Con nuovi esempi di risoluzione della II prova scritta

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Con nuovi esempi di risoluzione della II prova scritta"

Transcript

1 Normativa urbanistica ed edilizia Normativa opere pubbliche Nuove norme per la prevenzione incendi Nuovi requisiti per i certificati energetici Normativa strutturale ed esempi di predimensionamento semplificato Pratica e deontologia professionale Riforma degli Ordini L esame da architetto iunior Cenni sulla normativa degli Enti locali Tecnologia dell architettura Cenni di storia dell architettura, dell urbanistica e del restauro 800 quesiti d esame Con nuovi esempi di risoluzione della II prova scritta IV

2 Copyright 2013 by Maggioli S.p.A. Maggioli Editore è un marchio di Maggioli S.p.A. Azienda con sistema qualità certificato ISO 9001: Santarcangelo di Romagna (RN) Via del Carpino, 8 Tel. 0541/ Fax 0541/ Diritti di traduzione, di memorizzazione elettronica, di riproduzione e di adattamento totale o parziale con qualsiasi mezzo sono riservati per tutti i Paesi. Finito di stampare nel mese di aprile 2013 dalla Litografia Titanlito S.p.A. Dogana (Repubblica di San Marino)

3 STUDIO AFC SEDE LEGALE: Via Nomentana n. 323, Roma Centro Studi Professionali: C.so L. Manusardi n. 6, Milano Telefono 02/ Fax 02/ Cellulare sito internet: e.mail: Ringraziamenti Per i rispettivi apporti alla stesura della prima e seconda edizione: l architetto CATERINA MANTEGNA; il designer SAVERIO CALEFATO e l architetto CLAUDIA PIGLIAFREDDO. Per i rispettivi apporti alla stesura della terza edizione: l architetto VITTORIANA ARMENSI, l architetto JACOPO CASADIO, il dottor ALES- SANDRO FORLANI, il geometra DAVIDE PEVERI, il geometra DOMENICO MASTRO- MARCHI, l ingegner ALBERTO VIGNATI. Per i rispettivi apporti alla stesura della quarta edizione: l architetto VITTORIANA ARMENSI e l architetto VALENTINA BORCHIA. L impresa edile GALIMBERTI SRL DI ROBECCHETTO CON INDUNO per le immagini fotografiche di alcuni particolari costruttivi.

4

5 GUIDA ALLA CONSULTAZIONE DEL TESTO PER LE VARIE TIPOLOGIE D ESAME DI STATO ESAME DI STATO PER L ISCRIZIONE ALLA SEZ. A SETTORE ARCHITETTURA Tutti gli argomenti presenti nel testo e nel CD-Rom possono essere oggetto d esame e fanno parte delle conoscenze dell architetto iscritto alla sez. A, settore Architettura. ESAME DI STATO PER L ISCRIZIONE ALLA SEZ. A SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITORIALE Tutta la parte urbanistica, compreso il riepilogo normativo, tutta la parte relativa al codice ambiente e alle procedure di VIA e VAS, tutta la parte relativa agli ordini professionali, alle norme deontologiche, alle tariffe professionali. ESAME DI STATO PER L ISCRIZIONE ALLA SEZ. A SETTORE PAESAGGISTICA Tutta la parte relativa agli ordini professionali, alle norme deontologiche, alle tariffe professionali, al Codice dei beni culturali per la parte piani paesistici, compresa una generale conoscenza normativo-procedurale. ESAME DI STATO PER L ISCRIZIONE ALLA SEZ. A SETTORE CONSERVAZIONE Tutta la parte relativa al Codice dei beni culturali per la parte di restauro dei beni culturali, compresa una generale conoscenza normativo-procedurale, tutta la parte relativa agli ordini professionali, alle norme deontologiche, alle tariffe professionali. ESAME DI STATO PER L ISCRIZIONE ALLA SEZ. B SETTORE ARCHITETTURA IUNIOR Tutti gli argomenti presenti nel testo e sul CD-Rom possono essere oggetto d esame e fanno parte delle conoscenze dell architetto sez. B, in proprio nei limiti previsti dalle norme, o come collaboratore dell architetto sez. A, ad eccezione della parte urbanistica, i cui principi devono comunque far parte delle conoscenze dell architetto iunior.

6 6 Guida alla consultazione del testo ESAME DI STATO PER L ISCRIZIONE ALLA SEZ. B SETTORE PIANIFICAZIONE Tutta la parte urbanistica, compreso il riepilogo normativo, tutta la parte relativa al codice ambiente e alle procedure di VIA e VAS, tutta la parte relativa agli ordini professionali, alle norme deontologiche, alle tariffe professionali, tenendo conto del fatto che questa figura ha come principale sbocco professionale l ingresso come tecnico della P.A. ESAME DI STATO PER L ISCRIZIONE ALLA SEZ. A SETTORE INGEGNERIA CI- VILE AMBIENTALE Tutti gli argomenti presenti nel testo e nel CD-Rom possono essere oggetto d esame e fanno parte delle conoscenze dell ingegnere iscritto alla sez. A, settore ingegneria civile e ambientale. ESAME DI STATO PER L ISCRIZIONE ALLA SEZ. B SETTORE INGEGNERIA CI- VILE AMBIENTALE Tutti gli argomenti presenti nel testo e sul CD-Rom possono essere oggetto d esame e fanno parte delle conoscenze dell ingegnere sez. B, settore ingegneria civile e ambientale, in proprio nei limiti previsti dalle norme, o come collaboratore dell ingegnere sez. A, ad eccezione della parte urbanistica, i cui principi devono comunque far parte delle sue conoscenze. PROFESSIONISTA/PROGETTISTA ARCHITETTO SEZ. A-B, INGEGNERE SEZ. A- B; GEOMETRA LAURERATO; GEOMETRA; PERITO EDILE Tutti gli argomenti presenti nel testo e nel CD-Rom possono essere oggetto della professione, fatte salve le specifiche normative riferite alle varie professioni.

7 INDICE GUIDA ALLA CONSULTAZIONE DEL TESTO pag. 5 PREFAZIONE ALLA QUARTA EDIZIONE» 15 PRESENTAZIONE» 17 INTRODUZIONE» 19 Estratto d.p.r. 328/2001 Modalità di svolgimento dell Esame di Stato per la professione di architetto» 19 Composizione delle commissioni esaminatrici» 26 Modalità di svolgimento delle prove d esame» 27 Tipologie di tematiche delle prove d esame» 28 Votazioni» 30 Programma dei corsi di preparazione all Esame di Stato» 31 Struttura del testo» 31 Indice alfabetico delle abbreviazioni» 33 PARTE PRIMA URBANISTICA, EDILIZIA, NORMATIVA SPECIFICA» Urbanistica» Concetti introduttivi» Legislazione urbanistica ed edilizia» 40 dalla rivoluzione industriale al secondo dopoguerra» Argomenti specifici urbanistica» Zone omogenee» Standard urbanistici e residenziali» Opere di urbanizzazione primaria e secondaria» Tipi di edilizia» I piani urbanistici:» 45 i piani quadro:» 47 piano territoriale di coordinamento regionale» 47 piano territoriale di coordinamento provinciale» 48 piano territoriale paesistico» 50 piano di comunità montane» 50 piano di area di sviluppo industriale» 51 piano territoriale di area metropolitana» 51 i piani regolatori generali:» 52 premessa: analisi urbanistiche» 52 piano regolatore generale» 57 norme tecniche di attuazione» 58

