GEOGRAFIA E TEMPO LIBERO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "GEOGRAFIA E TEMPO LIBERO"

Transcript

1 GEOGRAFIA E TEMPO LIBERO DISCIPLINA DI SINTESI CHE EVIDENZIA I POLIEDRICI ASPETTI DEL FENOMENO TURISMO: RAPPRESENTA LE AREE DI PARTENZA E LE REGIONI RICETTIVE, INDIVIDUA I FATTORI DI SVILUPPO DEI SITI, DELIMITA I LUOGHI DEI SISTEMI TURISTICI LOCALI, ESPLICITA IL PROCESSO DI ORGANIZZAZIONE DELLO SPAZIO, RICONOSCE LE CAUSE, I MECCANISMI E GLI EFFETTI SOCIALI ED ECONIMICI TERRITORIALI, IDENTIFICA GLI IMPATTI AMBIENTALI ED I CAMBIAMENTI PAESAGGISTICI (Lozato Giotart).

2 SPAZIO, AREE, REGIONE, LUOGO, LOCALITA, PAESAGGIO, TERRITORIO, AMBIENTE, PATRIMONIO CULTURALE, RISORSE NATURALI, SITO CONCETTI CHE ASSEGNANO UN RUOLO RILEVANTE AI FATTORI GEOGRAFICI SIA FISICI CHE ANTROPICI ELEMENTI, CONCETTI, ASSUNTI, TERMINI, CONTENUTI TEMATICI, TEORIE, CHE APPARTENGONO ALLO STATUTO EPISTEMOLOGICO DELLA GEOGRAFIA UTILE ALLA DESCRIZIONE ED ALLA ESPLICAZIONE DEL FENOMENO

3 AVANZAMENTO METODOLOGICO APPROCCIO CONOSCITIVO E DESCRITTIVO FUNZIONE ESPLICATIVA E PROGETTUALE - SCIENZA DELLA LOCALIZZAZIONE E RAPPRESENTAZIONE DEI FENOMENI GEOGRAFICI - SCIENZA ESPLICATIVA DEI FENOMENI GEOGRAFICI CON LE LORO INTERCONNESSIONI E INTERDIPENDENZE DISCIPLINA TEORICA - DISCIPLINA APPLICATA

4 TECNICA D INDAGINE QUALITATIVA - QUANTITATIVA MISURAZIONE DEGLI ELEMENTI DEL S.T. STATICI (Attrezzature, infrastrutture, patrimonio storico-culturale, ambientale ) DINAMICI (Turisti, beni, eventi, flussi finanziari ) INDAGINE GEOGRAFICA SINTESI DELL ANALISI SPAZIALE, STORICA, SOCIOLOGICA, ECONOMICA

5 COMPITI DELLA GEOGRAFIA (TEMATISMI, TESTI E ICONE)

6 ANALISI GEOGRAFICA E TURISMO LA SITOLOGIA TURISTICA Peso dei fattori geografici, fisici ed antropici nella localizzazione, nella formazione e nell evoluzione dello spazio turistico TIPOLOGIA DELLE REGIONI TURISTICHE Analisi dell ambiente geografico per la classificazione della tipologia degli spazi turistici LE DESTINAZIONI TURISTICHE Individuazione e classificazione delle aree geografiche di destinazione dei flussi turistici L ECOSISTEMA TURISTICO Analisi degli impatti ambientali delle attività turistiche. Turismo e sviluppo sostenibile

7 LA REGIONE TURISTICA E' UN LEMBO DI TERRITORIO, COMPOSTO DA DIVERSE LOCALITA APPARTENENTI ALLO STESSO INSIEME GEOGRAFICO, CAPACE, PER LE SUE CARATTERISTICHE NATURALI O UMANE, DI ATTRARRE FLUSSI COSTANTI O PERIODICI E TENDENZIALMENTE COSMOPOLITI DI PERSONE CHE VI TRASCORRONO PARTE DEL LORO TEMPO LIBERO DAL LAVORO E SPENDONO IN LUOGO REDDITI PERCEPITI ALTROVE.

8 UNA LOCALITA' TURISTICA PER ESSERE TALE DEVE ESSERE TERRITORIALIZZATA, ORGANIZZATA, STRUTTURATA, MODELLATA E RESA NOTA, IN MODO DA ESSERE PERCEPITA COME LUOGO TURISTICO, CIOE' MERITEVOLE DI ESSERE VISITATA, CAPACE DI IMPORSI SUL MERCATO A DISCAPITO DELLE ALTRE. PIANIFICAZIONE EDOPERAZIONE DI MARKETING Sistema turistico Attori collettivi e individuali Milieu locale- Genius loci - Ruolo dei mass-media DA LUOGO MISCONOSCIUTO A LUOGO NOTO E, ADDIRITTURA, A LUOGO TURISTICO

9 EVOLUZIONE DEL TURISMO DA PRATICA D ELITE A FENOMENO DI MASSA EGIZIANI, GRECI E ROMANI MOTIVI RELIGIOSI, DI STUDIO, SPORTIVI, TERMALI, ECC. XENIOS : SACRALITA DEL VIANDANTE DIFFUSIONE DELLA PAX ROMANA (SICUREZZA, LINGUA, MONETA) SVILUPPO DELLA VIABILITA' DELL'IMPERO PERIODO MEDIEVALE STRADE DISSESTATE E INSICURE - PEDAGGI PELLEGRINAGGI DI CRISTIANI E MUSULMANI VIAGGI DI STUDIOSI E ARTISTI PRESSO LE CORTI RUOLO DELLE UNIVERSITA' E DEI CONVENTI

10 ETA DELLA RINASCENZA PROGRESSO DEI TRASPORTI E STAZIONI DI SOSTA RIORDINO DELLE STRADE RISCOPERTA DELLA CULTURA CLASSICA AVVENTO DEL GRAND TOUR PROTOTIPO DEL TURISMO CULTURALE RIVOLUZIONE INDUSTRIALE CIVILTA URBANA DICOTOMIA CITTA -CAMPAGNA MODERNE COMUNICAZIONI (FERROVIE, BICICLETTA, AUTOMOBILE) ESPOSIZIONE UNIVERSALE (Londra 1851, Parigi 1889) FIERA DEL TURISMO BOLOGNA (1904)

11 PERIODO INFRABELLICO TURISMO COME ATTIVITA SOCIALE E DI REGIME DOPOLAVORISTICO, SCOLASTICO, RELIGIOSO, SPORTIVO DIRITTO ALLE FERIE RETRIBUITE DIFFUSIONE DELLE AGENZIE DI VIAGGIO PERIODO POSTBELLICO VOLI INTERCONTINENTALI 1 a ASS. COSTITUTIVA DELL IUOTO (Intern. Union of Official Travel Organizations) (L AIA, 1947) 1 MEETING AIEST (ROMA 1951) DIFFUSIONE DELLE AUTOMOBILI CRESCITA REDDITI FENOMENO DI MASSA

12 TURISMO E SOCIETA' POST-INDUSTRIALE DAL RIPOSO FISICO ALL'EVASIONE PSICOLOGICA DA FAST A SLOW TOURIST DIMONSTRATION EFFECT (VACANZE MULTIPLE) CRESCITA DEL CONSUMO DI SUOLO TURISTA DI MASSA TRADIZIONALE TOSSICOMANE DEL DIVERTIMENTO POST-TURISTA NUOVO TURISTA COSMOPOLITA- INTELLETTUALE- RELAZIONI-ESIGENTE- PIONIERE

13 BENEFICI DEL TURISMO FONTE DI REDDITO INCREMENTO DELL'OCCUPAZIONE MIGLIORAMENTO DELLE STRUTTURE MIGLIOR. CAPACITA' IMPRENDITORIALI CAMBIA LA SOCIETA' AGRICOLA IN URBANA CRESCE IL LIVELLO CULTURALE SI REALIZZANO INFRASTRUTTURE APPORTO AL COMMERCIO LOCALE E ALL'ARTIGIANATO APPORTO ALLA GASTROMONIA MIGLIORE CONOSCENZA DELLA STORIA, DELLA CULTURA VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO FAVORISCE LA FORMAZIONE PROFESS.

14 COSTI DEL TURISMO MONOCULTURALITA' ECONOMICA INFLAZIONE E SPECULAZIONE SUL TERRITORIO MODELLI ECCESSIVI DI CONSUMO ECONOMIA E LAVORO STAGIONALE COMPETIZIONE CON LE ALTRE ATTIVITA' ECON. QUADRI DIRIGENTI ESTERNI EROSIONE DELLA CULTURA LOCALE E MCDONALDIZZAZIONE DIFFUSIONE DI COSTUMI NEGATIVI E COSTI SOCIALI IMPATTI AMBIENTALI SPAZIO VISITATO O CONSUMATO?

15 FATTORI DELL'OFFERTA TURISTICA RETE ATTREZZATURE ACCESSIBLITA' DELLA LOCALITA' PRESENZA DI ATTRATTIVE INFRASTRUTTURE IMMAGINE COSTO DELLA VITA VITALITA CULTURALE E RICREATIVA SERVIZI (Info, guide...) CULTURA DELL'ACCOGLIENZA POLITICHE DI SVILUPPO STABILITA' POLITICA E MILITARE SICUREZZA LIBERTA' DI CIRCOLAZIONE PROFESSIONALITA'

16 FATTORI CULTURALI e AMBIENTALI MATERIALI Archeologia Architettura Arte (musei) Ambiente (parchi, laghi) Luoghi di personaggi IMMATERIALI Genere di vita Tradizioni Arte (musica, teatro...) Sport e congressi Pellegrinaggi...

