Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download ""

Transcript

1

2

3

4

5

6 Questo Mese SALUTE & BENESSERE Filo diretto con i nostri esperti 20 Alitosi. Un problema anche per chi ci è vicino 22 La farmacia fra cittadini e servizio sanitario nazionale 24 Illimitato... il cervello! 26 Solidarietà e volontariato 30 L approccio podoposturologo nel calcio 32 La nostra pelle e il nichel 34 I piccoli disturbi della gravidanza 36 La digestione 42 Prevenzione del piede diabetico SPORT & FITNESS Promuovere l integrazione attraverso lo sport 46 Biomeccanica della spalla 48 Rubricatrekking: Punta Campanella 52 Il sorriso degli occhi! VARIE 56 Consigli e segreti per la casa 58 Io non scivolo, e tu? 60 Per un mondo più verde 62 Impariamo l inglese - Capitolo Gravidanza e parto della cagna 68 Educhiamoci 70 L Associazione Radioamatori Italiani 72 La carrozzella magica - II parte 74 L angolo della Poesia - Maria 76 Condominio - A chi competono le spese di manutenzione...? 78 Quotazioni immobiliari da un idea di Daniele Fiorile Periodico di attualità a diffusione gratuita In copertina: Valentina Spaventa di C.mare di Stabia fotografata da Umberto Astarita - Sorrento Tel % FITNESS MAGAZINE Anno III Numero 3 - Marzo 2009 Supplem. a IL MAGAZINE (www.ilmagazine.info) Direttore Responsabile: Luigi D Alise (www.luigidalise.it) Direttore Editoriale: Daniele Fiorile Registro della Stampa: Aut. Trib. Torre Annunziata (NA) n. 8 del 15/11/06 Sede legale, Direzione e Redazione: Via S.Nicola Sorrento (NA) P.O. Box 151 Tel.: / Fax: Responsabili commerciali: Alfonso Bruno Totty Pubblicità: 100% Fitness, C.so Italia 254, Sant Agnello (NA) Tel Consulenza editoriale: AGO PRESS (www.agopress.it) Iscrizione R.O.C. Registro degli Operatori di Comunicazione n del 22/10/05 Hanno collaborato: Vittorio Milanese, Giuseppe De Simone, Mariarosaria D Esposito, Carlo Alfaro, Antonio Pacilio, Fausto Trapani, Francesca Spinelli, Monica Ioviero, Mario Sgarrella, Bruno Vollaro, Gruppo Ulyxes, Ernesto Lupacchio, Nicola Grimaldi, Margheria Palau, Carmine Ambruoso, Paolo e Vincenzo, Salvatore Spinelli, Daniela Alviani, Paola d Esposito. Progetto Grafico: Maurizio Manzi - Magica 2000 Tel Meta - Tipografia: W.M.A. Print - C.mare di Stabia - Tel Ago Press - I testi pubblicati sono realizzati dalla redazione o forniti dai collaboratori. Segnalazioni di eventuali testi e foto protetti da copyright e/o diritto d autore, vanno indirizzate alla redazione. La redazione non è responsabile della provenienza, della qualità e del contenuto delle inserzioni pubblicate e neppure per le conseguenze dirette ed indirette che possano derivare dalla non rispondenza di tali dati con la realtà.

7

8

9 PRIMO PIATTO O PIATTO UNICO? Le lasagne, la parmigiana, la paella, rappresentano senz altro piatti più calorici e più nutrienti rispetto a un primo semplice condito con sugo di pomodoro o verdure. Infatti, una porzione di lasagne apporta circa 550 calorie con un contenuto in grassi pari a circa 40 g; mentre un piatto di pasta al pomodoro fornisce circa 400 calorie con un contenuto in grassi pari a circa 10 g. Se non si hanno problemi di peso si possono tranquillamente mangiare ¾ volte alla settimana, come piatto unico che fa da primo e da secondo. Quando si segue una diete ipocalorica ci si dovrà, invece, limitare a consumarli una volta alla settimana e si dovranno preferire primi piatti non elaborati negli altri giorni. GONFIORI DA LIEVITO Gli alimenti lievitati danno problemi solo a persone che hanno allergie specifiche o a chi soffre di colon irritabile. Infatti, i lieviti possono creare fermentazione e quindi provocare gonfiore intestinale. Chi soffre di gonfiori ma non sa rinunciare alla classica accoppiata pizza+birra può scegliere una birra piccola e una pizza sottile e ben cotta, più digeribile. NEWS IL CIOCCOLATO AL LATTE E PIU CALORICO RISPETTO A QUELLO FONDENTE? Il cioccolato al latte è più calorico di quello fondente e la differenza la fa proprio la presenza del latte: 550 contro 500 calorie per 100 g. Ha anche più grassi (tra i quali una piccola parte di colesterolo). Rispetto al fondente ha poi una minore quantità di flavonoidi ossia gli antiossidanti in grado di neutralizzare i radicali liberi in eccesso nell organismo. Inoltre, proprio l aggiunta del latte al cioccolato riduce l assorbimento delle sostanze antiossidanti del cacao. E per questo motivo che i nutrizionisti consigliano soprattutto il cioccolato nero. Va detto però che il cioccolato al latte, come il fondente, contiene fosforo, vitamine, e soprattutto, ha il vantaggio di apportare più calcio che arriva a 262 mg per 100g in confronto ai 51 mg per 100g del fondente. Per quest ultima proprietà è spesso indicato, senza eccedere nelle quantità, nelle merende dei bambini. TAGLIA LE CALORIE E MANTIENI IL CUORE PIU GIOVANE Fare pasti meno calorici ma completi, cioè senza eliminare i nutrienti di cui ha bisogno, aiuta a mantenere il cuore in buona salute. Lo rileva uno studio itlo-americano. Osservando un gruppo di persone che da 7 anni segue una dieta ipocalorica (1.700 calorie al giorno), gli autori hanno costatato che mangiare meno mantiene il cuore giovane, elastico ed efficiente, paragonabile a quello di persone con anni di meno. > SCOPERTE > SCIENZA > ALIMENTAZIONE > SALUTE > CURIOSITA 100% Fitness Magazine 9

10 NEWS SPESSO CI CAPITA DI URTARE UNO SPIGOLO CON IL GOMITO E AVVERTIAMO DOLORE, SCOPRIAMONE IL MOTIVO E per via del nervo ulnare, che percorre tutto il braccio dell ascella al dito mignolo e che passa molto vicino alla cute, proprio all altezza dell articolazione del gomito. In questo punto ossa e nervo non sono protetti da alcun fascio muscolare. Il nervo ulnare passa nel solco laterale dell omero, l osso della parte superiore del braccio, e sopra la parte terminale dell ulna, osso dell avambraccio. Finchè il braccio è teso, le ossa si trovano sullo stesso piano e costituiscono un canale protettivo per il nervo; quando invece il braccio è piegato, la parte terminale dell ulna sporge visibilmente, l omero e il solco si spostano e il canale tra le due ossa si appiattisce. In questa posizione se il nervo è colpito manda un messaggio di dolore o, come spesso capita, una specie di scossa che corre lungo l avambraccio fino al mignolo e alla metà esterna dell anulare, ossia le estremità del nervo ulnare. > SCOPERTE > SCIENZA > ALIMENTAZIONE > SALUTE > CURIOSITA FORMAGGI ITALIANI, PIACCIONO IN TUTTO IL MONDO Provolone, pecorino, parmigiano reggiano e grana padano: sembrano essere tra i formaggi italiani più apprezzati all estero. Secondo l Istat, nei primi mesi del 2007 c è stato un vero boom nell esportazioni di formaggi e latticini. Anche asiago e caciocavallo nostrani sembrano andare a ruba. Arrivano soprattutto sulle tavole degli altri paesi europei, poco negli Usa. A parte il pecorino, che oltreoceano è richiestissimo. L AGLIO FA PUZZARE L ALITO Questa particolarità è causata da una sostanza inodore, l alinina, contenuta nelle sue cellule. Tagliando l ortaggio o masticandolo, se ne frantumano le cellule e l alinina, per azione un enzima (l allinasi), si trasforma in allucina, una sostanza solforata che, assieme ad altre 40, è responsabile di numerose proprietà terapeutiche dell aglio: ma anche dell alito cattivo. L allicina è infatti molto instabile e si decompone in una serie di composti irritanti e dal forte odore, in particolare il diallidisilfuro: quest ultimo, passando dal sangue ai polmoni, viene espulso con l aria, causando il noto effetto collaterale % Fitness Magazine

