CARTA DEI SERVIZI FELSILAB S.r.l. DAL 1989 AL SERVIZIO DELLE AZIENDE E DEL CITTADINO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CARTA DEI SERVIZI FELSILAB S.r.l. DAL 1989 AL SERVIZIO DELLE AZIENDE E DEL CITTADINO"

Transcript

1 CARTA DEI SERVIZI FELSILAB S.r.l. DAL 1989 AL SERVIZIO DELLE AZIENDE E DEL CITTADINO Gentilissimo Cliente Le presentiamo la Carta dei servizi della nostra organizzazione Felsilab S.r.l., che vuole rappresentare un contributo alla conoscenza dei servizi da noi offerti e dei percorsi di qualità che seguiamo per assicurare la Vs. massima soddisfazione. La Carta dei servizi non è quindi soltanto un semplice foglio informativo, ma uno strumento di comunicazione attraverso il quale si vuole instaurare con ognuno di Voi un rapporto costruttivo volto al miglioramento continuo dei nostri servizi e al raggiungimento di un obiettivo comune: la Vostra soddisfazione e conseguentemente la nostra. La Carta dei Servizi è stata elaborata con l apporto di tutto il personale, ponendo altresì grande attenzione ai suggerimenti dei Clienti. Legale Rappresentante Donati Alfredo Rev. 6 del 31/10/2014 pag. 1 di 13

2 PRESENTAZIONE DELLA NOSTRA ORGANIZZAZIONE E DEI NOSTRI SERVIZI Felsilab S.r.l., società di consulenza ambiente-sicurezza e laboratorio di analisi, nasce nel 1989 con il nome di Ecolab S.a.s. da un iniziativa di esperti ed appassionati chimici, operanti nell ambito dell ambiente, della sicurezza e dell ingegneria. La struttura di Felsilab, garante di continuo aggiornamento e preparazione nel perseguire la corretta risoluzione delle molteplici problematiche ambientali e di sicurezza, è suddivisa al fine di ottimizzare e massimizzare l'efficacia delle rispettive aree di competenza. Essa consta di personale altamente qualificato tra cui chimici, ingegneri, geologi, biologi e tecnici specializzati. A corredo della Società Felsilab vi è una struttura (IF FELSILAB INNOVAZIONE E FORMAZIONE) accreditata dalla Regione Emilia Romagna (cod. accreditamento organismo 7095) ed autorizzata dalla Provincia di Bologna, che svolge attività di formazione rivolta a tutte le figure aziendali su tutte le principali tematiche ambientali, di sicurezza e di qualità. L attività di consulenza nel campo dell ambiente e della sicurezza prevede l'assistenza alle aziende sia per l'implementazione di sistemi di gestione in conformità alle norme vigenti, sia per la risoluzione di problematiche amministrative e gestionali inerenti rifiuti, emissioni in atmosfera, inquinamento acustico, acque di scarico e bonifiche di siti contaminati. Felsilab S.r.l. opera secondo un sistema integrato Qualità-Ambiente-Sicurezza certificato Cermet secondo le Norme UNI EN ISO 9001, UNI EN ISO 14001, OHSAS 1800, e SA8000. Il conseguimento di tali certificazioni stimola il miglioramento continuo delle nostre prestazioni e l impegno verso obiettivi comuni quali la soddisfazione del Cliente, la tutela dell ambiente e la tutela della sicurezza sul luogo di lavoro. La competenza tecnica del Laboratorio relativamente alle prove accreditate, in conformità alle prescrizioni della norma UNI CEI EN ISO/IEC 17025, è attestata dall accreditamento ACCREDIA. Rev. 6 del 31/10/2014 pag. 2 di 13

3 DATI SOCIETARI RAGIONE SOCIALE FELSILAB S.r.l. SEDE LEGALE Via Cesare Correnti, 3/D-E, Bologna SEDE OPERATIVA Via Cesare Correnti, 3/D-E, Bologna PARTITA IVA e CODICE FISCALE N. ISCRIZIONE C.C.I.A.A N. ISCRIZIONE R.E.A LEGALE RAPPRESENTANTE Alfredo Donati RECAPITI TELEFONICI 051/ / Fax 051/ SITO INTERNET IL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO IL NOSTRO PERCORSO PER LA QUALITÀ Operando in un Sistema di Gestione Integrato Qualità - Ambiente Sicurezza Responsabilità Sociale, la nostra organizzazione è certificata secondo le seguenti norme: UNI EN ISO 9001 norma internazionale che stabilisce i requisiti per un Sistema di Gestione per la Qualità mirante al miglioramento continuo dei processi aziendali per il conseguimento di un obiettivo comune: garantire la massima efficacia ed efficienza dei servizi offerti e la conseguente soddisfazione del Cliente. UNI EN ISO norma internazionale che stabilisce i requisiti per un Sistema di Gestione Ambientale impegnandosi così ad operare nel rispetto dell ambiente circostante. Felsilab S.r.l., riconoscendosi come parte integrante dell ambiente in cui vive, partecipa attivamente alla sua conservazione costruendo una struttura organizzativa che tiene sotto controllo tutti gli aspetti ambientali legati alla sua attività quali: il risparmio energetico, la riduzione della quantità dei rifiuti prodotti, lo smaltimento dei rifiuti con il minore impatto ambientale possibile, la gestione dei rischi in modo da ridurre al minimo le fonti potenziali di pericolo. A tale scopo Felsilab S.r.l. promuove la cooperazione e la sensibilizzazione di tutto il personale interno con programmi di formazione ed informazione per aumentare la consapevolezza ambientale e comunica tale consapevolezza anche a Clienti e fornitori per un coinvolgimento comune per il rispetto e la conservazione da parte di tutti dell ambiente in cui viviamo. OHSAS norma internazionale che stabilisce i requisiti per un Sistema che permette di garantire adeguato controllo riguardo la Sicurezza e la Salute dei Lavoratori, oltre al rispetto delle norme cogenti. Con l ottenimento di tale certificazione, Felsilab S.r.l. intende promuovere: -la prevenzione nella sicurezza dei lavoratori consentendoci di ottenere risultati positivi nel controllo dei propri rischi; -la formulazione di obiettivi e politiche a favore della Sicurezza e Salute dei Lavoratori, secondo quanto previsto dalle normative vigenti e in base ai pericoli ed ai rischi potenzialmente presenti sul posto di lavoro. Rev. 6 del 31/10/2014 pag. 3 di 13

4 RESPONSABILITA SOCIALE SOCIAL ACCOUNTABILITY 8000 SA 8000: è la norma che specifica i requisiti di responsabilità sociale che permettono all azienda di sviluppare, mantenere e rafforzare politiche e procedure per gestire le situazioni che essa può controllare o influenzare, dimostrare alle parti interessate che le politiche le procedure e le prassi sono conformi ai requisiti della presente normativa. I requisiti della presente norma devono essere applicati universalmente in relazione alla collocazione geografica, al settore industriale e alla dimensione dell azienda. UNI CEI EN ISO/IEC norma internazionale che specifica i requisiti generali di competenza per eseguire prove e/o tarature, compreso il campionamento. Essa copre le prove e le tarature eseguite utilizzando metodi normalizzati, metodi non normalizzati e metodi sviluppati dal laboratorio. Tale norma internazionale si applica a tutte le organizzazioni che eseguono prove e/o tarature. Tali organizzazioni sono, ad esempio, laboratori di prima, seconda e terza parte e laboratori dove le prove e/o tarature fanno parte delle attività d ispezione e certificazione di prodotto. La presente norma internazionale è applicabile a tutti i laboratori indipendentemente dal numero di persone o dall estensione del campo di applicazione delle loro attività di prova e di taratura. Quando un laboratorio non esegue una o più delle attività coperte dalla presente norma internazionale, come il campionamento e la progettazione/sviluppo di nuovi metodi, i requisiti dei relativi punti non sono applicabili. Se i laboratori di prova e/o di taratura sono conformi ai requisiti della presente norma internazionale, essi operano secondo un sistema di gestione per la qualità, per le loro attività di prova e di taratura, che soddisfa anche i principi della ISO L appendice A di tale norma internazionale fornisce una matrice di riferimenti di corrispondenza nominale fra la presente norma internazionale e la ISO La presente norma internazionale riporta requisiti di competenza tecnica che non sono coperti dalla ISO Ogni anno Felsilab S.r.l. è sottoposta a visite ispettive da parte degli Enti di certificazione e di accreditamento per verificare il rispetto dei requisiti delle Norme. Tutto il personale Felsilab S.r.l. opera in conformità alle norme del Sistema di Gestione Integrato di Felsilab. Grazie al pieno coinvolgimento dello staff di Felsilab a tutti i livelli è possibile perseguire obiettivi comuni quali: miglioramento continuo delle prestazioni erogate comprensione delle esigenze dei propri Clienti soddisfazione delle richieste dei Clienti superamento delle loro stesse aspettative incremento della crescita aziendale Un equipe di professionisti e di esperti qualificati è sempre al Vs. servizio per soddisfare ogni Vs. esigenza. Rev. 6 del 31/10/2014 pag. 4 di 13