17 POLITICHE DEGLI SPAZI TURISTICI POLITICHE DI CRESCITA TRADIZIONALI (disarticolate, localistiche, promozione microregionale...) POLITICHE DI SVILUPPO SISTEMICHE E PIANIFICATE (concertate, infrastrutturali, strutturali, promozione e gestione mesoregionali, formazione) ORGANIZZAZIONE SISTEMICA: CONSERVAZIONE, PROMOZIONE E FRUIZIONE DEL PATRIMONIO STORICO-ARTISTICO E DEL PATRIMONIO NATURALE CREAZIONE DI RICCHEZZA E BENESSERE

18 BILANCIA TURISTICA RISULTA DAI CAPITALI IN ENTRATA E IN USCITA MOSSI DAL TURISMO INTERNAZIONALE LA MAGGIOR PARTE DEI FLUSSI E' DIRETTA NEI PAESI SVILUPPATI LE CONSEGUENZE DI UNA BILANCIA IN ATTIVO HANNO RICADUTE POSITIVE IMMEDIATE (AD ES. ATTENUA I FLUSSI MIGRATORI) MA... L'EDIFICAZIONE DELLE SECONDE CASE E' UN ESEMPIO DI SCELTA DI REINVESTIMENTO CON EFFETTI NEGATIVI

19 SISTEMI TURISTICI LOCALI SI DEFINISCONO SISTEMI TURISTICI LOCALI I CONTESTI TURISTICI OMOGENEI O INTEGRATI, COMPRENDENTI AMBITI TERRITORIALI APPARTENENTI ANCHE A REGIONI DIVERSE, CARATTERIZZATI DALL'OFFERTA INTEGRATA DI BENI CULTURALI, AMBIENTALI E DI ATTRAZIONI TURISTICHE, COMPRESI I PRODOTTI TIPICI DELL'AGRICOLTURA E DELL'ARTIGIANATO LOCALE, O DALLA PRESENZA DIFFUSA DI IMPRESE TURISTICHE (L.135/2001). ATTORI PER LA PROMOZIONE ENTI LOCALI SOGGETTI PRIVATI ENTI FUNZIONALI ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA MODELLO BOTTOM-UP RUOLO DELLE REGIONI

20 ELEMENTI DEL SISTEMA TURISTICO SISTEMA TERRITORIALE DATO NON SOLO DAI MONUMENTI MA DAL COMPLESSO DEI BB.CC. E NON SOLO DALLE ATTRAZIONI NATURALI MA DAL COMPLESSO DEI BB.AA. E PASESAGGISTICHE, MA ANCHE DALLA VOCAZIONE AD UNO O PIU' PRODOTTI O ELEMENTI TIPICI CHE CARATTERIZZANO IL LUOGO GEOGRAFICO ATTORI COMUNITA' LOCALE COSTITUITA NON SOLO DA IMPRENDITORI LOCALI, COMMERCIANTI, COMUNI, ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA, MA ANCHE DA AGGREGAZIONI VOLONTARIE CHE CONTRIBUISCONO ALLA PROMOZIONE ED AL RILANCIO DELL'AREA O DEI SERVIZI OFFERTI STRUTTURE E ATTREZZATURE RICETTIVE, PARARICETTIVE, COMPLEMEMTARI

21 SISTEMA DELLE INFRASTRUTTURE a)viario, FERROVIARIO, PORTUALE, AEREOPORTUALE b)servizi SANITARI, SICUREZZA, INFORMAZIONI, FORMAZIONE PROGETTO DI SVILUPPO FONDAMENTALE PER LO START-UP DEL SISTEMA E PREVEDE FONDI DI COFINANZIAMENTO DA PARTE DELLE REGIONI ATTIVITA ED EVENTI MANIFESTAZIONI CULTURALI, SPORTIVE, RICREATIVE, TURISTI

22

23 IL TURISTA E LE MOTIVAZIONI TOURIST: L'ELEGANTE VAGABONDO DI BARTOLOMEO AQUARONE (1856) VARIE FIGURE DI VIAGGIATORI TURISTA MIGRANTI PROFUGHI LAVORATORI (pendolari, mercanti,ecc.) ESCURSIONISTI

24 LE MOTIVAZIONI, LA COSCIENZA DEL TURISTA E I LUOGHI DISTINGUERE LE ESPERIENZE PER APPARTENERE ALL'ELITE VIAGGIATORI (ALLOCENTRICI-TURISTOFOBI) TURISTI (PSICOCENTRICI-TURISTOFILI) ALLOCENTRICI SCOPERTA DI AREE NON TURISTICHE, INCONTRO CON POPOLI E CULTURE DIVERSE, VIAGGIO FLESSIBILE MINIMO CONFORT

25 TURISTOFOBI SI DEFINISCONO VIAGGIATORI E NON TURISTI AMANO LUOGHI PSEUDO-ROBINSON CERCANO NUOVE LOCALITA' SPERIMENTANO NUOVE STAGIONI SONO INTRAPRENDENTI E SPERICOLATI DESIDERANO CONOSCERE L'ALTRO NON AMANO I VIAGGI ORGANIZZATI ACCETTANO LE SCOMODITA'

26 PSICOCENTRICI SCELGONO DESTINAZIONI CONOSCIUTE ATTIVITA' RILASSANTI (SPORTIVE E BALNEARI) USANO L'AUTOMOBILE E LE STRUTTURE RICETTIVE STANDARDIZZATE CERCANO NEGOZI TIPICI NON CERCANO NOVITA' MA SICUREZZA SCELGONO PACCHETTI ALL INCLUSIVE PROGRAMMANO LE ATTIVITA' SONO ABITUDINARI

27 TURISTOFILI CERCANO LE LOCALITA' DI TENDENZA PREFERISCONO LA FOLLA VACANZIERA L'ALTA STAGIONE TURISMO STILE SAPORE DI MARE NON ESCONO DAL VILLAGGIO TURISTICO SEGUONO LE MODE SPORTIVE RICERCANO I RISTORANTI DEL LUOGO DI PROVENIENZA NON DESIDERANO INCONTRARE L'ALTRO PREFERISCONO I VIAGGI ORGANIZZATI

28 IL TURISTA SI MUOVE PER SODDISFARE L'ESIGENZA DI EVASIONE LA SCELTA DELLA DESTINAZIONE SARA' FATTA IN FUNZIONE DEL TIPO DI ESIGENZA/MOTIVAZIONE CHE SENTE A SECONDA, DUNQUE, DELLA MOTIVAZIONE CHE IL TURISTA SENTE SI POSSONO DISTINGUERE DIVERSE TIPOLOGIE DI TURISMO NATURALISTICO ETNOLOGICO BALNEARE RURALE RELIGIOSO TERAPEUTICO CULTURALE e DELLA MEMORIA ENO-GASTRONOMICO ESPERENZIALE SPORTIVO SOCIALE CONGRESSUALE

29 TURISMO NATURALISTICO EVASIONE DAL MONDO MODERNO ESIGENZA DELLA SOCIETA' INDUSTRIALE ARMONIA CON LA NATURA EPOCA ROMANTICA TURISMO ALTERNATIVO, ECOSOSTENIBILE LUOGHI PRIVILEGIATI WILDERNESS : MONTI, VULCANI, CASCATE, DESERTI, ECC.

30 TURISMO ETNOLOGICO RICERCA DELLA CULTURA AUTENTICA SOCIETA <FOSSILI> VILLAGGI MASAI, IGLOO INUIT, TEPEE PELLEROSSA, TENDE BERBERE E QUELLE MONGOLE ASPETTI CULTURALI TRADIZIONALI DANZA E MUSICA, COSTUMI, SOUVENIR ARTIGIANATO LOCALE

31 TURISMO BALNEARE PRATICA DELL'ELITE NEL PERIODO INVERNALE ABBRONZATURA TIPICA DELLA WORKING CLASS BAGNI A SCOPO TERAPEUTICO DOPO LA SECONDA GUERRA MOND. DIVIENE MODA ABBRONZARSI LA VACANZA ESTIVA PER ANTONOMASIA DIVIENE QUELLA A MARE CARATERIZZATA DALLE 3 S: SEA, SUN AND SAND IN ITALIA BOOM DELLA COSTA ADRIATICA, LIGURE E DELLA VERSILIA 2 NUOVE S: SEX AND SPIRIT (SIMBOLO DEL'EVASIONE DAL GRIGIORE DELLA QUOTIDIANETA ) 1 NUOVA S: SPORT, INTESO COME BENESSERE (FITNESS, WELLNESS) DETERRITORALIZZAZIONE DEL TURISMO BELNEARE COSTIERO LAGHI, FIUMI, PARCHI ACQUATICI, ECC.

32 TURISMO RURALE DALL'OTIUM DEI ROMANI ALL'AGRITURISMO LETTERARIE VILLEGGIATURE (NEL GATTOPARDO) EVASIONE DALLA CITTA' CALDA E CAOTICA ANNI CINQUANTA: DIVIENE PRATICA DIFFUSA (TURISMO VERDE) ANNI '70-'80 VIENE CONSIDERATO RETROGRADO ANNI '90 RISCOPERTA DELLA VILLEGGIATURA PER IMITAZIONE DEI TURISTI ANGLOSASSONI LEGGE 730/1985 OPPORTUNITA' ALLE AZIENDE AGRICOLE DI ESERCITARE ATTIVITA' TURISTICHE (RICETTIVE E RISTORATIVE) DA PRATICA ALTERNATIVA A PRATICA ALTERNATIVA DI MASSA

33 CARATTERISTICHE DELLE AZIENDE AGRITURISTICHE IN ITALIA (Colantoni 2003) Aziende agrituristiche Aziende con ristorazione Aziende con agricampeggio Aziende con cavalli Numero posti letto Posti letto/azienda 9, Utilizzazione annua degli alloggi 75 gg Durata media del soggiorno 7 gg. 6/7 6/7 6/7 Arrivi Di cui stranieri 10% 15% 20% 25% Presenze annue (mil. di giornate) 4, Giro d'affari annui (mld. di lire)

34 A G R I T U R I S M O

35 A G R I T U R I S M O

36 A G R I T U R I S M O

37 TURISMO RELIGIOSO E' PRASSI COMUNE A TUTTE LE FEDI: Cristiani (Terra Santa), Islamici (La Mecca), Indù (Gange) RUOLO DELLA CHIESA CRISTIANA: Cammino di Santiago (anni Ottanta) Pellegrinaggio a Roma (Giubileo del 2000) Visita dei presepi e delle Via Crucis DIVENUTA UNA MODA e PRATICA SOCIALE Partecipano non solo pii pellegrini anziani, ma giovani, studenti, lavoratori, credenti ma anche atei. DIVERSE METE CRISTIANE Lourdes, Medjugorje, Fatima, San Giovanni Rotondo, Loreto, Assisi, Madonna delle Lacrime di Siracusa, la Polonia di Giovanni Paolo II,la Baviera di Benedetto XVI, ecc.

