Devozione, jazz e antichi mestieri Feste di Chieri nel fine settimana

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Devozione, jazz e antichi mestieri Feste di Chieri nel fine settimana"

Transcript

1 CORRIERE DI CHIERI Martedì 3 settembre 2013 CHIERI E DINTORNI 3 Devozione, jazz e antichi mestieri Feste di Chieri nel fine settimana Madonna delle Grazie e Sapori d antico uniti alla notte bianca AREA TABASSO Ballo liscio e cabaret: tutto sotto le stelle Si parte mercoledì CHIERI Ballo liscio e cabaret per inaugurare mercoledì la manifestazione Musica e ballo sotto le stelle, organizzata da Pro Chieri e Steamproject. L appuntamento è alle 21,30 all area Tabasso, con ingresso da via Vittorio Emanuele 1 (per informazioni tel ). Il debutto è affidato a Loris Gallo, in quella che sarà l unica serata con ingresso a pagamento (3 euro) del programma. «E la prima volta che Gallo si esibisce a Chieri con la sua orchestra - segnalano dalla pro loco - La sua è una musica popolare, da ballo in piazza, alternata a scenette in piemontese». A seguire, giovedì, la serata latina organizzata dalla scuola di danza A time for dancing. «Inizieremo con un estratto del musical La principessa e il ranocchio, rivolto in particolare ai bambini, che i nostri allievi più giovani hanno presentato al saggio di fine corso - spiegano Lucia Gnaldi e Giancarlo Barbieri - Poi passeremo alle danze caraibiche, con esempi di zumba fitness e kizomba, il ballo che sta spopolando in tutto il mondo. Poi si passerà alla serata danzante, per ballare tutti insieme». La passata edizione di Sapori d antico Madonna delle Grazie Gli orari della novena CHIERI La festa patronale della Madonna delle Grazie e la notte bianca, il Gialdo in movimento e i campagnoli Sapori d antico : le imminenti feste di Chieri saranno concentrate soprattutto tra sabato e lunedì (tutto a ingresso libero). Sabato prosegue il ciclo di concerti Musica e ballo sotto le stelle, all area ex Tabasso: alle 21,30 propone il ballo liscio in compagnia dell orchestra di Alex Cabrio. Proseguirà poi domenica col concerto dei Cinemaniax, e lunedì con l esibizione degli Orologiko. Dalle 14,30 in poi, a partire dal cortile della galleria storica del Gialdo andrà in scena il Gialdo in movimento: ci si potrà cimentare in una arrampicata su u- na palestra di roccia alta 8 metri, gareggiare in mountain bike o su auto da Formula 1... a pedali, assistere a esibizioni dell arte marziale viet vo dao e alla presentazione della squadra di volley femminile B1 Chieri 76. Una gara podistica con partenza alle 19,30 sposterà sportivi e spettatori al Palamaddalene dove, alle 20, si disputerà la partita Chieri 76- Mondovì. Ma sabato porterà anche la notte bianca Chieriluce, che animerà il centro storico con ben 15 differenti punti di spettacolo. Stam Project, che cura il coordinamento, punta alla varietà, per coinvolgere quanto più pubblico possibile: si esibiranno i percussionisti Drumtheatre, danzatori di vario genere, numerosi complessi musicali. Da segnalare, tra gli altri, il concerto di jazz piemontese Amemanera, in piazza Mazzini, con Marco Soria e Marica Canavese. Della notte bianca fa parte il decennale dell associazione italoromena Ovidio, che si esibirà in piazza San Domenico con musiche e danze tradizionali. Domenica tornerà in piazza Cavour e via Palazzo di Città la manifestazione Sapori d antico, a cura della Confraternita del Freisa. Giunta alla venticinquesima edizione, vuole mantenere vivo il ricordo del Chierese contadino. Sempre domenica, si svolgerà l annuale festa dei bersaglieri della sezione Pietro Tosco, con la fanfara che percorrerà in musica le vie del centro storico. Domenica entra nel vivo la festa patronale della Madonna delle Grazie, con la funzione votiva della Salve alla presenza delle autorità civiche. La festa patronale proseguirà lunedì: in Duomo verranno celebrate numerose funzioni, che culmineranno con una messa solenne alle 11. A presiederla il vescovo di Asti, mons. Francesco Ravinale, con l accompagnamento del coro del Duomo diretto dal maestro Enzo Cerrato. Da segnalare, infine, l annuale festa dell Avo, alla casa di riposo Giovanni XXIII, che quest anno vedrà l esibizione del gruppo in costume Historia Subalpina. Enrico Bassignana CHIERI Maria come modello di donna della fede : è il soggetto della novena in preparazione alla festa patronale della Madonna delle Grazie, che si terrà in Duomo fino a sabato. Due gli appuntamenti quotidiani: alle 8 la messa celebrata nella cappella della Madonna delle Grazie, e alle 20,30 la recita del rosario seguita alle 21 dalla messa. La funzione serale sarà predicata dal domenicano veneto padre Davide Traina, superiore della Domus Ss. Giovanni e Paolo di Venezia. Nei giorni della novena il religioso è inoltre disponibile per le confessioni, in Duomo dalle 8,30 alle 10,30. «Avere un unico predicatore è una novità rispetto al passato - afferma il parroco del Duomo mons. Mauro Rivella - Nasce dall intenzione di dare maggiore continuità al tema della novena, che viene trattato in modo più organico». FANTASIA - Il 14 e 15 settembre al Palasport Torna Poirino in Cosplay per gli amanti del fumetto fra mimica e travestimenti POIRINO Altro che Paperopoli o Gotham City: è qui la capitale dei cartoni animati. Sabato 14 e Domenica 15 prenderà corpo la terza edizione di Poirino in Cosplay, agli amanti dei fumetti, dei film fantasy e dei videogiochi, ma anche ai curiosi che vorranno scoprire questo mondo. La manifestazione è organizzata da TOoPlay, associazione torinese con cuore poirinese (i fratelli Isabella e Alessio Pivaro), e sarà ospitata nel palasport di via Dalla Chiesa. Succederà che persone di ogni età si vestiranno, muoveranno, parleranno come i loro eroi. Non è un carnevale: ci si i- dentifica. L ingresso al palazzetto è gratuito e si potrà girare tra bancarelle di giochi di carte, fumetti, videogames, o assistere alle esibizioni sul palco. La giornata di sabato si a- prirà alle 9,30 e sarà dedicata ai cosplayer amatoriali : conferma delle iscrizioni on-line (www.poirinoincosplay.it), alle 11 sfilata in costume per il centro del paese e alle 15 inizio delle esibizioni sul palco. Ci sarà anche Sunita, cosplayer e cantante indo-pisana. Nel dopo cena concerto degli Outside, esibizione del corpo di ballo ufficiale dell evento, concerto dei bolognesi Seven7Stras e karaoke. Cosplayer 2012: Isabella Pivaro nei panni di Nina Williams MANIFESTAZIONE Tuffo nel mondo di film fantasy e videogiochi Sabato sarà anche l Harry Potter day: un tuffo nel mondo di Hogwarts con lezioni di incantesimi, pozioni e storia della magia. Ricco programma anche domenica, con il palazzetto sempre aperto al pubblico e con la presenza di stand dove poter scoprire e acquistare le novità in campo di fumetti e viedeogames. Alle 10 inziano le iscrizioni per la Gara Cosplay competitiva che prenderà forma alle 15: si attendono centinaia di partecipanti da tutta Italia per una sfida che premierà colui che ha realizzato il miglior vestito e che a- vrà impersonato in modo più completo il proprio personaggio. Nella mattinata di domenica spazio anche per la conferenza di Ivo De Palma, tra i più importanti doppiatori italiani di cartoni animati, ed esibizioni di Sunita e del corpo di ballo accompagnato da Alessio ZellDj e Marco. Gli ospiti più attesi andranno in scena alle 14,30, quando sul palco del palasport comparirà parte dello staff di Mario, una serie di Maccio Capatonda : uno dei programmi dell ultima stagione di Mtv che maggiormente ha avuto successo tra giovani e giovanissimi. Moreno Strazza 1

2 CORRIERE DI CHIERI 6 CHIERI E DINTORNI Martedì 3 settembre 2013 Rospetti da tutelare a scopo educativo Nella tesi di laurea di una poirinese l esperienza didattica con 75 bambini POIRINO «Rane e rospi non sono tanto belli, ma dobbiamo aiutarli lo stesso». L ha scritto Nicole, classe quinta A della scuola elementare Gaidano. E una delle frasi che dà corpo alla tesi di Irene Minelli, che non si occupa di rospi ma di pedagogia: si è laureata in scienze della formazione primaria (in altre parole, è una maestra elementare). La sua tesi racconta infatti le visite all area protetta di Cascina Bellezza, ai Favari, con gli alunni delle classi seconde e della quinta. Il titolo è molto lungo, ma si potrebbe sintetizzare con: Insegnare il rispetto della natura facendo toccare con mano i poco amati anfibi. Poirinese doc (il fratello del nonno era il geometra Domenico, sindaco dal 1956 al 75), 23 anni, prima dei cinque figli di Giuseppe, imprenditore agricolo, e Silvana Gamba, Irene ha studiato al liceo classico Monti di Chieri e suona il clarinetto nella Filarmonica Poirinese. Prima di arrivare alla scelta della tesi, non sapeva neppure che ai Favari da una quindicina d anni ci fossero quattro ettari di campagna destinati a proteggere il pelobate fosco, rospetto a rischio d estinzione. Domenica a Cambiano Madonna delle Grazie Dalla preghiera alla processione CAMBIANO Tra messe, novene e processione si rinnovano i festeggiamenti per la Madonna delle Grazie. La settimana in corso è tutta dedicata alla Vergine, la cui statua seicentesca è custodita nella parrocchiale da inizio 800. La devozione risale al 1835, quando il paese venne risparmiato da un epidemia di colera. Nel 1909 l allora parroco Jacomuzzi decise di restaurare l icona sacra e di procedere a una prima incoronazione donando due corone ottenute fondendo gli ex voto. Cinquant anni dopo, il parroco don Minchiante effettuò un secondo restauro e una seconda incoronazione, con due corone d oro benedette da Papa Giovanni XXIII. Una devozione che questa settimana si rinnoverà tutte le mattine fino a sabato con la messa delle 8 nella parrocchiale, all altare della Madonna delle Grazie; alle 21, invece, spazio alla novena. Sabato alle 16,30 messa con gli anziani e i malati nel cortile della casa di riposo (via Mosso 6); alle 18 funzione nella parrocchiale. Domenica, nel piazzale della chiesa, alle 16 benedizione di bimbi e zainetti e alle 17 di auto e moto. La messa delle 18,30 per domenica sarà sospesa, mentre alle 20 celebrazione presieduta dal parroco don Nino Olivero insieme al vescovo di Asti, monsignor Francesco Ravinale. Seguirà la processione della statua con partenza dalla parrocchiale in direzione di piazza Burzio e via San Francesco; proseguirà in via Borgarelli, via Martiri della Libertà, piazza don Bosco, via Monviso, via Mazzini, viale Roma, via Lagrange, via Cavour, via Onorio Mosso, piazza Vittorio Veneto e l arrivo sarà in oratorio. Irene Minelli «Sono passata centinaia di volte dalla strada vicina alla cascina, ma ignoravo del tutto che lì ci fosse l oasi protetta assicura Di occuparmene me l ha suggerito il professor Marco Tonon, relatore della tesi. In passato aveva vissuto in paese ed occupandosi di scienze naturali conosce tutti i parchi e le aree protette della regione. Prima non sapevo quasi nulla di rane, rospi e altri anfibi. Né che ce ne fossero tante varietà nelle nostre campagne. Anzi, mi facevano un po ribrezzo». E i bambini con cui hai lavorato? «Tranne una bimba che era già stata coi genitori alla Bellezza, sapevano qualcosa solo per averne parlato in classe prima degli incontri. Nonostante vivano in un paese circondato dalla campagna sembra non la conoscano affatto. Quando ho chiesto cosa ci fosse di naturale nel nostro paese, molti mi hanno detto le rotonde e i giardinetti perché c è dell erba. E di animali conoscevano quasi solo quelli che mangiamo o quelli domestici o d allevamento. Ma se parlavamo di uccelli e pesci non sapevano indicare nessuna specie. Ancor peggio con gli anfibi: credevano che il rospo fosse il maschio della rana. Oppure u- na rana vecchia». E così li avete portati alla Bellezza per vedere da vicino e prendere in mano i viscidi anfibi «Sì, 75 bambini. Quelli della quinta del maestro Renato Alonne e le prime con le insegnanti di scienze Lucia Ronco, Valeria Pavarino, Anna Maria Gioda e con la mia referente per il tirocinio Alessandra Rambaldi. Era importante che avessero un contatto diretto. Con i bambini non si ottengono grandi risultati se si parla in astratto. Devono vedere e toccare direttamente. Così li abbiamo portati, letteralmente, sul campo». La reazione? «Alcuni erano un CAMBIANO Campo calcetto Confermata Vajors Il Comune riaffida all associazione Vajors la gestione del campo da calcetto e da bocce nella piazza centrale di Madonna della Scala. È dal 1993 che il gruppo o- perante nella frazione si prende cura dell area sportiva di piazza Aimerito e lo farà ancora nei prossimi 10 anni, grazie ad una nuova convenzione firmata nei giorni scorsi. La gestione della struttura costerà all A.c.s. Vajors 145 euro all anno. po schifati e non se la sentivano di toccare il pelobate, che è diventato il protagonista delle nostre visite. Ma la gran parte erano meravigliati e incuriositi. Tutti, tranne una bimba che sapeva distinguere le varie specie di anfibi, non ne avevano mai visto uno da vicino. Però quasi tutti, dopo qualche incertezza, se la sono sentita di prenderli in mano. Tanto che qualcuno ha anche detto ai soci della Bellezza mi piacerebbe lavorare con voi. E dai testi scritti dopo le visite emerge una buona consapevolezza dell importanza della difesa della natura, in questo caso rappresentata dagli anfibi». Lo testimoniano alcune delle frasi scritte dai ragazzini e riportate nella tesi. Si va dalla condanna della violenza contro gli animali alla speranza d un futuro migliore, fino alla promessa d un impegno ecologista. Nicole: «Noi siamo più alti e più grandi di loro ma non per questo possiamo ucciderli». Francesco: «L uomo, anche senza farlo apposta, uccide gli animali. Io se incontrerò qualche rana la aiuterò». Daniela: «L uomo spesso non capisce che noi viviamo grazie alla natura. Grazie anche a chi fa cose come qui alla Bellezza qualcosa fra cento anni potrà rimanere». Fabio: «Ora ho capito quanto è importante la natura e cercherò di migliorarmi anch io». Circa 350 pagine, sette mesi di impegno: oltre che per la tua laurea, questo lavoro potrebbe servire ad altri? «Potrebbe essere replicabile, magari nei paesi circostanti, dove i problemi ambientali sono simili conclude Minelli Ma può anche essere lo stimolo per un percorso da sviluppare nella scuola, a- dattandolo in base alla classe e a- gli interessi degli insegnanti. Mi piacerebbe potesse essere anche u- no stimolo per la gente della zona che non sa nulla di quest oasi». Mario Grieco GIOVANI/ESTERO - «Forse un giorno tornerò» Australia, Canada e... Italia troppo stretta: «Ovunque per imparare» Italia (e Chierese), arrivederci. Il Corriere continua il viaggio per il mondo grazie ai racconti di giovani di Chieri e dintorni che sono andati all estero in cerca di occupazione. O anche solo di un esperienza che, per tanti motivi, nel nostro Paese non potevano vivere. Avete esperienze simili da raccontare? Telefonateci o scriveteci: 011/ n Ha già girato cinque continenti. E ha solo 21 anni: «In ogni Paese s impara qualcosa è convinto il castelnovese Gianluca Cafasso E penso che anche il mio futuro sia fuori dall Italia». Studente in Marketing e comunicazione aziendale a Torino, vive con i genitori Giorgio Cafasso, titolare dell omonima impresa di serramenti a Castelnuovo, e la mamma Graziella Febbraro, contabile. Ha due fratelli e una sorella più grandi: Alessandro, 43 anni, e Riccardo, 42, lavorano nell azienda di famiglia; Giorgia, 33, si occupa di selezione del personale a Milano. Il piccolo di casa si presenta così: «Sono sempre stato abituato ad arrangiarmi: a 7 anni e- ro già zio. E allora che ho iniziato a viaggiare: in Italia ma anche in Egitto, Belgio e Spagna. E spesso mi spostavo in bicicletta, pedalando 120 chilometri al giorno». Ha sempre avuto il desiderio di viaggiare e scoprire posti nuovi: «Mi piace uscire dalla quotidianità. Ma soprattutto amo conoscere culture, mentalità e stili di vita completamenti differenti». Così arriva la prima esperienza importante all estero, quando era al quarto anno al liceo Monti di Chieri: parte per uno scambio vicino a Brisbane, in Australia. Qui ha vissuto quattro mesi ospite di una famiglia: «Sono stato fortunato perché mi hanno accolto come un figlio. Così ho superato facilmente dubbi e paure. Ci sono similitudini con la vita italiana, ma ottica e contesti sono molto diversi: mio papà alle 17 usciva dal lavoro e andava a fare surf. Sicuramente lì si dedicano di più al tempo libero». Quell esperienza segna per sempre il giovane castelnovese. Il colpo più duro è il ritorno a casa e alle vecchie abitudini. Poi è arrivato il diploma e la scelta dell università: «Mi sono iscritto a ingegneria gestionale ma dopo tre mesi non mi piaceva più. Così ho lavorato un po nell azienda di famiglia. Poi sono ritornato in Australia, ma a febbraio 2012 sono subito ripartito con un biglietto di sola andata. E sono stato tre mesi a casa di una famiglia in Irlanda». Stavolta l impatto è più complicato: «Mi sono trovato meno bene però ho imparato di nuovo tanto: per esempio, che non bisogna spaventarsi di fronte alle difficoltà ma godersi l esperienza. Io sono convinto che sia positiva e formativa a prescindere dal risultato». In Irlanda il 21enne frequentava corsi serali Il castelnovese Gianluca Cafasso d inglese e intanto dava ripetizioni d italiano a una bambina albanese: «Nel frattempo mi sono messo a cercare un lavoro a tempo pieno. Ma poi è arrivata l offerta per fare l interprete in un grande campeggio a Cesenatico, molto frequentato da tedeschi e inglesi». La scorsa estate, quindi, Gianluca torna in Italia. Ma a casa ci ritorna per davvero solo a settembre: «E finalmente ho deciso di iscrivermi alla Scuola di amministrazione aziendale (Saa), dove seguo il corso di laurea in marketing. Ho capito che era la mia strada e l ho portata avanti». In mezzo trova ancora il tempo per un viaggio a New York e un altro a Singapore. Così, per completare la collezione di continenti. Ma i periodi all estero non si fermeranno certo qui: «Sto progettando di fare il terzo anno di università in Canada. Mi spiace sempre abbandonare famiglia e amici, ma in futuro mi vedo all estero. Forse non per tutta la vita, ma per un periodo sufficiente a fare esperienza. E magari, nel mio piccolo, tornare per mettere a frutto quello che ho imparato a vantaggio dell Italia». Federico Gottardo CUSTODIA ARREDI TRASLOCHI FERRIAN Davide s.n.c. ANDEZENO TEL Fax Davide 335/ SERVIZIO OGGETTI D ARTE IMPOSTE - Al suo posto la Service tax: si paga sui servizi, tra cui la raccolta rifiuti Casa: cancellata l Imu 2 Veduta aerea del centro abitato di Chieri n L Imu non si pagherà più. L odiata tassa sulla casa «scomparirà dal vocabolario degli italiani» già nel Al suo posto, dal primo gennaio 2014 arriverà la Service tax, non più una tassa sulla proprietà, ma sui servizi al cittadino, pagata quindi non solo dai proprietari, ma anche dagli inquilini. Il decreto Imu, che deve ancora essere approvato dalle Camere, riserva alcune sorprese nel testo di due misure sulle quali era montata la polemica nei giorni passati: il ritorno dell Irpef sulle seconde case e la deducibilità per i capannoni. La prima misura salta con buona pace di tutti. Per la seconda c è l impegno del Governo a recuperarla con la Legge di Stabilità. Nel dettaglio: - IMU STOP PRIMA RATA: Salta definitivamente la prima rata Imu. Per la seconda c è l impegno politico. Non si pagherà neanche sull invenduto delle a- ziende. - NON C è IRPEF SU SE- CONDA CASA E CAPANNO- NI: Nel testo firmato dal Capo dello Stato non c è la reintroduzione dell Irpef sulle rendite catastali delle case sfitte. Nel testo non compare neanche la deduzione Imu dal reddito di impresa pagata sui capannoni industriali e gli immobili strettamente connessi all attività. Ma il governo si impegna a recuperarla. - CEDOLARE: C è la riduzione della cedolare secca che passa dal 19 al 15%. - NO IMU SU INVENDUTO: Non è dovuta da parte dei costruttori la seconda rata 2013 per gli immobili rimasti invenduti o sfitti. - RICERCA NON PAGA: Anche gli immobili destinati alla ricerca scientifica, così come quelli per le attività sanitarie, non saranno sottoposti a Imu. - INQUILINI MOROSI IN- COLPEVOLI: Tra le misure in aiuto (ad esempio quelle sui mutui) è anche istituito un Fondo destinato agli inquilini morosi incolpevoli, con una dotazione pari a 20 milioni per ciascuno degli anni 2014 e SERVICE TAX: La tassa sui servizi che dal primo gennaio sostituirà Imu e Tares sarà innanzitutto federalista, ovvero saranno i Comuni a decidere come e quanto si pagherà. Grazie al tetto che il governo imporrà alle a- liquote, il peso sulle tasche dei cittadini non dovrebbe superare quello dell attuale tassazione sulla casa, ma molto resta ancora da definire. Il governo ha comunque spiegato che la service si baserà su due componenti. La prima - Tari - è di fatto quella che sostituisce la Tares. Sarà dovuta da chi occupa, a qualunque titolo, locali o aree suscettibili di produrre rifiuti urbani. Le aliquote, calcolate in base ai metri quadrati, saranno parametrate dal Comune a propria discrezionalità ma nel rispetto del principio comunitario «chi inquina paga». La seconda componente - Tasi - sarà a carico di chi occupa fabbricati e sarà il corrispettivo pagato per i cosiddetti servizi indivisibili, come l illuminazione o lo stato dello strada. Anche in questo caso sarà il Comune ad a- vere la massima flessibilità potendo scegliere come base imponibile o la superficie o la rendita catastale. La seconda parte della service tax sarà a carico sia del proprietario (in quanto i beni e servizi pubblici locali concorrono a determinare il valore commerciale dell immobile) sia dell occupante (in quanto fruisce dei beni e servizi locali). Non a caso, per spiegare il principio della nuova tassa, il presidente del Consiglio ha usato l esempio di un condominio, dove si paga per i servizi e le spese sono ripartite tra inquilini (per l ordinaria amministrazione) e proprietari (per le spese straordinarie i cui frutti rimangono poi in eredità al palazzo o all appartamento). Introducendo agevolazioni per tenere conto delle situazioni soggettive di svantaggio, si potrebbero incassare 4,3 miliardi con a- liquote variabili tra 1,9 e 3,4 per mille, in dipendenza della modulazione dell agevolazione concessa.

3 CORRIERE DI CHIERI Martedì 3 settembre 2013 CHIERI E DINTORNI 7 POIRINO Doppio concorso per gli amanti della fotografia. Assessorato alla cultura e Consiglio di Biblioteca organizzano la 16ª edizione del Giovanni Battista Vitrotti, mentre il Circolo fotografico Porinese presenta l ottavo Romolo Nazzaro: 4 scatti per una storia. Il concorso del Comune scade il 21 settembre (partecipazione gratuita). Le opere devono pervenire via posta alla biblioteca comunale, via Cesare Rossi 12, Poirino; oppure consegnate tutte le mattine (9-11,30); martedì, giovedì e venerdì anche 15-17,30. Il concorso è diviso in quattro categorie: immagini di Poirino a colori, di Poirino in bianco e nero, SANTENA Centosessanta metri quadrati di terreno da bonificare alla Valeo. Nel sottosuolo dove un tempo c erano delle cisterne sono state trovate concentrazioni di idrocarburi superiori fino a quattro ISCRIZIONI - Premiazioni il 20 ottobre per S. Orsola Doppio concorso fotografico per narrare Poirino e non solo tema libero a colori e tema libero in bianco e nero. Tutte le sezioni hanno però un sottotema indicato: scorci, natura, arte, vita quotidiana. La partecipazione è esclusa ai fotografi professionisti. Gli iscritti possono consegnare fino a quattro immagini per categoria, in formato 20x30 centimetri montate su cartoncino nero 30x40. Dietro ogni cartoncino devono essere riportati i dati dell autore, titolo dell opera e sezione di appartenenza. Informazioni: , interno 225; sito Sul sito sono scaricabili regolamento e scheda di partecipazione da consegnare unitamente agli scatti. I premi andranno solo al vincitore di ognuna delle sezioni: 150 euro, più libri editi dalla biblioteca e una penna. Anche il concorso 4 scatti per una storia è gratuito e l iscrizione scade il 30 settembre. La partecipazione è aperta a professionisti Idrocarburi alla Valeo Progetto di bonifica Operazione approvata da Santena L AREA Centosessanta mq dove erano posizionate cisterne volte il limite consentito. Per questo l azienda di via Asti 89 ha presentato il progetto di bonifica e l operazione è stata approvata con una determina dal Comune. L intervento ha ricevuto il via libera anche da Arpa e Provincia. Valeo rimuoverà il terreno contaminato nell area dello stabilimento. Poi lo smaltirà in impianti autorizzati. L intervento costerà euro. Fino al 1996 la superficie inquinata conteneva cinque serbatoi interrati, destinati allo stoccaggio di prodotti combustibili. Poi le cisterne sono state svuotate, ripulite e tolte dal sito. Lo spazio è stato trasformato in area verde. Ma l area è rimasta contaminata. «Quando ancora venivano utilizzati i serbatoi, ci sono state delle perdite di idrocarburi spiega Carlo Manzo, geologo e funzionario Arpa, Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente del Piemonte A seguito di controlli effettuati dallo studio Bortolami di Molfetta su incarico dell azienda, è stata poi rilevata una concentrazione di idrocarburi elevata. I valori sono variabili: sono stati misurati fino milligrammi di idrocarburi in un chilogrammo di terreno. Si supera quindi di 4 volte il limite previsto per le aree industriali». La sostanza non si sarebbe però propagata, provocando gravi danni all ambiente circostante: «La contaminazione è circoscritta e non ha raggiunto le falde acquifere, poiché si tratta di gasolio pesante e e fotomatori e le opere possono essere inviate su cd a Francesco Varacalli, via Cavour 23, Poirino, o via mail a La sezione è unica e il tema obbligato è il racconto di u- na storia, di un evento, di un momento tramite quattro immagini. Primo premio 200 euro più trofeo, targa di riconoscimento al secondo e terzo classificato. La scheda di partecipazione e ulteriori informazioni sono scaricabili dal sito Le premiazioni di entrambi i concorsi saranno domenica 20 ottobre alle 15,30 al Salone Italia di passeggiata Marconi 12, durante i festeggiamenti di Sant Orsola. Moreno Strazza denso. In più il terreno è poco permeabile». Nel 2012 la Valeo ha commissionato un progetto di bonifica, redatto dall ingegnere Riccardo Massara della società Prodotto Ambiente di Oleggio. Poi ha avviato l iter per la sua approvazione. A gennaio il servizio gestioni rifiuti e bonifiche della Provincia e l Arpa hanno dato il via libera, con una conferenza di servizi: «E un operazione semplice su un area di ridotte dimensioni, per cui è sufficiente rimuovere la terra fino a circa 4 metri di profondità» precisa il geologo. L intervento comincerà appena la Regione a- vrà accettato le garanzie finanziarie: «Per legge, bisogna garantire una copertura, al fine di pagare le spese di eventuali i- nadempienze». Al termine dei lavori, Arpa e Provincia effettueranno dei sopralluoghi: «Verificheremo che l operazione sia stata bene eseguita e che i valori siano conformi al progetto». Federica Costamagna IL PROBLEMA «Ci furono perdite quando i serbatoi venivano utilizzati» SANTENA - Via Trinità, scadenza a novembre La casa abusiva di via Trinità Casa abusiva addio Demolita o confiscata SANTENA Entro novembre la casa abusiva di via Trinità dovrà essere demolita dal proprietario Rocco Capomolla. Altrimenti il Comune confischerà l immobile e deciderà se buttarlo giù o conservarlo per destinarlo ad altri usi. Lo ha notificato il Comune a fine luglio. Così potrebbe concludersi il braccio di ferro cominciato nel 2008, quando fu pubblicata una prima ordinanza di abbattimento. Motivo: il terreno su cui è stato costruita l abitazione a un piano, che misura 16 metri di lunghezza per 6,10 di larghezza, non è edificabile. Il proprietario, una volta scoperto, chiese di modificare la destinazione d uso del terreno. Ma la sua proposta fu respinta: quell area è troppo vicino al cimitero per diventare edificabile. Può essere solo un orto. A questo punto, Capomolla tentò il ricorso al Tribunale Amministrativo del Piemonte, sostenendo che la struttura fosse un deposito agricolo. Ma il Comune non ha cambiato posizione e i giudici gli hanno dato ragione: nel dicembre 2009 ha comandato di buttare giù quel fabbricato. A quel punto, Capomolla ci ha provato con il Consiglio di Stato (che gli ha dato torto nel 2010) e ha fatto appello perfino al Presidente della Repubblica, invano. Eppure, la casa è ancora lì, seminascosta dalla vegetazione, perchè in febbraio il Tar ha invalidato l ordinanza di demolizione del Comune per un vizio di procedura. Il Comune doveva infatti domandare al proprietario se preferiva provvedere lui stesso alla demolizione oppure lasciarla fare al Comune e poi rimborsare la spesa. Ora, a luglio è stato notificato a Capomolla il decreto di sopralluogo: «Il proprietario avrà tempo 90 giorni per abbattare il fabbricato spiega l avvocato Guglielmo Lo Presti, dirigente comunale Entro novembre il Comune verificherà se l ordine è stato eseguito. In caso contrario, la costruzione e l area intorno saranno acquisiti e il Consiglio Comunale deciderà se abbatterla oppure conservarla per altre finalità». TRATTAMENTI SHIATSU Sabato 14 e Domenica 15 SETTEMBRE dalle 9,00 alle 18,00 GIORNATA PROMOZIONALE DEDICATA AL MONDO DEI TRATTAMENTI CORPOREI PER IL BENESSERE Luciana organizza un week-end dedicato allo shiatsu e alle altre tecniche a mediazione corporea proposte nel suo studio Prenotando sarà possibile sperimentare GRATUITAMENTE: Trattamenti shiatsu massaggio antistress antiginnastica massaggio californiano hot-stone massage reiki do-in osteopatia fluidica 3 Inoltre sarà possibile partecipare a lezioni di prova di shiatsu, do-in, antiginnastica, costellazioni familiari Per iscrizioni e trattamenti: Tel cell

