LA RIVISTA GRATUITA CHE PROMUOVE E SOSTIENE LA MATERNITA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LA RIVISTA GRATUITA CHE PROMUOVE E SOSTIENE LA MATERNITA"

Transcript

1 Anno II N 4 Ottobre - Dicembre 2013 LA RIVISTA GRATUITA CHE PROMUOVE E SOSTIENE LA MATERNITA Foto FIS/Bizzi MAMME ANTI-CRISI VALENTINA VEZZALI: UNA MAMMA CAMPIONESSA MAMME BLOGGER: UN FENOMENO IN CRESCITA ARMONIA IN CUCINA CON BENEDETTA PARODI

2 Assicurare il tuo mondo non è stato mai così facile e conveniente La tua salute La salute è un bene prezioso ed ora assicurarla è alla portata di tutti. I tuoi Denti Sani Un innovativa ed esclusiva copertura che rimborsa le spese sostenute per le cure e le protesi dentarie per tutta la famiglia. I tuoi Amici a quattro zampe Una copertura assicurativa completa anche per i tuoi amici animali (cani e gatti). I tuoi diritti Basta con i soprusi da parte di vicini, fornitori di servizi (telefonici, elettrici, tour operator...) o in caso di incidenti stradali. Tu scegli l avvocato, noi lo paghiamo. Roma Via de Baullari, 24 Tel Fax Milano Via dei Bossi, 2/A Tel Fax

3 S O M M A R I O 3 Editoriale Prendersi cura di sé 4 Noi mamme in salute Igiene e cura dei denti in gravidanza ed allattamento 7 Noi mamme in equilibrio Donne e mamme anticrisi 9 Noi mamme e... quel legame unico L allattamento al seno materno Il latte d Asina Mamme e benessere psicologico 15 Noi oggi Valentina Vezzali 19 Noi ieri Il nuovo Museo Civico Archeologico-Virtuale di Narce (MAVNA) Le Principesse di Narce nel Mondo 22 Uno sguardo sul mondo Il matrimonio delle bambine La gestazione per conto di altri (GPA) 25 Speciale Europa 2014 Anno Europeo della Conciliazione Famiglia e Lavoro 27 Italia virtuosa Nascita in Armonia 29 Noi in rete Il mommy-blogging 30 Tra forme e colori Mycupoftea: la cosa giusta per me 32 Tra le pagine La meraviglia dell attesa in un murale 34 Tra cinema e teatro Un anno di zapping. Guida critica ai programmi televisivi 35 Tra le note Cantare per le stagioni della vita 37 Gocce di filosofia Maria Lactans 38 In famiglia: tra cultura e divertimento Famiglia, vivi la gioia della fede 39 Noi mamme... attente all ecologia Con AMA fai fiorire il tuo giardino 40 La salute passa per la bocca Intervista a Benedetta Parodi 41 Un sorriso per iniziare la giornata Anno II Numero 4/2013 Autorizzazione del Tribunale Civile di Roma n 252/2012 del 25/9/2012 Direttore Responsabile: Antonio Gaspari Coordinatore redazionale: Adele Ercolano Redazione: Marta Rodriguez, Laura Bonsi, Sandra Di Vito Direzione e Redazione: Istituto di Studi Superiori sulla Donna Ateneo Pontificio Regina Apostolorum Via degli Aldobrandeschi, Roma - Illustrazione di Alessandra Zoppini VALORE MAMMA - Periodico trimestrale a diffusione gratuita di proprietà dell Ateneo Pontificio Regina Apostolorum. Si ringrazio per la collaborazione a questo numero: Gianfranco Prada, Carlo Ghirlanda, Alessandro Peracchi, Guglielmo Salvatori, Silvia Foligno, Patrizia Amadio, Amedeo Conti, Jacopo Tabolli, Valentina Colombo, Laetitia Pouliquen, Elisabetta Scala, Patricia Adkins Chiti, Lidia Borzì Immagini copertina: FIS/Bizzi Illustrazioni e vignette di: Alessandra Zoppini Progetto grafico di: Alberto Aguzzi Impaginazione & stampa di: Inmediacom Srl Sede in Roma, Via al Sesto Miglio 74 Tel

4

5 Anno II N 4 Ottobre - Dicembre 2013 EDITORIALE Prendersi cura di sé C are lettrici, Valore Mamma compie un anno! Dedichiamo il presente numero - quarto in uscita - a un tema che ci sta particolarmente a cuore: il benessere psicologico delle mamme. Il dott. Lelio Bizzarri, psicologo e coordinatore della S.i.p.a.p. Lazio (Società Italiana Psicologi Area Professionale e Privata - promotrice della Campagna che ha indetto ottobre come Mese del Benessere Psicologico), sottolinea quanto sia importante che la mamma non perda mai di vista i suoi bisogni, soprattutto quelli emotivi. Deve saper chiedere, in particolare nei momenti di maggiore affaticamento, sostegno al partner, ai propri cari o a specialisti. Nell intervista troverete anche indicazioni utilissime su come preservarci dallo stress. La madre svolge un ruolo fondamentale in famiglia e nella società; per questo motivo le sue energie mentali e psicologiche sono costantemente messe a dura prova, anche se sappiamo che, rispetto all uomo, noi donne siamo più resistenti a periodi di stress prolungato. Questo perché il cervello femminile è più strutturato e quindi di conseguenza è maggiormente in grado di reagire e operare su più fronti ottimizzando tempi, luoghi e azioni. Le mamme, come ci ricorda il prof. Alessandro Peracchi, pediatra neonatologo e psicoterapeuta, sono multitasking, ovvero sono in grado di svolgere più attività contemporaneamente, dando a ciascuna il giusto grado di attenzione. Altro tema importantissimo per favorire il nostro benessere è il riconoscimento del disagio psicologico in gravidanza e nel puerperio, tema al centro del Progetto Nascita in Armonia, ideato dall Associazione Psycharmonia, che vi proponiamo a pagina 27. Fondamentale, poi, per il nostro benessere, è preservarci degli spazi di interesse, in cui coltivare le nostre passioni che ci permettono di autorealizzarci, stare meglio con noi stesse, ed essere pertanto più capaci di donarci agli altri. A questo proposito il fenomeno delle mamme blogger può essere da stimolo, così come la testimonianza delle fondatrici di Mycupoftea, realtà di mamme e professioniste che hanno scelto di dedicarsi all artigianato, facendo della loro passione un vero e proprio lavoro con gratificazioni personali ed economiche, un impegno questo che ben si concilia con la famiglia. La conciliazione degli impegni familiari con la vita lavorativa è una dimensione importante per garantire il nostro benessere. Vi presentiamo l iniziativa della Confederazione Europea della Organizzazioni Familiari (COFACE), adottata dal Parlamento Europeo, per designare il 2014 Anno Europeo della Conciliazione Famiglia e Lavoro; questa iniziativa è finalizzata a promuovere una reale condivisione dei compiti all interno della famiglia ed evitare, ad esempio, che tutte le incombenze pratiche, ricadano esclusivamente sulle mamme. Valentina Vezzali, campionessa del Fioretto italiano, mamma, moglie, atleta e donna impegnata nel sociale racconta a Valore Mamma come è riuscita a trovare il giusto equilibrio tra i tanti ruoli che ricopre. Il benessere si trova anche in cucina; Benedetta Parodi ci presenta il suo ultimo ricettario pensato per semplificare la vita alle mamme e per creare in famiglia momenti di armonia. Perché la mamma possa prendersi cura della famiglia deve imparare in primo luogo a prendersi cura di se stessa. Direttrice Ist. di Studi Superiori sulla Donna Co-founder Rivista Valore Mamma VALORE MAMMA Sito: LA RIVISTA GRATUITA CHE PROMUOVE E SOSTIENE LA MATERNITA Per info: Tel Foto FIS/Bizzi Mail: MAMME ANTI-CRISI VALENTINA VEZZALI: UNA MAMMA CAMPIONESSA MAMME BLOGGER: UN FENOMENO IN CRESCITA Seguici su Facebook ARMONIA IN CUCINA CON BENEDETTA PARODI 3

6 NOI MAMME... IN SALUTE Igiene e cura dei denti in gravidanza ed allattamento di Gianfranco Prada e Carlo Ghirlanda Dott. Gianfranco Prada Presidente Nazionale A.N.D.I. Associazione Nazionale Dentisti Italiani. Dott. Carlo Ghirlanda Segretario Culturale Nazionale A.N.D.I. Associazione Nazionale Dentisti Italiani. I l primo periodo di prevenzione odontoiatrica nel bambino si avvia con la gravidanza. La letteratura scientifica è concorde nell affermare che lo stato di salute orale della futura mamma nel corso della gravidanza ha significative ripercussioni sia sulle modalità del parto che sulla salute orale del nascituro (Silk et al,2008). E pertanto molto importante che la mamma in stato di attesa sappia che, se il suo stato di salute oro-dentale è sano, ciò comporterà salute anche per il suo bambino, mentre, al contrario, la presenza di patologie dentarie attive, quali carie dentali o gravi infiammazioni dei tessuti di sostegno del dente, comporteranno un rapido quanto precoce stato di passaggio di batteri produttori di patologie odontoiatriche nel cavo orale del bambino. odontoiatriche presenti, sia adottando tutti i presidi di mantenimento di una corretta igiene orale quotidiana. Nell ultimo periodo della gravidanza sarà utile, sotto indicazione e stretta osservazione dell odontoiatra, l uso di colluttori a base di clorexidina e di chewing gum allo xilitolo. 2. Evitare la precoce colonizzazione batterica del cavo orale da parte di batteri cariogeni, per evitare la formazione di una placca batterica orale ricca di batteri cariogeni. Nella dieta alimentare quotidiana della madre in gravidanza, viene spesso aggiunta la somministrazione di una dose integrativa di fluoro per via sistemica. Ciò non serve: le Linee guida per la prevenzione della carie nei bambini (0-12 anni), emanate dalla Società Italiana di Odontoiatria Infantile (S.I.O.I- 2008), hanno infatti evidenziato che non c è nessuna evidenza scientifica riguardo alla efficacia di integratori a base di fluoro rispetto alla prevenzione della carie né nel nascituro né nella madre. Il passaggio di batteri materni nella bocca del bambino (denominato colonizzazione batterica verticale) (Ferro et al. 2011) avviene tramite il contatto salivare madre-bambino. Questo è un evento estremamente diffuso (il passaggio padre-figlio o nonna-nipote è estremamente meno frequente): basti pensare, ad esempio, a quante volte accada che la mamma assaggi il cibo del bambino utilizzando lo stesso cucchiaio o forchetta che poi userà per introdurlo nella bocca del piccolo. Ogni volta che ciò succede, la posata usata si contamina con la saliva materna: ciò comporta una immediata trasmissione batterica madre-figlio per via salivare. La saliva proveniente da una madre, il cui stato di salute odontoiatrico sia buono, non creerà alcun problema. Non sarà cosi nel caso di presenza di patologie attive nella bocca della mamma. La prevenzione odontoiatrica in gravidanza, quale primo e riconosciuto momento di protezione della salute oro-dentale del nascituro, deve essere in grado di conseguire alcuni obbiettivi, che sono ben riassunti nelle linee guida sulla Prevenzione orale in epoca perinatale edite dalla American Academy of Pediatric Dentistry, AAPD, 2009: 1. Diminuire la carica batterica salivare della mamma, sia intervenendo per tempo nell eliminare tutte le patologie 4

