^~\& Listner_IS XYZ_HOSPITAL NetCrunch_ADT XYZ_ADMITTING ACK A P 2..1 MSA AA Obiettivi della guida Centinaia di migliaia di messaggi di tipo HL7 e DICOM viaggiano ogni giorno in una moderna rete ospedaliera; l importanza dei dati clinici è tale da richiedere alle applicazioni sviluppate per HIS, RIS, LIS un livello di affidabilità superiore alla norma e la capacità di garantire la corretta consegna dei messaggi inviati; da qui l importanza di disporre di una console di monitoraggio unica, con visione globale su tutta l'infrastruttura della rete ospedaliera, così da permettere allo staff tecnico

9 dell ospedale di raccogliere dati utili come: carenze di risorse (dischi RAID, processori, memoria e reti), mancata disponibilità delle applicazioni e dei protocolli medici installati sui server, carichi di lavoro, traffico di rete etc.. In questo tutorial ci occuperemo: 1. del monitoraggio dell affidabilità del CUP in particolare: verifica della presenza del segmento MSH nel messaggio ACK della verifica dei riscontri AA, AE, AR dei segmenti MSA ricevuti controllo di presenza del segmento MSA nel messaggio di ritorno controllo di coerenza dei campi MSH-5 del client con MSH-2 del server della verifica in tempo reale della disponibilità del protocollo HL7 2. della generazione della reportistica per: traffico di rete totale sull interfaccia del CUP distribuzione oraria e giornaliera dei tempi di monitoraggio del CUP disponibilità dell interfaccia dei nodi e del protocollo HL7 tasso di errore dei messaggi HL7 3. dell organizzazione del cruscotto per l analisi in tempo reale delle principali metriche e statistiche dei servizi e dei messaggi in particolare: RTT dei pacchetti HL7 Failure Rate dei pacchetti di HL7 Check Time dei servizi % Pacchetti HL7 persi % Pacchetti HL7 Inviati % Pacchetti HL7 Ricevuti % Disponibilità del servizio in rete 4. di definire per ogni singolo nodo un diario degli interventi di manutenzione esportabile come RDMS 5. di illustrare un caso di studio reale per il monitoraggio di siti ospedalieri 6. di costruire viste associando icone grafiche differenti ad apparati con funzionalità diverse (TAC, Stazioni di refertazione, PACs Web Server, Server di Storage etc..) 7. Configurare il sistema degli allarmi e delle notifiche a video e via Come configurare il server CUP di ascolto Listener_IS Per gli scopi di questo tutorial si è utilizzato il Listener HL7 fornito con il prodotto Chamaleon della interfaceware collezione di strumenti per la gestione e lo sviluppo di applicazioni compatibili con HL7 e disponibile all indirizzo Per configurare il server HL7: Selezionare dal menu Windows Avvio > Programmi > interfaceware > HL7 > Listener.

10 Nel campo Message Log field cliccare il bottone (...) e specificare il nome del file di log per il salvataggio dei messaggi in arrivo dai client. Spuntare l opzione Append to message log file per disattivare la sovrascritturare del log. Nel campo Port Number inserire la porta di ascolto del server per la connessione TCP. Lasciare tutte le altre opzioni inalterate e cliccare Start per avviare il Server. Il server con indirizzo di rete resterà in ascolto delle richieste del client NetCrunch 5 con indirizzo sulla porta 5000 come in figura: Un Server CUP in ascolto notare il messaggio di reply con campo AA Come configurare il client ADT_NetCrunch Controllo della presenza del segmento MSH nel messaggio ACK Per configurare questo controllo occorre: verificare che il messaggio di ritorno dal server inizi opportunamente con il segmento MSH, definire un nuovo servizio specificando nome, porta e protocollo di trasporto scelto. Selezionare dal menu Tools > Options Nel riquadro a sinistra portarsi su Monitoring > Network Services > e cliccare su New Service. Definire un nuovo servizio di rete con le seguenti proprietà dei campi: o Protocol/Service Name : MSH Missing o Protocol Type : TCP o Port : 5000 o Description : Il messaggio di reply dal CUP non inizia con il campo MSH

11 Portarsi sulla scheda Request ed incollare con ( CTRL+V) il messaggio di richiesta in formato ASCII prima convertito per la compatibilità con con LLP ( 0b4d53487c5...0d). Portarsi sulla scheda Response e selezionare dalla listbox la voce all of the patterns match. Cliccare sul bottone Add Pattern e selezionare per la listbox Format il valore Text. Definire la condizione come : o Start checking from 1 byte of response. Check if response contains value MSH. Process maximum 3 bytes of the response data. Ripetere la procedura per la definizione degli altri controlli come nella tabella seguente: Servizio Request Response Pattern Descrizione /Contro llo HL7 Nessuno Nessuno Verifica della disponibilità del servizio HL7 MSA AA MSA AR MSA AE MSH-2 Field Error MSH Missing Messaggio ADT^A04 di test Messaggio ADT^A04 di test Messaggio ADT^A04 di test Messaggio ADT^A04 di test Messaggio ADT^A04 di test Start checking from 83 byte of response. Check if response contains value MSA AA. Process maximum 94 bytes of the response data. Start checking from 83 byte of response. Check if response contains value MSA AR. Process maximum 94 bytes of the response data. Start checking from 83 byte of response. Check if response contains value MSA AE. Process maximum 94 bytes of the response data. Start checking from 10 byte of response. Check if response contains value Listener_IS. Process maximum 21 bytes of the response data. Start checking from 1 byte of response. Check if response contains value MSH. Process maximum 4 bytes of the response data. Controllo sul segmento MSA-2 Controllo sul segmento MSA-2 Controllo sul segmento MSA-2 Controllo di coerenza dei campi MSH-5 del client con MSH-2 del server. Il messaggio di reply dal CUP non inizia con il campo MSH Molte applicazioni HL7 usano il protocollo TCP/IP per trasmettere e ricevere i dati per questo motivo è importante determinare l indirizzo IP e la porta utilizzata. Lanciando il discovery NetCrunch 5 determinerà i nodi dell infrastruttura con ICMP/SNMP e da altre sorgenti dati come i gruppi di Windows, le edirectories e le Active Directory; dopo aver scoperto gli indirizzi IP correnti NetCrunch 5 determina automaticamente la tipologia dell'hardware : server, router, switch, stampanti etc.. Sia cliccando con il tasto destro sul nodo di una mappa sia dal menu avvio di Windows Tools-> itools and SNMP Tools è possibile eseguire lo strumento Connection per lanciare lo scanning delle porte utilizzate.