4 24 > SANTENA le Città 4 settembre 2013 L intervento del sindaco Ugo Baldi durante San Lorenzo Manca coesione sociale «Dobbiamo essere sentinelle del territorio» Si è dimessa l assessore Cetty Siciliano Pollone e Fogliato, due nomi per la giunta SANTENA - Sabato 10 agosto, al termine della processione del santo patrono, San Lorenzo, davanti al complesso cavouriano il sindaco Ugo Baldi si è rivolto così ai santenesi: «Su quali fronti l amministrazione comunale dovrà spremere maggiori energie, idee e risorse nel prossimo anno che ci attende? Innanzi tutto sul fronte della coesione sociale. In questa cittadina, peraltro teoricamente ancora a misura d uomo, ognuno guarda ancora troppo al suo esclusivo ambito di vita, L appello del don «C è bisogno di catechisti e volontari» SANTENA - Il parroco don Nino Olivero il 10 agosto scorso, festa patronale della città, ha lanciato un appello: «Oggi, San Lorenzo, patrono della città di Santena, lancia un messaggio a tutti noi, per tutta la comunità, sia religiosa, sia civile. Noi siamo qui per rilettere guardando alla figura di questo santo, uno dei sette diaconi della città di Roma, che aiutava i poveri. All interno della nostra comunità ci sono tante esigenze, tante necessità. Forse oggi c è bisogno di un rilancio del volontariato. C è bisogno di persone che diano una mano a tutti i livelli. Tutte le associazioni cittadine si lamentano perché a impegnarsi sono sempre gli stessi e i volontari sono sempre meno. Come comunità cristiana ringraziamo tutte le persone che, a vario titolo, regalano volontariamente le loro energie, il loro tempo, la loro attenzione verso gli altri. San Lorenzo diacono, servo dei fratelli, oggi ci dice però che non dobbiamo fermarci, ma dobbiamo guardare avanti. Occorre fare qualcosa di più». «E allora se io guardo la nostra comunità parrocchiale - ha continuato il parroco - vedo che c è bisogno di catechiste e di catechisti. Mai come in questo momento sentiamo la mancanza di persone che si diano disponibili a insegnare il catechismo ai più piccoli. Sempre in questo momento abbiamo bisogno di volontari che si impegnino nella Caritas parrocchiale. Sempre più persone bisognose si rivolgono alla Caritas, come alla Cri e al Cav, per chiedere aiuto. In collaborazione con l amministrazione comunale si sta organizzando la distribuzione del cibo non consumato nel servizio della mensa scolastica cittadina. Stiamo vedendo come fare per poter rendere disponibile questo cibo a chi nella nostra città ha bisogno di un aiuto alimentare. Ecco, questi sono alcuni esempi di bisogni concreti di volontari presenti nella nostra comunità santenese». senza rendersi conto che è inserito in un contesto molto più ampio e che i problemi non sono soltanto quelli di fronte a casa propria. Non sono soltanto la buca che ha quando esce dall uscio di casa. Nonostante molti passi avanti, anche molte delle numerose associazioni santenesi guardano purtroppo soltanto alla propria attività o a compiacere loro stesse, senza aprirsi a sufficienza verso le altre associazioni o verso i problemi della Città. Non tutte naturalmente. Occorre lavorare molto, anzi moltissimo, per aumentare il senso civico in quei cittadini che oggi non ne hanno o ne hanno pochissimo. Non ci sono parole per descrivere lo stato degrado urbano che molte persone contribuiscono a creare con i loro comportamenti incivili. Per tentare di risolvere questo problema dobbiamo stringere un patto tra l amministrazione comunale e i cittadini e le associazioni di buona volontà. Dobbiamo studiare un progetto, nuove strade da percorrere per emarginare i maleducati, per farli sentire in colpa, prima di tutto con se stessi. Noi tutti dobbiamo diventare sentinelle del nostro territorio. Dobbiamo agire attraverso la scuola per inculcare nei ragazzi, nei giovani, il culto del rispetto per i luoghi in cui viviamo, il piacere di vivere in ambienti belli, puliti, ben conservati. Con lo stesso piacere che si prova nell avere e mantenere la propria casa pulita e ordinata. Io dico sempre, ma perché buttare le cartacce per terra? Ognuno a casa propria butta la cartaccia nel proprio salone o la butta nell immondizia. I luoghi pubblici sono come casa nostra. Ogni commerciante vigili intorno al proprio esercizio, ogni persona vigili intorno alla propria casa, ogni famiglia vigili sui luoghi pubblici vicini alla propria abitazione. Non si abbia timore nel fare sentire in colpa le persone maleducate, non si abbia timore nel segnalare tempestivamente alle forze dell ordine gli episodi, anche piccoli, di maleducazione civile. Altrimenti non ne usciamo. O ci mettiamo tutti insieme o la nostra città diventa un vero immondezzaio». Il sindaco ha aggiunto: «Altro punto importante delle cose da fare è riappropriarci di talune strutture pubbliche che negli ultimi anni sono state mal gestite o con gestioni poco trasparenti. Anzi ultimamente ci sono strutture che non sembravano neanche più patrimonio del comune. Poi occorre studiare, cercare, scovare strategie alternative all attuale impossibilità o di enorme difficoltà di interventi manutentivi sulle sulle strade, sugli edifici comunali e scolastici. Abbiamo difficoltà enormi a intervenire, nonostante si abbia il denaro. Ci devono essere formule di cooperazione pubblico-privato che ci consentano di superare i vincoli attualmente imposti dal patto di stabilità, fintanto che il Governo e la Comunità europea non si decidano di allentarne i vincoli». «Prestissimo dovremo ridisegnare il Piano regolatore ha aggiunto Ugo Baldi in modo da renderlo più conforme all attuale assetto sociale, salvaguardando quelle poche zone agricole ancora esistenti e valorizzando, viceversa, certe aree intercluse, ma ancor di più recuperando quelle zone industriali, attualmente in stato di degrado urbanistico e di abbandono, a causa della crisi economico-occupazionale che le ha colpite. Ridisegnando, altresì, le zone commerciali che le attuali previsioni di piano non rendono più attuali. E poi, in ultimo, benché non sia un compito dei Comuni, dobbiamo studiare formule più efficaci per aumentare gli spazi occupazionali in Santena, in modo tale da poter utilizzare le poche risorse economiche disponibili in sistemi occupazionali che risolvano anche le aumentate criticità di organico della macchina comunale. Non possiamo assumerne perché abbiamo dei blocchi. Bisogna ricercare e trovare formule che ci consentano di avere delle persone che ci aiutino a lavorare sul territorio, in particolare sul fronte delle manutenzioni ordinarie, della gestione del verde pubblico e del decoro della Città». SANTENA - Cetty Siciliano, assessore alle Politiche sociali, educative e di sussidiarietà, ha rimesso le deleghe al sindaco Ugo Baldi. La lettera in cui Cetty Siciliano annuncia al sindaco di rimettere le deleghe è arrivata all inizio di agosto nelle mani del sindaco Ugo Baldi. Nella missiva, di dodici righe, Cetty Siciliano motiva il gesto per seri problemi di salute dei familiari, aggravatisi in questo ultimo periodo e aggiunge non ho più la possibilità di continuare a dedicarmi al mio assessorato sinora seguito con tutto il mio impegno. Cetty Siciliano, continua così la sua lettera inviata al sindaco: Pertanto, con grande rammarico, dopo un bellissimo anno ricco di soddisfazioni per tutti, sono costretta a rimettere a Te le deleghe che mi hai conferito all inizio del mandato amministrativo. Ovviamente resterò in carica come consigliere, continuando a sostenere la squadra nella realizzazione degli impegni assunti nei confronti della cittadinanza. La lettera si chiude così: Ringraziando Te, gli assessori, i consiglie- Appello a privati e ditte dalla scuola media Alla Falcone servono dei Pc per il registro elettronico co perché hanno sistemi operativi obsoleti che non supportano i programmi utilizzati a scuola. Su questi pc installeremo un sistema operativo libero, in modo da riuscire ad accedere alla rete e poter completare i registri utilizzando il software già acquistato. Si tratta di macchine obsolete che non dispongono di schede di rete, inoltre hanno video catodici. In qualche modo stiamo comunque cercando di adattarli, anche perché non disponiamo di risorse per acquistare nuovi computer». Pollone chiude con un appello: «Se ci fossero imprese che rinnovano il parco dei computer saremmo ben feli- SANTENA Dal 7 al 9 settembre la borgata di Tetti Giro è in festa. Gli eventi sono organizzati dall associazione della borgata, con la collaborazione dell amministrazione comunale e della Pro loco. S inizia sabato 7 settembre, alle ore 21, con la 37esima edizione del Canta zecchino, nel cortile della Casa immacolata concezione; la serata è a ingresso libero. E prevista l apertura di una mostra fotografica sulla vita di don Antonio Serra, curata dall associazione Le radici, la memoria. Sempre durante la serata è organizzata una scatolata. Domenica 8 settembre, con inizio alle ore 9 si celebra la messa, per tutti i borghigiani. Alle ore 10 è prevista l inaugurazione dei locali ristrutturati della Casa immacolata concezione, con tanto di aperitivo. Alle ore 10,30 iniziano i giochi in cortile, per bambini e ragazzi e si avvia l estimo del peso del maiale. Nel pomeriggio, si riprende alle ore SANTENA - Anche nella scuola media cittadina è in arrivo il registro elettronico. I voti, le assenze, le note e i giudizi dei professori, da settembre andranno riportati su registro elettronico. Sono gli effetti della cosiddetta razionalizzazione della spesa pubblica nel mondo della scuola; si tratta di una tappa della dematerializzazione. Qual è la situazione alla scuola media Falcone lo spiega Martino Pollone, vicario che, in chiusura, ricorda, alle ditte, come alle famiglie, di valutare la possibilità di poter mettere a disposizione della scuola i computer eventualmente sostituiti da modelli più aggiornati. «Una delle novità previste per quest anno sarà il registro elettronico che a Santena dovrà essere istituito nelle classi della scuola media Giovanni Falcone spiega Martino Pollone L obiettivo è eliminare i supporti cartacei e di riportare a livello informatico sia il registro di classe sia quello personale del docente: presenti e assenti, argomenti delle lezioni e altro. Nei mesi scorsi tutte le classi sono state dotate di una presa di accesso a internet. Un lavoro che è stato eseguito dal comune e di questo ringraziamo l amministrazione comunale. Ora siamo nella fase di reperimento dei computer che possano permettere di accedere a internet e poter espletare questi compiti. Nella scuola media ci sono 14 classi, in 5 di esse c è una Lim - lavagna interattiva multimediale - occorre quindi reperire nove computer portatili o tablet. Per ora stiamo cercando di recuperare alcuni vecchi computer che non sono più utilizzabili a livello didattici di ricevere in dono computer, portatili o tablet. Lo stesso vale per le singole famiglie che decidessero di rinnovare il loro pc. Ditte e privati che avessero questa disponibilità possono contattare la segreteria dell Istituto comprensivo. Per noi sarebbe un grosso aiuto». Nei giorni scorsi Maria Grazia Carrozza, ministro dell Istruzione ha annunciato: «Faremo una norma per facilitare le donazioni di computer e di strumenti informatici alle scuole». Nel frattempo i genitori del Consiglio d Istituto hanno avviato la ricerca del computer con un appello alle famiglie e alle ditte locali. Cetty Siciliano Domenica nel corso della festa patronale Tetti Giro intitola la piazza della borgata a don Serra 4 x in breve 15, con il Palio dei borghi di Tetti Giro. Alle ore 17,30 c è il concorso La torta più, libero a tutti, con ricchi premi. Alle ore 20,30 è prevista l intitolazione della piazza della borgata al canonico don Antonio Serra ( ), fondatore della banda musicale cittadina che svolse un ruolo importante nella vita religiosa e culturale santenese. Seguirà alle 21 una serata in ricordo di don Antonio Serra con un concerto della banda musicale di Santena diretta dal M Anna Maria Merlino. Lunedì 9 settembre la festa di Tetti Giro si chiude con la cena del borgo, che inizia alle ore 20. Le prenotazioni si raccolgono a partire dalle ore 21 di venerdì 6 settembre direttamente nella Casa immacolata concezione. Durante la serata è prevista l estrazione della sottoscrizione a premi e l individuazione del vincitore per la stima del peso del maiale. ri e gli uffici per la collaborazione, Ti saluto affettuosamente. «Alla base della restituzione delle deleghe da parte dell assessore Cetty Siciliano precisa il sindaco Ugo Baldi c è la situazione dei suoi familiari, così come indicato nella lettera. Da tempo Cetty Siciliano mi aveva fatto presente questa realtà. Avevo detto all assessore di prendersi un po di tempo nella speranza che le cose si risolvessero. Un po tutti, in questi ultimi tempi, gli avevamo chiesto di soprassedere. Essere Santena, come gruppo era pronto ad affiancarla e a supplire in attesa che la situazione ritornasse normale. Lei, nei giorni scorsi, ha deciso diversamente». «Rispetto le sue decisioni prosegue il sindaco Ugo Baldi -. È ovvio che sono spiaciuto, così come lo è tutta la squadra di Essere Santena: gli assessori, i consiglieri e i vari gruppi di lavoro che operano a supporto della nostra compagine amministrativa. In giunta Cetty Siciliano, sin dall inizio, ha compiuto un ottimo lavoro. Alcune attività relative alle sue deleghe hanno avuto particolare successo. Ne voglio qui ricordare tre: estate ragazzi, il corso di nuoto e il corso di pattinaggio. Tre iniziative, come tante altre, che hanno visto Cetty Siciliano impegnarsi veramente, anima e cuore. Tre iniziative che, anche con la collaborazione di tutta la mia squadra, hanno avuto particolare successo. Questa settimana ci sarà la nomina di un nuovo assessore, in un ottica di continuità di tematica». Le due consigliere con incarichi attinenti alle deleghe che aveva Cetty Siciliano sono Lidia Pollone e Rosella Fogliato. Sulla circonvallazione i sensori Toc SANTENA E posizionato sulla circonvallazione cittadina, strada provinciale 122, al chilometro 8+200, uno dei sensori del Toc, Traffic operation center, che forniranno in tempo reale i dati sulle condizioni del traffico sulla rete stradale e autostradale del Piemonte. Bando per l assegnazione di 7 alloggi SANTENA L Agenzia territoriale per la casa della provincia di Torino ha emesso un bando di concorso per l assegnazione in locazione di sette alloggi in Chieri, siti in viale della Repubblica. Le domande di partecipazione al bando dovranno pervenire presso l Atc di Torino, Corso Dante 14, a Torino, entro il 30 settembre Apre lo sportello dislessia SANTENA - Il comune ha deciso di aprire uno sportello dislessia. Lo sportello sarà aperto presso la Biblioteca Civica ogni terzo sabato del mese a partire dal 16 novembre dalle 10,30 alle 12,30. L iniziativa verrà presentata venerdì 11 ottobre alle ore 21 presso il Salone Visconti Venosta. Venerdì 25 ottobre, alle 21, a scelta tra Aula Magna della Scuola Media e Centro Giovani del Palazzetto Pininfarina, è prevista la proiezione del film-documentario Stelle sulla terra storia di Ishaan, bambino di 8 anni, dislessico. Raccolta riiuti Santena «comune riciclone» SANTENA - Il Consorzio chierese per i servizi, anche nel 2013, è stato premiato, all interno del concorso Comuni ricicloni indetto da Legambiente, come miglior Consorzio di tutta la regione Piemonte e 18 in classifica a livello Nazionale, con il 71,2 per cento di raccolta differenziata raggiunta nel Ben dodici comuni del Consorzio chierese spiega un comunicato del Consorzio hanno ricevuto un proprio attestato come Comuni ricicloni per aver superato il 65 per cento della raccolta differenziata: Baldissero (79,5%), Cambiano (74,5%), Carmagnola (69%), Chieri (70,5%), Isolabella (65,9%), Marentino (65%), Pavarolo (68.5%), Pecetto (73,9%), Pino (79,1%), Poirino (75%), Riva (68,1%) e Santena (72,8%).

5 Rassegna stampa Settembre 2013 Comune di Poirino Mercoledì 4 settembre Anno Numero 33 RIPRODUZIONE RISERVATA DI ARTICOLI E FOTO A cura di Ezio Marchisio e Tonino Rivolo Bra, avviato il gemellaggio con una contea della Cina La frontiera dei gemellaggi non conosce ostacoli. Bra si prepara ad affratellarsi addirittura con la contea Yongchang, in Cina. Il sindaco Ma Guo Xing ha già visitato la città, firmando dei preaccordi commerciali con la sua collega Bruna Sibille. Una delegazione braidese è pronta a recarsi in Estremo oriente. La via della seta è riaperta. Druento, chiuderà il Centro del cavallo? I sei dipendenti non sono pagati da mesi. La struttura era costata 8 milioni con i fondi Ue. L Università e la Fise si sone defilate e mancano euro di fondi regionali. Inaugurato nel 2007, il Centro nella cascina Rubianetta già dei Savoia, doveva diventare il fiore all occhiello dell equitazione italiana. Finisce un sogno. Poirino, la Aunde porta in Serbia i tessuti della 500L L azienda poirinese costruisce una nuova fabbrica in Serbia, a Jagodina poco lontano dallo stabilimento Fiat di Kraguievac. Tra le produzioni i tessuti per la Fiat 500L. Il Governo serbo darà alla Aunde euro di incentivo per ogni nuovo assunto. S. Mauro: l Ufficio postale è nel camper in piazza Secondo il parere dell Asl, gli Uffici delle Poste non erano a norma perché non rispettavano le norme igienico-sanitarie e sono stati chiusi dal 6 al 29 agosto. I dipendenti hanno sbrigato vaglia, bollette e raccomandate dai finestrini di due caravan con tanto di simbolo PT. Per gli utenti qualche sedia e una tendina parasole. Savigliano, tre ponti intitolati a tre donne I cartelli con i nomi delle donne a cui sono stati dedicati altrettanti ponti cittadini stanno per essere sistemati. Quello di via Saluzzo è stato intitolato alla scienziata Maria Curie, quello di via Monasterolo alla giornalista Ilaria Alpi e quello di via Moreno a Giuseppina Mussati, storica titolare della Tipografia saviglianese. Eventi in primo piano Asti, al via la Douja d or salone nazionale dei vini L intenso settembre astigiano si aprirà venerdì 6 con la Douja d or, il salone nazionale dei vini che si concluderà il 15. Sabato 7 e domenica 8, tradizionale Festival delle sagre con le specialità del territorio servite nel più grande ristorante a cielo aperto. Il 15 il Palio. Info: Carmagnola, la Sagra del peperone tra gastronomia, musica e cultura La 64ª edizione della Sagra riempie di eventi la città, fino a domenica 8. Gastronomia, mercato, musica, arte e cultura richiamano una folla di visitatori nel nome del peperone, che a Carmagnola domina sovrano. Info: ; carmagnola.to.it/sagradelpeperone. Fine settimana, che tempo farà... Verbania Biella Novara Vercelli Pinerolo Torino Asti EDITRICE: Cooperativa Cultura e Comunicazioni Sociali s.r.l. Editrice de: L Eco del Chisone e L Eco Mese Registrazione del Tribunale di Pinerolo n. 1 del DIREZIONE - REDAZIONE E UFFICIO ABBONAMENTI: Viale Primo Maggio, 7 (Z. I. Porporata) Pinerolo Tel (Fax ). Casella Post Conto Corrente Postale n (intestato a: Cooperativa Cultura e Comunicazioni Sociali - Editrice) Orario: dal lun. al ven. 9-12, 15-18; sab Alessandria Cuneo COMPOSIZIONE IN PROPRIO IMPAGINAZIONE: TLG Pinerolo - Tel STAMPA: CSQ Erbusco (Brescia) Una copia 1,20 - Con L Eco mese 2,40 Numeri arretrati il doppio. Settimanale cattolico di Pinerolo Fondato nel 1906 Direttore responsabile Pietro Giovanni Trossero Abbonamenti Cumulativo L Eco del Chisone + L Eco Mese Cartaceo Postale: 53,00; Presso edicola: 50,00 Estero: 175,00 Europa; 250,00 fuori Europa. Digitale 1 mese 5,00; 3 mesi 10,00; 6 mesi 15,00; annuale 25,00. Cartaceo + digitale: 70,00 on-line: Ai sensi e per gli effetti del D.Lgs. 30/06/2003 n. 196 ( Codice in materia di protezione dei dati personali ), si comunica che i dati forniti all atto della sottoscrizione dell abbonamento vengono trattati nel rispetto delle modalità di cui agli artt. 11, 31 e seguenti e mediante l adozione delle misure di sicurezza previste dal disciplinare tecnico. Vice Direttore Mirko Maggia Redattori Daniele Arghittu - Daria Capitani Sofia D Agostino - Alberto Maranetto Paola Molino - Aldo Peinetti Paolo Polastri - Luca Prot - Lucia Sorbino Aderente F.I.P.E.G. Federazione Italiana Piccoli Editori Giornali 5 Federazione Italiana Settimanali Cattolici CONTATTI: Direttore: Cultura: Società: Economia: Pinerolo: Pedemontana: Val Chisone: Val Pellice: Valle Po: Val Sangone: Pianura: Spettacoli: Sport: Dialogo: PUBBLICITÀ: Publieco s.r.l Pinerolo (To) - Piazza Barbieri, 2 - Tel (Fax ) - Internet: - Orario: dal lun. al ven. 9,00-12,00; 15,00-18,00. DIFFUSIONE D IMMAGINE TARIFFE PUBBLICITARIE: Per ogni modulo (mm. 35 x mm. 34) Commerciali 39,50; 1ª pagina a colori 115,00; Occasionali 60,00; Avvisi/cronaca/ finanziari/ legali/concorsi 60,00; Posizione di rigore +10%. Per ogni mm/col. (Necrologie) Ringraziamenti 1,55; Anniversari 1,20; Partecipazioni lutto 2,00. Per ogni parola (Economici) normali 1,50; neretto 1,60; domande lavoro/normali 1,00; domande lavoro/neretto 1,10. Diritto Fisso 3,50 / 5,50 + IVA 21%. Il giornale si riserva in ogni caso di rifiutare qualsiasi inserzione. È vietata la riproduzione non autorizzata dei testi redazionali (articoli e foto) e pubblicitari.

6 CORRIERE DI CHIERI 40 NEI DINTORNI Venerdì 6 settembre 2013 SABATO SERA A POIRINO POIRINO Cosap cancellata per le coperture antipioggia sugli accessi pedonali e sulle tende esterne dei negozi. L imposta sull occupazione del suolo pubblico è stata e- liminata per questi ripari che sul suolo proiettano solo l ombra, ma non vi appoggiano. La proposta del sindaco Sergio Tamagnone, che cura le finanze comunali, è stata condivisa dagli oppositori de La Svolta. Non è d accordo Carlo Bosio di Poirino è Viva. L esponente di minoranza, pur Esenti tende di negozi e coperture di passi pedonali Poirino cancella la tassa a chi si protegge dalla pioggia condividendo questa cancellazione, ha criticato il peso eccessivo dell imposta su altre strutture necessarie per lavori e arredi di locali pubblici. «La spesa per i ponteggi è troppo alta: per tenerne in piedi uno per tre mesi si spendono euro. Nel nostro regolamento ci sono prezzi diversi in base alle zone in cui vengono collocati. Sarebbe meglio si distinguesse fra ponteggi che interrompono il transito e gli altri. Abbassare quest imposta favorirebbe le migliorie degli edifici, e l attività edile, molto penalizzata». Non solo. Bosio chiede di tenere la mano leggera anche sugli arredi. «Si dovrebbe abbassare il costo del plateatico per i dehors: molti comuni li agevolano per la funzione sociale svolta. E poi: perché far pagare le fioriere, che abbelliscono il paese? Penso che il regolamento della Cosap vada rivisto totalmente». Sollecitazione rinviata ad un futuro Consiglio da Tamagnone. Mollo, d accordo su questa cancellazione dell imposta, ha rilanciato: «Potrebbe essere utile per la riuscita di alcune feste, come quella di Sant Orsola, non far pagare il plateatico agli artigiani». Ma, la proposta è caduta nel vuoto. Il presidente della Regione Cota, Bruno e Borghezio all inaugurazione della sede della Lega Nord a Poirino lo scorso anno Bobo Maroni apre la campagna La Lega si schiera verso il municipio POIRINO La Lega Nord apre col botto la campagna elettorale per il voto comunale della prossima primavera. Domani, sabato, per le 19,30, è annunciato l arrivo di Roberto Maroni, segretario federale, nella sede della sezione in via Cesare Rossi 16. E questa sera, alla stessa ora, l ospite sarà Roberto Cota, presidente regionale e segretario del Carroccio piemontese. Le due serate sono annunciate come una festa settembrina ad ingresso libero con cena e ballo. Presenti anche altri importanti esponenti del partito: i deputati Stefano Allasia e Davide Cavallotto, il vicesegretario federale e assessore regionale Elena Maccanti, il capogruppo in Regione Mario Carossa, il segretario provinciale A- lessandro Benvenuto ed il consigliere regionale Antonello Angeleri. Lo schieramento proprio ora dei pezzi da novanta del partito non può essere casuale: da mesi tutte le formazioni politiche locali stanno radunando le truppe e predisponendo i piani per le elezioni, prevedibili fra maggio e giugno Ed è emblematico il luogo della festa: la sede leghista è a due passi dal palazzo del Municipio, che il sindaco Tamagnone nel 2009 conquistò per la seconda volta anche con i voti del Carroccio rappresentato da Carmelo Bruno, ora segretario locale ed organizzatore delle serate. Bruno venne subito nominato assessore, ma nel giro di quattro mesi fu destituito da Tamagnone (uomo del Pdl) per il pasticcio della laurea. Ne nacque una contesa mai risolta: in Giunta ora siede come assessore Giovanni Berruto, che però è disconosciuto dalla sezione locale della Lega, alla quale non è iscritto. Da allora Bruno e Tamagnone sono diventato nemici per la pelle e la Lega non ha lesinato gli attacchi alla Giunta, con manifesti e banchetti stradali ed un opuscolo periodico. Nel 2014 Tamagnone non potrà ricandidarsi a sindaco (per legge, dopo due mandati bisogna saltare almeno un turno) e tutto si è messo in movimento: la prova di forza di queste serate potrebbe spingere il centrodestra a riavvicinarsi ai leghisti poirinesi? Come verrà incanalato l orgoglio leghista e quanto ne verranno impressionate le altre forze politiche locali? Cota e Maroni di certo non serviranno a solo rendere più gustose le grigliate. «Sì, è l inizio della campagna elettorale - è battagliero Bruno - Diremo chiaramente quale sarà la nostra posizione per le elezioni». Poirino moltiplica tempo e letti per accogliere i senzatetto Il Comune potrebbe recuperare un altro alloggio POIRINO Un tetto sulla testa per due anni e non solo per tre mesi: il Comune allunga il tempo di permanenza dei senzatetto nell alloggio di accoglienza temporanea di via Alfazio. «Ci siamo accorti che 90 giorni sono troppo pochi, soprattutto ora che i disoccupati aumentano e la possibilità di trovare un nuovo lavoro è scarsa spiega Delfina Novara, assessore alle problematiche sociali Perciò prevediamo la possibilità di una seconda accoglienza per chi già è ospitato e nel frattempo non ha risolto i suoi problemi». La casa di accoglienza temporanea è stata istituita nell ottobre scorso. E al 7 di via Alfazio, dove molti anni fa c era la sede della Croce Rossa. Ha quattro posti letto in tre stanze, più cucina e bagno, ed è destinata a uomini soli. Ora ne sono ospitati due. «Non è un alloggio per famiglie, per le donne ci sono strutture apposite e per i nuclei con minori ci sono le case-famiglia, come quella di Chieri sottolinea Novara E riservata a uomini senza una famiglia o amici che possano ospitarli e si ritrovino senza un tetto da un giorno all altro. C è stato solo un caso, risolto in breve tempo, di Ma gli sfratti aumentano Come aiutiamo le famiglie? Angelita Mollo Abbiamo pagato anche l albergo e il biglietto di ritorno Delfina Novara una persona che l anno scorso si e- ra montata una tenda da campeggio». La scadenza fino a due anni ha un motivo preciso: «I bandi per ottenere un alloggio in case popolari sono biennali. I nostri ospiti sono spesso in situazioni così precarie da avere buone probabilità di ottenerne uno. Purtroppo nelle nostre case non ci sono alloggi disponibili né si prevede ce ne saranno in tempi brevi, però a Chieri di edilizia popolare ce n è molta di più». Angelita Mollo, capogruppo della minoranza La Svolta, non è del tutto convinta che la soluzione sia sufficiente a risolvere i casi di sfratto, aumentati negli ultimi tempi. «Cosa fa il Comune se, anziché un uomo solo, deve aiutare una famiglia, magari anche senza minori ma non per questo meno bisognosa d una mano?». L assessore ribatte: «Finora nessuna famiglia nel nostro paese ha dovuto dormire in auto. Sono stati ospitati a spese nostre in un albergo, oppure abbiamo pagato i mesi di cauzione anticipata in un alloggio privato. O, ancora, abbiamo a- vuto l aiuto da nostre associazioni. E i pochi stranieri che avevano chiesto di poter tornare al Paese di provenienza, li abbiamo aiutati pagando il biglietto». Per uno degli ospiti nella casa di via Alfazio, il Comune s è interessato affinché frequentasse un corso professionale in arte dolciaria per un possibile reinserimento lavorativo. Conclude Novara:«Anche se non è del tutto utilizzata la struttura attuale, stiamo pensando di ristrutturare un altro nostro alloggio nella stessa via per destinarlo al medesimo scopo». Mario Grieco La media riapre con cappotto e wi-fi Al traguardo due anni di cantiere nella scuola poirinese POIRINO La media Paolo Thaon di Revel si cambia d abito per il nuovo anno scolastico: sono quasi giunti al termine i lavori di riqualificazione energetica che hanno coinvolto l edificio negli ultimi due anni: nuovi infissi, impianti e un cappotto esterno contro la dispersione termica. La nuova facciata rossa e gialla è già visibile, e quando verranno smontate tutte le impalcature sarà possibile avere un idea più chiara del lavoro svolto. «Mi hanno detto che almeno la parte anteriore della scuola sarà terminata per l inizio della scuola è fiducioso il dirigente scolastico Nicola Marsicovetere Purtroppo ci saranno altri interventi da fare durante l anno, ma fortunatamente non toccheranno la parte in cui ci sono le aule, quindi le lezioni si svolgeranno senza grossi problemi». Ma il nuovo assetto della scuola media non riguarda solo l esterno: il dirigente ha deciso di riorganizzare gran parte degli spazi interni, in modo da ottimizzare gli spazi e il lavoro di segreteria, docenti, bidelli e alunni. «Abbiamo rivisto la distribuzione degli uffici destinati alla segreteria e al dirigente. Con qualche piccolo spostamento siamo riusciti a creare una zona al primo piano interamente riservata all amministrazione. L ex ufficio del dirigente, che è vicino alle scale, invece sarà destinato ad aula ricevimento parenti, evitando così che i genitori debbano attraversare tutta la scuola per poter colloquiare con gli insegnanti». Poco distante c è la nuova aula informatica: 16 postazioni pc funzionanti e collegate alla rete, disposte a ferro di cavallo. Questa nuova disposizione è più consona alla didattica di un aula informatica. Prima c era la classica disposizione a file che non permetteva all insegnante di interagire in modo adeguato con la classe. Purtroppo non abbiamo potuto acquistare nuovi computer o altri strumenti tecnologici, ma tutto ciò che abbiamo è perfettamente funzionante. Grazie al riordino degli spazi interni, l ex aula di artistica è diventata una biblioteca che funge anche da sala riunioni e sala proiezioni, l ex biblioteca invece o- spita un magazzino e una sala medica, l aula di scienze ha cambiato la disposizione 6 Il preside Nicola Marsicovetere accanto a una lavagna interattiva. Sotto, la sgargiante, nuova livrea giallorossa della scuola media interna dei banchi e l aula di musica passa al piano terra. Prima i ragazzi suonavano in uno spazio accanto alla segreteria e spesso era difficile lavorare. Ora ognuno INNOVAZIONI SENZA FRETTA Registro elettronico e tablet in classe aspettando il ministero POIRINO La scuola media poirinese sta imboccando la strada dell informatica: durante l ultimo anno ha ottenuto un sistema wi-fi funzionante in tutta la scuola, che permette un uso migliore delle 5 lavagne multimediali e, in alcuni casi, l uso di pc portatili e tablet che i ragazzi possono portare da casa. Quindi la scuola dice addio ai libri e si passa al computer? «Non siamo ancora a questo livello, ma già qualche insegnante fa utilizzare i pc portatili ai ragazzi - risponde il preside Nicola Marsicovetere - Abbiamo presentato un progetto al Ministero per ricevere dei tablet, ma non abbiamo mai ricevuto risposta Non penso che otterremo qualcosa». Però un passo importante verso il mondo digitale è stato fatto: da settembre si passa al registro elettronico: «Sarà un ha uno spazio adeguato al lavoro che deve svolgere. In più, la scuola media fruirà di un aula al piano terra dell ex scuola dell infanzia, che sarà destinata ad accogliere un allievo con handicap grave. «Abbiamo chiesto al Comune questo spazio perché c è una rampa di accesso facilitata e un bagno già predisposto per i disabili, cosa che invece manca nel resto della struttura. Ho già richiesto al municipio un intervento in questo senso, come ho anche richiesto una serie di interventi sulla sicurezza come l installazione di passaggio graduale, questo sarà un periodo di transizione in cui il registro elettronico si affiancherà a quello tradizionale. Stiamo contando quanti computer abbiamo a disposizione per vedere quali classi cominceranno a usarlo: spero tutte, ma ancora non posso saperlo. Se tutto funzionerà bene, passeremo al solo registro elettronico dal 2014/2015, risparmiando così sull acquisto di quelli cartacei». Come funzionerà il registro elettronico? I genitori sapranno in tempo reale assenze, voti e segnalazioni che riguardano i figli? «No, l uso del registro elettronico sarà solo a scopo interno: nessuna comunicazione sms o via con le famiglie. Sia perché è un costo che non ci possiamo permettere sia perché questa è la scuola dell obbligo: bisogna capire che un insegnante può anche dare un 4 ma poi promuovere l allievo. In questo momento il registro servirà per segnare le assenze e le comunicazioni che riguardano la classe». sirene e lampeggianti. Spero che piano piano questi interventi vengano fatti». La sicurezza è un argomento su cui è particolarmente sensibile: cosa è stato fatto per migliorarla? Ci sono nuovi cartelli che indicano le via di fughe e le porte di ingresso e uscita dei ragazzi sono diventate due mentre prima era una sola. Questo è stato possibile rimuovendo la guardiola interna che, entro breve periodo, troverà invece spazio e- sternamente subito sopra le scale d accesso. Moreno Strazza

