Poste Italiane s.p.a. - Spedizione in Abbonamento Postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n 46) art. 1, comma 2, DCB - Cremona

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Poste Italiane s.p.a. - Spedizione in Abbonamento Postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n 46) art. 1, comma 2, DCB - Cremona"

Transcript

1 Poste Italiane s.p.a. - Spedizione in Abbonamento Postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n 46) art. 1, comma 2, DCB - Cremona Notiziario Ordine Ingegneri di Cremona Uno NUMERO 1/ ANNO XIX

2 NUMERO 1/2011 Notiziario Ordine Ingegneri di Cremona Trimestrale di informazione per gli iscritti DIRETTORE RESPONSABILE Adriano Faciocchi COMITATO DI REDAZIONE Andrea Guereschi e Alberto Sangiovanni - coordinatori CONCESSIONARIO PER LA PUBBLICITÀ UP Uggeri Pubblicità s.r.l. - Cremona Corso XX Settembre, 18 - Tel r. a. - Fax STAMPA Industria Grafica Editoriale Pizzorni - Cremona SEDE Via Palestro, CREMONA Tel Fax PEC: CONSIGLIO DELL ORDINE Adriano Faciocchi Ivano Ferrari Roberto Pedroni Cesare Capra Giulio Destri Guendalina Galli Andrea Guereschi Iosè Paroni Giuseppe Pettenazzi Gian Luigi Rossi Alberto Sangiovanni DELEGATO INARCASSA presidente vicepresidente segretario tesoriere consigliere consigliere consigliere consigliere consigliere consigliere consigliere COMMISSIONE PARCELLE e PROBLEMI TARIFFARI COMMISSIONE GIOVANI E INGEGNERI JUNIOR COMMISSIONE GIUSTIZIA COMMISSIONE STRUTTURE NUMERO 1/2011 SOMMARIO Editoriale 3 Verbali del Consiglio dell Ordine 5 Ricordo dell ing. Fulvio Beltrami 15 News Inarcassa 16 Lo studente di ingegneria 18 Centropadane 19 Inaugurazione del parcheggio di piazza Marconi a Cremona 22 Fissare in agenda ASSEMBLEA ORDINE Giovedì 16 giugno 2011 ore presso il salone dell Associazione Professionisti, con l intervento dell ing. prof. ALESSANDRO CLERICI esperto di energia. COMMISSIONE AMBIENTE E TERRITORIO COMMISSIONE IMPIANTI 2 COMMISSIONE INFORMATICA COMMISSIONE COMUNICAZIONE Il notiziario è aperto alla collaborazione di tutti gli ingegneri iscritti all albo. Gli articoli firmati esprimono il pensiero degli autori; la loro pubblicazione non implica approvazione dei giudizi espressi dagli autori e pertanto non impegna né il Consiglio dell Ordine, né il Comitato Redazionale. I testi degli articoli inviati per la pubblicazione non si restituiscono, anche se non pubblicati. Il notiziario accoglie e pubblica i notiziari delle associazioni e dei sindacati di categoria.

3 NUMERO 1/2011 EDITORIALE CASINÒ ROYAL Mi scorrono nella mente le immagini dello 007 David Craig, impegnato al servizio di Sua Maestà contro i trafficanti d armi. Nei suoi viaggi planetari (che lo porteranno sino a Venezia) si trova a giocare al Casinò Royal del Montenegro, con l obiettivo di sbancare Mrs. Le Chiffre. I milioni di dollari gli vengono accreditati da un conto svizzero con l avallo della splendida funzionaria Vespero. Il centro dell azione è la partita alla roulette. Con questa immagine introduco l argomento delle elezioni per il rinnovo del CNI. Da tutta Italia dovrebbero scaturire 15 rappresentanti in grado di identificare la nostra complessa categoria. Se fossimo in un contesto ideale, se i nostri consiglieri uscenti non si fossero smarriti nei vari ribaltoni si sarebbe potuto pensare ad una grande lista di candidati, dalla quale ogni Ordine avrebbe dovuto votare le sue persone preferite. Rammento che ogni Ordine esprime voti proporzionali al numero degli iscritti: es. Cremona ha 6 voti, Lodi 3, Milano 42, Roma Ma sappiamo purtroppo che non è così e chissà quanta acqua sotto i ponti dovrà passare perché si rimarginino le vecchie ferite. Dunque Cremona fa parte della Lombardia e la Lombardia della cosiddetta Gross Koalizion con il Triveneto, parte del Piemonte, dell Italia centrale compresa Roma, il Trisud, la Sardegna e la Sicilia. Insomma è in grado di fare la differenza, disponendo di una abbondante maggioranza dei 921 voti complessivamente disponibili. E chiara l ostilità degli esclusi, nel senso che la ricerca di alleanze condiziona fortemente la libertà degli elettori. La Lombardia ha i numeri per proporre due candidature ed ha fatto ricorso alle primarie per selezionarli in una rosa di cinque. Tra questi c era anche il sottoscritto. Preciso che la mia candidatura non era inizialmente prevista accanto a quelle di Speroni, Ronsivalle, Valsecchi e Pellegatta, ma è stata il frutto di un... pressing del nostro Consiglio. Se la cosa da un lato mi ha sorpreso, dall altro mi ha molto gratificato. Non capita tutti i giorni di godere della stima di tanti amici. Ragion per cui mi sono seduto al tavolo della roulette con la consapevolezza che, qualunque fosse stato il risultato, la mia soddisfazione già l avevo avuta (compreso l apprezzamento anche di altri colleghi sparsi per l Italia). Come in tutti i giochi d azzardo dall esito incerto... sono arrivato ultimo, spiazzato soprattutto dalla coalizione brianzola che ha decretato il successo di Valsecchi e Pellegatta, non del tutto scontato. Esiste un impegno sottoscritto da tutti i Presidenti di rispetto del risultato e di compattezza e fedeltà. Ma qui viene il bello. Innanzi tutto è arduo digerire un programma (ormai talmente ovvio ed universale, quando si parla di difesa delle competenze della categoria, di recupero della sua immagine, di percorso universitario chiaro e di aggiornamento continuo, di tariffe di riferimento, di strategia di comunicazione...) senza conoscere le persone chiamate a portarlo avanti. Inoltre è preoccupante che anche in Lombardia, dove tutti si frequentano da una vita, si sia dovuta inventare una coalizione per far vincere qualcuno, coalizione che di fatto porta divisione. Infine come la metteremo con la candidatura aggiunta nella lista avversaria comunque posta in seguito da Speroni, malgrado l esito delle primarie? Mah... Siamo alle solite, si potrebbe pensare. Eppure c era davvero bisogno di aria fresca, di trasparenza, di novità. Mi sa che dovremo aspettare ancora un po, anche se Mrs. Le Chiffre perderà... L epilogo veneziano della vittoria nel film non autorizza a lusinghiere speranze. Tuttavia il giorno 7 aprile i Consigli degli Ordini di tutta Italia voteranno contem-poraneamente e... punteranno alla roulette. Nella vita quotidiana però noi non stiamo ad un casinò. E vero: i tempi sono difficili per tutti, ma abbiamo buone prospettive. Innanzi tutto sta per nascere il sistema Qing, in modo da consentire all Ordine di affiancare i propri iscritti in un moderno processo di certificazione della qualità del loro lavoro. Si stanno aprendo le porte della mediazione, strumento di risoluzione alternativa delle controversie civili. Continuano i percorsi formativi per tutti gli ingegneri, anche se da noi non è ancora vigente l obbligo dei crediti (possiamo benissimo fare a meno di totalizzare 3

4 NUMERO 1/2011 punti, come è dimostrato, perchè a noi interessa rimanere aggiornati). L Ordine si farà presto promotore di occasioni di dibattito sui temi caldi che interessano la gente. Dopo le piogge intense, il porto canale... parleremo dello stoccaggio del gas metano nel sottosuolo della nostra Provincia e, perché no, del nucleare dopo Fukushima. Si tratta di occasioni preziose per portare contributi di idee e dati tecnici, rispetto dei valori ambientali e della sicurezza. Gli ingegneri possono intervenire a pieno titolo, senza scivolare nei preconcetti ideologici. Ci sono inoltre molte altre iniziative di partecipazione ai processi urbanistici che riguardano un po tutti i centri del nostro territorio, ma soprattutto le grandi città di Crema e di Cremona. Chi ha voglia di mettersi in gioco può davvero farlo. Sono convinto che è proprio nei momenti di crisi, che un ingegnere sa ribaltare le cose a suo favore. La pallina prima o poi si fermerà nella casella giusta... Adriano ULTIMISSIME Con una sentenza a dir poco sconvolgente è arrivato il giorno 6 aprile l annullamento delle operazioni di voto, disposto dal Tribunale di Roma, che ha accolto il ricorso del consigliere nazionale Stricchi. In sostanza le elezioni vengono rinviate di un anno (4 aprile 2012) per consentire il compimento del mandato quinquennale agli attuali rappresentanti, i quali per l appunto, anche se non tutti, furono insediati solo quattro anni fa. Ma come? Non ci poteva arrivare anche il Ministero della Giustizia, prima di indire le elezioni? Siamo alle solite. E come se la pallina della roulette si fosse fermata sullo zero... Naturalmente le reazioni delle parti, manco a dirlo, sono state contrapposte. La Gross Koalizion ha pestato i piedi per terra, adottando delibere di sollecito al Ministero, affinchè consenta la libera espressione di voto degli Ordini... Gli altri, probabilmente già perdenti in partenza, hanno gongolato, consiglieri uscenti compresi. Personalmente l ho vista così. Si è trattato di un fulmine, che ha squarciato le tenebre e consentito alle persone di intravedere una direzione da prendere. Un anno passa in fretta. Si può usare il tempo per ricucire gli strappi e non andare... alla resa dei conti. Forse si potrà avere la lucidità di soppesare gli errori che si stavano compiendo, tipo quello di voler mandare a casa tutto in blocco l attuale CNI, oppure di non aver predisposto una rosa ampia di candidati da scegliere, piuttosto che una squadra blindata, formatasi alla vecchia maniera, non tanto su affinità o amicizia, quanto su equilibri geo-politici stabiliti da qualcuno... Sulle poltrone del Casinò Royal deve esserci rimasta della colla... sapete cosa voglio dire... Adesso Buona Pasqua a tutti! Adriano Il Consiglio augura una Pasqua di pace e serenità 4

5 NUMERO 1/2011 Verbali del consiglio dell Ordine VERBALE DEL 14 DICEMBRE 2010 Presenti: Faciocchi, Ferrari, Capra, Pedroni, Destri, Galli, Guereschi, Paroni, Pettenazzi, Rossi, Sangiovanni. Assenti giustificati: nessuno. 1. Iscrizioni, cancellazioni e trasferimenti Vista la documentazione presentata e verificatane la regolarità, si delibera all unanimità di accogliere la domanda di iscrizione all Albo sez. A di: - Dott. Ing. FINO RAFFAELE, ingegneria civile, al n 1526, per trasferimento dall Ordine di Piacenza.. Iscrizione Elenco Provinciale Collaudatori c.a. - Dott. Ing. RUGGINENTI STEFANO, iscritto all Albo dal al n 928 (ha maturato 10 anni di anzianita di iscrizione). 2. Determinazioni CROIL in merito alle prossime elezioni del CNI Il Presidente ing. Faciocchi illustra le possibili candidature che stanno emergendo in sede CROIL in vista delle elezioni del CNI che si terranno nella primavera del prossimo anno. 3. Abbuono quota per i senatori dell Ordine Su proposta del Presidente ing. Faciocchi, il Consiglio valuta positivamente la possibilità che, dall annualità in cui un iscritto ha raggiunto l anzianità e viene insignito del titolo di Senatore dell Ordine, gli venga abbuonata la quota ma mantenga anche successivamente l iscrizione all Albo; in tal modo si vuole onorare l anzianità dei Senatori, la cui lunga carriera deve essere anche d esempio e stimolo per tutti gli iscritti ed in particolare per i più giovani. Ci si riserva di prendere una decisione conclusiva dopo aver approfondito alcuni aspetti amministrativi. 4. Gestione del sito dell Ordine e dell Albo professionale Il consigliere Destri comunica che l arch. Mori di Brescia, gestore del sito, ha apportato la maggior parte delle migliorie richieste dal Consiglio nella seduta del 6/10 u.s. Rimane comunque la difficoltà di avere in evidenza ed in tempi ridotti le notizie che riguardano specificatamente le attività e gli eventi del nostro Ordine. Per tale motivo il Consiglio dà mandato al consigliere Destri di approfondire tale aspetto con il gestore del sito. 5. Sviluppi corso futuri Il presidente Faciocchi fa il punto sul programma dei prossimi corsi e seminari che verranno organizzati dal nostro Ordine: - Corso sul Regolamento degli appalti pubblici, in collaborazione con ANCE: il corso è ormai definito e calendarizzato per il 13 e 20 gennaio p.v. Si sono definiti i vari aspetti con i relatori del Sole 24 ore; il corso si terrà presso la sala conferenze di ANCE di Cremona, della capienza di circa 200 persone. - Corso ex L. 818/84: si conferma l intenzione di calendarizzare il corso di prevenzione incendi a partire dalla metà di gennaio 2011 presso la sede dell Associazione Professionisti di Cremona. Si è però ancora in attesa di una nota ufficiale da parte della Direzione Generale VV.F. di Milano, con l indicazione dei docenti e degli argomenti oggetto di trattazione. - Seminari per collaudatori statici: essendo terminato il corso di aggiornamento sulle NTC, si può ora organizzare, con il nostro iscritto prof. Plizzari, un seminario di due mezze giornate sulle procedure per l esecuzione dei collaudi statici; tali incontri si rivolgono in particolare a coloro che si sono iscritti 5