12 Indipendentemente dal tipo di messaggio il controllo del servizio HL7 (prima voce della tabella) dovrebbe essere monitorato per tutte quelle macchine che comunicano dati HL7; noi applicheremo per ora il controllo solo al nodo CUP. Aggiungere il protocollo HL7 sui tutti i nodi dell atlante Per aggiungere il protocollo HL7 per tutti i nodi dell atlante: Selezionare dal menu Tools > Options Nel riquadro a sinistra portarsi su Monitoring > Network Services Cliccare il Bottone Add New Service per aggiungere un servizio di default per tutti i nodi e selezionare HL7. Cliccare OK e confermare. Aggiungere al solo CUP il protocollo HL7 Come aggiungere i servizi al nodo CUP Per aggiungere i servizi per il singolo nodo: Portarsi sulla vista HIS in Atlas Maps Portarsi sul Server CUP ed aprire il menu di contesto con il tasto destro. Selezionare Monitoring > NetWork Services > Properties Dalla scheda Scheda NetWork Services cliccare il bottone Add New Service quindi selezionare i servizi configurati e personalizzare i campi della finestra (es. monitoring time) Confermare con OK. Nota: Per ogni singolo servizio è possibile specificare un tempo di polling diverso. Controllo dei risultati e dello stato dei messaggi Aggiunti i controlli al nodo CUP ed avviato il server, NetCrunch 5 mostrerà l'andamento ed i risultati dei test come: Nodi lampeggianti e finestra di stato Quando uno o più servizi non rispondono o non sono raggiungibili e/o se le risposte dal server non coincidono con i patterns preconfiguari (Unregonized Response) i nodi prendono a lampeggiare di colore giallo mostrando le etichette dei servizi interessati. Un doppio click sul nodo apre la finestra di Status che nella Scheda Network Service (fare riferimento alla guida fornita con il prodotto per il significato dei colori) mostra alcuni dei principali parametri dei segmenti MSH, MSA e del protocollo HL7 mentre portandosi sul nodo con la freccia del mouse sarà visualizzato un tooltip con un anteprima dei parametri principali del nodo:

13 Un Tooltip che mostra un'anteprima sullo stato del nodo AdRem NetCrunch 5.x

14 La scheda Network Services Dettaglio dei nodi della mappa HIS In forma di tabelle le stesse ed altre informazioni sono accessibili portandosi sul Scheda Details della mappa corrente come mostrato in questa immagine: Vista dei dettagli dei nodi della mappa Per accedere ai dettagli selezionare la scheda Details

15 Registrazione dei risultati ed invio delle notifiche Quando uno o più servizi non rispondono possiamo configurare degli eventi per la registrazione nel log di NetCrunch 5 e/o per inviare notifiche all'amministratore personalizzate. Come definire gli allarmi per la registrazione degli eventi del CUP Per impostare gli eventi per il CUP: Portarsi sulla vista HIS in Atlas Maps Portarsi sul Server CUP ed aprire il menu di contesto con il tasto destro. Selezionare Alerting > Edit Alerting Policy Restando sulla scheda Alerting cliccare il bottone Add per aprire la finestra di definizione degli eventi. La scelta del tipo degli eventi è ampia ma per gli scopi di questo tutorial portiamoci sulla scheda Services & Interfaces e dal gruppo NetWork Service State Event clicchiamo due volte su Selected Service is DOWN; comparirà la finestra per la personalizzazione dell evento Edit Event Definition. Dalla ListBox NetWork Service selezionare il servizio da monitorare precedentemente definito. Seguono alcuni screenshots di esempio: Il sistema di allarmi Per default sono impostate alcune azioni come la scrittura degli eventi nel database di NetCrunch 5 (la colonna Alert Action mostra un'azione di tipo <Write to Event Log>) ma altre possone essere personalizzate ( riga <Custom> per Service [HL7] is UP ) come l invio di un SMS, l'esecuzione di uno

16 script per il reboot di una macchina o per lanciare la deframmetazione dei dischi, l'invio di una etc.. La figura seguente mostra le entries degli eventi generati: Il log degli eventi Definire un azione di notifica personalizzata Per modificare il comportamento base delle azioni: Portarsi sulla vista HIS in Atlas Maps Portarsi sul Server CUP ed aprire il menu di contesto con il tasto destro. Selezionare Alerting > Edit Alerting Policy Selezionare il servizio per quale si vuole definire un'azione personalizzata ed aprire il menu di contesto con il tasto destro del mouse quindi portarsi su Edit Alert Action Cliccare sul bottone Add e selezionare Action to Run Immediatly Nella Scheda Basic portarsi sul gruppo Simple e cliccare su sarà visualizzata la finestra di configurazione:

17 Completare i campi e confermare con OK per ogni finestra. Ripetere la procedure per aggiungere altre azioni per lo stesso evento ed utilizzare l'opzione Run After per definire ritardi tra ogni singola azioni del gruppo definito. Organizzazione del cruscotto delle performance e delle statistiche HL7 Per definiere un cruscotto per la raccolta in tempo reale delle statistiche dei protocolli: Portarsi sulla cartella Performance View in Atlas Maps ed aprire il menu di contesto con il tasto destro del mouse Selezionare New > Blank Chart View Cliccare con il tasto destro in un punto qualsiasi della nuova vista creata per aprire il menu di contesto; Selezionare New > Chart Cliccare sul bottone (...) per selezionare il nodo e cliccare successivamente su Next Cliccare il bottone Add Counter e selezionare Network Service Performance Counter Selezionare il servizio per il quale creare i cruscotti quindi dalla finestra Counter i contatori; per ogni contatore scelto cliccare su Add Cliccare Close. In Performance Counters saranno mostrate le metriche selezionate Cliccare OK Cliccare con il tasto destro sul cruscotto e selezionare Properties per modificare le proprietà di visualizzazione. Seguono alcuni esempi:

18 Indicatori di statistiche pe MSA AA,AE e AR Vista per il controllo di coerenza dei campi MSH-5 del client con MSH-2 del server. Il supporto per la raccolta degli eventi e delle statistiche della rete fornisce un buon modo per costruire e gestire un archivio a lunga scadenza dei dati per la pianificazione di analisi e capacità. I responsabili della pianificazione delle capacità necessitano di informazioni per supportare decisioni strategiche e di appositi database in grado di fornirle. Il database di NetCrunch 5 è facilmente consultabile con queries personalizzate ed è accessibile per ogni nodo, mappa e per tutto l'atlante di

19 rete; ad esempio per la mappa denominata HIS cliccare con il tasto destro e selezionare Alerting quindi View Map Event Log. Esportare i dati in archivi esterni Una volta che i dati sono memorizzati nel database interno è possibile accedervi per la creazione di reports e per l analisi dell andamento dei parametri; potrebbe essere necessario esportare le informazioni sulle statistiche per l analisi della pianificazione delle capacità con tecniche di previsione come la regressione lineare. Per esportare i dati: Selezionare in Performance View il contatore da esportare Cliccare con il tasto destro sul cruscotto per aprire il menu di contesto relativo Selezionare Export to... Scegliere il tipo di distribuzione e cliccare su Next Se non è definita una connessione cliccare New Connection e completare con i dati di accesso. Confermare con OK Selezionare la stringa di connessione appena creata e cliccare OK Generazione delle reportistica del CUP Per generare la reportistica: Portarsi sulla vista HIS in Atlas Maps Portarsi sul Server CUP ed aprire il menu di contesto con il tasto destro. Selezionare Reporting > Edit Data Collection Policy Portarsi sulla scheda Service & Interface cliccare sul gruppo Network Service Report quindi due volte sul report Selected Service Availability Confermare con Ok Accedere alla reportistica per i nodi abilitati Per accedere ai report: Cliccare il bottone View Reports Portarsi su Node Reports > NetWorks Services Availability e selezionare il report desiderato ( compariranno sotto questa voce i reports abilitati precedentemente). Selezionare un report (es. [HL7] Availability Reports) e cliccare su Generate Reports al centro della pagina. Un diaro degli interventi Una gestione efficente delle attrezzature del reparto di radiologia e di tutti gli altri elementi di una struttura ospedaliera non può prescindere da un'attenta sorveglianza della loro manutenzione, non solo per disporre di apparecchiature che siano sempre in condizioni ottimali ma anche perchè un attenta analisi favorisce in maniera determinante il contenimento della spesa. Per creare un inventario per ogni singolo nodo della rete:

20 Portarsi sul nodo di interesse ed aprire il menu di contesto con il tasto destro del mouse Selezionare la voce Properties Portarsi sulla Scheda Notes e cliccare Add Node per aggiungere una nuova voce all inventario Confermare con OK Il diario del server CUP Personalizzazione delle icone degli apparati ospedalieri Per aggiungere un set di icone personalizzate: Selezionare dal menu Tools > Options Nel riquadro a sinistra portarsi su Map > Icons e cliccare su Add per aggiungere una nuova icona Cliccare OK e confermare. La figura vista in precedenza mostrava una vista con le diagnostiche del reparto di radiologia; sarebbe opportuno monitorare per questi apparati la disponibilità del protocollo DICOM, le statistiche come fatto per il server CUP e tutti gli altri aspetti necessari a garantire il loro funzionamento ottimale. Interpretazione dei risultati I messaggi di TEST MSA AE, MSA AR, MSH-2 Field Error e MSH Missing della scheda Network Services marcati di colore giallo (warning) e con Status Unregonized Response devono essere interpretati dal punto di vista dell amministratore come riscontri positivi. In effetti il servizio è attivo perchè NetCrunch 5 rileva che sulla porta 5000 il server risponde prontamente ma l analsi condotta

21 sulle intestazioni" dei messaggi mostra che gli stessi non coincidono con i patterns preconfigurati; per questo tipo di controlli sarebbe opportuno impostare azioni di notifiche per eventi di tipo Service [nome controllo] is UP come mostrato precedentemente in questo tutorial. Un messaggio correttamente riscontrato (messaggio ACK con campo AA) viene invece mostrato di colore verde con il 100% dei pacchetti ricevuti e senza alcun errore di trasmissione. Il servizio generico HL7 mostra invece il totale del traffico HL7 (ordini, registrazione etc..); la reportistica per questo servizio segnala le disponibilità e le statistiche dei pacchetti inviati, ricevuti, persi, RTT etc.. per ogni interfaccia clinica e può essere spedito regolarmente via . Un caso di Studio <<Netcrunch 5 si è dimostrato uno strumento indispensabile per chi lavora in ambienti di rete complessi quali uno o più ospedali collegati tra loro...>> Bruzzi Stefano Responsabile Integrazione Sistemi Informatici EbitAET Spa L'azienda EbitAET S.p.A. è un'azienda high-tech specializzata nella progettazione e produzione di soluzioni software dedicate alla gestione completa dell'iter diagnostico del paziente. Ha sviluppato un avanzato know how nella gestione ed elaborazione di dati ed immagini medicali, nella distribuzione delle informazioni sul territorio e nell'eliminazione dei supporti cartacei e pellicolari, ottenendo un'ottimizzazione del flusso di lavoro ospedaliero ed una sensibile riduzione dei costi di gestione e di esame. AdRem NetCrunch 5 per monitoraggio di presidi ospedalieri remoti La rete è distribuita su quattro siti ubicati geograficamente in luoghi differenti (Bussana IM, Imperia IM, Sanremo IM, Bordighera IM). I quattro siti sono collegati con rete TELECOM dedicata. All'interno dei siti vi è una LAN mista 100/1000Mb/sec mentre la struttura analizzata è quella della trasmissione di immagini in formato DICOM tra le modalità che le generano per motivi diagnostici e le Workstation che vengono usate per la loro refertazione/diagnosi. All'interno dell'infrastruttura esistono una serie di server che si occupano dell'archiviazione temporanea (server cache) o definitiva (server centrale) delle immagini stesse. SITO DI BUSSANA: 2 servers in configurazione cluster utilizzati come storage 2 servers in configurazione cluster utilizzati per la gestione dei DB 1 server utilizzato per la gestione della distribuzione delle immagini via Web 1 server per la gestione della Tape library. 1 switch Alcatel serie 6xxx per le connessioni in rame e fibra.

Sistemi informatici in ambito radiologico. Architettura dei sistemi RIS-PACS RIS. Radiology Information System

Sistemi informatici in ambito radiologico. Architettura dei sistemi RIS-PACS RIS. Radiology Information System Sistemi informatici in ambito radiologico Dott. Ing. Andrea Badaloni A.A. 2015-2016 Architettura dei sistemi RIS-PACS Radiology Information System RIS Un sistema informatico dedicato all ambito radiologico

Dettagli

L NFORMATICA APPLICATA ALLA RADIOLOGIA. Anna Angeloni

L NFORMATICA APPLICATA ALLA RADIOLOGIA. Anna Angeloni L NFORMATICA APPLICATA ALLA RADIOLOGIA Anna Angeloni Gli strumenti utilizzati in radiologia digitale Modalità digitali Rete telematica ( LAN) Applicativo per la gestione della cartella radiologica (RIS)

Dettagli

AdRem Free itools 2006. - L importanza degli strumenti di diagnostica -

AdRem Free itools 2006. - L importanza degli strumenti di diagnostica - AdRem Free itools 2006 - L importanza degli strumenti di diagnostica - Introduzione La capacità di configurare, gestire e risolvere i problemi relativi alle reti TCP/IP è parte fondamentale dell attività

Dettagli

RADIATION DOSE MONITOR. Il DACS per Costruire la cultura della Bassa Dose

RADIATION DOSE MONITOR. Il DACS per Costruire la cultura della Bassa Dose RADIATION DOSE MONITOR Il DACS per Costruire la cultura della Bassa Dose Radiation Dose Monitor / COSA È UN DACS? / Il DACS (Dose Archiving and Communication System) rappresenta per il dato di dose quello

Dettagli

Manuale Backoffice. 1 Introduzione. 2 Attivazione del Backoffice

Manuale Backoffice. 1 Introduzione. 2 Attivazione del Backoffice Manuale Backoffice Indice 1 Introduzione... 1 2 Attivazione del Backoffice... 1 3 Impostazione di un agenda... 3 3.1 Modificare o creare un agenda... 3 3.2 Associare prestazioni a un agenda... 4 3.3 Abilitare

Dettagli

Software per la gestione delle stampanti MarkVision

Software per la gestione delle stampanti MarkVision Software e utilità per stampante 1 Software per la gestione delle stampanti MarkVision In questa sezione viene fornita una breve panoramica sul programma di utilità per stampanti MarkVision e sulle sue

Dettagli

GUIDA OPERATIVA CGM PH-NET CGM PH-NET. CompuGroup Medical Italia spa www.cgm.com/it. 1 di 16

GUIDA OPERATIVA CGM PH-NET CGM PH-NET. CompuGroup Medical Italia spa www.cgm.com/it. 1 di 16 GUIDA OPERATIVA 1 di 16 INDICE 1... 3 1.1 INTRODUZIONE... 3 1.2 INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 1.2.1 Prerequisiti... 3 1.2.2 Verifiche preliminari... 4 1.2.3 Attivazione su postazione medico... 4

Dettagli

Software di configurazione e monitoraggio per unità di controllo del tracciamento elettrico