7 NOI MAMME... IN SALUTE Per quanto riguarda la prevenzione odontoiatrica del neonato, esistono alcune consapevolezze. Innanzitutto, per quanto possibile, il bambino andrà allattato con latte materno, la cui efficacia, quale fattore alimentare protettivo e anti carie, trova una moderata sebbene positiva evidenza scientifica. Il periodo più importante per la prevenzione oro-dentale nella fase perinatale è quello compreso fra i 3 e i 30 mesi: in questa fase della vita del bambino, infatti, avviene la comparsa dei primi denti decidui (i denti da latte) e si avvia e si completa la composizione della placca batterica del cavo orale, le cui caratteristiche finali potranno essere fortemente condizionate dallo stato di salute odontoiatrica della madre e dalle attenzioni poste nell evitare o ridurre il contagio batterico salivare madre-figlio. Un gioco realizzato con i genitori: cosa c è di più divertente? Utilizzare integratori sistemici di fluoro, solo ed unicamente se consigliato dal proprio dentista: in questa fase della vita del bambino è opportuno che sia l odontoiatra a valutare se sia necessario prescrivere una somministrazione integrativa di fluoro, che va meditata in base ad una serie di variabili legate alle caratteristiche della dieta del bambino e alla idrologia dell area di residenza. Come fare? Utilizzate posate differenti: una sarà utilizzata per il solo assaggio, mentre l altra sarà usata per portare il cibo in bocca al bambino. O, ancora, non pulite il ciuccio portandolo prima nella bocca della mamma. In epoca di svezzamento pulire delicatamente le gengive del bambino con una piccola garza: ciò consentirà al bambino di prendere confidenza con le manovre di pulizia del cavo orale, che si tradurrà nel tempo nella abitudine quotidiana alla igiene orale. Appena possibile iniziare la pulizia dei denti da latte, avendo cura di utilizzare uno spazzolino da denti per bambini: lo spazzolamento dovrà essere eseguito dai genitori e potrà realizzarsi nello stesso momento in cui i genitori laveranno i propri denti. Lo scopo è quello di creare un modello ed un rinforzo comportamentale positivo, utile a superare ogni barriera di diffidenza da parte del bambino nella introduzione dello spazzolino nella bocca. 5

8

9 Donne e mamme anti-crisi NOI MAMME IN EQUILIBRIO di Alessandro Peracchi Prof. Alessandro Peracchi Pediatra Neonatologo e Psicoterapeuta. Fondatore e Vice-Presidente AIDonlus Associazione Internazionale Donne. U n luogo comune piuttosto maschilista vuole le donne più inclini allo sperpero rispetto agli uomini. Se si parla di shopping, ad esempio, spesso l immaginazione corre a gruppi di amiche affascinate da vetrine di abbigliamento, calzature, trucchi e gioielli, che entrano nei negozi e spendono tutto ciò che possono. Anzi: tutto ciò che c è nella carta di credito del marito. Molti film e pubblicità propongono lo stereotipo di una donna vestita e accessoriata elegantemente, magari con cappello a falda larga, che si muove sorridente e indisturbata tra le vetrine, seguita da un uomo sommerso da pacchi e buste di roba appena acquistata. Da lei. In realtà recenti studi dimostrano che il cervello femminile è in grado di gestire maggiormente le situazioni di crisi economica rispetto a quello maschile. Essendo infatti più strutturato e di conseguenza atto alla plasticità, è in grado di operare su diversi fronti ottimizzando tempi, luoghi, azioni e quindi diminuendo la spesa. Con una parola che va di moda oggi, si può definire il cervello femminile multitasking, ossia in grado di svolgere più attività contemporaneamente, dando a ciascuna il giusto grado di attenzione. Un esempio potrebbe essere una moglie e mamma che, mentre controlla con lo sguardo la cottura della crostata in forno, continua a pulire la verdura correggendo ad alta voce i compiti dei figli i quali, in cucina, le chiedono se sia giusta o meno una frase scritta in un tema. Il modello multifunzione, infatti, può organizzare con maggiore facilità le proprie attività e quelle degli altri, coordinando il tutto per un ottima riuscita. Le opzioni proposte dal cervello femminile sono infatti molto duttili e sempre rinnovabili, perché tendono a non fossilizzarsi su modelli di incapacitazione ( non so fare questo, non posso risolvere tale situazione ). La donna è poi resistente ai periodi di stress prolungato, mentre il deterioramento caratteriale e l indebolimento mentale risultano più precoci e pronunciati negli uomini. In che modo ciò può aiutare nei periodi di crisi economica come quello attuale? Innanzitutto, il fatto di non scoraggiarsi, o almeno di farlo meno degli uomini, aiuta il genere femminile a una 7

10 NOI MAMME IN EQUILIBRIO maggiore reattività e prontezza d animo. Grazie a ciò la donna riesce a trovare più facilmente soluzioni economiche che giovano al guadagno familiare: dai vari lavoretti fai-da-te agli acquisti scontati su internet, dalla condivisione a livello sociale all attenzione ai giorni e ai tempi di massimo risparmio (aspettare i saldi per gli acquisti, utilizzare gli elettrodomestici nelle fasce orarie in cui l elettricità è meno cara ). La capacità multifunzione si palesa al massimo grado quando una donna mette al mondo un bambino: la nascita aumenta infatti le possibilità energetiche dell encefalo, in particolare dell emisfero destro del cervello, capace di rispondere emotivamente alle richieste del piccolo e di bilanciare la relazione con il maschio e con le persone che vengono a contatto col nuovo nucleo familiare. Insomma, il fatto che fisiologicamente il cervello femminile sia più piccolo di quello maschile non implica affatto una riduzione di funzionalità, anzi. Sarebbe come dire che le persone basse sono meno intelligenti di quelle alte; e d altronde, la grandezza della materia grigia è proporzionale al resto del corpo. 8

11 NOI MAMME E... QUEL LEGAME UNICO L allattamento al seno materno Una ricchezza naturale di Guglielmo Salvatori, Silvia Foligno e Patrizia Amadio Dott. Guglielmo Salvatori Medico Responsabile della Terapia Subintensiva Neonatale dell Ospedale Pediatrico Bambino Gesù. Dott.ssa Silvia Foligno Medico della Terapia Subintensiva Neonatale dell Ospedale Pediatrico Bambino Gesù. I.P. Patrizia Amadio Infermiera della Terapia Subintensiva, dell Ospedale Pediatrico Bambino Gesù. I l latte materno è l alimento che la natura mette a disposizione alla mamma per ottenere un ottimale sviluppo fisico e psichico del proprio bambino. Contiene, in maniera completa e bilanciata, non solo tutti i nutrienti necessari per la crescita, ma anche molte sostanze che favoriscono la sua digeribilità, che hanno un attività antinfiammatoria ed antinfettiva. Viene prodotto dalle ghiandole mammarie per l'azione di due ormoni: la prolattina e l'ossitocina, secrete dall ipofisi. La prolattina è responsabile della produzione del latte, mentre l ossitocina ne induce la fuoriuscita dalla mammella. La sua composizione è unica e non imitabile, tanto che nessuna formula lattea artificiale, derivata dal latte di mucca, e prodotta dall industria per i bambini nel primo anno di vita, può considerarsi sovrapponibile. Una ulteriore particolarità risiede nel fatto che la sua composizione non è sempre la stessa. Ad esempio il latte prodotto al termine della poppata è più ricco di grassi, e quindi di energia, se raffrontato con il latte emesso nella prima parte della poppata. Inoltre il latte di una mamma che ha partorito prematuramente è più ricco di proteine e di calorie. Il primo latte (primi 3-5 giorni di vita) è denominato colostro, è di colore giallastro, viene prodotto in modeste quantità, ma è particolarmente prezioso in quanto ricco di sostanze difensive. Al colostro segue il latte di transizione (prime 2 settimane) e, successivamente, il latte maturo che manterrà costante la sua composizione per i primi 5-6 mesi. I benefici legati all allattamento al seno materno, riconosciuti dalla letteratura medica, sono molti; si possono apprezzare nel breve, medio e lungo termine e si rendono tanto più evidenti tanto più si protrae l allattamento nel tempo. L assunzione di latte materno protegge dalle infezioni gastrointestinali, da quelle respiratorie ed urinarie, dall'otite media, dalle malattie allergiche, dal diabete, dalle malattie infiammatorie intestinali e dalla malattia celiaca, dalla leucemia e dalla c.d. sindrome della morte improvvisa in culla. E ridotto il rischio di presentare ipertensione arteriosa, ipercolesterolemia ed obesità e sembra essere anche favorito lo sviluppo cognitivo. E importante sottolineare come l'utilizzo del latte umano è fortemente raccomandato anche ai neonati pretermine, verso i quali tali benefici hanno un maggiore impatto e si estendono alla prevenzione della temibile Enterocolite Necrotizzante. Non va trascurato il fatto che il latte materno è sempre pronto, fresco ed alla giusta temperatura. Allattare al seno, inoltre, permette di raggiungere un rapporto unico, tramite il contatto pelle a pelle, tra la mamma ed il proprio bambino, con tutti i vantaggi psicologici che ciò comporta. Ma non finisce qui: la donna che allatta perde peso più facilmente, ha una più rapida riduzione della grandezza dell utero con un minore sanguinamento dopo il parto, un minore rischio di fratture in menopausa ed un rischio ridotto di carcinoma ovarico e di carcinoma mammario. Inoltre, allattando in maniera naturale, la depressione che insorge dopo il parto ed il carico di lavoro da affrontare risultano di minore entità. Infine, esiste anche un vantaggio economico, considerando che il risparmio relativo al mancato acquisto di latte artificiale si avvicina ai 1000 euro. E per tali motivi che l Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) consiglia di allattare al seno, in maniera esclusiva, i bambini dalla nascita fino ai 6 mesi di vita, di continuare per tutto il primo anno di vita, integrandolo con 9