11

12

13 FINO A CHE DISTANZA SI VEDE AD OCCHIO NUDO? Teoricamente, il limite della visione è infinito. In pratica, diversi fattori influenzano la distanza massima alla quale possiamo vedere un certo oggetto: in particolare, la sua luminosità (più brillante, più distante lo possiamo distinguere), il suo colore (il giallo è il colore cui il nostro occhio è più sensibile), il contrasto con lo sfondo (anche la luce di un fiammifero, in un luogo del tutto buio si vede a grande distanza). Sulla terra, il confine della nostra visione coincide con l orizzonte, il cerchio ideale generato dalla curvatura terrestre. L orizzonte è tanto più lontano quanto maggiore FEGATO DI MERLUZZO, L OLIO DEL BUONUMORE In Gran Bretagna, in tempo di guerra, veniva distribuito ai minori di 5 anni, alle donne in gravidanza e a quelle che allattavano: per il suo alto contenuto di vitamina A e D, l olio di fegato di merluzzo, ottenuto cuocendo al vapore il fegato di questi pesci, per poi pressarlo ed estrarne il prezioso liquido, era un rimedio molto in voga per mantenersi in salute. Gli scienziati norvegesi dell università di Haukeland a Bergen hanno scoperto che un cucchiaio al giorno riduce del 30% la possibilità di ammalarsi di depressione. Tutto merito degli omega 3, gli acidi grassi di cui quest olio è ricco. NEWS è l altitudine del punto di osservazione. Per esempio, un uomo di altezza normale ha l orizzonte posto a circa 4,8 km; da un altezza di 10 m esso si sposta a 11,3 km e da una montagna alta m è a 300 km, una distanza superiore, in realtà, a quando la trasparenza dell atmosfera consenta di vedere. In assoluto però, l oggetto più lontano che sia possibile scorgere a occhio nudo, in un cielo privo di inquinamento luminoso, è la galassia di Andromeda. Composta da circa 400 miliardi di stelle, si trova a 2,2 milioni di anni luce dalla Terra, cioè a quasi 21 miliardi di km! LE ITALIANE SONO LE PIU BELLE D EUROPA Lo dicono i dati sull obesità e il soprappeso elaborati da Eurostat, l ufficio di statistica dell Unione Europea. Secondo quest indagine, infatti, solo il 7,9% delle donne italiane soffre di obesità, guadagnando così l ultimo posto in classifica, incalzate dalle austriache, dalle danesi e dalle francesi. Se prendiamo in considerazione il soprappeso però, le cugine d Oltralpe ci battono di un soffio. Buone notizie anche per i maschi latini, che conquistano il podio della snellezza dietro a rumeni e olandesi. OSTEOPOROSI, OCCHIO ALLE FRATTURE DA RAGAZZI Attenzione alle fratture che possono capitare alle ossa di bambini e ragazzi. Secondo uno studio del programma nazionale di ricerca elvetico, chi da piccolo si rompe piedi o braccia ha più possibilità da grande di soffrire di osteoporosi. Dalla ricerca è emerso che dopo una frattura si riduce del 30% la massa ossea dell arto, non solo nella zona rotta, ma anche in quelle limitrofe. La perdita di densità con il tempo migliora, ma non è detto che si recuperi del tutto. Non si è ancora certi, ma secondo gli esperti dell università di Ginevra ci sono buone possibilità che i baby-fratturati diventino adulti con ossa fragili e, quindi, più esposti a osteoporosi, un disturbo che rende lo scheletro più vulnerabile. > SCOPERTE > SCIENZA > ALIMENTAZIONE > SALUTE > CURIOSITA 100% Fitness Magazine 13

14 NEWS > SCOPERTE > SCIENZA > ALIMENTAZIONE > SALUTE > CURIOSITA CERVELLO, SI SVEGLIA SUBITO CON GLI SBADIGLI. Quando vi alzate dal letto proprio non resistete. Uno, due, tre a volte anche di più. Sono gli sbadigli: i compagni del mattino, ma anche gli amici del primo pomeriggio. Adesso uno studio dimostra l importanza del cervello di questo semplice gesto. Secondo alcuni studiosi americani, sbadigliare equivale a far arrivare ai nostri neuroni una boccata di aria fresca, una spesie di ventilazione interna, che stimola l attività cerebrale. La ricerca ha dimostrato anche che, a differenza di quello che si crede, uno sbadiglio non anticipa l arrivo del sonno, ma lo posticipa. Non solo, ma lo sbadiglio è contagioso. Se si è in gruppo e uno inizia ad aprire la bocca, a breve un altra persona seguirà il suo esempio. Lo studio giustifica questo comportamento spiegando che, proprio perché sbadigliare sveglia il cervello, farlo in gruppo è un modo per avvisare gli altri membri che l attenzione sta calando. FUMO PASSIVO PEGGIO DI DUE PACCHETTI AL GIORNO Se si vive o si lavora in un ambiente pieno di fumo si rischia di assorbire una quantità di sostanze tossiche pari a quella contenuta in due pacchetti di sigarette. Lo dimostra uno studio effettuato dal Centro d informazione per la prevenzione del tabagismo. L istituto ha distribuito badge, da tenere tutta la giornata, dotati di sensori che assorbono il fumo passivo. Dall analisi dei dispositivi è risultato che chi lavora in discoteca fuma in modo passivo circa 37 sigarette a serata. Va meglio ai bambini e agli anziani, anche se la media è 2 pacchetti di sigarette inalate senza accenderne una. IL PERCHE DEL MANGANESE E un minerale necessario per il metabolismo (trasformazione) delle proteine e dei grassi, per la salute dei nervi, per il sistema immunitario (di difesa dell organismo) e per una corretta regolazione del tasso di zuccheri nel sangue.viene usato per la produzione di energia e svolge un ruolo primario nella riproduzione e nella crescita delle ossa. In associazione con le vitamine del complesso B contribuisce a dare una sensazione di benessere generale. La carenza di manganese è stata riscontrata in chi soffre di artrite reumatoide e di malattie croniche di tipo infiammatorio. Causa anche ritardo della crescita, alterata formazione delle ossa e delle cartilagini. Il fabbisogno giornaliero è di 2-5 milligrammi. Lo si può trovare in numerosi cibi, tra cui i cereali integrali, i fagioli, i legumi, i piselli e le verdure a foglia larga e scura % Fitness Magazine

15

16 IL CAFFE E PIU STIMOLANTE DEL TE Tè e caffè contengono la stessa sostanza stimolante, la caffeina (detta anche teina), in proporzioni molto variabili a seconda della varietà di pianta utilizzata, tipo di preparazione, durata dall infusione In ogni caso, la caffeina presente in una tazza di caffè è superiore a quella in una tazza di tè; dal canto suo,però, il tè contiene altre sostanze eccitanti (la teofilina e la teobromina) che sono assenti nel caffè. Soprattutto, il tè stimola senza innervosire, poiché la teina viene liberata più lentamente nel sangue. Non deve quindi stupire che i monaci buddisti abbiano scelto un tè come bevanda preferita. IL SALE FA INGRASSARE Il sale non fa ingrassare, ma non bisogna consumarne molto perché, in alcune persone predisposte, favorisce un aumento della pressione arteriosa e, di conseguenza, anche dei rischi di problemi cardiovascolari. E facile controllarne l uso? Non sempre. La maggior parte del sale viene infatti assunto attraverso i cibi pronti e gli alimenti preconfezionati, nei quali è presente in grandi quantità. La soluzione per evitare di consumarne troppo è di privilegiare fatti in casa. CI SI UBRIACA MENO CON LA BIRRA CHE CON IL WHISKY Un bicchiere di birra contiene certamente meno alcol di uno di whisky. Ma è anche vero che i contenitori utilizzati per queste due bevande hanno un volume proporzionale al loro tasso alcolico. Di conseguenza, una birra con il 5% di gradazione alcolica viene in genere servita in un bicchiere da 25cl. L alcol che si ingerisce (1,25 cl) è quindi quasi equivalente a quello presente in un bicchierino di whisky (3 clx40%=1,20cl). In una campagna di prevenzione del bere si legge: vi è la stessa quantità di alcol in una birra media, in una coppia di Champagne, in un calice di vino e in un bicchierino di whisky. LE SIGARETTE LEGGERE SONO MENO NOCIVE DI QUELLE NORMALI E un idea che le industrie del tabacco tentano di far passare per buona ai consumatori. Ma se il tasso di nicotina e di catrame è inferiore nelle sigarette leggere, i fumatori aumentano spesso il numero e il volume dei tiri. Inoltre, inspirano profondamente, ingoiano più fumo ed espongono maggiormente i polmoni alle sostanze cancerogene. Infine, sono meno invogliati a smettere, convinti di non essere in pericolo. Per questi motivi, in alcuni Paesi è proibito indicare sui pacchetti i termini leggere, light o mild. SFATIAMO I LUOGHI COMUNI % Fitness Magazine

