LUCA MAZZANTINI!! SINDACO PROGRAMMA ELEZIONI AMMINISTRATIVE!

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LUCA MAZZANTINI!! SINDACO PROGRAMMA ELEZIONI AMMINISTRATIVE!"

Transcript

1 LUCA MAZZANTINI SINDACO PROGRAMMA ELEZIONI AMMINISTRATIVE SANTA CROCE SULL ARNO E STAFFOLI

2 Santa Croce sull'arno a 5 Stelle INDICE - Trasparenza e Partecipazione 2 - Scuola 4 - Cultura 6 - Ambiente 7 - Sport e Salute 10 - Sociale e Lavoro 11 - Urbanistica, Lavori pubblici e Sicurezza 13 - Staffoli a 5 Stelle 17 Pagina 1

3 TRASPARENZA E PARTECIPAZIONE Trasparenza e Partecipazione è uno dei principi su cui si fonda il Movimento 5 Stelle. I cittadini saranno coinvolti e messi al centro di tutti i progetti dell Amministrazione, con regole chiare e trasparenti. Fino ad oggi gli amministratori non hanno rispettato i quattro diritti fondamentali sanciti dalla Carta europea per i diritti del cittadino nella Società dell'informazione e della conoscenza: - il diritto all'accesso, - il diritto all'informazione, - il diritto alla formazione, - il diritto alla partecipazione. I cittadini avranno la facoltà di votare le decisioni importanti, monitorare le azioni del sindaco, degli assessori, dei consiglieri e dei dipendenti comunali. PROPOSTE: 1) Istituzione del referendum deliberativo e propositivo senza quorum e del bilancio partecipativo deliberativo. Modificheremo lo Statuto Comunale al fine di introdurre questi strumenti d iniziativa popolare: il referendum deliberativo senza quorum, come il bilancio partecipativo deliberativo, saranno strumenti non solo consultivi, ma vincolanti per il Consiglio Comunale. Con il referendum deliberativo senza quorum, i cittadini responsabili e sovrani impongono ai loro rappresentanti, a maggioranza dei partecipanti al voto, le scelte di utilità e di convenienza su FATTI certi e LIMITATI che li riguardano, su materie specificate nello Statuto Comunale. Il bilancio partecipativo è un processo di democrazia diretta attraverso il quale la popolazione potrà decidere come utilizzare una parte delle risorse del Comune per realizzare opere pubbliche. 2) Attuazione di processi partecipativi sulle opere pubbliche e sulle decisioni di particolare rilevanza per la cittadinanza. Al fine di portare a Santa Croce una vera partecipazione attiva, per tutte le opere pubbliche che toccano da vicino la vita dei cittadini e per tutte le decisioni di particolare rilevanza, sia per costo che per effetto, creeremo i presupposti per cui le scelte da effettuare saranno prima pubblicizzate e poi discusse con la cittadinanza, attraverso consigli comunali aperti e altre forme di consultazione. 3) Riprogettazione totale del sito internet del Comune per renderlo più funzionale, interattivo e soprattutto al fine di facilitarne l accessibilità, andando incontro anche ai cittadini meno esperti alla navigazione sul web. Per una migliore ed efficiente trasparenza sull operato del Comune sarà istituita una mailing list e creata un apposita applicazione informativa per smartphone, incentivando anche l utilizzo dei social network da parte di tutta la giunta comunale, così da permettere al cittadino di interagire direttamente con l Amministrazione comunale. 4) Realizzazione di un software o adesione al portale al fine di individuare i disservizi sparsi sul territorio comunale. Si tratta di utilizzare una applicazione interattiva con la quale i cittadini potranno segnalare vari disservizi : mancate manutenzioni d e l v e r d e p u b b l i c o o d e l m a n t o stradale,segnaletica da sostitutire, abbandono di rifiuti ecc. Con una semplice foto da uno smartphone o direttamente sul portale dedicato, la segnalazione verrà riportata in tempo reale su di una mappa interattiva, nella quale verrà indicata la data ed il tipo della segnalazione stessa, la data della presa in carico dall ufficio preposto e della risoluzione del problema. Pagina 2

4 TRASPARENZA e PARTECIPAZIONE 5) Garantiremo l aggiornamento puntuale della pubblicazione dei redditi dei dirigenti e degli amministratori per tutti i cinque anni della legislatura. Attueremo in maniera intransigente l osservanza della determina 65 del 27 Settembre 2010 con la quale dovevano essere pubblicate le dichiarazioni dei redditi e degli interessi finanziari dei Sindaco,degli Assessori e Consiglieri. 6) Utilizzo di software open source.l amministrazione comunale ogni anno spende soldi pubblici per l acquisto e l aggiornamento di licenze software di multinazionali, quando la rete offre software gratuiti della stessa qualità ed in alcuni casi anche migliori. Dove possibile, utilizzeremo questi programmi. 7) Istituzione di un percorso informativo per la conoscenza e l approfondimento dell Unione dei Comuni al fine di promuovere un referendum per decidere sulla eventuale permanenza o uscita. 8) Istituzione di un percorso partecipativo per valutare una eventuale Fusione dei Comuni. A nostro avviso la zona del cuoio, ha assunto nel tempo caratteristiche che per esigenze e criticità, socio economiche, ambientali ed urbanistiche risultano oggettivamente speculari. Secondo noi l unica possibilità reale per andare incontro veramente alle esigenze dei cittadini, dei Comuni di Santa Croce sull Arno, Castelfranco, San Miniato e Montopoli è la loro fusione. La razionalizzazione concreta delle risorse socio-economiche, una pianificazione urbanistica integrata ed un controllo ambientale veramente efficiente, può essere realizzato solamente con un atto forte e concreto, al di là di campanilismi territoriali. Certamente questo obbiettivo a nostro avviso, non potrà essere ottenuto, istituendo l ennesimo baraccone politico- istituzionale, per di più non elettivo, rappresentato dalla Unione dei Comuni. 9) Garantiremo l aggiornamento e la pubblicazione puntuale, dei componenti del CDA e dell azionariato, per tutte le aziende pubbliche o partecipate dal nostro comune. 10) Revisione del regolamento riguardante il forum di Staffoli, al fine di renderlo realmente uno strumento di collegamento e partecipazione tra gli staffolesi e l amministrazione comunale. Ad oggi questo obiettivo, per cui il forum era nato, è rimasto solo sulla carta. Noi vogliamo che questo organo diventi uno strumento con cui i cittadini staffolesi possano intervenire concretamente sulle decisioni che riguardano il loro territorio. A tale scopo vogliamo implementare sul sito del comune un forum interattivo, diviso per aree tematiche, nel quale inseriremo degli strumenti informativi, consultivi e partecipativi. Creeremo una sezione in cui sarà possibile consultare le delibere e le determine riguardanti specificamente Staffoli. Gli argomenti che emergeranno dall attività del Forum saranno affrontati in un consiglio comunale aperto, che si terrà direttamente a Staffoli. 11) Creazione di data base per avvisi in caso di emergenze e per comunicazioni urgenti Il Comune, è già dotato di un piano Comunale di Emergenza. Bisogna sensibilizzare i cittadini portandoli a conoscenza delle varie procedure da adottare nei vari casi di criticità; quando si manifesta un black out, fughe di gas, o incendi, oppure eventi naturali come nevicate, nubifragi, terremoti, alluvioni, ecc. Noi vogliamo ottimizzare il servizio, creando un data base, con i recapiti telefonici ed indirizzi mail, dei cittadini i quali potranno così essere avvertiti direttamente anche via SMS per le Emergenze o per altre comunicazioni importanti. MoVimento 5 Stelle Santa Croce sull'arno Pagina 3

5 SCUOLA Nati per imparare Il futuro di un paese è strettamente correlato al livello culturale dei suoi abitanti Attualmente gli edifici scolastici, compresi gli asili nido, non sono sufficienti a sostenere l incremento demografico e alcune scuole hanno bisogno di manutenzioni urgenti anche in rapporto alle normative di sicurezza vigenti. L accoglienza e l integrazione degli alunni stranieri, presenti in numero elevato nelle scuole del territorio, deve essere sostenuta e valorizzata con progetti e azioni che vadano ad integrare l'azione educativo-didattica. Intendiamo promuovere accordi con Enti Locali e Associazioni per gli interventi dei mediatori linguistico-culturali e l'accesso a eventuali diverse opportunità di integrazione. Grazie ad una rete di scuole si può creare una documentazione interculturale, per mettere in comune risorse, finalizzate ad attuare progetti, indirizzati sia direttamente agli alunni stranieri, sia alla formazione dei docenti. Sono da potenziare i laboratori multimediali al momento del tutto insufficienti rispetto alle esigenze della scuola attuale, attraverso progetti, concorsi e donazioni di privati. Incentivare il servizio di pedibus con il quale i bambini vanno a scuola a piedi, muovendosi autonomamente, ma sempre sotto la presenza di conducenti e controllori adulti. Ritenendo queste iniziative di vitale importanza, il reperimento di fondi necessari per la realizzazione di questo piano dovra essere prioritario su altre tematiche.si parte dai fondi comunali fino ad arrivare alle sovvenzioni regionali e ricerca di nuove forme di finanziamento con la collaborazione di enti e fondazioni che abbiano a cuore il benessere dei ragazzi. PROPOSTE: 1) Censimento dello stato di conservazione degli edifici scolastici. Valutazione della struttura in riferimento alla normativa antisismica. Valutazione dello stato di manutenzione generale degli edifici ivi compresi gli impianti tecnologici. Creazione di una graduatoria al fine di stabilire le priorità dei futuri interventi. 2) Istituzione del Fondo Salva Scuola. Il fondo sarà costituito da una somma prevista annualmente ed iscritta nel bilancio preventivo, dove potranno confluire anche le donazioni di singoli cittadini e aziende 3) Valuteremo la possibilità di realizzare un nuovo edificio scolastico per rispondere alle nuove esigenze dovute all incremento demografico. Attualmente due sezioni della scuola dell infanzia de L Albero Azzurro sono dislocate, per mancanza di spazio, in Via dei Mille, mentre la scuola di Poggio Fiorito è troppo decentrata rispetto alle esigenze del paese. La nuova struttura sara realizzata con l utilizzo della bio-architettura al fine di garantire un elevato grado di benessere ai bambini, e sarà energeticamente autosufficiente. 4) Istituzione del Premio Scolastico Santacrocese, che verrà attribuito ogni anno agli studenti più meritevoli, delle scuole medie di primo, di secondo grado, e delle Università 5) Creazione di Borse di studio, assegnate ogni anno gli studenti più meritevoli che non dispongono di adeguato sostegno economico, delle scuole medie di primo e secondo grado, e delle Università. Pagina 4