6 NUMERO 1/2011 od intendono iscriversi negli elenchi dei collaudatori, avendo maturato l anzianità richiesta dalle vigenti normative. - Corso per conciliatori: la Camera di Commercio sta organizzando un corso di aggiornamento per i conciliatori già accreditati, che partirà nei primi mesi del prossimo anno. 6. Quota annuale di iscrizione Il tesoriere Capra illustra sinteticamente la situazione patrimoniale dell Ordine e le ricognizioni condotte presso gli ordini vicini sull entità della quota di iscrizione. Il Consiglio delibera di confermare anche per il 2011 la quota annuale pari ad Euro 200,00: con tale quota si può infatti continuare ad organizzare corsi, seminari e convegni a costi ridotti per gli iscritti, perseguendo l obiettivo di favorire la formazione permanete degli iscritti. Il Consiglio termina alle ore con un brindisi di auguri per le imminenti feste natalizie offerto dal vicepresidente ing. Ferrari. VERBALE DEL 30 DICEMBRE 2010 Presenti: Faciocchi, Ferrari, Pedroni, Capra, Galli, Guereschi, Pettenazzi, Rossi. Assenti giustificati: Destri, Paroni, Sangiovanni. 1. Iscrizioni, cancellazioni e trasferimenti Vista la documentazione presentata e verificatane la regolarità, si delibera all unanimità di accogliere le domande di cancellazione dall Albo sez. A di: - Dott. Ing. LAZZARINI STEFANO n 1106 dell Albo, per dimissioni. - Dott. Ing. CORDINI FEDERICO n 1399 dell Albo per dimissioni. - Dott. Ing. BONETTI MASSIMILIANO n 1144 dell Albo, per dimissioni. - Dott. Ing. FRASSI GIACOMO n 1331 dell Albo, per dimissioni. - Dott. Ing. FIORI ELIGIO n 451 dell Albo, per dimissioni. - Dott. Ing. MUSSI ROBERTO n 1438 dell Albo, per dimissioni. - Dott. Ing. ANDENNA ANDREA n 1053 dell Albo, per dimissioni. - Dott. Ing. SPOTTI MAURO n 1461 dell Albo, per dimissioni. - Dott. Ing. MAZZOLARI ANDREA n 1462 dell Albo, per dimissioni. - Dott. Ing. ZECCHI GIUSEPPE n 370 dell Albo, per dimissioni. e la domanda di cancellazione dall Albo sez. B di: - Dott. Ing. iunior MONDINI STEFANO n 10 dell Albo, per dimissioni. Alle ore il Consiglio ha termine. VERBALE DEL 11 GENNAIO Presenti: Faciocchi, Ferrari, Capra, Pedroni, Galli, Guereschi, Pettenazzi. Assenti giustificati: Destri, Paroni, Rossi, Sangiovanni. 1. Iscrizioni, cancellazioni e trasferimenti Vista la documentazione presentata e verificatane la regolarità, si delibera all unanimità di accogliere la domanda di iscrizione all Albo sez. A di: - Dott. Ing. SILVIA LODA al n 1527, nata a Orzinuovi (BS), laureata in ingegneria edile/architettura presso l Univeristà degli Studi di Brescia in data , 2. Incontro con il CPAP Viene illustrato il programma dell incontro del CPAP (Comitato di presidenza dell Assemblea dei Presidenti, che ha come segretario il nostro ing. Faciocchi) che si terrà domani 12 gennaio a presso la ns. sede, in preparazione della prossima Assemblea dei Presidenti di tutti gli Ordini provinciali convocata a fine gennaio a Roma. 3. Situazione corsi di aggiornamento Il Presidente ing. Faciocchi fa il punto sul programma dei prossimi corsi e seminari che verranno organizzati dal nostro Ordine:

7 NUMERO 1/ Corso sul Regolamento degli appalti pubblici, in collaborazione con ANCE: giovedì 13 gennaio p.v. si terrà la prima giornata delle due programmate. - Corso in prevenzione incendi ex L. 818/84: il Consiglio delibera di attivare il corso, essendo finalmente arrivata la disponibilità della Direzione Generale VV.F. di Milano con l indicazione dei docenti. Il corso inizierà il prossimo 22 febbraio 2011 e terminerà il 24 maggio 2011, verrà tenuto presso la sede dell Ordine; la durata prevista è di 104 ore; il costo per i partecipanti è fissato in Euro (+ IVA) raggiungendo il minimo di 30 iscritti. Sono state lasciate disponibili per l Ordine 4 ore di lezione, che verranno destinate per illustrare questioni tariffarie e casi pratici applicativi. Si provvederà da domani a pubblicizzare il corso presso gli iscritti. - Seminario per collaudatori statici: si prevede di organizzare un seminario suddiviso in due pomeriggi per approfondimento le tematiche dei collaudi delle strutture: il primo pomeriggio avrà come relatore il prof. Plizzari, contattato a breve dal Presidente, che illustrerà le principali tematiche teoricopratiche dell esecuzione dei collaudi. Il secondo incontro verrà suddiviso in due parti: la prima inerente le certificazioni dei materiali nelle costruzioni tenuta dal nostro Consigliere ing. Pettenazzi, direttore del Laboratorio prove e materiali dell Istituto Vacchelli di Cremona, la seconda parte dedicata ad illustrare le modalità dell esecuzione dei collaudi sulle strutture che sarà tenuta da una ditta specializzata in indagini sperimentali in sito. - Incontro con i neoiscritti all Ordine: si conferma che nella settimana prima di Pasqua, come di consueto oramai da alcuni anni, si svolgerà un incontro con i neo iscritti all Albo Ingegneri per avvicinarli all attivita dell Ordine. - Corso di aggiornamento per RSPP (Modulo B): Il Vicepresidente ing. Ferrari propone di organizzare in primavera un corso di aggiornamento per RSPP mod. B di due/tre pomeriggi, con particolare riferimento al tema stress lavoro correlato. 4. Assemblea dell Ordine e sistema di qualificazione Q-ing Il Consiglio delibera di convocare per il giorno 10 marzo p.v l assemblea per l approvazione del bilancio consuntivo 2010 e preventivo In tale occasione verrà illustrato il sistema di qualificazione volontaria denominato Q-ing, che ha il compito di certificare la qualità dei professionisti e di valorizzarne le competenze nel mercato del lavoro. Seguirà poi una fase organizzativa e di affinamento delle procedure del sistema così da poterlo definitivamente presentare a tutti gli iscritti nell assemblea di giugno e renderlo operativo. Il Consiglio delibera di convocare l Assemblea ordinaria per il 10 giugno p.v. presso la sede dell Associazione Professionisti. 5. Pubblicazione dei notiziari Dopo articolata discussione, il Consiglio delibera che anche per il 2011 verranno pubblicati due/tre numeri del notiziario dell Ordine in forma cartacea da inviare a tutti gli iscritti: si ritiene infatti che sia opportuno mantenere questa forma di contatto e di collegamento con tutti i colleghi. 5.3 Sito Internet dell Ordine Il Consiglio, dopo visionato il sito dell Ordine, preso atto delle migliorie introdotte per renderlo più fruibile da parte degli iscritti, evidenzia però la necessità di renderlo aggiornabile, in alcune sue parti, direttamente dalla ns. segreteria, per permettere l inserimento in tempo rapido di informazioni importanti. Il Consiglio, al fine di sollecitare la partecipazione dei giovani iscritti all Albo per la selezione di informazioni e news da pubblicare sul sito e collaborare con la segreteria ed il Consiglio, delibera di convocare, per la prossima riunione l ing. Silvia Miglioli, coordinatrice del gruppo giovani. Alle ore il Consiglio ha termine. VERBALE DEL 25 GENNAIO 2011 Presenti: Faciocchi, Ferrari, Capra, Pedroni, Destri, Guereschi, Paroni, Pettenazzi, Rossi, Sangiovanni. Assenti giustificati: Destri. 1. Iscrizioni, cancellazioni e trasferimenti Vista la documentazione presentata e verificatane la regolarità, si delibera all unanimità di accogliere la domanda di iscrizione all Albo sez. A di: - Dott. Ing. FABRIZIO VAGHI al n 1528, nato a Crema (CR) il , laureato in ingegneria edile/architettura in data presso l Università degli Studi di Pavia. - Dott. Ing. NICOLA BODINI al n 1529, nato a Cremona il , laureato in ingegneria delle telecomunicazioni in data presso l Università degli Studi di Parma, 7

8 8 NUMERO 1/2011 e la domanda di iscrizione all Albo sez. B di: - Dott. ing. iunior LUCA CELLA al n 32, nato a Lodi il , laureato in ingegneria civile in data presso l Università degli Studi di Pavia. Iscrizione Elenco Ministeriale ex Lege 818/84 - Dott. Ing. FEDERICA PAOLA BIGNAMINI, iscritta all Albo dal al n 1112 (ha maturato 10 anni di anzianità di iscrizione all Albo). Iscrizione Elenco provinciale collaudatori c.a. - Dott. Ing. FEDERICA PAOLA BIGNAMINI, iscritta all Albo dal al n 1112 (ha maturato 10 anni di anzianità di iscrizione all Albo). 2. Colloquio con l ing. Silvia Miglioli (coordinatrice della Commissione Giovani) per impostare future iniziative Sono presenti l ing. Silvia Miglioli (coord. Commiss. Giovani) e l ing. Marco Ferrari. Il presidente illustra le intenzioni del Consiglio di implementare i sistemi di comunicazione verso i colleghi e verso l esterno, rendendoli più solleciti ed arricchendoli di ulteriori informazioni che riguardino la categoria. I mezzi disponibili sono il notiziario (2-3 numeri all anno) ed il sito. Avendo constatato che molte volte si fatica a trovare materiali da pubblicare, mentre sarebbe molto utile poter diffondere verso l esterno le specifiche iniziative dell Ordine ovvero temi che riguardano la professione, si propone alla Commissione Giovani di affiancare il Consiglio in quest opera di raccolta di informazioni, analizzando e selezionando le varie documentazioni che arrivano presso la nostra sede (lettere, , riviste, quotidiani di settore, ecc.) e inserendole nel notiziario ovvero nel sito dell Ordine (che fra l altro dovrebbe avere a breve una apposita sezione riservata e gestita dall Ordine stesso per le specifiche comunicazioni riguardanti il nostro territorio). L ing. Miglioli condivide quanto proposto e si riserva di convocare la Commissione Giovani per approfondire le varie questioni e definire delle procedure per darvi attuazione. 3. Esame dei documenti relativi al bando dell Unione Lombarda dei Comuni di Corte dé Frati - Olmeneta A seguito della segnalazione di un iscritto di alcune difformità riscontrate nel bando e nelle procedure di gara, relative alla verifica strutturale di edifici esistenti nell Unione dei Comuni Corte de Frati - Olmeneta, il Consiglio procede all analisi della documentazione pervenuta. Dopo articolata discussione, il Consiglio delibera di inviare all Unione, e per conoscenza ai partecipanti alla gara, una lettera nella quale si segnalano le difformità riscontrate, anche per evidenziare l attenzione dell Ordine alla corretta applicazione delle procedure di affidamento degli incarichi da parte degli enti pubblici. 4. Attuazione del Progetto Q-ing Il Presidente illustra le fasi per attivare, anche presso il nostro Ordine, la procedura di qualificazione Qing. Nel corso del prossimo incontro che avrà a Roma presso l assemblea dei Presidenti, contatterà il presidente di Milano per chiarire i vari aspetti procedurali, in particolare sulle categorie di qualificazione, sulla formazione della commissione e sui criteri di analisi dei curricula. Si effettuerà successivamente una verifica della compatibilità con quanto già fatto nel nostro Ordine con la formazione degli Elenchi specialistici nel 2007, che aveva portato alla pubblicazione sul sito della qualificazione dei colleghi che vi avevano aderito. Seguirà quindi un periodo di rodaggio, per arrivare entro l estate al definitivo avvio del sistema volontario di qualificazione. 5. Seminario sui collaudi statici delle strutture Il Presidente relaziona sul colloquio avuto con il nostro iscritto prof. Plizzari in merito al seminario sui collaudi statici. Si delibera di organizzare l evento per il pomeriggio del 24 febbraio p.v.. Il prof. Plizzari farà una presentazione di circa due ore sulle modalità del collaudo delle strutture, seguirà una presentazione della durata di 1-2 ore relativamente alle indagini sperimentali in sito organizzata da una ditta specializzata in tali attività. Il seminario si terrà presso il salone dell Ordine, sarà gratuito e specificatamente rivolto a tutti coloro che hanno chiesto l iscrizione nell elenco dei collaudatori statici ex lege 1086/71, ma sarà aperto a tutti i colleghi interessati ed anche agli architetti. 6. Assemblea straordinaria di marzo: inserimento presentazione Il Consiglio all unanimità delibera di inserire, nel corso delle prossima assemblea straordinaria, prevista per il 10 marzo p.v., una presentazione relativa agli argomenti fiscali che interessano la professione. 7. Assemblea ordinaria di giugno: modifica data A seguito delle problematiche emerse nell organizzazione logistica dell assemblea ordinaria, definita nello scorso Consiglio per il 10 giugno p.v., si delibera di spostarla al 16 giugno p.v. 8. Corso 818 Singole lezioni A seguito di specifica richiesta da parte di un iscritto, si delibera che, nel corso ex L. 818/84 che inizierà a breve, si darà la possibilità, a coloro che ne fanno richiesta, di partecipare a singole lezione, al costo di _ 60,00 + IVA per pomeriggio. Alle ore il Consiglio ha termine.