12 NOI MAMME E... QUEL LEGAME UNICO altri alimenti e, se desiderato, di allattare fino al 2 anno ed oltre. Allattare al seno è considerato tanto importante che, dal 1991 l United Nations Children s Fund (UNICEF) e l OMS hanno promosso una campagna mondiale, l Iniziativa Ospedale Amico del Bambino (Baby Friendly Hospital Initiative), che ha l obiettivo di offrire ad ogni madre ed ogni neonato un ambiente idoneo a supportare, proteggere e promuovere l allattamento al seno materno negli ospedali o nei reparti di maternità. Per raggiungere tali obiettivi, l UNICEF e l OMS hanno pubblicato una lista di indicazioni, conosciute come i 10 punti per il successo dell allattamento al seno, che vanno rispettati affinchè il centro nascita possa essere qualificato Amico del bambino. La mamma deve poter allattare il proprio bambino assumendo una posizione comoda, attaccandolo in maniera corretta al seno: la testa, il torace e le gambe devono trovarsi sullo stesso asse e la pancia del bambino deve essere rivolta verso la pancia della mamma, le labbra devono afferrare una gran parte dell areola ed il labbro inferiore deve essere rovesciato all'infuori, con il mento ed il naso a contatto con la mammella. Soprattutto nei primi periodi è consigliabile utilizzare entrambi i seni per stimolare più efficacemente la produzione del latte. Non devono esistere limiti di tempo alla poppata: il tempo necessario al bambino per terminare il pasto al seno è variabile e la sua durata non è in relazione alla quantità di latte assunta. Solo una nutrice su duecento non presenta la montata lattea, mentre la scarsa produzione di latte materno è certamente più frequente, generalmente a causa di una suzione non valida o non corretta oppure di una madre per qualche motivo in difficoltà. In questi casi una rivalutazione della tecnica dell allattamento ed un aumento della frequenza delle poppate possono aiutare a risolvere il problema. E fortemente consigliabile allattare "a richiesta", con un numero di pasti al giorno molto variabile, compreso in genere tra gli 8 ed i 12. Poche sono le controindicazioni che sconsigliano di allattare e possono dipendere dalla madre o dal lattante. Tra queste ultime, estremamente rare, rientrano alcuni errori congeniti del metabolismo (come la galattosemia). Tra le cause materne rientrano alcune importanti malattie, o l assunzione di poche sostanze, tossiche o farmacologiche, quali i farmaci antitumorali, i sedativi, gli antiepilettici o le sostanze radioattive somministrate per eseguire esami radiodiagnostici. In Italia circa l 89% delle mamme inizia ad allattare, ma la percentuale si riduce a circa il 50% a 6 mesi di vita per il ricorso alle formule artificiali, discostandosi molto dalle raccomandazioni OMS. I motivi sono molteplici: lo scarso supporto offerto alla nutrice nei momenti di difficoltà, le scarse conoscenze sui benefici connessi con l allattamento e le necessità lavorative. Su tali aspetti c è ancora molto da lavorare. Ospedale Amico del Bambino. I 10 punti dell UNICEF e OMS per il successo dell allattamento al seno. 1 Mettere in atto, per iscritto, una linea di condotta relativa all'allattamento al seno e farla conoscere al personale sanitario. 2 Permettere a tutto il personale di assumere le competenze necessarie per mettere in pratica tali linee di condotta. 3 Informare tutte le donne sui vantaggi e sulla tecnica relativa all allattamento al seno. 4 Mettere i neonati in contatto pelle a pelle con la madre immediatamente dopo la nascita per almeno un ora e incoraggiare le madri a comprendere quando il neonato è pronto per poppare, offrendo aiuto se necessario. 5 Fornire istruzioni su cosa fare in caso di separazione tra madre e bambino per mantenere la produzione di latte. 6 Non offrire liquidi o alimenti diversi dal latte materno (a meno di indicazione medica). 7 Lasciare il bambino insieme alla madre 24 ore su 24 (rooming-in). 8 Incoraggiare l allattamento a richiesta. 9 Non utilizzare tettarelle artificiali e succhiotti. 10 Incoraggiare la formazione di gruppi rivolti a sostenere l allattamento al seno ai quali rivolgersi, in caso di necessità, dopo la dimissione dal centro di maternità. 10

13 NOI MAMME E... QUEL LEGAME UNICO Il latte d Asina Proprietà biologiche e benefici di Amedeo Conti Dott. Amedeo Conti Dirigente di Ricerca del Consiglio Nazionale delle Ricerche presso l Istituto di Scienze delle Produzioni Alimentari di Torino. I l latte di asina è un prodotto antico, utilizzato da sempre, ma bisognerà attendere il Rinascimento per una sua prima vera considerazione scientifica. Francesco I, in Francia, su consiglio dei suoi medici utilizza latte di asina per guarire da una lunga malattia. Sull esperienza di Francesco I si iniziò ad allevare asine in prossimità di ospedali. Sempre in Francia nel 19 secolo ad opera del Dottor Parrot dell Hôpital des Enfants Assistés si diffuse la pratica di avvicinare i neonati orfani di madri direttamente al capezzolo dell asina. I bambini venivano allattati 5 volte di giorno e 2 di notte; un asina poteva alimentare tranquillamente 3 bambini per 5 mesi. Attualmente, la comunità scientifica eredita da tale tradizione storica l importanza del latte di asina come sostituto del latte umano, studiandone le potenzialità, al fine di utilizzarlo con giusto metodo. Il vero punto di forza del latte di asina nell alimentazione infantile è il suo profilo biochimico, molto prossimo al latte umano. Tra le caratteristiche più importanti si evidenzia il tasso di lattosio, il contenuto proteico e il quantitativo in ceneri. Risulta importante valutare come il carico renale del neonato alimentato con latte d asina sia simile a quello di un neonato alimentato con latte materno. E universalmente riconosciuto che il latte materno rappresenti il miglior alimento possibile per ogni neonato/lattante. Nei casi di mancanza o di carenza del latte materno, al di sotto dei 12 mesi di vita, è necessario supplire con un latte sostitutivo che abbia caratteristiche chimico-fisiche e biologiche le più simili possibili a quelle del latte umano. Vale la pena sottolineare, inoltre, che rispetto ai pur validi sostituti industriali del latte materno, principalmente a base di proteine del latte bovino o di origine vegetale che hanno subito pesanti trattamenti tecnologici, l'uso di un prodotto naturale come il latte d'asina presenta considerevoli vantaggi. Il latte d asina, anche quello liofilizzato intero crudo, mantiene tutte le proprietà biologiche proprie di un latte naturale, che mancano nelle formule a base di proteine di latte vaccino o di soia e nelle formule a base di miscele di aminoacidi o di miscele di proteine estensivamente idrolisate. Il latte d asina è stato oggetto di numerosi studi clinici per il trattamento delle allergia alle proteine del latte vaccino APLV nei casi di mancanza o carenza del latte materno. Nello studio più recente e più importante (Monti et al. 2009) è riportato che é stato importante poter usufruire per gli 83 bambini sul totale dei 92 arruolati (90,2%) di un alimento alternativo, gradito e ben tollerato; nonostante la restrittività della dieta cui essi erano sottoposti, il latte d asina ha favorito un corretto accrescimento staturo-ponderale e una normalizzazione o un mantenimento in valori di normalità dei parametri ematochimici valutati. Ultimo ma non meno importante aspetto è stato il vantaggio psicologico del poter usufruire di un latte propriamente detto alternativo al latte bovino, che i bambini hanno consumato sia come tale, sia sotto forma di derivati (es. gelati) o di altri alimenti a base lattea (es. torte, budini, biscotti fatti in casa).

14 NOI MAMME E... QUEL LEGAME UNICO Tabella composizione centesimale. LATTE GRASSO PROTEINE LATTOSIO CENERI Donna 3,8 1,2 6,8 0,2 Asina* 0,9 1,7 6,9 0,4 Formula Iniziale 3,4 1,6 6,6 0,3 Vacca 3,7 3,2 5,0 0,8 Da R. Belli Blanes, (2001) in IL LATTE DI ASINA A CONFRONTO CON IL LATTE UMANO, CAPRINO, BOVINO E LE FORMULE COMMERCIALI, *modificato secondo Gastaldi D., Conti A. et al, Donkey s milk detailed lipid composition. Frontiers in Bioscience E2, , January 1, Considerando i singoli componenti del latte e soprattutto in confronto con il latte bovino, il latte d asina presenta: Un elevato contenuto in lattosio, pressoché sovrapponibile a quello del latte umano, che oltre a renderne piacevole il sapore: stimola l assorbimento intestinale del calcio; riveste il ruolo di probiotico, rappresentando il substrato ideale per un corretto sviluppo della flora microbica intestinale; fornisce importanti quantità di galattosio, fondamentale per la sintesi dei galattosidi cerebrali. Un relativamente basso contenuto in acidi grassi totali, ma ricco in acidi grassi polinsaturi a lunga catena (PUFA). L elevato contenuto in PUFA della serie 3, rende il latte d asina particolarmente interessante per i soggetti affetti da allergia alimentari, specie da allergia alle proteine del latte vaccino (APLV). Tenori simili al latte materno in caseine e sieroproteine, distribuite in un rapporto presso che paritetico, da cui deriva un elevata concentrazione in aminoacidi essenziali e una più facile digeribilità. 12