6 SCUOLA 6) Incentivi e promozione di progetti scolastici, come l educazione ambientale, educazione civica, educazione sessuale, educazione alimentare, corsi di informatica di base e navigazione Internet, con l'installazione in ogni struttura scolastica,di un laboratorio di informatica adeguato al numero degli alunni. Favorire inoltre attività artistiche e culturali in collaborazione con artisti del territorio 7) Promozione di un un piano per il recupero di hardware informatico dismesso da enti, aziende, privati e donato alle scuole per creare nuovi laboratori. 8) Potenzieremo la presenza di educatori scolastici e facilitatori linguistici per un migliore inserimento degli alunni stranieri e/o con disagi. 9) Come amministrazione comunale vorremo garantire un dopo-scuola rivolto ai bambini delle scuole primarie di primo e secondo grado, volto al recupero delle discipline nelle quali i ragazzi trovano più difficoltà. I corsi di recupero si svolgeranno all interno degli edifici scolastici e saranno tenuti da insegnanti precarie e giovani laureati, con contratti di collaborazione stipulati dal comune.tutto questo dovrà garantire un aiuto a tutte le famiglie che pagheranno così un piccolo contributo da integrare a quello del comune ed eviteranno così di svuotare i loro portafogli in ripetizioni private, perché l istruzione è di tutti 10) Possibilità di sfruttare gli edifici, negli orari extrascolastici o nei mesi estivi, affittandoli ad associazioni varie o privati, per reperire risorse economiche da destinare al Fondo Salva Scuola. 11) Promuoveremo lo sviluppo di micro-nidi aziendali e asili di quartiere attraverso convenzioni ad hoc con cooperative di servizi educativi o start-up di giovani insegnanti non ancora impiegati. 12) Valuteremo la costituzione di un mini-parco di autobus a metano ( tipo scuolabus) che sostituisca l attuale servizio effettuato con pullman di tipologia gran turismo e dato in gestione a terzi, non idoneo al trasporto di bambini di questa fascia d'età. 13) Istituzione del progetto Insieme per la scuola : i genitori che non lavorano o comunque hanno del tempo libero potranno metterlo a disposizione per pulizie, taglio dell erba, servizio pedibus, piccoli lavori di ristrutturazione degli edifici, etc.. 14) Potenziamento del servizio pedibus. Il Pedibus è un servizio gratuito che fa bene ai bambini, alle famiglie e all aria del nostro paese. Camminando insieme i bambini imparano ad apprezzare il piacere del movimento, a capire il valore di una città meno inquinata, a farsi protagonisti di scelte di stili di vita alternativi. Già presente per la primaria Copernico vogliamo incentivare il servizio estendendolo anche alle primarie Pascoli e Carducci, nonché alle scuole di Staffoli con l'ausilio dei genitori che hanno un'oretta da spendere alla mattina o dell'auser. È questo il senso del progetto di educazione stradale e motoria promosso dall educazione alla salute del dipartimento prevenzione dell Asl 11 con la Società della Salute Valdarno Inferiore, in collaborazione con i comuni che hanno aderito all iniziativa. 15) Creazione e somministrazione di questionari di gradimento per il servizio scolastico. I questionari potranno essere cartacei ed on-line, per rilevare il gradimento delle famiglie sui vari servizi offerti dal comune agli Istituti Scolastici, al fine di migliorare l offerta formativa. Investire nella scuola è investire nel futuro Pagina 5

7 CULTURA CULTURA La cultura è il cuore pulsante della città dove si incontrano conoscenza e capacità personali che devono essere ispirate e coltivate. La tradizione che si tramanda di generazione in generazione si fonde con la crescita e lo sviluppo del mondo e delle tecnologie espressioni del progresso. Tutti vorrebbero percorrere questo cammino del sapere proprio come il padre per mano con il figlio procede nel percorso della vita. E proprio quella mano il filo conduttore tra tradizione e futuro. 2) Completare e Sfruttare in breve tempo il Museo della Conceria. Completeremo per stralci economico funzionali, l allestimento del Museo. Attueremo quindi una rete capillare di informazione e collaborazione tra scuola, industrie e comuni limitrofi, al fine di dar vita ad una struttura attualmente morta Introdurremo una festa del cuoio annuale (sfilata di moda, musica, mercato con prodotti del comprensorio) 3) Festival internazionale della musica, dove la musica italiana incontra quella dei cinque continenti, che si concluderà con il Santa Croce Rock Contest, un concorso destinato ai giovani gruppi emergenti, nel quale verrà assegnato il premio intitolato Don Backy. 4) Sostenere la pro-loco di Staffoli per la promozione, organizzazione della festa medievale, che si svolge con successo già da tre anni e tutte le altre manifestazioni organizzate dalle associazioni staffolesi. Troppo spesso invece le Amministrazioni Comunali hanno rilegato in secondo piano le scelte creando una forte crepa nella struttura del paese. E nostra intenzione ricostruire ed incentivare la cultura nel nostro comune integrando quello che funziona con l espressione delle potenzialità dell individuo sia come singolo che come collettivo. I CITTADINI SARANNO AL CENTRO DEL PROGETTO. PROPOSTE: 1) Promuovere un programma, un'agenda annuale di appuntamenti culturali, teatrali, musicali, fotografici, pittorici, integrato con la collaborazione dei cittadini, tramite un centro di raccolta di proposte. 5) Arte e mestieri: incentivi e agevolazioni per la riapertura dei fondi sfitti del centro storico per allestire mostre e laboratori semi- permanenti di vari artisti locali. In tali laboratori prevederemo la collaborazione con le scuole per attività extrascolastiche e gruppi carnevaleschi. 6) Per rivalutare Villa Pacchiani vogliamo adibire il piano terra per meeting, corsi e ricevimenti aziendali e privati. La struttura sarà rivalutata a pieno così da giovarne anche le attività già presenti quali le mostre, il laboratorio musicale e il circolo fotografico. 7) Carnevale d autore a Santa Croce: investiremo le nostre risorse anche per sostenere e promuovere tutte le iniziative inerenti allo storico carnevale delle nostra città, cercando di aumentarne l interesse e la partecipazione. Proporremo inoltre di inserire nel programma ulteriori attività per il divertimento e coinvolgimento dei bambini. Pagina 6