5 POLITICA PER LA QUALITA, L AMBIENTE LA SICUREZZA E LA RESPONSABILITA SOCIALE DI FELSILAB Felsilab, dal 1989, persegue lo scopo di fornire servizi a supporto del rispetto dell ambiente ed in particolare dello sviluppo sostenibile. Le sue attività si collocano nell effettuazione di prove per il controllo di caratteristiche ambientali e di consulenze a supporto dell industria Emiliano Romagnola per la gestione ed il controllo degli aspetti ambientali più significativi. Per questo scopo, la Direzione ha pianificato ed attua un sistema di gestione che fa riferimento ai requisiti delle norme UNI EN ISO 9001, UNI EN ISO 14001, BS OHSAS 18001, SA 8000 ed in particolare a quelli relativi alla competenza del laboratorio nell esecuzione delle prove definiti dalla norma UNI EN ISO/IEC Nell ottica del miglioramento della gestione interna e dell efficacia dell organizzazione, nel rispetto della normativa di riferimento, della buona pratica professionale, di tutte le prescrizioni cogenti e dei valori di integrità, lealtà e cooperatività sociale, la Direzione, nella scelta di implementare un Sistema di Gestione Integrato, ha voluto impegnarsi direttamente per gestire la qualità dei servizi offerti, la tutela ambientale, la sicurezza e la salute dei propri operatori. E preciso impegno della Direzione assicurare che in tutte le attività aziendali sia sempre e comunque garantito il rispetto delle leggi e norme vigenti, con particolare attenzione alla tutela ambientale, alla sicurezza ed alla tutela dei lavoratori e di terzi. La direzione inoltre orienta il suo operato a garantire la tutela della dignità e delle condizioni di lavoro del personale e a salvaguardare i diritti dei lavoratori di tutta la propria sfera di influenza; in particolare, Felsilab si impegna a non utilizzare né sostenere lavoro infantile o forzato e obbligato, a garantire salute e sicurezza, libertà di associazione, diritto alla contrattazione collettiva, retribuzione equa ed un orario di lavoro corrispondenti alle norme e contratti vigenti, a non discriminare e non attuare procedure disciplinari che ledano i diritti umani, scongiurando coercizioni ed abusi di qualsiasi tipo. Nelle azioni di continuo miglioramento delle sue attività e dei suoi processi, Felsilab intende acquisire una collocazione nazionale in modo tale da essere partner di Enti Pubblici e Privati per il controllo ed il miglioramento ambientale. In questo ambito, le certificazioni sul sistema di gestione e l accreditamento vengono viste come basi per lo sviluppo delle competenze ed il riconoscimento delle stesse. Felsilab definisce gli obiettivi per il miglioramento continuo nel rispetto delle leggi, della volontà di garantire lo sviluppo delle proprie risorse, la crescita professionale del personale e la ferma tutela della sicurezza attraverso la diminuzione dei rischi di incidenti. Non da meno Felsilab, in linea con quanto già dichiarato nel proprio codice etico e conformemente ai principi esplicitati nello standard internazionale SA 8000, disconosce qualsiasi atto, azione, parola lesiva della dignità umana e attua una politica basata sul rispetto dei diritti dei propri dipendenti e di tutte le parti interessate; i riesami periodici della direzione identificheranno le tappe dei progressi dell azienda e gli obiettivi specifici a tempi medio-brevi da raggiungere. La direzione si impegna ad assicurare per ogni obiettivo le risorse necessarie. Felsilab si impegna al raggiungimento di standard sempre più elevati di efficienza, affidabilità ed efficacia in un ottica di miglioramento continuo. Nell attuazione di tali obiettivi, Felsilab considera la risorsa umana quella di maggior importanza e risolutiva per il successo della organizzazione. In quest ottica l addestramento ed il coinvolgimento nei processi decisionali del personale verranno perseguiti con continuità per migliorare le sue competenze e la sua sensibilizzazione. Di rilevante importanza è la comprensione - da parte di tutto il personale - della Politica del Sistema di Rev. 6 del 31/10/2014 pag. 5 di 13

6 Gestione e la sensibilizzazione alla comprensione e al corretto uso di tutte le Procedure e Istruzioni. La Direzione intende fornire servizi conformi alle richieste esplicite o implicite di tutte le parti interessate, non solo da un punto di vista qualitativo, ma anche di completa disponibilità al fine di soddisfare nel minor tempo possibile le loro necessità. Per quanto riguarda le attività svolte dal laboratorio, la Direzione assicura la completa indipendenza di attuazione delle prove di valutazione al suo Responsabile. La presente Politica viene diffusa a tutto il personale ed è a disposizione dei Clienti e delle parti interessate. ACCREDITAMENTO ACCREDIA IN CONFORMITÀ AI REQUISITI DELLA NORMA UNI CEI EN ISO/IEC PER I LABORATORI DI PROVA Il laboratorio Felsilab S.r.l. è accreditato in conformità alla UNI CEI EN ISO/IEC presso Accredia con il N La nuova edizione della no rma introduce nuovi criteri in riferimento agli aspetti gestionali ed in particolare all importanza di attivare strumenti di miglioramento. In riferimento ai requisiti tecnici continua ad evidenziare la necessità di calcolare l incertezza di misura, di validare i metodi di prova e di attivare strumenti per l assicurazione della qualità dei risultati di prova. Le prove per cui il laboratorio è accreditato sono riportate sul sito Tra Accredia e Felsilab Sr.l. è in vigore la convenzione 0627 del dicembre 2005 conforme al documento DG visionabile sul sito citato. L accreditamento ACCREDIA attesta la competenza tecnica del Laboratorio relativamente alle prove accreditate, in conformità alle prescrizioni della norma UNI CEI EN ISO/IEC Requisiti generali per la competenza dei laboratori di prova e taratura. Il laboratorio è soggetto a verifiche annuali di sorveglianza e, ogni quattro anni, di rinnovo dell accreditamento. La conferma della validità dell accreditamento può essere verificata sul sito (www.accredia.it) o richiesta direttamente ad ACCREDIA. SIGNIFICATO DELL ACCREDITAMENTO ACCREDIA è nato per permettere la libera circolazione di merci e prodotti sul territorio comunitario, senza necessità di controlli ripetitivi da parte delle autorità dei vari Paesi. ACCREDIA è un organismo indipendente e rappresentativo di tutte le parti interessate, garantisce gli utenti, attraverso verifiche tecniche periodiche, sulla competenza ed imparzialità dei Laboratori nella effettuazione delle prove Accreditate. Verifica e sorveglia nel tempo la conformità dei Laboratori rispetto alla norma UNI CEI EN ISO/IEC e alle prescrizioni ACCREDIA. Il SINAL (ora ACCREDIA) è stato costituito il 26 aprile 1988 per iniziativa di UNI, (Ente Nazionale Italiano di Unificazione) e CEI (Comitato Elettrotecnico Italiano) sotto il patrocinio del Ministero dell Industria del Commercio e dell Artigianato (oggi Ministero delle Attività Produttive), del CNR (Consiglio Nazionale delle Ricerche), dell ENEA (Ente per le Nuove tecnologie, l Energia e l Ambiente), delle Camere di Commercio, Industria, Agricoltura e Artigianato. E un Associazione senza scopo di Rev. 6 del 31/10/2014 pag. 6 di 13