8 8 Indice programma pluriennale di attuazione pag. 60 varianti al piano regolatore generale» 60 piano regolatore generale intercomunale» 62 programma di fabbricazione» 62 i piani esecutivi o attuativi:» 62 piano particolareggiato» 63 piano di lottizzazione» 64 piano per gli insediamenti produttivi» 65 piano di recupero» 67 piano per l edilizia economica e popolare» I programmi complessi:» 70 contesto storico-urbanistico di formazione:» 70 programmi integrati d intervento» 72 programma di recupero urbano» 73 programma di riqualificazione urbana» 74 contratti di quartiere» 74 programma di riqualificazione urbana e di sviluppo sostenibile del territorio» 75 società di trasformazione urbana» 76 piano città» 76 accordo di programma» La riforma urbanistica dell INU» Piani di settore:» 80 piano urbano del traffico» 80 piano dei servizi» 81 piano commerciale» 81 piano dei parcheggi» 82 arredo urbano» Terminologia urbanistica Glossario Quadro riepilogativo storico-legislativo, urbanistico ed edilizio:» 83 gli anni 50: la prima generazione dei piani» 86 gli anni 60: il progressivo inurbamento delle città» 87 gli anni 70» 89 gli anni 80-90: la crisi del piano regolatore generale» 93 il terzo millennio: i testi unici» Normative edilizie comunali» Le norme tecniche d attuazione del P.R.G. (N.T.A.) Il Regolamento edilizio (R.E.) Il Regolamento d igiene (R.I.)» Interventi edilizi» Le procedure edilizie: quadro storico-normativo precedente al testo unico:» 103 licenza edilizia gratuita» 104 concessione edilizia onerosa, ridotta, gratuita» 105 autorizzazione edilizia» 105

9 Indice 9 legge n. 47/85, art. 26 Opere interne pag. 106 denuncia inizio attività gratuita» 107 denuncia inizio attività onerosa» Testo unico dell edilizia:» 108 D.P.R. 380/2001» 108 sportello unico dell edilizia» 109 definizione degli interventi edilizi» 109 definizione dei nuovi titoli edilizi abilitativi» 111 permesso di costruire:» 112 contributo per il rilascio del permesso di costruire» 114 contributo di costruzione per opere o impianti non destinati alla residenza» 115 procedimento per il rilascio del permesso di costruire» 115 denuncia inizio attività gratuita ed onerosa:» 120 disciplina della denuncia di inizio attività» 121 comunicazione inizio lavori» : ulteriori semplificazioni alle procedure e ai titoli edilizi:» 123 legge 73/2010: attività di edilizia libera con comunicazione di inizio attività» 123 legge 122/2010: segnalazione certificata di inizio attività» 125 riepilogo delle procedure e dei titoli edilizi operanti» 128 le misure del decreto Sviluppo relative all edilizia» 130 schede esemplificative di riepilogo degli interventi edilizi e dei relativi titoli edilizi alla luce delle semplificazioni (vedi anche CD-Rom)» Regime sanzionatorio in edilizia:» 133 comunicazione inizio attività (CIA, CIL o CILA)» 134 segnalazione certificata inizio attività (SCIA)» 134 denuncia inizio attività (DIA) onerosa - permesso di costruire» Ulteriori procedure disciplinate dal T.U. edilizia:» 136 certificato di agibilità» 136 ulteriori argomenti trattati dal testo unico dell edilizia» Casi studio:» 140 iter per lavori di manutenzione ordinaria: opere di riparazione e di sostituzione degli apparecchi igienico-sanitari e riparazione dell impianto iter per lavori di manutenzione ordinaria: tinteggiatura esterna e ripristino intonaci, senza modifiche ai materiali e alle tonalità iter per lavori di pavimentazione e di finitura di spazi esterni, attraverso edilizia libera con comunicazione di inizio attività senza asseverazione tecnica iter per lavori di manutenzione straordinaria senza coinvolgimento della parte strutturale: spostamento di pareti interne (tramezzi) e aperture di porte, attraverso edilizia libera con comunicazione di inizio attività asseverata iter per la ristrutturazione edilizia leggera di un immobile con rifacimento di tutti gli impianti, ma senza aumento di volumetria, Slp e unità immobiliari, attraverso il titolo abilitativo di segnalazione certifica di inizio attività (SCIA)

10 10 Indice iter per lavori di restauro e risanamento conservativo di un appartamento sottoposto a tutela, secondo il codice dei beni culturali e ambientali, attraverso il titolo abilitativo di segnalazione certificata di inizio attività, accompagnata da nullaosta dell ente preposto al vincolo iter per la ristrutturazione edilizia pesante di un immobile con rifacimento di tutti gli impianti, aumento di volumetria, Slp e unità immobiliari, attraverso il titolo abilitativo di denuncia di inizio attività onerosa (DIA onerosa) iter per la realizzazione di un edificio residenziale plurifamiliare, con parziale destinazione commerciale a piano terra e box pertinenziali nell interrato, attraverso il titolo abilitativo di permesso di costruire oneroso 4. Regime vincolistico pag Tipi di vincoli» Normative specifiche» Leggi ambientali: quadro storico-legislativo:» 146 codice dei beni culturali e del paesaggio:» 148 tutela dei beni immobili» 149 tutela dei beni paesaggistici» 150 codice dell ambiente» Valutazione d impatto ambientale (VIA):» 161 cosa è la VIA:» 162 fasi della procedura di VIA» 163 la durata della procedura di VIA, il contenuto e l esito» 165 procedura di VIA per grandi opere infrastrutturali» 166 effetti della VIA» 167 valutazione ambientale strategica:» 167 finalità e autorità competenti» 168 procedure di VAS» 168 autorizzazione ambientale integrata (AIA)» 169 bonifiche ambientali» Esproprio:» 172 principi generali» 172 profilo storico-normativo» 175 testo unico dell esproprio» Prevenzione incendi - Miscellanea delle principali norme:» 182 principali mezzi anticendio» Contenimento energetico:» 195 quadro storico-normativo» 195 certificazione energetica, i requisiti professionali» Isolamento acustico:» 201 normativa nazionale sull isolamento acustico» 201

11 Indice Barriere architettoniche: pag. 203 definizioni» 203 quadro storico-normativo» 204 abbattimento delle barriere architettoniche in presenza di vincoli» Progettazione strutturale:» 206 quadro storico-normativo» 206 metodi di calcolo» 207 normativa antisismica» 208 testo unico delle costruzioni» 209 stati limite: principi generali e glossario» 210 predimensionamento strutturale: prima prova scritta» Prescrizioni per edifici in zona sismica» Opere pubbliche» Premessa: innovazioni del Codice appalti e del nuovo Regolamento alla normativa» L articolazione normativa e procedurale delle opere pubbliche:» 266 le figure professionali» 268 programmazione» 269 progettazione:» 270 fasi preliminari» 270 fasi progettuali» 271 progetto preliminare» 271 progetto definitivo» 273 progetto esecutivo» 276 procedimento di verifica dei progetti» 280 esecuzione dei servizi attinenti all architettura e all ingegneria» 280 affidamento lavori» 285 oggetto del contratto e procedure di scelta del contraente» 291 criteri di selezione delle offerte» 293 il contratto di appalto» 295 concessioni di lavori pubblici» 296 esecuzione dei lavori» 299 contabilità lavori» 306 contenzioso» 309 collaudo dei lavori pubblici» 311 lavori relativi a infrastrutture strategiche e insediamenti produttivi» 318 opere pubbliche relative ai beni culturali» D.L. 70/2011 convertito in legge 106/2011: riepilogo delle semplificazioni e delle modifiche alla materia edilizia:» 326 il nuovo Piano Casa» D.L. 138/2011 (Manovra-bis) convertito in L. 148/2011» 331

12 12 Indice PARTE SECONDA PRATICA PROFESSIONALE DELL ARCHITETTO pag Ordine professionale, norme deontologiche, CNA» 337 competenze professionali degli iscritti all albo degli architetti, pianificatori, paesaggisti e conservatori:» 338 architetto (sez. A, sett. A)» 338 pianificatore territoriale (sez. A, sett. B)» 341 paesaggista (sez. A, sett. C)» 342 conservatore (sez. A, sett. D)» 343 architetto iunior (sez. B, sett. A)» 343 pianificatore iunior (sez. B, sett. B)» 345 limiti di competenza dei geometri e dei geometri laureati» Limiti professionali della figura dell architetto» La riforma delle professioni del 2012:» 349 mansioni dell Ordine» 350 le norme deontologiche» 350 il Regolamento sulla riforma degli ordinamenti professionali» 351 consiglio nazionale degli architetti pianificatori paesaggisti e conservatori (CNAPPC)» Società tra professionisti» Compiti specifici dell architetto: la direzione dei lavori, il collaudo strutturale, la sicurezza nei cantieri con committente pubblico e/o privato:» 355 direzione dei lavori:» 355 contabilità dei lavori» 357 collaudo» 358 l impianto di cantiere e la sua organizzazione» 361 le norme di sicurezza nei luoghi di lavoro:» 365 il campo di applicazione del d.lgs. 81/2008, titolo IV, modificato dal d.lgs. 106/2009» L abrogazione delle tariffe professionali:» 378 il progetto di riforma degli onorari professionali» Tariffe professionali abrogate:» 382 disciplinare d incarico» 386 la parcella (o notula) professionale» 386 l interpolazione lineare (vedi anche CD-Rom)» Onorari per prestazioni urbanistiche» Decreto legge Bersani 4 luglio 2006, n. 223» Cenni sul catasto e sulla teoria estimativa:» 390 schema tipo di perizia di stima immobiliare» 394 Appendice: Tabelle delle tariffe professionali (vedi anche CD-Rom)» 395 PARTE TERZA L ARCHITETTO IUNIOR» L architetto iunior» L esame di Stato e gli sbocchi professionali» 401