7 34 PAESI 6 settembre 2013 Gazzetta d Asti Montegrosso - Inaugurazione sabato a Boscogrande, alla presenza del card. Sodano Restaurata la cappella di San Giuseppe Il decano del Collegio Cardinalizio metterà a dimora l alberello di ulivo benedetto da Papa Francesco il 15 agosto Per sabato 7 setembre è tuto pronto per la solenne inaugurazione dei lavori che hanno visto riportare all antico splendore la cappella di San Giuseppe, a Boscogrande di Montegrosso. A impartire la solenne benedizione verrà niente meno che il cardinale Angelo Sodano, Decano del Sacro Collegio, legato a questa terra per via della nonna Giuseppina Pia. Dopo anni di incuria e di degrado, inalmente lo scorso autunno si è deciso di iniziare l avventura e di metere in moto la macchina burocratica ed organizzativa per il recupero del sacro ediicio. Sono stati mesi intensi fati di lavoro molto spesso volontario che ha permesso di abbassare notevolmente i costi. Davvero tante le persone che hanno partecipato. Un grosso grazie alle famiglie: Ezio e Mimma Maschio, Remo e Nella Bianco, Franco Penna per la collaborazione; a Federico Penna, Piero Penna, Felice Penna, Luigi Bianco, Donatello Sabia, Luigi Fassio, Vincenzo Dureto, Romano Mondo, Maurizio Pia, Fiorella Pia e all impresario Gianni Bozza. Con loro anche Massimo Pia, Marco La cappella di San Giuseppe prima dell inizio dei lavori di restauro Pavia, Riccardo Gazza, Clara Maschio, Davide Filippa, Nicola Boggero, Michelino Gazza, Giancarlo Rosso. Un grosso grazie all ing. Mario Bianco e all architeto Fiorenzo Doglio per la direzione dei lavori e all Uicio Tecnico del Comune di Montegrosso e al suo responsabile geom. Bruno Arneodo. Un sentito ringraziamento anche alla Curia di Asti e alla Soprintendenza del Piemonte e alla Fondazione CRT. Un grazie particolare a don Conti. Alle 18 si restituirà a tuta la comunità di Montegrosso questa chieseta costruita nel Non solo recupero dell ediicio, ma anche la sistemazione dell assetto stradale allargando così la curva e rendendola meno pericolosa. Questo grazie alla famiglia Maschio Ezio-Ferrero Lorenzina e all amministrazione comunale guidata dal sindaco Marco Curto. Per l occasione il card. Sodano meterà a dimora anche un alberello di ulivo benedeto da Papa Francesco a Castel Gandolfo il 15 agosto. In comunione con il Santo Padre che ha indetto per sabato una giornata di preghiera e digiuno per scongiurare la guerra in Siria, al termine della cerimonia non si farà il rinfresco. Domenica 8 settembre ci ritroveremo ancora a Boscogrande dove alle don Conti celebrerà una messa per tuti i borghigiani defunti. Al termine bicchierata oferta dalla Locanda del Boscogrande, dalla Pro Loco, dalla Tenuta La Graziosa e dall Azienda Vincola Bianco Pasquale e Figli. > Giovanni Bianco E subentrato a don Mario Venturello, che ha concelebrato insieme al vicario generale don Croce Prima messa di don Roberto Zappino a Motta Foto di gruppo al termine della funzione religiosa di sabato scorso. All altare, da sinistra, don Rodrigo, il seminarista Forno, don Venturello, don Zappino, il sindaco Borriero, don Croce e mons. Bertolino L ingresso uiciale è stato issato dal vescovo per il pomeriggio di domenica 27 otobre, ma ha preso servizio sabato scorso nelle parrocchie di Mota e di Sant Anna di Costigliole don Roberto Zappino, rientrato appena da un mese dal suo quasi decennale impegno pastorale in Brasile nella diocesi gemella di Juina. Presentato dal vicario generale don Vitorio Croce, ha concelebrato con lo stesso e col parroco uscente don Mario Venturello, che a sua volta è stato ringraziato e applaudito per il suo più che quarantennale servizio. Quarant anni esatti separano l ordinazione sacerdotale dei due, come ha rilevato don Croce, avendo don Venturello preso messa nel 1954 e don Zappino nel Ci sta di mezzo un Concilio - ha aggiunto -, per il primo vissuto in direta, per l altro studiato sui banchi di scuola, ma uguale lo spirito pastorale di vicinanza alla gente e di impegno di formazione specie per i ragazzi e i giovani di cui le due parrocchie, specie quella di Mota, sono molto ricche. Immancabile il rinfresco inale per dare modo di salutare l arrivato e il partente, il primo per presentarsi e farsi conoscere, il secondo per ringraziare calorosamente per una vicinanza non solo a parole di afeto personale e atenzione pastorale durata così a lungo. Per don Zappino, prima della sua prima note mottese salita a Costigliole per l incontro-testimonianza con i giovani della GMG di Rio de Janeiro, premessa di un lavoro da condurre con l ancor più giovane parroco di Costigliole centro, don Beppe Piloto, in collegamento con la Pastorale Giovanile diocesana, rappresentata dai suoi massimi rappresentanti, don Carlo Rampone con don Rodrigo Limeira, don Mauro Canta e don Ivano Mazzucco. Se il buon giorno si vede dal matino, o dalla serata. A Mongardino la festa della pro loco è stata più forte del cattivo tempo La pioggia non ha fermato le rilessioni in musica della Banda 328 Penalizzata il sabato, quando ha dovuto annullare il previsto percorso gastronomico pedonale nel centro storico del paese, la Pro Loco di Mongardino ci ha riprovato la sera dopo e all inizio tuto bene con lunghe tavolate in allegria, bruschete, pane e gorgonzola, agnoloti e mon. Interessante anche la scoperta della mostra dei mongardinesi Cartolaro - Cerrato, mamma e iglio, dedicata a Erik Cerrato, allestita presso la locale Scuola Elementare. Intanto dava brio il passaggio di un tratore con luci potenti che recava sul tamagnone i nove ragazzi della leva. Pressoché scomparsa in cità, tale festa resiste ancora nei piccoli e medi centri della provincia. Ma l atesa serale era tuta per la 328, che dalle 21,20 in poi, soto il Palatenda, ha proposto con la consueta bravura il suo spetacolo Rilessioni sulla nostalgia ovvero Trent anni di storia raccontati a tempo di musica. E un collage di immagini, ilmati da cilabili della matonel Swing, jazz, balneteca, canzoni, intratenimento e dan- celebri motivi da ilm e la, canzoni di protesta, za. La Band è formata da musical interpretati da musicisti nicesi per via via dai diversi artisti si susseguono a rit- hobby, amici dai tempi della gioventù, ai quali si sono uniti Alice la scena è completata mo incalzante mentre Rota, dalla splendida da calzanti balleti con voce, il bravo Gianluca sempre nuovi costumi. Gai, iglio di Roberto e Valeva insomma davvero la pena di afron- le versatili giovanissime del balleto. tare una note tempestosa per applaudire Fuori dal tendone intanto pioggia battente con borbotio ai suddeti Alice Rota, Dedo Roggero Fossati ancora una volta oltre di tuoni ma ai collaudati artisti della Gianluca e Roberto Gai, e alle ballerine, Dedo Roggero Fossati, Ezio Ivaldi, 328 ciò non impedisce di portare a termine il loro racconto fato di avvenimenti epocali mescolati con eventi nel ricordo di Roberto De Paoli scom- Ferruccio Garbero e Tonino Spinella storici il tuto supportato da una ricca parso in aprile e salutato con commozione in apertura di spetacolo. colonna sonora dal vivo recante canzoni in voga dagli anni 50 a tuto il > Patrizia Porcellana Sedici i sodalizi partecipanti Montegrosso ha festeggiato le associazioni di volontariato Si è svolta domenica scorsa la seconda festa delle Associazioni montegrossesi. Un modo questo per ringraziarle pubblicamente una volta all anno per l impegno che quotidianamente i volontari dedicano facendo crescere il nostro territorio. Oltre a farla conoscere,anche incentivare e a coinvolgere nuove persone e nuovi volontari. Sono ben sedici: Artiglieri, Fanti, A.N.S.P.I., Cavalieri della Valtiglione, Confraternita di San Rocco, Confraternita della SS. Annunziata, Croce Rossa, Avis, Gruppo Giovani di S. Stefano e Vallumida, Banda Musicale F. Gazza, Pro Loco, Biblioteca E. Paulucci, Protezione Civile, Gruppo Alpini, Bersaglieri e Associazione Nazionale Mutilati Invalidi Civili di guerra. Un premio speciale si è voluto dare ai tre nonni civici che quotidianamente, nel periodo scolastico,prestano servizio presso la scuola primaria salvaguardando così l incolumità dei bambini: Sosso Silvia, Roero Ugo e Bologna Flavio. Due riconoscimenti inine ai veterani della Banda Musicale: Valfrè Giuseppe e Tarasco Adolfo. La festa è poi proseguita con la silata ino al monumento delle Associazioni dove si è deposta una corona di iori e piantato un albero a ricordo di questa bella giornata. Come nelle migliori occasioni abbiamo concluso con un ricco rinfresco, segno concreto di ringraziamento per tutte quelle persone che nel silenzio e nel nascondimento danno del loro meglio per il nostro bel paese. > G. B. Vasto cordoglio a Montegrosso L improvvisa scomparsa di Clara Bianco Ha suscitato un vastissimo cordoglio l improvvisa e inaspetata scomparsa della Dot.ssa Clara Bianco Galliano, mancata a soli 62 anni dopo una fulminea malatia. Lascia il marito Franco, presidente della sezione locale dell Avis Comunale e la iglia Federica. Clara è sempre stata molto ativa nella vita dei paesi di Montegrosso, dove è nata e ultimamente trasferita e Montaldo Scarampi, paese del marito. Come non ri- Clara Bianco cordare il suo impegno nell Università della terza età, dove faceva da coordinatrice e organizzava i vari incontri del giovedì, dal mese di otobre ino alla primavera inoltrata. Incontri dove invitava sempre esperti di svariati campi: dalla salute, alla medicina, alla sicurezza, toccando anche tematiche religiose e spirituali, oltre a viaggi in poltrona e pellegrinaggi con il pullman. Per oltre 40 anni ha vissuto e ha dedicato la sua vita per la scuola, prima come maestra, poi come Dirigente scolastico per trent anni. Il primo anno, nel 1982 a Poirino, poi l anno successivo a Costigliole- Calosso - Castagnole Lanze dove ha direto le scuole dell Infanzia e le Primarie ino alla meritata pensione arrivata il 1 setembre In questi lunghi anni ha sempre a preso a cuore i vari problemi delle sue scuole, dei suoi insegnanti e dei suoi alunni, guadagnandosi così la stima incondizionata di colleghi, alunni, personale e genitori. E la prova di questo si è vista nel la sera della veglia di preghiera e poi il giorno dopo alla S. Messa di Sepoltura, sabato 10 agosto. Moltissimi gli insegnanti, gli alunni, i genitori. Presenti i sindaci di Montegrosso, Costigliole e Calosso. L arciprete don Conti, a nome delle comunità di Montegrosso e Montaldo l ha pubblicamente ringraziata per il gran bene che ha saputo fare durante la sua vita, metendo sempre nel suo lavoro passione, onestà e impegno. > G. B. IL RICORDO DI LUCETTA BAINO La tua morte così repentina ha sorpreso tuti e ci ha lasciati senza parole. Come possiamo sopravvivere senza il tuo sorriso il tuo entusiasmo la tua vivacità organizzativa? Una persona come te che trasmete speranza e fa pensare che il cielo è già qui su questa terra nonostante il male perché l amore supera tuto quando se ne va lascia un vuoto incolmabile. La tua grande disponibilità dimostrava con i fati che la fede non è parole ma concretezza. Ora che sei nata alla vita del cielo prega il Signore che ci aiuti a superare questo vuoto e dia a Federica tua iglia e a tuo marito Franco la forza di accettare questa soferenza pensando e ricordando tute le gioie e i momenti belli che ci hai donato. Le messe di Trigesima di Clara Bianco saranno celebrate domenica 8 settembre alle 10 nella parrocchia di Montaldo Scarampi e domenica 15 settembre alle 9,30 nella parrocchia Nostra Signora di Lourdes di Montegrosso. 7

8 T1 CV PR T2 Rassegna stampa Settembre 2013 Comune di Poirino 50. Cronaca di Torino.LA STAMPA DOMENICA 8 SETTEMBRE 2013 il caso MASSIMO NUMA Qualcosa non andava nell impianto dei freni del tram 4. Una squadra di manutentori s è messa al lavoro ma il mezzo, fermo in corso XI Febbraio, angolo corso Regina Margherita, è partito di scatto, ha preso velocità in discesa e ha terminato la sua corsa contro un bus della linea 57 fermo al lato della strada, carico di passeggeri. L urto è stato molto violento, tanti hanno perso l equilibrio e sono caduti. È scattato l allarme, al 118 e alle centrali di polizia, carabinieri e polizia municipale. Sono intervenuti anche i soldati del Nizza Cavalleria della Taurinense. Blocca- I TESTIMONI «Un fragore spaventoso epoicisiamoritrovati aterratrairottami» te le corsie, sono arrivate le prime ambulanze. Le prime segnalazioni, infatti, erano drammatiche, alcuni testimoni avevano parlato di persone rimaste ferite in modo grave. Pronto intervento Il primo obiettivo è stato quello di calmare i feriti, per fortuna nessuno grave. Alla fine ne sono stati medicati 19, tutti con prognosi inferiori ai 10 giorni, in maggioranza con contusioni al collo e alle gambe. Tra questi, una ragazza incinta, in stato di choc ma illesa. L autista del bus non ha avuto nemmeno il tempo di tentare una manovra. S è visto piombare addosso il tram, Tramcontroautobus pauraaportapalazzo Sitemevaunincidentegrave,allafineilbilancioèdiventiferitilievi «Operazione interforze» Polizia, carabinieri, soldati del «Nizza Cavalleria», vigili urbani e operatori 118, impegnati nei soccorsi sui mezzi danneggiati L incidente Un immagine dell incidente tra il tram 4 e un bus della linea 57 avvenuto ieri mattina alle 10 in corso XI Febbraio, angolo corso Regina Margherita senza controllo, schiantato contro la cabina di guida. Due inchieste Sono state aperte due inchieste, una interna Gtt per ricostruire ogni dettaglio dell incidente, la seconda da parte dei vigili della sezione infortunistica. I testimoni sono concordi: il tram è scivolato lungo le rotaie nel tratto in discesa: «Abbiamo sentito come uno scatto metallico, poi il mezzo, a velocità notevole, ha centrato il bus. A bordo non c era nessuno». Stesse valutazione anche dai passeggeri del bus che erano nella parte anteriore. «Neanche lo abbiamo visto arrivare, abbiamo visto esplodere i vetri e frantumarsi le paratie, non c è stato il tempo nè di mettersi in salvo, nè di capire cosa stava succedendo». Gli agenti del 113 hanno aiutato i passeggeri a scendere dal bus, quasi tutti medicati sul posto, una quindicina invece ha dovuto ricorrere alle cure dei sanitari del pronto soccorso. Il traffico è rimasto bloccato quasi due ore, i mezzi sono stati rimossi in tarda mattinata. Gtt: «Stiamo cercando di capire come si sono svolte le procedure per la riparazione. Ci vorrà tempo». In breve Mistero in via Olivero Ossatrairifiuti Erano reperti-studio Il mistero è stato chiarito dalla polizia in pochi minuti:. All interno di una valigia, finita in un cassonetto in via Olivero, sono state trovate ossa umane. Era però di proprietà di un medico radiologo scomparso molti anni fa. I familiari, nel ripulire un locale, non si erano accorti del contenuto della valigia. Poirino Minaccia l ex moglie Arrestato per stalking Un uomo di 32 anni, romeno, è stato arrestato dai carabinieri di Poirino per stalking nei confronti dell ex moglie. Dopo aver trovato rifugio in una comunità per sfuggire al marito, la donna si è trasferita di recente a Poirino. Il marito, scoperto il nuovo indirizzo, l ha raggiunta per minacciarla. farmacie Aperte tutti i giorni: Atrio Stazione Porta Nuova dalle ore 7 alle ore 19,30; corso Romania 460, presso centro commerciale Auchan dalle ore 9 alle ore 20. Orario minimo 9-19,30: corso Reg. Margherita 256; via San Marino 69; via Ancina 43/G; via Monginevro 57/ D; corso Brunelleschi 75/C; via Borgaro 103; via P. Cossa 280; largo Brescia 47; via del Carmine 1 ang. p.za Savoia; piazza Vittorio Veneto 11; via Nizza115; viapiovii164/c; corsovercelli 195; corso Francia 212. Disera(19,30-21,30): via Sacchi 4. Di notte (19,30-9): via Nizza 65; corso Vittorio Emanuele II, 66; piazza Massaua 1. Info: aperti oggi Torino dalle 9 alle 20 corso Traiano Alessandria dalle 9 alle 14 corso Borsalino Asti dalle 9 alle 20 corso Casale Biella dalle 9 alle 20 via Lamarmora Borgomanero dalle 9 alle 14 viale Kennedy Castelletto Ticino dalle 9 alle 20 via Sempione (loc. Tre Strade) Moncalieri dalle 9 alle 14 via Sestriere Quaregna dalle 9 alle 20 via Martiri della Libertà Rivalta dalle 9 alle 14 via Torino (ang. Via Gozzano) Tortona dalle 9 alle 20 corso della Repubblica Valenza dalle 9 alle 20 viale della Repubblica (ang. via Brescia) Verbania dalle 9 alle 20 Pallanza, viale Azari 8 Grazia vive a Bari, ma ha un figlio che lavora a Torino. Così, quando può, prende il treno e arriva a coccolarlo con i suoi piatti preferiti. Ecco due sue specialità. Patate riso e cozze Pelare 1 kg di patate e affettarle. Pulire mezzo kg di cozze nere e privarle di una sola scorza. Ungere una teglia con olio extravergine, unire dei pomodorini tagliati a metà, 1 spicchio d aglio, 1 cipolla intera. Fare uno strato di patate, poi uno strato di cozze e riempire con 200 g di riso. Aggiungere una manciata di pecorino, sale e prezzemolo. Un ultimo strato di patate, una manciata di pecorino, olio e cuocere in forno a 180 per un ora. Pollo al limone Ungere le mani di olio e sale e passarle sul pollo inter.già pulito Inserire all interno del pollo 2 limoni interi punzecchiati con la forchetta e 2 dadi da brodo.mettereilpolloinunateglia con patate tagliate a quadroni, rosmarino, sale e olio. Cuocere in forno a 180 per un ora. Abbiamo scoperto per caso la trattoria La Motta a Domodossola. In cucina Viola e Corrado fanno faville e hanno ricevuto un premio su segnalazionedeiloroclientipiùchesoddisfatti. Saper spendere Simonetta Da Bari a Domodossola ricette per tutti i gusti Cipolle e pane nero Soffriggere 800 g di cipolle bianche, 200 g di patate a cubettie50gdipancettapersoffritto; condireconsale, olioextravergine d oliva e pepe in una pentola alta; quando tutto sarà ben rosolatoaggiungere2litridibrodo di carne e salvia, rosmarino, alloro e cuocere per 30 minuti a fuoco moderato. Nel frattempo aprile 4 pagnotte di pane nero e svuotarle della mollica. Quando la zuppa sarà pronta, versare nel pane e adagiare sopra una fettina di formaggio, passare in forno a 180 per 5 minuti. Risotto d autunno Soffriggere 1 cipolla, tostare 400 g di riso Carnaroli, sfumare con un bicchiere di vino rosso, unire 40 g di castagne lesse, 100 g di porcini e 50 g di uva nera. Cuocere per circa 22 minuti coperto da 2 litri di brodo vegetale. Mantecare con 50 g di formaggio. Capriolo all Ossolana Saltare 12 costolette di agnello con salvia, rosmarino e alloro per 3 minuti dai 2 lati, sfumare con un po di grappa f(attenti alla fiamma). Togliere dal fuoco. Nella padella soffriggere 50 g di pancetta, 100 g di funghi (finferli) e un cucchiaio di panna. Impiattare la crema, poi le costolette e spolverare con 100 g di cubetti di pane abbrustoliti intiepiditi.

9 NOTIZIE ZONE EVENTI RECENSIONI DISCUSSIONI Cerca nel Sito PI!Zlostrada SanDonato MooçaJteri Tuttell:!zone,. Minaccia la ex moglie da mesi, 32enne arrestato per stalking l Carabinieri lo hanno colto in flagranza di reato. L'arresto è arrivato inseguito a diverse denunce sporte dalla ex moglie con cui viveva separato da alcuni mesi 1 NUOVI VOLI.-)- n"cuneoper MARRAKECB.L e ROMA CIAMPINO Minacciava da mesi l"ex moglie, stalkerarrestatodaicarabinieridi Rivoli Perseguita e minacciala sua ex, pensionato arrestato per stalking l Carabinieri di Poirino hanno arrestato un trentaduenne di origine romena per stalking nei confronti della moglie con cui si era separato da qualche mese La donna, anch'essa romena, si era trasferita in una nuova abitazione a Poirino, dopo aver trascorso un breve periodo in una comunità per sfuggire al marito. Saputo del trasferimento ruomo no si è trattenuto ed è giunto sotto casa della ex moglie minacciandola da dietro la porta dell'abitazione "Vo g lio farti del m ale ", <:111 1~blJe tmiu <:~Ili::! tlu 111<:1, minacciando la anche di bruciarle la macchina se non lo avesse fatto entrare_ All'arrivo dei Carabinieri l'uomo era anc<xa lì e l'arresto è awenuto in flagranza di reato. La donna ha denunciato tutto, come d'altronde aveva già fatto in passato. Da maggio l'ex marito aveva ricevuto il divieto di awicinamento ai luoghi frequentati dalla donna CASE A TORINO Chieri Villa >5 10Cali 495.COO 260m' Collegno Altieo / Mansarda >510Cali 460.COO 196m' -GÌmmobiliare.tt IILa tua pubblialàqui, scopritutleleoftelle! 9 (!)lnviam;~il +1 O (BmB

10 -... Rassegna stampa Settembre 2013 _,...\._.- Tortn9 rèe.i~? 1!11 - " '"'.. - Comune di Poirino POIRINO, UOMO ARRESTATO PER STALKING 'stato ~rrestato in ftagnln~ di ream un uomo rumeno di 33 ~nni dll:' da tempo rex moglie. la sw~ notte ruomo ha iniziato a minacçiare la moglie laportadellasuaatlitazione,diçendole cheavretltlevolutofarledelmale donna ha cosi chiamato i Yrabinieri the giunti sul posto hanno arrestato per stalki~ l 'uomo. aveva gi.i avuto un ordine restrittivo se<ondo il quale Già in passato la donna aveva denunciato rex marno e. per paura delle sue tame mmacce si era rifugiata in una comumtà alloggio, passato qualche tempo aveva trovato una nuova Ca"i4, sempre a Poirino ma. rex marito era riuscitaad individuarlamminuandoaminacciarla 10 ULTIMI ARTICOLI Vii al t~et"o e non trova più Li romba della nonn.o~_ La procur~ OIJWI! un"inchiesu Glllnfuncol"' diii - HSettemt>relOU Anche se la nonna era deceduta da ormai quasi20anni,ilslgnor Maurizio... Tassa d SOU)orno a Tonno. g1i Ul'llller-SftMirsentati :Jt o.1) CII... o... [Il