Software di configurazione e monitoraggio per unità di controllo del tracciamento elettrico DIGITRACE DigiTrace Supervisor Software di configurazione e monitoraggio per unità di controllo del tracciamento elettrico LAN/WAN Client 1 Client 2 Sistema tipico con un solo master e più client Server

Dettagli

Client Avaya Modular Messaging per Microsoft Outlook versione 5.0

Client Avaya Modular Messaging per Microsoft Outlook versione 5.0 Client Avaya Modular Messaging per Microsoft Outlook versione 5.0 Importante: le istruzioni all'interno di questa guida sono applicabili solamente nel caso in cui l'archivio di messaggi sia Avaya Message

Dettagli

Windows 2000, Windows XP e Windows Server 2003

Windows 2000, Windows XP e Windows Server 2003 Windows 2000, Windows XP e Windows Server 2003 Questo argomento include le seguenti sezioni: "Punti preliminari" a pagina 3-17 "Procedura rapida di installazione da CD-ROM" a pagina 3-17 "Altri metodi

Dettagli

IL SISTEMA INFORMATICO IN UN SERVIZIO DI NEURORADIOLOGIA PEDIATRICA

IL SISTEMA INFORMATICO IN UN SERVIZIO DI NEURORADIOLOGIA PEDIATRICA IL SISTEMA INFORMATICO IN UN SERVIZIO DI NEURORADIOLOGIA Dr. Luca Pazienza Dr. Nicola Zarrelli San Giovanni Rotondo (FG) 22-23 Ottobre 2004 PEDIATRICA Unità Operativa di Radiologia Poliambulatorio Giovanni

Dettagli

PROGRAMMATORE CENTRALI 2012 - GUIDA RAPIDA AL SOFTWARE 11 luglio 2012

PROGRAMMATORE CENTRALI 2012 - GUIDA RAPIDA AL SOFTWARE 11 luglio 2012 INSTALLAZIONE DEL SOFTWARE Eseguire il file di SetupCentraliCombivox.exe, selezionando la lingua e la cartella di installazione. SetupCentraliCom bivox.exe Durante l installazione, è possibile creare un

Dettagli

NetCrunch 6. Server per il controllo della rete aziendale. Controlla

NetCrunch 6. Server per il controllo della rete aziendale. Controlla AdRem NetCrunch 6 Server per il controllo della rete aziendale Con NetCrunch puoi tenere sotto controllo ogni applicazione, servizio, server e apparato critico della tua azienda. Documenta Esplora la topologia

Dettagli

Corso di Informatica

Corso di Informatica CdLS in Odontoiatria e Protesi Dentarie Corso di Informatica Prof. Crescenzio Gallo crescenzio.gallo@unifg.it Immagini radiologiche!2 PACS PACS è l'acronimo anglosassone di Picture archiving and communication

Dettagli

Corso di Informatica

Corso di Informatica Corso di Informatica CL3 - Biotecnologie Orientarsi nel Web Prof. Mauro Giacomini Dott. Josiane Tcheuko Informatica - 2006-2007 1 Obiettivi Internet e WWW Usare ed impostare il browser Navigare in internet

Dettagli

Posta Elettronica Certificata elettronica per il servizio PEC di TI Trust Documento ad uso pubblico Pag. 1 di 33 Indice degli argomenti 1 Scopo del documento... 3 2 Primo accesso e cambio password... 4

Dettagli

MOBS Flussi informativi sanitari regionali

MOBS Flussi informativi sanitari regionali Indicazioni per una corretta configurazione del browser Versione ottobre 2014 MOBS--MUT-01-V03_ConfigurazioneBrowser.docx pag. 1 di 25 Uso: ESTERNO INDICE 1 CRONOLOGIA VARIAZIONI...2 2 SCOPO E CAMPO DI

Dettagli

ESET NOD32 Antivirus 4 per Linux Desktop. Guida all'avvio rapido

ESET NOD32 Antivirus 4 per Linux Desktop. Guida all'avvio rapido ESET NOD32 Antivirus 4 per Linux Desktop Guida all'avvio rapido ESET NOD32 Antivirus 4 fornisce una protezione all'avanguardia per il computer contro codici dannosi. Basato sul motore di scansione ThreatSense

Dettagli

VER. 1 SETT 13 SISTEMA GESTIONALE PER IL LABORATORIO HLA

VER. 1 SETT 13 SISTEMA GESTIONALE PER IL LABORATORIO HLA SISTEMA GESTIONALE PER IL LABORATORIO HLA INDICE Caratteristiche Sistemi Operativi e configurazione LAN Client/Server Caratteristiche minime computer Database utilizzato Interfacciamento bidirezionale

Dettagli

Posta Elettronica Certificata

Posta Elettronica Certificata Stato: Rilasciato Posta Elettronica Certificata elettronica per il servizio PEC di IT Telecom Documento ad uso pubblico Pag. 1 di 30 Stato: Rilasciato REGISTRO DELLE MODIFICHE REVISIONE DESCRIZIONE EMISSIONE

Dettagli

FPf per Windows 3.1. Guida all uso

FPf per Windows 3.1. Guida all uso FPf per Windows 3.1 Guida all uso 3 Configurazione di una rete locale Versione 1.0 del 18/05/2004 Guida 03 ver 02.doc Pagina 1 Scenario di riferimento In figura è mostrata una possibile soluzione di rete

Dettagli

Normativa... 2 Consigliamo... 2

Normativa... 2 Consigliamo... 2 Sommario PREMESSA... 2 Normativa... 2 Consigliamo... 2 COME IMPOSTARE IL BACKUP DEI DATI DI DMS... 2 ACCEDERE ALLA PROCEDURA DI BACKUP... 3 Impostare la sorgente dati (dove si trovano gli archivi)... 4

Dettagli

MyFRITZ!, Dynamic DNS e Accesso Remoto

MyFRITZ!, Dynamic DNS e Accesso Remoto MyFRITZ!, Dynamic DNS e Accesso Remoto 1 Introduzione In questa mini-guida illustreremo come accedere da Internet al vostro FRITZ!Box in ufficio o a casa, quando siete in mobilità o vi trovate in luogo

Dettagli

List Suite 2.0. Sviluppo Software Il Telefono Sas 10/06/2010

List Suite 2.0. Sviluppo Software Il Telefono Sas 10/06/2010 2010 List Suite 2.0 Sviluppo Software Il Telefono Sas 10/06/2010 List Suite 2.0 List Suite 2.0 è un tool software in grado di archiviare, analizzare e monitorare il traffico telefonico, effettuato e ricevuto

Dettagli

L informatica nella Sanità

L informatica nella Sanità L informatica nella Sanità Perché usare l informatica nella Sanità? Continuità assistenziale Centralità del paziente Trasparenza negli atti amministrativi e sanitari Migliore gestione delle linee guida

Dettagli

suite Sistema Ris Pacs

suite Sistema Ris Pacs 3D suite 2D 4D Sistema Ris Pacs Sistema Ris Pacs per l archiviazione di immagini diagnostiche digitali I sistemi informativi sono il pilastro sul quale si basa l organizzazione delle strutture che operano

Dettagli

IRSplit. Istruzioni d uso 07/10-01 PC

IRSplit. Istruzioni d uso 07/10-01 PC 3456 IRSplit Istruzioni d uso 07/10-01 PC 2 IRSplit Istruzioni d uso Indice 1. Requisiti Hardware e Software 4 1.1 Requisiti Hardware 4 1.2 Requisiti Software 4 2. Installazione 4 3. Concetti fondamentali

Dettagli

ADREM NETCRUNCH 4.X PREMIUM MONITORAGGIO PROATTIVO DELLE STAMPANTI DI RETE

ADREM NETCRUNCH 4.X PREMIUM MONITORAGGIO PROATTIVO DELLE STAMPANTI DI RETE ADREM NETCRUNCH 4.X PREMIUM MONITORAGGIO PROATTIVO DELLE STAMPANTI DI RETE INTRODUZIONE... 3 con AdRem 4.x Premium...3 Filtraggio delle stampanti di rete...7 Monitoraggio della Stampante di rete...9 Monitoraggio

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli

SOMMARIO... 2 Introduzione... 3 Configurazione Microsoft ISA Server... 4 Microsoft ISA Server 2004... 4 Microsoft ISA Server 2000...