9 NUMERO 1/2011 VERBALE DEL 9 FEBBRAIO 2011 Presenti: Faciocchi, Ferrari, Capra, Pedroni, Destri, Guereschi, Paroni, Rossi, Sangiovanni. Assenti giustificati: Destri, Pettenazzi. 1. Iscrizioni, cancellazioni e trasferimenti Vista la documentazione presentata e verificatane la regolarità, si delibera all unanimità di accogliere la domanda di iscrizione all Albo sez. A di: - Dott. Ing. PACCHIONI ALESSANDRO al n 1530, nato a Lodi il , laureato in ingegneria dell automazione in data presso il Politecnico di Milano. - Dott. Ing. ZORLONI FILIPPO al n 1531, nato a Milano il , laureato in ingegneria edile/architettura in data presso l Università degli Studi di Pavia. - Dott. Ing. GHILOTTI CHIARA al n 1532, nata a Cremona il , laureata in ingegneria gestionale in data presso il Politecnico di Milano. - Dott. Ing. CHIRICO ANTONINO, ingegneria civile, al n 1533, per trasferimento dall Ordine di Reggio Calabria. - Dott. Ing. FANTINI ANDREA al n 1534, nato a Cremona il , laureato in ingegneria meccanica in data presso il Politecnico di Milano. Iscrizione Elenco provinciale collaudatori c.a. - Dott. Ing. MALAVASI LUIGI, iscritto all Albo dal al n 996 (ha maturato 10 anni di anzianità di iscrizione all Albo). 2. Esame bilanci consuntivo 2010 e preventivo 2011 Il tesoriere ing. Capra illustra il bilancio consuntivo 2010 in tutti i vari aspetti riguardanti le entrate, uscite e la situazione patrimoniale. Il Consiglio delibera di approvare il documento da portare in Assemblea, che si chiude con un avanzo di _ ,27. Viene inoltre illustrato il bilancio preventivo 2011 predisposto dal tesoriere sulla base delle prevedibili voci di entrata e di spesa. Dopo ampia discussione, volta ad applicare rigorosamente il pareggio tra entrate ed uscite a _ ,00, il Consiglio procede all approvazione preventiva del documento, in attesa di quella definitiva da parte dell Assemblea degli iscritti. 3. Attuazione del progetto Q-Ing con programmazione dell assemblea dedicata Il Presidente, con l ausilio del videoproiettore per il collegamento ad internet, illustra i documenti prodotti dagli Ordini di Milano e Trento, che stanno già attivando il sistema Q-Ing. In particolare si focalizza l attenzione sulle categorie di qualificazione e sui costi delle procedure. Tali documenti verranno illustrati nella prossima assemblea del 10 marzo, alla quale sarà invitato anche un componente della commissione Qing di uno degli Ordini promotori. Si ribadisce comunque che nell assemblea del 10 marzo verrà illustrato ai nostri iscritti il sistema, a cui dovrà poi seguire un periodo di rodaggio, per arrivare entro l anno al definitivo avvio di Q-Ing, compatibilmente con la definizione dei vari aspetti procedurali. 4. Panoramica sui corsi di formazione e sull attività dell Ordine Il Presidente ing. Faciocchi illustra lo stato di sviluppo dei vari corsi che l Ordine sta organizzando: - Corso ex L. 818/84: sono arrivate al momento 15 iscrizioni, che non sono ancora il numero minimo per consentire l attivazione del corso. Si incentiverà la sua promozione attraverso l Interprofessionale, che aveva ricevuto un alto numero di pre-adesioni. - Seminario sui collaudi statici delle strutture Il Presidente verificherà con il consigliere Pettenazzi, oggi assente giustificato, l organizzazione dell ormai imminente (24 febbraio) seminario sui collaudi statici, impostato su una parte teorica con il Prof. Giovanni Plizzari ed una pratica divulgativa con la ditta 4EM- ME. - Varie proposte interprofessionali A livello Interprofessionale si stanno verificando alcune sinergie per attivare corsi di aggiornamento, con Servimpresa, collegata con il Politecnico di Cremona, per: certificazione energetica, acustica, sicurezza, impianti elettrici, bonifiche amianto, inglese tecnico, applicativi software; con la CCIAA per la media-conciliazione; con i Vigili del Fuoco per un seminario di aggiornamento sulle procedure basilari delle pratiche antincendio. 5. Esame documentazione CNI relativa alla costituzione di Organismi di mediazione Viene illustrata la documentazione pervenute dal CNI riguardo agli Organismi di mediazione. Non emergono osservazioni particolari. Permane la convinzione che a livello territoriale della nostra provincia possa essere la Camera di Commercio, che vanta una esperienza più che decennale, a svolgere un azione di 9

10 NUMERO 1/2011 guida su tali attività. Al limite l Associazione Professionisti, come espressione di più professioni, quindi più competenze, potrà essere un supporto in rete. 6. Proposta di seminario tecnico da parte di SAUTER Italia spa Il Consiglio, valutata la proposta pervenuta da SAU- TER Italia Spa, avente ad oggetto l organizzazione di un seminario tecnico in materia di integrazione del sistema di controllo e gestione nella moderna progettazione di impianti, ritenendola di interesse per gli iscritti, delibera di esprimere parere favorevole all iniziativa. 7. Richiesta da parte della dott.ssa Cornelli di CremonaFiere Spa Il Consiglio, a fronte della richiesta pervenuta dalla dott.ssa Cornelli di CremonaFiere Spa, di inserire un link informativo sul sito del ns. Ordine sulla manifestazione BioEnergy Italia - Biomasse e rinnovabili, che si svolgerà dal 18 al 20 marzo p.v. a Cremona, delibera di darvi attuazione. 8. Lettera di iscritto relativa a bando dell Unione dei Comuni. Il Presidente ing. Faciocchi dà lettura della comunicazione del collega ing. Belviolandi, riguardante la segnalazione, effettuata dal ns. Consiglio, su possibili difformità contenute nel bando dell Unione lombarda dei Comuni Corte de Frati - Olmeneta relativo alla verifica sismica di immobili. 9. Relazione riunione CROIL Sicurezza: Milano Il consigliere segretario ing. Pedroni relaziona sulla seduta della Commissione CROIL Sicurezza, tenutasi nel pomeriggio a Milano, durante la quale si è a lungo discusso sui documenti facenti parte delle linee guida per CSE e CSP che la Regione sta redigendo in accordo con le varie categorie professionali, sindacali e imprenditoriali. Alle ore il Consiglio ha termine. VERBALE DEL 23 FEBBRAIO Presenti: Faciocchi, Ferrari, Capra, Pedroni, Destri, Galli, Pettenazzi, Rossi, Sangiovanni. Assenti giustificati: Guereschi, Paroni. 1. Iscrizioni, cancellazioni e trasferimenti Non essendo pervenute domande di iscrizione, si passa al punto successivo dell ordine del giorno Rapporto sugli ingegneri italiani Il presidente ing. Faciocchi relazione il Consiglio sui temi discussi al convegno promosso dal Centro Studi sul Primo rapporto sugli Ingegneri in Italia, tenutosi a Roma lo scorso 17 febbraio. I vari relatori hanno argomentato sulla necessaria presenza degli ingegneri nella società attuale, evidenziando che alla base del loro successo sono lo studio e l impegno. E stato inoltre ribadito che l Ordine degli ingegneri è aperto, ossia non è a numero chiuso. Le maggiori criticità attuali sono rappresentate dall offerta universitaria non adeguata alla richiesta del territorio di bacino - molto diversa tra regione e regione, dalla difficile situazione della laurea di 1 livello, che è vista dalla maggioranza degli studenti come un semplice passaggio intermedio, e dall estromissione degli ingegneri professionisti dagli appalti pubblici, a vantaggio di strutture più articolate, unita ai ribassi esorbitanti che raggiungono la media nazionale del 39%. E emerso il dato che la crisi tocca pesantemente anche la nostra professione. Nel convegno hanno preso la parola, fra gli altri, il sindaco di Roma, Alemanno - che è un ingegnere -, il Ministro Sacconi, vari rappresentanti di grandi realtà industriali (ANAS, ACEA) e ministeri. Ha terminato il sociologo De Masi, che ha focalizzato l attenzione su alcuni aspetti dell attuale situazione della professione, chiudendo i lavori con l esortazione che, oltre al presente (come fa la nostra classe politica), si deve saper guardare al futuro, perché è lì che abiteremo! 3. Preparazione Assemblea L assemblea sarà dedicata all approvazione del bilancio ed alla presentazione del sistema di qualificazione Q-ing, con l autorevole intervento del Presidente dell Ordine di Lodi ing. Luigi RONSIVALLE, in veste di co-promotore dell iniziativa. Parteciperà alla riunione anche il presidente dell Ordine dei Commercialisti dr. Ernesto QUINTO, per trattare sinteticamente in modo interprofessionale le novità fiscali e gli accertamenti. E previsto ampio spazio per il dibattito. Si delibera

11 NUMERO 1/2011 di invitare gli ospiti a cena, dopo i lavori, di diramare la convocazione ufficiale a mezzo posta e sul quotidiano locale. 4. Elaborazione iniziativa Q-Ing Si valuteranno dopo l assemblea del 10 marzo le iniziative da attivare per attuare nel concreto l iniziativa Q-ing. 5. Intervento arch. Francesco PAGLIARI L arch. Francesco PAGLIARI, dell Ordine degli Architetti P.P.e c. della Provincia di Cremona, ha chiesto di poter presentare al Consiglio l iniziativa promossa dalla rivista The Plan con la quale collabora - finalizzata ad organizzare a Cremona nel mese di giugno una mostra di 15 progetti di architettura sostenibile, che sono stati premiati dalla suddetta rivista nell ambito di un apposita rassegna aperta a professionisti di tutto il mondo. La mostra, che ha ricevuto il patrocinio anche del Comune di Cremona, verrà allestita all interno del palazzo comunale. L architetto chiede la disponibilità anche del ns. Ordine a concedere il suo patrocinio ed a diffondere l evento presso gli iscritti. Chiede inoltre la disponibilità di elargire un contributo per un incontro di approfondimento che si sta organizzando nei giorni della mostra, sui temi della sostenibilità Il presidente Faciocchi, a nome del Consiglio, ringrazia l architetto della presentazione ed assicura il patrocinio dell Ordine alla mostra e la sua diffusione presso gli iscritti. Riguardo al contributo dell evento, confermando la disponibilità dell Ordine, chiede all architetto di poter ricevere successivi dettagli. 6. Nuova sede Associazione Professionsiti Continua l offerta da parte di vari soggetti privati di possibili localizzazioni per la nuova sede dell associazione professionisti, che però si scontra con la scarsa volontà di molte categorie a traslocare. 7. Corso in prevenzione incendi ex L. 818/84 Il corso è partito, con l adesione di circa 40 partecipanti, e quindi nel perfetto equilibrio economico dell iniziativa. All interno del corso sono state lasciate libere alcune lezioni per l Ordine di Cremona. Il Consiglio delibera che verranno utilizzate per 2 ore dall avv. Baldini per gli aspetti giuridici e di responsabilità penali, per 2+2 ore da un consigliere per vari aspetti che coinvolgono i professionisti nello sviluppo delle pratiche antincendio. Si rammenta che si era deliberato di dare la possibilità, a coloro che ne faranno richiesta, di assistere a singole lezioni. 8. Attività Gruppo Interprofessionale Nell ultimo incontro del Gruppo Interprofessionale è stato deciso di attivare un seminario con il locale Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco per illustrare le questioni più ricorrenti in materia di prevenzione incendi. Il seminario sarà a pagamento (40 euro + IVA) e sarà tenuto presso il salone dell Associazione il prossimo 7 aprile, su argomenti che potranno essere suggeriti dagli stessi professionisti. I geometri stanno attivando una serie di incontri e seminari su temi diversi quali un corso di acustica edilizia in marzo, un seminario di aggiornamento catastale, un convegno sulle terre di scavi, la visita al CNR di Ispra, la visita alla ditta Mapei di S. Donato. I vari eventi saranno aperti alle diverse categorie dell Interprofessionale. 9. Iniziative varie - L ing. Ferrari relazione sull organizzazione di una prossima iniziativa rivolta agli RSPP al fine di completare le ore di aggiornamento previste dalla normativa vigente. - A seguito delle richiesta di alcuni iscritti, si valuta di attivare un evento sulla contabilità dei lavori pubblici, cercando anche di coinvolgere le società di software ACCA o STR per la presentazione dei necessari supporti informatici. - Il Comune di Crema ha richiesto la disponibilità degli Ordine professionali a definire senza compenso - uno studio di fattibilità per la costruzione di un nuovo carcere femminile a Crema, a fianco del tribunale. Si delibera di darne diffusione agli iscritti, appena chiariti i termini dell invito. - Il presidente Faciocchi, a seguito delle riunioni della nostra Commissione Urbanistica e dell Osservatorio, comunica di aver concordato con il vicesindaco Malvezzi un incontro di approfondimenti sulla stesura del nuovo PGT aperto agli iscritti delle varie categorie professionali tecniche. L incontro si terrà il prossimo 16 marzo nel salone dell Associazione. - Viene visionato con il consigliere Destri il sito dell Ordine, constatando ancora una volta che non si è ottenuto uno spazio di immediata visibilità sulle attività dell Ordine di Cremona. Il consigliere Destri si impegna a contattare il gestore del sito affinchè predisponga in diverso modo la pagina web di apertura. Alle ore il Consiglio ha termine. 11