17 I PRODOTTI LIGHT FANNO DIMAGRIRE Una cosa è certa, più che il fisico alleggeriscono il portafoglio, perché sono in genere più cari dei prodotti classici. Ma consumarli non fa dimagrire. Nel migliore dei casi, evita di far prendere peso. Anche se alleggeriti, gli snack, i formaggi, le creme sono comunque sempre ricchi di grasso o zucchero e quindi calorici! Inoltre, si tende a consumarne di più, perché non saziano. I prodotti light possono essere utili in una dieta dimagrante, ma da soli non danno alcun risultato. IL CIOCCOLATO FA MALE AL FEGATO Se fosse vero, nei Paesi della Ue, dove il consumo medio pro capite è di 6 kg annui, ci sarebbe di che preoccuparsi! Invece si può stare tranquilli, il fegato degli Europei non è in pericolo. Come tutti gli alimenti ricchi di grassi, il cioccolato può essere difficile da digerire se consumato in dosi massicce. Ma in nessun caso può procurare una crisi di fegato. Malattia peraltro sconosciuta ai medici, perché il termine è usato a livello popolare per indicare i sintomi di un indigestione. I veri nemici del fegato sono l alcol, certi funghi e.troppi medicinali. GLI SPUNTINI FANNO INGRASSARE Non necessariamente. E meglio sgranocchiare qualcosa durante la giornata che abbuffarsi durante i pasti. Ciò che è pericoloso per la linea è la natura dello spuntino. Il problema sta appunto nel fatto che in genere, è fatto con gli alimenti meno consigliati dai nutrizionisti, come i prodotti grassi, ricchi di zucchero e calorici: barrette di cioccolato, patatine, merendine varie. Inoltre, le persone che hanno questa abitudine spesso saltano il pasto e la dieta risulta disequilibrata. Ma se si sgranocchia ogni tanto una carota non si rischia certo di ingrassare! CON L ETA IL FISICO SI RIMPICCIOLISCE Il fatto di rimpicciolirsi con l età non è scontato, anche se il fenomeno è osservabile in molte persone anziane. La diminuzione della corporatura è dovuta all osteoporosi, processo che comporta la perdita di massa ossea, schiacciamento vertebrale e, nei casi più gravi, fratture. E una patologia da far curare a uno specialista, che in primo luogo farà fare una osteodensitometria, esame radiologico che misura la densità delle ossa. La migliore prevenzione è una dieta ricca di calcio durante l adolescenza e il praticare sport a qualsiasi età! DORMIRE TROPPO FA MALE ALLA SALUTE E sicuramente falso. Dormire non ha mai fatto male a nessuno, se non nel caso della malattia del sonno. D altronte, quale sarebbe il limite da non superare, visto che ogni persona ha cicli di attività e di riposo diversi? Esistono grandi dormitori, che necessitano di più di nove ore di sonno, e individui che si accontentano di sei ore per notte. Inoltre, la durata e la necessità variano con l età. I neonati possono dormire da 16 a 20 ore al giorno nel primo mese di vita e nessuno può dire che non sia salutare. 100% Fitness Magazine 17

18

19

20 Salute & Benessere ALITOSI Un problema anche per chi ci è vicino. di Vittorio Milanese Odontoiatra S ono moltissime le persone che soffrono di alitosi, ma la maggior parte di loro non lo sa. Spesso si rendono conto di questo disturbo solo quando qualcuno decide che è arrivato il momento di farglielo notare, e la cosa è alquanto imbarazzante. Questo perché non si può sentire l odore del proprio alito; il cervello evita di sentire il proprio odore per distinguere meglio gli odori dell ambiente che ci circonda. E bene comunque distinguere un alitosi fisiologica da una patologica. L emissione di odore sgradevole dal respiro (generalmente dalla bocca ma a volte anche dal naso) al risveglio è una cosa normale e non necessita di particolari accorgimenti. Infatti, durante la notte, quando la produzione di saliva diminuisce e i movimenti della bocca sono molto limitati, il processo di decomposizione batterica, principale responsabile dell alitosi, è ulteriormente potenziato. Analogamente non c è da preoccuparci dopo un pranzo o una cena particolarmente saporiti. I cibi che consumiamo giocano un ruolo fondamentale nel determinare l odore del nostro alito; infatti secondo l Associazione Dentisti Americana, gli odori della bocca continueranno fino a che il corpo non avrà eliminato definitivamente quell alimento. Ecco quindi che l aglio della bruschetta è assorbito nella circolazione sanguigna, viene trasferita nei polmoni e l odore viene espulso con l alito. Gli alimenti famosi come l aglio, le cipolle ed il curry ci danno un alito cattivo perché contengono i composti volatili dello zolfo. In altri casi, l alitosi può essere dovuta a periodi prolungati di digiuno: questa condizione riduce anche la produzione di saliva, un importante meccanismo di autodetersione della bocca. Se tuttavia l alito cattivo è persistente e continuo le cause potrebbero essere diverse (dentali e/o gengivali, digestive o respiratorie). QUALI SONO LE CAUSE? La causa principale dell alitosi patologica è una scarsa (o inappropriata) igiene orale, che comporta la formazione della placca batterica, composta da milioni di batteri che proliferano sulla lingua e sui denti. I batteri reagiscono con i residui di cibo e, attraverso una reazione chimica di decomposizione, liberano gas (solfuri) che conferiscono un caratteristico odore di zolfo all alito (siete mai stati alla solfatara di Pozzuoli? ebbene il vostro alito potrebbe avere lo stesso odore). La placca batterica, inoltre, col tempo si trasforma in tartaro, a sua volta responsabile di infezioni del cavo orale, come parodontiti e gengiviti a loro volta causa di alitosi. Altri fattori che possono contribuire all insorgenza di alitosi sono il tabagismo (sigarette, pipa, sigaro, tabacco da fiuto o da masticare) e l assunzione di determinati farmaci, fra cui alcuni antidepressivi, antistaminici, antipertensivi, diuretici, ansiolitici poiché possono ridurre la produzione di saliva % Fitness Magazine

21 QUALI SONO I RIMEDI? Rimedi sintomatici per l alitosi L attenuazione dell alitosi può ottenersi con rimedi sintomatici, che si rivolgono direttamente contro il cattivo odore dell alito senza influire sulle cause. Tra i rimedi popolari per profumare l alito c è la masticazione di erbe aromatiche come prezzemolo, salvia o basilico o l assunzione di prodotti a base di clorofilla. Alcune persone affette da alitosi assumono di frequente caramelle alla menta o sciacquano ripetutamente la bocca con collutori. Tali abitudini non sono in grado di risolvere a lungo il problema dell alito cattivo, possono camuffarlo temporaneamente ma dopo pochi minuti il cattivo odore si ripresenta. RIMEDI EZIOLOGICI PER L ALITOSI. Una scrupolosa igiene del cavo orale è il primo intervento per combattere l alitosi: utilizzare il filo interdentale almeno una volta al giorno e spazzolare accuratamente i denti dopo ogni pasto. E importante dedicare qualche minuto anche alla pulizia della lingua, soprattutto a livello del terzo posteriore, dove la proliferazione batterica è maggiore e dove è più difficile la rimozione naturale della placca per la presenza del palato molle. Per questa operazione può essere utilizzato un normale spazzolino a setole morbide oppure particolari raschietti che permettono l asportazione meccanica della placca. Se non è possibile lavare i denti dopo il pasto, almeno sciacquare la bocca e masticare un chewing-gum senza zucchero, che aiuta ad asportare gli eventuali frammenti di cibo in superficie e dagli spazi interdentali. L impiego regolare di collutori a base di sostanze ad azione antisettica, facendo gargarismi per almeno 30 secondi, consente di migliorare la situazione, anche se l effetto è piuttosto breve (qualche ora al massimo), con un alta variabilità da persona a persona. Cercare di limitare il consumo di cibi noti per essere in grado di provocare alitosi come cipolle, aglio, certe spezie, peperoni, carni affumicate, alcuni pesci, alcuni formaggi e bevande come caffè, birra, vino e alcolici. Chi ha problemi di secchezza della bocca (xerostomia), qualora le cause non possano essere rimosse, può trovare giovamento in specifici sostituti della saliva e bere spesso. E consigliabile eliminare o ridurre il consumo di tabacco. Per i portatori di protesi fisse (o ponti) e apparecchi ortodontici, ecc. può essere utile l impiego di irrigatori orali, particolari apparecchiature che, grazie ad un getto d acqua, permettono la pulizia degli spazi interdentali difficilmente raggiungibili. Un mito da sfatare è quello che ci fa credere che l alito cattivo dipenda dallo stomaco; in quasi ogni caso è infatti causato dai batteri che se annidano e si moltiplicano sotto la superficie della lingua, della gola e delle tonsille. Determinati alimenti svolgono un ruolo indiretto perché forniscono il combustibile per i batteri anaerobi che causano alitosi cronica. Tra questi ricordiamo come il latte, formaggio e yogurt possono anche causare problemi all alito: Contengono le proteine che questi batteri usano come fonte di combustibile per generare gli odori. Anche ciò che bevete è importante per mantenere il vostro alito fresco. Il caffè è un problema perché è molto acido; i batteri infatti amano l ambiente acido perché possono riprodursi più velocemente.le caramelle e le gomme da masticare che contengono zucchero sono pericolose perché lo zucchero alimenta i batteri, mentre gli alcolici rendono la bocca asciutta, permetten- do che i batteri si moltiplicano. Un consiglio utile è quello di bere seiotto bicchieri di acqua al giorno; il tè è anche una buona idea. La saliva è il rimedio che la natura ci ha dato per mantenere l alito fresco: la saliva contiene un alta percentuale di ossigeno, che è il nemico naturale dei batteri anaerobici; più saliva si produce più è fresco l alito; anche gli alimenti che contengono l acqua possono essere d aiuto. Il sedano, i cetrioli, l uva, le zucchine e le carote hanno un contenuto idrico elevato. Un altra cosa importante è quella di fare la prima colazione ogni giorno. La gente che salta la prima colazione tende ad avere alitosi perché mangiare al mattino stimola immediatamente la produzione della saliva dopo che per il tempo che si è dormito se ne è prodotta in quantità minima. Riassumendo: cercare di evitare i cibi incriminati, bere almeno 6 bicchieri di acqua al giorno, bere del tè, lavarsi i denti, fare colazione. Se nonostante tutte queste precauzioni e rimedi il problema dovesse perpetuare allora ci potremo trovare davanti a quella piccola percentuale di casi di un alitosi non di origine odontoiatrica. Infatti più raramente, l alitosi può essere provocata da disturbi che interessano l apparato digerente (gastrite, dispepsia, reflusso gastro-esofageo, ernia iatale) o l apparato respiratorio (sinusite, rinite cronica, tonsillite). In tutti questi casi è necessario consultare il proprio medico. 100% Fitness Magazine 21