15 Mamme e benessere psicologico Come non perdere di vista i propri bisogni NOI MAMME E... QUEL LEGAME UNICO O ttobre è il Mese del Benessere Psicologico, un iniziativa giunta quest anno alla sua 5 edizione, organizzata e promossa dalla S.i.p.a.p. (Società Italiana Psicologi Area Professionale Privata). Si tratta di una campagna di sensibilizzazione e promozione della cultura del Benessere Psicologico rivolta ai cittadini di 7 regioni d Italia (Emilia-Romagna, Lazio, Lombardia, Marche, Toscana, Trentino-Alto-Adige e Veneto), tesa a prevenire le varie forme di disagio psicologico e a diffondere un immagine il più possibile realistica dello psicologo quale esperto del settore. Nell'ambito di questa iniziativa, circa 500 tra psicologi e psicoterapeuti aderenti alla S.i.p.a.p. hanno aperto i loro studi organizzando seminari a partecipazione gratuita e offrendo consulenze psicologiche gratuite a chi li contatta. Un opportunità anche per le mamme per ascoltarsi e prendersi cura dei propri bisogni? Lo abbiamo chiesto al dott. Lelio Bizzarri, psicologo e coordinatore S.i.p.a.p. Lazio, promotore dell iniziativa. Dott. Bizzarri, che cosa è il benessere psicologico? Il benessere psicologico può essere considerato come una condizione nella quale la persona è in grado di sperimentare tutte le emozioni, siano esse positive o negative, senza esserne sopraffatta, da una parte condividendo le emozioni positive e dall altra utilizzando quelle negative in maniera funzionale al raggiungimento degli obiettivi di vita. Da un punto di vista relazionale, il benessere psicologico può essere identificato come la capacità della persona di entrare in rapporto con gli altri riuscendo a mantenere dei confini flessibili i quali a seconda delle situazioni consentano di entrare in contatto con l altro oppure ripristinare la distanza necessaria alla vita autonoma propria ed altrui. Questo per evitare che la mamma si senta completamente immersa nelle difficoltà senza avere spazi di evasione, ma soprattutto per evitare che tali difficoltà possano essere percepite come fallimenti e giudizi negativi sulla persona del tipo: se sono solo una madre e in famiglia non valgo allora sto fallendo, non valgo nulla. C è un emergenza oggi in relazione alla salute e al benessere psicologico delle mamme? Sicuramente la crisi economica e il taglio progressivo dei servizi a sostegno delle famiglie rende molto più difficile realizzare le condizioni ottimali per la preservazione del benessere psicologico. La carenza di servizi deve necessariamente essere colmata dalle famiglie, del cui funzionamento le madri sono indiscutibilmente le protagoniste. Questo è particolarmente evidente nelle famiglie in cui ci sono anziani e o figli con disabilità, dove si verifica che la maggior parte dell aiuto deriva da risorse interne alla famiglia. Dott. Lelio Bizzarri, psicologo e coordinatore S.i.p.a.p. Lazio Secondo Lei, quali sono le priorità da considerare, per la tutela del benessere psicologico delle mamme? Direi che una mamma, soprattutto se giovane, dovrebbe curare due aspetti prioritariamente. Il primo è la rete di sostegno, sia essa formale (servizi) che informale (amici, parenti e conoscenti). Ciò è fondamentale sia per evitare che tutte le incombenze pratiche della famiglia ricadano esclusivamente sulla mamma, sia per dare una sponda emotiva alla mamma, che sottoposta a cambiamenti veloci, ansie per il benessere dei figli e il lavoro di rielaborazione della propria identità, può andare incontro a livelli preoccupanti di stress e a scompensi psicoaffettivi. L altro aspetto riguarda quella che viene definita la Complessità del Sé. In parole più semplici, è fondamentale non concentrare tutte le aspirazioni, la fonte della propria autostima e dell autorealizzazione solo sulla famiglia, ma preservare spazi di interesse e di autorealizzazione anche al di fuori di essa. 13

16 NOI MAMME E... QUEL LEGAME UNICO Ma non solo. Anche i tagli alla Scuola Pubblica e la conseguente caduta di autorevolezza da un punto di vista educativo comporta per la famiglia una perdita progressiva di supporto nell educazione dei figli, i quali, dal canto loro, sono sempre più sollecitati, anche attraverso i social network o la televisione, già in età precoce, da contenuti che possono portarli verso percorsi a rischio. Qual è il consiglio che si sente di rivolgere alle nostre lettrici, in merito al loro benessere psicologico? Di non perdere mai di vista il fondamentale ruolo sociale che svolgono, perché questo aiuta a non pretendere sempre di più da se stesse e a non rincorrere le aspettative altrui. Fare un bilancio alla sera di tutte le cose utili fatte, aiuta a mettere un punto alle richieste che provengono dalla famiglia (propria e di origine), preservando se stesse dallo stress e dai contraccolpi all autostima. Non perdere mai di vista i propri bisogni, soprattutto quelli emotivi, e saper anche chiedere affetto e sostegno al partner. 14

17 NOI OGGI Valentina Vezzali La mamma dalla mossa segreta Foto FIS/Bizzi M amma, moglie, atleta, donna impegnata nel sociale, Valentina Vezzali non ama farsi considerare una eroina dei nostri tempi. Dalle sue parole si percepisce la grande carica emotiva che l ha condotta ad essere una mamma attenta e amorevole, una professionista completa e una vera cittadina del mondo. Abbiamo voluto far conoscere alle nostre lettrici una mamma pronta all assalto sia sopra che fuori la pedana, una donna che sa affrontare ogni sfida della vita. Giudicate voi, se ci siamo riuscite! Che mamma è Valentina Vezzali? Ammetto che non è semplice autodefinirmi! Provo a mettermi nei panni di mio figlio Pietro e senza dubbio posso dire di essere apprensiva, ma credo come tutte le mamme al mondo. Mi prometto di essere meno asfissiante, ma poi mi ritrovo a corrergli dietro. Andrea per il momento è troppo piccolo, ma mi auguro che un giorno entrambi possano dire di aver avuto una mamma che non ha fatto mai mancare loro l affetto, ma anche la giusta severità che serve nel percorso di crescita ed educazione. Come è riuscita a conciliare le Sue due maternità con la Sua vita da atleta? Ammetto che non è stato semplice, ma non si pensi che una donna in maternità che continua a condurre la propria quotidianità sino a qualche settimana dal parto sia una sorta di eroina moderna! Sono convinta infatti che è insito nella natura della donna l essere mamma. Ho vissuto due gravidanze fortunatamente senza rischi e senza complicazioni e questo mi ha aiutato parecchio. Ho dovuto interrompere gli allenamenti, ma ad esempio la seconda è coincisa con il mio impegno politico. In gravidanza ho percorso migliaia di chilometri, a volte guidando anche da sola, per via degli impegni della campagna elettorale. Poi da deputata ho vissuto le prime giornate parlamentari. E stato più faticoso semmai il post-parto, quando sia per Pietro che per Andrea, ho cercato di bruciare i tempi per rientrare in pedana in poche settimane. Quest anno, ad esempio, ho ripreso in mano il fioretto il 1 luglio ed il 5 agosto ero in pedana ai Mondiali di Budapest. Nessuno pensi che io sia un eroina, ma semplicemente una donna che, come tante altre, è capace di essere moglie, madre e cittadina del mondo. Quali caratteristiche del Suo carattere sono evidenti in pedana? Credo che dalla pedana emerga il mio spirito combattente, il mio ripetermi non arrenderti mai nella vita così come in ogni assalto. Amo il confronto, sia in pedana che fuori, e non amo perdere. Ecco perché non mi sento sconfitta ancor prima che l assalto finisca. Solo così ho conquistato alcuni successi più sudati e probabilmente più belli. La pedana mi ha poi insegnato che tutto, nella vita, è una sfida che, per essere affrontata e vinta, va preparata con cura, allenandosi, conoscendo e soprattutto va affrontata con passione. Credo che da questo dipenda la determinazione che, reputo sia uno dei tratti distintivi del mio carattere. Foto FIS/Bizzi

18 NOI OGGI La maternità ha avuto un ruolo significativo nelle Sue ultime vittorie? Non saprei dire se la maternità abbia influito. Rido ancora quando penso alle urla di mio figlio Pietro, a Catania, durante la finale dei Mondiali 2011 in cui vinsi il mio sesto titolo del mondo. Mi gridava: Mamma, è il momento della mossa segreta. Lui si rifaceva ad un cartone animato, ma devo dire che sentire la sua voce mi è servito! Non che abbia fatto una mossa segreta, però è stata una carica emotiva. Ai recenti Mondiali di Budapest, invece, nei momenti più difficili degli assalti ho pensato ad Andrea che mi attendeva a casa. E mi è andata bene! Come possono le mamme alimentare nei propri figli la passione per il fioretto? Ha qualche consiglio che vuole dare alle nostre lettrici in proposito? Più che la passione per il fioretto o per la scherma in generale, credo sia importante che una mamma alimenti nei figli la passione per lo sport! Consigli? Non credo che una mamma abbia bisogno di leggere come si fa. Magari provare a giocare più coi figli anziché lasciarli dinanzi alla TV che spesso funge da babysitter, potrebbe essere già una prima mossa vincente nella strada verso l avviamento alla pratica sportiva. Quali sono i benefici che il fioretto può dare alla crescita di un bambino e di un adolescente? A mio avviso la pratica sportiva è fondamentale per crescere bene. Abitua al confronto con l altro, a fare squadra, ad essere responsabile delle proprie azioni, ma anche a porsi degli obiettivi e a fare di tutto per conseguirli. Foto FIS/Bizzi Foto FIS/Bizzi