8 AMBIENTE Cinque Stelle brillano nel firmamento del nostro Movimento: una di queste è la tutela dell'ambiente. Proteggere l'ambiente significa proteggere noi stessi, la nostra vita e la nostra salute. Salvaguardare la natura e il territorio è una forma di rispetto verso l'opera di chi ci ha preceduto, ma soprattutto è un dovere nei confronti delle generazioni future. Ciò che inquiniamo oggi, lo ritroveranno i nostri figli domani. Tutela dell'ambiente è un'espressione che racchiude in sé molteplici questioni come la tutela delle aree verdi, il decoro urbano, l ottimizzazione energetica di edifici, raccolta differenziata e smaltimento rifiuti, il controllo sulle emissioni degli impianti di trattamento a caldo dei rifiuti. A Santa Croce non manca nessuna di queste problematiche Sebbene la raccolta differenziata abbia ottenuto dei primi frutti, siamo certi che si potrebbe migliorare il servizio, con costi inferiori e risultati migliori. E necessario attuare una politica che promuova il rispetto dell'ambiente verso uno sviluppo sostenibile, che deve essere garantito da un controllo accurato da parte delle istituzioni e della cittadinanza tutta. Dobbiamo agire sulla raccolta e lo smaltimento dei rifiuti anche attraverso una gestione intelligente che preveda interventi volti all incentivazione dell'uso di materiali riciclati con l applicazione del concetto di riuso e riciclo. Noi crediamo che Santa Croce possa diventare una città migliore, noi vogliamo che lo diventi e ci batteremo per questo. PROPOSTE 1) Aderire alla strategia RIFIUTI ZERO, che si propone di riprogettare la vita ciclica dei materiali, in modo tale da riutilizzare tutti i prodotti e da far tendere allo zero la quantità di rifiuti conferiti in discarica. Questa strategia si contrappone alle pratiche che prevedono l'incenerimento dei rifiuti. 2) Introduzione della TARIFFA PUNTUALE, che prevede che le utenze paghino in base alla quantità di rifiuti indifferenziati prodotti. In questo modo, verrà premiato economicamente chi ne produce di meno, attraverso risparmi in bolletta. 3) Al fine di RIDURRE LA PRODUZIONE DI RIFIUTI, con i vantaggi economici e ambientali che ne conseguono, prevediamo di: - Incentivare le attività commerciali che vendono prodotti alla spina attraverso sgravi fiscali sui metri quadri destinati a tale servizio. Favorire l installazione di distributori di latte crudo. - Sostituire i cestini pubblici dell indifferenziato con i modelli a quattro scomparti della raccolta differenziata. - Adottare compostiere di quartiere e una macchina di compostaggio presso la mensa scolastica. - Differenziare i rifiuti e usare stoviglie riutilizzabili in tutte le manifestazioni pubbliche (sagre, feste, ecc.). - Incentivare l uso dei pannolini lavabili, che possono evitare la produzione di una tonnellata di rifiuti per ogni bambino ( pannolini). -Realizzare un centro di riparazione e riuso: questo rappresenta un altro importante tassello per raggiungere Rifiuti Zero. Il recupero e il riuso di mobili, vestiario, scarpe, giocattoli, elettrodomestici, ecc. fa si che questi materiali non finiscano in discarica ma vengano distribuiti alle fasce più deboli della popolazione. Il centro sarà gestito da associzioni no profit, che si occuperanno di organizzare corsi di falegnameria, elettrotecnica, tappezzeria per istruire i cittadini alla riparazione dei beni e per contrastare la mentalità dell' usa e getta. (modello La Bisaccia) -Istituire e promuovere un mercatino di scambio e di riuso. Gli oggetti inutilizzati possono essere utili agli altri. Ogni cittadino porterà la propria merce che verrà venduta all asta, o scambiata con altri cittadini. Gli oggetti invenduti verranno riciclati. Pagina 7

9 AMBIENTE 4) Vorremmo Istituire una consulta di cittadini competenti che presidieranno assieme alle istituzioni preposte (arpat, provincia, etc...) ai controlli di monitoraggio ambientale del territorio e le indagini presso le aziende private e statali che operano sul territorio (Ecoespanso, Acquarno, impianti a biomassa ecc.). Tale consulta seguirà anche le analisi chimiche o biologiche eseguite, dal campionamento alle analisi di laboratorio. Al termine saranno rese pubbliche le relazioni e i risultati finali di ciascun controllo o indagine effettuata. Il suo scopo sarà anche quello di fornire alla Giunta indicazioni per la tutela, la salvaguardia, la promozione del territorio e dell ambiente. 5) Introduzione della Guardia Ecologica Volontaria (G.E.V.) fra i cui compiti ci sarà quello di contrastare il fenomeno dell abbandono selvaggio dei rifiuti sul territorio. Si muoveranno in base alla MAPPATURA AMBIENTALE disponibile via software (vedi lavori pubblici ) e potranno applicare un multe secondo un approntato tariffario sanzionatorio che preveda ammende salate in caso di flagranza di reato. 6) Affidare i servizi di raccolta dei rifiuti e quelli di smaltimento a due soggetti diversi, per eliminare conflitti di interesse ed ottimizzare la raccolta differenziata. 7) Per TUTELARE L' AMBIENTE ci proponiamo di: - Informare tempestivamente la cittadinanza, con affissioni pubbliche, in caso di eventuali richieste di apertura di nuovi impianti a combustione. - Intercedere con il gestore dei rifiuti, per incrementare controlli sulla qualità della raccolta differenziata. - Adottare campagne pubblicitarie per sensibilizzare la cittadinanza verso una corretta raccolta differenziata e per promuovere l' uso delle isole ecologiche, con i relativi vantaggi economici. Inoltre prevederemo, per la frazione di Staffoli, un ritiro mensile di rifiuti non ingombranti e non smaltibili come indifferenziato (ad es. piccoli elettrodomestici, lampadine, ecc.) - Incentivare i progetti didattici finalizzati all' educazione ambientale. - Indirizzare l'amministrazione verso gli acquisti verdi, cioè prodotti con materiale riciclato. 8) Intervento immediato da parte dell amministrazione comunale per la messa in sicurezza dal rischio contaminazione amianto presente nell' AREA EX GOZZINI. Saranno eseguite immediatamente le opere minime di bonifica delle coperture in eternit più degradate e poste in adiacenza alle abitazioni limitrofe. Saranno valutate pubblicamente tutte le soluzioni possibili, per la bonifica completa dell area. 9) Sarà istituito presso l ufficio ambiente un SERVIZIO INFORMATIVO PER LA RIMOZIONE DELLE COPERTURE IN ETERNIT, collegato alla formazione del catasto comunale delle coperture in amianto, presentato nella parte di programma Urbanistica. Pagina 8

10 AMBIENTE 10) Vogliamo informare la cittadinanza sulla realizzazione del TUBONE, rendendo disponibili a chiunque la consultazione delle spese necessarie, l analisi dei progetti, l impatto ambientale e l' elenco delle imprese. 11) Verifica della sicurezza idrogeologica del territorio, con particolare attenzione a quello staffolese soggetto a numerosi approvvigionamenti idrici e valutazione dei vari piani di recupero da attuare. 12) Promuovere la formazione di gruppi solidali per l' acquisto di impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili. (modello Pubbliche Energie) 13) Piantare un albero per ogni nuovo nato. Tali piante saranno adeguatamente disposte nelle aree a verde su tutto il territorio comunale e servirà anche a ripristinare la vegetazione al parco Robinson. 14) Creazione di un piano programmatico, per l efficentamento ed il risparmio energetico degli edifici pubblici. Prevederemo anche l installazione di impianti alimentati da fonti rinnovabili (quali pannelli fotovoltaici, solari, etc...) e di sistemi di illuminazione alternativi o a basso consumo energetico. 15) Corsi gratuiti di agricoltura biologica e bioritmica, giardinaggio e gestione del verde anche su piccola scala o tramite la tecnica degli orti verticali adatti per chi ha poco spazio a disposizione. 16) Favorire la nascita di gruppi di acquisto solidale anche sul nostro territorio, che favoriscano la vendita e l acquisto di prodotti alimentari locali. 17) Introduzione su tutto il territorio comunale di appositi distributori che forniscano, a modici prezzi, sacchetti igienici per animali a quattro zampe. 18) Creazione di orti urbani, appezzamenti di terreno pubblico destinati alla coltivazione (senza pesticidi) di ortaggi e frutta, messi a disposizione dei cittadini che ne facciano richiesta. Verranno privilegiate alcune categorie, quali anziani e disabili. Pagina 9

11 SPORT e SALUTE Nati per correre e giocare Carta Olimpica La pratica dello sport è un diritto dell uomo. Ogni individuo deve avere la possibilità di praticare lo sport senza discriminazioni di alcun genere e nello spirito olimpico, che esige mutua comprensione, spirito di amicizia, solidarietà e fair-play Con questo spirito sosterremo le associazioni sportive e i cittadini attuando una politica di promozione dello sport a 360 gradi. Intraprenderemo iniziative verso i disabili e assicurando a tutti la possibilità di accesso e utilizzo degli impianti sportivi. PROPOSTE 1) Censimento dello stato di conservazione degli impianti sportivi. Valutazione dello stato delle strutture e degli impianti tecnologici, anche per quanto riguarda l accessibilità e i servizi annessi. Per Staffoli, sentito il parere delle associazioni sportive, valuteremo gli interventi per priorità come ad esempio il rifacimento del manto erboso dei campi di calcio. Per Santa Croce Sull Arno valuteremo insieme alle associazioni sportive e ai cittadini la possibilità di progettare la cittadella dello sport. 2) Nelle scuole incentiveremo e potenzieremo il progetto di alfabetizzazione motoria con la collaborazione di neolaureati ISEF e istruttori delle associazioni sportive (come in parte già avviene) incentivando le attività alla piscina intercomunale. 3) Istituiremo un servizio informativo al fine di promuovere le attività del Parco Robinson tramite il personale dell ufficio sport e una pagina web dedicata. 4) Promozione di attività estive per ragazzi. Aderiremo al progetto Ragazzinsieme, inserito nel programma regionale Guadagnare salute in Toscana. Rendere facili le scelte salutari. Tale progetto, previsto per i ragazzi da 9 a 17 anni, si svolgerà tra gli stupendi sentieri del Parco Robinson e della frazione di Staffoli vedrà avvicinare i ragazzi alla natura. Le Attività che andremo a proporre saranno molteplici tra le quali Equitazione, Tiro con l arco, Trekking ed altri sport. Si creerà un mix tra natura, sport, cultura. 5) Incentiveremo le attività sportive sul territorio per i disabili e creeremo i ponti direttamente con le associazioni dei comuni limitrofi nel progetto già presente SPORTHABILE (come ad esempio a San Miniato). Il nostro obiettivo è quello di poter rendere lo sport x TUTTI. 6) Realizzazione del Parco Fluviale Polivalente. Verranno promosse iniziative pubblico-private al fine di realizzare un parco destinato ad attività ricreative-sportive, quali ad esempio jogging e zona fitness, nell area che si estende lungo la riva nord dell Arno da piazza Nuvolari al confine con il Comune di Fucecchio lato est. 7) Realizzazione di una pista ciclopedonale lungo via delle pinete a Staffoli 8) Istituzione della festa dello sport : ogni associazione porterà in piazza la propria attività sportiva promuovendola al fine di creare le basi ed i presupposti per uno sport per tutti. 9) Promozione di un calendario sportivo, al fine di pubblicizzare tutte le attività sportive che si svolgono a Santa Croce e Staffoli. Pagina 10