SOMMARIO... 2 Introduzione... 3 Configurazione Microsoft ISA Server... 4 Microsoft ISA Server 2004... 4 Microsoft ISA Server 2000... SOMMARIO... 2 Introduzione... 3 Configurazione Microsoft ISA Server... 4 Microsoft ISA Server 2004... 4 Microsoft ISA Server 2000... 16 Configurazione di Atlas... 23 Server Atlas... 23 Configurazione di

Dettagli

Aggiornamenti Sistema Addendum per l utente

Aggiornamenti Sistema Addendum per l utente Aggiornamenti Sistema Addendum per l utente Aggiornamenti Sistema è un servizio del server di stampa che consente di tenere il software di sistema sul proprio server di stampa sempre aggiornato con gli

Dettagli

Ubiquity getting started

Ubiquity getting started Introduzione Il documento descrive I passi fondamentali per il setup completo di una installazione Ubiquity Installazione dei componenti Creazione del dominio Associazione dei dispositivi al dominio Versione

Dettagli

Archiviare messaggi di posta elettronica senza avere un proprio mail server

Archiviare messaggi di posta elettronica senza avere un proprio mail server Archiviare messaggi di posta elettronica senza avere un proprio mail server Nota: Questo tutorial si riferisce specificamente all'archiviazione in ambiente privo di un proprio mail server. Si dà come presupposto

Dettagli

GUIDA UTENTE MONEY TRANSFER MANAGER

GUIDA UTENTE MONEY TRANSFER MANAGER GUIDA UTENTE MONEY TRANSFER MANAGER (vers. 1.0.2) GUIDA UTENTE MONEY TRANSFER MANAGER (vers. 1.0.2)... 1 Installazione... 2 Prima esecuzione... 5 Login... 7 Funzionalità... 8 Anagrafica... 9 Registrazione

Dettagli

Note di release Fiery Print Controller AR-PE3, versione 1.01 per l unità AR-C330

Note di release Fiery Print Controller AR-PE3, versione 1.01 per l unità AR-C330 Note di release Fiery Print Controller AR-PE3, versione 1.01 per l unità AR-C330 Questo documento contiene informazioni relative a Fiery Print Controller AR-PE3 versione 1.01. Prima di usare l unità Fiery

Dettagli

BMSO1001. Virtual Configurator. Istruzioni d uso 02/10-01 PC

BMSO1001. Virtual Configurator. Istruzioni d uso 02/10-01 PC BMSO1001 Virtual Configurator Istruzioni d uso 02/10-01 PC 2 Virtual Configurator Istruzioni d uso Indice 1. Requisiti Hardware e Software 4 1.1 Requisiti Hardware 4 1.2 Requisiti Software 4 2. Concetti

Dettagli

Guida di Pro PC Secure

Guida di Pro PC Secure 1) SOMMARIO 2) ISTRUZIONI DI BASE 3) CONFIGURAZIONE 4) INFORMAZIONI AGGIUNTIVE 1) SOMMARIO Guida di Pro PC Secure Pro PC Secure è un programma che si occupa della protezione dagli attacchi provenienti

Dettagli

Microcat Authorisation Server (MAS ) Guida dell'utente

Microcat Authorisation Server (MAS ) Guida dell'utente Microcat Authorisation Server (MAS ) Guida dell'utente Indice Introduzione... 2 Installazione del Microcat Authorisation Server (MAS)... 3 Configurazione del MAS... 4 Opzioni di Licenza... 4 Opzioni Internet...

Dettagli

IL DATA BASE GESTIONALE Affiliazioni, Tesseramento ed Attività

IL DATA BASE GESTIONALE Affiliazioni, Tesseramento ed Attività IL DATA BASE GESTIONALE Affiliazioni, Tesseramento ed Attività 7 Presentazione Il Corpo Sociale è elemento fondante di un Associazione, al pari - se non maggiormente - dell atto costitutivo e dello statuto,

Dettagli

Guida Utente PS Contact Manager GUIDA UTENTE

Guida Utente PS Contact Manager GUIDA UTENTE GUIDA UTENTE Installazione...2 Prima esecuzione...5 Login...7 Registrazione del programma...8 Inserimento clienti...9 Gestione contatti...11 Agenti...15 Archivi di base...16 Installazione in rete...16

Dettagli

FRITZ!Box Fon ata GUIDA ALL INSTALLAZIONE. Fritz!Box Fon ATA Guida all installazione EUTELIAVOIP Rev1-0

FRITZ!Box Fon ata GUIDA ALL INSTALLAZIONE. Fritz!Box Fon ATA Guida all installazione EUTELIAVOIP Rev1-0 FRITZ!Box Fon ata GUIDA ALL INSTALLAZIONE Fritz!Box Fon ATA Guida all installazione EUTELIAVOIP Rev1-0 pag.2 INDICE BREVE DESCRIZIONE DEL FRITZ!Box Fon ata...3 IL CONTENUTO DELLA SCATOLA DEL FRITZ!Box

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 9 -

Informatica per la comunicazione - lezione 9 - Informatica per la comunicazione" - lezione 9 - Protocolli di livello intermedio:" TCP/IP" IP: Internet Protocol" E il protocollo che viene seguito per trasmettere un pacchetto da un host a un altro, in

Dettagli

Versione 2014. Installazione GSL. Copyright 2014 All Rights Reserved

Versione 2014. Installazione GSL. Copyright 2014 All Rights Reserved Versione 2014 Installazione GSL Copyright 2014 All Rights Reserved Indice Indice... 2 Installazione del programma... 3 Licenza d'uso del software... 3 Requisiti minimi postazione lavoro... 3 Requisiti

Dettagli

GUIDA UTENTE BILLIARDS COUNTER (Vers. 1.2.0)

GUIDA UTENTE BILLIARDS COUNTER (Vers. 1.2.0) ------------------------------------------------- GUIDA UTENTE BILLIARDS COUNTER (Vers. 1.2.0) GUIDA UTENTE BILLIARDS COUNTER (Vers. 1.2.0)... 1 Installazione Billiards Counter... 2 Primo avvio e configurazione

Dettagli

Connessioni e indirizzo IP

Connessioni e indirizzo IP Connessioni e indirizzo IP Questo argomento include le seguenti sezioni: "Installazione della stampante" a pagina 3-2 "Impostazione della connessione" a pagina 3-6 Installazione della stampante Le informazioni

Dettagli

Lyra CRM WebAccess. Pag. 1 di 16

Lyra CRM WebAccess. Pag. 1 di 16 Lyra CRM WebAccess L applicativo Lyra CRM, Offer & Service Management opera normalmente in architettura client/server: il database di Lyra risiede su un Server aziendale a cui il PC client si connette

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli

Sistema Informatico Sanitario. Appunti del dott. Luca Figundio

Sistema Informatico Sanitario. Appunti del dott. Luca Figundio Sistema Informatico Sanitario L informatica nella Sanità Perché usare l informatica nella Sanità? Continuità assistenziale Centralità del paziente Trasparenza negli atti amministrativi e sanitari Migliore

Dettagli

BARRA LATERALE AD APERTURA AUTOMATICA...