13 Indice Progettare la ristrutturazione pag Le relazioni progettuali:» 404 relazione descrittiva» 404 relazione tecnica» Il computo metrico e il computo metrico estimativo:» 405 elenco delle lavorazioni principali per la redazione di un computo metrico inerente una ristrutturazione» 406 esempi di progetti di ristrutturazione con computo metrico ed esecutivo elettrico/impiantistico (vedi anche CD-Rom)» 408 PARTE QUARTA TECNOLOGIA DELL ARCHITETTURA» Tecnologia dell architettura» L assetto strutturale degli edifici» Tipi di strutture fondamentali» Materiali da costruzione» Il cemento armato» Gli elementi costruttivi» Fondazioni» Strutture portanti verticali» Solai» Scale» Chiusure verticali» Coperture» Isolanti, impermeabilizzanti e barriera al vapore» Infissi» Pavimentazioni e rivestimenti» Impianti tecnici» Cenni sull architettura bio-ecologica» Raccolta di particolari costruttivi (con relativo indice)» 482 PARTE QUINTA NORMATIVA ORGANIZZATIVA E PROCEDURALE DEGLI ENTI LOCALI» Cenni sulla normativa organizzativa e procedurale degli enti locali» Enti locali: cenni sulla struttura organizzativa, sui rapporti con il cittadino e sulla sequenza di giudizio in materia di giustizia amministrativa:» 531 la struttura degli enti locali» 531 le Regioni» 532 le Province» 533 le comunità montane» 534 i Comuni» Rapporti tra pubblica amministrazione e cittadini:» 536 il responsabile del procedimento» 537 accesso agli atti» 537

14 14 Indice doveri e responsabilità del dipendente pubblico pag. 539 sequenza dei tre gradi di giudizio in materia di giustizia amministrativa» 539 PARTE SESTA LA SECONDA PROVA SCRITTA DELL ESAME DI ABILITAZIONE PER ARCHITETTI - INFORMAZIONI GENERALI SUL MATERIALE PRESENTE SU CD-ROM - ELENCO SEDI D ESAME - INDIRIZZI MAIL - NOTIZIE UTILI» La seconda prova scritta:» 543 materiali riportati su CD-Rom» Elenco sedi - Indirizzi mail - Notizie utili» 545 Bibliografia» 549

ATTIVITA PROFESSIONALE. DIRITTI DI SEGRETERIA (es. Comune di Roma)

ATTIVITA PROFESSIONALE. DIRITTI DI SEGRETERIA (es. Comune di Roma) ATTIVITA PROFESSIONALE PREZZI (*esclusi: IVA e CNPAIA 4%, diritti di segreteria P.A.- COMPUTO-METRICI, CAPITOLATI, CONTRATTI, DIREZIONE LAVORI, N.O. VINCOLI, PROGETTO STRUTTURALE, RELAZIONE GEOLOGICA,

Dettagli

DIREZIONE CENTRALE AMBIENTE, SVILUPPO, TERRITORIO E LAVORO DIREZIONE EDILIZIA PRIVATA. O. d. S. n. 11 / 2013

DIREZIONE CENTRALE AMBIENTE, SVILUPPO, TERRITORIO E LAVORO DIREZIONE EDILIZIA PRIVATA. O. d. S. n. 11 / 2013 DIREZIONE CENTRALE AMBIENTE, SVILUPPO, TERRITORIO E LAVORO DIREZIONE EDILIZIA PRIVATA Prot.n 7708 del 31/12/2013.. Cat 6.30.6.6. (da citare nella risposta) Torino, 31/12/2013 O. d. S. n. 11 / 2013 Oggetto:

Dettagli

PROCEDURE URBANISTICHE

PROCEDURE URBANISTICHE PROCEDURE URBANISTICHE La Legge 122/2010 ha modificato l Art 19 della Legge 241/1990 (Nuove norme sul procedimento amministrativo) e sostituito la Denuncia Inizio Attività (DIA) con la Segnalazione Certificata

Dettagli

PROCEDURE EDILIZIE: INTERVENTI EDILIZI RIFERIMENTI NORMATIVI dicembre 2011 art. 10 comma 1 DPR 380/01 art. 10 c.1 DPR 380/01

PROCEDURE EDILIZIE: INTERVENTI EDILIZI RIFERIMENTI NORMATIVI dicembre 2011 art. 10 comma 1 DPR 380/01 art. 10 c.1 DPR 380/01 PdC PROCEDURE EDILIZIE: INTERVENTI EDILIZI RIFERIMENTI NORMATIVI dicembre 2011 art. 10 comma 1 DPR 380/01 art. 10 c.1 DPR 380/01 art. 3 comma 1 lett. e) DPR 380/01 [art.27 lett. e) LR 12/05] a) gli interventi

Dettagli

Attività edilizie e titoli abilitativi

Attività edilizie e titoli abilitativi Attività edilizie e titoli abilitativi quando, dove e come rr 27 luglio 2012 rev 1.01 Attività edilizia libera interventi edilizi per i quali non è richiesto alcun titolo abilitativo, né è prevista alcuna

Dettagli

CURRICULUM PROFESSIONALE

CURRICULUM PROFESSIONALE CURRICULUM PROFESSIONALE del Geom. Paolo PESARESI Via Pompeiana n. 3, 60027 Tel. e Fax: 071/7133401 Cell.: 338/2352093 www.studiopesaresi.it mail: info@studiopesaresi.it STRUTTURA DEL CURRICULUM PROFESSIONALE:

Dettagli

Aral 83 S.r.l. Consulenze e servizi

Aral 83 S.r.l. Consulenze e servizi Informativa per la clientela studio Aral Ai gentili Clienti OGGETTO: Decreto sblocca Italia: stop alla DIA Gentile Cliente, con il Decreto Legge Sblocca Italia gli interventi di ristrutturazione in casa

Dettagli

COMUNE DI BERTINORO Provincia Forlì-Cesena

COMUNE DI BERTINORO Provincia Forlì-Cesena COMUNE DI BERTINORO Provincia Forlì-Cesena PROTOCOLLO Settore Tecnico Urbanistica Servizio Edilizia Privata SCHEDA TECNICA DESCRITTIVA Dati della denuncia di inizio attività/permesso di costruire: (Legge

Dettagli

QUESITO ALIQUOTA IVA SU RISTRUTTURAZIONE PRIMA CASA

QUESITO ALIQUOTA IVA SU RISTRUTTURAZIONE PRIMA CASA QUESITO ALIQUOTA IVA SU RISTRUTTURAZIONE PRIMA CASA ATTENZIONE: la risposta ai quesiti è stata formulata attenendosi alle leggi vigenti all' epoca della richiesta. Pertanto si consiglia di verificare se

Dettagli

COMUNE DI FERRARA SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITORIALE SERVIZIO QUALITÀ EDILIZIA SPORTELLO UNICO EDILIZIA. NP 3534/10 Ferrara 15.06.