11 CV PR 56. Provincia Rassegna stampa Settembre 2013 Comune di Poirino STAMPA.LA MERCOLEDÌ 11 SETTEMBRE 2013 Pinerolo Tribunalechiuso,gliavvocati incorteooccupanoilmunicipio Le toghe pinerolesi: Il ministro ci ignora, dobbiamo fare un po di carnevalate Poirino Tibruciol auto Arrestatoperstalking Non riusciva ad accettare l idea che la moglie non volesse più vederlo. L altra sera l ha raggiunta sotto casa e ha minacciato di incendiarle l auto. I carabinieri di Poirino hanno arrestato per stalking un operaio romeno di 32 anni. Con le sue minacce già due mesi fa aveva costretto la donna a scappare. Lei si era rifugiata in una comunità protetta. Poi, durante l estate, aveva provato a ricostruirsi una vita da sola, prendendo in affitto un piccolo appartamento. Lui, già denunciato a maggio e condannato a tenersi lontano dai luoghi frequentati dall ex convivente, è riuscito comunque a rintracciarla. Si è presentato davanti alla porta dell alloggio. «Se non esci ti brucio la macchina» le ha urlato. Invece di assecondarlo, la vittima ha chiamato i militari e per l operaio sono scattate le manette. [F. GEN.] Santena Pollone nominata nuovo assessore È Lidia Pollone il nuovo assessore all Istruzione e alle Politiche sociali di Santena. Già presidente del Consiglio cittadino, prenderà il posto lasciato libero da Concetta Siciliano, che si è dimessa agli inizi di agosto «per l aggravarsi di seri problemi familiari». Maestra di scuola materna, rappresentava l amministrazione nell ambito della sicurezza e volontariato sociale e per i percorsi di integrazione. «Proprio per motivi di opportunità, visto il lavoro che svolge presso il nostro istituto San Giuseppe, terrò io i rapporti con la scuola di infanzia - precisa il sindaco, Ugo Baldi - E nella prima seduta del Consiglio, prevista entro la fine di settembre, Siciliano sarà proposta alla carica di presidente del Consiglio comunale». [F. GEN.] il caso ANTONIO GIAIMO 30 sedi soppresse È il numero dei Tribunali che verranno cancellati con l entrata in vigore della riforma voluta dal Ministero della Giustizia A questi vanno sommati anche 220 sezioni distaccate e 680 giudici di pace Adue giorni dall entrata in vigore della riforma della geografia giudiziaria, che prevede la soppressione di 30 Tribunali (fra cui Pinerolo), di 220 sedi distaccate e di 680 giudici di pace, salgono i toni della protesta. Avvocati, dipendenti del Tribunale e sindaci sono concordi nell affermare che la soppressione del Tribunale di Pinerolo non darà una risposta ai principi della spending review. Ieri sera s è iniziata la seconda fase di protesta, una fase più eclatante rispetto alla raccolta di firme, agli autorevoli pareri delle Commissioni giustizia di Camera e Senato, totalmente ignorati dal ministro. «Anche se non è nel nostro stile, adesso servono un po le carnevalate ha ricordato Maria Luisa Borgarello, avvocato pinerolese, durante l assemblea dell ordine è giunto il momento di scendere in piazza». E così ieri sera è stata occupata l aula di rappresentanza del Comune, il corteo degli avvocati con le toghe, degli amministratori pubblici e degli impiegati è partito alle 19 dal palazzo di giustizia per una lunga veglia in attesa dell incontro che il ministro Anna Maria Cancellieri ha fissato questa mattina con i 26 parlamentari che le avevano chiesto una piccola modifica alla riforma. Sono sette i Tribunali da salvare, con Alba che si è aggiunto in un secondo momento. Ma la risposta del ministro ha tradito tutte le aspettative. «È irricevibile dice Alfredo Merlo, presidente dell ordine forense di Pinerolo a noi ha concesso una proroga di due anni esclusivamente per le cause civili ordinarie e quelle di lavoro e di previdenza. Tutto il resto dovrà andare a Torino e mi riferisco ai processi penali e agli uffici della Procura». Pinerolo è stata autorizzata dal Tribunale di Torino a celebrare ancora qualche causa penale pendente, ma il tutto si dovrà concludere entro dieci mesi. Aggiunge l avvocato Merlo: «Un aspetto deve essere ben chiaro: chiudendo Pinerolo non ci sarà alcun risparmio». Il presidente degli avvocati snocciola a memoria i dati. Il palazzo di giustizia costa al Comune 269 mila euro all anno, lo Stato incassa ogni anno due milioni da multe, ammende, contributi per le cause civili, oltre agli introiti che arrivano Il corteo dei legali Decine di legali pinerolesi, che indossavano la toga nera, hanno sfilato ieri sera per le vie cittadine sino ad arrivare in Comune, dove hanno simbolicamente occupato l aula di rappresentanza del Consiglio comunale della città dalle marche da bollo. Difficile immaginare quindi un risparmio, se poi si pensa che il palazzo di giustizia, anche se a regime ridotto, dovrà rimanere aperto per smaltire l arretrato delle cause civili. E poi ancora: la riforma prevede che per cinque anni rimanga in funzione come deposito degli archivi giudiziari. Anche in questo caso non sarà possibile spegnere l impianto di riscaldamento. La protesta degli avvocati si protrarrà questa mattina fino alle 11, in concomitanza con l incontro del ministro. Ma poi continuerà in modo plateale, si sta infatti organizzando per l ultimo giorno di attività il corteo di auto guidate da avvocati e dipendenti comunali che ai 50 all ora percorreranno l autostrada di Pinerolo. SUSA Il sindaco vuole salvare igiudicidipace n Ancora dieci mesi di piena attività per esaurire i carichi pendenti: processi civili e penali messi in calendario e non ancora conclusi, salvo alcuni già trasferiti a Torino. Poi altri cinque anni in cui la sezione staccata resterà attiva con funzioni di archivio. È questo il - probabile - futuro della sezione di Susa del Tribunale, sulla base delle indicazioni giunte nelle settimane scorse dal Ministero in merito al riordino delle sedi giudiziarie. «Ad oggi la situazione è questa - conferma il sindaco Gemma Amprino -. Ma, come sul fronte della Sanità il nostro ospedale ha mantenuto un importante ruolo di struttura periferica, pur facendo sempre capo a Torino, anche per il futuro del Tribunale puntiamo a tutelare i servizi territoriali di base». Due le azioni intraprese. La richiesta al ministero di Giustizia, da parte di Susa e dei Comuni limitrofi, di mantenere il Giudice di pace cittadino, trasferendone la sede nei locali di via Palazzo di Città. E immediato assenso alle richieste giunte da Torino di utilizzare le aule del Civile e del Penale ancora per un anno, così da concludere le udienze in corso. Il tutto confidando che nuove battute d arresto modifichino i piani di riordino, salvando dai tagli alcuni piccoli Tribunali destinati a chiudere. [F. FAL.] Avigliana Blackout di ore intuttalacittà Il secondo Tribunale LaProcuradiIvrearischiagiàilcollasso EilChivassesein rivoltascrivearoma Avigliana è stata colpita l altra sera da un blackout durato ore, lungo corso Laghi e a macchia di leopardo in alcuni punti del concentrico. A creare l inconveniente sarebbe stato un guasto ad una cabina elettrica. Molti utenti hanno avuto dei seri problemi per i collegamenti internet a causa dei collegamenti della luce a singhiozzo. I tecnici hanno per il momento tamponato l inconveniente, ma dovranno eseguire nei prossimi giorni dei lavori con il blocco della fornitura di energia per almeno una mattinata. Un altro inconveniente, sempre per l illuminazione è in via Alliaud nel centro storico. A causa di un cortocircuito sotterraneo diversi lampioni sono allo scuro e per individuare il guasto l Enel dovrà controllare con una speciale apparecchiatura. [G. MAR.] La sede eporediese avrà un bacino di 523 mila abitanti esoloquattropm GIANNI GIACOMINO Da dopodomani il Tribunale di Ivrea avrà competenza su un bacino d utenza di oltre 523 mila abitanti. Un enormità. Questo, tenendo conto che la sezione di Ciriè di Ciriè ha ottenuto una proroga per restare attivo altri due anni. Mentre quella di Chivasso è destinata ad essere soppresso. Ma, se a Ciriè gli amministratori sperano di allungare l apertura di aule e cancellerie di via Andrea D Oria ad almeno cinque anni con l obiettivo di diventare una sezione distaccata di Ivrea, il Chivassese si sta mobilitando per evitare di scomparire. Il sindaco di Chivasso Libero Ciuffreda e i suoi colleghi di zona hanno scritto al ministro della Giustizia, Anna Maria Cancellieri, chiedendo almeno l accorpamento con il Tribunale torinese e non con quello eporediese e il mantenimento a Chivasso della sezione dei giudici di pace. Il consigliere regionale del Pd Gianna Pentenero ha presentato un ordine del giorno dove chiede di tutelare Chivasso «per l importante ruolo che svolge nei confronti della realtà socioeconomica in cui opera». E così, da venerdì prossimo, tutte le centinaia di notizie di reato giornaliere, da Venaria Reale ai confini della Valle d Aosta, confluiranno alla Procura di Ivrea. Dove i magistrati sono tutt altro che tranquilli. Il procuratore capo Giuseppe Ferrando ha già spedito una missiva al ministero della Giustizia e al Csm chiedendo, tra le altre cose, di poter disporre almeno di altri due vice procuratori onorari. E poi di aumentare gli amministrativi (dovrebbero essere 19 e sono 11) e la polizia giudiziaria (da 8 unità dovrebbe salire a 12). «Serve un robusto incremento degli organici, siamo in Toghe insufficienti Il nuovo Palazzo di giustizia di Ivrea parte con gravi carenze di organico emergenza assoluta non nasconde Ferrando vorrà dire che cercheremo di dare la priorità alle questioni più importanti». La Procura si trasferirà a gennaio nell ex area Montefibre, ma, fino a febbraio lavoreranno solo tre pm, più il procuratore capo. 11

12 CORRIERE DI CHIERI Venerdì 13 settembre 2013 NEI DINTORNI 35 Poirino scopre e spegne 40 lampioni a scrocco POIRINO Il municipio spegne le luci pubbliche sulle strade private: entro fine anno una quarantina di lampioni potrebbero essere scollegati, con un risparmio per le casse municipali stimato in circa 200 euro al mese. «Sono punti luce in parte di nostra proprietà e in parte dell Enel specifica Piero Becchio, responsabile dell ufficio tecnico comunale Si trovano in piccole vie del concentrico o nelle cascine, comunque su terreni privati che da sempre hanno però usufruito di illuminazione pubblica. Ora questo non è più possibile, anche nell ottica dei tagli e della revisione delle spese degli enti pubblici». Il Comune ha segnalato la situazione ai proprietari del terreno dove sorgono i punti luce, invitandoli a fare richiesta di cambio d uso della via, da pubblica a privata. «Sono arrivate solo quattro rischieste, ed entro breve tempo valuteremo se le vie private in questione hanno i requisiti per diventare pubbliche. Se così fosse i punti luce rimarranno attivi, altrimenti li disattiveremo». A quel punto saranno i privati che potranno contattare l Enel per richiedere la riattivazione del lampione, pagando il consumo di elettricità. Come mai il Comune ha sempre pagato la bolletta per questi punti luce senza mai accorgersene? «Questo tipo di situazione penso esista in tutti i paesi. Questi lampioni sono lì da oltre 30 anni e, probabilmente, quando sono stati installati le vie in questione erano considerate di utilità pubblica. Nel tempo non è più stato fatto un controllo di questo genere e non avevamo ricevuto segnalazioni in merito». Ora invece la segnalazione è arrivata. Una segnalazione involontaria da parte dei POIRINO Sant Orsola in cerca del festival canoro Selezioni aperte POIRINO Servono cantanti di o- gni età per mandare in scena la prima edizione del festival canoro da giovedì 17 a sabato 19 ottobre al Salone Italia di passeggiata Marconi 12. Organizza Emilio De Leo, presidente dell Usaf Favari: «C è bisogno di un evento che animi il paese per la festa di Sant Orsola è schietto Ho POIRINO I Marocchi dicono addio alla pluriclasse, gli Avatanei convivono con gli ultimi lavori in corso e la Gaidano si prepara alla riorganizzazione interna. I tre plessi della scuola primaria poirinese hanno aperto le porte con alcune novità o in attesa che queste si concretizzino. Il numero degli iscritti è sostanzialmente stabile rispetto allo scorso anno: 264 bambini nel concentrico, 65 ai Favari e 55 ai Marocchi. Proprio nella scuola di via del Lobetto c è il maggior però bisogno di 30 persone: cantanti dilettanti dai 10 anni in su; accettiamo anche i novantenni». E se ci saranno più di 30 i- scritti? «Faremo una selezione se sarà necessario» Iscriversi costa 40 euro,(info al o sul sito Validi sia pezzi inediti sia grandi successi italiani e internazionali. Giovedì e venerdì si esibiranno 15 concorrenti, solo 16 passeranno alla finale di sabato. Per i primi tre trofei e coppe. Ingresso gratuito. cambiamento rispetto allo scorso anno: la frazione perde la pluriclasse istituita nel 2009/2010. «Ai Marocchi avremo 5 sezioni, mentre l anno scorso il quarto e il quinto anno erano fusi insieme: ho fatto richiesta di avere sezioni normali e il Provveditorato me le ha concesse analizza il dirigente Nicola Marsicovetere - Anche agli Avatanei non ci sono pluriclassi e siamo contenti di avere u- na scuola nuova, anche se alcuni lavori devono ancora essere ultimati». consiglieri di minoranza del gruppo La Svolta, che lo scorso novembre chiedevano al sindaco spiegazioni sui lampioni guasti lungo una mezza dozzina di vie e piazze del concentrico. A gennaio nuova segnalazione per un altro paio di vie. Nel frattempo, l ufficio tecnico ha verificato è scoperto che le vie in questione e- rano private e che, quindi, bisognava intervenire su tutte le vie del concentrico e delle frazioni che presentavano la stessa situazione. «E una ritorsione bella e buona protestano i consiglieri della Svolta La nostra era una segnalazione per rimediare alla mancanza di luce in quelle vie che può causare problemi di sicurezza a chi ci abita. Non sapevamo della questione quando abbiamo fatto la segnalazione, ma ci sembra grave che non lo sapesse neppure l Ufficio tecnico». POIRINO - Arrestato in flagranza marito romeno Lei non vuole più vederlo lui tenta di bruciarle l auto Addio pluriclassi ai Marocchi La Gaidano sposta i laboratori POIRINO Non accettava l idea che la moglie non volesse più vederlo. Così, lo scorso venerdì, ha minacciato di bruciarle l auto, urlandole da dietro la porta di casa. Lei, però, è riuscita a chiamare il 112. I carabinieri di Poirino hanno arrestato in flagranza di reato il marito, romeno di 32 anni. L accusa è di stalking è stata confermata dalla vittima con la denuncia. I due non vivono più insieme. La donna, che è stata in u- na comunità per sfuggire al marito, si era trasferita in un nuovo alloggio. A carico del 32enne c era già una denuncia, di maggio: il giudice aveva vietato all uomo di avvicinarsi ai luoghi frequentati dalla moglie. I cambiamenti nella scuola Gaidano riguarderanno invece la disposizione interna degli spazi: aule e laboratori potrebbero trovare nuove collocazioni. «Quest anno mi concentrerò sulla primaria Gaidano - anticipa il dirigente - Una struttura a labirinto in cui è facile perdersi. Ci sarà bisogno di cartelli e anche di una riorganizzazione degli spazi, come avvenuto recentemente per la scuola media». E come alla Paolo Thaon di Revel, anche alla Gaidano è funzionante il servizio Adsl e wireless che permetterà il collegamento veloce a internet in tutto l edificio. «Finalmente le 2 lavagne multimediali potranno funzionare adeguatamente, così come l aula informatica che presto riceverà una stampante da affiancare a- gli 11 computer portatili». Nessuna novità, invece, per quanto riguarda il tempo scuola: tutte le classi della primaria sono a 27 o a 40 ore. Alla Gaidano sarà attivo anche il servizio di prescuola gestito dai collaboratori scolastici e qualcosa di simile si sta organizzando alla scuola dell infanzia di strada Vecchia delle Poste. POIRINO Con la Polisportiva s impara il country e il karate shotokan POIRINO La Polisportiva poirinese presenta la nuova stagione di corsi nelle palestre delle scuole. Novità il ballo country, aperto a tutte le età, e il karate shotokan con corsi sia per bambini che per ragazzi e adulti. Confermata l offerta degli ultimi anni con proposte per i piccolini come la giocomotricità e la propedeutica alla danza classica, e anche per i meno giovani con i corsi di mobilizzazione della schiena, ginnastica di mantenimento e ginnastica dolce. Ma i corsi sportivi si rivolgono anche ai ragazzi e agli a- duli. La Compagniadellanebbia organizza i corsi di danza classica, moderna, jazz e hip hop, con lezioni sia in Poirino che agli Avatanei, in orari diversi per i diversi gradi di preparazione. Per gli amanti della cultura orientale, oltre al karate ci sono i corsi di tai jutsu gestisti dal Dojo Sakura, il krav maga e lo yoga. Per gli amanti dell allenamento intenso, sia a corpo libero che con attrezzi, c è il corso di sport functional training ; per chi desidera muoversi a ritmo di musica la scelta è tra il gambe-addominali-glutei e il corso di stretching-modellamento-posturale. Per i giovani che sognano la serie A c è anche l avvicinamento al calcetto, mentre per gli indecisi corsi di avviamento allo sport o di all sports. I corsi inizieranno lunedì in orari pomeridiani per bambini e preserali o serali per a- dulti. La prima settimana sarà di prova gratuita con iscrizioni sul posto. Anche a corsi avviati è possibile provare e i- scriversi. POIRINO - Sabato sera nel Salone Italia si esibiranno tre corali; domenica alzabandiera, benedizione della statua della Madòna dij Soldà al cimitero Alpini, una storia lunga 85 anni Festa nel fine settimana con cori, fanfare, messa e pranzo POIRINO Le Penne nere poirinesi festeggiano con cori, fanfare, messa, pranzo e un regalo alla comunità. Sabato e domenica la sezione locale del Gruppo Alpini celebra l 85 anno di fondazione. Il primo atto della festa è in programma sabato alle 21 nel Salone Italia di passeggiata Marconi 12: si esibiranno la Filarmonica Poirinese, il coro parrocchiale dei Favari e il coro alpino del gruppo di Collegno. L ingresso è libero. La domenica, il ritrovo è invece alle 8,30 in piazza Reggimenti Alpini per la colazione e l alzabandiera. In corteo, guidati dalla Fanfara Monte Nero, alpini e simpatizzanti raggiungeranno poi il cimitero, dove alle 10,30 il parroco, don Ottavio Paglietta, benedirà la statua della Madòna dij Soldà restaurata grazie alle penne nere, in una giornata che Poirino tradizionalmente dedica alla Festa del cimitero per ricordare la liberazione dalla lebbra nel Alle 11 don Tommaso Ribero, cappellano della sezione degli Alpini di Torino, celebrerà poi la messa e, alle 12,30 inizierà il pranzo conclusivo al ristorante. Quella degli alpini poirinesi è una storia iniziata nel 1928, ma di cui rimangono pochi ricordi scritti. «Nella sezione conserviamo la tessera dell alpino Biagio Tamagnone, che riporta il bollino 1931» racconta Emilio Baldi, capogruppo della sezione fin dagli Anni Settanta. Quelli sono proprio quelli gli anni in cui l associazione comincia le sue attività sul territorio per coinvolgere la popolazione: i cortei con la banda e le autorità, la bagna caoda a dicembre, le grigliate estive nei pioppeti fuori paese, la partecipazione ai raduni dei Gruppi vicini. «Gianni Pavesio e Angelo Fornesi spinsero per queste iniziative, grazie anche all energia di Antonio Berrino e alla costante presenza di Giovanni Alberto. Nel 1998 abbiamo poi inaugurato la sede attuale, su un pezzo di terreno assegnatoci dal Comune». La casetta degli alpini è un prefabbricato usato nel terremoto del Friuli: il gruppo poirinese l ha recuperata a Nogara, in provincia di Verona, e l ha trasformata, abbellita e ingrandita, fino a farla diventare la propria sede ufficiale. Il Gruppo Alpini poirinese non ha solo un lungo passato, ma anche un presente ricco di attività. Il direttivo guidato da Baldi annovera Giovanni Appendino e Claudio Bertero come vice capogruppo e Giovanni Balla come segretario. Gli i- scritti sono 98, a cui si aggiun- 12 Sopra il titolo, gli alpini prelevano la Madonna dij Soldà. A destra, un amarcord da inizio anni Ottanta. A destra l inossidabile capogruppo Emilio Baldi gono gli amici dell associazione e 4 aggregati. «Sono persone che non sono state nel corpo degli Alpini ma che partecipano attivamente alla vita associativa spiega Giovanni Balla Le nostre attività canoniche sono la distribuzione di bugie e vin brulè a carnevale e delle caldarroste a Sant Orsola. A Natale, invece, andiamo a fare festa con gli anziani del Geriatrico, cantando le nostre canzoni». Il gruppo partecipa anche ai raduni dei gruppi della zona ed è sempre attivo nella ricerca degli alpini dormienti : poirinesi che hanno fatto la leva nelle penne nere o che sono attualmente in attività, ma che non si sono mai iscritti al gruppo. Gli Alpini si occupano anche di servizio d ordine durante le manifestazioni e garantiscono la pulizia del campo della gloria davanti al cimitero, dove domenica inaugureranno la statua della Madòna dij soldà. «È una statua che arriva da una tomba dismessa dal municipio, che il nuovo proprietario ci ha donato. I Beni culturali l hanno segnalata come bene da proteggere e noi l abbiamo ripulita per poterla collocare nello spazio dedicato ai caduti delle guerre. Accanto alla statua verrà posta anche l incisione della poesia La Madòna dij soldà che il poeta Nino Costa dedicò alle mamme dei caduti in guerra». Non è questo il primo restauro eseguito dagli Alpini: nel 2008 hanno recuperato il pilone di via Torino facendo costruire una copia della Madonna del Rocciamelone e nello stesso anno hanno rimesso a posto quello di Sant Orsola di via Pessione. Moreno Strazza

13 CORRIERE DI CHIERI Venerdì 13 settembre 2013 PERSONE 41 COSPLAYER IN RADUNO Chi sono Imitano i loro eroi non solo nel costume «Forse siamo un poco... bipolari» Come creano Fantasia e genialità Un bellissimo samurai nasce da cartoni della pizza Poirino fa un tuffo dentro i videogame SABATO E DOMENICA Due giorni di gadget ed esibizioni ospite il campione del mondo POIRINO Il raduno dei cosplayer fa le cose in grande: una sigla ufficiale, un balletto che da mesi è visualizzabile sulla Rete, ospiti internazionali e quasi 200 preiscrizioni per le esibizioni. Domani, sabato, e domenica, il palasport di via Dalla Chiesa ospita la terza edizione di Poirino in cosplay, evento a partecipazione libera dedicato agli amanti dei cartoni animati e dei videogiochi. Per due giorni si potrà accedere liberamente alla struttura e curiosare tra i banchetti che vendono le novità in campo di fumetti, videogames, giochi di carte e di ruolo. Sul palco si alterneranno sfilate coi personaggi dei fumetti, concerti, dj ed esibizioni di ballo. Ospiti speciali gli attori del telefilm Mario, una serie di Maccio Capatonda su Mtv, il doppiatore di film e cartoni animati Ivo De Palma e Massimo Barbera, fresco vincitore del campionato mondiale di cosplay tenutosi in Giappone. Il palasport apre sabato alle 9,30; alle 11 una sfilata di persone in costume girerà per il mercato in paese. Alle 15 esibizione POIRINO «Il travestimento fa parte della natura umana: si inizia da bambini e spesso si continua a farlo da adulti». La psicologa Marta Musso, poirinese di 27 anni con una specializzazione in psicologia sociale, analizza con serenità la voglia di prendere le sembianze dei personaggi dei fumetti e dei videogiochi. «Non solo non c è nulla di male o di patologico, anzi, è un modo per esperire uno dei propri molteplici sé. Detto più semplicemente è un modo per sperimentarsi in nuovi contesti e nuove situazioni, per imparare a diventare più consapevoli di chi si è e di cosa si può fare nella vita». Come definirebbe il mondo dei cosplayer? È una moda. Non penso che tutti coloro che partecipano alle fiere o ai raduni si chiedano il perché si travestono o perché hanno scelto un determinato personaggio. Spesso tutto è molto più semplice: si partecipa a una festa che ti fa stare bene. Non c è nulla di negativo: è una nuova moda ma dal sapore molto antico. Una moda nata in Giappone. C è una motivazione culturale particolare? In realtà no: nasce in Giappone perché quella è la nazione dove la cultura del fumetto è più forte. Ma il travestirsi è un gesto non competitiva per coloro che da poco si sono avvicinati a questo mondo. Fino alle 24, si succederanno sul palco la cantantecosplayer toscana di origine indiana Sunita, i gruppi Outside e Seven Stars, i dj Alessio Zell e Marco e il corpo di ballo dell evento. Domenica si riparte alle 9,30: ospiti Massimo Barbera e Ivo De Palma, che alle 11 terrà una conferenza sul doppiaggio. Alle 14,30 i comici di Mtv del gruppo di Maccio Capatonda apriranno la gara Cosplay, momento centrale della manifestazione. «L anno scorso avevamo 70 iscritti, quest anno più del doppio anticipano gli organizzatori Senza contare quelli che si iscriveranno domenica mattina». La gara consiste in un esibizione libera, singola o di gruppo, che deve avvenire in un tempo prestabilito e con sottofondo musicale a scelta. La giuria, composta da cosplayer veterani premierà con coppe e gadget il miglior vestito, l accessorio più bello, l esibizione più divertente, il gruppo più affiatato. Iscrizione alla gara e tutti gli eventi sono gratuiti. POIRINO Per lo più è giovane, ma non sempre. Non per forza è malato di cartoni animati e videogiochi. Sicuramente è curioso e ha una gran voglia di conoscere altra gente. È difficile, se non impossibile, tracciare l identikit del cosplayer: età, occupazione ed estrazione sociale sono molto eterogenee in questo mondo in fortissima espansione. Che sabato e domenica riveleraà se stesso e le sue mille sfaccettature a Poirino dal mercato al palasport. Chi è un cosplayer? «È una persona che veste i panni di un personaggio preso da videogiochi o fumetti, ma anche da film, telefilm o giochi di carte - analizzano Alessio e Isabella Pivaro, fratelli poirinesi che organizzano l evento Poirino in Cosplay Impersonare significa però non solo vestirsi in modo uguale, ma essere il più simile possibile: andatura, postura, gesti. I particolari sono essenziali. Una cosa totalmente diversa rispetto al classico Carnevale». Certamente c è una maggioranza di persone dai 13 ai 30 anni. «Ma girando per le fiere abbiamo visto molte persone più mature. Anche famiglie con bambini piccoli, tutti vestiti per impersonare qualche personaggio». È una moda che nasce in Giappone, dove alcune persone si vestono quotidianamente come i loro beniamini tratti per lo più dai manga (i fumetti giapponesi) o dai videogames. «Lì è un vero e proprio modo d essere, da noi si può definire un hobby chiarisce Isabella Pivaro In questi anni sta crescendo enormemente: sono ormai moltissime le persone che almeno una volta hanno sentito parlare di questo mondo o che hanno visto qualcuno vestito come un cartoon. Senza contare le fiere a tema, che si moltiplicano di mese in mese». È facile trovare raduni di cosplayer in molti piccoli paesi, nei cinema, nei centri commerciali, ma i più importanti a livello nazionale sono a Lucca, Milano, Roma e Torino. Ultimamente, un certo interesse si sta sviluppando anche al Sud. Perché si diventa cosplayer? Qual è la molla che fa decidere a una persona di travestirsi da cartone animato, andare in giro per le strade o di partecipare a un raduno? «C è chi è mosso da un enorme passione verso i fumetti o i videogames, ma non è questo l aspetto principale - spiega Alessio Pivaro - Ciò che accomuna tutti i patiti del genere penso che sia una forma di bipolarismo, una sorta di Dottor Jekyll e Mister Hyde: c è la voglia di diventare qualcun altro anche solo per un giorno. È un modo per vincere la timidezza. Un ragazzo che magari passa tutti i pomeriggi davanti al computer decide di impersonare il suo eroe e si butta partecipando a un raduno. Cosa gli succede? Perché dovrebbe farlo? «Perché le fiere sono una festa, un mondo sano, dove si incontrano tante persone che hanno la stessa passione e con cui si fa velocemente amicizia. Persone che arrivano da ogni parte d Italia: pronte, ad esempio, a ospitarti in casa loro al prossimo raduno». Attualmente non sono molti i posti dove la gente si può incontrare, conoscere e fraternizzare: non sicuramente un centro commerciale o una discoteca. «Nelle fiere ci sono molti curiosi, persone in abiti civili che ti fermano, ti chiedono una foto, ti fanno i complimenti: un atmosfera incredibile - aggiungono i fratelli Pivaro - Un vero cosplayer non solo recita una parte, ma si adopera con ogni mezzo per costruire un costume il più possibile simile all originale». Quanto dura la preparazione di un costume? Quali sono i materiali che si utilizzano? «La prima cosa è la fantasia e la genialità. Bisogna pensare non solo a come farlo, ma anche a come poterlo fissare al corpo e come sarà possibile muoversi con questa corazza. Il costo dipende dai materiali usati: abbiamo visto un bellissimo samurai fatto interamente antico nel genere umano: una tradizione presente in tutte le culture passate e presenti, sia in Occidente sia in Oriente. Non dimentichiamoci che noi abbiamo il Carnevale. Ma i cosplayer prendono le distanze dal Carnevale. Tengono a sottolineare come il loro non sia un semplice travestimento.. Non dobbiamo denigrare il Carnevale, ma anzi riscoprirne il valore: il martedì grasso era un giorno importantissimo nell antichità. Era l unico momento per giocare, divertirsi ed eccedere. Ci si vestiva per esorcizzare il male e la povertà, e ci si preparava tra scherzi e feste alla lunga Quaresima. I cosplayer sentono di andare oltre il travestimento, la trasgressione un giorno all anno: pensano di impersonare il personaggio. Certo. Anche se prendiamo un bambino vestito da Zorro, lui si sente davvero Zorro in quel momento. Il travestimento è poi uno dei primi giochi da bambino, ma se lo fa un adulto? Si può parlare di infantilismo o è tutto normale? Da bambino è normale provare a diventare qualcun altro, è un gioco essenziale per acquisire Isabella Pivaro nei panni di Lara Croft Sotto: il fratello Alessio in versione Cell PARLA LA PSICOLOGA «Certo, si sentono come il loro eroe Ma tutto quanto resta un grande gioco» TRAVESTIRSI «Un modo tipico per capire se stessi» 13 La giovane poirinese Marta Musso è specializzata in psicologia sociale competenza di chi si è, un modo per fare esperienza del mondo. E non c è nessun problema nel continuare a crescere anche da adulti: si ampliano le proprie conoscenze in modo sereno e gioioso. Più si gioca, più è facile conoscersi e quindi diventare persone migliori. E se invece non ci si traveste da adulti? Significa che si è persa la voglia di giocare? Non è detto: magari si preferisce esprimere se stessi in altri contesti. Quali sono le persone decidono di travestirsi: quelle che vogliono nascondersi o quelle che vogliono mettersi in mostra? Entrambe le risposte sono vere, non c è una regola. Più si sta bene con se stessi, più è facile e divertente mettersi in gioco in altri panni diversi dai propri. Spesso chi è insicuro e non si accetta totalmente fa fatica ad accettare un altro personaggio ancora da impersonare. Ciò non toglie che il travestimento può essere un modo per evadere dalla propria quotidianità e mettersi in gioco provando a essere diversi. Perché si sceglie un determinato personaggio e non un altro? Non andrei a cercare nulla di particolare dietro la scelta. È certo che ognuno di noi cerca i personaggi che un po gli somigliano, che in qualche modo gli risuonano dentro. Difficilmente si sceglie qualcuno che non ci piace. A meno che non si voglia giocare per antitesi. Cosa dice la psicologa a un ragazzo timido e introverso che si veste da supereroe e partecipa a una fiera di cosplayer? Io dico che fa benissimo, che con i cartoni della pizza che non avrà speso più di 50 euro, come anche la corazza di robot con luci, movimenti automatici e ventole per l areazione: una spesa di qualche migliaio di euro. Spesso si diventa cosplayer per la voglia di costruire qualcosa, come fosse una sfida con se stessi». Bisogna anche scegliere il personaggio giusto da interpretare: come si decide? «Anche in questo caso non c è una regola. I più gettonati sono i personaggi dei fumetti manga o dei viedeogiochi, magari andando alla ricerca di quelli ancora inediti in Italia o quelli minori : non si viene riconosciuti dal pubblico dei curiosi che visita le fiere, però i cultori di questo mondo apprezzano questa scelta. Ma per diventare cosplayer si può prendere spunto dal mondo della musica, dei telefilm, della pubblicità: c è anche chi si è vestito da scatola di medicinale e ha messo in scena lo spot televisivo. Non basta infatti vestirsi, truccarsi e curare i dettagli per essere un cosplayer: bisogna anche sfilare e fare una scenetta». Non è obbligatorio mettersi in mostra su un palco, in molti partecipano alle fiere, ma non si iscrivono alle esibizioni. Altri, invece, curano di meno il vestito e l acconciatura ma puntano tutto sull interpretazione del personaggio durante la sfilata. Anche per questo hobby, come per molti altri, c è una data di scadenza? Si smette quando si è troppo vecchi? «Non è solo una questione di età, a volte ci si ferma qualche anno e poi si riprende, soprattutto per mancanza di tempo. Quando si lavora a tempo pieno non è facile ritagliarsi molti momenti per pensare a un nuovo personaggio e come renderlo vivo. Per fortuna ci sono le fiere: basta un weekend al Lucca Comics e si torna carichi di idee, entusiasmo e nuovi amici». Moreno Strazza se sta bene quando si traveste fa bene a farlo! Sarebbe poi un bel percorso di consapevolezza capire quali sono gli aspetti e le situazioni che lo rendono felice quando si traveste, per poi trasferirle nella vita normale. Bisogna spiegare a Peter Parker che lui è forte anche quando fa il giornalista, non solo quando è Spiderman. Travestirsi, però, può diventare anche patologico. La patologia subentra quando si arriva alla dissociazione delle personalità, quando si perde il contatto con la realtà e si confonde la vita reale con il travestimento. Quando vedo qualche giovane in Giappone che è sempre vestito come un cartone animato, allora un po mi preoccupo Lady Gaga è una delle maggiori icone pop e PATOLOGIA «Se perdi il confine tra realtà e fantasia» spesso si ricorda più per i travestimenti che per le canzoni. Di recente ha dichiarato che ci si traveste perché non sempre si ha la forza di essere se stessi. Non posso giudicare Lady Gaga, ma penso che in queste dichiarazioni ci sia una buona dose di marketing: mi sembrano giocate su luoghi comuni. Però ho molto apprezzato il gesto di togliersi trucco e parrucca davanti al pubblico durante un concerto: un bel modo per mostrare a tutti chi è la vera Lady Gaga, un messaggio sicuramente positivo.