BARRA LATERALE AD APERTURA AUTOMATICA... INDICE 1) SOMMARIO... 1 2) PRIMO AVVIO... 1 3) BARRA LATERALE AD APERTURA AUTOMATICA... 2 4) DATI AZIENDALI... 3 5) CONFIGURAZIONE DEL PROGRAMMA... 4 6) ARCHIVIO CLIENTI E FORNITORI... 5 7) CREAZIONE PREVENTIVO...

Dettagli

per Mac Guida all'avvio rapido

per Mac Guida all'avvio rapido per Mac Guida all'avvio rapido ESET Cybersecurity fornisce una protezione all'avanguardia per il computer contro codici dannosi. Basato sul motore di scansione ThreatSense introdotto per la prima volta

Dettagli

GUIDA DI INSTALLAZIONE. AXIS Camera Station

GUIDA DI INSTALLAZIONE. AXIS Camera Station GUIDA DI INSTALLAZIONE AXIS Camera Station Informazioni su questa guida Questa guida è destinata ad amministratori e utenti di AXIS Camera Station e riguarda la versione 4.0 del software o versioni successive.

Dettagli

Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto. Approfondimento SOFTWARE PER L ARCHIVIAZIONE

Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto. Approfondimento SOFTWARE PER L ARCHIVIAZIONE APPROFONDIMENTO ICT Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto Approfondimento SOFTWARE PER L ARCHIVIAZIONE ORGANISMO BILATERALE PER LA FORMAZIONE IN CAMPANIA INDICE SOFTWARE PER

Dettagli

FileMaker Pro 13. Utilizzo di una Connessione Desktop Remota con FileMaker Pro13

FileMaker Pro 13. Utilizzo di una Connessione Desktop Remota con FileMaker Pro13 FileMaker Pro 13 Utilizzo di una Connessione Desktop Remota con FileMaker Pro13 2007-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054

Dettagli

Software di gestione della stampante

Software di gestione della stampante Questo argomento include le seguenti sezioni: "Uso del software CentreWare" a pagina 3-11 "Uso delle funzioni di gestione della stampante" a pagina 3-13 Uso del software CentreWare CentreWare Internet

Dettagli

Installazione SQL Server 2005 Express Edition

Installazione SQL Server 2005 Express Edition Supporto On Line Allegato FAQ FAQ n.ro MAN-6S4ALG7637 Data ultima modifica 25/08/2010 Prodotto Tutti Modulo Tutti Oggetto Installazione SQL Server 2005 Express Edition In giallo sono evidenziate le modifiche/integrazioni

Dettagli

1. Introduzione. 2. Installazione di WinEMTLite. 3. Descrizione generale del programma

1. Introduzione. 2. Installazione di WinEMTLite. 3. Descrizione generale del programma Indice 1. Introduzione...3 2. Installazione di WinEMTLite...3 3. Descrizione generale del programma...3 4. Impostazione dei parametri di connessione...4 5. Interrogazione tramite protocollo nativo...6

Dettagli

Note di release Fiery Print Controller AR-PE3, versione 1.0 per AR-C330

Note di release Fiery Print Controller AR-PE3, versione 1.0 per AR-C330 Note di release Fiery Print Controller AR-PE3, versione 1.0 per AR-C330 Questo documento contiene informazioni relative a Fiery Print Controller AR-PE3 versione 1.0. Prima di usare l unità Fiery Print

Dettagli

FRITZ!Box Fon WLAN 7050 GUIDA ALL INSTALLAZIONE. Fritz!Box Fon WLAN 7050 Guida all installazione EUTELIAVOIP Rev1-0

FRITZ!Box Fon WLAN 7050 GUIDA ALL INSTALLAZIONE. Fritz!Box Fon WLAN 7050 Guida all installazione EUTELIAVOIP Rev1-0 FRITZ!Box Fon WLAN 7050 GUIDA ALL INSTALLAZIONE Fritz!Box Fon WLAN 7050 Guida all installazione EUTELIAVOIP Rev1-0 pag.2 INDICE COSA E IL FRITZ!Box Fon WLAN 7050...3 IL CONTENUTO DELLA SCATOLA DEL FRITZ!Box

Dettagli

Servizio di backup dei dati mediante sincronizzazione

Servizio di backup dei dati mediante sincronizzazione Servizio di backup dei dati mediante sincronizzazione Indice del documento Descrizione del servizio... 1 Istruzioni per l installazione... 2 Installazione di Microsoft SyncToy... 2 Installazione di NetDrive...

Dettagli

2009. STR S.p.A. u.s. Tutti i diritti riservati

2009. STR S.p.A. u.s. Tutti i diritti riservati 2009. STR S.p.A. u.s. Tutti i diritti riservati Sommario COME INSTALLARE STR VISION CPM... 3 Concetti base dell installazione Azienda... 4 Avvio installazione... 4 Scelta del tipo Installazione... 5 INSTALLAZIONE

Dettagli

INTERNET EXPLORER Breve manuale d uso

INTERNET EXPLORER Breve manuale d uso INTERNET EXPLORER Breve manuale d uso INDICE INTRODUZIONE... 3 COME IMPOSTARE LA PAGINA INIZIALE... 3 LA WORK AREA... 3 LE VOCI DI MENU... 5 IL MENU FILE... 5 IL MENU MODIFICA... 6 IL MENU VISUALIZZA...

Dettagli

Introduzione ai certificati S/MIME e alla posta elettronica certificata...2 Procedura di installazione del certificato personale S/MIME rilasciato

Introduzione ai certificati S/MIME e alla posta elettronica certificata...2 Procedura di installazione del certificato personale S/MIME rilasciato Guida all installazione e all utilizzo di un certificato personale S/MIME (GPSE) Introduzione ai certificati S/MIME e alla posta elettronica certificata...2 Procedura di installazione del certificato personale

Dettagli

Monitoraggio e gestione dell IDoc per i sistemi SAP

Monitoraggio e gestione dell IDoc per i sistemi SAP Libelle EDIMON Monitoraggio e gestione dell IDoc per i sistemi SAP Versione documento: 3.0 Un operazione IDoc correttamente funzionante e senza interruzioni è una parte essenziale dell esecuzione dei processi

Dettagli

Descrizione della piattaforma software MPS Monitor

Descrizione della piattaforma software MPS Monitor Descrizione della piattaforma software MPS Monitor MPS Monitor è il più completo sistema di monitoraggio remoto e di gestione integrata ed automatizzata dei dati e degli allarmi relativi ai dispositivi

Dettagli

Descrizione della piattaforma software MPS Monitor

Descrizione della piattaforma software MPS Monitor Descrizione della piattaforma software MPS Monitor MPS Monitor è il più completo sistema di monitoraggio remoto e di gestione integrata ed automatizzata dei dati e degli allarmi relativi ai dispositivi