COMUNE DI FERRARA SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITORIALE SERVIZIO QUALITÀ EDILIZIA SPORTELLO UNICO EDILIZIA. NP 3534/10 Ferrara 15.06. COMUNE DI FERRARA SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITORIALE SERVIZIO QUALITÀ EDILIZIA SPORTELLO UNICO EDILIZIA NP 3534/10 Ferrara 15.06.2010 Agli Uffici del Servizio Qualità e del SUE OGGETTO Conversione in

Dettagli

LEGGE REGIONALE 15/2013

LEGGE REGIONALE 15/2013 LEGGE REGIONALE 15/2013 SEMPLIFICAZIONE DELLA DISCIPLINA EDILIZIA Pubblicata il 31 luglio 2013 In vigore dal 28 settembre 2013 -tranne art.55, in vigore dal 31 luglio 2013-13/10/09 - Esercitazione Pratica

Dettagli

GALLERATI SILVANO. curriculum vitae

GALLERATI SILVANO. curriculum vitae Via Dante Alighieri, 8 29015 Castel San Giovanni (PC) 3420712530 silvano.gallerati@gmail.com GALLERATI SILVANO curriculum vitae INFORMAZIONI PERSONALI: Stato civile: coniugato Nazionalità: italiana Data

Dettagli

Comune di Trissino Provincia di Vicenza

Comune di Trissino Provincia di Vicenza Comune di Trissino Provincia di Vicenza MODULISTICA ONLINE 2014 www.comune.trissino.vi.it servizi tecnici pianificazione e sviluppo del territorio edilizia privata Definizione dei TIPI di INTERVENTO aggiornato

Dettagli

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE UNIVERSITA' DEGLI STUDI SASSARI UFFICIO TECNICO LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE, RESTAURO CONSERVATIVO E ADEGUAMENTO NORMATIVO DELL EDIFICIO SITO IN SASSARI IN LARGO PORTA NUOVA DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

Dettagli

LEGGE REGIONALE N.15 30 LUGLIO 2013 Semplificazione della disciplina edilizia

LEGGE REGIONALE N.15 30 LUGLIO 2013 Semplificazione della disciplina edilizia N.15 30 LUGLIO 2013 Analisi delle principali novità e prime indicazioni operative Ravenna, 26 settembre 2013 Sala D Attorre Art 1 Principi generali In coerenza con il titolo V costituzione e con i principi

Dettagli

Mod. 176 Rev. 2 del 15/10/2010

Mod. 176 Rev. 2 del 15/10/2010 AL SIGNOR SINDACO DEL COMUNE DI LANCIANO Sportello Unico per l Edilizia Residenziale (S.U.E.R.) OGGETTO: Comunicazione di attività edilizia libera ai sensi del comma 2, art. 6 D.P.R. 380/2001, così come

Dettagli

ALLO SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA SETTORE EDILIZIA PRIVATA - URBANISTICA AMBIENTE DEL COMUNE DI CASALSERUGO

ALLO SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA SETTORE EDILIZIA PRIVATA - URBANISTICA AMBIENTE DEL COMUNE DI CASALSERUGO COMUNE DI CASALSERUGO Provincia di Padova Settore Edilizia Privata - Urbanistica - Ambiente ALLO SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA SETTORE EDILIZIA PRIVATA - URBANISTICA AMBIENTE DEL COMUNE DI CASALSERUGO

Dettagli

DETRAZIONI FISCALI GLI INTERVENTI AGEVOLATI

DETRAZIONI FISCALI GLI INTERVENTI AGEVOLATI DETRAZIONI FISCALI Chi sostiene spese per i lavori di ristrutturazione edilizia può fruire della detrazione d imposta Irpef pari al 36%. Per le spese sostenute dal 26 giugno 2012 al 31 dicembre 2014 (termine

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE ALTERNATIVO AL TIROCINIO

CORSO DI FORMAZIONE ALTERNATIVO AL TIROCINIO CORSO DI FORMAZIONE ALTERNATIVO AL TIROCINIO CONTENUTI PREVISTI DAL REGOLAMENTO - DELIBERA CNGEGL N. 7 DEL 22.07.2014 Modulo A - ore 144 compresa verifica finale Progettazione edilizia Direzione lavori

Dettagli

N DEL COMUNE DI MONTOPOLI DI SABINA

N DEL COMUNE DI MONTOPOLI DI SABINA PROTOCOLLO GENERALE COMUNICAZIONE MANUTENZIONE STRAORDINARIA COMUNE DI MONTOPOLI DI SABINA N DEL Al COMUNE DI MONTOPOLI DI SABINA Sportello Unico per l edilizia COMUNICAZIONE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE

Dettagli

Denuncia di Inizio Attività Edilizia

Denuncia di Inizio Attività Edilizia B_modulo DIAE rev.6 del 20.04.2015 Al sig. Sindaco del Comune di Trebaseleghe: Denuncia di Inizio Attività Edilizia redatta ai sensi e per gli effetti dell art. 22 e 23 del D.P.R. 380/2001 OGGETTO: Il/

Dettagli

Richiesta del parere preventivo della Commissione per la Qualità Architettonica e il Paesaggio (ai sensi dell art. 18 del Regolamento Edilizio)

Richiesta del parere preventivo della Commissione per la Qualità Architettonica e il Paesaggio (ai sensi dell art. 18 del Regolamento Edilizio) COMUNE DI FERRARA Città patrimonio dell Umanità Marca da Bollo PG Allo Sportello Unico per l Edilizia PR Ufficio Ricezione Data di arrivo Richiesta del parere preventivo della Commissione per la Qualità

Dettagli

Oggetto: Quesito sulla gratuità ovvero onerosità degli interventi edilizi.

Oggetto: Quesito sulla gratuità ovvero onerosità degli interventi edilizi. Oggetto: Quesito sulla gratuità ovvero onerosità degli interventi edilizi. Al fine di poter compiutamente illustrare il quesito che si andrà a formulare, necessita introdurre una breve premessa. Per conoscere

Dettagli

Realizzazione di opere e interventi strutturali

Realizzazione di opere e interventi strutturali Realizzazione di opere e interventi strutturali Elenco normativa di riferimento: L. 1086/71 L. 64/74 D.P.R. 380/2001 D.M. Infrastrutture 14.01.2008 Nuove norme tecniche per le costruzioni (NTC 2008) L.R.

Dettagli

www.studio-pessina.com

www.studio-pessina.com Stefania Pessina, architetto e interior designer, sviluppa il progetto con una sensibilità femminile che la porta a pianificare lo spazio, sia esso abitativo, di lavoro o d altro genere, attraverso il

Dettagli

AVVISO PUBBLICO "SFIDE"

AVVISO PUBBLICO SFIDE Unione Europea Fondo Sociale Europeo Repubblica Italiana AVVISO PUBBLICO "SFIDE" STRUMENTI FORMATIVI PER INNOVARE, DECOLLARE, EMERGERE PROGETTO: RIQUALIFICAZIONE E RIUSO DEL PATRIMONIO EDILIZIO, STORICO

Dettagli

DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITÀ

DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITÀ Regione Lombardia Comune di Ticengo Provincia di Cremona Area Tecnica Sportello Unico edilizia Responsabile del procedimento:.. Protocollo Generale per interventi di cui alla successiva tabella A (articolo

Dettagli

COMUNE DI BAGNO DI ROMAGNA

COMUNE DI BAGNO DI ROMAGNA COMUNE DI BAGNO DI ROMAGNA Sede S. Piero in Bagno Piazza Martiri 25 luglio 1944 n. 1 Provincia Forlì-Cesena Tel. 0543 900411 Fax 0543 903032 e-mail: settoreurbanistica@comune.bagnodiromagna.fc.it SCHEDA

Dettagli

IL NUOVO REGIME DEI TITOLI ABILITATIVI E LA MODULISTICA UNIFICATA

IL NUOVO REGIME DEI TITOLI ABILITATIVI E LA MODULISTICA UNIFICATA ANCE IL NUOVO REGIME DEI TITOLI ABILITATIVI E LA MODULISTICA UNIFICATA 2015 SCIA DIA PDC CILA CIL D i r e z i o n e L e g i s l a z i o n e M e r c a t o P r i v a t o a g g i o r n a t o a l 1 7 m a r

Dettagli

COME SCEGLIERE LA PROCEDURA EDILIZIA CORRETTA

COME SCEGLIERE LA PROCEDURA EDILIZIA CORRETTA COME SCEGLIERE LA PROCEDURA EDILIZIA CORRETTA Per facilitare l'individuazione del procedimento più appropriato si forniscono di seguito alcune indicazioni di carattere generale, sottolineando che con l'entrata