12 NUMERO 1/2011 VERBALE DEL 8 MARZO Presenti: Faciocchi, Ferrari, Capra, Pedroni, Destri, Galli, Guereschi, Paroni, Pettenazzi, Rossi. Assenti giustificati: Sangiovanni. 1. Iscrizioni, cancellazioni e trasferimenti Non essendo pervenute domande di iscrizione, si passa al punto successivo dell ordine del giorno. 2. Prossime elezioni di rinnovo CNI Il Presidente ing. Faciocchi relaziona il Consiglio sulle proposte delle candidature che stanno emergendo in vista delle prossime elezioni del CNI che si svolgeranno il prossimo aprile. L ing. Faciocchi conferma che, raccogliendo l invito di tutti i Consiglieri, ha presentato la propria candidatura alle primarie della Consulta della Lombardia che definiranno i candidati della regione per le elezioni CNI. Tutto il Consiglio plaude alla candidatura del Presidente ed auspica che venga designato per poter partecipare alle elezioni del CNI, avendone pienamente titoli e capacità. Il Consiglio delibera pertanto che i candidati di Cremona alle primarie della Lombardia sono ammessi due nominativi per provincia- saranno Faciocchi e Valsecchi di Lecco. 3. Nomina rappresentante Ordine in seno alla commissione prezzi CCIAA in sostituzione del compianto ing. Fulvio Beltrami Avendo ricevuto dalla Camera di Commercio nei giorni scorsi la richiesta di sostituire il compianto ing. Fulvio Beltrami all interno della Commissione prezzi CCIAA, il Consiglio delibera di proporre l ing. Silvano Pedrabissi, che accetta la nomina. 4. Partecipazione A.P. al Salone dello Studente L Associazione Professionisti è stata invitata a partecipare al prossimo Salone dello studente. All interno della manifestazione, si terrà un pomeriggio (sabato 26 marzo) interamente dedicato alle professioni. Verrà stampata una brochure generale di presentazione e sarà auspicabile, per incontrare gli studenti della maturità, la presenza dei rappresentanti delle tre aree: tecnica, giuridico-legale e sanitaria. Il Consiglio delibera di partecipare a tale evento. 5. Incontro dibattito con STOGIT ENI ed enti locali sulla problematica del gas La società STOGIT ENI ed i Vigili del Fuoco hanno richiesto al Presidente di poter organizzare un incontro pubblico di carattere tecnico informativo volto ad illustrare le problematiche dell immagazzinamento del gas nelle riserve sotterranee già presenti sul nostro territorio. L iniziativa si terrà nel salone dell Ordine e sarà rivolta anche da enti territoriali quali i Comuni nel cui sottosuolo sono presenti tali riserve-, Prefettura, ASL, ARPA, Associazione Industriali, CCIAA. Il Consiglio delibera di approvare l iniziativa per dimostrare l interesse della categoria sulle tematiche importanti per la gente, dando soprattutto il taglio della sicurezza e del rispetto per l ambiente. 6. Corso su: Interventi sugli edifici esistenti in c.a. (D.M ) Il Consiglio delibera che il prossimo corso tenuto dall ing. Plizzari in programma il 22 e 29 marzo p.v. sarà aperto anche agli architetti; la quota di partecipazione è definita in 50 Euro + IVA. 7. Corso aggiornamento RSPP Sono state raccolte le preadesioni al corso al fine di determinare l interesse degli iscritti. L ing. Ferrari valuterà ora come organizzare le lezioni e proporre il programma del corso. 8. Corso formazione mediatori Il Presidente aggiorna il Consiglio sull evoluzione delle nuove procedura della giustizia alternativa (Alternative Dispute Resolution). La graduale entrata in vigore della norma è definita a partire dal 21 marzo prossimo. Una novità importante tuttavia riguarda gli Ordini professionali, che potranno diventare, nell ambito delle loro competenze e previo accreditamento presso il Ministero, Organismi di Mediazione. Attualmente a Cremona la situazione è la seguente: solo la CCIAA opera nell ambito della Conciliazione volontaria, non in quella societaria purtroppo, con un gruppo storico di 9 conciliatori, formatosi nell arco di una decina d anni. In sinergia con altre categorie è possibile richiedere aule di formazione a Servimpresa. Si dovrebbe conoscere preliminarmente quanti ingegneri chiedono di partecipare e pertanto si delibera di inviare a tutti gli iscritti una mail per verificarne l interesse. 9. Aggiornamenti legislativi della Regione Lombardia sui certificatori energetici Il Presidente ing. Faciocchi informa che la regione

13 NUMERO 1/2011 Lombardia ha posto mano a diverse sue norme per aggiornarle, in particolare viene modificato l art. all art. 17, della L.R. 24/2006 che ha dato il via alla certificazione energetica, apportando la seguente modifica: " L'iscrizione a ordini e collegi professionali non è requisito necessario all'ammissione ai corsi di qualificazione, nè all'accreditamento all'esercizio delle attività di diagnosi e certificazione energetica". Il Consiglio valuta molto negativamente tale modifica, in quanto apre la certificazione a tutti i tecnici, perdendo quindi il filtro dell iscrizione all Albo che è sinonimo di deontologia, controllo e serietà professionale. Essendo tale preoccupazione condivisa anche dagli architetti, il Consiglio delibera di unire le forze e fare sentire la voce degli Ordini alla Regione. Alle ore il Consiglio ha termine. VERBALE DEL 22 MARZO 2011 Presenti: Faciocchi, Ferrari, Capra, Pedroni, Destri, Galli, Guereschi, Paroni, Rossi, Sangiovanni. Assenti giustificati: Pettenazzi. 1. Iscrizioni, cancellazioni e trasferimenti Non essendo pervenute domande di iscrizione, si passa al punto successivo dell ordine del giorno. 2. Situazione corsi di formazione per mediatori L ing. Faciocchi illustra le varie proposte di corsi esistenti sul territorio della provincia in grado di soddisfare la richiesta, anche con particolare riferimento alla prossima entrata in vigore della procedura di conciliazione in ambito giuridico. Dall analisi dell offerta formativa, il Consiglio delibera di preferire i corsi che verranno tenuti da SER- VIMPRESA (società della CCIAA), in quanto dovrebbero offrire agli iscritti una preparazione molto qualificata, sia pure ad un costo superiore alla media. L informazione sarà data comunque in modo ampio ed esaustivo per supportare una scelta consapevole. 3. Partecipazione A.P. al Salone dello Studente Il Consiglio delibera di partecipare all evento organizzato presso il Salone dello Studente il giorno 26 marzo p.v. in cui l Associazione Professionisti sarà presente in modo unitario con brochure e gadget vari. 4. Incontro dibattito con STOGIT ENI ed enti locali sulla problematica del gas In seguito ai contatti tenuti dal Presidente ing. Faciocchi con i Vigili del Fuoco, il gruppo ENI (ufficio stampa) ed il Sindaco di Bordolano si prevede di organizzare l evento per il giorno 27 aprile p.v. nel salone dell A.P. con particolare risalto ai temi della sicurezza e del rispetto ambientale. 5. Possibile incontro/dibattito sul nucleare Il presidente propone un incontro - dibattito sul tema dell energia nucleare. Il Consiglio delibera di approvare l organizzazione dell evento, ai fini di trattare questo tema energetico, oggi particolarmente caldo dopo gli eventi del Giappone, in un incontro tecnico e non schierato. Si individua la data dell 11 maggio ore 17 presso il salone dell Associazione per organizzare il seminario di studio, che sarà aperto anche agli esterni all Ordine. L ing. Ferrari, laureato proprio in ingegneria nucleare, si incarica di contattare i relatori. 6. PGT di Cremona Facendo seguito agli incontri ed ai contatti tenuti dal nostro Ordine con l assessore all Urbanistica del Comune di Cremona Carlo Malvezzi, il Consiglio delibera di attivare il presidente della commissione territorio dell Ordine ing. Favalli, affinchè convochi una riunione della Commissione per discutere di questo importante strumento di pianificazione del territorio, formulando quesiti e proponendo soluzioni al Comune. 7. Incontro con i neoiscritti all Ordine Come ormai consuetudine, viene fissato per il giorno 16 aprile, ore 10,00, l incontro con i neoiscritti all Albo, al fine di consentire una maggior conoscenza dell attività dell Ordine, ed instaurare un rapporto più diretto con i nuovi colleghi. 8. Incontro con i Vigili del Fuoco Si conferma che il giorno 7 aprile verrà organizzato un incontro con i Vigili del Fuoco al fine di illustrare le varie questioni sollevate dagli iscritti agli Albi tecnici della provincia che operano in tema di prevenzione incendi. A tal proposito verrà inviata una e- mail per raccogliere questioni di carattere generale, alle quali i Vigili del Fuoco potranno formulare le corrette risposte. L incontro, organizzato dal Gruppo Interprofessionale, avrà un costo di 48 Euro comprensivi d IVA

14 NUMERO 1/ Incontro sulla contabilità dei lavori pubblici Al fine di rispondere alle richieste di alcuni iscritti, si delibera di organizzare un seminario informativo della durata di un pomeriggio riguardante il tema della contabilità dei lavori pubblici. L incontro verrà calendarizzato dopo la metà di settembre. Il Vicepresidente ing. Ferrari ha tentato di coinvolgere qualche Software House alla presentazione, senza raccogliere per ora adesioni. Si deliberà perciò che il seminario sarà tenuto dai colleghi Faciocchi e Pedroni e sarà aperto anche agli altri tecnici interessati del Gruppo Interprofessionale Alle ore il Consiglio ha termine. VERBALE DEL 7 APRILE Presenti: Faciocchi, Capra, Pedroni, Galli, Destri, Paroni,, Sangiovanni. Assenti giustificati: Pettenazzi, Rossi, Guereschi, Ferrari, 1. Iscrizioni, cancellazioni e trasferimenti Vista la documentazione presentata e verificatane la regolarità, si delibera all unanimità di accogliere la domanda di iscrizione all Albo sez. A di: - Dott. Ing. LINI FEDERICO al n 1535, nato a Casalmaggiore (CR) il , laureato in ingegneria civile in data presso l Università degli Studi di Parma. - Dott. Ing. CORBARI NICHOLAS al n 1536, nato a Casalmaggiore (CR) il , laureato in ingegneria civile in data presso l Università degli Studi di Parma. - Dott. Ing. BIANCHI PAOLO al n 1537, nato a Cremona il , laureato in ingegneria edile in data presso il Politecnico di Milano. 2. Rinvio elezioni CNI: riflessioni Il Presidente riferisce sul rinvio (inaspettato) delle elezioni del CNI, previste per oggi - 7 aprile, a seguito dell ordinanza del 4 aprile del Tribunale di Roma, sezione civile, che ha disposto l annullamento delle operazioni di voto ed ha indicato quale prossima data delle elezioni il 4 aprile 2012, accogliendo il ricorso presentato dal Cons. Nazionale Stricchi. L emissione dell ordinanza quando orami le liste dei candidati alle votazioni erano già state definite, ha evidenziato le varie strategie, gli accordi e le intese fra gli Ordini provinciali, mostrando però anche i limiti delle varie alleanze. Si andrà presumibilmente verso un dibattito che, si auspica, possa portare ad affrontare le elezioni dell anno venturo con programmi ed accordi più consolidati. 3. Situazione corsi di formazione ed iniziative Si fa il punto sulle prossime iniziative dell Ordine in tema di formazione ed aggiornamento. - Corso per mediatori della conciliazione: si è in attesa di ricevere i calendari dei vari soggetti che stanno attivandosi per organizzare tali corsi, in modo da poterli inviare a tutti gli iscritti. - Incontro - dibattito con STOGIT ENI ed enti locali sulla problematica dei giacimenti per lo stoccaggio di gas metano: è confermato per il giorno 27 aprile p.v. nel salone dell A.P. l evento organizzato dalla STOGIT ENI, Vigili del Fuoco ed enti locali sulla problematica dei depositi sotterranei di gas, con particolare attenzione ai temi della sicurezza e del rispetto ambientale. In considerazione dell importanza del tema, il Prefetto di Cremona ha assicurato la sua presenza. - Presentazione degli impianti a pannelli solari: il collega ing. Malacalza, esperto di impianti che utilizzano pannelli solari, propone una presentazione sul tema. Dato l interesse e l attualità dell argomento, il Consiglio ritiene di richiedere al collega una scaletta specifica degli argomenti che intende presentare, per poter confermare l organizzazione dell incontro. - Seminario sull adeguamento degli edifici esistenti in muratura: il Consiglio delibera di confermare l organizzazione del seminario di due pomeriggi che verrà presentato dal nostro collega prof. Plizzari sul tema dell adeguamento, miglioramento e riparazione di edifici esistenti in muratura. Il seminario si terrà nelle giornate del 19 e 27 maggio, presumibilmente presso la nostra sala dell A. P. e sarà aperto anche agli architetti. Il costo previsto è di 50 Euro oltre IVA. - Seminario generale sull adeguamento degli edifici esistenti in c.a.: il Consiglio valuta positivamente la proposta del nostro collega prof. Plizzari di tenere un seminario di un pomeriggio aperto a tutti i tecnici (architetti e geometri, oltre chiaramente ingegneri) per indicare i concetti essenziali e fondanti l adeguamento strutturale degli edifici esistenti in c.a., alleggerendo il tema di tutti gli aspetti più specificatamente ingegneristici, che sono stati invece trattati