38 PER IL TURISMO RELIGIOSO IN ITALIA IL 2005 E' STATO UN ANNO RECORD LE LOCALITA' PRINCIPALI: S. PIETRO, SAN GIOVANNI ROTONDO, ASSISI, LORETO, PADOVA SCONOSCIUTE ANCORA LE NUMEROSE E PREZIOSE LOCALITA MINORI LE ATTRATTIVE RELIGIOSE IN ITALIA CHIESE,BASILICHE E CATTEDRALI 700 MUSEI DIOCESANI E RELIGIOSI 2200 MONASTERI E CONVENTI 2410 STRUTTURE RELIGIOSE DI ACCOGLIENZA

39 TURISMO CULTURALE e della memoria DEFINIZIONE IMPROPRIA! PUO' ESISTERE UN TURISMO CHE NON ABBIA COME FINE QUELLO DI ACCRESCERE LA CULTURA DEL VIAGGIATORE? OGGI SI PARLA DI VERA E PROPRIA INFATUAZIONE PER IL TURISMO CULTURALE E NON SI AMMETTE IL DESIDERIO DI SVAGO E RIPOSO. UN ALIBI TURISTICO CHE OFFRE L'OCCASIONE PER REALIZZARE VIAGGI CON DIVERSE FINALITA' E SOTTOTIPI DI TURISMO

40 TIPI DI TURISMO CULTURALE: 1) TURISMO ARCHEOLOGICO (complessi monumentali, monumenti isolati, musei archeologici) 2) TURISMO D'ARTE (coinvolge principalmente le città d'arte e la propria architettura, i musei che espongono pitture, sculture) 3) TURISMO GENERATO DA SPETTACOLI (Festival musicali-umbria Jazz- l'arena di Verona, Festival della canzone italiana di Sanremo, spettacoli teatrali, cinematografici, folcloristici, palio, carnevale tradizionale, ecc.) 4) TURISMO GENERATO DAL RICORDO (Luoghi legati a personaggi letterari, storici, luoghi di eventi storici, le case e le tombe di personaggi illustri)

41 MANIFESTAZIONI: SAGRE, OKTOBER FEST, CANTINE APERTE ECC. TURISMO ENOGASTRONOMICO DEGUSTAZIONE DI CIBI E BEVANDE TIPICHE DI UN DETERMINATO TERRITORIO CIBO TIPICO COME ATTRAZIONE DI VIAGGIATORI MONDO GLOBALIZZATO O MACDONALDIZZATO LA CUCINA TIPICA E' DIVENTATA ASPETTO DI PRIMO ORDINE RICERCA DI RISTORANTI TIPICI, AUTENTICI, LOCALI IDENTIFICA UNA REGIONE (Pizza:Napoli, cuscus:paesi arabi, merluzzo:norvegia, feta:grecia, tea:inghilterra, spaghetti: Italia, vini:italia e Francia, birra:germania, paella:spagna)

42 TURISMO SPORTIVO Attivato dalle manifestazioni e dalla pratica dei vari sport I TIFOSI CHE, PER LA DISTANZA DAL LUOGO DI RESIDENZA DELLE METE DELLE MANIFESTAZIONI O PER LA DURATA, SONO COSTRETTI A PERNOTTARE FUORI SEDE MENTRE GLI ACCOMPAGNATORI E GLI SPORTIVI PROFESSIONISTI SONO DA CONSIDERARE DEI TURISTI IMPROPRI EVENTI SPORTIVI INTERNAZIONALI: AUOTOMOBILISMO (F 1), TENNIS, CICLISMO (giro di Francia), MONDIALI DI CALCIO, di SCI, OLIMPIADE, ecc. ATTIVITA VENATORIA PESCA D ALTURA (PESCATURISMO) VELA NAVIGAZIONE DA DIPORTO SPORT BIANCHI E DELLA NEVE

43 Turismo sociale TURISMO DELLE ASSOCIAZIONI TURISMO DELLA TERZA ETA TURISMO DEI PORTATORI DI HANDICAP TURISMO SCOLASTICO (Gite scolastiche, corsi di lingua all'estero, soggiorno studio, ecc.)

44 ALCUNI TIPI DI TURISMO IMPROPRIO TURISMO ALTERNATIVO TURISMO TERAPEUTICO TURISMO PER MOTIVI DI SALUTE TURISMO CONGRESSUALE TURISMO D AFFARI TURISMO PER MOTIVI DI FAMIGLIA TURISMO DIPLOMATICO TURISMO SCIENTIFICO

45 TURISMO ALTERNATIVO LA MOTIVAZIONE DEL VIAGGIO E' SOVENTE LA VOLONTA' DI NUOVE E SPERIENZE ALTERNATIVE, DIVERSAMENTE DELLA VACANZA LUNGA E TRADIZIONALE DELL'IMPIEGATO DI UN TEMPO OGGI SI CERCANO FORTI ESPERIENZE TRASGRESSIVE FINO A QUELLE AL LIMITE DELLA LEGALITA' E DELLA MORALITA' PRATICHE SPORTIVE ESTREME (bungee-jumping, alpinismo, rafting, giornate di sopravvivenza), SAFARI ILLEGALI, BLACK TOURISM (prendere parte ad un conflitto armato), SETTIMANA BIANCA (Amsterdam, Colombia, India...), TURISMO SESSUALE (Tailandia, Est europeo, Filippine, India...), GIOCO D'AZZARDO

46 TURISMO TERAPEUTICO e PER MOTIVI DI SALUTE NELL'OTTOCENTO COSTITUIVA UNA PRATICA SALUTARE PER CHI NON AVEVA PARTICOLARI PATOLOGIE DIVENNE UNA MODA PER DISTINGUERSI SOCIALMENTE SOGGIORNARE D'ESTATE IN MONTAGNA (Valtellina e Valle d'aosta) E D'INVERNO A MARE (Romagna, Toscana e Liguria) LA CLIMATERAPIA HA FATTO EMERGERE DIVERSE LOCALTA' TURISTICHE SPECIALIZZATE (Balneoterapia, Termalismo) NEI TEMPI RECENTI DETTE LOCALITA' SI SONO REINVENTATE CON UNA NUOVA FORMULA: IL FITNESS PER I POTENZIALI TURISTI STRESSATI (Bagni di fieno, Yoga, massaggi orientali, musicoterapia, ecc.) VIAGGI DELLA SPERANZA

47 TURISMO CONGRESSUALE ATTIVATO DA PERSONE CHE S INCONTRANO CON LO SCOPO DI SCAMBIARSI INFORMAZIONI Col termine congresso si indicano vari tipi di riunioni: convegni, tavole rotonde, congressi, seminari, work shop, ecc. Il primo in assoluto si è svolto a Roma per iniziativa di medici nel 1681 POSSONO ESSERE INTERNAZIONALI, NAZIONALI, REGIONALI E LOCALI In base all argomento si distinguono: congressi scientifici, politici, economico-sociali, sportivi, associativi ecc.

48 TURISMO D AFFARI PARTECIAZIONE A FIERE TEMATICHE (EXPO, FIERE, SALONI ESPOSITIVI) Bit e Smau di Milano, Bit di Berlino, Salone Nautico di Genova, Salone Internazionale dell Automobile di Osaka (Giappone), Salone dell auto di Ginevra, Salone dell automobile e Salone del libro di Torino, Motor Show di Bologna, Fiera del Levante di Bari, Expo Elettronica di Monza, Pitti fiera, Cibus di Parma, Salone dei Vini di Angers (Francia), Salone delle Destinazioni Turistiche di Bordeaux (Francia), Tire Technology Expo di Amburgo (Germania), Salone della Tecnologia Grafica Digitale e Serigrafia di Barcellona (Spagna), Salone dell Energia e dell Ambiente di Osaka, ecc.

49 PAESAGGIO, ACCESSIBILITA e PROSSIMITA TERRITORIALE e FLUSSI TURISTICI 1 MILIARDO DI TURISTI INTERNAZIONALI DIFFUSIONE MONDIALE NON UNIFORME PROVIENE ED è DIRETTA PRINCIPALMENTE NEI PAESI INDUSTRIALIZZATI ED URBANIZZATI DEL NORD Squilibrio nella reciprocità turistica tra regioni di partenza e quelle di arrivo: fattori naturali, culturali ed economici PRINCIPALI SETTORI DI CONCENTRAMENTO A)LAGHI (Bacino mediterraneo, Mar dei Caraibi, Mar Cinese) B) MONTI (Alpi, Pirenei, Carpazzi ) C) CITTA (Capitali europee, d arte, archeologiche )

50 IL PAESAGGIO TURISTICO è un PAESAGGIO GEOGRAFICO (paesaggio naturale + paesaggio culturale) I paesaggi turistici che corrispondono ai recettori, sono avidamente visitati, per i meriti naturali e/o culturali, ma anche profondamente organizzati e modificati. IL PAESAGGIO-SFONDO (simbolo del contesto spaziale e dell atmosfera turistica ricercata) IL PAESAGGIO ATTIVO: FATTORE DELL ATTIVITA TURISTICA (es. monti innevate per le settimane bianche)

51 AREE TURISTICHE TRADIZIONALI EUROPA OCCIDENTALE 1. EUROPA MEDITERRANEA (Flussi dell Europa settentrionale) a) Poli costieri e balneari (Coste meridionali spagnole, merid. francesi, italiane, greche, portoghesi e le isole mediterranee) b) Località interne (Roma, Firenze, Pisa, Aix en Provence, Avignone, Arles, Granada, Cordova, Siviglia, Atene, Lisbona ), turismo distribuito lungo tutto l arco dell anno. Flussi di turisti cosmopoliti sull ASSE NORD-SUD Europa seguendo diversi itinerari:

52 - Asse primario meridiano Nord-Sud, Reno-Rodano- Mediterraneo (flusso di scandinavi, olandesi, belgi, tedeschi, inglesi, francesi, svizzeri diretti in Francia, Spagna e Italia) -Flusso occidentale, staccatosi dall asse primario precedente, dal Nord si dirige verso il Sud-Ovest europeo (Portogallo) - Flusso orientale, dalla valle del Danubio e attraverso i passi alpini conduce verso la Riviera adriatica italiana - Flusso Sud-orientale, prosecuzione del precedente che conduce verso le coste adriatiche dei paesi dei balcani e della grecia

53 2. EUROPA DEL NORD (Flussi dall Europa, dagli States ed dall Estremo Oriente) a) Centri turistici urbani: metropoli (Parigi, Londra, Berlino, Bruxelles, Amsterdam, Copenaghen, Vienna, Stoccolma, Dublino), centri minori (Montecarlo, Bruges, Santiago de Compostela, Oxford, Cambridge ). b) Poli e nodi balneari del Nord-Ovest (coste inglesi della Manica, francesi dell Atlantico e dei Paesi Baschi) c) Regione turistica dei castelli della Loira, complementare a quelli di Parigi e Versailles ma di considerevole dimensione d) Spazio turistico alpino, (Alpi settentrionali francesi, Alpi vallesi e bernesi svizzere, Alpi valdostane e Dolomiti italiane, Alpi tirolesi austriache) il più importante spazio turistico montano mondiale, seguito dai Pirenei, dalle Alpi scandinave, dai Carpazi

54 Flussi di turisti sull ASSE NORD-NORD e SUD-NORD - Flusso primario dei centri urbani, corrente importante verso le capitali continentali e le regioni turistiche ad esse complementari - I flussi verso i poli balneari del Nord-Est sono nazionali ed internazionali, ma di minore consistenza e di più breve raggio di quelli rivolti verso le fronti marittime meridionali. dirette a Portsmouth, Dover in Inghilterra, nelle coste delle Fiandre belghe e francesi o verso le coste bretoni. - I flussi verso l oro bianco, tra i più importanti flussi turistici invernali, recentemente divenuto consistente anche durante l estate.

55 LE AREE TURISTICHE NORD-AMERICANE a)aree balneari tradizionali (alimentati dalla vicinanza delle immense conurbazioni urbane e quasi esclusivamente di turisti americani e canadesi - rara la presenza di europei) - Costa atlantica del Nord-Est(Boston, New York, Filadelfia) - Costa atlantica del Sud-Est (Florida) - Costa pacifica (Santa Monica, Los Angeles, San Diego) - Hawai b)i grandi centri urbani tradizionali, rilevante il numero di turisti nazionali e stranieri a New York, Washington, New Orleans, Los Angeles, Boston c)le aree particolari - Ambienti naturali (Le cascate del Niagara sul lago Erie, il parco di Yellowstone, il canyon del Colorado) - Località di ludoturismo (La Mecca mondiale dei giochi: Las Vegas nel deserto del Nevada)

56 LE AREE TURISTICHE TRADIZIONALI DEI PVS - TURCHIA: Istanbul, Parco nazionale di Goreme, Sito archeologico di Efeso, Troia - ISOLE CARAIBICHE: Haiti, Repubblica Dominicana, Giamaica - MESSICO: Acapulco, Manzanillo, Mazatlan, Puerto Vallerta (Costa del Pacifico) Ensenada, Tijana (Bassa California) Citta del Messico - BRASILE: Rio de Janeiro, San Paolo, Brasilia, Salvador de Bahia, Parco nazionale del fiume Iguazù - EGITTO: Alessandria, Il Cairo, Piramidi e Sfinge (Giza), Luxor, Menfi. - MAROCCO: Rabat, Tangeri, Al Hoceima, Agadir - TUNISIA: Hammamet, Monastir, Djerba, città sahariane

57 LE RECENTI AREE TURISTICHE EUROPA ORIENTALE a)centri balneari, Costa croata, stazioni bulgare, rumene, ucraine e russe del Mar Nero. La costa baltica dell Estonia della Lituania e della Lettonia, dal clima più fresco, oltre che per i turisti del luogo è una sorta di ripiego balneare per poche migliaia di polacchi e di russi. Di riguardo sono i flussi mittleuropei diretti nelle località turistiche balneari dei paesi balcani. b)centri turistici urbani, assurti recentemente a veri e propri poli turistici internazionali come Mosca, S. Pietroburgo, Varsavia, Cracovia, Budapest, Praga, Kiev, Lubiana, Tallin, Riga

58 RECENTI AREE ASIATICHE ED OCEANIANE EMIRATI ARABI UNITI (Dubai, Abu Dhabi), INDIA, MALDIVE, CINA- HONG KONG, COREA DEL NORD, TAIWAN, THAILANDIA, SRI LANKA, AUSTRALIA, POLINESIA, FILIPPINE AFRICANE COSTA D AVORIO, KENYA, TANZANIA, SENEGAL, NAMIBIA AMERICA LATINA CUBA, PERU, ANTILLE FRANCESI, MESSICO CENTRALE E MERIDIONALE, BRASILE TROPICALE

59 AREE TURISTICHE PIONIERE AMBIENTE ARTICO: Lapponia, Groenlandia, Grande Nord canadese VULCANICO: Islanda, Fujiama, Isole Eolie, Hawai DESERTICO: rally trans-sahariani HIMALAYANO (Nepal) EQUATORIALE: Manuas (Brasile) Barriera corallina (Australia, Seychelles) Terra del Fuoco (Cile, Argentina)

Programma di geografia per l a.a. 2014/2015, classe 1E

Programma di geografia per l a.a. 2014/2015, classe 1E Programma di geografia per l a.a. 2014/2015, classe 1E Introduzione alla geografia Introduzione agli elementi geografici e morfologici di un territorio. La posizione di un luogo. L idrografia. Introduzione

Dettagli

Editoria Turistica Catalogo Illustrati 2012.indd 27 Catalogo Illustrati 2012.indd 27 07/05/12 16:13 07/05/12 16:13

Editoria Turistica Catalogo Illustrati 2012.indd 27 Catalogo Illustrati 2012.indd 27 07/05/12 16:13 07/05/12 16:13 Editoria Turistica Catalogo Illustrati 2012.indd 27 07/05/12 16:13 Le Guide Mondadori Italia 100 passi alpini in moto 16,5 x 23,5 cm 286 pp 100 strade da moto in Italia 16,5 x 23,5 cm 286 pp Emilia Romagna

Dettagli

TURISMO = SETTORE ECONOMICO DEI SERVIZI = TERZIARIO OMT

TURISMO = SETTORE ECONOMICO DEI SERVIZI = TERZIARIO OMT 1 TURISMO = SETTORE ECONOMICO DEI SERVIZI = TERZIARIO (ORGANIZZAZIONE MONDIALE DEL TURISMO) stima nel 2010 900 miliardi di dollari da turismo internazionale 1 miliardo di arrivi internazionali 225 milioni

Dettagli

Istituto d Istruzione Superiore Francesco Algarotti PROGRAMMA SVOLTO Docente: Rosa María Alonso Corteguera

Istituto d Istruzione Superiore Francesco Algarotti PROGRAMMA SVOLTO Docente: Rosa María Alonso Corteguera Classe 1G materia GEOGRAFIA anno scolastico 2015/2016 UD 1 GLI STRUMENTI DELLA GEOGRAFIA Forma e misure della Terra. Orientamento geografico. Regole per la localizzazione. La rappresentazione cartografica.

Dettagli

Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale

Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale OSSERVATORIO TURISTICO DELLA LIGURIA Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale Dossier Ottobre 2012 A cura di Panorama competitivo del turismo internazionale nel mondo

Dettagli

MATERIA: Geografia Generale e Turistica ANNO SCOLASTICO 2014/2015 PROGRAMMA SVOLTO

MATERIA: Geografia Generale e Turistica ANNO SCOLASTICO 2014/2015 PROGRAMMA SVOLTO MATERIA: Geografia Generale e Turistica ANNO SCOLASTICO 2014/2015 PROGRAMMA SVOLTO CLASSE: Prima C Unità 1 GLI STRUMENTI DI BASE Forma e misura della terra Le carte geografiche L informatica applicata

Dettagli

Istituto d Istruzione Superiore Francesco Algarotti

Istituto d Istruzione Superiore Francesco Algarotti Istituto d Istruzione Superiore Istituto Tecnico Turistico MATERIA: disciplina alternativa alla RC CLASSE IV Sezione I A.S. 2014/15 L educazione un processo continuo Educazione e comunicazione La comunicazione

Dettagli

UNA REGIONE GEOGRAFIA. COME FARE Mentre leggi e studi una regione italiana, scrivi le informazioni richieste. Completa la tabella.

UNA REGIONE GEOGRAFIA. COME FARE Mentre leggi e studi una regione italiana, scrivi le informazioni richieste. Completa la tabella. Studiare con... le tabelle Completa la tabella. UNA REGIONE Mentre leggi e studi una regione italiana, scrivi le informazioni richieste. REGIONE... LOCALIZZAZIONE E CONFINI NORD... SUD... EST... OVEST...