14 CORRIERE DI CHIERI Martedì 17 settembre 2013 CHIERI E DINTORNI 9 Poirino rinuncia ai crediti sui rifiuti in cambio delle bollette non pagate Marchisio: «Tenui speranze di recuperare i debiti degli evasori» Incidente feriti ARIGNANO Un malore o, forse, una manovra azzardata: non si conoscono ancora le cause dell incidente avvenuto sabato mattina ad Arignano sulla provinciale 119, all ingresso di Arignano. Erano da poco passate le 11 quando una Ford Ka, proveniente da Andezeno, si è ribaltata dopo aver sbattuto contro il terrapieno a lato della strada. L impatto è avvenuto poco prima di una curva, all altezza di Borgo Cremera 24. Gli occupanti dell auto, due torinesi di 85 e 75 anni, sono stati soccorsi da alcuni automobilisti di passaggio: hanno aiutato i feriti a uscire prima che l auto prendesse fuoco. Sul posto sono poi arrivati i carabinieri e i vigili del fuoco di Chieri. I feriti sono stati trasportati con l elisoccorso al Cto di Torino: entrambi lamentavano forti dolori alla schiena ma pare non abbiano riportato fratture o ferite gravi. Fuga di gas Santena Prima il rumore di uno sfiato, poi il forte odore di gas: evacuati i capannoni della zona industriale di via Circonvallazione. E successo alle 16,30 di ieri, martedì: protagonista la Bosmal srl, azienda che si occupa di sperimentazioni sugli autoveicoli. I dipendenti si sono accorti della fuga di gas e hanno chiamato il 115: sono intervenuti i vigili del fuoco della squadra 101 di Chieri, insieme ai colleghi volontari di Santena e del Nucleo Nucleare Biologico Chimico Radiologico. La causa della fuoriuscita era una centralina, situata lungo la recinzione della ditta: probabilmente un auto si è scontrata contro il cabina, danneggiandola e provocando la fuga di gas. Nel frattempo i dipendenti della ditta sono stati evacuati, così come quelli dei capannoni vicini: nessun intossicato. In circa un ora i vigili del fuoco hanno ripristinato il contatore. La polizia municipale di Santena potrà risalire all auto che ha danneggiato l impianto grazie alle telecamere di sorveglianza della Bosmal. CAMBIANO Amanti della recitazione, del canto e del ballo, ma anche di disegno, découpage e tecniche di rilassamento: sono riaperte le iscrizioni ai corsi dell associazione cambianese ElleTiCì di via IV Novembre 4. La stagione 2013/2014 parte con alcune novità rispetto a quella dell anno passato. «Abbiamo introdotto due nuovi corsi, tango e liscio, ma ne abbiamo dovuto eliminare parecchi altri a causa dei pochi iscritti. Mi riferisco a musica d insieme, musica propedeutica, batteria, sax, tromba, country e latino americano», introduce Ester Delforno, tra le organizzatrici della scuola. I costi d iscrizione sono rimasti invariati e oscillano da 30 a 210 euro (info al , oppure al ). Da quest anno i- noltre, i nuovi iscritti potranno inizialmente partecipare ad alcune lezioni di prova gratuite. POIRINO Il Comune abbuona - di fatto euro del credito dal Consorzio Chierese dei Servizi, per ridurre il debito che avrà fra breve nei suoi confronti. Nel 2006 il Consorzio chiese un prestito ai sette Comuni passati dal regime di tassa a quello di tariffa (la Tia) per coprire i costi dei fornitori e delle ditte che svolgevano il servizio, in attesa di avere gli incassi delle bollette. Poirino stimò che era più conveniente così, che chiedere un prestito alle banche per poi restituirlo con gli interessi. Prestò dunque euro. E negli anni successivi ne ha avuti indietro Tra non molto il Ccs chiuderà, all interno della riorganizzazione del settore rifiuti, e restano da saldare euro. Che fare? I due enti hanno messo sul piatto un altro valore: euro di bollette non pagate da abitanti di Poirino. E hanno deciso di compensare una cosa con l altra: euro certi con euro, che sono il triplo ma di incasso meno certo. CHI EVADE? «Soltanto in parte sono persone che non ce la fanno» FESTA SPORCACCIONA IN PIAZZA EUROPA Bottiglie intere e in frantumi, bicchieri di plastica, coriandoli, rifiuti: è ciò che resta al centro di piazza Europa dopo una festa notturna che probabilmente ha coinvolto un buon numero di persone. Mancava solo un sacco nero, di quelli per i rifiuti. CAMBIANO - Teatro, canto, découpage, pilates e rilassamento per tutte le età Tango e liscio soppiantano baciata e country Tra arte e relax ripartono i corsi dell ElleTicì REGOLE DI SICUREZZA A SANTENA Guinzaglio corto e museruola per i cani grossi SANTENA Cresce la passione per i cani grossi ma insieme cresce il pericolo. Perciò il Comune ha installato nelle aree verdi diversi cartelli, in cui elenca gli obblighi dei proprietari di cani, sia per quanto riguarda problemi di sicurezza sia per quelli d igiene. Analogo richiamo è stato inserito sulla prima pagina del sito internet comunale. E un modo per rilanciare l ordinanza del Ministero della Salute appena pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale. «E in aumento l adozione di cani di grossa taglia di razze potenzialmente aggressive spiega il sindaco Ugo Baldi Quasi sempre si tratta di animali di ottimo carattere. Però, talvolta sono nelle mani di proprietari che non sono in grado di controllarli; non di rado si vedono condotti in giro da ragazzini o donne di corporatura fragile». Ci sono stati casi più o meno recenti in città? «Al momento non mi risulta. Però è meglio tenere alta la guardia, anche perché altrove i casi non sono stati pochi. E fra le vittime, non solo a- dulti ma anche bambini». Inoltre, succede sempre più spesso che cani di razze potenzialmente aggressive vengano abbandonati. «Magari da piccoli sono cuccioli che fanno tenerezza, ma quando crescono la situazione cambia, sono molto meno teneri. I casi sono aumentati in tutto il Chierese». Il proprietario di cani è sempre responsabile, civilmente e penalmente. Quando l animale viene portato in aree aperte al pubblico deve sempre essere tenuto al guinzaglio a una misura di non più di un metro e mezzo: sono dunque fuorilegge i guinzagli allungabili. Il proprietario deve sempre portare con sé una museruola, morbida o rigida, da mettere in caso di pericoli. «La programmazione completa è in evoluzione, anche se alcuni corsi sono già ripartiti per gli allievi già frequentanti lo scorso anno». Lunedì 2 settembre è stato il turno della danza classica, del modern jazz, della ginnastica danzata e della ginnastica dolce, tutti diretti da Claudia Partiti. Il giorno seguente, con l insegnante Sabrina Riviera, è rincominciato il canto per adulti, le cui lezioni saranno ogni martedì e giovedì a partire dalle 15. Mentre oggi, mar- 14 «Quando il Consorzio Chierese verrà conglobato in un unico mega-consorzio a livello provinciale, quel debito passerà al Comune spiega il sindaco Sergio Tamagnone Ovviamente passeranno al Municipio anche i crediti vantati verso gli evasori, che speriamo di riuscire ad incassare». Speranza tenue secondo Ilario Marchisio, presidente del Ccs: «Da otto anni il nostro consorzio ha difficoltà di riscossione di un 3 % annuo della somma complessiva dovuta dagli utenti. La percentuale da allora è sempre più in crescita. Non credo ci siano grandi speranze di riuscire a rientrare dei soldi dovuti». Ma chi è che non paga? «Solo in parte si tratta di persone che proprio non ce la fanno spiega il presidente E in genere in questi casi sono cifre non molto rilevanti. Poi c è un buon numero di furbetti, che evadono anche se potrebbero pagare, e di gente che si è trasferita altrove o addirittura è tornata in paesi d origine. Però c è anche il caso di un Comune, che non voglio indicare, dove quasi tutto il debito è di un unico soggetto, ma molto grande». Un azienda? «Non voglio dire di più». Il problema delle bollette non pagate non dipende solo dalla scelta del sistema a Tia e neppure dal fatto che l esattore sia ora il Consorzio e non più il Comune. Ragiona Marchisio: «Con la Tia l intero costo del servizio viene pagato dagli utenti, mentre con la Tarsu una parte di esso se l accolla il Comune. Ma lo stesso problema esisteva quando le bollette venivano riscosse direttamente dagli uffici comunali. Solo che la cosa appariva meno proprio perché il buco veniva coperto dalla percentuale messa dal Comune che non era fissa, ma variava in base alle esigenze. E poi ci si rifaceva aumentando le bollette o- gni anno per coprire anche l evaso precedente. Erano soldi messi dal Comune, d accordo,ma pur sempre dai cittadini che pagano le tasse». Anche ora, però, le persone corrette pagano anche per chi non lo è: «Nelle bollette è già previsto un 5 per cento più del dovuto - rivela Tamgnone - proprio per coprire l evasione». Mario Grieco PINO TOR. Salesiano racconta la guerra in Sudan La guerra in Sudan, in particolare nel Darfur, verrà raccontata domani, mercoledì, dal missionario salesiano don Giacomo Comino. L incontro, intitolato Sudan una tragedia dimenticata e promosso dalla pinese Rosalba Menzio, si terrà alle 21 nel teatrino delle scuole medie, piazza del Municipio 4. Parteciperanno i medici Guido Giustetto e Francesco Torta, in passato impegnati nel volontariato in quel Paese. Rosalba Menzio è stata missionaria in Africa più volte, in prevalenza in Kenya. «I missionari salesiani in Sudan hanno aiutato la popolazione costruendo scuole e ospedali sottolinea Paolo Pellegrini, consigliere comunale tra gli organizzatori dell incontro E stato possibile anche grazie a molti volontari piemontesi. La serata sarà occasione per aprire i nostri orizzonti di conoscenza e di solidarietà». tedì, riprendono i corsi di rilassamento e scaricamento stress, entrambi condotti da Rita Salvadore. Sabato 5 ottobre, alle 15 toccherà al corso di canto per bambini (3-10 anni), diretto da Anna Gariglio, mentre sono ancora in via di definizione gli orari e l inizio, probabilmente in ottobre, del corso di chitarra diretto da Gigi Orlando. Stesso discorso per pilates e tango argentino, che avranno come insegnante Marina Siri. Per chi volesse cimentarsi in animazione teatrale e recitazione per ragazzi, entrambi diretti da Ester Delforno, ma anche in teatro per adulti (docente Giulia Miniati), l appuntamento è per sabato 28 settembre alle ore 15. A guidare gli appassionati di liscio, che si ritroveranno mercoledì 2 ottobre alle 21, saranno i coniugi Donatella e Piero Piotto; mentre lo stesso giorno, ma alle 17, toccherà agli studenti di disegno fumettistico, supervisionati da Federico Butticè e Simone Stassano. Infine per giovedì 3 ottobre è in programma la prima lezione, che si svolgerà dalle 18 alle 20, del laboratorio creativo di Sara Ravinale. Danilo D Amico SCUOLA - Giovedì l incontro genitori-comune Confronto col gestore e costi da abbassare Mensa sotto i riflettori CHIERI Genitori da una parte, Comune e impresa appaltatrice dall altra: giovedì c è il faccia a faccia sulla mensa scolastica. Appuntamento alle 17 in sala Conceria (via Conceria 2): l incontro è e aperto a tutti gli utenti del servizio di refezione. Sarà l occasione per presentare la ditta che, da questa settimana, si occupa del servizio, l Euroristorazione. Giovedì la stessa società presenterà il materiale informativo per utenti, le proposte di miglioramento e i progetti didattici. In seguito sarà consegnato il menù attualmente in vigore e, infine, verranno illustrati modi e strumenti di comunicazione tra u- tenti, ditta e Comune. Il tema del servizio di refezione, intanto, resta caldo. Francesco Paese, presidente del Comitato ristorazione scolastica, ha richiesto di esaminare gli atti della gara d appalto per l aggiudicazione del servizio. Il presidente del Crs, che è membro anche del Comitato Geniori, ha poi inviato alcune riflessioni agli altri componenti del CoGen. Oltre al tema dell esclusione dei bambini morosi, Paese ragiona sul tema economico: «Quest anno il pasto costerà 4,52 euro, quindi in ribasso rispetto ai 4,95 dello scorso anno. Il Comune tiene conto CUSTODIA ARREDI delle fasce di reddito e applica tariffe tra i 2,01 e i 5,30 euro, tutte aumentate rispetto allo scorso anno». Per questo il Cogen chiederà un incontro in Municipio affinché i prezzi siano modificati al ribasso: «Con la stessa percentuale di rincaro del 2012/2013, il costo massimo dovrebbe essere 4,75 euro». I genitori attendono una risposta dalla Giunta, ma sono ottimisti: già in passato la collaborazione aveva portato risultati positivi per le famiglie. Lo conferma l abolizione della commissione del 2% per chi paga il pasto attraverso carta di credito, ottenuta da quest anno scolastico. L incontro di giovedì servirà anche per comunicare queste novità. E sarà l occasione per il Cogen di reclutare nuovi membri: «Sono partiti i tesseramenti 2013/2014 per i soci effettivi comunica Paese L iscrizione costa 10 euro, necessari per sostenere i costi fissi dell associazione. I soci avranno diritto a sconti in negozi convenzionati, partecipazione alle attività promosse per i bimbi, come teatro, inglese, taglio e cucito; possibilità di prenotare i locali del Trenido per feste di compleanno (fino a 6 anni)». Per aderire, si può inviare una e richiedere la tessera all indirizzo Per le associazioni Disoccupazione Il Municipio riapre il bando CHIERI Ancora euro disponibili: il Comune riapre il bando per dare lavoro ai disoccupati chieresi. Possono partecipare le associazioni no profit cittadine, che riceveranno i fondi e li destineranno ai lavoratori. L iniziativa fa parte del progetto Reciproca solidarietà e lavoro accessorio, finanziato dalla Compagnia di San Paolo: il Municipio ha ricevuto 20 mila euro da utilizzare per dare lavoro a cinque persone, mentre gli enti no profit a- vranno 38 mila euro da destinare ad altri cittadini senza impiego. Possono aderire residenti a Chieri con patente di guida e Isee inferiore a 25 mila euro. Devono essere iscritti al Centro per l impiego come disoccupati (iscrizione posteriore al 1 settembre 2008). Possono partecipare anche giovani con meno di 29 anni in cerca di prima occupazione e iscritti al Centro per l impiego o studenti u- niversitari. Ha i requisiti anche chi riceve indennità di disoccupazione, integrazioni salariali o sia in contratto di solidarietà. Sono le associazioni, però, a fare domanda: possono ricevere finanziamenti per pagare i voucher a prestatori di lavoro che si occupino di: pulizia e manutenzione edifici e giardini; manifestazioni; educazione e cura dei luoghi; aggregazione sociale. Domande entro il 14 giugno. Vanno consegnate o spedite al Comune entro il 24 settembre. Moduli sul sito internet del Municipio e allo Sportello Unico di via Palazzo di Città 10. Orari: 8,30-13,30 (da lunedì a venerdì); 8,30-18 (mercoledì); 8,30-11,30 (sabato). TRASLOCHI FERRIAN Davide s.n.c. ANDEZENO TEL Fax Davide 335/ SERVIZIO OGGETTI D ARTE

15 CV PR 54.Provincia Rassegna stampa STAMPA.LA MARTEDÌ 17 SETTEMBRE 2013 Settembre 2013 Comune di Poirino Carmagnola Settemila firme e un concerto per difendere Ostetricia Blitz notturno del Comitato. E sabato happening musicale in piazza Italia Poirino Il Comune cambia le lampade dei privati Le lampade della discordia sono in tutto una quarantina. Le avevano segnalate, ironia della sorte, proprio i consiglieri d opposizione, che avevano raccolto diverse lamentele per il fatto che fossero spesso bruciate. Il Comune invece ha scoperto che quei lampioni illuminavano da più di trent anni strade private. Un regalo che, a sentire le prime stime, dovrebbe essere costato alle casse municipali più di duemila euro l anno. Ora l amministrazione non ha alcuna intenzione di perseverare. Ha già contattato tutti gli abitanti coinvolti, che sono stati messi davanti ad una scelta obbligata: o chiederanno di cedere il tratto d asfalto alla città, oppure dovranno iniziare a pagare l elettricità di tasca propria. In caso contrario non resta [F. GEN.] che rimanere al buio. il caso FEDERICO GENTA Q uelli del comitato devono aver lavorato tutta la notte per agganciare tutte e settemila le firme dei cittadini in difesa dell ospedale di Carmagnola. Ieri mattina l ingresso del San Lorenzo si presentava così: un albero di Natale coricato davanti al reparto di Ostetricia, oggi sostanzialmente svuotato e inattivo. Ma a preoccupare la città, per nulla rassegnata ai tagli disposti da Asl e Regione, è soprattutto il piano di riorganizzazione del distretto. Perché il tanto annunciato polo chirurgico ha tutta l aria di rappresentare l ennesima batosta sul futuro del complesso ospedaliero. Le novità Maresita Brandino Portavoce Comitato «Abbiamo poche carte da giocare, ma la città non dimentica il torto subito» Silvia Testa Sindaco di Carmagnola «Vogliono trasformare l ospedale in un cronicario specializzato unicamente in attività di ambulatorio» Petizione a cielo aperto Così si presentava ieri l ingresso dell ospedale San Lorenzo, tappezzato dalle firme raccolte fra i cittadini. Fra poche settimane negli spazi lasciati liberi dal Punto nascita arriveranno i pazienti del nuovo maxi-reparto formato da Chirurgia generale, Urologia e Ginecologia Fossili e minerali. Il Museo dell associazione Canavesana Minerologia e Paleontologia organizza in collaborazione con la Pro Loco ed il Comune di Volpiano, la 26a mostra di minerali «Cambio in Amicizia». Un occasione unica per scoprire i minerali, i reperti di milioni di anni, le gemme più preziose, le conchiglie di tutti i mari e scambiarli con altri collezionisti e appassionati. L iniziativa è in programma per domenica 22 settembre dalle 9 alle 18,30 nella sala polivalente di via Trieste a Volpiano. Durante la manifestazione, verranno consegnati premi ai donatori di reperti mineralogici e menzioni speciali ad alcuni collaboratori del museo. L ingresso ai visitatori e espositori è gratuito. [N. BER.] Questione di settimane e negli spazi lasciati liberi dal punto nascita arriveranno i pazienti della Chirurgia generale, di Urologia e Ginecologia. Il nuovo maxi reparto, però, avrà a disposizione non più di 26 posti letto, da condividere anche con gli ospiti del day surgery, ovvero di quanti saranno operati e dimessi nell arco della stessa giornata. Una rivoluzione formato ridotto, che non potrà che deludere chi sperava nel rilancio delle eccellenze del San Lorenzo. «Ma sono le novità che meglio rappresentano le reali necessità di questa azienda sanitaria - ribatte Maurizio Dore, direttore generale dell Asl To5 - Anche le statistiche parlano chiaro: negli ultimi anni il tasso medio di occupazione dei letti di Carmagnola oscilla tra il 50 e il 55 per Santena Sicurezza Allarme e paura per una fuga di gas A Sant Ambrogio arrivano i vigilantes con il patentino rilasciato dal Comune Volpiano Domenica la mostra su gemme e minerali Ad accorgersi della fuga di gas è stato il direttore di una delle aziende che si affacciano sulla circonvallazione. L allarme è scattato attorno alle 17. Probabilmente è stato un camion in manovra a centrare la centralina posta all esterno delle fabbriche, lungo la strada che corre verso Villastellone. In una manciata di minuti sono arrivate le squadre di Chieri e dei volontari di Santena. Poco dopo un mezzo del nucleo radiologico di Torino. Il guasto è stato sistemato dopo 30 minuti, durante i quali l area è stata chiusa al traffico e tutti i dipendenti sono stati allontanati. [F. GEN.] Trenta volontari saranno alle dipendenze dei vigili urbani GIUSEPPE MARITANO Sant Ambrogio sarà più sicura dopo l avvio del nuovo servizio, attivato dal comune, a tutela del cittadino. Una trentina di volontari del CB Club il Marinaio ha iniziato a controllare il territorio, sotto la guida del comandante della polizia locale Vincenzo Mi- cento». E aggiunge: «Il nostro obiettivo sarà quello di trasferire qui le attività di day surgery di Chieri e Moncalieri». I malumori Maurizio Dore Direttore Asl To5 «Negli ultimi anni il tasso di occupazione dei letti è rimasto al di sotto del 55%) Una ricostruzione che non convince per nulla il sindaco, Silvia Testa, anestesista all ospedale di Carmagnola. «Altro che polo chirurgico - dice lei - Vogliono trasformare questo posto in un cronicario, specializzato prevalentemente in attività ambulatoriali. Tutti i reparti coinvolti saranno di fatto ridimensionati. Di conseguenza rischiano il posto almeno una trentina di lavoratori interinali». E i letti quasi sempre liberi? «I numeri sono corretti, peccato che vengano letti in maniera distorta - precisa - La verità è che negli anni le sale stretta. Svolgeranno lezioni teoriche e pratiche e alla fine, dopo aver superato un esame, saranno nominati con apposito decreto sindacale, pubblici ufficiali. «Il servizio - dice il comandante Mistretta - intende favorire l educazione alla convivenza, il rispetto della legalità, la mediazione dei conflitti e il dialogo tra le persone». I vigilanti in un primo tempo si limiteranno a riprendere i residenti che commetteranno alcune violazioni, poi avranno anche la possibilità di sanzionare chi non rispetta il codice della strada o le strutture pubbliche. La città sarà divisa in zone e ogni pattuglia, composta da al- 15 operatorie sono sempre più congestionate. Stiamo operando adesso pazienti che si erano prenotati a marzo per una banale varice. E si può dire la stessa cosa per tanti interventi minori come ernie e appendici. Pensare di dirottal ASL TO 5 «Vogliamo trasferire qui tutte le attività di day surgery di Moncalieri» re qui altri malati senza potenziare la struttura è davvero paradossale. La cosa più grave è che anche il personale medico debba continuare a lavorare nell incertezza, perché dall alto non arrivano indicazioni precise e tanto meno un progetto definitivo e sostenibile». meno due persone, percorrerà a piedi il territorio assegnato. I volontari dovranno compilare una scheda, annotando i contatti avuti con gli abitanti, le eventuali anomalie riscontrate e in caso di emergenza, segnalare la situazione via radio per un tempestivo intervento dei vigili. Saranno facilmente identificabili dalla divisa in loro dotazione, e diventeranno il punto di riferimento della cittadinanza. «Questa iniziativa - spiega il sindaco Dario Fracchia - è stata studiata per sopperire al problema di aumentare il corpo della polizia municipale, e serve a dare una maggior tranquillità, e sicurezza, a coloro che vi- Controllo I volontari pattugliano le vie della città e in caso di pericolo sono tenuti ad avvertire i vigili urbani Il concerto Intanto il comitato in difesa del San Lorenzo continua a far sentire la propria voce. E dopo aver tappezzato le porte dell ospedale con le firme raccolte negli ultimi mesi di agitazione, si prepara al concertone di sabato, dalle 18 in piazza Italia, intitolato «Salviamo l ospedale». Tra gli ospiti anche gli Africa Unite. «Sappiamo bene di avere ben poche carte da giocare contro chi ha già condannato a morte i nostri reparti, anche se sono sempre stati considerati da tutti come i più moderni e ospitali di tutta la cintura torinese - commenta la portavoce del Comitato, Maresita Brandino - Vogliamo però ricordare a tutti che la città non si dimenticherà facilmente del torto subito». vono e giungono in paese». In questi giorni, il comune ha emesso un ordinanza con il divieto di applicare le antenne paraboliche sui balconi. Tra i primi incarichi degli ausiliari c è anche quello di censire le antenne abusive e inviare una missiva di rimozione.

16 CORRIERE DI CHIERI 30 NEI DINTORNI Venerdì 20 settembre 2013 POIRINO IN COSPLAY - Novanta in passerella per interpretare personaggi di film e fumetti Non basta vestirsi per essere un vero cosplayer: sul palco bisogna muoversi e atteggiarsi come il proprio personaggio Su Internet Tutte le foto sul sito POIRINO Capitan America non è Capitan America. E non è nemmeno Gianduja. Questo deve sapere chi, da profano, si affaccia per la prima volta al mondo del cosplay. Centro polifunzionale di via Dalla Chiesa, sabato e domenica: va in scena la terza edizione di Poirino in cosplay. Che significa: Cos(tume) play, giocare con il costume: «Travestirsi, interpretare un personaggio - spiega Isabella Pivaro, presidente dell associazione TOoplay che organizza l evento - Cosplay è recitare, non è una sfilata di carnevale». E, a ruota, una precisazione: «Il cosplayer non crede di essere il personaggio che interpreta, anche se nell occasione ne assume le movenze. E un gioco, che dura per il tempo del raduno». Ma chiunque abbia visto un bambino che gioca, sa che il gioco è una cosa seria. E così è per i costumi dei cosplayer: se c è chi si mette in testa una parrucca fluo solo per essere della partita, c è anche chi indossa un costume in progress, che migliora e si arricchisce raduno dopo raduno. Perché non tutti i costumi sono uguali: sembra ovvio, ma a questa scoperta il profano arriva per gradi e con meraviglia. Ma prima deve percorrere tanta strada: e scoprire che i cosplayer non si vestono solo come i protagonisti dei fumetti giapponesi. A dare ispirazione ci sono tutti i fumetti, i film, i cartoni animati, i videogiochi, i giochi di miniature (come i soldatini, ma molto più complicati), i giochi di carte. «Ma Superman è sempre Superman - pensa il profano in cerca di certezze - Quello è un costume che non cambia». Si sbaglia: «Più il personaggio è vecchio, più c è la possibilità che il suo costume evolva - spiega la poirinese Valentina Pascarella, che con gli Eroi Marvel ha vinto il premio per il miglior gruppo - Prendiamo il mio costume, da Dark Phoenix: cambia a seconda del fumetto, del film, del videogame». Se nemmeno Superman è più fedele al mutandone blu e al mantello rosso, quando si passa a personaggi come quelli dei soldatini in stile Warhammer la deregulation è totale. Lì ognuno è libero di fare ciò che gli pare, e c è la gara a chi ce l ha più grande. Lo spadone. E qui ci starebbe bene una parentesi per chiedersi perché, in un futuro torvo e feroce, i guerrieri se le diano con scimitarre e alabarde, invece che con bombe e cannoni. Però qui siamo su una linea di confine, che non sfugge nemmeno al profano. Nel mondo del cosplay, quasi ci sono più cattivi che buoni. Mostri siderali, assassini seriali come Freddy Il gioco dei cattivi tra lupi siderali e la spietata Emily Krueger (dalla saga di film horror Nightmare), angeli neri dell inferno (con tanto di ali mobili: spettacolari!), truppe spaziali con la testa di teschio, zombie, vedove nere, diavoli di ogni colore, cornuti e codati, menagramo e via elencando. A far da contrappeso, i buoni che più buoni non si può: personaggi dei cartoni animati per bambine o delle saghe Disney. Come la Principessa Anastasia che, sul palco, bacia davvero il suo Dimitri, mentre dal pubblico u- Qui a destra Eleonora Paciello ed Elisa Uliana. Sotto, il gettonatissimo Jack Sparrow POIRINO «Io mi sono sempre sentito un pirata. Sono un pirata per natura. Per questo mi vesto come il capitano Jack Sparrow». Michael Carrata ha 37 anni, parla mentre è in posa tra due ragazzini. Punta il pistolone da arrembaggio e spiega: «Amo questo personaggio, di solito ai raduni vado con un mio amico che fa il Corsaro Nero. Abbiamo anche messo su il gruppo dei Pirati della Tortuga: ora cerchiamo ingaggi, per feste o eventi». Sotto sotto, è un desiderio che hanno in molti qui dentro il palasport di Poirino: non indossare quel costume solo ai raduni, che sono relativamente pochi in un anno, ma farne anche un lavoro. Marco Zuliani, 26 anni, cambianese, ci sta provando: «Voglio fare l attore», progetta. E vestito come il boss delle torte nel programma televisivo Real Time : «Qualcosa ho già fatto: musical, radio... Per i raduni cosplay mi piace inventare qualcosa di o- riginale, portare il colpo a effetto». Tipo? «Ho già interpretato Superman in pensione, il Gatto Silvestro. A volte invece non mi travesto: così mi godo la festa, visito con calma le bancarelle». La 22enne poirinese Valentina Pascarella ha attirato nel mondo cosplay tutta la famiglia: «Partecipo al Gruppo Marvel, come Dark Phoenix. E in parte il cosplay è anche un lavoro: ho un piccolo stand dove vendo gioielli fatti da me, come orecchini o collane». Il padre Alessandro, 46 anni, per l occasione si è vestito da zombie scozzese. Un nonmorto della battaglia di Culloden, che si accompagna alla moglie Maria Patete nei panni di Santa Muerte, personaggio messicano benevolo nonostante l aspetto terrificante. «Partecipiamo ai raduni da sette-otto anni: Il desiderio è diventare un vero attore Marco Zuliani Sono cuoco nella vita e pure con i pirati Gabriele Mulas è un momento di svago, per uscire dalla routine - spiega Alessandro Pascarella - Non abbiamo personaggi fissi: li cambiamo anche a seconda della disponibilità di tempo per realizzare il costume». Le diciottenni chieresi Eleonora Paciello ed Elisa Uliana hanno attinto dal manga (fumetto giapponese) Black Butler per na ragazza urla «Quanto sei figa!», e quella a fianco commenta «Però la fascia blu la porta al contrario, rispetto al cartone animato»: peccato quasi mortale. Ed ecco la sfilata sul palco. L apoteosi di ogni raduno di cosplayer. «Noi ne abbiamo fatte due, perché due sono i modi di partecipare - interviene Pivaro - Al sabato quella non competitiva, per chi vuole semplicemente farsi vedere, senza l assillo della gara». Alla domenica, invece, la sfilata competitiva, con novanta concorrenti al vaglio della giuria composta da Leon Chiro (cosplayer romano di fama internazionale), Daniela Delle Cave (danzatrice, cantante, attrice) e la cantante Sunita. «Per fortuna avevamo tanti premi da distribuire - aggiunge l organizzatrice - Il livello dei partecipanti è stato molto superiore a quello dell anno scorso». Non esagera. Pochi cosplayer si limitano a sfilare, quasi fossero su una passerella di moda. La maggior parte si esibisce: recita, canta, balla, coinvolge il pubblico che gremisce scalinate e vicinanze del palco. C è davvero di tutto: il Lupo siderale warhammer 40k (che vincerà il primo premio della manifestazione) esce da una nuvola di fumo, Capitan Uncino gorgheggia, il cardinale Richelieu duella con la Maschera di ferro, Sally duetta con un Bau Bau che rischia di perdere i pezzi in scena, Michael Myers (film Halloween) cerca di sfuggire al machete insanguinato di Jason (saga Venerdì 13: per loro il premio simpatia). E poi c è Emily the strange, al secolo Gaia Gallo, poirinese di 12 anni. Nerovestita, con «Sono un pirata per natura» Cuore e fai da te per sentirsi cuochi o supereroi 16 i loro personaggi : «Vesto i panni di Ciel, che ho comperato - spiega Eleonora, che a un occhio porta una lente a contatto celeste - Sono un ragazzino che, per conto della regina Vittoria, indaga su casi intricati che riguardano l occulto». Per il suo costume, più semplice, Elisa s è fatta aiutare da una sarta: «Io sono Finnian, uno dei servi di Ciel: un le scarpe bianche, è armata di una fionda con la quale colpisce il doppiatore Ivo De Palma, a bordo palco: gran macchia di sangue (finto) sulla sua camicia bianca, pubblico in delirio e premio al concorrente più giovane. Due parole ancora sul contorno. Tante bancarelle specializzate che vendono un po di tutto: dai fumetti giapponesi alle figurine. E poi i personaggi televisivi della serie Mario di MTV, con Rupert Sciamenna sempre pronto a posare per una fotografia. E per le fotografie è l ultima annotazione del profano. Nel mondo di fuori c è spesso la ritrosia a lasciarsi ritrarre: non vengo bene, guai ad avere la mia faccia sul giornale. Tra i cosplayer è l opposto: nessuno dice di no. Chiedono solo un attimo. Il tempo di mettersi in posa. Enrico Bassignana giardiniere dalla forza sovrumana». Per molti cosplayer vale la regola del fai da te. Così è per il carmagnolese Andrea Cardone, 29 anni: «La mia armatura di Ironman l ho messa insieme pezzo per pezzo. Chi ha i soldi compera il costume fatto, chi non li ha si arrangia». Anche a costo di usare le lampadine a led fatte per l interno dei mobili per simulare i fasci laser che escono dai guanti. La passione è condivisa con la moglie Loredana Verrilli, che nel gruppo dei Vendicatori è la micidiale Vedova Nera. Però c è anche chi è... supereroe anche nella vita. E il caso del poirinese Gabriele Mulas, 23 anni. Di lavoro fa il cuoco, stagionale d estate e d inverno a Bardonecchia: «E sono un cuoco anche come cosplay: interpreto Sanji, soprannominato Gamba Nera. E il cambusiere della ciurma pirata Cappello di paglia». Nei sondaggi fra i fan in Giappone, Sanji risulta è il terzo personaggio più amato, ma il suo costume è molto semplice: «L ho scelto anche per questo, oltre perché un po mi rappresenta - ammette Gabriele - Questa è la mia prima uscita come cosplay, e ne ho un impressione molto positiva: c è aria di festa, ci sono molti giovani, ed è una bella alternativa alla solita discoteca».