12 SOCIALE e LAVORO SOCIALE La nostra idea di sociale prende spunto dall intento di creare una rete di solidarietà che non sia a senso unico, dove il rispetto e la buona volontà siano reciproci. Con questo scopo ed obiettivo ci prefiggiamo di toccare con mano tutti gli aspetti della vita sociale che vanno dalle attività ricreative per giovani e pensionati agli aiuti per chi è in difficoltà. L attività sociale dovrà essere quindi un momento di aggregazione e di collaborazione del singolo cittadino nei confronti della collettività. Solo se ognuno di noi darà qualcosa per l altro riusciremo insieme a costruire una società armoniosa e forte. Sociale è dare te stesso per riscoprire te stesso. LAVORO Il periodo di crisi nel quale ci troviamo interessa tutto il territorio nazionale e Santa croce non ne fa eccezione. Da sempre cardine di un polo industriale molto importante (tra i primi in Italia) anche il nostro paese ha visto in costante declino le attività produttive locali. Delocalizzazione, fallimenti, casse integrazione, lavori interinali sono diventate parole troppo familiari per chi fino a ieri aveva ben altre certezze. Un tema sul quale il governo ha un potere predominante; ma (in adeguata sintonia) il comune può e deve intervenire in maniera appropriata nelle situazioni di disagio, e inoltre favorire l'accesso nel mondo del lavoro in accordo con le istituzioni preposte. 1) Sostenere iniziative come il banco alimentare e last minute market Contribuendo alla lotta agli sprechi alimentari. 2) Al fine di utilizzare le risorse economiche dell amministrazione comunale con maggiore equità e giustizia, i sussidi ed i contributi assistenziali (esempio i buoni pasto, servizio pullman scolastico, mensa) saranno assegnati anche in cambio di lavori socialmente utili. I buoni pasto saranno elargiti solo per prodotti di prima necessità. Sarà attivata una bacheca pubblicata anche on line sul sito del comune per la gestione di piccoli lavori da fare nel territorio comunale. 3) Sgravi fiscali alle start-up, giovani imprenditori e proprietari di fondi sfitti. Saranno applicati sgravi fiscali sulle tasse di competenza comunale per le aziende Start-Up o giovani imprenditori di età non superiore a anni 30. I fabbricati sfitti di proprietà di privati che verranno concessi in affitto a canoni agevolati e controllati a tali ditte saranno agevolati nella stessa maniera (il costo verrà ammortizzato con le nuove tasse pagate dalle start-up). Tali sgravi sulle tasse saranno garantiti per un massimo di 2 anni dall inizio dell attività. Pagina 11

13 SOCIALE e LAVORO 4) Cercheremo di aiutare i piccoli imprenditori, in gravi difficoltà, attraverso l istituzione di un centro sociale di ascolto, al fine di dare un primo sostegno morale e psicologico. Dopo averne valutato la copertura, la nostra idea sarebbe quella di istituire anche un fondo di emergenza che dia supporto al singolo individuo per un periodo di tempo determinato. 5) Per aiutare anziani e disabili in difficoltà metteremo a disposizione un servizio per svolgere piccole commissioni (esempio spesa, pagamento bollette, certificati sanitari). Questo servizio rientrerà anche nei lavori socialmente utili previsti nel punto 2. 6) Banca del tempo: il progetto è stato sperimentato in altri comuni (esempio Prato, Verona, Piacenza), e consiste nello scambio di attività, competenze e servizi dove l unica moneta è il tempo. 7) Al fine di garantire l assegnazione e l occupazione degli edifici residenziali pubblici (case popolari) a chi ne ha veramente diritto, ci adopereremo per effettuare controlli periodici a tappeto con la collaborazione dell Agenzia delle Entrate, confrontando i loro dati con quelli in possesso dell amministrazione. 8) Per l ex Hotel Cristallo in largo Galilei, amplieremo le destinazioni d uso attualmente ammissibili per la sua ristrutturazione edilizia, introducendo la categoria a Servizi, al fine di poterlo recuperare e destinarlo a residenza per anziani e casa famiglia. Questa destinazione sarà privilegiata rispetto alle altre possibilità, prevedendo forti sconti sugli oneri concessori, e sull iter burocratici delle pratiche edilizie, a patto d i c o n v e n z i o n a r e l i n t e r v e n t o c o n l amministrazione comunale, in modo da garantire l utilizzo gratuito di alcuni alloggi da destinare ad anziani non abbienti, individuati dall Ufficio dei Servizi Sociali.A Santa Croce esiste solo una piccola struttura adibita a questo scopo, insufficiente ad accogliere la grande domanda esistente. Molti anziani, che necessitano di assistenza, in grado di pagare una quota, potrebbero così conservare la residenza nel cuore del centro di Santa Croce, e mantenere così la propria rete di rapporti sociali ed affettivi. 9) Casa solidale. Il progetto nasce per trasformare problema abitativo in nuove opportunità per una comunità più coesa, mediante l attivazione di coabitazioni per breve periodo fondate sui principi del mutuo aiuto e della reciproca solidarietà. Tale progetto coinvolge persone che hanno uno spazio da offrire nella propria abitazione e persone che stanno cercando una soluzione abitativa ed hanno difficoltà a trovarla, così come persone disponibili a cercare casa assieme ad altri. L amministrazione comunale promuoverà il progetto attraverso una collaborazione tra servizi sociali e associazioni, allo scopo di far incontrare domanda e offerta, raccogliendo informazioni grazie alle quali vengono organizzati incontri di conoscenza fra le persone, che sceglieranno liberamente di iniziare o meno l esperienza di coabitazione e ne definiscono le modalità. 10) Riportare in auge Santa Croce in Piazza per cercare di coinvolgere nuovamente la partecipazione di tutta la cittadinanza, di tutti i gruppi carnevaleschi e delle altre associazioni. Vorremo così favorire anche la formazione di un comitato giovanile che si occupi della sua oraganizzazione e della programmazione di eventi da inserire al suo interno. 11) Introduzione di parcheggi rosa (centro, posta, palazzetto, ecc ) per donne in gravidanza o con figli piccoli fino ad un anno, mediante l esposizione di un apposito tesserino. 12) Vieteremo nei circhi e nelle varie manifestazioni l utilizzo di animali esotici mediante un ordinanza comunale. Pagina 12

14 URBANISTICA, LAVORI PUBBLICI e SICUREZZA Modificare la struttura urbanistica di una città significa cambiarne la morale. Ripensare la progettazione e la percezione degli spazi pubblici, significa anche far capire ai cittadini che una scuola, un marciapiede uno spazio a verde sono soprattutto cosa loro. L amministrazione ha il dovere di costruire e mantenere i beni della collettività, ma i cittadini hanno oltremodo il dovere di usarli con cura ed attenzione. Sarà nostro impegno, riqualificare Santa Croce sull Arno e Staffoli, incidendo sulla razionalizzazione del consumo di suolo, attraverso un azione profonda di recupero di quelle zone del territorio comunale, dove sono presenti ingenti volumetrie ex produttive. L assunto alla base di questa idea sta nella convinzione che la qualità e la funzionalità di un sistema urbano può essere raggiunta solamente con l impegno e la sinergia di intenti tra l amministrazione e la cittadinanza. A nostro avviso è imprescindibile dunque, la scelta di investire sul recupero edilizio, incentivandolo al fine di ridurne il degrado, ed al tempo stesso valorizzare ed incentivare paritariamente l aspetto architettonico e l approccio progettuale di ogni intervento. Migliorare il nostro intorno contribuire al miglioramento della qualità della vita stessa. URBANISTICA 1) Recupero delle volumetrie costituite da vecchi complessi edilizi ex industriali, attraverso l uso della perequazione fondiaria : La ristrutturazione urbanistica, verrà attuata con il recupero del 50% della SLP in loco, ed il decollo del restante 50% con la ricollocazione in zone di atterraggio, da individuare tra Santa Croce e Staffoli, in terreni ricadenti nelle UTOE privati di indici di edificabilità. Nelle volumetrie recuperate nel luogo di origine, saranno incentivate le forme di housing sociale. 2) Incentivazioni per le nuove costruzioni di qualità, e per le ristrutturazioni, di edifici è principalmente con destinazione residenziale e direzionale saranno assegnati degli sconti sugli oneri di urbanizzazione, in proporzione alle classi energetiche raggiunte, dalla classe B alla classe A+. 3) Istituzione di una commissione edilizia per la Qualità Architettonica, al fine di incentivare la creatività e la qualità costruttiva (Bio-edilizia), sia nel recupero urbano che per i nuovi progetti. Il passaggio da detta commissione verrà messo in atto, in maniera volontaria dai proponenti, ricorrendo anche ad un percorso valutativo on-line da parte dei privati cittadini. La valutazione dei vari progetti così ottenuta porterà al conseguimento di sconti sugli oneri concessori o bonus di SLP. 4) Istituzione del catasto comunale delle coperture in eternit. Verranno censite le coperture contenenti cemento-amianto, contestualmente sarà obbligatorio per chi eseguirà opere edilizie, dichiarare se nella proprietà sono presenti manufatti contenenti amianto ed il loro stato di conservazione. La localizzazione di detti manufatti sarà riportata in una apposita cartografia del Regolamento Urbanistico e pubblicata on-line. Questo strumento garantirà all amministrazione un sistema di controllo, sempre aggiornato e che contribuirà fattivamente alla tutela della salute pubblica. Come indicato nella sezione Ambiente del programma, verrà edotto l Ufficio Ambiente del Comune, al fine di informare ed incentivare, la rimozione di piccole coperture in Eternit, da parte dei cittadini. L amministrazione si farà promotore, sfruttando il principio dell acquisto solidale, di mettere insieme una volta l anno, quante più richieste possibili di smaltimento Eternit, effettuando quindi un bando pubblico per lo smaltimento dell amianto. In questa maniera i cittadini potranno usufruire della miglior offerta possibile fatta da ditte specializzate ed autorizzate nel settore. Pagina 13