Dettagli

ELENCO MATERIALE DI STORIA E GEOGRAFIA

ELENCO MATERIALE DI STORIA E GEOGRAFIA ELENCO MATERIALE DI STORIA E GEOGRAFIA Conoscere il mondo (ed. Principato) Le civiltà dei fiumi (ed. De Agostini) L Italia, il mio paese (ed. ATLAS) Avventure e conquiste nei secoli (ed. Confalonieri)

Dettagli

Obiettivo Russia: Quadro della domanda turistica. Russia: alcuni dati statistici CONSTAT CONSTAT. Mo sca. 600 miliardi USD RUBLO CAPITALE

Obiettivo Russia: Quadro della domanda turistica. Russia: alcuni dati statistici CONSTAT CONSTAT. Mo sca. 600 miliardi USD RUBLO CAPITALE Obiettivo Russia: Quadro della domanda turistica Russia: alcuni dati statistici CAPITALE Mo sca SUPERFICIE (kmq) 17 075 200 POPOLAZIONE 143 500 000 P.I.L. 600 miliardi USD TASSO DI INFLAZIONE 11,7 MONETA

Dettagli

Programma di Geografia classe 1^ Tecnico Turistico

Programma di Geografia classe 1^ Tecnico Turistico Programma di Geografia classe 1^ Tecnico Turistico Strumenti della Geografia L orientamento Longitudine e Latitudine La cartografia Le proiezioni cartografiche Le rappresentazioni di dati (Areogrammi,

Dettagli

Indice. Unità 2. Unità 1. Unità 3. L Unione Europea 39. Gli stati, i popoli, le culture in europa 9

Indice. Unità 2. Unità 1. Unità 3. L Unione Europea 39. Gli stati, i popoli, le culture in europa 9 Unità 1 Gli stati, i popoli, le culture in europa 9 Itinerario 1 Il cammino degli Stati europei 10 Le origini dell Europa 10 Un continente diverso dagli altri 10 L Europa romana e medievale 12 L Impero

Dettagli

Imago Report mercato turistico

Imago Report mercato turistico Imago Report mercato turistico REPORT SULLE NUOVE TENDENZE DEL TURISTA ITALIANO ED ESTERO FOCUS SUL TURISTA ENOGASTRONOMICO 22 LUGLIO 2015 Indice: I principali trend del turismo in Italia Il turista ESTERO

Dettagli

REPORT MERCATO TURISTICO

REPORT MERCATO TURISTICO REPORT MERCATO TURISTICO Report sulle nuove tendenze del turismo italiano ed estero Focus sul turista enogastronomico 22 luglio 2015 INDICE Trend del turismo estero in Italia.. pag. 3 Trend del turismo

Dettagli

GIUNTA REGIONE MARCHE

GIUNTA REGIONE MARCHE Come noto, Recanati è il paese natale di Giacomo Leopardi. Il suo centro caratteristico, gli itinerari culturali e artistici e la vicinanza con alcune delle più note località balneari della riviera Marchigiana,

Dettagli

PARTENZE PRIVILEGIO 2014

PARTENZE PRIVILEGIO 2014 2014 MEDITERRANEO 2014 4/ " Panorami d'oriente" Venezia 11 Classica / "Viaggio tra miti e leggende" Creta > Favolosa 15/ 10/11 "Le città del sole" Spagna, Baleari e Malta Serena 2/ /10 2/ 26/10 16/11 21/

Dettagli

A cura di: prof. Attilio Celant, prof. Giandomenico Celata, dott.ssa Rossella Gaudio - PhD

A cura di: prof. Attilio Celant, prof. Giandomenico Celata, dott.ssa Rossella Gaudio - PhD A cura di: prof. Attilio Celant, prof. Giandomenico Celata, dott.ssa Rossella Gaudio - PhD INDICE I trend del turismo a Roma p. 3 Il vantaggio di Roma rispetto alle altre grandi mete turistiche italiane

Dettagli

TITOLO EDIZIONE PAGINE TAVOLE ATLANTE ISBN PREC. ISBN PREZZO CARTA ESTRAIBILE

TITOLO EDIZIONE PAGINE TAVOLE ATLANTE ISBN PREC. ISBN PREZZO CARTA ESTRAIBILE 27» MARCO POLO GUIDE Le guide tascabili che uniscono l'autorevolezza di un testo d'autore alla freschezza dei consigli delle persone che vivono sul posto. Ogni guida, oltre a descrivere i luoghi da non

Dettagli

Struttura e tendenze della spesa degli italiani all estero

Struttura e tendenze della spesa degli italiani all estero Struttura e tendenze della spesa degli italiani all estero Andrea Alivernini L ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE NEL 2005 Venezia 11 aprile 2006 http:// ://www.uic.itit Struttura e tendenze della spesa

Dettagli

Estate 2011 Prospettive per il turismo in Toscana. Progetto Check Markets. in collaborazione con il Centro Studi Turistici.

Estate 2011 Prospettive per il turismo in Toscana. Progetto Check Markets. in collaborazione con il Centro Studi Turistici. Estate 2011 Prospettive per il turismo in Toscana Alberto Peruzzini Progetto Check Markets in collaborazione con il Centro Studi Turistici Dirigente Servizio Turismo Toscana Promozione Firenze, 20 giugno

Dettagli

Tavola 8.1 - Capacità degli esercizi ricettivi per tipo di alloggio - Comune di Lecce - Anno 2009

Tavola 8.1 - Capacità degli esercizi ricettivi per tipo di alloggio - Comune di Lecce - Anno 2009 8. Turismo Nel 2009 nella categoria esercizi alberghieri gli alberghi a 4 stelle costituiscono il 40,0% degli esercizi con una dotazione di posti letto pari al 59,4% del totale. La permanenza media del

Dettagli

GUIDE TURISTICHE DISPONIBILI ALL'INFORMAGIOVANI, aggiornato novembre 2015

GUIDE TURISTICHE DISPONIBILI ALL'INFORMAGIOVANI, aggiornato novembre 2015 ESTERO - VACANZE ESTERO - VACANZE GUIDE TURISTICHE DISPONIBILI ALL'INFORMAGIOVANI, aggiornato novembre 2015 GENERALITA' GENERALITA' ATLANTE ENCICLOPEDICO ECONOMICO-FINANZIARIO-POLITICO DEAGOSTINI -VOL.

Dettagli

Destinazione Italia SCENARI DEL TURISMO

Destinazione Italia SCENARI DEL TURISMO Destinazione Italia I viaggi organizzati verso il nostro Paese mostrano segnali positivi di ripresa. Premiata la qualità e la varietà dell offerta. Meglio se certificate testo e foto di Aura Marcelli Cresce

Dettagli

Il turismo in Albania

Il turismo in Albania Il turismo in Albania www.ejona.eu Alcuni dati sulla posizione geografica, il clima e la popolazione L'Albania oppure semplicemente Shqipëria, è uno Stato della Penisola balcanica situato nel sud-est dell'europa.

Dettagli

Il turismo a Bologna nel 2013. Aprile 2013

Il turismo a Bologna nel 2013. Aprile 2013 Il turismo a Bologna nel 213 Aprile 213 Capo Dipartimento Programmazione: Gianluigi Bovini Direttore Settore Statistica: Franco Chiarini Redazione: Paola Ventura Le elaborazioni sono state effettuate sui

Dettagli

CARAIBI. "Le perle del Caribe" Antille e Rep. Dominicana. "Dolci piccole Antille e la magia dei Caraibi" Rep. Dominicana e Antille

CARAIBI. Le perle del Caribe Antille e Rep. Dominicana. Dolci piccole Antille e la magia dei Caraibi Rep. Dominicana e Antille Partenze Privilegio 20/2016/2017 CARAIBI 12/12/ 9/1, 13/2, 5/3/16 "Le perle del Caribe" Antille e Rep. Dominicana Guadalupa voli da/per l'italia Magica 10/1/16 31/1/16 "Dolci piccole Antille e la magia

Dettagli

OSSERVATORIO TURISTICO REGIONALE DELLA LIGURIA RAPPORTO ANNUALE 2011

OSSERVATORIO TURISTICO REGIONALE DELLA LIGURIA RAPPORTO ANNUALE 2011 OSSERVATORIO TURISTICO REGIONALE DELLA LIGURIA RAPPORTO ANNUALE 2011 Focus Provincia di Savona Maggio 2012 A cura di I flussi turistici nelle strutture ricettive Le principali dinamiche e tendenze manifestate

Dettagli

Il turismo a Bologna nel 2012

Il turismo a Bologna nel 2012 Il turismo a Bologna nel 212 Aprile 213 Capo Dipartimento Programmazione: Gianluigi Bovini Direttore Settore Statistica: Franco Chiarini Redazione: Paola Ventura Le elaborazioni sono state effettuate sui

Dettagli

Quindici anni di turismo internazionale dell'italia (1997-2011) Andrea Alivernini, Emanuele Breda ed Eva Iannario. Roma 22 giugno 2012

Quindici anni di turismo internazionale dell'italia (1997-2011) Andrea Alivernini, Emanuele Breda ed Eva Iannario. Roma 22 giugno 2012 Quindici anni di turismo internazionale dell'italia (1997-2011) Andrea Alivernini, Emanuele Breda ed Eva Iannario Roma 22 giugno 2012 Arrivi e spesa per viaggi internazionali nel mondo (milioni di viaggiatori

Dettagli

Oggetto: Approvazione del calendario delle iniziative e delle manifestazioni di promozione turistica per l anno 2009. LA GIUNTA REGIONALE

Oggetto: Approvazione del calendario delle iniziative e delle manifestazioni di promozione turistica per l anno 2009. LA GIUNTA REGIONALE Oggetto: Approvazione del calendario delle iniziative e delle manifestazioni di promozione turistica per l anno 2009. LA GIUNTA REGIONALE Su proposta dell Assessore allo Sviluppo economico, Ricerca, Innovazione

Dettagli

in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI

in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI 5 bollettino mensile Maggio 2009 Giugno 2009 A cura di Storia

Dettagli

Il turismo in Veneto nel 2015

Il turismo in Veneto nel 2015 Federico Caner Assessore all'attuazione del programma, rapporti con Consiglio regionale, programmazione fondi UE, turismo, commercio estero Palazzo Balbi Venezia, 18 febbraio 216 I numeri del turismo Veneto

Dettagli

Per rendere più semplice la ricerca delle strutture alberghiere più adatte alle tue esigenze, TWIZZ le ha divise in tre categorie.

Per rendere più semplice la ricerca delle strutture alberghiere più adatte alle tue esigenze, TWIZZ le ha divise in tre categorie. twizz.it Occhio al Simbolo Per rendere più semplice la ricerca delle strutture alberghiere più adatte alle tue esigenze, TWIZZ le ha divise in tre categorie. per tutti PER TUTTI: Una vastissima gamma di

Dettagli

Indica gli elementi naturali che caratterizzano i confini dell Europa a a. Sud:... b. Ovest:... c. Nord:... d. Est:...