7 lucro, legalmente riconosciuta con Decreto del Ministro dell Industria, del Commercio e dell Artigianato del 09/09/1991. ACCREDIA non accredita attività di consulenza, ma accredita i Laboratori per qualsiasi tipo di prova sui cui risultati i consulenti possono basare il proprio lavoro. L accesso all Accreditamento è volontario ed aperto a qualsiasi Laboratorio di prova, sia come Ente indipendente sia come facente parte di una organizzazione più vasta (industria, istituto di ricerca, università, ecc.). ACCREDIA, in particolare: 1. accerta e vigila sui requisiti tecnici ed organizzativi dei Laboratori di prova in modo che siano garantiti i riferimenti metrologici, l affidabilità e la ripetibilità delle procedure impiegate, l uso di strumentazioni adeguate, la competenza del personale, l imparzialità del personale addetto alle prove e del giudizio tecnico emesso dal Laboratorio, secondo quanto previsto dalla norma UNI CEI EN ISO/IEC e dalle prescrizioni ACCREDIA; 2. pubblica i regolamenti e le procedure di Accreditamento, gli elenchi dei Laboratori di prova accreditati e dei tipi di prove per i quali è stato concesso l Accreditamento; 3. partecipa ai lavori degli organismi internazionali e/o sovranazionali operanti nel settore dell Accreditamento dei Laboratori di prova; 4. collabora con gli Enti nazionali di normazione al fine di promuovere idonee elaborazioni o aggiornamenti della normativa tecnica; 5. promuove studi, incontri ed iniziative, nel settore di specifica competenza, in collaborazione con Enti ed Associazioni di interesse nazionale ed internazionale. ACCREDIA, inoltre, contribuisce a ridurre le barriere tecniche che ostacolano il commercio internazionale stipulando accordi di mutuo riconoscimento e/o di reciprocità con gli analoghi organismi di altri Paesi. ACCREDIA ha stipulato accordi di mutuo riconoscimento con gli organismi nazionali di Accreditamento di 18 Paesi europei (Austria, Belgio, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Gran Bretagna, Irlanda, Lettonia, Lituania, Norvegia, Olanda, Portogallo, Repubblica Ceca, Slovacchia, Spagna, Svezia e Svizzera) e 8 extraeuropei (Australia, Brasile, Hong Kong, Israele, Nuova Zelanda, Singapore, Sud Africa ed uno dei maggiori organismi degli Stati Uniti). In data 5 giugno 2009 è stato stipulato l atto di fusione di SINAL - Sistema Nazionale per l Accreditamento dei Laboratori e SINCERT Sistema Nazionale per l Accreditamento degli Organismi di Certificazione e Ispezione, con la costituzione di una nuova Associazione denominata ACCREDIA. Rev. 6 del 31/10/2014 pag. 7 di 13

8 MODALITA DI ACCESSO AI SERVIZI FELSILAB ORARI LAVORATIVI: tutti i giorni dal lunedì al venerdì dalle ore 8:30 alle ore 13:00 e dalle ore 14:00 alle ore 17:30. ACCESSO AI LOCALI FELSILAB: nel caso il Cliente desideri assistere all esecuzione delle prove ne dovrà fare richiesta scritta e l autorizzazione sarà concessa dalla Direzione Aziendale di Felsilab S.r.l. che preventivamente comunicherà le modalità e invierà copia dell impegno di riservatezza che il Cliente dovrà rinviare firmato, al fine di adempiere agli obblighi di riservatezza nei confronti degli altri Clienti. MODALITA DI RICHIESTA DEI SERVIZI: i servizi descritti potranno essere da Voi richiesti a mezzo fax, posta, telefono o e saranno effettuati previa accettazione di offerta economica. MODALITA DI ACCETTAZIONE DELL OFFERTA E CONFERIMENTO DELL INCARICO: per l accettazione potete inviare l offerta economica opportunamente controfirmata nello spazio predisposto o Vostro relativo ordine, al nostro numero fax: 051/ o a mezzo posta o - e sarete contattati per programmare le attività previste nel rispetto delle procedure interne del nostro Sistema di Gestione Integrato. ESECUZIONE CAMPIONAMENTI E/O RITIRO CAMPIONI: nel caso di ritiro dei campioni a cura del proprio personale, Felsilab S.r.l. garantisce che il trasporto al laboratorio avvenga secondo condizioni tali da assicurare la conservazione delle caratteristiche chimiche, fisiche, microbiologiche e sensoriali che il materiale presentava all'atto della sua presa in consegna. Felsilab S.r.l. garantisce che i campioni vengono sottoposti ad analisi entro le 48 ore lavorative dall'accettazione del campione. Per "accettazione" si intende la presa in carico, da parte di Felsilab S.r.l., del materiale da sottoporre ad analisi. Dal momento del ricevimento del materiale da esaminare Felsilab S.r.l. ne garantisce la conservazione secondo modalità idonee atte a preservare il mantenimento delle condizioni chimiche, fisiche, microbiologiche e sensoriali. UGUAGLIANZA ED IMPARZIALITA DI TRATTAMENTO Felsilab S.r.l. garantisce la parità di trattamento a tutti i Clienti impegnandosi ad agire in modo obiettivo, giusto ed imparziale. TRASPARENZA Felsilab S.r.l. si impegna a fornire chiarimenti sui metodi o sulle procedure che siano stati utilizzati. Felsilab S.r.l. garantisce ai Clienti il diritto di richiedere ed ottenere le informazioni che li riguardano come pure la possibilità di poter avanzare proposte o suggerimenti e di inoltrare reclami. Per gli aspetti di relazione con il Cliente, Felsilab S.r.l. garantisce l identificazione del Personale ed individua i responsabili dei vari settori. Felsilab S.r.l. si impegna a comunicare al Cliente le prove accreditate. Rev. 6 del 31/10/2014 pag. 8 di 13

9 RISERVATEZZA Trattamento dei dati personali ed esclusività dei risultati Ai sensi dell'art. 13 del D.Lgs. n. 196/03, Felsilab S.r.l. è tenuta a fornirvi alcune informazioni riguardanti il trattamento dei dati personali. Il trattamento dei Vs. dati personali è svolto con le finalità di adempiere gli obblighi amministrativi derivanti dalla prestazione contrattuale e di fornire/erogare i prodotti/servizi da Voi richiesti. La natura del conferimento dei dati è obbligatoria. I dati saranno registrati ed elaborati con strumenti informatici e su supporti cartacei atti a memorizzare, gestire e trasmettere i dati stessi con logiche strettamente correlate alle finalità sopra indicate e comunque in modo da garantire la sicurezza e la riservatezza. I Vs. dati potrebbero essere da noi comunicati a soggetti esterni che svolgano specifici incarichi per conto di FELSILAB S.r.l., per quanto di loro rispettiva e specifica competenza (ad esempio: organismi di accreditamento e certificazione, revisore contabile) fermo restando l'obbligo del trattamento riservato al solo scopo per il quale gli stessi sono comunicati. I dati inoltre potranno essere comunicati ad enti pubblici e privati nell'ambito di ispezioni o verifiche. La Vs. ragione sociale e la località in cui è sita la Vs. sede legale o l'area oggetto degli interventi condotti per Voi da FELSILAB S.r.l. potranno essere inclusi nelle ns. referenze e diffusi tramite il ns. sito web o altre ns. pubblicazioni commerciali. FELSILAB S.r.l. garantisce l'esclusività di rapporti di prova, elaborazioni e studi da Voi commissionati, che, salvo Vs. autorizzazione scritta, potranno essere da noi comunicati solo a organismi di ispezione che assicurino a loro volta la riservatezza su quanto venissero a conoscenza. TIPOLOGIE DI SERVIZI EROGATI Ambiente Emissioni in atmosfera Campionamento ed analisi chimiche Analisi in campo e con laboratorio mobile Consulenza per autorizzazione emissioni in atmosfera Consulenza per la razionalizzazione degli impianti REACH Assistenza nell applicazione del regolamento (CE) n. 1907/2006 Monitoraggio ambientale Valutazione di Impatto Ambientale (V.I.A.) Studi di Impatto Ambientale (S.I.A.) Esecuzione di progetti di monitoraggio delle componenti ambientali: aria, acqua, suolo, vibrazioni, rumore, elettromagnetismo, flora e fauna Acque di scarico, superficiali e di falda Gestione di impianti di potabilizzazione e depurazione Campionamento e analisi chimiche e fisiche di laboratorio Analisi in campo Assistenza tecnica e normativa con gli enti di controllo Rev. 6 del 31/10/2014 pag. 9 di 13

10 Rifiuti Campionamento ed analisi chimiche Consulenza tecnico amministrativa per lo stoccaggio provvisorio e per la denuncia annuale al catasto rifiuti Autorizzazione all esercizio di impianti di trattamento, smaltimento, recupero rifiuti pericolosi Rumore Studi previsionali di impatto acustico Proposte di zonizzazione acustica e redazione piani di risanamento comunali (L. 447/95) e per infrastrutture trasporto Certificazione Energetica degli edifici secondo D.Lgs. 192/05 e Requisiti acustici passivi degli edifici D.P.C.M. 14/12/97 Felsilab esegue progettazione e riqualificazione e certificazione energetica degli edifici Verifica e progetta i requisiti acustici passivi dell edificio Terreni e siti contaminati Campionamenti e analisi chimiche e fisiche Esecuzione di carotaggi con indagini geotecniche, geologiche ed idrogeologiche Autorizzazione integrata ambientale IPPC Servizio di predisposizione documentale e redazione della domanda per l ottenimento della autorizzazione ambientale integrata secondo il D.Lgs. 59/05 Autorizzazione unica ambientale AUA Servizio di predisposizione documentale e redazione della domanda per l ottenimento della autorizzazione unica ambientale secondo il D.P.R. 59/2013 Felsilab offre consulenza in vari ambiti: Consulenza Acustica Ecogestione Inquinamento atmosferico ed impianti di depurazione fumi Acque ed impianti di depurazione Rifiuti Impatto ambientale Bonifiche siti contaminati Analisi rischi ed incidenti rilevanti Sicurezza sul lavoro Piani sicurezza cantieri Geologia Prevenzione incendi Pratiche per l autorizzazione di attività industriali Creazione e gestione di banche dati Assistenza con gli enti di controllo Consulenza tecnica di parte nel processo penale Rev. 6 del 31/10/2014 pag. 10 di 13