15 NUMERO 1/2011 nel seminario appena tenuto il 22 e 29 marzo per gli ingegneri. - Seminario proposto dalla ditta Laterlite: il collega Sangiovanni illustra la proposta pervenuta da parte della ditta Laterlite di organizzare un semiario presso l ordine per illustrare le caratteristiche delle murature in blocchi, tipici della produzione della ditta. Il Consiglio valuta positivamente la proposta e dà mandato a Sangiovanni di contattare la ditta perché invii il programma del seminario e proponga le date per organizzare l evento. 4. Proposta della Banca Popolare di Cremona Il tesoriere ing. Capra illustra la proposta pervenuta dalla Banca Popolare di Cremona di offrire condizioni favorevoli agli iscritti all ordine che diventino clienti della banca. Il Consiglio dà mandato al tesoriere di approfondire i temi e le condizioni dell offerta, per poter valutare l opportunità di sottoporla agli iscritti. 5. Commissione di Vigilanza sui Locali di Pubblico Spettacolo del Comune di Pizzighettone. A seguito delle richiesta pervenuta dal comune di Pizzighettone di indicare degli esperti in impianti elettrici da inserire nella Commissione di Vigilanza Comunale sui Locali di Pubblico Spettacolo, il Consiglio decide di proporre la candidatura dei colleghi Baldascino, Carelli, Ferrari, previa verifica della disponibilità degli stessi di accettare l incarico. 6. Premiazioni degli studenti dell istituto per geometri Pacioli di Crema Come ogni anno, è pervenuta la richiesta dell istituto per geometri Pacioli di Crema di contribuire alle premiazioni dei migliori studenti. Il Consiglio delibera di aderire alla richiesta, offrendo tre abbonamenti a riviste tecniche specialistiche da assegnare come premio per altrettanti studenti. 7. Convegno sulle tubazioni organizzato dalla società Arvedi Il Consiglio delibera di aderire alla proposta della società Arvedi che intende organizzare un seminario sull utilizzo delle tubazioni in acciaio. Alle ore il Consiglio ha termine. RICORDO DELL AMICO FULVIO Insieme avevamo fondato nel 1978 l Engineering studio con un geometra comune amico. Insieme ci siamo iscritti all Ordine ed abbiamo lottato nell allora sindacato SNILPI (di cui è stato attivo e grintoso Presidente), per correggere alcune storture e valorizzare la nostra categoria, che abbiamo sempre amato e visto come segno di eccellenza. Ora Fulvio, dopo avere a lungo lottato contro la malattia, non è più. Era un Ingegnere preciso, attento, scrupoloso, puntuale che si dedicava al lavoro con impegno e dedizione. Ci mancheranno il suo carattere forte, le sue critiche costruttive e la sua voglia di lottare contro ciò che riteneva ingiusto o scorretto. Un ultimo abbraccio e la speranza che possa avere trovato la pace che ha ampiamente meritato. IVANO 15

16 NUMERO 1/2011 INARCASSA Nuove modalità di trasmissione della dichiarazione dei redditi e dei volumi d affari Con Decreto interministeriale del 27 dicembre 2010 è stata approvata la modifica all'art. 36 dello Statuto di Inarcassa che, già da quest'anno, rende obbligatorio l'invio telematico della dichiarazione dei redditi e dei volumi d' affari con termine unico al 31 ottobre di ogni anno. La trasmissione delle dichiarazioni annuali viaggerà quindi solo via web, attraverso lnarcassa On line, che già da aprile offrirà modalità d'accesso facili ed immediate e un layout ancora più intuitivo e semplice da navigare. Entrare nel mondo dei servizi on line sarà più veloce anche grazie all'utilizzo della Posta Elettronica Certificata, che consente l'identificazione certa dell'utente, superando la complessa procedura che ha reso sinora necessaria la sottoscrizione del vecchio contratto. L 'acquisizione degli indirizzi di Posta Elettronica Certificata, grazie alla valenza legale del mezzo, permetterà presto ad Inarcassa di compiere un passo definitivo verso l'eliminazione delle comunicazioni su carta, e di ricevere e trasmettere informazioni e dati attraverso la rete in modo sicuro, privato e con la certezza di recapito di una lettera raccomandata. Il primo beneficio di queste novità sarà senz'altro un risparmio economico ed ecologico, relativo ai costi di stampa e spedizione di circa plichi all'anno destinati a professionisti e società, ma anche e soprattutto un modo di comunicare rispondente alla tecnologia e alla necessità di informazione del nostro tempo. In conseguenza delle nuove modalità di trasmissione della dichiarazione, quest'anno non sarà inviato a tutti gli iscritti e non il consueto quantitativo di modelli Dich. in bianco, ma un congruo numero di guide alla compilazione telematica della dichiarazione, contenenti anche le istruzioni necessarie alla registrazione a lnarcassa On line. 2. Adeguamenti Pensioni Con decorrenza 01/01/2011, l'importo delle pensioni minime calcolate con il sistema retributivo è pari a ,00. Contributi dovuti dai professionisti iscritti Contributo soggettivo: 12,50%, di cui 0,50% destinato per attività assistenziali, del reddito professionale dichiarato ai fini IRPEF fino a ,00; oltre tale reddito vi verrà applicata l aliquota del 3%. Contributo soggettivo minimo: 1.600,00; Contributo integrativo: 4% del volume d affari dichiarato ai fini IVA. Contributo integrativo minimo: 365,00; Contributo per l'indennità di maternità dovuto dagli iscritti, anche se pensionati, 74,00. Contributi dovuti dai professionisti non iscritti in possesso di partita IVA Contributo integrativo: 4% del volume d affari dichiarato ai fini IVA. Adeguamento degli importi delle indennità di maternità per professioniste iscritte L importo minimo e massimo dell'indennità di maternità erogato da Inarcassa, è pari, rispettivamente, ad 4.627,00 e ad ,00. CALENDARIO ADEMPIMENTI PER L ANNO 2011 Le date sotto indicate rappresentano l'ultimo giorno utile per adempiere a quanto previsto senza incorrere in sanzioni. In caso di scadenze coincidenti con il sabato o con giorni festivi, i versamenti effettuati il primo giorno lavorativo successivo alla scadenza sono considerati nei termini. 30 aprile: saldo del conguaglio dei contributi previdenziali relativi all anno 2009 con l applicazione di un interesse dilatorio nella misura dell 1% fisso (per chi non ha effettuato il versamento al 31/12/2010). 30 giugno: pagamento l^ rata contributi minimi e contributo di maternità 31 agosto*: versamento contributo integrativo professionisti non iscritti con partita IVA e Società di ingegneria 30 settembre: pagamento 2^ rata contributi minimi e contributo di maternità 31 ottobre*: presentazione Dich {Art. 36 dello Statuto) per via telematica tramite Inarcassa ON line.

17 NUMERO 1/ dicembre: pagamento conguaglio contributo soggettivo ed integrativo relativo all'anno 2010 (artt. 22 e 23 dello Statuto) I professionisti, non iscritti in possesso di partita IVA sono tenuti al rispetto delle sole voci contrassegnate con l asterisco. I professionisti, che hanno ricevuto o riceveranno un provvedimento di iscrizione ad Inarcassa, o di cancellazione dai ruoli della stessa, dovranno attenersi, per il pagamento dei contributi obbligatori (contributo minimo soggettivo ed integrativo, conguaglio contributo soggettivo ed integrativo, contributo maternità) alle istruzioni indicate nelle relative notifiche. Istruzioni per i professionisti iscritti La riscossione dei contributi minimi e di maternità verrà effettuata dall Istituto Tesoriere, Banca Popolare di Sondrio che, in prossimità di ciascuna scadenza, provvederà ad inviare ai professionisti il relativo bollettino M.AV. già interamente compilato. Per il saldo del conguaglio contributivo 2009, se ancora dovuto, deve invece essere utilizzato il bollettino M.A.V. inviato a dicembre 2010; l importo dell 1% fisso di interesse sarà messo in conto con una delle rate dei minimi La mancata ricezione dei bollettini M.A.V. non esime dal rispetto delle scadenze. In tal caso per effettuare i pagamenti è necessario contattare la Banca Popolare di Sondrio al numero verde , che indicherà loro importi e modalità di versamento. Istruzioni per i professionisti non iscritti in possesso di partita IVA Il contributo integrativo, pari al 2% sul volume d'affari effettivamente prodotto nel 2010 (l aliquota del 4% si applica a partire dall anno 2011), deve essere versato entro il 31 agosto 2011, a prescindere dal successivo termine 31 ottobre previsto per l invio della dichiarazione obbligatoria. Il bollettino M.A.V. per effettuare il pagamento non sarà oggetto di spedizione da parte di Inarcassa, ma dovrà essere generato e stampato dal professionista tramite l apposita procedura disponibile su Inarcassa On line. Se il volume d'affari prodotto è pari a zero, non è dovuto contributo, pur restando l obbligo della dichiarazione Istruzioni per i partecipanti ad associazioni e/o Società di professionisti I professionisti facenti parte di dette associazioni e/o Società devono rispettare le scadenze indicate nel calendario degli adempimenti a seconda si tratti di professionisti iscritti o non iscritti. Il pagamento del contributo integrativo è a carico dei singoli professionisti associati e/o soci, in ragione della quota di partecipazione che essi sono tenuti ad indicare sul proprio modello di dichiarazione. Pel ulteriori informazioni sugli adempimenti 2011 è possibile consultare il sito internet (www.inarcassa.it), contattare direttamente Inarcassa al numero telefonico 06/ (informazioni telefoniche) oppure inviare un fax al numero 06/ Il nuovo ponte sulla Autostrada A21 in corrispondenza dell uscita Brescia sud 17

18 NUMERO 18 1/2011

19 NUMERO 1/

20 NUMERO 20 1/2011

Compiti istituzionali dell'ordine:

Compiti istituzionali dell'ordine: ORDINE PROVINCIALE DEI FARMACISTI DELLA PROVINCIA DI MASSA CARRARA CARTA DEI SERVIZI Cos è l Ordine dei Farmacisti e cosa fa L Ordine, a differenza delle altre organizzazioni fra farmacisti, è un Ente

Dettagli

ORDINE DEI GEOLOGI DELLA REGIONE UMBRIA

ORDINE DEI GEOLOGI DELLA REGIONE UMBRIA ORDINE DEI GEOLOGI DELLA REGIONE UMBRIA Verbale della riunione del Consiglio del 22/04/2015 Alle ore 15:45 del giorno 22/04/2015 presso la sede dell Ordine dei Geologi della Regione Umbria, in Via Martiri

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ANZIANI E PENSIONATI DI PEIA

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ANZIANI E PENSIONATI DI PEIA STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ANZIANI E PENSIONATI DI PEIA ARTICOLO 1 - E costituita l Associazione denominata PRO SENECTUTE. Ai sensi e per gli effetti di cui agli art. 10 e segg. del D.L. 4 dicembre 1997,

Dettagli

M.A.S.C.I. R E G I O N E CAMPANIA

M.A.S.C.I. R E G I O N E CAMPANIA M.A.S.C.I. R E G I O N E CAMPANIA REGOLAMENTO REGIONALE Articolo 1 Finalità Il presente Regolamento Regionale del M.A.S.C.I. della Regione Campania, redatto in attuazione dell'art. 9 dello Statuto Nazionale

Dettagli

FORUM COMUNALE DEI GIOVANI E DELLE AGGREGAZIONI GIOVANILI

FORUM COMUNALE DEI GIOVANI E DELLE AGGREGAZIONI GIOVANILI FORUM COMUNALE DEI GIOVANI E DELLE AGGREGAZIONI GIOVANILI REGOLAMENTO Regolamento Forum dei Giovani Pag. 1 di 8 ART.1 Istituzione Il Consiglio Comunale della Città di Pollena Trocchia riconosciuto: l importanza

Dettagli

COMITATO DI COORDINAMENTO REGIONALE DELLE UNIVERSITA ABRUZZESI

COMITATO DI COORDINAMENTO REGIONALE DELLE UNIVERSITA ABRUZZESI L Aquila Verbale n. 4/06 COMITATO DI COORDINAMENTO REGIONALE DELLE UNIVERSITA ABRUZZESI L anno 2006, il giorno 10 del mese di febbraio alle ore 12,15, convocato nei modi e termini di legge, si è riunito

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI FIRENZE

REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI FIRENZE REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI FIRENZE CAPITOLO 1 - GENERALITA Il presente regolamento è redatto in base all art. 42

Dettagli

STATUTO FORUM DEI GIOVANI

STATUTO FORUM DEI GIOVANI STATUTO FORUM DEI GIOVANI ART.1 ADOZIONE DELLO STATUTO L Amministrazione Comunale di Osimo, con deliberazione del Consiglio Comunale del 3.8.2011, riconosciute: - l importanza di coinvolgere i giovani

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO IMMEDIATAMENTE ESEGUIBILE Deliberazione n. 16 del 26/01/2015 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO APPROVAZIONE CONVENZIONE CON L UNIVERSITA TELEMATICA E-CAMPUS, PER ATTIVAZIONE STAGE

Dettagli

PROPOSTE DEL GRUPPO DI LAVORO INARCASSA PER L ASSEMBLEA DEI PRESIDENTI

PROPOSTE DEL GRUPPO DI LAVORO INARCASSA PER L ASSEMBLEA DEI PRESIDENTI PROPOSTE DEL GRUPPO DI LAVORO INARCASSA PER L ASSEMBLEA DEI PRESIDENTI L Assemblea dei Presidenti degli Ordini degli ingegneri d Italia (AdP) del 14 giugno 2013 ha riconosciuto che la previdenza è fattore

Dettagli

STATUTO DELL ENTE BILATERALE DELLA VIGILANZA PRIVATA DELLA LOMBARDIA EBIVLOMBARD

STATUTO DELL ENTE BILATERALE DELLA VIGILANZA PRIVATA DELLA LOMBARDIA EBIVLOMBARD STATUTO DELL ENTE BILATERALE DELLA VIGILANZA PRIVATA DELLA LOMBARDIA EBIVLOMBARD Art. 1 Costituzione Conformemente a quanto previsto dal CCNL per i dipendenti da Istituti di Vigilanza Privata, è costituito

Dettagli

Regolamento Consulta Provinciale degli Studenti di Palermo TITOLO I NORME GENERALI CAPO I PRINCIPI GENERALI

Regolamento Consulta Provinciale degli Studenti di Palermo TITOLO I NORME GENERALI CAPO I PRINCIPI GENERALI Regolamento Consulta Provinciale degli Studenti di Palermo TITOLO I NORME GENERALI CAPO I PRINCIPI GENERALI Art.1 - Istituzione della Consulta La Consulta Provinciale delle studentesse e degli studenti

Dettagli

ARCH. NAZZARENO LEONARDI IL NOSTRO PROGRAMMA

ARCH. NAZZARENO LEONARDI IL NOSTRO PROGRAMMA ELEZIONI DELEGATO ARCHITETTI PER LA PROVINCIA DI VICENZA 2015-2020 CASSA NAZIONALE DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA PER GLI INGEGNERI ED ARCHITETTI LIBERI PROFESSIONISTI ARCH. NAZZARENO LEONARDI IL NOSTRO PROGRAMMA

Dettagli

STATUTO. Associazione ANCeSCAO Lazio Coordinamento Regionale del Lazio dell Associazione nazionale centri Sociali, Comitati Anziani e Orti

STATUTO. Associazione ANCeSCAO Lazio Coordinamento Regionale del Lazio dell Associazione nazionale centri Sociali, Comitati Anziani e Orti STATUTO Associazione ANCeSCAO Lazio Coordinamento Regionale del Lazio dell Associazione nazionale centri Sociali, Comitati Anziani e Orti Articolo1 COSTITUZIONE E costituita l Associazione ANCeSCAO Lazio,

Dettagli

COMUNE DI MENAGGIO Provincia di Como

COMUNE DI MENAGGIO Provincia di Como COMUNE DI MENAGGIO Provincia di Como ASSESSORATO ALLE POLITICHE GIOVANILI ASSESSORATO ALLA PARTECIPAZIONE STATUTO DELLA CONSULTA COMUNALE DEI GIOVANI CAPO I - NORME ISTITUTIVE E ATTRIBUZIONI Art. 1 - Istituzione...