19 NOI OGGI Credo che lo sport sia uno dei pilastri nel processo educativo dei bambini. Ecco perché uno degli obiettivi per i quali sto spendendo la mia attività politica, è quella di portare la pratica sportiva all interno dei programmi scolastici. Nella fattispecie, la scherma esalta le doti del confronto con l altro. Ti costringe ad avere un idea, una strategia, ma soprattutto a pensare, individuare un azione ed agire in un brevissimo istante o prima ancora del tuo avversario. Foto FIS/Bizzi Lei è molto attiva nel mondo della solidarietà. Quale è il progetto sostenuto al quale è più legata? Sono tanti i progetti che ho sostenuto o per i quali ho scelto di metterci la faccia. Ognuno di questi mi ha coinvolto. E difficile sceglierne uno tra i tanti, ma senza dubbio, il mio essere mamma mi ha fatto sentire più vicina a quei progetti che vedono protagonisti i bambini e le loro esigenze. E il caso, ad esempio, del progetto del Laboratorio 0246 che punta a creare parchi giochi nelle grandi città, dedicati specificatamente ai più piccoli. So quanto sia importante avere degli spazi dedicati ai bambini e so anche quanto, spesso, sia difficile individuare le aree e trovare i giusti finanziamenti. Ecco perché un progetto come questo rappresenta un opportunità per le amministrazioni locali e per le comunità. Mamma, moglie, atleta, deputata che pensiero vorrebbe condividere con le lettrici di Valore Mamma? Essere fiere di essere donne. Abbiamo in noi la forza magica del dare la vita. Siamo al tempo stesso madri, mogli e donne nel mondo. Bisogna sempre trovare il giusto equilibrio tra questi ruoli nella società, senza mai lasciarsi travolgere, ma avendo sempre ben chiari gli obiettivi da raggiungere. Non bisogna mollare mai, anche quando sembra che tutto stia crollando. C è sempre tempo, fino all ultimo istante, per vincere l assalto! Foto FIS/Bizzi Biografia di una mamma campionessa Valentina Vezzali, nasce il giorno di San Valentino del Sposata con Domenico Giugliano e madre di Pietro, 8 anni, ed Andrea nato lo scorso mese di maggio. La sua carriera sportiva inizia a 6 anni quando entra per la prima volta nella palestra del Club Scherma Jesi per accompagnare la sorella più grande. Da quel giorno non è più scesa dalla pedana. In carriera ha vinto 20 medaglie d oro, tra Olimpiadi e Mondiali. Ciò fa di lei l atleta più vincente della storia dello sport italiano ad oggi. E la prima schermitrice al Mondo ad essersi aggiudicata tre medaglie d oro olimpiche in tre edizioni consecutive (Sydney 2000, Atene 2004 e Pechino 2008). In totale ha conquistato 9 medaglie olimpiche: 6 d oro (di cui 3 a squadre), 1 argento e due medaglie di bronzo (di cui 1 a squadre). Ha vinto per 6 volte il titolo di Campionessa del Mondo individuale e per 8 quello di Campionessa del Mondo a squadre. In carriera ha collezionato complessivamente 121 podii, di cui 88 successi. Ha vinto per 11 volte la Coppa del Mondo di specialità. E stata portabandiera dell Italia alle Olimpiadi di Londra Da febbraio 2013 è deputato della Repubblica Italiana essendo stata eletta nella circoscrizione Marche nella lista Scelta Civica per l Italia.

20

Prevenzione & Salute

Prevenzione & Salute Prevenzione & Salute La salute comincia a tavola! Scoprilo insieme a Faschim. 2 Argomento ALIMENTAZIONE BAMBINI 0-3 ANNI Eccoci al secondo appuntamento, dedicato ai più piccoli. Una dieta sana ed equilibrata

Dettagli

Un sano sorriso... per il tuo bambino

Un sano sorriso... per il tuo bambino Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari Provincia Autonoma di Trento Direzione per la promozione e l educazione alla salute Dipartimento di Odontostomatologia Un sano sorriso... per il tuo bambino Progetto

Dettagli

COLLANA VITAE. A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono

COLLANA VITAE. A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono COLLANA VITAE A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono Serena Milano HO SCELTO DI GUARIRE Un viaggio dal Cancro alla Rinascita attraverso le chiavi della Metamedicina, della Psicologia,

Dettagli

Sito UNICEF Italia: www.unicef.it/allattamento

Sito UNICEF Italia: www.unicef.it/allattamento L allattamento al seno esclusivo è il modello di riferimento o normativo rispetto al quale tutti i metodi alternativi di alimentazione devono essere misurati in termini di crescita, salute, sviluppo, e

Dettagli

E LA SALUTE DEI DENTI

E LA SALUTE DEI DENTI IO & OTTAVIO Due amici per denti più felici E LA SALUTE DEI DENTI Yep! La salute della comunità degli emofilici passa anche attraverso la salute della bocca. La FedEmo promuove l alleanza tra il S.S.N.,

Dettagli

LA PATERNITÀ NASCE COL NEONATO?

LA PATERNITÀ NASCE COL NEONATO? LA PATERNITÀ NASCE COL NEONATO? Convegno IRIS Non c è 2 senza 3 - Milano, 8 febbraio 2010 Alberto Pellai, Medico PhD, Psicoterapeuta dell Età Evolutiva Dipartimento di Sanità Pubblica Facoltà di Medicina

Dettagli

POLITICA AZIENDALE PER L ALLATTAMENTO AL SENO E L ALIMENTAZIONE DEI BAMBINI

POLITICA AZIENDALE PER L ALLATTAMENTO AL SENO E L ALIMENTAZIONE DEI BAMBINI POLITICA AZIENDALE PER L ALLATTAMENTO AL SENO E L ALIMENTAZIONE DEI BAMBINI INTRODUZIONE Questa Azienda sostiene e promuove l allattamento al seno in quanto modalità naturale di alimentazione del neonato,

Dettagli

02 Io sono: il bambino e il suo mondo durante la vita intrauterina 10. 03 È nato. Crescita e sviluppo del bambino 14

02 Io sono: il bambino e il suo mondo durante la vita intrauterina 10. 03 È nato. Crescita e sviluppo del bambino 14 VI Sommario Parte prima Da bambino a preadolescente Chi è il bambino? Come cresce? Come impara a interagire con il mondo e a lasciare un segno nel suo ambiente di vita? La prima parte del volume cerca

Dettagli

La Famiglia P. Trasmissione intergenerazionale del modello di attaccamento

La Famiglia P. Trasmissione intergenerazionale del modello di attaccamento La Famiglia P Trasmissione intergenerazionale del modello di attaccamento Segnalazione 14/02/2012 Ospedale Pediatrico Meyer La piccola G. (2 mesi e 7 giorni) si trova ricoverata al reparto di Terapia Intensiva

Dettagli

Introduzione A cura del Dott. Cravero, psicologo de Il Cerchio - Centro Adozioni ASL Milano 1

Introduzione A cura del Dott. Cravero, psicologo de Il Cerchio - Centro Adozioni ASL Milano 1 Relazione Incontro del 30 Settembre 2008 BAMBINI ADOTTIVI E BIOLOGICI INSIEME IN FAMIGLIA Introduzione A cura del Dott. Cravero, psicologo de Il Cerchio - Centro Adozioni ASL Milano 1 La genitorialità

Dettagli

SPORCHICINI NASCOSTI TRA I DENTINI

SPORCHICINI NASCOSTI TRA I DENTINI Daniela Batisti SPORCHICINI NASCOSTI TRA I DENTINI Guida per mamme e papà alla prevenzione della carie Daniela Batisti, Sporchicini nascosti tra i dentini Copyright 2014 Edizioni del Faro Gruppo Editoriale

Dettagli

AUTO MUTUO AIUTO cos è?

AUTO MUTUO AIUTO cos è? AUTO MUTUO AIUTO cos è? L Auto Mutuo Aiuto è un processo, un modo di trattare i problemi concreti che ciascuno si trova a fronteggiare nella propria vita: malattie, separazioni, lutti, disturbi alimentari,

Dettagli

Alimentazione e sport

Alimentazione e sport Dietista Silvia Bernardi Trento, 5 Marzo 2010 Il movimento spontaneo e l attività fisica, se iniziati precocemente, rappresentano la misura più efficace di terapia e prevenzione delle patologie del benessere.

Dettagli

Numero Libretto sanitario Pediatrico. codice sanitario. cognome. nome. nato/a a. data di nascita. indirizzo. telefono. variazioni di indirizzo

Numero Libretto sanitario Pediatrico. codice sanitario. cognome. nome. nato/a a. data di nascita. indirizzo. telefono. variazioni di indirizzo Numero Libretto sanitario Pediatrico codice sanitario cognome nome nato/a a data di nascita indirizzo telefono variazioni di indirizzo Indicazioni generali sulle problematiche odontoiatriche dell età evolutiva

Dettagli

Prevenzione della carie dentaria

Prevenzione della carie dentaria Studio Medico Dentistico Prestigiacomo s.n.c. Via B. Mattarella, 30 90011 Bagheria (Pa) Tel. 091.903448 Cell. 320.7104860 E-mail: studioprestigiacomo@yahoo.it Campagna di: Prevenzione della carie dentaria

Dettagli

PRIMO VOLUME: DIVENTARE GENITORI

PRIMO VOLUME: DIVENTARE GENITORI PRIMO VOLUME: DIVENTARE GENITORI Il concepimento, la gravidanza, il primo anno: la formazione di un legame profondo e le difficoltà del percorso a cura di Emanuela Quagliata e Marguerite Reid Presentazione

Dettagli

LE AFFEZIONI NON INFETTIVE DELL ETA SCOLARE

LE AFFEZIONI NON INFETTIVE DELL ETA SCOLARE LE AFFEZIONI NON INFETTIVE DELL ETA SCOLARE CARIE DENTALE MIOPIA SCOLIOSI OBESITA CARIE DENTALE La carie dentale nasce come processo erosivo e si evolve come processo destruente del dente che perde così

Dettagli

PROGETTARE LA MEDITAZIONE NELLE SCUOLE, NELLE COMUNITÁ E NEI CENTRI DI AGGREGAZIONE, PER BAMBINI E ADOLESCENTI, INSEGNANTI ED EDUCATORI

PROGETTARE LA MEDITAZIONE NELLE SCUOLE, NELLE COMUNITÁ E NEI CENTRI DI AGGREGAZIONE, PER BAMBINI E ADOLESCENTI, INSEGNANTI ED EDUCATORI PROGETTARE LA MEDITAZIONE NELLE SCUOLE, NELLE COMUNITÁ E NEI CENTRI DI AGGREGAZIONE, PER BAMBINI E ADOLESCENTI, INSEGNANTI ED EDUCATORI Cos è la meditazione e a cosa serve nel processo educativo La meditazione