11 Qualità Sistemi di gestione integrati (Q.S.A.) Vision 2000, ISO 9000, HACCP, ISO 14000, EMAS, OHSAS 18001: Realizzazione di sistemi di gestione della qualità, ambiente e sicurezza secondo le norme specifiche Analisi ambientale iniziale Esecuzione di audit (verifiche ispettive di seconda parte) Redazione del manuale di autocontrollo Responsabilità Sociale SA 8000 Sicurezza Igiene e sicurezza del lavoro Determinazione di agenti chimici e fisici nocivi Valutazione del rischio chimico secondo DL 81/2008 Valutazione dell esposizione al rumore secondo D.Lgs. 81/2008 Valutazione dell esposizione alle vibrazioni D.Lgs. 81/2008 Individuazione e calcolo dei DPI da porre in dotazione al personale sottoposto ad elevati livelli sonori Valutazione della necessità di interventi di bonifica acustica, progettazione e verifica delle condizioni Definizione delle caratteristiche di fonoisolamento/fonoassorbimento di componenti edilizi (DPCM 05/12/97) Determinazione di amianto in ambiente e manufatti Valutazione del rischio amianto Valutazione compatibilità elettromagnetica Valutazione microclima Adempimenti per la sicurezza e salute dei lavoratori Assistenza tecnica e normativa con gli enti di controllo Schede di sicurezza Redazione e verifica di schede di sicurezza su sostanze o preparati pericolosi Antincendio Valutazione del rischio incendio Studio e progettazione di piani e procedure delle emergenze ed esercitazioni periodiche Ottenimento e rinnovo del Certificato di Prevenzione Incendi Formazione (tramite la Società IF FELSILAB Innovazione e Formazione) Attività di formazione (anche presso le Aziende): Responsabili della sicurezza (R.S.P.P e A.S.P.P., R.L.S.) Gestione delle emergenze ed evacuazione Formazione sulla sicurezza ed igiene negli ambienti di lavoro Formazione su varie tematiche ambientali Rev. 6 del 31/10/2014 pag. 11 di 13

12 COME RAGGIUNGERE FELSILAB IN AUTOMOBILE Provenienza OVEST via Autostrada (Milano, Modena, ecc) Dall uscita della Tangenziale/Autostrada di Bologna Borgo PANIGALE, seguire la direzione BOLOGNA, proseguire per 250 metri diritto in direzione Bologna sino alla rotonda dove occorre girare a sinistra e proseguire in Via Cavalieri DUCATI (a sinistra c è lo stabilimento della DUCATI MOTOR) sino al primo semaforo che incrocia Via Marco Emilio Lepido. Al semaforo girare a destra sempre in direzione BOLOGNA e proseguire per circa 800 metri. Prima del passaggio sotto al viadotto del Ramo Verde della Tangenziale (a destra c è il concessionario FIAT MARESCA E FIORENTINO), girare a sinistra in via Cesare Correnti. Provenienza OVEST via Autostrada (SS9 Via Emilia, Modena, San Giovanni in Persiceto, ecc) Seguire la direzione BOLOGNA, non sull asse attrezzato ma su via Marco Emilio Lepido dove sulla destra c è il Centro Commerciale Borgo IPERCOOP. Proseguire per 1300 metri e prima del passaggio sotto al viadotto del Ramo Verde della Tangenziale (a destra c è il concessionario FIAT MARESCA E FIORENTINO), girare a sinistra in via Cesare Correnti. Provenienza Nord, EST Tangenziale L uscita dell autostrada più vicina è BOLOGNA BORGO PANIGALE (vedi provenienza OVEST). Se si è imboccata la tangenziale di Bologna con direzione AEROPORTO, proseguire in direzione CASALECCHIO sul Ramo Verde della Tangenziale ed uscire alla USCITA 2 (Borgo Panigale), girare a destra seguendo la direzione di Modena SS9 sino alla rotonda con Via Cavalieri DUCATI (a sinistra c è lo stabilimento della DUCATI MOTOR) sino al primo semaforo che incrocia Via Marco Emilio Lepido. Al semaforo girare a destra sempre in direzione BOLOGNA e proseguire per circa 800 metri. Prima del passaggio sotto al viadotto del Ramo Verde della Tangenziale (a destra c è il concessionario FIAT MARESCA E FIORENTINO), girare a sinistra in via Cesare Correnti. Provenienza SUD via Autostrada (da Firenze, Roma) Imboccare la Tangenziale di Bologna all uscita 2 (Borgo Panigale), girare a sinistra alla rotatoria passando sotto al Ramo Verde della Tangenziale seguendo la direzione MODENA SS9 sino alla rotonda dove occorre girare a destra in Via Cavalieri DUCATI (a sinistra c è lo stabilimento della DUCATI MOTOR) e proseguire diritto sino al primo semaforo che incrocia Via Marco Emilio Lepido. Al semaforo girare a destra sempre in direzione BOLOGNA e proseguire per circa 800 metri. Prima del passaggio sotto al viadotto del Ramo Verde della Tangenziale (a destra c è il concessionario FIAT MARESCA E FIORENTINO), girare a sinistra in via Cesare Correnti. IN TRENO Dalla Stazione BOLOGNA CENTRALE portarsi sul BINARIO OVEST, prendere il treno BOLOGNA-PORRETTA TERME e scendere alla stazione di BORGO PANIGALE dopo 7 minuti. Uscire dalla stazione e proseguire a piedi per 600 metri fino all incrocio con via Panigale, proseguire diritto passando sotto il viadotto del Ramo Verde della Tangenziale, girare a sinistra per via Cesare Correnti e dopo 100 metri sulla sinistra troverete FELSILAB. Rev. 6 del 31/10/2014 pag. 12 di 13

13 IN AUTOBUS Utilizzare la LINEA 13 direzione VILLAGGIO INA Borgo Panigale, scendere alla fermata PANIGALE SCALA e ritornare in direzione centro per 150 metri, dove sulla sinistra troverete via Cesare Correnti. IN AEREO Dall AEROPORTO Guglielmo Marconi dista circa 1300 metri. Prendere un taxi e dare indicazioni di effettuare il tragitto per il SOTTOPASSO di Via Bencivenni e infine Via Panigale (chiedere espressamente di NON percorrere il tragitto per Via Triumvirato-Via Emilia). GRAZIE Rev. 6 del 31/10/2014 pag. 13 di 13

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ LE SOLUZIONI AMBIENTALI INTEGRATE DI UN GRUPPO LEADER SOLYECO GROUP ha reso concreto un obiettivo prezioso: conciliare Sviluppo e Ambiente. Questa è la mission

Dettagli

Il Modello 231 e l integrazione con gli altri sistemi di gestione aziendali

Il Modello 231 e l integrazione con gli altri sistemi di gestione aziendali RESPONSABILITA D IMPRESA D.lgs. 231/01 L EVOLUZIONE DEI MODELLI ORGANIZZATIVI E DI GESTIONE 27 maggio 2014 ore 14.00 Il Modello 231 e l integrazione con gli altri sistemi di gestione aziendali Ing. Gennaro

Dettagli

http://www.tassisto.it/

http://www.tassisto.it/ F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome TASSISTO FRANCESCO Indirizzo VIA MARTIRI DELLA LIBERAZIONE, 80/2A 16043 CHIAVARI Telefono 0185325331 Cellulare

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA SU ARPAT

SCHEDA INFORMATIVA SU ARPAT SCHEDA INFORMATIVA SU ARPAT ARPAT: cos è ARPAT, l Agenzia regionale per la protezione ambientale della Toscana, è attiva dal 1996. Attraverso una rete di Dipartimenti provinciali presenti sul territorio

Dettagli

- PARTE SPECIALE G- I REATI IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO

- PARTE SPECIALE G- I REATI IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO - PARTE SPECIALE G- I REATI IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO G.1. I reati di cui all art. 25 septies del D.Lgs. n. 231/2001 La Legge 3 agosto 2007, n. 123, ha introdotto l art. 25 septies del