Dettagli

RINNOVO DEL CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI INGEGNERI

RINNOVO DEL CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI INGEGNERI RINNOVO DEL CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI INGEGNERI OBIETTIVI E PROPOSTE dell Ordine degli Ingegneri della Provincia di Bergamo Nello svolgimento dei compiti istituzionali di garanzia pubblica e di rappresentanza

Dettagli

Lista Geologi per la Professione

Lista Geologi per la Professione ELEZIONI DEL CONSIGLIO REGIONALE DEI GEOLOGI DEL PIEMONTE Lista Geologi per la Professione PROGRAMMA Considerazioni generali La nostra candidatura in seno al consiglio dell Ordine e la presentazione di

Dettagli

INAUGURAZIONE ANNO ACCADEMICO 2014/15 INTERVENTO DEL RAPPRESENTANTE DEGLI STUDENTI NEL CDA SIMONE MAGNANO

INAUGURAZIONE ANNO ACCADEMICO 2014/15 INTERVENTO DEL RAPPRESENTANTE DEGLI STUDENTI NEL CDA SIMONE MAGNANO INAUGURAZIONE ANNO ACCADEMICO 2014/15 INTERVENTO DEL RAPPRESENTANTE DEGLI STUDENTI NEL CDA SIMONE MAGNANO Castellanza, 10 novembre 2014 Signor Presidente, Magnifico Rettore, colleghi Studenti, Autorità

Dettagli

A.I.D.I.A. ASSOCIAZIONE ITALIANA DONNE INGEGNERI E ARCHITETTI Statuto

A.I.D.I.A. ASSOCIAZIONE ITALIANA DONNE INGEGNERI E ARCHITETTI Statuto A.I.D.I.A. ASSOCIAZIONE ITALIANA DONNE INGEGNERI E ARCHITETTI Statuto ART. 1 DENOMINAZIONE, AMBITO E SEDE 1. Nell anno 1957 è stata costituita a Torino l Associazione Italiana Donne Ingegneri e Architetti.

Dettagli

5 SALONE DELLE GIUSTIZIA GLI INGEGNERI E L AMMINISTRAZIONE DELLA GIUSTIZIA

5 SALONE DELLE GIUSTIZIA GLI INGEGNERI E L AMMINISTRAZIONE DELLA GIUSTIZIA 5 SALONE DELLE GIUSTIZIA Salone delle Fontane - Roma EUR 29-29-30 aprile 2015 GLI INGEGNERI E L AMMINISTRAZIONE DELLA GIUSTIZIA (... perché il CNI al Salone della Giustizia?) aprile 2014 Presidente Vice

Dettagli

COMITATO PARITETICO DEL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI FORLI CESENA STATUTO - REGOLAMENTO

COMITATO PARITETICO DEL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI FORLI CESENA STATUTO - REGOLAMENTO COMITATO PARITETICO DEL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI FORLI CESENA ART. 1 Istituzione STATUTO - REGOLAMENTO E istituito ai sensi dell art. 23 della L.R. 21 Febbraio 2005, n.12 il Comitato Paritetico

Dettagli

Erano stati convocati, ma non hanno presenziato all incontro, i seguenti Enti:

Erano stati convocati, ma non hanno presenziato all incontro, i seguenti Enti: Verbale relativo alla riunione con le Organizzazioni del Lavoro tenuta presso la Facoltà di Ingegneria dell Università degli Studi di Ferrara, del 19 Novembre 2001 alle ore 16.00. Presenti i seguenti Enti:

Dettagli

VERSO IL PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO

VERSO IL PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO Trimestrale di informazione a cura dell Amministrazione Comunale di Orsenigo Direttore Responsabile: Licia Viganò Numero chiuso il: 5 febbraio 2009 Supplemento al numero 37 Stampa: Com.Unica srl (Lipomo)

Dettagli

COMMISSIONE CONSILIARE III. Sanità e Assistenza. Seduta del 28 settembre 2011 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE MARGHERITA PERONI

COMMISSIONE CONSILIARE III. Sanità e Assistenza. Seduta del 28 settembre 2011 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE MARGHERITA PERONI COMMISSIONE CONSILIARE III Sanità e Assistenza Seduta del 28 settembre 2011 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE MARGHERITA PERONI Argomento n. 4 all ordine del giorno: ITR N. 3113 Bando per l'accesso alla "Dote

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 14 dicembre 2012, n. 2751

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 14 dicembre 2012, n. 2751 2454 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 14 dicembre 2012, n. 2751 Attuazione del sistema di formazione e di accreditamento dei soggetti abilitati al rilascio dei certificati di sostenibilità degli

Dettagli

CORSO PER CONSULENTE TECNICO D UFFICIO E DI PARTE NEI PROCEDIMENTI CIVILI E PENALI

CORSO PER CONSULENTE TECNICO D UFFICIO E DI PARTE NEI PROCEDIMENTI CIVILI E PENALI con il patrocinio di CORSO PER CONSULENTE TECNICO D UFFICIO E DI PARTE NEI PROCEDIMENTI CIVILI E PENALI Le lezioni si terranno nella sala Convegni dell Ordine degli Ingegneri di Bologna Palazzo Gioanetti

Dettagli

STATUTO ASSOCIAZIONE ITALIANA PAZIENTI ANTICOAGULATI A.I.P.A. ****** Art.1 Ragione Sociale e Sede Premesso che è costituita in Parma, con sede in

STATUTO ASSOCIAZIONE ITALIANA PAZIENTI ANTICOAGULATI A.I.P.A. ****** Art.1 Ragione Sociale e Sede Premesso che è costituita in Parma, con sede in STATUTO ASSOCIAZIONE ITALIANA PAZIENTI ANTICOAGULATI A.I.P.A. ****** Art.1 Ragione Sociale e Sede Premesso che è costituita in Parma, con sede in Parma Via Gramsci,14 presso il Centro per le Malattie dell

Dettagli

INDICE. CRIF Certification Services alla presentazione del Codice ABI di valutazione immobiliare Roma, 16 febbraio

INDICE. CRIF Certification Services alla presentazione del Codice ABI di valutazione immobiliare Roma, 16 febbraio CERTinfo - newsletter n.3 - Aprile 2010 INDICE >> CRIF Certification Services alla presentazione del Codice ABI di valutazione immobiliare Roma, 16 febbraio >> L organigramma di CRIF Certification Services:

Dettagli

ORGANISMO VERONESE DI MEDIAZIONE FORENSE STATUTO TITOLO 1 - DISPOSIZIONI GENERALI. Art. 1 - Costituzione

ORGANISMO VERONESE DI MEDIAZIONE FORENSE STATUTO TITOLO 1 - DISPOSIZIONI GENERALI. Art. 1 - Costituzione ORGANISMO VERONESE DI MEDIAZIONE FORENSE STATUTO TITOLO 1 - DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 - Costituzione 1. Con deliberazione del 21 febbraio 2011, ai sensi dell'art. 18 del D.Lgs. 4 marzo 2010 n. 28 e

Dettagli

93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1

93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1 93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1 OGGETTO: ADESIONE AL PROGETTO METANO PROMOSSO DAL COMUNE DI TORINO E PREORDINATO A LIMITARE GLI EFFETTI INQUINANTI SULL AMBIENTE DEI TRADIZIONALI GAS DI SCARICO.

Dettagli

La costituzione degli Organismi della Partecipazione della SdS di Firenze

La costituzione degli Organismi della Partecipazione della SdS di Firenze SOCIETA DELLA SALUTE DI FIRENZE La costituzione degli Organismi della Partecipazione della SdS di Firenze Gruppo di lavoro: Andrea Aleardi Assessorato alla Partecipazione Comune di Firenze Roberto Bocchieri

Dettagli

17 MARZO 2016 ASSEMBLEA ORDINARIA DEGLI ISCRITTI

17 MARZO 2016 ASSEMBLEA ORDINARIA DEGLI ISCRITTI 17 MARZO 2016 ASSEMBLEA ORDINARIA DEGLI ISCRITTI COLLEGIO IPASVI PIACENZA RELAZIONE MORALE DELLA PRESIDENTE ASSEMBLEA ORDINARIA DEGLI ISCRITTI 2016 Buongiorno a tutti e benvenuti A nome del Consiglio Direttivo

Dettagli

Referente gruppo di lavoro PER LA CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE NELLA LINGUA INGLESE

Referente gruppo di lavoro PER LA CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE NELLA LINGUA INGLESE SCHEDA RELAZIONE ATTIVITÁ SVOLTE DALLE COMMISSIONI GRUPPI DI LAVORO (art. 37 CCNI 31/8/99) DOCENTE: BECCARI SARA Referente gruppo di lavoro PER LA CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE NELLA LINGUA INGLESE Finalità

Dettagli

Rapporto del Garante della Comunicazione

Rapporto del Garante della Comunicazione PROVINCIA DI PISTOIA Il Garante della Comunicazione Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale Variante Generale Fase di Approvazione Rapporto del Garante della Comunicazione ex art. 5 del Regolamento

Dettagli

C O M U N E D I S A S S O M A R C O N I PROVINCIA DI BOLOGNA ESTRATTO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 81 DEL 20/11/2013

C O M U N E D I S A S S O M A R C O N I PROVINCIA DI BOLOGNA ESTRATTO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 81 DEL 20/11/2013 C O M U N E D I S A S S O M A R C O N I PROVINCIA DI BOLOGNA ESTRATTO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 81 DEL 20/11/2013 OGGETTO: APPROVAZIONE CONVENZIONE CON ORGANISMO DI MEDIAZIONE CIVILE

Dettagli

VERBALE DELL ASSEMBLEA ORDINARIA DEI SOCI DELL ASSOCIAZIONE DEGLI ORGANISMI DI VIGILANZA AODV 231

VERBALE DELL ASSEMBLEA ORDINARIA DEI SOCI DELL ASSOCIAZIONE DEGLI ORGANISMI DI VIGILANZA AODV 231 VERBALE DELL ASSEMBLEA ORDINARIA DEI SOCI DELL ASSOCIAZIONE DEGLI ORGANISMI DI VIGILANZA AODV 231 L Assemblea dei Soci dell AODV 231 Associazione dei Componenti degli Organismi di Vigilanza ex D.Lgs. 231/2001

Dettagli

Associazione Un Teatro a Rose

Associazione Un Teatro a Rose STATUTO DEL COORDINAMENTO TEATRALE MUSICALE CULTURALE Associazione Un Teatro a Rose ART. 1 DICHIARAZIONE COSTITUTIVA E costituito in data 31 Ottobre 2014 un coordinamento no profit, denominato Associazione

Dettagli

Regolamento delle Scuole UCPI

Regolamento delle Scuole UCPI Regolamento delle Scuole UCPI TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 Oggetto e finalità. 1. Il presente regolamento disciplina l attività di formazione e di qualificazione professionale dell avvocato penalista,

Dettagli

CORSI DI FORMAZIONE PER LA SICUREZZA. organizzati da ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI SALERNO

CORSI DI FORMAZIONE PER LA SICUREZZA. organizzati da ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI SALERNO CORSI DI FORMAZIONE PER LA SICUREZZA organizzati da ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI SALERNO ANNO 2010-2011 Sommario CORSO DI FORMAZIONE PER COORDINATORE DELLA SICUREZZA NEI CANTIERI TEMPORANEI

Dettagli

COMUNE DI CESENA. Settore Servizi Sociali COORDINAMENTO DEL VOLONTARIATO STATUTO

COMUNE DI CESENA. Settore Servizi Sociali COORDINAMENTO DEL VOLONTARIATO STATUTO COMUNE DI CESENA Settore Servizi Sociali COORDINAMENTO DEL VOLONTARIATO STATUTO TITOLO I PRINCIPI E FINALITÀ 2 Art. 1 - Principi 2 Art. 2 - Istituzione 2 Art. 3 Finalità 2 TITOLO II ORGANI E FUNZIONI 3

Dettagli

CONSORZIO TOPIX TORINO E PIEMONTE EXCHANGE POINT, con attività. numero di iscrizione e codice fiscale e partita IVA 08445410015 * * * * *

CONSORZIO TOPIX TORINO E PIEMONTE EXCHANGE POINT, con attività. numero di iscrizione e codice fiscale e partita IVA 08445410015 * * * * * CONSORZIO TOPIX TORINO E PIEMONTE EXCHANGE POINT, con attività esterna, con sede in Torino, Via Bogino n. 9, con il fondo consortile di 1.600.000.=, versato per 1.570.000.=, iscritto al Registro Imprese

Dettagli

Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori?

Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori? Le proposte emerse dai gruppi di RLS 1 Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori? Il RLS consulta il documento di valutazione dei rischi e verifica se il rischio

Dettagli

AIFM Associazione Italiana di Fisica Medica REGOLAMENTO ASSOCIATIVO GENERALE (ai sensi dell art. 21 dello Statuto dell Associazione)

AIFM Associazione Italiana di Fisica Medica REGOLAMENTO ASSOCIATIVO GENERALE (ai sensi dell art. 21 dello Statuto dell Associazione) AIFM Associazione Italiana di Fisica Medica REGOLAMENTO ASSOCIATIVO GENERALE (ai sensi dell art. 21 dello Statuto dell Associazione) Commissioni Il Consiglio Direttivo provvede a costituire Commissioni

Dettagli

COMUNE DI DECIMOMANNU

COMUNE DI DECIMOMANNU COMUNE DI DECIMOMANNU REGOLAMENTO PER L ALBO COMUNALE DELLE ASSOCIAZIONI ED ISTITUZIONE DELLE CONSULTE DELLE ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO E CULTURALI. (Approvato con Deliberazione di C.C. n. del ) 1 INDICE

Dettagli

COMUNE DI ZIANO PIACENTINO PROVINCIA DI PIACENZA

COMUNE DI ZIANO PIACENTINO PROVINCIA DI PIACENZA COMUNE DI ZIANO PIACENTINO PROVINCIA DI PIACENZA AVVISO DI SELEZIONE PER CONFERIMENTO INCARICO DI SERVIZI ATTINENTI L INGEGNERIA E L ARCHITETTURA DI IMPORTO INFERIORE A 100.000,00 EURO MEDIANTE PROCEDURA

Dettagli

Statuto dell Associazione LAUS Vol. LAUS Volontariato della Provincia di Lodi

Statuto dell Associazione LAUS Vol. LAUS Volontariato della Provincia di Lodi Statuto dell Associazione LAUS Vol. LAUS Volontariato della Provincia di Lodi Art.1 - Costituzione e sede E costituita, con sede legale a Lodi, l Associazione denominata: LAUS Volontariato della Provincia

Dettagli

COMITATO METODOLOGIE di ASSICURAZIONE della QUALITA' REGOLAMENTO

COMITATO METODOLOGIE di ASSICURAZIONE della QUALITA' REGOLAMENTO COMITATO METODOLOGIE di ASSICURAZIONE della QUALITA' REGOLAMENTO Titolo I Denominazione, Funzionamento, Sede, Scopo, Durata Art. 1 - Denominazione Nell ambito dell Associazione Italiana Cultura Qualità

Dettagli

CONVENZIONE PER LO SVOLGIMENTO ASSOCIATO DI FUNZIONI COMUNALI MEDIANTE COSTITUZIONE DI UN UFFICIO COMUNE

CONVENZIONE PER LO SVOLGIMENTO ASSOCIATO DI FUNZIONI COMUNALI MEDIANTE COSTITUZIONE DI UN UFFICIO COMUNE San Rocco al Porto Castelnuovo Bocca d Adda Caselle Landi San Fiorano Meleti Cornovecchio Maccastorna Santo Stefano Lodigiano CONVENZIONE PER LO SVOLGIMENTO ASSOCIATO DI FUNZIONI COMUNALI MEDIANTE COSTITUZIONE

Dettagli

Verbale di deliberazione della Giunta Provinciale seduta n. 52. Deliberazione di Giunta N. 140

Verbale di deliberazione della Giunta Provinciale seduta n. 52. Deliberazione di Giunta N. 140 Verbale di deliberazione della Giunta Provinciale seduta n. 52 Deliberazione di Giunta N. 140 OGGETTO: Premio per tesi di laurea magistrale "Ondina Barduzzi". Aggiornamento di alcuni indirizzi generali

Dettagli

DEL REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI (C.C.R.)

DEL REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI (C.C.R.) DEL REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI (C.C.R.) (Approvato con deliberazione consiliare n. 30 del 24.06.2010 e successiva modifica con deliberazione consiliare n. 50 del 25.09.2012) PREMESSA

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE F.O.R.G.A.T. (Formazione, Opportunità, Recupero, Giovani, Ambiente e Territorio) o.n.l.u.s. ART.

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE F.O.R.G.A.T. (Formazione, Opportunità, Recupero, Giovani, Ambiente e Territorio) o.n.l.u.s. ART. STATUTO DELL ASSOCIAZIONE F.O.R.G.A.T. (Formazione, Opportunità, Recupero, Giovani, Ambiente e Territorio) o.n.l.u.s. ART.1 DENOMINAZIONE E costituita un associazione non riconosciuta ai sensi degli artt.

Dettagli

Regolamento del Network ICT Life Sciences (NILS)

Regolamento del Network ICT Life Sciences (NILS) Regolamento del Network ICT Life Sciences (NILS) Art. 1 Costituzione del Network Viene costituito, su iniziativa del Gruppo di Lavoro ICT operante all interno del Distretto Toscano Scienze della Vita,

Dettagli

Consiglio dell Istituto Comprensivo Alfonso Volpi

Consiglio dell Istituto Comprensivo Alfonso Volpi Consiglio dell Istituto Comprensivo Alfonso Volpi Verbale n. 2 Il giorno 10 dicembre 2014 alle ore 16,30, presso la Sala Professori della Scuola Secondaria di Primo Grado A. Volpi di Cisterna di Latina,

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO DEL CONSIGLIO DELL' ORDINE DEGLI ARCHITETTI PIANIFICATORI PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI VERCELLI

REGOLAMENTO INTERNO DEL CONSIGLIO DELL' ORDINE DEGLI ARCHITETTI PIANIFICATORI PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI VERCELLI REGOLAMENTO INTERNO DEL CONSIGLIO DELL' ORDINE DEGLI ARCHITETTI PIANIFICATORI PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI VERCELLI Articolo 1 - Attività del Consiglio L attività del Consiglio dell Ordine

Dettagli

Statuto del Gruppo Mineralogico Lombardo. Associazione Italiana di Mineralogia

Statuto del Gruppo Mineralogico Lombardo. Associazione Italiana di Mineralogia Statuto del Gruppo Mineralogico Lombardo Associazione Italiana di Mineralogia Titolo I Denominazione, oggetto, durata e sede Art.1 Il Gruppo Mineralogico Lombardo è stato fondato nel 1965 presso il Museo

Dettagli

REGOLAMENTO DEL FORUM COMUNALE DEI GIOVANI (Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 88 del 28/9/04)

REGOLAMENTO DEL FORUM COMUNALE DEI GIOVANI (Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 88 del 28/9/04) REGOLAMENTO DEL FORUM COMUNALE DEI GIOVANI (Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 88 del 28/9/04) Art. 1 Istituzione il Consiglio Comunale di San Giorgio a Cremano, riconosciuto: l importanza

Dettagli

REGOLAMENTO PER ISTITUZIONE E FUNZIONAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI

REGOLAMENTO PER ISTITUZIONE E FUNZIONAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI REGOLAMENTO PER ISTITUZIONE E FUNZIONAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI (modificato con delibera di C.C. n. 77 del 26.10.2015) 1 TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 PRINCIPI L Amministrazione

Dettagli

GIUNTA PROVINCIALE SEDUTA DEL GIORNO 16 NOVEMBRE 2011 OGGETTO N 256

GIUNTA PROVINCIALE SEDUTA DEL GIORNO 16 NOVEMBRE 2011 OGGETTO N 256 Immediatamente Eseguibile COPIA SEGRETERIA GENERALE 56125 PISA Piazza V. Emanuele II, 14 T. 050/ 929 317 318 346 GIUNTA PROVINCIALE SEDUTA DEL GIORNO 16 NOVEMBRE 2011 OGGETTO N 256 OGGETTO : Integrazione

Dettagli

STATUTO DELLA ASSOCIAZIONE Simple Function Point Association

STATUTO DELLA ASSOCIAZIONE Simple Function Point Association STATUTO DELLA ASSOCIAZIONE Simple Function Point Association Art. 1 Denominazione E costituita l Associazione denominata Simple Function Point Association, che potrà anche essere individuata con la denominazione

Dettagli

Premessa. Articolo 1 - Impegni dell Amministrazione Comunale

Premessa. Articolo 1 - Impegni dell Amministrazione Comunale Premessa L Amministrazione Comunale di Mariglianella, riconosciuta l importanza: - del coinvolgimento dei giovani, quale presenza attiva e propositiva, nell ambito delle iniziative di carattere sociale

Dettagli

Federazione Sindacale Italiana Osteopati

Federazione Sindacale Italiana Osteopati Fe.S.I.Os. FEDERAZIONE SINDACALE ITALIANA OSTEOPATI Associazione no profit STATUTO ART.1- DENOMINAZIONE È costituita una Associazione denominata Federazione Sindacale - con la sigla Fe.S.I.Os.. Essa è

Dettagli

Legittimazione all intervento in Assemblea e voto per delega

Legittimazione all intervento in Assemblea e voto per delega SCREEN SERVICE BROADCASTING TECHNOLOGIES S.P.A. IN LIQUIDAZIONE E IN CONCORDATO PREVENTIVO Sede legale in Brescia, via Gian Battista Cacciamali n. 71 Capitale sociale Euro 13.190.476,00 i.v. Codice Fiscale

Dettagli

La FLI si rinnova per essere sempre al passo con i tempi.

La FLI si rinnova per essere sempre al passo con i tempi. Carissimi Soci, anche quest anno di vita associativa si avvia gradualmente a conclusione con moltissimi obiettivi raggiunti, moltissime iniziative a tutela e promozione della nostra Professione concluse

Dettagli

COMUNE DI TERRALBA (Provincia di Oristano)

COMUNE DI TERRALBA (Provincia di Oristano) COMUNE DI TERRALBA delibera di giunta n. 105 del 20.07.2010 pag 1 / 8 COMUNE DI TERRALBA (Provincia di Oristano) Verbale di deliberazione della Giunta Comunale. N. 105 Data: 20.07.2010 Oggetto: Realizzazione

Dettagli

Consiglio di Corsi di Studio Interstruttura in Scienze e Tecnologie Informatiche e Ingegneria Informatica e delle Tecnologie dell Informazione

Consiglio di Corsi di Studio Interstruttura in Scienze e Tecnologie Informatiche e Ingegneria Informatica e delle Tecnologie dell Informazione Consiglio di Corsi di Studio Interstruttura in Scienze e Tecnologie Informatiche e Ingegneria Informatica e delle Tecnologie dell Informazione Verbale n. 04/2015 Seduta del 31 Marzo 2015 La seduta del

Dettagli

STATUTO DELLA ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA AETHALIA TRIATHLON

STATUTO DELLA ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA AETHALIA TRIATHLON STATUTO DELLA ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA AETHALIA TRIATHLON TITOLO I NATURA, SCOPI E FINALITA Art. 1 Costituzione È costituita l Associazione sportiva denominata Associazione Sportiva Dilettantistica

Dettagli

PROVINCIA DI LECCE. Regolamento per l istituzione della. CONSULTA PROVINCIALE delle Associazioni di VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE

PROVINCIA DI LECCE. Regolamento per l istituzione della. CONSULTA PROVINCIALE delle Associazioni di VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE PROVINCIA DI LECCE Regolamento per l istituzione della CONSULTA PROVINCIALE delle Associazioni di VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE Regolamento Consulta Provinciale delle Associazioni di Volontariato di

Dettagli

ATTO COSTITUTIVO E STATUTO

ATTO COSTITUTIVO E STATUTO ATTO COSTITUTIVO E STATUTO Oggi i sottoscritti : Xy nato a.residente in..c.f.. convengono e stipulano il seguente atto: 1) E costituita con sede a un Associazione tra i Gruppi di Acquisto Solidale (da

Dettagli

Partito Democratico del Trentino REGOLAMENTO PER LA FONDAZIONE E PER IL FUNZIONAMENTO DEI CIRCOLI TERRITORIALI

Partito Democratico del Trentino REGOLAMENTO PER LA FONDAZIONE E PER IL FUNZIONAMENTO DEI CIRCOLI TERRITORIALI Partito Democratico del Trentino REGOLAMENTO PER LA FONDAZIONE E PER IL FUNZIONAMENTO DEI CIRCOLI TERRITORIALI Approvato dall Assemblea provinciale il 13 giugno 2011 1 REGOLAMENTO PER LA FONDAZIONE E PER

Dettagli

VERBALE DEL CONSIGLIO DELL ORDINE TENUTOSI IL GIORNO VENERDÌ 24/10/2014

VERBALE DEL CONSIGLIO DELL ORDINE TENUTOSI IL GIORNO VENERDÌ 24/10/2014 VERBALE DEL CONSIGLIO DELL ORDINE TENUTOSI IL GIORNO VENERDÌ 24/10/2014 Presenti: dott. for. Luca Calienno, dott. agr. Andrea Costanzo, dott. agr. Giulio Giannardi, dott. for. Fausto Grandi, dott. agr.

Dettagli

La Camera di Conciliazione istituita presso l Ordine degli Avvocati di Grosseto (di seguito:

La Camera di Conciliazione istituita presso l Ordine degli Avvocati di Grosseto (di seguito: CAMERA DI CONCILIAZIONE DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI GROSSETO REGOLAMENTO DI CONCILIAZIONE 1. AMBITO DI APPLICAZIONE. La Camera di Conciliazione istituita presso l Ordine degli Avvocati di Grosseto (di

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 47/23 DEL 25.11.2014

DELIBERAZIONE N. 47/23 DEL 25.11.2014 Oggetto: Fondo immobiliare regionale - housing sociale di cui all articolo 11 del decreto legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133 e D.P.C.M. del 16.4.2009.