15 URBANISTICA, LAVORI PUBBLICI e SICUREZZA 5) Formazione del regolamento edilizio interattivo, con note integrative ed implementabili con le varie ed eventuali interpretazioni di casi particolari, che una volta approvati da una commissione edilizia, siano recepiti, e pubblicati on-line come nota integrativa nel referente paragrafo o articolo. Questo permetterà un migliore servizio per i Tecnici operanti, fornendo quindi indirettamente un servizio di qualità e trasparenza a tutti i cittadini. 6) Incentivi per il ripristino delle facciate dei fabbricati del centro storico. Verranno introdotte forme incentivanti, quali sgravi su tasse comunali e la costituzione di un piccolo fondo dedicato, da elargire ai proprietari che intendono riqualificare i propri edifici in centro storico, contribuendo così al ripristino del decoro generale. LAVORI PUBBLICI 1) Istituzione di un processo partecipativo per la realizzazione del recupero di piazza Matteotti e piazza Panattoni. Sarà indetto un concorso di idee aperto principalmente a giovani Architetti e designer, mettendo in palio un modesto rimborso (low-budget). I primi 5 progetti pervenuti, e scelti dalla commissione urbanistica del Comune, verranno pubblicati on-line sul sito internet comunale, dove potranno così essere, valutati e poi votati direttamente dai cittadini. 2) Processo di recupero per l ex cinema di Staffoli. Verificheremo le condizioni statiche e l agibilità dell immobile, al fine di promuovere un concorso di idee aperto principalmente a giovani Architetti e designer, per il recupero ed il suo riutilizzo. Una volta individuate le possibili azioni e valutato i relativi costi, sarà attuato un processo partecipativo tra gli staffolesi per scegliere la miglior soluzione possibile. 3) Verifica e riprogettazione della rete di piste ciclabile e della segnaletica orizzontale e verticale: Il comune di Santa Croce Sull Arno è già dotato di una serie di piste ciclabili o meglio aree e spazi adibiti al transito delle biciclette. Queste dovranno essere riviste, rivalutate e migliorate. La rete di corsie ciclabili dovrà essere implementata, in modo da consentire di raggiungere i punti di maggior interesse pubblici. Sulla viabilità, dove possibile, sarà attuata una netta divisione tra la pista ciclabile e la corsia per auto, in conformità al C. d. S. La revisione e la riprogettazione delle piste ciclabili come anche la segnaletica stradale dovrà essere portata avanti in concerto con il Comando della Polizia Municipale. 5) Verifica e riprogettazione della viabilità. Un ulteriore obiettivo sarà quello di dare finalmente una viabilità vivibile ai Santacrocesi e a tutti coloro che arrivano nel nostro comune. Con l esperienza e la conoscenza del territorio da parte degli Operatori della Polizia Municipale verrà rivista tutta la viabilità del territorio comunale, al fine primario di rendere più scorrevole e pratico viaggiare per Santa Croce. Sarà sostituita la segnaletica verticale obsoleta con quella prevista dal C.d.S. 6) Ampliamento della rete wi-fi gratuita - L amministrazione comunale di Santa Croce sull Arno ha già attivato la rete wi-fi con possibilità di navigazione gratuita per quattro ore al giorno, nelle aree di Piazza Matteotti, Piazza del Popolo, Piazza Garibaldi, in corso Mazzini, da Via Buoni a Via Leoni e nel Palazzo Comunale. E nostra intenzione implementare la rete wi-fi in altri luoghi e spazi del comune, come la Zona Industriale e Piazza Panattoni a Staffoli, per un migliore servizio ai cittadini, turisti di passaggio o operatori del settore industriale quali rappresentanti, clienti ecc., in modo che abbiano sempre la possibilità di connettersi alla rete. Pagina 14

16 URBANISTICA, LAVORI PUBBLICI e SICUREZZA 7) Ripristino del Ponticello Paduletta In merito al ponticello crollato in via della Paduletta a Staffoli effettueremo le verifiche per risolvere il problema, affinchè sia ricostruito quanto prima per eliminare il disagio procurato da molto tempo ai residenti in particolar modo a quelli che abitano ai Casoni. 8) Rilancio e valorizzazione del Parco Robinson. Dobbiamo far sì che quest area a verde, magari poco conosciuta alle giovani generazioni, ritorni ad essere il parco di Staffoli e di S. Croce, in primis, facendone un luogo sicuro chiedendo un maggiore controllo ai Carabinieri e ai Vigili Urbani durante tutte le ore del giorno. Utilizzeremo come deterrente l installazione di una telecamera di videosorveglianza a 360 gradi, ed eventualmente sarà valutata l apposizione di una sbarra che ne impedisca l accesso nelle ore notturne. Faremo un progetto di piantumazione di alberi ad alto fusto in sostituzione di quelli ammalorati ed abbattuti. Tutto questo al fine di renderlo nuovamente un luogo di svago adatto alle famiglie ed ai bambini. 9) Creazione di un piano programmatico, per l e f fi c i e n t a m e n t o e d i l r i s p a r m i o dell illuminazione pubblica. Prevederemo una sostituzione minima annua, di vecchi lampioni con nuovi lampioni a led o lampioni fotovoltaici. 10) Rilievo e mappatura sullo stato dell accessibilità, di luoghi pubblici, di marciapiedi e tratti viari da parte di portatori di handicap e di limitata capacità motoria o sensoriale. Ancora oggi nonostante l introduzione del testo di legge n 13/89 che si proponeva l eliminazione delle barriere architettoniche, si riscontrano nel territorio comunale, luoghi pubblici difficilmente accessibili, marciapiedi senza gli opportuni scivoli o peggio ancora pali della illuminazione pubblica che impediscono o limitano il passaggio e l accesso da parte di disabili in carrozzina. Per porre rimedio a questo problema prevederemo un programma graduale di rimessa a norma 11) Rilievo e monitoraggio sullo stato di manutenzione di tutte le aree a verde del comune, comprese le attrezzature ivi presenti. Realizzeremo un monitoraggio delle aree a verde comunali, per verificare lo stato di manutenzione di tutte le infrastrutture, gli arredi ed i giochi presenti, in modo da realizzare anche in questo caso un piano programmatico, che ne preveda la manutenzione o la eventuale sostituzione. 12) Creazione di un area di parcheggio attrezzato, per i TIR che stazionano nell area industriale di Santa Croce. Verrà individuata un area, preferibilmente vicino alla nuova Francesca, dove creare un parcheggio attrezzato a pagamento, con servizi, docce e w.c. Le piazzole per il parcheggio degli autotreni, saranno dotati di prese di corrente e di pensiline coperte ed attrezzate con tavoli e panche, per il ristoro degli autisti all aperto. 13) Realizzazione del parco fluviale polivalente. Attueremo verificate le coperture finanziarie, attraverso sinergie pubbliche-private, un parco fluviale polivalente. L area prescelta risulta individuata nella variante n 10 al R.U. come Parco Pubblico ed area a verde e servizi, che si estende lungo la riva nord dell Arno da piazza Nuvolari al confine con il Comune di Fucecchio. Sarà nostra intenzione realizzare In questa ampia area un percorso jogging alberato con aree fitness, un area recintata per lo sgambamento e l esercizio dei cani, mentre una parte sarà destinata al Pagina 15

17 URBANISTICA, LAVORI PUBBLICI e SICUREZZA SICUREZZA Vogliamo salvaguardare il diritto alla libertà e alla sicurezza del cittadino. Al fine di migliorare la percezione della sicurezza e aiutare le Autorità Giudiziarie installeremo le telecamere di videosorveglianza a 360 gradi nei punti critici del territorio comunale di Santa Croce Sull Arno e Staffoli e nella zona industriale. La collocazione delle telecamere verrà eseguita attraverso una consultazione partecipativa della cittadinanza. L'utilizzo di tali sistemi è oggi in crescita costante. Le telecamere sono oramai divenute un dispositivo standard di sicurezza in molte città e luoghi pubblici. I filmati saranno automaticamente cancellati dopo pochi giorni come previsto dalle vigenti norme in materia di privacy, e verranno conservati solo quelli ritenuti necessari per completare le eventuali indagini delle Autorità Giudiziarie. Pagina 16