Dettagli

DIRITTI DI SEGRETERIA. 65,00 Edilizia Privata Sportello Unico Attività Produttive (SUAP)

DIRITTI DI SEGRETERIA. 65,00 Edilizia Privata Sportello Unico Attività Produttive (SUAP) Spazio riservato al Protocollo: Spazio riservato all Ufficio: DIRITTI DI SEGRETERIA. 65,00 Edilizia Privata Sportello Unico Attività Produttive (SUAP) COMUNICAZIONE INIZIO LAVORI PER ATTIVITÀ EDILIZIA

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA EDILIZIA (SCIA) Ai sensi art. 49 comma 4 bis della Legge 30.07.2010 n. 122

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA EDILIZIA (SCIA) Ai sensi art. 49 comma 4 bis della Legge 30.07.2010 n. 122 Settore Governo del Territorio Mod SCIA_08 / 02.2015 SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA EDILIZIA (SCIA) Ai sensi art. 49 comma 4 bis della Legge 30.07.2010 n. 122 ( Da presentarsi DOPO l ottenimento

Dettagli

Il sistema autorizzativo degli interventi edilizi. Docente: Prof. Stefano Stanghellini Collaboratore: Arch. Alessandro Mascarello

Il sistema autorizzativo degli interventi edilizi. Docente: Prof. Stefano Stanghellini Collaboratore: Arch. Alessandro Mascarello Il sistema autorizzativo degli interventi edilizi Docente: Prof. Stefano Stanghellini Collaboratore: Arch. Alessandro Mascarello Modalità di attuazione degli interventi edilizi Gli interventi edilizi devono

Dettagli

COMUNE DI CITTADELLA PROVINCIA DI PADOVA

COMUNE DI CITTADELLA PROVINCIA DI PADOVA COMUNE DI CITTADELLA PROVINCIA DI PADOVA Palazzo Mantegna Via Indipendenza, 41 35013 Cittadella (PD) P.I 00731540282 C.F. 81000370288 Tel. 049-9413411 Fax 049-9413419 4 SETTORE EDILIZIA PRIVATA ED URBANISTICA

Dettagli

CAPO 1 OGGETTO E SOGGETTI. Art. 1 Ambito di applicazione

CAPO 1 OGGETTO E SOGGETTI. Art. 1 Ambito di applicazione CAPO 1 OGGETTO E SOGGETTI Art. 1 Ambito di applicazione Il presente Regolamento definisce le modalità e i criteri cui riferirsi per l assegnazione e la ripartizione, tra il personale dipendente dell Ente,

Dettagli

Legge del Fare. Gli speciali di

Legge del Fare. Gli speciali di Gli speciali di Legge del Fare II Decreto del Fare è diventato finalmente legge. Ecco le novità per l edilizia e la sicurezza nei luoghi di lavoro e nei cantieri Il decreto legge 21 giugno 2013, n. 69

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome De Chiara Michele Indirizzo 84081 Baronissi (Sa) C.so Garibaldi, 166 Telefono 089828229 Fax 089828259 E-mail

Dettagli

NORMATIVA e PROCEDURE per INTERVENTI EDILIZI

NORMATIVA e PROCEDURE per INTERVENTI EDILIZI NORMATIVA e PROCEDURE per INTERVENTI EDILIZI Normativa di riferimento Attività libera e Comunicazione Inizio Attività Legge n. 73 del 22 maggio 2010 che riscrive l art. 6 del DPR 380/2001 Comunicazione

Dettagli

nella sua qualità di, dell'immobile / del terreno ad uso

nella sua qualità di, dell'immobile / del terreno ad uso Protocollo Pratica Edilizia N Il Responsabile del procedimento è AL SIGNOR SINDACO del Comune di: CASCIANA TERME - (Pisa) Settore 1- Uso e Assetto del Territorio-Edilizia Privata Via R. Margherita n. 9-56034

Dettagli

ELENCO DELLE PROCEDURE AMMINISTRATIVE OPERE DI MANUTENZIONE ORDINARIA NON SOGGETTE A TITOLO EDILIZIO

ELENCO DELLE PROCEDURE AMMINISTRATIVE OPERE DI MANUTENZIONE ORDINARIA NON SOGGETTE A TITOLO EDILIZIO ELENCO DELLE PROCEDURE AMMINISTRATIVE OPERE DI MANUTENZIONE ORDINARIA NON SOGGETTE A TITOLO EDILIZIO In alcuni casi, pur non necessitando di alcun titolo abilitativo, la consistenza o le modalità dell

Dettagli

Attività edilizia libera. Attività soggette a comunicazione

Attività edilizia libera. Attività soggette a comunicazione REGIMI PROCEDURALI A CUI È SOGGETTA L ATTIVITÀ EDILIZIA IN SICILIA APPENDICE NORMATIVA Attività edilizia libera (Art. 6 L.R. 37/85) Per la realizzazione degli interventi edilizi rientranti nel "regime

Dettagli

Esemplificazione determinazione del compenso CP. Esemplificazione calcolo compenso CP per prestazione di progettazione preliminare A B C C

Esemplificazione determinazione del compenso CP. Esemplificazione calcolo compenso CP per prestazione di progettazione preliminare A B C C Prestazioni affidate Incidenza Q Esemplificazione determinazione del compenso CP Esemplificazione calcolo compenso CP per prestazione di progettazione preliminare A B C C 1 categoria d opera meccanici

Dettagli

DOTT. FRANCO COLOMBO GEOMETRA

DOTT. FRANCO COLOMBO GEOMETRA DOTT. FRANCO COLOMBO GEOMETRA MILANO Perizie Stime Computi Metrici estimativi 20151 - via Gallarate n. 10 Piani Economici di Fattibilità per gli interventi edilizi tel 02.3089028 fax 02.3089028 Sicurezza

Dettagli

Art. 1 - Area disciplinata dal Piano attuativo

Art. 1 - Area disciplinata dal Piano attuativo Art. 1 - Area disciplinata dal Piano attuativo 1. L area disciplinata dal presente Piano Particolareggiato è quella perimetrata nella cartografia del R.U. vigente nel Comune di Colle VE ed identificata

Dettagli

SERVIZI TECNICI INGEGNERIA E ARCHITETTURA RELATIVI

SERVIZI TECNICI INGEGNERIA E ARCHITETTURA RELATIVI COMUNE DI SAMUGHEO PROVINCIA DI ORISTANO 09086 Piazza SEDDA, 5 Tel.0783/64023-64256 fax 0783/64697 c.f. 00073500951 E mail comsam@tiscali.it comunedisamugheo@virgilio.it SERVIZI TECNICI INGEGNERIA E ARCHITETTURA

Dettagli

S P A Z I O R I S E R V A T O A G L I U F F I C I C O M U N A L I

S P A Z I O R I S E R V A T O A G L I U F F I C I C O M U N A L I S P A Z I O R I S E R V A T O A G L I U F F I C I C O M U N A L I AL COMUNE DI T O R T O N A S P O R T E L L O U N I C O P E R L E D I L I Z I A C O M U N I C A Z I O N E D I A T T I V I T A D I E D I

Dettagli

ALLEGATO A - IL REGIME DELLE AUTORIZZAZIONI -

ALLEGATO A - IL REGIME DELLE AUTORIZZAZIONI - ALLEGATO A - IL REGIME DELLE AUTORIZZAZIONI - Intervento Manutenzione ordinaria (articolo 6, comma 1, lettera a: articolo 3, comma 1, lettera a) Libero Titolo Eliminazione di barriere architettoniche che

Dettagli

COMUNE di CERRO AL LAMBRO Provincia di Milano UFFICIO TECNICO

COMUNE di CERRO AL LAMBRO Provincia di Milano UFFICIO TECNICO COMUNE di CERRO AL LAMBRO Provincia di Milano UFFICIO TECNICO PRATICA EDILIZIA N. AL RESPONSABILE DELL UFFICIO TECNICO DEL COMUNE DI CERRO AL LAMBRO Piazza Roma, 11 20070 Cerro al Lambro (MI) DENUNCIA