17 LA STAMPA DOMENICA 22 SETTEMBRE Provincia. 63 Rassegna stampa Settembre 2013 Comune di Poirino CV PR Vinovo Telecamereemulte triplicateperifurbetti dellaspazzatura Giro di vite del Comune contro le discariche abusive il caso MASSIMO MASSENZIO Girodivitecontroi furbetti della spazzatura. Dopo unannodimonitoraggio sperimentale, l amministrazione comunale ha deciso di contrastare il proliferare delle discariche abusive adottando la stessa tecnologia utilizzata dal corpo forestale per combattere il bracconaggio. Niente telecamere fisse, quindi, ma via libera a piccoli apparecchi mobili piazzati di volta in volta nelle zone più critiche del circondario vinovese. Su proposta della polizia municipale, inoltre, verranno inasprite le sanzioni amministrative, che passerannoda50a150euro. In estate pioggia di rifiuti Nel frattempo il malcostume nonsiferma.duranteimesi estivi gli abbandoni non autorizzati di rifiuti sono aumentati a dismisura. In via Orbassano i cartelli che avvisano della presenza delle telecamere hanno funzionato da deterrente, ma il problema nella zona industriale digarinononèstatoancoradel tutto risolto. In compenso sono aumentati i cumuli di immondizia in altre aree periferiche:strada Moncalieri, strada Confinasco e strada Rotta Lunga. Pizzicati i trasgressori L ultima«moda», ancora più preoccupante, è il lancio del sacchetto lungo le sponde del torrente Chisola,dovecisonogliarginia protezione da eventuali alluvioni. «Purtroppo si tratta di un fenomeno difficile da debellare», conferma il comandante dei vigili, Antonio Savino.«A parziale conforto ci sono i buoni risultati delle nostre rilevazioni che, nelle ultime settimane, ci hanno permesso di individuare e sanzionare cinque persone». Gli agenti li hanno incastrati utilizzando l unica telecamera mobile finora a disposizione delcomando.sitrattadiun piccolo occhio elettronico, posizionato in una zona isolata e dotato di una grande autonomia.costacirca350euroeil Comune ha deciso di acquistarne altri tre:«si accendono soloincasodimovimento precisailcomandante-eperhanno detto Antonio Savino comandante dei vigili «Nelle ultime settimane siamo riusciti a individuare e sanzionare cinque trasgressori» Cinzia Zola presidente Enpa «Spesso sono persone che arrivano da altri Comuni per disfarsi del vecchio televisore o del frigorifero rotto» mettono di riconoscere targa e volto del trasgressore». Guardie zoofile in azione Adaremanforteaivigilicipensano anche le guardie zoofile dell Enpa, che perlustrano le campagne e segnalano eventuali irregolarità. Il dato più sorprendente ècheiresponsabilinonsonosolo piccoli imprenditori che vogliono risparmiare sui costi di smaltimento.semprepiùspessoaessere sanzionati sono privati cittadini, disposti a macinare chilometri su strade provinciali per Caccia ai maleducati Rifiuti d ogni genere abbandonati lungo la strada che da Vinovo porta a Moncalieri. D ora in poi i punti più sensibili verranno controllati con telecamere e ispezioni dei vigili e delle guardie zoofile e le multe saranno più salate: passano infatti da 50 a 150 euro, più le spese di bonifica abbandonare il vecchio frigoriferoolatelevisionerottainqualche borgata isolata.«un comportamento difficile da spiegare», commenta il presidente della sezione vinovese, Cinzia Zola. Multe triplicate Un sessantenne di Orbassano ha percorso quasi 30 chilometri per disfarsi dei vecchi scatoloni che conservava in cantina. La telecamera lo ha immortalato senza possibilità di appello e adesso dovràpagarelamultaelespesedi bonifica. Brandizzo Festa per l arrivo del parroco Grande festa ieri pomeriggio a Brandizzo per l arrivo del nuovo parroco, don Mario Perlo, 58 anni, originario di Poirino e proveniente dalla parrocchia Santi Apostoli di Mirafiori, a Torino. Subentra a don Franco Padrevita, trasferito nella parrocchia di San Paolo Apostolo in CascineVicadiRivoli. Don Perlo è stato accolto davanti alla chiesa parrocchiale di San Giacomo Apostolo, in via Don Mario Perlo Torino, dalla cittadinanza, dai ragazzi delle scuole, dalle varie associazioni e dalla Filarmonica Brandizzese.Quindisièformatounlungocorteochehapercorsovia Torino, via XX Settembre e via Volpiano, fino alla chiesa di San Giovanni Evangelista. Qui, nel campo sportivo, donmarioperloèstatoaccolto dall amministrazione comunaleconintestailsindaco Roberto Buscaglia, e dal rappresentante della comunità parrocchiale, Claudio Anselmo,edalpersonaleedagli ospiti della vicina Casa di riposo Piccola Lourdes. Poi è seguita la concelebrazione dellasantamessaconlapartecipazione di diversi sacerdoti della zona. [D. AND.] 17

18 16 BRANDIZZO / RONDISSONE BRANDIZZO Il Vicario Territoriale don Claudio Baima Rughet gli ha consegnato la parrocchia al termine di una lunga cerimonia Una grande festa per don Mario Sabato scorso si è presentato alla comunità il sacerdote che sostituisce don Franco Il sindaco Buscaglia e Don Mario Perlo Don Mario Perlo, sacerdote da 33 anni, di Poirino, è il nuovo parroco di Brandizzo. E arrivato dopo aver retto per 23 anni la Parrocchia San Lorenzo in Collegno, San Leonardo Murialdo e Santi Apostoli (Mirafiori Sud) in Torino. Succede a don Franco Padrevita destinato alla Parrocchia di Cascine Vica in Rivoli. Don Mario ha fatto il suo ingresso sabato scorso, dopo una commemorazione al cimitero, in forma privata, dei predecessori don Antonio Albano e don Luigi Manassero. Nel pomeriggio un lungo cordone umano si è formato lungo il percorso che ha unito le due chiese. Partiti dalla Chiesa di San Giacomo, si è arrivati a quella di San Giovanni, con la partecipazione di scolaresche, amici, parrocchiani, banda musicale, associazioni e autorità civili. Il benvenuto nella nuova comunità è stato formulato con sentito affetto dal sindaco Roberto Buscaglia, accompagnato dagli assessori. E seguita la celebrazione della Santa Messa. All inizio il Vicario Territoriale don Claudio Baima Rughet, a nome dell Arcivescovo, ha presentato don Mario alla numerosa comunità intervenuta e gli ha consegnato la parrocchia. Don Mario, nell intervista che ci ha rilasciato, ha voluto anzitutto ringraziare l opera del predecessore don Franco, la cui u- miltà e generosità rimarranno nei cuori Alcuni intervenuti alla festa per don Mario Perlo dei parrocchiani che in questi nove anni lo hanno conosciuto e gli hanno voluto bene, specie i giovani, i quali accompagnati da parole come Amore e Perdono, sono diventati i simboli del suo cammino. Don Mario assicura che il solco tracciato dal predecessore, e soprattutto insieme a quelli di Don Luigi Manassero e Don Antonio Albano, rimarranno il riferimento per la sua pastorale. S.R. Don Mario e un nuovo cammino di fede a Brandizzo Don Mario, cosa si aspetta da Brandizzo? Brandizzo è una realtà composita e organizzata, che dev essere conosciuta, con le sue a- spettative. E una comunità che mi ha riservato un accoglienza molto calorosa, come se fossi qui da sempre. In particolare mi ha colpito la presenza di giovani e quella degli anziani ospiti della Casa di Riposo Piccola Lourdes mescolati alla numerosa folla che ha quasi riempito il campo da calcio della chiesa di S. Giovanni. Cosa mi aspetto? Mi aspetto una reciproca Don Mario Perlo, nuovo parroco di Brandizzo conoscenza della realtà. Il Signore mi chiede e ci chiede di diventare reciprocamente prossimo l uno per l altro e indica la strada vai anche tu fa? così. Chi è il tuo prossimo? Il mio prossimo sono tutti, in particolare i sofferenti e gli anziani che vedono nella parrocchia un riferimento. Mi adopererò per non tradire le attese, ma voglio guardare soprattutto ai giovani sui quali occorre investire. Ci sono due oratori nella nuova realtà; bisognerà trovare le forze laicali per sviluppare l aggregazione e la formazione continua. Per attivare questo processo dobbiamo sviluppare la formazione e la competenza dei laici. Ci sono settori da privilegiare nella sua missione? Dobbiamo crescere tutti insieme, senza dimenticare nessuno. Dobbiamo prendere per mano tutte le pecorelle e guidarle a scoprire le grandezze del Signore. Ma è certo che il Signore ha un occhio particolare per i giovani. Dunque sono molto interessato ai ragazzi, ai giovani perchè possano diventare buoni cristiani e onesti cittadini. Ma cosa dovrà essere la Parrocchia? La Parrocchia deve sempre più diventare un luogo per vivere presso gli altri. Questi altri vanno conosciuti, interpretati, in un quadro di aperta e proficua collaborazione. Un apertura e una collaborazione a tutto campo, anche con le istituzioni civili? Colgo l occasione per ringraziare tutti per la grande accoglienza riservatami, a partire dalle autorità politiche intervenute all accompagnamento a questa nuova e stimolante realtà. Collaborerò con tutti per il raggiungimento del bene comune, ma senza generare confusione, nel rispetto dei ruoli e della pastorale. Pare dunque che cambia il timoniere, ma la carità e l amore saranno sempre due concetti chiave nel percorso del nuovo Parroco, il quale durante la prima Messa ai Brandizzesi, ha toccato il cuore di tutti, in particolare dei giovani. Non ci resta che augurare al nuovo Don un semplice ma caloroso in bocca al lupo per questo nuovo cammino di fede. S.R. Il Punto di Giuseppe Deluca Scolmatore del Bendola: di nuovo tutto fermo Grazie all intervento ed interessamento sulla questione scolmatore del gruppo consiliare dei Moderati per Brandizzo, costituito dal sottoscritto, Davide Pitton e Simone Ricca, con numerose interrogazioni qualcosa si è mosso e alcuni lavori di sistemazione sono stati effettuati. Sì perché nonostante collaudi, relazioni tecniche e quant altro tutti i brandizzesi hanno ormai capito che lo scolmatore del torrente Bendola, così come è stato fatto, da progetto, non è in regola, non è a norma. Il progetto è stato fatto in modo errato, con gravi mancanze, proprio perché le abitazioni di via Braida non sono state tenute in considerazione, o meglio nel progetto dello scolmatore, chissà perché, qualcuno dovrebbe spiegarcelo, queste abitazioni non ci sono neppure sugli elaborati grafici e sulle tavole. Perché? Come mai? Questa è stata ed è una vergogna per l amministrazione Buscaglia e per l assessore ai lavori pubblici Dassetto. Dal comune hanno sempre risposto che è tutto in regola ma è palesemente falso. E a farne le spese sono stati i residenti della zona che sono stati lasciati soli, completamente abbandonati a se stessi dall amministrazione comunale, fino al nostro intervento. Dopo le nostre denunce e le proteste dei residenti della zona di via Braida è stata posizionata una scogliera lungo l alveo del fiume, infatti l alveo e le pareti erano state e- rose alla prima piccola piena ed erano franate, mettendo in pericolo chi in quella zona abita. Come avevamo richiesto già mesi fa è stato posizionato il guard rail lungo tutta la sponda interessata, ma nessuno ha provveduto a fare posizionare una recinzione ed una siepe divisoria: tutte promesse fatte dall attuale amministrazione che, come al solito, non sono state mantenute e tutto è lì, fermo. Per non parlare del taglio dell erba delle sponde: da quando lo scolmatore è stato realizzato non è mai avvenuto. Ma molte amministrazioni comunali lavorano in questo modo. Questo è il loro quotidiano modus vivendi. Ciò conferma che fin dalla prima interrogazione avevamo centrato l obiettivo, tanto è vero che addirittura le sponde hanno ceduto a seguito delle piogge, pericolo che noi avevamo segnalato per tempo già nel mese di gennaio. Per maggiori informazioni sulla nostra attività amministrativa ed in particolare al riguardo delle lunghe vicissitudini e numerosi disagi sullo scolmatore potete trovare tutto sul nostro blog BRANDIZZO Bocce: si sono svolte le finali dei campionati ANCOS RONDISSONE Un week end di festa con la birra degli Only for cinghios Ieri, domenica 22 settembre, si sono svolte alla bocciofila comunale di via Einaudi a Brandizzo le finali dei campionati ANCOS, importante appuntamento organizzato dalla Virtus Brandizzo dell attivissimo presidente Silvio Manco. Una bella festa con gli Only for Cinghios. A Rondissone, lo scorso week end, s è bevuta birra e s è ballato tutte le sere con il Cinghios Beer Festival (foto a cura di Diego Andrà). 18

19 CORRIERE DI CHIERI 4 CHIERI E DINTORNI Martedì 24 settembre 2013 Insicurezza e degrado ma via Monti reagisce Pressioni sul Comune dai rom alle manutenzioni L assessore: «Ho le mani legate quando tocca all Atc» CAMBIANO, SCUOLA Punti mensa, libri Servizi del Comune in aiuto alle famiglie CAMBIANO I punti per le ricariche di mensa, scuolabus e centri estivi, la gestione del pre e post scuola e i libri gratis alle elementari. Con l inizio dell anno scolastico il Comune ha affidato e progettato alcuni servizi a sostegno delle famiglie. Anzitutto ha confermato per altri due anni la convenzione con le cartolerie La pazza idea di corso Lisa 32, L oasi di via Cavour 4 e Pacino di via Cavour 13 per e- seguire le ricariche di mensa, CHIERI «Non lasciateci soli». I residenti di via Monti snocciolano i loro bisogni al Comune. In sostanza, chiedono più sicurezza e manutenzioni, mettendo un freno alle famiglie rom che vivono nelle case popolari: «Anche se i problemi non arrivano soltanto da loro». La risposta dell assessore alle politiche sociali, Antonio Zullo, è una sequenza di «Interverremo, anche se la competenza è di Atc e Città di Torino». Ma molti abitanti non si trattengono: «Basta promesse, è ora di fare qualcosa: il quartiere è diventato uno schifo». Mercoledì Municipio e residenti si sono incontrati in sala Conceria. Era la prima uscita pubblica della neonata associazione Gioncheto, che punta proprio a migliorare la situazione della zona: «Non vogliamo lanciare una raccolta firme contro i rom, come avvenuto alle Maddalene introduce Elisa Ciraolo, presidente dell associazione Non è mandando via quelle famiglie che si risolve il degrado del quartiere. Però bisogna ripristinare la legalità in un luogo ormai alla deriva». Poi parte il lungo elenco di richieste all amministrazione comunale: stop all insediamento di altri zingari, per evitare di creare un «ghetto nel ghetto» finchè non ci sarà una migliore integrazione tra italiani e stranieri; rapporto diretto con l associazione in caso di provvedimenti da parte di Comune e Atc; controllo dei flussi dei rom da Torino: «Di domenica arrivano in massa fa notare Ciraolo Parcheggiano furgoni e camper e occupano il parcheggio. Certe volte si portano le spranghe per compiere interventi punitivi tra una famiglia e l altra». Poi presenza continua dei vigili, sia dentro sia fuori le case gialle ; lotta allo spaccio e all illegalità in generale; controllo, da parte dell Atc, delle occupazioni illegali, usi impropri degli spazi pubblici e atti vandalici; regolamentazione del parcheggio; creazione di un isola ecologica comune per evitare cumuli di rifiuti; un area lontana dalle abitazioni in cui i nomadi possano svolgere il loro lavoro di raccolta metalli; controllo della dispersione scolastica; assegnazione di un alloggio per le attività della nuova associazione; sportello per i residenti, doposcuola e ritrovo per anziani. «Ma soprattutto vogliamo collaborare direttamente con enti e associazioni per risolvere i problemi del quartiere» conclude la presidentessa. Risponde Zullo: «Non ci saranno altri inserimenti di famiglie rom. E intanto lavoreremo per aumentare la presenza delle forze dell ordine nella zona. Dei problemi interni, però, si deve occupare l Atc: noi possiamo soltanto segnalare. Sull alloggio per l associazione siamo già intervenuti: abbiamo chiesto a Torino di darci due o tre appartamenti da utilizzare anche per l Educativa di quartiere». Giuliana Sulejmanovic parla a nome dei numerosi zingari presenti: «Chiediamo l intervento di mediatori culturali, com era una volta. Abbiamo bisogno che qualcuno segua i nostri bambini, che hanno sempre vissuto senza problemi con quelli italiani. A scuola Fra discoteca e calcetto si anima il Centro giovani Poirino, le attività di venerdì e sabato POIRINO Una serata di musica e un torneo di calcetto a tre. Il Centro giovani di via Eugenia Burzio prende vita nel fine settimana. Venerdì il saloncino al piano terreno dalle 22 diverrà una discoteca con ingresso gratuito. Alla musica provvederanno quattro dj poirinesi: Daniele Tallarico (Danny T), Andrea Cascella (Krawer), Gabriele Naso (El Pelado) e Daniele Costantino. La consolle dei dj sarà al piano superiore, sede dei giovani. «Il servizio di ristoro sarà assicurato dal proprietario del furgone-bar che solitamente alla sera è nella piazza degli Alpini spiega Paolo Rigato che, con Andrea pre e post scuola, centri estivi e scuolabus: i punti vendita si tratterranno l 1% del valore delle ricariche come compenso per il servizio. Il Municipio ha anche stanziato euro per la fornitura gratuita dei libri di testo a tutti gli alunni delle elementari residenti a Cambiano. E ha assegnato l incarico di pre e post scuola e sorveglianza degli studenti durante i pasti alla cooperativa Croma di Collegno, per euro. Il servizio di assistenza in mensa riguarderà tre classi delle medie e sei delle elementari al lunedì e mercoledì, con l aggiunta del venerdì per u- na sezione dell elementare. Sisca e Dario Comollo, da giugno dirige il centro - Si è dato disponibile a non piazzarsi nel solito luogo per collaborare alla serata. I nostri amici dj partecipano gratuitamente. Le casse per la musica ci sono state imprestate dal comune, mentre la consolle e le luci da alcuni nostri amici». Il giorno dopo, sabato, dalle 10 nel campetto del centro torneo di calcetto a tre. L iscrizione, 15 euro per ogni squadra di tre giocatori, giovedì 26 al centro stesso che sarà aperto dalle 21 a mezzanotte. Ulteriori informazioni ai numeri , e ci vanno, il problema è dopo: avere tanti figli è un problema, su questo la gente ha ragione ha lamentarsi». Interviene Raffaela Virelli, responsabile del servizio Politiche sociali del Comune: «L osservazione è giusta. Infatti vogliamo recuperare la situazione aumentando il numero degli educatori. Ma non si può dire che gli zingari siano abbandonati a loro stessi: in via Monti lavoriamo su questi problemi da quindici anni». Eppure gli stessi educatori ammettono le loro difficoltà: «I residenti ci vedono impotenti di fronte a certe situazioni considera Federico Rossi, che segue l Educativa di quartiere per conto della cooperativa Valdocco E hanno ragione perché non abbiamo mezzi, fondi e strumenti per fare di più. Il nostro lavoro è monco e, per loro, insufficiente. Però ci siamo, ed è già qualcosa. Ora c è bisogno di un coordinamento delle attività per risolvere i conflitti. Da soli non bastiamo. Credo che si debba collaborare per arrivare a dei risultati. Magari facendo tutti dei passi indietro, credendo nei progetti ai quali lavoriamo. Gli a- bitanti e gli enti hanno voglia di fare: è una buona base di partenza. Sfruttiamola e non aspettiamoci che le soluzioni cadano dal cielo». L intervento di Rossi, però, non sembra fare breccia su alcuni residenti. Giuseppe Greco, membro del direttivo dell associazione Gioncheto, riporta la discussione sul tema rom: «Quando li mettete nelle case popolari, date loro il regolamento? Non lo rispettano perché hanno una cultura diversa, con altre norme che creano problemi agli altri abitanti. Il discorso vale anche per molti italiani, però bisogna intervenire. Ma sembra che i politici si ricordino di via Monti ogni cinque anni, in tempo di elezioni... e intanto mettono le famiglie di Canarone da noi. Non c era posto alle Maddalene?». Ribatte l assessore: «Questioni simili dipendono da Atc e Città di Torino: noi le facciamo presente e basta. Loro, però, fanno lo scaricabarile. Noi no, perché davvero non possiamo far nulla: manderei subito gli operai comunali a chiudere le buche ma non ce lo permettono». L intervento di Zullo, però, scalda gli animi: i residenti, tra urla e commozione, accusano il Comune di non fare abbastanza. Anzi, di partecipare al gioco dello scaricabarile. Anche il decantato intervento dell Aizo (Associazione Zingari oggi) non a- vrebbe dato i risultati sperati: «Nessuno ci aiutae i nostri figli sono stati pure esclusi dalla mensa» s infuria Sulejmanovic. Alla fine interviene Guido Persico, ex coordinatore del Comitato Pace e Cooperazione e ora membro dell associazione degli abitanti: «Abbiamo sentito interventi che confermano l esasperazione della gente. Il Comune conosce la situazione ma è importante che ci sfoghiamo ed elenchiamo i problemi. Usciti dalla riunione, però, bisogna smettere di piangersi addosso e metterci insieme per ottenere qualcosa. L associazione è nata per questo: ora creiamo un tavolo di lavoro insieme a Comune, Atc, Aizo e Valdocco». Federico Gottardo A SANTENA - Nel fine settimana la 49ª festa Squillace, medico calabrese sarà premiato nel nome dei santi Cosma e Damiano SANTENA Per la prima volta, nel nome dei santi medici verrà premiato un medico: durante questo fine settimana Santena vivrà la 49ª festa dei Cosma e Damiano, martiri patroni di RIace, paese di origine di molti santenesi. E gli organizatori hanno scelto Raffaele Squillace come destinatario del pemio Un calabrese speciale. «A differenza di altri premiati, non è un personaggio famoso. Ma fa molto per il prossimo: offre prestazioni gratuite agli indigenti, per loro compra medicine e paga anche gli esami motiva Antonio Trimboli, presidente dell associazione Santi Cosma e Damiano - Siamo quasi compaesani, dato che Stignano è vicino a Riace. Lo conosco da quando eravamo ragazzi: ha sempre dimostrato di essere intelligente e sensibile». Il riconoscimento sarà consegnato domenica, ma sono quattro i giorni di preghiera, concerti e assaggi di prodotti tipici calabresi dal 27 al 30 settembre Le funzioni religiose si svolgeranno nell oratorio San Luigi, in via Vittorio Veneto 31, mentre gli intrattenimenti folcloristici saranno in piazza Alcide De Gasperi per il programma folcloristico. Gli spettacoli sono a ingresso libero. Intanto, ieri, lunedì, è cominciata la novena di preghiera ai santi alle 20,30, nella cappella dell oratorio San Luigi, che concluderà sabato 28 settembre, alle 18, con la messa. Venerdì sarà aperta l ottava Aagra della pasta di casa e capretto : alle 20 aprirà la trattoria in via De Gasperi. Dalle 18 di sabato si potranno degustare i piatti della cucina calabrese: zampette, o- recchiette, salsiccia, costolette di maiale, olive e zeppole. E bere la coppia di vini cirò del Crotonese e barbera piemontese con l immagine dei santi sull etichetta. Anche musica e divertimento inizieranno venerdì: alle 21 suonerà la Shary Band. Sabato alla stessa toccherà agli storici Dik Dik. Domenica sarà il momento della grande processione e della messa nella chiesa di piazza Martiri. Alle 18,30 ritornerà il divertimento con uno spettacolo degli alunni della quarta elementare della scuola Gozzano. Alle 21 sguardò all insù per ammirare i fuochi d artificio e poi si ballerà sulla musica etnica mediterranea con i Parafone Appendice lunedì con i giochi per i bambini, il torneo di briscola e alle 20 con la Cena dell amicizia organizzata in collaborazione con la residenza Anni Azzurri. Federica Costamagna Calore e illuminazione Energia solare Santena cerca i fondi per le scuole SANTENA Tutte le scuole scaldate e illuminate dal sole. E ciò che spera di riuscire a realizzare il Comune con i fondi per gli interventi sull edilizia scolastica messi a disposizione dal cosiddetto Decreto del Fare del governo. Al Piemonte sono stati assegnati 9 milioni di euro. Aggiudicarsene una fetta è una corsa contro il tempo, come spiega l assessore ai lavori pubblici Walter Mastrogiovanni: «La Regione ha emesso il bando per ottenere i finanziamenti il 27 agosto. La scadenza per presentare progetti esecutivi cantierabili era il 15 settembre. I tempi erano strettissimi ma sarebbe stato un delitto non partecipare. Anche perché i soldi sarebbero spendibili senza i vincoli del patto di stabilità». E stato deciso di presentare progetti non complessi, come l installazione sui tetti di tutte le scuole santenesi pannelli solari per riscaldare l acqua e fotovoltaici per produrre l energia elettrica. La spesa non sarebbe eccessiva, complessivamente poco più di euro totali. Dovrebbero perciò aumentare le probabilità di ottenere il finanziamento. Per i plessi elementari Cavour, Vignasso e Gozzano, e la media Falcone euro ciascuna; per la materna Marco Polo L accettazione dei progetti è imminente: «La Regione s è impegnata a stilare la graduatoria degli ammessi al bando entro il 15 ottobre prosegue Mastrogiovanni e i soldi dai ministero dovrebbero arrivare entro il 30 successivo. Se tutto andrà bene, potremmo assegnare i lavori entro il mese di febbraio». Ma come sarà possibile lavorare nelle scuole durante le lezioni? «Non dovrebbero esserci molti problemi perché tutti gli interventi sono all esterno e non richiedono molto tempo - conclude Mastrogiovanni Per i lavori dei collegamenti con gli impianti o che dovessero coinvolgere locali interni potremo approfittare dei periodi di vacanza» Solo 8 unità Via Padana Inferiore, 16 CHIERI - Tel VI ASPETTIAMO SABATO 28 e DOMENICA 29 SETTEMBRE Corso Traiano, 147 (angolo Via Sette Comuni) TORINO - Tel