Dettagli

PROGETTAZIONE E RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI

PROGETTAZIONE E RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI ORGANIZZATO E PROMOSSO DA: www.consorzioferrararicerche.it www.unife.it/centro/architetturaenergia www.unife.it/dipartimento/architettura CON IL PATROCINIO DI: www.collegiogeometri.fe.it IN COLLABORAZIONE

Dettagli

All. 1 Indirizzi regionali per l elaborazione dei Regolamenti dei Comitati di Partecipazione aziendali Introduzione

All. 1 Indirizzi regionali per l elaborazione dei Regolamenti dei Comitati di Partecipazione aziendali Introduzione All. 1 Indirizzi regionali per l elaborazione dei Regolamenti dei Comitati di Partecipazione aziendali Introduzione La Regione Toscana riconosce nel contributo delle Associazioni di volontariato e tutela

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO

REGOLAMENTO DIDATTICO REGOLAMENTO DIDATTICO CORSO DI STUDIO: Culture e tecniche del costume e della moda FACOLTÀ: Lettere e Filosofia CLASSE: 23 Art. 1 Coerenza tra crediti delle attività formative e obiettivi formativi programmati

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BARI ALDO MORO NUCLEO DI VALUTAZIONE DI ATENEO. VERBALE n. 60 del 28 maggio 2013

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BARI ALDO MORO NUCLEO DI VALUTAZIONE DI ATENEO. VERBALE n. 60 del 28 maggio 2013 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BARI ALDO MORO NUCLEO DI VALUTAZIONE DI ATENEO VERBALE n. 60 del 28 maggio 2013 Il giorno 28 maggio 2013, alle ore 10,30 si è riunito a Bari, presso la Saletta Riunioni del Nucleo

Dettagli

COSTITUZIONE - DENOMINAZIONE SEDE DURATA - SCOPI TITOLO I. Capo I COSTITUZIONE - DENOMINAZIONE SEDE- DURATA

COSTITUZIONE - DENOMINAZIONE SEDE DURATA - SCOPI TITOLO I. Capo I COSTITUZIONE - DENOMINAZIONE SEDE- DURATA COSTITUZIONE - DENOMINAZIONE SEDE DURATA - SCOPI TITOLO I Capo I COSTITUZIONE - DENOMINAZIONE SEDE- DURATA Art. 1 Nello spirito della Costituzione della Repubblica Italiana, in ossequio ai principi contenuti

Dettagli

C O M U N E D I O S T U N I Provincia di Brindisi * * * * * REGOLAMENTO DEL COMITATO CITTADINO PER LE PARI OPPORTUNITA FRA UOMO E DONNA

C O M U N E D I O S T U N I Provincia di Brindisi * * * * * REGOLAMENTO DEL COMITATO CITTADINO PER LE PARI OPPORTUNITA FRA UOMO E DONNA C O M U N E D I O S T U N I Provincia di Brindisi * * * * * REGOLAMENTO DEL COMITATO CITTADINO PER LE PARI OPPORTUNITA FRA UOMO E DONNA approvato dal Consiglio Comunale con deliberazione n. 18 del 18.05.05

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELLA CONSULTA FEMMINILE DEL COMUNE DI SOLARINO

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELLA CONSULTA FEMMINILE DEL COMUNE DI SOLARINO REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELLA CONSULTA FEMMINILE DEL COMUNE DI SOLARINO Art. 1 - Istituzione della Consulta Ai sensi dell art. 80 dello Statuto Comunale e deliberazione del C.C. n 55 del 13/11/2008

Dettagli

Brescia, 24 gennaio 2013 Prot. n. 38/P. A tutti i Direttori dei CFA Loro sedi. CIRCOLARE n. 4. Oggetto: AiFOS soggetto formazione nazionale ope legis

Brescia, 24 gennaio 2013 Prot. n. 38/P. A tutti i Direttori dei CFA Loro sedi. CIRCOLARE n. 4. Oggetto: AiFOS soggetto formazione nazionale ope legis Brescia, 24 gennaio 2013 Prot. n. 38/P A tutti i Direttori dei CFA Loro sedi CIRCOLARE n. 4 Oggetto: AiFOS soggetto formazione nazionale ope legis Premessa Le circolari e le norme A seguito dei diversi

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE SCIENTIFICA DENOMINATA SOCIETA ITALIANA DI SANITA PUBBLICA VETERINARIA

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE SCIENTIFICA DENOMINATA SOCIETA ITALIANA DI SANITA PUBBLICA VETERINARIA STATUTO DELL ASSOCIAZIONE SCIENTIFICA DENOMINATA SOCIETA ITALIANA DI SANITA PUBBLICA VETERINARIA Costituzione e denominazione dell Associazione art. 1 E costituita una Associazione scientifico-culturale

Dettagli

Hanno giustificato la loro assenza: Giordano Basso Gabriele Fumai Davide Gomiero Riccardo Laterza Johnny Nicolis

Hanno giustificato la loro assenza: Giordano Basso Gabriele Fumai Davide Gomiero Riccardo Laterza Johnny Nicolis verbale n. 11 Sds/2014 pagina 1/2 Oggi, in Venezia, presso l aula ex Far nella sede dei Tolentini alle ore 10,30 è stato convocato il senato degli studenti con nota del 23 ottobre 2014, prot. n. 21118,

Dettagli

Bando per il Master Universitario di I livello in TRANSPORTATION DESIGN PER LA MOBILITA SOSTENIBILE

Bando per il Master Universitario di I livello in TRANSPORTATION DESIGN PER LA MOBILITA SOSTENIBILE Bando per il Master Universitario di I livello in TRANSPORTATION DESIGN PER LA MOBILITA SOSTENIBILE Anno accademico 11/ L Università degli Studi di Camerino, VISTO lo Statuto, emanato con Decreto Rettorale

Dettagli

Statuto dell Associazione Dalmazio Mongillo (A.DA.MO.)

Statuto dell Associazione Dalmazio Mongillo (A.DA.MO.) Statuto dell Associazione Dalmazio Mongillo (A.DA.MO.) Art. 1 È costituita l Associazione denominata Associazione Dalmazio Mongillo, in breve (A.DA.MO.). Art. 2 L Associazione ha sede in Roma, Largo Russell

Dettagli

Istituto per l'innovazione e trasparenza degli appalti e la compatibilità ambientale REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO INTERNO

Istituto per l'innovazione e trasparenza degli appalti e la compatibilità ambientale REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO INTERNO Istituto per l'innovazione e trasparenza degli appalti e la compatibilità ambientale REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO INTERNO Approvato dal CONSIGLIO DIRETTIVO nella seduta del 3 marzo 2009,

Dettagli

Regolamento ANPAS Servizio Civile

Regolamento ANPAS Servizio Civile Regolamento ANPAS Servizio Civile Approvato dal Consiglio Nazionale ANPAS il 22 novembre 2003 e successivamente modificato nelle date 1 aprile 2006 e 12 aprile 2008 Premessa La realizzazione di una struttura

Dettagli

ORDINE DEL GIORNO N.2 Rinnovo contratti ricercatori a tempo determinato - determinazioni

ORDINE DEL GIORNO N.2 Rinnovo contratti ricercatori a tempo determinato - determinazioni ORDINE DEL GIORNO N. 1 Comunicazioni del Presidente. Non vi sono comunicazioni di sorta ORDINE DEL GIORNO N.2 Rinnovo contratti ricercatori a tempo determinato - determinazioni Il Presidente ricorda preliminarmente

Dettagli

FormaFarma. Associazione culturale senza scopo di lucro S T A T U T O

FormaFarma. Associazione culturale senza scopo di lucro S T A T U T O FormaFarma Associazione culturale senza scopo di lucro Art 1 Denominazione e sede S T A T U T O È costituita l Associazione culturale sotto la denominazione: FormaFarma - Associazione culturale senza scopo

Dettagli

AZIENDA LOMBARDA PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI BERGAMO AVVISO PUBBLICO

AZIENDA LOMBARDA PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI BERGAMO AVVISO PUBBLICO AZIENDA LOMBARDA PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI BERGAMO AVVISO PUBBLICO Per la FORMAZIONE DI ELENCHI DI PROFESSIONISTI QUALIFICATI PER L AFFIDAMENTO DI INCARICHI PROFESSIONALI DI IMPORTO

Dettagli

donato sabía architetto architettura.sabia@tiscali.it

donato sabía architetto architettura.sabia@tiscali.it campagna di efficientamento entamento del patrimonio edilizio esistente in riferimento al D.P.R. 75/2013 Regolamento recante disciplina dei criteri di accreditamento per assicurare la qualificazione e

Dettagli

STATUTO. Testo approvato dall Assemblea Straordinaria del 4 giugno 1999

STATUTO. Testo approvato dall Assemblea Straordinaria del 4 giugno 1999 STATUTO Testo approvato dall Assemblea Straordinaria del 4 giugno 1999 Atto registrato dal Notaio Cavandoli in Mantova in data 11.06.1999 con il n.2209 Art.1 È costituito in Mantova il COLLEGIO COSTRUTTORI

Dettagli

Comune di Casaluce REGOLAMENTO FORUM COMUNALE DEI GIOVANI E DELLE AGGREGAZIONI GIOVANILI

Comune di Casaluce REGOLAMENTO FORUM COMUNALE DEI GIOVANI E DELLE AGGREGAZIONI GIOVANILI Comune di Casaluce REGOLAMENTO FORUM COMUNALE DEI GIOVANI E DELLE AGGREGAZIONI GIOVANILI Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 14 del 22/7/2009 1 REGOLAMENTO FORUM COMUNALE DEI GIOVANI E DELLE

Dettagli

Prot. 2014004149 Area II/Elett. Torino, 11 aprile 2014. Al Sig. Presidente dell Ufficio Centrale Regionale presso la Corte d Appello di TORINO

Prot. 2014004149 Area II/Elett. Torino, 11 aprile 2014. Al Sig. Presidente dell Ufficio Centrale Regionale presso la Corte d Appello di TORINO Prot. 2014004149 Area II/Elett. Torino, 11 aprile 2014 Al Sig. Presidente dell Ufficio Centrale Regionale presso la Corte d Appello di Al Sig. Presidente dell Ufficio Centrale Circoscrizionale presso il

Dettagli

Curriculum Vitae. Studio: Roma, 00195, Via Oslavia, 28 Tel. 06.3724418, 06.37512249, Fax 06.3700307 e-mail alessandro.morani@studiomorani.

Curriculum Vitae. Studio: Roma, 00195, Via Oslavia, 28 Tel. 06.3724418, 06.37512249, Fax 06.3700307 e-mail alessandro.morani@studiomorani. Curriculum Vitae Nome e Cognome: Alessandro Morani Luogo e data di nascita: Roma, 25 ottobre 1965 Stato civile: coniugato Professione: Dottore Commercialista Studio: Roma, 00195, Via Oslavia, 28 Tel. 06.3724418,

Dettagli

Comitato Genitori P. Carcano

Comitato Genitori P. Carcano VERBALE N. 3 del 23 - Ottobre - 2014 ASSEMBLEA DEL DIRETTIVO In data 23 Ottobre 2014, alle ore 18.00 presso la sede del Comitato Genitori P. Carcano, sita in via Castelnuovo, 5 22100 Como si è riunita

Dettagli

Oggetto Regolamento della consulta permanente nel settore dei problemi sociali e diversamente abili. Art. 1 ISTITUZIONE

Oggetto Regolamento della consulta permanente nel settore dei problemi sociali e diversamente abili. Art. 1 ISTITUZIONE COMUNE DI TRABIA REGOLAMENTO DELLA CONSULTA COMUNALE PERMANENTE DEI PROBLEMI SOCIALI E DIVERSAMENTE ABILI Approvato con deliberazione di Consiglio n. 64 del 15/09/2011 Oggetto Regolamento della consulta

Dettagli

STATUTO DEL COMITATO DEI GENITORI

STATUTO DEL COMITATO DEI GENITORI Statuto del Comitato Genitori I.C. Da Rosciate 2009 1 Istituto Comprensivo A. Da Rosciate STATUTO DEL COMITATO DEI GENITORI Il Comitato dei Genitori è uno degli organi che consente la partecipazione dei

Dettagli

Presenza Cristina Marsetti

Presenza Cristina Marsetti Componenti COMMISONE GIOVANI Riunione del 18/05/2006 Presenza Cristina Marsetti Flavio Arrigoni Davide Berlendis Gianfranco Calderoni Fabio G. Cartolano Michele Lamera Francesca Magri Damiano Verzeroli

Dettagli

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE CENTRO STUDI AMERICANI DENOMINAZIONE, SEDE E SCOPO

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE CENTRO STUDI AMERICANI DENOMINAZIONE, SEDE E SCOPO STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE CENTRO STUDI AMERICANI DENOMINAZIONE, SEDE E SCOPO Art. 1) 1.1 È costituita una Associazione denominata Centro Studi Americani (di seguito il Centro ). L Associazione non ha scopi

Dettagli

C O N S I G L I O D E L L O R D I N E D E G L I A V V O C A T I D I B O L O G N A

C O N S I G L I O D E L L O R D I N E D E G L I A V V O C A T I D I B O L O G N A C O N S I G L I O D E L L O R D I N E D E G L I A V V O C A T I D I B O L O G N A REGOLAMENTO PER LE DIFESE D UFFICIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI BOLOGNA approvato all adunanza del 1 luglio 2015 e integrato

Dettagli