22 Salute & Benessere di Giuseppe De Simone Farmacia Elifani - Meta FARMACIA La farmacia fra cittadini e servizio sanitario nazionale S ono passati trenta anni dall istituzione del SSN (23 dicembre 1978) che ha costituito una conquista fondamentale per il nostro Paese. L Italia è passata da un sistema assicurativo, basato sulle mutue, con un basso livello di copertura sanitaria e di organizzazione, a un sistema più strutturato, a copertura universale. È cresciuto negli anni il numero di cittadini tutelati, parallelamente all evoluzione del concetto di salute, non più intesa semplicemente come assenza di malattie, ma come condizione generale di benessere. L istituzione del SSN è stata anche il volano per lo sviluppo del modello professionale della farmacia italiana. Prima di allora l assistenza farmaceutica veniva garantita ai cittadini in modo disomogeneo dalle diverse mutue, ognuna delle quali aveva il proprio prontuario terapeutico. La legge 833 del 1978, prevedendo l obbligo per le farmacie di esercitare in convenzione con il SSN e l adozione di un prontuario farmaceutico nazionale, ha permesso di garantire l erogazione omogenea sull intero territorio italiano di un servizio farmaceutico di elevata qualità, ancora oggi particolarmente apprezzato dai cittadini. Sono seguiti anni di crescita per la farmacia italiana e, parallelamente, per la cultura sanitaria della popolazione che ha imparato, anche grazie all automedicazione, a conoscere progressivamente i farmaci e a utilizzarli responsabilmente, soprattutto con il supporto professionale delle farmacie sul territorio. Una recente ricerca del Censis ha dimostrato che gli italiani oggi sanno usare i farmaci meglio dei loro genitori e hanno una maggiore consapevolezza dei rischi di un eccessiva assunzione dei farmaci e degli effetti collaterali. Pur dichiarandosi più sicuro e competente nella scelta e nell utilizzo dei farmaci, l italiano, tuttavia, continua ad avere fiducia nel medico di medicina generale e nella propria farmacia come punto di riferimento per la tutela della salute. Le farmacie hanno quindi contribuito in misura rilevante in questi anni a consolidare un rapporto sano tra cittadino e farmaco, credendo fortemente nel sistema e nell importanza del legame con il Servizio sanitario pubblico. Ogni decennio, nella storia del sistema sanitario italiano ha avuto le sue sfide: se gli anni Sessanta sono stati caratterizzati dalle mutue, gli anni Settanta dalla nascita del SSN e dalla stipula della prima Convenzione Farmaceutica, gli anni Ottanta sono stati un periodo di adeguamento e assestamento dell offerta del servizio sanitario nei confronti di una domanda sempre più articolata, gli anni Novanta sono trascorsi con grandi mutamenti normativi, da una parte, e una responsabilizzazione individuale nella prevenzione e nella tutela della salute. Il nuovo millennio si è aperto all insegna della devolution e del federalismo sanitario, che implicano una sfida durissima sul piano economico e finanziario, con il concreto rischio, ove venisse meno un coordinamento centrale, di accentuare le già pronunciate differenze regionali. A ciò si aggiungono le numerose spinte verso la liberalizzazione del servizio farmaceutico. Senza dimenticare i grandi mutamenti sociodemografici in atto: dal progressivo invecchiamento della popolazione all aumento del numero degli immigrati, tutti fattori che rimodulano la domanda collettiva di salute. In questo contesto le farmacie affrontano il cambiamento, determinate a guidarlo valorizzando ulteriormente il proprio ruolo di interfaccia tra i cittadini e il Servizio sanitario nazionale. L obiettivo è duplice: consolidare la centralità della farmacia come unico canale di distribuzione di tutti i farmaci SSN con particolare riferimento ai farmaci innovativi e realizzare omogeneamente sul territorio il modello di farmacia centro polifunzionale di accesso ad una gamma di servizi ampliati e rinnovati, conservando e incrementando il patrimonio fiduciario che da sempre lega il cittadino al suo farmacista e alla sua farmacia % Fitness Magazine

Norme d igiene per proteggere il sistema nervoso

Norme d igiene per proteggere il sistema nervoso Norme d igiene per proteggere il sistema nervoso Colora il quadratino posto accanto alle indicazioni corrette. Per mantenere il nostro sistema nervoso sano ed efficiente è opportuno... ALLA SALUTE respirare

Dettagli

Nuovi stili di vita attivi per bambini e famiglie. Guida per gli insegnanti

Nuovi stili di vita attivi per bambini e famiglie. Guida per gli insegnanti Nuovi stili di vita attivi per bambini e famiglie Guida per gli insegnanti insegnanti-interno Marco 18-10-2006 17:30 Pagina 3 Cari insegnanti, Cosa intendiamo per stile di vita sano? come certamente sapete

Dettagli

Scritto da Administrator Martedì 10 Ottobre 2006 23:15 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 30 Dicembre 2009 17:51

Scritto da Administrator Martedì 10 Ottobre 2006 23:15 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 30 Dicembre 2009 17:51 La colite ulcerosa e il morbo di Crohn sono malattie che colpiscono l apparato intestinale e vengono definite generalmente col nome di malattie infiammatorie dell apparato intestinale. La colite ulcerosa

Dettagli

Corretta alimentazione prima della campestre e anche dopo!

Corretta alimentazione prima della campestre e anche dopo! Corretta alimentazione prima della campestre e anche dopo! Prof. Augusto Santi Alimentazione e giovani sportivi IERI E OGGI Cent anni fa: giochi di movimento, pane e acqua Oggi: giochi al computer e merendine

Dettagli

Prevenzione & Salute

Prevenzione & Salute Prevenzione & Salute La salute comincia a tavola! Scoprilo insieme a Faschim. 1 Argomento ALIMENTAZIONE CORRETTA Ecco il primo degli appuntamenti in cui si parla dei vantaggi di una dieta diversificata

Dettagli

L EDUCAZIONE ALIMENTARE COME PERCORSO MATURATIVO DELLA RELAZIONE CON LO SPECIALISTA

L EDUCAZIONE ALIMENTARE COME PERCORSO MATURATIVO DELLA RELAZIONE CON LO SPECIALISTA L EDUCAZIONE ALIMENTARE COME PERCORSO MATURATIVO DELLA RELAZIONE CON LO SPECIALISTA La dieta nel diabete Come deve essere la dieta del paziente diabetico? Tutti gli alimenti vanno consumati con misura

Dettagli

Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre

Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre L obesità è una patologia causata (laddove non sia attribuibile ad altri motivi) da comportamenti ed abitudini di vita scorretti: contrastarla

Dettagli

www.goherb.eu PERSONAL WELLNESS COACH

www.goherb.eu PERSONAL WELLNESS COACH L evoluzione della nutrizione negli ultimi decenni accompagna effetti nutrizionali positivi ma anche negativi! Gli scienziati hanno constatato una diminuzione della DENSITÁ delle vitamine e i minerali

Dettagli

S a n a. Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e

S a n a. Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e Regole per 10 una S a n a Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e Ti ricordi quando hai imparato ad andare in bicicletta? La parte più importante è stata cercare il giusto equilibrio. Una volta che l

Dettagli

DIETA MEDITERRANEA IN MENOPAUSA. Dott. Lorenzo Grandini, biologo nutrizionista, farmacista e naturopata.

DIETA MEDITERRANEA IN MENOPAUSA. Dott. Lorenzo Grandini, biologo nutrizionista, farmacista e naturopata. DIETA MEDITERRANEA IN MENOPAUSA Dott. Lorenzo Grandini, biologo nutrizionista, farmacista e naturopata. Una corretta alimentazione e una costante attività fisica sono la base per una vita sana Perché si

Dettagli

Così nasce il questionario che stai per compilare.