20 CORRIERE DI CHIERI Martedì 24 settembre 2013 CHIERI E DINTORNI 5 ANDEZENO - Resta in prognosi riservata il camionista che l ha schiacciata martedì col suo tir Valentina, l ultimo palleggio Trapiantati gli organi della sfortunata maestra d asilo ANDEZENO Le compagne del Basket Chieri erano tutte in prima fila, in divisa dietro la bara. Una di loro, come segno di omaggio alla capitana, ha palleggiato lungo tutto il corteo e quel suono, che in palestra carica di adrenalina, per contrasto è diventato un canto funebre. E stato questo l estremo addio alla sfortunata Valentina Negri, 30 anni, residente ad Andezeno, morta in seguito all incidente automobilistico di martedì scorso sulla circonvallazione di Chieri. Centinaia di persone l hanno accompagnata sabato mattina al tempio crematorio di Torino: amici, parenti, colleghi della cooperativa Proges, dove l andezenese lavorava come maestra d asilo nido. Si sono stretti tutti accanto al compagno di Valentina, Luca Bonventre, e ai genitori Bruno e Patrizia. I quali hanno acconsentito all espianto degli organi: tre persone li hanno ricevuti grazie alla loro decisione. Il fegato è stato trapiantato alle Molinette, così come uno dei reni. L altro, invece, ha cambiato la vita di un malato a Novara. Donate anche le cornee. Tutti si domandano ancora com è potuto accadere il tragico schianto. Alle 8 di mattina di martedì scorso Valentina ha lasciato da pochi minuti la sua casa, al 10 di via San Rocco, per andare al lavoro. Alla rotonda di Sant Anna, imbocca la circonvallazione di Chieri e viaggia in direzione di strada Riva. Valentina Negri POIRINO Quinto tentativo di vendere Casa Alfazio, il palazzotto secentesco all angolo fra piazza Italia e via Amaretti. Dopo cinque anni e mezzo nessun compratore s è fatto avanti nonostante il prezzo sia più che dimezzato: dagli euro chiesti nell aprile Ora lo storico edificio vien messo all asta per , come a febbraio. Giovedì la determina per lanciare il bando. Il palazzotto venne comperato nel 1998 dal sindaco Pier Luigi Avataneo per una cifra pari a euro. Ora dunque è quasi una svendita, tanto più che il Comune nel frattempo ha consolidato i pavimenti e rifatto il tetto. «Sotto questo limite non voglio scendere assicura il sindaco Sergio Tamagnone In direzione opposta arriva un tir che trasporta imballaggi per conto di una ditta di Bergamo: partito all alba dalla Lombardia, deve scaricarli in un azienda dell area industriale andezenese. Sul rettilineo, quasi all altezza dell intersezione con via Pirandello, sbanda: le ruote di destra finiscono sull erba e slittano. Il conducente sterza a sinistra ma il tir, anziché riportarsi in carreggiata, si sbilancia si ribalta sul fianco destro, scivola verso l altra corsia di marcia e travolge la Panda gialla di Valentina Negri. Lei non ha neanche il tempo di scansarsi. Viene schiacciata e trascinata fuori dalla carreggiata. ASTA - Ormai è crollato il suo valore di mercato Poirino tenta di vendere l antico palazzo degli Alfazio Se anche incasseremo meno di quanto venne speso in passato, resta il fatto che i soldi ci servono per chiudere in anticipo alcuni mutui per non sforare il patto di stabilità. Inoltre la legge impone di vendere le proprietà non necessarie al funzionamento del comune prima di cercare altre fonti di finanziamento». E solo la crisi del mercato immobiliare a tenere lontani i compratori? «Un po di interesse c è sempre, ma finora non s è concretizzato risponde il sindaco Probabilmente conta il fatto che, dopo averla comperata, si dovrà spendere circa un milione di euro di lavori. In questo periodo di crisi immobiliare è difficile che qualcuno la comperi, spenda tutti quei soldi e poi aspetti alcuni anni prima di riuscire L andezenese verrà trasportata al Cto insieme al camionista; dopo due giorni, il suo cuore si ferma. Perché l autista del tir ha perso il controllo? La polizia municipale di Chieri indaga. C è da capire se si sia trattato di un colpo di sonno o di un malore. Forse un infarto, come riferisce il medico dell elisoccorso che ha trasportato Singh Sukhraj al Cto. Il camionista, 25 anni, originario dell India ma residente a Bergamo, è ancora in ospedale in prognosi riservata nel reparto di Rianimazione. F. G. Si venderà Casa Alfazio? a rivenderla». Diverso il discorso se venisse acquistata per u- sarla direttamente. «Tant è vero che alla prima gara c era stato un gruppo di professionisti ed impresari che volevano farne uffici propri ed avevano anche promesso di dare entro breve una caparra. Poi però si sono ritirati, penso perché gli accordi fra loro s erano guastati». POLITICA - Si vota la Variante urbanistica 28 Giovedì il Consiglio mette Cucci e Benedicenti alla prova dei nuovi assetti CHIERI Dove si siederanno Vincenzo Cucci e Piercarlo Benedicenti? E la prima curiosità del Consiglio comunale di giovedì sera: alle 19,30, i due esponenti del Centro democratico indipendente sceglieranno se restare ai loro vecchi posti, accanto al Pd, o se spostarsi vicino ai nuovi compagni di maggioranza. La scorsa settimana, infatti, il sindaco Francesco Lancione ha ufficializzato l appoggio e- sterno degli ex membri dell opposizione. Un accordo proprio in vista della seduta di giovedì: la Giunta poteva contare soltanto su 14 voti su 31 e rischiava così di andare sotto su alcuni temi delicati. Grazie ai voti di Benedicenti e Cucci ora la maggioranza dovrebbe essere tornata salda. Ma la prova definitiva sarà in occasione del voto sulla variazione di bilancio e la Variante urbanistica 28. Prima di quei punti, sono previste interrogazioni e mozioni: su entrambe la fa da padrone Raffaele Furgiuele (Chieri Futura). Il consigliere parte chiedendo se sia possibile aumentare i parcheggi liberi in città, scontando quelli a pagamento per residenti e clienti dei negozi. Un altra interrogazione riguarda il decreto legislativo sull incompatibilità degli incarichi nelle amministrazioni pubbliche, approvato quest anno: Furgiuele chiede se ci siano dei casi a Chieri. Poi c è un interrogazione sulla permanenza del giudice di pace e un altra sulle politiche sociali. Presenta due quesiti anche il Pd, relativi ad altrettanti progetti fondamentali per la città, entrambi bloccati, l ex Tabasso e il Centro natatorio di via San Silvestro. Al termine dei novanta minuti dedicati a interrogazioni e mozioni, sarà la volta dei punti presentati dalla Giunta: si parte con la variazione del bilancio 2013 e la ricognizione dello stato d attuazione dei programmi nell attuale esercizio finanziario: prendono atto dei mancati incassi dell Imu e dagli oneri di urbanizzazione, che costringono il Comune a ridurre gli investimenti. Poi sono previsti temi minori fino al botto della Variante 28, che potrebbe slittare alla seduta di lunedì, sempre alle 19,30. Se sarà approvata, darà il via libera a ventidue interventi edilizi, ai discussi espropri di piazza Europa e via Santena e all inserimento di attività artigianali e commerciali a Fontaneto. In seguito i consiglieri dovranno schierarsi sulla richiesta della Giunta di acquisire gli immobili inutilizzati di proprietà del Demanio: grazie al Decreto del Fare, Chieri potrebbe ottenere gratuitamente l ex caserma di piazza Europa, i capannoni militari di Campo Archero e un alloggio in via Gandhi: dopo sessanta giorni il responso alla richiesta. Infine bisognerà votare sulla sostituzione di Fausto Ferrari (Pd) e Piero Tamagnone (Le-Ali) nella Commissione controllo e garanzia: è necessario nominare un esponente della maggioranza e uno dell opposizione. Questa seconda scelta sarà complicata: nessuno si farà a- vanti in polemica con Cucci, presidente della commissione. Quel ruolo spetterebbe alla minoranza e il consigliere del Cdi è ormai considerato in tutt altro schieramento. Cavour in mezzo alla strada Fondi persi, ma Santena installa le sei sagome SANTENA Presto quella sagoma del conte Cavour abbandonerà il parco della sua villa e verrà messo in mezzo a u- na strada. Letteralmente. Dopo tre anni, infatti, mercoledì la Provincia ha finalmente concesso il nullaosta per posizionare i sei grandi profili metallici dello statista sulle due rotonde di via Asti che danno accesso alla città, quella dei Ponticelli e qualle al confine con Cambiano davanti al mobilificio La Tre Erre. A questo punto, i volontari dell associazione Amici della Fondazione Cavour possono preparare l illuminazione e i blocchi di cemento, che reggeranno le silhouette. In realtà, le sei sculture erano state commissionate per il 150 anniversario dell Unità d Italia, due anni fa, ma una micidiale miscela di crisi politica e burocrazia è stata più forte della solennità. Risultato: è evaporato il contributo di euro della Provincia, perché legato alle celebrazioni patriottiche. A suggerire il progetto nel 2010 era stata Patrizia Borgarello, allora assessore all istruzione in Comune e consigliera provinciale della Lega Nord. La proposta piacque agli Amici della Fondazione Cavour, che la fecero propria. I santenesi Aldo Gatti e Diego Zangirolami idearono le opere: ritagliarono Camillo Benso nel metallo, due volte di fronte e quattro Marco Fasano, presidente degli Amici della Fondazione Cavour. Sotto: la sagoma del conte che tra poco dovrebbe essere collocata con le altre sulle rotonde di via Asti di profilo con un contorno che richiama Alfred Hitchcock. Le figure sono state ricavate con il laser su lastre di 3 metri per 1,5 in acciaio Corten, con additivi al manganese, fosforo o carbonio, dal colore rosso-arancio. Le dimensioni ritraggono dunque più la statura politica che quella fisica del conte: circa 2 metri e mezzo di altezza. Così saranno visibili anche da lontano, nella nebbia. Da due anni, cinque sagome sono parcheggiate solitarie in fila indiana davanti alla scalinata di VIlla Cavour, mentre la sesta (la più fortunata) accoglie i visitatori all ingresso della dimora storica. «Dopo la caduta della Giunta Nicotra nel 2011, il Comune è stato commissariato e il progetto è andato a rilento. Noi lo abbiamo potuto riprendere dopo le elezioni ripercorre il sindaco U- go Baldi - Persi i euro di contributo provinciale, i costi dell opera sono stati sostenuti tutti dagli Amici della Fondazione Cavour». Lo scorso dicembre il Comune ha approvato con una delibera il progetto d installazione e ha redatto u- na bozza di convenzione con la Provincia, dato che la strada è provinciale. A luglio la Provincia ha emesso la delibera definitiva, ma ci sono voluti due mesi perché la comunicazione partisse da Torino e raggiungesse Santena, mercoledì scorso, coprendo i venti chilometri di distanza. Adesso manca il pezzo di carta : «Aspettiamo la lettera della Provincia, per avere la comunicazione ufficiale precisa Marco Fasano, presidente degli Amici della Fondazione Dopodichè realizzeremo i blocchi in cemento, su cui posare le sagome e l illuminazione. Presumo potremo cominciare entro 15 giorni». F. C. 20

21 CORRIERE DI CHIERI Martedì 24 settembre 2013 CHIERI E DINTORNI 7 Prima la fogna, poi il nuovo asfalto via Cavaglià attende un futuro migliore Cambiano, Smat promette i lavori all area industriale SABATO Don Bosco, antichità Musei aperti gratis nello spirito europeo CHIERI Musei aperti in città: il Comune aderisce alla Giornata Europea del Patrimonio e offre la possibilità di visitare gratuitamente i propri musei. Così sabato 28 il Centro Visite Don Bosco sarà aperto dalle 14 alle 18 (via Vittorio Emanuele 63, all interno del Complesso San Filippo), mentre la Mostra archeologica resterà aperta dalle 15 alle 18 (piano seminterrato del municipio, in gresso da via Palazzo di Città e piazza Dante). FESTE IN CASCINA - Riscoperta dei prodotti tipici Musica, assaggi, fiabe e frutta Sbocciano i sapori d autunno n L autunno chierese riscopre la campagna e i suoi prodotti tipici grazie a Feste in cascina. La manifestazione, alla sua prima edizione, ha come obbiettivo quello di avvicinare ai prodotti locali usando alcune attività culturali. I filoni sono tre, tutti ambientati tra Torino e la pianura chierese. La Passeggiata in musica del 29 settembre partirà dal centro La Gracchia a Madonna della Scala, alle 15, e arriverà alla cascina La ciliegia di Pecetto dopo un percorso tra campi e frutteti organizzato dall associazione Patchanka Multiker. Saranno organizzati un laboratorio per la costruzione di strumenti musicali creati con materiale riciclato all inizio della giornata e un concerto di musica folk alla fine, il tutto a 4 euro. «E un momento aperto a tutti, dai bambini agli adulti», spiegano le organizzatrici. Con 7 euro si partecipa, invece, alle quattro serate di Assaggi doc : la manifestazione sarà curata dalla Bottega del Paniere di Carmagnola il 4 ottobre, dall ecomuseo Munlab di Cambiano il 5, dall Agrisapori di Pralormo il 12 e dalla cascina Torre Val Gorrera di Poirino il 19. Le aziende agricole propongono assaggi di prodotti tipici locali accompagnati dalla proiezione di 7 cortometraggi riguardanti l agricoltura, che verranno giudicati e premiati da una giuria. «I filmati non devono superare i 15 minuti: ne CAMBIANO L asse dell area industriale potrebbe liberarsi di crateri e solchi nel prossimo anno, dopo un ultimo intervento sulla rete fognaria e un decennio di trattative. Annuncia Smat: «Entro ottobre invieremo in municipio il progetto definitivo; poi lo manderemo all Ato 3 e nel 2014 procederemo con i lavori». Si tratta del progetto di sistemazione della fognatura in via Cavaglià. L opera dovrebbe svolgersi e completarsi l anno prossimo, permettendo così di asfaltare la strada su cui si innesta l area industriale. Il Comune contava di stendere il manto bituminoso già quest anno o al massimo in primavera perché Smat inizialmente aveva previsto di ultimare i lavori nel corso del La progettazione si è però arenata alla fase preliminare, costringendo a posticipare l intervento. In questi mesi non sono mancate le sollecitazioni via e- mail e le telefonate del sindaco Michellone per spingere la società ad accelerare la progettazione. È infatti da decenni che via Cavaglià attende di essere sistemata: le buche mettono a dura prova le sospensioni di camion e furgoni che quotidianamente la percorrono e in alcuni tratti risulta ancora sterrata. Questo perché molti pezzi della strada appartengono a privati, alcuni dei quali sono rimasti sconosciuti per anni, e quindi il Comune non ha mai potuto intervenire. Nel 2010 l ex sindaco Michele Mammolito aveva incaricato l ufficio tecnico di individuarli attraverso ricerche catastali, in conservatoria e nell archivio dell edilizia privata. Dopo alcuni mesi erano stati scovati tutti, circa una ventina, e invitati a presentare gli atti di notorietà in municipio. Da allora ci sono voluti tre anni per completare le operazioni, evitando di procedere con gli espropri: i privati hanno ceduto gratuitamente al Comune le loro porzioni di via. L asfaltatura, quindi, può essere tutta a carico del municipio. Ora bisognerà attendere che Smat completi i lavori alle fogne; l auspicio in Comune è di poter annunciare l asfaltatura tra dodici mesi. «Noi abbiamo ultimato tutte le pratiche e siamo pronti per partire - assicura l ingegnere Andrea Dossola, responsabile dell ufficio tecnico lavori pubblici - Aspettiamo loro...». Daniele Marucco verranno proiettati due ad ogni incontro; il premio finale per il vincitore è di 1000 euro» specifica Maria Grazia Isoardi. Le quattro domeniche di Fiabe e frutta, dal 6 al 27 ottobre, sono ideate a loro volta per avvicinare anche i più piccoli al mondo della campagna. Gli incontri si terranno all Agrisalumeria di Riva, all Agrigelateria di Poirino, al Munlab di Cambiano e all Agricoopecetto di Pecetto. Nei vari incontri saranno proposte animazioni teatrali curate dalle compagnie La Turca- Cane, Laboratorio Teatrale Cambiano, Giranimando e i Lunatici. Il costo, di 5 euro, include, oltre agli spettacoli, merende e apericena con prodotti locali. Per le varie attività è consigliata la prenotazione ai numeri e Andrea Mitti Ruà A RIVA - Verso gli interventi sugli affreschi Lavori in corso per il restauro dell atrio di Palazzo Grosso, il municipio di Riva, grazie al progetto finanziato dalla Compagnia di San Paolo onde recuperare i pregiati affreschi trompe l oeil ottocenteschi Si restaura l atrio di Palazzo Grosso RIVA Spugnette e gessetti per il primo lavoro di campionatura delle pareti da restaurare nell atrio di Palazzo Grosso. Sono entrate in azione martedì le restauratrici, che nei prossimi mesi si occuperanno degli affreschi dell entrata della sede del Comune. La ditta a cui è stato affidato il cantiere è l Aurifoglia di Torino, che dovrà terminare i lavori entro la fine dell anno. Il progetto, finanziato dalla Compagnia di San Paolo, prevede il restauro integrale degli affreschi, già oggetto di un parziale recupero avvenuto negli anni passati. Entrerà in questa porzione di lavori anche il ripristino delle pareti del corridoio che porta all ascensore, dove si trovano importanti affreschi in pessime condizioni di conservazione. Fra arte e società Villastellone, i corsi dell Unitrè VILLASTELLONE Dai vimini allo shiatzu, dal testimone antimafia all arte piemontese: è ampio il ventaglio di proposte, che l Unitrè a- pre per la nuova stagione. Dal 24 settembre al 5 ottobre ci si potrà tesserare nella sede di via Gentileschi 1 tutti i giorni, dalle 15 alle 18. Quota annuale 18 euro, ma alcuni corsi prevedono una quota aggiuntiva. L inaugurazione avverrà venerdì 11 ottobre alle 16,30 nell auditorium di viale Gentileschi 1. Le lezioni, inizieranno la settimana seguente e si terranno nelle aule della sede. Dal 14 ottobre Caterina Nicco curerà l italiano per stranieri, mentre Vera Durazzo spiegherà letteratura italiana. Tre i corsi di inglese con Marisa Occhetto, Claudia Gallo e Daniela Zolin. Walter Gallo parlerà dei movimenti artistici della prima metà del 900, poi Marina Pautasso con i tesori del Saluzzese, Francesca Grana sull arte in Piemonte nell 8-900, Chiara Pittatore sull arte moderna e Luca Toschino sui quartieri di Torino. Per salute e benessere, quattro conferenze tenute da medici: Rosella Bavassano parlerà di artrite reumatoide, Loredana Zingaro di ginecologia, Valerio Poggio di problemi alla cistifellea e colon, Arcangelo Garofalo di cervicalgia e cefalee. Ad ottobre tre conferenze sul diritto alla salute organizzate, poi due serate con Eugenia Locarni sulle mutazioni genetiche. Gestione dello stress a ottobre e psicologia delle età evolutive a marzo con la psicologa Laura Lania e problemi famigliari da gennaio a marzo con Filomena Savoia. Con don Elio Boniforte per tre TESSERAMENTO La quota annuale è di 18 euro. Inaugurazione venerdì 11 ottobre Lezioni da lunedì 14 lezioni sull ecumenismo. E ancora: filosofia da marzo con Davide Arione ed economia con Giovanni Garesio, Alessandro Gallo, Andrea Omedei e Sergio Giacone. Il presidio locale di Libera organizza quattro serate con testimonianze di chi si è ribellato alla mafia, tra cui Pino Maniaci il 21 novembre e Pino Masciari il 5 dicembre. Riccardo Assom parlerà di stragi nazifasciste e Gianni O- liva presenterà il suo ultimo libro sull Armistizio. Il maestro Renato Pizzardi curerà un corso annuale di canto corale (costo 30 euro) e uno di storia della musica. E poi chitarra con Federico Pisano, fotografia (in due parti da 25 euro l una) con Stefano Cantù, Gabriella Ceron e Diego Crestani. Lezioni anche di pittura su ceramica con Marisa Occhetto, uncinetto con Pina Turone, ricamo e lavoro a maglia con Vilma Olivieri. Luigi Mattiauda insegnerà come costruire cestini di vimini; Margherita Balla come realizzare articoli di bigiotteria e Ugo Spolverato le tecniche di pittura con acquerello. Lezioni di orticoltura con Domenico Valle e Simone Gili, di bonsai con Mario Sandri (costo 20 euro). Silvia Fersini propone corsi di yoga (costo 30 euro); Blengino Stefania e Arena Giuseppe di shiatsu (pure 30 euro). Maria Angela Delfitto spiegherà come cucinare in modo naturale. Infine, iformatica con Giuseppe Quartu ed Emidio D Errico, corsi di ginnastica dolce e teatro, ballo latino americano e ballo liscio, danze occitane e uno di scacchie al costo di 20 euro. Per maggior informazioni: Progetto a Cambiano Media Lagrange Caccia ai fondi per coibentare CAMBIANO Con la sistemazione del tetto al traguardo, la Giunta comunale chiede alla Regione i soldi per il secondo lotto di riqualificazione della media Lagrange: inviato a Palazzo Lascaris il progetto esecutivo dello studio associato Fraternali e Quattroccolo di Torino, che prevede rifacimento dell impianto termico, tinteggiatura delle aule, installazione di pannelli fotovoltaici e realizzazione di un cappotto termico isolante. «Il costo totale è di euro e abbiamo chiesto alla Regione di finanziarci l intera cifra comunica il sindaco Giancarlo Michellone Se i soldi arrivassero, potremmo migliorare l efficienza energetica della media, cosa che non è stato possibile realizzare insieme ai lavori sul tetto per mancanza di risorse». Completato il secondo lotto, si stima per le casse comunali un risparmio di circa euro sulle spese di riscaldamento. Il Comune ha inviato, sempre in Regione, la richiesta di scongelare euro dal Patto di stabilità: finora Palazzo Lascaris ha concesso di spenderne , cifra considerata troppo bassa da Michellone, che mesi fa aveva chiesto di u- tilizzarne La risposta è attesa entro fine ottobre. Intanto il ministero non sembra intenzionato a finanziare il progetto Il sole a scuola, al contrario di quanto annunciato mesi fa. Il sindaco scommetteva che i soldi sarebbero arrivati e che avrebbero coperto quasi l 80 % dell importo dei lavori, che prevedono l installazione di pannelli fotovoltaici sul tetto della palestrina delle elementari e sulla palestra delle medie. Costo totale: circa euro. Dopo oltre un anno e numerose telefonate dell ufficio tecnico, sembra che Cambiano non sia stato inserito in graduatoria. Michellone, però, non si scoraggia: «Nei prossimi giorni andrò a Roma e parlerò con i funzionari del ministero: spero di ottenere qualcosa...» BATTERIE TUDOR EXIDE PROMOZIONE SU GRUPPI DI CONTINUITA E BATTERIE PER TUTTE LE ESIGENZE MONCALIERI Via F.lli Ceirano 11/13 - Zona Ind. Vadò Tel. 011/ Fax 011/

22 T1 CV PR T2 58.Metropoli Rassegna stampa LA STAMPA.MERCOLEDÌ 25 SETTEMBRE 2013 Settembre 2013 Comune di Poirino il caso GIUSEPPE LEGATO Q Per le vostre segnalazioni Pino Torinese Sorpresi a rubare nell area ecologica Una pattuglia dei carabinieri di Pino li ha sorpresi mentre asportavano dalla discarica tutto quello che aveva ancora valore. Venti pneumatici, una tanica di olio e uno stereo. Uno dei complici è riuscito a fuggire a piedi. L altro è stato arrestato. Si chiama Bogdan Zarumba, 25 anni di origine romena. L altra sera, poco dopo le 22, si sono introdotti nell area ecologica di via Valle Balbiana. Dalle tasche del giubbotto del giovane sono saltate fuori le tronchesi usate per tagliare la recinzione del deposito. Tutto il materiale è stato sequestrato. I carabinieri sono a caccia del secondo uomo, che è riuscito a scappare facendo perdere le tracce tra i campi circostanti. Già due settimane fa i militari avevano denunciato due italiani che si [F. GEN.] erano introdotti nella discarica. Villastellone uattro torri, alte fino a sette piani, un centinaio di alloggi di pregio e ad alta categoria energetica, una piscina da portare in dote al Comune e un area commerciale di 3600 metri quadri che si dividerà tra alimentare e negozi. Il progetto di riqualificazione della Ex Dea di Moncalieri, fucina di talenti e ricerca tecnologica qualche anno fa e oggi fabbrica in stato di abbandono ricovero di disperati, è scritto nelle venti pagine depositate qualche tempo fa dalla società Nuova Edil Opera negli uffici al secondo piano del Comune, area riservata al settore urbanistico. Parere della commissione Nei giorni scorsi la commissione edilizia e paesaggistica, composta solo da tecnici, si è riunita per discutere di un parere di massima sulla proposta. Integrazioni a parte (che pure sono state UN MINI QUARTIERE Un centinaio di alloggi ed un'area commerciale su metri quadri richieste agli imprenditori che vogliono investire su quest area del territorio), l esito è favorevole. La porta della città Com è oggi e come diventerebbe Il complesso dell ex Dea si trova oggi in stato di abbandono ed è usato come tetto per la notte dai disperati. Nel rendering sotto, come dovrebbe presentarsi la nuova cittadella al termine dei lavori previsti dallo studio Moncalieri Ex Dea, ok dei tecnici ma è scontro politico Sono stati ancora una volta i residenti ad incastrare il responsabile dell ultima discarica abusiva. Questa si è materializzata nel fine settimana tra le campagne che circondano Villastellone. La polizia municipale, calzati i guanti, si è messa a rovistare nell immondizia. Così tra sanitari, mobili semidistrutti, attrezzi da cantiere e scatoloni, è saltato fuori l indirizzo di un azienda di Moncalieri. Il titolare, di Poirino, è già stato convocato in Municipio per le contestazioni del caso. Salvo non riesca a documentare la propria estraneità all episodio, dovrà pagare una multa e accollarsi le spese di pulizia dell area. «Sarà anche denunciato penalmente - assicura il sindaco, Davide Nicco - A chi si comporta in questo modo [F. GEN.] non facciamo alcuno sconto». Per tutti gli automobilisti che arrivano da corso Moncalieri, la Ex Dea sarà la nuova porta della città. E si tratterà di un mini quartiere nuovo di zecca se è vero come è vero che nelle analisi sulla capacità antropica dell intervento si ipotizzano fino a 450 nuovi abitanti. Moderno, accattivante nelle linee architettoniche e - si preannuncia - anche un po costoso, avrà però alti standard abitativi. Sorgerà a poca distanza dal cimitero di strada Torino, ai piedi del castello Reale e del salotto del centro storico. Una gemma immobiliare sulla quale da anni si trascinano dibattiti e veleni spesso politici costati anche la poltrona all ex sindaco Angelo Ferrero. Ma non solo questo. Grugliasco Moncalieri Incidente, tre feriti in corso Allamano Corsa allo sconto sulla Tares I requisiti per la domanda Discarica abusiva Una denuncia Sette auto coinvolte e tre feriti. Questo il bilancio dell incidente avvenuto alle 16,30 circa in corso Allamano a Grugliasco. La dinamica è ancora incerta, ma dalle prime indagini svolte dagli agenti della polizia locale sembra che un furgone Ducato, condotto da K. P. 18 anni di Torino, abbia attraversato il corso, arrivando da via Rivalta, passando con il rosso. La sua corsa è finita contro la portiera della Punto guidata da A. C., 68 anni anche lui di Torino, che viaggiava sul controviale in direzione Torino. L urto violento ha fatto finire la Punto in via Rivalta verso strada del Portone, mentre il furgone non solo si schiantava contro quattro auto posteggiate, ma feriva anche la signora N. B., di 55 anni di Bruino, che stava salendo sul suo Suzuky Jimmy. I tre feriti sono stati portati all ospedale di Rivoli. [P. ROM.] E partita l altroieri e andrà avanti fino al prossimo 31 ottobre la corsa alla sconto per la Tares, la tanto temuta nuova tassa sulla raccolta rifiuti. Il Comune di Moncalieri ha stanziato complessivamente 250 mila euro. Si attendono più di 2000 domande, in linea con i target numerici degli anni passati quando a bussare alla porta del Municipio per chiedere sgravi e facilitazioni economiche erano stati 1950 contribuenti. «Quest anno - spiega l assessore alle Politiche Sociali Enrica Colombo - le agevolazioni saranno concesse attraverso dei rimborsi e solo per gli edi- Opera di scarso interesse pubblico, e poi la piscina c è già 450 abitanti È la nuova popolazione che troverebbe posto in questo nuovo mini quartiere alle porte di Moncalieri euro È la soglia Isee sotto la quale i contribuenti moncalieresi hanno diritto alla esenzione totale 22 Scontro totale Ieri mattina i capigruppo di Pdl e Lega Nord Stefano Zacà e Arturo Calligaro si sono presentati negli uffici e hanno effettuato un cosiddetto «accesso agli atti». Hanno visto le carte e rilanciato dopo poche ore la polemica politica su questo intervento: «Un progetto che ha molto poco di interesse pubblico - dice Calligaro - visto che la piscina ce l abbiamo già e basta dare seguito alle richieste delle società che vogliono rilevarla e riaprirla sobbarcandosi tutti i costi. Poi sono scomparsi gli alloggi per le emergenze abitative promessi in consiglio». Stefano Zacà va oltre: «Per fici inquadrati come prima abitazione con esclusione delle categorie A1/A8/A9/A10. Ci sono anche altri paletti: il nucleo familiare richiedente non deve essere proprietario di automobili con una cilindrata superiore a 1600 cc (tantomeno di barche o di motocicli con cilindrata superiore a 900 cc)». L esenzione totale spetterà alle famiglie che oggi hanno un Isee complessivo inferiore a 7500 euro annui. Per i redditi tra 7500 euro e 10 mila euro l agevolazione sarà pari al 60% dell importo totale della bolletta e arriverà al 40% per coloro che hanno un reddito compreso tra 10 mila e 12 mila euro. La anni ci hanno spiegato che abitativa ci sono eccome. I consistavano mettendo a punto glieri non se ne sono accorti. una maxi variante urbanistica Avremo poco più di una decina per convogliare tutte le aree di alloggi da destinare ai nuclei dismesse. La Dea non rientra familiari in difficoltà». E aggiuntra queste. E potremmo par- ge. «La questione della fascia di lare anche della ex Pozzo Gros rispetto cimiteriale per noi è sumonti e dell ex perata. Il nostro Altissimo. Come IL NODO-CIMITERO piano regolatore mai?». E anco- «Non viene osservata spiega che questa ra: «Il progetto soglia va ammesla fascia di rispetto» sa entro i 100 meè impossibile L assessore: è falso tri dal camposanda attuare perché c è la fascia to. Le misuraziodi rispetto cimiteriale». ni dicono che siamo dentro a questa distanza». Infine? «Non La replica c è interesse pubblico? Intanto L assessore all urbanistica Mar- c è una piscina e oggi non abbiacello Concas vuole mettere i mo un impianto funzionante e punti sulle «i». E ribatte punto su poi le case in dote al Comune punto: «Le case per l emergenza completeranno il quadro». Per presentare le domande ci sarà tempo fino al 31 ottobre soglia minima, che equivale a uno sconto del 20%, sarà accessibile per i contribuenti con reddito tra 12 mila e 14 mila euro annui. Contro i furbetti dello sconto che nei mesi scorsi sono cresciuti a dismisura si sono studiate delle misure nuove: «Chi presenterà reddito zero - spiegano negli uffici dovrà integrare la domanda con una dichiarazione in cui spiega con quali fonti economiche provvede al suo sostentamento». Le domande vanno presentate on line con il modello disponibile sul sito oppure presso l Ufficio Servizi Sociali di via Principessa Clotilde 10. Info al numero vede gratuito [G. LEG.]

Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Adolescenti. Università per Stranieri di Siena.

Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Adolescenti. Università per Stranieri di Siena. per Stranieri di Siena Centro CILS : Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Dicembre 2009 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi o messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo.