Dettagli

FORMULARIO OPERATIVO DELL EDILIZIA

FORMULARIO OPERATIVO DELL EDILIZIA Massimo Aleo FORMULARIO OPERATIVO DELL EDILIZIA SOFTWARE INCLUSO 150 MODELLI PER LA REDAZIONE DELLE PRATICHE EDILI Massimo Aleo FORMULARIO OPERATIVO DELL EDILIZIA ISBN 13 978-88-8207-493-7 EAN 9 788882

Dettagli

Al Responsabile dello Sportello Unico per l edilizia del Comune di Rovato

Al Responsabile dello Sportello Unico per l edilizia del Comune di Rovato P.G. CAT. VI CL. 03 FASC. 01 DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA (articoli 22 e 23 del d.p.r. n. 380 del 2001) ordinaria per interventi di cui alla successiva tabella B (articolo 22, commi 1 e 2, d.p.r. n. 380

Dettagli

Bonus mobili ed elettrodomestici

Bonus mobili ed elettrodomestici Bonus mobili ed elettrodomestici Come e quando richiedere l agevolazione fiscale Si può usufruire di una detrazione Irpef del 50% per l acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore

Dettagli

Piano di manutenzione delle strutture

Piano di manutenzione delle strutture Software professionale in versione Windows Vincenzo Calvo Elisabetta Scalora Piano di manutenzione delle strutture REDAZIONE DEL PIANO DI MANUTENZIONE CON IL SOFTWARE PreManStru * Manuale d uso Informazioni

Dettagli

TIMBRO PROTOCOLLO N. PRATICA

TIMBRO PROTOCOLLO N. PRATICA COMUNE DI PORDENONE TIMBRO PROTOCOLLO N. PRATICA Nominativo del dichiarante (1) altri titolari oltre al presente dichiarante NO SI n (in caso di più dichiaranti, compilare una scheda anagrafica per ogni

Dettagli

Comunità Montana Valle Susa e Val Sangone

Comunità Montana Valle Susa e Val Sangone Comunità Montana Valle Susa e Val Sangone Via Trattenero 15-10053 Bussoleno (To) Tel: (+39)0122-642800 Fax: (+39)0122-642850 http://www.cmvss.it e-mail: info@cmvss.it Progettazione preliminare, definitiva

Dettagli

COMUNE DI OPPEANO. Provincia di Verona Settore edilizia privata/urbanistica DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA D.I.A.

COMUNE DI OPPEANO. Provincia di Verona Settore edilizia privata/urbanistica DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA D.I.A. COMUNE DI OPPEANO Provincia di Verona Settore edilizia privata/urbanistica Al Responsabile UTC Ed. Priv./Urbanistica del Comune di Oppeano (VR) P.zza G. Altichieri, n. 1 37050 OPPEANO (VR) DENUNCIA DI

Dettagli

PROGETTAZIONI GENERALI

PROGETTAZIONI GENERALI PROGETTAZIONI GENERALI PROGECO partners TOPOGRAFIA AGRONOMIA STRUTTURE SEDE Via Nicola Sardi, 46 14030 Rocchetta Tanaro (AT) Tel. +39.0141.644385 Fax +39.0141.644921 E-mail: info@progecoassociati.it GEOLOGIA

Dettagli

Comune di Casei Gerola. Regolamento Comunale Attività Edilizia. - Gennaio 2011 -

Comune di Casei Gerola. Regolamento Comunale Attività Edilizia. - Gennaio 2011 - Comune di Casei Gerola Regolamento Comunale Attività Edilizia - Gennaio 2011-1 INDICE articolo 1 articolo 2 articolo 3 articolo 4 articolo 5 articolo 6 articolo 7 articolo 8 articolo 9 PRINCIPI GENERALI

Dettagli

DOMANDA DI PERMESSO DI COSTRUIRE IN SANATORIA Ai sensi art. 36 del D.P.R. 380/2001

DOMANDA DI PERMESSO DI COSTRUIRE IN SANATORIA Ai sensi art. 36 del D.P.R. 380/2001 Settore Governo del Territorio Marca da Bollo Euro 16,00 Mod PdC_San_05 / 02.2015 DOMANDA DI PERMESSO DI COSTRUIRE IN SANATORIA Ai sensi art. 36 del D.P.R. 380/2001 ( Da presentarsi DOPO l ottenimento

Dettagli

Arch. Carlo Adolfo Giani via Rimembranze, 6 Mapello tel. 035.909010 CURRICULUM PROFESSIONALE. fax. 1786047462

Arch. Carlo Adolfo Giani via Rimembranze, 6 Mapello tel. 035.909010 CURRICULUM PROFESSIONALE. fax. 1786047462 Arch. Carlo Adolfo Giani via Rimembranze, 6 Mapello tel. 035.909010 CURRICULUM PROFESSIONALE fax. 1786047462 Nato a Bergamo il 26.08.1957, con studio a Mapello via Rimembranze n. 6 residente a Mapello

Dettagli

COMUNICAZIONE DI INIZIO LAVORI PER ATTIVITA EDILIZIA LIBERA (art.6 comma 2 del D.P.R. n.380/2001 così come modificato dalla Legge n.

COMUNICAZIONE DI INIZIO LAVORI PER ATTIVITA EDILIZIA LIBERA (art.6 comma 2 del D.P.R. n.380/2001 così come modificato dalla Legge n. Comune di Oliva Gessi Provincia di Pavia Spazio riservato per il protocollo Servizio Territorio ed Ambiente Ufficio Edilizia Privata COMUNICAZIONE DI INIZIO LAVORI PER ATTIVITA EDILIZIA LIBERA (art.6 comma

Dettagli

da giugno 2001 abilitazione al coordinamento della sicurezza in cantiere

da giugno 2001 abilitazione al coordinamento della sicurezza in cantiere CURRICULUM VITAE dati generali nome Civico3 laboratorio di architettura indirizzo viale A. Lutti n. 3, 38066 Riva del Garda (TN) telefono 0464-557793 fax 0464-557793 e-mail info@civico3.it sito web www.civico3.it

Dettagli

21. COMUNICAZIONE DI ESEGUITA Attività...5 22. RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE PAESAGGISTICA, IN CASO DI DIA O PDC IN ZONA VINCOLO/ AMBIENTALE/

21. COMUNICAZIONE DI ESEGUITA Attività...5 22. RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE PAESAGGISTICA, IN CASO DI DIA O PDC IN ZONA VINCOLO/ AMBIENTALE/ Indice percorsi 1. PERMESSO DI COSTRUIRE...1 2. PERMESSO DI COSTRUIRE CON VINCOLO IDROGEOLOGICO...1 3. RICHIESTA DI RINNOVO DEL PERMESSO DI COSTRUIRE...1 4. Denuncia Inizio Attività Edilizia DIA...1 5.

Dettagli

Comune di Cantagallo Provincia di Prato

Comune di Cantagallo Provincia di Prato Comune di Cantagallo Provincia di Prato REGOLAMENTO COMUNALE PER I CRITERI DI RIPARTIZIONE E PER LA REGOLAMENTAZIONE DELLA PROCEDURA INERENTE I CONTRIBUTI INTROITATI DAL COMUNE A TITOLO DI ONERI DI URBANIZZAZIONE

Dettagli

COMUNICAZIONE DI ATTIVITÀ EDILIZIA LIBERA(1) comma 2, art. 6 del D.P.R. 380/01

COMUNICAZIONE DI ATTIVITÀ EDILIZIA LIBERA(1) comma 2, art. 6 del D.P.R. 380/01 In duplice copia Al Comune di SAN SALVO SERVIZIO URBANISTICA COMUNICAZIONE DI ATTIVITÀ EDILIZIA LIBERA(1) comma 2, art. 6 del D.P.R. 380/01 Il/i sottoscritt, nato a.. Il con residenza e/o recapito in..

Dettagli

SOSTITUTIVA DEL PERMESSO DI COSTRUIRE per interventi di cui alla tabella A (articolo 22 comma 3 D.P.R. n 380 del 2001)

SOSTITUTIVA DEL PERMESSO DI COSTRUIRE per interventi di cui alla tabella A (articolo 22 comma 3 D.P.R. n 380 del 2001) COMUNE di MAGLIANO DE MARSI Provincia di L Aquila Via S. Maria di Loreto n.8 cap 67062 Tel. 0863/516 - FAX 0863/515018 P.I. 001820906 E-Mail info@comune.maglianodemarsi.aq.it Protocollo Generale Al Sig.