Dettagli

2006 02 09 Sottocomitato per lo schema SCR 2006 02 28 Comitato di Accreditamento COMITATO DI ACCREDITAMENTO. Accreditamento RT-12

2006 02 09 Sottocomitato per lo schema SCR 2006 02 28 Comitato di Accreditamento COMITATO DI ACCREDITAMENTO. Accreditamento RT-12 Via Saccardo, 9 I-20134 MILANO Tel.: + 39 022100961 Fax: + 39 0221009637 Sito Internet: www.sincert.it E-mail: sincert@sincert.it C.F./P.IVA 10540660155 Titolo Sigla RT-12 Revisione 01 Data approvazioni

Dettagli

di seguito verrà utilizzato il termine ENTE per Certification International UK (Ltd) e SEDE LOCALE per Divulgazione e Accreditamento DeA S.r.l.

di seguito verrà utilizzato il termine ENTE per Certification International UK (Ltd) e SEDE LOCALE per Divulgazione e Accreditamento DeA S.r.l. Certification International (UK) Limited [CI UK] è un Organismo di Certificazione accreditato UKAS che fornisce i propri servizi di certificazione attraverso una rete di uffici di rappresentanza in tutto

Dettagli

Settori. Personale qualificato. Chi siamo

Settori. Personale qualificato. Chi siamo Settori Pubblico Pulizia di edifici di Pubbliche amministrazioni seguendo le richieste indicate nei capitolati d oneri, controllate inoltre delle specifiche norme UNI EN ISO 9001 e SA8000. Privato personalizzati

Dettagli

GRUPPO. Sicurezza per scelta

GRUPPO. Sicurezza per scelta Ge.Ma. Sicurezza per scelta Ge. Ma. la Qualità e la Sicurezza sono valori che costruiamo insieme a te GE.MA. company profile UN OCCHIO APERTO SUL FUTURO UNA REALTÀ DINAMICA, UN MODELLO EVOLUTO DI CONSULENZA

Dettagli

ACCREDIA L Ente Italiano di Accreditamento. Accreditation process for abilitation/notification: experiences and criticalities

ACCREDIA L Ente Italiano di Accreditamento. Accreditation process for abilitation/notification: experiences and criticalities ACCREDIA L Ente Italiano di Accreditamento Accreditation process for abilitation/notification: experiences and criticalities 1-32 28 giugno 2013 IL QUADRO DI RIFERIMENTO Cambiano gli scenari europei Regolamento

Dettagli

Criteri di valutazione e certificazione della sicurezza delle informazioni. Cesare Gallotti Milano, 14 maggio 2004 1

Criteri di valutazione e certificazione della sicurezza delle informazioni. Cesare Gallotti Milano, 14 maggio 2004 1 Criteri di valutazione e certificazione della sicurezza delle informazioni Cesare Gallotti Milano, 14 maggio 2004 1 AGENDA Introduzione Valutazione dei prodotti Valutazione dell organizzazione per la sicurezza

Dettagli

5.2. Esempio di procedura per l attività di ufficio

5.2. Esempio di procedura per l attività di ufficio 5.2. Esempio di procedura per l attività di ufficio Pag. 1 di 36 DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI PER LA SALUTE E LA SICUREZZA NEGLI AMBIENTI DI LAVORO ai sensi degli artt. 17, 28 e 29 del D.lgs 81/08

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI)

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) COMPITI DELLE IMPRESE E DOCUMENTAZIONE CONTRATTUALE AI SENSI DI QUANTO PREVISTO DAL D.L.GS 8108 e s.m.i. TIPOLOGIA APPALTO: SERVIZIO DI PULIZIA

Dettagli

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 TABELLA B RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 1 B1) Disponibilità dei locali B1.1) Scansione del documento di disponibilità esclusiva dei locali della sede operativa per almeno tre

Dettagli

Ricerca, Qualità, Sicurezza e Salute

Ricerca, Qualità, Sicurezza e Salute Ricerca, Qualità, Sicurezza e Salute Chi Siamo Hygeia Lab S.r.l. nasce nel 2011 dalla passione e dal desiderio di giovani laureati di continuare la crescita e la formazione scientifica. E una Start-Up

Dettagli

CODICE ETICO. Sommario 1. Premessa Pag. 2 2. Principi Pag. 2

CODICE ETICO. Sommario 1. Premessa Pag. 2 2. Principi Pag. 2 Sommario 1. Premessa Pag. 2 2. Principi Pag. 2 2.1 Principi generali Pag. 2 2.2. Principi di condotta Pag. 2 2.3 Comportamenti non etici Pag. 3 2.3. Principi di trasparenza Pag. 4 3 Relazioni can il personale

Dettagli

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI Indice 1 Introduzione 2 2 Come ERA collabora con i fornitori 3 Se siete il fornitore attualmente utilizzato dal cliente Se siete dei fornitori potenziali Se vi aggiudicate

Dettagli

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro.

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. N. LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi

Dettagli

PROCEDURA DI AUDIT AI TEST CENTER AICA

PROCEDURA DI AUDIT AI TEST CENTER AICA Pag. 1 di 14 PROCEDURA DI AUDIT REVISIONI 1 19/12/2002 Prima revisione 2 07/01/2004 Seconda revisione 3 11/01/2005 Terza revisione 4 12/01/2006 Quarta revisione 5 09/12/2013 Quinta revisione Adeguamenti

Dettagli

- - - - - - - - - - - - 1 - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AFM S.p.A. Sede Legale in Bologna, Via del Commercio Associato n. 22/28 MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO

Dettagli

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE UNIVERSITA' DEGLI STUDI SASSARI UFFICIO TECNICO LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE, RESTAURO CONSERVATIVO E ADEGUAMENTO NORMATIVO DELL EDIFICIO SITO IN SASSARI IN LARGO PORTA NUOVA DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

Dettagli

VERBALE DELLA RIUNIONE PERIODICA DI PREVENZIONE E PROTEZIONE DAI RISCHI (ai sensi dell'art. 35 del D.Lgs 81/08).

VERBALE DELLA RIUNIONE PERIODICA DI PREVENZIONE E PROTEZIONE DAI RISCHI (ai sensi dell'art. 35 del D.Lgs 81/08). VERBALE DELLA RIUNIONE PERIODICA DI PREVENZIONE E PROTEZIONE DAI RISCHI (ai sensi dell'art. 35 del D.Lgs 81/08). Il giorno del mese di dell'anno duemila il sottoscritto titolare/legale rappresentante della

Dettagli

OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE

OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica Cassa di

Dettagli

Informazione agli impianti di trattamento

Informazione agli impianti di trattamento dell'articolo 11, comma 1, o di conferimento gratuito senza alcun obbligo di acquisto per i RAEE di piccolissime dimensioni ai sensi dell'articolo 11, comma 3; c) gli effetti potenziali sull'ambiente e

Dettagli

L'ATTESTAZIONE DELLA CONFORMITA' DELL'OPERA AL PROGETTO PRESENTATO E SUA AGIBILITA' ( Ai sensi dell'art.10 del D.P.R. 07/09/2010 n.

L'ATTESTAZIONE DELLA CONFORMITA' DELL'OPERA AL PROGETTO PRESENTATO E SUA AGIBILITA' ( Ai sensi dell'art.10 del D.P.R. 07/09/2010 n. Spazio riservato al Servizio Urbanistica AGIBILITA' n del L'ATTESTAZIONE DELLA CONFORMITA' DELL'OPERA AL PROGETTO PRESENTATO E SUA AGIBILITA' ( Ai sensi dell'art.10 del D.P.R. 07/09/2010 n.160 ) l sottoscritt...