Indica gli elementi naturali che caratterizzano i confini dell Europa a a. Sud:... b. Ovest:... c. Nord:... d. Est:... Unità 1 Nome... Classe... Data... Prima Osserva la carta dell Europa e prova a rispondere alle seguenti domande: perché appare strano definire l Europa come un continente a sé a differenza di quanto avviene,

Dettagli

Toscana Turistica Sostenibile & Competitiva - Fase 2

Toscana Turistica Sostenibile & Competitiva - Fase 2 Toscana Turistica Sostenibile & Competitiva - Fase 2 Applicazione del Modello di Gestione sostenibile della Destinazione turistica Area di verifica AUTOVALUTAZIONE Elenco Domande per area tematica NECSTOUR

Dettagli

PRESENTAZIONE ISTITUZIONALE

PRESENTAZIONE ISTITUZIONALE 2016 PRESENTAZIONE ISTITUZIONALE KING HOLIDAYS C È 2 AMBIZIONE nel desiderio di soddisfare le agenzie di viaggi e i loro clienti FORZA risultato di un duro allenamento nel turismo ESPERIENZA da 24 anni

Dettagli

R A P P O R T O A N N U A L E 2 0 1 0

R A P P O R T O A N N U A L E 2 0 1 0 A N A L I S I D E L L A D O M A N D A T U R I S T I C A N E G L I E S E R C I Z I A L B E R G H I E R I D I R O M A E P R O V I N C I A A N N O 2 0 1 0 R A P P O R T O A N N U A L E 2 0 1 0 1. L andamento

Dettagli

ANALISI DEI FENOMENI DEVIANTI

ANALISI DEI FENOMENI DEVIANTI LIBERA UNIVERSITA MARIA SS. ASSUNTA Dipartimento di Giurisprudenza Programmazione e gestione delle politiche e dei servizi sociali ANALISI DEI FENOMENI DEVIANTI Fenomeni migratori e politiche di inclusione.

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DI GEOGRAFIA TURISTICA A.S. 2013/2014 CLASSE 3 D TURISMO ISTITUTO TECNICO BRANCHINA ADRANO PROF. MASSIMO RICCARDO COSTANZO

PROGRAMMAZIONE DI GEOGRAFIA TURISTICA A.S. 2013/2014 CLASSE 3 D TURISMO ISTITUTO TECNICO BRANCHINA ADRANO PROF. MASSIMO RICCARDO COSTANZO PROGRAMMAZIONE DI GEOGRAFIA TURISTICA A.S. 2013/2014 CLASSE 3 D TURISMO ISTITUTO TECNICO BRANCHINA ADRANO PROF. MASSIMO RICCARDO COSTANZO Presentazione Da qualche anno il turismo è diventato in quasi tutto

Dettagli

Turismo Veneto: il lago di Garda. Giovanni Altomare Direttore Federalberghi Garda Veneto Verona, 4 maggio 2012

Turismo Veneto: il lago di Garda. Giovanni Altomare Direttore Federalberghi Garda Veneto Verona, 4 maggio 2012 Turismo Veneto: il lago di Garda Giovanni Altomare Direttore Federalberghi Garda Veneto Verona, 4 maggio 2012 Il turismo in Italia Il turismo in Italia rappresenta il 9,5% del PIL, oltre 130 miliardi di

Dettagli

I Grandi Eventi come Attrattori di Turismo

I Grandi Eventi come Attrattori di Turismo I Grandi Eventi come Attrattori di Turismo I numeri con dati aggiornati al 31 dicembre 214 A cura di: prof. Attilio Celant, prof. Giandomenico Celata, dott.ssa Rossella Gaudio I trend del turismo a Roma:

Dettagli

OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO in collaborazione con BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI

OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO in collaborazione con BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO in collaborazione con BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI 3 bollettino mensile Marzo 2011 Aprile 2011 A cura di Storia

Dettagli

CUSTOMER CARE TURISTI

CUSTOMER CARE TURISTI OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO in collaborazione con CUSTOMER CARE TURISTI RAPPORTO ANNUALE Marzo 2011 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Committente: Unioncamere Versione: 1.0

Dettagli

Il turismo in Italia e in Piemonte

Il turismo in Italia e in Piemonte Il turismo in Italia e in Piemonte Piemonte e Turismo Turismo: risorsa economica anticrisi? a cura di Flavia Maria Coccia Direttore Operativo ISNART Torino, 25 giugno 2008 Nati mortalità delle imprese

Dettagli

Comunità Ospitali. gente che ama ospitare

Comunità Ospitali. gente che ama ospitare Comunità Ospitali gente che ama ospitare Cos'è una Comunità Ospitale? La Comunità Ospitale è un luogo e una destinazione in cui gli ospiti/turisti si sentono Cittadini seppure temporanei identificandosi

Dettagli

1 551 020 1 531 598-19 422-1,3 TICINO Totale 17 400 091 17 769 842 369 751 2,1

1 551 020 1 531 598-19 422-1,3 TICINO Totale 17 400 091 17 769 842 369 751 2,1 Industria alberghiera e altre infrastrutture. Pernottamenti Fonte TS 2013 2014 Differenza Assoluta Differenza % ET Lago Maggiore 6 593 021 6 1 7 2 6 4,5 Gambarogno Turismo 1 357 144 1 366 558 9 414 0,7

Dettagli

L'indice di fiducia del viaggiatore italiano: Rilevazione GENNAIO 2015. 30 Gennaio 2015

L'indice di fiducia del viaggiatore italiano: Rilevazione GENNAIO 2015. 30 Gennaio 2015 L'indice di fiducia del viaggiatore italiano: Rilevazione GENNAIO 2015 30 Gennaio 2015 METODOLOGIA e CAMPIONE L indagine che presentiamo è stata eseguita fra il 24 e il 28 gennaio 2015 con metodologia

Dettagli

FATIMA E LISBONA 22/24 marzo 12/14 aprile 24/26 maggio 5/7 luglio 7/9 settembre 12/14 ottobre 3 giorni, viaggio in aereo

FATIMA E LISBONA 22/24 marzo 12/14 aprile 24/26 maggio 5/7 luglio 7/9 settembre 12/14 ottobre 3 giorni, viaggio in aereo Trento, 30 gennaio 2013 2013 tutti i nostri VIAGGI con partenza da casa. Non rinunciate alla comodità di un VIAGGIO senza pensieri! FESTA DELLA DONNA alle TERME in SLOVENIA coccole e benessere 8/10 marzo

Dettagli

Pubblica Amministrazione Turistica. Aspetti generali Compiti

Pubblica Amministrazione Turistica. Aspetti generali Compiti Pubblica Amministrazione Turistica Aspetti generali Compiti Cenni storici Nel periodo tra le due guerre iniziò a maturare una maggiore consapevolezza del ruolo che il turismo poteva svolgere nell economia

Dettagli

Le vie del vino e dell'acqua : Promozione degli itinerari del vino nella media valle del Tevere, cerniera e frontiera fra Etruschi e Umbri

Le vie del vino e dell'acqua : Promozione degli itinerari del vino nella media valle del Tevere, cerniera e frontiera fra Etruschi e Umbri ASSOCIAZIONE INTERNAZIONALE ITER VITIS Le vie del vino e dell'acqua : Promozione degli itinerari del vino nella media valle del Tevere, cerniera e frontiera fra Etruschi e Umbri Creazione di un circuito

Dettagli

Agriturismo e Turismo rurale in Sicilia di Mario Liberto e Domenico Cacioppo

Agriturismo e Turismo rurale in Sicilia di Mario Liberto e Domenico Cacioppo Agriturismo e Turismo rurale in Sicilia di Mario Liberto e Domenico Cacioppo 1 2 Funzione economica: capacità produttive generazione del reddito capacità occupazionale; Funzione ambientale: mantenimento

Dettagli

CARAIBI. "Le perle del Caribe" Antille e Rep. Dominicana. "Dolci piccole Antille e la magia dei Caraibi" Rep. Dominicana e Antille

CARAIBI. Le perle del Caribe Antille e Rep. Dominicana. Dolci piccole Antille e la magia dei Caraibi Rep. Dominicana e Antille Partenze Privilegio 20/2016/20 CARAIBI // 9/1, 13/2, 5/3/16 2/1/ "Le perle del Caribe" Antille e Rep. Dominicana Guadalupa voli da/per l'italia Magica 10/1/16 31/1/16 "Dolci piccole Antille e la magia

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Pag. 1/6 Sessione ordinaria 2015 Il candidato svolga la prima parte della prova e risponda a due tra i quesiti proposti nella seconda parte. PRIMA PARTE IL TURISMO, RISORSA PER LO SVILUPPO DELL ITALIA

Dettagli

Turismo rurale in Veneto: il ruolo degli enti, delle associazioni, delle imprese

Turismo rurale in Veneto: il ruolo degli enti, delle associazioni, delle imprese Turismo rurale in Veneto: il ruolo degli enti, delle associazioni, delle imprese Stefan Marchioro Direttore Turismo Padova Terme Euganee Docente a contratto di Economia e Marketing del Turismo presso l

Dettagli

ISTITUTO TECNICO PER IL TURISMO FRANCESCO ALGAROTTI VENEZIA PROGRAMMA CONSUNTIVO DI GEOGRAFIA a.s.2014/2015

ISTITUTO TECNICO PER IL TURISMO FRANCESCO ALGAROTTI VENEZIA PROGRAMMA CONSUNTIVO DI GEOGRAFIA a.s.2014/2015 ISTITUTO TECNICO PER IL TURISMO FRANCESCO ALGAROTTI PROGRAMMA CONSUNTIVO DI GEOGRAFIA insegnante: prof.ssa Giorgia Bertolini classe: 1^I Carte geografiche Che cosa sono le carte geografiche e a che cosa

Dettagli

QUESTIONARIO. Turismo individuale Turismo di gruppo Turismo delle famiglie Turismo giovanile Turismo senior/terza età Turismo sociale

QUESTIONARIO. Turismo individuale Turismo di gruppo Turismo delle famiglie Turismo giovanile Turismo senior/terza età Turismo sociale QUESTIONARIO Allo scopo di fotografare la Destinazione Turistica di Fiesole ed elaborare una analisi Swot che consenta di focalizzare i punti di forza, di debolezza, le opportunità e le minacce Le chiediamo

Dettagli

DA LUOGHI A DESTINAZIONI TURISTICHE

DA LUOGHI A DESTINAZIONI TURISTICHE DA LUOGHI A DESTINAZIONI TURISTICHE 1 marzo 2008 IL CONTESTO STORICO Negli ultimi 20 anni l industria turistica ha aumentato la sua complessità. Dagli anni 90 fenomeni innovativi hanno modificato la natura

Dettagli

Piano Territoriale Provinciale di Catania (ex art.12 L.R.9/86) RELAZIONE GENERALE DELLO SCHEMA DI MASSINA.