Dettagli

Curriculum Vitae OARM - Europass

Curriculum Vitae OARM - Europass Informazioni personali Curriculum Vitae OARM - Europass Cognome e Nome CAMPAGNA Anna Maria Architetto Iscritto all'ordine degli Architetti P.P.C. di Roma e provincia con il n 15694 sezione A settore: Architettura

Dettagli

LA DISCIPLINA NAZIONALE DELL ATTIVITA EDILIZIA

LA DISCIPLINA NAZIONALE DELL ATTIVITA EDILIZIA LA DISCIPLINA NAZIONALE DELL ATTIVITA EDILIZIA ATTIVITA EDILIZIA TOTALMENTE LIBERA Ossia gli interventi edilizi per i quali non è richiesto nessun titolo abitativo, né è prevista alcuna specifica comunicazione,

Dettagli

DICHIARAZIONE ASSEVERATA

DICHIARAZIONE ASSEVERATA III SETTORE - USO ED ASSETTO DEL TERRITORIO Servizio Territorio Urbanistica e Ambiente STD 10.09.03 (agg. 03/2014) DICHIARAZIONE ASSEVERATA DA ALLEGARE ALLA COMUNICAZIONE DI FINE LAVORI E DOMANDA DI CERTIFICATO

Dettagli

EDILIZIA PRIVATA GIUSEPPE MONTELEONE VADEMECUM DEL PROGETTISTA E DEL DIRETTORE DEI LAVORI PERMESSO DI COSTRUIRE E D.I.A.

EDILIZIA PRIVATA GIUSEPPE MONTELEONE VADEMECUM DEL PROGETTISTA E DEL DIRETTORE DEI LAVORI PERMESSO DI COSTRUIRE E D.I.A. GIUSEPPE MONTELEONE EDILIZIA PRIVATA VADEMECUM DEL PROGETTISTA E DEL DIRETTORE DEI LAVORI PERMESSO DI COSTRUIRE E D.I.A. II EDIZIONE @ SERVIZI GRATUITI ON LINE Questo libro dispone dei seguenti servizi

Dettagli

PIANO DEL COLORE (compilazione obbligatoria per interventi nel centro storico) A - Documentazione da allegare

PIANO DEL COLORE (compilazione obbligatoria per interventi nel centro storico) A - Documentazione da allegare COMUNE DI SAN GIOVANNI LIPIONI PIANO DEL COLORE (compilazione obbligatoria per interventi nel centro storico) allegati A Scheda da allegare alla richiesta di Permesso di costruire SCIA o CIL A - Documentazione

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome MASTRIANI CLAUDIO Indirizzo VIA GROTTASANTA, 169 96100 SIRACUSA (ITALIA) Telefono - Fax +39 0931 30826 Cellulare +39 349 8095965 E-mail

Dettagli

CURRICULUM VITAE DI MAURIZIO PERON

CURRICULUM VITAE DI MAURIZIO PERON DI MAURIZIO PERON INFORMAZIONI PERSONALI Nome e Cognome Maurizio Peron Telefono 0746 287300 E-mail Nazionalità maurizio.peron@comune.rieti.it Italiana Data di nascita 29.05.1957 ISTRUZIONE E FORMAZIONE

Dettagli

Curriculum Vitae Arch. Francesco Tranchida

Curriculum Vitae Arch. Francesco Tranchida Curriculum Vitae Arch. Francesco Tranchida Nato a Trapani il 29/10/1956 Residente in Erice Strada 434 n. 12 c/da Rigaletta-Pegno Telefono: 0923-502228 Posta elettronica: francesco.tranchida@comune.erice.tp.it

Dettagli

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo Agenzia del Lavoro Provincia Autonoma di Trento DESCRIZIONE PROFILO PROFESSIONALE PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo DENOMINAZIONE FIGURA PROFESSIONALE - ADDETTO UFFICIO TECNICO

Dettagli

RELAZIONE DI AGGIORNAMENTO ONERI DI URBANIZZAZIONE

RELAZIONE DI AGGIORNAMENTO ONERI DI URBANIZZAZIONE COMUNE DI PREGNANA MILANESE (Provincia di Milano) SETTORE ASSETTO ED USO DEL TERRITORIO UFFICIO URBANISTICA RELAZIONE DI AGGIORNAMENTO ONERI DI URBANIZZAZIONE INTRODUZIONE L art. 43 della legge Regionale

Dettagli

COMUNE DI PIOMBINO DESE Provincia di Padova Area Urbanistica - Edilizia Privata

COMUNE DI PIOMBINO DESE Provincia di Padova Area Urbanistica - Edilizia Privata COMUNE DI PIOMBINO DESE Provincia di Padova Area Urbanistica - Edilizia Privata SERVIZIO URBANISTICA (FAQ: Frequently Asked Questions) Come si ottiene il rilascio di un certificato di destinazione urbanistica

Dettagli

CILA - COMUNICAZIONE DI INIZIO LAVORI ASSEVERATA PER INTERVENTI DI

CILA - COMUNICAZIONE DI INIZIO LAVORI ASSEVERATA PER INTERVENTI DI Pratica edilizia Al Comune di SUAP SUE ALZANO LOMBARDO PEC / Posta elettronica CILA CILA con richiesta contestuale di atti presupposti Protocollo CILA - COMUNICAZIONE DI INIZIO LAVORI ASSEVERATA PER INTERVENTI

Dettagli

PRESTAZIONI DI SERVIZI CON ALIQUOTA 4%, INERENTI NUOVE COSTRUZIONI DI:

PRESTAZIONI DI SERVIZI CON ALIQUOTA 4%, INERENTI NUOVE COSTRUZIONI DI: PRESTAZIONI DI SERVIZI CON ALIQUOTA, INERENTI NUOVE COSTRUZIONI DI: Fabbricati Tupini svolte nei confronti di imprese costruttrici; Fabbricati Tupini svolte nei confronti di cooperative edilizie e loro

Dettagli

LEGGE PROVINCIALE N. 4 DEL 03-03-2010 REGIONE TRENTO (Prov.)

LEGGE PROVINCIALE N. 4 DEL 03-03-2010 REGIONE TRENTO (Prov.) LEGGE PROVINCIALE N. 4 DEL 03-03-2010 REGIONE TRENTO (Prov.) Modificazioni della legge urbanistica provinciale, altre disposizioni in materia di incentivazione dell edilizia sostenibile, semplificazione

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) (ai sensi dell art. 19 L. 241/1990 come modificato ed integrato dall art. 49 della L.

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) (ai sensi dell art. 19 L. 241/1990 come modificato ed integrato dall art. 49 della L. Protocollo Comune 1 AL RESPONSABILE UFFICIO TECNICO COMUNE DI 87010 SAN DONATO DI NINEA Il/La sottoscritto/a Nato/a a Codice fiscale/partita Iva /con sede in Via Tel Fax E.mail in qualità di: (specificare)

Dettagli

Una premessa VALIDI Non Validi

Una premessa VALIDI Non Validi Per una mappa delle competenze professionali dei pianificatori territoriali e urbanisti ordine degli a.p.p.c. di messina 26 gennaio 2012 Giuseppe Claudio Vitale - urbanista 1 Una premessa Non può esservi

Dettagli

Dirigente Comune di Civitella in Val di Chiana Dirigente del IV settore. marco.magrini@civichiana.it. Laurea in Architettura Diploma di Geometra

Dirigente Comune di Civitella in Val di Chiana Dirigente del IV settore. marco.magrini@civichiana.it. Laurea in Architettura Diploma di Geometra C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Marco Magrini Data di nascita 30.10.1959 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio 0575/445318 Fax dell ufficio

Dettagli

TIMBRO PROTOCOLLO N. PRATICA

TIMBRO PROTOCOLLO N. PRATICA TIMBRO PROTOCOLLO BOLLO COMUNE DI RIVIGNANO N. PRATICA Nominativo del dichiarante (1)...... SI n altri titolari oltre al presente dichiarante NO... (in caso di più dichiaranti, compilare una scheda anagrafica

Dettagli

Innanzitutto un grande saluto a tutti coloro che avranno la pazienza di leggere queste pagine a me dedicate.