Dettagli

Manuale riferito alla versione 1.2.0

Manuale riferito alla versione 1.2.0 Manuale riferito alla versione 1.2.0 1 INDICE Pag. 1 INSTALLAZIONE DI XSTREAMING 3 1.1 AZIONI PRELIMINARI 3 1.1.1 OTTENERE UN FILE DI LICENZA 3 1.2 INSTALLAZIONE 3 1.3 VERSIONI 3 1.4 CONFIGURAZIONE HARDWARE

Dettagli

Note di release per l utente Fiery Network Server per Xerox WorkCentre 7830/7835/7845/7855, versione 1.1

Note di release per l utente Fiery Network Server per Xerox WorkCentre 7830/7835/7845/7855, versione 1.1 Note di release per l utente Fiery Network Server per Xerox WorkCentre 7830/7835/7845/7855, versione 1.1 Questo documento contiene importanti informazioni su questo release. Distribuire una copia di questo

Dettagli

Registratori di Cassa

Registratori di Cassa modulo Registratori di Cassa Interfacciamento con Registratore di Cassa RCH Nucleo@light GDO BREVE GUIDA ( su logiche di funzionamento e modalità d uso ) www.impresa24.ilsole24ore.com 1 Sommario Introduzione...

Dettagli

GUIDA DELL'UTENTE PER IL SOFTWARE P-TOUCH EDITOR. PJ-623/PJ-663 Stampante mobile. Versione 0 ITA

GUIDA DELL'UTENTE PER IL SOFTWARE P-TOUCH EDITOR. PJ-623/PJ-663 Stampante mobile. Versione 0 ITA GUIDA DELL'UTENTE PER IL SOFTWARE P-TOUCH EDITOR PJ-6/PJ-66 Stampante mobile Versione 0 ITA Introduzione Le stampanti mobili Brother, modelli PJ-6 e PJ-66 (con Bluetooth), sono compatibili con numerose

Dettagli

WINDIAG. Sistema di gestione per Centri Radiodiagnostici, Fisioterapici e Poliambulatori. Semplice Veloce Sicuro Convenzione

WINDIAG. Sistema di gestione per Centri Radiodiagnostici, Fisioterapici e Poliambulatori. Semplice Veloce Sicuro Convenzione WINDIAG Sistema di gestione per Centri Radiodiagnostici, Fisioterapici e Poliambulatori Semplice Veloce Sicuro Convenzione Da usare S.S.R. Integrazione Firma Archiviazione Gestione delle Elettronica Code

Dettagli

Dove installare GFI EventsManager sulla rete?

Dove installare GFI EventsManager sulla rete? Installazione Introduzione Dove installare GFI EventsManager sulla rete? GFI EventsManager può essere installato su qualsiasi computer che soddisfi i requisiti minimi di sistema, indipendentemente dalla

Dettagli

MANUALE D'USO. NAVIGATOR Primi Passi

MANUALE D'USO. NAVIGATOR Primi Passi NAVIGATOR Primi Passi Guida con i Primi Passi per conoscere il software NAVIGATOR per la visualizzazione, registrazione e centralizzazione degli impianti IP Megapixel Professionali. Versione: 1.0.0.72

Dettagli

Petra VPN 3.1. Guida Utente

Petra VPN 3.1. Guida Utente Petra VPN 3.1 Guida Utente Petra VPN 3.1: Guida Utente Copyright 1996, 2004 Link s.r.l. (http://www.link.it) Questo documento contiene informazioni di proprietà riservata, protette da copyright. Tutti

Dettagli

Convertitore PDF (WSO2PDF) Manuale Sistemista

Convertitore PDF (WSO2PDF) Manuale Sistemista Convertitore PDF (WSO2PDF) Manuale Sistemista Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1 Introduzione 3 2 Moduli dell applicazione 3 3 Installazione 4 3.1 Installazione da Setup Manager 4 3.2 Installazione da pacchetto

Dettagli

La VPN con il FRITZ!Box Parte II. La VPN con il FRITZ!Box Parte II

La VPN con il FRITZ!Box Parte II. La VPN con il FRITZ!Box Parte II La VPN con il FRITZ!Box Parte II 1 Introduzione In questa mini-guida mostreremo com è possibile creare un collegamento su Internet tramite VPN(Virtual Private Network) tra il FRITZ!Box di casa o dell ufficio

Dettagli

7. Microsoft Access. 1) Introduzione a Microsoft Access

7. Microsoft Access. 1) Introduzione a Microsoft Access 1) Introduzione a Microsoft Access Microsoft Access è un programma della suite Microsoft Office utilizzato per la creazione e gestione di database relazionali. Cosa è un database? Un database, o una base

Dettagli

IN-CHF on line Procedura di Installazione

IN-CHF on line Procedura di Installazione IN-CHF on line IN-CHF on line Procedura di Installazione Heart Care Foundation onlus www.heartcarefound.org Associazione Nazionale Medici Cardiologi Ospedalieri www.anmco.it Centro Studi ANMCO Firenze

Dettagli

Magic Wand Manager. Guida Utente. Rel. 1.1 04/2011. 1 di 28

Magic Wand Manager. Guida Utente. Rel. 1.1 04/2011. 1 di 28 Magic Wand Manager Guida Utente Rel. 1.1 04/2011 1 di 28 Sommario 1. Setup del Software... 3 2. Convalida della propria licenza software... 8 3. Avvio del software Magic Wand manager... 9 4. Cattura immagini

Dettagli

Sistema SMSWeb Monitoring

Sistema SMSWeb Monitoring scheda tecnica Sistema SMSWeb Monitoring 1 SICUREZZA ANTIFURTO Cos è il sistema SMSWebMonitoring SMSWebMonitoring è un ricevitore di segnali di tipo CONTACT ID, che consente alla clientela finale di accedere

Dettagli

Utilizzo dell'unità Cisco UC 320W con Windows Small Business Server

Utilizzo dell'unità Cisco UC 320W con Windows Small Business Server Utilizzo dell'unità Cisco UC 320W con Windows Small Business Server In questo documento viene mostrato come distribuire l'unità Cisco UC 320W in un ambiente Windows Small Business Server. Sommario In questo

Dettagli

HORIZON SQL MENU' FILE

HORIZON SQL MENU' FILE 1-1/9 HORIZON SQL MENU' FILE 1 MENU' FILE... 1-2 Considerazioni generali... 1-2 Funzioni sui file... 1-2 Apri... 1-3 Nuovo... 1-3 Chiudi... 1-4 Password sul file... 1-5 Impostazioni... 1-5 Configurazione

Dettagli

WE500 APPLICATION NOTES GESTIONE DELLE ACQUE

WE500 APPLICATION NOTES GESTIONE DELLE ACQUE WE500 APPLICATION NOTES GESTIONE DELLE ACQUE 1 INTRODUZIONE I sistemi di telecontrollo ed il monitoraggio diventano sempre più importanti nell'ampliamento delle reti di distribuzione idrica ed in particolar

Dettagli

Compilazione rapporto di Audit in remoto

Compilazione rapporto di Audit in remoto Compilazione rapporto di Audit in remoto Installazione e manuale utente CSI S.p.A. V.le Lombardia 20-20021 Bollate (MI) Tel. 02.383301 Fax 02.3503940 E-mail: info@csi-spa.com Rev. 1.1 23/07/09 Indice Indice...