Piano Territoriale Provinciale di Catania (ex art.12 L.R.9/86) RELAZIONE GENERALE DELLO SCHEMA DI MASSINA. 4.1.7. L ATTIVITÀ TURISTICA. Secondo le stime del World Travel and Tourism Council, l industria dei viaggi e del turismo diventerà, a breve termine, la prima industria mondiale sia in termini di fatturato

Dettagli

ESTRATTO PIANO MARKETING

ESTRATTO PIANO MARKETING OBIETTIVI GENERALI ESTRATTO PIANO MARKETING QUANTITATIVI 1. Aumentare significativamente il numero degli arrivi nella provincia di Torino; 2. Allungare la permanenza di turisti in provincia (presenze);

Dettagli

Tavola rotonda Centri benessere tra sviluppo turistico e nuova regolamentazione. Rimini Wellness, 14 Maggio 2010

Tavola rotonda Centri benessere tra sviluppo turistico e nuova regolamentazione. Rimini Wellness, 14 Maggio 2010 AICEB (Associazione Italiana Centri Benessere) IL MERCATO DEL BENESSERE: IMPRESE E SERVIZI OFFERTI* Tavola rotonda Centri benessere tra sviluppo turistico e nuova regolamentazione Rimini Wellness, 14 Maggio

Dettagli

Osservatorio Turistico della Regione Liguria

Osservatorio Turistico della Regione Liguria Osservatorio Turistico della Regione ITALIANA ATTUALE E POTENZIALE Le vacanze dei liguri - Agosto 2010 A cura di Sommario Premessa... 3 Le vacanze dei residenti in... 4 Nota metodologica... 13 Periodo

Dettagli

La Toscana del turismo tra crisi e capacità competitiva Enrico Conti Firenze, 8 luglio 2015

La Toscana del turismo tra crisi e capacità competitiva Enrico Conti Firenze, 8 luglio 2015 Turismo & Toscana La Toscana del turismo tra crisi e capacità competitiva Enrico Conti Firenze, 8 luglio 2015 Il turismo nell economia Toscana Nel 2014 oltre 43,5 milioni di presenze ufficiali (+ 3 milioni

Dettagli

Le azioni di promozione turistica di Regione Lombardia

Le azioni di promozione turistica di Regione Lombardia Le azioni di promozione turistica di Regione Lombardia A cura di Enzo Galbiati, Dirigente della Struttura Promozione e organizzazione turistica. 16 aprile 2012 1. Dati di contesto con particolare riferimento

Dettagli

Capitolo 2.3. La situazione internazionale. Relazione Annuale

Capitolo 2.3. La situazione internazionale. Relazione Annuale Capitolo 2.3 Il turismo in Piemonte Carlo Alberto Dondona Si ringraziano Cristina Bergonzo (Sviluppo Piemonte Turismo), Amedeo Mariano(Città Metropolitana di Torino Sistema Informativo Turistico) La situazione

Dettagli

OVERVIEW MEETING INDUSTRY

OVERVIEW MEETING INDUSTRY OVERVIEW MEETING INDUSTRY 2009/2010 LA MEETING INDUSTRY, parte del SISTEMA TURISMO è anche SISTEMA A SE LE SUE CARATTERISTICHE PRINCIPALI: Destagionalizzazione dei flussi Spesa pro capite maggiore rispetto

Dettagli

EVOLUZIONE DELLA DOMANDA TURISTICA E IMPATTO SULL INDUSTRIA IMMOBILIARE

EVOLUZIONE DELLA DOMANDA TURISTICA E IMPATTO SULL INDUSTRIA IMMOBILIARE EVOLUZIONE DELLA DOMANDA TURISTICA E IMPATTO SULL INDUSTRIA IMMOBILIARE Milano, 12 giugno 2013 Prof.ssa Maria Antonella Ferri UNIVERSITAS MERCATORUM ASSOIMMOBILIARE INDICE ü Il turismo in Italia: Ø Lo

Dettagli

Tendenze del turismo internazionale nelle regioni italiane

Tendenze del turismo internazionale nelle regioni italiane Tendenze del turismo internazionale nelle regioni italiane A. Alivernini, M. Gallo, E. Mattevi e F. Quintiliani Conferenza Turismo internazionale: dati e risultati Roma, Villa Huffer, 22 giugno 2012 Premessa:

Dettagli

ANDAMENTO DEL TURISMO IN ITALIA, IN EUROPA E NEL MONDO

ANDAMENTO DEL TURISMO IN ITALIA, IN EUROPA E NEL MONDO ANDAMENTO DEL TURISMO IN ITALIA, IN EUROPA E NEL MONDO Roma 30 luglio 2014 INDICE DEI CONTENUTI Il turismo in Italia: gli andamenti recenti. Il turismo in Italia: i primi risultati 2014. Le previsioni

Dettagli

III Tavolo di Lavoro. EXPO 2015 Programma di valorizzazione turistica del Piemonte

III Tavolo di Lavoro. EXPO 2015 Programma di valorizzazione turistica del Piemonte III Tavolo di Lavoro EXPO 2015 Programma di valorizzazione turistica del Piemonte a curadi Sviluppo Piemonte Turismo Esposizione Universale EXPO MIlano 2015 2 Agenda I numeri significativi di EXPO 2015

Dettagli

EMBARGO FINO ALLE ORE 15:00 DEL 17 NOVEMBRE 2015 BRAND MILANO

EMBARGO FINO ALLE ORE 15:00 DEL 17 NOVEMBRE 2015 BRAND MILANO DOCUMENTO RISERVATO SOTTO EMBARGO FINO ALLE ORE 15:00 DEL 17 NOVEMBRE 2015 Per Comitato Brand Milano BRAND MILANO Il patrimonio simbolico della Città DOPO EXPO2015 Aggiornamento dell indagine quantitativa

Dettagli

Statistica sulla domanda di turismo alberghiero in Ticino GIUGNO 2012

Statistica sulla domanda di turismo alberghiero in Ticino GIUGNO 2012 Statistica sulla domanda di turismo alberghiero in Ticino GIUGNO 2012 LUGANO, 06.08.2012 Ticino, forte calo nella domanda alberghiera in giugno Le statistiche provvisorie fornite dall Ufficio federale

Dettagli

A N A L IS I D E L L A D O M A N D A TU R IS TIC A N E G L I E S E R C IZI A L B E R G H IE R I D I R O M A E P R O V IN C IA

A N A L IS I D E L L A D O M A N D A TU R IS TIC A N E G L I E S E R C IZI A L B E R G H IE R I D I R O M A E P R O V IN C IA A N A L IS I D E L L A D O M A N D A TU R IS TIC A N E G L I E S E R C IZI A L B E R G H IE R I D I R O M A E P R O V IN C IA A N N O 2 0 0 8 R A P P O R TO A N N U A L E 2 0 0 8 1. L andamento del mercato

Dettagli

LA FASE CONGIUNTURALE DEL MERCATO

LA FASE CONGIUNTURALE DEL MERCATO Firenze 8 luglio 2015 Dott. Alberto Peruzzini LA FASE CONGIUNTURALE DEL MERCATO Crescita sostenuta nei primi cinque mesi del 2015, trainata dalla domanda straniera malgrado le incognite del quadro internazionale

Dettagli

Obbligo di visto per gli stranieri che entrano in Ucraina. Paese Visto richiesto/non richiesto Nota *

Obbligo di visto per gli stranieri che entrano in Ucraina. Paese Visto richiesto/non richiesto Nota * Obbligo di visto per gli stranieri che entrano in Ucraina Paese /non richiesto Nota * 1. Austria Visto non richiesto per un soggiorno 2. Afghanistan DP titolari di passaporti diplomatici SP titolari di

Dettagli

Pompei Audience development, community engagement, networking

Pompei Audience development, community engagement, networking Pompei Audience development, community engagement, networking Mara Manente Pompei, 05/03/2013. Dati da cui partire arrivi, presenze, posti letto 2011 Arrivi Presenze Campania 4.849.622 19.554.988 Provincia

Dettagli

ITIN I E N RANDO D 2011

ITIN I E N RANDO D 2011 ITINERANDO 2011 ITINERARI DIEL TOURING CLUB ITALIANO guide tascabili ricchissime di immagini, fotografie, mappe e suggerimenti per le località italiane più affascinanti Roma fuoriporta Firenze fuoriporta

Dettagli

ISTITUTO STATALE di ISTRUZIONE SUPERIORE DI SAN DANIELE DEL FRIULI VINCENZO MANZINI CORSI DI STUDIO:

ISTITUTO STATALE di ISTRUZIONE SUPERIORE DI SAN DANIELE DEL FRIULI VINCENZO MANZINI CORSI DI STUDIO: ISTITUTO STATALE di ISTRUZIONE SUPERIORE DI SAN DANIELE DEL FRIULI VINCENZO MANZINI CORSI DI STUDIO: Amministrazione, Finanza e Marketing/IGEA Costruzioni, Ambiente e Territorio/Geometri Liceo Linguistico/Linguistico