18 STAFFOLI 5 STELLE TRASPARENZA E PARTECIPAZIONE Revisione del regolamento riguardante il forum di Staffoli, al fine di renderlo realmente uno strumento di collegamento e partecipazione tra gli staffolesi e l amministrazione comunale. Ad oggi questo obiettivo, per cui il forum era nato, è rimasto solo sulla carta. Noi vogliamo che questo organo diventi uno strumento con cui i cittadini staffolesi possano intervenire concretamente sulle decisioni che riguardano il loro territorio. A tale scopo vogliamo implementare sul sito del comune un forum interattivo, diviso per aree tematiche, nel quale inseriremo degli strumenti informativi, consultivi e partecipativi. Creeremo una sezione in cui sarà possibile consultare le delibere e le determine riguardanti specificamente Staffoli. Gli argomenti che emergeranno dall attività del Forum saranno affrontati in un consiglio comunale aperto, che si terrà direttamente a Staffoli. CULTURA Sostenere la pro-loco di Staffoli per la promozione, organizzazione della festa medievale, che si svolge con successo già da tre anni e tutte le altre manifestazioni organizzate dalle associazioni staffolesi. RIFIUTI Valutazione dello stato delle strutture e degli impianti tecnologici, anche per quanto riguarda l accessibilità e i servizi annessi. Sentito il parere delle associazioni sportive, valuteremo gli interventi per priorità come ad esempio il rifacimento del manto erboso dei campi di calcio. Promozione di attività estive per ragazzi. Aderiremo al progetto Ragazzinsieme, inserito nel programma regionale Guadagnare salute in Toscana. Rendere facili le scelte salutari. Tale progetto, previsto per i ragazzi da 9 a 17 anni, si svolgerà tra gli stupendi sentieri del Parco Robinson e della frazione di Staffoli che vedrà avvicinare i ragazzi alla natura. Le Attività che andremo a proporre saranno molteplici tra le quali Equitazione, Tiro con l arco, Trekking ed altro. Si creerà un mix tra natura, sport, cultura. Realizzazione di una pista ciclopedonale lungo via delle pinete a Staffoli Promozione di un calendario sportivo, al fine di pubblicizzare tutte le attività sportive che si svolgono a Santa Croce e Staffoli. Aderire alla strategia RIFIUTI ZERO, che si propone di riprogettare la vita ciclica dei materiali, in modo tale da riutilizzare tutti i prodotti e da far tendere allo zero la quantità di rifiuti conferiti in discarica. Questa strategia si contrappone alle pratiche che prevedono l'incenerimento dei rifiuti. Prevederemo un ritiro mensile di rifiuti non ingombranti e non smaltibili come indifferenziato (ad es. piccoli elettrodomestici, lampadine, ecc.) SPORT E SALUTE Censimento dello stato di conservazione degli impianti sportivi. MoVimento 5 Stelle Santa Croce sull'arno Pagina 17

19 STAFFOLI 5 STELLE LAVORI PUBBLICI Istituzione di un processo partecipativo per la realizzazione del recupero di piazza Panattoni. Sarà indetto un concorso di idee aperto principalmente a giovani Architetti e designer, mettendo in palio un modesto rimborso (low-budget). I primi 5 progetti pervenuti, e scelti dalla commissione urbanistica del Comune, verranno pubblicati on-line sul sito internet comunale, dove potranno così essere valutati e poi votati direttamente dai cittadini. Processo di recupero per l ex cinema di Staffoli. Verificheremo le condizioni statiche e l agibilità dell immobile, al fine di promuovere un concorso di idee aperto principalmente a giovani Architetti e designer, per il recupero ed il suo riutilizzo. Una volta individuate le possibili azioni e valutato i relativi costi, sarà attuato un processo partecipativo tra gli staffolesi per scegliere la miglior soluzione possibile. Rilancio e valorizzazione del parco Robinson. Dobbiamo far sì che quest area a verde, magari poco conosciuta alle giovani generazioni, ritorni ad essere il parco di Staffoli e di S. Croce, in primis, facendone un luogo sicuro chiedendo un maggiore controllo ai Carabinieri e ai Vigili Urbani durante tutte le ore del giorno. Utilizzeremo come deterrente l installazione di una telecamera di videosorveglianza a 360 gradi, ed eventualmente sarà valutata l apposizione di una sbarra che ne impedisca l accesso nelle ore notturne. Faremo un progetto di piantumazione di alberi ad alto fusto in sostituzione di quelli ammalorati ed abbattuti. Tutto questo al fine di renderlo nuovamente un luogo di svago adatto alle famiglie ed ai bambini. Ampliamento della rete wi-fi gratuita - L amministrazione comunale di Santa Croce sull Arno ha già attivato la rete wi-fi con possibilità di navigazione gratuita per quattro ore al giorno, nelle aree di Piazza Matteotti, Piazza del Popolo, Piazza Garibaldi, in corso Mazzini, da Via Buoni a Via Leoni e nel Palazzo Comunale. E nostra intenzione implementare la rete wi-fi in altri luoghi e spazi del comune, come la Zona Industriale e Piazza Panattoni a Staffoli, per un migliore servizio ai cittadini, turisti di passaggio o operatori del settore industriale quali rappresentanti, clienti ecc., in modo che abbiano sempre la possibilità di connettersi alla rete. Ripristino del Ponticello Paduletta. In merito al ponticello crollato in via della Paduletta a Staffoli effettueremo le verifiche per risolvere il problema, affinchè sia ricostruito quanto prima per eliminare il disagio procurato da molto tempo ai residenti in particolar modo a quelli che abitano ai Casoni. MoVimento 5 Stelle Santa Croce sull'arno Pagina 18

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

Dipartimento Ambiente e Sviluppo Servizio Ambiente. U.O. C. Sviluppo Sostenibile, Agenda XXI, Comunicazione SINTESI PROGETTO

Dipartimento Ambiente e Sviluppo Servizio Ambiente. U.O. C. Sviluppo Sostenibile, Agenda XXI, Comunicazione SINTESI PROGETTO Dipartimento Ambiente e Sviluppo Servizio Ambiente U.O. C. Sviluppo Sostenibile, Agenda XXI, Comunicazione SINTESI PROGETTO ATTUAZIONE DEL PROGETTO REBIR Risparmio Energetico, Bioedilizia, Riuso Data 29.01.2009

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

in collaborazione con BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO

in collaborazione con BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO in collaborazione con Il contesto di riferimento BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO L obiettivo fissato dall Unione Europea che si prefiggeva di raggiungere una ricettività del 33% dei nidi e in generale

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

Progetto Rubiera Centro

Progetto Rubiera Centro LE POLITICHE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA QUALIFICAZIONE DEI CENTRI COMMERCIALI NATURALI Progetti anno 2013 (D.G.R. n. 1822/2013) Bologna, 1 luglio 2014 Progetto Rubiera Centro Il progetto del comune

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili TITOLO I - PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto e ambito di applicazione Art. 2 Principi normativi Art. 3 Finalità Art. 4 Destinatari degli interventi

Dettagli

Opere di urbanizzazione

Opere di urbanizzazione Opere di urbanizzazione di Catia Carosi Con il termine opere di urbanizzazione si indica l insieme delle attrezzature necessarie a rendere una porzione di territorio idonea all uso insediativo previsto

Dettagli

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 6 febbraio 2006 e rettificato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE Art. 1 - ISTITUZIONE E istituito presso il Comune di Golfo Aranci, un Centro di Aggregazione

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova. progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci * * *

COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova. progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci * * * COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci ina 1 L Amministrazione comunale di Ronco Scrivia (provincia di Genova) intende integrare la dotazione

Dettagli

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di:

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di: Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014 Sede di Torino RUGGIERI Nicoletta Maria Mobility Manager Elaborazione e Cura di: CAGGIANIELLO Giorgio SAPIO Michele VENTURA Lorella Amministrazione

Dettagli

Censimento Programma di intervento per l abbattimento delle barriere architettoniche e urbanistiche

Censimento Programma di intervento per l abbattimento delle barriere architettoniche e urbanistiche Censimento Programma di intervento per l abbattimento delle barriere architettoniche e urbanistiche Schede rilievo SCHEDA RILIEVO BARRIERE ARCHITETTONICHE SPAZI - strade Vinci Toiano CENTRO ABITATO Sant

Dettagli

ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti)

ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti) ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti) La zona è destinata ad accogliere attrezzature e servizi pubblici o ad uso pubblico di interesse generale su scala territoriale: uffici pubblici o privati di interesse

Dettagli

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 TITOLO DEL PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 Settore e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo Valutazione Crediti e proposte Progetti Area Turismo a cura di Bruno Turra Questo documento intende affrontare l analisi delle priorità di valutazione nell area turismo individuandone le principali componenti