Così nasce il questionario che stai per compilare. Premessa Una sana alimentazione e l attività fisica sono fondamentali per mantenere a lungo uno stato di benessere. Spesso però mancano informazioni precise e chi sa cosa dovrebbe fare non sempre applica,

Dettagli

Istituto Scientifico di Pavia Sede di Via Salvatore Maugeri 10. Ho mal di stomaco. Che cosa è la dispepsia

Istituto Scientifico di Pavia Sede di Via Salvatore Maugeri 10. Ho mal di stomaco. Che cosa è la dispepsia Istituto Scientifico di Pavia Sede di Via Salvatore Maugeri 10 Ho mal di stomaco Che cosa è la dispepsia INFORMATIVA PER PAZIENTI IS PV ALL 24-0 05/09/2012 INDICE Cos è? 4 Come si riconosce? 5 La dispepsia

Dettagli

APPROFONDIMENTI MODULO 7: ALIMENTAZIONE LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA - REVISIONE 1997 ISTITUTO NAZIONALE DELLA NUTRIZIONE

APPROFONDIMENTI MODULO 7: ALIMENTAZIONE LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA - REVISIONE 1997 ISTITUTO NAZIONALE DELLA NUTRIZIONE APPROFONDIMENTI MODULO 7: ALIMENTAZIONE LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA - REVISIONE 1997 ISTITUTO NAZIONALE DELLA NUTRIZIONE 1) CONTROLLA IL PESO E MANTIENITI ATTIVO Pesarsi almeno una

Dettagli

la base del benessere ph Basic AIUTA L EQUILIBRIO ACIDO-BASE

la base del benessere ph Basic AIUTA L EQUILIBRIO ACIDO-BASE la base del benessere ph Basic AIUTA L EQUILIBRIO ACIDO-BASE Il ph è l unità di misura dell acidità che va da 0 (acido) a 14 (basico o alcalino). 7 è il valore neutro. Il metodo più facile per avere un

Dettagli

Addome piatto per sempre e energia per tutto il giorno

Addome piatto per sempre e energia per tutto il giorno Addome piatto per sempre e energia per tutto il giorno Avvertenze Le informazioni racchiuse in questo documento non sono da intendere come indicazioni mediche, ma sono a fini educativi e di intrattenimento.

Dettagli

NUTRIZIONE ed EQULIBRIO

NUTRIZIONE ed EQULIBRIO NUTRIZIONE ed EQULIBRIO Lo sapevi che Una corretta alimentazione è importante per il nostro benessere psico-fisico ed è uno dei modi più sicuri per prevenire diverse malattie. Sono diffuse cattive abitudini

Dettagli

L obiettivo per vivere meglio: alimentazione sana e benessere dell intestino! Venerdì 09 Ottobre 2009 Teatro Comunale di Padergnone (TN)

L obiettivo per vivere meglio: alimentazione sana e benessere dell intestino! Venerdì 09 Ottobre 2009 Teatro Comunale di Padergnone (TN) L obiettivo per vivere meglio: alimentazione sana e benessere dell intestino! Venerdì 09 Ottobre 2009 Teatro Comunale di Padergnone (TN) L intestino?il cervello della pancia. Come mantenere naturalmente

Dettagli

BASTA POCO PER PRENDERSI CURA DELLA NOSTRA BOCCA. Ecco LE MOSSE VINCENTI

BASTA POCO PER PRENDERSI CURA DELLA NOSTRA BOCCA. Ecco LE MOSSE VINCENTI BASTA POCO PER PRENDERSI CURA DELLA NOSTRA BOCCA Ecco LE MOSSE VINCENTI LA BOCCA I punti nevralgici della masticazione La bocca è, in tutti gli animali, il luogo in cui avviene la prima parte della digestione,

Dettagli

PROGETTO EDUCAZIONE ALIMENTARE anno scolastico 2008 2009

PROGETTO EDUCAZIONE ALIMENTARE anno scolastico 2008 2009 PROGETTO EDUCAZIONE ALIMENTARE anno scolastico 2008 2009 Educare i bambini ad acquisire e mantenere sane abitudini alimentari rappresenta un importante intervento di promozione alla salute Il progetto

Dettagli

E importante che il paziente con Insufficienza renale cronica comprenda che una corretta alimentazione è come una medicina.

E importante che il paziente con Insufficienza renale cronica comprenda che una corretta alimentazione è come una medicina. Perché è necessaria la dieta nella IRC? La principale funzione dei reni è quella di eliminare con le urine le scorie, l acqua e sali minerali nella quantità necessaria. Nella Insufficienza renale cronica

Dettagli

TOSSINE E SOSTANZE NOCIVE: nemici per la nostra salute.

TOSSINE E SOSTANZE NOCIVE: nemici per la nostra salute. TOSSINE E SOSTANZE NOCIVE: nemici per la nostra salute. Le nuove scoperte avvenute nel campo scientifico e medico hanno notevolmente aumentato la qualità della vita. Contemporaneamente, l inquinamento,

Dettagli

ALIMENTAZIONE DEL BAMBINO. una corretta informazione per un benessere psicofisico

ALIMENTAZIONE DEL BAMBINO. una corretta informazione per un benessere psicofisico ALIMENTAZIONE DEL BAMBINO una corretta informazione per un benessere psicofisico Mangiare o nutrirsi? Mangiare è un atto ricco di significati che va ben oltre il semplice soddisfacimento fisiologico Nutrirsi

Dettagli

CALORIE CONSUMATE PER OGNI 15 MINUTI DELLE SEGUENTI ATTIVITA FISICHE

CALORIE CONSUMATE PER OGNI 15 MINUTI DELLE SEGUENTI ATTIVITA FISICHE CALORIE CONSUMATE PER OGNI 15 MINUTI DELLE SEGUENTI ATTIVITA FISICHE BALLO LATINO AMERICANO CORSA NUOTO FOOTBALL MOUNTAIN BIKE TENNIS BICICLETTA SCIARE CAMMINARE VELOCE ATTIVITA LAVORATIVA 250 CALORIE

Dettagli

Guida alla nutrizione

Guida alla nutrizione CentroCalcioRossoNero Guida alla nutrizione Bilancio energetico e nutrienti Il mantenimento del bilancio energetico-nutrizionale negli atleti rappresenta un importante obiettivo biofisiologico. Diversi

Dettagli

L eccesso di calcio darà: disturbi legati al metabolismo degli zuccheri, artritismo e arteriosclerosi.

L eccesso di calcio darà: disturbi legati al metabolismo degli zuccheri, artritismo e arteriosclerosi. Gli oligoelementi (dal greco olos poco), sono dei composti infinitesimali delle piante, della frutta e degli ortaggi, indispensabili al buon funzionamento dei nostri organi, per un benessere fisico e mentale.

Dettagli

www.coolfoodplanet.org www.efad.org coolf et.org www.eufic.org

www.coolfoodplanet.org www.efad.org coolf et.org www.eufic.org g olf or w. coo n lf o o d p l a et. g or co w w et. ww w.efa d.o.eufic.org w ww rg Ti ricordi quando hai imparato ad andare in bicicletta? La parte più importante è stata cercare il giusto equilibrio.

Dettagli

ALIMENTAZIONE E SALUTE. Dott.ssa Ersilia Palombi. Medico Nutrizionista

ALIMENTAZIONE E SALUTE. Dott.ssa Ersilia Palombi. Medico Nutrizionista ALIMENTAZIONE E SALUTE Dott.ssa Ersilia Palombi Medico Nutrizionista Alimentarsi bene e nutrirsi bene: non sempre i due comportamenti corrispondono, infatti il segnale fisiologico dell appetito da solo

Dettagli

Una bocca sana. ad ogni età

Una bocca sana. ad ogni età Una bocca sana ad ogni età La bocca e i denti Attraverso la bocca possiamo nutrirci e assaporare il cibo, parlare e comunicare, sorridere. Prendersi cura della bocca è importante, per tutta la durata della

Dettagli

SPORT acquatici e ALIMENTAZIONE Prof.ssa Lucia Scuteri

SPORT acquatici e ALIMENTAZIONE Prof.ssa Lucia Scuteri SPORT acquatici e ALIMENTAZIONE Prof.ssa Lucia Scuteri SPORT ACQUATICI (nuoto,tuffi,pallanuoto,immersione,, surf, windsurf,sci d acqua o VELA) Necessitano una DIETA EQUILIBRATA Ogni SPORT ha CARATTERISTICHE

Dettagli

Alimentazione nel bambino in età scolare

Alimentazione nel bambino in età scolare Martellago 05 marzo 2015 Alimentazione nel bambino in età scolare Dr.ssa Maria Tumino Servizio Igiene degli alimenti e della Nutrizione Veneto Sovrappeso Obesità Obesità severa 17,45% 5,5% 1,5% latte

Dettagli

Cosa succede con la chemioterapia. e gli altri trattamenti

Cosa succede con la chemioterapia. e gli altri trattamenti Cosa succede con la chemioterapia e gli altri trattamenti SANGUE e SISTEMA CARDIO-CIRCOLATORIO: ALTERAZIONI EMATOLOGICHE Anemia Leucopenia Piastrinopenia FEBBRE ALTERAZIONI PSICHICHE Immagine corporea

Dettagli

SCHEDE: ALIMENTAZIONE e PATOLOGIE ALIMENTAZIONE NELL ANEMIA DI BAMBINI E ADOLESCENTI

SCHEDE: ALIMENTAZIONE e PATOLOGIE ALIMENTAZIONE NELL ANEMIA DI BAMBINI E ADOLESCENTI L anemia: cos è? Il termine anemia indica la diminuzione del numero dei globuli rossi o dell emoglobina, dovuta a perdita o insufficiente produzione di sangue. Questo termine viene usato impropriamente

Dettagli

COLAZIONE & BENESSERE.