Dettagli

Settimanale d informazione e approfondimento delle tematiche relative al mondo del turismo LISTINO 2009

Settimanale d informazione e approfondimento delle tematiche relative al mondo del turismo LISTINO 2009 Settimanale d informazione e approfondimento delle tematiche relative al mondo del turismo LISTINO La qualità nei servizi turistici We take care of you Il prodotto Guida Viaggi è certificata a 9144 copie

Dettagli

I PIANI DI VALORIZZAZIONE IN PIEMONTE GABRIELLA BOVONE, SARA MELA. LaST - Laboratorio Sviluppo e Territorio

I PIANI DI VALORIZZAZIONE IN PIEMONTE GABRIELLA BOVONE, SARA MELA. LaST - Laboratorio Sviluppo e Territorio I PIANI DI VALORIZZAZIONE IN PIEMONTE GABRIELLA BOVONE, SARA MELA LaST - Laboratorio Sviluppo e Territorio Indice 1. Il Bando Regionale sui PdV 2. Il territorio 3. Il partenariato 4. Le risorse dei PdV

Dettagli

in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI

in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI 1-2 bollettino mensile Gennaio Febbraio 2009 Marzo 2009 A cura

Dettagli

IL TURISMO INTERNAZIONALE E L ITALIA

IL TURISMO INTERNAZIONALE E L ITALIA IL TURISMO INTERNAZIONALE E L ITALIA CERNOBBIO 28 MARZO 2015 PREMESSA L esposizione universale, a due mesi dall avvio, è considerata come la grande occasione per il rilancio del turismo italiano. Non solo

Dettagli

Ufficio del Maresciallo del Voivodato Dolnoslaskie (di Bassa Slesia) Dipartimento per lo Sviluppo Regionale Unità di Cooperazione Territoriale

Ufficio del Maresciallo del Voivodato Dolnoslaskie (di Bassa Slesia) Dipartimento per lo Sviluppo Regionale Unità di Cooperazione Territoriale Ufficio del Maresciallo del Voivodato Dolnoslaskie (di Bassa Slesia) Dipartimento per lo Sviluppo Regionale Unità di Cooperazione Territoriale Europea La Bassa Slesia è una delle regioni più dinamiche

Dettagli

Progetto Turismo di Prossimità per i Comuni d Italia

Progetto Turismo di Prossimità per i Comuni d Italia Informazioni e comunicazione promozionale di strada attraverso la formula dell interscambio utilizzando vele pubblicitarie (roll-up) nei centri città e comuni a intenso traffico pedonale. Un particolare

Dettagli

La Regione francese. Il territorio. La Regione francese si trova nell Europa occidentale. È formata da 4 Stati: Francia, Belgio, Lussemburgo e Monaco.

La Regione francese. Il territorio. La Regione francese si trova nell Europa occidentale. È formata da 4 Stati: Francia, Belgio, Lussemburgo e Monaco. La Regione francese BELGIO LUSSEMBURGO FRANCIA La Regione francese si trova nell Europa occidentale. È formata da 4 Stati: Francia, Belgio, Lussemburgo e Monaco. MONACO Il territorio Mare del Nord TERRITORIO

Dettagli

Attrattività e immagine di alcune aree turistiche italiane

Attrattività e immagine di alcune aree turistiche italiane RISORSE NATURALI E CULTURALI COME ATTRATTORI QSN 2007-2013 Attrattività e immagine di alcune aree turistiche italiane Roma, 28 settembre 2005 INDAGINI DOXA PER IL MINISTERO ATTIVITA PRODUTTIVE - PON ATAS

Dettagli

ISTITUTO STATALE ISTRUZIONE SUPERIORE G. LUZZATTO

ISTITUTO STATALE ISTRUZIONE SUPERIORE G. LUZZATTO Profilo professionale dell indirizzo Operatori dell Impresa Turistica e la Gara. L Operatore dell Impresa Turistica è una figura professionale in grado di conoscere in modo specifico l evoluzione del mercato

Dettagli

Analisi SWOT - Comune di San Gimignano

Analisi SWOT - Comune di San Gimignano Analisi SWOT - Comune di San Gimignano PUNTI DI FORZA Grande patrimonio storico culturale artistico concentrato in un centro storico intatto e preservato nei secoli, dichiarato Patrimonio dell Umanità

Dettagli

L Unione fa la Forza

L Unione fa la Forza L Unione fa la Forza La Selezione dei migliori Ristoranti Etnici di Milano ARGENTINA - ARMENIA - AUSTRALIA - BELGIO - BRASILE - CINA - COREA - CUBA - EGITTO - ERITREA - ETIOPIA FRANCIA - GERMANIA - GIAPPONE

Dettagli

ENIT - AGENZIA NAZIONALE DEL TURISMO SEDE CENTRALE. A cura dell Ufficio Studi, Programmazione e Marketing

ENIT - AGENZIA NAZIONALE DEL TURISMO SEDE CENTRALE. A cura dell Ufficio Studi, Programmazione e Marketing L Italia nel contesto internazionale A cura dell Ufficio Studi, Programmazione e Marketing I primi dati provvisori dell Organizzazione Mondiale del Turismo relativi all anno 2006 confermano il trend positivo

Dettagli

COMITATO TECNICO LAZIO PER EXPO 2015

COMITATO TECNICO LAZIO PER EXPO 2015 Gianfranco Castelli COMITATO TECNICO LAZIO PER EXPO 2015 Linee di indirizzo 8 febbraio 2013 «Nutrire il pianeta. Energia per la vita» è il tema dell Esposizione Universale - Expo 2015 che sarà inaugurata

Dettagli

K I W I. DOSSIER 2012 Il punto della situazione sulla produzione mondiale, i consumi, i nuovi mercati, le novità.

K I W I. DOSSIER 2012 Il punto della situazione sulla produzione mondiale, i consumi, i nuovi mercati, le novità. K I W I DOSSIER 2012 Il punto della situazione sulla produzione mondiale, i consumi, i nuovi mercati, le novità. in sintesi Superficie mondiale di kiwi: 160.000 ettari Produzione mondiale di kiwi: 1,3

Dettagli

INDICE. Prefazione Presentazione 1. PARTE PRIMA: STATISTICHE ED ECONOMIA Introduzione 5 1. 1 L Italia nel contesto mondiale ed europeo

INDICE. Prefazione Presentazione 1. PARTE PRIMA: STATISTICHE ED ECONOMIA Introduzione 5 1. 1 L Italia nel contesto mondiale ed europeo XVIII Rapporto sul Turismo Italiano I INDICE Prefazione Presentazione 1 PARTE PRIMA: STATISTICHE ED ECONOMIA Introduzione 5 1. 1 L Italia nel contesto mondiale ed europeo 1 Il turismo nel mondo secondo

Dettagli

Analisi dei fabbisogni formativi dei professionisti che. operano nella valorizzazione dei Beni Culturali nella. Provincia di Pisa

Analisi dei fabbisogni formativi dei professionisti che. operano nella valorizzazione dei Beni Culturali nella. Provincia di Pisa Analisi dei fabbisogni formativi dei professionisti che operano nella valorizzazione dei Beni Culturali nella Provincia di Pisa A cura di Katia Orlandi Il territorio della Provincia di Pisa si caratterizza

Dettagli

2.1.3 Inquadramento: numeri, sviluppo storico, previsioni per il futuro

2.1.3 Inquadramento: numeri, sviluppo storico, previsioni per il futuro 2.1.3 Inquadramento: numeri, sviluppo storico, previsioni per il futuro Nel 2004 (dopo 3 anni di crescita stagnante dovuta principalmente agli effetti degli attacchi terroristici dell 11 settembre e all

Dettagli

Parte Prima Momenti e percorsi di ricerca. Capitolo Primo Le forme di tempo libero e di prototurismo nel corso del tempo

Parte Prima Momenti e percorsi di ricerca. Capitolo Primo Le forme di tempo libero e di prototurismo nel corso del tempo pag. Presentazione Introduzione XIII XVII Parte Prima Momenti e percorsi di ricerca Capitolo Primo Le forme di tempo libero e di prototurismo nel corso del tempo 1.1. Il tempo libero e i viaggi nel mondo

Dettagli

2 Progetto A.II.1 Progetti diretti ad orientare le scelte strategiche pubbliche del settore turistico

2 Progetto A.II.1 Progetti diretti ad orientare le scelte strategiche pubbliche del settore turistico ELENCO PROGETTI 1 Progetto A.I.1 Progetti finalizzati alla concertazione del piano di sviluppo turistico provinciale 2 Progetto A.II.1 Progetti diretti ad orientare le scelte strategiche pubbliche del

Dettagli

Andamento generale Graf. 1) variazione presenze e fatturato. Estate 2015

Andamento generale Graf. 1) variazione presenze e fatturato. Estate 2015 Anche nei campeggi Toscani il vento delle ripresa del turismo: il ritorno di italiani e stranieri così l'evoluzione della domanda di turismo all'aria aperta nel 2015 secondo gli operatori toscani www.osservatorioturismoariaaperta.it

Dettagli

Partenze Privilegio 2015

Partenze Privilegio 2015 MEDITERRANEO /1 Francia, Marocco, Spagna e Portogallo Fascinosa 22/2 22/3 /4 10/5 /11 "Dipinto di blu" Tunisia, Baleari e Francia "Le città del sole" Malta, Baleari e Spagna 14/6 26/7 Un tuffo nel divertimento

Dettagli

L OSSERVATORIO NAZIONALE

L OSSERVATORIO NAZIONALE L OSSERVATORIO NAZIONALE DELL AGRITURISMO Formulare proposte per la determinazione dei criteri di classificazione delle aziende agrituristiche secondo criteri omogenei per l intero territorio nazionale

Dettagli

Principali risultati e criticità nella raccolta dei dati

Principali risultati e criticità nella raccolta dei dati Euro P.A. Turismo cercasi dati L ANNUARIO del TURISMO e della CULTURA 2009 Principali risultati e criticità nella raccolta dei dati Fabrizio Lucci, Centro Studi Rimini, 2 aprile 2009 INDICE DELL ANNUARIO

Dettagli