Dettagli

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI PRATO, PISTOIA, LUCCA, E DELLE APUANE, AI SENSI DELL

Dettagli

SICUREZZA & INGEGNERIA

SICUREZZA & INGEGNERIA SICUREZZA & INGEGNERIA Centro Formazione AiFOS A707 MA.CI - S.R.L. AGENZIA FORMATIVA E SERVIZI PROFESSIONALI PER LE IMPRESE Organismo accreditato dalla Regione Toscana PI0769 C.F./Partita IVA 01965420506

Dettagli

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello STATO DELLE REVISIONI rev. n SINTESI DELLA MODIFICA DATA 0 05-05-2015 VERIFICA Direttore Qualità & Industrializzazione Maria Anzilotta APPROVAZIONE Direttore Generale Giampiero Belcredi rev. 0 del 2015-05-05

Dettagli

CORSO DI SICUREZZA NEI CANTIERI

CORSO DI SICUREZZA NEI CANTIERI Corso di laurea in Ingegneria Edile CORSO DI SICUREZZA NEI CANTIERI Anno Accademico 2011/2012 Definire: Obbiettivi della lezione Rischi Interferenziali - DUVRI e PSC Rischi Propri - POS Conoscere gli aspetti

Dettagli

per la durata di seguito indicata: nel periodo dal al nella/e giornata/e:

per la durata di seguito indicata: nel periodo dal al nella/e giornata/e: Marca da bollo 14,62 AL SIGNOR SINDACO DEL COMUNE DI BERTINORO OGGETTO: Richiesta licenza di spettacolo o trattenimento pubblici di cui all art. 68/ 69 del regio decreto 18 giugno 1931, n. 773, a carattere

Dettagli

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO PER L INDIVIDUAZIONE DEI PROFESSIONISTI DA INVITARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO

CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO 1. Il presente Codice di Comportamento integrativo definisce, in applicazione dell'art. 54 del DLgs. n. 165/2001 come riformulato dall'art.1, comma

Dettagli

REALIZZAZIONE DI UNA BANCA DATI AMBIENTALE

REALIZZAZIONE DI UNA BANCA DATI AMBIENTALE REALIZZAZIONE DI UNA BANCA DATI AMBIENTALE Arch. Alverio Camin Progetto Speciale Recupero Ambientale e Urbanistico delle aree Industriali - PAT REALIZZAZIONE DI UNA BANCA DATI AMBIENTALE 1. Esperienza

Dettagli

La sicurezza sul lavoro

La sicurezza sul lavoro La sicurezza sul lavoro 1-La storia della sicurezza sul lavoro in Italia 2-I decreti legislativi 626, 81 e i successivi provvedimenti integrativi 3- Il T.U. 81 sostituisce completamente il D. Lgs. 626/94

Dettagli

Corso per Tecnico Esperto in Sistemi di Gestione per la Qualità e la Sicurezza Alimentare 100 ore Udine, Febbraio 2015-Aprile 2015

Corso per Tecnico Esperto in Sistemi di Gestione per la Qualità e la Sicurezza Alimentare 100 ore Udine, Febbraio 2015-Aprile 2015 Corso per Tecnico Esperto in Sistemi di Gestione per la Qualità e la Sicurezza Alimentare 100 ore Udine, Febbraio 2015-Aprile 2015 Formula Weekend (Venerdì e Sabato) Con il patrocinio e la collaborazione

Dettagli

LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI

LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI Luca Menini, ARPAV Dipartimento di Vicenza via Spalato, 14-36100 VICENZA e-mail: fisica.arpav.vi@altavista.net 1. INTRODUZIONE La legge 447 del 26/10/95 Legge

Dettagli

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta isstock Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta 7 PAA Programma generale di azione dell Unione in materia di ambiente fino al 2020 A partire dalla metà degli anni 70 del secolo scorso, la politica

Dettagli

Principi d Azione. www.airliquide.it

Principi d Azione. www.airliquide.it Principi d Azione Codice Etico www.airliquide.it Il bene scaturisce dall'onestà; l'onestà ha in sè la sua origine: quello che è un bene avrebbe potuto essere un male, ciò che è onesto, non potrebbe essere

Dettagli

Armonizzazione della documentazione. Stato transizione dei documenti SIT ACCREDIA Ruolo dei documenti tecnici

Armonizzazione della documentazione. Stato transizione dei documenti SIT ACCREDIA Ruolo dei documenti tecnici ACCREDIA L ente italiano di accreditamento Armonizzazione della documentazione dei Dipartimenti ACCREDIA Stato transizione dei documenti SIT ACCREDIA Ruolo dei documenti tecnici Adelina Leka - Funzionario

Dettagli

COMUNE DI CAPOTERRA Provincia di Cagliari

COMUNE DI CAPOTERRA Provincia di Cagliari COMUNE DI CAPOTERRA Provincia di Cagliari UFFICIO DEL SEGRETARIO GENERALE Responsabile Settore Affari del Personale-Anticorruzione-Trasparenza CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO Il

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

IL METODO SPEDITIVO NEL SIT PER L EMERGENZA DA RISCHIO CHIMICO- INDUSTRIALE. Pasquale DI DONATO

IL METODO SPEDITIVO NEL SIT PER L EMERGENZA DA RISCHIO CHIMICO- INDUSTRIALE. Pasquale DI DONATO IL METODO SPEDITIVO NEL SIT PER L EMERGENZA DA RISCHIO CHIMICO- INDUSTRIALE Pasquale DI DONATO Cos è il Metodo Speditivo? Controllo di attività comportanti rischi di incidente rilevante è regolato da:

Dettagli

1. Quali sono gli estremi per l iscrizione all Albo Nazionale Gestori Ambientali?

1. Quali sono gli estremi per l iscrizione all Albo Nazionale Gestori Ambientali? Domanda: Risposta (a cura di Maurizio Santoloci): Oggi un impresa edile che trasporta in proprio i rifiuti non pericolosi con proprio mezzo al contrario di quanto accadeva nella previdente disciplina deve

Dettagli

Aiuto alle vittime in caso di reati all estero. secondo la legge federale del 23 marzo 2007 concernente l aiuto alle vittime di reati

Aiuto alle vittime in caso di reati all estero. secondo la legge federale del 23 marzo 2007 concernente l aiuto alle vittime di reati Dipartimento federale di giustizia e polizia DFGP Ufficio federale di giustizia UFG Ambito direzionale Diritto pubblico Settore di competenza Progetti e metodologia legislativi 1 gennaio 2015 Aiuto alle

Dettagli

CIRCOLARE N. 65 del 10 aprile 2014

CIRCOLARE N. 65 del 10 aprile 2014 CIRCOLARE N. 65 del 10 aprile 2014 Modalità per l accreditamento e la vigilanza sui soggetti pubblici e privati che svolgono attività di conservazione dei documenti informatici di cui all'articolo 44-bis,

Dettagli

Prot. n. 505 Verona, 11/02/2015 LA FONDAZIONE ARENA DI VERONA

Prot. n. 505 Verona, 11/02/2015 LA FONDAZIONE ARENA DI VERONA LA FONDAZIONE ARENA DI VERONA procede alla raccolta di domande al fine di effettuare selezioni per eventuali assunzioni con contratto subordinato, a tempo determinato, relativamente al Festival Areniano

Dettagli

LO SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITÀ PRODUTTIVE

LO SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITÀ PRODUTTIVE LO SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITÀ PRODUTTIVE I problemi del sistema vigente Lo Sportello Unico per le attività Produttive (SUAP) non ha avuto diffusione su tutto il territorio nazionale e non ha sostituito

Dettagli

European Energy Manager

European Energy Manager Diventare Energy Manager in Europa oggi EUREM NET V: programma di formazione e specializzazione per European Energy Manager Durata del corso: 110 ore in 14 giorni, di cui 38 ore di workshop ed esame di

Dettagli

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti QUELLI CHE CONDIVIDONO INNOVAZIONE QUALITÀ ECCELLENZA LAVORO PASSIONE SUCCESSO SODDISFAZIONE ESPERIENZA COMPETENZA LEADERSHIP BUSINESS IL

Dettagli

ISPETTORI DI PONTI E VIADOTTI

ISPETTORI DI PONTI E VIADOTTI ISPETTORI DI PONTI E VIADOTTI CERTIFICAZIONE UNI CEI EN ISO/IEC 1702 Corso 1 Livello In collaborazione con l Ordine degli Ingengeri della Provincia di Rimini Associazione CONGENIA Procedure per la valutazione

Dettagli

NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO

NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO In base all art. 256 del D. Lgs. 81/2008, così come modificato dal D. Lgs. 106/2009, i

Dettagli

SEA, AIR, LOGISTICS AND CARE IL TRASPORTO NEL SUO ELEMENTO

SEA, AIR, LOGISTICS AND CARE IL TRASPORTO NEL SUO ELEMENTO SEA, AIR, LOGISTICS AND CARE IL TRASPORTO NEL SUO ELEMENTO RAGGIUNGERE IL FINE, CON OGNI MEZZO. PIÙ CHE UNA FILOSOFIA, UNA PROMESSA. INSPED ERA GLOBALE PRIMA ANCORA CHE SI PARLASSE DI GLOBALIZZAZIONE.