COLAZIONE & BENESSERE. COLAZIONE & BENESSERE. IL BUONGIORNO SI VEDE DALLA PRIMA COLAZIONE. ORE 7, SUONA LA SVEGLIA: TI ALZI, FAI LA DOCCIA, PRENDI UN CAFFÈ AL VOLO, TI VESTI ED ESCI DI CASA DI CORSA. FORSE NON LO SAI, MA STAI

Dettagli

ALIMENTAZIONE dell ATLETA. Sergio Crescenzi Gianfranco Colombo Antonio De Pascale

ALIMENTAZIONE dell ATLETA. Sergio Crescenzi Gianfranco Colombo Antonio De Pascale ALIMENTAZIONE dell ATLETA Sergio Crescenzi Gianfranco Colombo Antonio De Pascale A CHE SERVE MANGIARE? Gli alimenti ci forniscono l energia per muoverci, per respirare,per il battito cardiaco, per il funzionamento

Dettagli

BUON GIORNO: SONO LE 7 DEL MATTINO E TI PREPARI AD AFFRONTARE UNA NUOVA GIORNATA.

BUON GIORNO: SONO LE 7 DEL MATTINO E TI PREPARI AD AFFRONTARE UNA NUOVA GIORNATA. INTRODUZIONE Da un indagine condotta dal CONI Provinciale di Milano, risulta che 3 bambini su 10 sono in sovrappeso e obesi. Ciò è dovuto soprattutto ad abitudini alimentari errate e a un eccessiva sedentarietà.

Dettagli

Allergia da alimenti. Cause. Manifestazioni cliniche

Allergia da alimenti. Cause. Manifestazioni cliniche Allergia da alimenti Il problema delle reazioni avverse agli alimenti era noto fin dai tempi degli antichi greci e particolari manifestazioni erano già state associate all ingestione di cibi. Tutti gli

Dettagli

LA TUA MAPPA DEL TESORO IN 4 SEMPLICI PASSI PER RAGGIUNGERE LA TUA FORMA PERFETTA CON JUICE PLUS

LA TUA MAPPA DEL TESORO IN 4 SEMPLICI PASSI PER RAGGIUNGERE LA TUA FORMA PERFETTA CON JUICE PLUS LA TUA MAPPA DEL TESORO IN 4 SEMPLICI PASSI PER RAGGIUNGERE LA TUA FORMA PERFETTA CON JUICE PLUS 4 Semplici passi per creare il tuo stile di vita 1. Decidi cosa vuoi e cosa credi = cosa vuoi ottenere e

Dettagli

Prova Costume? Niente Paura!

Prova Costume? Niente Paura! Prova Costume? Niente Paura! Che Cos è la Nutraceutica? SIAMO QUELLO CHE MANGIAMO L alimentazione occupa un ruolo decisivo per il nostro benessere. Spesso però non conosciamo quello che mangiamo e la qualità

Dettagli

Dott.ssa Gloria Funiciello

Dott.ssa Gloria Funiciello MANUALE PRATICO DI PREVENZIONE DENTALE PER TUTTA LA FAMIGLIA A Cura della Dott.ssa Gloria Funiciello Odontoiatra e Specialista in Ortodonzia e Gnatologia Quando un bel SORRISO vuol dire BUONA SALUTE! La

Dettagli

SCHEDA ANAMNESTICA. N ore/giorno:

SCHEDA ANAMNESTICA. N ore/giorno: SCHEDA ANAMNESTICA Data:././ Ora: Sig. Data di nascita:././ Età: anni Sesso: M F Professione: Lavoro a turni: Sì NO N ore/giorno: Anamnesi familiare (indicare casi in familiari di I grado come genitori,

Dettagli

IL VIAGGIO DEL CIBO. Quando arrivano nel corpo, gli alimenti compiono un lungo viaggio di trasformazione per diventare nutrienti.

IL VIAGGIO DEL CIBO. Quando arrivano nel corpo, gli alimenti compiono un lungo viaggio di trasformazione per diventare nutrienti. IL VIAGGIO DEL CIBO Quando arrivano nel corpo, gli alimenti compiono un lungo viaggio di trasformazione per diventare nutrienti. Dalla bocca passano nello stomaco e da qui all intestino per poi venire

Dettagli

Consigli per l'alimentazione degli sportivi: sani, in forma e senza glutine!

Consigli per l'alimentazione degli sportivi: sani, in forma e senza glutine! ..\..\Leggi+Articoli rist + logo+immag\loghi AIC\Loghi AFC\AFC definitivobis.pdf Consigli per l'alimentazione degli sportivi: sani, in forma e senza glutine! Alimentazione sana ed equilibrata Migliora

Dettagli

Come e perché si aumenta di peso: il bilancio energetico

Come e perché si aumenta di peso: il bilancio energetico Come e perché si aumenta di peso: il bilancio energetico Intorno al concetto del giusto peso si sono formulate tante teorie, a volte vere, altre assolutamente prive di valenza scientifica. Nella grande

Dettagli

Sani si diventa. Dall infanzia alla maturità, il felice equilibrio tra corpo e mente

Sani si diventa. Dall infanzia alla maturità, il felice equilibrio tra corpo e mente Sani si diventa. Dall infanzia alla maturità, il felice equilibrio tra corpo e mente Mente sana in un corpo sano. Come sempre, la saggezza antica non commette errori: camminare, andare in bicicletta, passeggiare,

Dettagli

Nausea e vomito da chemioterapia

Nausea e vomito da chemioterapia Nausea e vomito da chemioterapia La nausea e il vomito sono tra gli effetti collaterali più temuti dai soggetti che devono sottoporsi a una chemioterapia per un tumore perché hanno un grande impatto sulla

Dettagli

EDUCAZIONE ALLA NUTRIZIONE

EDUCAZIONE ALLA NUTRIZIONE EDUCAZIONE ALLA NUTRIZIONE Dott.ssa Luce Ghigo Medico Chirurgo Convenzionato S.S.N. Medicina di Gruppo - Medico di R.S.A. Piani Alimentari e Terapia del Sovrappeso 1 Se è vero che le esigenze nutrizionali

Dettagli

DIPARTIMENTO DI SANITÀ PUBBLICA LIBERI DI SCEGLIERE. dott.ssa Alessandra Fabbri

DIPARTIMENTO DI SANITÀ PUBBLICA LIBERI DI SCEGLIERE. dott.ssa Alessandra Fabbri DIPARTIMENTO DI SANITÀ PUBBLICA LIBERI DI SCEGLIERE dott.ssa Alessandra Fabbri La nostra salute è come un puzzle tanti sono i FATTORIche influiscono sulla SALUTE : Fattori genetici e costituzionali Ambiente

Dettagli

DIABETE E ALIMENTAZIONE

DIABETE E ALIMENTAZIONE DIABETE E ALIMENTAZIONE La pianificazione di una dieta corretta può essere difficile se non si è certi della combinazione di cibi migliore, delle porzioni e dell effetto dei diversi alimenti sui livelli

Dettagli

Prevenzione & Salute

Prevenzione & Salute Prevenzione & Salute La salute comincia a tavola! Scoprilo insieme a Faschim. 2 Argomento ALIMENTAZIONE BAMBINI 0-3 ANNI Eccoci al secondo appuntamento, dedicato ai più piccoli. Una dieta sana ed equilibrata

Dettagli

In una ricca insalata di verdure sono contenute sostanze nutritive importanti per una sana e corretta alimentazione.

In una ricca insalata di verdure sono contenute sostanze nutritive importanti per una sana e corretta alimentazione. In una ricca insalata di verdure sono contenute sostanze nutritive importanti per una sana e corretta alimentazione. L ALIMENTAZIONE E L APPARATO DIGERENTE Una dieta equilibrata è fatta di tutti gli alimenti

Dettagli

A cosa serve lo iodio?

A cosa serve lo iodio? Iodio e Salute Che cos è lo iodio? Lo iodio, dal greco iodes (violetto), è un elemento (come l ossigeno, l idrogeno, il calcio ecc) diffuso nell ambiente in diverse forme chimiche. Lo iodio presente nelle

Dettagli

LA BUONA ALIMENTAZIONE PER GUADAGNARE SALUTE

LA BUONA ALIMENTAZIONE PER GUADAGNARE SALUTE LA BUONA ALIMENTAZIONE PER GUADAGNARE SALUTE Studio Dietistico dott.ssa Francesca Pavan - Via G. Falcone 16-30024 Musile di Piave (Ve) Tel. 0421331981 Fax. 0421456889 www.studiodietisticopavan.it Esistono

Dettagli

I CRAMPI NEL RUNNER. Come faccio a prevenire i crampi? oppure perché vengono i crampi?