Dettagli

COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO Provincia di Pisa

COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO Provincia di Pisa Allegato B COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO Provincia di Pisa SETTORE 2 GESTIONE DEL TERRITORIO E DEL PATRIMONIO U.O. URBANISTICA EDILIZIA Modifica all Appendice 2 Schede norma dei comparti di trasformazione

Dettagli

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007)

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) COMUNE DI NORMA Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) Articolo 1 SCOPI DEL REGOLAMENTO 1. L Amministrazione Comunale, in

Dettagli

RESPONS.In.City - Methodology

RESPONS.In.City - Methodology RESPONS.In.City - Methodology THE METHODOLOGY OF A RESPONSIBLE CITIZENSHIP PROMOTION Metodologia di Promozione della Cittadinanza come Responsabilità Condivisa 1 Premessa La possibilità di partecipare

Dettagli

REGOLAMENTO Autorizzazione al funzionamento e Accreditamento delle strutture, Accreditamento Soggetti erogatori Servizi Sociali

REGOLAMENTO Autorizzazione al funzionamento e Accreditamento delle strutture, Accreditamento Soggetti erogatori Servizi Sociali AMBITO TERRITORIALE DI AGNONE AGNONE BELMONTE DEL SANNIO CAPRACOTTA CAROVILLI CASTEL DEL GIUDICE CASTELVERRINO PESCOPENNATARO PIETRABBONDANTE POGGIO SANNITA SAN PIETRO AVELLANA SANT ANGELO DEL PESCO VASTOGIRARDI

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del ASSESSORATO SERVIZI SOCIALI Proposta N. 66 del 24/03/2015 SERVIZIO SERVIZI SOCIALI Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Dettagli

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2009

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2009 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 009 Funzion 9 0 3 Servizio. Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di controllo 0 Organi istituzionali, partecipazione e decentramento 0 Segreteria

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI INDICE CAPO I - NORME GENERALI ART: 1 - FINALITA ART.

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

PRESENTAZIONE PROGETTO

PRESENTAZIONE PROGETTO PRESENTAZIONE PROGETTO Serie di attività svolte per sollecitare : Un maggior impegno sociale, Coinvolgimento attivo nella vita cittadina, Crescita della cultura della solidarietà, Dedicazione di parte

Dettagli

La privacy a scuola DAI TABLET ALLA PAGELLA ELETTRONICA. LE REGOLE DA RICORDARE

La privacy a scuola DAI TABLET ALLA PAGELLA ELETTRONICA. LE REGOLE DA RICORDARE La privacy DAI TABLET ALLA PAGELLA ELETTRONICA. LE REGOLE DA RICORDARE Temi in classe Non lede la privacy l insegnante che assegna ai propri alunni lo svolgimento di temi in classe riguardanti il loro

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

TITOLO I Ambito di applicazione. TITOLO II Disposizioni generali.

TITOLO I Ambito di applicazione. TITOLO II Disposizioni generali. Regolamento d uso del verde Adottato dal Consiglio Comunale nella seduta del 17.7.1995 con deliberazione n. 173 di Reg. Esecutiva dal 26.10.1995. Sanzioni approvate dalla Giunta Comunale nella seduta del

Dettagli

CONTO DEL BILANCIO 2013

CONTO DEL BILANCIO 2013 CONTO DEL BILANCIO 03 IMPEGNI PER SPESE CORRENTI I N T E R V E N T I C O R R E N T I Personale Acquisto di beni di Consumo e/o di Materie Prime Prestazioni di servizi Utilizzo di Beni di terzi Trasferimenti

Dettagli

Anche se non è ancora stato definito nei dettagli il testo della nuova legge, il lungo lavorìo di preparazione ha fatto condensare alcune idee-guida

Anche se non è ancora stato definito nei dettagli il testo della nuova legge, il lungo lavorìo di preparazione ha fatto condensare alcune idee-guida Anche se non è ancora stato definito nei dettagli il testo della nuova legge, il lungo lavorìo di preparazione ha fatto condensare alcune idee-guida Anche la legge sulla riqualificazione urbana è un tassello

Dettagli

non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno..

non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno.. Comune di Modena ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOCIALI SANITARIE E ABITATIVE non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno.. Cerchi casa e stai vivendo un momento

Dettagli

2013-2018 ROMA CAPITALE

2013-2018 ROMA CAPITALE 2013-2018 ROMA CAPITALE Proposte per il governo della città Sintesi stampa IL VINCOLO DELLE RISORSE ECONOMICO-FINANZIARIE Il debito del Comune di Roma al 31/12/2011 ammonta a 12,1 miliardi di euro; di

Dettagli

Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche

Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche Comune di Parma Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche A vent anni dall entrata in vigore della più importante legge sull abbattimento delle barriere

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI

CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI ISTITUTO COMPRENSIVO SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO v. Marconi, 62 15058 VIGUZZOLO (AL) Tel. 0131/898035 Fax 0131/899322 Voip 0131974289 Mobile 3454738373 E_mail: info@comprensivoviguzzolo.it

Dettagli

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo.

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo. 17875 LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27 Disposizioni urgenti in materia di prevenzione del rischio e sicurezza delle costruzioni Istituzione del fascicolo del fabbricato. IL CONSIGLIO REGIONALE HA

Dettagli

Bando del Concorso Nazionale Il Paesaggio raccontato dai ragazzi. Narrazioni e immagini nell'era digitale

Bando del Concorso Nazionale Il Paesaggio raccontato dai ragazzi. Narrazioni e immagini nell'era digitale Progetto Nazionale di Educazione al Patrimonio 2011-2012 Bando del Concorso Nazionale Il Paesaggio raccontato dai ragazzi. Narrazioni e immagini nell'era digitale Presentazione Sul presupposto che si conserva

Dettagli

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2012

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2012 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 0 9 0 3 Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di con-trollo Servizio 0. 0 Organi istituzionali, partecipazione e decentramento 38.83,47.000,00 75.86,00

Dettagli

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2014

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2014 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 04 9 0 3 Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di con-trollo Servizio 0. 0 Organi istituzionali, partecipazione e decentramento 0,00 980,00 9.007,00

Dettagli

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2009

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2009 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 009 9 0 3 Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di con-trollo Servizio 0. 0 Organi istituzionali, partecipazione e decentramento 6.40,57.44,00 38.640,43

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: ANNO RICCO MI CI FICCO SETTORE e Area di Intervento: Settore A: Assistenza Aree: A02 Minori voce 5 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO OBIETTIVI DEL PROGETTO OBIETTIVI GENERALI

Dettagli

Facciamo scuola consapevolmente

Facciamo scuola consapevolmente SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO Progettazione e realizzazione di laboratori sull educazione al Consumo consapevole - Anno scolastico 2011/2012 BANDO 2011 ATTENZIONE La scheda progettuale, divisa in una parte

Dettagli

Nuovo Piano Casa Regione Lazio. Legge 11 agosto 2009 n. 21, come modificata dalle leggi 13 agosto 2011 nn. 10 e 12

Nuovo Piano Casa Regione Lazio. Legge 11 agosto 2009 n. 21, come modificata dalle leggi 13 agosto 2011 nn. 10 e 12 Nuovo Piano Casa Regione Lazio Legge 11 agosto 2009 n. 21, come modificata dalle leggi 13 agosto 2011 nn. 10 e 12 AMBITO DI APPLICAZIONE (Art. 2) La Legge si applica agli edifici: Legittimamente realizzati

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati VISTO DAI BAMBINI E DAI RAGAZZI ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati in questa sezione riguardano progetti e proposte in aree di verde pubblico. Se il primo lavoro è finalizzato all arredo

Dettagli

+ CON. Il bando. Finalità. Destinatari

+ CON. Il bando. Finalità. Destinatari + CON Il bando AMNU e STET promuovono un bando rivolto alle scuole di ogni ordine e grado del territorio dell Alta Valsugana e Bersntol. Il bando sollecita l attivazione di progetti finalizzati al risparmio

Dettagli

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA 4 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 162 suppl. del 15-10-2009 PARTE PRIMA Corte Costituzionale LEGGE REGIONALE 7 ottobre 2009, n. 20 Norme per la pianificazione paesaggistica. La seguente

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO

AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO LA NOSTRA VISIONE COMUNE Noi, governi locali europei, sostenitori della Campagna delle Città Europee Sostenibili, riuniti alla conferenza di Aalborg+10, confermiamo la nostra

Dettagli

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi Tra Il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con sede in Via Cristoforo Colombo, 44, 00187

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

presenta: CUCCIOLI SPRINT (progetto di attività cognitivo-motoria per bambini dai 20 mesi ai tre anni)

presenta: CUCCIOLI SPRINT (progetto di attività cognitivo-motoria per bambini dai 20 mesi ai tre anni) presenta: CUCCIOLI SPRINT (progetto di attività cognitivo-motoria per bambini dai 20 mesi ai tre anni) Premessa: Sportivissimo a.s.d. è un associazione affiliata all ACSI e al CONI che intende promuovere

Dettagli

Codice univoco Ufficio per fatturazione elettronica: UFNGS6

Codice univoco Ufficio per fatturazione elettronica: UFNGS6 54 Distretto Scolastico ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE AD INDIRIZZO MUSICALE De Amicis Baccelli di Sarno (Sa) Sede Legale: Corso G. Amendola, 82 - C.M.: SAIC8BB008 - C.F.:94065840657 E mail:saic8bb008@istruzione.it

Dettagli

Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI

Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI Approvato con Deliberazione consiliare n 94 del 21 giugno 2004 INDICE Articolo

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

Presentazione Progetto Sport di Classe

Presentazione Progetto Sport di Classe Presentazione Progetto Sport di Classe a sostegno dell attività motoria e sportiva nella scuola 1 GOVERNANCE dello sport a scuola MIUR - CONI - Promuove il riconoscimento in ambito scolastico del valore

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U.