Dettagli

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO Regione Puglia COMUNE DI VICO DEL GARGANO Provincia di Foggia - Ufficio Tecnico Comunale - III SETTORE - Largo Monastero, civ.6 e-mail aimolaelio@fastwebnet.it. e-mail aimolaelio@comune.vicodelgargano.fg.it

Dettagli

COMUNICAZIONE INIZIO LAVORI PERMESSO DI COSTRUIRE

COMUNICAZIONE INIZIO LAVORI PERMESSO DI COSTRUIRE Modello da compilarsi a cura del dichiarante, direttore lavori e impresa esecutrice opere Sportello per l Edilizia COMUNE DI VENEZIA DIREZIONE SPORTELLO UNICO EDILIZIA Sede di Venezia - San Marco 4023

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

Attività soggette al controllo dei VV.F. nei condomini

Attività soggette al controllo dei VV.F. nei condomini Attività soggette al controllo dei VV.F. nei condomini Innocenzo Mastronardi, Ingegnere Civile, professionista antincendio, PhD student in S.O.L.I.P.P. XXVI Ciclo Politecnico di Bari INTRODUZIONE Con l

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

DUAL RC professionale

DUAL RC professionale P.I. LINE - tailor made DUAL RC professionale Proposta di assicurazione per la Responsabilità Civile Professionale di Commercialisti, Tributaristi, Avvocati Consulenti del Lavoro, Società di Servizi (EDP)

Dettagli

Contenuti dello studio di impatto ambientale (SIA)

Contenuti dello studio di impatto ambientale (SIA) Contenuti dello studio di impatto ambientale (SIA) Ai progetti sottoposti alla procedura di impatto ambientale ai sensi degli articoli 52 e seguenti, è allegato uno studio di impatto ambientale, redatto

Dettagli

LA NORMATIVA DI RIFERIMENTO: ASPETTI DI MAGGIOR RILIEVO E RICADUTE OPERATIVE

LA NORMATIVA DI RIFERIMENTO: ASPETTI DI MAGGIOR RILIEVO E RICADUTE OPERATIVE DATI E INFORMAZIONI DI INTERESSE AMBIENTALE E TERRITORIALE Terza sessione: IL CONTESTO NORMATIVO, L ORGANIZZAZIONE, GLI STRUMENTI LA NORMATIVA DI RIFERIMENTO: ASPETTI DI MAGGIOR RILIEVO E RICADUTE OPERATIVE

Dettagli

AMIANTO PIANO DI LAVORO

AMIANTO PIANO DI LAVORO AMIANTO PIANO DI LAVORO Piano di lavoro [art. 256 D. Lgs. 81/2008] I lavori di demolizione o rimozione dei materiali contenenti amianto possono essere effettuati solo da imprese iscritte all Albo nazionale

Dettagli

PROFESSIONALE ORDINE DEGLI INGEGNERI DI TREVISO

PROFESSIONALE ORDINE DEGLI INGEGNERI DI TREVISO CONVENZIONE POLIZZA DI RESPONSABILITA CIVILE PROFESSIONALE ORDINE DEGLI INGEGNERI DI TREVISO FOR INSURANCE BROKER SRL, Società di Brokeraggio con sede principale a Castelfranco V.to, Ha stipulato con i

Dettagli

Accademia Beauty and Hair

Accademia Beauty and Hair INDICE CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

Previsione di impatto acustico relativa a:

Previsione di impatto acustico relativa a: PROVINCIA DI MODENA COMUNE DI FIORANO M. Previsione di impatto acustico relativa a: nuovo capannone uso deposito ditta Atlas Concorde Spa ubicato in Via Viazza I Tronco - Fiorano M. (MO) Settembre 2012

Dettagli

Il sistema di gestione della sicurezza: cos è, a cosa serve, i rapporti delle norme tecniche con il D.Lgs. 81/08

Il sistema di gestione della sicurezza: cos è, a cosa serve, i rapporti delle norme tecniche con il D.Lgs. 81/08 Il sistema di gestione della sicurezza: cos è, a cosa serve, i rapporti delle norme tecniche con il D.Lgs. 81/08 Firenze 15 febbraio 2010 Pisa 1 marzo 2010 Siena 29 marzo 2010 Dott. Ing. Daniele Novelli

Dettagli

SCHEDA DI ADESIONE - Foglio 1 -

SCHEDA DI ADESIONE - Foglio 1 - Versione 10/04/15 SCHEDA DI ADESIONE - Foglio 1 - Rifiuti dei Beni a base di Polietilene, Piazza di S. Chiara, 49 00186 ROMA) e (facoltativamente) anticipata mezzo fax Il richiedente... In persona del

Dettagli

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Roma, 29 maggio 2012 Indice Il Gestore dei Servizi Energetici GSE S.p.A. I nostri servizi Nuove attività 2012-2013 Evoluzione delle attività

Dettagli

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE Sede legale: Via G. Cusmano, 24 90141 PALERMO C.F. e P. I.V.A.: 05841760829 Dipartimento Provveditorato e Tecnico Servizio Progettazione e Manutenzioni Via Pindemonte, 88-90129 Palermo Telefono: 091 703.3334

Dettagli

CODICE ETICO DI CEDAM ITALIA S.R.L.

CODICE ETICO DI CEDAM ITALIA S.R.L. CODICE ETICO DI CEDAM ITALIA S.R.L. Il presente codice etico (di seguito il Codice Etico ) è stato redatto al fine di assicurare che i principi etici in base ai quali opera Cedam Italia S.r.l. (di seguito

Dettagli

Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine

Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine Informazioni su CheBanca! Denominazione Legale: CheBanca! S.p.A. Capitale Sociale: Euro 220.000.000 i.v. Sede Legale: Via Aldo Manuzio, 7-20124 MILANO

Dettagli

Differenze tra le attività di certificazione di prodotto (PRD) e le attività di ispezione (ISP) ed altri schemi di valutazione della conformità

Differenze tra le attività di certificazione di prodotto (PRD) e le attività di ispezione (ISP) ed altri schemi di valutazione della conformità Differenze tra le attività di certificazione di prodotto (PRD) e le attività di ispezione (ISP) ed altri schemi di valutazione della conformità In alcuni casi, le somiglianze apparenti tra le attività

Dettagli

Città di Spinea Provincia di Venezia

Città di Spinea Provincia di Venezia Città di Spinea Provincia di Venezia APPALTO: servizio di pulizia interna uffici comunali 2013 2014 AFFIDAMENTO: da appaltare REDATTO DA REVISIONE N. DATA APPROVATO DA 1 SOMMARIO 1. SEZIONE DESCRITTIVA...

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale Giunta Regionale Direzione Generale delle Politiche Territoriali, Ambientali e per la Mobilità Area di Coordinamento Mobilità e Infrastrutture Settore Pianificazione del Sistema Integrato della Mobilità

Dettagli

ALLEGATO XV. Contenuti minimi dei piani di sicurezza nei cantieri temporanei o mobili 1. DISPOSIZIONI GENERALI

ALLEGATO XV. Contenuti minimi dei piani di sicurezza nei cantieri temporanei o mobili 1. DISPOSIZIONI GENERALI ALLEGATO XV Contenuti minimi dei piani di sicurezza nei cantieri temporanei o mobili 1.1. - Definizioni e termini di efficacia 1. DISPOSIZIONI GENERALI 1.1.1. Ai fini del presente allegato si intendono

Dettagli

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP FIAMP FEDERAZIONE ITALIANA DELL ACCESSORIO MODA E PERSONA AIMPES ASSOCIAZIONE ITALIANA MANIFATTURIERI PELLI E SUCCEDANEI ANCI ASSOCIAZIONE NAZIONALE CALZATURIFICI ITALIANI ANFAO ASSOCIAZIONE NAZIONALE

Dettagli

REQUISITI DELLE IMPRESE E DEI LAVORATORI AUTONOMI CHE ESEGUONO LAVORI CON RISCHIO DI CADUTA DALL ALTO PRESSO LE AZIENDE CERAMICHE IMPRESE

REQUISITI DELLE IMPRESE E DEI LAVORATORI AUTONOMI CHE ESEGUONO LAVORI CON RISCHIO DI CADUTA DALL ALTO PRESSO LE AZIENDE CERAMICHE IMPRESE PROTOCOLLO DI INTESA PER LA PREVENZIONE DEGLI INFORTUNI DA CADUTA DALL ALTO PRESSO LE INDUSTRIE CERAMICHE Allegato B REQUISITI DELLE IMPRESE E DEI LAVORATORI AUTONOMI CHE ESEGUONO LAVORI CON RISCHIO DI

Dettagli

CODICE FISCALE: DNG LDA 65R17 F205S PARTITA IVA: 12131140159 Corso Matteotti, 56 20081 ABBIATEGRASSO (MI) Tel/Fax: 02.94.60.85.56

CODICE FISCALE: DNG LDA 65R17 F205S PARTITA IVA: 12131140159 Corso Matteotti, 56 20081 ABBIATEGRASSO (MI) Tel/Fax: 02.94.60.85.56 Cosa devo fare per quanto riguarda la sicurezza sul lavoro se assumo il primo dipendente/collaboratore? Come datore di lavoro devo: 1. valutare i rischi a cui andrà incontro questa persona compiendo il

Dettagli

MINISTERO DELLA SALUTE

MINISTERO DELLA SALUTE b) unica prova orale su due materie, il cui svolgimento è subordinato al superamento della prova scritta: una prova su deontologia e ordinamento professionale; una prova su una tra le seguenti materie

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE PER LA CERTIFICAZIONE DI SISTEMI DI GESTIONE AZIENDALE (MSC)

REGOLAMENTO GENERALE PER LA CERTIFICAZIONE DI SISTEMI DI GESTIONE AZIENDALE (MSC) REGOLAMENTO GENERALE PER LA CERTIFICAZIONE DI SISTEMI DI GESTIONE AZIENDALE (MSC) 1 OGGETTO... 1 2 INDIRIZZI POLITICI... 2 3 GENERALITÀ... 2 4 SCHEMA DI CERTIFICAZIONE... 3 4.1 Richiesta di certificazione...