I CRAMPI NEL RUNNER. Come faccio a prevenire i crampi? oppure perché vengono i crampi? I CRAMPI NEL RUNNER Ai bicipiti femorali o ai polpacci, i crampi, contrazioni muscolari involontarie, sono sempre molto fastidiosi e a volte dolorosi. La decisione di trattare questo argomento è nata dalle

Dettagli

CUORE & ALIMENTAZIONE

CUORE & ALIMENTAZIONE 5 Convegno Socio-Scientifico ASPEC Teatro «Antonio Ghirelli» - Salerno, 27 Giugno 2015 CUORE & ALIMENTAZIONE Annapaola Campana Unità Operativa di Oncoematologia Presidio Ospedaliero Pagani (SA) CAUSE DI

Dettagli

colesterolo sotto controllo

colesterolo sotto controllo Come tenere il colesterolo sotto controllo LAVORIAMO INSIEME PER PROTEGGERE LA TUA VITA Cos è il colesterolo alto (ipercolesterolemia)? Come succede a molti di noi, non hai mai pensato al colesterolo o

Dettagli

I CINQUE GRUPPI DI ALIMENTI

I CINQUE GRUPPI DI ALIMENTI I CINQUE GRUPPI DI ALIMENTI Le Linee guida per una sana alimentazione italiana dell Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN) pubblicate nel 2003 propongono dieci direttive

Dettagli

Attività fisica e. Per guadagnare salute 09/05/2013

Attività fisica e. Per guadagnare salute 09/05/2013 Attività fisica e Alimentazione Per guadagnare salute 09/05/2013 ? QUANTA ENERGIA ENERGIA SERVE AL PODISTA AMATORE? 09/05/2013 FABBISOGNO ENERGETICO Metabolismo basale (60-75%): età, sesso, massa corporea

Dettagli

I corretti principi di una alimentazione equilibrata: la dieta mediterranea

I corretti principi di una alimentazione equilibrata: la dieta mediterranea Corso di Formazione Mangia Giusto Muoviti con Gusto A.S. 2008-2009 I corretti principi di una alimentazione equilibrata: la dieta mediterranea Dietista Dott.ssa Barbara Corradini Dipartimento di Sanità

Dettagli

E BUONO, E FA BENE! Novara, 28 Maggio 2015

E BUONO, E FA BENE! Novara, 28 Maggio 2015 SERVIZIO DI IGIENE DEGLI ALIMENTI E NUTRIZIONE (S.I.A.N. S.I.A.N.) ) ASL NO SOROPTIMIS INTERNATIONAL D ITALIA CLUB DI NOVARA ISTITUTO PARITARIO SACRO CUORE NOVARA E BUONO, E FA BENE! Novara, 28 Maggio

Dettagli

Mangiar sano secondo la nuova Piramide Mediterranea

Mangiar sano secondo la nuova Piramide Mediterranea Mangiar sano secondo la nuova Piramide Mediterranea La nuova piramide della dieta mediterranea moderna proposta dall INRAN (Istituto Nazionale per la Ricerca degli Alimenti e della Nutrizione) presenta

Dettagli

TABELLE DIETETICHE. Media Maschi/femmine (Kcal/gg) Fabbisogno Energetico. Nido d infanzia dell infanzia

TABELLE DIETETICHE. Media Maschi/femmine (Kcal/gg) Fabbisogno Energetico. Nido d infanzia dell infanzia TABELLE DIETETICHE La tabella dietetica deve fornire la corretta quantità in nutrienti, sia dal punto di vista qualitativo che quantitativo, in modo che l organismo dell individuo non debba ricorrere ad

Dettagli

NON fumare. è la scelta migliore che puoi fare

NON fumare. è la scelta migliore che puoi fare Il programma GUADAGNARE SALUTE, promosso dal Ministero della Salute e dall Istituto Superiore di Sanità, con le Regioni e gli Enti locali, si propone di contrastare i 4 rischi fondamentali per la salute,

Dettagli

L alimentazione dei bambini A TAVOLA CON NOI

L alimentazione dei bambini A TAVOLA CON NOI L alimentazione dei bambini A TAVOLA CON NOI La prima colazione A tavola: La prima colazione permette di migliorare l attenzione e la concentrazione, quindi il rendimento scolastico. Inizia la tua giornata

Dettagli

www.regione.lombardia.it REGOLE D ORO Per affrontare il caldo estivo LOMBARDIA. COSTRUIAMOLA INSIEME.

www.regione.lombardia.it REGOLE D ORO Per affrontare il caldo estivo LOMBARDIA. COSTRUIAMOLA INSIEME. www.regione.lombardia.it 10 REGOLE D ORO Per affrontare il caldo estivo LOMBARDIA. COSTRUIAMOLA INSIEME. LOMBARDIA. COSTRUIAMOLA INSIEME. Ecco uno strumento utile per combattere il caldo estivo. Una serie

Dettagli

LE AFFEZIONI NON INFETTIVE DELL ETA SCOLARE

LE AFFEZIONI NON INFETTIVE DELL ETA SCOLARE LE AFFEZIONI NON INFETTIVE DELL ETA SCOLARE CARIE DENTALE MIOPIA SCOLIOSI OBESITA CARIE DENTALE La carie dentale nasce come processo erosivo e si evolve come processo destruente del dente che perde così

Dettagli

Ipertensione arteriosa: le modifiche dei comportamenti

Ipertensione arteriosa: le modifiche dei comportamenti Ipertensione arteriosa: le modifiche dei comportamenti Nei paesi industrializzati e quindi anche in Italia l ipertensione è una questione rilevante di salute pubblica. Molti casi di ipertensione sono legati

Dettagli

Dieta sana = dieta costosa? No Consigli utili per mangiare sano senza spendere tanto

Dieta sana = dieta costosa? No Consigli utili per mangiare sano senza spendere tanto Dieta sana = dieta costosa? No Consigli utili per mangiare sano senza spendere tanto A CURA DEL MINISTERO DELLA SALUTE DIREZIONE GENERALE DELLA COMUNICAZIONE E DEI RAPPORTI EUROPEI E INTERNAZIONALI, UFFICIO

Dettagli

Domande Questionario TWISTER Campagna idea

Domande Questionario TWISTER Campagna idea Domande Questionario TWISTER Campagna idea Modulo seme (6/11 anni): Prima di mettersi a tavola bisogna lavarsi le mani Per mantenere i denti sani e forti bisogna mangiare almeno due volte al giorno la

Dettagli

Uno sguardo alle mense scolastiche, ai valori nutrizionali ed alle porzioni...

Uno sguardo alle mense scolastiche, ai valori nutrizionali ed alle porzioni... Uno sguardo alle mense scolastiche, ai valori nutrizionali ed alle porzioni... Luciana Zoppè e Lucia Bioletti * Coordinatore Corso di Laurea in Dietistica Università degli Studi di Torino *ASL TO 3 Rivoli

Dettagli

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele ERVIZIO ANITARIO REGIONALE A Azienda ervizi anitari N 1 triestina la vien... alute angiando M Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele Dipartimento

Dettagli

Stili di vita e alimentazione nelle patologie cardiovascolari

Stili di vita e alimentazione nelle patologie cardiovascolari Stili di vita e alimentazione nelle patologie cardiovascolari È una iniziativa Diversity & Inclusion Sandoz Stili di vita e alimentazione nelle patologie cardiovascolari Introduzione: Le malattie cardiovascolari

Dettagli

PROGRAMMA SCUOLA DI DIETETICA NUTRIRSI DI SALUTE ANNO SCOLASTICO 2012

PROGRAMMA SCUOLA DI DIETETICA NUTRIRSI DI SALUTE ANNO SCOLASTICO 2012 PROGRAMMA SCUOLA DI DIETETICA NUTRIRSI DI SALUTE ANNO SCOLASTICO 2012 DOCENTE: Madaschi Rossana Dietista e Docente di Scienza dell Alimentazione MATERIE: Dietologia - Scienza dell Alimentazione CLASSE:

Dettagli

7 Minutes Project Manager

7 Minutes Project Manager 7 Minutes Project Manager Alimentazione 7 regole d oro per un alimentazione corretta Un alimentazione corretta è la base per far si che tutta l attività motoria svolta da un soggetto si traduca in reali

Dettagli

Prevenzione & Salute

Prevenzione & Salute Prevenzione & Salute La salute comincia a tavola! Scoprilo insieme a Faschim. 3 Argomento BIMBI IN FORMA, SERVE UN GIRO DI VITA. Sapevate che in Italia i minori in sovrappeso o in condizioni di obesità

Dettagli

I.P. A PROPOSITO DI OZONO. PER INFORMAZIONI:

I.P. A PROPOSITO DI OZONO. PER INFORMAZIONI: I.P. A PROPOSITO DI OZONO. PER INFORMAZIONI: Direzione Tutela e Risanamento Ambientale - Programmazione Gestione Rifiuti Via Principe Amedeo 17, Tel. 011.432.14.20 - Fax 011.432.39.61 www.regione.piemonte.it/ambiente/aria.html

Dettagli

IL Piccolo Cronista Sportivo

IL Piccolo Cronista Sportivo IL Piccolo Cronista Sportivo Stagione Sportiva 2014-2015 Asp.Scuola calcio Qualificata EDIZIONE SPECIALE SULL INCONTRO DEL 10.11.2014 SUL TEMA: L Educazione alimentare per la salute e lo sport Piccoli

Dettagli

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L atleta moderno ha bisogno di un maggior numero di adattamenti metabolici all esercizio fisico.