Dettagli

Alimentazione e stili di vita. L azione educativa della Scuola

Alimentazione e stili di vita. L azione educativa della Scuola Alimentazione e stili di vita. L azione educativa della Scuola Prof. Alessandro Vienna Roma, 20.02.13 La Scuola come volàno per l Educazione alla Salute e al Benessere La scorretta alimentazione è stata

Dettagli

Programma della Formazione A Distanza (FAD) "Incentivare l allattamento al seno come strategia di promozione della Salute"

Programma della Formazione A Distanza (FAD) Incentivare l allattamento al seno come strategia di promozione della Salute Formazione A Distanza "Incentivare l allattamento al seno come strategia di promozione della Salute" del Istituto Superiore di Sanità e verifica dei contenuti equivalenti nel corso OMS/UNICEF 20 ore. A

Dettagli

Guida interattiva. all educazione orale nella prima infanzia. A cura della Dott.ssa Miriam Madau M. Madau, A. Dovana

Guida interattiva. all educazione orale nella prima infanzia. A cura della Dott.ssa Miriam Madau M. Madau, A. Dovana Guida interattiva all educazione orale nella prima infanzia A cura della Dott.ssa Miriam Madau M. Madau, A. Dovana DALLA MAMMA AL BAMBINO Come mantenere sana la bocca dei nostri figli Educare i bambini

Dettagli

Lezione 5. Incoraggiare l allattamento al seno

Lezione 5. Incoraggiare l allattamento al seno Lezione 5. Incoraggiare l allattamento al seno Obiettivi Alla fine di questa lezione i partecipanti saranno in grado di: Identificare donne che possono avere problemi con l allattamento al seno Discutere

Dettagli

Allergia da alimenti. Cause. Manifestazioni cliniche

Allergia da alimenti. Cause. Manifestazioni cliniche Allergia da alimenti Il problema delle reazioni avverse agli alimenti era noto fin dai tempi degli antichi greci e particolari manifestazioni erano già state associate all ingestione di cibi. Tutti gli

Dettagli

ALLA RICERCA DELLE PROPRIE ORIGINI

ALLA RICERCA DELLE PROPRIE ORIGINI Relazione Incontro del 15 ottobre 2015 ALLA RICERCA DELLE PROPRIE ORIGINI Relatore: Dott. Marco Chistolini Psicologo, psicoterapeuta e formatore Il tema centrale della ricerca è il rapporto con la storia

Dettagli

LA SCUOLA IN MUSEO - PER IL TRIENNIO DELLA SCUOLA PRIMARIA

LA SCUOLA IN MUSEO - PER IL TRIENNIO DELLA SCUOLA PRIMARIA LA SCUOLA IN MUSEO - PER IL TRIENNIO DELLA SCUOLA PRIMARIA Per accompagnare e approfondire l insegnamento scolastico delle antiche civiltà, si propone una serie incontri che si potranno adottare o per

Dettagli

Campagna informativa sulle dipendenze patologiche. Abruzzo Sanità: il nostro impegno per la tua salute.

Campagna informativa sulle dipendenze patologiche. Abruzzo Sanità: il nostro impegno per la tua salute. Campagna informativa sulle dipendenze patologiche Abruzzo Sanità: il nostro impegno per la tua salute. Cari cittadini, è con orgoglio che vi presento la prima di dieci Campagne di Comunicazione sanitaria

Dettagli

ALIMETAZIONE DA 6 A 12 MESI

ALIMETAZIONE DA 6 A 12 MESI ALIMETAZIONE DA 6 A 12 MESI Intervento a cura di: Dr.ssa Armanda Frassinetti Dietista - Ss Igiene Nutrizione Milano, 3 maggio 2012 La abitudini alimentari della famiglia acquisite nei primi anni di vita

Dettagli

Screening neonatale: un semplice test per proteggere la salute dei bimbi

Screening neonatale: un semplice test per proteggere la salute dei bimbi Screening neonatale: un semplice test per proteggere la salute dei bimbi Informazioni per i genitori A cosa serve lo screening neonatale Questa pubblicazione serve ad illustrare perché è così importante

Dettagli

Ministero della Salute. La salute dell anziano. per la promozione e il mantenimento del benessere

Ministero della Salute. La salute dell anziano. per la promozione e il mantenimento del benessere Ministero della Salute La salute dell anziano Vademecum per la promozione e il mantenimento del benessere Care amiche e cari amici, questo piccolo opuscolo racchiude alcuni semplici ma importanti consigli

Dettagli

CULTURA ITALIANA. (5 minuti di proiezione del film)

CULTURA ITALIANA. (5 minuti di proiezione del film) CULTURA ITALIANA Introduzione Bologna è una città medievale, dove la bellezza è nascosta, bisogna scoprirla. Ma ha anche dei segreti, per esempio la qualità della cucina. Il tortellino è il principe della

Dettagli

Salute orale dell anziano: qualità della vita. un aspetto determinante per la. Tiziana Miola CPSE S.C. A.S.T.

Salute orale dell anziano: qualità della vita. un aspetto determinante per la. Tiziana Miola CPSE S.C. A.S.T. Salute orale dell anziano: un aspetto determinante per la qualità della vita Tiziana Miola CPSE S.C. A.S.T. Una delle condizioni di salute che più influisce sulla qualità della vita degli anziani è quella

Dettagli

Codice Deontologico del Volontario adottato dalla Federazione Cure Palliative

Codice Deontologico del Volontario adottato dalla Federazione Cure Palliative Art.5. Agisce senza fini di lucro anche indiretto e non accetta regali o favori, se non di modico valore. ASSOCIAZIONE VOLONTARI ASSISTENZA PAZIENTI ONCOLOGICI Codice Deontologico del Volontario adottato

Dettagli

LA FENIL CHETO NURIA O PKU. Malattie Rare. Informazioni per le scuole

LA FENIL CHETO NURIA O PKU. Malattie Rare. Informazioni per le scuole LA FENIL CHETO NURIA O PKU Malattie Rare Informazioni per le scuole LA FENILCHETONURIA LA FENILCHETONURIA O PKU E LA PIU FREQUENTE MALATTIA CONGENITA DEL METABOLISMO DELLE PROTEINE GLI ERRORI CONGENITI

Dettagli

EDUCAZIONE ALIMENTARE

EDUCAZIONE ALIMENTARE EDUCAZIONE ALIMENTARE E uno dei pilastri fondamentali per la prevenzione della carie, insieme alla: sigillatura dei solchi Fluoroprofilassi Igiene orale Controlli periodici CARIE E ALIMENTAZIONE PLACCA

Dettagli

Il massaggio pediatrico cinese sui punti di agopuntura massaggio di un neonato bambino più grande bambini ospedalizzati

Il massaggio pediatrico cinese sui punti di agopuntura massaggio di un neonato bambino più grande bambini ospedalizzati Silvia Guerra Note introduttive/1 Nella medicina cinese, la pelle è l organo che nel neonato media tutti i processi fisiologici ed i rapporti con l esterno, assumendo grandi potenzialità terapeutiche.

Dettagli

Il mister, la squadra, i genitori, la società. Mister Roberto Babini descrive il suo ruolo e le sue competenze.

Il mister, la squadra, i genitori, la società. Mister Roberto Babini descrive il suo ruolo e le sue competenze. Il mister, la squadra, i genitori, la società. Mister Roberto Babini descrive il suo ruolo e le sue competenze. Roberto Babini (Allenatore di base con Diploma B UEFA) svolge da 13 anni l attività di allenatore.

Dettagli

Come crescere tuo figlio secondo natura SCOPRI QUALI INFORMAZIONI POSSIEDONO! EPPURE DEVI SAPERE CHE...

Come crescere tuo figlio secondo natura SCOPRI QUALI INFORMAZIONI POSSIEDONO! EPPURE DEVI SAPERE CHE... Come crescere tuo figlio secondo natura Hai difficoltà nel crescere tuo figlio? Ecco una notizia per te. Ci sono genitori che comprendono i bisogni del proprio figlio e con il quale costruiscono nel tempo

Dettagli

volontario e lo puoi fare bene».

volontario e lo puoi fare bene». «Ho imparato che puoi fare il volontario e lo puoi fare bene». Int. 8 grandi eventi e partecipazione attiva Una fotografia dei volontari a EXPO 2015 Dott.sa Antonella MORGANO Dip. di Filosofia, Pedagogia,

Dettagli

Un problema di cuore.

Un problema di cuore. Le malattie cardiovascolari nella donna Le malattie cardiovascolari nella donna Opuscolo redatto da Maria Lorenza Muiesan* e Maria Vittoria Pitzalis*. Alla stessa collana, coordinata da Nicola De Luca*,

Dettagli

OSPEDALE AMICO DEI BAMBINI Iniziativa OMS/UNICEF per la promozione dell allattamento materno

OSPEDALE AMICO DEI BAMBINI Iniziativa OMS/UNICEF per la promozione dell allattamento materno OSPEDALE AMICO DEI BAMBINI Iniziativa OMS/UNICEF per la promozione dell allattamento materno Informazioni per le strutture interessate al riconoscimento Introduzione... p. 2 I. Proposte... p. 2 II. Prospettive.

Dettagli

Voci da dentro fotolibro emozionale

Voci da dentro fotolibro emozionale Voci da dentro fotolibro emozionale Xvii Convegno Gruppo di Studio di Dialisi Peritoneale Montecatini Terme, 20-22 marzo 2014 Voci da dentro fotolibro emozionale Volume realizzato in occasione del Xvii

Dettagli

IL VERO MANUALE A CASA SULL IGIENE ORALE

IL VERO MANUALE A CASA SULL IGIENE ORALE IL VERO MANUALE SULL IGIENE ORALE A CASA Prenderti cura della tua salute non dà solo benefici riguardanti il tuo benessere ma ti aiuta anche ad acquisire fiducia in te stesso, facilitando i rapporti con

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

CONVERSAZIONE CLINICA. Classe VA

CONVERSAZIONE CLINICA. Classe VA CONVERSAZIONE CLINICA Classe VA 1) Che cosa ti fa venire in mente la parola ''volontariato''? -Una persona che aiuta qualcuno in difficoltà. (Vittoria) -Una persona che si offre per aiutare e stare con

Dettagli

Mangiar bene conviene

Mangiar bene conviene Mangiar bene conviene per investire in salute! Campagna nazionale di educazione nutrizionale per le famiglie promossa dai pediatri italiani Le premesse L obesità è una patologia multifattoriale Un bambino

Dettagli

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo?