Dettagli

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco?

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Le elezioni per il prossimo Parlamento europeo sono state fissate per il 22-25 maggio 2014. Fra pochi mesi quindi i popoli europei

Dettagli

Associazione Italiana Brokers di Assicurazioni e Riassicurazioni

Associazione Italiana Brokers di Assicurazioni e Riassicurazioni Associazione Italiana Brokers di Assicurazioni e Riassicurazioni Codice Etico Rev. 03 Versione del 21/01/2013 Approvato della Giunta Esecutiva del 18/02/2013 Ratificato del Consiglio Direttivo entro il

Dettagli

Linea Guida per l Organizzazione di un Sistema Prevenzionale nelle Piccole e Medie Imprese

Linea Guida per l Organizzazione di un Sistema Prevenzionale nelle Piccole e Medie Imprese Linea Guida per l Organizzazione di un Sistema Prevenzionale nelle Piccole e Medie Imprese PRESENTAZIONE Il presente lavoro si propone l obiettivo di fornire un modello organizzativo ispirato ai Sistemi

Dettagli

ORGANIGRAMMA E FUNZIONIGRAMMA

ORGANIGRAMMA E FUNZIONIGRAMMA 1 SCOPO Lo scopo del presente documento è di descrivere le mansioni e le responsabilità connesse alla gestione delle attività da parte di PHISIOVIT SRL 2 DESCRIZIONE DEL DOCUMENTO PHISIOVIT SRL, per favorire

Dettagli

RICHIESTA DI PERMESSO DI COSTRUIRE (art. 20, d.p.r. 6 giugno 2001, n. 380 artt. 7, d.p.r. 7 settembre 2010, n. 160)

RICHIESTA DI PERMESSO DI COSTRUIRE (art. 20, d.p.r. 6 giugno 2001, n. 380 artt. 7, d.p.r. 7 settembre 2010, n. 160) Al Comune di Pratica edilizia Sportello Unico Attività Produttive Sportello Unico Edilizia del Protocollo Indirizzo PEC / Posta elettronica RICHIESTA DI PERMESSO DI COSTRUIRE (art. 20, d.p.r. 6 giugno

Dettagli

VERIFICA DEI PROGETTI DI OPERE PUBBLICHE AI FINI DELLA VALIDAZIONE CODICE DEGLI APPALTI E NUOVO REGOLAMENTO ATTUATIVO

VERIFICA DEI PROGETTI DI OPERE PUBBLICHE AI FINI DELLA VALIDAZIONE CODICE DEGLI APPALTI E NUOVO REGOLAMENTO ATTUATIVO VERIFICA DEI PROGETTI DI OPERE PUBBLICHE AI FINI DELLA VALIDAZIONE CODICE DEGLI APPALTI E NUOVO REGOLAMENTO ATTUATIVO RELATORE : ING. PAOLO MOLAIONI ING. PIETRO FRATINI 1) LE ORIGINI DELLA VERIFICA DEL

Dettagli

MOD. A DOMANDA TIPO. Al Comune di Mandanici Via Roma n. 20 98020 Mandanici (ME)

MOD. A DOMANDA TIPO. Al Comune di Mandanici Via Roma n. 20 98020 Mandanici (ME) MOD. A DOMANDA TIPO Al Comune di Mandanici Via Roma n. 20 98020 Mandanici (ME) Il sottoscritto (cognome e nome)..., nato a..., prov...., il... codice fiscale..., partita I.V.A.... e residente a..., prov....,

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

Le opportunità economiche dell efficienza energetica

Le opportunità economiche dell efficienza energetica Le opportunità economiche dell efficienza energetica i problemi non possono essere risolti dallo stesso atteggiamento mentale che li ha creati Albert Einstein 2 SOMMARIO 1. Cosa è una ESCO 2. Esco Italia

Dettagli

QUESTIONARIO PER RACCOLTA DATI E INFORMAZIONI DI POTENZIALI IMPRESE APPALTATRICI PER LAVORI, SERVIZI ORDINARI E FORNITURE SERVIZI

QUESTIONARIO PER RACCOLTA DATI E INFORMAZIONI DI POTENZIALI IMPRESE APPALTATRICI PER LAVORI, SERVIZI ORDINARI E FORNITURE SERVIZI Pag. 1/6 SETTORI DI INTERESSE LAVORI SERVIZI Elettrici Impianti fotovoltaici Idraulici Edili Stradali Pulizie Tappezzerie Tinteggiatura e verniciatura Carpenteria metallica FORNITURE Cavi elettrici bt

Dettagli

Cagliari, 22 luglio 2010

Cagliari, 22 luglio 2010 Cagliari, 22 luglio 2010 L azione dell Ance L Associazione Nazionale Costruttori Edili si è da sempre posta l obiettivo di supportare le imprese associate nella adozione di strumentazione organizzativa

Dettagli

ALLEGATO 2 CAPITOLATO SPECIALE POI CATEGORIA: IMPIANTI SOLARI TERMICI E SERVIZI CONNESSI

ALLEGATO 2 CAPITOLATO SPECIALE POI CATEGORIA: IMPIANTI SOLARI TERMICI E SERVIZI CONNESSI ALLEGATO 2 CAPITOLATO SPECIALE POI CATEGORIA: IMPIANTI SOLARI TERMICI E SERVIZI CONNESSI PRODOTTO: POI ENERGIA/CSE 2015 - IMPIANTO SOLARE TERMICO ACS PER UFFICI PRODOTTO: POI ENERGIA/CSE 2015 - IMPIANTO

Dettagli

ECC-Net: Travel App2.0

ECC-Net: Travel App2.0 ECC-Net: Travel App2.0 In occasione del 10 anniversario dell ECC- Net, la rete dei centri europei per i consumatori lancia la nuova versione dell ECC- Net Travel App. Quando utilizzare questa applicazione?

Dettagli

L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE

L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE 1 INDICE Introduzione pag. 5 Domanda (1) Cos è il sistema regionale di accreditamento? pag. 5 Domanda (2) Cosa deve fare un Ente di formazione per

Dettagli

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLA RILEVAZIONE DELLA QUALITA PERCEPITA DAI CITTADINI A tutti i Ministeri - Uffici

Dettagli

COMUNICAZIONE DI APERTURA FILIALI, SUCCURSALI E ALTRI PUNTI VENDITA DI AGENZIE DI VIAGGIO E TURISMO (Ai sensi della L.R. 30/03/1988 n. 15 e s.m.i.

COMUNICAZIONE DI APERTURA FILIALI, SUCCURSALI E ALTRI PUNTI VENDITA DI AGENZIE DI VIAGGIO E TURISMO (Ai sensi della L.R. 30/03/1988 n. 15 e s.m.i. CODICE PRATICA *CODICE FISCALE* GGMMAAAA HH:MM Mod. Comunale (Modello 1088 Versione 001 2015) Allo Sportello Unico delle Attività Produttive Comune / Comunità / Unione Identificativo SUAP: COMUNICAZIONE

Dettagli

Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale

Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale Preambolo La Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale è il documento che definisce i valori e i princìpi condivisi da tutte le organizzazioni

Dettagli

MANUALE OPERATIVO INTRODUZIONE. Manuale Operativo

MANUALE OPERATIVO INTRODUZIONE. Manuale Operativo Pagina 1 di 24 INTRODUZIONE SEZ 0 Manuale Operativo DOCUMENTO TECNICO PER LA CERTIFICAZIONE DEL PROCESSO DI VENDITA DEGLI AGENTI E RAPPRESENTANTI DI COMMERCIO OPERANTI PRESSO UN AGENZIA DI RAPPRESENTANZA:

Dettagli

DIRITTI DEI CONSUMATORI

DIRITTI DEI CONSUMATORI DIRITTI DEI CONSUMATORI 1. Quali sono i diritti dei consumatori stabiliti dal Codice del Consumo 2. Qual è la portata della disposizione? 3. Qual è l origine dell elencazione? 4. In che cosa consiste il

Dettagli