Dettagli

Getting started. Creare una applicazione con supporto Web Server

Getting started. Creare una applicazione con supporto Web Server Getting started Creare una applicazione con supporto Web Server Revisioni del documento Data Edizione Commenti 10/03/2010 1.0 - Sielco Sistemi srl via Roma, 24 I-22070 Guanzate (CO) http://www.sielcosistemi.com

Dettagli

Gestione del database Gidas

Gestione del database Gidas Gestione del database Gidas Manuale utente Aggiornamento 20/06/2013 Cod. SWUM_00535_it Sommario 1. Introduzione... 3 2. Requisiti e creazione del Database Gidas... 3 2.1.1. SQL Server... 3 2.1.2. Requisiti

Dettagli

Software di interfacciamento sistemi gestionali Manuale di installazione, configurazione ed utilizzo

Software di interfacciamento sistemi gestionali Manuale di installazione, configurazione ed utilizzo 01595 Software di interfacciamento sistemi gestionali Manuale di installazione, configurazione ed utilizzo INDICE DESCRIZIONE DEL SOFTWARE DI INTERFACCIAMENTO CON I SISTEMI GESTIONALI (ART. 01595) 2 Le

Dettagli

14 maggio 2010 Versione 1.0

14 maggio 2010 Versione 1.0 SOFTWARE PER LA GESTIONE DI UN SISTEMA PER LA RILEVAZIONE DELLA QUALITÀ PERCEPITA DAGLI UTENTI, NEI CONFRONTI DI SERVIZI RICHIESTI ALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, ATTRAVERSO L'UTILIZZO DI EMOTICON. 14 maggio

Dettagli

Windows 2000, Windows XP e Windows Server 2003

Windows 2000, Windows XP e Windows Server 2003 Windows 2000, Windows XP e Windows Server 2003 Questo argomento include le seguenti sezioni: "Punti preliminari" a pagina 3-16 "Procedura rapida di installazione da CD-ROM" a pagina 3-16 "Altri metodi

Dettagli

Guida rapida all installazione

Guida rapida all installazione Guida rapida all installazione Wireless Network Broadband Router 140g+ WL-143 La presente guida illustra solo le situazioni più comuni. Fare riferimento al manuale utente contenuto nel CD-ROM in dotazione

Dettagli

Manuale d uso. UTILIZZO delle PROCEDURE

Manuale d uso. UTILIZZO delle PROCEDURE Manuale d uso UTILIZZO delle PROCEDURE Versione 1.0 Maint manager è sviluppato da ISI per Sommario. Manuale utente...1 Sommario...2 Gestione della manutenzione:...3 Richieste di servizio...3 Dichiarazione

Dettagli

SHAREPOINT INCOMING E-MAIL. Configurazione base

SHAREPOINT INCOMING E-MAIL. Configurazione base SHAREPOINT INCOMING E-MAIL Configurazione base Versione 1.0 14/11/2011 Green Team Società Cooperativa Via della Liberazione 6/c 40128 Bologna tel 051 199 351 50 fax 051 05 440 38 Documento redatto da:

Dettagli

GUIDA UTENTE FIDELITY MANAGER

GUIDA UTENTE FIDELITY MANAGER GUIDA UTENTE FIDELITY MANAGER (vers. 2.0.0) GUIDA UTENTE FIDELITY MANAGER (vers. 2.0.0)... 1 Installazione... 2 Prima esecuzione... 7 Login... 8 Funzionalità... 9 Gestione punti... 10 Caricare punti...

Dettagli

GE 032 DESCRIZIONE RETI GEOGRAFICHE PER MX 650

GE 032 DESCRIZIONE RETI GEOGRAFICHE PER MX 650 GE 032 DESCRIZIONE RETI GEOGRAFICHE PER MX 650 MONOGRAFIA DESCRITTIVA Edizione Gennaio 2010 MON. 255 REV. 1.0 1 di 27 INDICE Introduzione alle funzionalità di gestione per sistemi di trasmissioni PDH...

Dettagli

SOMMARIO. 1 ISTRUZIONI DI BASE. 2 CONFIGURAZIONE. 7 STORICO. 9 EDITOR HTML. 10 GESTIONE ISCRIZIONI E CANCELLAZIONI. 11 GESTIONE MAILING LIST.

SOMMARIO. 1 ISTRUZIONI DI BASE. 2 CONFIGURAZIONE. 7 STORICO. 9 EDITOR HTML. 10 GESTIONE ISCRIZIONI E CANCELLAZIONI. 11 GESTIONE MAILING LIST. INDICE 1) SOMMARIO... 1 2) ISTRUZIONI DI BASE... 2 3) CONFIGURAZIONE... 7 4) STORICO... 9 5) EDITOR HTML... 10 6) GESTIONE ISCRIZIONI E CANCELLAZIONI... 11 7) GESTIONE MAILING LIST... 12 8) E-MAIL MARKETING...

Dettagli

Protocollo di trasmissione Trova il Tuo Farmaco. Indice. Versione documento: 1.4 Data: 29/06/2011

Protocollo di trasmissione Trova il Tuo Farmaco. Indice. Versione documento: 1.4 Data: 29/06/2011 Protocollo di trasmissione Trova il Tuo Farmaco Versione documento: 1.4 Data: 29/06/2011 Indice Protocollo di trasmissione Trova il Tuo Farmaco...1 Requisiti...2 Finalità...2 Software...2 Documentazione...2

Dettagli

FRITZ!Box Fon WLAN 7170 GUIDA ALL INSTALLAZIONE. FRITZ!Box Fon WLAN 7170 Guida all installazione EUTELIAVOIP Rev1-0

FRITZ!Box Fon WLAN 7170 GUIDA ALL INSTALLAZIONE. FRITZ!Box Fon WLAN 7170 Guida all installazione EUTELIAVOIP Rev1-0 FRITZ!Box Fon WLAN 7170 GUIDA ALL INSTALLAZIONE FRITZ!Box Fon WLAN 7170 Guida all installazione EUTELIAVOIP Rev1-0 pag.2 INDICE COSA E IL FRITZ!Box WLAN 7170...3 IL CONTENUTO DELLA SCATOLA DEL FRITZ!Box

Dettagli

AWN ArchiWorld Network. Manuale generale del sistema di posta elettronica. Manuale generale del sistema di posta elettronica

AWN ArchiWorld Network. Manuale generale del sistema di posta elettronica. Manuale generale del sistema di posta elettronica Pag. 1 / 37 AWN Manuale generale del sistema di posta elettronica INDICE Caratteristiche del nuovo sistema di posta... 2 Registrazione di un account... 2 Modifica dei propri dati... 3 Recuperare la propria

Dettagli

Software MarkVision per la gestione della stampante

Software MarkVision per la gestione della stampante MarkVision per Windows 95/98/2000, Windows NT 4.0 e Macintosh è disponibile sul CD Driver, MarkVision e programmi di utilità fornito con la stampante. L'interfaccia grafica utente di MarkVision consente

Dettagli

FidelJob gestione Card di fidelizzazione

FidelJob gestione Card di fidelizzazione FidelJob gestione Card di fidelizzazione Software di gestione card con credito in Punti o in Euro ad incremento o a decremento, con funzioni di ricarica Card o scala credito da Card. Versione archivio

Dettagli