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? In Italia, secondo valutazioni ISTAT, i nonni sono circa undici milioni e cinquecento mila, pari al 33,3% dei cittadini che hanno dai 35 anni in su. Le donne

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

I DENTI nell Epidermolisi bollosa simplex di Dowling-Meara

I DENTI nell Epidermolisi bollosa simplex di Dowling-Meara I DENTI nell Epidermolisi bollosa simplex di Dowling-Meara 1. Introduzione Nel caso di numerose forme di EB, i disturbi dentali possono comparire con una diversa frequenza e con vari livelli di gravità.

Dettagli

Corso formazione per baby sitter: requisiti trasversali di qualità

Corso formazione per baby sitter: requisiti trasversali di qualità COMUNE DI BOLOGNA ALLEGATO al: PROTOCOLLO D INTESA tra IL COMUNE DI BOLOGNA E IMPRESE, COOPERATIVE E ASSOCIAZIONI PER L ATTUAZIONE DEL PROGETTO SPERIMENTALE TATA BOLOGNA PER UN SERVIZIO DI BABY SITTER.

Dettagli

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 36 1. ZUCCHERI E SAPORE DOLCE Tutti gli zuccheri sono fonti di energia e non

Dettagli

ALLATTAMENTO AL SENO Elementi informativi per gli operatori

ALLATTAMENTO AL SENO Elementi informativi per gli operatori a cura del Comitato nazionale multisettoriale per l allattamento materno 1. Tutte le mamme hanno il latte Allattare al seno è un gesto naturale. Fin dall inizio del mondo, attraverso il proprio latte le

Dettagli

PREVENZIONE: Tumori del Seno

PREVENZIONE: Tumori del Seno PREVENZIONE: Tumori del Seno Francesco Paolo Pantano (Chirurgo Oncologo) Il tumore al seno rappresenta il 27% dei tumori del sesso femminile. Ogni anno vi sono circa 36.000 nuovi casi distribuiti nelle

Dettagli

U.O.S. Pediatria di Comunità

U.O.S. Pediatria di Comunità U.O.S. Pediatria di Comunità U.O. C. Materno Infantile come avere denti da campione prevenzione primaria della carie anno scolastico 2012-2013 classi seconde della scuola primaria aggiornato al 25.07.2012

Dettagli

Dai 0 ai 3 anni. Con l obiettivo di ridurre i rischi della contaminazione mammabimbo è consigliabile che la mamma:

Dai 0 ai 3 anni. Con l obiettivo di ridurre i rischi della contaminazione mammabimbo è consigliabile che la mamma: Studio Dentistico LE REGOLE D'ORO DELLA PREVENZIONE Prevenzione odontoiatrica a 360 - Corriere della salute - Articolo tratto da Corriere Salute, inserto del Corriere della Sera del 3 febbraio 2002-1-

Dettagli

GRAFOLOGIA & PERSONALITA

GRAFOLOGIA & PERSONALITA GRAFOLOGIA & PERSONALITA a cura della Dott.ssa Marialuisa IARUSSI La scrittura è un filo nero che emerge dal bianco del foglio rivelando qualcosa di noi. La mano è lo strumento del pensiero che dirige

Dettagli

Caro Sindaco, ti scrivo...

Caro Sindaco, ti scrivo... a cura di Nadia Mazzon e Francesco Vivacqua Caro Sindaco, ti scrivo... I bambini si rivolgono al Sindaco di Milano Giuliano Pisapia www.culturasolidarieta.it Indice. Prefazione. Analisi pedagogica. Analisi

Dettagli

LATTE D'ASINA: PERCHÉ?

LATTE D'ASINA: PERCHÉ? LATTE D'ASINA: PERCHÉ? Da 7000 anni l asino lavora al fianco dell uomo svolgendo i lavori più faticosi: tirando l aratro e l erpice, facendo girare la macina del grano e il frantoio per le olive. Trainando

Dettagli

EDUCAZIONE ALLA SALUTE

EDUCAZIONE ALLA SALUTE ISTITUTO COMPRENSIVO GARIBALDI-LEONE TRINITAPOLI EDUCAZIONE ALLA SALUTE Anno scolastico 2015/2016 La salute è creata e vissuta dalle persone all interno degli ambienti organizzati della vita quotidiana:

Dettagli

- All inizio, la carie può essere solo visibile, senza dare sintomi particolari. Man mano che la lesione cariosa progredisce fino a giungere alla

- All inizio, la carie può essere solo visibile, senza dare sintomi particolari. Man mano che la lesione cariosa progredisce fino a giungere alla LA CARIE La carie è una malattia degenerativa dei tessuti duri del dente (smalto dentina) e che origina dalla superficie e procede in profondità fino alla polpa dentale. CAUSE: Le cause della carie sono

Dettagli

La famiglia. La famiglia fa notizia Collega le foto all articolo corrispondente. Donne in carriera l ora del dietrofront

La famiglia. La famiglia fa notizia Collega le foto all articolo corrispondente. Donne in carriera l ora del dietrofront La famiglia La famiglia fa notizia Collega le foto all articolo corrispondente. b. a. c. d. f. e. Nonni a scuola dai nipoti oggi lezione di Internet Nove scuole, 900 anziani, 900 ragazzi Obiettivo: creare

Dettagli

Allegato 1 - Linee di Indirizzo a.s.2015/2016

Allegato 1 - Linee di Indirizzo a.s.2015/2016 Allegato 1 - Linee di Indirizzo a.s.2015/2016 La valigia delle idee Progetti e percorsi formativi per gli studenti delle scuole dell infanzia, primarie e secondarie di primo grado di Sesto Fiorentino 1

Dettagli

La prevenzione primaria e secondaria delle malattie allergiche

La prevenzione primaria e secondaria delle malattie allergiche La prevenzione primaria e secondaria delle malattie allergiche Negli ultimi decenni la frequenza delle malattie allergiche in Italia e nel mondo ha subìto un continuo aumento, dando luogo a quella che

Dettagli

Progetto di educazione alla salute e di promozione del benessere

Progetto di educazione alla salute e di promozione del benessere Progetto di educazione alla salute e di promozione del benessere Rivolto agli studenti della scuola secondaria di primo grado PREMESSE L educazione affettiva e relazionale dei giovani d oggi pone, a quanti

Dettagli

La buona scuola, musica e scuola dell infanzia

La buona scuola, musica e scuola dell infanzia AUDIZIONE PRESSO UFFICIO DI PRESIDENZA VII COMMISSIONE (Istruzione) SULL AFFARE ASSEGNATO SCUOLA Mercoledì 19 Novembre 2014 Documento a cura di Cecilia Pizzorno, Coordinamento Nazionale Nati per la Musica

Dettagli

Incontro formativo NPL per bibliotecari e operatori del settore Brescia 9 Maggio 2013 Dott.ssa M.Clerici Schoeller

Incontro formativo NPL per bibliotecari e operatori del settore Brescia 9 Maggio 2013 Dott.ssa M.Clerici Schoeller Incontro formativo NPL per bibliotecari e operatori del settore Brescia 9 Maggio 2013 Dott.ssa M.Clerici Schoeller Già nella vita fetale ci sono sensibilità alla luce, al suono, al dolore, movimenti coordinati

Dettagli

Crescita e sviluppo: una guida per i genitori

Crescita e sviluppo: una guida per i genitori Crescita e sviluppo: una guida per i genitori Cari genitori, Promes Sanità lancia l iniziativa Giovani Sorrisi destinata ai pazienti più piccoli con l obiettivo di assicurare la salute della bocca dei

Dettagli

L Arte della Felicità si fa Centro e diventa un servizio stabile per la città, prendendo sede a Montecalvario.

L Arte della Felicità si fa Centro e diventa un servizio stabile per la città, prendendo sede a Montecalvario. L Arte della Felicità si fa Centro e diventa un servizio stabile per la città, prendendo sede a Montecalvario. Il Centro nasce come naturale approdo de l Arte della Felicità-incontri e conversazioni, manifestazione

Dettagli

Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre

Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre L obesità è una patologia causata (laddove non sia attribuibile ad altri motivi) da comportamenti ed abitudini di vita scorretti: contrastarla

Dettagli

Progetti di marketing sociale 2011

Progetti di marketing sociale 2011 Progetti di marketing sociale 2011 Clown in corsia La medicina del buonumore Il sorriso e il buonumore portati da un clown possono incidere positivamente sui tempi di guarigione del paziente. Il progetto

Dettagli

SOS GIOCO! ARTICOLO 31

SOS GIOCO! ARTICOLO 31 ARTICOLO 31 1. Gli Stati parti riconoscono al fanciullo il diritto al riposo ed allo svago, a dedicarsi al gioco e ad attività ricreative proprie della sua età, ed a partecipare liberamente alla vita culturale

Dettagli

Polo didattico per la formazione PNL e Coaching Divisione Ebook

Polo didattico per la formazione PNL e Coaching Divisione Ebook 1 Alla ricerca di se stessi Federica Cortina 2 Titolo Alla ricerca di se stessi Autore Federica Cortina Editore PNL e Coaching edizioni Sito internet www.pnlecoaching.it ATTENZIONE: Tutti i diritti sono

Dettagli

CHE FORTE! L EMOZIONE DI CRESCERE UN FIGLIO MILANO, APRILE 2013

CHE FORTE! L EMOZIONE DI CRESCERE UN FIGLIO MILANO, APRILE 2013 CHE FORTE! L EMOZIONE DI CRESCERE UN FIGLIO MILANO, APRILE 2013 CHEFORTE! Nasce nel 2011 TARGET: Mamme con bambini dai 3 ai 13 anni. Content Labs Presenza sul mercato di siti e blog quasi esclusivamente

Dettagli

CONSULENZA PRECONCEZIONALE

CONSULENZA PRECONCEZIONALE CONSULENZA PRECONCEZIONALE Questo articolo è rivolto a tutte le coppie che desiderano un figlio, o che non escludono di averlo in futuro, e che vogliono conoscere con maggior precisione quali siano le

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO:

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

CHE COS E IL MENTORING

CHE COS E IL MENTORING CHE COS E IL MENTORING E un dato di fatto che il numero delle donne che lavorano è in sensibile aumento in ogni paese, ma nonostante questo, e malgrado molte donne rivestano posizioni anche altamente professionali,

Dettagli

IL COUNSELLING NEL CONTESTO SANITARIO

IL COUNSELLING NEL CONTESTO SANITARIO IL COUNSELLING NEL CONTESTO SANITARIO Danilo Toneguzzi Psichiatra, psicoterapeuta direttore dell Istituto Gestalt di Pordenone "INformazione Psicologia Psicoterapia Psichiatria", n 41-42, settembre - dicembre

Dettagli

ECONOMIA E QUALITA DELLA VITA a misura di bambino RICORDANDO DANIELA FURLAN IL PROF. BARATELLA E TANTI ALTRI...