Dettagli

DEL CUORE DELLE MALATTIE CARDIOVASCOLARI A CURA DI:

DEL CUORE DELLE MALATTIE CARDIOVASCOLARI A CURA DI: 2016 LE 12 REGOLE DEL CUORE CONSIGLI NUTRIZIONALI PER LA PREVENZIONE DELLE MALATTIE CARDIOVASCOLARI A CURA DI: DOTT.SSA FRANCESCA DE BLASIO BIOLOGA NUTRIZIONISTA DOTTORATO DI RICERCA IN SANITÀ PUBBLICA

Dettagli

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 36 1. ZUCCHERI E SAPORE DOLCE Tutti gli zuccheri sono fonti di energia e non

Dettagli

Una sana alimentazione per una sana sanità:

Una sana alimentazione per una sana sanità: CESENA 27 SETTEMBRE 2012 Una sana alimentazione per una sana sanità: l impatto di una corretta alimentazione sulla spesa sanitaria Roberto Copparoni Ministero della salute Direzione Generale per l igiene

Dettagli

Attivo di Bionaïf è un plantare anatomico che partendo dai piedi dona benessere a tutto il tuo corpo.

Attivo di Bionaïf è un plantare anatomico che partendo dai piedi dona benessere a tutto il tuo corpo. il benessere ai tuoi piedi Attivo di Bionaïf è un plantare anatomico che partendo dai piedi dona benessere a tutto il tuo corpo. Attivo è stato studiato per chi soffre di problemi di postura e di mal di

Dettagli

Integrazione di silice - Benefici riportati

Integrazione di silice - Benefici riportati Integrazione di silice - Benefici riportati Riduzione del dolore e dell infiammazione dei legamenti Migliorata elasticità della pelle Migliorata idratazione della pelle Stimolazione della formazione e

Dettagli

LE BASI DELL ALIMENTAZIONE INTRODUZIONE

LE BASI DELL ALIMENTAZIONE INTRODUZIONE LE BASI DELL ALIMENTAZIONE INTRODUZIONE Lo scopo di questa guida alimentare è prevalentemente quello di informare con chiarezza e orientare il proprio stile di vita alimentare, modulando le scelte alimentari

Dettagli

Full version is >>> HERE <<<

Full version is >>> HERE <<< Full version is >>> HERE http://pdfo.org/hbritalian/pdx/1181t736/ Tags: :

Dettagli

www.dietahl.com Distributore Herbalife Benessere e Salute da Famiglia a Famiglia

www.dietahl.com Distributore Herbalife Benessere e Salute da Famiglia a Famiglia www.dietahl.com Distributore Herbalife Benessere e Salute da Famiglia a Famiglia Ciao! Sono Nella Cortese di www.dietahl.com, distributore Herbalife. In questo piccolo documento voglio spiegarti come usare

Dettagli

La salute si conquista con il 5!

La salute si conquista con il 5! Nutrirsi di salute - Aprile 2011 La salute si conquista con il 5! È risaputo che frutta e verdura apportano benefici al nostro organismo. Quante porzioni dobbiamo consumarne ogni giorno? Questi preziosi

Dettagli

LINEE GUIDA PER L ALIMENTAZIONE DEL GOLFISTA. Giorgio Pasetto. Mauro Bertoni

LINEE GUIDA PER L ALIMENTAZIONE DEL GOLFISTA. Giorgio Pasetto. Mauro Bertoni LINEE GUIDA PER L ALIMENTAZIONE DEL GOLFISTA Giorgio Pasetto (dottore in scienze motorie e osteopata) Mauro Bertoni (preparatore atletico) Con la consulenza scientifica del Prof. Ottavio Bosello (docente

Dettagli

VERO O FALSO? FALSI MITI E VERE AFFERMAZIONI DELLA NOSTRA TAVOLA

VERO O FALSO? FALSI MITI E VERE AFFERMAZIONI DELLA NOSTRA TAVOLA VERO O FALSO? FALSI MITI E VERE AFFERMAZIONI DELLA NOSTRA TAVOLA Questo opuscolo è stato creato per dare delle reali risposte ai tipici luoghi comuni riguardanti l' alimentazione e le possibili cause dell'

Dettagli

GENOTEST NUTRIZIONE ATTIVITÀ FISICA METABOLISMO CIBI CONSIGLIATI. Risultato del Test del DNA

GENOTEST NUTRIZIONE ATTIVITÀ FISICA METABOLISMO CIBI CONSIGLIATI. Risultato del Test del DNA GENOTEST Risultato del Test del DNA Otterrai una risposta personalizzata per migliorare gli stili di vita in merito a NUTRIZIONE ATTIVITÀ FISICA METABOLISMO CIBI CONSIGLIATI in base alle informazioni genetiche

Dettagli

Sommario. Esercizio e dieta: un equazione super efficace! Impara a respirare e perdere peso sarà facile

Sommario. Esercizio e dieta: un equazione super efficace! Impara a respirare e perdere peso sarà facile Pagina 5 Sommario Il nuovo metodo per dimagrire senza fatica FORMA E BENESSERE Io ce l ho fatta così! Tre storie di chi ha raggiunto l obiettivo Claudia, Anna e Luca hanno ritrovato linea e salute Adoro

Dettagli

ALIMENTAZIONE e NUOTO

ALIMENTAZIONE e NUOTO MICROELEMENTI ALIMENTAZIONE e NUOTO ZUCCHERI: costituiscono la fonte energetica, che permette all uomo di muoversi. Sono di due tipi : a. SEMPLICI, si trovano nella zuccheriera, nella, nel miele e sono

Dettagli

U.O. Igiene degli Alimenti e della Nutrizione PROGETTO DI PREVENZIONE 2007/2008. Codice

U.O. Igiene degli Alimenti e della Nutrizione PROGETTO DI PREVENZIONE 2007/2008. Codice U.O. Igiene degli Alimenti e della Nutrizione PROGETTO DI PREVENZIONE 2007/2008 Dimmi come mangi Codice 1 2 3 1. Inserisci qui l iniziale del nome di tua mamma 2. Inserisci qui le ultime tre cifre del

Dettagli

EDUCAZIONE ALIMENTARE

EDUCAZIONE ALIMENTARE EDUCAZIONE ALIMENTARE E uno dei pilastri fondamentali per la prevenzione della carie, insieme alla: sigillatura dei solchi Fluoroprofilassi Igiene orale Controlli periodici CARIE E ALIMENTAZIONE PLACCA

Dettagli

ALIMENTAZIONE DA 12 A 36 MESI

ALIMENTAZIONE DA 12 A 36 MESI ALIMENTAZIONE DA 12 A 36 MESI Intervento a cura di: Dr.ssa Maria Teresa Gussoni Ss Igiene Nutrizione Milano, 3 maggio 2012 1 L eccesso di peso rappresenta un fattore di rischio rilevante per le principali

Dettagli

10 alimenti per ottenere capelli sani

10 alimenti per ottenere capelli sani I consigli di Ale Per Curarsi al Naturale 10 alimenti per ottenere capelli sani a cura di Irene Ferri 1 Come diceva il filosofo Ralph Emerson... Un erbaccia è solo una pianta di cui non sono ancora state

Dettagli

FONDAZIONE I.R.C.C.S. POLICLINICO SAN MATTEO. Viale Golgi n.19, 27100 Pavia 0382 501615 - Fax 0382 502801 servizio.dietetica@smatteo.pv.

FONDAZIONE I.R.C.C.S. POLICLINICO SAN MATTEO. Viale Golgi n.19, 27100 Pavia 0382 501615 - Fax 0382 502801 servizio.dietetica@smatteo.pv. FONDAZIONE I.R.C.C.S. POLICLINICO SAN MATTEO Servizio di Dietetica e Nutrizione Clinica Viale Golgi n.19, 27100 Pavia 0382 501615 - Fax 0382 502801 servizio.dietetica@smatteo.pv.it Progetto pilota Linee

Dettagli

Gli Alimenti Classificazione degli alimenti Alimenti semplici o principi alimentari o principi nutritivi o nutrienti inorganici organici

Gli Alimenti Classificazione degli alimenti Alimenti semplici o principi alimentari o principi nutritivi o nutrienti inorganici organici Prof. Carlo Carrisi Gli Alimenti Classificazione degli alimenti Alimenti semplici o principi alimentari o principi nutritivi o nutrienti: servono a nutrire l organismo, derivano dalla digestione, vengono

Dettagli

.,i,! "' f! t; 8 I, t{;" t És,'S, lft :+ ;1, t',.cffi' ii ',í r.lr.q-* guadagnare salute. rendere facili le scelte salutari

.,i,! ' f! t; 8 I, t{; t És,'S, lft :+ ;1, t',.cffi' ii ',í r.lr.q-* guadagnare salute. rendere facili le scelte salutari sale t; 8 I, t{;" t És,'S,.,i,! "' f! lft :+ ;1, t',.cffi' ii ',í r.lr.q-* guadagnare salute rendere facili le scelte salutari Le regole del poco sale 1 Riduci progressivamente l'uso di sale 2 Non aggiungere

Dettagli