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

IL CALENDARIO DELLA COMUNITÀ

IL CALENDARIO DELLA COMUNITÀ Carissimi, A TUTTE LE FAMIGLIE DI POGGIO - GAIANA e SANTUARIO SETTEMBRE - OTTOBRE 2015 tutte le nostre feste comunitarie in questo tempo ci invitano a innalzare lo sguardo alla Madonna: al Santuario per

Dettagli

Vuoi bene alla tua scuola? Allora pedala! in via Frigia dal martedì 18 alla domenica 23 novembre info su www.energiadi.org

Vuoi bene alla tua scuola? Allora pedala! in via Frigia dal martedì 18 alla domenica 23 novembre info su www.energiadi.org in via Frigia dal martedì 18 alla domenica 23 novembre info su www.energiadi.org Una gara per produrre corrente elettrica pulita pedalando su apposite biciclette. Sono in gara 9 scuole, quella che produrrà

Dettagli

ISCRIZIONE CATECHESI Cammini di educazione e formazione cristiana per bambini, ragazzi e adolescenti

ISCRIZIONE CATECHESI Cammini di educazione e formazione cristiana per bambini, ragazzi e adolescenti DOMENICA 27 SETTEMBRE Parrocchia SS. Nazario e Celso MM. - Urgnano Oratorio S. Giovanni Bosco FESTA DI INIZIO ANNO PASTORALE Ore 10.30 S. MESSA di apertura del nuovo ANNO PASTORALE In questa occasione

Dettagli

Festival delle Scuole 2012

Festival delle Scuole 2012 Un piccolo teatro Un grande festival Festival delle Scuole 2012 Il più grande Concorso di Teatro Scolastico d Italia Concorso di Arti Visive per Bambini e Ragazzi un progetto in collaborazione con istituzioni

Dettagli

Relazione al bilancio di previsione. Antonella Ferrari Assessore alla Cultura, Tempo libero Pubblica Istruzione, Servizi informativi Comunicazione

Relazione al bilancio di previsione. Antonella Ferrari Assessore alla Cultura, Tempo libero Pubblica Istruzione, Servizi informativi Comunicazione Relazione al bilancio di previsione Antonella Ferrari Assessore alla Cultura, Tempo libero Pubblica Istruzione, Servizi informativi Comunicazione Anno 2013 Pubblica Istruzione Dimensionamento Scolastico

Dettagli

UFFICIO STAMPA SETTIMANA DELLA CARNE

UFFICIO STAMPA SETTIMANA DELLA CARNE COMUNE DI CAVOUR CAVOUR 20/25 APRILE 2008: LA SETTIMANA DELLA CARNE Comunicato Stampa n.2 La vetrina della razza bovina Piemontese IL PROGRAMMA SABATO 19 APRILE Ore 21 PalasportCavour, via Vigone: anteprima

Dettagli

PARROCCHIA SAN BERNARDO CALENDARIO settimana dal 10 al 17 gennaio 2016

PARROCCHIA SAN BERNARDO CALENDARIO settimana dal 10 al 17 gennaio 2016 PARROCCHIA SAN BERNARDO CALENDARIO settimana dal 10 al 17 gennaio 2016 DOMENICA 10 Gennaio Battesimo di GESU' ore 9,00-11,00 S.MESSA Battesimo : FISCHIETTI Rebecca LUNEDI' 11 Gennaio Non c'è la messa ore

Dettagli

30 Anni Di1 Pro-Loco. Estate. Capracotta 2009. Estate. Capracotta

30 Anni Di1 Pro-Loco. Estate. Capracotta 2009. Estate. Capracotta 1979 30 Anni Di1 Pro-Loco Estate Estate P S D 3 Estate Programma Estivo SABATO 11 LUGLIO Ore 21:30 Largo dei Sartori Festa San Sebastiano protettore e Madonna del Carmelo Serata musicale con FABIO RICCI

Dettagli

Gli orari e i servizi

Gli orari e i servizi INfanzia IN fiore Le Scuole dell infanzia di Attraverso esperienze reali impariamo le norme e i comportamenti da adottare in caso di pericolo I progetti Gli esperti Sportello psicologico una psicologa

Dettagli

Vorrei avere mille lingue. Settimana di Animazione Missionaria. 10-18 ottobre 2015 PARROCCHIA SAN GASPARE DEL BUFALO

Vorrei avere mille lingue. Settimana di Animazione Missionaria. 10-18 ottobre 2015 PARROCCHIA SAN GASPARE DEL BUFALO Settimana di Animazione Missionaria in occasione dei festeggiamenti in onore di San Gaspare del Bufalo e del Bicentenario di fondazione di Missionari del Preziosissimo Sangue Vorrei avere mille lingue

Dettagli

BizzaronEstate 2013. dal 28 luglio al 15 agosto. Comune di Bizzarone. in collaborazione con:

BizzaronEstate 2013. dal 28 luglio al 15 agosto. Comune di Bizzarone. in collaborazione con: Comune di Bizzarone Assessorato al tempo libero Assessorato alla terza età Assessorato alla famiglia Assessorato all ambiente in collaborazione con: Scuola dell Infanzia O.Riva Associazione I Carbunatt

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo adolescenti

Livello CILS A2 Modulo adolescenti Livello CILS A2 Modulo adolescenti MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Imu, Service Tax e fondi per la riqualificazione edilizia ed energetica, in vigore il decreto. Conversano, 3 Settembre 13

COMUNICATO STAMPA. Imu, Service Tax e fondi per la riqualificazione edilizia ed energetica, in vigore il decreto. Conversano, 3 Settembre 13 Dott. Pietro D Onghia Ufficio Stampa Master m. 328 4259547 t 080 4959823 f 080 4959030 www.masteritaly.com ufficiostampa@masteritaly.com Master s.r.l. Master s.r.l. progetta, produce e commercializza accessori

Dettagli

Registrazione Tribunale Torino - Anno XLVII - N. 2 - Marzo 2016 EDITRICE: Associazione 'L GAVASON DIRETTORE RESPONSABILE: Ezio UGGETTI 'L Gavason E D I Z I O N E S P E C I A L E 2016 Olga Martinetto Sergio

Dettagli

Domenica 22 novembre 2015 XXXIV Tempo Ordinario Nostro Signore Gesù Cristo Re dell'universo

Domenica 22 novembre 2015 XXXIV Tempo Ordinario Nostro Signore Gesù Cristo Re dell'universo PARROCCHIA SAN BERNARDO CALENDARIO settimana dal 22 al 29 Novembre 2015 DOMENICA 22 Novembre Solennita' di CRISTO RE ore 9,00-11,00 S. MESSA Presentazione Gruppo: CORO ore 16,00 Battesimi: CASILE Aurora-

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A2 Bambini. Università per Stranieri di Siena.

Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A2 Bambini. Università per Stranieri di Siena. per Stranieri di Siena Centro CILS : Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2013/14

ANNO SCOLASTICO 2013/14 ANNO SCOLASTICO 2013/14 LA LETTERA AL SINDACO L INVITO DEL SINDACO Palermo, 6 Novembre 2013 Caro Sindaco, siamo gli alunni della classe 4^ C della scuola Francesco Orestano che si trova a Brancaccio, in

Dettagli

37 a FIERA DI SAN LORENZO

37 a FIERA DI SAN LORENZO Patrocinio dell Amministrazione Provinciale di Ferrara FINALE EMILIA Modena CENTO Ferrara BONDENO Ferrara 37 a FIERA DI SAN LORENZO SAGRA DELLA LUMACA dal 28 Luglio al 10 Agosto 2011 Casumaro - Città della

Dettagli

Livello CILS A1 Modulo adolescenti

Livello CILS A1 Modulo adolescenti Livello CILS A1 Modulo adolescenti MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Dettato. DEVI SCRIVERE IL TESTO NEL FOGLIO DELL ASCOLTO PROVA N.1 - DETTATO. 2 Ascolto Prova n. 2 Ascolta il testo: è un dialogo tra due ragazzi

Dettagli

Settimanale Parrocchia OGNISSANTI Milano Anno pastorale 2011-2012. Domenica 19 febbraio 2012. ULTIMA DOMENICA DOPO L'EPIFANIA "del perdono"

Settimanale Parrocchia OGNISSANTI Milano Anno pastorale 2011-2012. Domenica 19 febbraio 2012. ULTIMA DOMENICA DOPO L'EPIFANIA del perdono IL RICHIAMO Settimanale Parrocchia OGNISSANTI Milano Anno pastorale 2011-2012 Domenica 19 febbraio 2012 ULTIMA DOMENICA DOPO L'EPIFANIA "del perdono" Vangelo del giorno: Luca 18,9-14 In quel tempo. Il

Dettagli

-------------------------------------------------------------------------------------------------------

------------------------------------------------------------------------------------------------------- pelle su pelle Testo tratto dalle interviste realizzate in occasione della festa del volontariato - Casalecchio di Reno 22 aprile 2013 a cura dell associazione di promozione sociale Gruppo Elettrogeno

Dettagli

Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini

Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini grafica di Gianluigi Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini Anno scolastico 2010_ 2011 Perché questa scelta? Il libro è un contesto abitato dai bambini sin dalla più tenera età; è

Dettagli

- 1 reference coded [1,02% Coverage]

<Documents\bo_min_2_M_17_ita_stu> - 1 reference coded [1,02% Coverage] - 1 reference coded [1,02% Coverage] Reference 1-1,02% Coverage Sì, adesso puoi fare i filmati, quindi alla fine se non hai niente da fare passi anche un ora al cellulare

Dettagli

Come da tradizione, anche quest anno Frossasco

Come da tradizione, anche quest anno Frossasco Sagra degli Abbà 2011 Come da tradizione, anche quest anno Frossasco si appresta a celebrare la Sagra degli Abbà le cui radici risiedono nel medioevo. Era una ricorrenza importante: nei giorni della festa

Dettagli

A TUTTE LE FAMIGLIE DI POGGIO - GAIANA e SANTUARIO

A TUTTE LE FAMIGLIE DI POGGIO - GAIANA e SANTUARIO A TUTTE LE FAMIGLIE DI POGGIO - GAIANA e SANTUARIO GENNAIO FEBBRAIO 2015 Carissimi, qualcuno sta dicendo che conoscendo bene i dieci comandamenti per tutto quest anno siamo a posto! A dire il vero altri

Dettagli

apre lavora parti parla chiude prende torno vive

apre lavora parti parla chiude prende torno vive 1. Completa con la desinenza della 1 a (io) e della 2 a (tu) persona singolare dei verbi. 1. - Cosa guard...? - Guardo un film di Fellini. 2. - Dove abiti? - Abit... a Milano. 3. - Cosa ascolt...? - Ascolto

Dettagli

IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE.

IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE. IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE Istituto ROSMINI DOMANDA 1 Che cosa ti ha portato a scegliere la scuola superiore

Dettagli

dal 1 dicembre al 10 gennaio

dal 1 dicembre al 10 gennaio DICEMBRE ORARIO SANTE MESSE dal 1 dicembre al 10 gennaio In Basilica: Prefestiva : ore 18.00 Festive : ore 7.30-9.30-11.00-18.00 ore 17.45 Celebrazione dei Vespri Feriali: ore 7.00-9.00 tutti i giorni

Dettagli

Livello CILS A1. Test di ascolto

Livello CILS A1. Test di ascolto Livello CILS A1 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

PROGRAMMA DELLE MANIFESTAZIONI

PROGRAMMA DELLE MANIFESTAZIONI Diocesi San Marco Argentano-Scalea Parrocchia Santa Maria del Piano VERBICARO Solenni Festeggiamenti in onore di MARIA SANTISSIMA DELLE GRAZIE - PATRONA DI VERBICARO 23 giugno-3 luglio 2013 Cari Verbicaresi,

Dettagli

Maria ha mandato una lettera a sua madre.

Maria ha mandato una lettera a sua madre. GRAMMATICA LE PREPOSIZIONI Osservate: Carlo ha regalato un mazzo di fiori a Maria per il suo compleanno. Vivo a Roma. La lezione inizia alle 9:00. Sono ritornata a casa alle 22:00. Ho comprato una macchina

Dettagli

Pagine di scuola. Crescere fra le righe. Scuola e Famiglia nella sfida educativa REGOLAMENTO DEL CONCORSO

Pagine di scuola. Crescere fra le righe. Scuola e Famiglia nella sfida educativa REGOLAMENTO DEL CONCORSO Pagine di scuola. Crescere fra le righe. Scuola e Famiglia nella sfida educativa REGOLAMENTO DEL CONCORSO 1. Accesso al Concorso Il Concorso è gratuito e possono parteciparvi tutti coloro i quali alla

Dettagli

Diocesi di Caserta Santuario di San Michele Arcangelo e Santa Maria del Monte Programma invernale del Santuario 25 Anniversario della Madonna del Monte Anno Mariano 1987-2012 novembre-aprile 2011-2012

Dettagli

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript 2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: Ciao Monica, vuoi venire al concerto di Cold

Dettagli

Parrocchia Santa Maria delle Grazie Squinzano (LE) smdellegrazie.squinzano@virgilio.it CRONACA PARROCCHIALE ANNO 2009

Parrocchia Santa Maria delle Grazie Squinzano (LE) smdellegrazie.squinzano@virgilio.it CRONACA PARROCCHIALE ANNO 2009 Parrocchia Santa Maria delle Grazie Squinzano (LE) smdellegrazie.squinzano@virgilio.it CRONACA PARROCCHIALE ANNO 2009 GENNAIO - FEBBRAIO 2009 4 Gennaio: Veglia interparrocchiale in occasione di Dipingi

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi. In quale luogo puoi ascoltare i dialoghi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. DEVI SCRIVERE LE TUE

Dettagli

Natale a San Giovanni e Antica Fiera di Santa Lucia

Natale a San Giovanni e Antica Fiera di Santa Lucia Natale a San Giovanni e Antica Fiera di Santa Lucia Dal 5 dicembre al 6 gennaio Partecipa al FantaNatale delle Favole, tante magiche sorprese per il tuo shopping nel Granaio!! Non perderti eventi, mercatini,

Dettagli

Si ricorda cosa le hanno detto, come l ha saputo?

Si ricorda cosa le hanno detto, come l ha saputo? Intervista rilasciata su videocassetta dalla Sig.ra Miranda Cavaglion il 17 giugno 2003 presso la propria abitazione in Cascine Vica, Rivoli. Intervistatrice: Prof.ssa Marina Bellò. Addetto alla registrazione:

Dettagli

THE POWER OF X. Un evento che farà notizia e che lascerà il segno nel cuore di una Torino che non potrà dimenticare.

THE POWER OF X. Un evento che farà notizia e che lascerà il segno nel cuore di una Torino che non potrà dimenticare. THE POWER OF THE POWER OF X Un evento che farà notizia e che lascerà il segno nel cuore di una Torino che non potrà dimenticare. 2 THE POWER OF X TORINO! Piazza San Carlo. UNA DELLE PIAZZE PIÙ IMPORTANTI

Dettagli

LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA

LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA Edizione Nr. 5 uscita del 13 febbraio 2015 All interno trovi Curiosità Racconti personali Tante fotografie Le nostre attività Informazioni ed eventi E tanto altro Via

Dettagli

Olgiate Olona, scorci del Centro (via Cavour, via Tovo, via F. Restelli, via Landriani, Piazza S. Stefano, via Montello, via Mazzini)

Olgiate Olona, scorci del Centro (via Cavour, via Tovo, via F. Restelli, via Landriani, Piazza S. Stefano, via Montello, via Mazzini) Comunicato Stampa del 17 maggio 2005 Martedì 17 maggio alle ore 16.00 Presentazione delle iniziative culturali per l estate 2005 Martedì 17 maggio alle ore 16.00 presso gli uffici dell Assessorato alla

Dettagli

Accompagnare i bambini 3-6 anni attraverso la liturgia nella diversità di tempi e spazi

Accompagnare i bambini 3-6 anni attraverso la liturgia nella diversità di tempi e spazi Cammino 3-6 anni 13 gennaio 2015 Accompagnare i bambini 3-6 anni attraverso la liturgia nella diversità di tempi e spazi Premessa Prima di condividere con voi le idee che come equipe abbiamo pensato di

Dettagli

Capannori. Speciale lavori pubblici 3. - Inaugurazione nuovo casello autostradale di Capannori

Capannori. Speciale lavori pubblici 3. - Inaugurazione nuovo casello autostradale di Capannori Capannori Speciale lavori pubblici 3 - Inaugurazione nuovo casello autostradale di Capannori Nel trentennale dello spostamento del municipio da Lucca a Capannori festeggiamo una delle più grandi opere

Dettagli

La gatta Arcibalda e altre storie

La gatta Arcibalda e altre storie ADRIANA ZARRI La gatta Arcibalda e altre storie Riflessioni sugli animali e sulla natura prefazione di MONS. LUIGI BETTAZZI postilla di NATALE FIORETTO 2011 PREFAZIONE Adriana Zarri era una donna di fede.

Dettagli

AI GENITORI STRANIERI Com è oggi la scuola in Italia

AI GENITORI STRANIERI Com è oggi la scuola in Italia Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo A. Da Rosciate via Codussi, 7 414 Bergamo Tel 03543373 Fax: 0357033- www.darosciate.it e-mail: segreteria@darosciate.it -

Dettagli

Fondo Transi SCHEDA FONDO. Numero identificativo: 19. Collocazione: TRA-19. Provenienza: San Giorgio di Crognaleto (Teramo) Autore: sig.

Fondo Transi SCHEDA FONDO. Numero identificativo: 19. Collocazione: TRA-19. Provenienza: San Giorgio di Crognaleto (Teramo) Autore: sig. SCHEDA FONDO Numero identificativo: 19 Collocazione: TRA-19 Provenienza: San Giorgio di Crognaleto (Teramo) Autore: sig. Transi Donazione o deposito: deposito Consistenza: 1 Dvd Durata: 1h 25' Formato:

Dettagli

foglio di collegamento

foglio di collegamento foglio di collegamento la newsletter dell accoglienza DI VILLAFRANCA DI VERONA le attività principali: accoglienza pomeridiana di bambini e ragazzi, animazione e attività espressive, apprendimento, laboratori

Dettagli

Guida didattica all unità 4 La città in festa

Guida didattica all unità 4 La città in festa Destinazione Italiano Livello 2 Guida didattica all unità 4 La città in festa 1. Proposta di articolazione dell unità 1. Come attività propedeutica, l insegnante svolge un attività di anticipazione, che

Dettagli

www.piazzatorre.eu PIAZZAT RRE Ufficio turistico PROGRAMMA DUEMILA15 PIAZZAT RRE Montagna da amare

www.piazzatorre.eu PIAZZAT RRE Ufficio turistico PROGRAMMA DUEMILA15 PIAZZAT RRE Montagna da amare www.piazzatorre.eu PIAZZAT RRE Ufficio turistico PROGRAMMA Estate DUEMILA15 PIAZZAT RRE Montagna da amare PIAZZAT RRE PROGRAMMA ESTATE 2015 LUGLIO Legenda = MERCATINI IN PIAZZA c/o Anfiteatro dalle 9:00

Dettagli

5 modi. Boeri. per cambiare città restando a Milano. I Milanesi si riprendono la città. Scopri come. www.stefanoboeri.it. Stefano

5 modi. Boeri. per cambiare città restando a Milano. I Milanesi si riprendono la città. Scopri come. www.stefanoboeri.it. Stefano www.stefanoboeri.it 5 modi per cambiare città restando a Milano. I Milanesi si riprendono la città. Scopri come. Stefano Boeri Cambiamo città. Restiamo a Milano. 5 PROPOSTE. Un altra Milano comincia da

Dettagli

TUTTI A TAVOLA NON DI SOLO PANE VIVRA L UOMO

TUTTI A TAVOLA NON DI SOLO PANE VIVRA L UOMO - CRE 2015 - TUTTI A TAVOLA NON DI SOLO PANE VIVRA L UOMO Finisce la Scuola COMINCIA L ESTATE! Pensando ad una proposta educativa nella Scuola dell Infanzia in Estate, è certo che l attività estiva non

Dettagli

Fondazione Pirelli Educational. Scuola secondaria di I grado

Fondazione Pirelli Educational. Scuola secondaria di I grado Fondazione Pirelli Educational 2015 2016 Laboratori Fondazione Pirelli Per l anno scolastico 2015-2016 la Fondazione organizza un programma gratuito di percorsi didattici e creativi rivolto alle scuole

Dettagli

UBICAZIONE DEL LICEO MUSICALE G. VERDI IN VIA SAN MARCO E COMPATIBILITÀ CON IL PIANO DI STUDIO DEGLI ALLIEVI: PROBLEMI RILEVATI

UBICAZIONE DEL LICEO MUSICALE G. VERDI IN VIA SAN MARCO E COMPATIBILITÀ CON IL PIANO DI STUDIO DEGLI ALLIEVI: PROBLEMI RILEVATI Milano, 3 Novembre 2014 UBICAZIONE DEL LICEO MUSICALE G. VERDI IN VIA SAN MARCO E COMPATIBILITÀ CON IL PIANO DI STUDIO DEGLI ALLIEVI: PROBLEMI RILEVATI Uno dei più grandi punti di forza del Liceo Musicale

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. Alla fine del

Dettagli

Dopo aver riflettuto e discusso sulla vita dei bambini che lavoravano, leggi questo brano:

Dopo aver riflettuto e discusso sulla vita dei bambini che lavoravano, leggi questo brano: Imparare a "guardare" le immagini, andando al di là delle impressioni estetiche, consente non solo di conoscere chi eravamo, ma anche di operare riflessioni e confronti con la vita attuale. Abitua inoltre

Dettagli

CITTA DI SANTENA Provincia di Torino

CITTA DI SANTENA Provincia di Torino CITTA DI SANTENA Provincia di Torino VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE SEDUTA IN DATA 28/08/2013 N. 141 OGGETTO : Dislessia : Diverso Stile di Apprendimento Apertura sportello di ascolto.

Dettagli

BENESSERE SUL LAVORO E QUALITA DELLE RELAZIONI Intervista a Christian Boiron. Di Enrico Cheli

BENESSERE SUL LAVORO E QUALITA DELLE RELAZIONI Intervista a Christian Boiron. Di Enrico Cheli BENESSERE SUL LAVORO E QUALITA DELLE RELAZIONI Intervista a Christian Boiron Di Enrico Cheli Cheli: Dott. Boiron, lei è presidente del gruppo Boiron, leader mondiale nel campo dell omeopatia, e da anni

Dettagli

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati Dagli studenti sul HYPERLINK "iloquotidiano.it" Ilquotidianoinclasse.it Allestimento di Lorenzo Testa Supervisione di Chiara Marra

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

ALIO. dei BORGHI. www.prolocopiscina.it

ALIO. dei BORGHI. www.prolocopiscina.it P ALIO dei BORGHI PISCINA dal 12 giugno al 3 luglio 2011 PRO LOCO DI PISCINA www.prolocopiscina.it COMUNE DI PISCINA SALUTO DEL SINDACO DI PISCINA Ed eccoci al terzo, attesissimo appuntamento con il Palio

Dettagli

PROGRAMMA GENERALE VENERDI

PROGRAMMA GENERALE VENERDI 67 a SAGRA DEL MANDORLO IN FIORE 57 FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL FOLKLORE 12 FESTIVAL INTERNAZIONALE I BAMBINI DEL MONDO 11 CORTEO STORICO D ITALIA 3 12 FEBBRAIO 2012 PROGRAMMA GENERALE VENERDI 3 Festival

Dettagli

ENGLISH FRANCAIS ITALIANO

ENGLISH FRANCAIS ITALIANO ENGLISH FRANCAIS ITALIANO 1 ITALIAN L idea L idea nasce in seno al segretariato del Consiglio delle Conferenze Episcopali d Europa (CCEE). All indomani dell elezione di Papa Francesco, del Papa venuto

Dettagli

- 1 reference coded [3,14% Coverage]

<Documents\bo_min_11_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [3,14% Coverage] - 1 reference coded [3,14% Coverage] Reference 1-3,14% Coverage quindi ti informi sulle cose che ti interessano? sì, sui blog dei miei amici ah, i tuoi amici hanno dei

Dettagli

PARROCCHIA SAN BERNARDO CALENDARIO settimana dal 24 al 31 gennaio 2016

PARROCCHIA SAN BERNARDO CALENDARIO settimana dal 24 al 31 gennaio 2016 PARROCCHIA SAN BERNARDO CALENDARIO settimana dal 24 al 31 gennaio 2016 DOMENICA 24 Gennaio ore 9,00-11,00 S. MESSA Presentazione Gruppo Rinnovamento nello Spirito LUNEDI' 25 Gennaio Non c'è la messa ore

Dettagli

1 di 5 11/01/2012 0.26

1 di 5 11/01/2012 0.26 1 di 5 11/01/2012 0.26 HOME S.O.S. CORRIERE S.O.S. AVVOCATO GALLERIA NUMERI UTILI JOB CONTATTI PUBBLICITÀ ATTUALITÀ CONCORSI COMMERCIO ANIMALI VINO SCUOLA INCHIESTE SANITÀ ITALIA SALUTE SOCIALE EVENTI

Dettagli

Progetto grafico Roman Ceroni Photo by Marco & Gina Progetto grafico Roman Ceroni Photo by Marco & Gin

Progetto grafico Roman Ceroni Photo by Marco & Gina Progetto grafico Roman Ceroni Photo by Marco & Gin Pro getto g r af i co Roman Ceroni Photo by Marco & G i na La Pro Loco ringrazia tutti coloro che hanno contribuito e collaborato all organizzazione delle iniziative per l inverno 2015-2016 e augura a

Dettagli

PROGRAMMA San Valentino 2015

PROGRAMMA San Valentino 2015 Dal 5 al 13 Febbraio Novena di Preparazione alla Festa del Santo Animata dai diversi Gruppi Ecclesiali Diocesani Ore 17,00: Basilica San Valentino - Rosario e Celebrazione Eucaristica SABATO 7 FEBBRAIO

Dettagli

Siate i benvenuti tra noi!

Siate i benvenuti tra noi! Siate i benvenuti tra noi! N e w s l e t t e r d i a g g i o r n a m e n t o s u i p r o g e t t i d i A m i c i d e i B a m b i n i i n M a r o c c o e n o n s o l o 2011 Gennaio Newsletter di aggiornamento

Dettagli

UN VIAGGIO VERSO LA CONOSCENZA

UN VIAGGIO VERSO LA CONOSCENZA IST. COMPRENSIVO BARLASSINA Scuola Secondaria G.Galilei ad INDIRIZZO MUSICALE Dirigente Scolastico Daniela Colombo UN VIAGGIO VERSO LA CONOSCENZA 19/01/2013 educare per istruire Presentazione POF Secondaria

Dettagli

PAPA FRANCESCO - Nessuna paura della gioia

PAPA FRANCESCO - Nessuna paura della gioia PARROCCHIA S. BARTOLOMEO CARUGO SOGNI E REALTA Foglio di comunicazione e fraternità Ciclostilato in proprio del 4 maggio 2014 - www.parrocchiacarugo.it PAPA FRANCESCO - Nessuna paura della gioia Ci sono

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

Introduzione: Piero Donnola

Introduzione: Piero Donnola Introduzione: Piero Donnola Segretario Generale FILCA Piemonte Torino, 23 Giugno 2015 Sala Polivalente ATC Scaletta Saluti di Benvenuto e di ringraziamenti Convegno Abitare, Lavorare, Migliorare l Ambiente

Dettagli

Festa e Fiera di San Savino

Festa e Fiera di San Savino Festa e Fiera di San Savino Programma Completo VENERDI 1 LUGLIO 2016 21.00 Borghetto: Musica Anni 60 a favore di Casa Insieme, hospice di Salerano, per raccogliere fondi. 8:30/18:30 16.30/19.30 21.00 DOMENICA

Dettagli

Racconti visioni e libri per rospi da baciare

Racconti visioni e libri per rospi da baciare febbraio 2008 Cari bambini e ragazzi che verrete al festival chiamato AIUTO, STO CAMBIANDO! Racconti visioni e libri per rospi da baciare a Cagliari dall 8 all 11 ottobre 2009 NOTA: questa la lettera originale,

Dettagli

PROGRAMMA della 40 FESTA DELL UVA 2009

PROGRAMMA della 40 FESTA DELL UVA 2009 PROGRAMMA della 40 FESTA DELL UVA 2009 In questo anno di difficoltà per tutti la PRO LOCO ha ritenuto di fare ogni sforzo possibile per cercare di non far pagare l ingresso al centro storico, in nessuno

Dettagli

5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 1

5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 1 5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 1 Giugno 2010 5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 2 5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010

Dettagli

Il laboratorio di musica

Il laboratorio di musica Il laboratorio di musica Il laboratorio di musica si inserisce nei laboratori facoltativi pomeridiani e a differenza degli altri laboratori, che hanno una durata quadrimestrale, dura per tutto l anno.

Dettagli

1 Consiglio. Esercizi 1 1

1 Consiglio. Esercizi 1 1 1 Consiglio Prima di andare a dormire scrivi cinque parole italiane che ti interessano. La mattina dopo, prima di alzarti, cerca di ricordarti le parole scritte la sera prima. 1 Animali Fai il cruciverba.

Dettagli

ITALIANO: corso multimediale d'italiano Per stranieri. Percorso

ITALIANO: corso multimediale d'italiano Per stranieri. Percorso unità 7 - quattro chiacchiere con gli amici lezione 13: un tè in compagnia 64-66 lezione 14: al telefono 67-69 vita italiana 70 approfondimenti 71 unità 8 - una casa nuova lezione 15: cercare casa 72-74

Dettagli

L ESERCITO DEI BISCOTTI

L ESERCITO DEI BISCOTTI L ESERCITO DEI BISCOTTI Siamo gli alunni del Convitto Nazionale Paolo Diacono, un Istituzione Educativa dello Stato, presente a Cividale del Friuli dal 1876. L offerta formativa del Convitto comprende:

Dettagli

Percorsi per fidanzati in cammino verso il matrimonio

Percorsi per fidanzati in cammino verso il matrimonio Vicariato di Verona centro Percorsi per fidanzati in cammino verso il matrimonio Parrocchia della Cattedrale Ogni incontro vorrà essere sempre un esperienza di ecclesialità e tenendo presente i seguenti

Dettagli

UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1 IL MIO MONDO

UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1 IL MIO MONDO UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1 IL MIO MONDO L alunno riflette su Dio Padre e si confronta con l esperienza religiosa. Cogliere nel proprio nome un mondo di potenzialità, dono di Dio Padre. Prendere coscienza

Dettagli

F E S T I V I T A N A T A L I Z I E 2015/2016 P R O G R A M M A

F E S T I V I T A N A T A L I Z I E 2015/2016 P R O G R A M M A F E S T I V I T A N A T A L I Z I E 2015/2016 P R O G R A M M A P R E S E P I dal 25 dicembre Presepe vivente borgata Fornacelle Giorni 26-27 dicembre e 1-2-3-6 e 10 gennaio 2016 / dalle ore 18.00 alle

Dettagli

Parrocchia S. Maria Nuova

Parrocchia S. Maria Nuova Parrocchia S. Maria Nuova Piazza Santa Maria Nuova, 4 01100 Viterbo Tel/Fax 0761.340700 - c/c postale n. 79886701 www.santamarianuova-viterbo.it - info@santamarianuova-viterbo.it Recapiti telefonici dei

Dettagli

Scuola dell Infanzia

Scuola dell Infanzia ISTITUTO PARITARIO MARIA CONSOLATRICE Via Melchiorre Gioia, 51 20 124 MILANO Tel. 02/66.98.16.48 - Fax 02/66.98.43.64 - Cod.Fiscale: 01798650154 e-mail:primaria@consolatricemilano.it sito internet: www.consolatricemilano.it

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Punto n. 6 all O.d.G.: Interpellanza, a. firma dei Consiglieri comunali di minoranza, su seggi elettorali a

Sindaco BERGAGNA Stefano Punto n. 6 all O.d.G.: Interpellanza, a. firma dei Consiglieri comunali di minoranza, su seggi elettorali a 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Punto n. 6 all O.d.G.: Interpellanza, a firma dei Consiglieri comunali di minoranza, su seggi elettorali a Buja. Prego. Cons. FASIOLO Rudi (senza microfono) Un altra interrogazione

Dettagli

La newsletter dell'azienda Speciale Gallazzi Vismara Numero 2 - maggio 2015

La newsletter dell'azienda Speciale Gallazzi Vismara Numero 2 - maggio 2015 La newsletter dell'azienda Speciale Gallazzi Vismara Numero 2 - maggio 2015 FESTA DI PRIMAVERA Il 29 marzo la Casa di Riposo Gallazzi Vismara ha dato ufficialmente il benvenuto alla primavera, una stagione

Dettagli

Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Bambini. Università per Stranieri di Siena.

Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Bambini. Università per Stranieri di Siena. Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla

Dettagli

E Penelope si arrabbiò

E Penelope si arrabbiò Carla Signoris E Penelope si arrabbiò Rizzoli Proprietà letteraria riservata 2014 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-07262-5 Prima edizione: maggio 2014 Seconda edizione: maggio 2014 E Penelope si

Dettagli

Madonna della Mercede

Madonna della Mercede FESTA PATRONALE Madonna della Mercede 12-27 settembre 2015 Savonera in festa Tornei, Luna Park, Cibo, Musica e Preghiera per tutti A cura di: Parrocchia Sacro Cuore di Gesù insieme al Comitato di Quartiere

Dettagli

NOTIZIE DALL INTERNO

NOTIZIE DALL INTERNO Istituto Comprensivo Cantù2 Scuola Primaria di Fecchio Anno 7. Numero 3 Giugno 2012 SCUOLA IN...FORMA Pag. 2 NOTIZIE DALL INTERNO (CURIOSANDO NELLA SCUOLA) A CURA DI ALICE, TABATA, MATTEO CAMESASCA (QUINTA)

Dettagli