Innanzitutto un grande saluto a tutti coloro che avranno la pazienza di leggere queste pagine a me dedicate. Architetto Patrizia Braghiroli Nata a Terni (TR) il 19 Aprile 1970 Domiciliata in Terni - Quartiere Campitello Contatto : patriziabraghirolim5stelle@gmail.com Innanzitutto un grande saluto a tutti coloro

Dettagli

2. Stima sintetico-comparativa del costo di costruzione con individuazione delle incidenze percentuali e

2. Stima sintetico-comparativa del costo di costruzione con individuazione delle incidenze percentuali e Università IUAV di Venezia - Corso di Valutazione estimativa del progetto Prof. Stefano Stanghellini Esercitazione Stima del costo di costruzione di un opera (secondo le modalità del Decreto legislativo

Dettagli

IL PROCESSO EDILIZIO

IL PROCESSO EDILIZIO IL PROCESSO EDILIZIO RELATIVO A UNA OPERA DI ARCHITETTURA È INSIEME DI FASI E ATTIVITÀ IDEATIVE, OPERATIVE, ORGANIZZATIVE E GESTIONALI CONNESSE DA RELAZIONI LOGICHE E SUCCESSIONI TEMPORALI CHE FANNO CAPO

Dettagli

V ààõ w fxäätéétçé WxÇàÜÉ

V ààõ w fxäätéétçé WxÇàÜÉ V ààõ w fxäätéétçé WxÇàÜÉ @ cüéä Çv t w ctwéät @ Protocollo (riservato all'ufficio) PRATICA N. (riservato all'ufficio) (Stampato: Versione ottobre 2010) AL COMUNE DI SELVAZZANO DENTRO (PD) SPORTELLO UNICO

Dettagli

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI Gli aggiornamenti più recenti Proroga dell agevolazione al 31 dicembre 2015 I quesiti più frequenti aggiornamento aprile 2015 ACQUISTI AGEVOLATI IMPORTO DETRAIBILE MODALITA

Dettagli

Centro Polifunzionale - torre 1 80143 Napoli. (da 09/2001 a 08/2007) distaccato presso l ARPAC proveniente dalla Fintecna S.p.a. (gruppo IRI).

Centro Polifunzionale - torre 1 80143 Napoli. (da 09/2001 a 08/2007) distaccato presso l ARPAC proveniente dalla Fintecna S.p.a. (gruppo IRI). Curriculum Vitae Informazioni personali Nome / Cognome Rosario Altamura Telefono 081.2326233 Fax 081.2326209 E-mail r.altamura@arpacampania.it Cittadinanza italiana Esperienza lavorativa Date Da 09/2001

Dettagli

AGGIORNATO SECONDO PRESCRIZIONI REGIONALI DELIBERE GIUNTA REGIONALE VENETO

AGGIORNATO SECONDO PRESCRIZIONI REGIONALI DELIBERE GIUNTA REGIONALE VENETO Comune di: PROVINCIA DI PADOVA MEGLIADINO SAN FIDENZIO P.R.G. VARIANTE N. 3 AGGIORNATO SECONDO PRESCRIZIONI REGIONALI DELIBERE GIUNTA REGIONALE VENETO N. 3860 del 03 LUGLIO 1990 N. 5346 del 08 NOVEMBRE

Dettagli

1.1. LIMITI PROFESSIONALI DELLA FIGURA DELL ARCHITETTO

1.1. LIMITI PROFESSIONALI DELLA FIGURA DELL ARCHITETTO Pratica professionale dell architetto 349 1.1. LIMITI PROFESSIONALI DELLA FIGURA DELL ARCHITETTO N.B. Le modifiche apportate dal d.p.r. 328/2001 agli ordini professionali, in precedenza indicate, non cambiano

Dettagli

Al Comune di SAN PANCRAZIO SALENTINO. Sportello Unico per le Attività Produttive (S.U.A.P.)

Al Comune di SAN PANCRAZIO SALENTINO. Sportello Unico per le Attività Produttive (S.U.A.P.) Al Comune di SAN PANCRAZIO SALENTINO Sportello Unico per le Attività Produttive (S.U.A.P.) Protocollo COMUNICAZIONE INIZIO LAVORI Art. 6, comma 2, del d.p.r. 6 giugno 2001 n. 380 TITOLARE: TECNICO: IMPRESA:

Dettagli

Il Consiglio regionale Assemblea legislativa della Liguria ha approvato. IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA promulga

Il Consiglio regionale Assemblea legislativa della Liguria ha approvato. IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA promulga REGIONE LIGURIA ----------- LEGGE REGIONALE 12 NOVEMBRE 2014 N. 30 MODIFICHE ALLA LEGGE REGIONALE 6 AGOSTO 2001, N. 24 (RECUPERO AI FINI ABITATIVI DEI SOTTOTETTI ESISTENTI) E ALLA LEGGE REGIONALE 6 GIUGNO

Dettagli

DIA N ANNO Allo Sportello Unico per le Attività Produttive del Comune di GALLARATE DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA EDILIZIA

DIA N ANNO Allo Sportello Unico per le Attività Produttive del Comune di GALLARATE DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA EDILIZIA DIA N ANNO Allo Sportello Unico per le Attività Produttive del Comune di GALLARATE DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA EDILIZIA ai sensi degli articoli 41 e 42 L.R. 11.03.2005 n.12 e successive modifiche ed integrazioni

Dettagli

TABELLA SINOTTICA DELLA DISCIPLINA DEGLI INTERVENTI EDILIZI

TABELLA SINOTTICA DELLA DISCIPLINA DEGLI INTERVENTI EDILIZI TABELLA SINOTTICA DELLA DISCIPLINA DEGLI INTERVENTI EDILIZI PREMESSA: Entrata in vigore della nuova disciplina degli interventi edilizi prevista dalla L.R. n. 15 del 2013 La disciplina degli interventi

Dettagli

Bonus mobili ed elettrodomestici

Bonus mobili ed elettrodomestici MAGGIO 2014 Bonus mobili ed elettrodomestici Come e quando richiedere l agevolazione fiscale La detrazione Si può usufruire di una detrazione Irpef del 50% per l acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici

Dettagli

Il proprietario dell immobile può effettuare l intervento senza effettuare nessuna comunicazione al Comune

Il proprietario dell immobile può effettuare l intervento senza effettuare nessuna comunicazione al Comune Utilizzando la tabella sotto riportata è possibile verificare per ogni singolo intervento quale procedura adottare per procedere all esecuzione dei lavori. Manutenzione Ordinaria Il proprietario dell immobile

Dettagli

Corso di aggiornamento e formazione del Personale Informatica Livello Medio svoltosi presso la sede dell Atene.

Corso di aggiornamento e formazione del Personale Informatica Livello Medio svoltosi presso la sede dell Atene. Diploma di scuola secondaria di secondo grado di Geometra conseguito nell anno 1982 presso l Istituto Tecnico per geometri G. Porzio, in Napoli, riportando la votazione 60/60; Diploma di Laurea in Ingegneria

Dettagli

Classificazione, regime e procedure per la realizzazione degli interventi edilizi

Classificazione, regime e procedure per la realizzazione degli interventi edilizi Classificazione, regime e procedure per la realizzazione degli interventi edilizi Con questo articolo si intende fornire un riepilogo, alla luce della normativa nazionale vigente dopo l entrata in vigore

Dettagli

COMUNE DI POVIGLIO Provincia di Reggio Emilia VIA VERDI,1 C.A.P. 42028 TEL. 0522/966822 FAX. 0522/966805

COMUNE DI POVIGLIO Provincia di Reggio Emilia VIA VERDI,1 C.A.P. 42028 TEL. 0522/966822 FAX. 0522/966805 COMUNE DI POVIGLIO Provincia di Reggio Emilia VIA VERDI,1 C.A.P. 42028 TEL. 0522/966822 FAX. 0522/966805 SCHEDA TECNICA DESCRITTIVA (Art. 20 L.R. 31 del 25/11/02) DESCRIZIONE DELL INTERVENTO.. LOCALIZZAZIONE

Dettagli