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. DISCIPLINA DEI LIMITI E DEI RAPPORTI RELATIVI ALLA FORMAZIONE DI NUOVI STRUMENTI URBANISTICI

Dettagli

LEGGI - REGOLAMENTI - DECRETI - ATTI DELLA REGIONE

LEGGI - REGOLAMENTI - DECRETI - ATTI DELLA REGIONE 6 PARTE PRIMA LEGGI - REGOLAMENTI - DECRETI - ATTI DELLA REGIONE Sezione I LEGGI REGIONALI LEGGE REGIONALE 17 settembre 2013, n. 16. Norme in materia di prevenzione delle cadute dall alto. Il Consiglio

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale Giunta Regionale Direzione Generale delle Politiche Territoriali, Ambientali e per la Mobilità Area di Coordinamento Mobilità e Infrastrutture Settore Pianificazione del Sistema Integrato della Mobilità

Dettagli

Avviso Pubblico Giovani Attivi

Avviso Pubblico Giovani Attivi All. A Avviso Pubblico Giovani Attivi P.O.R. Campania FSE 2007-2013 Asse III Obiettivo Specifico: g) Sviluppare percorsi di integrazione e migliorare il (re)inserimento lavorativo dei soggetti svantaggiati

Dettagli

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2007

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2007 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 007 Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di con-trollo Servizio 0. 0 Organi istituzionali, partecipazione e decentramento 9 0 3 5.00 7.00.00 Servizio

Dettagli

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto Gentile Cliente, il momento storico della fine del Conto Energia in Italia è arrivato lo scorso 6 luglio ed ha rappresentato un punto di svolta per tutti gli operatori del solare. La tanto discussa grid

Dettagli

La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015

La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015 La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015 Gentile Famiglia, nel presente opuscolo trovate il Contratto di corresponsabilità educativa e formativa ed il Contratto di prestazione educativa e formativa.

Dettagli

COMUNE DI ROVELLASCA

COMUNE DI ROVELLASCA COMUNE DI ROVELLASCA Provincia di COMO REGOLAMENTO SERVIZIO DI VOLONTARIATO CIVICO COMUNALE Approvato con deliberazione C.C. n. 5 del 13.04.2015 Ripubblicato all Albo pretorio dal 13.05.2015 al 28.05.2015

Dettagli

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R.

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. /2007 Sommario PREMESSA COMUNE ALLE SEZIONI A E B...3 SEZIONE A - SERVIZI

Dettagli

IL PROGRAMMA NAZIONALE DI PREVENZIONE DEI RIFIUTI

IL PROGRAMMA NAZIONALE DI PREVENZIONE DEI RIFIUTI IL PROGRAMMA NAZIONALE DI PREVENZIONE DEI RIFIUTI Con decreto direttoriale del 7 ottobre 2013, il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ha adottato il Programma Nazionale di

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 02-04-2001 (punto N. 35. ) Delibera N.349 del 02-04-2001

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 02-04-2001 (punto N. 35. ) Delibera N.349 del 02-04-2001 REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 02-04-2001 (punto N. 35. ) Delibera N.349 del 02-04-2001 Proponente SUSANNA CENNI DIPARTIMENTO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Pubblicita

Dettagli

8 - LE OPERE DI URBANIZZAZIONE. Prof. Pier Luigi Carci

8 - LE OPERE DI URBANIZZAZIONE. Prof. Pier Luigi Carci 8 - LE OPERE DI URBANIZZAZIONE Prof. Pier Luigi Carci Introduzione Introduzione Le opere di urbanizzazione costituiscono tutte le strutture e i servizi necessari per rendere un nuovo insediamento adatto

Dettagli

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici SOMMARIO SERVIZI ALLE AZIENDE E AGLI ENTI PUBBLICI - accoglienza; - consulenza relativa alle comunicazioni obbligatorie; - servizio

Dettagli

Scheda Progetto: UN PIEDIBUS TARGATO RAVENNA

Scheda Progetto: UN PIEDIBUS TARGATO RAVENNA COMUNE DI RAVENNA Scheda Progetto: UN PIEDIBUS TARGATO RAVENNA Anno scolastico 2007/2008 PREMESSA Il Piedibus è il modo più sano, sicuro, divertente ed ecologico per andare e tornare da scuola. E un autobus

Dettagli

1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI

1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI 1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI La Provincia è un istituzione pubblica territoriale; gli organi di governo sono eletti dalla popolazione residente nel territorio e hanno il compito

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO PROGETTO DI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI Classi Prime - Seconde - Terze Anno scolastico 2012-2013 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO

Dettagli

Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale

Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale Preambolo La Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale è il documento che definisce i valori e i princìpi condivisi da tutte le organizzazioni

Dettagli

COMUNE DI SCARNAFIGI PROVINCIA DI CUNEO

COMUNE DI SCARNAFIGI PROVINCIA DI CUNEO COMUNE DI SCARNAFIGI PROVINCIA DI CUNEO OGGETTO : PIANO ESECUTIVO CONVENZIONATO PER L AREA D1 DELLA ZONA P1.8 DEL P.R.G.C. RIF. CATASTALI : FOGLIO 26 MAPP.NN.232(ex36/a), 233(ex37/a, 112, 130, 136, 171,

Dettagli

Attività e tempi Individuazione dei parametri di accesso SI Pubblicazione bando Acquisizione /verifica /accettazione domande

Attività e tempi Individuazione dei parametri di accesso SI Pubblicazione bando Acquisizione /verifica /accettazione domande NARDÒ SOCIALE Nel 2012 si sono dettate le linee guida per l attivazione della social card da attuarsi nel 2013 con lo scopo di andare incontro alle famiglie meno abbienti fornendo generi di prima necessità

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI Art. 1 Oggetto. Il Comune di Varedo, nell ottica di garantire una sempre maggiore attenzione alle politiche sportive e ricordando i principi ispiratori del

Dettagli

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%.

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%. COMUNE di SASSARI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI PROTOCOLLO D INTESA INTERISTITUZIONALE FINALIZZATO ALLA CONOSCENZA DEL FENOMENO DELLA DISPERSIONE SCOLASTICA E ALLA PRIMA INDIVIDUAZIONE DI MISURE DI

Dettagli

6. I RISULTATI RELATIVI AGLI ENTI LOCALI

6. I RISULTATI RELATIVI AGLI ENTI LOCALI dell Ambiente del 6. I RISULTATI RELATIVI AGLI ENTI LOCALI In questo capitolo esporremo i risultati che ci sembrano di maggior interesse tra quelli emersi dall elaborazione dei dati restituitici dagli

Dettagli

Comune di OZIERI BILANCIO PREVISIONE PLURIENNALE USCITE ANNO 2013 Pag. 1/6

Comune di OZIERI BILANCIO PREVISIONE PLURIENNALE USCITE ANNO 2013 Pag. 1/6 Comune di OZIERI BILANCIO PREVISIONE PLURIENNALE USCITE ANNO 2013 Pag. 1/6 1010203 240/21 SPESE MANUTENZIONE IMMOBILI ED 17.424,61 17.424,61 17.424,61 IMPIANTI UFFICI COMUNALI 1010203 400/10 SPESE PER

Dettagli

Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde

Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde Articolo 1 Oggetto 1. Il presente disciplinare regolamenta la concessione e l utilizzo del Marchio La Sardegna Compra Verde.

Dettagli

DELLA REGIONE DELL UMBRIA

DELLA REGIONE DELL UMBRIA Supplemento ordinario n. 1 al «Bollettino Ufficiale» - serie generale - n. 59 del 27 dicembre 2006 Spedizione in abbonamento postale Art. 2, comma 20/c, legge 662/96 - Fil. di Potenza REPUBBLICA ITALIANA

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di Sc. Materna Elementare e Media LENTINI 85045 LAURIA (PZ) Cod. Scuola: PZIC848008 Codice Fisc.: 91002150760 Via Roma, 102 - e FAX: 0973823292 I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI In base alla Deliberazione del Direttore Generale n. 312 del 18 ottobre 2012 si è provveduto all istituzione e disciplina dell Albo dei Fornitori dell

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

Allegato A COMUNE DI ALANO DI PIAVE Provincia di Belluno PIANO TRIENNALE DI AZIONI POSITIVE PER LE PARI OPPORTUNITÀ 2015-2017 (ART. 48, COMMA 1, D.LGS. 11/04/2006 N. 198) Il Decreto Legislativo 11 aprile

Dettagli

REGOLAMENTO DI GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI

REGOLAMENTO DI GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI AREA PATRIMONIO AMBIENTE UFFICIO TUTELA DEL PAESAGGIO E SUPPORTO AMMINISTRATIVO ALL AREA SETTORE PATRIMONIO E MANUTENZIONI REGOLAMENTO DI GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI (Approvato con deliberazione

Dettagli