ECONOMIA E QUALITA DELLA VITA a misura di bambino RICORDANDO DANIELA FURLAN IL PROF. BARATELLA E TANTI ALTRI... ECONOMIA E QUALITA DELLA VITA a misura di bambino RICORDANDO DANIELA FURLAN IL PROF. BARATELLA E TANTI ALTRI... 1 2 DENARO EURO ALTRE VALUTE CAMBIO CALCOLI BANCONOTE MONETE STORIA del denaro CONIO ALTRI

Dettagli

Il Progetto Cicogna: un progetto che nell accoglienza dei piccolissimi integra pubblico, privato, comunitàe affido.

Il Progetto Cicogna: un progetto che nell accoglienza dei piccolissimi integra pubblico, privato, comunitàe affido. Torino 16 ottobre 2013 Il Progetto Cicogna: un progetto che nell accoglienza dei piccolissimi integra pubblico, privato, comunitàe affido. CENTRO ACCOGLIENZA LA RUPE Dott.ssa Piera Poli Pubblico, privato

Dettagli

Un Estate in Casa Albergo tra movimento e divertimento

Un Estate in Casa Albergo tra movimento e divertimento I.S.R.A.A. Istituti per Servizi di Ricovero e Assistenza agli Anziani Casa Albergo - Mini Alloggi Un Estate in Casa Albergo tra movimento e divertimento II Edizione Maggio, Giugno, Luglio, Agosto, Settembre

Dettagli

a cura della Dott. ssa Anna RAINONE

a cura della Dott. ssa Anna RAINONE a cura della Dott. ssa Anna RAINONE PROGETTO EDUCATIVO IL BRUTTO ANATROCCOLO Sorrisi Smaglianti intende offrire agli alunni della scuola primaria indicazioni operative per incentivare una sana igiene dentale

Dettagli

Quando la famiglia raddoppia

Quando la famiglia raddoppia AI PADRI, ALLE MADRI, AI FIGLI Quando la famiglia raddoppia Guida INFORMATIVA alla separazione non più coniugi.. ma sempre genitori a cura di FABIO BARZAGLI NETWORK EDUCATIVO PATERNITA.INFO www.paternita.info

Dettagli

NATI PER LEGGERE L INSERIMENTO DI NATI PER LEGGERE IN CONSULTORIO AI COSI DI ACCOMPAGNAMENTO ALLA NASCITA E NEL SOSTEGNO POST PARTO

NATI PER LEGGERE L INSERIMENTO DI NATI PER LEGGERE IN CONSULTORIO AI COSI DI ACCOMPAGNAMENTO ALLA NASCITA E NEL SOSTEGNO POST PARTO NATI PER LEGGERE L INSERIMENTO DI NATI PER LEGGERE IN CONSULTORIO AI COSI DI ACCOMPAGNAMENTO ALLA NASCITA E NEL SOSTEGNO POST PARTO Dott. ssa M.C.CEFFA D..M. I. ASL NOVARA Novara 04/12/2012 GENITORI PIU

Dettagli

IMPLANTOLOGIA DENTALE TUTTO PER IL TUO SORRISO. Tecnologia / Sicurezza / Evidenza Scientifica

IMPLANTOLOGIA DENTALE TUTTO PER IL TUO SORRISO. Tecnologia / Sicurezza / Evidenza Scientifica IMPLANTOLOGIA DENTALE TUTTO PER IL TUO SORRISO Tecnologia / Sicurezza / Evidenza Scientifica VALORE DI UN SORRISO IL SORRISO È ESPRESSIONE DI VITA E SPECCHIO DEI SENTIMENTI. È IL MEZZO PIÙ SEMPLICE PER

Dettagli

ADOZIONE E ADOLESCENZA: LA TEMPESTA DOPO LA QUIETE. Gli imprevisti e le opportunità dell'essere genitori di un adolescente adottivo

ADOZIONE E ADOLESCENZA: LA TEMPESTA DOPO LA QUIETE. Gli imprevisti e le opportunità dell'essere genitori di un adolescente adottivo ADOZIONE E ADOLESCENZA: LA TEMPESTA DOPO LA QUIETE Gli imprevisti e le opportunità dell'essere genitori di un adolescente adottivo «La crisi adolescenziale non lo è più di quanto non lo sia il parto; è

Dettagli

Responsabile e corretto utilizzo delle tecnologie digitali

Responsabile e corretto utilizzo delle tecnologie digitali Responsabile e corretto utilizzo delle tecnologie digitali Informazioni e indicazioni per i genitori Le tecnologie audiovisive e digitali sono strumenti molto utili per la formazione ed il divertimento

Dettagli

L'approccio iniziale all esperienza nella struttura educativa sarà quindi interpretato nel rispetto dei principi di "gradualità" e "continuità".

L'approccio iniziale all esperienza nella struttura educativa sarà quindi interpretato nel rispetto dei principi di gradualità e continuità. 1 Accogliere un bambino in un servizio educativo per la prima infanzia, significa accogliere tutta la sua famiglia, individuando tutta una serie di strategie di rapporto fra nido/centro gioco e casa, volte

Dettagli

Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi.

Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi. Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi. Una sera, dopo aver messo a letto mio figlio, stanca dopo una giornata molto impegnata, ho deciso di andare a letto presto, ma non riuscivo ad addormentarmi,

Dettagli

SCONFIGGERE LA CARIE DENTALE OGGI SI PUO! COME FARE CE LO SVELA L IGIENISTA DENTALE

SCONFIGGERE LA CARIE DENTALE OGGI SI PUO! COME FARE CE LO SVELA L IGIENISTA DENTALE ARTICOLO CASTELLETTO TICINO SCONFIGGERE LA CARIE DENTALE OGGI SI PUO! COME FARE CE LO SVELA L IGIENISTA DENTALE Esiste un miglior biglietto da visita di un bel sorriso? La nostra epoca è sicuramente dominata

Dettagli

IMPLANTOLOGIA DENTALE

IMPLANTOLOGIA DENTALE IMPLANTOLOGIA DENTALE TUTTO PER IL TUO SORRISO Tecnologia / Sicurezza / Evidenza Scientifica VALORE DI UN SORRISO IL SORRISO È ESPRESSIONE DI VITA E SPECCHIO DEI SENTIMENTI. È IL MEZZO PIÙ SEMPLICE PER

Dettagli

Perche l, igiene orale si impara da piccoli!

Perche l, igiene orale si impara da piccoli! Prevenzione avanzata della carie Perche l igiene orale si impara da piccoli! I tuoi denti.. un mondo pieno di sorprese Lo sapevi che......i tuoi primi dentini si sono formati ancor prima di nascere? Nella

Dettagli

Parlare in famiglia. Annella Bartolomeo s.p.a.e.e. Università Cattolica Milano 26 febbraio 2015 CUGGIONO

Parlare in famiglia. Annella Bartolomeo s.p.a.e.e. Università Cattolica Milano 26 febbraio 2015 CUGGIONO Parlare in famiglia Annella Bartolomeo s.p.a.e.e. Università Cattolica Milano 26 febbraio 2015 CUGGIONO Perché è importante? IMPORTANZA DEL DIALOGO IN FAMIGLIA stili educativi: autoritario, democratico,

Dettagli

BASTA POCO PER PRENDERSI CURA DELLA NOSTRA BOCCA. Ecco LE MOSSE VINCENTI

BASTA POCO PER PRENDERSI CURA DELLA NOSTRA BOCCA. Ecco LE MOSSE VINCENTI BASTA POCO PER PRENDERSI CURA DELLA NOSTRA BOCCA Ecco LE MOSSE VINCENTI LA BOCCA I punti nevralgici della masticazione La bocca è, in tutti gli animali, il luogo in cui avviene la prima parte della digestione,

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA N. 225 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa della senatrice BURANI PROCACCINI COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 4 MAGGIO 2006 Legge quadro sulla famiglia TIPOGRAFIA DEL SENATO

Dettagli

Scovolini interdentali:

Scovolini interdentali: Scovolini interdentali: istruzioni per l uso UN COSTANTE IMPEGNO IN DIFESA DELLA SALUTE Migliorare il benessere e la salute delle persone anche attraverso una corretta igiene orale: questa la filosofia

Dettagli

pratiche e discipline che ti accompagnano nella crescita Associazione Culturale SoleLuna

pratiche e discipline che ti accompagnano nella crescita Associazione Culturale SoleLuna pratiche e discipline che ti accompagnano nella crescita Associazione Culturale SoleLuna Movimento in gravidanza e accompagnamento alla genitorialità. SPAZIO MAMME Luogo di auto-aiuto aperto a tutte le

Dettagli

Cosa desideri dalla vita?

Cosa desideri dalla vita? Cosa desideri dalla vita? L'Amore? L'Amore? Se quello che desideri è l'amore, quello con la A maiuscola Se desideri realmente amarti,amare ed essere riamata Se desideri trovare la persona giusta Se desideri

Dettagli

Quadro di riferimento per promuovere la salute e ridurre le inequità

Quadro di riferimento per promuovere la salute e ridurre le inequità Quadro di riferimento per promuovere la salute e ridurre le inequità http://www.euro.who.int/en/health-topics/health-policy/health-2020-the-europeanpolicy-for-health-and-well-being 2 obiettivi strategici

Dettagli

Gli obiettivi specifici che ci siamo proposti sono stati:

Gli obiettivi specifici che ci siamo proposti sono stati: Relazione funzione strumentale area 3 Progetto educazione alla salute Anno scolastico 2012-2013 Istituto comprensivo Lercara Friddi-Castronovo di sicilia Prof. Grazia Madonia- Prof. Maria Lino Durante

Dettagli